lunedì 21 agosto 2017

Il manuale del Perfetto Neocatecumenale

Orientamenti per il dialogo con i cristiani della domenica

- «...il Cammino è approvato, perciò chi critica il Cammino deve per forza essere uno che odia, che invidia, che giudica, uno che non ha capito e che non conosce, poiché solo chi capisce e conosce il Cammino può lodarlo...»

- «...quando si parla dei pregi del Cammino, siate il più generici possibile: per esempio, "il Cammino ha salvato il mio matrimonio", senza entrare nel merito di cosa esattamente ha "salvato" e come lo ha "salvato"...»

- «...partite sempre dal presupposto che il mondo è in bianco e nero; per esempio: "il Cammino mi ha salvato da droga, adulterio e alcolismo", come se tutti - ma proprio tutti - vivessero perennemente a rischio di droghe, adulteri, alcolismi e quant'altro, e che solo facendo il Cammino si eliminano quei vizi...»

- «...quando qualcuno testimonia storture avvenute nel Cammino abbiate sempre pronta l'espressione: "nelle comunità della mia città non è mai successo", oppure: "non mi risulta", o ancora: "mai sentita una cosa del genere": le opinioni valgono più dei fatti, qualora si tratti di opinioni favorevoli al Cammino; inoltre il dire "non mi risulta" costringe gli interlocutori a spiegarsi meglio, e alla fine li batterete per estenuazione...»

- «...ricordatevi che la fede non consiste nelle verità da credere, ma in un elenco di operazioni da eseguire, un elenco di parole da rinfacciare, e un elenco di elogi di ecclesiastici da esibire... i cristiani della domenica non fanno tutte le cose che facciamo noi, non hanno un elenco pronto di cose da dire come ce l'abbiamo noi, e non possono sciorinare elenchi di "lodi dal Papa, dai cardinali, dai vescovi, dai presbiteri..."»

- «...se qualcuno facesse discorsi riguardo le variazioni neocatecumenali sulla fede e sulla liturgia, scegliete un particolare secondario del loro discorso, anche il più insignificante (come ad esempio un errore grammaticale), e pestate sempre e solo quel tasto, in modo da sviare altrove l'attenzione...»

- «...quando parlate coi cristiani della domenica, riempite il discorso di "io sono un peccatore" ma parlate sempre in modo che sia chiaro che siete superiori a loro; per esempio, vantatevi del fatto di Fare Le Lodi, perché quasi nessuno dei cristiani della domenica le fa (al più Fanno il Rosario, e lo fanno alla maniera di tutta la Chiesa, non nella diversa maniera insegnataci da Kiko e Carmen)...»

- «...in qualsiasi discussione, riducete ogni argomento alle "specialità" del Cammino; per esempio: qualcuno parla di figli o mogli? buttatela sull'Apertura alla Vita e vantatevi della vostra prole numerosa (o di quella dei fratelli di comunità), e se l'interlocutore è sufficientemente tonto ditegli che solo nel Cammino ci sono famiglie numerose...»

- «...scegliete sempre il livello adatto per le vostre affermazioni, e poi a poco a poco alzatelo sempre di più; per esempio, se si parla di vocazioni, si può dire che il Cammino ne ha tantissime; se i vostri interlocutori sono più ingenui, si può alzare il livello e dire che quando Kiko fa la chiamata vocazionale si "alzano" tantissime vocazioni, e se sono ancora più ingenui direte che Kiko suscita tantissime vocazioni...»

Armamentario neocatecumenale pronto
per la celebrazione della liturkikia
in onore dell'idolo Kiko
- «...siate sempre pronti ad equivocare ogniqualvolta sia utile al Cammino: se qualcuno parla di liturgia, fingete di credere che quella neocatecumenale sia identica a quella della Chiesa; se qualcuno parla di catechizzare, voi fingete di credere che le "catechesi" del Cammino siano la stessa cosa; se qualcuno porta un valido esempio, concentratevi su qualche aspetto secondario dell'esempio anziché sulle questioni relative al Cammino...»

- «...fate sempre leva sul buonismo e concludete ogni discorsino con un "pregate per me", in modo che gli interlocutori non possano darvi la strigliata finale... insabbiate le questioni, buttatela a tarallucci e vino, poiché il Cammino non si può discutere (neppure con ottimi argomenti) ma si può solo vivere...»

- «...quando le cose si mettono male scappate gridando "con voi non si può dialogare", o altra espressione che scarichi sugli interlocutori la colpa della vostra fuga...»

- «...ricordatevi sempre che il "non giudicare", l'amare i propri nemici, il non resistere al male, ecc., valgono solo all'interno del Cammino, non si applicano mai a chi non elogia il Cammino e i suoi iniziatori...»

- «...ricordatevi sempre che la menzogna è peccato, sì, tranne quando può essere utilmente utilizzata per promuovere il prestigio del Cammino; ingannare è peccato, sì, tranne quando può essere proficuamente adoperato per proteggere l'immagine dei due iniziatori Kiko e Carmen».

19 commenti:


  1. :) bellissimo! Potresti farne dono a Kiko che lo aggiunga ai mamotreti. :)

    Ma in realtà non ce n'è bisogno perchè pare che questo atteggiamento i NC lo acquisiscano col passare del tempo senza bisogno che gli venga detto .. forse solo "assorbendolo" un po' alla volta dall'esempio dei loro catechisti.

    Uno psicologo cattolico che ho conosciuto, essendo anche diacono, era stato incaricato dal suo vescovo di fare uno "studio dal punto di vista psicologico del fenomeno neocatecumenale" (avendo anche diversi pazienti che da dentro o da fuori ne erano coinvolti) e molte cose scritte nel post me le diceva anche lui (soprattutto l'aspetto della genericità e del vedere il mondo in bianco e nero), ma soprattutto mi fece ridere la sua conclusione:
    "a me non mi accetterebbero mai nel CN perchè ho 1 vita troppo normale .. vado persino d'accordo con mia moglie!"

    Oltre al manuale di comportamento verso gli "esterni" ci sarebbe poi anche quello dei comportamenti da tenere con i fratelli di comunità ..
    .. ora non ho tempo.

    Grazie Tripudio,

    Buona giornata a tutti.

    Roberta

    RispondiElimina
  2. Bellissimo articolo :D
    Ex fratello

    RispondiElimina
  3. Ottimo vademecum per la preparazione alla missione senza carte di credito né cellulari tra popolazioni selvagge che non hanno mai sentito nominare Gesù Cristo.

    Posso aggiungere?
    "- il cammino non è per tutti ......"

    espressione da pronunciare lentamente, con tono grave e rassegnato alla perdizione dell'interlocutore della domenica, il quale si ostina a non ammettere la superiorità del kikarmenesimo sul cattolicesimo.

    RispondiElimina
  4. Sì, e bisogna aggiungere anche il trucco del "ma non si alteri!" dei cosiddetti "catechisti" che ostentano il sorrisetto pacioso per far sembrare furente l'interlocutore.

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. Aggiungerei: "Vieni e vedi", mi è stato detto molte volte come risposta alle mie critiche alle "esegesi" di Kiko.

    RispondiElimina
  7. All'inizio il virgolettato mi stava portando a credere che fosse un documento realmente esistente...
    Lo trovo magistrale perchè è un compendio di quanto realmente accade.
    Utile anche a chi vuole intraprendere una discussione con i cari fratelli NC (magari catechisti di medio e lungo corso), per conoscere in anticipo le loro mosse e gli sviamenti del discorso.

    Etneo

    RispondiElimina
  8. Magnifico vademecum per il campione della fede in Kiko! Ci metterei anche: non dimenticare il saluto finale! Non buongiorno, arrivederci, piacere di averla conosciuta ma il sibillino "La Pace". Attenzione, che non manchi l'articolo! Perché Pace da solo potrebbe intendere che vuoi far pace, desideri il dialogo, ammetti magari un errore. "La Pace" fa capire invece che solo tu possiedi la pace data dalla più alta conoscenza catekika che l'altro purtroppo ancora non ha; tu hai "La Pace" (eterna?) mentre lui si dibatte nelle sue ansie e spiegazioni teologiche che tu, dopo un mezzo ascolto delle catechesi iniziali, già non hai più, avendo ricevuto tutte le risposte di cui avevi bisogno e attendendo le altre fiduciosamente dai catechisti a tempo debito.

    RispondiElimina
  9. Penso che "la Pace" Neocatecumenale, sia sicuramente un qualcosa di estremamente ipocrita.

    A pelle, sento come ipocrita anche lo scambio della pace(postconciliare), durante la Messa(quella vera), ma da Cattolico osservante rispetto la Liturgia e di buon grado mi adeguo.
    ---

    RispondiElimina
  10. Io aggiungerei anche questo:

    Se uno fa notare che ci sono degli errori dottrinali nelle catechesi, va messo a tacere l'interlocutore con la frase:

    "il cammino e' stato approvato dalla Chiesa e se dici che ci sono degli errori dottrinali STAI OFFENDENDO LA CHIESA"

    Ovvero si rincara la dose accusando l'interlocutore di sostenere che la Chiesa non ha fatto bene il suo compito di verifica e correzione, e di essere un superbo pensando di essere più bravo della Chiesa.

    EX-NC-???

    RispondiElimina
  11. @tripudio

    Dimenticavo....grazie ottimo idea! Siccome sono prevedibili nelle risposte e comportamenti, chiunque può verificare sul campo.....

    EX-NC-???

    RispondiElimina
  12. Ex-NC-??? Dice:
    "Ovvero si rincara la dose accusando l'interlocutore di sostenere che la Chiesa non ha fatto bene il suo compito di verifica e correzione, e di essere un superbo pensando di essere più bravo della Chiesa."
    Quando si attacca il cammino usano la Chiesa come scudo,la stessa Chiesa che disprezzano e denigrano come cristiani di serie B, perché loro sono i veri cristiani...classico dei presuntuosi,e chiusi mentalmente,girano la frittata sempre a loro vantaggio!
    Ex fratello

    RispondiElimina
  13. Hahaha, ottimo vademecum!!

    P.s. sono già iniziati gli Hunger Games Neocat?

    RispondiElimina
  14. Come da testimonianze nei commenti delle scorse settimane, parecchi Hunger Games Neocatecumenali erano già stati svolti in diversi paesi negli scorsi mesi. Il Neocatecumenal Leak che presentammo si riferiva al sud Italia, iniziano lunedì prossimo con la convivenza.

    RispondiElimina
  15. Dimenticavo

    "dire a chi critica che sta diventando uno STRUMENTO DEL DEMONIO, perché il cammino, COSÌ COM'È, e' stato ispirato dalla Madonna. Quindi chi critica sta osteggiando un progetto divino.....(o come direbbe l'apostata un progetto di vino).

    EX-NC-???

    RispondiElimina
  16. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  17. Un mio caro amico si è avvicinato al cammino o, l' ho incontrato questa sera dopo qualche anno,(totalmente cambiato) mi ha parlato per due ore(parlava solo lui) del cammino di tutti i pro e del fatto che Dio mi ama etc (altre frasi lette sopra) infine mi ha invitato a prender parte al Eucaristia, vi chiedo è possibile fargli una mano ad uscirne?

    RispondiElimina

I commenti vengono pubblicati solo dopo l'approvazione di uno dei moderatori.

È necessario firmarsi (nome o pseudonimo; non indicare mai il cognome).

I commenti totalmente anonimi verranno cestinati.