lunedì 1 marzo 2021

Cosa i Kikos non vogliono far sapere alla Chiesa e al Papa

Questo articolo vuole essere un approfondimento del precedente: esso riportava 5 pagine del Direttorio che passa per 'approvato' e come tale è distribuito dai Centri neocatecumenali ai catechisti del Cammino per essere imparato a memoria e ripetuto fedelmente nelle varie catechesi dei vari passaggi. 

L'analisi di quelle pagine, relative all'argomento 'decima', nel Secondo Passaggio, ha rilevato una incongruenza macroscopica fra le parole del testo e le note apposte in calce tratte dal Catechismo della Chiesa Cattolica. 
 
L'unica ipotesi ragionevole che ci è stato possibile elaborare per spiegare tali incongruenze è che il testo del Direttorio non sia quello studiato, riveduto e poi, confermato o corretto dalle Congregazioni Vaticane, che avrebbero certamente corretto il testo in consonanza alle note, MA sia ancora il vecchio mamotreto (cioè le catechesi effettivamente sostenute da Kiko e Carmen sbobinate e riportate per iscritto) però REVISIONATO dai teologi del Cammino nel 1999 prima della consegna per l’esame delle Congregazioni Vaticane, con le note del Catechismo apposte lì per far sembrare il testo in linea con la dottrina cattolica. 
 
Proseguendo perciò  nella nostra analisi, abbiamo preso due pagine nodali della catechesi di Kiko della convivenza del Secondo Passaggio in cui l'Argüello spiega in cosa consisteranno gli scrutini e tratta della vendita dei beni; abbiamo confrontato il testo del mamotreto originale del 1977 con il testo del Direttorio per capire esattamente quali siano le differenze tra i due e comprendere perciò, di conseguenza, cosa i neocatecumenali avessero tolto o modificato dai mamotreti originali e quali prassi del Cammino volessero nascondere, a riguardo degli scrutini, ai teologi incaricati dalla Santa Sede dell'esame del loro 'catechismo'. 
 
Dalle due pagine che  abbiamo analizzato, è scaturita una lista di 'arcani' del Cammino che elenchiamo di seguito e che poi analizzeremo nel particolare. 
 
"Che silenzio!...Staranno dormendo?"

 
I kikos non vogliono far sapere alla Chiesa e al Papa che: 
  • ritengono di essere l'unica forma di rinnovamento nella Chiesa, una Chiesa essi stessi, veri cristiani, incarnazioni di Cristo
  • vogliono umiliare le persone; 
  • si ritengono ispirati da Dio e in diritto ad essere 'duri' o 'blandi'; 
  • con gli scrutini espellono persone dalla comunità o le sospendono per un anno o più se non obbediscono; 
  • nel corso del Secondo scrutinio chiedono di vendere TUTTI i beni compresa la casa. 
 
Se analizzassimo in questo modo tutto il cosiddetto Direttorio, siamo certi che la lista sarebbe infinita! Di seguito l'elenco delle differenze riscontrate.


I kikos non vogliono far sapere alla Chiesa e al Papa che:

------------------------
I catechisti neocatecumenali ritengono di essere l'unica forma di rinnovamento nella Chiesa, una Chiesa essi stessi, veri cristiani, incarnazioni di Cristo.
------------------------

Ecco le prove, dedotte dal confronto di due pagine dei mamotreti del 1977 e del Direttorio che passa come "approvato":

 

1) 
  • *Orientamenti 1977*--> In questo scrutinio Dio si sta formando una Chiesa, un popolo, un corpo; una Chiesa nuova nella parrocchia, che è il Corpo di Cristo risuscitato. Questo Corpo è Cristo stesso. 
  • *Direttorio*-->CON QUESTO SCRUTINIO DIO VI VUOLE AIUTARE AD ESSERE VISIBILMENTE CHIESA


2) 

  • *Orientamenti 1977*--> Ditemi dove esiste un maggior seme di rinnovamento, in questo momento, nella Chiesa  (...) in quale parte della regione c'è oggi una speranza di rinnovamento seria per la Chiesa. Ditemi dove sta oggi una sintesi teologica reale di misericordia per la gente.
  •    *Direttorio*-->DIO SUSCITA OGGI TANTE REALTA' CHE SONO STRUMENTI DI RINNOVAMENTO PER LA CHIESA


3) 

  • *Orientamenti 1977*--> Gesù Cristo si sta incarnando dentro di te
  • *Direttorio*-->E' DENTRO DI TE
 

4) 

  • *Orientamenti 1977*--> Perché qui, quello che si tratta è essere cristiani, per salvare questa società in questa generazione.
  • *Direttorio*--> SI TRATTA DI ESSERE CRISTIANI ADULTI
 




 I kikos non vogliono far sapere alla Chiesa e al Papa che:

------------------------
I catechisti neocatecumenali vogliono umiliare le persone.
------------------------

 Ecco le prove, dedotte dal confronto di due pagine dei mamotreti del 1977 e del Direttorio che passa come "approvato":

 

 1)

  •  *Orientamenti 1977*--> essere cristiani significa umiliarsi
  • *Direttorio*-->CENSURATO
 

2) 

  • *Orientamenti 1977* (Vendere i tuoi beni, dare il tuo denaro) è un simbolo per umiliarti.
  • *Direttorio*-->E' UNA GRAZIA ENORME
 

 I kikos non vogliono far sapere alla Chiesa e al Papa che:

------------------------
I catechisti neocatecumenali si ritengono ispirati da Dio e in diritto ad essere 'duri' o 'blandi':
------------------------

 Ecco le prove, dedotte dal confronto di due pagine dei mamotreti del 1977 e del Direttorio che passa come "approvato":

 

1) 

  • *Orientamenti 1977*--> Noi (catechisti che facciamo lo scrutinio) facciamo un servizio nel Suo nome e Dio ci ispira.
  • *Direttorio*-->'DIO CI ISPIRA' CENSURATO
 

2)

  •  *Orientamenti 1977*--> Per alcuni saremo più blandi, per altri più duri, come il Signore vuole.
  • *Direttorio*-->CENSURATO
 

3) 

  • *Orientamenti 1977*--> Pensate, quando sarete scrutati, che state davanti a Gesù Cristo, anche se io sono un imbecille, una canaglia e un idiota;
  • *Direttorio*-->ANCHE SE IO SONO UN IMBECILLE E UN IDIOTA (CANAGLIA CENSURATO)
 

 I kikos non vogliono far sapere alla Chiesa e al Papa che:

------------------------
I catechisti  neocatecumenali con gli scrutini espellono persone dalla comunità o le sospendono per un anno o più se non obbediscono:
------------------------ 

Ecco le prove, dedotte dal confronto di due pagine dei mamotreti del 1977 e del Direttorio che passa come "approvato":

 

 1) 

  • *Orientamenti 1977*--> Alla fine di ogni scrutinio dite ad ognuno se accetta di non passare
  • *Direttorio*-->DITE AD OGNUNO SE ACCETTA DI ASPETTARE UN TEMPO
 

2)

  • *Orientamenti 1977*--> Dice qualcuno: "Allora perché a qualcuno voi lo allontanate dalla comunità e non passa?"
  • *Direttorio*-->ALCUNI DEVONO ASPETTARE UN TEMPO PRIMA DI PASSARE
 

3) 

  • *Orientamenti 1977*--> Che non ti senti la forza, che dubiti, che stai...? Aspetta un poco, non succede nulla.
  • *Direttorio*-->CENSURATO
 

4) 

  • *Orientamenti 1977*--> (In relazione a un fratello che non fanno passare allo scrutinio e che hanno fatto aspettare un anno)
  • *Direttorio*-->ABBIAMO FATTO ASPETTARE TUTTA LA COMUNITA'
 



 I kikos non vogliono far sapere alla Chiesa e al Papa che:

------------------------
I catechisti  neocatecumenali chiedono di vendere TUTTI i beni compresa la casa:
------------------------

 
 Ecco le prove, dedotte dal confronto di due pagine dei mamotreti del 1977 e del Direttorio che passa come "approvato":

 

1) 

  • *Orientamenti 1977*--> Se essere cristiani è per voi più importante che avere una casa al mare, o una casa stupenda.
  • *Direttorio*-->CENSURATO


2) 

  • *Orientamenti 1977*--> Perché il Signore ci ha promesso che a chi vende uno riceverà cento, qui.
  • *Direttorio*-->CENSURATO
 

3) 

  • *Orientamenti 1977*--> E gli abbiamo detto: "Lascia in pace i tuoi conti, vai a casa e vendi tutto quello che hai. Hai molti milioni? Bene, vai a casa e dona tutto ai poveri".
  • *Direttorio*-->GLI ABBIAMO DETTO: PROVATI SERIAMENTE NEI TUOI BENI, DAI UN PEZZO DEI TUOI BENI AI POVERI
 

4) 

  • *Orientamenti 1977*--> ODIA TUO PADRE E TUA MADRE ODIA TUO PADRE,TUA MADRE, TUA MOGLIE, TUO MARITO, I TUOI FIGLI, I TUOI FRATELLI E SORELLE, E LA TUA STESSA VITA. PRENDI LA TUA CROCE E VENDI TUTTI I TUOI BENI. POI VIENI E SEGUIMI.
  • *Direttorio*-->Viene messa tra virgolette come fosse una semplice citazione evangelica, non una prescrizione che i catechisti danno agli adepti.
 

In calce, le corrispondenti pagine del Direttorio.

 

1
2
3

4

157 commenti:

  1. Innanzi tutto complimenti agli 007 dell'Osservatorio!
    I camminanti non si illudano: quello che dicono all'orecchio, o prima, o poi, verrà gridato dai tetti!

    Ammesso che le catechesi orali del Cammino dopo l'approvazione del direttorio siano state CORRETTE e adeguate al direttorio approvato, cosa che spesso non sembra avvenire, come si evince da certi commenti di camminanti in questo blog, rimane il fatto che per circa 40 ANNI, la predicazione del Cammino non solo è stata SBAGLITA, ma è stata recepita come ISPIRATA ALLA LETTERA, tanto che i testi dei mamotreti non potevano essere cambiati di una virgola!

    Per cui gli attuali "catechisti" sono stati formati in una fede sbagliate e vissuta superstiziosamente.

    E poiché le origini di un movimento spirituale rivelano più chiaramente il suo carisma, e all'origine del Cammino c'é un "annuncio" poi pesantemente corretto dalla Chiesa (e forse anche per questo il direttorio è stato secretato), se ne può dedurre che l'origine del Cammino non sia avvenuto in comunione con la Chiesa Cattolica.

    E' perciò anche da credere che le "apparizioni celesti" ricevute da Kiko e Carmen, che stanno all'inizio del Cammino, non siano autentiche.

    L'approvazione degli statuti del cammino, che sono vincolanti, sono stati un tentativo di CONVERTIRE il Cammino, in cui confluivano tanti cattolici.
    Ma le disubbidienze di Kiko e Carmen ad adeguarsi al Messale Romano e a predicare la dottrina cattolica, oltre al NASCONDERE il direttorio approvato impedendone la pubblicazione, sembra la dimostrazione che il Cammino volesse approfittare di tutti vantaggi dell'approvazione ma non volesse adeguarsi ai vincoli che ne derivano, e sembra una conferma OSTINATA a volersi mantenere fedeli alle origini non cattoliche del Cammino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La prova di quanto detto sembra concentrarsi negli orientamenti del 1977, in cui Kiko afferma:

      "In questo scrutinio Dio si sta formando una Chiesa, un popolo, un corpo; una Chiesa NUOVA nella parrocchia, che è il Corpo di Cristo risuscitato. Questo Corpo è Cristo stesso".

      La Chiesa, riconoscendo l'errore di Kiko (che non è evidentemente tanto ispirato), ha CORRETTO il profetissimo così:

      "CON QUESTO SCRUTINIO DIO VI VUOLE AIUTARE AD ESSERE VISIBILMENTE CHIESA".

      I problema è: cosa insegnano oggi i "catechisti" che si sono formati sul vecchio direttorio?
      Insegnano che il Cammino è un movimento nella Chiesa, o che è la Chiesa?
      Insegnano secondo Kiko o secondo la Chiesa?

      Leggendo alcuni loro commenti su questo blog, si evince che per loro il Cammino non è un'associazione di fedeli, ma di più, molto di più. E' LA Chiesa.
      Non dico che per tutti è così, ma gli insegnamenti che si ricevono nel cammino tendono a far recepire una cosa del genere.

      Elimina
    2. Precisiamo : le origini del Cammino sono cattoliche; non è vero che chi disubbidisce è fuori dal Cammino, altrimenti perchè alcuni del Cammino scrivono su questo blog, disubbidendo a Kiko che ha detto di non farlo? Non è vero che dopo il secondo scrutinio i camminanti devono vendere tutto; siccome la maggior parte ha fatto quel passaggio e hanno ancora case e terreni, non ci risulta siano dei barboni che vivono sotto i ponti e vanno a mangiare alla Caritas. Quindi, quanto asserito nel post cade miseramente.

      Elimina
    3. Rispondo sulla questione principale.
      Sottilmente eccepisci che non è vero che i camminanti 'devono' vendere tutto.
      Effettivamente anche se qualcuno ti dice di buttarti dalla finestra, non vuol dire che tu 'debba' farlo. Eppure esiste il reato di induzione al suicidio.
      Allo stesso modo si comportano i catechisti nel corso del secondo scrutinio. La richiesta, martellante, è quella di vendere tutto e di 'liberarsi di mammona' e vengono portati ad esempio coloro che lo fanno. Naturalmente, l'obbiettivo è quello di raccogliere molti soldi, la somma maggiore possibile, anche per far colpo sul Vescovo (per non dire corromperlo ed indurlo a chiudere un occhio sulle malefatte del Cammino) a cui va parte del bottino.
      Il problema è l'induzione a compiere atti eccessivi e contro il proprio interesse e quello della propria famiglia, con la promessa del centuplo su questa terra, come fanno le peggiori sette. Argomenti di cui abbiamo parlato anche recentemente.
      Il fatto che tu neghi non ci impressiona né tanto né poco, sappiamo che è meritorio per i camminanti nascondere la verità.

      Elimina
    4. Io comincio a pensare, carissimo, che chi sta da molto tempo nel cammino cominci ad avere qualche problema di ANALFABETISMO FUNZIONALE. Ovvero comincia ad avere, tra l'altro, problemi di comprensione di un testo.

      L'articolo sta dicendo un'altra cosa: sta dicendo che i vertici del cammino hanno EPURATO determinati termini al momento di farsi controllare per poi riutilizzarli tranquillamente dopo.
      Un poco come una azienda che quando arriva la Finanza gli presenza i rendiconti falsi. Poi magari quell'azienda ha pure il coraggio di dire che i conti sono a posto, ma in realtà non è così. Mentono sapendo di mentire quindi.

      Giustamente ci si è chiesto: se avete cancellato quelle cose perchè lo avete fatto? Perchè sapevate che erano erronee o semplicemente per imbrogliare i controllori?
      E prima che qlc si imbestialisca e minacci querele (che non potrà portare avanti perchè NON GLI CONVIENE) vorrei ricordare che i vertici del cammino con l'aiuto di qualche cardinale amico e compiacente stavano per farsi approvare la liturgia dalla Congregazione del Culto Divino senza che questa si sia mai anche solo riunita per esaminarla. Se non ci fosse stato il Cardinale Burke a ribellarsi a cose praticamente fatte e far notare la cosa a Benedetto XVI (che CONDIVIDEVA I DUBBI DI BURKE E LO HA DETTO APERTAMENTE) a quest'ora ci saremmo ritrovati con una liturgia approvata con l'inganno.

      Ma evidentemente Dio non ha voluto così. Non solo, è un precedente importante per capire come i vertici del cammino siano portati a MENTIRE senza nessuno scrupolo.

      D'altronde mi pare anche logico: si ritengono la nuova Chiesa quindi il gioco vale la candela.

      Elimina
    5. Anonimo delle 11 e 36: ma ti rendi conto che stai parlando con alcuni ex che, forse, hanno "camminanto" molto più tempo di quanto hai fatto tu fino ad ora?
      E' vero che i camminanti che scrivono, visto che in Cammino sono anni che non entra più nessuno, sono anni che fanno parte della setta, ma qui c'é gente che ha fatto 30 anni di Cammino! Non pensare che puoi imbrogliarli!

      Elimina
    6. Mi riferivo all'anonimo delle 11 e 36

      Elimina
    7. Anonimo 1 marzo 2021 11:36

      Anche io ti dico due cosette, Anonimo. Tu metti proprio di buon umore.

      Premetto che, dal momento che ci rassicuri sul fatto che
      "le origini del Cammino sono cattoliche",
      ora stiamo più tranquilli tutti.

      Ci dai ragione del fatto che non è vero che chi disobbedisce è fuori dal cammino, perchè tanti che il cammino lo fanno vengono sul Blog in disobbedienza a Kiko.
      E allora? Cosa dimostri secondo te?
      Che gli uomini sono uomini dappertutto e, tante volte, fanno le cose di nascosto. Questo dimostra che a Kiko, infondo, non lo prendono poi tanto sul serio tutti quanti là dentro.
      Non pensano che Kiko abbia detto una cosa sensata, forse non la capiscono e fanno di testa propria. Sono legati al Cammino e pensano che sia più giusto informarsi per poterlo difendere a spada tratta.

      Idem dicasi per l'ultima parte che riguarda la vendita dei beni.
      Qui ti superi.
      Per dimostrare che NON E' VERO CHE I CAMMINANTI DEVONO VENDERE TUTTO porti la testimonianza che i fratelli non lo fanno perchè

      per la gran parte hanno ancora case e terreni
      e perchè
      nessuno è finito barbone sotto i ponti.

      Complimenti anonimo camminante fedele a Kiko.

      In un colpo solo hai smentito il tuo profeta due volte.

      La prima, dicendo che LA' DENTRO NESSUNO LO STA A SENTIRE.

      Nè sul fatto che devono vendere i beni

      Nè sul fatto che, se li vendono, Dio darà loro il centuplo.

      Ma bravissimo. Era quasi meglio che confermavi il contenuto del post.

      Pax

      Elimina
    8. Mai. Piuttosto la morte. E i disobbedienti a Kiko saranno puniti. Abbiamo molta fiducia nel Covid

      Elimina
    9. Ma come parli?! E chi è Kiko? Proprio le caratteristiche di un caposetta che ti tiene stretto, una volta che sei caduto nella loro trappola, con le buone o con le cattive. Con annesse maledizioni incluse che attirano sul malcapitato ogni sorta di sventure.
      Molti non si allontanano per queste paure e restano succubi per tutta la vita della setta a cui hanno, sventuratamente, aderito.

      Pax

      Elimina
    10. I disobbedienti a KIKO saranno puniti?
      Ma che ti sei bevuto di prima di andare a letto?

      Elimina
  2. Pietro NdC: quello che tu scrivi è giustissimo. La mia opinione, per ora ancora provvisoria, non posso averne la certezza , è che certi aggiustamenti sul testo originale dei mamotreti non possano averli fatti i teologi vaticani.
    A meno che anch'essi non siano neocatecumenali ed amino coltivare l'ambiguità!
    Mi riferisco soprattutto al racconto del fratello che fu fermato per un anno perché non aveva venduto tutti i beni.
    Si tratta appunto di un racconto, che riferisce storicamente un fatto avvenuto.
    Che senso avrebbe per un esterno scrivere che invece fu fermata per un anno TUTTA la Comunità?
    Un esterno, un teologo che correggeva i mamotreti, avrebbe piuttosto cassato tutto l'episodio (tanto la verbosità kikiana consente un piccolo taglio), non avrebbe modificato sostanzialmente quanto successo, e sopratutto alterato le parole stesse che rivolsero i catechisti a quel fratello "vendi TUTTO quello che hai", non certo "dai un pezzo dei tuoi beni" (che tra l'altro in italiano suona malissimo).
    A me pare che questo testo non sia stato rappezzato da un teologo, ma dai camminanti stessi.
    Chi detiene il diritto di modificare un fatto realmente accaduto, se non chi lo ha vissuto, scritto o riferito in origine?
    Così pure tutti gli altri piccoli aggiustamenti, che sono tutti un "dire e non dire", un voler mantenere il messaggio originale (negli scrutini dite di vendere tutto, financo la casa, altrimenti non fate passare le persone) senza però farlo parere in modo esplicito.
    Sempre di più mi convinco che, nei Direttori cosi detti approvati, il testo è quello dei mamotreti originali così come presentato per le correzioni in Vaticano nel 1999.
    I casi sono due, se le cose stanno così: o per qualche motivo le Congregazioni li hanno lasciati "passare" accontentandosi delle note correttive, come abbiamo visto nello scorso articolo, o questa è una grande truffa e questi non sono i testi veramente revisionati e approvati.
    Resta comunque il fatto che i kikos hanno continuato a dire e a fare come loro consigliato nei mamotreti originali, come hai detto giustamente tu: a intromettersi indebitamente nel foro interno, a far vendere i beni e le cose più care, a considerarsi La Chiesa e non una semplice realtà parrocchiale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A usare la decima non per la comunità, ma per i catechisti itineranti e in definitiva per far crescere l'organizzazione, e così via.

      Elimina
    2. La tua ipotesi è più che verosimile, è molto probabile, e purtroppo coinvolge anche degli esterni al Cammino, che si sono resi complici in quello che sembra avere tutte le caratteristiche di un "imbroglio".

      Elimina
  3. Inizio con un commento a premessa...

    Analisi preziosa, confronto illuminante che ci consente di elaborare bene e comprendere, oltre che gli svarioni del Cammino micidiali, anche le loro più occulte strategie.

    Quello che vanno a cambiare loro stessi, prima di presentare alle Congregazioni le “ispirazioni” di cui si sono sempre vantati, suscita non pochi interrogativi legittimi.

    Non ultimo quello che si può concretizzare in una domanda, semplice semplice, che vorrei tanto poter porre loro, peccato che chi potrebbe rispondere non legga questo Blog.
    Ma io la faccio lo stesso, ed è questa:

    “Ma se eravate consapevoli di quello che non andava detto ai catechizzandi, se sapevate da voi stessi COSA DOVEVATE CORREGGERE, perché non l’avete fatto prima?
    Non solo!
    Perchè una volta che lo avete riconosciuto da soli - essendo abbastanza intelligenti! - come appare chiaro dal fatto che da soli avete cambiato i testi delle vostre catechesi... perché POI non vi siete adeguati fino in fondo alle decisioni sacrosante della Chiesa? Contro di esse avete combattuto allo stremo. Allungando tutti i tempi e prendendo la Chiesa stessa per stanchezza, pur di piegarla il più possibile ai vostri desiderata?”
    (Ho l’impressione che a voi non sta a cuore NE’ Il bene della Chiesa e tanto meno quello di chi viene ad ascoltarvi)

    Per ora basta così. Ritornerò a breve sul merito della questione.

    Quello che si evince, senza ombra di dubbio, dall’analisi incrociata dei testi non è faccenda che possa esaurirsi con uno e neanche con due post… Avremo lavoro e materiale copioso per molto tempo. Nessuna fretta.

    Inizia a delinearsi intanto con sempre maggior chiarezza di cosa hanno paura, di cosa si vergognano, di cosa sono consapevoli pienamente sia contrario alla dottrina della Chiesa in una forma inaccettabile. Grazie al fatto che abbiamo i testi per poterli confrontare, non gli sarà più consentito mentire spudoratamente, come sempre hanno fatto, né nascondere oltre i loro ridicoli “arcani”. A questo punto possiamo aggiungere un aggettivo “deleteri”.

    Questo apre scenari assolutamente inquietanti che visiteremo con cura.

    Pax

    RispondiElimina
  4. Perchè il Direttorio è censurato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti riferisci all'elenco riportato nell'articolo, 'censurato' vuol dire che le specifiche espressioni presenti nel mamotreto del 1977 e riportate subito sopra non si ritovano nel Direttorio. Sono state eliminate.

      Elimina
    2. Per esempio nel Direttorio non si riportano le frasi 'essere cristiani significa umiliarsi' oppure il Signore ci ha promesso che chi venderà tutto riceverà il centuplo, qui'

      Elimina
  5. Io credo che il problema maggiore per loro, visto che il Direttorio è presentato con bollo e firme del PcL, è che se non fosse così passano guai seri.
    Del resto le fughe di documenti dal Vaticano hanno scoperto diverse cosucce.
    Metti caso che qualcuno scopra e divulghi originali diversi da quelli con bollo e firme vaticane...

    RispondiElimina
  6. Un articolo geniale, scorrevole e interessante capace di sbrogliare i nodi più compatti dei dubbiosi. La logica è indiscutibile ed i documenti non lasciano adito a perplessità.

    I camminanti hanno stravolto i documenti per ottenere un'approvazione che, a conti fatti, nulla vale se non in apparenza. Essi hanno consegnato dei fogli grondanti falsità che vanificano il consenso in oggetto.

    L'autenticità di un movimento si evince soprattutto dalla carità, caratteristica fondamentale della veracità cristiana. La carità è l'amore con il quale noi amiamo Dio, noi stessi e il prossimo. Così ne parla il Catechismo della Chiesa Cattolica: «La carità è la virtù teologale per la quale amiamo Dio sopra ogni cosa per se stesso, e il nostro prossimo come noi stessi per amore di Dio»; essa «ha come frutti la gioia, la pace e la misericordia; esige la generosità e la correzione fraterna; è benevolenza; suscita la reciprocità, si dimostra sempre disinteressata e benefica; è amicizia e comunione»

    La carità suppone innanzitutto la verità, senza di essa tutto è attuato in mala fede. Ed il cammino si introduce male nella storia, costruendo la sua genesi sulla menzogna d'una apparizione mariana e proseguendo con un riconoscimento acquisito con astuzie e stratagemmi.

    Le anime del movimento trovano un muro dinanzi e sopra di sé, innalzato per coprire il Vero ed Unico Dio in virtù della creatura d'invenzione kikiana, il katechista, che ricopre il compito del messia che tutto sa e tutto conosce; che può permettersi di puntare il dito e scegliere chi è meritevole della salvezza e chi no! Idolo che confonde le anime inculcando loro l'idea d'essere dei prescelti facenti parte della vera chiesa esistente: la chiesa neocatecumenale.
    Una fandonia abilmente nascosta sotto il tappeto persiano quando la Chiesa Madre bussò alla porta della saletta per ottenere dei chiarimenti.

    Anche l'umiliazione, richiamata nel thread, che il Cammino infligge, prescinde la carità poichè - ripetiamo - essa esige la generosità e la correzione fraterna, non certamente la mortificazione e l'infierire funesto sui piccoli. Nel movimento plasmano le menti dei più fragili rendendoli dei bersagli "consenzienti".

    Tutti gli elementi banditi o mistificati del Direttorio riguardano appunto l'esonero della carità, quindi dell'amore e del riguardo che il cristiano deve possedere e concretizzare.

    L'insegnamento kikiano nell'effettivo non è mutato di una virgola, il fulcro eretico e malevolo è il medesimo dei primi tempi. Figuriamoci se un altero come Kiko, certo d'essere l'illuminato per eccellenza, torna sui suoi passi sottomettendosi alla Santa Madre Chiesa. Lui non erra mai, lui è il prescelto, mica bazzecole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti non sono bazzecole ma una realtà concreta che possono sperimentare tutti andando alle catechesi che in questo momento sono in atto nelle parrocchie di tutte le città...basta informarsi. Solo così uno può valutare personalmente. Non è vero che l'insegnamento di Kiko non è mutato di una virgola...perché è invece cambiato. Kiko lo dice sempre, lui è un povero peccatore e può sbagliare qualcosina ma l'ispirazione è stata una e quel vento dello spirito ci porta avanti facendoci capire i nostri sbagli e migliorare sempre di più.

      Elimina
    2. Kiko 'è un povero peccatore e può sbagliare qualcosina ma l'ispirazione è stata una e quel vento dello spirito ci porta avanti facendoci capire i nostri sbagli e migliorare sempre di più'.
      Benissimo! Ora facciamo un passo avanti. Kiko secondo te può sbagliare. E chissà in 50 anni quante volte! Dunque desidererei sapere in cosa ha sbagliato e in che occasione ha ammesso i propri errori e si è corretto chiedendo scusa. In particolare, con riferimento ai mamotreti analizzati oggi e alle modifiche effettuate, quando ha chiesto scusa per aver fatto vendere alle persone TUTTI i loro beni o la loro casa. E se non può correggersi per il passato, che cerchi almeno oggi di mettersi il capo sulla cenere e smettere di deformare la liturgia cattolica, che non è cosa su cui nessuno, se non la Chiesa, può mettere mano; che chieda perdono per aver fatto trasportare il corpo di Cristo nelle case come fosse uno snack e per tutti gli altri abusi chiaramente condannati dalla Chiesa.
      Se Kiko può sbagliare, fategli presente i suoi errori e correggetelo voi invece di dichiarare 'Kiko è il mio profeta e non lo metto in discussione'.

      Elimina
    3. Lasciamo stare il fatto che alle catechesi NON DITE CHE SIETE NEOCATECUMENALI. Quindi il poveretto come si informa?
      L'insegnamento di Kiko è cambiato? Davvero? Fammi qlc esempio e poi ne riparliamo.

      "può sbagliare qualcosina". BEne. Su Apuron ha sbagliato? STA SBAGLIANDO (dato che finora non mi risulta abbia cambiato opinione su di lui dato che vive spesato di tutto in qualche RM)?

      Elimina
    4. Vorrai dire nelle parrocchie che accolgono il Cammino.
      Non nelle parrocchie di tutte le città.
      Altrimenti sembra che in tutte le parrocchie ci siano le catechesi del Cammino Neocatecumenale.
      Invece, per esempio in Italia, su un totale di 25.610 solo scarsamente 1000 ospitano il Cammino Neocatecumenale. Lo dite voi, non io: risulta dalla somma della lista di parrocchie che avete pubblicato voi nel 2013, mi pare. Da allora non possono essere altro che diminuite, non certo cresciute.
      Per una che ne apre il nuovo presbitero neocatecumenale almeno due chiudono e vai con le fusioni!
      E poi ti dico, nemmeno in tutte le parrocchie vengono fatte le catechesi: dalle mie parti la maggioranza delle parrocchie neocatecumenalizzate non le fa.
      Sai perché?
      Perché nessuno ci andava prima e meno ancora ci andrebbero oggi con le restrizioni statali.
      L'unica parrocchia che so per certo che le fa è quella più grande, dove devono piazzare un certo numero di figli. In quelle più piccole pure i figli cominciano a scarseggiare.

      Ci verrei anche a valutare personalmente, ma ho già valutato personalmente: negli ultimi dieci anni almeno, tempi di vacche magre.

      Elimina
    5. Hahahaha anonimo ci stai invitando alle catechesi? Dopo 27 anni di cammino a che mi serve venire alle catechesi, che ho da capire più?

      Elimina
    6. Rebel ma ti sei mai accorta che ti esprimi in strofe? Anche quando dici qualcosa di forte sembra di leggere delle terzine incatenate. È bellissimo.

      Elimina
    7. Ahahah anonimo! Magari avessi tale capacità. La poesia è cosa elevata, speriamo un giorno di riuscirne ad apprendere la tecnica e non solo.

      Adesso mi rivolgo all'anonimo delle 17:19, l'illuso che ribatte quanto diciamo esortandoci con (falsa) sicurezza ad appurare la sua 'verità' dirigendoci alle kikatechesi. Un pò come fanno i ragazzetti quando dichiarano una bugia e poi affermano: "puoi chiedere a mio fratello", ben sapendo che l'interlocutore mai lo fará per svariate motivazioni. Ecco perché quando mi ritrovo a chiacchierare con voi Pasqualoni mi sovviene spontaneo reiterare questo termine: penoso.

      Comunque potremmo anche pensare che, siccome vi trascinate perché numericamente inconsistenti, vi ritrovate ad invitare noi del 'blog Osservatorio' alle catechesi elimosinando un pò di partecipazione 😂🤣

      Ritornando seri, tu dichiari che Kiko, poverino, non essendo esente dagli errori 'può sbagliare qualcosina'.
      Quindi sondiamo questo 'qualcosina': I molti gravi errori contro la Fede specialmente riguardo il Magistero ecclesiastico, i Sacramenti (specialmente la Confessione e l’Eucarestia come Sacramento e come Sacrificio); la presenza reale di Gesù nell’Ostia consacrata, il valore redentivo della Morte di Gesù in Croce, la differenza tra Sacerdozio ministeriale e comune, la natura della Grazia santificante, la libertà umana e il peccato. E molto altro.

      Beh, direi che c'è poco da stare allegri 'amico' mio. Fossi in te eviterei di sviare le anime cercando di attrarle alle catechesi eretiche del cammino, poiché semmai qualcuno dovesse darti ascolto ti addosseresti una responsabilità che equivale ad un peccato che non potresti scollarti facilmente.

      Elimina
    8. Kiko lo dice anche lui che sbaglia "qualcosina".

      Anonimo, credo che tu non abbia ben capito Kiko, egli mai dice che sbaglia anche perchè nel cammino per dogma il catechista MAI Ssbaglia, perchè il Signore va con lui. A questo proposito si dice un'altra cosa. Che se anche il tuo catechista sbaglia, Dio va a correggere e per te la parola del catechista sarà sempre volta in bene.

      Piuttosto penso tu ti sia confuso con un'altra cosa che, non dall'inizio, ma da un certo punto in poi Kiko ripeteva spesso. E questo in me destava stupore. Diceva, QUANDO INIZIO' A CAMBIARE LE COSE, I PILASTRI STESSI DEL CAMMINO (del tipo il cammino non finisce e le comunità non si sciolgono nella Parrocchia) che LE COSE CAMBIANO. E che il Signore, che gli aveva ispirato una cosa, oggi gliene ispirava un'altra.

      Ma questa è cosa diversa dal riconoscere i propri errori. E' fare il cavolo che vuole, secondo convenienza, tanto lui è ispiraro h24.

      Pax

      Elimina
  7. Orientamenti 1977*--> Perché qui, quello che si tratta è essere cristiani, per salvare questa società in questa generazione.
    *Direttorio*--> SI TRATTA DI ESSERE CRISTIANI ADULTI

    Certamente che è cosi.
    Oggi ci sono troppi cristiani bambini.
    Voi proprio siete lattanti.
    Weeeeeweweee.
    Per ragionare così dire ciechi è offendere i veri ciechi.
    Proprio avete 1kg di polpette sugli occhi.
    Venite alle catechesi che è meglio.
    State passando la vita a rivedere i mamotreti.
    Sono questi è approvati. Punto e basta.
    Non si cambiano più.
    Lo sanno tanto che combattete il cammino perché non volete accogliere quello che è stato un frutto dello Spirito che ha soffiato sul Concilio Vaticano II.
    Si,si e si, il cristianesimo adulto è quello che ogni battezzato deve riscoprire altrimenti si rinane devozionali con le manine ingiunte e la musichetta e tutto finisce li.
    E i lontani?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Efraim
      essendo nuovo del blog probabilmente non sai che molti di noi sono ex neocat che hanno passato anche 30 anni nel Cammino e le catechesi le hanno ascoltate eccome; ti propongo un patto: voi vi adeguate al Canone liturgico e alla dottrina della Chiesa e noi torneremo ad ascoltarle, ma a patto anche che le pronunci un sacerdote o comunque qualcuno che abbia una base di teologia

      Ti sfugge anche il fatto che a noi basta che il Cammino migliori e si adegui ai dettami della Chiesa, e' per questo che combattiamo

      Elimina
    2. Le consiglio vivamente di dedicarsi all'ateismo nichilista ed al libertinaggio estremo per dare una svolta alla sua tiepida quotidianità. Utilizzi pure i fogli dei mamotreti per rollare erba, vedrà, magari le si apre tutto un mondo.

      Temistocle EX nc

      Elimina
    3. La musichetta di chi, di JS Bach? Di Santa Ildegarda di Bingen?
      D'accordo... :-)

      Ma insomma, dov'è che sono queste catechesi, che veniamo (o mandiamo qualcuno)?
      Veniamo a far numero, insieme alla maggior parte dei famosi 600 (o 60, o 6, o quanti erano),
      che prendete dalle comunità già formate per fingere interesse davanti ai nuovi.

      I lontani vanno evangelizzati, non kikizzati.
      Ma i vicini che avete allontanato, invece?
      Una buona parte li avete allontanati dalla Chiesa, non solo dal Cammino.
      E quando Nostro Signore li cercherà cosa gli dite: "sono forse io il custode di mio fratello?" ?

      A. Non.

      Elimina
    4. ... che poi, detto tra noi, che noi veniamo alle catechesi sei sicuro che vi conviene?

      Pax

      Elimina
  8. Ho avuto a che fare più volte con neocatecumenali praticanti, digiuni totalmente di ogni minimo rudimento della dottrina cattolica. Persone per bene, a volte, ma sorde ad ogni evidenza, cocciute nella loro perseveranza.
    Di solito gli argomenti addotti per continuare a rimanere nell'esperienza sono standard:
    1) male non fa un po' di parola
    2) ascolto i catechisti ma poi faccio come voglio
    3) ho visto tante cose sbagliate, ma nulla è perfetto
    4) il Cammino è giusto, sono le persone sbagliate

    Sono i camminanti di oggi: quelli che vorrebbero salvare capra e cavoli.
    Vedono ciò che non va, massimamente nelle azioni delle persone più che nella dottrina kikiana, ma pensano che approfondire e pregare "male non fa", se anche non dovesse fare "bene".
    Non si chiedono cosa stanno approfondendo o chi stanno pregando: hanno detto loro che è il Signore. O meglio Jahwe. Fa uguale per loro.

    Difendono il loro habitat, i loro legami familiari neocatecumenali, le loro amicizie, l'appartenenza ad un ambiente che dà sicurezza e in cui alcuni si sentono realizzati dai ruoli.
    Sono quelli che insegnano a non cercare le sicurezze e poi sono i primi ad esserne attaccati e a non lasciarle.
    Sono camminanti tiepidi. Di comodo. Hanno nel Cammino la loro sicurezza di non essere soli, di avere un luogo, una socialità, un posto nel mondo.
    Tanto "male non fa"...

    A loro non importa cosa credono o come credono.
    Hanno fatto loro delle catechesi, si parlava del Signore, Eucarestia allegra e danzante, agapi a volontà, una domenica al mese si va tutti insieme in terapia... ooops, in convivenza. Piano piano si fanno gli amici...oops, i fratelli.
    Religione di comodo, fratellanza di comodo, preghiere di comodo...

    È successo loro come ai sessantottini: nella prima epoca tanti ideali, tante convinzioni ed oggi giacca e cravatta negli uffici statali.
    I tempi dei fondamentalisti son finiti: è rimasta solo una carcassa sempre più vuota.

    E i soldi?
    Poco anche quelli: i neocatecumenali di oggi hanno imparato. Tutto prendere e poco dare.
    Finché la barca va...

    RispondiElimina
  9. Sìsì Efraim, ok. Grazie per l'ennesimo pippotto pieno di giudizi.
    Siete approvati? Il punto è proprio questo, caro Efraim. Hanno approvato CHE COSA? Qualcosa che non esiste perchè la verità di quello che siete l'avete APPOSITAMENTE nascosta. E infatti c'è un motivo per cui Kiko non li voleva gli Statuti, perchè sapeva che sarebbe stato un documento preciso. E INFATTI NON RISPETTATE NEANCHE IL VOSTRO STATUTO.

    Vedi Efraim, puoi offenderci, prenderci in giro quanto vuoi, ma i fatti sono questi. Se tu rispondi in questo modo denoti solo una cosa: CHE ABBIAMO RAGIONE.

    Vedi Efraim, basterebbe pochissimo per "riduci al silenzio" e sputtanarci: PUBBLICARE IL DIRETTORIO APPROVATO. Cosa che Benedetto XVI voleva e il cui desiderio è stato chiosato da Kiko con un "per noi non sarebbe buono". E CI CREDO!

    Finchè non fate questa operazione di trasparenza e verità, le tue sono soltanto invettive sterili. Stai attento poi che magari ti può leggere qlc camminante e vedendo il tuo comportamento da ragazzino petulante magari due domande se le fa sul serio.

    Dovrei venire alle catechesi? E per farmi dire che cosa? Che la Chiesa dopo Costantino ha tradito la sua missione? No grazie. La Chiesa mette LIBERAMENTE a disposizione tutto il materiale possibile ed immaginabile per diventare "cristiani adulti".

    PIuttosto ho una domanda per te: che vuol dire esattamente "cristiani adulti" nel cammino? Offendere a tutto spiano? Citare le Scritture senza un minimo di discernimento? Chiamare "coglione" il parroco che chiede i mamotreti? Pagare la decima TUTTI i mesi anche se tolgo il pane ai miei figli?

    Poi la smetti di citare il CVII a sproposito? Non c'è una SOLA RIGA nei documenti del CVII che giustifichi liturgia sballata, chiese distrutte, scrutinii inquisitori etc. etc. Il cammino nn ha nulla a che fare con il CVII.

    "Si,si e si, il cristianesimo adulto è quello che ogni battezzato deve riscoprire altrimenti si rinane devozionali con le manine ingiunte e la musichetta e tutto finisce li."
    Allora lo vedi che sei stupido? Di quali "manine ingiunge" stai parlando? DI quelle che avete aggiunto posticce al santino di Carmen? Ma lo vedi che siete pure incoerenti?

    Amico mio, la verità è che sei talmente convinto di questa cosa che ti stai perdendo tutta la Grazia che il Signore dona AL DI FUORI DEL CAMMINO e che è PER TUTTI. Anche per voi che la disprezzate.
    Pensa a CArlo Acutis. Uno come lui nel cammino sarebbe stato tacciato di devozionalismo in due secondi. E invece di precede in PAradiso. Oppure pensa al giovane ambasciatore ucciso recentemente. Cresciuto in oratorio è diventato un martire della carità verso i piccoli (quelli veri, non gli itineranti), mentre Kiko sono anni che ciancia che lo avrebbero ucciso quando il cammino avrebbe convertito 100 islamici...

    I lontani queste cose le vedono caro Efraim... e sto parlando dei VERI lontani. Non quelli che accalappiate nelle parrocchie. Quelli voi non li vedete proprio, casomai li CREATE.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Signor Efraim , ci dia retta, non scriva più in questo blog, lo vede che risposte danno? Riesce per caso a convincerli? Non li convince neanche il Padreterno, figuriamoci lei. E anche il Padreeterno avrebbe serie difficoltà a convincerli, infatti non scrive sul blog. Ha visto mai? Quindi : non scriva, non scriva, non scriva.......E se poi vuole scrivere, cavoli suoi : si becchi le risposte che le danno, e gli incazzi di Kiko a cui lei disobbedisce.

      Elimina
    2. Anonimo 22:51
      Senti se sei un fratello ancora in cammino il tuo consiglio è buono e stai certo che lo accolgo.
      Se invece sei uno del blog che vuole sfottere ti dico stai attento che rimarrai sfottuto.

      Elimina
  10. Domanda ai fratelli neocatecumenali, che si dimostrano eccezionalmente partecipativi in questi ultimi post.
    Nel 1977 Kiko racconta:
    "Per esempio a un uomo, l'anno passato, pensavamo che tutto il suo problema era la sessualità, perché sempre aveva macelli di quel tipo; al contrario quest’anno il Signore ci ha fatto vedere che no, che il suo problema era il denaro. L'anno passato con tutto quello che gli abbiamo detto, nulla, non era felice. Al contrario quest'anno il Signore ci ha dato la chiave per aiutarlo e gli si cambiò il volto e ora é un uomo liberato. E gli abbiamo detto: "Lascia in pace i tuoi conti, vai a casa e
    vendi tutto quello che hai. Hai molti milioni? Bene, vai a casa e dona tutto ai poveri". Oggi è assolutamente trasformato. Tutti i suoi problemi erano lì. Aveva un problema di sentirsi potente, di potere, di essere di più, aveva i suoi complessi e tutto era fondato sul denaro."
    Nel Direttorio 'approvato' c'è la stessa vicenda, raccontata con le stesse identiche parole. Solo che al poveretto Kiko dice di aver detto "PROVATI SERIAMENTE NEI TUOI BENI, DAI UN PEZZO DEI TUOI BENI AI POVERI".
    Come mai questo racconto è cambiato? Kiko per 20 anni ha avuto problemi di memoria, risolti solo al momento di presentare il mamotreto al Vaticano?
    Kiko si vergognava di far sapere che lui, come Gesu Cristo, andava in giro a dire 'vendi tutto quello che hai, poi vieni e seguimi?'
    E perché 20 anni dopo afferma di aver fermato per un anno TUTTA la comunità mentre nel racconto originale ha fermato per un anno solo quel 'giovane ricco' al fine di fargli vendere tutte le sue sostanze?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poi mi vien da ridere ma il Signore che quest'anno ci ha fatto vedere.... mentre l'anno precedente avevamo sbagliato ... ma dov'era Dio l'anno precedente?
      AH ecco, allora NON E' VERO che il Signore va sempre con lui??? Con Kiko???

      Guarda, guarda. Questo è da studiare, peccato che non possiamo chiedere a lui come sia potuto succedere.

      Pax

      Elimina
    2. Ragazzi!!!
      Ho avuto una ispirazione immediata.

      Scusate rettifico.

      Se potessimo chiedere a Kiko
      Egli risponderebbe:

      Il Signore, nel suo disegno per quel fratello, HA VOLUTO CHE IO SBAGLIASSI. Per insegnar-GLI l'umiltà. Che sia finalmente umile, che lui non è migliore di nessuno.

      All right!!!

      W Kiko, evviva Kiko: Tu invece sei sempre IL NUMERO UNO.

      Pax

      Elimina
  11. Sono una ex camminante, quello che chiedo non c'entra niente con il tema di cui sopra, vorrei sapere perche' in tempo di Quaresima le comunita' neocatecumenali non partecipano mai alla Via Crucis, io non ho mai visto una comunita' che partecipa assieme alla parrocchia. FORSE KIKO lo proibisce perche' e' una pratica di religiosita' naturale? Vorrei risposte, grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il cammino fa sempre la Via Crucis, il rosario, l'adorazione eucaristica e quanto altro. Che storie son giammai codeste?

      Elimina
    2. Dov'ero io le comunità più giovani non partecipavano alla Via Crucis della settimana Santa e facevano una celebrazione privata dell'adorazione della croce. Da una certa tappa in poi, non ricordo quale, invece si partecipava.
      Forse nella parrocchia dov'eri tu c'erano solo comunità giovani. Oppure non fanno uguale ovunque, non saprei.
      Fatto sta che il Triduo Pasquale se lo fanno da soli, più o meno: anche la celebrazione della lavanda dei piedi è privata. Molti nemmeno vanno alla Messa in Coena Domini.
      Non so se è considerata una pratica di religiosità naturale, visto che fa parte delle celebrazioni parrocchiali, ma di certo i neocatecumenali non possono mancare occasione per staccarsi dalla parrocchia. È proprio un vizio.
      Vorrei capire cosa ci sarebbe di migliore nel fare l'adorazione della croce al posto della Via Crucis, ma a parte la voglia di fare i diversi non mi viene in mente altro.



      Elimina
    3. Adry senti un consiglio riprendi il cammino che è meglio.
      Ma chi ti ha detto che i fratelli delle comunità non partecipano alla via Crucis.
      Magari non va tutta la comunità ma la maggior parte si ed animano anche insieme alle altre realtà.
      Forse nella tua parrocchia non partecipano. Ma non per forza devono farlo.È sempre una libertà. Non dimenticare e tu lo sai che il Triduo lo facciamo per intero.

      Elimina
    4. Adry, il Cammino, come vedi per esempio dalla croce astile gloriosa e dalla stessa Eucarestia intesa non come Sacrificio ma come banchetto, non ama pensare al Sacrificio di Cristo e quindi non apprezza la pratica devozionale della Via Crucis.
      Papa Francesco ebbe a dire che la Via Crucis è il fallimento di Dio, e ai neocatecumenali i fallimenti non piacciono. Comunque non dubito che un domani, se permettono loro di metterci i loro canti urlati e, nelle stazioni, le icone di Kiko, potrebbero pure fare la via Crucis. Davanti alle icone di Kiko, ma solo lì, può essere addirittura che si inginocchino rinunciando alla famosa 'posizione del risorto'.

      Elimina
    5. @adry
      molto tempo fa chiesi la stessa cosa e mi si rispose che in pratica bisogna aspettare una determinata tappa prima di poter "partecipare". Ovviamente tutto con la solita scusa del "i lontani scappano e bla bla bla". Certo, ufficialmente nessuno vieta al SINGOLO di parteciparvi ma, e credo che tutti gli ex camminanti qui possano confermarlo, è meglio non dirlo in comunità sennò fai la figura del devozionalista e del bigotto.

      Per il resto credo di aver imparato che, in linea di massima, se non possono dettare le regole e fare a modo loro non partecipano a nessuna attività della parrocchia. O comandano loro o nulla. La collaborazione questa sconosciuta. D'altronde c'è da capirli, se collaborassero potrebbero scoprire qualcosa di buono e crollerebbe tutta l'impalcatura della "parrocchia come coacervo di tutti i mali"

      Elimina
    6. All'adorazione della croce, poi alla Via Crucis quando ci vanno dopo un po' di anni di cammino, a loro piace cantare il salmo 21 (22) Eli Eli lammà sabactani, il salmo del giusto perseguitato, identificato in Cristo crocifisso.
      Peccato però che anche in questo canto stravolgano le parole per farlo meglio assomigliare alla loro predicazione.
      "Lontane dalla mia salvezza le parole del mio grido!" diventa "lontana SENTO la tua salvezza dal mio lamento". Così diventa "sento" la TUA salvezza lontana, invece di "il mio grido è lontano dalla mia salvezza"
      Come anche "Tu siedi in trono fra le lodi d'Israele" diventa "tu che abiti nelle lodi del MIO popolo". Sparisce "IN TRONO", la regalità di Dio.
      Kiko, in questo canto, interpreta Gesù: il "mio" popolo.
      Infatti, "In te confidarono i nostri padri" diventa "In te hanno sperato i MIEI padri".
      Così anche "Ma io sono un verme e non un uomo, rifiuto degli uomini, disprezzato dalla gente" diventa "Allora io? Perché non mi aiuti? Forse non sono un uomo? Ecco, io sono un verme!"
      E pure "Si rivolga al Signore; lui lo liberi, lo porti in salvo, se davvero lo ama" diventa "Si è AFFIDATO al Signore, che lui lo liberi se tanto lo ama" e si aggiunge "Sì che tu mi ami, sì che mi vuoi bene!"
      "Io sono come acqua versata" diventa "Sono acqua SPORCA che si butta"
      "Il mio cuore è come cera, si scioglie in mezzo alle mie viscere" diventa "si FONDE dentro, in mezzo alle mie viscere". Il cuore si fonde con le viscere...
      "Tu mi hai risposto!" è eliminato. Invece è aggiunto "(ti loderò in mezzo all'assemblea) E DIRÒ:"
      "Voi suoi fedeli" diventa "voi che LO TEMETE".
      "perché egli non ha disprezzato né disdegnato l'afflizione del povero, il proprio volto non gli ha nascosto" diventa "perché egli non ha avuto SCHIFO di QUESTO povero, è l'unico che non si è scandalizzato di ME"
      Poi aggiunge "non ha disprezzato questo misero, ma al suo grido lo ha ESAUDITO"
      A "I poveri mangeranno e saranno saziati" aggiunge "ADESSO SO che i poveri si sazieranno"
      "loderanno il Signore quanti lo cercano" diventa "chiunque ti cerca ti troverà"
      "il vostro cuore viva per sempre!", che è un'esortazione, diventa un'acquisizione "il loro cuore vivrà, vivrà in eterno, vivrà per sempre"
      "davanti a TE si prostreranno tutte le famiglie dei popoli" diventa "davanti a LUI (?)".
      Qui la trasposizione peggiore: "A lui solo si prostreranno quanti dormono sotto terra, davanti a lui si curveranno quanti discendono nella polvere; MA io vivrò per lui". "Ma" oppositivo, diventa "PERCHÈ" causale. È terribile. I morti e i morenti si prostreranno davanti a lui (chi?) PERCHÈ "io vivrò per lui (a causa del fatto che "io vivrò per lui"), non MA io vivrò per lui, avversativo.
      Infatti, al posto di "ANNUNCERANNO LA SUA GIUSTIZIA" c'è "ANNUNZIERANNO QUESTO CHE HA FATTO CON ME".
      Ci rendiamo conto?

      Scusate l'esposizione confusionaria. Ma merita il confronto.
      Questo sta parlando di un signore, non si capisce chi, del quale "chi lo teme" annunzierà ciò che ha fatto con lui.
      Cosa ha fatto?
      Lo dice il canto: Annunzierò e DIRÒ:
      non ha avuto schifo di questo povero
      è l'unico che non si è scandalizzato di me
      non ha disprezzato questo misero, ma al suo grido lo ha esaudito (non ascoltato. Esaudito)
      si prostreranno davanti a lui tutte le famiglie dei popoli, quanti dormono sotto terra, quanti discendono nella polvere, PERCHÈ io vivrò per lui.

      Ora, chi sarebbe il "signore" di cui si parla nel canto di Kiko? Quello di cui dovrebbe essere annunziata l'opera che ha fatto CON LUI?
      Proviamo a pensare che non sia nostro Signore. Tornerebbe uguale, forse meglio.

      Elimina
  12. 39anni

    Kikuzzo er profeta: "Tutti i suoi problemi erano lì. Aveva un problema di sentirsi potente, di potere, di essere di più, aveva i suoi complessi e tutto era fondato sul denaro."

    Una delle cose più insopportabili ora, per anni me le sono bevute ... ) delle sparate di Kiko è l'aneddotica trionfalistica piena di fatti mirabolanti, di scelte incredibili, di esempi meravigliosi!! Pensate a questo, alle interviste del Sale della terra del 1983, delle missioni ad gentes !!!

    Peccato che anni non si ha la grazia di sapere cosa è successo dopo. Magari vai scoprirebbe che è finito male come la famosa Pecora perduta, faro di evangelizzazione nel quartiere a luci rosse di Amburgo, strombazzato in lungo e largo all'inizio e poi caduto nel dimenticatoio. PAC forse puoi dare dettagli sulla vicenda (avevi accennato qualcosa in passato).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo delle 19:38
      Ti dico solo che uno dei miei catechisti è in Giappone dal 1991.
      Sai che dice sempre? Morirò qui dove il Signore mi ha portato.
      Se non fosse andato quei 70 fratelli Giapponesi anche se pochini non avrebvero conosciuto Cristo.
      Invece per la predicazione delle catechesi a pappagallo come dite voi questi fratelli prima atei adesso sono battezzati e cristiani. Se non ci fossero questi itineranti molti non conoscerebbero il vangelo.
      Quindi chi siete voi per intralciare il disegno Divino?
      Lo Spirito Santo si serve di chi vuole e come vuole per arrivare ai lontani. Voi volete evangelizzare ascoltando la messa? Facendo le processioni? Discutendo dei mamotreti?Stando li a rimpiangere gli anni perduti e i soldi sperperati?
      Fatelo.
      Intanto il cammino prosegue nell'annuncio del Kerigma.
      Questo è l'importante il resto è cornice.
      Concludo dicendoti che dovreste esultare che tanti ritornano al Signore.
      Ed invece.............

      Elimina
    2. Attribuire il merito anche di un solo battesimo a sé, è proprio una delle brutte abitudini degli adepti del kokocarmenismo. Il Cammino purtroppo è un 'falso amico' che incanala persone che si stanno avvicinando a Dio in un vicolo cieco, invece di lasciarli liberi di crescere nella fede. Questa è l'esperienza che molti di noi hanno fatto, quindi, visto che conosciamo la sterilità del kerigma di Kiko, assolutamente non esultiamo quando sentiamo che altre persone, sempre meno per fortuna, vengono distolte da un'autentica vita di fede.

      Elimina
    3. Conosci la storia dei cristiani giapponesi? Delle persecuzioni che hanno subito? Di quello che hanno sopportato per amore di Cristo? Di come il cristianesimo si sia conservato? A me pare di no, altrimenti non verresti qui a gloriarti dei risultati del cammino.

      "Quindi chi siete voi per intralciare il disegno Divino?"
      Il disegno Divino voleva che smetteste con i vostri modi da padrone e incominciaste a RISPETTARE la cultura e lo spirito dei giapponesi. Tutta una conferenza Episcopale è stata costretta a prendere provvedimenti nei vostri confronti proprio per la vostra SPOCCHIA.

      E voi che avete fatto? INvece di accettare "la storia che Dio aveva preparato per voi" avete brigato per farvi spostare il seminario per il Giappone A ROMA.
      Siete incoerenti. Come siete incoerenti a Guam ove avete appoggiato la candidata ABORTISTA.
      A casa mia si dice: "ma dove devi andare andando?"

      Elimina
    4. Aggiungo solo che io ci starei molto ma molto attento a dire cose come

      "se non avessimo evangelizzato noi quelli non conoscerebbero Cristo"

      Non siamo ad una conferenza di robotica, siamo davanti a Nostro Signore, e davanti a lui siamo tutti servi inutili.

      Anche parlando di evangelizzazione conforme a Madre Chiesa, dobbiamo pensare che se non avessimo evangelizzato noi, persino davanti ad un lavoro fatto con coscienza che ha dato dei frutti, magari Nostro Signore avrebbe suscitato un evangelizzatore che gli avrebbe dato risultati obiettivamente migliori dei nostri.

      Dopo San Pietro, è arrivato San Paolo. E così via, ogni volta che un Santo sembrerebbe il migliore di tutti, ne arrivano altri che lo superano in questo e quell'aspetto.

      Ovviamente questo non deve ridurre la responsabilità di ciascuno di noi. Il punto è che non si deve mai sconfinare nel sentirsi insostituibili, neppure quando sembrerebbe di esserlo.

      E questo per quanto riguarda l'evangelizzazione.
      Poi c'è la kikizzazione, che è un'altra cosa.

      A. Non.

      Elimina
    5. Signor Efraim ha visto che risposte? Ma se le piace sentirle....continui pure

      Elimina
    6. Come al solito capite a modo vostro. Che gnegnola dura ohh.
      Intendevo che tutto fa parte di un disegno divino.
      Questi fratelli giapponesi hanno conisciuto Cristo perché queste famiglie hanno lasciato affetti lavoro e casa e sono andati in Giappone. Punto. Chissà se non andavano magari questi fratelli non avrebbero ricevuto la buona
      Notizia del Risorto.
      Scusa questi sono fatti.
      Poi nessuno si prende meriti anzi non li vogliano.

      Elimina
    7. Valentina se parli così dimostri proprio che hai i peli sul cuore.
      Come si può non gioire quando un ateo finalmente incontra il Signore.
      Questa è la missione originaria della Chiesa.
      E poi ti ricordo che GESÙ rimprovero'i discepoli quando questi gli chiesero di far tacere alcuni che parlavano nel suo nome.Ricordi?
      Che rispose loro Gesù?
      Lasciateli stare chi è per noi,non è contro di noi.
      Impara cara Valentina e sii più misericordiosa verso i fratelli del cammino specialmente per chi è in missione.
      Non dimenticare mai che tu hai mangiato con noi. Comunque un pezzo della tua vita ha questa storia e non si cancella.Almeno custodiscila senza vomitarci sopra attraverso le tue inchieste in cui cerchi di ridicolizzare chi lavora nella vigna del Signore.
      Abbiate l'umiltà di lasciar al Padrone della messe il giudizio.
      Voi non siete nessuno per poter discernere chi è pula chi grano.
      Lavorate come volete e lasciateci lavorare secondo carisma.
      Pace.

      Elimina
    8. Caro Efraim, di tutto ciò che mi addebiti, l'accusa peggiore è che io faccia 'inchieste'. Semplicemente io leggo e confronto. Per esempio queste poche note scritte nell'articolo di oggi, le piccole/grandi differenze tra la predicazione originale del Cammino (ancor oggi in uso) e quanto presentato alle Congregazioni Vaticane, per me sono significative di ciò che NON può essere approvato del cosiddetto kerigma neocatecumenale. La differenza tra i big del Cammino e te Efraim, è che loro LO SANNO di non essere in linea con la dottrina cattolica. Lo sanno: a te fanno credere una cosa, come fosse Vangelo, e tu parti a testa bassa trattando noi come nemici, ma un catechista dei piani 'alti' del Cammino si guarderebbe bene dal venire a ripetere qui certe eresie. Lo disse Stefano Gennarini, laureato a Tubinga, decenni fa: in certe cose siamo ai limiti dell'eresia. Era ottimista, naturalmente, ma almeno lui lo sapeva di essere latore di un messaggio eretico. Tu no. Questo è L'inganno di cui sei vittima, ma non solo tu.
      Per quanto mi riguarda, io se di qualcosa non sono più che convinta, non la dico e non la scrivo. Sicuramente sono meno 'buona' e meno entusiasta di te, ma questa durezza mi viene proprio da aver mangiato con i neocatecumenali per qualche anno della mia vita e aver capito, sulla mia pelle, prima di te, quanto quella strada fosse errata ed incoerente alla fede cattolica.
      Proprio perché quando nella mia vita mi sono riavvicinata alla fede ho incontrato il falso amico Cammino che mi ha deragliato lungo il percorso, sono dispiaciuta per le persone a cui è capitata la stessa ventura, pure in Giappone. Tutto qua.
      Riguardo alle tue ultime battute: invece ci è stata data la capacità di discernere ciò che è bene e ciò che è male, grano o pula. Il giudizio finale invece non spetta a noi, ma a Dio.

      Elimina
    9. Efraim ma tu le tiri proprio.

      - Tutto fa parte di un disegno di Dio?

      E dunque, anche noi qui facciamo parte di un disegno di Dio. Questo è poco ma sicuro. Perchè anche noi un giorno siamo stati chiamati nel cammino e forse proprio per stare qui OGGI e parlare con cognizione di causa.

      - Noi vogliamo ridicolizzare chi lavora nella vigna del Signore?

      Ma quale vigna del Signore e vigna del Signore? Quante prove volete ancora che voi lavorate in un'altra vigna e al servizio di un altro padrone?

      Vedi da te stesso che dobbiamo continuare ancora.

      Pax

      Elimina
  13. EFRAIM:

    il Cammino sarà approvato ma nel Cammino non entra più NESSUNO.
    Se la Chiesa non lo disapprova (perché forse non lo sai, ma la Chiesa può cancellare anche un'approvazione, come avvenuto in passato coi Templari e coi Gesuiti, che poi sono stati rispprovati) morirà comunque per estinzione naturale.

    Del resto siete come i dinosauri che si sono estinti perché non si sono adattati.
    Voi infatte avete cambiato quello che non dovevate, cioè il Vangelo e la Liturgia, e invece il METODO non lo rinnovate come fosse sacro. Siete ugiali da 50 anni e infatti nessuno più vi segue.
    Tre o quattro anni fa o ascoltato i camminanti delle centopiazze, si sentivano urlare da un chilometro, ma sotto il palco c'erano SOLO LORO. Chi passava non era neanche incuriosito.

    Siete modernisti nelle cose essenziali e tradizionalisti nelle vostre strutture, che evidentemente considerate parte del messaggio della salvezza. Esattamente come gli gnostici che pensano che le loro tappe di illuminazione siano parte integrante del Vangelo.

    Nella parrocchia vicino alla mia di tante comunità ne è rimasta UNA, tutta composta da VECCHI.
    In qualche altra parrocchia andrà meglio, ma il Cammino si sta riducendo. E soprattutto SONO CADUTE LE ROCCAFORTI: Guam e il Callao.
    Per Kiko sarà stato un colpo che gli ha mandato di traverso le aragoste

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veramente dalle missioni 100 piazze sono nate diverse comunità.
      Certamente non in tutte le città ma non è vero che sotto i palchi c' eravamo solo noi.
      Poi sta tranquillo che non ci estingueremo anzi,perché come detto anche in un libro di Ratzinger la Chiesa è destinata a diventare piccolo gregge e tornerà nelle catacombe.
      Forse non te ne sei accorto ma il Reset è iniziato.
      Tutti coloro che non avranno una fede adulta purtroppo è molto probabile che si confermeranno alla mentalità relativista del secolo presente che cancella i valori cristiani.
      Preparati tu a rimanere solo tra i banchi.
      Ma non vedi e senti quanti praticanti della domenica sono favorevoli all'aborto, alle unioni omosessuali dicendo che fanno di male sempre amore è,oppure sono favorevoli all'eutanasia? E quanti giustificano il divorzio.
      Dai non farmi ridere che la maggior parte dei fedeli non tutti sia chiaro,non ha le idee chiare sui valori non negoziabili. Sai questo perché?Indovina? Te lo dico. Non basta la messa domenicale. C'è bisogno di un cammino di fede.


      Elimina
    2. Si, vabbè, ma chi vi crede più, ma che volete camminare, ma dove andate.
      Fanatici. Fanfaroni. Veterosessantottini.

      "Il Cammino! La causa di e la soluzione a, tutti i problemi del cattolicesimo!"
      OJ Simpson

      A. Non.

      Elimina
    3. @Efraim
      Veramente basandosi sulle parole di Kiko e sui numeri quando ci furono le 100 piazze la media di persone che si sono avvicinate al Cammino era di 2 per ogni piazza, e puoi trovare l'articolo su questo blog

      Certo che non basta andare solo la domenica a messa per essere cristiani, ci vuole anche una relazione con Dio coltivata giornalmente

      Il che non vuol dire necessariamente fare il Cammino neocatecumenale, anche perché vorrei ricordarti che il Cammino è solo una delle tante realtà di Chiesa, non l'unica

      Elimina
    4. Un cammino di fede lo si può fare benissimo anche in parrocchia e, comunque, in un movimento o in un gruppo cattolico, che non insegni errori

      Elimina
    5. ma infatti! La Chiesa possiede innumerevoli carismi e spiritualità, ma per i camminanti esiste solo l'entità "parrocchia" che in realtà è una unità TERRITORIALE. Dentro ci possono stare tutti. Tutti quelli che ci vogliono stare ovviamente.

      Elimina
    6. Il Cammino non insegna errori, ma verità assolute, totali e definitive.

      Elimina
    7. Il cammino insegna errori assoluti, totali e definitivi.

      Elimina
  14. Credo che Efraim sia un giovane, e perciò mi è simpatico anche per lo zelo che dimostra.
    E, dal nome che fa presupporre a dei genitori ultras dell'Antico Testamento, penso che sia un "figlio del Cammino".

    I suoi interventi sono peraltro preziosi, perché nel suo entusiasmo e zelo fuori controllo, è come aver messo una telecamera segreta nelle salette dove si riuniscono tra loro.
    Il suo pensiero sulla Chiesa e sui cattolici esprime esattamente quello che nel Cammino si pensa.

    Ad esempio nel Cammino si pensa che pregare con le mani giunte è una forma di devozionismo o di religiosità naturale.
    Per cui per il Cammino la Chiesa del passato, visto che per innumerevoli generazioni si è pregato a mani giunte, è stata priva della grazia divina.
    Ed è evidente che i camminanti fanno difficoltà ad accettare anche tutte quelle apparizioni mariane AUTENTICHE, come ad esempio Lourdes, in cui la Madonna si è manifestata a mani giunte.
    Non dico che le mani giunte sia l'unico modo in cui si può pregare ma nego quello che afferma Efram, cioè che a mani giunte è forse l'unico modo in cui la grazia non "funziona".
    Una forma di superstizione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però alla Hernandez gliele hanno aggiunte le mani giunte nella foto del santino.

      Elimina
    2. Anonimo: "anotación" molto pertinente.

      Le mani giunte di Carmen stonano perché quello è un gesto che lei detestava. Serve per perorare la sua causa ingannado la Chiesa. Più che con le mani giunte sarebbe stato più corretto ritrarla con una sigaretta in mano e lo dico con tutto il rispetto, perché questo è

      Elimina
  15. La foto è autentica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Autenticamente falsa. Non solo le mani intrecciate in preghiera non sono di Carmen, e sono evidentemente posticci: anche il volto è stato inclinato e i lineamenti ingentiliti.
      La mistificazione era così evidente che per l'edizione italiana dei Diari, è stata sostituita con un 'ritratto', fatto sulla base della foto originale e senza mani.

      Elimina
    2. E' autentica come il cielo è viola.

      Elimina
    3. Autentica un corno. Ma guardala bene, le mani non sono chiaramente le sue, nè si sono sprecati per renderle almeno credibili. Infatti non è neanche necessario averla conosciuta per esserne certi.
      L'operazione mistificatoria la dice lunga sulla mancanza di rispetto che Kiko porta alla "persona". Neanche per Carmen ne ha avuto. Ha potuto divulgare una simile foto solo perchè Carmen era morta e perchè il "ti viene a tirare i piedi la notte" è solo un modo colorito di dire.

      Pax

      Elimina
    4. La questione della foto taroccata è stata discussa dal blog anni fa.

      Caricando la foto della Carmen con le manine ag-giunte su fotoforensics . com (o simile, non ricordo), che trova i pixel modificati, usciva un risultato molto poco lusinghiero per i neok.

      Elimina
  16. @efraim

    "Preparati tu a rimanere solo tra i banchi"

    Che frase triste, Efraim. E lo sai perchè? Perchè tu lo dici con senso di sfida e con supponenza quando in realtà, per un cattolico, rimanere "da soli" con il proprio Signore è un desiderio che viene dal cuore.
    Tu dici " tra i banchi" perchè per te, da buon neocatecumenale, nelle chiesi ci sono SOLO quelli e basta, ma un cattolico sa benissimo che gli basta mettersi davanti al Tabernacolo per non essere solo

    Se tu che ti sentiresti solo senza tutta la sovrastruttura creata da Kiko. Sei tu che ti perderesti se non stessi nella TUA comunità. TI ripeto un concetto importante: io posso andare nella più sperduta chiesa del mondo e sentirmi a casa e tu se vai nella parrocchia a 5 minuti dalla tua abitazione capace che ti senti a disagio perchè non ci sono le liturgie di Kiko, i canti di Kiko, le icone di Kiko.

    Riflettici, Efraim. Perchè è da questa "intimità con Dio" che nel cammino NON SI INSEGNA MAI che poi nasce la civiltà dell'amore. Quello che Kiko si e VI domanda da anni perchè, giustamente, non ne viene a capo, nasce IN GINOCCHIO davanti al SIGNORE CHE CI HA CREATI CON IMMENSO AMORE.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi AleCT tu non hai capito cosa sia il cristianesimo. Lo scopo del cristianesimo non è quello di stare soli con il Signore, questo è pseudo cristianesimo medioevale nato quando si sono privatizzati i sacramenti quando si sono individuizzati. La fede non è un rapporto tra me e Gesù, tra me e Gesù ci sono i fratelli e la fede si vive in un contesto comunitario. Non basta mettersi davanti al tabernacolo ma devi metterti anche in relazione con i fratelli e sorelle altrimenti la tua fede non è autentica e' intimismo, individualismo non cattolicesimo. Quale amore ti vivi? Quale amore vedi nelle parrocchie? Nessuno perché le persone vivono la fede in modo individualistico, personale verticale non orizzontale la comunità per voi non ha importanza e questo significa avere una fede infantile, bambinesca.

      Elimina
    2. Sei tutto imbevuto di kikiana dottrina. Basta sentirti parlare:

      "pseudo cristianesimo medioevale nato quando si sono privatizzati i sacramenti quando si sono individuizzati"

      "la fede si vive in un contesto comunitario"

      "Non basta mettersi davanti al tabernacolo"

      "La fede non è un rapporto tra me e Gesù"

      Difficile in 13 righi infilarne tante una dietro l'altra.

      I Santi hanno sempre parlato dell'essere "solo col Solo", a proposito del rapporto essenziale dell'anima con Dio. Questo sì irrinunciabile, altro che comunità, altro che "la fede si vive (SOLO) in un contesto comunitario".

      E poi 13 righi intrisi di GIUDIZI e di CONDANNA.
      Poi dite "non giudicare che tu sei peggio", quando si tratta dei vostri pedofili o dei vostri malati sessuali che approfittano della promiscuità neocatecumenale esagerata.

      Siete riconoscibilissimi, come spiego nel commento successivo, tutti coniati sull'unico modello, che non è Gesù Cristo, ma Kiko Arguello, senza tema di smentita.

      Chi sei tu per parlare di "fede infantile, bambinesca"?

      Proprio voi, che non crescete MAI? Che obbedite a Kiko come somari insensati tutta la vita? Che non vi ponete mai domande, perchè CHI RAGIONA E PENSA è schiavo del demonio e chi obbedisce senza pensare, MRGLIO ANCORA SENZA CAPIRE, ha la FEDE ADULTA?

      Ma tenetevela cara cara questa vostra fedeadulta dei miei stivali.

      Hai asfaltato e vanificato tutte le epoche che si sono susseguite di Storia della Chiesa, portata avanti dallo Spirito Santo. Quello Spirito Santo che evocate, ma che bestemmiate ogni giorno, ritenendo da insensati di esserne voi gli unici detentori, di averne l'esclusiva.

      Hai asfaltato in 13 righi tutti i monasteri di clausura e di vita contemplativa, maschili e femminili, che sono stati il baluardo della Chiesa. Hai sbeffeggiato la santità di Teresa di Lisieux, proclamata dalla Chiesa patrona delle missioni, lei che mai è uscita dal suo convento, che ha pregato nel nascondimento tutta la vita e realizzato la vera carità nella sua unione al suo Sposo e suo Signore, morendo giovanissima, dopo una vita davanti al Tabernacolo e a pregare.

      Ci credo io che vi bevete pure l'ultima cavolata di Kiko che, dopo che vi ha sgravato la coscienza dal rimorso per i peccati, quelli veri, vi riempie di sensi di colpa perchè, se non andate in comunità in presenza sfidando il COVID, fate PECCATO MORTALE.

      Voglio vedere quando finalmente la smettete.

      Pax

      Elimina
    3. Il problema è proprio questo: che il Cammino esalta la dimensione comunitaria fino a farla coincidere con il cristianesimo stesso. Un po'come fanno i protestanti.
      Poi ti credo che, se sei protestante ma convinto di essere cattolico, vai a dire ai cattolici che non hanno capito cosa sia il cristianesimo. Per giunta ad-personam e del tutto a sproposito, come in questo caso.

      Ma siamo tralci della stessa vite, e fratelli in quanto prima di tutto figli. In questo senso, quella che l'anonimo giustamente chiama dimensione verticale, è fondamentale per realizzare la dimensione orizzontale. Prima per importanza e quale causa di un effetto, viene la relazione con Dio. Poi con i fratelli. Il contrario invece non funziona, come il Cammino ha ampiamente dimostrato, con l'aggravante del disprezzo di tutto ciò che è cattolico, persone incluse.

      A. Non.

      Elimina
    4. Carissimo anonimo giudicante,
      temo che tU DEL CRISTIANESIMO non abbia capito una cosa fondamentale: che la CONFIDENZA CON DIO E' TUTTO. E questa confidenza che ti fa amare Dio come Dio ti ama. Perchè si ama solo ciò che si conosce, carissimo. Se non hai questa confidenza rischi di relazionarti con gli altri dando TE STESSO e l'idea FALSA che hai di Dio.E questo anche se hai le migliori intenzioni.

      Purtroppo tum intriso del disprezzo neocatecumenale che si evince dai mamotreti hai detto enormi castronerie. Tu che parli di pseudocristianesimo medievale lo sai che quel periodo era pieno di eretici? E lo sai come hanno fatto a riportarli all'ovile gente come Antonio da Padova e Tommaso d'Aquino? A furia di schitarrate? Nossignore! Lo hanno fatto con le parole e con l'esempio e sopratutto dopo ore ed ore di contemplazione DAVANTI AL SIGNORE.

      Sai cosa reciti come inno durante l'uffiio delle ore per l'Assunzione di Maria?
      Vergine Madre figlia del tuo figlio. Sissignore. L'inno che quel medievale pseudocristiano di Dante Alighieri mette nella sua Commedia. E tutti gli inni mariani della Liturgia delle Ore sono preghiere nate nel tanto vituperato Medioevo.

      Non te lo hanno raccontato questo, i tuoi catechisti? Quindi, carissimo, tu stai godendo della "fede infantile e bambinesca" di questi tizi.
      Poi se vuoi ti posso raccontare di Carlo Acutis che ha convertito la madre non credente e che passava le ore davanti al Tabernacolo., E tu pensi che quello che faceva vedere agli altri non era il frutto di quelle ore?

      Pensaci, caro anonimo e capirai come ti hanno riempito di stupidaggini

      Elimina
    5. Mai lette tante idiozie in un colpo solo: Medioevoooh, intimisticah, verticalehh, individualistaaah! Sembra di stare a sentire una conferenza di Alberto Maggi.
      Bah... meglio leggere gli anticlericali seri. Che Odifreddi sia con voi.

      Tomista EX nc

      Elimina
    6. Concordo con anonimo 10:38, il cristianesimo che predicate voi non è quello che ci ha insegnato Cristo. AMATEVI come io vi ho amato. Se voi vivete il vostro cristianesimo da soli, in un rapporto solo verticale e senza sperimentare l'amore orizzontale disattendete il comando di Cristo amateVI come io vi ho amati.

      Elimina
    7. guarda quanti anonimi concordano tra di loro. Simpatici. Ma io non ho MAI detto che il rapporto debba essere SOLO verticale. Dico solo che NON esiste un rapporto ORIZZONTALE cristiano se non c'è quello VERTICALE. Il quale, nel cammino, è bollato come DEVOZIONALISMO

      Elimina
    8. "Ma io non ho MAI detto che il rapporto debba essere SOLO verticale." Vorrei capire in che modo sperimentate l'amore tra i fratelli, la comunione dei santi, se passate la vita da soli. Il vostro cristianesimo non è quello che ha insegnato Cristo, ma è una sorta di ascesi che potrei chiamare uno yoga spirituale. Non è questo che ha insegnato Cristo, esistono molte religioni che praticano l'ascesi ma il cristianesimo non è questo. Cristo i primi insegnamenti li ha dati ad un gruppo apostoli che vivevano insieme. La prima comunità cristiana mai esistita. Lì hanno imparato e messo in pratica l'amore per Cristo, ma anche l'amore e il perdono tra i fratelli.

      Elimina
    9. Sicuramente non tirandoci le sedie addosso come dice Kiko! A parte gli scherzi (perchè Kiko scherzava giusto?), io ho la vaghissima impressione che tu pensi che stiamo tutto il giorno davanti al pc o a fare chissà cos'altro. Vedi, caro anonimo, noi abbiamo tutti una vita ed a differenza vostra che in chiesa non ci mettete piede e poi dite che "sono vuote", parliamo con cognizione di causa.
      Lasciamo stare che tu neanche sai dic che cosa parli quando dici "ascesi" altrimenti sapresti la differenza che c'è tra yoga e meditazione, contemplazione e adorazione. Ma non voglio parlarne ora.
      Ti potrei raccontare come si svolgono gli incontri del gruppo dove sto e dove sono cresciuta, ma non penso che tu ti riferisca a questo.

      Io so solo una cosa: che le persone che ne fanno parte hanno incontrato me quando ero una adolescente problematica e piena di domande, mi hanno indicato Qualcuno che ha sempre voluto il mio bene e che era con me anche e SOPRATUTTO nei momenti più tristi, mi hanno insegnato a pregare e ad ascoltare la Sua voce nei modi che la CHIESA CATTOLICA ha donato a TUTTI GRATIS.
      Per questo io SO che in ognuno che incontro che un insopprimibile desiderio di verità e di tenerezza e provo a cercarlo nei loro gesti e nelle loro parole. A farlo uscire fuori e ad indicare loro da dove viene.
      Questo sapendo che NON E' ROBA MIA tutto questo. E quindi faccio tutto con il rispetto e la delicatezza che si deve avere quando ti danno un dono.

      Sai perchè mi incacchio qui? PErchè ogni volta che voi parlate lo fate secondo degli schemini prestampati. E non riuscite ad andare oltre il vostro naso. E questo è colpa degli insegnamenti di Kiko e del modo in cui ve li ha dati. Con un autoritarismo che non viene da DIo. Vi hanno detto determinate cose e non vi passa neanche per l'anticamera del cervello che ci possa essere qlc anche solo di inesatto.
      Tutto al di fuori del cammino è ZERO...per voi essere ateo o essere cattolico (ma fuori dal cammino) è la stessa cosa. E questo perchè vi hanno ripetuto ogni volta che fuori dal CN c'è l'inferno e che voi dovete ringraziare Dio che avete Kiko e i catechisti...anche se vi trattano come cani e vi raccontano fregnacce.

      E poi vi stupite quando uno lascia il cammino e, udite udite, ha il matrimonio ancora intatto.
      Non vi invidio per nulla. VI hanno dato uno specchio distorto e quando qlc vi fa vedere il mondo come è dite che non esiste.

      Elimina
    10. "Cristo i primi insegnamenti li ha dati ad un gruppo apostoli che vivevano insieme" Se foste vissuti 2000 anni fa li avreste accusati di essere una setta e Cristo lo avreste accusato di essere il guru.
      Fallacio Vinicio

      Elimina
    11. Eh ma Valentina, se suggerisci, poi indovinano tutto!

      FungKu il Commissario Esterno.

      Elimina
    12. @Fallacio Vinicio
      In realtà il gruppo di Gesù e i discepoli era tutto tranne che una setta, visto che era aperto a tutti (li seguivano in molti ovunque andassero), e Gesù predicava l'amore fraterno e guariva chiunque senza giudicare, anzi si scagliava proprio contro i giudizi e le decima

      Che poi storicamente le prime comunità cristiane all'inizio erano considerate una setta è vero, ma solo perché si riunivano tra loro nelle case in assenza di un luogo di culto ufficiale, e loro sì che furono perseguitati e calunniati

      Elimina
    13. @Gloria: "Che poi storicamente le prime comunità cristiane all'inizio erano considerate una setta è vero, ma solo perché si riunivano tra loro nelle case in assenza di un luogo di culto ufficiale, e loro sì che furono perseguitati e calunniati" esattamente quello che succede oggi con le comunità neocatecumenali, considerando che la persecuzione non è necessariamente (per il momento) solo violenta ma anche verbale.
      Fallacio Vinicio

      Elimina
    14. @Fallacio Vinicio
      Immaginavo la tua risposta, ma lasciami dire che quando dite di essere perseguitati state insultando chi ogni giorno perde la vita per la propria fede, in modo orribile, e non sono solo cristiani che vengono ancora oggi decapitati o bruciati vivi (ti rendi conto?) ma anche persone di altre religioni, come quelle che sono detenute nei campi di concentramento che ancora esistono in Cina.

      Se i parroci o i vescovi non vogliono il Cammino nella loro parrocchia o diocesi è perché sanno che fate le cose in segreto e in disaccordo con la dottrina della Chiesa, e perché ormai vi siete procurati una brutta nomina con i vostri comportamenti.

      Ti vorrei poi ricordare le varie aggressioni verbali e fisiche che voi neocat avete gentilmente offerto ai consacrati che non volevano il Cammino, e su questo blog puoi trovare le testimonianze di questo che dico, ma se lo stesso Kiko in un incontro vocazionale a Porto Rico aveva detto che era che meglio che Papa Benedetto morisse perché voleva correggerli, non mi stupisce il vostro comportamento.

      Infine, non è affatto vero che il Cammino non ha luoghi di culto, perché se per definizione e per Statuto è un itinerario cattolico perché non dovrebbe celebrare in chiesa, come anche Papa Benedetto vi ha ordinato?

      Vogliamo parlare poi dei seminari RM costosissimi e semivuoti, della Domus o di Porto San Giorgio?

      Elimina
    15. Ma dai... i neocatecumenali sono stati scacciati dalle chiese neocatecumenalizzate per rifugiarsi nelle case? Le chiese non sembrano più sale del regno e sono ridiventate barocche? Non suonano, "risuonano", ballano e cantano alla messa? Non inseriscono più il cammino a forza nelle parrocchie, ricattando o calunniando i parroci? E non è più vero che dicono ai fratelli di non denunciare, di chiedere perdono al violentatore, di mollare il malloppo.... e tutto questo genere di cose?

      E quando l'hanno deciso ?!

      Elimina
    16. @Gloria, quindi la persecuzione a causa della propria fede è tale solo se è cruenta e al prezzo della vita?. Papa Francesco nei suoi discorsi sempre detto una cosa diversa, cioè ha parlato delle persecuzione dei Cristiani, anche di quelle non cruente. Sentirsi osteggiati e discriminati per la propria fede, come avviene in questo blog non è meno pesante di una persecuzione cruenta.
      Fallacio Vinicio

      Elimina
    17. Ario, Nestorio, Lutero, Zwingli, Calvino, Giansenio, Buonaiuti e compagnia bella furono tutti giustamente perseguitati per la loro "fede" falsa.

      Tomista EX nc

      Elimina
    18. @tornista ex nc, sono d'accordo con te, ma c'è solo un problema. Il cammino Neocatecumenale è inserito nella Chiesa Cattolica e tutti i dicasteri lo hanno affermato con vari documenti. Il corto circuito che avviene su questo blog (grazie a Dio solo qui) è proprio questo. Perseguitati da voi, ma difesi, incoraggiati e amati dalla Chiesa Cattolica. (non credo che la Chiesa Cattolica amasse quei personaggi che hai elencato prima no?)
      Fallacio Vinicio

      Elimina
    19. Il bello è che non vi rendete conto di quanto siete odiosi e invisi un po' a tutti nelle parrocchie. Per la spocchia, gli atteggiamenti (ingiustificati) da 'sotuttoio', per l'occupazione degli spazi, per la volgarità dei vostri giovani, la caciara che fate in Chiesa e fuori.
      Non è vero che non piacete solo a questo blog: non piacete a nessuno se non a chi è molto ingenuo o è molto interessato. La Chiesa ha dovuto fare buon viso a cattivo gioco, e vi tollera perché la minaccia di Kiko di portare i fedeli del tutto fuori dalla Chiesa (detta non per nulla Sinagoga) è una costante.
      L'altra settimana una mia collega, che addirittura non frequenta la parrocchia, mi ha spiegato come i neocatecumenali non siano per lei neppure cattolici. Se ne accorgono pure i 'lontani'.
      E questa non è persecuzione, è avere gli occhi per vedere.

      Elimina
    20. @valentina, quindi gli "antipatici" meritano di essere discriminati e perseguitati? Della serie... Se la sono cercata. Fortuna che Cristo non ragiona così.
      Fallacio Vinicio

      Elimina
    21. Nelle parrocchie e nel quartiere, che parcheggiate selvaggiamente e poi io non ci passo e non si può interrompere la messa per tirarvi fuori a spostare 'ste macchine.

      FungKu, Carrozziere e Gommista, chiuso il lunedì.

      Elimina
    22. Se sei antipatico, spocchioso e... parcheggi male la macchina è giusto che sei osteggiato, discriminato e perseguitato.
      Fallacio Vinicio

      Elimina
    23. @Fallacio Vinicio
      Assolutamente no, non è necessario subire il martirio per essere perseguitati, volevo solo sottolineare che voi chiamate "persecuzione" ogni critica, correzione ed obiezione, e questo è un'offesa a chi viene davvero perseguitato;

      se qualcuno fa domande lecite sul Cammino,lo chiamate subito odiatore/calunniatore/bugiardo, se ciò avviene su internet poi minacciate anche di bloccare e cancellate i commenti, come è successo a me poco tempo fa, facendo così passate subito dalla parte del torto e del vittimismo, oltre a non obbedite alla Chiesa quando vi corregge o vi impone di non celebrare a modo vostro

      Elimina
    24. Ma chi vi perseguita! Se io vedo un automobile per la strada con il faro anteriore destro che non funziona, le gomme sgonfie e fumo nero e denso che esce dallo scappamento e avviso il conducente, lo perseguito? Direi di no. Poi naturalmente se il tizio mi risponde che non è vero e che mi faccia i fatti miei e mi prendo pure giù il numero di targa, non si sa mai, lo sto perseguitando?
      Se il tizio poi va a sbattere contro le auto in sosta e sbanda pericolosamente rischiando di travolgere i pedoni e chiamo i vigili, è perché mi sta antipatico e lo perseguito? Orsù Vinicio. Il Fallace lo fai tu e non il blog.

      Elimina
    25. Parcheggiate come comanda il Signore, cioè non che poi io non ci passo. E neppure davanti ai garage della gente!

      Scuola Guida FungKu, accettiamo anche Neocatecumenali al terzo tentativo.

      Elimina
  17. Kerigma é l'acronimo di :

    Kiko Esprime Rigorosi Insegnamenti Grandiosi Mamotreticamente Approvati

    RispondiElimina
  18. Scusate, interrompo un attimo la diatriba con il nostro affezionatissimo Efraim, per riportare alcune considerazioni a commenti più sopra espressi.

    Scusa Efraim, dopo riprendiamo senza problemi.

    _______________________

    @ Valentina Giusti 1 marzo 2021 09:42

    @ Pietro (NON del Cammino) 1 marzo 2021 14:05

    Valentina Giusti 1 marzo 2021 09:42

    Pietro (NON del Cammino) 1 marzo 2021 14:05


    Queste le conseguenze di un modo di comportarsi ambiguo e per nulla trasparente. Anche io concordo con l'analisi. Aggiungo che c'è un argomento dirimente e inconfutabile che rende davvero inverosimile che le modifiche apportate ai mamotreti originari siano state apportate dalla Santa Sede. Ed è questo:
    Non ha alcun senso, da parte delle Congregazioni, lasciare discordanza tra testo e note, proprio nessuno. Che razza di lavoro a metà avrebbero fatto??

    Non mi stancherò mai di ripetere che a questo va aggiunto che Kiko ha fatto credere vero agli adepti un grande consenso per la sua predicazione da parte del Vaticano.
    CONFERMATO – per l’appunto - CON LE NOTE, messe lì per espressa volontà della Chiesa a suo vanto! Come una sottolineatura della bontà della predicazione fatta negli anni da Kiko e Carmen, senza se e senza ma.

    Questo cosa ha comportato nel periodo post-approvazioni?

    Che ha prevalso su tutto la PRASSI, come sempre è stato anche prima. Mai nulla è cambiato.
    La prassi neocatecumenale che si era consolidata negli anni e basata tutta sull'ESPERIENZA concreta dei kikatekisti che poi, a loro volta, vengono impegnanti nell'opera di evangelizzazione.
    (Tutto nel cammino è esperienza, tutto è prassi)

    Ossia, quello che forma i catechisti è SOLTANTO il fatto di fare “esperienza”.

    Questo significa che, DOPO AVER VISSUTO LA TAPPA CON LA PROPRIA COMUNITA' per la propria vita, è FATTO OBBLIGO di seguire i propri catechisti, o direttamente gli itineranti, quando portano quello stesso passaggio alle altre comunità che conducono per almeno due volte.

    Senza questa FORMAZIONE nessun catechista può “portare” quella stessa tappa alle comunità che a sua volta conduce.

    ……..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ........

      Esempio concreto: un catechista le cui comunità devono fare il II scrutinio DEVE seguire (o meglio dicono loro “rivivere”) almeno due secondi scrutini fatti dai propri catechisti o da una equipe itinerante. Si dice che quello che conta è L'ESPERIENZA.
      Bisogna vivere più volte una tappa per portarla a propria volta.

      Dal momento che la prassi concreta del Cammino non si è mai discostata NELLA SOSTANZA (che è ciò che conta) dalle origini, ci rendiamo conto di quanto inutili ai fini pratici siano stati i correttivi "imposti" dalla Chiesa e le sue stesse approvazioni.
      Per essere concreti:
      Il senso della vendita dei beni non è cambiato di una virgola, della decima neanche a parlarne, del "promuovere" o "bocciare" un fratello, idem. (Verificare per credere)
      Hanno addolcito le parole, fatto finta, ma alla fine tutto è rimasto uguale.

      Dicevo, quello che conta (come dicono loro) è aver vissuto più volte il II scrutinio per poterlo "portare" alle proprie comunità. Così costoro passano il loro tempo, di convivenza in convivenza, di qua e di là.
      Ma che tempo volete che abbiano questi kikatekisti - sottoposti ad un martellante indottrinamento ininterrotto - per LEGGERE con attenzione mamotreti vecchi e nuovi, correzioni e note? (Le note, vi assicuro, neanche le guardano. Una volta che Kiko ha detto che sono confermative, figurarsi).

      Ma avete mai sentito un catechista che quando predica cita o fa riferimento al C.C.C.?

      Ripeterà, come tutti fanno, Kiko dice... Carmen diceva che... Il Cammino è... Lo sappiamo tutti!

      La loro predicazione non è un "mattone". Giusto?
      Lo diceva Kiko quando lo costrinsero a mettere nero su bianco la sua dottrina. Lo fece perchè il Vaticano glielo aveva imposto e lo fece tramite i suoi Ezechiele e compagni di turno.
      Ma poi, quando il Papa, inaspettatamente, gli disse che QUELLO SOLO (il MATTONE) dovevano predicare, trovò la forza di opporsi drasaticamente e di rispondere che QUEL MATTONE MAI LO AVREBBERO USATO PER FAR CATECHESI.

      Fu così che dovettero ricominciare punto e a capo….

      ……..

      Elimina
    2. ........

      Dunque, ciò che affascina, ciò che attira, è quel procedere bohémien , da zingari liberi, senza casa e senza bandiera, oggi qui domani là, con quel fare superiore e incurante delle umane miserie, sulle quali volano alto... che parlano a braccio e condiscono la predicazione con storielle irripetibili e improbabili. Provocando all'emulazione avventata che spezza la monotonia dell'esistenza col brivido dell'impresa avventurosa che solo con uno come Kiko diventa possibile e quasi a portata di mano. A dare senso ed ebrezza all’esistenza, anche alla più sciapa e banale.

      Forse non ho reso il senso. Quello che vorrei è solo riuscire a farvi respirare un attimo l'aria che lì dentro si respirava e credo ancora si respira, almeno tra le cariatidi nostalgiche e aliene.

      Ecco il perchè a frotte, nelle chiamate, tanti insoddisfatti a Kiko gli correvano incontro, buttandosi tra le sue braccia e consegnandogli la vita propria e quella dei propri cari, convinti pure di star facendo solo la volontà di Dio. Che pena!

      ……..

      Elimina
    3. ……..

      Solo un pazzo può ripetere, con la determinazione convincente che aveva Kiko, "ti vado A DIRE la volontà di Dio per te" "Dio mi ha dato una parola per te" "Vai ad obbedire a quello che io oggi ti dico e Dio ti benedirà; ma se tu non mi ascolti, la benedizione si trasformerà in maledizione" ecc.. Frasi ad effetto (che sortivano l'effetto) ne abbiamo riportate tante!

      Questo per far capire solo che - a parte il fatto che lì dentro nessuno mette in dubbio un solo istante che Kiko magari NON sia un profeta inviato da Dio - COSA VOLETE CHE CONTI APPROVAZIONE, CORREZIONE, MAMOTRETI VECCHI E NUOVI?

      E' tutto vita vissuta, esperienza, assimilazione di un modello. Stando SEMPRE E SOLO a stretto contatto con chi lo ha elaborato e lo incarna.
      Tutto nel Cammino è incarnazione ed emulazione.

      ECCO PERCHE' KIKO OGGI E' DISPOSTO A TUTTO PUR DI RIPORTARE I FRATELLI A CELEBRARE IN PRESENZA, per reimmergerli nel SUO humus come pesci dalla testa ai piedi, staccandoli dalla vita reale, da quel mondo circostante dal quale li aveva "pescati" fuori tanti anni fa e loro, come tanti di noi purtroppo, erano "abboccati".

      Pax

      Elimina
    4. Ti sbagli anche i Vescovi ed i parroci vogliono che i fedeli tornino di presenza, hanno le parrocchie e diocesi vuote.

      Elimina
    5. Tu non sai quello che dici.
      Sono mesi che vado a Messa in presenza e la Chiesa, malgrado il distanziamento obbligatorio è sempre piena.

      LUCA

      Elimina
    6. In quale chiesa vai? Dimmelo che vengo anche io, le chiese che frequento io sono vuote e anche di domenica. Inutile che negate la realtà e' sotto gli occhi di tutti, negarla e' infantile.

      Elimina
    7. Grazie Pax, questo tuo scritto pregno della conoscenza che possiedi è limpido e interessante.

      "ECCO PERCHE' KIKO OGGI E' DISPOSTO A TUTTO PUR DI RIPORTARE I FRATELLI A CELEBRARE IN PRESENZA, per reimmergerli nel SUO humus come pesci dalla testa ai piedi, staccandoli dalla vita reale, da quel mondo circostante dal quale li aveva "pescati" fuori tanti anni fa e loro, come tanti di noi purtroppo, erano "abboccati"."

      Mi hai fatto ritornare alla mente l'uscita pubblica di Kiko, nella quale dichiarò d'aver pescato 153 pesci grossi (riprendendo Gv 21:11), riferendosi ai vescovi sedotti in una convivenza alla Domilus Galilaeae. Kiko evangelizza addirittura i vescovi equiparandoli ai pagani da convertire. E i Pasqualoni stanno ancora a dì: "siamo approvati".

      È proprio così, questa proibizione agli incontri in presenza ha leso il Cammino irrimediabilmente.

      Elimina
    8. Voi kikos non riuscite ad esimervi dal palesare la vostra folle competizione con la Chiesa Cattolica. Dato ciò si deduce agilmente che non vi sentite parte di Essa.
      Il concetto della scarsità di fedeli cattolici a Messa è tipico del cammino; una storiella che a Kiko non sfugge mai di raccontare con lo scopo di svilire la Chiesa ed elogiare il cammino. E voi, emuli del fondatore, fate altrettanto per il medesimo fine.

      Mi ritrovo con Luca
      Mi dirigo con regolarità alla santa Messa domenicale e a volte non trovo posto a sedere perché sono occupati. Una volta dovetti sedermi in cappellina per questa motivazione.

      Comunque i numeri lasciano il tempo che trovano, solo Kiko ancora vi si appiglia sperando che i calcoli esasperati continuino, come un tempo, a salvargli la carriera.

      Elimina
    9. Io ho lo stesso problema di non trovare posto a Messa. In diverse chiese, mica solo una.

      A. Non.

      Elimina
  19. Anonimo 10:38
    Sante parole fratello.
    Purtroppo qui si sono fermati all',anno 1000.
    Si è capito benissimo che loro vogliono vivere solo la pastorale sacramentale.
    Senza spese e senza impegni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è che "si è capito : con questa falsità vi imbottiscono ben bene la zucca fin dall'inizio del Cammino e poi venite qui cercare di comprovarla ad uso dei neocatecumenali in crisi.

      Le spese altrui non le conosci. Gli impegni neppure, e vieni qua a predicare, insultare, giudicare, dare del cornuto all'asino quando sei bue.

      Bel manifesto del neocatecumenato.

      A. Non.

      Elimina
    2. Cornuto all'asino quando sei bue. Che bel commento. Lo aggiungiamo alla lista degli epiteti da voi coniati per i camminanti : pasqualone, cretineocatecumenale, sturmtruppen, adesso questo. Aspettiamo il prossimo con viva attesa. Su, scrivete....

      Elimina
    3. @efraim
      IO ho detto una cosa precisa. La ridico sperando che tu utilizzi i tuoi neuroni. Senza un rapporto sincero e vero e PERSONALE con DIO non ti puoi rapportare agli altri in maniera cristiana altrimenti, pur con tutta la buona volontà del mondo, agli altri darai la TUA VISIONE FALSA DI DIO.

      E' proprio per questo che scrivo qua. Perchè Kiko Arguello ha una visione di Dio completamente alterata e sottomessa alla sua visione del mondo. Quindi non mi puoi dire di gioire per 70 persone convertite in Giappone dal 1991 perchè, nella migliore delle ipotesi, hanno conosciuto un Dio che non è quello di Gesù Cristo. E questo non lo dico io, lo dicono i FATTI. Lo dice anche come ti poni tu e i tuoi fratelli camminanti.

      Elimina
    4. @Efraim
      Invece Kiko l'anno 1000 e tutta la storia della Chiesa da Costantino al Concilio Vaticano II non la considera affatto, non so se ti sembra una cosa normale, perfino un bambino del Catechismo della Prima Comunione capirebbe quanto la Chiesa abbia fatto di meraviglioso in quei secoli, e non solo per i crstiani, ma anche per la societa' (l'Universita La Sapienza di Roma, ad esempio, un'eccellenza italiana, e; stata fondata nel XIV secolo da Bonifacio VIII, lo stesso dell'esilio di Dante e della vicenda di Celestino V, per non parlare dei vari ordini monastici e ospedalieri e delle missioni oltreoceano, la Controriforma,ecc.) nonostante alcune pagine buie.

      Non so perche' dite tutti la stessa cosa di chi esce, ovvero che non vuole pagare la decima e non vuole impegni, mi rattrista vedere come siete stati indottrinati a pensare allo stesso modo e non ve ne volete accorgere.

      Ti informo comunque che anche frequentando la Messa e sforzandosi di curare la propria vita spirituale richiede grande impegno, soprattutto in una societa' come la nostra: e in realta' non ci tiriamo indietro davanti alle spese, ci tiriamo indietro davanti alle violenze economiche e alle decime non rendicontate.

      Vorrei infine ricordarti che uno degli aspetti di un gruppo settario e' quello di sottrarre enormi quantita' di tempo e di energie ai membri del gruppo, pensaci.

      Elimina
  20. Gloria,diciamo la stessa cosa.
    È normale, anch'io parlavo di vivere anche durante la settimana il contatto con il Signore attraverso la parola.
    Non ho mai detto per forza o solo nel cammino.
    Difendo il cammino perché se ne parla male. Ma chi frequenta altre esperienze va bene lo stesso. È questo che aiuta ed insieme all'Eucaristia fa vivere una fede von piu coerenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "se ne parla male" significa "pettegolezzo", attività calunniosa gratuita meschina e volta al male per amore del male. e chi ha fatto il cammino ne sa qualcosa.

      portare all'attenzione pubblica dei gravi abusi nascosti non è pettegolezzo.

      bersagliare chi denuncia irregolarità e abusi invece è connivenza.

      Elimina
    2. @Efraim
      mi fa piacere che la pensi cosi', perche' invece puo' succedere che a chi esce venga chiesto di tornare, oppure viene ostracizzato (diciamo anche sempre) o gli viene detto che uscendo non fa la volonta' di Dio e ne avra' conseguenze nella vita. Ogni esperienza nella Chiesa e' buona e santa, ma solo se fatta in obbedienza alla Chiesa, e questo nel Cammino manca e l'Eucaristia che celebrate in disobbedienza alla lettera di Arinze, quindi al Papa, ne e' una prova.

      Ci tengo a sottolineare pero' che parlare male vuol dire giudicare in modo negativo inventando calunnie e menzogne, che e' diverso dal parlare della propria esperienza negativa come faccio io e molti altri qui sul blog.Forse ti riferisci alle espressioni forti con cui vengono chiamati Kiko e i neocat, e ci puo' anche stare, ma che ne pensi allora di come si rivolge Kiko stesso ai suoi seguaci (chiamandoli borricos, ad esempio per dire che sono stupidi) o che considera le donne alla pari di adescatrici (ti ricordi il discorso delle "cefale" per la Cina)?

      Elimina
  21. "Orientamenti 1977*--> ODIA TUO PADRE E TUA MADRE ODIA TUO PADRE,TUA MADRE, TUA MOGLIE, TUO MARITO, I TUOI FIGLI, I TUOI FRATELLI E SORELLE, E LA TUA STESSA VITA. PRENDI LA TUA CROCE E VENDI TUTTI I TUOI BENI. POI VIENI E SEGUIMI.

    *Direttorio*-->Viene messa tra virgolette come fosse una semplice citazione evangelica, non una prescrizione che i catechisti danno agli adepti."

    Che astuzia diabolica. Danno ad intendere d'essere leali e conformi al senso profondo e vero del Vangelo, quando in realtà lo mistificano deviando i fedeli.
    Il cammino martella instancabilmente su questo passo evangelico esentato da loro stessi delle sue reali connotazioni, percuotendo la psiche e la volontà dell'ascoltatore che, oltre ad un'emicrania notevole, si ritrova senza forze, indebolito e privato di appigli saldi che lo salvino.

    Ai neocatecumenali sfugge, perché disorientati dall'illogicità dei concetti kikiani, che il Vangelo è, sì, a volte, provocatorio, ma non è mai contraddittorio. Poco oltre questo brano, nel Vangelo di Luca, Gesù richiama con forza il dovere di onorare il padre e la madre (cfr. Luca 18 20) e, a proposito di marito e moglie, dice che devono essere una sola carne e che l’uomo non ha diritto di separare quello che Dio ha congiunto. Come può dunque, dirci, adesso, di odiare il padre e la madre, la moglie, i figli e i fratelli? Voi, kikos, possibile che non vi poniate dei quesiti ragionevoli?

    San Benedetto ha lasciato ai suoi monaci il motto: “Nulla assolutamente anteporre all’amore per Cristo”. Ma invece voi, fedeli alla setta - e diciamolo -, privilegiate il vostro guru, infatti avete tappezzato con la sua immagine e, di conseguenza, con le sue catechesi, le vostre case e le vostre chiese.
    Non si può prendere il cristianesimo alla leggera come fate. Gesù ci mette in guardia contro il tentativo di addomesticare tutto e di fare della religione e di Dio stesso un cocktail di falsità. Andate alla celebrazione del sabato sera, alla festa/agape o in qualche funerale 'allegro', date la decima e credete così di aver fatto più che il dovuto nei riguardi di Dio perché obbedienti a Kiko il quale, alla prima convivenza, vorrà conoscere se obbedite ai suoi precetti per poter così valutare la vostra spiritualità. Ed ecco un'altra dimostrazione del fatto che, nella gerarchia del cammino, Dio occupa un posto minore rispetto a Kiko e Carmen (di quest'ultima la 'santità' viene decantata a prescindere dalla considerazione della Chiesa. Perché, a dirla tutta e chiara di nuovo, al cammino non importa nulla della Chiesa. Il thread esplicita il concetto egregiamente).

    Un giorno, la Beata Angela da Foligno, quando era ormai avanti nella santità, riflettendo sul suo amore per Dio si rese conto d’improvviso che esso non era ancora assoluto e totalitario come pensava. Amava, sì, Dio sopra tutte le cose, ma con Dio amava anche qualche altra cosa, per esempio le consolazioni di Dio. In quel momento udì di nuovo la voce di Cristo che le chiedeva: “Angela, che cosa vuoi?”. E lei, raccogliendo in un grido tutta la forza della sua volontà: “Voglio Dio!”.

    Ma finché si permane nel luogo della perdizione che è il cammino, ove tutto è idolatria senza via di scampo e dove le uniche domande ascoltate provengono dall'illuminato katechista, non vi è modo né di ascoltare né di dichiarare "Voglio Dio!"...semmai "sono figlio del demonio!".

    RispondiElimina
  22. Per ex tomista fammi capire dove avrei detto le idiozie? Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anzitutto la sua (o di Kiko?) visione del Medioevo non è più condivisa neanche dagli storici atei e di sinistra. In secondo luogo l'essenza del Cristianesimo consiste nella partecipazione alla vita divina mediante la Grazia. Cristo si è fatto "sarcoforo" (portatore di carne) affinché l'uomo diventasse "pneumatoforo" (portatore di Spirito) (cit. Atanasio). La "salvezza" consiste nella inabitazione della SS. Trinità nell'anima umana, nella vita soprannaturale. Cristianesimo è interiorità, è vita spirituale. Prototipo della vita cristiana è il monachesimo, che consiste nella lotta contro sé stessi con l'ausilio della Grazia e la cooperazione della volontà. Cristianesimo è deificazione. La vita comunitaria ha un senso solo se vissuta in questa dimensione, altrimenti è un ostacolo alla santità. L'essere innestati al Corpo Mistico di Cristo ci rende fratelli e sorelle, giammai il contrario. Il cammino dell'anima non è mai qualcosa di collettivo, di orizzontale, di comunitario. Non ci si salva "a grappoli", come si suol dire nei vostri ambienti malsani. Ci si salva individualmente. E non si evangelizza senza prima rinunciare concretamente al peccato.

      Tomista EX nc

      Elimina
    2. Però, che concetti profondi. Sarcoforo, pneumatoforo. Eh, siamo proprio degli ignorantoni, dovremmo studiare un po, verooooo??????

      Elimina
    3. Tomista ci ha provato ma per i miracoli è ancora presto.
      Pazienza, io invece ho apprezzato la sua risposta.

      Un fan di San Domenico.

      PS Oltre al catechismo come suggeriva Valentina, certi neocatecumenali potrebbero aprire a caso pure il dizionario ogni tanto.

      Elimina
    4. Guarda pure la prima pagina del sussidio "Veglia di Pentecoste" edito dal Caal di Roma ed utilizzato da tutte le comunità neocatecumenali d'Italia e troverai la medesima frase di S. Atanasio riportata nelle medesima forma.

      Tomista EX nc

      Elimina
    5. Aggiungo inoltre che lo sfottò contro i termini greci fatto da chi si riempie la bocca di paroloni come kerigma, kenosi e koinonia lascia il tempo che trova.

      Tomista EX nc

      Elimina
    6. Mi domando da dove provenga il disprezzo esplicito dei nc per ogni forma di cultura, soprattutto teologica, biblica, liturgica e filosofica.
      Quasi che "cultura" equivalga ad "orgoglio" ed "intelletto" a "giudizio", inteso come peccato.

      Tomista EX nc

      Elimina
    7. ...proviene dalla gran voglia che hanno di studiare, caro Tomista !!
      E di pensare con la propria testa. O anche solo di pensare, in generale.

      Più che altro, glielo proibiscono e qui francamente non ci sta niente da ridere.

      Elimina
    8. Ecco, solo una altro piccolo sforzo. Ora sei sulla buona strada DOVRESTE STUDIARE UN PO'. Finalmente ci siete arrivati.

      Tomista EX nc parlava di Sant'Atanasio, mica di un kiko qualunque!

      Di interiorità
      Ausilio della Grazia
      Cooperazione della Volontà

      Cose tutte reiette nel vostro orrido ingannevole Cammino.

      Tomista EX nc vi ha fatto una sintesi di tutto.
      Perchè non provate, almeno una volta, ad aprire il cervello??

      Di appartenenza al Corpo Mistico di Cristo, ci si salva individualmente e solo dopo aver rinunciato al peccato e il giudizio di Dio sarà personale.

      E' scritto che solo Dio conosce cosa c'è dentro ognuno, e nell'anima di ciascuno egli vuole porre la sua dimora, prima che tra due o tre riuniti nel suo nome. Lì sarò in mezzo a loro, ma Gesù abita prima nel cuore!

      Perchè il Regno di Dio passa per il cuore di ogni uomo.

      Pax

      Elimina
    9. Allora, tanto per essere completi, Kiko vi inganna grandemente quando afferma che senza la comunità non vi salverete, che disertare la comunità è peccato mortale.

      Ma vi rendete conto che vi continua a trattare come deficienti?

      Pax

      Elimina
  23. Ancora a parlare del Direttorio state? Siete anacronistici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che dire di te, che il Direttorio te lo bevi acriticamente come fosse Parola di Dio?

      Elimina
  24. C'è voluto un blog per avere (almeno in parte) i testi che rivendono alle catechesi del cammino neocatecumenale. Perché tutta questa segretezza ed iniziaticità in stile massonico?
    La Bibbia, il Nuovo Testamento, gli ottimi libri dei santi, il catechismo della Chiesa cattolica e i documenti del magistero sono aperti a tutti da subito, manco c'è bisogno di essere cattolici per poterli leggere. Quindi se si vuole diventare cattolici lo si sa già a cosa si va incontro prima ancora di iniziare.

    Coi neocatecumenali no.
    ''Non siete ancora pronti!'' "La vostra fede non è adulta!" "Venite e gustate!" "E' una questione di Spirito, devi assistere alle catechesi, non porre domande, ascolta e basta e poi entrare in comunità e poi poi poi vedrai poi... oooiiii oooiii (effetto eco ad libitum sfumando). In sostanza, ascolta, ma non la Parola di Dio, le parolacce dei catechisti fino a diventare un ipnorospo che ripete a menadito le identiche parole inculcate in tempo e tempo di convivenze, catechesi, messe pseudocristiane etc.
    Il linguaggio che vi contraddistingue, è spiacevole dirlo, è tipico degli indottrinati, non dei credenti. E' spiacevole perché ho assistito al cambiamento di alcune persone amiche il cui QI è drasticamente sceso e la cui carità nei confronti degli altri è svanita in nome di..? Baal? il Male è l'effetto macroscopico del Cammino, altro che fede adulta.
    Quello microscopico invece è il Pessimo, ma di questo parlo un'altra volta.

    Entri nel Cammino con una fede non adulta, a dire loro, in base alla loro protervia, e ne esci, se ne esci, e se ne esci con una parvenza di fede, con una fede adulterata.

    Come ha detto uno di voi poco sopra, le altre esperienze (in seno alla Chiesa Cattolica) vanno bene lo stesso.
    Quindi, optate per le sole altre esperienze.

    Cari gestori del blog, grazie per tutto l'impegno e le spese in termini di fatica personale, preghiere, ricerche per illuminare di santa Verità quell'obbrobrio fondato da kiko e karmen.

    Pellegrino

    RispondiElimina
  25. EFRAIM:
    parli anche di pastorale?
    Non dico che non possa essere interessante, ma a me sembra che tiri a chiacchierare.
    Ma non credo che il fine di questo blog sia quello di chiacchierare sulla pastorale: qui si riportano FATTI CONCRETI: quelli che trattano delle eresie e degli errori del Cammino.

    Per cui se dico che il Cammino disprezza la Chiesa del passato, che è un fatto, tu non mi devi rispondere con delle chiacchiere o con fatti non attineti, come, ad esempio, che voi siete aperti alla vita.
    Buon per voi: siete aperti alla vita, ma contunuate a disprezzare la Chiesa, sia quella del passato, sia l'attuale che riconosce e favorisce la vita PARROCCHIALE, che voi detestate.

    FATTI.
    Ad esempio: voi non vi attenete al Messale romano, che obbliga. Che importa della vostra pastorale? E di quanto questa è opportuna (a me pare di non lo è visto i fiaschi continui del Cammino)?
    Volete essere i primi della classe nelle OPERE umane? Queste sono chiacchiere, e a chiacchiere vi concedo il primo posto ad honorem. I bravi siete voi.
    Io però dico che DISUBBIDITE alla Chiesa che obbliga a seguire il Messale in tutto.


    Per voi la Chiesa fino a Kiko ha sbagliato tutto e viveva senza l'aiuto della grazia?
    La Chiesa non la pensa come voi, per cui non siete in comunione con la Chiesa.
    Pensate che il Cammino l'ha fondato Gesù e l'ha iniziato Kiko?
    La Chiesa non lo pensa e infatti ha approvato il Cammino come un'associazione privata di fedeli del tipo denominato "Fondazioni autonome di beni spirituali".
    Non volete essere chiamati associazione, bene vi chiameremo FONDAZIONE.

    Questi si chiamano FATTI CONCRETI.
    Parlare su chi è più bravo, sono invece chiacchiere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. FATTI CONCRETI è l'acronimo di :

      Formidabile Amore Tramandano Tutti I Catecumenali O Neocatecumenali Certamente Rivolto Evidentemente Tra Ispirati

      Elimina
  26. Grazie Infinite! Perché con le vostre illuminazioni avete Salvato Migliaia di Anime dalla Perfida Setta Neocatecumenale! Ci sarebbe moltissimo altro da dire per Ringraziare Tutti na mi fermo qui.Dio provvederà a ricompensarvi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di niente, qui è gratis.
      Invece per salvare milioncioni e milioncioni di anime dal perfido cattolicesimo della domenica bisogna sborsare un sacco soldi al Cammino. Dio provvederà a ringraziare pure lui!

      Elimina
  27. Devo proprio ricopiarli questi due commenti di Tomista ex NC:


    - 2 marzo 2021 18:55

    Guarda pure la prima pagina del sussidio "Veglia di Pentecoste" edito dal Caal di Roma ed utilizzato da tutte le comunità neocatecumenali d'Italia e troverai la medesima frase di S. Atanasio riportata nelle medesima forma.

    Tomista EX nc


    - 19:02

    Aggiungo inoltre che lo sfottò contro i termini greci fatto da chi si riempie la bocca di paroloni come kerigma, kenosi e koinonia lascia il tempo che trova.

    Tomista EX nc


    Bravo Tomista! Colpito e affondato!


    Pax

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Pax, sappi che nonostante la mia lunga assenza dallo spazio commenti ti leggo sempre con interesse e profitto. Ti sono grato per il tuo lavoro di sana apologetica.

      Tomista EX nc

      Elimina
  28. Facezie a parte, a proposito dell'odio per la cultura biblica, teologica di cui parla Tomista EX nc ed in accordo col post di oggi, copio e incollo un discorso di Kiko abbastanza illustrativo di come avvenga la sovrapposizione tra un catechista imbecille e idiota (e canaglia censurato), considerato indegno da chi lo ascolta, e Nostro Signore indegnamente considerato indegno dai farisei.

    Nel testo si risale dal particolare al generale con un salto logico acrobatico e senza la minima preoccupazione (anzi, è proibito!) di tornare indietro a verificare se il primo passaggio sia stato buono.
    (a volte ci si azzecca ma poi bisogna controllare!!)
    Chi ha un minimo di senso della logica e dell'insiemistica, deve allacciarsi le cinture di sicurezza.

    Il discorso è tratto dagli "orientamenti per la convivenza di rinnovazione del primo scrutinio battesimale, anno 1972 con aggiunte del 1976" . I corsivi sono miei:

    Inizialmente sfrutta il sentimento di rancore sociale e culturale, o il senso di colpa secondo la categoria, per identificare il Cristo con tutti i disprezzati in quanto non-titolati, quando invece Egli è allo stesso tempo infinita umiltà ed infinita sapienza:

    " Allora Gesù gridò con voce potente: "colui che crede in me non crede in me, ma in Colui che mi ha mandato". Che dica una cosa del genere uno stupido che sta lì, senza nessuna autorità, senza avere studiato nella sinagoga, senza essere sacerdote secondo la legge, che è un laico qualsiasi, come Gesù Cristo che non ha alcun titolo come invece lo hanno i rabbini, che aveva solamente lavorato come falegname. Immaginate questo Gesù che sale sulla spianata del tempio e grida: colui che crede in me non crede in me, ma in Colui che mi ha mandato. I sacerdoti avevano detto: ma chi si crede questo cretino? Ma come è possibile che si permetta a questo imbecille di parlare senza ritegno? Dice Gesù: Colui che vede me vede Colui che mi ha mandato: io sono la luce venuta nel mondo perché tutti quelli che credono in me non continuino ad essere nelle tenebre. Questo ce lo dice Gesù a noi questa notte: io, la luce, sono venuto a voi perché non continuiate nelle tenebre.

    Se qualcuno non ascolta le mie Parole, dice Gesù, cioè se qualcuno ascolta le mie Parole e non le mette in pratica, io non lo condannerò, perché io non sono venuto per condannare il mondo ma per salvare il mondo, colui che mi rifiuta e non accoglie le mie Parole, ha già chi lo condanna: la Parola che io ho proferito lo condannerà nell'ultimo giorno. Questa Parola che io dico lo condannerà nell'ultimo giorno. "

    continua

    RispondiElimina
  29. seconda parte

    Poi arriva all'inversione. Con la scusa che Cristo si è fatto umile, insegna agli adepti a mettersi nelle mani di ignoranti non qualificati, disprezzando di rimando i colti perché, siccome i farisei erano colti ALLORA (!) TUTTI i colti sarebbero farisei da disprezzare (E questo lo leggiamo tutti i giorni nei commenti del blog.) :

    "Che significa questo? Costui sta parlando in mezzo ai dottori e ai sacerdoti: ma chi si crede questo cretino, come è possibile sopportare questo idiota che dice tali e tante sciocchezze? Dice Gesù: Non mi credete, vero? La mia Parola vi condannerà nell'ultimo giorno, nel giorno del giudizio finale. Tu dici: Quest'uomo è un imbecille... Io dico la mia Parola, vedremo in quel giorno chi ha ragione. Questi increduli nei giorni in cui risusciteranno si incontreranno con questo miserabile seduto alla destra di Dio, perché lui è il Signore; il Kyrios. Allora diranno: eravamo stupidi, cretini, idioti, insensati, era vero. La mia Parola dice Cristo, essa stessa vi condannerà. Molti se la ridono di noi altri. Dicono: ma chi sono costoro che non hanno cultura né studi teologici, che non abbiano studiato in alcun seminario, che siamo senza titoli e avvalli. Bene: in quel giorno si vedrà chi ha ragione."

    Infine, arriva la sostituzione Cristo disprezzato dai dotti = Kiko disprezzato dai dotti = catechisti disprezzati dai dotti

    "Voglio dirvi fratelli che in questa convivenza noi siamo qui non a nome nostro ma in nome di Gesù Cristo che ci invia a voi e in nome della Chiesa per darvi la luce, perché non continuiate ad essere nelle tenebre."


    Quindi, semplificando:
    Gesù era considerato ignorante dai farisei
    I catechisti sono inviati da Gesù
    I catechisti sono imbecilli idioti (e magari pure carogne)
    Se non accogliete i catechisti per via della loro ignoranza,cretinismo e carognaggine siete NECESSARIAMENTE come i farisei che non hanno accolto Cristo.

    Ed ecco poste le fondamenta della salvezza basata sull'ignoranza pervicace, sull'obbedienza cieca e sullo strenuo combattimento di chiunque osi insegnargli qualcosa di diverso. Ed aperte le porte agli abusi che seguono.

    E la passano come esegesi.

    Fine.

    Sempre il fan di San Domenico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PS a scanso di equivoci: che Gesù fosse considerato ignorante dai farisei lo dice Kiko, è una sua falsa premessa. A 12 anni Nostro Signore tenne banco nel tempio per tre giorni di fila.

      il fan di San Domenico

      Elimina
    2. I bestemmioni di kiko contro Gesù, che kiko attribuisce ai farisei, sono illeggibili ed insopportabili.
      Io non so se andrò all'inferno ma kiko lo saluterò dall'alto COMUNQUE.

      Pellegrino

      Elimina
    3. Non riapro mai volentieri i testi di catechesi che tanti anni fa ho utilizzato tante volte.
      Leggere quanto ci hai proposto stasera mi fa star male.
      Possibile che fossi tanto sedotta da non comprendere quello che leggevo?

      Oggi per me è impressionante. Provo misericordia per chi non si è mai più allontanato dal Cammino. Perchè credo che permanendo stabilmente nella comunità neocatecumenale in un cammino SENZA FINE, pur col passare del tempo, non si ha alcuna evoluzione, non si matura nessuna consapevolezza. Il senso critico è del tutto azzerato e, di sicuro, si rimane fermamente convinti ancora, nonostante tutto, del carisma di Kiko, della sua funzione di leader, di condottiero lì dentro a cui tutti devono deferente ascolto e pronta e perfetta obbedienza.

      Hai messo a punto una consecutio logica impeccabile, dai risultati tragici e devastanti, le cui conclusioni sono ineccepibili.

      E questo è solo quanto Kiko ha messo in campo per legittimare l'autorità sua e degli itineranti.
      Figuriamoci tutto il resto.

      Se non ti spiace penserei di fare un post con i tuoi commenti, prendendo spunto dalla impostazione di Tomista.

      Il tuo lavoro merita di essere messo in evidenza.
      Magari a rileggere qui certe corbellerie, qualcuno ritrova un barlume di lucidità. Il resto poi viene, pian piano di conseguenza.
      Grazie fan di San Domenico. Dio ti benedica.

      Pax

      Elimina
    4. Pax cara, mi dispiace di aver risvegliato dei flash-back. E comunque qui ci siamo fidati tutti in un modo o nell'altro.

      Grazie a te e a tutti per il lavoro che state facendo, lavoro che chi di dovere non si è degnato di fare quando era il momento, né per voi né per gli altri.

      Per quanto riguarda il post, fanne quel che vuoi sia nella forma che nei contenuti.
      Ho visto qualche imprecisione di punteggiatura e di battitura, e l'aggiunta al mamotreto è del 1986, non del '76.
      Il mamotreto è quello del '72 il file "OR I" che chiunque può scaricare su internetica.

      Grazie della benedizione e che Dio benedica sempre anche te!

      Il fan di San Domenico

      Elimina
  30. Se parlate di cultura altolocata per soli addetti ai lavori e non per poveri mortali ignorantoni Kiko-dipendenti et similia, parlate allora di : Kenosi, Kerigma, esegesi, ermeneutica, filosofia teoretica, dossologia, epiclesi, embolismo, soteriologia, parusia, logica simbolica, fenomenologia, metempsicosi, chiaroveggenza, metafisica, ontologia, flusso di coscienza, transustanziazione, ciberneutica, immanentismo, gnosticismo, sofismo, geometrie euclidee, critica neotestamentaria, e chi più ne ha più ne metta.

    RispondiElimina
  31. @Pellegrino
    all'ultima convivenza a cui ho partecipato prima di andarmene dal Cammino un catechista per spiegare come avrebbe dovuto essere Gesu' se quello che faceva non era opera di Dio (o una cosa del genere ora non ricordo di preciso) uso' dei termini talmente forti e dispregiativi che mi sconvolsero parecchio, ora capisco da dove ha preso ispirazione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io credo che le bestemmie contro Gesù nel cammino neocatecumenale, sebbene mascherate da insulti di terzi, siano volute.
      Non dai catechisti che sono dei manichini, nemmeno da kiko stesso che è un manicone ma da chi comanda tutta la loro baracca oscena.

      Pellegrino

      Elimina
    2. @Pellegrino
      Credo che tu abbia ragione, sebbene l'intuizione di formare comunita' che vivano sul modello della Sacra Famiglia di per se' e' buona e quindi possano averla ispirata Dio e Maria, molte altre cose non credono che vengano da Lui, e questi modi di parlare a me sinceramente ricordano lo stile degli esorcismi, nel senso che sono il modo di parlare a proposito di Gesu' tipico degli spiriti nemici di Dio.

      Elimina
  32. Ti credi un gran sapiente Ex Tomista ma sei molto ignorante.

    Da un omelia di Papà Francesco a Santa Marta 10 gennaio 2020

    E’ “bugiardo” chi dice di amare Dio e odia i fratelli, esattamente come il “diavolo”. Lo sottolinea il PAPA nella quotidiana messa celebrata a Casa Santa Marta. Riprendendo la Prima lettera di san Giovanni apostolo, Bergoglio, nell’omelia di cui riferisce Vatican news, annota: ” Io amo Dio, prego, entro in estasi… e poi scarto gli altri, odio gli altri o non li amo, semplicemente, o sono indifferente agli altri. Non dice: ‘hai sbagliato’, dice ‘sei bugiardo'”. “E questa parola nella Bibbia – evidenzia ancora il Pontefice – è chiara, perché essere bugiardo è proprio il modo di essere del diavolo: è il Grande Bugiardo, ci dice il Nuovo Testamento, è il padre della menzogna. Questa è la definizione di Satana che ci dà la Bibbia. E se tu dici di amare Dio e odi il tuo fratello, sei dall’altra parte: sei un bugiardo. In questo non ci sono concessioni”. In effetti, come indica Giovanni quando scrive: “‘Chi non ama il proprio fratello che vede non può amare Dio, che non vede’, ‘Se tu non sei capace di amare la gente, dai più vicini ai più lontani che tu stai vivendo, non puoi dirci che tu ami Dio: sei un bugiardo".

    Aggiungo che non sei solo bugiardo ma anche ignorante e mistificatore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai spiegato benissimo cio' che accade nelle comunita' della setta nc


      dom

      Elimina
    2. Si potrebbe entrare nel merito almeno una volta anziché deviare come sempre il discorso? Non sia mai!

      - Lei cita a sproposito un'omelia papale insinuando implicitamente che le mie argomentazioni conducano all'odio verso il fratello e sarei io il mistificatore?
      Al contrario, mi sembra che dalle mie parole si deduca che la presenza di Dio nell'anima umana deve portare ad amare Dio nel fratello. La vita di Fede deve portarci a bruciare nel fuoco della Carità (che è una virtù teologale e che perciò ha come fonte e come oggetto Dio stesso) altrimenti non esiste Cristianesimo.

      - Se sono ignorante? Si che lo sono, e sono ben felice di esserlo. Ciò che non conosco è infinitamente maggiore di ciò che conosco: questo mi riempie di gratitudine, curiosità, voglia di approfondire e mi tiene coi piedi per terra. Non la considero un'offesa ma la pura verità. Non mi sembra di essermi mai presentato come uomo di cultura.
      Come cantava il Molleggiato nel 1991: "Quando noi ignoranti eravamo di più/ in quel tempo ricordo che/ tutto era più bello".

      Tomista EX nc

      Elimina
    3. L'ignorante sa molto. L'intelligente sa poco. Il saggio non sa niente. Il neocatecumenale sa tutto.
      (Proverbi, quelli italiani)

      Pellegrino

      Elimina
  33. Anonimo 00:31: dal modo in cui distribuisci insulti gratuiti, non sembrerebbe che tu abbia fatto tesoro di quanto insegna papa Francesco sull'amore al prossimo.
    Ma d'altronde non è del tutto colpa tua: il Cammino neocatecumenale ti ha educato alla superbia e al disprezzo degli altri e quindi non puoi che ispirarci compassione.
    Che non ci sia amore vero tra voi è dimostrato dal fatto che chi esce dal gruppo degli eletti viene immediatamente scartato e dimenticato, come pure tante persone, pur restando in comunità, soffrono delle prepotenze altrui senza che nessuno le difenda e le tuteli. Il vostro è un individualismo esasperato e vigliacco, che si fa scudo degli altri per affermare sempre e solo il proprio sé.
    Altro che amore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Madonna disse in realtà a Kiko: 'Devono nascere comunità che vivano in semplicità umiltà e lode ma solo se tu ti dedichi ad altro e non ti credi Cristo'. Kiko come al solito ha capito quel che gli pareva e così è successo quel che è successo.

      Elimina
  34. Amore è l'acronimo di

    Antico Mamotreto Ora Risuscita Esaltandoci

    RispondiElimina

I commenti vengono pubblicati solo dopo l'approvazione di uno dei moderatori.

È necessario firmarsi (nome o pseudonimo; non indicare mai il cognome).

I commenti totalmente anonimi verranno cestinati.