sabato 6 aprile 2013

«Il Papa si sarà sbagliato, perché Kiko negli Orientamenti dice diversamente»

Diceva Lino:
C'è un comportamento che m'intriga. Ho notato che c'è un tema sul quale i neocatecumenali assolutamente non rispondono, nemmeno negando o contestando: quello degli strafalcioni presenti negli Orientamenti alle equipe di catechisti. Perché, secondo voi? Gli è proibito? Si rendono conto che si tratta di eresie? Non avendo ricevuto dai catechisti quei passaggi, li ignorano?

L'eresia che Max ha ricordato, per esempio, si legge chiaramente in Or. per la fase di conv., p. 329 e segg.:
"...Il pane è per il banchetto, per condurci alla Pasqua. La presenza reale è sempre un mezzo per condurci ad un fine,che é la Pasqua. Non è un assoluto, Gesù Cristo è presente in funzione del Mistero pasquale".

Immagino le sofferenze di p. Zoffoli quando lesse questa catechesi.

Risposta di Aldo:
Carissimo Lino... la risposta è semplice... ed anche molto "triste" (per loro)... e che molti/tanti nc non conoscono gli "orientamenti", non li hanno mai visti meno che mai letti... forse qualche "catechista"... ma sono pochi.. come ancora meno sono i nc che hanno letto i "mamotreti" delle tappe... essendo segreti.. fino a qualche anno fa molti non sapevano neanche l'esistenza.. è vietato portarseli dietro e/o alle catechesi.. sono custoditi gelosamente nelle case..quindi è difficile che troverai qualcuno che ti risponde... chi ne è in possesso, di contro, non ti risponde perchè sarebbe un ammissione che ciò che hai letto tu è ancora così nonostante le "correzioni"... Ti assicuro Lino, che i mamotreti..soprattutto quelli che contengono i vari passaggi sono tenuti talmente custoditi che è difficilissimo anche "vederli" in giro nelle case dei catechisti.. ci sono ordini tassativi sulla custodia e l'uso...

Non esiste nel cn "in-formarsi" all'esterno... l'unica formazione arriva dall'interno... si legge ciò che dicono "loro" e quando lo dicono "loro"... Ti faccio un esempio banale... all'iniziazione alla Preghiera Ti dicono di leggere il Racconto di un Pellegrino Russo... era un libro che avevo letto anni prima...."anatema!"... non puoi.. non potevi comprenderlo... lo devi rileggere oggi... (nessuno di loro però conosceva Filocalia..)... non puoi avere che "la Bibbia di Gerusalemme"... devi avere solo il Leon-Dufour come dizionario.. la Didaché la leggi quando Te lo dicono loro...(se te lo dicono)... e poi i catechisti si formano sui mamotreti interni... non puoi contraddire la "bibbia di kiko".. immediatamente verresti "sollevato dall incarico".. e "nessuno" vuole perdere il potere... immagina caro amico mio.. ognuno di questi "piccoli personaggi"(catechista) ha "potere" chi su 20 persone...chi su più di una comunità...chi su intere parrocchie...poi ci sono i Regionali.. addirittura di interi paesi... e Tu mi insegni il "potere sugli uomini" è una tentazione troppo grande più del denaro..."comandare" ...soprattutto per persone che nella loro "vita sociale" era completamente anonima se non in alcuni casi "frustrata" ...
e poi: i miei ex catechisti?
un professore di agraria...(sottomesso al suo preside).. un impiegato del comune.. un pensionato 2 casalinghe..(che al massimo nella loro vita è stato leggere il libro delle ricette..)
cultura media fra i catechisti di base è la terza media... - già Ti dò la risposta usata come alibi dal perfetto neocat..."Beato sei Tu Signore che hai voluto rivelare queste cose ai piccoli...etc"- e da questo comprendi perchè non comprenderanno mai...

Veniamo poi a sapere da Max che:
Ieri sera [venerdì santo, ndr] ho potuto fare la Comunione con le Particole Consacrate del giovedì Santo.
Se rimanevo nell'altra Parrocchia neocat non avrei fatto la Comunione, loro il venerdì Santo non la fanno....
Abominio!
E sapete perché?
Semplice, non credono nella presenza reale di Cristo nelle Ostie consacrate, ma soltanto durante l'Eucarestia, per questo devono mangiarsi tutti i panini, perché dopo ritorna ad essere pane e basta!...Quindi visto che ieri non si faceva il rito della Consacrazione, niente Comunione per i fedeli presenti (ma non tutti sono neocat)ABOMINIO e ABUSO di potere del Parroco!

E poi da Sebastian:
Bisogna considerare il fatto che nel cammino tutto ciò che è scritto e che non è la Scrittura è secondario. La cosa importante è la testimonianza dei catechisti e la propria esperienza della comunità, tramite la quale si è raggiunta la Salvezza.
Al neocatecumeno medio tutte le questioni sugli orientamenti, sulla liturgia, sono assolutamente secondarie, rispetto all'esperienza vissuta. E' come se la teologia fosse una superflua erudizione.
Mi è capitato in passato di sentire dei fratelli che si lamentavano perché volevano saperne di più, che volevano approfondire, magari seguendo dei corsi di teologia, ma presbiteri NC e catechisti NC lo sconsigliano. La Salvezza, dicono, non viene dallo studio.
Pertanto c'è l'idea che certe questioni non ci riguardino.

D'altra parte per i neocatecumeni conta più la parola di Kiko che la Parola della Chiesa, o del Papa. Nel dubbio, ha ragione Kiko.
Ti faccio un esempio. Benedetto XVI afferma nel suo libro Gesù di Nazareth (parte II) che verosimilmente l'Ultima Cena di Gesù, nella quale il Signore ha istituito l'Eucaristia, NON era una cena pasquale ebraica, che gli ebrei avrebbero consumato solo il giorno dopo. Infatti i sommi sacerdoti non avrebbero potuto fare un processo e un'esecuzione nel giorno di Pasqua.
Quando l'ho detto a un neocatecumenale di lunga data (ex catechista) quello mi ha risposto che il Papa si sarà sbagliato, perché Kiko negli orientamenti dice diversamente.

96 commenti:

l'apostata ha detto...

Gli orientamenti li tengono segreti, ma purtroppo per loro ci sono i filmati su youtube, del genere di quello di Budapest con il santino che proclama la celebre frase dell'uomo schiavo del demonio, e cita stravolgendola la Scrittura.
E anche sui filmati non sanno che dire.
Ecco il motivo per cui il santino ha proibito internet.
Chi è il perfetto neocat, da premiare con ruoli prestigiosi? E' uno che che ha imparato a non parlare, non vedere, non sentire, e a far finta di capire.

Aldo ha detto...

Ti ringrazio Lino... mi piace attirarmi le "ire funeste" dei nc..spero che qualcuno abbia il coraggio di contraddirmi dichiarandosi con "nome e cognome".. anche perchè questa "rito" della presentazione io l ho imparato alle convivenze nc...ci dicevano .."non siate anonimi come i Cristiani della domenica presentatevi"..

Lino ha detto...

@Aldo
Sì, credo che tu abbia ragione, caro Aldo. Appena pochi giorni fa, a seguito di quel mio intervento nella prima catechesi dell'anno scorso, un NC della mia parrocchia mi ha chiesto una stampa da Internet delle pagine degli Orientamenti nelle quali è trattata la guarigione del cieco nato. Eppure si tratta di una persona che ha un ruolo, in parrocchia.
La trasmissione del Kiko-pensiero avviene essenzialmente per via orale. Questo determina due tipi di problemi.
Primo: soltanto chi ha una buona conoscenza dei Vangeli e delle esegesi tradizionali della Chiesa riesce a cogliere "a volo" gli strafalcioni. Per i "lontani" è impossibile.
Secondo: man mano che le catechesi NC si diffondono dai catechisti agli uditori e tra gli uditori, la quantità di informazione trasmessa si riduce. E' come nella trasmissione orale della poesia nei tempi antichi: molti "pezzi" si perdono nella veicolazione orale. Ecco perché, alla fine, nella memoria dei neocatecumenali, restano solo pochi slogan, quelli più incisivi. Perciò si esprimono tutti nella stessa maniera.

l'apostata ha detto...

Anno della fede e nuova evangelizzazione. Proposta. Completiamo secondo l'insegnamento di Kiko quel che ha scritto Alessandra dei disertori:"Vedendo le trasmissioni di attualità ci si rende conto, di quanto la gente abbia bisogno di trovare e di ritrovare Dio,mariti accusati degli omicidi delle proprie mogli, persone in preda alla disperazione ,che senza più alcuna speranza si suicidano..Cosa si fa di fronte a tutto ciò?Invece di annunciare l'amore di Cristo, si trovano cattolici, o presunti tali, che credono di rendere servizio al prossimo scrivendo su un blog accuse contro un cammino che ha come fine l'evangelizzazione. Svegliatevi andate a d annunciare Cristo a chi ne ha bisogno, non rimanete troppo inginocchiati. Chi pensa di togliersi la vita ha bisogno di un messaggio concreto,ha bisogno di scoprire che Dio può cambiare le nostre vite", perciò gli annunciamo che è figlio del demonio, il maligno è il suo signore, è schiavo del demonio per tutta la vita e non puo' non fare il male.
Proprio un bell'annuncio sarebbe, esattamente conforme a quel che insegna Kiko.

Ieri nella mia città ho avuto l'antipasto dello show neocat di domenica. Gruppetto con chitarre e tamburelli. altoparlanti a mille, si piazzano in un punto critico di traffico e mezzi pubblici. Canti esclusivamente di Kiko urlati per un'ora, gente costretta a camminare tra le macchine visto che avevano occupato loro il marciapiede, che per inciso è nella zona di un'altra parrocchia.
Poi "testimonianza" strillata tra le auto e la folla, assolutamente incomprensibile. Nessuno si è fermato ad ascoltare. Dopodiché altra mezz'ora di canti urlati, e poi tutti a casa.

p.s. Alessandra, perché non vuoi rispondere alle domandine? Paura? Un'adulta nella fede?

Aldo ha detto...

credimi Lino... io ho faatto parte dell equipe che "prepara" le catechesi iniziali... ci si incontra in casa e ci si divide i compiti la "parte" che tocca la devi imparare a memoria..tranne nelle parti dove sono previste "l esperienza personale" in quel caso racconti "la tua"..

quando si cominciano le catechesi in Parrocchia c'è l obbligo di non avvicinare nessun partecipante... (anche se l hai invitato tu..)neanche di dare confidenza.. non ci si ferma a parlare con nessuno..
si cerca di creare intorno all equipe.. una specie di "aurea magica".. l equipe prende le distanze.. non si "mescola".. quasi non "tocca il pavimento" quando camminano.. quando uno dei catechisti parla gli altri assumono un aria "di estasi" di preghiera con occhi chiusi e volti sofferenti... più l equipe riesce ad "incutere" si dai primi giorni questa "autorità" più si percepirà "invasa dallo spirito santo" (volutamente minuscolo)...
salvo poi scoprire che era tutta pappardella imparata a memoria e ripetuta da 40 anni...

ecco perchè non accettano confronti il " catechista perfetto" è "a-pensiero/proprio"
non deve avere capacità di "critica"
altrimenti si "mette contro un opera di Dio"

Aldo ha detto...

le scene più imbarazzanti le vedi alla prima convivenza di "formazione" della "nuova comunità"...

i fratelli/adepti cominciano ad essere già "molto presi".. l ambiente viene portato volutamente in "crescendo" di "stati emozionali"...

l equipe.. "appare e scompare" nelle giornate che si susseguono.. mangia in un tavolo separato, vanno via prima (e non sai dove.. e cosa fanno..)si incontrano a prima mattina... danno orari precisi di incontri... ma loro arrivano volutamente in ritardo ad assemblea già riunita... il passo ed i volti sono sempre concentrati e tirati...smunti.. ma imperscrutabili...
scene "costruite"... il problema serio e che "ci credono" davvero che lo spirito sta agendo... ed alle prime "immncabili lacrime" lo fanno notare... "ecco vedete come lo spirito sta agendo? come i vostri demoni, grazie a noi stanno venedo fuori?"...

Aldo ha detto...

la stranezza e che per anni questi "ciclostili con il cartoncino blu" (mamotreti)non li vedi mai... quasi non esistono... ti accorgi che "seguono un copione" ma non lo vedi c'è il responsabile dell equipe (o di solito la moglie) che detta i "tempi" che scandisce i movimenti... ma nonti accorgi che stanno "ripetendo a memoria" ci vogliono un pò di anni... o come nel mio caso vai a casa di un capo-equipe e scopri gli scatoloni dove ci sono tutti i mamotreti dal primo fino all ultimo con sopra scritti i titoli.. "convivenza dello shema" - convivenza del 2°passaggio" etc.etc. ne prendono uno e lo sfoglio e non credo ai miei occhi... tutto scritto.. tutto a memoria anche gli "esmpi" sono "finti"..sono racconti ripetuti, forse neanche mai accaduti... dov'è lo "Spirito Santo"..?

Aldo ha detto...

Caro Lino.. pensa solo al 2° passaggio... certamento la tappa più dura, quella che mette a nudo la vita di tante anime... tutto scritto anche su come condurre uno scrutinio... ci sono indicazioni anche su come rispondere alle obiezioni, niente viene lasciato al caso - infatti per poter condurre un 2° passaggio bisogna partecipare come "uditori" anche 2 o più volte -
e quell atteggiamento di distacco che assume l equipe in questa tappa arriva a picchi altissimi...quindi quei catechisti che per 2 anni li hai visti come dei "bravi genitori" che ti accudiscono.. al 2° passaggio diventano gli "inquisitori " della Tua vita...

FDF ha detto...

@Aldo
come sei uscito dal CN? A che tappa? Per curiosità, se non vuoi ovviamente non rispondere.

La mia esperienza "in equipe" si è limitata alle convivenze di inizio corso. Però ti devo ammettere che è vera l'abitudine di imparare a memoria le cose e ridirle tali e quali comprese le inflessioni.

Ho due episodi che mi sono rimasti impressi: in uno mi toccò di fare la catechesi "dottrinale" quella del sabato, che, anche se può non piacere, è molto documentata e va studiata, riprendendo i riferimenti, controllando il Catechismo, ecc. (almeno io faccio così). Ebbene dopo un mesetto di studio mi sono dovuto sentir dire:"ma che studi a fare, tanto quella basta che uno la legge, quando la riporta".
In un'altra occasione a una catechesi su un canto preso dal Cantico dei Cantici (mi rubasti il cuore) non mi piaceva il commento risicato che c'era sugli appunti, così mi sono impegnato a studiare il passo, i riferimenti e i commentari (presi da un testo proprio sul Cantico). Risultato di tanta fatica? "Si ma l'hai cambiata! Hai preso troppo tempo, e poi non si devono cambiare le catechesi".

Mi domando... perché non arricchire, non aggiungere, non studiare? Forse che le catechesi di Kiko sono Parola di Dio?

Anonimo ha detto...

Parlando di termini ripetuti alla lettera....una cosa simpatica: solo dopo essere uscito dal Cammino ho scoperto che la mia catechista, romana dalla nascita, pronunciava la parola "catechesi" con lo stesso accento della sua catechista .... che era pugliese.

Mi ero sempre chiesto perche pronunciasse il termine in quel modo.

DG ha detto...

@ tutto cio' che dice Aldo è vero!

L'ho vissuto sulla mia pelle.

Inoltre una cosa che non riuscivo a capire durante tutti questi lunghissimi anni è il fatto che i catechisti per un problema (o un peccato) presentato durante gli scrutini di passaggio dai fratelli di comunità, rispondono sempre con le stesse frasi.
Ma ogni persona è differente dall'altra!!
Ogni persona (fratello di comunità) vive una realtà differente, una condizione differente.
C'è chi è sposato e chi no, chi ha figli e chi no, chi da piccolo è stato amato dai genitori (per carità anatema, l'amore dei genitori NON deve esistere!!!) e chi invece ha avuto un'infanzia problematica, chi vive una condizione materiale di peccato e chi invece riesce (anche sforsandosi, perchè no?!) a non vivere nel peccato...
Ebbene tutte queste "differenze" che rendono unico l'uomo non vengono prese in considerazione.

Insomma la risposta al peccato o al problema è sempre quella unica e uguale per tutti.

Ed ecco che la vita e l'eperienza di un fratello viene appiattita e diventa un tutt'uno con quella del fratello che hai vicino

L'individualità umana, con la sua positività o negatività, è ignorata dai catechisti.

Sei solamente un pezzo di carne che deve essere plasmato

(continua)

DG ha detto...

(continuazione)

Mi sono ritrovato personalmente ad avere la stesso "suggerimento" o imposizione, per poter passare un passaggio, data ad un mio fratello di 25 anni piu' piccolo, non sposato e in buona salute

E' che non possono fare dei distinguo tra una persona e l'altra perchè non è contemplato nei mamotreti.

Esempio ed esperienza personale: la mia storia non è particolarissima ma comunque ha degli elementi che la distinguono da quella di un altro fratello di comunità, e allora perchè non tenerne conto?

L'ho già detto, quando in un momento particolare (convivenza passaggio) ho dovuto dare la mia esperienza davanti a piu' di 100 persone (che non conoscevano la mia vita e che non mi conoscevano, a parte i miei fratelli di comunità)

I catechisti, rispondendomi hanno ignorato la mia storia personale e mi hanno risposto ...alla cavolo.
Non ho capito e ho chiesto, al microfono e davanti a tutti se si ricordavano di me e di chi ero (!) visto che mi conoscevano da 20 anni! E ho chiesto il perchè perchè di quella risposta offensiva e umiliante, alla luce della mia storia

Ci fu grande imabazzo da parte dei catechsiti perchè NON sono abituati al dibattito e alla presa di posizione (anche normale e leggittima degli "scrutinati") e ci furono momenti di silenzio...

Poi tranquillo il catechista mi rispose che usavano la mia "testimonianza" NON per me o per darmi una risposta personale, ma per DARE una catechesi.

Insistetti e chiesi se in QUEL MOMENTO PRECISO QUELLA CATECHESI non fosse fuoriluogo, visto appunto i gravi problemi che c'erano stati nella mai vita.

Loro dissero "va bene va bene, cio' NON IMPORTA "e continuarono.

Io risposi invece che era molto importante per me visto il grave momento che stavo vivendo.
Poi uscii dalla sale e piansi molto. Non mi vergogno a dirlo.

A nessuno importo', nessuno mi venne vicino eppure tutti i miei fratelli e i catechisti conoscevano la mia vita e la mai realtà!
Questa la chiamano "la cmunione dei santi" eppure QUELLA frase DOVEVA AVERE per noi, avanti nel cammino, una sua IMORTANZA.
Parole vuote...

In piu' subito dopo ci fu il pranzo e i catechisti fecero esattamente come facevano sempre e cioè come ha descritto molto bene ALdo.

Isolati, sorridenti tra di loro, con il tavolo benservito dai camerieri (noi self service, chiaro) bottiglia di vino e bicchieri colmi.

Non mi rivolsero parola e erano coscienti che ero uscito sconvolto da quella esperienza di poco prima.

Nessuno dei miei fratelli si avvicino' tranne un fratello (sposato anche lui, ma piu' giovane) che mi disse che era rimasto scandalizzato dall'indifferenza e dalla superficialità dei catechisti.

Ebbene questo fratello usci dalla comunità prima di me.

DG ha detto...

FDF

lo studiare la Parola di Dio implica un coinvolgimento personale intimo e dell'anima.

Cosa che NON è domandata ai catechsiti NC.

Io ho cambiato 3 gruppi di catechisti e mi sono ritrovato, per aver cambiato luogo di residenza, a dover rifare alcune catechesi e alcuni scrutuni; ebbene nonostante il cambio di età, di formazione anche intellettuale e culturale dei "catechisti" e nonostante le loro esperienze e le loro estrazioni sociali e modi di parlare differenti ...TUTTI RIPETEVANO esattamente le stesse parole, le stesse frasi con la stessa intonazione e i stessi gesti!
Anche le "battute spiritose"
o gli aneddoti che servono a "rilassare l'ambiente" ..erano identici!

Come potrebbero studiare o prepararsi magari con un corso per catechisti o con l'aiuto e un controllo di un bravo sacerdote, magari bibblista?!

Le catechesi NON sarebbero piu' di Kiko ma della Chiesa.

Ecco perchè le domande che faranno durante queste 5 domeniche sono sempre le stesse, con la stessa impostazione della frase e della domanda.

Perchè le risposte saranno sempre quelle!!!

E magari la gente che gli ascolta potranno anche pensare...come parlano bene loro, come sono ispirati!! Falsi e ipocriti..

Guarda caso Kiko spiega bene la "procedura" di questa evangelizzazione nelle piazze:

canti neocatecumenali
icone neocatecumenali
slogan neocatecumenali
(il tutto senza una firma che possa ricondurre a questo movimento)

in piu' esperienza di "una ragazza o di un ragazzo" (preparato prima su chi dovrà parlare e cosa dire, ah questo potrei ripeterlo a memoria...)

e poi, dulcis in fundo, catechesi di un "bravo" (a detta di kiko) catechista...
Uno che lo fa come "mestiere" insomma.

Io già so chi delle mie tre comunità parlerà...non me lo hanno detto me lo so di sicuro.

La cosa se non fosse tragica, perchè prendono in giro le persone, sarebbe anche divertente .

DI sicuro pero' non lo è...

DG ha detto...

rispondo a quello che dice Alessandra e NON AD ALESSANDRA:

"Chi pensa di togliersi la vita ha bisogno di un messaggio concreto,ha bisogno di scoprire che Dio può cambiare le nostre vite", perciò gli annunciamo che

- è figlio del demonio, il maligno è il suo signore, è schiavo del demonio per tutta la vita e non puo' non fare il male-"

No ma questa è pazzia ma si rende conto Monsi. VALLINI e il Santo Padre cosa vanno farneticando questi??? E vogliono annunciare il VANGELO E L'AMORE DI DIO con queste bruttissime parole che spezzano il cuore e la speranza?
Ed è questo che diranno le prossime domeniche!!!
Il mio cuore si stringe in una morsa nel leggere tali farneticazionisto

Scemenze pericolose..

Tanto è vero che se ad una persona che sta sull'orlo di un precipizio gli dici che l'unica soluzione per lui, visto che non po' fare altro è quella di buttarsi di sotto ..
di sicuro NON annunci il MESSAGGIO DI AMORE DI NOSTRO SIGNORE!

Per i NC siamo talmente figli del demonio che non si pensa nemmeno che suicidarsi sia un offesa a DIO e alla vita che ci ha donato...Ma è questo che gli si va ad annunciare domenica per l'ANno dell'evangelizzazione???

NOI tutti siamo FIGLI DI DIO e AMATI DA LUI!

La gente, le persone si suicidano non perchè sono in ginocchio o vanno cantarellando per la strada, si suicidano perchè NON hanno scampo, perchè sentono di non avere alternativa né scampo, si sentono accerchiati dal nero, dal nulla, dall'incomprensibile realtà che vivono, si sentono schiacciati da questa visione che proprio il demonio gli fa vedere

Il demonio fa vedere solo piccolezza e orrore intorno e non fa vedere che c'è invece un Dio che ti ama e che ti da SPERANZA (non sono forse parole del Santo Padre?)
E cosa fanno i neocatecumenali?
Dicono:
"non ci puoi fare nulla perchè SEI e RESTERAI A VITA (guarda a fine cammino neocatecumenale cosa ancora ti dicono i "catechisti")fgilio del demonio..
Vergognatevi di queste catechesi che andate diffondendo!!


Scusate ma lo sanno quanti figli di fratelli NC sono soggetti a disturbi di personalità, di anoressia e bulimia, di tentativi di suicidio (o richieste di aiuto tentando di fare un gesto folle?)
Lo sanno o vivono in un "mondo a parte" e per fare questo IGNORANO le persone, i tanti giovani soprattutto, che soffrono a causa degli errori dei propri "genitori neocatecumenali"???

Anonimo ha detto...

"Forse che le catechesi di Kiko sono Parola di Dio?"

No, ma a noi facevano intendere, anche se non lo hanno mai detto esplicitamente, che ne fossero la sola e corretta interpretazione.

Sebastian ha detto...

Io non sono stato catechista, ma da capo-cantore dovevo insegnare il canto nuovo della convivenza di inizio-corso... Mi veniva dato il mamotreto della convivenza di porto San Giorgio e dovevo ripetere la catechesi sul canto tale e quale.
Però lo sapevano tutti che c'erano questi mamotreti, anche perché sia io che gli altri responsabili ce li portavamo all'ambone per seguire quello che dovevamo dire.

Ad ogni modo, è un cardine del CN: le cose vanno riportate tali e quali a come le hai ricevute. Studiare, approfondire, e quindi modificare o inserire la propria opinione, è considerato un atto di superbia. Idem per quanto riguardano le direttive che il responsabile riceve dal catechista.

Per quel che dice Aldo, confermo che anche i miei catechisti più o meno si comportavano così. Soprattutto, ricordo le facce seriose di quelli seduti dietro al capo-catechista urlante, il quale, più si va avanti con gli anni, più usa linguaggi scurrili.
I catechisti al tavolo che si fanno portare il vino buono, mentre a noialtri veniva dato il vino di bassa qualità che sapeva di aceto... Loro così ridenti e sorridenti durante il pranzo, diventavano funerei durante gli incontri.

Eppure noi abbiamo sempre accettato tutto. Ecco come ce lo giustificavamo:
-I catechisti fanno un duro lavoro per noi, gratuitamente, quindi è giusto che abbiano i privilegi del vino buono ecc., o di non pagare mai una lira.
-Sono seri perché il momento è serio. Con certe cose non si scherza!
-Non stringono amicizia con i catechizzati perché altrimenti rischiano di farsi coinvolgere emotivamente nella loro vita e non farebbero bene il proprio dovere di catechisti.
-E' vero il capo-catechista urla e dice parolacce, ma non bisogna essere moralisti. Che sarà mai? Anche Gesù non si fece scrupoli a urlare contro i mercanti del tempio.

Detto questo, devo anche dire che ci sono sempre le eccezioni, grazie a Dio. E, per lo meno da me, non sono nemmeno tanto poche. Infatti diversi catechisti della mia parrocchia sono ancora abbastanza umani e amichevoli fuori dagli incontri e dagli scrutini. Poi però si trasformano...
Non si può dare nemmeno la colpa a loro per questi comportamenti. Sono stati plasmati a loro volta per comportarsi in questo modo...

@DG
Credo ci sia un errore di lettura nella tua interpretazione. Anche io avevo fatto lo stesso errore inizialmente, ma poi ho guardato meglio. Credo che la frase sul demonio sia un'aggiunta ironica di apostata, infatti è fuori dalle virgolette.
Ciò non toglie che se quando fanno la missione vanno ad annunziare l'amore di Dio, poi in comunità, dopo anni di cammino, annunziano ancora la figliolanza nel demonio.

l'apostata ha detto...

a DG
Caro DG, scusami, ma tutto quello in neretto ce l'ho aggiunto io, pensavo fosse chiaro.
Volevo solo evidenziare che i neocat da una parte disprezzano tutto ciò che sa di "cristiano della domenica", ritenendolo inadeguato alla nuova evangelizzazione. Dall'altro si pongono come unici possessori della verità, capaci di risolvere qualunque situazione di disagio umano, anche la più tragica.
Ci ho aggiunto, a quel che scriveva Alessandra (?) con la solita sprezzante superiorità, la summa del kikopensiero, assolutamente assurda per un cattolico perché eretica. Con un simile maestro, a chi potrebbero dar lezioni?
Tu, io e tanti altri sappiamo bene quanto male hanno fatto a tante persone in buona fede.
Tra l'altro lo avevo scritto anche in funzione dell'argomento, incentrato su "Kiko ha sempre ragione, sbaglia la Chiesa semmai".
Tutto qua.

Aldo ha detto...

Sono uscito alla professione di fede ... dopo 15 anni come responsabile ininterrottamente

Aldo ha detto...

Sono uscito alla professione di fede ... dopo 15 anni come responsabile ininterrottamente

Anonimo ha detto...

"Chi pensa di togliersi la vita ha bisogno di un messaggio concreto,ha bisogno di scoprire che Dio può cambiare le nostre vite", perciò gli annunciamo che

- è figlio del demonio, il maligno è il suo signore, è schiavo del demonio per tutta la vita e non puo' non fare il male-"

Cara Alessandra queste cose che tu dici,le dici perchè le hai vissute o le hai imparate a memoria?Le dici cosi per dirle per coronarti della tua aura di santità?
Riproprongo la seconda parte della mia TESTIMONIANZA Leggiti la prima parte di ieri collegala alla seconda e poi

VERGOGNATI VERGOGNATI VERGOGNATI

(2Parte)
"Ti devi suicidare"

Questo pensiero mi accompagnava tutti i giorni tutte le notti io vivevo con una doppia personalità la più forte mi diceva che dovevo farlo(con la prolunga della lucidatrice di mia madre)un'altra che non dovevo farlo che era peccato che era frutto del demonio che i miei non lo meritavano che forse ce l'avrei fatta,
Una cosa ringrazio il cammino, che mi ha insegnato a pregare in ginocchio con le braccia tese al Padre,tutte le notti per sette anni al buio in segreto (gli altri non avrebbero capito).
Voi credete all'Angelo custode? Io si,perche nell'attimo in cui stavo per compiere il gesto,alla porta bussarono(non erano i fratelli che andavano a due a due per le case,ho visto che dopo trent'anni ancora si raccontano queste cose)ma dei lontani zii in vita ai miei cari,
un'altra volta pure deciso, il Signore mi fece incontrate un carissimo amico venutomi a trovare
dico a trovare perchè io ero ad una festa e lui che veniva da fuori, giunse a me dopo aver indagato dove fossi da altri amici e lui venne a questa festa felice di incontrarmi e scambiare quattro chiacchiere con me.
Questi due fatti mi fecero capire che Dio non voleva questo, che mi amava e che mattone su mattone mi aiutò a ricostruire la mia Vita. (La preghiera mi ha salvato)

Sette anni di inferno che oggi io chiedo conto a voi "Primi cristiani" che dopodomani annuncerete il Kerigma, a voi che continuate a distruggere i cuori le coscienze, le anime di chi distrutti da questo mondo si affidano totalmente a Voi lupi mascherati, da agnelli.
Dopo 30 anni con questa testimonianza mi sono liberato di un grosso fardello che ancora mi pesava so che con questa mia mi sto liberando completamente da questo incubo.

Faccio questo perchè so che ci sono persone che vivono o hanno vissuto la mia stessa esperienza che questa mia testimonianza possa aiutarvi a rendervi liberi abbiate coraggio Dio non vi lascia soli.

RINGRAZIO I FONDATORI DI QUESTO SITO CHE ASCOLTA LA VOCE DI CHI VIVE NEL DESERTO

Ai fratelli n.c. smettetela di insultare le anime di chi scrive su questo blog quello che è successo a me potrebbe succedere a tutti voi o vi credete immuni? Calpestate i calli ai vostri catechisti poi
vedrete che succede. Amate i vostri fratelli che soffrono che su queste pagine non si inventano niente ma testimoniano la loro vita i loro dolori.

In risposta alla domanda del fratello n.c. di cui sopra

"siamo pieni di livore di odio di rancore da Voi innestati nella nostra vita gratuitamente e piano piano cerchiamo di far seccare questo seme e tornare liberi e credimi non è così semplice come scriverlo per testimoniarlo".

Lino ha detto...

Commento un brano di Aldo riportato nell'articolo:
"Ti do la risposta usata come alibi dal perfetto neocat...'Beato sei Tu Signore che hai voluto rivelare queste cose ai piccoli..."

Immaginiamoci come gongolerebbe, per esempio, Odifreddi, il quale già fa derivare cristiano dal francese "chrétien" (che significherebbe cretino) nel leggere che in questa pericope Cristo promuove l'ignoranza, invita a non studiare tanto ci pensano Kiko e (secondo nell'ordine) lo Spirito Santo.

Io invitai a leggere Chrètien de Troyes, il più grande poeta medioevale (prima di Dante).

I neocatecumenali li invito a leggere meglio Mt 11, interamente, senza stralciare come d'abitudine singoli passi: la dialettica è evidente sin da Mt 11,11:
"In verità vi dico: tra i nati di donna non è sorto uno più grande di Giovanni il Battista; tuttavia il più piccolo nel regno dei cieli è più grande di lui".

Il riferimento è a quella generazione che non riconobbe Cristo o che di Cristo si scandalizzò (come Giovanni Battista in carcere).
I piccoli sono i cristiani e i cristiani sono i piccoli: quelli che lo riconobbero, non gli ignoranti. E i sapienti e gli intelligenti sono quelli che si ritenevano ed erano considerati tali: i sacerdoti del tempio, gli scribi, i farisei. I professori di matematica e di illuminismo, nei nostri tempi :-). E' come per il fico sterile, anch'esso stravolto dai NC.

"Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me... dice Cristo nello stesso capitolo (Mt 11,29). "Imparate da me": per imparare bisogna studiare i Vangeli, con l'aiuto dello Spirito Santo, oltre che di quello dei Padri, dei Santi e delle menti illuminate che ci hanno preceduto nello studio.

Tutto il resto è noia di falsi profeti che, di secolo in secolo, compaiono e scompaiono.

Ruben ha detto...

OT:

Dalla Basilica di San Paolo fuori le mura-Roma
Riunione preliminare CN(cento Piazze a Roma-oggi:

Arrivo in Basilica una ventina di minuti prima delle 11:00,mentre gli ultimi ritardatari si affrettano ad entrare;all'interno la confusione è assordante,tutti parlano tra loro ad alta voce la navata centrale e quasi gremita e Giampiero Donnini,dal microfono, si affanna per far portare altre sedie,le navate laterali sono affollate lungo il colonnato ma comunque praticabili.
Non capita tutti i giorni, di trovarsi in mezzo a tanti Neocatecumenali e ne approfitto, per confondermi in mezzo a loro e stare con le orecchie bene aperte:
i discorsi, come previsto vertono sulla strategia di Evangelizzazione che così si svolgerà:se l'aspirante adepto mostrerà qualche segno di interesse,non "violentarlo" eccessivamente con troppa "carne al fuoco" bensì dargli appuntamento in"piazza", per la domenica seguente e così via fino a "risucchiarlo" in Parrocchia(saletta)con il "vieni e vedrai"
Alle 11:10 arriva la "triade" e qualche minuto dopo,accolto da Kiko il Cardinal Vallini,il quale dopo qualche parola di circostanza e citazioni paoline,viene fatto accomodare sullo Scranno Vescovile, dove è costretto a di sorbirsi, circa un'ora di un interminabile "ordine di servizio", letto da Kiko:
comunità per comunità e destinazione della piazza.
Durante il soliloquio,mi sposto in Basilica:nel recinto del transetto,Padre Mario si sta vestendo, indossa una lunga stola che di bianco gli è rimasto poco e niente,intrisa com'è di "Nueva Estetica",in netto contrasto con la semplice stola, solo bianca del Card. Vicario.
Un immagine mi turba: nel Presbiterio tra il transetto e l'Altare Maggiore, una madre di sei figli "buttati per terra" a giocare,con relativi giocattoli, è seduta stancamente su di una sedia, sta allattando il settimo...
La "funzione" continua con la Lettura da parte di P.Mario del Vangelo, a cui segue una breve predica di Vallini(nella norma),con un vago accenno ad imitare la semplicità del Papa;di seguito interviene Kiko, che invita tutti ad inginocchiarsi, con un "mi raccomando che è molto importante!" ed al Cardinale viene fatta leggere, una preghiera-invocazione per la missione.
Alla Benedizione del Vicario,tutti rigorosamente in piedi,tranne il sottoscritto, ostentatamente ed orgogliosamente in ginocchio!
Alla fine della "riunione",non si poteva chiamare altrimenti,la cosa che mi ha fatto veramente ed interiormente più male:
all'acclamazione "Viva il Papa!",non ricordo se pronunciata da Kiko o da Vallini,avranno risposto forse e ripeto "forse", 20 persone sulle 5.000 da me stimate, e chi mi era intorno,soprattutto giovani e "presbiteri",alla parola Papa, hanno cominciato a guardarsi con aria sardonica, a motteggiare e a far capire senza mezzi termini che a loro del Papa non gliene fregava niente!!
Domani,"spostati" come i carri armati di Mussolini,queste stesse persone staranno a Piazza S.Giovanni,con lo striscione "TU ES PETRUS"...
Ruben

OT: out


mic ha detto...

Caro Anonimo 15:44,
devo chiamarti così per identificarti, ma so che il Signore conosce il tuo nome e io Lo benedico e Lo ringrazio per la tua storia di salvezza che ci hai affidato.
Questo mezzo, così impersonale, lascia tuttavia passare quello che siamo e che sentiamo e, nel Signore ci permette di raggiungere anche altri cuori in attesa di dare un nome e un sollievo alla propria sofferenza e assetati di verità e di autentica Misericordia, ma anche di guida sicura.

Per ora ti abbraccio e ti ringrazio per averci resi partecipi della tua prova e sofferenza terribili.

Preghiamo insieme il Signore che ci faccia suoi strumenti per consentirGli di raggiungere e liberare tante anime sviate e, dove non non possiamo, susciti Lui delle ancore di autentica salvezza secondo il suo cuore!

DG ha detto...

ad Apostata e Sabastian

grazie per avermi spiegatomeglio.

Purtroppo quello delle depressioni e dei tentativi di suicidio o degli "allontananmenti" volontari o indotti delle persone che non sono "utili" al cammino è realtà.
So di persone sono state malissimo perchè si sentivano "figlie del diavolo" e per questo sono ricorsi a cure con psicofarmaci

Ragazzini che fin da piccoli gli è stato inculcato che "DIO ti ama per quello che sei" ma che SEI FIGLIO del DIAVOLO e per questo ad ogni "rimostranza adolescenziale naturale" questi ragazzi venivano portati ad esempio dai propri genitori come "croci" da sopportare e che Dio gli dava perchè gli voleva dire qualcosa, solo che mai una messa indiscussione sui metodi di educazone.
Era sempre qualcun altro a sbagliare, vuoi la scuola vuoi gli amici (che non dovevano frequentare se non erano NC)
vuoi i film (Harry Potter) vuoi i libri e i fumetti da non leggere

Insomma colpa sempre degli altri.

Intanto questi ragazzi e ragazze crescevano e si ritrovavano con una personalità doppia: da una parte dovevano essere "buoni neocatecumenali" e dare esempio di figli di famglie perfette, e dall'altra erano croci per i genitori.

Fino a che viene un giorno che parecchi di loro , non riuscendo a capire qual'è la loro collocazione, fanno qualche sciocchezza.

Ne parliamo?

Spinelli o alcol (ma tanto lo fanno tutti)... e poi il Signore non ti porta a vivere quello che non puoi sopportare e superare.

Libertà sessuale...ma si sa è il mondo a dare cattivo esempio: la televisione il cinema ecc ecc.

Solo che una famiglia dovrebbe crescere i propri figli con un educazioen cattolica o al minimo una morale sana, e non far crescere i propri figli con il terrore di quello che c'è "fuori nel mondo" .

Matrimoni a forza perchè il ragazzo ha messo incinta la ragazza.
Maternità fuori al matrimonio.
Ragazzi/e bulemiche o ragazze anoressiche e con fobie
Ragazze che non si amano e non accettano il proprio corpo o ragazzi che non capiscono se la loro sessualità è una devianza o se è naturale provare a 18/19 anni desiderio di stare insieme ad una ragazza

A due ragazzi di comunità che si avvicinano tra di loro e che si mettono insieme gli viene subito inculato il senso del peccato...ma magari questi ragazzini sono puri e non ci pensano per niente.

Ma tant'è debbono sentirsi in peccato e li' a confessare nelle risonanze o nei giri di esperienze sentimenti e desideri come se si fossero già concretizzati in peccato ..

Tentativi di sicidio, o meglio avvisi di soccorso(come vengono chiamati oggi) ce ne sono in comunità.
Eccome se ce ne sono...
Solo che non si dice...

Scandalizzati?

Beh succede anche questo ma tutto resta chiuso basta poi essere allegri e presentare la parte "buona" del CNC.

Ecco perchè mi sono "sbagliato " e ho letto quella frase come un affermazione.
E' proprio quello che si dice dopo la "buona novella" e "il Dio ti ama" e, fino alla fine del cammino, ti diranno che l'uomo NON puo' fare del bene perchè figlio del diavolo.

FDF ha detto...

Lo riposto qui, un mio commento al 3d precedente, giusto per parlare del linguaggio da NC invasati.

Alessandra ha detto:
se poi tu lo intendi travisato (il discorso sugli adattamenti alla liturgia, ndr) ,hai a mio parere, gravi e seri problemi di perversione

Nota mia:
perversione: La perversione (dal latino perversum, stravolto) è un atteggiamento deviato che si realizza nell'ideazione e perseguimento di comportamenti distorti rispetto al senso comune. Questo termine, dunque, viene utilizzato per quei comportamenti che si oppongono all'ortodossia ed alla normalità. Solitamente perversione è utilizzato come sinonimo di devianza.

Ti ringrazio per le belle parole, che contraddistinguono un cristiano adulto, il tipico linguaggio evangelico!

Tu hai a bella posta omesso di parlare della questione dell'altare da benedire anche se è mobile.
A 6x neanche gli rispondo, ha detto bene apostata: mi ha riversato addosso un minestrone che non c'entra nulla con quel che ho scritto.
Le attestazioni di stima generiche (che conosco perfettamente) e gli incoraggiamenti non c'entrano con l'approvazione della Liturgia eucaristica, altrimenti Benedetto non avrebbe detto piu volte che con i Neocatecumenali ci sono stati molti problemi e che i NC devono seguire fedelmente i libri liturgici senza aggiungere né omettere. Vedo che non te ne importa, affari tuoi. Io non sono un indemoniato se scelgo diversamente da te, così come non penso che tu sia un'eretica. Vedo però con piacere che tu al contrario mi fai l'onore di darmi del "perverso".

Infine, voi accusate me di scandalizzare... notevole. 6x mi minaccia accusandomi di essere possibile causa della dannazione di qualcuno. Notevole anche questo.
So benissimo di avere tanto da farmi perdonare da Dio, chissà quante persone ho fatto soffrire nella mia vita senza rendermene conto, con le mie omissioni, con i miei peccati.
Ma certo, io non sono come voi due, già santi. Io devo ancora meritarmi il cielo, voi invece avete il vostro posto già pronto, non c'è dubbio.
Non preoccuparti Alessandra, sicuramente il vostro modo di fare è motivo di santificazione per molti, al contrario del mio, che è appunto di scandalo e perdizione.
Vi ringrazio di vero cuore.

Aggiungo che sono sicuro che questo veleno che vi portate dentro vi aiuterà molto nell'annunciare Cristo alle persone che si stanno perdendo.

Aldo ha detto...

Caro FDF non avevo letto il resto della domanda ... sarebbe troppo lungo risponderti sul perchè sono uscito...(certamente non perchè mi hanno declassato come crede e fa credere pasquale) però credo che Mic abbia conservato i post vecchi e può indicarti dove andare a leggere...

Per tornare al Post... andare nelle piazze non è una novità per i nc ..ricordo quando andammo ad Amsterdam..ci venne chiesto di evangelizzare nelle piazze..immaginate..un altra lingua..

ad un certo punto il più "gasato/invasato" prendeva il microfono e ad alta voce raccontava la sua esperienza personale.. di come il Signore lo aveva liberato dall adulterio..dalla droga.. dalla schiavitu del peccato... nessun olandese capiva nulla.. poi tutti a cantare e danzare...
eppure, caro Lino, dovevi sentire con quanto orgoglio poi nel rientro con il pulman si "vantavano" di "aver visto miracoli"... e kiko nello stadio che annunciava che la "gente si convertiva nel vederci...guardate come si amano"...

salvo poi che nel ritorno a Foggia finita l "ecstasi".. ci fu un problema al pulman ed il rientro fu ritardato di un giorno ..si scatenò l inferno.. ribellioni e mormorazioni di tutti i tipi dov era finita tutta la santità di poche ore prima??

(a proposito Pasquale c eri ad Amsterdam? a Parigi? in America a Gerusalemme nel 2000??a Loreto??)....

Anonimo ha detto...

A Ruben,
c'ero a San Paolo. Ognuno vede le cose come vuole e le riporta come vuole. C'è chi si scandalizza per le mamme che allattano in Chiesa e chi no, ci sono sensibilità diverse. C'è chi ha 7 figli e chi 1 e altri non ne possono avere. La conversione non dipende certamente dal numero dei figli ma qui sembra che chi ha 7 figli o 5 (come me)o famiglie che ne hanno anche di più siano persone con il cervello all'ammasso, guardati se non come poveri dementi quanto meno con una specie di pietà per gente che si ritiene plagiata da Kiko (tipo: "guarda quei poveracci come sono stati ingannati"). Riporti tutto con dovizia di particolari perlomeno quelli visti o ascoltati da te. Solo qualche piccolo chiarimento.

Tu dici:
"Alla Benedizione del Vicario,tutti rigorosamente in piedi,tranne il sottoscritto, ostentatamente ed orgogliosamente in ginocchio!"

Se non ricordo male, e sono sicuro di non ricordare male, il Cardinale Vallini alla Benedizione finale ha detto "Chinate il capo per la Benedizione" e tutti hanno obbedito al Cardinale, a parte te ovviamente.

A proposito ma non ti sembra che "ostentatamente e orgogliosamente"....

L'uso che fai dei puntini (sta allattando il settimo...") lascia capire.... cosa?

Come vedi l'uso dei puntini può far capire cose che possono indurre dei giudizi sulle persone che non ci competono. "Non giudicare e non sarai giudicato" lo dice Gesù (non Kiko).

Quindi ti chiedo perdono.

A proposito ti sei ricordato molte cose ma il Cardinale Vallini al microfono ha detto (cioè hanno sentito tutti) che eravamo 10.000 (secondo le sue stime, non di Kiko).

Ripeto ognuno vede e ascolta ciò che vuole.

Sardonicamente parlando, tu pensi che solo a quelli vicino a te, ai 5.000 o ai 10.000 non gliene frega niente del Papa?

A proposito se non ho sentito male il Papa dovrebbe parlare delle 100 piazze al Regina Coeli.

E per finire:

mi chiamo Aldo, dei figli già ho detto, il Cammino Neocatecumenale lo faccio da 30 anni e sono pure catechista (purtroppo per me e pure per loro, secondo voi, ma pure secondo me che sono molto/grande peccatore), intervengo ogni tanto per intenderci dai tempi di Maria, Miriam e poi Mic (blog Paolo Rodari se non sbaglio) e mi ripropongo di non farlo più perché è chiaro, e lo dico anche ai fratelli del Cammino, che ogni intervento è uno spunto per voi per andare avanti, per criticare, per giudicare anche quando non sapete.

E no, non risponderò alle domandine.

Comunque siamo nelle piazze non solo di Roma, potete venire a criticarci in diretta oppure, se venite, potete annunciare il Vangelo insieme a noi, siete i benvenuti.

Sarebbe stupendo, cattolici uniti ad annunciare il Vangelo, nelle strade, nelle piazze, come dice il Papa.

La Pace di Nostro Signore Gesù Cristo Risorto da morti sia con voi.

DG ha detto...

sig. Aldo -in cammino da 30anni e catechista-:

dalle sue parole scritte c'è come al solito una picca di "saccenza" tipica di persone NC.
Lo dico in maniera tranquilla perchè perchè essendo stato un "vecchio Camminatore NC" io parlavo esattamente come lei.

Non usavo parole offensive certo, ma nella mia maniera di parlare mettevo sempre una certa distanza tra me la persona che avevo davanti se questa NON era NC.
Questa distanza era eccentuata dal una certa sicumera ce mettevo nel rivolgermi al mio interlocutore perchè, chiaramente la persona NON neocatecumenale o NON capiva o sbagliava o non era disposto all'ascolto o, questo come nel caso che scrive lei,si "scandalizzava"
di qualche cosa che vedeva in ME NEOCATECUMENALE (o per il fatto dei figli, o per quello che facevo ecc ecc) .

Per i puntini: (...) signor Aldo NC da 30 anni (la chiamo cosi' per distinguerla dall'altro sig.Aldo che scrive qui) ognuno di noi ha un modo di scrivere differente.

A volte i puntini sono mal utilizzati a volte,come succede spesso a me, si scrive in fretta, le dita corrono sulla tastiera e si dimentiva o si inverte qualche vocale o sillaba.

A volte pero', e questo mi sembra molto piu' grave del caso "puntini", si scrive rivolgendosi all'interlocutore con parole brutte, epiteti, prendendo in giro o o urlando scrivendo MAIUSCOLO in maniera esagerata (che nel linguaggio web significa urlare)

Ebbene, se Lei frequenta ogni tanto questo Blog, si sarà accorto che questi usi sbagliati della parola scritta è molto in voga da parte di NC che scrivono qui.

Quindi la sua osservazione su il significato dei puntini è un poco fuori luogo perchè mi preoccuperei piuttosto del "messaggio" che passa attraverso questi impropreri o queste forme di maleducazione.

(continuo)

il CUGINO DELLA PULCE PELLEGRINA ha detto...

Qui in piazza c'è uno che sta gridando nel megafono una nenia funebre: RISUSCITOOOOOO ALLELUIAAAAAAA....

il CUGINO DELLA PULCE PELLEGRINA ha detto...

che pessima figura sta facendo la chiesa cattolica a causa di quell'urlatore stregone africano:
MARIAAAAAA... CROCEEEEEEEE..... MARIA E' ANDATA VIAAAAAAAAAAAAA..... MARIAAAAAAAAAAAAAAAAAA....

LA-LA-LALLLA LARA-LALLA-LARALAAAAAA...

Anonimo ha detto...

Cosa significa il saluto del Papa?
Hanno i permessi...
Lo sa la questura...

....il Papa che voi non riconoscete ha ufficializzato e appoggiato la missione nc....

Game over
Vale

Anonimo ha detto...

Il Papa all'Angelus ha elogiato le Missioni in piazza del Cammino neocatecumenale, ed ha invitato tutti i cristiani a scendere per el strade e fare lo stesso. Ecco, dopo questo, sarebbe ora che questo blog velenoso fosse chiuso.
Grazie, Elio. P.s Ora provate ad insultare anche il Papa.

l'apostata ha detto...

Ad "Alessandrina" dei disertori che non risponde mai a nessuna "domandina".
La brava Alessandrina ha scritto:"quanto è grazioso apostatino che viene a leggere i miei post qui e poi li riporta agli observers , azz non si sarà innamorato di una neocatecumenale ? mi spiace per te,ma sono già sposata. Scherzi a parte, stamattina mentre stavo facendo catechismo ai miei ragazzi , e parlavo loro dell'importanza del Sacramento( la Cresima) che riceveranno tra 4 settimane, mi è balenato in mente questo pensiero. Credo che chi osteggia il cammino è colui il quale si pone nei suoi confronti con pregiudizi preconcetti, come se si ponesse innanzi a noi con un giubbotto antiproiettile, senza vedere quello che realmente è ! la prossima settimana anche nelle nostre piazze cominceremo la missione il Vescovo è entusiasta,tanto è vero che la fa fare anche nella sede Diocesana e in tutti i paesi della diocesi in cui il Cammino è una presenza forte . Alessandra

Ecco la summa del pensiero kikiano indotto: chi critica il cammino sbaglia e non capisce niente! Da cui il corollario: se esci dal cammino è perché non sei adatto (nel migliore dei casi) oppure sei un Giuda.
Credo che non ci sia esempio migliore di testa imbottita di slogan.

La Chiesa si autodefinisce santa e peccatrice, e la si può tranquillamente criticare nelle persone che la rappresentano. Lo Spirito Santo assiste la Chiesa come tale, ma gli uomini che la compongono, in quanto tali, sono soggetti al peccato e all'errore.
Classico, triste esempio è la vicenda dei Legionari, con Maciel che per anni vantava "cardinali nostri amici", teneva il segreto su tutto e disponeva di ingentissime somme di denaro. Chi avrebbe dovuto vigilare e non è intervenuto tempestivamente è stato altrettanto responsabile. Ma la responsabilità è personale. Nostro Signore ha garantito l'assistenza dello Spirito Santo alla Chiesa in quanto tale, ma i singoli sono liberi di peccare e rifiutarLo.

Il cammino no! Il cammino è perfetto come struttura. Il cammino è perfetto come persone. Kiko non sbaglia mai e si è autodefinito pubblicamente il nuovo Giovanni. I cefa non sbagliano mai. Gli itineranti non sbagliano mai. I catechisti non sbagliano mai, hanno sempre ragione perché loro sono illuminati e hanno il discernimento.

Gentile Alessandra, se ti leggo, te e gli altri sul blog dei disertori è perché da voi duri e puri non si riesce mai ad avere risposte. Chi di voi ha mai cercato un confronto pacato e argomentato sulle domande (non personali ma su fatti documentati) che vi pongo da tempo? Tu per esempio, di che hai paura? Perché non mi dai la tua opinione su testi e filmati di Kiko e sul cammino? La tua persona non sarebbe minimamente coinvolta. Che aspetti? Se ho torto, dimostramelo con argomenti.
Comunque, grazie ad Alessandrina aggiungo una nuova domandina:
18- Perché la liturgia del cammino è intoccabile e quella della Chiesa no (es. comunione in contemporanea)?

l'apostata ha detto...

Ad Aldo catechista da 30 anni che ha detto:"...ogni intervento è uno spunto per voi per andare avanti, per criticare, per giudicare anche quando non sapete. E no, non risponderò alle domandine".

Scusa Aldo, ma se sei catechista, hai, come insegna Kiko che ha sempre ragione, lo "Spirito e il discernimento".
Perciò chi meglio di te potrebbe rispondere alle solite domande. Parli di strumentalizzazione. Guarda che sono tutte basate su filmati di Kiko e documenti pubblicati sul sito ufficiale del cammino.
Se rispondi a fatti oggettivi con argomenti altrettanto oggettivi, non vedo quale strumentalizzazione potrebbe esserci.
Tu confronta Catechismo e Magistero con quanto dice Kiko o i documenti del cammino, e alla luce del confronto dai la tua opinione.
La tua persona non sarebbe comunque in discussione nemmeno indirettamente.
Se temi presunte censure fai pubblicare le risposte dai disertori.
Dai, tu che sei adulto nella fede, illuminato e discernente, di argomenti dovresti averne. Aspetto fiducioso.

l'apostata ha detto...

Scusate, gentili neocat duri e puri ma soprattutto "piccoli".
Vorrei sapere che ne pensate del confronto tra le due seguenti affermazioni:

-Kiko Arguello: "Io sono il nuovo Giovanni".

-San Pio da Pietrelcina: "Sono solo un prete che prega".

Qualche opinione? Grazie.

Anonimo ha detto...

30anni

@Aldo 30anni: "per criticare, per giudicare anche quando non sapete.
E no, non risponderò alle domandine."

E perhé no caro il mio fratello trentenne? Dopo la tua bella testimonianza non puoi cavartela così; dai rispondi.

"Comunque siamo nelle piazze non solo di Roma, potete venire a criticarci in diretta"

Non lo dire troppo forte perché l'effetto tam tam di internet potrebbe costringerti in diretta sulla piazza a rispondere a quello su cui svicoli qui.
Comunque, da fratello che fa ancora il cammino mi piacerebbe proprio sapere cosa ne pensi:

1. dell'esorcismo lanciato sulla Cina

2. delle roboanti affermazioni sui 20000 presbiteri per la Cina.

Coraggio, dì quello che ne pensi; se per caso sei d'accordo con me che come minimo sono smargiassate

DG ha detto...

(continuo)

1) per "le mamme che allattano in Chiesa e hanno 7 figli":

lei usa la parola "scandalizzato" (conosco benissimo il concetto che si vuole far passare) ma non credo che sia una questione di restare "scandalizzato" alla vista di 7 bambini o di una mamma che allatta ma, pur NON rimanendo scandalizzato, credo che una Celebrazione in Chiesa dovrebbe essere un momento di preghiera e le persone che partecipano dovrebbero essere messe nella disposizione dell'anima (che passa anche attraverso una corretta predisposizione del corpo) di poter creare un momento "intimo e individuale, pur partecipando insieme a tutta l'assemblea alla celebrazioen stessa.

Cosa che quella mamma non ha potuto fare perhcè intenta a fare ben altro o a badare che il gioco dei piccoli non divenisse troppo chiassoso e potesse cosi' disturbare la celebrazione.

Quindi non è lo -scandalo dell'allattamento- ma il fatto che la mamma, essendo circondata dai bambini che giocavano in Chiesa non ha potuto gustare un momento privilegiato con Nostro Signore e con Mons. Vallini che era li in quel momento specificatamente per lei.

Riguardo ai bambini:
se giocavano in Chiesa penso che erano veramente piccini, altrimenti credo sarebbero stati abituati (visto che cresciuti con genitori cattolici) al rispetto del luogo che li ospitava.

Se invece erano veramente piccoli mi domando perchè portarli.
Mi scusi, la mia è una domanda retorica perchè già conosco la risposta e se vuole ne possiamo parlare.

Un piccolo inciso visto che alle "grandi adunanze comunitarie" ho partecipato per una vita.
So benissimo come viene vissuto (da molti) il momento finale della benedizione del Sacerdote e allora magari perchè non inginocchiarsi?

Sarebbe un modo per noi NC (io sono ex ma fino all'altroieri ) di concentrarci meglio e di capire che una Bendizione è un grande atto d'amore che Nostro Signore (attraverso il Sacerdote) ci dona in quel momento. L'inginocchiarsi sarebbe una forma di ringraziamento per questo regalo d'amore.
COme un fidanzato che per dimostrare l'amore alla sua ragazza si inginocchia e le giura fedeltà per sempre e/o la domanda in matrimonio.


2) per:
"E no, non risponderò alle domandine."

vede sig.Aldo (30 anni di cammino e catechista) qui al contrario degli incontri catechisti/catechizzati NC nessuno le IMPONE di rispondere.
Lei non vuole rispondere alle domande ed è libero di non farlo e sinceramente, la cosa non mi colpisce piu' di tanto.
Non è una novità.

E' esattamente quello che ho scritto qualche post piu' sopra.
Non si risponde perchè NON si ha la risposta già pronta e dare del proprio, non rientra nel pensiero neocatecuenale.
NOn è una critica, mi creda, ma una constatazione.


(continua)

Anonimo ha detto...

Avete ascoltato il Regina Coeli del papa?

DG ha detto...

(continua)

3)Lei scrive inoltre:

"Comunque siamo nelle piazze non solo di Roma, potete venire a criticarci in diretta oppure, se venite, potete annunciare il Vangelo insieme a noi, siete i benvenuti."

Ecco, questa frase invece mi stupisce per davvero!!!

Mi domando, se i gruppi parrocchiali e/o i "fedeli della domenica" erano i benvenuti perchè non INVITARLI ad una partecipazione attiva magari attraverso l'annuncio alla Messa Domenicale?

O Prendendo contatto con i gruppi parrocchiai (vedi scout, post cresima, caritas...ecc) ??

Inutile invitare QUI in questo Blog dove c'è un numero di fedeli limitato e non farlo in Chiesa magari dopo aver partecipato tutti quanti insieme NC e non NC, alla Messa di Domenica scorsa Pasqua di Resurrezione?

O, come è stato detto qui da altri NC, visto che la 'missio ad gentes' era già stata preparata addirittura PRIMA che Papa Francesco divenisse tale, e quindi mesi fa, perchè allora non annunciare questa iniziativa durante tutte le settimane che hanno preceduto la Pasqua?

Anche se si era in forse, non sarebbe costato nulla annunciare ed invitare alla preparazione della missio ad gentes anche gli altir fedeli o gruppi parrochciali.
Magari le domandine si potevano fare insieme e discutere come e quali catechesi fare!

Non le sembra una bella idea o iniziativa per vivere il Vangelo tutti nello stesso modo e insieme?

lei continua:

"Sarebbe stupendo, cattolici uniti ad annunciare il Vangelo, nelle strade, nelle piazze, come dice il Papa."

E sarebbe bello si!!

Se solo vi (ci)si vedesse un pochino di piu', se solo voi partecipaste alle iniziative parrocchiali e alla Messa di Domenica o se solo lasciaste agli altri la partecipazioen libera delle vostre iniziative... (mi lasci la libertà di mettere 3 puntini che stanno a significare un semplice "Magari"!)

Cristo è Risolto Veramente, sig. Aldo!

E questo io, oggi, lo posso dire con il cuore e non limitarlo ad una semplice frase da dire la notte di Pasqua.

Oggi forse ci saro' in piazza. Se ne avro' voglia e se i miei figli mi seguiranno.
La decisione di andarci o meno la lascio a loro perchè per troppo tempo ho deciso io e li ho messi da parte.

Ho già avvertito i miei ex fratelli e ho detto anche che, se vogliono sentire la mia esperienza, sono disposto a darla (non mi vergogno di sicuro di scandalizzare LORO e i passanti!), ma se dovro' darla lo faro' con il cuore aperto e quindi, questa volta, diro' esattamente quello che ho provato e DOVE ho incontrato DIO.

Non credo pero' che mi lasceranno parlare...se ci vado glielo faro' sapere.

Buona Domenica, giorno del Signore

l'apostata ha detto...

dimenticavo...
per Aldo catechista da 30 anni

hai scritto:"...Comunque siamo nelle piazze non solo di Roma, potete venire a criticarci in diretta oppure, se venite, potete annunciare il Vangelo insieme a noi, siete i benvenuti.
Sarebbe stupendo, cattolici uniti ad annunciare il Vangelo, nelle strade, nelle piazze, come dice il Papa".

Scusa sai, ma perché sono sempre e solo "gli altri" che devono unirsi a voi, e mai il contrario?

Guarda che la Chiesa annuncia il Vangelo da duemila anni, e in tante forme e modi, anche oggi nell'era della "nueva estetica".

Perciò perché non ti informi presso la tua Diocesi delle iniziative in corso e porti le comunità di cui sei catechista ad evangelizzare seguendo per una volta le modalità dei cristiani della domenica?

Uso le tue stesse parole per descriverne il risultato:"Sarebbe stupendo, cattolici uniti ad annunciare il Vangelo, nelle strade, nelle piazze, come dice il Papa".

Allora, vai in Diocesi, informati, associati agli "altri", evangelizza come fanno loro e poi facci sapere.

Grazie

Ruben ha detto...

@Anonimo
"Comunque siamo nelle piazze non solo di Roma, potete venire a criticarci in diretta oppure, se venite, potete annunciare il Vangelo insieme a noi, siete i benvenuti."
---
Ne siete proprio sicuri?...

Roma: ore 10:40 piazza Buenos Aires(piazza Quadrata per i romani),non c'eravate.

Ore 11:40, piazza Bologna;la piazza è grande,per sicurezza controllo ogni angolo: non c'eravate.(continua)

Ruben

Anonimo ha detto...

@TUTTI


"Sono lieto di salutare i numerosi membri di movimenti e associazioni presenti a questo nostro momento di preghiera, in particolare le comunità neocatecumenali di Roma, che iniziano oggi una speciale missione nelle piazze della città: invito tutti a portare la Buona Notizia in ogni ambiente di vita con dolcezza e rispetto. Andate sulle piazze e annunziate Gesù Cristo, il nostro salvatore!"

- Papa Francesco, Regina Coeli di oggi

..e scusate se, per quanto modestamente mi riguarda, queste poche ma chiare parole cancellano in un colpo solo tutte le malelingue e le prese in giro riversate sulla missione del Cammino in questa sede. Come al solito siete sempre non uno, ma dieci passi indietro rispetto alla Chiesa cattolica. Viva il Papa!

Lino ha detto...

@ Aldo
A proposito di Pasqualone, caro Aldo, leggi cosa scrivono di me oggi:
"Intanto mi dispiace di non essere nella stessa piazza di Lino lui sta ai quartieri alti Vomero(quartiere bene)...Caro Lino vieni nella periferia sei bene accetto,vieni a sentire come è difficile testimoniare Gesù Cristo nella periferia di Napoli".

Intanto, caro Pasqualone, in quel quartiere io - figlio di un operaio - nacqui, poi a ventisette anni emigrai. Cassino, Milano, Padova, Roma, altrove. E nacqui in Antignano, zona popolare di cui la canzone «'O cunto 'e Mariarosa» dice: "Figliole d'Antignano, bona gè' / 'o cunto 'e Mariarosa è chistu ccà"

Intanto, caro Pasqualone, tra i miei luoghi di emigrazione, c'è stata la peggiore periferia: un paese del litorale domiziano, terra di camorra e rifiuti. Cito dal mio "Mosaico dell'amore" (non sghignazzare: è un libro che narra dell'opera dei Sacerdoti del Servo di Dio don Salvatore Vitale, i costruttori del Santuario mariano a San Cipriano di Aversa).

"Lago Patria è il luogo che non esiste.
Le sue migliaia di abitanti, le sue strade, i suoi parchi e le sue ville sono abitanti, strade, parchi e ville di una cittadina lontana decine di chilometri.
E' la frontiera sul mare di Giugliano, comune dell'entroterra napoletano.
Frontiera cosmopolita, però: un crocevia del mondo, con i suoi miscugli di razze, di lingue, di religioni...
...In molti, a Lago Patria, nell'assenza totale di luoghi di socializzazione, si insediano in ville isolate, allevano feroci cani da guardia, serrano i grandi cancelli e si chiudono dentro...
...Chi vuole diffondere una religione deve, come un venditore di spazzole, bussare di porta in porta. Si aprono quelle di chi ha bisogno di aiuto".

Vai a Lago Patria, Pasqualone, e chiedi di don Maurizio. Vagli appresso, come ho fatto io alla tua età, per una decina di anni, magari accompagnandolo di tarda sera negli ospedali dove porta il Santissimo ai malati terminali. Magari rischiando, come rischia lui, in uno dei luoghi più pericolosi d'Italia, dove l'immigrato al quale dai del pane - capita raramente ma capita, come a don Maurizio e ancor prima capitò a me - ti può mordere la mano.

Sai, Pasqualone, cosa m'infastidisce principalmente di voi? Questa supponenza di ritenervi gli inventori dell'evangelizzazione tra i disagiati. "Prima di noi, nella Chiesa, c'era il vuoto cosmico", voi pensate.
Sai, Pasqualone, cosa m'infastidisce, in secondo luogo, di voi? L'arroganza con la quale giudicate la vita delle persone, senza conoscerle.
Poi, naturalmente, m'infastidisce la nuova estetica.

Scusatemi la rettifica, amici del blog: ci tengo alle mie umili origini e il disertore nemico degli studi mi presenta come un "altolocato". Nemmeno la storia e l'antropologia dei quartieri napoletani conosce!

l'apostata ha detto...

Elio è riapparso! Mi rispondi finalmente o fuggi ancora?
1- Kiko sulla torre - ristorante è stato ispirato dallo Spirito Santo manifestatosi in forma di colomba?
2- Kiko ,laico, ha commesso un gravissimo abuso esorcizzando?
3- Kiko ha mai chiesto l’autorizzazione ai vescovi cinesi fedeli al Papa? Secondo statuto sta agendo al servizio dei vescovi cinesi?
4- Che pensi della doppia morale di Kiko che ordina in occidente ai giovani neocat di sposarsi solo fra loro e vieta fidanzamenti con chi pur cattolico praticante non va in comunità, e manda in Cina ragazze perché sposino atei?
5- Che pensi di Kiko che ha negato per anni l'esistenza dei testi delle catechesi millantando l'ispirazione dello Spirito Santo, poi obbligato a presentarle ha rifiutato le correzioni. Dopo l'approvazione ha prima detto che era volontà del Papa che fossero pubblicate, poi che la pubblicazione era una catastrofe, ed poi ha segretato tutto?
6- Kiko da decenni insiste con l'eresia dell'uomo schiavo del demonio per tutta la vita, che non può non fare il male. La Chiesa afferma il libero arbitrio. Chi sbaglia
7- L'Eucaristia fatta contemporaneamente è un abuso liturgico?
8- Che pensi delle apparizioni sbandierate al bar e di benedetta tu fra le donne?
9- Kiko per ogni cosa che fa dice che è stato Dio a ordinarglielo, che ne pensi?
10- Il direttorio è l'unico testo non consultabile di tutta la Chiesa, se è conforme al Catechismo perché?
11- Tutti gli enti religiosi pubblicano il loro bilancio. Perché quello della Fondazione è segreto?
13- Kiko ha ordinato di cancellarsi dai social network, che il Papa, su Twitter, ha elogiato. Chi sbaglia?
14- I costosi arredi griffati Kiko sono obbligatori. Perché?
15- Nella vulgata kikiana si favoleggia di "persecuzioni" . Nell'agiografia che il santino fa di sé racconta altro. A Madrid mons. Morcillo lo appoggia. A Roma iimmediata concessione di un RM a lui ignoto laico. Encomi da quattro (!) Papi; I tanti cardinali e vescovi "nostri amici", sempre invitati. Il permesso di costruire la megagalattica Domus. L'apertura di seminari in tutto il mondo, pur con pochissimi seminaristi che vivono nelle famiglie. Il gigantesco drenaggio di denaro che va alla Fondazione senza controlli. L'approvazione dello statuto strombazzata ai quattro venti. L'approvazione del direttorio quasi di nascosto, mai pubblicato nonostante il desiderio del Papa. Il seminario di Takamatsu mantenuto a Roma, anche se i vescovi giapponesi non lo volevano. Gli ostinati abusi liturgici mai corretti, le pubbliche eresie mai riprese. La volontà di sbarcare in Cina, facendo carne da macello di ragazze indifese spedite alla ventura, indipendentemente dai vescovi cinesi. Eccetera. Il tutto condito da una serie di apparizioni e ordini espliciti dell'Altissimo. CHI MAI ha perseguitato Kiko?
16- Kiko: Gesù sporca col fango gli occhi del cieco nato per mostrargli i suoi peccati. Padri della Chiesa: è un'unzione con argilla bagnata con la saliva di Cristo che evoca la creazione dell'uomo: nuova creazione da parte del Signore. Chi sbaglia?
17- Chiesa: il fico sterile è simbolo dell'infruttuosità del culto giudaico e della comunità farisaica che non riconobbe Cristo come Figlio di Dio. Kiko: è simbolo dei neocat che "raffreddano" la Comunità e che, dopo un altro anno senza frutti, dovranno essere "tagliati". Sono loro che dopo anni non riconoscono il Signore o è Kiko che ne stravolge il significato per "tagliare" quelli che si permettono di criticare qualche prassi NC?
18- Perché la liturgia del cammino è intoccabile e quella della Chiesa no (es. comunione in contemporanea)?

mic ha detto...

Il Papa all'Angelus ha elogiato le Missioni in piazza del Cammino neocatecumenale, ed ha invitato tutti i cristiani a scendere per el strade e fare lo stesso. Ecco, dopo questo, sarebbe ora che questo blog velenoso fosse chiuso.
Grazie, Elio. P.s Ora provate ad insultare anche il Papa.


E perché dovremmo insultare il Papa?
Nella sua umiltà probabilmente il 17 gennaio non mancherà di benedire cani e porci...

by Tripudio ha detto...

Vale,

se tu avessi letto questa pagina e la precedente pagina invece di intervenire "a gamba tesa" avresti capito che il problema delle "autorizzazioni" è secondario (dopotutto voi fate sempre quel che vi pare senza curarvi di autorizzazioni o divieti).

Del resto, che tipo di persone intendete attirare con tutto quell'urlare nei megafoni le cupe canzonette kikiane e gli ambigui insegnamenti kikisti-carmenisti?

l'apostata ha detto...

ad Anonimo07/apr/2013 00:04:00
del sito dei disertori che ha scritto:"ma sapevate che noi annunciamo che siamo figli del demonio : fonte sicura e attendibile L'Osservatorio".

Fonte sbagliata, l'Osservatorio lo ha solo riportato.
Guarda il filmato di Kiko a Budapest e lo sentirai dalla sua viva voce. Non vorrai mica smentire Kiko in persona spero!

Consulta i mamotreti e in particolare l'ultimo passaggio del Padre Nostro in cui ci si deve dichiarare figli del demonio.

Prima informati, poi scrivi.

Lino ha detto...

@ Aldo catechista da trent'anni che dice:
"..ogni intervento è uno spunto per voi per andare avanti, per criticare, per giudicare anche quando non sapete. E no, non risponderò alle domandine...
Sarebbe stupendo, cattolici uniti ad annunciare il Vangelo, nelle strade, nelle piazze, come dice il Papa"


Per quanto mi riguarda, è impossibile, Aldo catechista. Perlomeno fino a che non eliminerete dal vostro annuncio un bel po' di assurdità - e sono cortese, nel non definirle eresie:
Cristo che "sporca" il cieco nato, il taglio del fico sterile, il catechista che chiude le porte etc. etc. etc.. Fino a quel momento annunciamo Vangeli differenti, io e lei.

by Tripudio ha detto...

E poi, naturalmente: un saluto (ripeto: "saluto") del Papa lo festeggiate, ma le decisioni del Santo Padre (ripeto: "le decisioni del Santo Padre") contro le liturgie neocatecumenali le avete sempre (ripeto: sempre) ignorate...

Questo vale sia per gli "anonimi" che per i "disertori" che per i "grappini" di cammino.info...

il CUGINO DELLA PULCE PELLEGRINA ha detto...

ULTIME NOTIZIE:
la polizia ha dovuto sedare un tafferuglio tra neuro-catecumenali in subbuglio.....uno di loro,cantando cantando,ha cominciato a dire:PAGHERETE LA DECIMAAAAAA.... LALLA-LALLA-LAAAAA.... VI FARANNO GLI SCRUTINI LALLA-LALLA-LAAAAAA....
altri hanno cominciato a gridare:GIUDAAAAA....NON RIVELARE GLI ARCANIIIII....
e sono volate mazzate a tutta forza!
Un GROSSO SUPERCATECHISTA ha commentato positivamente la disgrazia dell'arresto che il SIGNORE Ha mandato agli arrestati,dicendo che bisogna far sempre cadere le maschere,basta che non si rivelino gli ARCANI ai cristiani della domenica.

Ruben ha detto...

"Anonimo ha detto...
@TUTTI


"Sono lieto di salutare i numerosi membri di movimenti e associazioni presenti a questo nostro momento di preghiera, in particolare le comunità neocatecumenali di Roma, che iniziano oggi una speciale missione nelle piazze della città: invito tutti a portare la Buona Notizia in ogni ambiente di vita con dolcezza e rispetto. Andate sulle piazze e annunziate Gesù Cristo, il nostro salvatore!"
---
Cerchiamo di essere precisi in maniera che tutti possano capire allo stesso modo:
Quanto detto dal nostro anonimo,non è stato detto nell'ambito della predica che precede la Liturgia stessa, bensì dopo,alla lettura della lista dei saluti e degli auguri ovvero, come è tenuto a salutare la Parrocchia in visita di "Roccacannuccia" piuttosto che la terza liceo Statale di Busto Arsizio è tenuto a salutare anche le Comunità in missione a Roma.
E' un atto protocollare dovuto.

Ruben

l'apostata ha detto...

Leggete il testo del saluto del papa sul sito del Vaticano, in particolare quando dice "Sono lieto poi di salutare i numerosi membri di Movimenti e Associazioni presenti a questo nostro momento di preghiera, in particolare le comunità neocatecumenali di Roma, che iniziano oggi una speciale missione nelle piazze della Città. Invito tutti a portare la Buona Notizia, in ogni ambiente di vita, «con dolcezza e rispetto » (1 Pt 3,16)! Andate nelle piazze e annunciate Gesù Cristo, il Nostro Salvatore".

Saluto particolare agli nc, cioè, perché oggi iniziano..., ma ricorda tutti i movimenti.
Soprattutto parla di dolcezza e rispetto, che non sembra abbondino tra i catechisti neocat.
Certo se sono tutte come quella che ho visto io, con canti urlati per un'ora in mezzo al traffico...

Ma soprattutto, come ha fatto notare Tripudio, i saluti sono importantissimi e devono mettere a tacere tutte le critiche, richiami e direttive papali lasciano il tempo che trovano, perché, come affermò Kiko, "il Papa quelle cose doveva dirle...".

Lino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Lino ha detto...

P.S.
Ah, dimenticavo Alessandra che scrive:
"ma sapevate che noi annunciamo che siamo figli del demonio: fonte sicura e attendibile L'Osservatorio"

No, fonte sicura (naturalmente inattendibile) sono gli Orientamenti alle equipe di catechisti neocatecumenali:
"L'UOMO NON PUOI FARE IL BENE PERCHE' SI E'SEPARATO DA DIO, PERCHE' HA PECCATO ED E' RIMASTO RADICALMENTE IMPOTENTE E INCAPACE IN BALIA DEI DEMONI. E' RIMASTO SCHIAVO DEL MALIGNO. IL MALIGNO E' IL SUO SIGNORE" (pag. 130 di Or. per la fase di conversione).
Alessandra, purtroppo, non li ha letti.

P.P.S.
A proposito di letture. Nel saluto del Papa leggo:
«Invito tutti a portare la Buona Notizia, in ogni ambiente di vita, con dolcezza e rispetto! Andate sulle piazze e annunciate Gesù Cristo, nostro Salvatore».

Fossi stato uno che oggi andava in piazza, avrei fissato l'attenzione su due parole del saluto e mi sarei chiesto: "ma perché il Papa le ha dette?" :-)

Anonimo ha detto...

solo nei commenti a questo post è scritto che il cammino:

-è eretico
-falso
-ipocrita

e sempre nei commenti a questo post voi dite che il cammino porta molte persone:

-alla depressione
-al suicidio
-alla droga
-all'alchool
-a disturbi sessuali

e secondo mic il Papa benedice il cammino perche è un Papa umile che benedice cani e porci.
Posto che secondo me è offensivo dire che il Papa benedica cani e porci io chiedo a mic:

Puo un Papa in virtu dell'umilta benedire qualcosa di eretico falso ipocrita che porta le persone a depressione suicidio droga alchool??? se non puo perche lo ha fatto? forse non è vero quello che dite?

giuseppe

Anonimo ha detto...

30anni

@giuseppe: "se non puo perche lo ha fatto? forse non è vero quello che dite?"

Ok bravo, ora dopo esseri riassicurato da solo perché non rispondi alle domande sull'esorcismo e sui 20000 presbiteri per la Cina?

FDF ha detto...

@Lino
"dolcezza e rispetto"

Nella piazza della mia città una mia amica ha dato la sua testimonianza di Fede, molto pulita, molto bella e sincera. In lei ho trovato questa dolcezza e questo rispetto.

E' stata poi ripetuta la prima catechesi... il cieco di Gerico.

Ci sono tre cose che non mi sono piaciute:
1. il povero parroco non ha potuto dire nemmeno una parola. (sebbene conoscendolo forse è stato lui stesso a non volere)
2. nessuno ha mai nominato il cammino
3. l'insistere sul kairos e sul fatto che questo potrebbe essete l'unico momento della vita per convertirsi e se uno se lo lascia scappare poi magari non si salva più.

Specialmente su questo punto vorrei chiedere il vostro parere "teologico".

PS: L'evangelizzazione in piazza è una cosa meravigliosa, ma si deve ben capire che nei fatti le persone che ci sono andate, nella maggior parte dei casi (non tutti, ovviamente) hanno semplicemente distribuito volantini. Ora mi chiedo: dov'è l'annuncio del Vangelo?

l'apostata ha detto...

a Giuseppe

Il cammino è eretico? Si, vedi filmato di Kiko a Budapest con la proposizione luterana dell'uomo schiavo del demonio.

Il cammino è falso? Si, vedi pubbliche dichiarazioni di Kiko al Papa: siamo contentissimi delle disposizioni... salvo poi disubbidire continuando tutto come prima.

Il cammino è ipocrita? Si, vedi le pubbliche dichiarazioni di Kiko che ha negato per anni l'esistenza dei testi delle catechesi millantando l'ispirazione dello Spirito Santo, poi obbligato a presentarle ha rifiutato le correzioni. Dopo l'approvazione ha prima detto che era volontà del Papa che fossero pubblicate, poi che la pubblicazione era una catastrofe, infine ha segretato tutto.

E sono solo tre esempi, documentati, di tanti che te ne potrei proporre.

Quanto ai disastri umani che ha combinato, prova a leggerti un po' delle testimonianze di tanta gente ferita da catechisti tanto arroganti quanto ignoranti.

p.s. Mi rispondi alle domandine che tanto vi spaventano?

l'apostata ha detto...

Sempre dai disertori, ecco che scrive Anonimo07/apr/2013 12:58:00.

"Dopo il Regina Coeli del Papa con l'accorato augurio e mandato alle Comunità Neocatecumenali per la missione, prevedo molti mal di pancia da parte degli osservatori........e le solite interpretazioni fantasiose delle parole di Francesco.....il Papa è con nosotros.

Mica male, il Papa si rivolge solo a loro, accoratamente. L'avrà letto il testo?
Ma soprattutto... è il Papa ad essere con loro, e non viceversa!

Anonimo ha detto...

Per ruben
La missione è di pomeriggio, vieni nelle stesse piazze che hai nominato per le 17:00 e troverai le comunità

DG ha detto...

@ giuseppe

ti rispondo brevemente:
ma tu credi che queste cose vengano fuori?
Rileggi il moi post!
E' proprio questo "lavare i panni sporchi in famiglia" che non va.
AL Papa ai Vescovi e alla gente lontana, o vicina e quindi in Parrocchia, o in giro per le strade e anche in televisione (perchè ora ogni tanto per far vedere una famiglia numerosa a volte si prendono i NC) ma anche con filmati su su You tube, sui giornali, si fa vedere quello che c'è dietro?
No, viene mostrato il lato platinato dell'esperienza NC

Perchè i Vescovi non presiedono gli scrutini ma, RIPETO fino a diventare noioso, vengono INVITATI SOLAMENTE per benedire o per assistere al Rito FINALE di un passaggio?

NON ho mai visto un Vescovo o un inviato ASSISTERE alle 2O e piu' serate passate, fino all'una di notte, a fare gli scrutini NC.


Le cose ci sono ma non vengono fuori
QUesto è uano dei mali del cammino.

Ai "piccoli NC", compresi i propri figli la vita viene letta in un contesto NEOCATECUMENALE.

Sai che conosco psicologi e psichiatri neocatecumenali che hanno come loro pazienti esclusivamente o quasi i fratelli NC?

Ecco il Papa benedice chiunque e io lo amo per questo, ma non credo che si a conoscenza delle difficoltà pisicologiche di molti,fratelli NC.

ora debbo andare esco in famiglia ma mi riprometto di rispondere in maniera piu' chiara in seguito.

l'apostata ha detto...

Richiesta di delucidazioni ai neocat.
Sul sito ufficiale del cammino, per la “grande missione”, si scrive tra l’altro:
1. La responsabile del Cammino Neocatecumenale in Argentina venne incaricata di presentare il progetto all’allora Card. Bergoglio, poco prima del suo viaggio a Roma, per partecipare al Conclave nel quale sarebbe risultato eletto Nuovo Pontefice della Chiesa. Al conoscere l’iniziativa manifestò la sua allegria e il suo appoggio ed augurò che portasse frutti abbondanti.
2. Inoltre, l’Iniziatore del Cammino, Kiko Argüello, ebbe occasione di salutare brevemente Papa Francesco nella residenza di Santa Marta. Durante l’incontro, il Pontefice si diresse verso di lui, dicendogli con un sorriso: “Che macello che hai messo in piedi, ma ora devi continuarlo”!
Punto 1. Sembra ovvio che la responsabile abbia parlato all’arcivescovo di un progetto per Buenos Aires.
Punto 2 Nell’intervista pubblicata su Zenit Kiko afferma tra l’altro “… quando abbiamo proposto al Santo Padre l’idea di evangelizzare nelle piazze ha detto che era una missione “stupenda” e ci ha incoraggiato molto”.
Vedi http://www.cammino.info/2013/04/kiko-arguello-racconta-la-grande-missione-che-partira-domenica-prossima-contemporaneamente-nella-capitale-e-in-tutto-il-mondo/#more-4011.
Poché non si hanno notizie di udienze a Kiko, la proposta quando l’ha fatta, durante il breve saluto? E quando si è svolto? Dopo la celebrazione della Messa dove ha salutato tutti i presenti? “Ebbe occasione” che significa? Invito, passava di lì, lo ha aspettato? Come mai non ne è stata data notizia sul sito ufficiale del cammino, che invece ha riportato immediatamente il saluto di oggi?
Infine, qualcuno mi spiega il senso delle altre affermazioni di Kiko nella stessa intervista? “Così come la Chiesa ha utilizzato la religiosità, una “catechesi del tempio”, oggi dobbiamo cercare nuovi metodi che possano raggiungere l’uomo contemporaneo. Qualcuno dice che oggi sono stati abbandonati i “templi”, quindi le istituzioni, le chiese ecc, e si riempiono invece le piazze. Appunto per questo crediamo che possa essere un avvenimento mostrare proprio in quei luoghi una nuova forma di dialogo con le persone, soprattutto attraverso le parole dei giovani”. In altre parole, la Chiesa come “usa” la religiosità?

anonimo ha detto...

Sono Aldo quello da voi denominato "30 anni catechista",

solo per precisare che sono una bestia in aritmetica/matematica.

Gli anni di Cammino sono 39..... e non 30. Marzo 1974 per la precisione, scusate.

E che vorranno dire i puntini, che sono un "supercatechista"...? Uno della prima ora? No, della seconda.

Ribadisco, ogni intervento dei fratelli del Cammino (e quindi anche questo penso) è uno spunto per voi per andare avanti, per criticare, per giudicare anche quando non sapete e sottolineo non sapete, la vita delle persone, non solo di quelle uscite dal Cammino.

Tante volte leggendovi sembra, come si dice a Roma, che "buttate rotto pe' sape' sano" (o almeno io la conosco così, mi scusino i puristi).

Se mi metto a rispondere a tutti gli interventi continuo ad alimentare il blog... e invece ogni tanto, anche se non dovrei comunque, tanto per chiarire.

E poi dovevo precisare che gli anni sono 39, che sono una bestia aritmetica/matematica, e non solo.

"Supercatechista"..... ma per favore.

A proposito (un altro), che probabilmente scatenerà un'altra serie di risposte.

Quando tra cristiani ci si saluta con la Pace si risponde con la Pace come dice Nostro Signore Gesù Cristo (è la seconda volta che dico Nostro)....

Se in questa casa/blog c'è qualche figlio della Pace vi prego di accoglierla nel Nome di Gesù e oltre a DG, che mi ha salutato con il saluto di Pasqua, Cristo è veramente Risorto, sarò felice se dopo aver scritto i vostri pensieri mi ricambierete la Pace.

La Pace di Nostro Signore Gesù Cristo Risorto dai morti sia con voi.

P.S.
E no, non risponderò alle domandine. Perdonatemi.




Ruben ha detto...

Anonimo ha detto...
Per ruben
La missione è di pomeriggio, vieni nelle stesse piazze che hai nominato per le 17:00 e troverai le comunità
---
Ah bene!..

Guarda guarda che cambiamento improvviso!!...

Come mai allora stamane vi ho scovato in missione a Piazza Mincio, a 50 metri da piazza Qadrata(piazza Buenos Aires), dove sono rimasto tranquillamente per circa mezz'ora in mezzo a voi senza peraltro essere avvicinato da nessuno, per consegnarmi almeno un volantino,che venivano peraltro consegnati agli automobilisti di passaggio!!?...

Adesso le missioni le fate ai "primi vespri" del lunedì, con i 3/4
dei "Cattolici della domenica" che già hanno assolto al precetto in mattinata?!
Andiamo ragazzi un po di buon senso!!...

Ed io dovrei venire oggi alle 17:00
nelle piazze dove non eravate stamattina magari per ritrovarmi visivamente identificato?
No grazie,le piazze sono 100(??),me le scelgo.
Ruben.

Lino ha detto...

FDF ha detto...
- @Lino
"dolcezza e rispetto" -

Già FDF.
«Invito tutti a portare la Buona Notizia, in ogni ambiente di vita, con dolcezza e rispetto! Andate sulle piazze e annunciate Gesù Cristo, nostro Salvatore».

E non credo che un Papa non pesi le parole, che non sequenzi i periodi correttamente uno dopo l'altro, che non contestualizzi nel discorso l'evento odierno più pubblicizzato della Città della quale è Vescovo.

Rispettate il cieco-nato, neocatecumenali, come lo rispettò Cristo. Non gli disse: "sei un figlio del demonio", non lo schizzò di melma, bensì lo unse con l'argilla del vasaio impregnata con la saliva del Signore, simbolo del soffio creatore e ri-creatore nel sabato nel quale Iddio non si riposò ma riprese a ri-creare.

Il mio parere "teologico" sul terzo punto? Con grande disgusto di Katartiko e di Pasqualone, lo esposi in varie piazze e nel Castello di Oliveto Citra, davanti a un folto pubblico:

Vergine santa che portasti in grembo
il corpo incorruttibile di Cristo,
per il dolore atroce del Calvario
volgi lo sguardo tuo, rivolgi il volto
all’uomo disperato sul giaciglio.
Regina dei Misteri non negare
la grazia che fugò l’Angelo Nero,
per cui ti volle il Padre tuo per madre
e prima figlia e immacolata sposa:
volgi lo sguardo e veglia l’ammalato.
Nell’ora in cui si smorzano le lampade
nelle fredde corsie degli Incurabili,
quando non luminare più rianima
e cede scienza che spenge le macchine,
avanza tu, nell’abito di luce.
Rischiara tu le tenebre del nulla,
l’angoscia del distacco e dell’oblio,
nell’attimo che rende Darwin cupo
ed ansima d’anelito d’Eterno,
se non si trova, portalo tu Dio.

Anonimo ha detto...

@Ruben
"Ore 11:40, piazza Bologna;la piazza è grande,per sicurezza controllo ogni angolo: non c'eravate"

In quella ed altre piazze la missione è nel pomeriggio. Ripassa.

Stamattina siamo andati a Casal Bertone, una domenica fantastica con tanta gente felice di ascoltare una buona notizia per la sua vita, coronata con la notizia del saluto del Papa da Piazza San Pietro che ci ha ancor più rinfrancati e incoraggiati! (Ridicolissima la distinzione tra citazione pre e post recita del Regina Coeli, è evidente ed ovvio che saluti e ringraziamenti vengano alla fine).

Qui dentro si continui pure a diffondere e respirare la solita aria stantia (ed eretica) della disobbedienza alla Chiesa e al Papa; fuori da qui c'è tutta una realtà che va avanti a prescindere dalle vostre personali e rispettabili opinioni, e che ha nelle autorità ecclesiastiche il primo e fondamentale motore propulsivo.

Viva il Papa!

by Tripudio ha detto...

Quando il Papa vi saluta, vi sentite (giustamente) rincuorati.

Ma quando il Papa vi comanda di ripudiare gli strafalcioni liturgici (aggiungendo di essere sicuro che le sue norme saranno fedelmente rispettate), voi invece vi sentite estranei alla faccenda.

Il Papa vi saluta e voi la prendete come una approvazione, e dite pure "viva il Papa".

Il Papa vi rimprovera e voi fate finta di niente, minimizzate, banalizzate, negate. Disubbidite al Papa e contemporaneamente dite "viva il Papa".

Come va chiamato dunque il vostro atteggiamento?

by Tripudio ha detto...

Come mai il cosiddetto "39 anni catechista" non risponde alle domande?

Cosa ha da nascondere?

Cos'è che non vuole ammettere?

Lino ha detto...

@ anonimo catechista da 30 anni
Non risponderà, lei? Non ne dubitavo: mica pensa di essere il primo, a non rispondere? In tre anni nessuno ha mai risposto alla questione del fango.
Posso salutarla dicendo: "La Verità"?

mic ha detto...

Caro Aldo catechista 39anni

se sei un figlio della Pace la Pace è già con te.

rispondo prima a questo

Ribadisco, ogni intervento dei fratelli del Cammino (e quindi anche questo penso) è uno spunto per voi per andare avanti, per criticare, per giudicare anche quando non sapete e sottolineo non sapete, la vita delle persone, non solo di quelle uscite dal Cammino.

Intanto noi non giudichiamo la vita delle persone, ma gli insegnamenti e le prassi del cammino e neppure critichiamo per sport, denunciamo storture dal tempo che vedo conosci per amore della verità e mi pare che in tutto questo tempo, lo abbiano dimostrato in molti modi.
Semmai, rispondiamo a personali accuse alle malevolenze di alcuni camminanti che ci riempiono di calunnie e di insulti senza confutarci con argomenti, come si dovrebbe non solo tra persone civili, ma soprattutto tra persone serie soprattutto se credenti.
Confutazioni che non fai neppure tu, che ti limiti alle solite affermazioni apodittiche.

Inoltre, dici:

Tante volte leggendovi sembra, come si dice a Roma, che "buttate rotto pe' sape' sano" (o almeno io la conosco così, mi scusino i puristi).

Non non "buttiamo lì" né rotto né altro, pubblichiamo immagini e documenti e ci riflettiamo su cattolicamente sulla base del Magistero. Più di quel che già sappiamo non serve sapere perché mi pare più che sufficiente per prendere le distanze sia spiritualmente che esistenzialmente da una realtà come la vostra.

Comunque siamo nelle piazze non solo di Roma, potete venire a criticarci in diretta oppure, se venite, potete annunciare il Vangelo insieme a noi, siete i benvenuti.

Non ho capito perché mai il Vangelo sia annunciabile solo "sulle piazze" e nel vostro modo. Non lo sai che ci sono molti modi per annunciare il Vangelo e che ad ognuno è dato farlo secondo il posto in cui il Signore lo ha collocato?

Attenzione a non fare uno slogan di una cosa seria come il discorso del Papa sulle "periferie", che ovviamente non sono solo geografiche né sociologiche, ma soprattutto spirituali (primo perché la Chiesa non è una ONG e secondo perché se la spiritualità è sana e robusta lo è anche la società che essa permea)...

Luisa ha detto...


"Il Papa ha poi incoraggiato "in particolare le comunita' neocatecumenali di Roma, che iniziano oggi una speciale missione nelle piazze della Citta'". "Invito tutti - ha scandito - a portare la Buona Notizia, in ogni ambiente di vita, 'con dolcezza e rispetto'".

Ma non interessa a Papa Bergoglio, non interessa al card.Vallini che quel che portano i neocatecumenali non è il Vangelo alla luce del Magistero della Chiesa ma a quella distorta di un laico spagnolo?
Non importa loro di incoraggiare chi fa proselitismo non per portare nuove anime, assetate di verità e in ricerca, alla Chiesa ma al cammino neocatecumenale?
Non importa loro che quelle persone non saranno formate con i pilastri della fede cattolica, da catechisti formati dalla Chiesa, ma con gli insegnamenti secretati di Kiko Arguello che i suoi obbedienti catechisti da lui formati riprenderanno senza cambiarne una virgola?
Li lascia indifferenti sapere che quelle persone andranno a gonfiare i numeri del cnc, perchè è a quello che servono le catechesi, che vivranno separati dai parrocchiani( i cristiani della domenica) seguendo prassi catechetiche e liturgiche diverse da quelle cattoliche?
E questo non solo il tempo che dura il cnc, 30 anni, ma anche dopo?
Non importa loro che quelle persone che entreranno nel cnc, fidandosi dell`incoraggiamnto delle autorità della Chiesa, seguiranno quel percorso a tappe(segreto) sancito da scrutini indegni che sono vere e proprie confessioni pubbliche?

Si potrebbe pensare che non sanno, ma sanno tutto, troppe sono le testimonianze, restate inascoltate,
Benedetto XVI ha parlato chiaro il 20 gennaio 2012, ha sottomesso la prassi liturgica del cnc all`esame di una Commissione.
Ma tutto tace.
Arguello ha scritto una lettera Papa Bergoglio dicendo che la sua elezione è stata la loro salvezza...
Riuscirà ancora una volta il cnc , aiutato dai suoi potenti amici, a vanificare la volontà di un Papa, come lo ha fatto nel 2005?
Papa Bergoglio parla di rispetto, il primo rispetto che è dovuto alle persone è di portare la Verità, non le menzogne, di portare l`insegnamento di Cristo, che si fa alla luce del sole e non in segreto, è di portarle alla Chiesa, nel rispetto della sua Tradizione, del suo Magistero con la guida del quale leggere e portare la Buona Notizia, è di formarle con e grazie la Liturgia, in obbedienza alle norme della Chiesa.
LEX ORANDI,LEX CREDENDI.

Aldo ha detto...

oh fantastico... c'è un fratello della prima ora che si chiama Aldo?...spero non sia un "emulare" mi sentirei in imbarazzo.. caro Aldo39..

io mi chiamo davvero Aldo di Michele sono nato a Milano ho 47 anni, sposato da 28, 4 figli(2 in cielo) e 15 anni di cn come responsabile di comunità - Parrocchia Beata Maria Vergine di Foggia....sono uscito alla tappa del "Padre Nostro".. da 2 anni abito a Verona.. non sono uscito dalla Chiesa... non ho perso la mia Fede.. non sono indemoniato (me l ha confermato un Esorcista - Padre Cipriano De Meo).. vado a Messa, mi confesso, l ultimo dei miei figli domenica prossima farà la Cresima..
(il mio cell. è 3492808802 per chi volesse parlarmi di persona)

che ne pensi Aldo39? - Tu hai esperienza mi sono presentato bene?
Ti chiami davvero Aldo?
prima di chiedere il saluto - La Pace - non è buona educazione presentarsi?
sei un "fake" o sei vero?
da dove vieni? cosa fai nella vita? sei un catechista?
Ti prego non mi rispondere come Pasquale di là.. che: "solo dopo che Mic & Co. si saranno dichiarati dirà chi è".. (anche se lo sappiamo tutti chi è..) abbi il coraggio di "non essere anonimo".. nel cn non si insegna questo... credo di averlo imparato bene...non è vero?
La Pace Aldo39... La Pace di Cristo Risorto sia con Te... mi raccomando Aldo39 "la Verità Ti rende Libero".. solo la Verità

l'apostata ha detto...

Ad Anonimo07/apr/2013 15:39:00 dei disertori che ha scritto:"Ma pensi veramente che i nc siano spaventati dalla profondità delle tue domande? No, perchè, nel caso non te ne sia ancora accorto fanno ridere i polli eh... e tu fai ancora più ridere insistendo con la sicumera di uno che pensa di aver trovato le parole giuste per provare l'impossibile o far rifletere qualcuno che forse ha rifletutto più di te. Sei un ex nc frustrato, ignorante come tanti di loro, con la differenzache loro non si nawscondono e se ne gloriao tu perdi tempo a far l'intelligente. Smettila, e vai da uno psicologo se hgai problemi esistenziali. Evvidentemente il ccammino non è per tutti o cmq non è per te. Dovevi uscire prima che ti diagnosticassero una distrurbo della personalità. Capito apostata? Le tue domande non impauriscono nessuno, non mettono nessuno sotto scacco, non fanno riflettere nessuno. E dopo un pò non risultanoi neanche simpatiche"

Eccone un altro di diversamente cristiano, che non giudica ( frustrato, ignorante come tanti di loro) ama il prossimo (vai da uno psicologo se hgai problemi esistenziali) ricambia il male con il bene (Dovevi uscire prima che ti diagnosticassero una distrurbo della personalità) e soprattutto siccome è un adulto nella fede che ha conosciuto la verità è incapace di rispondere a fatti documentati e pubblici con argomenti"! Ma se sbaglio, perché non sei capace di dimostrare dov'è l'errore? Con tutti gli eletti catechisti illuminati e discernenti, potreste metterci cinque minuti a confutarmi e chiudermi la bocca. E invece niente, parolacce e fuga.

E per finire il solito orgoglioso disprezzo:"Evvidentemente il ccammino non è per tutti o cmq non è per te", tipico dei neocat duri e puri, abituati a pensare solo quello che dicono i catechisti discernenti e illuminati.

Benvenuto nella numerosa confraternita dei conigli mannari, ai quali solo il pensiero di dover esprimere una propria opinione sviluppa una duplice tendenza: alla fuga e all'insulto.

Caro tremebondo anonimo, parli di provare l'impossibile? Guarda che tutte le domande sono basate su filmati dove parla Kiko, su documenti ufficiali del sito del cosiddetto cammino. Mi sa che di impossibile c'è solo il tentativo di far ragionare quelli come te.

Te l'ho detto e lo ripeto, se sbaglio provalo, se puoi.

l'apostata ha detto...

Riecco Alessandra che dai disertori ha scritto:"conoscete Santa Teresa d' Avila, se non erro scusate, ma sono abbastanza ignorante in summa theologiae , dovrebbe essere dottore della chiesa , ella diceva di essere "nulla più il peccato ",allora c'è dello scandalo a sapere che siamo dei peccatori, o vi vergognate di esserlo ? Un altro dottore della chiesa Tal Giovanni della Croce, divenuto anche santo , a proposito del maligno e dell'uomo sua vittima diceva:"Egli poi è sottilissimo nell’insinuare menzogne, da cui ci si può liberare soltanto fuggendo da ogni rivelazione, visione e locuzione soprannaturale. Dio si sdegna giustamente con chi le ammette perché sa che esporsi a tale pericolo è temerità, presunzione, curiosità, principio di superbia, radice e fondamento di vanagloria, disprezzo delle cose di Dio a causa di numerosi mali a cui molti andarono incontro. Costoro irritarono Dio così tanto che lasciò di proposito che errassero e si ingannassero e permise che oscurassero il proprio spirito e abbandonasserò le vie ordinate della vita per dar luogo alle loro vanità e fantasie, compiendo così il detto di Isaia: Dominus miscuit in medio eius spiritum vertiginis (19, 14) - Il Signore diffuse in mezzo lo spirito di rivolta e di confusione o, per dirlo in parole semplici, lo spirito di intendere a rovescio" Questa è l'opera del maligno nelle nostre vite".
Alessandra, che fai, come Antitripudio?
Lui per darci torto sugli esorcismi ha pubblicato documenti che davano torto a lui.
E tu? Stai dando torto a Kiko, non so se te ne accorgi! Kiko ha detto e scritto che l'uomo è schiavo del demonio per tutta la vita, il maligno è il suo signore e non puo' non fare il male.
Tu invece vai a riportare passi di santi che affermano che il demonio tenta ma è l'uomo che liberamente pecca. E qual era la punizione divina più grave che si legge nell'Antico Testamento? Che l'uomo peccatore che rifiuta Dio viene da Lui lasciato in propria balìa. Ovvero, se l'uomo rifiuta Dio, Egli pur offrendo sempre la possibilità di pentirsi non ne coarta la volontà.
Alessandrina, come stanno le cose? Stai diventando cattolica o hai le idee un po' confuse?

p.s. Mi rispondi alle domandine, per favore? Magari senza gli insulti dell'anonimo, grazie.

Anonimo ha detto...

Si potrebbe pensare che non sanno, ma sanno tutto, troppe sono le testimonianze, restate inascoltate,
Benedetto XVI ha parlato chiaro il 20 gennaio 2012, ha sottomesso la prassi liturgica del cnc all`esame di una Commissione.
Ma tutto tace.... No, non tutto tace...il Signore ascolta, sà, ed ha un'infinita tenerezza per quei fratelli di cui solo Lui conosce le ferite formatesi in lunghi anni di cammino...proprio stasera Papa Francesco ha detto che per Dio noi, non siamo numeri! No, non siamo numeri...neanche nel cammino si dev'essere solo dei numeri!

mic ha detto...

... ella diceva di essere "nulla più il peccato ",allora c'è dello scandalo a sapere che siamo dei peccatori, o vi vergognate di esserlo ?

Chi ha mai detto che non siamo peccatori?
Il problema non è qui. Il problema è quell' essere peccatori inesorabilmente , senza bisogno di sforzo personale per rispondere alla Grazia di Cristo che salva e libera e trasforma.
Il problema sta nel fatto che nel Cammino la Grazia e la trasformazione e la responsabilità personale nel nostro rapporto con Dio non esistono... Ciò che salva è solo l'appartenenza al cammino :(

Lino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
DG ha detto...

@ anonino che ha 30 anni -rettifica 39 - di cammino alcune precisazioni.

Qui anche se non sei preciso in matematica nessuno ti criticherà, non ti preoccupare perchè non è questo che importa.

Il nick "Aldo 30 anni" è perchè tu ti sei presentato in questo modo ed era solamente per specificare che sei tu e non un altro Aldo che scrive qui.

Per i puntini come ho già detto sei tu che ne hai fatto un "motivo di post", qui non importa scrivi come vuoi e leggi come puoi, magari aprendo oltre gli occhi anche il cuore; non ti offendere pero', scrivo questo solo per farti capire che in questo Blog siamo tutti differenti l'uno dall'altro.

Infatti oltre che a scrivere differentemente veniamo da esperienze differenti (città, educazione, cammino neocatecumenale o gruppi parrocchiali, perchè tante sono le vocazioni nella Chiesa ma tutte arricchiscono, in maniera differente, la vita e l'animo e lo spirito dell'uomo, anche chi questa vocazione la vive senza tanti "clamori".

Per il supercatechista..(puntini) se tu che lo hai specificato.
Non credo che qui importi piu' di tanto.
Non ci sono super o meno super o ultimi.

Ognuno (anche tu) da quello che puo' dare.
Anche il proprio passsato e le proprie esperienze negative nel cammino NC. Per questo io scirvo qui, per comunicarle agli altri. Poi la scelta di credere o non credere a quello che scrivo è individuale.

Non ti offendere se nessuno non ti ha salutato con la Pace di Cristo, è già molto che almeno qui in questo Blog non sentirai parlare di te con impropreri tipo "cretinetti" o "reietto" o "infame"...(puntini per dire lasciamo perdere)

E comunque come dice Mic se hai la Pace dentro la Pace che hai la trasmetti anche fuori all'altro.

Per quanto mi riguarda io ti ho risposto perchè sono abituato cosi', è da poco che sono uscito dal NC .

.....

vorrei anche scrivere qualcosa su quello che ho letto sulel missioni di oggi qui sul blog, pero' in questo momento non ne ho proprio voglia perchè dovrei polemizzare su parecchie cose che sono state scritte in maniera approssimativa.

O tralasciando alcune realtà



saluti

ps per le domandine: non si preoccupi, mai palesato un NC (catechista o meno con molti anni di cammino o appena entrato) che ha risposto alle domande.
Non è che poi i catechsti scaglino un'anatema a chi lo fa?
O semplicemente non si sa cosa rispondere.
Comunque ripeto non si preoccupi , era solo per confrontarci.

Lino ha detto...

@ l'apostata
La citazione di Giovanni della Croce, dopo la storia della colomba nell'esorcismo in Cina, è incredibile! Questi, non avendo altro da versare, nel sacco nero avranno buttato la logica.

Mi è stata fatta una domandina:
"Non importa quello che hai fatto in passato,ora che fai?".
A loro differenza, io non lascio le domande inevase.

Risposta.
Dalle opere di misericordia corporale sono passato a quelle spirituali. In particolar modo, mi sforzo di:
1) Consigliare i dubbiosi.
2) Insegnare agli ignoranti.
3) Consolare gli afflitti.
4) Perdonare le offese.
5) Sopportare pazientemente le persone moleste

l'apostata ha detto...

all'anonimo dei disertori 07/apr/2013 19:51:00

che ha detto:"figurati non sto neanche in cammino.
Perchè non hai postato tutto il messaggio? Paura dell'apostata?
Apò...lo psicologo... per i problemi mentali ci sta lo psicologo.
Dici che è impossibile farmi ragionare? In genere tutti ragionano con me anche i nc...
Non mi trovo a discutere con chi ha neanche troppo latenti disturbi di personalità...Apò...psicologo...

Dal tuo quasi italiano deduco che oltre ad essere neocat duro e puro (facile all'insulto e pauroso di dare la propria opinione) sei piuttosto ignorantello.
Lo psicologo si occupa dei problemi caratteriali.
Per i problemi mentali si ricorre allo psichiatra.
Ci arrivi a questo, Anò?

p.s. Dici di non appartenere al cammino. Allora perché hai delle reazioni così viperine per domande che riguardano appunto il cammino? Da esterno dovresti essere equanime.

Anonimo ha detto...

apostata dice:

"Da esterno dovresti essere equanime"

Bene, intanto questo dimostra che ci sono due fazioni entrambe radicali. Se lo sono i neocat. lo sei anche tu. Solo che loro sono lodati benedetti e mandati ad evangelizzare i lontani, tu sei solo e inutile.

dici:
perché hai delle reazioni così viperine per domande che riguardano appunto il cammino?
Perchè amo la verità, semplice. E una cosa è dire che pastoralmente il c.n. fa cose discutibili, un altra cosa è sostituirsi al magistero della Chiesa per dire che sono eretici. Ci arrivi? Non c'è bisogno di esser neocat per vedere la verità. Hai capito dove sei finito?
Tu sei giovane di questo blog caro psicoapostata. Quando io ho iniziato a frequentare questo blog tu non eri neanche gameto. Forse stavi ancora schittarrando nelle tue salette. Quindi caro psicoapostata invece di fare domande puerili e prive di senso ad altri, fattene qualcuna tu.

Sulla mia formazione e la mia professione non rispondo, nel caso abbia letto qualcosa scritta da me (passata alla censura) son sicuro, non l'hai capita!

Per quanto riguarda lo psicologo hai ragione. Tu, in effetti, sei un caso psichiatrico.

l'apostata ha detto...

Egregi disertori, la gentile Alessandra ha riportato il seguente passo di san Giovanni della Croce, che a proposito del maligno e dell'uomo sua vittima diceva:"Egli poi è sottilissimo nell’insinuare menzogne, da cui ci si può liberare soltanto fuggendo da ogni rivelazione, visione e locuzione soprannaturale. Dio si sdegna giustamente con chi le ammette perché sa che esporsi a tale pericolo è temerità, presunzione, curiosità, principio di superbia, radice e fondamento di vanagloria, disprezzo delle cose di Dio a causa di numerosi mali a cui molti andarono incontro. Costoro irritarono Dio così tanto che lasciò di proposito che errassero e si ingannassero e permise che oscurassero il proprio spirito e abbandonasserò le vie ordinate della vita per dar luogo alle loro vanità e fantasie, compiendo così il detto di Isaia: Dominus miscuit in medio eius spiritum vertiginis (19, 14) - Il Signore diffuse in mezzo lo spirito di rivolta e di confusione o, per dirlo in parole semplici, lo spirito di intendere a rovescio" Questa è l'opera del maligno nelle nostre vite".

Carmen ha dichiarato apertamente che Nostra Signora l'ha chiamata "benedetta tu fra le donne" (cfr. sito ufficiale del Cammino http://www.camminoneocatecumenale.it/new/default.asp?lang=it&page=statuto02_04).

Kiko, oltre a raccontare di aver avuto apparizioni mariane (vedi link di Carmen) afferma che Dio lo ispira quando parla (cfr. video http://www.youtube.com/watch?v=Xl1vv1dEiiU).
Nel medesimo filmato racconta di un segno da parte dello Spirito Santo, a seguito della sua invocazione.
Egregi disertori,potete illuminarci? Come dobbiamp leggere le apparizioni e i segni di cui sopra?
Sono autentici, come affermano Kiko e Carmen?
Oppure, come dice san Giovanni della Croce, sono da "fuggire... perchè ... temerità, presunzione, curiosità, principio di superbia, radice e fondamento di vanagloria, disprezzo delle cose di Dio"?
Illuminateci, dunque, voi che avete il discernimento

neocat pentito ha detto...

In questi giorni sto vedendo tutta la malafede del Cn.Dopo tutte le menzogne sulla millantata approvazione della liturgia,si manifestano comportamenti a dir poco esecrabili.Nelle celebrazioni della cinquantina(in vesti bianche e rigorosamente a porte chiuse)si manifestano tutti i comportamenti di manifesta disobbedienza alle disposizioni in materia di liturgia.
Se queste celebrazioni vengono celebrate con un sacerdote amico o in simpatia Nc la comunione viene fatte regolarmente seduti.Alla domanda del perché questo non viene fatto nella celebrazione del sabato(con un sacerdote attento alle regole)è perché nell'approvazione degli statuti del 2008 questa cosa è stata approvata così.Ma a chi volete darla a bere .

mic ha detto...

si manifestano comportamenti a dir poco esecrabili.Nelle celebrazioni della cinquantina(in vesti bianche e rigorosamente a porte chiuse)si manifestano tutti i comportamenti di manifesta disobbedienza alle disposizioni in materia di liturgia.

Oggi, Domenica in Albis, appunto, i catecumeni che avevano ricevuto il battesimo a Pasqua, nell'Octava Dies, deponevano le vesti bianche "esteriori" indossate nel battesimo per assumere quelle "interiori della normale vita di Fede...
Bene, la famosa "cinquantina", che contraddistingue ancora una volta i kikiani dai cristiani, riguarda l'usanza ebrea della "conta dell'Omer" (orzo, primizia che si offriva a Pentecoste) appunto il conteggio dei giorni fino a Pentecoste.

Mi dite cosa c'entra con il Battesimo cristiano?

l'apostata ha detto...

Al gentile Anonimo07/apr/2013 22:02:00 che ha scritto: "
Bene, intanto questo dimostra che ci sono due fazioni entrambe radicali. Se lo sono i neocat. lo sei anche tu. Solo che loro sono lodati benedetti e mandati ad evangelizzare i lontani, tu sei solo e inutile.
Dimostra? Fazioni? Benedetti? Prima frase sconclusionata e primo giudizio con insulto.

dici:perché hai delle reazioni così viperine per domande che riguardano appunto il cammino?
Perchè amo la verità, semplice. E una cosa è dire che pastoralmente il c.n. fa cose discutibili, un altra cosa è sostituirsi al magistero della Chiesa per dire che sono eretici. Ci arrivi? Non c'è bisogno di esser neocat per vedere la verità. Hai capito dove sei finito?
Proprio perché ho capito dove ero finito domando certe cose alle quali, guarda caso, NESSUN NEOCAT OSA RISPONDERE. Quanto all'eresia, rivediti il filmato di Kiko, rileggiti il Catechismo della Chiesa Cattolica e traine le conclusioni. Sostituirsi al Magistero della Chiesa lo fa chi interpreta le Scritture a proprio uso e consumo (domande 6, 16, 17).

Tu sei giovane di questo blog caro psicoapostata. Quando io ho iniziato a frequentare questo blog tu non eri neanche gameto. Forse stavi ancora schittarrando nelle tue salette. Quindi caro psicoapostata invece di fare domande puerili e prive di senso ad altri, fattene qualcuna tu.
Sembri Vecchia Volpe, che vantava una pluridecennale esperienza ed è fuggito anche lui con la coda fra le gambe di fronte alle domandine. A proposito, mi dici quali sono prive di senso e perché?

Sulla mia formazione e la mia professione non rispondo, nel caso abbia letto qualcosa scritta da me (passata alla censura) son sicuro, non l'hai capita!
Chi te l'ha chiesta? Confusione totale temo (tua, non mia...).

Per quanto riguarda lo psicologo hai ragione. Tu, in effetti, sei un caso psichiatrico.
Grazie caro, almeno su una cosa mi dai ragione. Pazienza se è un insulto.

Eppure i conti non tornano. Se le domande sono così puerili, perché nessuno riesce a confutarle portando argomenti? Forse perché sono basate su filmati di Kiko e documenti ufficiali sul sito del cammino? Anche tu che fai quando scrivi? Mi dai dello stupido, del malato che ha bisogno dello psicologo/psichiatra, parli di puerilità eccetera. ARGOMENTI? ZERO ASSOLUTO! Fai solo rumore...

Paolo ha detto...

Frutti della mia comunità (15 elementi) dopo 19 anni di cammino "come pecoroni" ascoltando la chiesa che ci ha inviato dei santi catechisti: due vocazioni alla vita consacrata e uno alla vita sacerdotale.
Se questi non sono frutti mi vien da dire: ogni regno che in se è diviso non regge. Come posso scacciare i demoni in nome di Beelzebul. Mi pare che questa frase l'ha detta il nostro Maestro non mio nonno, buon anima. La Pace a tutti in Cristo Risorto!

Anonimo ha detto...

@apostata
turpudio maria, tanto nn lo pubblicherete ma vorrei dire ad apostatino di leggere anche le seconde parti,non solo quelle che a voi fanno comodo !!!
to be continued ... allora se quello che affermano quei santi e dottori è vero, sappiamo che anche noi siamo dei poveri peccatori, ma che Dio nella sua infinita misericordia ci ha mandato un medico, ed oserei dire che Medico, suo Figlio Gesù Cristo che ha il potere se noi lo vogliamo di SALVARCI, anche nell'ultimo alito di vita. A me questo i miei catechisti hanno detto, Gesù è l'unico che è tornato dagli Inferi e la sua resurrezione è speranza di vita eterna per tutti coloro che si convertiranno e crederanno in lui. Questo io ho ricevuto 25 anni or sono dai miei catechisti, questo io annuncio. Non ho mai invitato nessun depresso a suicidarsi, ne in tanti anni passaggi ho sentito i miei catechisti dire cose del genere ai miei fratelli . Ho sentito invece testimonianze di fratelli che non conoscevo, che veramente mi hanno fatto capire come Dio agisca concretamente. La cosa veramente strana e che fa pensare è che i casi paradossali li peschiate tutti voi, non vi sembra strano ? A me si. Alessandra


DG ha detto...

@Paolo:
15 elementi - 2 (vita consacrata)
- 1 vita sacerdotale= 12 fratelli

Dopo 19 anni di cammino la tua comunità è ora composta di 12 fratelli, quando siete tutti presenti.

Mi domando come farete alla tappa Padre Nostro.


Per essere onesti il tuo Maestro dovrebbe essere anche il nostro Maestro e cioè Cristo e non altri .

Infatti Egli dice (seguitando il tuo versetto che non è detto da tuo nonno):

"Ma se è con il dito di Dio che io scaccio i demòni, allora il regno di Dio è giunto fino a voi."

attenzione il "dito" citato nel versetto del Vangelo è quello di Gesu' Cristo e NON quello di Kiko.

Speriamo che almeno questo sia chiaro perchè cosi' è Scritto.

.....

O.T.

oggi ho ringraziato Dio per l'opera meravigliosa che ha fatto e che sta facendo con me e la mia famiglia in questo tempo senza il Cammino neocatecumenale.

In questo momento non mi sento di parlarne ma OGGI ho avuto la conferma che ho Un Solo Unico e Onnipotente Padre e Una Sola ed Unica e Santa Madre: Gesu' Cristo e la Chiesa.

fine O.T.

FDF ha detto...

@Paolo

Nella mia ex-comunità ci sono state:
- una vocazione sacerdotale
- una vocazione claustrale
- una vocazione di coppia per la missione.

Ora:
il futuro sacerdote, come gli auguro, è comunque in un RM, da ormai nove anni. Ne passeranno probabilmente altri tre, che fanno dodici. Questo perché lui da seminarista è in una equipe itinerante, quindi praticamente ha sospeso gli studi e va in giro per catechesi. Quando sarà sacerdote (ammesso che alla fine ci arrivi) dove sarà collocato? Riuscirà ad adattarsi? Si, perché a me disse chiaro chiaro che lui non sarebbe diventato sacerdote per stare in una "parrocchietta" (lo diceva scherzando, ovvio, ma è chiaro che per loro la parrocchia non esiste)

La ragazza che ora è suora di clausura è felice, ha preso i voti solenni, però per lei non c'è stata scelta, né dell'ordine, né del posto. L'ordine religioso l'hanno scelto i catechisti. Le è andata bene, ma non tutti sono uguali! Perché la vocazione (una cosa tanto importante) non è libera?
E' come se uno si sposasse e altri scegliessero il lavoro e la casa per la coppia.

Le vocazioni sono una cosa buona, ma non giustificano uno sbaglio o una superficialità.
Per inciso le vocazioni che ho conosciuto che non sono andate al RM ma in normalissimi monasteri religiosi alla fine hanno lasciato il cammino, perché (grazie a Dio) devono obbedire al loro superiore.

Una cosa che davvero non va è il fatto che per chi fa il cammino non esiste il dubbio, non esiste la possibilità che qualcuno sbagli, non esiste la possibilità che Kiko o Carmen qualche volta (dico, almeno qualche volta) non abbiano fatto o detto una idiozia.

Pare normale?

Paolo ha detto...

Ho scritto nostro Maestro, di tutti. Non siate sempre prevenuti.
Siamo rimasti in dodici, va bene.
Può darsi che non faremo il Padre Nostro. L'obiettivo che il Signore ha per ciascuno di noi (non mi riferisco a noi del cammino)è che ci salviamo. Mica è detto che ciascun membro del cammino si salvi? E' un percorso che aiuta.
Ringrazio Dio che mi ha ravvicinato alla Chiesa grazie al cammnino. Sono felice per te che uscendo dal cammino hai trovato la Pace. Come vedi ci sono molti mezzi (catecumeni, focolarini, gruppi di preghiera ecc) l'importante è essere attaccati alla "vite" altrimenti ci si dissecca e i frutti che nascono e crescono sono sotto gli occhi di tutti. Dai frutti vi riconosceranno. Se a te qualcosa ti ha scandalizzato, qualcuno ha una responsabilità che non immagini davanti al Signore. Che dovremmo dire di quei fratelli preti pedofili allora? Anche loro hanno una responsabilità nei confronti di tutta la loro comunità parrocchiale e non che hanno scandalizzato ma non per questo il Signore non li ama. E' morto ed è Risorto anche per loro.
Non stiamo a giudicare nessuno. Credimi sono felice che hai trovato la tua dimensione nell'uscire dal cammino. Non tutti hanno avuto però chi li ha scandalizzati in tal modo: a me è successo esattamente il contrario e mi hanno riportato alla fede. Ti voglio bene in Cristo Risorto. Pace.

l'apostata ha detto...

al garbato Anonimo07/apr/2013 23:09:00 dei disertori che ha scritto:

"Per Psicoapostata
Dici: nessuno risponde alle domande. Devono essere troppo argute, spiazzanti, intelligenti, profonde. Tutti tremano.
Garbato Anonimo, le domandine non sono
"troppo argute, spiazzanti, intelligenti, profonde".
No, sono solo documentate, forse è quello il problema, opporre documenti a documenti anziché gli slogan.


Faccio solo rumore? No è che ho trovato il modo per passare la censura. Perchè non rispondi alla domanda, l'unica che ha veramente un senso? Perchè non vai dallo psichiatra ...oh uomo solo e inutile?
La frase "Faccio solo rumore? No è che ho trovato il modo per passare la censura", sembrerebbe voler dire che solo inviando messaggi senza senso riesci a passare una presunta censura. Perché allora non ti fai pubblicare le risposte sul sito dei disertori? Come dici tu, "loro sono lodati benedetti" e sicuramente te le passeranno.
Rinnovo i miei ringraziamenti per le premure che hai per la mia salute, sei davvero molto cristiano.


p.s. Allora, quand'è che rispondi? Confronta le documentate affermazioni e scritti di Kiko con Catechismo e Magistero, e poi dacci finalmente la tua opinione. Tanto tu non hai paura di dire quello che pensi, vero?

Grazie.

l'apostata ha detto...

Buongiorno Alessandrina dei disertori.
Hai scritto due post, vorrei esprimere qualche considerazione.

07/apr/2013 23:35:00: “COme al solito apostatino prende solo ciò che più gli fa comodo è proprio deformazione degli observers Alessandra”.
Scusami, cara Alessandrina, ma io ho riportato alla lettera il passo di san Giovanni della Croce, che tratta esattamente di apparizioni, locuzioni, segni. Guarda caso, Kiko e Carmen da tanti anni raccontano i propri. Mi sono limitato a domandarvi come, in base a quanto ha scritto san Giovanni, consideriate quanto hanno raccontato i due. Che c’entra dire che prendo solo quello che mi fa comodo? Io ho parlato di fatti documentati che corrispondono allo scritto di san Giovanni, e ho domandato l’opinione dei neocat, tutto qui. Dimmi la tua, magari.

07/apr/2013 23:35:00: “…Il problema non è qui. Il problema è quell' essere peccatori inesorabilmente , senza bisogno di sforzo personale per rispondere alla Grazia di Cristo che salva e libera e trasforma. Il problema sta nel fatto che nel Cammino la Grazia e la trasformazione e la responsabilità personale nel nostro rapporto con Dio non esistono... Ciò che salva è solo l'appartenenza al cammino :(
Scusate ma la Grande Maria da chi ha ottenuto queste informazioni da Kiko in persona? Ciò che salva è credere in Cristo morto e risorto.Alessandra”

Brava Alessandrina! Hai studiato e si vede! Si, quando dici “da chi ha ottenuto queste informazioni da Kiko in persona?” hai detto proprio la verità. Per Kiko è la comunità che salva, il peccato è quello contro la comunità, ed è questa che ti assolve. Consulta le numerose catechesi kikiane sull'argomento.
Sull’inesorabilità dell’essere peccatori consulta il celebre filmato di Kiko a Budapest, per esempio, oppure i mamotreti dove dice dell’uomo che il maligno è il suo signore, e non può non fare il male. Oppure l’ultimo scrutinio del Padre Nostro, quando ci si deve dichiarare figli del demonio.


Alessandrina, per piacere, mi rispondi alle domandine? Ti chiedo solo la tua opinione su fatti documentati, che non toccano minimamente la tua persona.
Grazie

l'apostata ha detto...

al gentile Anonimo dei disertori 08/apr/2013 09:30:00 ch ha detto:
"Aldo sei ridicolo. Parli tu che vendi fumo alla gente con il tuo lavoro. Tu non sei degno di nominare neaenche uno dei tuoi ex fratelli che testimoniano Cristo tutti i giorni nella carne sicuramente non sul blog. Vergognati, parli tu che te ne sei uscito quando hai perso il potere. Eri bello tutto incravattato quando alle convivenze di inzio corso osannavi il cammino davanti ai catechisti regionali. Poi sei caduto da cavallo come San Paolo e hai aperto gli occhi. Sei ritardato ci hai messo 15 anni".

Gentile anonimo, non mi permetto di entrare nella diatriba tra te e Aldo. Ti risponderà lui se lo riterrà opportuno.

Tuttavia, data la sollecitudine per i nostri problemi esistenziali, culturali, relazionali, che sempre cristianamente ci fate notare, desidero ricambiare.
Prendila come correzione fraterna.
Primo consiglio: fai un corso, magari in parrocchia, di cultura evangelica.. San Paolo non è mai caduto da cavallo, apri i sinottici e vedrai. L'equivoco è dovuto al celebre quadro del Caravaggio nella chiesa di Santa Maria del Popolo a Roma. Pittore e chiesa forse li hai sentiti nominare, anche se non appartengono alla "nueva estetica".

Secondo consiglio: oltre al corso anzidetto, te ne suggerisco uno di buone maniere. Forse non sei ancora catechista, perciò non mi sembra opportuno ricorre agli insulti tipo "Sei ritardato". Magari c'è qualcuno che un figlio disabile con un ritardo mentale ce l'ha davvero, pensa cosa proverebbe a leggerti.

p.s. Tra un corso e l'altro, mi rispondi alle domandine?

l'apostata ha detto...

ad Anonimo08/apr/2013 08:46:00 che ha scritto:
"Mi dispiace che non vediate la vs cecita', negate l'evidenza".
Quale evidenza? Quella documentata su Kiko dinanzi alla quale non osate esprimere opinioni?

"Questo smentisce tutto quello detto negli interventi dei vari Dg, Apostato e Alect dove asserivate che il Papa non sapeva della missione".
In un post precedente ho riportato una intervista a Kiko in cui parlava dell'incoraggiamento papale, chiedendovi delucidazioni. Nessuno di voi ha risposto. Fallo tu, grazie.

"Volevo rispondere al Jerry Scotti dei poveri. Mio caro tu secondo me non vivi la parrocchia perche' almeno nella mia, il parroco,(non catecumeno) quando ha bisogno chiama sempre noi perche' forse da altre parti non ha disponibilita'. Poi quest'anno sono stati invitati tutti nella mia parrcchia e non si e' offerto nessuno".
Logica notevole, in base alla realtà che affermi della tua parrocchia sei in grado di dire con certezza che non vivo la mia. Sfera di cristallo per caso?

"Apostata forse non evengelizzi perche' non sai cosa sire alle persone, forse perche' hai capito che le teori da te difese non arrivano alle persone ma bisogna dare gloria a Dio,"
Altra affermazione apodittica, francamente piuttosto sconnessa. Il senso forse si è perduto per strada...

"a proposito aspetto la risposta alla mia domanda sulla tua esperienza di Cristo vivo".
Volentieri. Lo ringrazio perché mi ha aiutato a uscire dal cosiddetto cammino senza troppi danni e senza crisi di fede, facendomi trovare una parrocchia viva, attiva, che evangelizza, istruisce, accoglie. Una normale parrocchia cattolica insomma.

Adesso che ti ho risposto, saresti così gentile da rispondere tu alle domandine? Magari senza insulti né slogan, ma usando argomenti.

Grazie.

aleCT ha detto...

Vado fuori un paio di giorni e trovo tutta questa carne al fuoco.

Lasciatemi dire innanzitutto che mi compiaccio del fatto che evidentemente nel cammino neocatecumenale si svolgono corsi accelerati di psicologia cognitiva e psichiatria.

Solo così mi posso spiegare la relativa facilità con cui, tramite il web, si rilasciano diagnosi certe di malattia mentale.

E tutto questo perchè? Per delle domande le quali possono anche essere "stupide", ma non possono assolutamente giustificare determinate affermazioni.

Neppure per scherzo! E questo perchè la malattia mentale è una cosa seria.

E' molto più onesto dire che non si vuole rispondere (magari perchè , in fondo, che sia vero o falso per lui/lei, non ha importanza)

Detto questo il saluto del Papa "ai diversi movimenti ed associazioni" e "al Cammino Neocatecumenale" non risolve il mio dubbio

(fermo restando che non mi stupisco per niente del fatto che il Papa sia contento di questo...un pò meno contento se sentisse dire che "siamo figli del Demonio"

ovvero: quando l'ha saputo? Quando è stato eletto al Soglio Pontificio come dice Kiko nella sua lettera? Oppure prima ancora di partire per il conclave come ha detto Kiko ai giornali?

E sopratutto: perchè Kiko deve dire due cose diverse?

Per il resto mi pare che il Papa vi abbia fatto un "cattivo servizio" dato che vi ha citati esplicitamente...cosa che voi non fate. Insomma se io vado in piazza e vi vedo non so se siete neocatecumenali o meno. Il Papa invece lo dice esplicitamente.

Suppongo che l'atteggiamento più corretto sia quello del Santo Padre, giusto?

Per il resto se mi capitasse di vederli in piazza (ripeto...finora non ho notizie di iniziative del genere a Catania) darei la mia testimonianza sincera e fedele e niente di più.

Io polemiche sterili ed attacchi personali non ne ho mai fatti. Rispondo con i fatti.

aleCT ha detto...

""a proposito aspetto la risposta alla mia domanda sulla tua esperienza di Cristo vivo"

A me questa storia del "raccontami le tue esperienze" fa un pò ridere.

Per il semplice fatto che tutte le volte che ho detto: "scrivimi in privato e magari ti racconto qualcosa" TRANNE RARISSIMI CASI il "curioso" se ne è scappato a gambe levate.

Chissà come mai...