venerdì 27 maggio 2011

Il Cammino NC è "allineato" in molte diocesi. Ma i suoi Direttori sono ancora avvolti dal 'segreto'.

SIR 11:43 - AUSTRIA: MONS. SCHÜLLER, “IL CRISTIANESIMO EUROPEO È PARTICOLARMENTE ESPOSTO”
Mons. Schüller ritiene che non esista una tendenza a far “scomparire Dio dalla vita”, ma vanno rivisti i criteri in base ai quali valutare questa evoluzione. La Chiesa deve misurarsi con una discussione sulla sua struttura; occorre inoltre analizzare la questione di come vivere oggi la comunità, che “deve continuare ad essere comunità di credenti” incentrata “sull’Eucaristia, sulla diaconia e sulla responsabilità locale”.
[Fonte:http://www.agensir.it/pls/sir/v3_s2doc_b.rss?id_oggetto=217734]

ZENIT - Kiko: Il Cardinal Joachim Meisner il 25 marzo 2011 ha firmato il decreto per l’istituzione della Missio ad Gentes nella sua diocesi che sono una nuova forma di fare presente la chiesa non più attraverso la parrocchia tradizionale ma attraverso comunità di persone che vivono in mezzo alla gente come era nella Chiesa primitiva. [Fonte: http://www.zenit.org/article-26855?l=italian]

IL CN E’ PERFETTAMENTE ALLINEATO! Ma il Cardinal Meisner, Mons. Schüller conoscono il suo rito e le sue prassi dexcritti nel Direttorio per il quale vige l'Arcano? Si saranno letti tutti e 13 i volumi, che tra l'altro risultano 'emendati' solo formalmente e nessuno può verificarlo perché si guardano bene dal pubblicarli? Questa sotto riportata è l'ultima comunicazione, di ieri, che abbiamo ricevuto al riguardo!


Il Direttorio Catechetico non sarà pubblicato perchè è uno strumento specifico del Cammino leggi il Decreto di approvazione. E' pubblicato ma non reso pubblico a tutti. Non è un catechismo ma un Direttorio Catechetico specifico del Cammino che NON VI COMPETE, NON AVETE IL DIRITTO DI CONOSCERE.

Checchè ne dica anche qualche fratello del Cammino che scrive su questo blog, che evidentemente per la sua inesperienza del Cammino non sa certe cose, il Direttorio Catechetico non sarà e non deve essere mai reso pubblico perchè è giusto che sia così! L'arcano fa parte del carattere progressivo del Neocatecumenato come lo era del catecumenato antico. [ne abbiamo già dibattuto qui] - [e anche qui]

Non abbiamo nessun dovere di soddisfare le curiosità nè le pruderie delle persone.
[quanto meno anomalo che una dottrina che si definisce ecclesiale sia sottoposta al 'segreto' (caratteristica prettamente settaria), mentre chi aderisce ad una formazione sedicente cattolica (cioè universale e pubblica) ha tutto il diritto di sapere cos'è che gli viene inculcato e non certo per banale curiosità o pruderie - ndR]

NON VI ILLUDETE IL DIRETTORIO CATECHETICO NON LO LEGGERETE MAI!!!

55 commenti:

Anonimo ha detto...

Grazie a Dio non lo leggerete mai!

Perché forse non sapete che la fede non viene dal leggere... un direttorio, il catechismo... ma dalla predicazione di testimoni. Questa è la chiesa APOSTOLICA. Non siamo protestanti. Cristo Non si è fatto un libro ma una persona. Ecco perché la chiesa è il "sacramento primordiale" che trasmette la fede ricevuta attraverso la propria esperienza salvifica di Cristo.

gianluca cruccas ha detto...

ZENIT - Kiko: Il Cardinal Joachim Meisner il 25 marzo 2011 ha firmato il decreto per l’istituzione della Missio ad Gentes nella sua diocesi che sono una nuova forma di fare presente la chiesa non più attraverso la parrocchia tradizionale ma attraverso comunità di persone che vivono in mezzo alla gente come era nella Chiesa primitiva.

Questa è la sovversione della gerarchia modernista post conciliare, affidare ad una setta di tale specie la cosidetta nuova evangelizzazione secondo i dettami eretici del fondatore, ma quale chiesa primitiva questa e' la chiesa personale inventata dall'eretico kiko e la sua combriccola...

gianluca cruccas ha detto...

E' talmente palese la connivenza di questa gerarchia con questa setta che le parole non bastano piu'...

mic ha detto...

Questa è la chiesa APOSTOLICA. Non siamo protestanti. Cristo Non si è fatto un libro ma una persona.

e lo vieni a insegnare a noi?
Il problema è che quello che viene annunciato nel Cnc è il Cristo di Kiko non quello dei Vangeli né quello di cui è portatrice la Tradizione Apostolica, quelle autentica e non la sua contraffazione! E di cui è portatrice nella più alta forma di culto e di Salvezza l'Eucaristia, quella autentica e non la sua contraffazione! E di cui è portatore qualunque cristiano non de-formato dal kikianesimo!

gianluca cruccas ha detto...

Perché forse non sapete che la fede non viene dal leggere... un direttorio, il catechismo... ma dalla predicazione di testimoni.

Il problema che voi predicate le eresie del vostro fondatore, è questo è stao ampliamente dimostrato, sia dalle catechesi in nostro possesso e anche dalle testimonianze dirette delle persone...

mic ha detto...

Riporto, perché in tema, questo post di Alect:
Io quello che dice Kiko lo leggo però se "inviti i ragazzi alla GMG" e poi magari alla GMG questi ragazzi che hai invitato non li vedrai perchè alle catechesi non ci vai perchè sono noiose (e quindi la S.Messa non la fai), la Via Crucis come sopra (noiosa pure quella?) e via discorrendo...

CHE SENSO HA?

Ora bisognerebbe avere l'onestà intellettuale di riflettere che tutto questo non è una eccezione (Raiden lo conferma) e quindi ritorno a domandare l'ovvio: perchè questo atteggiamento?

Dice Raiden:
Ho vissuto 4 anni in una comunità, ulteriori 6 in un'altra e sono in contatto con persone provenienti da 4 comunità diverse, tutte dislocate in zone remote tra loro (anche all'estero). Posso tranquillamente confermare che, purtroppo, l'eperienza portata da aleCT non è affatto un'eccezione.

Per quanto riguarda la richiesta fatta direttamente a me, posso confermare quanto detto da aleCT, ovvero: non ho mai partecipato a catechesi con vescovi o alla Via Crucis, durante i pellegrinaggi.

Dato che ho partecipato a GMG con due comunità diverse, provenienti da parti diverse del mondo, potrei anche concludere che, "in genere", i NC partecipano "solo" alla veglia ed alla relativa giornata di incontro con il Papa, senza ovviamente dimenticare l'ancora più importante giornata successiva con Kiko.

mic ha detto...

.. a proposito della "più importante giornata con Kiko", è bene documentarsi qui

mic ha detto...

Grazie a Dio non lo leggerete mai!

Perché forse non sapete che la fede non viene dal leggere... un direttorio, il catechismo... ma dalla predicazione di testimoni.


riprendo anche questo, che non devi venire ad insegnare a noi!
La nostra Fede non viene solo dalla 'lettura' del catechismo o del Vangelo e di altro, ma anche noi abbiamo ricevuto l'Annuncio da Testimoni e anche noi nel nostro piccolo, anche nella vita quotidiana cerchiamo di essere "testimoni"... non c'è bisogno di andare per le strade e per le case come i testimoni di Geova, per essere o 'sentirsi' testimoni!

Quanto al segreto, si addice più ad una loggia massonica o comunque ad una setta, che alla Chiesa, alla quale non si addice affatto e ne abbiamo anche documentato il perché, nei documenti citati nell'articolo, puntualmente ignorato!

Anonimo ha detto...

Mic in base a cosa puoi tranquillamente affermare che il Gesù annunciato da Kiko non è quello dei Vangeli?

Ma tu credi che alla Congr. Dott. Fede (dove non dimenticate c'era l'attuale Papa, che ha approvato gli statuti attraverso il Card Rylko, il quale non agisce a titolo personale) siano degli imbecilli, che approvano un eretico come Kiko?

A meno che come cruccas tu pensi che gran parte dell'episcopato attuale sia eretico perché accoglie e sostiene il cammino?

Anonimo ha detto...

Ecco, Mic, io non vengo qui per insegnarti qualcosa, ma per invitarti a portare quello che professi e di cui ti fidi a chi invece vive nella morte.
L'europa sta implodendo, c'è bisogno di Gesù Cristo.
Vuoi venire oggi, adesso in Germania ? E' un forte invito che ti faccio, mettiti a fianco di chi invita i tedeschi ad andare dal Papa. Noi lo diaciamo come siamo capaci, tu lo dirai come sei capace tu. Ma il fine deve essere lo stesso verso Gesù Cristo attraverso il Nostra Papa Benedetto XVI.
Accogli l'invito.

aleCT ha detto...

Anonimo, fammi un piacere.. rispondi a me...

Anche solo epr non continuare in questo circolo vizioso secondo cui il CN o è eretico o non lo è.

Io non ho mai detto che è eretico, dico solo che ci sono atteggiamenti che mi hanno fatto pensare e continuano a farmi pensare. Mi si è detto (anche qua) che è una ecczione, ma una eccezione mi pare che non sia...

...e ammesso e non concesso che lo sia (e non lo è) comunque meritano approfondimento per i motivi che ho esposto nella mia testimonianza (che a quanto pare sembra che non interessi)...

Lo ripeto anche qua: non c'è NIENTE di OGGETTIVO su cui confrontarsi...

Mi si potrebbe rispondere: confrontiamoci sui frutti. Bene, allora confrontiamoci su TUTTI i frutti. L'esempio della GMG è solo uno spunto...A cosa stai invitando i ragazzi che incontri? A qualcosa a cui, nei fatti, non partecipi perchè è noioso? Stai invitando dei ragazzi i quali poi sono quelli di cui si dice che "non capiscono niente"? E allora perchè li inviti?

Insomma, diamo un senso a tutto questo!

mic ha detto...

Ecco, Mic, io non vengo qui per insegnarti qualcosa, ma per invitarti a portare quello che professi e di cui ti fidi a chi invece vive nella morte.

sei venuto a dirmi che la fede non viene dal leggere il direttorio o il catechismo, come se -quando si chiede la pubblicazione del direttorio sia per farne oggetto di nutrimento della fede.

Ovvio che un direttorio o un catechismo riportano dei principi delle linee guida, dei concetti fondanti che poi vanno vissuti e la fede si sviluppa in base ad essi.

Ma il vostro direttorio riporta concetti e prassi, ora si dice 'emendati', ma non si sa come (permane il segreto, inammissiìbile nella Chiesa) ed inoltre non si riscontrano cambiamenti che dovrebbero essere evidenti in base ad emendamenti.
E voi annunciate e portate non Cristo, anche se se ne parla molto (lo fanno anche i protestanti e i Pentecostali), ma le clonazioni del cammino in ogni luogo in cui andate, che non si integreranno mai con la Chiesa locale (che ha la stessa universalità della Chiesa tutta) ma addirittura la sostituiranno dove non c'è!

Il problema è che vengono formati critiani 'diversamente credenti'. Ma questo nessuno di voi più coinvolti è disposto ad ammetterlo...

mic ha detto...

gli statuti attraverso il Card Rylko, il quale non agisce a titolo personale) siano degli imbecilli, che approvano un eretico come Kiko?

non li ritengo imbecilli; ma indaffarati distratti lontani dalla pastorale più cattolica oppure ammaliati oppure conniventi.

e non sono nostre opinioni personali, ma dati suffragati dal raffronto col Magistero e da molte testimonianze

Anonimo ha detto...

Che senso ha?
E' quello che mi chiedo da un anno a questa parte, cioè da quando il mio parroco mi ha aperto gli occhi.E' bastato poi un confronto abbastanza brusco con quella che è attualmente la mia counità per capire che qualcosa non va per il verso giusto, tutto per me è diventato discutibile.Sono in cammino da tanti anni (ma proprio tanti) e solo oggi, confrontandomi anche con voi, sono ad un bivio. Tutto quello che avete riportato come esperienze personali sono per me una conferma di quella che è la mia esperienza. Una frase in particolare mi ha colpito qualche tempo fa : quando se ne vanno lasciano deserto e desolazione. E' quello che sto vivendo nel contesto in cui vivo. Attaccati dal sacerdote (da cui si sentono perseguitati) hanno cominciato a snobbare tuttto ciò che è parrocchiale: adorazioni non animate da loro, devozioni, pellegrinaggi, etc; si vive solo il cammino.La conseguenza di tutto ciò è che la parrocchia vive una profonda divisione che fa male soprattutto a coloro che come me hanno alle spalle una esperienza tradizionale di CHIESA. Nell'esprimere le mie perplessità a coloro che si dicono miei fratelli ho ricevuto solo arroganza e allontanamento. Non è possibile avere un confronto, non si mettono mai in discussione, hanno ragione loro e basta, se non sei catechista o altro non ti è consentito fare osservazioni, non ti informano di niente, neanche quando ci sono problemi che riguardano il loro rapporto con il parroco e delle eventuali disposizioni del vescovo. Tutto rimane nel segreto. Noi altri dobbiamo fare solo il cammino, in obbedienza a CHI? Allora ritorno alla domada iniziale : Che senso HA? Che senso ha essere presente in tutte le GMG, dove ci si va affrontando problemi enormi, ma poi non si è presenti in parrocchia in obbedienza alla CHIESA e al PARROCO? Che senso ha fare le lodi al mattino (di domenica magari con i figli) e poi non sentirsi in comunione con gli altri, col resto della parrocchia? alla SANTA MESSA DOMENICALE? Potrei elencare tante contraddizioni che vive il cammino, tante riflessioni che viene da fare ma è un discorso troppo lungo che va affrontato punto per punto, un po alla volta. Riconosco che Il CN è un frutto dello SPIRITO, ma sono tante le cose che attraverso la nostra umanità, contristano lo SPIRITO SANTO. Se ci lasciassimo guidare veramente dallo Spirito SAnto, accettando ciò ci che viene detto dai PASTORI DELLA CHIESA, mettendoci in obbedienza, allora si che ci possiamo dichiarare CRISTIANI CATTOLICI.

Anonimo ha detto...

Certo anche voi, ma anche i pentecostali, i vangelisti, i Valdesi, anche gli atei parlano di Gesù Cristo, ma, e domando, "questi invitano i lontani ad andare ad ascoltare Papa Benedetto XVI ???
Noi, umilmente, come siiamo capci, andiamo in un paese lontano e invitiamo la gente ad andare a Madrid ad ascoltare Gesù Cristo in persona di Benedetto XVI.
Dai vieni anche tu che c'è ancora posto.
Coraggio, accogli l'invito, adesso, per tutto il resto c'è tempo.

Michela ha detto...

Al catechista che ha scritto oggi,
io chiedo:_
CHI è che state annunciando
1.se nelle parrocchie il cammino crea divisioni,
2.se nella Missio non riempite le parrocchie, ma 'la casa del presbitero'
3.se le persone che lasciano il cammino si sentono umiliate e non ritrovano la misericordia di Dio nelle vostre parole.

Mi accorgo adesso che questo mio post è proprio stupido.
mi rispondo da sola:
1. è bene che avvengano queste divisioni..ecc.ecc.. ( S.Paolo)'
2. il PCL (e non la CdF) ha approvato, e il cammino può fare quello che gli pare
3. non erano adatte a fare il cammino, probabilmente erano troppo deboli psicologicamente.

mic ha detto...

Noi, umilmente, come siiamo capci, andiamo in un paese lontano e invitiamo la gente ad andare a Madrid ad ascoltare Gesù Cristo in persona di Benedetto XVI.

voi, umilmente invitate i 'lontani' ad andare ad ascoltare Papa Benedetto, poi il momento importante del viaggio sarà il megaraduno del giorno successivo con Kiko e con l'abominio (questa parola mi scappa, ma ci sta tutto) delle 'alzate vocazionali' con i vamos! e il terrorismo psicologico, che non è annunciare Cristo, ma servirsi di Cristo per diffondere l'idolo-cammino [vedi qui]

so che te non ti convincerai; ma chi è ancora in grado di applicare l'uso di ragione forse qualcosa gli si apre!

Michela ha detto...

Noi, umilmente, come siiamo capci, andiamo in un paese lontano e invitiamo la gente ad andare a Madrid ad ascoltare Gesù Cristo in persona di Benedetto XVI.

-------
"umilmente": ma neanche per sogno, i giovani devono andarci per forza, e come è stato già detto, boicotterete le catechesi in italiano dei vescovi, per andare a quelle spagnole di Kiko.

"come siamo capaci", nel senso che porterete il Gesù di Kiko, e il culmine della GMG non sarà, appunto la Messa con il papa, ma sarà il giorno dopo, con altre catechesi e chiamata vocazionale.

Non portare anche qui questo linguaggio da catechista che ti smaschera e rivela sempre di più le vostre bugie.
Se vuoi continuare ad ingannare, vattene da un'altra parte. Avrai tanti giovani da imbrogliare questa estate, pensa a loro e ravvediti, prima di afare altri danni alle coscienze.

e non tirare in ballo le approvazioni ufficiali: tu devi rispondere per te stesso e per tutte le persone che hai ingannato quando hai portato catechesi inventate da uomini, rifiutandoti di approfondire la dottrina perenne.

Cosa rispondi alla testimonianza di oggi, cosa rispondi a chi ti dice che nel cammino le persone diventano aride ed egoiste, incapaci di rapporti veri con chi non è, o non è più, del cammino?

Dove è Gesù Cristo che tu annunci, se non sei capace di fare ed essere comunione nella Chiesa?

Anonimo ha detto...

Attualmente il direttorio catechetico del cammino neocatecumenale viene dato su richiesta dei Vescovi e Sacerdoti che intendono adottare nelle proprie parrocchie questo strumento di evangelizazione e di itinerario.
Essendo il cammino neocatecumenale una delle tante modalità per la riscoperta del battesimo per ora non è richiesta la pubblicazione per tutti colore che ne sono incuriositi o che ne vogliono sapere di più.
Invito tutti a Fidarsi dello Spirito Santo che aggisce nel Papa nei Vescovi E nei Parroci che hanno il potere di decidere se accogliere o meno questo itinerario nelle loro diocesi o nella loro parrocchia.
Inafatti la grande differenza e quella che il catechismo della chiesa cattolica serve a tutta la chiesa e quindi anche al cammino neocatecumenale il direttorio catechetico del cammino serve solo al cammino infatti nel direttotio
molti punti sono un rimando al catechismo della chiesa cattolica.

mic ha detto...

Certo anche voi, ma anche i pentecostali, i vangelisti, i Valdesi, anche gli atei

certo che noi messi sullo stesso piano di pentecostali, vangelisti, valdesi nonché degli atei!!!
neanche grazie all'et-et di una certa frangia post-conciliare che non distingue più la verità dall'errore e pratica un "inclusivismo" selvaggio; ma da parte di un recente 'approvato'...

aleCT ha detto...

Parliamoci chiaro per favore. Quando si fa in Germania ad invitare i ragazzi a Madrid li si invita ad andare con le proprie diocesi (così come fanno tutti quelli che ci vanno? Oppure li si invita ad andare con loro?

Per se la risposta è la prima non capisco perchè invitarli ad un qualcosa che, per tre quarti, è considerato noioso o per bambini di V elementare (ma allora bisognerebbe essere sinceri e dire: "cari bambini di V elementare vi invitiamo a qualcosa che fa per voi")...

Ma se la risposta è la seconda allora dovreste dire che molte cose che gli altri fanno loro non le faranno e che poi andranno ad incontrare anche Kiko.

Scusate se insisto, ma preferisco attenermi ad un "caso concreto". Per il resto mi dispiace usare solo ed esclusivamente le parole (sconnesse) che ho avuto come risposta. Ma purtroppo è stata L'UNICA risposta che ho avuto.

A questo punto avrei preferito una risposta più chiara: "Noi alle catechesi con i vescovi non ci andiamo perchè non ci interessano"

Almeno sarebbe stata una risposta seria senza utilizzare i soliti mezzucci (perchè tali sono) sul fatto che sono "noiose" e via discorrendo.

Anonimo ha detto...

Michela cara, anche un poliziotto quandro entra (si infiltra) nella gang di malavitosi, crea divisione.
Ma è una divisione buona quella che è andato a creare o no ?

Icabod ha detto...

anche un poliziotto quandro entra (si infiltra) nella gang di malavitosi, crea divisione.
Ma è una divisione buona quella che è andato a creare o no ?


ah sì? bella metafora!

Allora, il Cnc sarebbe il poliziotto. E chi sarebbero 'i malavitosi'?

RAIDEN ha detto...

Tanto per mettere altra carne sul fuoco: i NC sono stati chiamati quest'anno ad andare, nei giorni precedenti all'incontro con il Papa, ad "evangelizzare" e ad invitare tutti alla GMG.

Perchè allora il gruppo dei NC non si porta tutti i membri dietro anzichè selezionarli uno ad uno come sta avvenendo ed è avvenuto?

Perchè all'interno delle comunità vengono scelte alcune persone e respinte altre pubblicamente davanti all'assemblea e poi vanno in Francia per esempio ad invitarne altri? Non sarebbe più logico ammettere tutti? Non avrebbe più senso non precludere la GMG a nessuno dei propri membri?

Ancora mi chiedo, possibile che l'invito sia stato fatto a tutti i giovani dal Papa ed invece nel CN ci debbano sempre essere dei super catechisti a decidere chi può o non può partecipare al pellegrinaggio? Ma chi sono loro per precludere a delle persone di vivere una tale esperienza?

Luisa ha detto...

Scusate amici ma voi date peso ad una comunicazione di Pasquale T.?
E cioè lvvfl e altri nick che tutti trasmettevano la stessa esaltazione?

Il DIRETTORIO CATECHETICO DEVE ESSERE PUBBLICATO.

NON ESISTE NELLA CHIESA UN ITINERARIO DI FORMAZIONE CATTOLICA
SEGRETO, i cui testi resterebbero segreti.


NON ESISTE NELLA CHIESA CATTOLICA L`ARCANO.

Kiko Arguello, con orgoglio, aveva detto che le sue catechesi erano ora un tesoro che apparteneva alla Chiesa.
Certo aveva nel contempo aggiunto che non dovevano essere pubblicate, ma lì SI FERMA IL SUO POTERE, lì c`è IL LIMITE AL SUO POTERE, perchè nella Chiesa NON ESISTONO CATECHESI SEGRETE.

Nella CHIESA NON ESISTE UN INSEGNAMENTO SEGRETO.

Se il cnc è nella Chiesa, questa è la norma, una norma che vale anche per i neocat e il loro iniziatore.

Che poi ci siano vescovi e cardinali che DISOBBEDENDO AL PAPA, legittimano l`anomalia neocat, legittimano l`esistenza nella Chiesa di un movimento settario con dei metodi simili a quelli di una loggia massonica, è molto grave.

Questi chierici hanno una gravissima responsabilità di cui dovranno rispondere prima o poi , su questa terra o davanti a Dio.

Stefano78 ha detto...

NON VI ILLUDETE IL DIRETTORIO CATECHETICO NON LO LEGGERETE MAI!!!

Anche tu, fratello mio, non ti illudere! Non ragionerai mai come un cattolico, se continui così!

mic ha detto...

Perchè allora il gruppo dei NC non si porta tutti i membri dietro anzichè selezionarli uno ad uno come sta avvenendo ed è avvenuto?

molti giovani delusi si lamentavano della loro esclusione nei forum. Qundo ancora potevamo averne visibilità, oggi totalmente preclusa per ordine di Kiko (altra contro-mossa, mentre il Papa incoraggia l'uso dei sociale network!)

Volete sapere l'idea che mi sono fatta dei criteri di selezione dei catechisti?

Nel cammino si privilegiano i più fedeli, ricettivi, allineati. Quelli che si fanno domande, sono considerati problematici e segnano il passo, sempre.

RAIDEN ha detto...

Nel cammino si privilegiano i più fedeli, ricettivi, allineati.

Le famiglie ammesse sono sempre le stesse. Chissà per quale motivo tutte le famiglie più potenti (inclusa la mia) non hanno mai avuto problemi di mancata convocazione...

Ricordo ancora che qualche pellegrinaggio fa, vennero "sorteggiati" soltanto i figli delle prime 2 comunità e dei più fedeli.

Del resto, le vie del Signore sono infinite..

aleCT ha detto...

X Raiden...

Aspetta un momento fammi capire..

Stai parlando di un "sorteggio" per andare in Germania ad evangelizzare o di un sorteggio per andare a Madrid?

In entrambi i casi sarebbe grave, ma nel secondo sarebbe proprio pazzesco!

Stefano78 ha detto...

L'intervento di Luisa è INDISCUTIBILE.

I "Direttori Catechetici" sono vincolati all'OBBLIGO DI PUBBLICAZIONE, proprio perchè DEVONO essere strumenti UNIVERSALI. E proprio perchè sono strumenti per l'attuazione di un CATECHISMO (l'educazione alla fede è proprio attuata dai CATECHISMI!), DEVONO ESSERE PUBBLICI! Come è pubblico il "Direttorio GENERALE Catechistico", che "dovrebbe" essere modello di tutti i direttori catechistici (infatti è inserito anche negli Statuti NC!).

Sarebbe ora di rendere pubblica la mia lettera alla CEI riguardo la pubblicazione o meno di "catechismi"...

aleCT ha detto...

Scusate, ma nessuno risponde all'anonimo delle 12.07?

Mi rivolgo agli NC (che questo blog se lo leggono): nessuno ha una parola per lui? Niente? Silenzio assordante?

Anonimo ha detto...

Volete sapere l'idea che mi sono fatta dei criteri di selezione dei catechisti?
----

per elezione.

RAIDEN ha detto...

per aleCT:

Ti parlo di entrambe le casistiche. Tieni conto che il sorteggio di cui parlo io è di qualche anno fa, mentre per Madrid, non è stato neanche utilizzato un sorteggio ma uno scrutinio uno ad uno di tutti coloro che volevano essere presenti.

Per intenderci, ci si riunisce in convivenza con i catechisti regionali e gli stessi (ovviamente di fronte a tutta l'assemblea) indicano singolarmente ogni membro dicendogli "tu si", "tu no".

Potrai capire ora che, purtroppo, la tua preoccupazione esposta nel post precedente a questo, per quanto verissima e completamente rispettabile, è soltanto un granello di sabbia nel deserto che compone le stranezze del CN.

aleCT ha detto...

X l'anonimo delle 18.16

In che senso "elezione"? Alzata di mano?

aleCT ha detto...

Caro Raiden...io non ho parole!

E vorrei che qualcuno, magari qualche catechista, mi desse una spiegazione (senza fare battute)

Stefano78 ha detto...

In che senso "elezione"? Alzata di mano?

Anche.

In CnC si fa tutto "per elezione", perchè si dice che "lo faceva la Chiesa Primitiva"!!!!

Anche i "ministeri e gli uffici" interni alla Comunità, tipo "Ostiario", "Lettore", "Cantore", ecc, sono fatti per ELEZIONE.

Si scelgono dei "candidati", o ci si candida volontariamente e poi si sottopone alla Comunità che elegge, e l'ultima parola spetta ai catechisti.

aleCT ha detto...

E che c'entra questo con l'andare o meno a Madrid?

E' la comunità che,per alzata di mano decide chi va e chi non va? Ma stiamo scherzando?

Di che cosa hanno paura, di vedere altri ragazzi non NC che sono lì per vivere una esperienza di Chiesa?

Stefano78 ha detto...

E che c'entra questo con l'andare o meno a Madrid?


Non è detto che in questi casi si usi lo stesso identico metodo. Può diversificarsi, magari stabilendo (come dice Raiden) chi debba andare o incoraggiando (è un eufemismo) chi si vorrebbe che andasse per un motivo qualsiasi (crescita nella "conversione", ecc).

Ma l' "elezione" è un metodo radicato e usato per più cose, nella comunità.

aleCT ha detto...

Si vabbè, ma è il principio che è sbagliato! Che qualcun altro dica tu sì e tu no a prescindere dal desiderio e dalla consapevolezza...

Michela ha detto...

Per Ale ct. secondo me l'anonimo delle 18:16 ha fatto un gioco di parole tra
l'elezione, nel senso comune di scelta dal 'basso', scelta fatta dalla comunità ( spesso pilotata dai catechisti)
e l'elezione nel senso usato nella terza fase del cammino, di una scelta divina ( molti sono i chiamati e pochi gli eletti)

in comunità si usa molto il meccanismo dell'elezione, per dare poi all'elezione stessa una valenza di scelta divina.

Se i vescovi le sapessero queste cose, quante cantonate si eviterebbero!

Maranatha ha detto...

Sicuramente Raiden sarà come dici te per quanto riguarda la GMG e non, pero' ad esempio nella mia parrocchia, da ex NC, ti posso confidare che non è successo questo, anzi il contrario, probabilmente perchè rispetto ad altre parrocchie con 4 comunità ci sono pochi giovani.

Francesco ha detto...

Se i vescovi le sapessero queste cose, quante cantonate si eviterebbero!

Alcuni( o ,forse, più di alcuni) vescovi queste cose le conoscono bene, ma non tutti hanno il coraggio di opporre un doveroso veto, come ha fatto recentemente , ad es.,l'arcivescovo di Taranto, Mons. Benigno Papa.

Michela ha detto...

Francesco,
e allora perchè aprono le Missio ad gentes, oppure nuovi seminari RM?

Secondo me non sanno perchè non vogliono ascoltare le voci della base, i consigli dei sacerdoti che hanno avuto a che fare con il cammino o con i fuoriusciti.

Accecati dai soldi e dalle apparenze, si fidano di questi serpenti menzogneri, forse sperando di riuscire a far rientrare le loro esagerazioni.

In pvt mando una mail a mic e vi spiego perchè oggi la penso così.

aleCT ha detto...

Continuo comunque a dire che è schizofrenico andare in un paese straniero con tutto un apparato organizzato dietro per invitare ad un evento ecclesiale e poi non partecipare a 3/4 di questo evento...e questo di default...

Ora continuo a dire: VOGLIO UNA MOTIVAZIONE SERIA per questo comportamento.

Per chi non lo sapesse chiarisco cosa succede nelle catechesi durante le GMG (così almeno si sa cosa si perde):la mattina ci si riunisce in una chiesa o in a struttura più grande e uno dei vescovi fa una catechesi (c'è un argomento preciso e dipende dal tema della GMG) poi c'è un momento dipausa e di riflessione in cui si posso no scrivere le domande e poi c'è il dibattito... e poi MESSA!

Insomma non è proprio un momento da buttare via...

Io chiedo a Raiden: ma che facevate al posto delle catechesi? Andavate a spasso?

DOMENICO ha detto...

tutti sono chiamati ad andare a madrid...
non c'e' nessuna elezione...

Anonimo ha detto...

credo che siano in molti a cui risulta diversamente...

aleCT ha detto...

Decidetevi...basta che poi quando i ragazzi vengono partecipano a TUTTA la GMG e non solo a certi momenti (o quantomeno mi diano delle motivazioni SERIE sul perchè si SCELGONO certi momenti e non altri senza buttarla in ridicolo...)

Grazie...

Michela ha detto...

Cara Ale
da quello che so i ragazzi neocat partecipano solo alle catechesi neocat, e non a quelle dei vescovi.
Per es. se Kiko deve fare una catechesi agli spagnoli, si aggregano anche dei gruppi di italiani.
L'importante è che i neocat non ascoltino altre forme di catechesi che non siano quelle neocat e cioè che seguono grosso modo questo schema:
l'uomo fa schifo
tu devi essere come Gesù Cristo
solo così tu salverai il mondo.

Anonimo ha detto...

Scusa Michela cosa c'è di sbagliato in questa frase che tu attribuisci a Kiko
a parte la TUA esagerazione sullo schifo dell'uomo?

"l'uomo fa schifo
tu devi essere come Gesù Cristo
solo così tu salverai il mondo."

aleCT ha detto...

Mi è stato detto che al posto di partecipare alle catechesi e alla Via Crucis si va a fare "missioni cittadine"

Ovvero? E' una cosa che più o meno è simile a quella che ci sarà a Dusseldolf?

Ora io non entro nel merito della cosa in sè (che in sè è buona), dico solo che la GMG è una esperienza particolare in cui determinati momenti come le catechesi, il dibattito che ne segue, la S.Messa (per non parlare della Via Crucis) hanno un loro senso.

Altrimenti la GMG non sarebbe strutturata così.

D'altronde per evangelizzare c'è il pomeriggio (che è libero).

Ripeto: la cosa in sè è anche buona, ma rischia paradossalmente di essere una delle tante dimostrazioni di "autoghettizzazione" che ho visto nel cammino...

by Tripudio ha detto...

Io non prenderei tanto alla lettera i comunicati e le notizie.

Il fatto è che il modo migliore per infischiarsene di una qualsiasi iniziativa ecclesiale, è quello di sfruttarla per i propri scopi (nascondendoli miseramente dietro strane parole, come "missioni cittadine", "Missio ad Gentes", sacramento primordiale, "Redemptoris Mater"...)

Le parole sono solo una foglia di fico.

Sono invece i fatti a parlare.

aleCT ha detto...

Caro Anonimo,
il problema della frase in sè lo affronterei successivamente (io avrei qlc da dire)

Il punto su cui personalmente insisto è che non si riesce ad uscire dallo schema per cui ci sono SOLO le catechesi di Kiko. Il resto non interessa, non è importante, è noioso e via discorrendo...

Che atteggiamento è?

Michela ha detto...

Non so, sono fuori da queste cose da troppo tempo; però credo che ci siano catechesi apposite solo per i neocat.

le missioni cittadine si fanno certamente nelle giornate preparatorie alle GMG, quando si fa un incontro in una città, come quello appena fatto in Germania.

Il punto fondamentale è che un giovane non PUO' ascoltare una catechesi che non sia neocatecumenale.
Non è pensabile partecipare ad una Via Crucis, che fa parte della pietà popolare, e non ha solide basi scritturistiche.
( Si partecipa solo verso la fine del cammino, quando è necessario mimetizzarsi con i parrocchiani ).
Ma un giovane, che ha pochi anni di cammino, deve essere prima 'istruito' solo da catechisti neocat.
Non è solo autoghettizzazione, come dici, ma deriva dal dover necessariamente tenere lontani i giovani dalla chiesa, perchè non aprano gli occhi e non si accorgano di quanto sono stati ingannati.

Michela ha detto...

"l'uomo fa schifo
tu devi essere come Gesù Cristo
solo così tu salverai il mondo."

------
non ho attribuito questa frase a Kiko, dico che questo è lo schema di ogni predicazione neocatecumenale.

l'uomo fa schifo: i primi 30 minuti se ne vanno per dire che non siamo capaci di amare nessuno, che odiamo i nostri figli/coniugi perchè ci portano via il nostro tempo ed altri motivi assolutamente idioti.
Che ci ribelliamo a Dio per ogni malattia e per ogni difficoltà lavorativa ecc. ( altra scemenza, ma che idea ha Kiko dell'uomo?)
A seconda del livello di cammino, si arriva a dire che il figlio/coniuge è il nostro nemico( !?!?!)

successivi 30 minuti: per es.per amare quel 'mostro' di mio marito, devo amare come ha amato Gesù.
Quello che mi scandalizza è questa assimilazione a Gesù, che tralascia il mistero della redenzione, che in primo luogo Lui ha operato nei MIEI confronti. Mi viene chiesto di essere come Cristo, ma come posso farlo se sono quella persona incapace, descritta nei 30 minuti precedenti? E' una contraddizone voluta, che mi mette in confusione e mi prepara ai successivi 30 minuti.

Adesso, sono nel pallone, il catechista può fare di me quello che vuole. I più fortunati si sono addormentati.
Mi ha detto di essere come Gesù. che io però non conosco, so tutto di Abramo e Mosè, ma non conosco Gesù. non l'ho mai pregato in silenzio, nel suo Nome il mio ginocchio non si è mai piegato; il Rosario mi annoia, il Vangelo non lo capisco, mi sento solo giudicata da quelle parole ( come sanno bene i miei fratelli che hanno ascoltato le mie risonanze).

A questo punto, mi sento uno straccio, e il catechista tira fuori il suo ultimo fuoco d'artificio.
IO POSSO SALVARE IL MONDO.
Mi risollevo, allora non sono uno schifo, come mi avevate detto prima. e come posso fare una cosa così bella e così importante?
in due modi:
1. Salendo sulla croce,così mio marito, i miei figli, i miei amici, i colleghi di lavoro, mi vedranno e vedranno la gloria di Dio.
per fortuna chi ci sta intorno non è idiota come noi, e vede solo l'enorme arroganza che si manifesta nelle parole ' salire' e ' farsi vedere'.
2. Ovviamente facendo il cammino senza 'mormorare' e dando la decima.
Facile, vero, salvare il mondo?
Finisce la catechesi, sorrido, ma non sono su scherzi a parte, sono ancora in un brutto incubo. Siccome non mi voglio svegliare metto un po' di soldi nel sacco nero...

Francesco ha detto...

Sublime, Michela.
Mi hai fatto riprovare sensazioni dolorose e tanta rabbia repressa che credevo di aver dimenticato.