domenica 24 giugno 2007

"Fratello Presbitero".Ovvero:come annullano il Sacerdozio!

Cambiamo pagina.

Raccolgo una richiesta di Francesco e apriamo una pagina che approfondisca il "Ruolo" del Sacerdote nelle Comunità NC e, perchè no, nei movimenti in genere.

Il Sacerdote viene identificato nello Statuto (vedi discussione relativa), obbedendo al Magistero della Chiesa ma prima di tutto a CRISTO che ha istituito l'Ordine, come la Guida e il "Governatore" della Comunità in Comunione col Parroco e col Vescovo!

Egli viene insignito del Compito particolare di REGGERE la Comunità e di essere dispensatore del Magistero Ecclesiale, curatore e Maestro dei Sacri Riti, che a Lui solo spetta di officiare (SENZA DELEGHE) secondo le disposizioni di Santa Madre Chiesa, Guida degli "Scrutini", conoscitore degli stessi.

Invece la Prassi NC è praticamente OPPOSTA! Il Sacerdote, da come si evince anche dalle correzioni dei Vescovi e del Papa, oltre che dalle nostre esperienze, è un mero strumento "cultuale". Un "Funzionario". Un "fratello" che ha le funzioni di PRESIEDERE le liturgie! Infatti egli stesso deve obbedienza ai suoi catechisti, se è in Cammino anche lui o comunque ai catechisti della Comunità. Che sono i veri vescovi del CNC.
L'uso di chiamare il Sacerdote solo "presbitero" o peggio "fratello presbitero" è già indicativo di come sia Egli considerato nella Comunità...

317 commenti:

1 – 200 di 317   Nuovi›   Più recenti»
mic ha detto...

Grazie Steph, per questo nuovo input. E' un altro dei 'nodi' fondamentali che non devono essere sottovalutati...

Vorrei rassicurare e rasserenare Francesco e anche il nostro amico che ci ha dato il suo contributo su molti importanti insegnamenti della Chiesa.
Il blog non perde la sua identità se il percorso, a volte, si fa 'diverso' in base alle esigenze e agli stimoli che vengono fuori... a me sembra che il nostro percorso possa e debba articolarsi anche in base agli apporti di chi partecipa, se riconosciuti validi.
Come ha detto Steph sull'altra pagina, è bene non indulgere né in pragmatismi né in tecnicismi; ma sta a tutti noi di volta in volta trovare il giusto equilibrio.
Francamente, non ho trovato "tecnicistico", come dice Francesco, il contributo di "Ugo", anzi l'ho apprezzato molto. Ma questo fa parte delle nostre differenze ed è il bello della diretta ;)
Francesco, aspettiamo il tuo conteggio, se non è diventato troppo problematico!

Arbiter ha detto...

Il ruolo del sacerdote nel Cammino neocatecumenale.
Che dire? Inutile edulcorare i termini quando la realtà è così dura ed avvilente.
L'opinione personale nei loro confronti non può che essere estremamente severa, perchè hanno affiancato ed agevolato l'azione di infiltrazione della Chiesa.

Questo sacerdote appare svolgere il ruolo di Giuda poichè tradisce la propria missione, il proprio giuramento e la propria appartenenza alla Santa Chiesa per abbracciare una dottrina eretica ed eversiva.
In un certo senso, fa tristezza e pena, perchè è sfruttato e manovrato dai responsabili del Cammino per legittimarsi sia agli occhi della gerarchia, sia agli occhi del fedeli.
E' un garante della legalità del Cammino, una pezza d'appoggio vivente chiamata ad avvalorare con la propria presenza la grande menzogna neocatecumenale ai danni della comunità dei credenti.

Il sacerdote complice del Cammino è dunque sostanzialmente un rinnegato della vera fede cattolica che per invasamento dottrinale, fanatismo ed ambizione personale, calcolo o semplicemente quieto e comodo vivere "vende" la propria tonaca, presta la propria funzione ad un movimento che si propone programmaticamente e fattivamente di rivoltare la Casa del Signore.
Parlo del sacerdote tradizionale, successivamente passato alla "causa" neocatecumenale".

Diverso è il discorso dei giovani ordinati direttamenti formati nei centri Redemptoris Mater.

Il progetto che li riguarda è nato dalla esigenza di accelerare la conquista neocatecumenale delle strutture ecclesiali, superando i tempi lunghi e le difficoltà di proselitismo nel clero ordinario, provvedendo direttamente alla formazione di preti neocatecumenali negli incubatori Redemptoris Mater.

Costoro nascono già mentalmente condizionati dalle dottrine del movimento, sono dei rinnegati congeniti e nemmeno hanno coscienza di questo perchè mentalmente istruiti a sentirsi parte del 'rinnovamento' della Chiesa secondo l'insegnamento di Kiko e Carmen, da loro visti ed osannati come nuovi profeti e messia. Sono dunque fedelissimi del Cammino che considerano la vera chiesa.

Quando, con l'aiuto di Dio e l'azione degli uomini di buona volontà e santo discernimento, il movimento neocatecumenale resterà infine sconfitto, il loro costituirà un dramma umano e spirituale, poichè ci si troverà di fronte ad una nutrita schiera di individui che avranno perso ogni riferimento teorico, intellettivamente e spiritualmente allo sbando, nei cui confronti occorrerà pietosamente attivare intensi programmi di recupero psicologico, dottrinale e spirituale.

Come già anticipato in altro post, per il fatto di aver abiurato al giuramento di fedeltà alla Chiesa di Cristo, una, santa, cattolica ed apostolica i sacerdoti neocatecumenali, sia acquisiti che originari, si sono posti fuori della Chiesa e della Grazia divina.

Somigliano a quei preti che aderendo alle sovversioni armate, anzichè pregare la divina misericordia e soccorrere i bisognosi degli avversi campi, imbracciano il fucile, costruiscono barricate e danno l'assoluzione ai nemici affidandola alle pallottole che sparano loro addosso, illudendosi sacrilegamente di coniugare l'omicidio e il Vangelo.

Sono in tutta evidenza nel peccato, per eresia ed apostasia, e sebbene celebrino e svolgano le funzioni religiose, la loro azione spirituale è inficiata dalla condotta radicalmente contraria alla predicazione di Cristo, trasmessa alla Chiesa attraverso gli Apostoli.

Francesco ha detto...

Come al solito,Arbiter,non hai mezzi termini e produci delle sintesi magnifiche.

La pulce ha detto...

NOSTRE INFORMAZIONI

El senor Kirikus ha ricevuto ieri in visita ad limina i presbiteri di alcune comunità di cimici neocat del Ghana ,i catequisti e i loro seguiti.

Al termine dei colloqui durante i quali la voce del senor Kirikus si stagliava alta e forte nelle parlate locali,quest'ultimo ha regalato ai signori presbiteri delle maschere tradizionali ghanesi da lui disegnate e intagliate.

La pulce ha detto...

NOSTRE INFORMAZIONI DA NAPOLI

Dona Margherita Sciuè,alta catequista del catacumbenium di Forcella,ha concluso stasera le previste 827 visite ad limina nel palazzo di Mister Repe,concludendo la relativa raccolta di tutte e 827 le edizioni degli Orientamenti del senor Kirikus,a lei donate appunto da Mister Presbiterus.

Dona Magherita poco fa,dopo aver rimirato a lungo lo stipo dentro il quale ha riposto in bell'ordine le 827 edizioni,ha riflettuto a lungo,poi ha chiamato il presbitero di Forcella,gliele ha mostrate e gli ha detto:

"Famme nu riassunto,guaglione!"

La pulce ha detto...

NOSTRE INFORMAZIONI DA NAPOLI

Pascalone 'O Guiercio sta gestendo lo SPACCIO NEOCAT aperto da Mister Repe per smerciare tutta la roba recata nelle sue 827 visite ad limina da Donna Margherita Sciuè.

PROVVISTA DI CATACUMBENIUM

Mister Repe ha nominato alto catequista responsabile del Catacumbenium di Forcella 2 Pascalone 'O Guiercio.

mic ha detto...

Finalmente, Arbiter, e senza mezzi termini si chiamano le cose colloro nome... Grazie davvero!

mic ha detto...

Per chi non lo conoscesse, sul sito abbiamo parlato di questo argomento su due pagine in particolare: quella sul sacerdozio
e quella sui Seminari Redemptoris Mater

mic ha detto...

Cari Steph e Francesco,
sono d'accordo con voi sul alcuni problemi dei movimenti in genere, ma su questa, come su altre questioni, non abbinerei ai movimenti il cammino neocatecumenale perché purtroppo esso è davvero un unicum...
In nessun movimento il ruolo di guida del sacerdote è sostituito dai "catechisti" mandati da kiko e non dalla Chiesa, senza alcuna formazione ecclesiale ma solo kikarmeniana, così come tutta la teologia, come ampiamente spiegato nel sito sulle pagine richiamate, ne sovverte anzi ne diluisce fino ad annullarla la funzione...

Francesco ha detto...

Questo,se non gli altri(e sono migliaia gli "indizi")avrebbe dovuto essere e dovrebbe essere oggi un grave campanello d'allarme per le gerarchie circa la mancanza di legittimazione ecclesiale del Cammino Neocatecumenale: il ruolo umiliante(se di ruolo si può parlare) cui sono relegati i presbiteri in Cammino:declassati al rango di persone digiune di formazione ecclesiale,costretti o quasi a partire da zero,dando un colpo di spugna alla loro formazione che li ha portati all'ordine sacro.
Una vera,roboante bestemmia!!!

Francesco ha detto...

E non si venga a dire che queste situazioni sono disconosciute da chi di dovere!

La pulce ha detto...

NOSTRE INFORMAZIONI

El senor Kirikus ha convocato oggi Mister Presbyterus per una confessione.

Mister Presbyterus si è presentato dal senor Kirikus,si è inginocchiato e ha iniziato a recitare l'atto di dolore...

lara ha detto...

... idem ringrazio sia per questa pagina come il sempre chiaro intervento di Arbiter. Anche nell'ultimo post della pag. precedente aveva già per me sintetizato dicendo ....." un sacerdote alleato del Cammino o addirittura formato dai seminari Redemptoris Mater gestiti dai noecatecumenali è in stato di grazia oppure no?Personalmente ritengo di no, per il semplice fatto di aver abbracciato una dottrina che disconosce e sovverte le verità di fede su cui ha prestato giuramento."

Anch'io ritengo di no.
Senza questo stato di grazia, a chi, come e verso dove guiderà?

Francesco ha detto...

Temo di aver perso il conto dei post ormai.
I diecimila li abbiamo superati da un pezzo comunque.

Anonimo ha detto...

stronzi

Figli di un unico Dio ha detto...

Innanzitutto grazie per tutte le notizie di carattere "tecnico" dell'altra pagina.
Di sacerdoti nc ne ho conosciuti tanti in 16 anni di cammino , ma mai nessun italiano! Cioè al RM di Roma ci sono tutti ragazzi sudamericani o spagnoli.
La cosa che mi ha sempre dato da pensare è questa; i RM sono seminari diocesani, cioe' sotto il controllo del vescovo, seminari per la diocesi. Ma se i sacerdoti che escono sono destinati a diventare itineranti, quale e' la loro diocesi e chi e' il loro vescovo?
ci sono poi molti sacerdoti usciti dal Rm che lavorano fissi in organizzazioni ecclesiali.
Questo per dire che per come e' strutturato il loro percorso post ordine e' difficile, che all'interno della comunita' in cui celebrano riescano a stare per periodi talmente lunghi che permetta loro di conoscere i fratelli di comunita'.Non abbiamo mai avuto in comunita un sacerdote che facesse il cammino con noi quindi non so come si comportano in questo caso i catechisti, di fronte comunque ad un ordinato.
In 16 anni di cammino abbiam cambiato presbitero mediamente ogni due anni, questo per confermare quanto sopra.
L'apporto del sacerdote durante gli scrutini e qualsiasi altra cosa non liturgica (secondo me gli scrutini non sono liturgia e questo fu uno dei motivi di'uscita) e' quasi sempre irrilevante e spesso neanche e' presente. Gli unici sacerdoti che ho visto esercitare il ruolo che dovrebbe competere come pastori, fu a due sacerdoti non di estrazione nc, che prestarono servizio in comunita' per un breve periodo in momenti differenti.
Per quanto riguarda poi tutto quello che dibattiamo propongo per la giornata di venerdi prossimo (festa dei Santi Pietro e Paolo) un giorno di digiuno e la partecipazione all'Eucarestia anche se nel luogo dove abitiamo non e' festa.

lara ha detto...

Ai sudamericani gli portano qui e agli italiani gli portano lì!! per così "aiutare" a staccarsi dal loro "idolo comune": la famiglia! ... Ma quale similitudine fra di loro! Possibile tutti hanno lo stesso idolo? ...
In realtà è il timore dei capi a perdere uno di loro. Un modo di assicurarsi che non siano svegliati dalle loro fam. e avere su di loro una gestione libera da inciampi!

La pulce ha detto...

NOSTRE INFORMAZIONI

El senor Kirikus ha ricevuto in udienza nel pomeriggio di venerdì 22 Sua Eminenza Reverendissima il Signor Alto Catequista,cavalier Giovanni Pipìa, Prefetto della Congregazione neocat per i presbiteri.


El senor Kirikus ha ricevuto venerdi pomeriggio el senor Kirikus per anticipargli la gioia dell'imminente Habemus Kirikum.
El senor Kirikus ha poi concocato i giornalisti spagnoli del quotidiano "L'Irrazon" e ha partecipato loro la gioia propria e di tutto il mondo neocat.

Figli di un unico Dio ha detto...

Da http://www.asianews.it/index.php?l=it&art=9604&size=A

Credo che c'entri qualcosa con il ruolo dei sacerdoti. E' quanto dichiarato ad Asia news dal Cardinal Toppo, in relazione alla diffusione di una nuova evangelizzazione nello Jharkhand e in tutta l’India
-----------------------------------

“L’idea di dare vita al Cammino è venuta a Kiko Arguello, uno dei fondatori, nei bassifondi di Madrid – prosegue Toppo – così come Madre Teresa ha fondato le Missionarie della carità nei bassifondi di Calcutta. L’apostolo e padre spirituale dei tribali di questi paesi orientali, p. Constant Lievens, nel 1889 fece una previsione. Secondo p. Lievens la fede cristiana deve possedere un requisito necessario per poter crescere, ossia una comunità ben salda e disciplinata che poggi sui valori del Vangelo, sull’amore e che si nutra della parola di Dio”.

“Come tribale – aggiunge il cardinale - posso dire che le comunità neocatecumenali vivono come i tribali e questo è importante perché la pastorale dell’evangelizzazione deve fare riferimento ai valori presenti nelle culture locali”. “Purtroppo negli anni – continua Toppo – la Chiesa dello Jharkhand e di molti altri luoghi dell’India si è preoccupata più che altro della pastorale dei sacramenti e ha finito per ritualizzarsi. Ciò è triste perché tra tante difficoltà del mondo odierno, la Chiesa deve essere il segno della luce luminosa della resurrezione e questo è possibile solo con una Chiesa vibrante, che mostri segni di amore e unità”. “Il mio desiderio pastorale – conclude il cardinale – è che la Chiesa dello Jharkhand possa intraprendere questa avventura con la guida di Gesù Cristo ed essere sale e lievito per la Chiesa in India”.
-----------------------------------

Ci sono a mio avviso due importantei riflessioni del Cardinale che chiaramente possono o meno essere condivise, ma sono istruttive per cio' che si discute in questo blog:

a)il flop della pastorale dei sacramenti
b) l'assimilizione dello stile di vita della comunità neocatecumenale alle tribu' locali
c)riconoscimento della disciplina nc
d)valori del Vangelo e Sacramenti sembrano essere cose diverse? Se si
ogni commento e' superfluo

mic ha detto...

Visto che i NC si riempiono la bocca sul fatto che il Papa (soprattutto Giovanni Paolo II) li approva rileggiamoci queste Parole di Giovanni Paolo II; ma chi le ha applicate? E, se non sono state applicate, chi se ne preoccupa?

Le abbiamo richiamate più volte, anche in altre pagine; ma gioverà per i 'nuovi' del blog e per rinfrescare la memoria ai 'vecchi':

""Gli obiettivi che si propongono le vostre Comunità neocatecumenali corrispondono certamente ad uno degli interrogativi più angosciosi dei pastori di anime di oggi, specialmente nei grandi agglomerati urbani. Voi intendete raggiungere la massa di battezzati adulti, ma poco istruiti nella fede, per condurli, attraverso un cammino spirituale, a riscoprire le radici battesimali della loro esistenza cristiana e per renderli sempre più consapevoli dei loro doveri. In questo cammino l'opera dei sacerdoti rimane fondamentale. Di qui la necessità che sia ben chiara la posizione che a voi spetta come guide delle Comunità, affinché la vostra azione sia in sintonia con le reali esigenze della pastorale.

La prima esigenza che vi s'impone è di sapere mantener fede, all'interno delle Comunità, alla vostra identità sacerdotale. In virtù della sacra Ordinazione, voi siete stati segnati con uno speciale carattere che vi configura a Cristo Sacerdote, in modo da poter agire in suo nome (cfr. Presbyterorum Ordinis, 2). Il ministro sacro quindi dovrà essere accolto non solo come fratello che condivide il cammino della Comunità stessa, ma soprattutto come colui che, agendo "in persona Christi", porta in sé la responsabilità insostituibile di Maestro, Santificatore e Guida delle anime, responsabilità a cui non può in nessun modo rinunciare. I laici devono potere cogliere queste realtà dal comportamento responsabile che voi mantenete. Sarebbe un'illusione credere di servire il Vangelo, diluendo il vostro carisma in un falso senso di umiltà o in una malintesa manifestazione di fraternità. Ripeterò quanto già ebbi occasione di dire agli Assistenti Ecclesiastici delle Associazioni Internazionali Cattoliche: "Non lasciatevi ingannare! La Chiesa vi vuole sacerdoti, e i laici che incontrate vi vogliono sacerdoti e niente altro che sacerdoti. La confusione dei carismi impoverisce la Chiesa, non la arricchisce" ""

mic ha detto...

Da come parla il Papa mi sembra chiaro conoscesse i comportamenti del cammino ed altrettanto chiaro che pensasse (non sapeva con quanta speranza mal riposta!) di correggerli...

mic ha detto...

Caro Figli di un unico Dio, tu dici:

"a)il flop della pastorale dei sacramenti
b) l'assimilizione dello stile di vita della comunità neocatecumenale alle tribu' locali
c)riconoscimento della disciplina nc
d)valori del Vangelo e Sacramenti sembrano essere cose diverse? Se si
ogni commento e' superfluo"

A. non è tanto il flop della pastorale dei sacramenti ma della fede viva degli evangelizzatori (forse) ma sono le parole di uno affascinato dai NC che può aver assimilato anche le feroci critiche disfattiste che vengono fatte alla Chiesa e non sempre a ragione e, in ogni caso, sempre strumentali a far vedere quanto sono indispensabili loro!!!

B. i neocatecumenali hanno stili e metodi così aggressivi e totalitari che il loro stile di vita viene certamente assimilato, ma per imposizione, come avviene ovunque...

C. anche la loro disciplina è ferrea e sicuramente dà dei risultati; ma ci siamo chiesti e continuiamo a chiederci a che prezzo! E di che risultati si tratti: vocazioni indotte da sapienti pressioni psicologiche, ad esempio?

D. Non posso parlare per la Chiesa dell'India, che non conosco, anche se ho conosciuto personalmente un sacerdote indiano che ha a Kerala una comunità davvero cristiana e davvero viva!
Ma nessuno di noi può dire che i valori del Vangelo e i Sacramenti coincidano solo nel Cammino NC! Anzi...

Figli di un unico Dio ha detto...

Mic a me e' sembrato di capire che il Cardinal Toppo vada oltre quello che tu deduci
-------------------------------------
Ma nessuno di noi può dire che i valori del Vangelo e i Sacramenti coincidano solo nel Cammino NC! Anzi...
-------------------------------------

a me e' sembrato porre NC e Sacramenti in una posizione tale che si potrebbe evincere che i Sacramenti sono in un certo senso subordinati al metodo NC o tutto al piu' il metodo NC serve per risvegliare nell'uomo l'importanza dei sacramenti.
Vi chiedo conferma della mia interpretazione.

mic ha detto...

il NC non sembra, ma sveglia realmente nell'uomo l'importanza dei sacramenti; ma poi li vive in maniera distorta ad usum cammini!!!!

mic ha detto...

e comunque col NC non puoi prendere solo una cosa, lo devi prendere tutto così com'è con tutte le sue eresie e le sue storture. E non sto facendo un discorso giuridico, di rispetto dottrinale sic et simpliciter!!!!
Quello che ci nutre spiritualmente è quello che diventiamo e nel cammino non siamo "Configurati a Cristo", ma configurati all'idea di uomo che non viene da Dio, ma da kiko!!!

Michela ha detto...

Io non riesco a vedere un pensiero teologico nelle parole del card. Toppo.
Sono solo gli stessi luoghi comuni ripetuti nelle catechesi kikiane.
1. la svalutazione della Chiesa, come dispensatrice di sacramenti e non di vita divina.
questa è una predicazione che fa presa in un Europa secolarizzata; credo, invece che in una nazione non cristiana la frequenza ai sacramenti sia una grande testimonianza di fede.
2. la testimonianza cristiana può essere data solo da comunità che vivono e mettono in pratica l'amore di Cristo.
( v. lievito e il sale )Anche questa è una fesseria neocat, perchè come fa una comunità CHIUSA agli altri fedeli a testimoniare qualcosa se non se stessa?

Invece il discorso di Toppo, la chiamata alle famiglie per l'evangelizzazione dell'India, insieme alla presenza del RM del Pakistan, mi fanno temere che il cammino stia cercando martiri.

stephanos78 ha detto...

Carissimo Mic, ringrazio io voi e sai bene che questo mio "grazie" non è inerente al Blog ma a qualcosa di molto molto personale.. ;-)

Riguardo i "movimenti" e il CNC secondo me la differenza è molto meno marcata e molto più "sottile".

Le forme differiscono potentemente.E' ovvio. Il CNC è difforme in modo evidente! Ha peculiarità proprie non assimilabili nè equiparabili a nessuno!
Inoltre, con malizia ed ambiguità, NEGA ciò che invece ESEGUE. Ma questa è una tattica.

I "movimenti" condividono molto del Cammino. Più di quanto pensiamo. I motivi su cui si "fondano" sono simili. Le "polemiche" e le "critiche" alla Chiesa pure. Solo nel CNC sono più marcate e "aggressive".

Inoltre i metodi sono molto ma molto simili! Non sono aggressivi come nel CNC. Questo è il vero discrimine! Essendo più "blandi" lo vediamo con un altro occhio.
Ma la "dottrina" che seguono è fondamentalmente condivisa su punti basilari:
1. La Chiesa era morente e i Movimenti sono il frutto della nuova "Pentecoste" che sta "salvando" la Chiesa. Essi sono DETERMINANTI per la SALVEZZA della Chiesa
2.Chi riscontra problemi nei movimenti è un disfattista NEMICO DELLA CHIESA (attenzione: non del movimento. DELLA CHIESA. Fanno una pericolosa EQUAZIONE)
3.Ergo i "movimenti" SONO APPROVATI PER COME OPERANO!Non c'è possibilità di una prassi diversa da quella approvata!La PRASSI RIVELA E DETERMINA la dottrina. Se c'è una approvazione della Chiesa (e c'è sempre. Anche quando non c'è) ESSA APPROVA QUELLO CHE IL FEDELE VEDE! Fosse anche la Messa con Ballo Nudi sull'Altare!!!
4.I SACERDOTI IN TUTTI IMOVIMENTI ASUMONO UNA POSIZIONE MARGINALE "DI FATTO"! Il Cnc esautora palesemente il Sacerdote. Gli altri movimenti NO! Ma lo fanno di fatto. Non faccio una generalizzazione, ovvio. Il fatto che queste prese di posizione non siano NETTE E PRECISE, identificabili, permette che la situazione sia soggettiva. Ovvero, alcuni sì, alcuni no. DIpendentemente dalla CONDIVISIONE alle linee-guida SOTTINTESE.

La Comune origine protestante dei Movimenti Carismatici e la parte protestante (visto che è un movimento sincretista) del CNC fanno incontrare questo e i moviemnti.

I Sacerdoti, genericamente sono visti come "Fratelli" con l'unica differenza della Funzione diversa. Questa è una teoria di base condivisa. Poi assume forme più o meno evidenti e terribili. Il CNC ha infatti "istituzionalizzato" questa regola. I Catechisti sono i veri "sacerdoti" della Comunità. Tra l'altro a loro sono affidate anche funzioni che suppliscono alle carenze di Ministri di culto!!!!

Ma il problema ha purtroppo una comune radice...
Si deve ristabilire la corretta dottrina!

mic ha detto...

Vi do un piccolo contributo:

Già nelle prime catechesi viene annunciato (anche con schemi e lavagne), il considerare la gerarchia ecclesiale, – e in particolare il sacerdozio ordinato – come non indispensabili, illustrando la nuova idea di chiesa, nella quale la parrocchia ormai alla deriva va sostituita da non meglio chiarite cellule comunitarie. Viene enfatizzato il sacerdozio dei fedeli anche negando le validità delle celebrazioni in assenza dell'Assemblea (questo insegna Kiko). Se è vero che ogni cristiano è 'sacerdote, profeta e re' è altrettanto vero che solo il Sacerdote ordinato può agire in persona Christi nella Consacrazione, la quale è valida anche se per una qualunque ragione non vi partecipa nessuno! (questo insegna la Chiesa). Sul sacerdozio ministeriale e dei fedeli, vedi lettera della CEI, Giovanni Paolo II al Clero, Giovanni Paolo II ai Sacerdoti neocatecumenali e Giovanni Paolo II ai Rettori dei Seminari Redemptoris Mater: quest'ultimo in particolare richiama la comunione col vescovo e l'obbedienza a lui . Invece persiste la grave anomalia della prioritaria e assolutamente non scalfibile obbedienza a Kiko... con effetti intuibili... Oltretutto persiste la grave anomalia di aver sostanzialmente dato e fatto esercitare ad un laico i poteri di un vescovo...

Da come parla il Papa appare chiaro conoscesse i comportamenti del cammino ed altrettanto chiaro che pensasse (non sapeva con quanta speranza mal riposta!) di correggerli... Visto che i NC si riempiono la bocca sul fatto che i Papi (soprattutto Giovanni Paolo II) li approvano, che dire delle parole di Giovanni Paolo II; ma soprattutto del fatto che non sono mai state applicate e nessuno si sogna di farlo? E, se non sono state applicate, chi se ne preoccupa?

Potete trovare un testo più completo e tutti i testi che ho citato in questa nuova pagina del sito

mic ha detto...

Michela, credo che tu stia vedendo giusto...

lara ha detto...

Martiri ... per questo sono inviati senza 'sandali e bisacce' e davanti alle peggiori situazioni.
Ma saranno martiri della 'nuova dottrina' di kiko, e sotto laa sua l'obbedienza! Non saranno riconosciuti dalla Chiesa.
Spero che la Chiesa ci stia già pensando a frenare!

lara ha detto...

Vorrei sapere... ma è possibile pensare al giorno d'oggi che ci siano dei sacerdoti che non conoscono le contradizoini di questo cn? E' possibile considerare che nonostante la loro preparazione si possa parlare di sacerdoti ingenui e/o ingannati?
O è da considerare che sono tutti complici?

Io personalmente a questo punto, non credo possa esistere un sacerdote che di fronte a questo possa essere dichiarato ingannato.
Voorrei che qualcuno mi chiarisse questo.

La pulce ha detto...

NOSTRE INFORMAZIONI

I consigli di Mister Presbyterus ai presbiteri (da un ciclostilato circolante tra le cimici neocat)...:

1)andate in tutto il mondo ad annunciare la novella del senor Kirikus;

2)recate con voi due bisacce ricolme:Una per il senor Kirikus e una per Dona Carmenita;

3)calzate i sandali infradito,sono più eleganti degli altri e molto aderenti all'estetica del senor Kirikus;

4)se qualcuno vi definisce sacerdoti e non presbiteri,incavolatevi di brutto;

5)se qualcuno contraddice il verbo del senor Kirikus tappatevi le orecchie.

Figli di un unico Dio ha detto...

Credo che si possa introdurre il discorso della evangelizzazione di cui il Cn e' portabandiera, almeno nell'ambito dei movimenti.

Vi propongo questi spunti:

a)chi ha il ruolo centrale nell'evangelizzazione, ovvero il ruolo effettivo del sacerdote nell'equipe.

b)se, l'evangelizzazione debba essere perseguita a tutti i costi anche contro le realtà locali.(riprendo l'esempio del RM in Pakistan)

c)quale sia il ruolo dei vescovi sia del luogo di partenza che del luogo di destinazione.

Questo perche', se non si allarga il discorso alla evangelizzazione si rischia di vedere il CN come una realtà locale, mentre invece e' corretto dare anche la "visione universale" (opportunamente virgolettato) che il CN della sua missione, in cui discutere ancora meglio il soggetto di questa pagina.

mic ha detto...

Il problema dell'evangelizzazione è molto serio, Figli di un Dio unico, perché la cosiddetta "implantatio ecclesiae" che i NC effettuano in tutto il mondo con la loro attività missionaria è molto enfatizzata e e "curata"; vedi la:
FONDAZIONE FAMIGLIA NAZARETH EVANGELIZZAZIONE ITINERANTE
CHIESA PROTESTANTE (!?) - CULTI VARI 15, VIA DI PORTA ANGELICA 00193 ROMA (RM), cui fanno capo anche tutte le "entrate" a qualunque titolo...

Il problema è che non impiantano la Chiesa cattolica, perché esportano in tutto il mondo i metodi, i ruoli, i semboli, le catechesi eretiche kikarmeniane e il problema ancora più grande è che la Chiesa continua a lasciarglelo fare!!!!

Quanto al Pakistan, dove è stato aperto un Senimario RM (con quale criteiro ispiratore non sia sa) dò ragione a Michela.

Visto che parli dei vescovi, non tutte le iniziative vanno fatte risalire a loro: di solito i vescovi sono conquistati, affascinati, abbagliati, quando non coartati... Se dicono che l'iniziativa parte dal vescovo, è perché il cammino se lo è "lavorato" bene!!!!

viator ha detto...

Se loro sono la Chiesa cattolica, dovrebbero dirci chi siamo noi!

stephanos78 ha detto...

...Siamo farisei, persecutori, anti-cattolici (!!!!!!!!!!!!)

La pulce ha detto...

NOSTRE INFORMAZIONI DA ROMA

Dona Carmenita ha dato disposizioni(sigh) affinchè venga avviata SUBITO una campagna di disinfestazione antipulce!

La pulce ha detto...

PROVVISTA DI CATACUMBENIUM REGIONALE

Dona Carmenita e el senor Kirikus hanno nominato stamane il cavalier Giovanni Pipìa responsabile regionale delle cimici neocat sicule il cavalier Giovanni Pipìa,che si è racoto subito in tipografia per farsi stampare dodicimila cartoninci da visita con il suo nuovo titolo.

La pulce ha detto...

ULTIMISSIME DALLA SICILIA

Appresa la notizia della nomina del cavalier Giovanni Pipìa quale responsabile regionale neocat, Nunziatina Scuncia,exneocat, ha subito telefonato alla Valletta a sua comare Fancisca Piscioneri al fine di informarsi sulle carte che bisogna preparare per ottenere la cittadinanza maltese.

La pulce ha detto...

ULTIMISSIME DA NEW YORK

Apprendiamo in questo momento che Je Narino ha dovuto sospendere tutte le viosite ad limina dei presbiteri newyorkesi alla sua sede,prevista per stamani,causa un improvviso attacco diarroioco,provocato - pare - dall'uso prolungato di prugne secche,di cui,come si sa je Narino è molto ghiotto.
Immdiato il messaggio del senor Kirikus,che esprime voti di immediata tap....guarigione.

La pulce ha detto...

PREDICATELO DAI TETTI...

ULTIMISSIME DA ROSETO DEGLI ABRUZZI

Dina Grilli,col permesso del senor Kirikus,ha iniziato iersera il suo nuovo lavoro presso un locale della riviera chiamato "Il tetto", in cui a mezzanotte in punto procede ad una pubblica autoaccusa di peccati e relativa progressiva denudazione delle sue carni.

Francesco ha detto...

ULTIMISSIME DALLA DOMUS AUREA

E' pressochè ultimata la collocazione delle mille cabine individuali,dotate di internet,bagno privato,collegamento con l'esterno,frigobar, necessarie per il conclave da cui scaturirà l'Habemus Kirikum.
Pçer mister Repe è stata prevista una cabina doppia!

Anonimo ha detto...

Mic. tu riporti alcuni discorsi fatti da Giovanni Paolo II, Io ti mostrerò adesso alcune dichiarazioni fatte in vari luoghi,(ma per lo più in udienze in città del vaticano)da parte del grande Giovanni Paolo II ma anche da Paolo VI. Prima di ciò tengo a precisare che qualsiasi sacerdote/comunemente chiamato presbitero è ordinato in seminario e no da kiko! Che svolge solamente il ruolo figurativo senza interferire sulle decisioni del Vaticano( Il quale per rendere più "ufficiali" le nostre celebrazioni ha istituito il padre nostro e il credo).Infine vorrei ricordarti se non lo sapessi che il cammino neocatecumenale è basato sugli antichi cristiani che venivano perseguitati dai romani a causa della loro fede, quindi questo cammino non è altro che un arma potente che il signore ci mette a disposizione per combattere l'insegnamento del Mondo! con ciò spero di averti dato una risposta esauriente e completa e spero inoltre che anche arbiter possa capire invece di criticare. Comunque ecco qui riportati i discorsi fatti dai Pontefici(Che non credo siano eretici):< Tanta gente si polarizza verso queste comunità neocatecumenali perché vede che lì c'è una sincerità, c'è una verità, c'è qualche cosa di vivo e di autentico: c'è Cristo che vive nel mondo. E questo avvenga con la Nostra apostolica benedizione.
IL PAPA PAOLO VI ALLE COMUNITA NEOCATECUMENALI Vaticano (Udienza)
12/01/1977
poi quello che ti avevo accennato prima il fatto che ci siamo ispirati alle prime comunità cristiane nell epoca Romana.

II sacramento della rigenerazione cristiana deve ritornare ad essere ciò che era nella coscienza e nel costume delle prime generazioni del cristianesimo.
IL PAPA PAOLO VI ALLE COMUNITA NEOCATECUMENALI Vaticano (Udienza)
12/01/1977


(...) La Comunità si costituisce sempre da dentro, interiormente, e interiormente anche ci tocca lo Spirito Santo, tocca ciascuno di noi, quello che ciascuno di noi è, la sua intimità personale, la sua intimità spirituale, ma non tocca nessuno di noi separatamente, individualmente, perché ci ha creato per essere comunità, per vivere nella comunione
VISITA DEL PAPA GIOVANNI PAOLO II PARROCCHIA DI SAN LUCA EVANGELISTA
04/11/1979

È bello anche il nome: neo-catecumenale, comunità neocatecumenali. Perché quel nome ci fa pensare ai catecumeni che si preparavano una volta al Battesimo(...) Adesso questo ci manca in un certo senso perché i cristiani vengono battezzati piccoli (...) Manca un po' quella istituzione della Chiesa primitiva, cioè quella della preparazione che ci impegna nel Battesimo. Il Battesimo diventa una cosa fatta ma non una cosa maturata. Allora i movimenti neocatecumenali cercano di completare, di compiere un po' quello che ci manca.
VISITA DEL PAPA GIOVANNI PAOLO II ALLA PARROCCHIADI SAN GIOVANNI EVANGELISTA A SPINACETO
18/11/1979


Io penso che se adesso ci sono catechisti itineranti, se anche il Papa è diventato itinerante, questo è anche un frutto che Lui ha scoperto. Se si è scoperta una volta quella ricchezza, quel mistero, quel mistero di Cristo, quel mistero che costituisce la nostra identità personale, spirituale, cristiana, non si può non cercare di dare agli altri.
VISITA DEL PAPA GIOVANNI PAOLO II PARROCCHIA DI SAN LUCA EVANGELISTA
04/11/1979

meditate su queste parle gente!

Figli di un unico Dio ha detto...

Per Mic

FONDAZIONE FAMIGLIA NAZARETH EVANGELIZZAZIONE ITINERANTE
CHIESA PROTESTANTE (!?) - CULTI VARI 15, VIA DI PORTA ANGELICA 00193 ROMA


Ma non stavano a Via del Mascherino 53 00193 Roma, o sono due indirizzi per la stessa Fondazione, (visto il cap eguale e le due strade che su Pagine Gialle sono parallele. Certo la cosa strana e' che nella directory delle Pagine gialle appaiono nella categoria Chiese Protestante-Culti vari. Sarà un refuso ?

sicsimpliciter ha detto...

Pur sapendo che Dio è fedele ai suoi patti e che il Signore non ci abbandonerà mai, sono in piena costernazione per la superficialità con cui sono stati ammessi statuto e seguito.
Non so darmi spiegazioni, non ce n'è nemmeno mezza acercarla con il l'aspirapolvere!!!
Cosa ci guadagna la Chiesa e il rendere gloria a Dio nella scelta dei nc nel gregge cattolico.
Tantovale metterci anche altri compreso le cartomanti che hanno sempre esposto diverse immagini , statue e simboli cristiani (in una foto ho visto persino un crocifisso)!C'è molta gente che le segue e vorrà dire che s'incrementerà il gregge.
Non dobbiamo preoccuparci neanche delle loro catechesi perchè usano molto spazio televisivo.
Così avremo un successo (perchè è quello che cerchiamo, non è vero?) su una grandissima fetta di popolazione.
Zippando ho sentito una cartomante che raccomandava di "pregare i propri morti chè l'avrebbero aiutata"(a quella di turno che la stava consultando).
Gia che ci siamo accettiamo anche un probabile statuto dei TG perchè hanno sale già in attività e quelle volte che vedendoli ho dichiarato di professare il cristianesimo, mi hanno risposto che anche essi credono in Cristo....
Mi sa che stiamo tentando il nostro Dio in forma massima e qst è una bestemmia.

Che si sappia, ci saranno condizioni dettate in modo inequivocabile e in modo da non permettere ai nc di neocatecumizzare le parrocchie?, di rientrare come normali, e non come un gruppo elitario (se sapessero come siamo scandalizzati da qst testimonianze anticristiane...) cattolici in chiesa senza le messe di cui abbiamo sentito in precedenti post?, o hanno carta bianca come hanno operato fino ad adesso a danno degli altri?

stephanos78 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
stephanos78 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
stephanos78 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Figli di un unico Dio ha detto...

Per Anonimo
scrivi
Tanta gente si polarizza verso queste comunità neocatecumenali perché vede che lì c'è una sincerità, c'è una verità, c'è qualche cosa di vivo e di autentico: c'è Cristo che vive nel mondo. E questo avvenga con la Nostra apostolica benedizione.
--------------------------------------
Quanto dici puo' avere un fondo di verità. Il problema, come ben saprai sta nel fatto che poi Cristo che vive nel mondo riesci a vederlo solo in relazione alla tua comunità ed al CN nel suo complesso.
Di fatto sai benissimo che piu' vai avanti nel Cammino piu' non riesci a percepire adeguatamente il mondo reale: sono tanti i fratelli in cui si puo vedere questa dicotomia e le contraddizioni che nascono sono tante. Per questo e' necessario che il legame con la Comunità ed i Catechisti si saldi sempre di piu'.
Con questo non voglio negare la sincerità e la veridicità, ma soltanto farti notare che lo stare in comunità richiede tanto discernimento. Questi fratelli sul blog fanno un grande servizio alla Chiesa perche' discutono e si mettono in discussione. Possono anche avere torto, ma accettano il contradditorio: nell'ambito del cammino questo non e' possibile, ed e' un limite molto serio alla crescita.

stephanos78 ha detto...

ad anonimo 25 giugno, 2007 16:22

Purtroppo per il CNC noi usiamo meditare profondamente le parole dei Pontefici.

Distinguiamo quali siano quelle di amore ed accoglienza; quali qulle di correzione; quali qelle normative.

Voi, OVVERO I VOSTRI RESPONSABILI, usate come Spade o Coltelli, per accusare noi (che saremmo persecutori) le esortazioni dei Papi. I quali però hanno detto altro. E dovremmo consideraro TUTTO. Esortazioni e Correzioni! O sbaglio?

Tra l'altro Giovanni Paolo II, Papa USATO da voi come un Gagliardetto o come un Mitra, ha chiesto nel 1985, in un Discorso Normativo, che seguiste i Libri Liturgici senza aggiungere o togliere nulla; che obbediste alle Norme Catechistiche della Chiesa; che foste FEDELI al Sacerdozio Ministeriale; che obbediste alle Norme sul Sacramento della Penitenza.
Queste sono Parole Pronunciate dal Papa! Allo Stesso Modo di quelle che voi considerate NORMATIVE e invece sono invece di accoglienza ed esortazione! Perchè non considerate NORMATIVE ANCHE QUESTE?

Poi ci sono i documenti, anche questi degli anni ottanta (1988) diramati dalla Congregazione del Culto Divino. Questi sono Normativi! E Vincolanti! E sono SCRITTI! Vi si chiede quello che anche OGGI Arinze vi ha chiesto!!! Ma in 20 anni che è successo???? NIENTE!
Il Rito di Kiko non è MAI STATO APPROVATO DA NESSUNO! L'unico documento è questo del 1988 che non lo approva ma chiede il rispetto delle norme della Chiesa?
PERCHE' MENTIRE???? PERCHE'????
Le Catechesi di Kiko anche quelle non sono state approvate ma sono in esame da DECENNI! E da DECENNI NON SI E' ARRIVATI ALLA APPROVAZIONE! COME MAI?
Anche si approvassero, possibile che ci vogliano DECENNI?????

Basterebbero il cumulo di Menzogne diramate dal Cammino a delegittimarlo! Fosse stato un Angelo dal Cielo a fondarlo!!!

Michela ha detto...

ad anonimo 25 giugno, 2007 16:22

Sono discorsi di 30 anni fa quando ancora le catechesi erano segrete e tante cose non si sapevano.

posta qualcosa di più recente.........
se la trovi ...

Figli di un unico Dio ha detto...

Per Steph

Il problema e' che non ti risponderanno mai, purtroppo.
La questione, credo, sia molto piu' seria anche di quanto delineato in questo blog. Infatti dal punto di vista intellettuale il CN non accetta il contradditorio e' cosi e basta. Un nc che viene su questo blog non e' per discutere o per esaminare la realtà in cui vive la sua fede.
Ritengo che il vostro impegno sia importante, e comunque non rintracciabile assolutamente dall'altra parte.

stephanos78 ha detto...

Carissimo "Figli di un unico Dio".

Infatti il problema principale è quello che tu hai evidenziato con franchezza e con realismo.

Io stesso ero in una situazione assurda quando cercavo di dialogare e chiedere chiarimenti!

Non è consentito! E gli adepti vengono formati proprio per non dialogare ma rispondere per frasi fatte e per OPPORSI alle domande!
A dispetto dell'evidenza dei fatti...
Questo quanto meno dovrebbe far porre serie domande..

Michela ha detto...

per tornare all'argomento

sappiamo che per il cn il sacerdozio comune dei battezzati viene messo in gran rilievo, ma volevo raccontarvi una cosa che mi ha sempre disturbato.
quando ci sono gli annunci periodici, arrivano i supercatechisti e iniziano a predicare dopo aver invocato lo Spirito Santo e fatto il segno di croce: siamo quindi all'interno di una liturgia, e non di una conferenza.
poi inizia la catechesi e quando si arriva alla lettura del Vangelo, scelto a caso da kiko, ma poi riportato uguale a tutti, l'assemblea si alza, lo stesso catechista comincia a leggere anche se ci sono 10 sacerdoti e qualche diacono.
oltretutto dopo le parole
" dal Vangelo secondo...."
gli altri catechisti rispondono "Gloria a te o Signore", mentre noi stiamo zitti perchè non siamo abituati a rispondere ad un laico come si risponde al sacerdote.

succede così anche da voi,
è tutto normale?

fairl ha detto...

Carisimi nc,
per tanti anni avete "celebrato" (come diventa inadeguato questo termine usato in riferimento a voi!) nascondendo la sostanza delle vostre catechesi, le tappe di cui si sapeva il nome ma non il contenuto inquinato o edulcorato da droghe eretiche, avete tenuto in pugno situazioni con le vostre bugie e falsità.
Se c'è voluto del tempo, troppo per la difesa che dobbiamo assicurare al nostro Gesù redentore, è colpa vostra. Solamente vostrae...di chi si è fidato e vi ha lasciato fare.
Non cantate vittoria perchè non lo è.Ricordatevi che le vincite terrene non contano ( voi lo ribadite spesso tanto che "consigliate", altrimenti si ha una fede equivoca di non comperare neanche biglietti della lotteria).
Gesù Cristo SA LEGGERE nel cuore e conosce le vostre intenzioni e quelle dei vostri sostenitori.SIETE GIà PERDENTI. Dai fatti che ci raccontiamo ,e non solo su questo blog, ma da una parrocchia all'altra, da una Diocesi all'altra, esce fuori tutto il male possibile della vostra implantazio ecclesiae.
Vi possono dare le medagliette chi ha un potere terreno. Ci ntiene all'immagine che vi si tenga, spero che faccia un buon cammino di obbedienza con i vostri catechisti(perchè NON E',VERO CHE E' DIO CHE VI PARLA O LO SPIRITO SANTO, MA SOLO IL VOSTRO FANATISMO E LA VOSTRA VANAGLORIA: TERRENI AMBEDUE).
Dio non ha bisogno di ciarlatani, è ora che facciamo sul serio con Lui che ha il VERO PRIMATO.
Vi prego,riflettete, prendete atto che sotto l'involucro di un parvente cattolicesimo c'è ben altro: un sincretismo religioso che vi ha fatto costruire un dio a somiglianza del vostro volere.
Noi stiamo pregando da tempo alla continua richiesta di discernimento con il confronto della Parola, del Magistero e con invocazione continua allo Spirito Santo, guidati dalla ragione sposata alla fede.
Il Papa sapeva quello che voi gli volevate far sapere ma da quando ha iniziato a conoscervi, seppur con l'esortazione di chi vuol riportare la pecora smarrita, ha usato fermezza per "raddizzare le vostre storture.
Che peccato ,da parte vostra aver perso tante occasioni. Anche il figlio prodigo ha intuito molto prima di voi, però è rientrato in se stesso ed ha iniziato a portare avanti un ragionamento basato sulla fede che aveva nel padre lasciato.
La Chiesa vi ama anche se riconosce le vostre storture. Storture di cui ,ora, avete preso consapevolezza. Quelle mani alzate in senso di resa che possano arrendersi davanti all'unico Dio del Credo apostolico.

Siachiaro ha detto...

“La rigidità e il fissismo del Concilio di Trento generarono una mentalità statica in liturgia, arrivata fino ai nostri giorni, pronta a scandalizzarsi di qualsisasi mutamento o trasformazione. E questo è un errore, perché la liturgia è vita, una realtà che è lo Spirito vivente tra gli uomini. Perciò non lo si può mai imbottigliare”...

“Usciti fuori da una mentalità legalista e fissista, abbiamo assistito col Vaticano II a un profondo rinnovamento della liturgia. Sono stati tolti dall’eucaristia tutti quei paludamenti che la ricoprivano. È interessante vedere che in origine l’anafora [cioè la preghiera della consacrazione] non era scritta ma improvvisata dal presidente”...

“La Chiesa ha tollerato per secoli forme non genuine. Così si è visto che il ‘Gloria’, che faceva parte della liturgia delle ore recitate dai monaci, è entrato nella messa quando delle due azioni liturgiche si è fatta un unica celebrazione, e che il ‘Credo’ è comparso all’apparire di eresie e di apostasie. Anche l’’Orate Fratres’ è esempio culminante delle preghiere con cui si infarciva la messa”...

“La celebrazione dell’eucaristia il sabato sera non è per facilitare l’esodo domenicale, ma per andare alle radici: il giorno di riposo per gli ebrei parte dalle prime tre stelle del venerdì e i primi vespri della domenica per tutta la Chiesa sono da sempre il sabato sera”...

“Il sabato si tratta di entrare nella festa con tutto l’essere, per sedersi alla mensa del Gran Re e gustare già ora il banchetto della vita eterna. Dopo la cena, un po’ di festa cordiale e amichevole concluderà questa giornata”...

La pulce ha detto...

ULTIMISSIME

Stamane Dona Carmenita si è recata da Sua Santità per tenergli una piccola catechesi di due ore sulla messa ed ha ribadito i concetti riportati da Siachiaro su questa stessa pagina.
Sua Santità è rimasto tanto colpito dai contenuti della catechesi e dal caldo odiermo,che al termine della catechesi ha risposto..."Mi è sfuggito un piccolo particolare,forse una virgola...Le spiace ripetere tutto mentre vado a prendere una boccata d'aria?"

stephanos78 ha detto...

Michela ti capisco PERFETTAMENTE!

La risposta è NO! Non è normale per niente!!!!

Sono abusi Liturgici e basta!!!

E i Sacerdoti che stanno zitti e fermi e lasciano fare...??? Poveretti! Preghiamo per loro! Che ritornino alla FEDELTA' al loro Ministero!

stephanos78 ha detto...

"Siachiaro" ha riportato le boiate di Carmen.

Ogni volta che le leggo mi fanno veramente perdere la calma..!

Signore perdona la sua soltezza

mic ha detto...

Per Figli di un Dio unico
la Fondazione Famiglia di Nazareth era prima a Via del Mascherino, ora da febbraio abbiamo scoperto il nuovo indirizzo, sembra corrisponda al nuovo di Kiko...
In ogni caso la dicitura Chiesa Protestante Culti vari c'è smpre stata.
Se scorri la pagina delle news del sito, se ne parla (verso febbraio mi sembra).
In ogni caso è strano che la dicitura sia quella e nella chiesa non è possibile che non si sappia; ma se si sa, PERCHE' non si dice nulla???

de ha detto...

"siachiaro",
ma la liturgia è in evoluzione!

da
"Lo sviluppo organico della liturgia":

"In alternativa ai riformisti radicali e ai loro avversari intransigenti, uno sviluppo adeguato della liturgia è possibile soltanto prestando attenzione alle leggi che dall’interno sostengono questo “organismo”
L’autore, in accordo con il Catechismo della Chiesa cattolica, sottolinea che «anche la suprema autorità della Chiesa non deve modificare la liturgia arbitrariamente, ma solo in obbedienza alla fede e con rispetto religioso per il mistero della liturgia»"
di Joseph Ratzinger



Ma le cose che dici me le sto sognando o sono vere?

michela ha detto...

Purtroppo le parole postate da 'siachiaro' sono vere nel senso che sono la catechesi sull'Eucarestia che viene fatta nella prima convivenza,per spiegare e far accettare le differenze rispetto alla liturgia tradizionale

gherardo ha detto...

CN=setta assolutizzante
il contraddittorio e' eliminato, sradicato dalla struttura NC.
Se non ti dico nulla dei vari passaggi e' perche' devi arrivarci preparato, allora e' inutile che tu faccia domande caruccio, devi sperimentare, non ti preoccupare ci pensiamo noi, pensiamo a tutto noi, ti sistemiamo noi, ti diamo UNA BELLA SISTEMATA.........

Ricordo un filmato di una riunione con vari vescovi e cardinali a cui era presente Carmen. Un vescovo si permise di esprimere i suoi dubbi sul Cammino
fu messo a tacere con una certa arroganza da Carmen che disse esplicitamente
che non si puo' giudicare il Cammino
se non lo si esperimenta!!
Il vescovo non oso' continuare la discussione. (non ricordo dove vidi
quel filmato, c'era un file realplayer
da qualche parte, qualcuno lo ricorda?)

Per fortuna (sfortuna per noi)
che ci siamo noi che lo abbiamo sperimentato.
Adesso che quell'argomento e' un'arma
scarica hanno dato piu' fiato
all'azione politica "untuosa" .
Questi sono quelli che vivono il Cristianesimo nella sua purezza
originale, i nuovi politicanti
e mercificatori sulla pelle e sui soldi
dei poveracci che ci cascano.....

lara ha detto...

Perchè i parroci affittano le salette ai nc e non lo fanno con i TdG? La legge è uguale per tutti!

La pulce ha detto...

ULTIME DA PITORCHIANO

El senor Kirikus ha trascorso una domenica di riposo e di concentrazione nella Trippa di Pitorchiano,dove per i vespri di ieri ha convocato circa 150 presbiteri laziali,cui ha tenuto una solenne catechesi sul trappismo...pardon sul trippismo neocat e sulla messa,perdonandoli per la loro abissale ignoranza e impartendo loro,al termine,la propria benedizione apostolica.

La pulce ha detto...

ULTIMISSIME DA NAPOLI

Mister Repe,venduta tutta la merce in deposito,ha disposto stasera la chiusura dello SPACCIO NEOCAT allestito qualche giorno fa nel basso più fresco del suo palazzo e disponendo al contempo l'apertura di uno SFACCIMME NEOCAT nella zona di Mergellina,locale caratteristico in cui tutto è in tema: pizza alla Kirikus,calzone alla Presbiterus,focaccia alla Carmen,pasta e fagioli alla Repe,sorbetto alla Pylko e,naturalmente Paella alla Carmenita.

lara ha detto...

... ed il tiramisù alla scrutinio! ...

felice ha detto...

fra 4 giorni mi pronunzierò definitivamente...

comunque vada dirò la mia in maniera definitiva...

approfitto comunque per ringraziarvi tutti per avermi accolto tra voi che contribuite alla mia opera di conversione che stava per essere inghiottita in una voragine senza fondo... grazie a voi, alla dottoressa Tinelli del CeSAP, a Padre Vittorio, a don Elio Marighetto, alla mia famiglia, ai miei amici, al buon francesco e soprattutto a Dio, oggi sono tornato ad essere una persona normale...

Mi mancava il Signore... l'ho ri-trovato anche se ogni tanto faccio le "marachelle"... ma sono fiero di poter ragionare con la mia testa...

Pregherò per tutti voi e per i fratelli NC

gherardo ha detto...

Feli'
ci tieni in ansia
con questi annunci....
:)

Zagor ha detto...

Vorrei rivolgervi una domanda un po' provocatoria: alla luce dei tanti difetti del CNC che pure mettete bene in luce, facendo un bilancio della situazione, è bene che il Cammino ci sia stato o no? Certo che la vostra risposta penso sia negativa, ma mi chiedo: seppure sia servito a salvare UNA SOLA persona dalle tenebre del peccato e della morte, la sua missione in fondo non è stata positiva? Mi spiego meglio: ammettiamo che una persona che non conosceva Dio si accosti a Cristo tramite il Cammino, poi ammettiamo che veda tante cose che non vanno e se ne esca, perchè pensare che quella persona si allontani per sempre dalla Chiesa (che naturalmente non è il Cammino...)? Perchè non pensare che ci possano essere persone che ragionano con la propria testa e che possano fare quello che vogliono? Ed in quei casi, la funzione del Cammino non è stata comunque positiva?
Ora, non voglio dire con questo "viva il Cnc" o "viva kiko!", ma i movimenti ecclesiali accentuano tutti un particolare carisma e non sono la Chiesa proprio perchè caratterizzati dalla parzialità. Capisco già le vostre obiezioni: possibile plagio, necessità di vivere sempre e solo in comunità, ecc.ecc. ma... e se qualcuno si salvasse davvero? Chi siamo noi per poter dire con certezza che questo non possa avvenire?

Francesco ha detto...

Caro Zagor,
qualsiasi realtà ecclesiale o pseudoecclesiale,anche in negativo(per reazione alla sua predicazione sbagliata e comunque per grazia di Dio)può produrre delle conversioni.Ciò non significa che essa ,solo per questo, possa essere legittimata a continuare nel suo errore.

Anonimo ha detto...

Madrid- Più di 15.000 giovani della Spagna e Portogallo si sono riuniti sabato passato nella capitale spagnola per partecipare all'incontro del Cammino Neocatecumenale organizzato nel Padiglione Madrid-Arena, nel quale sono stati incoraggiati ad accompagnare il Papa a Loreto nel prossimo mese di settembre.
Questa Iniziazione cristiana per adulti (Cammino Neocartecumenale) riceverà presto l'approvazione definitiva dei suoi statuti, anche se già erano stati approvati "ad experimentum" da Giovanni Paolo II dal 2002.



Nell'incontro erano presenti gli iniziatori del Cammino Neocatecumenale Kiko Argüello, Carmen Hernández e il sacerdote Mario Pezzi, ed è stato presieduto dal Card. Arcivescovo di Madrid Antonio María Rouco Varela. Ha contato anche la presenza dellìArcivescovov di Granada Mons. Francisco Javier Martínez, e di Murcia, Mons. Juan Antonio Reig Pla.
Argüello iha indicato che "è possibile che la Vita Eterna abiti oggi in noi e possiamo essere felici" e ha spiegato che "per mezzo del Battesimo lasciamo il peccato; l'uomo vecchio per dare passo al cristiano".
L'evento si è concluso con una chiamata vocazionale alla quale hanno risposto 130 ragazzi e 150 ragazze. Tutti loro si sono dimostrati disposti ad iniziare un processo di discernimento della propria vocazione al sacerdozio e alla vita consacrata e hanno ricevuto la benedizione dei prelati e l'applauso degli altri giovani.
In relazione a questo avvenimento, Kiko Argüello ha sottolineato la necesità di un nuovo clero "umile, santo e missionario".

La Razon 13 giugno 2007

Francesco ha detto...

Kiko Argüello ha sottolineato la necesità di un nuovo clero "umile, santo e missionario".

Il clero che già c'è evidentemente per Kiko non è nè umile nè santo nè missionario non essendo a denominazione di origine controllata(Redemptoris Mater).

Francesco ha detto...

"Questa Iniziazione cristiana per adulti (Cammino Neocartecumenale) riceverà presto l'approvazione definitiva dei suoi statuti, anche se già erano stati approvati "ad experimentum" da Giovanni Paolo II dal 2002."

Come a dire,l'approvazione definitiva è un di più,in quanto quella vera e propria già esiste da 5 anni!

Moltà umiltà nel CAmmino vero?

Anonimo ha detto...

qualsiasi realtà ecclesiale o pseudoecclesiale,anche in negativo(per reazione alla sua predicazione sbagliata e comunque per grazia di Dio)può produrre delle conversioni.Ciò non significa che essa ,solo per questo, possa essere legittimata a continuare nel suo errore.
............................

Predicazione sbagliata? Continuare nell'errore? Puoi spiegare meglio su cosa ti basi per parlare di errore? non capisco.
E se fosse così ma l'errore da salvezza perchè evitarlo?

Anonimo ha detto...

il cammino non ammazza, non ruba, prega, è bello, perchè no?
le altre sono opinioni, mie tue del Papa, o no?

mic ha detto...

Dice Zagor:

"Capisco già le vostre obiezioni: possibile plagio, necessità di vivere sempre e solo in comunità, ecc.ecc. ma... e se qualcuno si salvasse davvero? Chi siamo noi per poter dire con certezza che questo non possa avvenire? "

nessuno mette in dubbio che avvengano conversioni; il problema è il nutrimento successivo della fede, che avviene attraverso una predicazione eretica e metodi discutibili e certo non ecclesiali!

mic ha detto...

"il cammino non ammazza, non ruba, prega, è bello, perchè no?
le altre sono opinioni, mie tue del Papa, o no? "

La tua è una opinione! Non sono opinioni, le nostre; ma affermazioni su base teologica e sul Depositum Fidei della Chiesa cattolica apostolica romana, se ancora esiste...

mic ha detto...

Felice, ma che intendi dire? Vabbeh che sari preso dallo studio, oppure ti sei accorto che era vero che avevi la vocazione?

Anonimo ha detto...

Non sono opinioni, le nostre; ma affermazioni su base teologica e sul Depositum Fidei della Chiesa cattolica apostolica romana,
---------------------

chi lo dice? dove è scritto? io sento solo discorsi lunghi di opinioni, mie tue del papa

Icabod ha detto...

Una delle solite obiezioni moderniste, quella di Zagor. Ognuno ha la sua propria via per andare a Dio, che può passare dal buddismo, induismo, TdG, neocatecumenali, protestanti, ortodossi... Concetto massonico indifferentista. Il giochetto è fondato sul negare il dogma dell'unicità salvifica della Chiesa e di Nostro Signore presente per intero solo nella Chiesa cattolica. I modernisti (c'è anche chi non sa di esserlo ma ne ha assorbito la realtà) non lo possono negare direttamente e dunque come al solito lo si aggira: perché per arrivare al cattolicesimo non si può passare per l'eresia? E comunque meglio un eretico che un ateo o un pagano... La risposta sta nel dogma del concilio di Firenze (Denz. 1351): il Signore Gesù Cristo è presente nella sua interezza e completezza solo nella Chiesa cattolica apostolica una e santa: altrove il Suo Santo Volto è sfigurato, anche molto. Il problema è che una dottrina che introduce un falso cristo NON SALVA, l'errore dottrinale induce all'errore morale, ad esempio un messia orizzontale, troppo umano, condurrà alla valorizzazione unilaterale del corporeo, valorizzerà l'orgoglio umano la sensualità, e vista la debolezza umana diventerà certamente un pretesto per vivere secondo la carne. Molte sette protestanti ad esempio ritengono che Dio "benedica" l'adepto con il benessere economico (di solito si tratta del benessere personale dei più famosi pastori televisivi). Credo che il concetto sia di provenienza ebraica (lettura del vecchio testamento che prescinde dagli assunti dottrinali e morali infallibili della Chiesa cattolica, cioè sola scriptura). Così come la "tesi Gamaliele" (lasciar fare agli eretici, se non è da Dio non avranno sucesso): la verità cattolica non produce necessariamente il successo cattolico, così come la falsità dei neocatecumenali non produce necessariamente la loro caduta. Anzi, i santi dell'apocalisse sono uccisi, e la Gerusalemme nuova scende dal cielo, NON SALE DALLA TERRA: DALLA TERRA SALE SOLO LA BESTIA!!! La bestia relativista!
Un cristo sfigurato, falsato, un falso cristo, produce una falsa chiesa, la quale condurrà ad una più o meno sottile sensualità: ricordo che c'è una sensualità spirituale che porta all'orgoglio ed alla superbia di saperne di più di quelli anche santi che sono venuti prima, l'errore modernista è proprio figlio di questo sottile orgoglio dei teologi e degli esegeti, ed anche ad una sensualità carnale, la falsa chiesa sarà un pretesto per vivere secondo la carne, come avviene purtroppo oggi in moltissimi ordini religiosi con la scusa della modernità e del dialogo col mondo.
Difendere il dogma "extra ecclesia nulla salus" non è voler fare i puri e i perfetti: è piuttosto proporre la VERITA' di Cristo Gesù Nostro Signore nella sua integrità e completezza così come ci è proposto a credere dalla Chiesa cattolica apostolica romana una e santa. L'errore dottrinale accade a causa dell'uso perverso del libero arbitrio, conduce ad un falso cristo e a una falsa chiesa, e questo errore può avere effetti anche molto tragici soprattutto nell'imminenza della manifestazione dell'anticristo.

mic ha detto...

Anonimo, continui a definire opinioni le nostre affermazioni basate sul "Depositum Fidei" della Chiesa semplicemente perché non lo conosci o, se lo conosci, lo hai rinnegato!

viator ha detto...

Mi domando perché "Siachiaro" con il suo messaggio 25 giugno 18:26, ha reso noti, virgolettandoli, gli insegnamenti eretici di Carmen, che noi conosciamo bene e abbiamo criticato e citato nel sito e che per tanti anni sono rimasti nella segretezza.

Per caso sanno di poterli ufficializzare impunemente? E comunque questa è una ufficializzazione vera e propria...

mic ha detto...

Grazie Icabod, per il tuo ispirato commento!

Anonimo ha detto...

Esatto, su questo punto do ragione a Zagor.Sono l'anonimo che ha scritto il messaggio già ieri intorno alle 16:00 che vi ha riportato le parole di due Pontefici, ricordate? Io posso tranquillamente affermarvi che da neocatecumenale ho visto persone a me care (anch'esse nel cammino da molto più di me) affrontare avvenimenti gravi(come può essere un lutto), grazie alla preghiera nel signore. Ora non voglio dire che il cammino sia una sorta di "Setta Mistica" come deduco voi pensiate ma soltanto un potentissimo strumento che Dio ci mette a disposizione per affrontare gli attuali inganni con il quale il mondo cerca di sedurci.Io mi chiedo ma perchè passate il vostro tempo a criticare noi Catecumeni, quando la società di oggi ci sta proponendo :Unioni di fatto, Eutanasia, Aborto ecc.. tutte cose che vanno contro la vità ,che va difesa perchè è un dono di Dio, l'unico Dio di noi cristiani(spero che anche voi siate cristiani) Javhè.Allora fratelli perchè per una volta non lasciate le vostre armi e perchè non combattiamo insieme per una causa che è molto più grande di noi? Salvare la vità. poi volevo aggiungere che io sono un catecumeno e non è vero che siamo capaci solo ad ofendere. Allora io ogni volta che leggo i vostri commenti che dovrei fare? comunque meditate gente sul da farsi per salvare la vita!

Figli di un unico Dio ha detto...

Risposta a Viator
in merito al post "Siachiaro" de il 25 giugno 18:26.

Il CN sta uscendo allo scoperto, nel senso che forse Kiko ha capito che rendere pubblici gli insegnamenti puo' essere vantaggioso per il cammino. Non si puo' negare che letta cosi la catechesi sull'Eucarestia fa presa, come ha fatto presa il Family Day ed altre iniziative in Quaresima.
Dalla sua ha una capacità mediatica che altri non hanno.
La sfida al Papa lanciata nella Pentecoste del 2006 e' comunque rappresentativa della forza del movimento, e di come il Vaticano si muova con i piedi di piombo o non si muova affatto perche' molti nc occupano posti in Vaticano.
Di fatto il CN si sta trasformando piano piano uscendo dalla segretezza in cui e' vissuto. Alla lunga potrebbe essere l'inizio della fine. L'altro rischio e' che portino alla "luce" solo gli aspetti piu' attraenti mediaticamente, lasciando il resto ancora segreto.
Siamo comunque di fronte ad un fenomeno complesso.

Anonimo ha detto...

A proposito di Loreto.

L'altro giorno parlavo con un giovane neocat, circa le vacanze estive. Ad un certo punto mi esce con questa frase: "A settembre, l'1 e il 2, andremo a Loreto per l'incontro con Kiko".

Non potendo scrivere anche il tono con cui è stata detta questa espressione, ne produco una parafrasi per darne almeno un'idea: ma chi se ne frega del Papa, si va a Loreto solo perché c'è Kiko, perché ce l'ha ordinato lui. E' ovvio che Kiko vale e conta molto più del Papa.

Mio Dio, come siamo caduti in basso. Signore, salva la tua Chiesa!

lara ha detto...

...la Gerusalemme nuova scende dal cielo, NON SALE DALLA TERRA: DALLA TERRA SALE SOLO LA BESTIA!!!

Per gli interventi, purtroppo ci sono ancora tanti che non lo vogliono capire! o forse "l'abiità" per deviare dal tema centrale.

Speriamo il Signore unisca ciò che 'uomo/bestia' ha diviso.

Felice, si sapeva che dovevi dare gli esami, ma nel tuo ultimo sento una presa di decisione importante.
Ci terrai in ansia e aspettiamo.

lara ha detto...

Il cn sarebbe cosa? ...un potentissimo strumento che Dio ci mette a disposizione per affrontare gli attuali inganni?

Veramente fanno perdere la pazienza!

lara ha detto...

Appunto per quella segretezza che si conosce dal di dentro, credo che tutti i Cardinali/Vescovi e Sacerdoti che lo sostengono e/o offrono dovrebbero prima conoscerlo dal di dentro, viverlo e solo dopo vedere se hanno ancora il coraggio di proporre.

Si deve prendere la responsabilità di quanto accade e non un domani dire 'noi non sapevamo'!

Zagor ha detto...

Icabod, la prossima volta, prima di scrivere, leggiti bene gli interventi e non allargare il discorso dove non devi!
Io non ho fatto alcun riferimento a salvezze fuori dalla Chiesa nè a sincretismi, né a relativismi etici ecc.ecc.
Ho solo detto: se un catecumeno arrivato dall'inferno della non conoscenza di Dio lascia il Cammino per rimanere comunque NELLA CHIESA (te l'ho messo in maiuscolo così è più chiaro...), quella persona si è salvata o no?
Non scomodare il Concilio di Trento, perchè non serve assolutamente a niente in questo caso.

michela ha detto...

Per l'anonimo delle 9.53

proprio perchè siamo cristiani non possiamo ridurre il nostro cristianesimo alla lotta per la vita e per la famiglia..
questo lo facciamo già con gli amici del movimento per la vita, del forum delle famiglie, ecc. ecc. alcuni dei quali non sono credenti.

Il vecchio catechismo diceva che il senso della vita sta nel conoscere e nell'amare Dio, e in questo realizzo o fallisco la mia vita.

Il cammino secondo te aiuta a realizzarsi come uomini, figli di Dio, o porta a defezioni, fanatismo e chiusura agli altri e al mondo che viene visto come un luogo ostile e non come il giardino che Dio ci ha dato da custodire e coltivare?

ti sembra normale che i neocat siano gioiosi solo all'interno delle celebrazioni e considerano di poco valore tutto quello che appartiene al 'mondo', come il lavoro, la politica, la cultura.

ti sembra normale che questa estate i giovani neocat si sbatteranno tra birre e qualche canna il sabato sera ( dopo la celebrazione! )aspettando l'incontro con Kiko a Loreto, e quasi nessuno farà volontariato o vacanze di preghiera, aiutando qualche in convento.
che differenza c'è con gli altri ragazzi che passano le giornate aspettando il concerto di Vasco Rossi?

Figli di un unico Dio ha detto...

ti sembra normale che questa estate i giovani neocat si sbatteranno tra birre e qualche canna il sabato sera ( dopo la celebrazione! )aspettando l'incontro con Kiko a Loreto, e quasi nessuno farà volontariato o vacanze di preghiera, aiutando qualche in convento.
-------------------------------------
Credo che siamo un po scesi di livello!!! Il contradditorio va bene,
anche se vivace: la critica va piu che bene; pero' trattare i fratelli come accannati e avvinazzati e poi c'e' quello sbatteranno che proprio suona malissimo.
E poi come si fa ad andare nel privato delle persone.
Tutti buoni e tutti cattivi: va bene che i fumetti Marvel son tornati di moda.

lara ha detto...

... se un catecumeno... lascia il cammino per rimanere nella Chiesa ...

Il 'catecumeno' che lascia il cn è perchè (in qualche modo) ha capito che le "cose" non quadrano.
Se esce dal cn e "s'inserisce" nella Chiesa vivrà con un'altra sofferenza, quella della consapevolezza che nella Chiesa esiste questa contrarietà che scorre come acqua benedetta!

lara ha detto...

... GMG scorsa tutti alla birreria!!!

Anonimo ha detto...

... GMG scorsa tutti alla birreria!!!

e tu a fare gli esercizi spirituali con i gesuiti.

Miriam ha detto...

Per Zagor

"Ho solo detto: se un catecumeno arrivato dall'inferno della non conoscenza di Dio lascia il Cammino per rimanere comunque NELLA CHIESA (te l'ho messo in maiuscolo così è più chiaro...), quella persona si è salvata o no?"

hai fatto un discorso relativista sostenendo che tutta va bene purché qualcuno si salvi! Che qualcuno si converta attraverso il cammino può darsi, ma che si salvi non è certo, come non è certo che rimanga nella Chiesa, perché, dato che il cammino si identifica ingannevolmente con la Chiesa spesso fugge anche da questa... Tutt'al più ci resta solo se era già credente e se realizza che il cammino non è = Chiesa.

Miriam ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Ma Gandhi che non era cristiano e' andato all'inferno?

Carlos ha detto...

"ti sembra normale che questa estate i giovani neocat si sbatteranno tra birre e qualche canna il sabato sera ( dopo la celebrazione! )aspettando l'incontro con Kiko a Loreto, e quasi nessuno farà volontariato o vacanze di preghiera, aiutando qualche in convento."

a me sembra normale perché è quello che ho visto con i miei occhi alla GMG di Colonia!

michela ha detto...

per non urtare nessuno lasciamo stare i ragazzi che dopo la celebrazione o nelle convivenze si lasciano un po' andare.

Non si tratta di un giudizio morale perchè di difetti ne possiamno trovare in ognuno di noi.

Possiamo metterla così: quanti ragazzi neocat quest'estate offriranno un po' del loro tempo per attività di volontariato?

quanti cercheranno di trovare lavoro per poter pagare il pellegrinaggio a Loreto e sopratutto quello a Sidney?

quanti non faranno niente aspettando le emozioni di Loreto, chiedendosi mi devo alzare/non mi devo alzare? speriamo che quel bel ragazzo/a non si alzi?

Figli di un unico Dio ha detto...

per Michela

stai sempre andando sul privato.
Il problema e' questo: privato significa entrare nel giudizio, e questo e' meglio evitarlo, almeno per prudenza.
Poi se volete e lo ritenete opportuno trasformare il blog in chi e' il piu' bravo o cose di questo genere, mi faccio da parte.
Affettuosamente a tutti.

Anonimo ha detto...

(Sacrosancta Romana Ecclesia, Domini et Salvatoris nostri voce fundata)firmiter credit, profitetur et praedicat nullos extra catholicam Ecclesiam exsistentes [...] aeternae vitae fieri posse participes [...]nisi ante finem vitae eidem fuerint aggregati.

Il Signore può fare molto negli ultimi istanti della vita di un uomo, purché quest'uomo lo accetti integralmente così come è presentato nella Chiesa cattolica, l'unica dove per grazia di Dio vi sia la Verità dei dogmi.

Chi non crede in questo che è dogma di fede non è cattolico.

michela ha detto...

Comunque se vogliamo riportare il discorso a un livello più serio,
ci si chiedeva se il cammino può aiutare qualcuno nella sua fede.

lasciando perdere il discorso sulla salvezza che non ci compete io penso che se uno era già nellaq Chiesa prima del cammino, quello che è stato seminato resta e può dare qualche frutto.
Invece se una persona ha conosciuto la fede solo attraverso il cammino sviluppa gli atteggiamenti tipici di una setta, e soprattutto c'è una profonda incomprensione del valore dei Sacramenti, e la qualità della sua vita peggiora perchè diminuisce la capacità di amare.

Mi rendo conto che ogni frase che ho scritto andrebbe approfondita e spiegata meglio, ma penso che si possa capire quello che voglio dire.

Anonimo ha detto...

.......e la qualità della sua vita peggiora perchè diminuisce la capacità di amare.
--------------------------------------

Il Giudizio vi farà salvi.

Anonimo ha detto...

Il giudizio lo lasciamo al Signore Nostro Gesù Cristo, immensamente misericordioso ma anche giusto Giudice. Il cattolico deve indicare ad eretici, pagani e apostati la Verità, questa è esigenza di Carità, altrimenti l'evangelizzazione NON ESISTE ed ognuno si salva da solo o per mezzo di falsi dei. Come è carità dire a un eretico che sta sbagliando gravemente. Il giudizio sull'azione se è per mezzo di una retta coscienza è lecito anzi dovuto, il giudizio su chi compie l'azione spetta a Dio solo, che però non è una macchinetta distributrice di misericordia: CHI AVESSE PECCATO DEVE PENTIRSI!

mic ha detto...

Sentite, cari neocat e simpatizzanti vari, potete anche smetterla di tapparci la bocca con l'accusa di giudizio: abbiamo una fede, una ragione, una coscienza, un cuore illuminati dagli insegnamenti della chiesa e dalla pratica dei sacramenti - crediamo e speriamo con retta disposizione d'animo - e quindi non facciamo altro che esprimere quello che ci dicono in rapporto alla nostra esperienza del cammino e delle Chiesa.
Questo non è un giudizio, che spetta solo al Signore... è un dire la nostra, un discernere, un interpretare... tutte attività molto umane prima ancora che cristiane. Anche nella consapevolezza che il Signore ci conduce alla pienezza della nostra umanità...

michela ha detto...

Non è un giudizio sulle persone ma sui fatti

E dopo tanti anni di cammino in questa situzione mi ci metto io per prima.

Quindi se vuoi è un giudizio su di me e sugli effetti del cammino nella mia vita e in quella delle persone che conosco.

stephanos78 ha detto...

Carissimi.

Chiedo a tutti noi di cercare di valutarci comprendendoci RECIPROCAMENTE.
La suscettibilità che ho visto in vari messaggi è un ostacolo alla retta comprensione e al dialogo.
Siamo coscienti che tutti noi siamo FALLIBILI e abbiamo una personalità ed un carattere particolari.
Secondo me fermarsi a "fromalizzare" all'eccsso i nostri scritti non è positivo.
A volte azzardiamo opinioni. Altre scriviamo sull'onda del "fervore". Altre ancora offendiamo senza rendercene conto.
Rendiamo noti i nostri eventuali risentimenti, affinchè non avvengano più incompresnioni, ma ANDIAMO AVANTI E NON FACCIAMOCI FERMARE DALLA NOSTRA SUSCETTIBILITA'!

mic ha detto...

Grazie Michela, per la tua evidente chiarezza, onestà intellettuale e consapevolezza

miriam ha detto...

"Poi se volete e lo ritenete opportuno trasformare il blog in chi e' il piu' bravo o cose di questo genere, mi faccio da parte."

caro Figli di un unico Dio,
né nel discorso di Michela né in altri mi pare si configuri questo rischio, nel quale speriamo di non incorrere, perché oltretutto ci farebbe deviare dai nostri obiettivi.
Devo aggiungere un carico da undici sui fatti (e non sulle persone) richiamati da Michela: sono le stesse cose che mi ha detto un mio amico vaticanista, presente in varie GMG...

felice ha detto...

mic sei impazzito???

ho solo detto che in un modo o nell'altro dirò la mia definitivamente... nel senso ke se necessario sarò molto duro anke nei confronti della Chiesa... per il resto, sono contento di non essere nemmeno entrato nel Cammino e che se non fosse stato per la misericordia di Dio, oggi sarei senza fede e non avrei mai + ripreso gli studi...

Per il resto sono ritornato quello di prima... non avevo + una coscienza dopo 2 mesi di catechesi...

ma quale vocazione!!!!!!!! anzi se c'è qlc bella ragazza libera sul blog........ ci faccio un pensierino....

stephanos78 ha detto...

Riguardo le Eresie, condivido pienamente l'anonimo 26 giugno, 2007 12:37.

Volevo porre in rilievo un fatto importante.
Da parte NC è sempre convenuto confondere il Giudizio su un Fatto o su un Atto con il Giudizio sulla Persona! Questo è ovvio! Così facendo è più facile associare noi o chiunque a un Fariseo o a un Superbo e delegittimare quello che dice!

Lo scopo di un NC "annullato" nella sua Personalità Soggettiva (sperando sempre che ci siano quelli che sono ancora "liberi")non è dialogare o ascoltare: è confermare se stesso nel giudizio, questo sì VERO, su di noi e il nostro operato. Il giudizio è già fatto: condanna! La nostra è persecuzione, quindi DEVE averne tutti i tratti! Chi perseguitava Cristo? I Farisei, i "Dottori". Ergo: noi lo siamo! Da qui la legittimazione del giudizio e la "prova" del nostro "odio"! Le frasi per "difendere" iL CNC sono le stesse per tutti! Tutti le "ripeteranno" come un grande megafono! Le frasi dei Papi; il CNC è approvato (!!); il Rito e le Catechesi sono VOLUTE dai Papi (con citazione della Lettera Ogniqualvolta!). E così via!

Il NC ha già una risposta precostituita e confezionata dai suoi Catechisti! Questa è l'unica possibile! Se la Realtà dice una cosa diversa, è la Realtà CHE MENTE!!!!!!!! E la certezza è incrollabile! Perchè lo dice Kiko e Kiko non sbaglia! Perchè lo Spirito di Dio è su di lui (!!!) e lo "usa" come megafono! Quindi chi non crede a Kiko non crede in Dio (SIC!)!

Riguardo l' "utilità" del CNC, alla luce dei suoi reali contenuti, NULLA PUO' ATTENUARNE LA RESPONSABILITà NEGATIVA!! Neanche se avesse dato solidarietà a 1 miliardo di persone sbandate faendo loro rimettere la "testa a posto"!!
O diciamo che "il fine giustifica i mezzi", e dunque il CNC, come qualsiasi altro "gruppo" che "corregge" le deviazioni di vita, è utile e sano. Oppure ci fidiamo del Catrechismo Cattolico che dice che NON E' MAI LECITO USARE UN MALE OGGETTIVO PER OTTENERE UN BENE!!
Non MAI lecito!
Si tratta di scegliere se essere relativisti o essere coerenti con la Fede!

LE ERESIE TERRIBILI pronunciate dal Kiko e Carmen, con sommo danno per tutto il Popolo e per i "piccoli" che li ascoltano e obbediscono, non potranno mai e poi mai essere viste in modi diversi dalla CONDANNA TOTALE!

La cosa più grave nel CNC è l'inganno! Usato scientificamente per MISTIFICARE! Tutte le menzogne dette sul CNC, le approvazioni, le giustificazioni sul Rito, le negazioni che il Magistero valga anche per il CNC; tutto questo basterebbe a delegittimare il CNC fosse stato fondato anche da un Angelo del Cielo!!!!

La speculazione sulla Salvezza e la "relatività" sui modi per ottenerla fanno chiaramente capire di cosa stiamo parlando e cosa il Cammino faccia maturare negli adepti che inconsapevolmente si fanno megafoni di queste assurdità!

La Salvezza si Ottiene mediante il Sacrificio di Gesù Cristo Signore, per mezzo della SUA Chiesa Cattolica Romana, con i Sacramenti che egli ha Istituito. PUNTO E BASTA!
Questa è la Verità!
Se poi vogliamo andare a insegnare al Padreterno COME deve fare per rapportarsi con quelli che non lo conoscono o con quelli che professano altre Religioni, allora seguitiamo a mostrare chi sia il vero dio della nostra vita: NOI!

La Verità è una: Cristo Signore e la sua Beata Madre! E' depositata nella Santa Chiesa Romana, per mezzo della quale Cristo elargisce in pienezza e Grazia su Grazia!

Ogni violenza ed Eresia alla Verità, UNA ED UNICA, è un atto di Violenza CONTRO DIO!
Amen!

mic ha detto...

Per Anonimo 9:53:

"Unioni di fatto, Eutanasia, Aborto ecc.. tutte cose che vanno contro la vita, che va difesa perchè è un dono di Dio, l'unico Dio di noi cristiani (spero che anche voi siate cristiani) Javhè."

Non è certo il cammino che ci salva dalle derive del laicismo, ma il santuario delle nostre coscienze individuali...

Perché chiami Dio col suo Nome Antico Testamentario e per di più senza RISPETTO? Come fate quando cantate il vostro sguaiato Sanctus? Non ti hanno insegnato, visto che siete così filo ebrei e veterotestamentari che i nostri fratelli ebrei oltre a non pronunciare il "Tetragramma" se non con "Adonai" (mio Signore)e Ha Shem (il Nome) cui aggiungono Santo e Benedetto, evitano anche di scriverlo?
E, poi, visto che siamo cristiani, il nostro Dio è il Padre del nostro Signore Gesù Cristo che agisce in noi e ci si rivela come SS. Trinità, anche se ne rispettiamo il Nome Santo e Benedetto con cui lo conoscono i nostri fratelli ebrei...

E non ci divertiamo a "passare il tempo" a "criticare" il cammino, ma è nostro impegno morale denunciarne le storure per il bene di molto che non le conoscono!

felice ha detto...

secondo me lara è libera... hihihihihi

Figli di un unico Dio ha detto...

Che vi devo dire:
chiedo scusa , ma non e' come stamane che si fanno i confronti.
Il confronto non puo' e non deve mai scendere nella grossolanità, specie quando si tratta di un blog cattolico e quindi rispettoso della persona umana.
Che poi possiate dire tutto di tutto senza freno non credo che sia corretto.
Ma e' casa vostra e fate come vi pare.
Cordialmente

La pulce ha detto...

PREDICATELO DAL TETTO...

Seconda serata ieri nel noto locale della riviera abruzzese "Il Tetto",dove Dina Grilli si è prodotta a tarda ora nella sua performance di autoaccusa dei peccati con relativo strappo di vesti.

Ultimata la propria autoaccusa,la Grilli ha chiamato sul palco una coppia di cimici neocat presenti e li ha indotti,prima in maniera suadente,poi imperiosa e ululante,a strapparsi le vesti ed ad autoaccusare i propri peccati carnali fin nei minimi dettagli.

Tutti i presenti nel locale hanno,a tal punto,abbandonato le loro consumazioni sui tavoli e sono letteralmente schizzati fuori inorriditi,ripromettendosi di non tornarvi più,con grave disappunto del gestore.

La pulce ha detto...

NOSTRE INFORMAZIONI

El senor Kirikus ha eretto a catacumbenium un romitorio di 6 frati tutti ultranovantenni sul Gran Sasso.

La pulce ha detto...

PROVVISTA DI CATACUMBENIUM

El senor Kirikus,su consiglio di Dona Carmenita, ha nominato Dina Grilli catequista responsabile del catacumbenium-romitprio sul Gran Sasso.

Mister Presbyterus,pregato di fornire la sua opinione in merito,dopo dieci minuti ha alzato lentissimamente la palpebra destra.Indi l'ha fatta ricadere di botto!

Anonimo ha detto...

Ma chi è mister presbiterus?

Anonimo ha detto...

anonimo,vai sul sito
www.internetica.it/neocatecumenali/index.html

e clicca su Cronache di una pulce

stephanos78 ha detto...

Carissimo Figli di un unico.

Questa è casa di tutti!

Siamo persone. Come tali possiamo sbagliare. Ma aiutiamoci a vicenda senza condannarci a vicenda!

stephanos78 ha detto...

Ringrazio Icabod per il suo contributo

stephanos78 ha detto...

Daje Felice! Sei Tutti noi! :-)

Anonimo ha detto...

Siamo tutti stupidi, Pensiamo a criticare i neocatecumenali che sono sempre cristiani(anche se in altro modo)mentre i COMUNISTI tornano a prendere il sopravvento. dovremo per una volta unirci con loro, Siamo figli dello stesso Dio o no?

Anonimo ha detto...

Scusate ma come cazzo si può fare una discussione franca e aperta tra credenti se non c'è parita?

Poi volevo aggiungere alla pulce "PARLA ITALIANO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!" che evidentemente non è capace di farlo. Poi caso mai sarete voi che fate alza i nerv alle persone catecumenali che leggono e non viceversa visto la loro presenza! poi infine volevo dire che mi fate senso, preferireste uccidere il cammino invece del laicismo. Ma che razza di Cristiani siete?

Figli di un unico Dio ha detto...

......ma anche i COMUNISTI sono figli del nostro stesso DIO. Che non lo riconoscono e'un conto, ma tutti gli uomini del mondo indipendentemente dal loro credo sono figli dello stesso Dio del quale noi cristiani ci riconosciamo figli.
E non per questo siamo tenuti a sentirci superiori a chicchessia.

stephanos78 ha detto...

Quindi siamo arrivati al "il nemico del mio nemico è mio amico"???

...ANDIAMO BENE! E pensare che credevo che la FEDE fosse la base della nostra vita!

Figli di un unico Dio ha detto...

Se uno ti chiede il mantello tu dagli anche la tunica.
Cio' non dispensa dal dire la Verità.

Anonimo ha detto...

Feliceee
ricordati che Kiko ti chiamaaa!
Alzati in piedi
rispondi alla chiamata de kiko
Kiko lo vuole
non resistere al magnetismo del paragnosta
alzati quando lo dira' lui
quando lo dira' lui....

lara ha detto...

Felì ... Certo, LIBERA!! Tale una persona (in ogni caso)si può dichiarare dopo esserne uscita dalla 'prigione nc'!!
Sempre ringraziando Dio!



Anch'io (come mic) dalle parole di ieri sera avevo interpretato parlassi di 'scoperta di vocazione', mi sa anche francesco .
Vuol dire che un'aria di mistero ... ce l'hai trasmesso...

Modesto ha detto...

Come il demonio in forma di Crocifisso apparve più volte a frate Ruffino, dicendogli che perdea il bene che facea, però ch'egli non era degli eletti di vita eterna. Di che santo Francesco per rivelazione di Dio il seppe, e fece riconoscere a frate Ruffino il suo errore e ch'egli avea creduto.

Frate Ruffino, uno de' più nobili uomini d'Ascesi, compagno di santo Francesco, uomo di grande santità, fu uno tempo fortissimamente combattuto e tentato nell'anima dallo demonio della predestinazione, di che egli stava tutto malinconioso e tristo; imperò che l'demonio gli metteva pure in cuore ch'egli era dannato, e non era delli predestinati a vita eterna, e che sì perdeva ciò ch'egli faceva nell'Ordine. E durando questa tentazione più e più dì ed egli per vergogna non rivelandolo a santo Francesco, nientedimeno egli non lasciava l'orazioni e le astinenze usate; di che il nimico gli cominciò aggiugnere tristizia sopra tristizia; oltra alla battaglia dentro, di fuori combattendolo anche con false apparizioni

Onde una volta gli apparve in forma di Crocifisso e dissegli: «O frate Ruffino, perché t'affliggi in penitenza e in orazione, con ciò sia cosa che tu non sia delli predestinati a vita eterna? E credimi, che io so ciò io ho eletto e predestinato, e non credere al figliuolo di Pietro Bernardoni, s'egli ti dicesse il contrario, e anche non lo domandare di cotesta materia, però che né egli né altri il sa, se non io che sono figliuolo di Dio; e però credimi per certo che tu se' del numero delli dannati; e 'l figliuolo di Pietro Bernardoni, tuo padre, e anche il padre suo sono dannati, e chiunque il seguita è ingannato».

E dette queste parole, frate Ruffino comincia a essere sì ottenebrato dal principe delle tenebre, che già perdeva ogni fede e amore ch'egli avea avuto a santo Francesco, e non si curava di dirgliene nulla.
Ma quello ch'al padre santo non disse frate Ruffino, rivelò lo Spirito Santo. Onde veggendo in ispirito santo Francesco tanto pericolo del detto frate, mandò frate Masseo per lui, al quale frate Ruffino rispuose rimbrottando: «Che ho io a fare con frate Francesco?». E allora frate Masseo tutto ripieno di sapienza divina, conoscendo la fallanza del dimonio, disse: «O frate Ruffino, non sai tu che frate Francesco è come uno agnolo di Dio, il quale ha illuminate tante anime nel mondo e dal quale noi abbiamo avuto la grazia di Dio? Ond'io voglio ch'a ogni partito tu venga con meco a lui, imperò ch'io ti veggio chiaramente esser ingannato dal dimonio». E detto questo, frate Ruffino si mosse e andò a santo Francesco.
E veggendolo dalla lunga santo Francesco venire, cominciò a gridare: «O frate Ruffino cattivello, a cui hai tu creduto?». E giugnendo a lui frate Ruffino, egli sì gli disse per ordine tutta la tentazione ch'egli avea avuta dal demonio dentro e di fuori, e mostrandogli chiaramente che colui che gli era apparito era il demonio e non Cristo, e che per nessuno modo ei dovea acconsentire alle suggestioni: «ma quando il demonio ti dicesse più: Tu se' dannato, si gli rispondi: Apri la bocca; mo' vi ti caco. E questo ti sia segnale, ch'egli è il demonio e non Cristo, ché dato tu gli arai tale risposta, immantanente fuggirà. Anche a questo cotale dovevi tu ancora conoscere ch'egli era il demonio, imperò che t'indurò il cuore a ogni bene; la qual cosa è proprio suo ufficio: ma Cristo benedetto non indura mai il cuore dell'uomo fedele, anzi l'ammorbida secondo che dice per la bocca del profeta: lo vi torrò il cuore di pietra e darovvi il cuore di carne».

Allora frate Ruffino, veggendo che frate Francesco gli diceva per ordine tutt'l modo della sua tentazione, compunto per le sue parole, cominciò a lagrimare fortissimamente e adorare santo Francesco e umilemente riconoscere la colpa sua in avergli celato la sua tentazione. E così rimase tutto consolato e confortato per gli ammonimenti del padre santo e tutto mutato in meglio. Poi finalmente gli disse santo Francesco: «Va' figliuolo, e confessati e non lasciare lo studio della orazione usata, e sappi per certo che questa tentazione ti sarà grande utilità e consolazione, e in breve il proverai»(...).

La pulce ha detto...

NOSTRE INFORMAZIONI

El senor Kirikus ha stabilito che l'HABEMUS KIRIKUM avvenga in lingua spagnola e che da quel momento in poi lo Spagnolo diventi la lingua ufficiale della Chiesa.E' inammissibile infatti che si parlino altre lingue,e per gianta sbagliate come fa La pulce,cui bisogna dare la caccia a tutti i costi usando tutti gli insetticidi a disposizione sul mercato.

stephanos78 ha detto...

GRAZIE "Modesto"!

MEDITIAMO FRATELLI! MEDITIAMO!

giro ha detto...

Se i neocatecumeni ( e non catecumeni, che sono un'altra cosa...)non entrano negli stazzi preparati loro dal Papa e dai responsabili dei Dicasteri che continuano ad affermare che devono fare diversamente da come attualmente fanno, possono fare tutte le "capriole "che vogliono ma resteranno sempre sostanzialmente eretici.
Riguardo se sia meglio un nc rispetto ad un ateo ed un pagano la risposta puoi trovarla nel Vangelo. Io sono stato definito da un nc "pagano" perchè, secondo lui, avevo una religiosità naturale (sempre conseguenza dell'editto di Costantino) e... solo il CN avrebbe potuto darmi la retta fede.
Tra Cacciari e un nc preferisco Cacciari, almeno dichiara ciò che è. Il nc ,no , non si dichiara per quello che è. Tanto che gioca sulla parola catecumeno equiparandola a neocatecumeno.
E di giochi, strumentalizzazioni, manipolazioni sulle parole e sulla Parola ne fanno già troppi.
Spiegare "chi non odia la madre, il padre...non è degno di me", così come letteralmente la spiegate, è manipolare la Parola.
Meglio cento Cacciari e samaritani e non un nc...
Tanto già i nc ,che dicono che non bisogna giudicare e si scandalizzano del giudizio degli altri...già mi hanno etichettato (ma guarda un po', sti padrieterni!)
Se c'è qualcuno che ha la pazienza di spiegare la differenza tra catecumeno e nc....

Comunque manipolare, strumentalizzare la Parola di Dio è bestemmia.
E il bello è che quando guidate gruppi di bambini,al catechismo parrocchiale, NON USATE LE GUIDE DELLA CEI MA SOLO LA BIBBIA FACENDO GLI ESEGETI E RIDICOLIZZANDO LA PAROLA LETTA NELLA BIBBIA.
Come il Demonio vuol scimmiottare Cristo così voi scimmiottate il profeta. Solo la differenza c'è, ed è che invece di rendere testimonianza a Dio, finite di essere uno strumento di Satana perchè distorcete il senso del messaggio divino.
Altro che buona novella esce dalla vostra bocca! Ne ho sentito di turpiloqui! E' ora che vi convertiate scendendo dal cavalletto della "finta elezione" elargitavi da kiko.

hp ha detto...

Ah proposito il presbitero non vale un fico secco nella liturgia nc.
Serve solo a ufficializzare il cn agli occhi dei semplici.
Durante le catechesi non può rettificare il nc di turno.
Resta lì svagato o facendo finta di dormire (roba da legnate).
Nella liturgia si fa bardare come un cavallo da palio e oltre la consacrazione (il nc intanto si chiede :- Ma anch'io sono sacerdote e allora perchè la Chiesa non mi permette di consacrare?)non fa più nulla perchè ci sono i nc "che gli fanno il servizio"...
E' vero fanno un bel servizio alla Chesa: barba e capelli. Everrà il giorno che "dalila" la raserà a zero...

icabod ha detto...

Caro Zagor,

per un fine buono i mezzi non possono mai essere cattivi. Il fine non giustifica mai i mezzi, sai? La tua tesi può essere applicata oltreché ai neocatecumenali anche ai TdG e a tutte le altre sette pseudocristiane, nonché a buddismo, taoismo, induismo... Ma io non consiglierei a nessuno neanche se ateo di andare nei TdG perché poi forse potrà diventare cattolico.
Invece qualcuno lo fa: sono i cattoprogressisti indifferentisti, per i quali "ogni via è buona per arrivare alla divinità... si, ma quale?

Anonimo ha detto...

I nc ed ex-nc dopo tante 'catechesi' di K/C & C. abbiamo imparato qualcosa: familiarizzare un pò la loro lingua. Quanto basta per cavarsela un weekend in Spagna.
Grazie a K/C & C.

gherardo ha detto...

Oddio ci mancava anche in questo
forum il folle con lo spettro
dei COMUNISTI...

Francesco ha detto...

Beh...d'altronde la spauracchio dei cattocomunisti,sia pure implicitamente, è sempre agitato dai neocatecumenali,i quali,pur senza dichiararlo apertamente,fanno di tutte le erbe un fascio confondendo il secolarismo(parola per loro magica e sintesi di tutti i mali che oggi opprimono la chiesa)con ogni forma di progressismo.

Provate a imbastire con loro una minima discussione,ad esempio, sulla "Populorum progressio" o sull"Umanae Vitae":cascano dalle nuvole e fanno intendere di concepire queste due pietre miliari della Chiesa come se fossero due prodotti infernali.

Insomma una posizione rigida che esula da ogni forma di discussione o di dialogo che non sia filtrata attraverso la rozza e piatta visione che Kiko ha della Chiesa e della storia.

stephanos78 ha detto...

L'abilità Nc, l'ho sempre detto, è proprio quella di usare problemi reali per imbastire la trama NC!

La Secolarizzazione della Fede e la sua riduzione ad un elemento della Sociologia, come anche la politicizzazione della stessa, sono problemi reali e non immaginari... Che dovrebbero essere risolti dal CNC????????

Questo è quello che intendono!
Lo stesso quando sfruttano il loro consenso alla Morale della Chiesa.
Tentando la distruttiva antitesi tra Fede e Morale!

I problemi esistono! E tante basi su cui poggiano gli NC, di fatto ponendosi nella distruzione della Fede e non della Morale, le danno proprio i catto-comunisti! Che i NC disprezzano! E che effettivamente distruggono sia Fede che Morale!

Francesco ha detto...

La "distruzione" della Fede e della Morale,caro Stephanos,non possono essere imputate tuou court ai cosiddetti Cattocomunisti(espressione improbabile che oggi identifica tutto e il contrario di tutto).
Decisamente più deleteri coloro i quali,come in Neocatecumenali,pur ergendosi a paladini della Fede,rinnegano apertamente ogni morale,anche quella cattolica(la loro partecipazikone al Family Day,come abbiamo sempre sostenuto e sperimentato è stata la prima uscita in assoluto a favore della morale cattolica,ma con scopo apertamente pubblicitario)per arroccarsi su una posizione fideistica che esclude ogni ricerca umana della santità.

stephanos78 ha detto...

...Certo che sono più deleteri.

La Fede prima di tutto! Da essa e dall'Amore per Cristo discende ogni retta Morale!!! E la Morale Cristiana Cattolica, discende dalla Fede in colui che l'ha fondata!! Senza Fede non c'è Morale e rettitudine di vita!!!

Ma è innegabile che il CNC sfrutta la sua condivisione (anche ossessiva e maniacale, oltre che coercitiva) dei Vaolori della Morale Cattolica proprio per ottenere un "bollino blu" di credibilità. E sfrutta questo "bollino blu" per fare sfaceli nella Fede!!!
Del tipo: distruggo dottrina e liturgia, però porto famiglie numerose che mettono la testa a posto!

Questo, però, non elimina i problemi su cui fanno leva i NC per emergere: il "catto-comunismo" ovvero la politicizzazione della Fede e la sua riduzione ad un "socialismo pratico" (Cristo come primo Proto-Marxista della Storia!) è un problema reale su cui i NC fanno leva. Ma loro stessi si fondano su questo! Solo che invece che Marx c'è Kiko!

Aloisius ha detto...

Ogni tanto leggiamo su queste pagine citazioni dalle Scritture, dai testi apologetici, dalle vite dei Santi: il deposito sublime e meraviglioso ed immenso della saggezza cristiana!

E cosa viene contrapposto al santo patrimonio?

Un infimo, pretenzioso brogliaccio zeppo di farneticazioni ed eresie contro la vera fede, pomposamente definito "orientamenti alle catechesi"!
Questo breviario eretico pretendono di sostituirlo alle Scritture per dispensare tra gli accoliti le sciocchezze partorite dalla mente distorta dei caporioni neocatecumeni.

Questi superbi ad oltranza han pensato di liquidare tutto il patrimonio secolare della Chiesa.
E si sono inventati, come tutti i capi delle sette, una personale dottrina per contrapporla al santo patrimonio teologico ed apologetico, scritto con il sangue dei santi, dei profeti e dei martiri!
Eretici presuntuosi e blasfemi!
Lupi travestiti da agnelli!
Si sono voluti porre al di sopra del Signore,della sua Chiesa e dei suoi pii servitori, e osano tuttora brandire sacrilegamente l'astile con il Crocifisso perfino al cospetto del Santo Padre, oltre che nelle loro segrete e pagane cerimonie!

L'ira del Signore non potrà non colpire questi empi che profanano il suo santo Nome fingendo di riverirlo.

Questi eretici e i loro complici conosceranno la collera di Dio, è sicuro.
Non sappiamo come e quando, ma avverrà.
Mai nella storia alcuno si è innalzato superbamente verso Dio e contro la sua Chiesa senza pagarne il fio!

Il Signore possa avere misericordia per quelli che ciecamente hanno consentito che questo maleficio penetrasse nella Sua santissima Dimora fino a scuoterne le fondamenta.
Preservi dal giusto castigo gli innocenti e riporti il dominio dell'unica retta fede, per amore dei buoni e dei giusti ancora presenti su questa nostra terra degradata dal peccato contro Dio e la sua opera.

felice ha detto...

Certo ke risponderò alla kiamata di kiko, caro anonimo... magari fra qualke annetto (se nn muoio prima) quando lo avrò in analisi... e la sedia bollente gliela farò provare io... a colpi di ceffoni sul culetto... faremo un bello scrutinio

felice ha detto...

e giusto per chiarire... io non ho nessuna vocazione e non ho nessunissima intenzione di fare più di quello che faccio da cristiano "della domenica"... tra l'altro sono anke "un pò" fidanzato, non faccio parte di nessuna aggregazione laicale e non ne ho intenzione di aderirvi... ma ritengo un DOVERE denunciare ciò che ho visto e sentito...

Il CN è stata solo la mia diretta esperienza, ma se vi raccontassi le altre realtà settarie che ho avuto modo di conoscere tramite ex aderenti e parenti di aderenti, voi vi mettete le mani nei capelli...

Il cammino in confronto è una "passeggiata di salute" anke se più grave per il semplice fatto ke prolifera nella nostra Chiesa...

Anonimo ha detto...

Felice non c'è da vergognarsi ad avere la vocazione.Puoi dirlo liberamente.

La pulce ha detto...

Felice,ti consiglio di trascorrere un periodo di discernimento nella Trippa Neocat di Pitorchiano.Lì potrai capire qual è la tua chiamata.

felice "mo me so rutt u cz" ha detto...

infatti nn ce l'ho... tanto ke la mia donna è ucraina...

Anonimo ha detto...

anche lei ha la chiamata?

Anonimo ha detto...

aloisius svegliati non siamo nel medioevo ahahahahahahahah anvedi st'esaltato, ma che ti hanno lavato il cervello? altro che catecumeni, se legge un islamico quello che scrivete se mette a ride ahahahahahaha, quelli si che so uniti tra loro no come voi che ve ritenete perfetti tanto da critica tutto e tutti

Volemosebenefratelli ha detto...

Felice

hanno ragione,secondo me.
E' giusto che tu trascorra un lungo periodo a pane e acqua e ....senza carne e poi,dopo che avri fatto un buon discernimento,ci dirai...

felice "Padre Ralf" ha detto...

francesco travestito da anonimo... lei nn ha la kiamata ha la... mmm... te lo diko su msn

rs ha detto...

eccoti puntuale il neocat che in perfetto romanesco rutta i suoi gargarismi ah ah eh eh hi hi.
Ma che fate, mangiate trippa alla carmenita condita con olio di kiko?
E prendetevi una purga, che siete pesanti come il vostro tribalismo borgataro.
E questi sarebbero i "frutti" del Cammino?
Ma fateci il piacere!

Fanciscus ha detto...

figliolo Felice...si moderi.Faccia il discernimento che le stanno cnsigliando e si copra anche il capo di forf...cenere e poi ci dica...

Aloisius ha detto...

Fratello anonimo alla vaccinara,
tu hai bisogno di meditazione e pentimento, come i tuoi correligionari.Ed anche di digiuno, stando al compiacimento da osteria.
Fai deserto dentro e pentiti sinceramente, poichè non denoti nè misura, nè decoro.
Se io ti sembro vivere nel medioevo, tu appari nella preistoria della civiltà.

Anonimo ha detto...

Abbiamo pazienza. Sicuramente siano appena usciti da qualche 'incontro' con i loro catechisti e ricevuto tante di quelle martellate e questo è quanto sia rimasto di loro.

Zagor ha detto...

x Miriam
Hai uno strano concetto di salvezza. Sembra quasi che sai chi si salva e chi no! Hai detto che non è certo che si salvi chi fa il Cammino..., invece suppongo che è certo che si salva chi non lo fa giusto? Vatti a ripassare la Lumen Gentium, sui concetti di popolo di Dio soprattutto, e ti accorgerai che esso è formato da chi sta nella Chiesa con il cuore e non formalmente. Non ho fatto alcun discorso relativista e non ho proposto di passare per vie traverse per arrivare alla salvezza. Ho detto solo che Dio si può servire di tante strade per salvare qualcuno e il CNC potrebbe essere una di queste. Potrebbe essere tortuosa o non tortuosa, ma non spetta a noi giudicare i Suoi disegni. Fatti piuttosto un esame di coscienza e vedi un po' che clima fuoriesce da certe discussioni da crociate in cui la carità dove sta? Dov'è quello stile agapico di cui parla S.Paolo nella 1Cor? Ma il Papa cosa ci sta a fare nella Chiesa? E i dicasteri?
Medita questa frase, miriam...: "stare nella Chiesa con il cuore". Cosa significa? Ti accorgerai che non ci sono i giusti perchè non fanno questo o quel cammino di fede, ma ci sono i giusti davanti a Dio e solo Lui li conosce ed il popolo eletto lo vedrai solo nell'eschaton, non quaggiù sulla terra. Ti accorgerai che il Signore ha detto che qualcuno che profetizzava nel suo nome andrà all'inferno. Tu puoi dire chi sono costoro? Io no...

Miriam ha detto...

Per Zagor
"Potrebbe essere tortuosa o non tortuosa, ma non spetta a noi giudicare i Suoi disegni. Fatti piuttosto un esame di coscienza e vedi un po' che clima fuoriesce da certe discussioni da crociate in cui la carità dove sta? Dov'è quello stile agapico di cui parla S.Paolo nella 1Cor? Ma il Papa cosa ci sta a fare nella Chiesa? E i dicasteri? "

Abbiamo dimostrato che la strada del camino E' tortuosa, quindi il condizionale non esiste. Il clima delle discussioni è quello che è quando si afferma la verità nei confronti della menzogna. Qui nessuno sta facendo crociate, si sta solo informando correttamente ed esprimendo esperienze e convinzioni basate sul "Depositum Fidei" della Chiesa cattolica.
Tu dici: il Papa e i Dicasteri che ci stanno a fare? Appunto: il Papa vi ha corretti e voi siete sempre allo stesso punto e i Dicasteri non si sono ancora pronunciati definitivamente... e noi, come battezzati possiamo dire quello che pensiamo perché ci sentiamo e siamo "Chiesa" di Cristo e non di kiko

Arbiter ha detto...

Credo non sia stato sufficientemente colto il significato di prevenzione del recente Motu proprio di Benedetto XVI sull'elezione del pontefice.
E' un altro rinforzo dei pilastri tradizionali della Chiesa ed è una decisione strategica di grande valenza.
La maggioranza di due terzi nel conclave, ritornando alla vecchia regola, significa semplicemente un robusto paletto ad eventuali "cordate" bulgare tra i cardinali sotto equivoche influenze.
Significa che se dovesse emergere una candidatura pericolosa (ad esempio 'pro neocatecumenali') per la Chiesa stessa, per passare avrà bisogno di larga parte del conclave e non della maggioranza semplice. Non potrà non operare il maggiore discernimento necessario per il bene della Casa del Signore e della fede cattolica, fatta salva l'influenza dello Spirito Santo.
Grazie, Santità!

Anonimo ha detto...

Dovreste solamente vergognarvi.Non si può scherzare come state facendo voi su una chiamata al sacerdozio.E' inconcepibile che Felice reagisca in maniera cosi volgare.Che abbia il coraggio delle proprie azioni e non si mascheri come paladino di una crociata antineocatecumenale.Che viva la sua chiamata in modo dignitoso senza tanti giri di parole.Non è giusto ed onesto mper chi legge.

Anonimo ha detto...

Ecco i frutti di questo blog.Che miseria!
La chiamata al sacerdozio di un giovane (Felice) che diventa oggetto di sberleffi e ironie.

rs ha detto...

Vedete?
L'atteggiamento vagamente misterioso, da clima di annuncio, di Felice sta innescando una inutile polemica, che al massimo riguarda il privato di una persona e non certo i temi qui in discussione.
Vi si è aggiunto poi anche il commento equivoco di qualche altro amico, e la frittata è fatta.
Alcuni hanno capito che il suddetto stesse facendo una scelta vocazionale e che poi non ha avuto il coraggio di ammetterla.
L'interessato, resosi conto di aver innescato qualcosa di inesistente (o di prematuro) ha subito smentito.
Ma non è bastato. E adesso non pare vero ai nemici del blog di accusare i suoi animatori di scarsa serietà su tali temi.
Io dico: dateci un taglio!
Qui non si discute la scelta presunta di una persona, quale che essa sia, ma i guasti di un movimento pseudoecclesiale che sta spaccando la comunità dei fedeli.
Se qualcuno intende associare tutti gli animatori del blog alla leggerezza comportamentale di un singolo, ha sbagliato i calcoli.
Non è Felice e il suo privato sul banco degli imputati.
Imputati siete voi neocatecumenali e le vostre eretiche dottrine.

E' chiaro?

Anonimo ha detto...

Hai ragione rs.
Con tutto il rispetto per Felice, a noi di quel che lui fa importa un fico secco.
Sono affari suoi.
Vorremmo forse mettere le vicende di un singolo allo stesso livello di quelle riguardanti il movimento che qui discutiamo?

lara ha detto...

Arbiter, ieri al leggere il Motu proprio sull'elezione del pontefice, ho percepito che Benedetto XVI stava sic. proteggendo la Chiesa dal pericolo che hai nominato.

Zagor ha detto...

X miriam

Vedo che hai sorvolato sulla Lumen Gentium... Te la cito io: " Non si salva, però, anche se incorporato alla Chiesa, colui che, non perseverando nella carità, rimane sì in seno alla Chiesa col "corpo", ma non col "cuore". (LG 13).

"Abbiamo dimostrato che la strada del camino E' tortuosa, quindi il condizionale non esiste. Il clima delle discussioni è quello che è quando si afferma la verità nei confronti della menzogna. Qui nessuno sta facendo crociate, si sta solo informando correttamente ed esprimendo esperienze e convinzioni basate sul "Depositum Fidei" della Chiesa cattolica."

Niente crociate? Beh, non sembra proprio che traspaia amore dalle tue parole e dalle parole altrui. Non vedo nessuna carità, nessuno spirito di comunione, ma anzi rabbia, risentimento talvolta anche verso la gerarchia, accusata di non vedere le nefandezze neocatecumenali. Dunque siete voi i paladini del Depositum Fidei?
Dunque mi confermi che chi fa il CNC non si salva, giusto, essendo via tortuosa?
Io ho piena e incondizionata fiducia nel Papa e nei Dicasteri, ma non solo fiducia: anche totale obbedienza, dal momento che è la Chiesa a conservare il Depositum Fidei, a interpretarlo con il Magistero e non tu, mi dispiace per te e per qualcun altro.

lara ha detto...

Giorni fa chiedevo se qualcuno sapeva dirmi se si possono considerare ci siano sacerdoti ingannati, ossia che non conoscono questo cn e a volte partecipano ingenuamente, è possibile?
Veniva alla mia mente i megaraduni ai quali venivano tanti tanti sacerdoti per la Penitenziale, e mi sono chiesta se erano tutti a conoscenza o 'ingenuamente' erano inviati. Se erano inviati contro volontà. E se a conoscenza e contrari, avevano la libertà di rifiutare.
Anche nel conoscere un sacerdote spesso solo, e timidamente mi disse che era la prima volta che veniva, che gli avevano dato l'incarico di portare avanti una comunità. Non mi è sembrato che questo uomo fingeva. Vorrei chiarire queste cose in me. Forse voglio illudermi che ignoravano la situazione? Oggi, si può ancor considerare una tale esistenza?

Arbiter ha detto...

Lara, vi è anche qualcosa in più, un non detto che traspare dalla decisione stessa del Santo Padre.
Indirettamente, testimonia la sua preoccupazione per i pericoli potenziali che si profilano all'orizzonte e dunque il Motu proprio appare una contromisura significativa avverso i venticelli sulfurei penetrati nella Casa del Signore già presentiti e lamentati da Paolo VI.
Ringraziamo Dio per la lungimiranza di Benedetto XVI°.

miriam ha detto...

"Non vedo nessuna carità, nessuno spirito di comunione, ma anzi rabbia, risentimento talvolta anche verso la gerarchia, accusata di non vedere le nefandezze neocatecumenali. Dunque siete voi i paladini del Depositum Fidei?
Dunque mi confermi che chi fa il CNC non si salva, giusto, essendo via tortuosa?"

Non affermo che chi è nel cammino non si salva, non posso essere io a giudicare: questo lo sa solo il Signore; ma la mia esperienza e la mia conoscenza della Chiesa e del cammino mi fanno dire che il Cammino NON E' una via di salvezza e, pur essendo nella Chiesa e spacciandosi per Chiesa cattolica non ha nulla di cattolico.
Mi spiace che tu veda rabbia e risentimento nel mio esprimermi. Ti assicuro che c'è solo dolore e forse, a volte, a seconda delle cose dette, specie se sono menzogne più o meno in buona fece, una sana molto umana indignazione, che è diretta verso le cose espresse, non verso le persone, che affido tutte al Signore perché le benedica e le custodisca...

miriam ha detto...

"Io ho piena e incondizionata fiducia nel Papa e nei Dicasteri, ma non solo fiducia: anche totale obbedienza, dal momento che è la Chiesa a conservare il Depositum Fidei, a interpretarlo con il Magistero e non tu, mi dispiace per te e per qualcun altro."

Anch'io ho piena e incondizionata fiducia nel Papa, ma la tua totale obbedienza non la vedo, rispetto alla lettera di Arinze, allo Statuto, alla Sacramentum Catitatis e tutti gli altri documenti magisteriali sull'eucaristia e non mi dilungo su altri, sui quali normalmente i neocat a cui li si richiamano ti fanno sberleffi e dicono che "non li riguardano", loro hanno le catechesi kikarmenke (udito con le mie orecchie!!!)

Non capisco quindi perché nomini tanto il magistero, sulla base del quale sono basate tutte le mie (le nostre) interpretazioni, che non sono assolutamente autoreferenziali...

Aloisius ha detto...

In tutta coscienza, se fare una crociata significa difendere la Croce ed il suo messaggio per l'umanità, difendere la Chiesa dalle subdole eresie che la stanno infiltrando sotto mentite spoglie, propugnare la santità dell'unica Chiesa di Cristo nel mondo, difendere il magistero e la dottrina della Chiesa per come trasmessi da Dio attraverso gli Apostoli.

Se tutto questo significa fare una crociata, ebbene la nostra in quanto fedeli tradizionali contrari alle sette come quella neocatecumenale è una crociata, in difesa della Casa del Signore, del suo Pastore e Vicario, del suo magistero

lara ha detto...

Arbiter, si capisce che per farlo è preoccupato per qualcosa, e che prevenire è meglio che curare!

Arbiter ha detto...

Mi spingo un pò oltre, Lara.
Il Santo Padre è grosso modo ancora agli inizi del suo mandato apostolico, non certo alla fine.
Eppure ha sentito l'urgenza di provvedere nel merito.
Nelle incertezze e l'imprevedibilità della vita, ha voluto preliminarmente correggere una lacuna di grande pericolosità potenziale.
Qualsiasi cosa accada, lui ha messo in sicurezza le modalità per una corretta e sapiente elezione del prossimo pontefice.
E' un grandissimo intervento in difesa della Chiesa cattolica.
Ringraziamo ancora il Signore per tale profetico discernimento.

stephanos78 ha detto...

Zagor farebbe quasi indignare se non ci fosse per lui la speranza della sua ottima fede e la certezza della sua "educazione" alla difesa del Cammino sempre e comunque contro chiunque, anche contro la Chiesa.......anche a dispetto della sofferenza REALE di tanti Fratelli della Chiesa!

La struttura dell'intervento di Zagor è LA MEDESIMA di sempre ed è però molto ben "curata". Molto ABILE!
Noi siamo: a) rabbiosi e aggressivi; b) superbi maniaci che si "sostituiscono" alla Chiesa che decide; c) GIUDICI E FARISEI, "DOTTORI DELLA LEGGE".

E' LA SOLITA SOLFA INSEGNATA AI NC DAI LORO RESPONSABILI A RIGUARDO DI CHI DIMOSTRA GLI INGANNI DEL CAMMINO!
Attaccano così quando la carta del "Come fai a parlare? Non conosci il Cammino!" non si può giocare! Visto che molti di noi LO CONOSCONO! E anche bene!

E' un metodo moralistico e assolutamente INQUISITORIO che pretende di scandagliare il cuore delle persone, PROPRIO COME LORO ACCUSANO RIGUARDO NOI! Altro metodo vincente! Accusa gli altri di ciò che fai tu!!!!

Far scivolare la discussione sull' Amore che noi non avremmo (E CHI LO DICE? SIETE FORSE DIO?), sulla presunta e pretestuosa "assenza delle virtù cristiane", sulla retorica frase: "perchè parlate se siete peccatori? State zitti!", ecc ecc..., è un OTTIMO METODO PER NON RISPONDERE A NULLA E PER CONDANNARE ESCLUSIVAMENTE!
PER CONTINUARE AD AUTO-GIUSTIFICARSI E AD AUTO-COMPARIRSI PERCHE' SI DEVONO SOPPORTARE QUESTI CATTIVONI PERSECUTORI CHE SAREMMO NOI!

Ebbene! Noi non pretendiamo di leggere il cuore di nessuno e di condannare nessuno!
Condanniamo i principi però! Le idee!! Gli anti-valori! Questo ci chiede GESU' CRISTO per cmpiere il GIUSTO DISCERNIMENTO che SUPERA LE NOSTRE PERSONE E I NOSTRI PECCATI!
Una cosa appartiene alla Fede o non apparteiene ad essa!!! Questa realtà Oggettiva la può vedere chiunque! ANZI! MAGGIORMENTE I PECCATORI! Sono loro infatti, nel Vangelo, I PRIMI A RICONOSCERE IL CRISTO! E I PRIMI A BENEFICIARE DELLA SUA MISERICORDIA!

Noi, che siamo Ciechi, VOGLIAMO ESSERE GUIDATI DA CHI CI VEDE E NON DA ALTRI CIECHI (OVVERO IL CNC!!)! E NOI, CHE ABBIAMO PAGATA, SULLA NOSTRA CARNE, IL PREZZO DI QUESTA CECITA' DEL CNC, LO TESTIMONIAMO! E LO GRIDIAMO DAI TETTI!

ASPETTANDO ANCORA CHE QUALCUNO CI SMENTISCA DIMOSTRANDOCELO! IL QUALE "QUALCUNO" FAREBBE UN GRANDE GESTO DI CARITA' PORTANDOCI A GUARDARE LA VERITA'!

MA A PARTE ESALTAZIONI MORALISTICHE DELLE FAMIGLIE NUMEROSE E DELLE PERSONE CHE RIMETTONO LA TESTA A POSTO, LE ACCUSE ANCHE VIGLIACCHE, LE FURBIZIE, LE DANZE SUI TERMINI, NESSUNO CI HA MAI DATO QUESTA DIMOSTRAZIONE! NESSUNO HA MAI RISPOSTO!

SIAMO TESTIMONI DI UNA REALTA' DI FATTO NON ANCORA SMENTITA! PERCHE' NON SMENTIBILE!
LE ERESIE NON SALVANO NESSUNO! GLI ERRORI NON SALVANO: SVIANO! SE PENSIAMO CHE CRISTO PROVOCHI ERRORI PER SALVARE I SUOI, ANDIAMOCENE A CASA!

CHE POI EGLI, CHE E' ONNIPOTENTE, GUARDI IL BUON CUORE E LA BUONA FEDE ANCHE DI COLORO CHE STANNO NELL'ERRORE E' UN ALTRO DISCORSO!

MA IO NON MI AZZARDO A SOSTITUIRMI AL PADRETERNO COME VOI CI ACCUSATE DI FARE, FACENDOLO VOI STESSI!

Figli di un unico Dio ha detto...

Rispetto al tema introdotto da Zagor, che reputo estremamente interessante, vorrei sottoporre la seguente domanda:

uno spirito come quello di Gandhi, nella concezione cattolica si puo' salvare?

Scusate la provocazione, ma mi sembra
quanto mai strano sostenere che chi fa il CN non si salva
.
Anche io su molti aspetti del CN sono critico, ma tanta volte non condivido la rabbia che traspare dai post. Quando decisi di abbandonare il CN comunicai serenamente la mia decisione, ci fu una discussione accesa su alcuni punti della mia decisione, ma sono andato via.

Possiamo parlare di molte cose se vissute in prima persona.
Esempio una cosa che leggo spesso sul blog e'il giudizio negativo sulla catechesi della Parola "Chi non odia il padre e la madre piu di me non e' degno di me".
Permettetemi di spendere due parole.
La catechesi che di solito viene data ha questi punti cardini:

a)1° comandamento
b)4° comandamento
c)Se poi si aggiunge che Gesu non e' venuto per abrogare ma per confermare la Legge, ed anzi ci ha dato un comandamento nuovo "Amatevi come io ho amato voi".

Il primo comandamento e'
Io sono il Signore Dio tuo:
1. Non avrai altro Dio fuori di me.

Innanzi a tutto cio' che facciamo bisogna porre il Signore, e il Signore ci aiuta a comiere nella nostra vita il comandamento che ci ha dato Gesu:"Amatevi come io ho amato voi".
A mio modesto parere un NC non puo'essere portato ad odiare nella pratica il padre e la madre, anzi alla luce di quanto detto dovrebbe essere condotto ad amare il padre e la madre con uno spirito diverso, cioe' con lo spirito di Cristo.

Lo stesso concetto si puo' applicare alla moglie ed ai figli.

Lo so che vi scatenerete, pero' quanto sopra andava detto.

stephanos78 ha detto...

Ecco il frutto dell'opera di Zagor!
Carissimo Figli di un unico Dio, NESSUNO HA MAI AFFERMATO DI POTER CONOSCERE LA MENTE DI DIO E STABILIRE CHI O COSA SI SALVERA'!!!

DICIAMO SOLO E CON PIENA COSCIENZA: LE ERESIE NON SALVANO! I PECCATI NON SALVANO! GLI ERRORI NEMMENO! LA MISERICORDIA DI DIO SI!
MA QUESTO NON CI METTE NELLA CONDIZIONE DI "ABUSARNE" E DIRE: VISTO CHE DIO E' BUONO, SI PUO' ACCETTARE TUTTO! TUTTO PUO' ANDAR BENE!

QUESTO MAI!

Figli di un unico Dio ha detto...

Per Steph:

ho letto sul blog che solo la fede cattolica salva. Se mi sono sbagliato a leggere dimmelo,
poi con calma e serenità potremmo, se vuoi anche in separata sede, parlare un po' del perche' Dio permetta altre religioni.

Vedi anche nel CN esiste questa posizione di superiorità del cristianesimo rispetto alle altre fedi, e con questo sono d'accordo.
Su cio che non sono d'accordo e' che Dio non possa manifestarsi in altre fedi (ebraismo, islam, induismo e altre, non includo il buddismo tra le religioni,perche' e' una filosofia e non una religione).

stephanos78 ha detto...

Sempre per Figli di un unico Dio:

Riguardo l' "ODIO" di cui Kiko chiede la "Sola Scriptura" (Lutero insegna).

Quella Catechesi ha due destinatari: il CNC e l'adepto.

Il CNC E' IL "CRSITO" DA SEGUIRE RINNEGANDOSI! L' "ODIO" a moglie figli e se stessi è relativo al CNC! Alle riunioni del CNC e agli impegni a lui legati! E alle cose che comanda!

E' chiaro come il sole, secondo gli ESEMPI (begli esempi davvero!) portati dai Catechisti! Quante volte ho sentit che "ho lasciato il mio bambino per fare questo servizio di Evangelizzazione per il Signore"! Oppure: "ho un padre malato ma sono qui!". Oppure: "mio figlio fa la prima comunione ma io sono qui"!!!

Mentre quel discorso di Cristo è da leggere in un contesto preciso e NON DA SOLO (come pretende Lutero e...KIKO), insieme a tutto il resto della scrittura e alla luce della interpretazione della Chiesa!
Già la nota chiarisce che Cristo usa un ebraismo! "Chi non i preferisce"! Ergo: chi non fa idoli di uomini! MA C'E' UNA BELLA DIFFERENZA NE CHIEDERE NON CURANZA, INDIFFERENZA E ABBANDONO! Per chi poi? PER IL CNC! Che sarebbe una VOCAZIONE! Vedi come è sottile?

Aloisius ha detto...

Ma, insomma, vogliamo dirlo una volta per tutte a questi neocatecumenali?
La Chiesa, al suo interno, ha già tutta la dottrina, la sapienza e la verità che le provengono direttamente da Cristo.
Dunque, se vogliono essere dei buoni cattolici, abbandonino il Cammino e frequentino con l'impegno di cui si sentano capaci, da semplici ed umili fedeli, le parrocchie.
C'è spazio per tutti.
Collaborino con i parroci al loro migliore funzionamento e si pongano umilmente al servizio della comunità.
Per le esigenze di formazione, partecipino con consapevolezza ed umiltà ai ritiri spirituali.
Nelle parrocchie si svolge ed è presente già tutta la vita di un cristiano cattolico, senza alcun bisogno di stravaganze dottrinali, sette segrete e riti paganeggianti o filoebraici!.

stephanos78 ha detto...

Caro Aloisius, TI SOTTOSCRIVO A MILLE MANI!!!!!

Aloisius ha detto...

E se poi la parrocchia vi sta stretta e vi sentite missionari ed evangelizzatori, siatelo e andate per il mondo ma in nome della Chiesa di Cristo e non di un falso profeta e della sua distorta dottrina.

Figli di un unico Dio ha detto...

per Steph

ho riproposto la catechesi come l'ho sentita tantissime volte, quindi per cortesia rispondi prima ai punti che ho elencato.

Poi passiamo a parlare delle deformazioni,che ci sono e in abbondanza, di Lutero e di tutto quello che vuoi, pero' con ordine.

lara ha detto...

Anch'io ringrazio il Signore per il discernimento dato al Santo Padre nel sentire tale urgenza. Prego Dio che dia a Lui la salute per essere in mezzo a noi per lungo tempo, e possa portare avanti la grande 'riparazione' della Chiesa, quella che accade dopo la visita dei ladri in casa e hanno sfasciato tutto.

miriam ha detto...

Ancora per Zagor,

io non so chi si salva oppure no, ma se non è possibile il giudizio del singolo cattolico sulle AZIONI proprie e degli altri in materia di fede e di morale secondo il depositum fidei, è impossibile sapere cosa è bene e cosa è male, dunque secondo te viviamo al di là del bene e del male: il sogno di Nietzsche. Il giudizio (parziale e finale) su chi compie l'azione spetta a Dio che vede nel cuore e al singolo uomo che agisce: la Chiesa Cattolica Una Santa serve proprio a formare nel fedele una RETTA COSCIENZA secondo VERITA', che fuori da essa molto difficilmente si dà, ed eventualmente solo parzialmente. Ma la Chiesa Cattolica apostolica i progressisti la fanno fuori proprio con queste interpretazioni buoniste e indifferentiste della Lumen Gentium. La morale, caro mio, non è estetica, non si va dal sacerdote a pentirsi di quanto siamo stati brutti in base al tuo improbabile "stile agapico" (una sorta di buonismo estetico), ma di quanto siamo stati cattivi. E' impossibile confessarsi sacramentalmente senza aver fatto un buon esame di coscienza, ma per far questo occorre avere una retta coscienza formata secondo le verità cattoliche che giudichi le azioni e sappia discriminare tra bene e male. La correzione fraterna impone inoltre di sapere che cosa sia "materia grave", altrimenti non potendo giudicare L'AZIONE del fratello non potrò correggerla, ne consegue che chiunque può far quel che gli pare senza che la sua azione possa essere giudicata da nessuno (così i "cattolici adulti"). Leggiti la Veritatis splendor: con le vostre interpretazioni progressiste della Lumen Gentium voi esteti vi siete dimenticati che ci sono i comandamenti, e Giovanni Paolo II ha dovuto riaffermarli!!! Leggiti Veritatis splendor 70, dove è riaffermata la dottrina tradizionale sul peccato del concilio di Trento!!! Ma già, avete fatto fuori anche l'inferno, molto furbescamente dicendo che c'è ma è vuoto! E' questo il tuo "eschaton"? Il libertinaggio dottrinale e morale totale? Purtroppo l'inferno non è per niente vuoto! E tutti noi, anche tu se sei cattolico, risponderemo al giudizio del Signore per coloro che non avremo fraternamente corretto e per coloro che avremo traviato con eventuali insegnamenti falsi. Non c'è carità senza la verità.

stephanos78 ha detto...

Sempre per Figli di un unico Dio.

Tu dici:

"Innanzi a tutto cio' che facciamo bisogna porre il Signore, e il Signore ci aiuta a comiere nella nostra vita il comandamento che ci ha dato Gesu:"Amatevi come io ho amato voi".
A mio modesto parere un NC non puo'essere portato ad odiare nella pratica il padre e la madre, anzi alla luce di quanto detto dovrebbe essere condotto ad amare il padre e la madre con uno spirito diverso, cioe' con lo spirito di Cristo.

Lo stesso concetto si puo' applicare alla moglie ed ai figli."

Questa è una Pia Speranza. E' come dovrebbe essere inteso correttamente.

Ma non è così! E' relativo! E' vero che catechizzano sull'amore di Cristo ma questo "AMORE" va inteso come prioritario al CNC!

stephanos78 ha detto...

MIRIAM SEI DA APPLAUSO!

lara ha detto...

Questi ultimi gioni ho conosciuto altre persone uscite da questo cn e delle storie sempre più pesanti, ma il comune in tutte queste è precisamente 'l'odio' inculcato tra i membri della familia. Sempre del chi sta dentro e chi sta fuori, o perchè qualche membro della familia ha deciso di uscire e con lui riportare la sua familia.
Per non perdere questi loro adepti hanno detto come sempre che quello era indemoniato, fatto passare per matto, e l'invito ad allontanarsi da loro.
Questo è attuale! e i catechisti sono tutti diversi!
Questa è la scuola kikiana, questa è la REALTA', questa è la VERITA'!

miriam ha detto...

"uno spirito come quello di Gandhi, nella concezione cattolica si puo' salvare?"

caro Figli di un unico Dio, secondo la concezione cattolica non solo Gandhi si può salvare, ma qualunque uomo sulla faccia della terra che agisca con retta coscienza e buona volontà con gli strumenti che la sua religione (anche non cristiana). Ma questo lo dice anche S.Paolo! Lo dicono anche i nostri fratelli ebrei che sono molto universalisti.
Quello che contraddistingue noi e gli ebrei non è un elitarismo, è una particolare chiamata data dalla Rivelazione (loro hanno la Toah, noi abbiamo la Torah portata a compimento dal Signore Gesù).
Ma questa particolare chiamata non ci rende più bravi più belli più salvati più predestinati, ci rende unicamente più RESPONSABILI!!! Ma anche capaci di rispondere nel nostro Signore Gesù!!!
E la chiamata consiste nel diventare Eucaristia Vivente e fare della nostra vita un culto santo perenne gradito a Dio...
Cominiciate a chiedervi cosa significano queste cose e come le vivete! Ognuno di noi deve comunque chiederselo ogni giorno per rinnovare ogni giorno la propria conversione...

stephanos78 ha detto...

Hai Ragione Miriam.

Ma facciamo attenzione e completiamo il discorso. Altrimenti questi ripartono all'attacco.

Il fatto che sia possibile una SPERATA salvezza (parliamo sempre di un uomo BUONO non Cristiano. Ma che lo sia DI VERO CUORE! Il cuore solo Dio lo VEDE!), non implica l'INDIFFERENTISMO o il relativismo della fede. Come hai giustamente osservato anche tu.

Ora faccio una dichiarazione che mi farà cadere addosso tante accuse. Ma pazienza!

SOLO LA FEDE CRISTIANA CATTOLICA RENDE POSSIBILE LA SALVEZZA! E SOLO PERCHE' ESISTE QUESTA FEDE, ANCHE I RETTI DI CUORE DI ALTRE FEDI POSSONO SPERARE NELLA SALVEZZA!

anonimo ha detto...

Infatti.
Chi si dimostra ancora legato agli affetti familiari, viene messo in condizione di lasciare il cammino.
Se si vuole percorrere il cammino di iniziazione bisogna liberarsi della zavorra.
La prima zavorra è la famiglia quando ostacola il processo di integrazione nel Cammino.
Perciò si chiede di 'odiare' i genitori, i fratelli, ecc.: perchè sono zavorra che frenano la partecipazione incondizionata e totale alla vita della setta.
Ovviamente, siamo nel campo dell'asservimento più completo degli individui.
Nel Cammino non vi è nè libertà nè verità: impera la sottomissione e la menzogna ripetutamente declamata ai deboli ed ingenui, ammantandola di citazioni estrapolate ad arte dalle Scritture.
In questo, non sono neppure originali i neocatecumenali: prima di loro l'hanno già fatto le varie sette protestanti, a cominciare dai Testimoni di Geova.

lara ha detto...

Fratelli, riprendete la libertà che Dio vi ha donato! Non lasciatevi schiacciare più di quanto già l'hanno fatto! Non permettete che continuino a deviarvi ancora! Tornate alla parrocchia, ed impariamo a vivere LA PARROCCHIA e NELLA PARROCCHIA, tutti insieme. Una sola comunità!

Se poi ancora sentite che vi manca qualcosa ... allora capirete che non avevate trovato lì il Signore, e ciò per il quale si frequentava era altro (potere, affetto, riconoscenza, pigrizia nel pensare e prenderne decisione ... e voler una vita tutta già strutturata ...ecc.ecc.) si dovrà capire e riparare il punto debole, ma liberi e non essere più strumentalizzati.

Siachiaro ha detto...

Per rs.

Ristabiliamo la verità.Siete stati voi ad approfittare della buona fede e dell'ingenuità di Felice per montare tutta una messinscena e dire che a distoglierlo dalla sua chiamata sono stati i neocatecumenali.Il che mi sembra di capire che non è assolutamente vero.Mi spiace molto per questo ragazzo che si sta arrovellando la mente e lo spirito combattuto com'è tra il desiderio di risapondere alla chiamata e l'imbarazzo che gli avete creato da quando frequenta questo blog.Non è assolutamente giusto già sul piano umano distogliere le persone dai loro santi propositi.Figuriamoci se si tratta di propositi vocazionali.
E' tutta questa la vostra ecclesialità,voi che vi ergete a paladini della sana dottrina e poi scoraggiate quel poveretto umiliatol e frustrato che magari non ha nemmeno più, se ho capito bene,il coraggio di uscire di casa?
Coraggio Felice.

Figli di un unico Dio ha detto...

------------------------------------
Il fatto e' che nel CN, perlomeno nell'ambito che ho frequentato l'amore alla famiglia, al padre ed alla madre viene inteso esattamente cosi come ho scritto. Non c'e' bisogno della Pia speranza in questo.

Pero' e' chiaro che ormai si sta portando tutto all'estremo, e quando si arriva alla frontiera esistono, come nei films, soltanto i buoni ed i cattivi.

Quello che ho sempre scritto e' che tutto cio' che proviene dal CN sia che sei in comunità sia che tu sia esterno, va sempre preso con discernimento e vagliato. Ho conosciuto catechisti estremisti e' dir poco, ma anche tanti bravissimi catechisti che spendono le loro serate
non certamente per la loro gloria.
Ho vissuto in prima persona situazioni di emergenza e posso testimoniare che senza l'aiuto dei catechisti e del parroco non ne sarei mai uscito.

Qui del CN emerge solo la parte negativa, che ripeto esiste e non deve essere celata.
Si vede che deve andare cosi'.

Pero spesso usare compassione verso la parte avversa non fa mai male a nessuno e genera soltanto bene.

Mi rendo conto che oramai nella Chiesa la situazione che si e' venuta a creare e' quella di una tensione enorme, e che ci vorrà molto tempo prima che si sani.
Pero' andare verso un clima piu' sereno, indipendentemente dall'approvazione degli Statuti non puo' non giovare ad entrambe le parti.


Per quanto mi riguarda mi son tirato fuori da questa disputa da un bel po di tempo, scordando eventuali amarezze che mi han dato gli uomini, ma ricordando quello che di positivo mi ha dato il Signore atraverso il CN.

Avevo, mi sembra ieri, proposto di osservare venerdi prossimo un giorno di digiuno (da cio' che ognuno vuole) con partecipazione alla Messa del giorno, a favore del tanto discernimento che occorre ed occorrerà alla Chiesa nell'affrontare il tema NC.
E' una piccola cosa.
(Per conto lo mio faro').

rs ha detto...

Caro Siachiaro, sei "oscuro" e ambiguo perchè continui ad attualizzare un problema che non esiste.
Come diceva qualcuno, si tratta di vicende private che un pò superficialmente hanno dato esca ai vostri sciacalleschi commenti.
E continuate a rinfocolare l'argomento, sperando di trasformarlo in boomerang per il blog.
Siete fuori strada, e lasciate in pace Felice.
Il problema non è lui e la sua vera o falsa vocazione.
Il problema siete voi neocatecumenali.

Siachiaro ha detto...

per rs

sciacalleschi i nostri interventi?boomerang? Mi sembra molto chiara la cosa.Qui c'è una persona che sta soffrendo terribilmente e che voi non state aiutando affatto,presi come siete dalla vostra crociata contro i neocatecumenali.Felice è un essere umano e ha tutto il diritto di ricevere consiglio e di essere sorretto nel suo discernimento vocazionale.
Caso mai siete voi gli sciacalli mi pare molto evidente.

mic ha detto...

Siachiaro,

piantala di dire cavolate,
erano i NC che, neanche aveva messo piede nel cammino, parlavano a Felice della sua chiamata. Per ristabilire la verità una volta per tutte: la mia battuta che ha dato l'esca a tutte le vostre interpretazioni fasulle era solo una battuta. Finora non avevo ritenuto opportuno precisarlo perché mi sembrava superfluo e non pensavo che tornaste così scioccamente su un problema che problema non è e serve solo a distogliere l'attenzione dai discorsi seri che stiamo facendo.

Ciao Felice, un abbraccio!

mic ha detto...

Ok, Figli di un unico Dio, per la tua proposta e anche per quello che dici.
Sono d'accordo che un clima più disteso e conciliante farebbe bene a tutti... ma noi non siamo intolleranti con le persone, siamo intolleranti con le menzogne, le eresie,le storture: sono quelle che vanno corrette e il buonismo e il laisser faire lascerebbero incancrenire la piaga che c'è ed è grande!!!

rs ha detto...

Chi starebbe soffrendo terribilmente? Avete forse un canale diretto con l'interessato?
State tentando di creare un "caso" per dimostrare quanto sono cattivi i vostri critici.
Sciacalli siete voi e chi vi guida, perchè vi siete infiltrati nella Chiesa e la state spaccando con le vostre eresie.
Smettetela di strumentalizzare la vicenda privata di una persona e pentitevi, che le vostre colpe sono infinitamente maggiori!

Siachiaro ha detto...

Stolti. Non volete rendervi conto che quello di Felice era ed è un grido accorato,una richiesta di aiuto per capire a cosa è chiamato?
Ecco i servizi che fate su questo blog.Tappare la bocca alla gente con la scusa che solo gli eretici cercano di tirare acqua al proprio mulino.
Di un fratello che vive nel tormento del dubbio,nell'amarezza di non riuscire a dire nè si nè no vi frega niente.
Ecco cosa siete.E poi dite che sono gli altri gli sciacalli.

stephanos78 ha detto...

"Siachiaro". O la pianti di dire cretinate o i messaggi di questo tenore truffaldino verranno cancellati

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 317   Nuovi› Più recenti»