sabato 8 settembre 2007

Movimenti, scuole di libertà...oppure?

Sono parole del Papa:

"Il tema della libertà è vitale. Nella partenza del figliol prodigo si collegano appunto i temi della vita e della libertà. Egli vuole la vita, e per questo vuol essere totalmente libero. Essere libero significa, in questa visione, poter fare tutto quello che si vuole; non dover accettare alcun criterio al di fuori e al di sopra di me stesso. Seguire soltanto il mio desiderio e la mia volontà. Chi vive così, ben presto si scontrerà con l'altro che vuole vivere nella stessa maniera. La conseguenza necessaria di questo concetto egoistico di libertà è la violenza, la distruzione vicendevole della libertà e della vita.

La Sacra Scrittura invece collega il concetto di libertà con quello di figliolanza, dice san Paolo: "E voi non avete ricevuto uno spirito da schiavi per ricadere nella paura, ma avete ricevuto uno spirito da figli adottivi per mezzo del quale gridiamo: «Abbà, Padre!»" (Rm 8,15). Che cosa significa ciò? San Paolo vi presuppone il sistema sociale del mondo antico, nel quale esistevano gli schiavi, ai quali non apparteneva nulla e che perciò non potevano essere interessati ad un retto svolgimento delle cose. Corrispettivamente c'erano i figli i quali erano anche gli eredi e che per questo si preoccupavano della conservazione e della buona amministrazione della loro proprietà o della conservazione dello Stato.

Poiché erano liberi, avevano anche una responsabilità. Prescindendo dal sottofondo sociologico di quel tempo, vale sempre il principio: libertà e responsabilità vanno insieme. La vera libertà si dimostra nella responsabilità, in un modo di agire che assume su di sé la corresponsabilità per il mondo, per se stessi e per gli altri. Libero è il figlio, cui appartiene la cosa e che perciò non permette che sia distrutta. Tutte le responsabilità mondane, delle quali abbiamo parlato, sono però responsabilità parziali, per un ambito determinato, uno Stato determinato, ecc. Lo Spirito Santo invece ci rende figli e figlie di Dio. Egli ci coinvolge nella stessa responsabilità di Dio per il suo mondo, per l'umanità intera. Ci insegna a guardare il mondo, l'altro e noi stessi con gli occhi di Dio. Noi facciamo il bene non come schiavi che non sono liberi di fare diversamente, ma lo facciamo perché portiamo personalmente la responsabilità per il mondo; perché amiamo la verità e il bene, perché amiamo Dio stesso e quindi anche le sue creature. È questa la libertà vera, alla quale lo Spirito Santo vuole condurci.

I Movimenti ecclesiali vogliono e devono essere scuole di libertà, di questa libertà vera. Lì vogliamo imparare questa vera libertà, non quella da schiavi che mira a tagliare per se stessa una fetta della torta di tutti, anche se poi questa manca all'altro. Noi desideriamo la libertà vera e grande, quella degli eredi, la libertà dei figli di Dio. In questo mondo, così pieno di libertà fittizie che distruggono l'ambiente e l'uomo, vogliamo, con la forza dello Spirito Santo, imparare insieme la libertà vera; costruire scuole di libertà; dimostrare agli altri con la vita che siamo liberi e quanto è bello essere veramente liberi nella vera libertà dei figli di Dio."
Dove sono queste "scuole di libertà"? Non venite a dirmi che il cammino NC lo è!!!!

277 commenti:

1 – 200 di 277   Nuovi›   Più recenti»
Anonimo nc ha detto...

Bello il discorso del Papa.
Oramai qui sul CN e' stato detto tutto o quasi, a parte analizzare le catechesi fatte durante i vari Passaggi.
Nel Cn sapete vige l'obbedienza cieca al Cammino stesso. Di fatto il catechista rappresenta ed incarna il Cammino stesso al quale si deve obbedienza . Si fa il Cammino partecipando a tutte le celebrazioni, preparando, convivenze varie, Lodi alla mattina miscelandole con l'Ufficio delle Letture., decima (l'elemosina e' cosa diversa!). La tua esperienza e crescita spirituale deve necessariamente passare attraverso e con la comunita diventando alla fine condivisione con i fratelli (ammonizioni. Ambientali, risonanze , esperienze etc).
Non esiste piu la tua individualita' ne la liberta' di sbagliare: devi fare il Cammino. Non so a quali storture nel profondo dell'animo conduca.
La tua identita' la devi trovare in cio che fai, cioe' nel Cammino, che si propone di fatto come ordine monastico laico chiuso.
E come conseguenza di tutto cio chi esce dal Cammino esce dalla Chiesa: Amen.

Francesco ha detto...

UN PUNTO DI VISTA SUI MOVIMENTI

In generale,dato per scontato che i movimenti sono un dono del Signore alla Chiesa attraverso l'opera ispiratrice dello Spirito Santo(secondo la bella e documentata analisi che ne fece il Padre carmelitano Jesus Castellano,di felice memoria e di grandissima profondità), NEI MOVIMENTI LA LINEA DI SPARTIACQUE TRA L'ESSERE SCUOLA DI LIBERTA' E FENOMENO ANARCOIDE CHE ALLA LUNGA PUO' NUOCERE ALL'IDENTITA' UNITARIA DELLA CHIESA E' SOTTILISSIMO.

Occorre dunque la massima prudenza nella gestione(anche organizzativa) di essi e soprattutto la massima obbedienza alla Chiesa che comunque, di là da ogni possibile deviazione dei suoi rappresentanti,da ogni possibile debolezza o sbavatura, rimane sempre mater et magistra!

Troverei proprio in questo habitus di sollecita e umile obbedienza alla Chiesa il tratto distintivo di ogni VERO movimento,considerato che ogni impennata,ogni spirito "autocefalo" o di autonomismo esasperanto (e non solo ovviamente in ambito di movimenti) è segno inequivocabile di divisione(che non viene da Dio),è segno di contrasto, di presa di distanza - sia dottrinaria che metodologica - dall'ortodossia ecclesiale in senso pregnate e lato.

Ferma restando la gravissima responsabilità che un movimento si assume nel momento in cui pur accettando formalmente in pieno i dettami della Chiesa,di fatto poi gestisce la propria organizzazione speculando smaccatamente sulla propria forza interna e riducendo ad azienda il proprio essere eminentemente di associazione con scopi spirituali( Vedi RnS e,in parte,i Focolari),appare ignominioso il comportamento di chi, come i Neocatecumenali, proclama intanto la propria non appartenenza ai movimenti( Già questo avrebbe dovuto e dovrebbe destare non poche preoccupazioni, e non è detto che non le abbia destate)e pretende di introdurre nella Chiesa(a tutti i livelli) una nuova e personale concezione di essa,una nuova estetica e,sotto molti profili,anche una nuova dottrina.

Il fenomeno neocatecumenale è dunque sui generis: esso si dibatte in un sillogismo(fondato per definizione su assunti falsi) che si potrebbe ridurre più o meno a questa proposizione:

"Noi siamo stati ispirati dallo Spirito Santo quale dono alla Chiesa per rivitalizzarla evangelizzando i lontani e pertanto facciamo anche di più: chiamiamo i lontani a conversione verso uno stle ecclesiale convincente ed efficace,visti i risultati che abbiamo raggiunto".

Mi torna alla memoria la situazione che si verifgicò in quella scuola elementare di tanti anni fa nella quale c'erano due quinte classi:in quella dove il buon maestro svolgeva veramente il suo programma didattico,anche a costo di far faticare i suoi alunni,si assistette a una forte defezione di ragazzi,che chiesero di essere inseriti nella quinta classe della porta accanto,dove il maestro trascorreva tutto il suo tempo a fare animazione ludica anzichè vero insegnamento(partendo dal vero principio che attraverso il gioco si impara,ma solo fino a un certo punto)e garantiva divertimento,stupore,allegria.

Ebbene i neocatecumenali somigliano molto a questo secondo modo di intendere la scuola e la Chiesa: un libertarismo anarcoide funzionale soltanto a se stesso,ma privo di veri frutti di formazione.

Viator ha detto...

"un libertarismo anarcoide funzionale soltanto a se stesso,ma privo di veri frutti di formazione."

"libertarismo anarcoide" solo verso l'esterno e nei confronti della Chiesa, scomoda e irrisa, ma cinicamente strumentalizzata, schiavismo organizzato e pesante, per contro, nei rapporti e nelle modalità interne di vita comunitaria

Fulcanelli ha detto...

Si può creare un luogo dove si possa dialogare e confrontarsi senza toni accesi e scambi di anatemi?

Gli anatemi sono il minimo.
Chi continua a negare l'evidenza di ragionamenti logici si svela per quello che è: un invasato. E si tengono le distanze dagli invasati. Centinaia e centinaia di pagine, documenti, argomentazioni e studi scientifici non vengono nemmeno presi in considerazione e poi arriva il 20enne di turno a sparare proclami col caps a manetta (cioè urla), minacce, auguri di morte e malattie, eh sì, è successo anche questo a più riprese pure. E, naturalmente, da chi come te sembra pacato, mai mezza parola non dico di condanna, ma almeno di dissociazione da simili atteggiamenti, anzi si arriva a giustificarli. Perciò, che pretendi?
Confuta le argomentazioni in modo logico, senza apologie e isterismi. Solo nel post di ieri ho dimostrato l'assurdità di almeno 2 pseudo ragionamenti e l'unica risposta è stata che l'interlocutore è sparito. Perciò agli invasati ai troll ai menagrami ai vari funzionari del "ministero della propaganda", personalmente non do spazio e li avverso con quasi tutte le mie forze, inoltre, mi pare, la "politica" del blog, benchè io non sia totalmente organico a quest'ultimo, è fedele a questa linea.
Buon lavoro.

Anonimo nc ha detto...

Il termine schiavismo non rende l'idea, userei di piu il concetto di identificazione lenta e progressiva
che conduce a porre la Comunita' innanzi ogni cosa.
Lo schiavo di solito e' consapevole della sua situazione, il catecumeno spesso non riesce a distinguere il meccanismo potente ed invisibile che lega alla sua comunita'.
La dipendenza psicologica che si crea nel "dovere e volere ricevere una parola" spesso rasenta la patologia.

mic ha detto...

Grazie a Fulcanelli per il suo equilibrio e il suo impegno.
Speriamo che questo blog non sia una Cattedrale nel deserto. Tu, che ti intendi di cattedrali, che ne dici?
Trovo che il Cammino, così com'è strutturato e operante, sia una immensa cattedrale dell'arbitrarietà e delle forzature, nonostante abbia la pretesa di imporre una sua estetica in sacris, costruzione soltanto umana, in totale dispregio e sovvertimento dei simboli più cari al cristianesimo autentico...
Ed è molto grave che alcune gerarchie non l'abbiano ancora compreso o peggio...

Anonimo ha detto...

cari mic ecc..., invece di cancellarmi il commento del 6 set perche' non rivelate la vostra identita'?
dite la verita' siete due preti di "si si no no"? due dell'opus dei? due massoni? fate parte di qualche setta satanica?
non mi spiego il vostro odio feroce per i nc cancellando i messaggi che non vi garbano dimostrate di essere degli integralisti bigotti e antetridentini mi fate paura
comunque volevo chiedervi: avete chiesto il permesso al vostro vescovo di aprire il sito che spacciate per teologico e difensore della fede? Certo!!!!direte voi...
Lo sa che pubblicate cose bestiali su vostri fratelli di fede e vi arrogate il diritto di commentare addirittura le parole del papa interpretandole in modo da mettere in cattiva luce il cammino? No, non lo sa!!! se lo sapesse penso che s'incazzerebbe (espressione romana)...

lara ha detto...

Credo che questo tema sui movimenti e la libertà sia altrettanto importante. Spero non ci faccia lasciar da parte quello precedente (la vocazione, 'la chiamata' )ma ci faccia ricollegare. Tema questo poco sviluppato e che, essendo una delle ultime problematiche attuali che ci ha 'donato' il cn merita di seguire ed essere trattato in proffondità.

Di certo ciò che affiora della libertà dentro il cn è proprio la sua assenza. E la mancanza di questa di fronte alla ricerca, accompagnamento (per i nc leggasi 'gestione') di una cosa così importante e delicata come la vocazione può essere veramente pericolosa e segnare pre tutta la vita.

Perciò ritengo importante in questo tempo di far luce su cosa sia vocazione, discernimento, a chi ci si deve rivolgere, chi deve aiiutare a fare questo percorso, quale possono essere le scelte, ecc. contando specialmente con l'aiuto dei sacerdoti che qui ci seguono. Questo per non lasciare impantanate le persone che sono cascate nella trappola nc. Far luce a chi ci legge, e alle persone che in questo tempo, hanno nelle loro comunità un fratello in tale situazione. E possa, prima avere un chiaro panorama lui per poter far luce, chiarire a chi lo vive in prima persona.

mic ha detto...

"No, non lo sa!!! se lo sapesse penso che s'incazzerebbe (espressione romana)..."

non siamo una Chiesa nuova, come siete voi, che deve chiedere permessi, siamo semplici cristiani cattolici che vivono il loro battesimo e il loro sacerdozio Regale semza nulla togliere a quello Ministeriale.

E, poi un vescovo che non si incazza per voi, non può incazzarsi nemmeno per noi...

E, poi, un vescovo non è Kiko che s'incazza; un vescovo tutt'al più dove c'è da correggere corregge... a voi più di un vesvovo e lo stesso Papa (dovrei dire Papi, perché ne abbiamo documentate diverse, oltre agli incoraggiamenti) ha dato delle correzioni... ma che effetto hanno avuto?

mic ha detto...

"E possa, prima avere un chiaro panorama lui per poter far luce, chiarire a chi lo vive in prima persona."

La cosa più importante è che non metta la sua vita e la sua coscienza nelle mani di catechisti e iniziatori che non cercano persone autentiche (che risulterebbero quanto meno scomode per le loro arbitrarie costruzioni sia mentali che spirituali e pragmatiche) ma 'replicanti' da inquadrare secondo gli schemi e le direttive kikiane e che portino avanti il loro disegno così com'è...

mic ha detto...

"invece di cancellarmi il commento del 6 set perche' non rivelate la vostra identita'?"

Abbiamo detto più di una volta che la nostra identità è più che nota alla Santa Sede.
Ho già spiegato due volte il motivo della cancellazione, riproponendo perfino passaggi dei tuoi post... Potresti anche smetterla di mettere ain campo argomenti pretestuosi! Ti è stato chiesto di dialogare argomentando, di confutare nostri evntuali errori, e tu ti ripresenti con le accuse e con i goffi tentativi di farci uscire allo scoperto, cosa che abbiamo già fatto, prendendoci le nostre responsabilità; ma con chi ne ha titolo...

mic ha detto...

"non mi spiego il vostro odio feroce per i nc cancellando i messaggi che non vi garbano dimostrate di essere degli integralisti bigotti e antetridentini mi fate paura"

questo e quanto lo precede è semplicemente DELIRANTE!!!!

mic ha detto...

invece di continuare a lamentarti della cancellazione, cosa che serve a puntino il tuo intento denigratorio, perché non confuti quanto ho risposto alle tue affermazioni cancellate prima ma riproposte poi, nel mio post precedente?

mic ha detto...

Ringrazio Francesco per la sua analisi sempre chiara e profonda e sarebbe interessante sviluppare il suo accenno all' "animazione ludica" contrapoposta alla "formazione autentica", molto in tema con quello che dovrebbero fare le vere "scuole di libertà" auspicate dal Papa...

lara ha detto...

Dagli ultimi commenti che ho letto sulla pagina precedente, purtroppo traspare l' importanza che i nc hanno dato all "incontro del giorno dopo' e non a quello con il Santo Padre. E' veramente penoso!

Una euforia (che qualunque giovane può avere) ma eccessiva eccitazione nel parlare di un tema così delicato come quella della vocazione. E non una gioia vera e serena che porta (specialmente su questo punto) al silenzio e raccoglimento per approfondire la Parola e fare la scoperta di quella vocazione. Ma non è modo coerente quello di prendere i ' microfoni' davanti a tanti altri e far conoscere a tutti che uno ha una vocazione, ma non sa a cosa. Ed è questo motivo per battere le mani? .... Ma cosa significa ciò? ...

Tutti siamo chiamati da Dio a compiere una missione su questa terra, e SCOPRIRLA é il nostro dovere da cristiano, ciò non vuol dire aver scoperto la America! ne acclamare davanti ad una assemblea eccitata, il desiderio di scoprirla. Non sentite una prima invasione personale?

Questa nascerà dal silenzio, dalla preghiera e con l'aiuto di persona SAGGIA, che NON SONO AS- SO- LU- TA- MEN- TE I CATECHISTI!

E se in questo percorso capite che la vostra non ha spazio in nessun luogo a voi offerto dai nc, non pensate che vi martelleranno con ricordare quel giorno a Loreto che avete detto si, ecc.ecc.?

Attenzione, non consegnate le vostre perle ai maiali!

Dubitans ha detto...

Una domanda che riguarda i nostri tristi tempi, e specificamente le celebrazione NC da parte ci sacerdoti Redemptoris Mater.

Se il sacerdote si accosta all’altare con l’intenzione di celebrare soltanto una commemorazione della Passione di Cristo, o una semplice azione comunitaria o uno show personale, non crede nella transustanziazione, nella presenza reale, nel valore di sacrificio espiatorio della Messa e tutto ciò traspare in maniera evidente dalle sua parole e dai suoi gesti (rubriche cambiate o inventate, parti della messa omesse ecc.) vi è o no difetto di intenzione?
Quali sono i “requisiti minimi” per la validità della consacrazione?

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
mic ha detto...

Caro Dubitans, è una domanda da un miliardo di dollari!
Ho un'idea al riguardo, potrei dirti "supplet ecclesia" ma questo avviene solo se il sacerdote ha, penso, l'intenzione di fare ciò che fa la Chiesa... prima di risponderti ho bisogno di documentarmi meglio e per questo ti ringrazio perché il nostro percorso ci aiuta anche ad essere sempre più consapevoli e attenti e soprattutto a conoscere e vivere sempre meglio la nostra fede

Anonimo ha detto...

anonimo "di ritorno" (perché dopo qualche mese sono tornato a leggere il blog e ad intervanire...) a mic e agli altri

Vi vedo molto scandalizzati sulla chiamata, sui numeri, etc.
Prima di tutto vi invito a pensare sempre ad un cammino meno monolitico di quello che pensate.
E' vero che conoscete tutte le convivenze, le parole di kiko etc ma vi manca qualcosa...
Incominciamo con il buon senso che è presente nel cammino come in tante altre realtà di questo mondo, altrimenti va tutto a ramengo...come dice mic!
E' vero questi giovani hanno subito un bombardamento di esperienze, di parole, di catechesi...
Ascoltano kiko che chiede la "disponibilità" a rispondere ad una eventuale vocazione al sacerdozio e si alzano. Lo sanno che è solo una disponibilità...
Al ritorno durante l'anno li aspetteranno una serie di incontri di preghiera, di "scrutatio" della Scrittura, di ascolto di esperienze di sacerdoti, seminaristi e ragazzi alla ricerca di una vocazione cristiana come lui.
L'équipe che porta avanti questi centi vocazionali è a prevalenza sacerdotale con la presenza del responsabile del centro "regionale".
In genere con tanto buon senso li si invita a terminare gli studi, trovarsi una ragazza, pregare davanti al Santissimo e comunicarsi di frequente. A lungo andare molti si accorgono di non avere una vocazione al sacerdozio e la loro avventura termina con fidanzamenti, lauree, insomma dove il Signore voglia condurli a vivere il loro cristianesimo.
Quelli che resistono vengono invitati ad una convivenza straordinaria per giovani dei centri vocazionali e seminaristi.
Ad un certo punto la convivenza si interrompe e tutti vengono inviati a due a due col solo biglietto di viaggio ad annunziare il Vangelo ai parroci di una determinata nazione o regione.
Beh, è una prova non indifferente in cui molti vedono la provvidenza di Dio, dialogano e mettono in comune l'esperienza con dei sacerdoti che li accolgono...Insomma, se c'è un minimo di vocazione, sussiste dopo questa prova.
Scrematura. Si ascoltano le esperienze e solo ad alcuni di loro viene proposto di fare una esperienza in un seminario rm.
Durante questo tempo di seminario si può tornare indietro, chi vuole può andare ad aiutare come cantore una equipe di evangelizzazione o fare compagnia al presbitero che accompagna l'equipe.
Dopo gli anni di studio, sempre accompagnati da un equipe di catechisti a prevalenza sacerdotale, vengono invitati a continuare o ad andarsene senza che ciò sia una sconfitta o un fallimento.
Insomma, solo una piccola parte di queste grandi "retate" diventerà sacerdote, dopo valutazione delle gerarchie ecclesistiche.
Personalmente, non mi sembra un percorso coercitivo, al massimo si invitano i ragazzi a dare una disponibilità, di non chiudersi a priori e di collaborare a che si compia la volontà di Dio.
Personalmente ho notizia di seminaristi che hanno iniziato la loro formazione in seminari rm e continuato in un tradizionale seminario diocesano per problemi familiari. E in questi casi i rettori si sono meravigliati per le qualità dimostrate da questi giovani, in cui questo percorso per lo meno aveva rafforzato la convinzione di essere realmente chiamati da Dio al sacerdozio.

Il buon senso e l'obbedienza
Se un catechista nc, in quanto inviato dalla Chiesa nella persona del Parroco o del Vescovo, invita (e non ordina) un separato che convive a tornare a casa dalla moglie, se realmente ha intenzione di vivere cristianamente in un cammino di fede, è un abuso? Non gli si chiede di obbedire (letteralmente di ascoltare e mettere in pratica/ob-audire)? Anche questa è una forma di obbedienza nella libertà. Se il tipo di cui sopra non intende obbedire, probabilmente non ha nessun interesse a vivere cristianamente...Se ha una retta intenzione ci prova o almeno decide di vivere in castità. In ogni caso , nel profondo della sua coscienza si interrogherà sul suo stato e sul suo rapporto con Dio e liberamente sceglierà.
Se intendiamo questa come obbedienza, allora che c'è di male?
Ma se lasciamo intendere che l'obbedienza è qualcosa di simile a ciò che si vede nel film di Pasolini "Salò", beh, mi sa che avete sbagliato neocatecumenato....

Anonimo nc ha detto...

Per Dubitans

Ci sono post sulle discussioni di aprile-maggio sul sacramento legato, e piu in particolare e' spiegato quanto chiedi. Non ricordo bene gli autori ma se ricordo bene erano Arbiter e Newgold

stephanos78 ha detto...

Sottoscrivo l'intervento di Lara.

Tra l'altro la risposta alla domanda del Post di apertura è: NO! Se c'è una cosa che il Cammino palesemente NON E'...è proprio la "scuola di Libertà"..

Di "libertà" nel Cammino non se ne parla nemmeno. La libertà personale e di discernimento è scoraggiata è vista AUTOMATICAMENTE cone esercizio razionalistico! Tutto ciò che esercita la Libertà Personale e le potenzialità del singolo è maledetto come inutile e strumento di Satana! L' Obbedienza richiesta e imposta agli adepti DEVE essere Cieca! Il Catechista è quasi una incarnazione di Dio, perchè non si discute: si ascolta! Nonostante anche evidenti errori e storture!

Il Concetto della Santa Obbedienza insegnato dalla Chiesa è totalmente falsato. La Gerarchia interna del Cammino è l'unica referente dell'Obbedienza! Questo perchè vanta DELEGHE da parte dei Vescovi! E perchè vanta la PRIORITA' sulla Scala Gerarchica a dispetto anche delle Norme Episcopali! Prima viene il Catechista; poi il resto!
Il Catechista è una figura che supera anche quella del Vescovo! Al Vescovo possono essere fatte domande, possono essere chiesti chiarimenti o si può addirittura entrare in dialogo su determinati aspetti della nostra Fede!!! AL CATECHISTA NO! E vorrei che qualche NC provasse a negarlo.

Il Tema delle Vocazioni è molto delicato e grave. E' vero. Trascuriamo troppo le singole persone SPINTE dalla atmosfera NC!
C'è una deformazione del modus in cui avviene una Vocazione!
VOCAZIONE: RISPOSTA A DIO DI UN SINGOLO UOMO! E solo tale risposta, che nasce dal Cuore di un Persona, attende di essere vagliata e magari sostenuta DA UNA GUIDA SPIRITUALE ECCLESIALE! CHE NON E' IL CATECHISTA MA UN PADRE SPIRITUALE! Il Catechista, nella CHiesa Cattolica, è una figura di supporto. Un Collaboratore nella pastorale i cui direttori sono i Sacerdoti Ordinati! E' un aiutante che si mette a disposizione per la formazione Cattolica di determiante categorie, a scelta del Sacerdote. Obbedendo al Sacerdote. Aiutando il Sacerdote. NON IN VECE DEL SACERDOTE! NON E' UN SUPPLENTE DEL SACERDOTE! NON E' UN VICE! NON E' UN PADRE SPIRITUALE!
Tutto ciò che invece accade in Cammino.
Il "Presbitero" è un "Presidente" di assemblea. Uno a cui è stato affidato un compito particolare nelle assemblee. Questa è la percezione che se ne ha in Cammino. E purtroppo anche in altri "Movimenti". Niente più che un "funzionario" a cui è stato dato un compito. Ma non diverso dagli altri. Per cui in Cammino si usa spesso chiamarlo "fratello presbitero"! Ma questa percezione viene da lontano. E dai trascorsi modernisti degli "Interpreti" del Vaticano II.

Pensiamo a tutti gli "alzati" e alla situazione di coercizione di fatto, anche se non percepita dagli stessi perchè ABITUATI, che è l'opposto di ciò che il Papa insegna...

stephanos78 ha detto...

Anonimo di ritorno dice:

"Il buon senso e l'obbedienza
Se un catechista nc, in quanto inviato dalla Chiesa nella persona del Parroco o del Vescovo, invita (e non ordina) un separato che convive a tornare a casa dalla moglie, se realmente ha intenzione di vivere cristianamente in un cammino di fede, è un abuso?"

Come volevasi dimostrare.

Un Catechista NC inviato (OVVERO APOSTOLO-->OVVERO VESCOVO. Sarà solo una coincidenza?) dal Parroco o Dal Vescovo?
Allora adesso mi vieni a dire che in una situazione di possibile mancato controllo (e io ho visto l'opposto) di tutte le comunità "periferiche" invece il Vescovo CONOSCE E MANDA iL Catechista NC! O il PARROCO CONCOSCE E MANDA il Catechista NC! MA PER FAVORE!
Per CONOSCERE un Catechista e fargli fare quello che in genere DEVE FARE UN SACERDOTE, non basterebbe UNA VITA! E soprattutto SOLO QUESTO sarebbe un enorme ABUSO!
Il Catechista NON PUO' SOSTITUIRSI A CRSITO! Non può prendere il POsto del PASTORE SACRO! E NON PUO' "INVITARE" NESSUNO A FARE NULLA CHE NON SCATURISCA GIA' DA QUEL CUORE! Questi "inviti" possono anche essere conditi da carezze.... Ma non è questo il punto! Il punto che si evita sempre di trattare sta nell' AMBIENTE creato e nei messaggi sottointesi!
Le parole di Kiko alle alzate sono ESSE STESSE UN ABUSO ABOMINEVOLE!
Sono parole che stimolano psicologicamente e fanno reagire! Sono un abuso appunto! Per cui chi non si "alza", se già "invitato" peggio, sarà oppresso da un senso di colpa IMMANE! ...Però i catechisti dicono che il senso di colpa non è da Cristiani. COSI' SALVANO LE APPARENZE! E questo gli permette di dirti, se lo fai notare, che sei tu che capisci tramite il demonio! Peggio che mai!
Così riduci al silenzio! ALTRO CHE INVITI!

I termini, l'ambiente, le "predicazioni" sono tutte dirette a determinati fini. C'è quella per "stimolare" vocazioni e quella per "stimolare" matrimoni...

Questo è un impianto di psico-setta..
Ed è lontano un miliardo di km dalla Libertà dei Figli!

Anonimo nc ha detto...

Per anonimo di ritorno

E' vero quanto affermi nel tuo post circa il cammino vocazionale e l'esempio che porti nella seconda parte del post "Buon senso ed obbedienza"

D'altra parte come dici, nessuno nel CN e' stupido a tal punto.

Personalmente ho 12 anni di cammino, e sono alla tappa della Redditio. Durante questi anni ho incontrato come dici tu anche tanto buon senso sopratutto nella gestione di problemi assolutamente delicati, ma anche non senso, che ti vado ad elencare (almeno in parte):

-celebrazioni rigorosamente a porte chiuse
-celebrare in sala anche quando la Chiesa e' libera
-non partecipazione di fatto alla vita parrocchiale
-non obbedienza alla lettera del Cardinal Arinze
-matrimoni in comunità, come se sposare un cristiano o una cristiana non nc costituisca un atto di stupidità estrema
-scrutini che di fatto rasentano o sono confessioni pubbliche
-assoluta trascuratezza riguardo al foro interno
-interpretazione spesso arbitraria della Parola (come quella che di alla redditio sulla parola piccoli)
-interpretazione spesso letterale della Parola non tenendo conto della lingua di origine e del contesto
-mistificazione tra decima ed elemosina
-Errata interpretazione del concetto di apertura alla vita e assoluta mancanza di catechesi sul concetto di maternità e paternità responsabile
-risonanze spesso al limite della decenza
-sostituzione del sacro (sacerdote con catechista)

Non dico questo a cuor leggero.
L'amore di Gesu ci custodisca in questo delicato lavoro.

mic ha detto...

Garbato, equilibrato, attento, Anonimo "di ritorno", ti riconosciamo.
Se tutto fosse esattamente come ci hai illustrato tu non ci sarebbe nulla da ridire.
Ma, guarda caso, proprio in questi giorni abbiamo avuto molte testimonianze difformi da n ostri amici spagnoli e da qualcuno di casa nostra, circa i criteri e i metodi che guidano la selazione dopo le "alzate".
Ci piacerebbe tanto che le cose stessero come dici tu che non hai fatto altro che dire quel che dovrebbe avvenire in un contesto sano e aperto... cosa che, conoscendo il Cammino, ci riesce difficile ipotizzare. Non per partito preso ma per i dati in nostro possesso...

Anonimo ha detto...

anonimo "di ritorno" a stephanos 78

Modera i caps lock....

stephanos78 ha detto...

I miei maiuscoli sono grida di dolore che non insultano nessuno...

stephanos78 ha detto...

se vuoi per evidenziare una parola e dargli risalto la metto in grasseto. La sostanza non cambia e le mancate rispote pure

mic ha detto...

Ricordo i post che citi, Anonimo nc, erano interessanti e profondi: ci aiuteranno, insieme a ulteriore documentazione, a trarre delle conclusioni possibili, che verificheremo insieme

stephanos78 ha detto...

Comunque Mic, io non sono d'accordo.
L'ambiente descritto dal lungo post di "anonimo di ritorno" non è per nulla sano. E' solo più "tenero" di quanto la realtà NC sia.

Non è sano che la figura del Catechista continui ad imperversare come una specie di "padre" a cui solo e soltanto si può essere neanche figli ma "schiavi"!

Il Catechista nella Chiesa Cattolica, che figura occupa?
Rispondiamo a questa domanda!

Anonimo ha detto...

ad anonimo nc

Metti sul fuoco molta carne...
-celebrazioni rigorosamente a porte chiuse
alla fine chi verrebbe...Comunque al di là della chiusura fisica delle porte, l'importante è che che non siano chiuse a chi vuol partecipare...Invita mic, stephanos78 e gli altri alla veglia pasquale! Invitali alla redditio o a fare le lodi cantate in gregoriano in parrocchia alle 6:00!
Invitali all'eucarestia o ad un pellegrinaggio!
Se poi li vuoi far partecipare agli incontri della tua comunità, accetteranno i tuoi fratelli di esprimere e raccontare le loro esperienze di fronte ad estranei? E' solo un rispetto della privacy che impone porte chiuse fisicamente. Ma a chi chiede...
-celebrare in sala anche quando la Chiesa e' libera
Penso che sia un rispetto per le altre realtà ecclesiali. Se no le persone possono pensare "si sono presi la chiesa!"..Grazie a Dio Papa Benedetto ha permesso che alcuni parrocchiani possano pure chiedere la Messsa in latino...E così non siano solo i catecumenti gli unici a chiedere l'eucarestia...
-non partecipazione di fatto alla vita parrocchiale
Beh, se dalle tue parti è così...Conosco tante realta in cui le comunità sono l'unica realtà laica da sfruttare..
-non obbedienza alla lettera del Cardinal Arinze
ma di dove sei? La cosa comincia ad intrigarmi...
-matrimoni in comunità, come se sposare un cristiano o una cristiana non nc costituisca un atto di stupidità estrema
????? Ma se alla tappa successiva alla tua mi risulta che coloro che hanno moglie e marito fuori dal cammino, sono invitati a vivere con il coniuge una vita cristiana fuori dal cammino (rosario, messa mattutina e domenicale in parrocchia) per non creare assurde divisioni. Il coniuge, come ben saprai, può frequentare la comunità quando vuole....Che tu mi dici?
-scrutini che di fatto rasentano o sono confessioni pubbliche
Ma di dove sei? Lo sanno i catechisti che c'è un foro interno in cui nessuno può entrare? Ma dove vivi a Salò?
-assoluta trascuratezza riguardo al foro interno
.......................
-interpretazione spesso arbitraria della Parola (come quella che di alla redditio sulla parola piccoli)
puoi postarla meglio?
-interpretazione spesso letterale della Parola non tenendo conto della lingua di origine e del contesto
può capitare, dipende anche dalle zone, dai catechisti..E' uno dei punti secondo me più deboli del Cammino. Ogni comunità dovrebbe essere seguita da un prete, come da statuto...Ma non ce ne sono a sufficienza..
-mistificazione tra decima ed elemosina
sono due cose diverse. Cosa vuoi dire?
-Errata interpretazione del concetto di apertura alla vita e assoluta mancanza di catechesi sul concetto di maternità e paternità responsabile
E no, mio caro...Qui casca l'asino. Postalo meglio questo punto. Perché so che a qualcuno che sfornava figli gli fu detto fin a che punto faceva la volontà di Dio e fino a che punto obbligava la moglie ad esser schiava della sua lussuria..Quindi mito dei neocatecumeni sforna-figli in frantumi....
-risonanze spesso al limite della decenza
Beh, alzati e dillo...Mica devono obbligare agli altri ad ascoltare per filo e per segno le elucubrazioni del proprio peccare...Ma ce l'avete un prete? E che fa? Presiede?
-sostituzione del sacro (sacerdote con catechista)
Ma da dove vieni?!!!

Mio caro anonimo nc, la tua testimonianza è una prova che il cammino non è una realtà monolitica, si va sfaldando mano mano che si va in periferia e che senza un accurato controllo del Parroco e del Vescovo è una realtà pericolosa per la fede di chi lo frequenta e di chi ne è fuori.
Il Cammino senza un controllo e una correzione gerarchica è una mina vagante. Però, laddove si creano situazioni equilibrate, grazie allo sforzo di parroci e ordinari, mi risulta che i frutti siano abbondanti...
Non sparate sul Cammino!!
Aiutate Kiko a condurlo!

Scrivete quello che non va o è contro gli statuti!
Costringete Kiko a musicare tutte e quattro le preghiere eucaristiche!
Per un Cammino migliore!!!
(scusa Mic mi sono perso alla fine...)

Fulcanelli ha detto...

"cari mic ecc..., invece di cancellarmi il commento del 6 set perche' non rivelate la vostra identita'?
dite la verita' siete due preti di "si si no no"? due dell'opus dei? due massoni? fate parte di qualche setta satanica?"

Decisamente cattedrale nel deserto Mic.
Non c'è niente da fare, non sanno discostarsi dal loro schema.
Viceversa, a me piace sempre entrare nel merito. Leggo qui una teoria secondo cui poichè le prove che superano i CN sono molto dure si pretenderebbe di dimostrare la bontà degli insegnamenti proposti proprio in base alla difficoltà delle prove. Mi esprimerò, ancora una volta, per esempi: nell'addestramento militare delle SS moriva circa il 35% dei cadetti. In base al ragionamento proposto, per analogia, si dovrebbe dire che la dottrina nazionalsocialista era conforme alla Verità.
Non ci siamo, non ci siamo proprio. Costui appare come pacato ma è più iena degli altri, perchè più freddo e lucido. Ho appena letto altri annunci e ancora nulla sugli insulti che vengono rivolti qui. Tipico degli estremisti il motto "o con me, o contro di me. Dici qualcosa contro il comunismo? Sei fascista! Dici qualcosa contro la destra? Sei comunista.
Basta, veramente basta, lo dico per voi vi state comprendo di ridicolo e dimostrate così la veridicità delle teoresi qui proposte.
PS
Non ho capito l'equazione Massoneria=Opus Dei=Satanismo. Forse non c'è nulla da capire.

Anonimo nc ha detto...

il catechista nella Chiesa dovrebbe essere un fedele
che fa qualcosa su espressa delega del Sacerdote, ma mai sostituirsi nella funzione di Pastore!
Nel Cn il catechista e' assimilato ad un profeta e all'espressione padre nella fede!
Ma d'altra parte questo non deve "scandalizzare" perche' lo stesso Kiko e' laico e conseguentemente
il CN e' un ordine monastico laico i cui veri sacerdoti sono i catechisti.

Anonimo nc ha detto...

caro anonimo di ritorno, sperando che anche tu non sia un tocca e fuga del blog, come tanti altri fratelli nc, ti rispondo stasera dopo cena perche' ora si va agiocare a pallone con i figli.
Ti dico solo che la tappa a cui alludi la Traditio viene prima della Redditio.
Nella celebrazione eucaristica sono piu importanti le risonanze o la celebrazione stessa?
il cardinal Arinze fa parte della Chiesa protestante?
A stasera

Anonimo ha detto...

anonimo"di ritorno" a stephanos78

Scusami, ma non capivo la tua sofferenza..
Nella Chiesa esiste un principio che sicuramente qualcuno sul blog conosce e saprà indicarcelo con maggior precisione e chiarezza. Se il Vescovo non può esercitare la sua missione invia un suo sostituto o vicario. Il parroco viene incardinato sul territorio e, in quanto inviato dal Vescovo, battezza, sposa etc. Il parroco può affidare alcuni servizi ai laici quali il servizio all'altare, la comunione ai malati, la catechesi.
Il catechista nc opera e agisce in quanto depositario di un mandato che gli garantisce di agire all'interno della Chiesa, inviato dal Parroco e dal Vescovo. Fuori di questo mandato, non si fa nulla. Si chiude il Cammino nella parrocchia, non si evangelizza perché non ha senso cristianamente parlando, non c'è un mandato della Chiesa, non c'è più catechista, salmista, ostiario etc...Nulla senza l'approvazione della Chiesa.
E capisco che per molti di voi è astruso quello che dico perché avete una esperienza del cammino limitata a delle realtà singole che correlate fra loro danno un risultato orripilante, in contrasto con la pompa kikiana e quanto la gerarchia opera.
Sì, i super catechisti ci sono, kiko fa gli "show" (lo dice lui stesso), ci sono abusi, ma la realtà complessiva non è così malvagia. Ma un Padre Livio perché mai si dovrebbe schierare per i NC, se non avesse visto frutti o conosciuto il cammino?
C'è del marcio in Danimarca...E portiamolo fuori, ma con il beneficio d'inventario e la presunzione di innocenza...
Ma credete che 100.000 giovani vanno a sentire kiko solo per un fenomeno di massa o perché non stanno provando una esperienza mistica libera?
Avete mai incontrato e parlato con una suora di clausura proveniente dal cammino? Che esperienze, che pace e, soprattutto, che libertà!!!
MIC organizza un pellegrinaggio in un monastero dove sono monache di clausura che venivano dal Cammino, che si sono alzate in questi mega-raduni!!!
Ciao: mi aspetta una bella pasta e fagioli di cui da un pò sento l'odore e benedico il Signore per quanto ha creato e per la sua provvidenza!

Niente da fare: a volte si è in una foresta e a chi ti chiede "Sei in una foresta", gli rispondi "no. Vedo solo un albero"....

Anonimo ha detto...

da anonimo "di ritorno" ad anonimo nc

Non sono neocatecumeno.
Hai ragione, era la traditio.
Ma non mi hai detto di dove sei.
Ci sentiamo stasera, dopo l'Eucarestia.....
Ora, sento anche l'odore di una cotoletta di pollo al curry....
Buon appetito!!

rs ha detto...

Libertà e movimenti è un tema importante e la chiave del discorso è la citazione di San Paolo richiamata dal Santo Padre:
"E voi non avete ricevuto uno spirito da schiavi per ricadere nella paura..."

Allora, c'è libertà nei movimenti?

Io direi: tutto sommato sì, ma si tratta pur sempre di una libertà vincolata e condizionata, molto lontana da un autentico spirito di libertà inteso come adesione senza condizionamenti e interferenze alla propria fede.

Se nei movimenti in genere vige questa libertà condizionata, per le esigenze di controllo del potere interno, nel Cammino, che è particolare e sui generis, essa è ancora più precaria e condizionata, stratificata e ripartita a vari livelli a seconda delle responsabilità.

Nessuno è veramente libero nel Cammino, neppure lo stesso Kiko, il quale è vincolato a un dover essere causato dalle stesse attese che provoca e suscita nei suoi adepti.
Il Cammino è come una spirale avvitata su se stessa, dal vertice alla base.
Al di sotto di Kiko, una pletora di responsabili e catechisti si muove ed opera in un clima condizionato dalle sue rigide direttive.
Ancora più giù, i semplici adepti vivono la contraddittoria condizione in cui si mescolano l'euforia di far parte di un progetto direttamente ispirato dallo Spirito Santo, come proclama il loro santone, ai timori e frustrazioni indotte dagli scrutini, passaggi, selezioni, decime obbligatorie, ecc.

Dunque, se i movimenti in genere sono scuole di libertà molto limitate e parziali, il Cammino lo è pochissimo, praticamente per niente, essendo un meccanismo predisposto per reclutare, formare, fidelizzare, irregimentare senza alcuna possibilità di contestazione o discussione nè delle metodiche nè tantomeno dei 'princìpi' emanati dai fondatori.

Gesù Cristo, nella sua qualità di sommo Maestro, lasciava che tutti, inclusi i suoi discepoli, si ponessero e gli ponessero quesiti e domande anche radicali, per poi illuminarle tutte con la propria divina saggezza e discernimento.

Nel Cammino, contrariamente e diversamente dall'esempio di Nostro Signore, il verbo dei capi non è nè discutibile nè contestabile: ci si può solo piegare e sottomettere assolutamente.
Ogni atteggiamento contrario comporta la riprovazione, l'accusa più iniqua e infine l'allontanamento dal Cammino.
Aspettiamo, dunque, i sofismi e gli arrampicamenti sugli specchi del neocatecumenale evoluto di turno, il quale ci risponderà con bronzea faccia tosta che nel Cammino vi sarebbe 'libertà'...

Anonimo ha detto...

anonimo "di ritorno" a rs

Carissimo, la sai la storia di Sant'Anselmo e dell'obiezione del monaco Gaunilone?
(da wikipèdia) Gaunilone (XI secolo) è stato un filosofo e un monaco benedettino dell'abbazia di Marmoutier, vicino a Tours.

Gaunilone divenne famoso per avere criticato, nel suo Liber pro insipiente (1070), la prova ontologica dell'esistenza di dio proposta da Anselmo d'Aosta. Contestando la relazione tra pensiero e essere, Gaunilone sostiene che non si può dedurre l'esistenza di un oggetto pensato per il solo fatto che esso esiste nella nostra mente. In particolare propose l'argomentazione secondo la quale, a partire dal pensiero di un'isola perfetta non si può dedurre l'esistenza dell'isola stessa. Questa argomentazione era stata proposta per confutare la tesi anselmiana che affermava l'esistenza di un essere supremo per il solo fatto che esso è "ciò di cui non si può pensare nulla di maggiore".

Ora su questo blog molti hanno una idea del Cammino che sembra loro perfettissima. Ma io vi dico: andiamola a verificare, non sillogizzate solo, ma per quanto possibile, verificate quanto andate affermando.

Scusatemi: sento che il caffé è pronto!

mic ha detto...

"????? Ma se alla tappa successiva alla tua mi risulta che coloro che hanno moglie e marito fuori dal cammino, sono invitati a vivere con il coniuge una vita cristiana fuori dal cammino (rosario, messa mattutina e domenicale in parrocchia) per non creare assurde divisioni. Il coniuge, come ben saprai, può frequentare la comunità quando vuole....Che tu mi dici?"

lui ti dice quello che è vero e che consta anche a tutti e che tu cerchi, senza riuscirci, di far apparire contradditorio!!! E' evidente che i casi di matrimoni andogamici riguardano le coppie non ancora formate prima di aderire al cammino!
L'affermazione era più che pertinente! Sei tu che fai apparire come assoluta una realtà solo parziale! E non puoi che farlo in mala fede: l'intento è chiaramente apologetico e non rispettoso della verità...
Conosco casi dolorosissimi di separazioni forzate per mancata adesione di uno dei due coniugi al cammino, con drammi esistenziali e vite distrutte, figli che incontrando il padre non lo salutano dandogli dell'indemoniato solo perché non ha aderito al cammino e lo hanno rinnegato al punto da non andarlo a trovare in ospedale in occasione di inteventi che mettevano a repentaglio la sua vita!!! Ma che mi vai cianciando!!! Anche queste sono tra le divisioni dolorose e laceranti che genera il cammino... altro che quadretto idillico delle lodi e del rosario in famiglia: il coniuge dissidente è un nemico da odiare (sic) e da considerare "morto" per la salvezza spirituale di chi vuol dontinuare il percorso gnostico neocatecumenale!!!!
E non sono casi sporadici che kiko non conosce, perché questa prassi nasce dalla sua predicazione!!!!

mic ha detto...

"Scusatemi: sento che il caffé è pronto!"

Bravo! vatti a prendere il caffè a a cercarti qualche altra citazione dotta con cui confondere le acque!!!

mic ha detto...

"Gaunilone sostiene che non si può dedurre l'esistenza di un oggetto pensato per il solo fatto che esso esiste nella nostra mente."

affermo e ribadisco per la milionesima volta che quanto denunciamo del cammino NON ESISTE SOLO NELLA NOSTRA MENTE, è entrato nella nostra mente e nella nostra coscienza e, purtroppo, nella Chiesa proprio perché esiste e il problema non è che esiste ma che esiste così com'è!!!!

Sei tu che dovresti andare a verificare come ci si comporta e come si vive in contesti che sono vere "scuole di libertà" e non pseudochiese totalizzanti, noi abbiamo verificato abbastanza!!!!

Anonimo ha detto...

anonimo "di ritorno" a anonimo nc

la decima è segreta e resta nell'ambito della comunità.
Non serve neanche per l'elemosina e per i bisogni della parrocchia.
In che senso parli di decime obbligatorie?
In un certo senso, l'eucarestia è un esplosione di berakoth, di benedizioni in ogni sua parte. Logico che se si eccede oltre lo spazio della singola parte si perde quell'equilibrio e allora una eucarestia può diventare una penitenziale (cioè invece di esultare ci ci immiserisce e si fa come Pietro che invece di guardare il dolce sguardo di Gesù guarda le onde e affonda).
E' chiaro che il momento eucaristico è peculiare rispetto alla liturgia della Parola, ma che senso ha un eucarestia solo con la Consacrazione? Persino quando si porta ai malati l'eucarestia, si fa una piccola liturgia della Parola...
Ora se ti angustia che le risonanze rubino molto tempo è perché o sono formali e sterili o perché tu sei come il bambino stolto dell'Haggadà, cioè hai creato una barriera tra te e gli altri, non ti interessa quello che prova l'assemblea, giudichi le persone etc...Eppure la Messa ha bisogno di un assemblea, fosse pure di un chirichetto.
Eccedere no!
Ma che scherziamo?
La risonanza non deve far perdere il ritmo della celebrazione o essere fuori contesto. Spetta al presidente intervenire.
In ogni caso anche nel cammino il momento eucaristico è centrale.
E senza l'eucarestia che fanno i catecumeni? Togli l'eucarestia a delle comunità vedrai che dopo poco le comunità scompaiono."Senza di me non potete far nulla".
A molti del blog, vorrei tanto parlare della devozione mariana nel cammino, dell'adorazione del Santissimo,
della preghiera delle Ore, cose che sembrano non esistere nel vostro modello di Cammino Nc e che sono invece i cardini ed il senso della vita spirituale del cammino NC.

mic ha detto...

"Niente da fare: a volte si è in una foresta e a chi ti chiede "Sei in una foresta", gli rispondi "no. Vedo solo un albero"....

faresti bene a ringraziare il Signore per chi ti prepara i lauti pranzetti, il profumato caffè e ti consente di usare la tua cultura al servizio di una realtà così deleteria per la Chiesa. Se non sei NC, vedo che ti hanno comuqnue ben accalappiato!!!
Probabilmente sei uno di quei sacerdoti che dicono che "comunque il cammino fa del bene alla Chiesa" e non sanno di cosa stanno parlando e mi fanno rabbrividire. Solo che tu invece sembri saperlo; devono averti svelato un Arcano di quelli irresistibili!!!

Viator ha detto...

oh, gente, è sparito Luiz e ne è arrivato un altro evoluto come lui, che dialettica... è vero che "a volte ritornano" ed è tornato ben intenzionato!!!

mic ha detto...

"E' chiaro che il momento eucaristico è peculiare rispetto alla liturgia della Parola, ma che senso ha un eucarestia solo con la Consacrazione? Persino quando si porta ai malati l'eucarestia, si fa una piccola liturgia della Parola..."

ma vah!? Comunque più che liturgia della Parola la Chiesa stabilisce una piccola penitenziale col Confiteor e l'Agnus Dei, che avete relegato in soffitta buttando via la chiave...

Anonimo ha detto...

anonimo "di ritorno" a mic

Ma Mic tu conosci questi fatti? Pubblicali, denunciali!
Ma se continui a dire "io conosco..."
Quantifica le segnalazioni.
Appura le circostanze.
Lo sai che se ci sono casi di violenza grave è la stessa Chiesa che autorizza la separazione del coniuge e dei figli.
Io ciancerò pure, ma tu rischi di cianciare con me se non conosci entrambe le campane.
Con l'aggravante che getti discredito sulla Chiesa, sul Cammino e su persone che stanno soffrendo.

Hai sentito l'agnus dei di kiko?
Insistiamo così musica il confiteor..
Hai ragione: è l'eucarestia è qcosa di meraviglioso in ogni sua parte...
E calmiamoci, che l'amaro ancora non l'ho preso...

mic ha detto...

"E senza l'eucarestia che fanno i catecumeni? Togli l'eucarestia a delle comunità vedrai che dopo poco le comunità scompaiono."Senza di me non potete far nulla"."

secondo kiko scompaiono senza la sua celebrazione show che fa ritrovare "l'allegria" e non è la Presenza del Signore che fa la comunità, ma tutto l'armamentario e lo stile e le tappe e le magagalattiche invenzioni kikiane!

mic ha detto...

"Lo sai che se ci sono casi di violenza grave è la stessa Chiesa che autorizza la separazione del coniuge e dei figli."

nei casi citati da me la violenza è stata fatta dal cammino NC e dai suoi catechisti con la connivenza silente e acquiescente del cosiddetto presbitero di turno!

Non tirar fuori i casi di separazione, dolorosi ma necessari, che non hanno nulla a che vedere con la fattispecie di cui ho parlato!!!!

mic ha detto...

"Ma Mic tu conosci questi fatti? Pubblicali, denunciali!"

sono stati già denunciati con tanto di nomi cognomi indirizzi e speriamo che servano!!!

mic ha detto...

"Io ciancerò pure, ma tu rischi di cianciare con me se non conosci entrambe le campane.
Con l'aggravante che getti discredito sulla Chiesa, sul Cammino e su persone che stanno soffrendo"

tu forse starai cianciando, visto che dici di non essere NC e quini parli solo per sentito dire o per aver visto quel che ti hanno fatto vedere. Noi stiamo parlando di quel che abbiamo sperimentato e su cui ci siamo cofrontati con sacerdoti, nella Chiesa, e fatto discernimento. E abbiamo visto e sentito abbastanza per inorridere e impegnarci a fare del nostro meglio

mic ha detto...

il discredito sulla Chiesa non lo getto io ma quei pastori infedeli, quei cani muti, quelle sentinelle addormentate, che faranno parlare le pietre!!!!

Anonimo ha detto...

da anonimo "di ritorno" a mic

Bene, crea una sezione del blog o del sito denunciando i fatti, localizzandoli e individuandoli cronologicamente. I nomi non servono e cura la privacy in modo da non aggiungere pena a pena.
Ma di queste cose, pensi che non accadano in altre realtà della Chiesa?
Spiegami cosa intendete per evoluto e se è un blog aperto al dibattito o pronto a relegare in angolo chi ha da dire cose che non corrispondono alle vostre.

mic ha detto...

Qualunque suggerimento è bene accetto; ma ti consiglierei di abbandonare il tono perentorio...

"Ma di queste cose, pensi che non accadano in altre realtà della Chiesa?"

No non mi risulta! In ogni caso non accadono certo negli stessi termini e per le stesse ragioni
E' chiaro che nella Chiesa ci sono tante imperfezioni ed errori, ma il cammino nc è un "unicum" che fa storia a sé ed ha una casistica tutta sua...

mic ha detto...

"Spiegami cosa intendete per evoluto e se è un blog aperto al dibattito o pronto a relegare in angolo chi ha da dire cose che non corrispondono alle vostre."

mi sembra che sono ore che ti è stato dato spazio, tempo e nessuno ti ha relegato in un angolo... la spiegazione sei in gradi di dartela da solo, immagino, comunque per "evoluto" intendiamo chi non si limita a dare la sua personale impressione su quanto il cammino gli fa bene e non interviene con insulti e sguaitae insofferenze.
In ogni caso non abbiamo ancora incontrato nessuno abbastanza evoluto dall'astenersi dall'apologia e dal rispondere con argomenti non generici o costruiti ad arte alle nostra tantissime e circostanziate domande

stephanos78 ha detto...

Anonimo di ritorno.

Forse ci frequenti da poco.

Le nostre prese di posizione non sono frutto di sillogismi e men che meno di "reazioni" a posteriori. Come anche non sono frutto di "analisi superficiale della situazione". Troppo spesso per mitigare la portata degli abusi legati al CNC molti "moderati" come potresti essere tu (o moderatori) blandiscono per riportare il discorso ad una "soluzione di compromesso" che salvi la "capra" del CNC con i "cavoli" dei cosiddetti "critici". Fra cui noi, ovviamente.

Ma non è così che si può risolvere un problema evidente e non immaginario quale quello sollevato dal Cammino. Il quale non ad opera di "transfughi" (in teoria noi), nè di "persecutori" (teoricamente sempre noi), si pone ala Chiesa. Ma per diretta esperienza ed insegnamento di interi Episcopati, di singoli Vescovi, del Papa.
In questo contesto si aggiunge anche la Testimonianza di tanti fratelli, come noi. Testimonianza verace e provata. Per cui non assimilabile a quella categoria di "comodo" che hai inserito: l'ingovernabilità parziale di realtà marginali. Non tuto è governabile. Per cui non tutto può essere "corretto". Questa categoria è reale quando si è in presenza di un fatto che allontana la realtà dai Principi buoni cui dovrebbe obbedire. I Principi, nel Cammino, sono già distorti in partenza. Senza andar a scomodare gli "Orientamenti", la nostra esperienza nelle Catechesi e negli scrutini, la diversità della prassi NC da quella Cattolica, c'è un documento, PUBBLICO E INCONTESTABILE che certifica la diversità sostanziale del Cammino dalla Chiesa: la Lettera dei Fondatori del CNC al Papa! Tale lettera è stata distribuita anche al sottoscritto, come una specie di gagliardetto, e come la "vittoria" del CNC. Solo dopo quella lettera E NON PRIMA in Comunità si è operato qualche cambiamento. Peraltro marginale e OBBEDIENTE A KIKO. Quello che Kiko concede, una comunità PUO' darlo. Può. Non DEVE. Infatti Kiko ha concesso la ripresa delle Rubriche del Messale. E quello nella mia COmunità è stato fatto. PUNTO. Altra concessione non ce n'è! Quello è per il Cammino "realizzare con gioia le norme del Papa"! Per cui, chi in comunità è in una situazione del genere, su assicuraizone dei catechisti conclude: Kiko ha risposto al Papa e noi facciamo quello che Kiko dice. Quello che Kiko dice è obbediente a quello che ha chiesto il Papa! Kiko, quindi obbedisce al Papa. La mia Comunità pure. Noi obbediamo al Papa! Anche quando a dicembre vi alzerete in piedi per ricevere il Corpo del Signore. Ecco. Abbiamo obbedito. Con questo siamo perfetti! Siamo in linea. Voi pensate che le modalità di "obbedienza" siano frutto di "compromessi" con la Curia che "concede". Questo anche quando la Lettera di Arinze è stata scritta in modo da non poter dare adito a compromessi! Perchè? Perchè Kiko dice così! Perchè altrimenti ti sostituisci ai "superiori".
Voi vi accontentate delle forme. Per cui non vi interessa se la Lettera e il Papa dicono A+B+C+D. E voi fate A e C. E invece di D fate F. Questo è politichese. E' un modo per dare un colpo al cerchio e alla botte. Qualcosa che permetta di rimanere nell'ambiguità.
Da Cattolico io non mi sono accontentato della Ambiguità. Che è un fatto respinto dal Cattolicesimo stesso! La chiarezza è richiesta da Gesù e dal suo Vangelo. E non essere doppi nel parlare?
Quindi: il Catechista, a norma del diritto, non può essere "inviato" da nessuno a fare nulla che compete i Sacri Pastori. Per cui non può supplire a loro e non può esercitare il Governo che è loro proprio. Può dare una mano, conferire con loro, dare un parere. Ma non ha nessuna facoltà e nessun MANDATO particolare dal Vescovo o dal Parroco. Il mio Parroco conosceva di vista i Catechisti che conferivano con lui ogni tanto e lo stretto necessario. Non li ha "mandati". Quello che ha fatto è consentire il Cammino in Parrocchia. Ma questo non implica in automatico tutto il resto! E non investe di compiti Sacerdotali i catechisti.
I Catechisti Cattolici non possono governare nessuna comunità o gruppo. Non possono sostituirsi a nessuno e soprattutto non eseguono il vaglio vocazionale. Questo è un fatto a norma del Diritto Ecclesiale.
L'altro fatto è che Kiko nella citata Lettera al Papa ha dichiarato apertamente che la SUA Eucaristia NON E' quella Celebrata dalla Chiesa. La Chiesa Celebra, con il Sacerdote Ordinato che agisce in persona di Lui, offrendo il Sacrificio Perfetto, Vivo e Santo. La Pasqua di Cristo, ovvero la Passione, Morte e Risurrezione del Signore. Kiko fa celebrare il Banchetto Escatologico. Fatto secondo i suoi dettami Liturgici.
Lex Orandi, Lex Credendi. QUindi, il Cammino ha un Fede diversa.

lara ha detto...

POTREBBERO essere 'anche' belle le parole dell'anonimo 11.42, quelle del 'percorso' ... se tutto ciò non fosse portato avanti sotto manipolazione e controllo della persona, cosa che ha tenuto (certamente) oculta ...

La scopo di fronte a queste 'chiamate' sono di portare la persona ad occupare qualche luogo/ruolo che sia un TORNACONTO per il cn stesso ( sennò non serve) questo alla luce non è cosa onesta. Poi si può far di tutto, ma alla luce non è cosa onesta.

Chiama la attenzione le così POVERE SCELTE che OFFRE (in questi casi) il cn dove far SVILUPPARE le PIU GRANDI RICCHEZZE che possano covarsi dentro un individuo.

Ma, è possibile che Dio che ha avuto una così grande fantasìa nella creazione , una gran fantasia nel creare il nostro corpo, perfetto in ogni dettaglio ... ma è possibile che, uno che lo ama e vuol conoscere e fare la Sua volontà , Dio in questi casi sia così cattivo da limitare questa volta la Sua fantasia? E ci voglia offrire così poco? Ci limiti il luogo dove servirlo, la scelta della persona a cui amare, o ci limiti il luogo dove servire nel mondo? E possibile? NO!

Perciò, solo il fatto che il cn voglia ACCANIRSI a fare queste 'richieste di vocazioni' chiama la attenzione. Cosa vuol far vedere il fondatore? Che lavora (??!!)? Che si muove?? ....

Riuscisse a capire che proprio quel che ci vuole è che smettesse di lavorare (inventare, affaticarsi, redattare, chiamare, costruire, viaggiare ...) e restare fermo!

Non ci c'è bisogno delle sue richieste di vocazioni o chiamate. Se questo fosse cosa buona da fare non dovrebbe caso mai essere compito del Santo Padre? Invece non lo abbiamo visto mai, ... (che questo faccia riflettere)

A Loreto il Santo Padre si è soffermato alla musica ... Impariamo ad educare le orecchie e a riconoscere quando due melodie non solo sono diverse, ma opposte!

Gert ha detto...

confesso...non riesco proprio a seguire fino in fondo post così lunghi.E' un mio limite.

Viator ha detto...

magari ce ne fossero tanti di post lunghi come questo, sentito e pieno di contenuti

viator ha detto...

intendevo dire come questi, in particolare gli ultimi due, che non sono certo la kilometrica danza delle parole di Luiz!

rs ha detto...

Anonimo di ritorno,
per onestà avresti dovuto anche citare, visto che ti piace ricorrere alla citazione dotta per obiettare alle riflessioni critiche sul Cammino, che alla confutazione di Gaunilone, peraltro riportata dallo stesso S.Anselmo nel suo Proslogion, il santo rispose che non si potevano porre sullo stesso piano Dio e un'isola, poiché questa prova è applicabile alla perfezione massima, ovvero Dio stesso.

Comunque, hai dimostrato esattamente la faccia tosta che ci si attendeva: scomodare addirittura le teorie sulla prova ontologica dell'esistenza di Dio, cui si sono messe alla prova intelligenze ben più grandi della tua (e della mia) per obiettare alle critiche al Cammino!

Intanto, non hai risposto come al solito all'argomento principale, e cioè che nel Cammino non vi è libertà.
Al massimo vi si trova unicamente la libertà di Kiko di decidere ciò che più gli aggrada in tema di dottrina, di catechesi, di catechisti, di catecumenato, ecc. senza nessunissima possibilità di poterlo discutere o contestare.
Ma è la stessa libertà di cui hanno sempre goduto tiranni, monarchi assoluti e santoni a capo di sette religiose: una libertà falsata e priva di verità, esercitata in disprezzo della volontà degli altri.

lara ha detto...

LA "RACCOLTA" di Loreto.

E' vero che c'è chi semina e un'altro che raccoglie!

Questo non è un problema mentre il tutto accade nella stessa DIMORA DI DIO, quando un parroco semina ed a raccogliere è il suo sucessore. Lo stesso può accadere con un vescovo e la sua diocesi.

Ma quando a seminare è propio il Santo Padre ed a voler raccogliere è "uno che sta fuori" "e non si sa ...?"

Quel 'raccolto' , DOVE VA?

Anonimo ha detto...

da Anonimo "di ritorno" a un pò tutti

Dopo un bel pranzo, una pennichella e poi torniamo dai compagnucci di merenda che...nel frattempo m'hanno una pezza...Toni perentori, faccia tosta...oh,ma da che riformatorio venite? Si sta a fare le pulci al cammino così tra noi, eppoi voi le fate a me?
Se io sono un nc evoluto (per quanto abbia detto che non sono un nc), significa che rispetto a un nc sono di una razza superiore mentre voi siete il massimo dell'evoluzione della specie. Io reputo kiko un fessacchiotto, kiko è un nc,quindi,io sarei un fessacchiotto evoluto al pari di luiz e qualc'altro. Ma voi siete l'evoluzione della specie dei fessacchiotti: o siete dei geni o dei fessacchiotti superevoluti. 'Sta genialità mica l'ho vista, mi dite allora di che razza siete?
La libertà nel Cammino esiste come può esistere in un monastero di clausura.
Cosa s'intende per libertà nel vostro blog?
Fare i **zzì propri? Ma neanche nella Chiesa è così....
Se voglio andare nei Focolarini, agirò come nello spirito dei seguaci di Chiara Lubich. Se voglio fare il neoc., qcuno mi farà capire che non è aria. Lo stesso, se fossi un Saveriano e di missione non ne voglio sentire parlare, qualcuno mi inviterà a riconsiderare le mie scelte.
Se a qcuno non piace il cammino neoc. prende e se ne va, sbattendo la porta o no ...Ma che, si è cristiani solo appresso a Kiko?

Satis est!

mic ha detto...

"Se a qcuno non piace il cammino neoc. prende e se ne va, sbattendo la porta o no ...Ma che, si è cristiani solo appresso a Kiko?"

questo è quello che diciamo anche noi... ma vaglielo a dire a kiko & C. e a tutte le persone a cui lo fanno credere!

Quanto allo stadio evolutivo della nostra o della tua razza non la farei così drammatica...
Vere satis!

lara ha detto...

Raduno dei nc a Loreto e le " SUE CHIAMATE DI VOCAZIONE " (??!!)

Veramente sono molto dispiaciuta per quella parte di ragazzi che , dopo l'incontro con il Santo Padre, non hanno fatto subito il viaggio di rientro a casa, e si sono soffermati ad altri tipi di incontri, che hanno distolto l'attenzione di quello che doveva essere L' UNICO.

Questi ragazzi non hanno avuto la stessa sorte di altri, quella di fare un rientro sentendosi sussurrare ancora nelle loro orecchie le parole che il Santo Padre ha rivolto loro, ma sono state coperte da altri di tono molto diverso.

Ma quale sono le vere intenzioni dei capi del cn nel voler radunare (sistematicamente) i loro seguaci SUBITO DOPO ad ogni INCONTRO SPECIALE che fa il Santo Padre? Forse quella di voler aggiungere qualcosa? ... Al Santo Padre ,che con cura prepara ognuno di questi incontri, non credo assolutamente che ci sia bisogno che qualcuno aggiunga qualcosa. Però a quanto pare, per i fondatori del cn questo non è così. Altrimenti " lascerebbero" al Papa l'ultima parola.

lara ha detto...

Raduno dei nc a Loreto e le " SUE CHIAMATE DI VOCAZIONE " (??!!) 2

Conoscendo il cn ed il modo nel quale si sviluppa, non è molto difficile vedere in tutto ciò una chiara e pericolosa strumentalizzazione. Specialmente quando in questi incontri ci ritroviamo di fronte a un tema così delicato come quello della 'vocazione'. Forse un modo di 'approfittare' dal precedente incontro e di raccogliere i frutti che a lui non appartengono e fargli propri.

E fanno passare questi quasi come miracoli avvenuti per mezzo loro, grazie al mezzo o marcoingenio che hanno inventato. .

Ma si è visto mai che alla fine di una convocazione con i fedeli il Santo Padre abbia fatto qualche 'chiamata di vocazione? QUANDO MAI ? Quando mai abbiamo visto cosa del genere? ...

lara ha detto...

Raduno dei nc a Loreto e le " SUE CHIAMATE DI VOCAZIONE " (??!!) 3

Il Santo Padre convoca e semina nel cuore di ogni uomo che lo ascolta. NON TRATTIENE!! ma, diversamente, lascia andare in libertà e confida che al momento giusto porterà frutto. AL MOMENTO GIUSTO!

Non è che faccia un controllo "ORA" per vedere com'è andata la sua evangelizzazione "ORA" ! Modo questo invece, che di solito 'sceglie' di portare avanti il cn. Martellando con l'ora, minuti e secondi del tempo presente, facendo credere che il Signore passa ora e mai più, volendo quasi limitare la visita del Signore nella vita di ogni individuo.
Il Signore passa ora, domani, dopodomani, il mese prossimo, l'anno prossimo, fino alla fine del mondo passerà!. Questo invece si, è ORA che i capi nc sappiano!

lara ha detto...

Raduno dei nc a Loreto e le " SUE CHIAMATE DI VOCAZIONE " (??!!) 4

Non credete che una vocazione può nascere sì dall'ascolto (da un SANO ASCOLTO!) che si annida in silenzio nel cuore e lentamente sarà il Signore stesso a farla fiorire? ... "LEN -TA- MEN- TE" e non sotto il martellamento con quel "ORA ... ORA ..." che il Signore passa ORA ...
Perchè? Ma pensano veramente che il Signore possa scappare? ... Mi sembra che siano altri i signori che abbiano fretta e devono scappare.

Cosa vuol dire sennò una frase come quella detta da kiko in tale incontro "Devi forse aspettare che tua madre muoia di cancro? Ora! Ora è il momento favorevole!” ... Non crea questa soltanto suggestione? e spingere a dire SI a chi ci sta soltanto spingendo a farlo? .... Ora Cristo passa in mezzo a voi, e dice ‘Ho bisogno della tua bocca ... per annunciare la " luce della verità’" (??!!!) .

Edd è sotto questo contesto di pressione psicologica che si chiede quel "SI" come ha dato Maria ......

lara ha detto...

Raduno dei nc a Loreto e le " SUE CHIAMATE DI VOCAZIONE " (??!!) 5

Ma il più grande dolore di quanto detto prima, è che il tutto accada davanti a tanti che, ben dovrebbero ricordardare che Dio ha inviato un "ANGELO" a Maria a raccogliere quel "SI" e non uno spaventapassero!

Se il signore ora, se il signore ora ... scusate ma qui, di quale signore si parla?
Il SIGNORE è uno solo che lascia in libertà, non pressiona e non usa tali modi e termini.

Ma questi si(purtroppo) sono tipici di un'altro sig.

kirikiki' ha detto...

Cara lara mi ricordi la convivenza dello shema'.
Dicevano nella catechesi infatti che il Signore sta passando oggi e ora, e vuole una tua risposta. Dopo la parabola delle vergini dicevano:" Non essere come quelle 5 vergini che rimasero senza olio per le loro lampade e dovendo andare a procurarsene trovarono la porta chiusa! Il signore passa oggi e se non hai abbastanza olio troverai la porta chiusa e rimarrai fuori! Il Signore ti dira' che non ti conosco!" La stessa sera durante la messa sapete quale era il vangelo? QUELLO DEL FIGLIOL PRODIGO! DIO CHE ACCOGLIE SEMPRE E COMUNQUE, E NON CHIUDE MAI LA PORTA PER CHI VUOLE ENTRARE A CASA SUA.
Di questa liberta' stiamo parlando caro anonimo "di ritorno". Liberi di dire a Dio oggi che voglio quello che mi spetta e andare per i ...zi propri. Liberi di capire la nostra c...ta e in PIENA LIBERTA' decidere di tornare dal Padre SAPENDO che ci accogliera'. Questa e' la vera liberta' che la Chiesa proclama. Infatti Gesu' disse al ricco: "SE vuoi essere perfetto lascia tutto e seguimi" Non gli disse vieni e seguimi ma SE vuoi. Hai mai notato il CONDIZIONALE? Gli dice proprio SE!!!!!!! Dio ha creato l'uomo in liberta'. Lo fa vivere in liberta'! Lo chiama in liberta'! Se questo non fosse vero non si capirebbe perche' Eva ed Adamo mangiarono la mela. E allo stesso modo non si capirebbe il FIAT di Maria Vergine.
Questa e' la differenza tra CN e la vera fede della Chiesa . Avete negato la liberta' dei cristiani con pressioni psicologiche distorcendo il significato del Vangelo a vostro piacere e convenienza. Vi siete sostituiti al Signore dando un diverso significato alle sue parole perche' vi fa comodo! "IL SIGNORE TI CHIUDERA' LA PORTA E TI DIRA' VAI VIA CHE NON TI CONOSCO" Ecco cosa pensa kiko della parola del Signore. Tardotto vuol dire Se non fai il cammino come si deve o peggio ancora se esci dal cammino il Signore un giorno chiudendoti la porta ti dira' "non ti conosco"
Tieniti ai fatti caro mio e lascia stare S.Anselmo!

lara ha detto...

Raduno dei nc a Loreto e le " SUE CHIAMATE DI VOCAZIONE " (??!!) 6

Se ancora non si è in grado di distinguere le melodie, e si vuol educare l'udito al 'sano' ascolto per poi essere in grado da distinguerle ... bisogna assolutamente che si abbandonino certi tipi di ascolti. Altrimenti l'udito non si sanerà e sarà sempre il tutto un misto di suoni che non si sa distinguere da dove viene ne dove va.

Un pò come tenere la radio accesa a tutto volume, insieme ad un cd e ad una cassetta. In ognuna di essa una musica diversa, per poi stordirci soltanto.

Bisogna ascoltare una! E ascoltarla bene. E per questo si deve saper scegliere.

lara ha detto...

Kirikiki, scusa, mi dispiace averti riportato a tali ricordi !!! però è servito!

La Parola delle vergine ecc. un pò la sistemano a piacimento! Se servono più per un passaggio o l'altro. Che questo rimanga fra di noi, sennò kiko bastonerà i catechisti che 'fanno a modo loro'...!

lara ha detto...

Raduno dei nc a Loreto e le " SUE CHIAMATE DI VOCAZIONE " (??!!) 7

Secondo voi sono i termini , toni così agressivi descritti in precedenza, con il quale si rivolge a noi il Santo Padre?
Assolutamente NO, tutto il contrario. Perchè c'è l'amore. L'amore che ci vuole per guidare.

Allora provate ad ascoltare, conoscere e a lasciar che continuino a sussurrar evitando strane interferenze.
Così, si educherà l'udito, e si aprirà il cuore.

E sarà facile poi distinguere e RESPINGERE LA MUSICA (ed altro) DAI TONI FORTI.

La pulce ha detto...

IL RIENTRO DI MISTER REPE A NAPOLI

Trionfale rientro a Napoli di Mister Repe questa mattina:quando il suo aureo landeau,trascitato da otto cavalli bianchi si è fermato,con alti nitriti,davanti al cancello del suo palazzo due ali di cimici neocat(quella di destra capitanata da Pascalone 'O Guiercio e quella di sinistra da Donna Margherita Sciuè) si sono dischiuse cantando "Tu es hermoso,mentre egli scendeva dall'aurea carrozza e con grande umiltà,in tuta e mitria da viaggio accedeva con passo solenne ai suoi sacri appartamenti,dove lo attendeva una squadra di cimici neocat specialiste in pedicure e pediluvi.

Due ore più tardi,quando già davanti ai cancelli era ormai folta la schiera delle cimici neocat cantanti,egli si è affacciato al balcone per annunciare il programma della visita che il Santo Padre farà a Napoli nelle prossime settimane e per la quale egli ha già convocato da ogni confine del suo territorio tutte le cimici neocat possibili,"per fare degna corona a sì illustre personaggio - egli ha aggiunto - e dimostrargli che la mia azione qui è molto più difficile e fruttuosa di quella che fino a un anno fa conducevo nell'Urbe".

Indi è rientrato e ha dato disposizioni per il suo umile pranzo,che lo ha visto impegnato fino a dieci minuti fa,interrotto soltanto da tre conversazioni telefoniche col senor Kirikus e da quattro con Dona Carmenita,che gli hanno dato tutti i più utili suggerimenti in merito.

Per stasera è prevista da parte di Mister Repe l'inaugurazione e la benedizione a Forcella ,per tutti i napoletani "alzatisi" nei giorni scorsi a Loreto del Redeptorismaterfuniculì.

lara ha detto...

Raduno dei nc a Loreto e le " SUE CHIAMATE DI VOCAZIONE " (??!!) 8

Invece

Il Santo Padre che è VICARIO DI CRISTO, semina e ci lascia liberi. Non ha soffocato nessuno!
Ha donato tempo, dolcezza e profondo interesse nell'ascolto e le preocupazioni a Lui presentate, ha donato la sua sagezza, la sua amicizia, la sua serenità. E' qui che si riconosce la persona che ti ama, che vuole il tuo bene.

E ogni parola che hai sentito da Lui in quei giorni sono quelle che ti devono ritornare, E NON ALTRE!!

La vocazione è cosa così importante e delicata, per essere consegnata ad altri che hanno tutt'altra orchesta da dirigere.

E si scopre nel silenzio, con la costanza della preghiera e l'aiiuto di persona SAGGIA, ripeto che non sono i catechisti!

Perciò, con tutto quanto sopra, e volendo prevenire da una futura trappola, non lasciate che altri decidano per voi. Non rimanete chiusi. Non dovete nessuna ubbidienza ai catechisti per nessun motivo, e se vi trattano male, ridcordate i toni ...

E poi, non riuscite a sentire uno strano odore?... E' proprio nella stessa ansia di quel voler "acchiappare" SUBITO e ad ogni costo delle persone, dovrebbe far sentire la " PUZZA DI BRUCIATO" !!

Anche questo senso forse da educare?? ........

Vi sento nel mio cuore, e prego che il SIGNORE NOSTRO DIO GESU CRISTO vi protegga e vi benedica.

Francesco ha detto...

Dall'intervista odierna al Papa in Austria...

..."E chiamando Dio come “unico Mediatore della salvezza valido per tutti, che interessa tutti e del quale, in definitiva, tutti hanno bisogno, questo - ha affermato il Papa - non significa affatto disprezzo delle altre religioni né assolutizzazione superba del nostro pensiero, ma solo l’essere conquistati da Colui che ci ha interiormente toccati e colmati di doni, affinché noi potessimo a nostra volta fare doni anche agli altri”. Il dono della fede in Dio, dunque, vuol dire dono della verità: ecco perché, ha spiegato ulteriormente Benedetto XVI, un cristiano non sa né può rassegnarsi come chi invece ritiene l’essere umano “incapace della verità”. Proprio “questa rassegnazione di fronte alla verità - ha osservato il Pontefice - è il nocciolo della crisi dell’Occidente, dell’Europa":

Non vi dice niente l'espressione del Papa su coloro i quali ritengono l'essere umano "incapace della verità" e perciò rassegnato al suo stato che,secondo i neocatecumenali, parte solo forme di comportamento semibelluine e al massimo può tendere alla Grazia senza collaborare al disegno di salvezza?

Fulcanelli ha detto...

da Anonimo "di ritorno" a un pò tutti

Dopo un bel pranzo, una pennichella e poi torniamo dai compagnucci di merenda che...nel frattempo m'hanno una pezza...Toni perentori, faccia tosta...oh,ma da che riformatorio venite?

Rincominciano con gli insulti.

Compagni di merende: la celeberrima frase con cui Vanni definiva Pacciani. In altri termini, posto che si rivolge un pò a tutti, come asserisce, mi da dell'assassino. Sul piano sottile in sostanza mi (ci) accusa di essere gli esecutori di una loggia di alchimia nera che pratica sacrifici umani. Tale è infatti la conclusione della dottrina prevalente (e pure degli inquirenti) in ordine ai delitti del Mostro di Firenze.
Poi si dice anche che vengo da qualche riformatorio, perciò una idea lombrosiana di delinquente abituale che dall'infanzia continua a delinquere fino e oltre la maggiore età, poichè non parla di casa circondariale, ma di un luogo di detenzione riservato ai minori.
Questo era il personaggio che si definiva moderato e propugnava la tolleranza?
Bada che la pazienza ha un limite.
Se è una sfida, la raccolgo volentieri, posto che sono animato da spirito cavalleresco ti concedo pure la scelta delle armi. Regoliamo la cosa in tribunale o vogliamo vedercela sul piano sottile?

Anonimo ha detto...

Caro fulcanelli non vale la pena neanche a considerare di risponder a questo tizio. Questa gente e' arrivata a chiamare i Vescovi "faraoni" figurati di che farina son fatti. Chiamare i Vescovi con tale appellativo la dice lunga sulla loro idea della Chiesa. Qualcuno in alto dovrebbe veramente iniziare a prendere delle misure! Siamo al ridicolo, oltre che alla presa in giro.

kirikiki' ha detto...

scusate l'ultimo anonimo ero io mi son dimenticato di firmarmi. Mi sa che mi hanno contagiato gli anonimi :)

Francesco ha detto...

Kirikiki,

com'è la situazione neocatecumenale negli USA? Molto numerosi? Facce toste come altrove?

Anonimo ha detto...

anomnimo "di ritorno" a messer Fulcanelli

Lungi da me l'idea solo di sbeffeggiare o calunniare cotanti maestri della sottil arte del ragionare. Perdoni l'inciampo della lingua e comprenda.
"Compagni di merenda" era per ricordare l'ora meridiana degli interventi. Certo compagni è troppo "orientato", "fratelli" è troppo neocatecumenale, insomma, non c'è molto da scegliere, a meno che "camerati" non vi aggrada. Ma rilegendo il blog ove si nega che vi sia una censura fascista, penso che "compagni" non sia così fuori luogo. Il riferimanto ai tristi fatti è puramente casuale..
Il "riformatorio" è povera ironia, giacché
sentii che alcuni di voi hanno passato anni nel cammino dove, notoriamente non c'è libertà e si vive come in un carcere.
E poi l'immagine del prigione scarcerato, diffidente con tutti, pronto ad aggredire e che vede complotti dappertutto, mi attraeva e la vedevo consona al tema.
Messer Fulcanelli, da uomo di spirito e di mondo qual è, dovrebbe ben saper compatire le povere uscite di questo meschino anonimo...
Non è conveniente che un pensatore così sottile ad arguto come lei si abbassi a contender con un villano rozzo e difensor degli empi.
La sua benigna comprensione sarà per me preziosa prova di sua magnanimità.

kirikiki' ha detto...

A dirti il vero non mi sono interessato affatto di loro da quanto me ne uscito dalla comunita'. Premetto che il mio cammino l'ho fatto in Italia e dopo sono "scappato" in Nord America. Sai com'e' cerco di non immischiarmi perche' mi viene uno cert stato d'animo che non ti dico. Chiariamo, non ho rimorsi non sono stato "segnato" da tale esperienza ma rimane un certo rammarico per come tale realta' e' stata considerata e continua ad esserlo. Non ero entrato in comunita' da cristinao appena convertito e le mie esperienze di fede precedenti al NC mi hanno aiutato a capire che c'era qualcosa che non andava. Sai com'e' quando passi tanto tempo tra i gesuiti acquisisci la capacita' del fiuto per certe cose :)
So che ci sono anche qui' ma almeno nella parrocchia dove vado io no.
Vivendo da queste parti ho visto tanti movimenti protestanti, evangelici piu' che altri, che si sono costruiti delle chiese a modo loro e con esse anche degli imperi finanziari. Ci sono in TV quasi sempre e ti devo dire che il loro modo di parlare assomiglia a quello dei NC. Il tono trionfalistico, arrogante lascia il dubbio che kiko abbia le loro cassette registrate o chissa anche viceversa. Non si capisce piu' niente oggigiorno :). Comunque la mentalita' nordamericana e' diversa da quella italiana e spagnola e quindi e' piu' difficile per i NC penetrare cosi' facilmente almeno per quello che ho capito io. Lo stile di vita poi influenza tanto dato che si lavora molto di piu' che in Europa e quindi non si ha tanto tempo da passare in comunita' insomma unpo "labora et labora" e se trovi un po di tempo la Domenica "ora" pure. La gente poi e' meno passionale rispetto all'Italia e la Spagna p.es. Purtroppo e' cosi'. Io non sono riuscito a trovare nessun sito o blog che parla di loro anche se continuero' a cercare. Da geociities so di quel sito canadese del montreal ma niente di piu'. Un saluto.

kirikiki' ha detto...

Quest'ultimo tizio e' piu' incredibile di Luiz :). Ma vedo che in una cosa sono uguali, nel cercare di reinterpretare se stessi.
France' mi sa che qui in america facce toste cosi' non ce ne sono. hahahahahaha

sean ha detto...

sto leggendo dopo diverso tempo , il blog. Scorrendolo non posso fare a meno di rispèondere a"anonimo" 13,23. L'ho viste anche uscire , le suore, provenienti dal cn, dal monastero. Comletamente esaurite.
Non le giudico ma si devono dire le cose come stanno. Una di queste voleva entrare in un ordine che non fosser di clausura e lo ha fatto ma....dopo un po' sono venuti i "fratelli" (= Pascur) che l'hanno "convinta" a cambiar ordine.
Siete i nuovi "Pascur" sacerdote del tempio in cui si facevano sacrifici umani e ci volete fustigare come Pascur fece con Geremia.Sacrificate all'altare vittime umane. Disobbedite anche a Dio che non vuole sacrifici , nè tantomeno quelli umani.
Lasciate libere le scelte delle vocazioni e non mettete le persone dopo il cammino che venerate come un idolo. Siete su una falsa strada e questo cammino farà perdere il senno a chi, purtroppo per loro, deve sottomettersi alla vostra volontà (che ,meschinamente, fate passare per volontà del Signore),e a voi che perdete la salvezza perchè rifiutate la Chiesa maestra e madre e segno sacramentale istituita da Cristo Signore.
La storia di Pascur ci dice che l'idolatria sta sempre in agguato e voi ci state dentro fino alla testa.

Anonimo nc ha detto...

Per Anonimo di ritorno
io sono di Roma............ non certo di un paesino sperduto di una provincia dell'impero eppure quello che ti ho scritti sul Cn succede!!
prima di andare avanti e' necessario sapere se sei un sacerdote che segue una comunita' o un laico che parla su esperienze indirette visto che dici di non essere neocatecumeno o forse sei catecumeno perche' hai finito il cammino.

Francesco ha detto...

Per Sean che dice...

"...L'ho viste anche uscire , le suore, provenienti dal cn, dal monastero. Comletamente esaurite."

A volte la realtà supera anche la fantasia di Pulce... :-)))

samu ha detto...

Sono veri 'artefici' per preparare questo tipo di sacrificio. Altrettanto hanno fatto con un amico che non ha voluto entrare nel redemporis mater.
E hanno fatto pagare questo facendo girare su di lui cattiva voce, al punto tale di dover cambiare completamente vita. E hanno spezzato la nostra amicizia.

samu ha detto...

Raccolgono tutto il legno possibile da mettere sotto , adagiarti sopra e accendere fuoco.

Chi a un modo, chi a un'altro, prima o poi il fuoco lo accenderanno.

Revelador ha detto...

Nel 1936, pocco prima del suo viaggio agli Stati Uniti dell’America, il Segretario di Stato di Pio XI, il Cardinale Eugenio Pacelli, futuro Pio XII, disse al Conte Enrico Pietro Galleazzi:
“Suponga, mio caro amico, che il comunismo sia soltanto il più visibile degl’ organi de sovversione contro la Chiesa e contro la tradizione della rivelazione divina, allora noi andremo a vedere l’invasione di tutto quanto è spirituale, la filosofia, la scienzia, il diritto, l’insegnanza, l’ arte, i giornali, la letteratura, il teatro e la religione. Sono impressionato per le confidenze fatte per la Vergine alla piccola Lucia di Fatima. Questo insistere da parte della Madona, sui pericoli che minacciano la Chiesa è un avvertimento divino contro il suicidio per l´alterazione della Fede, nella sua liturgia, la sua teologia e la sua anima.”.(...)
“Sento intorno a me gl’innovatori che vogliano smantellare la Sacra Cappella, distruggere la fiamma universale della Chiesa, respingere i suoi ornamenti, infliggerla un rimorso per il suo passato storico”.
“Così, mio caro amico, sono convinto che la Chiesa di Pietro deve assumere il suo passato; altrimenti si scaverà la sua fossa”.
"...un giorno verrà che il mondo civilizzato rinnegherà il suo Dio, che la Chiesa dubiterà come Pietro ha dubitato. Essa sarà tentata a credere che l’uomo è diventato Dio, che suo Figlio è soltanto un simbolo, una filosofia come tant´altre, e nelle chiese i cristiani invano cercherano la fiamma rossa che indica che Dio li aspetta ”. (Monsignore Georges Roche e Philippe St. Germain, Pie XII devant l´Histoire, Laffont, Paris, 1972, pp 52 – 53; idem Abbé Daniel Le Roux, Pierre m´aimes-tu?, edit Fideliter, Brout Vernet 1986. p. 1; idem P. Dominique Bourmaud, Cien Años de Modernismo, Ed Fundación San Pio X Buenos Aires, 2006, p. 312; apud Dom Bernard Fellay, Superiore Generale della FSSPX, Risposta del 22 jugno del 2001 alla lettera del Cardinale Castrillon Hoyos del 7 de maggio del 2001. Communicantes, Août 2001)

Revelador ha detto...

Che precise profezie!
Sicuramente, però, il Cardinale Pacelli non era un profeta.
Lui affermava che era rimasto impressionato con quello que la Madona aveva detto “insistemente” a Lucia — una degli vidente di Fatima – su “il suicidio per l'alterazione della Fede, nella Sua liturgia, la Sua teologia e la Sua anima”.
Ma, domandiamo: come il Cardinale Pacelli ha conosciutto queste predizioni della Madona di Fatima alla vedente Lucia?
Che sapiamo, neppure un libro racconta che la Madona abbia detto tali cose a Lucia.
Di dove, allora, il Cardinale Pacelli, il futuro Pio XII, ha saputo questi predizioni ?
Sicuramente solo del proprio testo del Terzo Segretto di Fatima, che Suor Lucia scrisse, segretto al quale il Cardinale Segretario di Stato poossibilmente ha avuto accesso, testo non ancora pubblicato. (IL Vaticano ha pubblicato soltanto la descrizione della vizione ripportato al terzo segretto).
Nel Terzo Segreto di Fatima, la Madonna avrebbe anticipatamente accusato il Concilio Vaticano II e la Nuova Messa di Paolo VI come suicide.
È proprio per questo che i Papi mai hanno voluto pubblicare il Terzo Segreto di Fatima: questo segreto probabilmente condanna il Concilio Vaticano II e la Nuova Messa di Paolo VI.

São Paulo, nel 24 Maggio del 2007, festa della Madona Aussiliatrice

lara ha detto...

Oh revelador, quale tempo difficile è toccato a Benedetto XVI!
Ma non per caso Dio a messo Lui!

stephanos78 ha detto...

No. Non per caso. Vedo in lui quel Pietro sognato da Don Bosco, che porta la Nave al porto poggiandosi suelle colonne della Santa Ostia e del Cuore Immacolato di Maria Regina

lara ha detto...

Spero che Dio dia a Lui la forza di sopportare tanto peso.
Preghiamo.

Anonimo nc ha detto...

Non per polemica ma ogni Papa e' messo da Dio e quindi anche Paolo VI!
Non credo si possa leggere la storia frammentandola ma piuttosto cercando di leggervi in essa l'evoluzione spirituale dell'uomo.
Niente nei Cieli e sulla Terra e' fermo e tutto rientra nel piano dell'evoluzione voluto da Dio Padre.

lara ha detto...

Si, anonimo, hai ragione! Io mi riferisco al tempo difficile. E alla mitezza, e decisione che vedo in Benedetto XVI.

La pulce ha detto...

SALUTI DA CARMENZELL

Prima di ripartire per l'Urbe(dove l'attendono gravosi impegni pastorali e di govervo delle Camminanti) Dona Carmenita ha spedito a tutti i catacumbenia neocat del mondo (dalla nota località austriaca che reca il suo nome e nella quale si trovava fino a stamani) una cartolina illustrata dal senor Kirikus (che riproduce al centro una vista di Carmenzell che pende dalla Domus Aurea ed è sorretta da un soffice tappeto di baffi e pissetti) sul retro della quale c'è scritto.

" DA CARMENZELL IN AUSTRIA, DOVE EL SANCTO PADRE E' VENUTO A COMPLIMENTARSI CON TODOS LOS MOVIMIENTOS MARIANOS(COMO EL NUESTRO) E CON MIGO, UN SALUDO A TODOS. HASTA LA VISTA,CIMICES!

Dona Carmenita futura praefecta Novae Congregationis pro Nova Iglesia"

Anonimo ha detto...

anonimo "di ritorno" ad anonimo nc

Non sono neocatecumeno, né neofita.
Non sono presbitero.
Ma di sicuro, io mi trovo a riscontrare un cammino neoc. molto più obbediente alle gerarchie, con meno forzature e scandali.
Avete ragione a lamentarvi, a denunciare e a scandalizzarvi.
E io sono con voi.
Ma vi invito ad accettare che vi sono isole di un cammino "sano", ortodosso rispetto ai canoni della Chiesa Cattolica.
A questo punto, penso che sia stato opera dei catechisti regionali che probabilmente hanno fatto da filtro....
Tutto il repertorio di forzature, distorsioni, giochi di potere evidentemente in certe zone non c'è o è in misura minore (anche se ci sono problemi di altro genere).
So che nelle zone che ho conosciuto vi sono comunità in comunione con i parroci, parroci che non hanno sposato la causa neocatecumenale di certo.
Non in tono perentorio, ma esortativo, mic, proviamo a mappare questa realtà, a quantificarla.
Questo darà più consistenza alle denunce e più veridicità al vostro lavoro di denuncia.
Capisco: avete vissuto situazioni drammatiche, conosciuto casi strazianti..
Ma vi invito ad esser meno pessimisti, meno diffidenti e sprezzanti. Non credo che la comune fede in Cristo Gesù non abbia lenito e sanato le vostre ferite. E allora perché nei vostri interventi c'è sarcasmo, ostilità quasi come chi non avesse mai conosciuto la dolcezza e l'amore di Dio?
C'è un tempo per ogni cosa, certo, ma fate risplendere la luce di Cristo nel vostro agire, se in Lui è la vostra forza.

lara ha detto...

Ai fratelli nc
In breve, alcuni dei punti che si prendono dalla visita del Santo Padre in Austria

- Cadere nelle mani di Dio (non del primo che passa!).
- Richiamo alla RAGIONE
- Dignità dell'uomo
- Tema della LIBERTA' necessaria nell'uomo, e non essere schiavi dei potenti.
- Non alla VIOLENZA e all'inganno.
- Amore alla VERITA'
- PORTA APERTA (a Loreto ha già parlato della Casa Santa, APERTA, con tre mura...)
E oggi di nuovo, tutti i sacerdoti sono usciti verso l'incontro con tutti i fedeli in piazza portando Gesù Eucaristia.
- Riportare la NUOVA MUSICA nelle Chiese

Dove vedete in tutto ciò che il cn e la sua prassi abbia a che fare con questo?

lara ha detto...

Appunto!, per conoscere la dolcezza e l'amore di Dio che ho detto BASTA a 'presbitero e catechisti nc'

mic ha detto...

"Ma vi invito ad esser meno pessimisti, meno diffidenti e sprezzanti. Non credo che la comune fede in Cristo Gesù non abbia lenito e sanato le vostre ferite. E allora perché nei vostri interventi c'è sarcasmo, ostilità quasi come chi non avesse mai conosciuto la dolcezza e l'amore di Dio?
C'è un tempo per ogni cosa, certo, ma fate risplendere la luce di Cristo nel vostro agire, se in Lui è la vostra forza."

Caro "Anonimo di ritorno", la tua idea di mappatura di possibili isole felici avevamo tentatto di portarla avanti all'inizio, quando sognavamo che si potessero ipotizzare soluzioni praticabili per inserire degnamente il cammino nella Chiesa, mantenendo ciò che è buono: la frequentazione della scrittura, molta concretezza e l'impegno generoso dei partecipanti...
Naturalmente, conditio sine qua non per una operazione del genere sarebbe, diciamo è, il passaggio di autorità e di guida dai catechisti al sacerdote (possibilmente non Redemptoris Mater, che significherebbe infarcito e formato more neocatumenale, cioè non cattolico e, credimi, questo non è accanimento o partito preso, ma realtà constatata e confermata)
Abbiamo ricevuto diverse testimonianze di realta apparentemente "isole felici" dove tutto era molto cattolico.
Alcune si sono rivelate clamorosamente "una sola", perché - individuata la parrocchia - testimoni diretti hanno fatto sentire l'altra campana; altre, alla fine erano di persone di buona volontà che constatavano molte storture, ma erano convinte di poter cambiare qualcosa. Allo stato attuale alcune di queste persone cono uscite dal cammino, altre sono ancora dentro soffrendo.
Poste queste premesse abbiamo tratto la conclusione, che ti sdottoponiamo che è comunque difficile possa cambiare una realtà identitariamente così foret, così strutturata, verticistica, così 'dipendente' da un iniziatore dalle cui labbra e dalle cui direttive la maggior parte continua a pendere e che non sembra disposto a cambiare una virgola di quanto ha messo in piedi sia dottrinalmente che nella prassi nelle strutture e quant'altro.

Penso che noi non parliamo dalle nostre ferite, ma da una sana consapevolezza e se a volte sembriamo sprezzanti, non è nei confronti delle persone ma insofferenza nei confronti di un muro di gomma che ci si para davanti a volte apparentemente ammorbidendosi ma subito dopo rimbalzandoci contro ogni possibile elemento di dialogo...

Forse la luce di Cristo risplenderà dalle nostre preghiere (che non ostentiamo); dalla nostra speranza (che conserviamo nonostante tutto); dal fatto che non ci ergiamo a giudici ma proviamo sofferenza e sentiamo la misericordia del Signore sulle persone che sono vittime di questi inganni; dal cercare di portare alla luce ciò che è "sviato" perché chi ne viene a conoscenza possa liveramente scegliere di non lasciarsi ingannare; dal soffrire nella e per la Chiesa le lacerazioni che queste cose provocano (ritenendo però che sentinelle dormienti, cani muti e medici pietosi in casi del genere siano il danno maggiore)
Vedi tu come puoi considerare tutto questo.

Noto che il tuo messaggio, mentre inizia con una proposta irenica e accoglibile poi, a raffica, giudica in maniera tagliente e per di più senza conoscere a fondo la nostra realtà sia personale che di compagni di percorso in questa esperienza e in questo impegno e insiste sul fatto che il nostro agire sarebbe una reazione alle cosiddette "ferite" (che per grazia di Dio, sono guarite da un pezzo); il che lo declasserebbe da denuncia oggettiva e documentata e articolata qual è a piagnisteo di ex... tra l'altro molti di noi conoscono i neocat solo per averli nelle loro parrocchie (il che è già sufficientemente pesante e doloroso) o per averli incontrati in lavori diocesani o altro... Ci sono addirittura sacerdoti che ne soffrono la presenza nella loro parrocchia, ereditata con la loro occupazione in atto...

lara ha detto...

Scusate, la precedente era una risposta per l'anonimo di andata e ritorno ...

stephanos78 ha detto...

Sottoscrivo ogni virgola di Mic

Fulcanelli ha detto...

Prima dice


Perdoni l'inciampo della lingua e comprenda.
"Compagni di merenda" era per ricordare l'ora meridiana degli interventi. Certo compagni è troppo "orientato", "fratelli" è troppo neocatecumenale, insomma, non c'è molto da scegliere, a meno che "camerati" non vi aggrada. Ma rilegendo il blog ove si nega che vi sia una censura fascista, penso che "compagni" non sia così fuori luogo. Il riferimanto ai tristi fatti è puramente casuale..

E poi sostiene


E allora perché nei vostri interventi c'è sarcasmo, ostilità quasi come chi non avesse mai conosciuto la dolcezza e l'amore di Dio?


Da che pulpito viene la predica eh?
La mappatura: divide and rule, divide et impera.
Come tattica è buona, ma parecchio sfruttata.

Il male è alla radice. L'endogamia, l'odio evangelico, il sincretismo ebraico-massonico-islamico, le chiese che sembrano dischi volanti, le danze sciamaniche intorno a pseudo altari ecc. sono tutte direttive che arrivano dall'alto, non svarioni di funzionari periferici.

lara ha detto...

Come si fa a vedere il sacro in questi dischi volanti? L'unico che può fare è avvicinare alla nuova estetica, alla nuova 'veleza', alla 'nuova chiesa', ma non a Dio.

Non c'è bisogno di 'andare e vedere' si vedono già da qui.

andrea ha detto...

Adesso per la 'nuova chiesa', in futuro per fare un il film 'il ritorno di ET'

Anonimo nc ha detto...

Per Anonimo di ritorno
se sei solo un osservatore esterno lascia perdere di postarte sul cammino: cosi fai solo del male anche allo stesso Cn che cerchi di difendere.
Dio distrusse la torre di babele proprio perche' l'uomo voleva raggiungere il cielo da solo. Per raggiungere il cielo e' necessario Gesu Cristo. i vari movimenti sono un aiuto non una sostituzione alla Chiesa come avviene nel Cn. Cosa significa recupererare il cristianesimo delle origini andare avanto o tornare indietro. Cristo e' il sole che illumina il mondo.
Lascia perdere di fare altri danni con i tuoi post.
Questo non e' un luogo di amenita': si gioca da un'altra parte.

Francesco ha detto...

Per Fulcanelli.

Il tuo nick,se confrontato ai contenuti dei tuoi post, appare fuorviante.

Non avertene a male,ma appellarsi con lo pseudonimo di un celebre alchimista o esoterista non è il top del buongusto nell'economia di questo blog.

felice ha detto...

Il Vangelo di oggi è uno dei cavalli di battaglia di Kiko: "... e se nn odia...". fortunatamente l'omelia di un vero sacerdote della Chiesa Cattolica Romana ci ha rincuorati:

Secondo Kiko: "odiare" nn va interpretato.

Secondo la Chiesa: "odiare": povertà di linguaggio della lingua semitica: "amare meno", "posporre"

Pikkola puntualizzazione anke se già kiarita... alla prox

Francesco ha detto...

Per Felice,

...se si trattasse di odiare veramente i genitori.....figuriamoci i nonni.....:-)

felice ha detto...

quelli peggio u frà...

giovedì ho l'esame di ammissione all'università... vi kiedo 1 preghierina a testa e se possibile......... una raccomandazione hihihihihi

Francesco ha detto...

Vabbuò...Felì...ti raccomandiamo indegnamente col Signore.

La pulce ha detto...

SI DIFFONDONO SERI TIMORI SULLA CONTAGIOSITA' DELL'OSTINATA E INTERMITTENTE STIPSI DEL SENOR KIRIKUS

Dona Carmenita,da poco rientrata nell'Urbe da Carmenzell, ha confidato alle persone a lei più vicine di nutrire seri dubbi sulla contagiosità dell'ostinata e intermittente stipsi che affligge le viscere del senor Kirikus,pur essendo cosapevole che,qualora i suoi timori rispondessero al vero,ella sarebbe felice e grata al Cielo di ciò:imitare el senor Kirikus è infatti un dono,un privilegio,una croce soave.

Ma,andiamo con ordine,cercando di capire cosa abbia istillato nel cuore tale timore.

Appena giunta a Roma,Dona Carmenita non ha potuto partecipare alla prevista sfilata al trotto delle Camminanti prevista per oggi a mezzodì sulla Sacra Piazza per cui si è dovuta limitare ad assistervi dal suo stanzino da bagno nella Casa Generalizia delle Camminanti che,come si sa, è prospiciente detta piazza. Indi si è messa a letto in preda a forte angustia di viscere,che brontolavano sordamente ed ha subito disposto la convocazione immediata nell'Urbe di Tomasina Floret esperta in cataplassmi,ben fornita di erbe e decotti.

Quasi contemporaneamente giungeva dalla Trinacria la comunicazione che, insieme con buon numero di cimici neocat, l'alto catequista Cav.Avv Giovanni Pipìa versava in stato di grave costipazione intestinale già dal rientro da Loreto,tanto che il suo addome,lucido e teso come il suo cranio,rifiutava e rifiuta persino di essere vestito di pantaloni e cintura nera e,se misurato in circonferenza,supera ormai di gran lunga la misura del cavaliere in altezza.Intanto il cavaliere per favorire la motilità intestinale sta compiendo ogni mattina due ore di esercizi ginnici intervallati da immersioni in un pentolone di acqua tiepida,ovviamente munito di salvagente e di fez impermeabile.

Analoghe nuove giungono in modo preoccupante da vari catacumbenia della Penisola e persino da Mister Repe da Napoli,che si sta sottoponendo a una drastica dieta a base di brodi vegetali arricchiti di olio e clicerolo nonchè agli speciali cataplasmi partenopei che le cimici neocat del luogo sono maestre nel preparare.

Malgrado tale stato di all'erta e di epe indurite che si diffondono a macchia d'olio,tra le cimici neocat alberga tuttavia la gioia,in quanto sperimentare le sofferenze periodicamente sperimentate dal senor Kirikus viene ritenuto un alto e impagabile privilegio.

Francesco ha detto...

Le parole del Papa oggi in Austria sul valore della Domenica

(Dalla Radiovaticana)

Gran parte dell’Occidente ha smarrito il concetto cristiano della Domenica, che per secoli ne aveva orientato le abitudini. Dire Domenica equivale a dire oggi “tempo libero”, ma se esso è senza dubbio “una cosa bella e necessaria”, ha riconosciuto il Papa, estirparne in qualche modo il “centro interiore” significa ridurre il tempo libero a “tempo vuoto”. Viceversa, vivere con spirito cristiano la Domenica vuol dire partecipare “al riposo di Dio”. E’ stato questo il messaggio spirituale che Benedetto XVI ha lasciato ai viennesi e all’Austria, nell’omelia della Messa di questa mattina, iniziata verso le dieci ma preceduta da un festoso saluto fatto da un numeroso gruppo di bambini al Pontefice, nel cortile del palazzo arcivescovile di Vienna.

Francesco ha detto...

Diranno i NCN...:"La nostra celebrazione del sabato sera equivale a quella della Domenica",ma per i cattolici la Domenica è la vera festa per tutti e chi se ne distacca artificiosamente denuncia di non voler partecipare insieme agli altri alla festa.

stephanos78 ha detto...

Tra l'altro non è vero che la loro "equivale" a quella Normale.

Si va a Messa il GIORNO di Domenica non la notte precedente!

Il significato di andare a Messa il GIORNO di Domenica è profondo e volendo possiamo anche approfondirlo

Anonimo ha detto...

Si va a Messa il GIORNO di Domenica non la notte precedente!....................................

Caro stephanos.....finalmente......in questo si manifesta apertamente tutta, ma proprio tutta la tua IGNORANZA in diritto canonico......meno male......almeno tappi quella boccaccia...........

Anche il più cretino ed ignorante dei Cristiani sa che questa tua affermazione è una boiata colossale.
Frazie per la conferma che stavamo aspettando.

stephanos78 ha detto...

Bene. Abbiamo appreso che il Papa che voi usate come una specie di pugnale, il Servo di Dio Giovanni Paolo II, quello a cui mettete in bocca le cose più assurde per "approvarvi" da soli (!!!) ha fatto una Lettera Apostolica, Dies Domini, dove dimostra la sua "ignoranza" in Diritto Canonico e soprattutto la "boiata" che ha scritto.

Bene a sapersi anche questo.

Ovviamente la deformazione "professionale" che vi attanaglia, non vi fa conoscere nulla altro se non ciò che vi ordinano di conoscere.
Per cui l'eccezione della celebrazione della Domenica nella SERA (e non nella notte) del Sabato, dopo i vespri, per voi è regola fissa valevole sempre. Ovvero: si può o il sabato sera o la DOmenica!
Questa è la vera boiata che vi passano e a cui abboccate.
Talmente boiata che il venerato nostro Santo Padre attuale vi ha chiesto di partecipare alla Santa Messa Parrocchiale LA DOMENICA e non il Sabato notte.
Chissà... Forse come me è un solenne ignorante.

Anonimo ha detto...

FACCIAMO NOTTE...CRETINO????

stephanos78 ha detto...

Perchè no?

stephanos78 ha detto...

...La notte di sabato magari. No devi andare in "celebrazione". Sennò ti fustigano

Anonimo ha detto...

VISTO CHE CI PASSI LA VITA SUL PC???

stephanos78 ha detto...

Sì proprio come te...
Che però impari ben poco da quello che leggi

Anonimo ha detto...

IO CI VADO E PURE CONTENTO...IMBECILLE

E COME ME ALTRE MIGLIAIA DI PERSONE.......

TRA POCO PURE IL PAPA....

stephanos78 ha detto...

Certo. Il Papa fra poco consegnerà il Pastorale a Kiko

Anonimo ha detto...

QUESTO E' IL TUO PROBLEMA....SEI UN MORALISTA DI MERDA CHE CREDE DI SAPERNE DI PIU' DELLA CHIESA......E NON ACCETTI CHE IL CAMMINO SIA UNO STRUMENTO SERIO DI FEDE....FORSE TROPPO SERIO PER TE??????

Anonimo ha detto...

COSA CREDI CHE SIA IL CRISTIANESIMO...E SOPRATUTTO TU COME LO VIVI???????
COME UN GIUDIZIO SUGLI ALTRI?????E A TE STESSO ED ALLA TUA FAMIGLIA CHE TRASCURI PASSANDO LA VITO SU QUESTO SITO DI MERDA???

Anonimo ha detto...

CHIAMA TUA MOGLIE E VEDIAMO CHE NE PENSA....

stephanos78 ha detto...

Sono talmente "moralista" che il peggiore moralismo accusatorio lo fate voi! Lo scritto rimane.
Talmente "moralista" che mi disinteresso al "Family Day" per interessarmi alla Fede che un domani potrebbero ricevere i miei figli! Figli che potrebbero essere coptati da voi della setta!

Il Cammino "serio"? Sì. E' un problema MOOOOLTO SERIO

Anonimo ha detto...

E POI RICORDA: LA CHIESA...IL PAPA.....LA CONGREGAZIONE PER LA FEDE.....CI HANNO APPROVATO!!!!!

QUINDI SMETTILA DI VOMITARE MERDA SU DI NOI.......

Anonimo ha detto...

TI DICO UNA BELLA COSA....I TUOI FIGLI ENTRERANNO IN CAMMINO...IO SO CHI SEI....VERAMENTE E PER IL RAPPORTO CHE HAI CON LORO (.......) C'E' DA ASPETTARSELO...

stephanos78 ha detto...

Sì. Poverina mia moglie (è il moralista sarei io eh?).

Purtroppo non abbiamo più rapporti... Servirebbe porprio il Cammino sai? Così ci salva il matrimonio... Preparandoci la fossa!

Il fatto stesso che io sia in un momento qualsiasi al PC per voi sarà sempre l'occasione per accusarmi. Ma lo fate con tutti noi.

Ma ovviamente chi fa siti di apologia al Cammino è un santo! Fosse pure incatramato davanti allo schermo. Vergognatevi

Anonimo ha detto...

FAMILY DAY??????????
IMBECILLE...SAI COSA CI HA DETTO IL PAPA SUL FAMILY DAY?????????

SE SEI TANTO INTELLIGENTE DOVRESTI SAPERLO

Anonimo ha detto...

VEDO CHE SBARELLI...CHE BELLO

stephanos78 ha detto...

Certo che sai chi sono! Come no!

I miei figli entreranno in Chiesa! E per il rapporto che AVRO' con loro ci andremo INSIEME! Da FAMIGLIA!

Anonimo ha detto...

STEFANO.... NON MI PROVOCARE!!!

felice ha detto...

stè sei grande... spakkagli le corna... il caro anonimo non ha nemmeno uno dei tuoi neuroni... se vai a vedere è pure catequista...

stephanos78 ha detto...

Sì. Il Papa ha auspicato un giorno della Famiglia... Non un giorno di Kiko!

stephanos78 ha detto...

Chi ti provoca? Io non ho problemi

Anonimo ha detto...

OPS....C'E' UNA RIUNIONE DI AMEBE......BENVENUTO ANCHE A TE

stephanos78 ha detto...

E' bello vedere che tu sia in mezzo alle amebe!

Anonimo ha detto...

CIAO COGLIONI ORA VADO....VI LASCIO AL VOSTRO MEGA SITO....MI RACCOMANDO...STANOTTE RICORDATEVI DI CANCELLARE LA CRONOLOGIA DELLE DONNINE SENNO' DOMANI LE VOSTRE MOGLI...O I VOSTRI PARROCI VI BECCANO...
CIAO COGLIONI!!!

.....................Pace......hehe

felice ha detto...

stè è sotto controllo mentale abbi compassione bisogna sbloccarlo... anonimo GRUPPI DI AUTO-AIUTO PER LE VITTIME DELLE PSICOSETTE... è una bella esperienza per riscoprire la bellezza della vita normale

stephanos78 ha detto...

Ciao "carissimo"....

Per la cronologia non c'è problema. Per lavoro amministro siti e gestisco una rete locale e informatica...

Sarebbe divertente mostrare le vostre di cronologie...

stephanos78 ha detto...

Sì felice. E' un poveraccio... E lo dico sul serio. Fa compassione

felice ha detto...

tu nn le guardi le donnine anonimo?... ti manca il testosterone o sei impotente? io ho una donnona se la vuoi konoscere te la presento...

mic ha detto...

ragazzi, vi invito a non raccogliere le provocazioni.
Sobri e essenziali, come Steph e Francesco

mic ha detto...

...e anche Felice quando non si ricorda del testosterone ;)

felice ha detto...

ahahahahha pardon, è usato sempre in tono ironico... anke quando la quantità dello stesso manca agli anonimi...

Fulcanelli ha detto...

felice,

beh grazie per il pensiero per me. Sono meno di dieci le persone che mi vogliono bene e qualcuno è qui perchè lo sentto come sincero. Intanto, cmq, di Fulcanelli ce ne sono due. Ho anche scelto questo nickname perchè gli invasati qui portano una maschera, che poi ogni volta che vengono sbugiardati cambiano, unitamente al loro IP. Perciò il nick è impiegato per vari motivi simbolici.
Il livore, la cattiveria gratuita dei personaggi che a volte albergano qui, non ultimo quel tale "di ritorno", nemmeno fosse uno che il cammino lo fa tornare da est verso ovest, mi suggerisce di usare qualche accortezza per evitare che i qliphot che la loro ossessione producono mi incrostino l'armatura dorata. Insomma, vuoi sapere se qui sono come una specie di parafulmine? Se vuoi metterla così, la risposta è affermativa. Mi piace pensare che i costruttori delle grandi cattedrali gotiche, che i guerrieri che vigilavano sul cammino dei pellegrini in Terra Santa potessero agire in verticale e in orizzontale sulla Croce. Per la bellezza di Adamo, per l’innocenza di Abele, per la liberazione di Noè, per la fede di Abramo, per l’obbedienza di Isacco, per la dolcezza di Giacobbe, per la religione di Melchisedech, per la pazienza di Giobbe, per la potenza di Mosè, per la santità di Aronne, per la vittoria Giosuè, per i Salmi di Davide, per la saggezza di Salomone, per le lacrime di Geremia, per la forza di Sansone, per la contrizione di Zaccaria, per il battesimo di Giovanni Battista, per la voce del Padre Celeste parlante dall’alto del suo Trono e che la terra udì: “Costui è il mio Figlio amato in cui ho messo tutte le mie compiacenza, ascoltatelo”, per quel grande miracolo per il quale Gesù saziò cinquemila persone nel deserto con cinque pesci e due pani; per quello che fece resuscitando Lazzaro; per quello che fa ancora ogni giorno donandosi a noi nell’Eucarestia; per il primato di Pietro, per la scienza di Paolo; per la purezza di Giovanni; per la predicazione degli Apostoli; per le parole degli Evangelisti; per le preghiere di tutti i Santi; per l’altezza dei Cieli; per la profondità dell’Abisso Inferiore; per la chiarezza della Divinità; per tutti coloro che temono Iddio.

Francesco ha detto...

FLORILEGIO NEOCATECUMENALE SU QUESTO BLOG IN DATA ODIERNA...

------

" Anche il più cretino ed ignorante dei Cristiani sa che questa tua affermazione è una boiata colossale.
Frazie per la conferma che stavamo aspettando..."

-----

" IO CI VADO E PURE CONTENTO...IMBECILLE

E COME ME ALTRE MIGLIAIA DI PERSONE.......

TRA POCO PURE IL PAPA...."

-----



" E POI RICORDA: LA CHIESA...IL PAPA.....LA CONGREGAZIONE PER LA FEDE.....CI HANNO APPROVATO!!!!!

QUINDI SMETTILA DI VOMITARE MERDA SU DI NOI......."
-----

" CIAO COGLIONI ORA VADO....VI LASCIO "

______________________________


Cari Stephanos,non prendertela, se il tizio o i tizi che hanno scritto queste cose non sono dei pazzi...beh sono sicuramente neocatecumenali.

Transeamus...non ci scalfiscono.

felice ha detto...

scusa fulcanelli ma io non ti ho dedicato alcun pensiero

Francesco ha detto...

Peccato,Fulcanelli...

tanta scientia in simili nomine...

Lo tieni per prenderci in giro,per prenderti in giro,per vanificare ciò che di saggio pure affermi o solo per sport!

In ogni caso,ti ripeto,è fuorviante.

Viator ha detto...

Stupende le parole del Papa. a Vienna, ai Sacerdoti e ai consacrati/e:

"Non è davvero temerario se in una liturgia totalmente centrata su Dio, nei riti e nei canti, si vede un’immagine dell’eternità. Altrimenti, come avrebbero potuto i nostri antenati centinaia di anni fa costruire un edificio sacro così solenne come questo? Già la sola architettura qui attrae in alto i nostri sensi verso "quelle cose che occhio non vide, né orecchio udì, né mai entrarono in cuore di uomo, le cose che Dio ha preparato per coloro che lo amano". In ogni forma di impegno per la liturgia criterio determinante deve essere sempre lo sguardo verso Dio. Noi stiamo davanti a Dio – Egli ci parla e noi parliamo a Lui.

Là dove, nelle riflessioni sulla liturgia, ci si chiede soltanto come renderla attraente, interessante e bella, la partita è già persa. O essa è opus Dei con Dio come specifico soggetto o non è. In questo contesto io vi chiedo: realizzate la sacra liturgia avendo lo sguardo a Dio nella comunione dei santi, della Chiesa vivente di tutti i luoghi e di tutti i tempi, affinché diventi espressione della bellezza e della sublimità del Dio amico degli uomini."

Capito???

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

Anche il cardinale Christoph Schoenborn, arcivescovo di Vienna, ha citato il problema introducendo la messa............
OPS...MI SEMBRA CHE ANCHE LUI ABBIA CHIESTO UN REDEMPTORIS MATER.......CAVOLO........E COME FATE ADESSO??????
W IL PAPA
W IL CAMMINO
W KIKO
ED ABBASSO GLI IGNORANTI PARROCCHIOSI MORALISTI DEL CAVOLO......

kirikiki' ha detto...

Tizi come l'ultimo anonimo che usa parolaccie da curva sud andrebbero censurati! Non frequento il blog per leggere bassezze del genere. Quindi gente come lui cancellateli subito, magari dando una piccola spiegazione del perche' evitando cosi' di essere chiamati censori. Ve ne prego!

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Seccato ha detto...

Si, un redemptorismater per i pazzi come te...

viator ha detto...

Il Concilio Vaticano II aveva già sottolineato la natura e l'importanza di una spiritualità propria del presbitero diocesano in quanto tale. All'epoca, molto spesso, i sacerdoti cercavano il cammino della santità orientandosi verso la spiritualità di qualche Ordine o Congregazione religiosa. Il Concilio, viceversa, insegna che «i presbiteri raggiungeranno la santità nel loro modo proprio se nello Spirito di Cristo eserciteranno le proprie funzioni con impegno sincero e instancabile» e, immediatamente dopo, specifica come questo potrà essere realizzato nell'esercizio dei tre munus, vale a dire, «essendo ministri della parola di Dio», «nella loro qualità di ministri della liturgia, soprattutto nel sacrificio della Messa», e «reggendo e pascendo il popolo di Dio» (cfr Presbyterorum ordinis, 13). Il compianto Papa Giovanni Paolo II, servo di Dio, nella Pastores dabo vobis (1992), a proposito del fatto che molti candidati al sacerdozio provengono oggi dai nuovi movimenti e dalle nuove spiritualità, osserva: «La partecipazione del seminarista e del presbitero diocesano a particolari spiritualità o aggregazioni ecclesiali è certamente, in se stessa, un fattore benefico di crescita e di fraternità sacerdotale. Ma questa partecipazione non deve ostacolare, bensì aiutare l'esercizio del ministero e la vita spirituale che sono propri del sacerdote diocesano» (n. 68).

Hai letto bene Anonimo?

Chi dice che il vescovo abbia chiesto un Redemptoris Mater a chi? al Papa? se mai avrebbe dovuto chiederlo a Kiko.
Mala tempora...

Seccato ha detto...

mi....,ma è proprio folle allora?

Anonimo ha detto...

PERCHE'? I REDEMPTORIS NON ESISTONO????
SBAGLIO O SONO SETTANTA..........

Anonimo ha detto...

Non ascoltate quell.anonimo!
Ora bando alle baggianate e vi racconto un fatto vero sul Papa ed il cammino....siete disposti ad ascoltarmi???

kirikiki' ha detto...

Questo si e' bevuto il cervello. E' la conseguenza delle catechesi roboanti kikiane! Anonimo, fai pena piu' degli altri!

Anonimo ha detto...

in Giappone il cammino ha avuto moltissimi problemi con il vescovo, tanto che si era pensato di chiudere il RM.
Ma....il Papa saputo cio', ha dichiarato quel seminario...
SEMINARIO PONTIFICIO !!!!!!!!!!

sapete spiegarmi questo?????

Seccato ha detto...

Settanta?
ce ne vorrebbero almeno settecento per rinchiuderci tutti i pazzi come te

felice ha detto...

viva il cammino sì, viva la Chiesa no eh?

CAMMINO NEOCATECUMENALE: LA SETTA DI KIKO

Seccato ha detto...

Non è assolutamente vero,anonimo pazzoide,solo stupidate dei catechisti neocatecumenali per farvi ingrippare il cervello.

Anonimo ha detto...

ah..non e' vero?????
sei un bugiardo!!!!
e' VERISSIMO

Seccato ha detto...

Verissimo un corno!. Sarà vero per un pupazzo come te,non per gli altri.Non ti accorgi che sei diventato un fantoccio che beve qualunque sciocchezza inventano i catechisti?
Ma ormai,ragazzi,siete alla frutta!

anonimo nc ha detto...

Cosi non si fa del bene proprio a nessuno ed il nemico avanza...
Spesso di fronte a soggetti deliranti sarebbe utile non rispondere anche se chiamano in causa la famiglia.

Se l'anonimo e' quello di ritorno...

kirikiki' ha detto...

Allora se e' vero quello che dici fornisci citta' e diocesi giapponesi dove e' avvenuto tale fatto? Poi tanto per curiosita' chi dirige questo Seminario Pontificio? Il cammino o il Vaticano?

Seccato ha detto...

Il poveretto ha il cervello annebbiato e non sa piu che pesci pigliare.Magari sta telefonando a qualche cialtrone di catechista per avere l'imbeccata.

felice ha detto...

certo meglio consultare un catechista ke ne sa più di tutti... anke quando fa la spesa il catechista è ispirato sullepietanze ke prepareranno le onorevoli mogli

Anonimo ha detto...

Chissà perché la gente si arrabbia per nulla: quelli che nn sn cristiani perché lo siamo, quelli che invece sn cristiani perchè lo siamo... Invece di ralllegrarsi per la pecorella ritrovata, ci si lagna per come ha incontrato Dio?!
Ben ci sta che per ognuno Dio ha tracciato una strada, diversa, a seconda della persona, della storia, altrimenti sai ke noia, c'è un mare di possibilità in 'sta vita!!!
In cammino nessuno ti obbliga a fare nulla, a condividere nulla... Se uno sa ma nn sperimenta, ragazzi, lasci parlare chi vive, poi se ne riparla. Però certa gente non ha altro da fare che sputare il veleno che ha dentro...
Preferirei ke si fosse felici per il ritorno a Dio o della vicinanza a lui... Se la chiesa approva, ovvio.

lara ha detto...

Scusate, ma vedo tanta energia sprecata e distrazione su temi importante da parlare.

Non è stato un caso che la pagina precedente sia stata così disturbata, non è stato un caso!

Spero che il bombardamento degli anonimi non abbiano lasciato delle sequele.

di fr ha detto...

Anonimo, ma quale dio fate incontrare? Saperlo non è poco! I nc, anche nella preparazione al matrimonio ,gestita da questi "ispirati", NON CI HANNO PARLATO DEL DIO DI GESU' CRISTO!!!!
E' UN MOSTRO DI DIO...ve lo potete tenere, ma a quanto si può verificare oltre ad essere un dio che vi fa adulare sale e cammini settari, vi allontana dalla Chiesa e dai fratelli nel battesimo e nella fede. Siete diventati malati di celebratie cronica perchè ormai le vostre celebrazioni sono vuote di contenuto. Gusci vuoti che vi fanno perdere il senso di ciò che celebrate.
Continuiamo a pregare affinchè un raggio di ravvedimento vi faccia uscire dalla nebulosa in cui vi siete cacciati.

Anonimo ha detto...

anononimo "di ritorno" autentico e originale
Solo per dire buonanotte a tutti, cabalisti e no, e state calmi...
Irenista, amante delle amenità, sprezzante...me ne avete dette di tutti i colori da tutti i lati.
Vada così...Ma volgare almeno non lo so (ip fa fede: già so che qualcuno sa dove sono...)
Saluto Mic : non c'era nessun giudizio, almeno nelle intenzioni.
Saluto Anonimo nc: farò danni, non so, ma c'è chi ne fa più di me. La verità è libera e viene sempre a galla. Chi opera per il bene...

mic ha detto...

"In cammino nessuno ti obbliga a fare nulla, a condividere nulla..."

già questo mal dispone su tutto il resto, perché NON E' VERO!!!

"Se uno sa ma nn sperimenta, ragazzi, lasci parlare chi vive, poi se ne riparla. Però certa gente non ha altro da fare che sputare il veleno che ha dentro..."

Tu dici che sputiamo veleno, noi siamo convinti di dire la verità

"Preferirei ke si fosse felici per il ritorno a Dio o della vicinanza a lui... Se la chiesa approva, ovvio"

come non essere felici del ritorno a Dio o della vicinanza a Lui? dici che non dovremmo preoccuparci del "come"; invece è proprio quello che svia e alla fine ti forma un'immagine falsata di Dio e conseguentemente vien falsata anche la tua, dato che sei a sua immagine e devi crescere nella "somiglianza", ma voi più che a Cristo somigliate a kiko: E dici che non è preoccupante?

mic ha detto...

"Irenista, amante delle amenità, sprezzante...me ne avete dette di tutti i colori da tutti i lati."

anche tu mi sembra non sei stato da meno su di noi(non vale la pena fare l'elenco, ma è vario e pieno di accuse)

La cosa seria, e ricorrente, è che non ci siamo confrontati si alcun "contenuto" e, quando abbiamo cominciato a farlo, anziché risposte, sono piovute le accuse...

Anonimo ha detto...

DOVERE DI CRONACA:
riguardo al seminario pontificio in giappone, io so che e' vero, se non ci credete provate a chiamare Propaganda Fide..........

Città del Vaticano
Tel. +39-06-69880115 -
Fax. +39-06-69880107 -
e-mail: fides@fides.va

cosi' vi levate la curiosita'....!!

felice ha detto...

Sembra ke facciano le riunioni collettive per preconfezionare le risposte: tutte uguali dappertutto... NN CAPISCI NULLA, NON HAI INKONTRATO IL SIGNORE, STAI GIUDICANDO, SPUTI NEL PIATTO, SE NON HAI PROVATO NON PUOI SAPERE...

Risposte uguali ovunque... ma che consegnano al posto delle Bibbie dopo le catechesi iniziali, il manuale del buon neocatecumenale?

Anonimo ha detto...

allora??? avete telefonato????

La pulce ha detto...

IL BOLLETTINO MEDICO DI STAMANE SULLE CONDIZIONI DELL'INTASAMENTO INTESTINALE DI DONA CARMENITA

Alle ore 7,00 Tomasina Floret ha emesso il primo bollettino medico sulle condizioni di salute di Dona Carmenita,il cui intasamento intestinale già da ieri le sta comportando seri problemi e molte sofferenze.

Ecco il testo del bollettino:

" L'illustre paziente ha trascorso una nottata agitata.
Intorno alle 23,30 le sono stati somministrati:

a) una tazza bollente di brodo di prugne glicerinato;
b) tre cataplasmi sulla parte addominale costipata;
c)due sigarette avidamente aspirate;
d)una compressa di crusca calda.

Intorno alle ore 2,00 di stamane la paziente ha chiesto qualche sostentamento solido,essendo digiuna da ieri a mezzogiorno. Le sono stati somministrati:

a)due cosce di pollo;
b) una porzione di viteltonnè;
c)una scodella di insalata di riso;
d) una teglia di patate al rosmarino;
e)messo litro di merzemino;
f)un chilo di prugne fresche.

Intorno alle ore 5,00 di stamane nuovo abbondante cataplasmo caldo sull'addome e sigaretta.

Le sue condizioni al momento non destano molte preoccupazioni e l'espulsione di aria intestinale procede a ritmo battente e sonoro".

Anonimo ha detto...

70 seminari, x 10 preti l'anno.....= 700 preti l'anno....per 10 anni.....= 7000 preti del cammino.....
MAMMA MIA....E VOI COME FARETE?????
E SE QUALCUNO VI DIVENTA VESCOVO...CARDINALE...O PAPA?????
HAAAAAAAA
HAAAAAAAAAAA
HAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
mic ha detto...

Caro Anonimo dell'RM in Giappone, ho provato a chiedere, ma non ne sanno nulla...

Anonimo ha detto...

bugiardo !!!
sei un bugiardo....!!!

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
mic ha detto...

"70 seminari, x 10 preti l'anno.....= 700 preti l'anno....per 10 anni.....= 7000 preti del cammino....."

dando per scontato che possano continuare a ospitare preti del cammino per altri 10 anni...

Anonimo ha detto...

e' questo il tuo problema... e lo sara per molti anni ancora....

Anonimo ha detto...

PER LA PULCE:
sei bravo a scrivere su tua sorella.......a proposito...ricordale il resto

mic ha detto...

"bugiardo !!!
sei un bugiardo....!!!"

dimmi perché dovrei essere un bugiardo, se la notizia si rivelasse vera potrebbe essere un segnale; ma forse questa volta il Papa potrebbe aver invertito le posizioni ed essersi servito di voi come cavallo di Troia per mantenere un seminario in Giappone. In fondo poi basta cambiare il Rettore... i seminaristi kikiani prenderebbero un fugone o si raddrizzerebbero

mic ha detto...

"e' questo il tuo problema... e lo sara per molti anni ancora...."

non è un problema mio ma un problema per la Chiesa di Cristo Gesù che diventa mio solo per questo...

Il portavoce della Pulce ha detto...

Pare che Dona Carmenita,tra l'altro,debba il suo stato di intasamento all'anonimo delle 9,31,che le è rimasto di traverso nel colon...

mic ha detto...

Stando al tema di questo articolo sembra che il cammino NC invece che una "scuola di libertà" sia una scuola di paraculite (neocatecumenali evoluti) o di volgarità (neocatecumenali rozzi)

dani ha detto...

L'inganno iniziale confezionato e ben camuffato si è portato tutto quello che segue, ai danni della Chiesa una, santa, cattolica ed apostolica. Le doveva carpire l'apostolicità per essere garantita, ....anche i seminari che tutto sono fuorchè sotto il Papa. Non so se avete una documentazione che dica che sono stati donati al Papa e sinceramente , a me e ad altri, non ci tocca più di tanto,conoscendo il modo kikiano di coinvolgere subdolamente e infidamente.
USATE LA PAROLA PER INCONTRI DI TRAINING AUTOGENO, con la differenze che i poveracci(anche se ebetamente felici, infatti molti con fare estasiato ti dice "di sentirsi bene, che le celebrazioni lo tirano su...") li affossate ancor più verso schemini preconfezionati e ,facendovi comodo per tenerli soggiogati, li incatenate a condizionamenti che in molti rasentano la psicoticità.

BELLA ROBA!!!E' QUESTO CHE DIO VUOLE ? E' QUESTO L'ANNUNCIO E LA BUONA NOVELLA.
I RM li potete impiantare e dove volete, nel numero che volete, con i sostegni e le etichette che volete ma...NON FANNO CONOSCERE DIO NE' TANTOMENO LA SUA CREATURA PER LA QUALE HA INCONTRATO LA MORTE PER LIBERARLA.

Siccome la tua coscienza,caro anonimo nc, è oramai ottundita dalle catechesi kikiane (ma, a proposito, cosa ne fa della croce astile quando va parlando alla Hitler alle "sue folle"?), non posso invitarti neanche ad esaminarla. Non ci riusciresti perchè c'è stato finora sempre chi l'ha fatto al posto tuo, obbligandoti anche una gerarchia di peccati. Ravvediti perchè la tua anima ha sete di Verità per essere più profondamente unita al Signore (non quello che ti indica kiko anche se...gli dà lo stesso nome).

Anonimo nc ha detto...

Anonimo di ritorno scrive:
Saluto Anonimo nc: farò danni, non so, ma c'è chi ne fa più di me. La verità è libera e viene sempre a galla. Chi opera per il bene...


Se non conosci il Cn direttamente e' meglio non parlarne. Purtroppo cio' che si vede dall'esterno non e' rappresentativo di cio' che succede all'interno e parlare solo di cio' che del cammino e' pubblico rischia di diventare propaganda.
L'ultima frase potevi anche evitare di scriverla, assolutamente fuori luogo il tono.

Anonimo ha detto...

PERCHE' CANCELLATE I POST CHE NON LA PENSANO C0OME VOI?????

QUESTO E' NAZISMO......

mic ha detto...

"La verità è libera e viene sempre a galla. Chi opera per il bene..."

Caro Anonimo di ritorno, la verità viene a galla quando c'è qualcuno che la mostra...

Anonimo ha detto...

http://www.conelpapa.com/quepersigue/neocatecumenales/index.htm

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
mic ha detto...

"PERCHE' CANCELLATE I POST CHE NON LA PENSANO C0OME VOI?????

QUESTO E' NAZISMO......"

intanto potresti smetterla di "gridare" con le maiuscole!

I post cancellati sono quelli inutilmente offensivi o addirittura volgari e non altri.
Continua pure a prendere altre lezioni di nazismo dai tuoi iniziatori!

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 277   Nuovi› Più recenti»