martedì 2 dicembre 2008

CLAMOROSO!!! A Porto San Giorgio, settembre 2008. Dal Vangelo secondo Carmen...

Leggete questa lettera e il contenuto successivo!

"Il Signore vi dia Pace!
vengo a voi con la presente, accludendo del materiale "prezioso". Sono riuscito ad avere i due interventi dell'ultima "Convivenza" dei Neo...
Mi vado sempre più convincendo che ormai sono radicati nella Chiesa e difficilmente rientrerranno.... Le idee sioniste sono le linee guida del movimento e il processo di destabilizzazione è iniziato da tempo. Qui è molto potente la Massoneria. La Chiesa locale è gestita in toto da questo movimento occulto. La vita ecclesiale è solo di facciata...
...
L'Arcivescovo è filo-neocatecumenale, ma quello che preoccupa è la poca attenzione al clero. Tutto per i laici...
...
Avevo tanto arginato l'ingresso delle Comunità nella mia parrocchia precedente. Ora vi sono 3 comunità. Si spandono "a macchia d'olio". Il Signore ci liberi e ci assista.
Non so cosa mi aspetta in futuro...
Pregate per me come io per voi. A quanti ho incontrato va il mio pensiero orante e fiducioso: il Signore è la nostra forza! Confidiamo in Lui. Con gratitudine.
Fraternamente, P....
16 novembre 2008"
_____________________
Questa la lettera inviata dal sacerdote nostro corrispondente, che ci ha messi in grado di conoscere i documenti relativi alla ripresa del nuovo anno catechetico NC che, com'è loro prassi, vede tutti i supercatechisti "in convivenza" nella cittadella di Porto S. Giorgio, per ricevere e poi "riportare" pedissequamente in tutte le comunità i contenuti che hanno ascoltato.

Ciò che ci è apparso più evidente e anche sconcertante - e che riusciamo a cogliere proprio perché conosciamo il cammino dall'interno - è la comparsa di maggiori elementi cattolici: non solo l'inserimento degli statuti e dell'esperienza in corso nello "spirito del concilio" con l'inquadramento dei nuovi statuti nei documenti ecclesiali, ma anche alcune sottili e vere e proprie 'novità' nei contenuti della predicazione: quasi alcune 'marce indietro' rispetto al passato... ma comunque non sufficienti a rimuovere il 'modernismo' di Farnès, ad esempio... così come i ripetuti accenni alla Croce di Kiko non riescono a cancellare l'impatto netto e inequivocabile con i numerosi riferimenti alle feste ebraiche e al kippur, ben poco consoni ad una "iniziazione cristiana"; se mai più adatti ad un contesto giudaico, che il cristianesimo ha di certo ereditato nella Legge, ma ha completamente 'sorpassato' con la 'Nuova Alleanza' in Cristo Signore - come ci insegna anche l'Apostolo Paolo - che non ha più nulla a che vedere col Kippur, per esempio, mentre Carmen Hernandez testualmente dice:

"Noi abbiamo riscoperto un po' l'Eucaristia attraverso il Pesach ebraico (!?), e anche grazie al Concilio abbiamo visto che non si può capire l'Eucaristia senza stare in Egitto nella schiavitù, nella morte e passare al vino, alla risurrezione, alla festa, perché nel deserto non c'è vino.
[Qui il vino tutto sembra tranne che il Sangue di Cristo: siamo ancora alla quarta coppa dell'haggadah ebraica -ndR]
"Questo sarà il mio memoriale" :
[veramente Gesù ha detto: "Fate questo in memoria di me" e si riferiva alla ri-presentazione al Padre dell'offerta del Suo Corpo e del Suo Sangue -ndR]
"abbiamo riscoperto e sperimentato la risurrezione del Signore attraverso l'Eucaristia, passando dalla morte alla vita. Il sacramento della riconciliazione è importantissimo - dico io - perché l'eucaristia non si celebrerà più nel cielo, mentre questo sacramento è in fondo il Battesimo. "Innalzato sulla croce, Egli versò dal suo fianco sangue ed acqua", L'Eucaristia e il Battesimo. Questo è quello che stiamo portando avanti, l'Iniziazione cristiana. Questo sacramento non è altro che un Battesimo,
[Carmen fa molta confusione: dimentica che il Battesimo viene ricevuto una volta sola "Credo in un solo battesimo" e libera dal peccato originale, inserendo nella Chiesa, mentre non libera dall'inclinazione al male, che richiede l'ulteriore sacramento della riconciliazione -ndR]
"entrare nella morte dei nostri problemi, come è disceso Gesù Cristo nel Giordano e lo Spirito Santo era su di lui. Allora la celebrazione ebraica dello Yom Kippur, che comprende anche 10 giorni di penitenza prima di arrivare all'assemblea che si veste tutta di vianco - il shabat degli shabat - e ha dovuto mandare a chiedere perdono a Tizio e a Caio, e se non ha ricevuto il perdono ha dovuto dirgli di andare da loro con testimoni e se no lo deve dire alla comunità. Ma non si può andare alla celebrazione se non ha perdonato i fratelli,
[i cattolici pure vanno alla celebrazione dopo aver perdonato i fratelli, ma non senza avere chiesto e ricevuto il perdono di Dio nel sacramento della riconciliazione -ndR]
"perché viene a chiedere perdono a Dio. Per questo dirà il Padre Nostro: "Perdona i nostri debiti come noi perdoniamo i nostri debitori".
[OK, ma che senso ha confondere la Riconciliazione con la Yom Kippur? - ndR]

Di quello che viene dopo non si sa se piangere per la confusione e il traviamento riscontrati o ridere per la sorpresa e la sviante disinvoltura nel delirio di cose espresse in maniera slegata, senza costrutto e senza nessun ancoraggio al Vangelo; anzi, FALSIFICANDO il Vangelo e riconducendo la riconciliazione allo Yom Kippur ebraico, quando il vero Kippur (espiazione) di Gesù è il suo sacrificio in Croce...!!!
"E' importantissimo riscoprire questo sacramento e non si può fare male e in fretta, in due minuti,
[in effetti è quello che succede nelle penitenziali NC, quando si viene spinti a dire in fretta i peccati nel frastuono e nello strepito dei canti che impediscono ogni forma di interiorizzazione. Sembra che Carmen voglia rivalutare la riconciliazione; ma vediamo come lo fa in termini giudaici e non cristiani! -ndR]
"tanto che Israele ha 10 giorni per arrivare a Yom Kippur
[effettivamente nell'ebraismo, dopo il Capo d'anno Rosh haShana (che fa memoria della Creazione), si compie la teshuvà (il ritorno): dieci giorni di penitenza prima dello Yom Kippur, il giorno dell'espiazione dei peccati commessi nel corso dell'anno sia nei confronti di Dio che nei confronti degli uomini, una volta vissuto ogni anno nel tempio con il sommo sacerdote ed oggi celebrato nelle sinagoghe e si entra in sukkot (Festa delle Capanne). È per questo che dopo kippur si comincia a costruire la sukkà. Infatti la correlazione tra kippur e sukkòt è la ricomposizione delle relazioni frantumate -ndR]
"Questo tempo di autunno è molto importante perché in questo tempo c'era anche l'intronizzazione del re nel tempio: David, Salomone, e anche altre religioni, anche i faraoni che erano reputati come dei. Dopo l'esilio e la distruzione del tempio e tutto questo il più importante passa ad essere il sacerdote, Caifa, colui che presiede il Kippur. Per andare al Kippur il Sommo sacerdote deve passare tutta la notta vigilato perché non abbia neanche una polluzione notturna, perché non può entrare nel Sancta Sanctorum se ha un peccato, perché all'apparire di Dio - che apparirà - morirebbero tutti. E per questo Israele non pronunzia mai il nome di Dio, perché pronunciarlo significa farlo presente e tutti moriremmo, come se entrasse il sole qui, resteremmo tutti morti."
[Si guarda bene dal dire che adesso Dio possiamo nominarlo, perché ha Nome Gesù ed è venuto a salvarci e si è reso Presente e continua e rendersi Realmente Presente in ogni Eucaristia - ndR]
Pertanto è importantissimo questo sacramento
[quale la riconciliazione o lo Yom Kuppur? -ndR]

E adesso viene il Vangelo secondo Carmen, completamente inventato!
""L'interessante di Yom Kippur è che nasce la Chiesa in questo giorno (?), perché Gesù Cristo ha lasciato Gerusalemme ed è andato nell'Alta Galilea dove finisce il territorio d'Israele e comincia il mondo pagano. E' molto importante la città di Cesarea di Filippo, Erode fu un grande costruttore e costruì molte cose: Cesarea Marittima e Cesarea di Filippo, dove già c'era un santuario del dio Pan, cioè un paganesimo terribile. Bene, fino a lì arrivò Gesù Cristo, già con miracoli precedenti come quello che fece con la Cananea, che tanto pubblicizzò la guarigione di sua figlia che Cana di Galimea fu la prima sede episcopale d'Oriente.
Lì arriva Gesù Cristo, dopo aver passato una serie di cose come l'attacco che fanno agli Apostoli perché prendono il grano dalle spighe e lo mangiano, dopo aver detto che il tempio cadrà e farà un nuovo tempio... e sarà il motivo per cui lo condannano, perché si fa Dio. Allora Gesù Cristo arriva a Cesarea di Filippo e lì celebra il giorno dello Yom Kippur
[pura invenzione di Carmen! -ndR]
"E cosa succede lì? "Chi dice la gente che io sia?", chiede Cristo. E Pietro risponde: "Tu sei il Cristo, il figlio del Dio vivo", nomina Dio! Nello stesso momento in cui il sommo sacerdote Caifa - Caifa e Cefa sono lo stesso nome - sta pronunciando il nome di Dio nel tempio, sta celebrando Yom Kippur a Gerusalemme, ossia Cristo sta celebrando Yom Kippur fuori del tempio, e formerà la nuova Chiesa: "Tu sei Pietro - Cefa - e su questa pietra edificherò la mia Chiesa".
[E' la prima volta che nel cammino si annuncia questo episodio, ma in maniera del tutto fuorviante dal momento che la fondazione della Chiesa non può essere identificata con lo Yom Kippur: la vera espiazione avviene sulla Croce! -ndR]

"E' molto interessante questo rito, nonostante dopo gli apostoli lo rinnegheranno.
Sei giorni dopo, o otto giorni a seconda del calendario, cade la festa di sukkot, la grande festa ebrea che riprende tutta la storia d'Israele con luce e con acqua...""

________________

E' QUESTA L'"INIZIAZIONE CRISTIANA" CHE IL PAPA FESTEGGERA' CON LORO IL 10 GENNAIO PROSSIMO, SECONDO QUANTO CI HANNO SCRITTO?

63 commenti:

Stephanos78 ha detto...

..Sì. Anche nelmio ricordo dello Shemà e di altre catechesi di "riporto", c'è questa autentica OSSESSIONE per l'ebraismo. E per i significati "ebraici" di Gesù...

I Padri ci insegnavano che in Gesù c'è COMPIMENTO e NOVITA' e che "non servono più le cose vecchie" perchè quelle Nuove BASTANO... Invece qui si ritorna con OSSESSIONE alla vecchiezza che NON HA SENSO...

E i Sacri Riti NON POSSONO essere "giocattoli" in mano ai "catechisti" Nc, perchè SERVONO a far capire le "cose" (di Kiko) agli associati!!!

E' davvero un incredibile casino...

Francesco ha detto...

Ciò che più mi stupisce non sono tanto i contenuti blasfemi della predicazione di Carmen, quanto la paurosa confusione che ella fa. Non era mai arrivata a tanto.

E' lecito osservare a questo punto che Carmen sta dando veramente i numeri (non è uno scherzo) e pensare che il Cammino Neocatecumenale, voluto dal Card. Rylko come "metodologia valida per la Chiesa e per l'iniziazione cristiana", è affidato in gran parte alle follie teologali di una donna presuntuosa e ora in stato di confusione mentale,fa venire letteralmente i brividi!!!!

Caterina63 ha detto...

Francesco ha detto...

alle follie teologali

************************

bè Carmen e Kiko hanno sempre chiarito che NON fanno teologia, che la teologia NON è utile al Cammino...
^___^

Caterina63 ha detto...

Alle vaneggianti parole che ho letto in rosso....per le quali mi astengo da ogni commento, rispondo con un testo che uscirà (ma tu guarda il caso) proprio domani sull'O.R.
^___^

all'ignoranza si può rispondere solo con la SAPIENZA di chi può farlo e sa farlo con molta umiltà e spirito CATTOLICO...

Buona meditazione....il testo appare lungo per via dell'incolonnamento del testo...ma non è lungo, con pazienza leggetelo fino in fondo...

^___^

bLa consacrazione nella liturgia eucaristica
Non formule magiche
ma parole efficaci di una Persona viva


di Inos Biffi

Il concilio di Trento, nel suo insegnamento dogmatico, conserva intatto il suo valore. Si direbbe anzi che oggi risalta ancor più chiaramente la felicità del suo stile essenziale e del suo linguaggio rigoroso nel delimitare i confini della fede cattolica. Ora, secondo quel concilio, "nel divin sacramento della santa Eucaristia, dopo la consacrazione del pane e del vino, il nostro Signore Gesù Cristo, vero Dio e vero uomo, è contenuto veramente, realmente e sostanzialmente" (Sessione xiii, cap. 1).

Viene così affermata l'efficacia delle parole della consacrazione: le stesse pronunziate da Cristo nell'Ultima Cena all'istituzione di questo "mirabile sacramento", "quando - dichiara ancora il Tridentino - dopo la benedizione del pane e del vino, ha affermato con parole esplicite e chiare di dare il proprio corpo e il proprio sangue".
Riconoscere, però, una simile virtù alle parole della consacrazione non comporta l'attribuzione alle "parole" come tali di una specie di potere magico, e neppure misconoscere il profondo significato e valore dell'intera anafora della messa.

La formula consacratoria è operativa perché colui che la presiede la pronunzia come "vicario" in persona Christi, ossia rappresentando sacramentalmente il Signore, che in ogni celebrazione è l'autore principale: nell'Eucaristia sono presenti in forma sacramentale il Corpo e il Sangue di Gesù, perché anzitutto è Gesù medesimo a presiederla realmente nella figura del sacerdote.

Tali parole, quindi, non contengono e non manifestano una loro separata e magica potenza verbale, indipendentemente da Cristo; al contrario, la consacrazione è sempre originariamente e "attualmente" un atto di Cristo, un intervento della sua signoria, che agisce mediante lo Spirito Santo, che è la stessa che nell'Ultima Cena, "creativamente", ha convertito il pane spezzato nel suo Corpo e il vino della coppa nel suo Sangue.

Il Decretum pro Armenis, del 1439, dichiarava che "la forma di questo sacramento sono le parole del Salvatore, con le quali egli istituì questo sacramento: infatti il sacerdote compie questo sacramento parlando a nome di Cristo".

Se non si comprende questa presenza sacramentale di Gesù in ogni consacrazione eucaristica, si continuerà sia a non capire il principio e la ragione della conversione "mirabile e singolare", sia a misconoscere il senso e la portata delle parole della consacrazione, sia a parlare vanamente di loro proprietà appunto magiche; di conseguenza, col pretesto di mettere in risalto l'intera anafora, si continuerà a misconoscere il ruolo unico che tanto la dottrina quanto la prassi della Chiesa hanno riconosciuto a questa parte della stessa anafora e alle parole del Signore che vi sono incluse.

Senza dubbio, l'anafora non va frammentata e va tutta valorizzata come un'interpretazione dei vari aspetti del mistero eucaristico e quasi come indice del suo progressivo avvenire e quindi della sua irradiazione.

Anzi, lo stesso momento consacratorio, a cui viene riconosciuta la "genesi" dell'Eucaristia, va intimamente collegato col rendimento di grazie prefaziale, con la memoria dei mirabilia Dei in esso rievocati, con l'invocazione dell'azione transustanziante dello Spirito di Cristo, con l'anamnesi e l'offerta, con le intercessioni e la dossologia finale. Ma la sensibilità all'intimo nesso che lega i diversi tratti della "prece eucaristica" non pregiudica affatto l'importanza singolare della consacrazione.

Oggi non mancano liturgisti, eruditi sì in anafore, ma di spessore teologico piuttosto modesto, i quali contestano sant'Ambrogio e i suoi seguaci per aver parlato delle "parole efficaci (sermo operatorius)" di Gesù Cristo come causa della conversione eucaristica.

Veramente dovrebbero incominciare a contestare san Giustino, nel quale troviamo l'espressione: "nutrimento consacrato con la preghiera di ringraziamento formata dalle "parole di Cristo"".

In ogni caso, il riconoscimento di questa efficacia è insegnamento tradizionale nella Chiesa, reso evidente anche nei gesti di adorazione che conseguono la consacrazione, e in altri richiami luminosi o sonori che la preparano o l'accompagnano, nella persuasione che proprio alla consacrazione, di cui l'epiclesi stessa è un aspetto, è dovuta la transustanziazione e quindi la presenza del Corpo e del Sangue del Signore.

Certo, con la riforma liturgica l'anafora, ad alta voce o in canto, può essere più chiaramente compresa, e più attivamente partecipata, da tutta la comunità celebrante; ma non è per ciò stesso perentoriamente decaduta la convenienza, o l'opportunità, che permangano dei segni a ricordare, quasi a risvegliare l'attenzione, sull'importanza unica del "centro vitale dell'Eucaristia", come lo chiama Josef Andreas Jungmann, ossia del momento consacratorio e di quanto ad esso si connette.



(©L'Osservatore Romano - 3 dicembre 2008)

montmirail ha detto...

Non hanno ascoltati i richiami diretti , perchè dovrebbero preoccuparsi di quello che scrive
l'Osservatore? Non si è ancora capito
che a questi della teologia cattolica
non importa nulla? Conta la prassi,
conta il "ritorno alle origini" , contano le feste ebraiche da mettere
al posto di quelle cristiane , ancora non è chiaro?

mic ha detto...

Per soft che dice: (il resto è censurato perché è semplicemente delirante; sarebbe potuto servire a dimostrare a cosa possono arrivare, ma lo ritengo inutile)

Cancellare la relazione con l'ebraismo era il progetto di Adolf Hitler.Spero che non vogliate fare lo stesso errore.Non possiamo pescindere dalle nostre radici.Le radici del cristianesimo sono nell'ebraismo.Gesù è ebreo(non era)la Vergine Maria è ebrea (non era).Avete mai letto nel Vangelo Gesù rinnegare il proprio ebraismo?Mai!Gli ebrei possono capire veramente Gesù perchè il Signore appartiene al loro popolo.

nessuno di noi pretende cancellare la relazione con l'ebraismo; ma conosciamo e viviamo quella autentica e non quella che giudaizza il cristianesimo, mettendo in primo piano il vecchio testamento, i detti dei rabbini, i midrashim, la quarta coppa... al posto dell'autentico Volto di Cristo Signore!

Invece Carmen, oltre a dire una marea di inesattezze sul Vangelo, fa una confusione indicibile tra il sacramento della riconciliazione e Yom Kippur... e ciò è tanto più sconcertante in quanto lo stesso rabbino di Segni ha potuto scrivere sull'Osservatore Romano della fine di ottobre scorso: "Semplificando le posizioni contrapposte: un cristiano, in base ai principi della sua fede, non ha più bisogno del Kippùr, così come un ebreo che ha il Kippùr non ha bisogno della salvezza dal peccato proposta dalla fede cristiana."

Il vero Kippur dei Cristiani è l'espiazione (termine espunto dagli insegnamenti NC e modernisti) consumata da Gesù sulla Croce... che bisogno c'è che il cammino enfatizzi lo Yom Kippur ebraico, quando il cristianesimo vive ormai un rapporto diverso col Padre del nostro Signore Gesù Cristo?

Dici che gli ebrei possono capire veramente Gesù perché appartiene al loro popolo; ma non ti rendi conto che lo hanno capito e lo capiscono talmente che 2000 anni fa lo hanno fatto crocifiggere e oggi non lo riconoscono?

E lascia stare Hitler, non lo tirare in ballo in riferimento a noi, perché se studi la storia ti accorgi che voleva cancellare anche il cristianesimo!!! Anzi dovresti vergognarti per tutto quello che hai detto...

Francesco ha detto...

Nella "dottrina" carmeniana dell'espiazione (volgarizzata attraverso una rivisitazione confusa del Kippur ebraico) trovo paurose analogie,per non dire identificazioni, con la dimensione luterana del peccato e della colpa giustificate per fede.

È in tale dimensione che ricorre la celebre formula luterana che descrive il credente come simul peccator et iustus.

In essa trova espressione il duplice punto di vista da cui la condizione umana può essere considerata e il contesto in cui ricorre autorizza a vedervi una concezione puramente estrinseca della salvezza.

La lettura luterana della lettera ai Romani e del messaggio paolino della salvezza nel suo insieme è stata giudicata dal magistero della chiesa cattolica parziale e inaccettabile essenzialmente per due ragioni: per la tendenza, implicita nell'idea dell'imputazione di una giustizia che rimane estranea, a sminuire l'effettiva trasformazione della creatura umana alla quale è donata la grazia divina e, in secondo luogo, la negazione del ruolo spettante alla libertà della creatura nell' accoglienza della grazia divina.

Questi sono gli aspetti fondamentali della dottrina della giustificazione che il Concilio di Trento oppone alla Riforma protestante.

E' DEL TUTTO INCONCEPIBILE CHE CARMEN RIAPRA UNA FERITA COSI PROFONDA NON EVIDENTEMENTE CON L'INTENTO DI LENIRLA,MA DI SCAVARE ANCORA DI PIU' IL SOLCO CHE DIVIDE IL CATTOLICESIMO DAL PROTESTANTESIMO.

Francesco ha detto...

Probabilmente l'intento di Carmen e Kiko, dopo l'approvazione dello Statuto, sarà anche quello di proporsi estemporaneamente come "ponti" per un avvicinamento di ebrei e luterani(in un colpo solo) a Roma.

Ma è talmente pasticciata e blasfema la catechesi di Carmen, da stravolgere letteralmente il messaggio evangelico tout court.

D'altronde questa "vocazione" a fare i "ponti" tgra le varie confession i religiose e Roma non è affatto nuova nel Cammino. Ricordate l'anno scorso il tentativo di "evangelizzare" le Russie di Kiko, subito bloccato a pesci in faccia dal patriarca di Mosca?

Michela ha detto...

La prima domanda che mi suscita tutto quello che ho letto è:
lo stato di Israele ha un trattato di estradizione con l'Italia o la Spagna, per reati di tipo finanziario?

Perchè se non c'è,
allora si spiega tutto....

Francesco ha detto...

Cara Michela, il tuo spunto è molto interessante.
Ti chiedo di argomentarlo un pochino per renderlo comprensibile a tutti.
Grazie.

Michela ha detto...

La mia è solo un'ipotesi, che deriva dalla considerazione che molto spesso la spiegazione più semplice è la chiave giusta per capire le cose.

Allora: tutta questa enfasi sulla nuova chiesa che nasce in Galilea ( addirittura prima sede episcopale!),
il discorso Caifa-cefa che rinforza l'idea che non c'è più bisogno dei luoghi tradizionali di preghiera ( Roma, Assisi, Lourdes, Santiago, Gerusalemme stessa,...)
fanno pensare che la sede della nuova evangelizzazione sarà la Galilea,

Si enfatizzano le parole di Gesù:
"andate ed annunciate ai miei fratelli che vadano in Galilea,
là mi vedranno"
Ma chi va in Galilea cosa vede?
Kiko e quello che lui ha costruito.

E perchè proprio in Galilea?
probabilmente trovare per avere un luogo dove rifugiarsi nel caso le cose si mettessero male, con il reato di plagio, con qualche tribunale che un giorno potrebbe accusarlo di manipolazione mentale per aver fatto vendere i beni, con un controllo della finanza sul modo in cui il cammino gestisce i soldi.
Ma da lì potrebbe continuare a gestire la sua 'chiesa', a farsi considerare il nuovo Gesù-Messia ( visto che nell'ottica ebraica Gesù non è Dio, non ci sarebbe nulla di blasfemo)

Su questo non ne so nulla, ma potrebbe essere che una parte del denaro nc venga gestito e conservato proprio in Israele, per non avere problemi con le leggi europee.
Se invece è prevista l'estradizione per questi reati, allora la mia ipotesi cade.

Stephanos78 ha detto...

Cancellare la relazione con l'ebraismo era il progetto di Adolf Hitler.Spero che non vogliate fare lo stesso errore.Non possiamo pescindere dalle nostre radici.Le radici del cristianesimo sono nell'ebraismo.Gesù è ebreo(non era)la Vergine Maria è ebrea (non era).Avete mai letto nel Vangelo Gesù rinnegare il proprio ebraismo?Mai!Gli ebrei possono capire veramente Gesù perchè il Signore appartiene al loro popolo.


Devo ammettere che quando leggo queste accuse VERGOGNOSE e INDEGNE, insieme alle maledizioni e agli "auguri" di andare all'inferno distribuite con grande facilità SENZA DIRE NULLA e facendo una devastante opera di demolizione, sono indignato. Fortemente indignato.

Intanto io contesto fortemente l'appartenenza RAZZIALE perpetua di Gesù ad una determinata nazione! Contesto fortemente l'appartenenza RAZZIALE della Beata Madre Nostra, Madre DEGLI UOMINI , Madre dei Figli nel Figlio! E' davvero ora di finirla con questo buonismo vittimista di quart'ordine che non fa bene per primi ai nostri "fratelli" ebrei!

Gesù si è qualificato, nella Carne, col titolo Messianico di "Figlio dell'Uomo" ed ha contestato i suoi connazionali quando lo definivano UNICAMENTE come "Figlio di Davide"! Questo per evidenziare la sua OPERA, rivolta A TUTTO IL CREATO! SENZA DISTINZIONI O PRIMOGENITURE!

Io non reputo un ebreo DIVERSO DA ME! E' QEUSTA CONTINUA ESALTAZIONE DEGLI EBREI IL VERO RAZZISMO DI "RITORNO"! Non è possibile che un popolo che ha conosciuto grandi dolori (MA NON SONO GLI UNICI NELLA STORIA! Ed è ora di finirla anche con questa assolutizzazione "ebraica" del dolore! Per poter davvero COSTRUIRE INSIEME un mondo più gisuto!) si attesti a posizioni così RAZZIALI, tanto da non poter essere definito COME NOSTRO PARI! Io, invece, considero un ebreo UN MIO PARI IN TUTTO! Ed è una vergogna continuare questo RAZZISMO!

Dal punto di vista religioso, poi, abbiamo già detto che l'ebraismo, anzi il proto-cristianesimo, del tempo di Gesù NON ESISTE PIU'! E tutti i pii proto-cristiani(ebrei) del tempo che hanno riconosciuto il Signore lo hanno fatto grazie al Compimento delle Promesse TANGIBILE in Lui!

Il Cristianesimo NON E' SCINDIBILE! Per cui l'Antico e il Nuovo testamento hanno solo una differenza TEMPORALE e di minore (l'Antico) e maggiore (il Nuovo) "Pienezza". Di "preparazione" l'uno, di Compimento l'altro! Sono UN TUTTO UNICO! Gesù è SEMPRE ESISTITO e SEMPRE ESISTERA'! E' GESU', NON ALTRO, la chiave dell'Antico Testamento, che "contiene in ombra" il NUOVO! Il Nuovo INTERPRETA l'ANTICO e lo completa facendo DECADERE i precetti (ma non la Legge, il Decalogo) e il culto VECCHIO! Per cui questi continui "ebraismi" sono un'autentica bestemmia nei confronti del Cristianesimo. Che è la Verità in PIENEZZA!

Quella di Hitler è l'altra orribile mummia che viene richiamata in modo squallidamente retorico. E' davvero una vergogna.

Gli ebrei possono capire Gesù- ce lo auguriamo perchè oggi così non è- NON PER UNA APPARTENENZA RAZZIALE ma perchè Egli è il Figlio di Dio Benedetto annunciato nelle Scritture! Scritture che OGGI, purtroppo, per loro hanno quasi perso il valore davanti al Rabbinismo Farisaico moderno.

Questo modo del CnC per fare proseliti fra gli ebrei è quanto di meno adatto possa esistere! Perchè non sono loro che si convertono ma siamo noi che diventiamo ebrei!!!!!!

Vi supplico di finirla. Vi supplico di far conoscere il VERO DIO Gesù, e non il suo simulacro EBREO! Ma prima di far conoscere Gesù, dovrete conoscerlo voi!

Comunque, è davvero terribile constatare questo stato devastante delle cose.

E pensare che la Chiesa delle "origini" aveva da SUBITO affrontato e risolto il problema che oggi il CnC ripropone con sfondi peggiori nel Primo Concilio di Gerusalemme.

I Padri della Chiesa, poi, hanno chiarito definitivamente che dal punto di vista RELIGIOSO siamo NON-GIUDEI! E come potrebbe essere altrimenti?

Oggi si vengono a risollevare eresie e problemi vecchi di 2000 anni??????

Stephanos78 ha detto...

Montmirail ha detto...
Non hanno ascoltati i richiami diretti , perchè dovrebbero preoccuparsi di quello che scrive
l'Osservatore? Non si è ancora capito
che a questi della teologia cattolica
non importa nulla? Conta la prassi,
conta il "ritorno alle origini" , contano le feste ebraiche da mettere
al posto di quelle cristiane , ancora non è chiaro?


E' chiarissimo. E' chiarissimo purtroppo

sofia ha detto...

Cari amici,
seguendovi sempre con affetto e fiducia nella vostra fedeltà alla retta dottrina cattolica,
vorrei chiedervi un chiarimento,
riguardo al
"ruolo spettante alla libertà della creatura nell' accoglienza della grazia divina" (Francesco).

Leggo su un blog cattolico, a proposito del perdono immediato e totale concesso da Gesù sulla Croce al buon ladrone, la spiegazione di un utente (che alcuni dicono essere un catechista NC), e che precisa come
"...il buon ladrone non fu perdonato da Gesù perchè umile e pentito di averLo offeso col peccato (altrimenti Dio sarebbe legalista: do-ut-des) ma si pentì perchè era stato perdonato, non viceversa: il perdono del Signore ci precede...ecc.".
Se questo è in qualche modo accettabile (il mistero della Grazia, che ci previene e si offre a tutti), come va inteso, per evitare confusioni (al solito...) nella coscienza dei fedeli, tra azione della Grazia e corrispondente, fattiva risposta dell'uomo peccatore?
Grazie a tutti

Michela ha detto...

Secondo me il testo della catechesi va stampato, pubblicato, fatto conoscere ai GRIS, ma non va commentato perchè si tratta solo di parole che stanno veicolando un messaggio DIVERSO.
Non è ebraismo, non è protestantesimo, non è new age ( anche se è tutto questo insieme),
ma è un METODO per rafforzare l'identità neocatecumenale.
Invece di guidare le persone verso il Mistero,
si danno spiegazioni razionalistiche e marginali ( caifa-cefa, kippur e croce), in modo da far credere che comprendendo dei banali concetti o similitudini, si accede ad un sapere più profondo, che agli altri è negato.

Oltretutto questa catechesi è stata fatta da Carmen, che fa la parte della donna chiacchierona e svanitella e potrà essere facilmente smentita. ( come è già accaduto molte volte)

Ma intanto è passato il messaggio, come avete detto moltissime volte che
chiesa= comunità neocatecumenale
Gesù non è Dio ( è un ebreo in eterno!)
kiko è il nuovo messia.

Davanti a questi concetti che sono veramente destabilizzanti per la fede ma anche per la psiche di chi ascolta,
si attivano dei meccanismi di difesa che portano a scrivere fesserie come quella di Hitler.

Io credo che quando si risponde a questi interventi, le risposte non vengono capite, perchè si sta ripondendo ad un persona bloccata da meccanismi affettivi di difesa del cammino, e non a una persona raziocinante e libera.

comunque le vostre risposte molto sagge ed illuminate, servono sicuramente a me, anche per capire da quale follia mi sono allontanata.

montmirail ha detto...

"Cancellare la relazione con l'ebraismo era il progetto di Adolf Hitler.Spero che non vogliate fare lo stesso errore.Non possiamo pescindere dalle nostre radici.Le radici del cristianesimo sono nell'ebraismo.Gesù è ebreo(non era)la Vergine Maria è ebrea (non era).Avete mai letto nel Vangelo Gesù rinnegare il proprio ebraismo?Mai!Gli ebrei possono capire veramente Gesù perchè il Signore appartiene al loro popolo."


Si torna al legame di sangue , alla
salvezza legata ad una etnia, esattamente l'opposto di "non vi è più giudeo, nè greco". Si finge di ignorare che il problema è teologico e si tenta di addebitare
il motivo razziale che è l'accusa
che può far tacere qualunque rilievo. Gesù ha detto di non essere venuto ad abolire Mosè e i profeti ma l'ebraismo post-biblico
non è più coincidente con l'antica legge bensì ha trovato fondamento
nel fariseismo talmudico. E non risulta che Cristo abbia mai detto
aderite al Fariseismo perchè sono ebrei come me, anzi...

Caterina63 ha detto...

soft che dice:

Cancellare la relazione con l'ebraismo era il progetto di Adolf Hitler.Spero che non vogliate fare lo stesso errore.Non possiamo pescindere dalle nostre radici.Le radici del cristianesimo sono nell'ebraismo.Gesù è ebreo(non era)la Vergine Maria è ebrea (non era).Avete mai letto nel Vangelo Gesù rinnegare il proprio ebraismo?Mai!Gli ebrei possono capire veramente Gesù perchè il Signore appartiene al loro popolo.


******************************

Santo cielo soft....non facciamo che da quell'errore si passi ora ad errare in modo opposto, mi confermi così che state applicando un ulteriore fondamentalismo ALL'OPPOSTO di quanto fece Hitler ^___^

Hai letto attentamente il testo di mons. Inos Biffi sopra riportato?
Hai letto la Sacramentum Caritatis di Benedetto XVI?

dice:

http://www.vatican.va/holy_father/benedict_xvi/apost_exhortations/documents/hf_ben-xvi_exh_20070222_sacramentum-caritatis_it.html

11. In questo modo Gesù inserisce il suo novum radicale all'interno dell'antica cena sacrificale ebraica. Quella cena per noi cristiani non è più necessario ripeterla. Come giustamente dicono i Padri, figura transit in veritatem: ciò che annunciava le realtà future ha ora lasciato il posto alla verità stessa. L'antico rito si è compiuto ed è stato superato definitivamente attraverso il dono d'amore del Figlio di Dio incarnato. Il cibo della verità, Cristo immolato per noi, dat ... figuris terminum (20). Con il comando « Fate questo in memoria di me » (Lc 22,19; 1 Cor 11,25), Egli ci chiede di corrispondere al suo dono e di rappresentarlo sacramentalmente. Con queste parole, pertanto, il Signore esprime, per così dire, l'attesa che la sua Chiesa, nata dal suo sacrificio, accolga questo dono, sviluppando sotto la guida dello Spirito Santo la forma liturgica del Sacramento. Il memoriale del suo dono perfetto, infatti, non consiste nella semplice ripetizione dell'Ultima Cena, ma propriamente nell'Eucaristia, ossia nella novità radicale del culto cristiano. Gesù ci ha così lasciato il compito di entrare nella sua « ora »: « L'Eucaristia ci attira nell'atto oblativo di Gesù. Noi non riceviamo soltanto in modo statico il Logos incarnato, ma veniamo coinvolti nella dinamica della sua donazione » (21). Egli « ci attira dentro di sé » (22). La conversione sostanziale del pane e del vino nel suo corpo e nel suo sangue pone dentro la creazione il principio di un cambiamento radicale, come una sorta di « fissione nucleare », per usare un'immagine a noi oggi ben nota, portata nel più intimo dell'essere, un cambiamento destinato a suscitare un processo di trasformazione della realtà, il cui termine ultimo sarà la trasfigurazione del mondo intero, fino a quella condizione in cui Dio sarà tutto in tutti (cfr 1 Cor 15,28).

******************************


Quella cena per noi cristiani non è più necessario ripeterla.

in quale altre parole il Papa ve lo deve ripetere?^___^

Non ho estrapolato la frase, ti ho portato il contesto....

San Paolo viene perseguitato proprio perchè avanza CON L'EUCARESTIA all'interno di un discorso atto NON a dissociarsi ma a COMPLETAMENTO, ergo: NON abbiamo più bisogno di RIVIVERE QUEL CONTESTO, IN CRISTO ORA ABBIAMO OGNI CHIAVE DI LETTURA, non è un caso che Giacomo, vescovo di Gerusalemme verrà ucciso...
^___^

Hitler è vero che voleva eliminare il cristianesimo, ma non fate voi l'errore di voler GIUDAIZZARE LA CHIESA eh!^___^

Emma ha detto...

Io credo che quando si risponde a questi interventi, le risposte non vengono capite, perchè si sta ripondendo ad un persona bloccata da meccanismi affettivi di difesa del cammino, e non a una persona raziocinante e libera.

Hai ragione Michela, ma come lo hai scritto, può servire a te che hai avuto il coraggio di uscire dal cammino e può servire a chi si interroga su questo movimento.

Quando soft dice che gli ebrei possono capire veramente Gesù perché appartiene al loro popolo, abbiamo la prova di cio che produce il condizionamento neocatecumenale conducendo la persona a pensare, sentire e agire unicamente come gli è stato insegnato nel cammino, conformandosi al kiko-pensiero.

Perchè se soft, avesse conservato la capacità di riflettere con la propria testa, non avrebbe detto una tale enormità che sbatte contro la realtà.
Se si informasse presso altre fonti e non solo quelle dei suoi catechisti, a meno che lui stesso sia catechista, e ciò sarebbe ancor più grave, potrebbe così sapere che nelle famiglie ebree è proibito pronunciare il nome di Gesù, che l`astio contro i cristiani è palpabile a Gerusalemme, potrebbe dare un`occhiata ai testi di preghiera ebrea e vedrebbe come sono trattati Gesù e Sua madre Maria, senza parlare di ciò che ha già detto Mic.

Potrebbe farlo ma so che non lo farà.

montmirail ha detto...

in quale altre parole il Papa ve lo deve ripetere?

Caterina, quello che interessa è che il concetto di terra concida con quello della salvezza. L'Erez Israel
dovrà essere inteso in questo modo.

Notare cosa scrive l'autore:

"Le idee sioniste sono le linee guida del movimento e il processo di destabilizzazione è iniziato da tempo".

Non si spiegherebbe altrimenti il favore e la facilità con cui i nc
vengono accolti e ottengono spazi
dove ogni cm2 è oggetto di contesa.

Francesco ha detto...

@ MICHELA

No, la tua ipotesi non cade affatto. Da ricerche effettuate si può affermare che l'estradizione nel senso da te indicato non esiste.

Grazie per la sintesi e l'estrema chiarezza!

Francesco ha detto...

E' assolutamente umiliante pensare che il 10 gennaio prossimo il Papa celebrerà insieme a Kiko & C. il quarantesimo di un'organizzazione che mira ormai esplicitamente a sostituire la sede romana di Pietro con la sede di Kiko in Galilea( il nuovo Cefa).

E' pazzesco e nessuno se ne accorge o finge di non accorgersene.

elena ha detto...

ma non è possibile che il papa aspetti proprio il 10 gennaio per fare un bel "cazziatone" a kiko e company? non credo che catechesi del genere non arrivino fino al papa e in più visto che i 2 anni concessi sono passati e il modo di prendere la comunione non è cambiato di una virgola( sulle altre modifiche qualche adeguamento c'è stato almeno nelle comunità che frequentavo io..) io credo che non passerà molto tempo prima che il papa intervenga e questa volta con provvedimenti anche drastici... e forse, anzi sicuramente( credo) il 10 farà perlomeno un bel discorsetto ai fondatori del cammino... sono un'ingenua?

Aldo ha detto...

Estratto dalla convivenza P.S.Giorgio ..25/28 settembre 2008

kiko ammonizione alla colletta:

"Faremo una sola colletta, per pagare albergo e per l'evangelizzazione. Sempre facciamo una collatte per l'evangelizzazione... Pensate he dobbiamo costruire la domus di Gerusalemme e per la costruzione del seminario di Madrid.. siate generosi che Dio vi darà il 100 per 1. Perchè i soldi non si corrompano si salano con l'elemosina, dice così il talumd. I soldi che hai guadagnato nella vita si corrompono se tu non li riempi di sale e i soldi si salano, dando l'elemosina. Coraggio fratelli siate generosi"..

Cara Michela.. che ne dici di questa chicca sui soldi?... questo è ciò che dice kiko al momento della colletta... a Voi ogni commento

Aldo ha detto...

A proposito kiko si vanta che "la civiltà cattolica" ha fatto un articolo sul cn .. è vero (quad.3797 6/9/2008 a firma GianPaolo Salvini S.I.) ma non mi sembra così entusiastico.. qualcuno riesce a reperire l'intero articolo?

Emma ha detto...

Questo è solo un riassunto dell`articolo che effettivamente non sembra affatto entusiastico .

GianPaolo Salvini S.I., IL CAMMINO NEOCATECUMENALE - Dopo aver ricordato che Benedetto XVI chiede ai vescovi di «andare incontro ai Movimenti ecclesiali con amore», perché sono «una delle novità più importanti suscitate dallo Spirito Santo nella Chiesa per l'attuazione del Concilio», la cronaca si sofferma sul Cammino Neocatecumenale, il cui statuto è stato approvato definitivamente l'11 maggio scorso. Il testo riporta i punti essenziali dei 35 articoli dello statuto, mettendo in rilievo sia i caratteri propri del Cammino, sia i pochi, ma notevoli, cambiamenti apportati al precedente statuto. Se il Cammino riceve accoglienze entusiastiche, suscita anche alcune critiche e riserve alle quali conviene fare attenzione per il bene della Chiesa e dello stesso Cammino.

soft ha detto...

CARO MIC NON TI SMENTISCI MAI HAI CENSURATO IL IO INTERVENTO BRAVO ANZI BRAVA!!

STEFANOS78 HA DETTO:

Il Cristianesimo NON E' SCINDIBILE! Per cui l'Antico e il Nuovo testamento hanno solo una differenza TEMPORALE e di minore (l'Antico) e maggiore (il Nuovo) "Pienezza". Di "preparazione" l'uno, di Compimento l'altro! Sono UN TUTTO UNICO! Gesù è SEMPRE ESISTITO e SEMPRE ESISTERA'

CARO STEFANOS A PARTE LA DIFFERENZIAZIONE DISCUTIBILE CHE FAI MAGGIORE MINORE TRA NUOVO E VECCHIO TESTAMENNTO MA PO NON TI RENDI CONTO CHE TI CONTRADDICI?SE E 'UN TUTTUNO ALLORA PERCHE' VUOI SCINDERE DICENDO CHE ORMAI NON CI RIGUARDA PIU?

Gli ebrei possono capire Gesù- ce lo auguriamo perchè oggi così non è- NON PER UNA APPARTENENZA RAZZIALE ma perchè Egli è il Figlio di Dio Benedetto annunciato nelle Scritture

SECONDO TE L'APPARTENENZA DI GESU' AL POPOLO EBRAICO è CASUALE?

Non è possibile che un popolo che ha conosciuto grandi dolori (MA NON SONO GLI UNICI NELLA STORIA! Ed è ora di finirla anche con questa assolutizzazione "ebraica" del dolore! Per poter davvero COSTRUIRE INSIEME un mondo più gisuto!) si attesti a posizioni così RAZZIALI, tanto da non poter essere definito COME NOSTRO PARI! Io, invece, considero un ebreo UN MIO PARI IN TUTTO! Ed è una vergogna continuare questo RAZZISMO!

QUESTE AFFERMAZIONI SI COMMENTANO DA SOLE.VI SCORGO UN VAGO TENTATIVO DI REVISIONISMO STORICO DI QUELLI CHE NEGANO LA SHOA'TIPICO DEI NAZISTI

MA QUESTA AFFERMAZIONE DI STEFANOS78 E' DA INCORNICIARE:

Intanto io contesto fortemente l'appartenenza RAZZIALE perpetua di Gesù ad una determinata nazione! Contesto fortemente l'appartenenza RAZZIALE della Beata Madre Nostra, Madre DEGLI UOMINI , Madre dei Figli nel Figlio! E' davvero ora di finirla con questo buonismo vittimista di quart'ordine che non fa bene per primi ai nostri "fratelli" ebrei!

MA DAVVERO CONTESTI L'APPARTENENZA DI GESU AD UNA NAZIONE?ALLORA SOVVERTI LA STORIA E LE SCRITTURE PERCHE' CI DICONO CHE GESU' E' EBREO NATO A BETHLEMME DI GIUDEA DA MADRE EBREA(MARIA).VORRESTI CONTESTARE ANCHE CHE MARIA E' EBREA?O FORSE PER TE ESSERE EBREI E' UNA VERGOGNA?ALORA LO VEDI CHE HO RAGIONE A PARLARE DI HITLER,DI ANTISEMITISMO?

Francesco ha detto...

Come al solito, secondo il brano postato da Emma, gli osservatori politically correct, quando si tratta di parlare del Cammino Neocatecumenale, danno un colpo al cerchio e uno alla botte.

E' come se il mondo cattolico fosse sbigottito dalla faciloneria con cui sono stati approvati gli statuti di Kiko e non credesse ai propri occhi, vista la marchiana gravità degli assunti di Kiko e Carmen.

Aldo ha detto...

estratto convivenza 09.2008

Lett. Rm 1,1/32 (commento di kiko al v. 1,9) .."S.Paolo intende l'apostolato, la missione come una liturgia, rende culto. Come i sacerdoti nei templi pagani offrivano in sacrificio i cuori delle vittime umane alla divinità, così noi predicando Cristo facciamo sì che la gente, udendo il kerigma che incide il suo cuore, possa cambiare. Il cuore dei gentili cambia e passa a lodare Dio. Ecco la liturgia. Sono un sacerdote, perchè e un culto annunziare il Vangelo. Voi eravate nemici di Dio e grazie al ministero mio e di carmen siete passati a lodare Dio, i vostri cuori sono a favore di Dio, non sono più nemici di Dio. Quale ministero più grande, quale cosa più bella?"..

Stefano.. Mic.. siamo alla follia

Emma ha detto...

SÌ Aldo siamo alla follia, ma è possibile che siamo i soli a rendercene conto?
È possibile che chi sa, taccia?
È possibile che niente si muova, che tutti facciano finta di niente ?

So che mi direte che non serve a niente, ma io continuo a pensare che questi testi dovrebbero essere inviati alle Congregazioni competenti.
Purtroppo le enormità proiunciate da Arguello, mostrano che anche se i famosi testi che sono ancora all`esame in Vaticano usciranno approvati, per il cammino saranno testi da archivio, validi per l`esterno, per la facciata, perchè la catechesi del kiko-pensiero si rinnova in continuità, con i risultati che purtroppo leggiamo.

Emma ha detto...

E chi controlla il kiko-pensiero?

mic ha detto...

CARO MIC NON TI SMENTISCI MAI HAI CENSURATO IL IO INTERVENTO BRAVO ANZI BRAVA!!

ho censurato un delirio ancor più serio di questo con quel che segue... in cui tra l'altro continui a tirare in ballo persone che non c'entrano nulla.

Se noi siamo antisemiti, tu sei un marziano!

tutte le nostre radici giudaiche le conosciamo, le amiamo e sono perfettamente integrate nella nostra Fede... non altrettanto le disquisizioni appiccicaticce di Kiko e Carmen che davvero vi fanno 'tornare indietro' ed ebraizzano arbitrariamente il cristianesimo anzi, sono una scimmiottatura sia dell'ebraismo che del cristianesimo!

Ci può cascare solo chi non conosce né l'uno né l'altro!

Come fai a sostenere (nel post censurato insieme ad un marasma di citazioni cattoliche filo-ebraiche, che condividiamo, ma che non c'entrano nulla con le catechesi giudaizzanti di Kiko e Carmen) che Carmen per kippur intende la Croce? Dove lo dice?

Non ti sei accorto che sta sostituendo lo Yom Kippur al sacramento della riconciliazione, che ha appena nominato all'inizio - specchietto per le allodole - e poi va a ramengo e non si parla che dello Yom Kippur e annessi e connessi con falsificazioni inammissibili del Vangelo???

Ho sentito con le mie orecchie cosa pensano Kiko e Carmen della riconciliazione, per cui non puoi confondere me - e nessuno di noi che conoscono quel che conosco io e anche di più - ma solo, eventualmente, chi non vi conosce...

mic ha detto...

MA DAVVERO CONTESTI L'APPARTENENZA DI GESU AD UNA NAZIONE?ALLORA SOVVERTI LA STORIA E LE SCRITTURE PERCHE' CI DICONO CHE GESU' E' EBREO NATO A BETHLEMME DI GIUDEA DA MADRE EBREA(MARIA).VORRESTI CONTESTARE ANCHE CHE MARIA E' EBREA?

Steph e nessuno di noi contesta l'ebraicità di Gesù e della nostra Madre, ma forse non conosci l'UNIVERSALISMO ebraico e non sai che Chiesa Cattolica vuol dire la realizzazione di questo universalismo?

O vuoi sostenere che Gesù è venuto solo per gli ebrei e che per essre cristiani - contrariamente a quanto stabilito dal Concilio di Gerusalemme e insegnato dagli Apostoli, Paolo in primis - bisogna diventare prima ebrei?

Non sai che in Cristo Signore, come ha spiegato ampiamente anche Steph, c'è la Ricapitolazione di TUTTO e il passato il presente il futuro di TUTTA la Rivelazione, che non sapete neanche che cos'è?

Stephanos78 ha detto...

CARO STEFANOS A PARTE LA DIFFERENZIAZIONE DISCUTIBILE CHE FAI MAGGIORE MINORE TRA NUOVO E VECCHIO TESTAMENNTO MA PO NON TI RENDI CONTO CHE TI CONTRADDICI?SE E 'UN TUTTUNO ALLORA PERCHE' VUOI SCINDERE DICENDO CHE ORMAI NON CI RIGUARDA PIU?


Non urlare sempre.

LEGGI, ciò che ho scritto prima di farti prendere da deliri di condanna all' "antisemitismo" o a arringhe politiche.

La "maggiore" o "minore" cosa di cui parlavo è LA PIENEZZA! PIENEZZA! Il Nuovo Testamento è la PIENEZZA! L'Antico NO! L'Antico Testamento, DA SOLO E SENZA IL NUOVO non è la PIENEZZA! Senza Gesù Cristo NON SI PUO' PARLARE DELLA PIENEZZA DELLA RIVELAZIONE. Lo sai?

Il fatto che l'Antico e il Nuovo Testamento sono tuttuno, non significa che non vi siano DIFFERENZE fra loro. Anche questo riesci a capirlo?

Le cose vecchie sono FINITE. E non ho detto che non ci riguardano più. MA SONO FINITE? Comprendi?

SECONDO TE L'APPARTENENZA DI GESU' AL POPOLO EBRAICO è CASUALE?


Gesù nasce nella nazione di Israele per Compiere le promesse date a quel popolo, CHE NON LE DEVE CONSIDERARE UN TESORO GELOSO, e che RIGUARDANO L'UMANITA' INTERA!! Questo lo sapeva benissimo anche il proto-cristiano(ebreo) del tempo! Solo non sapeva (perchè la PIENEZZA NON C'ERA! Capito?) COME si sarebbero compiute le promesse per Israele e il MONDO! Come il MONDO non sarebbe stato più DIVISO, come sarebbe stata sconfitta l'iniquità e il peccato e come "Israele" di Dio si sarebbe "espanso" fino ai confini della terra!

QUESTE AFFERMAZIONI SI COMMENTANO DA SOLE.VI SCORGO UN VAGO TENTATIVO DI REVISIONISMO STORICO DI QUELLI CHE NEGANO LA SHOA'TIPICO DEI NAZISTI

Questa tua frase è vergognosa e si commenta da sè a sua volta! LEGGI COSA HO SCRITTO prima di sbraitare senza aver capito UN TUBO! Ciò che scirvo è quanto mai di più lontano dal razzismo e dal negazionismo! Piantala di fare politica! Io lo ribadisco: considero gli Ebrei MIEI PARI. COnsidero gli ebrei un popolo che ha patito grandi sofferenze nella sua storia, non ultima la SHOA. MA CONSIDERO QUESTE SOFFERENZE gravi come molte altre che hanno colpito vari popoli della terra. E considero NECESSARIO che ci sia RIAPPACIFICAZIONE E NON VENDETTA per poter costruire un mondo migliore INSIEME! DOVE STA L'ANTISEMITISMO? VERGOGNATI, perchè invece di rispondere con argomenti, non sapendo cosa dire STRAPARLI.

MA DAVVERO CONTESTI L'APPARTENENZA DI GESU AD UNA NAZIONE?ALLORA SOVVERTI LA STORIA E LE SCRITTURE PERCHE' CI DICONO CHE GESU' E' EBREO NATO A BETHLEMME DI GIUDEA DA MADRE EBREA(MARIA).VORRESTI CONTESTARE ANCHE CHE MARIA E' EBREA?O FORSE PER TE ESSERE EBREI E' UNA VERGOGNA?ALORA LO VEDI CHE HO RAGIONE A PARLARE DI HITLER,DI ANTISEMITISMO?


QUeste tue URLA sono DISGUSTOSE! VERGOGNATI!

Gesù e Maria sono il Nuovo Adamo e la Nuova Eva! Nella loro realtà terrena sono NATI nella Carne in LUOGHI definiti. Ma ORA, che le cose Vecchie sono passate, Gesù è stato Glorificato e Maria Assunta in Cielo!

Può avere la Beata Vergine una "appartenenza" Nazionale o "preferenze"? Può avere Gesù una "appartenenza Nazionale" o preferenze? Ma ti rendi conto di quello che dici? Il Nuovo Adamo e la NUova Eva che esigono l'appartenenza NAZIONALE per essere conosciuti ed amati? La iniziazione ad una nazione e ai suoi usi è necessaria per Amarli?

Quindi la Salvezza passa per una NAzione? Ma non ti rendi conto di quanto RAZZISTA e anti-umana sia questa convinzione?

E PIANTALA DI PARLARE DI HITLER! LEGGI QUELLO CHE SCRIVO!

Gert ha detto...

Tra i tanti autogol di alcuni monsignori più realisti del re, quello di ieri di Mons. Miglione all'ONU è degno del guiness dei primati.

Ma perchè la Santa Sede è cosi pronta a sindacare e a porre veti a tutto e a tutti meno che a coloro i quali si formano le loro chiese impunemente e continuano a definirsi cattolici?

Piero ha detto...

Ok d'accordo.
Però non capisco come mai su internet ci siano molti siti anti-cammino ma nulla ad esempio sui vari gruppetti di rinnovamento carismatico, che non sono altro che pentecostali in seno alla Chiesa, peggio dei serpenti.
Mi chiedo questo...

katartiko ha detto...

"Ma perchè la Santa Sede è cosi pronta a sindacare e a porre veti a tutto e a tutti meno che a coloro i quali si formano le loro chiese impunemente e continuano a definirsi cattolici?"

Per il semplice motivo che non trova elementi non cattolici. E' tutto così semplice, lapalissiano direi. Solo voi siete rimasti a vedere quello che non c'è e a immaginare complotti riylkikiani al Papa. Fatemelo dire: fate un po' ridere.

mic ha detto...

quel che osserva Piero, per distogliere l'attenzione dal Cammino nc, non cambia una virgola delle denunce su di esso e dipende semplicemente dal fatto che tutti coloro che scrivono qui ed anche altri che scrivono su Internet hanno conosciuto il cammino e non i gruppi di cui lui parla... e purtroppo si è consapevoli che il cammino è solo una delle facce - a nostro avviso una delle più sconvolgenti - della crisi della chiesa

mic ha detto...

Per il semplice motivo che non trova elementi non cattolici. E' tutto così semplice, lapalissiano direi.

a noi la situazione sembra semplice e lapalissiana all'inverso... ignori naturalmente le molte documentate denunce e, soprattutto, non hai letto il Vangelo secondo Carmen di questo thread!

Solo voi siete rimasti a vedere quello che non c'è e a immaginare complotti riylkikiani al Papa.
Fatemelo dire: fate un po' ridere.


la delirante catechesi di Carmen purtropppo c'è ed è reale, come ci sono e sono reali molte altre catechesi altrettanto non cattoliche

forse a te faremo ridere; ma la situazione è drammatica e fa piangere molti cuori fedeli alla Chiesa cattolica...

qui nessuno 'immamgina': oltre alle notizie certe, quella dei cosiddetti complotti rylkiani è la sottolineatura di una anomalia, che non definisco neppure ipotesi perché, se quella del complotto è una ipotesi, l'anomalia è una certezza...

Caterina63 ha detto...

Per Soft che ora arriva ad accusare di ANTISEMITISMO PERFINO IL PAPA visto che non va a scuola di Kiko.....gli chiedo: HAI LETTO LA SACRAMENTUM CARITATIS vv.9/10/11/12 ?

Francesco ha detto...

Beh, Katartiko, la Santa Sede ha capito perfettamente quanto di gnostico e pseudo ebraico-luterano c'è nel cd Cammno di Kiko, altrimenti non ci sarebbero stati, nell'ordine:

- i due rifiuti degli statuti provvisori presentati dalla triade nel 98 a Giovanni Paolo II e l'invito di quest'ultimo a stilarne un terzo sotto la guida del cardinale Stafford;

-la lettera di Arinze;

-il ritardo di un anno nell'approvazione dello statuto definitivo.

E questa è storia.

Sfuggono i motivi per i quali malgrado tutto ciò mons. Rylko si ostina a definire il Cammino una metodologia cattolica al servizio della Chiesa, quando Carmen ( si legga l'apertura di questo thread) sostiene esattamente e ostentatamente il contrario.

E questa, purtroppo, è quasi fantastoria religiosa!

Francesco ha detto...

@ Piero

I gruppi pentecostali non amano camuffarsi e dividersi i tanti piccoli rivoli mimetizzati all'interno della Chiesa Cattaolica: per loro è indispensabile la platealità e lè'dentità.

Concordo con te nell'osservare che qualche realtà carismatica grossa (vds il Rns)pur scimmiottando i pentecostali, rimane nell'alveo cattolico e fa della sua identità carismatica un'azienda milionaria(in euro ovviamente).

I guppi più piccoli (Gruppi Gesù Risorto, Servi di Cristo Vivo,ecc.) mantengono invece un'identità esclusivamente cattolica, lontana mille miglia dal pentecostalismo e dall'aziendalismo interessato.

sofia ha detto...

Caro Mic,
di fronte alla gravità dei fatti qui da voi riferiti le parole diventano sempre più insufficienti.
Avevo posto ieri una domanda di chiarimento sul ruolo della Grazia e quello della libera volontà
del peccatore che ad essa decida di rispondere o no, ma mi sono resa conto (anche per il ritardo della moderazione) che era per me più opportuno ascoltare, sempre solidale con tutta la vostra angoscia, la discussione accesissima sull’argomento che sta a fondamento di questo benedetto blog, e che non solo rinnova quotidianamente il dolore della atroce piaga aperta e sanguinante da 40 anni all’interno della Chiesa, ma riaccende ad ogni notizia sgomento, indignazione, senso d’impotenza, tentazione di sfiducia e scoraggiamento in molti di noi, e forse confusione e scandalo nei fedeli poco formati dottrinalmente e impreparati alla tempesta che travaglia la Chiesa (che sembra stia raggiungendo il suo acme, leggendo le funeste notizie di “ammutinamento”, direi quasi “dirottamento della Nave”, che voi riferite), e che non sanno più quale sia oggi la parola forte, autorevole e UNIVOCA di fedeltà al DEPOSITUM FIDEI, tramandato a noi in 2000 anni, che essi possano seguire con la certezza di essere nel giusto;
dolore e sgomento per quella piaga, interiormente vissuta dai veri fedeli a Cristo, che vivono vigilanti - ad occhi aperti, non bendati, e non con l’anima sotto anestesia permanente – manifestati dalle sacrosante reazioni di Stephanos (vere grida dal fondo dell’anima pugnalata, come Gesù trafitto…), e di tutti voi, di fronte all’enormità delle sataniche affermazioni di Kiko & C.

Davvero ogni giorno non sappiamo se abbiamo raggiunto il culmine dell’orrore, che forse il Signore sta permettendo alla Sua Santa Chiesa come grande tribolazione che deve purificarla, o se domani ci aspetta un orrore maggiore, di fronte al quale la nostra ragione vacilla e dobbiamo chiederci, come ciechi che tastano le pareti temendo l’ostacolo che li farà cadere per sempre (la disperazione…):
“Signore, dove sei? Non ti sarai dimenticato di noi, per caso? Siamo piccoli e deboli di fronte a questo male gigantesco…non siamo migliori di Elia, che, vinto dalla fatica del duro cammino, voleva abbandonarsi a morire lì nel deserto e Ti diceva: ‘Lasciami in pace, chè non ce la faccio più!’”
Ma poi ricordiamo che l’Angelo diede a Elia il pane per riprendere forza, e noi abbiamo il Pane della Vita; e che il Signore in tante occasioni (VT e NT) ha detto ai suoi amici “Non temere, piccolo gregge” “Anche se tua madre ti dimenticasse, Io non ti abbandonerò” “I vostri capelli sono contati” “Voi valete più di mille passeri” [scusate, sto citando a memoria, con poca precisione…];
infine “Fatevi coraggio: Io ho vinto il mondo!” “Sarò con voi fino alla fine dei tempi”
“Portae inferi non praevalebunt” !
e quest’ultima ci conforta, anche se tutte le apparenze attuali dicono il contrario:
l’INFERNALE MENZOGNA di Kiko, un delirante impostore che si dichiara sacerdote, dopo aver saccheggiato e rimaneggiato il Vangelo e le Scritture ad libitum, al colmo di una superbia inaudita che vuole asservire lo Spirito Santo al proprio delirio di onnipotenza e al culto della propria persona, (dicendo sfrontatamente “Sarete salvi grazie a me!”, roba tale che, se non è lui l’anticristo, lo precorre in modo chiaro, ponendosi in concorrenza con Cristo, –antì-), sembra voler prevalere sulla retta ragione, sul semplice buonsenso di migliaia di fedeli, in basso e in alto (?) e sulla vera Fede : Fede e ragione di quei “credenti” sembrano entrambe incatenate, accecate e gettate in un buio carcere, e il colmo dell’abominio è che essi, ciechi e sordi, credono di vederci bene …; veramente questa sembra la più geniale invenzione di Satana in tutta la storia della Chiesa.
Ma forse è proprio ciò che accade in ogni manifestazione di un’eresia dentro la Chiesa, come spesso ci ricorda Caterina: la Menzogna pretende di usurpare il posto della Verità, gridando più forte di Essa (tappandosi le orecchie), e sbandierando trionfalmente il “numero dei seguaci” per convincersi di stare dalla parte giusta…
* * *
Ora vedo che il post è già troppo lungo, ma spero di poter esprimere in seguito altri pensieri, riguardanti questo marasma in cui siamo coinvolti, come fedeli supplicanti che il Signore raddrizzi le vie distorte, mediante l’intercessione del Cuore Immacolato di Maria, che sicuramente trionferà, e al quale spero che giungano i rosari invocanti la grazia del ritiro della scomunica alla FSSPX, essendo convinta (forso non io sola…) che il rientro della Fraternità sarà provvidenziale per la salute spirituale dei fedeli e della Chiesa intera,
in seno alla quale oggi “vige una forma mentis che non è più cattolica"
(vedi http://www.unavox.it/ArtDiversi/div091_FSSPX_e_Roma.htm
dove si rileva tra l’altro, riguardo al MP:
“Non basta un documento papale che liberalizza la S. Messa perché questa divenga realmente libera”, e di questo potrei darvi la mia dolorosa testimonianza, della ribellione, in termini indiretti ma chiari, alla volontà del Papa – gridata dall’altare! - che mi fa stare male al solo ricordarla…)
* * *
Per ora, in mezzo a questo marasma della Fede, vedo che tantissimi fedeli, molti come noi consapevoli, molti ignari (tra cui i poveri schiavi NC, che urlano anche per una ferita di cui non capiscono più l’origine, drogati come sono dal malefico pastore) soffrono per scontare le colpe dei peccatori grandi e consapevoli del male procurato al Corpo Mistico
(ripensando che “i documenti del Concilio, per quanto equivoci, volendo avrebbero potuto essere interpretati e soprattutto applicati alla luce della Tradizione, così da produrre effetti diametralmente opposti a quelli che si sono prodotti in questi ultimi quarant'anni” e pensando, oltre che a Kiko, a certi superbi teologi “creativi” degli ultimi decenni…);
e nel maremoto di cui non scorgiamo la fine…
posso solo dire:“ Sentinella, a che punto è la notte?"
...continuando a pregare e sperare.

Michela ha detto...

"Noi abbiamo riscoperto un po' l'Eucaristia attraverso il Pesach ebraico (!?), e anche grazie al Concilio abbiamo visto che non si può capire l'Eucaristia senza stare in Egitto nella schiavitù, nella morte e passare al vino, alla risurrezione, alla festa, perché nel deserto non c'è vino"

Sono contenta che abbiate messo le catechesi nc, per vedere come funzionano le cose all'interno del cammino.
Ho preso un passaggio a caso, ma qualsiasi frase di carmen o Kiko andrebbe bene.
Non voglio entrare nella confutazione del testo, perchè non avrebbe senso.
Osservando le frasi, si vede che non dicono nulla di chiaro, creano delle suggestioni, senza collegamento logico: per es. non se ne può fare un riassunto ( ecco perchè vanno imparate a memoria)
non si può parafrasarle, non hanno un contenuto logico e chiaro che possa essere recepito e acquisito.
e difatti avete notato che nessun nc è in grado di ragionare, di rispondere, di argomentare.
O le ripete a memoria o rischia di dire castronerie come quelle di Soft su Hitler.
'riscoperto un po'l'Eucarestia attraverso il Pesach...
cosa vuol dire un po'? un po' solo a livello di segni, di finalità, di significati? non si capisce

Capite perchè un sacerdote che ascolta non può dire nulla. perchè verrebbe smentito immediatamente : Carmen ha detto 'un po"

Queste sono catechesi che hanno senso solo se fatte nel contesto giusto, con la carica di emotività necessaria. non sono catechesi che possano essere lette, perchè non servono a trasmettere contenuti, ma solo a rafforzare l'appartenennza al cammino
...noi abbiamo scoperto...
...noi abbiamo visto...


Ecco perchè l'unica possibilità è aderire acriticamente o starne lontani IN SILENZIO, come fanno molti vescovi e sacerdoti, perchè non si può parlare con chi ha una struttura del linguaggio diversa da quella comune.
E' come parlare con un venditore di pentole, se non si conoscono le sue tecniche di comunicazione, ti condurrà sempre dove vuole lui.


P.S. manca solo che dicano che
..abbiamo sentito il grido di dolore
e siamo scesi a salvarvi...
visto che si parla di schiavitù in Egitto :)

Aldo ha detto...

... Michela se hai letto il mio estratto hanno già detto anche questo...
Leggi qui: kiko dice di se e carmen

.."Sono un sacerdote, perchè e un culto annunziare il Vangelo. Voi eravate nemici di Dio e grazie al ministero mio e di carmen siete passati a lodare Dio, i vostri cuori sono a favore di Dio, non sono più nemici di Dio. Quale ministero più grande, quale cosa più bella?"..

Aldo ha detto...

Capite? lui e carmen hanno un "ministero" (dato da Dio in persona) e "ti hanno portato a lodare Dio"...

poi finisce che un esaltazione di se....

mic ha detto...

Cara Sofia,
intanto grazie per il tuo appassionato e limpido intervento che ha saputo esprimere tanti nostri pensieri, stati d'animo, dubbi, invocazioni, scelte di comportamento fondate sul Signore che è la Verità!

Riprendo la tua domanda aggiungendo che quanto espresso sul ladrone è stato detto più volte anche a noi dai NC (esempi cristallizzati e diffusi in serie)
(ieri il mio computer è stato KO quasi l'intera giornata)

Leggo su un blog cattolico, a proposito del perdono immediato e totale concesso da Gesù sulla Croce al buon ladrone, la spiegazione di un utente (che alcuni dicono essere un catechista NC), e che precisa come
"...il buon ladrone non fu perdonato da Gesù perchè umile e pentito di averLo offeso col peccato (altrimenti Dio sarebbe legalista: do-ut-des) ma si pentì perchè era stato perdonato, non viceversa: il perdono del Signore ci precede...ecc.".


questo non è altro che il concetto Luterano che il nostro peccato è già perdonato (l'unica condizione è la fede, nel caso in esame la fede equivale ad "adesione" al Cammino nc) e l'uomo non ha nessuna responsabilità né nel compierlo né nell'emendarsi, perché tanto non ne è capace...

L'insegnamento cattolico non dice che possiamo ottenere il perdono solo con i nostri meriti, ma che ci sia bisogno del nostro impegno e della nostra risposta per accoglierlo sì e, poi, ci insegna - ed è verità sperimentata nella nostra vita - che la Grazia Santificante che scaturisce dai Sacramenti dalla preghiera e dalla vita di fede, ci "libera" e ci "trasforma" (Grazia Sanante), ci eleva (Grazia elevante) e anche ci preserva dal compiere il peccato (Grazia preveniente). Il tutto se vigiliamo e preghiamo e cooperiamo con il nostro quotidiano SI', accogliendo il Signore ed è Lui che con il Suo Spirito opera in noi secondo la volontà del Padre per ognuno di noi...

mic ha detto...

Inserisco un testo tratto dal Catechismo della Chiesa cattolica che è il VERO insegnamento sulla Grazia

Michela ha detto...

Inoltre il perdono immediato che ha aperto le porte del paradiso fa pensare ai nc, che il peccato non ha bisogno di riparazione.
Il perdono comporta il condono della pena. Ecco perchè manca la contrizione ( ma qui vado su un terreno incerto, per cui correggetemi pure), perchè Dio non viene offeso dal peccato, e soprattutto manca la coscienza di dover riparare al male fatto, cioè manca l'idea della penitenza.

Michela ha detto...

"Sono un sacerdote, perchè e un culto annunziare il Vangelo"

...altra frase senza senso
impossibile farne l'analisi logica,
ma è un messaggio molto chiaro alle comunità e ai vescovi.

il messaggio è chiaro, diretto e incisivo perchè non passa attraverso il vaglio della ragione: se faccio quello che fa un vescovo, SONO come un vescovo.

mic ha detto...

Inoltre il perdono immediato che ha aperto le porte del paradiso fa pensare ai nc, che il peccato non ha bisogno di riparazione.

infatti per loro il peccato non ha bisogno di riparazione né di emendamento (perché è impossibile) dato che non ammettono la Grazia Santificante

Invece il peccato provoca conseguenze e il perdono è ottenuto dal Signore attraverso il Sacramento della riconciliazione (non dalla comunità, secondo il costume ebraico legato alla teshuvà e allo Yom Kippur)...

le conseguenze (che a volte vediamo e a volte neppure possiamo immaginare) esigono riparazione, attraverso la Preghiera e la Penitenza...

Michela ha detto...

"infatti per loro il peccato non ha bisogno di riparazione né di emendamento (perché è impossibile) dato che non ammettono la Grazia Santificante"

difatti il cammino nc è tutto meno che un 'cammino'
dovrebbero chiamarsi 'i seduti'
'gli immobili'
'gli statici'

mic ha detto...

Quello che andiamo svelando e osservando solo in questo thread dovrebbe esser più che sufficiente, anche senza tener conto del Rito introdotto dall'iniziatore - cosa già di per sé di una gravità inaudita -, a mettere in risalto le 'difformità' tra gli insegnamenti del cammino e le verità di fede cattoliche.

E i Direttori, sia pure corretti, sono infarciti di cose simili... ma il problema è che nella Chiesa l'errore può coesistere con la verità e la confusione che ne deriva è nefasta per le anime...

mic ha detto...

"Sono un sacerdote, perchè e un culto annunziare il Vangelo"

il fatto è che non dice QUALE vangelo... e il culto non è certo il VERO culto che si deve a Dio, ma è il culto dell'Assemblea e della sua personalità, unico vertice e fonte di tutto ciò che si compie nel cammino!

soft ha detto...

STEFANOS78 HA DETTO:

Non urlare sempre.

LEGGI, ciò che ho scritto prima di farti prendere da deliri di condanna all' "antisemitismo" o a arringhe politiche.La "maggiore" o "minore" cosa di cui parlavo è LA PIENEZZA! PIENEZZA! Il Nuovo Testamento è la PIENEZZA! L'Antico NO! L'Antico Testamento, DA SOLO E SENZA IL NUOVO non è la PIENEZZA! Senza Gesù Cristo NON SI PUO' PARLARE DELLA PIENEZZA DELLA RIVELAZIONE. Lo sai?

RISPOSTA

CARO STEFANOS PROPRIO TU MI ACCUSI DI URLARE E DI DELIRARE?I TUOI COMMNTI SONO TUTTO UN DELIRIO!!CHE FAI TI RIMANGI QUELLO CHE DICI?SE SEI NAZISTA ABBI IL CORAGGIO DI DIRLO APERTAMENTE!!!LO SO CHE IL NUOVO TESTAMENTO E' LA PIENEZZA E IL COMPIMENTO DI QUELLO ANTICO MA CHE SIGNIFICA CHE L'ANTICO NON HA PIù VALORE?QUALE TEOLOGO PAZZO HA DETTO UNA COSA DEL GENERE?QUESTA E' PURA FOLLIA!!

Gesù nasce nella nazione di Israele per Compiere le promesse date a quel popolo, CHE NON LE DEVE CONSIDERARE UN TESORO GELOSO, e che RIGUARDANO L'UMANITA' INTERA!! Questo lo sapeva benissimo anche il proto-cristiano(ebreo) del tempo! Solo non sapeva (perchè la PIENEZZA NON C'ERA! Capito?) COME si sarebbero compiute le promesse per Israele e il MONDO! Come il MONDO non sarebbe stato più DIVISO, come sarebbe stata sconfitta l'iniquità
e il peccato e come "Israele" di Dio si sarebbe "espanso" fino ai confini della terra

GRAZIE PER LA SPIEGAZIONE MA IL FATTO CHE LE PROMESSE FATTE AD ISRAELE SI SIANO COMPIUTE IN GESU'NON SIGNIFICA CHE LA PRIMA ALLEANZA SIA ANNULLATA.ISRAELE RIMANE SEMPRE IL POPOLO ELETTO ANCHE SE LA CHIESA E' IL NUOVO ISRAELE,IL NUOVO POPOLO ELETTO.DIO NON HA MAI RINNEGATO LA SUA ALLENZA CON ISRAELE ANCHE SE DOPO L'AVVENTO DI CRISTO QUESTA ALLEANZA SI E'ESTESA A TUTTA L'UMANITA'.ISRAELE RIMANE SEMPRE IL POPOLO PREDILETTO DA DIO. ISRAELE.GESU' E MARIA SONO PIENAMENTE EBREI LA LORO APPARTENENZA AL POPOLO ELETTO NON E' SCOMPARSA O ANNULLATA.IL FONDATORE DELL'OPUS DEI ERA SOLITO DIRE CHE AMAVA GLI EBREI PERCHE' RICORDAVA CHE GESU'E' EBREO LA VERGINE MARIA E' EBREA GLI APOSTOLI SONO EBREI.QUESTO NON E' UN DETTAGLIO MA E'FONDAMENTALE!!


Questa tua frase è vergognosa e si commenta da sè a sua volta! LEGGI COSA HO SCRITTO prima di sbraitare senza aver capito UN TUBO! Ciò che scirvo è quanto mai di più lontano dal razzismo e dal negazionismo! Piantala di fare politica! Io lo ribadisco: considero gli Ebrei MIEI PARI. COnsidero gli ebrei un popolo che ha patito grandi sofferenze nella sua storia, non ultima la SHOA. MA CONSIDERO QUESTE SOFFERENZE gravi come molte altre che hanno colpito vari popoli della terra. E considero NECESSARIO che ci sia RIAPPACIFICAZIONE E NON VENDETTA per poter costruire un mondo migliore INSIEME! DOVE STA L'ANTISEMITISMO? VERGOGNATI, perchè invece di rispondere con argomenti, non sapendo cosa dire STRAPARLI.

CARO STEFANOS CONSIDERI UN EBREO PARI A TE:BONTA TUA SEI MOLTO GENEROSO!"EXCUSATIO NON PETITA ACCUSATIO MANIFESTA"TI STAI GIUSTIFICANDO DA SOLO!!SEI MILIONI DI MORTI NEI CAMPI DI CONCENTRAMENTOI TI SEMBRANO UNA COSETTA DA NIENTE? VORRESTI NEGARE ANCHE TU CHE CIO' E' AVVENUTO?IL FATTO CHE ALTRI POPOLI ABBIANO SOFFERTO DIMINUISCE LA TRAGEDIA DEGLI EBREI?L'AFFAIRE DREIFUSS TI RICORDA NIENTE?CERTO CHE CERCHIAMO LA RIAPPACIFICAZIONE MA QUESTRA NON PUò ESSERCI NASCONDENDO LA VERITA'CHE PURTROPPO E' CHE L'ANTISEMITISMO C'E' ANCHE NELLA CHIESA E TU NE SEI UN ESEMPIO.

Gesù e Maria sono il Nuovo Adamo e la Nuova Eva! Nella loro realtà terrena sono NATI nella Carne in LUOGHI definiti. Ma ORA, che le cose Vecchie sono passate, Gesù è stato Glorificato e Maria Assunta in Cielo!

Può avere la Beata Vergine una "appartenenza" Nazionale o "preferenze"? Può avere Gesù una "appartenenza Nazionale" o preferenze? Ma ti rendi conto di quello che dici? Il Nuovo Adamo e la NUova Eva che esigono l'appartenenza NAZIONALE per essere conosciuti ed amati? La iniziazione ad una nazione e ai suoi usi è necessaria

QUESTE AFFERMAZIONI TI QUALIFICANO IN PIENO.CHE SIANO IL NUOVO ADAMO E LA NUOVA EVA ESCLUDE LA LORO APPARTENEZA AL POPOLO EBRAICO?DOVE LO HAI LETTO?LA VERGINE MARIA NON HA UN APPARTENENZA NAZIONALE NEL SENSO CHE,MALIZIOSAMENTE,INDICHI TU.MA E' UNA FIGLIA DI ISRAELE UNA EBREA ANCHE ORA CHE E' NELLA GLORIA.L'APPARTENENZA AD UN POPOLO NON E' UNA COSA CHE HA UNA SCADENZA.L'IDENTITA'EBRAICA DI AMRIA NON ESCLUDE L'UNIVERSALITA'.SEI TU CHE CREI QUESTA CONTRAPPOSIZIONE IO NON HO MAI DETTO SCIOCCHEZZE SIMILI!

Quindi la Salvezza passa per una NAzione? Ma non ti rendi conto di quanto RAZZISTA e anti-umana sia questa convinzione?

LA SOLITA IPOCRISIA LE SOLITE MISTIFICAZIONI NON HO MAI DETTO UNA CRETINATA DEL GENERE!E TU LOSAI BENE.SE VUOI NEGARE LE RADICI EBRAICHE DEL CRISTIANESIMO,LO RIPETO,SEI COME HITLER.

X CATERINA

HA DETTO:

Per Soft che ora arriva ad accusare di ANTISEMITISMO PERFINO IL PAPA visto che non va a scuola di Kiko.....gli chiedo: HAI LETTO LA SACRAMENTUM CARITATIS vv.9/10/11/12 ?

CATERINA MA TU HAI LETTO LA SACRAMENTUM CARITATIS?MI SA CHE NON L'HAI LETTA BENE!LEGGILA MEGLIO TROVERAI UN AFFERMAZIONE CHE NOI FACCIAMO DA TANTI ANNI.A PROPOSITO DELL'ISTITUZIONE DELL'EUCARESTIA AFFERMA CHE AVVENNE NEL CONTESTO DELLA PASQUA EBRAICA SOTTOLIENANDO IL LEGAME,LA RADICE CHE C'E' TRA EUCARESTIA E PASQUA EBRAICA.TI PREGO DI LEGGERE MEGLIO I DOCUMENTI PRIMA DI CITARLI INVECE DI DIRE SCIOCCEZZE SU KIKO E SUL PAPA.CERCA DI LEGGERE E CITARE I DOCUMENTI IN MODO CORRETTO E NON FAZIOSO ATTRIBUENDOGLI UN SENSO CHE NON HANNO.TRA L'ALTRO IL DOCUMENTO CHE HAI CITATO NON C'ENTRA NULLA CON QUELLO CHE STIAMO DICENDO

chisolm ha detto...

Non credo che accusare di nazismo qualcuno sia una cosa apprezzabile.
I legami genetici tra cristianesimo ed ebraismo sono innegabili, tuttavia occorre dare, a mio avviso, una corretta interpretazione su quel Gesù che nasce da donna, è circonciso, compie il suo rito d’ingresso nella comunità d’Israele fino a che…
Fino a che, in obbedienza al Padre, inizia il suo lavoro di “completamento” della Scrittura, fino a diventare profeta disconosciuto e rifiutato in patria.

Sappiamo che Maria è detta “ianua”, porta del cielo ed esattamente dalla “porta ebraica” Gesù compie il suo ingresso nel mondo. La sua provenienza, tuttavia, è alta e altra: in quanto Logos esiste da sempre, in quanto uomo, da un certo punto. Ma il suo passaggio attraverso la “porta ebraica” non lo rende “esclusivamente” ebreo. Dio non appartiene alle nazioni che crea, elegge, conduce per mano nella storia. Certamente, Gesù-Dio rimane nella sua inimitabile “esclusività” e questa esclusività gli permette di “includere” gli altri, noi, quelli che ci sono stati prima e quelli che verranno dopo.

Il passaggio per la porta ebraica è storico, d’accordo, ma non va veduto come un permanente immutabile quanto come una porta, appunto, che da una parte della soglia si apre al mondo, dall’altra riconduce all’Eterno. Gesù non rimane in mezzo alla soglia: la varca, incede, la attraversa e la supera perché noi potessimo fare il percorso a ritroso, verso il Luogo della sua provenienza.

In tal senso, nessuno nega la componente giudaica di Gesù, ma se si accentua a scapito della sua provenienza, lo stesso ebraismo perde di valore e consistenza, in quanto “porta” voluta dal Padre per inviare il Figlio. Una tale accentuazione, a mio avviso, innalza il Gesù storico a svantaggio della seconda Persona trinitaria e fa di Israele il grembo “in affitto” nel quale Gesù è giunto fino a noi.

Il mistero d’Israele è grande ma non deve diventare più grande del mistero di Cristo: Israele sa di portare da sempre il peso e la gloria del kabod e per questo si comprende come la sua elezione sia strettamente correlata alla sua passione.
Ma è di Cristo che dobbiamo seguire le orme, del Cristo esclusivo ed inclusivo, del Cristo eucaristico e del Cristo liberatore misericordioso, del Cristo che battezza e che perdona, che chiama ed elegge, che conferma e che sposa, che ci attende sulla via del ritorno lì, stavolta in mezzo alla soglia, oltre la quale la Gerusalemme celeste è nel grembo della patria trinitaria, non nella Palestina o Israele di questo mondo.

Un Gesù evocato “esclusivamente” nelle sue radici avvizzisce in un futuro senza escatologia, in un deserto nel quale nulla fiorisce e tutto si perde tra dune desertiche di sofisticata configurazione scenica, in cui il passato e la storia si divengono poco più di un carro allegorico.

Amo il popolo ebraico, le sue tradizioni, la sua storia. Lo amo e, tuttavia, lo ritengo ancora fermo su quella soglia, in quella sua legittima e ostinata convinzione che continuerò a rispettare, senza però togliere dalle mie idee che anch’esso è parte del destino d’inclusione donato da Cristo, leggendo sempre in esso elezione e passione e mai quella deformate “esclusività” che alcuni cercano di svendere.

Chisolm

Caterina63 ha detto...

X CATERINA

HA DETTO:

Per Soft che ora arriva ad accusare di ANTISEMITISMO PERFINO IL PAPA visto che non va a scuola di Kiko.....gli chiedo: HAI LETTO LA SACRAMENTUM CARITATIS vv.9/10/11/12 ?

CATERINA MA TU HAI LETTO LA SACRAMENTUM CARITATIS?MI SA CHE NON L'HAI LETTA BENE!LEGGILA MEGLIO TROVERAI UN AFFERMAZIONE CHE NOI FACCIAMO DA TANTI ANNI.A PROPOSITO DELL'ISTITUZIONE DELL'EUCARESTIA AFFERMA CHE AVVENNE NEL CONTESTO DELLA PASQUA EBRAICA SOTTOLIENANDO IL LEGAME,LA RADICE CHE C'E' TRA EUCARESTIA E PASQUA EBRAICA.TI PREGO DI LEGGERE MEGLIO I DOCUMENTI PRIMA DI CITARLI INVECE DI DIRE SCIOCCEZZE SU KIKO E SUL PAPA.CERCA DI LEGGERE E CITARE I DOCUMENTI IN MODO CORRETTO E NON FAZIOSO ATTRIBUENDOGLI UN SENSO CHE NON HANNO.TRA L'ALTRO IL DOCUMENTO CHE HAI CITATO NON C'ENTRA NULLA CON QUELLO CHE STIAMO DICENDO

*************************

Innanzi tutto scrivi in minuscolo....stai URLANDO....un conto è sottolineare qualche frase, altra cosa è scrivere maiuscolo un testo intero, è da maleducati!

Secondo....se l'interpretazione he date voi alla Sacramentum Caritatis ti porta ad accusare NOI di antisemitismo, allora amico mio, avete interpretato MALE il testo....
Chi ha mai negato infatti la provenienza dell'Ultima Cena?

Il Papa però sottolinea: NON è più necessario per noi ripetere QUEL sacrificio....e lo dice in riferimento alla cena Ebraica....

Chisolm ti ha spiegato benissimo il senso stesso dell'Enciclica del Papa con l'esempio della PORTA...
voi vi siete fermati sulla soglia e guardate INDIETRO, noi, con il Papa abbiamo superato il passaggio della PORTA e guardiamo AVANTI...


questa è la differenza, questo dice l'Enciclica...

Anche l'Enciclica di Paolo VI sulla Progressio venne interpretata malamente, fu la base per la Teologia della Liberazione...ci cascò perfino un martire come mons. Romero...centinaia di preti, forti dell'enciclica con la loro interpretazione, imbracciarono i fucili...
Voi non siete da meno se queste sono le tue spiegazioni!

Stammi bene!

Piero ha detto...

Non scrivo per distogliere l'attenzione da alcunchè.
Ho partecipato ad alcune riunioni di preghiera del rinnovamento carismatico, e ne sono uscito senza parole.
La gente cercava di esaltarsi il + possibile, altre parlavano in lingue strane (come avviene tra i pentecostali, dove se non è autosuggestione è il demonio a parlare), altre urlavano e si dimenavano in modo strano.
Tuttavia continuai a frequentare il gruppo per poter giudicare con cognizione.
In questo sito si parla (giustamente) molto della 'sacralità'.
Lì non c'era nulla di tutto questo.
Era gente che, perdonatemi il linguaggio, si masturbava mentalmente.
E, mi ricordo, tutto questo avveniva in una cappella, mentre il Santissimo restava desolatamente solo.
Se qualcuno fuori piangeva, non interessava. L'importante era raggiungere una sorta di nirvana spirituale.
Hanno i loro preti "carismatici" che magari parlano pure loro in lingue e che vengono implicitamente considerati "superiori".
A paragone gli errori dei neocatecumenali non sono niente.
Ricordo anche che un 'capo' LAICO durante un ritiro cominciò ad usare anche parole inglesi per scimmiottare il pentecontalismo americano. E qualcuno sveniva come morto a terra. Si chiama 'riposo nello spirito'..spirito di chi aggiungo io?
Mi chiedo semplicemente come mai mezza internet sia anti-catecumenali e pochissimi si accorgano di simili realtà demoniache.
Tutto qua..

mic ha detto...

Mi spiace, Piero, hai descritto un incontro del rinnovamneto con toni veramente negativi, tali da suscitare in chi ascolta il rifiuto e la riprovazione...

Non nego che ci possa essere qualche gruppo più esaltato e 'fuori dalle righe', ma per l'esperienza che ho del Rinnovamento, non ho trovato le eresie e la settarietà del Cammino; magari un altro tipo di dipendenza e molto l'accento sull'emozione, ma non mi è capitato di incontrare predicazioni difformi da quelle della Chiesa: è lo stile che è diverso e accentua la ricerca e l'uso dei carismi...
Quindi dovresti chiederti perché mezza internet è anti-neocatecumanale - come dici - e non riserva particolari critiche al Rinnovamento.

Per quanto ci riguarda, noi comunque non siamo anti-neocatecumenali: denunciamo quello che nel cammino differisce dalla predicazione e dalla prassi cattolica e, per questo motivo, svia molte anime...

Piero ha detto...

Mi sono limitato a raccontare la mia esperienza nella comunità Gesù Risorto per qualche anno, il tempo di capire e fuggire.
Non voglio contrapporre questa realtà al cammino.
Voglio solo svegliare l'attenzione su altre realtà che magari nella lettera sono più "cattoliche" ma che nello spirito forse lo sono meno del cammino.
Forse è più semplice comprendere gli errori del cammino perchè palesi. Per questo forse esiste una web-grafia molto più ampia sull'argomento.
Bisogna però stare attenti e vigilare su tutto.
Purtroppo non ho visto un semplice accento sull'emozione, ma una "sensualizzazione" del senso religioso. Un edonismo religioso basato sulla ricerca di sensazioni forti e lacrime. "Doni" strani ecc.
Vigilare sempre...

mic ha detto...

Caro Piero,
ho frequentato anch'io proprio la comunità "Gesù Risorto" e condivido con te il discorso, che accomuna tutte le comunità del Rinnovamento, riguardante le sensazioni forti e quelli che tu chiami doni strani e sono convinto che se non si ha la giusta dose di equilibrio psico-emotivo e discernimento, facilmente si crea dipendenza dalle sensazioni più che instaurare un rapporto autentico col Signore. Ma poiché non vi ho mai sentito predicare eresie, per quanto mi riguarda, oltre che allontanarmene non ho sentito alcuna responsabilità di mettere in guardia nessuno... non posso dire la stessa cosa del Cammino NC e il nostro impegno è già fin troppo ampio nei confronti di questa realtà così controversa e così gravemente lesiva del 'sensus fidei' cattolico per prendere in considerazione altre 'campagne informative', tranne che - al di là del Cammino nc - allargare la riflessione a 360 gradi, come stiamo facendo, sulla grave crisi che la Chiesa attraversa e le sue cause prossime e remote.

mic ha detto...

... d'altronde l'unico rimedio che possiamo torvare noi, dal nostro 'posto' nella Chiesa è l'informazione corretta, la conversione personale e la preghiera; queste ultime in primis

se hai qualcosa da aggiungere sul Rinnovamente, ben venga...

Raffaella ha detto...

non ha mai letto cosa cos' insensate e cattive circa un movimento approvato dalla chiesa cattolica!!!! mi sembra che dietro a tutto ciò, visto che bon si sa bene chi ne siano gli autori di tali commenti, ci sia , non solo la coda, ma anche tutto il corpo del Demonio, il serpente antico, il vero nemico di Dio. Comlimenti

mic ha detto...

Cara Raffaella,

forse non hai letto bene. Le cose insensate le ha dette Carmen e gli altri 'cattivi maestri' come lei nella Convivenza di Porto San Giorgio.

Tieni conto che ciò che è stato -e giustamente- criticato perché non ha nulla a che vedere con gli insegnamenti della Chiesa, è stato preso dagli atti originali della convivenza stessa.

Le persone che scrivono non sono anonime per chi, nella Chiesa di Cristo approva e incoraggia il loro impegno. Lo sono esclusivamente per motivi di prudenza, a causa dello strapotere dell'entità di cui stiamo parlando. Ma poiché esse non esprimono opinioni personali, ma parlano citando il Magistero, chi legge è in grado di valutare non le persone, ma i contenuti e di orientarsi su questi nelle proprie scelte.

Quanto al serpente antico credo che sia ben mimetizzato -e forse ormai neppure tanto- altrove...

Il fatto che il cammino sia approvato dalla Chiesa, purtroppo non è garanzia né di ortodossia né di ortoprassi viste, non in termini giuridico-legalistici, ma nella consapevolezza insegnata dalla Chiesa che lex orandi è lex credendi e si diventa ciò che si crede e di cui ci si nutre. Ammetterai che se si tratta del Signore è una cosa, se si tratta del suo volto sfigurato è un'altra (lo si nomina nel cammino, ma nessuno poi Lo conosce davvero né la Sua Persona né la Sua Grazia)

Anche perché la Chiesa, nell'approvare gli statuti, ha approvato quello che il Cammino dovrebbe essere -ma di fatto purtroppo non è- , mettendo in essere l'anomalia più volte evidenziata di approvare un metodo senza averne preventivamente approvati i contenuti sui quali si basa e ai quali negli statuti si fa riferimento, senza che la Dottrina della Fede li abbia approvati (o meglio ne ha redatto una versione, che l'iniziatore ha respinto perché 'snaturerebbe' il suo cammino: c'è la sua testimonianza registrata)

Se sei una comune fedele, cara Raffaella, è bene che tu conosca meglio le realtà che agiscono all'interno della Chiesa, se sei una "camminante" non so che dirti, conoscendo le raffinate arti persuasive dei catechisti, posso solo dirti: che il Signore ti accompagni e ti custodisca