domenica 21 ottobre 2007

"Punto nave" della situazione...

Carissimi,

La nostra esperienza è ormai più che biennale: chi ha messo in piedi questo blog ricorderà che il nostro impegno é iniziato dalla costernazione scaturita dalle dichiarazioni di Gennarini in ordine alla lettera di Arinze e dall'aver espresso le nostre prime, timide considerazioni al riguardo sul blog palazzoapostolico.it sul quale, nel breve volgere di mesi si è creata una situazione simile a questa, alla fine non più sostenibile per un Vaticanista che aveva il suo giornale da portare avanti, non poteva aprire una pagina al giorno per continuare a gestire la nostra discussione e non aveva né tempo né ovviamente motivazioni per scremarla di tutte le ingiurie e i disturbi che conosciamo bene...

E allora eccoci qua. Il percorso è continuato, abbiamo espresso e approfondito ancor meglio le ragioni della nostra esperienza, ma soprattutto abbiamo smascherato ulteriori e davvero inquietanti realtà del cammino.... ed è nato il sito...
Ancora mi stupisco di questa esperienza, che per me personalmente e penso anche per voi, è stata un percorso di conoscenza e di ulteriore radicamento nella Fede, dovendone in continuazione dare ragione in tutte le salse, e benedico il Signore che ci ha portati fin qui...

A questo punto direi che questa pagina ha già raggiunto il suo scopo e anche il blog per la verità, perché ormai le conclusioni possiamo trarle: i nostri interlocutori hanno uno stile e dei toni che trasudano arroganza senso di superiorità e anche tendenza all'autoritarismo più becero: cose che del resto abbiamo più volte evidenziato nelle nostre testimonianze. Inoltre, alla fine contenuti zero, solo espedienti dialettici per sviare il discorso o sostenere l'insostenibile... In fondo questo blog è diventato lo specchio di quello che succede nella parrocchia; invasione e imposizione di stile e contenuti, in una parola: neocatecumenizzazione... con effetto paralisi dell'attività propria...

Devo constatare che il nostro semplice impegno morale di dare un'informazione corretta - che fino all'esistenza del nostro visitatissimo sito era molto carente e di poca incisività - si sta trasformando, in virtù del comportamento dei nostri interlocutori, in una vera e propria militanza...
Ora io non sono molto disposto a continuare in questi termini, perché oltretutto è un discorso sterile (e anche demenziale, consentitemelo, sotto certi aspetti) e che non porta da nessuna parte e rischia di stornare l'attenzione e l'interesse - raggiungendo lo scopo dei disturbatori - di quei pochi o tanti che riescono a raggiungerci e a conoscere le cose come stanno...

Potrei anche dire che il blog, avendo raggiunto i suoi scopi potrebbe chiudere, ma faccio alcune considerazioni:
1. è proprio quello che vogliono, perché è evidente che dà MOLTO fastidio, più di quanto potessimo immaginare
2. mancherebbe l'attenzione desta che ci eravamo riproposti come "sentinelle" nelle more di un'approvazione che prima o poi dovrà assumere connotati che non sappiamo ancora...
3. verrebbero a mancare anche le notizie e le riflessioni che alimentano gli aggiornamenti del sito che, finché la Chiesa non si pronuncia - e probabilmente anche dopo sia pure con le dovute modifiche - ha e avrà la sua ragion d'essere...

Come vedete, ho fatto il 'punto nave' della situazione. Credo che aprirò una nuova pagina con questo articolo e vi proporrò, se sarete d'accordo, di mantenere in piedi il blog, ma di cambiare rotta e comportamento.
Potremmo moderare il blog, ma questo non permetterebbe la fluidità e la snellezza che ci siamo proposti e che consente a chiunque anche con poca dimestichezza con internet di intervenire senza intoppi.

Resta la soluzione di continuare il nostro incontro-confronto e scambio notizie e riflessioni anche su quanto continua ad accadere, escludendo e quindi eliminando, se verranno, gli interventi neocat, avendo riscontrato tutto quanto ho detto sopra... Diranno che è vigliaccheria o incapacità di dialogo (più di una volta ci siamo visti ritorcere contro le cose che contestavamo a loro); ma possiamo anche fregarcene, perché ci sono le prove evidenti della nostra disponibilità e anche dei contenuti della nostra dialettica.

La nuova rotta, che un po' è riprendere quella iniziale, sarà quella di informare e continuare a tener desta l'attenzione, al posto delle sentinelle addormentate e dei cani muti. L'apologia e la contestazione non rientrano in tutto ciò; quindi, non ci resta che continuare per la nostra strada (almeno vediamo come si configurerà il nuovo corso) con una elementare riflessione: non esiste un Forum o un blog neocatecumenale - ammesso che ne sia rimasto qualcuno, forse uno o due - che non sia rigorosamente blindato: richiedono registrazione e la prova documentata della comunità di appartenenza, a che punto si è del cammino, la parrocchia o il catecumbenium, il nome del catechista... capite bene che stando così le cose non possono accusare noi di ostruzionismo... ma è solo salvaguardia della nostra salute mentale e del nostro impegno su questo blog che non può diventare esclusivo o, come dicevo una 'militanza' che oltretutto non ha senso.

Questo proprio perché non abbiamo né interessi né poteri da difendere e per continuare a mostrare la verità è sufficiente riprendere la rotta evitando gli scogli, non per imperizia di naviganti, ma perché sono tali che rischiano solo di farci naufragare... e noi dobbiamo solo raggiungere le due colonne (ricordate il sogno di Don Bosco?)

A lui e a P. Zoffoli chiediamo di proteggerci nel nostro impegno che affidiamo come sempre al Signore Gesù e alla Sua e nostra Madre.

152 commenti:

Francesco ha detto...

Convengo,Mic.

Il blog da tempo dà molto fastidio ed è considerato la bandiera di una militanza(quella antineocatecumenale) che non esiste.

Una militanza che non ha ragione di esistere perchè partiamo da un assunto semplicissimo:il Cammino Neocatecumenale,rispettabile sotto molti aspetti metodologici e di annuncio, NON è un cammino incanalato o incanalabile nell'ortodossia cattolica.
E' un HORTUS CONCLUSUS che per definizione sfugge ad ogni classificazione e che comunque si pone per i suoi contenuti dottrinari,per le sue metodologie liturgiche, per la sua caratterizzazione gnostica ultraventennale al di fuori dell'ambito cattolico propriamente detto.

Che esista o continui ad esistere non dipende da noi. Ma noi abbiamo tutta la libertà di osservarne l'evoluzione e le ricadute(finora quasi tutte improntate alla divisione, al di là della propaganda che lo vuole trascinatore di un milione di nuovi fedeli verso la Chiesa),di analizzarne scopi e modi di essere o di porsi, di documentarne,come abbiamo fatto finora, ogni elemento di deviazione dalla sana dottrina.

Il giudizio ai lettori,ma soprattutto alle gerarchie ecclesiali.

felipe ha detto...

ok, la scelta l'avete fatta, in bocca al lupo e buon divertimento.

felice ha detto...

Il blog deve restare... desistere è fare il gioco di coloro i quali nn vogliono far conoscere la verità su di una setta che distrugge le menti e le coscienze delel persone...

Francesco ha detto...

UN INVITO A TUTTI I LETTORI DEL BLOG


I gestori sono sommersi da tempo da una marea di testimonianze e di interventi inviati via mail:non sarà mai possibile rispondere a tutti.
Vi preghiamo di intervenire sinteticamente su queste pagine.
Riservate alla trasmissione via mail solo le testimonianze(che siano possibilmente firmate e controllabili) anche ai fini dell'aggiornamento del sito collaterale.

mic ha detto...

Grazie Francesco,
hai colto perfettamente; del resto questa è la nostra linea da sempre. Non ci siamo sottratti a nessun tipo di riflessione; ma non intendiamo rubare il mestiere ai teologi o ad altri ;) e nemmeno questo punto andare a mettere le mani in cose che ti lasciano un 'segno' poco gradevole...

Se altri vorranno fare proposte diverse, o comunque sia lo riterrei opportuno anche perché sia io che Steph e Seby abbiammo i nostri impegni anche di lavoro e non possiamo garantire un servizo permanente effettivo, invito a farsi avanti tutti quelli che se la sentono di entrare nel numero dei moderatori, che poi significa soprattutto "cancellini"; compreso Kirikikì, che ringrazio per i suoi interventi, che tra l'altro ha l'opportunità di monitorare il blog da un fuso orario diverso...
se mi date la vostra disponibilità, vi invio via mail le coordinate e le semplicissime istruzioni...

mic ha detto...

Dice Felipe:
"ok, la scelta l'avete fatta, in bocca al lupo e buon divertimento."

più che altro è una scelta imposta... del resto il blog di per sé è uno strumento per i dibattiti, per esprimere le idee, per creare flussi di opinione e conoscenza e anche per fornire elementi di valutazione che poi vanno usati in altre sedi, davvero decisionali e penso non debba sostituirsi ad esse...

Insomma stiamo usando uno strumento di comunicazione che crea partecipazione, approfondimento e confronto personale e comunitario, ma non possiamo né scadere nel gossip, a cui qualcuno ha tentato di trascinarci, né arrogarci funzioni e attività proprie degli specialisti e dei responsabili nei campi che tocchiamo.

Il nostro Gherardo poi sono sicuro non mancherà di ricordarci l'altra nostra funzione che ci eravamo propositi all'inizio: quella di dare voce a chi non ha voce, dal momento che nella Chiesa, molte (forse troppe) denunce ai vescovi vengono seguite da assordanti silenzi... e conseguenti non-decisioni... mantenimento di status quo deplorevoli che almeno richiederebbero maggiori attenzioni e approfondimenti e non superficiali consensi a chi grida più forte, porta "frutti" eclatanti che fanno tanta scena e forse sono anche politicamente appetibili; ma il critianesimo non è né politica né corsa al "consenso" ma è una fede, che non solo impegna, ma costa anche, in termini di scelte non facili e non comode e non necessariamente appetibili...

mic ha detto...

... dimenticavo crepi il lupo!!!!

Francesco ha detto...

...ovviamente diventare moderatori del blog significa avere delle buone credenziali controllate e controllabili...che nessuno si faccia illusioni di diventarlo sotto mentite spoglie!

Viator ha detto...

Anch'io vorrei ricordare che la nostra legittimazione risiede proprio da dove è partita la nostra esperienza: la lettera del card Arinze a nome del Papa il 1 dicembre 2005, mai rispettata, come non sono stati rispettati gli Statuti che costituivano il tentativo di un altro Papa, Giovanni Paolo II, di ricondurre il cammino in un alveo cattolico...
Ora gli statuti sono scaduti il 29 giugno scorso e non sono stati ancora rinnovati, mentre la lettera di Arinze ha fissato un termine al 1 dicembre p.v.

Nelle more siamo qui, voglio ricordare, al posto delle sentinelle addormentate e dei cani muti di Isaiana memoria...

Viator ha detto...

ripropongo questo post del 17 scorso perchè rende ragione di quanto dice più su Mic:

"scrivo qui da poco, qualche mese. non ho il coraggio di dire quello che so pubblicamente (che non è diverso nè nuovo rispetto a molte testimonianze riportate sul sito) perchè coinvolge persone a me care e scrivendo ho paura di perderle.

come me ce ne sono tanti in giro, che hanno ben poco da scrivere perchè non conoscono a fondo la dottrina cattolica ma hanno i calli delle sofferenze inflitte dal cammino e dai suoi catechisti ignoranti. quello che possono scrivere qui è solo una testimonianza simile in tutto e per tutto a quelle già pubblicate ed in cui spesso si riconoscono.

per questo leggono e basta, e leggendo scoprono che c'è un motivo per cui non capiscono gli insegnamenti del cammino, il motivo che gli viene spiegato in queste pagine nel confronto con il vero cattolicesimo: l'errore, la violenza, la presunzione.

sarà vero che qui sono in 14 a tirare le fila del discorso, ma è sempre meglio essere guidati da 14 che da uno solo.

Anonimo nc ha detto...

Una strada era stata intrapresa quella della pagina della samaritana. Un blog che seguisse quella linea poco si presterebbe al gossip e sarebbe utile anche come strumento di approfondimento della Parola. Sicuramente una novita' nella rete!

mic ha detto...

Sono d'accordo con te, non ricordo quale brano avevi suggerito, vuoi ridirlo per favore?
C'è nessuno che vuole suggerire una Parola che lo tocca particolarmente, per partire da lì... io personalmente avrei le nozze di Cana... ma spero avremo tutto il tempo di parlarne anche in un secondo momento...
Aspetto voi :)

mic ha detto...

Comunque anche quella pagina, nonostante le luci iniziali e la gioia e il nutrimento reciproci, non è stata immune... oltre a disturbi qua e là ha partorito alla fine il pezzo da 90 di cui non faccio il nome...
ma col nuovo corso non li tollereremo

Anonimo nc ha detto...

Quel giorno erano venuti fuori i seguenti

Vai vendi tutti i tuoi beni ,dalli ai poveri, poi seguimi
La parabola del seminatore.
Ancora
il cieco nato
le beatitudini
la trasfigurazione

Anonimo nc ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Francesco ha detto...

Proporrei per una futura pagina Luca,17,22-37.

A.NC (ex anonimo) ha detto...

Scusate l'intromissione, la parabola del Seminatore la proposi io, se e quando la proporrete sarò felice, se la cosa non infastidisce nessuno, di dare il mio contributo, lavoro permettendo.

Buona prosecuzione.

Francesco ha detto...

Siamo tutti lavoratori, A.nc. Non veniamo qui per diletto,ma per aumentare la nostra conoscenza(e - perchè no? - anche la nostra fede) e confrontare le nostre esperienze.
Grazie fin d'ora per il tuo contributo.

mic ha detto...

Credo che la Parola del Signore sia l'unico 'luogo' nel quale possiamo sperare di incontrarci se ci lasciamo interpellare con autenticità

Gert ha detto...

Pro-memoria per i gestori:

A.nc in calce alla pagina precedente ormai chiusa ha inserito due o tre post che sarebbe il caso di eliminare e riportare qui affinchè non restino lettera morta e ricevano le risposte da lui richieste.

nicola ha detto...

non credo sia giusto togliere la possibilità ai neocatecumenai di intervenire qui nel blog.

non è giusto negarla a nessuno, quando resti il rispetto nei modi e nei contenuti.

piuttosto si può scegliere di contrassegnare in rosso, in blu, o in qualunque altra maniera qualunque intervento di disturbo o fuori luogo (di qualunque parte esso sia) e di porsi la regola di ignorare i commenti così contrassegnati.

la censura è sempre sbagliata. censurando si dà sempre credito a chi fa opposizione, perchè si dimostra di voler nascondere discorsi e fatti che possono venire a nostro svantaggio.

davvero la censura è un atto violento, che non lascia possibilità all'interlocutore. castra il dialogo.

piuttosto cercate/cerchiamo delle regole comuni e condivise da rispettare nel blog, ma non censuriamo. censurare è come costruire una fila in più di mattoni sul muro che già sta crescendo vertiginosamente.

la censura è il gioco del demonio, del diavolo (diaballo=divido, separo). non caschiamoci, davvero!!

nessun rispetto può pretendere, addirittura chiedere, chi censura l'altro. porgere l'altra guancia per me non significa lasciarsi schiaffeggiare inutilmente, ma dare sempre una nuova possibilità, amare il mio nemico dando a lui l'ennesima possibilità di amare e di essere amato.

la censura è violenza silenziosa, è la violenza senza il dolore espresso. il cammino si nutre di censura. ogni intervento censurato è un passo in avanti verso l'abisso.

non censurate, sapete che è sbagliato, lo sapete. non cedete alle esigenze della "blog-istituzione", nessun blog vale quanto l'incontro con un solo fratello. se il blog è nella verità potrà spegnersi, ma ne nasceranno altri mille, e mille ancora.
se il blog per vivere ha bisogno della censura, si sta uccidendo da solo.

vi prego, non censurate.

cerchiamo una Parola che possa illuminarci su questo e facciamo la lectio come per il brano della samaritana, perchè anche qui ogni nostra scelta sia dettata dal Vangelo e non dalle "esigenze organizzative" che ben conosciamo.

grazie

Gert ha detto...

E chi ti ha detto,Nicola, che qui si fa censura gratuita?
Tu,mi pare,confondi la censura con la pulizia dello sterco che viene seminato ad arte per confondere e annullare la discussione e il confronto.
Censurare significherebbe cancellare interventi educati e contrari alle posizioni che ha assunto istituzionalmente il blog.Non è mai accaduto?Chiaro?

Tutto ciò che è stato eliminato era roba inquinante,non libera espressione di un pensiero favorevole o sfavorevole al Cammino Neocatecumenale.
Et de hoc satis!!!!

mic ha detto...

Nicola,
ti invito ad andare nella pagina precedente e leggere gli spazi e le risposte dati ad A.nc
poi ne riparliamo

se hai frequentato abbastanza questo blog dovreti sapere cosa e perché abbiamo cancellato :(

il fatto è che non stiamo andando da nessuna parte e continuiamo a ripetere cose trite e ritrite che non servono né a noi né tanto meno a chi non ha orecchie per intendere (e mo' per favore fatemela usare a me una frase del Vangelo!!!!)

mic ha detto...

"la censura è violenza silenziosa, è la violenza senza il dolore espresso. il cammino si nutre di censura. ogni intervento censurato è un passo in avanti verso l'abisso"

ma che stai a dì??? stai parlando di noi???? Stai parlando di neocatecumenali che esprimono il loro dolore???? Se incontriamo un intervento che esprime dolore o sofferenza ti pare che potremmo censurarlo???? Finora abbiamo incontrato solo insulti e arroganza... se parli del tuo dolore, forse sei ancora nel cammino? Ma anche se tu fossi ancora neocat non avremmo nessuna ragione di respingerti. Credevo che il mio messaggio fosse chiaro. Ho parlato esplicitamente di una IMPOSSIBILITA' di dialogare con chi non ascolta, anche se fa diecimila shemàh....

mic ha detto...

"se il blog per vivere ha bisogno della censura, si sta uccidendo da solo."

se questo blo per vivere avesse bisogno della censura a quest'ora sarebbe già estinto ;)

mic ha detto...

E ancora Nicola, ti pare che sia censurare i neocatecumenali la risposta data ad A.nc aul confronto sulla Parola qualche post più su?
Sei sicuro di non aver parlato prima di riflettere un attimo e chiederti che cosa davvero intendiamo censurare?

Seby ha detto...

Carissimi tutti,
quando mic mi proposo, vista la mia passata esperienza (anche come catechista) nel CNC di collaboare a questo blog, accettai senza indulgi per alcuni semplici motivi:
1- Questo blog da fastidio ai NC, perché infondo le considerazioni e le obiezioni che facciamo qui. le hanno già fatte prima di noi altri, sacerdoti , laici , liturgisti e teologi senza considerare quelle che avvengono ogi giorni in ogni parte del mondo nelle parrocchie dove è presente il CNC.
2- Moderare un blog richiede sicuramente tempo ed è vero che, specie negli ultimo tre giorni mic ha dovuto fare un lavoro immenso per cercare di sopperire i poco aiuto che io e stefano abbiamo dato in questi giorni. Me ne scuso, ma in questi giorni tra il lavoro. la famiglia e i ragazzi della parrocchia ho davvero avuto poco tempo.
3-Continuare, parlare e non tacere! Questo dobbiamo fare, perché molti fratelli che hanno lasciato il CNC o che hanno cominciato ad avere seri dubbi su di esso, proprio leggendo questo blog hanno trovato la forza di parlare e, a volte, anche di denunciare alle autorità competenti quello che avviene.

In conclusione, sono d'accordo con mic e anonimo nc, magari continuando sulla scia di quanto abbiamo fatto commentando il Vangelo della samaritana.
Ma questo blog non deve chiudere, neppure in un eventuale approvazione definitiva degli statuti, perché dobbiamo vigilare, in quanto il primio statuto del CNC in realtà non è stato mai messo in pratica e molte cose non sono proprio dette nello statuto.
Proprio ieri sera, passando con la macchina in una via di Catania in cui è presente una parrocchia con alcune comunità NC la porta, nonostante la celebrazione ed in barba allo statuto era chiusa! Ma fuori c'erano tutte le macchine dei fratelli posteggiate e qualcuno che entrava dalla porte della sacrestia...
Volevo solo aggingere un'ultima cosa: Io, dovo aver lasciato il CNC e dopo i problemi seri che passato, trovai la forza di scrivere e denunciare ciò che avevo vissuto proprio gazie a queto blog e sono sicuro che sarà così per tanti altri.
Continuiamo, con l'aiuto di Dio.

nicola ha detto...

"Resta la soluzione di continuare il nostro incontro-confronto e scambio notizie e riflessioni anche su quanto continua ad accadere, escludendo e quindi eliminando, se verranno, gli interventi neocat, avendo riscontrato tutto quanto ho detto sopra..."

mi riferivo solo a queste parole che suonano un pò unilaterali.

nicola ha detto...

..e ammetto di non aver letto i post di ieri.

però ripeto che è sbagliato censurare ogni intervento filo neocat per i motivi già esperessi.

se il tono scade, bene la censura.

se si torna su questioni trite e ritrite, secondo me sta alla maturità degli altri non dar corda e linkare al sito.

perchè se un neocat si affaccia per la prima volta, abbia almeno la possibilità di vedere il suo intervento e di ricevere una risposta.

Serena ha detto...

Mic! Non mollare!
Quello che fai, che fate è qualcosa di eccezionale! Non mollare e soprattutto il tuo lavoro non è per nulla demenziale, anzi!
Sono loro ad essere demenziali! Non hanno un vocabolario se non quello neocat, non hanno cervello perchè purtroppo qualcuno si è impadronito del loro, non hanno nemmeno la capacità di mettersi in discussione!
Tu l'hai avuta questa capacità, se non ho capito male ne sei uscito come ne sono uscite altre persone e il tuo lavoro non può far altro che aiutare a capire e a far uscire altre persone da quello schifo!
Io grazie a voi ho recuperato un dialogo con mia sorella, sono riuscita a farle capire che andare in comunità non vuol dire essere cristiani ma solo buoni neocatecumenali. Il che è molto diverso! Cmq sia non arrenderti! Io nn ce la faccio a seguire il blog come fate voi soprattutto non ho tutte le vostre conoscenze in tema di vangeli e teologia ma se posso una mano ve la do volentieri.
Cmq sia devo trovare l tempo di scrivere cosa è stato ilmatrimonio di mia sorella.. soprattutto l'omelia in linea con il pessimismo sulle sorti dell'uomo che pervade la loro dottrina.. E poi..NON HANNO NEMMENO FATTO RECITARE IL CREDO!

Ti saluto e mi raccomando: non mollare!

Ciao
Serena
:)

Anonimo ha detto...

messaggio di newgold69

quello che si dice nel segreto delle stanze, gridatelo dai tetti.

il mio personale parere è che si continui così. cancellando i volgari e i disturbatori. se mi si permette un suggerimento, si potrebbe dare una veste grafica rinnovata al sito di internetica, pensando una nuova struttura. ma questo è un di più. il blog va bene così: dire la VERITA', denunciare il male e le storture, ma anche raccontare le tante "rinascite" avvenute dopo aver lasciato il cammino.

felipe ha detto...

per fortuna nicola, nonostante sia dei vostri, ha scritto cose giuste.
a voi piacerebbe moltissimo censurare il blog, in modo che siete solo voi 4-5 che vi divertite a scrivere assurdità senza che qualcuno possa scrivervi: ma che c _ _ _ _ state scrivendo? ma no, perchè quello lì è un settario, gli hanno lavato il cervello, se ne sono IMPADRONITI i catechisti, ma vi rendete conto?

se il blog continuerà ad essere aperto a tutti (come spero, altrimenti dimostrereste soltanto cosa siete e a cosa mirate) io continuerò senza sosta (tempo permettendo) a rispondere colpo su colpo alle vostre accuse (fondate e non, perchè nonostante le vostre catechesi io continuo a credere fermamente alla buona fede e alla forza del CNC che viene dallo Spirito Santo)

Anonimo nc ha detto...

Volevo chiedere una cosa a proposito dell'omissione del Credo fino alla tappa della traditio, superata la quale si comincia a professare il Credo, ma solo quello apostolico.
Parlando con un fratello nc, questi mi ha fatto un dottissimo discorso sul perche' e sul percome sia assolutamente liturgico omettere il Credo. Stando a cio che sono riuscito a capire il Credo non sarebbe una parte necessaria alla celebraziome eucaristica.
C'e' qualcuno che sa qualcosa in materia?

adelia ha detto...

Carissimi non sono più intervenuta ma vi seguo puntualmente.
Vi assicuro che state facendo un buon servizio e tante persone "senza voce" trovano conforto nella vostra difesa della fede.Molte sono reduci di aver corso la buona battaglia e di aver vinto contro la devastazione e la devianza dalla retta fede instaurata dal CN. Forse sono uscite con molte ferite. Queste rimargiranno ma, si ricordino tutti, le cicatrici rimarranno a ricordo. Le nostre testimonianze sono semplici ma tutte, e ne sono tantissime, accusano il CN di portare lontano dalla fede cattolica, forse non eslicitamente ma di fatto sì.
Come gli angeli state combattendo contro il nemico del Signore. I vostri angeli custodi e i nostri vi proteggeranno.
A me sembra che i nc desiderano impantanarvi in discussioni che alla fine, per una persona che entra per la prima voltas nel blog, non hanno senso.
Se fosse necessario, ricominciate con i temi iniziali in modo che , a ciclo continuo, chiunque possa trovare la ragion d'essere di questo blog. Lasciate cadere le provocazioni nc, hanno il loro tornaconto a spostare i discorsi sull'idiozia.
Occupatevi dei filoni tematici e svolgeteli, chiarite, approfondite, postate link. Mettete in evidenza le storture , le devianze dei nc. Molti di loro, appena i loro occhi si libereranno dalle scaglie, vi ringrazieranno. Eh sì, non lo capiscono ma state lavorando anche per la loro salvezza e vi saranno grati.
La Chiesa tutta vi sarà grata, perchè ciò che fate non vi porta nessun tornaconto.
Sentinelle vi affido alla Vergine Maria , la prima custode della retta fede !

Gert ha detto...

Per Felipe

(...se il blog continuerà ad essere aperto a tutti (come spero, altrimenti dimostrereste soltanto cosa siete e a cosa mirate) io continuerò senza sosta (tempo permettendo) a rispondere colpo su colpo alle vostre accuse (fondate e non, perchè nonostante le vostre catechesi io continuo a credere fermamente alla buona fede e alla forza del CNC che viene dallo Spirito Santo....)


........

purchè tu ti esima da ragli sarai sempre il benvenuto.

Gert ha detto...

A proposito,Felipe...parli delle nostre "accuse" al CNC ,aggiungendo che esse sono "fondate e non...".

Ci puoi dire per favore quali,secondo te,sono quelle fondate?

Grazie.

Anonimo ha detto...

E' difficilissimo seguire il discorso a causa del numero elevato di post che ci sono in ogni pagina.
Non sarebbe possibile limitarsi a un massimo di 50 che abbiano attinenza col tema proposto?
Comunque sia ,per carità,non chiudete questo blog.Grazie.

Seby ha detto...

anonimo nc, secondo la concezione del CNC il credo non si deve dire perchè serve per coloro che hano una fede debole e che non conoscono cosa professa la nostra fede, quindi siccome nel CNC sono tutti dotti e dottori della fede non si deve recitare durante la Santa Messa.
Poi alla traditio si recia, ma solo quello apostolico (il famoso decantato ritorno alle origini) ma solo perche si deve tornare la fede alla chiesa che tie l'ha data.
Come vedi, si storpia sempre tutto!

Gert ha detto...

Ciao,Seby,

come va nell'isola? Iniziate le catechesi autunnali?

kirikiki' ha detto...

Dire che il cammino mi ha salvato la vita, come dice a.nc, si mostra una condizionata visione verso la Chiesa che salva. Si noti che si dice "il cammino' e' quello che salva la mia vita, la mia famiglia in pezzi ecc ecc. Quello che mi e' difficile accettare, come cattolico, e' l'attaccarsi di queste persone ad una realta' che trae la propria esistenza dalla Chiesa e di questa vuole negare la capacita' di proporsi come madre, insegnate e portatrice di fede per tutti i cattolici. I NC vedono nella parrocchia la impossibilita' di salvarsi, di salvare la propria famiglia. E come se in parrocchia non ci sia Gesu' Cristo che si offre ad aiutarci sempre e comunque. Si creano la comunita' vi partecipano perche' non sono in grado di arrivare alla fede direttamente e poi fanno della comunita' un idolo senza il quale e' impossibile vivere ed arrivare alla salvezza. Mi e' capitato di partecipare alla Messa in diverse lingue senza capire niente di quello che si diceva ma non per questo sono stato meno capace di trarre la forza di vivere il Sacro Mistero. Mi e' capitato di andare alla MEssa in cattedrali maestose d'Italia, Francia e Nord America e mi e' capitato di partecipare alla Messa nelle rovine delle chiese distrutte dalla follia ideologica del uomo ed HO SEMPRE VISSUTO IL MISTERO ALlO STESSO MODO con le mie debolezze le mie insicurezze e con il mio limitato rispetto ed amore nei confronti di Chi si sacrifica per me sull'altare. Ecco perche' mi riesce difficile capire il a.nc quando esprime la sua avversita' nel vivere la fede in parrocchia, quasi che il centro dell'Eucaristia fosse "il cattivo occhio" dei parrocchiani nei suoi confronti e non quello che si celebrava sull'Altare. Ci si partecipa al mistero e si rimane senza parole perche' tale e' l'effetto. Non si riesce a capire ma lo si vive e si trae forza. E questo succede sempre e ovvunque tu partecipi, abbattendo ogni muro creato dall'uomo anche se a buon fine ed intenzione!
Andare a sedersi in fondo ai banchi della Chiesa e pregare in silenzio pendendo dalle labbra del celebrante e sentire il tuo cuore riempirsi di gioa e di vita e dopo questo andare a casa in pace con noi stessi la propria moglie e i propri figli. Sedersi in fodo ai banchi in penombra econ gli occhi fissi sulla piccola candella rossa e sebtire il Tuo Signore che in Silenzio di Dice "non aver paura' se la tua vita e' travagliata , perche' puoi venire e parlarne con me! E di tutto questo dando il merito non alla Parrocchia ma a quello che si celebra la Domenica in Parrocchia e A COLUI che in un piccolo tabernacolo e' sempre li per te!
Questo e' il bello della nostra fede caro a.nc non chiudersi in noi stessi dimenticando il grande mistero universale e della fratellanza cattolica per dare il merito al "nostro" cammino. Ecco cosa intendevo per "la porta che da sulla Chiesa". E' ovvio che chi come te e tanti altri hanno difficolta' a capire una cosa del genere perche' immersi come siete nel vostro cammino non potete vedere oltre ad esso.

Francesco ha detto...

Sento sgorgarmi dal cuore un grosso ringraziamento,caro Kirikiki.Hai dato voce a dei sentimenti di fede stupendi.Che Iddio ti protegga e ti benedica ovunque ti trovi!

mic ha detto...

Caro Anonimo nc,
Secondo il Novus Ordo Missae (ma anche nel Vetus il Credo ha la stessa collocazione ed è parte integrante del Rito), la Liturgia della Parola - che dopo i Riti d'Introduzione e prima della Liturgia Eucaristica, può essere considerata la II parte della Messa - comprende le seguenti parti:
- prima lettura o profezia,
- salmo responsoriale,
- seconda lettura o Apostolo,
- Canto al Vangelo,
- Vangelo,
- Omelia,
- Il Credo o professione di fede,
- la preghiera universale o dei fedeli.

Ghi fosse interessato può consultare il Messale Romano a questa URL
http://www.maranatha.it/RitoMessa/messapage.htm

mic ha detto...

Grazie Kirikikì perché questo è essere cristiani, sono commosso...

mic ha detto...

Sai perché i NC recitano il Credo Apostolico?
Perché quello del Messale Romano, cioè il Niceno Costantinopolitano,
dice anche
Credo la Chiesa, una, santa, cattolica e apostolica.

Poi si spacciano per cattolici e quello che fa più male è che hanno la protezione di vescovi di questa stessa Chiesa che disprezzano e rinnegano salvo a strumentalizzarla e corroderla dall'interno a partire dai suoi sacerdoti!!!!

felipe ha detto...

mic ma cosa stai dicendo? portami le prove che giustifichino quello che dici! il credo apostolico non è forse previsto nel messale romano? se dovessimo cantare il credo classico finiremmo domani mattina...

gert: ritengo fondato che:
- se leggete in maniera letteraria alcune cose scritte sugli Orientamenti e con spirito solo ed esclusivamente critico, la faccenda potrebbe essere fraintesa.
- che in alcune parrocchie si creano divisioni a causa dell'integralismo dei responsabili NC o dei catechisti.
- che in alcune cose il Cammino ci mette un po' ad obbedire (ma poi obbedisce prima o poi, vedi lavabo, orate frates, CREDO ecc.)

per il resto per me si tratta solamente di GRAZIA, derivante assolutamente dallo S.S. che abita nella Chiesa e quindi anche in noi.

x il fratello che ha scritto che in parrocchia non c'è salvezza: non è questo il pensiero NC, il discorso è più complesso. il CNC ti permette di vivere la fede in una TUA COMUNITA' CONCRETA DOVE L'ALTRO E' CRISTO, e dove puoi quindi sperimentare i tuoi limiti e le opere che Dio fa attraverso la sua Parola e i Sacramenti. la Parrocchia è di per sè troppo dispersiva a causa delle centinaia di persona che vi appartengono ed è quindi difficile sperimentare la vita cristiana vera e propria (come le prime comunità cristiane), nel senso che ci si vedrebbe solo la domenica "ciao, come stai" e poco altro, mentre invece l'amore all'altro si può rilevare quando tu una persona la vedi spesso, ci vivi in comunità e ti ci confronti e magari non la puoi vedere; poi un bel giorno per opera dello S.S. ti accorgi che la accetti un po' di più, che riesci a stare zitto e a non rispondere sempre al male con il male ecc.
ecco (credo) i motivi che portano Kiko a pensare alla parrocchia come comunità di comunità.

chiedo a tutti coloro che scrivono sul blog di discutere se volete con me su quanto ho scritto e, possibilmente, se ho scritto anche qualche cosa che condividete fatelo presente, almeno sembrerà che state facendo un discorso OGGETTIVO e non di pura critica urbi et orbi.

Viator ha detto...

Per Anonimo NC
a volte si alternano i due simboli: in certi periodi, in Quaresima, mi pare si recita il credo apostolico

Credo che i neocat lo abbiano scelto solo perchè è il più antico come ritorno alle origini
però anche dover dire Chiesa "una santa cattolica e apostolica" invece che semplicemente chiesa cattolica più generico forse pesa di più come dice Mic ;)

Sarebbe interessante conoscere le argomentazioni del tuo dotto amico

mic ha detto...

"la Parrocchia è di per sè troppo dispersiva a causa delle centinaia di persona che vi appartengono ed è quindi difficile sperimentare la vita cristiana vera e propria (come le prime comunità cristiane)"

questo è vero ma ci sono tanti modi e forme di approfondimento della fede che non ireggimentano; ma non è questo il punto, Felipe.

Noi non critichiamo il cammino in quanto tale; abbiamo detto molte colte che presenta aspetti positivi: la predicazione molto centrata sull'esistenziale come terapia d'urto va molto bene, è positiva anche la frequentazione della Scrittura e cercare di vivere la vita di fede in una maniera più "accompagnata".
I problemi nascono quando

1. la predicazione dà insegnamenti difformi a quelli della Chiesa (ma chi non conosce gli insegnamenti della Chiesa non se ne accorge)

2, la scrittura viene interpretata alla lettera sia pure con qualche sussidio ma senza una vera esegesi e l'educazione all'approfondimento di una autentica (Lectio, meditatio oratio e contemplatio) guidata da sacerdoti e non da catechisti che spesso ne sanno meno di te

3. l'irregimentazione, i metodi totalitari e il mancato rispetto per la persona, ma questo sembra che a persone come te faccia tanto bene...

4. una celebrazione che non rispetta, credimi, lo spirito e la forma della Liturgia cattolica anche perché è lo specchio di una teologia diversa
mi sono stancato perfino di mettere i link alle pagine del sito dove è documentato ampiamente; ma so che è inutile percé un neocatecumenale dà credito e autorevolezza solo a quello che dicono i catechisti.

Quindi che dirti? Continua e Dio t'assista!

mic ha detto...

ho già deviato dal mio proposito perché so che avrò parlato al vento arriverà un'altra tornata defatigante... è questo che intendevo, capisco tutto quello che mi hanno detto fin qui, ma francamente è di questo che sono un po' stufo...
ma mi passerà, è un momento perdonatemi... fino adesso ho detto e ripetuto tante volte con pazienza le stesse cose proprio pensando ai possibili lettori nuovi (come qualcuno ha anche detto)... ma, credetemi, tutto ha un limite e forse tentano di prenderci per stanchezza, ma il Signore ci aiuterà e non prevalebunt

Gert ha detto...

Per Felipe che afferma:

(...gert: ritengo fondato che:
- se leggete in maniera letteraria alcune cose scritte sugli Orientamenti e con spirito solo ed esclusivamente critico, la faccenda potrebbe essere fraintesa...)


la "faccenda" potrebbe essere fraintesa?
Il problema è che certi "fraintendimenti scaturiscono non solo da una lettura letteraria,ma dall'osservazione di comportamenti ed ascolto di catechesi neocatecumenali.


(..che in alcune parrocchie si creano divisioni a causa dell'integralismo dei responsabili NC o dei catechisti...)

Non in "alcune",ma nel 90% dei casi,e tu lo sai benissimo!


(.. che in alcune cose il Cammino ci mette un po' ad obbedire (ma poi obbedisce prima o poi, vedi lavabo, orate frates, CREDO ecc.)

In alcune cose forse ci mette un po' a obbedire.Nella stragrande maggioranza dei casi invece non obbedisce affatto(Vdns la messa in atto delle disposizioni papali,l'ultima delle quali schematizzata da Arinze).

Non è partito preso,Felipe,credimi!

Ti ringrazio comunque per aver risposto alla mia richiesta.

mic ha detto...

" se leggete in maniera letteraria alcune cose scritte sugli Orientamenti e con spirito solo ed esclusivamente critico, la faccenda potrebbe essere fraintesa."

Ma come si fa a leggere in maniera letteraria quello che è il vostro Vangelo, la vostra Tradizione orale intoccabile!!!!!
Ma davvero ci stai prendendo per allocchi, quale catechista ti ha suggerito questo?

mic ha detto...

Gert, ho ammirato il tuo aplomb, il mio non so dov'è rimasto ;)

Gert ha detto...

Stai facendo un lavoro immane,Mic: è comprensibile!

mic ha detto...

"mic ma cosa stai dicendo? portami le prove che giustifichino quello che dici! "

e tu dammi le prove che non disprezzate mai la chiesa una santa cattolica e apostolica

la mia parola contro la tua? che continuiamo a parlare a fare? Gli orientamenti kikarmeniani lo portano scritto nero su bianco quel disprezzo inoculato fin dalle prime catechesi (respirato come un tanfo maleodorante da tutti i post di A.nc) e ascoltato con le mie orecchie! Oddio mi devo contenere...
E comunque quello che c'è in quei testi sul disprezzo alla chiesa sarebbe abominevole anche se fossero solo opere letterarie

felipe ha detto...

ma nessuno vi ha chiesto di perdere tempo con me, mica giustamente vi ci paga qualcuno...
tranquilli, cercherò di intervenire il meno possibile, anche nelle frasi scritte da mic avrei molto da aggiungere, ma tanto so che voi siete a ponente e io a levante quindi è inutile parlare. io qualche limite l'ho evidenziato, però quando voi volete farmi dire per forza che è tutto uno schifo io non ci sto più.

p.s. nessun catechista mi ha suggerito quello che ho scritto, è tutto derivato dalla mia esperienza pluriennale nel CNC (positiva o negativa che secondo voi sia).

Gert ha detto...

Sono esterrefatto dal modo in cui vengono candidamente fatte certe convinte affermazioni:se dovessi giudicarlo asetticamente,direi che certe valutazioni possono provenire da menti fortemente condizionate,incredibilmente manipolate. Ma poi rivado a quindici anni fa,quando anche io ero un esaltato neocatecumenale e ,pur rabbrividendo solo al ricordo, mi rendo conto che chi afferma certe cose,chi difende a oltranza il Cammino con cavilli di ogni genere e con pienissima convinzione,lo fa in assoluta buona fede.
Mi rimane invece qualche dubbio sulla buona fede di molti catechisti.

mic ha detto...

sono prove o cosa sono bazzecole?
cose lette in "maniera letteraria"?

ma che significa dove sta la logica, questo si chiama arrampicamento sugli specchi

felipe ha detto...

l'accusa e la calunnia l'hai fatta tu, quindi sei tu che devi darmi le motivazioni.
io posso garantirti che CREDO NELLA CHIESA, UNA SANTA CATTOLICA E APOSTOLICA, poi tu pensa ciò che vuoi. e ho parlato di CHIESA, non di CNC, così almeno vi evito subito una sottolineatura che sicuramente avreste fatto.

montmirail ha detto...

Felipe:

- se leggete in maniera letteraria alcune cose scritte sugli Orientamenti e con spirito solo ed esclusivamente critico, la faccenda potrebbe essere fraintesa.


C'è poco da fraintendere caro Felipe. Uno potrebbe tranquillamente ignorare
l'esistenza degli Orientamenti ma
resterebbe comunque meravigliato
dai concetti e dalle interpretazioni trasmesse.
Ci si chiede allora da dove
provengano e se siano frutto di
un atteggiamento particolare di chi
propone la catechesi. Poi si scopre
che il percorso è il medesimo ovunque, molto omogeneo e in linea con
una certa visione che guarda caso
rispecchia quanto scritto in quei
testi. In sostanza è possibile
ricostruire i concetti degli orientamenti anche senza conoscerli (quello che si chiama processo induttivo). Non è un problema di
interpretazione letteraria del
testo (processo deduttivo)

Gert ha detto...

NON E' UNO SCHIFO,Felipe! Vuoi capirlo?
NON E' CATTOLICO IL CAMMINO!!!

Hai visto mai che ci mettiamo qui a criticare gli Evangelisti o i Luterani o i Calvinisti? Massimo rispetto per loro!

Un po' di meno per chi pretende a oltranza di essere cattolico,anzi più cattolico degli altri!

mic ha detto...

"ma nessuno vi ha chiesto di perdere tempo con me, mica giustamente vi ci paga qualcuno...
tranquilli, cercherò di intervenire il meno possibile, anche nelle frasi scritte da mic avrei molto da aggiungere, ma tanto so che voi siete a ponente e io a levante quindi è inutile parlare. io qualche limite l'ho evidenziato, però quando voi volete farmi dire per forza che è tutto uno schifo io non ci sto più."

non è vero che nessuno ce l'h chiesto, ce l'hai chiesto tu intervenendo, nessuno vuole farti dire per forza che è tutto uno schifo, tant'è che ti ho avidenziato punti positivi e punti negativi, che tu non riconoscerai MAI!!! E allora davvero a che pro questa farsa?
Se sei in buona fede sei impermeabile, se sei in malafede insisterai coriaceo... è questo aspetto dell'interloquire con voi che trovo demenziale...

Gert ha detto...

Non metto in dubbio,Felipe, che TU creda alla Chiesa,Una,Santa,Cattolica e Apostolica.Capisco(l'ho sottolineato poco fa) la tua buonissima fede.Non ce l'abbiamo con te in quanto credente.Ce l'abbiamo solo con coloro che ti strumentalizzano,sapendo bene di farlo!

felipe ha detto...

come io trovo demenziale che voi continuiate ad attaccare il CNC definendolo non cattolico, eretico, lavacervelli ecc.

io mi sento a pieno titolo nella Chiesa Cattolica Apostolica Romana, e te lo dimostrerò: se un giorno la Chiesa non dovesse più appoggiare il CNC io lo lascerei subito, perchè per me il CNC era, è e sarà uno STRUMENTO, STRUMENTO, STRUMENTO, STRUMENTO, STRUMENTO in mano alla Chiesa per la salvezza di molte anime, punto e basta.
poi non voglio aggiungere altro sul fatto che non è cattolico, perchè voi chi siete per affermarlo quando centinaia di Vescovi lo amano e proteggono? sugli errori possiamo parlarne, ma quando si parla di essere fuori dalla Chiesa sono assolutamente inamovibile.

Gert ha detto...

Caro Felipe,

ma perchè piuttosto non ti domnandi come mai Kiko insiste tanto a definirsi cattolico,quando di fatto i suoi assunti sono squisitamente protestanti ed ebraicizzanti? Cosa ha da guadagnarci?

Non ce l'ho nè coi Protestanti nè con gli Ebrei (i quali non tollererebbero mai un analogo cavallo di troia all'interno del loro credo),ce l'ho con chi vuole scimmiottare il credo cattolico in maniera smaccata e pretende addirittura di esserne il paladino!
E' questo che è intollerabile.Comprendi?

mic ha detto...

"ma che significa dove sta la logica, questo si chiama arrampicamento sugli specchi"

io ho giocato quadri (parlavo del disprezzo alla Chiesa contenuto negli orientamenti)

tu mi rispondi a picche (parlandomi del credo)

è una tecnica di comunicazione scorretta ma abilmente provocatoria e spezza la logica del discorso; ma forse non lo fai apposta in voi è proprio congenito questo comportamento non è il primo e non sarà l'ultimo...

mic ha detto...

siamo rientrati nel circolo vizioso demenziale...

Gert ha detto...

Beh Felipe...

ti dichiari ..."assolutamente inamovibile".

Mo' riprendiamo con i ragli in fa bemolle e non ci sto più!

Buonanotte!

mic ha detto...

"come io trovo demenziale che voi continuiate ad attaccare il CNC definendolo non cattolico, eretico, lavacervelli ecc."

se lo trovi demenziale che ci fai qui?

Gert ha detto...

Piccolissimo corolario prima di andare a nanna: gli STRUMENTI li dà e li preordina la Chiesa,non un pittore qualsiasi che pretende di essere Chiesa.Giusto per intenderci in buon latino(come direbbe padre Dante).
Buonanotte.

mic ha detto...

"perchè voi chi siete per affermarlo quando centinaia di Vescovi lo amano e proteggono"

sbaglio o qualcuno l'ha già detto?
sbaglio o è vero quello che dice?
sbaglio o è questo il dramma della Chiesa (uno dei tanti, purtroppo), oggi?

montmirail ha detto...

Per Mic

Visto che si parla di fare il punto,
ritengo anzitutto doveroso ringraziare per l'impegno che ha
portato alla creazione di questo spazio. Esso non è un esercizio di vanagloria pur essendo il blog uno
strumento a rischio di autoreferenzialità. In generale forse è uno dei
pochi modi rimasti per lanciare
un sassolino di verità tra gli ingranaggi della macchina mediatica. Dispiace che ciò accada
all'interno del mondo cattolico
per il rischio di creare divisioni,
ma se se ne avverte l'esigenza è forse perchè le divisioni già esistono ed è inutile far finta di nulla. C'è solo da capire per quanto ancora sarà possibile se
andrà in porto il disegno di legge
approvato dal consiglio dei ministri. Come suggerimento metterei in evidenza altri punti
fondamentali tra quelli
consultabili nella parte destra della pagina principale.

felipe ha detto...

il discorso sul credo era un altro commento separato. Kiko scrive che la Chiesa ha bisogno di essere dinamica, di andare incontro alle esigenze delle nuove generazioni e per questo è nato l'annuncio del Kerygma, l'Eucarestia nella piccola comunità ecc.
Devi capire che la Chiesa Cattolica non è perfetta: è santa e peccatrice; per cui non è un discorso di disprezzo, è un evidenziare alcuni aspetti che (a suo giudizio) potrebbero essere rinnovati inserendo nuove metodologie, ma sempre con il fine di salvare l'uomo da questa generazione secolarizzata.

mic ha detto...

"C'è solo da capire per quanto ancora sarà possibile se andrà in porto il disegno di legge
approvato dal consiglio dei ministri"

Grazie Montmirail è vero che la scissione c'è e non si crea certo evidenziandola, si scopre solo che già c'è e si chiariscono le cose.

Quello che ho quotato mi sembra una neocatecumenata ;) mi spieghi che significa?

felipe ha detto...

mi dispiace gert, saranno pure ragli ma io continuo a sentirmi come CNC a pieno titolo nella Chiesa cattolica, poi che secondo te sia un'assurdità è un problema tuo ripeto, nessuno ti costringe a dialogare con me.

mic: se tu credi demenziali certi discorsi, che ci parli a fare con me? è chiaro che ognuno è convinto di aver ragione, però ci si confronta, anche se non si è convinti neanche dell' 1% di ciò che pensa l'altro...

A.NC (ex anonimo) ha detto...

Caro mic,

"Ma come si fa a leggere in maniera letteraria quello che è il vostro Vangelo, la vostra Tradizione orale intoccabile!!!!!
Ma davvero ci stai prendendo per allocchi, quale catechista ti ha suggerito questo?"

interventi come questo sono quelli che poi ti fanno sembrare un invasato che cerca sempre e comunque di essere "contro", capisco la foga nel voler esporre una cosa in cui tu credi, forse però esporre le cose in maniera meno veemente e più chiara aiuterebbe a discutere anzichè iniziare solo uno scambio di battutine e polemiche reciproche.
Chi vuoi che abbia detto a Felipe di scrivere ciò che ha scritto? Lo Spirito che è dentro di lui, quello stesso Spirito che tu vuoi non essere Santo a causa di presunte storture.
Fra l'altro, questo tuo intervento, letto parola per parola fuori da un contesto fortemente critico, come quello che ormai avete impostato su ogni discussione, risulta offensivo per molte persone, circa 2 milioni nel mondo mi sembra, che non hanno mai definito "Vangelo" le catechesi (si chiamano così), ne gli orientamenti per le equipes (anche questi hanno un nome che non è "Vangelo"), le nostre tradizioni orali (hai detto bene stavolta) sono esattamente questo, tradizioni orali che, una volta trascritte, divengono piuttosto difficili da rileggere, non c'e' il tono con cui vengono dette le frasi, l'enfasi sulle parole.
Se io prendessi una registrazione di un tuo discorso orale e lo trascrivessi, pensi che 4 persone diverse ci potrebbero leggere lo stesso senso che è giunto a chi lo ha ascoltato a voce?
Nessun catechista manda qualcuno a parlare qui, dubito che siano così interessati di ciò che viene scritto qui, probabilmente si limitano a pregare per voi e per noi, perchè questo sono i Catechisti, questa è l'unica esperienza che io ne ho avuto.

felipe ha detto...

ah cmq... fa bemolle non esiste...

mic ha detto...

Felipe, ci vorrebbe un trattato per risponderti STOP è tutta brodaglia propagandistica non la accetto e non la tollero su questo blog non provarci nemmeno
Non è violenza e amore per la verità e intolleranza per l'aria fritta ben confezionata basata sui bisogni reali spacciata per motivazioni che giustificano il cammino... noi ne abbiamo messo in evidenza le storture e l'abbiamo preso a pedate cacciandolo dalla porta della nostra vita e tu pretendi di farcelo entrare per la finestra con queste baggianate?

mic ha detto...

"forse però esporre le cose in maniera meno veemente e più chiara aiuterebbe a discutere anzichè iniziare solo uno scambio di battutine e polemiche reciproche"

grazie per il consiglio ma non mi sembra di aver parlato a battutine nei miei post e qualche battuta me la potrai ben consentire o no?

per stasera ho chiuso bottega; ne riparliamo domani
buona notte

mic ha detto...

"tradizioni orali che, una volta trascritte, divengono piuttosto difficili da rileggere, non c'e' il tono con cui vengono dette le frasi, l'enfasi sulle parole."

Prima di chiudere ti dico
NO NO e NO
in quei testi altro che enfasi sulle parole
CI SONO PAROLE CHE SONO MACIGNI

felipe ha detto...

baggianate??? ma sei impazzito tutto di un tratto? io non voglio far entrare nulla dalla finestra, nè mi frega nulla di convincerti, se sto qui è solo per confrontarmi e basta. se poi sei psicologicamente instabile non sfogarti con me...

montmirail ha detto...

Felipe ha scritto:

Devi capire che la Chiesa Cattolica non è perfetta: è santa e peccatrice; per cui non è un discorso di disprezzo, è un evidenziare alcuni aspetti che (a suo giudizio) potrebbero essere rinnovati inserendo nuove metodologie, ma sempre con il fine di salvare l'uomo da questa generazione secolarizzata.

***

Ma la generazione secolarizzata è
il risultato della sbornia che sarebbe facile definire postconciliare di cui Kiko fa parte
a pieno titolo. Non era sbagliata
l'idea di apertura quanto l'intento
rivoluzionario, dove per rivoluzionario intendo gnostico.
E il linguaggio e il metodo rimangono tali. Allora con quale
diritto e su quali basi si pensa di ricostruire la
chiesa addirittura dalle fondamenta
quando il risultato di interpretazioni fai da te - non solo
per ciò che riguarda il cammino - è
sotto gli occhi di tutti?
Come fa a definirsi "serio" un percorso che approfittando del disinteresse e dell'ignoranza,
veicola concetti diversi dal CCC?
Come è possibile tutto questo?

mic ha detto...

"se poi sei psicologicamente instabile non sfogarti con me..."

non sono psicologicamente instabile, sono solo leggermente scoglionato è la mia verità di questo momento e penso capiti a tutti a meno che non si sia dei robot

Gert ha detto...

Per Felipe che afferma che il fa bemolle non esiste.....Appunto! Tu ragli sull'inesistente!

Per l'ineffabile A.nc che in punta di penna afferma

"Chi vuoi che abbia detto a Felipe di scrivere ciò che ha scritto? Lo Spirito che è dentro di lui, quello stesso Spirito che tu vuoi non essere Santo a causa di presunte storture."

Parli dello Spirito Neocatecumenale ovviamente!

Sei molto spassoso!

Ah,dimenticavo... i neocatecumenali ti "sembrano"..."circa 2 milioni nel mondo". Le cifre che dà Kiko si aggirano tra 800.000 e 1 milione.
Forse ti riferivi ad altri?

Buona continuazione di ragli figlioli.Stavolta me ne vado a letto veramente infischiandomene delle vostre boiate senza capo nè coda.

Sogni d'oro!

montmirail ha detto...

Per Mic

Il mondo della rete è in allarme
per il siluro che il governo ha
sparato con la nuova definizione
di prodotto editoriale che coinvolgerebbe praticamente tutto
compresi i blog:

http://punto-informatico.it/
p.aspx?i=2092327

A.NC (ex anonimo) ha detto...

"non sono psicologicamente instabile, sono solo leggermente scoglionato è la mia verità di questo momento e penso capiti a tutti a meno che non si sia dei robot"

Sai quante volte lo sono stato io? Parecchie, ma basta trovare qualcosa che ti faccia ricaricare le batterie e torni come nuovo.
Accetta il consiglio di un "nemico", c'e' uno stupendo libro, che spero non vorrai definire pro-CNC, dal titolo "TU NON MI RIFIUTI MAI", sottotitolo "scritti dalla clausura raccolti dal monaco Nicola", io ci trovo sempre la pace nei momenti in cui mi sono parecchio alterato, provalo anche tu, sono gli scritti raccolti da un Frate Trappista.

felipe ha detto...

non fare lo svelto, neanche lo sapevi che non esisteva...
sogni d'oro

Anonimo nc ha detto...

Ho letto sempre con interesse i post dei fratelli nc, cercando sempre di leggervi una qualche apertura, mai trovata fino ad ora. Mi sembra che questi fratelli vengano qua con il solo intento di creare confusione, adottando metodiche sempre eguali, quasi prive di fantasia!
Non importa come si firmano, la sostanza dell'intervento e' sempre quella:
vittime immolate sull'altare dell'incomprensione (su tutti credo A.nc che peraltro ha ancora punti aperti). Peccato.
Se dite di amare la Chiesa allora tornate a celebrare la Santa Messa proprio in Parrocchia , senza volervi mettere al centro dell'attenzione, fedeli tra i fedeli.
*******************************************
per quanto riguarda il Credo il mio dotto amico sostiene che in origine era solo elemento della liturgia battesimale e che solo in un secondo momento fu introdotto nella Messa ma non come elemento essenziale . A sostegno durante i gg feriali non si recita. Cio basterebbe a giustificarne l'omissione per un certo numero di anni di cammino per poi reintrodurlo cantato, quando la comunita sta avanti nel cammino di riscoperta del battesimo. A me sembra un po' deboluccia. Un po piu devastante, poi, mi sembra l'effetto del guadagnarsi di cantare il Credo. (devi superare la Traditio per recitarlo e la Redditio per cantarlo)

mic ha detto...

Grazie, Montmirail

Dice che qualunque attività sul web dovrè essere registrata al ROC il Registro degli Operatori della Comunicazione. Non ho ancora visto le regole, ovviamente ci saranno procedure e condizioni da rispettare; ma se serve si farà, se non si potrà fare il nostro scopo di informare in gran parte è gia raggiunto...

mic ha detto...

"io ci trovo sempre la pace nei momenti in cui mi sono parecchio alterato, provalo anche tu, sono gli scritti raccolti da un Frate Trappista."

quando sono alterato mi raccolgo in me stesso e ritrovo dentro di me la Pace del mio Signore nel mio rapporto vivo e saldo con LUI che, oltre alle tensioni, scioglie anche tutti i veleni.. e ti assicuro che non ci vuole molto

felipe ha detto...

Se dite di amare la Chiesa allora tornate a celebrare la Santa Messa proprio in Parrocchia , senza volervi mettere al centro dell'attenzione, fedeli tra i fedeli.

xkè dovrei tornarci se la Chiesa ci lascia celebrare in comunità il sabato sera? al centro dell'attenzione ci vorrai stare tu semmai...
saluti

mic ha detto...

Sai, Montmirail, l'unico "apparente" problema potrebbe essere che per essere iscritti ad un pubblico registro ovviamente ci vuole come minimo nome e congome e/o la ragione sociale... potrebbe essere la molla che, per quanto mi riguarda, mi farebbe uscire allo scoperto...
non si sa mai...

A.NC (ex anonimo) ha detto...

"Un po piu devastante, poi, mi sembra l'effetto del guadagnarsi di cantare il Credo. (devi superare la Traditio per recitarlo e la Redditio per cantarlo)"

Il Credo viene recitato da TUTTE le comunità a prescindere dalla tappa in cui sono, questo fa parte di quanto viene comunicato da TUTTI i catechisti nelle convivenze di riporto.
Ti riferisci a cose piuttosto datate, il Credo non veniva recitato fino alla Traditio Simboli fino ad un paio di anni fa.
L'unica differenza è per il Credo cantato, questo viene fatto solo dopo la Redditio Simboli, e c'e' un motivo per questo, ma lo sapete bene e poi non mi pare che la discussione sia sul fatto se cantarlo o meno ma sul fatto se sia presente nella celebrazione o no, beh, c'e' e non è quello apostolico ma quello nella forma Nicene-Costantinopoli.

Se qualcuno vuole confrontarsi sul Credo inizi a spiegarmi se è meglio che le persone lo meditino articolo per articolo o se lo leggano ogni domenica da un foglietto (compresi gli eventuali errori di stampa, cosa accaduta realmente, oltre metà parrocchiani hanno letto "gemito Figlio di Dio" anzichè "unigenito Figlio di Dio") senza comprendere nemmeno perchè alcune frasi sono state aggiunte al Credo apostolico.

Anonimo ha detto...

messaggio di newgold69

per felipe e chi raglia come lui:

kiko dice... la chiesa dice... il cammino dice... la chiesa dice... noi in comunità facciamo... voi in parrocchia fate...

ma non ti rendi conto che sei una contradizione vivente? siete sempre in contrapposizione, siete sempre diversi e contrari a tutto e a tutti: alla prassi, alla tradizione, alle chiese locali, alle norme liturgiche, al catechismo.. e avete la pretesa di affermare che siete nella vertà e nella giustizia? ma quando andate a dormire ... la coscienza la mettete fuori dalla porta come le scarpe sporche? non vi vergognate delle menzogne, degli inganni, delle violenze fisiche, spirituali, mentali, dei drammi che avete creato e costruito nelle vite e nei cuori di centinaia di mgliaia di persone? non vi viene mai il dubbio che ci sa qualcosa che non va nel ridurre al lastrico e nella miseria persone e famiglie? non pensate che qualcuno possa veramente denunciarvi? ridurre voi alla rovina per il male che avete fatto? non tenete mai in considerazione che la chiesa da anni vi sta, con molta pazienza, richiamando all'ortodossia? pensate di farla franca sempre? non credete che la batosta vi stia per arrivare tra coppa e collo? una mazzata terribile? non ascoltate quello che dice kiko. aprite gli occhi e guardate a quello che vi sta succedendo attorno a voi.

forse non vi rendete conto, ma state camminando sul bordo del precipizio: continuate in questo modo e vedete che bel volo farete!

Anonimo nc ha detto...

Felipe,
risposta senza senso, che rafforza il mio sentire sulla vostra partecipazione al blog. Continuate a fare persino un pessimo servizio al cn, ma questo in fondo e' l'aspetto positivo della vostra partecipazione, che per grazia del Signore non capite!

nicola ha detto...

felipe nella mia parrocchia sono iniziate le catechesi. grande cartello: "Dio ti ama, ecc ecc.. catechesi per adulti.."

perchè non hanno scritto sotto, sopra, da parte, dove volevano loro "CAMMINO NEOCATECUMENALE??"

perchè è sempre la stessa storia..

..e non dire che se uno fa lo sbaglio non significa che tutti sbagliano, perchè nella mia parrocchia kiko c'è stato più volte, il responsabile è un pirla che ha blindato le messe per molti anni e di errori ne fanno tuttora un sacco senza che nessuno sembra accorgersene. e kiko lo sa. e penso (io) che lo voglia.

ah, mio fratello frequenta l'ACR. venerdì scorso i miei sono stati invitati in parrocchia per un incontro in cui si spiegava cos'è l'ACR, obiettivi, metodi e scopi.

questa è serietà

A.NC (ex anonimo) ha detto...

"quando sono alterato mi raccolgo in me stesso e ritrovo dentro di me la Pace del mio Signore nel mio rapporto vivo e saldo con LUI che, oltre alle tensioni, scioglie anche tutti i veleni.. e ti assicuro che non ci vuole molto"

Beh, se funziona bene per te, lo sai di sicuro meglio tu, io ti ho solo proposto una cosa che a me da molta pace, sono tutte letture molto brevi in quel libro, il resto è la meditazione che ci fai tu sopra.

felipe ha detto...

a.nc sei proprio un grande! la spiegazione sul Credo e sulla meditazione della Redditio Symboli è stata a dir poco fenomenale, voglio proprio vedere quanti avranno una virgola da eccepire!

anonimo: vai tu a ragliare da qualche altra parte e non dire idiozie. gli occhi li apro infatti, e vedo che l'approvazione è vicina! ciao

felipe ha detto...

anonimo nc, quale risposta? perchè non pensi a te che forse sei tu che non puoi capire?

nicola, nn so che dirti, da noi si scrive sempre a caratteri cubitali: IL PARROCO E LE COMUNITA' NEOCATECUMENALI...

Anonimo ha detto...

xkè dovrei tornarci se la Chiesa ci lascia celebrare in comunità il sabato sera?
----

Poveretto

Anonimo nc ha detto...

Per A.nc

fino a giugno 2007 quello che dici sul recitare il Credo nelle comunita prima della Traditio non avveniva.
Che sia cambiato a settembre?
Sulla preparazione degli articoli del Credo ci sarebbe da dire molto, ma in negativo.

A.NC (ex anonimo) ha detto...

"messaggio di newgold69"

Ho tagliato volutamente il resto, tanto non serve quotarlo è riportato più su, un bell'esempio di luoghi comuni e parole al vento.

"la coscienza la mettete fuori dalla porta come le scarpe sporche?"

Io, visto che ti sei riferito a Felipe e chi raglia come lui, la mia coscienza la ho ben presente in ogni cosa faccio, tu quando ci farai i conti? Parli per assoluti, e sei il primo a parlare con i "voi fate questo, voi dite quello", chi è che predica la separazione? Sono sacerdoti come te quelli che creano la discomunione nelle parrocchie, da una parte e dall'altra della "barricata", sei molto più simile alla parte peggiore di ciò che dici di voler combattere di quanto non pensi.

Anonimo nc ha detto...

certo che preferire celebrare a Santa Messa in una sala che non in Chiesa .....................qualcuno ha commentato poveretto.
E' stata una perla di carita'.

A.NC (ex anonimo) ha detto...

"Anonimo nc ha detto...

Per A.nc

fino a giugno 2007 quello che dici sul recitare il Credo nelle comunita prima della Traditio non avveniva.
Che sia cambiato a settembre?
Sulla preparazione degli articoli del Credo ci sarebbe da dire molto, ma in negativo.
"

Ti ripeto che hai informazioni vecchie o limitate alla tua parrocchia, se ci sono catechisti che non hanno riportato ciò che hanno ricevuto 2 anni fa, io ho riportato per intero ciò che ho ricevuto, faccio parte della equipe di catechisti, e quindi non parlo per sentito dire ma per quello che ho udito e riportato io stesso a parecchie comunità.
Vuoi sapere altro sull'applicazione delle "leggi di Kiko"? Perchè voi le avete definite così, giusto? Per me sono le catechesi di inizio corso.

felipe ha detto...

anonimo nc... ma attacca il cervello prima di parlare! non è ancora chiaro che noi celebriamo nella NOSTRA COMUNITA'? lo capisci che non c'entra un.. mmm mi trattengo, un cavolo la differenza tra sala e Chiesa? lo sai che molte comunità celebrano nella Chiesa vera e propria? informati prima di parlare, il gesto di carità è il mio che ti sto pure rispondendo!

A.NC (ex anonimo) ha detto...

" Anonimo nc ha detto...

certo che preferire celebrare a Santa Messa in una sala che non in Chiesa .....................qualcuno ha commentato poveretto.
E' stata una perla di carita'."

Diciamo che più che una preferenza è una necessità, o devo desumere che non sai molto delle celebrazioni del cammino?
Del resto, come per qualsiasi altra cosa si faccia, c'e' un riferimento nelle Sacre Scritture che può spiegarti meglio di qualsiasi discorso che non è assolutamente una cosa sgradita al Signore, dove sono riuniti 2 o più nel Suo nome, Lui è presente, non mi pare che si sia mai letto "In qualsiasi Chiesa siano riuniti Io sarò lì", e la cosa non vuole essere una battuta, ci sono Chiese che sono state create in un Garage, una è proprio nei paraggi della mia parrocchia, con degli arredi liturgici, alcuni tappeti e delle icone alle pareti, e non le hanno create i neocatecumenali, anche se somigliano molto alle sale in cui noi celebriamo, almeno dal punto di vista arredi, forse non siamo gli unici a pensare che la Chiesa (l'edificio) non sia l'unico posto in cui si può celebrare una Santa Messa, anche i Papi hanno celebrato in posti che non erano Chiese.

Anonimo ha detto...

Catechesi su "Pietro": 5 minuti dedicati al Papa,45 a Kiko.

Poveretti!

Anonimo nc ha detto...

Per A.nc

come al solito, puoi dire tutto o il contrario di tutto, tanto sempre tradizione orale e'. Pubblica sul blog le bozze non corrette della convivenza di inizio corso cui ti riferisci.
Come diceva sempre il mio catechista:fatti concreti.
Il fatto che tu dica di essere catechista per me non cambia nulla.
il cammino l'ho fatto per 13 anni, le storture le ho vissute tutte.
Dovresti ancora rispondere alle domande dell'altra pagina.

nicola ha detto...

"nicola, nn so che dirti, da noi si scrive sempre a caratteri cubitali: IL PARROCO E LE COMUNITA' NEOCATECUMENALI..."

ma sei almeno triste per quello che succede da noi?

ti chiedi il perchè?

ti adiri per questa cosa che rischia di far passare anche te in malafede?

ti domandi se accade anche in altri luoghi?

perchè se questo non succede, la tua testa ha perso la funzione di compiere ragionamenti induttivi
(ossia dato il caso A simile a B, a C, a D, ecc ecc per induzione formulo la legge che mi fa prevedere il caso N simile ai precedenti). in altre parole, se tu giustifichi ogni cosa che qui viene riportata essere in contraddizione con le indicazioni della Chiesa e spesso dei vostri stessi statuti, come errori circostanziati e personali (ossia del singolo catechista), vuol dire che ti sei bruciato il cervello e vedi solo quello che vuoi vedere.

ti pago di tasca mia un pellegrinaggio nelle parrocchie dove è radicato il cammino per farti vedere la diffusione di quello che secondo te è solo un caso..

..se invece la capacità critica ce l'hai, vai dal tuo catechista. digli: guarda che in internet leggo che in molte parrocchie si fanno cose sbagliate, comunicalo a chi è sopra e mandate la voce a Kiko, così che possa cambiarle.

E GODITI LA RISPOSTA.

anzi, registrala e inviala agli autori del sito, così fanno un link con materiale multimediale..

scusa felipe, ma la tua risposta non cambia l'assurdità delle cose che si fanno da noi. e se il responsabile della mia parrocchia nemmeno mi guarda x' non sono dei suoi, cosa posso fare per cambiare?

siete una struttura gerarchica. non lasciate nulla al caso. se da te si fa così si vede che il parroco è forte.

parroco debole-catechista violento

parroco forte-catechista rispettoso

e, ancora, questo kiko lo sa. e lo vuole. e tu lo sai. e se ancora non lo hai capito VAI A GUARDARTI IN GIRO. FALLO CAZZO, FALLO. se sei onesto tornerai qui a darci ragione.

buonanotte

Anonimo ha detto...

Convivenza di riporto.Hotel tre stelle.158 € a testa x sette persone della stessa famiglia + babysitter+fiori+ optional = €.1200.

Per sentire due cazzate.

Poveretti

Anonimo nc ha detto...

Caro A.nc
dissertazione sul luogo in cui celebrare con la quale puoi prendere in giro qualcun altro!
Potevi risparmiartela, non ti fa onore!

Anonimo ha detto...

"Non strizzatevi i cervelli su internet e se qualcuno parla male del Cammino,ignoratelo e pregate per lui"

Poveretti!

Anonimo nc ha detto...

E poi la cosa piu inquietante e' la estrema leggerezza di come avete parlato stasera sulla Casa del Signore.

Anonimo nc ha detto...

Ed ancora l'uso strumentale della Scrittura, che hai completamente distorto. Vergogna!

lettore 5 ottobre ha detto...

Proprio pochi minuti fa, nella cassetta delle lettere, ho trovato questo invito:

VIENI PERCHÈ OGGI IL SIGNORE VUOLE DARE UNA RISPOSTA ALLA TUA VITA

TI INVITIAMO ALLE CATECHESI PER ADULTI
che si terranno nella chiesa parrocchiale il lunedì e il giovedì alle ore 21
a partire da lunedì 8 ottobre 2007

Per chi avesse bisogno di baby sitter e di essere accompagnato può rivolgersi ai numeri...

Ecco: la storia si perpetua, il Cammino neocatecumenale non compare da nessuna parte ed è la Chiesa che ti invita, saranno in tanti a cascarci una volta in più... Alla presenza e con la garanzia di un sacerdote muto, assoggettato a laici onnipotenti come i catechisti formati solo dalla catechesi degli iniziatori del cammino e non dalla Chiesa, si sentiranno distruggere 1800 anni di storia della Chiesa, da Costantino al Vaticano II, col più grande disprezzo per la Tradizione... Il resto, dall'anomala celebrazione ai metodi, gerarchie, simboli, è scempio del cuore della nostra fede... come è ampiamente documentato sul vostro sito

La Chiesa continua a permetterlo...

La mia è una parrocchia solo neocatecumenale costruita negli anni 90 con tutti i crismi della nuova estetica kikiana(1) e tanto di catecumenium annesso; i sacerdoti sono solo neocatecumenali Redemptoris Mater doc e il resto della pastorale è inesistente... sono anni che non la frequento più, dopo grandi sofferenze...

Non faccio commenti tranne due brevi considerazioni:

1. la Chiesa continua a permetterlo, (almeno nelle more dell'approvazione potevano sospendere le nuove catechesi) per contenere i danni (ma forse non lo considerano un danno...)

2. Mi colpisce la frase iniziale "oggi il Signore vuole dare una risposta alla tua vita" e chi va, attratto da questo, non sa che poi sarà il Cammino a dare risposte prefabbricate uguali per tutti, NON ispirate dalla fede CATTOLICA ma del tutto kikarmenke, e non aiuterà a trovare la RISPOSTA PERSONALE, prima ancora che comunitaria, che ognuno di noi deve al Signore per la chiamata ricevuta con il dono della vita...

Anonimo ha detto...

messaggio di newgold69

A.NC (ex anonimo) ha detto...
"messaggio di newgold69"

Ho tagliato volutamente il resto, tanto non serve quotarlo è riportato più su, un bell'esempio di luoghi comuni e parole al vento.

"la coscienza la mettete fuori dalla porta come le scarpe sporche?"

Io, visto che ti sei riferito a Felipe e chi raglia come lui, la mia coscienza la ho ben presente in ogni cosa faccio, tu quando ci farai i conti? Parli per assoluti, e sei il primo a parlare con i "voi fate questo, voi dite quello", chi è che predica la separazione? Sono sacerdoti come te quelli che creano la discomunione nelle parrocchie, da una parte e dall'altra della "barricata", sei molto più simile alla parte peggiore di ciò che dici di voler combattere di quanto non pensi.

21 ottobre, 2007 23:40



che Dio abbia pietà di te, e soprattutto di chi ti ha condotto a parlare, pensare e agire in questo modo. io ti aspetto a fare quello che tanti rovinati come te già stanno facendo: quello di umiliarti, di riconoscere i tanti e gravi errori, di chiedere veramente perdono, di fare una santa confessione, di rientrare nella vera chiesa, di abiurare l'eresia neocatecumenale, di cacciare il demonio che agisce sotto mentite spoglie in una realtà che si è vestita da gregge, ma che in realtà è un lupo.

convertiti. CONVERTITI!!!!

Argentina ha detto...

"Diciamo che più che una preferenza è una necessità, o devo desumere che non sai molto delle celebrazioni del cammino?"

più che necessità è una brutta e strana abitudine che viene conservata anche quando c'è la chiesa a disposizione e quello che ci rimette è la sacralità del rito, di cui tutto contribuisce alla banalizzazione

Un mio amico ai Martiri Canadesi a Roma lamenta che hanno trasformato la meravigliosa cripta della sua parrocchia da cui è dovuto emigrare in una serie di "loculi" in cui celebrano separatamente (bella comunione se è vero che è l'Eucarestia che crea la comunione...)
ma nel neocatecumenato la comunione (o la consorteria? o la dipendenza?) è data dal fatto che ognuno conosce le miserie dell'altro... che schifezza! che miseria

e lì c'è la chiesa a disposizione
ma le regola data dal tripode è quella e non si discute
non è così che si comporta la chiesa!
Non è così che si comporta la chiesa con le questioni intime delle persone! Le si spaccia per "liberazione" ma sarebbe psicologia da quettro soldi se non fosse consapevole strategia per distruggere la personalità

Seby ha detto...

Gert ha detto...

NON E' UNO SCHIFO,Felipe! Vuoi capirlo?
NON E' CATTOLICO IL CAMMINO!!!
Hai visto mai che ci mettiamo qui a criticare gli Evangelisti o i Luterani o i Calvinisti? Massimo rispetto per loro!Un po' di meno per chi pretende a oltranza di essere cattolico,anzi più cattolico degli altri!

Appunto gert, ha detto cio' che noi pensimo!
Nessuno ce l'ha con il CNC in quanto tale, ma essendo pieno zeppo di errori dottrinali che non fanno parte della concezione e della dottrina cattolica, nono capiamo perche' Kiko dica smepre di voler essere cattolico.Si faccia la sua Chiesa, ma fuori da quella cattolica!
A nostro avviso il suo e' un cavallo di troia che vuole cambiare radicalmente la Chiesa dal di dentro, a cominciare dalla tradizione e per finire nella teologia! e poi, caro felipe, secondo te e' normale che un movimento abbia la sua messa privata domenicale il sabato sera?A porte chiuse nonostante lo statuto? Se il sacrificio eucaristico (che Kiko vede principalmenta come banchetto escatologico) e' un momento di unita' dei cristiani, voi perche' vi fata la vostra celebrazione a parte? Ti piacerebbe una chiesa in cui ogni movimento avrebbe la sua celebrazione eucarsitica:focolarini, rinnovamento delo spirito, ma stai scherzando, vero?Gesu' prprprio quando istitui la Santa Eucarestia prego' per l'unita' dei cristiani, non per la divisione...
Secondo te felipe e gli altri fratelli del CNC, perche' in qualsiasi parrocchia arrivate create divisioni?
Ditemi il perche'!

Pinkus ha detto...

Se focolarini,carismatici,AC, ecc ecc,come i neocatecumenali, celebrassero la loro messa separata,i neocatecumenali sarebbero molto contenti perchè si realizzerebbe il loro progetto,quello di una CHIESA DIVISA,UNA NON CHIESA!

Seby ha detto...

il Credo non veniva recitato fino alla Traditio Simboli fino ad un paio di anni fa.

Cavolate!Menti sapendo mi mentire! Il credo e' stato introdotto solo nel 2006 dopo la lettera del Cardinale Arinze e' in alcune comunita' non si dice lo stesso e in momenti particolare (vedi matrimoni) non c'e' l'ombra!

Seby ha detto...

Pinkus ha detto...

Se focolarini,carismatici,AC, ecc ecc,come i neocatecumenali, celebrassero la loro messa separata,i neocatecumenali sarebbero molto contenti perchè si realizzerebbe il loro progetto,quello di una CHIESA DIVISA,UNA NON CHIESA!


Appunto!

Pinkus ha detto...

Lo dice kiaro il catechista neocatecumenale. La "Chiesa" è fatta di tante piccolissime cellule che non comunicano tra loro.Altro che UNA,SANTA e CATTOLICA.

Seby ha detto...

Da alcuni giorni si sventalono in alcune parrocchie immensi striscioni con che invitano alle catechiesi per adulti, senza far nessun riferimento al CNC! La storia e' sempre quella, cammuffarsi!

Pinkus ha detto...

Ma non vi vergognate di difendere ankora un movimento religioso che vuole DIVIDERE,DIVIDERE,DIVIDERE.Altro che STRUMENTO,STRUMENTO,STRUMENTO di fede.
Il cammino è solo STRUMENTO DI GRAVE DIVISIONE.
Tra i due mali preferisco quello dei "cristiani della domenica" che possono essere recuperabili anzichè voi.

Pinkus ha detto...

Chi si camuffa?
Solo chi ha qualcosa da nascondere?

Anonimo ha detto...

"Allora Gesù si rivolse alla folla e ai suoi discepoli dicendo:'Sulla cattedra di Mosè si sono seduti gli scribi e i farisei.Quanto vi dicono fatelo e osservatelo,ma non fate secondo le loro opere,perchè dicono e non fanno.Legano infatti pesanti fardelli e li impongono dulle spalle della gente,ma loro non vogliono muoverli neppure con un dito.Tutte le loro opere le fanno per essere ammirati dagli uomini:allargano i loro filattèri e allungano le frange;amano posti d'onore nei conviti,i primi seggi nelle sinagoghe e i saluti nelle piazze,come anche sentirsi chiamare "rabbi" dalla gente.Ma voi non fatevi chiamare "rabbi" perchè uno solo è il vostro maestro e voi siete tutti fratelli.E non chiamate nessuno "padre" sulla terra,perchè uno solo è il Padre vostro,quello del cielo.E non fatevi chiamare "maestri",perchè uno solo è il vostro Maestro,il Cristo" ( Matteo 23,1-10).

Chi sono i moderni farisei nella Chiesa,oltre ai farisei che stanno ordinariamente nel tempio?
Chi sono i nuovi "maestri"?
E chi acclamano come "padre" e guida?

Seby ha detto...

Mic, anche se dovesse passare la legge bavaglio riguardo i blog (ma non passera' sarebbe anti democratico) ci trasferiremo baracca e burattini in un server straniero!
Dobbiamo continuare con questo blog per amore della Verita'!

A.NC (ex anonimo) ha detto...

"Seby said...

il Credo non veniva recitato fino alla Traditio Simboli fino ad un paio di anni fa.

Cavolate!Menti sapendo mi mentire! Il credo e' stato introdotto solo nel 2006 dopo la lettera del Cardinale Arinze e' in alcune comunita' non si dice lo stesso e in momenti particolare (vedi matrimoni) non c'e' l'ombra!"

Complimenti per la disponibilità e la dialettica, dimostri chiaramente di essere ciò che molti ti hanno attribuito, un fanatico.
Perdo tempo per l'ultima volta a darti risposta, il Credo viene omesso MOLTO spesso anche in matrimoni non neocatecumenali, e se dici il contrario sei tu quello che mente sapendo di mentire.
Circa il recitare il Credo, ti confermo quanto ho scritto prima, la comunicazione è del 2005, non del 2006, ma del resto io potrei anche sbagliarmi visto che tu hai le fonti dirette, giusto? Penso tu ne abbia discusso con i vari responsabili del cammino a salire fino a Kiko, giusto?
Ma fammi il piacere, continui a spacciare luoghi comuni e le TUE verità per verità assolute, ma cosa vuoi discutere? Ti limiti a tacciare gli altri di mezogna ogni volta che dicono qualcosa che è in contrasto con le TUE verità.

michela ha detto...

La debolezza intinseca di questo blog sta nel fatto che gli interlocutori sono neocat, e quindi persone, mi dispiace se qualcuno si offenderà, che sono internamente dissociate.
Un neocat può essere una persona che funziona bene, ragiona bene sempre, tranne quando si parla del cammino.
Ho letto i post di a.nc:
parla come un catechista, fa affermazioni che non sono fatte per essere discusse, si possono solo accettare.
Mi ha colpito la sua esperienza iniziale di conversione, perchè anch'io ero rimasta impressionata dalla genuinità, dalla generosità della fede dei neocat che avevo conosciuto.
Ma questa freschezza, queste energie iniziali, che pur ci sono, nel corso del tempo vengono incanalate a mantenere il cammino/la propria comunità in vita: bisogna fare solo ciò che viene indicato dai catechisti.
Se il catechista chiede di perdonare, di assistere un fratello in difficoltà si fa, se no tutto il proprio tempo, soldi ed energie se ne vanno in convivenze, incontri bisettimanali ecc.ecc.

Per quanto riguarda la dissociazione dei neocat, un esempio.
come si fa a dire che un discorso orale può contenere errori, quando viene trascritto. Ve lo immaginate un insegnante, un catechista, un relatore che afferma una sciocchezza e che rifiuta di correggersi adducendo la scusa che nel discorso orale, fatto magari con foga qualche errore ci può stare?
Nella vita professionale nessuno potrebbe avvalorare una simile giustificazione, ma a.nc, come tanti altri,quando parla di Kiko, lo fa.

Altra dissociazione: siamo cattolici e sappiamo che Scrittura e tradizione hanno entrambe un peso notevole: come posso giustificare le messe separate con la frase che 'dove sono due o tre riuniti nel mio Nome..'
Quando mi fa comodo cito i Padri della Chiesa ( v. l'approfondimento che si fa sugli aticoli del credo), quando non so cosa dire cito frasi della Scrittura, ben sapendo che ogni eresia si è fondata su frasi della Scrittura.
solo una mente dissociata può saltellare tra Tradizione e Scrittura per giustificare il comportamento del cammino.


Poi c'è un altro aspetto che mi da fastidio quando leggo questi interventi, ed è la menzogna.
dice a.nc che i catechisti due anni fa ( in realtà era il febbraio del 2006)hanno 'ordinato' alle comunità di recitare il Credo, e le altre preghiere.
Sappiamo tutti che l'ordine è venuto da molto più in alto.
Praticamente in ogni post ci sono cose scorrette, come quando dice che i neocat meditano gli articoli del credo, ma non dice che si tratta solo del credo apostolico, e quindi la complesssità del credo niceno-costantinopolitano resta tale per i neocat come pure per i parrocchiani della domenica, mentre lui fa intendere che i neocat abbiamo meditato e studiato anche quello.

Quando poi non sanno più cosa dire ricorrono al must: ci sono alcune mele marce, ma l'albero è sano.

Sinceramente è questo che mi irrita quando leggo questi post, e capisco l'esasperazione che producono.

ma per concludere questo sfogo con una proposta, vi volevo chiedere, anche se è un lavoro in più, se qualcuno che sa lo spagnolo potesse monitorare i forum spagnoli e dell'America latina e ogni tanto tradurre qualche testimonianza più interessante.

Anonimo ha detto...

A.nc....
poverino!

michela ha detto...

Come volevasi dimostrare,
leggo il post di a.nc.:
ti sei arrabbiato con Seby?
e come ti giustificherai adesso: 'lo zelo per la tua casa mi divora', è una bella frase per coprire le intemperanze neocat?
Non potevi dire semplicemente la verità, e cioè che la lettera di Arinze è stata presa in considerazione solo dopo che è stata resa pubblica da Tornielli e dal papa il 12 gennaio, durante l'invio delle famiglie?
E che invece di accoglierla semplicemente i catechisti sono andati a 'concordare' con i vescovi l'applicazione delle disposizioni?
E solo dopo, e dopo anche l'intervista alla radio vaticana del cardinale Arinze, se ne è parlato all'annuncio di Quaresima?

caro mio sei abituato a parlare da solo davanti a gente che non può fare domande, qui non è così;
ti sei presentato sobriamente credendo di raccontare due storielle,
le persone ti hanno chiesto conto di ciò che affermi e ti sta uscendo la rabbia, che presto si trasformerà in ira perchè la verità oggettiva non corrisponde a quella che il cammino ti ha fatto credere.
E poi lascerai il blog perchè ti renderai conto che i meccanismi dialettici che ti hanno insegnato funzionano solo all'interno del cammino, dove manca la capacità di usare il pensiero critico, ma qui non fanno presa.

Non sei il primo e non sarai l'ultimo:
forse hai pensato di dire cose speciali o convincenti, ma prima di te le hanno già dette in tanti,e purtroppo tutte uguali.

Seby ha detto...

Caro a.nc,
la lettera del Card. Arinze e' datata dicembre 2005, ma il credo fu introdotto solo nel 2006 quando tutti vennero a conoscenza della lettera!
Rigurdo al mio fanatismo e' vero: Quanto ero nel CNC ero fanatico, cosi' fanatico cghe non mi accorgevo che stavo distruggendo tutto quello che mi circondava, compresi gli affetti della famiglia.
Quindi, cortesemente, sei pregato di parlare con la verita' e di spiegarmi chi autorizza il CNC a stravolgere, ad esempio, la liturgia della Santa Notte di Pasqua!

Seby ha detto...

Ti limiti a tacciare gli altri di mezogna ogni volta che dicono qualcosa che è in contrasto con le TUE verità.

Le mie verita' coincidono con le migliaia di testimoniaze che arrivano da tutto il mondo!Ripeto anche a te e fatti una cultura: digita su internet su un qualuque motore di ricerca :eresie del Cammino neocatecumenale oppure abusi del cammino neocatecumenale e vedi che spunta siti in tutte le lingue!

Seby ha detto...

Sempre per felipe e a.nc e tutti i fratelli del CNC che contunuano a raccontareche grazie al CNC si sono convertiti...
Questo mi fa piacere, anche a me servi' il CNC, ma poi mi accorsi che c'e' piu' di qualcosa che non va, che non collima con la dottrina cattolica! Proprio sabato sera sono andata a cena da alcuni amici miei evangelici che i raccontano le loro esperienze di conversione, e io ci credo! Non dico che sia falso, addirittura questo mio amica fa parte dei Gideoni, evangleici che viaggiano e stampano bibbie e vangeli per evangelizzare.
Ma il problema qui, non e' la coversione a Cristo e basta, ma il modo in cui si veve questa conversione! Nel CNC c'e' molto di protestante e sempre poco di Cattolico!

Seby ha detto...

Michela hai azzeccato tutto!
Sono ormai abituati a questi schemi mentali, non sanno proprio dialogare e sano solo dire cose tipo: si, ma il papa e' con mio, Kiko fa questo, i catechisti quest'altro, mai sentito una riflessione da parte loro (come ero io del resto, chiuso negli schemi mentali che i avevano insegnato).
L'unico con cui si e' avuto un dialogo e' stato anonimo nc che infatti, dialogando con noi , parlando con vari sacerdoti e provando a parteciapre alla Santa Messa la domenica, anziche' il sabata ha capito i veri effetti del CNC e ne' e' uscito...

veritatisamor ha detto...

Voglio solo far notare l'assoluta
fredda arroganza
che sono il carattere vero di molti NC
e che travestono di falsa umilta'.
Per 40 anni non hanno recitato il Credo
e il motivo vero che non vogliono riconoscere e' che quel credo
Kiko Arguello, nella sua profonda presunzione di essere il restauratore del vero cristianesimo (o di quello che e'),
lo ha volutamente tolto dalle celebrazioni
perche' in contrasto col lavoro ai fianchi (anzi alla psiche)
portato avanti nelle sue catechesi,
mirato a sostituirlo con il Suo credo.
Perche' quando uno arriva alla Traditio
e' ormai qualcos'altro,
e quando recita il Credo in realta'
in cuor sua e mente sua sta recitando
quello che Kiko gli ha instillato con le sue catechesi.

Ora la reprimenda (ops scusate, l'elogio secondo loro) di Arinze
li costringe a tornare all'ordine
e loro cosa fanno?
Come se nulla fosse dicono
vedete che non siete informati
ora lo recitiamo mentre quello cantato
lo facciamo dopo la Traditio.
Siamo nel giusto come lo eravamo
prima.

E andiamo avanti cosi'........

Speriamo che il paziente lavoro ai fianchi che la Chiesa sta facendo
al Cammino compensi i 40 anni
di storture e torture kikiane
nelle menti dei 600000 NC nel mondo.

Seby ha detto...

"Circa il recitare il Credo, ti confermo quanto ho scritto prima, la comunicazione è del 2005, non del 2006, ma del resto io potrei anche sbagliarmi visto che tu hai le fonti dirette, giusto? Penso tu ne abbia discusso con i vari responsabili del cammino a salire fino a Kiko, giusto?"

No, fino a Kiko no, ma sono stato (vedit i miei post precedenti) catechista nel CNC e ti assicuro che quando usci' la lettera fu tenuta segreta per un bel pezzo perche' non si voleva diffondere. A me le diede un fratello di Comunione e Liberazione e quando chiesi spiegazioni mi fu risposto:"Come fai ad aaverla?Quella e' una lettera indirizzata a Kiko, non al voi!"
Capito? Poi, quando ormai tutti vennero a conoscenza della lettera nel 2006 fu data l'interpretazione di Gennarini... A quel punto i miei dubbi aumentarono... Davvero leggi l'interpretazione che da Gennarini e dimmi se non e' un insulto all'intelligenza (l'intelletto e' o non e' un dono dello Spirito?)!

montmirail ha detto...

a.nc ha scritto:

sono esattamente questo, tradizioni
orali che, una volta trascritte,
divengono piuttosto difficili da
rileggere, non c'e' il tono con
cui vengono dette le frasi,
l'enfasi sulle parole.

***

Permettimi ma non si può chiedere
di essere tanto ingenui da accettare una cosa del genere.
E' come dire non ha importanza
se il concetto espresso è chiarissimo , l'importante è
l'accento sull'enfasi con cui viene
affermato.



"Se qualcuno vuole confrontarsi sul Credo inizi a spiegarmi se è meglio che le persone lo meditino articolo per articolo o se lo leggano ogni domenica da un foglietto (compresi gli eventuali errori di stampa, cosa accaduta realmente, oltre metà parrocchiani hanno letto "gemito Figlio di Dio" anzichè "unigenito Figlio di Dio") senza comprendere nemmeno perchè alcune frasi sono state aggiunte al Credo apostolico".

***

Questo genere di supponenza nei
confronti dei meno "istruiti" quelli che vengono definiti lontani
immagino , non autorizza tutte le
mutazioni introdotte dal cammino.
Non penso che siano così pochi quelli che non hanno bisogno di leggerlo il Credo. Ma nel cnc si parte sempre da zero , si offende
l'intelligenza dei fedeli che farebbero alcune cose solo per
abitudine ecc. E' ora di finirla di credere che servano doti speciali o
particolari per vivere pienamente la fede e i sacramenti. Meditazioni
su meditazioni , ricerca di simbolismi reconditi del tutto inutili se non estranei alla visione cattolica che prevede sempre una mediazione , figura di
Colui che rappresenta "la Via, la Verità , la Vita". Tutto il resto
è in più ed è pretestuoso dire che
all'uomo di oggi non si possa presentare direttamente questa figura.

Seby ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
montmirail ha detto...

Per Mic

L'aspetto burocratico della legge,
il cosiddetto Roc con relativa tassazione potrebbe non essere
il punto centrale. Vi sono aspetti
controversi circa "i reati connessi a
mezzo stampa" introdotti come se oggi internet fosse esente dalla legge.
Si da un potere discrezionale all'Autority molto ampio tanto è vaga
la definizione di prodotto editoriale,al punto che molti hanno parlato di censura di Stato ed alcuni ministri hanno fatto dietrofront

http://punto-informatico.it/
p.aspx?i=2094823

Seby ha detto...

a.nc ha scritto:

sono esattamente questo, tradizioni
orali che, una volta trascritte,
divengono piuttosto difficili da
rileggere, non c'e' il tono con
cui vengono dette le frasi,
l'enfasi sulle parole.

Bugie su bugie!
Vedi caro, forse non sai che i catechisti prima di catechizzare e di fare passaggi e scrutini, oltre agli orientamenti che vengono consegnati, hanno l'obbligo di accompaganre per almeno due volti i loro catechisti per fare la convienza di "Ascolto" in cui si imparano toni e tutto il resto! Lo dice lo stesso /kiko che ogni comunita' deve essere uguale alle altre...

mic ha detto...

Mettiamo la parole FINE agli spot neocatecumenali, ormai senza appello: basta leggere cosa è stato scritto in questa pagina.
E' uno STOP chiaro ed inequivocabile, la pagina è chiusa e qualunque altro commento verrà cancellato perché ho appena aperto la nuova pagina per 'gustare' e lasciarci nutrire dalla Parole di Dio...

felipe ha detto...

cancella, cancella pure, la verità a volte è difficile da accettare...
quanto durerà la pagina sulla Parola di Dio senza attacchi al Cammino? massimo un paio d'ore... perchè di fatto non sapete fare altro, e utilizzate la Parola di Dio per accusare il Cammino di eresie o di non essere cattolico...

stephanos78 ha detto...

Condivido gli intenti di Mic e la sua Analisi.

Il problema fondamentale è che anchein questa pagina il Dialogo che cerchiamo con dedizione per l'emersione del Vero (e non per spirito di parte), non è assolutamente accolto. E' leggibile dalle risposte. ' verissimo che si intavola un discorso facendo domande a cui NON SI RISPONDE nel MERITO ma che vengono sempre prese come trampolino per le più disparate polemiche. Polemiche con sfondi solo moralistici, con sfondi retorici o con aperte arringhe difensive ACRITICHE.

Davanti a fatti evidenti e dimostrati non si vuole approfondirli e non si vuole cercare una risposta. Molti, troppi "interlocutori" portano il discorso SOLAMENTE alla confusione!
Alla fine si ottiene solo quella! E non credo che sia un risultato!!

Darsi una regola? Certo! Impedire la malafede evidente e la confusione cercata!

Se un utente fa una domanda, perchè non rispondere, se i NC hanno tutte queste sicurezze ed approvazioni?

Il ribaltamento della Liturgia, la difformità nelle Catechesi, la sovversione dei ruoli, la metodologia terroristica, la ripetizione illecita di riti battesimali. Tutto questo, DIMOSTRATO, non fa nè caldo nè freddo. Ne prendiamo atto. La risposta è il semplice: non è vero! Siamo ai limiti dei poppanti!

Non è vero a dispetto dell'evidenza?

Beh, anche la Logica umana fatta da Dio perde tutto il suo valore!
Tanto che A.Nc non ha risposto al mio messaggio di qualche discussione fa, e indirettamente rende lui stesso ragione dei nostri principi!

Andando a cercare indietro nelle discussioni, avrò posto almeno una quarantina di volte delle domande a confutare le professioni di presunta cattolicità del Cammino, con il supporto della coerenza della Fede e dell'insegnamento millenario della Chiesa. Le ripropongo, e per l'ultima volta.

La risposta o non-risposta a queste ENNESIME domande sarà la più grande certificazione di ciò che andiamo dicendo, come A.Nc ha dimostrato da se stesso a suo tempo con la sua "arringa".

1. Perchè il Cammino, Kiko e Carmen e i Catechisti, hanno ingannato gli adepti e la Chiesa millantando Indulti che la Chiesa non ha mai emesso?
2. I documenti, presenti ma SELEZIONATI anche sui siti del Cammino, mostrano non INDULTI ma CORREZIONI già dal lontano 1988!!!! Perchè il Cammino da 40 anni millanta Indulti su Catechesi e Liturgia?
3. Gli Statuti del Cammino indicano regole che non sono state rispettate (prova ne è ANCHE la recente Lettera del Culto Divino), che valore ha lo Statuto per il Cammino????
4. Il Cammino, come non potrebbe essere altrimenti, deve seguire le Norme relative alla Pastorale Ecclesiale post-battesimale, mente invece segue gli Oreintamenti di Kiko che CONCRETAMENTE mettono la Chiesa in una situazione di Schizofrenia! E mettono anche gli Statuti stessi in una situazione di Schizofrenia perchè l'Oica e la Pastarole post-battesimale dicono una cosa e gli Orientamenti un'altra!!! Perchè Kiko ha avuto bisogno di Mamotreti e non ha usato le direttive Catechetiche della CHiesa prima e il CAtechismo poi?
5. Perchè Kiko ha senti la necessità di riformare arbitrariamente Catechesi e Liturgia, mentendo sugli Indulti, quando iL Concilio Vaticano II dice testualmete:


"SACROSANCTUM CONCILIUM

A) Norme generali

L'ordinamento liturgico compete alla gerarchia 22.

1. Regolare la sacra liturgia compete unicamente all'autorità della Chiesa, la quale risiede nella Sede apostolica e, a norma del diritto, nel vescovo.

2. In base ai poteri concessi dal diritto, regolare la liturgia spetta, entro limiti determinati, anche alle competenti assemblee episcopali territoriali di vario genere legittimamente costituite.

3. Di conseguenza assolutamente nessun altro, anche se sacerdote, osi, di sua iniziativa, aggiungere, togliere o mutare alcunché in materia liturgica.

Sana tradizione e legittimo progresso

23. Per conservare la sana tradizione e aprire nondimeno la via ad un legittimo progresso, la revisione delle singole parti della liturgia deve essere sempre preceduta da un'accurata investigazione teologica, storica e pastorale. Inoltre devono essere prese in considerazione sia le leggi generali della struttura e dello spirito della liturgia, sia l'esperienza derivante dalle più recenti riforme liturgiche e dagli indulti qua e là concessi. Infine non si introducano innovazioni se non quando lo richieda una vera e accertata utilità della Chiesa, e con l'avvertenza che le nuove forme scaturiscano organicamente, in qualche maniera, da quelle già esistenti. Si evitino anche, per quanto è possibile, notevoli differenze di riti tra regioni confinanti. "

ERGO, SECONDO IL CONCILIO VATICANO II E SECONDO LE NORME DETTATE AL CAMMINO IN 40 ANNI, E SECONDO ANCHE L'ULTIMA NORMATIVA DEL CULTO DIVINO, E NON SECONDO ME O SECONDO IL BLOG, PER CONSEGUENZA LOGICA IL CAMMINO E' ERETICO, CONTRO IL CONCILIO VATICANO II, E TUTTA LA TRADIZIONE DELLA CHIESA CATTOLICA!

Per Cammino si intende i creatori e responsabili!

A.NC (ex anonimo) ha detto...

stephanos78 said...

"1. Regolare la sacra liturgia compete unicamente all'autorità della Chiesa, la quale risiede nella Sede apostolica e, a norma del diritto, nel vescovo."

Quindi il Vescovo che celebra l'eucarestia neocatecumenale e da mandato ai parroci e vice-parroci di farlo non conta nulla?

stephanos78 ha detto...

Carissimo A.nc.

Forse il PUNTO 3 non è abbastanza chiaro. Lo reinserisco:

"3. Di conseguenza assolutamente nessun altro, ANCHE SE SACERDOTE, osi, di sua iniziativa, aggiungere, togliere o mutare alcunché in materia liturgica."

E' più chiaro adesso?

Apsetto risposte alle mie domande.

Fraternamente

A.NC (ex anonimo) ha detto...

A me è chiarissimo il punto 3, ma vedo che per te l'italiano non è altrettanto chiaro, l'enunciato parte dal punto 1, in cui si dice a chi spetta, secondo norma, poi al punto 3 recita "Di conseguenza assolutamente nessun altro" e poi prosegue con "anche se sacerdote", il che non significa ciò che tu intendi limitando le parole, ma che nessun altro, ovvero nessuno che non sia indicato al punto 1, il Vescovo, anche se sacerdote, e quindi non cita i Vescovi, che sarebbero altrimenti delegittimati in materia liturgica.
Spero ti sia più chiaro che la tua citazione non è a favore della tua tesi ma contraria, dovresti cercare meglio nei documenti ed approfondirne la lettura prima di andarci a cavillare sopra.
Mi scuso se il tono ti potrà sembrare aspro o arrogante, non è mia intenzione fare il professore, sto solo evidenziando un paio di parole, che nel tuo ragionamento vengono messe in secondo piano, che contestualizzano la frase che tu citi per avvalorare la tua tesi.

stephanos78 ha detto...

Allora carissimo.

Andiamo per ordine.

Il Ministero del Sacerdozio consta di 3 gradi.

I 3 punti si riferiscono a due soggetti la CHIESA, la quale è quella della Sede Apostolica, quindi IL COLLEGIO UNIVERSALE DEI VESCOVI GUIDATO DAL PAPA e il Vescovo.

Al Vescovo non è consentito DA SOLO E MANCO IN GRUPPI (addirttura pure le Conferenze episcopali sono LIMITATE. Vedi articolo) di modificare o RIFORMARE la Liturgia! SECONDO IL DIRITTO (e sarebbe bene che lo andassi a leggere, magari sul sito del Vaticano) il Vescovo può e deve REGOLARE la Liturgia IN COMUNIONE CON LA CHIESA e COERENTEMENTE con Essa! Ma non può e non deve, PENA LA MANCATA COMUNIONE O L'OLTRAGGIO, introdurre LITURGIE NUOVE o RIFORMATE DA SOLO O IN GRUPPO.

Come dice l'articolo, la Liturgia è competenza dell' Autorità della Chiesa e non potrebbe essere altrimenti, perchè un domani si alza uno, come ha fatto Kiko, si appoggia a un Vescovo e crea un Rito!!!

Credi che un Sacerdote, anche se Vescovo, secondo l'articolo 1 e 2 abbia la facoltà di riformare la Liturgia Cattolica???????????????????????????

stephanos78 ha detto...

Inoltre ti faccio notare il criterio della Riforma legittima: non si può eseguire se non in linea con la tradizione della Chiesa!!

A.NC (ex anonimo) ha detto...

Tu continui a dare per scontato che il Vescovo di turno agisca per suo conto e con intenti propri, salvo il caso dei Vescovi che si allineano contro il cammino, il Vescovo agisce in comunione con il Papa, e di questo ci sono le prove documentali nelle esortazioni e nelle lettere che diversi Papi hanno scritto perchè il cammino neocatecumenale venisse sostenuto ovunque, un Vesscovo che sostiene il cammino non fa altro che "restare" in comunione con il Santo Padre, poi puoi tirare fuori tutte le citazioni dotte che vuoi ed interpretarle come credi, ma quello è un dato di fatto.

stephanos78 ha detto...

Carissimo A.nc.

Il mio fine non è di mischiare le carte in tavola ma l'esatto opposto.

Il fatto che la Chiesa sia a ripetere al Cammino di NON AGGIUNGERE O TOGLIERE NULLA dalla sua Tradizione, avvalora la realtà dei fatti che già da sola parla

Se ti va, fatti un giro sul Messale ROmano, da dove ho preso le mie "citazioni" che non sono affatto dotte ma RIPORTANO (un concetto che dovresti conoscere) qualcosa che la Chiesa Dice!

La COmunione non è costituita dal solo fatto di essere Vescovi o Sacerdoti Cattolici! La COmunione Ecclesiale è qualcosa di molto complesso e che si lega a 2000 anni di Storia e più avanti si legherà sempre all'ulteriore cammino.

Il Vescovo è in COmunione quando fa quello che la CHiesa Cattolica Universale e di tutti i tempi (passata presente e futura!) vuole che faccia!

Leggi qui , se ti va

stephanos78 ha detto...

Inoltre quando il Vescovo approva e fa diffondere cose contrarie per natura alla fede Cattolica, di per sè, senza bisogno di nessuna autorità che lo confermi, è fuori dalla COmunione della Chiesa!

Il Cammino è stato dotato di uno Statuto solo 5 anni fa! Prima era una realtà NON RICONOSCIUTA, neanche ad esperimento!

A questo Statuto, di cui rispondono i Vescovi, doveva attenersi strettamente per essere in Comunione REALE e non propagandistica! Fatti concreti!

I Vescovi in 35 anni di storia, si sono presi la responsabilità di diffondere una realtà NON APPROVATA E RICONOSCIUTA, prendendo come "approvazione ufficiale" le esortazioni pastorali di Singoli o Gruppi di Vescovi i quali hanno accolto il Cammino solo in base a generici meriti pastorali.
I quali meriti li può ottenere chiunque! E non bastano per decretare una realtà Cattolica.
Infatti Giovanni Paolo, ha VOLUTO, ESIGENDOLO, lo Statuto! Come tutte le realtà e le associazioni di Laici fanno!

lara ha detto...

Cari amici, seppur non partecipo in questo tempo, vi seguo sempre.

Mic, ho sempre ammirato la tua pazienza insieme a quella di Steph durante tutti questi mesi . Pazienza però che certamente ha un limiti di fronte ai vari attacchi, minacce, agressioni da parte dei nc. Capisco benissimo la tua 'temporanea' stanchezza di fronte ai tanti disturbi in questo impegno di informazioni che di certo (si è capito benissimo) da MOLTO FASTIDIO ai capi e capini nc, perchè abbiamo pian piano spennato la gallina di questo cn , smascherando i segreti che vogliono 'vendere' addirittura come brenedizioni ingannando gli illusi, i deboli, e i piccoli in buona fede. Disturbi creati ora usando un metodo e al giorno seguente cambiando strategia e così via. Pertanto sono d'accordissima con le misure di censura che si son dovute prendere, perchè non si può dare spazio a chi vuol continuare a deviare, facendo credere che il cn sta nella chiesa . per la chiesa e sottoposta ad Essa in obbedienza.

Ognuno di noi ha fatto tanto per allontanare dalla propria vita tutti questi discorsi distorti, pieni di errori e orrori per continuare ad ascoltare ancora oggi. Le nostre orecchie e cervello vanno assolutamente tutelati da questi discorsi contorti, e per me si deve assolutamente evitare che utililzzino questo spazio per continuare a deviare. Il tempo e le possibilità sono state sufficiente per capire a chi legge che le loro intenzioni sono state sempre quella del disturbo e non quella del diialogo o confutare, ma quella di deviare ogni temanica intrapresa su questo blog. E' chiaro! Questo blog ha dato e da sempre più fastidio.

In questo ultimo periodo si sono aggiunti nuovi personaggi alla scena teatrale nc (della quale parlai tempo fa) che rispecchiano sempre lo stile nc. L'anonimo in bianco ... svuotato di ragione e pensieri. L'anonimo 'copia incolla' di continuo ... il pigro. L'anonimo che ripeteva fino a 10 volte lo stesso post .... il papagallo. Il Luiz originale ... mestiere 'capo reparto dell'ufficio disturbi' . I vari Luz 'minori' ... aiutanti del cosidetto ufficio. E ora il 'legalista' non soddisfato del potere 'acquisito' per comandare nella parrocchia, sul 'presbitero'. sulla comunità, sulla vita di ogni adepto, su ogni familia ... essendo sempre insuficiente l'uomo affamato di potere, ha avuto il desiderio di comandare anche qui con le sue proposte e quella del confronto personale, con l'aria da pugilato.

La esperienza ed intenzioni di dialogo con i nc è stata fatta, ma non corrisposta. Si è visto, una meta direi quasi impossibile. Allo stesso modo come accade nelle parrocchie, pertanto era un miracolo aspettarci altro di fronte a chi è chiuso, e non vuol vedere in faccia la realtà, o è preso dal dio denaro e dai benefici che gli arrivano dal cammino stesso, o semplicemente dal fanatismo inculcato, e alimentato durante gli anni o al timore di dover affrontare la vita senza la comunità (con tanto di dipendenza).

Più che informare ampliamente, attualizzare ed accogliere i piccoli sconvolti da questa esperienza, portare avanti la Lectio Divina ... questa linea dovrebbe seguire il blog a mio parere, ed evitare altro, perchè (e ripeto) la esperienza è stata fatta ed è stancante, poi, cosa possiamo fare a chi ha scelto di proseguire sulla via dell'inganno e a vivere sotto il regime kikiano?

Forse un cambio, ma non chiudere il blog, Mic, che così come ha aiiutato tanto me sicuramente lo starà facendo con altri.

Vi saluto a tutti

Anonimo ha detto...

http://morettosa.blogspot.com/ e' qui' che troverete la verita' su cio che accade a napoli nelle parrocchie che ospitano il cammino