lunedì 12 novembre 2007

Il Luogo Sacro: un senso profondo e irrinunciabile


Su sollecitazione di Steph, rispondendo ad una domanda di "anonimo nc", meditiamo sulla profonda valenza della Chiesa come "Luogo Sacro", quindi Luogo della Presenza Viva e Vera di Dio. Partiamo dall'Insegnamento della Chiesa Cattolica, nel Compendio del suo Catechismo, per poi approfondire (per quanto ci è dato) il discorso riferendoci anche al Diritto della Chiesa:

Dal Compendio del Catechismo:

"244. La Chiesa ha bisogno di luoghi per celebrare la liturgia?
1197-1198

Il culto «in spirito e verità» (Gv 4,24) della Nuova Alleanza non è legato ad alcun luogo esclusivo, perché Cristo è il vero tempio di Dio, per mezzo del quale anche i cristiani e la Chiesa intera diventano, sotto l'azione dello Spirito Santo, templi del Dio vivente. Tuttavia il Popolo di Dio, nella sua condizione terrena, ha bisogno di luoghi in cui la comunità possa riunirsi per celebrare la liturgia.

245. Che cosa sono gli edifici sacri?
1198-1999

Essi sono le case di Dio, simbolo della Chiesa che vive in quel luogo, nonché della dimora celeste. Sono luoghi di preghiera, nei quali la Chiesa celebra soprattutto l'Eucaristia e adora Cristo realmente presente nel tabernacolo.

246. Quali sono i luoghi privilegiati all'interno degli edifici sacri?
1182-1186

Essi sono: l'altare, il tabernacolo, la custodia del sacro crisma e degli altri oli sacri, la sede del Vescovo (cattedra) o del presbitero, l'ambone, il fonte battesimale, il confessionale."

Ecco, in grande sintesi, cos'è e cosa rappresenta l'Edificio Sacro. Segno e Catechesi profonda. Non voglio azzardare conclusioni, ma deduzioni logiche sì. Steph mi faceva notare che i "luoghi privilegiati", fulcro dell'Edificio Sacro, sono proprio quelli che determinano la spaccatura tra il Cammino e la Chiesa Cattolica.
Partiamo da qui.

156 commenti:

mic ha detto...

La ribellione al Cattolicesimo è evidente anche in questo ambito.

La percezione del fedele è molto distorta rispetto all'importanza del Luogo Sacro.

Non è scorretto affermare che il modo in cui si costruiscono nuove Chiese mostri una maniera particolare di intendere la Chiesa stessa e la Liturgia che si celebra. Spesso difforme

stephanos78 ha detto...

Concordo con Mic e lo ringrazio.

In effetti mi premeva sottolineare che i "Luoghi Privilegiati" insegnati dal Catechismo, nelle Comunità semplicemente non esistono!

Seby ha detto...

Nel CNC assistiamo a celebrazioni parallele, al frazionamento delle celebrazioni eucaristiche, alla scomparsa del confessionale e del Padre spirituale che e' sostituita dai catechisti. Noi tutte queste cose le abbiamo viste e vissute... Prima ho letto il blog di sparoazero... Quello che e' successo in quella parrocchia di Napoli e' solo un esempio, un altro esempio della falsa ecclesialita' del CNC. Il CNC si vuole sostuire pian pianino alla Chiesa Cattolica e trasformarla a sua immagine e somiglianza. Ma dove sono i pastori? Non vedono quanta loro pecorelle si stanno smarrendo o soffrono?

Anonimo ha detto...

mic...stefano e seby????
ragazzi...vedo che siete sempre numerosi eh?????
ciao imbecilli!!!
hehehe

gherardo ha detto...

purtroppo sono sempre piu' numerose
le testimonianze come quelle di Napoli
caro anonimo.

Cmq continua a mandarci questi messaggi
che sono la prova quasi matematica
degli effetti deleteri del Cammino,
non fai che comprovare
tutto quello che andiamo dicendo

Francesco ha detto...

Uno dei "luoghi" o il "luogo" privilegiato in cui opera lo Spirito Santo è la persona,il credente,il battezzato,che è appunto tempio di Dio a sua volta.

Questo rispetto per la persona,per il battezzato non è insegnato nel cammino neocatecumenale,anzi è l'abbrutimewnto della persona peccatrice che emerge sovente nelle parole dei catechisti:"sei uno schifo", "sei nauseante" e" siete imbecilli"(come qualcuno conferma anche in questo blog.

lara ha detto...

"La percezione del fedele è molto distorta rispetto all'importanza del Luogo Sacro."

Se la percezione del "fedele" è distorta rispetto al Luogo Sacro, immaginiamoci come possa essere quella di un "lontano"!
Per questo i nc vanno alla loro ricerca! , perchè per loro sono come 'cesti nuovi e vuoti' i quali potranno essere 'riempiti' con facilità della loro 'roba': del loro fare, del loro vedere, del loro agire, dei loro pensieri.

Ma certi sacerdoti invece di accogliere questi lontani nel Luogo Sacro ed istruire loro, cosa fanno? Gli invitano ( a volte con pesante, ma proprio pesante fanatismo e insistenza come da mia esperienza) a partecipare al luogo della porta accanto!

In tempi di manifesti ... parroci siate davanti alla porta delle vostre Chiese e fate entrare QUI i lontani. I lontani vanno alla ricerca di Dio e non del magalomane di turno!

Siete stati chiamati ad avvicinare l'uomo a Dio si o no? (AVVICINARE= 'mettere vicino a' ... 'accostare') e non a fare il contrario.

stephanos78 ha detto...

Uhè! Anonimo-Emanuele! Bentrovato!

Vedo che nel "numero degli imbecilli" ci sei sempre anche te! Buono a sapersi! :-)

Giovanni ha detto...

Nella mia diocesi calabra è arrivata in peregrinatio nel 500^ anniversartio della morte una bella reliquia di San Francesco da Paola.

Programma delle visite in Cattedrale ove è esposta la reliquia affisso un po' dovunque :

- LUNEDI:GRUPPI San Pio da Pietrelcina - ore 18 S.Messa;

- MARTEDI:Gruppi giovanili - ore 18 S.Messa;

- MERCOLEDI:Scouts - ore 18 S.Messa;

- GIOVEDI :neocatecumenali - ore 18 CELEBRAZIONE EUCARISTICA;

- VENERDI:Rinnovamento nello Spirito - ore 18 S.Messa;

- SABATO: Azione Cattolica - ore 18 S.Messa.

Miu spiegate perchè i neocatecumenali devono distinguersi anche in questa occasione? Tutti celoebrano la S.Messa.Loro invece la celebrazione eucaristica.

Sono,lo so bene, la stessa cosaq.Ma perchè questa distinzione? Qualcuno può spiegarmelo?

gIOVANNI ha detto...

E' tabu per un neocatecumenale chiamare Messa la Messa?

gRAZIE PER IL VOSTRO BLOG.

Rs ha detto...

Il problema è che nell'epoca attuale soprattutto le chiese cattoliche sono diventate sempre più un 'contenitore' di persone, un luogo in cui si raduna semplicemente un’assemblea, spesso adattata ad attività anche differenti da quella cultuale.

Non di rado, è diventato un luogo per accogliere messaggi di tipo meramente morale o sociale.
Al suo interno, la raffinatezza dei manufatti, che un tempo lo impreziosivano, ha lasciato il posto ad opere che riflettono il carattere problematico e angosciante dell’arte contemporanea oltre ad essere , molto spesso, anche di dubbio valore artistico.

Così, il tempio della fede cattolica non rimanda più ad alcuna profonda verticalità religiosa poichè i residui significati spirituali continuano ad essere stravolti, svuotati, polverizzati e le soluzioni architettoniche e artistiche sacre manifestano, ogni giorno di più, l’incapacità dell’uomo attuale di rapportarsi con la sfera divina e, al contempo, indicano un’ossessionante concentrazione e ripiegamento su di sé che nulla hanno a che vedere con l’antico atteggiamento ascetico.

I templi riprogettati secondo l'estetica neocatecumenale riflettono perfettamente questo declassamento da luogo dello spirito, indipendentemente dalla quantità di persone che lo frequentano, a luogo dell'uomo assembleare, che perde ogni funzione simbolica ogni volta che le persone escono, nel senso che è la presenza degli uomini e non più quella di Dio a legittimare la sacralità del luogo.
Uscite le persone e chiuse le porte, il tempio diventa un edificio qualsiasi...

L'involuzione operata dalla dottrina neocatecumenale si muove dunque nel pieno della desacralizzazione della fede promossa ed attuata dal modernismo razionalista che si è imposto all'indomani del Vaticano II°.

E' davvero singolare che a richiamarci ad una visione più coerente con la nostra fede su questo argomento è un santo di altri tempi come San Massimo il Confessore.
Già nel VII secolo aveva chiarissima la concezione del tempio cristiano come luogo di elevato valore simbolico, ossia collegato a ciò che è l’uomo in se stesso e a ciò che è il cosmo e l’uomo in relazione a Dio.
L’uomo antico, a differenza di quello contemporaneo, aveva una visione unitaria e solida di se stesso e del mondo che lo circondava.
Per San Massimo la chiesa è figura e immagine dell’universo intero, composto di essenze visibili e invisibili in quanto essa presenta la medesima unità e diversità di questo.
Come nel creato, nella chiesa esistono cose visibili, sotto lo sguardo di tutti e cose invisibili, sulle quali non è possibile posare lo sguardo.
Nella sua "Mistagogia", san Massimo afferma che la chiesa, in quanto tempio di Dio, non è un semplice luogo di riunione dei fedeli, come lo è per quanto riguarda le riunioni sociali, ma il luogo per eccellenza della comunicazione spirituale e dell’elevazione mistica.
I due mondi ai quali la chiesa simbolicamente rimanda, mondo sensibile e mondo intelligibile, si rapportano a Dio e in Dio.

«Diciamo ancora che la santa chiesa di Dio è un uomo: essa ha per anima il santuario, per intelletto l’altare divino e per corpo la navata poiché è immagine e somiglianza dell’uomo, creato ad immagine e somiglianza di Dio. Attraverso la navata, come attraverso il corpo, essa propone la saggezza morale; attraverso il santuario, come attraverso ad un’anima, essa spiega spiritualmente la contemplazione naturale e, attraverso il divino altare, come attraverso l’intelletto, rivela la teologia mistica»

Sono parole di una lucidità esemplare, che i sostenitori del credo modernista e razionalista diffuso nella Chiesa post-conciliare farebbero bene a meditare profondamente.

La pulce ha detto...

IL NUOVO LEZIONARIO

Presentati stamane i primi volumi del nuovo Lezionario CEI,opera che sarà completata entro il 2008.

El senor Kirikus ha fatto sapere a chi di competenza di aver predispposto apposito bozzetto per le copertine dei tre volumi e di essre disposto a farne dono agli editori.

Nel bozzetto per la copertina derl I volume appare el senor Kirikus infante cullato dalla .

Nel bozzetto per la copertina derl II volume el senor Kirikus appare seduto dietro una cattedra con gli occhgiali inforcati nell'atto di lisciarsdi il pizzetto e di addottrinare un numeroso uditorio che sta davanti a lui.

Nel bozzetto per la copertina derl III volume el senor Kirikus sdraiato su un'amaca ed accanto a lui Dona Carmenita che,sventolandolo,gli legge qualche pagina di un tomo recante sulla copertina la scritta" Nueva estetiqua kirikiana".

Mister Pilko,intervistato mentre usciva da una nota boutique romana dove aveva appena acquistato alcuni capi per il suo nuovo guardaroba in rouge, ha affermato che el senor Kirikus con la sua noyta abnegazione ha creato tre veri capolavori gratis per ii primi tre volumi del nuovo lezionario e si è augurato che i tre bozzetti vengano subito recepiti dalle stamperie incaricate.

serendipity ha detto...

Saluti ai corregidores!

felice ha detto...

Per gli emissari kikiani di turno:

in gergo si kiama "Caracter Assassination"..........

www.cesap.net

Gesù Bambino ha detto...

Il "character assasination" è quello che fate voi qui.
10/15 nick si fiondano per aggredire chiunque provi ad esprimere civilmente una convinzione diversa dalla vostra.
E quando vi insultano piangete (ma quando vi insultano troppo forte ... cancellate).

Ma non pensiate che passi inosservato: c'è chi osserva e documenta i vari reati che si consumano placidamente in questo blog di anonimi maniaci violenti.

montmirail ha detto...

Ecco alcuni esempi di come la
profondità abbia lasciato spazio
all'intrattenimento


http://www.unavox.it/
FruttiPostconcilio/
SommFruttiConcilio.htm#chiese

gherardo ha detto...

Solo Pozzi
nella sua confusione
puo' spacciarsi per Gesu' Bambino

ben tornato Pozzi
riattacchi la lagna?
E ci unisci pseudo-minacce legali.

Sai che se uno crede
alla tua storia del non-cognitivista
e' difficile capire i tuoi comportamenti?

Mi ricordi le frasi sconnesse
del celebre
contattista-stigmatizzato
Bongiovanni
quello di Non-siamo-soli?
(un mix ufo+apparizioni mistiche)

Ti posso fornire il link
credo che li troverai persone
con le stesse facolta'
logiche "superiori".
Scusami le abbiamo provato tutte
ma c'e' un limite alla pazienza
e nelle tue lagne
non si riesce a trovare
nessuno spunto di discussione
costruttiva,
per questo
ostinandoti a comportarti cosi'
(e unendoci anche frasi blasfeme)
verrai
sempre inesorabilmente
cancellato.

montmirail ha detto...

Si sa che è lui , si riconosce lontano un miglio , ignoralo e basta

felice ha detto...

mi dispiace caro pozzi ma noi nn siamo una setta...

Anonimo ha detto...

alcuno che stamonitorando questo blog(e lacosa non ci dispiace);certo è che ci sono invece moltissimi che
che stanno monitorando le nefandezze settarie che vengono perpetrate dai neocatecumenali e affidando a chi di competenza,a seconda dei casi,il relativo giudizio.

stephanos78 ha detto...

GRAZIE RS! Grazie davvero. i tuoi interventi, sempre puntuali, ci arricchiscono sempre di più!

Faremmo bene a meditare tutti.

exneocat ha detto...

Tra 17 giorni scade il termine dato dal cardinal Arinze.Manca cosi' poco che poi voglio vedere su quali specchi vi arrampicherete.

serendipity ha detto...

Voi intanto : state preparando i sanbenitos?

gherardo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
gherardo ha detto...

Voi invece i corazos
(berretti da somaro, adoperati nell'autodafe' ndr)
li indossate dal giorno del primo passaggio.

serendipity ha detto...

vedete quanto vi vogliamo bene : ci siamo portati avanti con il lavoro !

stephanos78 ha detto...

C'è qualcuno che sa dirmi, nell'architettura NC (vedi San Bartolo in Tuto), dove sono:
-l'Altare;
-i Confessionali.

Sapendo che il Tabernacolo è l' "armadio della Parola" ebraico, e che l'Inginocchiatoio è abolito (!!)

Non ero anonimo....... ha detto...

Sono sempre più confuso!

Per fare un esempio:
qualche anno fa, mi si inculcava una (spaventosa per me) chiesa-utero materna

quest'anno non si nomina ciò, ma invece si parla di un Dio padre che ti aiuta a crescere, a uscire dall'utero del peccato.

Per non parlare dei toni usati: opposti !
Ma anche i contenuti sembrano (per ora.....)divergere.

MA, allora, stanno cambiando davvero ?

O sono cos' bene informati su di me ?
Mi sembra impossibile che queste catechesi siano state approntate a mio "beneficio". In fondo, vi partecipa anche qualche altro spettatore, oltre me.

Seby ha detto...

Le catechiesi sono uguali a quelli che feci io 7 annifa che erano uguali a quelli di 40 anni fa. Non cambia proprio nulla.

stephanos78 ha detto...

Caro "non ero anonimo", il momento attuale è di grande confusione. La situazione è confusa più della "norma".

Adesso, secondo me, potrebbero sentirsi anche accenni alla "Penitenza Corporale" o alla Bellezza del Rito Tridentino! Il momento è cruciale, perchè si VUOLE l'approvazione definitiva!

La terminologia può anche cambiare, durante le Catechesi, con l'unico risultato di confondere le persone all'ennesima potenza! Magari ricevendo "ordini di silenzio" nel caso di domande (questo forse non cambierà mai!).

Quello che ci preme, ora come ora, oltre la confusione provocata in noi piccoli, è soprattutto quello che avverrà DOPO l'eventuale approvazione statutaria definitiva!

Ragionevolmente, pensiamo che tutto rimarrà come prima! Perchè cambiare secondo le Norme Ecclesiali vorrà dire CAMBIARE identità al Cammino! "Cancellare" iL Cammino per come è stato finora! Ricostruire, ad esempio, le "Chiese NC" facendole diventare Chiese Cattoliche!
E' disposto il Cammino a questo?
MAGARI! Saremmo tutti felici!
Ma potrà mai accadere?

Miriam ha detto...

"Per non parlare dei toni usati: opposti !
Ma anche i contenuti sembrano (per ora.....)divergere."

hai fatto bene a dire "per ora" perché con tutto il battage che è stato fatto aspetteranno a scoprirsi con chi andrà più in là dei primi approcci...

"MA, allora, stanno cambiando davvero ?
O sono cos' bene informati su di me ?
Mi sembra impossibile che queste catechesi siano state approntate a mio "beneficio". In fondo, vi partecipa anche qualche altro spettatore, oltre me."

la pseudo personalizzazione delle catechesi è adeguatamente calibrata...

...nessun cambiamento... e come potrebbero? Se così fosse qualche accenno di obbedienza al Papa ci sarebbe!

Solo un po' di restyling, fumo negli occhi per i babbani e per chi non li conosce davvero!

lA PULCE ha detto...

LA TERZA ENCICLICA DEL SENOR KIRIKUS

E' stata presentata stamane da Dona Carmenita nella sala ovale della Casa Generalizia delle Sorelle Camminanti,alla presenza del catequista supremo siculo, cav.grand'uff.avv. Giovanni Pipìa e di un foltissimo numero di giornalisti inviati da Pipirizym.org, Nadir Zen, Catachumbenium.it, Caminayball, la terza sdoviziosa enciclica del senor Kirikus che reca il titolo "INCIPIENTI CANITIE".

Dona Carmenita ha spiegato la ratio del titolo con la grandissima maturità raggiunta ormai dal senor Kirikus e dal cammino delle cimici neocat,ormai prossimo(è questione di ore) all'approvazione definitiva da parte della Iglesia.

Ha preso poi la parola il supremo catequista siculo Giovanni Pipìa ,dopo essere salito sull'apposito podio di m.1,60 di altezza(che uniti al suo metro e quaranta di statura davano in tuttio il numero perfetto di metri 3) il quale,in un modulato crescendo di toni e volume,ha spiegato dettagliastamente lè'enciclica,pestando parecchi pugni sul leggio che gli stava dinanzi e oscillando paurosamente il ponpon nero del suo fez e concludendo il suo dire con le sue mitiche parole "POPOLO NEOCAT,DOBBIAMO VINCERE!E VINCEREMO!!!!!"

Seby ha detto...

Non ero anonimo....... ha detto...

Sono sempre più confuso!


spero sia solo una mia impressione, ma mi sembra che "non ero anonimo" sia un NC che stia mettendo un po' di fumo per far credere che le catechiesi siano cambiate, ma so benissimo che non lo sono anche perche' cambiarle vuol dire che prima non erano ispirate da Dio... Significherebbere ammettere che hanno preso per i fondelli per 40 anni!

stephanos78 ha detto...

Il sospetto era venuto anche a me Seby.

Ma come ripeto, visto il periodo possiamo aspettarci pure Kiko che va alla Messa della Fraternità San Pietro!!!!!!!!

stephanos78 ha detto...

C'è qualcuno in grado di rispondere alle mie domande del post del 13 novembre, 2007 12:41 (parlo principalmente ai NC)?

Anonimo ha detto...

Rispondo alla domanda di Stephanos delle ore 12,41;

l'altare è stato smontato e rimosso; in parte venduto,in parte riciclato,in parte utilizzto come materiale di riempimento per il vespaio della nuova sala;

i confessionali sono stati venduti a dei collezionisti che li hanno trasformati in frigobar.

Non ero anonimo...... ha detto...

Seby ha detto...


spero sia solo una mia impressione, ma mi sembra che "non ero anonimo" sia un NC che stia mettendo un po' di fumo per far credere che le catechiesi siano cambiate, ma so benissimo che non lo sono anche perche' cambiarle vuol dire che prima non erano ispirate da Dio... Significherebbere ammettere che hanno preso per i fondelli per 40 anni!



CI RISIAMO !!!

Di questo passo nc ci divento sul serio: grazie a voi !

E poi anche il papa ha chiesto scusa, cosa vuol dire, che la chiesa è stata una setta per 2000 anni ?

Siete della stessa pasta: cristiani monoteisti

Cioè una religione di penultimo livello inferiore al panteismo.

P.S. può essere che quanto ho scritto sia solo una mia impressione.

P.P.S. può essere che Seby sia solo un neocatecumenale che finge di essere contro i neocatecumenali, infiltrato nel blog per confondere ulteriormente queste luride acque.

P.P.P.S. può anche essere che Seby sia uno contro i nc che finge di essere un nc che finge di essere contro i neocatecumenali, per controllare se io sono un nc che finge di essere contro i nc per mettere un po' di fumo per far credere che le catechiesi siano cambiate.

P.P.P.P.S. può essere che il cammino abbia comunque lasciato notevoli ed evidenti strascichi psicologici sulla sua personalità debole, del resto non siete mica tutti abituati come me a nascere e crescere in una doppia "setta naturale", all'interno di una società che è essa stessa una Super-Setta, col contorno della Chiesa cattolica.......
Mi censuro qui per non offendere l'altrui fede (anche se ammetto che l'ho già fatto, ma chiederò perdono sia pubblicamente che nella mia più profonda intimità personale).

stephanos78 ha detto...

Caro "non ero anonimo", Seby pensa male.... PERO' C'HA PRESO! :-)

Non ero anonimo...... ha detto...

Ma non vi viene mai il dubbio, che a scrivere, sia uno, in parte attirato dal cammino, ma dubbioso su che strada prendere, cerca una opinione esterna ?

Con certe accuse di essere nc, non farete altro che spingerlo verso il cammino.

Non mi sembra faccia parte degli obiettivi di questo blog. Se sì, allora c'è qulcosa che non va.....

stephanos78 ha detto...

Su "non ero anonimo", sii un po' ironico ;-)

Devi anche capire noi (se ti va). Abbiamo a che fare con persone che di voglia di dialogare ed approfondire non ne hanno neanche un atomo.

serendipity quello vero ha detto...

Stando a quel che dice "non ero anonimo", se qualcuno, dopo aver letto e ponderato quel che si dice su questo blog, opta per il cammino non può che chiamarsi francesco pozzi o appartenere ad una genìa di suoi simili...

piuttosto ho notato che qualcuno di costoro ha usato il mio nick

Anonimo ha detto...

stephanos78 ha detto...

Caro "non ero anonimo", Seby pensa male.... PERO' C'HA PRESO! :-)


?????????? Cosa avrebbe preso ?????


L'unico caso in cui avreste ragione, è che io sia nc credendo di non esserlo.

O che avete la sfera di cristallo che precidice il futuro, e io non ce l'ho.

Non so dove sbaglio, ma mi sento incompreso.

ripeto:


NON SONOOOO NEL CAMMINOOOOOOOOOO !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

serendipity quello vero ha detto...

Piuttosto, chi sa dire se il suo vescovo ha risposto alla convocazione di Kiko dei vescovi europei alla Domus?
So che qualcuno ha rifiutato.
Il mio, quello di Firenze, invece ha detto sì!!!!!!

Com'è che invece di obbedire al Papa l'Arguello cerca di portare dalla sua i vescovi e si comporta come un papa?

Anonimo ha detto...

stephanos78 ha detto...

Su "non ero anonimo", sii un po' ironico ;-)

Devi anche capire noi (se ti va). Abbiamo a che fare con persone che di voglia di dialogare ed approfondire non ne hanno neanche un atomo.

---------------------

Vabbè, ok !

Geremy ha detto...

"l'altare è stato smontato e rimosso; in parte venduto,in parte riciclato,in parte utilizzto come materiale di riempimento per il vespaio della nuova sala;

i confessionali sono stati venduti a dei collezionisti che li hanno trasformati in frigobar."

E' questa la fine che si prepara a fare la Chiesa?

Anonimo nc ha detto...

Credo che debba essere messo bene in chiaro che il CN teorizza ed utilizza una struttura diversa da quella che comunemente si intende e si usa come Chiesa.

Non vorrei cadere nella facile polemica dell'utilizzo delle sale: infatti il problema a mio avviso non e' questo, ma risiede in quello che Mic ha ben messo in evidenza nell'introduzione a questa pagina e cioe' nell'interpretazione del culto in "Spirito e verità".

Ora e' pur vero che Gesu' non e' venuto per abolire la Legge, ma per portarla a compimento muorendo sulla Croce; credo che il culto in "spirito e verità" vada correttamente interpretato in relazione al mistero del Golgota.

Gesu morendo ha indicato una strada e cioe' quella dell'amore al nemico PRENDENDO su di se i peccati del mondo. Ma amare il nemico in quella dimensione e' fare luce sulla propria storia e riconoscere che Dio e' il nostro Creatore e il Padre che non ci abbandona. E' questa verità su noi stessi che rende libero il nostro spirito di adorare il Signore, offrendola sull'altare.
Ma per fare questo abbiamo bisogno di un Altare in cui avvenga in ogni Messa il Miracolo dell'Eucarestia; Santa Eucarestia che ci nutre del Corpo e del Sangue di Gesu'.


E' vero che noi siamo Tempio dello Spirito, ma soltanto perche' ogni giorno viene celebrata la Messa, in cui Gesu' ogni volta muore per noi e prende su di se i nostri peccati e quindi essere Tempio dello Spirito e' una conseguenza del Sacrificio Eucaristico.

Il Cn celebra tutto questo in una sala arredata con segni propri o reinterpretati dalla tradizione cattolica.
Non voglio assolutamente scendere in giudizi, pero' e' palese che la differenza c'e', quanto meno di forma.

Per quanto riguarda la sostanza il punto 5 della lettera del cardinal Arinza mi sembra sia piuttosto esplicita: la celebrazione del Sacrificio eucaristico richiede di norma un luogo sacro (Chiesa) ed un Altare. E sempre stando al tono della lettera e' una condizione necessaria.

stephanos78 ha detto...

Dice Anonimo Nc:

"E' vero che noi siamo Tempio dello Spirito, ma soltanto perche' ogni giorno viene celebrata la Messa, in cui Gesu' ogni volta muore per noi e prende su di se i nostri peccati e quindi essere Tempio dello Spirito e' una conseguenza del Sacrificio Eucaristico."

ESATTO! ESATTO! DIECIMILA VOLTE ESATTO!

Se non ci fosse il Sacrificio Eucaristico, NON CI SAREBBE LA NOSTRA REDENZIONE (!!!!) E NON CI SAREBBE NEMMENO LA CHIESA CATTOLICA! Questo chiarisce perchè il Sacrificio della Messa è attaccato da tutte le parti e si comprendono anche i mille e uno tentativi di sovvertrlo! Si capisce da chi provengono questi tentativi: da anti-cattolici! Poi questi tentativi saranno più o meno smaccati, più o meno diretti, più o meno "ribelli"! Ma CI SONO! E si capisce perchè!

Dice "anonimo nc":

"Per quanto riguarda la sostanza il punto 5 della lettera del cardinal Arinza mi sembra sia piuttosto esplicita: la celebrazione del Sacrificio eucaristico richiede di norma un luogo sacro (Chiesa) ed un Altare. E sempre stando al tono della lettera e' una condizione necessaria."

Di nuovo esatto! Esiste la Croce senza il Golgota (Ovvero: l'Altare!)? Esiste la Resurrezione senza la Croce?

La Chiesa è il Luogo della Presenza e dell'Offerta! Il Luogo dell' Adorazione in Spirito e Verità! La Verità è rappresentata dal Luogo Stesso! Cristo non eliminava il Luogo Sacro, ma permetteva, Grazie al Suo Sacrificio, che ovunque si fosse Celebrato e ri-attualizzato si postesse Adorare Lui in Spirito e Verità! Per cui non c'è più un Luogo X dove è la Presenza di Dio, ma OGNI LUOGO (Edificio Sacro- Chiesa) dove il Signore è Presente nelle Sacre Specie è Luogo della Sua Presenza! E dove Egli è Presente, noi, Fatti Figli in forza del Sacrificio Eucaristico (il Battesimo sgorga dal Costato Squarciato di Cristo in Croce! Uscì da lui SANGUE ED ACQUA! Segni dell' Eucaristia e del Battesimo!), adottati per Grazia del Paraclito, Unti e inseriti nel Corpo Mistico come MEMBRA, ci UNIAMO al Santo Sacrificio PER MEZZO DELLA COMUNIONE!

stephanos78 ha detto...

Precisazione.

Per "ogni Luogo" non intendo certo QUALSIASI Luogo! Ma quello dove i SEGNI e i SIMBOLI sono quelli Cattolici Apostolic Romani! Dove potrebbe abitare il Signore Eucaristia se non un un luogo DEGNO? E non esiste Luogo Sacro senza il Signore Eucaristia!

Petachia di Ratisbona ha detto...

Did the earliest Gospels use Hebrew letters for the Tetragrammaton?

Petachia di Ratisbona ha detto...

Per parafrasare (rovesciare) il Marchese del Grillo (versione cinematografica):
"Ma i Romani non sono quelli che hanno messo in croce Nostro Signore? E permetterai che io sia ancora un po' inc.... con loro ?

Anonimo ha detto...

Bisogna semplicemente e seza tentennamenti ufficializzare che il CN propone un'altra religione.
Tutto si chiarifica e kiko se sta bene senza la Chiesa di Cristo, vorrà dire, che anticipa ciò per cui va impiantando omunità dopo comunità. vivere da non cattolico.
Lui dice chè la Madonna gli ha parlato per fargli rifondare la Chiesa. In effetti la sta sostituendo sovvertendola...
Vai retro satana e non attentare alla nostra fede, tanto siamo votati al martirio e non prevvarrai

Miriam ha detto...

Dice Stefano:
"Per "ogni Luogo" non intendo certo QUALSIASI Luogo! Ma quello dove i SEGNI e i SIMBOLI sono quelli Cattolici Apostolici Romani! Dove potrebbe abitare il Signore Eucaristia se non un luogo DEGNO? E non esiste Luogo Sacro senza il Signore Eucaristia!"

E' molto diusto e vero quel che dicono sia Anonimo nc che Steph. Parliamo infatti del luogo della celebrazione, dell'offerta, del ringraziamento, della lode, della comunione, della mensa nuziale... e non solo dove i segni e simboli sono cattolici apostolici romani, ma dove il mistero che si celebra è quello che ci ha consegnato il nostro Signore e che la Chiesa ha custodito per 2000 anni, per il quale schiere di santi e di martiri hanno nutrito la nostra fede... e ora stiamo correndo seriamente il rischio che venga banalizzato e stravolto... e gli imbonitori continuano a imperversare e a confondere le acque...
E' vero poi che il "luogo" e l' "ars celebrandi" della celebrazione comunitaria del e nel nostro Die Dominicoè anche fonte dell'Adorazione in spirito e verità, che ha luogo nel cuore di ogni vero credente!!!

Anonimo nc ha detto...

....E non esiste Luogo Sacro senza il Signore Eucaristia!

Rinunciare a questa dimensione del Luogo Sacro e' una scelta che fa il CN.

Ripeto, nessuna polemica, pero' dovrebbe essere detto nel Cn con chiarezza
che si tratta di rinuncia esplicita.

E' una dimensione che nelle sale del Cn manca sempre!!!

Anonimo nc ha detto...

E per oggi finisco:

perche' mai dire che noi siamo Tempio dello Spirito e dimenticare la fonte primaria di questo essere Tempio.

Perche' ridurre la Messa ad un rito di comunità (piu' comunità che celebrano contemporaneamente in sale diverse) soltanto per creare comunione tra fratelli.
Ma allora mi domando: cosa e' che crea la comunione, chi crea la comunione?
La Santa Messa cosi perde, a mio avviso valore, per diventare un qualcosa da vivere in una dimensione ovattata fuori dal mondo, per ricaricare le batterie. Una sorta di New age applicata al cristianesimo.
Chi e' che salva: l'appartenere alla comunità o il Sacramento.
La risposta non e' semplice come puo' sembrare; ma allora perche' vivere situazioni sacramentali che sono ambigue.
Puo' essere pericoloso: per me lo era, per tanti fratelli evidentemente no.
Non c'e' giudizio in quello che scrivo, ma e' la mia esperienza, il mio discernimento su un cammino di fede (il CN) che ho vissuto ed in cui sono vissuto per circa dodici.

Il Signore ci benedica tutti e combatta le battaglie al nostro fianco, e come diceva il Salmo di questa mattina ci dia dita forti per la battaglia e mani adatte alla guerra.

Petachia di Ratisbona ha detto...

Scusa anonimo NC:
ma quando celebriamo l'Eucarestia si fa presente in corpo, sangue anima e divinit� il Signore-Eucarestia(come lo chiama Stephanos-78) sotto le specie del pane e del vino. Non c'� nessuna ambiguit�.

Petachia di Ratisbona ha detto...

Se poi il tuo ideale è una celebrazione con :
sacerdote e anonimo NC senza altri fratelli, si può permettere. Da piccolo ho servito centinaia di messe come chierichetto alle 6 del mattino. Eravamo il sacerdote ed io. Vogliamo tornare a questo ?

Petachia di ratisbona ha detto...

Per me va benissimo. Anzi so pure dove posso partecipare ad una Eucarestia così.

Anonimo nc ha detto...

Non ti rispondo petachia di ratisbona perche' mi sembra che vuoi polemizzare in maniera gratuita e senza nemmeno cercare di comprendere i post.
Non e' il mio fine su questo blog avventurarmi in polemiche.

La lettera del Cardinal Arinze la conosci, il punto 5 pure, trai tu le tue conclusioni.

Petachia di Ratisbona ha detto...

Ma perchè non affrontiamo, invece di fare manifesti, la storia della liturgia eucaristica, cara Miriam?

veritatisamor ha detto...

petachia da piccolo ti svegliavi
alle 5 del mattino,
alle sei servivi
messa e poi andavi a scuola?

Un bambino esemplare
o un'infanzia infelice?

Petachia di ratisbona ha detto...

Be' caro anonimo nc: ma che polemica ho fatto ? Ho detto solo: dove sta l'ambiguità? E po ho detto : se vuoi eliminare l'ambiguità di una assemblea cristiana puoi trovare un sacerdote che ha bisogno di un ministrante. Non mi pare polemica.
Nè ho detto cose offensive.

Anonimo nc ha detto...

Ma perchè non affrontiamo, invece di fare manifesti, la storia della liturgia eucaristica, cara Miriam?

Storia della liturgia eucaristica= La manifestazione del Signore tra gli uomini.

Petachia di Ratisbona ha detto...

Si mi svegliavo alle 5 e andavo a svegliare i preti della mia parrocchia: servivo la messa delle 5-5e 30,6 6 e 30 e quella delle 7. poi andavo a scuola. Comunque lo facevo anche per vincere la classifica dei chierichetti. Ma Dio si serve anche di queste cose.

Petachia di ratisbona ha detto...

Ad esempio: qualcuno di voi potrebbe avanzare qualche ipotesi o documentazione su come ad esempio S.Paolo celebrava l'eucarestia?

Petachia di Ratisbona ha detto...

Io avanzo qualche ipotesi da quel poco che so:
sicuramente le parole della consacrazione erano quelle che lo stesso S. Paolo ricorda nelle sue lettere ( Vi trasmetto quello che ho ricevuto..Il Signore....ecc)
Il luogo in cui celebravano non era la sinagoga.
Probabilmente c'era, prima della eucarestia, un pasto comune.
Probabilmente si riunivano di sera (la storia raccontata negli atti...ecc)
Ma poi? Cosa altro possiamo dire?
Vi viene in mente qualche cosa?

Petachia di Ratisbona ha detto...

Ah si parla di una benedizione sul pane e sul calice. Il Pane che benediciamo non è forse comunione con il Corpo di Cristo? Potrebbe essere un riferimento alla benedizione sulle offerte...
Poi si parla anche di persone che nell'assemblea parlano ( i profeti). Ma questo era già un problema mi pare.

Petachia di Ratisbona ha detto...

Si parla anche di intrattenersi con salmi, inni e cantici spirituali...Forse il riferimento alla proclamazione del salmo responsoriale.
E poi Paolo parla anche di rotoli (Bibbia) che aveva dimenticato in casa di qualcuno e che evidentemente gli servivano.
Do' per scontato che leggessero la legge e i profeti. Le lettere ancora non erano scritte. Forse le leggevano in sua assenza. I vangeli? Forse già alcuni vangeli in aramaico venivano già letti.
poi?

Petachia di Ratisbona ha detto...

Alcune dossologie delle sue lettere potrebbero essere parte della celebrazione. Come anche alcuni saluti iniziali.
Il luogo della celebrazione era una casa, tradizione che poi è continuata anche a Roma con il titulum ( indirizzo di casa dove si celebrava)...

Petachia di Ratisbona ha detto...

Su S. Pietro mi viene in mente solo quando dice: non vi sieye accostati ad un monte, ma alla città santa, alla Gerusalemme celeste, all'assemblea dei primogeniti iscritti nei cieli...
Si riferiva a chi? Chi erano quei primogeniti iscritti nei cieli?

Petachia di Ratisbona ha detto...

S. Giacomo parla di un episodio avvenuto nell'assemblea. Tu, povero, siediti ai miei piedi...
E da lì parla contro i ricchi, contro quelli che nelle assemblee prendevano i primi posti. Mi pare che l'attenzione è centrata sull'assemblea e sulla sua significatività nell'essere Corpo di Cristo.

Petachia di Ratisbona ha detto...

La tradizione apostolica orale cosa ci ha lasciato ? O meglio poichè abbiamo numerosi elenchi fatti in diverse epoche sulla tradizione orale e su quello che deve essere considerato tradizione orale apostolica. Come ci orientiamo?

Petachia di Ratisbona ha detto...

Se la liturgia è immutabile come mai abbiamo diverse tradizioni?
E' un male avere diverse tradizioni? E poi, ma questa è una mia idea che può essere anche stupida, una tradizione non è anche in parte una traduzione senza essere un tradimento?

Petachia di Ratisbona ha detto...

Se la liturgia è immutabile come mai abbiamo diverse tradizioni?
E' un male avere diverse tradizioni? E poi, ma questa è una mia idea che può essere anche stupida, una tradizione non è anche in parte una traduzione senza essere un tradimento?

Petachia di Ratisbona ha detto...

Se la liturgia è immutabile come mai abbiamo diverse tradizioni?
E' un male avere diverse tradizioni? E poi, ma questa è una mia idea che può essere anche stupida, una tradizione non è anche in parte una traduzione senza essere un tradimento?

Seby ha detto...

Petachia di Ratisbona ha detto...

La tradizione apostolica orale cosa ci ha lasciato ? O meglio poichè abbiamo numerosi elenchi fatti in diverse epoche sulla tradizione orale e su quello che deve essere considerato tradizione orale apostolica. Come ci orientiamo?


Ci orientiamo seguendo la tradizione bimillenaria della Chiesa e la sua Santa Tradizione, sicuramente non ci orientiamo seguendo il CNC e tutti i danni che sta combinando.

Petachia di Ratisbona ha detto...

OK Ti prendo in parola.

mic ha detto...

PdR, sembra che l'autenticità della tradizione orale apostolica sia vostra prerogativa esclusiva... ma stiamo scherzando?
Sai bene che la tradizione orale Apostolica si è codificata nei Vangeli, nelle Lettere Apostoliche e in altri documenti e che la Tradizione viva della Chiesa l'ha custodita e anche sviluppata attraverso la fede vissuta per 2000 anni da comunità vive, non certo da quella delle molte comunità eretiche che l'hanno insidiata nel corso dei secoli...
Non ci sono solo le lettere di Paolo, Il "Pane vivo disceso dal cielo" di Giovanni, la "frazione del pane" degli Atti, la "Lettera di Giustino" e tanti altri documenti, c'è un Magistero ricchissimo e una mistagogia ancora viva nella Chiesa...
Il vero problema è come custodire e fare in modo di trasmettere il senso vero del grande mistero lasciatoci dal Signore, che è il solo che edifica la Chiesa attraverso una sacramentalità non imbastardita con la scusa di un falso ritorno alle origini che era un pallino anche di Lutero...
Ti pregherei di sospendere le tue citazioni erudite e di ricordare che la S. Messa, cioè la Santa e Divina Liturgia è valida anche quando c'è solo il sacerdote e il chierichetto (e perfino senza di esso) perché l'unico vero celebrante è il Signore e l'Assemblea partecipa di questa celebrazione in Lui con Lui e per Lui in virtù del "sacerdozio regale" ricevuto dal Battesimo e non dall'appartenenza a nessun Cammino, solo se è in comunione con Cristo. Ed è lo Spirito che crea la comunipone e edifica le comunità, non le modalità, i passaggi, gli scutini, le celebrazioni arbitrariamente inventate dal vostro iniziatore

mic ha detto...

"Se la liturgia è immutabile come mai abbiamo diverse tradizioni?"

Non vorrai mica confondere le diverse Tradizioni vive della Chiesa con la vostra pseudoricostruzione della tradizione orale degli apostoli infarcita di invenzioni kikiane!!!!!!

stephanos78 ha detto...

Caro "Petachia di Ratisbona", ovvero ADS, ovvero tanti altri.

Ho atteso ad intervenire perchè volevo vedere se i miei sospetti erano fondati. Purtroppo lo sono. Ti stai inerpicando in questa pseudo-esegesi per giustificare in modo tanto assurdo quanto strumentale, la "teologia" del Cammino sull' "Assemblea" e sul Significato "stretto" di Eucaristia.

Ebbene ti dico che invece di "cimentarsi" in tanto "arditi" calcoli, "arditi" quanto frettolosi e forse non proprio corretti (!!!), ci viene in aiuto il Catechismo della Chiesa (SE ANCORA HA UN VALORE DI INSEGNAMENTO VERITIERO! QUESTO ME LO DOVRESTI DIRE TU!).

Il Catechismo ci insegna che la "Convocazione" per la DIVINA LITURGIA DELLA NUOVA ED ETERNA (DICESI: ETERNA!) ALLEANZA, per la PERPETUAZIONE del Santo Sacrificio di Redenzione e per la celebrazione della Resurrezione di Gesù, avveniva ALLE PRIME LUCI DELL'ALBA del PRIMO GIORNO DELLA SETTIMANA!
Questo Fatto, di significato profondissimo, scaturisce dalla ESECUZIONE FEDELE dei Comandi di Gesù dati durante l'Ultima Cena, quando Istituì il suo Sacrificio Sacramentale!
Ebbene il San Paolo che voi NC citate a sproposito, SENZA TENERE CONTO DEL CATECHISMO, dice proprio che "Ogni Volta che mangiate Questo Pane e Bevete Questo Calice, ANNUNCIATE LA MORTE [E BASTA!] del Signore Finchè Egli Venga"! Poichè il Sacramento della Redenzione è Morte e RISUREZZIONE di Cristo, la Chiesa a questa frase della Bibbia ha aggiunto: "proclamiamo la tua Risurrezione", MARANATHA! Ma Il SACRAMENTO DI CRISTO, ISTITUITO NELL'ULTIMA CENA E' IL SACRAMENTO DEL SUO SACRIFICIO!
Questo è cristallino ed è insegnato dal Catechismo non da ora ma da 2000 anni!
Sempre il Catechismo mostra la continuità della Messa nei secoli partendo da un documento del II o III secolo (non ricordo), che descriveva la Divina Liturgia. Sostanzialmente IDENTICA nella Forma e nel Significato!
I Cristiani si Radunavano in Case-Chiese a causa del loro status di perseguitati! Ma questo non IMPEDIVA DI CELEBRARE NEL "LUOGO SANTO", RIVOLTI AL SIGNORE (ORIENTE, COME DICE IL SALMO E CRISTO STESSO), SU UN ALTARE E NON SU UN SEMPLICE TAVOLO. Il Tavolo, al limite, DIVENTAVA ALTARE del Sacrificio! HAI VISTO MAI L'ALTARE DEGLI APOSTOLI A LORETO DOVE é POSTO NELLA SANTA CASA? AL MURO! Nella parete ORIENTALE!
Comunque, la Chiesa ci insegna che la Struttura Liturgica è SEMPRE LA STESSA, arricchita delle forme che lo Spirito Santo ha ispirato durante i SECOLI MA MAI MUTATA NELLA SOSTANZA! Si celebrava un SACRIFICIO ALL'INIZIO E LO SI CELEBRA OGGI! PUNTO! Se non si è d'accordo con questo assunto non si è Cattolici!

I "primogeniti nei Cieli" esisstono ANCHE QUANDO IL SACERDOTE CHE OFFRE IL SACRIFICIO IN PERSONA DI CRISTO E' SOLO!!!!!!!!!!!! La Divina Liturgia è sempre un atto ECCLESIALE! Cristo attua la nostra Redenzione anche se è SOLO! La concezione di "Assemblea dei Santi" non è un fatto MATERIALISTICO O MERAMENTE PRATICO!
Proprio perchè sono realtà DIVINE, non si trattano come elementi umani!
La Divina Liturgia si attua IN PIENEZZA, SENZA AMPUTAZIONI, ANCHE CON IL SACERDOTE SOLO! E' IL SACERDOTE CHE E' NECESSARIO, INSIEME ALLE SPECIE EUCARISTICHE E ALLA RETTA FORMA LITURGICA (E RETTA INTENZIONE)! NON L'ASSEMBLEA! SENZA SACERDOTE NON C'E' REDENZIONE! Se c'è "qualcuno" che non può ottenere la Redenzione e l'Espiazione, "quello" è proprio l' ASSEMBLEA! SOLO CRISTO OPERA LA REDENZIONE! L' Assemblea PARTECIPA al Sacrificio di Cristo E OTTIENE (in Grazia) I SUOI BENEFICI! NULLA DI PIU' NE' DI MENO!

Il Catechismo insegna che l' ALTARE del Sacrificio è NECESSARIO perchè il Sacrifico Avvenga ed è necessario che SIA ALTARE DEDICATO! A meno delle eccezioni del Diritto! Il Catechismo Insegna che il Tabernacolo è FONDAMENTALE ed è LA Presenza di Dio! Al Signore Eucaristia si DEVE IL CULTO DI LATRIA! Ovvero quello che si deve a DIO SOLO! Così insegna il Catechismo! E QUESTO IO CREDO! Devo smettere? Quale Autorità lo impone? VOI?

Il Luogo Sacro è UN SEGNO PROFONDO, UNA CATECHESI, UNA COSA IRRINUNCIABILE! E LUOGO DELLA PRESENZA DEL SIGNORE!
Nel LUOGO SACRO, punto di raccordo tra questo mondo e il Cielo, si rende presente il Cielo sulla Terra, ogni cosa ha un significato profondo, ogni ATOMO Parla di Dio, finchè non si giunge davanti al Santo dei Santi! Al TABERNACOLO BENDETTO! Pensa che PER GRAZIA DI DIO PADRE noi, indegni peccatori, possiamo GUARDARE DIO FACCIA A FACCIA! Come accadde ad Abramo, a Mosè, alla Beata Vergine Maria, agli Apostoli! TI RENDI CONTO? ED è questa la VERA continuità con l'Antica Legge! Il TABERNACOLO!

Il Confessionale ADEMPIE LA PAROLA DEL SIGNORE, anche trasmessa per mezzo di San Paolo quando, RIVOLGENDOSI A CRISTIANI (E NON A PAGANI NON BATTEZZATI) CHIEDE: VI SUPPLICO FRATELLI! LASCIATEVI RICONCILIARE CON DIO! Adempie la Parola di Gesù che dice agli Apostoli, Alitando lo Spirito Santo, "a chi RIMETTERETE I PECCATI SARANNO RIMESSI. A CHI NON LI RIMETTERETE RESTERANNO NON RMESSI"!
Dove sta il Confessionale a SAn Bartolo in Tuto, ad esempio? Dove Sta il Tabernacolo (NON L'ARMADIO DELLA PAROLA CON DENTRO L'AZZIMO)? DOVE STA L'ALTARE? DOVE STANNO I SEGNI CHE DIO HA LASCIATO ALLA SUA CHIESA PER DARLE L'IDENTITA' CHE HA? Per renderla "porzione di Cielo" in Terra, Luogo della sua Presenza e dell Sacrificio del Golgota, Casa di Preghiera, Luogo del Culto dei Santi, in cui Si è Reso presente?

mic ha detto...

Un post di un Anonimo delle 17:27 così dice:

"Bisogna semplicemente e seza tentennamenti ufficializzare che il CN propone un'altra religione.
Tutto si chiarifica e kiko se sta bene senza la Chiesa di Cristo, vorrà dire, che anticipa ciò per cui va impiantando omunità dopo comunità. vivere da non cattolico.
Lui dice chè la Madonna gli ha parlato per fargli rifondare la Chiesa. In effetti la sta sostituendo sovvertendola..."

è una realtà che è nota e ripetuta da diverso tempo ormai

"Vai retro satana e non attentare alla nostra fede, tanto siamo votati al martirio e non prevvarrai"

perchè un'affermazione come questa con un nick anonimo?

Silvestro ha detto...

Da papanews di oggi, un frammento dell'intervista al card. Cottier, teologo emerito:

D.:Eminenza, quali sono i compiti della teologia?

R.: Cercare il dialogo ecumenico senza rinnegare le origini e le proprie identità; incrementare il dialogo interreligioso; assicurare la pace. L'ecumenismo e il dialogo interreligioso, però, devono assicurare una fede forte e libera dai due grandi pericoli attuali, vale a dire il relativismo e il sincretismo".

D.: Cosa intende per relativismo e sincretismo?

R.: Il relativismo consiste in una vita all'insegna di valori certi, come se mai si dovesse morire e dare conto delle proprie azioni a Dio; il sincretismo è quel prendere da ogni religione qualcosa e metterlo insieme in una miscela orribile e pericolosa".

Sempre da papanews, qualche brano dell'articolo sulla conferenza stampa di presentazione del nuovo lezionario:

"Nel nuovo Lezionario della Chiesa Italiana sono state apportate migliaia di correzioni alla precedente traduzione della Bibbia: alcune di queste sono state richieste direttamente da Benedetto XVI e una ha un particolare significato, perche' riguarda il concetto di "cattolici adulti" che e' molto caro ad alcuni politici italiani e deriva dalla lettera di San Paolo agli Efesini.
Fin dalla Messa "pro eligendo Pontifice" che aveva preceduto il Conclave, l’allora Cardinal Joseph Ratzinger aveva contestato l'espressione "nella misura che conviene alla piena maturita' di Cristo" usata "un po' semplificando - aveva detto - dal testo italiano".
"Piu' precisamente - aveva spiegato il futuro Papa - dovremmo, secondo il testo greco, parlare della 'misura della pienezza di Cristo', cui siamo chiamati ad arrivare per essere realmente adulti nella fede".
"Non dovremmo rimanere fanciulli nella fede, in stato di minorita'. E in che cosa consiste l'essere fanciulli nella fede? Risponde San Paolo: significa essere 'sballottati dalle onde e portati qua e la' da qualsiasi vento di dottrina".
"Una descrizione molto attuale", aveva concluso. La Cei, nel nuovo Lezionario, ha accolto l'indicazione: "Abbiamo obbedito al Santo Padre che critico' la nostra traduzione", ha spiegato il segretario della Cei Giuseppe Betori ai giornalisti."

I guardiani cominciano a svegliarsi, grazie a Dio!

stephanos78 ha detto...

Speriamo nel Signore, nel Suo Pietro e nei Suoi Sacri Pastori FEDELI

Silvestro ha detto...

Ancora su papanews:

"I vescovi italiani sono obbedienti alla Santa Sede in tutto, sia quando chiede di applicare il Concilio Vaticano II e la riforma liturgica, sia quando chiede in spirito di comunione di aprirci alla liturgia precedente alla Riforma". Lo ha affermato il segretario della Cei Giuseppe Betori rispondendo ai giornalisti in occasione della presentazione del nuovo Lezionario della Chiesa Italiana, che rappresenta appunto un'attuazione della Riforma. "Non c'e' - ha scandito - nessuna contrapposizione tra i due riti, il Papa lo chiarisce molto bene nella 'Summorum pontificum' e soprattutto nella lettera di accompagnamento del documento".

Dopo mons. Patabendige, anche il segretario della Cei si pronuncia sul dovere di obbedienza dei vescovi al Papa.

Buone notizie, dunque, per tutti i veri credenti.

stephanos78 ha detto...

Sia Lodato DIO e la Beata Vergine Maria!

Salvo ha detto...

Io vorrei far notare, a proposito della Messa tridentina, che la sua riscoperta dovrebbe accompagnarsi con una reale formazione dei sacerdoti alla sua corretta celebrazione.

E' vero che la messa con il rito antico è più complessa e richiede la presenza di concelebranti.
E ciò potrebbe scoraggiare chi trova più comoda e pratica la celebrazione con il messale nuovo.

Tuttavia, è stata curata una informazione diffusa, soprattutto tra i giovani sacerdoti, su come si celebra la messa tridentina?

Voglio dire, è difficile rispettare la sua pari dignità con la messa odierna e incoraggiare la sua riscoperta, sia da parte dei fedeli che dei sacedoti, se non si offrono strumenti pratici per apprenderne lo svolgimento.

Penso che la Santa Sede dovrebbe distribuire materiali informativi (opuscoli illustrati, videocassette o dvd) che mostrino passo dopo passo come si svolge nel suo splendore la celebrazione con l'antico rito.
Anche per stimolare la curiosità di quanti, laici o sacerdoti, ne hanno sentito parlare senza avervi mai partecipato.

Anonimo ha detto...

liturgisti e teologi da 4 soldi...

mic ha detto...

"Tuttavia, è stata curata una informazione diffusa, soprattutto tra i giovani sacerdoti, su come si celebra la messa tridentina?"

ci sono dei "vivai" favolosi e molti sacerdoti soprattutto giovani interessati ad apprendere. Penso tuttavia non si possa parlare tanto di "informazione"; quanto di "formazione"... ma la Chiesa, Mater et Magistra, ha creato e custodisce i suoi "vivai"...

mic ha detto...

"Penso che la Santa Sede dovrebbe distribuire materiali informativi (opuscoli illustrati, videocassette o dvd) che mostrino passo dopo passo come si svolge nel suo splendore la celebrazione con l'antico rito.
Anche per stimolare la curiosità di quanti, laici o sacerdoti, ne hanno sentito parlare senza avervi mai partecipato."

non siamo mica al supermarket del sacro!
Lo splendore dell'antico rito e anche quello del nuovo, se non banalizzato, richiamano gli affamati e gli assetati, non i curiosi

Gert a ha detto...

Per Petochio.

Che involuzione perbacco.Non mi sarei mai aspettato che si passasse cosi presto dai ragli ai peti.
Evitiamo le volgarità please!

non perde tempo ha detto...

Altro esempio di come i vari don Conti, don Marighetto, ecc., passano il loro tempo: menzogne, odio, rancore e tutto quello che già si conosce di loro. Dove prendono il tempo per dedicarsi alle loro parrocchie? oppure esiste una nuova congragazione (contiani o marighettiani) che si dedica solo a combattere il CN?
Quanta perdita di tempo; lo sanno che il tempo è prezioso e che bisognerebbe usarlo meglio?
Forse neanche dormono per scrivere sui loro siti (che ormai sono più delle persone che a loro aderiscono).
Speriamo che il Santo Pdre legga i vostri scritti così approverà subito tutto.
Cordialmente un neocat che non perde tempo.
P.S.
Forse il tempo l'ho perso per scrivervi, nn lo farò più scusate.

lara ha detto...

No, il tempo lo stai perdendo e come, vivendo nel teatro nc. Apri gli occhi, apri la mente, apri il cuore ... e chiudi le tasche oltre che la bocca!

felice ha detto...

"non perde tempo" farebbe bene a a mandare un email a cesap@libero.it

Possiamo aiutarti...

lara ha detto...

Informati prima di sparare cavolate alla nc!

Per tua conoscenza, Don Elio Marighetto non ha solo una parrocchia la quale seguire, ma bensì tre.Prova a conoscere con quale amore si dedica ai suoi parrocchiani. Prova a vedere come si dedica a loro ogni settimana per far vivere la Santa Messa in profondità. Prova a conoscere quanto è sveglia la sua coscienza e responsabilità "di fronte a Dio" per parlare in verità. Prova a vedere oltre tanto di questo suo lavoro come accoglie e aiuta tanti fedeli che schiacciati dalla "complessa struttura e stortura neocatecumenale" vengono marginati dai propri parroci, i quali schivano in modi diversi, appunto perchè sanno di essere stati scoperti dalla complicità d'inganno che hanno fatto subire e si nascondono dietro una foglia e hanno vergogna. Prova a vedere come nonostante tutto lo sconvolgimento e confusioni che questo cn ha seminato dentro di uno, incoraggia per riprendere la via giusta e amare la Chiesa di Cristo. Prova a vedere come arricchisce i fedeli facendo conoscere la Lectio Divina. ....

Con questo, non si deve confondere che si intende innalzare, assolutamente! E' normale che quanto egli faccia appartiene al suo mestiere. E' un sacerdote e fa "con coscienza" il suo lavoro. Quanto dovrebbe essere normale sembra (nel tempo in cui viviamo) essere diventato cosa strana.

Ripeto, informati prima di sparare cavolate alla nc!
Piuttosto vedi tu se i sacerdoti che hai vicino fanno altrettanto o se appartengono alla schiera del "girovagare tra cene, alberghi di lusso e agape" (altro che Lectio Divina) o a quelli del "non portarmi problemi" (alla Ponzio Pilato) .

Tocca con mano e rifletti!

Petachia di Ratisbona ha detto...

Scusa Stephanos :
L'Eucarestia e la liturgia della Nuova ed Eterna Alleanza.
Ma chi sono gli alleati ? Penso che siano :
1)DIO che nel Sangue versato da CRISTO fa un'Alleanza con
2)i "TUTTI" o "MOLTI" o "TANTI" come li vuoi tradurre, o no?
Non è meglio che gli alleati numero 2 siano presenti?

gesù bambino ha detto...

C'è un "non ero anonimo" che vi dice che però è attratto dai NC e lo accusate di essere francesco pozzi. Vi da gentilmente dei paranoici e voi continuate ad accusarlo di essere francesco pozzi.

seby dice: «forse è un NC infiltrato»
"non ero anonimo" risponde: «forse sei paranoico? Io sono panteista»
stephanos78 interviene: «hai visto? seby aveva ragione: è un NC infiltrato»

Cioè, traduco io, siete proprio paranoici.

+++++++++++++++++++++++

Caro "non ero anonimo", il panteismo è però inferiore al monismo delle varie mistiche, posizione molto più interessante.
Tre libri che ti consiglio, leggili in quest'ordine:
RAM ADHAR MALL: L'INDUISMO NEL CONTESTO DELLE GRANDI RELIGIONI MONDIALI, ECIG EDITORE, 1997 (profondo e approfondito)
WILL PARFITT: LA CABALA, MONDADORI, 1999 (per una conoscenza superficiale ma degna)
MARCO VANNINI: LA MISTICA DELLE GRANDI RELIGIONI, ARNOLDO MONDADORI EDITORE, 2004 (posizione cattolica: anche Eckhart fu accusato di eresia, tanto per cambiare)

Il consiglio che ti do io è: segui i NC nella fase di scongelamento, appena vedi che inizia la fase di ricongelamento scappa e vai a frequentare gli amici della Soga Gakkai e riinizia da capo. Fatti un bel po' di giretti di questo tipo, alla fine scoprirai cose molto banali per cui ti chiederai: «ma dovevo farmi per forza tutti questi giri per scoprire tali banalità?». Sembra di sì.

+++++++++++++++++++++++

Poi c'è petachia di ratisbona che interviene civilmente e "anonimo nc" la stronca immediatamente: «devi senz'altro essere una disturbatrice». Mic la invita a stare zitta. Gert le da della scureggiona.

C'è stephanos78 che dice: ci dovete pure capire, noi vi insultiamo gratuitamente perché pensiamo siate NC infiltrati. E i NC non vogliono dialogare. Quindi vi insultiamo.

Ah, ecco.

+++++++++++++++++++++++

Poi appena si prova a sfiorare Conti e Marighetto, apriti cielo. Interviene lara: stai zitto, chiudi la bocca!
Quando si dice buona educazione :-)
Questa sì cha ha aperto occhi, mente e cuore :-)

+++++++++++++++++++++++

Io ho invece appena avuto uno scambio illuminante con un ebreo ateo cabalista. Grazie Dio che sono ancora in produzione. Grazie Dio.

Francesco ha detto...

C'è gente che,per il solo motivo che abbisogna di darsi nick del tipo "Francesco d'Assisi" o "Gesù Bambino",dimostra chiaramente a se stessa di essere fuori di testa.

Preghiamo per loro!

gesù bambino ha detto...

Mt 5, 21-22

21
Avete inteso che fu detto agli antichi: Non uccidere; chi avrà ucciso sarà sottoposto a giudizio.
22
Ma io vi dico: chiunque si adira con il proprio fratello, sarà sottoposto a giudizio. Chi poi dice al fratello: stupido, sarà sottoposto al sinedrio; e chi gli dice: pazzo, sarà sottoposto al fuoco della Geenna.

========================

Meno male che non sono vostro fratello, altrimenti erano proprio c...i acidissimi per tutti :-)))

Miriam ha detto...

Domanda rivolta da PdR a Steph , che non mancherà di dire la sua, ma intanto io dico:

"Non è meglio che gli alleati numero 2 siano presenti?"

c'è una presenza concreta e una presenza in spirito e verità... nella S.Messa, la Chiesa "oggi qui convocata" non è solo la comunità concreta dei parrocchiani o comunque dei "presenti", ma tutta la "comunione dei santi" che comprende i credenti in Cristo di ieri di oggi e di domani, perché la Santa e Divina Liturgia ci introduce nel Tempo escatologico che è nel tempo e fuori del tempo contemporaneamente...
certo chi si fa presente alla Presenza reale (non simbolica) del Signore, riceve, nella Persona del Signore Risorto, purificazione e nutrimento e tutto quanto di cui possa aver bisogno nella sua situazione fisica morale esistenziale e spirituale e diviene in Lui con Lui e per Lui "un sacrificio (offerta e affidamento e lode e ringraziamento insieme) perenne a Te gradito" fonte di gioia e pace intima e profonda e non semplicemente di allegria kikiana...

Questo lo abbiamo detto più volte, questo è quanto insegna la Chiesa cattolica. Il fatto che debba essere nuovamente ribadito dimostra quanto queste nostre affermazioni non vengano recepite proprio perchè estranee al cammino e alla vita spirituale di suoi adepti...

Miriam ha detto...

Mi riferisco alla citazione di Matteo di chi ha il cattivo gusto di usare il nick Gesù bambino (intanto direi ai nostri amici se non dovremmo cancellare solo per questo i post con questo nick, perché mi sembra un atto di irriverenza la Signore).

Se "con chi si adira col proprio fratello" ti riferisci a noi, ti dico e ribadisco che noi non siamo adirati con nessuno, nemmeno con i Neocat, che non giudichiamo come persone, ma denunciamo le idee e gli insegnamenti e le prassi che vengono loro inculcate...
tutt'al più possiamo provare una sana momentanea indignazione, ricomposta nella pace del cuore che il Signore ci dona quando gliela chiediamo, di fronte a certe provocazioni o affermazioni sballate da cui veniamo spesso inondati...

Seby ha detto...

gesù bambino ha detto...

C'è un "non ero anonimo" che vi dice che però è attratto dai NC e lo accusate di essere francesco pozzi. Vi da gentilmente dei paranoici e voi continuate ad accusarlo di essere francesco pozzi.

seby dice: «forse è un NC infiltrato»
"non ero anonimo" risponde: «forse sei paranoico? Io sono panteista»
stephanos78 interviene: «hai visto? seby aveva ragione: è un NC infiltrato»

Cioè, traduco io, siete proprio paranoici.


forse stai leggendo un altro blog? A la cabala che ti attrae tanto ti sta davvero facendo confondere?

Petachia di Ratisbona ha detto...

Rispondo a Miriam:
Quanto tu hai ribadito non mi è affatto estraneo. Diciamo piuttosto che la preghiera "egli faccia di noi un sacrificio perenne a Te gradito" è anche la missione quotidiana di ogni cristiano.
In altre parole, secondo te : è l'Eucarestia che si chiede di estendere a tutta la nostra vita o,
piuttosto, la nostra vita che si deve concentrare nella liturgia eucaristica o, come altra opzione, ambedue le cose?
Quanto alla differenza tra gioia profonda e allegria non sarei così categorico ricordando il comando di S,Paolo: Rallegratevi nel Signore sempre.

Petachia di Ratisbona ha detto...

Vorrei anche fare una domanda che secondo me ha un nesso con la Liturgia e anche con il testo di S. Massimo citato nel post iniziale.
Secondo voi qual'è l'antropologia più vera? Banalmente, poichè sono state date diverse risposte nel tempo da teologi e dottori della Chiesa:
l'uomo è unione di :
1)corpo e anima
2)corpo, anima(psiche) e spirito
3)carne(corpo fisico+psiche) e anima
4ss) ??
Dico questo perchè secondo me la sensibilità liturgica (è una parola un po' arida ma non mi viene altro termine) dipende dalla
antropologia che riteniamo per vera.
Io personalmente propendo per corpo, anima (nel senso di psiche) e spirito. Voi cosa pensate o credete?

Seby ha detto...

CITTA' DEL VATICANO - Il Papa è il "primo dei patriarchi", Roma è la "prima sede", la Chiesa di Roma "presiede nell'amore". Nero su bianco un documento congiunto della Chiesa cattolica e delle Chiese ortodosse fissa definitivamente e in maniera inequivocabile il primato del romano pontefice, spianando la strada alla riunificazione di cattolici e ortodossi divisi dallo scisma del 1054.

'''Il documento riservato è il frutto del vertice di ottobre a Ravenna''', dove una delegazione cattolica guidata dal cardinale Kasper e una delegazione panortodossa guidata dal metropolita Zizioulas del Patriarcato ecumenico di Costantinopoli hanno gettato le basi per un approfondimento delle questioni da risolvere per ristabilire l'unità.

Speriamo bene

Seby ha detto...

Nel frattempo Benedetto XVI sta riformano il Sinodo dei vescovi, il parlamento consultivo dell'episcopato mondiale che si tiene ogni tre anni: verranno dati più delegati alle Chiese orientali cattoliche - ponte verso l'Ortodossia - che hanno oltre venticinque vescovi, ci sarà più spazio per la discussione e saranno riformati i gruppi di lavoro.
Benedetto XVI ha manifestato fin dalla sua elezione la volontà di fare "passi concreti" in direzione dell'avvicinamento fra le Chiese cristiane. Ma ci sono anche difficoltà in campo ortodosso.

Miriam ha detto...

"Rallegratevi nel Signore sempre."

Non è l'allegria kikiana ma "Kàirete", tipo "Kàire Miriam", per intenderci"

è evidente che anch'io mi riferisco alla missione quotidiana di ogni cristiano e all'Eucaristia vivente che ognuno di noi diventa in Cristo, ma devo purtroppo dirti che, se è questa la tua stessa sensibilità, poi non vedo queste cose realizzate nel cammino né tanto meno le ho mai sentite insegnare... forse anche tu hai una precedente formazione ecclesiale che ti ha fatto interiorizzare queste cose...

Miriam ha detto...

Anche per me l'uomo è unità di corpo, anima e spirito ed è TUTTO l'uomo che viene coinvolto e trasformato nella liturgia, nelle preghiera e in tutta la vita di fede.

Per questo un atto come quello di inginocchiarsi, ad esempio - che è una postura del corpo, ma denota un atteggiamento interiore che coinvolge anche sentimento (psiche) e volontà (cuore in senso biblico, coscienza, intenzione profonda) - può essere importante e rivelare molte cose...

Miriam ha detto...

devo precisare che per corpo o carne non si intende solo la materialità, ma la 'corporeità vivente' (materia che ha ricevuto la nephesh: il 'soffio vitale' per intenderci) e che la vita di fede porta a raggiungere piani più alti, cioè più vicini all'immagine di Dio che ognuno di noi porta inscritta in sé, quali "neshama"= l' "anima che respira" e altro ancora...

Ma non è necessario scendere in questi dettagli, parlandone in teoria, perché il Signore li realizza in ognuno di noi se viviamo in Lui la retta fede nella Sua Chiesa...

Miriam ha detto...

"oppure esiste una nuova congregazione (contiani o marighettiani) che si dedica solo a combattere il CN?"

visione tipicamente neocat che ragiona solo in termini di corsorterie: Di Don Marighetto ha esmplemente parlato Lara. Don Gino Conti è un Sacerdote del Signore che non ha una sua scuola, ma vive la sua pastoralità scrivendo e partecipando quello che il cuore e la coscienza gli dicono; cosa del resto che, molto più modestamente vale anche per noi...

Miriam ha detto...

"oppure esiste una nuova congregazione (contiani o marighettiani) che si dedica solo a combattere il CN?"

visione tipicamente neocat che ragiona solo in termini di consorterie: Di Don Marighetto ha esemplarmente parlato Lara. Don Gino Conti è un Sacerdote del Signore che non ha una sua scuola, ma vive la sua pastoralità scrivendo e partecipando quello che il cuore e la coscienza gli dicono; cosa del resto che, molto più modestamente vale anche per noi...

Petachia di Ratisbona ha detto...

Grazie Miriam.
Vorrei dare uno spunto di riflessione a "gesù bambino". Meister Eckhart è, come si dice oggi, un grande. Ma io ho riflettuto su questo. Ha avuto il coraggio, prima di morire, di rinunciare alle proposizioni giudicate non ortodosse o sospette (non ricordo se erano 23) per rimanere in comunione con la Choesa Cattolica. Con questo atto, apparentemente rinunciatario, ha messo in pratica proprio quell'insegnamento sul distacco che è il centro della sua predicazione. Più grande di così....
Anche in quel caso ci fu chi ebbe il santo zelo di isolare le sue proposizioni da tutto il suo insegnamento.

mic ha detto...

Inviterei chi si firma "Gesù bambino" che nelle citazioni somiglia molto a francesco Pozzi a darsi un altro nick se non vuole essere cancellato

Miriam ha detto...

"Anche in quel caso ci fu chi ebbe il santo zelo di isolare le sue proposizioni da tutto il suo insegnamento."

Caro PdR, anch'io ti ringrazio per la tua interessante precisazione su Eckhart; ma non sono d'accordo con te, se questa tua ultima allusione intende proporre un'analogia al fatto che vengono - ad esempio da noi - isolate alcune "proposizioni" dall'insegnamento kikiano.
Il problema è che noi abbiamo denunciato l'insegnamento kikiano come distorto in nuce, o in radice, non solo per alcune affermazioni più o meno difformi da quello ecclesiale: Kiko ha sviluppato una nuova teologia del "luogo sacro" con la sua nuova estetica, che rispecchia anche una sua teologia diversa da quella cattolica (lo abbiamo ampiamente documentato). Inoltre, con le sue prassi, simboli, gerarchie, metodi, ecc. ha messo in piedi una raltà ALTRA dalla Chiesa cattolica, spacciandosi tuttora impunemente per essa: e questo è il serio "vulnus" inferto alla Chiesa. Perché sarebbe ora di riconoscere apertamente che il kikianesimo (o dovremmo forse dire kikarmensimo) è cristianesimo adulterato, e fortemente e forse irrimediabilmente...

stephanos78 ha detto...

Dice Petachia di Ratisbona:
"Scusa Stephanos :
L'Eucarestia e la liturgia della Nuova ed Eterna Alleanza.
Ma chi sono gli alleati ? Penso che siano :
1)DIO che nel Sangue versato da CRISTO fa un'Alleanza con
2)i "TUTTI" o "MOLTI" o "TANTI" come li vuoi tradurre, o no?
Non è meglio che gli alleati numero 2 siano presenti?"

Quello che tu affermi è giusto ma non intacca minimamente la sostanza del discorso che ti ho fatto. I "Molti" non sono VINCOLATI irrimediabilmente da una loro presenza SOLO fisica!
La Prtecipazione dei Battezzati al Santo Sacrificio è un BENE PER LORO! Prendono Doni in abbondanza e Gesù dà loro Grazia su Grazia! Gesù compie il Sacrificio edentivo per il Bene di Molti! Per Coloro che mediante il Battesimo ricevono l'Adozione. L'Effetto di questo Sacrificio e la sua Bontà esistono per il solo fatto che ESSO E' COMPIUTO! E tale Sacrificio Redentore ha un valore intrinseco ed estrinseco assoluto! Una cosa è dire che SERVE l'Assemblea perchè ESISTA l'Eucaristia. Altro è dire che il Popolo TRAE BENEFICIO dalla sua Presenza e partecipazione al Sacrificio! In un caso si VINCOLA un Sacramento e si dubita della sua pienezza in assenza dell'Assemblea! In un altro si VALORIZZA il Sacramento di Redenzione, lo si riconosce per quello che è e le si dà la giusta Priorità, senza sminuire il "secondo alleato", ma riconoscendo la sua limitatezza e il suo ESSERE CREATURA!
La Creatura prende vita dal suo Creatore e il Creatore non ha alcun BISOGNO della Creatura per DARE VITA! Sarebbe un controsenso assurdo e illogico! Il Creatore, viceversa, AMA la sua Creatura e dà a lei Vita. E in abbondanza! Ma l'Amore che muove il Nostro Dio non ha COSTRIZIONI di alcun tipo e Gesù Dona PERCHE' AMA! All'Uomo, al Battezzato è NECESSARIO Cristo Eucaristia E NON VICEVERSA!

Questo crede la Chiesa. E i tratti basilari della nostra Fede, per il fatto che si debbano ribadire senza sosta, evidentemente non sono più condivisi!

stephanos78 ha detto...

Caro Seby, la notizia che hai inserito riguardo la Chiesa Ortodossa mi riempi di GIOIA VERA!

Speriamo bene! I nostri fratelli d'Oriente ci aiuterebbero in questo periodo grave!

stephanos78 ha detto...

Esorto tutti noi a visionare il link inserito da montmirail.

Dal sito di Unavox si apre un interessante spaccato sullo stravolgimento della Fede, del Luogo Sacro e del suo motivo fondante.

Non devo perdere tempo a dire che questa è una costatazione di un fatto e non la perorazione di "cause" ideologiche. Non contestiamo il Magistero, ma CON IL MAGISTERO constatiamo che NON E' SEGUITO

countdown ha detto...

Mancano 16 giorni al giorno in cui i neocatecumenali si dovranno adeguare alla liturgia cattolica come richiesto dal Santo Padre.

Seby ha detto...

Lo so Stefano,
spero che avvenga presto questa riunificazione fra Ortodossi e Cattolici, anche perche' nella Chiesa Ortodossa sono molto attenti alle tradizioni, quelle vere e non inventate e alla liturgia...

Seby ha detto...

Riporto per intero l'articolo circa il riavvicinamento tra Chiesa Ortodossa e Chiesa Cattolica! Preghiamo per l'Unita' dei Cristiano e non per le divisioni (di cui e' portatore il CNC)
Gli ortodossi: "Il Papa è il primo patriarca"
Si apre la strada per la riunificazione
di MARCO POLITI

Gli ortodossi: "Il Papa è il primo patriarca"
Si apre la strada per la riunificazione


Papa Benedetto XVI
CITTA' DEL VATICANO - Il Papa è il "primo dei patriarchi", Roma è la "prima sede", la Chiesa di Roma "presiede nell'amore". Nero su bianco un documento congiunto della Chiesa cattolica e delle Chiese ortodosse fissa definitivamente e in maniera inequivocabile il primato del romano pontefice, spianando la strada alla riunificazione di cattolici e ortodossi divisi dallo scisma del 1054.

Il documento riservato è il frutto del vertice di ottobre a Ravenna, dove una delegazione cattolica guidata dal cardinale Kasper e una delegazione panortodossa guidata dal metropolita Zizioulas del Patriarcato ecumenico di Costantinopoli hanno gettato le basi per un approfondimento delle questioni da risolvere per ristabilire l'unità.

Sono 46 paragrafi, una vera e propria road map, che indica il percorso dei temi da sviscerare per potere dichiarare superate le divisioni del passato. Dunque, il riconoscimento del primato romano c'è, ma subito viene chiarito che dovrà essere studiato "il ruolo del vescovo della prima sede" nell'ambito della comunità ecclesiale. In altre parole bisognerà definire quali sono le "prerogative" del vescovo di Roma, tenuto conto che sull'argomento ci sono opinioni molto differenti.

Il documento delinea tre concetti fondamentali: comunione ecclesiale, conciliarità, autorità. Entrambe le parti concordano che il vescovo è il capo della Chiesa locale e che nessuno può sostituirsi a lui. Entrambe concordano nel riconoscere che "l'unica e santa Chiesa" si realizza contemporaneamente in ogni Chiesa locale, che celebra l'eucaristia, e nella comunione di tutte le Chiese.

C'è accordo anche sulle strutture della Chiesa universale. A livello locale l'autorità è il vescovo. A livello regionale un gruppo di Chiese riconosce al proprio interno un "primo" (protos, in greco). Più articolata la questione del livello globale: qui gli esperti avranno molto da lavorare. Perché il documento afferma che sul piano universale "coloro che sono i primi nelle differenti regioni, insieme a tutti i vescovi, cooperano in ciò che riguarda la totalità della Chiesa". E in questo contesto si sottolinea che "i primi devono riconoscere chi è il primo tra di loro".

Ma per assicurare la concordia - scandisce la road map ecumenica - serve la conciliarità: cioè la cooperazione comune tra tutti. Tutti i vescovi dell'orbe cristiano, è detto, non devono essere solamente uniti tra di loro nella fede, ma "hanno anche in comune la stessa responsabilità e lo stesso servizio nei confronti della Chiesa". I concili sono lo "strumento principale" attraverso cui si esprime la comunione della Chiesa.
Insomma, il mondo ortodosso mette in chiaro che il vescovo di Roma non può immaginarsi di essere un sovrano totalitario, che decide da solo o si sostituisce ai livelli locali. D'altronde lo stesso Ratzinger affermò in passato varie volte che il romano pontefice non può comportarsi da "monarca assoluto". Un brano del testo (riferito allle autorità regionali) ha il suono di un monito preciso: "Il primo non può fare niente senza il consenso di tutti".

Il pontefice, peraltro, è sempre nominato nel testo come vescovo di Roma o come uno dei cinque patriarchi storici.
Ora tocca a papa Ratzinger. Solo lui può dare l'impulso a procedere. Per il 23 novembre il pontefice ha convocato tutti i cardinali del mondo per una riunione, che all'ordine del giorno ha proprio l'ecumenismo. Il documento cattolico-ortodosso costituirà la base del dibattito.

Nel frattempo Benedetto XVI sta riformano il Sinodo dei vescovi, il parlamento consultivo dell'episcopato mondiale che si tiene ogni tre anni: verranno dati più delegati alle Chiese orientali cattoliche - ponte verso l'Ortodossia - che hanno oltre venticinque vescovi, ci sarà più spazio per la discussione e saranno riformati i gruppi di lavoro.
Benedetto XVI ha manifestato fin dalla sua elezione la volontà di fare "passi concreti" in direzione dell'avvicinamento fra le Chiese cristiane. Ma ci sono anche difficoltà in campo ortodosso.

Il patriarca Alessio di Mosca è recalcitrante nel riconoscere il primato del patriarca di Costantinopoli Bartolomeo I e al tempo stesso non perdona al Vaticano l'attività delle diocesi cattoliche nell'ex Urss. A Ravenna i suoi rappresentanti hanno abbandonato la riunione perché la Chiesa ortodossa di Estonia si era aggregata al patriarcato ecumenico di Costantinopoli.


(14 novembre 2007)

kikos en espana es lo mismo ha detto...

Catequesis y publicidad engañosa.

Años tras años se produce la misma historia:
Uno vé carteles anunciando las famosas "catequesis para adultos" en una determinada parroquia. En el 99% de los casos NUNCAN MENCINAN QUE ES EL MOVIMIENTO NEOCATECUMENAL.

Eso, ya de por sí, es grave. Me parece poco ético y moral. Se debe mencionar que esas "catequesis" no tienen otro fin que reclutar una nueva Comunidad Neocatecumenal que deberá prestar obedicencia a un grupo de "catequistas" dirigentes de la misma.

Pero si eso es grave y vergonzoso, no se queda atrás otra apreciación.

1- ¿ Por qué se les llama catequistas a esos señores que vienen a dar lo que yo califico de "charlas"?

2- ¿ Por qué se les debe llamar así?...porque han sido nombrados por "otros catequistas de su grupo neocatecumenal", ¿simplemente por eso? ¿Tienen algunos suficiente categoria moral para ser llamados así.?

3- ¿Qué significa ser catequista hoy en día? ¿Se sabe a ciencia cierta qué significa esta palabra en la Iglesia?

4- ¿Qué autoridad tienen ellos para dirigir vidas de los demás, exigir obediencia a sus mandatos,...etc....? digo yo que será Kiko el que les dé legitimidad ¿no?

5- Aceptar cobardemente a las Comunidades Neocatecumenales dentro de las parroquias, tal como ha hecho la Iglesia, ¿ implica también asumir la "catadura moral" de TODOS LOS QUE SON, autoproclamados por ellos mismos,: "CATEQUISTAS".?

Aqui está el engaño fundamental del Camino Neocatecumenal. MENTIRA SOBRE MENTIRA, ABUSO SOBRE ABUSO,....prepotencia y evidencias que destrozan el verdadero cristianismo.

Por acabar:

6- Se debe avisar en los carteles para las "catequesis de adultos en la parroquias" que, aunque tristemente están aceptadas por el párroco, la realizan los Neocatecumenales.

7- Que es un camino para formar otra nueva Comunidad Neocatecumenal.

8- Que si entras en ella te exigirán obediencia unos tipos que no son ni curas ni nada.

9- Que someterán tu vida periódicamente a escrutinios, que consisten en analizar completamente tu intimidad más absoluta.

10- Que interpretarán tus relaciones familiares, laborales, sentimentales, y te exigirán e inducirán a que vivas según ellos te digan y tienen marcado en "sus pasos".

11- Que en los primeros escrutinios te sacarán de contexto un texto de la Biblia y utilizarán tus deseos de ser buen cristiano para que vendas cosas tuyas, se la des a los pobres y te enfrentes, si es necesario, a tus familiares cercanos pues no te comprenderán ( ¡¡¡ miserables !!!!)

12- Que te obligarán a tener eso como un secreto que no debes contar a los que te quieren y se preocupan por tus extrañas aptitudes y comportamientos.

13- Que con el tiempo te harán un segundo escrutinio donde volverán a utilizar tu nobleza por seguir a Cristo y te exigirán un diezmo para que lo administre tu responsable de grupo. ( el 10 % de lo que ganes en tu sueldo al mes ), sacando de contexto e interpretando a su interés otro trocito de la Biblia.

Y por no aburrir no sigo más.....

En definitiva, cuando expliquen abiertamente la verdad en los carteles que anuncian las catequesis, NO ME OFENDERÉ CON VER PEGADOS EN LA PARED LOS ENGAÑOSOS Y EMBAUCADORES CARTELES QUE SÓLO PONE:

" Cristo te ama,...catequesis para adultos en la parroquia "

¡¡¡ Hablar y anunciaros claro, partida de truhanes y embusteros ¡¡¡¡¡

Serena ha detto...

Sentite una cosa, a me questi nc hanno proprio rotto le scatole e visto che loro partono di volantinaggio, perchè non lo facciamo anche noi? predisponiamo un semplice volantino rimandando al vostro sito, scriviamo ai giornali, non lo so facciamo qualcosa!!!

Ma perchè non andiamo in giro a vedere tutte le parrocchie ancora salve dai nc e parliamo con i parroci che di neo cat non ne vogliono sapere e cerchiamo di fare un'azione congiunta con tutta questa gente.
Mobilitiamo gli scout dell'Agesci che a quanto so non vedono per niente bene i nc.. Insomma rispondiamogli non solo a colpi di blog!
Facciamo capire al mondo che sono una setta, che sono una massa di farabutti e che hanno potere solo perchè sono tra i gruppi più ricchi e più capaci di fare il lavaggio del cervello alla gente!?!?
Arriveranno a bloccare wikipedia ma non credo che riusciranno a fermare i dettami dell'articolo 21 delle Costituzione no?

Voi che siete nella chieda organizziamo una manifestazione, un palco e mettiamoli al muro!

Che ne pensate?

Vi saluto
Serena

felice ha detto...

ho il piacere di comunicarvi che ho superato i test di ammissione alla facoltà di SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE...

RIPESCATOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!

DIO è GRANDE.......

GRAZIE A TUTTI PER IL SOSTEGNO

CARO ARGUELLO spera ke nn riesca mai a laurearmi

usque tandem? ha detto...

All'attenzione dei Moderatori del bog:

Notevole questa sintonia tra i nostri amici spagnoli e quel che Dice Serena!!!
Se nessuno fa nulla, perché la vostra/nostra mobilitazione non potrebbe prendere anche un aspetto di questo genere?
Se non un vero e proprio volantinaggio ad personam, almeno la creazione e il collocamento di volantini nelle parrocchie dove vengono proposte le nuove catechesi... potremmo provarci!
Io mi impegno per un paio di parrocchie nella mia città, ognuno di noi potrebbe farlo nella sua...
E' scontato che verrebbero fatti sparire in breve tempo, ma almeno qualcuno farà in tempo a leggerli. E contestualmente portare il tutto all'attenzione delle gerarchie competenti...

exneocat ha detto...

Non voglio strumentalizzare le parole del Signore nostro ma la lettura della liturgia del giorno e' particolarmente bella ed adatta a tutto il nostro discutere .Ecco il riferimento :
Libro della Sapienza 6,2-11.

Tommaso ha detto...

Che io ricordi, il volantinaggio fu già proposto sul blog, ma respinta dagli animatori perchè si sostenne che non era l'obiettivo del blog, limitato alle terstimonianze e alla denuncia delle difformità neocatecumenali e non a mettersi a capo di una sommossa antineocat.

D'altra parte, i NC comincerebbero già a tremare.
Perchè a loro fa comodo il silenzio, l'omertà, l'ombra e la notte che tanto prediligono, da autentici pronipoti del conte Dracula (non vampirizzano forse la Chiesa?).
Ogni azione che li mette sotto i riflettori è temuta come i vampiri temono i raggi del sole.

Ben venga il volantinaggio, se serve a richiamare l'attenzione della massa dei fedeli su questa setta oscura ed eretica.

gherardo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
gherardo ha detto...

Fare volantinaggio e' un po' come fare
questo blog-sito
pero' magari
fatto nei pressi delle parrocchie
dove l'inganno delle catechesi senza nome
si perpetra
mi sembra abbia un effetto mirato
e piu' "a bersaglio".

gherardo ha detto...

Insomma se la Chiesa tarda
ad esprimersi (Statuti scaduti)
qualcuno dovra' pure colmare
il vuoto pericoloso
che si e' formato.

stephanos78 ha detto...

Io non sono d'accordo..

gherardo ha detto...

Io in genere non sono per le azioni clamorose ma in questo paese a volte sembra
che per avere riscontri non ci sia altro modo.
Perche' se credi che il CN
possa nuocere alla salute spirituale (e non solo..) delle persone
allora qualsiasi cosa tu possa fare per
evitare l'INTOLLERABILE
inganno delle catechesi senza nome
allora andrebbe tentato.

Certo uno si trova di fronte al dilemma
dare precedenza alla tutela delle istituzioni o alla tutela delle singole persone?

UN dilemma non facile, ma un volantinaggio locale non credo nuocerebbe alle istituzioni
(e forse metterebbe sull'avviso qualche persona)
o credi che anche questo sito nuocia alla Chiesa?

Io non lo credo. Anzi.

Pero' a ripensarci forse il volantino
suona piu' come un'atto di sfida
e proporre iniziative del genere
a partire da questo sito potrebbe
avere degli effetti indesiderati e incontrollabili.

Ripensandoci forse e' meglio di no
ma a me personalmente ogni persona
ingannata pesa terribilmente sulla coscienza.

malachites ha detto...

Il post di "kiko en españa es lo mismo" l'ho postato l'8/11, posto nuovamente la traduzione per una facile lettura.

Dalla Spagna arrivano le stesse nostre indignazioni di fronte ai cartelloni NC che vanno ancora in giro, che omettono la provenienza, che non informano, e sulla figura dei così chiamati "catechista".

Scrive oggi l'amministratore del blog spagnolo ...

"Catechesi e pubblicità ingannevole.
Anno dopo anno, si ripete la stessa storia: Uno vede dei cartelloni che annunciano le famose "catechesi per adulti" in una determinata parrocchia. Nel 99% dei casi MAI FANNO MENZIONE CHE SI TRATTA DEL CAMMINO NEOCATECUMENALE.
Solo questo, già è grave. Non è etico ne morale. Si deve far menzione che quelle "catechesi" non hanno altro scopo che reclutare una nuova comunità neocatecumenale che dovrà prestare ubbidienza a un gruppo di "catechisti" dirigenti della stessa.

Se questo è grave e vergognoso, non rimane indietro un'altra precisazione.

1- Perchè gli si chiama catechisti a questi signori che vengono a dire ciò che io qualifico delle "chiacchere"?
2- Per quale motivo gli si deve chiamare così? ... solo perchè sono stati nominati da "altri catechisti del gruppo NC"?, solo per questo? Hanno alcuni suficiente categoria morale per essere chiamati così?
3- Oggi, cosa significa essere catechista? Si sa veramente cosa significa questa parola per la Chiesa?
4- Ma quale autorità hanno loro per dirigere la vita degli altri, esigere obbedienza ai loro comandi ... ecc.? Chi gli da tale legittimità? Kiko?
5- Accettare codardamente le Comunità Neocatecumenali dentro le parrocchie, così come ha fatto la Chiesa, implica pure assumersi le 'immoralità' di TUTTO CIO CHE SONO, autoproclamandosi da loro stessi: "CATECHISTI" ?

Questo è l'inganno fondamentale del Cammino Noecatecumenale, MENZOGNA SU MENZOGNA, ABUSO SOPRA ABUSO, ... arroganza e quant'altro che distruggono il vero cristianesimo.

Per mettere fine a questo :

6- Si deve informare nei cartelloni delle "catechesi per adulti in parrocchia" che, pur se tristemente sono acettate dal parroco, la porteranno avanti i Neocatecumenali.
7- Che è un cammino per formare un'altra Comunità Neocatecumenale.
8- Che quando entri in essa, ti verrà chiesto obbedienza da parte di certi tipi che non sono ne preti ne nulla.
9-Che sottometteranno la vita di uno periodicamente a dei scrutini, che consiste nel analizzare completamente la loro intimità.
10- Che interpreteranno le tue relazioni familiare, laborative e sentimentali e ti indurranno a vivere secondo quanto loro ti diranno nei " loro passaggi".
11- Che nei primi scrutini prenderanno un testo della Bibbia per utilizzarla a modo loro, misurando i tuoi desideri di essere un buon cristiano per farti vendere le tue cose, donandola ai poveri e, se necessario, ti faranno allontanare dai tuoi cari che, dicono loro, non sono capaci di comprenderti. (vergognatevi!!!!)
12- Che sarai obbligato a tenere con te, in segreto, di quanto accade dentro , e che non si dovrà raccontare niente a nessuno, nemmeno a persona a noi cara che si dimostra preoccupato per o mpstro strani comportamenti.
13- Che col tempo ti faranno un secondo scrutinio dove torneranno a misurare la tua fedeltà nel seguire Cristo e ti esigeranno la decima che verrà amministrata dal responsabile del gruppo (il 10% del tuo stipendio ogni mese), e questo prendendo e interpretando a modo proprio un'altro passo della Bibbia.

E non proseguo per non annoiarvi ...

In conclusione , solo quando informeranno apertamente, in verità, e come si deve sui cartelloni che annunciano queste catechesi, NON MI OFFENDERO' NEL VEDERE SUI MURI QUESTI MENZOGNERI CHE INVECE SOLO DICONO: "Cristo ti ama, ... catechesi per adulti in parrocchia"

Parlate e annunciatevi chiaramente, pezzi di imbonitori!!!!!!!"

08 novembre, 2007 21:30

malachites ha detto...

Anzi, parlando di 'luogo sacro' ... prendo spunto dagli interventi di una ragazza spagnola (figlia di catechisti) che sta riportando le catechesi di inizio corso del 2002-2003.
"La famiglia esemplare NC e il 'luogo sacro' domenicale".

KIKO:
" ... abbiamo inviato a Malaga per fare una video sulla celebrazione domestica, abbiamo inviato perchè si facesse a casa della familia di Rafael e Paloma. Dissi a loro: capisco che per voi questa è una umiliazione (?!) perchè sarete visti in tutte le convivenze ... poi vi batteremmo le mani. Loro hanno accettato per amore al Cammino, perciò tutta l'equipe è andata a casa loro. Sono arrivati sabato sera, come coincideva (?!) che al giorno seguente era Domenica, hanno visto come celebrano le lodi della Domenica una familia numerosa. Rafael e Paloma hanno 19 figli ... Qualcuno potrebbe pensare, perchè hai fatto una video con una familia numerosa? Prima cosa, le familie numerose nel Cammino non sono una eccezione, qui sono tantissimi che hanno più di 10 figli. Le familie in misione che ci sono in Australia, in Asia, tutte hanno più di 10 figli, Ci troviamo davanti a un mistero (?!). Sono convinto che le familie numerose salveranno l'Europa, vi lo dico già da adesso, e Dio ha con il Cammino un grandissimo progetto ... "

Ricordate l'evento? Qualcuno ha percepito presenza di gioia in quella familia? Personalmente mi sembravano uscire dal museo di cera.

gherardo ha detto...

Caro Malachites
ti capisco benissimo.
Come dicevo prima ogni persona
in piu' ingannata
mi pesa terribilmente sulla coscienza.
Purtroppo
il peccato originale
sta proprio li'
in quell'inganno-truffa originale
in quell'adescamento stile tipico
della psicosetta
in cui nulla si dice
del fondatore o della setta stessa
ma si propone un'attivita'
a prima vista innocua anzi si suppone benefica.

Ma sono cose che abbiamo detto alla nausea

stephanos78 ha detto...

Dice Gherardo:

"Pero' a ripensarci forse il volantino
suona piu' come un'atto di sfida
e proporre iniziative del genere
a partire da questo sito potrebbe
avere degli effetti indesiderati e incontrollabili.

Ripensandoci forse e' meglio di no
ma a me personalmente ogni persona
ingannata pesa terribilmente sulla coscienza"

Hai centrato il punto.

La nostra Testimonianza ha un valore particolare e non vuole essere altro se non quello che è.

L'abbiamo portata prima fra i nostri ex-catechisti (magari non così dettagliata per ovvie ragioni). Poi al nostro Vescovo (io l'ho spedita anche a Ruini e ad altri Vescovi interessati). Poi l'abbiamo resa pubblica, a mezzo di questo Blog ma non solo.

Ebbene, lo "scopo" che ci siamo prefissati era ed è quello di Testimoniare. Niente di più, niente di meno. Cercare un dialogo con chi vuole. Crescere insieme e cercare persone di buona volontà disposte a guardare alla luce della Verità il Cammino e non solo.

La soluzione del "volantinaggio" mi infastidisce perchè è troppo assimilabile alla "propaganda". Ciò che infastidisce del Cammino.
Se devo dirtela tutta a me di fare "propaganda" (passami il termine, anche se improprio per noi) non interessa! Di "perorare" una "causa" nemmeno. Detto meglio, l'unica "causa" che mi interessa perorare è quella della Fede. Se si può chiamare "causa". L'unica cosa che mi interessa è di Testimoniare a favore della Chiesa.
Dal volantinaggio all' "ideologia" il passo è davvero breve. E all'apparenza già evidente! Per quanto ci riguarda non siamo ideologicamente "anti-neocat". Se il Cammino (è improbabile per come fatto) decide di SPOSARE la Chiesa, questo Blog e i suoi annessi spariranno! Mi sento di parlare a nome degli amministratori. Ma anche di chi lo frequenta.

Quindi, non usiamo gli stessi mezzi di chi contestiamo. Anche perchè presteremmo il fianco in modo veramente smaccato. Cerchiamo solo la Verità. E ti assicuro che Parlarne quando chiamati a farlo, dovunque noi siamo, è molto più proficuo.

Anonimo ha detto...

La nostra Testimonianza ha un valore particolare.........

:-)))))))
ridicolo......

stephanos78 ha detto...

Sarà ridicolo per te.. Definire ridicole le Testimonianze concrete di Cristiani Cattolici fa un po' venire la pelle d'oca... Visto che la Nostra Religione Cattolica si basa ed è fondata su Testimonianze!

gherardo ha detto...

Concordo Stephanos

ma ogni persona ingannata
da quel manifesto "catechesi per adulti"
continua a pesarmi sulla coscienza.

Comunque e' meglio avere una posizione chiara e non ambigua in proposito.

Niente volantinaggi "endorsed"
da questo blog-sito.

malachites ha detto...

Rispetto al volantinaggio.

I fratelli spagnoli sono pronti ad attaccare su ogni pubblicità NC 'el sello' fatto da loro, ossia il timbro NC ma tradotto in verità.

Questo 'timbro' si può vedere nella sezione news su questo sito, inserito nelle 'ultimissime di settembre'

malachites ha detto...

Gherà, lo so che lo abbiamo ripetuto fino alla nausea, ma mentre continui la testardaggine NC il dovere è sempre quello di rinfrescare, da tutti i punti di vista.

gherardo ha detto...

Caro Malachites

anch'io sento come dovere quello di fare
corretta informazione nei confronti del CN
ed e' per questo che abbiamo aperto il sito partendo da questo blog.
A volte mi chiedo, proprio perche' la propaganda NC nonche' l'inganno delle catechesi d'inzio continuano martellanti,
se questo sia abbastanza.

malachites ha detto...

Anch'io mi lo chiedo. Questo nostro lavoro è un aiuto, ma non sufficente perchè non arriva a tutti.

Anonimo ha detto...

Ma non pensiate che passi inosservato: c'è chi osserva e documenta i vari reati che si consumano placidamente in questo blog di anonimi maniaci violenti.


Caspita ma Vera Lucerna Juris arde di fuoco imperituro eh? Piantala: Nullum crimen, nulla poena sine praevia lege poenali.

Fai una proposta di legge, quindi, per designare come reato la pura critica al Cammino, poi puoi parlare di reato.

Anonimo ha detto...

Se volete volantinare, attacchinare e/o simile, fatelo sapere a 33, che è pronto a coprirvi le spalle, perchè chi non ha mai fatto cose di questo tipo non ha idea degli imprevisti che possono succedere.

stephanos78 ha detto...

No. A volantinare ci pensano già i NeoCat. Bastano e avanzano

La pulce ha detto...

IL CATEQUISTA PIPIA A PALAZZO VENEZIA

Il supremo catequista siculo,cav.grand'uff.,avv.Giovanni Pipìa ha chiesto eottenuto questo pomeriggio di poter convo9care le cimici neocat sotto il balcone di Palazzo Venezia,dal quale egli si è affacciato per presentare all'oceanica adunata la III enciclica del senor Kirikus "Incipienti Canitie".
Al suo fianco Dona Carmenita vestita rigorosamente di nero e mister Presbyterus che ,in vena di loquacità, si è dilungato al microfono affermando "Buonasera a tutti".

gesù bambino ha detto...

gesù bambino ha detto: «C'è un "non ero anonimo" che vi dice che però è attratto dai NC e lo accusate di essere francesco pozzi. Vi da gentilmente dei paranoici e voi continuate ad accusarlo di essere francesco pozzi.

seby dice: «forse è un NC infiltrato»
"non ero anonimo" risponde: «forse sei paranoico? Io sono panteista»
stephanos78 interviene: «hai visto? seby aveva ragione: è un NC infiltrato»

Cioè, traduco io, siete proprio paranoici».


Seby ha risposto: «forse stai leggendo un altro blog? A la cabala che ti attrae tanto ti sta davvero facendo confondere?»

14 novembre, 2007 08:58

================================

gesù bambino, che è adesso è un cabalista a modo, non manca di documentare:

Traduco il messaggio 13 novembre, 2007 15:38: «forse è un NC infiltrato»
Traduco il messaggio 13 novembre, 2007 16:18: «forse sei paranoico? Io sono panteista»
Traduco il messaggio 13 novembre, 2007 16:28: «hai visto? seby aveva ragione: è un NC infiltrato»
Traduco il messaggio 13 novembre, 2007 16:36: «Questo deve proprio essere francesco pozzi»


Cioè, traduce gesù bambino, siete proprio paranoici.
E aggiunge che apparentemente non sapete leggere.

gesù bambino ha detto...

Caro Petachiah di Ratisbona,
mi fa piacere che Eckhart ti affascini.
Sai, per principio dubito di ciò che i posteri raccontano circa le ultime parole di un morente ...

Io sono lontanissimo dal mondo cattolico, la mia via è un'altra.
Rispetto i NC come molti altri cattolici (opusdeisti, focolarini, ciellini, carismatici, ecc.), in alcuni casi li stimo.

Non mi piacciono i cacciatori di streghe. Quelli proprio no. Sicuramente l'organizzazione cattolica - intesa come braccio armato dell'impero - è utile all'ordine politico mondiale, ma non è interessante (e questo potrebbe diventare presto un problema anche per i NC).

Più interessanti sono i pensatori cattolici quando sono svincolati da interessi di potere, gestione, amministrazione (cose pur importanti ma che - come dire? - "distraggono").

Grazie per i tuoi interventi.

gesù bambino ha detto...

Leggo qui e là.
Per correttezza, rispondo anche a Miriam (14 novembre, 2007 08:55).

Il riferimento (Matteo) era all'intervento 14 novembre, 2007 07:57.
Sta dando del pazzo a qualcuno forse?
Chissà, forse era una sana momentanea indignazione, ricomposta nella pace del cuore che il Signore vi dona quando gliela chiedete, di fronte a certe provocazioni o affermazioni sballate da cui venite spesso inondati. Mmmmh.

Chissà se è più irriverente usare il nick "gesù bambino" o dare del pazzo, dell'asino, della baldracca, dell'indemoniato, del supercatechista NC, del massone, dell'ateo, del cattocomunista, e non so quant'altro, a chi NON si firma "gesù bambino".
Ci devo pensare un po'.

stephanos78 ha detto...

Pozzi, se continui così mostri segni di sdoppiamento della personalità! Ti dici ateo e adesso ti firmi "gesù bambino"! A parte "baldracca", se continui così anche i più semplici aggettivi li trasformerai in insulti! Basta che siano scritti da noi! E la tecnica è sempre la stessa!!! SEMPRE! Complimenti

stephanos78 ha detto...

...e ti manca anche il senso dell'ironia! Permaloso! :-D

Miriam ha detto...

non riesco proprio a capire l'interesse di francesco pozzi di continuare a intervenire su un blog di persone che ritiene, tra l'altro, anche paranoiche...

gesù bambino ha detto...

miriam, stephanos78, noto con piacere che continuate a far finta di non saper leggere.

Sono tecniche - come si diceva - di character assassination.

E c'era qualcuno che diceva che gesù viene crocifisso tutti i giorni.

+++++++++++++++++++

miriam, mi interessa documentare le violenze di questo blog.
tu che fai la finta tonta, e che non vedi la trave nel tuo occhio perché sei troppo impegnata con la tua teologia da strapazzo a cercare le pagliuzze negli occhi dei tuoi fratellini, mi sei molto utile. grazie.
mi fa piacere che semplicemente il tuo occhio non riesca a leggere gli insulti di gert, francesco e tanti altri, e che invece noti me :-)))
mi sento addirittura lusingato. tanta attenzione da tanta teologa!

Miriam ha detto...

Quelle che tu chiami violenze sono, secondo me, convinzioni seriamente documentate.
E poi non mi pare che qui si accampino pretese di alcun genere, se non riguardo alla libertà di espressione e ad una informazione corretta...

Le nostre sono affermazioni liberamente espresse che ognuno può liberamente accogliere o rifiutare.

Trave, pagliuzza, come vi piace usare questi termini... che riguardano tutti, certamente anche me, ma riguardano anche te caro mio...

Io sarò una teologa da strapazzo che non si accorge delle ingiurie che non vengono da te (o della umana indignazione che può starci tutta sentendo affermare certe cose così stridenti con la verità)... ma tu, chi sei?

Francesco Pozzi ha detto...

«Quelle che tu chiami violenze sono, secondo me, convinzioni seriamente documentate.
E poi non mi pare che qui si accampino pretese di alcun genere, se non riguardo alla libertà di espressione e ad una informazione corretta...
Le nostre sono affermazioni liberamente espresse che ognuno può liberamente accogliere o rifiutare.»

miriam, ma che ti fumi? ma come parli?


«Trave, pagliuzza, come vi piace usare questi termini... che riguardano tutti, certamente anche me, ma riguardano anche te caro mio...»

voi? voi chi?
no, non mi riguardano. la cattolica sei tu, non io.


«Io sarò una teologa da strapazzo che non si accorge delle ingiurie che non vengono da te (o della umana indignazione che può starci tutta sentendo affermare certe cose così stridenti con la verità)...»

miriam! ma come parli? ma pensi davvero di poter nascondere la verità con le belle parole? la violenza di mic, seby, gert, stephanos78, pinkus, kirikikì, etc..., la possono leggere tutti. chiamala santa indignazione, io lo chiamo character assassination.

«ma tu, chi sei?»

io??? sono uno che sta leggendo questo blog e ci sta trovando tanta ma tanta immondizia. mi sono presentato tante volte. non chiedermi di farlo un'altra volta.
e tu chi sei?

Miriam ha detto...

«ma tu, chi sei?»

io??? sono uno che sta leggendo questo blog e ci sta trovando tanta ma tanta immondizia. mi sono presentato tante volte. non chiedermi di farlo un'altra volta.
e tu chi sei?

chi sono io si deduce da tutti i miei post, da cui traspare la mia anima perché ho sempre parlato dal cuore. Chi sei tu non lo so e a questo punto non mi interessa saperlo, so solo che quello che traspare dai tuoi post non mi piace (non è un giudizio è un'opinione).
Continuo ad essere meravigliata del fatto che trovando tanta immondizia continui a frequentarci...

mic ha detto...

"chiamala santa indignazione, io lo chiamo character assassination."

ma guarda, se non sbaglio questo termine tecnico, lo aveva citato Mic ed è tipico delle sette e noi tutto siamo tranne che una setta...

miriam ha detto...

«Quelle che tu chiami violenze sono, secondo me, convinzioni seriamente documentate.
E poi non mi pare che qui si accampino pretese di alcun genere, se non riguardo alla libertà di espressione e ad una informazione corretta...
Le nostre sono affermazioni liberamente espresse che ognuno può liberamente accogliere o rifiutare.»

miriam, ma che ti fumi? ma come parli?

poiché quello che ho detto è la pura verità e non mi sembra nulla di campato in aria o di squilibrato, la domanda: "che ti fumi ma come parli" non posso che girarla a te.

Comunque, sappi che qualunque cosa tu dica d'ora in poi non perderò il mio tempo a concionare con te perché è una inutile e sterile polemica. Ti invito a continuare a a scriverti addosso sul tuo blog