domenica 21 luglio 2013

Alla GMG ci vanno solo per il sommo Kiko

«Aspetti forse che tua madre muoia di cancro?»: così Kiko introdusse la sua personalissima "chiamata vocazionale" a Montorso, a settembre 2007. Anche in questa GMG ci sarà la solita appendice kikiana con tanto di cerimonia delle "alzate" vocazionali, ed anche stavolta vedrete che il totale ufficiale delle "vocazioni a Kiko" sarà tra l'1,5% e il 3% dei neocatecumenali presenti.

Qui sotto, alcuni commenti a firma Lucy, C., DG, Giacinto, su cos'è veramente la GMG per i neocatecumenali: solo un'occasione per incontrare Kiko.


Ecco il centro assoluto della
"GMG" per i neocatecumenali
E' proprio così, alle GMG si sta per conto nostro, e non si fa niente (catechesi, incontri, ecc.) insieme ai non neocatecumenali.

Facciamo le lodi, l'eucarestia, le catechesi, le esperienze sul pulman .... tutto fra di noi.

Ricordo a Denver, dove partecipai per capire cosa volesse il Signore da me, e dove mi alzai alla chiamata vocazionale, quando fu il mio turno sul pulman, il catechista aprì la bibbia al caso (mio?) e mi uscì: «Non più il sole sarà la tua luce, nel giorno; e non più la luna t’illuminerà col suo chiarore; ma l’Eterno sarà la tua luce perpetua, e il tuo Dio sarà la tua gloria». Il catechista mi disse che il Signore mi chiamava alla clausura... Voi non sapete esattamente cosa succede durante le "alzate", e quanti bigliettini con indirizzi di vari monasteri ti infilano nelle tasche quando si scende da quel palco!

Delle GMG i fratelli pendono solo dalle labbra di Kiko, ma di tutto il resto...non se ne possono fregar di meno.


La GMG (Giornata Mondiale della Gioventù) della Chiesa Cattolica inizierà il 23 luglio 2013.

Anche il Cammino, ovviamente, partecipa. Ma a modo suo.

Innanzitutto tutti gli eventi dal 23 al 25 verranno sistematicamente snobbati (i neocatecumenali partono addirittura dopo).

Nel migliore dei casi vedremo comparire i neocatecumenali a Copacabana la sera del 25 per accogliere Papa Francesco con i loro striscioni "tu eres petrus" e la "Madonna di Kiko", per poi scomparire nuovamente sino alla sera del 27, ricomparendo per la veglia con il Papa e per la messa di domenica ed i soliti striscioni.

Nel frattempo, mentre la GMG della Chiesa Cattolica procede tra incontri, messe e momenti di comunione. I neocatecumenali faranno personali giri in pullmann con i cosiddetti "catechisti" che "illumineranno" la vita dei camminanti con brani dei vangeli presi aprendo a caso una Bibbia di Gerusalemme.

Infine, mentre la GMG della Chiesa Cattolica finisce, quella di Kiko invece continua sino al giorno seguente 28, con il gran finale assieme a Carmen e Padre Mario dell'annuncio del Kerigma e delle "alzate" per i seminari e i conventi.

Sicuramente il 28 Kiko, che è ispirato, ringrazierà Papa Francesco per aver partecipato anche lui agli eventi della GMG Kikiana...

Sfido chiunque a confutare che questo non sia il "programma" della GMG neocatecumenale e contemporaneamente a dire cosa c'entri con quello organizzato dalla Chiesa Cattolica.


Sulle GMG ce ne sarebbero da raccontare un bel po'.

I NC non partecipano mai agli incontri pre-GMG: si presentano alla veglia con il Papa anche un po' scocciati, perchè per loro il clou è l'incontro con il Santone.

Addirittura a una GMG ce ne andammo la mattina prima dell'arrivo del Papa perchè c'era troppa ressa nel nostro settore; mi son sempre chiesto cosa sarebbe successo se la ressa fosse stata all'incontro con Kiko.

I viaggi sono organizzati per far stare i ragazzi il più possibile in pulmann, stordirli con canti e catechesi ed esperienze.

Dall'alto, il "Profeta",
porge da baciare devotamente
la "reliquia" da lui "santificata"...
Le esperienze sono piuttosto tragiche: si è costretti a raccontare fatti molto intimi (nel 99% dei casi le domande riguardano la sfera sessuale) e c'è l'apertura della Bibbia a caso, con relativa interpretazione del catechista di turno. E qui ho sentito le cose più belle: gente che è stata "caldamente invitata" ad "alzarsi" alla chiamata; gente che è stata "caldamente invitata" a sposarsi (e che poi si è separata dopo neanche due anni di matrimonio), gente a cui dei perfetti sconosciuti (perchè i "catechisti" non li conoscevano) hanno detto:"Siete fatti uno per l'altra" che si è lasciata 3 mesi dopo.
Un'altra funziona di questi pellegrinaggi è quella di agenzia matrimoniale NC: molti miei amici andavano alla GMG con l'intento dichiarato di trovare la moglie e molti ce l'hanno trovata.

Un altro cliché della GMG è che tutti all'inizio sono in crisi, non ci volevano andare, salvo poi tornare contentissimi. Nelle sei GMG a cui ho partecipato, non ho mai sentito qualcuno che dicesse di essere arrivato contento e felice, ma tutti dicevano di essere tristi, in crisi, ribellati (tanto per usare un gergo diverso).

Se i "fratelli NC" insistessero a negare, potrei fare nomi, cognomi, comunità, catechisti e pellegrinaggi, tanto per metterli davanti a "fatti concreti".


E' verissimo tutto quanto affermato nell'articolo, lo posso testimoniare direttamente.

«...a loro del Papa
non gliene frega niente!»
Ho partecipato a tre GMG ed ho osservato il comportamento dei gruppi neocatecumenali che erano accanto a me alle veglie. Durante la veglia col Papa parlavano distrattamente tra loro , si distraevano e facevano altro , disturbando tutti. Quando qualcuno glielo faceva notare e chiedeva silenzio , gli rispondevano male sottolineando che a loro del Papa non gliene fregava niente.

Poi, terminata la veglia , si mettevano a suonare e ballare in cerchio le loro nenie ripetitive fino alla nausea e ipnotizzanti; chitarre e tamburelli fino all'alba , senza alcun rispetto per chi desiderava dormire. IL mattino dopo , alla Messa col Papa , loro dormivano tutti e si svegliavano a mezzogiorno, a Messa finita . Per loro la vera GMG è l'incontro con Kiko !

Questa è la sacrosanta verità. Così ho verificato e toccato con mano a Roma 2000, Colonia 2005 e Loreto 2007.

189 commenti:

by Tripudio ha detto...

Mi correggo:
per i neocatecumenali la GMG non è solo l'occasione di incontrare il Don Kikolone, ma anche quella di trovar moglie e di farsi manipolare dai cosiddetti "catechisti", eccetera.

Anonimo ha detto...

E' proprio così, alle GMG si sta per conto nostro, e niente di quello che fanno gli altri:catechesi incontri, viene seguito. Facciamo le lodi, l'eucarestia, le catechesi, le esperienze sul pulman .... tutto fra di noi. Ricordo a Denver, dove partecipai per capire cosa volesse il Signore da me, e dove mi alzai alla chiamata vocazionale, quando fu il mio turno sul pulman, il catechista aprì la bibbia al caso (mio?) e mi uscì - Non più il sole sarà la tua luce, nel giorno; e non più la luna t’illuminerà col suo chiarore; ma l’Eterno sarà la tua luce perpetua, e il tuo Dio sarà la tua gloria. Il catechista mi disse che il Signore mi chiamava alla clausura... Voi non sapete esattamente cosa succede durante le "alzate", e quanti bigliettini con indirizzi di vari monasteri ti infilano nelle tasche quando si scende da quel palco! Delle GMG i fratelli pendono solo dalle labbra di Kiko, ma di tutto il resto..non se ne possono fregar di meno. Lucy

Anonimo ha detto...

Quanta menzogne. I nostri ragazzi sono disseminati in diverse diocesi del Brasile da una settimana e stanno portando la Parola di Dio nelle favelas e in luoghi scristianizzati indicati dai vescovi. Abbiate rispetto almeno per Carmen e Padre Mario che non stanno bene di salute, e vergognatevi a pubblicare accuse anonime, non è da cristiani.
Elio.

Anonimo ha detto...

Dispiace che pochi minuti fa Boffo da TV200 si sia così sbilanciato a favore dei neocatecumenali dicendo ad una del Rinnovamento nello Spirito: "sa che lunedì ci sarà la chiamata? ah non lo sa? ci sono problemi di comunicazione all'interno del movimento neocatecumenale." Ma dallo studio un collaboratore gli ha fatto notare che si sbagliava lui, e la persona al telefono era del Rinnovamento.

"Ah, come non detto" ma intanto l'ha detto.

L'altro giorno una persona che era del Cammino, ma come loro solito l'ha detto secoli dopo, prima ha fatto tutta una sytoria vaga, vaghissima, su come ha avuto miracoli nella vita partendo da quando era nel peccato e un Sacerdote le ha detto che anche così il Signore la voleva santa.

Beh, Gesù ha detto altro: va e non peccare più!

Ora, ORA, dopo un annullamento è sposata regolarmente, e diceva: vado dome mi dicono!

Predica, sì, ma non la dottrina cattolica, bensì quella neocatecumenale.

Da oggi ho smesso di vedere Tv2000, purtroppo, con un direttore poi così presenzialista e pieno di parole.

Scusate l'anonimato, ma non importa chi io sono, importa che le cose che ho detto sono vere.

Anonimo ha detto...

Spero che il Pastore nuovo che il Signore ha dato alla Chiesa usi il Vincastro, e lo usi per bene.........

Lino ha detto...

Qualsiasi programma, anche laico - da una campagna elettorale agli incontri di organizzazioni politiche, confindustriali o sindacali - è sempre concluso con l'evento più importante e con il discorso del personaggio più influente. Così è anche per i programmi delle iniziative ecclesiastiche e dovrebbe essere per una GMG, con Messa, omelia, allocuzione e discorso di congedo del Santo Padre:
Congedo_Madrid
Programma_Rio de Janeiro
Con Kiko Arguello no, non può essere così. The One Man Show deve occupare lui la scena ultima, con il suo gran finale e con il prodigio ciclico delle "alzate".
E poi si lamentano delle critiche!

Lino ha detto...

@ Elio
Definire "accuse anonime" l'esposizione di fatti che sono sotto lo sguardo di tutti è veramente da fanatico! Cosa rispondi, che è corretto prorogare - per i soli NC - un programma che ufficialmente si conclude il 28 luglio, riferendo che ancora si sta sotto i riflettori della GMG?
Tutto il rispetto per persone che non stanno bene e anche una preghiera: qui, però, si giudicano i fatti, non le persone, un esercizio al quale non siete abituati. "Sono fatti", o no?

Anonimo ha detto...

Mi chiedo che differenza ci sia tra Kiko e Sai Baba...
Comunque Boffo, televisivamente parlando, e' una persona veramente molto "viscida".
Micus

by Tripudio ha detto...

Portare in Brasile la parola di Kiko non è un vanto, ma solo una vergogna, perché in mezzo a tante buone intenzioni stanno infilati ogni sorta di errori e strafalcioni, anzitutto liturgici.

Il fatto che la Carmen e don Mario (ripeto: don Mario, sacerdote della diocesi di Roma; non più "padre Mario", perché nel 1992 fu cacciato via dai Comboniani perché -disubbidendo- si dedicava esclusivamente al Cammino), il fatto che quei due non stiano bene in salute, non cambia nulla delle loro affermazioni pubbliche di cui non si sono mai pubblicamente pentiti, e speriamo (per il bene delle loro anime) che lo facciano almeno in punto di morte.

Mi riferisco in particolare (ma non esclusivamente) alla firma apposta alla lettera del 17 gennaio 2006 scritta al Papa, in cui gli fanno chiaramente capire che ubbidiranno a modo loro (infatti nel Cammino gli strafalcioni sono ancora in vigore) e al discorso della Carmen del giugno 2002, in cui la laica "laureata in chimica" ebbe la faccia tosta di promettere «un futuro immenso» ad un Pontificio Consiglio, se questo avesse appoggiato il Cammino (senza contare il fatto che la Carmen è probabilmente l'unica donna della storia della Chiesa che abbia osato interrompere il Papa mentre parlava: avvenne nella parrocchia dei Martiri Canadesi, quando si permise di interrompere ripetutamente Giovanni Paolo II: ebbene, di tale pubblico e gravissimo atto, non ha mai dato pubblici segni di pentimento).


Quanto poi ai "potenti appoggi" che godono i neocat in molti media cattolici (Radiovaticana. Sat2000, Famiglia Cristiana, Zenit...), non c'è da meravigliarsi: sono tutti bravi a saltare sul carro del "vincitore" del momento, se non altro per quieto vivere (chi ha assaggiato personalmente la silenziosa furia vendicativa neocatecumenale potrà illuminarvi meglio).

Non ci sarà da meravigliarsi neppure quando qualcuno, vedendo cessare all'improvviso l'«oliatura», improvvisamente cambia idea sul Cammino.

Cari fratelli, lo Spirito Santo suscita solo doni di Dio, non strafalcioni e disubbienze; inoltre, lo Spirito per agire non ha affatto bisogno di «oliature», non ha affatto bisogno di menzogne, non ha affatto bisogno di mezzucci, trucchetti, manovrine «all'insaputa del Papa» e minacce ai limiti del mafioso...

DG ha detto...

copio e incollo volentieri per i giovani che leggono questo Blog:

dal sito la parte migliore centro ufficio per le vocazioni (Roma)

23-28 luglio

Per chi non ha i soldi per andare in Brasile...

RIO DE JANEIRO DE NOANTRI

Giornata Mondiale per la Gioventù da fermi

IL PROGRAMMA:

TUTTE LE ATTIVITA' SI SVOLGERANNO A PARTIRE DAL CENTRO DIOCESANO VOCAZIONALE

CHIESA DELLE SACRE STIMMATE DI SAN FRANCESCO A LARGO DI TORRE ARGENTINA

- MARTEDI' 23 ORE 19.30: VESPRI - CATECHESI DI INAUGURAZIONE - S. MESSA

- MERCOLEDI' 24 ORE 19.30 :
VESPRI - CATECHESI: "Sete di speranza, sete di Dio - il Cuore di Gesu’" (con possibilita' di ricevere il sacramento della Riconciliazione) - S. MESSA

- GIOVEDI' 25 ORE 19.30 : CATECHESI E ISTRUZIONE "Essere discepoli di Cristo - festa di S. Giacomo" - S. MESSA

- VENERDI' 26 ORE 19.30 : VESPRI ED ISTRUZIONI "Essere missionari: “Andate!”" - PAUSA - INVIO ED ESPERIENZA DI MISSIONE - S. MESSA NELLA NOTTE

- SABATO 27 ORE 10.30 : condivisione finale e S. MESSA di chiusura

- SABATO 27 ORE 23.00 :
presso la Casa delle Pie Discepole del Divin Maestro (Via Portuense, 739):
VISIONE CON MAXISCHERMO DELLA VEGLIA CON PAPA FRANCESCO IN DIRETTA DA RIO DE JANEIRO
(insieme agli altri giovani romani)

mic ha detto...

Non ho tempo per rispondere a decine di mail e approfitto per cavarmela qui per una risposta a Jeff che, vedendo che non me lo sto più filando, mi raggiunge via mail:

Quantomeno hai ammesso che non sapete far altro che mettermi nello spam quando non siete in grado di controbattere :)
Stai subendo l'influenza Tripudiana anche tu e stai peggiorando di gran lunga la tua capacità dialettica. Di questo mi dispiace sinceramente.
Stai dimostrando che quasi quasi hanno ragione i disertori ad esprimersi verso di voi solo con insulti.
Avete avuto chi sa parlare pacatamente e serenamente e l'unica cosa che siete stati in grado di fare è stata censurarlo.
Se come dici hai una libera coscienza di fronte a Dio: interrogati sul perché.
A quel punto, se puoi, interrogati anche su quanto sia libera e chiara la tua coscienza di fronte a Dio.

Con immutato affetto e mutata stima


A me non sembra di essere cambiata in nulla e né io né altri subiamo influenze reciproche, ma siamo in sintonia, anche se possiamo esprimerci in maniera diversa a seconda del nostro carattere.

Premesso questo, credo di aver già spiegato le ragioni che mi inducono a distogliere l'attenzione mia e non solo dalle tue "acrobazie dialettiche", così le ho definite e tali mi sembrano, destinate non tanto a noi (se non per diluire e minimizzare gli argomenti che di volta in volta affrontiamo) quanto esclusivamente ai NC che seguono questo blog per documentarsi.
Essi infatti potrebbero dare più autorevolezza ad un neocat che si esprime ragionevolmente e "aggiusta il tiro" pro-cammino in maniera sistematica, piuttosto che a noi che non facciamo altro che smascherare tante storture e esprimere la verità anche e soprattutto in base al Magistero.

Premesso questo, mi spiace per la mutata stima. Ma dovresti aver capito che destino le mie capacità dialettiche (qualora ne sia dotata) a dibattiti che non consistano in una inane quanto demenziale perdita di tempo.
E' solo questa (e lo sai bene) la ragione per cui certe filippiche finiscono nello spam.
Del resto basta vedere quelle che non ci finiscono e le risposte che ti danno tutti....

Anonimo ha detto...

@ DG: Scusa, ma noi del cammino cmq nelle GMG riceviamo tanta di quella Parola di Dio che voi manco ve l'immaginate!

Lino ha detto...

Jeff ha scritto:
"...Stai dimostrando che quasi quasi hanno ragione i disertori ad esprimersi verso di voi solo con insulti"
"Quasi quasi" è una delle tue "acrobazie dialettiche" che ti consentono di scrivere qui e dall'altra parte. Hanno ragione o hanno torto? O l'una o l'altra: assumiti le tue responsabilità. Quella pagliacciata delle "alzate", decine e decine di migliaia fino a oggi, oltre cinquemila secondo Kiko soltanto a Madrid, poi ci sono quelle per la Cina (i ventimila preti), la definisci "effusione dello Spirito Santo"?
E credi che "Sarebbe bello che il Santo Padre partecipasse a questo incontro", un incontro di parte, dopo che il Papa già avrà salutato i partecipanti tutti all'incontro? Il Papa come ospite sul palco che - scaduto il tempo - chiude uno dei più importanti incontri internazionali della Chiesa nel giorno dopo di Kiko?
Qui sei molto polemico, Jeff: vai, dall'altra parte, per favore, a riferire che, secondo il tuo parere - come si dice a Napoli - "A mme me pare 'na strunzata"?

mic ha detto...

Anonimo 15:22

anche i protestanti ricevono TANTA Parola di Dio...

mic ha detto...

... e non è che quelli che con disprezzo chiamate "cattolici della domenica", cioè noi, siano estranei alla Parola di Dio.
Se qualcuno te lo ha fatto credere, ha mentito!

Anonimo ha detto...

C'è anche chi vorrebbe andare alla GMG, ma non ha i soldi. Però, se non è scelto dai catechisti no psrte.

Anonimo ha detto...

se non è scelto dai catechisti , non parte.

Lino ha detto...

P.S.
Alla fine, il lupo perde il pelo ma non il vizio. La GMG sta al giorno dopo di Kiko come la parrocchia sta alla saletta. Come lo stomaco sta alla tenia, volendo proseguire nella corrispondenza, con tutto il rispetto per la tenia che sa di essere soltanto un ospite e non scrive trattati sull'apparato digerente.

DG ha detto...

@al giovane anonimo "che riceve tanta parola":

riceverai anche "tanta parola" da dimenticare la buona educazione di firmare con un nome (o un nick) il tuo post?

Comunque il mio copia/incolla era postato a beneficio di tutti i giovani .
Sono sicuro che i "giovani NC" che non sono partiti (perchè non potevano o non volevano) non siano di sicuro esclusi all'invito di partecipare ai 5 GG

Il centro vocazionale diocesano di Roma è aperto a tutti i giovani!!

Sebastian ha detto...

I NC che conosco io sono partiti diversi giorni fa per il Brasile. Era chiaro intento della maggioranza dei partecipanti, ma anche dello stesso catechista organizzatore, di fare un pellegrinaggio-vacanza.
D'altra parte quando ricapita di andare in Brasile???

Alle GMG passate ricordo che molti si lamentavano perché stavamo sempre a "pregare". Per loro doveva essere prima di tutto una vacanza.
Purtroppo ciò è dovuto al falso concetto di "pregare" neocatecumenale, che consiste in certe attività veramente pesanti ed estenuanti. Ovvero principalmente i lunghissimi giri di esperienze sui pullman, e poi le lodi e la messa alla neocat, con ore e ore di sproloqui (risonanze, monizioni, catechesi).

Ora il signor Elio provi a smentire il fatto che i neocat non partecipano a nessuno degli incontri che precedono la veglia col Papa, e che il clou è l'incontro con Kiko.
Poi non credo proprio che i catechisti siano tanto scellerati da portare i ragazzi a rischiare la vita nelle favelas.

Anonimo ha detto...

http://www.lanuovabq.it/it/sottoscrizioneCampagnaRaccoltaFirme.php

Se volete firmare per fermare la legge contro l'omofobia, potremmo farcela ancora un po a vivere con una certa libertà religiosa...altrimenti, c'è il rischio, che cominciano a nascere leggi anticristiane, con la scusa dell'omofobia. E' un chiaro disegno massonico.

Mario

by Tripudio ha detto...

Ohibò, "l'influenza tripudiana": che lusinghe!

E poi "i disertori": che titolo nobiliare! che folla di gente!

Ohibò, "parlare pacatamente e serenamente": che poi tradotto dal neocatecumenalese significa cambiare discorso, mentire, negare la dottrina della Chiesa, e cose del genere.

Intanto Jeff ha accuratamente evitato l'argomento della castità matrimoniale (la figuraccia però l'ha fatta lo stesso).

Ma Jeff non è più il campione di comicità: è stato superato dal commentatore anonimo delle 15:22, che neocatecumenalmente confonde la qualità con la quantità.

p.s.: non è che pure la GMG de' noantri ha qualche venatura neocat?

by Tripudio ha detto...

Intendo dire: dopo aver mandato dei giovani lì, non è che si ritrovano le cupe canzonette di Kiko grattugiate alla maniera kikiana ndrùng-ndrùng-ndrùng?

Giacinto Pagella ha detto...

E' verissimo tutto quanto affermato nell'articolo, lo posso testimoniare direttamente.Ho partecipato a 3 GMG ed ho osservato il comportamento dei gruppi neocatecumenali che erano accanto a me alle veglie. Durante la veglia col Papa parlavano distrattamente tra loro , si distraevano e facevano altro , disturbando tutti. Quando qualcuno glielo faceva notare e chiedeva silenzio , gli rispondevano male sottolineando che a loro del Papa non gliene fregava niente. POi , terminata la veglia , si mettevano a suonare e ballare in cerchio le loro nenie ripetititve fino alla nausea e ipnotizzanti; chitarre e tamburelli fino all'alba , senza alcun rispetto per chi desiderava dormire. IL mattino dopo , alla Messa col Papa , loro dormivano tutti e si svegliavano a mezzogiorno, a Messa finita . Per loro la vera GMG è l'incontro con KIko ! Questa è la sacrosanta verità. Così ho verificato e toccato con mano a Roma 2000 , Colonia 2005 e Loreto 2007.

DG ha detto...

@Tripudio

no tripudio nulla a che vedere con le "GMG Neocatecumenali" ne' con le canzoni di Kiko

E' aperto comunque a tutti i giovani di tutti i gruppi parrocchiali e di tutte le parrocchie.

I miei figli ci andranno (e non sono NC)

Ruben ha detto...

TV 2000,senza tanti riguardi per il S.Padre, "include" la Chiamata Vocazionale Neocatecumenale(29/7)come facente parte della GMG, nella propria programmazione:

http://www2.tv2000.it/home_page/area_stampa/00002394_Nel_cuore_della_Gmg_di_Rio_de_Janeiro_con_Tv2000.html

---

Luisa ha detto...

Già tanto è stato detto sulla "partecipazione" dei nc alle GMG, ormai si sa che per i neocatecumenali l`evento principale e essenziale è il mega-incontro con Arguello, non partecipano a nessun incontro, a nessuna catechesi organizzati per i giovani, si fanno vedere, ma senza mischiarsi agli altri giovani, solo quando c`è il Papa e lì sventolano i loro maxistriscioni.
Non sono i soli a passare la settimana precedente la GMG sulle strade per "testimoniare", lo fanno anche gli altri giovani, facendolo, purtroppo, il gruppo francese è stato colpito da un doloroso lutto con la morte di una giovane in un incidente.
Si sa che subito dopo la partenza del Papa, e se possibile là dove il Papa ha parlato, i giovani neocatecumenali DEVONO ricevere la parola del loro leader, è quella, e solo quella, la parola che deve restare impressa nella loro memoria, nelle loro coscienze.

A proposito di coscienza.

Tanto meglio se la tv diffonde le "alzate vocazionali" del cnc.
Chi ha anche solo un pò di buon senso, nessun bisogno di aver fatto studi superiori di piscologia o psichiatria, si renderà conto di come e quanto quel che succede su quel palco è uno spettacolo che non ha nulla a che vedere con la religione cattolica, si domanderà, vedendo vescovi e cardinali sui quel palco, come la gerarchia della Chiesa può legittimare e incoraggiare quella messinscena che dà un`immagine come minimo distorta della Chiesa cattolica.

Chi vedrà quell`uomo esagitato muoversi su quel palco, come lo fanno i predicatori pentecostali e evangelici, rivolgersi a quei giovani che sa essere già stati preparati a monte per ricevere la sua parola, che sa già essere condizionati per ascoltarlo come si ascolta un idolo,

chi vedrà quei giovani, visibilmente in preda ad una tempesta emozionale, dopo una rapida invocazione dello Spirito fatta da Arguello, alzarsi come dei burattini per salire su quel palco, al grido di "animo, adelante...mi dicono che siete siete già....",

chi vedrà salire anche dei bambini,
chi vedrà tutto ciò non potrà che dirsi che ha assistito ad una MANIPOLAZIONE COLLETTIVA delle coscienze, ad un fenomeno di SUGGESTIONE COLLETTIVA.

Luisa ha detto...


Se un CATTOLICO, con una coscienza rettamente formata, vedrà quel filmato sarà basito, forse anche sgomento, si chiederà se quella è la sua Chiesa, chi vedrà quella diretta sarà sconcertato nel vedere vescovi e cardinali mettersi in fila come dei burattini eseguendo gli ordini di Kiko Arguello, stenterà a capire come abbiano potuto accettare di ridicolizzarsi in quel modo e di MOSTRARE AL MONDO QUELLA IMMAGINE DELLA CHIESA CATTOLICA.

A chi NON È CATTOLICO, e vedrà quelle immagini, vorrei dire che quella è la chiesa di Kiko Arguello, una chiesa nella Chiesa che nella divisione e nella confusione, nel clima di libertà mal compresa e di insubordinazione frutto della superbia umana, che lacerano la Tunica di Cristo, e grazie alla protezione di potenti gruppi di pressione, è riuscita a innestarsi sul corpo Chiesa pur continuando ad essere e restare un corpo estraneo con la sua circolazione parallela, un corpo estraneo che ha però la volontà di imporre alla Chiesa le sue regole, le sue prassi, la sua pastorale...

C. ha detto...

E' lapalissiano vedere come persone totalmente sconosciute tra di loro (parlo di ex neocatecumeni), raccontino esattamente le stesse cose sullo svolgimento della GMG neocatecumenale.

Uno intelligente dovrebbe domandarsi: come è possibile tutto ciò? Rispondendosi che è ovvio esista una precisa regia in merito.

Come ho già detto tante volte, il cammino è astuto. Negli ultimi anni che lo frequentavo mi rendevo pienamente conto di come esso fosse stato perfettamente strutturato e organizzato (e di questo devo dare atto ai fondatori, spesso le cose "diaboliche" sono perfette nella loro organizzazione).

Rispondendo in maniera tecnica sulla GMG debbo confutare quanto sostenuto dai nc, ovvero che la GMG è un evento che ogni gruppo si organizza in maniera autonoma, in una sorta di anarchia autogestita.

La GMG è un evento organizzato dalla Chiesa Cattolica attraverso la diocesi del posto. Esiste un programma specifico, che prevede opzioni, ma non quella di andarsene da soli in pulmann a fare solitarie aperture della Bibbia. Anche perché non si ravvisa il motivo di farle durante la GMG e dall'altra parte del mondo.

Quindi, senza essere "pro" o "contro" il cammino, la GMG è una cosa, mentre l'evento di Kiko è un'altra cosa.
Questi due eventi si incontrano nella veglia (e forse a Copacabana alla presentazione del Papa). Ma è solo maquillage mediatico, serve ai nc per avere la loro vetrina sul mondo, subito dopo tornano alle loro cose.

Anche qui accetto smentite, qualora esistessero.

Lino ha detto...

@Ruben ha detto...
"TV 2000,senza tanti riguardi per il S.Padre, "include" la Chiamata Vocazionale Neocatecumenale(29/7)come facente parte della GMG, nella propria programmazione"

Come volevasi dimostrare. Il programma non si conclude il 28 luglio bensì lunedì 29. E' Kiko a chiudere la GMG. Nemmeno il pudore di uno stacco tipografico differente dai precedenti hanno trovato, nell'elencare il calendario del programma!

Mica in TV 2000 (appartenente a una società per azioni, Rete Blu S.p.A. gruppo SAT 2000) "alcuni di loro perseguono interessi editoriali"? :-)

Ho l'impressione che - vedi avvicinamento a Radio Maria - la strategia comunicativa di Kiko & C. si stia spostando sui network radiotelevisivi. D'altra parte, non è "il malloppo" che gli manca.

Vergognatevi e rispondete alla domanda: il Papa chiude la GMG il 28, in linguaggio televisivo questo si definisce "rubare la scena": non potevate farle qualche giorno prima "le alzate", eh?

Luisa ha detto...

La strategia di Arguello e compagni è SEMPRE stata quella di puntare ai punti nevralgici, nella Chiesa sono i vertici della gerarchia ad essere stati, e ad essere, oggetto delle loro attenzioni generose e particolari, i mezzi di comunicazione non fanno eccezione, non è da oggi che il cnc è presente ad esempio alla RAI, anche TV 2000 e Radio Vaticana sono ormai palchi dai quali si diffonde la pubblicità in favore del cnc, Zenit sembra essere in mano al cnc se guardiamo gli autori degli articoli, seguaci di Arguello.
Vi ricordate Arguello all`emissione "A Sua immagine" dire , mentre Papa Benedetto percorreva Piazza San Pietro per salutare i presenti durante la Veglia di Pentecoste, senza nessuna vergogna, che l`obiettivo del cnc è quello di trasformare le parrocchie?
Quell`uomo ha posto le sue pedine nei luoghi nevralgici, a meno che sia lui stesso una pedina di un "gioco" ben più grande di lui, ma se lo è, è una pedina totalmente consapevole e consenziente.
Arguello è molto sicuro di sè, la sua superbia non ha limiti, con Papa Benedetto ha avuto paura, ora sembra aver ripreso fiducia...

Malaparte ha detto...

La cosa che ricordo delle GMG NC era proprio la pesantezza: ore ed ore passate in pulmann a sorbirsi catechesi, interrogatori (perlopiù a sfondo sessuale), Messe che duravano 3 o 4 ore, missioni popolari (con annessa dose di fanatismo), etc.

Alcuni amici che partecipavano alla GMG con la diocesi raccontavano di un clima molto più rilassato.

Malaparte ha detto...

P.S.
Il Papa ha detto che avrò l'indulgenza plenaria anche chi seguirà la GMG con i nuovi mezzi di comunicazione (Web, Social Network, etc.)
Mi chiedo come questa posizione si possa conciliare con quella dei NC secondo cui "chi ha Facebook non può stare in Cammino" (a seguito di ciò tantissimi NC si cancellarono da Facebook).

guerino roma ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Ruben ha detto...

"Anonimo Malaparte ha detto...
La cosa che ricordo delle GMG NC era proprio la pesantezza: ore ed ore passate in pulmann a sorbirsi catechesi, interrogatori (perlopiù a sfondo sessuale),"
---
Ma non è che "questa gente"(catechisti ed assimilati),indulgono volutamente nei discorsi di sesso,traendone anche personale ed insana soddisfazione,visto che da che mondo è mondo, sesso e potere,sono un binomio pressoché inscindibile?

FDF ha detto...

@Lino
Ti risponderanno, come è stato detto anche a me alla stessa obiezione, che invece così si dà risalto al Papa, perché prima bisogna ascoltare le sue parole, incontrarsi con lui e poi si fa l'incontro con Kiko.
Per me è più scioccante e inquietante che normalmente (non so quest'anno) sfrutti lo stesso palco del Papa.

Anonimo ha detto...

lino ti rispondo anche se non sei nessuno.
tutte le accuse che formulate contro il cammino, sono doubleface....mi spiego:
lo fate dopo...vergogna
lo fate prima...anatema
lo fate durante...eretici
capisci ? qualsiasi cosa facciamo tanto per voi è sbagliata, sembra che riusciate a dare una immagine spaventosamente ignominosa del cammino, senza fare la minima considerazione.
avete volutamente sporcato l'immagine del cammino da rendervi ridicoli...pensa a tutti i pulman del cammino in brasile, dove si stanno facendo orge sessuali.........
capisci, non è il bicchiere mezzo pieno, è il non considerare le centinaia di ragazzi che in mille modi hanno raccolto i soldi per andare alla gmg, a voi basta solo sporcare tutto.
lino altro che risposta, un calcio in culo ti meriti !!!!!!!!

Lino ha detto...

@ Ruben
"Personale ed insana soddisfazione"? No, non credo. Qualcuno può darsi, ma non tutti. La maggior parte segue lo spartito del maestro, da semplicissimi orchestrali. Il maestro queste note ha musicato e queste essi eseguono. Non sono orchestrali, d'altra parte, soltanto dilettanti.
Quando si seguono iniziazioni a gradi, nemmeno gli adepti dei gradi più alti conoscono quelli successivi. Il segreto si somma al segreto, come nella figura delle piramidi, ristrette man mano che si va verso il vertice. Figurati quelli che strimpellano con le chitarre in piazza! Seguono lo spartito e basta. Te ne accorgi dal livello degli interventi in questo sito: hai mai letto qualcuno che abbia confutato con logica, senza ripetere le solite note? Sono orchestrali, semplici orchestrali. Quando si ritrovano una musica inattesa - che so: quella del sicomoro - vanno in angoscia e stonano.

Anonimo ha detto...

"Jeff che, vedendo che non me lo sto più filando, mi raggiunge via mail"

No, maria, tranquilla, il problema non è che "non mi fili più" (questa poi...forse in passato ho esagerato in affettuosità per farti credere di essere così importante? :)).
Il problema, come ti ho scritto, è che censuri i reply a cui non sai rispondere.


""Quasi quasi" è una delle tue "acrobazie dialettiche" che ti consentono di scrivere qui e dall'altra parte. Hanno ragione o hanno torto?"

Io scrivo liberamente e a volte ricorro all'altro blog dove quantomeno non sono censurato. Questo non vuol dire che approvi i loro metodi e il loro stile comunicativo (chiamiamolo così). Nessuna acrobazia dialettica: che l'atteggiamento ostile e volgare dei disertori sia sbagliato l'ho detto migliaia di volte e non ho mai ritrattato. E' vero però, che se non lo approvo, finisco almeno con il comprenderne le motivazioni quando sperimento la censura dittatoriale che si applica da queste parti. Questo era il senso del mio "quasi quasi". Spero che ora si capisca meglio.


"Intanto Jeff ha accuratamente evitato l'argomento della castità matrimoniale (la figuraccia però l'ha fatta lo stesso)."

Veramente Tripù di figuracce su quell'argomento ne hai fatte tu, e a bizzeffe. Ne riporto alcune:
- citi (sbagliando) la storia dei genitori di Santa Teresa che sono stati invece un perfetto esempio di apertura alla vita ed accoglienza di una famiglia numerosa (li avevi citati come esempio di astensione dai rapporti coniugali!)
- ti inventi le citazioni della Casti Connubii, sperando che da qualche parte ci sia scritto che la Chiesa raccomanda l'astensione per i coniugi
- confondi la castità con l'astensione (due concetti parecchio diversi)
- confondi i concetti di "esortazione" e "permissione" (come ti ho spiegato: la Chiesa permette l'astensione tra i coniugi in alcuni casi ma di certo non la esorta!)
- quando ti rendi conto della figuraccia e non sai come rispondere censuri i reply scomodi
- e come se non bastasse, dopo avermi censurato...hai pure il coraggio di dire che evito l'argomento della castità matrimoniale! :D

Davvero ci vuole il coraggio tuo :D Per fortuna sei spassoso assai :)


"Era chiaro intento della maggioranza dei partecipanti, ma anche dello stesso catechista organizzatore, di fare un pellegrinaggio-vacanza."

In passato, come racconti anche tu, le GMG a cui ho partecipato sono state tutt'altro che vacanze. Insomma se i tuoi amici NC partono con queste premesse, resteranno delusi.

Riguardo l'argomento del topic: nulla da dire, avete ragione quando dite che i neocatecumenali non partecipano a tutti gli eventi ma solo alla veglia con il Papa e alla Messa il giorno seguente.
Non ci vedo una forma di snobismo in realtà. Criticare il cammino anche per questo mi pare pretestuoso, comunque potete farlo, avete indubbiamente ragione.

Mi sembra falso dire che si dia più importanza all'incontro con Kiko rispetto all'incontro con il Papa.
L'incontro vocazionale è messo dopo anche per raccogliere i frutti dell'incontro con il Papa, come lo stesso Kiko ha detto ogni tanto (durante l'incontro vocazionale Kiko cita sempre le parole dette dal Papa il giorno prima). Insomma, farlo prima, come qualcuno di voi suggeriva, non avrebbe molto senso a mio modo di vedere.

Comunque ripeto, è vero che i ragazzi neocatecumenali non partecipano a tutti gli eventi della settimana della GMG, su questo vi dò ragione.

Saluti
Jeff M.

P.s. sul ruolo della GMG come "agenzia matrimoniale NC": non trovo niente di male nel fatto che dei ragazzi approfittino di un pellegrinaggio parrocchiale per fare nuove conoscenze non con l'intento di "divertirsi" ma di creare un legame serio e di mettere su una famiglia. Sono strano io.

Lino ha detto...

@FDF ha detto:
"Ti risponderanno, come è stato detto anche a me alla stessa obiezione, che invece così si dà risalto al Papa"
Poveretti gli altri movimenti, che non danno risalto. Se lo facessero, la GMG terminerebbe il mese prossimo.

neocat pentito ha detto...

In questi giorni sono partiti per Rio diversi giovani nc,alcuni appartenenti alla stessa famiglia,con una spesa non indifferente,ca 2000/2300€ a ragazzo,quindi le famiglie che hanno 2 3 o più figli che partecipano devono fare fronte ad una cifra di denaro consistente.E' vero che i ragazzi si sono dati da fare con vendite,lavoretti vari che sono riusciti a coprire solo una minima parte.Per il resto o le famiglie riescono a coprire oppure viene fatto un prestito da restituire a rate un tanto il mese si parla di ca 70€ per 2/3 anni.Capite bene che in questo si crea un meccanismo che lega ragazzi e famiglie al cn.Se guardiamo anche al costo dei viaggi(sperimentato di persona nelle precedenti GMG)risulta assai più alto rispetto ai viaggi diocesani,perchè nella cifra devono rientrarci le quote per i catechisti,seminaristi e vari accompagnatori.Il tutto per creare un monumento alla vanità del sig Arguello e co,perchè la Gmg neocat altro non é che finalizzata all'incontro con Kiko e alla alzata vocazionale.Il Papa è solamente una scusa per radunare i giovane e spremere loro un po' di denaro

mic ha detto...

OK. Jeff.
hai ragione tu :)

by Tripudio ha detto...

Rispondo ad un commento finito in spam perché zeppo di insulti, che diceva qualcosa del genere: «mi spiego: lo fate dopo... vergogna, lo fate prima... anatema, lo fate durante... eretici».

Questo genere di polemica parte dal fatto che chi appartiene al Cammino viene addestrato a respingere ogni accusa senza mai interrogarsi minimamente sulla fondatezza delle accuse.

Come tanti "cani di Pavlov", hanno un'unica reazione immediata e automatica. Non mettono in moto il cervello per cercare di capire (eppure ce ne sarebbe ben motivo: perfino Giovanni Paolo II e Benedetto XVI hanno criticato e condannato gli strafalcioni liturgici neocatecumenali!).

La loro è una forma di "difesa" che ha una sua logica: infatti, anche se per assurdo il 99% delle accuse al Cammino fosse riconosciuto come falso, quell'un per cento restante sarebbe sufficiente per cominciare a nutrire seri dubbi sul Cammino.

Infatti il problema del Cammino è nelle sue stesse radici: gli svarioni dottrinali e gli strafalcioni liturgici.

Nessuna "approvazione" della Chiesa può magicamente trasformare l'errore in verità e lo strafalcione in liturgia.

E questo lo sanno anche loro, ed è per questo stesso motivo che devono negare, negare, sempre negare qualsiasi accusa.

Chi infatti smette per un minuto di farlo, chi per un solo minuto comincia a riflettere, chi per un attimo pensa che Kiko potrebbe non essere né infallibile né ispirato, comincia a scoprire che tutte le critiche al Cammino sono fondate.

E che sono proprio quegli errori fondamentali a determinare tutte le stranezze del Cammino (cosiddetti "catechisti" onnipotenti, bizzarri obblighi economici e "decime", idolatria degli "iniziatori" anche quando dicono emerite vaccate, eccetera).

Fino a generare situazioni che hanno del comico, come le reazioni furiose in preda all'ira quando qualcuno scrive semplicemente: non date soldi al Cammino!

Lino ha detto...

Jeff ha detto:
"Questo era il senso del mio 'quasi quasi'. Spero che ora si capisca meglio"

No, non l'ho capito, Jeff.
"Quasi quasi", sul tema del giorno, mi viene da chiederti: ma ti pare corretto il "giorno dopo" di Kiko? Oppure ti sembra un'azione degna di quei tizi che, in televisione, fanno di tutto per rubare le scene?

FDF ha detto...

@Lino
Solo ora mi appare insensato che un movimento ecclesiale si faccia un incontro tutto suo, a parte, quando nessun altro lo fa. Ma è lo stile del cammino: fare qualsiasi cosa che nessun altro fa. Quest'eccesso di originalità per assurdo è diventato ripetitivo e noioso e soprattutto fa perdere alcune cosette davvero importanti.
Ormai le GMG sono tutte identiche fra loro, fa parte del marketing, è un marchio di fabbrica. Una volta azzeccata una formula, si mantiene quella, a costo di ripetere sempre la stessa cretinata.
Esempio? La prima volta che si fece una processione con tutti i presbiteri che portavano una icona o statua della Vergine mi sembra fu a Toronto, ma potrebbe essere stato anche prima (ho saltato alcuni pellegrinaggi). Erano migliaia, e la cosa fu abbastanza suggestiva, con il canto, la catechesi, ecc. Visto che ha funzionato ora propina la stessa processione, aumentando i numeri e i allungando i tempi, a tutte le GMG! E così via.

Anonimo ha detto...

tripudio continui a prendermi per scemo....meno male che il cervello in moto lo tieni tu.
a parte il finale che lino si meriterebbe davvero, e sinceramente anche tu.
io ho sollevato un interrogativo !
secondo la tua illuminata mente, l'incontro quando si dovrebbe fare ?????
sino ad oggi è stata l'indomani per commentare la catechesi del Papa, se lo facciamo prima anatema se lo facciamo durante peste ma insomma che volete il sangue.
p.s.
dal momento che il tuo cervello funziona...dovresti sapere che Roma non approverebbe MAI un cammino pieno di quella nenia che continui a ripetere, l'unico strafalcione è nel tuo cervello bacato

by Tripudio ha detto...

Quando un neocatecumenale dice che "Roma non approverebbe mai un movimento eretico", ha ragione.

Infatti il Cammino nasconde le sue eresie dietro l'ambiguità (e il caro fratello anonimo si infuria perché qui viene gettata un po' di luce su quelle ambiguità e su quegli strafalcioni).

Il Cammino ufficialmente accetta le indicazioni del Santo Padre, ma praticamente disubbidisce, in particolar modo ogni sabato sera.

Infine, ricordiamoci sempre che le cosiddette "approvazioni" non sono un certificato di santità per le azioni e le parole passate, presenti e future.

Al contrario, sono un'indicazione autorevole di cosa deve fare il Cammino per stare nella Chiesa. Esempio: «seguire fedelmente i libri liturgici» (articolo 13, comma 3, nota 49 dello Statuto del Cammino: "lettera di Arinze" e discorso di conferma di Benedetto XVI). Quale parte del "fedelmente" non ti è ancora chiara, caro fratello che vieni qui a riempirci di insulti?

Lino ha detto...

@animo 21:16
Non basta. Non basta che Kiko ti spieghi la catechesi del Papa soltanto l'indomani: deve adottarti e tenerti a casa sua, al fine di ripetertela ogni mattina per una ventina di anni, considerata la testa di coccio che ti ritrovi. Stai ancora a chiedere quando sarebbe opportuna, a mio avviso, la vostra giornata? Fai una cosa: stampa i miei commenti e cerca qualche maestra delle elementari che possa spiegartelo.

A volte penso che il Cammino dura decenni perché è stato ideato a misura per geniacci come te e Baccalà.

Lino ha detto...

P.S.
Questa non l'avevo letta:
"lino altro che risposta, un calcio in culo ti meriti !!!!!!!!"
Trattasi di un luminosissimo esempio di neocatecumenale gentile e mite che mostra tutto l'amore al quale l'ha educato il Cammino.
In generale, quando da lontano minacciano così, da vicino sono coniglietti tremebondi.

Anonimo ha detto...

Penso che il CNC si composto essenzialmente da persone con scarsissima autostima, che sono arriviste, ma con la scusa intellettuale che il loro arrivismo sia al servizio del Signore (secondo loro). Persone a cui piace battersi il petto e dire ai quattro venti che sono peccatori, ma guai a muovergli qualsivoglia critica personale. Se incontrano una persona in difficoltà ascoltano la sua storia solo per ripetersi costantemente "meno male che io non sono in queste condizioni" ...e viva la Carità... Ogni persona risponderà personalmente di ciò che ha fatto in vita, alla presenza di Colui che è morto e risorto per TUTTI. Sono un cattolico della Domenica, perchè cerco ogni giorno di portare un pezzo di Domenica ai miei fratelli, anche quelli che non credono, perchè secondo me chi non crede si perde un pezzo fondamentale di vita.

Anonimo ha detto...

Penso che il CNC si composto essenzialmente da persone con scarsissima autostima, che sono arriviste, ma con la scusa intellettuale che il loro arrivismo sia al servizio del Signore (secondo loro). Persone a cui piace battersi il petto e dire ai quattro venti che sono peccatori, ma guai a muovergli qualsivoglia critica personale. Se incontrano una persona in difficoltà ascoltano la sua storia solo per ripetersi costantemente "meno male che io non sono in queste condizioni" ...e viva la Carità... Ogni persona risponderà personalmente di ciò che ha fatto in vita, alla presenza di Colui che è morto e risorto per TUTTI. Sono un cattolico della Domenica, perchè cerco ogni giorno di portare un pezzo di Domenica ai miei fratelli, anche quelli che non credono, perchè secondo me chi non crede si perde un pezzo fondamentale di vita. Ma a differenza dei neocat non ho voglia di fare adepti, ne' la mia soddisfazione sta nel sentirmi qualcuno solo attraverso l'essere catechista (peraltro catechizzando concetti campati per aria).
Fabio

Luisa ha detto...

Ho avuto la curiosità di guardare alcune "alzate vocazionali" per poter dare un giudizio basato sul discernimento e non solo per sentito dire o aver letto.
Ho già detto quel che penso di quella messinscena, di quella suggestione collettiva e manipolazione delle coscienze di giovani già arrivati preparati e e condizionati, totalmente aperti a ricevere le suggestioni del loro leader, ma leggo oggi che Arguello commenterebbe la catechesi del Papa ed è per questo che quell`incontro avviene subito dopo la sua partenza!
Perchè mentire, ancora e sempre mentire?
Arguello porta avanti la sua "buona novella", dal palco grida il suo "annuncio", mi ricordo a Madrid quando percorrendo esagitato il palco sventolava una lettera del card. Ratzinger del 1974, Arguello non lascia il tempo, non vuole lasciare ai giovani nc il tempo di accogliere e meditare il messaggio del Papa, DEVE subito imporre il suo messaggio, DEVE subito COPRIRE l`eco che le parole del Papa avrebbero potuto lasciare.
DEVE farli rapidamente scendere e rientrare nella realtà neocatecumenale, una realtà della quale è, e deve restare, il solo regista.

FDF ha detto...

Questa perla mi era sfuggita:

Comunque veramente il CN sta rinnovando la Chiesa se suscita tutta questi sentimenti negativi.

Quindi l'indice della santità assoluta, la certificazione della presenza dello Spirito Santo è che suscita sentimenti negativi?

Luisa ha detto...

Anche Zenit è finita in mani neocatecumenali, per rendersene conto basta consultare la loro pagina per la GMG e constatare che un posto particolare e a parte è dedicato alla presenza del cnc alla GMG.
In che cosa quella presenza, che come abbiamo visto è in effetti molto particolare ma non per i meriti descritti con la solita enfasi dalla redazione di Zenit, merita un`attenzione distinta dalla presenza reale, partecipata, in comunione fra di loro, di tutti i giovani cattolici presenti alla GMG?

neocat pentito ha detto...

Partiti anche 450 giovani del Cammino neocatecumenale
Sono ben 450 i giovani del Cammino neocatecumenale della Toscana partiti per la Gmg di Rio. In Brasile viaggiano suddivisi in 10 pullman, accoppiati a due a due. e faranno itinerari molto diversi l’uno dall’altro. I gruppi diocesani che non sono riusciti a riempire un pullman sono stati associati ad altri gruppi di altre diocesi. Questa la provenienza indicativa dei ragazzi: 290 dalla diocesi di Firenze, 15 da Arezzo, 2 Chiusi, 15 Siena, una quarantina da San Miniato, 6 da Grosseto, 6 da Massa, 6 da Lucca, una quarantina da Pistoia.

I ragazzi del Cammino vengono ospitati nelle diocesi di San Paolo, quartiere di Villa Formosa, parrocchia di Santa Cruz e nella diocesi di Jundiaí a 80 km da San Paolo. L’ospitalità è presso famiglie, parrocchie e un paio di giorni in albergo. Verranno visitati molti dei luoghi simbolo della fede brasiliana tra cui il Santuario dell’Aparecida e i luoghi del beato Anchieta e di sant’Antonio del Galvao.

Il pellegrinaggio prevede anche delle «missioni popolari» per l’evangelizzazione di strada. I ragazzi hanno imparato in queste settimane i canti del Cammino in portoghese e terranno delle professioni di fede pubbliche nelle strade e nelle piazze. Come di consueto, dopo l’incontro con il Papa i giovani avranno un incontro vocazionale con Kiko Arguello, iniziatore del Cammino, il 29 luglio, nel quartiere di Barra de Tiuca a Rio a conclusione del quale di solito moltissimi giovani decidono di entrare in seminario o in monastero.

fonte: http://www.toscanaoggi.it/Vita-Chiesa/Gmg-la-Toscana-e-Rio-un-video-nel-bracciale



Scopri di più: Toscana, 450 giovani del Cammino in pellegrinaggio a Rio | Cammino.info
Questo è il programma GMG neocat l'incontro con il Papa è un optional questa è la conferma

Lino ha detto...

Comunicazione 9 febbraio 2013:
"I Responsabili per l’organizzazione della GMG 2013 di Rio del Cammino Neocatecumenale hanno già iniziato a diffondere le prime notizie, attraverso un sito internet aperto per l’occasione. Cammino.info aiuterà a diffondere le notizie da loro pubblicate"...

"Carissimi Fratelli,
La pace di Nostro Signore Gesù Cristo sia con voi.
Con grande gioia vi diamo il benvenuto a questa pagina, aperta per preparare l´Incontro Vocazionale che, se Dio vuole, si terrà lunedì 29 luglio 2013, insieme alla vostra accoglienza e alla evangelizzazione del Brasile.
I fratelli brasiliani già si stanno preparando per accogliervi con la dedizione e l’amore di chi accoglie Cristo che passa.
Seguendo le orientazioni dei nostri catechisti, Kiko, Carmen e padre Mario, vi forniremo tutte le informazioni e un valido supporto per la vostra opera di evangelizzazione del Brasile...
"
Fonte: http://www.cammino.info/2012/02/prime-indicazioni-per-la-gmg-di-rio-2013/

Capito cosa hanno preparato, (s)calciatore fallito? Dove sta scritto che preparavano "il commento" alla catechesi del Papa?

Lino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Lino ha detto...

E.C.
9 febbraio 2012!
(Bisogna prepararle bene, le "alzate"!)

P.S.
A Madrid, secondo Kiko, si alzarono 5.000 ragazzi e 3.200 ragazze.
Io scommetto che a Rio supereranno le 10.000 alzate. Accetto puntate (al rialzo, non al ribasso, impossibile).

INFILTRATO ha detto...

Per il commento di FDF delle 10,28: Hai ragione,i catechisti dicono che il Cammino è perseguitato dal demonio e che quindi è nel giusto.
Grazie ai vostri puntuali commenti sulle catechesi di Zaccheo, delle dieci vergini,etc. che ho inviato in forma cartacea ed anonima ed all'invito a seguire il vostro blog una sorella di comunità sta per uscire dalla comunità ! Il Signore vi ricompenserà nel regno dei cieli!
Ps.: Qaulcuno sa dirmi che fine ha fatto padre Valeriano Montini ? ( un esempio veramente spregevole di sacerdote manipolato dal CNC)

FDF ha detto...

Lo scopo di una critica o di una correzione non può mai essere la distruzione dell'altro o l'annichilimento delle sue convinzioni.
Il mio intento non è quello di dire "tutto fa schifo" ma imparare a ragionare con la mia testa, e a distinguere il buono dal cattivo.
L'idolatria è un brutto peccato, che porta largamente fuori strada e a seri danni materiali e spirituali. L'idolatria va combattuta e denunciata e chi ne è schiavo deve essere aiutato.

Perciò, infiltrato, se vuoi aiutare una persona devi farlo a viso aperto, a quella persona direttamente, parlandone con lei e non inviando lettere anonime.

In queste settimane, anche se non lo dico, ho avuto duri scontri a viso aperto con i miei amici che ancora sono nel cammino, perché voglio far loro capire che non si può andare avanti con questa forma di idolatria, perché è dannosissima e toglie spazio a Dio.
Inoltre nessuno deve essere convinto a fare niente, ad una decisione, di qualsiasi genere essa sia, bisogna arrivarci da soli.

Il tuo compito, infiltrato, non può essere convincere la tua amica, semmai quella di sostenerla e pregare per lei, ma la decisione deve prenderla da sola.

Ruben ha detto...

Da Cammino Info,30/08/2011:

"Dopo i toccanti giorni della Giornata mondiale della Gioventù, ieri Plaza de Cibeles, a Madrid, si è nuovamente riempita dell’allegria e della fede dei giovani: circa 200 mila ragazzi del Camino neocatecumenale si sono riuniti per un incontro vocazionale,"

http://www.cammino.info/2011/08/lincontro-dei-giovani-neocatecumenali-a-madrid-kiko-arguello-le-parole-del-papa-hanno-una-grazia-speciale-sui-ragazzi-3/
---
Da Camineo.info,22/07/2013

"Quaranta mila giovani partecipano Cammino Neocatecumenale in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù a Rio de Janeiro"

http://www.camineo.info/news/153/ARTICLE/27338/2013-07-22.html

--------
Le fonti sono le "loro",quindi, chi le potrebbe mettere in dubbio?...
I giovani Neocatecumenali,solo nel campione GMG sono scesi di 160.000 unità,penso che il dato, sia molto, molto confortante!!

Ruben

Lino ha detto...

@ INFILTRATO
Convengo con FDF. L'anonimato, in certe questioni, non fa mai bene. Infatti - spero che si sia notato - le mie critiche alle catechesi di kiko (fango, vergini, Zaccheo), alle icone e alla nuova estetica sempre le ho fatte alla luce del sole, firmandole con nome e cognome o fornendo un link dal quale si possa dedurre l'autore della critica.

Anonimo ha detto...

Aiuto economico per l´ Incontro Vocazionale
L'Incontro Vocazionale con gli Iniziatori del Cammino Neocatecumenale a Rio di Janeiro,
sarà sostenuto attraverso le donazioni dei pellegrini del Cammino che andranno a Rio per la
GMG.
Valore: € 10 Euro, U$ 15 Dollari o R$ 30 Real a persona.
Come effettuare la Donazione:
1. Via internet, nel sito www.rio2013cnc.com, con l' opzione di pagamento attraverso la
carta di credito.2. Via internet, attraverso il Sistema di Cadastro e Acolhimento del Centro
Neocatecumenale del Brasile (http://jornada.neocatecumenato.net).
Attenzione!
Per i gruppi che, fino al 30 Giugno 2013, contribuiscono com um donazione di 10,00 € per
persona, solo via internet e carta di credito, indicando i dati del gruppo, verrá consegnato
um kit alimentazione, il Lunedì 29 Luglio, nel luogo dell'Incontro Vocazionale

Anonimo ha detto...

http://jornada.neocatecumenato.net/

Anonimo ha detto...

Ma secondo voi noi neocatecumenali veramente andiamo alla Gmg solo per kiko? In questo caso dovrei spendere 2.500 euro per andare in Brasile a sentirmi una catechiesi di kiko quando, per esempio, viene a Catanzaro e spendo praticamente niente! Il problema non è dei neocatecumenali è vostro perché dovete inventare nuove storie per far andare avanti il blog! E se credete che in questo blog avete ragione e quindi la coscienza apposto pubblicate il commento!

Anonimo ha detto...

Vuoi mettere la differenza che c'è tra schitarrare in calabrese a Catanzaro oppure in portoghese per le vie di Rio?

Lino ha detto...

Sorridiamo un poco.

Dialogo tra due neocatecumenali:
Neocatecumenale 1: "Nell'osservatorio si parla troppo erudito per chi non mastica un po' di cattolicesimo quindi e' il caso di raccontare qualche esperienza, sopratutto di amore al nemico, che possa aiutare la gente nella realta' della vita. Che mi serve fare la comunione se quando esco sono in rottura con il prossimo? A che serve? Prima di presentare i doni all'altare riconciliati con il tuo prossimo!!"
Neocatecumenale 2: "Lasciali perdere,non sprecare il tuo tempo con persone vigliacche, smidollate, in malafede,che non sanno fare altro che sparlare,dire bugie,calunniare. Usa il tuo tempo per cose più importanti e interessanti che perdere tempo con dei cretini.E' il mio consiglio!".

Dialogo tra un "cattolico della domenica" (io) e il solito neocatecumenale che ama molto il prossimo.
Cattolico della domenica: "il Papa chiude la GMG il 28, in linguaggio televisivo questo si definisce "rubare la scena": non potevate farle qualche giorno prima "le alzate", eh?"
Neocatecumenale: "lino altro che risposta, un calcio in culo ti meriti!!!!!!!!"

Lino ha detto...

Magari, anziché una critica all'estetica alle catechesi NC, dovrei pubblicare un libricino di barzellette. Ce ne sono a iosa. Per esempio:
Neocatecumenale 2 (con riferimento agli Osservatori): "Parlano sempre di soldi e basta"
Fondatore dei neocatecumenali al Catechista Neocatecumenale 2: "Se ti ascoltano si convertono e se si convertono devono mollare il malloppo".

Altro che libricino di barzellette di Totti venduto nelle tabaccherie! Farei denari a palate :-)

Ruben ha detto...

@Anonimo

"Anonimo ha detto...
Vuoi mettere la differenza che c'è tra schitarrare in calabrese a Catanzaro oppure in portoghese per le vie di Rio?"
---
Assolutamente nulla nei confronti dei calabresi;però quando dicono che siete un pò presuntuosi,un punto di ragione magari ce l'hanno.
Poi se sei anche neocatecumenale,si innesca una miscela a dir poco esplosiva!

Lino ha detto...

Qui mi fermo, altrimenti lo pubblico per davvero il libricino di barzellette.

Neocatecumenale 2: "Secondo lui Kiko ha una sorta di potere occulto che muove trame, persone, riesce addirittura a fare si che il Direttore Boffo trasmetta la diretta su TV Sat 2000".
Cattolico della domenica:
"Nooooo! Mica muovete persone!"

INFILTRATO ha detto...

Per FDF e LINO: so che essere anonimi non è bello, a maggior ragione per me che in altri campi(lavoro,sport,famiglia)sono anche fin troppo diretto. Purtroppo nel CNC , per me che ci sono ancora dentro, è l'unica maniera: Se venissi allo scoperto si alzerebbe il solito muro di gomma con gli altri che si isolerebbero nella loro comunità chiusa e sarei escluso ed evitato così come hanno detto in vari post altri commentatori. Facendolo in maniera non dichiarata posso capire i dubbi e le perplessità dei fratelli e se non altro fornirgli spunti per riflettere. Non voglio esagerare ma l'ho presa quasi come una missione. Una preghiera per la sorella e per tutti voi. Che il Signore possa sempre donarvi la forza di andare vanti nella vostra opera meritoria!

Anonimo ha detto...

OT
Sono GiusME.
Segnalo, se non fosse già stato fatto, che domani, alle 19, a piazza Montecitorio si svolgerà una manifestazione di protesta contro la legge sull'omofobia organizzata da Manif pour tous Italia.
C'è anche questa petizione: http://www.lanuovabq.it/it/sottoscrizioneCampagnaRaccoltaFirme.php
Un account Twitter @manifpourtousit
Un profilo Facebook omonimo su https://www.facebook.com/profile.php?id=273967302745211

FINE OT

La Pace sia con voi!
GiusME

FDF ha detto...

@Infiltrato
Capisco la posizione, ma non condivido. E' lacerante stare in un posto e non condividerne scelte e pensiero.
Inoltre ciò induce alla falsità, che alla lunga ti ammala lo spirito.

C. ha detto...

Ma secondo voi noi neocatecumenali veramente andiamo alla Gmg solo per kiko? In questo caso dovrei spendere 2.500 euro per andare in Brasile a sentirmi una catechiesi di kiko

Si, perchè dai 2.500 euro all'organizzazione del cammino che, come al solito, fa la cresta sopra e ti obbliga a farti costosi e lunghi giri in pulmann e soggiorni in hotel.

Se, invece, ti iscrivessi alla GMG della Diocesi di Rio, spenderesti MOLTO di meno.

Io ho fatto 5 GMG con il cammino e 2 diocesane, a suo tempo. LA GMG "normale" è molto economica, perché dormi dove ti ospitano: io dormii a suo tempo in una ex caserma con sacco a pelo e presso una scuola (era a Parigi, nel lontano 1997) e si mangia nei punti di incontro tutti assieme.
Non c'è la necessità di fare i "giri in pulmann"; a Parigi avevo l'abbonamento metro incluso nel pass e viaggiavo dappertutto con la mia parrocchia ed altri gruppi di tutto il mondo.

Il costo, quindi, tolte le spese di viaggio aereo, non è assolutamente rapportabile ad un viaggio turistico, che ovviamente costa molto di più per i soggiorni in hotel e per gli spostamenti.

Anche su questo, naturalmente, i nc non si interrogano. Perché spendete soldi per pulmann e alberghi costosi per fare una GMG quando lo spirito dell'iniziativa è tutt'altro?

Lino ha detto...

Catechesi di Kiko Arguello nella GMG GMG 2005:
Ascoltatelo, a partire dal tempo 6' e 40", è meglio di Ridolini
Tremendo boicottaggio del demonio
Ringraziando il cielo, al momento, questa delle catechesi di Kiko è una questione inter nos. Immaginate cosa potrà succedere il giorno nel quale se ne occuperanno quelli dello UAAR?
Demenziale! Il capo dei pompieri e la polizia, nell'organizzatissima Germania, causa il demonio che fece scomparire i cartelli stradali, smarrirono la strada.
Preghiamo, fratelli, per la toponomastica brasiliana.

Lino ha detto...

P.S.
Naturalmente, se invece di ridere vi metterete a piangere, avrete tutta la mia comprensione, essendo io stesso dibattuto tra queste due contrastanti emozioni.

FDF ha detto...

@Lino
Quella catechesi l'ho ascoltata di persona, ero là, lato destro del palco. E mi sono bevuto ogni parola, con applausi vari, canti, allegrezza. A risentirlo mi fa veramente un brutto effetto.

Anonimo ha detto...

Io c'ero a Colonia. La disorganizzazione di quella GMG fu in effetti "demoniaca".

Ma ti piace così tanto Kiko da metterti ad ascoltare le sue catechesi su youtube?

Lino ha detto...

@ anonimo 17:21
Secondo Kiko, non "demoniaca" tra virgolette, anonimo: demoniaca e basta. Con il Demonio pieno di collera perché non vi siete ribellati alla scomparsa dei cartelli stradali.

Sì, mi piace ascoltare le sue catechesi (non più di una a settimana, l'ultima fu quella del sicomoro, e le ascolterò tutte :-): è un fenomeno sociologico, oltre che religioso. E anche parecchio comico: non senti la piazza come ride?

Lino ha detto...

@ FDF ha detto:
"E mi sono bevuto ogni parola, con applausi vari, canti, allegrezza. A risentirlo mi fa veramente un brutto effetto"
Non te la prendere, FDF. Accade sempre così, nella Storia, con questo genere di personaggi che muovono folle, riempiono le piazze e causano molto dolore. Soltanto dopo, molto dopo, se ne comprende la levatura e si ride per i discorsi e per la mimica. Purtroppo.

Ruben ha detto...

@C.
"Anche su questo, naturalmente, i nc non si interrogano. Perché spendete soldi per pulmann e alberghi costosi per fare una GMG quando lo spirito dell'iniziativa è tutt'altro?"
---
Perchè anche in questo "devono", sentirsi più belli, più bravi,più buoni; guai a contaminarsi con gli altri giovani Cristiani della Domenica!

Anonimo ha detto...

Lo sai perché avrai per sempre torto tripudio? Perché appena c'è qualcuno che da una tua risposta alle tue ridicole accuse contro il cammino e ti ammutolisce tu che fai? Non pubblichi il commento in modo da non far mettere in difficoltà te e la tua combriccola di amichetti ignoranti..

La pace

Luisa ha detto...

Ma di che cosa si lamenta l`ennesimo anonimo?
Son fin troppi i commenti che la redazione lascia passare, pensa veramente che i commenti moderati lo sarebbero perchè non sapremmo rispondere?
Ma se è da anni che, instancabilmente, i gestori di questo blog, e chi vi partecipa, rispondono ai vostri "commenti" fotocopie gli uni degl altri!
Anni fa non c`era ancora la moderazione, quanto tempo e energia son stati spesi per tentare di dialogare con i neocatecumenali, fino al momento in cui di fronte alla volgarità e agressività di troppi è stata introdotta la moderazione per ricuperare un clima più civile nelle discussioni.

Oggi passano molti commenti di membri del cnc, siccome niente è cambiato di ciò che è rimproverato al cnc, non una virgola (e non sono critiche soggettive ma basate sull`insegnamento e le norme della Chiesa), è logico e necessario che continui l`informazione e la testimonianza, come è prevedibile che dai neocatecumenali arrivino sempre gli stessi "argomenti" in difesa dell`idolo cnc, "argomenti" che mostrano quanto e come i più esaltati e fanatici sono nella più totale incapacità di mettersi in discussione, di mettere in discussione quel che nel cnc è problematico ( "liturgia", scrutini, violazioni del foro interno, onnipotere dei catechisti, arcano, disobbedienza al Papa e ai libri liturgici), si mente, si banalizza( sarà un caso isolato...), vengono invocate le approvazioni, ma si tace sul come son state ottenute, e via dicendo.

Anche se fin fall`inizio di questo blog chi informava e testimoniava lo faceva conoscendo il cnc, quel che è cambiato, e senza dubbio dà molto fastidio ai neocatecumenali, è che ad animare questo spazio son sempre più persone che sono uscite dal cnc dopo aver passato un tempo spesso molto lungo, anche dopo averlo"finito", testimoniano con pacatezza, educazione, senza aggressività verso chi ha condiviso la loro esperienza.

Chi legge questo blog si rende rapidamente conto da che parte stanno l`ignoranza e l`arroganza, vede facilmente chi sa discutere, e con quale qualità e profondità di argomenti, e chi leva le tende, spesso dopo aver ricorso all`insulto, perchè non può controbattere a chi lo confronta al Magistero della Chiesa, alla sua Tradizione, alla sua Dottrina e alla realtà di fatti che il segreto che circonda il cnc non riesce a occultare.

Lino ha detto...

Dimmi, dimmi anonimo: le domande che dovrebbero "mettere in difficoltà" sono quelle che poi pubblichi sul sito dei disertori? Magari quella che definisce la discussione sul sicomoro un episodio "alla walt disney"? Un simbolo della fede cristiana, già stravolto da Kiko, presente in una delle narrazioni evangeliche più profonde, per il quale abbiamo citato le esegesi dei Padri della Chiesa, lo fate diventare un episodio alla Walt Disney?
Sul comportamento di "intruso" già abbiamo espresso in due il parere, ma tu non sai leggere e - così continuando - mi farai cambiare opinione, portandomi a pensare che con voi il fine giustifica i mezzi.

Oppure le domande che mettono in difficoltà dovrebbero essere quelle di Antonio, che crede di poter svicolare dai problemi qui analizzati mettendola sul piano personale?

Attendo qualcuno che mi faccia "scendere dal cavallo", sull'esegesi kikiana del sicomoro. Magari portate la questione su cattoliciromani, là c'è una persona NC (una sola) un po' più veneranda di voi. Dubito che vorrà affrontare il problema.

Lino ha detto...

P.S.
Ad Antonio voglio rispondere. Io, Antonio, opero in un gruppo inter-parrocchiale segretissimo. Seguiamo le indicazioni di un direttorio (anch'esso secretato) che si fa risalire alla scuola catechetica di Alessandria d'Egitto. Il nostro scopo è la tutela dell'arte allegorica cristiana svilita dagli esoteristi di accatto. In questo gruppo ultra-segretissimo io m'interesso di massoni e di neocatecumenali.
Di più non posso riferire perché il segreto è segreto. Mica si possono spiattellare i direttori catechetici ai profani che non capirebbero? Non chiedere altro, tu che conosci l'importanza del segreto.

aleCT ha detto...

Io di GMG ne ho fatte 3.Quello che penso del comportamento tenuto dal Cammino alla luce DI QUELLO CHE HO VISTO l'ho già detto e non mi ripeto.

Aggiungo che non è una questione di "snobismo". La questione è molto più semplice.

Per il cammino tutto il resto della comunità cattolica semplicemente NON ESISTE. Punto.

Quando (e SE) se ne parla lo si fa in negativo: "E'in crisi, non evangelizza, non segue più Cristo, è marcia..." Fino al più prosaico:"i ragazzi che vanno a messa la domenica mattina,magari vanno a drogarsi il sabato sera"

Ne ho avuto discussioni con NC sull'argomento GMG.

Vi risparmio le solite stupidaggini: "noi alle catechesi non ci andiamo perchè sono roba per bambini, preferiamo andare ad evangelizzare (sic) e poi non è obbligatorio"

Fino a cadere nel ridicolo "Se ci andiamo pure noi non saprebbero dove metterci (sic)

Se ci si fa caso sono le stesse scuse che si tirano fuori per tutto: "non è vietato" "siamo autorizzati", "non è obbligatorio", fino al "non ci sarebbe spazio perchè siamo in tanti"

(per esempio questa è una delle scuse per cui gli NC non vanno alla Veglia di Pasqua in parrocchia...sono troppi, non ci sarebbe spazio)

Credo che non c'è più niente da aggiungere.

Il punto non è che si faccia PRIMA o DOPO. il punto è, come sempre IL PERCHE'

Come giustamente faceva notare Luisa, se Kiko Arguello si limitasse a commentare CORRETTAMENTE le parole o i gesti del Santo Padre di questi giorni già sarebbe un grosso passo in avanti.

Invece questo incontro "vocazionale" cosa è se non una immensa AUTOCELEBRAZIONE di se stesso?

Visto che a Madrid ha citato una lettera di Ratzinger degli anni 70 oggi mi aspetto che tiri fuori il fantomatico documento con cui Papa Francesco ha autorizzato le comunità) degli stati uniti a celebrare nelle salette

(visto che glielo stavano vietando...rivedi recente video di Roma in cui se la prendeva con i vescovi "clericali")

P.S. A Colonia c'ero anche io.L'organizzazione fece acqua da tutte le parti, ma da qui a dire che era "il demonio che toglieva i cartelli" ce ne passa....

Emanuele Usicco ha detto...

vedo ora che vengono usate delle foto rubate dal sito cammino, e coperte da specifico copiright - Visto la natura delle descrizioni che vengono dindicate sotto alla fotografia pregherei di togliere ogni mia fotografia dal vostro sito non essendo la sua presenza a me gradita. ricordo che prendere delle foto e tagliare la firma sotto e dopo ionserirle nel sito non è cosa da fare e penso sia anche perseguibile.
grazie

Lino ha detto...

P.S.
Antonio, io non mi nascondo dietro la tastiera (a prescindere dal fatto che con la tastiera io ci campo, tra una pausa e un'altra, e che le mie generalità le conosci, io le tue no). Poi, io m'interesso di comunicazione simbolica, non di teologia. Credimi: cosettine come questa valgono, in certi ambienti di ragazzi sensibili all'esoterismo fasullo, più di una schitarrata in piazza San Domenico:
Solve et coagula
Non puoi immaginare quanti sono nella mia città quelli che confutano il miracolo di San Gennaro utilizzando un supposto esperimento dello scienziato dell'articolo! E io li ridicolizzo dimostrando la loro falsificazione della verità storica, con buona pace di Katartiko.
E' solo un esempio. Ti pare poco? Meglio una schitarrata in piazza San Domenico, per taluni "intellettuali" che tentano d'imbrogliare i devoti del Santo?

aleCT ha detto...

Questa me l'ero persa: paragonare i Padri della chiesa a Walt disney dimostra l'ignoranza e la supponenza di certi personaggi.

E questi tizi sono "cattolici consapevoli e maturi"? Questi dovrebbero "ricostruire la Chiesa"?

Conosco gente con meno di 40 anni (e non sono io OVVIAMENTE) o semplici vecchiettine di 70 e passa anni che ne "sanno" cento volte più di loro con 30 anni e passa di cammino.

Perchè la sapienza divina nulla c'entra con l'età o i percorsi. C'entra con l'umiltà di cuore di chi la riceve dalla Grazia del Padre attraverso i Sacramenti della Chiesa.

Anonimo ha detto...

"Sì, mi piace ascoltare le sue catechesi (non più di una a settimana, l'ultima fu quella del sicomoro, e le ascolterò tutte :-): è un fenomeno sociologico, oltre che religioso. E anche parecchio comico: non senti la piazza come ride?"

Sono d'accordissimo con te: Kiko è un fenomeno, a livello religioso e anche sociale. :)

Comunque se vuoi farti altre risate, guardati anche i siparietti tra Kiko e Carmen.


"Aggiungo che non è una questione di "snobismo". La questione è molto più semplice.

Per il cammino tutto il resto della comunità cattolica semplicemente NON ESISTE. Punto."


Ovvero stai dicendo che il cammino è....snob!! :)
Il Cammino, nella tua interpretazione, si sentirebbe tanto superiore da ignorare le altre realtà cattoliche.

Come la vedo io l'ho già detto ed è inutile ripetersi.


"A Colonia c'ero anche io.L'organizzazione fece acqua da tutte le parti, ma da qui a dire che era "il demonio che toglieva i cartelli" ce ne passa...."

Come sai c'ero anch'io a Colonia.

Ti chiedo: tu pensi che durante le GMG il Demonio se ne stia buono e cheto e non provi a rovinarle?

Credi che non possa aver ispirato una certa incuria (siamo buoni, via) dell'organizzazione ed una sottovalutazione dell'evento da parte delle autorità?

Credi che non abbia tentato tutti i ragazzi a "maledire" l'evento proprio a causa di quell'organizzazione scellerata?

Certamente non ha assunto forme umane e non si è messo a rimuovere i cartelli: credo che questo sia chiaro a Kiko e a tutti i neocatecuemenali.

Saluti
Jeff M.

Anonimo ha detto...

Caro Lino come posso fare ad entrare nel tuo gruppo interparrocchiale? A scusa dimenticavo, i vostri direttori catechetici da chi sono stati vagliati ed approvati?

Stefano

by Tripudio ha detto...

Chiedo al caro fratello Usicco delle comunità neocatecumenali di segnalarci con esattezza quali foto sarebbero state «rubate» [1] e di documentare accuratamente come sarebbero state coperte da specifico copyright [2] oltre che precisare in che termini tutto ciò sarebbe «perseguibile» [3].


p.s.: ecco i neocatecumenali:
[1] giudizio offensivo
[2] minaccia velata
[3] minaccia esplicita

Chissà se sarà già stato fatto lo stesso ai vari forum e blog in cui si parla del Cammino, italiani e stranieri (Cattoliciromani, Cruxsancta, ecc), con o senza benevole didascalie...

Lino ha detto...

@ Stefano
Sono stati segretamente vagliati da un'importantissima Commissione segreta per oltre cinque anni, Stefano. Noi, però, abbiamo rifiutato le correzioni, abbiamo risposto: "Non lo riconosciamo!!!". Comunque - devi sapere - non sono stati approvati i contenuti, soltanto la pubblicazione è stata approvata, con il tacito accordo che nulla sarà mai pubblicato. Quindi restiamo segreti come prima, anzi il mistero aumenta.

Non si può entrare nel mio gruppo inter-parrocchiale, Stefano, è quasi impossibile. Occorre superare uno scrutinio d'ingresso molto difficile. Ti bastino queste domande:
1) Perché il vocabolo utilizzato nel Koinè del miracolo del cieco-nato è pêlos e non è borboros?
2) Perché il verbo usato nell'azione del fango è epichriô e non è ballô?
...

Non ti dico, poi, le domande sul simbolismo:
1) Chi ha detto che nessuno può inventarsi il significato di un simbolo?
2) Qual è la differenza tra un simbolo teologico e uno artistico? Chi ha trattato queste differenze?
3) Perché "quando Giuseppe vide che suo padre posava la sua mano destra sul capo di Efraim" si dispiacque"?
...

E' difficile entrare nel mio gruppo, Stefano, molto difficile. C'è da fare un cammino di vent'anni e più nelle Scritture e scritture più disparate. Non bastano gli Orientamenti alle equipes NC (che pure ho letto). E non basta leggere, occorre produrre opere simboliche luminose in grado di fugare i "dèmoni cubisti della notte", non quelli dei cartelli stradali.
Quello che è impossibile agli uomini, però, è possibile a Dio. Non disperare.

Lino ha detto...

@ Jeff ha detto:
"Credi che non possa aver ispirato una certa incuria (siamo buoni, via) dell'organizzazione ed una sottovalutazione dell'evento da parte delle autorità?"

Non solo sottovalutazione, Jeff, deve anche aver agito sulla memoria dei pompieri e della polizia. Non hai ascoltato? Senza cartelli non ritrovavano più le vie. Si sa, infatti, che la polizia e i vigili del fuoco intervengono solo quando le vie di una città sono perfettamente segnalate. Immagina a Napoli:
segnali
Non fai sul serio, vero?

Ruben ha detto...

@Jeff

Credi che non possa aver ispirato una certa incuria (siamo buoni, via) dell'organizzazione ed una sottovalutazione dell'evento da parte delle autorità?
---
No, siete voi che sopravvalutate il demonio ,secondo me anche un pò "ad arte",servendovi di un'anti divinità negativa per favorire la paura negli adepti.
Non si può infatti giocare a scaricabarile col diavolo, accusandolo in continuazione di eventi umani, che possono rientrare nella normalità o anormalità delle cose e nelle nostre veniali manchevolezze!

Anonimo ha detto...

Lino, sono io che non capisco: pensi che la storia raccontata da Kiko sia inventata?

Io la trovo assolutamente verosimile, avendo toccato con mano la disorganizzazione che regnava in quei giorni. So che conoscendo l'organizzazione tedesca ti sembra assurdo ma...è stato proprio così!

Saluti
Jeff M.

Anonimo ha detto...

I neocatecumenali sopravvalutano il demonio.

Meraviglioso. :)

by Tripudio ha detto...

Che il demonio intenda rovinare ogni iniziativa cattolica è vero.

Ma è molto comico Jeff quando per difendere Kiko dice che il demonio avrebbe «ispirato una certa incuria».

A questo punto dovremmo domandarci le istituzioni italiane, "ispirate da una certa incuria", quanto siano più importanti per il demonio rispetto alla GMG...


In secondo luogo si potrebbe riflettere sul significato della GMG, che già di suo è una chiassata internazionale che molti vorrebbero strumentalizzare, anche se la GMG parte da buone intenzioni.

Naturalmente il Cammino è in prima linea quanto a strumentalizzazione: astutamente i kikos si incistano con la loro "appendice kikiana" e l'idolatrica cerimonia delle "alzate" (cioè le vocazioni a Kiko).

Abbiamo ripetuto mille volte su questo stesso blog quanto sia importante la discrezione riguardo alla propria vocazione, almeno fino al momento in cui non comincia il percorso ufficiale di formazione.

Invece i neocatecumenali vanno ad "alzarsi" alla chiamata di Kiko spesso dietro caldo "suggerimento" dei cosiddetti "catechisti", spendendo cifre considerevoli (si pensi ai 2500€, si pensi alle insistenti campagne di raccolta fondi tipo quella del tal Iapicca che voleva far "alzare" dei suoi giovani giapponesi, si pensi alla vergognosa condotta neocat in territori perseguitati come il Nepal, si pensi al portare cinesi alla GMG di Kiko solo per promuovere la balzana idea kikiana delle cefale, ecc).

Il fatto di andare alla "GMG di Kiko", infischiarsene della vera GMG (come testimoniato ripetutamente su questa stessa pagina), e poi venire qui boriosi a dire che la GMG è riuscita grazie ai kikos, o addirittura a pontificare sul fatto che noialtri non siamo andati alla GMG... tutto questo è più demoniaco della disorganizzazione e dei cartelli stradali magicamente scomparsi.

Il Cammino Neocatecumenale si fa strada con gli inganni e le menzogne, tra cui quelle che con infaticabile zelo ci vengono a propinare qui Jeff e i suoi correligionari kikolatri.

E la prima menzogna è dire che i neocatecumenali vanno alla GMG, quando in realtà è il Cammino (inteso come struttura) ad incistarsi sulla GMG con attività sue, "liturgie" sue, per poi poter mentire affermando di aver "partecipato" o "collaborato".

Come io con questi miei stessi occhi vidi a giugno 2006 i neocatecumenali andarsene via dalla Giornata dei movimenti dopo l'omelia di Kiko, pochi minuti prima che parlasse il Papa, così chiunque abbia partecipato almeno a una GMG si sarà reso conto che il Cammino come struttura autonoma marca presenza alla GMG ma ha un programma tutto suo, centrato su Kiko anziché sul Papa.

Lino ha detto...

@ Jeff
L'infestazione diabolica di intere città, Jeff? Per una GMG? Se il Demonio avesse avuto accordato un simile potere, cosa sarebbe dovuto accadere, allora, in un Giubileo? La rimozione dei Ponti sul Tevere?

Sarà che io del diavolo ho un concetto più spirituale, ma non lo vedo impegnato nell'ispirare la rimozione della segnaletica stradale. Più facile, invece, che s'impegni nella rimozione delle giunzioni sinaptiche di Arguello quando sale sopra un palco e delle vostre quando lo ascoltate.
E poi: non lo sanno i demoni che Kiko con un solo esorcismo li spedisce nel deserto della Mongolia? Non avrebbero mai osato tanto.

Anonimo ha detto...

Lino c'é un pò di differenza tra il parlare di tentazione demoniaca ed "infestazione demoniaca di una cittá". Di quest'ultima, nessuno ne ha parlato, solo tu.

Ad ogni modo se credi che il Demonio non si sporchi le mani con le sue tentazioni nei fatti quotidiani (d'altro canto, noi neocatecumenali sopravvalutiamo il demonio, mica sta sempre a pensare a noi) ma rivolga il suo interesse solo ad elevate questioni spirituali, beh, libero di pensarlo.
E io libero di dissentire.

Saluti
Jeff M.

aleCT ha detto...

@jeff

Se è per questo io a Colonia mi ricordo che i cartelli c'erano. Il problema era che i trasporti erano organizzati come se fosse una normale giornata lavorativa. Di conseguenza con il flusso che c'era è logico che si sia andati nel pallone.

Ne potrei raccontare di aneddoti divertenti successi nel viaggio di ritorno...

Parlare del demonio nel modo in cui ne parla Kiko è deleterio allo stesso modo del non parlarne affatto.

Io credo quello che crede la Chiesa Cattolica ovvero che il demonio non ha potere di creazione, ma solo di immaginazione e che nulla può fare se noi non gliene diamo la possibilità attraverso il nostro LIBERO arbitrio USATO MALE.

Kiko invece lo cita ad ogni occasione o per accusare i suoi "nemici" per giustificare ogni magagna che esce fuori.

Peccato che così faccia il suo gioco.

Per il resto che al cammino tutto quello che esula da sè non interessi assolutamente nulla non è una mia impressione, ma semplicemente un dato di fatto.

Altrimenti non si spiegherebbero tutte le castronerie che si dicono e sopratutto la sistematica assenza del cammino da ogni occasione di questo tipo.

Facciamo un esempio: a fine settembre ci sarà il pellegrinaggio dei catechisti in occasione dell'anno della fede.

Ci saranno anche i catechisti del cammino?

E se ci andranno ci andranno con la diocesi o ANCHE IN QUESTO CASO si organizzeranno per conto proprio?

Anonimo ha detto...

Spero che il Signore illumini la tua vita. Pregherò per te! La Pace.

Lino ha detto...

@ Jeff ha detto:
"Lino c'é un pò di differenza tra il parlare di tentazione demoniaca ed "infestazione demoniaca di una cittá". Di quest'ultima, nessuno ne ha parlato, solo tu."

Non ti capisco, Jeff. L'hai ascoltata la catechesi, o no? "Com'è possibile che non c'era nessun cartello?" grida Kiko. Immagini quanti cartelli stradali ci sono a Bonn, Jeff, e quanti diavoli sarebbero stati necessari per farli togliere tutti? E questa tu non la definisci "infestazione demoniaca di una città"? :-)

In ogni caso, Jeff, per tua informazione, la Chiesa (su argomenti purtroppo più seri della segnaletica kikiana) la pensa così:
"L'azione di satana consiste prima di tutto nel tentare gli uomini al male, influendo sulla loro immaginazione e sulle loro facoltà superiori per volgerle in direzione contraria alla legge di Dio. Satana mette alla prova persino Gesù (cf. Lc 4,3-13), nel tentativo estremo di contrastare le esigenze dell'economia della salvezza così come Dio l'ha preordinata.
Non è escluso che in certi casi lo spirito maligno si spinga anche ad esercitare il suo influsso non solo sulle cose materiali, ma anche sul corpo dell'uomo, per cui si parla di «possessioni diaboliche» (cf. Mc 5,2-9). Non è sempre facile discernere ciò che di preternaturale avviene in questi casi, né la Chiesa accondiscende o asseconda facilmente la tendenza ad attribuire molti fatti a interventi diretti del demonio; ma in linea di principio non si può negare che nella sua volontà di nuocere e di condurre al male, satana possa giungere a questa estrema manifestazione della sua superiorità

(Cfr. "La caduta degli angeli ribelli" Ud. G.le 13 Agosto 1986 - GPII)
Quello che la Chiesa "non asseconda facilmente" - pur non negandolo in via di principio - per Kiko è prassi quotidiana del diavolo.
Ricambio i saluti

Lino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
La verità vi farà liberi. ha detto...

Le esternazioni di Jeff sul demonio alla GMG sono esilaranti.....quì ci stiamo rotolando dalle risate da mezz'ora!!!!!

FDF ha detto...

OT:
Lino, è inutile, diranno che sei un sentimentale e religioso naturale. Le ispirazioni e i doni che si manifestano nel cuore (salvo quelli di Kiko, ovvio) non li capiscono, anzi li deridono. Sulla mia testimonianza non hanno detto nulla solo perché Jeff ha detto che non si sarebbero mai sognati di deriderla, ma so cosa se ne pensa di certe illuminazioni.
Per loro le "esperienze concrete" sono solo gli esempi fatti dai catechisti circa i segni che distinguono i cristiani (non fare causa, amare il prossimo, pregare spesso, ecc.) ma la loro immaginazione non va oltre questo. Non è vero per tutti, ma per una buona parte.
Fine OT.

@Jeff
Certo l'organizzazione fu pessima alla GMG di Colonia, ma a dirla tutta durante il viaggio ci fu una spaventosa alluvione che sommerse tre stati interi. Per tornare a casa dovemmo attraversare la Francia e la Svizzera perché tutti i passi erano chiusi. Che diremo? Che il demonio ha fatto esondare i fiumi per farci affogare tutti?
L'evocazione del demonio a ogni piè sospinto ha il suo bell'effetto Jeff, ma non ha nulla a che vedere con il molto peggio che è in grado di fare. Sai certamente che il compito del diavolo non è disorganizzare la GMG come se fosse un folletto dispettoso, ma ben di più indurre alla disobbedienza, alla ribellione e al peccato mortale.

Infine, amici NC conversano in spiaggia.
Un figlio di amici non è voluto andare alla GMG di Rio (con grande scorno dei genitori) perché dice che il programma era esagerato, troppo costoso, e che i NC vogliono fare sempre le cose speciali con itinerari lunghissimi, hotel, ecc. ecc.
Dopo un vario botta e risposta ecco la perla: Va bè, si sa che il fulcro della GMG è l'incontro con Kiko, è quella la cosa importante, il percorso è fatto per arrivare all'incontro con Kiko!"
SOTTOLINEO: NON HO INVENTATO NEMMENO UNA SILLABA E' SUCCESSO VERAMENTE OGGI 25 LUGLIO ORE 15:50

Lino ha detto...

@ La verità vi farà liberi. ha detto...
"...quì ci stiamo rotolando dalle risate da mezz'ora!"

E dovevi vedere me e mia moglie, dopo aver letto la decisione di Baccalà:
"Avevo detto che Lino ci campava con il blog!!Mic e Trippone anche ci campano altrimenti non strebbero H24 su un blog.Lino vuole solo visibilità ma da questo blog non la avrà.Chiedo agli amici di queto blog di ignorare Lino gli diamo da mangiare dandogli attenzione".

Mia moglie, piangendo (dalle risate) lo prega di non tagliarci i viveri togliendomi l'enorme pubblicità derivante dal suo sito. E' soltanto grazie a questi proventi che possiamo permetterci di vivere qui (foto opera di mia moglie):
alba dal balcone

Io non ho ancora capito se questo lo è o ci fa.

neocat pentito ha detto...

Stamani ho letto che causa forti piogge la veglia con il Papa verrà spostata sulla spiaggia di Copa Cabana.Sarà mica stato il demonio per creare disservizio?Che cosa dirà il santino?

aleCT ha detto...

@FDF

"Un figlio di amici non è voluto andare alla GMG di Rio (con grande scorno dei genitori) perché dice che il programma era esagerato, troppo costoso, e che i NC vogliono fare sempre le cose speciali con itinerari lunghissimi, hotel, ecc. ecc."

Poteva sempre partirsene con la diocesi...anche se, a questo punto, penso che sarebbero stati i genitori a fare problemi.

@Lino
Lasciali fare. Hanno una risposta standard per tutto.
Se scrivi sempre e rispondi subito ti dicono che non hai una vita oppure che ci guadagni

Se non scrivi per mesi si chiedono il perchè (magari lanciandosi in malevole supposizioni)...

SE poi ti azzardi a scrivere qui prima di scrivere a loro in privato (anche se l'anticipo magari è di mezz'ora) allora sbattono i piedi come bambini che vogliono la merenda per primi.

E meno male che "la chiesa è in crisi".. Loro invece?

aleCT ha detto...

ultimo OT su Colonia.

Io devo dire invece che mi sono sentita PROTETTA da DIO e dalla MADONNA.

Mariefeld era un pantano a causa della pioggia del giorno precedente eppure ci siamo addormentati vedendo il cielo stellato e l'indomani, nonostante il cielo plumbeo NON HA FATTO UNA GOCCIA DI PIOGGIA.

aleCT ha detto...

@neocat pentito

Hanno fatto bene. Sia il campus fidei sia il percorso che avevano tracciato sono sommersi da 40 cm di acqua.

L'inverno brasiliano può fare di queste sorprese

(e d'altronde le date delle gmg sono quelle: ferragosto in europa e fine luglio negli altri continenti)

Sono sicura che faranno in modo di sistemare la spiaggia in maniera tale che tutto si svolga in sicurezza. Meglio far stare i ragazzi in città piuttosto che in un pantano a 15 km...

Per rispondere alla tua domanda tutto dipende da dove si terrà l'incontro vocazionale...se questo spostamento causerà problemi o meno...

Emanuele Usicco ha detto...

caro tripudio la foto in cui c'è il ragazzo che bacia il rosario che Kiko gli consegna è mia e fa parte di un'album da me pubblicato su altro sito con tanto di firma.
ti chiederei di levarla grazie anche altre foto mi sembrano mie.
Ti ringrazio se vorrai levarle -
la tua risposta indica chiaramente che sei dalla parte del torto. di solito quando si fa rilevare una cosa del genere chi ha "rubato" la foto chiede scusa o il permesso per pubblicarla.

Emanuele Usicco ha detto...

La tutela delle fotografie

La legge sul diritto d’autore prevede tre diverse categorie di fotografie:

le opere fotografiche dotate di carattere creativo, ossia di tratti individuali così marcati da far riconoscere l’impronta personale dell’autore stesso;
le semplici fotografie definite dall’art. 87 l.a. come

le immagini di persone o di aspetti, elementi o fatti della vita naturale e sociale ottenute con processo fotografico o con processo analogo [...]

le riproduzioni fotografiche ossia le mere riproduzioni di scritti, documenti, carte d’affari, oggetti materiali, disegni tecnici e prodotti simili.

Opera fotografica

La legge 633/41 attribuisce all’autore di un’opera fotografica sia i diritti morali sia i diritti di utilizzazione economica di cui agli art. 12 – 19. I diritti patrimoniali durano per tutta la vita dell’autore e per 70 anni dopo la sua morte: l’uso di un’opera fotografica quindi è subordinato al consenso dell’autore o dei suoi eredi e al pagamento di un eventuale compenso.
Le fotografie semplici

Le semplici fotografie invece godono di una serie di diritti “minori”: l’autore, infatti, ha il diritto esclusivo di riproduzione e di diffusione/spaccio nonché il diritto ad un equo compenso per l’utilizzo delle sue foto a condizione che le stesse rechino le seguenti indicazioni:

nome del fotografo;
data di produzione della fotografia;
nome dell’autore dell’opera d’arte fotografata.

In mancanza la riproduzione non è abusiva e l’equo compenso non è dovuto. Tali diritti hanno durata ventennale.
Le riproduzioni fotografiche

Le riproduzioni fotografiche non godono di una particolare protezione e sono liberamente utilizzabili.


Ecco tripudio, alla tua domanda risposta - chiaramente la foto va vista come "semplice fotografia" a scanso di equivoci vero!!

Lino ha detto...

@ aleCT ha detto...
"@Lino
Lasciali fare. Hanno una risposta standard per tutto
"
Figurati, cara aleCT. Siamo in un blog, tutto scivola dopo poche ore, e in ogni caso mi fanno ridere sul serio.
E' un'altra la cosa che mi addolora: i rapporti dal vivo. Se nel Cammino girano simili personaggi, immagino le sofferenze che provocano ai poveri malcapitati nelle loro grinfie.
Quelo è un tizio che gestisce da solo un blog, legge tutti i commenti che gli inviano per decidere quale pubblicare e quale no, legge tutti gli articoli e le discussioni qui, pubblica sul proprio blog un fiume di interventi propri e che cosa dice: che Mic e Tripudio stanno H24 sui blog. Demenziale! Com'è demenziale pensare che si possa dare visibilità a qualcuno citandolo con il solo nome in un ignoto e ridicolo blog come il suo.

Non so: è come la storia del diavolo di Kiko che fece svanire la segnaletica stradale a Bonn: non si sa se ridere oppure piangere per i poveri malcapitati.

by Tripudio ha detto...

Il caro fratello Jeff continua ad applicare l'astuzia neocatecumenale del difendersi da accuse che non erano state poste, in modo da spostare altrove il discorso.

Ringrazio poi caldamente il fratello neocatecumenale LVVFL per tutti i comici "lauti guadagni" che la sua distrazione ci avrebbe (nei suoi incubi) fatto fare.


Infine, rispondo al caro fratello Usicco a proposito delle fotografie che afferma di essere sua proprietà e, indispettito dal fatto che quelle foto sono suo malgrado un'oggettiva testimonianza contro il Cammino Neocatecumenale, viene qui a gridare che sarebbero state «rubate» (è così che i kikos "porgono l'altra guancia": giudicando e minacciando azioni legali).

Il materiale foto/video che compare su questo blog è ripreso da varie fonti (blog, forum, facebook, eccetera) che non ci preoccupiamo di citare perché a loro volta, nella maggior parte dei casi, lo hanno recuperato da altre fonti. Dato che si tratta di foto a bassa risoluzione, senza valore commerciale, e che riguardano eventi per loro natura pubblici, sarebbe improponibile il pretendere di risalire ossessivamente alla fonte originale.

Il caro fratello Usicco finge di non sapere tutto questo e viene qui ad accusarci di aver «rubato» senza dire esattamente da dove e senza darne dimostrazione.

Se tali foto fossero state riprese (e lo saranno certamente state) da qualche sito web favorevole al Cammino, non avrebbe fatto tanta cagnara. Infatti ciò che realmente conta per il fratello Usicco non è il fantomatico rispetto di diritti d'autore, dei mancati introiti economici, della "creatività" nel fotografare Kiko "il profeta santificatore", ma solo il prestigio del Cammino Neocatecumenale.

Caro fratello, puoi dormire sonni tranquilli: a testimoniare contro il Cammino non sono le tue foto, ma sono gli stessi "iniziatori" con le loro parole e le loro iniziative, e poi lo Statuto, e poi gli ultimi Pontefici, che hanno comandato ai neocatecumenali di «seguire fedelmente i libri liturgici» (decisioni recepite dallo Statuto, all'art.13, comma 3, nota 49), ma le disubbidienze neocatecumenali perdurano ancora oggi.

In più, contro il Cammino testimonia un vero e proprio popolo di fuoriusciti, cacciati via o semplicemente scappati, molto ma molto più numeroso del Cammino stesso. Persone che desideravano un itinerario di conversione e invece si sono ritrovate in una vera e propria setta, attenta solo al proprio tornaconto e al proprio prestigio, che educa solo al seguire Kiko e a pagare le decime e a usare persino la menzogna pur di difendere il Cammino. E di tutto questo, hanno la bislacca idea di chiamarlo "incontrare Cristo".

Toglieremo volentieri le tue foto da questo blog, cosicché potrai convincere te stesso di aver strenuamente difeso il buon nome del Cammino.

Anonimo ha detto...

"Immagini quanti cartelli stradali ci sono a Bonn, Jeff, e quanti diavoli sarebbero stati necessari per farli togliere tutti? E questa tu non la definisci "infestazione demoniaca di una città"? :-) "

:)

Ok, se la metti su questo piano non posso che risponderti con un sorriso :)


Ad ogni modo rileggiti bene la citazione che hai fatto. Estendi il grassetto alla frase precedente, a cui si riferisce.
In quella citazione Giovanni Paolo II parla dei casi di "possessioni diaboliche". Ed in quei casi la Chiesa ci va molto cauta.

Ben diverso è riconoscere la costante opera del demonio nella vita quotidiana, le sue tentazioni, i suoi attacchi continui. Ma vabbè, ho già scritto, inutile ripetersi.


"Sulla mia testimonianza non hanno detto nulla solo perché Jeff ha detto che non si sarebbero mai sognati di deriderla"

Ma pensi davvero che io abbia un qualche potere del genere? Pensi che qualcuno nell'altro blog mi si fili? Mi si filano solo per dirmi di smetterla di scrivere qui, figurati se posso risparmiare qualcuno di voi dai loro insulti. :)
Forse (solo su questo punto, intendiamoci) avevi eccessivi pregiudizi.
Per me contano i fatti: sul tuo racconto, per il quale temevi tanti sfottò, né i tuoi catechisti, né i tuoi fratelli di comunità né per assurdo gli osservatori più volgari hanno avuto nulla da ridire.


"Sai certamente che il compito del diavolo non è disorganizzare la GMG come se fosse un folletto dispettoso, ma ben di più indurre alla disobbedienza, alla ribellione e al peccato mortale."

Certamente il demonio induce alla ribellione. E' quello che ho detto anch'io.
Ma anche nel sottovalutare un evento di Chiesa importante come la GMG io non ci vedo proprio un'ispirazione dello Spirito Santo. In un'amministrazione che rende molto difficile la vita dei pellegrini, io vedo almeno un grande disinteresse nei confronti di quell'evento. Ed un disinteresse che facilita la mormorazione, il giudizio, la ribellione è sicuramente ispirato dal Nemico (che non vuol dire che la città fosse infestata da demonietti pazzerelli o da poliziotti posseduti manco fosse uno scenario alla resident evil).

Ma vedo anche che contro il Nemico c'è Qualcuno che lotta per noi, per questo sposo e faccio totalmente mie queste parole di AleCT:

"Io devo dire invece che mi sono sentita PROTETTA da DIO e dalla MADONNA."

Saluti
Jeff M.

P.s. OT: LVVFL, ma tu non eri un invasato neocatecumenale una volta? Uno di quelli in grado di rispondere solo ad insulti e con duemila punti esclamativi? Si tratta di una bizzarra omonimia?

Anonimo ha detto...

Jeff, non è il caso di farla finita di scrivere su questo blog???? Ma come fai a non capire???
LN3

Lino ha detto...

Dai Jeff, è il caso di finirla di scrivere qui. Te lo stanno dicendo in tutte le salse. "Ma come fai a non capire???": sei stato sgamato, hanno capito bene che qui cerchi visibilità.
Rinuncia, Jeff, alle sette-ottomila copie dell'opera che avevi intenzione di pubblicare, che qui avresti potuto diffondere in poche settimane. Ritorna nell'anonimato, Jeff, anzi vai a scrivere di là: con la loro visibilità, potresti giungere a diecimila :-)

Anonimo ha detto...

@Jeff


Un consiglio spassionato: a cercar di vedere negli accidenti e nella disorganizzazione l'opera del diavolo va a finire che prima o poi ti entra in testa.

Visto che non puoi sapere se le supposizioni sono vere o false a che pro interrogarsene?

Tutta la nostra vita non ci basta per approfondire la conoscenza del Signore, perché andare a cercar di capire il diavolo?

Noi in un pellegrinaggio diocesano abbiamo avuto l'autobus che si è rotto in autostrada. Ma nessuno si è lontanamente sognato di pensare che ci fossero forze superiori a metterci i bastoni tra le ruote. E' stata un esperienza che ha invece aiutato molti a fare gruppo ;)

Quindi mi chiedo perché evocare il diavolo?


Gv

DG ha detto...

al signor Emanuele Usicco
non capisco mi scusi, forse sono della vecchia guardia o la penso all'antica e di conseguenza certi meccanismi proprio non li capisco perchè mi appartengono.
Vorrei spiegarmi meglio:

lei scrive:
le semplici fotografie...(omissis)..l'autore.. ha il diritto esclusivo di riproduzione e di diffusione/spaccio nonché il diritto ad un equo compenso per l’utilizzo delle sue foto

vorrebbe forse essere pagato per una foto che Lei (dice) ha pubblicato nel web?

E poi ho visto con un semplice click sul suo nome, che Lei di foto pubblicate nel web ne ha moltissime, anche se a ben guardare sono sempre le stesse.

Lei ha pubblicato foto NON SOLO sul sito dove probabilmente (dico probabilmente perchè non ne ho la certezza) è stata presa la foto dagli amministratori di questo Blog ma anche su altri siti come www.flickr.com,500px.com,
flickeflu.com,portfotolio.net, e molti altri che per ragioni di spazio limitato del post ma anche per evitare eventuale publicità gratuita non cito pero' posso assicurare che i siti da Lei utilizzati per pubblicare le sue foto sono tantissimi.

In piu', e qui le parlo da padre o da persona che un poco di testa sulle spalle ce l'ha anche solo per solo per la sua anzianità, perchè pubblicare queste foto in versione PUBBLICA?

Lo sa che cosi' facendo le mette alla vista di tutto il Web e quindi anche di persone in malafede che potrebbero fruire in maniera sbagliata delle sue foto "personali" e per personali parlo delle foto di sua moglie e dei suoi figli e della sua famiglia?


Il consiglio che le do e che va al di là della "proprietà" o meno della foto e del compenso per la pubblicazione della foto è di di mettere la privacy sul suo profilo FB

Mi scusi non le ho viste tutte per rispetto suo e della sua famiglia ma tra le prime foto ci sono quelle dei suoi bambini (tra l'altro meravigliosi) quindi secondo me, senza offesa, dovrebbe limitarne la visione alla sua famiglia e ai suoi amici piu' stretti.

So che Lei avrà avuto sicuramente una buona ragione a creare 17 ore fa un suo profilo FB come"fotografo" e a lasciarlo aperto a tutto il web, pero' almeno quello "personale e famigliare" lo dovrebbe chiudere.

Inoltre credo che sicuramente Kiko NON approverebbe la pubblicazione alla visuale mondiale di certe foto che lo ritraggono. Oppure si?

Anonimo ha detto...

Ma come, Jeff!
Davvero non sai che il curatore dell'altro blog, su cui regolarmente scrivi (ossia "Osservatori Chiedete il Blog", alias "xxxxx") altri non è che il caro e vecchio LVVFL?
Eppure lo stile e' inconfondibile....

FDF ha detto...

@Jeff
Non sono io che ho pregiudizi ma quelli con le loro stesse parole si autodenunciano. Si continua a chiedere in modo ossessivo "fatti concreti" quando abbiamo già parlato e risposto e definiscono le nostre parole semplici "chiacchiere".

DG ha detto...

ora mi viene un dubbio
ma il signor Francisco José Gómez Argüello Wirtz (cosi' è chiamato su su Wikipedia) si puo' cosndierare personaggio noto, famoso (?) e pubblico o no?

Se la sua biografia,le sue opere, i suoi movimenti (in tutti i sensi) vengono pubblicati su giornali, libri, CD, Blog, ecc..possiamo considerarlo una "persona comune" come ad esempio puo' esserlo mia zia di 96 anni Giuseppina oppure considerarlo un personaggio o una persona conosciuta a motli e quindi famosa e pubblica??

Inoltre: un suo convegno, raduno, incontro che si svolge in un contesto pubblico come una piazza o un teatro tenda e dove centinaia di persone vanno ad ascoltarlo puo' essere considerato un evento pubblico o deve essere condiderato un evento privato come puo' esserlo ad eempio la festa del
96esimo compleanno di mia zia Giuseppina con relativa riunione famigliare a casa?

Inoltre, come allora posso utilizzare (qualora mi venga lo schiribizzo) delle foto scattate da me in via amatoriale nei convegni, riunioni, incontri del sign. Kiko durante questi 26 anni di covnivenza con lui e il suo staff e dove lui compare in un contesto appunto aperto a tutti (come la GMG o un incontro in una piazza di italia)?
Se le pubblico su un album del mio profilo FB aperto a tutti e quindi di pubblica visione, debbo poi richiedere un compenso se queste foto vengono "condivise" sia dai miei "amici FB" che da persone del web a me sconosciute?

E se le pubblico nel mio Blog di foto con visone aperta a tutta la comunità web, posso essere passibile di denuncia visto che le foto ritraggono un personaggio pubblico in un contesto pubblico come puo' esserlo Andrea Boccelli in un suo concerto per il teleton?

Le risposte a questi miei quesiti potrebbero essere utili per quelle centinaia di 'fratelli NC" che pubbiano quotidianamente gli spostamenti e le foto copiate da altri blog, siti web e condivise o che semplicemente pubblicano foto del signor Francisco José Gómez Argüello y Wirtz sattate da loro stessi.

Anonimo ha detto...

Ciao Scrivo da Rio de Janeiro,
qui è piovuto molto e sposteranno l'incontro con il papa sulle spiagge di Copacabana.
Danno tempo incerto per la sera della veglia con il papa anzi sicuramente pioverà.
Dato che siamo neocatecumenali salteremo veglia e messa e andremo all' incontro con don Kikolone!!!!

Ahahhahahaha Che banda di deficienti che siete

Lino ha detto...

@ Jeff M. ha detto:
"LVVFL, ma tu non eri un invasato neocatecumenale una volta? Uno di quelli in grado di rispondere solo ad insulti e con duemila punti esclamativi?..."
Nel cenacolo delle (male)parole, MI STAI DILUDENDO, Jeff. Credi che altri, nel CN, siano in grado di lanciare una trentina di commenti nei quali le principali ricorrenze e argomentazioni sono nei vocaboli "cretini, persone vigliacche, smidollate,in malafede" etc. etc.? Credi che ci siano altri in grado di aggregare intorno a se personaggi come Katartiko che falsificano i concetti espressi da altri?
Mi STAI DILUDENDO, Jeff, nel cenacolo delle (male)parole. Si chiama Troisi, Pasquale Troisi di Napoli (nessuno lo conosce, per la verità, a Napoli): è l'unico in rete che, anziché rivolgersi agli interlocutori con i nick che essi adoperano nei blog, ne sparla citandoli per nome e cognome. Stupidamente, perché qualche curioso potrebbe ricercare i nomi in Google (anche il suo, ora) e rendersi conto di quanto siano insulse le sue affermazioni. Con grande vergogna del Cammino, che in ciò non avrebbe colpa.
Aveva ragione Kiko, in questo: abbandonate la rete. Kiko sa bene di non aver fornito una formazione adeguata per confrontarvi con "quelli di fuori". A parte il ricorso al diavolo come responsabile di ogni critica e problema del Cammino e suo (segnaletica di Bonn compresa, naturalmente :-)

Lino ha detto...

@ Ahahhahahaha
Dicci un fatto concreto: dove hai imparato questa risata da ebete?

Lino ha detto...

@ FDF ha detto: "si continua a chiedere in modo ossessivo fatti concreti'..."
Torniamo alle questioni serie, che non hanno bisogno di fotografie (che io non toglierei, se non dopo una formale richiesta nella quale il richiedente dimostri di essere l'autore, con la data di realizzazione, FOTO per FOTO).

Questo dei 'fatti concreti' è uno degli aspetti che più mi colpì, FDF, quando lessi gli Orientamenti alle equipe di catechisti. Forse lo avrai notato, FDF: Kiko è a sua volta ossessionato dall'aggettivo "concreto" e dall'avverbio derivato. Nel II scr. batt. lo utilizza decine di volte, addirittura è un intercalare; il termine ricorre quasi sempre nelle domande agli scrutinandi e con esso Kiko ossessiona i neocatecumenali, che poi come al solito lo imitano.
Di per sé, in materia di fede, l'aggettivo è un'idiozia. Immaginate la domanda posta a santa Teresa d'Avila: "Come hai incontrato il Signore"? E santa Teresa che risponde: "Un giorno mi apparve un angelo bello oltre ogni misura. Vidi nella sua mano una lunga lancia alla cui estremità sembrava esserci una punta di fuoco. Questa parve colpirmi più volte nel cuore, tanto da penetrare dentro di me. II dolore era così reale..."
Che direbbe Kiko, fu un fatto concreto, questo?
Caro FDF, tra i "fatti concreti" che Kiko accetta negli Orientamenti c'è il seguente (cfr. II scr. batt. p. 180):
Kiko: Un momento. Qui non c'è bisogno di panegirici. Quello che tu devi dire
è un fatto concreto nel quale tu hai visto un segno cristiano.
- R.: Sì
Kiko: Dimmene uno.
- R.: Mi pare che si arrabbia meno di prima
.


Magari stava l'uomo stava facendo una cura di camomilla.

Il costante riferimento alla concretezza è un'ulteriore conferma della filosofia di Kiko: appiattita sulle questioni antropologiche, poco incline alla trascendenza (eccetto che per le proprie "visioni" e per quelle di Carmen), fissato sul fango e non sulla saliva, inconsapevole del simbolo del sicomoro. Ce ne sono a iosa, di dimostrazioni.
E' la stessa questione della nuova estetica neocatecumenale

Anonimo ha detto...

osservatori chiudete il blog26/lug/2013 23:02:00
Questo è un esempio di clericalismo perchè il Parroco si sente padrone della sua parrocchia e dei suoi parrocchiani e non tollera che i catechsiti(laici)possano avere un ruolo di guida

tu stai impazzendo, già ho scritto nel tuo blog che devi smetterla di scrivere queste fregnacce ora lo scrivo qui,tu sei n fanatico che danneggia il cammino,forse non sei più del cammino, fanno meno male gli osservatori

FDF ha detto...

@anonimo

Non sta impazzendo purtroppo, è proprio così e come lui ce ne sono tanti. Per questi la Parrocchia nemmeno esiste come unità, così come la maggior parte delle strutture ecclesiastiche. Il cammino ha serissimi problemi di obbedienza alla Chiesa, mentre invece accorda fiducia cieca e incondizionata ai propri catechisti fino a Kiko.
Mi dispiace ma quelli come te che la pensano diversamente, come me, finiscono per uscirne.

FDF ha detto...

Chissà... sarà questo qui? Età, nome e località coincidono... :-)

aleCT ha detto...

@Jeff
Il punto è molto semplice. Non si possono mettere sullo stesso piano le possessioni diaboliche e il fatto che Kiko a BONN non riesca ad orientarsi in città.

Non è altro che l'ennesimo esempio di SUPERFICIALITA'.

Il demonio va preso per quello che è ovvero il nemico della natura umana (la quale è fatta per amare il suo Creatore), il quale può solo farci credere che le cose stiano diversamente dalla realtà.

Prenderlo come una sorta di "jolly" come fa Kiko è rischiosissimo.

Il risultato poi sono quelle simpatiche frasi dei catechisti: "hai domande, dubbi? E' il demonio ad instillartele"

"Ragioni troppo, è l'opera del demonio" etc.etc.

E così via discorrendo...
Quindi siamo attenti e prendiamoci le nostre responsabilità...per una volta.

@FDF
per favore non prendiamo questo tasto.

Una volta mi ricordo che il caro Pasquale mise la sua mail sul suo blog, qlc andò a controllare e scopri che risultava in un sito di annunci "poco chiari" (per dirla pulita)

A questa lampante ed oggettiva scoperta ci fu qlc che ebbe il coraggio di rispondere (e fu pubblicato): "Beh,se hai trovato quell'annuncio si vede che in quei siti ci bazzichi" (evidentemente non ha mai usato google in vita sua)

Il buon Pasquale invece fu di un aplomb quasi inglese.
Rispose: "quella mail non la uso solo io" Al che io risposi che, al suo posto, sarei corsa subito ai ripari. . Non ricordo cosa rispose lui, ma il tono più o meno era quello che a lui non importava più di tanto.

Quindi, da questo punto di vista preferisco soprassedere..

Lino ha detto...

O.T.
Mi spiace citarlo ancora ma, giacché non invio commenti in quel sito, considerato che lo leggete, sono costretto a tutelare i miei lavori e la mia fede cattolica.

Questo riferisce il solito anonimo:
"scusate ma poi da uno che ha scritto un libro che ha venduto trenta copie dal nome..." in difesa di giuda" cosa vorreste aspettarvi. che continui a difendere giuda e si sciacqui la bocca prima di parlare di kiko

Ancora una volta si dimostra l'ignoranza e la falsità dei neocatecumenali dell'entourage di quel tizio che, incapaci di argomentare, attaccano le persone sul nulla.
Io non posso aver venduto trenta copie di un libro al titolo "In difesa di Giuda" semplicemente perché non ho (ancora) pubblicato un libro dal titolo "In difesa di Giuda". Al momento esiste in giro soltanto il saggio pubblicato nel 2005 dal giornalista (cattolico) fiorentino Andrea_Galluzzo e, nel 2006, dalla rivista Episteme:
In_difesa_di_Giuda.pdf
Il motivo del titolo è presto detto: io difendo Giuda nel senso che ne difendo il libero arbitrio, non lo considero una bestia, privata del libero arbitrio da chi, come gli gnostici del "vangelo perduto" - e come Kiko Arguello - ritiene che Giuda sia stato "necessario" per il Mistero Pasquale.
La tesi del saggio, derivante dal rapporto Giuda-Satana che si evince dai Vangeli, è quella di un Iscariota che consegna Gesù per motivi politici, per "provare" il Padre e costringerlo all'intervento delle potenzi celesti contro i romani. La tesi politica, senza riferimenti esegetici, sarà ipotizzata anche dal Card. Ravasi nel 2007 in un intervento sulla Repubblica:
"...Perché bisogna sempre riconoscere la libertà dell' uomo di essere peccatore"
(Cfr. La parte di Giuda

e da BXVI in un Angelus del 2012
Il tradimento di Giuda
Inutile aggiungere che, quando Arguello insegna che Giuda è necessario per il Mistero Pasquale, ragiona come gli gnostici e riduce Giuda allo stato di bestia privato del libero arbitrio. Di conseguenza, lo rende non responsabile delle proprie azioni.

Così mi sono sciacquato la bocca parlando di Kiko. Quando la smetteranno ci citare anche i miei lavori, forse faranno un favore a loro stessi.

Ruben ha detto...

OT

L'"uomo dal multiforme nick",del sito "disertori", ci ammonisce minacciosamente,millantando parenti in Polizia, come se la P.S. fosse un istituzione a propria e privata disposizione.

Ho già proveduto ad informare l'interessato a mezzo post, che non vedrà mai la luce,che l'utilizzo della propria poliziesca parentela ad usi meramente privati,produrrebbe per lui e "parenti",almeno due reati:abuso di potere, interessi privati in atti di ufficio.
Ruben

fine OT

DG ha detto...

@FDF

"Chissà... sarà questo qui? Età, nome e località coincidono"

No, non è questo signore.
Ma sapere in questo Blog chi è P.T. non è poi cosi' importante, anzi.

;-)

DG ha detto...

@FDF

ti ho mandato una email in privato

DG ha detto...

@Lino

grazie del link dell'angelus di BenedettoXVI sul tradimento di Giuda

mi hanno colpito i passaggi sulla falsità di Giuda e sul fatto che sentendosi tradito decide di tradire

falsità e tradimento:
Giuda scelse libermente e coscientemente di tradire Gesu'!

E i miei "fratelli" di comunità con i loro comportamenti, omissioni, allontanamenti, decisero di tradire un loro fratello

Non che io mi paragoni a Gesu' ma, nella mia e quella della mia famiglia, esperienza triste e dura, i miei "fratelli" avrebbero potuto vedere la sofferenza di Cristo.

Ma loro scelsero di voltarsi dall'altra parte e, considerandomi traditore perchè mi ero allontanato dalla comunità, mi tradirono sul serio.

Mi tradirono con le loro azioni, con il loro parlare di me e della mia famiglia e dei nostri problemi e di quello che avevamo detto e fatto in comunità e mi tradirono parlandone in comunità tra di loro ma anche fuori comunità cn chi non ci conosceva e non conosceva la mia storia.

Mi tradirono con le loro omisioni, con la loro mancanza di compassione e con il loro allontanarsi da me.

Poi mi tradirono ancora per trenta denari, venendo a riscutere il "dovuto" (la decima) ogni mese in busta chiusa, puntualmente senza nemmeno entrare nella mia casa o domandarmi "come và..."

Grazie Lino per la tua rilflessione e per aver, a tuo modo, aiutato chi come me è in difficoltà.

Il percorso per me è ancora lungo e oscuro (26 anni son duri da buttarsi alle spalle) ma già capire che i miei "fratelli di comunità" furono imitatori di Giuda e non di Cristo lascia la mia anima un poco piu' sollevata.

La "colpa a volte non è felice" e qui mi rivolgo ai fratelli del cammino che sono soliti ripetere queta frase senza capirne il significato.

Anonimo ha detto...

Sto aspettando con ansia l'approvazione di quanto segue

Depositata alla Camera una proposta di legge che impone ai siti di dare spazio entro 48 ore alle richieste di chi si ritiene offeso. In caso di inadempienza previste multe da 8 mila a 16 mila euro

La proposta, sottoscritta da altri 13 deputati centristi tra cui Andrea Romano Mario Marazziti, estende l’obbligo di rettifica, su richiesta di chi si ritiene offeso, alle testate telematiche. Il comma, che contiene la norma anti-blog, reca modifiche all’articolo 8 della legge del ’48 e recita cosi’: “per i siti informatici, ivi compresi i blog, le dichiarazioni o le rettifiche sono pubblicate entro quarantotto ore dalla richiesta, in testa alla pagina, prima del corpo dell’articolo, con le stesse caratteristichegrafiche, la stessa metodologia di accesso al sito e la stessa visibilità della notizia cui si riferiscono”. Per chi non rispetterà l’obbligo di pubblicazione della rettifica scatterà una multa da un minimo di “euro 8.000″ a un massimo di “euro 16.000″.
Ecco il nuovo DDL AMMAZZABLOG http://www.camera.it/_dati/leg17/lavori/stampati/pdf/17PDL0005830.pdf

L’obbligo di rettifica viene esteso anche alla stampa non periodica, includendo quindi anche i saggi e i libri: la pubblicazione dovrà avvenire entro sette giorni dalla richiesta su due quotidiani a tiratura nazionale e nelle successive edizioni e ristampe con chiaro riferimento allo scritto ‘incriminato’. La proposta di legge Dambruoso, anche per le testate tradizionali, prevede che la rettifica venga pubblicata “senza commento”. Il testo cancella la pena del carcere in caso di diffamazione a mezzo stampa per un fatto determinato prevedendo solo la multa da “euro 5.000 a euro 50.000″.
Ora bisognerà vedere se la nuova proposta sulla riforma della diffamazione verrà abbinata alle altre due (una firma Costa e una a firma Gelmini del pdl) già all’esame della Commissione Giustizia di cui sono relatori Enrico Costa (Pdl) e Walter Verini (Pd).

Siccome io mi sento offeso da questo Blog

Regolatevi

Lino ha detto...

@ Pasquale Troisi
Tu sei un buffone, Pasquale. Continui a citare il mio nome e cognome, senza firmarti con il tuo ma solo con il ridicolo nick "osservatori chiudete il blog". Forse hai scoperto che il tuo insignificante blog sale nelle posizioni dei motori indicizzando gli articoli con nomi più ricercati del tuo. Come nel titolo del blog che parassita l'Osservatorio, come nelle 'lenzuolate' affisse fuori le parrocchie. Senza queste "indicizzazioni" (internettiane e parrocchiali) sareste poco più che nulla.
Lo sapevo: come tutti i neocatecumenali, amate scrutinare ma non essere scrutinati. Perciò ho scritto il tuo nome e cognome: immaginavo la reazione (querele, processi, carcere). Provaci: se tu hai poliziotti in famiglia, io ho avvocati in casa, non mi costano e, in ogni caso, potrei permettermeli. Figurati: ho anche amici nel Codacons che vi vedono come il fumo negli occhi!
Non so tu quali possibilità abbia di affrontare le spese di un processo: mi farebbe piacere, però, discutere in Tribunale del Cammino, non so quanto il Cammino gradirebbe (mica vuoi contrastare il "fatto concreto" secondo il quale i neocat non fanno cause)? Non contare sulle decime.
Tu hai cominciato, per primo, a interessarti di me in questo "articolo" secondo il quale io sarei stato "un clone":
Croce rovesciata
"MA MI FACCIA IL PIACERE SE NE VADA!!!", scrivesti. Davvero? Sei proprio un Baccalà, nemmeno riconosci un differente contributo alla questione necatecumenale! Solo questa poteva essere la risposta, da napoletano a napoletano: "Baccalà".
Oggi ho scaricato le centinaia di volte nelle quali mi hai citato, ipotizzando miei interessi economici nella questione. Dovrai dimostrarli.
Scambiamoci gli indirizzi da fornire agli avvocati. La mia mail sta nel profilo, informami della tua (non darmi quella collettiva di cui al commento di aleCT, per favore): ti sfido a incontrarci in Tribunale. Fai l'uomo: sia il tuo parlare "sì sì, no no", denunciami.
Se non hai le palle per farlo - mi si perdoni la volgarità, ma questo tanto merita - non citare più il mio nome e quelli a te noti dell'Osservatorio.
In alternativa, impara a criticare l'opera, non l'autore. Comincia dalle critiche alla catechesi sul fango:
"Una persona ha scritto che... io vi dimostro che sbaglia argomentando che...". Ne sei capace, Pasquale Trosi? Nel caso contrario taci, chiudi il blog, oppure chiama in tuo auto qualche Veneranda persona di cattoliciromani, che ne sa più di te ma ha il buon gusto di tacere quando l'arcano si dimostra ignorantissimo.

Lino ha detto...

E.C. link:
Croce rovesciata

Lino ha detto...

Anonimo ha detto...
"Sto aspettando con ansia l'approvazione di quanto segue... Depositata alla Camera una proposta di legge che impone ai siti di dare spazio entro 48 ore alle richieste di chi si ritiene offeso"
Facetta Nera
Bell' abbissina
Aspetta e spera
Che già l'ora s'avvicina!
Quando staremo
Vicino a te
Noi te daremo
Un'altra legge e un altro Re!...

Riferisca pure le richieste, senza bisogno dell'approvazione della proposta di legge; stia certo che sarà dato ampio spazio alle sue. Per quanto mi riguarda, richieda pure sul fango, sul sicomoro, sulle vergini, sull'olio, sul miliardario prodigo, sulle icone, sulla nuova estetica, sui diavoli sposta-cartelli, etc. eccetera.
Non dubito che sulle questioni teologiche, liturgiche, sociologiche, gli altri sapranno fare di meglio. Per quanto mi riguarda, si prepari a fare molte richieste: le catechesi NC sono numerose e innumerevoli gli strafalcioni.

Dicci un "fatto concreto", anonimo. Una proposta di legge non lo è e, in ogni caso, lo ripeto, voi non potete intentare cause. Sarebbe una prova inconfutabile che non vi siete convertiti sul serio. O no?

Profumo di... ha detto...

Vorrei dire, innanzitutto, che non è vero che girano bigliettini dai palchi. Ne ho fatte diverse di gmg con i neocatecumenali e posso testimoniare, l'inesatezza di diverse questioni. Come pure constatare una serie di sbavature. Però sono dell'opinione che un accanimento del genere non può certo venire da Dio. Dio, come poco fa ci ha ricordato papa Francesco, cerca il dialogo. Sempre il dialogo. E io non posso giustificarmi con il fatto che altri non lo applicano, perché il Signore alla fine verrà a chiedere a me del mio comportamento e non di quello degli altri. Parlare dei diversi punti di divergenza non vuol dire io sono nel giusto e tu stai sbagliando, e viceversa, ma essere tutti nella medesima chiesa nella diversità. A questo siamo chiamati, ad amare, e torno a dire che a me verrà chiesto questo, non di come avrò condannato, giudicato gli altri. Tanto astio e rancore non so da dove venga, ricordo a tutti, e a me x prima, che bisogna puntare a Dio, non fermarsi all'uomo, non fermarsi ai movimenti, perchè in tutto ciò che è umano c'è il peccato e l'errore. Io comprendo anche tanti che magari sono rimasti feriti, delusi, o si sono sentiti obbligati, o qualsiasi altra ferita possano aver ricevuto; io vi dico, senza pretese ma solo x mia esperienza, non fermatevi, andate avanti, andate verso Cristo; Lui ci ama e ci ama sempre, ci ama così come siamo non facciamoci rubare la bellezza del dialogo con Dio cadendo in queste basse critiche che non fanno bene alla nostra anima, la inquinano. Poi volevo aggiungere anche un'altra cosa ma se a loro sta bene così, perchè continuare questo accanimento, d'altronde nella chiesa ci sono tante iniziative e movimenti, basta cercare quello più vicino alla nostra spiritualità senza recriminare, senza accusare. non è il cammino per arrivare a Dio quosto e non possiamo giustificarci, scusarci condannando gli altri; come dire accuso gli altri e appaio io migliore... non mi sembra molto cristiano. Si possono dire le cose che non stanno bene sicuro, che ci sembrano distorte, ma non possiamo essere noi gli unici possessori della verità, perchè così facendo noi ci facciamo come dio, e questo non è opera dello spirito santo ma, scusate, del maligno che cerca ogni modo e occasione per strapparci lontano da Gesù. Lasciamo la giustizia al vero Giudice, facciamo che sia la Verità a parlare e non le nostre verità. E ricordiamoci una cosa Gesù disse Io sono la via la verità e la vita, quindi x sapere se stiamo camminando sulla giusta via basta che ci mettiamo di fronte al vangelo e li far rispecchiare la propria anima e non quella degli altri. Daniela

Profumo di... ha detto...

Io penso solo una cosa: tutto questo astio e rancore non viene da Dio! Ognuno dovrebbe guardare al proprio cammino incontro al Signore e domandarsi: come sono messo io nei confronti del vangelo?
Detto ciò tengo a dire che non sono ne pro ne contro i neoc come qualsiasi altro movimento della chiesa. Constato solo che dove c'è divisione c'è il maligno. Attenzione a non farvi rubare la grazia. Non diventiamo più belli, più bravi, più santi veri e onesti degli altri coprendoli di accuse. Il cammino (parlo di quello personale di ogni persona) è mio e io di quello dovrò rendere conto a Dio non di altro o di altri. Gli errori degli altri, casomai ci fossero, lasciamo che sia Dio a giudicarli, lui che è giudice giusto. La verità non appartiene a noi, a nessuno di noi da solo a Lui. Io vi invito solo a riflettere su questo. Si può certo discutere su cose che ci sempramo distorte ma non accusare e trovare per forza, in ogni azione o gesto la colpa. Ripeto, questo non è da Dio. Daniela

Anonimo ha detto...

"Poi volevo aggiungere anche un'altra cosa ma se a loro sta bene così, perchè continuare questo accanimento, d'altronde nella chiesa ci sono tante iniziative e movimenti, basta cercare quello più vicino alla nostra spiritualità senza recriminare, senza accusare."


Perché le catechesi del cammino hanno insegnamenti assurdi che sconvolgono il Vangelo la dove Kiko dice che Gesù ti butta addosso il peccato la Chiesa nei suoi 2000 anni di storia dice invece che egli è il balsamo che ti guarisce. Giusto per dirne una ma non mi voglio dilungare per mancanza di tempo, nei post precedenti abbiamo parlato più volte delle catechesi distorte del cammino. Io personalmente non ho alcun astio con il cammino trovo assurdi certi comportamenti e disubbidienze ai pontefici e sono convinto che se un fratello è in errore il mio dovere è aiutarlo a capire che sta sbagliando.


Gv

Profumo di... ha detto...

Scusate ho inviato un post quasi uguale al primo, ma solo perchè il server mi aveva dato errore e detto di riprovare. Scusate non volevo essere ripetitiva.

by Tripudio ha detto...

Per fretta rispondo solo a Daniela.

Ciò che tu chiami "accanimento" in contrapposizione a "dialogo" è in realtà il perfido inganno consistente nel porre sullo stesso piano la verità e l'errore, e pretendere di pacificare tutto trovando una via di mezzo tra il vero e il falso.

Magari tu stai solo ingenuamente ripetendo slogan sentiti mille volte altrove: oggi purtroppo è facile parlare di "dialogo" sottintendendo quell'inganno, dimenticando che il dialogo sussiste solo se entrambi gli interlocutori sono disposti a riconoscere la verità dei fatti.

E la prima verità concreta, che ti piaccia o no, è che il Cammino Neocatecumenale si fonda su ambiguità dottrinali (e vere e proprie eresie), e su strafalcioni liturgici (e vere e proprie disubbidienze agli ultimi Pontefici che li hanno ripetutamente ed esplicitamente condannati).

Queste non sono nostre opinioni: lo testimoniano lo stesso Kiko (nel 1999 a Porto San Giorgio, parlando delle "correzioni" necessarie al Direttorio Catechetico, confermò la presenza di «espressioni imprecise o non proprio ortodosse») e gli stessi Giovanni Paolo II e Benedetto XVI (che hanno comandato che il Cammino deve «seguire fedelmente i libri liturgici»: evidentemente il Cammino non li segue).

Qui siamo convinti che tutti i problemi del Cammino abbiano origine proprio lì, negli strafalcioni liturgici e dottrinali su cui si fonda il Cammino.

Tutto il male che il Cammino ha fatto alle anime che lo hanno incontrato, non solo non giustifica l'eventuale bene fatto, ma è anche enormemente superiore a quel bene eventualmente fatto (fatto del resto a sé stesso).

C'è un vero popolo di ex neocatecumenali, molto ma molto piu numeroso dei "camminanti" (almeno il quadruplo, e non per modo di dire!) che per grandissima parte lamenta le storture del Cammino.

Ed ogni stortura del Cammino inizia necessariamente dagli strafalcioni liturgici e dottrinali del Cammino stesso: il rapporto con i soldi, il modo di trattare le vocazioni, la scarnificazione delle coscienze, l'onnipotenza dei cosiddetti "catechisti", eccetera: tutto risale ad una fede sbagliata, zeppa di errori, perché ogni errore sulla fede, ogni strafalcione liturgico, necessariamente porta a storture umane addirittura "istituzionalizzate" (a cominciare da quella kikolatrìa per cui nessun neocatecumenale ha mai osato pronunciare frasi del tipo: "se Kiko ha davvero detto così allora ha sbagliato": nemmeno sotto forma di ipotesi! come se Kiko fosse il redentore in persona!)

Luisa ha detto...

E ti pareva che alla fine dopo tanta "moderazione" e "saggezza" poteva essere assente una spruzzatina di demonio?
Il fatto è che su questo blog, a parte le testimonianze che pur con la loro parte di soggettività riportano da anni ormai fatti comuni e convergenti, si trovano INFORMAZIONI OGGETTIVE, RAFFRONTI OGGETTIVI delle prassi del cnc con ciò che la Chiesa domanda e comanda, non sono le nostre verità, non sono critiche gratuite, l`amore NON può cancellare, e non cancella, le storture, le eresie, gli abusi, le disobbedienze, altrimenti siamo nel regno della religione fai da te, del RELATIVISMO, dell`INDIVIDUALISMO.
Anche se nei fatti è questo che sta succedendo, La Tradizione, la Dottrina, l`ORTODOSSIA DOTTRINALE E LITURGICA non sono ancora diventate delle opzioni da prendere o lasciare a piacimento, non c`è ancora stato un documento che lo pretende.
Si tratta della salvezza delle anime, non di bazzecole di poco conto.

by Tripudio ha detto...

Ecco dunque il punto, cara Daniela: i neocatecumenali che ci accusano di non cercare il dialogo, sono i primi che pretendono di dialogare censurando ciò che non fa comodo al Cammino!

Tutto il buon cuore dei fratelli del Cammino, tutto il loro desiderio di andare in missione, eccetera, certamente proviene dallo Spirito, ma non provengono dallo Spirito gli strafalcioni liturgici e le corbellerie dottrinali (e le disubbidienze, e la disunione con la Chiesa, eccetera) contro cui hanno parlato persino Giovanni Paolo II e Benedetto XVI, proprio loro che hanno sempre incoraggiato il Cammino, proprio loro hanno sempre condannato il vostro settarismo e le vostre bislacche liturgie.

Per difendere le quali c'è bisogno di mettere sullo stesso piano la verità e l'errore come tu stessa hai fatto quando hai detto, testualmente:
«Parlare dei diversi punti di divergenza non vuol dire io sono nel giusto e tu stai sbagliando, e viceversa, ma essere tutti nella medesima chiesa nella diversità».

Cara Daniela, la "diversità" di cui parli tu, è proprio la "diversità" tra la liturgia cattolica e lo strafalcione carmeniano-kikiano! La "diversità" di cui parli tu, è proprio la "diversità" tra il Catechismo della Chiesa Cattolica e le corbellerie insegnate da Kiko e Carmen! Vedi, il Cammino potrebbe improvvisamente diventare santo e santificante se sostituisse gli insegnamenti dei due spagnoli con il Catechismo della Chiesa (ma cosa vi costa?! gli insegnamenti di quei due sono forse superiori al Catechismo?) e le liturgie inventate dai due spagnoli con la liturgia garantita e certificata dalla Chiesa (ma cosa vi costa?! gli strafalcioni liturgici kikisti-carmenisti sono superiori alla liturgia certificata e garantita dalla Chiesa?!).

Ciò che tu chiami "tanto astio e rancore" è solo un continuo, paziente, onesto, cattolico richiamo alla fede cattolica.

La fede cattolica non ha bisogno di strafalcioni, non ha bisogno di invenzioni liturgiche e dottrinali, per cui non ha bisogno di menzogne e di illazioni, non ha bisogno di porre sullo stesso piano la verità e l'errore.

Per andare verso Cristo non c'è bisogno di inventarsi una liturgia con "diversi significati", non c'è bisogno di un cammino pluriventennale zeppo di oppressioni (si pensi solo all'aspetto economico e alla scarnificazione delle coscienze), non ha bisogno di invenzioni, non ha bisogno di idolatrare un paio di fondatori che non perdono occasione per sparare nuove corbellerie (si pensi ad esempio al fatto che Kiko ha "esorcizzato la Cina", lui, laico, infischiandosene dei vescovi e della fede, che proclama di aver fatto una cosa del genere: e addirittura se ne vanta!).

Lino ha detto...

@ Profumo di...
Mi aspettavo di trovare il tuo medesimo commento qui:
vigliacchi,vili,subdoli meschini
Non l'ho trovato, invece. Perché non
provi a inviarlo?

Luisa ha detto...

Questo non è da Dio, Daniela, dovrebbe dirlo a chi ha INVENTATO una prassi liturgica, con un`immensa e deprecabile SUPERBIA e DISOBBEDENDO alla Chiesa, al suo Magistero, al Papa,

questo non è da Dio, Daniela dovrebbe dirlo a chi ha TRASCINATO, e trascina, i suoi seguaci nella disobbedienza alla Chiesa e alle sue norme,

questo non è da Dio, Daniela dovrebbe dirlo a chi porta, con le sue invenzioni, la DIVISIONE nella Chiesa, nelle parrocchie, quelle parrocchie che non teme di dire intende trasformare,

questo non è da Dio, Daniela dovrebbe dirlo a chi pretende che la pastorale sacramentale deve essere rimpiazzata dalla pastorale di evangelizzazione, evidentemente alla salsa neocatecumenale,

questo non è da Dio, Daniela dovrebbe dirlo a chi ha tentato di mettere Papa Benedetto davanti al fatto compiuto per l`approvazione della prassi liturgica da lui inventata, come lo aveva già fatto per lo statuto nel 2008,

questo non è da Dio, Daniela potrebbe dirlo a chi rifiuta di sopprimere il segreto sui suoi testi catechetici, imponendo alla Chiesa e ai cattolici una "formazione" segreta,

potrei continuare, potrei ricordare lo scandalo degli scrutini= confessioni pubbliche, ma penso che quel che ho ricordato a Daniela può bastare.

DG ha detto...

vorrei rispondere a Profumo di ...(daniela) punto per punto:

1) scrivi: ...ma essere tutti nella medesima chiesa nella diversità. A questo siamo chiamati, ...

sul concetto differente tra diversità e errore ti hanno già risposto gli altri.
Io ti rispondo in maniera piu' personale: quale medesima Chiesa se i NC in Chiesa non ci vanno mai ma restano isolati nelle salette celebrando il Sabato sera?
Nessuno parrocchiano (cristiano della domenica) h mai visto le loro facce se non quando si celebra in Chiesa un matrimonio NC o un funerale NC.
Non parlerei dunque della
"medesima Chiesa" perchè nel CNC si disprezzano le vecchiette che "sgranano il Rosario" o il cristiano della domenica perchè è ha una "religiosità naturale" e quindi, a loro dire, superficiale.
E te lo dico dopo metà anni della mia vita adulta passati in comunità NC

2)scrivi: ".. bisogna puntare a Dio, non fermarsi all'uomo, non fermarsi ai movimenti, perchè in tutto ciò che è umano c'è il peccato e l'errore

Infatti. Pero' lo dovresti spiegare ai catechisti NC che mi sembra puntino molto sull'uomo e poco su DIo.
Per fortuna personalmente l'ho capito e ho cambiato "cammino".

3)scrivi:...ma se a loro (i NC) sta bene così, perchè continuare questo accanimento, d'altronde nella chiesa ci sono tante iniziative e movimenti, basta cercare quello più vicino alla nostra spiritualità senza recriminare, senza accusare.

Nessun accanimento anzi personalmente sono ancora molto attaccato (troppo forse) al CNC ma questo non mi impedisce di testimoniare la falsità, l'errore, il puntare sul gruppo e non sull'incontro individuale con Dio e sulla preghiera.
Prassi, riti, emotività di gruppo e legami umani non bastano per camminare verso DIO.
Ecco perchè molti NC dopo anni (anche molti) di cammino NC si accorgono che c'è qualcosa di sbagliato nel CNC e ne escono fuori.
Non pero' senza ferite e problemi.

4)scrivi: ...ma non possiamo essere noi gli unici possessori della verità, perchè così facendo noi ci facciamo come dio, e questo non è opera dello spirito santo ma, scusate, del maligno che cerca ogni modo e occasione per strapparci lontano da Gesù

Per i NC gli unici possessori di verità sono i neocatecumenali stessi. I quali ripongono fiducia cieca solamente alle figure sublimate dei loro catechisti laici che aderiscono in toto al "catechismo" Kikiano dubitando o addirittura rifiutando tutto cio' che viene dalla Chiesa, comprese le direttive dei Papi

Obbedienza alla Chiesa e umiltà nel riconoscere che si è parte integrante di Essa e non i possessori assoluti della "verità", potrebbe portare finalmente il CNC sulla retta via e eviterebbe tremendi errori, molti dei quali laceranti per le vite dei fratelli stessi.

Anonimo ha detto...

Scusate ma questo non è un commento al post, è solo che in testa mi è passato un pensiero inquietante e volevo dirvelo. Vi spiego, sono andata a leggere sul blog dei soliti "oppositori", c'era il post sulla croce rovesciata, e, al di là delle solite disquisizioni per dimostrar di aver ragione negando ogni evidenza, io stessa, per rinnovata curiosità, sono andata a cercare...e ho trovato a questo link
http://supernatural-italia.forumfree.it/?t=17412119
(riporto solo una parte)
"In "La leggenda dei simboli" di Marco Saunier si può leggere a
pag.214 : "...Si fece un altare di un corpo nudo di femmina, e sopra il suo ventre si consacrò un'ostia immonda".
Non credo di ricordare male ma, in base alla ripetuta frase "la Chiesa ti gesta alla fede", nelle sale kikiane non viene dato un significato, o simbolo, non so bene , ad ogni sua parte? Non ricordo tutto ma mi pare che l'utero sia il fonte battesimale. Non so esprimermi meglio ma, credo, che abbiate capito il perché mi sia sentita...scossa. So che voi, se fosse il caso, potreste approfondire. Sempre che io non mi sia un po'bevuta il cervello, che non sarebbe strano visti i miei precedenti trascorsi nel cammino. Grazie per l'attenzione. Anna

Lino ha detto...

@DG ha detto...
"@Lino... mi hanno colpito i passaggi sulla falsità di Giuda e sul fatto che sentendosi tradito decide di tradire"
C'è una relazione, carissimo, che non è stata indagata a sufficienza: il rapporto tra la volontà di satana e quella di Giuda. Le due (in accordo a Gv 13,2 e Lc 22,3), da un certo punto in poi dell'apostolato di Giuda Iscariota, coincidono. La volontà di Satana è illustrata benissimo nella tentazione del pinnacolo e nel vade retro detto da Gesù a Pietro: Satana non voleva la Croce, non poteva volerla né per vendetta oppure odio o per altro, perché la Croce avrebbe significato la sua sconfitta, non quella di Cristo. Poteva volerla Giuda asservito a Satana?
"Il tradimento di Giuda rimane, in ogni caso, un mistero" disse BXVI in un discorso più approfondito sulla questione: Ben-XVI_aud
In tale mistero, del quale ho letto quasi tutto quello che è stato scritto, dai Padri della Chiesa a BXVI, passando per la letteratura profana di Thomas De Quincey e Borges fino a quella gnostica, so riconoscere benissimo a quale genere si avvicina (relativamente a Giuda e non solo) il "vangelo" predicato da Kiko: a quello gnostico pubblicato dalla National Geographic, con elementi prossimi alla "Finzione" del (finto) teologo Nils Runeberg di Borges.

"Giuda era il più intelligente degli apostoli, per questo teneva la borsa", insegna Kiko, facendo concorrenza al vangelo gnostico, dove sta scritto: "Ma tu li supererai tutti. Perché sacrificherai l’uomo che mi riveste".

Non ci pensare più, DG, lascia i torti alle spalle e conserva i momenti belli, che pur ci saranno stati. L'importante è che ti sei liberato da una setta che in pubblico grida "Tu es Petrus" e nel segreto dei direttori mistifica e svilisce i fondamenti della Chiesa Cattolica: la Sacra Scrittura e la sacra Tradizione. Perciò quelle dei Padri della Chiesa (fango, sicomoro etc.) sono considerate "fantomatiche simbologie": i veri simboli, per gli adepti, sono quelli di un pittore spagnolo formatosi nel teatro di Sarte.

DG ha detto...

@Lino

Grazie delle tue parole.
Il "torto" non lo considero tale ma voglio capirne il significato, qualora ci fosse.


Questa mattina il Vangelo sul Padre Nostro e il pregare semplicemente attraverso questa grande preghiera mi ha scosso.

Ho pensato a quante costruzioni mentali ci sono nel cammino NC a quante prassi e regole da seguire e a come piu' si va avanti nel CN piu' si perde di vista il fondamento vitale della Fede: l'andare verso il SIgnore con semplicità e disponibilità.

In fondo S.Francesco non fece cosi'?
Non si spoglio' della sua vita e delle superficialità mondane (cose di cui il CNC ne è impregnato fino al midollo) per consacrarsi solamente a Cristo?
Non prego' S. Francesco con semplicità un crocifisso rotto? Non costrui' la Chiesa solamente attraverso la preghiera e il suo amore totale per Cristo?

E allora perchè nel CNC si perde di vista la preghiera e il rapporto fondamentale tra noi fedeli suoi figli e DIO?

Perchè si da cosi' importanza al fare e al dover dimostrare agli altri (il gruppo comunitario) da traformare i componenti di una comunità in un'informe massa umana, dove si lascia la sacralità,la preghiera, il rapporto individuale per limitarsi ad esternare continuo di emozioni e sentimenti umani? Come se DIo avesse bisogno di questo epr conosceri e per conoscere il nostro cuore!

Sono andato a parlare con questo Sacerdote, poche semplici parole, niente accuse contro il CNC ne' rancori solo un piccolo racconto breve dei fatti e della mia storia (perchè quella è l'unica verità) e mi sono trovato davanti un Sacerdote che è conscio ed anche preoccupato dei pericoli del CNC.

Pericoli per i piccoli ma anche per la CHiesa stessa.
E questo senza che io ne parlassi apertamente o mostrassi negatività nei confronti del CNC.

Lo so forse è poca cosa ma stamani mi sono sentito confortato per due motivi:
il primo è per la semplicità degli atti nel celebrare la Messa

il secondo è per la profondità dell'omelia e l'importanza della preghiera.

Poca cosa forse?
Puo' darsi ma grandissimo segno della misericordia che Dio sta esercitando nei miei confronti.

Buona domenica a tutti!

mic ha detto...

Bisognerebbe raccogliere gli interventi di Lino in aree tematiche per farne tesoro.
Appena riuscirò a trovarne il tempo lo farò.

Lino ha detto...

@ Mic
Nel frattempo, fatti una risata :-)

Katartiko ha (ripetutamente) detto: "ex ingegnere".
Ti racconto un aneddoto, Katartiko. Tempo fa cedetti le quote da me possedute di un Consorzio. Con le cessione delle quote, rinunciai anche alla presidenza del Consiglio di Amministrazione. Il nuovo presidente (Italo_Talia dell’Università degli Studi di Napoli, cercalo in Google) nel momento nel quale passai le consegne illustrandogli attività e passività, mi disse: "Mi avevano avvertito, quando mi laureai in Economia: ci sarà sempre un ingegnere che farà i conti per te".

Capito la morale dell'aneddoto, Katartiko? Ne dubito: ha vari piani di lettura.

Lino ha detto...

@ Dg ha detto: "Ho pensato a quante costruzioni mentali ci sono nel cammino NC"
Hai centrato il problema: si presentano come semplici, ma non lo sono. Sempliciotti (non semplici) sono nella base, non nei vertici.

@Anna
Approfondirò la questione. Una sola corrispondenza, però, non basta, potrebbe trattarsi di una corrispondenza casuale. Occorrerebbe leggere il testo di Marco Saunier. Cercherò di procurarmelo. Corrispondenze con un analogo, René Guénon, esistono certamente nelle icone.

Anonimo ha detto...

CARA DANIELA HAI RAGIONE MA LASCIALI PARLARE NON SANNO FARE ALTRO CHE QUELLO CHE LEGGI

LEGGI QUELLO CHE SCRIVIAMO DA NOI:
Immaggino cosa dirà Mic luisa il blog messainlatino......
Immagginp già cosa

NOI SI' CHE IMMAGGINIAMO BENE, CON 2 GI

Anonimo ha detto...

scusate accattoni.........ma Papa Francesco alle 22.53 in diretta da Rio cosa ci fa sul palco dell'incontro di domani del cammino a parlare ai fratelli e ai volontari, e discutere abbracciato a kiko..... e spronando i ragazzi alle alzate di domani, parlando della sua vocazione !!!!
accattoni e bugiardi, siete smentiti dalle vostre vergognose bugie e precipiterete nell'oblio

FDF ha detto...

Potrei rispondere sommergendo il misero PT di articoli e commi, ma non posso abbassarmi al suo livello. Le minacce che mi fa e che ci fa sono quanto di più demenziale, patetico e soprattutto ANTICRISTIANO finora è riuscito a vomitare.
Però sentimi bene PT: ciò ti qualifica per quel che sei, ma chi fa le spese del tuo odio gratuito, del veleno che hai, sei solo tu, è una medicina venefica che ti versi da solo ogni giorno, ogni ora.
Sarà bene che rifletti (tu che minacci fantomatiche querele per aver rimbalzato un link di un profilo pubblico inserito in un social network - dove sarebbe l'illecito? - che poi non sei nemmeno tu), inventandoti un peccato inesistente (precisi quale peccato avrei commesso, grazie?), rifletti bene su tutte le volte che hai associato il nome di mic (nome e cognome, mica poco) ad ogni genere di insulti, minacce velate, denigrazione: reato - quello si! - noto come DIFFAMAZIONE.
Nota bene che mic non ti ha mai denunciato, cristianamente, mentre tu minacci in continuazione di denunce intere famiglie (congratulazioni!! hai vinto il primo premio della coerenza cristiana!!) ma già solo il fatto che tu accusi qualcun altro di quello che tu fai da anni alla luce del sole senza vergognartene è surreale.
Però ti ringrazio, mi hai tolto ogni dubbio: il cammino è inutile e nel tuo caso sicuramente dannoso.
Convertiti prima che sia troppo tardi.

INFILTRATO ha detto...

Anche io come DG sono rimasto colpito dal Vangelo odierno e dall'omelia del sacerdote che tra l'altro ha dett0:" ...bisogna pregare per o a favore di qualcuno e non contro..." ed ho pensato che erano le stesse dette da voi riguardo ad un mio post ai tempi dell'elezione di Papa Francesco !
Sono d'accordo con Mic riguardo la creazione di un area tematica x gli interventi di Lino riguardo le catechesi dlle dieci vergini, del fico sterile, del fango, di Zaccheo, etc.

Lino ha detto...

@ FDF
Lasciamolo perdere, l'individuo ha un grosso problema: si è imbarcato in un'avventura più grossa di lui. L'uomo non ha cultura, abilità dialettiche, conoscenze specifiche in nessuno dei campi nei quali intervengono - ognuna per le aree di loro interesse e competenza - le persone dell'Osservatorio. E i suoi pochi utenti non sono meglio. E' costretto, allora, ad arrangiarsi come può: ingiurie, derisioni, minacce.
Magari, letto il commento delle 18:05, qualche itinerante di passaggio - anche per il bene del Cammino - potrebbe dargli un suggerimento: "Disertori, chiudete il blog se amate la grammatica".

by Tripudio ha detto...

Cosa significa "spronando i ragazzi alle alzate di domani"?

Anche stavolta avremo le "diecimila, dodicimila, quindicimila" alzate?

Come al solito i neocatecumenali pensano che il Papa esista solo per servire l'idolo Kiko...

Ruben ha detto...

@Anonimo
"Anonimo ha detto...
scusate accattoni.........ma Papa Francesco alle 22.53 in diretta da Rio cosa ci fa sul palco dell'incontro di domani del cammino a parlare ai fratelli e ai volontari, e discutere abbracciato a kiko..... e spronando i ragazzi alle alzate di domani, parlando della sua vocazione !!!!
accattoni e bugiardi, siete smentiti dalle vostre vergognose bugie e precipiterete nell'oblio"
---
Il post sarebbe ininfluente, se non contenesse due volte la parola "accattoni" usata come epiteto; e questo è un chiaro esempio della valutazione che date, non tanto ai lontani quanto agli "ultimi".

FDF ha detto...

Ieri un amico che doveva andare alla GMG ma non ha potuto diceva che il programma per i NC termina il 2 agosto, alcuni addirittura il 4 e altri l'8 agosto.
Chi altro è che ha il coraggio di dire che il cammino non va alla GMG per Kiko?

Anonimo ha detto...

tripudio sono questi i tuoi argomenti teologici....perchè non ti apri uno studio di magia visto che sai cosa pensano le persone ??
seriamente ti rendi conto che tutte le accuse da te formulate sono solo tue proiezioni ?
e infine fammi capire....se ci sono 15.000 alzate al presbiterato, a te dispiace ?.
sai fa la differenza dire le cose nella semplicità, senza infantili e ripetitive nenie indigeste, basta solo dire " io (noi) non riconosciamo i sacerdoti formati nei seminari mondiali Redemptoris Mater, almeno quando mi capita di parlare con quei due tre sacerdoti in linea con voi ho le prove che siete contro la Chiesa di Roma.....( anche se personalmente non ho dubbi )
per oggi è abbastanza, mi disintossico dal vostro veleno e vado a pregare perchè siano 150.000

Anonimo ha detto...

Vogliamo parlate del vergognoso abbraccio tra il Papa e il neocatecumenale Rylko?

aleCT ha detto...

@solito anonimo che toglie il firewall tra il cervello e la bocca

"scusate accattoni.........ma Papa Francesco alle 22.53 in diretta da Rio cosa ci fa sul palco dell'incontro di domani del cammino a parlare ai fratelli e ai volontari, e discutere abbracciato a kiko..... e spronando i ragazzi alle alzate di domani, parlando della sua vocazione !!!!
accattoni e bugiardi, siete smentiti dalle vostre vergognose bugie e precipiterete nell'oblio"

Esci fuori dal tuo mondo parallelo perchè il mondo reale è più bello!

In primis: di che cosa stai parlando?

Questo è il discorso tenuto AI VOLONTARI DELLA GMG

http://www.vatican.va/holy_father/francesco/speeches/2013/july/documents/papa-francesco_20130728_gmg-rio-volontari_it.html

Leggitelo bene e dimmi in quale punto parla ESPLICITAMENTE del Cammino e delle alzate dell'indomani.

Quando lo trovi fammi un fischio!

Anonimo ha detto...

Impara a coniugare i verb prima di tutto......ne ho fatte gmg ben 8........non ho visto mai bigliettini di monasteri e tutte le altre stupidaggini che avete detto non le ho mai vissute.......

Lino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Lino ha detto...

@ aleCT
La loro attenzione a spulciare qualche frase che possa (lontanamente) riferirsi al Cammino è proporzionale alla disattenzione con la quale diventano ciechi nella lettura di periodi sconvenienti. Per esempio, nel discorso all'Episcopato brasiliano, si legge:
"...La situazione attuale esige una formazione qualificata a tutti i livelli. I Vescovi non possono delegare tale compito. Voi non potete delegare tale compito, ma assumerlo come qualcosa di fondamentale per il cammino delle vostre Chiese.".

"Per il cammino delle vostre Chiese", non per "il Cammino nelle vostre Chiese".

aleCT ha detto...

@Anonimo

"se ci sono 15.000 alzate al presbiterato, a te dispiace?"

A me personalmente mi piacerebbe di più se si evitassero queste dimostrazioni muscolari della serie "siamo tanto, siamo forti, e quindi...!

Sene è parlato tanto della valenza di queste "alzate".

Di quello che esce dai seminari RM pure. Poveri preti costretti per 5 anni a fare quello che ti dice il vescovo!

Se poi non 'è il cammino in quella parrocchia come sono frustrati!

Già questo dovrebbe fare pensare!

"io (noi) non riconosciamo i sacerdoti formati nei seminari mondiali Redemptoris Mater"

No guarda è l'esatto contrario.
Sono quelli che tengono i seminari RM che non riconoscono IL RESTO della chiesa cattolica...

E' molto diverso.

aleCT ha detto...

@Anonimo

"ogliamo parlate del vergognoso abbraccio tra il Papa e il neocatecumenale Rylko?"

Personalmente no.

Il Papa abbraccia tutti perchè, a differenza di molti altri, ha un cuore limpido e sincero.

FDF ha detto...

@Lino

bella la tua esperienza, sincera e concreta.
Ma non avevi nessun bisogno di soddisfare la curiosità morbosa di quella persona, temo che purtroppo sia tempo perso. Continuerà a fare la stessa domanda, come un automa, dato che è il solito classico sciocco fanatico.
Per sostenerti sono stato tentato di fare l'elenco di tutto quello che ho fatto per obbedire al Vangelo, ma davvero, è come dare le perle ai porci.
Stupidotto, quando ci troveremo davanti a Dio, saprai tutto. Io, come gli altri, a differenza vostra, non ci gloriamo davanti a nessuno.
Tu il Vangelo non sai neanche dove sia di casa. Sono le opere che splendono davanti agli uomini, non gli uomini che le sbandierano per farle risplendere e farsi ammirare e sentirsi dire "ooohhhhhh che bravo cristianoooooo" come fate voi. Quando avrai compiuto una buona opera, che nessuno saprà mai, e che magari ti causerà anche persecuzioni, prese in giro e umiliazioni, allora si, potrai dire che hai fatto qualcosa per Cristo. Altrimenti sei fuffa, come i tuoi sodali fanatizzati.

Ruben ha detto...

OT

A scanso di equivoci,il trittico Kikiano alle spalle del Papa ieri, nella sala del Riocenter, è lì in quanto oggi nel medesimo luogo, si svolgerà la cerimonia NC delle "alzate"
---
fine OT

Anonimo ha detto...

Carissimi, ho letto solo alcuni dei commenti precedenti ma dato che sono molto simili tra loro non credo di essermi persa poi tanto. Di certo nessuno di voi ha mai nominato Dio oppure i propri peccati. IN compenso tutti puntate il dito contro altri. MA SIETE CRISTIANI? I miei conoscenti atei parlano proprio come voi. Anzi forse in loro incontro più misericordia.É veramente triste vedere come molti sprechino il proprio tempo e la propria intelligenza per disprezzare altri anziché amare ..Del resto Gesù vi ama ma voi non riuscirete ad accorgervi di questo fino a quando non aprirete a Lui il vostro cuore e smetterete di credervi DIo. AUGURO a chi ha creato questo blog di lasciarsi guidare da Lui per chiuderlo presto ed aprirne subito un altro dove ci si possa confrontare sui temi proposti a Rio. Mettete fede,dice il Papa, mettete Cristo nella vostra vita.Auguro a tutti voi ogni bene. Marilena.

by Tripudio ha detto...

La cara sorella Marilena (sempreché sia una new entry piuttosto che il nuovo nickname di qualche nostra vecchia conoscenza) è intervenuta qui per commentare dei commenti senza aver letto nessuna pagina del blog.

E questo è già un pessimo punto di partenza.

Marilena, lascia perdere i commenti e prova a sfogliare qualche pagina di questo blog, per esempio quella in cui mettiamo a confronto le parole di Giovanni Paolo II e di Benedetto XVI contro le liturgie neocatecumenali, con le vanterie di Kiko che vi fa fare la "comunione seduti".

Senza contare il fatto che i neocatecumenali, nel celebrare l'Eucarestia, non badano né a briciole né a gocce, al punto che spesso finiscono per disperdere frammenti del Santissimo Sacramento per poi addirittura ballarci sopra!

Se vieni qui a pretendere che noi usiamo i commenti per «nominare Dio oppure i propri peccati», significa che tu sei venuta qui per giudicare, non per cercare di capire.

Ti faccio inoltre presente che Nostro Signore stesso ha condannato coloro che pensano che basti gridare "Signore! Signore!".

Quindi è sostanzialmente sbagliato il tuo invito a "nominare Dio o i nostri peccati".

Anche perché vorrei chiederti: un blog in cui si parla dei problemi del Cammino... dovrebbe servire invece a "nominare Dio" e a fare le "confessioni pubbliche" come le fate voi?

Cara sorella Marilena che vieni qui col dito puntato a giudicarci e a farci la predica, prima di criticare la presunta pagliuzza nei nostri occhi, dà un'occhiata alle numerose travi neocatecumenali.

DG ha detto...

@lino

mi ha molto colpito la tua testimonianza, ma credo che FDF abbia ragione: non dare le perle ai porci!

Magari nell'altro blog leggendo la tua toccante testimonianza ci rideranno sopra e ci scriveranno un bel post infarcito di epiteti e ammicamenti malevoli e insulsi.

Spero per loro che prima o poi, a prescindere che siano o meno NC, si ravvedino e capiscano il male che fanno attravero quel blog.

Non si infangano cosi' le persone che hanno sofferto!
Ne' tantomeno persone, come molte di quelle che scrivono qui, che cercano dopo tanto dolore provato nel frequantare il CNC, di uscire da una situazione di schiavitu' psicologica e di chiusura morale.

Quel Blog e le persone che lo frequentano insultando gli altri e cercando una breccia nel loro cuore per per ferirli e annientarli, è la dimostrazione di come nelle frequentazione del cammino neocatecumenale l'anima e la psiche di un uomo puo' essere costretta alla perversione sprirituale.

Hai perfettamente ragione nel dire:
"L'ho fatto solo per dimostrarti che voi entrate a gamba tesa nella vita delle persone, generando sofferenze.

Si dovrebbero vergognare!

Penso che tra qualche tempo suggeriro' al Sacerdote con cui ho parlato ieri, di andare a leggere quel Blog e questo.

Potrebbe trovare ancora piu' certezze di quelle che ha già sulla dannosità del cammino neocatecumenale

DG ha detto...

@Marilena

ti ha già ben risposto Tripudio e se fossi veramente guidata da uno spirito positivamente critico dovresti andarti a leggere i post che Tripudio ti ha indicato e anche quelli di Lino sulle catechesi del fico sterile, del sicomoro e del cieco nato.

Non ti fermare a leggere solo le cose piu' facili o che emotivamente colpiscono di piu' perchè, anche se so che è un abitudine oramai per quelli che frequentano il CNC, dare importanza solamente all' emotività facile in questo contesto non è fondamentalmente utile ne' onesto.

Oppure, se sei aperta di cuore e vuoi comprendere di piu', vai a leggere le testimonianze di chi, dopo tanti anni (quasi una vita) passata nel CNC si accorge che c'erano motle cose che non andavano(e che non vanno) come la disobbedienza alla Chiesa e ai Papi e, in contrapposizione, l'obbedienza cieca e indiscutibile ai catechisti NC e Kiko unico indiscusso portatore di "verità".

Potresti iniziare da li e poi, magari possiamo discuterne.

Inoltre, ultima cosa ma non meno importante, tu dici:
Di certo nessuno di voi ha mai nominato Dio oppure i propri peccati.

Ma, come fai a dire e a pretendere questo?

Dio è talmente Grande e personale è la sua opera in ognuno di noi, che parlarne sarebbe sminuire la sua Grandezza il suo Amore e secialmete la sua Misericordia!

Possiamo limitarci a parlare e a raccontare la nostra esperienza sul CNC ma Dio è Sacro, Unico non se ne puo' parlare come fosse "un'opinione o un ideale .

Posso parlare del mio incontro con la Sua Misericordia e il Suo AMore ma in privato e in un contesto speciale e intimo non certo pubblicamente qui.

Inoltre i miei peccati li posso confessare ad un Sacerdote e magari attraverso la sua assoluzione posso anche riuscire a domandare perdono se ho arrecato male ad un altro essere umano ma, di sicuro, non posso confessare pubblicamente i miei peccati (e addirittura in un Blog)!

Lo so, è difficile capire questo per un neocatecumenale, perchè si è abituati a farlo spesso e abbandonare cosi' la propria coscienza e il proprio discernimeto ai catechisti, ma per chi ha capito che cio' è sbagliato o per chi NC non è mai stato, questo è impossibile.

E' troppo grande l'opera di DIo per "svenderla" in un Blog!

Io non ci tengo a sapere i tuoi peccati ne' tantomeno ci tengo a farti "ripulire" l'anima dai peccati da te commessi con il semplice parlarne in un Blog.

Per questo c'è il Sacramento della confessione e un Sacerdote che è in quel momento figura di Cristo.

Saluti

FDF ha detto...

Ai multinick:
Vi do un consiglio: scrivete il nome a parte (apposita barra Nome/URL) o almeno a capo del testo. Qualcuno potrebbe pensare che si tratti del solito Alessandra/Domenico/Vattelappesca, che normalmente non conosco l'uso sintattico del mettere il nome in ultima riga a capo alla fine di un testo.. mah..

Lino ha detto...

@ FDF, @DG
"...Ma non avevi nessun bisogno di soddisfare la curiosità morbosa di quella persona..."
"...Magari nell'altro blog leggendo la tua toccante testimonianza ci rideranno sopra e ci scriveranno un bel post infarcito di epiteti e ammiccamenti malevoli e insulsi"

Perfettamente d'accordo con voi. Mi aveva stufato, però. L'ho fatto sperando che il "catechista" - tra sé e sé, non pretendo di più - abbia compreso che "i fatti concreti" della vita di un cristiano possono essere ben più profondi di quanto essi credono di scrutare con gli schemi rigidi di un pittore spagnolo. Mi aspetto, certo, che la "confessione" diventi un elemento di "ridicolizzazione", un'arma da usare: non fanno lo stesso nel mondo reale? Oramai - nel virtuale come nel reale - li ho ben "scrutati". D'altra parte, non usarono, tempo fa una mia poesia per attaccarmi?
"Ancora vieni qualche volta..."
Dovreste confidare in sette vite come i gatti, neocatecumenali, per capirla.

Ancora spero di incontrarne qualcuno migliore: certamente non l'ho trovato in Marilena, che si è evidentemente formata nella "scuola del fango" e chiede di nominare i propri peccati. Quelli, Marilena, io li riferisco solo al mio Confessore. A voi parlo con parabole (poetiche), l'ho imparato scervellandomi sul Vangelo di Cristo, per anni, ogni mattina, senza saltare un giorno. Io, Marilena, ho scelto "la parte migliore", che non mi sarà tolta. Voi no, avete scelto e imparato a memoria gli schemi di un pittore spagnolo che vi prende con "i molti servizi" farisaici. Questa di Marta e Maria - che mi fu spiegata da un “prete ingegnere”, don Lino_Barbera - ve la ri-velo un'altra volta.

Anonimo ha detto...

Nel Cammino non è che danno la Comunione sulla mano per libera scelta del fedele, ma la impongono a tutti, anche a chi sente di voler ricevere il Corpo di Cristo sulla lingua. Da qui si evince il carattere un po impositivo, un po rigido di tutto il Cammino che tende alla tristezza. Una volta al centro vocazione una catechista disse ai vocazionisti: "O vi innamorate di Gesù o sparatevi!". Il prete padre ..... (nel Centro vocazionale il don .... lo chiamano padre ........ ) corresse subito: "non "sparatevi" ma "sposatevi" (è da intendersi sempre dando priorità con una persona del Cammino, in modo da formare famiglie del cammino e non di un altro movimento o gruppo). Meno male che c'era lui a correggere se no l'abuso moralistico-psicologico era fatto su un gruppo di 20 giovani.

Mario.

Anonimo ha detto...

@Marilena

"Medico cura te stesso"

Accusi chi scrive qui di disprezzare quando il tuo disprezzo trasuda dalle tue parole.

Fai accuse concrete a persone cerca un argomentazione, dimostra chi ha detto il falso, perché e su quali basi.

"Di certo nessuno di voi ha mai nominato Dio oppure i propri peccati"

La paola Dio in questa pagina compare almeno 20 volte, e vero, forse questo trade non è stato particolarmente profondo ma ti invito ad approfondire i vari confronti presenti nel sito tra le catechesi di Kiko e quelle dei padri della Chiesa, poi magari ci spiegherai se Cristo ti butta addosso il tuo peccato o vuole risanare le ferite che il mondo ci infligge.

E sinceramente io dei miei peccati sono consono parlarne con il confessore, il mio direttore spirituale o al massimo con persone fidate nei modi e luoghi giusti, non sono avvezzo a vomitarli sulle spalle degli altri.

@Lino

Grazie per la tua testimonianza, spero caldamente che chi ti ha messo alle strette in maniera poco nobile stia sprofondando dalla vergogna.

Chiederei a quelle persone che continuano a chiedere tali esperienze di smetterla non tentatemi, non voglio utilizzare le mie opere di bene per farmi dimostrare quello che ho fatto attaccandomi numerose medagliette mi è già successo qualche volta e me ne son subito pentito. Quando il Vangelo ci dice "non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra" credete che sia riferito solo all'elemosina? Quindi vi prego evitate di agire in vece del tentatore.


Gv

Anonimo ha detto...

Caro Lino la tua storia personale mi ha molto taccata, sopratutto quella del tuo papà, vale mille testimonianze dei nc. Anch'io come te sono dipendente dai turni per una mamma diversamente giovane, diciamo, tornata bambina.

Lo scopo del blog che ti ha dichiarato guerra è quello di ottenere il tuo silenzio esasperandoti, è chiaro che quelle tue ricerche e studi fuori dal comune sono diventate le spine più pungenti, che fanno molto male a persone che dovrebbero riconoscersi nutrite per anni di una dottrina cattolica distorta.

Spero che tu non cada nell'errata tentazione in cui vogliono spingerti, faresti un danno alle persone che seguono questo blog che molto spesso sono confusi, che cercano un sostegno credibile per allontanarsi o non accostarsi affatto alla premiata ditta di pulizia del cervello chiamata Cammino Neocatecumenale.
In verità faresti un danno a tutti noi che seguiamo questo blog.

E' banale dirti ignorali, tieni pazienza, perché, il tuo impegno non è contro il Cammino ma per la Chiesa ed il suo Magistero, che, come hanno scritto i Papi in "Lumen Fidei" è quello che assicura il contatto con la fonte originaria, con la certezza di attingere alla Parola di Cristo nella sua integrità.

Continua a giocare nella squadra di Gesù, come ha detto il Papa, è una squadra che non può perdere ne soccombere, e poi c'è Don Lino che dal cielo tifa per te.

Rosy


PS per Milena
Lei forse non ha chiaro una cosa, i cattolici romani non fanno confessioni pubbliche. Nel pollaio di Kiko, le hanno spiegato la differenza?
Prima di venire a dare lezione nc in questo blog, si faccia un'attenta lettura nell'altro e chieda lì confessioni dei peccati forse sono più inclini a questa vergognosa pratica anti cattolica e dispensi utili consigli di etica cristiana ai suoi fratelli.

E poi:.........................

quel lasciarsi guidare da Lui per chiuderlo.............

Ma si rende conto cosa ha scritto? ma nel Cammino si cancella proprio la ragione? o siete stupidi?

Quì si aspettava giusto lei, che veniva dall'alto della sua saggezza a comunicarci la volontà del Signore.

Io al contrario voglio sperare che sia proprio Lui ad ispirare questo blog, perché coerente con gli insegnamenti del Vangelo e della nostra Madre Chiesa, della sua dottrina, del suo catechismo, delle parole dei Papi, del Magistero e dei Padri della Chiesa.

Il problema è suo





Anonimo ha detto...

http://blog.messainlatino.it/

che ne pensate?

Mario

Larus ha detto...

Ci risiamo …
come sempre anche in questa GMG, in questo “evento” che dovrebbe riunire ogni cristiano all'azione dello Spirito Santo, abbiamo visto tanti striscioni e bandiere e cartelloni e quant'altro inneggiare al movimento o comunità o associazione o gruppo ai quali si “appartiene” …

Ma … “fino a quando Signore”,

Quando accadrà che i movimenti, le nuove comunità, le associazioni, i gruppi di preghiera e chi più ne ha più ne metta, si aggrapperanno all’unico stendardo possibile per accomunare il popolo di Dio che è soltanto quello del Cristo risorto per tutti?

Quando accadrà che nessuno si aggrappi più a questo o quell’altro leader, foss’anche un santo sacerdote, ma oltrepasserà i comodi limiti dell’appartenenza ad una “bandiera”, con frasi fatte, con slogan, con buonismo, con perbenismo, etc.?

Quando AC RnS CN Focolari etc. termineranno di seguire in maniera esclusiva il proprio carisma, con incontri, catechesi, momenti penitenziali e, in alcuni casi, persino Eucaristie “esclusive”, tendendo stupidamente -anche se certamente in buona fede-, ad affermare che il “loro” movimento ha una “marcia” in più …
Chi ti parla dei bellissimi canti (RnS), chi esalta il proprio modo di fare Eucaristia (CN), chi pensa di avere l’esclusiva del “dialogo interreligioso” (Focolari) e così via, facendo ciascuno del proprio carisma una bandiera anziché adoperarsi per integrarlo appieno nella grande Comunità Ecclesiale?

E dire che San Paolo ce lo dice chiaramente:
Vi esorto pertanto, fratelli, per il nome del Signore nostro Gesù Cristo, a essere tutti unanimi nel parlare, perché non vi siano divisioni tra voi, ma siate in perfetta unione di pensiero e di sentire. Infatti a vostro riguardo, fratelli, mi è stato segnalato dai familiari di Cloe che tra voi vi sono discordie. Mi riferisco al fatto che ciascuno di voi dice: «Io sono di Paolo», «Io invece sono di Apollo », «Io invece di Cefa », «E io di Cristo ». È forse diviso il Cristo? Paolo è stato forse crocifisso per voi? O siete stati battezzati nel nome di Paolo? (1Cor 1, 10-13)

Ma che cosa è mai Apollo? Che cosa è Paolo? Servitori, attraverso i quali siete venuti alla fede, e ciascuno come il Signore gli ha concesso. Io ho piantato, Apollo ha irrigato, ma era Dio che faceva crescere. Sicché, né chi pianta né chi irriga vale qualcosa, ma solo Dio, che fa crescere. (1Cor 3, 5-7)

Quindi nessuno ponga il suo vanto negli uomini, perché tutto è vostro: Paolo, Apollo, Cefa, il mondo, la vita, la morte, il presente, il futuro: tutto è vostro! Ma voi siete di Cristo e Cristo è di Dio. (1Cor 3, 21-23)

Spero che al prossimo “evento” l’unica bandiera a sventolare sarà quella che vediamo tenere in mano al Cristo Risorto!

Anonimo ha detto...

Larus

un corpo è formato da molte membra.
Non sono mica solo 100 occhi o mani.
Quindi ognuno segue il suo carisma.
Tutti i carismi formano la chiesa.

by Tripudio ha detto...

Non vorrei aprire dibattiti sull'ingiusta persecuzione contro i Francescani dell'Immacolata (capaci addirittura di benedire la mano che li colpisce, e il Signore saprà bene come ricompensarli): non è questo il luogo.

Per certo i neocatecumenali festeggiano: infatti, al pari dei loro "potenti appoggi", sono nemici giurati del Papato e della Messa tridentina. Si pensi ad esempio ad un certo mons. Filon., che in combutta con un certo mons. Pier.Marin., fece un baccano infernale (non per modo di dire) per estirpare la tiara dallo stemma pontificio di Benedetto XVI, fino a riuscirci.

Se i neocatecumenali fossero onesti, nel peggiore dei casi resterebbero indifferenti alla Messa tridentina: e invece vedono come fumo negli occhi ogni cosa che riguardi la Tradizione cattolica. Mi viene in mente un parroco neocatecumenale marchigiano che, vedendo dei seminaristi in veste talare che andavano a far visita ad un suo parrocchiano, ha immediatamente telefonato al vescovo per denunciare che "di sera dei seminaristi se ne vanno in giro e non stanno in seminario". Tanto livore per la sola veste talare spiega bene l'odio che i neocatecumenali provano, dal profondo del loro cuore, per tutto ciò che è tradizionale.

Non vorrei nemmeno aprire dibattiti sul generale degrado dei movimenti (focolarini e ciellini in primis), anche perché molte delle idiozie che vanno recentemente propugnando sono in realtà il prezzo da pagare per riottenere piccole possibilità che si sono visti eliminare (non vedo altra spiegazione, infatti, al dover costringere i ciellini ad applaudire una certa ministra Bonin. e farle presentare nientemeno che il Meeting di Rimini).

Quanto agli strafalcioni del Cammino e ai gravissimi problemi che crea (inclusa la spettacolarizzazione delle vocazioni in modo da gonfiare l'insaziabile superbia degli "iniziatori" Kiko e Carmen), proseguiamo la discussione nella prossima pagina.

neocat pentito ha detto...

Per l'occasione della Gmg ogni (parrocchia) dove è presente il Cn,tutte le comunità,hanno organizzato con maxi schermi la visione delle alzate vocazionali dei giovani presenti a Rio.Mi domando come mai la stessa cosa non è stata organizzata per la veglia con il papa,ma credo che la risposta sia ovvia.Comunque la cosa mi è parsa alquanto nuova,infatti nelle precedenti Gmg questo non si era verificato.Poi ho capito che questo era stato fatto per avere anche alzate vocazionali fuori sede.Durante la trasmissione si sentiva dire che si erano alzati giovani della Lombardia ed altri.Il tutto per fare colpo sulle comunità e sui Vescovi che seguivano la cosa.Chi ha seguito la diretta si è reso conto che certe manifestazioni sono come quelle convention americane dove si crea un ambiente favorevole alla manipolazione delle coscienze.

Larus ha detto...

Caro anonimo 30 luglio, 2013 13:25, forse non mi sono espresso bene ... o forse tu vuoi "girare la frittata" ...

“un corpo è formato da molte membra”
Un corpo è formato soltanto dalle “membra” che Dio vuole e non da quante vorremmo ce ne fossero o vorremmo essere

“Non sono mica solo 100 occhi o mani”
Purtroppo non è così, perché capita sempre che chi è stato “fatto” mano o occhio, desideri che anche gli altri diventassero come lui, senza pensare che il fine ultimo dell’essere “fatti” è quello di appartenere allo stesso “corpo” e per unica Volontà del Creatore

“Quindi ognuno segue il suo carisma”
E allora perché San Paolo dice: “uomo, chi sei tu, per contestare Dio? Oserà forse dire il vaso plasmato a colui che lo plasmò: «Perché mi hai fatto così?»”
Allo stesso modo si può dire di quelli che dicono: “vieni con noi in questa comunità, in questo movimento, perché come si fanno i “vasi” da noi non li fanno da nessun’altra parte (e se tu sei NC avrai sentito certamente dire dai catechisti che al di fuori del cammino non c’è niente …)

“Tutti i carismi formano la chiesa”
No caro fratello, i carismi non formano la Chiesa ma vengono donati da Dio ai fedeli perché vengano messi al “servizio” della Chiesa