giovedì 30 agosto 2007

Da Babele a Gerusalemme

Omnípotens, sempitérne Deus,

Onnipotente ed eterno Iddio, ecco che io mi accosto al Sacramento del Figlio tuo unigenito nostro Signore Gesù Cristo: mi accosto come infermo al medico della vita, come immondo al fonte della misericordia, come cieco al lume della chiarezza eterna, come povero e bisognoso al Signore del cielo e della terra.
Omnípotens, sempitérne Deus, ecce accédo ad sacraméntum unigéniti Fílii tui, Dómini nostri, Iesu Christi; accédo tamquam infírmus ad médicum vitae, immúndus ad fontem misericórdiae, caecus ad lumen claritátis aetérnae, páuper et egénus ad Dóminum coeli et terrae.

Prego dunque l'abbondanza della tua immensa generosità, affinché ti degni curare il mio male, di lavare il mio vizio, illuminare la mia cecità, arricchire la mia povertà, vestire la mia nudità, affinché riceva il pane degli Angeli, il Re dei re, il Signore dei signori, con tanta riverenza ed umiltà, con tanta contrizione e devozione, con tanta purezza e fede, acciocché, mediante tali propositi e buone intenzione, possa conseguire la salvezza della mia anima.
Rogo ergo imménsae largitátis tuae abundántiam, quátenus meam curáre dignéris infirmitátem, laváre foeditátem, illumináre caecitátem, ditáre paupertátem, vestíre nuditátem; ut panem Angelórum, Regem regum et Dóminum dominántium, tanta suscípiam reveréntia et humilitáte, tanta contritióne et devotióne, tanta puritáte et fide, tali propósito et intentióne, sicut éxpedit salúti ánimae meae.

Concedimi ti prego, che io riceva non solo il Sacramento del Corpo e del Sangue del Signore, ma anche la grazia e la virtú di questo Sacramento.
Da mihi, quaeso, domínici Córporis et Sánguinis non solum suscípere sacraméntum, sed étiam rem et virtútem sacraménti.

O mitissimo Iddio, fa ch'io riceva cosi il Corpo dell'unigenito Figlio tuo nostro Signore Gesù Cristo, che nacque da Maria Vergine, così che io meriti d'essere incorporato al suo mistico corpo ed annoverato fra le sue mistiche membra.
O mitíssime Deus, da mihi Corpus unigéniti Fílii tui, Dómini nostri, Iesu Christi, quod traxit de Vírgine Maria, sic suscípere, ut córpori suo mystico mérear incorporári, et inter eius membra connumerári.

O amantissimo Padre, concedimi finalmente di contemplare a faccia a faccia per l’eternità il tuo diletto Figlio, che intendo ricevere ora nel mio cammino terreno, sotto i veli del mistero: Egli che è Dio, e vive e regna con Te nell'unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.
O amatíssime Pater, concéde mihi diléctum Fílium tuum, quem nunc velátum in via suscípere propóno, reveláta tandem fácie perpétuo contemplári: Qui tecum vivit et regnat in unitáte Spíritus Sancti, Deus, per ómnia saécula saeculórum. Amen
S. Tommaso D'Aquino (Dalle preghiere prima della celebrazione Eucaristica)

274 commenti:

1 – 200 di 274   Nuovi›   Più recenti»
mic ha detto...

Nel fare mia la bellissima preghiera che si era soliti (e bisognerebbe sempre) fare prima della celebrazione eucaristica - che è già di per sé una illuminante e saporosa catechesi - inserisco nel prossimo post, l'intervento del nostro RS in chiusura della pagina precedente

RS ha detto...

Avrei preferito non intervenire, ma l'amico Luiz ha commmesso un errore di metodo piuttosto grave. Io mi sono limitato ad esporre un'analisi, condivisibile o meno, sulla natura e le finalità del Cammino.
Lui invece di obiettare rispetto alle affermazioni, si rivolta offensivamente nei miei confronti.
Dunque occorre rispondergli.

La fede ce l'ho, grazie a Dio. Ed è per quella fede che mi sento di dover dire la mia sui pericoli che corre la Santa Dimora.
Evidentemente, tu confondi fede ed acquiescenza.
Hai idea di quanti santi, pregni di fede ed amore divino, avevano un carattere indomito e ribelle ad ogni ingiustizia, sopruso, eresia?
Vuoi che nel nostro piccolo, nella nostra limitata condizione, non si possa esercitare una potestà di critica a fin di bene?
Se non avessimo a cuore la salvezza della nostra Chiesa e del suo Vicario, in cui crediamo e a cui restiamo fedeli, pensi che staremmo a perdere tempo su questo blog?
Si, vogliamo anche un gran bene a sacerdoti santi e fedeli come padre Zoffoli, don Conti ed altri, perchè hanno combattuto una buona battaglia e ci hanno lasciato un testimone da impugnare e portare avanti. Senza superbie, esaltazioni o megalomanie - come avviene dalle parti del Cammino - ma nella serena consapevolezza di adempiere al proprio dovere di buoni cristiani e cattolici.
Del resto, se ti vai a rileggere le Scritture, troverai molti ammonimenti sulla necessità di 'indossare l'armatura' nei momenti critici (Efesini 6: 10-18), di vigilare e suonare il corno dell'allarme (Isaia, 62, 6).
Non da esaltati, prediletti o predestinati, come usa dalle vostre parti, ma da semplici, imperfetti ed erronei credenti.
La verità non l'abbiamo in tasca e volesse il Cielo che avessimo preso una grandissima cantonata sul Cammino.
Dati di fatto, esperienze dirette, letture, testimonianze e confronti su confronti ci dicono purtroppo che avevamo visto giusto nel denunciare i pericoli di un fenomeno che sta minando i pilastri della Chiesa.
Cosa pensi che sia più grave, agli occhi del Signore?
Il facile allarmismo o la stolida, colpevole cecità?
Chi è più colpevole secondo te, il servo che scambia il fuoco di un bivacco per un incendio o il servo che dorme profondamente mentre i ladroni svaligiano la Casa del Padrone?

nicola ha detto...

Cari fratelli neocatecumeni,

mi sento preso in giro.

ho sempre creduto e voglio ancora credere nella vostra buona fede.

quindi vi chiedo: perchè non avete MAI risposto alle mie domande, alle domande di una persona che vi chiede di riferire, smentire o eventualmente giustificare quello che non riesce a condividere con voi per le ragioni già più volte espresse, e ogni volta PREFERITE ASPETTARE L'ACCUSA DIRETTA PER ACCUSARE A VOSTRA VOLTA?

riporto la fine di uno dei miei ultimi interventi con tanto di data e ora:
"P.S. potrei avere cortesemente una risposta seria e articolata da parte di qualche fratello neocatecumenale? perchè non rispondete? non vi interessa proprio? mi dispiace molto. grazie ancora comunque per l'attenzione

25 agosto, 2007 15:29"

Ora, chi di voi si prende la briga di riportare il codice di diritto canonico (mi riferisco all'intervento di Anonimo nella scorsa discussione), mi fa la cortesia di andare a cercare i miei interventi nelle discussioni precedenti (è facile, se cliccate su "comprimi i commenti" il mio nome è uno dei pochi in blu) e rispondere?

è così difficile?

vi chiedo l'anima?

POSSIBILE CHE SAPPIATE RISPONDERE SOLO ALLE ACCUSE?

POSSIBILE CHE NESSUNO MI SAPPIA DIRE SI', FACCIAMO PROPRIO COSI' E COSI' E NE DICA IL MOTIVO? OPPURE NO, GUARDA, TI SBAGLI, LE COSE NON STANNO COME TU DICI!

NIENTE. NIENTE.

SILENZIO INDIFFERENTE.

MA PERCHE' SIETE COSI'?

CHI SIETE PER NON RISPONDERE A UN CRISTIANO BATTEZZATO COME VOI CHE VI CHIEDE DELLA VOSTRA FEDE?

VI FATE MUOVERE SOLO DALL'ACCUSA? DALL'ODIO? MAI DALL'AMORE?

Francesco ha detto...

MI ASSOCIO A NICOLA,FRATELLI NEOCATECUMENALI

...in occasione dell'agorà dei giovani a Loreto,date una prova a voi stessi di essere tutti per la Chiesa e per il Papa.Ma veramente!
Rinunciate per una volta al vostro incontro con Kiko a Porto San Giorgio,rinunciate al vostro folclore,alle esternazioni dei vostri iniziatori e siate ultimi tra gli ultimi, al servizio della Chiesa e del Papa.
Accostatevi con devozione a quel Cristo che è di tutti e per tutti e non chiudetevi,come al solito,nella vostra ritualità separata dopo aver solo finto di essere DEL Papa,avendo nel cuore solo il desiderio di dimostrargli di essere giunti in tanti a Loreto.
Voi non siete di Kiko,siete di Cristo!
Voi non dovete dare prove di forza,ma di umiltà!

Francesco ha detto...

DON DIVO BARSOTTI,PROFETA DEL VERO POSTCONCILIO

Voglio riportare alcuni stralci significativi di ciò che è stato scritto in questi giorni su Don Divo Barsotti,il lucido pensatore,teologo e profeta,che nel silenzio e nell'isolamento,prima di morire un anno fa, ha confutato egregiamente le aberrazioni dottrinali che da più parte sono state attribuite al Concilio Vaticano II.

Vi chiedo di leggerle attentamente.

Giuseppe Dossetti fu suo discepolo spirituale dal 1951, da quando cioè abbandonò la politica per farsi monaco e sacerdote e dedicarsi integralmente a rinnovare a suo modo la Chiesa, fino alla morte nel 1996. Ma Barsotti non ne approvò affatto tutte le tesi politiche e teologiche. Un giorno scrisse nel suo diario: "Sembrerebbe meglio per don Giuseppe ritirarsi in qualche isolotto a Hong Kong". Soprattutto, Barsotti non accettava che Dossetti fosse così legato a Giuseppe Alberigo e alla sua interpretazione del Concilio Vaticano II e del dopoconcilio come "nuovo inizio" della storia della Chiesa. Giudicava la frequentazione tra i due un "pericolo". Arrivò a porre a Dossetti l'aut aut: o la rottura con Alberigo o la fine della direzione spirituale.

Nel 1971 fu chiamato in Vaticano a predicare gli esercizi spirituali d'inizio Quaresima al papa Paolo VI e alla curia romana. Nelle prediche toccò il tema del potere di Pietro e disse – come poi ricordò nei suoi diari – che "la Chiesa ha un potere coercitivo perché Dio glielo ha affidato, e allora deve usarlo. In quegli anni infatti nella Chiesa dilagava l'anarchia e nelle Chiese del Nord Europa ci si faceva beffe del Santo Padre".
Per "potere coercitivo" Barsotti intendeva l'affermazione della verità e la condanna dell'errore, esattamente ciò che il Concilio Vaticano II e gran parte della gerarchia cattolica dopo di esso avevano rinunciato a fare, come egli disse e scrisse più volte: una rinuncia "che praticamente negava l'essenza stessa della Chiesa".

Di Giovanni Paolo II Barsotti era convinto ammiratore, per lo stesso motivo per il quale l'intelligencija cattolica lo svalutava: "Ciò che maggiormente ci ha fatto capire che Cristo è presente in questo papa è l'esercizio di un magistero che, più dell'ultimo Concilio, ha confermato la verità e ha condannato l'errore". Un papa "che ha sempre insegnato l'esclusività della fede cristiana: solo Cristo salva".

Ma anche a papa Wojtyla "colonna della Chiesa" Barsotti non ha taciuto le sue critiche, ad esempio sull'incontro interreligioso di Assisi del 1986. In esso, scrisse, "le intenzioni del papa erano chiarissime". Non però le deduzioni di tanti uomini di Chiesa, i quali "affermano che l'evento di Assisi è il primo passo di un cammino che dovrebbe realizzare l'unità nella pace di ogni fede dogmatica".

In due lettere, Barsotti scrisse a Giovanni Paolo II che il suo magistero di papa era "più importante o almeno altrettanto importante del magistero dell'ultimo Concilio", il quale "aveva messo solo delle virgole al discorso continuo della tradizione", e quindi "non si capisce perché si citi quasi esclusivamente questo Concilio ultimo".

Barsotti godeva di silenzioso rispetto anche tra i cattolici progressisti, ma non perché ne assecondasse le aspettative. Tutt'altro. Nella vicenda della Chiesa italiana e mondiale egli rappresentava la resistenza alla deriva dopoconciliare, in nome dei "fondamentali" della fede cristiana. Tra gli uomini di Chiesa di grado elevato ne vedeva pochi altrettanto decisi a "mettere l'accento sull'essenziale, sulla novità di Cristo, che è la cosa di cui oggi la Chiesa ha più bisogno". Nel 1990 ne indicò due, Joseph Ratzinger e Giacomo Biffi. Che divennero in seguito i suoi due "papabili" preferiti.

E quando il primo dei due divenne papa per davvero, nel 2005, avvenne quasi un passaggio di testimone. Mentre Barsotti, ultranovantenne, infermo, pian piano cessava di scrivere e parlare, nel pontificato di Benedetto XVI venivano affermate "urbi et orbi" – con l'autorità del successore di Pietro – proprio quelle tesi che il prete toscano aveva sostenuto in tutta la sua vita.

È fortissima la somiglianza tra le diagnosi sul Concilio e il dopoconcilio formulate da Barsotti e da Ratzinger prima e dopo la sua elezione a papa, da ultimo nel colloquio del 24 luglio scorso con i preti del Cadore.

È notevole l'affinità tra i due nel cercare alimento nella grande tradizione della Chiesa e nello spezzare questo pane al gran numero dei semplici cristiani.

veritatisamor ha detto...

"passare dal modo invalso nelle sue comunità di ricevere la Santa Comunione (seduti, uso di una mensa addobbata posta al centro della chiesa invece dell’altare dedicato in presbiterio) al modo normale per tutta la Chiesa di ricevere la Santa Comunione."

Caro Anonimo Luiz
se non sbaglio la lettera di Arinze
richiede di celebrare l'eucaristia
utilizzando l'altare dedicato.
Lo si fa o ci si limita ad alzarsi per una frazione di secondo e poi risedersi?

Questo Ti risulta?

michela ha detto...

Nicola, stai facendo domande a chi non può rispondere, ma non per cattiva volontà.
Mi viene in mente il paragone che fa kiko tra la Chiesa e l'utero materno. Se si cambiano i termini, e si scrive
comunità = utero,
come si può pensare che un bambino si ribelli all'utero che gli dà da mangiare, che gli causa anche qualche disagio, ma lo tiene al calduccio e avulso dal mondo.

pretendi risposte da chi è ancora in fase di 'gestazione' - per usare i termini neocat- e si sa che il bambino non ancora nato non può parlare!

Un conto è avere una chiesa-madre
un conto è avere una chiesa-utero.

Non volevo fare un intervento banalizzante o derisorio; oggi questo fatto dell'utero mi colpisce molto, anche perchè credo che attraverso queste immagini passi la vera catechesi neocat e il vero pensiero di Kiko che considera tutti degli esseri incompleti se non hanno fatto tutte le tappe.

Quando poi si sono fatte tutti i passaggi non si ha più voglia di parlare perchè le contraddizioni sono tante, e spesso si resta in cammino solo perchè ci sono anche i figli, i genitori, e parenti vari, o perchè si è catechisti e quindi legati al sistema.

stephanos78 ha detto...

Michela! Sorella mi carissima!
Lo scopo del Cammino è proprio questo: FARTI RIMANERE FETO IN ETERNO! NON FAR NASCERE NESSUNO! SOPPRIMERE IL BIMBO!

A volte occorrono parti prematuri e dolorosi per salvare il FETO!

OCCORRONO SORELLA MIA!

seby ha detto...

Salve a tutti,
leggo molto spesso questo blog e lo trovo serie nelle discussioni.
Ho fatto parte del CN perr sette anni e prima ancora avevo sempre frequentato la parrocchia come catechista e capo scout. Sono uscito dal CN nel 2006, quando, la lettera di Arinze che venne nascosta per un bel po', venne ed e' tuttora disattesa nella mia parrocchia. Un giorno vennero i catechisti dicendo che era tutto a posto e che la lettra ci concedeva comunque due anni. Io obiettai che, se volevamo dare esempio di obbedienza al papa, dovevamo seguire tutto e subito, ma mi fu chiamato all'obedienza.... a quel punto andai via. Solo oggi, che suono furi dal Cammino mi rendo conto che ci sono troppe cose nasciste e in disobbedinza con quanto dicono i Vescovi e il papa. Alla fine si fa sempre come dicono i Katechisto (Kiko). Da premettere che sono stato anch'io catechista del movimento. Comunque, e; veroche la maggior parte delle persone e' in buona fede. Ultima cosa che trovavo strana (ed ora capisco il perche') era il divieto assuluto di cercare su internet infomazioni o notizie sul cammino. Infatti fu grazie a questa mia "disobbedienza" che venni a sapere della lettera del Card. Arinze e che i katechisti non ci avevano comunicato. Quando lo fecere, dopo che io obiettai colo mio parroco che nessuno ci aveva avvertito, durante una riunione con tutte le comunita' i katechisti commentarono la lettera stravolgendone il significato (proprio come aveva fatto Gennarini).

lara ha detto...

Grazie Mic, veramente tenendo presente questa preghiera (e piccola catechesi) ci prepara ogni volta a vivere con pienezza il mistero della nostra fede.

lara ha detto...

L'intervento di Michela rispecchia bene cosa succede a chi finisce questo cammino. Ho conosciuto chi l'ha finito (con tanto di viaggio e inzuppato nelle nuove acque del 'nuovo' battesimo) per poi con il tempo dire: Quando finisci questo cammino ti rendi conto che devi iniziare ad imparare a camminare! Questo diceva considerando i mancati segni di cristianità all'interno della sua comunità e conoscendo altri (che come lei avevano finito) nella missione che faceva all'estero.

Credo che abbia detto tutto!

lara ha detto...

Carissimi, di fronte alla così tanto attesa di risposte da parte dei fratelli nc alle tante domande a loro rivolte, sembra che si sia un pò dimenticata la 'PAURA' alla quale sono sottoposti. Ci siamo passati e non dobbiamo dimenticarlo!

Tale è la paura che non si ha nemmeno il coraggio di parlare in um blog sotto 'anonimato'! Questo già parla da sè, dando conferma fin dove arriva tale paura, Qella di essere scoperti dai catechisti che, con tanto di martellamento hanno reiteratamente 'avvertito' con quel 'GUAI A CHI PARLA DI TUTTE QUESTE COSE FUORI DALLA COMUNITA'. Allora come possiamo chiedere delle risposte?
Questo 'GUAI...' insieme al 'non giudicare'(il modo di tutelarsi gli stessi catechisti) sono presentati come 'peccati mortali' per il nc!

Allora con quale tipo di nc è possibile stabbilire "+ò-" un dialogo?

Ritengo sia possible con quelli che non sono presi dal FANATISMO e dalla mania di POTERE. Vivranno confusi, ma la loro coscienza non è del tutto impigrita e addormentata, e per tanto hanno la capacità ancora di distinguere il bene dal male (seppur molto confusi).

Si può capire che i piccoli nc (per il motivo di cui sopra) difficilemente siano quelli che partecipano qui. Invece si può riconoscere quelli che percepiscono le estraneità, ma non riescono bene ad inquadrarla. Il resto, si riconosce bene, capini e super capini che attraversano questo tempo di attesa col timore che possa per loro finire l'interesse economico e non che hanno acquisito dentro il cn.

Perciò come ho detto nella precedente pagina, non è così importante attendere le loro risposte, ma sì, semplicemente formularle, lasciando loro alla riflessione, che potrà aiutare loro a far luce su tutto il retroscena nc.

lara ha detto...

... e le minacce e agressioni che ci arrivano di fronte a questo nostro impegno io affronto come ritornello con la domanda di conclusione dal ultimo intervento di rs! Domanda che già porta in sè la risposta! ...

E chi vuol capir, capisca!

stephanos78 ha detto...

Lara capisco perfettamente.

E' una realtà dolorosa che abbiamo passato tutti in modo più o meno grave... E' una situazione terribile..

Ma proprio l'esistenza di questo "terrorismo" fa in modo di inibire gli adepti e tu lo sai..

Come si rompe questa morsa?

Il dolore inevitabilmente provocato dalla Verità ha un valore medicinale...

Non dobbiamo avere paura. Sono arrivato a questa conclusione...

Anche se Cristianamente addolorati per il dolore che può provocare lo scandalo creato da Kiko... La soluzione sta proprio nella Verità... Nel proclamarla. Nel mettersi in ascolto. Tutti noi...

Nel dare la possibilità ai nostri fratelli Nc di scegliere liberamente e di considerare liberamente la strada da prendere...
Ognuno deve rimanere libero... E deve poter avere gli strumenti per discernere...

Altrimenti questa morsa, come potrà essere spezzata?
Dobbiamo Pregare e Lavorare..

gherardo ha detto...

Cara Lara
hai ragione perfettamente,
le dinamiche nel CN sono malate
l'ho detto piu' volte!
Caro Seby benvenuto e grazie per la tua testimonianza che ci ha ricordato quello
che forse dopo un po' si tende a rimuovere, il terrorismo psicologico sottilmente indotto nelle persone, che rende difficile fare scelte contro quello che dicono i catechisti.
Solo questo dovrebbe bastare a far capire le dinamiche MALATE del CN.
E' vero che la maggior parte delle persone sono in buona fede ma questo rende ancora piu' grave la responsabilita' di chi qeulle dinamiche MALATE ha adottato e strutturato.
Non e' possibile che se uno vuole uscire dal Cammino deve esser bollato come tentato dal demonio o come un "Giuda".
Badate bene che queste cose in alcuni casi vengono dette direttamente, ma cio' che e' peggio esse vengono subdolamente
instillate durante le catechesi.
"La verita' e' qui!"
"Quel vescovo era contro il Cammino
poi si e' sentito male!"
Frasi buttate li' durante lo stato semi-ipnotico abilmente costruito nelle catechesi ammantate di ispirazione superiore.
C'e' anche una sinistra, pseudo-magica
e davvero subdola teoria che viene fatta circolare e cioe' che se partecipi alle cose del Cammino in qualche modo riceverai favori "pratici", le cose nel lavoro funzioneranno ecc.

Conoscevo molti fratelli che arrivavano a credere a queste cose quasi la "Provvidenza" nel Cammino diventasse qualcosa di automatico, vai alla convivenza invece che a quell'incontro di lavoro, la settimana dopo dieci commesse di lavoro ti saranno offerte in
ricompensa!

Insomma anche questo davvero "subdolo"
per non dire altro, modo di indurre pseudo-magiche credenze, circa il Cammino infonde terribili stati di prostrazione in chi per dubbi razionali evidenti sfiora il pensiero di uscirne
o cerca di uscirne.

Io stesso posso testimoniare che dopo aver lasciato il Cammino avevo paura a
prendere l'ascensore o l'aereo col timore di morire da "Giuda" (questo l'ho razionalizzato successivamente).
A questo portano le dinamiche MALATE
del Cammino.

viator ha detto...

Leggete e documentatevi:

Max Thurian (Ginevra, 16 agosto 1921 – Ginevra, 15 agosto 1996) è stato un religioso svizzero, co-fondatore e vice priore della comunità di Taizé. Di religione calvinista, fu, assieme a frère Roger, osservatore, in quanto teologo dell'ecumenismo, al Concilio Vaticano Secondo. Fu tra coloro che cooperarono per la redazione del Novus Ordo Missae.

Sulla rivista Eglise en Alsace, della Diocesi di Strasburgo del 8 dicembre del 1973 e del 1 gennaio del 1974, si leggerà: "Date le forme attuali della celebrazione eucaristica nella Chiesa Cattolica – proclamava il Concistoro della Chiesa della confessione di Augsburg di Alsazia e Lorena – dovrebbe essere possibile, OGGI, per un protestante riconoscere nella celebrazione eucaristica cattolica la cene istituita dal Signore (cioè la cena protestante). Noi ci teniamo ad utilizzare le nuove preghiere liturgiche nelle quali noi ci ritroviamo e che hanno il vantaggio di sfumare la teologia del sacrificio".

Come potete ben vedere è una "tendenza" e qualcosa su cui bisogna vigilare come sta facendo il nostro Papa Benedetto: motu proprio docet

viator ha detto...

"sfumato" nella liturgia ordinaria, il "sacrificio" è del tutto abolito in quella neocatecumenale.
Se la viviamo secondo il sensus fidei della Chiesa anche la celebrazione attuale, è pienamente valida (del resto lo dice il Papa!)
Capite però perché è stato possibile la diffusione del Cammino NC? Perché l'errore purtroppo già era ed tuttora è presente nella Chiesa!

La pulce ha detto...

CONTINUA LA MARCIA NEOCAT VERSO LORETO(PUERTO SAINT GEORG)

Da ogni parte della Penisola gruppi di neocat a piedi e in autostop procedono verso Porto Saint Georg,dove già s'è radunata fin da stamane una piccola folla di cimici che bivaccano intorno al geoide in plexiglass voluto dal senor Kirikus.

Quest'ultimo,insieme a Dona carmenita e a Mister Presbyterus, le cui spalle sono usate spesso da loro,per appoggiarvi il taccuino sul quale prendono nervosio e veloci appunti, sta mettendo a punto il programma del I,2 e soprattutto 3 settembre.

Intanto procede la marcia del landeau aureo di Mister Repe,che giunto all'altezza di Afragola,ha deciso di lasciare la statale per entrare in autostrada;ha fatto slegare dalla carrozza le pariglie di cvalli bianchi(che ha mandato avanti su un autoarticolato) e innestare il motore diesel del Landeau,dissimulato nella cofgana posteriore,sicchè in questo momento ilk landeau sfreccia a 140 all'ora sull'autostrada ed è già giunto all'altezza di Fiano,da dove devierà per la litoranea adriatica.

La colonna di cam ion coperti da teloni mimetici che trasporta 1200 cimi9ci neocat sicule al comando del supremo catequista ,cavalier Giovanni Pipìa,ha già attraversato lo stretto ed ha imboccato la superstrada per Taranto. Il battistrada(cavalier Pipìa) viaggia avanti alla colonna su una campagnola munita di mitraglietta e cannocchiale per gli avvistamenti del nemico non neocat.

Anonimo ha detto...

"Caro Anonimo
se non sbaglio la lettera di Arinze
richiede di celebrare l'eucaristia
utilizzando l'altare dedicato.
Lo si fa o ci si limita ad alzarsi per una frazione di secondo e poi risedersi?

Questo Ti risulta?"

Nella mia parocchia, ormai è da anni che quando celebriamo l´Eucarestia, lo facciamo in chiesa, nell´altare dedicato. Raramente si celebra in una sala (capita solo ogni tanto). E naturalmente nella sala non c´é altare dedicato (ma è permesso dalle regole liturgiche).

Anonimo ha detto...

Se non avessimo a cuore la salvezza della nostra Chiesa e del suo Vicario
(SIC!!!)
------

Ma...

La Chiesa e il suo Vicario hanno veramente di essere salvati PROPRIOI DA VOI ????!!!

Francesco ha detto...

Non è affatto permesso dalle regole liturgiche se non in caso eccezionale,e comunque mai quando è disponibile l'altare dedicato a pochi metri di distanza dalla sala del buffet.

Francesco ha detto...

La loro salvezza non dipende certamente da noi(che comunque possiamo contribuire con la preghiera),ma da quel Cristo che voi neocatecumenali dileggiate in ogni modo possibile,distorcendone il messaggio e la Parola,scimmiottandone la metodologia di salvezza e soprattutto mettendogli in bocca ciò che non ha mai detto! Chiaro?

Francesco ha detto...

Le tue insolenze,caro fratello neocatecumenale,rivolgile ai tuoi pseudocatechisti.Qui non attaccano!

stephanos78 ha detto...

Sinceramente, capire come ancora possa dirsi che il Cammino non ha differenze con la Fede Liurgica della Chiesa Cattolica, è per me impossibile!

Il Fondatore ha messo nero su bianco la "sua" fede. Ha detto esplicitamente che lui crede nel "banchetto escatologico", quindi è in linea con la "Cena" protestante. Azni, va addirittura oltre.
Come si possa dire il contrario è per me un mistero insondabile... Questa vicenda mi mette davanti a cose talmente strane che sarebbero canche divertenti se non fossero preoccupanti.

Lo stesso per i modi liturgici del Cammino. Ci sono fior fior di fotografie che mostrano in modo PALESE che il Cammino NON USA ALTARI ma tavoli, Mense. E li usa con o senza la presenza dell'altare dedicato. CI sono prove evidenti, esposte dagli stessi fondatori per magnificare il metodo del Cammino, che le "Liturgie" si fanno a parte in locali vicini alla chiesa ma non nel luogo sacro...
Incredibile scoprire che in realtà le comunità del Cammino non hanno mai fatto quello che gli stessi fondatori invece ammettono!

Purtroppo il discorso del NOM è strumentalizzato dai modernisti.
E' vero. Il NOM è in molti aspetti generico. Per cui non intacca il Sacrifico della Messa ma lascia la possibilità di "interpretarlo"..
Per chi è in mala fede il passo è breve

gherardo ha detto...

COmunque la testimonianza di Seby
(nonche' le nostre) mi sembra risponda
da sola a Luiz circa l'uso (anzi il non-uso) dell'altare

Veritatisamor ha detto...

E si gherardo, sembra proprio
che la comunita' di Luiz
sia la comunita' ideale, quella sognata dal cardinal Arinze, non sarei sorpreso se lo stesso cardinale non si unisca allegramente alle loro celebrazioni
complimentandosi per la totale ottemperanza alle sue direttive.....

Seby e gli altri sono solo poveri sfortunati....

lara ha detto...

Secondo me, Steph, sono due le morse da spezzare, quella generale (grande e pesante) e quella individuale , più piccola ma altrettanto pesante e fondamentale da spezzare..

Rispetto a quella generale, è stato parlato ieri e io ho condiviso quel "rimedio efficace" che sarebbe il rigetto formale ed ufficiale dell'esperienza neocatecumenale, che ormai non può più nascondere (da ogni angolo lo si voglia vedere) che è fuori ogni principio della Chiesa Cattolica.

In quanto a spezzare la morsa individuale 'basterebbe' (ma non è cosa facile) DISOBBEDIRE a questi catechisti!

Appunto, lo abbiamo visto nell'intervento di Seby che dice : "...cosa che trovavo strana (ed ora capisco il perche') era il divieto assoluto di cercare su internet infomazioni o notizie sul cammino. Infatti fu grazie a questa mia "disobbedienza"....

Credo questo sia il primo passo individuale da fare. Solo chi disobbedisce questi catechiisti, può salvarsi da questa setta. Se invece non si affronta per primo questo ostacolo, si rimarrà impantanato ad essa. Ma conoscendo la gradulaità con la quale questa 'cieca obbedienza' viene inculcata fino al punto di essere imposta ( con paure e minacce) per poi finire ad essere legge nc, disobbedire questi catechisti è cosa facile da fare? No. Chi conosce il tema sa che affrontare questo ostacolo è (insieme ad altro) compiere un atto eroico, e perciò non da tutti.

Aiutare a tagliare con questa figura del catechista è fondamentale!, perchè è questo che viene 'usato' per far cadere tanti altri nel gioco nc. Prima viene usato, ma poi (quasi) per propria volontà. Perchè?

Vediamo che i CAPI CATECHISTI hanno un comune denominatore fra di loro, persone frustrate con desiderio di potere, impulsive e bisognose di scaricare ogni sorta di rabbia e odio. SONO UNA COPIA DEI FLAGELLATORI DI GESU' , che trovano nel cn il luogo adatto a loro. Per un pò di tempo reciteranno il ruolo di agnello, ma che ben conoscono il ruolo che compieranno in futuro se faranno carriera. Chi affianca a questi, sono sì all'inizio in buona fede, ma diventeranno complici dei loro capi, a tal punto di autoconvincersi delle attrocità commesse.

Far capire che è un delirio il fatto di "non si deve muovere foglia che catechista non voglia" è fondamentale.

Del resto è chiaro che la nostra presenza in questo spazio, sta dando fastidio soltanto ai capi e capini nc , come l'anonimo di ieri, che si capisce benissimo.. Non per altro VIETANO gli adepti a stare in contatto con internet in cerca di informazioni sul cn. Perciò questi lo fanno con paura e di nascosto. NON TEMETE, PREGATE! DA TEMERE CI SONO SOLTANTO I CATECHISTI, PERCIO' E DA LORO CHE DOVETE SCAPPARE!!

Anonimo ha detto...

Vuoi che nel nostro piccolo, nella nostra limitata condizione, non si possa esercitare una potestà di critica a fin di bene?

-----

Le critiche vanno anche bene, purche non si assolutizzino queste critiche e ricordando sempre che possono diventare CALLUNNIA e MENZONGNA anche per ignoranza.

Ad una tizia che era andata a confessarsi con S. Filippo Neri, questo, prima di darle l´assoluzione l´ha mandata comperare una gallina, poi tornò dal santo, e questo mandò uccidere la gallina, poi tornò un´altra volta, e questo mandò prendere le penne, metterle in un sacco e andare nella torre piu alta della città. Quando la moglie ritornò dal santo domandando se poteva ricevere l´assoluzione, questo le rispose: Manca solo una piccola cosa da fare: vai in città a raccogliere le penne. La, moglie, sbigottita, rispose: ma è impossibile!! E il santo: capirai, adesso, che il male che hai fatto anche dopo il pentimento difficilmente si riuscirà a ripararlo. Anche se vai a domandare scusa e dire che avevi mentito, molti ormai non lo crederranno...

Ecco cosa fa la callunnia.
Ma davanti alla callunnia, delle volte è meglio tacere e lasciare che Dio operi, come san Gerardo Majella, religioso redentorista, che accusato ingiustamente (callunnia) di avere messo incinta una donna, fu condannato a stare mesi prigioniero in una torre e neanche il gran santo fondatore San Afonso di Liguori gli credette (anche i grandi santi sbagliano, anche se lui aveva molti doni carismatici, bilocazione, leggere nei cuori, ecc). Dopo di alcuni anni, la donna confesso la verita. E San Afonso domando a san Gerardo perche accettò la falsa accusa e questi: Dio lo permisse, era nei suo propositi, e io sapevo che quando lo volesse verebbe fuori la verità!

(cito la storia a memoria, forse mi sbaglio in qualche sfumattura)

-----

Vuoi che nel nostro piccolo...

------

Non mi sembra che internet si possa inquadrare "nel nostro piccolo"... è visto da migliardi di persone...

-----

Non avete mai pensato che tante cose che dite magari non sono vere o non corrispondono pienamente alla realtà e alla verità ?

Riuscireste a riparare "raccogliere tutte le penne" che si saranno sparse tramite internet ?

Non sono contro le critiche. Anzi. Credo che fanno bene all´umiltà, alla crescita, e possono essere anche costruttive.

Ma non mi sembra tantisssime volte quello che ocorre in questo blog (con qualche eccezione naturalmente).

questo Blog ricorda piuttosto, come già detto, gli "EX"

In Spagna (e anche in altri parti) ci sono siti di "ex-Opus Dei", alcuni adirittura anno conosciuto San Jose Maria Escriva (e hanno vissuto con lui). Il loro linguaggio è molto simili, ma veramente MOLTO SIMILE, al vostro, il loro atteggiamento di fondo, i loro giudizi, le loro critiche. Non credono alla ecclesialità dell´OPUS, non credono alla santita di Escriva (sì, signori, anche dopo la sua cannonizzazione non ci credono!). Anche loro credono che la GRANDE MINACCIA per la Chiesa è "l´Opus Dei", che hanno rituali segreti, ecc, ecc, ecc.


CosÍ anche dei Blog di persone che sono usciti dal Rinnovamento nello Spirito in Francia;

di quelli che sono usciti dai Focolarini;

Conosco un Blog tedesco (per chi sa il tedesco sarebbe utilissimo leggerlo) di un gruppo di ex-suore di una comunità religiosa luterana (sí, anche loro hanno qualche congregazione religiosa!), il tutto molto simile a tutto quello che dite qui!!!

Poi, delle associazioni di ex-preti, meglio neanche parlare!
(Andate in qualche Blog). Viene da rabbrividire!!
Callunnie, accuse, menzogne.

In tutti questi casi, cambia soltanto l´oggetto. Qui, in questo caso, è il Cammino, ma l´atteggiamento mentale e le accuse sono molto simili.

lara ha detto...

Cosa significa il 2° passaggio sennò quello di mettere nuovamente in croce Gesù?

Chi lo flagella, il popolo che guarda ascolta (comunità). Il 'condottiere' che domanda se qualcuno vuol aggiungere qualche altra cosa (perchè lui già ne ha sparate abbastanza) provocando la comunità a reagire contro il fratello. Chi ride, chi gode in silenzio, chi è sconvolto, e alla fine chi condanna, ma anche in mezzo c'è qualcuno che soffre! appunto perchè in quella persona che sta seduta in mezzo vede Gesù.

Ma che arrivano a questo sono in pochi, invece tanti sono quelli atratti dallo spettacolo! Anche all'epoca di Gesù erano in tanti che andavano a vedere i condannati a morte.

lara ha detto...

Anonimo, la esperienza fatta non è ignoranza, è esperienza VISSUTA!

E rispetto a quanti per prima hanno riempito noi di ogni minaccia, perchè non dovremmo dirlo?

Concludendo e stop.

Cosa pensi che sia più grave, agli occhi del Signore?
Il facile allarmismo o la stolida, colpevole cecità?
Chi è più colpevole secondo te, il servo che scambia il fuoco di un bivacco per un incendio o il servo che dorme profondamente mentre i ladroni svaligiano la Casa del Padrone?

diceilsaggio ha detto...

Se entri in una setta e ti accorgi finalmente che il guru è un cialtrone, devi uscirne. Non importa se gli hai donato tutti i tuoi averi, devi farlo prima di consacrare la vita a un pirla. Ricorda: peggio di un pirla c'è solo chi lo segue.

confucio ha detto...

Fate la cosa giusta, uscite dal CN. Non per vergogna o per vendetta. Per quel che Kiko/i catechisti non hanno: rispetto di voi.

lara ha detto...

FRATELLI NC, DISOBBEDITE AI VOSTRI CATECHISTI!

Non crediate che vi strillano (come dicono loro) per correggere come fa un padre a un figlio, sono tutte balle!

Vi strillano perchè vedono che siete duri da convertire alla nuova religione di kiko, è questo che gli fa andare in bestia!

mic ha detto...

"In tutti questi casi, cambia soltanto l´oggetto. Qui, in questo caso, è il Cammino, ma l´atteggiamento mentale e le accuse sono molto simili."
Prima di questa conclusione Luiz fa l'escursus di analoghi siti di ex dei vari movimenti i quali formulerebbero le stesse accuse...
Dimentica, però, che nel nostro sito non ci son accuse generiche, calunnie, menzogne (a proposito l'esempio della gallina e S. Filippo Neri e la penitente, ci è stato già ripostato da un altro NC con le STESSE PAROLE... si tratta chiaramente di una confutazione fabbricata a tavolino), ma denunce DOCUMENTATE sulla base degli scritti e degli insegnamenti e delle prassi del cammino...

Anonimo ha detto...

Mi preme sottolineare che qui, mi rivolgo all'invasato neocatecumenale di turno, c'è anche chi, esterno al cammino e non totalmente organico alla Chiesa, è stato attaccato dalla tua congrega. Una di queste persone è chi sta scrivendo ora. Non mi importa un fico secco delle parabole da due soldi che posti qui invasato, ma visto che ti piacciono tanto queste storielline ricordati delle pedate che rifilava il Pret del Ratanat, legato anche alla mia famiglia e da me invocato quotidianamente a rettifica delle ingiustizie subite. Nessuna pace senza nessuna giustizia.
Sei in ossessione, ripigliati che è meglio prima che la spada fiammeggiante che brandisco inizi a mulinare veramente, perchè quando questo avverrà piomberanno vere mazzate e chi c'è c'è e chi non c'è non c'è.
Deo Duce Comite Ferro.

mic ha detto...

Il messaggio dell'ultimo anonimo non mi sembra abbia nulla di cattolico né di cristiano e ne prendiamo le distanze

Anonimo ha detto...

E' PROPRIO UNA BABELE SE CHI RITIENE DI POTER ESSERE NELLA VERITA' DIMENTICA CIO' CHE LA VERITA' STESSA HA DETTO ANCHE PER NOI OGGI: "NON GIUDICATE E NON SARETE GIUDICATI ... CON LA MISURA CON CUI GIUDICATE SARETE GIUDICATI". CHI VA VERSO GERUSALEMME CI VA COME CRISTO E PER STRADA SI FA PROSSIMO DI QUALCUNO PROVANDONE COMPASSIONE E NON ODIO CONFESSIONALE ... ANCHE SE HA TANTA FEDE DA TRASPORTARE LE MONTAGNE E ZELO PER LA CASA DEL SIGNORE CHE E' IL TUO FRATELLO (NON PER MODO DI DIRE). SHALOM

mic ha detto...

"Riuscireste a riparare "raccogliere tutte le penne" che si saranno sparse tramite internet ?"

la nostra non è calunnia, maldicenza, ma informazione corretta e pensiamo non possa fare che del bene

"Non sono contro le critiche. Anzi. Credo che fanno bene all´umiltà, alla crescita, e possono essere anche costruttive."

finora non lo hai dimostrato !

Anonimo ha detto...

Vi invito ad avere misericordia gli uni verso gli altri.
Penso sempre che non è denunciando qualcuno per tutte le eresie che possa dire ed aver detto che si riesca ad aiutare il prossimo, sia nc che non nc.
Pregate, Pregate, Pregate è l'invito delle Santa Vergine affinchè tutti i giorni noi si apra il cuore a Dio; chiaramente l'invito alla conversione è fatto tutti i giorni a mantenere ed a difendere lo stato di Grazia che il Signore ci concede.
Qualcuno penserà che è difficile mantenere lo stato di Grazia tutti i giorni, ebbene in parte è vero perchè tutti i giorni siamo attaccati da qualcuno o da qualcosa di materiale che è il mondo e la carne, ma preghiamo DIO perchè ci difenda Lui dal nemico invisibile che utilizza l'uomo nelle sue paure di tutti i giorni.
Infatti il Maligno non può conoscere i nostri pensieri, ma se comunichiamo a qualcuno le nostre paure, queste verranno ascoltate dal Male ed utilizzate contro di noi; perciò facciamoci scaltri non comunicate a nessuno le vs. paure ma conservatele nel vostro cuore ed attraverso la preghiera, rivolgete a Dio di essere protetti e liberati ogni giorno dall'antico nemico.
Abbiate misericordia gli uni verso gli altri, dice il Signore, perciò prestiamo attenzione nel fare di tutta un'erba un fascio, poichè non è parlando sempre con giudizio di qualcuno (in questo caso dei NC,)siamo certi che è questo che vuole il Signore?
Una cosa è certa, è che Dio è DIO di tutti sia che siamo NC, Musulmani, Ebrei, Atei, Cattolici Protestanti e non so cas'altro.
Dio ama tutti e siamo chiamati ad amare ed a guardare tutti allo stesso modo di come Dio ci guarda, e cioè come un Padre, con Amore e Misericordia.
Sia Lodato Gesù Cristo

Anonimo ha detto...

togli il caps testa di cazzo.

Anonimo ha detto...

"Infatti il Maligno non può conoscere i nostri pensieri, ma se comunichiamo a qualcuno le nostre paure, queste verranno ascoltate dal Male ed utilizzate contro di noi"

Scusami, puoi citare la fonte o argomentare per favore? Mi interessa.

Anonimo ha detto...

"nulla di cattolico né di cristiano e ne prendiamo le distanze"

Chi di spada ferisce, di spada perisce.

Ma se non si può mai usare la spada, come mai la portava? Tanto valeva lasciarla a casa no?

Morte agli infedeli! E se ucciderete più di 100 nemici in battaglia supererete i santi in trascendenza. Non era forse questa la formula con cui il Papa benediceva le lame dei Crociati?

liberatodaifaraoniNC ha detto...

Non siate sottomessi ai vostri catechisti! Liberatevi da questa nuova schiavitù!

QUESTI SONO I VERI FARAONI che vi faranno lavorare sempre più per loro! Mentre martellano con il vendere i vostri beni, loro intanto si comprano la casa! E la decima va a finire chissà dove.

SVEGLIATE ! Abbiate cura delle vostre tasche e non date loro niente!

nicola ha detto...

Caro anonimo (un nome, datti un nome, non succede niente se lo fai, dico davvero, stai meglio tu e chi legge i tuoi scritti), hai scritto:

"Non avete mai pensato che tante cose che dite magari non sono vere o non corrispondono pienamente alla realtà e alla verità ?"

Ma certo che lo penso. certo:

spero che soltanto nelle comunità che io conosco I SACERDOTI saltino volutamente la preghiera "Oh Signore non son degno.." attaccando immediatamente all'"Ecco l'Agnello di Dio... Colui che togli i peccati del mondo" (pronunciata al termine della distribuzione collettiva del pane) la preghiera "Il Corpo di Cristo ci custodisca per la vita eterna"!

spero che siano soltanto i neocatecumeni che conosco io a PREGARMI di non diffondere quanto so sulla pratica della decima!

spero che soltanto i responsabili che conosco io chiedano espressamente di non far partecipare gli esterni alle celebrazioni eucaristiche in cui celebra la comunità da sola!

spero che soltanto nelle catechesi di cui ho sentito parlare io venga detto di non parlare e di evitare i musulmani!

MA CHI MI PUO' CONFERMARE QUESTA SPERANZA, SE NON TU, FRATELLO NEOCATECUMENO, CHE VIVI IL CAMMINO IN UNA PARROCCHIA CHE NON E' LA MIA?

E ALLORA P E R C H E ' ANCORA UNA VOLTA ANZICHE' SMENTIRE DICENDO NO, FRATELLI MIEI, LA VERITA' E' QUESTA E LE VOSTRE SON MENZOGNE, INSINUI SOLTANTO IL DUBBIO? IL DUBBIO E' COSTRUTTIVO QUANDO PORTA IN QUALCHE DIREZIONE, NON QUANDO E' FINE A SE STESSO!

Ma credi sia giusto far così?!?

Chi più di te che le vivi in prima persona ci può dire (a noi e a tutti i milioni di internauti) la verità sulle catechesi, sul modo di dire la Messa, sul modo di rapportarsi dei catechisti con gli altri fratelli e con i sacerdoti, insomma, su tutto quello di cui si parla (a vostro dire noiosamente) qui?

Come diceva il comico,

FATTI, NON PUGNETTE!!

..e allora parla, dacci la tua esperienza!

se qualcuno mi dice che un sacerdote ruba io gli chiedo di verificare, di prendere i giusti provvedimenti e, infine, condanno quella azione come ignomignosa davanti a Dio e agli uomini. non significa condannare tutta la Chiesa.

allo stesso modo, caro fratello neocatecumeno, io non ho mai condannato il cammino (verifica su tutti i post), ma ti chiedo: le azioni che ho riportato sopra, sono da condannare?

Sono da condannare?

da correggere, se preferisci?

sono da correggere?

sì o no????

e, infine, se i responsabili del cammino fossero a conoscenza di questi fatti (che spero tu mi confermerai avvengono solo nella mia parrocchia) sarebbero essi stessi da correggere per la loro indifferenza? da riprendere per la loro supposta connivenza?

sì o no?

poi, se preferisci andare avanti con le domande inutili che lasciano ogni cosa com'è, allora tutti liberi di parlare a vanvera con domande pazze..

"non avete mai pensato di essere ispirati dal demonio?"

"non avete mai pensato di essere santi?"

"pillola rossa o pillola blu?" (da Matrix)

"ci sentiamo sulle giostre?"

dai, per piacere, non perdiamo tempo!

vado a ballare, così mi passa.. :-)

buona serata a tutti

Anonimo ha detto...

"Dimentica, però, che nel nostro sito non ci son accuse generiche, calunnie, menzogne (a proposito l'esempio della gallina e S. Filippo Neri e la penitente, ci è stato già ripostato da un altro NC con le STESSE PAROLE... si tratta chiaramente di una confutazione fabbricata a tavolino), ma denunce DOCUMENTATE sulla base degli scritti e degli insegnamenti e delle prassi del cammino..."

-------

L´esempio di S.Filippo Neri è un esempio classico (quando si parla di callunia e diffamazione) che troverai in motli libri di teologia morale, di spiritualita o adirittura di omiletica, prima del VAticano II era molto citato nelle prediche!

E credi che negli altri siti si parli di accuse generiche ????

Una che ha vissuto parecchi anni a fianco di S. Escrivá... e riporta parecchi episodi... Io dopo leggere quei relati, sai con chi rimango ?
Con la Chiesa che lo ha canonizzato! Uno puo vivere accanto a un santo e neanche accorgesene che era un santo. Anzi, pensare il contrario. Questo succede spesso. Basta pensare a S. Giovanni Maria Vianney. Il vice-paroco che aveva vissuto con lui, dopo parecchi anni che S. Giovanni era morto, non riusciva ancora a credere che fosse un santo. Per lui era soltanto un prete sempliciotto.

TUTTO DIPENDE DAGLI OCHHIALI CHE PORTI!

La Santa Sede ha tratenuto un po la canonizzazione di S. Pio di Pietrelcina, lo sapete perchè ?
Perche l´ultimo visitatore apostolico (quello del 1967-68) era ancora in vita a Roma (é morto nel 1997) e giurava con le mani giunte che S. Pio non era un santo, anzi! Che era un ingannatore, uno che andava con le donne, ecc. (viene da ridere, un frate malato con piu di 80 anni sorvegliato da tutti che va con le donne!). MA...

QUANDO SEI CIECO...
SEI CIECO!!
E MENTRE UNO NON CAMBIA GLI OCHIALI, L´ATTEGIAMENTO DELLA MENTE E DEL CUORE,
VEDRÀ SOLO QUELLO CHE VUOL VEDERE, NON IMPORTA COSA TU GLI DICA.

Se le comunità non vanno alla Messa in Parochia: sono una setta,
se ci vanno: sono ipocriti, vogliono solo fare bella figura davanti al Paroco.
Se uno parla con i toni forti: è uno che vuol manipolare, un violento, uno che si crede "dio";
Se parla con mitezza: vuole fare il furbo, vuole ingannare subdolamente, è un ipocrita.
Se si corregono alcuni aspetti delle catechesi: ecco fanno i furbi, vogliono fare bella figura davanti al Papa, ma in fondo non ci credono.
Se uno dice che crede al Santissimo Sacrificio della Eucaristia e alla Presenza Reale dell´Eucaristia: adesso cambiano linguaggio, ma in fondo non ci credono, sono ipocriti, vogliono soltanto l ´approvazione della Chiesa.
ECC, ECC,ECC, ECC,ECC, ECC, ECC.....

-----------------------------

mic ha detto...

Senti, Luiz, vorrei tanto darti ragione e dirti che mi sono sbagliato, ma i tuoi argomenti generici che spaziano a 360 gradi su tutta la realtà cattolica, citando di tutto di più in un'arringa degna del miglior principe del foro, non confutano un'acca di quello che abbiamo detto né toccano una sola delle tante denunce rivolte al cammino. Quella che tu porti ad esempio, della persona (una, mentre le denunce sul cammino sono nell'ordine delle migliaia e provengono da tutto il mondo) che critica il fondatore dell'Opus Dei è riferita al comportamento e alla persona del Fondatore e non a quello che predicava...
Del cammino si contesta prassi, contenuti, celebrazioni, gerarchie ecc. ecc. ecc.

nicola ha detto...

anonimo ho ben capito il senso delle tue osservazioni.

per questo ti chiedo:

i fatti di cui ho scritto prima avvengono anche nella tua comunità?

sono da correggere?

rispondi, per piacere, altrimenti non parlare di calunnie o di INTERPRETAZIONI (tipo qualunque cosa facciamo è malvagia, ecc ecc).

potresti dire tu quello che fate?

Così ne parliamo insieme.

Anzi, se tu lo desideri, apriamo un nuovo blog neutrale dove si parla solo di fatti. niente giusto e sbagliato. si dirà solo qui si fa così, là si fa così. ci stai? a me preoccupano solo le "segrete stanze" di macchiavelliana memoria, fidati, non sono
prevenuto.

onestà e trasparenza.

è una proposta molto seria.

confido nella tua risposta.

grazie

La pulce ha detto...

PROSEGUE LA MARCIA NEOCAT VERSO LORETO(OVVEROSSIA PUERTO SAINT GEORG)

Prosegue a ritmo spedito la marcia dei gruppi neocat verso Porto San Giorgio,dove,via via che arrivano sono sottoposti a una catequesi del senor Kirikus(oggi ne ha tenute 26,tutte molto nervose e scattanti).

Due i fatti notevoli:

- la sosta di un'ora fa di Mister Repe a bordo del suo landeau aureo nei pressi di Pescara,dopo essere uscito dall'autostrada ed aver fatto spengere il motore dissimulato nella cofana posteriore, per far attaccare di nuovo le quattro pariglie di cavalli e proseguire tradizionalmente fino alla meta;

- la raffica di mitraglietta ,nei pressi di Lesina,messa in atto dal cavalier Giovanni Pipìa,battistrada su un jeep scoperta della sua colonna sicula di 25 camion coperti da tende mimetiche,contro un furgone della crocerossa che lo stava sorpassando e da lui scambiato per un automezzo antineocat.
SI RACCOMANDA VIVAMENTE A TUTTI I CONDUCENTI DI AUTOMEZZI IN TRANSITO SULL'AUTOSTRADA ADRIATICA DI MUNIRSI DI GRANDE CHIATTA LEGATA SUL TETTUCCIO DELL'AUTOMEZZO E DI INDOSSARE BAFFI,PIZZO E CAMICIA NERA.

psicologicus ha detto...

Riprendo ed integro un mio precedente post su Luiz.
Il suo caso è un esempio paradigmatico del condizionamento totale cui può giungere un presumibile responsabile del Cammino.
Luiz non è il prototipo di adepto semplicemente plagiato dalla dottrina neocatecumenale.
E' un adepto evoluto, che adatta camaleonticamente il proprio comportamento e le proprie conoscenze al contesto. Se nei primi interventi diceva: '"vanno bene le contestazioni, vanno bene le critiche, vanno bene le ombre e lati oscuri del Cammino.Ma tale esperienza resta per me fondamentale e di grande importanza nella mia vita", oggi è passato ad una posizione decisamente più oppositiva e provocatoria, tesa a contestare ogni critica al Cammino senza rispondere ad alcuna delle domande specifiche che gli vengono continuamente poste da diversi interlocutori .

Qualsiasi domanda gli viene posta sul Cammino, sulle interpretazioni erronee delle Scritture, sulla filosofia elitaria, sul comportamento vessatorio dei catechisti, sul clima di oppressione che imprigiona gli adepti, ecc. lui non risponde, preferendo riferire di aneddoti dei santi, di penne e di galline, di questo o quel mistico, di questa o quella citazione dall'apologetica.
La sua è una tattica che chiama a sostegno delle proprie obiezioni l'esempio di santi e personalità illustri della storia della Chiesa. Si serve di aneddoti ed esperienze di campioni della fede per contrastare le critiche al Cammino, dimenticando di chiedersi cosa avrebbero detto quegli stessi santi e personalità da lui invocate della setta cui aderisce se avessero potuto conoscerla ai loro tempi.
Ormai è chiaro che le letture e lo studio delle fonti diverse o alternative al Cammino per quelli come Luiz non hanno la finalità di un approfondimento delle conoscenze personali, bensì di neutralizzare preventivamente tutte le possibili critiche ed obiezioni al Cammino.
Si tratta di una tattica utilizzata anche da altre sette, in particolare i TdG: i loro esponenti vengono analogamente preparati ed indottrinati a rispondere ad un ventaglio di obiezioni possibili al loro movimento, così essi per ogni eventuale rilievo critico hanno la risposta pronta preconfezionata.
In realtà, confrontandosi a modo suo su questo blog, l'adepto evoluto Luiz, oltre a fare gli interessi del Cammino di cui fa parte, continua anche a vaccinarsi contro il rischio di messa in crisi del sistema interiore che si è costruito.
In fondo, il più grande avversario di Luiz non è qualcuno dei tanti antagonisti sul blog bensì la sua stessa coscienza, nel momento in cui dovesse aprirsi uno spiraglio di consapevolezza del labirinto diabolico in cui si è autoconfinata per acritica adesione ad un'esperienza di condizionamento psichico totale.

Anonimo ha detto...

Si,Luiz ormai non può vivere piu senza Cammino
si è spersonalizzato

Anonimo ha detto...

messaggio di newgold69

forse mi sbaglio, ma ho notato che da un po' di tempo (maggio giugno, ma forse anche da prima) i neocat che scrivono su questo blog non terminano più i loro interventi con la parola "la pace".

cosa è successo? hanno perso la pace? o la pazienza? vogliono fare la guerra perché non è stato approvato lo statuto?

ciao
newgold69

farli ha detto...

I giovani ospitati nella parrocchia di cui facc parte sono tutti nc su richiesta dell'attuale responsabile e questa sera sono usciti con i nc locali "in missione per le vie del paese a fare l'annuncio (kikiano , si intende)".
Invece di ospitare giovani di varie aggregazioni laicali, "se li sono ricapati" Ecco di cosa sono capaci i NC della diocesi di Teramo- Atri!
La maggior parte dei parrocchiani , a sentirli, provanop il voltastomaco, perchè capiscono che è il nuovo spot pubblicitario per la prossime catechesi.
Che schifo, e tu "Luiz" di turno ci fai parte. STRUMENTALIZZATE TUTTO!
E' ora che dimostriate una vera conversione.

kail ha detto...

Oramai i nc vanno a registrazioni di frasi, e racconti come gli automi. Che pena!E pensare che senza una libertà incondizionata la Chiesa non ammette nemmeno che ci si sposi. E voi addiittura, siete dei piccoli registratorini ambulanti. Che desolazione!
Quella del pollo e le piume l'ho sentita esattamente due anni fa. E mi stupisco sempre ogniqualvolta si parla da clonati. La forza dello Spirito Santo è creativa, rinnovatrice e voi poveracci se non imparate a memoria la "scimmiottatura" di una preghierina o di una testimonianza kikiana non sapete neanche cosa dire tanto vi arrampicate sugli specchi per trovare "cose concrete" nella loro vita. Tutti copioncini kikiani.
Caro nc di turno ,il giudizio forse no, ma la verità, come insegna il vangelo non può essere taciuta. E poi anche nostro Signore interpellava chi l'ascoltava per farli entrare nella profondità dei fatti. Spesso chiedeva : "chi si è comportato come Dio vuole?", "voi chi dite che io sia?" . Ci teneva tanto che non lo si confondesse con qualcun altro?

Quindi smettila a farti maestro giudicando puntando su eventuali sensi di colpa. Le cose stanno su tuttaltro piano! Stiamo raccontando fatti da cui bisogna trarre delle conclusioni e degli insegnamenti. Lui ci dice che è la Via, la Verità e la Vita.Non possiamo indicarne altre seppur kikiane.E dobbiamo denunciare chi svia dalla retta fede.
Lo so , quando hai "il comando della situazione, la gestione della vita degli altri e il giro dei soldi che ti paga gratis, a te catechista e famiglia e a qualche fedelissimo, le varie convivenze e non ti fa cacciare un euro per le varie iniziative, la cosa è allettante e già sei nel vortice diabolico del Male. Ti alletta sempre più con soddisfazioni puramente terrene e che nulla hanno a che fare con la vita eterna. Quante volte avete aumentato la retta dei prtanzi, delle convivenze, facendo pagare anche a chi era non aveva partecipat? NON VI BASTA MAI. E' un giro diabolico. Liberati dalle grinfie del demonio:
Fai uno sforzo almeno per rendertene conto. Anche se una parte della raccolta va per le "famiglie in missione per l'annuncio kikiano o per i seminari in cui si apprende l'annuncio kikiano. NON E'M PER L'ANNUNCIO DI CRISTO MA DEL DIO DI KIKO
LO ATTESTANO I FATTI PASSATI E PRESENTI. E qui non si stanno esponendo tesi, ipotesi e invenzioni. Ma fatti , confronti con il Magistero, valutazioni e conclusioni.

leandro ha detto...

Ma qualcuno del blog potrebbe far analizzare da qualche psicologo o psichiatra le farneticazioni dell'anonimo nc. Ci sono tutte le condizioni per dichiararlo un adepto comletamento assoggettat ad una setta. Anche povero di motivazioni .'Sti poveracci funzionano come i ju- box (come si scrive?)

nicola ha detto...

buonasera a tutti

per anonimo neocatecumenale

caro fratello, non farmi il solito scherzo di rispondere alle provocazioni di chi è da molto più tempo qui sul blog e ha ormai poca pazienza.

se hai voglia di scrivere fallo per fare insieme qualcosa di buono, non x difenderti con insulti.. rileggi se vuoi e se puoi il mio post sopra e dammi due o tre risposte..

e una notte serena a tutti

kirikiki' ha detto...

Luiz e' un capolavoro dell'indottrinamento kikiano. 'Na rooooba proprio... non ho parole.
Sapete qual'e' un'altra qualita' di anonimo-Luiz? Lui si sente uno perso senza il cammino. Il cammino e' diventato per lui una pura e semlice neccessita' ed e' per quello che cerca di diffenderlo con unghie e denti, perche' facendolo protegge se stesso!. Senza il cammino si sente come uno senza identita'. Non sa ragionare all'infuori di esso. Lui e gli altri come lui si sono tracciati una linea e la DEVONO seguire, pena LO SMARRIMENTO. Smarrimanto in tutti i sensi: sociale ma sopratutto di fede. Esiste una loro incapacita' di partecipare alla messa in parrocchia perche' manca l'interagire. Per loro la messa di sabato sera e' un'occasione per dire "la loro". Il cammino, infatti, e' un frullato di deformazione di fede e terapia di gruppo. Il risultato di cio' e' che chi ne fa parte non trova mai ne fede ne "guarigione" vista "l'incapacita'" dell'uomo di FARE IL BENE. Infatti e' tipico loro citare S.Paolo "io non compio il bene che voglio ma il male che non voglio". Gli ultimi versetti del Capitolo 7 della lettera ai romani sono molto gettonati. Li usano per dire a tutti che siete (siamo) delle nullita'! Un pessimismo profondo che porta i NC a dare ragione a Calvino! Quello che kiko e tutti gli altri si sono dimenticati di fare, pero', e' prorpio il voltare pagina e continuare nel capitolo 8 della stessa lettera ai Romani. Dice infatti S. Paolo:" Cio' che era impossibile alla legge[cioe' l'incapacita' di fare il bene]Dio lo ha reso possibile [ora si puo' vedere il bene e lo si puo' anche fare]. E continua: "Quelli che vivono secondo la carne pensano alle cose della carne (quindi non possono far IL BENE):quelli invece che vivono secondo le cose dello Spirito,[pensano] alle cose dello Spirito(e quindi possono fare il bene)".
Purtroppo loro si sono incamminati verso una strada che E' senza ritorno! Senza ritorno proprio per il loro piu' grave difetto: LA MANCANZA DI OGGETTIVITA'. La loro impossibilita' di vedere le cose staccati dalla loro realta'. Quindi caro Luiz e voi tutti: quello che facciamo non e' tanto far cambiare idea a voi sul vostro cammino (cosa che non succedera' mai anche se gli statuti venissero approvati), ma piuttosto prevenire gli altri di cadere nella vostra deforme visione della cattolicita'! Tutti noi sappiamo che te sei un caso perso quindi non prendertela con noi citando santi a manca e a destra preso dagli attacchi paranoici tipici al tuo cammino. Concentrati sulle domande che ti sono state fatte da me, da nicola, da stephanos e gli altri. Rispondi alle accuse di eresia scritta sulla tua coppia degli orientamenti per le catchesi dove le parole di kiko e carmen sono chiarissime. Semmai sarai capace di dare adeguate risposte allora puoi permetterti di citare i santi della Chiesa Cattolica. Per adesso faresti bene a limitarti a Lutero e Calvino se non per altro almeno per amore della non-contradizione con cio' che e' scritto nelle catechesi di kiko e carmen!

P.S - a leandro: si scrive juke-box :)

Anonimo ha detto...

Psicologicus....

tu che sei cosi bravo!

perchè non fai uno studio accurato sugli ex-membri del Cammino, loro profilo psicologico, ecc, sopratutto quando si riuniscono in associazioni, anche se indirette, come alcuni blog, siti, ecc, e poi fai un cotteggio (paragone) con le altre realtà di ex...
ex-preti (con le loro associazioni), ex-suore(e associzioni), ex-opus dei, ex-rinnovamento (sopratutto quelli della Francia dove la legge francese vuole che siano considerati come sette), ex-focolarini, ecc, ecc.

Guarda...
sarebbe una bella tesina per un post-grado, un master...

chissà poi ne viene fuori un libro...

poi se vuoi, ti aiuto con qualche pagina web.... ne ho lette di tante...

Per esempio, per taluni l'Opus Dei è un'organizzazione che, per determinati aspetti del suo modus operandi, è qualificabile come setta. Ad esempio vengono criticate, anche nel mondo cattolico (vedi nota su iniziativa del Cardinale londinese Basil Hume e rapporto del superiore dei Gesuiti), le sue spregiudicate tecniche di proselitismo impieganti club giovanili e centri di aiuto allo studio non operanti apertamente con il suo nome (in Italia sotto le insegne del Faes e della Fondazione Rui) ma dove operano, apparentemente nelle vesti di "tutor" ma, in realtà, ai fini del reclutamento, numerari dell'Opus Dei istruiti proprio a tale compito.

L'Opus Dei è stata anche criticata per il fatto di promuovere una visione della fede cattolica conservatrice ed ostile alle novità introdotte dal Concilio Vaticano II, per alcune pratiche antigieniche di vita come la mortificazione corporale praticata dai membri numerari, per l'ostracismo verso chi fuoriesce dall'Opus Dei e per i numerosi casi di patologie mentali sviluppati tra i numerari e le numerarie che vivono per molti anni nelle case dell'Opus.

Poi, in base ad alcuni rapporti provenienti dalla Spagna, il superiore generale dei Gesuiti, p. Wlodimir Ledochowski (1866–1942), ha riferito al Vaticano che considerava l'Opus Dei "molto nocivo per la Chiesa in Spagna". Egli ne descrisse le caratteristiche di "segretezza" e ne vide dei "segni di una inclinazione mascherata a dominare il mondo con una forma particolare di massoneria cristiana". Questa critica, dall'interno di alcuni ambienti ecclesiastici ("l'opposizione dei Buoni" come venne definita da Escrivá; secondo Escrivá, la grande ostilità dei gesuiti era «illogica»), è considerata la radice delle critiche recenti provenienti dalle fonti più disparate. Questa, almeno, è la conclusione di molti autori, incluso John L. Allen, Jr., un giornalista americano della CNN cattolico ed esperto vaticanista.

Nel 1981 il cardinale Basil Hume, arcivescovo di Westminster, dopo un'accurata indagine, scrisse alcune "Raccomandazioni per la futura attività dei membri dell’Opus Dei nella diocesi di Westminster" in cui redarguiva l'Opera in relazione alle sue attività di reclutamento tra i più giovani e poneva alla stessa forti limiti e regole a cui attenersi nel reclutamento di nuovi membri.

Per taluni critici, tra cui numerosi ex membri riuniti nell'Opus Dei Awareness Network e Opuslibros.org, l'Opus Dei ha tutte le caratteristiche e il modus operandi di una setta. Nel 1997 il Parlamento belga ha sollecitato un rapporto sulle sette: l'Opus Dei è rientrata nell'elenco dei gruppi che la Commissione parlamentare d'inchiesta ritiene pericolosi per l'azione di reclutamento effettuata nei confronti degli adolescenti e per gli episodi di manipolazione psicologica segnalati da molte famiglie belghe.

(da continuare...)

Anonimo ha detto...

Ecco credo che sarebbe bello incominciare a studiare questi due gruppi:

ex membri riuniti nell'Opus Dei Awareness Network e Opuslibros.org

Perchè?? Perche sono i vostri gemmelli... ;)

L'accusa all'Opus Dei di avere la forma di una setta massonica ("massoneria bianca") è ricorrente...

qualsiasi somiglianza....

tra voi e loro...

è una mera coincidenza!!!

Anonimo ha detto...

Perche non fare un paragone tra voi e il blog (versione italiana):

http://1922lasegretissima.blogspot.com/2007/07/opus-dei-prelatura-o-setta-massonica.html

Che dire del libro "Les naufragés de l'Esprit" (in francese): la versione (francese) dei libri di P. Zoffoli e D. Gino Conti, solo che in Francia e rivolti contro le comunità del Rinnovamento nello Spirito (infatti, numericamente, i carismatici cattolici in Francia equivalgono un pò ai membri del Cammino in Italia). Anche in Francia tante "testimonianze" come le vostre (solo che rivolte ai carismatici e alle loro comunita): plagi psicologici, setta, massoneria, giudaizanti, abusi liturgici, dottrinali, eresie... ecco anche loro sono nello stesso piano. Studiate, queste comunita, dai gruppi anti-sette che stanno facendo pressione sul Parlamento francese (e anche europeo) perche non si permetta piu le loro attivita: e...

guarda...

molte di loro hanno avuto ormai l´approvazione definitiva del vaticano.... (non piu "ad experimentum"...., definitiva)(Beatitudini, Chemin Neuf, Emmanuel, Pain de Vie, ecc, ecc)

come l´Opus Dei, e questi la Chiesa ha anche canonizzato il fondatore .

Ma... per chi non ci crede alla Chiesa, saranno tutte cavolate, vero ?

mic ha detto...

Senti, puoi risparmiarti tutti gli affondi sull'opus dei, tanto non riuscirai a distogliere l'attenzione da quello che è il nostro impegno. E non è una "sindrome da ex" come vorresti far credere, ma un umpegno morale serio e consapevole.
In fondo mi spiace perché, se davvero hai iniziato ad essere addottrinato a 10 anni, in fondo sei una vittima ed il Signore saprà chi giudicare...
Ti avverto: il prossimo messaggio pireno di farneticante APOLOGIA e non di risposte VERE alle nostre domande, lo cancello

mic ha detto...

Comunque ti auguro di tutto cuore che il Signore ti apra gli occhi e ti dia la forza e la luce per continuare a camminare (davvero) il Lui con Lui e per Lui...

Anonimo ha detto...

Come ho detto il libro si chiama
"Les Naufragés de l’Esprit. Des sectes dans l’Église catholique, Seuil, Paris"

Dei "commenti", li trovate su:

http://laicite.free.fr/charismatic.htm

e per chi vuole fare meglio l´investigatore (per poi doccumentarse meglio e accusare davanti ai vescovi e al Vaticano) un ottimo libro (trovabile in tantissime librerie di tutto il mondo) (mi dispiace però dirlo che in Vaticano l´hanno ormai letto, ma magari qualche Vescovo no, così metterete un po di legna al fuoco...):

Gordon Urquhart, The Pope’s Armada

lui è un ex-focolarino (beh... che fare ? è un vostro "gemello", un "ex"...)
In italiano:
Le armate del Papa. Focolarini, Neocatecumenali, Comunione e Liberazione. I segreti delle misteriose e potenti nuove sette cattoliche


Qualcuno crederà che non c´entra niente con la discussione, eppure...

Anonimo ha detto...

Mic,

scusa,

Ma smettila di fare il bambino (o bambina),

se faccio apologia, sono affari miei.

perche ? dovrei anch´io mettermi a accusare il Cammino, i fratelli, i catechisti ?....

Anonimo ha detto...

Io voglio farvi vedere altri aspetti, che magari non avete considerato.
Puo essere anche apologia, ma non è solo questo.

Anonimo ha detto...

E Mic,

Sai perche non vi danno tanta retta in Vaticano ?

Per una semplice ragione: il membro deluso di qualsiasi gruppo, e quello che è uscito rinegandolo, in particolare, sono informatori le cui prove devono essere utilizzate con circospezione. Quello che è uscito rinegando il gruppo del quale era membro ha generalmente bisogno di giustificare se stesso. Cerca di ricostruire il suo passato, di scusare le sue affiliazioni precedenti e di biasimare coloro che erano stati i suoi colleghi più prossimi.

Per questo non è raro che impari a fabbricarsi una "storia di atrocità" per spiegare come — attraverso la manipolazione, l’inganno, la coercizione o le frodi — è stato prima condotto ad aderire, quindi gli è stato impedito di abbandonare un’organizzazione che oggi disapprova e condanna.

E... guarda, queste persone,le cui narrative sono sensazionalizzate dalla stampa o tramite internet, cercano certe volte di trarre profitto dalle loro esperienze vendendo i loro racconti ai giornali o pubblicando libri o su internet.

Ecco...

vi invito a dare una vostra opinione...

michela ha detto...

Sei talmente infatuato del cammino che pensi che chi ne sia uscito debba avere qualche problema.
Il cammino invece, non presenta problemi! solo chi lo ha abbandonato è una persona piena di problemi.
Parli del cammino come un italiano qualsiasi parlerebbe di Monica Bellucci: non è possibile dire che non è bella, chi lo dice ha qualche grosso problema personale, o è invidioso o chissa cosa.
Ti sei innamorato del cammino?
vuoi che ti diciamo che il cammino è la cosa più bella del mondo?

E' il cammino 'la bellezza che salverà il mondo'?

hai trovato un comodo rifugio, sei ancora nella fase di innamoramento, ma verrà il giorno, perchè viene per tutti, in cui aprirai gli occhi, perchè il Signore ti sta vicino e ti vuole bene, e a poco a poco ti farà scoprire la vera bellezza che è la verità,
e quel giorno dovrai decidere se affidarti a Lui, o restare installato nel cammino, a continuare a fare quello che uomini non ispirati dall'amore di Dio ti diranno di fare.

Come ha detto qualcuno ieri:
pillola rossa o pillola blu?
e quel giorno ti diremo
'welcome in the real world!'
(Matrix)

lara ha detto...

Luiz, non ti rendi conto che con tale atteggiamento tu stesso affermi quanto diciamo?

Ti affacci, fai il galletto, spenni la gallina, lasci tutte le piume per terra e te ne vai. Luiz, questo è un atteggiamento tipico 'arrogante' nc che si manifesta in diversi modi, ma sempre arrogante è.

Invece delle piume PROVA a lasciare delle risposte a chi da te sta aspettando (a me ripeto non interessa), altrimenti lascia stare, perchè (ripeto) il tuo stesso atteggiamento parla da solo.

Noi da questo minestrone nc ne siam venuti fuori e CI VEDIAMO FIN TROPPO CHIARO! non potrai ragirarci ne un solo capello. E questo lo sai pure. E che il tuo scopo sia solo quello di affacciarsi per confondere i piccoli nc che leggono, pure questo è chiaro.

Ma fermati Luiz! Non continuare a diffondere cose sbagliate! Spezza questa catena e non vendicarti sugli alti perchè siccome tu ci sei cascato e ormai ci sei fino al collo vuoi augurarlo anche ad altri. Fermati! Sarà difficile, ma non impossibile!

Invece, FAI IL BENE, non continuare a tramandare errori ed evita che altri arrivino a questo punto come te.

michela ha detto...

Io sono disposta a darti la mia opinione su tutto quello che vuoi, ma solo se sei disposto anche tu a rispondere alle domande di Nicola e di Lara e Gherardo, che cronologicamente vengono prima del tuo post.

mic ha detto...

"Ma smettila di fare il bambino (o bambina),
se faccio apologia, sono affari miei."

ora siamo passati agli insulti alla persona (fase tipica di quando non si hanno argomenti). Lo so che fare apologia sono affari tuoi. Ma questo blog non è nato per fare apologia del cammino, ma per analizzarne i pro e i contro (che sono molti di più) senza "sindromi da ex", ma con la parresìa di credenti in Cristo... Se vuoi continuare a fare apologia, anziché rispondere alle domande, il che è già significativo, apriti un blog apposta!!!

mic ha detto...

"Sai perche non vi danno tanta retta in Vaticano ?"

da che cosa deduci che non ci danno retta in Vaticano?

mic ha detto...

"Per una semplice ragione: il membro deluso di qualsiasi gruppo, e quello che è uscito rinegandolo, in particolare, sono informatori le cui prove devono essere utilizzate con circospezione"

Dimentichi Luiz che le nostre "prove" non sono solo testimonianze personali e come tali soggettive, anche se acquistano la loro rilevanza se diventano identiche in tutti i luoghi e in tanti tempi, ma analisi documentate degli orientamenti, riflessioni teologiche sulle celebrazioni e sui simbolismi anomali, analisi sociologiche e psicologiche sulla prassi fatte da specialisti e non da gente improvvisata.
Chiediti di cosa stai parlando e perché

mic ha detto...

e, aggiungo, guarda caso nessuno di noi sta facendo un uso strumentale (eclatante, mediatico, come suggerisci tu, non ce lo sognamo nemmeno) di questa esperienza

mic ha detto...

"perche ? dovrei anch´io mettermi a accusare il Cammino, i fratelli, i catechisti ?...."

Trovo grave che tu non riesca a vedere un'alternativa tra APOLOGIA e ACCUSA, cioè l'esercizio della RAGIONE, dell'intelletto e della coscienza (illuminati dalla fede) che sono facoltà di cui il Signore ci ha fatto dono e non dobbiamo né disattivare né delegare ad altri

E' questo il problema di fondo che impoedisce di dialogare con voi

Viator ha detto...

"Per una semplice ragione: il membro deluso di qualsiasi gruppo, e quello che è uscito rinegandolo, in particolare, sono informatori le cui prove devono essere utilizzate con circospezione"

noi non siamo "membri delusi" siamo cristiani incazzati!!!!
E anche pieni di sofferenza per quanto succede nella Chiesa

CumGranoSalis ha detto...

La Chiesa se e' per questo mandava anche
al rogo col bollo papale
CHe devo fare, devo credere ai roghi
delle streghe, Caro ANONIMO LUIZ?

cumgranosalis ha detto...

Rafforzato dall'esperienza NC
posso dire che credo nella Chiesa
solo in materia dottrinale
per qualsiasi altra cosa (apparizioni,
approvazioni ufficiali di pseudo-sette,
anche beatificazioni)
mi riservo il diritto di dubitare
riconosciuto (con lungimiranza) dalla Chiesa stessa.

cumgranosalis ha detto...

Che sia ben chiaro
quindi, anche a Luiz che e' abituato
a lasciar fouri la ragione quando e' al cospetto della pseudoautorita' di Kiko e catechisti,
che qualsiasi cristiano cattolico
anche se il papa dovesse approvare
ufficialmente il Cammino Neoc. (errore, secondo noi, e che quindi speriamo non faccia)
puo' liberamente continuare a dire
che tale movimento sia una setta
se ne e' in tutta coscienza convinto
e ne ha le prove.
Le approvazioni ufficiali dei movimenti
non rientrano nel dogma di infallibilita' papale, tanto per essere piu' espliciti.

Francesco ha detto...

"...ex-preti (con le loro associazioni), ex-suore(e associzioni), ex-opus dei, ex-rinnovamento (sopratutto quelli della Francia dove la legge francese vuole che siano considerati come sette), ex-focolarini, ecc, ecc...."

Con quale e con quanto disprezzo il neocatecumenale di turno, cercando di dare un'identità alle persone che frequentano questo blog e cercano di far affiorare la verotà vera sui neocatecumenali, offende
i sacerdoti(che,se nopn sono presbitere,sono solo "preti"), le "ex suore" in senso spregiativo (eccezion fatta ovviamente per Carmen),gli ex dei vari movimenti ecclesiali,che,certo,hanno le loro pecche sotto il profilo socio-organizzativo,ma non sotto quello dottrinario.

E' chiarissimo il ritornello:i veri nemici del Cammino e della (loro)Chiesa,secondo i Nepcatecumenali sono preti e suore e persone che non aderiscono al Cammino. Giudizio colpevolissimo,di evidente interpretazione....!!

Voglio farti capire ,caro fratello neocatecumenale,io sono un laico e non ho assolutamente rimpianti per aver lasciato il Cammino (peraltro da tantissimi anni).

Tuttavia questo blog è frequentato da sacerdoti e vescovi,che vi portano spesso la loro parola pacata e chiara.

Francesco ha detto...

Ad ogni buon fine Nicola è da un mese che propone delle serie domande ai neocatecumenali.E' possibile che nessuno di loro,tra i tanti che si affacciano a questo blog,abbia delle risposte?

psicologicus ha detto...

Il camaleonte neocatecumenale Luiz ha cambiato ancora tattica.
Ora cerca di equiparare alla setta cui appartiene tutti gli altri movimenti cattolici, per scrollare tale fardello dal groppone del Cammino e scaricarlo genericamente sul resto dell'associazionismo cattolico.
Al solito, finge di dimenticare un paio di cose cruciali:

1. Il blog si occupa del Cammino neocatecumenale, non dell'Opus Dei o degli altri movimenti.

2. Anche se sussistono aspetti criticabili in ciascuno degli altri movimenti, ciò che li distingue TUTTI dal Cammino è un elemento fondamentale: non si sono mai sognati di mettere mano alle Sacre Scritture, di rivoltare le prassi e la liturgia, di negare la missione salvifica di Cristo, di aspirare a sostituirsi alla stessa Chiesa!, per dirne solo alcune.
Sono tutti questi maxi-fattori sacrileghi e anti-cattolici che fanno del Cammino neocatecumenale, come è stato più volte ribadito, un fenomeno assolutamente unico, non rapportabile a nessun altro movimento, e per tali motivi particolarmente deleterio e distruttivo per la fede cattolica.

Hai ben compreso, Luiz-camaleonte o devo ancora ripeterlo?
A me non costa nulla, anzi, come avrai arguito, 'repetita juvant', che potrebbe anche starci come motto implicito del blog: quel ripetere sempre le stesse cose che infastidisce voi neocatecumenali - e lo credo bene! - è precisamente metodologia della sensibilizzazione, o se vuoi un tentativo di inserire con costanza granelli di coscientizzazione nel mega-ingranaggio spersonalizzante del Cammino.
Non so se ti è chiaro, considerato l'avanzato indottrinamento cui sei da molti anni sottoposto e i cui risultati sono sotto gli occhi di tutti...

nicola ha detto...

caro anonimo,

probabilmente se ora io scrivessi "sei imbecille perchè non rispondi" troveresti qualcosa da dirmi indietro, perchè a quanto pare ti stimolano solo le accuse.

mi dispiace proprio, perchè forse sei abituato a vivere in posti dove si ascolta, si prende in considerazione e si risponde solo a chi accusa il fratello tirando in causa il faraone e il demonio.

ascolta

io non ho le intenzioni del faraone. mai ti dirò "sei libero di fare ciò che vuoi" per poi correrti dietro a cavallo con l'intenzione di ucciderti. se ho qualcosa da dirti, te lo dico davanti. se credo che sbagli, te lo dico davanti. le mie intenzioni, la verità sulle mie intenzioni te la dico guardando il tuo volto. magari penserò sbagliato, ma non vorrò il tuo male.

e sai perchè?

perchè ti voglio bene.

e per quanto ci si sforzi, al bene non si può restare indifferenti.

buona serata a tutti

La pulce ha detto...

PARTONO GLI SPOT NEOCAT A MONTORSO PER LA GRANDE KERMESSE DEL 3 SETTEMBRE A PUERTO SAINT GEORG

Giornata cruciale e sudatissima per el senor Kirikus e Dona Carmenita,che si è alzata all'alba per recarsi a Montorso e stabilire i punti precisi in cui issare i vessilli neocat,le scritte e gli striscioni.

Oggi appunto è stata la giornata in cui alcune centinaia di cimici neocat,dotate di quattro pifferi a testa,due tamburi e una chitarra,sono state mandate e posizionate strategicamente (alcune vicinissimo alle telecamere delle varie emittenti)nella grande spianata dove ,come ha detto el senor Kirikus si è svoltà l'Agorà dos juvenes neocat in previsione del grandissimo incontro che avrà luogo nella spianata di Puerto Saint Georg lunedi prossimo.

Stasera Dona Carmenita ha preferito dirigere le operazioni dalla sala regia del catacumbenium di Puerto adoperando 20 cellulari di servizio (collegati con altrettanti catequisti che si trovavano a Montorso),una decina di cuscini sotto le sue terga doloranti per il grande stress di questi ultimi giorni,tre pacchi di sigari avana e una cassa di birra.
E' stata,come sempre ,splendida,riuscendo a muovere i manipoli neocat sulla spianata di Montorso con grande rapidità(per proteggerle dal sole cocente).

Il Cavalier Pipìa invece ha preferito schierare a Montorso 200 cimici sicule in divisa d'ordinanza ed ha categoricamente preteso che anche le donne indossassero baffetti e pizzetto onde dare all'insieme un carattere indiscutibile di virilità.

Mister Repe invece,stanchissimo per il lungo viaggio in landeau,ha fatto solo una capatina in automobile scura a Montorso,indi già dal pomeriggio si è ritirato in preghiera in una suite di Puerto Saint Georg,seco tenendo tre dei più cari amici che non vedeva da tempo e un mazzo di carte napoletane.

Walter ha detto...

Sono partiti per Loreto dalla mia parrocchia una cinquantina di neocatecumenali.Due catechiste non neocatecumenali che volevano aggregarsi sono state lasciate fuori con mille pretesti. Continua la discriminazione.Cattolici di serie A e cattolici di serie Z.
WW i Neocatecumenali!

Anonimo ha detto...

La cosa non mi meraviglia affatto.Un'adunata strumentale vale più di mille sofferenze e discriminazioni.

Ma dove sta andando la Chiesa?

Francesco ha detto...

Scusami,anonimo,ma devi spiegarti meglio.
Non penso che l'Agorà dei Giovani convocata dal Papa sia styrumentale a nulla se non alla diffusione del messaggio evangelico tra i giovani,anche se - di ciò sono convinto anche io - tale tipo di evangelizzazione offre sempre il fianco a discriminazioni tra chi ci va e chi vorrebbe andarci e non può farlo.

Strumentale è ,caso mai, l'uso che qualche movimento,e i in particolare i neocatecumenali,fa di tali occasioni,come vetrina di sè e non di umile occasione di ascolto e di preghiera

gianni ha detto...

Perchè i nc dopo ogni incontro con il Papa si devono incontrare con kiko?
Con gli altri movimenti succede la stessa cosa? Tassativamente e sempre? Prima con il papa e poi con il loro leader?
Sembra una scusa per far vedere al papa che ci sono,ma il vero intento è di andare a sentire kiko che ha le catechesi di una "parola vera" (sic)!

Anonimo ha detto...

NO

con gli altri movimenti ,da quanto mi risulta,non succede la stessa cosa.Ogni incontro col Papa è solo incontro col Papa ,non con i guru di turno.

Anonimo ha detto...

Anonimo disse...

La cosa non mi meraviglia affatto.Un'adunata strumentale vale più di mille sofferenze e discriminazioni.

Ma dove sta andando la Chiesa?

-----

VERSO CRISTO. VERSO LA VITA ETERNA. ALL'INCONTRO CON LO SPOSO FACCIA A FACCIA.

Anonimo ha detto...

Francesco disse...

(...).E' possibile che nessuno di loro,tra i tanti che si affacciano a questo blog,abbia delle risposte?

-----

Perchè dare delle risposte a chi crede ormai di averle ?

Le domande di questo blog sono meramente rettoriche. In fondo credete ormai di avere le risposte a quelle domande che fate.

Allora è meglio dare delle risposte alle domande che non vi avete fatto a voi stessi...

Anonimo ha detto...

Francesco disse...

(...)
Con quale e con quanto disprezzo il neocatecumenale di turno, (...) offende
i sacerdoti(...)

----------

Offendere i sacerdoti ?? Scherzi ?
Perche si li chiama di preti ? Ma dai!
cercate il pello sulla casca dell'uova.
Sacerdote = Presbitero = Prete = Ministro Ordinato, sono sinonimi. Anche perche l"ex-prete" è piu noto sotto il profilo mediatico e nel linguaggio comune, tutto qui. Si sa che un sacerdote una volta ordinato sarà sempre sacerdote anche se abbandona il ministero.

Francesco ha detto...

...invece un neocatecumenale,anche quando parla di Chiesa...si riferisce soltanto a quella che ha fondato Kiko e basta!

Luiz ,inutile cercare il pelo nell'uovo:tu non vuoi e non sai dare delle risposte alle nostre domande.
Domande che ti porresti anche tu se non avessi mandato la tua intelligenza all'ammasso di Kiko e Carmen(ex suora anche lei,come le ex suore che tu disprezzi tanto)

Dilla tutta:senza il verbo di Kiko e Carmen per te non esiste Chiesa.

Che il Signore ti illumini e ti dia la pace del cuore!

Anonimo ha detto...

Francesco disse...

(...)

E' chiarissimo il ritornello:i veri nemici del Cammino e della (loro)Chiesa,secondo i Nepcatecumenali sono preti e suore e persone che non aderiscono al Cammino. Giudizio colpevolissimo,di evidente interpretazione....!!

-------

Il vero nemico del Cammino Neocatecumenale (come di ogni cristiano e di ogni uomo) è Satana.

Poi, niente paura di Satana, perchè abbiamo una Madre, sì, la Vergine Maria che diffende quello che li appartiene. Infatti il Cammino Neocatecumenale è consecrato a Lei. Kiko e Carmen quando arrivarono in Italia nel 1968, la prima cosa che feccero fu andare al Santuario di Pompei per consecrare tutto a Lei.

Poi il Centro Internazionale (P.S. Giorgio) si trova ai suoi piedi (Loreto, dove ogni communità va a fare la sua consecrazione nella tappa di "Loreto").

Quelli poi che "perseguitano" (per usare una parola che scandalizzerà la sensibilità di qualcuno) il Cammino (in un modo o nell'altro, in buona o mala fede) solo potranno fare del bene al Cammino (volenti o nolenti), se è vero (come credo) che il Cammino sia un carisma (fra altri) che il Signore ha donato alla Chiesa. E chi ha la competenza per vagliare, giudicare, accetare o meno la sua validità, la sua ecclesialità, la sua ortodossia, sono i Vescovi (in primis il Vescovo di Roma, il Papa, coadiuvato dalla Curia romana che parla a nome suo)perche a loro è stato affidato il governo della Chiesa e il carisma del Discernimento degli spiriti, il carisma di "discernere i carismi". Ai vescovi infatti è stato detto "vagliate ogni profezia, ritene quello che è buono" (San Paolo - citazione a memoria).

Anonimo ha detto...

Francesco disse...

(...)

Che il Signore ti illumini e ti dia la pace del cuore!

-------

Mi sembri cosi arrabbiato... Non so se Dio ascoltera la tua preghiera...
Lo dice il Vangelo, Dio non ascolta la preghiera di un cuore rabbioso ( a meno che sia quella che Gli chiede di togliere la rabbia del cuore...)

;))

Anonimo ha detto...

Francesco disse...

(...) le "ex suore" in senso spregiativo

-----

Solo perche io non sia frainteso (in buona o mala fede, non lo so)

Nessuan condanna per le suore o i sacerdoti che lasciano la vita consecrata (dopo i voti perpetui o l'ordinazione presbiterale) o il sacerdozio (magari ci sarà solo la condanna della loro stessa coscienza).
Per loro preghiera, misericordia e... perche no, anche amicizia.

Mi riferivo a delle associazioni (che esistono!) di sacerdoti che lasciano il ministero e si sposano, e poi si mettono a criticare in un modo pesante tutto il loro passato diventando hiper-critici nei confronti della Chiesa, della Gerarchia, del Magistero, dei suoi antichi superiori e confratelli (publicando libri, siti, blog su internet, ecc). se non mi sbaglio ci sono anche associazioni simili per "ex-suore". Mi riferivo a questi sacerdoti e suore (delle associazioni) e non a tutti i sacerdoti che hanno lasciato il Ministero (ho conosciuto alcuni di essi che lodevolmente hanno cercato di continuare ad impegnarsi in una vita cristiana attiva).

P.S. Carmen lasciò la sua congregazione prima dei voti perpetui, alla fine dei voti temporari (cosa permessa dalla Chiesa).

Francesco ha detto...

Luiz afferma

"E chi ha la competenza per vagliare, giudicare, accetare o meno la sua validità, la sua ecclesialità, la sua ortodossia, sono i Vescovi (in primis il Vescovo di Roma, il Papa, coadiuvato dalla Curia romana che parla a nome suo)perche a loro è stato affidato il governo della Chiesa e il carisma del Discernimento degli spiriti, il carisma di "discernere i carismi". Ai vescovi infatti è stato detto "vagliate ogni profezia, ritene quello che è buono" (San Paolo - citazione a memoria)."

Evidentemente queste competenze,per voi,ce le hanno tutti eccetto il cardinale Arinze,visto che di quello che lui vi ha scritto ve ne siete infischiati altamente.

La mia non è rabbia caro Luiz,è sano realismo. Scendi dalla pianta ,amico mio, pensa con la tua testa e parla con la tua bocca.

Francesco ha detto...

Un'ex suora come Carmen( e non lo dico in senso dispregiativo),pur non facendo parte di nessuna associazione di ex-suore(chiassà?) si è permessa più volte di correggere il Papa e di affermare che occorre "catechizzare" il Papa.

Evidentemente le persone insolenti esercitano uno strano fascino su di te,caro Luiz.

Francesco ha detto...

Finora,Luiz,non hai dato alcuna risposta alle domande che ci poniamo,affermando che non occorre dare risposte a coloro i quali,come noi,ritengono già di avere tutte le risposte.

A una domanda almeno io risposte non ne ho ancora trvate: per te la messa è sacrificio o solo "banchetto escatologico"?

Anonimo ha detto...

Francesco disse...

Dilla tutta:senza il verbo di Kiko e Carmen per te non esiste Chiesa.

------

!!!!!!

Ma dai! Credi davvero in quello che affermi ?

É l'opposto per me e per migliaia di fratelli: senza l'appoggio della Chiesa a Kiko e Carmen, il loro "verbo" non varebbe niente per noi, sarebbero soltanto due "pazzi" in piu come il mondo ormai ne ha visti. Ma, guarda, succede l'opposto. La Chiesa li appoggia. Per questo sappiamo che possiamo ascoltarli. Non vedi che il Papa li riceve, li benedice, li incoraggia ? Quanti Vescovi e Cardinali vanno agli incontri ?

O oseresti affermare che la Chiesa non li appoggia ?

Certo, magari qualche Vescovo o sacerdote è critico nei loro confronti. Cosa del tutto normale, e anche giusta, visto che in quella diocesi e in quella parocchia chi deve mandare è proprio il Vescovo e il Parroco.

Vuoi che il Cammino finisca ? Sparisca ?

VAi a Chiedere alla Chiesa che non appoggi piu il Cammino, che non approvi gli statuti, che magari condanni il Cammino. Vedrai come me e migliaia di fratelli usciremo dal Cammino.

Ma... credo che la vostra delusione e la vostra rabbia sia proprio quella. Che la Chiesa continua ad appoggiare il Cammino. Che la Chiesa continua a dire che il Cammino è cattolico ( e non eretico come vorresti voi).

O credi che se la Chiesa condannasse il Cammino, io non avrei l'umiltà di venire qui (dopo esserne uscito) e dire che mi sono sbagliato, che mi son preso un "abbaglio"?

Mi darai il permesso però, di fidarmi, non della tua parola o della tua esperienza ( o di qualche altro, la cui esperienza è stata negativa, anche se sono migliaia - perche le esperienze positive riportate saranno sempre di piu), ma di fidarmi della CHIESA.

Me lo dai questo permesso (anche se questo ti arrabbia) ?

viator ha detto...

"Le domande di questo blog sono meramente rettoriche. In fondo credete ormai di avere le risposte a quelle domande che fate."

smettila di prenderci per i fondelli!!!!!

mic ha detto...

"É l'opposto per me e per migliaia di fratelli: senza l'appoggio della Chiesa a Kiko e Carmen, il loro "verbo" non varebbe niente per noi, sarebbero soltanto due "pazzi" in piu come il mondo ormai ne ha visti. Ma, guarda, succede l'opposto. La Chiesa li appoggia. Per questo sappiamo che possiamo ascoltarli. Non vedi che il Papa li riceve, li benedice, li incoraggia ? Quanti Vescovi e Cardinali vanno agli incontri ?"

Questo è vero, questo è grave. Ma molti cardinali e vescovi non conoscono i contenuti della predicazione (o almeno non li consocevano agli inizi) e si lasciano abbagliare dai "numeri"
E poi c'è tanto da meravigliarsi? Guarda quanti vescovi modernisti, che considerano la messa più vicina alla Cena protestante, stanno ostacolando il motu proprio del Papa!!!
La Chiesa ha bisogno di grande purificazione e questo Papa ha già cominciato

Anonimo ha detto...

Francesco disse...

(...)

Evidentemente queste competenze,per voi,ce le hanno tutti eccetto il cardinale Arinze,visto che di quello che lui vi ha scritto ve ne siete infischiati altamente.


------

Beh... posso parlare per me e per la mia parrochia... Certo non posso parlare a nome del Cammino - non sono mica Kiko o Carmen -e nè Giuseppe Gennarini... ;)

qui non si infischia mica della famosa Lettera. Si cerca di obbedire.
(Il credo, l'Agnus Dei, Il "Signore non son degno" si dice)
Certo, sui famosi "due anni" stiamo aspettando gli orientamenti (sul modo di ricevere la Comunione). O non credi che all fine dei due anni anch'io non me la prenderei se niente fosse cambiato e se non si cercasi di obbedire al Papa ?
Allora si potrei dubitare del Cammino e della sua validità.

La lettera chiede di andare alla Messa in parocchia una volta al mese. qui da noi, ormai sono anni che succede il contrario, c'è la Messa del Cammino una volta al mese, le altre volte andiamo in parocchia (anche se molti fratelli, anch'io cerco di farlo, anche quando c'è la Messa del sabato sera - che è già valida come precetto domenicale - vanno alla Messa della domenica in parocchia)

mic ha detto...

"Me lo dai questo permesso (anche se questo ti arrabbia) ?"

nessuno deve darti il permesso di niente sei prefettamente libero.
Ma anche tu devi accettare che noi diciamo quello che pensiamo e diamo informazioni corrette che non partono solo dalle testimonianze (detto per la milionesima volta)
Qui non ci sono testimonianze negative versus testimonianze positive, ci sono denunce documentate, studi, relazioni....

Anonimo ha detto...

Mic disse...

(...)Guarda quanti vescovi modernisti, che considerano la messa più vicina alla Cena protestante, stanno ostacolando il motu proprio del Papa!!!

----

Mic...


anche se capisco quello che voi dire, mi sembra che
fai una accusa grave.
Io, come semplice fedele, devo stare unito ai Vescovi (in specie al mio), l'unica cosa che posso chiedere al Vescovo è che sia in comunione col Papa.
(ripeto, anche se capisco, capisco sí quello che dici)

Anonimo ha detto...

Francesco disse...

(...)

A una domanda almeno io risposte non ne ho ancora trvate: per te la messa è sacrificio o solo "banchetto escatologico"?

-------

vuoi una risposta personale, mi immaggino (o vuoi la riposta catechetica neocatecumenale che è piu intricata perche si è valsa di tutta la chiamata "teologia liturgica" del secolo XX, inclusi il movimento liturgico pre-Vaticano II e dopo il Concilio?)

Caro mio, per me alla consecrazione so di una cosa che il Signore Gesu Cristo si fa veramente presente in anima e corpo (e sangue e divinità, come si diceva una volta), che in quel momento il Calvario veramente si fa presente davanti al mio cuore e ai miei occhi, che quel Sangue sparso è proprio per me, e che posso sperare tutto dall'intercessione e dalla mediazione di Gesu Cristo presente nell'Altare, perche il Padre l'ascolterà. Poi la Comunione è sí un vero Banchetto dove il Signore si dona a me come Pane Vivo di Vita Eterna. E io quando sto per comunicare, cerso di pensare che non devo invidiare la Madallena, le sante donne o gli apostoli, perche Quello che loro hanno visto e toccato alla mattina della Rissurrezione è proprio lí davanti a me, con la sua Gloria e la sua potenza di Risorto e con una Umilta e mitezza che nessuna mente umana riesce a capire. Poi profitto quel momento che ho il Signore nelle mie mani per adorarlo, chiedergli tante cose, ringraziarlo, e di insegnarmi a donarmi agli altri come lo fa Lui a me (sono molto egoista, credetemi).
E poi, quando la mia coscienza mi condanna, mi comunico soltanto dopo una buona confessione.
Ecco, non so se era esatamente la risposta che volevi.

Francesco ha detto...

Evidentemente tu non fai parte del Cammino Neocatecumenale,Luiz,perchè Kiko Arguello la pensa molto diversamente da te.Nella lettera di risposta al Papa,scrittaGli il 17 gennaio 2006,egli,dopo aver AUGURATO al Santo Padre l'umiltà di Cristo(!),dichiara che la messa è squisitamente "Banchetto escatologico",durante il quale Gesù "passa a servire" gli intervenuti.

Inoltre nel 90 per cento delle comunita neocatecumenali(dimostrato e dimostrabile in qualsiasi momento) la richiesta di Arinze di partecipare almeno una volta al mese alla messa domenicale in parrocchia è rimasta lettera morta.

Se non sei neocatecumenale,come stai dimostrando e ti sforzi in continuazione di dimostrare,perchè te la prendi tanto con chi,come noi,denuncia l'eterodossia e la sfacciata disobbedienza del Cammino al Papa ?

Forse qualcuno di ha dato l'appalto di fare una difesa d'ufficio del Cammino su Internet?

mic ha detto...

Noto che per l'unica risposta che ci hai dato hai DOVUTO fare un distiguo tra quella "catechetica", (mettendoci dentro una serie di motivazioni che sono vere ma che nascondono il vero problema) e quello che vivi tu... (!?)
Ne convieni che se si insegnano certe cose, se c'è qualcuno che personalmente invece ne vive altre secondo la Chiesa, come affermi tu, è una eccezione e non fa testo?

Anonimo ha detto...

Beh... mi spiace ma faccio parte del Cammino ormai da molti anni...


quello che mi stupisce è che vuoi dedurre tutto il pensiero di Kiko sul Mistero Eucaristico da una semplice ( e cortissima) lettera inviata al Santo Padre (in un contesto molto preciso) e da qui vuoi dedurne l´eterodossia. Non ti sembra troppo ?

Qualche teologo ha detto (il suo discorso non c´entrava niente col Cammino - forse lui non sa neanche che il Cammino esista questo teologo) che adirittura nelle encicliche papali si puo dedurre cose eterodosse quando si tolgono dal constesto.

Poi che la Santa Messa sia ANCHE un banchetto escatologico dove il proprio Signore ci serve (è per questo che è vietato al laico prendersi da solo la Comunione - deve riceverla dal Presbitero che fa le veci di Cristo) lo troverai in qualsiasi manuale di teologia liturgica, e non solo, se leggi bene, anche nel Catechismo della Chiesa Cattolica.
Siccome l´Eucaristia è ANCHE un VERO BANCHETTO dove ci nutriamo del Pane della Vita disceso dal Cielo (la Comunione è un Banchetto Sacro), è escatologico perchè è un anticipo del Cielo, della Comunione Eterna col Signore.
Se Kiko avessi affermato che l´Eucaristia è SOLTANTO un Banchetto, allora sì, potresti ravvisare l´eterodossia. Ma lui (o Carmen) questo non l´hanno mai detto.

mic ha detto...

"Io, come semplice fedele, devo stare unito ai Vescovi (in specie al mio), l'unica cosa che posso chiedere al Vescovo è che sia in comunione col Papa."

Io lo vorrei tanto, ma il mio vescovo è modernista, contrario al Motu proprio, amico dei NC e in evidente discomunione col Papa? che devo fare?

Io mi sono già riposto: sto con Papa!!!!!

mic ha detto...

"Se Kiko avessi affermato che l´Eucaristia è SOLTANTO un Banchetto, allora sì, potresti ravvisare l´eterodossia. Ma lui (o Carmen) questo non l´hanno mai detto."

Questo è il PUNTO; nelle catechesi che anche tu hai citato Kiko e Carmen affermano proprio questo e con grandi punte di irrisione nei confronti della Chiesa in ordine al Sacrificio che definiscono mutuato dal paganesimo!!! Se lo neghi menti, ma forse perché non conoscei quelle catechesi che noi abbiamo in originale e che io ho ascoltato con le mie orecchie ?!

Francesco ha detto...

Mi convinco sempre di più,Luiz (o comunque ti chiami o chiunque tu sia) che tu non sei neocatecumenale e che ti è stato appaltato l'incarico(mi auguro non a pagamento) di sviare i nostri discorsi creando ad arte con fusione e basta.

La lettera di Kiko e Carmen e Pezzi al Papa del gennaio 2006 era chiarissima e se è vero che non escludeva la dimensione sacrificale della santa messa, è anche vero che sottolineava soltanto la dimensione conviviale dell'Eucarestia per giustificare il modo invalso nelle comunità neocatecumenali di ricevere seduti il Corpo di Cristo,condannato espliciotamente dal Papa( ed ancora in uso a quanto risulta a tutti).

Nel caso specifico il ricorso al CCC è oltremodo irriverente da parte tua:non è possibile prendersi gioco di esso nella pratica e poi aggrapparsi ad esso,solo a parole,per dimostrare il contrario!

Amico mio:sai come dicono a Napoli?

"Ccà nisciuno è fesso!!!"

Anonimo ha detto...

Non c'e' solo la lettera Luiz
ci sono gli "orientamenti",
porca miseria.
Gli orientamenti!
Pieni di errori e eresie inculcati
per anni in tanti malcapitati.....

Francesco ha detto...

Luiz non risponderebbe mai se gli ponessimo la domanda a cosa servono gli "Orientamenti"(che nessun movimento ha) quando c'è già il Catechismo della Chiesa Cattolica.

Non risponderebbe semplicemente perchè tali risposte non rientrano nel contratto di appalto che ha stipulato con i neocatecumenali....

mic ha detto...

"giustificare il modo invalso nelle comunità neocatecumenali di ricevere seduti il Corpo di Cristo,condannato espliciotamente dal Papa( ed ancora in uso a quanto risulta a tutti)."

La verità non detta è che loro si sono fermati alla "lavanda dei pieni", che è un "rito di inversione" che introduce al discepolato (questo è il vero significato dello "stare seduti" - detto anche nella lettera al Papa - mentre Cristo passa a "servirli"!!!!) ma l'ultima cena oltre alla lavanda dei piedi e a poter essere vista come "banchetto nuziale, escatologico" riporta all'istituzione dell'Eucarisia e alla prefigurazione del Calvario e della Resurrezione (per che cosa dunque si chiama Eucaristia, cioè rendimento di grazie, lode, ecc.???!!!) E' questo il vero significato cattolico, non solo l'iniziazione al discepolato!!!!

Anonimo ha detto...

mic disse...

Noto che per l'unica risposta che ci hai dato hai DOVUTO fare un distiguo tra quella "catechetica",
(...)
------

Mic,

la risposta "catechetica" sarebbe un pó piú lunga (meglio, abbastanza piu lunga) e non me la sento di impegnarmi in una discussione di questo genere perche ormai so che comunque le mie risposte non basterebbero... (infatti sono convinto che le "risposte" ormai le avete e che le domande - la maggioranza delle volte - sono piuttosto un pretesto per affermare di quello che ormai siete convinti) e io non voglio discuttere con una parete...

Per questo ho detto altre volte che la risposta migliore la dará la congregazione per la Dottrina della Fede (lo dico con tutto il cuore, so che darà la migliore risposta, c´è troppa gente pregando per tutto questo sia da una parte che dall ´altra). E io, questa risposta l´accetterò. Auguro di tutto il cuore che anche voi possiate accettarla.

Poi, per la risposta "catechetica" basta leggere alcuni Manuali di teologia liturgica (dalla quale il Cammino ne ha tratto molto), perche se ragioni soltanto in termini di teologia dommattica o teologia fondamentale, certo il linguaggio (sopratutto quello di CArmen - `e il suo stile) puo colpire piu di uno a prima vista e anche scandalizzare (ma non credo che scandalizzi chi ha fatto un corso di teologia liturgica a Santa Giustina - Padova). Kiko e Carmen non hanno MAI negato i Dogmi della Chiesa, molto meno i Dogmi Eucaristici. Semmai hanno messo l´accento su certi aspetti del Mistero (accenti questi, peraltro, dei quali loro non possono neanche vantarsi, perche come ho detto, c´è tutto uno sviluppo della disciplina della teologia liturgica nel XX secolo). Ma per chi ha studiato storia della Chiesa, e specialmente storia della Liturgia, questo non scandalizza affatto. In ogni epoca c´è la tendenza a mettere accento su un aspetto del Mistero pur senza negare gli altri. È cosè che lo sviluppo teolico si da alquanto mi pare (come insegnava se non mi sbaglio San Vincenzo di Leris). Oggi, ad esempio, si mette l´accento sempre di piu su l´aspetto sociale dell´Eucaristia (aspetto che alcuni Padri della Chiesa avevano toccato, ma poi un pò dimenticato), anche il Papa ne parla. Ma duecento anni fa, non si parlava con questo linguaggio di oggi. Eppure nessuno si scandalizza ne grida all´eresia.

mic ha detto...

Vi siete mai chiesti perché è stata scelta la sottolineatura della "lavanda dei piedi" di Giovanni (trascurando però totalmente il lungo discorso sul Pane di Vita)
Perché solo i sinottici e la lettera ai Corinzi contengono la formula della consacrazione e in maniera in qualche modo difforme tra loro, che però la Chiesa fin dai primi secoli nel canone romano ha recepito come la viviamo oggi.
Probabilemnte anche per questo i NC non usano mai il canone Romano....

mic ha detto...

"Poi, per la risposta "catechetica" basta leggere alcuni Manuali di teologia liturgica (dalla quale il Cammino ne ha tratto molto"

non prenderci in giro rimandandoci alla teologia liturgica che conosciamo bene. Se il cammino davvero si rifacesse a questa, che bisogno ha degli Orientamenti? E non credi che sarebbe già stato approvato?

Francesco ha detto...

Aspetto "sociale" dell'Eucarestia?
Stiamo discutendo di antropologia cristiana?

Caro Luiz, complimenti:stai onorando benissimo il tuo contratto d'appalto stipulato con i neocatecumenali. Mi auguro almeno che tu ,dopo tanta fatica, riceva un giusto corrispettivo da loro.

Per onestà...!

Anonimo ha detto...

mic disse...

(...)

Questo è il PUNTO; nelle catechesi che anche tu hai citato Kiko e Carmen affermano proprio questo e con grandi punte di irrisione nei confronti della Chiesa in ordine al Sacrificio che definiscono mutuato dal paganesimo!!! Se lo neghi menti, ma forse perché non conoscei quelle catechesi che noi abbiamo in originale e che io ho ascoltato con le mie orecchie ?!

-----

Li hai ascoltato da Kiko e Carmen... o da altri ?

Kiko e CArmen con quelle frasi hanno voluto solo dire che i sacrifi pagani non c´entrano niente col Mistero Eucaristico, non c´entrano niente nè col Sacrificio della Croce, nè col Sacrificio Eucaristico. Non si puo paragonare. I sacrifici pagani sono cose totalmente diverse. L´aspetto qui però, è pastorale, purtroppo c´è della gente poco catechizzatte, che magari è stat soltanto battezzata, ma poi non è piu venuta in Chiesa, o che ci va solo per i matrimoni, funerali, ecc, che hanno sa Dio quali idee in teste ( e nessuno puo negare che queste persone ci sono!). Che pensano che Dio sia un Dion vendicativo, uno che punisce (in Dio c´è pure Giustizia, ma non è esattamente come molta gente ce l´ha in testa) e che se non gli fai sacrifici (in quel senso pagano) non si soddisfa di te. Il Sacrificio della Croce ( e quindi quello Eucaristico che ne è l´attualizzazione oggi e qui)è un Sacrifico Redentore, Sacrificio di Puro Amore, di pura donazione, in Sostituizione vicaria.

É quello che Kiko e Carmen, mi sembra (e ne sono sicuro) (non parlo a nome loro, ne a nome del Cammino, pure se li ho ascoltati piu di una volta), dicevano nelle catechesi (Mic, pure io le ho lette, stai tranquillo). Il problema è che se non si tiene conto del contesto, dell´aspetto pastorale (che nel Cammino è fortissimo) non capirai niente e crederai vedere eresie dappertutto, perche starai ragionando solo con gli schemi della teologia dommatica che si insegnava prima del Concilio, senza prenderne atto dell´aspetto pastorale e della teologia liturgica e della storia della liturgia.

Siete mai andati da un sacerdote (neutrale) esperto in teologia liturgica a dire cosa veramente ne pensa ?

Molta gente per esempio si scandalizza di quella ormai (forse un po infelice) frase di Carmen quando parlava ai preti sacramentini (non mi ricordo le parole esatte adesso). Il senso è ovvio era non di negare l´adorazione, ma di aiutare a capire che già nella celebrazione c´è l´Adorazione e che l´Adorazione dopo la Messa deriva sempre dalla Messa stessa, non puó essere qualcosa di staccato (uno deve ricordare che prima del Concilio molta gente non si comunicava, si dava magari piu importanza all´Adorazione dopo la Messa che alla Comunione stessa nella Messa). Cristo ha istituito l´Eucaristia INANZITUTTO per donarsi a noi nella Comunione, se non fossi così, se volesse solamente essere adorato e la Comunione non fosse importante avrebbe scelto un´altro mezzo per essere presente, ma ha scelto proprio il Pane che deve essere mangiato (e mangiato subito, perche come si sa il Pane non puo stare a lungo - Il Miracolo di Siena è appunto un Miracolo attraverso il quale il Signore conferma la Fede, ma non toglie quanto si è detto). Certo, si deve anche adorare, Perchè è il Figlio di Dio, Dio stesso che si dona a noi.
Carmen ha messo l´acento sulla Comunione, sull´importanza della Celebrazione, non ha voluto negare l´Adorazione dopo (ci mancherebbe!!)(vedete come di una frase si puo travisare il pensiero di una persona?). Se questo non fosse vero, perche allora Carmen vai di tanto in tanto a passare delle giornate in monasteri di Clausura e rimane lì a pregare ORE davanti al Santissimo ? Perche si raccomanda tante volte ai fratelli di andare a pregare davanti al Santissimo ? (per fare bella figura al Papa , diresti voi... o allora direste che questo si fa adesso e che prima non si faceva: questo si faceva prima della lettera del Papa del 1990, questo lo posso dire)

Anonimo ha detto...

Per altri aspetti...

Perche non andate a leggere ad esempio Aldazabal (noto liturgista spagnolo) (tranquilli, lui non è molto amico del Cammino, anzi) che non molti anni fa ha pubblicato un libro che appunto si chiama "Eucaristia". Li troverete un po tutte queste cose. Alcune cose che lui dice non mi sono molto piaciuti (mi è sembrato un pó troppo progressista in materia liturgica - se alcune cose vi hanno sembrato "eretiche" del Cammino, questo qua vi scandalizzerà a oltranza, eppure lui non è stato condannato dal Vaticano e gode di buona fama in ambito ecclesiastico spagnolo).

Comunque ripeto, se non avete tempo (per chi non l´ha fatto), raccomando qualche Manuale di teologia liturgica e di storia della liturgia, o qualche corso di liturgia, credo questo vi aiuterebbe (non dico che cambierebbe le vostre opinioni) a contestualizare meglio la questione.

Se non volete perche non avete il tempo, andate allora da un sacerdorte especialista in materia liturgica, e esponetegli la questione, sicuramente risponderà meglio di me. Comunque, alcuni anni fa `e uscito un belissiimo articolo fatto da un sacerdote italiano especialista in materia liturgica analizzando gli aspetti liturgici e dotrinalli-liturgici del Cammino (rivista specializzata di liturgia italianza, ho una copia, ma devo cercala dové - la mia casa non è un esempio di ordine...). MOlto buono perche neutrale, faceva vedere secondo lui i lati positivi e i negativi.

lara ha detto...

Trovo oggi un Luiz un pò diverso..., sei d'acordo alla continua richiesta di ubbidienza ai catechisti?

mic ha detto...

"Kiko e CArmen con quelle frasi hanno voluto solo dire che i sacrifi pagani non c´entrano niente col Mistero Eucaristico, non c´entrano niente nè col Sacrificio della Croce, nè col Sacrificio Eucaristico. Non si puo paragonare. I sacrifici pagani sono cose totalmente diverse."

Non è vero!!! Hanno detto che il sacrificio di Cristo celebrato dalla Chiesa era pagano!!! Ti cerco e ti posto le testuali parole!!! Stai ancora e sempre girando la frittata!!!

Erasmus ha detto...

URGE che si pronunci la Santa Sede!

lara ha detto...

Luiz, attendo un tuo semplice 'Si o No'

lara ha detto...

Luiz, sei andato via?

RAgazzi scusate se l'ho fatto scappare!

..........

E anche stamani (come sempre) hanno "firmato" la presenza con il loro quadretto!

mic ha detto...

Leggi Luiz quel che dicono Kiko e Carmen, e non è tutto, qui manca il pezzo del sacrifico pagano che devo trovare; ma questo basta e avanza: parlano chiaramente di "transignificazione" e non di "transustanziazione" e non sono aride questioni dottrinali: si tratta dello SPIRITO con cui si vive la celebrazione e l'insegnamento corrispondente che nutre la fede...
“Gesù Cristo gli dà ancora un altro nuovo significato, un nuovo contenuto al segno: questo pane è il mio corpo che si consegna alla morte per voi. Gesù Cristo non si inventa il segno che era antichissimo; dà pienezza al segno, un nuovo significato. Perché lui compie la Pasqua, lui compie il passaggio dalla schiavitù della morte alla terra promessa che è l’arrivo al Padre,… la vera Gerusalemme” (OR, p. 306).
“Con il Concilio di Trento, nel XVI secolo, si fissa tutto rigidamente. “In quest’epoca nascono tutte le filosofie sull’Eucarestia.
“Quando non si capisce quello che è il sacramento, a causa della svalorizzazione enorme dei segni come sacramenti, e quando non si capisce quello che è il memoriale, si comincia a razionalizzare, a voler dare spiegazioni del mistero che c’è dentro. Precisamente perché, il mistero trascende la sua unica spiegazione, c’è il sacramento. Il sacramento parla più dei ragionamenti. Ma a quel tempo, poiché non si capisce…, si cerca di dare spiegazioni filosofiche del mistero. E così incominciano i dibattiti su: “come è presente?” Lutero non negò mai la presenza reale, negò solo la parolina ‘transustanziazione’ che è una parola filosofia (sic) che vuole spiegare il mistero.
“La Chiesa primitiva non ha mai avuto problemi circa la presenza reale… Ma la cosa più importante non sta nella presenza di Gesù Cristo. Egli dice: “Per questo sono venuto: per p a s s a r e da questo mondo al Padre”. Ossia, la presenza fisica nel mondo ha uno scopo che è il resuscitare dalla morte. Questa è la cosa importante. La presenza è un mezzo per il fine che è la Sua opera: il mistero di Pasqua. La presenza è in funzione dell’Eucarestia, della Pasqua” (OR, p. 325).
DALL'ORIENTAMENTO ALLE EQUIPE DI CATECHISTI DEL CAMMINO NEOCATECUMENALE DI KIKO ARGUELLO:
"Il pane e il vino non sono fatti per essere esposti, perché vanno a male. Il pane e il vino sono fatti per essere mangiati e bevuti. Io dico sempre ai sacramentini che hanno costruito un tabernacolo immenso: se Gesù Cristo avesse voluto l’Eucaristia per stare lì, si sarebbe fatto presente in una pietra che non va a male. Il pane è per il banchetto, per condurci alla Pasqua. La presenza reale è sempre un mezzo per condurci ad un fine, che è la Pasqua. Non è assoluto. Gesù Cristo è presente in funzione del mistero Pasquale."
Ecco il perché i NC NON SI INGINOCCHIANO MAI durante la Consacrazione. Ecco anche perché non ammettevano l'Adorazione Eucaristica. Solo da poco, pensiamo per i rilievi mossi, ma anche per l'importanza dell'Adorazione più volte richiamata dai nostri Papi, almeno a Roma, nella Parrocchia dei Martiri Canadesi, la fanno, introdotta di recente del tutto ostentatamente, una sola volta al mese.
TRATTO DAL LIBRO "INTRODUZIONE ALLO SPIRITO DELLA LITURGIA" DI J. RATZINGER
"...La transustanziazione (trasformazione del pane e del vino), l'adorazione del Signore nel Sacramento, il culto eucaristico con l'ostensorio e le processioni - tutte queste cose, ci viene detto, non sono che errori medievali, da cui bisognerebbe distanziarsi il più presto possibile. La superficialità con cui vengono messe insieme idee di questo genere può solo suscitare meraviglia....
...Nessuno dica allora: l'Eucaristia deve essere mangiata e non adorata. ... la Comunione raggiunge la sua profondità solo quando è sostenuta e compresa dall'adorazione..."

La nostra fede ci fa essere d'accordo col secondo, e non col primo.

mic ha detto...

Luiz, citi con disinvoltura liturgisti spagnoli... ma credi che i tanti 'piccoli' vadano a leggersi i liturgisti spagnoli come fai tu o non seguano pedissequamente quello che viene loro insegnato a nome di kiko e Carmen e non di Cristo Signore?

lara ha detto...

E con "MEMORIALE" che non si confonda con 'ricordare', ma "RIVIVERE" il SACRIFICIO di Nostro Signore.

Anonimo ha detto...

Sottofondo dietro all'altare di oggi ... X K Y K ... chi lo avrà allestito? ...

Francesco ha detto...

Se Luiz fosse un vero neocatecumenale,a parte ogni scherzo,non sarebbe qui ad accalorarsi tanto perchè saprebbe binissimo che tutto quanto analizzato in questo blog e nel sito collaterale è verità e non si cimenterebbe nemmeno nella discussione,come non si cimentano i furbi neocatecumenali che sanno da sempre quanto siano nell'errore e,per un motivo o per l'altro, ci persistono.

Egli potrebbe essere un "piccolo" cioè un neocatecumenale convinto e ingenuo,ma non lo è perchè fa sfoggio di molta abile dialettica,anche teologica.

Allora,come dicevo per burla prima, non può che essere un prezzolato dai neocatecumenali,che ne sa una più degli altri e viene qui a seminare confusione.

Grazie,Luiz!

lara ha detto...

Si, Francesco. Lasciamo stare Luiz che sappiamo approfitta di questo spazio per continuare a difondere confusioni!

E riconosco di aver sbagliato al credere di poter trovare in lui un Luiz un 'pò diverso' da quelli precedenti.

Psicologicus ha detto...

Abile lo è Luiz-camaleonte.
Ha ancora cambiato tattica.
Dopo aver tentato di associare il Cammino agli altri movimenti ecclesiali, ora è passato a minimizzare le affermazioni di Kiko e Carmen:
non è vero che hanno detto questo o quello, non volevano dire proprio questo, occorre contestualizzare le loro parole e non prenderle in assoluto, ecc. ecc.
Con tale tattica, qualsiasi cosa Kiko affermi di blasfemo, eretico o anticattolico, Luiz la giustificherà in quanto da intepretare, sviscerare, contestualizzare nell'ambito della pastorale, ecc.

Luiz, ti consiglio di leggere uno scrittore italiano che si chiamava Leonardo Sciascia.
Lui disse una cosa folgorante: "le parole sono pietre".
Sai cosa vuol dire? Che quel che è detto è detto e spesso incide con la forza di un macigno.
Le parole che Kiko ha disseminato con i suoi Orientamenti sono macigni sulla Chiesa.
Benchè ti affanni a minimizzarne la gravità, sono lì inamovibili ed inequivoche come le pietre di Sciascia.

michela ha detto...

Io credo che Luiz sia un neocatecumenale.

E credo pure che nei neocatecumenali ci sia uno scollamento tra quanto si dice a parole e quanto si vive.

E non credo che neanche se Kiko ritrattasse pubblicamente gli errori dottrinali non cambierebbe nulla. Per i neocatecumenali la fede è qualcosa di irrazionale, la predicazione può anche essere infarcita di errori o di baggianate, ma l'unica cosa che conta è che riesca a suscitare le fede in chi ascolta.

A nessun neocatecumenale importa nulla delle eresie, o della mancanza degli statuti, importa solo della fede che crede di avere.

Qualche anno fa un paese dell' est Europa ha riconosciuto i testimoni di G. dandogli un contributo economico, ma in cambio ha chiesto ed ottenuto che non vietassero le trasfusioni di sangue, che sono invece un cardine nel loro insegnamento nel resto del mondo.
Penso che qualcosa di simile possa accadere anche per il cammino, Kiko si potrà anche inginocchiare davanti al papa, visitare tutti i santuari mariani del mondo, battersi il petto, rinnegare le eresie, ma lo farà in modo che le comunità siano informate solo di quello che vuole lui, e nella sostanza non cambierà nulla.
Questo è quello che capisco leggendo gli interventi dell'anonimo di oggi.

mic ha detto...

C'è un'altra domanda per Luiz, cui difficilmente avremo risposta: Perché i NC non si inginocchiano mai?
Premetto che tutti i cristiani pregano "in piedi" in quanto consapevoli di essere Risorti in Cristo con Cristo e per Cristo; ma i NC dritti come fusi anche durante la consacrazione?

Senti cosa dice il nostro Papa:
“Una fede o una liturgia che non conoscano più l’atto di inginocchiarsi, sono ammalate in un punto centrale” (Joseph Ratzinger, “Introduzione allo spirito della liturgia”, pagina 190).

Anche questo è stato già detto, ma "repetita iuvant" è il motto del nostro blog"

mic ha detto...

Ogni tanto Luiz scompare ma poi torna più incalzante di prima e con un carico di citazioni illustri generiche e tali da sviare l'attenzione su dati marginali e proseguire imperterrito l'apologia del cammino... Chissà se si consulta anche con i super catechisti?

mic ha detto...

Anonimo delle 12:32
puoi indicarci un'immagine?

psicologicus ha detto...

Quel che afferma Michela ha un grande fondo di verità, ed è spiegabile dal punto di vista psicologico.
I meccanismi di identificazione nel Cammino sono tali da far passare in secondo piano le questioni teologiche o dogmatiche.
In ultima analisi, più che riportare alla fede cristiana chi ne era lontano, il Cammino ridà una certa fede in sè stessi a chi l'aveva perduta.
La fede religiosa diventa soltanto un pretesto, un collante.
Più volte si è evidenziato che alla base del meccanismo di adesione al Cammino operano processi psicologici rilevanti, essenzialmente basati sulla cooptazione e la corresponsabilizzazione in un percorso di indottrinamento che, servendosi di un argomento 'forte' come la fede, attira e coinvolge le persone facendo leva sulle frustrazioni, aspettative deluse, mancate realizzazioni di sè.
A volerle analizzare, si troveranno condizioni e situazioni comuni nel vissuto degli adepti come in quello di catechisti e responsabili, con le debite differenze di status ed orizzonte d'attesa.
Se ciò è vero, ai neocatecumenali importano poco gli aspetti formali, le legittimazioni, i riconoscimenti: vi hanno interesse sol perchè interessano ai loro capi. Allorquando questi ultimi mostreranno di non importarsene più, anche loro se ne disinteresseranno in toto.
In realtà, gli adepti neocatecumenali sono molto più interessati a mantenere lo status di privilegio elitario rispetto agli altri credenti e soprattutto l'appartenenza ad una comunità chiusa ritenuta diversa e superiore, in cui possono sperimentare attraverso lo stare insieme ed il sottoporsi a riti iniziatici segreti una consapevolezza di sè ed un "potere" sicuramente mortificati nella esperienza di vita ante Cammino.
Se il Cammino dovesse ricevere un rifiuto dalla Chiesa, essi continueranno a farne e sentirsene parte, seguendo le indicazioni del leader, poichè per loro è il Cammino in quanto tale l'evento della loro vita, non la riscoperta della fede e dell'essere cattolici, che ne sono soltanto aspetto sussidiario e collaterale.

Anonimo ha detto...

Mic, effetto diinquadratura, es. pregh. comunione dei Santi Mons.Bagnasco

nicola ha detto...

buongiorno a tutti

per mic:
"Anonimo delle 12:32
puoi indicarci un'immagine?"

nel link riporto pag 2 della gallery del sito ufficiale dell'agorà, ci sono altre pagine in cui si notano le grandi lettere alle spalle del Pontefice, ma spero e credo che non si tratti di una scenografia studiata dall'organizzazione neocatecumenale; sarebbe eccessivo, credo, e poco funzionale. mi sembra una forzatura..

http://php.agoradeigiovani.it/photo/Messa/photogallery.php?pagina=2

buon pomeriggio

nicola ha detto...

inoltre le lettere sono poste in ordine diversamente da come indicato da anonimo, per la precisione

a sinistra del Papa: KYX(con la prima k rovesciata a specchio)

a destra del Papa: XYK

di nuovo, buon pomeriggio

viator ha detto...

io vedo Y K rovesciata K Y ma possono essere semplici linee architettoniche anche se somiglianti alle lettere...

Viator ha detto...

Guardando meglio la prima da sinistra è una K orientata da destra a sinistra poi Y poi X orientata da destra a sinistra - poi, specularmente X orientata da sinistra a destra Y e K orientata da sinistra a destra in un'altra foto si vede una seconda K dopo questa...

Anonimo ha detto...

Ciò che chiama la attenzione è come viene fatta l'INQUADRATURA e spesso su quella della destra dove appaiono tre lettere X Y K, che, tagliando la X a metà , passa ad essere sotto lo sguardo una k.

La pulce ha detto...

DAL DIARIO,STRETTAMENTE PERSONALE, DI DONA CARMENITA...

JUEVES,TREINTA DE AGOSTO:

Stanchissimi por la grande ,muy grande fiesta neocat de Castelmarcolfo,finalemente semo partiti in elicottero per Puerto Saint Georg.Ma le nostre fatiche non erano ancora finite. Infatti abbiamo dovuto fare una sosta nellUrbe io e el Kirikus por depositar en la banqua todo el mucho dinero che appesantiva l'elicottero e gli impediva di volare.

VIERNES,TRENTA Y UNO DE AGOSTO:

Siamo finalmente a Puerto Saint Georg.Todo es pronto per la catechizzacion maior de lunes,tres septiembre che terrà el Kirikus. Por favorir l'alzata dos iuvenes abbiamo fatto venir muchas sedias a molle.

SABADO,PRIMER DE SEPTIEMBRE:

Ho giocato toda la giornata a briscola con Mister Repe,che ho scoperto gioca con tres mazzi de carte .In serata solo una capatina a Montorso,ma c'era troppa confusion.

DOMINGO,DOS DE SEPTIEMBRE:

Ho visto el Papa en television.Me siembra stanco e annoiato.Forse aspetta anche elo la convocaccion especial de domani per la catechizzacion del Kirikus.

lara ha detto...

Preghiamo il SIgnore di custodire l'amore che il Santo Padre ha seminato in ogni cuore in questo incontro e possa essere il punto di una nuova partenza importante per la Chiesa.

Noto la dolcezza e sensibilità del nostro caro Benedetto! Insieme alle benedizioni del Nostro Dio su di lui, credo che ciò sia frutto del suo AMORE per LA MUSICA, che ha arricchito e nutrito la sua vita personale e a Lui tanto cara.

E' stato MOLTO significativo quando parlò ieri di quelle persone che si erano convertite con l'ascolto di Bach e Mozart.

Forse sia nella musica nascosto questo nuovo punto di partenza? ... Forse ritornare all' ARPA e alla CETRA ? Strumenti scelti da Dio per accompagnare le Sue ispirazioni! e abbandonare quelli chiassosi? che allontanano dal raccoglimento interiore?

Forse ...

Allora, mi auguro che il dolce suono dei violini che hanno accompagnato questi giorni dal momento della sua accoglienza, la serenità della Sua presenza, la dolcezza delle Sue parole, il Suo primo messaggio ( impegno), e la dolcezza nel Suo ascolto, sia balsamo a tutti loro.

Specialmente per quella parte di giovani che PIU CI PREOCCUPA, e siano questi attratti da questi NUOVI TONI e MELODIE nella quale sono stati immersi in questo incontro, PURIFICANDO e RISANANDO il loro UDITO ferito. Facendo loro riconoscere e rigettare la voce di falsi profeti, già da oggi. e ritornino a casa con quel SI nel cuore al VERO DIO.

Amen.

Anonimo ha detto...

scusatemi la gnuranza, ma che vorrebbe da di' KYXXY o quelo che e'?

nicola ha detto...

buonasera a tutti

per anonimo che scrive
"Perchè dare delle risposte a chi crede ormai di averle ?

Le domande di questo blog sono meramente rettoriche. In fondo credete ormai di avere le risposte a quelle domande che fate.

Allora è meglio dare delle risposte alle domande che non avete fatto a voi stessi..."

caro anonimo, non credo di aver mai fatto domande retoriche.

il mio ragionamento, riassumendo, è (farò un diagramma di flusso seguendo soltanto una delle domande che ho fatto nei post precedenti, ma vale anche per tutte le altre):

1-è vero che non seguite il messale per alcune preghiere durante la Messa?

Se Sì, allora:

2-perchè non lo affermate pubblicamente spiegando con serenità il motivo di tale divergenza da quanto chiaramente indicatovi dal Papa?



Se no, allora:

2bis-perchè non smentite immediatamente quelle che si rivelerebbero come assurde falsità?

cosa c'è di retorico qui?

mi fa piacere leggere la discussione sulla liturgia eucaristica, spero sia occasione per spiegare in modo ragionevole che cosa contiene la preghiera "Oh Signore non son degno.." che non sia in linea con gli insegnamenti del cammino. sono certo (ECCETTO CHE NEL FELICE CASO DI ESSERE SMENTITO DA ANONIMO SULLA DIFFUSIONE DI TALE MANCANZA) dell'esistenza di una ragione per cui viene richiesto ai sacerdoti che celebrano in comunità di saltare suddetta preghiera.

con semplicità, vorrei sapere qual è da una persona che, sento con infinito piacere, nutre la sua fede anche con letture e riflessioni teologiche.

spero di non essere stato ancora una volta retorico, anonimo, anche perchè, a quanto pare, a me non rispondi proprio mai! :-(

PS

caro anonimo, per le domande che non abbiamo fatto a noi stessi aspetto il tuo aiuto, anche perchè non capisco a che tipo di domande tu ti stia riferendo.

buona serata

viator ha detto...

'un te preoccupà anonimo nun vò dì gnente

viator ha detto...

"Facendo loro riconoscere e rigettare la voce di falsi profeti, già da oggi. e ritornino a casa con quel SI nel cuore al VERO DIO."

domani, oltre al buon grano di oggi, entrerà la zizzania... preghiamo il Signore che riconoscano qual è la Sua voce vera...

eminenz ha detto...

L’indirizzo ce l’ho!
in parrocchia non e' un problema.
Ti sorprendero'
Ti offrirò una serata strana!!!
Il pretesto lo sai :
una catechesi solo per adulti

Sarò grande vedrai!!!
Dammi spazio, e dopo, mi dirai…
fa di me quel che vuoi!!!

ma luiz chi e'
Kiko ormai ha convertito anche te
non dovevamo essere i soli

ma luiz chi e'?
luiz chi e'?
luiz chi e'?

e' distratto, ci fa o ci e'?

Mi aspettavo lo sai
un cristiano un po piu' normale
e invece eccolo qui
l'ennesimo neocatecumenale
Ora spiegami dai
l'atteggiamento che dovro' adottare
Mentre io rischierei
di trovarmi con una setta a lottare
Non voglio sai!!

Il tripode no
non l'avevo considerato

D’accordo, ci provero'..
La geometria, non è un reato..

Garantisci per Luiz?
Dallo scrutinio e' uscito
un po' squinternato.

dice: Kiko e' grande lo sai
e il tripode io lo rifarei
Perche' no, lo rifarei!!
.............

La pulce ha detto...

GALA' DELLA VIGILIA A PUERRTO SAINT GEORG

Quasi tutti giunti a Puerto Saint Georg gli illustri ospiti che domani,nella grande spianata vicina al Geoide neocat,occuperanno le prime file davanti a circa 1500 cimici neocat per l'attesissimo incontro con el senor Kirikus,che da alcune ore è ormai entrato in ritiro di preghiera nella sua suite e ne uscirà domani intorno alle 10,00.

Per una degna accoglienza di tanti tacchini e pavoni bordati di rosso Dona Carmenita ha anzitutto di rinchiudere in una camera insonorizzata Dina Grilli che ormai non sta più nella pelle ed arde dal desideri di fare la sua performance autoaccusatoria prevista per domani.
Indi ha stabilito che ad ogni illustre ospite venisse subito assegnata una suite con tappezzeria rossa o paonazza ,a seconda della dignità.

L'alto catequista siculo,cavalier Giovanni Pipìa,in orbace nero,stivaloni,monocolo,fez e scimitarra d'ordinanza, ha schierato davanti alla hall fin dalle ore 18,00 un picchetto d'onore di 200 cimici neocat sicule in tuta mimetica con ordini rigorosissimi di scattare sull'attenti appena si intravede sopraggiungere un alto pelato col suo seguito.

Mister Repe dall'alto della terrazza dove oggi ha consumato il suo umile pasto segue fumando lo svolgersi dell'accoglienza.

Per il galà di stasera è ormai tutto pronto nel grande salone al piano terra,lato S-W del catacumbenium.
Il buffet freddo ,curato personalmente da Dona Carmenita,prevede:

- stuzzichini di pollo al baffo;
- pollo in gelatina a cubetti;
- tartine di quisquillas;
- paella fredda alla Carmenita;
- tartillas de cueso;
- gazpacho neocat;
- frutta varia;
- arroz au leche;
- vini della riserva di Puerto Saint George.

Per le canzoni e le danze è stata predisposta su un immenso palco una squadra di 60 cimici neocat in tenuta scurissima,ciascuno dei quali provvisto di chitarra,4 pifferi,un bongo,un cembalo,tre nacchere(una delle quali suonata a bocca).

W BENEDETTO ha detto...

Ma vi pare ecclesiale che i nc della diocesi di Teramo-Atri siano andati con pulman dove erano tutti di loro? Ma è normale o ancora una volta si evidenziano più forti chre mai le carqatteristiche della setta?
Non so ancora se dipenda da richieste dei responsabili locali o è a livello nazionale.
Cmq, diversamente dagli altri anni in cui , nei grandi raduni, compariva sempre qualcosa di nc, con Benedetto NON E' SUCCESSO: scenario sobrio e di effetto. Non di immagine ma di messaggio sostanzioso : diretto ed essenziale. Grande!

Nella folla ho intravisto una croce astile nc in mano ad un adulto più che stagionato(forse un "vescovo-laico nc) e qualche icona qua e là. O le telecamere non "hanno colto l'occasione di inquadrarli" o in effetti "non erano tutti di loro" come si diceva.
Cmq uno di loro che ritornava da Loreto subito ha asserito che passando lungo la via tra i giovani ijn raduno , "erano tutti nc.

Domani tutti i nc a PortoS. Giorgio a stratificare sul messaggio del Papa quello di kiko (il loro papa).
Nessun gruppo fa questo,...Che non si lamentino facendo le vittime di un complotto. Qui ci vogliono i fatti di una conversione e non le ciance di un "luis" di turno, che cerca giustificazioni continuament e quando non sa cosa dire vuole azzittire co un "non giudicare".
Noi vediamo e raccontiamo . E NULLA E' INVENTATO.Solo che è ora che anche voi traete le dovute conclusioni: Il raduno con Benedetto vi serve da immagine , da spot, e per attrarre gli ingenui che non sono ancora consapevoli di quanto il cammino li porti lontano da una reale ecclesialità.... E li fa andare dritti dritti nella RETE di kikolino il pifferaio magico.

Anonimo ha detto...

Cmq, diversamente dagli altri anni in cui , nei grandi raduni, compariva sempre qualcosa di nc, con Benedetto NON E' SUCCESSO ...

Ne siamo sicuri?

Viator ha detto...

Se tu non ne sei sicuro Anonimo, dicci il perché, altrimenti evita!

mic ha detto...

"Cmq, diversamente dagli altri anni in cui , nei grandi raduni, compariva sempre qualcosa di nc, con Benedetto NON E' SUCCESSO ..."

Di sicuro non c'erano le solite gigantografie con le orrende cone kikiane!

Anonimo ha detto...

Su korazym.org insieme a tante altre c'è solo una foto del altare, ed è proprio quella con sottofondo di cui se ne parlava prima.

Può essere cosa casuale o pensata.

mic ha detto...

Ho visto, credo che sia una cosa pensata perché che si tratti di lettere è evidente. Bisognerebbe conoscere l'estrazione dell'architetto citato da Korazym e approfondire il significato delle lettere... dovrebbe essere interessante

Anonimo ha detto...

Nicola,

siccome sei eccezione in questo sito,

scrivimi ti prego.

risposteanicola@gmail.com

Ti risponderò in quel che so, con piacere.

P.S.
Risponderò soltanto a Nicola.

eminenz ha detto...

Il Tripode No!

Il tripode no
non l'avevo considerato

D’accordo, ci provero'..
La geometria, non è un reato..

Garantisci per Luiz?
Dallo scrutinio e' uscito
un po' squinternato.

dice: "Kiko e' grande lo sai"
e il tripode io lo rifarei
Perche' no, lo rifarei!!

seby ha detto...

Se no, allora:

2bis-perchè non smentite immediatamente quelle che si rivelerebbero come assurde falsità?

cosa c'è di retorico qui?

mi fa piacere leggere la discussione sulla liturgia eucaristica, spero sia occasione per spiegare in modo ragionevole che cosa contiene la preghiera "Oh Signore non son degno.." che non sia in linea con gli insegnamenti del cammino. sono certo (ECCETTO CHE NEL FELICE CASO DI ESSERE SMENTITO DA ANONIMO SULLA DIFFUSIONE DI TALE MANCANZA) dell'esistenza di una ragione per cui viene richiesto ai sacerdoti che celebrano in comunità di saltare suddetta preghiera.


La suddetta preghiera viene saltata, come mi spiego' una volta il mio catechista, se non sbaglio, al primo passaggio, perche' non e' vero che non siamo degni di ricevere l'eucarestia, in quanto Dio si e' fatto uomo in Gesu' percio' siamo diventsati degni....
Mi sembra un po' eretico pero' e se o poi tutta la Chiesa lo dice perche' il cammino continua ad ometterlo?
Perche' kiko ha la sua visione di Chiesa, e non la vuole correggere altrimentia vrebbe subito accolto la lettera del ard. Arinze scritta per conto di Benededdo XVI.

lara ha detto...

Conoscendo il cn e le sue estrategie, non è cosa strana che quel sottofondo sia stato ben pensato!

Il cn è in difficoltà! ed è difficile 'guadagnare' nuovi adepti.

I meccanismi di coercizione psicologica sono venuti tutti alla luce, e da tempo la 'nuova' estrategia è quella della pubblicità. Lo stiamo vedendo da tempo (pallone, fammily day, magliette ...)e l'arte della pubblicità è molto vasta!

Sapete quanto poco ci vuole per far girare tra gli adepti che il palco dell'agorà dei giovani è stato affidato a kikiriki?

Se hanno fatto una 'radice' mondiale, figuriamoci che facile sarà stato farlo nelle Marche e convincere una sola persona!

lara ha detto...

Fesseriee tipo queste giravano facilmente nella mia comunità, e noi adepti fessi credevamo!

EXNEOCAT ha detto...

E'tornato Gennarini!!!!!!!!!!
E 100 mila neocatecumenali restano per il leader Kiko
A Loreto un pellegrino su 5 arriva dal «Cammino». Oggi sul palco salirà il loro fondatore

Gian Guido Vecchi

MILANO — Chissà se l'avrebbe mai immaginato quando all'inizio degli anni Sessanta, giovane pittore diplomato alla Reale Accademia San Fernando di Madrid, andò in crisi fino a non sapere che fare, «il mondo aveva per me il sapore della cenere, dentro di me mi dicevo ogni mattina: perché vivere? Per dipingere? E perché dipingere?».
Nel frattempo Francisco «Kiko» Argüello ha trovato la sua strada. Non ha l'aria ieratica, nelle rare apparizioni pubbliche mostra la faccia normale, barba rada e capelli ingrigiti, di un uomo che tutto sommato porta bene i suoi sessantotto anni. Solo che alle tre di questo pomeriggio salirà sullo stesso palco dal quale Benedetto XVI ha parlato ai ragazzi e si rivolgerà ai «suoi» giovani, gli oltre centomila neocatecumenali che da mercoledì hanno invaso le diocesi delle Marche e dintorni in attesa di incontrare il Papa e, l'indomani, il fondatore del «Cammino» nella piana di Montorso.
È senz'altro vero ciò che diceva il vescovo Giuseppe Betori, segretario generale della Cei, a proposito dei ragazzi di Loreto, «questi non sono giovani prefabbricati, non arrivano intruppati, il numero di adesioni individuali via internet è altissimo». Ma c'è poco da fare, a Loreto i neocatecumenali sbucavano euforici da tutte le parti, annunciati da nacchere e tamburelli, canti e danze. Tra qualche sorriso, «e ti pareva, eccoli!». Chi non li ama dice che fanno troppo chiasso, anche se in verità non è che gli altri, fra chitarre e bonghi, fossero più discreti. Però non c'era gara: centomila su mezzo milione, uno su cinque.
In tutt'altro contesto, al Family Day di maggio, era accaduto lo stesso: un milione di manifestanti e, tra questi, duecentomila seguaci del «Cammino» di Kiko. Del tutto impermeabili, come il loro fondatore, a ciò che si dice da decenni: quelli che si sposano solo tra di loro, che fanno gruppo a parte con riti stravaganti, che seguono un catechismo «segreto» e fondamentalista o, secondo la più colorita delle accuse, celebrano l'eucarestia usando focacce anziché ostie. «Ma quali focacce!», ha replicato il portavoce Giuseppe Gennarini, «è il messale romano a dire che il pane dell'eucarestia ne abbia l'apparenza...». L'essenziale, dicono, è la «riscoperta del battesimo», un itinerario che riprende formazione e prassi dei primi cristiani.
Si ricomincia da capo, e a quanto pare funziona: tra un accusa e l'altra, il Cammino si è diffuso in 900 diocesi nel mondo e conta seimila parrocchie, tremila preti e cinquemila religiose, 63 seminari e dalle venti alle venticinquemila comunità «di 30-60 persone»: solo in Italia sono cinquemila, almeno duecentocinquantamila fedeli più i loro (numerosi) figli. Niente male come esito della crisi di quel pittore ventenne che un bel momento, nel 1964, decise di andare a vivere tra i baraccati di Palomeras Altas, a Madrid, per «fare comunità come la Sacra Famiglia di Nazareth» ed «annunciare il Vangelo». Fu lì, narrano le biografie, che incontrò Carmen Hernández e con lei pose le basi di quello che sarebbe diventato il «Cammino», nel '68 stavano già nel Borghetto Latino di Roma. Certo, le gerarchie li tengono d'occhio con l'attenzione che si riserva ai movimenti più giovani, e quarant'anni per la Chiesa sono un battito di ciglia. Risale al 29 giugno 2002 «l'approvazione "ad experimentum"» per cinque anni dei famosi «Statuti». E ormai la fase sperimentale è scaduta. Loro aspettano fiduciosi: fondatore e co-fondatrice, oggi pomeriggio, saranno sul palco assieme a padre Mario Pezzi, l' «équipe » che guida i neocatecumenali. «Ogni volta, dalla Gmg dell' 89, facciamo seguire all'incontro con il Papa una "giornata delle vocazioni" per raccoglierne i frutti», spiega Giuseppe Gennarini. «La novità, semmai, è che stavolta ci hanno lasciato il palco ».

exneocat ha detto...

Scusate sempre la lunghezza dell'articolo tratto da segni dei tempi, ma la cosa che mi ha colpito in positivo nell'articolo
che finalmente qualcuno ammette quello che noi andiamo dicendo.Prima nessuna menzione sull'idiosincrasia del cammino alla chiesa cattolica.Finalmente c'e' qualcuno che mette in evidenza le differenze.Buona giornata a tutti.

Pasquale ha detto...

...già che c'erano, a Gennarini e company vescoivi e sacerdoti averebbero potuto lasciare anche i paramenti ormai...

Ma che cazzo di frutto produce il Cammino Neocatecumenale? Solo fumo:presunte conversioni, indifferenza verso i reali problemi delle famiglie e dei giovani, ignoranza e grave travisamento del sacro.

E ancora qualcuno osa decantarne le virtù?

montmirail ha detto...

Raccogliamoci in religioso silenzio.
Come tutti sanno oggi è il day after..e dopo le parole del papa il mondo attende come di consueto la rivelazione di KIKKKOOO...

http://www.papanews.it/
news.asp?IdNews=2865

stephanos78 ha detto...

Povero Luiz...

Anonimo ha detto...

Don Divo Barsotti

per me un santo.

Infatti, è stata una catechista del
Cammino a regalarmi un libro suo sulla Vergine Maria.

Anonimo ha detto...

Su Max Thurian

(affinchè non si cometta una ingiustizia nei suoi confronti e con la Comunita di Taize)

si è convertito al Cattolicesimo ed è stato ordinato sacerdote e incardinato nella Diocesi di Napoli ed era membro anche della Comissione Teologica Internazionale (alcuni anni prima di morire)

Roger Shultz (fondatore) pur se non si è convertito al cattolicesimo (anche se sua madre era cattolica, il padre invece no), insieme alla sua comunità hanno deciso di partecipare sempre alla Messa Catolica (invece di partecipare alla "Santa Cena). Infatti nel funerale di Giovanni Paolo II, ha ricevuto la comunione delle mani del Card. Ratzinger.

stephanos78 ha detto...

Non credo di riuscire più a sopportare le esaltazioni alla Gennarini... Dovremmo tutti riconsiderare noi stessi alla luce della Sapienza della Chiesa...
Invece vedo una deriva inarrestabile nella esaltazioni dei partiti..
Che tristezza..

stephanos78 ha detto...

Ricordando sempre le Domande di Gherardo e di Nicola, riposto le mie, aspettando la risposta di qualcuno..

"La solita filastrocca la vostra, inculcata a martellate dai catechisti. Perchè appena si mette in discussione il Cammino (il Cammino non si discute perchè è DIO!), senza neanche guardare al MERITO delle discussioni e di cosa si sta trattando, allora si aprono le "ire" dei "fratelli"!

Vediamo se ora riesci a rispondermi e a correggermi, se puoi:

1. Perchè il Cammino non ha mai seguito le norme impartite dalla Chiesa UFFICIALE, che lo correggeva e lo voleva riformare? I richiami espliciti sono almeno due, emessi dal Culto Divino, e risalenti uno agli anno ottanta e l'altro a quasi due anni fa!
2. Perchè il Cammino ha mentito a me e a tutti dicendo che aveva ricevuto indulti ufficiali sui suoi metodi e le sue riforme al Culto e alla Fede?
3.Perchè il fondatore del Cammino ha risposto in modo così ribelle al Papa (che voi USATE come un pugnale quando fa comodo ma che non si ascolta mai quando non fa comodo!), dichiarando apertamente la sua diversità di Fede (il Banchetto Escatologico) e questo non vi ha provocato nessun disgusto? Lui ha lasciato qualcosa di scritto direttamente al Capo della Gerarchia e della Chiesa RIBELLANDOSI APERTAMENTE ad essa e non vi crea nessun problema? Lo creiamo noi che commentiamo!
4.Perchè il Cammino non ha rispettato lo Statuto?
5.Perchè il Cammino impone la regola dell'Arcano a tutti, tranne chi decide lui?
6.Perchè il Cammino ha ingannato anche sul "Direttorio"?"

Anonimo ha detto...

lara disse...

L'intervento di Michela rispecchia bene cosa succede a chi finisce questo cammino. Ho conosciuto chi l'ha finito (con tanto di viaggio e inzuppato nelle nuove acque del 'nuovo' battesimo) per poi con il tempo dire: Quando finisci questo cammino ti rendi conto che DEVI INIZIARE AD IMPARARE A CAMMINARE!


-------
Alla fine della sua vita san Francesco diceva ai suoi frati: "Incominciamo, fratelli, a servire il Signore Dio nostro, perchè finora abbiamo combinato poco"


"
Francesco, ormai confitto nella carne e nello spirito, con Cristo sulla croce, non solo ardeva di amore serafico verso Dio, ma sentiva la sete stessa di Cristo crocifisso per la salvezza degli uomini. E siccome non poteva camminare, a causa dei chiodi sporgenti sui piedi, faceva portare attorno per città e villaggi quel suo corpo mezzo morto, per animare tutti gli altri a portare la croce di Cristo.
Diceva ai frati: «Incominciamo, fratelli, a servire il Signore Dio nostro, perché finora abbiamo combinato poco»." ( VITA DI SAN FRANCESCO (Legenda Maior)San Bonaventura )

lara ha detto...

Anonimo, il mio intervento prosegue, e prosegue così:

"Questo diceva considerando i mancati segni di cristianità all'interno della sua comunità e conoscendo altri (che come lei avevano finito) nella missione che faceva all'estero."

Mancanza di SEGNI DI CRISTIANITA, SEGNI. Non PERFEZIONE.

Il cammino di S.Francesco e seguaci nuella ha che fare con quello di kiko!

Cammino di castità (e lasciamo questa)

O B E D I E N Z A !!

P O V E R T A'

A te ti risultano? A me no!

Sono cammini OPPOSTI! e paragonare loro è delirante!

Anonimo ha detto...

michela disse...

Sei talmente infatuato del cammino (...)
vuoi che ti diciamo che il cammino è la cosa più bella del mondo?

E' il cammino 'la bellezza che salverà il mondo'?

-------

No, Michela. Cristo è la Bellezza che salverà il mondo! Cristo crocifisso e risorto e il Suo Amore per Noi: questa è la Bellezza che salverá il mondo! La Bellezza della Carità Divina abitando nei cuori dei cristiani: i cristiani si amando a vicenda in questo Amore sopranaturale. È questo che la Chiesa predica. È questo che anche il Cammino (che fa parte della Chiesa) predica.

stephanos78 ha detto...

..Caro Luiz.

Quando finisci questo Cammino e riesci a rimanere ancora libero (il che è un MIRACOLO) ti rendo conto che ti ha stravolto.
La Chiesa non è quella reale ma quella che ha costruito il Cammino. Il Cristianesimo è diverso rispetto a quello professato dalla Chiesa e ti è stato sempre detto che per questo c'è il Cammino: perchè E' SERIO rispetto alla Chiesa "della domenica". Come se la differenza stesse nella "serietà"! Con questo più grande inganno si è retto il Cammino per te e per tutti: siamo diversi perchè siamo "seri"! D'altra parte questo ripete sempre Kiko, sentito con le mie orecchie, quando inizia le sue omelie: "il Signore ha suscitato il Cammino: un percorso di iniziazione SERIO".

La "serietà" del Cammino, concretamente, porta a ritenerti un eletto. Qualcuno a cui è stato rivelato cosa il Cristianesimo sia REALMENTE. Ciò in verità esprime apertamente la diversità netta del Cammino dalal CHiesa. Che il Cammino non è la Chiesa. Ma nessuno se ne cura!

Il Cammino, ti dicono, è la VERA Chiesa. Ogni attimo della tua vita ti è stato detto che questa "chiesa primitiva" è la Chiesa VERA! Che il Cammino non "rinnega" niente ma che si "limita" ad "andare alle origini". Quante catechesi hai sentito sul "recupero" delle "origini" e sul fatto che queste sono le reali intenzioni del "Vaticano II"? Ti chiedo: conosci il Vaticano II? Hai mai letto in comunità i suoi documenti? Hai mai ascoltato l'insegnamento papale SENZA IL FILTRO dei catechisti? I catechisti ti hanno mai "distribuito" il magistero COMPLETO sul Vaticano II?
Se hai avuto accesso al Vaticano II, come è possibile che tu non abbia notato nulla di diverso?

Il Cammino non è per tutti. Anche questo hai sentito e senti. E solo questa frase spezza d'incanto qualsiasi "legame" che il Cammino vorrebbe tenere con la Chiesa e con Cristo! Cristo invece dice testualmente che la Salvezza (ovvero il Cammino, secondo i catechisti) E' PER TUTTI!!

Ma, ti dicono, non è "colpa" del Cammino! Quando mai! E' "colpa" di chi non lo capisce! Di chi è annebbiato dal fumo di Satana! Di chi si allontana! Di chi si rivolta! Di chi si ribella!
Ma comunque il Cammino è "serio". ho sentito troppo spesso che chi non è "disposto a seguire Cristo, può andarsene"! Non subito mi resi conto della gravità di questa frase! Quindi chi sta fuori non segue Cristo?
NOOOOOOOO! Sei tu che dici questo! Hai capito male! Non significa che chi non sta dentro non lo segue.... E DUNQUE COSA SIGNIFICA? Risposta: non essere razionalista! Vuoi sapere troppo! Capirai a suo tempo! ..E se insisti sei preda del demonio!

Anche i ciechi vedono che il Cammino usa metodi diversi e liturgie diverse! Usa il "direttorio" e non i Catechismo universale che vale per tutti!
Usa tempi diversi, luoghi diversi, persone diverse, gerarchie diverse...

Tranquilli, ti dicono. E' tutto approvato! Se è tutto approvato allora sarei felice di ascoltarlo dal Papa!... Andiamo a cercare l'approvazione! Andiamo a cercare l'Indulto per questi modi così strani di vivere iL Cattolicesimo...Andiamo a vederne il significato...
Ma il catechista ti "elimina"! Che fai? Razionalista! Perchè fai domande? Perchè vuoi leggere lo statuto? Perchè noti differenze? E' il demonio che ti confonde? E' tutto approvato! E' tutto sotto indulto! Non fare domande!

Ma i fratelli e i Vescovi? Le richieste PUBBLICHE del Papa? Di Giovanni Palo? Di Benedetto? Risposta: non ti riguarda. Ti sostituisci?

Questo "Cristianesimo serio" è così separato! Io mi sono sentito separato! Ogni giorno Cristo Parlava di una Chiesa e io stavo in un'altra!
Non c'è nulla che abbiate sentito nell'orecchio che non vada proclamato dai tetti! Dice Cristo.
Io invece sento il catechista che mi rimprovera per aver portato un amico alla "celebrazione". Sento che c'è "l'arcano". Che le cose non sono da "dire a tutti"...
Cristo mi dice che chiede lo "sforzo" per cercarlo e pasare dalla porta stretta... Che non tutti i profeti sono suoi.. CHiede il mio discernimento... I catechisti invece che mi dicono di NON USARLO! Che lo diranno loro quando e come dovrò discernere!

Il Cammino celebra iL Banchetto Escatologico danzando intorno alla Mensa seguendo rubriche rifatte!
Ma sono approvate! Stai zitto tu che dubiti! Sei un infedele! Sei l'"anti-comunità" (ricordi lo Shemà Luiz?)! Poi però questi indulti non esistono! Il Sito del Cammino rimanda ad un Documento del Culto Divino degli anni ottanta mentendo sulla stessa evidenza di ciò che afferma!!! Non consente NULLA della Liturgia del Cammino! Ma la corregge e rimanda all'uso normale della Chiesa! Ma quel documento è NEGATO e distribuito come APPROVAZIONE!
Le correzioni di Vescovi e Papi non ESISTONO! Tu le ascolti, le leggi, le mediti.. Ma per il Cammino non esistono! Esistono solo e soltanto approvazioni di tutto! E tutto va letto così! Fosse anche scritto che il Cammino è da rifare! "Rifare significa ri-fare tutto come abbiamo fatto"! Direbbe Gennarini!

Tutto questo è terribile Luiz.
E tu che citi San Francesco ripetendo tutte le citazioni dei catechisti... Citi tutti i Santi ripetendo quello che ascolti... E' triste fratello mio.

Io proprio leggendo San Francesco, San Bonaventura, Sant'Agostino, mi sono svegliato dal torpore...

Questi Santi E NON IO, questi e la schiera dei Santi delle ORIGINI, questi e la Didachè (che vi piace sempre citare SENZA LEGGERLA), questi e non IO INSEGNANO!

Leggere la devozione di San Francesco per il SACROSANTO SACRIFICIO EUCARISTICO, leggere la Didachè, leggere San Tommaso, leggere Sant'Agostino.... TI METTE DI FRONTE ALLA REALTA': IL CAMMINO NON E' CHIESA CATTOLICA!

Questo fa male. Molto male. Ma la causa del dolore sta nel COLTELLO CHE TI HA TRAFITTO PROVOCANDOTI UNA PIAGA SANGUINANTE O NEL MEDICO CHE ARRIVA LA DISINFETTA E LA RICUCE??????

lara ha detto...

Anonimo
Sai cosa mi fa gioire di tutti i vostri interventi?

Che ultimamente per partecipare qui e difendere il cn, vi state facendo una cultura sulla vita dei Santi, e questo mi fa piacere!

Anonimo ha detto...

lara disse...

Cosa significa il 2° passaggio sennò quello di mettere nuovamente in croce Gesù?

Chi lo flagella, il popolo che guarda ascolta (comunità). Il 'condottiere' che domanda se qualcuno vuol aggiungere qualche altra cosa (perchè lui già ne ha sparate abbastanza) provocando la comunità a reagire contro il fratello. (...)

------

È la CHIESA chi deve manifestarsi se il 2º scrutinio va bene o no nella forma come è fatto oggi (Se va mantenuto, se va cambiato, se va cancellato). Non certamente le valutazioni dei singoli (anche se hanno la sua importanza) perchè le valutazioni singoli variano molto dipendendo dalla sensibilità di ognuno.

Gli abusi possono esserci, molto probabilmente ci sono stati, si sono e ci saranno.

Anche nella Confessione o nella Direzione Spirituale (non sto paragonano il 2º scrutinio ad essi) possono ocorrere degli abusi, neanche per questo la Chiesa ha tolto la Confessione (ho letto un libro di un prete che si è fatto protestante appunto per gli abusi nel confessionale)!!

Se gli abusi ci sono, magari vanno corretti e visto il modo per evitarli. Attenzione a non buttare via il bambino con l'acqua sporca.

stephanos78 ha detto...

GLI ABUSI SONO L'IDENTITA' DEL CAMMINO!

lara ha detto...

Luiz: Steph è stato chiaro e molto paziente nel suo intervento.

Consiglio:

Stampa e medita!

lara ha detto...

L'abuso viene insegnato, inculcato e richiesto ai catechisti per eseguirli!

stephanos78 ha detto...

Lara prega per me

Anonimo ha detto...

stephanos78 disse...

GLI ABUSI SONO L'IDENTITA' DEL CAMMINO!

--------

Conoscendo un pó i tuoi interventi nel blog, ti capisco, capisco questa tua valutazione.

Io aspetto la decisione della Chiesa.

Infatti, quello che piu mi dispiace in questo blog non è sopratutto quello che dite o pensate o le vostre convinzioni o critiche. Ma è il fatto di sapere che in fondo non vi curate, non vi importa, quello che la Chiesa dirà e deciderà sul Cammino. In fondo, in fondo, mi sembra che neanche il Papa, neanche la Chiesa potranno cambiare le vostre convinzioni e le vostre valutazioni sul Cammino.

Ringrazio Dio che il Papa e la Chiesa ancora hanno questo "potere" su di me (di farmi cambiare vedute e idee).

stephanos78 ha detto...

Luiz non riesci a vedere che cosa incredibile che affermi????

Le domande a cui non hai risposto ti chiedevano proprio di guardare a questo: LA CHIESA CHE NON APPROVA NULLA DEL CAMMINO! LA CHIESA CHE LO CORREGGE DA SEMPRE! CHE LO APPROVA CON CONDIZIONI! MAI RISPETTATE.

Non capisci che sono proprio io che dico che sono contento che la Chiesa abbia il potere di insegnare non il Cristianesimo che piace a me o a te ma quello che piace a Cristo?
Non capisci che sono proprio io che mi sottometto alla Chiesa, anche se prenderà decisioni che non mi piacciono e che sono pericolose per il Cristianesimo stesso, alla luce dei FATTI?

Non capisci che se solo tu decidessi di approfondire e di usare il tuo discernimento, voluto da Dio, non ci attaccheresti più?

Anonimo ha detto...

Chiarendo sul famoso Direttorio (o "Orientamenti").

Qualcuno crede che perche la Chiesa l´approverà dovrà essere pubblicato o dato ìn mano a tutti i fratelli del Cammino.

Grosso sbaglio.

E non serve a niente dire che così si tratta di massoneria, setta, ecc.

il Direttorio è ( e credo che contiuerà - a meno che la Chiesa decida altrimenti) uno "strumento di lavoro" per i catechisti e solo per essi.

E voi continuate a pensare che il CNC sia l´unico gruppo nella Chiesa ad avere documenti interni non pubblici ??

Ma dai!

Scrivete una e-mail al Pontificio Consiglio per i Laici, e vedrete quanti gruppi e movimenti (anche se con meno membri del Cammino) hanno degli "strumenti" simili che mica intendono di sostituirsi ai documenti ufficiali della Chiesa, ma sono per il "consumo interno". Io conosco personalmente uno di essi che in questo è molto simile al Cammino (sono ormai stati approvati definitivamente dalla Santa Sede, dopo i famosi 5 anni) e hanno dei documenti che sono solo per certe persone del movimento (il tutto con l´approvazione del VAticano).

In comunità non si legge (e spero che non si leggano mai, perche hanno un´altra finalita) le catechesi di Kiko e Carmen. Ma si legge la Bibbia, il Vocabulario del Dufour, la "Lumen Gentium"(Vaticano II), Vari scritti dei Padri Apostolici e dei Padri della Chiesa (la lista sarebbe lunga), vari libri di alcuni teologi famosi (fra questi - ormai da moltissi anni - alcuni di Ratzinger come "Introduzione al Cristianesimo"), diversi libri di Santi (Santa Teresa d´Avila, S. Giovanni della Croce, Elisabetta della Trinita, ed altri), il Catechismo della Chiesa Cattolica, il Credo spiegato da San Tommaso D´Aquino.

Certo, molti di questi libri non si leggono nei primi anni del Cammino,
ma sopratutto a partire dalla Traditio (alcuni però anche prima).
Con tutto il rispetto per CL (che amo) e per Don Giussani (che amo moltissimo), in Cammino deversamente da CL, non si leggono gli scritti degli iniziatori (in CL invece uno se li legge anche riuniti)(come si vede, i carismi nella Chiesa non devono mica essere uguagli...).

lara ha detto...

Si, Steph. E continua ad avere pazienza! e spero veramente serva a lui ALMENO qualcosa!

Anonimo ha detto...

Contro gli insulti e le minacce neocatecumenali usare il Salmo 143 (142) "Ho fiducia in te Signore".

Auspicabile salmodiare il sabato sera.

Anonimo ha detto...

Ok, Stephano.

Ti rispetto. Sul serio.

Ma la domanda che rimane nella mia mente (e anche nel cuore, visto che qualcuno accusa che non parlo "col cuore") è: veramente, la Chiesa ha ancora il "potere" di cambiare le tue vedute, le tue convinzioni?

O si sceglierà, dopo il tutto, "l´Obbiezione di Coscienza" (materia della mia monografia giuridica nella quale sto lavorando)?

A me sembra, leggendo tanti post, che molti qui sceglieranno questa "strada" (quella della "Obbiezione di Coscienza" trasportata dall´ambito civile all´ambito ecclesiale!)!

lara ha detto...

Dice Anonimo

"Infatti, quello che piu mi dispiace in questo blog non è sopratutto quello che dite o pensate ..."

INFATTI, INFATTI! INFATTI QUESTO è IL PROBLEMA!! che te ne freghi di cosa fa il tuo cn con la gente!!!

Qualunque semplice essere UMANO rimarrebbe gelato all'ascolto di quanto aabbiamo qui riportato su quanto è stato fatto su ognuno di noi, invece tu difendi. Ma cosa difendi? I FLAGELLATORI? Chi può difendere un flagellatore se non un'altro flagellatore?

Anonimo ha detto...

Stephano,

non vi ATTACCO! (beh... forse a volte un pó sí... ma fa parte credo della dialettica... non è voglia di offendere). Piuttosto mi sembra che siete in una strada pericolosa, tutto qui (certo, ormai lo so, direte che sono io chi sono nel "Cammino" pericoloso!) ;)

Perchè, in fondo, è una strada che in partenza vi porta ad avere riserve verso la Chiesa stessa e le sue decisioni. Per questo mi sembra pericolosa.

lara ha detto...

Ti raccomando di stampare anche e rileggere o LEGGERE il post di Pscilogicus 31-8 23.39 per poter capire il tutto meglio.

Anonimo ha detto...

lara disse...

INFATTI, INFATTI! INFATTI QUESTO è IL PROBLEMA!! che te ne freghi di cosa fa il tuo cn con la gente!!!

Qualunque semplice essere UMANO rimarrebbe gelato all'ascolto di quanto aabbiamo qui riportato (...)

-----
Non è vero, Lara. Anche qui da me ci sono alcuni casi simili ai vostri (persone che non tanto per motivi "dottrinali" ma che sono uscite per problemi con i catechisti), solo alcuni, perche la stragrande maggioranza che esce (che conosco io) non è uscita per questi problemi, ma semplicemente perche non voleva piu continuare, perche era stuffo, perche la comunita non gli "diceva" piu niente. Ossia non sono usciti feriti, diciamo.

Ma non è vero che io (o altri fratelli) non soffriamo con queste sofferenze (persone del primo caso - che sono uscite per problemi con i catechisti). E non è vero che io non soffra con quelle cose che raccontate. Certo, siccome siamo tramite internet e non ci conosciamo personalmente la valutazione magari sarà un pó piu fredda di quanto se ci conoscessimo personalmente. Come ho detto, io credo che ci siano abusi qua e la (e abusi veri). E vanno corretti ed eliminati (ho diminuiti, almento, o prevenuti). E certo, gli abusi fanno soffrire, come no ?
Però, come io non sono coinvolto personalmente, capirai che per me è difficile fare un giudizio ascoltando soltanto una delle parti (spero che tu mi capisca). Questo non vuol dire che io creda tu stia mentendo. Però la sapienza dice che bisogna ascoltare le parti coinvolte prima di emmettere un giudizio (ripeto, non voglio dire con questo che qualche catechista non commetta abusi, anzi, so che lo commettono, come ha detto il Signore: è impossibile che non avvengano scandali, ma guai a quello che lo provoca - i catechisti sono uomini e anche loro possono provocare scandali).

Anche se capisco (veramente) che dopo che uno si sente ferito e disiluso gli viene la voglia di buttare tutto via (in questo caso condannare il Cammino "in toto"), credo che la massima popolare porta sapienza: non buttare il bambino con l´acqua sporca. Certo, questo ce lo dice la ragione, mica l´emozione, che invece ci dice di buttare tutto via.

lara ha detto...

Anonimo, come mai ancora non ti hanno convinto che devi lasciare 'quella' caarriera?

Anonimo ha detto...

lara disse...

Ti raccomando di stampare anche e rileggere o LEGGERE il post di Pscilogicus 31-8 23.39 per poter capire il tutto meglio.

-----

Si, le ho lette, ormai..

Moltissima gente vorrebbe avere una seduta psicanalistica gratis, vero ? Fortunato io!

Non sapevo, però, che dopo due battute (o due "post"...), un psicologo serio facesse il quadro clinico di un paziente... (e poi virtualmente!). Si vede che la tecnologia avvanza e io non mi sono aggiornato... !

;)

stephanos78 ha detto...

No Luiz. Tu non sei affatto pericoloso!

Se solo il Signore ti facesse vedere all'istante il mio cuore!!! Se solo potessi vedere fin dentro il cuore di Lara, di Michela, di Mic, di Miriam, di Francesco....e di tutti noi!!!!! Se solo tu potessi vedere con gli occhi del tuo cuore della tua ragione unita alla tua fede!!!!!!!!!!!!

Luiz, io AMO PROFONDAMENTE i fratelli del Cammino!!! Li amo perchè sono ancora legato a coloro che mi hanno accompagnato per tanti anni! Il mio migliore amico, mio testimone di nozze E' ANCORA IN CAMMINO! Non puoi capire il dolore, i pianti, la sofferenza che ancora non mi lascia per le divisioni che il Cammino ha operato anche in questo!!!!
Io amo voi perchè in voi vedo ME stesso!!!!!!!!!!! In te vedo ME STESSO!!!!

Solo che vedo un parte che io ho invece superato!!! Io in realtà non sono mai stato "del Cammino". Se lo fossi stato non sarei qui.
Qui sta la differenza tra noi e "voi"... Siamo rimasti LIBERI. Per questo abbiamo mantenuto un equilibrio tra la nostra Persona, il Nostro Discernimento, e la Comunità. O il Cammino.
La Libertà di Coscienza è il fondamento del Cristianesimo!!!!
Chi lo AMA, osserva la sua Parola!!! Così dice San Giovanni! COME FAI AD AMARE SE NON SEI LIBERO?????
Se tu "osservi" senza amare, NON GUADAGNI NULLA! TUTTO CIO' CHE FAI E' NULLA! SIAMO PEGGIO CHE I SEPOLCRI IMBIANCATI! PERCHE' LORO NON CONOSCEVANO IL RE! NOI LO ABBIAMO CONOSCIUTO! ABBIAMO ANCHE CONFESSATO CHE EGLI E' IL FIGLIO DI DIO BENEDETTO! E NONOSTANTE QUESTO, DOPO AVERLO TRAFITTO, NON LO ABBIAMO AMATO!!!!!!!!!!!
Questo è quello che facciamo ogni volta che pecchiamo! Ma questo il Signore sconfigge! Per AMORE è in Croce! Per AMORE prolunga il Calvario sull'Altare "finchè Egli Venga"!!! Per AMORE ci vuole Santi! Per AMORE NOI SIAMO SALVI! PER AMORE NOI POTREMO CONDIVIDERE LA SUA GLORIA!
Nessuna fustigata dei catechisti, che ti farà dire sempre la preghiera nella giornata, che ti farà partecipare per forza alle convivenze, che ti farà fare le "buone azioni"....NESSUNA DI QUESTE FUSTIGATE SARA' AMORE!!!! NESSUNA DI QUESTE FUSTIGATE TI FARA' RISPONDERE CON AMORE!!!!
SOLO LA RISPOSTA ALL'AMORE CON L'AMORE TI GUADAGNERA' IL REGNO!

Sai qual è l'AMORE PERFETTO? Quello del Crocifisso!!! Guarda il Corcifisso!! Guardalo! Fissalo! Stacci ore e ore! POI VA' DAVANTI AL TABERNACOLO E PROSTRATI CON LA FACCIA A TERRA!!! STAI DAVANTI ALL'AMORE PERFETTO! Quello è AMORE! SOLO QUANDO vedrai il Figlio dell'Uomo TRAFITTO E SANGUNANTE, CHE PIANGE PER TE, CHE MUORE PER TE, PER PROTEGGERTI E AMARTI, NONOSTANTE IO E TE SIAMO QUELLI CHE L'HANNO CROCIFISSO, SOLO ALLORA AMERAI!!!

Quando capirai questo, caro fratello mio, allora capirai che Gesù e la Chiesa ti vogliono COSCIENTE delle tue scelte! Convinto di farle PER AMORE! SOLO PER AMORE! Per ricambiare il Sangue di Dio!!! Per AMARE COLUI CHE GIA' TI HA AMATO DAL PRINCIPIO!

Capirai che l'AMORE ci spinge... L'AMORE SINCERO PER TE E PER LA CHIESA CHE CI HA AMATI!
Quella Chiesa che parla con la Sapienza di Dio!!! QUella Sapienza che non è del mondo!!!
Che si esprime e che ci guida! Che ci FORMA perchè siamo CONSAPEVOLI di essere FIGLI ADOTTIVI!
Che di dona Maria Santissima! Che ci ricolma di Benedizioni! Che, nonostante la sua fraglilità umana, non è UMANA! Ma viene da Dio! E a Lui ritorna!

Guardaci nel nostro cuore! Leggici con il cuore! Perdonaci con il cuore! Amaci! AMIAMOCI!
MA NELLA VERITA'! Perchè è la VERITA' che fa me e te LIBERI! E la LIBERTA' è la condizione per l'AMORE! E l'AMORE è ciò che Dio vuole da noi! E' la porta attraverso la quale potremo Testimoniare CRISTO fino ai confini estremi del mondo! E' la FORZA che ci muoverà con sulle spalle la Croce!..Per cui SOLO QUELLO DOBBIAMO CHIEDERE! SOLO PER QUELLO CAMMINAMO! PER OTTENERE L'AMORE PERFETTO! Perchè possiamo essere resi perfetti nell'AMORE!
Noi imperfetti ed egoisti!
Facciamo buoni propostiti e chiediamo l'AMORE!

Anonimo ha detto...

lara disse...

Anonimo, come mai ancora non ti hanno convinto che devi lasciare 'quella' caarriera?

------

Scherzi?!

Nella mia parrochia che è di gente molto povera, dal 1979 quando è arrivato il Cammino, i fratelli (meglio i loro figli) solo hanno migliorato di vita (anche culturalmente). I figli dei fratelli delle comunita hanno (moltissimi) studiato per davvero e oggi molti sono ricercatori, ingegneri, biologi, medici, avvoccati, molti con il master, il post-grado, ecc.
(non è "apologia", sono fatti, anche perche magari in altre parti questo non è sucesso)
(qualcuno mi accuserà di dire che uno entra il Cammino per ricevere "questi favori celestiali" o che sono cose "pseudo-magiche"! Maddai!
Sto solo rispondendo al posto di Lara (sembrerebbe che uno non possa piu studiare in Cammino o fare carriera)

Francesco ha detto...

Per l'Anonimo delle 19,06.

E' anzitutto segno di grave pigrizia non darsi un nick che consenta di dialogare civilmente( e ciò vale per i neocatecumenali e per i in non neocatecumenali).

E' assolutamente falsa la proposizione "Il Cammino fa parte della Chiesa":ne farà parte se e quando il suo statuto e il suo Direttorio Catechetico(che non è uno strumento di lavoro o,se lo è, lo è quantomeno alla pari del CCC) saranno approvati ufficialmente: attendiamo con ansia questo giorno per capire se stiamo sbagliando tutto,anche se ciò che andiamo scrivendo su questo blog e sul sito collaterale da oltre un anno (migliaia gli interventi ormai) è tutto perfettamente documentato.

Circa le tue lezioncine ,anonimo,tientele per te:noi non siamo pagati da nessuno e non abbiamo nulla da guadagnare da questa nostra azione informativa.

Tu si!!!

Anonimo ha detto...

stephanos78 disse...

(...Non riporto perche è lunga)

-----

BRAVO STEPHANOS! SUL SERIO! BRAVO.
COMPLIMENTI ED AUGURI!

Firmo io quello che hai detto nel Post. (continuiamo ad avere vedute diverse sul Cammino, ma firmo anch´io il tuo post).

Vedi che non è così difficile vederci e considerarci fratelli ?

Ecco, condivido il tuo post.

Francesco ha detto...

Sempre per anonimo neocatecumenale,

...e che tu abbia da guadagnare dal tuo essere e proclamarti neocatecumenale al pari di tanti altri,lo dimostri nel post delle 20,49,laddove affermi che i figli di tanti neocatecumenali sono medici,avvocati ecc.

E' verissimo: molti asini e ignoranti figli di neocatecumenali frequentano GRATUITAMENTE il campus biomedico dell'Opus Dei e l'Università Europea dei Legionari di Cristo a Roma nonchè molte altre università appartenenti a movimenti cattolici.

E non solo le frequentano gratis,ma vi vengono anche laureati,pur continuando a ragliare.

Anche tu,peraltro,sembri un maestro nel raglio,perdonami,quando pretendi di far quadrare il cerchio,cercando di dimostrare che una pura setta ereticale come il Cammino è parte della Chiesa Cattolica.

Abbi un po' di senso dell'umorismo,se non altro. Ok?

Anonimo ha detto...

Abbi un po' di senso dell'umorismo,se non altro. Ok?


------

Beh... capirai che è difficile avere senso dell´umorismo quando uno si sente offeso.

Ma va bene lo stesso...

Comunque... se lo frequentano gratis... meglio per la loro tasca, vero ? Avanzerà un po di soldi per dare in comunità...

;)

lara ha detto...

Anonimo, iniziamo a ragionare!
Tu dici ... "Come ho detto, io credo che ci siano abusi qua e la (e abusi veri). E vanno corretti ed eliminati (ho diminuiti, almento, o prevenuti). E certo, gli abusi fanno soffrire, come no ?

Però, come io non sono coinvolto personalmente ... "


Sei stato coinvolto si, passivamente ma coinvolto.

Analizza il fatto per il quale a te hanno risparmiato e continua a tenere presente quanto già conosci.

Evita di passarci! O forse hai creduto a quanto ti avranno detto i cat. Che a te sì Dio ti vuole in comunità, che la comun. non era per l'altro ma per te si e fanno crederti che sei stato prescelto da Dio.

Visto che tieni presente il mio intervento sul 2° pass, tempo di condanna, fra i vari personaggi presenti .... dimmi: fra tutti loro, tu quale eri?

Anonimo ha detto...

Purtroppo nella mia città non ci sono queste universita...

Ci sono due pubbliche (alle quali è difficilissimo entrare - e queste si sono gratis) e molte private dove uno si vende "l´anima" ogni mese per riuscire a pagare.

Il nostro sistema universitario è un pò diverso di quello italiano.

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 274   Nuovi› Più recenti»