sabato 19 agosto 2006

La discussione continua qui !

Carissimi,
la pagina in cui siamo è divenuta troppo pesante, quindi possiamo entrare da questa per continuare la nostra discussione.
Buon proseguimento e a presto.

320 commenti:

  1. Da una catechesi per i "didascali", nel gergo iniziatico neoct i maestri dei bambini:

    "La parrocchia ha una messa per i bambini che si preparano alla Prima Comunione e vorrebbe che anche i nostri partecipassero a questa messa. Ma noi non siamo d'accordo perché i nostri bambini non vivono assolutamente la situazione degli altri bambini che vengono al catechismo; è completamente differente. Sarebbe come farli passare da una cosa che vale cento a una cosa che vale venti."

    RispondiElimina
  2. anonimo ispano-veneto20 agosto 2006 10:14

    HUMILDAD, SENCILLEZ (y alabanza): olè!

    RispondiElimina
  3. anonimo ispano-veneto20 agosto 2006 10:30

    ..."te do gracias, Kirikus, que no soy como los otros ninos"...

    RispondiElimina
  4. Francesco, dimenticavo di dirti di andare a vedere il tuo documento sul gergo neocat (lo trovi tra i titoli sulla destra) per ora solo sull'index

    Fammi sapere che ne pensi (ho messo un (continua) perché sicuramente non abbiamo esaurito l'argomento

    RispondiElimina
  5. 71.

    LA DELUSIONE DI NUNZIATINA

    In seguito alla comunicazione ufficiale che,malgrado l’intercessione di Dona Carmenita e del senor Kirikus,il vescovo rimane fermo nella sua decisione di proibire alle cimici neocat ogni agape serale nel salone parrocchiale attiguo al Vescovado siculo,Nunziatina Scuncia,nota cimice neocat della prima ora ha lasciato la sua comunità in segno di protesta ,non frequenta più la parrocchia e si reca a messa in una parrocchia vicina,dove sta brigando per entrare nel gruppo dei Caminettini.

    Questa la sua commovente lettera di addio al cammino delle cimici neocat:


    “ Carisima Donna Carmenita

    purtroppo il viscovo e piu testardo del mulo di Michelinu u Parrinu e guindi io o lasciato la comunita perché cosi no si può andare avanti senza la gape.

    Faccio assapere che ora io vado alla Messa nella parocchia dei Santi Cosimo e Damiano,indove ci sono i Caminettini che sono tanto bravi,ma non sanno i nostri canti.Alora io o portato lo ncincirincì che avevo comprato io quando ero una cimice neocat e abiamo già fatto una bella gape.Io o preparato tre teglie di bucatini con le sarde e quattro gronghi col sarmoriglio che erano una bellezza e altri anno portato il vino.Anzi vi dico che qui non ce nessuno che beve come il cavalieri Pipìa che fora dognuno non gli bastava una damigiana solo pe’ llui.

    Faccio assapare che mi trovo beni. Qui non si fanno sgrutinii ogni momento che era un talorno (una jattura N.d.r.)amaro ogni anno andare nel albergo,pagare tanti piccioli per poi sentire a guelli che ti fanno l’intirrogazioni e vogliono sapiri tutti i ca… (Fatti. N.d,r.) tuoi.

    Inppiù qui non cercano mai sordi per Donna Pissodia (Da nobis hodie. N.d.r.), che mi pare gubita (avida N.d.r.). Ma cu ca…(cavolo N.d.r.) è questa Donna Pissodia???

    Basta vi saluto.Se passate da qui,pure che no sono più cimice neocat,una rancino pe vvoi ce sempre.

    Buone cose da Nunziatina Scuncia “

    RispondiElimina
  6. LE REAZIONI DEL SUPREMO CATECHISTA DI NUNZIATINA SCUNCIA,CAV. GIOVANNI PIPI'A

    Non essendo riuscito a recuperare Nunziatina Scuncia alla comunità delle cimici neocat che lui dirige,il cav Giovanni Pipìa ha tenuto oggi dopo la messa in parrocchia(turno mensile) una solenne catechesi di un'ora e mezza nella sala parrocchiale,dopo aver bevuto per precauzione solo un aperitivo.

    Egli ,aggrappando letteralmente il suo metro e 55 di altezza alla croce astile ed ergendosi sui tacchi,fissati al naso con dei cerotti gli occhialini scivolosi e tergendosi più volte con un fazzoletto il copioso sudore sul suo cranio semipelato,ha esordito condannando quelle cimici che lasciano il cammino per un piatto di lenticchie.

    La cognata di Nunziatina Scuncia,avendo capito che la filippica era rivolta a quest'ultima,si è alzata di scatto affermando:

    "Non si trattava affatto di linticchi,ma di di bucatini con le sarde.Cavaleri,mi pare che voi siete mbriaco di prima matina"...e girando i tacchi è uscita sbattendo la porta.

    Il cavalier Pipìa è diventato verde dalla bile replicando a squarciagola "Si,Si,lenticchie,lenticchie!!!!Che Il SWignore abbia pietà di voi! Quanti di voi sono disposti a tradirlo per le lenticchie?"

    A questa domanda un tizio dal pubblico si è girato a bassa voce ,ma facendosi sentire dal catechista,affermando "MA STAMATINA PECCHI' CA...(cavolo N.d.r.) L'AVI CU I LENTICCHIA? A MMIA NON MI PIACIUNU I LENTICCHIA!!!

    Il cavalier Pipìa è diventato letteralmente furioso e ha iniziato a brandire pericolosomante il fusto della croce astile,urlando a squarciagola...

    ..."PENTIAMOCI PIUTTOSTO...PENTIAMOCI...SALIAMO A GERUSALEMME E PENTIAMOCI...!!!"

    E' stato un attimo...:Nunziatina,appositamente chiamata dalla cognata,è entrata di botto urlando...:" SE VOI MANCIARI I LENTICCHIA A GERUSALEMMI SU CA...(cavoli N.d.r.) TOI. IO CCA' NO VEGNU CCHIU'!

    E ha chiuso la porta di botto.

    RispondiElimina
  7. COGITATIO POST PRANDIUM PRESBYTERI

    z...z...z...
    z...z...
    z..

    RispondiElimina
  8. LE REAZIONI AI MC A ROMA

    Gentile Dona Carmenita,

    la vicenda della signora Nunziatina Scuncia e del Cavalier Giovanni pipìa in Sicilia ha assunto toni molto plebei,non consoni al cammino delle cimici neocat.

    Vuol essere così cortese di dir loro di smetterla?

    Cosa vuol dimostrare la sopra detta cimice Nunziatina che solo la pasta con le saarde è garazia della buona riuscita delle agapi e del Cammino in genere?

    Anche la coda alla vaccinara in questi casi fa la sua sacrosanta figura.

    Distintri saluti.

    I fratelli romani dei M.C.

    RispondiElimina
  9. LE REAZIONI A S.F.C. A ROMA

    Solo una postilla alla protesta dei fratelli dei M.C.:

    Perchè...la pajata è forsi fuori luogo?

    RispondiElimina
  10. Caro anonimo ispano-veneto....e mettici anche le traduzioni no?!?!

    RispondiElimina
  11. 74.

    LA LETTERA RASSERENATRICE DI DONA CARMENITA DOPO LE VICENDE SICULE

    “ Cari fratelli siculi;
    Cari fratelli romani
    Avete capito tutti che Nunziatina ha lasciato il Cammino perché ella aveva fatto un idolo della pasta con le sarde.E quest’idolo è divenuto per lei il Nemico che l’ha fatta allontanare da noi.
    Dunque non chiamatela più,non invitatela,non pregatela di tornare. Salutatela appena se la incontrate e preghiamo tutti per lei. Stop!
    Quanto ai cibi da usare nelle agapi,potete benissimo usare oltre che la pasta con le sarde anche la coda alla vaccinara e la pajata,ma ricordate sempre che il cibo più sostanzioso e completo rimane la Paella alla Carmenita,dalla quale vi prego di non separarvi mai.
    Adesso è tempo di pensare alle novene ed alle iniziative che ci prepareranno al più grande evento de la Iglesia:l’approvazione definitiva degli statuti delle cimici neocat. Non dimenticatelo!
    Io e el senor Kirikus stiamo preparando un compendio delle 7800 pagine degli Orientamenti, costituito appena da 110 paginette chiarissime, che non dovete dare a nessuno,ma che userete quando qualcuno non appartenente alle cimici neocat cercherà di incastrarvi ponendovi domande faziose. Questo compendio che appelleremo “Catequismo de la Iglesia Cattolica” sarà comprato da ciascuno di voi (ogni copia è rigorosamente riservata) al modico prezzo di € 7,00.
    Prezzo,come vedete irrisorio,considerato che il libricino è stampato su carta speciale e con inchiostri speciali che dopo 10 mesi circa iniziano a diventare illeggibili e a dissolversi.Trascorso tale tempo le paginette di nuovo bianche saranno utilissime per prenedere appunti sulle nostre nuove catequesi.
    Confido nella vostra abituale obbedienza e vi imparto anche a norme del senor Kirikus,una grande benedizione.
    Vs Dona Carmenita”

    RispondiElimina
  12. Anche nei giochi, i loro bimbi fanno gruppo e non ti fanno entrare.
    Lo vivo ogni giorno nel giardino comunale della mia zona alla periferia di Roma.

    RispondiElimina
  13. Neocatecumeno9621 agosto 2006 13:53

    come fai a sapere che sono neocatecumenali? Hanno una stella gialla?

    RispondiElimina
  14. li conosciamo bene perché li incontriamo in parrocchia.
    Io ho partecipato a due catechesi e basta e vedo come si comportano. Chiusi, tra di loro, molto saccenti... lo hanno notato anche le mie amiche

    Scusa, ma quella stella gialla te la potevi risparmiare

    RispondiElimina
  15. Nonneocatecumeno21 agosto 2006 14:36

    Per neocatecumeno 96

    Come si fa a riconoscere che sono neocatecumenali?

    Ovviamente dalla loro insolenza.E tu ne sei un esempio probante.

    RispondiElimina
  16. Beh non esageriamo.
    Di insolenti ce ne possono essere sia tra i neocatecumeni sia tra i non neocatecumeni.
    C'è tuttavia da tenere presente che i neocatecumeni sono guardinghi verso i bambini dei non neocatecumeni,poichè sanno che essi sono inquinati dal Mondo e da vari virus da cui giustamente cercano di preservare i loro piccoli.

    RispondiElimina
  17. Non esasperiamo dunque gli animi.
    E' doveroso rispettare queste forme di cautela dei neocatecumeni,i quali sono liberissimi - come fanno sempre - una volta che i loro bambini rientrano a casa dopo aver solo parlato con gli altri bambini,di disinfestarli da capo a piedi.

    Sono forme di prevenzione e di igiene che non possiamo assolutamente condannare.
    Ci limitiamo soltanto a osservare loro che il DDT che essi usano è purtroppo cancerogeno.

    RispondiElimina
  18. Vorremmo anche consigliare ai genitori dei bambini neocatecumenali che è anche opportuno per loro almeno tre volte al dì procedere con una sana e vigorosa grattatio,che di per sè spegne ogni forma di allergia verso coloro i quali non appartengono al mondo delle cimici neocat.

    RispondiElimina
  19. sempre a proposito di bambini neocat e non, mic nel primo post di questa pagina, riporta:

    " ... è completamente differente. Sarebbe come farli passare da una cosa che vale cento a una cosa che vale venti."

    Kiko, perché credo sia lui che parla, si riferisce per caso alla Messa?

    RispondiElimina
  20. Traduzione:
    ...ti ringrazio, Kirikus, che non sono come gli altri bambini...

    RispondiElimina
  21. Per evitare contagi tra bambini si potrebbe benissimo varare una legge che obblighi tutti i bambini non neocatecumenali ad una vaccinazione di massa con l'apposito preparato Kappa.

    RispondiElimina
  22. Dona Carmenita21 agosto 2006 15:23

    Noi semo parati a farlo.Por quanto concerne el vaccin siamo in grado di prepararne milioni di dosi al dia nei nostri centri avanzatissimi di conversion.

    RispondiElimina
  23. Che fata che sei,Dona Carmenita....!!!!

    RispondiElimina
  24. Per Nonneocatecumeno.
    Ragazzi, perché non provate tutti a darvi una calmata? Suggerisco una "grattatio" generale al modo di "La pulce".E' chiaro che la "stella gialla" era una provocazione, ma parlare di "insolenza" a proposito di bambini mi sembra un'esagerazione fuori luogo e alquanto offensiva.
    Ergo...urge "grattatio"!

    RispondiElimina
  25. 75.
    IL CATEQUISMO DE LA IGLESIA CATOLICA NEOCAT
    In una semplice quanto commovente cerimonia tenuta a Castelmarcolfo,alla presenza di oltre 800 catequisti neocat è stato presentato il Compendio del catequismo de la Iglesia Catolica fresco di stampa.
    Tirato in 800.000 esemplari rigorosamente numerati,il libricino reca sulla copertina a mo’ di logo un grande mazzo di chiavi disposte a forma di Kappa,è stampato con inchiostro autodissolvente e consta di 110 paginette di agevole lettura nelle quali sono condensati a m’ di domande e risposte tutti i contenuti degli orientamenti per le cimici neocat,che comunque non vi vengono mai nominate.
    Durante la cerimonia per tutti i catequisti presenti,davanti alle numerose troupes di tutti i media delle cimici neocat si è fatto ricorso ad un’inedita quanto simpatica forma di presentazione. Mister Presbiterus al centro ha iniziato a girare le pagine;Dona Carmenita leggeva le domande; El Senor Kirikus con voce alta e chiara forniva le risposte.
    Il tutto è durato più o meno un’ora,dopo le invocazioni iniziali e il canto introduttivo.
    La cerimonia è stata conclusa dalla proiezione di alcuni spezzoni dei DVD Il grande chiasso.
    Al termine un catequista portavoce della fondazione madrilena “Famiglia de Nazareth” ha affermato che la distribuzione immediata del compendio in 800.0000 esemplari inizierà subito in tutte le comunità del mondo,per concludersi entro e non oltre la prima metà del prossimo settembre,al modicissimo prezzo di 7 €.
    Egli ha inoltre affermato che quasi tutti i proventi della vendita( si prevede un incasso di circa cinque milioni di €. )saranno devoluti in beneficenza per le intenzioni verso i poveri da parte dei numerosi tacchini e pavoni bordati di rosso che bivaccano diuturnamente sul sacro colle romano.
    Al termine della presentazione si è poi svolta una conferenza stampa durante la quale el senor kirikus ha posto una ventina di domande ed ha fornito circa 45 risposte.
    Dona Carmenita,prima di invitare tutti all’umile agape allestita nella sala Marcolfa del Catecumbenium ha preteso che si eseguissero alcuni inni di gioia e ha aperto le danze.

    RispondiElimina
  26. Eh si...
    Le belle prospettive si che fanno cantare e anche ballare dalla contentezza.

    Ma è gioia o solo allegria?

    RispondiElimina
  27. PENSIERINO POST COENAM DI MISTER PRESBITERUS...

    ...yyyaaaaawwwnnnnnnnnn....!!!!

    z

    RispondiElimina
  28. PENSIERINO POST COENAM DI DONA CARMENITA

    L'atteggiamento di Mister Presbiterus sia da exemplo a todos los presbiteros del mundo.

    RispondiElimina
  29. Ciao pulce, sei geniale

    RispondiElimina
  30. Ho una perplessità che si articola in domande:

    1) perché tra i neocatecumenali le donne vivono come consacrazione solo la formula della 'clausura'?
    2) perché ci sono solo didascali 'maschi' e non femmine (ma forse questa domanda ha già una sua spiegazione perché già Kiko nella catechesi che ho citato dice che devono sostituire l'immagine 'paterna')
    3) perché la donna ha spazio solo come catechista, ma moglie di...? o tutt'al più è 'quella che fa il pane', 'pulisce le sale', 'lava e stira gli arredi'

    non è un discorso femminista, sarebbe sciocco, è un punto di domanda...

    RispondiElimina
  31. Caro Mic,
    le tue osservazioni sono giuste. Forse la risposta potrebbe essere questa:Perché - a parte il nubilato di Donna Carmen - tutte le altre femmine dovrebbero essere spose e madri. Ed è così che le figlie di Gerusalemme devono (dico:devono!) generare...generare...e ancora generare! Solo così si assicura la crescita numerica e si incrementa il grande popolo dei Kikiani. Sempre più numerosi, sempre più chiusi e sempre più spocchiosi!

    RispondiElimina
  32. http://www.donboscoland.it/articoli/listacommenti.pax?idrealta=1&IDarticolo=1&zip=no

    RispondiElimina
  33. 76.

    PROMOZIONE NUOVO COMPENDIO CATEQUISMO DE LA IGLESIA CATOLICA NEOCAT


    E’ iniziata l’itineranza di Dona Carmenita nei vari Catecumbenia italici per la promozione del Nuovo Compendio del Catequismo de la Iglesia Catolica Neocat.

    Due giorni fa è stata la volta di un catacumbenium medio-grande della Toscana,dove Dona Carmenita ha convocato i locali catequisti. Una di loro,tale Marilina Butini,notoriamente accesa sostenitrice del Camino,al termine dell’incontro ha invitato tutti a vendere i loro beni ,come ha già fatto lei da qualche mese,per destinarne il ricavato ai poveri neocat. Era talmente assorta e compenetrata nel suo dire che ha proseguito la sua entusiasmante proposta a occhi chiusi.

    Quando li ha riaperti ha visto la sala completamente vuota!.

    Ieri mattina è toccato a un catecumbenium marchigiano nei pressi di Porto San Giorgio:grande ressa di presenti e di chitarre. Il dire di Dona Carmenita è durato poco più di dodici minuti esatti.

    Dopodiché si è proceduto all’allestimento di una grande zuppa di pesce per tutti gli intervenuti,cui è spettato un ottavo di coda di rospo a testa.

    Ieri pomeriggio la promozione è continuata in Abruzzo,nei pressi di Pescara:una Dona Carmenita con gli occhi stanchi e lucidi ha illustrato il Nuovo Catequismo mentre due cimici neocat la sventolavano con grandi flabelli a causa del caldo sciroccale,che ha prostrato i nervi a tutti e provocato al termine alla medesima Dona Carmenita un rutto colossale,inteso dagli astanti come un segno liberatorio e augurale.

    Stamane Dona Carmenita si è ritrovata alle 8,00 precise in un piccolo catacumbenium della provincia di Napoli.Ha parlato per 25 minuti. Si è interrotta soltanto per chiedere al un corpulento catequista che le stava di fronte:”Perché mi guardi con espressione smarrita?”.

    Al che il catequista, tale Pascalone ‘O Guercio, cadendo dalle nuvole, ha biascicato qualche sillaba di scusa ed è uscito mescolandosi tra la folla degli intervenuti,che hanno offerto a Dona Carmenita una grande scorta di mozzarelle in omaggio alla sua nota predilezione per le bufale.

    RispondiElimina
  34. 77.

    CONTINUA L’ITINERANZA PROMOZIONALE DEL NUOVO CATEQUISMO NEOCAT

    Qualche minuto fa è giunto in quel di Salerno,per dare il Cambio a Dona Carmenita nel giro promozionale del Nuevo Compendio del Catequismo de la Iglesia Catolica Neocat,Mister Presbiterus.

    Nell’affollatissima sala del Catecumbenium Mister Presbiterus ha alzato il volumetto ,ne ha fatto vedere la copertina agli astanti.

    Indi con molta chiarezza e precisione ha girato tutte e 101 le paginette,emettendo lievissimi sospiri per non sovrapporre il suo dire al fruscio dei fogli voltati ad un ad uno.

    Infine ha salutato con un lieve cenno del capo ed è uscito.

    L’applauso è stato fragorosissimo.

    RispondiElimina
  35. AVVISO

    La prevista tamurriata organizzata ad Amalfi da Dona Carmenita per le ore 12,00 odierne è stata procrastinata alle 12,30.

    Si raccomanda di non dimenticare le nacchere.

    RispondiElimina
  36. II AVVISO

    Si ricorda che stasera,intorno alle 22,00 in un piccolo catacumbenium della Sila Grande,dopo la presentazione del Nuevo Compendio del Nuevo Catequismo de la Nueva Iglesia Catolica Neocat, si effettuerà una tarantella di ringraziamento a Dona Carmenita nell'ambito della già prevista Sagra del peperoncino di Calabria.

    Per iscrizioni e informazioni rivolgersi telefonicamente al cavalier Cosimo Turdune.

    RispondiElimina
  37. Oh Tripudiante Tripudio Montano ... ubi es?

    RispondiElimina
  38. Oh Tripudiante Tripudio Montano..scendi almeno in collina e parla

    RispondiElimina
  39. Per Robi

    HUMILDAD, SENCILLEZ (y alabanza): olè!

    onde estas?

    RispondiElimina
  40. Se andate in questa pagina:

    http://groups.msn.com/CATHECUMENIUM

    troverete,tra le tante trovate pubblicitarie del cammino neocatecumenale una foto molto emblematica appena sopra il titolo "ULTIME DA TUTTO IL MONDO"

    Vi si vede appoggiata su una delle ringhiere che delimitano piazza San Pietro, " puntata" quasi contro la Basilica,una croce astile neocatecumenale disegnata da Kiko(uno degli emblemi del Cammino Neocatecumenale),come per indicare che il neocatecumenato preme da ogni parte del mondo verso il cen tro del potere cattolico.

    Io la interpreto cosi.

    E' inaudito,anzi repellente!

    Volete darci un'occhiata?

    RispondiElimina
  41. PROSEGUE ANCHE AL CENTRO-NORD DELLA PENISOLA LA PROMOZIONE DEL NUEVO COMPENDIO DEL NUEVO CATEQUISMO DE LA NUOVA IGLESIA CATOLICA NEOCAT

    Mentre Dona Carmenita si appresta a concludere il suo giro promozionale che la vedrà occupata stasera in Calabria,domani in Sicilia e dopodomani in Sardegna, al Centro-Nord della Penisola uno staff molto selezionato prescelto direttamente dal senor Kirikus sta toccando alcuni catacumbenia nevralgici.

    Il tutto si concluderà in Italia entro questa settimana.

    Di poi la promozione partirà per il resto del mondo.

    Una copia del catequismo ,con dediche autografe di Dona Carmenita,El Senor Kirikus e Mister Presbiterus è stata ieri recapitata a Castelgandolfo. Le dediche autografe si concludono con l'espressione "VENIAMO PRESTO". Più in basso un piccolo disegno a china che rappresenta una crocetta stile a forma di lancia puntata contro piazza San Pietro e il Cupolone.

    RispondiElimina
  42. IL RINGRAZIAMENTO DI CASTELGANDOLFO PER IL DONO DEL NUEVO COMPENDIO DEL NUEVO CATEQUISMO DE LA NUEVA IGLESIA NEOCAT

    E' giunta oggi pomeriggio da Castelgandolfo a Castelmarcolfo la lettera di ringraziamento per il dono del Nuevo Compendio. Insieme con il messaggio di ringraziamento,che riportiamo di seguito integralmente, un pacco contenente dodici cartoni piegati,ciascuno delle dimensioni di mt 1,20 x mt 1,20, su cui sono riprodotti i cerchi concentrici e colorati di un tiro a segno.

    Questo il messaggio:

    " Ineffabils dominis Kiriko,Donae Carmenitae ac Presbitero,

    liberculum vestrum Novi Compendii Novi Catechismi Novae Catholicae Neocat Ecclesiae accepimus.

    Magna cum difficultate eius scripta legimus:quo idioma scriptum est?

    Est aut liber culinariae artis? Aut liber laevium historiarum pueris?

    Tamen gratias agimus!"

    TRADUZIONE

    " Ineffabili Signori Kiriko,Dona Carmenita e Presbiterus,ù

    abbiamo ricevuto il Vostro libricino del Nuovo Compendio del Nuovo Catechismo della Nuova Chiesa Cattolica Neocat.

    Con grande difficoltà ne abbiamo tentato una lettura dei contenuti: in quale lingua è scritto?

    E' forse un libro di ricette culinarie? O forse di barzellette per i bambini?

    Grazie comunque"

    RispondiElimina
  43. LA SICILIA SI PREPARA ALLA PROMOZIONE DEL NUEVO COMPENDIO DEL NUEVO CATEQUISMO DE LA NUEVA IGLESIA CATOLICA NEOCAT

    Grandi preparativi per accogliere domani in vari catacumbenia siculi Dona Carmenita per la promozione in parola.

    In tutti i catacumbenia della provincia di Caltanissetta e di Enna il grande catequista cavalier Giovanni Pipìa ha dato disposizione di allestire abbondanti agapi a base di lenticchie per scoraggiare ogni forma di esagerazione gastronomica:si registrano già molte defezioni tra coloro i quali non amano questo genere di legumi.

    Nei catacumbenia della Sicilia Orientale gli incontri saranno effettuati in grandi villaggi turistici della zona di Noto e Siracusa,dove si stanno allestendo agapi fin da stasera.

    Nei catacumbenia della Sicilia Occidentale si è pensato invece di allestire al termine di ogni incontro promozionale delle speciali rappresentazioni dell'Ifigenia in Aulide.

    Caratteristico il carretto siciliano già allestito al porto di Messina,che accoglierà trionfalmente Dona Carmenita allo sbarco e la accompagnerà con suoni di pifferi e marranzani fino al primo catacumbenium a portata di mano.

    Una curiosità:

    Nunziatina Scuncia,pur avendo abbandonato il cammino delle cimici neocat,in segno di omaggio a Dona Carmenita,ma anche quale vera e propria rivalsa per il modo in cui ha dovuto lasciare il Camino, ha già confezionato per Dona Carmenita uno speciale arancino di riso,che le sarà offerto all'arrivo nel catacumbenium in provincia di Caltanissetta.

    L'aranco pesa Kg 2,268 e reca su una faccia un ventaglio madraperlato e sull'alto due occhi realizzate con due olive passuluna,un paio di baffi realizzati con due carciofi e un pizzetto realizzato con una barba di granoturco. Il naso è realizzato con un ficodindia.

    RispondiElimina
  44. CAGLIARI IN FESTA PER L’ANNUNCIATO ARRIVO DI DONA CARMENITA

    A Bonaria non si sta più nella pelle.Il catacumbenium cagliaritano è in fase di abbellimento e restauro.Domani sarà già allestita all’aperto una grande tavolata recintata con filo spinato recante bene in vista i cartelli:”VIETATO L’INGRESSO A COLORO I QUALI NON APPARTENGONO ALL’AUGUSTA RAZZA DELLE CIMICI NEOCAT”.

    Una squadra di 100 mamutones sta già provando da oggi pomeriggio iL canto “ QUE BELE SONO SUS TENDAS, QUE BELE SONO ISRRAELLE…“ QUE BELE SONO SUS TENDAS, QUE BELE SONO ISRRAELLE…”

    Sono state approntate svariate decine di chili di gnocchetti che allieteranno l’agape conclusiva e,quale grazioso dono per Dona Carmenita, è stato creato da un orafo neocat un campanaccio montato su una graziosa collana di perle.

    RispondiElimina
  45. PENSIERINO DELLA SERA DI MISTER PRESBITERUS DURANTE LA TARANTELLA DI RINGRAZIAMENTO IN CALABRIA

    .....zz....rrnnnccc....ta z...ta.z..
    .....zz....rrnnnccc....ta z...ta.z..
    .....zz....rrnnnccc....ta z...ta.z..
    .....zz....rrnnnccc....ta z...ta.z..

    RispondiElimina
  46. PENSIERINO DELLA SERA DI DONA CARMENITA DURANTE LA TARANTELLA DI RINGRAZIAMENTO IN CALABRIA

    ………………( “…….est milia volte melio el flamenco……..).

    RispondiElimina
  47. Sulla Home page del sito Catechumenium, da alcuni giorni fa bella mostra di sé una foto di Kiko e del Papa che abbiamo pubblicato sul sito nelle news, riproducendola stessa didascalia:

    "Kiko Arguello e Joseph Ratzinger in piena comunione fin dai primi anni del Cammino Neocatecumenale"

    ma "in piena comunione" vuol dire che il pensiero di Kiko è il medesimo di quello del Papa? Questa è mistificazione o anche millantato credito! Chissà per quale motivo? Cosa vuole dimostrare?

    RispondiElimina
  48. Se andate in questa pagina:

    http://groups.msn.com/CATHECUMENIUM

    troverete,tra le tante trovate pubblicitarie del cammino neocatecumenale una foto molto emblematica appena sopra il titolo "ULTIME DA TUTTO IL MONDO"

    Vi si vede appoggiata su una delle ringhiere che delimitano piazza San Pietro, " puntata" quasi contro la Basilica,una croce astile neocatecumenale disegnata da Kiko(uno degli emblemi del Cammino Neocatecumenale),come per indicare che il neocatecumenato preme da ogni parte del mondo verso il cen tro del potere cattolico.

    Io la interpreto cosi.

    E' inaudito,anzi repellente!

    RispondiElimina
  49. Più che mai urge da parte dei vertici della Chiesa Cattolica una parola chiara sui movimenti e sui loro carismi.

    RispondiElimina
  50. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  51. Per Anonimo che segnala la croce astile fotografata a S.Pietro.

    Credo e spero che l'intenzione non arrivi a tanto (mi riferisco alla sua sensazione) ma che la 'chiave di lettura' sia quella di ritenersi una "presenza importante" nella Chiesa se non Chiesa essi stessi è fuori di dubbio.

    Certo se è accentuato il considerarsi "Chiesa", la sensazione di Anonimo non è poi così inspiegabile!

    E' vero che urge chiarezza. In parte è già stata fatta se pensiamo alla lettera di Arinze e a quella di Ruini ai Parroci; ma una comunicazione come quella di Ruini forse andava generalizzata...

    Attendiamo con fiducia

    RispondiElimina
  52. A PROPOSITO DELLA CROCE ASTILE "APPOGGIATA" SULLA RINGHIERA DI PIAZZA SAN PIETRO.

    Rimango della mia opinione.

    La suffraga il fatto che la croce astile è quella disegnata da Kiko e non una qualsiasi;

    Che essa sia inclinata con la punta orientata verso la basilica;

    Che la croce si trovi all'esterno dell'area di San Pietro ed ostentatamente indichi qualcosa o qualcuno,una realtà che sta "fuori", ma che incalza e che vuole stare "dentro" il palazzo;

    Che non sia un segno sereno e umile di Chiesa(sarebbe bastato fotografarla in primo piano senza sfondi di sorta);

    Che in ultima analisi sia in un linguaggio subliminale tipico dei neocatecumenali l'emblema di una realtà che preme,che si ritiene forte,che vuole essere Chiesa;

    Che,in fondo,nella posizione in cui si trova,se non dileggia certamente lancia un segnale acuto alla Chiesa.

    E mi fermo qui.

    RispondiElimina
  53. VERSO LA SARDEGNA NEOCAT

    Dona Carmenita,dopo il suo trionfale giro di stamai in alcuni catacumbernia siculi è partita in aereo verso Cagliari,dopo aver gustato l'arancino di riso che Nunziatina Scuncia ha preparato per lei e che le ha quasi imposto di mangiare in sua presenza.

    Durante il viaggio Dona Carmenita ha accusato un forte peso sullo stomaco che le ha provocato abbondante sudorazione.

    L'arrivo a Cagliari un'ora fa,la trionfale accoglienza all'aeroporto sono stati seguiti immediatamente nel catacumbenium di Cagliari da un'agape fastosa,durante la quale Dona Carmenita ha DOVUTO gustare un enorme piatto di malladoreddos,i celebri gnocchetti conditi con sugo di carne ovina.

    Alle ore 15,00 ella ha presentato il Nuevo Compendio del Nuevo Catequismo de la Nueva iglesia Catolica.

    Alle ore 15,15 si è fatta accompagnare nella stanza a lei riservata ed è stramazzata sul letto in un sonno di piombo,duranyte il quale sta sognando che orde di cimici neocat le stanno danzando sulla pancia.

    Mister Presbiterus bnella conferenza stampa ancora in corso si è chiuso in un ostinatissimo silenzio:risponde solo con qualche lento movimento della barba alle domande dei giornalisti.

    RispondiElimina
  54. Ho appena aggiornato la pagina delle news con altre considerazioni su notizie tratte dal web

    RispondiElimina
  55. Denunciare (e pregare), è tutto quello che possiamo fare... speriamo che una sia una vox clamans in deserto !!!

    RispondiElimina
  56. speriamo che la nostra NON sia una vox clamans in deserto

    RispondiElimina
  57. PENSIERINO DELLA SERA DI DONA CARMENITA E DI MISTER PRESBITERUS AL TERMINE DELL'ITINERANZA PROPAGANDISTICA DEL NUEVO COMPENDIO DEL NUEVO CATEQUISMO DE LA NUEVA IGLESIA CATOLICA NEOCAT

    DC. ron.......ruuuunfff....
    M.P. ...zzz...
    DC. ron.......ruuuunfff....
    M.P. ...zzz...
    DC. ron.......ruuuunfff....
    M.P. ...zzz...DC. ron.......ruuuunfff....
    M.P. ...zzz...
    DC. ron.......ruuuunfff....
    M.P. ...zzz...

    RispondiElimina
  58. URGE UN NUOVO MUGGITO NEOCAT

    Conclusa la promozione italiana del Nuevo Compendio del Nuevo Catequismo de la Nueva Iglasia Catolica Neocat ed avviata alla grande la distribuzione dell'opuscolo speciale in tutte le comunità di cimici neocat, el senor Kirikus,Dona Carmenita e Mister Prresbiterus hanno dato disposizioni per il lancio in tutti i catacumbenia del mondo.

    A tale scopo hanno indetto alla Domus Aurea Galilaeae un incontro con circa duecento tacchini e pavoni bordati di rosso e viola e almeno 500 alti catequisti neocat che,guidati da Alti Pelati,si riuniranno nei prossimi giorni alla Domus per una presentazione mondiale del Nuevo Compendio.

    Fervono i lavori di sostituzione dei vetri e dei lampadari casualmente infranti nel recente convegno ecclesial tenuto nella stessa Domus.

    Per l'occasione Dona Carmenita ha tirato fuori dal quarto cassetto della sua scrivania al quartier generale CIMIC 4 il vecchio progetto per l'erezione di un altare personale nell'atrio della stessa Domus dirimpetto al grande mosaico,facendo apportare a detto progetto alcune lievi modifiche,e precisamente:

    - le nacchere originariamente previste in entrambe le mani sono sostituite da una copia del Nuevo Compendio e da una confezione sigillata di Paella neocat;

    -l'abusata mantiglia madrilena è scomparsa ed è sostituita da un velomerale ricamato in oro;

    -l'altezza della statua,da realizzarsi in acciaio e vetro è stata portata da mt.2,20 a mt 3,40;

    -il piccolo shofar che nel disegno originario pendeva dall'angolo sinistro della bocca ora è sostituito da un lungo piffero che invece pende dall'angolo destro delle stesse labbra.

    Il progetto di erigendo altare di Dona Carmenita,arricchito da molte didascalie,campeggia già in bacheca alla Domus,richiamando stuoli di Alti Pelati compiaciutissimi.

    El senor Kirikus ha decretato l'allestimento di tutto il necessario di un grande muggito neocat,da realizzarsi quanto prima nella stessa Domus attraverso un impianto di amplificazione esterno.

    RispondiElimina
  59. Pascalone 'O Guiercio27 agosto 2006 08:26

    PRECISAZIONI SUL NUEVO COMPENDIO

    Vogli assegnalarvi alcuni sbagli di distrazzione nel libbro del nuovo con pendio:

    . a paggina 5 manca una virgola;
    .alla paggina 78 la parola umiltà e scritta senza accento;
    .alla paggina 96 non ce scritto niente;
    .alla paggina 102 vi siete dimenticato un punto.

    RispondiElimina
  60. Dina Grilli,detta la peccatrice27 agosto 2006 08:29

    ALTRE PRECISAZIONI SUL NUEVO COMPENDIO

    Ho letto il Nuevo Compendio e ho visto che manca la frase principale:

    SIAMO PECCATORI

    Volete aggiungerla per favore?

    RispondiElimina
  61. Cosimo Turdune27 agosto 2006 08:33

    ALTRE PRECISAZIONI SUL NUEVO COMPENDIO

    Scusate tanto,ma a pagina 12,quando parlate del nostro agriturismo neocat in Calabria 2LE VOLPI PICCOLINE" avete dimenticato di scrivere il nostro indirizzo e il numero di telefono.

    RispondiElimina
  62. Cavalier Giovanni pipìa dalla provincia di Caltanissetta27 agosto 2006 08:35

    ALTRE PRECISAZIONI SUL NUEVO COMPENDIO

    Come mai non figura il mio nome nel Nuevo Compendio?

    RispondiElimina
  63. Dona Carmenita27 agosto 2006 08:38

    PRECISAZIONI DI DONA CARMENITA SUL NUEVO COMPENDIO ALLE RICHIESTE DI RETTIFICA PERVENUTE

    E' possibile che l'inchiostro cominci a sbiadirsi in qualche pagina...Mbeh!!!????

    Se non vi piace il Nuevo Compendio, non..rompete......le confezioni!

    RispondiElimina
  64. Pascalone 'O guiercio27 agosto 2006 08:46

    ALTRE PRECISAZIONI SUL NUEVO COMPENDIO NEOCAT

    Ho trovato altri sbagli nel Nuevo Compendio:

    .alla paggina 22 la parola "iNIZZIAZZIONE" e scritta solo con una zeta;

    .alla paggina 60 manca la postrofo nella parola LODE;

    .alla pagina finale manca la la parola FINE;

    .nella copertina manca la mia fotografia.

    RispondiElimina
  65. Papa Giovanni PaoloII nel suo documento Novo millennio ineunte, redatto alla fine del giubileo del duemila a proposito dell’eucarestia dice:

    "il massimo impegno va posto dunque nella liturgia ,”il culmine verso cui tende l’azione della chiesa e, insieme, fonte da cui promana tutta la sua virtu’”. Nel secolo XX, specie dal concilio i poi, molto è cresciuta la comunità cristiana nel modo di celebrare i sacramenti e soprattutto l’eucarestia. Occorre insistere in questa direzione, dando particolare rilievo all’Eucarestia domenicale e alla stessa domenica, sentita come giorno speciale della fede, giorno del Signore risorto e dono dello spirito santo, vera Pasqua della settimana.
    Da duemila anni, il tempo cristiano è scandito dalla memoria di quel “primo giorno dopo il sabato”(Mc 16,2.9; Lc 24,1; Gv20,19, in cui Cristo risorto portò agli apostoli il dono della pace e dello spirito”. ”Vorrei pertanto insistere, nel solco della Dies domini, perché la partecipazione all’eucarestia sia veramente per ogni battezzato, il cuore della domenica: un impegno irrinunciabile, da vivere non solo per assolvere ad un precetto, ma come bisogno di una vita cristiana veramente consapevole e coerente.
    L’eucarestia domenicale, raccogliendo settimanalmente i cristiani come famiglia di Dio intorno alla mensa della parola e del pane di vita, è anche l’antidoto più naturale alla dispersione. Essa è il luogo privilegiato dove la comunione è costantemente annunciata e coltivata. Proprio attraverso la partecipazione eucaristica, il giorno del Signore diventa anche il giorno della chiesa, che può svolgere così in modo efficace il ruolo del sacramento dell’unità”."

    UNITA' dalla quale si autoescludono le comunità neocatecumenali, che guarda caso, celebrano, separate dall'assemblea parrocchiale, esclusivamente tra loro e di SABATO

    RispondiElimina
  66. Nuevas da Castelmarcolfo:

    podemos difondèr la trascricion de uno de los segretisimos "discursos a la tabla" tenudos recentemiente durante un a gape da la trimurti neocat en la sala "Humildad, dejuno y abstinencia" atigua a la del mapamundo en la augusta residencia.
    En el sotofondo se escucha claramente:
    zzzzzzzz,z
    zzzzzzzz,z
    zzzzzzzz,z
    Voz de hombre:
    mi dirimpetaje blanco no vuele comprendèr la importancia de mi... ehm, nuestra liturgia, (chomp chomp) esto es un hecho inaspectado, y tambien no prevedido en mi plan...
    Voz de mujer:
    Si, es preocupante, (chomp, chomp) como podemos hacer...
    hmmm, no es en continuidad con su predecesòr... hmm, el conclave, hmmm, la eleccion, hmmm, interesante...

    RispondiElimina
  67. Tripudio strikes back! (*)

    (*) nota: significa "Tripudio colpisce ancora", non è una citazione Kenòtica di un Midràsh Kerigmàtico di qualche Talmùd Veterotestamentario riguardante Mèsach e Abdenégo.



    Ho purtroppo perso la citazione di caminayven dove si parla di Carmen cominciando con esaltare fino alla noia la solita "laurea in chimica" come se fosse un titolo impossibile da ottenere e che solo lei saprebbe far fruttare. Giurerei però che Carmen Hernández non conosce neppure la formula chimica del metano (roba da cultura da Settimana Enigmistica).

    Inoltre, se un neocatecumenale qualsiasi si laurea in chimica e poi in teologia, come si sentirà? culturalmente pari all'Équipe Responsabili? (ma magari l'ostentazione di quel titolo in chimica è funzionale al fatto che il 95% dei neocatecumenali rasentano culturalmente l'analfabetismo).


    Quanto ai sacerdoti con "doppia appartenenza", in linea di principio non ho nulla da obiettare, poiché ogni uomo ha il suo temperamento, ogni uomo ha le sue convinzioni, e ogni sacerdote è chiamato a collaborare alla missione della Chiesa celebrando, insegnando e guidando. Può dunque avere quante "appartenenze" gli pare, purché non creino problemi al suo ministero.

    È proprio per questo che guardo con sospetto quei sacerdoti innamorati più della Bibbia che del catechismo (il quale, non dimentichiamolo mai, interpreta bene la Bibbia), proprio per questo guardo con sospetto i sacerdoti infatuati degli esotismi liturgici (e pronti a straziare la Messa pur di fare qualcosa di nuovo), proprio per questo guardo con sospetto i sacerdoti che prendono ordini da santoni laici molto più stupidi ed ignoranti di loro.

    Ahimé, in queste considerazioni, c'entrano certamente alcuni sacerdoti legati ai movimenti, ma c'entrano sicuramente tutti i sacerdoti neocatecumenali (oh, scusatemi: loro non hanno sacerdoti: loro hanno più pomposamente presbiteri; sapete, fa più chic con i nuovi adepti).


    Non penso che padre Pezzi abbia "scelto" di lasciare i comboniani (fino a tempi recenti dichiarava di avere ancora un cuore comboniano): fu il vescovo Bruno Foresti a ricordare che già nei primissimi anni ottanta, vari ordini religiosi (fra cui i comboniani stessi, nominati esplicitamente), visto che alcuni dei loro religiosi si dedicavano troppo al Cammino, proibirono la "doppia appartenenza". Sospetto che siano stati esacerbati anzitutto dal comportamento decennale di padre Pezzi, che dal 1970 si è dedicato a tempo pieno al Cammino, e lo abbiano perciò mandato via. Non ho notizie più precise, e penso che i comboniani non amerebbero ammettere pubblicamente "abbiamo mandato via padre Pezzi" poiché così gli farebbero tanta pubblicità gratuita (oh, povero martire, cacciato via dai cattivissimi Faraoni! ...n.b.: chi è quel Giuda che ha fatto circolare la notizia?!?!)


    Per Neocatecumeno 96:

    più che la stella gialla, pare che i neocatecumenali abbiano la stella azzurra a sei punte e in campo bianco (sì, la stella di David), poiché a furia di spazzolare kenoticamente l'Antico Testamento, è andata a finire che non hanno capito più niente del Nuovo. Questo filoebraismo alla carlona, fondato esclusivamente sull'ignoranza (altrimenti non prenderebbe cantonate grosse quanto una casa), fa più danni di una catastrofe naturale.

    by Tripudio

    RispondiElimina
  68. Per Tripudio

    http://www.segnideitempi.net/2006/modules.php?name=News&file=article&sid=544

    Padre Mario Pezzi, un messaggio ai confratelli

    [...]Questo è stato di fondamentale importanza nella mia vita, e mi ha aiutato e sostenuto nel discernimento sulla chiamata che Dio mi stava facendo al ministero itinerante nel Cammino neocatecumenale, in cui mi trovo ormai dal 1970. I primi anni potei fare questo servizio con il permesso dei Superiori e mantenendo fino al 1992 un rapporto costante con il nostro Istituto, e poi per decisione del Capitolo dovetti lasciare l’Istituto e sono stato incardinato nella Diocesi di Roma per poter continuare lo stesso servizio, ma il mio cuore è rimasto e rimane comboniano.[...]

    RispondiElimina
  69. "dovetti lasciare l'Istituto" eufemisticamente sta per "mi hanno imposto di scegliere". E' quel che a me risultava.
    Del resto la cosiddetta 'doppia appartenenza' se vissuta in modo sbilanciato e quindi senza equilibrio, a un certo punto impone la scelta.
    Ho i miei dubbi che l'appartenenza al cammino consenta di vivere con equilibrio anche qualunque altra...

    RispondiElimina
  70. Caro Tripudio,
    hai letto tra le news del sito il nuovo modo di Kiko per rastrellare fondi per i seminari?

    E l'ostentata (troppo...) "comunione di pensiero fin dai primi tempi del cammino" con Papa Ratzinger?

    RispondiElimina
  71. Ah dimenticavo, ben tornato!!!!

    RispondiElimina
  72. D'altra parte l'indirizzare le vocazioni al "presbiterato" diocesano potrebbe anche essere un modo elegante per evitare in dribbling il voto di obbedienza, anche alla luce del passato religioso di taluni dirigenti del CNC.

    RispondiElimina
  73. Mi chiedo come mai invece nel "Rinnovamento dello Spirito" la doppia appartenenza non fa problema (vedi Padre Raniero Cantalamessa)

    RispondiElimina
  74. Io ho partecipato sia alle catechesi NC che a quelle del Rinnovamento nello Spirito e lo 'Spirito' di Cristo e della Chiesa l'ho percepito solo in queste ultime... che sono riuscita a frequentare sino alla fine (non trent'anni e passa e Dio solo sa quanto..., ma sette intense, stupende, luminose, settimane). Certo poi c'è il cammino di 'crescita' che chi vuole continua in comunità; ma è la stessa crescita che, forse con ritmi meno serrati, si fa nella Chiesa, in Parrochia, seguendo le occasioni di nutrimento e confronto che certo non mancano. So, per esperienza, che strada facendo incontriamo proprio ciò di cui abbiamo più bisogno... tenerezza di un Padre, nel Figlio...

    RispondiElimina
  75. Non conosco bene il RnS, ma non mi risulta né che P. Raniero sia cofondatore ne che abbia né abbia avuto uffici istituzionali nel coordinamento nazionale del movimento.

    RispondiElimina
  76. A questo indirizzo, che corrisponde a un sito venezuelano del cammino, sotto la foto del "tripode" insieme a Benedetto XVI, campeggia il titolo: " Il Papa approva la liturgia neocatecumenale"
    http://venicreator.eclesial.info/5715.html

    Così la vivono loro! Siamo messi davvero male!

    RispondiElimina
  77. Per Robi,

    certo, a differenza di p. Mario Pezzi, padre Cantalamessa non è cofondatore né corresponsabile; ma è nota la sua appartenza al Rinnovamento.

    Il problema per P. Pezzi credo non si sia posto in quanto corresponsabile ma, come per altri, in virtù della doppia appartenenza. Certo la sua posizione, per quanto lo riguarda, imponeva ancor più la scelta...

    RispondiElimina
  78. Mi viene l'orticaria solo a vedere il titolo del sito "Venicrestor", "ecclesial" ... che confusione!

    Non vorrei apparire apocalittica, normalmente non lo sono, ma se questa non è "Babilonia", l'estrema ambiguità e confusione delle lingue!

    RispondiElimina
  79. Per Miriam:
    io per appartenenza intenderei proprio appartenenza istituzionale, perchè secondo me il dilemma è non solo come impiego il mio tempo, ma anche e soprattutto a chi obbedisco nei casi in cui vi sia conflitto tra le due appartenenze. Ecco perchè parlavo di "dribbling" del voto di obbedienza.
    Ma parlare di RnS ci porta fuori tema mi pare...

    RispondiElimina
  80. Parlare del Rns non ci porta affatto fuori tema,Robi.

    Sono molte le somiglianze tra i movimenti:una fra tutte l'uso improprio del denaro.E anche nel Rns questa pecca esiste eccome.

    La doppia appartenenza invece non esiste nei vari movimenti in linea con la Chiesa:in quanto NELLA Chiesa chiunque può praticare un movimento,ivi compresi i consacrati.

    Altro discorso occorre invece fare per i Neocatecumenali,i quali non si professano Movimento ma, "Iniziazione Cristiana",cioè,in linea puramente teorica,quale segmento della Chiesa.
    Di fatto invece essi prendono le distanza dalla Chiesa Costituita per predicare una teologia difforme sotto vari aspetti(basti guardare il sito Internetica.it) e,conseguentemente,chi appartiene ad essi si distanzia dalla Chiesa costituita e dagli ordini religiosi che di essa fanno parte,ivi compresi i Comboniani.

    Il problema della doppia appartenenza si pone anche per gli aderenti all'Opus Dei,ma per altre ragioni,dovute più all'esclusivismo di questa Prelatura pontificia che non alle posizioni del singolo.

    RispondiElimina
  81. Dona Carmenita Y Hernan27 agosto 2006 15:34

    EGREGIO SENOR TRIPUDIO

    Il suo nome imita quello della nostra formazione trina ed una(Iò,el senor Kirikus e Mister Presbiterus).

    Quindi è un nome illegale. Veda di cambiarlo subito!

    El vero tripudio si siente tra noi cimici neocat:ha mai provato a danzare lei?Oppure è un pigro come tanti prigri che fanno parlare solo la loro bocca e non le loro gambe?

    Le invierò el Nuevo Compendio del Nuevo Catquismo de la Nueva Iglesia del Nuevo Catolicismo neocat e così lei potrà imparare qualche cosa e poi ne discuteremo.

    La invito a venire in uno dei nostri catacumbenia o meglio ancora nella Domus Aurea Galilaeae,dove le potremo ridservare un posto sul monte delle beatitudini,visto che le gusta tanto la montagna.

    RispondiElimina
  82. Per Miriam,

    vorresti dire che
    chiunque legge è autorizzato
    a pensare che sta guardando un normale sito cattolico?

    RispondiElimina
  83. PER L'ANONIMO

    Certemente!
    Basta guardare il sito ufficiale dei Neocatecumenali,dove c'è una sola frase di un solo documento pontificio(per ora)

    RispondiElimina
  84. Carissimi, sono stata attratta come non mai dall'icona del 'cammino', che è facile trovare in ogni pagina dei loro siti. Ebbene, non ho potuto fare a meno di notare le seguenti cose, che ho pubblicato insieme all'immagine nella pagina 'stranezze liturgiche'.

    Quella che segnaliamo non è una vera e propria 'stranezza liturgica'; ma stranezza è certamente. Dobbiamo imparare a decodificare i simboli, specialmente quelli che vengono contrabbandati come simboli cristiani! Prescindendo da ogni considerazione riferita ai valori 'estetici' tanto sbandierati da Kiko, che non ci sembrano presenti di una grafica asimmetrica e forzatamente inserita nella cornice, la scritta del logo riporta, da destra in altro: Nuova evangelizzazione - Comunità - Liturgia - Parola... Osserviamo: la Chiesa Cattolica, Apostolica, Romana alla quale non siamo così sicuri che i neocatecumenali appartengano, in effetti non appare! Ci sembra che, al suo posto, sia indicata la Comunità... Le scale raffigurate ai lati del tondo centrale, che conducono ad una 'vasca' con la croce immersa nelle acque (del nuovo battesimo, quello dell'appartenenza alla Comunità, senza la quale, dicono, non c'è salvezza?) fanno pensare alla miqwé, la vasca delle abluzioni purificali praticate dai nostri fratelli ebrei. Un'altro dei simboli ebraici 'importati' del tutto impropriamente?

    RispondiElimina
  85. Il Cavalier Giovanni Pipìa27 agosto 2006 15:48

    PER IL SIGNOR TRIPUDIO

    Avendo il sottoscritto avuto modo di leggere le Sue elucubrazioni sul cammino neocatecumenale,mi ritengo offesissimo e Le lancio virtualmente il guanto.

    Noi siciliani siamo rispettosi di tutti e di tutto ,ma non tolleriamo veruna offensione della nostra dignità siculo-neocat.

    A Lei la scelta del campo!

    RispondiElimina
  86. Correggo l'errore grammaticale "un altro" evi prego di dirmi se non ho le traveggole!

    Vorrei una spiegazione su quel che risponde un Anonimo all'Anonimo che mi faceva una domanda retorica.
    E' chiaro che l'ambiguità tende a far credere di essere nella Chiesa, o addirittura, nella VERA Chiesa...
    Nostro compito è smascherare l'inganno...

    RispondiElimina
  87. Oh Tripudio,

    non sei confuso e commosso dalle attenzioni di donna Carmenita, che sa perfino che tu ami la montagna? :-)

    RispondiElimina
  88. Nunziatina Scuncia27 agosto 2006 15:54

    Non andate appreso al cavaleri giovanni pipìa che a questora e sempre brillo.

    Figuratevi!!! lui che a paura dell'ombra sua che ora vole fare le sfide.Mi veni di morire delle arrisate.

    Sapete quanto mangia e beve questo cavaleri? Quanto una vacca ma e sempre magaro e ffilato come un chiodo di forgia.

    Dassatelo perderi e ditegli di mangiarsi le sue linticchia e di farsi i ca... (cavoli.N.d.r.) soi e di no rompere i...la devozzione ai cristiani.

    RispondiElimina
  89. Dona Carmenita(con Mister Presbiterus)27 agosto 2006 15:59

    POR TODOS LOS INIMICOS DEL CAMINHO

    Smettetela.....hombres de poco espiritu......zzz....zzz.....quiero iusticia....zzz....zzz......
    YAAAAAAAAWWWWWWNNNNNN!!!!

    RispondiElimina
  90. Per Robi,

    E' giusto quel che dici sull'appartenza e sulla scelta 'diocesana' che in qualche modo è un dribblare il problema perché così non si è obbligati all'obbedienza alla comunità dell'ordine religioso cui si è aderito. Comunque credo si possa osservare che anche il sacerdote diocesano deve obbedienza alla Chiesa e non ai catechisti del cammino...

    Quanto a Padre Cantalamessa mi è venuto in mente perché il fatto di appartenere al Rinnovamento non è assolutamente in contrasto con l'obbedienza al suo ordine.

    Per Francesco,

    Forse anche nel Rinnovamente ci sarà qualche problematica, ma anche nella Chiesa, del resto.
    Quando si parla di problematiche nel cammino non si parla solo di soldi (che pure gli conferiscono un potere e una conseguente capacità di penetrazione inauditi!)
    ma di strutture, metodi, contenuti della predicazione, prassi liturgica, e potrei continuare, ma mi fermo qui. Del resto lo sai meglio di me

    RispondiElimina
  91. Per Maria:
    sono d'accordo con te per quanto riguarda il simbolo NC che hai messo sul sito.
    Riguardo a P. Raniero mi costringi poi a una domanda: :)
    perché il fatto di appartenere al Rinnovamento non è assolutamente in contrasto con l'obbedienza al suo ordine?

    RispondiElimina
  92. Per Francesco:

    la mia esperienza nei carismatici cattolici è di molti anni or sono, ora non ne so quasi più nulla. Dell'esperienza di allora ho comunque un bellissimo ricordo.

    RispondiElimina
  93. Per Robi,

    Penso che nell'ambito del Rinnovamento non sia richiesto, e comunque sia eventualmente possibile graduarlo, un impegno così totalizzante come nel cammino. Inoltre non vengono praticati insegnamenti in contrasto con quelli della Chiesa.

    In più l'aderire al cammino contempla l'obbedienza ai catechisti e l'adeguamento a metodi fagocitanti nonché alle menzogne kikiane nella predicazione... veramente strano e tremendo per un sacerdote...!

    RispondiElimina
  94. SILENZIO DA CASTELGANDOLFO

    Da due giorni erano stati cautamente rimosi i tappi per le orecchie che tutti gli inquilini di Castelgandolfo indossavano almeno da tre settimane.
    Osservatori appositamente nominati infatti ,avendo attentamente monitorato la situazione del dirimpettaio Castelmarcolfo,da cui nell'ultima settimana non perveniva alcun rumore molesto,avevano dato l'OK all'operazione di liberazione dei padiglioni auricolari.

    Verso le 10,00 di stamane però la situazione è degenerata di colpo. Dalla cima del colle di Castelmarcolfo si è scatenata improvvisamente una bufera di urla strazianti che hanno cosptretto gli inquilini di Castelgandolfo di correre subito alla ricerca di cuscini e di altro materiale utile alla protezione dei padiglioni auricolari.

    Più tardi la segreteria di Castelgandolfo,considerato che le urla disumane continuavano, facendo accapponare la pelle a tutti,ha telefonato per ricevere i ragguagli del caso.

    E' stato detto che i rumori altissimi non erano dovuti ad altro che al malfunzionamento delle bocche di climatizzazione che amplificavano i rumori del venticello fresco che stamani soffiava sulla cima del colle.

    Fonti bene informate hanno invece chiarito essersi trattato delle prove del musical che Dona Carmenita sta allestendo per il gran galà che si terrà nei prossimi giorni alla Domus Aurea,dal titolo UN DOS TRES:W KIRIKUS EL MAJIOR.

    La voce amplificata era quella di Dona Carmenita che insegnava i motivi delle canzoni alle cimici neocat,che ripetevano in coro.

    Intorno alle ore 12,00 per precauzione una macchina nera è uscita da Castelgandolfo diretta a Roma per procurare una nuova scorta doppia di tappi per le orecchie.

    Mister Arinz trovandosi casualmente a Castelgandolfo oltre ai tappi per le orecchie ha chiesto gli si procuri nelle farmacie dell'Urbe un antiemetico al fine di prevenire i conati violentissimi che lo assalgono appena sente dei rumori provenienti dalla roccaforte neocat di Castelmarcolfo.

    RispondiElimina
  95. LA NOTA DI PROTESTA DI CASTELGANDOLFO PER IL GRANDE CHIASSO DI CASTELMARCOLFO

    " Egregi signori,

    non accenna a diminuire lo strepito che da stamane proviene impetuoso da Codesto poggio. E' una nostra impressione o si tratta di una realtà che sfugge alle umane congetture e sfiora il disumano?

    La protezione provvisoria dei nostri padiglioni auricolari,in attesa degli appositi tappi in arrivo da Roma,non ci consente di attenuare in misura sopportabile tutti i decibel impazzini che ci giungono a dismisura.

    Vogliate dunque chiudere tutti gli orifizi murari attraverso i quali ogni strepito si infila subdolamente
    e raggiunge il nostro poggio."

    RISPOSTA DI CASTELMARCOLFO

    " Egregissimi Signori,

    teniamo a precisare che quello che voi incautamente definite strepito è melodia fascinosa per le nostre orecchie:trattasi,se vogliamo essere sinceri,di celestiali musiche e cori che partono dal più intimo delle viscere neocat e raggiungono prima i nostri cuori e poi,attraverso i pomoni,le nostre bocche.

    Apprezziamo comunque il Vs augusto interessamento,segno di incondizionata approvazione delle nostre produzioni e non mancheremo di registrarle e di farvene grato omaggio "

    RispondiElimina
  96. POST SCRIPTUM DI MISTER PRESBITERUS

    ........ - h -.........
    h.....................
    ...................h...

    RispondiElimina
  97. cogito, ergo... sum!28 agosto 2006 21:20

    Nella Chiesa ci sono tante Congregazioni religiose, maschili e femminili. Ci sono i gesuiti, i carmelitani, i francescani, ecc...
    Tutti col proprio carisma.

    Il Cammino NC è un po' come le congregazioni religiose. O no?
    In che cosa consisterebbe la differenza, secondo voi?

    Chiedo a Francesco, a Miriam e a Tripudio, se è tornato fra noi mortali.

    Attendo risposta. Grazie.

    RispondiElimina
  98. Per cogito ergo... sum

    in due parole:

    tutte le congregazioni e gli ordini religiosi CRISTIANI che lo Spirito ha suscitato e suscita nella Chiesa vivono la sequela di Cristo, los kikos vivono la sequela di kiko e di tutte le menzogne mascherate da verità con cui tenta di distruggere la Chiesa dal suo interno.

    Comprì?

    RispondiElimina
  99. Il sig. Arguello vuole trasformare tutta la Chiesa sul modello delle sue comunità; il suo non è "un" carisma, ma "il" carisma, ecco la differenza. E che c'entrano le congregazioni religiose con un movimento laicale?

    RispondiElimina
  100. Se vogliamo rilevare un'altra differenza:

    Nella Chiesa ogni congregazione religiosa presenta la sua "regola" e poi esercita il suo carisma.
    Il cammino si è insinuato subdolamente e, solo quando dopo anni qualcuno di è accorto delle anomalie - per usare un eufemismo -, sono stati costretti a presentare statuti che hanno subito una sofferta redazione, ora approvata solo ad experimentum.

    Le catechesi, purtroppo all'inizio ignote alla Chiesa perché 'segrete' (!) hanno subito rifacimenti e non sono ancora state approvate.

    Nel frattempo, anomalia delle anomalie, il cammino continua come se niente fosse nella prassi di sempre... con una ostentazione che rasenta la patologia...

    RispondiElimina
  101. cogito, ergo...sum!29 agosto 2006 17:39

    Anonimo ha detto: "E che c'entrano le congregazioni religiose con un movimento laicale?".

    Rispondo:Il Cammino non è un movimento. E'"Il Cammino" e basta!
    E' una realtà della Chiesa Cattolica che è sostenuta, amata e promossa da Papi,vescovi e sacerdoti.

    Volete un esempio particolarmente significativo? Eccovelo:quando in una parrocchia dell'VIIIa Prefettura c'è stato l'insediamento del nuovo parroco, è venuto il Vescovo di Settore ed ha avuto parole bellissime nel presentargli le Comunità neocatecumenali e il loro radicamento nella Parrocchia.
    Il fatto è stato notato anche dai parrocchiani che erano contrari al Cammino e vi assicuro che sono rimasti tutti senza parole.
    Il Vescovo non soltanto ha elogiato il Cammino, ma ha anche chiesto che il Responsabile anziano del Cammino, che è suo amico,salisse al presbiterio e, dopo averlo ringraziato pubblicamente per il suo impegno cristiano, ha ascoltato con grande soddisfazione le parole che il nostro catechista ha indirizzato al nuovo parroco dall'ambone, presentadogli l'opera parrocchiale e internazionale del Cammino, e dandogli il benvenuto anche a nome di tutte le 26 (ora 28!) Comunità.

    Tutti i presenti appartenenti al Cammino siamo stati edificati dalle parole del Vescovo di settore, dall'onore che ha voluto concedere al nostro Capo, e siamo usciti più fieri e orgogliosi di prima per il grande dono di essere in Cammino.

    Così, il vescovo in persona ha messo a tacere tutte le malelingue della parrocchia e anche qualche presbitero che ci vedeva con occhio malevolo. Aggiungo che, prima della benedizione finale, il vescovo ha fatto di nuovo il nome del nostro catechista e lo ha chiamato vicino a sé in presbiterio. Lui, questa volta, non c'è andato per modestia.

    Al nuovo parroco, il vescovo ha detto di essere un parroco fortunato perché nella sua parrocchia esiste da molti anni un numero molto grande di Comunità neocatecumenali. Ha anche ricordato che alcune famiglie della parrocchia, con dieci o dodici figli, sono partite per la nuova evangelizzazione in Paesi lontani.

    Con questo, spero che anche voi la smettiate di dire male del nostro Cammino anche perché tutto ciò è avvenuto a Roma, e il vescovo è uno dei più importanti perché è un vescovo ausiliare della Diocesi del Papa!

    Vi basta, o ne volete ancora?

    RispondiElimina
  102. Ci basta e ci avanza, ma oserei dirti che, come una rondine non fa primavera, un vescovo favorevole al cammino non è garanzia di verità dello stesso.

    Credo che tu non abbia letto nessuno degli oltre 900 post di questo giornale, perché non avresti detto che stiamo 'parlando male' del cammino, ma ti saresti accorto che ne stiamo denunciando le storture.

    E, mentre ci hai arringato, vestito delle penne del pavone della lode del vescovo e del privilegio della tua appartenenza, non hai confutato una sola delle tante cose che abbiamo denunciato

    E, forte dello stesso argomento e la stessa enfasi non hai replicato a nessuna delle puntuali risposte alla tua domanda d'esordio...

    E' un deja vu. Ancora devo incontrare un neocatecumenale che dialoga invece di sbatterti in faccia le lodi del vescovo...
    Povera Chiesa!

    RispondiElimina
  103. "Il Cammino non è un movimento. E'"Il Cammino" e basta!"

    La perfezione assoluta della tautologia.

    RispondiElimina
  104. veritatis splendor29 agosto 2006 19:24

    Potenza del martellamento e degli slogan!

    RispondiElimina
  105. cogito, ergo...sum!29 agosto 2006 22:18

    A Miriam

    La mia testimonianza te la dovresti incorniciare perché la nostra è una parrocchia modello! E' la seconda, in Roma, ad aver iniziato il Cammino. Noi siamo tosti, cara mia, e siamo tanti, anche se questo a te dispiacerà!

    Noi siamo fra le prime parrocchie modello del mondo intero, tanto che siamo conosciuti ovunque e le icone che Kiko ha dipinto nella nostra parrocchia sono in Internet, nel nostro sito ufficiale! L'icona grande della Chiesa è stata inaugurata dallo stesso Cardinale Camillo Ruini, Vicario del Papa e Presidente della CEI. A lui è piaciuta tanto.

    Capito, cara? Vienici a trovare!

    Comunque, tranne te, ho constatato che gli altri tacciono tutti,in questo blog. Si vede che non hanno più argomenti!

    Adiòs, amiga!

    RispondiElimina
  106. "[...]la nostra è una parrocchia modello[...]
    Noi siamo fra le prime parrocchie[...] Noi siamo tosti[...] e siamo tanti [...]
    nel nostro sito[...]"


    Che sia una chiesa parallela?

    RispondiElimina
  107. Cogito ... ergo sum

    ma sei vero o finto?

    La tua testominianza non mi sorprende, perché ne ho sentite tante e, come tutte le cose che dite sembra un 'copia-incolla' sono sempre le stesse.

    Ho frequentato 10 anni una parrocchia dalla pastorale esclusivamente neocatecumenale e vi conosco bene; per cui mi perdonerai se non sono del tuo stesso parere e non mi sento di accettare il tuo invito.

    Continua pure a sentirti speciale 'gasato' per essere un clone di kiko.

    Ma prego il Signore, che fa nuove tutte le cose, che ti benedica e ti custodisca insieme alla Sua Chiesa

    RispondiElimina
  108. Solo una grande esaltazione e cecità data dall'idolatria può far vedere opere d'arte nei dipinti del vostro iniziatore... Ma possibile che a nessuno di voi faccia effetto che dipinga il suo volto al posto di quello di Cristo?

    Povera Chiesa!

    RispondiElimina
  109. Oh, ragazzi...., che vi state preparando tutti per andare a S. Francesca Cabrini?

    E' stato detto che non avete più argomenti ;) Io penso che il fatto è che si è già detto tutto quel che c'era da dire... o quasi!

    Ma non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire o peggior cieco di chi non vuol vedere...

    RispondiElimina
  110. La pulce, invece, forse è in avanscoperta nella cripta dei Martiri Canadesi; solo che, visto che anche loro sono tosti e sono tanti è un tantino spaventata e non riesce a parlare.

    C'è anche un'altra ipotesi: di fronte a un'evidenza così seria e palpitante come la 'testimonianza da incorniciare' si è un tantino bloccata la 'leggerezza' sdrammatizzante della satira...

    RispondiElimina
  111. Anonimo per necessità30 agosto 2006 14:02

    Per Miriam:

    credete di aver gia detto tutto... o quasi?

    Allora ve ne dico una io. Ero a Porto S.Giorgio dove ho ascoltato una delle epiche catechesi di Kkiko, che poi, mi sono sorpreso, è sparito senza partecipare all'Eucaristia. Qulacuno poi mi ha detto che era andato a farsi un giro sulla sua barca, cosa che sembra ami moltissimo.
    Probabilmente acquistata (la barca), visto che non risulta abbia mai detto come San Paolo "mi mantengo con lavoro delle mie mani", con i fondi della sua professione di "manager in sacris".

    Lo sanno i tosti e tanti fanatici come cogito... ergo sum?

    Anche Papa Benedetto ha la sua barca, ma è simbolica: è quella di Pietro e sicuramente non è la stessa di kiko!!!

    RispondiElimina
  112. E' sempre cosi'purtroppo i neocatecumenali sono come gli struzzi quando qualcuno osa dire che nel cammino c'e' qualcosa che non va loro mettono la testa sotto la terra e ti spiattellano i numeri,la forza l'approvazione di questo o di quello.Caro cogito ergo sum sicuramente esisti ma quanto a cogitare ho i miei dubbi.Io sono stato 8 anni in cammino ma sin dal primo giorno avevo avvertito delle cose che non andavano.L'umilta' in primis il neocatecumenale e' umile nell'ambito della comunita' ma con i cristiani di serie b quelli della domenica diventa un leone.Io sono scappato dopo il secondo passaggio dove ho visto persone violentate dai catechisti e dal presbitero con i loro scrutini fatto per tirare fuori il demonio che vivi in noi (testuali parole) che neanche De Torquemada...Se il tuo vescovo avesse frequentato questi scrutini lo avrei voluto sentire dire a riguardo.L'umilta' del tuo catechista il mio di catechista una volta aspettando di partire per una convivenza ed invitatondolo al bar venne ma mi disse che cio' non si doveva ripetere perche'i catechisti non possono stare sullo stesso piano dei catecumeni.E' questo puo' essere un cammino che porta a Cristo?.Forse il Signore si e' servito del cammino per risvegliare in me l'amore per Lui ma questa non e' la strada per arrivare a Lui.Ti chiedo perdono se con queste parole anch'io non sono stato umile e se ti sei sentito offeso ma prego per te perche' il Signore ti apra gli occhi.Il brain washing e' una cosa di cui non ti accorgi ti prego fatti delle domande ricordati di tutte le persone che sono fuggite dal cammino che sono tante come quelle che tu sbandieri leggi le cose che sono scritte in questo blog possono essere sbagliate o tu le puoi credere tali ma al 90% sono in buona fede.Che il Signore ci illumini tutti perche' ricordatevelo che siamo fratelli in Cristo .

    RispondiElimina
  113. Essere fratelli in Cristo è una scelta, caro ultimo anonimo. Siamo fratelli in umanità, che Cristo ama tantisismo comunque. Credo di non sbagliarmi se ti dico che i NC sono fratelli in Kiko, che parla tanto di Cristo e non lo conosce, così come non lo fa conoscere ai suoi...

    RispondiElimina
  114. Mi dispiace aumentare la schiera degli anonimi di questo blog, ma tant'è... spero che quello che dico sia utile.

    Mi hanno riferito (parlo di uno dei sacerdoti che ha vissuto quello che vi dirò) che molti sacerdoti di Santa romana Chiesa vanno in Israele a farsi battezzare nel Giordano!. Naturalmente soggiornano a loro spese presso la Domus Galileae (5 stelle) dovendo lasciare offerte per le maree di attività di cui i NC sono fervidi protagonisti (a spese degli altri). Certo è una cosa fatta liberamente, credo, ma quanto residua libertà di coscienza e a questo punto ho il fondato sospetto amche di spirito è rimasta a un sacerdote che va a farsi praticare un NUOVO battesimo nel Giordano?

    Queste cose nessun sito neocatecumenale le pubblica, ma purtroppo sono vere.

    Le conoscono i Sacri Palazzi?
    Se non le conoscono perché qualcuno non dice loro di informarsi?

    RispondiElimina
  115. Se esiste veramente, la persona che si autodefinisce "COGITO ERGO SUM",presumibilmente neocatecumenale, si presenta in modo alquanto strano e ambiguo.

    Intanto la frase che egli prende in presto da Descartes per il suo nick è decisamente emblematica di un modo di pensare(o di essere?) che fa dell'Illuminismo la propria bandiera: è paradossale che un neocatecumenale renda omaggio alla dea ragione.

    O meglio: è divertente!

    O peggio:è deprimente!

    Un neocatecumenale inbrido,impastato di propaganda kikiana e innamorato della dea ragione:quasi inconcepibile!

    C'è da aggiungere,senza amore di polemica,che in neocatecumenali hanno abdicato da un pezzo a ragionale.Anzi hanno delegato Kiko & Co,i quali i "conti" con la loro ragione e con le loro pseudoragioni sanno farli fin troppo bene!

    RispondiElimina
  116. Mi sono accorta che ho sparato il nome della Parrocchia romana di S. Francesca Cabrini. Qualcuno potrebbe pensare che si tratti di una mia illazione; ma l'ho dedotto come logica conseguenza dalla testimonianza di "Cogito... ergo sum", che parla della II parrocchia romana nella quale si è diffuso il Cammino.

    Tra l'altro mi preoccupa il comportamento di quel vescovo...

    RispondiElimina
  117. LA DISTRIBUZIONE DEL NUEVO COMPENDIO E LA COMMOVENTE CERIMONIA DI PRESENTAZIONE AI MC A ROMA

    la distribuzione-vendita del Nuevo Compendio del Nuevo Catequismo de la Nueva Iglesia Catolica Neocat procede a ritmo serrato.Sono già decine di migliaia le copie vendute nelle comunità delle cimici neocat italiane,che ne prenotano uno a testa nonchè due o tre copie ciscuno per gli amici. Analoga foga distributoria nei vari catacumbenia del mondo,tanto che si pensa già a una ristampa.

    Ieri sera ai MC a Roma ha avuto luogo una commmoventissima cerimonia con la presenza di Dona Carmenita e di molti tacchini e pavoni bordati di rosso e viola.

    Ieri mattina un alto pelato entusiasta per l'iniziativa dei MC si è recato a Castelgandolfo per diffondere l'iniziativa e invitare alla stessa qualche inquilino della villa.Ha bussato e suonato a lungo,ma nessuno gli ha risposto a causa dei tappi incerati che in questi giorni proteggono efficacemente le orecchie di tutto il popolo di Castelgandolfo(che ormai si esprime solo a gesti o per iscritto) dagli strepiti strazianti che ormai senza soluzione di continuità provengono dal vicino catacumbenium neocat di Castelmarcolfo.

    L'alto pelato è dunque tornato a Roma visibilmente mortificato,ma si è ripreso la sera quando,recandosi ai MC, ha subito visto nel grande atrio dei sotterranei,suduta dietro un tavolo sul quale eranno accatastate centinaia di copie del Nuevo Compendio del Nuevo Catequismo una Dona Carmenita dal sorriso smagliante,sigaretta tra le labbra,intenta a firmare e a dedicare ogni copia distribuita,con l'ausilio di moltissime cimici neocat sussiegose e onorate di svolgere tale servizio.

    Nella saletta attigua all'atrio un tavolo di cocktails permanente molto frequentato da parecchi tacchini e pavoni bordati di rosso e viola,tutti molto corpulenti e paciosi arricchiti da stuzzichini e olivette tra le labbra.

    Piccolissimo imprevisto: a un alto e grosso pelato si è impigliato un piede nel grande tappeto che ovattava il tavolo di Dona Carmenita,stramazzando sul pavimento con un boato che ha seminato per qualche minuto lo scompigliko nel grande pollaio neocat vicino,da cui si è levato subito uno strepito altissimo che ha compiaciuto e commosso visibilmente Dona Carmenita.

    RispondiElimina
  118. I RAGIONAMENTI DEL SIG."COGITO ERGO SUM"

    XMMAlhahsaljhfhreqwdqcnwoirzxxixxix
    DWQDQJXpasjjso0xyxyxyxygdgfgffgfxcj
    uhdhddwdwefkv0ehsdhuxtxrrewxxwlluuyy
    yyyyuhhghgw

    RispondiElimina
  119. cogito, ergo...sum!30 agosto 2006 15:53

    Miriam dice che io sono un clone di Kiko, e a voi chi vi ha clonati? Forse il mondo pagano in cui siete immersi e che non avete il coraggio di lasciare?

    Io almeno questo passaggio l'ho fatto (a dire il vero ne ho fatto più di uno), ma voi quando vi deciderete a lasciare il vostro mondo fatto solo di critiche e di piccinerie?

    Miriam, come hai fatto a scoprire la mia parrocchia? forse anche tu eri in Cammino lì e poi ti sei lasciata incantare dal mondo dominato dal maligno che avevi tentato di lasciare? Vedi che avevo ragione ad invitarti?

    All'anomino che mi definisce uno struzzo dico che lo struzzo è lui perché non ha il coraggio di firmarsi neanche con uno pseudonimo!

    Certo che i Catechisti non possono mettersi allo stesso livello dei catecumeni, altrimenti non avrebbero più autorità su di loro e non potrebbero istruirli nelle tappe del Cammino! Che cosa c'è di strano? Che cosa c'entra l'umiltà? Valutarsi per quello che si è secondo me è un merito. L'umiltà è tutt'altra cosa.

    Molti preti e laici sono stati battezzati nel Giordano, questo è un grande privilegio che non si può capire se non si sono fatte certe tappe del Cammino. Io a casa ho l'ampolla dell'acqua del Giordano e la custodisco come una cosa sacra.
    Fuori del Cammino certe cose non si possono capire, fanno parte del Cammino stesso, sono delle rivelazioni che si hanno di scalino in scalino.

    Anche chi ha lasciato il Cammino e adesso lo critica vuol dire che non aveva capito niente prima e che adesso capisce ancora meno perché si è lasciato catturare dal maligno.

    Kiko dice sempre: "lasciate che vi critichino, voi andate diritti per il cammino e non vi curate di loro, forse un giorno si convertiranno. Comunque, anche Giuda ha una sua funzione nella storia sacra".

    Ripeto l'invito a tutti: Venite, oppure:ritornate e vedete!
    La Pace!

    RispondiElimina
  120. Cogitate figlioli...cogitate...

    RispondiElimina
  121. Humilis non cogitans30 agosto 2006 15:57

    Mah.....il battesimo può essere risomministrato?
    Quale edizion e è valida la prima o la seconda che si riceve?

    RispondiElimina
  122. Humilis timidus30 agosto 2006 16:00

    Peccato che agli altissimi meriti di Santa Francesca Cabrini riconosciuti durante la sua causa di canonizzazione nessuno ancora abbia pensato di aggiungere quello di aver fornito il suo nome a un'eccelsa sede del cammino neocatecumenale!

    RispondiElimina
  123. In compenso su catechumenium non ha nno ritegno a scrivere un articolo su: "Newark, un Seminario 'fondato' da una Santa.
    L'incredibile storia di un Redemptoris Mater nato per l'intercessione di Santa Francesca Cabrini"

    Leggendo bene ti accorgi che l'unico tipo di intercessione attribuibile alla Santa è il fatto che è atato comperato per il seminario l'edificio un tempo utilizzato dalla santa come scuola parrocchiale... è il degrado dei tempi...

    RispondiElimina
  124. Caro cogito
    sono l'anonimo che ti ha dato dello struzzo.Perche'pensi che il mio anonimato sia diverso dal tuo? Se avessi scritto Tizio o Caio e tu non cogito ma Sempronio cosa sarebbe cambiato?.Il problema sta nell'umilta'.Tu hai detto cosa c'entra? A Roma diciamo C'entra perche' ce cape.L'umilta' e' quella cosa che ti porta ad ascoltare tutti e vedere tutti come fratelli.Tu pensi che chi scrive qui e' tuo nemico, ma non e' cosi',e poi non e'nel cammino che ti dicono sempre " Ama il tuo nemico".Qui si dice soltanto che il cammino ha delle storture.Ora,con umilta',domandati "Ma sara' vero?" ragionaci un po' su.Lo so che la ragione non va d'accordo tanto con la fede ma ci sono cose talmente eclatanti che non le puoi negare.Se poi tu ritieni giusto tutto,che il cammino e' la perfezione della chiesa che dire? Buon per te. A me il dubbio e' venuto.Preghiamo la Madonna che ci tenga tutti sotto il suo mantello ci mostri la strada e ci porti tutti davanti a Lui

    RispondiElimina
  125. Mi chiedo se Gherardo è tornato. Dacci notizie!

    RispondiElimina
  126. Cari amici del blog,
    vi ho trovato per caso col motore di ricerca, all'inizio dell'estate.
    Dopo un riposo di alcuni giorni, ho ripreso a leggere i vostri post e, con vivo interesse, ho letto gli ultimi interventi su Santa Francesc Cabrini, che è anche la mia Parrocchia.

    A questo punto sento di dovermi rivolgere direttamente a "cogito" per dirgli il mio punto di vista su quella che per lui è una parrocchia modello.Ma modello di che cosa? Per voi sarà forse un modello, ma per chi non fa parte del cosiddetto Cammino è solo una pietra d'inciampo. Mantenere, o alimentare la fede in questo contesto parrocchiale è davvero un problema! Per anni abbiamo sopportato il peso di una presenza neocatecumenale ossessiva. Da parte dei preti(in primis!) e da parte di voi neocatecumenali che avete occupato tutti gli spazi, materiali e spirituali, della parrocchia. Catechesi a senso unico! E tutto ciò che di negativo c'è nel Cammino - come in questo blog viene bene evidenziato - qui lo si trova all'ennesima potenza.
    Per la serie: "non facciamoci mancare nulla" ci sono anche i famosi dipinti di Kiko!

    Cogito, forse tu che parli della "tua parrocchia" non fai nemmeno parte del territorio parrocchiale e vieni a "celebrare" da chi sa quale altra lontana zona di Roma, o dintorni! Guarda che questa è la regola! La stragrande maggioranza dei parrocchiani non fanno parte del Cammino ma, obtorto collo, devono subirne le conseguenze negative.Vedi l'ultima eclatante notizia che riguarda il trasferimento, in pieno mese di agosto, di un giovane sacerdote che si occupava della catechesi parrocchiale da appena un anno, e che era tanto amato dai giovani (non neocatecumenali)! Non è la prima volta che ciò accade in parrocchia. Se i sacerdoti si occupano, con successo, dei parrocchiani e non frequentano il cammino, vengono trasferiti dai loro superiori! Tu stesso hai parlato di un vescovo che sponsorizza il Cammino in parrocchia.
    Non dico altro, perché si potrebbe scrivere un libro sui guai che il Cammino ha fatto qui da noi!

    Fate bene a parlarne in questo blog che mi sembra tanto equilibrato e privo di animosità.

    Se mi è concessa un'ultima parola, a "cogito" direi: amico caro, secondo me, più che difendere a spada tratta il cammino, o farne l'apologia, tu dovresti essere orgoglioso d'appartenere a Cristo e di essere membro della sua Chiesa in virtù del sacramento del Battesimo. Io lo sono!

    RispondiElimina
  127. Caspita Fabrizio,

    questo è un parlare da cristiano!
    si sente che anche tu, come noi, hai vissuto e stai vivendo sulla tua pelle nella tua parrocchia una presenza invadente e aggressiva, che non lascia spazio per nessun'altra iniziativa pastorale o, se lo fa, è sempre un qualcosa di marginale, lasciato fare quasi per 'concessione' e che quindi non ha mai possibilità di sviluppo, incremento, incentivazione... un'attività 'residuale', di poco conto... come nella mia parrocchia, ad esempio, lo sparuto 'Gruppo Caritas' che si occupa e preoccupa dei casi più difficili del quartiere.

    E c'è un'altra cosa che tu hai sottolineato, e cioè che le comunità sono composte da persone che non appartengono al territorio della Parrocchia e vengono dai luoghi più disparati. Questo, oltre alla loro chiusura costituzionale, veramente settaria, è un elemento in più che non consente loro di sensibilizzarsi e di entrare nei problemi o anche nelle opportunità offerte dal territorio.

    Ergo, un altro motivo, quando ci sono i neocat, del venir meno della funzione della Parrocchia come 'presenza' e azione della Chiesa nel territorio.

    RispondiElimina
  128. LE ASCENSIONI DEL SENOR KIRIKUS

    Oggi in un campo di volo ricavato nei pressi della Domus Aurea finalmente el senor Kirikus ha coronato uno dei suoi sogni ricorrenti:LE ASCENSIONI.

    Per due volte si è alzato in volo a bordo di un piccolo fokker che sul muso reca una grande Kappa,armato di tele,pennelli e colori.

    Durante i due giri di ricognizione egli ha realizzato altrettanti quadri: il primo rappresenta un viso maschile al solito baffuto e pizzettuto con la scritta in basso " EL !";l'altro un poetico paesaggio che mostra una Piazza San Pietro umbratile e offuscata,sormontata da un catacumbenium che sul frontone reca la scritta "LA IGLESIA NEOCAT".

    I due parti aerei del senor Kirikus sono stati subito fatti oggetto di miliardi di fotografie e di riprese con le telecamere.le immagini sono già in corso di diffusione via web in tutti i catacumbenia del mondo delle cimici neocat.

    Je Narino,appena le ha ricevute,ha scritto al senor Kirikus un commoventissimo messaggio che,vincendo l'irresistibile voglia di piangere,trascriviamo qui integralmente:

    " Caro,carissimo,umilissimamente eccelso senor Kirikus...quale tripudio di colori nei tuoi due nuovi quadri,quale poetica e profondamente spirituale analisi della situazione ecclesiale in pochi tocchi di pennello.Quel pennello che semina gocce di benedizione e di santità appena si muove tra le tue agili mani.
    Le tue ascensioni pittoriche sono anche le nostre ascensioni.A tale proposito ho prenotato per te a Cape Canaveral qualche lancio,in modo che nelle altezze stratosferiche tu possa realizzare immagini pittoriche mai viste e mai realizzate da mano d'uomo"

    RispondiElimina
  129. COME "A MIRACOL MOSTRARE"

    Grande fermento e indicibili entusiasmi fra tutte le cimici neocat del mondo ha suscitato la notizia della geniale trovata di Dona Carmenita alla Domus Aurea Galilaeae.

    Proprio ieri infatti,mentre el senor Kirikus,si produceva nelle sue due ormai mitiche ascensioni,durante le quali realizzava le due meravigliose icone che hanno fatto piangere il mondo intero, Dona Carmenita ha inaugurato nella sala ovale della Domus Aurea l'ascensore tubolare in plexiglass posto proprio al centro della sala destinata alle catechesi di accoglienza dei numerosi visitatori che quotidianamente effettuano il loro pellegrinaggio nella santa domus.

    L'ascensore tubolare è alto 7 metri,quanto il soffitto della sala, e collega il piano sovrastante a quest'ultima.

    Intorno alle ore 18,00 (ora locale) Dona Carmenita ha fatto disporre tutti gli alti pelati in visita alla Domus nella stessa sala. Di poi meravigliosamente ,inondata da fasci di luci laser,ella è scesa dentro il tubo trasparente"come a miracol mostrare". La discesa,lentissima,si è conclusa con un grande sorriso di Dona Carmenita,che reggeva in mano una preziosa Biblia rilegata in argento.

    Di poi con un tonfo la partenza a razzo verso l'alto,che in un baleno l'ha sottratta alla vista degli astanti.

    Indi una nuova lenta discesa simile alla prima.

    Poi di nuovo un balzo a razzo verso l'alto accompagnato dallo scoppio di tre mortaretti.

    Infine la terza lenta e lunga discesa ,al termine della quale Dona Carmenita ha iniziato la propria catechesi,durante la quale si è scagliata contro il concetto di "Iglesia Statica", introducendo quello del "dinamismo ascensionale" della Iglesia Neocat.

    Il fragore degli applausi degli alti pelati al termine della catechesi è stato pari soltanto a quello dei temporali estivi.

    NOTA DI CURIOSITA'

    A proposito di temporali estivi,il parroco della chiesetta di les Catacombes,sulle alpi,cui el senor Kirikus aveva regalato un mese fa una grande icona di mt 2 x 3 rappresentante un profeta stranamente somigliantissimo al senor Kirikus,ha dichiarato che un lampo ha bruciato di colpo la tela,i cui residui sono stati rimossi dall'interno della chiesetta,nella quale è tornata al proprio posto una dolcissima immagine della Madonna,con grande(e vera) commozione dei valligiani.

    RispondiElimina
  130. I COMMENTI DI MISTER PRESBITERUS ALLA NOTIZIA DELLE ASCENSIONI DEL SENOR KIRIKUS E ALLE DISCESE DI DONA CARMENITA:

    ..............ZZZZZZZZZZZZ
    ZZZZZZZZZZ................
    ...............ZZZZZZZZZZZ
    ZZZZZZZZZZ................
    ...............ZZZZZZZZZZZ
    ZZZZZZZZZZ................
    ...............ZZZZZZZZZZZ
    ZZZZZZZZZZ................

    RispondiElimina
  131. "Doppio battesimo" nel CNC? Se così fosse, sarebbe una mega eresia (ricordo gli sforzi dei responsabili del gruppo carismatico per far capire alla gente che non si trattava di un secondo battesimo...): ma naturalmente i "catechisti" avranno già trovato qualche sottile ragionamento e qualche documento vaticano per difendere la loro tesi. Kiko è un grande illusionista, e di questo dobbiamo rendergli merito.

    RispondiElimina
  132. Dice cogito:

    "Molti preti e laici sono stati battezzati nel Giordano, questo è un grande privilegio che non si può capire se non si sono fatte certe tappe del Cammino." [...]
    Fuori del Cammino certe cose non si possono capire, fanno parte del Cammino stesso, sono delle rivelazioni che si hanno di scalino in scalino."

    Alla faccia dello gnosticismo!!!

    RispondiElimina
  133. grazie, Helicobacter per la tua sottolineatura.

    E' importante rimarcare la gravità del fatto e il suo significato davvero eretico.

    Ricordo i cori di protesta e di ostentato orrore quando,sul vecchi blog, contestavamo divergenze simili dal cammino ecclesiale, quello autentico. Alla fine i veri eretici eravamo noi, perché secondo i NC andavamo contro l'approvazione dei Papi e dei Vescovi...

    Dimmi tu a che punto siamo arrivati e se non è davvero ora che qualcuno faccia chiarezza.

    Il Papa con la giusta prudenza, ma con fermezza ha cominciato sulla liturgia, ma a noi risulta che nulla sia cambiato o stia cambiando.

    Lo stesso dicasi per la catechesi. Del resto quando si 'concordano' a prezzo di trattative con la Santa Sede - dimmi se già non è un fatto animalo - testi più conformi agli insegnamenti della Chiesa e poi si continua imperterriti per la propria strada, c'è poco da sperare...
    Povera Chiesa!
    (spero che qualcuno si stanchi di sentirmelo ripetere e magari provveda... ma temo che rimarrà una pia illusione)

    RispondiElimina
  134. Ma Tripudio non era tornato?

    RispondiElimina
  135. Nuevas dal Mediteraneo:
    el senor Kirikus camina su las aquas.

    El noto fondator de la iglesia neocat, que al momento es in navigacion segreta por sus vacancias estivas, lamentò que no tiene la posibilidad de bagnarse, porque puede solo caminar su las aquas.
    "Bagnarse en un rio para mi es tambien imposible y tufarse muy pericoloso, porque normalmente se separan las aquas" declarò Kirikus a nuestros microfones.
    Fuentes credibiles aferman que el leader neocat està piensando de desmaterializar un groso personaje vestido todo de blanco...

    RispondiElimina
  136. LE ACQUE E I VINI

    In relazione alle notizie diffuse dall'agenzia di stampa ISP-VEN sulle difficoltà di balneazione del senor Kirikus e con riferimento a quanto già messo in chiaro precedentemente dalla pregiata ditta Kir/Carm,ieri un comunicato stampa della Domus Aurea Galilaeae ha prospettato a tutto il mondo neocat una nuovissima grande opportunità per tutti coloro i quali sono alla ricerca di un secondo baptismo.

    La notizia è ghiotta. Ma andiamo con ordine.

    Come si sa in un grande atrio della Domus già da tempo campeggia all'interno di una piscina interna una grande statua del senor Kirikus che trasuda dal mantello in plexiglass un liquido oleoso col quale molte cimici neocat ungono ormai da tempo le loro dermatiti pruriginose ottenendo risultati più che mirabolanti,nerl senso che i loro pruriti aumentano al punto di procurar loro delle vere e proprie estasi mistiche.

    L'acqua della piscina inoltre viene quotidianamente increspata da un angelo bronzeo posto ai bordi della stessa,dalla cui bocca,a ore prestabilite,promana un soffio cadenzato che mette in movimento (anche N.d.r.) il pelo dell'acqua.

    LA SOLUZIONE STUDIATA DA DONA CARMENITA

    Si è deciso di svuotare l'acqua della piscina e di sostituirla con le acque del fiume Giordano,trasportate settimanalmente dentro grandi barili da molte cimici neocat volontarie. Inoltre,aprendo un varco nella parete S-W della piscina,si è creato un piccolo emissario canalizzato che attraversa un lunghissimo corridoio della Domus e che sarà chiamato JORDAN,destinato alle abluzioni battesimali di tutti gli ospiti di passaggio alla Domus.

    IL PACCHETTO TUTTO COMPRESO

    Al modico prezzo di 400€ ovvero 500 $ si potrà usufruire di:

    - soggiorno,pensione completa,di tre giorni alla Domus,comprensivo di 4 pasti completi e due prime colazioni al ristorante Venite e Mangiate nonchè di due pernottamenti in camera doppia con servizi interni nell'hotel interno;

    - escursione,il primo giorno, sul lago di Tiberiade a bordo di pedalò;

    -escursione guidata ,il secondo giorno,sul monte delle beatitudini;

    -abluzione standard(denominata Baptism) nel fiumicello interno Jordan.

    L'offerta è comprensiva di:
    -clebri vini della Domus ai pasi;
    -due ampolle di liquido trasudato dalla statua del Kirikus;
    -confezione sottovuoto del fumo originale che si sprigiona durante le celebri catechesi del Kirikus;
    -cartolina/ritratto di Dona Carmenita,con il di lei originale autografo;
    -cassetta registrata di una catechesi di Mister Presbyterus della durata di 10 secondi.

    L'offerta non comprende:

    -viaggio di A/R,assicurazione e mance;
    -asciugamani e maschere da sub.

    ____

    Sono già aperte le prenotazioni(dai MC e da SFC di Roma ne sono già pervenute 350.Negli stessi catacumbenia sono già state aperte due nuove postazioni di tours operators).

    RispondiElimina
  137. I neocatecumenali davanti alle perplessità suscitate dal fatto che il Cammino preveda durante l'ultima tappa(Gerusalemme) il battesimo nel fiume Giordano,obiettano che non si tratta di ripetere il battesimo in senso stretto, ma soltanto di una rinnovazione delle promesser battesimali(come si fa abitualmente nella notte della S.Pasqua ovvero in altre occasioni liturgiche particolari).

    Di fatto invece la loro propaganda induce senza equivoci a pensare che nell'immaginario neocatecumenale la tappa al Giordano più che essere un momento rituale o un segno costituisce il momento del vero e proprio battesimo del neocatecumeno.

    Il che è aberrante.

    RispondiElimina
  138. COMUNICATO STAMPA DALLA DOMUS AUREA

    Si informa che le prenotazioni per il pacchetto "ABLUZIONE" alla Domus sono già al completo per tutto il mese corrente.

    RispondiElimina
  139. D'altra parte un catecumenato (se intendiamo questo termine nel suo senso proprio) dopo il battesimo ha poco senso: ma se il battesimo si sposta all'ultima tappa del CNC, ecco che al (neo)catecumenato segue il battesimo (nel Giordano), e a questo punto anche il termine cammino (neo)catecumenale avrebbe una sua chiara giustificazione. Che sia anche questo uno dei "segreti" del CNC?
    Ovviamente, al di fuori della cerchia iniziatica è solo una "rinnovazione delle promesse battesimali".
    E mi chiedo: quali strumenti hanno i nostri Pastori per valutare pienamente dall'esterno questo uso ed abuso di segni?

    RispondiElimina
  140. ALTRO COMUNICATO STAMPA DALLA DOMUS

    Si informa che per il soggiorno compreso nel pacchetto "ABLUZIONE" alla Domus, i menu al ristorante Venite e Mangiate sono fissi:si prega di non insistere:

    PRANZO:

    Primi piatti a scelta:

    .assaggio di paella alla Carm. + lenticchie in brodo neocat oppure minestra di lenticchie alla Esaù oppure lenticchie alla manna;

    Secondi piatti a scelta:

    .assaggio di Paella alla Carm. + locuste arrosto oppure arrosto di montone alla neocat oppure pulci in guazzetto;

    .contorno fisso:miscellanea di verdure bibliche;

    .vino neocat a volontà;

    .frutta:macedonia di carrube;

    .dolce(ultimo giorno):panna cotta al profumo di cardamomo.


    CENA:

    .minestrina leggera di erbe oppure di cicerchie oppure di lenticchie;

    .frittata neocat alle erbe oppure erbe con contorno di frittata neocat;

    .macedonia calda di carrube;

    .dolce(ultima sera): composta di prugne alla Kirikus;

    .vini neocat a volontà.


    LA I COLAZIONE prevede a volontà:

    . latte di capra caldo o freddo;
    . latte di orzo della Palestina;
    . latte di bufala;
    . latte di ginocchia;
    . pane azzimo caldo spalmato di melassa neocat.

    RispondiElimina
  141. PUNTUALIZZAZIONI

    Per gli Alti Pelati,i tacchini e i pavoni bordati di rosso sono previsti menu personalizzati con arricchimento di proteine e grassi favorenti il rinvigorimento dei bulbi piliferi.

    RispondiElimina
  142. Per Francesco,

    mi risulta che nella tappa finale, non solo è previsto il battesimo al Giordano, ma anche la cosiddetta 'consegna' dell'Eucaristia, che avviene nel Cenacolo.
    Nel frattempo potremmo chiederci, ogni sabato (la domenica come sappiamo non conta), cosa celebrano?

    E' chiaro che nel loro 'immaginario, come lo chiami tu, ci sono una serie di mega eresie o quanto meno immaginifiche invenzioni del loro iniziatore, che sviano dalla retta fede e non sono state mai sufficientemente denunciate anche perché non bene conosciute come ora che se ne parla in termini così chiari ed espliciti.

    RispondiElimina
  143. Convengo con Robi, la pulce sta superando se stessa!

    RispondiElimina
  144. Leggo ora il messaggio di Robi sul battesimo. Ne convengo. Dimmi cosa pensi di quel che ho detto sull'Eucaristia!

    RispondiElimina
  145. Le cimici tremano: shampoo anticimice in vista!

    "Kiko Arguello e Joseph Ratzinger in piena comunione fin dai primi anni del Cammino Neocatecumenale". Purtroppo conoscevo la foto e ancor più la didascalia (che implicherebbe che basta stare seduti un momento alla stessa tavola imbandita per essere "in piena comunione fin dai primi anni del Cammino Neocatecumenale").

    Purtroppo non ho preso nota di tante altre insinuazioni propagandistiche dello stesso genere. Ma mi riprometto di farlo. L'ultima che avevo citato era la solita mielosa presentazione: «Carmen è laureata in chimica» presente in quasi ogni pagina relativa a Dona Carmeñita. Ma secondo voi, se la ricorderà almeno la formula chimica del metano?



    Sulle vocazioni al "presbiterato" diocesano, devo aggiungere un dettaglio che purtroppo non ho ancora modo di documentare solidamente, anche se è difficile non credervi.

    Lo scopo di mandare seminaristi alla diocesi è essenzialmente per motivi economici. La strategia neocatecumenale è questa:

    - si manda il giovane alla formazione diocesana per dare a vedere che il Cammino arricchirebbe di vocazioni anche la Chiesa locale

    - il giovane, durante tutta la formazione e fino ai primi anni del sacerdozio, non esagera col neocatecumenalismo (evitando perfino le celebrazioni del sabato sera, partecipandovi solo quando possibile farlo in segreto)

    - una volta ottenuto lo "stipendio da prete", comincia a chiedere insistentemente al vescovo di partire in missione con qualche scusa (Fidei Donum o missioni del Cammino), in genere grazie alle pressioni del richiedente (il Cammino stesso o un vescovo "amico" del Cammino e convinto in modi più o meno ingannevoli).

    Vantaggi: non si perde lo stipendio da prete; nel caso combini dei guai può essere rispedito nella diocesi; in caso di cambiamenti di vescovo, può sempre tornare utile per le comunità neocatecumenali locali; si può fare lo stesso giochetto anche con i Redemptoris Mater ("volatilità" dei preti neocatecumenali appena incardinati).

    Svantaggi: occorre un giovane sufficientemente malleabile (cioè scarsamente dotato di carattere e di cultura) che sappia vivere per tanti anni con la doppiezza necessaria (ahimé, ne conosco due di persona, e pertanto non considero esagerata quest'affermazione).



    Rinnovamento nello Spirito: la "doppia appartenenza" lì non fa problema poiché Rinnovamento non è una setta eretica come il Cammino. Rinnovamento avrà pure i suoi problemi, ma non le ha mai combinate così grosse come il Cammino. E, almeno per quanto di mia conoscenza, i preti di Rinnovamento e di Comunione e Liberazione sono obbedienti al vescovo e di mentalità aperta. Quelli Focolarini un po' meno. Quelli Neocatecumenali, no comment. Solo sulla stampa si può fare di tutta l'erba un fascio, solo sulla stampa si può (con somma ignoranza) mettere sullo stesso piano CNC, RnS, CL, Foc, ecc ecc.


    Quanto ai soldi, penso che il problema da porsi non sia tanto su quanti soldi girano, e forse neppure su come vengono usati, ma sul modo di raccoglierli (o, in certi casi, di "estrarli" dagli adepti).


    Sull'Opus Dei, c'è da precisare che l'Opus ha un suo status giuridico particolare all'interno della Chiesa (per cui il problema della "doppia appartenenza" vi si pone relativamente al diritto canonico). Uno che appartiene all'Opus Dei ha vincoli relativi alla formazione spirituale (avendo cioè scelto un direttore spirituale interno all'Opus), e pertanto non può diventare prete diocesano senza tutta la debita sfilza di permessi e accordi tra il vescovo, i preti dell'Opus Dei, ecc.


    La cosa che anzitutto mi colpisce dei simboli del Cammino, è quel "font" di caratteri con stile da ubriacone. Poi leggo le parole scritte, e capisco di aver a che fare con un ubriacone amante dell'esotico: «nuova evangelizzazione», «comunità», ecc... Poi guardo la simbologia utilizzata (ottagonale, uccellino, piscina, ecc.) e comincio a pensare che l'amante dell'esotico è davvero ubriaco.


    Per cogito ergo sum:

    i carismi che hai citato (gesuiti, francescani, carmelitani, ecc.) hanno una storia plurisecolare e innumerevoli frutti di santità conclamata e riconosciuta. Anche quando non vissuta proprio eroicamente, la spiritualità di quei carismi produce comunque frutti di vita cristiana: vita di preghiera secondo la liturgia della Chiesa, credere nelle verità di fede senza alcun disprezzo per i dogmi e per la storia della vita della Chiesa, ecc. Coloro che entrano tra gesuiti, francescani, carmelitani, ecc. (al pari di coloro che stanno in Rinnovamento, Focolarini, ecc.) fanno di tutto per far conoscere in giro la propria spiritualità, senza confondere gli eventuali casi in cui è necessaria la discrezione (per non dare le perle ai porci) con la segretezza da setta o loggia massonica (tipiche del Cammino).

    Sì, è vero: il Cammino è una particolare spiritualità che vanta l'origine nella Chiesa cattolica. Il problema è che tale spiritualità pretende di essere riconosciuta come cattolica ma non lo è.

    Anche se si vive eroicamente la spiritualità del Cammino, non si giunge alla fede della Chiesa, ma allo strazio liturgico, alle eresie di moda oltre trent'anni fa, al settarismo, all'inganno reciproco aggravato e continuato (vedi sotto). Il Cammino è un itinerario che porta al Cammino, non alla Chiesa!

    Ciò purtroppo non è chiaro a tutti i vescovi. Te lo posso testimoniare personalmente, presentandoti un vescovo con cui ho avuto a che fare per motivi di lavoro: una persona intelligentissima, di grande cultura teologica e grande umiltà. Ebbene, ho la certezza scientifica che lui sottovaluta i neocatecumenali, ed è allergico alle denunce perché vuole evitare divisioni e liti nel clero e nel gregge a lui affidato (divisioni e liti con cui ha evidentemente fin troppo a che fare).

    Al Cammino non fa piacere essere qualificato come "movimento", poiché ciò metterebbe in pessima luce Kiko e Carmen, che hanno originato tale "movimento" a suon di tanti e tali errori ed abusi.

    Infatti, ai neocatecumenali è urgentissimo qualificare il Cammino come "itinerario", in modo da far pensare che tale "itinerario" sia un dono divino, un frutto del Concilio Vaticano II, anziché un'accozzaglia di elucubrazioni peggio che protestanti, errori teologici ben riconoscibili a chiunque abbia letto almeno una volta il Catechismo della Chiesa Cattolica.

    Sì, siete tanti e siete tosti, sì: magari siete davvero tanti quanti ne vanta la vostra propaganda (ne dubito), siete certamente tosti, nel senso di dura cervice, ostinati come muli, perseveranti negli errori conclamati, assetati di ulteriori menzogne che allettino il vostro orgoglio, modellato sulla superbia di Kiko.

    Ah, ah, ah! Tienti l'ampolla d'acqua del Giordano, bravo. È una cosa sacra, esatto, proprio come dici tu, sacra, proprio sacra (infatti, chissà quanto ti è costata). Magari ti può servire in punto di morte per amministrare il secondo battesimo (il che mi ricorda il "consolamentum" degli eretici del XII-XIII secolo). Oppure ti servirà per "rinnovare le promesse battesimali": senza quella "cosa sacra", come faresti? Ti basterà mica ripetere il Credo che nella Chiesa cattolica hanno sempre insegnato fin dal catechismo dei bambini?

    Grandiosa poi la tua affermazione precedente: «Molti preti e laici sono stati battezzati nel Giordano, questo è un grande privilegio che non si può capire se non si sono fatte certe tappe del Cammino». Scusatemi, ma io sapevo che per essere prete bisogna essere già battezzato... e poi, se il «grande privilegio» non si può capire, perché ce lo stai vantando qui dentro?



    Santa Francesca Cabrini: mi sta tanto a cuore questa santa donna, ma vi prego, non usiamola come nome geografico per qualificare un posto dove si propagano eresie e falsità. Anche i martiri canadesi si staranno rivoltando nella tomba per le eresie perpetrate dal Cammino.



    "http://venicreator.eclesial.info/5715.html" Il Papa "approva" la liturgia neocat? "El Papa aprueba la liturgia del Camino Neocatecumenal"?

    Purtroppo mi vado sempre più convincendo che il Cammino è fondato da Kiko e Carmen proprio sull'inganno e sulla menzogna.

    Non si può promuovere una cosa (spacciandola per dono dello Spirito) a suon di mezze verità (cioè menzogne), a suon di slogan ingannevoli, a suon di falsità ai danni degli aderenti.

    Voglio pensare che il tutto giri attorno ai soldi, poiché la "scalata al potere" ecclesiastico già di suo puzza di zolfo.


    by Tripudio

    RispondiElimina
  146. Per Miriam:

    non sapevo di questa "consegna" dell'Eucaristia che avviene nel Cenacolo nella tappa finale. Se segue l'"abluzione", certamente anche questo potrebbe avere un "senso" nell'ambito della costruzione kikiana: prima "battesimo", poi "eucaristia". Anch'io mi chiedo cosa celebrino al sabato i NC prima dell'ultima tappa. E mi chiedo a che pro i "doppioni" dei sacramenti: ma in un ambito iniziatico e gnostico tutto ciò può avere un grande ruolo, ben al di là del "comprendere a fondo le realtà cristiane".

    RispondiElimina
  147. Dina Grlli,detta la peccatrice di Abruzzo3 settembre 2006 18:34

    PER TRIPUDIO

    Sono una cimice neocat peccatrice
    Sono una cimice neocat peccatrice
    Sono una cimice neocat peccatrice
    Sono una cimice neocat peccatrice
    Sono una cimice neocat peccatrice
    Sono una cimice neocat peccatrice
    Sono una cimice neocat peccatrice

    Ohhhhhhh Tripudioooooooooooooooooo
    quanto sono peccatrice!!!!!!

    RispondiElimina
  148. Dina Grilli,detta la peccatrice d'abruzzo,3 settembre 2006 18:36

    PER TRIPUDIO

    Pensi che lo shampoo sarà sufficiente a lavare tutti i miei peccati o dovrò ricorrere alla candeggina del senor Kirikus?

    RispondiElimina
  149. Nunziatina Scuncia3 settembre 2006 18:41

    PER IL SIGNOR TRIPUDIO

    Dicitancillu vui a ssà .....chi si chiama Dina,piccatrice d'Ambruzzo, che ave una grandi facci tosta a dire che è piccatrice.

    Si voli essere mundata comu si deve dicitinci di viniri qui da noi che ci la do io una bella lavata con acito muriatico e non si ndi parla più.

    Per il resto vi dico che io oramai tra i Caminettini mi attrovo bennisimo,speciarmenti pecchì non vido più quel grande mbriacone del catechista neocaticumminale cavaler Giovanni Pipìa che finarmenti si ha deciso di andare a Girusalemmi a mangiarisi le linticchia.

    Auguriamo che resti la e non venga più in Sicilia a rompiri...la devozzioni ai santi.

    Vostra afezzionatisima Nunziatina Scuncia

    RispondiElimina
  150. Carmen Hernandez, iniziatrice del Cammino neocatecumenale insieme a Kiko, [...]
    Laureata in teologia e in chimica Carmen si caratterizza per la sua grande conoscenza del popolo ebreo e del rinnovamento conciliare, così come di innumerevoli vite dei Santi e degli scritti dei Padri della Chiesa che lei cita frequentemente nei suoi interventi.[...]
    (camineo.info)

    RispondiElimina
  151. Pascalone 'O guiercio3 settembre 2006 18:46

    PER IL SIG.TRIPUDIO

    Il mio sguardo penetrante vede che le nostre comunità delle cimicio neocatecumenalo crescono e si moltiplicano e si santificano e si purificano.

    E io solo guardandole le benedico tutte.

    RispondiElimina
  152. La medisma Carmen Hernandez cita spesso anche tra i vari Padri della Chiesa anche le madri.Per esempio,CarmenHernandez,Carmen Hernandez e Carmen Hernandez.
    (Da Camineo.info)

    RispondiElimina
  153. Nunziativna Scuncia3 settembre 2006 18:51

    Ma cu ca...(cavolo. N.d.r.) è stu Pascalone Quercio chi binidici a tutti cogli occhi? Un mago?

    RispondiElimina
  154. Ma cosa c'entra la laurea in chimica: forse è utile per le... alchimie teologiche?

    RispondiElimina
  155. Nunziatina Scuncia3 settembre 2006 18:55

    Ci lo dico io a chi cosa servi la lavorea in chimica a Dona Carmenita.
    A fare quella schifezza della sua paella tutta colorata e puzzolente di surfaro.

    RispondiElimina
  156. Pascalone 'O guercio3 settembre 2006 18:58

    Io non sono una mago cara Nunziatona.Guardami nell'uocchio se non ci credi.

    RispondiElimina
  157. Nunziatina Scuncia3 settembre 2006 18:59

    Ca comu ti permetti Pascaloni .Di guardariti dintra all'occhiu ci lu dici a to' mugghieri.Scostuimatu bruttu!

    RispondiElimina
  158. Ciao a tutti
    sono sulla vostra linea di pensiere in toto.Ho una curiosita' ho letto che l'introito annuo dell'associazione famiglia di Nazareth si aggira sui 120 milioni di euro cifra esorbitante secondo me. Come fate ad esserne certi?
    Se cosiì fosse perche' non diciamo a Kiko e Carmen di provarsi sui beni materiali come loro dicono nel primo passaggio?

    RispondiElimina
  159. Caro anonimo, quanto può essere costata la faraonica "Domus Galileae"?
    Pensa che era nella lista delle "spese straordinarie"...
    Il "sacco nero" è molto, molto, molto capiente, e i neocat sono tanti, tanti, tanti...

    RispondiElimina
  160. Dopo un po' di anni che ero in cammino spesso mi e' venuto da pensare quanti soldi girassero all'interno.Soldi per le celebrazioni (All'inizio arredo liturgico e via dicendo poi i fiori ed il vino)soldi per le convivenze (soggiorno baby sitter e via discorrendo)e vedevo che per me tutte queste cose erano un angoscia perche' minavano il budget familiare gia'esile di per se' anche se la provvidenza Divina non e' mai mancata.Poi mi domandavo come facevano i catechisti di solito avevano tutti un buon lavoro una bella macchina e nel mio cervello mi frullava questo pensiero" ma guarda che organizzazione, che indotto spaventoso.Alberghi,merchandising e tra me dicevo " mah,sara'!!! Forse e' vero che sono schiavo dei soldi come mi dicono"eppure il mio unico pensiero e' mandare avanti la famiglia con lo stipendio misero che prendo.Ora leggo che l'associazione incassa 120 MILIONI DI EURO.Forse stavolta il demonio si e' sbagliato e mi ha aperto gli occhi o sara' che sono un peccatore incallito?Che Iddio mi perdoni.

    RispondiElimina
  161. Ma c'è ancora un cattolico che sa cosa siano i "doveri di stato" e quale sia la loro importanza???

    RispondiElimina
  162. E per favore cerchiamo di non confondere (come si fa sempre nel CNC) i precetti con i consigli evangelici.

    RispondiElimina
  163. ...e poi smettiamola di dare del "demonio" a chi critica il CNC: non è bello e non è neanche cristiano.

    RispondiElimina
  164. Chi mi spiega la differenza tra un islamico che si alza si mette la cintura esplosiva e va ed un neocatecumenale che si alza alla chiamata di Kiko ed entra in un r.m.? Scherzo ma se ci riflettete bene non sono poi tanto distanti.Tutti e due infarciti di propaganda deleteria.

    RispondiElimina
  165. per helicobacter

    se la faraonica domus galileae era nella voce 'spese straordinarie' (com'è che sei così ben informato?)
    ora è sicuramente in quella 'entrate straordinarie', ma non tanto rispetto alla eventualità, quanto alla entità...

    Per favore, vuoi approfondire il discorso sui 'doveri di stato'?

    RispondiElimina
  166. Anonimo, che parli di kamikaze, la tua riflessione tocca un punto difficile da affrontare e soprattutto audace nell'analogia; ma credo che hai centrato la realtà!

    Conoscendo lo stile martellante, il sapiente imbonimento dell'iniziatore, si può immaginare la potenza della suggestione, dell'atmosfera esaltata che si crea nelle catechesi da cui 'si alzano' le vocazioni, su animi generosi e spesso anche fragili...

    RispondiElimina
  167. Per Miriam

    meglio sarebbe chiedere alla propria guida spirituale,che io non sono. Comunque, per dare un'idea grossolana, il dovere di stato è compiere ciò che è prescritto dal nostro "ufficio" o dovere naturale. Per esempio, per un padre di famiglia il dovere di stato è DIRIGERE LA PROPRIA CASA COME SI DEVE: eco ciò che Dio si attende in primis da lui. Il concetto è ripreso ad esempio recentemente da "Gaudium et Spes" al n° 43.

    RispondiElimina
  168. Ti ringrazio helicobacter, ma non capisco come la tua affermazione sui cattolici e i doveri di stato si allacci al nostro discorso

    RispondiElimina
  169. No, scusa, mi sono accorta che rispondevi al messaggio precedente!

    RispondiElimina
  170. Per Miriam:
    anonimo dice:
    "vedevo che per me tutte queste cose erano un angoscia perche' minavano il budget familiare gia'esile di per se' anche se la provvidenza Divina non e' mai mancata"
    Non ti pare che "tutte queste cose" esulino dai suoi doveri di stato, anzi siano in contrasto con essi? E non ti pare che il ricorso alla Provvidenza menzionato sia quello di un religioso che ha fatto voto di povertà e non quello di un laico per quanto credente, con moglie e magari molti figli, dal quale il Signore si aspetta tutt'altro atteggiamento? Ecco perchè parlo di confusione. Questo del CNC non è catechismo cattolico.

    RispondiElimina
  171. Grazie, è effettivamente così

    RispondiElimina
  172. Ciao a tutti
    mi chiamo Emanuele ho 35 anni e faccio il Cammino da 20 anni.

    Leggendo questo blog, mi rendo conto come stia crescendo anche all'interno della chiesa una forte divisione x tante incomprensioni che si sono create, probabilmente x colpa nostra, fra noi e tanti altri fedeli. Questo mi addolora molto.

    Sono completamente d'accordo con Primiana e con Miriam sul fatto che il dialogo sia fondamentale x capirsi, e mi dispiace davvero se a loro è capitato di trovare difficoltà nel potersi confrontare con chi segue il cammino.

    Io sono disponibilissimo a qualunque confronto e a rispondere a qualsiasi domanda su questo

    ma, con la massima urgenza , volevo prima puntualizzare una cosa anche se mi sembra ovvia:
    -NON E' VERO che pensiamo di essere l'UNICA via, o la via + fica, o i cristiani + cristiani che + non si puo etc
    almeno, parlo x me e x tanti che conosco, siamo semplicemente contenti della via che stiamo seguendo che è una piccola cosa ed è solo un
    piccolo aiuto -come tanti altri che ce ne sono nella chiesa - x conoscere meglio una cosa invece molto grande: l'amore di Dio. punto. Conosco un sacco di gente di altri movimenti o di nessun movimento che sono cristiani colle palle, che vivono la fede in modo + intenso e verace di me, quindi non mi salta nemmeno x l'anticamera del cervello l'idea di sentirmi cristiano di Premier League etc...

    certamente fra noi, come in tutte le esperienze forti, ci sono alcuni fanatici o esaltati, ma molto spesso è l'entusiasmo che viene preso x fanatismo.
    se uno è innamorato della propria donna, non vuol dire che pensa che le altre sono tutte brutte..

    un caro saluto
    e la pace del Signore a tutti
    emanuele

    RispondiElimina
  173. la tua irenica testimonianza strapperebbe lacrime di commozione ma a chi non conosce il cammino...

    Ma non siamo stati noi a portare la divisione nella Chiesa con la 'separazione in casa' nelle Parrocchie e la loro sostituzione con i catechumenium, per soli NC. Né siamo stati noi a creare una struttura 'altra' da quella ecclesiale nella quale i sacerdoti (pastori di anime) devono obbedire a laici (sui metodi dei quali sorvoliamo) non formati dalla Chiesa ma dalle catechesi di Kiko, che tu non puoi riconoscere come eretiche se non hai ricevuto gli insegnamenti della Chiesa.

    Una domanda ci tengo a fartela, e spero mi darai l'opportunità di fartene altre: tu personalmente non resti sconcertato quando vedi il volto di Kiko al posto di quello di Cristo nelle sue icone?
    O quello dei tre responsabili al posto di quelli dei tre angeli nell'icona della Trinità? Ti sembra normale? Tenendo tra l'altro conto del fatto che l'iconografia orientale, da cui le ha 'copiate' è molto rigorosa per gli elementi delle figure?

    Comunque grazie per la tua presenza che spero possa essere occasione di confronto e scambio fruttuoso per tutti

    RispondiElimina
  174. Mi colpisce sempre nelle testimonianze neocatecumenali che ogni tanto si affacciano su questo blog,
    di come non tengano in alcun conto i kilometri di argomenti di critica - anche pesante ma sentita e sofferta, perché non amiamo la divisione e tante cose le abbiamo subìte sulla nostra pelle - e ti propinino belle e sentite parole
    che qualunque cristiano sottoscriverebbe e che ci piacerebbe tanto corrispondessero alla realtà.

    RispondiElimina
  175. Ci tenevo anche a dirti, Emanuele, che non sono solo Primiana e Miriam ad amare il dialogo e che, sia loro che altri che hanno lasciato la loro presenza su questo blog, non hanno avuto 'piccole' difficoltà - come tu dici - dovute a circostanze contingenti, altrimenti non avrebbero preso le distanze dal cammino...

    Di problemi ne sono stati evidenziati molti. Ci piacerebbe che tu ne toccassi qualcuno

    RispondiElimina
  176. Dice Emanuele:

    "Leggendo questo blog, mi rendo conto come stia crescendo anche all'interno della chiesa una forte divisione x tante incomprensioni che si sono create, probabilmente x colpa nostra, fra noi e tanti altri fedeli. Questo mi addolora molto."

    meno male che questo blog è servito a farti prendere atto di una divisione che non va crescendo ora all'interno nella Chiesa, ma è nata con l'atto di nascita del cammino e con le prima parole pronunciate da Kiko e Carmen (ci sono molti documenti scritti) contro la Chiesa più di trent'anni fa ... salvo invece a porsi e proporsi come realtà ecclesiale...

    RispondiElimina
  177. qui sta il GRANDE inganno

    RispondiElimina
  178. Dice Emanuele:

    "Conosco un sacco di gente di altri movimenti o di nessun movimento"

    Dice Cogito:

    "Il Cammino NC è un po' come le congregazioni religiose. O no?
    In che cosa consisterebbe la differenza, secondo voi?"

    e poi sempre Cogito:

    "Il Cammino non è un movimento. E'"Il Cammino" e basta!"

    E' un'incoerenza? Non credo.
    Quella di Cogito è la posizione interna al CNC, mentre quella di Emanuele fa parte di un abile spot pubblicitario per l'esterno.
    Alla faccia del dialogo.

    RispondiElimina
  179. Inviterei tutti gli "Anonimo" di cui ho molto apprezzato gli interventi a darsi uno pseudonimo: anche se è un nome virtuale, è sempre scelto in qualche modo distintivo per la persona che c'è dietro e serve a non creare dispersione, perché effettivamente nell'esprimersi, c'è anonimo e anonimo.

    E c'è più chiarezza nel seguire il filo del discorso.

    GRAZIE!

    RispondiElimina
  180. Per ritornare sull'aspetto economico da quest'anno si puo' devolvere il 5 x mille anche ai seminari R.M .Quindi gli introiti aumentano.Disquisire di questo pero'non e' semplice perche'si viene etichettati come quelli che ragionano soltanto sul potere temporale della chiesa e non su quello spirituale che e' o dovrebbe essere piu' importante.Anche la Chiesa cattolica riceve l'8x1000 anche la chiesa cattolica a donazioni lasciti etc..qualcuno potrebbe dire che differenza c'e'? Questo e' un discorso molto difficile in cui non so molto districarmi

    RispondiElimina
  181. Scusate il mio anonimato ma cosa devo fare per prendere un nick?registrarmi come blogger? Hai ragione Mic credo sia la cosa giusta avere un nick per seguire il filo delle idee dimmi come fare io vorrei scegliere VERITATIS SPLENDOR

    RispondiElimina
  182. Hai pensato a "newcat"?

    RispondiElimina
  183. Caro anonimo,
    la legge finanziaria (Legge 23 dicembre 2005 n. 266, articolo 1, comma 337) ha previsto per l’anno 2006, a titolo sperimentale, la destinazione in base alla scelta del contribuente di una quota pari al 5 per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche a finalità di sostegno del volontariato, onlus, associazioni di promozione sociale e di altre fondazioni e associazioni riconosciute; finanziamento della ricerca scientifica e delle università; finanziamento della ricerca sanitaria; attività sociali svolte dal comune di residenza del contribuente.
    Non c'entra molto con l'8 per mille, nel calderone della legge rientrano evidentemente i vostri RM, in vasta e variopinta compagnia.

    RispondiElimina
  184. Per la peccatrice abruzzese:

    una buona confessione (da un sacerdote qualsiasi, non da un "presbitero" neocat), confessione privata (solo tra te e il confessore, senza la comunità intorno, nel segreto di un buon confessionale), con le dovute disposizioni (chiedere perdono a Cristo anziché alla comunità e a Kiko) laverà certamente i tuoi peccati. Ti sconsiglio caldamente di utilizzare candeggine e detersivi di provenienza neocatecumenale, poiché anziché detergere, sporcano.


    Per l'anonimo:

    mettersi la cintura esplosiva significa propagare morte, in nome della sbagliatissima idea che si può fare del bene anche partendo da azioni malvage.

    Le "alzate" per entrare in un Redemptoris Mater e simili, non sono la stessa cosa, poiché potrebbero partire da buone intenzioni (di cui è lastricata la via che porta all'inferno, non dimentichiamolo) e in buona fede.

    Moltissimi neocatecumenali non sono "cattivi", ma sono solo vittime inconsapevoli, a cui è stato insegnato un pestifero odio di sé stessi, uno stile di autoannichilimento, che è una diabolica perversione dell'umiltà cristiana predicata da san Francesco, san Benedetto e tantissimi altri (che volevano annichilire l'orgoglio, non tutta l'anima).

    La nostra preoccupazione per i 120 milioni di euro sarebbe uguale anche se si trattasse di soli 120 euro: il problema, infatti, è come vengono estorti quei soldi.


    Parentesi: se il budget familiare è in cattive condizioni, è ancora più facile vedere se il gruppo religioso cui appartieni avanza una pretesa o no.



    Per emanuele:

    sono belle le cose che hai detto, ma non intaccano minimamente le questioni e i problemi che da decenni vengono contestati al Cammino.

    Non basta "sentirsi felici di appartenere", perché anche il drogato non vuole lasciare la "felicità" che gli dà la droga. Anche il terrorista kamikaze è felicissimo di uccidersi in nome delle idee in cui crede. Anche il pedofilo è contentissimo del suo stato.

    Tu ti trovi in un ambiente religioso coinvolgente, che si dichiara cattolico, che dice di avere amici tantissimi vescovi e cardinali e perfino grande sintonia coi Papi.

    Ahivoi, tutto ciò è altamente ingannevole.

    I vescovi che vi stimano, lo fanno per scarsa conoscenza oppure (purtroppo) perché sono stati in qualche modo "comprati".

    Le cosiddette "approvazioni" dei Papi, sono al più incoraggiamenti. Gli incoraggiamenti dei Papi, per favore, leggili tutti, leggili per bene. Nel Cammino ti dicono che «il Papa ha inviato duecento famiglie in missione»: leggi il discorso del Papa sul sito del Vaticano, e vedrai che dà un sacco di spazio alle norme liturgiche. Ti dicono che «il Papa ha inviato duecento famiglie» e scopri che sono state in realtà le famiglie a chiedere udienza, non è stata volontà del Papa. Ti dicono che «il Papa ha inviato duecento famiglie in missione» e scopri che il loro scopo non è fondare la Chiesa, ma fondare il Cammino (chiamandolo "Chiesa" per puri motivi d'immagine).

    Lo stesso Kiko vi prende per il sedere: riceve una lettera sulla liturgia con «le decisioni del Santo Padre» e ve la mistifica, e ve la consegna due mesi dopo che è uscita sui giornali (perché tanto bisogno di nascondere l'evidenza?)

    Leggiti i libri di padre Zoffoli, una volta tanto senza considerarlo un demonio, e intèrrogati su quante brutte cose che descrive, le hai vissute e viste anche tu. Chiediti se di tante e tali eresie Kiko abbia mai proferito una condanna.

    Domàndati come mai lo Statuto comincia con un'estrapolazione di una frase contenuta in una lettera di un Papa ad un Vescovo.

    Chiediti come mai il Papa abbia deciso di porre un freno alle liturgie neocatecumenali, adeguandole a quelle di tutta la Chiesa (nella lettera di Arinze non c'è nulla di nuovo rispetto a quanto già previsto per tutta la Chiesa, ad eccezione del permesso temporaneo per il momento dello scambio della pace).

    Insomma, chiediti come mai le critiche più consistenti al Cammino vengono dall'interno della Chiesa (dalla gerarchia e da teologi serissimi come Zoffoli e Landucci), e non da anticattolici.


    by Tripudio

    RispondiElimina
  185. Bentornato, Tripudio!
    Le tue parole sono un vero aiuto per chi, come me, vuole vivere la sua fede battesimale - la fede della Chiesa! - in libertà e semplicità di spirito;in chiarezza, senza sovrastrutture e costruzioni nebulose.

    Tu ci fai respirare aria di Chiesa, aria di verità e di comunione.

    Non dico altro, ma sappi che mi sei di sostegno, dovendo io vivere in una parrocchia tutta neocatecumenale.

    RispondiElimina
  186. VERITATIS SPLENDOR5 settembre 2006 13:33

    sono l'ultimo anonimo quello del bilancio familiare della cintura esplosiva etc.Vorrei precisare che io non faccio piu' parte del cammino da ben due anni dopo averne fatto parte per otto.I miei occhi li ho aperti e penso che qualsiasi cristiano con un po' di sale in zucca li possa aprire.Per helicobacter grazie per la spiegazione di dovere di stato e' proprio quello che pensavo dovesse fare un padre.Per Tripudio l'accostamento tra chi si mette una cintura esplosiva ed uno che va in seminario era solo un paradosso ma se pensiamo che poi il sacerdote venuto fuori dal R.M. porta con se tutti gli errori dottrinali del cammino che propaghera'come un virus quindi i danni possono essere in diversi modi gravi

    RispondiElimina
  187. Anonimo scrive:

    "Anche la Chiesa cattolica riceve l'8x1000 anche la chiesa cattolica a donazioni lasciti etc.."

    la differenza è che i NC non sono la Chiesa e oltre a rastrellare denaro nei modi subdoli che conosciamo riescono a fruire anche di metodi più ortodossi su cui tecnicamente non ci sarebbe nulla da ridire (abbiamo visto e documentato nel sito che la loro inventiva non ha rivali)

    Il problema è un iniziatore protagonista affascinante come il pifferaio magico che tra una catechesi e l'altra va a farsi i suoi giri in barca acquistata con i proventi da "manager in sacris" e con il potere economico aumenta anche il potere mediatico (che pure purtroppo conta) ed è capace di 'ungere' ruote importanti in molti settori (non solo i vescovi).
    Non resta che continuare a denunciare, sperando che molti aprano gli occhi e a pregare...

    RispondiElimina
  188. Per veritatis:

    non ringraziarmi, la spiegazione che ho dato non è esaustiva, rispondevo solo alla bell'e meglio ad una richiesta precisa; sono del parere che queste spiegazioni si debbano chiedere ai nostri Pastori, quelli veri, che devono pascere il gregge di Cristo non per vile interesse, ma di buon animo.

    RispondiElimina
  189. Stralcio dalle parole del Papa ai sacerdoti il 31 agosto scorso (dovrebbero leggerlo i NC confrontandolo con la loro liturgia)

    Oltre a questo, dobbiamo anche imparare a capire la struttura della liturgia e perché è articolata così. La liturgia è cresciuta in due millenni e anche dopo la riforma [del Concilio Vaticano II] non è divenuta qualcosa di elaborato soltanto da alcuni liturgisti. Essa rimane sempre continuazione di questa crescita permanente dell'adorazione e dell'annuncio. Così, è molto importante, per poterci sintonizzare bene, capire questa struttura cresciuta nel tempo ed entrare con la nostra mente nella “voce” della Chiesa. [...]

    Questa è la prima condizione: noi stessi dobbiamo interiorizzare la struttura, le parole della liturgia, la parola di Dio. Così il nostro celebrare diventa realmente un celebrare con la Chiesa: il nostro cuore è allargato e noi non facciamo un qualcosa, ma stiamo con la Chiesa in colloquio con Dio. Mi sembra che la gente avverta se veramente noi siamo in colloquio con Dio, con loro, e attiriamo gli altri in questa nostra preghiera comune, attiriamo gli altri nella comunione con i figli di Dio; o se invece facciamo soltanto qualcosa di esteriore. L'elemento fondamentale della vera “ars celebrandi” è questa consonanza, questa concordia tra ciò che diciamo con le labbra e ciò che pensiamo con il cuore. [...]

    In altre parole, la “ars celebrandi” non intende invitare a una specie di teatro, di spettacolo, ma ad una interiorità che si fa sentire e diventa accettabile ed evidente per la gente che assiste. Solo se vedono che questa non è una “ars” esteriore, spettacolare – non siamo attori! – ma è l'espressione del cammino del nostro cuore, che attira anche il loro cuore, allora la liturgia diventa bella, diventa comunione di tutti i presenti con il Signore.

    RispondiElimina
  190. CHIARE,FRESCE E DOLCI ACQUE

    Continua affannosamente l'approvvigionamento di acque del Giordano da immettere nel canale interno alla Domus Aurea Neocat battezzato col nome di Jordan.

    Grandi barili e otri,trasportate da cimici neocat operosissime fanno la spola quasi quotidionamente dalle rive del Giordano alla Domus Aurea a bordo di alcuni camion all'uopo attrezzati.

    Le acque del Jordan si prosciugano miracolosamente:sonol ormai centinaia ogni giorno gli ospiti che fruiscono del vantgaggiosissimo pacchetto tutto compreso messo loro a disposizione alla Domus,che prelevano dal magico canale bottigliette di acqua da portare via con sè.

    Per gli Alti Pelati e i tacchini e i Pavoni bordati di rosso e di viola sono state messe a disposizione appositi bottiglioni, fiaschi, damigiane,da utilizzare al loro rientro in sede non solo come grazioso ricordo delle loro abluzioni all'interno della Domus,ma anche quale sacro lavacro per le loro auguste membra assetate di santità.

    Si sta studiando una confezione standard di acqua del Jordan in apposite bottigliette disegnate dal senor Kirikus,recanti l'etichetta " JORDAN,L'ACQUA DELLA TAPPA PIU' IMPORTANTE DELLA TUA VITA" che sormonta una piccola immagine di Dona Carmenita dal sorriso smagliante che si abbevera a una fonte.

    RispondiElimina
  191. LA PUBBLICITA' DELLE ACQUE JORDAN

    Ci riferiscono che è già in commercio in tutte le sedi delle cimici neocat del mondo la pubblicità delle bottigliette Jordan,cedute a tutte le cimici che non possono recarsi ancora per le loro abluzioni alla Domus Aurea neocat di Galilkea,al modicissimo prezzo di 4€.

    E' anche disponibile una confezione regalo comprendente:

    . una bottiglietta di acqua Jordan,accompagnata da dichiarazione di autenticità sottoscritta da alcuni inflenti Alti Pelati;

    . Una copia cartonata del Nuevo Compendio del Nuoevo Catequismo de la Nueva Iglesia Catolica Neocat;

    .un foglietto illustrativo,completo di mappa, dei luoghi visitabili alla Domus e delle delizie che dunque attendono all'ultima tappa tutte le cimici neocat;

    .una cartolina celebrativa comprendente la statua in plexiglass del senor Kirikus e il grande mosaico che raffigura,alla Domus,Dona Carmenita in primo piano;

    .una foto-dettaglio del celeberrimo e miracoloso pizzetto del senor Kirikus;

    .un'edizione in brossura dell'ultima enciclica del senor Kirikus "Deus Esthetica est".

    Il tutto al modicissimo prezzo(quasi regalato) di 22 €.

    Si prega di affrettarsi con le prenotazioni per non rischiare di farle pervenire dopo l'esaurimento delle scorte disponibili.

    RispondiElimina
  192. UN NUOVO GRAZIOSO DONO DA CASTELMARCOLFO A CASTELGANDOLFO

    E' partito oggi pomeriggio da Castelmarcolfo ed ha recapitato a Castelgandolfo in dono una confezione regalo gigante(bottiglione da litri 10)delle acque del Jordan.

    Dopo aver a lungo bussato (circa 45 minuti)il guardiano ha aperto le porte e,togliendosi dalle orecchie i tappi sigillati con cera,ha prelevato il dono e lo ha portato all'interno correndo subito a rimettersi un nuovo paio di tappi cerati per cautelarsi dal grandissimo diuturno chiasso che proviene dal castello neocat.


    IL BIGLIETTO DI RINGRAZIAMENTO DA CASTELGANDOLFO A CASTELMARCOLFO.

    E' giunto poco fa davanti al portone di Castelmarcolfo un messaggero da Castelgandolfo recante doppi tappi alle orecchie,il relativo turbante imbottito e sigillato nonchè in una busta un biglietto di ringraziamento per il dono della confezione regalo delle acque del Jordan.

    Dopo aver depositato la missiva,ha inforcato fulmineamente la motocicletta con cui era arrivato ed è ripartito a razzo verso Castelgandolfo.

    IL MESSAGGIO DI RINGRAZIAMENTO COSI RECITA TESTUALMENTE:

    " Assai egregi Signori,

    abbiamo l'oinore di porgervi il ringraziamento da parte dell'illustre persona che abita questa villa estiva per il Vs.gentile dono.

    Esso bottiglione è stato depositato con mille cautele al centro del Chiostro grande,dove,dopo l'opportuna ricognizione che sarà fatta domani dagli artificieri,si provvederà,se del caso,ad annaffiare una vecchia camelia necessitante di ferro e di magnesio oltre che di zolfo,dopo aver preso attentamente nota delle poco leggibili firme di garanzia apposte presumibilmente da alcuni alti pelati sull'etichetta.

    Quanto alla mappa, il nostro augusto ospite,incuriosito, l'ha attentamente ispezionata con una lente di ingrandimento e si è chiesto cosa c'entri la parola "Santuario" più volte ricorrente sulla mappa medesima ad indicare alcuni reconditi meandri della Vs.Sacra Domus.

    Egli ha anche gradito le copie del Nuevo catechismo e dell'ultima enciclica del senor Kirikus,dimostrando di esserne molto interessato ed utilizzando delle molle da caminetto e delle pinze per girare,con molta cautela,le loro pagine.

    Si chiede Egli inoltre se il dettaglio del pizzeto raffigurato nella foto abbia qualche attinenza con l'anatomia ovina e se la statua in plexiglass e il mosaico raffigurati nella cartolina che accompagna il dono rappresentino delle divinità pagane riesumate pietosamente dall'Azienda di Soggiorno per incentivare il folklore e il turismo del luogo in cui esse foto sono state realizzate.

    Dopo aver a lungo benedetto il tutto,il nostro illustre ospite ci ha pregato di estendervi con la presente la Sua benedizione.

    La segreteria "

    RispondiElimina
  193. mamma mia quante risposte in un solo giorno
    cercherò di rispondere a tutti

    car@ mic e cari tutti

    ho appunto sottolineato come probabilmente - e involontariamente-
    la causa di tale divisione viene da qualche nostra mancanza...
    e di questo, anche a nome degli altri fratelli se melo concedete, vi chiedo perdono

    e comunque, ragazzi: ci sono tante critiche giuste e plausibili, fra le cose che dite,
    altre meno, ma comprensibili,
    altre ancora però, come quella sul..volto di kiko nei dipinti...permettetemi, con tutto il rispetto...
    ..deliranti..
    maddaiiii!! ;)
    io pensavo che era una battuta della pulce..
    ma mica dicevate sul serio?

    cmq hai l'opportunità di fare tutte le domande serie o semiserie che vuoi

    X Tripudio
    non mi sembra di aver sbandierato approvazioni ecclesiastiche nel mio precedente post..
    ho semplicemente cercato di spiegare xchè spesso l'entusiasmo può esser visto dall'esterno come fanatismo;
    poi se questo entusiasmo è frutto di droga, brainwashing o del fatto che uno si accorge, anche x mezzo di uno scalcagnato e pieno di difetti cammino di fede,
    che c'e' un Dio che ci ama da pazzi, certo hai ragione non è facile capirlo..
    Ho letto qualcosa di Zoffoli - che sinceramente non ho trovato particolarmente illuminante-
    ma ti sarei grato se potessi linkarmi dove posso trovare i sui testi x esteso , che ovviamente mi interessa

    X Anonimous
    scusa non ho capito..."abili spot pubblicitari"....de che?
    acc! Anonimous mi ha scoperto! cercavo di far propaganda x il mio negozio che vende calchi della mano di kiko e reliquie dei vestiti di carmen.. ;)..prezzi modici..

    la pace
    emanuele

    PS1- in 20 anni mai ho sentito una parola contro la Chiesa. mai.
    PS2- quando prego non mi immagino davanti l'ologramma della faccia di kiko,
    PS3- anche la madonna credo sia stata un pò più carina di Carmen
    PS3- non credo che Gesu Cristo abbia l'accento spagnolo e suoni una chitarra scordata...
    PS4- secondo me voleva ritrarre qualcun altro che ci somiglia di +
    -Fidel Castro?
    -Frank Zappa?
    -Giuseppe Bergomi?
    -George Clooney?
    -Massimo Cacciari?
    -Ignazio La Russa?
    -...

    dinuovolapace
    emanuele

    RispondiElimina
  194. Nunziatina Scuncia5 settembre 2006 21:52

    Volete assapere cosa si a portato dal suo viaggio nella Domussarea(ma che ca... è sta domussarea?)il cavaleri Giovanni Pipìa?

    Ce lo dico io. Una damigiana di vino e no d'aqua beneditta come dice lui.

    Inppiù questo smargiazzo appena è tornato qui in paese a detto a tutti che per tre jorni ave mangiato solo linticchia pe penitenza ma invece si è bbuffato di carne di capra.

    Inppiù a detto che la fotocrafia del pizzetto che ha portato dalla domussarea (pe favore spiegatimi undi si trova sta ca... di domussarea) esti una parte della faccia di un santo.

    Ma voi sapeti che ca... di santo è???

    Vostra afezzionatisima Nunziatina Scuncia

    RispondiElimina
  195. Non devi (dovete) chiedere perdono a noi, ma al Signore Gesù per il volto sfigurato che voi siete della Sua Chiesa... anche se forse non ve ne accorgete.

    Molti, tuttavia - tra cui noi - se ne sono accorti e lo stanno testimoniando

    RispondiElimina
  196. Naturalmente il mio ultimo messaggio era per Emanuele

    RispondiElimina
  197. Nunziatina Scuncia5 settembre 2006 22:01

    Caro Manguele

    pe favore dimmi se tu ne le cilibrazzioni necattacummmenali sai sonora lo ncincirincì come faceva io.
    Io lo sonava molto beni.

    E tu ora ce lo soni ccà.

    ua afezzionatisima Nunziatina

    RispondiElimina
  198. PER TRIPUDIO

    SI,SI,SI ......sono una peccatrice...
    sono una peccatrice...
    sono una peccatrice...
    siiiiii
    sono una peccatrice...
    sono una peccatrice...

    Ohhh TRIPUDIOOOOO credimi sono una grande peccatrice

    RispondiElimina

I commenti vengono pubblicati solo dopo l'approvazione di uno dei moderatori.

È necessario firmarsi (nome o pseudonimo; non indicare mai il cognome).

I commenti totalmente anonimi verranno cestinati.