lunedì 17 settembre 2007

Sacerdozio nel cammino Redemptoris Mater et alii

Partiamo da questi dati iniziali:
  1. Secondo Kiko i seminari RM nascono grazie al decreto ‘‘Presbyterorum Ordinis’’ n.10: « Ricordino dunque i presbiteri che deve stare loro a cuore la sollecitudine per tutte le chiese... Dove lo richiedono motivi di apostolato (la mancanza di sacerdoti) si faciliti non solo una funzionale distribuzione dei presbiteri, ma anche l'attuazione di specifiche iniziative pastorali... A questo scopo potrà esser utile la creazione di seminari internazionali... per il bene di tutta la chiesa, secondo norme da stabilirsi per ognuna di queste istituzioni e rispettando sempre i diritti degli ordinari del luogo ».

  2. I Seminari R.M., secondo Lo Statuto, " sono eretti dai Vescovi diocesani, in accordo con l'Equipe Responsabile internazionale del Cammino, e si reggono secondo le norme vigenti per la formazione e l'incardinazione dei chierici diocesani e secondo statuti propri, in attuazione della Ratio fundamentalis institutionis sacerdotalis. In essi i candidati al sacerdozio trovano nella partecipazione al Cammino Neocatecumenale un elemento specifico e basilare dell'iter formativo."

  3. sarebbe opportuno conoscere gli "statuti propri"

    Queste le prime evidenze che si possono notare:
    1. Come è possibile che i Fondatori del cammino abbiano sia nel ruolo formativo che fondativo dei seminari la stessa dignità dei Vescovi?

    2. operano nel cammino due tipologie di sacerdoti:

      2.1. coloro che non solo si sono formati nei RM e che devono seguire non gli insegnamenti della Chiesa (pur se prevedibilmente frequentano corsi di teologia nelle facoltà teologiche) ma vengono sottoposti a tutto l'iter formativo neocatecumenale (tappe, passaggi, scrutini, obbedienza ai catechisti)

      2.2. ma anche coloro che, pur avendo studiato in un normale seminario diocesano, hanno trovato la loro vocazione e hanno esercitato il loro ministero sempre, o quasi, nel cammino, o comunque legati alla loro comunità e ne assorbono e si adegauno perfettamente a contenuti e metodi, anziché porsi come guide, reggitori della comunità, come indica il Papa e com'è prerogativa dei sacerdoti cattolici...
Fermo restando che l'ordinazione dei Redemptoris Mater è valida perché operata dai vescovi, ci si chiede tuttavia se la loro azione sacerdotale non possa essere inficiata dal credere e professare cose diverse da quelle insegnate dalla Chiesa sia nella celebrazione eucaristica (Cena protestante e non sacrificio, Presenza simbolica e non reale) che nella somministrazione dei sacramenti, sopratutto quello della riconciliazione ed inoltre nel credere nella perfetta identificazione del Cammino con la Chiesa, della quale sono totalmente cancellati 2000 anni di storia e di insegnamenti (da Costantino al Vaticano II, preso come fondante del Cammino, senza applicarne la continuità come affermato e ribadito dal Papa)... ergo si agisce e si opera nel nome del cammino ritenendo che sia la vera Chiesa...

Proseguiamo ora la nostra riflessione

316 commenti:

1 – 200 di 316   Nuovi›   Più recenti»
stephanos78 ha detto...

Riposto qui:

"Carissimi.

Ho letto con interesse l'approfondimento che avete fatto riguardo il Sacerdozio nel Cammino, i RM, la dottrina sui Sacramenti nel Cammino.

Ringrazio Anonimo NC. Lo accompagno nella praghiera in questo momento importante della sua vita e invoco ogni benedizione su di lui e su tutti i fratelli NC che sono in momenti di discernimento come questi.

Anche il sottoscritto passò per questa "via". Al termine della quale c'è, credo inevitabilmente, la presa di coscienza della diversità e "alterità" del Cammino rispetto alla Fede Cattolica Romana. Il passo successivo è ancora più difficile dei precedenti, comunque importanti: cosa fare? Spero che tu, Anonimo nc, arriverai preparato a quel momento. Deciso a rispondere a quella domanda.

Volevo richiamare la vostra attenzione su altri fatti inerenti il discorso che stiamo portando avanti.

I Sacerdoti RM sono Sacerdoti validamente Ordinati. Su questo credo non ci possano essere dubbi.
Ma la Validità dell'Ordinazione ricevuta non implica una automatica Cattolicità del Sacerdote stesso. Il Sacerdote Validamente Ordinato è formalmente Cattolico. Ma le sue Intenzioni (questione molto importante) e la sua opera pastorale o mettono il sigillo a questa Ordinazione..oppure la negano di fatto. Il fatto che molti scismatici o eretici fossero Sacerdoti Validamento Ordinati non ha impedito che essi fossero o scismatici o eretici. Semmai il loro Stato Clericale aggrava il fatto. Quindi i Sacerdoti, quando Vescovi, che Ordinano altri Sacerdoti, pur essendo eretici o scismatici, compiono Ordinazioni VALIDE ma illecite e scismatiche. Il che vuol dire che il Sacerdote validamente Ordinato da Scismatici o Eretici può esercitare il suo Mandato pienamente e Santamente SE E SOLO SE in comunione di INTENTI e di OPERE con la Madre Chiesa ROmana.
Quindi un Sacerdote RM potrebbe essere benissimo, secondo il suo libero discernimento (perchè anche questo entra in gioco ed è determinante per sancire la sua Cattolicità reale o meno), un Sacerdote Cattolico, perchè validamente Ordinato. Ergo, sposando in tutto la Chiesa, Fede e Liturgia, Intenzioni e Pastorale. In presenza di un Sacerdote del genere, egli non sarebbe nulla altro che un Sacerdote Cattolico Puro! De Iure e de Facto.

I Sacerdoti RM sono Ordinati secondo le Intenzioni e le Norme che si rifanno agli Statuti e alle direttive ecclesiali inerenti il Cammino. Secondo queste norme, che vengono credute (?) essenza del Cammino e suo MOTIVO di esistenza (si parte dal presupposto della loro accettaizone) i Sacerdoti RM sono Cattolici anche dal punto di vista del Cammino (parliamo in linea teorica). Le norme Statutarie del Cammino sono Cattoliche! Le Norme magisteriali emesse nei suoi confronti ANCHE!

Riguardo la più grande ambiguità, quella di prevedere il Cammino come iter formativo INSIEME all'iter normale diocesano, nei RM, essa si è dimostrata un cavallo di troia ma io credo fermamente che le intenzioni non fossero affatto quelle!

Semplicemente uno dei tentativi, evidentemente non riusciti e forse non ben esaminati (per i problemi che la realtà stessa del Cammino provoca nel nascondere la sua vera identità), di "cattolicizzare" pienamente il Cammino stesso.

Stesso tentativo portato avanti con l'inserimento del Direttorio di Kiko come strumento di attuaizone del Cammino (sebbene non ancora approvato) INSIEME E IN ARMONIA CON L' "OICA" E IL "RICA"!

Facendo così si tenta una volta di più di "obbligare" il Direttorio a ricalcare l' Oica e il Rica e ad essere ad essi consonante! Per questo si citano INSIEME, nello Stauto. E per questo ci si riferisce continuamente all'OICA in molti articoli dello Stesso!

Se l'Oica e il Rica dicono una cosa e se vengono definiti punti di riferimento per il Direttorio, come avviene nello Statuto scaduto, ALLORA PER COERENZA SOSTANZIALE E ANCHE GIURIDCA IL DIRETTORIO NON PUO' DIRE ALTRO!

Io credo che gli intenti siano simili anche per i RM, che si vorrebbero "diocesanizzati" anche nell'iter formativo relativo al Cammino...

Ma il problema dell'accettazione di questo dualismo "autonomista", anche se "vincolato" (o sperato tale) alle norme ecclesiali, ha invece generato tanti cavalli di troia e tanti spunti per affaermare ufficialmente alcune cose e farne praticamente di opposte!

Per qui il Cammino non avrebbe (e non ha) sostanzialmente bisogno di alcun "Direttorio" nè tantomeno di alcun iter formativo interno ai RM perchè questi già esistono nella CHiesa! Basterebbe seguirli ed eventualmente studiare un metodo di attuazione pastorale più incisivo SU QUELLI e non su altro."

stephanos78 ha detto...

Sempre in linea con il ragionamento di prima, e tenuto conto di cosa significhi il Sacerdozio Ministeriale per la CHiesa, cosa dovrebbe fare un Sacerdote RM che voglia definirsi realmente Cattolico davanti a direttive del Papa, e del Vescovo diocesano riguardo Pastorale e Liturgia????? Tenendo conto della Linea Gerarchica della CHiesa?

mic ha detto...

Riposto, perché è parte integrante della riflessione

Non trascuriamo cosa pensava il Papa; il testo è tratto dal Discorso di Giovanni Paolo II ai sacerdoti delle Comunità catecumenali, Lunedì 9 dicembre 1985:

""La prima esigenza che vi s’impone è di sapere mantener fede, all’interno delle Comunità, alla vostra identità sacerdotale. In virtù della sacra Ordinazione voi siete stati segnati con uno speciale carattere che vi configura a Cristo Sacerdote, in modo da poter agire in suo nome (cf. Presbyterorum ordinis, 2). Il ministro sacro quindi dovrà essere accolto non solo come fratello che condivide il cammino della Comunità stessa, ma soprattutto come colui che, agendo “in persona Christi”, porta in sé la responsabilità insostituibile di Maestro, Santificatore e Guida delle anime, responsabilità a cui non può in nessun modo rinunciare. I laici devono poter cogliere queste realtà dal comportamento responsabile che voi mantenete. Sarebbe un’illusione credere di servire il Vangelo, diluendo il vostro carisma in un falso senso di umiltà o in una malintesa manifestazione di fraternità. Ripeterò quanto già ebbi occasione di dire agli assistenti ecclesiastici delle associazioni internazionali cattoliche: “Non lasciatevi ingannare! La Chiesa vi vuole sacerdoti, e i laici che incontrate vi vogliono sacerdoti e niente altro che sacerdoti. La confusione dei carismi impoverisce la Chiesa, non la arricchisce” (Giovanni Paolo II, Allocutio, 4, 13 dicembre 1979: Insegnamenti di Giovanni Paolo II, II/2 [1979] 1391).""

rs ha detto...

I Seminari RM si sono rivelati la classica zappa sui piedi.
Sono stati varati per dare un'opportunità innovativa alla formazione del clero.
Si sono invece trasformati in incubatori di ordinati fedeli al Cammino prima che alla stessa Chiesa.


Il quesito posto da Mic è il cuore del problema: come si possa accettare la funzione ecclesiale di un sacerdote che per formazione ricevuta ha imparato a rinnegare alcune delle verità insegnate dalla Chiesa.
Io pongo una domanda ancora più specifica: quando viene coinvolta la coerenza e la fedeltà assoluta ai dogmi, ciò non è motivo di delegittimazione dell'ordinazione?
Che senso ha dal punto di vista del diritto canonico ribadire la validità di un'ordinazione che nei fatti rinnega una parte della teologia?
La sconfessione teologica ed il rinnegamento dogmatico non sono forse motivo di decadimento della validità ordinamentale?
Non erano esattamente questi i presupposti che in passato hanno fatto condannare per eresia tanti religiosi variamente creativi e fantasiosi nell'interpretazione delle Scritture e del loro ruolo?

Questi quesiti, prima o poi, dovranno arrivare sul tavolo della Congregazione per il clero, poichè investono direttamente l'essenza della funzione sacerdotale, oggi gravemente compromessa dalla formazione neocatecumenale dei 'presbiteri' del Cammino.
Quanto alle soluzioni operative, nel post inviato nella precedente pagina suggerivo delle misure possibili.

mic ha detto...

Uno dei dati da tener presenti nella riflessione è il concetto di sacerdozio mutuato nel Cammino NC.

Si enfatizza molto il sacerdozio regale del popolo di Dio, quello che appartiene a tutti noi in quanto credenti e battezzati, il che è vero, ma in maniera molto protestante, appunto, lo si enfatizza ed ecco che
1. E' l'Assemblea che celebra l'eucaristia
2. penitenziali collettive e scarso senso del sacramento dellariconciliazione vissuto come una formalità (elenco dei peccati)perché viene visto solo l'aspetto sociale e non anche la responsabilità individuale del peccato, ecc. (qui il discorso si fa complesso e dovremmo aprire un'altra pagina sulla riconciliazione e sul senso del peccato interiorizzato nel cammino)

A questo punto si pone la domanda essenziale di Anonimo nc:

Pertanto all'interno delle comunita' il sacerdote va a fare un servizio come officiante e basta? Spesso sì rispondo con il mio vissuto.

E io aggiungo: officiante di che?

remonim ha detto...

Ora, invece, Dio ha disposto le membra in modo distinto nel corpo, come egli ha voluto. Se poi tutto fosse un membro solo, dove sarebbe il corpo? Invece molte sono le membra, ma uno solo è il corpo.

stephanos78 ha detto...

Infatti UNA SOLA è la Chiesa di cui il Cammino, purtroppo, non è Membro...

stephanos78 ha detto...

Volesse il Cielo che Kiko possa tornare nel Seno della Madre rinunciando al Cammino

remonim ha detto...

Ugualmente, voi, giovani, siate sottomessi agli anziani. Rivestitevi tutti di umiltà gli uni verso gli altri, perchè Dio resiste ai superbi, ma dá grazia agli umili.

stephanos78 ha detto...

Ugualmente voi, Kiko-Carmen-Don Mario, siate sottomessi ai Vescovi e al Papa: Rivestitevi di Umiltà (come dobbiamo fare tutti noi!), perchè Dio rifugge i superbi e dà Grazie ed APPROVAZIONI agli umili CATTOLICI.

Chiedo scusa a Dio se ho strumentalizzato la sua Santa Parola. Ma sentivo di rispondere

mic ha detto...

Remonim, invece di fare Ermete Trimegisto, vuoi per favore spogliarti delle tue citazioni e parlare dal tuo cuore, dalla tua mente, dalla tua coscienza?

mic ha detto...

D'ora in poi, Remonim, qualunque poost (vale per te e per chiunque altro) che non riguarda esplicitamente il tema di questa pagina sarà cancellato (comprese le citazioni della Scrittura senza relativa interpretazione)

mic ha detto...

Possiamo ricavare altri elementi da questa rielaborazione e integrazione di precedenti riflessioni:

Per avere un sacramento valido si richiedono la materia, la forma ed il ministro (validamente ordinato) il quale abbia intenzione di fare ciò che fa la Chiesa cattolica. La materia del sacramento è la cosa sensibile che si adopera per amministralo (come per esempio l'acqua del battesimo o l'olio nella cresima); la forma sono le parole pronunciate dal ministro.
Se materia e forma dell'eucaristia e della penitenza neocatecumenali sono quelle della Chiesa ed il ministro è validamente ordinato il sacramento sarà valido.
A questo punto a materia e forma dobbiamo aggiungere l'"intenzione" e il punto nodale è: qual è l'intenzione del sacerdote R.M., conforme agli insegnamenti kikarmenkiani o a quelli della Chiesa?

E' bene sapere poi che altra faccenda è la disposizione soggettiva (che non è scontata, può essere indotta a seconda degli insegnamenti ricevuti): se uno sa di essere gravemente eretico e persiste nella sua eresia, allora riceverà il sacramento pur valido in stato di peccato grave ed il sacramento sarà valido ma "legato". Tuttavia anche se il fedele non è conscio dell'eresia che sta sostenendo o propugnando, mancando però la sua disposizione soggettiva ad esempio nei confronti della Presenza reale transustanziata (cioè se ci crede poco o quasi nulla), non sarà in peccato ma perderà (in misura maggiore o minore a seconda della retta fede rimastagli) il frutto del sacramento che riceve, che pure è valido. Il sacramento non sarà completamente "legato" ma neppure "libero" di operare i suoi effetti. In compenso riceverà l'allegria frutto del clima coinvomgente emotivo creato dalle invenzioni kikiane introdotte nella celebrazione.
Ecco perché (vedi lettere di Kiko al Papa) l'allegria va continuamente rinnovata e ricevuta ad ogni eucaristia: perché non si tratta della gioia intima e profonda e della trasformazione via via operata dall'incontro col Signore, ma di un sentimento (non un habitus) momentaneo e contingente...

Nei casi di persone in buona fede penso si applichi il supplet Ecclesia, "supplisce la Chiesa". L´ordinamento canonico, nella sua flessibilità , per venire incontro a situazioni particolari nelle quali mancasse la potestà esecutiva o la facoltà in chi deve compiere determinati atti con danno dei fedeli, stabilisce che la Chiesa supplisce, tanto per il foro esterno quanto per quello interno, la potestà di governo esecutivo o le facoltà (CIC, can. 144). Questo significa che quegli atti che di per sé sarebbero invalidi, perchè il soggetto che li compie per qualsiasi ragione non ha la potestà o la facoltà di farlo, per il fatto che la Chiesa supplisce alla carenza del soggetto, sono validi fin dall´inizio e non hanno bisogno di nessuna convalida successiva.

mic ha detto...

Per completare:

Ancora più precisamente, il frutto del sacramento dipende tutto dalla grazia di Dio; solo che questa grazia divina non agisce senza il "sì", il “fiat”, cioè il consenso e l'apporto della creatura, che è più una "conditio sine qua non" che non una con-causa. Dio si comporta come lo sposo che non impone il suo amore per forza, ma attende il "sì" libero della sposa.
Tutto ciò che dipende dalla grazia divina e dalla volontà di Nostro Signore, nel sacramento, si chiama "opus operatum", che possiamo tradurre: opera già realizzata, frutto oggettivo e immancabile del sacramento, quando è amministrato validamente; tutto ciò che invece dipende dalla libertà e dalle disposizioni del soggetto si chiama "opus operantis ", cioè opera da realizzare, apporto dell'uomo.

michela ha detto...

Sapete che i ragazzi dei RM frequentano vari corsi presso il seminario diocesano e poi danno l'esame, come i loro colleghi non neocat.
Quindi formalmente è difficile accusarli di eresia.

Sarà anche difficile che un sacerdote nc metta per iscritto la propria visione di chiesa, proprio perchè nel cammino non si prendono mai posizioni ufficiali e personali, solo i fondatori lo possono fare, e quindi sarà impossibile dimostrare l'eresia.

SI stanno formando sacerdoti che sono come scissi in due, possono conoscere bene le scienze teologiche e, in qualche caso, essere anche insegnanti nei seminari diocesani; sono quindi ortodossi nella teoria, mentre dall'altra parte sono eretici nella pratica quando partecipano alle varie celebrazioni neocat.

Alle richieste di rs, aggiungerei anche quella di non ordinare sacerdoti RM, in assenza di statuti, e di approvazione liturgica e dottrinale.
Solo così si misurerebbe il grado di obbedienza del cammino e dei suoi vescovi.

lara ha detto...

Seguo con interesse lo svolgere e aproffondire del tema così complesso sui RM.

Su quanto diceva RS nel suo ultimo interv. pag. prec. ...

Non vedo solo che kiko non si questioni minimamente come dover 'regolare' anche i RM ed il suo andamento fin'ora, ma è chiaro il suo voler andare avanti, sempre avanti con le idee distorte e quant'altro.

In questo tempo di 'questioni varie' da parte della Santa Sede al cn, non solo non si ancora (da parte dei fondatori) l'accettare di buona volotà le correzioni a loro fatte e messa subito in pratica, ma bensì sempre il crescere della ARROGANZA tipica che caratterizza i nc. Non solo non si è fermato ad attendere le dovute risposte, anzi , fin'ora ha avuto solo una conferma, quella della non approvazione dello statuto alla scadenza. Ma lui va avanti, e 'chiama' ancora.

In questo tempo di INCERTO a cosa può chiamare sennò a vivere in un qualcosa "d'incerto"?
Una cosa è chiara, che Il suo invito sta solo chiamando a vivere questo.
"Vieni a vivere la tua fede dentro il cn che non sappiamo come andrà a finire" ...

UN BEL GARANTE!...

La cosa ancor peggiore che questa volta non si sia fermato alle 'tipiche' chiamate, ma ha fatto conoscere il suo desiderio di 'allargarsi', coinvolgendo persino i bambini!

Ma cosa sta sucedendo con questi bambini? Cosa proporranno loro? Dove sono ora? Quale percorso stanno facendo fare? Chi se ne cura? ...

lara ha detto...

PS: leg. non si è visto ancora (da parte dei fondatori ...

Erasmus ha detto...

Il CNC non vuole essere riconosciuto come un movimento, così i seminari RM non vogliono essere riconosciuti come seminari del CNC, ma come diocesani, in quanto è il Vescovo del luogo che chiede l'apertura di un seminario.
Ma di fatto essi appartengono al cammino, se non altro per il tipo di vita e di formazione che si conduce.

Il rettore di un RM è sempre un prete scelto dall'equipe internazionale del CNC (Kiko, Carme e Padre Mario Pezzi).

I seminaristi, oltre che dal rettore, sono seguiti sempre da un'equipe di catechisti, che seguono il seminario e ne sono responsabili assieme al rettore.
L'arredamento dei seminari è sempre uguale in tutti i RM del mondo: oltre alle tantissime icone di Kiko, si trova sempre la Croce del CNC (solo quella), e la moquette di tre colori:
Verde che si usa, di solito nelle stanze della scrutatio (Rappresenta i pascoli erbosi del Salmo 23 Su pascoli erbosi mi fai riposare...)
Blu si trova nelle stanze dove si celebra la S.Messa, il colore rappresenta le acque della morte nelle quali il cristiano cammina e non affonda perché sorretto da Cristo.
Rosso dovrebbe trovarsi nella Santuario della parola una cappella in cui il Santissimo è conservato e sopra c 'e la bibbia: rappresenta la Parola (Cristo) che si fa carne. Il colore Rosso dovrebbe essere il sangue dei Martiri.
Naturalmente, una volta nominati parroci, tutti aprono il CNC nella propria parrocchia (sarà questa la nuova evangelizzazione di cui parla Kiko?)

Da rilevare che il "santuario della Parola" viene anche chiamato Cappella del Santissimo, ma vi acquista più rilevanza il "Libro" conservato nel Tabernacolo, rispetto alle Sacre Specie...
Del resto non ci sono inginocchiatoi per l'Adorazione, ma tutto è disposto come in una sinagoga...

Simbolismo "altro", strutture "altre", gerarchia "altra" da quelle della Chiesa, contenuti "altri"...

Viator ha detto...

Per Lara
non penserai che consideraranno valide anche le 'alzate' dei bimbi di sette anni!!!!

Ma chi controlla?

lara ha detto...

Scusa Viator, ma come non considerare? Quale è stato lo scopo di far avvicinare anche loro? Cosa hanno in mente?

michela ha detto...

Sono certamente contate nel numero delle 'alzate', quelle dei 13-14 enni, moltissime delle quali non sono vere vocazioni, ovviamente.

poi il discernimento vocazionale, si fa solo con quelli dell'ultimo anno della scuola superiore.

Francesco ha detto...

SUPPLET FRANCISCUS ARGUELLO

E' deprimente pensare che quella stessa Chiesa che promulga la "Presbyterorum ordinis" e si propone l'erezione di seminari internazionali,poi,per incapacità di aprirli,abdichi a questo suo stesso proposito e deleghi dei laici a farlo(Kiko & C.).
O forse mi sbaglio?

Viator ha detto...

Grazie, Michela, almeno è ragionevole... a parte il resto

lara ha detto...

Rispetto ai colori di quanto parlato prima, altrettanto 'è pieno di significato' (così sembra) sul tetto del piatto volante di Pto. S.Giorgio.

Ricordo che a una delle 'convivenze' mi disse una persona (fanatica del cn) : Sai che qui ogni cosa è pensata minuziosamente al minimo dettaglio? Ed incominciò a spiegare il perchè dei colori, e lo faceva come se veramente stesse davanti un'opera d'arte!

"Minuziosamente pensata al minimo dettaglio..." E ci credo!

Ora vorrei avere presente quella persona per parlar di quel quel 'minuziosamente ...."

La pulce ha detto...

ULTIME DALLA SICILIA

Il supremo catequista neocat siculo,cav Giovanni Pìpia,assistito dal luogotenente ,catequista minor,prof. latinista Raffi Ca,pur tribolati entrambi dal residuo di costipazione intestinale di dura cervice, ha deciso quest'oggi di riprendere la sua attività ordinaria.
Si è fatto recare nel salone parrocchiale sulla sedia a rotelle ciambellata e ha tenuto gli scrutini a due comunità,assegnando complessivamente 400 penitenze.
Stremato dalla fatica,mezz'ora fa si è fatto riaccompagnare a casa dichiarando ai nostri microfoni: al peso che grava sulla mia epa ho aggiunto oggi quello di tutti i peccati che ho preso su di me!
E il Raffi Ca,di rimando,indicando il Pipìa con ampio gesto della mano: " Iste caper ille est!!!!"

Punto di domanda ha detto...

Come si sarebbe regolata la CdF se al posto delle poche migliaia di seguaci dell"Esercito di Maria" ci fossero stati gli ottocentontomila del Cnc?

stephanos78 ha detto...

Sarei felice se qualcuno dei nostri fratelli NC si ponesse con me la domanda che ho fatto nel post del 17 settembre, 2007 12:12.

E soprattutto se fosse possibile una risposta seria.

Anonimo ha detto...

attento la pulce...rischi grosso....

Il portavoce della pulce ha detto...

Per l'anonimo delle 16,05...

....al massimo la pulce puo rischiare una delle vostre flatulenze,ma sa tapparsi il naso!

stephanos78 ha detto...

Buona giornata anche a te anonimo :-D

Francesco ha detto...

Steph....vieni su msn

punto di domanda ha detto...

francesco in chat con steph? invidia e gelosia!!!!!!!!!!!!!!!!!

remonim ha detto...

"Gli antichi ministri erano rivestiti del ministero per occuparsi delle cose sante e servire al tabernacolo. Ora, il Cristo adempie a questa funzione in modo sopraeminente, essendo anch’egli Ministro, non in quanto Dio(come tale è piuttosto l’autore del ministero), ma in quanto uomo, come si legge in Lc 12,37: “Li farà mettere a tavola e li servirà (Vulg.: ministrabit)”. La natura umana, in Cristo, è lo strumento della divinità. Egli è per-tanto “il ministro del santuario” perché amministra i sacramenti della grazia nel tempo presente, e quelli della gloria nel futuro. Inoltre, è ministro del “vero tabernacolo”, il quale altro non è che la Chiesa militante secondo Sal 88,1: “O Signore degli eserciti, quanto sono amabili le tue dimore (Vulg.: tabernacula)"
Commento di S.Tommaso lettera ebrei

Anonimo ha detto...

sara' bello vedervi schiattare di rabbia quando,tra qualche giorno, verra' divulgata la notizia che gia' si aspettava,(e non si tratta di menzogna....)si perche' tutto questo tempo sottratto alle vostre attivita' potrebbe essere risultato inutile....
ah.no.........
evidentemente direte che il Papa e' stato male informato, mettendo cosi' in dubbio la sua Parola,oppure che abbiamo teso un tranello alla Chiesa,oppure che...insomma troverete senz'altro una motivazione andando a scopiaincollare per internet nella teologia...o forse nella filosofia...e perche' non nella psicologia?????????
mi faro' risentire a breve ...a cose fatte...e brindero' nel cranio della vostra ignoranza e sapete come andra' a finire????
che dalla chiesa alla fine ci uscirete VOI!!!!!
a presto.

La pulce ha detto...

BOLLETTINO MEDICO DELLE ORE 20,00

Anticipato di qualche minuto, è stato emesso il bollettino medico sulle condizioni di Dona Carmenita.ve ne diamo integrale lettura:

" L'augusta paziente dopo il trotto di stamane sulla Sacra Piazza alla testa delle sue Camminanti è stata interessata da sordo crampo addominale che l'ha costretta per il resto del dì a rimanere sdraita su un canapè,al capezzale del quale si sono alternate le cimici neocat volontarie munite di ventaglio e di manoscritto delle odi latine e dei carmi composti dall'esimio latinista Raffi Ca,luogotenente siculo del siculo catequista maior,cav.grad'uff. Giovanni Pipìa.

Le reazioni della paziente sono state altalenanti:ora assopimento greve e rumoroso; ora più rumorose e odorose esplosioni...di gioia nel sentire i componimenti destinati all'adorazione del senor Kirikus".

Gert ha detto...

Per l'anonimo delle 19,33

Un giorno capirai che tutto ciò che stiamo dicendo qui(anche nel tuo interesse) risponde a verità...

Anonimo ha detto...

bijate...solo bojate.....intanto beccateve altri 5 redemptoris...HE HE HEEEEEEEEEEEEEEEEE

Gert ha detto...

Casomai te li becchi tu i 5 nuovi istituti.Noi non frequentiamo i pollai.

Quando parli o scrivi di Don Elio,fatti prima un po di gargarismi con la varechina e soprattutto togliti le fette di mortadella dagli occhi:le offerte a Don Elio sono spiccioli in confronto al bilancio della fondazione neocatecumenale "Famiglia di Nazareth"(Che sfontatezza ad usare questo nome!) equivalente a 120 milioni di euro annui(dichiarati).

Anonimo ha detto...

me dispiace per te...ma i 5 son proprio veri.........

Anonimo ha detto...

non la torvo....dammi altri riferimenti

Anonimo ha detto...

ma che e' uno scherzo?

Anonimo ha detto...

non fare lo stronzo che la stiamo aspettando davvero sta conferma da un momento all'altro...alla faccia de sti cretini

Seby ha detto...

Collegandomi al sito ufficiale del CNC ho natota che sono stati inseriti alcuni discorsi sui movimenti eclesiali dell'ollora Card. JOSEPH RATZINGER...
Ma il CNC una volta diceva di non essere un movimento... Hanno cambiato idea, ho gli vogliono far cambiare idea.. pur di strapare l'approvazione definitiva?

Anonimo ha detto...

urrah approvati approvati
ip ip urrah ip ip urrah


internetica
lo prende internatiche

Viator ha detto...

internetica non è nulla e non ci rimette nulla è la Chiesa e la Verità che vengono ferite... solo il Signore sa...e noi ascolteremo solo Lui...

montmirail ha detto...

"brindero' nel cranio della vostra ignoranza"

Però..

Fedele ha detto...

Anonimo delle 21,29 solo la tua imbecillità è superiore alla volgarità del tuo eloquio.
Le capre abruzzesi al tuo confronto sono infinitamente più civili ed educate.
Sei una vergogna come persona e come cristiano, e lo stesso Cammino che ti accoglie dovrebbe espellerti per indegnità.

mic ha detto...

Sapete che vi dico? Se davvero li approvano noi abbiamo fatto del nostro meglio e vuol dire che i tempi duri devono ancora venire...

Gert ha detto...

Immagino a quest'ora quante danze davidiche,quante chitarre osannanti,quanto giubilo.

E noi qui proni a terra!!!! Mah!!!

Gert ha detto...

Hai ragione,mic,credo ormai ti convenga chiudere il canale di tutte le testimonianze:il caro indirizzo di posta elettronnica neshama che forse non curi ormai da tempo.

Gert ha detto...

Anonimo,eccoti il mio cranio.Ma mi raccomando senza bollicine:mi danno fastidio.

La pulce ha detto...

ULTIMISSIME

Alla notizia che subito si è diffusa nell'Urbe e di conseguenza in tutti i catacumbenia del mondo,Dona Carmenita ha voluto a tutti i costi farsi accompagnare sulla Sacra Piazza,munita di pannolone,alla testa delle Camminanti in visibilio.

E' in corso una marcia al galoppo scandita dal crepitio dei fuochi d'artificio che si levano dalla terrazza della Casa Generalizia delle Camminanti,mentre el senor Kirikus sta organizzando il montaggio dirimpetto ai sacri palazzi dell'altissima torre in tubi innocenti e plexiglass sulla quale domattina saranno issati lui e il più grande degli shofar disponibili.

Dalle sacre terrazze vivo è il plauso degli alti pelati che hanno chiesto un permesso al redemptorismaterrequiescantinpacem interno per assistere dal vivo alla grande fiesta.

La pulce ha detto...

In collegamento esterno con Castelgandolfo: utti dormono! Il silenzio regna sovrano: che sarà?

michela ha detto...

Se la notizia è vera, bisognerà comunque leggerli questi statuti e vedere cosa è cambiato, e se li metteranno in pratica.

Gert ha detto...

Certo,Michela.Bisognerà leggerli.

Gert ha detto...

Sicuramente domani saranno pubblicati sull'O.R.(almeno un estratto),ma credo che anche Avvenire dedicherà loro uno spazietto.Inoltre sicuramente avremo conferme dalla R.V.

Anonimo ha detto...

Da oggi incomincia un'epoca nuova per la Chiesa.Ah Ah ah ah ah ah

Gert ha detto...

La Chiesa è sempre antica e nuova,anonimo, è e sarà quella di sempre,malgrado tutto.Sappilo!

mic ha detto...

il discorso, come volevasi dimostrare, è caduto ed è scaduto di qualità... spero che ci sia qualcuno che lo riprende, ma credo che siamo arrivati ad un punto controverso che fa difficoltà per chiunque debba muoversi con responsabilità in questo ginepraio!!!

Gert ha detto...

Mic,ti ho scritto una mail.

mic ha detto...

"Da oggi incomincia un'epoca nuova per la Chiesa.Ah Ah ah ah ah ah"

si tratta sempre di vedere dov'è la VERA Chiesa, negli ultimi tempi si dice sarà difficile distinguerlo; ma il Signore ha detto e continua a ripeterci "le MIE pecore riconoscono la MIA voce"

In ogni caso, Anonimo sghignazzante mi riesce difficile immaginare che sghignazzi e trionfalismi e volgarità possano farne parte...

mic ha detto...

Grazie, Gert, ricevuto!

felice ha detto...

e a me ke mme frega... sempre una setta è...

sì ubbidisco... ma non taccio

Seby ha detto...

Ma su internet non si trova nulla...

Anonimo ha detto...

Caspita che scoop.Non me l'aspettavo proprio.

Franco ha detto...

Io ce l'ho trovato si,invece.Ma nella monnezza...

lara ha detto...

Non si può parlare in aria! Attendiamo le notizie ufficiali e leggere cosa è come è stato approvato!

Fedele ha detto...

Cari amici,
anche se lo statuto fosse stato approvato, non vengono cancellate le contraddizioni e le storture che hanno segnato le vicende del Cammino.
Noi abbiamo tentato di impugnare, indegnamente, tra incertezze e speranze, quella bandiera che fu del grande padre Zoffoli e che è di don Conti, don Marighetto, del compianto padre Landucci e tanti altri.
Se il Cammino viene legittimato con lo statuto, vuol dire che tale è la linea 'politica' passata nelle Congregazioni, molto diplomatica e poco teologica.
Noi abbiamo condotto una piccola battaglia, impari rispetto alla consistenza del Cammino e agli appoggi di cui gode.
Non abbiamo demeritato, nè è mancata volontà e determinazione di dire le cose come stanno.
Spesso non siamo stati capiti, accusati di giustizialismo, criticismo, quasi sempre non siamo stati ascoltati da chi avrebbe dovuto farlo.
Questo blog resterà comunque un esempio ed una testimonianza di fedeltà all'unica Chiesa di Cristo, comunque vadano le cose.
Se oggi la battaglia per la verità sulle deviazioni del Cammino potrebbe sembrare perduta, verrà un momento che ci si ricorderà di questo piccolo spazio su cui umilissime sentinelle hanno suonato il corno mentre i guardiani erano ciechi ed i cani d'Israele muti.
Qualcuno più sù esultando affermava che saremo noi ad andarcene. E' vero.
Io come altri, ogni qualvolta i neocatecumeni saranno protagonisti me ne andrò dalla parrocchia.
Diventerò più pellegrino ed errabondo, in cerca di una chiesa dove non abbia attecchito il CNC dove poter partecipare alla Santa Messa senza contaminazioni paganeggianti.

exneocat ha detto...

Forse piu' che vera la notizia e' verosimile, ma a noi cosa cambierebbe? Io continuerei ad avere compassione per tutto il popolo di camminanti resterei convinto che il cammino fa del male alla gente continuero' nel mio piccolo a mettere in guardia la gente continuero' a dire ai vecchi fratelli di comunita' che il cammino e' un eresia e in ultimo ma non per ultimo intensifichero' la preghiera perche'il Signore Nostro Misericordioso ci guidi fino a Lui.E preghero' per quel fratello cieco che vuol brindare nel nostro cranio.Buona notte a tutti.

mic ha detto...

"Io come altri, ogni qualvolta i neocatecumeni saranno protagonisti me ne andrò dalla parrocchia.
Diventerò più pellegrino ed errabondo, in cerca di una chiesa dove non abbia attecchito il CNC dove poter partecipare alla Santa Messa senza contaminazioni paganeggianti."

io lo ho già fatto e lo farò sempre e condivido anche quel che dice exneocat

Credete che riescano a impadronirsi anche della messa Vetus Ordo in qualche modo?
La butto lì così perché potrebbe sembrare un paradosso... ma lo credete possibile?

Seby ha detto...

Io come altri, ogni qualvolta i neocatecumeni saranno protagonisti me ne andrò dalla parrocchia.
Diventerò più pellegrino ed errabondo, in cerca di una chiesa dove non abbia attecchito il CNC dove poter partecipare alla Santa Messa senza contaminazioni paganeggianti."

io lo ho già fatto e lo farò sempre e condivido anche quel che dice exneocat

Credete che riescano a impadronirsi anche della messa Vetus Ordo in qualche modo?
La butto lì così perché potrebbe sembrare un paradosso... ma lo credete possibile?


Non credo sia possibile...
Ma credo, invece, che col tempo la messa Vetus Ordo verrà dismessa... Non ci sono molti sacerdoti disposti a farla...


"Io come altri, ogni qualvolta i neocatecumeni saranno protagonisti me ne andrò dalla parrocchia.
Diventerò più pellegrino ed errabondo, in cerca di una chiesa dove non abbia attecchito il CNC dove poter partecipare alla Santa Messa senza contaminazioni paganeggianti."

Anch'io farò lo stesso. troppi inganni ho visto.... E se un giorno (come nei piani di Kiko) ?

Seby ha detto...

scusate volevo finire dicendo: e se un giorno il CNC sarà presente in tutte le parrocchie? Questo Kiko lo pensa realmente, ho un video in cui lo dice...

staricin ha detto...

qualcuno ha tirato in ballo delle capre abruzzesi??? per prima cosa l'abruzzo è più famoso per le pecore. Sudi clinici dimostrano che le CAPRE o PECORE rimangono sempre tali anche se viene approvato uno statuto...(ma voi avete mai visto delle CAPRE con uno statuto??? roba da matti)...viva l'abruzzo...

lara ha detto...

Io pellegrina in cerca della Chiesa non inquinata dai nc, lo sono diventata subito appena uscita!

lara ha detto...

Ma 'l'anonimo nc' dov'è andato a finire?

staricin ha detto...

è andato a pascolare col resto del gregge per festeggiare l'approvazione degli statuti, ma è vera sta notizia??? non riesco a trovare nulla...

lara ha detto...

Dopo che i nc lo hanno trattato da Giuda non è apparso più.

lara ha detto...

Caro fratello 'anonimo nc' , anch'io ti terrò particolarmente presente nelle mie preghiere in questo tempo difficile che starai attraversando. Che il Signore ti doni la Sua forza per accettare la grande delusione per la quale siamo passati tutti noi, e guardare, con coraggio, in faccia la realtà nascosta del cn. La verità fa male, ma ci rende liberi e questa è la prima cosa fondamentale da recuperare, perchè nel ostacolarci questa, hanno fatto di noi ciò che volevano i fondatori del cn, allontanandoci così dal compiere la volontà di Dio che ha su ognuno di noi.

Come ho letto nella pag. precedente, ti hanno già dato di Giuda. In genere così viene 'timbrato' chi abbandona la strada nc, con te l'hanno fatto prima!
Non badare a questa trappola che ha lo scopo di creare in te sensi di colpa! Nel tuo caso, l'uso della ragione è stato preso da loro come tradimento! Invece tieni sempre presente quanto ci viene detto dal Santo Padre, RAGIONE E FEDE VANNO INSIEME.

Abbi pazienza e coraggio di affrontare questo tempo, e non stancarti mai di chiedere al Signore il Suo aiuto ogni giorno, affinchè la tua vita sia immersa nella Sua luce. Lo ha fatto con me e con tanti di noi, abbi fiducia, lo farà anche con te.

Ti sono vicina spiritualmente.

Anonimo ha detto...

Tanto lo sapevamo che sarebbe stato approvato...., ma bisogna aspettare notizie certe. Approvato Come? Definitivamente o ancora in via sperimentale? Uguale al precedente? Con ammonizioni particolari? Ecc.....

Anonimo ha detto...

E poi la lettera di Arinze rimane comunque valida!

lara ha detto...

Si sa, lo importante per i nc è che lo statuto sia approvato, tanto non lo leggono e non lo seguono!

E se poi questo statuto chiede di seguire il CCC, che sarà il sacerdote alla guida delle catechesi o con aiuto di catechisti PREPARATI (mettendo fuori i cat nc con tutti i loro inquinamenti), più la messa in pratica della lettera di Arinze ...

Allora, benvenuto statuto!

E non sarà di certo più quel cn!

mic ha detto...

Ci sono persone che scrivono abitualmente, compreso Anonimo nc, che non mi hanno ancora fatto avere la loro mail. Invito caldamente a inviarmi una mail a neshama@tiscali.it

mic ha detto...

Parlo anche di Lara, Kirikikì...

lara ha detto...

Fatto Mic!

ibiscus ha detto...

Non si capisce se la triade mic-sthephanos-francesco abbia accesso a notizie riservate o se sta facendo soltanto casino.

Anonimo ha detto...

Mic, sono nuovo del blog...., vi seguo sporadicamente da qualche mese, e scrivo per la prima volta stasera.....

Tanto per presentarmi: sono di Parrocchia, Diocesano, Cattolico Romano!
Mai avuto a che fare direttamente con il CN! Ma ho una amica che frequenta il cammino e mi sono voluto interassare. Sembra che anche nella nostra Diocesi sia stato chiesto al vescovo di iniziare il cammino in una parrocchia.
Poi a Loreto (io c'ero) ho conosciuto diversi CN.......!

Ti mando la mia mail.
Buona notte!

Marco

ibiscus ha detto...

Mic ha detto:
Credete che riescano a impadronirsi anche della messa Vetus Ordo in qualche modo?
La butto lì così perché potrebbe sembrare un paradosso... ma lo credete possibile?

Non credo puoi stare tranquillo.. anche se conosciamo il latino.

Anonimo ha detto...

ma qual'è il senso della messa in latino? perchè desta una così grande gioia?

in parole povere...a che serve?

per tradizione? così come uno è italiano per tradizione, fascista o comunista per tradizione, inglese o spagnolo o austriaco o filoprussiano per tradizione?

Barocco ha detto...

Terminiamo con un ultimo commento questa giornata: il tentativo di squalificare i seminari RM si basa sull'arredamento. E' evidente che i parametri estetici degli illustri bloggisti non si confanno con i nostri. Cercheremo di mettere più puttini alati per mitigare la vostra suscettibilità.

mic ha detto...

"ma qual'è il senso della messa in latino? perchè desta una così grande gioia?
in parole povere...a che serve?"

Non è tanto la "messa in latino" a dare grande gioia e soprattutto nutrimento spirituale, quanto i contenuti, le ricchezze, di fede, spazzate via per dare luogo ad una liturgia più somigliante alla cena protestante... e lo stile della celebrazione, sobrio, solenne intenso, con momenti di silenzio che favoriscono la contemplazione del grande Mistero che si sta celebrando e vivendo...ma sono parole troppo povere, che non possono rendere la bellezza e la grandezza di un rito che non sono riusciti a spazzare via... col sacerdotenon di spalle all'Assemblea, ma rivolto, insieme all'assemblea, a oriente, verso il Signore morto e risorto per noi...

e di certo non se ne impadrodiranno, perché non sapranno che farsene, sarà forse il V.O., però, celebrato e vissuto da molti, che li purificherà...

mic ha detto...

" il tentativo di squalificare i seminari RM si basa sull'arredamento"

ERRORE!!! Si è appena accennato all'arredamento, leggi BENE cosa abbiamo scritto sulla formazione dei sacerdoti, pardon presbiteri!

La pulce ha detto...

BOLLETTINO MEDICO DELLE ORE 7,00

" Dopo la galoppata di stanotte alla testa delle sue Camminanti,appesantita dal doppio pannolone indossato,Dona Carmenita esausta ,ma felice intorno alle 4,00 ha fatto rientro nerlla Casa Generalizia,dove ad attenderla c'era già una folla di cimici neocat.Si è ritirata in preghiera nel suo bagno privato,da cui è uscita intorno alle ore 5,40,esultando,mentre con due cellulari icollati alle orecchie riceveva il caldo augurio del catequista siculo Raffi Ca,che da ieri sera va annunciando "Habemus Satutum" e da Je Narino che,dopo la grande festa di stanotte ,va dichiarando a tutti gli intervistatori: "Grande gioia e il futuro è già presente".

Molto contenuta invece l'esultanza dell'alto catequista siculo ,cav.Giovanni Pipìa ,che nella grande sala dove festeggiavano le cimici neocat,si è fatto portare un WC da campo, e di Mister Repe a Napoli,che ha preferito far festeggiare a Piedigrotta,dove egli si è recato su speciale sedia gestatoria munita di capace serbatoio incorporato,trasportato da sedici sediari neocat partenopei e flabellato da otto catequisti neocat.

Ormai la liberazione di tutti i neocat è completa e,per ordine del senor Kirikus, nessuno dovrà mai più soffrire di stipsi".

Seby ha detto...

Barocco ha detto...
Terminiamo con un ultimo commento questa giornata: il tentativo di squalificare i seminari RM si basa sull'arredamento. E' evidente che i parametri estetici degli illustri bloggisti non si confanno con i nostri. Cercheremo di mettere più puttini alati per mitigare la vostra suscettibilità.

si, anche perche' a noi piace vedere cose sempre nuove, mentre dopo che uno vede un seminario RM o una chiesa del CNC le ha viste tutte, sono tutte uguali...
Hai mai visto una sala del Regno?
Ne vedi una, le hai viste tutte!

Seby ha detto...

Mic, ti ho mandato una mail con allegto, fammi sapere se ti e' arrivata.
Un abbraccio in CRisto Signore

Seby ha detto...

Da accurate ricerche su internet l'agenzia Nadir... e' un'agenzia di viaggi.... Nessun sito riporta l'ufficialita' dell'approvazione degli statuti...
La notizia secondo me non e' vera, e' stata messa per fare confusione, ma anche se non fosse vera, a mio avviso e' questione di tempo... Verra' approvato, resta da capire con quali correzioni e imposizioni ( che tanto non si rispetteranno...)

Anonimo nc ha detto...

Ma 'l'anonimo nc' dov'è andato a finire?

Purtroppo ieri ed anche oggi sono abbastanza indaffarato sul lavoro ed inoltre ho il palmare con il quale seguo il blog in panne.
Stasera cerchero' di colmare il gap leggendo tutti i post della pagina e domani ci risentiamo.

Ho mandato la e-mail a Mic.

Michela ha detto...

non mi intendo di VO, messa in latino ecc. ecc.

mi piace la messa in italiano, mi piacciono i canti assurdi che si fanno solo perché li possono cantare anche i bambini; è l’unica messa che conosco;

però, non so se dipende dal modo di celebrare oppure no, quello che secondo me i nostri sacerdoti stanno perdendo è la ‘paternità’, non si sentono più dei padri per i fedeli, per i loro parrocchiani che frequentano o non frequentano la chiesa. Il cammino, con le sue figure forti di catechisti, sottrae questi ‘figli’ alla chiesa, per poi restituirglieli in apparenza preparati a predicare e leggere in pubblico, a preparare ‘belle’ liturgie, e ben saldi dal punto di vista morale.

Davanti a questi frutti, nessun sacerdote (anche non R.M.) si tira indietro, e per di più, e questa è la cosa che non si capisce, tende a giustificare gli errori grossolani.

Purtroppo i nostri sacerdoti vivono soli, qualcuno ancora a casa della mamma, non curano la loro spiritualità, presi da mille impegni, sono soli e spaventati davanti alla secolarizzazione avanzante, e apprezzano nel cammino, anche se non vi partecipano direttamente, quella forza di dire le cose che vanno dette, e il coraggio di invitare alla preghiera che loro non hanno più.

mic ha detto...

"Verra' approvato, resta da capire con quali correzioni e imposizioni ( che tanto non si ispetteranno...)"

E' quello che pensiamo tutti, caro Seby, non tanto l'approvazione scontata, quanto che, se ci fosse, nulla sarà rispettato visti i precendenti e conoscendo la realtà così rigidamente strutturata - e con che significati - del Cammino NC

A meno che il Santo Padre non trovi una formula capace di neutralizzare il potere di Kiko, esautorare e catechisti e sostituirli con sacerdoti (non RM) in grado di essere veri reggitori e guide di comunità (anche se abbiamo visto come rappresentino un problema anche i sacerdoti cooptati dal cammino che non hanno una formazione RM), eliminare gli scrutini, ecc.
ma c'è il grande potere economico, chiunque lo gestisce farà fatica a mollarlo!

Seby ha detto...

Difficile che vengano abboliti gli scrutini, se mai possono essere rivisti... e poi ad ogni scutinio... si incassano tanti, ma tanti soldi!

Attenzion, come mi disse una volta il mio ex-parroco che seguiva il CNC ma in modo molto critico....
Disse:"Seby, tu fai il cammino, ma attento devi sempre pensare con la tua testa e non con quella dei catechisti. Dove ci sono i soldi c'e' sempre, ma proprio sempre il demonio, satana"

Viator ha detto...

"Hai mai visto una sala del Regno?"

Cos'è la "Sala del Regno?"

Seby ha detto...

Viator ha detto...
Cos'è la "Sala del Regno?

La sala del Regno e' dove si riuniscono i Testimoni di Geova.
sono tutte uguali, ne hai vista una le hai viste tutte.

Volevo solo dire come anche nei RM e nelle Chiesa in cui il Cammino e' molto presente l'arredamento e' identico, sempre uguale. Visto un RM li hai visti tutti!
Non c'e' piu' l'originalita'

Francesco ha detto...

Avete avuto altre novità?
Sugli organi di comunicazione vaticani non ho trovato nulla.
Da una serie di telefonate fatte ho saputo che la notizia si è diffusa subito,anche se a macchia di leopardo.

stephanos78 ha detto...

Resta da capire se è l'ennesima e più grave provocazione.

L'evento dell' approvazione definitiva degli statuti per me non cambia di una virgola l realtà NC. Sono approvati gli Statuti, non il Cammino. Purtroppo questi due fattori che dovrebbero essere visti unitamente, in realtà sono due entità diverse.

Una, lo Statuto, SERVE al Cammino per essere riconosciuto come realtà Cattolica. L'altra è il Cammino vero e proprio che appende gli Statuti al Muro e segue il suo proprio "Orientamento".

I ricatti di Kiko, se la notizia è vera, hanno prodotto "frutti".

I problemi relativi ai "movimenti" (ora il Cammino accetta questa definizione. Cosa che non aveva fatto mai), non credo si risolveranno facilmente.
E la storia recente credo abbia fatto capire chiaramente che di "movimenti" di identità Cattolica, UNICAMENTE Cattolica, non credo si potrà mai parlare....

Il Reno ha gonfiato il Tevere in modo incredibile..

mic ha detto...

" Il Reno ha gonfiato il Tevere in modo incredibile.."

Ma l'acqua della Sorgente che fluirà con più vigore (attraverso la "Messa di sempre"), aiuterà a buttare nel mare tutte le acque del Reno...

rs ha detto...

Bisogna recuperare discernimento e riflessione, in questa fase di confusione.

Tramite il sito di Sandro Magister ho visionato, riferitamente all'articolo dedicato al processo intentato al teologo Peter Phan, i rilievi critici della Congregazione per la Dottrina della Fede.
Ho altresì visionato i rilievi mossi agli altri teologi processati, fra l'altro gesuiti: Jacques Dupuis, Roger Haight, Jon Sobrino.

Per tutti in linea generale le accuse sono di:
- aver introdotto errori, ambiguità o interpretazioni pericolose nella dottrina cattolica;

- aver divulgato opinioni erronee in materia di fede, tali da arrecare grave danno ai fedeli;

- aver profuso errori dottrinali nei confronti di alcune fondamentali verità di fede.

In particolare, alcune delle principali difformità riguardano:

1. l'interpretazione della mediazione salvifica unica ed universale di Cristo (At 4,12; 1Tim 2, 4-6) e di conseguenza la missione della Chiesa di annunciare e comunicare il dono di Cristo salvatore a tutti gli uomin (Mt 28,19; Mc 16,15)

2. l'unicità e pienezza della rivelazione di Cristo (Dei verbum, Dominus Jesus)

3. il valore salvifico della morte di Gesù (Mc, 10,45)

4. la risurrezione di Gesù (1 Cor 15, 1-28)

Le posizioni metodologiche espresse dai citati teologi conducono secondo la CdF ad un'interpretazione gravemente riduttiva e fuorviante delle dottrine della fede, dando luogo ad affermazioni erronee in grado di arrecare danno ai fedeli.

Ora, non vi sfugge che gli errori dottrinali per i quali detti teologi sono incorsi nella sanzione della Congrezione sono gli stessi profusi abbondantemente negli Orientamenti del Cammino neocatecumenale.

La giustizia ecclesiastica può mai essere strabica? E' questa la domanda conseguenziale.
Perchè non viene adottato avverso il Cammino lo stesso metro di giudizio dei citati teologi?
Se le difformità dottrinali e le conseguenze per le verità di fede sono le stesse, non può esservi un trattamento diverso per i testi del Cammino e per quelli dei teologi sub judicio.

La Chiesa ha una dottrina unica e deve avere una risposta unica per le violazioni ad essa.
Non vi possono essere eccezioni o indulgenze a seconda del soggetto.
Che poi nel Cammino siano confluiti porporati e sacerdoti, rende ancora più gravi le conseguenze, poichè le difformità di un singolo teologo possono avere una certa incidenza sui fedeli, ma quelle di un intero movimento che coinvolge addirittura parte della stessa gerarchia hanno conseguenze di gran lunga
maggiori, e lo testimoniano le polemiche che nel mondo hanno diviso i cattolici sulla questione neocatecumenale.

Se risultava problematico chiudere un occhio sulle deviazioni dottrinali di un singolo, ancora più problematico sarebbe chiuderlo su quelle di una teologia che intacca i capisaldi della fede, ed il fatto che a suo favore si pronuncino addirittura cardinali e vescovi non depone sulla bontà del progetto, ma semmai sulle debolezze e lo smarrimento nella Chiesa di oggi (e non solo nella società italiana, come ha denunciato il card. Bagnasco proprio oggi.
Che poi venga addirittura approvato lo statuto del Cammino senza tener conto di queste serie e gravi problematiche, significherebbe aggiungere assurdità ad un'anomalia eclatante e confermerebbe un livello di confusione e disordine anche nella Casa del Signore.

Seby ha detto...

Sottoscrivo quello cha ha appena scritto stephanos....

mic ha detto...

"Avete avuto altre novità?"

era evidentemente una provocazione, ma non era la prima e non sarà l'ultima

Seby ha detto...

Sul sito http://www.catechumenium.it/
la notizia di oggi e' solo questa:

Figli, famiglia e società
18/09/2007
Cardinal Grocholewski: consigli a studenti e professori all’inizio dell’anno scolastico

mic ha detto...

"Se le difformità dottrinali e le conseguenze per le verità di fede sono le stesse, non può esservi un trattamento diverso per i testi del Cammino e per quelli dei teologi sub judicio."

Credo che la Chiesa, non so fino a che punto - ne abbiamo la percezione attraverso il confronto con sacerdoti - si lascia abbagliare dai cosiddetti frutti e dagli aspetti positivi del cammino e qusti in qualche modo prevalgono sugli abusi dottrinali.

Ma è grave che siano proprio dei sacerdoti a non rendersi conto che gli aspetti dottrinali, soprattutto nel lungo periodo, non sono ininfluenti né sulla prassi, né sulla spiritualità delle persone...

mic ha detto...

Ho eliminato il falso messaggio di ieri; era evidentemente una 'sola': l'agenzia cui fa riferimento non esiste... non è bene alimentare la confusione!

Silvestro ha detto...

E' una vecchia storia questa, già molte volte trattata su questo blog.
Il nazismo assicurò ordine sociale, efficientismo, benessere per la classe borghese e per la popolazione tedesca in generale (i frutti buoni).
Salvo ripulire le strade dai reietti, relegarli nei lager e poi sterminarli, dopo averne fatto cavie per esperimenti.
Il comunismo sovietico elevò le condizioni di vita della popolazione russa, garantendo l'accesso gratuito a molti beni e servizi collettivi.
Ma contemporaneamente soffocò libertà e dissenso, rinchiudendo negli ospedali psichiatrici e nei gulag i dissezienti.

Il Cammino produce frutti buoni (ritorno alla fede dei lontani, alzate vocazionali) ma qual è il rovescio della medaglia?
Difformità dottrinali, stravolgimenti di prassi millenarie, condizionamenti ed abusi psicologici sugli aderenti, movimentazione anomala ed incontrollata di denaro, ecc. ecc.

Vale la pena scardinare la Chiesa, al sua storia e la sua dottrina per imporre un nuovo progetto di chiesa e di pratica della fede?
E' mai stato fatto un bilancio serio e ponderato dei contro del Cammino?
Questa è la domanda che rivolgo ai sacerdoti, ai vescovi, ai cardinali che hanno sposato la sua causa.
Agli altri che non lo condividono dico: fino a quando continuerete a tacere, a rimanere inerti e silenti su questa grave questione, come i guardiani ciechi ed i cani muti esecrati dal profeta Isaia?
Siete sempre "in attesa del martirio per conoscere Dio, e se verrà a causa del Cammino tanto meglio"?

michela ha detto...

Per rs

torno a ripetere le stesse cose perchè secondo me la chiesa, leggi il vaticano, non ha gli strumenti per bloccare il cammino.

Gli autori a cui ti riferisci hanno scritto il loro pensiero e se ne sono assunti la piena responsabilità sottoscrivendolo con il loro nome?
Se è così,allora è stato possibile confutare quanto hanno scritto.

Gli orientamenti catechetici non sono stati pubblicati, nè insegnati ufficialmente in università o incontri pubblici, ma in salette parrochiali, di nascosto.
Quale vescovo impugnerà testi trascritti da registrazioni, senza autorizzazione ufficiale dell'autore?
Che valore hanno le catechesi kikiane, se non quello di appunti, traccia di discorso continuamente modificabile.
In realtà sappiamo benissimo che questi testi non vengono modificati e sono ripetuti praticamente a memoria; però vengono fotocopiati, e non stampati, e quindi ufficialmente sono poco più di carta straccia.

Solo un'ordinazione non autorizzata potrebbe rompere il vincolo e la comunione con Roma.

rs ha detto...

E' la perfezione dell'assurdo, Mic:
la Chiesa storica universale cambiata da un mucchio di carta straccia, da un fantasma teoretico di cui non si conosce bene la fisionomia e la natura perchè mantenuto nel vago del sentito dire, dell'aleatorietà e del segreto.
Un fantasma che tuttavia è ben presente ed immanente e dispiega la sua devastante potenza su tutta la vita del Cammino.
La tragica realtà qui sembra superare la più fervida delle fantasie.

Alex ha detto...

Secondo me la grande illusione dei vescovi e dei cardinali che appoggiano il Cammino è di riuscire a controllarlo e governarlo, sotto la loro guida e discernimento.

Quale tragico errore!

Tutta la loro scienza e sapienza non gli è servita a capire che il Cammino ha un solo leader, il quale non si fa cambiare da nessuno: è lui invece a cambiare le persone tramite il Cammino, piegandole al proprio progetto ed esautorandole di poteri e funzioni.
Ma evidentemente non è di facile comprensione tutto ciò, se le denunce, testimonianze e discussioni anche polemiche sembrano restare lettera morta.

rs ha detto...

Scusami Michela, intendevo rispondere a te anche se ovviamente riguarda pure Mic e tutti gli altri che qui intervengono.

Anonimo ha detto...

a tutti i NEOCATECUMENALI CHE SEGUONO QUESTO SITO....MANDATEMI UN CENNO CHE VOGLIO FARE LA CONTA DI QUANTI SIAMO.
pACE

Anonimo ha detto...

comincio io la conta..
UNO

Seby ha detto...

Fratelli, il problema e che molte cose non le sanno ne' i Vescovi, ne' le varie Congregazioni Vaticane, in quanto sono direttive trasmesse oralmente.

Anonimo ha detto...

DUE

mic ha detto...

Hai ragione Seby, ci sono molte cose che non sanno e probabilmente molte che non sappiamo neppure noi; ma quelle che sappiamo e dovrebbero sapere anche loro bastano e avanzano!!!!
Ha ragione RS! Purtroppo l'astuzia e l'ambiguità con cui hanno agito e continuano ad agire continua nei suoi effetti devastanti, anche perché ci sono sentinelle e cani d'Israele che si sono messi i tappi alle orecchie e la museruola e vedono e fanno vedere anche alle gerarchie (che non è facile possano entrare nel dettaglio) solo quello che vogliono vedere perché o l'impegno e l'impresa di contrastare il male è al di sopra delle loro capacità o perché credono, forse in buona fede ma certo senza discernimento e realismo che qualcosa si possa cambiare e che il "buono" che intravedono- e che nasconde loro le storture - possa prevalere...
La situazione è più seria, complessa e drammatica di quanto possiamo immaginare.
Preghiera, preghiera, preghiera e continuare a fare del nostro meglio come il Signore di fa vedere!

Anonimo ha detto...

tre

mic ha detto...

Dice RS:

"la Chiesa storica universale cambiata da un mucchio di carta straccia, da un fantasma teoretico di cui non si conosce bene la fisionomia e la natura perchè mantenuto nel vago del sentito dire, dell'aleatorietà e del segreto."

Ma questo fantasma non è più così sfuggente: ha assunto contorni ma anche consistenza ben definite e documentate da persone che, checché si dica, si sono assunte l'impegno e la responsabilità di delinearlo, documentarlo, renderlo pubblico ed informarne chi di dovere... è l'apparenza fantasmatica - spero di sbagliarmi - della Chiesa, a parte gli interventi peraltro solo interlocutori che conosciamo, a preoccuparmi a questo punto...

mic ha detto...

Per l'anonimo appello in corso... chi vi garantisce l'autenticità dell'Anonimo che entra nella "conta"?

Anonimo ha detto...

la stessa garanzia che abbiamo delle vostre parole.......
NULLA

Anonimo ha detto...

bravo anonimo
4

Anonimo ha detto...

CINQUE

Lucio ha detto...

Non sono d'accordo sul fatto che vescovi e cardinali non conoscano la teologia neocatecumenale.
Sa un pò di leggenda metropolitana ed è una falsa questione.

Forse alcuni di loro non avranno letto direttamente le copie degli Orientamenti che circolano, ma la questione neocatecumenale nel complesso è troppo cresciuta e sotto i riflettori, quanto a polemiche nelle parrocchie, tra i fedeli, tra il clero fedele alla tradizione e quello dei seminari RM, con echi continui sulla stampa settoriale, da rendere del tutto improbabile che alti prelati non conoscano la fonte delle polemiche, ovvero la predicazione e le prassi difformi rispetto al catechismo e al magistero della Chiesa.

No, le gerarchie vaticane sanno dei problemi dottrinali correlati al CNC.
L'ipotesi più attendibile mi sembra quella di Alex: sanno delle storture ma pensano di poterle controllare e governare, sperando di evitare una nuova rottura in seno alla Chiesa.
Purtroppo, è una pia illusione: Kiko ha ampiamente dimostrato di sapere e voler fare di testa propria e non consentirà a nessuno, Papa compreso, di porre un argine alla sua quarantennale creatura, cui ha affidato la missione di cambiare e rivoltare la "vecchia" Chiesa come un guanto per neocatecumenizzarla tutta.
Il reclutamento di sacerdoti e vescovi è una tappa fondamentale di tale disegno.
Questi ultimi non hanno molte alternative: o aderiscono o restano fuori del programma e pertanto messi ai margini.
Tutto il castello, naturalmente, potrebbe crollare se le Congregazioni pronunciassero un duro diktat nei confronti del Cammino.
Ma non lo faranno, perchè anche lì ci sono i suoi sostenitori che fanno di tutto per smussare ostilità e divergenze.
Dunque, a meno di un miracolo - ovvero una reazione generalizzata e comune degli alti prelati non allineati al progetto -questo movimento è destinato ad una incontenibile marcia all'interno della Chiesa, fino al raggiungimento degli obiettivi fissati da tempo dal suo capo carismatico.

Anonimo ha detto...

6...forza ragazzi.....

Anonimo ha detto...

seeeeeeeeeeeette!!!!
Pace

mic ha detto...

"la stessa garanzia che abbiamo delle vostre parole.......
NULLA"

noi non ci garantiamo da soli: é la verità che non volete o non sapete riconoscere!

Anonimo ha detto...

8
ma facciamoli chiudere a sti ignoranti no???

Seby ha detto...

Bene, bene
Mic, sphefanos finora abbiamo 8 NC (anonimo)dichiarati che, oltre a disobbedire perche' si collegano ad internet, in 8 (ma saranno di piu' vediamo...) non sono mai riusciti a dare una rsposta alle nostre domande... Quindi, il fatto che vi contiate e' darsi la zappa sui piedi... Siete in tant, ma mai una risposta, perche' se non ve la dettano i catechisti non la sapete dare.

Anonimo ha detto...

9..........
io e' un po che li seguo e francamente ci trovo sotto qualcosa di losco...tipo vendere i libri di qualche prete contro....o difficolta' mad ammettere che potrebbe veramente essere la svolta per la chiesa

peccatocheeraAnonimo ha detto...

"ma qual'è il senso della messa in latino? perchè desta una così grande gioia?
in parole povere...a che serve?
per tradizione?"

Basta riflettere sull'etimologia della parola. Dal latino tradeo.
Perciò, trasmissione di un principio spirituale.

L'ho cancellato e ripostato coisì perché non si perdesse nel mare magnum degli Anonimi in giro

mic ha detto...

Anonimo n.9 dice
"io e' un po che li seguo e francamente ci trovo sotto qualcosa di losco...tipo vendere i libri di qualche prete contro....o difficolta' mad ammettere che potrebbe veramente essere la svolta per la chiesa"

sai bene che è una menzogna!

perché invece di contarvi e fare azioni di disturbo, non confutate con argomenti di ragione quello che diciamo?

Fedele ha detto...

Anonimo,
se non ricordo male Mic ha già risposto sul tema del senso dell'uso del latino.
Non è per la lingua, anche se non è un male recuperare un lessico che fa parte della nostra storia.
E' per la bellezza e la grandezza di un rito che mette sullo stesso piano fedeli e celebrante, tutti insieme rivolti in adorazione del Signore.
Non il sacerdote divinizzato che si fa mediatore e talvolta fulcro della celebrazione, ma un umile servitore di Dio che si prostra al cospetto del Santissimo insieme all'assemblea.
Se ci pensiamo, la divinizzazione del clero contemporaneamente alla secolarizzazione del sacro
sono due degli aspetti blasfemi dell'intepretazione secolare del Concilio Vaticano II, considerato dai modernisti strumento di rivoluzione della Chiesa in senso democratico e assembleare.
Poi ci si lamenta della sparizione del sacro nella società odierna...

mic ha detto...

Avviso agli Anonimi

Se invece di una conta diventa una Tecnica di Disturbo della Comunicazione sarete cancellati!

Anonimo ha detto...

ah ecco.....cancellate quello che per voi e' scomodo??????
che cretini...
9

Anonimo ha detto...

ops...10

Viator ha detto...

"Se ci pensiamo, la divinizzazione del clero contemporaneamente alla secolarizzazione del sacro
sono due degli aspetti blasfemi dell'intepretazione secolare del Concilio Vaticano II, considerato dai modernisti strumento di rivoluzione della Chiesa in senso democratico e assembleare.
Poi ci si lamenta della sparizione del sacro nella società odierna..."

Nel cammino NC invece che la divinizzazione del clero si ha la clericalizzazione e la divinazione dell'Assemblea!

Fedele ha detto...

Esattamente, Viator.

mic ha detto...

"ah ecco.....cancellate quello che per voi e' scomodo??????
che cretini..."

non abbiamo mai cancellato quello che per noi è scomodo, l'abbiamo sempre accolto replicando...
vengono cancellati i disturbi e gli insulti, dare dei cretini a persone di cui ti stai servendo per una tua "conta", non mi sembra simpatico né umanamente né cristianamente

Gert ha detto...

Anonimo,....eri tu che ieri sera facevi hip hip urrà? Eri al parco giochi solo o c'era anche la tua tata?

La pulce ha detto...

INAUGURATO OGGI IL NUOVO
REDEMPTORISMATERINCONTINENTI

Sbollita l'euforia notturna,Dona Carmenita ha preteso dal senor Kirikus che si aprisse subito un nuovo redemptorismater a tutti gli abituèes del pannolone.
I locali sono stati reperiti in una dependance dei MC(un salone arredato con 20 seggioloni sotto ognuno dei quali campeggia un vaso cilindrico bianco con manico laterale disegnato e decorato dal senor Kirikus; un'ala servizi molto confortevole,nella quale si trasmette in continuazione musica del senor Kirikus per favorire le funzioni.....; un cucinino in grado di allestire 20 pappe in mezz'ora.

Dopo l'immediata inaugurazione Dona Carmenita ha avuto a commentare :"Mi sono assicurata il posticino per la vecchiaia,che tuttavia come potete ben vedere è ancora lontanissima"

Fioccano già le prenotazioni.

Fedele ha detto...

Viator,
del resto non poteva essere altrimenti.
Tendendo il Cammino ad usurpare poteri e funzioni, era logico che si impadronisse del ruolo già in sè secolarizzato del sacerdote del Novus Ordo, così l'assemblea diventa officiante divinizzata, e tutta insieme accerchia e incombe sulla mensa eucaristica, come nei sabba delle streghe e in quelli dei riti pagani, dove si danzava in cerchio attorno ad un albero o un ceppo sacrificale.
Qui la novità è che il rituale è stato portato fin dentro la Chiesa, ammantato di religiosità vetero-cristiana per dargli una forma di legittimità e cosa ancora più sconcertante, che ciò non abbia suscitato scandalo nelle autorità ecclesiastiche.

La pulce ha detto...

ULTIMISSIME DALLA SICILIA

Ci informano in questo momento che il catequista supremo neocat dell'isola,cav.,grand'uff. Giovanni Pipìa,dopo aver intimato al suo luogotenente,esimio prof. Raffi Ca di smetterla con la declamazione delle sue odi e dei suoi inni al senor Kirikus,ha ordinato a quest'ultimo un Innus Pipianus da declamarsi due vole al giorno.
Tra le cimici neocat sicule serpeggia aria di Vandea.

mic ha detto...

Qoalche reprimenda l'ha suscitata; ma il Vaticanese è troppo soft per queste cose. Ci vorrebbero accenti più chiari ed espliciti...

Viator ha detto...

Forse gli accenti erano quelli che ci volevano in quel momento, Mic. Adesso, invece... ma penso che dovremo aspettare dicembre

Fedele ha detto...

Tuttavia, come si dice dalle mie parti, i ceri si consumano e la processione non avanza...

Pragmaticus ha detto...

Ma come è andata poi a finire con l'approvazione anmnunciata ieri?
Non se n'è saputo più nulla?

Fedele ha detto...

Mic, cancella questo anonimo neocat da postribolo che offende il buon gusto e la fede.
Ma chi hanno imbarcato nel Cammino: sboccati, lussuriosi, bestemmiatori, triviali et similia?
Ci vorrebbe un'incursione della buoncostume nei loro covi!

Gert ha detto...

Ha ragione fedele,caro mic...spugna!!!
Rischiano di traviarci con il loro eloquio sboccato questi neocatecumenali.
Persino questo che è ancora un ragazzino.

Ferd ha detto...

Pragmaticus,
si trattava evidentemente di una delle tante bufale cornute con cui hanno cercato di infilzare questo blog!

mic ha detto...

Anonimo nc,
spero che il lavoro ti dia un po' di tregua e possiamo avere il tuo contributo!
Intanto buona giornata!

Anonimo ha detto...

11, e sono veramente monotoni.

dadro ha detto...

Cari nc, la Chiesa non vi vuole causare crisi spirituali e farvi ritrovare senza i puntelli di cui oramai siete drogati.Ma non può fare a meno di difendere il messaggio e la prassi di fede.
Perchè? PERCHE' E' SUO COMPITO, nonstante molti lo disattendono perchè hanno bisogno di quel lievito chimico che alimenta la loro ingodigia.
Fa niente , "tutti i nodi vengono al pettine".Prima o poi dovranno rendere conto al Signore. Ma forse non credono a questo perchè scambiano la vocazione per una semplice "sistemazione" , del genere "ogni lasciata è persa".
BISOGNA AVERE LO SPIRITO DEL MARTIRIO PERCHE' LA FEDE SIA DIFESA FINO A DARE LA VITA .


VI ASSICURIAMO CHE BENEDETTO NON OCCUPA IL SERVIZIO DI PAPA INVANO.

Anche se ci vorrà tempo , ora c'è più consapevolezza e meno omertà e il movimento NC può mantenere la parvenza, l'immagine. Ciò che è sta venendo fuori e lo Spirito Santo allerterà mano a mano sempre più "sentinelle".

Si deve vincere la guerra e non le battaglie.La retta coscienza annienterà il cn perchè questo , di fatto, (catechesi scritte o oralmente incamerate, non importa), E' CONTRO LA CHIESA, quella vera istituita da Cristo.

mic ha detto...

Possibile che i seminaristi R.M. siano tutti inquadrati e irreggimentati? Ci sarà speranza che qualcosa della retta fede, per vie che solo il Signore conosce se davvero li vuole sacerdoti, li faccia aderire alla direttive che il Papa sicuramente tra breve darà ai NC?

Ricordo a me e a voi tutti che dove finisce la speranza umana, comincia quella cristiana...
Eccesso di ottimismo? O davvero grido di supplica e di speranza al trono dell'Altissimo?

mementomori ha detto...

io il 5 maggio c'ero! ...

Luca ha detto...

Certo che c'eri il 5 maggio, altrimenti come facevano senza:
ei fu siccome immobile dato il mortal sospiro...

Ferd ha detto...

"io il 5 maggio c'ero":

peggio per te!

memento mori ha detto...

Bravo Luca! si vede che sei un uomo di cultura! ed anche un gran buon cristiano! ti prenderò ad esempio!

luca ha detto...

caro ricordati che devi morire,
meno piazzate e più coerenza con la fede, la quale non significa trasformare la massima quantità di essere in apparire.
Io invece non ti prendo ad esempio: abbiamo già fin troppi robottini nullapensanti in circolazione.

memento mori ha detto...

dadro grazie per avermi dato del drogato! E' molto facile insultare qui nell'anonimato e comunque molto poco cristiano! non so se nelle vita reale saresti stato così esplicito!

memento mori ha detto...

idem per luca

IPSE DIXIT ha detto...

Ricordo a me e a voi tutti che dove finisce la speranza umana, comincia quella cristiana...
Eccesso di ottimismo? O davvero grido di supplica e di speranza al trono dell'Altissimo?

mic ha detto...

mementomori!!!!! addirittura!!!!
minacciosi, lugubri, che cavolo di cristiani siete, quando non insultate minacciate, ma non vi vergognate??????

e ci siete pure in 10 per fare queste cose? Avete raggiunto il "minian" (il numero minimo per la validità delle funzioni sinagogali!?)

Che la benedizione del Signore della Vita, Cristo Gesù e l'intercessione della Sua Madre Santa e Benedetta sia con tutti noi

Prego i sacerdoti che ci leggono di ricordarsi di noi nella S.Messa!

mic ha detto...

Luca, non è il caso di provocare, sono lupi!!!
leggi quello che ho scritto

memento mori ha detto...

solo per stigmatizzare la vostra curiosità morbosa che non risparmia nemmeno i morti!

totti ha detto...

luca! Cartellino Giallo!

lettore attento ha detto...

luca ma tu non leggi quello che scrive MIC?

luca ha detto...

ricordati che devi morire,
io non ti ho mai dato del drogato.
Intruppato, inquadrato e coperto e con il cervello in ferie, sì.
Ricordati: fides et ratio (Giovannni Paolo II).
In voi NC (perchè tu sei NC vero?) la fides è controversa, mentre la ratio è decisamente latitante.
Scusa la franchezza.

P.S. vale anche per i vari totti, lettore attento et similia.

totti ha detto...

un pò di humour! e franchezza per franchezza, cerca di essere un pò meno tranchant! comunque grazie per i tuoi complimenti!

Viator ha detto...

Ultime novità dai Domenicani olandesi: (letto su Korazym)
Mancano i preti? Semplice, la Celebrazione Eucaristica può essere presieduta da chiunque, "uomo o donna, omo o eterosessuale, sposato o celibe". Un'idea contenuta in "Kerk en Ambt" (Chiesa e Ministero), opuscolo di 38 pagine, diffuso nelle 1.300 parrocchie cattoliche, come spiegato dal settimanale cattolico inglese "The Tablet". Il documento era stato approvato dai superiori dell'Ordine nei Paesi Bassi, scontrandosi con le critiche dei vescovi. L'eco mediatica della notizia ha fatto il resto e oggi è scesa in campo anche la Curia generalizia dei domenicani a Roma, con una nota che suona come una sconfessione.

mic ha detto...

"un pò di humour!"

dopo averci tartassati in tutti i modi con disturbi di ogni genere e in ogni salsa, parli di humour?
il senso dell'umorismo non ti manca davvero!!!!
ma anche la faccia tosta!
E con questo stop ai Disturbi della Comunicazione
d'ora in avanti cancelliamo e basta

luca ha detto...

caro totti, non c'è di che. Non mi è costato nulla e ho reso un buon servizio alla tua autocoscienza.

totti ha detto...

a me no di certo! Buone cancellature! Premier delle Comunicazioni

Fedele ha detto...

Viator,
c'è troppa gente che comincia a dare i numeri nella nostra fede.
La cosa comincia a diventare preoccupante!
Adesso ci si mettono pure i domenicani olandesi!
Non bastavano i neocatecumenali...

mic ha detto...

Non è che è un bel momento per la Chiesa, Fedele! E' attaccata su troppi fronti sia esterni che interni!

Viator ha detto...

Più che altro mi ha colpito una cosa del genere proprio dai Domenicani, non erano i famosi Domini Canes? i predicatori e custodi della fede?
Non c'è più religione ;)

erasmus ha detto...

Beh forse e' l'effetto
del raduno NC ad amsterdam di un paio d'anni fa....

totti ha detto...

per fortuna ha in voi dei fedeli servitori!

Viator ha detto...

Comunque il fatto non riguarda tutto l'ordine, ma una frangia!
Grazie del riconoscimento, Totti

mic ha detto...

Questa volta il senso dell'humour l'ha avuto Erasmus :))

totti ha detto...

si è vero, ma (erasmus) può fare di più!

the sound of silence ha detto...

Anche il silenzio è comunicazione

È reale anche l'esperienza di un silenzio comunicativo. Non è il silenzio tout-court; è una particolare qualità di esso. Non si tratta di una semplice "'assenza di suono"', che noi identifichiamo come voce o come rumore, in tutte le sue diverse manifestazioni

mic ha detto...

"È reale anche l'esperienza di un silenzio comunicativo."

Il più bel silenzio comunicativo è nella Comunione dei Santi!

Francesco ha detto...

E' vero che la Chiesa deve raggiungere i lontani con qualsiasi mezzo,che non può permettersi più di arroccarsi intra moenia e aspettare, ma è anche verissimo che se i mezzi di cui potrebbe servirsi sono bacati e, anzichè condurre ad essa , intruppano la gente in vicoli tortuosi,allora forse bisogna un po' fermarsi e riflettere.

the sound of silence ha detto...

Il silenzio è quella dimensione dell'essere che fa affiorare e realizza la comunicazione vera, quella senza filtri, senza media, appunto. È Qualcuno che comunica se stesso. È presente anche nelle cose, nelle parole; ma, nel silenzio, non occorrono media: si realizza un dialogo fatto di essere, che rivela l'uomo a se stesso ed è pienezza vitale e forza interiore, che è fonte di comunicazione autentica con gli altri. "Allora viene fatta giustizia anche a qualcosa che appartiene al più intimo della nostra essenza umana: cioè che il parlare" - il comunicare, quindi - "è solo la faccia di qualcosa di più ampio, la cui altra faccia si chiama silenzio.

mic ha detto...

"il comunicare, quindi - "è solo la faccia di qualcosa di più ampio, la cui altra faccia si chiama silenzio."

dici bene, non possiamo dire cose giuste e vere se non ritagliamo nella nostra giornata e nella nostra vita momenti di silenzio interiore, per lasciare spazio al Signore: lo shemà, cos'altro è altrimenti?

the sound of silence ha detto...

Il silenzio è una vicinanza interiore, una profondità e una pienezza, anzi quasi un fluire calmo della vita segreta

Cogitans ha detto...

Il Concilio di Nicea, esprime condanna per "quelli che osano, sulle orme degli eretici empi, disprezzare le tradizioni ecclesiastiche, inventare qualche novità, o cercare con malizia o con astuzia di cambiare una qualsiasi delle legittime tradizioni della Chiesa cattolica".

mic ha detto...

Grazie per le suggestioni sul silenzio di "Sound of silence", ma vorrei ricordare che il nostro motto è "Per amore di Sion non tacerò"...

se ce ne sarà un'altra la cancelliamo, perché non mi sembra in tema con la nostra discussione

he sound of silence (sussurrando) ha detto...

"Della Sapienza, poi, tu procuri ai tuoi discepoli, mediante la scrittura, l'apparenza, non la verità, infatti essi, divenendo per mezzo tuo uditori di molte cose senza insegnamento orale, crederanno di essere conoscitori di molte cose mentre, come accade, per lo più, in realtà, non le sapranno: e sarà ben difficile discorrere con essi perché sono diventati portatori di opinioni invece che sapienti" (Fedro, 275, a-b)

La pulce ha detto...

ALL'INDOMANI DELLA GRANDE FESTA NEOCAT SULLA SACRA PIAZZA

Sbollita la sbornia che per tutta la notte ha visto centinaia di cimici neocat gridare sotto le finestre(chiuse) degli appartamenti più alti dei sacri palazzi: GRAZIE,GRAZIE,GRAZIE!!! e balli e suoni e canti e una Dona Carmenita impazzita che nonostante il pannolone simulava graziose movenze di flamenco, stamani alle 8,00 el senor Kirikus è partito con Mister Presbyterus per la Domus Aurea Galilaeae.

Dona Carmenita è rimasta di vedetta per tutta la giornata sulla terrazza della sua casa generalizia,dove ha fatto installare nell'ordine:

- sette shofar modulanti dal do al si;
-un telescopio;
-un cannocchiale su treppiede;
-quattro coppie di walkie talkie rispettivamente e costantemente collegati con: Mister Pylko;Mister Funes; Mister Stattpord e Mister Repe,che da Napoli desidera essere informato di ogni mossa che viene fatta dentro le mura leonine.

Inoltre sulla terrazza Dona Carmenita ha fatto installare:

-frigobar;
-impianto stereo dotato di collezione amplissima di CD di flamenco;
-armadio a doppia anta portasigari e sigarette.
Graziosissimo il pensiero di Tomasina Floret che invece ha fatto trovare a Dona Carmenita sulla terrazza una cantinetta portatile,issata con un poderoso montacarichi e contenente tutte le annate di merzemino dal 1064 a oggi in vari esemplari.

El senor Kirikus alla Domus Aurea ha oggi incontrato una nutrita delegazione di catequisti neocat con i loro vescovi in pellegrinaggio nella Terra Santa.

Tra loro molti presbiteri neocat.
Tra questi ultimi tale Don Ruvidus,ormai inebriato dal verbo del senor Kirikus e pronto a iniziare una dieta dimagrante al fine di essere annoverato tra coloro che digiunano.

mic ha detto...

Caro the sound of silence, ti sembra il 'luogo' per metterci a fare filosofia o dell'accademia?
puoi trovarti un altro spazio per le tue esternazioni. In ogni caso, non ci riconosciamo tra gli opinionisti e l'insegnamento solo perché "orale" non è detto che sia sempre portatore di una tradizione sana (vedi catechesi NC)...
Dietro a quello che scriviamo c'è esperienza e consapevolezza, molta concretezza, come si dice nel cammino... cose "dette" perché "vissute" non frutto di ipotesi o opinioni

Viator ha detto...

Da Radio Vaticana, a proposito dei Domenicani, il servizio così conclude:

"Benedetto XVI ha più volte riaffermato la
dottrina della Chiesa in merito al ruolo del sacerdote quale guida
della comunità
e unico soggetto autorizzato a celebrare la Santa Messa."

ibiscus ha detto...

Cogitans ha detto:
Il Concilio di Nicea, esprime condanna per "quelli che osano, sulle orme degli eretici empi, disprezzare le tradizioni ecclesiastiche, inventare qualche novità, o cercare con malizia o con astuzia di cambiare una qualsiasi delle legittime tradizioni della Chiesa cattolica".

Vogliamo allora ricordare che il canone 20 del concilio di Nicea prescriveva di pregare in piedi durante la liturgia anche nel Giorno del Signore e durante la Pentecoste, quando alcuni avevano l'abitudine di inginocchiarsi?

Storia e cronaca dei sette concili...(Leo Donald Davis)

mic ha detto...

Così dice il Concilio di Nicea:
"Poiché vi sono alcuni che di domenica e nei giorni della Pentecoste si inginocchiano, per una completa uniformità è sembrato bene a questo santo sinodo che le preghiere a Dio si facciano in piedi."

Ma in tutte le celebrazioni cattoliche le preghiere a Dio si fanno in piedi, col significato di risorti in Cristo!
L'inginocchiarsi è riservato al momento più solenne della celebrazione, quello della Consacrazione.
C'è da chiedersi le ragioni di questo intestardirsi a rimanere "dritti come fusi" nel momento in cui si fa Presente Colui davanti al quale "ogni ginocchio si pieghi nei cieli, sulla terra e sotto terra..."

Significheranno pur qualcosa queste parole del nostro Papa: “Una fede o una liturgia che non conoscano più l’atto di inginocchiarsi, sono ammalate in un punto centrale” (Joseph Ratzinger, “Introduzione allo spirito della liturgia”, pagina 190).

Si vuol per forza sottolineare un comportamento "speciale" elitario che gli altri non possono comprendere; ma dopo quanto spiegato sopra, forse si tratta solo di superbia (il che non vale certo per le persone alle quali è instillato cui vengono date ragioni condivisibili: il pregare da risorti; il che è vero anche per gli altri cristiani... ma ci sono momenti in cui anche i risorti si inginocchiano...)

ibiscus ha detto...

Prendo spunto da questo relativamente piccolo problema "liturgico" per osservare quanto segue: al momento della consacrazione l'atto della genuflessione introduce una specie di momento "magico" che termina immediatamente dopo la consacrazione. Ora dopo tante messe a cui ho partecipato in più di 50 anni noto che in realtà la tensione dovrebbe continuare fino alla fine della preghiera eucaristica, culminare cioè nell'Amen finale.

ibiscus ha detto...

Comunque non ho nessun problema ad inginocchiarmi.

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 316   Nuovi› Più recenti»