giovedì 4 giugno 2015

Da come celebri la liturgia, si capisce la tua fede

Prima Comunione nella Chiesa Cattolica

Prima Comunione nelle Comunità Neocatecumenali
Il Cammino Neocatecumenale intenzionalmente non rispetta le norme liturgiche.

Nelle comunità si celebra una liturgia "personalizzata" dai due fondatori Kiko Argüello e Carmen Hernàndez, una vera carnevalata che manca di rispetto a Nostro Signore nel Santissimo Sacramento, ridotto a "snack".

Ricordiamo che il modo di celebrare la liturgia è specchio del modo in cui si vive la fede. Una fede inquinata dà luogo ad una liturgia inquinata.

77 commenti:

psyco ha detto...

NOTIZIE DA GUAM !!!!

vescovo neocatecumeno bussa a denari.... non trova i soldi.... e se la prende col parroco ..... ma la colpa è dei kikos....

http://www.junglewatch.info/2015/06/right-on-schedule.html


l'apostata ha detto...

Liturgia? Fede? Come osate, miscredenti e mediocri cristiani della domenica, discutere Sankiko, l'illuminato ed eletto ispirato permanente?

Sankiko può tutto, come ribadiscono i neocat con i loro intelligenti e argomentati interventi.

Sankiko canonista ha preteso uno statuto e lo ha ottenuto. Ovviamente non lo rispetta, vedi ambientali, ammonizioni, rispetto del foro interno, libertà nelle collette e quant'altro. Del resto è giusto così, era un atto necessario ma formale. L'importante è poter dire "siamo approvat!", poi si fa come Sankiko comanda.

Sankiko liturgista, nonostante i richiami papali e il carattere prescrittivo del Messale Romano e della Redemptionis Sacramentum, ha continuato a fare come gli pareva.
Basta ricordare il celebre "guardi come stiamo tutti seduti" al cardinale, gli arzigogoli neocat su comunione e manducazione, l'abuso nella purificazione, negli arredi liturgici, la tarantella finale.

Sankiko musicista sacro ha allegramente scopiazzato brani altrui spacciandoli per propri, e ha imposto il loro uso esclusivo. Notevole poi quando, una volta tanto, un plotoncino neocat va ad "animare" una Messa dei derelitti cristiani della domenica: solo kikanti che nessuno conosce e quindi l'assemblea resta muta mentre loro strimpellano a tutta forza. Poi dicono: in chiesa cantavamo solo noi, il gregge di pecoroni non ha aperto bocca, miscredenti!
Molto carina anche la coreografia durante la Consacrazione: il gregge in ginocchio e loro tutti belli compatti in piedi, da bravi soldatini di Sankiko.

Sankiko pittore ha eliminato dalle chiese colonizzate ogni immagine che non sia stata ideata da lui. D'altra parte si sa, è la Nueva Estetica che salverà il mondo. Chissà quanti si saranno convertiti dopo aver ammirato l'icona di Gesù Bambino con le fosse nere al posto degli occhi, oppure l'Uomo Patata, o la Madonna Spaziale.

Sankiko confessore ha soppresso la desueta confessione nelle casette, come ha sentenziato lui. Basta andare in comunità o a un mega incontro e tutti i peccati verranno rimessi. Poi, ma solo se si vorrà, si potrà "sigillare (sempre parole sue) il perdono già ottenuto grazie alla comunità.

Sankiko esorcista ha abrogato le norme della Chiesa su esorcisti ed esorcismi. Lui è l'unico laico in grado di cacciare i demoni, e per questo, come racconta, ogni volta che va in una città la esorcizza espellendone gli spiriti maligni.

Sankiko dottore della Chiesa ha innovato il banale, desueto approccio alle Scritture, che la Chiesa noiosamente si ostinava a voler interpretare univocamente restando fedele al testo.
Lui invece ha introdotto l'interessante uso di riadattare i testi a proprio uso e consumo, come pure l'interpretazione. Creatività innanzi tutto!

Sankiko postulatore delle cause dei santi ha, con un colpo di spugna, eliminato tutto il burocratico iter per la beatificazione previsto dalla antiquata Chiesa Cattolica.
Data la sua ispirazione permanente ha proclamato santo se stesso, distribuendo anche il suo santino, sul quale ha umilmente scritto "il MESSIA, presente in noi".

Sankiko missionario ha avviato la più grande opera di evangelizzazione mai vista finora, invierà in Cina ventimila presbiteri e centomila cefale, cui seguiranno un milione di camminanti assortiti per Marte. Sono già iniziate le collette per finanziare la costruzione delle astronavi, disegnate da Sankiko in persona.

Sankiko storico della Chiesa ha sfrondato l'oscuro periodo che va dal terzo secolo al Concilio Vaticano Secondo, in cui la Chiesa Cattolica fu afflitta da calamità quali i Padri della Chiesa, i Santi, gli Ordini, le Congregazioni.
Per fortuna è arrivato Sankiko che ha capito tutto e ha buttato a mare ogni cosa.
Tutta quella religiosità naturale, sant'Agostino, san Tommaso, i fioretti di san Francesco, sant'Ignazio e i suoi esercizi spirituali, san Filippo Neri e il suo Oratorio, il Concilio di Trento, eccetera, eccetera, eccetera. Uffa che noia.

Largo alla Nueva Estetica: gli sgorbi salveranno il mondo!

Anonimo ha detto...

http://blog.messainlatino.it/2015/06/papa-al-cardsarah-voglio-che-continui.html?m=1

Tremate neocatecumenali, a breve i vostri abusi finiranno.

Xz

ker ha detto...

Fossi in te Xz aspetterei all'invito alla tremarella, fino ad oggi quelli che tremano sono i bacucchi come te e i tuoi amici frati commissariati.
per quanto riguarda noi ne riparliamo quando ci commissarieranno, ma fino ad allora ti ricordo che tu, il prolisso Apostata è chiunque altro parli male del cammino, sta parlando male di Dio e della Chiesa apostolica romana.
Su questo è certo che non ci sono dubbi, come vi hanno ben ricordato domenica nell'omelia all'incontro di catania, tranne che il parere tuo sia più importante di quello della Chiesa ufficiale.
inoltre vorrei consigliarti di abbandonare quel Blog che citi, contro i Papi ha scritto le offese più volgari, e forse è proprio questo che vi accomuna.

by Davide ha detto...

Certo che se la notizia è riportata da 2 blog di fama mondiale come chiesa e post condilio e messa in latino, mi viene davvero pauraaaaaa!!!!!

xz devi impegnarti di più!
Magari evitare di mistificare come insegna il caro Fratello Tripudio!!!

ahahahhaha RIDICOLI SEMPRE PIU'

by Tripudio ha detto...

Davide,

chi storpia la liturgia, offende Dio.

Quindi, blog o non blog, te la dovrai vedere non con noialtri, ma con Nostro Signore.

Che come ben sai, non ha detto "fate come vi pare, in memoria di Me".


Il caro fratello Ker crede che qui abbiamo l'anello al naso e la sveglia al collo.

Criticare gli strafalcioni liturgici e dottrinali del Cammino non è criticare la Chiesa.

Allo stesso modo, se io critico chi guida come un pazzo, non sto criticando il Codice della Strada, né le Patenti di Guida, né l'industria automobilistica.

Tacere di fronte agli strafalcioni neocatecumenali significa rendersene complici.

by Davide ha detto...

Il caro fratello Tripudio, come sua usanza svia il discorso da quella che è l'affermazione di xz. XZ, dice che noi dovremmo tremare per un post su 2 blog sconsciuti e ad personam!!! Perdonami tripudio se ho fatto notare a xz di portare qualche fonte più importante!!!

aleCT ha detto...

@ker

Carissimo ti ricorderai certamente quando ti chiedi, in privato, perchè mettevate il candelabro ebraico sull'altare. Tu mi rispondesti che "era per avvicinare i lontani". IO allora ti chiesi PER QUAL MOTIVO specificamente la presenza di quel candelabro doveva rendere la cosa più facile ai "lontani.

Tu mi hai risposto che " se non riuscivo a capire il fatto che i lontani avessero bisogno di una mano erano fatti miei...e cmq non è vietato da nessun libro liturgico" (e allora posso metterci anche la foto di mia nonna defunta sull'altare...tanto nessun libro liturgico vieta di farlo...o no?

Come vedrà chiunque abbia un minimo di comprendonio la tua è una risposta senza senso.
Fermo restando che il tuo collega catechista di Nuoro dice che "non è obbligatorio e che non ha funzione specifica" Quantomeno mettetevi d'accordo, no?

E questo è solo un piccolo particolare...poi possiamo parlare della differenza tra ricezione e manducazione dell'Eucarestia, differenza che NON ESISTE IN NESSUN LIBRO LITURGICO E NEMMENO NEL VOSTRO STATUTO. Abbiamo parlato anche di questo ti ricordi? Ti ricordi cosa mi hai risposto? "Abbiamo rubato per sopravvivere" sfottendomi pure invitandomi a "chiamare la polizia"

Amico mio, la realtà è che Kiko Arguello si è inventato una liturgia,

che ha provato inutilmente a farsi approvare tramite sotterfugio (d'altronde dovevate sopravvivere no? come poteva lasciarvi in balia della squallida messa cattolica "normale"),

e questo vuol dire che evidentemente non si trovava bene con la messa cattolica.
Secondo te perchè? Sarà forse il catechismo olandese su cui si è formato? boh?

S.Ignazio di Loyola diceva che bisognava "sentire cum ecclesia" Ovvero "partecipare con intima convinzione del cuore a quello che la Chiesa ci insegna"

La liturgia proviene dalla chiesa, non è invenzione di qlc teologo che non aveva nulla da fare. E' espressione del nostro incontro con Dio e quindi è un dono.

Evidentemente Kiko Arguello queste cose non le sa o non le vuole sapere..preferisce costruirsi un Gesù ed una Chiesa a sua immagine e somiglianza.

aleCT ha detto...

@Davide

Conosci l'inglese? Fatti questa bella lettura edificante

http://www.newliturgicalmovement.org/2015/06/pope-francis-to-card-sarah-continue.html#.VXCN68_tmkq

Già dal titolo dovresti leggere "Papa Francesco" e "Cardinal Sarah" non Tripudio, Alect etc. etc.

by Davide ha detto...

La cara alect mi prende per uno che non sà leggere!!! Se tu non prendi per serie le notizie pubblicate su cammino.info, perchè io dovrei prenderle per vere da newliturgicalmovement?
MA!!!!

by Tripudio ha detto...

Il fatto è che i siti web neocatecumenali sono creati al solo scopo di lodare l'idolo Kiko. Quando necessario, operano adeguate censure, distorsioni, mistificazioni... che non sono dovute all'idea di "lavare i panni sporchi in casa".

La mentalità neocatecumenale prevede l'uso della menzogna e dell'inganno tutte le volte che ciò sia utile per aumentare il prestigio del Cammino e dei suoi due "iniziatori".

Al contrario, altri movimenti cattolici hanno dimostrato di saper prendere sul serio le critiche che ricevono. Come ad esempio un certo movimento che di fronte all'accusa di aver ricevuto soldi poco puliti, pubblicò i propri libri contabili per dimostrare la falsità dell'accusa. Oppure quel caso in cui i vertici di un movimento dissero: "ci accusano di fare questo e questo: ebbene sappiate che lo riteniamo profondamente sbagliato anche noi". O ancora quel caso di un certo movimento giovanile americano, di fronte all'accusa di storpiare la liturgia, dai suoi vertici arrivò l'ordine di cessare immediatamente gli abusi liturgici e di annunciare in ogni Messa che "se la Chiesa vuole così, allora noi ubbidiamo".

ker ha detto...

Ho smesso da tempo di discutere con te Ale, e la mia impressione su di te da quel breve confronto, è sempre uguale, sei una ragazzina boriosa, che parla di cose che sconosce ed emette sentenze sul sentito dire, è fino a qui ci potrebbe stare.
Quello che ti rende totalmente aliena a professarti Cristiana, è il non tenere assolutamente conto del pronunciamento ufficiale della Chiesa.
Disconosco quello che mi metti in bocca sul candelabro, sei solo puerile a farmi dire cose non vere, e comunque non è un segreto, quindi quando il dicastero sulla liturgia ci indicherà di non usare più il candelabro, lo faremo.
Fino a quel momento il tuo parere conta meno di zero, per quanto ti riguarda metti la foto di tua nonna tuo padre tua zia chi vuoi, al massimo fai come tuo compare di Roma che minaccia di rompere i candelabri e ripagare, ma sappi che chi non ha competenza in materia non può dare fiato alle trombe come se fosse Salomone, se lo fa e dice il contrario di quello che dice la Chiesa, è per scelta fuori da essa.....dovresti saperlo miss so tutto sotto l'Etna.

l'apostata ha detto...

@ Ker che ha scritto:

"...chiunque altro parli male del cammino, sta parlando male di Dio e della Chiesa apostolica romana...".

Geniale! Si vede che sei un adulto nella fede! Cammino uguale Dio uguale Chiesa!

Bravo, fulgido esempio di camminante che in obbedienza ai kikatekisti palesemente dimostra di aver "buttato via la ragione", come Sankiko comanda.

Grazie per i cinque minuti di ilarità che mi hai regalato con il tuo intelligente commento. Continua così ed eguaglierai il mitico Baccalà, grazie!

p.s. Sei in grado di confutare anche una sola affermazione del mio post precedente su Sankiko? Provaci...

Ruben ha detto...

@Anonimo ker ha detto...
"Fossi in te Xz aspetterei all'invito alla tremarella, fino ad oggi quelli che tremano sono i bacucchi come te e i tuoi amici frati commissariati.
per quanto riguarda noi ne riparliamo quando ci commissarieranno, ma fino ad allora ti ricordo che tu, il prolisso Apostata è chiunque altro parli male del cammino, sta parlando male di Dio e della Chiesa apostolica romana.
Su questo è certo che non ci sono dubbi, come vi hanno ben ricordato domenica nell'omelia all'incontro di catania, tranne che il parere tuo sia più importante di quello della Chiesa ufficiale.
inoltre vorrei consigliarti di abbandonare quel Blog che citi, contro i Papi ha scritto le offese più volgari, e forse è proprio questo che vi accomuna."
---
E'tornato dopo lunga pezza, l'ideologo nazista del Kammino, le kappa, come dal nick, gli si addicono!
Chi parla male del Cammino, parla di un eresia conclamata, nulla di più.
Omelia in un incontro? Canonicamente sarebbe prevista solo nelle Messe, a meno che, non consideri "omelia" un discorso invasato del "santone"!...

Ker,
vai a ripetizione dal Sig. Goebbles!...I suoi erano senz'altro discorsi raccapriccianti, ma almeno grammaticalmente e sintatticamente corretti!

Ruben ha detto...

@by Davide ha detto...
La cara alect mi prende per uno che non sà leggere!!! Se tu non prendi per serie le notizie pubblicate su cammino.info, perchè io dovrei prenderle per vere da newliturgicalmovement?
MA!!!!
---
Perché CAMMINO.INFO è un'agenzia. Non esprime e non ha mai espresso alcun parere.

ker - goebbles ha detto...

Posso essere grammaticalmente scorretto, ma mai imbecille come te, parlavo dell'arcivescovo Mons. Gristina.....ma non temere so già che per te quelli che parlano a favore del cammino non contano nulla, Papa compreso.
P.s. Mons. Gristina non è pro- cammino quindi quello che dice fa testo doppiamente, spiega questo mistero oscuro alla catanese alessandrina che chiedeva giustizia proprio da Lui, mi sa che ancora aspetta.

ker - goebbles ha detto...

Scusa per l'imbecille ruben tu stai molto ma molto più avanti.
Davide ha parlato di "notizie" ma per te diventa "pareri", e il bello che riporti la sua stessa frase.
ma vi servite tutti dallo stesso psicanalista?

ker - goebbles ha detto...

E infine mi fa piacere che il Santo Padre dica in mondo visione che un'eresia conclamata faccia tanto bene alla Chiesa.

Ora Buonanotte devo pensare all'incontro di Roma. ..sai mi devo concentrare ad evitare accuratamente gente come te.

aleCT ha detto...

@Ker

un intervento come il tuo è la più grande dimostrazione di quali sono i frutti del cammino.
Ti faccio notare che il mio battesimo vale quanto il tuo, il mio percorso di fede vale quanto il tuo e che ho tutto il diritto (COME CHIUNQUE) di fare domande. Se poi non vuoi, non sai o non puoi rispondere è un'altra storia.

Gli insulti me li prendo con piacere...tutto Purgatorio in meno...

Tu hai imparato da Kiko il quale, quando parla (anche in una intervista) non risponde alle domande:fa un monologo....ben sapendo che nessuno oserà mai dire "pio". Così fa lui e così fanno i catechisti: se qualcuno fa notare che c'è qualcosa di inesatto giù gli insulti: "maestrina so tutto io", boriosa etc. etc." Ma non sarà invece che forse forse avete torto voi? Eppure ti ho mostrato cosa hanno detto i Papi su determinate cose...però avete fatto spallucce, chissenefrega, finchè non ci puniscono va tutto bene.

"Chi parla male del Cammino parla male della Chiesa? E allora voi che pretendete di insegnare alla Chiesa come si evangelizza e le parole dei Papi le prendete solo se vi conviene cosa fate?

P.S. Prima che qlc NC con il cervello spento mi dica "non hai niente di meglio da fare che scrivere all'1 di notte" (non è la prima volta che succede..vi attaccate veramente a tutto) vorrei dire che sono andata a farmi una pizza in compagnia dei miei compagni di percorso di cristiano e son tornata ora ;-)

Ruben ha detto...

@ ker - goebbles ha detto...
Posso essere grammaticalmente scorretto, ma mai imbecille come te, parlavo dell'arcivescovo Mons. Gristina.....ma non temere so già che per te quelli che parlano a favore del cammino non contano nulla, Papa compreso.
P.s. ker - goebbles ha detto...
Posso essere grammaticalmente scorretto, ma mai imbecille come te, parlavo dell'arcivescovo Mons. Gristina.....ma non temere so già che per te quelli che parlano a favore del cammino non contano nulla, Papa compreso.
---
E'qui che ti volevo; c'è stata una Messa nell'ambito dell'incontro di Catania? Ne dubito proprio perché per i Kikos o Messa KIKA, o niente Messa. Quindi il Monsignore non ha fatto nessuna omelia, bensì un discorso.

Per il Clero che poi "parla a favore" del Cammino sappiamo molto bene come vanno le cose!

Quando il Papa, una quindicina di mesi fa, vi fa le "tirate d'orecchie", ufficialmente il Papa non ha detto niente(ho sentito solo io!).
Salvo poi mettere in moto in Curia, agganci che a poco più di un anno di distanza gli faranno ritrattare tutto; anche se durante il discorso, si è "vendicato" con l'inciso del "pagamento"!

Ruben ha detto...

Anonimo ker - goebbles ha detto...
Scusa per l'imbecille ruben tu stai molto ma molto più avanti.
Davide ha parlato di "notizie" ma per te diventa "pareri", e il bello che riporti la sua stessa frase.
ma vi servite tutti dallo stesso psicanalista?
---
Tranquillo Ker,
la qualità degli insulti, è direttamente proporzionale alla "qualità" di chi lo proferisce.
Quindi il tuo è del tutto innocuo.

La mia psicoanalista, Freudiana ortodossa è morta nel 2000.

by Tripudio ha detto...

Per capire il neocatecumenalismo bisogna riconoscere che agli adoratori dell'idolo Kiko non importa un fico secco della verità, della ragione, dei diritti di Dio, del Magistero universale della Chiesa, ecc...

Perciò, come il fratello Ker, come il fratello Jeff, come il fratello Flando, ecc., verranno qui a contestare qualsiasi cosa non lodi il Cammino.

Tentare di far ragionare un convinto idolatra è come tentare di far ragionare un drogato.

Affinché sussista un qualsiasi dialogo, occorre essere convinti che l'errore non ha gli stessi diritti della verità. Occorre desiderarla, la verità, anche quando è scomoda: altrimenti il dialogo è solo un inutile fiume di parole inteso a ingannare chi sinceramente desidera la verità.

Il motivo per cui talvolta vale la pena rispondere ai troll neocatecumenali è non tanto il mostrare ai "cristiani della domenica" i risultati concreti del Cammino, ma è il far capire che i martellanti slogan della propaganda kikiana nel migliore dei casi poggiano sul nulla.

Michela ha detto...

@ Ker che ha scritto:

"...chiunque altro parli male del cammino, sta parlando male di Dio e della Chiesa apostolica romana...".


avevo notato anch'io questa terribile frase, ma non volevo calcare la mano.

Sono sicurissima che nè ker nè nessun altro sono in grado di argomentarla, perchè per farlo dovrebbero ammettere di essere vittime di un pensiero settario e che hanno rinunciato all'uso delle ragione

Comunque è una frase che può andare bene sotto tanti aspetti. Per es:
chiunque parli male dell'ISIS sta parlando male di Dio
chiunque parli male dei TdG sta parlando male di Dio ( ed è schiavo del demonio)

per estensione la si può applicare anche al di fuori di un contesto religioso
chiunque parli male dell'omosessualità è un omofobo
chiunque parli male ...di qualsiasi ideologia..... e così via

ma comunque avete ragione, ce le diciamo tra di noi queste cose perchè anch'io non ho alcuna speranza che Jeff, Ker e altri possano capire a quanta libertà e dignità hanno dovuto rinunciare per ridursi così, a fare questi ragionamenti sciocchi e illogici.

Verrà il giorno in cui vi si apriranno gli occhi e comincerete a capire, ma per adesso godetevi i frutti puramente mondani del cammino, i suoi successi, gli elogi pubblici. Avete bisogno di sentirvi al sicuro, di sentire che avete un posto importante nella Chiesa. E questo lo avrete, vi sentirete forti al Family day, vi sentirete numerosi e potenti.
Noi qui seguiamo un'altra via, quella della verità, uan via più nascosta, più difficile, ma più vicina al nascondimento e al silenzio che ci ha insegnato Cristo.
Voi siete la folla urlante, noi stiamo vicini al Cristo silenzioso.

by Tripudio ha detto...

Il caro fratello Ker finge di non sapere che il Papa non ha detto "alla" Chiesa ma «nella» Chiesa.

Per cui tutte le volte che fate a modo vostro anziché nei modi previsti dalla Chiesa, fate male.

sandavi ha detto...

Se arrivasse il "pronunciamento ufficiale" di un fantomatico "Dicastero sulla liturgia" che vi vieta espressamente il candelabro ebraico, voi direste che il Papa vi approva e continuereste a fare quello che volete voi, come avete sempre fatto.

Perché ti agiti e ti dibatti ker?

Certo avete lo Statuto, avete le vostre catechesi diciamo così "approvate", ma segrete, tuttavia nessuno di questi è un documento infallibile, quindi, caro ker, ho tutto il diritto di criticare e non accettare, se lo desidero. E tu puoi continuare a dibatterti e ad agitarti come l'indemoniato Geraseno se preferisci, ma non mi sposti di una virgola e resto cattolico alla grande.

Tu vorresti fuori dalla Chiesa tutti quelli che non ti aggradano, esattamente come Kiko, tu pensi che chi non approva il Cammino è fuori dalla Chiesa, tu probabilmente come cari miei ex-fratelli, pensi convintamente che sarebbe meglio avere una propria "chiesa", dove stai tu e tutti quelli come te.
Guarda, non aspetto altro. Fondate la vostra chiesa di perfetti, di élite, ma state fuori dalla Chiesa Cattolica, quella vera fondata da Cristo.

Ti ricordo che è proprio il tuo sommo idolo che disse testualmente che la Chiesa dev'essere rifondata. Forse voleva dire "rinnovata" ma si sa... meccanismi freudiani...

by Tripudio ha detto...

Le affermazioni del Papa, come quelle di Gristina, non possono essere considerate un certificato di santità. Gli errori restano errori, gli strafalcioni restano strafalcioni, i doni dello Spirito non includono le eresie.

Anonimo ha detto...

"vi sentirete forti al Family day, vi sentirete numerosi e potenti."

Forse scrivo turco. Deve essere per questo che Ruben non riesce a capire di aver detto una castroneria nell'altro post e Michela non capisce che il family day NON É UN EVENTO DEL CAMMINO.
Spero che con il caps-lock sia piú chiaro, piú di questo non so che fare.
Come ho già detto e ripetuto fino alla nausea: spero che tutti gli osservatori (almeno quelli romani) scenderanno in piazza il 20 giugno. Purtroppo solo sandavi ha risposto su questo punto. A parte lui, non sono ancora riuscito a capire il vostro punto di vista sulla questione :(

Saluti
Jeff m.

Anonimo ha detto...

Grazie Michela, non avevo voglia di discutere con chi ha messo da parte la ragione e non fa funzionare il cervello. So cosa vuol dire perché vivo questa situazione già a casa. Ma quella frase andava sottolineata. Per gli insulti non mi toccano minimamente, come diceva qualcuno qui, tempo in meno in purgatorio e quindi gli accolgo volentieri :-)

Xz

aleCT ha detto...

@jeff

"Michela non capisce che il family day NON É UN EVENTO DEL CAMMINO."

Ma all'interno del cammino sarà visto come tale perchè "senza di voi i numeri non ci sono"

SE poi per te questo atteggiamento (già saltato fori) non è poi così grave...non capisco cosa per te lo sia. Il sentirsi indispensabili non viene da Cristo.

Quando in un precedente thread si parlava di una condotta vergognosa da parte delle comunità NC di una parrocchia durante la veglia Pasquale io ti chiesi se per caso per te non fosse da biasimare. Non hai detto una parola. Evidentemente per te va tutto bene.

Quando è che si può definire una situazione "grave" per te. Jeff?

Ruben ha detto...

@Anonimo Anonimo ha detto...
"vi sentirete forti al Family day, vi sentirete numerosi e potenti."

Forse scrivo turco. Deve essere per questo che Ruben non riesce a capire di aver detto una castroneria nell'altro post e Michela non capisce che il family day NON É UN EVENTO DEL CAMMINO.
Spero che con il caps-lock sia piú chiaro, piú di questo non so che fare.
Come ho già detto e ripetuto fino alla nausea: spero che tutti gli osservatori (almeno quelli romani) scenderanno in piazza il 20 giugno. Purtroppo solo sandavi ha risposto su questo punto. A parte lui, non sono ancora riuscito a capire il vostro punto di vista sulla questione :(

Saluti
Jeff m.
---
-Non turco; male, e poco comprensibile:

-castroneria? quale e su quale post?

-cosa significa "caps-lock"? Le lingue anglie e sassoni, al contrario delle "romanze", mi sono un po ostiche! Magari me lo spieghi, hai visto mai che potrebbe essere una buona utility per il computer.

-per quanto riguarda il 20, come già preannunciato ci sarò e come, tra l'altro, nella zona della piazza, i buoni ristoranti non mancano!...

Ruben ha detto...

Ti chiedo venia Jeff,
ti avevo scambiato per Ker (vedete quanto simili sono gli adepti).

Non tener quindi conto dei punti:

--Non turco; male, e poco comprensibile

--cosa significa "caps-lock"? Le lingue anglie e sassoni, al contrario delle "romanze", mi sono un po ostiche! Magari me lo spieghi, hai visto mai che potrebbe essere una buona utility per il computer.


flando85 ha detto...

Sono riconoscente al papà per aver detto "nella Chiesa" e non "alla Chiesa".

Perché il bene che facciamo, lo facciamo NELLA CHIESA, cioé DENTRO la Chiesa.
Gli eretici, quelli veri, caro il mio Tripudio, stanno FUORI la Chiesa.

Invece di pensare alle paroline che il papa non pronuncia perchè la tua mente perversa non si concentra un attimo su quelle che ha effettivamente detto: "il Cammino fa un gran bene nella Chiesa".
Fermiamoci un attimo..
Fa cosa? Dice che fa BENE! Il Cammino fa BENE! Anzi.. UN GRANDE BENE!! BENE GRANDE!
Udite udite!!
E dove lo fa? NELLA CHIESA!! Non fuori. NELLA CHIESA!

FRANCESCO 1 - TRIPUDIO 0

ker ha detto...

Bellissimi i vostri commenti sulla certezza che state fuori dalla Chiesa, potete annaspare quanto vi pare ma dire il contrario di quello che dice ufficialmente la Chiesa vi esclude automaticamente.
Chiedete a chi vi pare, portatemi un parere ufficiale che vi dia ragione e sono pronto a chiedervi perdono.
Non credo vi sia difficile documentare tutto quello che dite, ma che venga da chi ha autorità non da tripudio . Apostata . Ruben . Paperone topolino ecc.
Aspetto....... venerdì cinque giugno

by Tripudio ha detto...

A confermare quel che diciamo contro il Cammino bastano già i documenti liturgici validi per tutta la Chiesa e il Magistero perenne.

A smentire i fratelli come Ker basta la constatazione che di tutti gli elofi pontifici al Cammino non ce n'è nemmeno uno sulla liturgia e sulla dottrina. Anzi, ci sono solo rimproveri e condanne (vedi nota 49 dello Statuto del Cammino).

Anche se riusciste a ingannare noi e perfino i sommi Pontefici, non potete ingannare Dio.

Parlo del vero Dio, non del falso dio proclamato da Kiko ("Dios es palabra, liturgia, comunidad"), il dio cattivone che vi manda le disgrazie per convertirvi a Kiko.

Ruben ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Ruben ha detto...

A proposito dell'organizzazione del "family day 2015"; digitatelo sul banner delle ricerche di un motore qualsiasi.

Vi troverete già dai primi esiti, con personaggi come "Miguel Cuartero Samperi":

http://www.aleteia.org/it/societa/articolo/family-day-roma-20-giugno-programma-cirinna-fedeli-scalfarotto-5892596853374976

piuttosto che Paolo Savarese, redattore sul foglietto NC Romagiornale:

http://it.radiovaticana.va/news/2015/06/02/family_day_a_roma_il_prossimo_20_giugno/1148489

devo continuare?....

Magari qualcuno armato di buona volontà, riuscirà a scovare "chi" ha veramente organizzato l'evento?!...

Posso anche verosimilmente credere che possa trattarsi di una manifestazione spontanea, con la rete, tutto è possibile! Ma sicuramente i permessi della Questura, non cascano dal cielo, sopra la spontaneità! "Qualcuno li avrà chiesti!

Le spese del palco, amplificatori, mixer, annessi e connessi qualcuno le sosterrà pure, non cadranno mica dal cielo sempre sulla "spontaneità"!

A questo punto un appello: datemi un nominativo, "uno" connesso all'organizzazione dell'evento, che nulla abbia ache fare con il Cammino Neocatecumenale

Ruben ha detto...

@Anonimo ker ha detto...
Bellissimi i vostri commenti sulla certezza che state fuori dalla Chiesa, potete annaspare quanto vi pare ma dire il contrario di quello che dice ufficialmente la Chiesa vi esclude automaticamente.
Chiedete a chi vi pare, portatemi un parere ufficiale che vi dia ragione e sono pronto a chiedervi perdono.
Non credo vi sia difficile documentare tutto quello che dite, ma che venga da chi ha autorità non da tripudio . Apostata . Ruben . Paperone topolino ecc.
Aspetto....... venerdì cinque giugno
---
Ker, non ci ho capito nulla:
fai un respiro lungo, nel caso rilassati, e magari poi riscrivi!....

Ruben ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Ruben ha detto...

flando85 ha detto...
Sono riconoscente al papà per aver detto "nella Chiesa" e non "alla Chiesa".
Perché il bene che facciamo, lo facciamo NELLA CHIESA, cioé DENTRO la Chiesa.
Gli eretici, quelli veri, caro il mio Tripudio, stanno FUORI la Chiesa.
Invece di pensare alle paroline che il papa non pronuncia perchè la tua mente perversa non si concentra un attimo su quelle che ha effettivamente detto: "il Cammino fa un gran bene nella Chiesa".
Fermiamoci un attimo..
Fa cosa? Dice che fa BENE! Il Cammino fa BENE! Anzi.. UN GRANDE BENE!! BENE GRANDE!
Udite udite!!
E dove lo fa? NELLA CHIESA!! Non fuori. NELLA CHIESA!
---
Flando! l'ho già detto in un post precedente! Il 6 marzo u.s., gli hanno fatto ritrattare "le tre tirate di orecchie" di un anno prima!....

Magari accontentatevi, altrimenti ci potrebbe essere "qualcuno" che potrebbe "incuriosirsi" sul "perché" , andare più a fondo, e poi saranno dolori per tutti!

Flando, se qualcuno ha fatto cambiare idea al Papa, tranquilli, accontentatevi!!..


P.S. Consigio così, senza malizia, tanto per approfondire la propria cultura...di consultare la voce "ricatto"; è sufficiente wikipedia......

by Tripudio ha detto...

Non credo proprio che siano riusciti a fargli ritrattare alcunché. I gesuiti sono maestri nell'arte del bastone e della carota. La prossima volta - potete scommetterci - il gesuita Bergoglio chiederà i risultati delle tre tirate d'orecchie. E il sufrimiento sarà grande, poiché non potranno dire "questo Papa non ci capisce".

Aggiungiamo poi che gli invasati kikos come Ker, Flando, Jeff, ecc., hanno capito benissimo che il Papa, dicendo «dono dello Spirito», non si riferisce agli strafalcioni e alle eresie. E però vogliono che tu creda che gli errori e gli strafalcioni sarebbero "dono dello Spirito"... hanno bisogno di abusare delle parole del Papa per giustificare le scempiaggini di Kiko e Carmen...

Vogliono che tu creda che il Cammino "fa bene alla Chiesa", perché sanno benissimo che il Cammino, nel migliore dei casi, «fa bene nella Chiesa», cioè quando compie correttamente le opere della Chiesa... e perciò, di fronte alla consolidata attività settaria, di fronte all'oceano di ingiustizie neocatecumenali, di fronte agli errori e agli strafalcioni vogliono che tu creda che tutto ciò sarebbe un gran bene "alla Chiesa": hanno bisogno di abusare delle parole del Papa, mentre contemporaneamente agiscono di nascosto alle sue spalle, «tutto all'insaputa del Papa»...

Padre Pio aveva ragione a chiamare Kiko e Carmen «i nuovi falsi profeti» e le due foto presentate oggi lo confermano. Hanno inventato una cosa nuova, una parodia del cattolicesimo, e pretendono di spacciarla per fede cattolica. Non durerà a lungo.

aleCT ha detto...

Io vorrei fare un appello a chiunque passi di qua. Vi invito a VERIFICARE negli ordinamenti che regolano LA LITURGIA (ovvero L'OGMR) e gli altri pronunciamenti ufficiali di santa madre chiesa gerarchica (come per esempio la Redemptionis Sacramentum) quello che sto per dire:

1) l'ambientale semplicemente non esiste
2) le monizioni devono essere EVENTUALI (ovvero non una abitudine) e BREVI (e qui usate il buon senso. SE la Lettura dura 30 secondi, che senso ha fare una monizione che dura magari 10 volte tanto?)
3) Risonanze anche lì praticamente inesistenti (l'unica eccezioni si trova nella messa con i bambini, ma anche lì si insiste che non diventi una abitudine)

4) Modo di ricevere la comunione: fermo restando che IN TUTTA LA CHIESA è possibile prendere la comunione sotto le due specie PER INTINZIONE lo Statuto prevede come UNICA concessione quella di riceverla IN PIEDI al proprio posto (ed è esplicitamente dichiarato)
Per tutto il resto SI SEGUONO I LIBRI LITURGICI i quali, da nessuna parte, fanno distinzioni tra "ricevere" e manducare" nè tantomeno (anzi è vietato) ammettono che la si "manduchi" tutti insieme COMPRESO IL SACERDOTE.

Tralascio altre cose per brevità.

Vi invito a controllare e poi a chiedere (carte alla mano) ai vostri responsabili e/o catechisti IL PERCHE' volutamente ci si discosti dal modo di fare della Chiesa...ammesso che ve lo sappiano spiegare e che non vi insultino....se lo fanno riflettete se QUESTO cammino IN QUESTO MODO DI FARE, FA BENE alla CHIESA.

Prendete i vangeli e vedrete che Gesù Cristo RISPONDE SEMPRE. Anche alle domande poste in malafede. Dando sempre la verità di se stesso.

A casa mia si dice: "Testa che non parra si chiama cucuzza!"
Ovvero "Testa che non parla si chiama zucca"(è da stupidi non dire cio' che si pensa o non chiedere cio' che si vuole).

sandavi ha detto...

Ker nemmeno lo commento nella sua assurdità. E' una pietosa perdita di tempo.

"Credo nei carismatici, cioè in persone che hanno ricevuto dallo Spirito Santo dei doni particolari.
Attenzione però; il numero 12 della Lumen Gentium dice che spetta ai vescovi verificare se uno è veramente un carismatico. Ci sono tanti carismi, basta leggere la prima lettera di S. Paolo ai Corinzi che ne enumera molti.
Tutti però devono conoscere i requisiti che contraddistinguono i carismatici. Devono essere persone di grande preghiera, ma non basta. Infatti ci sono dei maghi che vanno in Chiesa, fanno la comunione, e sono dei satanisti.
Poi devono essere persone umili. SE UNO DICE DI AVERE DEI CARISMI E' CERTO CHE NON LI HA, perché l’umiltà porta al nascondimento. Stanno facendo il processo di beatificazione a un frate cappuccino vissuto nel 500, Padre Matteo D’Agnone.
Pur avendo tanti carismi, soltanto dietro il comando del suo superiore interveniva, altrimenti mai. Nessuno sapeva dei carismi che aveva. Agiva solo per obbedienza. Ha guariti e liberati tanti indemoniati, era veramente un portento. Mai andava di sua volontà, perché cercava di nascondere questi suoi doni in tutta umiltà. Ecco, i veri carismatici amano il nascondimento. DIFFIDATE DI CHI SBANDIERA I DONI E HA LUNGHE FILE IN ATTESA."

Mi basta.

Anonimo ha detto...

"A questo punto un appello: datemi un nominativo, "uno" connesso all'organizzazione dell'evento, che nulla abbia ache fare con il Cammino Neocatecumenale"

Ruben credo che tu abbia scoperto l'acqua calda. Che l'evento sia fortemente appoggiato dai neocat ve lo sto dicendo da giorni (ma dopo dite che i neocat si pigliano il merito della cosa).
Che al tempo stesso non sia un "evento neocat" lo attesta il fatto che il comitato promotore dell'evento non sia il cammino neocatecumenale ma un comitato esterno (chiamato "da mamma e papà") i cui membri non sono tutti neocat. Ad esempio due nomi su tutti: costanza miriano e mario adinolfi.

Faccio presente che, per aver detto queste banali considerazioni, mi becco pure dell'"invasato". Mah...mno male che si tratta di Purgatorio in meno. :)

Saluti
Jeff m.

Lino ha detto...

Ker ha detto: "Chiedete a chi vi pare, portatemi un parere ufficiale che vi dia ragione e sono pronto a chiedervi perdono"

Bene. Qui c'è un parere ufficiale: http://w2.vatican.va/content/paul-vi/it/encyclicals/documents/hf_p-vi_enc_03091965_mysterium.html
"11. Non è infatti lecito, tanto per portare un esempio, esaltare la Messa così detta «comunitaria» in modo da togliere importanza alla Messa privata...".

Qui, invece, a pag. 317 http://reocities.com/Athens/delphi/6919/OR-Conv.pdf
c'è il parere del Cammino, che "esalta". Dimmi a chi devo dare credito. E non permetterti di dire che è falsificato sennò ti inondo di scansioni dal mamotreto originale su carta che mi è stato regalato da un ex catechista che, oramai, vi schifa:
"Troviamo poi una assemblea che si riunisce. Non si concepisce, in alcun modo un rito individuale. Gli ebrei non possono far Pasqua se non sono almeno in 11 come gruppo
familiare. Perché il sacramento non è solo il pane e il vino ma anche l'assemblea; la Chiesa intera che proclama l'eucarestia. Non ci può essere una Eucarestia senza l'assemblea che la
proclama. Tanto è vero che nel nostro tempo quando oramai si era perduto questo senso comunitario, volendosi mantenere questa idea, per dire la messa c'era bisogno di un rappresentante del popolo, il chierichetto. Non c'è eucarestia senza assemblea. E' un'assemblea intera quella che celebra la festa e l'eucarestia; perché l'eucarestia è l'esultazione dell'assemblea umana in comunione; perché il luogo preciso in cui si manifesta che Dio ha agito è in questa Chiesa creata, in questa comunione. E' da questa assemblea che sgorga l'eucarestia".

Lino ha detto...

"Gli ebrei non possono far Pasqua se non sono almeno in 11 come gruppo".
"Tanto è vero che nel nostro tempo quando oramai si era perduto questo senso comunitario, volendosi mantenere questa idea, per dire la messa c'era bisogno di un rappresentante del popolo, il chierichetto".
"Non ci può essere una Eucarestia senza l'assemblea che la proclama".

Io leggo che si sta "togliendo importanza alla Messa privata". Come leggi, tu, Ker? Quali voli pindarici farai per sostenere il contrario della catechesi kikka-carmencita?
Allora: portami un parere ufficiale che vi dia ragione. Al momento, una enciclica conta più dell'approvazione di uno statuto e di un direttorio e di un po' di lodi, o no?

by Tripudio ha detto...

Il caro fratello Jeff crede che noi non leggiamo questo blog e i nostri stessi commenti. Posso rassicurarlo: sappiamo tutti che:

1) il Family Day non è opera di Kiko

2) ma Kiko si vanta come se lo fosse

3) e i kikos gli credono sulla parola

4) per cui un Family Day non all'altezza dei precedenti potrebbe essere visto dalle gerarchie ecclesiali come un fallimento del Cammino (nonostante Kiko vanterà un successone in ogni caso), e ciò spiegherebbe come mai l'Introvigne si sarebbe tanto premurato di dire che il Cammino si sta attrezzando...

5) altri movimenti ecclesiali hanno sempre dato il loro appoggio senza né vantarsene, né andare a fare il proprio show (un conto è lo striscione per dire "ci siamo anche noi", altra storia è l'esibirsi a tutti i costi)

6) benché la presenza dei kikos al Family Day possa essere una cosa buona, non cambia il fatto che il Cammino devasta le famiglie (anzitutto a causa della teologia sballata inventata dai due "iniziatori" spagnoli del Cammino e della paternità irresponsabile)

7) l'eventuale preponderanza neocat al Family Day (necessaria per autocompiacersi e per vantarsi) rovinerebbe il Family Day stesso, riducendolo alla solita piazzata kikiana.

flando85 ha detto...

"Non durerà a lungo".. ecco la profezia!!
Ahahahahh..:)

by Tripudio ha detto...

Hai ragione, Flando, bisogna continuare a pagare le "decime" a Kiko fino all'eternità.

flando85 ha detto...

A tutti voi che leggete, sappiate che la contrapposizione operata da Lino tra Kiko e Paolo VI riguardo alle messe private NON ESISTE!

Perchè? Perchè in quella catechesi Kiko non sta pronunciando verità dottrinali.
Sta invece COMMENTANDO L'EUCARESTIA COME DESCRITTACI DA S.GIUSTINO MARTIRE nella sua Apologia.

Lino per gettare fango, anzi scusa.. "argilla" sul suo nemico (?!) Kiko estrapola delle frasi sottraendole al contesto di riferimento.
Al tempo di Giustino (II sec.), non esistendo ancora la messa privata, ciò era importante era la COMUNITA'. Questo aspetto comunitario della messa Kiko vuole sottolineare senza affatto sminuire il valore della messa privata.

Questa si chiama opera millantatoria!
Bravi bravi..

flando85 ha detto...

Gesù lodò la vedova che diede per il tempio tutto quanto aveva per vivere (Mc 12,41-44)..
Ma tu sei oltre nostro Signore!!

Michela ha detto...

a Jeff

per aver scritto che vi sentirete forti al Family day, vi sentirete numerosi e potenti.
mi rispondi: Michela non capisce che il family day NON É UN EVENTO DEL CAMMINO

poi in un altro post scrivi: Che l'evento sia fortemente appoggiato dai neocat ve lo sto dicendo da giorni (ma dopo dite che i neocat si pigliano il merito della cosa)

cioè esattamente quello che ho scritto, vi sentirete forti e potenti, ci darete i numeri dell'alta partecipazione, anche se non si tratta di una manifestazione prettamente neocat.

Allora
- o sei prevenuto e non leggi
- o non hai la libertà di capire quello che scrivo e ne alteri il significato per identificarmi con una 'nemica' del cammino e quindi una tua personale nemica
- tutt'e due le cose di cui sopra.





sandavi ha detto...

L'importante flando nella Messa è il Sacrificio del Cristo e la sua Gloriosa Resurrezione. Non altro. Anche Giustino lo sapeva benissimo e l'intepretazione/commento che fa Kiko è insensato rispetto a quello che scriveva il Santo nella sua Apologia. Dove la leggi "l'importanza della comunità"? e poi ti chiedo, dove sono le elucubrazione assurde di Carmen sulla cena ebraica nell'Apologia di San Giustino?

Kiko dice quelle cose perché non vuole che si esalti il senso sacrificale della Messa, e lo dice anche esplicitamente. I Sacramentini facevano Tabernacoli enormi, le processioni del Santissimo sono una cosa recente, le genuflessioni sono troppe, il Cristo se voleva stare nel Tabernacolo si faceva presente in una pietra, il dio di cartapesta che non esiste e tutte le altre amenità incommentabili e blasfeme pronunciate da Kiko e Carmen con mostruosa leggerezza.

Eppure Cristo stesso disse a San Pio "non si parla mai di questo Sacramento d'amore; ed anche quelli che ne parlano ahimè! Con che indifferenza, con che freddezza."

San Francesco esortava a tremare quando il Figlio di Dio appare fra le mani del Sacerdote, Santa Teresina del Bambino Gesù adorando il Cristo nel Tabernacolo (SOTTOLINEO: NEL TABERNACOLO!) diceva: “Oh, Gesù, lasciami dire, nell’eccesso della mia riconoscenza, lasciami dire che il tuo amore arriva fino alla follia”

O Santa Gemma Galgani: "Oh, che avviene in me? Non lo so che avvenga, so che la terra mi sparisce, so che sono felice...so che dimentico tutto, non penso più a nulla” o ancora Santa Francesca Cabrini: Corriamo dunque, o figliole, corriamo spesso al Tabernacolo come il cervo assetato corre al fonte vivo d’acque limpide.

A te sembra uguale? Ecco di che parliamo, flando, questo si dovrebbe sentire sull'Eucaristia non quello che sostiene Kiko.
Le tue acrobazie per giustificare Kiko fanno ridere.

Lino ha detto...

Flando85 ha detto:
a) "la contrapposizione operata da Lino tra Kiko e Paolo VI riguardo alle messe private NON ESISTE!"
Risposta: Perché, la contrapposizione la sto facendo io? "Non ci può essere una Eucarestia senza l'assemblea che la proclama"", affermazione supportata dagli ebrei che non celebrano se non sono in 11 e dal chierichetto di cui c'era "bisogno" per ribadire la necessità di una presenza 'fisica', non significa il contrario di quello che sta scritto nella Misteryum fidei?
b) Lino estrapola
Risposta: tu nemmeno sai cosa significa il verbo "estrapolare": Lino ha virgolettato fornendo i link ai due interi discorsi. Vai più avanti, a pag.329: "Non è questione di briciole o cose di questo tipo; San Pietro si sarebbe scandalizzato molto più del fatto che non c'e l'assemblea o che uno solo beve dal calice. E' questione di sacramento, di assemblea". Sta dando valore assoluto al concetto, mettendo in bocca a san Pietro la sua tesi, o no? Vai a mungere le bufale, Flando, sono certo che riuscirai meglio dei mungitori indiani, la comprensione testuale non è una tua competenza.
c) "Sta invece COMMENTANDO L'EUCARESTIA COME DESCRITTACI DA S.GIUSTINO MARTIRE
Risposta: davvero? E a che scopo? Per riferire poi, in termini positivi, quello che l'enciclica dice? Per dire che san Pietro non si sarebbe scandalizzato in una Messa privata?
4) "Perché in quella catechesi Kiko non sta pronunciando verità dottrinali"
No, sta parlando del più e del meno, tanto per perdere e far perdere un po' di tempo alla gente.

Dimmi, Flando: i catechizzati, sapendo che il Cammino si rifà al cristianesimo primitivo, sempre messo in contrapposizione ai secoli successivi, cosa avrebbero pensato, se avessero letto l'Enciclica?

Lino ha detto...

http://4.bp.blogspot.com/-2w0GXrZOHKk/ToxZ9TJcRSI/AAAAAAAAAKg/bhPxxScpk1E/s1600/oscena-parodia-UltimaCena.jpg

Purtroppo per voi, Flando/Gabriele detto "che tristezza", in giro c'è chi sta confrontando catechesi e "icone" (le quali sono consegnate come catechesi).
In questa sopra la comunidad il vostro Kiko la mette addirittura sopra la mensa eucaristica, scritta sul bordo del tavolo, assieme al Pane e al Vino. Che ci fa la comunità sulla mensa? "Perché il sacramento non è solo il pane e il vino ma anche l'assemblea", naturalmente. Solo fanatici ed ebeti non capirebbero l'illustrazione, dopo che è stata mostrata l'unità testuale di riferimento.

Fattele consegnare pure: la prossima volta te le spiego io le icone che mostrano Gesù con gli occhi tenebrosi ;-)

Ruben ha detto...

@flando85 ha detto...
"Non durerà a lungo".. ecco la profezia!!
Ahahahahh..:)
---
Flando,
la risata di derisione verso il prossimo, è cosa pagana; lo facevano i Romani, nei confroni dei Cristiani nei "circenses".

Hai aggiunto una "acca" in più; e la risata si è spenta.... Un pessimo presagio; per "te", naturalmente.

Ruben ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Ruben ha detto...

@Jeff
"Ad esempio due nomi su tutti: costanza miriano e mario adinolfi."
---
Sui nominativi non ti posso dar torto. Anche se personaggi, non di primissimo livello; avremmo l'Opus Dei da una parte, una garanzia, ed il Partito Democratico dall'altra; una garanzia un po più "scalcinata", ma almeno per me, una garanzia.

Il fatto è che ancora non ci sono riscontri in rapporto al Family-Day, ed i personaggi sopra citati.

flando85 ha detto...

Povero Lino.. capisco che tu non possa afferrare.
Ripeto: Carmen (è lei che fa la catechesi cmq) non sta pronunciando verità indiscutibili! Sta solo RIPERCORRENDO LA STORIA DELLA LITURGIA EUCARISTICA.. Chiaro? Non è difficile.

Non vuole opporre la messa comunitaria a quella privata. Quando fa cenno alla presenza del chirichetto come rappresentante dell'assemblea non sta condannando quel genere di eucaristia.

Perché lo dico? Perchè quando ero al seminario di Roma la messa privata la facevamo! Capito? LA FACEVAMO! Il padre spirituale non partecipava con tutti i seminaristi ai vespri uniti all'eucaristia, ma la faceva in privato in un'altra sala, spesso con qualche seminarista che non poteva essere presente alla celebrazione comunitaria.

Tu parli senza sapere! Sembri un ossesso che spulcia tutte le catechesi di Kiko in cerca di eresie ma in realtà non lo colosci affatto.

Che tristezza caro mio..

Pietro (NON del Cammino) ha detto...

Guardando un po' di foto di questo blog (alcune esilaranti) ne ho notata una che può essere interessante a commento di questo post. La cena ebraica in cui (spero non sia vero, ma temo di sì) si usano i calici della Messa!

Da quello che ne so, il calice della Messa è consacrato e può essere usato SOLO per la Messa! Non penso proprio che gli statuti, o qualunque altra carta che approvi il Cammino, permetta questo. E sono sicuro che non lo approva nemmeno il Papa.

Lino ha detto...

"@Flando/Gabriele che tristezza
"Non è questione di briciole o cose di questo tipo; San Pietro si sarebbe scandalizzato molto più del fatto che non c'e l'assemblea o che uno solo beve dal calice. E' questione di sacramento, di assemblea", pontifica Kiko.

Allora, Flando? Me la spieghi questa? Mica sei posseduto da un "demonio muto", che solo ti consente di proferire "Ahahahahh"? San Pietro si sarebbe scandalizzato, dice Kiko? Paolo VI, allora, quando insegnò "tuttavia non è da riprovarsi, anzi da approvarsi, la Messa celebrata privatamente", si sarà "scandalizzato"? Liberati del demonio muto, Flando, e rispondi: lo sai, vero, che altrimenti io ti riproporrò la domanda ad ogni tua risata qui?

Lino ha detto...

Sei esilarante, Flando, altro che tristezza: mi fai sbellicare. "Non è questione di briciole o cose di questo tipo; San Pietro si sarebbe scandalizzato molto più del fatto che non c'e l'assemblea o che uno solo beve dal calice. E' questione di sacramento, di assemblea". Cosa ripercorre, qui, Kiko, in questa considerazione? Dimmi, Flando: secondo te, san Pietro si sarebbe scandalizzato che uno solo beve dal calice?

Lino ha detto...

P.S.
Naturalmente non mi attendo che tu ci spieghi cosa ci faccia nel quadro la comunidad sulla mensa eucaristica. E lascia perdere l'ossesso: è roba da catechisti neocatecumenali che non sanno cosa rispondere. Roba da Kiko Vs. Daniel.

Lino ha detto...

Perché mi fai sbellicare, Flando? Per questa: "Perché lo dico? Perché quando ero al seminario di Roma la messa privata la facevamo! Capito? LA FACEVAMO! Il padre spirituale non partecipava con tutti i seminaristi ai vespri uniti all'eucaristia, ma la faceva in privato in un'altra sala, spesso con qualche seminarista che non poteva essere presente alla celebrazione comunitaria".

Grandissimo! "La facevamo!" Chi la faceva? "Il padre spirituale", in un seminario. Ergo: il padre spirituale diventa la dimostrazione che Kiko e Carmen dicono tutt'altro. Da cui: la personale esperienza (anche se fosse significativa, ma non lo è) diviene dimostrazione di verità.
Ritorna in seminario, Gabriele, anzi vai in un liceo a indirizzo logico-filosofico. Oppure limitati a scrivere "Ahahahahh".

flando85 ha detto...

Sempre più triste Lino..
I seminari Redemptoris Mater vengono usati dai qui presenti sommi sacerdoti per infangare Kiko. Ora che ho dato le prove che Kiko non parla contro la messa privata ecco che i seminari non contano più. Per forza.. contano solo gli appigli sottilissimi per costruire accuse su accuse.

- @ ci spieghi cosa ci faccia nel quadro la comunidad sulla mensa eucaristica.
Sinceramente non lo so e non mi interessa. Ma cosa credi? Che la nostra vita sia incensare tutte le icone di Kiko?
Il quadro non l'ho mica dipinto io e non vado a caccia di eresie come fai tu. Chiedilo a Kiko se tanto ti interessa..

-@ Dimmi, Flando: secondo te, san Pietro si sarebbe scandalizzato che uno solo beve dal calice?
Per uno che celebrava nel I sec. immagino di sì! Cosa c'è di male in questa affermazione? La messa privata e la comunicazione al vino del solo presidente è stata istituita in seguito quindi dov'è l'eresia??

Smettila di fare l'inquisitore improvvisato e rilassati che qui eretici non ce ne sono.. E dai..

by Tripudio ha detto...

Il caro fratello Flando è completamente sbroccato, non credo valga più la pena pubblicare i suoi deliranti contorsionismi verbali. È inutile sprecare tempo e pazienza per leggere le sue menate da club dei pasqualoni.

Valga come suo testamento la sua pomposa dichiarazione: «in quella catechesi Kiko non sta pronunciando verità dottrinali». Già, l'infallibile Kiko che in una "catechesi" non sta facendo "catechesi", benché "ispirato" dallo "Spirito"... così, giusto per capire a che livelli di demenza può arrivare un adoratore dell'idolo Kiko pur di salvare il prestigio di quest'ultimo. Come se ci volesse una laurea (honoris kausa) in semiotica kikologica ed ermeneutica kikocentrica per discernere tra le deiezioni del sommo Kiko.

Il disprezzo per le "Messe private" è un risultato del protestantesimo.

Infatti, se la Messa è sacrificio (e nella Chiesa Cattolica lo è), allora la Messa è un atto sempre buono, indipendentemente dalla partecipazione dell'assemblea: «l'unico sacrificio a Te gradito».

Nella mentalità protestante e moderna, invece, la Messa è tale solo se è "partecipata". C'è un disprezzo diffuso, non solo per le Messe "private" senza popolo, ma anche per le Messe che non hanno un po' di spettacolino canoro-coreografico incorporato. La radice di quest'errore sta nel disprezzo del sacerdozio.

Kiko e Carmen, gli autoinventati "iniziatori" del Cammino, hanno innumerevoli volte vantato la "messa" neocatecumenale, cioè lo spettacolino kikiano in cui non c'è spazio per il silenzio, non c'è spazio per la devozione, in cui la spiritualità è misurata dal fiume di parole vomitato dai fratelli presenti, dalla brutalità con cui vengono grattugiate le chitarrelle, dalla quantità di suppellettili e arredi comprati al kikoshop.

Nel neocatecumenalismo non solo non esiste la Messa "letta", ma ancor meno c'è spazio per la Messa "privata": non s'è mai visto un pretonzolo neocatecumenalogeno celebrare in privato... e che fa, si mette a grattugiare la chitarrella da solo? urla da solo nella saletta vuota come un cretino?

Nella religione neocatecumenale, poi, i cosiddetti "presbìteri" sono solo degli "incaricati del sacro": è notissimo che Kiko e Carmen abbiano sempre disprezzato il sacerdozio ministeriale, il concetto di sacrificio, l'idea di sacramento, ecc.

Tutte queste cose sono state documentate rigorosamente a livello teologico nei libri di padre Enrico Zoffoli (e in articoli e libri di molti altri autori, anche precedenti a lui), decenni prima che venisse aperto questo blog.

Il caro fratello Flando, meritevole honoris causa della laurea del club dei pasqualoni, viene qui non per ragionare ma solo per gridare la propria devozione a Kiko.

Più si rende conto del marciume del neocatecumenalismo, e più urla forte qui per "circoncidersi la ragione". Lo strazio che prova il caro fratello Flando è dovuto al rendersi conto di aver entusiasticamente aderito ad un'eresia - e il dolore è ancor più lancinante per il fatto che tale eresia era facile da riconoscere.

Lino ha detto...

Flando ha detto: "Sinceramente non lo so e non mi interessa. Ma cosa credi? Che la nostra vita sia incensare tutte le icone di Kiko?"
Tutte le icone? Nooo! La vostra vita è nell'attesa di ricevere la spiegazione del "Giudizio universale" di Kiko, nella Domus, nel viaggio di Nozze. Il "fratello Flando" sempre trova triste Lino, per queste discussioni: se non c'è comunità, non c'è balletto. E che allegria è? :-)

Ruben ha detto...

@ flando85 ha detto...
"Povero Lino.. capisco che tu non possa afferrare."
---
Permettetemi di "incazzarmi un attimo", ma non ce la faccio più!...

Sono del blog da oltre tre anni e ti dico, caro flando85, che "tu", e le virgolette del tu, sono un lusso che ti concedo "una tantum", "Povero Lino", a Lino, non glielo dici, non glielo puoi dire, e non glielo dirai mai!

sandavi ha detto...

Allora flando caro, Kiko è schizofrenico, se a tutte le catechesi iniziali del mondo fa dire quelle cose a tutti i suoi catechisti e poi vi esorta a celebrare le Messe private nei seminari.

Oltre al fatto che lui stesso dice che la "sua Messa" vale 100 e quella della Parrocchia vale 20. Lo ha detto lui. Non io.

Lino ha detto...

Grazie, Ruben, tolleriamolo, per l'appunto considerandolo un pasqualone, Pasqualone2. Altrove, in una pagina FB, per un commento di questo tipo, lo bannarono per manifesta incapacità di argomentare. Se gli togli queste argomentazioni ad hominem, cosa resta a Flando/Gabriele? Il ritorno al I secolo, all'età dell'oro, come agli gnostici tutti? A lui non interessa che sulla mensa eucaristica, assieme al pane e al vino, Kiko metta la comunità. Non ha un'icona di riferimento del I secolo, per dimostrare che senza la comunità non c'è Eucarestia. Di chiacchiere, invece, ne ha a iosa: lui crede di aver dato le prove che Kiko non parla contro la messa privata. Noooo! E chi mai potrebbe pensarlo? Da pag. 317 fino a pag. 329 e oltre Kiko e Carmen spiegano bene che la Messa privata vale quanto la comunitaria!

by Tripudio ha detto...

I cari fratelli che vogliono tornare a qualche leggendaria età dell'oro (oro liturgico, non oro delle "decime"), possono leggere l'articolo: Pensiero kikiano e ideologia nazista [clic qui].

aleCT ha detto...

@flando

Con tutto il rispetto: ma che c'entra il fatto che gli ebrei devono essere in 12 per il culto con San Giustino? Per me un bel niente. Ed è anche perfettamente inutile che tu dica che Kiko "non stava dicendo niente di dogmatico" perchè, NEI FATTI, sulla base di quelle catechesi avete celebrato per 30 anni senza CREDO, SENZA GLORIA, SENZA "ORATE FRATRES" e per giunta si diceva "che celebravate come vuole il Concilio"

C'è voluto un provvedimento ufficiale di Papa Benedetto per rimettere quelle preghiere al posto giusto. (tralascio cosa successe allora) Per quanto riguarda l'Eucarestia vi siete trovati un escamotage degno di Houdini. Bravi, complimenti.

E per giunta si strombazzava dappertutto: "ci approvano la liturgia! Adesso staranno tutti zitti!" Si è visto come è finita...

Una cosa è sicura flando: IO se vado a messa in Giappone o nel BurKina Faso in una parrocchia qls mi sento A CASA. Voi no.

Voi avete bisogno della saletta separata, del crocifisso di Kiko, delle icone di Kiko, dei canti di Kiko, delle risonanze, della pagnotta (perchè l'ostia "è fatta di carta"), di conoscere vita, morte e miracoli dalla persona che avete di fronte.....

Lino ha detto...

Non c'è, nella catechesi NC, un solo brano che sia congruente con l'enciclica sulla dottrina e il culto della SS. EUCARISTIA di Paolo VI. A pag. 324 si legge del mamotreto si legge:
"Si fa della messa qualcosa di magico che vale per qualsiasi cosa, cominciano ad apparire gli altari laterali sui quali ogni sacerdote dice la sua messa.Troviamo cioè la messa privata dei monaci... Non esiste più il valore dell'assemblea, della comunità che esulta nell'eucarestia e nella festa..."

E il pasqualone secondo (che sta facendo di tutto per diventare pasqualone primo) si permette pure di parlare di "appigli sottilissimi per costruire accuse su accuse". Dal mamotreto all'icona fino alle pratiche nelle salette, tutto riferisce che nel CNC insegnano che non ci sia Eucarestia senza assemblea e quello si permette pure di portare per prova contraria una sua esperienza nel seminario!

Ruben ha detto...

@aleCT
"Una cosa è sicura flando: IO se vado a messa in Giappone o nel BurKina Faso in una parrocchia qls mi sento A CASA. Voi no."
---
Brava aleCT. L'Universalità della Chiesa! Appunto nel significato "Cattolica".

Il sentimento di "sentirsi A CASA"! Quante volte mi ha soccorso, soprattutto la Domenica,
quando più giovane, molto spesso mi trovavo all'estero per lavoro!...

Ruben ha detto...

OT:

Sempre per chi ha tempo e voglia:

"10 OTTOBRE 1992. MATRIMONIO SS CORPO E SANGUE DI CRISTO CON IL RITO NEOCATECUMENALE
Il video è integrale; alzate di parecchio il volume.

https://www.youtube.com/watch?v=_kSL-cOVLEw

Avete letto bene: "RITO NEOCATECUMENALE". Allora la deregulation era selvaggia! Non era neanche in vigore lo Statuto ad experimentum!

Come potrete ben vedere, nel "RITO", non era neanche previsto l'inginocchiatoio per gli sposi; guai ad inginocchiarsi!!

Fine OT.

Anonimo ha detto...

Ruben
Il fatto è che ancora non ci sono riscontri in rapporto al Family-Day, ed i personaggi sopra citati.

Ci sono, basta cercarli

http://www.lacrocequotidiano.it/articolo/2015/06/02/societa/il-20-giugno-in-piazza-per-la-famiglia

Saluti
Jeff m.

P.s. Comunque, a quanto so, Costanza Miriano non é dell'opus dei e Adinolfi non é piú nel PD.

Ruben ha detto...

@Anonimo Anonimo ha detto...
Ruben
Il fatto è che ancora non ci sono riscontri in rapporto al Family-Day, ed i personaggi sopra citati.
Ci sono, basta cercarli
http://www.lacrocequotidiano.it/articolo/2015/06/02/societa/il-20-giugno-in-piazza-per-la-famiglia
Saluti
Jeff m.

P.s. Comunque, a quanto so, Costanza Miriano non é dell'opus dei e Adinolfi non é piú nel PD.
---
Vero, infatti nell'elenco c'è anche il vostro Filippo Savarese, nella qualità di portavoce di La Manif Pour Tous Italia, ma sempre NC è.

Per quanto riguarda la Mirano, i membri sopranumerari dell'Opus, non hanno l'obbligo di renderlo noto; tra l'altro i modi ufficialmente previsti per essere "vicini all'Opera, sono
molteplici.

Adinolfi, ad di là dello schieramento politico, ha un grandissimo pregio; non è un ipocrita.

Il 20 giugno contro l'ideologia gender ha detto...

A questo punto un appello: datemi un nominativo, "uno" connesso all'organizzazione dell'evento, che nulla abbia ache fare con il Cammino Neocatecumenale

http://www.lamanifpourtous.it