domenica 28 aprile 2013

Domandine indiscrete per il solito troll neocatecumenale

Questa secondo voi sarebbe la
"nueva evangelizzazione", frutto
del "Concilio Vaticano II"...?
Ancora una volta ti ripropongo le domandine che tanto vi fanno paura. Ti decidi a rispondere o continui a scappare?

1- Credi che Kiko sulla torre in Cina sia stato ispirato dallo Spirito Santo, e che questi si sia manifestato in forma di colomba?

2- Kiko ha commesso un gravissimo abuso nel fare lui -laico- un esorcismo a tutta la Cina?

3- Kiko ha mai interpellato i vescovi cinesi fedeli al Papa per chiedere loro l'autorizzazione? Secondo statuto, sta agendo al servizio dei vescovi cinesi?

4- Che pensi della doppia morale di Kiko che ordina in occidente ai giovani neocatecumenali di sposarsi solo fra di loro e vieta fidanzamenti con chi pur cattolico praticante non va in comunità, e invece manda in Cina ragazze perché sposino atei?

Urlare con la chitarrella per essere
"come i primi cristiani"...?
5- Che pensi di Kiko che prima ha negato per anni l'esistenza dei testi delle catechesi millantando l'ispirazione dello Spirito Santo, poi avuto l'ordine di presentarle ha rifiutato le correzioni. Dopo l'approvazione ha prima detto che era volontà del Papa che fossero pubblicate, quindi che la pubblicazione sarebbe una catastrofe, ed infine ha segretato tutto?

6- Che pensi di Kiko che da decenni insiste con l'eresia dell'uomo schiavo del demonio per tutta la vita, che non può non fare il male? Il vostro "Baccalà"  finge che non sia nel direttorio, ma quando ho indicato il link su Youtube di Budapest di pochi mesi fa è calato il silenzio. Sbaglia Kiko o sbaglia la Chiesa nell'affermare il libero arbitrio?

Accessorio kikiano obbligatorio
per chi suona la chitarrella
7- Sei fra quelli che distinguono tra comunione e manducazione o pensi che l'Eucaristia fatta contemporaneamente sia un abuso liturgico?

8- Delle apparizioni sbandierate al bar e di benedetta tu fra le donne che ne pensi?

9- Kiko per ogni cosa che fa dice che è stato Dio a ordinarglielo, che ne pensi?

10- E' giusto mantenere segreto il direttorio? Se è conforme al Catechismo che senso ha? E' l'unico testo non consultabile di tutta la Chiesa, perché?

"Attento, vescovo!"
11- Vaticano, Chiesa Cattolica italiana, Caritas, tutti gli enti religiosi pubblicano il loro bilancio. Perché solo quello della Fondazione Famiglia di Nazareth è segreto? Se è tutto in regola, perché tenerlo segreto?

12- Kiko ha ordinato di cancellarsi dai social network; il Papa ha un profilo su Twitter e nella giornata delle comunicazioni ha parlato in termini elogiativi delle nuove forme di socializzazione. Chi ha ragione?

13- Che pensi dell'obbligo di usare solo i costosi arredi griffati Kiko?

Il santino di san Kiko!
14- Nella vulgata kikiana si favoleggia di "persecuzioni" . Nell'agiografia che il santino fa di sé racconta invece altro. L'arcivescovo di Madrid Morcillo, lo encomia e lo appoggia. A Roma l'immediata concessione ad uno sconosciuto laico privo di qualunque approvazione dell'apertura di un seminario. L'appoggio di ben quattro (!) Papi; l'allora cardinal Ratzinger che avrebbe introdotto il cammino in Germania. I tanti cardinali "nostri amici" che sostengono il cammino.I tanti vescovi "nostri amici" sempre invitati. Il permesso di costruire la megagalattica domus in Israele. L'apertura di seminari in tutto il mondo, anche se con pochissimi seminaristi che vivono nelle famiglie. Il gigantesco drenaggio di denaro che finisce alla Fondazione senza che nessuno ne sappia niente. L'approvazione dello statuto strombazzata ai quattro venti. L'approvazione del direttorio fatta quasi di nascosto, e mai pubblicato nonostante il desiderio del Papa. Il seminario di Takamatsu mantenuto a Roma, anche se i vescovi giapponesi non lo volevano. Gli ostinati abusi liturgici che non vengono mai corretti, come pure le pubbliche eresie mai riprese. La dichiarata volontà di sbarcare in Cina, facendo carne da macello di ragazze indifese spedite alla ventura, indipendentemente dai vescovi cinesi. Eccetera, eccetera, eccetera. Il tutto condito da una serie di apparizioni e ordini espliciti dell'Altissimo. Allora, chi mai ha perseguitato Kiko?
Dì fatti concreti!

82 commenti:

Anonimo ha detto...

Dopo molti anni del CN, e dopo aver superato diverse tappe, la Santa Messa quotidiana dovrebbe diventare il Cibo Sostanzioso dei fedeli, il bisogno di unirsi a Cristo ogni giorno. Se, dopo aver superato tutto le tappe, mancasse questo, vuol dire che non si è molto cresciuti rispetto a coloro che, pur non avendo fatto il CN, avvertono questo bisogno e partecipano, con devozione e fervore, alla Celebrazione Eucaristica quotidiana.
In Italia, purtroppo, manca l'apostolato della Santa Messa quotidiana. L'unico, che io sappia, a spronare da subito a questo è l'Opus Dei.

Mario

by Tripudio ha detto...

La frequentazione quotidiana della Messa può anche essere un'abitudine.

Quello che dovrebbe essere il risultato di un qualsiasi percorso di fede, è l'amare Cristo, conoscerLo, permanere solidamente nella Sua Chiesa... non solo a parole perché tutti (anche i protestanti e i testimoni di geova e i cristiani tiepidi e quelli senza fede) sono bravissimi nel gridare: "Signore! Signore! il Signore!"

Perciò, chi Lo conosce, tende ad andare a Messa quotidianamente (per quanto le circostanze di vita glielo permettono), non per abitudine ma per amore.

Tende a vivere seriamente i sacramenti, desidera conoscere meglio l'insegnamento della Chiesa, prende sul serio la vita dei santi, eccetera eccetera (esatto: sono "conseguenze" di un amore che c'è già; la fede non è banalmente riducibile ad un elenco di cose da effettuare e di parole da dire).


Il Cammino Neocatecumenale invece toglie Nostro Signore e ci mette Kiko.

Nel Cammino Neocatecumenale si grida "Signore! Signore!" ma il centro è sempre Kiko.

Il Cammino è un percorso "a tappe" in cui il centro di tutto è sempre e soltanto Kiko: i canti di Kiko, le icone di Kiko, la "comunione seduti" che tanto piace a Kiko...

E dato che Kiko non è la verità, il Cammino non conduce alla verità.


Quello che le risposte personali faranno emergere, è un atteggiamento riassumibile nelle parole: 2+2 fa 5, perché Kiko così dice, e perché in comunità abbiamo sempre fatto così.

Gli eretici della nostra epoca, infatti, non negano verbalmente i dogmi (cioè, per esempio: non osano dire "Gesù non è risorto"), ma li negano in due modi:

- da un lato coi fatti concreti (esempio: celebrano come se non credessero alla Presenza Reale)

- dall'altro, con quel "bis-pensiero" per cui pur di difendere il Cammino sono disposti a dire il contrario di quello che pensano (e in generale sono disposti persino a mentire).


La lista di queste domandine ripresentate oggi, suona davvero imbarazzante alle orecchie dei neocatecumenali che non hanno ancora spento del tutto il proprio cervello.

Da un lato abbiamo Kiko che mormora contro il Papa, Kiko che comanda di disubbidire al Papa, Kiko che effettua operazioni come se fosse superiore al Papa ("esorcismi", invio di "cefale", imposizione di suppellettili kikiane e canzoncine kikiane...)

Dall'altro abbiamo i neocatecumenali che ubbidiscono ciecamente a Kiko (Kiko critica internet? il giorno dopo gran parte dei siti web neocatecumenali -anche quelli molto curati e aggiornati ogni giorno- improvvisamente vengono brutalmente chiusi..)

Nessuno si sogna di criticare Kiko: dopotutto "Kiko ha il carisma, chi sei tu per criticarlo?" (senza contare la fifa boia di come si vendicheranno i cosiddetti "catechisti" agli scrutini, quando ti faranno "scendere da cavallo"...)

by Tripudio ha detto...

Questa schizofrenia spirituale dei neocatecumenali, anche quelli che normalmente sembrano ben dotati di cervello, è forse un "dono dello Spirito", o piuttosto è il naturale frutto del Padre della Menzogna?

Proprio loro che disubbidiscono al Papa ogni sabato sera (come nella "celebrazione delle chiassate e degli strafalcioni" fatta ieri sera in tutte le comunità), proprio loro vengono qui a scaraventarci addosso le parole del Papa (pensando così di farci danno), proprio loro esibiscono ipocritamente lo striscione Tu Es Petrus la domenica mattina (quando fanno le Lodi a Kiko allo scopo di non andare in parrocchia)...

Proprio loro che disubbidiscono al Concilio Vaticano II (che raccomanda latino e gregoriano e non ha mai comandato di fare la "comunione seduti", non ha mai comandato di seguire esclusivamente il repertorio musicale kikiano, non ha mai comandato di usare esclusivamente gli sgorbi di Kiko per poter pregare...), proprio loro vengono qui ad accusarci di non essere abbastanza "vaticansecondisti" (ma loro con quel termine intendono solo Kiko e Carmen, gli inventori del Cammino, e coloro che li applaudono).

Proprio loro che grattugiano sulle chitarrelle solo le canzoncine di Kiko, proprio loro vengono qui a vantarsi di essere "come i primi cristiani".

In breve, per loro non conta la Verità, per loro conta solo l'infallibile idolo Kiko.

Per questo si difendono non con la verità, ma solo vantando i "potenti appoggi" del Cammino, si difendono solo con le loro impressioni personali ("il Cammino mi ha salvato!") come nel soggettivismo protestante.


Il vero "vecchiume" di cui ci dobbiamo liberare non è la Tradizione che ha forgiato decine di secoli di santità cattolica, ma le bislacche invenzioni degli anni Sessanta ("comunione seduti", liturgie con girotondi e battimani, chitarrelle grattugiate con canzonette fracassone...) nate vecchie, brutte, imbarazzanti, slegate dal cattolicesimo, ed oggi ancora più vecchie, più brutte, più imbarazzanti, totalmente estranee a venti secoli di santità cattolica.

Il vero problema è che l'errore e la verità non hanno gli stessi diritti: mettere sullo stesso piano la verità e l'errore, significa compiere un errore.

Una cosa non può essere contemporaneamente vera e falsa.

Di fronte a Dio e di fronte alla Chiesa, Kiko ha sbagliato o no a fare "l'esorcismo" alla Cina? Oppure stava soltanto mentendo?

Ed in entrambi i casi, chi ti garantisce che Kiko non abbia sbagliato o mentito anche in altri àmbiti, come quello cosiddetto "kerygmatico" o come quello cosiddetto "catechetico" o come quello "liturgico"?

Anonimo ha detto...

Tripudio dice:
Il vero problema è che l'errore e la verità non hanno gli stessi diritti: mettere sullo stesso piano la verità e l'errore, significa compiere un errore.
Una cosa non può essere contemporaneamente vera e falsa

Esatto. La Chiesa infatti, dice che il cnc è veramente dono dello Spirito, bada bene, il cammino nc, come itinnerario di iniziazione (e nn solo le anime buone o semplici o come voi le definite) che si attua secondo le disposizioni degli iniziatori. Questo dice la Chiesa attraverso le congregazioni competenti.

Il resto (ciò che voi dite) è falso. Nessuna cosa può essere vera e falsa allo stesso tempo.
Tra il vero che indica la Chiesa e il vero che indichi tu, tripudio uomo confuso,non ho dubbi su ciò che è giusto seguire.

Buona domenica e nn perdere Kiko su rai 1. hihihihihi...

Anonimo ha detto...

1-

SI

2-

NO...PERCHÉ FAI QUESTA DOMANDA?

3-

SI PIÚ DI UNA VOLTA

4-
lA TUA AFFERMAZIONE É FALSA, (COME LE ALTRE)NON HA MAI MANDATO IN CINA RAGAZZE A SPOSARSI CON ATEI....SEI PROPRIO INTELLIGENTE NEL PENSARE CHE ESISTONO RAGAZZE DISPOSTE AD ACCETTARE QUESTO....TI SEI RISPOSTO DA SOLO.



RILEGGITI LA STORIA DI DAVIDE....

6-

IL BACCALÁ SEI TU CHE NON CREDI AL DEMONIO....MA DOVE HAI STUDIATO ???

NO!!! ASSOLUTAMENTE...É CRISTO CHE VA AGLI UOMINI (RILEGGITI IL CATECHISMO...)


8-

TELEFONA A PAPA FRANCESCO...TI RISPONDE LUI....SE TROVI OCCUPATO CHIAMA BENEDETTO CHE HA APERTO IL CAMMINO IN GERMANIA...


9-

NULLA, CI CREDO!

10-
QUALE SEGRETO??? SE TU STESSO HAI PUBBLICATO TUTTO (tra l´altro ti ringrazio per il bel lavoro in pdf) COME FAI A DIRE CIÓ?



ALTRA CAVOLATA...PERCHÉ VOLESTI VEDERLO??? IO VORREI VEDERE IL TUO...STIPENDIATO DA PRETE E TUTTO IL GIORNO SU INTERNET....SPUTTANATI PER STRADA ANCHE TU...CRISTIANONE.


12- TUTTI E DUE...PROPRIO NON CAPISCI...

13-
NESSUN OBBLIGO...ALTRA CAVOLATA...ED ANCHE SE FOSSE?? HAI PER CASO UNA DITTA CONCORRENTE??



14- TU SEI IL PRIMO...MA NON FAI TANTI DANNI GAZIE A DIO, GLI ALTRI...UN PROBLEMA LORO.

Adesso attendo la pubblicazione integrale di questo post. Non fare il riccio per cortesia; hai sufficientemente abusato della tua facoltá di pubblicare ció che vuoi...ora se sei onesto pubblica questo.
Buona Domenica....
PS vediti Kiko in TV stamattina....

Max ha detto...

Dopo un po di tempo chi è nel cammino si stanca dell'impegno richiesto e alle "celebrazioni" o ai ritiri ci va controvoglia e anzi mormorando...

Questa secondo voi è libera iniziazione alla fede o indottrinamento imposto?

Lo scrivo perché ho molti amici nel cammino.

by Tripudio ha detto...

Il caro fratello hihihi dovrebbe spiegarci come mai un "dono dello Spirito Santo" professa conclamate corbellerie dottrinali e celebra strafalcioni liturgici.

Chi è che sbaglia? Il fratello hihihi oppure sbaglierebbe lo Spirito Santo?

Chi è che sbaglia nel celebrare gli strafalcioni? I fratelli del Cammino, oppure la Chiesa?

Secondo te la Chiesa vuole che Kiko promuova la "comunione seduti"?

E allora perché la fate?

E allora perché il Papa l'ha proibita, e il vostro Statuto conferma il divieto?

Anonimo ha detto...

Pare che il Papa abbia detto a Kiko "che macello che hai fatto!"
"....ma continua a fare questo macello"


Avrei potuto capire il CN come iniziazione alla vita cristiana, inizialmente per i lontani, ma poi...dopo qualche tappa si sarebbe dovuti passare ad una Fede matura e ciò lo si dimostra con il bisogno e l'impegno della partecipazione alla Messa quotidiana, senza abitudine, ma con Fede.



Mario

Anonimo ha detto...

sono hi hi hiii:
le corbellerie che tu ci imputi, sono forse state la ragione per la quale la gente si é allontanata dalla Chiesa...
continua ad incensare altari...noi andiamo dalla gente...

riguardo la Comunione in piedi....telefona al Card. Canizares...ah giá mi sa che hai ancora il vecchio numero quello di Arinze...

Ruben ha detto...

Re: A Sua Immagine Kiko

Dalle ore 10:30 alle 10:50

Due domande e venti minuti a ruota libera, del solito repertorio con lo stile del predicatore americano invasato, eloquente l'atteggiamento distratto del pubblico e l'imbarazzo del conduttore che non poteva interloquire.
Menzogna di turno:l'incontro col Papa(episodio del "macello") che non c'è mai stato.
Aspettiamo il dopo Messa.

Ruben

Anonimo ha detto...

quanto sarà salito il vostro veleno dopo la partecipazione di kiko a sua immagine , e dopo i servizi trasmessi? vi vedo già verdi, con gli occhi di fuoco, e con bocca pronta a sputare tutto il vostro veleno e la vostra tanta prosopopea. Intanto io vado in piazza a fare la missione che tanto vi piace, con tante chitarelle, una ramirez originale, bonghi cembali e violoncello e anche con due seminaristi R.M. Dimenticavo 5 dei sacerdoti ordinati da papa Francesco domenica scorsa provenivano dai seminari redemptoris mater buona domenica santi cristiani

montmirail ha detto...

L'eresiarca a ruota libera ha monopolizzato la trasmissione con i suoi delirii protestanti e frankisti, lontani anni luce dalla fede cattolica

Ruben ha detto...

Re: A Sua Immagine/Kiko 2

Da notare il lusso sfrenato, della casa della "famiglia in missione".

Ruben

Lino ha detto...

anonimo ha detto:
"10-
QUALE SEGRETO??? SE TU STESSO HAI PUBBLICATO TUTTO (tra l´altro ti ringrazio per il bel lavoro in pdf) COME FAI A DIRE CIÓ?
"
Mi limito a questa risposta. Chi mente una volta, essendo consapevole di mentire, può mentire su tutto.
Questa fu la risposta del Pontificio Consiglio per i Laici a Ruben:

Da: Pontificium Consilium pro Laicis info@laici.va
Date: 02 luglio 2012 12:36
Oggetto: Re: Direttorio Catechetico del Cammino Neocatecumenale
A: ruben xyz ruben.xyz@gmail.com
Siccome il Cammino Neocatecumenale non ne ha autorizzato la pubblicazione, ne e' stato approvato l'uso da parte del CN, la migliore cosa e' che lei consulti o chieda l'informazione direttamente al Cammino Neocatecumenale (http://www.camminoneocatecumenale.it/ ).
Distinti saluti,
PCPL


http://neocatecumenali.blogspot.it/2012/07/direttprio-catechetico-del-cammino.html

Tu sai bene che gli Orientamenti alle equipes di catechisti sono stati sottoposti a vaglio e corretti. Sai bene che, probabilmente, molti strafalcioni sono stati rimossi. Sai bene che le correzioni non sono note né possono essere diffuse perché ne sarebbe inficiata l'ispirazione H24 di Kiko Arguello e dei catechisti che le hanno ripetute per anni.
Perché scrivi menzogne, ben conoscendo tutto questo?

Anonimo ha detto...

Il CN ha in se qualche cosa di "positivo", ma credo che eventuali errori e pericoli, adesso come è organizzato, finiscono per prevalere. Di conseguenza, coloro che vogliono vivere la Fede autenticamente nel CN saranno "martiri" di coloro che all'interno dello stesso vorranno vivere la fede all'acqua di rose, in modo protestante. E così c'è un "macello".


Mario

il CUGINO DELLA PULCE PELLEGRINA ha detto...

CATECHESI DEI KIKOS IN PIAZZA:
(tutto urlando): il SIGNOREEE ha detto CONVERTITEVI!!! PENTITEVI!!!! Agli apostoli CI HA DATO questa parola:PENTITEVI!!! CONVERTITEVI!!! La parola che oggi il Signore ci dà: PENTITEVI!!! CONVERTITEVI!!!!! La parola!!!

Più tardi:
URLA DEI KIKOS IN PIAZZA:
amoreeeeeeeeee!
il signoreeeeeeee!
ha fattoooooooo!
signoreeeeeeeeee!
la morteeeeee!
la morteeeeeeeeee!
uòòòò-ò-òòòòò!!

Insomma sembrano la brutta copia dei PROTESTANTI.

meglio così:più si rendono ridicoli e più la gente li ignora!!!!

by Tripudio ha detto...

Ringrazio di cuore il caro fratello neocatecumenale delle 11:03 che ha ammesso che a chi non è amico del Cammino bisogna disubbidire.

Confermando dunque le accuse che da tanti anni abbiamo mosso al Cammino.

Il caro fratello delle 11:03 dichiara che al card. Arinze bisogna disubbidire, mentre al card. Cañizares bisogna ubbidire.

Dunque voi ubbidite solo a chi è amico di Kiko?

Luisa ha detto...

Poche parole sulla prestazione di Arguello, invasato e autoreferenziale come sempre,si direbbe che prima di lui nessuno nelle parrocchie si occupasse della formazione cattolica, apprezzeranno i catechisti diocesani, ma almeno è chiaro il programma kikiano: dove noi arriviamo trasformiamo le parrocchie, le parrocchie sono, per il cnc, luoghi di conquista e fagocitazione.
Arguello che stigmatizza l`orgoglio mentre ne è lui stesso la prova vivente anche in quello studio televisivo quando non sopporta di essere interrotto.
E poi che visione desolante vedere quelle persone fare tutte gli stessi passetti di danza, dire le stesse parole, cantare gli stessi canti...definiti belli e attraenti, quando fanno scappare tanto( anche se non tutti) sono brutti e lugubri.
Quel che si vede in quelle immagini assomiglia, e molto, al modo degli evangelici e dei pentecostali di scendere nelle piazze.

Si ride, per non piangere, quando l`animatore dice che Arguello ha speso la sua vita per la Chiesa!!!
Arguello ha speso, e sta spendendo, la sue vita per la sua creatura, il cammino neocatecumenale!
Della Chiesa ha rifiutato, e rifiuta, la Tradizione, il Magistero, la Liturgia, disprezza la pastorale della Chiesa e l`organizzazione delle parrocchie, ha disobbedito al Papa, impone alla Chiesa lo scandalo dell`arcano, della sua formazione segreta.
E questo sarebbe spendere la sua vita per la Chiesa?
Ma per favore!

by Tripudio ha detto...

Chi viene qui a urlare "Studia!" dovrebbe gentilmente dirci quali libri bisogna "studiare" per capire il Cammino e per capire l'insegnamento della Chiesa.

Chi viene qui a urlare "non è vero!" dovrebbe gentilmente scorrere questo blog, anche solo guardando le foto, perché sono domande a cui abbiamo risposto un milione di volte (e prima di noi hanno risposto fior di teologi, sacerdoti, vescovi, ed anche Giovanni Paolo II e Benedetto XVI).


Il fatto che Kiko partecipi a una trasmissione televisiva non ci fa né caldo né freddo.

Ci dispiace solo che le sue eresie possano essere impunemente insegnate a tante anime semplici, che dal Cammino chiedono solo l'insegnamento della Chiesa e ricevono invece solo l'insegnamento ambiguo e sbagliato dei due "iniziatori".

Però il fatto che un neocatecumenale continui a vantare la presenza di Kiko in TV fa capire quanto l'idolo Kiko sia importante per lui: "Kiko in TV!! Kiko in TV!!!"


p.s.: è vero, alla canzonetta kikiana "Risuscitò Alleluià" andrebbe cambiato il titolo in "La morte, la morte!" visto che sono queste le parole che quella triste e funerea canzonetta mette in grande evidenza.

il CUGINO DELLA PULCE PELLEGRINA ha detto...

Scusate,ma questo neocatecumenale mi sembra un pò infantile....è come quei bambini che stuzzicano l'invidia degli altri bambini: IO HO LA MACCHININA E TU NOOOOO, ZUM PAM PAM! io ho kiko in televisione e tu nooo zum pam pam....

Anonimo ha detto...

"Il fatto che Kiko partecipi a una trasmissione televisiva non ci fa né caldo né freddo."

Anche perchè alle trasmissioni televisive partecipano anche i politici, senza voler scomodare le pornodive,i delinquenti, i clow, etc...

Però tutto quello che fa e dice Kiko per i NC è una garanzia.
In verità lo è anche per me: quello che fa e che dice è, in maniera garantita ed autentica, l'antitesi del pensiero e degli insegnamenti della Chiesa Cattolica.

Sebastian ha detto...

Ad una missione a cui presi parte tempo fa, ci fu una signora che ci prese per protestanti.
La cosa avrebbe dovuto far porre qualche domanda a noi neocatecumenali, e invece ricordo che qualcuno ne andava addirittura fiero.

Luisa ha detto...

Beh, Sebastian, quando dalle mie parti domando se conoscono il cnc, c`è chi ne ignora l`esistenza,la maggioranza, e c`è chi li considera dei fondamentalisti...ma non cattolici, protestanti!
L`animatore di A sua Immagine che, conoscendo il suo invitato, ha lusingato il suo ego dicendo che Arguello è conosciuto ovunque nel mondo ( non ho visto l`umile Arguello smentire), si sbaglia e di molto, Arguello è uno sconosciuto per la maggioranza dei cattolici nel mondo.

DG ha detto...

@anonimo che Domenica 28 aprile, 2013 alle ore 11:14 dice

"..quanto sarà salito il vostro veleno dopo la partecipazione di kiko a sua immagine , e dopo i servizi trasmessi? vi vedo già verdi, con gli occhi di fuoco, e con bocca pronta a sputare tutto il vostro veleno e la vostra tanta prosopopea. Intanto io vado ..ecc ecc "

A dir la verità io ero a Messa :D con famiglia dietro e poi a mangiare fuori con altre famiglie della Parrocchia.

Kiko non l'ho visto e nemmeno mi sono sentito in dovere di vederlo e, a dir la verità di quello che dice in televisione non me ne puo' importar di meno.
Oramai dopo 26 anni pensi che possa stupirmi con "effetti speciali"?
Dice sempre le stesse cose.
Penso che a braccio le potrei ripetere anch'io...ma mi verrebbe troppo da ridere.

Tu intanto vai in piazza?
Io intanto sto in comunità e che comunità!!!
Quella della Chiesa perchè, come ha detto oggi il Parroco riunendo tutta la comunità Parrocchiale, compresi i bambini della comunione, del post comunione, ragazzi della cresima e del post cresima,i piu' grandi e i piu' piccoli del Meg, gli scout e tutti noi altri piu' "grandicelli"..la VERA COMUNITA' è quella che, si apre a tutte le realtà rapprensentate nella Chiesa, a Messa la Domenica.

Mai parole furono accolte con cosi' grande gioia dal mio cuore come quelle dette dal Parroco stamani nella nostra Chiesa piena di fedeli riuniti!

Anonimo ha detto...

Caro anonimo delle 11,14
Come mai vai ad evangelizzare dopo le ore 11,12?,(dimenticavo c'è Kiko in TV)
Prima viene Kiko e dopo L'evangelizzazione.
Perchè,
considerando che:
Prendi la"Ramirez originale,i Bonghi(cosa sono?),cembali, il violoncello, carica la macchina, scarica la macchina, arriverai in piazza intorno alle 12,00, immagino che:
minimo intonerai due o tre canti di raccoglimento con annessa danza del SIRTAKI, e quindi siamo arrivati alle 12,30,
ma alle 12,30 chi ti stà a sentire?
a quell'ora in Italia e specialmente la domenica si pranza!!!!!!!!!!!!!
Credo proprio che ci hai raccontato un "pallone"


Ogv

Ruben ha detto...

...una ramirez originale...
---
Eh no!Caro anonimo,no!
Scusa se ti riprendo ma ci vuole!
Possedere una "Ramirez",la chitarra del fondatore!....
Schiavo degli idoli!...Come ti permetti di osare tanto!!?...
Vendi immediatamente l'"idolo",e metti con disprezzo il ricavato, nel sacco nero della refurtiva!!
Mi raccomando però,aggiungi un doveroso 10% di tasca tua per farti perdonare.
Non ti invito a non "peccare più" tanto per "definizione" i NC sono "sciavi del demonio".

Ruben

Anonimo ha detto...

ragazzi......capisco la vostra giornataccia!!!1

buona notte a voi...arinze e levebre....

ciaaoooo
vado a suonare la chitarrina..il signoreeeeee
ve le ha suonateeeee
anche sta voltaaaaaaa

a voi non vi caca nessunooooooo

ciaooooo

mic ha detto...

Giornataccia, caro troll neocat?
E perché mai?

Lo sai che oggi è Domenica, il giorno del Signore, il primo dopo il Sabato, quello della Creazione Nuova?

Credi che ci sia qualcuno capace di toglierci la nostra gioia?

PEO ha detto...

Ho fatto il cammino per 5 anni.durante i quali non ho mai fatto alcun tipo di passaggio,eccetto la prima convivenza.Questo fatto ha creato un risentimento da parte dei catechisti,che insistevano affinchè facessi almeno il primo passaggio,ma io tutte le volte rimandavo,perchè durante le catechesi e la celebrazione della Parola sentivo ripetere tante sciocchezze e tanti orrori sul conto di nostro Signore,che in più di cinquant'anni di vita Parrocchiale non avevo mai sentito.Questo fatto mi creò dei dubbi sulla bontà del cammino,ma pensavo di sbagliarmi;fino a quando il catechista capo mi chiese di tralasciare la Parrocchia per potermi dedicare di più al cammino e comprendere che la vera salvezza era li,perchè del resto la Parrocchia non aveva più senso in quanto si dovevano costituire tante piccole comunità, che nel tempo sostituirebbero la Chiesa come Tempio,perchè molti lontani non amano adare in Chiesa,perciò è giusto trovare loro una nuova casa. Questa fu 'la scintilla' che fece traboccare il vaso,mandai il catechista a......fare una passeggiata e lasciai il cammino.Non ho avuto nessun tipo di ritorsione,ma i rapporti con i catechisti e i 'fratelli' anche con quelli che frequentavano la mia Parrocchia sono cessati.Questa è la 'nueva evangelizzazione di Kiko. 28.4.2013 PEO.

FDF ha detto...

Per me, il fatto che tutti i Santi di ogni tempo, a parte i Papi, fuggissero come la peste la fama, la lusinga dell'apparire, che umiliassero se stessi, che fossero sempre e costantemente al servizio degli altri, precisamente come Cristo(!) che parlava a pochi, poco e in modo semplice, che fuggiva le folle, che dava per primo l'esempio, che pur essendo nella condizione di Dio, non ritenne un privilegio essere come Dio, ma svuoto se stesso assumendo una condizione di servo (...)facendosi obbediente fino alla morte e alla morte di croce, ecco tutti questi fatti la dicono lunga sul comportamento di Kiko.

Altro che "voce di uno che grida nel deserto!"

FDF ha detto...

Che tristezza questo commento infantile....

Lino ha detto...

@ anonimo ha detto:
"a voi non vi caca nessunooooooo
ciaooooo"

Ti devo dare una brutta notizia, ragazzo. Ai lontani come te, che dopo anni di catechesi ancora si esprimono come gli ubriaconi di Palomeras Altas, Kiko prima di dare la veste bianca taglia la lingua e le dita delle mani. Ciò per evitare che essi comunichino, sia a voce sia in Internet, con gravissimi danni all'immagine del Cammino.

Anonimo ha detto...

VIVA LA NUOVA ESTETICA
Per anonimo delle 22,05

Certo se annunci come parli (come parlate) immagino che alle prossime catechesi avrai un BOOM di adepti.

Leggendovi, dopo 30 anni, non rimpiango niente anzi ringrazio il Signore che mi aprì gli occhi.

Siete fatti tutti con lo "stampo".

Più che di "NuevaEstetica" sapete di "Tappo"

Anonimo ha detto...

Comunque ribadisco, io sono molto contrario al termine Nuova Estetica. Ormai è roba vecchia, usa modelli ed immagini di una cultura che ormai è vecchia, durata il tempo di un istante. In arte ci sono canoni di bellezza che restano eterni e poi, ogni generazione ha un po di bizzarria estetica che ha una sua validità di qualche anno.

Visto che i canoni? della Kiko estetica sono rimasti imbrigliati nel movimento (a quanto pare l'universo artistico non li apprezza molto). Questa estetica descrive il mondo con canoni per certi versi decisamente inediti ma ormai già superati, anche se bisogna vedere se mai sono stati attuali.

Anche perché dobbiamo tener conto che non ha nulla a che fare con il concetto di arte sacra.

Infatti l'arte sacra non è mai criptica. Ha si uno scopo didattico ma i canoni sono accessibili a tutti non solo ad una cerchia di iniziati. Tra l'altro questa cultura artistica tipica della massoneria non ha nulla di nuovo. Quindi perché si chiama nuova estetica?


Gv

Anonimo ha detto...

In Cina, come in Giappone, il CN avrà sempre problemi perché va ad imporre, con i propri canti, con i propri modi, uno stile e una cultura diversa dalla loro.
I grandi missionari studiavano la lingua e le usanze del posto, la loro cultura, le loro tradizioni prima di andare da loro. Alcuni perdevano la vita, come sant' Alberico Crescitelli.
Pensiamo al grande sant'Alfonso Maria de Liquori che per evangelizzare la Campania inventò canti in napoletano.
Com'è impostato, il CN, forse riuscirà più facilmente a espandersi nei paesi di lingua spagnola e che in passato sono stati dominati dalla Spagna (per esempio il sud Italia), ma non certamente in Cina e Giappone che hanno tradizioni diverse.


Mario

Mario

Max ha detto...

Leggo con tristezza i soliti rimpalli di mezze verità e complete bugie....
Il cammino -bene o male- è stato approvato.
Che poi i "presbiteri" e le comunità non rispettino le indicazioni dello statuto ma lo interpretino (come è tipico del cammino)come meglio credono, questa è purtroppo una realtà.
Ma nessuno controlla?
Possibile che tutte queste lamentele non arrivino mai a nessuno?
Chi è che in Curia si è preso la briga di fare verifiche di tutti questi abusi psicologici, anche gravi, e di famiglie rovinate?
E questi sono fatti e non chiacchere.
Chi è che controlla i Parroci che fanno le messe parricchiali alla neocat in Chiesa?
Chi è che approva la "nueva estetica griffata" kiko su paramenti sacri, liturgia e architettura ecclesiastica?
Chi autorizza tutto questo?
Qualcuno dirà:
"E' lo Spirito Santo!"
E' su questo che dobbiamo riflettere e non azzannarci tra noi cristiani della domenica e cattokikiani....

Anonimo ha detto...

Il CN potrebbe far maggior bene se venissero accolti i vari consigli scritti su questo blog.
Sarebbe già più accettabile se l'itinerario prevedesse una tappa in cui il CN viene vissuto diversamente.
Come per dire ai bambini si da il latte e agli adulti si da cibo più sostanzioso.

Mario.

Lino ha detto...

@ Gv
Purtroppo, caro Gv, la "Nuova estetica" in Kiko non è un concetto limitato all'arte, anche se comprende l'arte. Da questo punto di vista, per i contenuti, possiede elementi di novità. Discorso lungo da fare, che rimandiamo per non andare OT.

L'arte sacra, specialmente quella sviluppata a Firenze dagli artisti della corte medicea, possiede in sé l'enigma:

http://www.abbeville.com/images-catalog/full-size/0896599310.interior04.jpg

Giacché, però, quest'arte ha riscontri nelle Sacre Scritture e nella Tradizione e i simboli non sono inventati o assemblati in modo sincretico dai symbolarium più vari (a parte il neoplatonismo della pia philosophia di Marsilio Ficino, che interpretò in chiave cristiana figure mitologiche), più che criptica essa è simbolico-allegorica e quindi decodificabile.

Anonimo ha detto...

@ Lino


Si, più che criptica avrei dovuto dire decodificabile.

Mi sfuggono gli elementi di novità, a parte il simbolismo che si è nuovo ma che non si riscontra in nessun altra opera che non sia di questo autore, e quindi più che novità mi sembra una specie di neologismo pittorico. Novità è uno stile, una corrente che contagia e modifica ciò che c'era prima, l'arte di Kiko è più una parentesi che si apre e chiude all'interno del cammino. Anche io posso inventarmi uno stile di pittura tutto mio, ma se resta solo nel mio contesto possiamo parlare veramente di novità? Per esempio recentemente ho visto un mosaico di Rupnik, quella è una novità, c'è chi cerca di imitarne lo stile e le peculiarità. Si può dire lo stesso dell'arte di Kiko? Secondo me il contagio stilistico è una dimensione indispensabile per distinguere una parentesi da qualcosa di nuovo.


Gv

Anonimo ha detto...

Non capisco queste polemiche e invidie e poi non capisco a che cosa se il CN è un totale abominio .
Se cosi' è lo Spirito santo si incarichera di distruggere l'abominio , o no?

c. ha detto...

Ho visto in streaming l'intervento di Kiko sulla Rai.

L'ho fatto tenendo "aperte le orecchie", cioè senza pregiudizi. Limitandomi ad ascoltarlo come se non avessi mai saputo nulla del Cammino Neocatecumenale.

L'impressione finale è di un vuoto disarmante perché non rimane nessun concreto concetto su cosa si basi questa nuova "evangelizzazione" se non, appunto, entrare nelle comunità neocatecumenali.

La faccia di Rosario Carello e del pubblico è eloquente più di qualunque commento. Anzi, è lo specchiarsi di DUE CHIESE diametralmente opposte; la prima quella del Vaticano, dell'Azione Cattolica (sottilmente sbeffeggiata da Kiko nel suo intervento)e della Chiesa dei movimenti e delle associazioni che è abituata ad interloquire, parlare e parlarsi per cercare di capire e vivere il vangelo assieme alla comunità. Dall'altra l'annuncio del "kerigma" neocatecumenale, non criticabile, un annuncio al quale non è chiesto di interrogarti o fare considerazioni.

Io sono stato in cammino per oltre 15 anni ed a mio avviso, comunque, il C.N. non ha nessun appeal mediatico proprio perché non ha nessun concetto concreto sul quale si fonda se non, appunto, credere pedissequamente a Cristo (interpretato, ovviamente, soltanto dai c.d. "catechisti" neocatecumenali).

Anonimo ha detto...

Quando feci visita al Redemptoris Mater, ci spiegarono tutti i simbolismi di Kiko, dalle vetrate alle forme delle lanterne, ecc.

Tutta l'arte kikiana serve al fondatore per spiegare le sue catechesi.

Molti, anche all'interno del Cn, non condividono il gusto estetico.
--------------------------------------

Gesù stesso disse a Luisa Piccarreta come i nemici maggiori della Chiesa si trovano all'interno.
Si potrebbe dire che i nemici maggiori del CN non sono coloro che scrivono su questo blog, ma coloro che all'interno delle comunità non danno buon esempio e deviano in forme di fanatismo di tipo protestante.

Ecco le parole di Gesù a Luisa P:
"Oh! quanti gia stanno per uscire in campo, ora è guerra tra governi, paesi, e fra poco guerreggeranno la Chiesa, e i più nemici saranno i propri figli. Il mio Cuore è lacerato dal dolore".

Mario

Anonimo ha detto...

solo una considerazione x questi così "ben" informati accusatori del cammino. COMPLIMENTI perché a quanto pare qui abbiamo persone più infallibili dei due pontefici precedenti che hanno approvato il cammino in più di un'occasione ( uno dei due è "solamente" beato) e piu infallibili dello Spirito Santo che ha ispirato a entrambi una decisione così importante.
avete ragione voi ,forse Papa Benedetto XVI , il beato Giovanni Paolo II e lo stesso papa Francesco non hanno capito niente.
ci vediamo al prossimo conclave!

Tiziano ha detto...

1) Grazie a Dio lo Spirito Santo agisce in tanti modi e anche se viene sbeffeggiato Kiko Arguello, accompagnato e inviato dalla Chiesa e dal Santo Padre, si è prestato ad opere secondo il Concilio Vaticano II...

2) "Abuso", "Esorcismo", secondo me neanche sapete cosa vogliono dire queste parole, ripeto che lui ha fatto e voleva fare una grande evangelizzazione...

3) Assolutamente no, lui è andato li oltre che con il parere dei vescovi obbedienti a Roma, anche con l'appoggio della stessa Chiesa Romana.

4) Io mi sposo tra 2 settimane, mai sentita una "cavolata" così grossa, parlate con tanti giovani del Cammino e vedrete che non è così... ragazze in cina per sposare Atei... ma state scrivendo un romanzo Fantascientifico? XD

5) Penso che i vostri informatori si sono sbagliati altamente, lui è stato sempre in obbedienza con la Santa Sede e ha sempre operato altrimenti... Chiaramente l'uomo è l'uomo e può aver avuto delle esitazioni... ma voi perushím non potete capire, siete troppo alti per noi comuni peccatori...

6) Carissimi, il Demonio esiste... può essere descritto come volete ma opera... per quanto riguarda una vera e propria descrizione basta che leggete il CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA, è un volume molto interessante sapete ;)

7) Kiko credo che sia stato molto discreto su quelle apparizioni, fatto sta che c'è gente che neanche sa di questo, proprio perché non importa più di tanto ma basta vedere i frutti... e le molte conversioni valgono più di un grande miracolo fisico ;)

9) Kiko non ha mai detto questo...

10) Direttorio è consultabile... io ho delle copie a casa... però vi piacerebbe sapere il finale di un libro prima di scoprirlo a tempo debito e senza viverlo nel ritmo della lettura?... credo proprio di no

11) Come ogni fondazione se andate li vi può far vedere i bilanci (LEGGE ITALIANA) ma potete girare il mondo per i seminari e parrocchie per vedere voi stessi come vengono usate le donazioni...

12) Kiko ha ordinato proprio un bel niente, io ho fb e tanti altri mezzi di comunicazione... bah... ognuno è liberissimo

13) "Costosi arredi griffati kiko" vi darei un premio fantasia XD... gli arredi sono simbolici... poi ogni comunità fa come può e non sono poi così costosi... Sbaglio o era San Francesco che nella sua umiltà e povertà utilizzava calici d'oro e quant'altro per le messe, per Signore questo ed altro

14) Fidatevi, il Demonio perseguita per quanto riguarda l'apertura dei seminari io vorrei ricordarvi che sono DIOCESANI e che se al vescovo non garbano più li può anche chiudere... per quanto riguarda la Domus io vi consiglierei di farci un salto e farvi ospitare e vedrete cosa vuol dire la carità per il fratello...

Detto questo, ho una sola domanda io, perché non vi rilassate e non conviviamo tutti insieme ognuno con i propri carismi al servizio della Chiesa?
(so già la risposta)

ps: vediamo se pubblicate anche il mio di commento oppure censurate tutto... in qualunque caso vi d'ho la pace e un abbraccio

Vostro fratello nella Fede
Tiziano

Lino ha detto...

@ Gv
No, io non mi riferivo alla pittura né al simbolismo, quelli semplicemente non esistono o sono mimesi sincretiche. La pittura di Kiko non esiste, come fatto nuovo.
Mi riferivo al concetto di Nuova estetica, in modo più ampio. L'estetica, più in generale, definisce "i criteri fondamentali della bellezza", anche quella della natura.

Leggi qui, caro Gv:

http://www.vatican.va/news_services/liturgy/2004/documents/ns_lit_doc_20040202_liturgia-bellezza_it.html

ti renderai conto che cosa pretende di essere la Nuova estetica e perché essa ha tanti elementi di novità, che noi contestiamo.

FDF ha detto...

@Lino

grazie per il link che hai condiviso. Mi ha colpito questo passo:

Che cosa rende bello il gesto del Signore? La decorazione della sala? Il modo con cui la tavola è stata preparata? La ricchezza della tovaglia? Certo tutto questo serve a sottolineare la bellezza, come una cornice mette in evidenza la bellezza del quadro. La vera bellezza è il gesto dell’amore salvifico: «li amò sino alla fine…, prese il pane». Per questo il gesto è bello. La Chiesa, nel ripetere il gesto di Cristo, lo trova bello perché riconosce nel gesto l’amore del suo Signore. Il senso estetico, il senso del bello della liturgia non dipende in primo luogo dall’arte, ma dall’amore del mistero pasquale. Per collaborare con la liturgia, l’arte ha bisogno di essere evangelizzata dall’amore. La bellezza di una celebrazione eucaristica non dipende essenzialmente dalla bellezza architettonica, dalle icone, dalle decorazioni, dai canti, dalle vesti sacre, dalla coreografia e dai colori, ma in primo luogo dalla sua capacità di lasciar trasparire il gesto d’amore compiuto da Gesù.

Mi è volata alla mente, leggendo, un episodio che mi capitò in una preparazione di canti per la Pasqua. Dopo un po' di dibattito c'erano due scelte, una di queste era un canto che ritenevo (e ritengo) molto bello, preso dal Cantico dei Cantici (1,2 ss), perché attinente ad una delle letture della Veglia e solenne (non la solita chiassata).
Mi fu risposto che il canto era "troppo smorto", dato che a Pasqua, i canti devono essere necessariamente tutti allegri.
Capisci il pensiero distorto? Non ti dico il litigio, alla fine del quale stavo per alzarmi e andarmene, perché, dicevo, se il criterio per scegliere dei canti in una liturgia deve essere "l'allegrezza" allora non volevo partecipare a nessuna preparazione.

Max ha detto...

@ Mario
"....Quando feci visita al Redemptoris Mater, ci spiegarono tutti i simbolismi di Kiko, dalle vetrate alle forme delle lanterne, ecc....Tutta l'arte kikiana serve al fondatore per spiegare le sue catechesi....."


Se anche io, cristiano della domenica, mi presentassi al Redemptoris Mater, mi spiegherebbero tutta l'arte di kiko? Mi spiegherebbero che tutta l'arte kikiana serve per spiegare le SUE catechesi?...

Perché serve una NUOVA arte per spiegare quello che da 2000 anni la Chiesa spiega in modo autorevole?
Questo credo che al Redemptoris Mater non me lo saprebbero spiegare....

Anonimo ha detto...

@Lino, capito.

Certo questa cosa ha senza dubbio un nuovo "criterio fondamentale della bellezza" certo abbiamo la demolizione della spiritualità per la pura emozione estetica.

Estetica a cui si viene indottrinati perdendo i concetti più basilari di bello.

Vediamo come in alcuni catechisti di vecchia data lo stesso concetto del bello è cambiato e cambiando nome alla rosa riescono a far percepire l'odore buono come cattivo e viceversa, trasformando così la Messa del Signore in una disprezzabile messa della domenica e la liturgia privatizzata-settaria diventa un modello di comunità.


Gv

Anonimo ha detto...

come si può essere pieni di gioia se tutto il giorno non fate altro che criticare chi vi sta davanti ? Io credo che voi siate un pò solo un pò alienati, il bello però è che credete di vedere e saper discernere a scapito degli altri che a dir vostro sono dei troll, ma che invece spendono la loro vita a servizio della chiesa e dell'evangelizzazione.
Voi invece carini spendete qui la vostra vita a sparlare come facevano un dì o forse lo fanno tutt'ora chissà le comari di un paesino messa la sedia fuori dell'uscio pronte a spettegolare e a parlar male di chi gli capita innanzi.Complimenti rendete grande servizio alla Chiesa se i lontani dalla chiesa s'avvicinassero a questo blog ne scapperebbero ancora più lontano

by Tripudio ha detto...

Al commentatore delle 11:47 bisogna rispondere che lo Spirito Santo non è una "bacchetta magica risolviguai".

Per esempio, il nazismo è stato un totale abominio. Il fatto che sia durato tanto tempo e abbia fatto tanti morti innocenti, è un problema della "bacchetta magica"?


Senza dubbio il Cammino Neocatecumenale farà un grosso tonfo, come tutte le opere di mani d'uomo.

Ma di fronte all'ingiusta sofferenza di tantissimi "ex neocatecumenali", che dal Cammino hanno ricevuto solo chiacchiere, canzonette, e spremitura di portafogli (oltre che devastazione della vita spirituale)... non possiamo tacere, non dobbiamo tacere, altrimenti saremmo complici del male che il Cammino continua a fare.

Il Cammino è "dono dello Spirito" solo nella misura in cui compie le opere dello Spirito.

E tra le opere dello Spirito certamente non ci sono le menzogne, gli strafalcioni liturgici, la malagestione dei soldi, le corbellerie dottrinali, l'orgoglio e l'arroganza dei cosiddetti "catechisti"...

by Tripudio ha detto...

Al commentatore delle 14:53 vorrei ricordare che Giovanni Paolo II e Benedetto XVI hanno condannato gli strafalcioni liturgici del Cammino dal 1983 al 2012.

Trent'anni di condanne e voi ve ne siete sempre altamente infischiati.

Max ha detto...

@"....Complimenti rendete grande servizio alla Chiesa se i lontani dalla chiesa s'avvicinassero a questo blog ne scapperebbero ancora più lontano....."

Complimenti rendete grande servizio alla Chiesa con l'indottrinamento coatto al cammino neocat, se i lontani dalla chiesa capissero subito che questo movimento è una setta eretica scapperebbero ancora più lontano....
e meno male!

Tiziano ha detto...

@Tripudio...

Come il tuo nome, stai dicendo un tripudio di stupidaggini.

Chiaro che la Chiesa ci ha corretti e ci correggerà, grazie a Dio, perché vuol dire che stiamo in un cammino in evoluzione verso la giusta meta, come il popolo d'Israele... quando vedremo che le correzioni e anche le persecuzioni finiranno sarà allora che ci preoccuperemmo di essere stati abbandonati dalla salvifica mano della Chiesa.
Per quanto riguarda i peccati del cammino, mi sembra scontato che ci siano e ce ne saranno, siamo uomini e commettiamo errori.
Il cammino è un'opera dello Spirito, come tantissime altre realtà e movimenti nella Chiesa, vuoi i fatti concreti? Ecco, detto fatto: aumento incessante di seguaci, il moltiplicarsi esponenziale delle comunità e dei catechisti itineranti, le miriadi di vocazioni al sacerdozio e al chiostro, la gran quantità di famiglie che vanno in missione in terre remote, la natalità altissima... e solo uno di questi basterebbe per far continuare il cammino, come una delle tante risposte della Chiesa al mondo secolarizzato di oggi.

Lino ha detto...

@ FDF ha detto:
- Mi fu risposto che il canto era "troppo smorto" -

E il canto, FDF, come le icone e i balletti, infatti è parte integrante della Nuova estetica. Il ballo contribuisce a suscitare "l'emozione estetica". Non è la sostanza, però, è come una "suppellettile".
La sostanza della "nuova estetica" è la nuova liturgia in un nuovo spazio celebrativo. E, sottintesa alla nuova liturgia, c'è un nuovo modo di credere, fondato sulla comunità (che anche è parte integrante della nuova estetica) e non "sul gesto di Cristo".

Se tutto si fosse ridotto all'arte, Kiko non avrebbe potuto affermare: "Solo una nuova estetica salverà la Chiesa del terzo millennio". Mica un balletto o un'icona possiedono questo potere salvifico?
Il discorso è molto sottile, perciò io - pur contestandoli - affermo che questi non sono stupidi. Mi riferisco ai fondatori (palesi e occulti), non agli adepti sempliciotti come Baccalà e - checché lui pensi della sua furbizia - Vecchia Volpe.

by Tripudio ha detto...

Caro fratello Tiziano:

1) se la Chiesa vi ha corretti significa che avete sbagliato. Ma stranamente, di fronte agli errori, voi non accettate le correzioni. Infatti fate ancora la comunione seduti (e tanti altri strafalcioni liturgici) nonostante il divieto di Giovanni Paolo II del 1983 (1983!!!!) e addirittura delle «decisioni del Santo Padre» Benedetto XVI contro le vostre liturgie, decisioni poi confluite nel vostro stesso Statuto (che voi disonorate).

2) se siete un cammino "in evoluzione verso la giusta meta", come mai da 45 anni a questa parte le cosiddette "catechesi" sono sempre le stesse? Ripetute a pappagallo! Al punto che fino a non molti anni fa, Kiko in persona esaminava i cosiddetti "catechisti" (e recentemente abbiamo commentato il fatto che si ripetono alla lettera perfino battute spiritose e aneddoti, senza contare i "cloni di Don Kikolone" che ne imitano perfino i rischiaramenti di gola: "ham ham scusate mi si è seccata la gola": Kiko dixit! sacre parole da ripetere nella liturgia!)

3) i peccati "del Cammino" non sono i peccati dei singoli (ci vorrebbero non uno, ma cento blog per commentare le ingiustizie perpetrate dai cosiddetti "catechisti"); i peccati del Cammino sono di natura dottrinale e liturgica, e questo ve lo stanno dicendo teologi, pontefici, sacerdoti, vescovi, e perfino quattro gatti come noi...!

4) i "fatti concreti" di cui parli tu sono solo successi mondani: e per giunta sono pure falsi e comici.

"Aumento incessante di seguaci": sono diversi anni che vantate sempre "un milione" di adepti (e sapete bene che intere famiglie stanno abbandonando le comunità del Cammino, non soltanto i singoli! sapete bene che di 50 che cominciano il Cammino, solo 10 arrivano alla fine! sapete bene quante comunità debbono per forza di cose essere "accorpate"!)

Le "miriadi" di vocazioni? Ma sono solo numeroni ingigantiti dalla propaganda kikiana! (leggi questo articolo [link] scritto da un vostro fan, che ammette che alle "alzate" si alzano molto meno di quelli che dice Kiko, e gran parte è fatta di "bambini e gente che non fa sul serio").

Quanto alle "famiglie in missione", non fare lo gnorri: si tratta di missione neocatecumenale, per impiantare non la Chiesa, ma il Cammino! per portare non Cristo, ma Kiko! per cantare non il gregoriano, ma le canzonette kikiane!

Sulla "natalità altissima" pure c'è da ridere: come nel fascismo, c'è una gara a chi sforna più figli (a qualsiasi costo! altrimenti il tuo cosiddetto "catechista" ti accuserà di ogni perversione sessuale!)


Il Cammino potrebbe ridiventare un dono dello Spirito.

È sufficiente che ripudi tutte le storture dottrinali e liturgiche, dalle quali discendono le ingiustizie e le devastazioni della vita spirituale di tanta gente semplice che desidera solo appartenere a Cristo e alla Sua Chiesa.

Ma Kiko non ve lo permetterà mai.

Anonimo ha detto...

"siamo uomini e commettiamo errori."

Errare humanum est, perseverare autem diabolicum


Gv

Luisa ha detto...


"Chiaro che la Chiesa ci ha corretti e ci correggerà",

Tiziano, ci sono le parole e ci sono i fatti, la Chiesa ha tentato di correggervi, Benedetto XVI vi ha addirittura dato delle NORME per modificare la vostra prassi liturgica, avete obbedito?
NO.
Il vostro leader ha un progetto sulla Chiesa, vuole modificare non solo le parrocchie (ipse dixit), vuole imporre la sua nueva estetica (olé), pretende che prima di lui nelle parrocchie ci fosse il vuoto, ( lo ha ancora detto domenica a sua immagine),che quei poveretti di parrocchiani non ricevono nessuna formazione, va in giro per il mondo a dire che la pastorale sacramentale ha fallito, insomma, per il vostro leader la salvezza verrà dal cnc, non può che passare attraverso il cnc.

Quando si ha quel delirio di onnipotenza, quella superbia estrema, credi veramente che le correzioni vengono accettate?
Per il suo iniziatore il cnc non può e non deve essere modificato, se vi toccano la "vostra eucaristia"(come se potessero esistere diverse Eucaristie!) , il "cammino " è finito( sempre Arguello dixit).
Sì, ci sono le parole e ci sono i fatti, ci sono gli slogan e c`è la realtà, c`è la verità e ci sono le menzogne, avete troppo tendenza a nascondervi dietro gli slogan.

Sebastian ha detto...

pretende che prima di lui nelle parrocchie ci fosse il vuoto, ( lo ha ancora detto domenica a sua immagine),che quei poveretti di parrocchiani non ricevono nessuna formazione, va in giro per il mondo a dire che la pastorale sacramentale ha fallito

In effetti, nelle parrocchie in cui il CN si è insidiato da più tempo, specialmente se il parroco è NC, tutto ciò che non è il cammino tenderà a finire.
I preti anziché organizzare gruppi di preghiera, di approfondimento del catechismo, danno la precedenza al CN, invitano le persone ad entrare in comunità.
Anche al catechismo per i bambini, insegnare ciò che dice il Catechismo è considerato un superfluo indottrinamento. Così si dà la priorità all'esperienza. Non è necessario che il catechista per i bambini della comunione abbia ricevuto una formazione per formare a sua volta dei giovani cristiani, l'importante è che abbia avuto una "esperienza", che significa aver fatto il cammino per qualche anno (possibilmente col 2° passaggio).

Io stesso fui invitato a fare il catechista, e lo feci (prima per la comunione, poi per la cresima).
Non parlammo mai dell'Eucaristia, mai facemmo un minuto di adorazione eucaristica, o un rosario, o un minuto di preghiera silenziosa. Ai bambini della cresima non parlammo mai di che cosa consistesse il sacramento che stavano per ricevere.

Quando espressi dei dubbi al catechista (NC) che organizzava le lezioni di catechismo, mi disse che ai bambini non serviva un indottrinamento sul Catechismo, perché questo andava bene 40 anni fa, dove la società era impregnata di cristianità. Adesso invece ai bambini non gliene può fregare di meno, far conoscere la Dottrina non serve a nulla, serve solo l'esperienza di vita cristiana.

Ma in un'ora a settimana che esperienza di vita puoi dare ai bambini? Non sarà più utile insegnare loro il VERO significato dei sacramenti, insegnare loro a pregare?
Che poi ai bambini no interessi nulla di ciò in cui crede veramente la Chiesa è una balla. C'era una catechista di lunga data, che decise di fare a modo suo, in modo più tradizionale (come faceva da anni). I bambini erano tutti molto più contenti di venire a catechismo rispetto a tutti gli altri.

Per cui io non sono molto contento se i NC partecipano troppo alla vita parrocchiale, perché di solito ne diventano i principali protagonisti, se non gli unici. Preparano i bambini alla comunione, poi alla cresima, poi al post-cresima di Kiko, e finalmente saranno belli pronti per entrare in comunità.

Tanto vale che restano tra di loro chiusi nelle salette, almeno fanno meno danni.

Anonimo ha detto...

a chi continua a criticare l'8/1/2012 il Pontificio consiglio per i laici rende pubblico quanto segue :
" visti gli artt.131-133 della costituzione apostolica Pastor Bonus avuto il parere favorevole della congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti, concede l'approvazione di quelle celebrazioni contenute nei volumi del direttorio catechetico che non risultano, per la loro natura già normate dai libri liturgici della chiesa.".. Allora cosa si replica questo è un documento ufficiale uscito dal vaticano sotto il pontificato di Benedetto XVI ma lui non sapeva nulla vero ?

Anonimo ha detto...

Anche il Vangelo da 2000 anni è sempre il solito.

Kikarmezzi ha detto...

Mi è stato detto che, durante la trasmissione, Kiko ha esplicitamente affermato di ispirarsi ad un teologo protestante, "però molto vicino al cattolicesimo" a suo dire. Potete per favore confermare se è vero? È Bonhoeffer per caso?

Grazie :)

Max ha detto...

@Tiziano.
"Chiaro che la Chiesa ci ha corretti e ci correggerà, grazie a Dio, perché vuol dire che stiamo in un cammino in evoluzione verso la giusta meta, come il popolo d'Israele..."

Si ma il popolo di Israele ci ha messo solo 40 anni nel deserto, voi invece è dal lontano 1964..
Avete già sforato di 9 anni buoni....a quando la conversione e l'obbedienza?
Oppure anche voi come gli Ebrei aspettate il Messia?
E se non il Messia, gli UFO viste le architetture kikiane....

Anonimo ha detto...

Domande giuste e opportune, ma anch'io avrei le mie: 1) Fratello nc sei d'accordo col fatto che dopo la messa riposto nel Tabernacolo c'è Cristo? 2) perché se in una parrocchia ci sono più comunità neocatecumenali queste celebrano ognuno una propria messa? 3) Perché solitamente l'eucaristia si celebra in un luogo estraneo all'aula liturgica (sale o salette parrocchiali) e perché nel complesso di Porto San Giorgio non è stata creata una Chiesa ad hoc per le grandi celebrazioni, ma solo un palestrone adornato di un grande quadro fatto da Kiko? 4) È rispettata la Parola di Gesù che dice che non c'è niente di nascosto che non debba essere rivelato, quando non rendete noto i passaggi e persino i canti, non solo a noi comuni mortali, ma anche alle vostre comunità? 5) Se domani iniziassi il cammino con altri fratelli, possiamo decidere di recitare il Rosario prima della messa? 6) Se un catechista nc e il parroco sono in disaccordo chi ha ragione, e se il parroco o il vescovo vi chiede di celebrare la"messa normale" il sabato sera, voi che fate (ma non dite che siete approvati)? 7) Se un catechista deve tenere una catechesi, può farlo leggendo "pari pari" il Catechismo senza nulla aggiungere? 8) Perché a Madrid la gran parte dei nc non sono andati a cuatro vientos ma aspettavano il lunedì per vedere Kiko? (e non ditemi che non è vero perché conosco gente che l'ha fatto. 9) Perché nel cn tutto deve essere pre dettato e predeterminato, persino le preghiere spontanee? E infatti per esempio vengo ripreso da qualche catechista se in una convivenza inizio la mia preghiera "spontanea" con parole diverse da "Signore Padre Santo? 10) Per concludere: Credete nella comunione dei Santi, e se si, in un incontro nc si può raccontare e discutere sula vita di un santo, o piú semplicemente citare un episodio della vita dei Santi senza essere rimproverati dai catechisti? Grazie! ARM

Razor ha detto...

Probabilmente avrete già ascoltato l'intervista a Kiko nella trasmissione "A sua immagine".
Emblematiche le parole dal minuto 1:58 a 2:05; dice Kiko:

"Una persona che sta male dove va? Che fa? Entra in una chiesa ma è vuota, non c'è nessuno o c'è una Messa..."

Il Santissimo è nessuno? La Santa Eucarestia è niente? Il conduttore completamente inebetito...

Questo il video:

http://www.youtube.com/watch?v=GUY-468KNLU&feature=share



Anonimo ha detto...

e come suole la tradizione testi con citazioni documentate e veritiere vengono censurati. Siete proprio scontati prevedibili e soprattutto non credibili

Anonimo ha detto...

@ Tiziano:

Le tue parole denotano che sei molto "avanti" nel Cammino, quindi....mai pensato di parlare con un bravo Sacerdote della Chiesa Cattolica? Non parlo di quelli del CN ma di quelli Cattolici per davvero, quelli che seguono il Papa per capirci.

Magari ti chiarisci le idee e inizi a seguire Cristo, non un esaltato spagnolo.

A proposito: auguri per il tuo prossimo matrimonio. NC anche lei? La H.Vitae l'avete letta da soli oppure ve la hanno spiegata i catechisti? C'è una bella differenza sai?

by Tripudio ha detto...

L'anonimo delle 18:31 e delle 18:33 fa fare una pessima figuraccia al Cammino.

Infatti vorrei chiedergli:


1) il Vangelo è sempre lo stesso da 2000 anni... e tu dici che la parola di Kiko ha lo stesso valore del Vangelo? metti sullo stesso piano Kiko e il Vangelo?

E allora perché il Vangelo è pubblico e le cosiddette "catechesi" di Kiko sono segrete? E come mai di tutto ciò che è trapelato, sono venute fuori ambiguità, fandonie, vere e proprie corbellerie? Forse che il mondo intero complotta contro Kiko? e come mai vi rifiutate di correggerle pubblicamente? perché mai Kiko e Carmen non fanno una pubblica e dettagliata professione di fede ripudiando gli errori di cui vengono accusati da decenni?


2) se non te ne sei accorto, un conto è la normativa che vi viene data, altra storia è il fatto che voi non ubbidite. Per esempio nello Statuto si recepiscono pienamente le «decisioni del Santo Padre» Benedetto XVI (art. 13, comma 3, nota 49), ma voi fate ancor oggi la "comunione seduti" e tanti altri strafalcioni liturgici...


3) l'8 gennaio 2012 voi stavate tentando di auto-approvarvi la liturgia (tutto all'insaputa del Papa), e invece Benedetto XVI è stato avvisato per tempo ed ha fatto "riscrivere" il decreto perché conteneva troppi errori. E dunque l'approvazione c'è stata solo per i momenti "non liturgici", ribadendo che per la liturgia dovete seguire ciò che segue tutto il resto della Chiesa...


Insomma, caro fratello, se vuoi scrivere commenti su queste pagine di blog, assicùrati prima di aver capito come stanno le cose.

Altrimenti farai una figuraccia barbina (così come le fa Kiko, per esempio quando si inventò che gli ortodossi russi volevano fare il Cammino, oppure quando si vanta di aver esorcizzato la Cina e robe del genere).


A Kikarmezzi dobbiamo purtroppo ricordare che "ispirarsi" è un verbo che oggi può significare quasi qualsiasi cosa.

Sono molti i teologi protestanti a cui Kiko e Carmen si sono "ispirati", sia "vicini" che "lontani" dal cattolicesimo. Senza contare i teologi "cattolici" che però sono più vicini al protestantesimo che alla Chiesa. Ma questo, in sé, non sembra abbastanza per indicare un errore.

Sì, di Bohnoeffer in particolare era raccomandata la lettura di un libro ("Sequela", se non ricordo male) ai soli cosiddetti "catechisti" (vietatissimo e segretissimo per tutti gli altri); uno dei commentatori di questo blog lo mostrò ad un suo cosiddetto "catechista" che andò su tutte le furie (comicissimo: stai leggendo un libro che posso leggere solo io!)

È ovvio che leggere il Catechismo o la Storia di un'anima di santa Teresina di Lisieux oppure la Filotea o l'Imitazione di Cristo, spiritualmente è diecimila volte meglio che leggere i migliori teologi protestanti.

Ma nel Cammino conta il cosiddetto "carisma" (cioè la somiglianza con Kiko: pensa che i giovani del Cammino si tagliavano la barba alla foggia di quella di Kiko), non il crescere nella spiritualità cattolica (verresti immediatamente redarguito come "superbo", come uno che "non si fida" del Cammino, eccetera).

Sebastian ha detto...

Sto guardando il video di Kiko a "A sua immagine"

http://www.youtube.com/watch?v=Py1LKKALVhI

Sinceramente è imbarazzante... Ieri venivano qui a dirci che stiamo con la bava alla bocca, avvelenati perché Kiko ha fatto chissà che figurone su Rai 1... Mah, a me ispira una pena...
Dice sempre le stesse cose...
La stoltezza della predicazione...
"Caritas Christi urget nos"...
Il cammino non è un movimento...

Non è in grado di sostenere un dialogo. Vuole parlare solo lui! Non si adatta mica alla circostanza. No, ovunque va fa sempre il solito teatrino, dice le stesse cose: sia che si tratti di una convivenza coi vescovi, una convivenza con gli itineranti, un incontro vocazionale, un incontro coi frati, una trasmissione televisiva... Ci mancava solo che si portava la croce da casa e si metteva a predicare in piedi appoggiato alla croce.

Poi guarda come si scoccia ad essere interrotto. Non è in grado di fare un ragionamento compiuto. Spara parole a caso, come al solito.
"La stoltezza... Apri l'orecchio... Il peccato... Il cielo è chiuso... Dobbiamo annunciare..."
Altre perle usuali:
"La comunità cristiana come i primitivi cristiani"
"Non si può vivere la fede isolatamente"
"La dimensione della croce"
"Per arrivare a questo grado di fede... è molto difficile... bisogna fare un itinerario di iniziazione cristiana"

Poi riparte con tante belle esperienze... saranno vere? Lecito dubitare, conoscendo il tipo di propagande che è abituato a fare...
E infatti poi ricomincia con la propaganda
20000 sacerdoti per la Cina!
800 famiglie in missione!
3000 famiglie alzate!
100 seminari!
20000 giovani a Catanzaro (chissà se si alzano tutti per andare in Cina?)!

Insomma, sempre il solito discorso, o predicazione, trito e ritrito che riproponeva a tutti gli incontri vocazionali a cui ho partecipato. Ora mi rendo conto che non ero io strano a non capire i suoi discorsi... Ancora non capisco però come mai molti rimanevano estasiati! Come se ogni volta facesse chissà che rivelazione o che discorso sublime...

Perché dovremmo essere invidiosi, o addirittura arrabbiati, per questa "intervista" che tale non è, visto che lo stesso intervistatore ammette di non essere riuscito a fare più di due domande? Anzi, fossi in voi, cari anonimi vari, mi vergognerei veramente a seguire un tipo del genere (in effetti mi vergogno di averlo seguito per anni...).

Sebastian ha detto...

Mi è stato detto che, durante la trasmissione, Kiko ha esplicitamente affermato di ispirarsi ad un teologo protestante, "però molto vicino al cattolicesimo" a suo dire. Potete per favore confermare se è vero? È Bonhoeffer per caso?

Ortodosso, non protestante. Non ricordo il nome, ma nel commento precedente ho messo il link al video integrale. Ti consiglio di guardarlo tutto se vuoi renderti conto della brutta figura che ha fatto Kiko... Ma se hai già seguito qualche predicazione di Kiko, non ti aspettare nulla di nuovo.

Luisa ha detto...

Caro Razor, chi ha ancora una briciola di buon senso, chi ha ricevuto una sana e retta formazione cattolica, mette fra di sé e quel personaggio agitato e superbo la giusta distanza, quell`uomo ha un tale disprezzo
per la Chiesa (anche se sa che senza la Chesa il cnc non sarebbe niente altro che una setta di cui ha la struttura e i metodi),
per i sacerdoti che non sono ancora convertiti al suo verbo,
per le prassi della Chiesa,
per la pastorale della Chiesa,
che chi ama la Chiesa di Cristo sa che è solo grazie all`aiuto e la protezione di potenti lobby che agiscono, ahinoi, dentro, ma anche fuori dalla Chiesa, che quell`uomo può ostentare quella sua arrogante presunzione e sicurezza.
Ma forse quell`uomo idolatrato dai suoi non è in realtà che una marionetta in mano di chi sfrutta e gioca sul suo incommensurabile orgoglio.

Ruben ha detto...

@Tiziano
"Il cammino è un'opera dello Spirito, come tantissime altre realtà e movimenti nella Chiesa, vuoi i fatti concreti? Ecco, detto fatto: aumento incessante di seguaci, il moltiplicarsi esponenziale delle comunità e dei catechisti itineranti, le miriadi di vocazioni al sacerdozio e al chiostro, la gran quantità di famiglie che vanno in missione in terre remote, la natalità altissima... e solo uno di questi basterebbe per far continuare il cammino, come una delle tante risposte della Chiesa al mondo secolarizzato di oggi."
---
Si Tiziano, ma qual'è il "costo" in termini sia di "denaro" che di "disagi spirituali"? Se per avere un modestissimo ritorno personale, mi devo materialmente privare e spiritualmente affliggere, benedicendo le afflizioni,dov'è il "frutto di ritorno"?
Tuttalpiù,può esserci la sensazione di essere un "prescelto",dovuta ad una falsa consapevolezza,il supporre di avere qualcosa che altri non hanno,e probabilmente non ti rendi conto, quanti peccati gravi, possa generare questo riscontrabilissimo senso di superiorità, che voi tutti avete.Con l'attribuire poi, in continuazione, cose che "non" appartengono allo Spirito Santo, si rischia anche l'infrazione al 2°Comandamento.

Ruben

Lino ha detto...

Tiziano ha detto:
10) Direttorio è consultabile... io ho delle copie a casa... però vi piacerebbe sapere il finale di un libro prima di scoprirlo a tempo debito e senza viverlo nel ritmo della lettura?... credo proprio di no

Infatti, com'è noto, i libri - scolastici e non - sono venduti a capitoli. Ho tentato di acquistare "Gesù di Nazaret" vol. 3 di BXVI e in libreria mi hanno detto: "Ti piacerebbe sapere il finale, eh? Solo il primo capitolo possiamo fornirti, per il momento".

Lo sai chi la pensa come te, Tiziano? Certi signori col grembiulino che scrivono cose simili:

"Il Silenzio è utile quando si affrontano temi o lavori di rilievo, oppure quando il linguaggio deve tener conto delle diversità di preparazione che possono sussistere tra interlocutori di grado diverso. Portare al di fuori della Loggia forme e contenuti del lavoro svolto in essa li snaturerebbe. Potrebbe togliere loro senso, o peggio, travisarlo".
Fonte:
Gran Loggia d'Italia degli Antichi Liberi Accettati Muratori - Obbedienza di Piazza del Gesù
http://www.granloggia.it/GLDI/default.aspx/1269-doveri_prioritari.htm

Lino ha detto...

@ Sebastian ha detto...
"Ma se hai già seguito qualche predicazione di Kiko, non ti aspettare nulla di nuovo
Comincio a pensare che anche lui abbia ricevuto da qualcuno i mamotreti da imparare a memoria.

Anonimo ha detto...

Ho ascoltato il video posto da Sebastian. Ho notato che Kiko cita San Girolamo al quale Dio chiede nient'altro che i suoi peccati, per ricevere dunque il Perdono Divino e uno spirito nuovo. Di qui, ben si comprende perchè nel CN è prevista la tappa in cui i peccati più orribili si confessano pubblicamente.
Questo non so se teologicamente è corretto, cioè la confessione pubblica.

Ma Gesù a Luisa Piccarreta va oltre e dice:

"...chi con decisione ferma mi ha dato la sua volontà, mi ha dato la parte più nobile, più preziosa, qual’è la sua volontà, in essa mi ha dato tutto l’interno e l’esterno, anche il respiro, e con ciò ha meritato d’essere scritta nell’esercito divino, in modo che tutti la conosceranno che appartiene alla nostra milizia; come potrò fargli mancare nulla, come non amarla?"

Quindi, Gesù chiede non solo il peccato nostro, ma anche la nostra volontà per donarci la sua Divina Volontà.

In questo si va oltre, perchè si vuole prettamente ciò che vuole Gesù.
Il CN potrebbe aiutarmi in questo?

Gesù dice che attraverso le rivelazioni e gli scritti che Lui stesso ha donato a Luisa Piccarreta, si giunge a vivere questo scambio d'amore: il donare la propria volontà e ricevere in cambio quella Divina.

Quindi, il CN senza questa conoscenza degli scritti di Luisa Piccarreta non potrà giungere a vivere la Divina Volontà.

Mario

Luisa ha detto...

Mi era sfuggito un commento di Tiziano:

5)" Penso che i vostri informatori si sono sbagliati altamente, lui è stato sempre in obbedienza con la Santa Sede e ha sempre operato altrimenti... Chiaramente l'uomo è l'uomo e può aver avuto delle esitazioni.."

Basterebbe questa risposta per capire che è molto difficile dialogare con un neocatecumenale che è, ancora, totalmente immedesimato con il cnc, che vive la sua vita attraverso quel che gli dicono i suoi maestri nel cnc, ai quali è pedissequamente obbediente e che investe di un`autorità infallibile e indiscutibile.

Innanzitutto, se Tiziano conoscesse il Magistero della Chiesa, quello sull`Eucaristia, non potrebbe e non dovrebbe scrivere quelle parole.
E poi, o Tiziano non sa che nel 2005 Arguello ha trascinato tutto il cnc, compresi i presbiteri, nella DISOBBEDIENZA, ma sarebbe sorprendente, o sa perfettamente che Arguello ha rifiutato di obbedire alle NORME di Benedetto XVI sulla prassi liturgica nc.
Dunque, Tiziano, chiama le cose con il loro nome, abbi un pò di coraggio, l`uomo Arguello non ha avuto delle esitazioni, l`uomo, con superbia e arroganza, rifiuta di obbedire perfino al Papa, e non su un punto secondario ma sul cuore e la fonte della nostra vita di fede,la sacra Liturgia, l`uomo vuole imporre alla Chiesa la sua volontà, il suo progetto, e non teme di dirlo, di predicarlo.

mic ha detto...

E' inutile che Tiziano ci proponga i copia e incolla di omelie di Papa Francesco ad usum cammini, perché è ovvio che non li pubblico, anche perché riguardano tutti, non solo noi o loro in base a come le si vogliono rigirare...

mic ha detto...

Quindi, il CN senza questa conoscenza degli scritti di Luisa Piccarreta non potrà giungere a vivere la Divina Volontà

Mario,
con tutto il rispetto, Luisa Picarreta non è il Vangelo.
Il nostro atteggiamento sulle rivelazioni private è di grande rispetto e le riteniamo di aiuto, specie quelle approvate ufficialmente dalla Chiesa, ma non amiamo servircene ad ogni piè sospinto nelle nostre riflessioni.

Tiziano ha detto...

Bene, possiamo confermare che qui non vige la libertà... comunque sia la pace a voi ;)

Ma è vero che tra di voi ci sono dei lefebvriani?
Sapete... girano queste voci...

Kikarmezzi ha detto...

@Sebastian: grazie per il link. Mi sfugge il nome del teologo ortodosso, "Oliver Kremer"?
Kiko è stato scortese nei riguardi del presentatore, imponendosi e ripetendo la solita minestra, senza rispondere alle domande del presentatore. Al mio amico (mai stato in Cammino) gli ha fatto una pessima impressione, da "figlio di buona donna", un furbo. Comunque Kiko mi è sembrato molto teso, quasi spaurito. Forse dovrebbe prendersi un po' di feria qu.. pardon di ferie :)

@Tripudio: Purtroppo hai ragione sulle 'ispirazioni' di molti personaggi.. Sto leggendo proprio ora "L'imitazione di Cristo", che bomba! Altro che i mamotreti! Lo consiglio fortemente a chiunque, neocat e non. È un testo molto interessante, gratis e non segretato qui.

Anonimo ha detto...

Dopo diverso tempo che leggo le varie disquisizioni di questo blog mi sono fatto convinto di una cosa: sia gli "Osservatori" (consentitemi il termine) che gli NC sono entrambi arroccati sul loro pensiero e sul loro modo di vedere/vivere il cristianesimo... entrambi in certi casi lasciano intendere un che di "depositari della fede".
E questo purtroppo non porta da nessuna parte.

Molte delle critiche qui sollevate nei confronti del cammino e delle sue prassi e mentalità distorte o assurde le ho vissute e viste personalmente in 18 anni... altre cose onestamente non le ho mai viste, almeno nel mio ambito, altre mi sembrano "enfatizzazioni di casi isolati".

Personalmente sono già un paio d'anni che ho mollato le redini nei confronti del CN, diventando con il tempo un "fratello part-time". Ciò a seguito di ripetuti contrasti con i catechisti sul modo di gestire alcune problematiche con il parroco. Gliene ho parlato una prima volta, una seconda, una terza... e niente... ah, bè ok, arrivederci e grazie.
Per quanto mi riguarda quindi è più un problema di "miserie umane" che di "errori dottrinali"

Saluti
Etneo

by Tripudio ha detto...

Ti rispondo anzitutto chiedendoti se tu non sia "arroccato" su alcune certezze.
Il cielo è blu o no? Due per due fa quattro o no? Chi ridicolizza i sacramenti va elogiato o no? Tu sei arroccato su queste certezze o no?

Vedi, noi non siamo depositari di alcunché (perciò abbiamo usato il termine "osservatorio" nel titolo del blog, il termine più generico possibile); l'unica cosa che ci sta a cuore è l'unica vera fede nell'unica vera Chiesa.

Ci sono tanti modi di vivere la fede, è vero, ma nessuno di quei modi può prevedere la ridicolizzazione dei sacramenti, l'oppressione dei deboli, la pretesa di essere al di sopra di ogni critica (incluse le critiche del Papa in persona!).

Chi dal Cammino Neocatecumenale ha ricevuto solo delusioni e dolore, se si rivolge all'insegnamento della Chiesa, ai documenti ufficiali, ai discorsi dei Pontefici, e li confronta con gli insegnamenti e la prassi del Cammino e dei due fondatori spagnoli, si accorge che il Cammino è pieno di problemi seri.

E si accorge che la Chiesa comanda al Cammino di togliere di mezzo tutti quegli abusi liturgici, di non essere chiuso in sé stesso, eccetera.

Si accorge, in fin dei conti, che il Cammino è criticato giustamente.

Certo, sappiamo bene che esistono delle "isole felici" del Cammino, dove il cosiddetto "catechista" è più umano, dove certi obblighi ti vengono fatti pesare di meno, eccetera.

Ma si tratta per l'appunto di eccezioni, di casi isolati e di poca durata.

Per questo ti invitiamo a confrontarti onestamente con tutto, senza fermarti a quello che ti può sembrare un singolo caso "enfatizzato".

Per esempio, anche se ti limiti alle sole fotografie, resterai a bocca aperta.

Gli errori dottrinali, lì, li puoi vedere coi tuoi stessi occhi. Le parodie dell'ebraismo (perfino la fascetta-spallina designed by Kiko per la chitarra, oppure il bislacco menorà a nove fuochi messo sul tavolone-mensa per la celebrazione della Messa, oppure quelle ipertrofiche insalatiere-boccali spacciate per "calice"...)

Ti assicuro che le "miserie umane" sono o di contorno, oppure di diretta conseguenza. Quando le "miserie umane" sono presenti in modo così sistematico, è inevitabile pensare che discendano da problemi liturgici e dottrinali (la liturgia rispecchia la fede! è impossibile che una santa liturgia sia specchio di una pessima fede, e viceversa è impossibile che una pessima liturgia sia specchio di una fede veramente cattolica).

Per questo ti rinnovo l'invito a verificare di persona, nella tua esperienza, confrontando ciò che comanda la Chiesa con ciò che si fa nel Cammino.

E scoprirai quello che abbiamo scoperto anche noi (e che perciò fa esistere questo blog e tutte le pubblicazioni contro il Cammino).


Vedi, il Cammino non consiste nel buon cuore dei semplici.

Il Cammino, nelle linee volute dai suoi cosiddetti "iniziatori", sfrutta il buon cuore dei semplici, e propaga errori che ancor oggi non sono stati corretti. La verità e l'errore non possono essere parenti. La verità e l'errore non hanno gli stessi diritti.

Per questo non si tratta di uno scontro di opinioni, come hai affermato tu.

Anonimo ha detto...


Si dice che i NC ripettono le frasi di Kiko come papagalli. Oggi ho fatto un giro di pagine contro il CN nel mondo. TUtti usano le stesse frasi le stesse acuse, le stesse callugne......papagalli?