giovedì 21 marzo 2013

Clamoroso due anni fa. E oggi?

Breve inciso di Magister:
« ...Clamoroso fu due inverni fa il colpo di mano quasi riuscito ai neocatecumenali di strappare l'approvazione di Joseph Ratzinger alle loro bizzarre liturgie. Il papa scoprì e sventò tutto in extremis. Fu addolorato al vedere che tra gli autori della manovra c'era un cardinale nel quale aveva riposto grande fiducia, il prefetto della congregazione per il culto divino Antonio Cañizares Llovera. Ordinò alla congregazione per la dottrina della fede di mettere sotto esame le liturgie dei neocatecumenali. La pratica ora dorme in un cassetto ».

Aggiornamento: un commento di oggi, a firma di Neocat Pentito:
Credo che ormai sia chiaro che Kiko abbia architettato un inganno nei confronti di Benetto XVI, lo attestano documenti scritti,ma questo non è neanche preso in considerazione all'interno del Cammino Neocatecumenale. Tutte le comunità hanno fatto un pellegrinaggio a un santuario Mariano per ringraziare dell'avvenuta approvazione della liturgia. Quando all'interno della mia comunità sollevai il dubbio parlando della lettera del card Burke, tutti parlarono di montura della stampa contro il CN, badate bene in buona fede,ma nessuno che si sia documentato su quanto accaduto, io invece sono passato come un rompiscatole che critica sempre tutto. Purtroppo questo è l'atteggiamento che si respira dentro il CN. Se le cose continuano in questo modo puoi portare qualsiasi prova, ma verrà considerata come opera del demonio contro il CN. Spero che il Signore ci aiuti

92 commenti:

Sebastian ha detto...

Dallo stesso articolo:

Ma soprattutto potrà trasformare in un proprio permanente "consiglio della corona" quel ristretto consesso di vescovi, tre per continente, che ogni sinodo elegge al termine dei suoi lavori, per fare da ponte verso il sinodo successivo.

Per un papa come Francesco, che da Roma vuole sentire il polso della Chiesa mondiale, questo consesso è lo strumento ideale. Basti dire che tra i dodici eletti dall'ultimo sinodo si ritrovano quasi tutti i nomi di spicco del recente conclave: i cardinali Timothy Dolan di New York, Odilo Scherer di San Paolo del Brasile, Christoph Schönborn di Vienna, Peter Erdö di Budapest, George Pell di Sydney, Luis Antonio Gokim Tagle di Manila.


Quindi secondo Magister il Papa si dovrebbe circondare di filo-neocatecumenali?

mic ha detto...

Che dire, Sebastian?

Sembra l'esaltazione della collegialità a scapito del primato petrino (a prescindere dai nomi che sembrano minacce più che promesse).

Magister di certo non fa testo, ma le cose che dice non se le inventa, vengono da una certa parte della Curia e, sotto l'aspetto della cattolicità, se prevarranno, non c'è da stare tanto allegri...

neocat pentito ha detto...

Credo che ormai sia chiaro che Kiko abbia architettato un inganno nei confronti di Benetto XI,lo attestano documenti scritti,ma questo non è neanche preso in considerazione all'interno del CN.Tutte le comunità hanno fatto un pellegrinaggio a un santuario Mariano per ringraziare dell'avvenuta approvazione della liturgia.Quando all'interno della mia comunità sollevai il dubbio parlando della lettera del card BUrke,tutti parlano di montura della stampa contro il CN,badate bene in buona fede,ma nessuno che si sia documentato su quanto accaduto,io invece sono passato come un rompiscatole che critica sempre tutto.Purtroppo questo è l'atteggiamento che si respira dentro il CN.Se le cose continuano in questo modo puoi portare qualsiasi prova,ma verrà considerata come opera del demonio contro il CN.Spero che il Signore ci aiuti

Anonimo ha detto...

Brava Mic una cosa giusta l'hai detta -- "da una certa parte della curia" -- e noi sappiamo bene quale parte della curia, quella a voi simpatica e che se ragiona come voi a me verrebbe da dire "la peggior parte della curia"

saluti

Francesco u.

by Tripudio ha detto...

Certi neocatecumenali non si rendono conto di quanto diventino comici quando tentano di scaraventarci addosso una visione "angelica" della Curia.

Pur di accusarci di qualcosa, sono disposti a partire da punti di vista più comici che assurdi, più assurdi che insostenibili: guardate ad esempio Francesco U, che sotto sotto vorrebbe dire che la Curia sarebbe ottima da tutti i punti di vista e che perciò qui ci sarebbe sgradita quando prende decisioni a favore del Cammino...

Bene ha detto di voi san Pio da Pietrelcina, quando in tempi non sospetti - e con vista molto lunga - definì Kiko Argüello e Carmen Hernàndez «i nuovi falsi profeti».

Sebastian ha detto...

Quando all'interno della mia comunità sollevai il dubbio parlando della lettera del card BUrke,tutti parlano di montura della stampa contro il CN,badate bene in buona fede,ma nessuno che si sia documentato su quanto accaduto,io invece sono passato come un rompiscatole che critica sempre tutto.Purtroppo questo è l'atteggiamento che si respira dentro il CN.Se le cose continuano in questo modo puoi portare qualsiasi prova,ma verrà considerata come opera del demonio contro il CN.Spero che il Signore ci aiuti

Io ne provai a parlare con un fratello, ma quello mi disse che secondo lui c'erano due chiese, quella del vaticano e quella della parrocchia, che c'entrano poco l'una con l'altra, e che certi eventi non ci riguardano...

Prima ancora ne parlai con un sacerdote, il quale mi disse che di tutti gli scandali di vatileaks, la storia dei neocatecumenali è la meno grave.

Non ne ho parlato più con nessuno perché molto probabilmente non capirebbero. Sicuramente non sono ancora pronto a espormi e rischiare di essere isolato del tutto...

Ad ogni modo è incredibile come, sebbene la cosa finì sulla stampa, la notizia non si diffuse minimamente! E il sacerdote con cui parlai sapeva della cosa, ma ovviamente, per lo meno con me, non ne aveva mai fatto parola.

Lino ha detto...

Mic ha detto: "Quindi secondo Magister il Papa si dovrebbe circondare di filo-neocatecumenali?

I giornalisti - come i sondaggisti politici - non ne azzeccano una, cara Mic. Più che profeti, sono pescatori di "serpenti di mare", vale a dire di notizie clamorose, generalmente false, in grado di attirare audience. Vanno appresso al rumore e al fango e - si sa - i neocatecumenali sono maestri in queste materie.

La storia dei neocatecumenali - avrebbe dovuto scrivere Magister - sta nel dossier Vatileaks consegnato al Papa, con la lettera del Cardinale Burke allegata; non sta solo in un cassetto, dormiente. Che riflessioni ne trarrà Papa Francesco, chiunque abbia contribuito alla sua elezione?

I "giochi", oramai, sono fatti. A meno di altre lettere dei "Corvi". Perché un Papa dovrebbe correre appresso a un movimento che fa sì molti rumori e schizza parecchio fango, ma conta una misera percentuale di fedeli (lo 0,1%, o meno, non so) dell'universo cattolico?

Certo, come in Mc 4,37, "si sollevò una gran tempesta di vento e gettava le onde nella barca, tanto che ormai era piena". Questo, mi spiegò il mio maestro di esegesi don Lino B. (da poco scomparso, lo ha ricordato Rosy), accadde perché la Parola era stata messa a dormire a poppa, non tenuta sveglia a prua.

"Destatosi, sgridò il vento e disse al mare: «Taci, calmati!». Il vento cessò e vi fu grande bonaccia. Poi disse loro: «Perché siete così paurosi? Non avete ancora fede?»".

Dobbiamo avere fede, cara Mic. Poi la ratio potrà aiutarci a capire se è stata ben riposta.

Anonimo ha detto...

E` inutile parlare con i neocatecumenali. Hanno infestato la mia parrocchia e ancora non riesco a trovarne uno che abbia un minimo di spirito critico. Hanno annullato la loro volonta` ai loro capi e ho sentito dire che gli consegnano tutti i loro soldi ogni mese e che siano sottomessi contro la loro volonta` a delle pratiche di plagio psicologico e di lavaggio del cervello. Spero davvero che il papa li cacci come degli eretici.

Anonimo ha detto...

"
Anonimo Anonimo ha detto...

...che il papa li cacci come degli eretici."

Non ci contare troppo, sarebbe pure giusto ma quello 0,1% di cattolici muove tanti di quei soldi che .....

Anonimo ha detto...

buona sera ma mi chiedo se fosse stato vero quanto scritto dal Sig Magister il cammino doveva sparire dalla faccia della terra , sono passati quasi due anni se non erro, e credo sia veramente fantareligione credere che Vatileakes sia incentrato sui neocatecumenali, piuttosto che su altri problemi inerenti al Vaticano vedi ad esempio le due sparizioni mai spiegate di Emanuela Orlandi e Mirella Gregori, oppure l'omicido suicidio nell'ambito delle guardie svizzere subito messo a tacere lo Ior, la pedofilia,credo che questi problemi siano senza dubbio più importante di un cammino che all'interno della chiesa si occupa di evangelizzazione,pur magari non essendo gradito a molti,anche se mi sembra che lo stesso Papa Francesco dopo la messa nella chiesa di Sant'Anna abbia esortato un seminarista mi pare ,fosse del seminario Redemptoris Mater a continuare senza paura nel loro servizio, strano modo di considerare neocatecumenali fuori dalla chiesa non pensate ? Mafalda nc

mic ha detto...

Comodo cavarsela con orlandi gregori la pedofilia. Il cn resta quello che è e che è stato ampiamente dimostrato. Ma su questo si sorvola. Il solito spot...

Anonimo ha detto...

Ieri sera all'annuncio di Pasqua sono state date alcune regole per il Triduo Pasquale, quest'anno le comunità che hanno gia fatto la traditio, dovranno celebrare il venerdì Santo solo in parrocchia...Posso dire solo questo ;)

Anonimo ha detto...

Carissima Mafalda, il tuo post è ispirato dal responsabile oppure dai Katechisti?

mic ha detto...

ieri sera all'annuncio di Pasqua sono state date alcune regole per il Triduo Pasquale, quest'anno le comunità che hanno gia fatto la traditio, dovranno celebrare il venerdì Santo solo in parrocchia...Posso dire solo questo ;)

Nessuna meraviglia. Ai fini della comunità è più importante il giovedì (lavanda dei piedi) che il venerdì (adorazione della Croce)...

montmirail ha detto...

"I "giochi", oramai, sono fatti. A meno di altre lettere dei "Corvi". Perché un Papa dovrebbe correre appresso a un movimento che fa sì molti rumori e schizza parecchio fango, ma conta una misera percentuale di fedeli (lo 0,1%, o meno, non so) dell'universo cattolico?"

Per lo stesso motivo per cui si è voluta la Domus Galilaeae, o anche quella è stata un'invenzione neocat? P.S. A proposito di Orlandi chi è stato il primo a parlare di rapimento? E lasciamo stare tutto il capitolo pedofilia che se oggi rappresenta un arma di ricatto contro la chiesa è perchè a suo tempo non si volle affrontarla.

Anonimo ha detto...

Sono abituata a fare ciò che penso e il post che ho scritto è dettato dalla mia testa , se vi può far piacere vi dirò che mai sono stata una persona che pende dalle labbra dei catechisti, tanto è vero che sono stata eletta nel consiglio regionale nella lista del PD anatema una cattocomunista Mafalda nc

Anonimo ha detto...

ma guarda vi peroccupate tanto per il cammino neocatecumenale e non vi occupate di quello che accade nella chiesa,a Palermo un catechista non neocatecumenale è stato arrestato per abusi su minori, questi sono i gravi problemi per la chiesa non il cammino. Preghiamo per queste sciagure nella chiesa non per far diventare eretici i neocatecumenali. Mafalda nc

Anonimo ha detto...

http://www.genteveneta.it/public/articolo.php?id=7354


Moraglia no!

Cioe' se abbocca pure un discepolo di Siri...non so piu' che pensare.

FDF ha detto...

Ho avuto notizia certissima riguardo l'annuncio di Pasqua.
L'introduzione è stata proprio sulla "Feria Quarta" ed è stato spiegato per la prima volta dell'esistenza di una Commissione sulla Liturgia NC, e che la decisione che la Commissione voluta da BXVI stava prendendo era precisamente quella di togliere l'Eucarestia NC o al massimo di ridimensionarla drasticamente, obbligando il CN con un decreto ufficiale a prendere il Corpo di Cristo in processione, e a eliminare le risonanze più altri adattamenti non specificati.
Si è detto che Kiko era terrorizzato da questa decisione che ormai era imminente ai piani più alti lo sapevano tutti, tanto che alcuni vescovi negli USA avevano deciso anticipatamente di riportare il CN alla Messa Domenicale, e avevano già pronto un decreto (non so se si dice così) per la chiusura del CN in parrocchie per un totale di 70 comunità. Kiko è andato a parlare con il Papa tramite Vallini.
BXVI, a detta di Kiko, gli avrebbe confermato il suo appoggio (questo in dicembre-gennaio se i miei (ex-)fratelli non hanno capito male) incoraggiandolo ad avere Fede.
Poi è arrivata l'abdicazione di BXVI e ovviamente ora tutto è fermo al punto di prima.
Chiaramente questo fatto è stato interpretato come un intervento dello Spirito Santo che ha protetto il Cammino da un gruppo di Cardinali decisi a chiudere il CN, Cardinali che avrebbero fatto pressione sul Papa per ottenere il decreto di chiusura (Burke in testa).
Si è detto anche che questa decisione che volevano prendere, che la pressione esercitata per riportare il CN alla Messa Domenicale né GPII né BXVI l'avevano mai voluta e che anzi GPII ha spesso raccomandato di celebrare in piccoli gruppi.
Infine (e questa è una cosa che non ho ben capito) hanno letto un'intervista fatta a Bergoglio da cardinale, che esortava i sacerdoti ad andare ad amministrare i sacramenti anche nelle periferie (la famosa eucarestia nei garage) e che incoraggiava i laici ad offrirsi per distribuire la Comunione fra i poveri.

Da queste notizie mi sorge subito a caldo una domanda:
perché non si è mai fatto accenno prima d'ora alla "feria quarta" e al rischio di chiusura del CN? Perché i soci del blog "disertori" hanno sempre negato che esistesse questo rischio quando Kiko realmente ha passato tre mesi di tribolazione e paura?

Anonimo ha detto...

@ Mafalda

Il cammino non è sparito, a mio avviso, perché onde evitare rotture all'interno della Chiesa si cerca di addomesticarlo un po alla volta. Per lo meno questa è stata la risposta del mio parroco.

E' un dato di fatto che Benedetto XVI non volesse l'approvazione degli statuti (cfr lettera vescovi giapponesi) ed è un dato di fatto che i nc hanno cercato di far approvare la loro messa alle spalle di Benedetto XVI http://www.repubblica.it/esteri/2012/06/04/news/le_due_righe_firmate_b_xvi_per_fermare_i_neocatecumenali-36500087/

Questi son semplici dati di fatto. Lei come se li spiega?


Gv

Anonimo ha detto...

Mi piace il caro FDF il quale parla di ex fratelli di comunità e dopo parla dell'annuncio a cui io immagino sia andato.
Bel comportamento non vai in comunità disprezzi il cammino ma vai agli annunci per avere le ultime news e riferire qui. complimenti caro FDF.
sei penoso.

Anonimo ha detto...

"ma guarda vi peroccupate tanto per il cammino neocatecumenale e non vi occupate di quello che accade nella chiesa,a Palermo un catechista non neocatecumenale è stato arrestato per abusi su minori, questi sono i gravi problemi per la chiesa non il cammino. Preghiamo per queste sciagure nella chiesa non per far diventare eretici i neocatecumenali. Mafalda nc"


Il mondo è pieno di peccatori, ognuno si occupa come vuole di ciò che vuole. Ma quando ci sono delle messe con sistematici abusi liturgici dissacranti e catechesi eretiche si va a colpire il cuore della fede cattolica io non predico per far diventar eretico nessun neocatecumenale. Prego che i nc si rendano conto delle eresie nelle catechesi. Per esempio quella del ceco nato dove si dice che il Signore ti butta addosso il peccato il quale è rappresentato dal fango. Fango che chiaramente non è simbolo del peccato ma è un chiarissimo rimando al fango della creazione che troviamo nella Genesi.

Ora è o non è una preposizione eretica affermare che ciò che è impastato con la saliva di Cristo sia peccato? Ovviamente si, perché implicitamente si afferma che la saliva, emanazione di Cristo, contiene il peccato, ed in ultima istanza si afferma che Cristo stesso è peccato.

Quindi più esplicitamente, affermare che Cristo è peccato è o non è eresia?


Gv

by Tripudio ha detto...

Il servizio neocatecumenale di "controspionaggio" colpisce ancora: fatevi due risate col commento delle 10:10, che parte dal presupposto che ciò che si dice in Cammino debba essere un assoluto "arcano" che i babbani "cristiani della domenica" non devono conoscere...!

Giacomo70 ha detto...

I documenti ufficiali di GPII sconsigliano la celebrazione della S. Messa domenicale in piccoli gruppi (lettera "Il Giorno del Signore").

A meno che non intendesse che i "cristiani della domenica" non devono farlo ...

l'apostata ha detto...

Per l'anonimo delle 10,10.

Ma come, le catechesi e gli annunci neocat sono il meglio del meglio del cristianesimo negli ultimi 2000 anni e tu ti lamenti perché qualcuno ne riferisce qui?
Dovresti esserne contento, invece, magari qualcuno di noi si convertirà al kicristianesimo finalmente!
p.s. Guarda che FDF non mi risulta aver disprezzato tout court il cosiddetto cammino; ha sempre parlato di fatti. Se vuoi esempi di disprezzo vero, basta che tu legga qualcosa sul sito dei disertori, dove si fa largo uso di insulti e si rifugge da qualunque argomentazione. Chissà perché...

MAX ha detto...

Fratelli e sorelle , abbiate fede e confidate nel Signore....

Se il cammino neocat è contro Dio, finirà miseramente perché ciò che è nella tenebra verrà svelato....

Se è invece volontà di Dio mettere alla prova la "vera fede" attraverso lo scandalo del cammino, allora chi manterrà la vera fede avrà combattuto la buona battaglia.
+Pax

Giacomo70 ha detto...

A proposito del dopo-cresima veneziano c'è da dire che i nostri Vescovi non vedono l'ora che qualcuno gli passi un pacchetto preconfezionato per i ragazzi dai 13 ai 19 anni perchè non sanno più che pesci pigliare!
Dimenticandosi che loro stessi ci hanno indicato come via maestra la catechesi agli adulti.
In quale forma?
Discutiamone pure ma certamente alla base devono esserci la Parola di Dio e il CCC ... e NON i mamotreti visto che ne conosciamo solo copie trafugate (AHAHAH).
Sarei curioso di conoscere i contenuti di questo percorso NCN per adolescenti

DG ha detto...

@ mic e all'anonimo sul Venerdi Santo in Chiesa

Caro anonimo,, come già ti ha risposto Mic non è una novità.

L'adorazione della Croce non si è mai fatta nella sala. A dire laverità non c'è mai stata celebrazione il Venerdi sera in comunità.

I neocatecumenali piu' "religiosamente della domenica" andavano già in Chiesa il Venerdi, visto che non è mai stata obbligatoria per la Comunità ma, almeno io alcuni fratelli delle comunità ci siamo sempre andati.
La Via Crucis idem. Mai celebrata in comunità. LIbera partecipazione in Chiesa

Se tu mi dici che ora ci debbono andare tutti i NC obbligatoriamente è un bene, visto che se non rendi obbligatoria la parecipazione ci andranno altrimenti no, perchè è semrpe stata considerata una Liturgia tradizionale dei "Fedeli della Domenica"
La cosa che invece mi fa riflettere è la limitazione a chi ha già fatto la Traditio (l'ho scritto bene?!!!)come se gli altri "fratelli NC" dopo almeno 10 anni di cammino non fossero ancora pronti.

Ma che diamine mica è una prova di sport pesante, l'adorazione della Croce fa parte del Triduo Pasquale!

Che partecipassero tutti, anche i bambini e gli adolescenti e chi magari già adulto si trova con anni e anni di "cammino per la fede adulta" alle spalle.


mah.. mica è una grande notizia, in poche parole resta tutto come era prima.

FDF ha detto...

@Anonimo 10.10

Sai.. ad essere penoso è il fatto che si dicano bugie, che si tengano nascoste delle cose fondamentali e che quando si raccontano (a giochi fatti) l'interpretazione non è lasciata alle persone, ma viene preconfezionata.

Voglio portarti questo esempio:
quando San Francesco andò a Roma con i suoi compagni per chiedere al Papa l'approvazione della sua regola (e bada bene dopo appena 3 anni dalla conversione, in un'epoca in cui a essere fortunati ci si spostava a cavallo) in principio non fu ricevuto, e lui rimase fuori dalla basilica in obbedienza. Non si mise a dire: è tutto approvato, siamo a posto, il Papa ci appoggia. Quando Innocenzo III alla fine lo accolse, non approvò subito la regola per iscritto, nonostante vedesse l'azione dello Spirito Santo, probabilmente per non entrare in contrasto coi suoi cardinali. L'approvazione fu solo verbale. Eppure Francesco non disse mai "vogliono distruggerci", limitandosi ad obbedire al mandato del Papa di attuare la loro regola e di predicarla.
Non disse mai, nemmeno quella volta "è tutto approvato", tanto che dovette tornare a Roma dopo anni di attesa per avere la conferma scritta del Papa, che mettesse il sigillo sull'ordine francescano.
Non mi risulta abbia mai nascosto nulla ai suoi frati.

Questo è l'esempio di un Santo solo, ma ce ne sarebbero altre centinaia.

Che bisogno ha il CN di andare avanti a mezze verità, arcani e simili? Vedi, se si fosse saputo da subito che il Papa aveva nominato una commissione per giudicare la Liturgia eucaristica, per me non sarebbe cambiato nulla. E' la menzogna, il segreto, che mi ha ferito.
Ci sono cose buone nel CN, e tanti che hanno una vera Fede, a volte eroica, ma questo non vuol dire che bisogna avallare e tollerare ogni cretinata. I cristiani non sono bambini all'ora di ricreazione, ma uomini, consapevoli, custodi della verità. Perché Kiko deve confessare i suoi timori ai suoi sodali e non a tutto il resto di quelli che hanno scelto di seguirlo?
Perché se sento di non stare più bene in CN non posso andarmene liberamente e senza sentirmi in colpa, senza essere accusato "di aver voltato le spalle a Cristo"? Me lo sai dire tu?

Che motivo c'è di avere un catechismo segreto? Cosa c'è di tanto scandaloso nel Direttorio che non si può conoscere? e se è scandaloso siamo sicuri che è Cattolico?

E infine, io non ti ho insultato, nemmeno so chi sei, però tu ti prendi la libertà di farlo. Allora ti rispondo con le parole di Gesù:
"Se ho parlato male, dimostrami dov'è il male; ma se ho parlato bene, perché mi percuoti?"

DG ha detto...

@ FDF

se fosse vero quello che dici è un grande passo avanti verso la trasformazione del CNC in un vero cammino Cristiano Cattolico in comunione con la Chiesa e con i Fedeli!

Io sarei felice di celebrare la Messa della DOmenica con i miei ex fratelli NC, magari vederli leggere le letture e fare le intenzioni e cantare anche qualche canto sia NC sia non NC.

Già adesso a turno nella Chiesa dove vado ci sono i lettori di vari Movimenti (giovani e meno giovani) che a turno e insieme si occupano di prearare la Messa.

Sarebbe bellissimo vedere un NC leggere la prima lettura e un ragazzo del post cresima leggere la seconda e sentitre cantare gli stessi canti tutti insieme.

Io credo che anche molti fratelli NC, magari superato il primo periodo e le prime celebrazioni cosi' "tanto diverse" ne sarebbero contenti.

Il problema delle Lodi di Domenica in famiglia non esiste perchè si possono fare prima della Messa che in genere è alle 11.30 o in alcune Chiese a Mezzogiorno.

Il CNC non sarebbe "cancellato" ANZI sarebbe indirizzato verso una fedelta alla Chiesa piu' evidente e non sarebbe, almeno per la parte Liturgia, piu' criticato.

E poi potrebbero consegnare le belle Patene e i Calici cosi' tanto preziosi alla Chiesa cosi' tutti i Fedeli ne usufruirebbero.

Della hannukkà pero' non so cosa ci potrebbero fare....

Anonimo ha detto...

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=qMbviZuhiPQ


PURE GLI AUGURI ALL'ERETISEMINARISTA NEOCINESE.

DG ha detto...

@ Max che dice
"Fratelli e sorelle , abbiate fede e confidate nel Signore...."

grazie MAX!
Sapessi quanto è vero e quanto ho confidato nel Signore quando mi sono accorto che dopo 26 anni di cammino neocatecumenale ero distrutto nello Sririto, nella Fede, nell'anima e nel corpo..
Ma se c'è stato qualcuno che non mi ha abbandonato è stato proprio Nostro Signore e la Vergine Maria al quale mi (ci) siamo rivolti nella disperazione dell'abbandono dei cari fratelli NC proprio in un momento cosi' grave che stavamo passando.

Ma il Signore ascolta colui che grida nella disperazione, e lo salva. E cosi' è stato per noi (la mia famiglia)
Ci ha salvato portandoci in braccio lontano dal cammino neocatecumenale.

Scusa lo sfogo ma le tue parole mi hanno colpito perchè sono state interamente vissute.

Per quanto riguarda il tuo continuare dicendo:

"Se è invece volontà di Dio mettere alla prova la "vera fede" attraverso lo scandalo del cammino, allora chi manterrà la vera fede avrà combattuto la buona battaglia. "

Se è per queso allora io la mia famiglia tutta abbimo vinto la bgrazie proprio all'amore e all' aiuto del Signore!
Pero' penso a chi non ce la fà ad intraprendere questa battaglia e pensando a loro mi rivolgo ai fratelli NC:
abbiate misericordia, non giudicate gli altri Fedeli della Chiesa, unitevi a Loro nel nome del Signore, abbandonate il peccato di superbia, non allontanatevi dalla Liturgia , non abusate del vostro "potere" per sopraffare i piu' deboli, rinunciate allo sfarzo, alle feste alle forzose collette che hanno ridotto molte famiglie a privarsi del necessario, fate elemosina ai piu' poveri attraverso la Chiesa, non pensate solo al mettere in luce il cammino neocatecumenale ma servite la Chiesa con umiltà rinunciando a le cose che vi dividono dagli altri fedeli.

Anonimo ha detto...

Cerchiamo di non tirare il papa per la talare ma il suo messaggio è chiaro:
La chiesa deve uscire dalle chiese e dalle sacrestie per andare incontro agli ultimi.
Il motivo è semplice una chiesa chiusa in se stessa diventa autoreferenziale e va in rovina.
Il cnc cosa dice: ci apriamo la mondo per raccoglere adepti, ma poi ci chidiamo in noi stessi, non vi sembra una contraddizione in termini?.
PAX ET BONUM

by Tripudio ha detto...

In un vecchio articolo di quattro anni fa, Radio Cristiandad (che riprendeva un testo da Periodista Digital) riportava che il vescovo di Zaragoza e il vescovo di Toledo ricevevano «frequenti» oliature da migliaia di euro ciascuna, da parte dell'Università UCAM, presieduta da un neocatecumenale, José Luis Mendoza.

La fonte Periodista Digital è un po' "sinistrorsa" (ed infatti, chiedendosi chi abbia "unto" di buona oliatura i vescovi e i Pontifici Consigli, mette nello stesso calderone anche l'obolo di san Pietro, che invece è un'opera meritoria nei confronti del Papa, anche se è curioso che il Cammino vi contribuisca solo per poche decine di migliaia di euro quando movimenti ecclesiali molto più poveri e piccoli del Cammino donano al Papa molto di più).


Guarda caso: il vescovo di Toledo era il buon Cañizares Llovera.

Dalle mie parti si dice che con una buona oliatura, anche un "piccolo Ratzinger" può essere trasformato in un emulo del don Kikolone, iniziatore del Cammino e distributore del proprio santino...

Luisa ha detto...

A proposito del post-Cresima a Mestre, leggo:

Alessandro Fasan, responsabile del Post-Cresima, ha spiegato come questa realtà ispirata dagli iniziatori del Cammino neocatecumenale sia nata dall’esigenza di creare un percorso di fede che tenga i ragazzi uniti alla Chiesa anche dopo la Cresima.
Il successo di questo percorso, ha spiegato Fasan, si basa su tre punti fondamentali: formare gruppi di massimo 8 ragazzi facilita i giovani ad aprirsi; le coppie di padrini che affiancano i giovani sono sposate, con figli, e appartengono al Cammino neocatecumenale; il luogo di ritrovo settimanale è proprio la casa dei padrini, un luogo familiare ed accogliente."


Ma certo!
Piccola ma sostanziale modifica:
"...esigenza di creare un percorso di fede che tenga i ragazzi uniti al cnc anche dopo la Cresima."

Padrini neocatecumenali, incontri nelle loro case, formazione di comunità, vita in gruppo, il tutto guidato da neocatecumenali.
Ma chi si vuole prendere in giro?
Quei giovani, quelli che resisteranno, finiranno per entrare nel cnc e se i genitori non sono già del cnc, entreranno pure loro.
In barba all`unione con la parrocchia, con i parrocchiani, in definitiva con la Chiesa, visto che faranno tutto per conto loro, con delle prassi e dei metodi che non sono quelli della Chiesa!

Anonimo ha detto...

"I giornalisti - come i sondaggisti politici - non ne azzeccano una, cara Mic. Più che profeti, sono pescatori di "serpenti di mare", vale a dire di notizie clamorose, generalmente false, in grado di attirare audience. Vanno appresso al rumore e al fango"

Quoto su tutta la linea

Saluti
Jeff M.

by Tripudio ha detto...

Teniamo anche conto che l'articolo su Mestre può anche essere frutto della fantasia del redattore.

Magari quell'incontro col Vescovo era di presentazione di qualche iniziativa autonoma dei neocatecumenali in cui hanno detto solo che vorrebbero estenderlo... Sapete come vanno queste cose (e i seguaci di Don Kikolone sono veri maestri nelle "auto-approvazioni" e negli "auto-inviti").

Il mito del "post-cresima" comunque nasce molto, molto lontano. È almeno da mezzo secolo che la cresima è diventata nell'immaginario collettivo solo un certificato necessario al matrimonio, o una sorta di rituale di ingresso nell'età "quasi adulta" (tant'è che si racconta che nei vicoli di Napoli il regalo tipico per la cresima è solitamente una buona pistola).

Il problema, infatti, non è "organizzativo", ma è un problema di fede. Se della fede non te ne importa più niente, è inutile riempire la parrocchia di calciobalilla o di letture bibliche o di canzonette flamenco kikiane per "attirare" i fedeli annoiati.

I neocatecumenali, cavalcando l'equivoco dell'organizzativismo imperante nelle diocesi e nelle parrocchie, si presentano sempre come eccellenti organizzatori (guardate i loro figli come sono di fatto costretti a frequentare il Cammino... eccellenza, stia tranquillo che l'iniziativa avrà un numero di presenze pre-pianificato a tavolino!).

Anonimo ha detto...

MA bravi parlate parlate del post-cresima senza sapere, in particolare tu tripudio ti pareva che doveva essere una bufala - senti io sono di venezia è conosco la realtà del post-cresima xciò è meglio che le vostre caz... ve le teniate per voi.

Francesco U.

Sebastian ha detto...

Il post-cresima tiene i ragazzi lontani dalla parrocchia, e soprattutto gli viene inculcata l'idea di un Dio secondo la visione neocatecumenale.
I ragazzi, 11-12 anni, stanno in piccoli gruppi con le coppie di catechisti, che però vengono chiamati "padrini" per sostituirsi all'istituzione dei veri padrini di cresima.
La cosa è organizzata in cicli di 4 settimane su un tema specifico. Una sera fanno la scrutatio, una sera fanno una catechesi, una sera la penitenziale (ed è l'unico incontro che si fa in parrocchia), e l'ultima sera si fa una cena a casa dei padrini.
Alla cena questi ragazzi di 11 anni spesso fanno molto tardi, tornando a casa oltre la mezzanotte (vengono riaccompagnati a casa). Poi nel CN il fumo è sdoganato, e i catechisti non si fanno problemi a fumare dentro casa facendo respirare molto fumo passivo ai ragazzi.
Ma ciò che ho notato è che si instaura un rapporto tra catechisti-padrini e ragazzi, molto simile a quello tra neocatecumeno e catechista. Un rapporto di intimidazione, paura di chiedere, paura di assentarsi.

Fatto sta che dopo diversi anni di post-cresima (verso i 16 anni di età) i ragazzi sono ufficialmente invitati a seguire le catechesi iniziali del CN. Durante questi anni nessuno gli ha insegnato a pregare il rosario, o a partecipare all'adorazione eucaristica, o a partecipare alla messa domenicale... Niente di tutto ciò. Si prepara semplicemente il terreno al messaggio neocatecumenale vero e proprio. Ai ragazzi sembrerà tutto così naturale. Catechesi, scrutatio, penitenziale, piccola comunità...

NOTIZIE CERTE ha detto...

Oggi Papa Francesco e Bendetto XVI si incontrano. So da fonti certe che parleranno della Feria IV. L'intento è formalizzare una decisione prima di Pasqua, in modo che tutte le Comunità si adeguino per la Veglia di Pasqua.
So che tra le decisioni che prenderanno c'è:
-comunione in processione
-abolizione delle monizioni e risonanze
-divieto di usare simboli ebraici
-Divieto di ballo finale
-obbligo di andare a Messa in Parrocchia due volte in un mese, quindi massimo due Eucarestie al mese in piccoli gruppi.
-Divieto di far fare la purificazione a chi non ne ha titolo.
Secondo me i CNC diventeranno verdi dalla rabbia

Luisa ha detto...

Grazie Sebastian per la tua testimonianza.

Anonimo ha detto...

Notizie certe quando smetterai di scrivere bufale di questo calibro, se non erro l'incontro è previsto domani e non credo sarà questo l'argomento , anche perchè se tu ne hai certe io le ho più sicure di te visto che vengono direttamente dal palazzo apostolico... D. rev. S

VD ha detto...

L'articolo su Mestre non è frutto della fantasia del redattore, anche se l'autore dell'articolo è NC.
Il Patriarca Moraglia sta girando sistematicamente tutte le parrocchie della Diocesi e si è visto presentare il post cresima. Punto. Il di più viene dal titolista.
La struttura del postcresima descritta da Sebastian è vera, ma in alcuni casi il postcresima si aggiunge alla comunità, almeno per i figli NC. Alle Messe domenicali, il vuoto di giovani.

Anonimo ha detto...

@ Notizie certe


Senza offesa ma se hai delle notizie di questa portata che non siano documentabili tienile per te.


Gv

Anonimo ha detto...

visto che voi siete così esperti e preparati mi sapete dire cosa è accaduto l'8 gennaio 2012 ? grazie


Stefania verdi



Sebastian ha detto...

La struttura del postcresima descritta da Sebastian è vera, ma in alcuni casi il postcresima si aggiunge alla comunità, almeno per i figli NC. Alle Messe domenicali, il vuoto di giovani.

Ah sì, ci sono i figli neocat che a 13 anni entrano in comunità, quindi per qualche anno fanno entrambe le cose: cammino neocat e post-cresima.
Ovviamente questa struttura di post-cresima l'ha inventata Kiko. Infatti il numero di giovani adolescenti non figli di neocatecumenali che entrano in comunità è pressoché zero. Adesso qualche ragazzo viene integrato proprio passando per il post-cresima.

Nella mia parrocchia, la messa delle 9 è animata dai boy-scouts (e vi potete immaginare che animazione... chitarre cembali e bonghi, praticamente tipo neocat ma con canzonette più smielate).
Quella delle 10.30 è la messa per i bambini, animata dall'AC; è la più caotica di tutte perché è pieno di genitori che vengono solo per accompagnare i bambini che fanno il catechismo. Ad ogni modo a questa messa ci sono i giovani che fanno il post-cresima con l'azione cattolica (quindi non quello di Kiko), più tutti i bambini del catechismo.
Quella delle 12 è un po' più seria; c'è una sorta di coro over 50, accompagnato da organo e chitarra, che almeno ha una parvenza di serietà. A questa messa zero giovani.

Sebastian ha detto...

Ma stanno tutti qua? Gente del palazzo apostolico, amici di cardinali, guardie svizzere, gendarmi vaticani... Ci manca l'autista del Papa e la suora che gli prepara il pranzo! Loro sì che potrebbero dare informazioni utili!

Anonimo ha detto...

Secondo me i CNC diventeranno verdi dalla rabbia

fedeli alla Chiesa e al Papa qualunque decisione venga presa senza rabbia alcuna

by Tripudio ha detto...

La furia rabbiosa e cieca del neocatecumenale che ha inserito undici volte consecutive lo stesso messaggio "spam" (1) mi conferma che ho centrato il bersaglio.

Che il Cammino voglia sostituirsi alla Chiesa sotto le vesti di agente educativo, è un fatto conosciutissimo.

Così come non c'è bisogno di drogarsi per capire la realtà della droga, ugualmente non c'è bisogno di frequentare il Cammino per capire la realtà neocatecumenale.

Ed è una realtà infinitamente problematica, viste le numerosissime testimonianze contro l'invenzione dei due spagnoli.

Il solo padre Zoffoli ebbe modo di raccogliere un'infinità di testimonianze scritte e firmate, addirittura più solide di quelle che si possono lasciare su internet, perché mettere mano a carta, penna e francobollo per raccontare la propria vita, è quantomeno doloroso.

Bene: quelle testimonianze divennero libri e articoli che sono stati prontamente fatti sparire dalla circolazione da "amici" del Cammino. Chi ancora ne possiede una copia e legge questo blog, resterà sbalordito su come mai le stesse cose di cui si parla venti o trent'anni fa, sono le stesse identiche cose di cui si parla oggi.

Il Cammino non è cambiato per niente.

Possono allora "cambiare" le cose che diciamo?

Oggi, in particolare, circolano testimonianze ancora più concrete: fotografie e video, di provenienza neocatecumenale, dove si vedono esattamente gli strafalcioni liturgici che sono sempre stati contestati al Cammino.



Nota 1: la piattaforma Blogspot considera automaticamente "spam" chi inserisce ripetutamente lo stesso commento.

by Tripudio ha detto...

Aggiungo che anche nei blog stranieri si sta commentando il caso del cardinale Cañizares Llovera, che Magister ha definito «uno degli autori della manovra» dell'auto-approvazione della liturgia neocatecumenale.

Voglio qui ricordare che il 30 settembre 2011 a Madrid, durante la Convivenza Catechisti Inizio Corso, Kiko si vantò di aver detto al cardinale: «guardi come alla Comunione stiamo tutti seduti e riceviamo il Corpo del Signore».

Ironicamente chiedevo ai neocat che frequentano questo blog: che cosa avrà risposto il cardinale?

Soprattutto alla luce del fatto che Cañizares ha spesso tuonato (anche recentemente) contro chi stravolge la liturgia cattolica.

Cosa pensare del fatto che Magister, senza temere rappresaglie e vendette, pubblica una notizia come quella che abbiamo citato?

Lino ha detto...

OFF TOPIC
@ Francesco U ha detto:
"...senti io sono di venezia è conosco la realtà del post-cresima xciò è meglio che le vostre caz... ve le teniate per voi

A propositi di "caz...", Francesco U: considerato che sei di Venezia e sai un sacco di cose, per caso sai anche chi furono i Borboriti e perché furono chiamati cosi?

Te lo chiedo perché la mia intenzione è di cominciare a chiamarvi con questo appellativo.

Magari Jeff M., che si sta interessando dei vocaboli e che saluto, capirà il perché della domanda.

Anonimo ha detto...

come vedo tutti esperti,ma nessuno ha saputo rispondere a questa semplice domanda che ripeto cosa è accaduto il dì 8 del mese di gennaio dell'anno domini 2012 ? resto in attesa di esauriente risposta o dovrei chiederlo direttamente al sig.Magister ? Stefania Verdi

ugolino ha detto...

io confermo le notizie di NOTIZIE CERTE. Anch'io ho questi dati. Non chiedete documentazione, perché non ci si può esporre più di tanto; ma le decisioni che saranno prese prima di Pasqua sono:
Processione per la comunione
Abolizione delle ammonizioni e risonanze
Divieto di usare la hannukkà
Permesso di Eucarestia in piccoli gruppi al massimo due volte al mese

La documentazione non sarà più necessaria quando la notizia sarà pubblicata ufficialmente.

Anonimo ha detto...

anonimo dice:
"Cioe' se abbocca pure un discepolo di Siri...non so piu' che pensare".

...inizia a pensare quello che pensa la Chiesa, e cioè che il cammino neocatecumenale è un dono dello Spirito Santo.
Semplice.

Lino ha detto...

@ Stefania Verdi

Cosa è accaduto l'otto gennaio 2012? Lo chieda al cardinale Leo Raymond Burke, che pare informato.

by Tripudio ha detto...

Quello che ci conferma Ugolino (commento delle 19:51) è esattamente ciò che abbiamo discusso qui per tanti anni.

Monizioni e risonanze onnipresenti e "chilometriche": e i neocatecumenali gridavano che sono "approvate", quando in realtà i documenti liturgici della Chiesa dicono che le «eventuali» (sottolineo eventuali) monizioni devono essere «brevi» (sottolineo brevi) e che gli interventi dei laici vanno fatti «fuori dalla Messa»...

Non possiamo dire "avevamo ragione", perché ad aver "ragione" non siamo noi, ma i libri liturgici approvati per tutta la Chiesa. Che stabiliscono ciò che si deve fare/dire, ciò che si può fare/dire, confermando che tutto ciò che non è regolamentato è esplicitamente vietato.

Stessa questione per la Comunione: il Cammino non ha diritto di fare diversamente da come è tenuto a fare il resto di tutta la Chiesa. Per di più la malafede degli attivisti neocatecumenali è evidente: con l'aggiunta posticcia della "ricezione al posto" (art. 13 dello Statuto), hanno finito per disubbidire a Benedetto XVI e al loro stesso Statuto (Kiko: «guardi come alla comunione stiamo tutti seduti»).

Quindi non è che avevamo "ragione" noi, ma aveva ragione il Papa - che si aspettava che le sue "norme" venissero «fedelmente» seguite. E invece...

Abbiamo sempre fatto notare come quei bislacchi aggeggi introdotti arbitrariamente nella liturgia neocatecumenale "parlassero" di una fede diversa da quella cattolica (che senso ha "aggiungere" simboli e significati a qualcosa che è già certificato e garantito dalla Chiesa?), che confermavano il "separatismo" neocatecumenale...

Sono sicurissimo che a questo punto vedremo due tipi di neocatecumenali: da un lato chi ammetterà di aver sbagliato a fare diversamente da come comanda la Chiesa (tanto più alla luce della vita di innumerevoli generazioni di santi, che non hanno mai avuto bisogno di inventarsi funamboliche liturgie), e dall'altro quelli che diabolicamente faranno di tutto per perseverare nell'errore, difendere l'errore, insultare o silenziare chi ha sempre contestato quell'errore.

Ma non mi faccio illusioni: so bene che i "potenti appoggi" del Cammino metteranno in campo qualsiasi cosa pur di non arretrare.

Ammettere di essersi sbagliati sulla liturgia significa ammettere che il Cammino si è sbagliato fin dai suoi inizi!

Coloro che hanno professato errori, ed hanno insegnato ai loro cari a fare altrettanto, ed hanno comandato a tutti di fare altrettanto... potranno mai avere tutti quell'umiltà di ammettere di aver sempre ostinatamente sbagliato?

Non escogiteranno nessuna astuzia e nessun trucchetto per far finta di niente e (magari segretamente) continuare come prima un "cammino non cattolico"?

Vedete, la liturgia è specchio della fede. Inquinare la liturgia significa inquinare la fede, e viceversa! Non ci vuole un dottorato in teologia per capirlo.

Certo, per certuni sarà un boccone durissimo da mandar giù e ammettere che padre Zoffoli aveva detto la verità e che padre Pio ci aveva visto giusto a chiamare «i nuovi falsi profeti» i due iniziatori, e che l'aver difeso il Cammino, promosso il neocatecumenalismo, elogiato Kiko anche contro ogni evidenza, persino l'aver mentito per difendere il Cammino, è stato un danno gravissimo per la Chiesa e per i fratelli delle comunità, quelli che in buona fede avevano cominciato, in buona fede avevano proseguito, in buona fede si erano fidati.

Anonimo ha detto...

Ancora con sta storia dell' 8 gennaio 2012, ma vediamo cosa vi ha spiegato il Papa il 12 giorni dopo.

Il discorso integrale lo trovi qui

http://www.vatican.va/holy_father/benedict_xvi/speeches/2012/january/documents/hf_ben-xvi_spe_20120120_cammino-neocatecumenale_it.html


"Poco fa vi è stato letto il Decreto con cui vengono approvate le celebrazioni presenti nel “Direttorio Catechetico del Cammino Neocatecumenale”, che non sono strettamente liturgiche, ma fanno parte dell’itinerario di crescita nella fede"

E poi più avanti ha rimarcato

"La celebrazione nelle piccole comunità, regolata dai Libri liturgici, che vanno seguiti fedelmente"


Ed infine:

"l tempo stesso, la progressiva maturazione nella fede del singolo e della piccola comunità deve favorire il loro inserimento nella vita della grande comunità ecclesiale, che trova nella celebrazione liturgica della parrocchia, nella quale e per la quale si attua il Neocatecumenato (cfr Statuti, art. 6), la sua forma ordinaria. Ma anche durante il cammino è importante non separarsi dalla comunità parrocchiale, proprio nella celebrazione dell’Eucaristia che è il vero luogo dell’unità di tutti, dove il Signore ci abbraccia nei diversi stati della nostra maturità spirituale e ci unisce nell’unico pane che ci rende un unico corpo (cfr 1 Cor 10, 16s)."


Gv

FDF ha detto...

@ugolino

che di punto in bianco succeda questo mi sembra al limite dell'assurdo. Molti non sono preparati a una botta del genere, e ne soffrirebbero enormemente.
Francamente non credo molto a una cosa simile, per quanto al CN come ispirazione di Dio potrebbe portare solo del bene, finalmente, stare nell'obbedienza.
Il timore costante che hanno tutti i NC che il Papa chiuda il CN è davvero malsano.

@Stefania
Guarda, la CDF e CCDDS hanno approvato semmai il Direttorio con le sue celebrazioni non liturgiche (Direttorio ancora secretato, eh) per il resto l'8 gennaio 2012 non è successo proprio niente. E' l'Eucarestia il nocciolo, cara mia, non il resto delle paraliturgie che hanno un influsso minimo, e quella nessuno la approvata. E infine qualsiasi cosa puoi(possiamo) dire, anche per farci approvare un totale di 8 riti paraliturgici ci sono voluti 44 anni. Quarantaquattro! Sai che significa? Che per 44 anni siamo stati illeciti. 4 decenni. Dimmi tu che cosa è successo l'8 gennaio 2012.

Anonimo ha detto...

già credo proprio che il Signore avrà molto di che lavorare per bonificare questa vigna ,la Sua Vigna infestata da parassiti di ogni genere, non credo basterà il verde rame e lo zolfo. agricola

Anonimo ha detto...

Processione per la comunione = FINE DEL SIGNIFICATO GESU' PASSA A SERVIRCI.
Abolizione delle ammonizioni e risonanze = FINE DELLE PREPARAZIONI PER L'EUCARESTIA.
Divieto di usare la hannukkà = FINE DI UNA PARTE DELL'ESTETICA.
Permesso di Eucarestia in piccoli gruppi al massimo due volte al mese = FINE DEL CAMMINO...................................

Anonimo ha detto...

" Anonimo ha detto...

ma guarda vi peroccupate tanto per il cammino neocatecumenale e non vi occupate di quello che accade nella chiesa,a Palermo un catechista non neocatecumenale è stato arrestato per abusi su minori, questi sono i gravi problemi per la chiesa non il cammino. Preghiamo per queste sciagure nella chiesa non per far diventare eretici i neocatecumenali. Mafalda nc"

Stellina mia, dicci invece: quanti casi di "circonvenzione d'incapace" ci sono nella setta neocatecumenale?

Anonimo ha detto...

1.)
Tripudio ma stai parlando di quell'itinerario di fede che il Papa precedente ha definito:
- un particolare dono che lo Spirito Santo ha dato ai nostri tempi e l’approvazione degli Statuti e del “Direttorio Catechetico” ne sono un segno.
O ti stai forse riferendo a quei cattolici a cui il Papa ha detto che:
- La vostra presenza oggi è una testimonianza visibile del vostro gioioso impegno di vivere la fede, in comunione con tutta la Chiesa e con il Successore di Pietro, e di essere coraggiosi annunciatori del Vangelo.
In questi decenni di vita del Cammino un vostro fermo impegno è stato di proclamare il Cristo Risorto, rispondere alle sue parole con generosità, abbandonando spesso sicurezze personali e materiali
opera evangelizzatrice. (opera evangelizzatrice che ) voi realizzate in un cammino che aiuta a far riscoprire a chi ha già ricevuto il Battesimo la bellezza della vita di fede, la gioia di essere cristiani.
Stai parlando di quell'itinerario di fede che il Papa ha ringraziato dicendo che: la Chiesa "ha bisogno di voi per la nuova evangelizzazione".
Parlavi di loro?
Ahhhhh lo dice il Papa, hai ragione, a te non interessa... ma sai, a noi cattolici si.
Fatene una ragione.
Per la cronaca:
1la celebrazione in piccola comunità il sabato sera (ripetuto anche da Benedetto XVI)
2le monizioni alle letture (previste dal messale)
3la risonanza della parola
Non sono "eccezioni". fatte per loro. Tutti e tre questi aspetti sono già normati dai libri liturgici.
Institutio Generalis Missalis Romani” (nn. 105 e 128) e ai Praenotanda dell’”Ordo Lectionum Missae” (nn. 15, 19, 38, 42).
Pertanto in quelle celebrazioni si seguono i libri liturgici approvati del Rito Romano, “fatta eccezione per le concessioni esplicite della Santa Sede” (uso del pane azzimo per la comunione, spostare il rito della pace, comunione sotto le due specie, brevi monizioni e risonanze).
Ora, se si seguono i libri liturgici che normano chiaramente quanto detto prima, le eccezioni ci saranno per tutto ciò che non è normato. Altrimenti che eccezioni sarebbero?
Ti faccio un esempio: tu dici:” in realtà i documenti liturgici della Chiesa dicono che le «eventuali» (sottolineo eventuali) monizioni devono essere «brevi» .
Questo è normato. Lo dici tu no? Quindi non è una concessione. E’ normato. La concessione è il modo in cui i neocat fanno monizioni….(continua)

Anonimo ha detto...

2)
Ancora:”e che gli interventi dei laici vanno fatti «fuori dalla Messa»... Anche questo è normato. Lo dici persino tu…che sei dureto…? Quindi non è una concessione. E’ normato. La concessione è il modo in cui i neocat fanno le risonanza.
Oppure potremmo riferirci anche all'Istruzione Interdicasteriale "Ecclesiae de Mysterio", approvata dal Papa Giovanni Paolo II e pubblicata il 15 agosto 1997. In tale documento, all'art. 3, § 2 , si legge:
"È lecita la proposta di una breve didascalia per favorire la maggior comprensione della liturgia che viene celebrata e anche, eccezionalmente, qualche eventuale testimonianza sempre adeguata alle norme liturgiche e offerta in occasione di liturgie eucaristiche celebrate in particolari giornate (giornata del seminario o del malato, ecc.) se ritenuta oggettivamente conveniente, come illustrativa dell'omelia regolarmente pronunciata dal sacerdote celebrante.
questo è normato. Quindi non è un’eccezione. E’ normato; E’ normato che la didascalia è eccezionale, eventuale e offerta in occasione di liturgie eucaristiche particolari.
La concessione è che sono risonanze, non sono eventuali, avvengono in tutte le celebrazioni e non solo nelle eucaristiche celebrate in particolari giornate, non è illustrativa dell’omelia perché avviene prima non dopo. Ancora una volta la concessione è il modo in cui i neocat fanno le risonanza.
Altrimenti perché gli statuti parlano di concessioni? Perché il Papa precedente ha parlato di concessioni? Se le comunità devono seguire solo ed esclusivamente i libri liturgici approvati dal Rito Romano, che senso ha dire che sono fatte salve delle eccezioni? E che senso ha dire che queste eccezioni sono concessioni? (v. art. 13 ) Non sarebbe forse sufficiente nominare in maniera esclusiva i libri liturgici? Invece si nominano i libri liturgici accanto alle CONCESSIONI esplicite. Chiaro per chi vuol capire.
Tripudio studiaaaaaaaaaaaaaa…..


Anonimo ha detto...

"ha spiegato il Papa, «chi guarda alla storia dell’epoca post-conciliare, può riconoscere la dinamica del vero rinnovamento, che ha spesso assunto forme inattese in movimenti pieni di vita e che rende quasi tangibili l’inesauribile vivacità della santa Chiesa"».

e prima aveva detto:

La disobbedienza è una via per rinnovare la Chiesa?», si è chiesto Ratzinger. «Vogliamo credere agli autori di tale appello – ha aggiunto – quando affermano di essere mossi dalla sollecitudine per la Chiesa; di essere convinti che si debba affrontare la lentezza delle Istituzioni con mezzi drastici per aprire vie nuove – per riportare la Chiesa all’altezza dell’oggi. Ma la disobbedienza è veramente una via? Si può percepire in questo qualcosa della conformazione a Cristo, che è il presupposto di un vero rinnovamento, o non piuttosto soltanto la spinta disperata a fare qualcosa, a trasformare la Chiesa secondo i nostri desideri e le nostre idee?»

ma cosa vorrà dire? Anche che quando la Chiesa approva e benedice e dichiara un itinerario di formazione cattolica dono dello Spirito bisogna ubbidire?Oppure assecondare "soltanto la spinta disperata a fare qualcosa, a trasformare la Chiesa secondo i nostri desideri e le nostre idee?"

Anonimo ha detto...

Certo che il nuovo Papa dovrà circondarsi di vignaioli e agricoltori esperti, se vuole togliere via tutti i parassiti nefasti, e tutta la zizzania che cresce nelle sue terre.Pregherò, perchè ciò avvenga quanto prima
Agricola

Anonimo ha detto...

E' assicurare un "religioso ossequio della volontà e dell’intelletto" agli insegnamenti che il Papa e il collegio dei vescovi «propongono quando esercitano il loro magistero autentico. E' chiaro che i dicasteri competenti hanno rilevanza sotto questo aspetto. Ci sono delle decisioni del magistero che non possono essere un’ultima parola sulla materia in quanto tale, ma sono in un ancoraggio sostanziale nel problema,innanzitutto anche un’espressione di prudenza pastorale, una specie di disposizione provvisoria. Il loro nocciolo resta valido, ma i singoli particolari sui quali hanno influito le circostanze dei tempi, possono aver bisogno di ulteriori rettifiche.esiste un Magistero che è provvisorio. Questo Magistero, non è l’ultima parola su una materia, ossia non si tratta evidentemente d’un Magistero infallibile, ma d’un Magistero puramente autentico, che potrebbe essere soggetto a rettifiche su alcuni aspetti. Tale Magistero potrebbe essere l’espressione della prudenza pastorale, un contributo in rapporto ad un problema. Le decisioni prudenziali possono e talvolta debbono cambiare a seconda delle circostanze. Si tratta d’un Magistero esercitato in un preciso momento e per le circostanze del momento, potendo quindi cambiare se le circostanze cambiano. Non si afferma che tutto il Magistero non-infallibile è esplicitamente provvisorio, ma che esiste anche un Magistero di questo tipo. Classicamente questa sorta di Magistero provvisorio, (...)indica che una determinata dottrina, nel contesto contemporaneo (...), può essere insegnata senza pericolo per la fede o la morale (...)

Lino ha detto...

Anonimo ha detto...
"Divieto di usare la hannukkà = FINE DI UNA PARTE DELL'ESTETICA"

Non condivido, anonimo. La fine di una parte dell'estetica, casomai dovesse accadere, starebbe maggiormente nei primi due punti che hai esposto, vale a dire "FINE DEL SIGNIFICATO GESU' PASSA A SERVIRCI" e abolizione delle ammonizioni e risonanze.
Invito a riflettere su questo aspetto: la nuova estetica neocatecomunale consiste essenzialmente nelle azioni della comunità.

jp ha detto...

Perche' invece di cantar vittoria sulla fine del cnc prima di Pasqua non avete il buon senso di aspettare e vedere se e quali decisioni saranno prese anche se vedo molto piu' probabile che nessuna decisione sara' presa a breve. Non sarebbe la prima volta che arrivano notizie certe che poi tanto certe non erano.
Capisco tripudio quanto si digerisca male pranzo e cena sapendo che il Papa non e' cosi' ligio all'etichetta come lo vorresti tu, e pare che non abbia in simpatia il recupero del messale di pio v. Fattene una ragione!

by Tripudio ha detto...

Qui nessuno canta vittoria, caro fratello jp, e la tua involontaria testimonianza conferma che le grandi "manovrine" sono già in corso.

Non sarebbe la prima volta che qui arrivano "notizie certe" di decisioni certissime che poi vengono aggirate, mistificate, disubbidite.

Ricordate l'ineffabile Gennarini nel 2005? Prima disse che la "lettera di Arinze" era privata, poi ne mise in dubbio l'esistenza e quindi disse che era solo uno strumento di lavoro. Due mesi dopo Kiko ne travisò il contenuto. Ancor oggi i neocatecumenali stanno disubbidendo.

Credete forse che i neocat, a cominciare dal caro fratello jp smettano di disubbidire al Papa? Credete che basti una "decisione ufficiale" per far tornare i fratelli NC sulla retta via? Credete forse di sentirli dire al passato «abbiamo cominciato a ubbidire» anziché sempre verbi al futuro improbabile «ubbidiremo»?

l'apostata ha detto...

al logorroico anonimo delle 22,56

Le tue contorsioni verbali servono a ben poco, perché non smentiscono di una virgola i documentati abusi liturgici ed eresie dottrinali kikarmeniane.
La scemenza sulle risonanze è la più evidente. Sul vostro statuto c'è scritto a chiare lettere che il sabato NON si fanno, salvo eccezioni particolarissime. E invece tutti i sabati si continua come se niente fosse.
Lo stesso per l'Eucaristia fatta tutti insieme, la purificazione effettuata da chi non dovrebbe. Senza dimenticare le balordaggini dottrinali, tipo all'ultimo scrutinio del Padre Nostro il dichiararsi figli del demonio.
Eccetera, eccetera, eccetera.
Sarei tentato di riproporti le solite domande davanti alle quali fuggite TUTTI terrorizzati, ma sono sicuro che non risponderesti.
Nessun neocat duro e puro, di fronte a prove inoppugnabili, ha mai argomentato alcunché. Solo silenzio o, al massimo, insulti.
Quanto a chiacchiere, informati di cosa scrivevano del famigerato Marcial Maciel e dei Legionari quando erano in auge e potenti. Per non parlare poi di tutte le manovre ad alto livello da loro messe in atto per anni per cercare di soffocare lo scandalo che stava venendo fuori.
Non so se lo sai, ma anche Maciel aveva un bel giro di soldi e parlava di "cardinali nostri amici". Ti ricorda qualcuno per caso?
Caro chiacchierone, vatti a leggere tutte le documentate obiezioni di carattere liturgico e dottrinale riportate su questo blog, e prova a rispondere con argomenti, se ne hai.

Lino ha detto...

@ l'apostata
Certo che è un gran chiacchierone. Rudolf Schwarz si espresse in poche parole: "lo spazio sacro si fonda totalmente sulla comunità e sul suo agire".
Questa è la "nuova estetica", per chi non lo avesse capito. Togli loro tutto l'agi(ta)re e le chiacchiere di cui sono capaci ed "è finita".

FDF ha detto...

@Anonimo 22.56
Senti, forse puoi redarguire Tripudio che in CN non c'è stato, ma non puoi dire il contrario della verità a chi nel CN ci ha passato una vita.

Quando si citano gli Statuti mi viene la febbre: sai quante prescrizioni vincolanti vengono puntualmente disattese? Devo farti l'elenco?

Allora se vogliamo fare i precisetti rispettate lo Statuto punto per punto e poi ne riparliamo. Dimmi, quante volte hai preparato la Parola per l'Eucarestia e hai preso a spunto il Catechismo della Chiesa Cattolica (che la maggior parte non sa nemmeno dove sta di casa)? Quante volte c'è stato un presbitero presente alle preparazioni? Quante celebrazioni della Parola settimanali hanno avuto come presidente un Ministro ordinato come previsto?
Sai bene che lo Statuto è la teoria, ma poi nella prassi le cose cambiano drammaticamente! Perché dovete per forza inventarvi delle scemenze?
Perché non si può ammettere che siamo stati arroganti e presuntuosi e sono decenni che crediamo di essere meglio degli altri cristiani, che ce ne siamo infischiati dei richiami e delle critiche?

Hai citato molti documenti, bravo, ma né in quelli né in nessuna concessione si parla di risonanze, né che sia concesso farle né che sia concesso farle sempre. Quello che tu hai citato sono solo le monizioni e anche per quelle ci sarebbe da dire! Non hai mai sbuffato ascoltando evidenti sproloqui o evidenti insopportabili catechesi?
Vuoi dirmi che tutte le persone che moniscono le letture in qualità di "commentatori" sono adeguatamente istruite e preparate? O forse la realtà non è che ci(vi) interpretiamo(ate) la Parola a senso, alla faccia del Magistero, convinti che tanto lo Spirito Santo ti suggerisce le parole giuste?

Vogliamo parlare della purificazione fatta da persone che non sono nemmeno accoliti istituiti?
Sai quante volte ho sentito dire: "Eh.. questo sacerdote vuole purificarli lui i calici" come se fosse una cosa inusuale?

E per ultima cosa, se l'Eucarestia è perfetta così com'è come mai Kiko stava in tribolo per la Feria Quarta che nemmeno esisteva? Come mai c'è ancora (credo) una Commissione per esaminare la Liturgia eucaristica se è tutto normato??

E prima che intervenga qualche zelota, io non critico il CN in toto ci sono tanti spunti ottimi, tante esperienze radicali di Fede che porterò sempre nel cuore, che mi aiutano tantissimo nell'oggi anche a testimoniare Gesù Cristo a chi mi circonda, però ciò non toglie che l'Eucarestia fatta in quel modo è sbagliata, non è dignitosa! Non si educa il popolo ad accostarsi al Corpo di Cristo con dignità, in stato di grazia... sai che è grave vero?

ele ha detto...

Sicuramente non sono preparata come voi sulla realtà del Cammino, ma una domanda sincera ai neocatecumenali vorrei porla, anzi più di una, in attesa di una risposta sincera.
Al di là di ciò che vi insegnano i catechisti, nella vostra coscienza cattolica e nel vostro senso della fede, credete davvero che si possa stare seduti alla presenza di Cristo nel Santissimo Sacramento?
Non provate il desiderio di collocarvi nella giusta prospettiva, ovvero voi creatura e Lui Dio, a cui è dovuto ogni rispetto ed almeno un atto di adorazione prima di mangiarne il Corpo?
Non avete la sensazione intima di dolore al pensiero di una briciola caduta del pane consacrato che finisce per terra, ovvero il Corpo di Cristo, il Santissimo che può essere calpestato?
Il solo pensiero non vi inorridisce e causa dolore ?

Stefano78 ha detto...

Ma perchè dare spazio, per quanto le notizie possano essere plausibili e ci possano essere indizi certi, alle "notizie certe"?

Non mi son mai piaciute CERTE anticipazioni. La prudenza, in certi casi, non è mai troppa.

Questa è una mia opinione.

Stefano78 ha detto...

@FDF

Carissimo. Prendo atto della tua testimonianza sull'Annuncio di Pasqua.
Mi soffermo su questo:..Cardinali che avrebbero fatto pressione sul Papa per ottenere il decreto di chiusura (Burke in testa).

Kiko continua imperterrito con la tecnica comunicativa di cui abbiamo parlato anche nel post precedente.

Queste di Kiko sono solo SPECULAZIONI IMPRUDENTI e decisamente TEMERARIE! Non è la prima volta che KIKO si fa interprete di tutta l CURIA E PERFINO DEL PAPA! Salvo poi accusare chi lo critica di essere TEMERARIO, di indurre alla SCANDALO (addirittura!), quando invece analizza FATTI!

E continua, Kiko, a tirare in ballo(LUI LO PUO' FARE? E in base alla sua sola parola?) "cospirazioni antineocatecumenali" portate avanti da Cardinali "cattivi"..!

I FATTI SONO GLI UNICI CHE DOVREBBERO PARLARE, almeno nella Chiesa. E i FATTI, parlano della SUA COSPIRAZIONE! Se c'è qualcuno che COSPIRA, quello è LUI! Se c'è qualcuno che cerca di NON OBBEDIRE, fosse anche al PAPA (come nel caso della famose Lettera del 2005...NON ERA IL PAPA AD AVERLA SCRITTA, ma "qualcuno gliela avrebbe imposta"...E gli avrebbero "imposto" anche tutti i successivi richiami a quelle sue volontà, RICONOSCIUTE PUBBLICAMENTE COME TALI..Cosa mai avvenuta, ad esempio, per lo statuto..!) quello è lui!

Dunque: le speculazioni in un caso vanno bene!... Quando le fa lui! Le critiche provate invece NO! Perchè diventano magicamente speculazioni!

La Commissione Dottrinale è stata voluta DIRETTAMENTE DAL PAPA! Questo dicono i fatti. Come il Motu Proprio SP è stato voluto direttamente dal PAPA! Come la Lettera del 2005 è stata voluta DIRETTAMENTE DAL PAPA! Come i discorsi al CNC sono stati voluti direttamente da LUI! Se lui avesse dovuto SUBIRE "PRESSIONI", non sarebbe stato necessario confermare la SUA VOLONTA' in ogni occasione! E non sarebbe stato necessario andare nella direzione della Correzione, CONDIVDENDO LE CRITICHE (ricordate la sua accettazione, scritta di suo PUGNO?).

In ogni caso, io credo che dopo l'abdicazione si sia tornati ad un "punto ZERO". Non sono affatto convinto che qualcosa cambierà a breve e che nemmeno sarà in un senso correttivo definitivo.

Dipenderà da che piede prenderà il Pontificato di Francesco. Preghiamo solo che tutti ne potranno trarre giovamento SPIRITUALE

Anonimo ha detto...

Sono tutti nel panico (i CNC). Dopo l'annumcio di Pasqua.
Ci si aspetta una decisione per il Mercoledì Santo. Sembra che non si possa fare più l'Eucarestia in piccoli gruppi se non occasionalmente.
Anche la Veglia di Pasqua è in forse...

Anonimo ha detto...

A Napoli i catechisti cercano di mettere delle toppe...ma la Veglia di Pasqua ora è in mano ai parroci che se non vogliono nun se canteranno messe....

Anonimo ha detto...

Queste notizie certe mi fanno fare un salto indietro di diversi anni...vi ricordate la storia dell'approvazione degli statuti? Quella che secondo gianluca barile non ci sarebbe mai stata, e che poi ritrattò dicendo che sarebbe stata ad experimentum per sette anni? :)
Beh, vedremo...le mie fonti mi hanno dato notizie profondamente diverse, ma come al solito non amo parlare di aria fritta e fino a che non ci sono notizie ufficiali aspetto in pace

Saluti
Jeff M.

DG ha detto...

agli Amministratori di questo BLOG

dpo le ultime "rivelazioni" del professor Domenico alias Alessandra alias W alias baccala e chi piu' ne ha piu' ne metta, sto pensando che forse sarebbe meglio controllare la provenienza di tutti questi "anonimi"
Specialmente quelli che hanno
"notizie certe" sul CNC ma che nessuno di noi ne è al corrente, pur essendo molto avanti nel cammino.

Io non sono giovanissimo e mi sto rimettendo adesso dai decenni passati a sentire catechesi neocatecumenali, angosce varie dei fratelli, disgrazie inesistenti e peccati che si protraggono nel tempo, oltre che aver partecipato a strafalcioni Liturgici che hanno lasciato un buco nero nel mio cuore.

Ora dico che per me non è piu'il tempo, non ce l'ho e non ne ho piu' voglia , di stare a seguire queste cose che poi si rivelano false e gratuitamente cattive.

Lo so che non è facile ma, come ha suggerito giustamente (a mio parere) Lino, non si potrebbe controllare gli IP di chi scrive?

Non per fare una sorta di "polizia di controllo",anche perchè ognuno di noi è liberissimo di tenere la sua identità e il luogo da dove scrive, nascosti (nel caso di ex NC il motivo dell'anonimato è palese e conosciuto)pero mi domando perchè farci prendere in giro da questa gente superficiale, insensibile e senza cuore e anaffettiva?

Bloccateli ve ne prego! Altrimenti almeno io non riusciro' piu' di essere preso in giro da costoro.

....

Per rispondere a Sebastian, che ha scritto un piccolo post nella discussione precedente a propostito della mail della signora Alessandra e/o professorDomenico, W ecc ecce..e cioè su
ilpoteredeltrio_1968@libero.it

anche se questo nome per noi exNC e NC, ci puo' far pensare al TRIO "monn... za", scusate al Trio "tripode NC" invece non è altro che un titolo di una serie di telefilm fantasy (da qui la conoscenza del Troll) di cui il "giovane professore alias Alessandra"è fan.

Se c'è una cosa che almeno qui si dovrebbe sapere è che QUALSIASI cosa venga scritta sul WEB rimane....

Non mi importa se questo post venga o meno pubblicato, perchè per me l'essenziale è che gli EX NC non vengano piu' presi in giro.

Il tempo della sofferenza è finito o sta per finire quindi ogni cosa che possa andare al di là di un sincero scambio di idee per me è inutile.

Questo professore FASULLO ci ha fatto perdere ore di tempo quindi per me, che vada a ... fare il suo show nella sua comunità!!

ps inoltre scusate se mi dilungo ma ritengo che se si pubbicano (o in altro modo si da spazio) i post di persone corrotte dentro (e voi amministratori potete capire a chi mi riferisco) questo Blog rischia di marcire nel seguire una persona che è cosi' moralmente insana.

Capisco che dopo questa mia ultima affermazione potete anche non publbicare questo post ma vi ringrazio comunque di avermi letto

Anonimo ha detto...

Il nostro Parroco ha disposto che una volta al mese il CNC non celebri il sabato sera ma la Domenica insieme alla comunità parrocchiale e questo vale anche per le comunità più "giovani".

Loro ovviamente non ubbidiscono e il sabato nel quale il Parroco non li segue vanno, sparsi, nelle altre Parrocchie dove ci sono le celebrazioni della setta.

mic ha detto...

per DG,

lo spirito del tuo post è esattamente il nostro. Ed è questa la ragione per cui di solito non pubblichiamo quelli che ormai conosciamo a menadito sono solo spot-parolai di NC più o meno mascherati e ci si accusa di non pubblicare cose 'scomode', quando basta scorrere il blog e constatare come in questi sette anni abbiamo affrontato di tutto con molta determinazione e dedicando tempo e pazienza...

Non è una sola persona che modera e, avolte, la valutazione può cambiare o qualcosa può sfuggire. Ma sostanzialmente io, e penso anche gli altri, sono d'accordo con te.

Anonimo ha detto...

"Anonimo ha detto...
Il nostro Parroco ha disposto che una volta al mese il CNC non celebri il sabato sera ma la Domenica insieme alla comunità parrocchiale e questo vale anche per le comunità più "giovani".

Loro ovviamente non ubbidiscono e il sabato nel quale il Parroco non li segue vanno, sparsi, nelle altre Parrocchie dove ci sono le celebrazioni della setta."
---
Il Parroco meglio, tardissimo che mai,non ha fatto altro che applicare la lettera "Arinze";penso che i Parroci si siano accorti che "l'aria sta cambiando" ovvero tutte le aperture possibili,ma senza deroghe,strane tolleranze e permissivismi.

jp ha detto...

Se le grandi manovrine siano gia' in corso, caro tripudio, io non lo so. Le famose disubbidienze di estrema gravita' come non rispettare gli accoliti istituiti e la famose manducazione seduti. .. vorrei solo sapere e sarei proprio curioso. ..ma il card. Bergoglio quando ha celebrato Messa con il cnc perche' qualche foto in giro c'e', avra' preteso la manducazione in piedi o no? Anche lui forse ha disubbidito ad Arinze?
In ogni caso non credo che papa Francesco si vorra' occupare di dettagli liturgici, forse mi sbaglio. ..vedremo. fermo restando il fatto che in alcune occasioni ho specificato che anche' io vorrei vedere qualche aggiustamento.
Nel frattempo chi vuole potra' andare al cinema a godersi un nuovo film sul cnc, in positivo questa volta.

Anonimo ha detto...

Ieri l'incontro tra Francesco e Bendetto XVI, BXVI ha consegnato un memorandum a Francesco con i problemi aperti più urgenti (lo aveva già affermato Mons Capovilla, poi smentito da Padre Lombardi); tra questi il problema del CNC, in particolare BXVI ha chiesto a Francesco di non bloccare il provvedimeto sul CNC che dovrebbe uscire il mercoledì Santo. Tale provvedimento (voci autorevoli confermano) doveva contenere anche una condanna su alcune prassi del CNC (vedi scrutini), ma per ora è stata bloccata (sembra da alcuni cardinali), per cui ci sarà solo un pronunciamento sulla Messa, per bloccare, in particolare, la Veglia Pasquale.

Queste indiscrezioni provengono direttamente dal palazzo apostolico.
Mons. XX

DG ha detto...

rispondo a Jp alla sua domanda:

"il card. Bergoglio quando ha celebrato Messa con il cnc perche' qualche foto in giro c'e', avra' preteso la manducazione in piedi o no? Anche lui forse ha disubbidito ad Arinze"


sicuramente no!
e sai perchè te lo dico con tanta sicurezza? Perchè quando venne il Cardinale da noi celebrammo la comunione con l'Ostia consacrata e il processione
Il vino non fu distrubuito.
E sai cosa ci dissero i catechisti ? Che facevamo cosi' perchè il cardinale non poteva stare piu' di un ora e mezza...e quindi per quella volta dovevamo fare cosi' la comunione..
Furbissimi eh?

l'apostata ha detto...

a jp che ha detto:"...non rispettare gli accoliti istituiti e la famose manducazione seduti...non credo che papa Francesco si vorra' occupare di dettagli liturgici...".
Dimostrazione della tipica mentalità indotta neocat: gli abusi liturgici e dottrinali sono solo dettagli che possono essere ignorati tranquillamente, come pure i richiami papali.
Invece Kiko deve essere ferreamente obbedito in tutto ciò che ordina o vuole.
Bella roba.

aleCT ha detto...

"Perchè quando venne il Cardinale da noi celebrammo la comunione con l'Ostia consacrata e il processione!

E non sarebbe stata l'unica volta

http://www.youtube.com/watch?v=zd5ZdqfUy6o

Messa della II domenica di Quaresima mella chiesa di Santa Caterina Labourè a Madrid officiata dal vescovo di Teruel ed Albaicin..

il CUGINO DELLA PULCE PELLEGRINA ha detto...

Attenzione!!!!!
La NUEVA ESTETICA finalmente.....APRE GLI OCCHI!!!!!!!
Guardate questa imitazione di uno sgorbio di kiko.....fatta CON GLI OCCHI APERTI!!!!!!!
http://nuke.francescocorso.it/DIPINTI/MadonnaconBambino2010/tabid/496/Default.aspx

DG ha detto...

@il cugino della pulce pellegrina

ho aperto il link e non mi sono potuto tenere la risata che questo dipinto chesi ispira "..alla madonna e al bambino con gli occhi neri di kiko"
ha suscitato in me.

Mi spiace perchè comunque sia rappresenta sempre un'immagine che DOVREBBE RIPORTARE ALLA Vergine con il Bambino...pero' è troppo cosi' ilare che sembra una presa in giro di kiko e della Nuova estetica.

Notare che il pittore F.C. cosi' spiega il sio dipinto del bambino dagli occhi aperti esagonali

"...cerca con occhi spalancati qualcuno che si faccia amare e che sia pronto all'ascolto"

Paurosissimo direi e da non mettere senz'altro nelle case dove ci sono bambini.

Anonimo ha detto...

Per DG
Madonna con jl Bambino

se ti può aiutare vai su you tube e clicca
"Cari neocatecumenali 1 "

Anonimo ha detto...

Io ho fatto parte di una comunità neocatecumenale. Non ho dubbi che siano eretici. Lo dissi a loro direttamente ed andai in Vicariato a Roma, presso la Basilica di San Giovanni in Laterano. Era il 1992.

Anonimo ha detto...

mix ha detto


posso sinceramente affermare che da quando i seguaci del cn sono entrati in casa attraverso mia moglie con la tecnica del plagio sono riusciti a spaccare le nostre famiglie (sicuramente non è un volere di cristo)