domenica 25 marzo 2007

"nuova estetica" kikiana e Sacramentum caritatis

La 'nuova estetica' portata avanti da kiko Arguello, veicola l'idea che la salvezza è legata ad una risposta collettiva piuttosto che individuale, che una realtà come il cammino NC può dare attraverso la complessa costruzione che sta a fondamento dei suoi insegnamenti, trasmessi anche attraverso canoni estetici e simboli antichi da lui reinterpretati arbitrariamente. Un pensiero ed una costruzione che costituiscono una sfida per il cambiamento.

Ma un cambiamento che porta dove? Alla Verità e Bellezza di Cristo o a perdersi nell'affascinante immaginifico mondo dell'iniziatore di tutto questo?
A noi pare che molte delle "innovazioni" architettoniche siano funzionali ad una "nuova" liturgia che risponde ad una "nuova" teologia: osservando gli spazi liturgici si comprende la liturgia e la teologia che essa esprime. Abbiamo l'impressione che ritenere gli stili architettonici del passato come "datati" e "reinventare gli spazi" siano alibi per minare alla base taluni fondamentali elementi del deposito della Fede cattolica. Fosse solo una questione estetica!

A questo proposito infatti c’è da chiedersi il perché della creazione nonché dell'uso esclusivo, uniforme per ogni comunità, di simboli nuovi, soprattutto se ci si definisce 'realtà ecclesiale' come nel caso dei NC nel cui ambito si è introdotti e si vive in un 'ambiente' - luogo di culto compreso che, tra l'altro, non è una Chiesa - in cui tutto parla di Kiko e della sua suggestiva e personalissima costruzione, inventata e voluta sia nei nuovi oggetti di arte sacra che nei dettagli architettonici. Vedi i nuovi canoni dell'architettura delle chiese: la navata simboleggia il corpo di una gestante, gravida dei suoi figli rinati. Il vecchio altare sparisce e al suo posto c'è "la bocca", l'ambone con la Bibbia. Più giù c'è "lo stomaco", una grande tavolata quadrata su cui si dice messa e si fa la comunione con focacce non lievitate e gran numero di calici di vino. E più giù ancora "l'utero", la vasca scavata nel pavimento, dove il battezzato si immerge per uscirne fatto uomo nuovo.

Inoltre, "buttare" la "riserva eucaristica" in una cappella laterale, magari separata, (e ahinoi chissà cosa ci riserva il futuro...) e centrare il culto sull'"assemblea" e sul suo "presidente" qualcosa dovrà pur dire, anche a chi non comprende complicati simbolismi!

Della ‘mensa’ in luogo dell’altare (che per ogni cristiano è anche mensa: i NC enfatizzano solo l’aspetto del “banchetto escatologico” che considerano un’idea kikiana [!?]) abbiamo parlato fino a stancarci, ma ora guardiamo cosa dice la Sacramentum Caritatis proprio sul Tabernacolo:

Al n."69. In relazione all'importanza della custodia eucaristica e dell'adorazione e riverenza (irrisa dai neocatecumenali: vedi anche Tavernacolo a due piazze, per la custodia della Torah con la stessa dignità delle Sacre Specie -ndr) nei confronti del sacramento del Sacrificio di Cristo, il Sinodo dei Vescovi si è interrogato riguardo all'adeguata collocazione del tabernacolo all'interno delle nostre chiese.(196) La sua corretta posizione, infatti, aiuta a riconoscere la presenza reale di Cristo nel Santissimo Sacramento. È necessario pertanto che il luogo in cui vengono conservate le specie eucaristiche sia facilmente individuabile, grazie anche alla lampada perenne, da chiunque entri in chiesa. A tale fine, occorre tenere conto della disposizione architettonica dell'edificio sacro: nelle chiese in cui non esiste la cappella del Santissimo Sacramento e permane l'altare maggiore con il tabernacolo, è opportuno continuare ad avvalersi di tale struttura per la conservazione ed adorazione dell'Eucaristia, evitando di collocarvi innanzi la sede del celebrante. Nelle nuove chiese è bene predisporre la cappella del Santissimo in prossimità del presbiterio; ove ciò non sia possibile, è preferibile situare il tabernacolo nel presbiterio, in luogo sufficientemente elevato, al centro della zona absidale, oppure in altro punto ove sia ugualmente ben visibile."

128 commenti:

mic ha detto...

L'articolo non dice nulla di nuovo, perché l'argomento è già affiorato qua e là nel corso della lunga discussione; ma può esssere utile affrontarlo, ora, alla luce della "Sacramentum Caritatis", che in qualche modo dà una validazione in più alla nostra precedente critica, che ha tanti aspetti da prendere in considerazione, al di là di quelli già esplicitati

canadese ha detto...

Caro Mic,
perché riparlare qui della nuova (?)estetica Kikiana? Non ti pare che sia più urgente la celebrazione della prossima Pasqua?

Per quanto mi riguarda, sarà davvero difficile partecipare ai riti della Settimana santa, in questo clima di disagio e continua tensione che sembra non avere mai fine!

Si era parlato di chiedere una "tregua" ai neocatecumenali, in attesa di una regolamentazione seria e ufficiale dei sacri riti, mi pare!?

E allora, che cosa facciamo noi,poveri cristiani della Domenica?

Qualcuno può dirmi una risposta?

La domanda precedente era: pasqua ebraica o pasqua cristiana?

canadese ha detto...

Nel post precedente chiedevo: "Qualcuno può darmi una risposta?".

Se non ci sono risposte, vuol forse dire che dobbiamo prendere lezioni di shofar, per meglio partecipare ai riti bislacchi neocatecumenali?

Grazie, Kiko!... e grazie all'arroganza che sembra averla vinta ancora una volta!

stephanos78 ha detto...

Caro Canadese, l'articoloinserito da Mic è assolutamente pertinente alle tue domande...
Proprio questa "nuova estetica" è elemento fondamentale di separazione tra comunità!
Questa pseudo-nuova estetica si scontra palesemente con le Verità di Fede sempre proclamate dalla Chiesa di ogni tempo!
L'Altare sparito. La devozione ai Santi pure. L'Adorazione durante e dopo la Liturgia pure! L'Iconografia storica della Chiesa pure. Sostituita da quella di Kiko.
Come si diceva in altri messaggi, in questa situazione o i poveri "Cristiani Domenicali" accettano di essere KIKIZZATI e accettano la Pasqua a immagine di Kiko, oppure si rimane separati!
Credo di vedere la "comunione" da parte NC intesa come KIKIZZAZIONE degli altri!

Purtroppo un altro problema grande è che la situazione ora più che mai è diventata "soggettiva"! Se un Parroco si fa valere nel suoministero o un singolo "presbitero" decide di seguire il Papa e non prima Kiko, allora ci potrebbe essere in quel caso particolare un disgelo!
Ne ho avuto sentore in una Chiesa che frequento... Ma la cosa è troppo generica e ISOLATA per essere lasciata così! Ecco perchè servirebbe una parola energica dall'alto! Altrimenti rimane tutto indefinito! E Kiko rimane ambiguo con profitto! Il "silenzio-assenso" può essere preso come giustificazione! Ma in realtà il silenzio in questi casi lascia libera interpretazione a chiunque in un senso o in un altro!
Nell'ultimo "raduno" organizzato da Kiko a San Paolo in Roma, ha consegnato dei "Rosari" da "usare davanti al tabernacolo"... Sembra quasi che queste "concessioni" siano pensate in risposta ai tanti tragici e accorati richiami, molto più gravi in questi ultimi tempi...
Ma anche sul Rosario Kiko ha messo la sua mano! Chi si aspetta che quei NC abbiano ricevuto un Rosario Cattolico normale si sbaglia! E' NERO, e del tutto simile a un conta-preghiere buddista! Tanto è vero che è anche privo del Crocifisso... ma termina con un pennacchio!
Questa furbizia di "riformare dall'interno" in modo ambiguo... Porta tanti frutti avvelenati...Purtroppo..

mic ha detto...

Caro canadese,
hai perfettamente ragione a voler tener desta l'attenzione su questo che è un disagio e un problema che si pone proprio in questi giorni.

E' vero che è utile il fatto che, parlandone ancora, continuiamo a proporlo in tutta la sua attualità, crudezza e serietà sia a chi lo condivide con noi che a chi ce lo impone (ma purtroppo non ascolta) nonché a chi potrebbe porvi rimedio.

Mi sembrava però che nella pagina precedente avessimo se non concluso l'argomento, almeno sviluppato sufficientemente il confronto (sono arrivate diverse testimonianze) e soprattutto prodotto il risultato di diffondere il tuo messaggio come "Lettera aperta" al vescovo e ad altri... tra l'altro ripresa anche nelle news del sito, che ha una sua maggiore visibilità...

E, a questo punto, nell'imminenza della scandenza di giugno, penserei sia bene tener desta l'attenzione anche su tutti gli altri aspetti problematici, tra cui la famosa nuova estetica e la teologia che sottende, tra l'altro con la novità del raffronto con la Sacramentum caritatis.

Nulla toglie che continiuamo a portare nella discussione ogni nostra intuizione, disagio o sofferenza, come hai fatto tu, e andiamo avanti...

Quello che forse ci rende tutti frustrati è il perdurare dell'assordante silenzio dei nostri pastori (tolti i non so quanti parroci che in prima linea, come newgold69 e don Elio, stanno portando avanti la loro missione di autentici pastori)

A questo punto, visto il tuo input, inviterei Steph a scrivere la lettera come aveva proposto, che potremmo inviare oltre che la vescovo, anche al Cardinale e a quanti altri sia il caso...

Che ne dite?

mic ha detto...

Steph,
potresti farci avere un'immagine del "rosario col pennacchio"?

canadese ha detto...

Il rosario descritto da Stephanos78, è simile a quello che tengono in mano i musulmani quando ripetono i 99 attributi del nome di Allah , scorrendone i grani.

Anche nella chiesa russa ortodossa c'è un oggetto simile, ed ha un nome particolare.

Ancora una volta, Kirikus attinge ad altri simboli religiosi per la sua "creatività" devozionale e liturgica.

Chissà se ne ha donato uno anche al Santo Padre?

stephanos78 ha detto...

Caro Mic. La fotografia del "rosario di Kiko" era su Catechumenium in un articolo che ne parlava... Ora però non c'è più. Io l'ho visto in prima persona con mia Moglie sabato scorso, perchè abbiamo uncontrato un NC che aveva partecipato all'incontro di San Paolo e ne aveva preso uno.
Cercherò di procurarmi una foto in qualche modo... Ma la descrizione di Canadese ad integrare la mia è perfetta!
La Coroncina del Rosario che tu conosci è opposta a questo generico contapreghiere che trovi in ogni religione!!

Riguardo alla lettera, obbedisco :-)
Inizio a scriverla e poi ve la sottopongo affinchè possiate metterci del vostro o eventualmente approvarla.. ;-)

Anonimo ha detto...

kiko prima o poi sara' vecchio e tirerà le quoia, salirà in cielo o all'inferno...non capisco a ancora dove lo volete porre.

Sicuramente nell'ambiente nc si parla "anche" di Cristo Gesù, kiko appare come un profeta, e scusate se ne è il fondatore con padre mario e carmen hernandez, i figli portano i tratti somatici dei padri, cosi .... equippe di kiko + concilio vaticano + Gesu Cristo = cammino nc , un figlio della chiesa.

della serie "dagli allu catecumenale"

Francesco ha detto...

IN APERTURA DI QUESTA NUOVA PAGINA 7.631 interventi complessivi.

Illusen ha detto...

Ancora sul Rosario:
non ho capito bene, state dicendo che non è suddiviso in decine, sono grani continui???? e quanti??

viator ha detto...

Caro anonimo 19:46
il cammino un "figlio della Chiesa"????
a chi vuoi darla ad intendere? A te forse riescono a farlo credere; ma non basta quanto abbiamo denunciato per smetterla con scontate apologie?

Anonimo ha detto...

nel caso di Kiko anche i padri
(leggi Gesu')
prendono i tratti somatici
dei figli (leggi "Kiko")

Gius ha detto...

"kiko prima o poi sara' vecchio e tirerà le quoia, salirà in cielo o all'inferno...non capisco a ancora dove lo volete porre."

ma che discorsi fai??? Noi non siamo i giudici di nessuno, tanto meno di kiko. Quello che denunciamo sono le sue fantasiose costruzioni che spaccia per rivelazione cristiana...

>>>> ha detto...

kiko non vuole cercare nè la Chiesa nè Gesù Cristo . Di questi vuole solo servirsene. A proposito se si dovesse dichiarare l'ultimo profeta, ditegli che Gesù di Nazareth è l'ultimo profeta e noi, abilitati dai sacramenti di iniziazione cristiana, possiamo solo annunciare, come profeti,ma non possiamo nè alterare nè aggiungere niente di nuovo . Anzi abbiamo l'obbligo attraverso il mandato apostolico di tramandare la fede così come ce la consegna la Chiesa attraverso il suo Magistero.
Kiko sta portando il cristianesimo ad un sincretismo religioso. Io non riconosco nel Dio presentato dai catechisti, il Dio di Gesù di Nazaret.Se addirittura,questi, mi dicevano che mio marito, perchè era perplesso al mio primo invito alla convivenza,se lo stava lavorando il diavolo. Ma come un matrimonio cristiano, al quale partecipa e si allea Dio e in cui realizzi la tua vocazione, diventa diabolico perchè si sente che se ne minaccia l'unità.Questa è follia ed è una minaccia per il matrimonio. Il diavolo stava in chi voleva sfasciarmelo.
kiko quello che fa è per il potere di gestire(in tutti i sensi) la vita degli altri.Si vuole sostituire a Dio e vuole essere idolatrato, anche quando con fare ultimo dice di essere un verme. Dice il vero, la bestia immonda.

gherardo ha detto...

La pericolosita' del messaggio
che passa nel Cammino e' che si viene subdolamente spinti a credere che tutto
e' buono al fine di convertirsi (leggi
kikizzarsi).
Anche rompere un matrimonio
perche' uno dei due coniugi e' "manipolato dal demonio" e' giusto al fine di "convertirsi".
Cosi' si arrivare a giustificare il male
sottomettendolo al bene supremo, cioe' convertirsi (leggi kikizzarsi).
Ma questo e' lo stesso messaggio subdolo che nelle sette convince gli adepti ad atti anche moralmente "dubbi" purche' necessari al bene supremo (quello della salvezza offerta dalla setta e dal suo fondatore). Gli episodi di estorsione di danaro, suicidi collettivi e altri ricorrenti nella cronaca delle sette si spiegano solo alla luce di questa subdola manipolazione psicologica.

felice ha detto...

il CN dà sempre conferma degli insegnamneti difformi a quelli di Madre Chiesa... Secondo il corretto insegnamento , per fare una buona Comunione occorrono 3 cose:

1. Essere in Grazia di Dio

2. Pensare e sapere Chi si va a ricevere

3. Digiuno Eucaristico

A proposito del terzo punto: ieri sera mentre andavo alla messa delle 18,30 , incontro una sorellina in Cammino: sapete che voleva offrirmi un caffè sapendo che lei stessa doveva fare la Comunione?

Ma quando glielo spiegano sto fatto del Digiuno Eucaristico al 15° anno di Cammino?

stephanos78 ha detto...

Cara Illusen. Non so bene quanti grani siano e non so se sia suddiviso in decine o meno. Non lo ho avuto tra le mani ma lo ho soltanto visto. Credo pero' che sia diviso in decine. Il fatto che colpisce sta soprattutto nella diversita' sostanziale di forma, di colore e di fattura. Assomiglia ad un contapreghiere buddista o islamico. E' privo del crocifisso

loscemopassatopercaso ha detto...

Ah Felì, che palle!
E basta co' 'ste menate!
Perchè non raccogli i 7631 (e bravo il nostro ragioniere!) interventi e li sistemi per benino, per far vedere quali sono i contenuti del Cammino?
E quello ha fatto qui, e quello ha fatto là,
NON VE NE FREGA NIENTE, MA NIENTE, NIENTE, NIENTE
Quano voi tirerete le cuoia (cuoia, qcuoia, qcuoia, qquoia, ccuoia, cqcuoia, qcquoia?, INSOMMA IL CALZINO!) allora ricordatevene, se contava, che kiko fosse uno stronzo, Carmen una suora sfatta e Mario Pezzi... non so, allora ricordatevene.
Che diguino, 'sta Quaresima, vero? Ma che volete? ma che volete? Vi alzate la mattina, 1 missione: come Schwarzenegger, siete pre-programmati. Soo quello, solo quello, il cammino che vi ossessiona. Ma che vi dobbiamo stare a di' che vi possa servirfe? NIENTE, non ve ne frega di NIENTE.
Ma tant'è, c'era già scritto

Mic ha detto...

In effetti Steph, a Kiko il crocifisso non deve piacere molto, se tieni conto che sulla sua croce astile è raffigurato il Signore con gli occhi aperti e con il 'segno' della "legatura" di Isacco... poi si sente nominare molto Cristo nella predicazione; ma in realtà la 'mensa' neocat con celebra il 'sacrificio' (che viene definito un residuo pagano (!?) ma solo il banchetto escatologico.
Mi sembra che in realtà si sente parlare di croce e non si rifiuta la croce, ma forse per metterci gli altri... Ovviamente mi riferisco a chi vessa con il suo comportamento i poveri fedeli coartati nelle loro coscienze...

Anonimo ha detto...

Scusa mic, ma che cosa significherebbero "la legatura" di Isacco, e G.C. con gli occhi aperti?

Mic ha detto...

"Ma tant'è, c'era già scritto"

E' quello che vi piace e che vi fanno credere "scemoche...", perché siete voi i predestinati alla salvezza? Ma come fate a pensare il Signore così gretto... a immagine e somiglianza di chi vi addottrina...

Siamo qui a dire delle cose, che mi sembrano serie e che non ti sfiorano nemmeno, perché per te è già tutto scritto...

loscemo ha detto...

Certo, o carissimo, la rivelazione è completa, la Salvezza ci è stata donata. La accetti?

felice ha detto...

Caro Scemo... in un modo dobbiamo impiegare la giornata... tu nn stai come noi a perdere tempo su internet?... io fino a prova contraria ho un lavoro (non so se tu ce l'hai) e tra un pò ricomincerò a studiare (gli amici tuoi vedono la facoltà ke ho scelto kome un attentato alla fede, a differenza del mio Padre Spirituale ke si professa arcicontento...)

stephanos78 ha detto...

Caro "loscemo".... Cosa vogliamo?
Vivere in Pace e Comunione NELLA VERITA'. Se considerassi Kiko fallibile riusciresti a vedere anche tu il GRIDO DI DOLORE che esce da queste pagine e che non è "CONTRO" qualcuno ma il risultato di sofferenze personali patite in un "gruppo" che si professa Cattolico e quindi in un "luogo" dovo si dovrebbe essere RISTORATI dalle sofferenze! E non dove si CREANO, anche quando non ci sono!
E si creano non a causa del corso della Vita, in cui l'incontro con la sofferenza può essere incontro con Cristo e con il Calvario! NO! Si creano artificiosamente a causa dell'ostinazione umana!

Mic ha detto...

Per "loscemo", che - parlando come giustamente parlerebbe un sacerdote - dice:

"Certo, o carissimo, la rivelazione è completa, la Salvezza ci è stata donata. La accetti? "

Certo che la rivelazione è completa, in Cristo Gesù nostro Signore, e certo che l'accetto, ma quella di Gesù non quella di kiko.

Fai finta di non capire che il "già scritto" di cui parlavi tu e da me raccolto, si riferisce al determinismo (ma il giansenismo che diceva la stessa cosa non era un'eresia?) in base al quale dite che c'è una predestinazione nell'essere kikiani e nell'essere "Faraoni"

stephanos78 ha detto...

Caro Mic, la cosa che mi ha colpito di più è questa continua "reinterpretazione" delle "Cose Sacre" Cattoliche. Possibile che non esista UNA cosa che possa essere valorizzata così com'é? Che possa essere riscoperta e possa esserle al limite ridato il vaolre meraviglioso che la tiepidezza umana le ha tolto?

Kiko si basa su motivazioni spesso vere per portare la SUA verità, la sua interpretazione che vuole sia UNIVOCA. COme ripeto, qunado i motivi esistono è più facile fare le proprie "riforme"!
Anche il Rosario, secondo te, è questione di "lana caprina"? Io sono convinto di no!
Come è fatto il Rosario è basilare per la meditazione e la crescita a cui porta! Significano qualcosa le decine fatte come sono previste in un Rosario Cattolico? Secondo me sì! E l'immagine del Cuore Immacolato di Maria nella parte finale del Rosario, insieme al Cuore di Cristo? E gli ultimi 5 grani che terminano col Crocifisso?
Tutto ha un senso profondissimo!
Non è solo questione di forma!!!!
E troppo spesso si dice che è solo questione di forma.. e che noi siamo solo dei formalisti..

mic ha detto...

"Ma che vi dobbiamo stare a di' che vi possa servire? NIENTE, non ve ne frega di NIENTE.
Ma tant'è, c'era già scritto "

Ma perché invece di dire che non c'è niente che possa servire non provi a dire qualocsa di CONCRETO che confuti le nostre affermazioni?
Prima di dire questo non hai fatto altro che formulare l'ennesima minaccia... era un po' che non le vedevamo!

Anonimo ha detto...

Tutto ha un senso nella corona del rosario, che èprofpondamente simbolica, Steph!
Anche di questo si è impadronito kiko, ma purtroppo anche questo per stravolgerlo, spero non per profanarlo...

Anonimo ha detto...

ho incontrato questo blog per caso....non sono catecmenale/......ma voi fate vomitare.....andate a parlare con qualche prete....e fatevi i cazzi vostri

stephanos78 ha detto...

Anonimo delle 15:51: ti rispondo con un bel AMEN! ;-)

Anonimo ha detto...

messaggio di newgold69

mi permetto di suggerire a tutti coloro che inseriscono i loro messaggi in questo blog a ignorare totalmente i messaggi volgari come l'ultimo anonimo e quelli di colui che si firma "lo scemo" e quelli simili per genere!

determinate considerazioni e volgarità non meritano alcuna considerazione, e la miglior risposta è quella di lasciarli cadere nel vuoto, che riflette il loro vuoto interiore e celebrale!

grazie
ciao
newgold69

La pulce ha detto...

202. L’ESORTAZIONE APOSTOLIQUA DEL SENOR KIRIKUS
A sole due settimane di distanza dalla pubblicazione della Sacramentum Caritatis di Benedetto XVI,el senor Kirikus ha presentato ieri in un prestigioso catacumbenium dell’Urb e la sua ultima esortazione apostoliqua,da titolo “PIGMENTUM PURITATIS” (Il colore della purezza).
Il colore della purezza,un miscuglio di colori dalla formula segretissima inventato recentemente dallo stesso senor Kirikus con l’apporto di Dona Carmenita, associa in sé qualche bagliore di giallo canarino,un rosa antico tendente al verde-muffa,striature di azzurro cobalto e grandi dosi di grigio plumbeo.
Sarà il colore con cui el senor Kirikus intende por mano al cantiere che entro giugno prossimo dovrà riverniciare completamente la Basilica Vaticana sia all’esterno che all’interno.
Dona Carmenita,presente al tavolo della presentazione dell’esortazione kirikiana ha aggiunto al termine della presentazione essere sua ferma intenzione far abbattere il baldacchino bronzeo dalla colonne tortili (orribil,antiestetica visione),di riempire il buco(Sic) sottostante con della sabbia e di porre al posto dell’attuale baldacchino una mensa circolare del diametro di 30 metri sulla quale dovranno essere officiati da giugno in poi tutti i banchetti escatologici previsti dal senor Kirikus.
Indi Dona Carmenita con un’occhiataccia ha zittito subito un giornalista del Monitore Romano,che ,pur tra le ovazioni di tutti gli sceminati presenti (così da qualche tempo amano stranamente definirsi alcune cimici neocat), cercava di porre timidamente qualche domanda.

La pulce ha detto...

ALLO SCEMOPASSATOPERCASO(!)....le va ancora un bicchiere di vino dopo il pienone di oggi?

canadese ha detto...

Cari fratelli e sorelle!

Credo che scrivere su questo blog non sia un passatempo per sfaccendati, ma un preciso impegno morale derivante dal nostro Battesimo.

Ciò va detto per la chiarezza.

Qualcuno poi dice di essere qui di "passaggio" e, sicuro di percorrere l’unico Cammino giusto, lancia anatemi ed emette giudizi di condanna. Costui, credendo di difendere la verità , difende solo la megalomania del suo pastore spagnolo.

Caro “passeggero”, ma sei davvero sicuro di dire qualcosa di tuo? Non ti sfiora neppure il dubbio di essere uno dei tanti cloni del catechista maximo? Comunque sia, ricordati che non si emettono giudizi in stato di ubriachezza!

E gli anatemi sarebbe meglio lasciarli stare; potrebbero avere un effetto contrario! Comunque,anatemizza pure, se così ti realizzi, noi preferiamo benedire e pregare.

Il maleducato di turno è lo stesso di sempre. Si commenta da sé!

Viator ha detto...

Sai qual è la differenza tra te e il maleducato di turno, Canadese?
Che lui sarà presente a tutte le celebrazioni della Settimana Santa della Parrocchia e molti, come te, le vivranno altrove!

tripudio ha detto...

Ricordate il pretazzo neocatecumenale che faceva storie al Papa per dire che i movimenti vanno accettati anche se scomodi?

Il Papa gli rispose che i movimenti sono da accettare anche se scomodi, certo, ma devono "inserirsi", obbedire, etc.

La cosa interessante è che il Papa ha citato di nuovo questa cosa nell'incontro con Comunione e Liberazione a Roma (c'ero anch'io).

Nel suo intervento (dove elogia ripetutamente CL):

http://www.clonline.org/articoli/ita/benXVI240307.htm

il Papa dice testualmente:

A questo proposito, durante un recente incontro col clero e i parroci di Roma, richiamando l’invito che san Paolo rivolge nella Prima Lettera ai Tessalonicesi a non spegnere i carismi, ho detto che se il Signore ci dà nuovi doni dobbiamo esserne grati, anche se talora sono scomodi. Al tempo stesso, poiché la Chiesa è una, se i Movimenti sono realmente doni dello Spirito Santo, devono naturalmente inserirsi nella Comunità ecclesiale e servirla così che, nel dialogo paziente con i Pastori, essi possano costituire elementi edificanti per la Chiesa di oggi e di domani.

Non c'è dubbio che CL lo sta già facendo, perciò il papa ha colto un'occasione per ribadire qualcosa che gli sta molto a cuore. In altre parole il Papa "parla a nuora perché suocera intenda".

Francesco ha detto...

Il problema,caro Tripudio,è che la Chiesa i conti con le nuore(i vari movimenti costituiti con tale accezione giuridica)li ha di molto appianati(ferme restando alcune aberrazioni organizzative che ancora essi presentano).
Eè il conto con le suocere(i neocatecumenali) che non torna affatto,in quanto da sempre le suocere si ritengono migliori di tutte le nuore!

Anonimo ha detto...

Io, se possibile, vorrei chiedervi un parere, su un punto del cammino che mi ha un po stupito: parlo dell' Endogamia, ovvero la particolare pratica di sposarso solo tra"figli e figlie di israele"!!
Qualcuno potrebbe darmi informazioni al riguardo!? Chiedo perchè mi sono trovato in una situazione alquanto difficile, e questo, ed altro, ha solo aggravato la sisuazione.
Ciao

Anonimo ha detto...

mi scuso se non è "consono" con la discussione in corso, e se riterrete ggiusto spostarlo altrove, non avrò da obbiettare. Solo, vorrei avere da voi un parere in merito....

gherardo ha detto...

Caro anonymous 16:41
ti rispondo brevemente io sull' Endogamia
NC. Come tutto il CN anche questa pratica e' subdola, nel senso che ovviamente non viene dichiarata praticamente ma nei fatti
molte coppie nascono nelle comunita' e
quando cio' non avviene
si spinge ogni membro NC o a convincere il suo compagno/a a entrare nel CN.
Se il compagno/a esterno e' refrattario
come sappiamo da esperienze dirette o per
testimonianze che cominciano ad accumularsi,la coppia o famiglia viene
"rotta".
Ne abbiamo parlato ampiamente
ti ho proposto un riassunto.
Se vuoi condividere la tua esperienza siamo qui apposta. Come vedi Klaudio
per citare l'ultimo in ordine di tempo
ha fornito la sua in proposito.
Benvuto qui

(magari se ti scegli un nick la comunicazione diventa piu' chiara)

La pulce ha detto...

MISTER REPE RITENTA LA SCALATA AL CUPOLONE

Avendo ricevuto copia dell’esortazione apostolica “SACRAMENTUM PURITATIS” con cui el senor Kirikus si accinge a riverniciare con il suo segretissimo miscuglio di colori tendenti al grigio cupo tutto l’esterno e l’interno della grande basilica vaticana,ha ritenuto doveroso da parte sua scrivere oggi stesso una commovente lettera al senor Kirikus e a Dona Carmenita nella quale egli mette al servizio della ciclopica impresa kirikiana tutte le sue forze e se stesso.

Questa la missiva,giunta poche ore fa nelle mani del senor Kirikus insieme con un corredo assai generoso di mozzarelle di bufala freschissime di giornata,di cui Dona Carmenita è notoriamente molto ghiotta:
“Carissimi.generosissimi,ineffabilissimi amici del mio poderoso cuore di pastore,quale commozione ha inondato tutte le mie ampie membra quando ho letto l’ultima esortazione apostolica del senor Kirikus:orbene – concordo con voi – è tempo finalmente di rinfrescare le vetuste pareti della basilica vaticana che l’ultimo restauro ha scarnificato con sabbia e idrogetti.DOBBIAMO COLORARLA!!! Concordo,concordo,concordo!

Sono a vostra disposizione sia per offrirvi la manodopera necessaria( Pascalone ‘O Guercio sta già radunando copiose schiere di scugnizzi neocat che non vedono l’ora di munirsi di rulli e pennellesse) sia per contribuire all’allestimento del colore più consono,per il quale io abbonderei oltre che col grigio anche col giallo canarino, sulle pareti esterne della basilica;mentre aggiungerei generose dosi di amaranto e rosso(i colori che prediligo…mmmhhhhh) sulle pareti interne.

Noto però con rammarico che nell’esortazione non si fa menzione alcuna del cupolone della stessa basilica. Orbene,per quanto concerne il colore adatto lascio alla vostra fervida fantasia la scelta.Per quanto concerne invece la manodopera necessaria MI OFFRO DIRETTAMENTE IO: sono disposto infatti ad immolarmi per dare una rinfrescata all’emblema della Cristianità. Vi prego soltanto di facilitare la mia scalata al cupolone predisponendo le necessarie passerelle privilegiate.UNA VOLTA CHE SARO’ IN CIMA provvederò io direttamente,senza dubbio alcuno,a lanciare dall’alto tutte le pennellate necessarie e i relativi schizzi per rinnovare il tutto secondo le vostre degnissime e preziose intenzioni.
In attesa di rapida convocazione sul colle(sono pronto a rientrarvi stasera stessa,anche a piedi) vi porgo la mia benedizione ed imploro la vostra.

Vostro Mister Repe “

La pulce ha detto...

POSTILLA ALLA LETTERA DI MISTER REPE AL SENOR KIRIKUS…

“Dimenticavo….qualora non si fosse compreso,dopo la mia scalata al cupolone,prima di mettermi all’opera vi prego di approntarmi una tenuta bianca con relativo copricapo candido e pantofole rosse.Grazie.

Sempre vostro umilissimo e abbondantissimo nel Signore.. Mister Repe”

stephanos78 ha detto...

Fratelli carissimi! Nostro Signore Gesù Cristo si è degnato di visitare il suo Popolo ribelle ancora una volta, invece di disgustarsi di noi e dei nostri peccati! Ieri al Santuario del Bambin Gesù a Gallinaro, a Frosinone, il NOSTRO DIO GESU' CRISTO è apparso ad un Bimbo paralitico e lo ha guarito all'istante!!! Il Bimbo in mezzo allo stupore generale ha ripreso a camminare da solo dicendo al Papà che voleva raggiungere "quell'Uomo con la Barba" che stava vicino ad un albero poco distante! Uomo che ovviamente vedeva solo lui!
Questo ennesimo evento che dovrebbe servire a rafforzare la nostra Fede, mi ha fatto tornare il pensiero ad un altro prodigio avvenuto sempre vicino Frosinone a Veroli. Durante l'esposizione del Santissimo Sacramento per ADORARLO DEGNAMENTE, esposizione durata vari giorni a causa del Miracolo, l'Ostia si sollevò e si tramutò in un Bambino sfolgorante. Poi si tramutà ancora nel Signore Morente sulla Santa Croce! Poi l'Ostia si tramutò in TRE OSTIE IDENTICHE MA DISTINTE! Di nuovo le Ostie si tramutarono in TRE BAMBINI!
Fratelli carissimi, questi eventi sono meravigliosi...!

E pensare che c'è qualcuno che dice o peggio che crede che nel Tabernacolo ci sia solo Pane destinato ad andare a male!
SIGNORE ABBI PIETA' DI NOI!

Francesco ha detto...

Quest'ultima espressione a proposito dell'adorazione eucaristica(usata spesso da Carmen Hernandez e riportata ben a proposito da Steph)ci induce a pensare con quanta leggerezza e pochezza gli "iniziatori" del Cammino abbiano preteso e stiano ancora pretendendo di trattare di teologia come se si trattasse di una qualsiasi scienza umana.
Dov'era e d0v'è ancora oggi la loro umiltà?

Per tutto ciò che hanno detto e lo sviamento cui hanno indotto tanta gente dovrebbero vergognarsi e fare atto pubblico di ammenda,rico0noscendo i loro marchiani errori.
Specialmente alla luce della Sacramentum Caritatis.

Viator ha detto...

La Sacramentum Caritatis, è solo l'ultimo anello di una lunghissima catena che tenta di riportare nell'alvea della Tradizione Apostolica il cammino NC, che si definisce realtà ecclesiale ma èla Chiesa di kikarmenko e non quella cattolica!

fRANCESCO ha detto...

cHI è kIKARMENKO?

gherardo ha detto...

perche' no "Kikarmario" ?
Suona meglio, non russo come Kikarmenko
e contiente il tripode... :)

stephanos78 ha detto...

Francesco, applicati di più! :-)))))

Ki - Carmen - Ko

Chiaro no? :-)

stephanos78 ha detto...

...Io comunque sono rimasto molto impressionato dalla nostizia di ieri. Gesù Cristo in persona è apparso!!!!!

stephanos78 ha detto...

Fratelli che ne dite di vederci insieme e metterci d'accordo per via privata per praticare la devozione che la Santissima Vergine Madre ha chiesto a Fatima? Sarei contento di conoscervi personalmente nell'occasione di questo bell'evento

stephanos78 ha detto...

Sarei felice di pregare insieme a voi... Per la salvezza della Chiesa

Francesco ha detto...

Bruttino Kikarmenko
Sembra il nome di un mostro a tre teste!
O forse lo è?

stephanos78 ha detto...

...Più che altro mi ricorda uno di quei film tipo "Danko" .. :-)))))

Comunque era un'ironia per scherzare sui metodi da KGB dei catechisti... ;-)

Massimo ha detto...

Bello il Cammino Neocatecumenale,ma fino a quando non nega la libertà che Dio ci ha donato e ci dona a piene mani....Un catechista non può sostituirsi a Dio nè sentirsi il suo caporale o il caporale di Kikarmenko,come dite voi.

mic ha detto...

Steph,
quanto alla tua proposta d'incontrarci, chi è di Roma penso non avrà nessuna difficoltà.

mic ha detto...

Comunque la preghiera perla salvezza della Chiesa (e nostra, e del mondo intero) anche se non in simultanea, credo che già ci accomuni!

gius ha detto...

dal modulo inserito sul sito:

commenti= peccato che invece di combattere chi e' contro la chiesa (testimoni digeova ' mormoni ecc.che atanno facendo moltissimi proseliti )combattete il cammino ncm.io sono stato a gerusalemme a luglio e quindi sono un anziano del cammino e uno convinto e non ho subito nessun travaglio interiore e non trovo vere queste cose che ho letto qui , vivo benissimo il cammino faccio la pastorale per il battesimo in parrocchia e il parroco non e' del cammino , cosi' siete tranquilli che non c'e' conflitto d'interessi . vorrei dire o dirvi che quando si mette vino nuovo in otri vecchi le conseguenze sono gli articoli qui letti .....ma voi siete veramente cattolici ? ma vivete la vostra famiglia ? ma non e' che siete quei cattolici che pero' votano per la sinistra e sono a favore dell'aborto , o del matrimonio fra gay o per l'affidamento di figli ai gay o a lesbiche ? me sa' di si, altrimenti questa crociata la facevate contro queste cose serie e non contro il cammino , comunque domani mattina alle lodi preghero' per voi e per le vostre famiglie a proposito ma voi tramandate la fede ai vostri figli ? la pace sia con voi

Anonimo ha detto...

Mi sembra di capire che gli eretici siete voi e i Nc sono i veri cattolici o mi sbaglio?

felice ha detto...

da quanro quita gius, mi sa che i pregiudizi verso di noi li hanno i NC e non noi verso di loro...

Francesco ha detto...

Indiscxutibilmente i neocatecumenali si sentono i veri cattolici...c'hai azzeccato anonimo.
Tu la tramandi la fede ai tuoi figli..Noooo? Allora non sei neocatecumenale,quindi non sei cattolico.

Anonimo ha detto...

Siamo arrivati alle equazioni?

viator ha detto...

Noto un'altra equazione che mi sconcerta dal post quotato da Gius. Sembra di dover dedurre che chi non è neocatecumenale è anche collocato politicamente a sinistra... e comunque è contro i valori non negoziabili: i quali allora sono appannaggio solo dei neocatecumenali?
Ma che c***o c'entra?

gherardo ha detto...

Caro Viator

il messaggio che ci hai mostrato Gius,
quello
del neocatecumenale anziano, e' molto disturbante,
lo vedo addirittura intriso di disprezzo razzista
per il modo in cui banalizza questioni molto delicate.
Se a questo portano 30 anni di cammino
allora e' un vero cammino di iniziazione...a che cosa lo lascio a voi.

PS
Noto poi gelosia verso i mormoni e testimoni di geova, che sia la competizione fra sette?

Anonimo ha detto...

Quella che il cattolico non può votare a sinistra è forse la cosa più indicativa della mentalità integralista (in un paese come l'Italia poi, dove la destra è guidata da uno dei protagonisti della scristianizzazione della società, S.B.!).
Ma, se mi consentite, chiedo a voi del blog: se la Chiesa si comporta come se il problema centrale dell'umanità fossero i Dico e gli omosessuali (e non ad esempio la guerra, la povertà, la corruzione), la deriva che si prende non è quella di un integralismo nel quale il CNC altro che eresia, sguazzerà a suo pienissimo agio?
Sempre con rispetto

Ferzan

stephanos78 ha detto...

Il commento che ha inserito Gius del nostro fratello NC ribadisce chiaramente quello cui a facevo cenno prima: Kiko si SERVE di temi Universali della Morale Cristiana per DISTORCERE la Chiesa laddove ci sia debolezza nella pastorale... :-(

gherardo ha detto...

Caro Ferzan

pienamente d'accordo con te.

mic ha detto...

Approfondire questo discorso, caro Ferzan, rischia di portarci molto lontano nei meandri della politica e altro; ma credo che il nostro confronto non possa sottrarsi dal rimanere calato nella realtà e dal valutare anche questo aspetto, cercando di rimanere nei limiti... per non perdere di vista le priorità del nostro impegno.

Quello che noto sempre di più nell'ambito neocat e che l'addottrinamento sta acquisendo sempre più anche i connotati di una collocazione politica, dando troppo semplicisticamente per scontato che i valori non negoziabili siano tutelati nella destra del nostro schieramento.
Secondo me nulla di più falso e ingannevole. Faccio solo un rapido esempio: la Chiesa e tutte le persone di buona volontà giustamente si preoccupano per la tutela dei minori (e non soltanto di essi, ci sarebbe da dire) su internet e in TV.
C'è da dire realisticamente che siamo messi male perché, se è vero che teoricamente l'ateismo di buona parte della sinistra, irride a questi valori e sostanzialmente è quasi riuscito a scardinarli in nome di una falsa libertà che è diventata licenza e di giuste istanze di emancipazione, che è diventata sradicamento, è altrettanto vero che lo schieramento che si definisce di destra sbandiera questi valori ma non li vive e li difende solo in teoria... Torniamo all'esempio delle TV: può sbandierare tranquillamente questi valori chi fa della comunicazione il suo mestiere e ogni giorno propina o TV spazzatura diseducativa e fuorviante o fiction ed altro in cui vengono fatti 'passare' come normali modelli di vita che normali non sono? Certo la TV non è l'unica agenzia educativa; ma non possiamo negare abbia un peso notevole, per lo meno su certe fasce di utenti le cui coscienze non sono ancora mature...
A me è capitato di "turarmi il naso", come si dice, e votare per una persona che stimavo anche se ero perplesso riguardo allo schieramento in cui milita... Non so se e cosa farò la prossima volta...

Quanto a quello che dici, hai ragione: tutta questa enfasi sulla famiglia rischia di distogliere l'attenzione da tutto il resto che viene prima e da cui discenderebbe ogni comportamento e ogni scelta eticha sia personale che familiare e sociale; ma il Papa in questo ha parlato e parla ben chiaro: la sua difesa della famiglia parte dai fondamenti su cui si basa questo come gli ambiti del nostro vivere civile che sono quelli in cui si gioca il nostro essere uomini e donne autentici... chi cavalca la crisi - che pure esiste ed è seria - la sta semplicemente strumentalizzando... forse i vescovi in buona fede, non so...

Ma dovrebbero tutti aver chiaro che il vero problema non si risolve con le leggi, ma parte dal cuore di ogni uomo a cominciare da noi e da chi sarà in piazza trascinato in buona o cattiva fede... e si parte dall'educazione: ma è faticoso e impegnativo perché il vero educatore è prima di tutto un testimone, altrimenti è come parlasse al vento... forse lo sanno meglio di noi tanti genitori in difficoltà che fanno fatica a trovare se stessi prima ancora che ad educare i propri figli e anziché supporti validi trovano solo chi li addottrina da una parte o dall'altra!

stephanos78 ha detto...

Carissimo Ferzan.
Il punto è un altro. Secondo me la Pastorale dovrebbe tenersi profondamente equilibrata. Con una gerarchia, però, ben definita: DIFFONDERE LA FEDE PRIMA DI TUTTO, POICHE' E' DALL'ADESIONE A QUESTA CHE DISCENDE L'AFFETTO ALLA BUONA MORALE E IL CMABIAMENTO INTRINSECO DELLA VITA QUOTIDIANA DELLE PERSONE! Allo stesso tempo NON PUO' NELLA PASTORALE ESSERE TRALASCIATA LA CATECHESI SULLA VIA CONCRETA CHE IL CRISTIANO CATTOLICO DOVREBBE PRENDERE PER VIVERE SANTAMENTE! ALTRIMENTI NON SI HA LA "BUSSOLA" DA SEGUIRE E IL DICERNIMENTO PER CAPIRE QUANDO SI E' IN PECCATO!

Qui il rischio del moralismo, come nel caso del nostro fratello NC, è alto. Ma è un problema che vale per tutti. Noi compresi. E da qui alla "strumentalizzazione" della Sana Morale Cattolica il passo è brevissimo. Come evidenzia il passo citato da Gius. "Io seguo questa morale, voi la seguite? Se non la seguite non avete diritto di correggermi sulla Fede e la Liturgia"!!! E' una regressione al Fariseismo PURO!
Inoltre è come dire: "il CNC è moralmente Cattolico e tiene alla Forma Cattolica. Per questo la SOSTANZA (Fede e Liturgia) che adotta non è discutibile"!!!
E' il rovesciamento del fronte! E questo diventa puro moralismo deteriore al livello del Puritanesimo!!!!
E' dalla Fede, dalla Predicazione del Vangelo e dalla RISPOSTA DI AMORE VERSO DI ESSO da parte degli evangelizzati che DISCENDE OGNI BENE MORALE E OGNI CAMBIAMENTO INTERIORE! Altrimenti tutto è puro formalismo che non serve a un tubo!
Uno può pure avere una vita morale esteriore perfetta MA AVERE NEL CUORE OMICIDIO E ODIO... E quindi prepararsi un posto per l'Inferno!

Riguardo le scelte prettamente politiche è INDISCUTIBILE che il Politico, il cui ruolo per definizione è quello di curarsi della corretta gestione della Società nel rispetto dell'Uomo, definendosi Cattolico faccia clamore agendo CONTRO l'Uomo. Come nei casi citati dall'amico NC. Ma è vero ugualmente che di queste scelte ne risponde direttamente la coscienza del Singolo. Come però è anche vero che si è liberi di dire che chi fa scelte contrarie alla Morale Cattolica non sta attuando una gestione della società affine a questa ultima.

Ma questo discorso della Politica e della resposnabilità dei politici che c'entra con la Fede della Chiesa e la conversione del popolo di Dio? Ognuno di noi è responsabile e cosciente e fa le sue scelte liberamente! Ma non credo che si possa ridurre la Fede vera solo alle eventuali scelte Politiche di una persona. Quello rientra nella possibiltà di sbagliare dell'uomo che però non lo esclude dalla Comunione dei Santi, quando pentito.

MCG ha detto...

o anche a chi propina panem et circenses, Mic!

stephanos78 ha detto...

E poi, secondo me, oggi è palese che la Buona Morale non sia seguita da nessuna delle due "parti" politiche attuali...
Infatti ci sarebbe bisogno di una "terza parte" che dicesse e facesse con coerenza e senza strumentalizzazione il BENE DELL'UOMO. Cosa che ad oggi non mi sembra che nessuno faccia..

mic ha detto...

perfettamente d'accordo, Steph.
Credo di aver espresso, con altre parole, forse in termini più pragmatici, le stesse cose che dici tu, che hai ben evidenziato la differenza tra scelte etiche e moralismo!

stephanos78 ha detto...

Assolutamente sì caro Mic!
;-)

mcg ha detto...

Certo però, Mic, che certe leggi possono dare la spinta per cadere in un baratro ancora più grande...

viator ha detto...

In ogni caso, Mcg, non possiamo tornare indietro e fare in modo che Stato e Chiesa coincidano! Per fortuna molta strada è stata fatta a questo riguardo...
Guarda cosa succede nell'Islam

stephanos78 ha detto...

Caro Viator, si tratta di usare una sana Laicità, fondata sul rispetto Pubblico e trasversale della Religione e delle manifestazioni di questa. Oltrechè di una Sana Eticità, di cui la politica non può essere esente! La Politica che rimane estranea ad una direzione Etica è antiumana!

stephanos78 ha detto...

...e devo dire che in questo, anche se aveva una posizione filosofica discutibile dal punto di vista Cattolico, Giovanni Gentil Politicamente non ci aveva visto troppo sbagliato... Anche Augusto Del Noce ci aiuta in questa disamina...

Anonimo ha detto...

"Tu la tramandi la fede ai tuoi figli..Noooo? Allora non sei neocatecumenale,quindi non sei cattolico"

No, cervello, è la Chiesa che te lo chiede, quando ti sposi, non il CN! Cervello! (se sei sposato e hai figli, sennò che parlo a fa')
Non fare tanto lo stupido. Sempre più spesso si taccia per ncn ciò che è cattolico, ignorante

Anonimo ha detto...

lo vedo addirittura intriso di disprezzo razzista
per il modo in cui banalizza questioni molto delicate

Di quali questioni parli?
Quelle dei dico, doco, duci, ?
Perchè, forse la Chiesa sta incentivando e caldeggiando qs. forme?

Sotis ha detto...

Una nota metodologica, scusate se qualcuno impiega anche metodi sociologici: a parte Stephanos, che palesa la propria età, volevo capire una cosa (se non vi scomoda eccessivamente). I vari:
Gherardo, Viator, Mic, Miriam, Francesco, Felice, Newgold (ma anche di lui si intende),hanno compiuto 40 anni, oppure ancora no?
Se mi potete confermare... grazie, solo per una nota di metodo (è che sto finendo di scrivere un opuscolo sull'analisi di qs. blog, vi potrà essere molto utile come compendio per chi ci si avvicina)
Cordialmente,
Sotis

mic ha detto...

Caro sotis,
sicuramente la tua richiesta sarà presa in considerazione...
Questo blog sicuramente non è frequentato da adolescenti, anche se qualcuno da come scrive lo sembrerebbe ;) ma, a quanto risulta se passo in rassegna i collaboratori che conosco, sono rappresentate diverse fasce d'età, e sicuramente non tutte attempate.
Per quanto mi riguarda, io ho superato i 40, ma i miei "anni verdi" non mi hanno abbandonato e mi permettono, credo e spero, di rinverdirmi in continuazione...

felice ha detto...

non arrivo ancora a capire quello ke dice sotis: io cmq ho 27 anni appena compiuti... vuoi venire a far baldoria con me a Rimini?

mic ha detto...

Per Sotis,

mancano all'appello Canadese, Irene, Illusen, Tripudio, Massimo, Giuseppe, Ferzan, don Elio, Sil, G., ex neocat, Roby, agrav, Dubitans (che è da un pezzo che non si fanno vivi) e tanti altri ai quali chiedo scusa per non averli nominati in questa rapida rassegna ...
Di queste persone appena ricordate, almeno 5 sono al di sotto dei 40... Gli altri, se vogliono te lo diranno

Comunque se sei interessato ad un appello, non tutti i collaboratori del sito partecipano anche al blog...

mic ha detto...

Non è che siamo imprudenti a rispondere a chi si è dato il nome della "Dea del destino" egizia?
Mi suonava come un nome egizio lo pseudonimo del nostro sociologo e una rapida ricerca mi ha portato a questo risultato che viene dal web, ma che ha la sua attendibilità:

"la stella Sotis, ed è anche la dea Kebit che "calcola il tempo di vita", per questo è soprannominata nella tradizione religiosa e teosofica, "Gatta fatale", dea del destino"

mic ha detto...

Non c'è bisogno di esplicitarlo, ma lo facciamo: la vita di noi tutti è innanzitutto nelle mani del Signore Gesù. E' Lui il Signore della Vita e soprattutto della nostra!

miriam ha detto...

Ho notato che anche oggi la stampa è piena delle notizie sulle parole dei vescovi e si pone l'accento sul fatto che i cattolici devono "obbedire".

Sono notizie che in ogni caso si basano sulla prolusione recente di Bagnasco, ma in realtà estrapolano solo quello che fa loro comodo e in qualche modo tende a mettere in risalto l'ingerenza della Chiesa e non tiene conto dell respiro più ampio dell'intera prolusione...

E' un po' il comportamento di sempre degli organi di stampa e d'informazione in genere...

Anonimo ha detto...

mi sa che sono inflitrati da alcune longae manus del CN

sotis ha detto...

No, era essenzialmente per una distribuzione in frequenza delle età dei frequentatori principali. Solo per fasce (<20, 20-25, 25-30, 30-40, >40, ma stiamo valutando anche altre suddivisioni)+
I vs. nomi li ho pescati negli ultimi post, e alcuni sì li avevo scordati
Il nick è solo legato al mio nome, nessun nesso con l'antico Egitto!
di nuovo,
saluti

exneocat ha detto...

io di anni ne ho 42 e scusate se non intervengo in questo periodo ma sono assorbito dai doveri familiari comunque non mi sono perso un post.Buona giornata a tutti voi

Anonimo ha detto...

Io sono sotto i quaranta ma di poco.

Ferzan

Anonimo ha detto...

l'egiziano è uno scientologista. vuole proporci un corso di auditing per rimuovere i nostri engram.

Massimo ha detto...

Io ho passato da poco i quaranta se proprio dobbiamo soddisfare la curiosità di chi ci interpella.Posso però testimoniare che sono perfettamente in sintonia con coloro i quali non li hanno ancora raggiunti e hanno piene le scatole del cosiddetto cammino neocatecumenale per i problemi che ha creato loro non soltanto in famiglia ma soprattutto a livello personale,psicologico e spirituale.

Massimo ha detto...

per SOTIS che sta"scivendo un opuscolo sull'analisi di questo blog.

Scusami......!
Più che questo blog dovresti analizzare la tua strana voglia di analizzare questo blog!

Massimo ha detto...

Vuoi vedere che adesso i Neocatecumenali faranno l'analiosi di questo blog e risulterà che tutti noi che lo frequentiamo di tan to in tanto siamo solo una manica di esaltati anticristiani, sinistroidi,repressi,con gravi problemi individuali irrisolti...ecc.ecc.
Preparatevi! Non mi piace per nulla la stupida motivazione della domanda posta da Sotis.

Anonimo ha detto...

ciao,
io faccio parte del Cammino e voto, da sempre, a sinistra.
oltre a essere neocat. sono anche cattocomunista potete mai perdonarmi!!!

sil ha detto...

Se tu vorresti sapere come uno guida l'automobile, e se per saperlo gli domandassi "da quanto tempo hai la patente?", penso che non avresti una reale risposta del modo di guidare del tuo interlocutore. Neanche se ti rispondesse " è 20 anni che ho la patente". La domanda migliore è "quanti kilometri di guida hai?".
Infatti, potrebbe aver fatto più km uno in un anno di guida che un altro con 20 anni di patente.
Arrivati alla maturità c'è tutto un cammino di esperienza che ti segna, che ti fa crescere e che ulteriormente ti matura.
E' possibile, infatti, che un trentatreenne, ancora studente, senza responsabilità di autogestione, possa essere ancora "un diciottenne". La cultura, l'intelligenza pur essendo di eguali capacità, tra due persone, non è detto che diano gli stessi risultati di maturità.
Perciò il fattore discernimento non è un fattore di sola intelligenza, anche se da questa può essere sostenuta.
Puoi, dunque, anche avere 60 anni e più ma ,nella tua vita c'è stato sempre qualcuno che si è sostituito a te, rendendoti un semplice esecutore,ed ecco.... che sei diventato un abile , capace registratore, computer ma...niente di più. Esecutore pur bravissimo, ma pur sempre un esecutore. Ai militari, ad esempio, la prima cosa che si chiede è quella di non pensare ma di “eseguire”. Forse fai pure bella figura ma, certo è che non sai o non puoi pensare con la tua testa. Perciò Dio ha creato l'uomo libero e non con l'istinto come l'animale. Lui vuole essere amato oltre una serie di regole,oltre una serie di norme, sapendo scegliere tra una contingeza e l'altra ciò che è eticamente giusto.
Tra due che rubano la stessa cosa, nell'andare ad approfondire perchè l'ha fatto l'uno e perchè l'ha fatto l'altro, forse uno potrebbe essere condannato e l'altro no. Uno potrebbe essere giustificato e l'altro no
Con il padre amoroso, il secondo, livido di rabbia non aveva mai vissuto una vera figliolanza (né tantomeno una vera fratellanza).Dentro la sua casa era diventato l'impiegato ligio al dovere...
Non so quanti anni ho, ma che ho una vita da donare, sì.

sil ha detto...

E' un fatto vero ma ne potrei citare molti altri .
Se tramandare la fede vuol dire spingere una ragazza delle medie ( è accaduto diversi anni fa) a tentare il suicidio lanciandosi da una delle finestre della scuola perchè, lo andava gridando, mentre tentava questo gesto (è stata salvata in estremis da una bidella), che era sporca e impura ,è bene che non si tramandi una mostruosità del genere. Era figlia di genitori nc. Edificante come pensano di sostituirsi anche al giudizio di Dio. Asserendo le più grosse corbellerie ti scavano , ti riscavano, ti fanno vomitare tutte le cose più intime, soprattutto quelle che ti imbeccano loro stessi. Tanto le mettono in risalto che ti fanno diventare peccato, . Concretamente ti trasformano in atto di peccato. Questi genitori( se non fossi una persona cristiana li condannerei a mettersi una macina al collo e a buttarsi nel fiume, perchè danno più scandalo loro che i poveracci che stanno sotto le loro grinfie). Sono come i guardoni che per scoprire la vita intima degli altri, godendone, ti si mettono dietro la candid camera e ti fanno fare lo spogliarello per poi ricattarti psicologicamente (intanto loro ne hanno goduto).
Preghiamo per questi malvagi che fanno conoscere un Dio che ti induce a ucciderti, fisicamente o psichicamente.

stephanos78 ha detto...

Grande Sil

stephanos78 ha detto...

Caro anonimo delle 16:59. Certo che ti perdono... Ma il Sacerdote quando mi confesso mi dice: "va e non peccare più"! :-))))))

gherardo ha detto...

Caro Sil
tutti gli episodi come quello che ci racconti andrebbero raccolti uno per uno, accuratamente circostanziati e archiviati
in modo da mostrarli a chi di dovere al momento opportuno. Forse dovremmo
pensare a fare un lavoro del genere anche attraverso il sito collegato.
Ci metterei per esempio gli episodi di tutte le coppie sposate messe in crisi dal Cammino e ogni altro episodio delle follie generate dal Cammino.
Una classificazione accurata e circostanziata
di questi episodi sarebbe secondo me un lavoro utile da fare.

exneocat ha detto...

Se vi va leggete cosa ha detto il papa oggi all'udienza generale televideo pag 161.Mi sa tanto di repetita juvant

miriam ha detto...

Grazie exneocat, ho salvato l'originale dal sito del Vaticano: un'apologia della Tradizione Apostolica romana, definita "pubblica", "unica" e "spirituale", spiegandone ampiamente e magistralmente i significati...

Ne inserisco un piccolo stralcio. Domani cercheremo di creare sul sito una pagina indice con tutti di docunenti della Chiesa da noi citati, compreso questo

"...La Tradizione apostolica è “pubblica”, non privata o segreta. Per Ireneo non c'è alcun dubbio che il contenuto della fede trasmessa dalla Chiesa è quello ricevuto dagli Apostoli e da Gesù, dal Figlio di Dio. Non esiste altro insegnamento che questo. Pertanto chi vuole conoscere la vera dottrina basta che conosca “la Tradizione che viene dagli Apostoli e la fede annunciata agli uomini”: tradizione e fede che “sono giunte fino a noi attraverso la successione dei vescovi” (Adv. Haer. 3,3,3-4). Così successione dei Vescovi, principio personale e Tradizione apostolica, principio dottrinale coincidono."

miriam ha detto...

Non credo che interessi a molti, tranne che a un certo sociologo, ma anch'io ho già festeggiato i miei primi 40 anni :)

Massimo ha detto...

Oggi qualcuno ha scantonato su questa pagina accusando coloro i quali non la pensano come i neocatecumenali di essere cattocomunisti.
Nella mia parrocchia alle elezioni politiche l'anno scorso tutti i neocatecumenali che conosco hanno votato per un certo partito politico di centro che era schierato con il polo di centrodestra ed era ed è capitanato da persona divorziata e risposata civilmente.

Quello stesso partito politico che appena ieri si è gettato nelle braccia delle sinistre estreme voltandosi la gabbana.

Quello stesso uomo politico che è uno dei piu fervidi animatori del Family Day che si svolgerà nel breve termine e avrà come vedettes proprio i neocatecumenali.

La coerenza è sempre più un'opinione.

Nicola ha detto...

l'incoerenza di noi cattolici è devestante... sentivo un discorso da poco.....
Alcuni anni fa i cattolici votarono il divorzio e l'aborto. Pensavo questo: oggi se una persona sposata in chiesa e risposata non puo' fare la comunione mi chiedo come possa farla un esponente politico che promuove cose terrificanti. Non è anche quello un pubblico peccatore? Non c'e' sempre un sacramento di mezzo, il battesimo?

Da poco mi hanno chiamato i responsabili della mia ex comunità invitandomi a partecipare al triduo pasquale con loro.
Mi hanno detto che la lavanda dei piedi viene fattaa in comunità coi fratelli in una piccola saletta distante dalla parocchia per non impicciarsi con la celebrazione parrocchiale contemporanea in chiesa. Pedagogia? Okkio alle scadenze di fine anno fratelli del cammino!

Anonimo ha detto...

Buongiorno,
io ho 25 anni, se la cosa interessa ancora.G.

gherardo ha detto...

Una osservazione che mi viene da fare e' che se il nostro papa precedente G. Paolo II era un gran comunicatore, quello che si puo' dire del papa e delle gerarchie attuali e che non hanno la stessa capacita'. Ormai per come la posizione della Chiesa e' trapelata sui media si va allo scontro frontale Chiesa-Stato. L'esperienza passata avrebbe dovuto insegnare alla Chiesa che tale posizione e' sempre perdente sia dal punto di vista pratico-politico sia dal punto di vista, direi io, pedagogico-evangelico.
Comunque qui voglio solo sottolineare
come mentre su certe questioni (scandalo dei preti pedofili, problemi dei movimenti, questioni interne in generale) le gerarchie si muovano con fin troppa cautela al limite della "complicita'", su questioni piu' "politiche" invece abbandonino totalmente una posizione piu' dialogante
(invocata invece da alcune personalita' come il cardinale Martini).

stephanos78 ha detto...

Caro Gherardo. Sul fatto che Papa Giovanni Paolo II fosso un grande comunicatore non ci sono dubbi. Ma non credo proprio che sarebbe rimasto in silenzio riguardo temi di così grande valore evangelico come la Famiglia o che avrebbe fatto il "melenso" per non "infastidire"!
Mi ricordo che fu lui che GRIDO' (letteralmente) ai mafiosi "CONVERTITEVI E TEMETE LA GIUSTIZIA DI DIO"! Come mi ricordo le innumerevoli volte in cui GRIDO' i diritti umani e della Famiglia, nonchè del nascituro (che gli stava particolarmente a cuore)... E anche lui, nonostante fosse più comunicatore, più "affettuoso", non venne minimamente risparmiato dai cosiddetti "laicisti"... Magari con un enfasi minore... Ma anche per lui ci furono attacchi gratuiti...

Il documento della CEI ha un ampio respiro, come dice Miriam, e come al solito è strumentalizzato. Invito tutti noi a non cadere inconsapevolmente nella trappola tesa dai "laicisti" ideologici che alzano i toni e PROVOCANO scontri proprio per ficcarci dentro la CHiesa, la quale per essere veramente "degna" dovrebbe mettersi un bel bavaglio, ANCHE DURANTE LA SANTA MESSA, COME QUALCHE IMBECILLE HA SOSTENUTO RECENTEMENTE, INVOCANDO ANCHE L'ARRESTO DEI SACERDOTI CHE AVESSERO INSERITO NELLE PREDICHE L'ESORTAZIONE CRISTIANA ALLA FAMIGLIA EVANGELICA!

Come al solito c'è bisogno di equilibrio. Ma c'è bisogno soprattutto che noi Cattolici Secolari facciamo la nostra parte e usiamo il discernimento SANO, privo di lacci (i famosi "lacci" di cui parla sil Salmo!), per non cadere nelle trappole che tendono a dividerci continuamente anche dall'esterno! Come se già non bastasse!
L'amore del Papa nel SUPPLICARE l'Unità nella Fede Familiare Evangelica, non può essere scambiato per "scarsa comunicatività"! E la richiesta di Obbedienza alla Fede Apostolica, non può essere scambiato per "diktat"! Allora che dovremmo dire di Cristo? Dovremmo accusarlo di diktat???? Leggendo il Vangelo con occhi "ideologici" si rischia di mettere Cristo, come più ci piace, nei panni di "insurrezionalisti", "anarchici", "dittatori", o "marxisti ante-litteram"!!!
Cristo è per l'Uomo! Cristo ha salvato l'Uomo! Cristo non lega ma LIBERA! Cristo nn discrimina ma AMA! E ama fino alla morte di Croce!
Ma basta cadere in trappola per tappare la bocca anche a Lui (il suo Vicario) e pensare a Lui come ad un cattivo comunicatore...

gherardo ha detto...

Caro Stephanos

quando si scende sul piano politico purtroppo bisogna accettarne le regole, anche quelle della comunicazione. QUando si parla di leggi dello stato si scende sul piano politico.

Io mi rifacevo semplicemente al richiamo
del cardinale Martini che saggiamente ha invitato la Chiesa a non assumere posizioni che
vengano interpretate come un comando dall'alto (e il documento della Cei al di la' delle manipolazioni contiene passaggi che possono essere in terpretati in tal senso) e a porsi sempre in modo dialogante nei confronti dei non credenti.
Mi limito a notare che storicamente questo arroccarsi della Chiesa sia
una posizione "perdente", faccio un discorso pratico.
Per questo l'invito del Cardinale Martini caduto nel vuoto mi sebrava molto saggio.

stephanos78 ha detto...

Capisco perfettamente il senso di quello che dici, Gherardo e lo trovo anche giusto. Ma secondo me c'è un "vizio interpretativo". Mi spiego.

Io credo fermamente che dialogo non significhi "irenismo". E' quello che spesso diciamo qua. Per un buonissimo intento di concordia, a volte, si finisce per non dire la Verità! Perchè questa fa male!
Tu mi dirai che ci sono modi e modi per dirla. Hai ragione. Ma quando la Verità è così importante e così determinante come nel caso della Famiglia e della Vita umana, si puù essere esitanti? Si può rischiare il fraintendimento e il soggettivismo interpretativo (ovvero IO la interpreto come mi pare!)?

Parlare chiaro! Sì, sì! No, no! E' imporre? Dare "ordini" dall'alto? Perchè volerci vedere PER FORZA ordini? Spesso il problema non c'è, ma viene creato! Io non leggo nessun ordine! E non penso che la Chiesa sia intervenuta nello Stato e le sue leggi ma ha dato un PARERE Dottrinario Cattolico su una legge dello Stato che è in esame! Perchè? Perchè è legata alla Fede ma prima di tutto alla dignità umana! Infatti chi condivide la preoccupazione della Chiesa non è detto che debba essere per forza Cattolico! Comunque, lasciando questo discorso dico che il problema non esiste! La Chiesa invoca l'obbedienza della Fede a realtà Evangeliche non manipolabili ma soltanto condivisibili o rifiutabili. Chi le condivide fa una scelta. Così come chi le rifiuta! Non è possibile fare sempre relativismo anche in materie non manipolabili dall'uomo!
Chi si professa Cattolico, investendo una carica pubblica, espone il Popolo di Dio allo scandalo agendo in modo opposto alla Fede professata pubblicamente e provocando confusione fra i fedeli!
C'è qualcuno che obbliga i Politici a fare professione di fede Cattolica? Questo documento è strumentalizzato anche perchè sembra quasi che sia dedicato solo ai politici!!!! Questo è un documento di magistero dedicato al POPOLO DI DIO! In cui sono compresi i politici!
Per i Cattolici politici, più che la coerenza di Vita Cristiano-Cattolica, possibile solo con l'aiuto di Dio e la decisione di non peccare, si può chiedere la coerenza nella Fede? In ciò che si Crede? Se la chiesa non può invocare neanche questo, allora come può essere Maestra, oltre che Madre?
E' assurdo dire che quei Cattolici Professi che sono nel Pubblico, quando scelgono e promulgano leggi che colpiscono SACRAMENTI- e quindi sono nocive anche dal punto di vista della Fede che professano (lasciando stare il problema sociale che portano)- sono fuori dalla Comunione con la Chiesa? Dirlo equivale a fare ingerenza su quei politici? Dirlo vuol dire intromettersi? Invocare la coerenza della Fede (attenzione, non della vita!) è dare diktat? Scontrarsi?
Secondo me cadiamo in un relativismo pauroso!

stephanos78 ha detto...

Come non leggere queste parole del Santo Padre, che ringrazio profondamente di aver pronunciato con Amore, come assolutamente pertinenti anche al problema dal CNC, ma anche del relativismo in genere?

"Di fatto il Vangelo predicato da Ireneo è quello che egli ha ricevuto da Policarpo, Vescovo di Smirne, e il Vangelo di Policarpo risale all’apostolo Giovanni, di cui Policarpo era discepolo. E così il vero insegnamento non è quello inventato dagli intellettuali al di là della fede semplice della Chiesa. Il vero Evangelo è quello impartito dai Vescovi che lo hanno ricevuto in una catena ininterrotta dagli Apostoli. Questi non hanno insegnato altro che proprio questa fede semplice, che è anche la vera profondità della rivelazione di Dio. Così — ci dice Ireneo — non c'è una dottrina segreta dietro il comune Credo della Chiesa. Non esiste un cristianesimo superiore per intellettuali.

La fede pubblicamente confessata dalla Chiesa è la fede comune di tutti. Solo questa fede è apostolica, viene dagli Apostoli, cioè da Gesù e da Dio. Aderendo a questa fede trasmessa pubblicamente dagli Apostoli ai loro successori, i cristiani devono osservare quanto i Vescovi dicono, devono considerare specialmente l'insegnamento della Chiesa di Roma, preminente e antichissima. "

Anonimo ha detto...

Concordo con Gherardo.

Gli alti vertici della Chiesa si stracciano le vesti subito sulle questioni dei Dico o su altre questioni di principio poste dalle scelte politiche dei vari governi,riempiono pagine e pagine di giornali,abbondano in riunioni e conferenze stampa,ci inondano delle loro prese di posizione che osteggiano ogni forma di dialogo,in questo seguiti pewcorescamente e strumentalmente dai movimenti ecclesiali più codini e retrivi,che pur di farla da padroni nella Chiesa,si buttano a capofitto nelle battaglie e nei family days.

Sui problermi reali dei movimenti che ormai spadroneggiano anche all'interno della chiesa invece solo piccoli passi da formiche,cautele infinite,silenzi.

Forse che il problema degli omosessuali sia per la Chiesa più pericoloso di quello delle eresie propagandate da alcuni movimenti?

O che il problema delle coppie di fatto in genere sia più pericoloso delle nuove estetiche con cui si vorrebbe stravolgere la Chiesa?

Il Cardinale Martini è saggio,molto saggio,ma come tutti i saggi non ha molta voce in capitolo.ò

stephanos78 ha detto...

Ma non capiamo che così rischiamo di cadere in un altro fondamentalismo morale a senso inverso e contribuiamo sì in questo modo a dividerci su problemi creati? Vogliamo creare artificiose contrapposizione tra fede e morale come quelle tra fede e ragione? Vogliamo spostare l'ambito del ragionare? La Fede ha il primato su tutto, ma ogni cosa al suo posto. I Pastori hanno diritto di parlare e insegnare, "anche" la Morale Cristiana, e allo stesso tempo di non essere strumentalizzati da nessuno. Movimenti ....o anche noi!

stephanos78 ha detto...

Vogliamo cadere nell'errore madornale che se Kiko e Co. esaltano strumentalmente la condivisione dell'insegnamento Morale Cattolico allora questo è COMUNQUE inopportuno e sbagliato e fa la chiesa "bigotta" perchè "bigotto" è il CNC o i movimenti???

Fratelli, non credete che in questo caso emerga una posizione tremendamente pregiudizialista e chiusa in noi?

Soprattutto non pensiamo ce così si dà ragione al CNC quando avoca a sè l'appartenenza alla Chiesa senza distinguere fra Lei e CNC?

Francesco ha detto...

Sono d'accordo con te Stephanos,anche se....temo che il famili day di maggio sarà vistosamernte targato da Kiko.

stephanos78 ha detto...

Caro Francesco, lo presumo anche io.
Ma c'è una situazione di "vuoto" su cui come al solito Kiko fa leva.... Noi stiamo qui a polemizzare con la Chiesa che ha esposto il suo magistero in tema di Morale Familiare Cristiana? Lui che fa? Prende due tre "legioni" NC e si butta in piazza a strillare che sono tutti allineati e coperti!!!!
Non so se mi hai capito!
Non dico che dovremmo strillare più di lui... Ma una presenza SILENZIOSA E ATTIVA, nella realtà ecclesiale e parrocchiale, una testimonianza concreta nella vita di tutti i giorni e, perchè no, anche una presenza nei "monopoli" dei movimenti (come questo prossimo "family day").... a testimoniare che non esistono solo loro!

Questa "presenza" e questo "numero" pensi che non abbiano peso su chi "preme" per la chiusura non di un occhio ma di tutt'e due sul CNC??

stephanos78 ha detto...

Io ricordo un dogma della nostra Fede a tutti noi e a me per primo: I Pastori sono fondamentali! I Pastori vanno amati anche quando sbagliano grossolanamente e ci si impegna per aiutarli SEMPRE, in ogni occasione, e nei limiti delle possibilità segnalare l'errore con amore! Con discrezione e con ogni delicatezza!
E' un discorso che faccio principalmente a me, che confesso di avere in antipatia il Cardinale Martini. Ma Dio mi perdoni! Perchè Egli lo rappresenta! E il mio dovere, in coscienza, sarebbe con l'aiuto della Madre di Dio , di dare il mio contrributo e AMARLO!

miriam ha detto...

Io ho trovato molto nutrimeno, anni fa, in esercizi spirituali e insegnamenti tenuti dal card Martini, che amo e stimo moltissimo e credo che sia davvero ingiusto e inappropriato il termine "antipapa" affibbiatogli da qualche media solo perché si esprime in termini tanto aperti da essere definiti progressisti in senso deteriore, ma che secondo me non lo sono, sono aperti e basta...

miriam ha detto...

Quanto a chi pensa che i vescovi usino due pesi e due misure parlando dei dico e dei neocat, credo che sia ingiusto.
Entrambi i problemi sono seri, ma quello di cui si dibatte in parlamento è un problema TREMENDAMEMTE serio che tocca i cardini della nostra società.
Tale da giustificare il giudizio dei vescovi sulle ipotesi di legalizzazione delle unioni di fatto: «inaccettabile sul piano di principio» e «pericolosa sul piano sociale ed educativo». E pur con tutto il rispetto per gli omosessuali, istituzionalizzando le loro unioni, «si negherebbe la differenza sessuale, che è (invece) insuperabile».
Non dimentichiamoci che il diritto esiste non per dare copertura a qualunque aspirazione individuale o ogni bizzarria sociale, ma «risposte pubbliche a esigenze che vanno al di là della dimensione privata».

stephanos78 ha detto...

Sono assolutamente d'accordoc on Miriam, anche per quello che ha evidenziato sulla stoltezza dei Media che affibiano strumentalmente epiteti ai Pastori per sguazzare nelle polemiche e crarle ad arte...
Ma mi domando se il Cardinal Martini non possa esprimere queste domande, molto molto delicate, in sede approriata... Con prudenza... Proprio perchè sono cose che possono facilmente essere fraintese...

stephanos78 ha detto...

...E soprattutto posto che credo che tu Miriam ti stia riferendo ad Antonio Socci, che io stimo profondamente e che condivido quasi in tutto, è vero che a volte usa termini forse esagerati (come in questo caso, alimentando inconsapevolmente un vespaio laicista)... ma è anche vero che io vedo un grande, grandissimo amore per la Chiesa nel suo Lavoro e nella sua testimonianza... Una grande buona fede... E magari se le forme sono discutibili... Possiamo dire che lo sia la sostanza? E possiamo dire che lui non Ama Il Cardinal Martini?...

mic ha detto...

Probabilmente molti neocatecumenali si sentiranno non chiamati in causa dalle parole del Papa, solo per il fatto che nel dire con Ireneo "non c'è una dottrina segreta dietro il comune Credo della Chiesa. Non esiste un cristianesimo superiore per intellettuali." egli usa il termine "intellettuali" che traduce in italiano la parola "gnostici"

Ogni neocat viene abituato a diffidare dell'intelletto e dell'intellettualismo -con tutta la valenza anche riferita alla cultura del termine - con la motivazione che tendono a portare fuori strada e a toglierti l'umiltà (come se cultura e sapere fossero necessariamente da coniugare con superbia). Il vero motivo, invece è perché, aiutandoti a pensare con la tua testa ti impedirebbero di adeguarti alla prescritta cieca obbedienza ai catechisti.

Penso quindi che, sentendo parlare di "intellettuali" i NC non si ritengano coinvolti... Invece la segretezza, l'iniziazione per tappe gradi o livelli, l'elitarismo, ecc. ecc. ne fanno una setta "gnostica" come tante altre, o peggio di altre in quanto camuffata da chiesa cattolica...

stephanos78 ha detto...

Appunto Mic! L'abilità NC in questo è chiara; fare esattamente quello che condannano in modo ossessivo!

La pulce ha detto...

HA RIAPERTO IL BLOG DI RODARI www.palazzoapostolico.it
con relativi commenti e testatina-link su "IL RIFORMISTA".

L'ultimo articolo di stasera riguarda i DICO e la posizione della Bindi...il solito pasticcio ....con aggiunta pasticciata di Rodari.

Ho provato a inserire una corrispondenza,ma me l'ha rifiutata.
La corrispondenza era la seguente:

" In un'intervista odierna al quotidiano "Il Pagnottista" la Bindi ha dichiarato che tutta la confusione è nata dal fatto che si è travisato(volutamente) il significato esatto del termine "DICO",che appunto non significa affatto "DIchiarazione di COnvivenza",ma molto più semplicemente si riferisce al suo stile politico abituale "DIciamo COrbellerie".

stephanos78 ha detto...

GRANDE PULCE!!!!!! :-))))))))))

Nicola ha detto...

ripensando al mio papino Giovanni Paolo II e guardandomi intorno oggi mi sento

“Vi ho cercato, adesso siete venuti da me, ed io vi ringrazio”
“Ci hai chiamati e noi siamo venuti. Siamo tutti con te” orfano.

“ E’ stato stupendo vederlo soffrire. La sua debolezza, una grande forza. La sua agonia, una lezione di coraggio. Dopo quella notte, niente più paura.” 

miriam ha detto...

Nicola carissimo,
c'è un fatto meraviglioso legato alla tua esperienza con Giovanni Paolo II e che nessuno potrà mai cancellare e potrà aiutarti a sentir meno la sua mancanza: ricordi vi ha detto anche: "Chi siete venuti a cercare?" e vi ha introdotti ad una conoscenza più viva del Signore Gesù: è Lui che adesso è più presente nel tuo cuore e nella tua vita insieme al ricordo dell'indimenticabile Giovanni Paolo!
Coraggio, avanti!

guastafeste ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.