sabato 17 novembre 2007

Per amore del Papa! Ecco cosa seguiamo!


Dal Libro-Intervista Rapporto Sulla Fede - Vittorio Messori a colloquio con Joseph Ratzinger

"Punto irrinunciabile di partenza è, ancora e sempre, una prospettiva religiosa, al di fuori della quale ciò che è servizio apparirebbe intolleranza, ciò che è sollecitudine doverosa sembrerebbe dogmatismo. Se si entra dunque in una dimensione religiosa, si comprende come la fede sia il bene più alto e prezioso, proprio perché la verità è l'elemento fondamentale per la vita dell'uomo.

Dunque, la preoccupazione perché la fede non si corrompa dovrebbe essere considerata - almeno dai credenti - ancor più necessaria della preoccupazione per la salute del corpo. Il vangelo ammonisce di "non temere coloro che uccidono il corpo", ma di temere "piuttosto coloro che,assieme al corpo, possono uccidere anche l'anima" (Mt 10,28). E lo stesso vangelo che ricorda come l'uomo non viva di "solo pane", ma innanzitutto della "Parola di Dio" (Mt 4,4). Ma quella Parola, più indispensabile del cibo, va accolta nella sua autenticità e va preservata da ogni alterazione. È lo scetticismo di fronte alla possibilità per l'uomo di conoscere la verità con la conseguente perdita del concetto vero di Chiesa e l'appiattimento della speranza nella sola storia(dove ciò che soprattutto conta è il "corpo" il "pane", non più "l’anima", la "Parola di Dio) che ha fatto sì che appaia irrilevante, quando non anacronistico o addirittura dannoso, il servizio di una Congregazione come quella per la dottrina della fede".

(...)
"Circolano dei facili slogans. Secondo uno di questi, ciò che oggi conta sarebbe solo l'ortoprassi, cioè il "comportarsi bene", l’"amare il prossimo". Sarebbe invece secondaria, se non alienante, la preoccupazione per l'ortodossia e, cioè, il "credere in modo giusto", secondo il senso vero della Scrittura letta all'interno della Tradizione viva della Chiesa. Slogan facile perché superficiale: infatti i contenuti dell'ortoprassi, dell'amore per il prossimo, non cambiano forse radicalmente a seconda dei modi di intendere l'ortodossia? Per trarre un esempio attuale dal tema scottante del Terzo Mondo e dell'America Latina: qual è la giusta prassi per soccorrere i poveri in modo davvero cristiano e dunque efficace? La scelta di una retta azione non presuppone forse un retto pensiero,non rinvia forse alla ricerca di una ortodossia?"

183 commenti:

  1. Riporto anche qui questo passaggio della recente intervista rilasciata da Mons Rajith sul Motu Proprio

    "...Inoltre la Chiesa è una realtà che sorpassa i livelli di una pura invenzione umana. Essa è il Corpo mistico di Cristo, la Gerusalemme celeste e la stirpe eletta di Dio. Essa, perciò, supera le frontiere terrestri e ogni limitazione di tempo ed è una realtà che trascende di molto la sua manifestazione terrestre e gerarchica. Perciò in essa, ciò che è ricevuto, dovrà essere trasmesso fedelmente. Noi non siamo né inventori della verità, né i suoi padroni, ma solo coloro che la ricevono e hanno il compito di proteggerla e trasmetterla agli altri. Come diceva San Paolo parlando dell’Eucaristia: “io infatti ho ricevuto dal Signore quello che a mia volta vi ho trasmesso” (1Cor 11, 23). Il rispetto della Tradizione non è dunque una nostra scelta libera nella ricerca della verità, ma la sua base che deve essere accettata. Nella Chiesa la fedeltà alla Tradizione perciò, è un atteggiamento essenziale della Chiesa stessa."

    Fedeltà alla Tradizione che non è giuridismo né rubricismo, ma Vita che si sviluppa e si partecipa...

    Altro che ritorno alle origini e sola Scriptura!!!

    RispondiElimina
  2. Sarebbe interessante sapere cosa pensano i NC di questa pietra miliare...

    RispondiElimina
  3. E' sconcertante vedere come l'analisi del Papa risponda in tutto e perfettamente alla descrizione del comportamento, per esempio, di Felipe!

    RispondiElimina
  4. Intervento di Carmen Hernández del 28 giugno 2002 alla consegna dello Statuto del Cammino Neocatecumenale: «allora, in quel bar di Palomeras Altas io guardavo Kiko così, perché venivo da grandi sofferenze e lui mi sembrava un giovanotto in pieno cursillismo... e mi dice che aveva avuto una visione della Madonna che gli aveva detto di fare comunità come la Sacra Famiglia di Nazaret».

    Kiko: veggente
    Carmen : veggente del veggente
    Neocatecumenali:veggenti della veggente del veggente
    Che bello!

    RispondiElimina
  5. veggenti o visionari?

    RispondiElimina
  6. Sapete che i miei interventi si sono di molto diradati per diversi motivi, ma non ho potuto fare a meno di intervenire nelle altre pagine su deliranti affermazioni di francesco pozzi...
    Poiché ho notato che tutti voi in qualche modo vi ci siete imbattuti senza costrutto (ma come si potrebbe?), invito i moderatori del blog a cancellare senza nessuna remora i suoi post, perché non siamo obbligati, avendo già preso le distanze moralmente, spiritualmente e fisicamente da questi aspetti del cammino, a tollerarne l'aggressività e i contenuti ingiuriosi, che non solo non danno alcun contrinuto alle discussioni, ma non fanno altro che sviarle e portare il confronto su livelli davvero estranei al nostro impegno e al nostro stile di comunicazione, di cui fanno parte ben a ragione anche le accuse di "ragli" di Gert, che ci stanno tutte e comunque sono zuccherini in confronto a quello che esprimono francesco pozzi e i suoi emuli...

    RispondiElimina
  7. Sarà fatto Miriam. Sarà fatto.

    RispondiElimina
  8. pensate possa riguardare l'ortoprassi del CNC? (trovato tra le mail dell'anno scorso):

    "...Alcuni anni fa è sorto un seminario Redemptoris Mater a Macerata per l'evangelizzazione della Cina...insieme fu eretta una Fondazione (Fondazione Internazionale Matteo Ricci, il cui comitato fondatore è costituito dagli itineranti ....) per scambi culturali con la Cina. Matteo Ricci è un maceratese che nel 1600 ha evangelizzato la Cina ed è aperto il processo di canonizzazione...
    Questa fondazione, d'accordo con Kiko, può ricevere le donazioni del 5 per mille sulle denunce dei redditi, per sostenere l’evangelizzazione.
    ... Kiko lo comunicherà all'annuncio di Pasqua, ma potrebbe essere tardi... per i riporti degli annunci; bisogna diffondere la notizia a tutti i fratelli al più presto…
    ...per destinare questo cinque per mille si deve indicare nell’apposita casella della dichiarazione dei redditi o del CUD2006 il codice della FONDAZIONE INTERNAZIONALE MATTEO RICCI sotto la propria firma: (segue codice)."

    RispondiElimina
  9. Caro sunday
    questo e' interessantissimo.
    Spiega meglio, di che si tratta?
    Mi sembra di capire che sia un trucco
    per dirottare il 5 per mille
    sul CN.
    O sbaglio?
    Non gli bastava il 10% ?

    RispondiElimina
  10. Tratto da una presentazione del cammino:

    "La comunità non è un'aggregazione di singoli e neanche la somma dei suoi componenti , ma una realtà veramente nuova, come lo era la comunità cristiana primitiva o come lo erano le prime comunità dei grandi movimenti spirituali. Le obiezioni contro le comunità neocatecumenali sorgono spesso da persone che non hanno mai vissuto il cristianesimo come comunità, se non in una accezione giuridica all’interno della quale era possibile preservare premurosamente la propria individualità, ovvero da persone che hanno reagito negativamente all'appello della vita comunitaria. L'esperienza mostra che l'uomo vecchio muore solamente attraverso un'immersione battesimale nella comunità che è Chiesa e li nasce l'uomo nuovo. Il cammino neocatecumenale ne è una dimostrazione lampante."

    Ricordo solo che S.Paolo dice: “Il nostro uomo vecchio è stato crocifisso con lui perché... non fossimo più schiavi del peccato. Infatti chi è morto, è ormai libero dal peccato” (Rm 6,6s).
    Se non purificati dalla Croce, abbracciata e offerta in Cristo, per Cristo e con Cristo, nessuna appartenenza a nessun cammino o a nessuna Chiesa fa di noi un "uomo nuovo"

    RispondiElimina
  11. quello che ho riportato è molto chiaro...
    In + che io sappia, appoggiate a diversi ordini religiosi cooptati abilmente, sono sorte numerose Onlus, con progetti che finanziano anche il Cammino CNC

    RispondiElimina
  12. Caro Mic

    le parole che citi sono di una voluta ambiguita', risultano chiarissime
    solo a chi come noi e' ormai sgamato
    al tipo di messaggio che il NC
    subdolamente da 40 anni sta propagando.

    E cioe' che l'unica autentica Chiesa
    e' quella basata sul modello
    di comunita' NC.

    Non si vuole capire che delle due
    l'una o davvero il modello NC
    e' il modello del futuro luminoso
    trionfante e Kiko il PROFETA della nuova
    chiesa o questo e' un veleno rivoluzionario (tipo ideologia comunista)
    che minaccia alle fondamenta
    la Chiesa Cattolica.

    E' incredibile l'ambiguita' di questo messaggio, si sta insinuando davvero
    come un veleno nella Chiesa
    e ora tramite trucchi vari sul 5 per mille anche nello Stato Italiano.

    RispondiElimina
  13. Aspettiamo pero' conferme incrociate
    solide sulla storia del 5 per mille
    prima di prenderla per attendibile.

    RispondiElimina
  14. non so che conferme volete, per ovvi motivi ho censurato il nome della copia dei responsabili e il codice della Fondazione ma il resto è un fatto non una ipotesi

    RispondiElimina
  15. IL BOLLETTIBNO MEDICO DI STAMANE SULLE CONSIZIONI DI MISTER REPE

    Napoli,ore 7,00 del 18.XI.2007

    " Persiste tenace e aggrovigliato lo stato di costipazione intestinale di Mister Repe,al quale stanotte,nell'infermeria del suo palazzo, è stato cambiato per sicurezza il lettino di mt 2,50 x mt 2,40 con uno in ferro delle dimensioni di mt 3,00 x 3,50.

    Su quest'ultimo l'illustre infermo è libero di rotolarsi a piacimento quando lo assalgono i suoi rumorosissimi crampi intestinali.

    Si è proceduto intento stamane ad un pediluvio del paziente a cura di una squadra esterna di cimici neocat volontarie,mentre Tomasina Floret con apposirta cannula in gomma collegata con apposito barilotto adagiato nella stanza attigua all'infermeria provvedeva alla mattutina somministrazione di merzemino tiepido che,secondo il protocollo terapeutico della ineffabile signora, serve da emolliente per le asuguste viscere intasate."

    Una telefonata con cui il celeberrimo fattucchiero F.Pozzi ha reiterato la sua intenzione di contribuire alla terapia con le sue serenate nervose ed emollienti ha fatto sbarrare gli occhi al sudato mister Repe che ha ancora opposto un veemente diniego adoperando termini molto coloriti e belli della tradizione lessicale partenopea.

    Per oggi pomeriggio è previsto l'intervento di S. Pittedda di Pipirizym .org, che,al capezzale del paziente,raccoglierà da lui alcune belle rievocazioni dell'epoca in cui nell'Urbe trascorreva interi pomeriggi nel suop0alazzo romano col senor Kirikus, con Dona Carmenita e con mister Pylko, esercitandosi nello scopone scientifico.

    RispondiElimina
  16. Gli evangelizzatori,i missionari, aggiungiamoci anche i catechisti neocatecumenali itineranti, i funzionari di un movimento ecclesiale come il Rns devono essere mantenuti dagli altri?

    Ecco come ci illumina la Parola di Dio proprio oggi nella II lettura della S.Messa:

    Dalla seconda lettera di san Paolo apostolo ai Tessalonicesi(2 Ts 3, 7-12)

    "Fratelli, sapete come dovete imitarci: poiché noi non abbiamo vissuto oziosamente fra voi, né abbiamo mangiato gratuitamente il pane di alcuno, ma abbiamo lavorato con fatica e sforzo notte e giorno per non essere di peso ad alcuno di voi. Non che non ne avessimo diritto, ma per darvi noi stessi come esempio da imitare. E infatti quando eravamo presso di voi, vi demmo questa regola: chi non vuol lavorare neppure mangi. Sentiamo infatti che alcuni fra di voi vivono disordinatamente, senza far nulla e in continua agitazione. A questi tali ordiniamo, esortandoli nel Signore Gesù Cristo, di mangiare il proprio pane lavorando in pace."

    Grazie,Signore Gesù!

    RispondiElimina
  17. Da neocatecumenale vi assicuro che leggervi mi fa davvero bene.

    Ma non perchè mi apriate gli occhi su chissà quale verità occulta o cose del genere. Nulla di tutto ciò.

    Solo è palese la distorsione e la faziosità con cui giudicate i fatti, le parole...insomma tutto!
    E sapere che sono questi gli occhi dei vari denigratori del cammino neocatecumenale, sapere che è questa visione distorta - ai limiti del perverso...se non fosse che siete tragicamente seri ad alcuni commenti ci sarebbe davvero da piangere dalle risate - a causarvi tanto astio...insomma, non può che mettermi tranquillità. :)

    Buon proseguimento e perdonate l'intrusione.

    RispondiElimina
  18. Ti perdoniamo l'intrusione
    caro anonimo
    anzi mi raccomando,
    non ti fermare a leggerci,
    sei stato gia' troppo su internet
    stai violando
    le regole di Kiko!!

    RispondiElimina
  19. ...e,soprattutto,caro anonimo che parli da neocatecumenale,se nessun dubbio affiora nella tua coscienza di credente, se stai nell'assoluta tranquillità,come affermi, evidentemente c'è da preoccuparsi parecchio per te.
    Te lo dico senza faziosità di sorta.

    RispondiElimina
  20. meglio agitarsi nel dubbio
    che riposare tranquilli nell'errore.....

    RispondiElimina
  21. Guardate che la notizia del 5x1000 ai redemptoris mater e' vera mi era arrivata tempo fa la mail del redemptoris mater di Cosenza per la donazione.Questo e' il link :
    http://www.parrocchie.it/cosenza/sanvito/
    Certo la cosa e' un po' strana ma io penso che questa cosa la facciano per finanziarsi in buona fede,o almeno spero.Comunque faccio sempre il countdown mancano 12 giorni al giorno in cui i neocatecumenali si dovranno conformare alla liturgia cattolica.

    RispondiElimina
  22. MIC E' UN PRETE CACCIATO DALLA CURIA

    RispondiElimina
  23. Caro anonimo,
    sapessi quanto sei lontano dalla verità...Mic è piu laico di me e di te.
    Comunque sappi che qui ci sono molti sacerdoti.E tutti ben dentro la curia!

    RispondiElimina
  24. SI IDENTIFICHINO ALLORA, SE NON HANNO NULLA DA NASCONDERE. IO SONO LAICO, LO DICO SEMPLICEMENTE SENZA TIMORI, VOI?

    RispondiElimina
  25. ORA SI CAPISCONO TUTTI I DISCORSI CONTRO LA VALIDITA' DELLA MESSA NC...

    AIUTACI SIGNORE!

    RispondiElimina
  26. Se non fosse vero mi sembrerebbe di vivere nel film de
    “La Storia Infinita”, dove il mondo di Fantasia, un luogo incantato popolato da
    innumerevoli creature fantastiche minacciate da una misteriosa forza oscura: il Nulla(il CN).
    Oramai si vedono gli effetti dei sistemi di indottrinamento del cn.Quindi o li stacchi da quella flebo che li droga in continuazione o rimarranno con la mente kikarmenkiana.
    Chi difende la fede in Cristo (non quello di kiko che lo ha sostituito subdolamente)è bene che inizi a combattere contro questo nulla che purtroppo non è una favola

    RispondiElimina
  27. Anche io.E anche Mic e Stephanos e Seby e Gert.
    Per quanto concerne i sacerdoti se non vogliono identificarsi rispettiamo la loro volontà,ma ce ne sono aolmeno tre che hanno fatto o fanno ancora aprte del Cammino.

    RispondiElimina
  28. Pozzi anche quando minaccia
    lo fa con argomenti cosi' sconnessi
    che non incute nessun timore.

    Di grazia, non infierite,
    e' innocuo.

    Cancellare si', giusto per salvare
    spazio.

    RispondiElimina
  29. Anche io.E anche Mic e Stephanos e Seby e Gert.
    Per quanto concerne i sacerdoti se non vogliono identificarsi rispettiamo la loro volontà,ma ce ne sono aolmeno tre che hanno fatto o fanno ancora aprte del Cammino.

    FANNO PARTE??????????
    MA SCHERZATE????
    CIOE' SPUTANO SENTENZE, MALEDICONO IL CAMMINO E NE FANNO PARTE??????
    E UN PO' DI VERGOGNA NO?

    RispondiElimina
  30. Kiko ha detto di aver avuto una visione della Madonna, ma nessuno ha mai cercato di appurare se la sua visione è vera o no?
    Perchè a questo punto pure io posso dire di aver visto la madonna che mi ha detto chissà quale cosa e magari la gente mi crede pure...

    RispondiElimina
  31. prova pure zeruel sono curioso di vedere se riuscirai con una menzogna a creare migliaia di comunità cristiane in tutto il mondo.

    volevo aggiungere a proposito della laicità o meno dei moderatori di questo blog, che mi sembra stupido creare provocazioni per cercare di scoprire se mic è un prete, o se lo è gert o chi per lui.
    io penso solo che come diceva qualcuno sopra, non bisogna vergognarsi della propria missione e soprattutto di essere preti; vorrei sottolineare che a me fin da piccolo hanno insegnato ad avere il coraggio di rispondere delle mie azioni, per cui credo sia importante identificarsi senza vergogna, ammettendo anche davanti a chi vi conosce personalmente che siete contro il CNC, che avete fatto un blog ecc.
    io sono pronto a dire tutto, poi magari mi seguiranno altri fratelli...
    Buonanotte

    RispondiElimina
  32. Se gert e' un prete allora lo sono anch'io! :)
    Si vede che pozzi non sa distinguere un prete da un laico impegnato e credente. Siccome Pozzi non crede allora chiunque parla come mic, deve essere un prete. Alla faccia della illuminazione alla "aham braham"!Da quello che ho capito io, caro pozzi, mic ha detto che il suo nome e cognome sono noti alle autorita' ecclesiali. Comunque se a te preme cosi tanto (anche se non capisco il motivo, perche' sarebbe come se noi cercassimo di verificare che tu sia un agnostico-ateo) puoi scrivere in Vaticano chiedendo se ne sapete qualcosa di un certo sito che c'e' l'ha coi NC. E facile no. Anzi sono sicuro che i NC che visitano e "intervengono" possono farlo piu' fqacilmete.
    Il punto centrale in questo blog e' denunciare le deformita' di fede fatte dal CN non se gert o mic o stephanos o seby o francesco o miriam oppure io siamo dei preti. Se te ti sei firmato con nome e cognome avrai le tue ragioni. Il firmarsi dovrebbe essere fatto anche dai NC che entrano ed escono, ma non si firmano. Nessuno di noi ha mai chiesto che si firmino! Abbiamo chiesto invece di argomentere le nostre obbiezioni. Te invece sei un caso particolare (ti rispetto e mi fermo a non spiegare il "particolare" anche perche' inizi con i tuoi "vigliacco" o che ne so)
    Ora lasciamo perdere le firme e concentriamoci su tema della pagina!

    RispondiElimina
  33. comunque mi sembra chiaro che almeno gert e mic sono preti. sembra che mic sia stato sospeso (a divinis?) per la sua attività anti-NC o per chissà quali altre motivazioni (omosessualità? pedofilia? relazioni con donne? sospetti di eresia? non si lava i denti la mattina?).


    Niente piu' lontano dalla verita'! E poi i preti che parlano male del CNC non sono mica sospesi, anzi fanno un servizio alla chiesa e al Popolo di Dio denunciando le nefandezze e gli abusi che si commettono. Perche', false interpretazioni alla Gennarini che spaccia per mega approvazione un richiamo del Santo Padre e' davvero qualcosa di vergognoso all'intelligenza umana! Tipico delle sette piu' pericolose!

    RispondiElimina
  34. Ho sempre pensato che il Cn fosse un 'segno dei tempi', nel senso che in tempi di isolamento e disgregazione come questi, il cammino rispondesse ai bisogni di identità e di appartenenza che ogni uomo ha.
    Ma adesso leggendo questi post, vedo che c'è un meccanismo molto più subdolo che viene messo in moto, ed è quello della dipendenza.
    La dipendenza è quel meccanismo che spinge cioè a fare qualcosa contro se stessi e gli altri pur di ritrovare un clima di affetti che probabilmente si è perduto durante l'infanzia e che le persone più sensibili continuano a cercare anche da adulti.
    Non si spiega altrimenti perchè persone che hanno lasciato il cn continuino a difenderlo perchè ci sono ancora i loro genitori o amici, è come se solo attraverso il cn si potessero veicolare i sentimenti di affetto e di amore che abbiamo per i nostri cari.
    La stessa cosa vale per chi è rimasto nel cammino e vi ha anche i genitori, si mantiene un senso di dipendenza, sia verso i genitori che verso il cammino, che probabilmente serve a compensare la mancanza di cure ricevute da piccoli (come ho già detto, compleanni non festeggiati perchè c'è una convivenza, la mancanza di tempo dei genitori sopratutto se sono catechisti e così via).

    E' chiaro che la dipendenza è una malattia dell'anima e/o della psiche che si sviluppa anche in bambini e famiglie non nc, ma di sicuro il cammino si serve di queste debolezze umane per accrescerle e legare a se le persone, invece di aiutarle a venirne fuori.

    Come sempre, non sono giudizi, non sono psicologa, solo riflessioni a partire dalla mia esperienza personale.

    RispondiElimina
  35. D'ora in poi Francesco Pozzi è bannato da questo blog e abbiamo tutto il diritto di farlo. Del resto lo avevamo avvisato.

    Solo qualche notazione in riferimento ai suoi ultimi post:

    1. Miriam non si è firmata Mic. Non vedo perché non fare l'ipotesi più ovvia: che sia intervenuto Mic

    2. con che arroganza ci pone questionari perentori

    3. noi non ci poniamo alcun problema sulla attendibilità di quel che diciamo, lo diciamo convinti e basta; sono altri che devono, alla prova dei fatti e degli argomenti, giudicarne l'attendibilità o meno...

    RispondiElimina
  36. "prova pure zeruel sono curioso di vedere se riuscirai con una menzogna a creare migliaia di comunità cristiane in tutto il mondo."

    infatti con una menzogna non sono state formate comunità cristiane, ma comunità kikiane!

    RispondiElimina
  37. "vorrei sottolineare che a me fin da piccolo hanno insegnato ad avere il coraggio di rispondere delle mie azioni"

    come puoi insinuare che non abbiano il coraggio delle proprie azioni persone che si sono imbarcate in questo impegno e che hanno già risposto delle loro testimonianze con nome e cognome a chi si doveva?
    Mi dici per quale ragione le stesse persone dovrebbero rischiare di imbattersi in soggetti come francesco pozzi et similia?
    La finite con questa storia del nome e cognome che, se servirà, verrà fuori comunque?
    Intanto con questa scusa anziché argomentare portate aventi contestazioni pretestuose...

    Intanto dovresti dirci chi ti ha insegnato che il Signore OBBLIGA qualcuno...

    RispondiElimina
  38. "FANNO PARTE??????????
    MA SCHERZATE????
    CIOE' SPUTANO SENTENZE, MALEDICONO IL CAMMINO E NE FANNO PARTE??????
    E UN PO' DI VERGOGNA NO?"

    su questo blog nessuno, Sacerdote o laico, ha mai maledetto il cammino: lo ha solo criticato documentando... noi, piuttosto siamo stati oggetto di minacce e ingiurie e maledizioni di ogni tipo...
    Chi parla così spesso di vergogna probabilmente si sta specchiando...

    RispondiElimina
  39. "Kiko ha detto di aver avuto una visione della Madonna, ma nessuno ha mai cercato di appurare se la sua visione è vera o no?"

    la cosa più strana è che la Chiesa sulle rivelazioni private ci va con i piedi di piombo, invece in questo caso fa orecchi da mercante...

    RispondiElimina
  40. Kiko non ha reso pubbliche direttamente le sue visioni, lo ha fatto fare a Carmen.

    La Chiesa non si pronuncia su cose riferite, ci vuole una testimonianza diretta.

    Ad un certo punto, durante le catechesi, viene detto con naturalezza che Kiko ha visto la Madonna, e quindi si spiega indirettamente l'icona del cammino, con le frasi in spagnolo.
    Non si fanno annunci ufficiali, si butta così una frase che però colpisce le persone che, se avevano qualche dubbio, adesso si convincono del carattere soprannnaturale del percorso che stanno per intraprendere.

    Se avete mai ascoltato una catechesi, saprete che si tratta di discorsi farciti di aneddoti che riguardano kiko e Carmen, e di slogan sulla bruttezza del tempo presente. Sembrano più chiacchierate tra amici; in realtà è una precisa tecnica di comunicazione che permette di addormentare il pensiero logico di chi ascolta, e di introdurre qua e là affermazioni (tipo le visioni di Kiko) che non possono essere controllate, nè verificate a posteriori, in mancanza di testi scritti autografati.

    RispondiElimina
  41. Caro Mic
    non sono sicuro di aver capito
    un tuo ultimo intervento

    tu dici:

    3. noi non ci poniamo alcun problema sulla attendibilità di quel che diciamo, lo diciamo convinti e basta; sono altri che devono, alla prova dei fatti e degli argomenti, giudicarne l'attendibilità o meno...


    Vorrei precisare che
    il problema dell'attendibilita'
    ce lo poniamo
    eccome
    e cerchiamo di vagliare e documentare
    il piu' possibile
    ogni affermazione prima
    di appoggiarla.

    Certo che non spetta a noi l'ultima
    parola, non emettiamo sentenze.
    Esponiamo opinioni documentate
    sulla cui validita'
    chi legge si fara' la sua opinione.

    Siccome il Cammino troppo a lungo e' prosperato
    sulla segretezza circa le catechesi
    e le sue pratiche,
    noi cerchiamo di gettar luce
    su quella segretezza e su quelle pratiche.

    Insomma non so se ho mal interpretato
    quel tuo intervento
    ma mi sembrava necessario specificare.

    RispondiElimina
  42. Infatti Michela
    lo abbiamo detto piu' volte
    ma val sempre la pena ripetere.
    Nel Cammino le cose non si fanno
    mai alla luce del sole
    sempre per vie traverse e ambigue.
    Della visione non si parla mai apertamente
    la voce circola cosi' per passaparola.
    Sentire voci di persone che avevano visioni fu il secondo campanellino di allarme per me, il primo fu il fanatismo attorno a sto Kiko
    di cui mi era stata taciuta l'esistenza
    per tutte le catechesi d'inizio.

    RispondiElimina
  43. recentemente ho rivisto su you tube gli sketch di snack e gnola, che prendono in giro due veri predicatori protestanti televisivi.

    E non posso che pensare al cammino quando sento i loro slogan del tipo
    "Trova il Signore.... prima che lui trovi te".
    Mi ricordano gli inviti alla catechesi, con i riferimenti al kairos, il tempo favorevole,
    'Cercate il Signore mentre si fa trovare', come se ci fosse un unico momento giusto nella vita, che ovviamente coincide con la catechesi.

    Non so se le gerarchie vaticane guardino gli sketch in tv, ma a volte penso che snack e gnola siano la miglior testimonianza che il cn è protestante :)

    RispondiElimina
  44. Evidentemente Gherardo avevi una formazione religiosa più solida della mia.
    A me aveva colpito il discorso dell'apparizione mariana a Kiko, proprio per chè detto con semplicità, ci avevo visto l'umiltà, di chi non si vanta e lascia che a parlare siano gli altri.
    Come pure ho urlato agli incontri con Kiko, come se fossi in un concerto rock, completamente succube del culto della personalità che tale personaggio contribuisce ad alimentare.

    Non voglio banalizzare il discorso , ma veramente, come dicevo prima, i due comici televisivi, che parlano di Dio e di gioia ( e non di Amore), ben vestiti, e in una casa lussuosa, mi ricordano tanto i nc, e mi fanno ricordare di quante sciocchezze ho detto e sentito nel cammino.

    RispondiElimina
  45. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  46. Non credo avessi una formazione
    religiosa piu' solida cara Michela
    se no avrei dovuto sgamare qualcosa
    nelle catechesi.
    Diciamo che mi ero accostato
    al Cammino proprio perche' rassicurato
    dall'involucro "parrocchia"
    e quando questa figura estranea
    di Kiko (che viene nascosta all'inizio, perche'??)
    mi si e' materializzata davanti
    con fanatismo di contorno,
    insomma
    una sana diffidenza (derivante anche da una personale avversione ad ogni forma di fanatismo) mi e' cominciata
    sotteraneamente a lavorare, quando poi
    le contraddizioni hanno cominciato
    ad inanellarsi una dopo l'altra, l'effetto del love-bombing iniziale
    e' sceso sotto quella soglia che mi ha permesso di fare scelte piu' indipendenti (non senza grosse sofferenze psicologiche).

    RispondiElimina
  47. "Caro Mic
    non sono sicuro di aver capito
    un tuo ultimo intervento

    tu dici:

    3. noi non ci poniamo alcun problema sulla attendibilità di quel che diciamo, lo diciamo convinti e basta; sono altri che devono, alla prova dei fatti e degli argomenti, giudicarne l'attendibilità o meno..."

    Caro Gherardo,
    hai perfettamente ragione, ma il senso del mio intervento va visto in reazione alle affermazioni del pozzi: in sostanza intendevo dire che non mi interssava che ci considerassero attendibili lui o altri come lui, ma chi era meglio deputato a giudicare...

    RispondiElimina
  48. "ORA SI CAPISCONO TUTTI I DISCORSI CONTRO LA VALIDITA' DELLA MESSA NC..."

    contro la validità delle messa NC, pardon della celebrazione esctologica, non hanno parlato sacerdoti anonimi di questo blog, ma guarda caso un sacerdote di Santa Romana Chiesa che si è firmato con nome e cognome: Don Gino Conti, che nessuno si è mai sognato di sospendere a divinis

    RispondiElimina
  49. Mi chiarite per cortesia se quanto sotto chiarisce il concetto di banchetto escatologico.

    Parlando ieri pomeriggio con un fratello nc, mi faceva notare che il Cn potrebbe essere una avanguardia, e cioe' potrebbe esprimere oggi le esigenze spirituali delle generazioni future.
    La celebrazione del banchetto escatologico rappresenterebbe quindi il nuovo orizzonte spirituale cui l'umanità tende.
    In questa ottica la Crocifisione di Gesu e' quindi la condizione necessaria attraverso la quale l'umanità e' stata proiettato verso un nuovo tempo dello spirito. E quindi il Signore che viene, che si fa presente nella Santa Messa e' il Signore risorto. Quindi la Messa non e' piu' Sacrificio, ma il memoriale del sacrificio stesso che apre le porte del cielo. Ed e' da questo cielo che Gesu viene ogni Messa e si fa presente nel Pane e nel Vino.

    Grazie

    RispondiElimina
  50. Don Gino Conti, che nessuno si è mai sognato di sospendere a divinis.........COME MIC?????

    RispondiElimina
  51. C'era stata poi la disputa sulla Storia della Salvezza, e sul fatto di partire dalla storia di Abramo, di Mose.

    Mi veniva in mente che pero' viene dimenticato un personaggio importatissimo, a mio avviso, che gia' era sacerdote del Dio vivente al quale offriva pane e vino e cioe' Melchidesek come riporta la Genesi:

    [18]Intanto Melchisedek, re di Salem, offrì pane e vino: era sacerdote del Dio altissimo [19]e benedisse Abram con queste parole:
    «Sia benedetto Abram dal Dio altissimo,
    creatore del cielo e della terra,
    [20]e benedetto sia il Dio altissimo,
    che ti ha messo in mano i tuoi nemici».

    Anche Melchidesek come Abramo e' presente nella Preghiera eucaristica del Canone romano.

    RispondiElimina
  52. Il problema della validità della Messa NC lo pone per Primo (!) Giovanni Paolo II! Ho inserito la Lettera Dominicae Cenae, nei post precedenti, evidenziando alcuni brani CHE SONO GRAVISSIMI e ci fanno tremare i polsi!!! Tra quei brani una frase mi ha letteralmente ATTERRITO! Ed è la seguente (ripetere giova):

    "Il mistero eucaristico, disgiunto dalla propria natura sacrificale e sacramentale, cessa semplicemente di essere tale"

    Ci rendiamo o no conto della gravità di una affermazione del genere (pienamente rispondente alla Fede Cattolica ovviamente)???????????? Inoltre non a caso nel 1980 il Papa scrive questa Lettera, nel 1983 DA' le famose norme ai NEOCAT! Sarà un caso???? E poi gli fanno credere che le hanno sempre sguite!!! Mentre nel 1989 e nel 2005 arriva occorrono altri interventi!

    E Kiko, come contraltare, dice:

    "...noi abbiamo sempre mostrato a tanti fratelli che vengono dall'inferno, pieni di ferite e di disprezzo verso se stessi, che nella Santa Eucaristia il Signore fa presente il suo amore [????????????? NON FA PRESENTE IL SUO AMORE! RENDE PRESENTE IL SUO SACRIFICIO! SE STESSO, REALMENTE], morendo e risuscitando per loro [????? IN SPIRITO????]; non solo, ma preparando una mensa, un banchetto escatologico [???? ECCO APPUNTO!], che fa presente il Cielo e dove Lui stesso, pieno di amore, li fa sedere e passa a servirli: "Li farà mettere a tavola e passerà a servirli" (Lc 12,37)[!!!!!!!!!!?????????????].
    In questo modo ogni volta che celebrano l'Eucaristia sperimentano la forza che ha il sacramento per trascinarli nella Pasqua di Cristo, facendoli passare dalla tristezza all'allegria, dalle tenebre alla luce, dalla morte alla vita ...[?????????????????????????]"


    Ecco! Kiko dice del Cammino che FA UN'ALTRA COSA, RISPETTO ALLA CHIESA CATTOLICA! E PRETENDE CHE SIA CATTOLICO!

    Ma le parole del Papa Giovanni Paolo II sono lì che pongono il dubbio addirittura sulla validità della "celebrazione" NC! E di tutte quelle che sposano la teologia che sottende!

    RispondiElimina
  53. Carissimo anonimo Nc.

    Tu dici:

    "Mi chiarite per cortesia se quanto sotto chiarisce il concetto di banchetto escatologico....."

    Il Concetto che segue è, TE LO ASSICURO CON PIENA CONSAPEVOLEZZA E SENZA TEMA DI SMENTITA, pienamente ed indiscutibilmente neo-modernista/protestante!

    Lo affermò anche un nostro interlocutore NC e l'ho ripreso io nella discussione precedente.

    Il "tempo della Risurrezione" avrebbe "storicizzato" tutto quello che avviene prima! Questa "teoria", ovviamente senza senso per la Fede che Cristo ha trasmesso (!!), mina alle fondamenta l'edificio Cattolico, che SI REGGE SUL SACRIFICIO EUCARISTICO "FINCHE' EGLI VENGA"! Come il nostro Dio Gesù HA COMNADATO!

    Il Canone è infatti il miglio re antidoto ai protestanti! Perchè è stato, disobbedendo al Caoncilio Vaticano II, accantonato? E perchè non è stato preso nessun provvedimento? CI sono voluti gli ultimi due Papi!

    RispondiElimina
  54. Anonimo nc, continua:
    "Mi veniva in mente che pero' viene dimenticato un personaggio importatissimo, a mio avviso, che gia' era sacerdote del Dio vivente al quale offriva pane e vino e cioe' Melchidesek come riporta la Genesi"

    ESATTO!
    Infatti Cristo è Sacerdote per sempre AL MODO DI MELCHISEDEK!

    RispondiElimina
  55. Petachia di Ratisbona19 novembre 2007 12:54

    Stephanos ha detto : nella Santa Eucaristia il Signore fa presente il suo amore [????????????? NON FA PRESENTE IL SUO AMORE! RENDE PRESENTE IL SUO SACRIFICIO! SE STESSO, REALMENTE],

    Stephanos io non capisco. La Chiesa cattolica mi ha sempre insegnato (fin da piccolo, al catechismo anni 1962-1965) che nell'Eucarestia
    si fa presente l'amore di Gesù Cristo :
    verso l'uomo (con il dono di sè stesso, prendendo su di sè i nostri peccati sulla croce)
    verso il Padre( accettando la croce e la morte)
    nello Spirito Santo (effondendo il suo Spirito) e tu mi dici che non si fa presente l'amore di Cristo nell'eucarestia? Ma il sacrificio di Cristo senza l'amore che sacrificio sarebbe? Ma ne fai una questione di parole o di sostanza?
    Nell'Eucarestia si fa presente il sacrificio di Cristo che è un sacrificio fatto nell'amore. L'amore è sacrificio. Il sacrificio del Calvario è un sacrificio fatto nell'amore. L'amore di Cristo si è manifestato in questo sacrificio.
    Per favore rispondimi senza esclamativi.

    RispondiElimina
  56. Anonimo nc ha detto...

    C'era stata poi la disputa sulla Storia della Salvezza, e sul fatto di partire dalla storia di Abramo, di Mose.

    Mi veniva in mente che pero' viene dimenticato un personaggio importatissimo, a mio avviso, che gia' era sacerdote del Dio vivente al quale offriva pane e vino e cioe' Melchidesek come riporta la Genesi:

    [18]Intanto Melchisedek, re di Salem, offrì pane e vino: era sacerdote del Dio altissimo [19]e benedisse Abram con queste parole:
    «Sia benedetto Abram dal Dio altissimo,
    creatore del cielo e della terra,
    [20]e benedetto sia il Dio altissimo,
    che ti ha messo in mano i tuoi nemici».

    Anche Melchidesek come Abramo e' presente nella Preghiera eucaristica del Canone romano.


    Carissimo anonimo nc,
    purtroppo questo e' quello che vuol far credere il CNC, ovvero di essere un passo avanti, di spianare la strada alle esigenze future! Ma la strada che traccia questo Cammino. a mio avviso, non e' una strada in continuita' con la storia della Chiesa e del suo Divino Magistero, e' una strada protestante mascherata da strada profetica per le generazioni future, infatti lo stesso Benedetto XVI sta piu' volte richiamando l'attenzione dei fedeli e della Chiesa tutta alle tradizioni liturgiche e agli insegnamenti della Chiesa.

    RispondiElimina
  57. Era ora che vi decideste a cancellare tutti i ragli di Pozzi e di Felipe(salvo che non si ripresentino sotto altri nomi o come anonimi,ma la quaqlità dei ragli li tradirà uguialmente)

    RispondiElimina
  58. gert ripeto, chi raglia sei solo tu... e i miei post non vengono cancellati perchè io parlo nella verità e senza attaccare nessuno.
    francesco pozzi è un individuo a sè, e siccome immagino sia grande e vaccinato, credo possa rispondere personalmente dei suoi post.

    "come puoi insinuare che non abbiano il coraggio delle proprie azioni persone che si sono imbarcate in questo impegno e che hanno già risposto delle loro testimonianze con nome e cognome a chi si doveva?"


    se non è così, identificatevi, io come ho sempre detto non ho paura a farlo, voi invece temete la Chiesa, almeno questo è ciò che penso.

    RispondiElimina
  59. Ma non e' evidente proprio li' l'inganno?
    Chi se non una setta che si vuole sostituire alla Chiesa si proporrebbe come addirittura UNA AVANGUARDIA?
    Ma stiamo scherzando?
    Avanguardia de che?
    Ma questo e' uno dei messaggi continuamente ammiccati nel CN
    ed e' parte della sua fascinazione
    sugli adepti.
    Guardate che molto del proselitismo che raccoglie il CN si basa su questo titillare un po' il desiderio di far parte di un gruppo privilegiato,
    un'avanguardia appunto.
    Ma anche questo e' stato gia' detto
    in altro modo.
    Quindi quando si devono presentare
    alle autorita' ecclesiastiche
    si presentano umilmente come un semplice percorso di riscoperta della tradizionale fede cattolica,
    quando catechizzano, per fare adepti si spacciano addirittura come una AVANGUARDIA.
    Sempre stessa storia, ambiguita',
    contraddizioni, facce multiple
    da intercambiare all'occorrenza.....

    RispondiElimina
  60. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  61. Avanguardia come quella di prendere la Santa Comunione nelle mani, i primi sono stai quelli del CNC poi e stato concesso a tutto il popolo di Dio ed i danni si sono visti... Gente che ruba il Corpo di Cristo per venderlo a chi fa le messe nere, ecc.
    Se questa e' avanguardia... mi domando dove ci vuole portare...

    RispondiElimina
  62. P.S.
    Lo dicono loro che sono stati i primi ad introdurre la Comunione con le mani non io, sia chiaro e' una cosa di cui ci si vantava spesso in comunita' durante certe catechiesi...

    RispondiElimina
  63. il fatto dell'"avanguardia" (detto con termini un po' grossolani) e' un'altro dei messaggi passati nel CN, esso viene introdotto gradualmente
    e maggiormente in un secondo momento, come titillamento della psiche quando c'e' da mantenere compatte le truppe un po' scosse dagli scrutini.

    RispondiElimina
  64. Caro Petachia di Ratisbona.

    Il mio utilizzo di maiuscole e punti esclamativi è relativo al fatto che credo assurdo accostarsi ad un tema centrale ed irrinunciabile come il Sacrificio della Messa senza avere presente della gravità e della delicatezza del fatto!

    Partendo dalle parole del Papa Giovanni Paolo II, nessuno si è posto il problema della realtà e della gravità massima di tali insegnamenti e di tali verità di fede! Anzi. Quando le enunciamo noi, piovono insulti e calunnie! Se le enunciano Papi e Vescovi diventano (LE STESSE PAROLE)automaticamente "riconoscimenti e ovazioni per il Cammino"!

    Ti ripeto che Cristo non rende presente il "suo amore". Ma Se Stesso in Croce! La Croce è la realizzazione stessa della Divina Misericordia. Del Divino Amore. Dire che il Sacrificio è un "Sacrificio di lode", Spirituale, Commemorativo, che la Messa rende presente l'Amore di Dio, è quanto mai generico! Dice tutto e niente! Certo che rende presente l'Amore di Dio! Ma CONCRETAMENTE, per mezzo di un EVENTO: la ripresentazione della Croce! Questo è l'Amore di Dio! E questo è la Messa! Non altro! Non è un Banchetto di Nozze, come dice quel versetto di Luca! La Messa che celebriamo è presente nei Comandi di Gesù "la sera in cui fu tradito"! Infatti "Prese il Pane e Rese Grazie. Lo Diede ai discepoli è disse: 'Questo è il Mio Corpo offerto in Sacrificio per voi'. Allo stesso modo, DOPO LA CENA, prese il Calice, rese Grazie. Lo diede loro dicendo: 'Bevetene tutti. Questo è il calice della Nuova ed Eterna Alleanza nel mio Sangue. Fate questo in Memoria di me"!

    Facciamo QUELLO che ha ordinato! QUELLO! Non i Banchetti di Nozze, che sono un Simbolo comprensibile all'Uomo per indicargli la realtà di Beatitudine Eterna che godrà nella Patria Celeste!

    Infatti la Chiesa insegna che l'Escatologia contenuta nella Santa Comunione è relativa alla partecipazione OGGI al Sacrificio di Cristo per ottenere DOMANI la Beatitudine delle Nozze Eterne! Infatti la Santa Comunione PRE-figura la realtà futura, che possiamo solo SPERARE di raggiongere e non ci è dato di conoscere OGGI!
    La Comunione Eucaristica è infatti, come dice Giovanni Paolo II, Comunione al Corpo-Pane e Sangue-Vino di una Vittima! E' un Banchetto non di nozze o "escatologico" nel senso Kikiano ma Sacrificale! Con tutto quello che ne consegue.

    Queste non sono questioni di lana caprina ma di sostanza di Fede! Lex Orandi, Lex Credendi.

    Poi se c'è qualcuno come noi che fa notare questa schizofrenia è pure cretino!

    RispondiElimina
  65. Petachia di Ratisbona19 novembre 2007 14:00

    Di una vittima che è Risorta, Stephanos. Il corpo di Cristo e il sangue di Cristo a cui noi comunichiamo è il Corpo e Sangue, anima e divinità del Signore Gesù Cristo Risorto. E' la vittima Pasquale (Sequenza di Pasqua).

    RispondiElimina
  66. Petachia di Ratisbona19 novembre 2007 14:06

    Il simbolismo delle nozze è antichissimo. E parte proprio dal sacrificio della croce. Dal costato di Cristo (prefigurato da quello di Adamo) sgorga sangue e acqua (la vita della nuova Eva: La Chiesa)

    RispondiElimina
  67. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  68. Infatti scusa steph se
    nella mia grossolanita'
    riduco a termini grezzi:
    se non si partecipa pienamente della passione e del sacrificio di Cristo
    non si puo' partecipare pienamente
    della sua resurrezione
    ed essere quindi veramente "risorti in Cristo".
    Insomma lasciatemelo dire
    papale papale (quanto mai appropriato)
    la resurrezione gratis
    (anzi grazie alla comunita')
    che diffonde
    Kiko e' una BUFALA, un'illusione
    un inganno.

    RispondiElimina
  69. Petachia di Ratisbona19 novembre 2007 14:09

    Vedrai che nella prossima enciclica del Papa sulla speranza ci sarà un legame fortissimo tra Eucarestia e Speranza escatologica, tanto forte quanto lo è quell'ancora che invece di finire in fondo al mare è incastrata nel Santuario del Cielo e alla quale dobbiamo attaccarci con tutte le nostre forze.

    RispondiElimina
  70. Ancora piu' grossolonamente:
    La Comunita' e il CN non salvano.
    Solo Cristo salva.

    RispondiElimina
  71. Dice Petachia di Ratisbona
    "E' la vittima Pasquale".

    Appunto. Quindi?

    Il Signore Risorto RIPRESENTA il suo Sacrificio puro e Santo!
    Come fa a Sacrificarsi un Morto? Certo che è Vivo e Glorioso! E proprio questo suo "stato" permette la perpetuazione "finchè Egli Venga" del suo Santo e Immacolato Sacrificio.

    Infatti San Paolo dice inoltre che Egli si è Sacrificato "una volta per sempre"! Quel "sempre" è il tempo della Chiesa. Fino alla fine dei Secoli. Il Messale dice che i Santi Misteri "operano la Redenzione".

    Il fatto che Gesù sia Risorto (meno male per noi!) non implica che si celebri solo questo Mistero e che siamo autorizzati a credere che non serve altro!

    Così non si obbedisce alle sue Parole, non si Ama la Chiesa che le custodisce e trasmette nei secoli e non si amano neanche i fratelli (noi) che ne ricordano il valore.

    RispondiElimina
  72. Petachia di ratisbona19 novembre 2007 14:12

    Quanto a quello che dice Gherardo,
    ricordiamo S. Giovanni che dice:
    Da questo sappiamo di essere passati dalla morte alla vita: perchè amiamo i fratelli.

    RispondiElimina
  73. Mi sorprende sempre
    come i NC sappiano leggere
    la mente del Papa
    e annunciare in anticipo cosa fara'.
    Questo e' un altro dei carismi NC?
    Da 5 mese si annuncia come imminente "a sttimane" l'approvazione degli statuti
    e ancora nulla.
    Ma sicuramente saremo smentiti.

    RispondiElimina
  74. Petachia di Ratisbona19 novembre 2007 14:18

    Il mistero pasquale non è solo la resurrezione !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Il mistero pasquale, lo ripeto, e non lo dico io è : passione,morte,resurrezione e glorificazione. Mi sembra che voi affermiate: Cristo ci ha redento con la sua passione e morte. Punto. Poi c'è la resurrezione. Meno male per noi.
    Ma la liturgia : lex orandi et credendi dice:
    morendo ha distrutto la morte
    Leggetevi tutte le omelie pasquali dei Padri della Chiesa per piacere.

    RispondiElimina
  75. Petachia di Ratisbona19 novembre 2007 14:23

    E il racconto della trasfigurazione sempre e dovunque in ogni tempo è stato così commentato dalla Chiesa: Gesù prima di andare a Gerusalemme vuole dare ai suoi apostoli un segno della sua Gloria perchè non si scandalizzino per quello che dovrà patire.

    RispondiElimina
  76. "La celebrazione del banchetto escatologico rappresenterebbe quindi il nuovo orizzonte spirituale cui l'umanità tende."

    ma chi ha mai detto che la messa cattolica non è ANCHE il banchetto escatologico??? abbiamo però più volte detto e ripetutto che non è SOLO QUESTO!!!!
    Il nocciolo del problema è che il CN sottolinea la Resurrezione dimenticando il Sacrificio e critica strumentalmente e ingannevolmente la Chiesa cattolica come se si fosse fermata al Sacrifio e trascurasse la Risurrezione!!!
    Ma è follia!
    Si è già spiegato molto bene Strephanos e noi abbiamo sviluppato il discorso sulla Messa migliaia di volte; ma PdR e compagni non recepiscono, gli scivola addosso!!!

    RispondiElimina
  77. Petachia di Ratisbona19 novembre 2007 14:27

    E questa è la conseguenza pratica di vedere la croce avendo come sfondo la certezza della Resurrezione: che quando sono chiamato, nelle circostanze della vita ordinaria a morire per il mio prossimo, a soffrire per lui, a completare quello che manca ai patimenti di Cristo io posso farlo perchè lo Spirito santo Testimonia al mio Spirito che non resterò deluso, che non morirò soltanto ma che risorgerò ( anche spiritualmente )accettando di morire a me stesso nell'amore per l'altro.

    RispondiElimina
  78. Petachia di Ratisbona19 novembre 2007 14:30

    Bene Mic anche noi diciamo che non è soltanto un banchetto. Quindi perchè ci fai dire quello che non diciamo ? Vuoi interpretare la nostra parte?

    RispondiElimina
  79. Quel "ricordati" rovolto al Padre, non è un'invocazione dell'Assemblea soltanto, è Cristo che RIPRESENTA il suo Sacrificio attraverso cui è passato prima della Resurrezione e durante l'evento della Messa IN LUI RIPRESENTA E TRASFORMA anche noi; ma non come un atto magico, solo in virtù della sua Risurrezione, ma in quanto noi entriamo nel mondo della Risurrezione partecipando anche al suo Sacrificio-Offerta di sé al Padre...
    avete cancellato l'OFFERTA, che Carmen ritiene un residuato del paganesimo, non avendo capito nulla del cristianesimo...
    Potete tirar fuori la Trasfigurazione le sequenze Pasquali, tante bellissime parole, ma quello che vi manca è proprio questo...

    Che poi la Messa è anche il banchetto escatologico, la cena nuziale e quanti altri meravigliosi simboli volete, non può trascurare l'Offerta della Vittima santa e immacolata sulla Croce, che sola rende possibile tutto il resto

    RispondiElimina
  80. Petachia di Ratisbona19 novembre 2007 14:38

    Questa tua affermazione che noi abbiamo cancella to l'offerta di Cristo al Padre e di noi stessi in Cristo, nel suo sacrificio, al Padre è una affermazione gratuita!
    Come posso dimostrartelo? Dove l'abbiamo cancellata? Nei nostri cuori ? Ma tu sei dentro i nostri cuori? Tu sei dentro i nostri cuori e sai che noi durante l'Eucarestia non offriamo Cristo al Padre e non offriamo la nostra vita, il nostro mondo, quello che soffriamo con Cristo al Padre?
    Ma tu che ne sai... caro Mic...
    che ne sai?

    RispondiElimina
  81. MIC, IL NUOVO PREDICATORE!

    RispondiElimina
  82. Petachia di Ratisbona19 novembre 2007 14:42

    Perchè io, invece di inginocchiarmi, faccio un inchino non offro Gesù Cristo e me stesso con Lui? Vuoi che mi inginocchio per convincerti di questo? Non c'è nessun problema. Non solo mi inginocchio, ma mi prostrerei a terra se questo ti convincesse!

    RispondiElimina
  83. "Mi sembra che voi affermiate: Cristo ci ha redento con la sua passione e morte. Punto. Poi c'è la resurrezione. Meno male per noi. "

    Ti sembra male. Se c'è qualcuno che sottolinea l'interezza del Mistero Eucaristico quelli siamo noi! Diciamo che l'Eucaristia è principalmente la ripresentazione di Cristo sulla Croce per la nostra Salvezza! Per poter godere della Risurrezione, dobbiamo per forza partecipare all'Unico Pane SPEZZATO. Dobbiamo partecipare al Sacrificio nel tempo della Chiesa che è questo! E' Oggi. Ma l'Oggi è "finchè Egli Venga". Come dice San Paolo (o chi per lui) chiaramente ("Esortatevi piuttosto a vicenda ogni giorno, finché dura quest` oggi, perché nessuno di voi si indurisca sedotto dal peccato"-Eb 3,13-14). Non è quindi l'Oggi temporale. Ma l'Oggi che dura finchè Egli Venga!Solo chi Partecipa del Pane Spezzato, della Vittima Sarificata, partecipa della Sua REesurrezione! Come diceva bene Gherardo.

    Per Cui c'è un rapporto di "causa-effetto" tra il Sacrificio e la Resurrezione. Senza Sacrificio, per il Credente, non c'è Resurrezione. E se il Cristiano è chiamato ad essere membro del Corpo di Cristo, quindi in certo senso "altro Cristo", mi dici come può celebrare il Banchetto di Nozze dell'Altra Vita se non percorre la stessa Strada di Cristo in questa vita?

    RispondiElimina
  84. "Bene Mic anche noi diciamo che non è soltanto un banchetto. Quindi perchè ci fai dire quello che non diciamo ? Vuoi interpretare la nostra parte?"

    Se non interpreta Kiko la dottrina del Cammino chi la interpreta? Tu? Se non condividi la dottrina del Cammino non sei "del" Cammino.

    Kiko dice che la "mensa" NC è apparecchiata per il Banchetto di Nozze per sottolineare "l'allegria" che SERVE ai "fratelli" tristi!

    RispondiElimina
  85. Petachia di Ratisbona19 novembre 2007 14:46

    Posso accettare tutto da voi: che abbiamo fatto degli abusi, che dobbiamo correggerci, che in campo liturgico abbiamo sbagliato. Tutto.
    Non accetto che tu o chiunque se non Dio che è l'unico che conosce la fede di ognuno di noi possa dirmi che cosa io vivo quando partecipo all'Eucarestia. Non lo dico io ma la Liturgia:" dei quali tu solo conosci la fede".Lex orandi et credendi.

    RispondiElimina
  86. Petachia di ratisbona19 novembre 2007 14:48

    Stephanos tu fai del cammino una macchietta. Sei libero di farlo.
    Io sono libero di dirti che ridicolizzando non aiuti nessuno e nemmeno te stesso.

    RispondiElimina
  87. Quando Parliamo del CAMMINO parliamo dei Responsabili. Che insegnano e DICHIARANO teologie di cui si assumono la responsabilità.

    Poi è ovvio che i Cuori li vede Dio, ma non per questo si deve lasciare che tutto rimanga così. Perchè i cuori li vede Dio! I fatti li vediamo noi tutti!

    RispondiElimina
  88. No. Io faccio del Cammino una cosa diversa dalla Chiesa.

    Se sia macchietta, cosa seria, o altro non spetta a me dirlo.

    Ma rendermi e rendrci conto di un fatto questo sì!

    RispondiElimina
  89. Credo che piu' che alle parole ci si dovrebbe attenere ai fatti.

    Nella celebrazione Nc tutto e' pronto per il Banchetto non per il Sacrificio.

    E' chiaro che i due concetti si intersecano fra di loro; non a caso Gesu cammino' con i discepoli sulla via di Emmaus e questi lo riconobbero nello spezzare il Pane.

    Ma e' anche altrettanto chiaro che se prendete il Messale tridentino il carattere sacrificale (e non si parla di principalmente) e' messo in luce in maniera incontrovertibile.

    Ma il punto e'forse ancora un altro: gli uomini hanno bisogno oggi che Gesu' muoia in ogni Messa, che il Sangue dal cielo venga di nuovo versato sulla terra per noi; e che in piu' ci nutriamo fisicamente e spiritualmente del Suo Corpo e del Suo Sangue?.

    Certo che il Signore viene, ma torna ogni volta sulla Croce a morire per noi, proprio per quell'Amore che non significa innamoramento, ma saper cosa fare per il bene di un'altro.

    Non e' forse mangiando il Corpo e bevendo il Sangue di Gesu' che siamo proiettati nel cielo?; un Sacramento quello dell'Eucarestia che possiamo sperimentare come carne, come cibo solido per il nostro fisico e per il nostro spirito.

    Che senso avrebbe avuto solo un banchetto: già Melchisedek offriva il pane ed il vino al Dio vivente, ma Gesu doveva venire; ed il Signore Iddio gia' preparava gli uomini ad un mistero ancora piu' alto (la Storia della Salvezza). Non un banchetto ma un partecipare alla Croce di Cristo, un mangiare di un'offerta (il Figlio sulla Croce) che l'Angelo del Signore porta all'Altare di Dio.

    RispondiElimina
  90. Caro PdR
    noi non trascuriamo il fatto che nel CN
    ci sia chi riesca a vivere pienamente la fede cattolica
    quello che sottolineiamo e' che i cambiamenti apportati alla liturgia
    e le catechesi che si dichiarano rivoluzionarie (questo e' un fatto, quando Kiko dice che fino ad ora la resurrezione non si vedeva piu' da nessuna parte e cose del genere o quando cancella dal conc di Trento in poi etc etc..)
    insieme ad alcuni innegabili aspetti
    settari della vita comunitaria,
    hanno un alto rischio di sviare
    dalla fede cattolica vissuta in modo
    corretto e tradizionalmente intesa.

    RispondiElimina
  91. Anonimo nc, tu hai parlato secondo lo Spirito Santo! E non lo dico io, lo dice la Chiesa!

    Dal Compendio del Catechismo:
    "Nell'Eucaristia, il sacrificio di Cristo diviene pure il sacrificio delle membra del suo Corpo. La vita dei fedeli, la loro lode, la loro sofferenza, la loro preghiera, il loro lavoro sono uniti a quelli di Cristo. In quanto sacrificio, l'Eucaristia viene anche offerta per tutti i fedeli vivi e defunti, in riparazione dei peccati di tutti gli uomini e per ottenere da Dio benefici spirituali e temporali. Anche la Chiesa del cielo è unita nell'offerta di Cristo.
    (...)
    294. Perché l'Eucaristia è «pegno della gloria futura»?

    Perché l'Eucaristia ci ricolma di ogni grazia e benedizione del Cielo, ci fortifica per il pellegrinaggio di questa vita e ci fa desiderare la vita eterna, unendoci già a Cristo asceso alla destra del Padre, alla Chiesa del cielo, alla beatissima Vergine e a tutti i Santi"

    RispondiElimina
  92. Petachia di Ratisbona19 novembre 2007 15:06

    Vedi Stephanos, se parlando non vuoi sbagliare perchè hai paura di dire qualche eresia, va pure in giro con un disco registrato del catechismo o delle encicliche o dei discorsi del Papa. Ma se parli del tuo, di quello che nel catechismo o delle encicliche o dei discorsi del papa ha una risonanza dentro di te o comunque se le riporti a parole tue anche senza averle vissute fino in fondo (perchè annunziando Cristo comunque si porta una Parola più grande di noi, di quello che abbiamo vissuto, si porta la Parola della Chiesa e di Cristo) sicuramente potrai dire qualcosa di imperfetto. Ma non per questo mi devi continuamente correggere. Non stiamo giocando in questo mondo a giusto e a sbagliato. E' chiaro che possiamo dire delle cose anche imperfette. Grazie se me le fai notare. Ma io per la grazia del Battesimo che ho ricevuto ho il dovere comunque di annunciare Cristo. Non mi posso far paralizzare dal timore di sbagliare. Cristo, quando morirò mi chiederà conto della testimonianza che dovevo dargli in parole e in opere. E tutti abbiamo ricevuto il,sacramento della Confermazione che ci fa suoi testimoni. Se il cristianesimo non si fosse diffuso bocca a bocca anche da parte di semplici cristiani, come credi che avrebbe raggiunto i confini della terra? Erano tutti profeti? Tutti Dottori? Tutti apostoli? Tutti teologi?

    RispondiElimina
  93. "Non un banchetto ma un partecipare alla Croce di Cristo, un mangiare di un'offerta (il Figlio sulla Croce) che l'Angelo del Signore porta all'Altare di Dio."

    Credimi, Anonimo nc, quando ho letto questo ho pianto...

    RispondiElimina
  94. "Se il cristianesimo non si fosse diffuso bocca a bocca anche da parte di semplici cristiani, come credi che avrebbe raggiunto i confini della terra? Erano tutti profeti? Tutti Dottori? Tutti apostoli? Tutti teologi?"

    neanche i vostri iniziatori sono teologi eppure hanno diffuso fino ai confini della terra una teologia diversa da quella cattolica. Tu puoi anche parlare come un cattolico, ma quello che insegna il cammino lo abbiamo ascoltato tutti

    RispondiElimina
  95. Petachia di Ratisbona19 novembre 2007 15:10

    Adesso vorrei corregervi io:
    non è una ripetizione del sacrificio di Cristo perchè Cristo è morto una sola volta(nel tempo) per tutti. E' quell'Unico Sacrificio che si fa presente realmente per noi che partecipiamo
    alla celebrazione Eucaristica.

    RispondiElimina
  96. Petachia di Ratisbona19 novembre 2007 15:16

    Quello che si offre è sempre quell'Unico Eterno sacrificio.

    RispondiElimina
  97. "Cristo è morto una sola volta(nel tempo) per tutti."

    è il RICORDO (in senso biblico, non commemorazione) ma RIPRESENTAZIONE di quel'unico sacrificio avvenuto una volta per tutte
    e ne siamo bene consapevoli PdR non c'è nulla da correggere!!!
    Piuttosto, mi chiedo cosa ci fa nel cammino uno che ne sa più di kiko e carmen messi insieme della dottrina e prassi cattoliche!
    Ma non mi interessa che tu risponda

    RispondiElimina
  98. dimenticavo p.Mario Pezzi ;)

    RispondiElimina
  99. Petachia di Ratisbona19 novembre 2007 15:19

    E' grazie a questo amore sacrificale di Cristo che io vi parlo. E' l'amore di Cristo per la sua sposa. Che ha dato sè stesso per lei. E' un mistero di amore non di sadismo o di masochismo.

    RispondiElimina
  100. Petachia di Ratisbona19 novembre 2007 15:22

    Tutto quello che ho ricevuto l'ho ricevuto ( perchè io iniziando il liceo non credevo nemmeno alla storicità di Cristo, nonostante fossi stato chierichetto) bocca a bocca dai miei catechisti Kiko, Carmen e Francesco.

    RispondiElimina
  101. "se non è così, identificatevi, io come ho sempre detto non ho paura a farlo, voi invece temete la Chiesa, almeno questo è ciò che penso."

    puoi pensare quello che ti pare, certo mon è vero solo perché lo pensi tu e lo dici qui...
    a me sembrava di aver chiarito che nella Chiesa non siamo anonimi: quindi cos'è che temiamo?

    RispondiElimina
  102. PdR, per me sei un mistero inesplicabile; ma come abbiamo già detto tantissime volte, solo il Signore ci conosce e sa...

    RispondiElimina
  103. Meno 11 giorni alla fine dei giochi.

    RispondiElimina
  104. Petachia di Ratisbona19 novembre 2007 15:45

    Caro Mic, grazie di queste parole.
    Era quello che mi ripeteva sempre mio padre. Ora anche lui sa.

    RispondiElimina
  105. Riallacciandomi al post di Mic
    ---------------------------------
    PdR, per me sei un mistero inesplicabile; ma come abbiamo già detto tantissime volte, solo il Signore ci conosce e sa...
    -----------------------------------
    e a quello di PdR
    Tutto quello che ho ricevuto l'ho ricevuto ( perchè io iniziando il liceo non credevo nemmeno alla storicità di Cristo, nonostante fossi stato chierichetto) bocca a bocca dai miei catechisti Kiko, Carmen e Francesco.
    ----------------------------------
    Vorrei formulare la seguente domanda banale, ma per importante:

    perche' il Cn continua a celebrare nelle sale, adottando segni e disposizione della sala difformi?
    Questo non lo capisco.
    Grazie per chi vorrà rispondere.

    RispondiElimina
  106. Anche a me sembra di aver parlato sempre di RI-presentazione nel tempo dell'Unico Sacrificio di Cristo(e non di ripetizione di N sacrifici. Per ri-presentazione la Chiesa intende perpetuazione nel tempo dell'unico sacrificio). Che infatti è un Sacrificio Perenne, finchè Egli Venga.

    RispondiElimina
  107. Dice anonimo nc.
    "perche' il Cn continua a celebrare nelle sale, adottando segni e disposizione della sala difformi?
    Questo non lo capisco.
    Grazie per chi vorrà rispondere."

    Perchè difforme è il Cn. Il Logos ha un senso in questa vita!

    RispondiElimina
  108. PdR, beato te che avevi un padre che ti diceva queste cose, forse è stato il tuo primo catechista :)

    Il fatto che dici che ora anche lui sa, mi induce ad affidarlo, insieme a te, al Signore

    RispondiElimina
  109. Pablo (once upon a time)19 novembre 2007 16:41

    Petachia di Ratisbona ha detto...
    "E' grazie a questo amore sacrificale di Cristo che io vi parlo. "

    Caro Petachia ben Yakov, anch'io qualche tempo fa ero mosso da tale motivo nel perdere qualche minuto su questi luoghi. Amore non solo per chi tiene in piedi questa pubblica gogna del Cammino, ma anche per i fratelli (soprattutto quelli più deboli) che si ritrovano a passare ed indugiare da queste parti. Ma poi ho capito che è inutile. A questi non interessano le esperienze e le ragioni di quelli che hanno incontrato Cristo tramite un mezzo, per quanto imperfetto (ma cosa è perfetto su questa terra ?) che è il Cammino. Il loro scopo non è nemmeno quello di rendere un servizio alla Chiesa: sanno benissimo che discernere e vigilare è compito di altri (e con altro spirito) nella Chiesa. Quindi togliendo un po' di dottrina copia-incollata, togliendo un po' di rancore da ex-, ed un incontenibile rigurgito trazionalista e "anti-modernista", cosa rimane ? La pubblica gogna, appunto. Benediciamo il Signore anche per questo.

    La pace,
    Pablo
    ps.mi chiedo sempre come trattare i farisei, Gesù non è che sia stato molto delicato con loro....

    RispondiElimina
  110. Caro Petachia di Ratisbona.

    Io non ti correggo "per partito preso". Tra l'altro non sei te quello da correggere se in molto convieni con noi.

    Noto solo contraddizione col Cammino. Tutto qua. Quello in cui credi è per la tua salute. Mi riesce difficile farlo combaciare con quello in cui crede il Cammino.

    Convengo con te che la tua "evangelizzazione", la tua testimonianza, non possa essere una pedissequa ripetizione di frasi passate a memoria.

    Ma non possiamo insultare la nostra intelligenza se diciamo ancora che le Catechesi del Cammino, nella loro difformità, sono frutto di "focosità" del momento! O di errori "umani".
    Le difformità sono nella sostanza della nostra Fede!

    Se uno si forma sul catechismo, farà tutti gli errori umani che si vuole, ma non tali da riscontrar in lui le radici di un'altra fede!

    Lo ha dimostrato Anonimo Nc! Senza pensare la Catechismo ha fatto una EVANEGLIZZAZIONE vera e proprio, parlando COME IL CATECHISMO. Anche se con altre parole!
    Anonimo nc ha mostrato il SENTIRE Cattolico.Senza volerlo! Parlando dal cuore!

    RispondiElimina
  111. A proposito di farisei.

    Farisei e scribi erano sinonimi?

    RispondiElimina
  112. Caro Pablo.

    Hai fatto il tuo spot, prendendo come spunto PdR.

    E adesso? Ne hai guadagnato qualcosa? Hai guadagnato noi?

    Di quale "gogna" stai parlando?

    Per voi è troppo vergognoso pensare che possano venire cose sensate da gente "aulunque" come noi. Da "fuoriusciti". Da "niente" come noi! E' inaccettabile che il Cammino sia discusso da noi! O da chiunque non sia del Cammino!
    Altrimenti che motivo ci sarebbe di tutto questo? Che cosa costerebbe dire: "era sbagliato. Lo era in buona fede (?) ma amiamo la Chiesa e voi. Ricominciamo dalla Chiesa"?

    No! Quando mai! Costa troppo!

    RispondiElimina
  113. Ho letto il post di Pablo:

    perche' dici gogna, quando basterebbe riportare le Comunità a celebrare in Chiesa, magari la domenica; correggere drasticamente gli scrutini; mettere la decima non in un sacco nero della spazzatura e magari "relegarla" durante l'Offertorio.
    Rendere pubbliche le catechesi e trasformare le comunità da luogo di salvezza in luogo di preghiera: la salvezza e' nella Chiesa e nella Liturgia sacramentale di cui questa e' depositaria.

    RispondiElimina
  114. "Farisei e scribi erano sinonimi?"

    No.

    La Gerarchia interna al Giudaismo aveva una grande rigidità ed ognuno aveva il suo E SOLO IL SUO Compito. All'interno della Gerarchia universalmente riconosciuta sorgevano "partiti" tra cui quello dei Sadducei, degli Zeloti, ecc.

    I Farisei erano i "separati" (dall'ebraico ferushim). "Puristi" della Torah, Legalisti nei precetti. Sposavano la lettura della Torah insieme alla tradizione Orale Interpretativa della Torah (Torà Orale, che affiancava quella Scritta, ritenuta tramandata direttamente da Mosè). Per cui credevano nell'immortalità dell'Anima, nella Resurrezione, nell'esistenza degli Angeli e le altre Creature Celesti di Dio. Al contrario del Partito Sadduceo, che negava tutto questo e si basava esclusivamente sulla Torah Scritta.
    Gli Scribi erano esperti della Torah. Avevano l'autorità per Scriverla ed Interpretarla e tramandarla. Gli "scrittori" ufficiali dell'epoca. Non erano dunque "gerarchi giudaei". Avevano un ruolo sociale anche se ovviamente erano giudei per fede.

    RispondiElimina
  115. Pablo,

    "...mi chiedo sempre come trattare i farisei, Gesù non è che sia stato molto delicato con loro...."

    Appunto!

    A magtgior ragione quando si pecca di fariseismo integralista e fondamentalista, come fate voi neocatecumenali, e non lo volete ammettere.

    La domanda,amico,dovresti rivolgerla a te stesso.

    RispondiElimina
  116. Non siamo qui per processare nessuno.
    Siamo qui( e ci resteremo ottimamente) per mettere a nudo le deviazioni ereticali del Cammino.Vi piaccia o meno!
    Non dimentichiamo,tra l'altro,i 120 milioni di eiro annui che ciostituiscono il bilancio (dichiarato)della fondazione neocatecumenale "Familia de Nazareth").

    RispondiElimina
  117. Altro che commedia tra farisei e pubblicani...

    RispondiElimina
  118. Ma dove e' possibile trovare un bilancio della Fondazione?

    RispondiElimina
  119. Non credo che sia reperibile per i "comuni mortali".

    A dirti il vero, carissimo, non mi interessa.

    Mi interessa di più capire che cos'è il Cammino. Perchè ad oggi credo che cosa sia VERAMENTE non lo sappiamo... Che non è Chiesa Cattolica, va bene.. Che sposi molto del neo-modernismo e sia giudaizzante, pure... Ma che cos'è oltre questo?

    RispondiElimina
  120. Dice Pablo:

    "Caro Petachia ben Yakov, anch'io qualche tempo fa ero mosso da tale motivo nel perdere qualche minuto su questi luoghi."

    1. sai chi è PdR? Ma a che pro l'ostentazione di un ebraismo del cavolo? Amo molto gli ebrei e l'ebraismo, ma francamente questo modo di esprimersi è davvero spocchioso e innaturale per la nostra cultura... ma dimenticavo che voi siete gli eletti.

    2. mi rendo conto che sto scantonando in un'ironia un po' pesante; ma forse le nostre reazioni umane vanno anche 'ascoltate' e qualcosa ci dicono: se mi irrita questo tuo modo di esprimerti è perché lo riconosco estraneo, e di molto, al mio orizzonte cristiano della domenica, dove la domenica è il giorno del Signore, l'ottavo giorno, quello della Creazione Nuova in Cristo, che ha sostituito e superato lo shabbat, con tutto il rispetto per i fratelli ebrei...

    3. Se avevi ritenuto inutile farci il dono della tua presenza, ora ce lo riproponi solo per attribuirci "un po' di dottrina copia-incollata, un po' di rancore da ex-, ed un incontenibile rigurgito trazionalista e anti-modernista"?

    4. Sei proprio "de coccio" e molto prevenuto con queste affermazioni, perché noi non siamo trazionalisti né anti-niente e nessuno, difendiamo solo la Tradizione Viva della Chiesa (il che non significa certo essere tradizionalisti tout court) e critichiamo quello che da essa è difforme nei nuovi venti di dottrina introdotti dal cammino

    RispondiElimina
  121. "Ma dove e' possibile trovare un bilancio della Fondazione?"

    la cifra citata da Francesco era stata pubblicata da un quotidiano spagnolo dello scorso anno...

    RispondiElimina
  122. veritatisamor ha detto...

    Ti perdoniamo l'intrusione
    caro anonimo
    anzi mi raccomando,
    non ti fermare a leggerci,
    sei stato gia' troppo su internet
    stai violando
    le regole di Kiko!!


    Proprio di questi commenti parlavo, quando dicevo che ci sarebbe da morire dalle risate :)
    So che "nun ve ne pò fregà de meno", ma sono uno studente di ingegneria informatica ormai prossimo alla laurea specialistica.
    Dici che kiko mi manderebbe al rogo per questo? :D
    Forse sì, devo preoccuparmi...la tranquillità è da stolti, come saggiamente mi insegnate! :D
    Mettendo da parte provocazioni varie rispondo seriamente su questo punto:

    Francesco ha detto...

    ...e,soprattutto,caro anonimo che parli da neocatecumenale,se nessun dubbio affiora nella tua coscienza di credente, se stai nell'assoluta tranquillità,come affermi, evidentemente c'è da preoccuparsi parecchio per te.
    Te lo dico senza faziosità di sorta.




    Trovo che l'uomo senza dubbi sia incredibilmente stolto.
    Trovo che l'uomo che si lasci dilaniare eternamente dal dubbio sia altrettanto stolto.

    Non ho scritto in nessuna riga del mio commento che "nessun dubbio affiora nella mia coscienza di credente" ma, vedi, il tuo commento rispecchia totalmente la tendenza di questo blog della quale parlavo.
    C'è totale cecità da queste parti, vi prego, lasciatevelo dire.
    Da stolto quale sono, vi invito ad aprire un po' gli occhi, purtroppo consapevole che questo non avverrà perchè è troppo l'odio che vi acceca - ma chissà, nulla è impossibile a Dio... -

    RispondiElimina
  123. "...mi chiedo sempre come trattare i farisei, Gesù non è che sia stato molto delicato con loro...."

    senti chi ci qualifica "farisei" :((( e che per di più si identifica con Gesù!!!!!

    RispondiElimina
  124. Anonimo delle 17:52, piantala di fare l'analisi logica e grammaticale e transustanziale di ogni nostra piccola battuta o osservazione e invece, da neo laureando qual sei (ma in fondo di questo che ce frega!!), confuta nel merito i nostri argomenti, magari anche quello che è stato detto nell'articolo che introduce questa pagina... altrimenti vedi di impiegare meglio il tuo tempo e di non farci perdere il nostro in inutili e sterili e squallide diatribe per futili parole

    RispondiElimina
  125. Ma perchè ti innervosisci, scusa? :)

    RispondiElimina
  126. C'è totale cecità da queste parti, vi prego, lasciatevelo dire.
    Da stolto quale sono, vi invito ad aprire un po' gli occhi, purtroppo consapevole che questo non avverrà perchè è troppo l'odio che vi acceca - ma chissà, nulla è impossibile a Dio... -

    L'importante quando uno e' cieco e' sapere di esserlo ed avere una buona guida di cui potersi fidare ciecamente, altrimenti si sbatte la testa prima o poi. I danni potrebbero essere irriversibili.

    RispondiElimina
  127. Una riflessione che mi viene
    da fare stimolata da interventi (per il resto non molto stimolanti) tipo di quest'ultimo anonimo, e' che
    una delle tecniche adottate
    dai NC nell'intervenire qui e' stata fin dall'inizio non quella di discutere su errori e critiche del CN che ci sono
    e solo un cieco davvero puo' non vederli,
    ma quella di risbatterci in faccia
    tutto quello che dicevamo tale quale
    come un'eco demente.
    Quindi noi si perdeva tempo nel discutere sugli orientamenti e come alcuni contenuti sfiorassero l'eresia
    e loro accusavano noi di essere eretici
    cosi' senza argomentare.
    Noi si criticava l'interpretazione
    fondamentalista di alcuni passi del vangelo e il fanatismo che caratterizza molti NC e loro ci accusavano di essere
    fanatici e fondamentalisti, senza mai argomentare pero'.

    Ovviamente non si puo' discutere con l'eco, il risultato e' stato che dopo tanta paziena
    ci sono a volte saltati i nervi e
    la discussione davvero ne ha perso di tono.
    Spazientiti ci siamo irrigiditi
    e il blog ne ha perso un po'
    in "stile" diciamo.

    Lo dico per evidenziare che tali interventi volutamente o no ci portano
    a cio', e quindi ogni tanto forse bisogna ricordarselo e sforzarsi di fare
    un buon filtro supportato da nervi saldi
    santa pazienza e discernimento

    RispondiElimina
  128. Per non parlare delle altre tattiche:
    attacchi personali (Mic e Felice)
    insulti stile l'esorcista
    ecc. ecc.

    RispondiElimina
  129. Quindi voglio dire dovremmo ormai aver acquisito (o dovremmo esercitarci a fare)
    un certo discernimento per fare un filtro
    anche "mentale" basandosi sul tipo
    di interventi che si ricevono.
    Anche questa e' una forma di palestra
    mentale e spirituale.

    RispondiElimina
  130. gherardo ha detto...

    [...]

    Ovviamente non si puo' discutere con l'eco, il risultato e' stato che dopo tanta paziena
    ci sono a volte saltati i nervi e
    la discussione davvero ne ha perso di tono.
    Spazientiti ci siamo irrigiditi
    e il blog ne ha perso un po'
    in "stile" diciamo.

    Lo dico per evidenziare che tali interventi volutamente o no ci portano
    a cio', e quindi ogni tanto forse bisogna ricordarselo e sforzarsi di fare
    un buon filtro supportato da nervi saldi
    santa pazienza e discernimento



    Ora capisco la reazione di mic. Beh, lungi da me volervi far saltare le coronarie. Detto per inciso, non avevo intenzione di accusarvi nè di eresia nè di fanatismo.

    Comunque sia, per il bene delle vostra salute psicofisica, non posterò più. E' stata una conoscenza breve ma intensa, come si suol dire in questi casi :)

    E fatevela una risata ogni tanto :D

    RispondiElimina
  131. "ricordarselo e sforzarsi di fare
    un buon filtro supportato da nervi saldi santa pazienza e discernimento"

    Gerardo hai sacrosantamente ragione; ma anche una sana incacchiatura, come mi è capitato nel leggere l'intervento dell'ultimo anonimo e reagire di conseguenza, è comunicazione... e a volte quando ce vò ce vò :)

    RispondiElimina
  132. "Comunque sia, per il bene delle vostra salute psicofisica, non posterò più. E' stata una conoscenza breve ma intensa, come si suol dire in questi casi :)

    E fatevela una risata ogni tanto :D"

    :))))))))

    RispondiElimina
  133. ..TRa l'altro ho notato l'ennesimo problema di sempre: gli interlocutori NC si guardano bene dal discutere e confutare il mio post d'apertura!

    RispondiElimina
  134. Non sono in grado di confutare alcunchè i neocatecumenali.
    Vengono abituati ,come i polli nelle batterie,a ingozzarsi sempre del solito cibo che loro propinano.E se qualcuno gliene presenta un altro,magari anche piu salutare e gustoso,lo rifiutano.

    RispondiElimina
  135. L'anonimo di turno
    ha una considerazione esagerata di se'.
    Abbiamo subito ben altro
    caro anonimo
    il tuo intervento davvero
    ci fa sorridere in confronto.
    Buona laurea
    e ricordati che quella
    pergamena bianca e' solo l'inizio
    e' un po come un battesimo
    che appunto segna un'inizio
    non e' il fine.

    PS
    Ci avrai messo includendo i passati
    studi 16-20 anni,
    quanti ti ci vorranno per la veste
    (non la pergamena) bianca. In bocca al lupo anche per quella.

    RispondiElimina
  136. .....e mentre continuate a perdere tempo.....a noi ci approvano...hehe

    RispondiElimina
  137. possibili risposte.....

    NOI SIAMO LA VOCE DELLA CHIESA....

    NOI SAPPIAMO QUAL'E' LA VERITA'....

    NOI SIAMO MEGLIO DI VOI.......

    FORZA RAGAZZI SCATENATEVI E FATECI FARE ALTRE RISATE......

    GRAZIE...VI AMO!!!

    RispondiElimina
  138. a regà.......è ricicciato gino conti....evviva...(canto del cigno????))))

    era tanto che non si faceva sentire.......

    bah stavolta l'ascolteranno....hehe....come le altre volte......

    forse stavolta ruini gli dirà proprio..fatte li c.......

    RispondiElimina
  139. Quindi non eravati approvati prima?
    Avete sempre mentito spacciando un'approvazione che non avevate.
    Ma un Cammino Spirituale che si basa sulla menzogna, ma dai!!
    avrete tutti i vantaggi terreni
    che desiderate,
    godetene a fondo mi raccomando.

    RispondiElimina
  140. La sospensione a divinis è una sanzione disciplinare che può essere comminata dalla Chiesa cattolica ai sacerdoti. Al sacerdote sospeso è vietato amministrare i sacramenti, il che include tra l'altro la celebrazione della messa e la confessione; tuttavia può derogare al divieto in caso di urgenza e necessità, ad esempio per confessare una persona in punto di morte.

    La sospensione a divinis può essere impartita ai sacerdoti colpevoli di gravi mancanze disciplinari; inoltre viene normalmente disposta per i sacerdoti che contraggono matrimonio (con o senza la dispensa dell'autorità ecclesiastica, in quanto si ritiene inopportuno che essi continuino ad esercitare il ministero sacerdotale), o a quelli che accedono a cariche politiche (pur essendo questo vietato ad un sacerdote).

    RispondiElimina
  141. Grazie per i chiarimenti non richiesti Anonimo e che non riguardano nessuno di noi,te li potevi risparmiare

    RispondiElimina
  142. volgarità per volgarità19 novembre 2007 21:18

    "forse stavolta ruini gli dirà proprio..fatte li c......."

    il canto del cigno per ruini, no, eh???

    RispondiElimina
  143. Per Mic

    1.Ma quali eletti, solo mi è piaciuto riprendere questo riferimento a quesoto Rabbi come stimolo culturale, tutto qui. Se sono sembrato spocchioso (ma allora lo è anche chi si è scelto quel nick?), mi scuso.

    2. Non ho capito cosa che c'azzecca quello che hai scritto, ma mi pare all'altezza del bravo fariseo. Magari potevi aggiungere "grazie Signore, che non mi hai fatto come questi eretici e peccatori che vanno a Messa il sabato sera e chissà da dove vengono e che hanno fatto prima".

    3. e 4. Hai ragione, e'proprio così, intervengo solo per sottolineare (e non ai vostri occhi) la gravità della vostra opera (organizzata e pensata) di diffamazione di un movimento ecclesiale. Non è che la cosa mi turba più di tanto a livello personale, ma sono i fratelli più deboli che mi stanno a cuore. O forse esagero nel valutare la portata pubblica di questa gogna mediatica ?

    Per Stephanos78:
    Vatti a leggere tutto il capitolo II del libro che hai citato in apertura e poi ne riparliamo

    RispondiElimina
  144. "FORZA RAGAZZI SCATENATEVI E FATECI FARE ALTRE RISATE......"

    l'unico scatenato qua sei tu, Emanuele

    RispondiElimina
  145. la pulce ancora non ha dato gli aggiornamenti sulla salute di Mons. Rylko...

    RispondiElimina
  146. "3. e 4. Hai ragione, e'proprio così, intervengo solo per sottolineare (e non ai vostri occhi) la gravità della vostra opera (organizzata e pensata) di diffamazione di un movimento ecclesiale"

    c'è una cosa che devi (dovete) mettervi bene in testa: questa notra opera non è stata né organizzata né pensata, è venuta fuori strada facendo in seguito ad una spontanea reazione di uno si noi su un blog cattolico che riferiva l'intervista di Gennarini alla lettera di Arinze. La reazione era formulata con queste testuali parole: "sono disgustato
    da come vengono strumentalizzate le parole della Chiesa e di come viene abilmente rovesciata la logica del discorso"

    Questa persona eveva chiuso da 10 anni con i NC e non gliene poteva fregare di meno di imbarcarsi in un impegno come questo; ma a quella osservazione ne sono seguite altre dello stesso tenore, alle quali hanno avuto seguito sceneggiate necotecumenali, le stesse di cui questo blog è saturo e che chi conosceva la verità, per aver fatto esperienza del cammino, si è sentito obbligato moralmente a smentire, una dopo l'altra, cercando di dare l'informazione corretta e trovando anche il senso di quella sua esperienza condiviso con molti altri.

    Quel blog è stato messo in condizioni di chiudere le pagine dedicate al cammino, che per il vaticanista che lo curava credo sia diventato un argomento tabù, e allora molti di noi si sono mobilitati perché continuassero ad aver voce quelli che ne avevano riscontrato non solo i metodi discutibili, ma anche le prassi e gli insgenamenti difformi da quelli della Chiesa...
    Per questo è nato questo blog e strada facendo anche il sito... noi ci vediamo la mano del Signore, per 'mostrare' la Verità calpestata e strumentalizzata non da chi aderisce al cammino ma da chi ne ha responsabilità...

    Vi rendete conto che se non ci fosse stata, all'inizio di questa storia, la strumentale menzogna di Gennarini e quelle successive dei vostri emuli (molti di loro li abbiamo riconosciuti su questo blog), noi non staremmo qui a dibattere e forse certe sentinelle addormentate non si sarebbero svegliate????

    Non sono abituato a stumentalizzare la Parola, ma al tuo richiamo alla responsabilità nei confronti dei 'piccoli' mi viene in mente che il Signore ha detto "La verità vi farà liberi" e oltre ai 'piccoli' ci preoccupa l'opera (quella sì pensata e organizzata non da te certamente)di demolizione, banalizzazione e sostituzione di tutte le verità più sacre, a partire dall'Eucaristia, che il cammino nc sta subdolamente e anche aggressivamente (sembra un paradosso ma è così) portando avanti nella Chiesa.

    Se siamo arrivati fin qui, non posso che vederci la mano del Signore e benedirlo e ringraziarlo e invocarlo per tutti coloro che sono vittime di questo grande inganno e per continuare a proteggerci come ha fatto finora...

    RispondiElimina
  147. Petachia di Ratisbona ha detto...

    Posso accettare tutto da voi:
    che abbiamo fatto degli abusi,
    che dobbiamo correggerci, che in
    campo liturgico abbiamo sbagliato.Tutto.
    Non accetto che tu o chiunque se non
    Dio che è l'unico che conosce la fede
    di ognuno di noi possa dirmi che cosa
    io vivo quando partecipo all'Eucarestia.

    ---
    Questo nessuno si sogna di farlo , non è
    la disposizione di fede personale ad essere
    in discussione, anzi se volessimo dirla
    tutta espressioni come
    "cristiani della Domenica"
    nascono ad uso e consumo del cammino.
    E' il cammino che si propone come
    "percorso serio" lasciando intendere che al
    di fuori vi è solo formalismo, dispiace dirlo
    ma è nel cnc che in definitiva si inferisce
    sulla vita di fede dei fratelli.

    RispondiElimina
  148. Petachia di Ratisbona ha detto...

    "Vedi Stephanos, se parlando non
    vuoi sbagliare perchè hai paura
    di dire qualche eresia, va pure
    in giro con un disco registrato
    del catechismo o delle encicliche
    o dei discorsi del Papa.
    Ma se parli del tuo, di quello che
    nel catechismo o delle encicliche
    o dei discorsi del papa ha una
    risonanza dentro di te o comunque
    se le riporti a parole tue anche
    senza averle vissute fino in fondo
    (perchè annunziando Cristo comunque
    si porta una Parola più grande di
    noi, di quello che abbiamo vissuto,
    si porta la Parola della Chiesa e
    di Cristo) sicuramente potrai dire
    qualcosa di imperfetto. Ma non per
    questo mi devi continuamente
    correggere".
    --

    Quella cattolica come altre religioni
    ha un nucleo di verità di fede
    che va accettato, gradualmente
    e con tutti gli strumenti che
    la Chiesa mette a disposizione.
    Se si insegna qualcosa di diverso,
    ci si può aspettare qualche
    inconveniente e se hai l'umiltà di capire
    che una cosa non è conforme a una verità
    di fede, la accetti anche.
    Perchè c'è voluto tutto questo
    tempo per il cnc e ancora non si sa
    cosa uscirà fuori malgrado le
    rassicurazioni di Kiko?


    "Non stiamo giocando in
    questo mondo a giusto e a sbagliato.
    E' chiaro che possiamo dire delle
    cose anche imperfette. Grazie se me
    le fai notare. Ma io per la grazia
    del Battesimo che ho ricevuto ho il
    dovere comunque di annunciare Cristo.
    Non mi posso far paralizzare dal timore
    di sbagliare. Cristo, quando morirò
    mi chiederà conto della testimonianza
    che dovevo dargli in parole e in opere.
    E tutti abbiamo ricevuto il,sacramento
    della Confermazione che ci fa suoi
    testimoni. Se il cristianesimo non
    si fosse diffuso bocca a bocca anche
    da parte di semplici cristiani, come
    credi che avrebbe raggiunto i confini
    della terra? Erano tutti profeti?
    Tutti Dottori? Tutti apostoli?
    Tutti teologi?"

    ---
    Forse no, qualcuno sbagliò , ma non
    erano sprovveduti. Secondo te perchè il
    Papa ha riproposto tutta la catechesi
    dei padri della Chiesa? Per un esercizio
    accademico? O forse per la loro drammatica
    attualità? Il Cristianesimo si è trovato
    molto presto ad affrontare una serie di
    interpretazioni che ne minavano alla base
    l'esistenza e contro cui si mossero
    personaggi oggi semisconosciuti che
    confutavano, confutavano e confutavano.
    Non avrebbero potuto chiudere un occhio
    e favorire il diffondersi in senso numerico?

    RispondiElimina
  149. Pablo (once upon a time) ha detto...


    "Caro Petachia ben Yakov, anch'io
    qualche tempo fa ero mosso da tale
    motivo nel perdere qualche minuto
    su questi luoghi. Amore non solo per
    chi tiene in piedi questa pubblica
    gogna del Cammino, ma anche per i
    fratelli (soprattutto quelli più
    deboli) che si ritrovano a passare ed
    indugiare da queste parti.
    Ma poi ho capito che è inutile. A questi
    non interessano le esperienze e le
    ragioni di quelli che hanno
    incontrato Cristo tramite un mezzo,
    per quanto imperfetto (ma cosa è
    perfetto su questa terra ?) che è
    il Cammino".

    E a voi interessano le esperienze
    di quanti hanno rischiato di
    allontanarsi dalla Chiesa gravati
    di un peso più grande di loro?

    Davvero fino ad oggi
    la chiesa ha insegnato solo formulette
    da mandare e memoria? E dove vanno a parare
    certe visioni? Ma che titoli ha lo strano
    personaggio che ha deciso di
    rifondare la Chiesa e convoca persino
    i vescovi?!!! Boh mistero..vietato fare domande.
    Ma di cosa stiamo parlando? Cos'è questo
    scimmiottamento continuo dell'ebraismo?
    Boh..non si sa o meglio si sa ma non si dice,
    la salvezza viene dai Lubavitcher?

    RispondiElimina
  150. Più leggo gli interventi dei nc più mi convinco che sono un miscuglio di TdG di talebani e di giudaismo maltrattato.

    RispondiElimina
  151. su due punti vi state concentrando:
    1 plagio
    su questo non avete portato nessuna argomentazione, nessun dato. pura diffamazione perpetrata con utilizzo consapevole di tecniche di character assassination.

    2 irregolarità liturgiche
    su questo avete portato una montagna di argomenti faziosi e sostanzialmente inconcludenti.

    le testimonianze sono anonime e, a quanto sembra, fatte da preti che disobbediscono ai loro vescovi o da persone con famiglie distrutte che "farebbero di tutto pur di riottenere quello che hanno perso".

    RispondiElimina
  152. Caro Anonimo delle 00:43 ma come fai a dire che tutti gli argomenti sono inconcludenti? posso capire che per credere in una testimonianza bisogna fare un atto di fede ma per quanto riguarda le irregolarità liturgiche? come fai a dire questo? le irregolarità ci sono, sono lì sotto gli occhi di tutti basta andare a una celebrazione qualunque NC per vederli
    La Chiesa ha una Liturgia e una Tradizione. e questo è 1 fatto.
    Il CNC le stravolge tutte e due e questo è un fatto...
    ...ma quando non si vuole vedere allora è tutta un'altra cosa...

    RispondiElimina
  153. vedere una irregolarità liturgica???
    le irregolarità liturgiche sono argomenti di discussione teologica, non fatti.

    la liturgia è cambiata mille volte nei secoli. e cambierà altre mille volte nei secoli a venire.

    come al solito vi scannerete e chi vincerà dirà «è sempre stato come ho detto io».

    secondo me, magari non subito ma nei prossimi decenni vinceranno i NC, più onesti, meno fulminati.

    più insistete su tradizioni passeggere e più fedeli perdete. come i NC vi hanno ampiamente dimostrato.

    RispondiElimina
  154. BOLLETTINO MEDICO DELLE ORE 7,00 SULLE CONDIZIONI DI SALUTE DI MISTER REPE DA NAPOLI


    Maragianna Sciuè, portavoce del sacro palazzo partenopeo in cui Mister Repe sta vivendo ore di intensa costrizione intestinale ha diramato pochi minuti fa il seguente bollettino medico:

    " L'illustrissimo e reverendissimo paziente ha trascorso una nottata sostanzialemnte serena.
    Due le emissioni di gas intestuinale:una alle ore 0,30 e una alle ore 4,26.

    Entrambe le emissioni sono state debitamente analizzate dai sensori odoriferi di cui sono stati provvisti i nasi delle cimici neocat volontarie che svolgono con tanta abnegazione il servizio di valletti della sacra casa; indi sono state spalancate le finestre ed è stato attivato entrambe le volte l'impianto di aerazione forzata".

    Fin qui il bollettino,molto laconico.

    Per completezza di informazione aggiungiamo che Tomasina Floret farà arrivare stamane dal veneto un altro barile di merzemino per continuare la terapia emolliente cui da due giorni viene sottoposto l'augusto addome di Mister Repe. Insieme al merzemino arriverà anche una damigiana di grappa di merzemino,necessariqa per lenire i tormentosi crampi che assalgono periodicamente il ventre dell'alto e grande pelato.

    S. Piscicedda di Paparazym.org che sta seguendo giorno e notte l'evolversi della situazione è ottimista e ritiene(forte dei due segnali gassosi della notte appena trasdcorsa) che ormai la volata evacuiatoria di Mister Repe è iniziata e continuerà rapidamente.

    RispondiElimina
  155. "secondo me, magari non subito ma nei prossimi decenni vinceranno i NC, più onesti, meno fulminati."

    ma sicuramente più lontani dalla Verità a la lex orandi che è lex credendi ne farà persone DIVERSE dalla "configurazione" a Cristo di cui parla l'Apostolo Paolo

    "più insistete su tradizioni passeggere e più fedeli perdete. come i NC vi hanno ampiamente dimostrato."

    la tradizione "passeggera" è quella vissuta dai NC e non la nostra, che non bypassa 2000 anni di storia della Chiesa ed è basata sul Depositum Fidei originario

    RispondiElimina
  156. Anonimo delle 3:19 è stato cancellato perché, se non era fracesco pozzi, ne mostra tutte le caratteristiche e dice della Chiesa cose da fantareligione, alcune vere ma non assolutizzabili ad usum cammini....

    RispondiElimina
  157. "vedere una irregolarità liturgica???
    le irregolarità liturgiche sono argomenti di discussione teologica, non fatti."

    chi lo dice? E' evidente che ogni aspetto della liturgia ha la sua interpretazione teologica; ma è anche un fatto, un EVENTO che accade e ha le sue conseguenze e, se si tratta di una irregolarità (vista e provata sulla base della difformità con quel che insegna la Chiesa, non per gusto od opinione personale) ha anche delle conseguenze negative.

    E allora? Cosa vai cianciando, che non sta né in cielo né in terra, per evitarci di parlarne?

    RispondiElimina
  158. questo anonimo ultimo mi sembra il Pozzi

    Stessa non-logica:

    "vedere una irregolarità liturgica???
    le irregolarità liturgiche sono argomenti di discussione teologica, non fatti."

    No argomenti di discussione teologica
    sono quelli che stanno dietro la liturgia.

    La liturgia e' la forma concreta che regolamenta una celebrazione religiosa.
    Quindi e' qualcosa di cui si fa esperienza diretta. UN fatto concreto.

    Quindi le irregolarita' sono un fatto
    (confermato dalla concretissima
    lettera del cardinal Arinze!)

    Il Plagio di cui invochi "i fatti"
    invece e' oggetto di disquisizioni
    psico-giuridche
    tanto che in Italia
    il reato di plagio
    e' stato cancellato dal codice di diritto (rimane solo la circonvenzione di incapace).

    Infatti se guardi nel sito
    abbiamo portato fatti concretissimi
    non riguardo al plagio
    ma riguardo alla manipolazione mentale.

    Anche quest'ultima se vuoi
    e' oggetto di disquisizione "teologiche"
    ma nel Cammino sono rintracciabili
    molte similitudini con le tecniche
    usate in altre psicosette.
    Ecco quelle similitudini sono "fatti".

    RispondiElimina
  159. Ho letto
    "vedere una irregolarità liturgica???
    le irregolarità liturgiche sono argomenti di discussione teologica, non fatti."

    E' una posizione molto discutibile.
    Sicuramente materialista e negazionista dei mondi spirituali.
    La Liturgia e' il ponte di unione tra terra e cielo. Le irregolarità liturgiche rompono o incrinano questo ponte. Noi non le vediamo queste rotture,ma per questo abbiamo bisogno di qualcuno (la Chiesa) che sorveglia il ponte.

    RispondiElimina
  160. Comunque Mic
    davvero la lettera del Cardinale
    Arinze e la risposta di Gennarini
    hanno costituito uno spartiacque.
    Fino ad allora molti che avevano sofferto in silenzio e sviluppato grossi dubbi
    sul Cammino Neocatecumenale
    ancora restavano "timidi" sul da farsi
    ma vedere nero su bianco
    le parole del Cardinale
    e ancora di piu' le evidentissime
    mistificazioni di Gennarini
    furono una conferma
    che il CN non meritava fiducia
    se non per altro per quella innegabile propaganda condita non solo di mezze verita' ma di vere e proprie menzogne di cui Gennarini e' stato il sigillo
    inconfutabile.

    RispondiElimina
  161. Caro Mic,
    sono un vostro lettore assiduo e mi permeto per la prima volta di intervenire malgrado la mia poca padronanza con un computer.
    Ma prima di esprimere il mio pensiero gradirei avere informazioni più precise sulla tua persona, visto i molti interventi nei tuoi confronti, per amore alla Verità ti chiedo di rassicurarmi sulla falsità o meno delle accuse a te mosse, anche ovviamnete mantenendo il tuo anonimato a tua salvaguardia.
    Grazie
    Paolo

    RispondiElimina
  162. Caro Paolo,
    se hai avuto modo di seguire le discussioni, dovresti aver capito che le accuse che mi sono mosse sono tutte illazioni inserite ad arte per sviare i discorsi: è l'ipotesi più elementare...
    In ogni caso, qualunque ne sia lo scopo, ti posso assicurare che sono pure illazioni e non c'è NULLA DI VERO

    RispondiElimina
  163. CANCELLA, CANCELLA, RIBELLE!

    RispondiElimina
  164. qualcuno che sa che dici il falso....

    RispondiElimina
  165. Ho cancellato un Anonimo, che sentenziava "viene da Edom"...
    ma davvero state farneticando, chi vi autorizza a pensare che avete la primogenitura? Kiko? I catechisti suoi megafoni???

    ma fateci il piacere!!!

    RispondiElimina
  166. di certo Kiko è più affidabile di voi......

    RispondiElimina
  167. "qualcuno che sa che dici il falso...."

    se non parla è perché non esiste quel qualcuno e perché non c'è niente da dire... sta di fatto che ci stiamo inpantanando di nuovo... preparo una nuova pagina, questa mi pare satura

    RispondiElimina
  168. "di certo Kiko è più affidabile di voi......"

    continua ad ascoltare kiko e vai in pace

    RispondiElimina
  169. Quanto è deprimente vedere gli starnazzi...

    RispondiElimina
  170. perchè mi cancellate???
    perchè ho scritti che Gesù non ha fatto primogeniti e secondogeniti ma tutti fratelli???
    evidentemente questo vi denuncia...

    RispondiElimina
  171. anonimo,
    fanno bene a cancellare i tuoi strampalati interventi.
    Nessuno ti obbliga a frequentare questo blog se non ti convince.
    Se lo frequenti,cerca di rispettare le regole di buona educazione.

    RispondiElimina
  172. ne hai dette tali e tante, Anonimo, che è andata cancellata anche l'unica non starnazzata... il discorso di Edom non l'abbiamo fatto noi, quindi la tua precisazione, che ora rimane e non fa una grinza, non va comunque rivolta a noi

    RispondiElimina
  173. il discorso di edom era solo una battuta a chi scriveva "chi è costui", perchè il canto dice "che viene da edom"... scusate, evidentemente un po' di umorismo vi dà fastidio.
    non credo di aver infranto le regole di buona educazione per una battuta...

    RispondiElimina
  174. anonimo, hanno cancellato anche la mia risata alla tua battuta. spero che tu abbia comunque fatto in tempo a leggere il mio attestato di stima!
    come avevo scritto: battuta geniale!

    RispondiElimina
  175. "scusate, evidentemente un po' di umorismo vi dà fastidio."

    non è l'umorismo che ci dà fastidio; magari ce ne fosse un po' di più... è che, se umorismo era, era moooolto criptico e si prestava anche all'interpretazione che è stata data...

    RispondiElimina
  176. "anonimo, hanno cancellato anche la mia risata alla tua battuta"

    certo che questa conversazione tra Anonimi è davvero carina ;)

    RispondiElimina
  177. Cara petacchia, il problema, alquanto grande direi, e' che Kiko quando diede inizio al CN era un tizio teologicamente IMPREPARATO! Non credo che fosse stata sua intenzione creare una realta' cosi' grande come quella che esiste oggi. In un certo senso la situazione gli e fuggita di mano. Mi spiego: mosso da una eventuale e sincera conversione ha capito che era bello far fare anche agli altri l'esperienza di tale conversione. Fino a questo punto tutto bene. Il problema nasce quando Kiko e Carmen non si CURANO AFFATTO della teologia cattolica. Liquidano la tradizione della Chiesa con quattro spiegazioni che non valgono una lira! Vogliono far credere che dal concilio Niceno al Vaticano II come periodo "deviante dalla vera fede" presentandosi come "un angelo mandato da Dio" per mostrare la via alla chiesa smarrita nei "ragionamenti filosofico-teologici"
    Insomma si e' creata, man mano che si e' andati avanti, una nuova "scuola di pensiero" (che noi chiamianmo kikiana) che professandola ai tanti entrati sapendo poco e niente di teologia ha inculcato la sbagliata fede e credenza. Una sorella della comunita' dove io partecipavo, diceva sempre nelle sue risonanze di quanto fosse grata al Signore "di questo banchetto di nozze che aveva preparato per lei" E cosi tutti quanti.
    Per chi non ha mai sentito l'altra campana (quella che stiamo suonando noialtri) tutto sembra ok e fa parte della normalita' della vita di fede e non si ha ragione a gridare allo scandolo. MANCA UNA SENSIBILTA' DI FEDE in tutto cio' pero' che nella sua sottilezza fa scattare l'allarme a chi ascolta sbalordito e impotente di cambiare la oramai distorta fede.
    Tutto quello che kiko ha predicato per 40 anni non e' "passato" senza lasciare il suo segno, senza SHAPING (dare forma, scolpire come dicono gli inglesi) le anime e le menti di ha ascoltato e messo in pratica i suoi insegnamenti. Tu dici una cosa, la ripeti a piu' non posso a centinaia e migliaia di persone e sarebbe ingenuo credere che niente rimanga!
    Se non mi sbaglio un mese fa c'e stato un servizio su Tg1 sulla influenza che hanno avuto i film americani nel nostro linguaggio quotidiano. Espressioni a non finire prese dai film e usate nella nostra vita! Roba da non crederci! La mente umana e' come una spugna: assorbe e assorbe fino a fare proprie espressioni, convinzioni di ragioni , ma anche di fede. Ecco il problema: si finisce per credere a quello che sento di' piu' e lo faccio con grande con convinzione che quella sia la cosa piu' giusta! Poi se viene un tizio a dirmi che quello che ho creduto per 40 anni non e' proprio come la Chiesa dice mi casca il mondo adosso e faccio scattare le difese. E semplice no?! La sorella della mia ex comunita' e' convinta che la MEssa e' solo banchetto di nozze e basta! Perche' e' questo che ha sentito per 40 anni. Bisognerebbe farle altri 40 anni di catechesi per farle capire che e' sacrificio che si conclude in risurezione! Che ne dici pensi sia possibile una cosa del genere. Io credo proprio di no.
    Quello che dice kiko e carmen nelle loro catechesi e' nero su bianco e facilmente analizzabile! Non l'abbiamo inventato noi qui' ne blog perche' i NC ci stanno antipatici!
    Come hai detto piu' sopra tu accetti l'esistenza di sbagli in diversi campi allo stesso devi anche accettare che corregere quei sbagli sara' un'impresa colossale. Ne va di mezzo la fede nostra, che per gli sbagli di kiko ha creato e continua a creare gravi problemi!
    Tanto di capello per aver accettato l'esistenza degli sbagli! (te lo dico senza ironia) Un saluto

    RispondiElimina

I commenti vengono pubblicati solo dopo l'approvazione di uno dei moderatori.

È necessario firmarsi (nome o pseudonimo; non indicare mai il cognome).

I commenti totalmente anonimi verranno cestinati.