venerdì 4 maggio 2007

"Ho battezzato mio figlio con il rito degli antichi cristiani"


Questo il titolo che ha attirato la mia attenzione stamattina dal giornalaio... Un attore di Mediaset rilascia ad un settimanale un'intervista corredata di foto, del battesimo di suo figlio "nella chiesa romana di S. Giovanna Antida, dove (il bimbo) è stato battezzato con un rito praticato oggi dai Neocatecumenali, un movimento interno alla Chiesa cattolica che si ispira al cristianesimo delle origini ed è diffuso in molte parrocchie d'Italia". Vi risparmio il resto dell'intervista, il succo della quale è la scoperta e l'esaltazione del cammino, presentatogli dalla scuocera, con tutti i tipici slogan che lo differenziano e che lo fanno apparire unico rispetto alla Chiesa, anche se si dichiara all'interno di essa... Atteggiamento oltretutto schizofrenico.

Il battage mediatico si intensifica - avete presenti anche le esequie di domani in San Giovanni in Laterano, la mobilitazione per il Family Day e connesso volantinaggio davanti alle Parrocchie - nell'imminenza della scadenza degli statuti approvati ad experimentum...

Ci addolora e ci sconcerta il silenzio assordante e l'arrendevolezza della Chiesa cattolica, di fronte a tante strumentali amplificazioni di una realtà che cattolica non è. Perché se davvero si continua a lasciar intendere che i neocatecumenali - con le loro prassi e riti e insegnamenti giudeo-luterano-gnostici - rappresentano "la Chiesa di 2000 anni fa", com'è scritto nell'articolo di cui vi parlo e come loro sostengono, la nostra Chiesa Cattolica Apostolica Romana, che Chiesa é? E noi chi siamo?

204 commenti:

1 – 200 di 204   Nuovi›   Più recenti»
exneocat ha detto...

Avevo letto anch'io quell'articolo ed ho buttato un euro per leggerlo.Mi ha fatto riflettere come chi non conosce nulla o quasi della nostra fede venga attirato da queste scenografie.Certo continuare in questo modo non e' proprio possibile.Mi hanno detto che su famiglia cristiana di questa settimana c'e' un intervista di Kiko sul Family day.Qualcuno lo ha letto?

mic ha detto...

Siamo in due ad aver buttato un euro per leggerlo e anche per soffrirci, exneocat

stephanos78 ha detto...

Qual è il giornale?
Fatemi avere l'articolo se non è più in edicola.

E' bene scrivere al direttore del Giornale! Se nessuno si muove e risponde lo facciamo noi!

Ci cestinano? Non ci considerano? Ci dicono che siamo pazzi? Scismatici?
PAZIENZA!
Fatemi avere i dati che mi servono e gli scrivo subito!

exneocat ha detto...

Il giornale e' di quelli che si leggono dal barbiere si chiama"Di piu'" non so se e' ancora in edicola.Scrivere al direttore non credo che serva perche' al direttore di un giornale di gossip di fede non credo interessi molto.Ma Kiko su famiglia critiana l'hai letto? ciao steph e buona giornata

stephanos78 ha detto...

Non l'ho letto, caro exneocat.

Ma scriverò a Famiglia Cristiana per chiedere che facciano, con onestà, un editoriale tutti sugli aspetti del Cammino! Dando voce anche a noi MUTI

stephanos78 ha detto...

...buona giornata anche a te ;-)

felice ha detto...

ahahahaha Di Più... ma l'avete letto quel settimanale? Sandro Majer riporta di tutto... fa copia e incolla della spazzatura ke c'è in giro... soprattutto della della TV spazzatura

Francesco ha detto...

8.802 commenti all'inizio di questa nuova pagina.

felice ha detto...

francè vieni su msn per favore?? skusa il fastidio

Francesco ha detto...

Ho letto su Famiglia Cristina da ieri in edicola il commento di Kiko al Family Day:nulla di compromettente ovviamente.Si è guardato bene dal dire quali sono i suoi reali insegnamenti sulla famiglia(che secondo lui non è vera famiglia se non procrea molto e se non sta all'interno del Cammino).
Si è limitato ad usa tre o quattro frasette convenzionali,dimostrando il suo perfetto allineamento alla Chiesa in tema di etica e pastorale familiare.
Un po' come nella copia degli orientamenti consegnata ai dicasteri romani,nella quale nulla può emergere di lontano o diverso dalla perfetta ortodossia cattolica.

Francesco ha detto...

Ciao Felice,non sono a casa mia e non ho msn qui.Scusami.

Francesco ha detto...

C'è una morale da trarre anche dagli articolacci pubblicati su settimanali di gossip: il battesimo neocatecumenale,come tutte le ritualità neocatecumenali(evito anche di parlare di riti in senso stretto),attrae fortemente l'attenzione e l'interesse del vasto pubblico ,educato dalla società mediatica ai canti ,ai suoni,ai colori,alle danze,alle stravaganze di ogni genere.
Come dire... il contenitore è più importante del contenuto.
E su questa filosofia (peraltro non strettamente neocatecumenale) i neocatecumenali ci marciano da almeno 40 anni.

da Alessandro ha detto...

Sono Mic: posto questa mail arrivata poco fa e, di seguito, la risposta:

"Ho letto pochi minuti fa la glossa sull'articolo relativo all'attore Mediaset che farebbe parte del Cammino Neocatecumenale e che ha battezzato il figlio, ecc.
L'intervento si conclude con un interrogativo per me interessante posto da parte dell'autore, che si domanda "e noi chi siamo?".
E' appunto, la domanda che Vi ho posto io ormai da qualche settimana e che spero trovi presto una risposta: Voi chi siete?
Sperando di poter avere celermente una risposta e di non dovervi catalogare nella (tanto) poco dignitosa quanto (tanto) poco autorevole categoria dei detrattori anonimi, saluto distintamente. Alessandro Cerboni"

mic ha detto...

Buongiorno Alessandro,
la prima precisazione da fare è che non facciamo parte della schiera dei detrattori anonimi, perché nella Chiesa (Cattolica Apostolica Romana) non siamo anonimi, ma conoscono i nostri nomi i nostri volti le nostre storie... Cerchiamo di conservare per quanto possibile una qualche privacy per evitare incontri frontali con voi del cammino, che sappiamo quanto sgradevoli (uso volutamente un eufemismo) per averne già fatto esperienza.
La seconda precisazione è che non ci consideriamo detrattori (non siamo contro nessuno), ma diffusori di una informazione corretta per amore della verità e per il bene di molti. Del resto il nostro sito, tutto mi sembra tranne che un sito di "detrazione"; se questa vien fuori e giudicata tale, dipende dai contenuti delle questioni affrontate, frutto di esperienza e approfondimento e discernimento e preghiera, non certo da discorsi costruiti per partito preso...
Penso che la domanda dell'autore del post, sia da considerare una domanda retorica perché sappiamo bene chi siamo: cristiani cattolici apostolici romani, su questo non abbiamo dubbi. I dubbi e le perplessità si fanno strada in questo grande momento di confusione in cui alcuni nella Chiesa, mentre imperversano attacchi su tanti, troppi fronti, si lasciano abbagliare e convincere anche per mancanza di adeguato e non sempre facile approfondimento...
Possiamo immaginare il duro confronto che si sta svolgendo all'interno delle Congregazioni che stanno analizzando i testi, tra chi simpatizza per voi, sedotto dalle parvenze di bene, architettate ad arte dai responsabili del Cammino e offerte su un piatto d'argento come le vocazioni, le missioni, il "servizio" alla Chiesa, e chi invece, ad ogni pagina che legge delle catechesi, ad ogni notizia di aberrazioni di cui viene a conoscenza, è costretto a segnarsi con la croce, esterefatto di tanta impudenza eversiva ed anticristiana...
Grazie per averci fatto notare che non siamo autorevoli; ma non è questo che ci interessa: ci preme solo essere chiari e veritieri perché possa farne tesoro ogni figlio del Regno del nostro Signore Gesù. In ogni caso l'unica autorevolezza che riconoscete è quella di kiko e dei catechisti; neppure il Papa con i suoi richiami è riuscito a farsi ascoltare né tanto meno ubbidire...
Ricambiamo i saluti
La redazione

mic ha detto...

che dici, 8.802 inutili dispendi di tempo e di speranze, Francesco?

mic ha detto...

Sono d'accordo con te, Francesco! In un'epoca come la nostra in cui tutto è diventato spettacolo, rappresentazione, anche la spettacolarizzazione del sacro fa presa nella grande superficialità che c'è in giro e, come giustamente dici, risveglia maggiormente l'attenzione il contenitore rispetto al contenuto... e questo i kikarmenko lo sanno fin troppo bene...
La sobrietà, la profondità, la ricchezza di segni e di contenuti degli insegnamenti cristiani vengono prevaricate e vanificate da spregevoli incantatori di serpenti!!!

felice ha detto...

Non diemntichiamo Mic che la propaganda è ovunque ed occulta... Di Più è il secondo dopo la demenziale trasmissione di Alda d'Eusanio.

Vi posto un intervento sul sito del Cesap di un Neocatecumeale abbastanza sincero ma che mi viene da dire: "ma kiko vi insegna a non lamentarvi e ad accettarvi kosì come siete?:

Gufo scrive:

Intervengo per rappresentare che la partecipazione di tutto il mondo cattolico al family day non è così scontata. Sono neocatecumenale da quasi vent'anni, ma non ho perso il mio spirito critico. In Italia la famiglia è gravemente danneggiata dalle leggi, in particolare quelle fiscali. Vi cito quelle che conosco meglio:
ho quattro figli e siccome sono lavoratore autonomo non ho diritto agli assegni familiari, mia moglie è dipendente ma poichè è sposata con me perde il diritto agli assegni. se fossimo semplici conviventi lei avrebbe 500 euro al mese in più.
Io sono proprietario di un appartamento, mia moglie è proprietaria di un'altro; siccome siamo sposati uno dei due appartamenti risulta come seconda casa e quindi paghiamo circa mille euro all'anno in più di tasse.
I miei figli hanno avuto problemi a trovare posto all'asilo perchè essendo sposati e lavorando entrambi il reddito si somma e diventa piuttosto alto, i conviventi possono far figurare la madre come "ragazza madre" ed avere la precedenza.
Mia madre, vedova, si è risposata ed ha perso la pensione di reversibilità di mio padre; se avesse scelto di convivere avrebbe conservato la pensione.
Queste e tante altre leggi attentano alla famiglia e mettono me, e tanti altri genitori di famiglie numerose in grave difficoltà: verso queste leggi mai si è levata la voce della CEI.
Tutta l'autorevolezza della chiesa si è spesa verso un unico nemico: gli OMOSESSUALI.
Accanto a casa mia abitano due gay, se firmano un DICO, o non lo firmano, a me non cambia una virgola.
Per questo motivo non parteciperò 12 maggio.
La pace

felice ha detto...

Gli omosessuali sono nemici???????????

il fratello della sorella ha detto...

Il Settimanale “DIPIU’titola:

"Danilo Brugia è un seguace della Chiesa di duemila anni fa".

"Ho battezzato mio figlio con il rito dei primi cristiani".

Domanda:
Ignoranza della giornalista? Colpa del titolista?

Di certo,la confusione è assicurata! C'è un altro Rito e un'altra Chiesa!

viator ha detto...

Caro Felice,
Gufo secondo me ha perfettamente ragione! Quello che dice è vero ed è altrettanto vero che lo stato non tutela la famiglia.
Quello che è assolutamente FALSO è il suo riferimento alla Chiesa che avrebbe un solo nemico: gli omosessuali.

da Alessandro ha detto...

Carissimi, sono ancora Mic, c'è un seguito:

"Sono lieto di aver avuto una risposta, per quanto ... priva di risposta.... al quesito.
Sono meno lieto di verificare che il mio testo, invero chiaro e brevissimo, sia oggetto di errata interpretazione da parte vostra.
Perciò - credendo ostinatamente alla possibilità di comprensione tra persone - vengo a spiegarmi: ho detto che una critica anonima non è - oggettivamente - mai autorevole e chi critica anonimamente è definibile "detrattore" (in quanto etimologicamente "trae fuori" da un testo o da una circostanza la sua idea su quella cosa) e "anonimo", in quanto non rivela le proprie generalità e si fa schermo di un filtro che ne oscura la visibilità.
Credo che quindi nessuno possa risentirsi. Che io poi, personalmente, non ritenga dignitoso lo svolgere tutta una attività di gestione di un sito internet dove si prendono posizioni anche molto forti senza apporre nomi e cognomi di chi li esprime è una mia opinione personalissima che non vuole offendere e prescinde completamente sia dalla mia che dalla vostra posizione cd. religiosa e sul cnc.
Io, insomma, amo firmarmi e credo che questo sia il primo modo di sostenere adeguatamente le mie opinioni.
Se, quindi, sei caduto in un'errata interpretazione di quattro righe messe giù da un povero cristo (e non Cristo) quale sono io e ritieni sgradevole (eufemisticamente) confrontarti con un cattolico neocatecumenale, mi posso solo immaginare con quale obiettività di giudizio tu possa affontare il tema al quale vi siete qui dedicati, lasciandovi andare a commenti quali "kiko è un ubriaco" (v. commento al famoso volantino del family day) che non appaiono edificanti per nessuno, tanto meno per la Chiesa che volete tutelare dall'eresia kikiana.
Un'ultima parola: credo che non vi firmiate perchè siete consapevoli che - per quanto possiate anche avere ragione dalla prima all'ultima parola scritta nel vostro sito - nel vostro cuore vi è consapevolezza che non state facendo UNITA' (per dirla alla focolarina, se vi è più gradito) nè servizio ed edificazione nella Chiesa e per la Chiesa. Gli eventuali neocatecumenali ai quali vi rivolgete per liberarli dall'inganno avrebbero bisogno di sentire amore e accoglienza e non verificare che nella Chiesa si morde con l'arroganza di lupi.
Che poi in certe espressioni i ncn d.o.c. siano piuttosto antipatici lo riconosco io per primo, ma l'invettiva non costruisce mai niente e non è mai giustificabile.
Detto questo, seguiterò a visitarvi anche alla ricerca di qualche critica di un certo spessore e oggettivamente condivisibile e vi saluto cordialmente, sperando un giorno di sapere chi siete!
Alessandro Cerboni "

mic ha detto...

Salve Alessandro,
io non mi sono assolutamente risentito di nulla. E non è che non ho risposto, ho semplicemente detto la ragione del mio, per ora, anonimato. Sarò il primo a qualificarmi e a rendere conto di quello che dico e penso - come del resto ho giò fatto nelle sedi opportune - se dovesse essere necessario... al momento ho spiegato le ragioni della mia riservatezza, che sono le stesse che riguardano i miei compagni di percorso e di esperienza, cattolici come me, alcuni dei quali sacerdoti. Io non ti conosco e mi spiace e non so che ruolo o che esperienza hai del cammino; ma devi credermi se ti esprimo la mia renitenza a fronteggiare interlocutori che non si sono rivelati gradevoli e potenzialmente aperti al dialogo come appari tu.
Riconosco esatte le tue critiche quando ti riferisci alle espressioni usate nei confronti di Kiko; ma è stata rispettata la stesura dell'estensore del testo. Del resto non è stato detto testualmente che è un ubriaco ma che in qualche modo si è espresso come se lo fosse... cioè con termini esaltati e certo non dotati di logica stringente. Ma da qui a delegittimare tutto il contenuto del sito solo per una espressione a ragion veduta opinabile o perché non è nota la nostra identità, ce ne corre. Anche perché a noi basta pensare che chi legge, se dotato di raziocinio, di un minimo di esperienza nel cammino e di un po' di formazione cristiana è in grado di riscontrare da sé se è vero o no quel che si sostiene che, tra l'altro è, mi sembra, ben documentato...
Non sai quanto mi accora e quanta preghiera e quanta meditazione mi è costata la consapevolezza di non stare facendo UNITA'. Ma, premesso che l'eiresis, il taglio, non l'abbiamo fatto noi ma il cammino, sostanzialmente ci siamo resi conto che non facciamo altro che constatare un fatto. D'altronde la separatezza e la blindatura delle comunità sono gli elementi che 'rompono' all'origine l'unità tanto decantata. Quindi sostanzialmnete stiamo contribuendo a fare CHIAREZZA, perché finché persisterà l'INGANNO, molta gente continuerà a lasciarsi coinvolgere con la garanzia della Chiesa credendo di ascoltare catechesi per adulti e comunque di avere a che fare con una realtà ecclesiale che tale non è. Le prove le abbiamo ampiamente fornite; se per te non sono sufficienti, non posso farci nulla.
Vedi il nostro percorso era partito proprio con l'idea di dialogare e confrontarsi e fare unità; ma purtroppo abbiamo constatato che è assolutamente impossibile: il cammino è quello che è e non si tocca, non si può mettere in discussione nulla, né del resto al suo interno sono ammesse domande o dibattiti, quindi già questo parla da sé e spiega i risultati frustranti del nostro impegno. So bene che potresti obiettarmi con logiche di iniziazione e di mistagogia. Non basterebbe, perché ho fatto anch'io esperienze del genere, ma nella Chiesa di Cristo e invece mi sono trovato a disagio in quella di kiko e, credimi, non c'entra niente la predestinazione...
Se ti sembra che noi abbiamo "morso con l'arroganza di lupi", stai esprimendo la stessa sensazione ricevuta da ognuno di noi all'interno del cammino. Forse i toni sono talvolta accesi; ma siamo arrivati alla conclusione che quando si tratta di questioni di fede e di un problema serio come quello posto dal cammino in seno alla Chiesa (non so se di questo sei consapevole) davvero occorre stare da una parte o dall'altra e abbiamo cominciato a chiamare le cose con il loro nome.
Nessuno fino ad oggi ci ha confutato una virgola (sui contenuti intendo) e sarei io il primo felice se potessi riconoscere di aver sbagliato; ma poiché non parlo per sentito dire, ma per esperienza e come me la maggior parte dei nostri collaboratori, cosa vuoi che ti dica? Il Signore ti benedica e ti custodisca, Lui solo conosce il cuore delle persone. E che salvi e protegga la Sua Chiesa!
Mic

felice ha detto...

Ho speso un euro del mio incasso giornaliero per comprare Di Più...

Complimenti amici del Cammino... uno spot in piena regola... perkè non avete messo anke giorno ed ora delle catechesi?

stephanos78 ha detto...

Mic, Alessandro è un abile provocatore.
E' inutile continuare a sottolineare l'ovvio perchè viene continuamente messo in discussione. Io credo nella buona fede di tutti e la presuppongo in tutti. Ma non credo che tutti possano prenderci per fessi o cretini, anche se non esprimendolo a chiare lettere!

Allora: visto che qui è chiaro come il sole che si sta facendo informazione e si sta cercando di discernere la Verità insieme a tutti quelli che leggono; è chiaro come il sole che non vogliamo la divisione di nessuno MA L'ESATTO CONTRARIO perchè se c'è un sovvertimento (nel senso letterale del termine) quello è stato PALESEMENTE attuato da un "movimento" (e non solo da lui) che (a prescindere dalle intenzioni) HA CONCRETAMENTE PROPOSTO UNA CHIESA DIVERSA DA QUELLA IN CUI CREDIAMO DA 2000 ANNI; è chiaro come il sole (e non si possono fare balletti sulle ovvietà) che ci possono essere cadute di stile, normali animosità, OVVERO ERRORI UMANI che siamo disposti ad ammettere e di cui chiediamo scusa, al contrario di Kiko e Carmen; è altrettanto chiaro come il sole che dirottare il discernimento sulla nostra fallibilità e sui nostri errori umani DISTOGLIE DAL SUCCO DEL DIALOGO E FA VAPORIZZARE,SENZA RAGIONARCI SU (!!!) IL PROBLEMA CHE STIAMO TRATTANDO; è chiaro che questo può essere (come sicuramente è) fatto in buona fede da persone che sentono il CNC come tuttuno con se stesse e la loro Vita e legano la stessa alla vita del CNC stesso! Questo non per "colpa" loro ma per l'ambiente in cui ho vissuto anche io! Per l'affetto che si crea. Per tante altre COMPRENSIBILISSIME RAGIONI!
Ma da qui a ANNULLARE LE NOSTRE DOMANDE O REPUTARLE COME CAPRICCI DI IMBECILLI PERSECUTORI, NONCHE' MEGALOMANI (ovvero noi) EQUIVALE A METTERE IN PRATICA LE STESSE ACCUSE RIVOLTE A NOI, CON L'AGGRAVANTE CHE SONO ATTUATE ALLA PERFEZIONE!
Capisco che c'è un umano rifiuto a credere che il CNC ci abbia mentito! Perchè il CNC mette in atto una ottima strategia di OSMOSI affettiva! Ma se credete che il CNC sia Dio e pretendete che gli altri non lo mettano in discussione neanche nei suoi errori umani, ALMENO EVITATE PER FAVORE DI RENDERCI DEGLI IMBECILLI ESALTATI E DI DIFFONDERE DI NOI, CHE SIAMO ESSERI UMANI COME VOI, BATTEZZATI COME VOI, UNA IMMAGINE TALMENTE TURPE DA ESSERE LA SOLA CHE VI CONSOLIDA NEL FARCI ESSERE PER VOI LA QUINTESSENZA DELLA NULLITA'!
Nessuno di noi è nulla! E guardate un po': PROPRIO PERCHE' VI AMIAMO PROFONDAMENTE, SIAMO CONVINTI CHE LA VERITA' QUALSIASI ESSA SIA, FACCIA BENE A TUTTI NOI! ANCHE SE, COME E' STATO PER ME, CI RIMETTE IN DISCUSSIONE LA VITA... E I SUOI IDOLI. SI CHIAMINO ESSI CAMMINO NEOCATECUMENALE O ALTRO.
La Pace sia con te Alessandro. La Pace sia con te!

mic ha detto...

Steph, ne hai trovato per caso uno di quelli non rozzi che non fosse un abile provocatore?

Abbiamo dovuto fare una marea di acrobazie mentali e verbali per tener loro testa e, certo non tanto per avere ragione, quanto per riportare il discorso in un alveo logico e non pretestuoso...

Ma ho avuto la sensazione che la vera intenzione del nostro ultimo interlocutore fosse quella in qualche modo di farci venire allo scoperto...

Francesco ha detto...

Caro Mic,

8802 interventi non inutili.Non sappiamo chi e quanti li abbiano letti finora e tutto sommato credo che il nostro scopo non sia quello di condurre una crociata antineocatecumenale.Non spetta a noi!

Comwe andrà a finire con gli Statuti? Lo sa Iddio...proprio oggi ,da fonte neocatecumenale,sentivo parlare di una recentissima lettera loro pervenuta dal Papa(stavolta forse un vero "instrumentum laboris" come si ostina a chiamare Gennarini le tirate di orecchie pubbliche o private che siano).

Anche io,indipendentemente da questo blog,che mi ha fatto tanto crescere,come semplice cattolico sono deluso e rattristato dall'elefantiasi e dalle lungaggini con cui le Congregazioni affrontano un problema tanto serio qual è quello neocatecumenale.

Confidiamo però sempre nel Signore che non tradisce e non fa calcoli di sorta.

Francesco ha detto...

A "difendere" la famiglia partiranno dalla zona in cui vivo tanti pullmans stracolmi di neocatecumenali,moltissime mogli senza mariti,moltissimi mariti senza mogli, e ci saranno poi Kiko e Carmen,due figure emblematiche dell'armonia familiare,due laici che si ritengono superiori ai vescovi o persino allo stesso Papa.

Poveri noi...che messinscena scialba e contraddittoria!!!!!!!!!

Francesco ha detto...

...a proposito di messinscene...chi domani alle 11,00 fa un santo a San Giovanni e poi ci riferisce qualcosa?

exneocat ha detto...

Caro Alessandro Cerboni
cosa cambierebbe nel nostro discorso se ti dicessi di chiamarmi Kiko Arguello?Il mio Kiko Arguello e' uguale al tuo Alessandro Cerboni ma la notorieta' dei nostri nomi non cambia di una virgola il contenuto del nostro discorso.Se ti sei sentito offeso dal nostro anonimato ti saresti sentito altrettanto offeso nel conoscere anche i nostri nomi quindi?Come dice sapientemente Steph e' dura ammettere che il cammino ci ha turlupinati e te lo dico per esperienza personale pero' purtroppo e' cosi'e noi non vogliamo piu' che questo accada a nessuno!!!!!!!Che il Signore ti e ci assista ti abbraccio di cuore
Kiko Arguello
scherzo Alessandro non te ne avere a male.

Francesco ha detto...

Per Alessandro Cerboni

...parli di "schiera" di detrattori anonimi:noi non lo siamo perchè non abbiamo nulla da guadagnare dall'analisi che stiamo conducendo sulla fenomenologia neocatecumenale se non la ricerca di evitare a tanta altra gente i problemi psicologici e spirituali che abbiamo assaggiato di persona una volta caduti nella rete neocatecumenale,da cui solo con grandi sforzi e con tanto aiuto del Signore siamo usciti.

Mi incuriosisce però il termine che tu usi, "schiera" di detrattori:sono veramente tanti?

Ti sei mai domandato perchè?

Ritieni sia stato un "detrattore" anche Padre Zoffoli nella sua difesa appassionata dell'ortodossia della Chiesa di Cristo,che nella sua immensa bontà ha aperto le braccia anche ai neocatecumenali per riceverne ferite e colpi bassi a tutto spiano?

Francesco ha detto...

Vanno a manifestare al Family Day pro famiglia...MA COS'E' PER LORO LA FAMIGLIA?

Ecco una testimonianza diretta....:

"Nei tre anni che frequentai il Neo Catecumenato mi resi conto della potenza persuasiva dei loro capi e del fatto che la concezione di famiglia ha ben poco a vedere con la classica famiglia cristiana; loro attuano una unica grande famiglia di circa 40 / 50 persone che viene guidata dal "Capo-famiglia-Catechista", la progettualità di coppia non esiste e al suo posto c’è una progettualità che (attraverso la struttura piramidale) viene ispirata direttamente dal suo fondatore (Kiko Arguello)!"

PIU' CHE A FAVORE DELLA FAMIGLIA I NCN IL 12 MAGGIO PROSSIMO ANDRANNO A MANIFESTARE CON LE LORO MONGOLFIERE ED A FARE IL LORO SHOW PRO COMUNITA' NEOCATECUMENALE!

Illusen ha detto...

Siamo sempre nel campo del 'si dice', ma le notizie che arrivano qui in periferia da quel di Roma sono che le catechesi sono sostanzialmente approvate, c'è solo qualche intoppo sulla liturgia, che è considerato facilmente superabile.
sarà che sono in un periodo difficile a livello personale, forse vedo tutto nero, ma mi sembra di essere abbastanza isolata, il cammino gode di un discreto favore nella diocesi. Non ci sono pronunciamenti ufficiali contro il cammino, e non credo che possano farli adesso a ridosso dell'approvazione degli statuti.
Ho deciso di rispondere solo alla mia coscienza e di lasciare il cammino; ma è una scelta che anche qualche sacerdote, non comprende. C'è sempre il rischio di essere considerati come degli iconoclasti, che sanno solo parlar male del cammino, e non vedono anche i lati buoni, che ci devono pur essere visto che la gerarchia non dice molto.
ciao

stephanos78 ha detto...

Caro Mic. E' vero che Alessandro vuole farci venire allo scoperto ma non è il solo e la tecnica non è usata solo da lui.
Nota con quale ridondanza dai nostri amici NC, quando non ci insultano, si dirotta il discorso sull'anonimato o meno. Per i responsabili è più difficile non attaccare direttamente persone conosciute. Anche perchè nei confronti degli "ex", ovvero noi, viene meglio la "reazione" avendo chiara nozione di chi sono! Si mobilita meglio il TIR dei catechisti. Ne ho avuto riscontro.
Ma sai bene che io, Mic, non sono anonimo!!
Anche Alessandro sa perfettamente chi sono! Ci siamo scambiati molti messaggi in cui ho detto chiaramente chi sono e da quale parrocchia sono uscito. Anzi. Sono stato già imprudente per questo e vedrai che ne avrò a breve i risultati! Così come sa bene che anche qua ho detto chi sono! Nome e Parrocchia! E anche questo a breve darà i suoi frutti avvelenati!
Comunque più di tutto tu sai MIC che i Vescovi a cui ho scritto conoscono la mia identità! Giusto?

stephanos78 ha detto...

Cara Illusen non credo che potrai avere chiara nozione della situazione così come si configura dalla bocca dei catechisti!!!!
Vuoi che ti dicano che ci sono intoppi????
In ogni caso, quello che volutamente viene messo in rilievo secondario, ovvero la Divina Liturgia, è invece di una basilarità incredibile!!!!!!
"Vedo che fai e ti dirò chi sei"!!
Da quella Liturgia e soprattutto dal loro attaccamento ad essa cosa si evince dei responsabili del CNC??????????????
Altro che "qualche problema"!!!!!
E se il Santo Padre ha riflettuto sullo Statuto nei termini che conosciamo, evidentemente questo "tutto normale" non è poi così "normale"!!!
Le Catechesi poi! Che vuoi che ti dicano? Pensa che a me hanno sempre detto che erano state approvate in tutto da tempo dallo stesso Ratzinger!!!!!!!!!!!!
E che il CNC era stato già da tempo approvato in tutto!
In ogni caso non credo che i Tre si porranno limiti per ottenere l'apprvazione.
I testi dati alla Curia potranno sempre essere riadattati secondo quanto si chiede formalmente per l'approvazione (se già non è stato fatto). La Liturgia verrà accettata come norma da inserire nello Statuto. Il resto verrà sbandierato con molta "obbedienza", al solito.

Il CNC è ovvio che voglia usare i suoi appoggi curiali.
Infatti penso anche io che ci sarà la diramazione di uno Statuto modificato, che slitterà forse a dicembre, con un altro esperimento. Ma addirittura potrebbe essere una approvazione definitiva. E così il CNC avrà il "pezzo di carta burocratico" che utilizzerà, credo (a meno di ravvedimenti dei Tre che io sempre spero), come sempre ha fatto finora: come oggetto da bacheca!!

Coraggio Illusen! Coraggio!!! Rimani nella Chiesa e amala! Cristo Dio non ti abbandonerà mai! E soprattutto non ti "annienterà" mai! Sii forte!

Illusen ha detto...

il problema, caro steph, è che le notizie che ho derivano da sacerdoti non neocat, ma che conoscono il cammino e che sono vicino al vescovo.
Un altro problema è che la curia è di solito abituata ad avere come interlocutore un rappresentante ufficiale del cammino, non persone che sono fuoriuscite e che come tali sono ovviamente critiche; anche a livello parrocchiale ci si trova a parlare col parroco per organizzare qualcosa, per decidere, e il parroco si consulta con i rappresentanti dei gruppi parrocchiali, ma mai si discute con i fedeli su cosa è stato detto nell'ultima catechesi, per cui anche i parroci si fanno un'idea superficiale del cammino.
Con i catechisti devo ancora parlarci.
un altro pensiero che mi è venuto, e si vede che sono in un periodo nero!, è che la Chiesa da tempo, forse da secoli, non è stata più costretta a fare discernimento. Le scomuniche che mi vengono in mente sono quelle date a chi ha ordinato preti o vescovi in aperto spirito di disobbedienza. Ci sono stati teologi sollevati dall'insegnamento dopo molti anni, e il silenzio chiesto a Boff. Ma di laici, che non hanno un ministero preciso e riconosciuto nella Chiesa, credo che sia la prima volta che la Chiesa se ne debba occupare, e forse, lo dico sottovoce, la Chiesa non ha gli strumenti per farlo.

mic ha detto...

Cara Illusen
come al solito molto lucida e chiara. Anch'io in questi ultimi tempi ho maturato idee simili alle tue, che sono purtroppo realistiche. Quello che trovo più sconcertante e pericoloso è l'atteggiamento dei sacerdoti che ho riscontrato anch'io cpon enorme meraviglia.
Forse c'è ancora molto clericalismo nella Chiesa e testimonianze di laici non solo attenti e ferrati nella fede, ma anche formati teologicamente, non hanno lo stesso peso di quelle di sacerdoti non bene informati, che può capitare accolgano con fastidio, anziché con la necessaria umiltà le testimonianze anzidette!!!
Ma se non hanno accolto neppure quelle di un teologo filosofo passionista come Padre Zoffoli!!!
Meraviglia doppiamente invece l'autorevolezza data a due laici come kikarmenko che in certe funzioni hanno perfino l'autorità normalmente riconosciuta ai vescovi...
E' una situazione notevolmente anomala, dalla quale solo il Signore può districarci; ma credo Lui voglia anche la nostra buona volontà, prudenza, semplicità, attenzione, ma anche determinazione e impegno...

Ciao e buona domenica

mic ha detto...

Per Steph,
più tardi, se riesco, ti scrivo più a lungo. Ora devo scappare...
Intanto, un abbraccio a te e a tutti

stephanos78 ha detto...

Cara Illusen, a prescindere dalla fonte delle informazioni che hai avuto, in certi casi un po' troppo "forzate" io credo, la sostanza credo sia abbastanza condivisibile alla luce dei fatti.

Il CNC è ovvio che goda di sostegni in Curia. Ed è altrettanto ovvio che sono state messe in campo tutte le energie per attivarli e per utilizzarli al fine della approvazione definitiva. E' altrettanto chiaro che anche il Santo Padre sta subendo pressioni schiaccianti!
E' vero che moltissimi Sacerdoti non conoscono (anche per la sua struttura) il CNC e non vogliono neanche conoscerlo ! Nella genericità dei casi ci si attiene alle Opinioni, anche se diverse, sul suo impatto e ai famosi "frutti" nei vari ambiti. Si è superficiali. Ma questo porta alla famosa sottovalutazione del problema e alla ormai radicata opinione che potrà risolversi da sè!
In ogni caso Illusen alla Chiesa non mancherebbero gli strumenti per intervenire nei confronti non solo del Cammino ma di gruppi Laicali o Aggregazioni di ogni tipo.
Il problema è che la "strategia" di quella parte di Curia "sostenitrice" del CNC sta vincendo. Ovvero l'assicurazione che il CNC va comunque approvato, minimizzando le sue problematiche e i frutti avvelenati prodotti insieme ai presunti "buoni". Sta vincendo la convinzione che non si può porre un "aut-aut" al CNC perchè i Fedeli in buona fede ne sarebbero coinvolti...Quindi meglio temporeggiare....!!!
Il fatto è che dopo 40 anni di tentativi più o meno energici (gli utlimi di più) come possono i pastori ancora credere che il CNC si lasci "assorbire" dalla Chiesa???QUESTO E' IL VERO MISTERO!

stephanos78 ha detto...

...Va bene Mic... A presto ;-)

Francesco ha detto...

Inanto la Chiesa gli strumenti li avrebbe ,eccome...!!!

1) i movimenti ecclesiali, per essere riconosciuti pienamente come tali,devono avere uno Statuto approvato dal Vaticano.Fin quando esso non c'è non esiste ecclesialità riconosciuta checchè ne dicano i neocatecumenali,forti solo dell'experimentum cui il Cammino è ancora sottoposto;

2)di fatto,se ben consideriamo le prescrizioni date da Arinze un anno e mezzo fa(peraltro mai applicate dal Cammino...ma questo è un altro discorso),esse chiariscono senza ombra di equivoco la non ecclesialità di un Cammino che: non applica il messale romano,non celebra l'Eucarestia come dovuto,svilisce e distorce la liturgia in modo smaccatamente contrario ai dettami condivisi da tutta la Chiesa(...questo lo dice Arinze,non io)...dunque cosa vogliamo?

3)nella scomunica la Chiesa si limita a prendere atto di una volontaria e palese estraneazione di un soggetto o di un gruppo di soggetti dalla comunione ecclesiale.
Atteggiamento,questo,che i Neocatecumenali stanno tenendo apertamente da almeno 40 anni e,quel che è peggio,sono seguiti da svariati sacerdoti che hanno abiurato alla loro formazione ncattolica per abbracciare apertamente quella,in progress,garantita da Kiko.

Francesco ha detto...

Sono comunque convinto anche io che,qualora Benedetto XVI applicasse verso i Neocatecumenali i dovuti,drastici provvedimenti (peraltro già pronti da anni) molti,anche dentro la Chiesa si straccerebbero le vesti urlando contro quest'azione "retriva",dimenticando però che il cammino neocatecumenale ,anche sotto l'aspetto dell'inculturazione della fede, è quanto di più retrivo sia mai esistito.

Neanche ai tempi dell'Inquisizione Spagnola si scorticavano vive le persone e le coscienze costringendo la gente a proclamare pubblicamente i propri peccati!!!!!!!!

Massimo ha detto...

Qualcuno è andato stamattina a San Giovanni in Laterano.....?

Didimo ha detto...

E tuttavia, quanto presagito da Illusen e da Mic ci riempie di angoscia, perché abbiamo tanto pregato e confidato che tutto ciò non avvenisse.
Se dovessero passare le catechesi e lo statuto più o meno blanditi

Vuol dire che il grido di dolore che sale dal popolo di Dio non avrebbe trovato ascolto.

Vuol dire che chi poteva opporsi allo sfacelo non lo ha fatto con sufficiente impegno.

Vuol dire che l'interesse sulle "novità" delle vocazioni, delle missioni, delle famiglie numerose e delle cospicue risorse finanziarie acquisite ha prevalso sugli stravolgimenti e le minacce alla integrità della Chiesa.

Vuol dire che i falsi profeti, i fanatici imbonitori che spacciano eresie e movimentano denaro, sempre instrumentum diaboli, contano più dei servitori poveri, muniti unicamente del Vangelo.

Vuol dire che ci sono troppe persone nella Casa del Signore che hanno cambiato fede e forma mentis, convinte che per rilanciare la presenza della “loro “ idea di Chiesa nel mondo tutto vada bene, anche lo stravolgimento dei dogmi e delle Verità rivelate, considerate obsolete ed inadatte al mondo contemporaneo

Vuol dire che si affermerebbe una figura diversa di ministro della Chiesa: non più servitore austero di Cristo e testimone della fede in Lui ma teocrate della multinazionale neocatecumenale e dei sui fanatici ispiratori, grazie all’instancabile lavorìo dei Redemptoris Mater.

Vuol dire che il Papa diventerebbe sempre più prigioniero di questo orientamento, fino a che esso non riuscirà a portare sul soglio pontificio un proprio rappresentante, al quale sarà affidato il compito di seppellire definitivamente questa Chiesa cattolica “decrepita” e di far sorgere dalle sue ceneri la chiesa neocatecumenale universale, infernale e ormai non più recondito progetto di Kiko e Carmen e dei loro alleati dentro le mura vaticane.

Se tutto ciò trovasse realizzazione, segnerebbe la fine della Chiesa in cui crediamo, la secolare Chiesa di Cristo, degli Apostoli, dei Santi e dei Martiri, con il trionfo del suo Nemico acerrimo, dopo duemila anni, questo è indubbio.
Il popolo di Dio verrebbe ancor più disperso e disunito, nei Suoi templi verrebbe celebrato da una numerosa pletora di fanatici vecchi e nuovi lo spettacolo del sacrilegio, della profanazione, della vanagloria, dell'intolleranza, del peccato sotto le parvenze mendaci di una sacralità tanto finta quanto spettacolare. Tutto sarebbe cambiato.

E’ con la nostra personale responsabilità che possiamo far fallire il piano di Dio per ciascuno di noi, la sua volontà che tutti si salvino e nessuno perisca (1 Tim 2,4). Perciò ne pagheremmo le conseguenze.

Quando queste offese abissali scuoteranno la Divina Misericordia, sappiamo tutti cosa aspettarci: la collera di Dio e l'angelo sterminatore.
Se in Vaticano non hanno timor di Dio e temono la Sua collera, vuol dire che è stata persa l’autentica fede e la zizzania ha già infestato il campo del Signore.

Che abbia pietà dei suoi figli, poiché se non si ferma il disordine incalzante, ci avvieremo alla più dolorosa delle Quaresime, anche se il disegno universale, iniziato con la Creazione, giungerà infallibilmente al suo scopo.

stephanos78 ha detto...

Appunto Didimo, fratello mio.
Io credo che la più dolorosa delle Queresime è in procinto di iniziare..

carlos ha detto...

Non credo che i vertici della Chiesa siano così ingenui o conniventi da accettare un loro semplice "si" a eventuali ritocchi allo statuto e basta!
Penso che dimostrare sul campo l'obbedienza e, soprattutto, sapere che non ci sarà un'ulteriore dilazione. Il prossimo passo dovrebbe essere lo scioglimento del movimento e chi non si scioglierà (compresi sacerdoti e vescovi) sarà scismatico ed eretico, con le conseguenze del caso!

viator ha detto...

La vedo un po' difficile, Carlos, "la dimostrazione sul campo dell'obbedienza", quando ci sono diecimila segnali contrari e quando è praticamente impossibile controllarla...

Francesco ha detto...

Viator,

non possiamo non confidare sulla Provvidenza che tutto vede e tutto copre nella Sua infallibile sapienza.

E il segno più grande che abbiamo ricevuto è stata ed è l'elezione al soglio di Pietro di un custode geloso della Fede.

Animo!

Anonimo ha detto...

La grande illusione di Kiko e Carmen....ricostruire la Chiesa dopo averla demolita-.-

mic ha detto...

Confidiamo nel Signore e in Papa Benedetto!

Anonimo ha detto...

Chissà se una volta approvati definitivamente gli Statuti la smetterete di calunniare; sicuramente inventerete qualche scusa, piuttosto che ammettere che vi siete sbagliati.
è vergognoso il modo con cui etichettate un movimento ecclesiale in seno alla Chiesa, che non vuole distruggerla, nè sconvlgerla, nè creare "multinazionali" o sciocchezze simili, ma solo dare alle persone un'opportunità di iniziare un cammnino di fede. Nè più nè meno di ciò che fanno gli altri movimenti. Confondete il fanatismo e la superbia di alcune persone interne al CN con la sua vera essenza, fino a definire i fondatori come eretici e scismatici. Il CN non è buono o cattivo, è un modo per riscoprire la propria fede, che può essere applicato bene o male. Fino ad ora non c'è stato nulla di ufficiale che sconfessasse la validità del CN, mentre si sono registrate varie approvazioni. Chi vi dà l'autorità di dire queste cose?

Francesco ha detto...

Caro Anonimo,

la nostra autorità è quella dei battezzati.
Ti ricordo che anche tu fai parte di tale sacerdozio regale,che Kiko e Carmen sconfessano e pretendono di dare solo a chi frequenta il Cammino per almeno 20 anni.

Contento tu....!

felice ha detto...

la scusante dei casi isolati... tutte le sette la tengono a portata di mano... il problema è che nella consapevolezza dell'esistenza di questi casi, nessuno fa nulla per rimetterli sulla giusta strada...

ma andate a rubare a S. Nicola...

La pulce ha detto...

LA GRANDE FIESTA DI GIUGNO 2007

In utti i catacumbenia del mondo fervono i preparativi per la grande fiesta prevista per il prossimo mese di giugno 2007 ,denominata fin da adesso “ CHE BELLE SONO LE TUE BENDE..
Ci limitiamo per il momento a fare una rapidissima carrellata sui principali atti preparatori in corso:

1) ai MC e a SFC a Roma si stanno predisponendo i progetti per abbattere le colonne delle navate laterali onde fare spazio alle mense quadrangolari di 8 metri di lato.Le stesse sarannop sostituite da puntelli in acciaio satinato e vetro;

2) alla Domus Aurea si stanno sistemando nelle cantine le 4200 bottiglie di scampagne fornite dalle cimici di Bordeaux insieme con una damigiana di rosso d’annata che è stata già regalata a Mister Rylko;

3) nel catasantuario newyorkese della Prugna Secca,Je Narino ha predisposto già un ponte internet che collegherà tutti i catacumbenia del mondo;

4) in un catacumbenium italiano segretissimo si stanno già predisponendo i due ombrelli in seta bianca e gialla che copriranno le cervici del senor Kirikus e di Dona Carmenita durante la trionfale processione prevista lungo tutta Via della Conciliazione e culminante nella Sacra Piazza dell’Urbe;

5) Radio Shofar sta già predisponendo tutte le postazioni necessarie per seguire in diretta tutti gli eventi previsti;

6) Mister Repe a Napoli ha già dato ordine di predisporre 10 vagoni di mozzarelle di bufala e 1400 fiaschi di vino rosso d’annata da offrire a tutti gli alti pelati romani meritevoli che osanneranno al suo successivo rientro,in lettiga,nell’Urbe.

Arbiter ha detto...

All'anonimo neocatecumenale che parla del CNC come di una normale opportunità di iniziare un cammino di fede:
1. Le porte di tutte le parrocchie sono sempre state aperte, prima del Cammino. Il primo effetto della presenza di un gruppo neocatecumenale in una parrocchia è che le sue porte cominciano a chiudersi: agli altri fedeli, al mondo esterno, a Cristo stesso.
Dunque il cammino di fede non è aperto a tutti ma solo ad alcuni prescelti, attraverso un rito iniziatico segreto che procede per gradi.
2. Cristo non ha mai insegnato a predicare nell'ombra o in ritrovi segreti ma alle moltitudini e alla luce del sole.
3. La predicazione cristiana cattolica non si basa su testi segreti riservati ai responsabili di un 'cammino di fede', bensì sulle Sacre Scritture, ispirate dallo Spirito Santo e divulgate all'intera umanità.
4. Il sacramento della penitenza presuppone il rapporto tra ciascun fedele ed il Signore. Non fa parte della tradizione cattolica includere in questo rapporto una moltitudine a cui confessare gli aspetti più intimi di sè, attraverso interrogazioni coercitive ed aggressive , fino al condizionamento psicologico più brutale, così come avviene nel Cammino.
5. La Chiesa cattolica fonda la propria missione su verità di fede consegnate direttamente da Cristo.
Il Cammino si basa su una dottrina elaborata dai suoi fondatori stravolgendo i cardini di quelle verità di fede.
6.La Chiesa lascia liberi i fedeli nella loro scelta di aderire alla sua missione e non discrimina il popolo di Dio in serie A e serie B. Il Cammino invece è settario, elitario, dirompente e separatore dell'unità dei credenti.
7. La Chiesa non ha mai predicato l'odio per nessuno, tantomeno per i genitori. Il Cammino predica l'odio tra fratelli, in particolare per i genitori ed il disprezzo per quanti rifiutano di aderire ad esso.
8. La Chiesa consegna all'umanità un messaggio straordinario di speranza e di salvezza attraverso il sacrificio esemplare di Cristo. Il Cammino nega questa speranza salvifica ed inotre lascia alle sue spalle famiglie distrutte, coppie separate, individui in preda all'angoscia. Numerose sono le testimonianze di ciò.
9. Nella Chiesa cattolica operano molti movimenti ecclesiali, taluni anche con tratti originali rispetto all'ortodossia. Ma nessuno di essi ha mai messo in discussione la dottrina, la liturgia, i simboli sacri della tradizione cattolica, come invece fa il Cammino neocatecumenale.
Eccetera, eccetera...

Il problema è, caro anonimo neocatecumenale, che fin dal primo momento il progetto dei fondatori del Cammino era di sovvertire la Chiesa attuale dalle fondamenta poichè giudicata traditrice del cristianesimo primitivo. Tutto è stato man mano organizzato per portare a compimento quell'opera di sovversione.

Pensi ancora che il Cammino neocatecumenale sia un 'normale
cammino di fede' e non una micidiale setta eretica cresciuta e sviluppata all'interno della Chiesa cattolica??

viator ha detto...

Caro Francesco, rispondevo semplicemente a Carlos sulla difficoltà obiettiva di controllare l'obbedienza del cammino, date le ben note blindature, a meno che non si riesca a sovvertirne l'organizzazione, cosa direi del tutto improbabile...
Questo non intacca minimamente la mia fiducia nella Provvidenza e nel Papa, che però hai fatto bene a ricordare perché si era diffuso un clima leggermente apocalittico...

Egeria ha detto...

Gentile anonimo delle 20,27 tu dici:"è vergognoso il modo con cui etichettate un movimento ecclesiale in seno alla Chiesa, che non vuole distruggerla, nè sconvlgerla, nè creare "multinazionali" o sciocchezze simili, ma solo dare alle persone un'opportunità di iniziare un cammnino di fede. Nè più nè meno di ciò che fanno gli altri movimenti".

Innanzi tutto urge precisare che il CN rifiuta di essere definito un "movimento" e che gli altri movimenti si comportano in un altro modo. E' vero però che il CN è "in seno alla Chiesa", ma lo è spesso come la serpe!

Inquanto a "non voler distruggere la Chiesa", la realtà della maggior parte delle parrocchie in cui il CN (la serpe!) si è insinuata prima, e insediata dopo, è desolante! "tabula rasa!"; non cresce più un filo d'erba! E' passato Attila!

Ma tu dove vivi? Che cosa ne sai tu delle difficoltà e delle sofferenze dei battezzati che il "cammino di fede" lo vorrebbero fare seguendo le Catechesi di Santa Romana Chiesa, anziché quelle di Kiko?

Riguardo poi alle "multinazionali", se sei in buona fede e vuoi davvero approfondire l'argomento, vedrai anche tu che tutto ciò è stato già fatto! Altro che sciocchezze!

Forse tu nel Monte delle Beatitudini preferisci vedere le tre tende di evangelica memoria e non vedi le costruzioni ben più reali (e faraoniche!) innalzate dall'Arguello!

miriam ha detto...

Non riesco a capire se gli anonimi neocatecumenali che ogni tanto si affacciano su questo blog e parlano come Alice nel paese delle meraviglie sono davvero convinti di quello che dicono e, come si dice a Roma, chiederei all'ultimo delle 20,27: "ce sei (potrei sottintendere spovveduto) o ce fai"?

palma ha detto...

Desidero sapere i buoni motivi che portano all' eventuale conferma dello statuto e delle catechesi , seppur epurate dalla eresie, che si tramandono per tradizione orale e che non fanno riferimento a quelle scritte.
Nella preparazione ai battesimi e ai matrimoni hanno fallito in pieno perchè hanno peggiorato e perchè portano ad un puro legalismo invece che alla scoperta dell'Amore in senso verticale, quello di Dio per l'uomo, e in senso orizzontale , quello dell'uomo per l'altro.
Non fanno altro che additarti una serie di precetti decontestualizzati: vale il precetto in sè e non la situazione della persona.
C'è un'idolatria fanatica del rito e della ritualità, che addirittura sovrastano la sostanza alla quale dovrebbe fare riferimento.
Sì, è vero, stanno spesso a dirti che devi fare senza chiedere obbedire senza capire, cercare la palma del martirio...e tutto questo per Cristo. Ma andando alla sostanza delle cose è : "Io sono il catechista, non sto parlando mio ma èn Dio che ti parla e si serve di me e quindi tu mi devi obbedienza, sì a me che sono ispirato e che do voce a Dio”.
Ti fanno fare un sacco di “mattità rituali e non”, ti investono con una moltitudine di contraddizioni che, chi ha un minimo di senso critico ne è disorientato, sia per chi sta all'interno, sia per chi lo vive da esterno . Vuoi o non vuoi coinvolge l'intera comunità parrocchiale.
Altro aspetto: gli psicofarmaci , seppur negandone l'efficacia, anzi proposto come prodotto diabolico perchè ti tolgono la sofferenza, ne girano tanti anche tra i nc. Da parte dei catechisti basta la Parola a darti la serenità , la pace...ma loro ti portano le parole, anzi tante chiacchiere che dicono cotraddicono e, infine, creano il marasma.
Mi si spieghi perchè si vuole consolidare la valenza e l'efficacia di un vuoto, di una menzogna,di una disgregazione sistematica e spesso martellante.
Toglieteci da questa droga dalle parrocchie chè non ci fa assaporare neanche l'amore salvifico di Cristo. Questa frutto del CN è peggio della nube di Cernobil. Il fumo del numero dei figli , delle cosiddette missioni (andate ad indagare sul posto dei loro frutti! E di quale parole vuote portano!) che tuttalpiù ritualizzano e ti conformano ad un legalismo che uccide.
Mi dicano i preti che li esaltano,quali sono le azioni dello Spirito che operano in questi fratelli attenagliati dalla normativa kikiana! Quando farete l'elenco dei “frutti” non li decontestualizzati da come si sono ottenuti e a quale realtà cristiana (e non normativa) hanno condotto.
A me e alla maggior parte della comunità parrocchiale è dato vedere tutto il contrario di ciò che ci insegna la persona di Gesù.
Vigilate e vigiliamo, come lo Spirito ci raccomanda, altrimenti verrà un momento che non solo il fumo ci accecherà ma ci soffocherà anche.
Preghiamo che Benedetto XI non abbia intrallazzatori che gli impediscono di vedere, di udire e ...di parlare.

viator ha detto...

come dice Palma, preghiamo che Benedetto XI non abbia intrallazzatori che gli impediscono di vedere, di udire e ...di parlare.

Arbiter ha detto...

Spesso mi sono chiesto, in questa controversa vicenda del Cammino neocatecumenale, come si sia arrivati a tutto questo e da dove abbia avuto origine.
Leggendo le notizie biografiche di Kiko Arguello, viene riportato che tutto sarebbe cominciato con una visione della Madonna, in Spagna, negli anni '60. Ella avrebbe ordinato a Kiko di fare comunità come la Sacra Famiglia di Nazareth. Dopodichè lui si sarebbe impegnato nella evangelizzazione dei baraccati di Palomeras Altas, periferia di Madrid, dove avrebbe incontrato Carmen Hernandez, ex suora carmelitana, per formare un sodalizio spirituale.
Ora, che ci sia stata una visione, ce lo dice Kiko, non la Madre del Signore Gesù. Non abbiamo la prova che ciò sia avvenuto. O meglio, che sia avvenuto per davvero e non nella mente di Kiko.
Il fatto poi che tale ispirazione abbia prodotto frutti così nefasti per la Chiesa e per il mondo cattolico, lascia dei ragionevoli dubbi sulla sua autenticità.
Nella sapienza e divina lungimiranza della Madre del Signore era mai possibile che ispirasse una persona che avrebbe successivamente arrecato tanti danni alla Casa di Dio? Non è credibile.
E' impensabile che la Madonna ordinasse di fare comunità ad un personaggio che la comunità cattolica l'ha profondamente divisa e angustiata.
E' impensabile che Ella abbia indicato di fare famiglia "come quella di Nazareth" ad uno che ha predicato e fa predicare l'odio per i genitori e provoca la rottura e separazione delle stesse famiglie.
Dunque, dov'è la verità?
Probabilmente, serviva un motivo forte per legittimare l'azione del Cammino neocatecumenale, e quale motivo poteva essere più forte di una visione ispiratrice della Madonna?
Che tale ispirazione sia un frutto della mente invasata di Kiko Arguello oppure il prodotto di una studiata strategia a tavolino, non cambia il risultato, cioè l'inizio di un movimento che in un quarantennio ha lacerato così duramente la famiglia dei cattolici, lasciando sul terreno contrasti, divisioni, contrapposizioni nelle parrocchie, nelle diocesi e nelle stesse gerarchie vaticane, fino a complicare la stessa azione del Papa.
Altro che fare comunità...

Francesco ha detto...

Nessuno potrà impedire a Benedetto XVI di vedere,udire e parlare(Egli ha già visto e udito tanto anche prima di salire al soglio pontificio,anche se ha parlato pochissimo).

Francesco ha detto...

All'anonimo neocatecumenale che ci ha sfidato a "inventare" qualcosa dopo che saranno stati approvati definitivamente gli statuti....

....anche in quella sede,caro anonimo (se ci si arriverà),non avremo bisogno di inventare nulla per continuare a discutere:basteranno le vostre fantasiose invenzioni(extrastatuto) a fornirci il materiale necessario!!

rs ha detto...

Infatti è davvero pazzesco che un Cammino che ha prodotto tanti guasti alle famiglie e alle persone, abbia l'impudenza di scendere in strada il 12 maggio a dimostrare in favore della famiglia!!
Incredibile questa faccia di bronzo dei capi neocatecumenali!

mic ha detto...

Grazie, Arbiter, delle tue precise analisi e delle tue chiare sintesi. Sono andate ad arricchire il sito nella pagina delle Analisi, che si va arricchendo di titoli e quindi di contenuti...

mic ha detto...

Sempre per Arbiter:
un altro tuo scritto, lo puoi trovare inserito qui

stephanos78 ha detto...

Fratelli. Meditando il Vangelo di questa domenica vorrei chiarire a tutti i fratelli NC che leggono o intervengono una cosa che da come scrivono sembra non emergere dal nostro impegno. Sia per errore nostro che per pregiudizio loro. Le due cose purtroppo spesso si incontrano e i motivi sono comprensibili per tutti noi.

Non facciamo crociate contro qualcosa o qualcuno. Non abbiamo nascosti desideri di egocentrismo o di presunzione di "essere migliori" o di "sostituirci" alla guida della Chiesa. Non odiamo i discepoli del CNC. Non rimproveriamo loro nulla, anche se potremmo farlo in virtù del Sacerdozio Battesimale e del precetto evangelico di Cristo.
Quello che facciamo, cadendo negli umani errori a cui nessuno di noi è esente, Kiko compreso, è un'opera di discernimento. Una ricerca della Verità.
Alcuni di noi sono stati nel CNC e ne sono usciti. ALtri lo conoscono tramite l'esperienza di altri fratelli. Altri per aver in Parrocchi le Comunità. Altri solo per "sentito dire". Altri ancora sanno che esiste ma non gli è mai interessato approfondire.
Insomma, varie esperienze e vari problemi si accavallano. Chi sta in Cammino approda a queste nostre testimonianze principalmente con biasimo perchè le considera "a scatola chiusa" (come feci un tempo anche io) solo ed unicamente frutto di menti malate o di presuntosi arrivisti!
Questa considerazione, da parte di tanti fratelli NC, permette di abbandonarci. Permette di non considerarci o farlo con enorme biasimo. Noi invece chiediamo aiuto a questi fratelli NC e chiediamo comprensione. Chiediamo rispetto e chiediamo misericordia. Chiediamo perdono quando questa Misericordia che invochiamo, noi non la diamo.
Il primo aiuto per noi sarebbe l'ascolto! Poi il discernimento sulla nostra testimonianza insieme alla comprensione.
Il Discernimento, fratelli NC!Il Discernimento è FONDAMENTO del Vangelo! Dopo averci ascoltato siate liberi di crederci o meno. Certo è che una retta coscienza prima di negare una Verità Proclamata la Vaglia. E la vaglia sui fatti!
Il CNC ha prodotto insieme ai frutti, che la realtà dei fatti mostra essere INTERNI ad esso (quindi non universali), anche molti problemi. Questi problemi sono REALI e non immaginari. Derivano da una radice, che è nei Fondatori. Il confronto REALE (non immaginario) con la Fede e la Liturgia della Chiesa mostra due Orientamenti distinti e diversi: quello di Kiko e quello della Chiesa. Questo è evidente fratelli. Quando ero nel CNC mi "auto-tranquillizzavo" convincendomi tutto quello che era "diverso" era stato "approvato" oppure sarebbe stato riportato nella "uguaglianza". Ma la Realtà mi ha mostrato il contrario. Ero fiducioso per il processo che vedevo iniziato negli anni in cui entrai in Cammino ma mi resi conto che era una facciata. Vidi che molto di quello che mi assicuravano era falso. Approfondii perchè ero formato in modo diverso. Dubitai perchè la diversità in un'unica Chiesa non riuscivo a capirla. Anche se fosse stata approvata! I "passaggi" di questo CNC mi sconvolsero, andando avanti. Mi chiesi se quello era Cristo!
Ma tutto questo accade a chi VUOL vedere. A chi DECIDE di non vivere di solo CNC. A chi conosce la Chiesa PRIMA e OLTRE il CNC! Chi vive di solo CNC, come potrà porsi domande? Come potrà conoscere la Chiesa? Soprattutto perchè il CNC viene presentato come Chiesa! A che scopo conoscere la Chiesa de il CNC è Chiesa?
So perfettamente come ci si sente. So perfettamente quali legami affettivi (mentre li condanna per il resto) il CNC crea! So perfettamente che questi si "attivano" quando qualcuno mette in discussione il CNC.
Ma non è proprio mettersi in discussione, rendere ragione della propria Fede con delicatezza, rispondere alle domande (anche quell poste da noi), aprirsi, venire incontro, chiarire, soddisfare la sete di ricerca del Vero.... non è forse questo che il Cristiano è chiamato a fare?
Non è forse rispondendo con Verità che ci si apre all'altro, anche se giudicato indegno, come credete voi per noi? Non è forse rispondendo alla domanda che viene posta con una risposta a quella domanda (e non con un altra domanda o con generiche frasi retoriche) che si chiarisce il problema e si scioglie il nodo???
Fratelli Nc: siete in grado di rispondere alle nostre domande? Potete farlo? Potete rendere ragione della vostra convinzione? Potete dimostrare il nostro errore, che ci contestate? Se potete farlo, FATELO PER IL NOSTRO BENE! Se non potete farlo, APPROFONDITE AFFINCHE' POSSIATE FARLO! Se non volete approfondire ma pensate che pregiudizialmente noi siamo solo materia partorita da Satana, E' INUTILE CHE CI CONSIDERIATE E INUTILI SONO I VOSTRI INTERVENTI CHE ESPRIMONO SOLO QUESTO.
A giudicare i nostri Cuori (e i vostri) c'è il Signore! La vostra buona fede e la nostra! Pensate che vi stia giudicando a mia volta? Di solito è questo che mi viene risposto, quando domando. No. Io Cerco, ma con voi non trovo. Busso, ma molti di voi non aprono. Chiedo, ma molti di voi non danno e non rispondono. Vi incolpo? No. I responsabili sono Tre. Non voi.
Dio vi Benedica.

illusen ha detto...

Giusto per fare l'avvocato del diavolo, e per rispondere a Palma, credo che i nostri sacerdoti diocesani ( non appartenenti a nessun ordine religioso ) siano SOLI nelle loro parrocchie ad affrontare la scristianizzazione che avanza.
Parlo solo per la realtà che conosco direttamente: il parroco, anche non neocat, vede alle celebrazioni del sabato tanti bambini e giovani, mentre una buona parte dei figli dei 'cristiani della domenica' entra in crisi dopo la cresima.
anche se la predicazione sulla penitenza è eretica, ogni due mesi c'è una penitenziale neocat e un certo numero di confessioni.
Una parrocchia che abbia il cammino ha una buona percentuale di battesimi e prime comunioni.
Per tanti sacerdoti il problema della liturgia, la comunione in piedi o seduti non è così fondamentale se messo a confronto con una vita di fede, la disponibilità ad avere figli, ecc.
il cammino rappresenta la realizzazione pratica dei valori cristiani, soprattutto in campo morale, predicati dalla nostra chiesa.
Quando ieri ho scritto che la chiesa non ha gli strumenti per valutare la pericolosità del cammino intendevo proprio questo :
-nessuno mi verrà mai a chiedere cosa penso della confessione o degli scrutini,
l'importante è che mi confessi
-nessuno valuterà se mi sono preparata degnamente a ricevere il Corpo di Cristo
l'importante è che io faccia la Comunione

-tutti i problemi di nevrosi, psicofarmaci, attacchi di panico, che sono comunque molto diffusi nella nostra società, sono facilmente attribuibili a un carattere ansioso e non a una terribile predicazione, che manipola la realtà

- le divisioni in parrochia ci sono sempre state, anche dove non c'è il cammino: chi si prende la briga di valutare la gravità di queste spaccature?.

Per questo per adesso non possiamo far altro che affidare questi problemi e contraddizioni alla preghiera e alla intercessione della Beata Vergine.
poi dopo giugno non perderei la speranza di poter far girare qualcosa di scritto, qualche tesi di laurea su questi argomenti: dovrei avere qualcosa scritto a più mani al tempo in cui credevo ancora al cammino, ma in cui già emergevano varie contraddizioni.
Ave Maria.

mic ha detto...

Grazie Illusen!
Ave Maria

montmirail ha detto...

Circa il messaggio che richiamava
l'intervento di Gufo su altro forum

Non è esatto dire che la chiesa ha parlato
solo contro i Dico e "i nemici omosessuali".
Mons.Maggiolini per esempio, citando un
articolo di Ilaria Nava su Avvenire, ha
evidenziato proprio lo svantaggio fiscale che
una coppia sposata ha rispetto a una
convivente:

http://www.avvenireonline.it/Famiglia/
Documenti+e+Rapporti/20070427.htm

Inutile nascondersi che sono in molti ad
aspettarsi che questo appuntamento fallisca.
Credo che nell'atteggiamento di freddezza di
alcuni settori cattolici, ferma restando la
libertà di scelta, vi sia un'analisi
abbastanza superficiale della posta in gioco.
Affermare che una realtà vale l'altra
equivale ad ammettere implicitamente la
possibilità di legiferare su tutto, avendo
sufficiente consenso. E' il rischio che
ha paventato il presidente della Cei
suscitando le note reazioni. Lo stesso tipo
di considerazioni emerse con la legge 40.
Certo , esiste il rischio che l'evento venga
traformato in uno spot per chi sappiamo
(basta leggere il comunicato inviato ala CEI)
ma lasciare il campo alla solita pattuglia
agguerrita e fuori dalla storia che domina
il mondo dei media mi sembra un regalo
troppo grande.

felice ha detto...

martedì prox iniziano le catechesi al mio paese... per fare la solita pubblicità, questa mattina il mio padre spirituale è stato spodestato dal celebrare la messa delle 11, e si sono impadroniti di quell'oretta facendo un'omelia e dando testimonianze in kiko's style facendosi aiutare da discorsetti catechetici imparati a memoria... il mio padre spirituale se n'è andato a testa in giù, ma inkazzato kome una bestia, a celebrare direttamente in parrocchia. dato ke io a questo sacerdote voglio un bene dell'anima, oggi pomeriggio quei disgraziati me ne dovranno rendere conto... e sul serio stavolta...

viator ha detto...

quello che dice Felice dimostra che nessuno "stop" è intervenuto. D'altronde, si sta temporeggiando e, intanto, il male dilaga...

Nessuna notizia da S. Giovanni in Laterano?

Carlos ha detto...

Dalla testimonianza di Augusto Faustini:

"...Uno dei Capi più potenti fra i NC, l’Avv. Franco Voltaggio, dopo aver promesso a diversi Vescovi che per salvare un matrimonio avrebbero volentieri rimandato a casa il coniuge da loro eccessivamente "entusiasmato", in seguito, ha dato prova evidente che ciò che diceva era falso. Infatti, quando uno dei due coniugi è stato reso fanaticamente schiavo della loro organizzazione (cosa che accade più spesso di quanto non si creda), arrivano persino a farli vivere separati a vita (divorzio di fatto) se l’altro coniuge non apprezza la "Comunità". Questo è successo anche a me. Il 27 aprile 1992, alle ore 17, nella Chiesa di San Leonardo Murialdo (ex San Tito) in via Pincherle (traversa di via Marconi, zona Roma Sud), l’allora parroco P. Domenico Paiusco, mi ordinò di vivere il resto dei miei giorni lontano da casa mia, dai miei figli e da mia moglie, perché con la mia opposizione all’organizzazione neocatecumenale m’ero messo contro la Chiesa Cattolica. La decisione era stata presa dai ‘massimi catechisti’ della diocesi di Roma ed era irrevocabile. Feci presente che il mio (e suo) Vescovo lo aveva pregato di fare il contrario. Lui però dichiarò d’obbedire solo alla sua coscienza (ma in realtà obbediva ai dirigenti NC). Nessuno ebbe allora il coraggio d’opporsi a tale decisione: né mia moglie, né i miei figli, né Mons. Riva, che era allora il Vescovo del nostro settore.
... "

Viator ha detto...

Dal forum spagnolo "Antikikos"

"Hola familia antikika!!!!Hoy me enterado que el dia 10 Kiko irá a la universidad de madrid a dar una charla de las suyas...Habia pensado...si hubiera varios antikikos de madrid disponibles...en ir a manifestar nuestra opinión....hay gente de Madrid disponible?"

viator ha detto...

Mic, cancellerei il messaggio di Carlos: era cosa nota; ma mi sembra il caso di sorvolare oggi...

viator ha detto...

Sempre dal Forum spagnolo (mi sembra comprensibile). Lo aveva già detto Mic in un'altra pagina, ma dovrà pur significare qualcosa il fatto che dicono le stesse cose che diciamo noi!

"Grito desde la impotencia, ¿cómo puede permitir la Iglesia todo lo que está pasando?. La Iglesia tiene que velar y proteger a los que estamos dentro. ¿Cómo se puede permitir que se destruyan familias: que inciten y ordenen la separación de hecho de los matrimonios (siendo los dos católicos) por el hecho de que uno de ellos no acepte las comunidades, cómo permite que un grupo incite a los padres a que no se hablen con los hijos (que no estén presente en las enfermedades de éstos, ni conozcan a sus nietos como el caso que de la sevillana de San Gonzalo y tantos otros), cómo es posible que se permita utilizar el nombre de Dios en una parroquia para hacerse con el dinero de ancianas pensionistas para comprarse una chaqueta supercara y que vivan opíparamente con el dinero de los débiles?. ¿Es esa, acaso, la doctrina y el Evangelio de Jesucristo?. Y quedan impunes y nadie les dice nada, y la Iglesia ¿por qué permite esto?, ¿no se les dice nada?. Me ESCANDALIZAN. "

felice ha detto...

caro viator, voglio puntualizzare per l'ennesima volta che i NC della nostra diocesi dovevano essere le stars della veglia pasquale in cattedrale con il vescovo... quindi, kome dici tu, nn è intervenuto nessuno stop...

Che poi hanno fatto al veglia al ristorante con la piscina mobile...................................

montmirail ha detto...

Per alessandro

Il discorso dell'anonimato mi sembra
abbastanza pretestuoso. Ci si confronta
sulla base di riscontri ed esperienze
che si è in grado di evidenziare.
Ci sono ragioni di opportunità anche
verso le persone coinvolte dal momento
che non sono esse in sè a rappresentare
un problema ma determinati contenuti
che più o meno consapevolmente
vengono diffusi. Personalmente sono
entrato a contatto con una catechesi
NC in ambito non espressamente di culto
e mai si è avuta l'accortezza di
dichiarare sin dall'inizio che di tale
cammino si trattasse. Sin dall'inizio
sentivo che c'era qualcosa che non
andava, a volte il contrasto con ciò che
conoscevo come insegnamento ricevuto
era enorme , altre volte non riuscivo
a focalizzare i punti. Ci sono stati
momenti d'angoscia perchè realizzavo
che secondo un certo discorso sarebbe
diventato pesantissimo seguire
l'ideale cristiano pur con le proprie
debolezze. Finchè, uscì fuori un nome
citato come "un grande maestro" che
mi permise di collegare quel percorso
così "particolare" all'ambito NC.
Allora capii che la questione era molto
profonda ed ampia. Improvvisamente
molti discorsi trovavano perfetta
rispondenza in una visione che è
chiaramente ebraico-protestante.
Poi la questione è esplosa fino al
più alto grado. Ci sono state encicliche,
lettere aperte, richiami ufficiali ,
fino alla citazione esplicita del
Santo Padre. Se c'è una forma di
riservatezza è anzitutto per rispetto
della Chiesa in sè , della figura del
sacerdote che in ogni caso offre la
vita per amore di Dio e dei fratelli.
Ciò non toglie che di arbitrarie
interpretazioni si possa e si debba
dare notizia con la massima serenità.

felice ha detto...

"Diamo la parola ad una signora del Cammino Neocatecumenale"

"Salve a tutti sono R., sono sposata, ho tre figli e 9 NIPOTI (particolare esaltato nella pronunzia) e faccio parte del cammino neocatecumenale. se avete un figlio che si droga o siete sofferenti di qualche malattia, venite da noi che risolveremo il vostro problema perchè è Cristo che vi chiama..."

Cioè ditemi voi: sono parole di una persona normale?

stephanos78 ha detto...

Caro Felice. Sono parole di una persona che, formata dal CNC, conosce e pratica solo quello e lo reputa davvero unica grande chance di salvezza.
La malafede non è generalizzata e un buon risultato, anzi migliore, si ottiene con l'adesione sincera e generosa e questo accade per i più nel CNC.
La soluzione per queste persone, che ripetono un copione troppe volte già scritto, sta nei famosi Tre! Anzi Due!
Solo se diranno una parola nella direzione del cambiamento radicale (ovvero l'annullamento del CNC!) allora verranno pedissequamente seguiti. Altrimenti nisba.

Madame Royal ha detto...

Per Montmirail:

"Finchè, uscì fuori un nome
citato come "un grande maestro" che mi permise di collegare quel percorso così "particolare" all'ambito NC.
Allora capii che la questione era molto profonda ed ampia. Improvvisamente molti discorsi trovavano perfetta rispondenza in una visione che è chiaramente ebraico-protestante."

Il tuo discorso è interessante. Potresti essere più esplicito per favore?

montmirail ha detto...

Per Madame Royal

Per quanto detto non lo ritengo
opportuno in questa sede. Credo
tra l'altro che non sia più tra
noi. Per quanto mi riguarda
considero quel frangente una grazia.
Con questo non voglio dire che per
alcuni il CNC non sia utile, resta
a mio modesto avviso problematico
sotto certi aspetti.

felice ha detto...

le parole dette stamattina dai NC al mio padre spirituale:

"Vattene a celebrare in parrocchia che qui dobbiamo celebrare noi"

Questa sarebbe la domenica al mese di Arinze? A parte che è la prima domenica che li vedo partecipare, tra l'altro pure per uno scopo ben preciso: promuovere le catechesi...

Madame Royal ha detto...

" (il CNC) resta a mio modesto avviso problematico sotto certi aspetti. "
??? sotto certi aspetti soltanto???

Marianna sfc ha detto...

Caro Felice,
una cosa analoga è accaduta questo sabato nella mia parrocchia: con la scusa della domenica al mese stanno neocatecumenizzando anche le altre messe. Risultato: defenestrati i lettori abituali, invasione di canti chitarre e percussioni varie... Una mia amica dice: "io mi sono stufata non vengo più"... il problema è che noi siamo costretti a gettare la spugna perché non ci ascolta nessuno e loro vanno avanti come bulldozer!

Francesco ha detto...

LA REDDITIONE DEL CAVALIERE PIPIA

In occasione della Redditione nella chiesa principale della città il Cavalier Giovanni Pipìa,supercatequista dell’entroterra siculo,non si sa come, è riuscito a far arrivare come testimonial Dina Grilli,la celebre peccatrice abruzzese neocat, accolta con tutti gli onori e condotta personalmente sull’altare,ai microfoni collegati con le trombe sparate sulla piazza .

Foltissima la presenza di fedeli comuni,al 90 cristiani del mercoledì. Tra loro visibile per la sua mole,in fondo a destra anche Nunziatina Scuncia ex cimice neocat.

Dopo la Redditione di due emaciate cimici,che hanno illustrato garbatamente gli sfasci avvenuti nelle loro famiglie per colpa loro da quando hanno preso l’abitudine di suonare le chitarre e che hanno dichiarato il loro entusiasmo per il prossimo evento di Roma ,dove andranno a difendere l’istituzione famiglia, è stata la volta di Dina,che si è avvicinata pudica al microfono con occhi bassi,grande fazzolettone sul capo e tunica lunga e larga scura che copriva tutte le sue fattezze.

Ha iniziato il suo dire raccontando alcuni peccatucci veniali con voce sommessa,tanto che quasi da fuori della chiesa era pressoché impossibile percepirne il significato.

Ha continuato,alzando un po’ il volume della voce,raccontando dei suoi peccati medio-veniali commessi durante una sua tournèe a Roma:stavolta le sue parole,forti e chiare,erano amplificate alla perfezione all’esterno, riempiendo d’orgoglio il cavaliere Pipìa che con espressione studiata accanto a Dina sembrava voler dire “Vedete come noi cimici neocat sappiamo ben autoaccusarci…?”

Poi,in un attimo,Dina,urlando all’impazzata,ha fatto cadere il lungo camicione che la ricopriva da collo a piedi,restando in esile sottoveste ed ha iniziato a indicarse sulle sue carni i “luoghi” dei suoi peccati,continuando in un torrente di autoaccuse.

Lo scalpiccio che ne è seguito in chiesa ,provocato dai cristiani del mercoledì che in tutta fretta abbandonavano scandalizzati il sacro luogo,non è riuscito affatto a coprire le parole di Dina,che continuava come un fiume in piena la sua autoaccusa,ma non ha coperto nemmeno l’urlo di Nunziatina Scuncia che prima di imboccare la porta d’uscita a sua volta a urlato all’indirizzo del Cavaliere Pipìa:

“Ma d’unni cumpariu ccà ssà b…….???” (Ma da dove è sbucata qui codesta b……n.d.r.).

La pulce ha detto...

.........:-)) Caro Francesco,quel che è fatto è reso....una volta già tu ti sei firmato al posto mio.
Stavolta sono io ad apporre la tua firma al posto mio....
:-))))))))))))))))))))))

felice ha detto...

mi sono innamorato di Dina Grilli!!!

mic ha detto...

Resoconto di una celebrazione neocatecumenale di oggi pomeriggio (convivenza per uno dei primi passaggi, se non il primo):

"Il sacerdote ha frazionato in tantissime parti una mega ostia
Poi ha dato a ciascuno di loro una frazione
sono tutti rimasti seduti con l'ostia in mano;
subito dopo e' iniziato un canto ritmato da quella specie di strumento che sembra un tamburello con dei sonagli...
ma la cosa piu' assurda e' che non c'e' stato il tempo per il ringraziamento perche' si sono tutti messi a cantare a scuarciagola
il tutto si e' concluso con un applauso "

L'unico cambiamento introdotto è qello dell'intinzione, anziché del passarsi il calice di mano in mano; ma erano rigorosamente seduti a 'mensa' e, magari, la variante introdotta serve da specchietto per le allodole per dire che qualcosa è cambiato...
ma il problema serio non è tanto la 'forma', quanto la teologia che c'è dietro... e tutto il resto, dove lo mettiamo?

mic ha detto...

"Ciò non toglie che di arbitrarie
interpretazioni si possa e si debba
dare notizia con la massima serenità."

Hai presente la 'serenità' di Ireneo di Lione? Lungi da me ogni paragone con questo Padre della Chiesa; ma ci sono cose e situazioni che non possono non suscitare una 'sana' indignazione!!!!

Francesco ha detto...

Grazsie,Pulce....è un onore per me!
Mi scuso ancora se ho osato il plagio,ma sai...chi parla dello zoppo.....

Arbiter ha detto...

Ipotesi di speranza del popolo dei credenti nei cinque Continenti:

Congregatio de Cultu Divino et Disciplina Sacramentorum
Congregatio pro Doctrina Fidei

Prot. 123

Dalla Città del Vaticano, 1 luglio 2007

Egregi Signor Kiko Argüello, Sig.na Carmen Hernandez e Rev.do Padre Mario Pezzi,

a seguito della approfondita disamina che le Congregazioni per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti, per la Dottrina della Fede, nonchè il Pontificio Consiglio dei Laici, hanno svolto in merito alle catechesi e allo statuto del Cammino Neocatecumenale, al completamento del periodo di approvazione ad experimentum sono a comunicarVi le decisioni del Santo Padre.


1. Pur riconoscendosi la validità dell'azione apostolica e dell'esperienza di fede nel Cammino neocatecumenale, le catechesi denominate "orientamenti alle equipes dei catechisti" e lo Statuto risultano pervase da una molteplicità di difformità dottrinali e liturgiche, rispetto al Catechismo ed alla Liturgia della Chiesa Cattolica, tali da non risultare bastevoli interventi di correzione e rettifica specifici. Conseguenzialmente, le catechesi menzionate e lo Statuto del Cammino devono ritenersi insanabilmente difformi dalla dottrina della Chiesa e pertanto integralmente respinte.

2. Si concede al Cammino neocatecumenale un periodo ulteriore di anni due per la elaborazione e la presentazione alle Congregazioni pontificie di nuove catechesi e di un nuovo statuto, i quali dovranno essere in ogni loro parte conformi alla dottrina ed alla liturgia ufficiale della Chiesa cattolica.

3. Nelle more dell'esame dei nuovi testi, il Cammino neocatecumenale manterrà l'attuale status di iniziazione ad un percorso di fede all'interno della Chiesa cattolica. Contestualmente, saranno strettamente osservate le catechesi ufficiali della Chiesa e le prassi liturgiche in vigore, in particolare esposte nell'Istruzione "Redemptionis Sacramentum" . Non saranno ammesse variazioni di sorta a tali disposizioni, ne introduzioni di elementi o rituali che non siano quelli adottati dalla Chiesa cattolica.

4. Sono annullate le variazioni di funzioni e di ruoli all'interno delle diocesi e delle rispettive parrocchie. Le comunità locali del Cammino neocatecumenale sono sottoposte al coordinamento dei parroci, i quali provvederanno alla loro armoniosa integrazione nelle attività catechetiche e pastorali, previa approvazione del vescovo diocesano.

5. Sono sottoposti a riorganizzazione funzionale i centri Redemptoris Mater. Gli attuali rettori rimarranno in servizio fino all'avvicendamento con nuovi responsabili nominati direttamente dalla Pontificia Segreteria. Con il rinnovamento della gestione saranno consegnati i piani di riassetto dei centri ed i nuovi programmi formativi per il clero.

6. E' istituita la figura pastorale del Consigliere diocesano. Ad essa spetta la funzione di controllo sulla corretta osservanza delle prassi pastorali e liturgiche nelle parrocchie, in sintonia con il Vescovo della diocesi. Semestralmente, il Consigliere redigerà relazioni, vistate dal Vescovo, sull'andamento delle attività, da inviare alle Congregazioni pontificie.

Riconoscenti al Signore per i frutti di bene elargiti alla Chiesa mediante le molteplici attività del Cammino Neocatecumenale, cogliamo l’occasione per porgere distinti saluti.

Francis Card. Arinze
William Joseph Card. Levada
Prefetti

felice ha detto...

mi fai prendere un colpo........ meno male ke la data è del 1 luglio 07

viator ha detto...

"4. Sono annullate le variazioni di funzioni e di ruoli all'interno delle diocesi e delle rispettive parrocchie. Le comunità locali del Cammino neocatecumenale sono sottoposte al coordinamento dei parroci, i quali provvederanno alla loro armoniosa integrazione nelle attività catechetiche e pastorali, previa approvazione del vescovo diocesano. "

Va bene che restano ferme tutte le altre affermazioni, ma nel caso, non infrequente, di vescovo e parroco NC, non si corre il rischio di neocatecumenizzare le parrocchie?

Vedo prefigurata una possibile cattolicizzazione del cammino; saranno disposti a cambiarne il volto fino a questo punto?

E, poi, la lettera è il sogno di una notte di mezza primavera o è vera?

Anonimo ha detto...

Bè, non è certo un documento vero,a cominciare dalla data!
Si tratta evidentemente di un messaggio in bottiglia o come si scrive all'inizio un'ipotesi di speranza.
E' quel che tutti vorremmo veder realizzato tra qualche mese, e dice bene, non solo in Italia ma nel resto del mondo: questo Cammino ha provocato guai dappertutto un pò ovunque e si attende con ansia l'esito dell'esame dei loro testi. Viator manifesta delle
perplessità se parroco e vescovo appartengono al Cammino, e ciò è vero.
Una risposta a tale preoccupazione potrebbe essere l'istituzione dei consiglieri diocesani, proposta in questa "lettera", con incarico di relazionare alle Congregazioni.
Potrebbe essere una figura super partes con un compito di vigilanza e di controllo delle attività svolte.

by Tripudio ha detto...

Bellissima la lettera del 1' luglio 2007.

Ah, se fosse vera...!

Però, mi dispiace non averla compilata io. È semplicemente perfetta!

Anonimo ha detto...

Messaggio per Marianna SFC

Cara Marianna SFC, evidentemente ignori che:
1) Se chiedono alle comunità che partecipano alla messa parrocchiale, in obbedienza al Papa, di leggere le letture evidentemente è perchè i lettori abituali non è che sono defenestrati è che non sanno cosa sia saper proclamare, del resto il precedente parroco non voleva che leggessero i ragazzini alla loro messa, ma non è che gli adulti sono molto meglio, anche perchè non sono lettori istituiti, quindi...
2) Non è che la gente va via perchè cacciata, altrimenti devo pensare che fino ad ora non hanno mai incontrato Gesù Cristo se subito scappano per qualche canto non rispondente al loro canone, ma forse vanno via perchè se entri nel loro feudo ti sei "cotto" due uova, allora scrivono al vescovo e al parroco ricoprendoli di insulti,
3)Se parli di sabato mattina dovresti sapere che c'erano le prime comunioni, ora, visto che oltre al cn pochi danno la loro disponibilità per i servizi in parrocchia, è naturale che ad animare la messa fossero i catechisti, invece di dire inesattezze offriti come volontaria, fai il catechismo ai bambini, così invece di dire che ti cacciano ci vai tu ad animare la messa, così lavorerai per la vigna del Signore e non per la vigna dei tenutari di questo blog, chiediti: loro cosa ci guadagnano a spargere tutta questa zizzagna?
Infine, ti invito ad avere quella onestà intellettuale che non si riesce ad evincere dal tuo scritto, fai tu il primo passo, fatti promotrice dell'organizzazione di una bella festa nel teatro parrocchiale in onore di tutte le realtà parrocchiali, invita tutti dicendo: cancelliamo il passato, non scriviamo più inesattezze su blog faziosi e rispondenti al 10% della realtà, insomma, fai la cristiana, forse raccoglierai di più del fare Pasquino.
La apce

Anonimo ha detto...

Una postilla alla lettera del I luglio 2007....

- la Domus Galilaeae viene passata in comodato per 99 anni agli ordinari di Terra Santa,talchè ne possano disporre secondo le loro esigenze ed anche per accogliere i pellegrini indigenti che arrivano in visita senza distinzione alcuna tra quelli aderenti al cosiddetto Cammino Neocatecumenale e quelli non aderenti ad esso.

Anonimo ha detto...

Da Anonimo ad anonimo.
Se ritieni questo blog fazioso e le lagnanze riportate vere solo al 10 %, significa che vivi sulla luna, ignori tutto del "tuo" Cammino e ne hai solo l'immagine che fa comodo a te o che ti sei fatta nella tua piccola esperienza.
A sentirti parlare, non c'è violazione della dottrina, non c'è alterazione della liturgia, non c'è predicazione aberrante nè plagio della gente negli scrutini. Niente, o al massimo un dieci per cento.
Ti consiglio di documentarti senza paraocchi, se ci riesci e senza negare a te stesso i guasti veri e documentati che ha portato il Cammino alla vita della Chiesa, che non sono certo inventati da questo blog.
La pace, certo, ma con coscienza e non nell'ignoranza.

exneocat ha detto...

Visto che tu non sei fazioso come i tenutari di questo blog offriti tu per riconciliare tutte le realta'parrocchiali se realmente ti stanno a cuore anche quelli che in quella realta' si trovano a disagio.La pace sia con te fratello

felice ha detto...

certo, uno per leggere le letture deve essere laureato in lettere e filosofia e teologia (kikiana o cattolica?), mica tutti lo possono fare.......... servono minimo 10 anni di Cammino...

Anonimo ha detto...

No caro Felice, bisogna solo saper proclamare, lo dicono in Vicariato sai? Sei mai stato a qualche riunione dell'Ufficio Liturgico?
Dimenticavo, parlate a piena bocca di eresia, pensa un po', a Welby non hanno concesso le esequie religiose mentre a Voltaggio lo hanno accolto nella cattedrale di Roma, non nella cattedrale di qualche paesino sperduto ma prorpio lì, dove ne ha preso possesso due anni fa il successore di Pietro, questa pazza, pazza Chiesa......

Anonimo ha detto...

Welby e Voltaggio, due casi gestiti con esagerazione, per opposti motivi.
Anche in presenza di un agnostico o ateo, non bisogna mai perdere il senso della pietà e della compassione che ci ha insegnato Cristo, dal momento che il familiare del defunto chiedeva le esequie religiose.
Quanto a Voltaggio, lì non ha prevalso la Chiesa del buon senso ma semplicemente un gruppo potente che appoggia apertamente il Cammino, al punto da far elevare un suo responsabile allo stesso rango di un segretario di stato vaticano. Anche qui un'autentica esagerazione, quasi una prova di forza servendosi delle spoglie di un povero defunto.

Anonimo ha detto...

Quindi mi stai dicendo che il Cardinale ha gestito male la faccenda Welby, fammi capire, uno che manifestamente asserisce di non credere, solo perchè un suo familiare, peraltro schierato dalla parte di Welby, non mi risulta che qualcuno ha cercato di persuaderlo o ne ha preso le distanze chiede le esequie religiose, per folklore devono essere comcesse, mi sembri un tantino filo relativista, come direbbe il Santo Padre, mentre sono curioso di conoscere questi oscuri poteri che hanno portato alle esequie in cattedrale, forse leggi troppi libri sul codice da vinci

felice ha detto...

cavolo... allora al mio paese sono tutti proclamatori... minkia, pure io sono proclamatore... iuhhhhhhhhhiuuuuuuhhhhhhhh!!!!!!

Anonimo ha detto...

Sono gli stessi poteri che di Pinochet ne hanno fatto una brava persona.

Anonimo ha detto...

Caro felice, sicuramente sei un proclamatore di un linguaggio poco ortodosso, comunque se fai dell'ironia, pace all'anima tua

Anonimo ha detto...

Evidentemente, non hai letto bene il mio post, perciò ti ripeto il concetto: si trattava di una questione di pietas, non di folclore.
Non ho letto il Codice da Vinci, e comunque mi hanno detto che non è un granchè neppure dal lato letterario, a parte le sciocchezze in esso profuse.
Quanto al caso Voltaggio, più che oscuro, un evidente intervento della lobby pro Cammino in Vaticano. Il motivo? Magari una banale questione di immagine e di marketing del Cammino stesso, strumentalizzando la morte di un proprio funzionario. Tutto quà.

Anonimo ha detto...

Non solo sei relativista ma pure cattocomunista, ora cosa c'entra Pinochet?
Se ti sembra un parallelo opportuno...?!?

Anonimo ha detto...

Perchè parli di pietas attribuendogli un significato fuorviante, lui non ci credeva, ha manifestamente detto: fate una legge che favorisca l'eutanasia, non ascoltate la chiesa, quella stessa chiesa che avrebbe dovuto celebrare i funerali, mi domando: che senso avrebbe avuto? lui non la voleva quella pietas, anzi ha pubblicamente rinnegato la dottrina della chiesa, poi se nell'ultimo combattimento tra la vita e la morte si è ravveduto questo lo sa solo Dio, e Dio sicuramente nella sua immensa pietas lo avrà accolto tre le sue braccia svelandogli dove il povero Welby toppava, ma questo è un altro discorso...

Anonimo ha detto...

infami......come vi permettete di paragonare il caso welby con il funerale di Franco????????
questo si faxa tutto a Mons. ieci, visto che l'altro giorno c'era pure lui

Anonimo ha detto...

D

mic ha detto...

chiudetela con la faccenda Welby e compagnia perché non ha nulla a che fare con il nostro discorso e serve solo a dare spunto di polemica inutile e pretestuosa!

Anonimo ha detto...

Chiudetela perchè altrimenti si capisce cosa veramente pensate e cosa credete? Mi sa che anche voi, come noi del resto per carità, avete le idee un po' confuse sai? Non siete poi così ortodossi, anzi, mi sono bastate due rispostine per capire che la dottrina sociale della chiesa non l'avete ancora comprata, c'è il compendio che è economico, compratelo e leggetelo

alias ha detto...

Ma Nostro Signore ha steso la sua mano misericordiosa anche verso chi lo rinnegava.
E sulla Terra la Chiesa è erede di Cristo e del Suo insegnamento.
Caro anonimo, hai dimenticato gli insegnamenti del Vangelo?
A già, dimenticavo: voi vi formate su quello di Kiko.
E' vero, comunque, che la misericordia non trova cittadinanza nel mondo logico e coerente di oggi.

Anonimo ha detto...

che preti imbecilli che siete

Anonimo ha detto...

Ma scusate, cos'è per voi un funerale cristiano? Lo celebriamo e poffete, l'apostata si rinsavisce?
Allora le parole evangeliche del fico sono in contrasto con le tue parole, caro alias, se non dai frutto... E per favore, frequento la chiesa da troppi anni per non sapere comme la pensano i preti proprio sulla carità, anche materiale, non nascondiamoci dietro ad un dito.
Non mettere in mezzo Kiko e altri stai parlando con me non con lui

Anonimo ha detto...

l'apostata sei tu che pensi di essere più intelligente della Chiesa esprimento GIUDIZI per la tua edificazione personale, con la speranza di diventare importante.......visto che non sopporti che un laico abbia più voce in capitolo di te dal Papa.....no?????

Anonimo ha detto...

PARTE SECONDA
LA CELEBRAZIONE DEL MISTERO CRISTIANO

SEZIONE SECONDA
«I SETTE SACRAMENTI DELLA CHIESA»

CAPITOLO QUARTO
LE ALTRE CELEBRAZIONI LITURGICHE

ARTICOLO 2
LE ESEQUIE CRISTIANE

1680 Tutti i sacramenti, e principalmente quelli dell'iniziazione cristiana, hanno per scopo l'ultima pasqua del figlio di Dio, quella che, attraverso la morte, lo introduce nella vita del Regno. Allora si compie ciò che confessa nella fede e nella speranza: « Aspetto la risurrezione dei morti e la vita del mondo che verrà ». 339

I. L'ultima pasqua del cristiano

1681 Il senso cristiano della morte si manifesta alla luce del mistero pasquale della morte e della risurrezione di Cristo, nel quale riposa la nostra unica speranza. Il cristiano che muore in Cristo Gesù va in esilio dal corpo per abitare presso il Signore. 340

1682 Il giorno della morte inaugura per il cristiano, al termine della sua vita sacramentale, il compimento della sua nuova nascita cominciata con il Battesimo, la « somiglianza » definitiva all'« immagine del Figlio » conferita dall'unzione dello Spirito Santo e la partecipazione al banchetto del Regno anticipato nell'Eucaristia, anche se, per rivestire l'abito nuziale, ha ancora bisogno di ulteriori purificazioni.

1683 La Chiesa che, come Madre, ha portato sacramentalmente nel suo seno il cristiano durante il suo pellegrinaggio terreno, lo accompagna al termine del suo cammino per rimetterlo « nelle mani del Padre ». Essa offre al Padre, in Cristo, il figlio della sua grazia e, nella speranza, consegna alla terra il seme del corpo che risusciterà nella gloria. 341 Questa offerta è celebrata in pienezza nel sacrificio eucaristico; le benedizioni che precedono e che seguono sono dei sacramentali.

II. La celebrazione delle esequie

1684 Le esequie cristiane sono una celebrazione liturgica della Chiesa. Il ministero della Chiesa in questo caso mira ad esprimere la comunione efficace con il defunto come pure a rendere partecipe la sua comunità riunita per le esequie e ad annunciarle la vita eterna.

1685 I differenti riti delle esequie esprimono il carattere pasquale della morte cristiana, e rispondono alle situazioni e alle tradizioni delle singole regioni, anche quanto al colore liturgico. 342

1686 Il Rito delle esequie della liturgia romana propone tre tipi di celebrazione delle esequie, corrispondenti ai tre luoghi del suo svolgimento (la casa, la chiesa, il cimitero), e secondo l'importanza che vi attribuiscono la famiglia, le consuetudini locali, la cultura e la pietà popolare. Questo svolgimento è del resto comune a tutte le tradizioni liturgiche e comprende quattro momenti principali:

1687 L'accoglienza della comunità. Un saluto di fede apre la celebrazione. I parenti del defunto sono accolti con una parola di « conforto » (nel senso del Nuovo Testamento: la forza dello Spirito Santo nella speranza 343). La comunità che si raduna in preghiera attende anche « parole di vita eterna ». La morte di un membro della comunità (o il giorno anniversario, il settimo o il trigesimo giorno) è un evento che deve far superare le prospettive di « questo mondo » e attirare i fedeli nelle autentiche prospettive della fede nel Cristo risorto.

1688 La liturgia della Parola, durante le esequie, esige una preparazione tanto più attenta in quanto l'assemblea presente in quel momento può comprendere fedeli poco assidui alla liturgia e amici del defunto che non sono cristiani. L'omelia, in particolare, deve evitare la forma e lo stile di un elogio funebre 344 e illuminare il mistero della morte cristiana alla luce di Cristo risorto.

1689 Il sacrificio eucaristico. Quando la celebrazione ha luogo in chiesa, l'Eucaristia è il cuore della realtà pasquale della morte cristiana. 345 È allora che la Chiesa esprime la sua comunione efficace con il defunto: offrendo al Padre, nello Spirito Santo, il sacrificio della morte e della risurrezione di Cristo, gli chiede che il suo figlio sia purificato dai suoi peccati e dalle loro conseguenze e che sia ammesso alla pienezza pasquale della mensa del Regno. 346 È attraverso l'Eucaristia così celebrata che la comunità dei fedeli, specialmente la famiglia del defunto, impara a vivere in comunione con colui che « si è addormentato nel Signore », comunicando al corpo di Cristo di cui egli è membro vivente, e pregando poi per lui e con lui.

1690 L'addio (« a-Dio ») al defunto è la sua « raccomandazione a Dio » da parte della Chiesa. È « l'ultimo saluto rivolto dalla comunità cristiana a un suo membro, prima che il corpo sia portato alla sepoltura ». 347 La tradizione bizantina lo esprime con il bacio di addio al defunto:

Con questo saluto finale « si canta per la sua dipartita da questa vita e la sua separazione, ma anche perché esiste una comunione e una riunione. Infatti, morti, non siamo affatto separati gli uni dagli altri, poiché noi tutti percorriamo la medesima strada e ci ritroveremo nel medesimo luogo. Non saremo mai separati, perché vivremo per Cristo, e ora siamo uniti a Cristo, andando incontro a lui [...] saremo tutti insieme in Cristo ». 348

Questo è il Catechismo della Chiesa Cattolica, finalmente lo puoi leggere caro alias vedi il 1684!!!

mic ha detto...

Dal prossimo post cancellerò tutti i messaggi anonimi, perché il dialogo tra anonimi mi sembra assurdo oltre a creare confusione inoltre chi non fa neppure lo sforzo perdarsi un nick e dare continuità al suo discorso non merita attenzione

Anonimo ha detto...

bravo...cancella pure questo STRONZO

Anonimo ha detto...

Se non sei in grado di parlare con la gente se non offendendola, capisco di che pasta sei fatto, ora vatti a battere il petto in chiesa, ma prima vorrei che chi gestisce questo sito prenda le distanze da te altrimenti non siete assolutamente seri.
Filippo

Anonimo ha detto...

messaggio di newgold69

secondo me, i neocat che scrivono su questo blog, come del resto tutti gli altri, sopratutto quelli che conosco io, sono talmente pieni di sfrontatezza, di volgarità, di mancanza di rispetto e carità cristiana che non possono impararla se non dal loro fondatore, così privo di ogni buon senso, da costruire una chiesa antagonista alla vera chiesa.

scommetto che se mandiamo all'indietro le registrazioni delle catechesi di kiko, vengono fuori messaggi criptici contro la chiesa e carichi dell'aggressività che abbiamo potuto leggere negli ultimi post. :-) come il rock satanico anni '70

Anonimo ha detto...

Un momento sono stato io ad essere attaccato e insultato e ho risposto con il mio nome all'ultimo intervento perchè non avete cancellato quel villano delle 16:31?
Filippo

viator ha detto...

Mi è piaciuta la "postilla alla lettera del I luglio 2007...."

- la Domus Galilaeae viene passata in comodato per 99 anni agli ordinari di Terra Santa,talchè ne possano disporre secondo le loro esigenze ed anche per accogliere i pellegrini indigenti che arrivano in visita senza distinzione alcuna tra quelli aderenti al cosiddetto Cammino Neocatecumenale e quelli non aderenti ad esso. "

sono d'accordo, solo che ci vorrebbe un restyling preceduto da una serie di esorcismi...

mic ha detto...

perché l'epiteto non era diretto a te, Filippo

Anonimo ha detto...

Si ma io accettando il tuo invito mi sono dato un nome, sono io l'anonimo che ha iniziato scrivendo a Marianna SFC, quindi mi scuso se non mi sono loggato prima, ma non ho offeso nessuno, se poi volete un discorso a senso unico me ne vado, però dovete prendere le distanze dall'anonimo delle 16:31 anche se non ce l'aveva con me.
Filippo

mic ha detto...

Noi prendiamo le distanze da tutti le persone che insultano e da chiunque parla per partito preso. Andiamo oltre, Filippo, e grazie per averci detto il tuo nome.
Non andartene e diamoci la possibilità di dialogare...

da Edoardo ha detto...

Sono Mic, posto questo messaggio per condividere: dalla mail del sito

Sono addolorato, triste e sconsolato dopo aver trovato questo sito che parla in maniera così atroce e sconsiderata di un movimento della chiesa cattolica che è stato ispirato dallo Spirito Santo, e dalla Vergine Maria, che tanto bene e tanta gioia a portato nella vita di tantissime persone, e che è stato riconosciuto dalla Chiesa. Un Cammino di iniziazione cristiana che ha fatto conoscere nostro Signore Gesù Cristo a tanti che erano lontani dalla fede ed erano disperati e segnati terribilmente dal peccato. Io non ero lontano dalla Chiesa ma la mia vita era similissima a quella di tanti sedicenti atei, ero adultero, ladro e traditore ma poi andavo in Chiesa mi confessavo 2 - 3 volte l'anno e mi sentivo a posto, ma tutto continuava come prima, il mio matrimonio stava andando in rovina, ero un ipocrita, non cambiavo mai, non volgevo con sincerità e franchezza il mio cuore a Dio, Gesù era lontano 2000 anni, mia moglie prendeva la pillola perchè avavamo due figli e non ne volevamo altri, pregavo rarissimamente e solo quando volevo un aiuto da Dio quando qualcosa mi andava storto, non facevo mai elemosina ed ero egoista e presuntuoso, non mi si poteva mai contraddire perchè diventavo cattivo e maleducato, in famiglia non parlavamo mai di Dio tantomeno con i figli loro dovevano stare solo buoni non disturbare e studiare, la mia vita in fondo era infelice e confusa, non aveva un senso; Dio e la Chiesa servivano solo per potermi guadagnare il paradiso alla fine dei miei giorni.
Ho incominciato il CN con mia moglie che avevo 32 anni oggi ho 53 anni e abbiamo nove figli dai 26 anni ai 7; perchè ci siamo aperti alla vita e abbiamo accolto tutti i figli che il Signore ci mandava. Ho iniziato a comprendere che Dio padre è un Dio dei vivi con il quale ho iniziato un rapporto profondo di conoscenza e di amore. Ho potuto riconoscermi peccatore e a fare esperienza di una vera conversione del cuore ho toccato con mano la misericordia di Dio il suo perdono, questo essere perdonato ha fatto si che per riconoscenza divenissi capace di perdonare al mio prossimo qualunque offesa subissi. Mi è stato annunciato Gesù Crocifisso che è morto per i miei peccati e mi ha amato quando ero malvagio e che Egli è Risuscitato dai morti vincendo per sempre la morte e dona abbondantemente lo Spirito Santo a coloro che lo accolgono, ed è vivo, è il vivente. Il suo amore è più forte di tutti i miei peccati, le mie sofferenze, le mie debolezze e i miei idoli, questa sua foza l'ho vista in fatti concreti della mia vita ed ho imparato a riconoscere l'agire di Dio nei fatti della mia vita che è piena di memoriali dei suoi prodigiosi interventi. I miei figli sono tutti in cammino eccetto i piccoli, e sono ragazzi e ragazze sani genuini seri e gioiosi perchè si sentono amati dal padre celeste e dai genitori ogni domenica facciamo tutti insieme le lodi e tutti facciamo il rosario di fronte al Santissimo tutti i giorni. Avrei ancora tente e tante cose da raccontarvi ma spero che questo vi sia sufficiente per rivedere il vostro terribile giudizio sul quel poveraccio di Kiko.
Che Il Signore possa benedirvi e illuminarvi con ogni grazia io pregherò ogni giorno per voi.
La Pace di Cristo
Edoardo Mazzetti

stephanos78 ha detto...

Piantiamola da di dare questo spettacolo di immaturità...
Che tristezza. Non caschiamoci più nei tranelli che divagano dal discorso! Lo vedete! Sono funzionali! Sono ottimi per farci saltare i nervi e il fine è proprio quello! Poi vanno dal Catechista, gli portano la stampa in A4 della pagina del Blog e mostrano a tutti che Kiko ha ragione! "Ecco, vedete? I posseduti di Satana ci insultano e cadono in futili diatribe!"
Ma chissene frega di tutti i dettagli! Chissene frega di questa o quella persona che entra o esce dalla Chiesa, di quello che Legge perchè "proclama", degli altri che (secondo loro) vanno via "perchè non incontrano Gesù Cristo (e che ne sapete? Siete forse Dio?) e via sciorinando!
La sintesi e la sostanza del discorso rimane inalterata nella sua Chiara Verità. Nella sua Testimonianza Verace.
Il discernimento porta a Credere alla realtà dei fatti: il CNC è fondato da Credenti in un Dio diverso da quello tramandato dalla Chiesa Cattolica e usano metodi e liturgie diversi dalla Chiesa Cattolica! Questo è quanto!
Non smentito e non smentibile.

Francesco ha detto...

Dum Romae consulitur,Saguntum expugnatur....

cosi,mentre le congregazioni romane temporeggiano....tacciono....si esprimono a cenni...forse mandano timidi "instrumenta laboris" a Kiko...usano ogni delicatezza per non urtarne la suscettibilità, nelle varie comunità neocatecumenali d'Italia e del mondo spadroneggiano i catechisti villani(quelli stessi che si permettono di postare certe nefandezze su questo blog),fanno credere ai semplici irretiti nelle maglie del Cammino che il Papa è dalla loro parte,ma non può scontentare in pieno gli integralisti come noi(perchè appunto loro non sono integralisti:Sono peggio:Fondamentalisti devianti!) e perciò fa solo finta di pretendere qualche lieve modifica agli Statuti,ma in sostanza è grato al Cammino per i suoi grandi frutti.

E il Cammino fruttivendolo continua a smerciare le sue mele bacate impunemente.

Anonimo ha detto...

esatto ed intanto il papa????'si crogiuola dei numeri dei nc (che secondo me alimentano anche egregiamente le casse del vaticano) senza nemmeno dare un'indirizzo a noi poveri pastori.....scusate lo sfogo

Francesco ha detto...

E i vescovi continuano ad ignorare...nella loro accidia totale...se gliene parli dicono che occorre attendere una chiara pronuncia del Vaticano. E se domandi loro qual è lo stato di attuazione della lettera di Arinze,ti rispondono facendo finta di disconoscerla (in quanto non indirizzata a loro appunto). E se ti incavoli manifestando il tuo disappunto,ti congedano in silenzio e tornano alle loro sudate carte.

So di un santo sacerdote,cui tra il lustro e il brusco nel giro di 24 ore sol perchè non allineato si è visto appioppare dal suo presule nei giorni scorsi ben 3 parrocchie più un santuario,tanto che ormai trascorre tutto il suo tempo in macchina da un posto all'altro (con stola e paramenti a bordo) nella vana speranza di soddisfare almeno le esigenze più impellenti delle sue tre parrocchie e del suo santuario.

Mentre i giovani sacerdoti recentemente ordinati sguazzano impunemente in uffici di curia confezionati ad hoc per loro!!!!!

VERGOGNA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

IL VOSTRO AMBIENTE NATURALE ha detto...

MERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDAMERDA

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Francesco ha detto...

AQnonimo delle 17,46...se fossi veramente un pastore,conosceresti l'indirizzo esatto che ti ha fornito il Papa in merito ai neocatecumenali e non avresti bisogno di altro!

O non sei un vescovo,dunque, o sei un vescovo che non legge!!!!

Francesco ha detto...

Lasciamo il turpiloquio ai neocatecumenali(se chi si nasconde dietro l'anonimato è tale).

Anonimo ha detto...

si ..........a tu sorella

Francesco ha detto...

Ti stai ampiamente "qualificando " da solo,anonimo.Parole di vento.

Massimo ha detto...

Si comprende subito che i toni e il linguaggio usati dall'anonimo detrattore di questo blog sono dettate in questo momento da un grave stato diu ubriachezza molesta.

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Massimo ha detto...

Non farci caso Francesco.

Anonimo ha detto...

rappresentano "la Chiesa di 2000 anni fa", com'è scritto nell'articolo di cui vi parlo e come loro sostengono, la nostra Chiesa Cattolica Apostolica Romana, che Chiesa é? E noi chi siamo?.............APPUNTO CHI SIETE???????

Anonimo ha detto...

DA DOMANI SE LO CHIEDERA' PURE RUINI.....CIAO BELLI

Francesco ha detto...

Decisamente no,Massimo.Grazie comunque.

Massimo ha detto...

Lo dicevo...sta farneticando in preda ai fumi dell'alcool.

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Massimo ha detto...

il povero Ruini,ormai pensionato.Anche lui messo in mezzo adesso. Oh Signur!!!

Anonimo ha detto...

a tutti i neocatecumenali collegati........da domani passiamo il link a tutti e non avranno più un millimetro per scrivere''''''???????
ci state???

Francesco ha detto...

Stop Massimo.Meglio lasciar perdere ok?

Anonimo ha detto...

ok io passoparola

Anonimo ha detto...

pure io.so tre mesi che sto alla finestra e co sta storia del funerale hanno proprio rootto....e so pure preti

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

ed io????

Anonimo ha detto...

vieni vieni..........

Massimo ha detto...

Si passatelo il link...almeno imparerete qualcosa fuori dalla grancassa di Kiko(può darsi anche che imparerete a scrivere)

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

col liverpool

Anonimo ha detto...

ah grazie...ma gioca maldini?

Anonimo ha detto...

si si......si è ripreso

Massimo ha detto...

non mi illudo però che imparerete a ragionare.Ormai il vostro cervello(o quel che resta) l'avete mandato all'ammasso!

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Francesco ha detto...

Lascia perdere,Massimo....non è assolutamente il caso...

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Massimo ha detto...

Avete usato vino o superalcoolici,ragazzi?

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

VOLTAGGIO TE PREGO...FURMINALI

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Massimo ha detto...

Al Family Day ero deciso a non venire,ma mi sa che ci farò una capatina per vedere da vicino la vostra strana razza infelice....................

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Massimo ha detto...

Voi il vostro neocatecumeno pride lo farete il 12 maggio vero?

Io non sono prete e il lusso di farvi pelo e contropelo me lo posso permettere.IMBROGLIONI!

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

MASSIMO STRONZO?????POCO POCO

Massimo ha detto...

Anonimo impudente non solo sei stato mappato,ma entro un'ora i tuoi dati saranno sul tavolo della polizia postale.

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Massimo ha detto...

E' da parecchio che ti stavo aspettando al varco.

Massimo ha detto...

Grazie per avere scoperto le tue carte ed essere rimasto in linea il tempo necessario alla precisa mappatura.Grazie anonimo rompiballe.

stephanos78 ha detto...

Carissimo Edoardo.

Non puoi immaginare quanto siamo addolorati noi nel vedere che l'opera di Discernimento (che è un precetto Evangelico!), la Ricerca del Volto di Dio tante volte cantato nei Salmi musicati da Kiko, la Ricerca della Verità (che ha un nome ed è una persona: Gesù Cristo), troppe volte viene oltraggiata ed etichettata come pazzia farneticante venuta da Satana!
Il motivo è semplice. NON SI VA A FONDO, FRATELLO CARO. Come questi anonimi che insultano o sbeffeggiano. Gli basta la convinzione pregiudiziale che siamo "spazzatura"!Parola di Catechista (e non di Dio)! Incredibile eh? Come un Catechista possa sostituire (non essere mezzo ma SOSTITUIRE) Dio, la Scrittura, il Magistero! Lo dice lui! Il resto non conta! E' spazzatura "razionalista"! Noi tanto pregiudiziali non siamo se nella nostra gran parte abbiamo SPERIMENTATO PER MOLTO TEMPO il CNC e poi ne siamo usciti! Per quale motivo? Chieditelo e meditane la risposta, senza fretta e senza ripetere risposte di altri! Siamo "di Satana"? Chi lo sa! VERIFICA! Dalle pagine che hai letto, se ti hanno "addolorato" non hai colto quello che esprimono! Il dolore provato, magari, è in quei tanti tuoi "fratelli CNC" che danno mostra di una aggressione verbale e maleducata gratuita! Quelli sì che addolorano! Addolorano anche le Testimonianze di Vita di tanti fratelli e l'esame della realtà NC! I dolori patiti e le persone violate! La diversità evidente tra il CNC e la Chiesa.
Addolora che non si riesca a dialogare sulla Verità e solo su quella! A guardarla in Faccia! A farne tesoro! Sai meglio di me che il Spirito Santo porta alla Verità TUTTA INTERA! Perchè non così il CNC? Da come parli mi riconfermi, caro fratello! Cristo e il suo Sacrificio non si esaurisce! Non si è esaurito! Si rinnova ad ogni Messa! E non parliamo di Lui come uno che Effonde lo Spirito solo se lo accogli! Lo effonde, tramite i Sacramenti a cui partecipi, e poi tu puoi o no mettere a frutto questa effusione! Puoi o no esserne degno amministratore! Puoi o no collaborare con Lui! Cristo ha Vinto la morte in Eterno per mezzo del suo Sacrificio PERENNE! Solo per mezzo di quello Vince la Morte!
Che il CNC abbia dato a te la possibilità di fare una Vita moralmente diversa non è l'unico criterio per discernere la sua bontà totale! E questo lo sai!
Il fine non giustifica i mezzi, caro fratello! MAI! E noi discutiamo dei mezzi! Mi fa piacere che preghiate il Rosario davanti al Santissimo. Quando Kiko di recente lo ha "ordinato" vi si vede davanti a quel Trono della Divina Presenza!! Ma non sono quei contapreghiere anonimi che vi ha consegnato (e che spero tu non usi) il Segno della Madre per stare alla presenza del Figlio! Ogni cosa ha un suo inestimabile valore! E noi (Kiko) non dobbiamo avere la sfacciataggine di fare della Liturgia e della Devozione una cosa da plasmare come ci piace di più! Come "tira" di più! Fare "numero"!!!
La Chiesa è UNA! E' un Dono non gestibile come ci pare! E' dal cuore di Cristo che esce la Chiesa. Le sue Mani l'hanno plasmata! Le nostre CUSTODISCONO E BASTA!
Ebbene, che la Parrocchia abbia gente che fa "servizio" o che la "ANIMA" (termine assurdo! Siamo a teatro?????) non basta a fare applausi! Non basta la Luce per dire che è un "frutto" ma deve essere la VERA LUCE! LA VERA LUCE! Per aver noi gli strumenti per riconoscerla abbiamo bisogno dello Spirito Santo, attraverso la Chiesa, che ILLUMINA IL NOSTRO DISCERNIMENTO! PER SCEGLIERE LIBERAMENTE LA VERA LUCE!
Il CNC, caro Edoardo, non è stato approvato. Anche questo è falso. Forse lo sarà. Forse ci saranno altre richieste di cambiamento. Ma non è approvato e non è giusto dire cose false! So che lo dici in ottima fede. Ma non è così!
Apriti e vedrai anche il nostro di dolore! Vedrai anche la nostra passione.
Noi, carissimo, rendiamo ragione di quello in cui crediamo.
Nessuno ci ha smentito. Ma siamo solo stati stigmatizzati.
Il CNC, alla luce dei fatti, è una Religione diversa da quella Cattolica. Usa Metodi diversi e Liturgie diverse.
E questo non sarebbe grave. Ognuno è libero di Credere quello che vuole. La gravità sta nell'inganno che il CNC esprime dicendo di essere Chiesa Cattolica, nonostante i fatti, e accusando noi e i Cattolici di essere Satana! Dividendo il Corpo di Cristo e provocando dolore in mezzo al suo Gregge.
Dio ci aiuti Fratello mio. Dio ci riunisca nella VERITA'!

Paolo ha detto...

Se non erro,Ruini è stato l'unico che per il vicariato di Roma ha diramato precise indicazioni sul modo di applicare la lettera di Arinze ai Neocatecumenali. E mi risulta anche che abbia raccolto tutte le informazioni sul modo in cui è stata applicata nelle varie parrocchie in cui si è installato il Cammino.
Ne vedremo delle belle.Nel 90 per cento dei casi le sue indicazioni oltre quelle di Arinze sono rimaste lettera morta e pare che sia incazzato nero.

Paolo ha detto...

Vedremo quanti vescovi sapranno rispondere al preciso quesito che la Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti sta ponendo riservatamente per conoscere come e in che misura i neocatecumenali stanno applicando nelle varie parrocchie quanto ha raccomandato Arinze.

Paolo ha detto...

Non vi preoccupate amici di questo blog,la Chiesa si sta muovendo eccome.Lo fa in silenzio per non dare scandalo.

Paolo ha detto...

e non lasciatevi intimorire dagli insulti di qualche chiacchierone che ogni tanto si fa vivo su questo blog.

Paolo ha detto...

Nel consiglio pastorale della mia diocesi ci sono due pezzi grossi neocatecumenali,ma non si fanno vedere da mesi.Ordini dall'alto?

Francesco ha detto...

Caro Paolo,
le tue osservazioni -informazioni non possono che aiutarci in quest'analisi che stiamo conducendo da mesi.Ti saremmo grati se con chiarezza potrai dirci se si tratta di notizie attendibili.

Francesco ha detto...

Ad ogni buon fine...affidiamo alla Madonna del Rosario,cui domani sarà rivolta la supplica a Pompei tutti noi,i sacerdoti,la Chiesa e soprattutto il Santo Padre.Lo accolga sotto il suo manto e lo protegga da ogni male!

felice ha detto...

all'anonimo di oggi pomeriggio, filippo se nn mi sbaglio:

1. io nn sono prete e non è ho assolutamente intenzione di diventarlo

2. non sono nemmeno proclamatore perchè non m'interessa nemmeno esserlo

3. sono un giovane allegro e dinamico e amo la vita e la libertà e quindi parlo come voglio

4. il resto degli anonimi della giornata potrebbero essere, fra qualche anno se non mi fate morire prima, dei miei potenziali pazienti (ovviamente mi impegnerò per loro gratis)

Didimo ha detto...

Dedico questo luminoso ammonimento, proposto da padre Zoffoli, alle pecore smarrite che seguono i falsi pastori, ai lupi turpiloqui che azzannano il popolo dei credenti.
Con la speranza che riacquistino il timor di Dio, si pentano e si convertano alla legge del Signore.

"Voi mi chiamate MAESTRO, e non mi ascoltate!

Voi mi chiamate VIA, e non mi percorrete!

Voi mi chiamate VERITÀ, e non mi seguite!

Voi mi chiamate VITA, e non mi desiderate!

Voi mi chiamate AMABILE,e non mi amate!

Voi mi chiamate CLEMENTE, e non mi invocate!

Voi mi chiamate SIGNORE, e non mi servite!

Voi mi chiamate POTENTE, e non mi riverite!

Voi mi chiamate GIUSTO, e non mi temete!

Se io vi condannerò, non mi incolpate!"

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 204   Nuovi› Più recenti»