giovedì 9 settembre 2010

E’ VERAMENTE CRISTIANO UN CAMMINO GNOSTICO A TAPPE CHE SI DEFINISCE CRISTIANO?


Almeno due elementi strutturali del Cammino Neocatecumenale, le sue “tappe” e lo stretto, assoluto mistero che le circonda, anche fra gli aderenti, lasciano sempre fortemente dubbioso chi vi si accosta (la scelta dell'immagine, appartenente all'universo gnostico, non è casuale perché l'iconografia e gli insegnamenti kikiani hanno frequenti riferimenti alla merkavàh: il carro di Ezechiele e la stessa immagine compare nella croce astile usata nel Cnc e in molti altri oggetti di culto).

Continuiamo a porci dunque qualche domanda essenziale su questo singolare percorso gnostico.

I domanda: com’è valutato oggi un percorso di gnosi dal mondo cattolico?

Partiamo dall’analisi che conduce in uno dei suoi ultimi libri (“Risorgimento ed Europa. Miti, pericoli, antidoti”- Fede & cultura) e nella conseguente intervista rilasciata a Zenith, Angela Pellicciari, storica vicina al Cammino ncn, rispondendo alla domanda sui perché la gnosi, di cui la massoneria è espressione, si oppone alla Chiesa cattolica.
Ella afferma: “La gnosi si oppone alla verità rivelata e contesta la realtà del diritto naturale. Il pensiero gnostico non si propone di comprendere il mondo ma di cambiarlo. A partire dalla Rivoluzione Francese e da Napoleone, i frutti dei vari progetti di liberazione dell’umanità non hanno cessato di tradursi in oceani di sangue. Ma questo non è bastato. La gnosi si è sempre rifiutata di prendere atto dei propri errori. Si è sempre rifiutata di riconoscere la verità dei dieci Comandamenti, precipitando nel vortice inarrestabile e spaventoso del mondo senza Dio. Se, dopo le catastrofi di comunismo e nazismo, si è smesso di idolatrare lo stato, l’idolatria è stata trasferita sul singolo ed i suoi desideri. Sposando un relativismo spinto fino alla negazione della realtà, si è giunti a contestare la divisione dell’umanità in due sessi biologicamente distinti, per teorizzare l’esistenza di cinque generi liberamente scelti, partendo da un progetto definito culturale.” No comment!

II domanda: perché la gnosi è “ storicamente” oltre che ontologicamente antitetica al Cristianesimo?

La gnosi pagana suscitò reazioni diverse fra i pensatori cristiani. La polemica antignostica più vivace fu sostenuta da Ireneo e dal suo discepolo Ippolito.. Assai diverso fu l'atteggiamento della corrente filosofico-religiosa cristiana che si formò in Alessandria e che, pur combattendo i sostenitori della gnosi, cercò di assorbire tutto quanto era possibile del loro atteggiamento e della loro concezione. Tanto è vero che fu chiamata la « gnosi cristiana ».Questa corrente ebbe come suoi massimi rappresentanti Clemente di Alessandria ed Origene. Origene ideò il primo grande sistema di filosofia cristiana; sistema che, accolto dapprima con molto entusiasmo. ma fu poi condannato dalla chiesa perché contenente varie teorie ritenute eterodosse.

Il rapporto fra il Verbo (o Logos) e il Padre è visto da Origene in modo abbastanza prossimo a quello in cui lo vedevano Valentino, Saturnilo e Basilide; il Verbo è l'immagine della bontà di dio, ma non è egli medesimo bontà assoluta; è eterno, ma solo in quanto è eterna la volontà del padre che lo ha generato. In breve: è il tratto d'unione fra l'unità divina e il molteplice delle cose create; è l'origine della razionalità delle cose. Essendo puro spirito, Dio non può creare che puri spiriti; questi però, a causa della loro libertà, possono peccare e come effetto del peccato degradarsi da spiriti in anime, da anime in corpi. Poiché, tuttavia, il male porta in sé medesimo la propria punizione, esso è anche causa di emendamento. Ne segue che ogni spirito finirà per redimersi e tornare a dio; e così scomparirà tutta la materia. Le pene inflitte ai malvagi sono temporanee, e tutte le anime si ritroveranno in una eterna beatitudine, dopo la completa distruzione del male (« apocatastasi universale »). Per accordare questa concezione con i testi sacri e in ispecie con l'Antico testamento, Origene fa costantemente ricorso all'interpretazione allegorica.

III domanda: i sacramenti cristiani dell’iniziazione come convivono con i cammini gnostici?

Il Battesimo, la Cresima, la Confessione l’Eucarestia al vaglio del Cammino Neocatecumenale devono essere sottoposti da ogni cristiano che li abbia ricevuti a profondissima revisione (o rivoluzione) allorchè egli entra in questo percorso in cui, attraverso tappe successive e segrete:

- il Battesimo, per definizione, viene “riscoperto” e adeguatamente vissuto dopo un cammino almeno venticinquennale tracciato da tale Arguello ed “ approvato” dalla Chiesa;

- la vera Confermazione Cristiana, a sua volta, parallelamente alla “riscoperta” del Battesimo, può avvenire soltanto quando, all’interno del Cammino, si raggiunge la “tappa di Gerusalemme” o “Elezione”;

- il sacramento della confessione è monco fin tanto che il cristiano- neocatecumenale non sperimenti, viva e superi, tutti gli “scrutini” previsti dal Cammino ed aventi ad unici giudici dei catechisti laici;

- l’Eucarestia vissuta o partecipata negli schemi tradizionali è cosa sostanzialmente diversa dalla “Celebrazione Neocatecumenale”, richiedente, per chi vi voglia prender parte al di fuori del Cammino, almeno una catechesi previa che ne spieghi significati e simbologi, il che è quanto dire...: anche in questa fattispecie vige l'arcano, il mistero da svelare agli eletti...

Alla stregua di tutto ciò è possibile ritenere che questi quattro sacramenti essenziali possano da soli iniziare l'individuo alla vita cristiana, senza l’apporto di quel Cammino Neocatecumenale, che si definisce a sua volta “Iniziazione cristiana” e che la Chiesa ormai autorizza e promuove in mille realtà diocesane e parrocchiali?

E' possibile, in ultima analisi, ritenere veramente e profondamente cristiano un cammino di gnosi, i cui adepti vengono ritenuti sbrigativamente dalla Chiesa membri di un' associazione laica ecclesiale, da essa approvata nel giugno di due anni fa?


19 commenti:

Francesco ha detto...

Una rilettura dello statuto neocatecumenale nella versione approvata dal PCL ci mostra la scansione a tappe del Cammino, ma non chiarisce affatto che queste tappo sono segrete per l'iniziato o iniziando.
Non chiarisce nemmeno quali sono le reali modalità di " passaggio " da una tappa all'altra e, men che meno, l'uso ( o l'abuso) dei cd. scrutini.
La Chiesa ha adunque approvato uno strumento ambiguo , che dice e non dice,che presenta le "tappe" come traguardi di conversikone in progress indipendenti dal giudizio inappellabile dei catechisti, cui in realtà il Cammino attribuisce un potere decisionale enorme in questo senso.
Un potere che non è assolutamente riequilibrato dalla Chiesa stessa nella persona dei suoi sacerdoti, ai quali non è concessso nulla circa la progressione dei gruppi da una tappa a quella successiva.
Questoi stato di cose evidentissimo a chiunque, ma non a molti vescovi, andrebbe riletto attentamente dalla Chiesa in un'ottica di limitazione ( se non di eliminazione) di ogni settarismo al suo interno.

Freedom ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Freedom ha detto...

Caro Francesco, ti riporto un'intervista fatta da Luce a me medesimo che credo, spero possa apportare un contributo..... alla discussione di oggi , per altri riferimenti alla Lectio Divina vi prego di leggere io mio post su "Gesu' e' amore".

La scrutatio neocatecumenale: un invenzione di Kiko:
"Luce: Hello Richie! how are you? Richie: parliamo Italiano Luce, comunque molto bene.
Luce: che ne pensi della "scrutatio" dei neocatecumeni? Richie: l'ho fatta molte volte. Ti danno un versetto , poi sulla Bibbia di Gerusalemme che ha i commenti dai commenti colleghi il primo versetto con altri versetti, scrivi, prendi appunti, sintetizzi, fino a formare il cosiddetto "Albero".
Luce: che pensi di questo modo fi accostarsi alle scritture? Richie: trovo che sia un'invenzione di Arguello che ha estrapolato la "scrutatio", che poi , non significa meditazione , ma ha il senso di capire dal punto di vista storicistico il senso delle scritture, invece Kiko e i catehisti con fare misterioso un bel giorno ti dicono adesso facciamo la "scrutatio".....E' una cosa che si rifà alla Lectio divina ma non assomiglia neanche lontanamente. Per comprendere in modo corretto le scritture c'è chi fa anni di seminario....la Lectio e' certamente riservata a sacerdoti non a un fedele qualsiasi. Luce : i neocat dicono che sono un frutto del vaticano II - Richie: certo cercano di trovare delle similitudini col cattolicesimo a colpi di encicliche ecc, ma lo ripeto questi tentativi cercano di mascherare un interpretazione della parola che è una invenzione di Arguello. Luce: e la giornata che i neocatecumenali dedicano alla parola, ne sai qualcosa? -Richie: certo. Sempre dai catechisti viene data una parola ad es: "pane" si prende il Dufour che è un dizionario di teologia biblica e si cerca "pane". In genere i commenti del Dufour erano molto lunghi e ricordo certe persone che si rifiutavano addirittura di leggerlo perche', onestamente, dicevano è troppo complicato. I piu' svogliati se lo preparavano a parte su un pezzo di carta.Questo non era concesso perche' la "preparazione della parola" doveva essere comunitaria. Qualcuno doveva fare l' "ambientale" cioè l'introduzione , ma nessuno voleva mai farla o lo faceva in modo goffo o strampalato, in genere perche' era incapace di riassumere i concetti desunti dal Dufour, risultato: pietoso. Luce : ma il sacerdote o "presbitero", come lo chiamano loro no vi aiutava ? Richie: raramente. Eravamo abbandonati a noi stessi.
Luce: non mi sembra un modo corretto per capire la Bibbia, che ne pensi Richie? Richie:Cara Luce , te lo ripeto e' un'altra invenzione di Kiko, ne ha un arsenale incredibile, basta leggere "Orientamenti alle equipes dei catechisti" : un'accozzaglia di eresie...... Luce : Caro Richie o Freedom ti ringrazio per la chiarezza e per il tempo che mi hai concesso."
L'indirizzo è : http://luceinfinita.blogspot.com/

Qui: Luce per: Breaking News

Francesco ha detto...

Eh si, Freedom, ben a proposito riporti codesta intervista, cui andrebbe dedicato un altro thread ( sebbene sull'argomento si sia dikscusso già a lungo in passato).

La "scrutatio" /preparazione della Parola, nel modo in cui si fa nel Cammino nonha nulla a che vedere con la Lectio Divina e nemmeno con una corretta interpretazione delle letture.
Tra l'altro normalmente la Lectio divina si fa partendo dalle letture, invece nel Cammino sono le Letture( la scelta delle letture) a nascere dalla cd. scrutatio che è', nel significato che le attribuiscono Kiko e Carmen, solo una scimmiottatura interpretativa della Scrittura.

Tuttavia da quelle interminabili, noiosissime sedute preparatorie, in cui il più delle volte ci si affida al caso nella scelta dei brani, pur di concludere in tempi ragionevoli ( in genere due orette e mezza) l'incontro preparatorio, ogni fratello di comunità ricava l'impressione di aver sudato per guadagnarsi una delle tante rate di studio da pagare per il passaggio alla tappa successiva. col miraggio poi della tappa finale, l'Elezione, che viene considerata un' Araba Fenice pressochè irraggiungibile e mitica, ma di cui non si conoscono nemmeno i segreti e arcani contorni...

Freedom ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Francesco ha detto...

Grazie a te, Freedom, soprattutto per avermi fatto conosce ed amare S. Gemma Galgani e la sua stupefacente spiritualità.
Che possa intercedere per tutti noi presso il Signore, ottenendo per noi la Pace e l'accettazione di tutti i nostri problemi.

Francesco ha detto...

Mi permetto di trasferire qui il prezioso commento inviato da Mardunolbo in calce al precedente thread, affinchè non rischi di restare accantonato.
...

Blogger mardunolbo ha detto...

Sono dolorosamente colpito da quanto leggo delle difficoltà lavorative di Aldo e di Freedom per aver perso il lavoro, e di altri che hanno difficoltà! Ho pregato anche durante la notte perchè il Signore non ci abbandoni neanche per il lavoro. Sono umiliato dal non poter aiutare come vorrei. Anche io trovo notevoli difficoltà in questo periodo che credo buio per tutti. Aldo e Freedom, non abbattetevi! In un buio periodo della mia vita ho accettato di lavorare in modo molto più basso delle mie capacità!Dopo qualche anno mi sono risollevato ricominciando il mio lavoro appieno.Erano altri tempi,vero, ma in queste situazioni non bisogna trascurare nessuna possibilità accettando anche di sottoporsi a lavori umili senza alcun orgoglio. L'umiltà è sempre premiata dal Signore.Che Dio assista tutti noi che lottiamo e scriviamo solo per il suo Onore e Gloria. Grazie ad Emma per la segnalazione, non mnacherò di visionare, comunque sto prendendo provvedimenti ovunque posso. Un caro abbraccio a tutti, cari fratelli di Fede.

gianluca cruccas ha detto...

Che il cammino neocatecumenale sia un delle peggio sette apparse in tutta la storia della Chiesa e fuori dubbio, quindi alla domanda del titolo dell'articolo si dovrebbe rispondere che tale cammino non è assolutamante Cristiano.

Ma a me sorge un altra domanda:
E' da considerare ancora Cristiana una Chiesa, che nella sua gerarchia, approva e manda a scorazzare liberamente una tale setta eretica in giro per il mondo? Io personalmente mi sono già risposto...

Francesco ha detto...

Non ho fatto passare un intervento del solito tizio dal nick pomposo che vorrebbe dare lezioni di carità pelosa a noi e ad un fratello che versa in difficoltà lavorative.
Certe pubblicità, a loro volta pelose, questo soggetto farebbe bene ad andare a cercarsele altrove.

Giovanni ha detto...

Disapprovo la durezza nei confronti di LVVFL anche se sono d'accordo che si tratta di un disturbatore e di un individuo che vuole sempre avere l'ultima parola.

Francesco ha detto...

Ti capisco, Giovanni. Evidentemente non diamo una buona impressione, ma meglio rischiare anzichè consentire a certe persone di distruggere un lavoro che stiamo conducendo da anni.
Sono come le cavallette...
Ad ogni modo grazie!

Freedom ha detto...

Carissimi tutti, in particolare volevo ringraziare Francesco e Mardunolbo.Fratelli miei e sorelle mie nello Spirito, ringrazio Dio di avervi incontrato. Per quanto mi riguarda voi siete la mia "comunita'!Altro che cammino neocatecumenale! Tra l'altro ricordo al catechista napoletano di cancellare il suo Thread, perchè lesivo della dignita' morale di ogni persona. Gli aiuti , le preghiere, ecc... sono fatte in segreto: ravvediti dunque e impara cosa sia la Misericordia, e soprattutto la carita'.
Ma torniamo al tema di questo Thread.
Per parlare della Gnosi, in modo adeguato, ci vorrebbe un Thread a parte, comunque il cammino neocatecumenale, presenta aspetti che ricordano i riti dei massoni o della Golden Dawn. Tutto questo segreto, i passaggi, in effetti, ricordano i riti di passaggio per avere più conoscenza (leggasi: potere). Il neofita deve giurare che se tradira' il voto di sangue, fatto alla massoneria, sara' tirato da 4 cavalli e smembrato, lo si gettera' vivo in un sacco in compagnia di serpenti velenosi e sprofoderà nel mare. Ora per rassicurare i piu' creduloni e impressionabili vi dico che Aleyster Crowley divulgò sulla sua rivista "Equinox" tutti i segreti della loggia magico-massonica "Golden-Dawn" e non gli successe un bel niente. Cosa voglio dire con questo: NON ABBIATE PAURA! Di niente e di nessuno, perche il Signore, l'Altissimo e' con noi. Puo' darsi, e io lo auguro a Aldo e me stesso che troveremo lavori migliori, nessuno conosce il futuro. Ma restiamo saldi in Dio e lieti di far parte di cosiffatta spirituale fretellanza.

Grazie Signore.

Giovanni ha detto...

Capisco il vostro punto di vista. Effettivamente adnare dietro alle provocazioni di questo o di quello non vi permetterebbe di fare l'ttimo lavoro di denuncia che state facendo e di cui condivido molte cose.
Lo statuto neocatecumeno infatti è qualcosa di paurosamente contraddittorio ed è stranissimo che una congregazione vaticana lo abbia potuto sottoscrivere con tutti gli errori e le contraddizioni che contiene con il CJC e con il CCC.
Mi auguro di potervi mandare presto un m,io contributo critico.
Intanto buon lavoro.

Francesco ha detto...

Grazie,Giovanni

Freedom ha detto...

A TUTTI COLORO CHE LEGGONO QUESTO BLOG:
IL CAMMINO NEOCATECUNENALE E' PERICOLOSO
NON VI FIDATE.
NON PRAEVALEBUNT!!!

Freedom ha detto...

Un grazie a Giovanni Vianini che mantiene viva la tredizione del Canto Gregoriano. Un senso di pace incredibile!
Provate a chiudere gli occhi.... vi sembrera' di stare in Paradiso con i meravigliosi Angeli , con Maria Santisssima, Gesù e Santa Gemma e tuti i Santi e i Martiri. A volte credo che il solo ascoltare questi canti desueti e magnifici, sia una forma di preghiera, anche per me poveo peccatore.

katartiko ha detto...

Un grazie a Giovanni Vianini che mantiene viva la tredizione del Freedom dice:
Canto Gregoriano. Un senso di pace incredibile!
Provate a chiudere gli occhi.... vi sembrera' di stare in Paradiso con i meravigliosi Angeli , con Maria Santisssima, Gesù e Santa Gemma e tuti i Santi e i Martiri. A volte credo che il solo ascoltare questi canti desueti e magnifici, sia una forma di preghiera, anche per me poveo peccatore.

Non posso che sottoscrivere quello che dici, penso che sarà la prima ed ultima volta :-)
Purtroppo, nella nostra Chiesa, si sta sotterrando una tradizione millenaria (non solo il gregoriano ma anche la polifonia ). Spero che questo mio intervento non dia inizio ad una discussione sui canti del CN, che di certo non sono troppo belli (mic sa che non li preferisco) ma , purtroppo, non sono peggiori di molti altri che si cantano nelle parrocchie nei nostri tempi.

mic ha detto...

Katartiko, perfettamente d'accordo con te.

purtroppo la tradizione millenaria non si sta sotterrando soltanto per quanto riguarda la musica Sacra e le sue espressioni; ma questo non è che un segnale di come sia stata sovvertita la dottrina che veicolano, non soltanto ma anche a causa di insegnamenti e prassi del cammino nc.

Francesco ha detto...

Indipendentemente dalle noistre valutazioni soggettive sulla bellezza di questi o di quei canti, c'è una differenza sostanziale tra i "brutti" canti che si eseguono spesso nelle parrocchie e i "brutti" canti che si eseguono sempre tra i ncn.
I primi , anche se purtroppo di rado,possono lasciare il posto al gregoriano; i secondi invece lo escludono a priori ( così come escludono qualsiasi altro prodotto musicale o pittorico che non sia firmato "Kiko").
Una differenza tutt'altro che da poco!