giovedì 26 aprile 2012

Il pragmatismo uccide la fede

"Honesta turpitudo pro causa bona est".

Lo disse Pubblilio Siro duemila anni fa, ma è terribilmente attuale. Non è il demonio ad uccidere la fede, e nemmeno l'ateismo. È il pragmatismo, che spinge la Chiesa ad accogliere tutto ed il contrario di tutto sotto il sacro manto. Ed è il relativismo religioso, non meno pernicioso di quello filosofico, per cui non vi sarebbero beni assoluti e mali assoluti e tutto va contestualizzato, storicizzato.

Questa concezione dominante ha spinto ad un cambio di prospettiva: dal male assoluto si è passati al male relativo. Così il cammino neocatecumenale è stato evidentemente considerato, nella peggiore delle ipotesi, un male minore rispetto alla lontananza dalla fede, alla violenza della società, all'espansionismo islamico, ecc. ecc.

Kiko, di certo, non è un dèmone. Più che altro, è un individuo che ha imparato progressivamente a gestire la propria eccentricità, il proprio carisma sugli altri, fino a trasformarlo in uno strumento di esaltazione collettiva. Sapendo circondarsi degli appoggi giusti nelle gerarchie e fuori di esse. Alla fine l'ha vinta, a dimostrazione di quanto possa il connubio auto-esaltazione e lucidità.

Quanto al Papa, fa il suo mestiere, che è quello di vedere il bicchiere sempre mezzo pieno, sapendo accogliere anziché respingere. Tuttavia, grava su di lui il peso di scelte sicuramente problematiche e piuttosto dirompenti tra i fedeli.

Bisogna pregare anzitutto per lui, perchè se un Papa si sbaglia, sono disastri per la Chiesa (e per l'umanità).

Al momento in cui siamo, ci chiediamo se il Papa abbia ancora qualcosa da dire sulla questione CNC: non lo sappiamo e crediamo non lo sappiano neppure i suoi più stretti collaboratori. Ci appare difficile, comunque, che possa imprimere una sterzata fortemente correttiva sui direttori, che nonostante la sorprendente approvazione continuano a rimanere "segreti", dopo aver approvato lo statuto del CNC al di là di ogni ragionevole dubbio. Anche se ora, in extremis, qualcosa sulla Liturgia si è mosso.
A dire il vero, il nostro Papa è un inguaribile ottimista, poiché è riuscito a vedere quel poco di buono nel Cammino in un mare magnum di contraddizioni e storture che lo accompagnano, come denunciato qui e altrove.

Ed è un Papa che sorprende, perchè dopo aver chiaramente impresso una svolta nella riscoperta dei valori della tradizione cattolica ed ecclesiale, ha approvato il frutto più controverso e plateale della ermeneutica post-conciliare, con aggiunte sincretiste e giudaizzanti.

Parlavo di pragmatismo come vero malanno della Chiesa. In effetti ciò che danneggia e disorienta il credente cattolico è la mancanza di posizioni inequivoche, tradizionali o progressiste che siano.

Nessuno è abbastanza progressista nella Chiesa odierna da suscitare un sano moto oppositivo nelle coscienze dei credenti tradizionalisti. E nessuno è abbastanza tradizionalista da sgomberare il campo da qualsivoglia equivoco sulla certezza dei dogmi fondanti della fede, con assunzione di comportamenti consequenziali.

O meglio. Vi è una certa contraddizione tra l'affermazione dei dogmi ed il perseguimento di politiche diplomatiche e tolleranti. Sarà colpa della globalizzazione, della secolarizzazione, non so. Impera, però, una strategia fifty-fifty, da via di mezzo, cerchiobottista e pragmatica, all'insegna dell'embrassons-nous.

Un clima che non è nato oggi, visto che il Cammino ha preso piede negli anni sessanta, senza particolari reazioni e non certo in virtù dell'aura di segretezza di cui si è circondato, considerato che le notizie su di esso circolavano già allora. Diciamo che è nato nel momento giusto, con una Chiesa divisa e spaccata su tutto, come il mondo esterno, inserendosi alla grande tra le opposte fazioni per seguire una propria originale strada, fatta di parole antiche e comportamenti ultramodernisti.

Solo qualche ventennio prima, e il CNC sarebbe stato liquidato senza troppi preamboli, esattamente in difesa di quei valori oggi tranquillamente messi in discussione, senza particolari doglianze, a parte qualche lamento.

Temo proprio che Publilio Siro abbia colto nel segno, a proposito delle turpitudini quando diventano utili alla causa. Il dilemma è se la causa, rinforzata dalle turpitudini, rimanga incorrotta o non si trasformi in qualcosa d'altro.
Materia per fini disquisizioni teologiche.
Liberio

32 commenti:

Anonimo ha detto...

Vorrei chiedere all'autore del blog, se è possibile esaminare alternative per rendere i forum disponibile anche in lingua inglese.

Oppure creare un sito web bilinguo con accesso a tutte le informazioni del blog.

Lo scopo di questo sarà quello di avere tutti neocatecumens di tutto il mondo informati e utilizzare il sito web / blog come punto di refferimento.

Grazie.

TheOne

Anonimo ha detto...

quello che descrivi è naturalmente una tua analisi, il cammino, la Chiesa il Papa ecc sono una tua analisi, quindi soggetta anch'essa ad errore, tranne che tu dica di essere infallibile.
partendo da questo punto ti pongo una semplice domanda, alla quale però chiedo semplicemente onestà intellettuale e morale.
potresti documentarmi su un solo scritto ufficiale, bada non spezzoni o parti di discorsi estrapolati a convenienza, dove la Chiesa Ufficiale abbia stoppato, ripreso, rimproverato, o corretto il cammino?.
ti ripeto documenti ufficiali, ovviamente conosciamo la lettera di Arinze, quindi partendo da essa, anche se il Santo Padre il 20gennaio, dicendo " “L’Eucaristia è essenziale al Neocatecumenato, in quanto catecumenato post-battesimale, vissuto in piccola comunità” (art. 13 §1). Proprio al fine di favorire il riavvicinamento alla ricchezza della vita sacramentale da parte di persone che si sono allontanate dalla Chiesa, o non hanno ricevuto una formazione adeguata, i neocatecumenali possono celebrare l’Eucaristia domenicale nella piccola comunità, dopo i primi Vespri della domenica, secondo le disposizioni del Vescovo diocesano " in un certo senso invalida Arinze, poichè dispone cose diverse dalla lettera.
quindi puoi enumerare gli scritti della Chiesa contro il Cammino?

Anonimo ha detto...

Be per farlo basterebbe trovare chi traduca in inglese e spagnolo. Io una mano con l'inglese la darei, ma sinceramente il massimo sarebbe usare wordpress oppure joomla !

Anonimo ha detto...

qualcuno sa niente di quanto e' successo nella commissione che doveva riunirsi un mercoledi di aprile per nascondere la liturgia? e innanzitutto, se la riunione c'e' stata o no?

grazie

Anonimo ha detto...

hanno tenuto nascosto tutto e ancora oggi lo fanno.
il mio è un fatto di cronaca serio non so ancora oggi perchè sia io la persona a cui questi "fratelli"non rivolgono la parola.
non ho avuto neanche l'"onore"di parlare con kiko.
spero che questa setta venga,prima o poi,chiusa.
ma si sa,il male è furbo e riesce ad insinuarsi d'appertutto proprio come ha fatto il cammino.
ora io sono sono una persona felicemente sposata con 2 splendidi bimbi,faccio finta di nulla,ma quello che è successo solo qualche anno fa,è una ferita che ancora adesso mi logora e mi fa star male.
forse perchè chi doveva essere punito non lo è stato mentre la vittima è stata ghettizzata e rifiutata per paura che potesse parlare e fare del male al cammino.
il mio desiderio sarebbe quello di parlare con questo pseudo santo kiko arguello e fargli sapere che la storia non è ancora chiusa,cosa che lui spera.
non so se hai ricevuto l'altro mio commento.grazie per lo sfogo

Anonimo ha detto...

hanno tenuto nascosto tutto e ancora oggi lo fanno.
il mio è un fatto di cronaca serio non so ancora oggi perchè sia io la persona a cui questi "fratelli"non rivolgono la parola.
non ho avuto neanche l'"onore"di parlare con kiko.
spero che questa setta venga,prima o poi,chiusa.
ma si sa,il male è furbo e riesce ad insinuarsi d'appertutto proprio come ha fatto il cammino.
ora io sono sono una persona felicemente sposata con 2 splendidi bimbi,faccio finta di nulla,ma quello che è successo solo qualche anno fa,è una ferita che ancora adesso mi logora e mi fa star male.
forse perchè chi doveva essere punito non lo è stato mentre la vittima è stata ghettizzata e rifiutata per paura che potesse parlare e fare del male al cammino.
il mio desiderio sarebbe quello di parlare con questo pseudo santo kiko arguello e fargli sapere che la storia non è ancora chiusa,cosa che lui spera.
non so se hai ricevuto l'altro mio commento.grazie per lo sfogo

Anonimo ha detto...

diverse volte vi ho posto questa domanda.
quale criterio usate nella modarazione dei commenti?
l'autore del blog, approva solo commenti pro osservatori oppure i neocatecumenali possono tentare una difesa al cammino?
è sottointeso che non parlo di insulti, ovvio quelli sono riservati solo a voi.

quindi ripeto la domanda posta ieri;
potreste pubblicare documenti ufficiali della Chiesa, non spezzoni di discorsi o frasi estrapolate ad arte, quindi documenti ufficiali dove la Chiesa rimproveri, freni, ammonisca, corregga il cammino, tenendo presente Arinze, che per me è sorpassata (anche se ho obbedito) dopo il discorso fatto dal Santo Padre il 20 gennaio quando dice "Ciò vale in modo specialissimo per la celebrazione dell’Eucaristia, che, essendo il culmine della vita cristiana, è anche il cardine della sua riscoperta, alla quale il neocatecumenato tende. Come recitano i vostri Statuti, “L’Eucaristia è essenziale al Neocatecumenato, in quanto catecumenato post-battesimale, vissuto in piccola comunità” (art. 13 §1). Proprio al fine di favorire il riavvicinamento alla ricchezza della vita sacramentale da parte di persone che si sono allontanate dalla Chiesa, o non hanno ricevuto una formazione adeguata, i neocatecumenali possono celebrare l’Eucaristia domenicale nella piccola comunità, dopo i primi Vespri della domenica, secondo le disposizioni del Vescovo diocesano ", quindi dispone cose diverse dalla lettera, tranne disposizioni diverse del Vescovo diocesano.

allora aspetto che pubblichiate documenti ufficiali contro il cammino, così da mettere chiarezza tra la vostra personale opinione, e quella ufficiale della Chiesa

Emma ha detto...

I gestori risponderanno, ma posso già dire che sul sito:

http://www.internetica.it/neocatecumenali/

sono già presenti alcune pagine in inglese.

montmirail ha detto...

"Quanto al Papa, fa il suo mestiere, che è quello di vedere il bicchiere sempre mezzo pieno, sapendo accogliere anziché respingere. Tuttavia, grava su di lui il peso di scelte sicuramente problematiche e piuttosto dirompenti tra i fedeli".

Teniamo presente l'eredità ricevuta, la pressione mediatica dei fan del "santo subito" dentro e fuori la chiesa. Gran parte delle questioni più scottanti , sia sul piano dottrinale che su quello terreno risalgono al pontificato di Wojtyla. Chi rema contro Ratzinger sfrutta abilmente se non gli errori , le omissioni di quella stagione e le addebita all'attuale pontefice. Adesso persino Pannella esalta Giovanni Paolo II. Capito questo , si capisce gran parte della dinamica curiale come di quella martellante dei media.

mic ha detto...

Inserisco qui il link alla versione inglese del sito:

Non è completa perché tradurre tutti i documenti è una impresa immane, ma c'è l'essenziale.

Certo chi fosse disposto a dare una mano per gli articoli più importanti del blog, sarebbe il benvenuto!
Può scriverci qui:
neshama@tiscali.it

Anonimo ha detto...

lo riscrivo:facevo parte del cammino e qualche anno fa sono stata cacciata perchè ho parlato di una verità per loro scomoda.
in questa storia fanno parte un catechista allora già 53enne o su di lì,una ragazzina ingenua che è vissuta fino a quel momento sentendo dire parole del tipo "se succede ciò è perchè Dio lo vuole,questa è la storia che Dio ha voluto fare con te ecc........
era un periodo particolare della mia vita e così,questo tanto amato catechista ne ha approfittato.non racconto la storia nei suoi particolari non per preservare il cammino ma bensì me.ora nessuno che faceva parte di quella setta mi parla più perchè ho avuto la "sfrontatezza"di raccontare tutto.
kiko,in una delle sue riunioni con i "grandi" ha detto a questo catechista che ha rischiato di far chiudere il cammino.
ma come mai non si è preoccupato di chiedere a me,la ragazza danneggiata,come stavo?
quando ho detto al prete della parrocchia che volevo denunciare tutto lui ha sbarrato gli occhi e mi ha scoraggiata dal farlo.mi scuso se non sono stata chiara ma sono molto arrabbiata.

Anonimo ha detto...

Buon giorno, ho cercato su internet qualche news sulle recenti vicende dei neo catecumenali, ma non ho trovato nulla, avete informazioni in relazione alle determinazioni assunte dal sant'uffizio sulla liturgia?

mic ha detto...

diverse volte vi ho posto questa domanda.
quale criterio usate nella modarazione dei commenti?


Questo commento fa una domanda retorica, perché si dà da sé (e pretende darci la risposta) che non tiene conto di quanto da noi documentato e argomentato negli ultimi articoli.

E' retorica anche la domanda sui criteri di moderazione, perché è evidente che vengono pubblicati anche i commenti favorevoli al cammino, a parte i soliti spot-fotocopia ai quali abbiamo risposto migliaia di volte le stesse cose.

Anonimo ha detto...

scusa mic aspetto la pubblicazione dei documenti ufficiali, tutto il resto sono solo il vostro punto di vista, le vostre impressioni, la vostra verità.
io ti chiede con molta umiltà, che tu pubblichi qualche documento ufficiale della Chiesa che vada contro il cammino, altrimenti ti prego per correttezza morale, spirituale ed umana di scrivere chiaramente, che la Chiesa non è contro il cammino, e che voi invece semplici Cristiani come me e come tanti altri milioni, riscontrate degli errori ed eresie, fai questo se sei veramente corretta!

mic ha detto...

avete informazioni in relazione alle determinazioni assunte dal sant'uffizio sulla liturgia?

Nel silenzio tombale che ricopre la questione, l'unica cosa che sappiamo è che ieri Kiko Arguello è stato ricevuto dal Segretario del Papa...

mic ha detto...

Per gli sviluppi della riunione di mercoledì leggere qui.

Ieri Kiko Arguello è stato ricevuto dal Segretario del Papa.

Stamattina il Papa ha ricevuto Filoni; nel pomeriggio riceverà il segretario della CDF mons. Ladaria...

Anonimo ha detto...

mic io aspetto questi documenti ufficiali, ci sono ? oppure hai trovato solo quelli di approvazione, ed incoraggiamento.
per il momento lascia stare la riunione, ti prenderai un'altra collera.

Michela ha detto...

quando ho detto al prete della parrocchia che volevo denunciare tutto lui ha sbarrato gli occhi e mi ha scoraggiata dal farlo.mi scuso se non sono stata chiara ma sono molto arrabbiata.

Capisco che la denuncia è una cosa grave che ti esporrebbe a critiche; bisogna essere molto forti per denunciare, e non dici nulla se eri minorenne e se la tua famiglia ti sosterrebbe.

Invece mi pare strano che tu non ti sia rivolta al vescovo, e a vari sacerdoti, anche perchè questa persona potrebbe reiterare i suoi comportamenti. Devi parlarne con qualcuno, anche per evitare che la cosa si ripeta con qualche altra.
lascia perdere Kiko, prima pensa a rinforzarti spiritualmente e psicologicamente.

mic ha detto...

se avessi seguito davvero e con attenzione questo blog, non solo sapresti che c'è tutto un Magistero a supporto delle cose che diciamo
Vuoi qualche documento:
1. Sacramentum caritatis
2. Ecclesia de Eucaristia
3. il motu proprio di giovanni paolo II sulla Ricondiliazione Misericordia Dei
4. Il Catechismo della Chiesa Cattolica, riportato in calce ai mamotreti ma tranquillamente bypassato
5. I libri liturgici, che dovreste seguire, richiamati dal Papa, che ha istituito una commissione apposta...
....
....
....

mic ha detto...

non so se hai ricevuto l'altro mio commento.grazie per lo sfogo

Non lo avevo ricevuto e ti ringrazio per averlo riscritto, anche perché posso immaginare quanto ti costa.

Condivido quel che ti dice Michela e aggiungo che ti porto nel cuore e nella preghiera.

Purtroppo il tuo caso fa ormai parte di una "serie". Ricordiamo quello recente di F. in Calabria e altri che continuamente ci scrivono via mail e non pubblichiamo nell'impossibilità di avere riscontri.

Se vuoi, puoi scrivere anche privatamente su
neshama@tiscali.it

Un grosso abbraccio, nel Signore.

Anonimo ha detto...

hai ragione tu mic veramente, hai ragione, ora li vado a leggere tutti, dubito che parlino del cammino, dubito che troverò quello che ti chiedevo, però hai ragione,
per fortuna chi legge ha intelligenza per scoprire i tuoi trucchetti da luna park, tranne chè siano degli stupidotti come dice alect

Anonimo ha detto...

Anonimo 27 aprile, 2012 10:58

Mi spiace moltissimo per la tua tragica esperienza, pregherò per te.

Gv

mic ha detto...

ora li vado a leggere tutti, dubito che parlino del cammino, dubito che troverò quello che ti chiedevo, però hai ragione,

Ovvio che non parlino del cammino, parlano però di come ci si comporta nella Chiesa. Il cammino non ne fa forse parte?

Se davvero li leggerai troverai molti comportamenti e insegnamenti difformi... e allora che pretenderesti?

Intanto il Papa ha nominato una commissione per "accertare se le messe dei neocatecumenali sono o no conformi alla dottrina e alla prassi liturgica della Chiesa cattolica".

Se non ci fossero dei dubbi, credi che lo avrebbe fatto?

Purtroppo chissà cosa gli impapocchieranno. Probabilmente ci penserà Filoni, il Papa Rosso...

Anonimo ha detto...

Anonimo 27 aprile, 2012 15:00

Se vuoi qualcosa di specifico mi pare che in giappone il cammino sia stato sospeso? Mi pare che più di qualche vescovo abbia scritto lettere preoccupate sul cammino. E il Papa non aveva tranquillizzato quei vescovi dicendo che non avrebbe rinnovato lo statuto salvo poi trovarsi di fronte a cose gia fatte lo statuto approvato?

Ma poi, supponiamo per assurdo, che io avessi in mio possesso un documento col timbro del vaticano che metesse in guardia dai pericoli del cammino allora solo in virtù di quel documento cambieresti opinione?

Non sei in grado di valutare con la tua testa le scempiaggini che dicono alcune catechesi di Kiko? Non ti sei mai chiesto perchè immancabilmente il Santo Padre vi richiama a seguire i libri liturgici ed inserirvi nella parrocchia? Non ti sei mai chiesto come mai tanti fuoriusciti (tra cui alcuni che han finito il cammino) sono così traumatizzati dal cammino tanto da provare nel migliore dei casi risentimento?

Di solito santi si fanno umili e si ritengono sempre più piccoli più vanno avanti nel loro cammino, Kiko si definisce il nuovo Giovanni Battista. Nelle migliori delle ipotesi è un esaltato, magari in buona fede ma rovinato dal suo ego. E non ci vuole una carta bollata per notarlo, basta un po di logica.

Gv

Anonimo ha detto...

grazie per la vostra comprensione e per le vostre preghiere.

anch'io sono cabrese.dove posso leggere la storia di f.?
magari abbiamo qualcosa in comune.
sarebbe importante per me saperlo.
mic.appena posso ti scriverò in privato.
posso fare nomi e altro tranquillamente.
chi ha ragione non ha paura di farli.
grazie ancora di cuore

by Tripudio ha detto...

Rinvio alla pagina L'errore merita correzione o soltanto "dialogo"? [link qui].

Un articolo recente, due mesi fa (link [qui]), parla del processo penale (ancora in corso) a carico di un cosiddetto "catechista" neocatecumenale con accuse gravissime che, stando alle notizie della stampa, i vertici del Cammino hanno tentato di insabbiare.

Di fronte a questi casi la prima reazione è la preghiera per le vittime del Cammino (vittime per quanto riguarda la fede, per quanto riguarda i soldi, per quanto riguarda la dignità).

aleCT ha detto...

"tranne chè siano degli stupidotti come dice alect"

Se avessi avuto la bontà di leggere TUTTO il mio post al riguardo capiresti che dicevo proprio il contrario.

Guarda, te lo riscrivo

"Vedi, effettivamente sarebbe più facile come dici tu..Sarebbe tutto molto più chiaro agli occhi dei semplici (e NON "sempliciotti" o "ingenui") come te"

Hai capito ora? Casomai è il cammino a dare del "sempliciotto" alle persone.

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...

Buon giorno, ho cercato su internet qualche news sulle recenti vicende dei neo catecumenali, ma non ho trovato nulla, avete informazioni in relazione alle determinazioni assunte dal sant'uffizio sulla liturgia?


Le notizie non devono essere molto buone, altrimenti i nostri amici, Magister in testa, ce le avrebbero sciorinate con grande piacere.

mic ha detto...

Non c'è niente di indicativo nell'assenza di notizie, anzi direi che è normale: c'è stata una riunione i cui esiti sono stati presentati al Papa nel pomeriggio. Sarà lui quindi a decidere.
Ovvio che tutto si svolga nella discrezione. Dobbiamo solo aspettare

mic ha detto...

Le notizie non devono essere molto buone, altrimenti i nostri amici, Magister in testa, ce le avrebbero sciorinate con grande piacere.

non ho proprio idea. Ma non credo che una no-notizia sia per forza negativa.

Solo l'altro ieri nel pomeriggio il Papa ha ricevuto Ladaria, il presidente della commissione da lui nominata con i risultati della riunione e mi pare normale che la cosa abbia i suoi tempi. Ora la palla è al Papa.

Anonimo ha detto...

mic ti ho scritto una mail.
fammi sapere se ti è arrivata

mic ha detto...

sto leggendola ora.
Coraggio. Ti abbraccio.
Ti rispondo presto.