martedì 16 agosto 2022

"È una Messa o un apericena?"

"È una Messa o un apericena?" è l'esclamazione stupita di un lettore che ha visto l'immagine di questa "mensa" neocatecumenale, pubblicata dal blog Cruxsancta.

Infatti, oltre alle consuete immagini di pani già preventivamente spezzati nelle patene ottagonali tipiche del Cammino neocatecumenale, sul tavolone-mensa non consacrato che sostituisce l'altare nelle celebrazioni istituite da Kiko Argüello e da Carmen Hernàndez, due laici spagnoli che, nel proprio movimento ecclesiale, dettano legge su tutto, anche sulla liturgia eucaristica cattolica, vediamo  un'impressionante batteria di bicchierini in vassoi metallici, non si comprende bene dalla foto se già riempiti con il vino da Messa o da riempire con il Sangue di Cristo dopo la consacrazione.

L'esclamazione dell'ignaro lettore, "ma è una Messa o un apericena?" è del tutto comprensibile e per nulla blasfema, dal momento che, neppure nelle più sfrenate fantasie, quell'immagine può rimandare al santo sacrificio della Messa Cattolica!

Ed infatti, andando a cercare le immagini simili su internet, sono saltate fuori foto di tavolate, di esposizione di cibi, di presentazioni di vivande, di catering, e neppure un'immagine di una Santa Messa cattolica!

(Se vi chiedete che immagine sia la seconda a destra, si tratta di una fila di persone che vogliono provare l'esperienza di stare distese in una vera e propria bara).

Lasciamo ai lettori il commento di questa immagine. Era da aspettarselo, che questi impenitenti abusatori eucaristici sarebbero passati dai calicetti dei concelebranti (che, abbiamo visto in un video girato al Seminario di Macerata, vengono però fatti bere ai catechisti prima ancora che ai sacerdoti) ai bicchierini con il Sangue di Cristo per coloro che dai neocatecumenali vengono ritenuti i veri concelebranti, cioè l'assemblea dei fratelli: esattamente come nelle sante cene protestanti.

Vassoi e bicchierini usa e getta
per sante cene protestanti

Resta da vedere se i bicchierini vengono riempiti prima o dopo la consacrazione (con rischio di spargimento), se vengono consegnati sui mega vassoi da solerti ministranti, se i fedeli si accostano alla mensa e li bevono singolarmente

Santa cena protestante:
il momento del "brindisi"(53'16")
o, ancor peggio, se vengono trattenuti e bevuti tutti insieme con il sacerdote, in una sorta di blasfemo brindisi, così  come avviene per la manducazione del pane; si cancella così definitivamente la comunione del sacerdote all'altare, sovrapponendola con la comunione sacerdotale dell'intera assemblea.

Per non parlare poi della purificazione...

Kikalvino
Siamo davanti purtroppo alla trasformazione della Eucarestia cattolica nella santa cena protestante.

Diceva infatti Calvino, riformatore protestante:

"Dio ci ha donato una tavola per la festa, e non un altare per offrirvi una qualsiasi vittima; non ha consacrato dei preti per offrire dei sacrifici, ma dei ministri per condividere con gli altri il banchetto sacro".

Esattamente ciò che vediamo realizzato, nei fatti e ormai fin nei particolari, sulle mense neocatecumenali del sabato sera.


102 commenti:

  1. Ai nuovi iscritti, Kiko regalerà il vassoio e i biccchieri firmati Cammino (made in China)

    RispondiElimina
  2. 1Ti scongiuro davanti a Dio e a Cristo Gesù che verrà a giudicare i vivi e i morti, per la sua manifestazione e il suo regno: 2annunzia la parola, insisti in ogni occasione opportuna e non opportuna, ammonisci, rimprovera, esorta con ogni magnanimità e dottrina. 3Verrà giorno, infatti, in cui non si sopporterà più la sana dottrina, ma, per il prurito di udire qualcosa, gli uomini si circonderanno di maestri secondo le proprie voglie, 4rifiutando di dare ascolto alla verità per volgersi alle favole. 5Tu però vigila attentamente, sappi sopportare le sofferenze, compi la tua opera di annunziatore del vangelo, adempi il tuo ministero.

    CDD

    RispondiElimina
  3. La pandemia ha tolto ogni freno, e secondo me non è un caso. Ricordiamoci che Dio è Onnipotente, si usa dire che Egli scrive sulle righe storte, e, secondo me, scrive in tutti i sensi. Da un fatto esce il giusto e l'empio, per capirci. Piccolo esempio: arriva la pandemia, vi è quello che salva vite e si ammala anche lui e dona la vita, al contrario vi è quello che vende le mascherine con prezzi maggiorati, cioè toglie la vita, si approfitta.
    In questo caso, che stiamo trattando nel post, siamo su ambiti diversi, ma similmente siamo lì.
    La pandemia è arrivata e si sono mosse le coscienze, e per cui sono venuti a galla le intenzioni, ed ecco che assistiamo al fatto che abbiamo davanti, cioè il mescere il Sangue di Dio (che io a questo punto non credo che ci sia, cioè a questo punto, secondo me, la celebrazione è invalida) in monoporzioni.
    Vi ricordate che dicevano che facevano la Messa come i primi Cristiani? Secondo voi, i primi cristiani si passavano sotto le catacombe i bicchierini? Da questo si capisce che parlano, parlano e parlano, tirano fuori frasi evangeliche, cioè condite con termini del Vangelo, ma la sostanza non c'è:
    Lo stolto moltiplica le parole; eppure l'uomo non sa quel che gli avverrà; e chi gli dirà quel che succederà dopo di lui?

    Poi dobbiamo considerare un altro fatto. E cioè quei bicchierini poi dove vanno a finire? In lavastoviglie? Ammucchiati dentro un lavandino?
    Capiamo cosa sta accadendo?
    Anche se dovesse essere non valida, per cui non è Sangue di Dio, cioè il Signore non da il consenso ( ma questo io non lo so, lo sa Dio, e la Chiesa dovrebbe verificare) l’immagine che danno della funzione, il messaggio che arriva al prossimo su come trattare il Sacrificio di Dio, cioè la Redenzione: cosa arriva e quali gli effetti di tutto questo sulle coscienze? E, sicuramente da non sottovalutare, è da considerare in primo luogo: Dio cosa pensa di tutto questo sul disprezzo del Sacrificio del suo Figlio? E il Figlio che si è sacrificato? Lo Spirito Santo che è Amore e si vede così trattato l’Amore?

    Pace.

    CDD

    RispondiElimina
  4. Ritengo che i bicchierini siano stati purificati, come con il calice, niente più nè meno, è una prassi attuata eccezionalmente in un periodo di pandemia, non intacca la sostanza del sacramento, che lo si metta in un calice o in bicchieri di vetro la sostanza del sacramento non è che cambia, resta sempre il sangue di Cristo. quindi mi sembra esagerata la vostra reazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro eretico che dissimuli, e per orgoglio sei ogni giorno su questo blog, e dimostri di non credere a ciò che fai.
      Quale purificazione? A fantasie puoi affermare ciò che vuoi, che sei il Papa, che sei un santone, e altro. Come il tuo principale che va dicendo di essere povero e va in elicottero e mangia lautamente ogni giorno.
      Ti risulta che Nostro Signore abbia passato dei bicchierini?
      Solamente voi potvate fare certe cose, infatti san Paolo ci ha avvisato:
      [28]E poiché hanno disprezzato la conoscenza di Dio, Dio li ha abbandonati in balìa d'una intelligenza depravata, sicché commettono ciò che è indegno, [29]colmi come sono di ogni sorta di ingiustizia, di malvagità, di cupidigia, di malizia; pieni d'invidia, di omicidio, di rivalità, di frodi, di malignità; diffamatori, [30]maldicenti, nemici di Dio, oltraggiosi, superbi, fanfaroni, ingegnosi nel male, ribelli ai genitori, [31]insensati, sleali, senza cuore, senza misericordia. [32]E pur conoscendo il giudizio di Dio, che cioè gli autori di tali cose meritano la morte, non solo continuano a farle, ma anche approvano chi le fa.

      CDD

      Elimina
    2. @martello degli eretici
      la nostra reazione scandalizzata è dovuta al fatto che durante le fasi iniziali della pandemia (fine febbraio-inizio marzo 2020), quando già la CEI aveva diramato una nota con i provvedimenti da prendere per arginare la diffusione del Covid (niente acqua santa, niente scambio della pace, comunione solo sulle mani e niente riunioni affollate), in Campania sono state organizzate delle convivenze con rito eucaristico che hanno causato dei focolai e anche la morte di neocatecumenali e di un sacerdote che era venuto da fuori a celebrare. Perfino il governatore De Luca parlò pubblicamente di quello che avevate fatto, definendolo "un rito esoterico in cui tutti bevono allo stesso bicchiere", ovviamente l'Eucaristia non è un rito esoterico, ma il fatto che abbiate bevuto dallo stesso bicchiere disobbedendo alle disposizioni della Chiesa ha portato alla morte della persone e la nostra indignazione davanti a questi fatti è sacra e legittima.

      Per tutta risposta il Cammino, con una nota dell'avvocato Ezechiele Pasotti, invece di scusarsi, obbedire alla Chiesa, e soprattutto pregare per le anime dei morti che aveva causato e di tutte le infezioni causate, minacciò azioni legali (quindi non vale più il divieto di denuncia?) contro chi mettesse in dubbio il buon nome del Cammino, aggiungendo molto vigliaccamente che nello stadio San Paolo si stava giocando a porte aperte, come a volersi ripulire la coscienza e a scaricare la responsabilità sugli altri. Se aveste obbedito al Papa, che nel 2005 vi aveva comandato di celebrare come fa la Chiesa, e di andare a messa almeno una volta al mese con gli altri parrocchiani, forse ora non avreste queste morti sulla coscienza.

      Sai cosa disse Kiko nel 2005 in quella occasione? Che avrebbero sicuramente obbedito, ma che le celebrazioni nel Cammino sono così perchè nel Vangelo di Luca si parla del banchetto dei giusti alla fine dei tempi. Gennarini disse che i provvedimenti del Papa non riguradavano il Cammino, ma nel documento del Papa, a firma del Card. Arinze e che puoi trovare anche in questo blog e su internet, i fondatori sono citati con nome e cognome. Ancora più grave, nel 2017 durante un incontro vocazionale a Porto Rico disse testualmente "il Papa ci stava perseguitando, voleva che smettessimo di celebrare come facciamo noi e che andassimo a messa con gli altri, una cosa terribile, l'unica soluzione era che morisse, per fortuna si è solo dimesso..." il video è su Youtube e il pezzo in questione è dal minuto 53 in poi, e si commenta da solo...

      Comunque il post parlava della somiglianza tra l'Eucarestia neocatecumenale e la Santa Cena dei protestanti, e onestamente penso che solo chi ha problemi di vista non possa notare la differenza, senza offesa per chi ha davvero problemi di vista

      Elimina
    3. Per Kiko la "cosa terribile" è andare a messa con gli altri. E' lo stesso che dice nei mamotreti (quelli approvati? Ah boh) che la Transustanziazione è solo "una parolina" e che Lutero "aveva ragione".
      Scusate, ma di cosa stiamo parlando? Basta questo per dire la mentalità eretica di Kiko il quale, ricordiamolo, si è formato sul catechismo olandese (non approvato dalla Santa Sede perchè mezzo protestante). Questo lo ha detto lui stesso.

      Elimina
    4. xGloria.
      Cortesemente puoi mettere traccia del quel video?
      Grazie.

      CDD.

      Elimina
    5. @aleCt
      esatto, come se andare a Messa con gli altri cattolici fosse un disonore o potesse mettere in pericolo la vita dei neocatecumenali, mentre invece la morte l'hanno trovata delle persone che erano andate in convivenza. Io invito tutti a pregare per le anime di queste persone, oltre ovviamente per la riparazione di questi abusi liturgici e per la conversione dei neocatecumenali (un intero monastero di suore del Sud Italia lo fa già), la preghiera fa miracoli. Nei mamotreti si parla anche dell'Eucaristia come di "pane che va a male", e questo dice molto sulla natura protestante del Cammino

      Elimina
    6. mi correggo, il nome dell'avvocato è Adelchi Chinaglia

      Elimina
    7. @CDD

      youtube.com/watch?v=MhyROMSHo-Y

      Dal minuto 57 in poi Kiko parla di come i cristiani sono stati sempre perseguitati, e dice che anche loro sono stati denunciati per essere una setta, che anche il Papa li stava perseguitando e che l'unica soluzione era che morisse, ma per fortuna si è ritirato e che ora il nuovo Papa li appoggia...Qualcuno nei commenti ha anche scritto che questo dimostra l'obbedienza di Kiko alla Chiesa.
      Io con questo non voglio fare una campagna diffamatoria contro di lui, ma semplicemente mettere in guardia dai suoi discorsi. Invito tutti a pregare per Kiko, e chiedo anche, a chi ha Youtube premium, di salvare il video, è successo che i neocat togliessero video scomodi da Youtube, come quello del ragazzo di nome D. che si lamentava di questo blog. Nei commenti molti neocat hanno attaccato anche me, mentre in altri cercavano di scoprire l'identità di chi scrive qui.

      Elimina
    8. xGloria16 agosto 2022 15:22.
      Grazie, ho sentito e mi sono salvato il video, dovessero farlo sparire.
      minuto 59:50 circa. Ha riso anche di soddisfazione. Questo, ora, mi ha chiarito molte cose.
      Vediamo se ha riso dell'esplosione di Madrid, sul fatto che la loro celebrazione è crollata da tre anni, poi sta depresso con gli occhi sbarrati e barba incolta, che stanno crollando numericamente, che si sono ridotti a passare dei bicchierini per mettere a credere ilm contrario di ciò che Dio sta compiendo, ma nello stesso tempo affondano sempre più, a Dio nessuno lo può fregare.Poi della menzogna in mondo visione nel difendere un condannato dal Vaticano, ecc, ecc..
      Stanno affondando, e si aggrappano agli altri nel portarsi giù, con loro, chi hanno puntato.
      Lasciateli affondare, e passate oltre.

      CDD

      Elimina
    9. @CDD
      anche a me ha fatto impressione il suo modo di parlare del Papa. E' assurdo sentire un leader cattolico parlare così, non riesco ad immaginarmi ad esempio Martinez o Chiara Amirante che fanno un discorso del genere. Comunque per quanto riguarda il Catecumenium ricordo che durante un incontro pubblico disse "lo ricostruiremo più grande e bello di prima", non sono sicura che abbia rivolto parole per i morti o i feriti. Credo che Kiko abbia bisogno delle preghiere di tutti

      Elimina
  5. Martello degli eretici parla di "prassi" in periodo di Covid. Ebbene, se può segnalarci le note e i documenti delle diocesi e/o conferenze episcopali o ancora meglio le disposizioni vaticane che consentono la prassi degli shottini con il Sangue di Cristo per i fedeli, gli saremmo oltremodo grati.
    Il dubbio, che è in realtà una certezza, è che martello degli eretici si riferisca a prassi invalse presso il Cammino neocatecumenale che da sempre si distingue per gli abusi liturgici, eucaristici e la disobbedienza alla Chiesa. Nel qual caso, lo ringraziamo per la conferma di tale abusi nelle comunità neocatecumenali italiane.

    RispondiElimina
  6. Rispondo a Valentina

    E quali documenti delle diocesi permettono l'uso delle pinzette per distribuire la comunione?Oppure la comunione sul palmo delle mani, ma con uso di fazzolettino nella mano, pratica riservata, chissà perchè poi solo alle donne, da me vista in una parrocchia pseudo tradizionalista, non neocatecumenale, inutile dire che tale prassi non esiste nelle norme liturgiche nè nelle rubriche del Messale Romano,ed è anche discriminatoria verso le donne, è una maldestra ripetizione di una prassi antica(pannilino).Queste prassi quali documenti della Chiesa li prevedono, come mai non destano la vostra riprovazione? E' evidente dunque il fine grettamente polemico dei vostri discorsi come e evidente che i documenti non possono prevedere gli eventi eccezionali come la pandemia , non si può leggiferare su tutto, l'alternativa sarebbe stata il non celebrare come si è fatto per mesi. La priorità nella Chiesa non è l'omologazione, cioè che tutti facciano le stesse cose nello stesso modo, come dei robottini, cosa che poi non accade nè è mai accaduta nemmeno nella messa tridentina, ma il vero punto della questione, che voi non volete o non potete capire è che i Sacramenti sono ordinati alla santificazione degli uomini (SC 59).Cioè la cosa più importante dei sacramenti non è che sia rispettata la disciplina che poi è di diritto ecclesiatico, non divino, quindi non è dogma, ma disciplina della Chiesa e la cosa più importante del sacramento è la grazia che dona e che ottenga la santificazione delle anime.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Attenzione ad un punto, quando gli eretici vogliono farvi cadere, inziano ad dire queste cose:
      e evidente che i documenti non possono prevedere gli eventi eccezionali come la pandemia , non si può leggiferare su tutto, l'alternativa sarebbe stata il non celebrare come si è fatto per mesi.

      Vi faccio degli esempi: Maometto affermava che la Bibbia parlava di lui, cioè Gesù era il suo precursore.

      La priorità nella Chiesa non è l'omologazione, cioè che tutti facciano le stesse cose nello stesso modo, come dei robottini. Traduzione: detto in poche parole, facciamo noi le regole, non vi è un capo, che è il Papa e/o altri, si fanno loro stessi le regole.
      Tutti gli eretici della storia si sono fatti quei discorsi: Non è la Chiesa che ci indica una via, ma è il mio pensiero ( che è presunzione) di loro stessi che è via a se stessi. Tutti gli eretici della storia hanno iniziato a formularsi le proprie teorie.

      CDD

      Elimina
    2. @martello degli eretici
      guarda, senza volerlo hai raccontato una cosa che è successa nella mia parrocchia. Mesi fa il parroco alla fine della Messa ha sgridato dall'altare alcune donne che prendevano la Comunione con il fazzoletto, io ovviamente sono d'accordo con lui, perchè ci vuole il massimo rispetto per accostarsi alla Santa Comunione. Ha anche invitato a seguire la norma di prendere la Comunione nelle mani, per via del rispetto alle regole, aggiungendo di non preoccuparsi di non esserne degni, perchè neanche lui lo è. Credo che volesse invitare tutti al rispetto delle disposizioni della CEI.
      Non è un caso che la Chiesa da secoli invita tutti a osservare le regole al dettaglio, e che incoraggi la Comunione senza l'uso delle mani, secondo la tradizione della Chiesa il non rispetto di queste pratiche si sconta in Purgatorio. Lo stesso Padre Pio ebbe una visione di un confratello morto che si trovava in Purgatorio per qualche tempo per non essersi inginocchiato davanti al Tabernacolo quando puliva la canonica; la Chiesa lascia liberi di seguire il metodo che si crede, ma il modo più degno è di ricevere la Comunione in ginocchio e senza mani, come fanno in Polonia. E' chiaro poi che se non si ha la coscienza pulita è irrilevante come si riceva la Comunione, ma l'obbedienza alle regole della Chiesa deve essere un tratto distintivo dei gruppi come il Cammino, se non si vuole essere etichettati come eretici o scismatici.
      Invece il rispetto del diritto canonico è fondamentale, il vostro Statuto all' art.13 dice testualmente che nelle celebrazioni "si segue il messale senza aggiunte nè omissioni", ma questo nella realtà non avviene. Anche l'altare deve essere fisso, a norma del codice di diritto canonico, salvo esigenze estreme, ma, almeno da noi, si usava il tavolino smontabile pur avendo a disposizione l'altare della chiesa.
      Ti ricordo anche che durante la pandemia alcune comunità si erano organizzate con la comunione da asporto per celebrare nelle case, qualcosa che merita la scomunica. Ora ti chiedo: in tutta sincerità, cosa ne pensi di tutto questo?

      Elimina
    3. State attenti che satana appena vede uno spiraglio s'infila: non possono prevedere gli eventi eccezionali come la pandemia
      Quindi sono loro che hanno previsto l'evento eccezionale, senza chiedere al Papa.
      Facciamoci due esempi per smascherare le menzogne condite con parole evangeliche. Come stiamo riscontrando da ciò che ha scritto il soggettone
      E dissimula, cioè è eretico, e mette a credere il contrario di ciò che è.
      Esempio: arriva la pandemia, la Chiesa, attraverso la CEI, da delle disposizioni, o non le da, come afferma l'eretico in questione. OK! Seguite il discorso. Entro in Chiesa, in un qualche modo, e trovo che la Santa Messa non si fa ( come è accaduto, infatti ad un certo punto si poteva entrare per pregare e altro. Ricordate?) ed io che faccio. Entro, apro il Tabernacolo, mi dico che la Chiesa non può dare disposizioni ( che volete fare? io ho bisogno!) e quindi mi faccio la Santa Comunione in autonomia.
      Questo è ciò che va affermando l'eretico disonesto.
      Perché eretico e disonesto?
      Perché sicuramente sta affermando menzogne, sicuramente vi sono delle disposizioni in merito, e cioè che disciplinano come comportarsi in eventi eccezionali.
      Da qui capite che tipo di mentalità hanno questi soggettoni. Si autoproclamano legge a se stessi, e vanno dicendo agli altri della cose, parlano del serpente che ha detto ad Eva sarai come Dio. E loro mentre affermano quelle cose, si comportano esattamente come il serpente indica loro.
      Come vi dissi: parlano del Vangelo, a fatti vanno a braccetto con i demoni.

      CDD.

      Elimina
    4. Visto che martello ha l'improntitudine di citare la Sacrosanctum Concilium per cercare di giustificare gli abusi neocatecumenali, gli ricordo l'articolo 22 della Sacrosanctum Concilium (Costituzione sulla sacra liturgia del Concilio Vaticano II):
      "L'ordinamento liturgico compete alla gerarchia.
      Regolare la sacra liturgia compete unicamente all'autorità della Chiesa, la quale risiede nella Sede apostolica e, a norma del diritto, nel vescovo.
      In base ai poteri concessi dal diritto, regolare la liturgia spetta, entro limiti determinati, anche alle competenti assemblee episcopali territoriali di vario genere legittimamente costituite.
      Di conseguenza assolutamente nessun altro, anche se sacerdote, osi, di sua iniziativa, aggiungere, togliere o mutare alcunché in materia liturgica."

      Elimina
  7. Per il fatto del dito medio, che alzò Gennarini, io non l'ho visto. Ma vorrei mettere alla vostra attenzione un fatto.
    I LGBTQ che vanno ai gay pride, e che incontrano degli evangelizzatori, anche protestanti, ecco che spesso usano alzare il dito medio contro chi gli proclama la Parola di Dio.
    Anche se sono dei protestanti, comunque stanno proclamando la Parola di Dio per far capire cosa Dio vuole e altro.
    Così... giusto per far capire dove ci troviamo, e come avvengono certe dinamiche dentro un corpo umano, cioè da che spirito sono mosse certe persone.

    CDD.

    RispondiElimina
  8. Si chiede @valentina: "è una messa o un'apericena?". È senza dubbio una messa, perché dice l'ogdm al numero 330: " I calici e gli altri vasi destinati a contenere il Sangue del Signore, abbiano la coppa fatta di una materia che non assorba i liquidi. La base del calice può essere fatta con materie diverse, solide e decorose.". Quindi non dice ne quella che deve essere la grandezza, né la quantità massima, ma l'unica cosa su cui si sofferma è la sostanza, non l'apparenza, come invece funziona l'algoritmo usato da Google per la somiglianza delle immagini. I calici devono essere di un materiale nobile che non trattenga liquidi, di forma a discrezione dell'artista (penso al calice che usiamo noi che in maniera dispregiativa e blasfema chiamate "insalatiera") e che siano adatti ad uso liturgico e si distinguano chiaramente da quelli usati per uso quotidiano. Quindi ricapitolando è senz'altro una messa e lo dice l'ordinamento generale del messale romano.
    Fallacio Asino Vinicio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Fav
      l'articolo che hai citato riguarda la Messa che si fa in parrocchia, quella a cui il Papa vi ha ordinato di partecipare almeno una volta al mese. Quella dei neocatecumenali è sì una messa, ma molto simile alla messa protestante

      Elimina
    2. "l'unica cosa su cui si sofferma è la sostanza, non l'apparenza" INFATTI PER VOI L'APPARENZA è TUTTO. Altrimenti non si capirebbe il perchè siate così fissati con la disposizione delle sedie per fare il balletto, o perchè tutto " l'arredo liturgico" deve essere col marchio kikiano.

      Elimina
    3. Ma quale messa, dentro le tue fantasie di eretico è una messa?
      Noi la conosciamo la Messa. O credi dentro quella mente viziata che stai parlando a dei marziani?
      Veramente ci credi a ciò che formuli con quella mente?

      https://www.youtube.com/watch?v=i-OGN0axXxg

      CDD

      Elimina
  9. Se martello degli eretici vuole continuare con la sua attività avviata recentemente proprio sul nostro blog, si deve informare un po' di più oltre che dare credito alle fantasie liturgiche che invece dovrebbe martellare.
    Ogni vescovo, nel periodo di ripresa delle celebrazioni, ha dato le proprie disposizioni, oltre sull'utilizzo di guanti, mascherine, distanziamenti eccetera, ed alcuni pure sull'uso delle pinzette, alcune rendendole obbligatorie, altre proibendole. Anche sull'uso del purificatoio per i fedeli (uomini e donne, non capisco il perché la distinzione!) che giustamente a mio parere si fanno scrupolo per i frammenti e sono abituati a ricevere la comunione nel modo in cui la Chiesa principalmente e tradizionalmente la offre, cioè sulla lingua, alcune diocesi hanno dato disposizioni, altre hanno lasciato libertà. Ma nessuno documento, che io sappia, prevedeva e prevede la comunione sotto le due specie con l'uso dei bicchierini, né è riscontrabile questo uso nella tradizione della Chiesa latina (mentre invece la pinza eucaristica veniva esplicitamente prevista nell'edizione tipica drll'OGMR fino al 2001). Quindi, se li ha, invito il martello a pubblicare questi documenti, altrimenti ammetta la disobbedienza inveterata del Cammino neocatecumenale, della quale non c'è nulla da stupirsi visto che sta nel suo DNA (e al momento non ho tempo per rifare la lista degli abusi liturgici ed eucaristici di questo controverso movimento laicale, ma credo che li superino solo i movimenti ereticali che il nostro utente dovrebbe ben conoscere visto il nuovo alias che si è scelto).

    RispondiElimina
  10. Pero bisogna essere onesti non fare i furbi bisogna distinguere l agape dalla messa io sono ex camminante bel felice di essere uscito dal cammino

    RispondiElimina
  11. Per Valentina Giusti

    Confido nella correttezza di Valentina e che pubblichi questa mia replica.Dunque cara Valentina, da una rapida verifica risulta che le sue affermazioni sono errate, come avevo già anticipato. Il Messale Romano attualmente in vigore, come le avevo detto, non contempla nè uso di pinzette eucaristiche, nè di pannilino tra le mani. La pinzetta era contemplata fino alla prima edizione del Messale Romano, edito da Papa Paolo VI nel 1969-70, quindi quasi cinquanta anni fa, le successive edizioni del Messale l'hanno eliminata. la prima edizione del Messale insieme all'uso della pinza eucaristica, in casi eccezionali , contemplava anche l'uso di un tubicino, la cannunccia liturgica o fistula, per bere il Sangue di Cristo direttamente dal calice. Ma ambedue le cose furono poi abrogate, come ho detto, nelle successive edizioni del Messale Romano, infatti l'OGMR attuale non ne parla, come le avevo detto, quindi quanto lei diceva è inesatto, la prego di correggersi.Del pannilino tra le mani poi , nè il messale precedente, nè quello attuale, lo contemplano, ma come le ho già detto, è una prassi antica, della Chiesa primitiva, riportata in augè per la pandemia. Sul piano strettamente delle norme liturgiche quindi, sia usare le pinze, che il pannilino è un abuso liturgico, non essendo, queste due cose, previste dall' attuale ordinamento generale del Messale Romano attualmente in vigore.Detto questo non sono tanto stupido da accusare chi ha fatto queste cose è chiaro che l'intenzione era quella di evitare il contagio, ma appunto il mio discorso voleva sottolineare che siete stupidamente polemici attacandovi ad argomenti pretestuosi, che mostrano malafede e ipocrisia,La cosa importante, lo ripeto, è la grazia che il sacraento conferisce, non le modalità o le norme che sono a disciplinari, e a servizio dei fedeli, non sono il certo il cuore della vita sacramentale. Come vede ho seguito il suo consiglio,spero lei faccia lo stesso e si informi meglio, evitando di scrivere cose sbagliate ed inesatte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai detto bene: le norme durante la pandemia erano per evitare il contagio. Nel cammino se ne sono fregati ed hanno provocato focolai e morti. E hanno dato la colpa a chi non si poteva difendere. Già solo questo li squalifica.

      Elimina
    2. Quindi l'uso dei guanti da parte dei celebrante nel periodo della ripresa delle celebrazioni eucaristiche era un abuso, visto che non è previsto dall'OGMR?
      No, assolutamente, dal momento che faceva parte delle disposizioni CEI in ottemperanza al protocollo con lo Stato siglato a maggio 2020 (piccolo inciso: come non faceva parte dell'OGMR e neppure del Codice di Diritto Canonico il non permettere ai fedeli di partecipare alla S.Messa e privarli dei Sacramenti a cui, come dice il CDC, essi hanno diritto).
      Tali disposizioni della CEI, di carattere generale, sono state adattate e integrate dai Vescovi per le proprie diocesi: da cui l'uso delle pinze eucaristiche, perfettamente legittimo perché previsto dalle norme emanate da alcuni Vescovi per le Sante Messe nelle proprie diocesi. Ci sono i documenti su internet, basta fare una semplice ricerca.
      Ripeto ancora una volta: dove sono invece le disposizioni per l'uso dei bicchierini per la comunione dei fedeli che martello degli eretici sostiene facessero parte delle disposizioni del periodo Covid? Se martello degli eretici trova queste disposizioni sarà pubblicato; altrimenti avrà dimostrato ancora una volta che i neocatecumenali si fanno da soli la liturgia e si comportano come fossero dei concelebranti (ma questo lo sapevamo già, si tratta solo di una ennesima conferma).

      Elimina
    3. Ricordatevi che gli eretici, quando non hanno discorsi, iniziano a divagare con parole al vento. Infatti di quanto hanno fatto con i bicchierini non ha portato nessuna documentazione, ma si sta limitando a dare le sue impressioni personali, come se fosse legge a se stesso.
      Gli eretici nella storia, tutti, hanno agito così. Non seguivano le regole, la Legge, la Verità detta da Dio e da chi messo come suo preposto, il Papa ad esempio. Ma hanno iniziato a formulare fantasie e altro, tutte condite da mezze verita. Infatti nominano il Vangelo e nello stesso tempo introducono le loro fantasie personali.

      CDD

      Elimina
    4. Ha scritto: Confido nella correttezza di Valentina

      Fissate lo sguardo su come ha iniziato.
      Cerca correttezza mentre vi porta le tenebre. Infatti il male si appoggierà sempre sul bene, che è Dio, per riuscire a portare il male, cioè se stesso. In se stesso il male non può nulla, non ha potere, per cui per avere forza d' inganno, ecco che si deve appoggiare al bene.
      Cosa fece satana nell'Eden? Si appoggio a ciò che comandò il Signore, e poi portò la sua menzogna. Altrimenti non poteva nulla. Come un ladro, per capirci.
      Qualcuno potrebbe dire: Ma è un uomo, non è satana. Certo che non è satana, ma sappiamo che vi sono gli uomini corrotti moralmente e spiritualmente, per cui viziati dal peccato. Io uso dire: DECADUTI. Questo è il senso del mio scrivere.
      Perchè questo?
      Vi faccio una piccola spiegazione.
      Dissimulano, sono disonesti, non rispondono quando affermano che le parocchie sono decadute e piene di falsi cristiani e quindi chiediamo loro di dimostrare ciò che affermano, per cui è evidente che vanno disonesti ed hanno in odio i fedeli in Nostro Signore, dicono menzogne, si nascondono quando gli viene chiesto conto, violano il Foro Interno senza nessuna autorizzazione e quindi si fanno legge a se stessi di propria fantasia, e fanno tante altre cose: chiedono decime senza nessuna autorizzazione, odiano il prossimo, diffamano, chiedono obbedienza a tornaconto, usano il Vangelo, ecc, ecc.. A quel punto siccome sono marci e decaduti, cosa vengono a chiedere?: CORRETTEZZA.
      Riuscite a capire chi avete davanti?

      CDD.

      Elimina
  12. apericena è l'acronimo di :

    Ancora Pericolose Eresie Ridicolmente Irricevibili Certamente Evanescenti Neocatecumenalmente Assurde

    RispondiElimina
  13. Lo ripeto: visto che dai loro primi post,
    falce e martello sono apparentemente
    in antitesi tra dì loro, non vi fate fregare!
    Non ci parlate proprio ed il marcio verrà
    a galla da solo!
    Ho visto che già qualcuno ha risposto.
    Pur essendo io poca cosa in questo blog,
    mi tiro fuori dal rispondere alle falci e ai
    martelli!
    Ruben.
    ---

    RispondiElimina
  14. Dall'Ordinamento Generale del Messale Romano:

    242. Terminata la preghiera prima della Comunione, il celebrante principale genuflette e si scosta un poco dall’altare. I concelebranti, uno dopo l’altro, si accostano al centro dell’altare, genuflettono, prendono con devozione il Corpo di Cristo e, tenendo la mano sinistra sotto la destra, ritornano al loro posto. I concelebranti possono anche rimanere al loro posto e prendere il Corpo di Cristo dalla patena presentata ai singoli dal celebrante principale o da uno o più concelebranti; possono anche passarsi l’un l’altro la patena.

    243. Poi il celebrante principale prende l’ostia consacrata nella stessa Messa e, tenendola un po’ sollevata sopra la patena o sopra il calice, rivolto al popolo dice: Ecco l’Agnello di Dio e prosegue insieme con i sacerdoti concelebranti e il popolo, dicendo: O Signore, non sono degno.

    244. Quindi il celebrante principale, rivolto verso l’altare, dice sottovoce: Il Corpo di Cristo mi custodisca per la vita eterna, e devotamente si comunica al Corpo di Cristo. Allo stesso modo si comunicano i concelebranti. Dopo di loro il diacono riceve dal celebrante principale il Corpo e il Sangue del Signore.

    245. La Comunione al Sangue di Cristo si può fare bevendo direttamente dal calice, per intinzione, con la cannuccia o con il cucchiaino.

    246. Se si fa la Comunione direttamente al calice, si può fare in uno di questi modi:

    a) il celebrante principale, stando in mezzo all’altare, prende il calice, dicendo sottovoce: Il Sangue di Cristo mi custodisca per la vita eterna e beve al calice, che consegna poi al diacono o a un concelebrante; quindi distribuisce la Comunione ai fedeli (Cf. nn. 160-162)

    I concelebranti, uno dopo l’altro, oppure a due a due, se vi sono due calici, si accostano all’altare, genuflettono, assumono il Sangue, astergono il labbro del calice e ritornano al loro posto.

    b) Il celebrante principale, stando in mezzo all’altare, fa la Comunione al Sangue del Signore nel modo consueto.

    I concelebranti possono rimanere al loro posto, e far la Comunione al Sangue del Signore bevendo al calice che viene loro presentato dal diacono o da uno dei concelebranti; oppure anche passandosi il calice l’un l’altro. Il labbro del calice viene sempre asterso da colui che beve o da chi lo presenta ai singoli. Dopo essersi comunicato, ognuno ritorna al suo posto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho riportato questi articoli dell'OGMR perché è del tutto evidente che i neocatecumenali, facendo la comunione tutti insieme con il celebrante, si comportano da concelebranti.
      Mettendo ora i propri calici o bicchierini sulla mensa, cosa che è prevista appunto solo per i concelebranti, ribadiscono questa loro convinzione, espressa a chiare lettere dai propri catechisti nelle catechesi iniziali.
      E quindi, concludo, una Messa in cui i fedeli si arrogano il ruolo di concelebranti, non è una Messa cattolica.

      Elimina
    2. Valentina, 17,36
      la Chiesa cosa fa? Se ne frega!...Ed
      il Cammino e quant'altro vanno avanti alla grande con Liturgie a
      fantasia.
      Ormai siamo al "Caos della Fede Apostolica Cattolica Romana"
      Ruben.
      ---

      Elimina
    3. La Chiesa al massimo risponde a specifica domanda, come successe quando la Congregazione per il Culto della Dottrina della Fede rispose che la formula "Noi ti battezziamo" rendeva invalido il battesimo. Solo una diocesi in tutto il mondo, che si sappia, si diede da fare per far ripetere i sacramenti ai fedeli. Crediamo davvero che fossero gli unici al mondo ad avere un sacerdote che battezzava con quella formula invalida?

      Elimina
    4. @Valentina Giusti16 agosto 2022 18:35
      Soltanto i Papi ed il Papa, che avvalendosi del "Pluratis Maiestatis" potrebbe celebrare un Battesimo con
      la formula "Noi ti battezziamo"
      Ruben.
      ---

      Elimina
    5. Bello! Il tema della regolarità del battesimo è fulcrare in qualsiasi ragionamento sull’iniziazione cristiana.
      Piccola digressione. Una cara amica, manco a farlo apposta, una studiosa che da cinquant’anni si occupa dello studio della chiesa prenicena mi ha girato il filmato di una sua conferenza prima della sua pubblicazione in rete
      Un frammento è disponibile comunque su Youtube
      In sintesi la studiosa. di concerto con altri specialisti, è pervenuta alla conclusione che per secoli sono stati celebrate tipologie differenti di battesimo tanto che il titolo del suo intervento è: Cristianesimi diversi con o senza Iniziazione battesimale e il “sottotitolo”
      “A Gerusalemme esiste un cristianesimo con un battesimo che resta rito di purificazione dei pagani a differenza di altri cristianesimi, come per esempio quello paolino, dove c’è un vero e proprio rito battesimale iniziatico”.
      E da notare che, come testimonia Eusebio che ha riportato nei suo scritto entrambe le formulazioni evangeliche, la formula battesimale è totalmente diversa da “prima di Nicea” e “dopo Nicea” perché, “con buone ragioni”, afferma la ricercatrice, il passo evangelico di riferimento è stato cambiato totalmente ed è stata inserita l’assente formula trinitaria di derivazione post nicena Ed Eusebio avrebbe curato di avvertire ciò inserendo un palese errore grammaticale.
      Per conseguenza il pregresso battesimo non utilizzava la formula “ti battezzo nel NOME del padre del Figlio e dello Spirito santo”
      Mi fermo qui perché sarebbe da ascoltare l’intero suo intervento
      La domanda da porsi è implicita: erano validi questi diversi battesimi pregressi all’"unificazione"?

      Elimina
    6. Risposta: sì erano validi se compiuti secondo le norme considerate valide all'epoca.
      Per quanto riguarda Eusebio, a volte cita la formula completa, a volte la sintetizza. La studiosa citata mi pare un po' superficiale se deduce da questo che addirittura il Concilio di Nicea abbia "inventato" la formula trinitaria, come d'altronde fanno i Testimoni di Geova, e sappiamo per quale motivo.

      Elimina

  15. Pillole Sul Sentiero.

    Diffidate e diffidiamo sempre verso quelle persone che parlano male del Papa e si rallegrano se gli capitano fatti spiacevoli.
    Tutto questo, sicuramente, non viene da Dio, infatti nella storia chi ha odiato il Papa e si rallegrava della sua morte sono stati gli eretici. Di ciò ne sono sicuro perché vi sono testimonianze ovunque, ve ne cito alcune: Mehmet Ali Ağca, Bruno Cornacchiola anche lui voleva uccidere il Papa poi, per grazia divina, si convertì, altri.
    Stiamo attenti alla dissimulazione, cioè quando si nascondono le reali intenzioni del cuore, alcuni vi potrebbero parlare del Vangelo, ho incontrato l'amore di Dio, lo Spirito Santo e cose simili, ma realmente hanno l'odio in corpo, e cercano in voi un alleanza nelle tenebre, come il desiderare la morte del Santo Padre.
    Costoro non sono cattolici, posso capire che in un fatto non si possa essere d'accordo, ma chi afferma pubblicamente che il Papa deve muorire per i propri interessi è un eretico e odia la nostra fede, quindi realmente odia Gesù Cristo. Di questo sono sicurissimo, non da me, ma è Dio che insegna questo, potete riscontrare sulla Bibbia, apparizioni mariane, santi che hanno scritto ecc.

    Pace.

    CDD

    RispondiElimina
  16. Al novello martello degli eretici sollevo una questione. (martello degli eretici16 agosto 2022 11:42) partendo dal suo:

    Non cambia la sostanza del sacramento che "lo si metta (il vino) in un calice o in bicchieri di vetro"

    Io ti dico di più.
    Non intacca la sostanza del Sacramento che ci si comunichi sotto le due specie (ad ogni costo) o solo all'Ostia Consacrata (nella quale è Cristo tutto intero, carne e sangue: corpo, sangue, anima e divinità).

    Allora?

    Cosa tenti di giustificare?

    Kiko lo dice chiaro, meglio ancora la fissata Carmen. Per loro il problema è il SEGNO. Nel Cammino il segno è tutto.
    Ossia, se il segno non viene realizzato e abbondantemente spiegato nella catechesi e vissuto da tutti i neocatecumenali, la conversione e il battesimo non si realizza.

    Questo è idolatria. E menzogna. E mettersi fuori dalla Chiesa Cattolica.

    A parte che ci si sostituisce alla Dottrina bimillenaria della Chiesa.
    .........

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti @pax, è lo stesso. Il nostro vescovo ancora non ha autorizzato la comunione dal calice e la stiamo facendo solo con il pane. E non siamo crollati...
      Fallacio Asino Vinicio

      Elimina
    2. Infatti FAV... tra un paio di mesi,FORSE, prenderemo in considerazione le tue fantasie menzognere.
      Ora non è il tempo.

      CDD.

      Elimina
    3. Ma che bravi che siete!
      Fallo sapere a Kiko che vi ha contato solo frottole.
      "Se ci tolgono la nostra eucarestia, distruggono il cammino." Ipse dixit.
      Meglio... farnetico'.

      Pax

      Elimina
  17. Chiarito questo, andiamo alla foto. Pervenuta perché qualche fedele partecipante l'avrà scattata e orgogliosamente messa in rete.

    Complimenti, davvero ragazzi!

    Non avete pudore nel mostrare i vostri sconci.
    Ma certo. I vostri parametri mentali, psicologici e morali sono tutti stravolti a causa dell'inquinamento prodotto da una dottrina distorta e piegata alle ottuse logiche di due arrivisti spagnoli calati su Roma fine anni '60 come una peste.

    Voi utilizzate argomenti che vi si ritorcono contro. Meglio sarebbe tacere.

    Spiegami intanto una casa, pura curiosità:
    Ma tu sei martello "degli" eretici (rivolto contro gli eretici)?
    O martello "degli" eretici (brandito dagli eretici)?

    Anche in questo sei ambiguo.

    Intanto meglio se te lo dessi in testa il tuo martello, augurandoti di rinsavire.
    ...........

    RispondiElimina
  18. La foto.

    Un'infinità di bicchierini che sembrano a vista di metallo (calicetti?). Ecco un nuovo kit neocatecumenale irrinunciabile.
    Nuovi affari per i CAAL neocat. di tutto il mondo.

    Quello che non comprendo è cosa ci fanno lì in mezzo alcuni bicchieri piccoli di vetro (in trasparenza si vede colmi di vino rosso)?

    Conoscendo il vostro maniacale zelo (a modo vostro) per la nueva estetica non credo che son stati messi lì solo per completare il numero insufficiente di calicetti monouso.

    E allora?
    Sono bicchieri di servizio? Con quale funzione?

    Se poi veramente - in attesa di una produzione massiccia di calicetti per la bisogna - i bicchierini stan lì per coprire il numero di commensali da abbeverare allora concludiamo che sono riempiti uno ad uno prima della consacrazione.

    Sembra proprio un party.

    Pax

    RispondiElimina
    Risposte
    1. un party.......






      Elimina
    2. Peggio di un party..almeno quando si partecipa ad un party non si hanno velleità religiose.

      Elimina
  19. Rammento a tutti di non abboccare a delle menti decadute.
    Noi non stiamo trattando la sostanza del calice, vetro o metallo.
    Stiamo trattando la sostanza della funzione religiosa, e cioè: delle persone si sono autorizzate da se stesse nel mettere il Sangue di Dio in calicetti ( chiamateli come vi pare), come fosse un rinfresco ad un ristorante, di loro iniziativa, e se questo è conforme alle norem della Chiesa, che ricordo è Madre e Maestra.. E chiedetevi: dove vanno a finire dopo la funzione.
    Vi rifaccio l'esempio: è come se io andassi in autonomia, senza interpellare nessuno, e aprissi il Tabernacolo, e mi prendessi da me stesso la Santa Ostia e facessi la Comunione. Secondo voi è possibile questa cosa? E, anche se fosse che un sacerdote mi dicesse di fare questo: è possibile?

    Questo è il punto.
    Deviano per far passare le loro nefandezze e farle accogliere agli altri. Il famoso giochetto demoniaco.

    CDD

    RispondiElimina
  20. Ci hanno rotto i timpani a forza di spiegare l'Eucarestia con le coppe della Pasqua ebraica.
    Tutto super dettagliato.
    Il significato delle coppe, quale coppa benedisse Gesù, la terza, la seconda, forse la quarta.
    Alza la coppa, posa la coppa.
    Il segno di bere tutti dalla stessa coppa. Il segno forte dell'unità.

    Ora si rimangiano tutto e l'importante non è più il bere tutti dall'unica coppa, ora l'importante è bere il vino, foss'anche dai bicchierini singoli.

    Allora l'importante è il vino. Non è più la coppa l'importante, perché la coppa non c'è più.

    Ci hanno frastornato ben bene dicendoci che assumendo solo l'ostia, che non sembra pane ma carta, si perde il segno.
    Ci vogliono il pane e la coppa o calice, perché in essi sta il segno.

    Ora il segno sarebbero i bicchierini individuali?

    Se la Chiesa ha reputato valido il sacramento anche senza bere tutti il vino, l'introduzione dei bicchierini è una forzatura enorme, dato che ormai il segno della coppa è perduto.

    Gesù non benedisse i bicchieri dei commensali, benedisse la coppa. Era la coppa, nella Pasqua ebraica, ad avere un senso, se proprio si vuole far riferimento alla Pasqua ebraica.

    I bicchierini sono quindi un'introduzione per nulla necessaria e distante dal significato che i due spagnoli hanno sempre voluto passare.
    "Aveva ragione Lutero", evidentemente, è su molte più cose di quanto hanno dichiarato, Santa Cena compresa.

    Però Kiko e Co. sono più furbi di Lutero: non affiggono pubbicamente le loro 95 tesi ma, al contrario, tengono segrete le loro dottrine e soprattutto le loro prassi.

    Così possono restare più a lungo nella Chiesa a far man bassa e a tentare di introdurre piano piano le loro eresie.

    Infine mi chiedo come possano purificare tutti quei bicchierini.
    Di certo lo faranno dopo la Messa, ma devono essere "opportunamente ricoperti" e per ognuno va recitata la formula "il sacramento ricevuto" (163 Messale Romano). Lo faranno?

    RispondiElimina
  21. Dare della superficiale a una studiosa di questo calibro che d'altronde riprende gli sudi di Nodet eMazza mi sembra oltremodo irriguardoso. Ripeto che Eusebio prima di Nicea utilizzata la formula matteane e Senza Trinità quindi non sintetizzava un bel nulla/, poi dopola Riscrittura del passaggio ha utilizzato la formula TRINITARIA. Numerosi sono stati i cambiamenti per confutare l eresia ariana cambiamenti che la studiosa comunque Giustifica
    Il tema resta l'esistenza di più cristianesimo con più distinte formule. non appena sarà disponibile pubblicamente il filmato né darò notizia ai "VOLENTEROSI"






    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senza nessuna offesa, la studiosa in parola ha ripreso una teoria messa in campo dagli unitariani per negare la Trinità, che non ha nessun riscontro per esempio nel Nestle-Aland, che non mette in dubbio l'autenticità del versetto nè ne riporta versioni alternative. D'altronde tutte le bibbie "serie", protestanti, cattoliche, interconfessionali (quindi escludiamo la Traduzione del nuovo mondo) riportano il versetto nella dizione che conosciamo.

      Elimina
    2. La Guidetti e cattolica doc ma è una studiosa assai accurata e quindi non deve portare acqua al mulino di nessuno
      Ho detto che le fonti che cita sono Nodet eMazza
      Per farsi un giudizio sereno conviene sentire e vedere
      L' intervento

      Elimina
  22. Pietro non del Cammino17 agosto 2022 16:40

    MARTELLO, visto che non capisci, ti consiglio di martellarti in testa.

    La questione è molto semplice: in materia di liturgia le norme della Chiesa sono prescrittive, cioè si deve fare esattamente quello che riporta il Messale romano. Né più, né meno.
    Fare aggiustamenti in caso di necessità compete alle Conferenze episcopali.
    Per questo dare la Comunione coi guanti non è proibito, mentre prenderla sul fazzoletto lo é.
    E per questo assumere il Sangue di Cristo su tanti calicetti (non consacrati) è proibito.

    Personalmente ricevo la Comunione direttamente sulla lingua perché lo preferisco, ma in periodo di covid, in cui la Comunione sulla bocca non la davano, non ho avuto difficoltà a riceverla nella mano, perché la Chiesa ora lo permette.
    Per me è una questione di sensibilità e prudenza, ma non è essenziale il riceverla in bocca invece che sulla mano.
    Per il Cammino, invece, è essenziale che i fedeli ricevano il Sangue di Cristo sul calice, proprio come se la Messa fosse un'apericena, tanto che inventara nuove soluzioni in contrasto con la Chiesa.
    Perché per il Cammino comunicarsi al Calice è "obbligatorio" mentre per la Chiesa non lo è? La risposta più ovvia è che per il Cammino se si fa la Comunione come dice la Chiesa, manca qualcosa.
    Cioè: per il Cammino la Messa ha un significato diverso dal significato che le da la Chiesa.
    Ma se così, questa è eresia.

    La Messa è valida lo stesso, e in questo senso la sostanza non cambia, ma è in aperta disubbidienza alla Chiesa e perciò, sotto un altro aspetto, sarebbe meglio per voi che non fosse valida.

    RispondiElimina
  23. Chiedo un favore al blog e ai lettori.
    Su questo video: https://www.youtube.com/watch?v=MhyROMSHo-Y
    verso il 59:50 in avanti, se potete tradurmi correttamente tutte le parole, per bene. Mi è sembrato di capire che parla anche di Papa Francesco.
    Ho intuito delle cose, ma alcune cose mi svuggono. E' importante per finire di definire il quadro del soggettone, capo dei soggettoni.

    ringrazio anticipatamente.

    CDD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Kiko dice: "Grazie a Dio, siamo molto contenti di essere perseguitati perché la cosa più importante per un cristiano è essere come Gesù Cristo che fu odiato, e noi non possiamo essere più grandi di Nostro Signore, il discepolo deve essere come il suo maestro.
      A Cristo lo hanno odiato e si sono riuniti per ucciderlo…
      E a te, Kiko, ti applaudono eh?
      No! Se vuoi essere cristiano devi prepararti alla croce.
      Io ho il cuore che non sta bene e mi dice il medico: tu non puoi soffrire.
      E io: come, non posso soffrire, che dici! Se vengono per sollevarmi in alto e mi vogliono uccidere!
      Mi chiedo: sei un cristiano? Così, come me, preparati.
      (Prosegue con aria tragica)
      Beh, mi hanno perseguitato a sufficienza, e ci ha salvato… ci volevano ammazzare, distruggere le comunità, la messa delle piccole comunità, e che andassimo a messa con tutti! (moto di orrore).
      Ci denunciarono alla Feria IV, ci hanno fatto passare… sofferenze orribili!
      Però (prosegue con voce tremula) grazie a Dio io dicevo l'unica cosa che ci potrà salvare è che muoia il papa.
      E così, stavamo già perduti…
      e… non morto ma…(ridacchiando) si è dimesso!
      Grazie a Dio! (risate dell'assemblea).
      E tutto era pronto, era una sentenza orribile. Ho telefonato alla Santa Sede e ho chiesto se era operativa. Non è operativa, aspettiamo il seguente papa.
      E Bergoglio ci ha salvato! Il cardinal Bergoglio."
      L'abbiamo riportato in questo articolo.

      Elimina
    2. Valentina,
      ricordo perfettamente le due udienze della feira IV, ovvero dicembre 2012 e gennaio 2013;
      due udienze in cui si sono letteralmente, nonostante le dichiarazioni ufficiali, "cacati sotto!"
      Dopo di che, a febbraio, le dimissioni do Papa Benedetto, che
      furono accolte da Kiko, senza vergogna, dichiarando lui stesso
      che erano un segno divino nei confronti del Cammino.
      Scusandomi se talvolta cado nel
      turpiloquio, spesso necessario
      per rendere bene l'idea.
      Ruben.
      ---

      Elimina
    3. Quindi ha ammesso, davanti a tutti, che la lettera di Arinze l'avevano capita, per cui sono andati disonesti in tutto ciò che avete visto in quegli anni, anche gli interventi sul blog dei soggettoni come FAV e ERVESUVIANO PASCALONEANOLA. Infatti facevano finta di averla recepito, e che avevano sistemato, come interventi vari su programmi radiofonici, interviste, e altro. Da questo capite la portata di menzogna che hanno, non hanno vergogna alcuna e dicono apertamente le menzogne. Emerge in maniera chiara che sono andati sempre disonesti, per cui lo Spirito Santo che è Verità e Onestà è lontano da loro milioni di chilometri. Gli altri, che ascoltano, compreso vescovi, sono lì dietro, fanno lo stesso e sono complici. Per loro una lettera del Papa è persecuzione, da qui capite il livello di tenebra che hanno dentro, cioè scambiano la correzione della Chiesa che è Madre per persecuzione, altre cose le credono provenienti da Dio, come le diffamazioni che fanno e altro.
      Il tutto, come vi ho scritto, viene fatto citando il Vangelo, Gesù, la Madonna ecc. E' tutto davanti a voi inmaniera evidente.
      Dio gli ha inviato un'esaltazione e li ha fatti uscire allo scoperto. Si sarà detto: ohhh come Dio ha punito Papa Benedetto per me! Perché il suo cuore era colmo di spirito di opposizione, ha dissimulato amicizia, ma dentro conteneva odio e rancore, Dio per disegno divino ha permesso le dimissioni di Papa Benedetto, e loro si sono scalmanati credendo che il vento tirasse a loro favore da parte di Dio, cioè il Signore gli ha tolto i freni ed ha mostrato a tutti la loro nudità:

      35 Perciò, o prostituta, ascolta la parola del Signore. 36 Così dice il Signore Dio: Per le tue ricchezze sperperate, per la tua nudità scoperta nelle prostituzioni con i tuoi amanti e con tutti i tuoi idoli abominevoli, per il sangue dei tuoi figli che hai offerto a loro, 37 ecco, io adunerò da ogni parte tutti i tuoi amanti con i quali sei stata compiacente, coloro che hai amati insieme con coloro che hai odiati, e scoprirò di fronte a loro la tua nudità perché essi la vedano tutta.
      38 Ti infliggerò la condanna delle adultere e delle sanguinarie e riverserò su di te furore e gelosia.


      Sono completamente immersi nelle tenebre.

      Poi vi scriverò altre cose. Queste le prime impressioni a caldo.

      CDD.

      Elimina
    4. Come riporta Valentina,
      "E tutto era pronto, era una sentenza orribile."
      La "sentenza orribile resta", poi se
      con il cambio del Pontificato non
      è stata resa operativa, nei confronti
      di Nostro Signore è operativa in quanto "non cassata" esplicitamente dal successivo
      Pontefice.
      Ruben.
      ---

      Elimina
    5. CDD
      Certo che leggere Kiko è sempre altamente istruttivo.
      Si fa lo "scrutinio" da solo.

      Il suo evocare persecuzioni improbabili per un falso testimone come lui, sa più di un mettere le mani avanti; per pararsi.
      Fa il perseguitato per la sua somiglianza a Cristo: spudorato.
      Se ha avuto tribolazioni indicibili non è stato mai per la sua fedeltà a Cristo, men che meno per l'obbedienza che non ha mai conosciuto dove sta di casa.
      Cosa avvicina a Cristo? Un personaggio incorreggibile?
      Presuntuoso e millantatore?
      Se dice che l'Eucarestia si fa in piccole comunità in modalità banchetto, neanche il papa osi intromettersi. Piuttosto muoia.
      Ma uno che parla così e fa pure il simpatico, il fenomeno, giocando con le cose sante...
      Cosa vogliamo meravigliarci dei
      bicchierini!

      Pax

      Elimina
    6. infatti noi non ci meravigliamo i bicchierini sono più moderni simpatici, maneggevoli giovanili..







      Elimina
    7. io propongo di dire ogni giorno una preghiera speciale per lui, e anche di offrire una Comunione per lui

      Elimina
    8. Benedetto XVI rimase in carica fino
      al 28 di febbraio 2013.
      Cosa successe in quel mese e mezzo, dalla seduta della feira IV
      di metà gennaio, con conseguente
      "orribile sentenza".
      Da quale pesce grosso, amico del
      Cammino la sentenza fu, diciamo così, sviata?..
      La Sede Vacante, durò soltanto i
      primi 13 giorni di marzo 2013.
      Gli interrogativi sono tanti ma, con
      l'umana buona volontà e l 'aiuto di
      Dio, sicuramente la verità sarà manifesta.
      Ruben.
      ---

      Elimina
  24. @blog. Il vostro odio verso il cammino e verso di noi che ne facciamo parte (è inutile che vi smarcate da questo, i vostri commenti parlano da soli ... ) vi acceca e non riuscite a leggere il disegno di Dio al di là dei vostri pensieri negativi e di giudizio verso ogni parola che leggete. Anche Padre Pio è stato perseguitato, da chi? Proprio dalla Chiesa, anche lui ha avuto in un certo senso una "feria quarta" ed umilmente ha obbedito. Il cammino ha rischiato una "feria quarta"? Certo. Cosa sarebbe successo? Quali sarebbero state le decisioni di quella feria quarta? Non lo sappiamo, può darsi nulla o forse tutto. Quello di cui sono certo però, è che il cammino avrebbe obbedito, qualsiasi fosse stata la decisione della Santa Sede. Ma invece cosa è successo? Che invece della feria quarta è avvenuto un evento storico rarissimo, assolutamente imprevisto e imprevedibile, un evento che era avvenuto solo 5 volte nella storia della Chiesa, ed è avvenuto proprio in quei giorni e cioè le dimissioni del Papa. Una coincidenza? Forse, ma io sinceramente non credo alle coicidenze, piuttosto credo che il Signore ama molto il cammino e voi ne siete invidiosi.
    Fallacio Asino Vinicio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CI accusi di "odiare il cammino", ma non è che siete voi che "odiate" la Chiesa? Non siete voi che giudicate i cristianucci della domenica e provate in tutti i modi a convertirli al cammino? E poi citi pure Padre Pio? MA non ti senti ridicolo? PEraltro lo citi CONDANNANDOTI dato che Padre Pio ha ubbidito anche subendo palesi ingiustizie...VOI QUANDO MAI AVETE UBBIDITO? MAI! Voi avete sempre usato menzogne, sotterfugi, imbrogli, "amicizie" che ben poco hanno di cristiano solo ed unicamente per continuare a fare quello che avete sempre fatto. Con che coraggio puoi citare Padre Pio? Stolto! E vieni pure a dire che "non è stata una coincidenza" che il Papa si sia dimesso? Per caso Papa Francesco ha approvato quello che Papa Benedetto ha proibito? A me pare di no! E questo nonostante i primi anni abbiate cercato in tutti i modi di portarvelo dalla vostra parte come i peggiori ruffiani.
      Ricordati una cosa, Fallacio: Papa Francesco è un gesuita vecchio stampo. E i gesuiti vecchio stampo non sopportano due tipi di persone: GLI IPOCRITI E I LECCA...ULO. Ed è per questo che non vi sopporta...e voi non sopportate lui. Perchè non organizzate una bella preghiera notturna per far dimettere pure lui, già che ci siamo?
      La verità, caro Fallacio è che i nodi alla fine vengono al pettine. Se non in questa vita, nell'altra. E ti assicuro che non avrete giustificazioni perchè la giustificazione per le vostre malefatte ve la siete sempre trovata da soli, ma di fronte a Dio Padre non vi servirà A NULLA anzi sarà tutto a vostra condanna.

      Elimina
    2. Carissimi avete il video davanti, dove il soggettone capo si è scucito nei reali pensieriche aveva in corpo verso il Papa, Dio l'ha fatto cadere. Vi ripeto aprite il video. È tutto davanti a voi.
      E poi leggete ciò che ha scritto quest'altro soggettone. Capirete come hanno l'odio in corpo e la dissimulazione, e poi usano parole per nascondersi. Ovviamente, vi insegno una cosa su come riconoscere satana che si maschera. Lo scrivere viene usato per accusare, da lì capite che dietro c'è il principe delle tenebre.
      Il Vangelo è Parola di Vita non è accusa. Chi nomina Dio è accusa, senza motivo, è nelle tenebre.
      Loro lo utilizzano sempre questo metodo, diffamato, odiano, rubano, e poi visti, accusano chi chiede loro conto di tutto questo.

      CDD.

      Elimina
    3. Carissimi padre Pio non ha nulla in comune con i soggetti.
      Loro cuciono fatti a se stessi mettendo a credere che ci sia una relazione.
      Padre Pio era umile ed ha obbedito, costoro sono andati disonesti e non hanno obbedito.
      Dal video si capisce che hanno capito interamente la situazione, cioè le disposizioni del Santo Padre, ma hanno dissimulato, cioè fatto finta di averle esaudite.
      Vi risulta che padre Pio fece finta di obbedire e invece diceva messa e confessava?
      Chiamate i Cappuccini e chiedete.
      E poi, non da poco, costoro hanno umiliato e perseguitato tante persone in nome di Dio, vi risulta che Padre Pio fece questo?
      Vedete come manipolano le coscienze?

      CDD

      Elimina
    4. Pietro non del Cammino18 agosto 2022 09:14

      L'odio è contro l'inganno del Cammino, non contro gli ingannatori camminanti, molti ei quai in buona fede e perciò ingannati essi stessi.
      Fa un po' ridere questa accusa di odio ripresa dal linguaggio dei politicanti ideologizzati che, appena qualcuno non è in accordo col loro pensieto, accusano di odio.

      Ancora una volta sbagli esempio, sintomo evidente che non hai capito la questione.
      Padre Pio ha sempre ubbidito, mentre Kiko si è augurato che il Papa morisse pur di non ubbidire.
      In realtà disubbidite comunque, anche se molti Pastori chiudono gli occhi, perché disubbidite al Messale romano. Solo che Benedetto XVI arebbe ufficializzato il vostro inganno.
      Voi non avreste ubbidito ugualmente al Papa, ma l'inganno sarebbe stato scoperto, per cui per Kiko era meglio che morisse! Come altrimeti interpretare diversamente le parole di Kiko?

      Tu parli di odio a sproposito perché chi fin dall'INIZIO ha criticato, deriso e sbeffeggiato la Chiesa è stato il Cammino.
      Se mai qualcuno odia, qulli siete voi, che MAI, dico MAI, avete mostrato un briciolo di apprezzamento per la Chiesa gerarchica e la sua Tradizione.
      I vostri mamotreti parlano chiaro: sono essi che vi accusano.
      Sembra che la vostra "predicazione" si fondi sul principio che la Chiesa ha sbagliato tutto prima di Kiko e Carmen.
      Un Cammino che amasse la Chiesa non sarebbe rifiutato da nessuno.

      Elimina
    5. FAV
      ma davvero pensate di essere così tanto importanti che Dio stesso intervenga per far dimettere un Papa?
      Ti vorrei ricordare che Ratzinger vi amava molto di più di Bergoglio e tutto quello che ha fatto era per difendervi, anche da voi stessi, ma voinon lo avete capito, come non avete capito GPII che vi ha chiesto di dotarvi di statuto.
      Per quanto riguarda invece l'obbedienza, considerato che Kiko ha sempre ( oggi un po meno ) potuto modificare qualsiasi cosa senza creare dubbi nei cnc, avreste fatto miglior figura ad obbedire all'istante alla lettera di Arinze e non fare "resistenza" rimandando alla scadenza dei due anni, facendo le vostre "battaglie" nelle sedi opportune e forse avreste "spuntato" pure di più.

      Elimina
    6. FAV
      Noi odiamo il Cammino e siamo accecati dall'odio...

      A voi vi difende il Signore facendo per voi e voi soli "miracoli impressionanti" (questa enfatica espressione quante volte l'ho sentita da Kiko per descriversi nella sua marcia trionfale e descrivere il Cammino "ispirato "!).

      Siete una banda di esaltati.
      E purtroppo vi va pure bene.
      Non c'è chi vi metta spalle al muro. Sguscianti come serpenti.

      Con me non attacca, FAV, li ho visti all'opera per troppi anni.

      Avrebbero obbedito?
      Ma davvero???

      E il Signore in loro favore avrebbe fatto dimettere un papa, nientemeno?!

      Continuate così.

      Sempre più in alto.
      Siete "impressionanti", stratosferici, somigliate "sorprendentemente a ...Corazim.
      Aspettiamo il finale della commedia. L'ultimo atto.

      Pax

      Elimina
    7. Alla fine la verità salta fuori sempre. FAV viene qua e cerca di fare il "neocatecumenale aperto", ma alla fine, quando le prove sono evidenti e non può replicare ecco che perde i freni inibitori e parla "dalla pienezza del cuore". Alla fine della fiera "loro sono i prescelti da Dio" che fa dimettere pure un Papa per "salvarli" dalla terribile condizione di dover stare assieme ai cattolici della domenica e chiunque e sottolineo CHIUNQUE cerchi di farli ragionare LI ODIA.
      Neanche capiscono il danno che fanno a se stessi e agli altri.

      Elimina
    8. A me di tutta la fiera colpisce più di tutto che, secondo Kiko, sarebbero stati salvati dal "cardinal Bergoglio". Quindi, un papa si sarebbe ritirato perché reo, di fronte al loro dio, degli ostacoli che metteva al Cammino limitando o abolendo le sue liturgie separate, al suo successore non riconosce nemmeno il titolo pontificio.
      A quanto pare il delirio anticattolico, scismatico e sedevacantista dei vertici neocatecumenali è conclamato.

      Elimina
    9. "il vostro odio", "siete accecati", "siete invidiosi" ... FAV, tu giudichi!
      Ma che bello scrutinio, bravo FAV. Neocat al 100% oggi, eh, leggi, leggi nella testa degli altri, come ti ha insegnato Kiko. Nega ogni addebito come ti hanno insegnato i catechisti.

      Spero ti legga qualcuno che quasi quasi entrava in comunità alla prossima bordata di pesca a strascico, e invece. Perché queste, cari fratelli mancati sul nascere, sono le risposte che incontrereste se qualcosa vi andasse male col Cammino: "voi siete invidiosi e il Cammino ha sempre ragione".

      A. Non.

      Elimina
    10. Ma poi "invidia" di che? Io posso andare in qualsiasi chiesa cattolica del mondo e SENTIRMI A CASA, loro (poveretti) se non hanno le "icone" del cammino, i canti del cammino, le stramberie liturgiche del cammino, vanno fuori di testa. Già solo questo basterebbe per non invidiarli per nulla.

      Elimina
    11. Ecco perchè citate sempre il card. Arinze : dice Wikipedia che è uno dei cardinali che celebrava dopo il Concilio Vaticano II la messa tridentina da voi tanto amata. Tutto torna, tutto quadra..............................

      Elimina
    12. Grazie aleCT,
      Per oltre vent'anni della mia vita,
      per lavoro ho girato mezzo mondo,
      e ti confermo di aver avuto sempre
      una Chiesa Cattolica vicina, dove
      sempre trovavi il Tabernacolo con
      Il Lumino Rosso acceso.
      Ricordo sempre con grande piacere, il Triduo Pasquale del 1988
      passato a Buenos Aires, umanamente solo ma in Comunione con Nostro Signore.
      Con affetto,
      Ruben.
      ---

      Elimina
    13. Puntini, non prendere mai come oro colato ciò che trovi su Wikipedia.
      In un'intervista del 2002 il cardinal Arinze smentiva di aver celebrato più la Messa Vetus Ordo dopo la riforma liturgica.
      Riporto la parte dell'intervista che ci interessa:
      "Celebra ancora la messa cosiddetta "di san Pio V"?
      ARINZE: No, non l’ho più celebrata da quando è stato approvato il novus ordo. Ho fede nella Chiesa. E il nuovo rito per me va bene. I problemi sorgono quando non viene ben celebrato… Invece continuo a celebrare la messa in latino, sempre secondo il novus ordo. Purtroppo si deve constatare che in molte diocesi i fedeli non hanno più visto da tempo una messa cantata in latino. E anche questo non va bene. Quando ero arcivescovo di Onitsha, pregavo i miei parroci di celebrare la messa cantata in latino almeno una volta al mese; e chiedevo che in ogni grande città si celebrasse una messa di questo tipo ogni domenica almeno in una chiesa."

      Elimina
    14. Citiamo Arinze in quanto "messaggero" delle decisioni del Papa B16, non in quanto Arinze, prova a stare sul pezzo.

      Elimina
    15. Invece di cercarlo su wiki cercalo nel vostro statuto

      Elimina
    16. Insinuare che Papa Benedetto si sia dimesso in virtù di un progetto di Dio per difendere il Cammino è oltre ad ogni peggiore arroganza.

      Significa sentirsi sempre al centro di tutto, come se tutto girasse sempre intorno a voi, come se Dio esistesse solo per il Cammino.
      Naturalmente le cose a vostro favore sono "miracoli".
      Quelle a vostro sfavore sono "persecuzioni".
      Non si scappa.

      Vi ricordo però che questa interpretazione dei fatti è ereditaria, a partire da quando quella malata della Hernandez dichiarò che addirittura un aereo "miracolosamente" avrebbe cambiato rotta per condurla a Barcellona invece che in India affinché si incontrasse con Farnes, il parroco che spiegò loro il rinnovamento.

      Ora, anche solo inventarsi che un aereo cambi rotta SOLO PER TE, affinché tu incontri il parroco mentore della tua vita, è sintomo di malattia mentale e autoreferenzialità patologica.

      Quando penso a quella narrazione non posso fare a meno di ridere. Ma avrà pensato che la gente le credesse davvero?
      Evidentemente sì, molti le hanno creduto ed hanno ereditato la sua follia.

      Elimina
    17. Od in latino od in lingua vernacola locale,
      ma "questi" SANNO cosa è una Messa?
      Ruben.
      ---

      Elimina
    18. Quella del volo aereo dirottato era chiaramente una metafora.

      Elimina
  25. Le Fiabe di Neocatecumenandersen.

    C'era una volta un uomo che aveva soldi, casa, auto, gioielli, cibo a volontà.
    Ma amava la disonestà e il peccato.
    Costui era solito andare per i supermercati a rubare, sia il cibo, ma anche i portafogli dei clienti che erano lì per la spesa.
    Infatti capitava spesso che giungevano alle casse i clienti, specialmente gli anziani, che non si ritrovavano più il borsello per pagare.
    Oggi così, domani anche, dopodomani pure. Spesso capitava questo.
    Ad un certo punto la direzione si insospettì e mise un guardiano in borghese per capire cosa stesse accadendo.
    Un bel giorno quell'uomo fu preso con le mani nel sacco mentre rubava un borsello ad una povera anziana che viveva di pensione sociale.
    Portato nella direzione, ecco che l'uomo inizio a dire delle cose: Voi mi odiate! Siete dei miei persecutori! Io non ho mai rubato nulla a nessuno, Dio mi è testimone. Io ho una numerosa famiglia e siamo poveri, come dice il Vangelo, Dio mi è testimone! Quanto odio in questo mondo! poveri noi! dove andremo a finire?! Anche i direttori mi perseguitano! Povero me!
    Dopo essere stato denunciato, ecco che continuò in altro supermercato.
    Ad un certo punto il primo supermercato fu chiuso. La direzione centrale decise di spostarlo in altro luogo.
    L'uomo passando davanti al primo supermercato, lo vide chiuso e si disse: EH! Dio è giusto, li ha fatti fallire! I miei persecutori e odiatori!
    E proseguì quel giorno il suo andare verso il secondo supermercato ridacchiando di soddisfazione e orgoglioso di quei pensieri che aveva dentro.

    Pace


    CDD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahhh, anche le fiabe di Neocatecumenandersen, adesso. Niente niente che l'uomo di cui si racconta alluda a un certo Franzisco Arguello Wirtz, detto Kiko, per casooooo?????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

      Elimina
    2. Mah! La fiaba la vedrei più allargata. In un'associazione c'è il capo e poi i sodali e altri. Riina era ciò che era , ma anche Provenzano e Bagarella non scherzavano.
      Non so se hai capito?!

      CDD

      Elimina
    3. Puntini,
      se ad ogni punto interrogativo corrispondessero 1.000 Euro, Kiko s'è fatto "la giornata"!....
      Ruben.
      ---

      Elimina
    4. Il tuo acume mi sconvolge...

      Elimina
  26. Sieye talmente convinti di quello che fate che siete tutti i giorni a leggere il blog. E parlate di odio ogni due minuti, è come se voleste convingere qualcuno a non denunciare il male e mettere a credere a chi legge che le cose non siano ver.
    Ma dovreste spiegare una cosa: vi è il video davanti a tutti noi, con audio compreso, e applausi dall'assemblea.
    Per caso è reale cioè che formulate con la vostra fantasia e ciò che si vede visibilmente non lo è?
    Spiegateci un senza molti sforzi come funziona questa realtà che volete prospettare al prossimo, così ne parliamo, verifichiamo.
    Messaggio a tutti: secondo voi risponderanno? O si limiteranno a nascondersi e ad accusare il prossimo come hanno sempre fatto?
    Vedremo!

    CDD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne parliamo? E perchè? Per dirci per la milionesima volta che abbiamo completamente, assolutamente e definitivamente torto? No, non ne parliamo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      Elimina
    2. l video, caro farneticatore maestro di puntini è davanti a tutti noi. Le parole sono chiare chiare, si augurava la morte del Pontefice perché ha osato, ripeto OSATO, dirvi qualcosa.
      Per caso siete i PADRONI DELLA CHIESA?
      Altro che dissimuli con nquella testa. E voi sareste delle guide per il prossimo? Dal momento che non siete capaci di condurre voi stessi, cioè non siete capaci di uscire nella verità e affrontarla? Diteci e parlateci del video, se ne avete le capacità mentali e spirituali.
      O pensate che non sappiamo che avete gonfiato la testa al prossimo della vostra infallibilità, invece cadete ogni tre secondi, perché la vostra è solamente presunzione?
      CDD

      Elimina
    3. @Anonimo 18 agosto 2022 16:52
      Complimenti puntini, vedo che fai progressi!
      E' la prima volta che ti vediamo esprimere un periodo sintatticamente corretto!
      Non sei scemo, facevi finta di esserlo!
      Ruben.
      ---

      Elimina
  27. Piccolo promemoria tecnico: questo schiacciare la liturgia verso il basso, verso l'uomo, a suon di tavolinetti smontabili, esposizioni ortofrutticole, apericena comunitario, è un modo per togliere Dio e mettere Kiko.

    Quando il centro della liturgia è Dio, anziché schiacciare la liturgia verso il basso si elevano i cuori a Dio, si eleva la liturgia verso il cielo, si tolgono elementi prettamente "umani" (temporanei, smontabili, snack, chiassate del proprio idolo) e si lasciano solo quelli graditi al Signore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. XTripudio.
      Vie è una cosa che ci deve far riflettere.
      Kiko chi è per impostare la Liturgia? È Dio?
      Sappiamo che nella Chiesa hanno operato nei secoli delle creature, ma erano ispirate, e poi Dio li ha inviati a contribuire nei secoli mano a mano. Credo che pezzo pezzo si è creata nel tempo la liturgia.
      Se sbaglio sono pronto a correggermi.
      Di colpo anni 60 arriva Kiko e sodali e credono di impostare loro, da se stessi, la liturgia.
      Io potrei capire un contributo, tipo aggiungiamo questa preghiera o altro.
      Ma credersi i riformatori mi sa di presunzione.

      CDD

      Elimina
    2. Ma infatti la mentalità del fedele cattolico è: «come posso fare per adeguarmi all'unica vera fede dell'unica vera Chiesa? come posso partecipare alla liturgia intesa come "unico culto a Dio gradito"?»

      La mentalità del kikolatra è invece: «come posso modificare l'unica vera fede dell'unica vera Chiesa in modo da dar ragione a Kiko? come posso partecipare alla liturgia intesa come "unica carnevalata a Kiko gradita"?»

      La mentalità neocatecumenale porta avanti una "rivoluzione" (cioè un sovvertire le cose esistenti, giudicate obsolete e vecchie, per introdurre cose nuove, giudicate superiori alla Tradizione cattolica "proprio perché le hanno inventate i nostri iniziatori": idolatria pura).

      Elimina
    3. Aggiungo.
      Capisco il Concilio V2, che ha dato come una ventata nuova. Poi c'è chi ci vede che fu un errore. Ma questo non è materia mia. Io mi adeguo alla Chiesa e poi mano mano a ciò che accade.
      Ma, di colpo, arrivano dei soggetti, che si autoproclamano "Riformatori", addirittura augurano la morte al Papa se osa dire qualcosa.
      Ma ci rendiamo veramente conto doce ci troviamo e con chi abbiamo a che fare?!
      Secondo voi, Dio, lo Spirito Santo, dava in mano una cosa santa come la Liturgia, che non ha dato a nessuno nei secoli, cioè nessuno, credo, nei secoli ha creato o ha dato l'impostazione liturgica, salvo Nostro Signore, ma Lui è Dio, ed è Colui che ha permesso tutto questo.
      Costoro si credono di essere coloro che impostano la fede alle anime e la liturgia al cristianesimo.

      CDD

      Elimina
    4. CDD,
      questi, come sappiamo, sono una
      setta "tumorale" con comunità in molte Parrocchie, che altro non sono che le metastasi del tumore principale ovvero Kiko/Carmen.
      Di fronte ad un tumore umano,
      nonostante i progressi recenti si
      può fare ancora molto poco; ma
      per quello spiritualmente perverso,
      sarebbe sufficiente una parola del
      Vicario di Cristo in terra,ovvero
      il Papa e la situazione sarebbe
      definitivamente sanata.
      Ruben.
      ---

      Elimina
    5. Mi è uscita una frase poco chiara. Chiedo scusa, ma mentre scrivo sono occupato nel fare altro.
      Volevo dire questo:
      Dio nei secoli ha operato in un certo modo, cioè ha suscitato diverse persone, nel tempo, che hanno contribuito nel formare la Liturgia. Non credo che è arrivato Eusebio di Cesarea nell'anno 250 dc ( è un esempio) ed ha impostato tutta la Liturgia. Sicuramente, nel tempo, vi sono state delle persone interagenti, suscitate da Dio, che hanno contribuito, ed oggni ne vediamo il risultato.
      Poi negli anni 60 è arrivato Kiko e compagnia bella, e questi non si sono limitati nel fare un'aggiunta, come una preghiera, un salmo e/o altro, ad esempio,ma hanno quasi sconvolto totalmente la liturgia. Come se, di colpo, Dio avesse cambiatto Volontà, cioè Il Signore in passato ha agito in un modo, ed ora da in mano il tutto ad un gruppo di persone.

      Questa la spiegazione di quanto vorrei dire.

      CDD

      Elimina
    6. @Anonimo19 agosto 2022 14:32
      setta tumorale, eh??????????
      ---
      Si puntini,
      sai qual'è il bel paradosso del tumore?
      Che una volta che ha ucciso chi
      ne è affetto, istantaneamente muore anche "lui".
      Ruben.
      ---

      Elimina
  28. Purtroppo, carissimi, ci troviamo nel gestire questi tempi e quesye persone.
    Vi rammento chi avete davanti: parlano di Dio e del Vangelo, si sono autogonfiati da se stessi di prensunzioni varie, la superbia è il loro pane quotidiano, vogliono fare i maestri senza che nessuno li chiama, AFFERMANO CHE LA MADRE DI DIO AVREBBE DETTO. FORMATE COMUNITA'... MA NON VI E' TRACCIA IN TUTTA LA STORIA CHE LA MADONNA ABBIA AUTORIZZATO ALCUNO AD ANDARE CONTRO IL PAPA, CONTRO LA LITURGIA, CONTRO LA CHIESA ECC, ECC.
    E se non fai come dicono e affermano loro iniziano piano piano a lavorarti per piegarti alla loro volontà, fino ad odiarti e perseguitarti.
    Parlano di perdono, e sono i primi che odiano ad oltranza, parlano di indmoniati e sono loro stessi ad essere indemoniati, ti dicono sei attaccato al denaro e loro stessi ne sono il doppio, ecc, ecc.
    Questo avete davanti a voi.
    Che fare?

    CDD

    RispondiElimina

I commenti vengono pubblicati solo dopo l'approvazione di uno dei moderatori.

È necessario firmarsi (nome o pseudonimo; non indicare mai il cognome).

I commenti totalmente anonimi verranno cestinati.