lunedì 8 aprile 2013

Pappagalli che recitano a memoria «anche le "battute spiritose" e gli aneddoti»

Papa Francesco, dopo il Regina Coeli di ieri, ha detto:
Sono lieto poi di salutare i numerosi membri di Movimenti e Associazioni presenti a questo nostro momento di preghiera, in particolare le comunità neocatecumenali di Roma, che iniziano oggi una speciale missione nelle piazze della Città. Invito tutti a portare la Buona Notizia, in ogni ambiente di vita, «con dolcezza e rispetto» (1 Pt 3,16)! Andate nelle piazze e annunciate Gesù Cristo, il Nostro Salvatore.
Insomma, non ha affatto apposto il sigillo papale sulla "speciale missione" che i neocatecumenali si sono dati per ordine di Kiko.

Ma vediamo qualche testimonianza che non verrà data nelle piazze... Per esempio quella a firma DG:


La tristezza dei kikos imposta
con forza sul volto del Redentore
Una cosa che non riuscivo a capire durante tutti questi lunghissimi anni è il fatto che i "catechisti" per un problema (o un peccato) presentato durante gli scrutini di passaggio dai fratelli di comunità, rispondono sempre con le stesse frasi.

Ma ogni persona è differente dall'altra!!

Ogni persona (fratello di comunità) vive una realtà differente, una condizione differente.
C'è chi è sposato e chi no, chi ha figli e chi no, chi da piccolo è stato amato dai genitori (per carità anatema, per la loro mentalità l'amore dei genitori NON deve esistere!!!) e chi invece ha avuto un'infanzia problematica, chi vive una condizione materiale di peccato e chi invece riesce (anche sforsandosi, perchè no?!) a non vivere nel peccato...

Ebbene tutte queste "differenze" che rendono unico l'uomo non vengono prese in considerazione.

Insomma la risposta al peccato o al problema è sempre quella unica e uguale per tutti.

Ed ecco che la vita e l'esperienza di un fratello viene appiattita e diventa un tutt'uno con quella del fratello che hai vicino.

L'individualità umana, con la sua positività o negatività, è ignorata dai catechisti.

Sei solamente un pezzo di carne che deve essere plasmato.

Mi sono ritrovato personalmente ad avere la stesso "suggerimento" o imposizione, per poter passare un passaggio, data ad un mio fratello di 25 anni piu' piccolo, non sposato e in buona salute.

E' che non possono fare dei distinguo tra una persona e l'altra perchè non è contemplato nei mamotreti.

Esempio ed esperienza personale: la mia storia non è particolarissima ma comunque ha degli elementi che la distinguono da quella di un altro fratello di comunità, e allora perchè non tenerne conto?

L'ho già detto, quando in un momento particolare (convivenza passaggio) ho dovuto dare la mia esperienza davanti a piu' di 100 persone (che non conoscevano la mia vita e che non mi conoscevano, a parte i miei fratelli di comunità).

I "catechisti", rispondendomi hanno ignorato la mia storia personale e mi hanno risposto ...alla cavolo.
Non ho capito e ho chiesto, al microfono e davanti a tutti se si ricordavano di me e di chi ero (!) visto che mi conoscevano da 20 anni! E ho chiesto il perchè di quella risposta offensiva e umiliante, alla luce della mia storia.

«...Kiko ha il carisma!
come puoi criticarlo
Ci fu grande imbarazzo da parte dei "catechisti" perchè NON sono abituati al dibattito e alla presa di posizione (anche normale e leggittima degli "scrutinati") e ci furono momenti di silenzio...

Poi tranquillo il catechista mi rispose che usavano la mia "testimonianza" NON per me o per darmi una risposta personale, ma per "DARE una catechesi".

Insistetti e chiesi se in QUEL MOMENTO PRECISO QUELLA CATECHESI non fosse fuoriluogo, visto appunto i gravi problemi che c'erano stati nella mai vita.

Loro dissero "va bene va bene, cio' NON IMPORTA "e continuarono.

Io risposi invece che era molto importante per me visto il grave momento che stavo vivendo.
Poi uscii dalla sale e piansi molto. Non mi vergogno a dirlo.

A nessuno importo', nessuno mi venne vicino eppure tutti i miei fratelli e i catechisti conoscevano la mia vita e la mai realtà!
Questa la chiamano "la comunione dei santi" eppure QUELLA frase DOVEVA AVERE per noi, avanti nel cammino, una sua IMPORTANZA.
Parole vuote...

In piu' subito dopo ci fu il pranzo e i "catechisti" fecero esattamente come facevano sempre e cioè come ha descritto molto bene Aldo.

Isolati, sorridenti tra di loro, con il tavolo benservito dai camerieri (noi self service, chiaro) bottiglia di vino e bicchieri colmi.

Non mi rivolsero parola e erano coscienti che ero uscito sconvolto da quella esperienza di poco prima.

Nessuno dei miei fratelli si avvicino' tranne un fratello (sposato anche lui, ma piu' giovane) che mi disse che era rimasto scandalizzato dall'indifferenza e dalla superficialità dei catechisti.

Ebbene questo fratello usci dalla comunità prima di me.

[...]

Lo studiare la Parola di Dio implica un coinvolgimento personale intimo e dell'anima.

Cosa che NON è domandata ai "catechisti" neocatecumenali.

Io ho cambiato 3 gruppi di catechisti e mi sono ritrovato, per aver cambiato luogo di residenza, a dover rifare alcune catechesi e alcuni scrutuni; ebbene nonostante il cambio di età, di formazione anche intellettuale e culturale dei "catechisti" e nonostante le loro esperienze e le loro estrazioni sociali e modi di parlare differenti ...TUTTI RIPETEVANO esattamente le stesse parole, le stesse frasi con la stessa intonazione e i stessi gesti!
Anche le "battute spiritose" o gli aneddoti che servono a "rilassare l'ambiente" ..erano identici!

Come potrebbero studiare o prepararsi magari con un corso per catechisti o con l'aiuto e un controllo di un bravo sacerdote, magari biblista?!

Le catechesi NON sarebbero piu' di Kiko ma della Chiesa.

Ecco perchè le domande che faranno durante queste 5 domeniche sono sempre le stesse, con la stessa impostazione della frase e della domanda.

Perchè le risposte saranno sempre quelle!!!

E magari la gente che gli ascolta potranno anche pensare... come parlano bene loro, come sono ispirati!! Falsi e ipocriti...

Guarda caso Kiko spiega bene la "procedura" di questa evangelizzazione NC nelle piazze:
* canti neocatecumenali
* icone neocatecumenali
* slogan neocatecumenali

(il tutto senza una firma che possa ricondurre a questo movimento)

Ed in piu', l'esperienza di "una ragazza o di un ragazzo" (preparato prima su chi dovrà parlare e cosa dire, ah questo potrei ripeterlo a memoria...)

E poi, dulcis in fundo, catechesi di un "bravo" (a detta di kiko) catechista...
Uno che lo fa come "mestiere" insomma.

Io già so chi delle mie tre comunità parlerà... non me lo hanno detto me lo so di sicuro.

La cosa se non fosse tragica, perchè prendono in giro le persone, sarebbe anche divertente.

Di sicuro pero' non lo è...

***

Rispondo a quello che dice Alessandra:
"Chi pensa di togliersi la vita ha bisogno di un messaggio concreto, ha bisogno di scoprire che Dio può cambiare le nostre vite", perciò i neocatecumenali gli annunciano che è figlio del demonio, il maligno è il suo signore, è schiavo del demonio per tutta la vita e non puo' non fare il male...

Ma questa è una pazzia! ma si rendono conto Mons. Vallini e il Santo Padre cosa vanno farneticando questi neocatecumenali??? E vogliono annunciare il VANGELO E L'AMORE DI DIO con queste bruttissime parole che spezzano il cuore e la speranza?
Ed è questo che diranno le prossime domeniche!!!
Il mio cuore si stringe in una morsa nel leggere tali farneticazioni...

Scemenze pericolose...

Tanto è vero che se ad una persona che sta sull'orlo di un precipizio gli dici che l'unica soluzione per lui, visto che non po' fare altro è quella di buttarsi di sotto... di sicuro NON annunci il MESSAGGIO DI AMORE DI NOSTRO SIGNORE!

Per i NC siamo talmente figli del demonio che non si pensa nemmeno che suicidarsi sia un offesa a DIO e alla vita che ci ha donato... Ma è questo che gli si va ad annunciare domenica per l'ANno dell'evangelizzazione???

NOI tutti siamo FIGLI DI DIO e AMATI DA LUI!

Le persone si suicidano non perchè sono in ginocchio o vanno cantarellando per la strada, si suicidano perchè NON hanno scampo, perchè sentono di non avere alternativa né scampo, si sentono accerchiati dal nero, dal nulla, dall'incomprensibile realtà che vivono, si sentono schiacciati da questa visione che proprio il demonio gli fa vedere.

Il demonio fa vedere solo piccolezza e orrore intorno e non fa vedere che c'è invece un Dio che ti ama e che ti da SPERANZA (non sono forse parole del Santo Padre?)

E cosa fanno i neocatecumenali?
Dicono: "non ci puoi fare nulla perchè SEI e RESTERAI A VITA (guarda a fine cammino neocatecumenale cosa ancora ti dicono i "catechisti") figlio del demonio...

Vergognatevi di queste catechesi che andate diffondendo!!


Scusate ma lo sanno quanti figli di fratelli NC sono soggetti a disturbi di personalità, di anoressia e bulimia, di tentativi di suicidio (o richieste di aiuto tentando di fare un gesto folle?)

Lo sanno o vivono in un "mondo a parte" e per fare questo IGNORANO le persone, i tanti giovani soprattutto, che soffrono a causa degli errori dei propri "genitori neocatecumenali"???

DG

187 commenti:

Anonimo ha detto...

Perchè vi mettete contro le parole del Papa? Se ha salutato i neocatecumeni non sarà mica uno sprovveduto. Ieri ho ascoltato questi neocatecumeni e hanno dato la propria esperienza, dicendo che Dio è amore e li ha tratti da una situazione di morte in cui vivevano.. Io penso che la vostra propaganda sia faziosa.. Facciamo finta che tutto quello che dite sia vero, perché non fate lo stesso coi testimoni di Geova, i musulmani o Scentology? In fondo, questa voi la considerate una setta eretica che toglie fedeli alla Chiesa e lava il cervello di poveri sprovveduti.. Dovreste fare un Osservatorio ad oc per ogni setta che allontana i fedeli com la stessa visibilità. I catecumeni nel mondo penso siano davvero una % infinitesimale in confronto ad altre pericolose realtà.. non vedo quindi perché non prendersela con qualcuno di più grosso e potente. Abbiate pazienza, le mie vogliono essere delle critiche che attendono delle risposte.
Grazie e Saluti!
SR

by Tripudio ha detto...

Caro fratello SR,

invece di mormorare contro di noi, spiegami esattamente in quali parole ti sembra che ci saremmo messi contro il Papa.

Altrimenti capiranno tutti che sei il solito calunniatore che pensa che per difendere il Cammino ci sia bisogno della menzogna.

Qui abbiamo solo fatto presente che il Papa vi ha salutato (sottolineo: salutato) e sui blog neocatecumenali è ovviamente tutta una festa per quel saluto.

Ma il Papa precedente vi ha dato nel 2005 delle norme liturgiche (divenute parte del vostro stesso Statuto) e voi ancor oggi, nel 2013, ancora non avete cominciato ad ubbidire.

Quelle norme non sono affatto "decadute", "superate", "annullate", no: fanno parte del vostro stesso Statuto.

Allora, spiegaci tu: come mai quando il Papa vi saluta, fate gran festa... e come mai quando il Papa vi comanda qualcosa di sgradito, disubbidite per otto anni consecutivi?

Per sapere cosa ha comandato papa Benedetto XVI, clicca su questo [link]: le sue decisioni e il suo discorso di conferma sono diventate poi parte del vostro Statuto (articolo 13, comma 3, nota 49).


Ma passiamo all'argomento più importante: voi andate nelle piazze e testimoniate solo a favore del Cammino.

E dunque la testimonianza di DG riportata nella pagina... la nasconderete.

Avete paura che i "cristiani della domenica" scoprano che i cosiddetti "catechisti" del Cammino sono diversamente caritatevoli.

Avete paura che i "cristiani della domenica" scoprano che ad un certo punto bisogna assolutamente pagare la decima (senza contare le continue, incessanti, onnipresenti raccolte di offerte e fondi). E scoprano che anche quelle rare volte che vi viene dato conto di come verranno usati i soldi... c'è sempre qualche astuzia di mezzo.

Avete paura che i "cristiani della domenica" scoprano che nel Cammino non viene trasmesso l'insegnamento della Chiesa, ma vengono insegnate solo le vere e proprie fandonie di Kiko e Carmen, considerate come superiori all'insegnamento del Papa.

Eccetera.


Quanto all'altra questione, i protestanti e i testimoni di geova non sono cattolici.

Finché il Cammino compirà i loro stessi errori spacciandosi per cattolico, noi non potremo tacere.


Infine, se ritieni il Cammino "infinitesimale", come ti spieghi la capillare organizzazione nelle piazze? Come ti spieghi la costruzione delle varie Domus kikiane?


Vedi, caro fratello neocatecumenale sotto mentite spoglie, il Cammino è da correggere.

Il "dono dello Spirito" è il buon cuore dei singoli.

Non possono essere "dono dello Spirito" le corbellerie dottrinali, gli strafalcioni liturgici, l'oppressione dei fratelli più semplici, la forzosa estrazione della decima, le vere e proprie menzogne usate per difendere il Cammino...

Anonimo ha detto...

Ruben dice: "...tutti rigorosamente in piedi,tranne il sottoscritto, ostentatamente ed orgogliosamente in ginocchio..."

Losito su Zenit: "...tutti i partecipanti ricevevano in ginocchio Ia benedizione invocata dal cardinale e l’invio per la missione".

Chi dei due mente?
Ho il sospetto che sia il primo, ma probabilmente sono il solito kikiano fazioso. Vuoi che sia uno dell'"Osservatorio sul Cammino Neocatecumenale secondo Verità" a mentire? Questo è impossibile?

Rassegnatevi fratelli NC, noi siamo solo qualche centinaio di migliaia di pappagalli che recitano a memoria; loro sono come gli apostoli, una dozzina (e per questo forse posseggono la verità), che sproloquiano per il web atteggiandosi a inquisitori con in mano la spada "della parola", proteggendosi con l'elmo del "monitor" e lo scudo della "tastiera".
Sono mentitori, illusionisti, pagati per spargere "veleno", pur di essere acoltati, perché altrimenti le loro idee (o di altri) antivaticaniste, sedevacantiste, lefevriane, etc. non se le fila nessuno.

Di fatto non credevano alla missione nelle piazze, hanno tentato di denigrarla e infine di ostacolarla, tentando perfino di non farla partire scrivendo alla Santa e facendo appoggiare le loro richieste.

Non ci sono riusciti. Coraggio!
Datevi un po' d'animo, la partita è ancora lunga, noi saremo in piazza per altre quattro domeniche! Se vi impegnate un po' meglio forse ce la fate a far morire tutto. Fate come noi, provare ad "oliare" qualcuno.

Oppure arrendetevi. Ma questa ipotesi la vedo remota: cosa vi rimarrebbe da fare durante il giorno?

antitripudio ha detto...

Tripudio la tua falsità non ha limiti

Il Cammino Neocatecuemenale è una realtà della Chiesa Cattolica, non si spaccia per cattolico come i tuoi Amici Lefebriani. C'è una bella differenza.
Il saluto del Papa fà piacere, ma
l'evangelizzare Cristo ancora di Più. Tu dove eri Ieri? Ah già a scrivere sul Blog. E' molto più importante strappare fratelli al Cammino anzichè annunciare Gesù Cristo Risorto.
Dicendo che il Cammino non è Cattolico ti comporti da Negazionista come i tuoi amici Mussulmani.
Tu e tuoi amici di CATTOLICO non avete Niente!!!

Markus ha detto...

Ricordiamo che è anche iniziato il periodo della "cinquantina di Pentecoste" che vuol dire liturgia eucaristica tutte le sere in abito bianco e "rito" della distribuzione del latte e del miele
http://neocatecumenali.blogspot.it/2012/05/latte-e-miele-nella-liturgia.html

Il tutto non previsto da nessuno statuto.

Max ha detto...

Cari fratelli e sorelle, come previsto ieri si sono riempite le piazze con chitarre, tamburelli e devianze dalla dottrina cattolica...
Però la domanda è:
"Chi c'era in piazza oltre ai neocat...?"
Dove sono i cristiani della domenica (infatti ieri era domenica)...?
Se si lascia il campo poi non si può neanche recriminare sulle testimonianze, che nel bene o nel male comunque ieri ci sono state.
L'annuncio del Vangelo è compito di ogni cristiano.

Anonimo ha detto...

E' proprio vero ...il demonio ci fa vedere tutto nero...e per questo che bisogna annunciare la vittoria di GESU', la sua RESURREZIONE...
coraggio fratelli .tutti in piazza ad annunciare GESU' RISORTO.

Anonimo ha detto...

se uno non si può fidare né del cardinal Vallini che nella Basilica di San Paolo ha presieduto " una piccola celebrazione " per l'invio della missione nelle 100 piazze, né rallegrarsi perchè il Papa nell'angelus di domenica ha salutato chi si accingeva a fare quest'opera...ditemi voi....uno che deve pensare...

http://www.youtube.com/watch?v=1PC1rS0O8w8

Se un cardinale presiede ad una celebrazione di una realtà che per anni( come voi sostenete ) ha trasgredito le disposizioni impostegli...che bisogna pensare?...

Anonimo ha detto...

Dunque spero di rispondere ad alcune tue perplessità anche se sono davvero tante.
Se il Papa ci esorta ad andare per le piazze è motivo di grande gioia. Quando inviterà voi dell'osservatorio a continuare a scrivere su questo blog, sarà motivo di grande gioia per voi e la fine per noi. Non penso che succederà. Il Papa infatti credo che prima di salutare ed invitare qualcuno ad annunciare il Vangelo per le piazze si informi o sia almeno a conoscenza di chi è questo qualcuno e se ha le credenziali per poterlo fare. Se sei un insegnante e hai un alunno particolarmente scarso e che fa di testa sua, dicendo inequivocabili corbellerie, non gli assegni un compito di grande responsabilità. O lo fai se sei uno sprovveduto e non ti stanno a cuore i fedeli che passando ascoltano. Ecco perché affermo che tutto il vostro articolo vi mette in contrapposizione com le parole del Papa.. Spero di aver sufficientemente motivato..
Grazie per l'attenzione
SR

aleCT ha detto...

@Anonimo

"E' molto più importante strappare fratelli al Cammino anzichè annunciare Gesù Cristo Risorto. "

Hai mai sentito dire che la Chiesa Cattolica è fatta di tante realtà?

Oppure pensi veramente che, senza cammino, tu diventi AUTOMATICAMENTE ATEO?

No, così...tanto per capire.

"Tu dove eri ieri? Ah già a scrivere sul Blog"

Personalmente ero ad un ritiro...
ribadisco se mi chiamano e posso io vado..

Mica penserai che l'unico modo di evangelizzare sia il vostro, vero?

Lo sai che ci sono tanti modi vero?

Anonimo ha detto...

Giorni fa Apostata parlava dell'esorcismo di Kiko.Ma perchè non ci illuminate in merito ai fratelli del movimento carismatico, ovvero Laici che ho visto io stessa imporre le mani per Esorcizzare. A detta loro quando ho chiesto spiegazioni, mi hanno detto che avevano la procura dei responsabili per farlo.
Queste sono cose assurde e Vietate!

Anonimo ha detto...

grazie alect

Anonimo ha detto...

Mi ha molto colpito quanto scritto da DG. Volevo approfondire un aspetto direttamente con lui, privatamente, via mail. Chiedo a DG, se possibile, di avere il suo indirizzo mail, grazie.

Snoopy

Anonimo ha detto...

2) lo Statuto viene rispettato. Non vedo disobbedienze eretiche colossali. La liturgia non è molto diversa da quelle in Chiesa, ci sono le 2letture e il Vangelo che vengono ammonite con 2 parole.. Poi quelle che tu non sopporti, cioè le risonanze. La comunione sotto le due specie. Ora io non so, comunque il Prete passa ancora a distribuire pane e vino, con la differenza che quando passa ci si alza in piedi, invece prima si stava seduti. Se domani ci dicono che bisogna mettersi in coda come in chiesa lo si fa.. Non vedo perché dovremmo prendercela. È che dietro al fatto che sia il Prete a distribuire la comunione per la sala c'è un motivo ben preciso.. Ma lo Statuto lo prevede.. Poi se mi poni le perplessità una per volta ti rispondo. Se fai il pastone di cui sopra è un po' complicato.
Grazie fratello Tripudio.
SR

Anonimo ha detto...

Ieri volevo cercare alcune notizie riguardo a come sono andate le cose nelle piazze di tutto il mondo, dato che ho partecipato ad una di questa celebrazione nella piazza, e mi sono imbattutto in questo sito.
A parte il fatto dopo 2 righe sono morto dal ridere perchè non ho mai sperimetnato le cose da voi dette (una su tutte l'Eucarestia del Venrdì Santo... su quella pensavo di crepare dal ridere). E comunque una riflessione mi viene da fare e molto semplice. Capisco perchè la gente non va più in chiesa. Perchè sembra di guardare il calcio. Ognuno tifa per il proprio movimento e denigra gli altri. Invece dovrebbe essere il contrario. Ognuno movimento ha i propri carismi e le persone hanno la libertà di scegliere a quale di essi appartenere. Se andare per le piazze non vi piace, non serve criticare. Ci sono molti modi di evangelizzare e su questo non ci sono dubbi. Il cammino sta sperimentando questo. Altri movimenti ne avranno altri e ben vengano. Un saluto.

Luisa ha detto...


Oggi grazie alla Chiesa che mediante il cammino neocatecumenale si è presa cura di loro, come il buon pastore che cerca la pecorella perduta,...."

No, se fosse stata la Chiesa a "prendere cura di loro"lo avrebbe fatto non solo con l`insegnamento che Cristo ha affidato alla Sua Chiesa, ma con le sue prassi e i suoi metodi, il cnc non è un "buon pastore" dal momento che svia le pecorelle dal gregge per portarle su altri pascoli... che usa su di loro dei metodi condannati dalla Chiesa, devo ricordare le violazioni del foro interno? I martellamenti psicologici?
Se fosse la Chiesa a prendere cura di loro non li convincerebbe di essere per sempre schiave del demonio che sempre vince e che è padrone della loro vita!

"Proprio questo fa di loro degli annunziatori, testimoni credibili di ciò che gratuitamente hanno ricevuto e che ora gratuitamente vogliono restituire."

Gratuitamente?
Chi vogliamo prendere in giro?
Senza nemmeno pensare ala decima, sanno bene coloro che non sottostanno in modo docile e obbediente ai diktat della gerarchia neocatecumenale come sono trattati, come sono oggetto di pressioni e colpevolizzazioni, come sono giudicati e disprezzati se pongono domande , hanno dubbi o decidono di lasciare.

"Nella basilica è dunque calato un silenzio orante, mentre tutti i partecipanti ricevevano in ginocchio Ia benedizione invocata dal cardinale e l’invio per la missione"

In ginocchio?
Se è vero, che terribile ipocrisia di coloro che sono pronti anche a fare quel gesto che è proibito e schernito dietro la facciata luccicante del loro "cammino".

Queste sono solo alcune delle perle da assaporare nel solito articolo di Zenit, scritto dal neocatecumenale di turno.

davide antitripudio ha detto...

Ale CT,

la penso come te. Ci sono tanti modi per evangelizzare!
Ma tu la pensi come Tripudio quando scrive che il cammino si Spaccia per Cattolico?

Capiamoci!

Del cammino Neocatecumenale ormai abbiamo capito che non vi vanno bene tante cose, le argomentate e commentate. Ma da qui a scrivere le parole " Spacciandosi per Cattolico" C' è una bella differenza"

Quindi se andiamo nelle piazze a Evangelizzare dovresti essere contento, come io sarei contento di incontrarti mentre annunci Cristo.

AleCt io non penso che il cammino sia l'unico che porta a Cristo, anzi la stima per qualunque realtà comprese quelle tradizionaliste è grande. Ma la differenza sta nel fatto che io non ho aperto un Blog denigrando i Fratelli amanti delle Messe in Latino, denigrando il fatto che loro non hanno accettato il C.V.II.

FDF ha detto...

Non so come si possa annunciare il Vangelo con tanta supponenza.
Non so come si possa dire "Cristo è risorto" (e crederci) e poi dare del "malato mentale"
"ritardato"
"cretino"
"falso"
"ignorante"
"perverso"
"rosicaaaaaa!"
"mentitore"
"illusionista"
...
a una persona.
Non capisco come si faccia a fare questo annuncio e poi contemporaneamente instillare in una persona il dubbio che uno uscendo dal Cammino perda la Fede (e non mi dite che non è vero! Lo dite in continuazione) o addirittura che rischia di dannarsi (ma vi rendete conto di quanto è grave dire una cosa simile con tanta leggerezza? Che si parla dell'anima e della vita eterna? Che questo è tutto meno che "dolcezza e rispetto"? Che per una persona che crede equivale a maledirla?)

Cioè uno ascolta la parola, crede al vostro annuncio viene a sentire le catechesi, comincia il cammino e poi se dice "non fa per me" gli si risponde (NON DITE DI NO!): "Che fai? Volti le spalle a Cristo?"
Alessandra, Katartiko, eccetera: Se ne avete il coraggio smentitemi e dite che non avete mai sentito questa espressione rivolta a qualcuno che voleva lasciare!

by Tripudio ha detto...

Tutti possono verificare dal sito web del Vaticano le parole del Papa al Regina Coeli. Avevo perfino messo il link perché tutti potessero verificare di persona: saluto e incoraggiamento. Niente di più.

Vi ha riservato lo stesso trattamento che ha riservato ai ministranti di Taranto, e voi gioite. Benissimo. Ma sulle decisioni del Santo Padre contro le vostre liturgie, come mai non avete ubbidito?

Dal 2005 ad oggi, con Benedetto XVI che vi aveva persino detto che si aspettava che venissero da voi «attentamente osservate» (ripeto: «attentamente osservate»), come mai non lo avete fatto?

Come mai un saluto del Papa è per voi "motivo di grande gioia", mentre le decisioni del Papa diventano per voi aria fritta?

Hanno dunque ragione quelli che dicono che il Cammino è eretico?

Hanno dunque ragione quelli che dicono che il buon cuore di tanti neocatecumenali viene sfruttato e manipolato dall'orgoglio e dall'arroganza dei leader del Cammino?


Riguardo a quell'agenzia di stampa, visto che le notizie sui neocatecumenali le scrivono i neocatecumenali stessi ricopiando pari pari la loro propaganda menzognera, è ovvio che la testimonianza personale di chi era presente vale più dell'articolo dell'agenzia di stampa...


Quanto all'annunciare Gesù Cristo, come mai lo avete fatto con quelle tristi canzonette cupe e calanti di Kiko? Non potevate utilizzare qualcosa di più maestoso e sublime, come il canto gregoriano?

Siete convinti che la maestà e la regalità di Cristo (insieme alla sua misericordia e giustizia) siano più rappresentate dalle brutte e sguaiate canzonette di Kiko oppure dal canto Gregoriano?

O invece voi stavate presentando un cristianesimo brutto e repellente che può incuriosire ma non attrae?

In questo, certamente, agite in modo diverso dalla Chiesa, che per venti secoli è stata la sorgente della bellezza (dalla semplicità del romanico alla complessità del barocco, dalla semplicità del gregoriano alla complessità del polifonico)...

Può forse la Misericordia Divina essere associata alle canzoncine cupe e calanti di Kiko gridate nell'altoparlante?


Infine: come mai siete tutti concentrati sul saluto del Papa e nessuno di voi ha letto le righe successive della testimonianza di DG sui vostri cosiddetti "catechisti", così diversamente caritatevoli?

aleCT ha detto...

@Anonimo (e mettetevelo un nick...anche solo temporaneo)

"Chi dei due mente?"

In realtà ci sarebbe anche la testimonianza di un NC presente che dice che Vallini ha chiesto solo di "inchinare il capo"

Questo per la precisione...

" loro sono come gli apostoli, una dozzina (e per questo forse posseggono la verità), che sproloquiano per il web atteggiandosi a inquisitori con in mano la spada "della parola", proteggendosi con l'elmo del "monitor" e lo scudo della "tastiera"."

TI PIACEREBBE...E invece no...purtroppo spargo la mia spiritualità "preconciliare",

magari solo perchè ai ragazzi del post cresima insegno ad inginocchiarsi alla consacrazione... XD

ovunque passo.

"Di fatto non credevano alla missione nelle piazze,"

DI FATTO ancora non si capisce se il Papa lo ha saputo APPENA ELETTO o PRIMA DI PARTIRE PER IL CONCLAVE.
Di fatto Kiko dice e scrive due cose diverse. PERCHE'??

Di FATTO non c'è neppure un elenco consultabile via Internet (almeno sul portale Annus Fidei) delle piazze in esame.

Ma se è una cosa buona perchè non farlo sapere?

"hanno tentato di denigrarla e infine di ostacolarla, tentando perfino di non farla partire scrivendo alla Santa e facendo appoggiare le loro richieste"

Grazie per la grandissima risata che mi hai fatto fare!

"Oppure arrendetevi. Ma questa ipotesi la vedo remota: cosa vi rimarrebbe da fare durante il giorno?"

Personalmente tante cose..

l'apostata ha detto...

Ai neocat che polemizzano su Papa e missione.

Con il permesso dei gestori, vorrei riproporre la richiesta di spiegazioni sull'argomento che avevo postato in altra discussione.

Il sito ufficiale del cammino e l'intervista di Kiko su Zenit sono particolarmente ambigue.

Vorrei che qualcuno sapesse dare precisazioni, invece di offendere. Grazie.

Richiesta di delucidazioni ai neocat.
Sul sito ufficiale del cammino, per la “grande missione”, si scrive tra l’altro:
1. La responsabile del Cammino Neocatecumenale in Argentina venne incaricata di presentare il progetto all’allora Card. Bergoglio, poco prima del suo viaggio a Roma, per partecipare al Conclave nel quale sarebbe risultato eletto Nuovo Pontefice della Chiesa. Al conoscere l’iniziativa manifestò la sua allegria e il suo appoggio ed augurò che portasse frutti abbondanti.
2. Inoltre, l’Iniziatore del Cammino, Kiko Argüello, ebbe occasione di salutare brevemente Papa Francesco nella residenza di Santa Marta. Durante l’incontro, il Pontefice si diresse verso di lui, dicendogli con un sorriso: “Che macello che hai messo in piedi, ma ora devi continuarlo”!
Punto 1. Sembra ovvio che la responsabile abbia parlato all’arcivescovo di un progetto per Buenos Aires. perché non precisarlo?
Punto 2 Nell’intervista pubblicata su Zenit Kiko afferma tra l’altro “… quando abbiamo proposto al Santo Padre l’idea di evangelizzare nelle piazze ha detto che era una missione “stupenda” e ci ha incoraggiato molto”.
Vedi http://www.cammino.info/2013/04/kiko-arguello-racconta-la-grande-missione-che-partira-domenica-prossima-contemporaneamente-nella-capitale-e-in-tutto-il-mondo/#more-4011.
Poché non si hanno notizie di udienze a Kiko, la proposta quando l’ha fatta, durante il breve saluto? E quando si è svolto? Dopo la celebrazione della Messa dove ha salutato tutti i presenti? “Ebbe occasione” che significa? Invito, passava di lì, lo ha aspettato? Come mai non ne è stata data notizia sul sito ufficiale del cammino, che invece ha riportato immediatamente il saluto di oggi?
Infine, qualcuno mi spiega il senso delle altre affermazioni di Kiko nella stessa intervista? “Così come la Chiesa ha utilizzato la religiosità, una “catechesi del tempio”, oggi dobbiamo cercare nuovi metodi che possano raggiungere l’uomo contemporaneo. Qualcuno dice che oggi sono stati abbandonati i “templi”, quindi le istituzioni, le chiese ecc, e si riempiono invece le piazze. Appunto per questo crediamo che possa essere un avvenimento mostrare proprio in quei luoghi una nuova forma di dialogo con le persone, soprattutto attraverso le parole dei giovani”. In altre parole, la Chiesa come “usa” la religiosità?

aleCT ha detto...

"Ma perchè non ci illuminate in merito ai fratelli del movimento carismatico, ovvero Laici che ho visto io stessa imporre le mani per Esorcizzare. A detta loro quando ho chiesto spiegazioni, mi hanno detto che avevano la procura dei responsabili per farlo.
Queste sono cose assurde e Vietate!

Per il semplice fatto che il blog parla del cammino.

FERMO RESTANDO CHE CHIUNQUE FACCIA DETERMINATE COSE SBAGLIA ALLA GRANDE.

Anonimo ha detto...

Detto questo il saluto del Papa "ai diversi movimenti ed associazioni" e "al Cammino Neocatecumenale" non risolve il mio dubbio

ovvero: quando l'ha saputo? Quando è stato eletto al Soglio Pontificio come dice Kiko nella sua lettera? Oppure prima ancora di partire per il conclave come ha detto Kiko ai giornali?


Cara Ale, i tuoi dubbi sono mutevoli come l'aria.
Solo due settimane fa manifestavi fortissimo scetticismo sulla stessa esistenza di questa missione (cito a memoria: "evangelizzazione di 100 piazze a roma così di punto in bianco? a me sembra una gara a chi la spara più grossa!")

Poi sembrava un assurdo che il Papa sapesse e approvasse questa missione ("si vabbè, kiko ha parlato con il Papa...figurarsi se è vero...e se anche è vero, figurarsi se può aver saputo di questa missione e la può aver approvata...")

Ora i tuoi dubbi sono cambiati. Il punto non è più l'esistenza o meno di questa missione, non è più cosa ne pensa il Papa...ora la questione fondamentale è: "ma l'ha saputo PRIMA o DOPO essere diventato pontefice?".
Veramente una questione fondamentale.

Cara Ale, avere dubbi e farsi domande è lecito e sacrosanto. Tu mi insegni però che ogni domanda deve scaturire dalla rettitudine di cuore e dalla volontà di cercare la Verità. Non di cercare nella risposta la propria verità.
Se avessi questa retta intenzione, avresti ammesso di aver sbagliato a dubitare dell'esistenza di questa missione o a dubitare del fatto che il Papa l'approvasse. Quantomeno avresti potuto dire "è vero, su questa storia che mi sembrava assurda, Kiko non ha mentito".
Il fatto che non riesci ad accettare il tuo errore è la dimostrazione più lampante che le domande che poni sono in malafede. La tua unica volontà è imporre la tua verità. Ovviamente non sei la sola, in questo sei influenzata dagli amici osservatori, si vedano ad esempio le domande di apostata alle quali nessuno ha risposto per lo stesso motivo: sono domande fasulle, allusive, che non mostrano una reale volontà di avere una risposta ma solo di infangare il Cammino.
Di fronte a domande del genere spesso è meglio il silenzio (anche perché tantissime parole sono già state spese). Quantomeno si risparmia tempo perché tanto non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.
Come sempre, più che le parole, contano i fatti.

Saluti
Jeff M.

P.s. Ad ogni modo, per quanto riguarda il tuo nuovo dubbio fondamentale, la risposta mi sembra scontata. Probabilmente (perché con certezza lo sa solo Papa Francesco), il cardinale Bergoglio ha saputo della missione che si sarebbe svolta a Buenos Aires prima di partire per il Conclave.
Una volta eletto Papa, Kiko avrà avuto modo (direttamente o indirettamente, mi cambia poco) di illustrargli la missione a livello globale, parlando delle 100 piazze di Roma (ah se non sbaglio sono solo 97...è sempre il solito che si inventa i numeri, potete lapidarlo) e nelle 10.000 piazze di tutto il mondo (se tanto mi dà tanto, saranno 9.700...menzognero di un Kiko!). Dimmi francamente: ti sembra una questione così fondamentale?

by Tripudio ha detto...

Il caro fratello SR, se non gradisce il "pastone", può cliccare su www.neocatecumenali.blogspot.com" e sfogliare a volo d'uccello sette anni di testimonianze e resoconti.

Oppure può sfogliare i numerosi libri e articoli sulle eresie del Cammino Neocatecumenale scritte da sacerdoti e teologi mille volte più qualificati di noi (p. Enrico Zoffoli, d. Elio Marighetto, d. Gino Conti, il beatificando mons. P. Landucci, p. Virgilio Rotondi, ecc.) e scoprirà che hanno capito molto prima di noi e molto meglio di noi quale è la vera essenza del Cammino.

Se invece il caro fratello SR delle comunità del Cammino vuole estenuarci ripetendoci le stesse domandine retoriche e ammannendoci i soliti slogan preconfezionati, allora si è già giudicato da solo: infatti, se per difendere il Cammino c'è bisogno di censurare la realtà dei fatti allora significa che nonostante nel Cammino ci siano tante anime di buon cuore, il Cammino è fondato sulla menzogna e mediante la menzogna va difeso.

Anonimo ha detto...

risposta al commento delle 11.35. E' evidente che il numero di cattolici era maggiore 100 anni fa per il semplice fatto che le persone avevano una più profonda religiosità interna, cioè andavano tutti in chiesa, tutti si battezzavano ecc... senza il particolare intervento di nessuno lo facevano e basta. Purtroppo ora con l'avanzare dei tempi questo magico cerchio si è interrotto in altre parole il mondo occidentale si è secolarizzato, quindi bisogna trovare nuovi metodi (es.andare nelle piazze come ha voluto anche il Papa) adatti ai tempi moderni per portare l'annuncio. Prima erano le persone ad andare in Chiesa ad ascoltare la parola di Dio ora è la Chiesa che deve andare delle persone. spero di essere stato chiaro! firma ;)

mic ha detto...

quindi bisogna trovare nuovi metodi (es.andare nelle piazze come ha voluto anche il Papa) adatti ai tempi moderni per portare l'annuncio. Prima erano le persone ad andare in Chiesa ad ascoltare la parola di Dio ora è la Chiesa che deve andare delle persone. spero di essere stato chiaro! firma ;)

Sarà anche vero. Ma chi è che stabilisce che il Cammino nc, che il Papa tra l'altro nomina insieme agli altri movimenti, ne abbia l'esclusiva?

E siamo proprio sicuri che l'evangelizzazione vada proprio fatta NELLE PIAZZE e con QUEI metodi che tra l'altro portano alle salette e a un cammino blindato?

mic ha detto...

è sempre il solito che si inventa i numeri, potete lapidarlo) e nelle 10.000 piazze di tutto il mondo (se tanto mi dà tanto, saranno 9.700...menzognero di un Kiko!). Dimmi francamente: ti sembra una questione così fondamentale?

A me, per esempio, sembra fondamentale nella misura in cui il cammino è e resta inquinante per il resto della Chiesa, nell'inesausto tentativo di sostituirsi ad essa.

l'apostata ha detto...

A SR
Ti elenco alcune delle abituali violazioni liturgiche e anche dello statuto che avvengono nella celebrazione del sabato.

* Le ammonizioni devono essere eventuali. Si fanno sempre.

* Le risonanze sono vietate, salvo casi eccezionali. Si fanno sempre.

* E' stato concesso di comunicarsi in piedi al proprio posto, e basta. Invece ci si continua a comunicare tutti insieme contemporaneamente.

* La purificazione è riservata al sacerdote, al diacono o all'accolito istituito. Invece continuano a farla ostiari, responsabile, catechisti eccetera.

* Non viene rispettata la disposizione secondo la quale anche un altare mobile deve essere benedetto.

* Nel tempo di Quaresima non viene rispettata la disposizione secondo la quale sull'altare non devono esserci fiori.

* Non vengono rispettate le disposizioni sugli arredi liturgici, vedi il candelabro ebraico.

Che ne pensi?

Perché la cosiddetta liturgia kikiana, mai approvata, è intoccabile e quella della Chiesa no?

Perché gli espliciti richiami papali di seguire fedelmente i libri liturgici sono caduti nel vuoto?

E già che ci sei, puoi darmi almeno tu una spiegazione sulle ambigue dichiarazioni di Kiko per la missione, di cui sopra?

E infine, almeno tu mi risponderesti alle domande basate su dati oggettivi, dandomi la tua opinione?

Grazie.

Anonimo ha detto...

Il cammino non ha nessuna esclusiva è semplicemente l'unico che lo fa(andare nelle piazze) se gli altri movimenti non lo reputano necessario che ci possiamo fare noi? ci volete addossare anche le colpe per le NON scelte degli altri?!?!?!?! Io non lo so se va fatta in quei modi che portano alle salette blindate però il fatto è che il Papa pubblicamente lo ha appoggiato, chiedetelo a lui perchè ritiene che fatto così vada bene! poteva farci restare a casa bastava volerlo ma non l'ha fatto....che ti devo dire?!?!?!

Anonimo ha detto...

Ma quale esclusiva. Questo lo dici tu mic. Svegliativi cocchini la guerra è finita da un pezzo, o meglio è iniziata. è il momento di rimboccarsi le maniche ed andare in giro per le città, nelle strade, nelle piazze ad annunciare il Vangelo. Io ieri nel mio piccolo l'ho fatto, per carità è solo una goccia nell'oceano però è qualcosa. Fatelo anche voi, con altre modalità, quelle che ritenete più consone ma fatelo! Il cammino non ha di certo l'esclusiva.
Decio

Anonimo ha detto...

Infine, qualcuno mi spiega il senso delle altre affermazioni di Kiko nella stessa intervista? [...]

In altre parole, la Chiesa come “usa” la religiosità?


Rispondo solo a questa domanda, che le altre sono questioni di lana caprina veramente inutili.

Caro Apostata, la società è cambiata in maniera enorme nell'ultimo secolo. Meno di un secolo fa la fede era vissuta da tutto il popolo, con una semplicità ad oggi difficilmente immaginabile.
Se non l'hai fatto, ti consiglio la lettura del bellissimo Il Cavallo Rosso di Eugenio Corti per farti un'idea del tipo di società di cui sto parlando.
In una società del genere non aveva senso parlare di Nuova Evangelizzazione, l'Evangelizzazione era per così dire innestata nella società. C'era gente con più fede o meno fede, c'erano i santi e c'erano quelli che andavano in Chiesa "perché lo fanno tutti", e ancora c'erano quelli che ci andavano con un senso di superstizione, con un senso di religiosità volto ad "accattivarsi" la simpatia di Dio, ma comunque tutti attingevano alla stessa fonte che è la Chiesa. Quindi la Chiesa non aveva la necessità impellente di evangelizzare "fuori", ma "usava" il "costume" del popolo di andare a Messa, prendere i Sacramenti, pregare, per annunciare il Vangelo.

La società di oggi è profondamente diversa. Oggi l'uomo vive senza conoscere la fede, non si tratta solo dell'andare a Messa la domenica, è proprio una lontananza generale per rispondere alla quale c'è bisogno di andare verso i lontani, non aspettare che si avvicinino perché la società in questo non lo aiuta, anzi li allontana sempre di più.

Spero di averti aiutato a capire meglio quelle parole.

Saluti
Jeff M.

Aldo ha detto...

.."Aldo sei ridicolo. Parli tu che vendi fumo alla gente con il tuo lavoro. Tu non sei degno di nominare neaenche uno dei tuoi ex fratelli che testimoniano Cristo tutti i giorni nella carne sicuramente non sul blog. Vergognati, parli tu che te ne sei uscito quando hai perso il potere. Eri bello tutto incravattato quando alle convivenze di inzio corso osannavi il cammino davanti ai catechisti regionali. Poi sei caduto da cavallo come San Paolo e hai aperto gli occhi. Sei ritardato ci hai messo 15 anni..."

questo è quello che scrive il "coniglio pasquale" su di me...

Mi definisce "ridicolo" .. "vendo fumo".. "mi devo vergognare".."sono ritardato"..
in compenso ero "bello e incravattato"..
caro pasquale.. mi chiedo come fai ad "annunciare Cristo con questo odio nel cuore".. vorrei ricordarti che non sono più nel settore assicurativo (e comunque capisco che voi a Napoli non pagate l assicurazione ma l assicurazione non è fumo..è in obbligo di Legge oltre che sociale)
parli di "potere"? come mai.. il responsabile è colui che serve? o che ha potere?... oltre tutto ti contraddici..e mi fai un complimento, San Paolo cadendo da cavallo si converte...(infatti ho aperto gli occhi... e sono scappato)poi fammi una cortesia se senti i miei fratelli "che sono degni" prima di annunciare il Vangelo dovrebbero fare un atto di Carità (visto che non sono in buone condizioni economiche) fammi restituire tutti i soldi che ho prestato loro..anche perchè dopo che sono caduto da cavallo hanno dimenticato i "debiti" che avevano..

H. Guerrero ha detto...

Ecco, ha detto il Papa "tutti a evangelizzare", forze anche voi?, speriamo... Guardate questo: Gran Misión

Aldo ha detto...

Scusami Tripudio se sono uscito fuori tema.. di solito non "raccolgo" le offese che fanno di là.. ma volevo far notare come viene fuori il vero nc... alle 15,00 si annuncia, alle 17,00 si uccide l altro con le mormorazioni... ecco perchè è tutta "pappardella" imparata a memoria...

aleCT ha detto...

@jeff

"Solo due settimane fa manifestavi fortissimo scetticismo sulla stessa esistenza di questa missione"

Abbi pazienza..sul sito della Diocesi non c'era nessuna notizia.
Sul portale annus Fidei nulla di nulla.

Permetti che qlc domanda me la faccio, o no?

ANCORA ADESSO non c'è un elenco consultabile DELLE PIAZZE INTERESSATE.

Ma se è così bello ed importante perchè non dirlo ai quattro venti?

"Veramente una questione fondamentale."

NO. La questione fondamentale è questa: PERCHE' KIKO DICE DUE COSE DIVERSE??

"Se avessi questa retta intenzione, avresti ammesso di aver sbagliato a dubitare dell'esistenza di questa missione o a dubitare del fatto che il Papa l'approvasse. Quantomeno avresti potuto dire "è vero, su questa storia che mi sembrava assurda, Kiko non ha mentito"."

Guarda che io non ho mai detto che NON E' ASSOLUTAMENTE POSSIBILE

(anche perchè tu mi insegni che non è la prima volta che nel cammino si fanno cose del genere giusto)?, semplicemente sono determinate cose che CONTINUANO a non funzionarmi.

In primis il comportamento di Kiko..anche perchè non è la prima volta che racconta cose diverse a seconda dell'interlocutore.

Vedi il caso della Feria IV.

Da un lato dice: "che è tutto a posto e che non esiste" e poi dice (ci sono le prove filmate) che "ci volevano distruggere, ci volevano costringere"...

A me non sembra il massimo dell'onestà intellettuale...


"l fatto che non riesci ad accettare il tuo errore è la dimostrazione più lampante che le domande che poni sono in malafede. La tua unica volontà è imporre la tua verità. Ovviamente non sei la sola, in questo sei influenzata dagli amici osservatori, si vedano ad esempio le domande di apostata alle quali nessuno ha risposto per lo stesso motivo: sono domande fasulle, allusive, che non mostrano una reale volontà di avere una risposta ma solo di infangare il Cammino"

Ti ringrazio del giudizio e di questo grande esempio di "amore al nemico"

Per il resto il cammino si squalifica da solo. Sopratutto da come vengono trattati tutti coloro che, per un motivo o per un altro, se ne vanno (magari senza perdere la fede...checchè se ne dica)

"Probabilmente (perché con certezza lo sa solo Papa Francesco), il cardinale Bergoglio ha saputo della missione che si sarebbe svolta a Buenos Aires prima di partire per il Conclave"

Dalla lettera che ha mandato Kiko non sembrerebbe...

Poi per me le piazze possono essere anche un milione...ma quali sono?

Ribadisco: se è così bello perchè non dirlo? Perchè non presentarsi con nome e cognome? Paura che qlc digiti "cammino neocatecumenale su google?

Ma se sono tutte menzogne che paura avete, scusa?

Detto questo tu dicevi che "il fatto che l'evangelizzazione sia opera solo del cammino è una triste verità?

Te lo sei fatto un giretto per internet? Le conosci le cellule dell'evangelizzazione delle Sentinelle? (tanto per fare un esempio)

Ringrazia il Signore, non ci siete solo voi!

davide antitripudio ha detto...

Aldo

Una briciola d’oro non può comprare una briciola di tempo.
Diceva Cicerone

L'avarizia in età avanzata è insensata: cosa c'è di più assurdo che accumulare provviste per il viaggio quando siamo prossimi alla meta?

Ecco perchè sei uscito dal Cammino!

Chi ti ha detto di prestare sti soldi?
Non penso proprio i Catechisti!
Chi è causa del suo male pianga se stesso.

l'apostata ha detto...

A Jeff che ha scritto:"...le domande di apostata alle quali nessuno ha risposto per lo stesso motivo: sono domande fasulle, allusive, che non mostrano una reale volontà di avere una risposta ma solo di infangare il Cammino.
Fasulle? Sono TUTTE basate su filmati e documenti del sito ufficiale del cammino. Forse è perché sono incontrovertibili che non avete il coraggio di rispondere.

Di fronte a domande del genere spesso è meglio il silenzio
Ovvero: mi avvalgo della facoltà di non rispondere...

(anche perché tantissime parole sono già state spese).
Da chi, mai?

Quantomeno si risparmia tempo perché tanto non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.
Infatti. Nessuno di voi è mai stato capace di smentirne una sola, dato che sono tutte documentate.

Come sempre, più che le parole, contano i fatti.
Vero. Pensa i piccoli neocat in buona fede, i cristiani della domenica e i lontani. Ad esempio sentono dalla viva voce di Kiko che l'uomo è schiavo del demonio, poi leggono nel Catechismo l'esatto contrario. Che penseranno secondo te?
Ma possibile che proprio nessuno di voi sia capace di confutarle? Vuoi vedere che proprio non avete argomenti?

Anonimo ha detto...

Non mi avete pubblicato?!? E come mai. strano!
Decio

aleCT ha detto...

@Davide

Guarda che Aldo non è che se ne è andato "per i soldi",ma perchè coloro che magari hanno il coraggio di chiedere"obbedienza assoluta" (in nome dI CHI?) hanno toccato la cosa più preziosa ovvero i suoi figli.

E questo lo ha raccontato senza vergogna (perchè sono altri che devono vergognarsi) anche pubblicamente.

Quindi andrei piano con determinate affermazioni...

by Tripudio ha detto...

Caro fratello Jeff,

sono le tue parole a suscitare domande.

Domanda 1: tanto per cambiare, le "piazzate" ve le siete organizzate in gran segreto. All'ultimo momento lasciano il bigliettino al Papa con la lista dei saluti, e tra i ministranti di Taranto e la scuola Mazzini di Marsala c'erano anche i neocatecumenali pronti alla piazzata.

Ora tu vieni qui a insinuare che la "missione kikiana" di fare le piazzate, sarebbe stata voluta nientemeno che dal Papa, magari già da prima di diventare Papa, magari già da prima che nascesse...

Dunque, domanda numero uno: come fai ad essere così sicuro di tutto questo? Un semplice saluto e incoraggiamento del Papa, per te è così prezioso. Benissimo: ti capisco. Ma allora perché quando il Papa vi ha comandato (senza mai rimangiarsi la decisione, tanto più che essa è contenuta nel vostro Statuto) di «seguire fedelmente i libri liturgici» voi avete sempre disubbidito?

Ti rendi conto che più fai quel genere di insinuazioni e più induci i lettori di questo blog a pensare che i neocatecumenali sono ipocriti oltre che disubbidienti?


Domanda numero 2: stai facendo tanta cagnara sul fatto che AleCT abbia avuto qualche dubbio.

Come mai ti sta tanto a cuore l'ipotesi che AleCT abbia potuto sbagliarsi?

Come mai sei così concentrato nel tentativo (più elegante di altri, ma non per questo meno meschino) di mettere in cattiva luce AleCT?

Hai forse urgente bisogno di fabbricarti una scusa per poter dire a tutti (e a te stesso) che chi getta luce sulle magagne del Cammino "si sbaglia"?

Come mai ti sta tanto a cuore quella frase di AleCT e non ti interroghi su altri argomenti molto più seri di quello?

Per esempio: con le "piazzate" ogni domenica state annunciando Kiko, il Verbo di Kiko, le canzoncine di Kiko, le icone di Kiko, eccetera.

Ovvio che eviterete accuratamente di dire che il Cammino ha fatto del male a tantissime anime, eviterete di dire che quattro quinti di quelli che cadono nella vostra rete ne usciranno con dolori e sofferenze lancinanti (delle quali Nostro Signore chiederà conto a Kiko, Carmen e ai loro cosiddetti "catechisti"), eviterete di parlare di "decime" e di eresie, eviterete di riportare testimonianze come quelle di Aldo, di DG e di tantissimi altri...

Come mai di fronte ai problemi seri, tu ti preoccupi così tanto di ciò che scrive qui AleCT?

Come mai hai anche tu -come tutti i neocat- qualcosa da nascondere, discorsi da evitare, argomenti da mistificare, fatti da censurare?


E quindi giungiamo alla terza domanda: come mai non ti rendi conto che il tuo atteggiamento involontariamente ma chiaramente testimonia che il Cammino ha bisogno della menzogna?


Sono sicuro che non risponderai, sono certo che tenterai di svicolare, di cambiare discorso, tenterai di parlare di me anziché dei temi che ti proponiamo, tenterai -come al solito- di mistificare, di scansare, di mentire perché come ammetti tu stesso, non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.

Anonimo ha detto...

ancora nuovamente censurato senza motivo, voi siete furbi i commenti un po' imbecilli di gente che vi insulta li pubblicate così potete passare da martiri, a me che faccio ragionamenti semplici e in maniera educata mi censurate, solo perchè sono cose vere alle quali non sapete rispondere. Mi chiedo a questo punto perchè mettere in piedi tutto sto macello e perderci tanto tempo...siete vittime di qualche patologia psichica? vi hanno trattato male in comunità? non sapete come impegnare il tempo? spero almeno che qualche soddisfazione riuscite ad averla facendo ciò! Ma chi ve lo fa fare? la mia firma ;)

davide antitripudio ha detto...

Ale Ct.

Bellissima l'esperienza nelle Sentinelle. A Sanremo è stata veramente emozionante. Vedere le persone che erano impegnate nella manifestazione Canora del Festival, venire in Chiesa e Confessarsi.

Il problema grosso che ho notato, anche nel Cammino, è che la gente anche dopo aver ascoltato 2 mesi di catechesi, non vuole prendersi impegni e Il cammino di per se è molto impegnativo, ma vuole che gli si scaldi un po il cuore per poi tornare alle proprie vite senza ulteriori scocciature.

Tripudio e Mic, il Cammino è una realtà della Chiesa Cattolica. Siete in ritardo di 40 anni, ma soprattutto se non accettate questo siete Luterani e Negazionisti.

by Tripudio ha detto...

Per tutti i neocatecumenali:

ma l'avete letta o no la testimonianza di DG presentata in questa pagina o venite qui solo per vantare le vostre "piazzate" domenicali?

Anonimo ha detto...

ANCORA ADESSO non c'è un elenco consultabile DELLE PIAZZE INTERESSATE.

E' anche questa una questione fondamentale? E' il modo di fare del cammino, raffazzonato e imperfetto. Non siamo dei grandi organizzatori, è verissimo (basta vedere il caos che regnava nella Basilica San Paolo sabato scorso per chi ha avuto modo di esserci :) c'era addirittura gente che allattava...mamma che scandalo!! :)).

Ad ogni modo credo che l'elenco delle piazze romane uscirà presto se può aiutarti ad acquietare le tue ansie.


Ringrazia il Signore, non ci siete solo voi!

Ne sono ben contento!

Saluti
Jeff M.

aleCT ha detto...

@Decio

Come vedi ti hanno pubblicato.

"Fatelo anche voi, con altre modalità, quelle che ritenete più consone ma fatelo!"

E chi ti dice che già non lo faccia...

l'apostata ha detto...

a Davide Antitripudio

Dopo la penosa figuraccia sugli esorcismi hai un bel coraggio a riapparire.

Da quello che hai scritto ad Aldo, giudizi e disprezzo allo stato puro, come dall'ignoranza di cui hai dato prova con le sciocchezze che hai scritto sugli esorcismi, risulta che sei evidentemente un catechista.

Come gli altri non sei stato capace di argomentare alcunché sulle domande.
Sulle ambiguità del sito del cammino e dell'intervista a Kiko, almeno su quelle, sei capace di spiegarci qualcosa?

DG ha detto...

sig.SR

lei vuole delle risposte alle sue domande e io gliele daro'

1) sua domanda:

"...che Dio è amore e li ha tratti da una situazione di morte in cui vivevano"

Ho sentito ragazzini di 13/14 anni dire esattamente LE PAROLE che Lei ha ripostato qui sopra

MI sorge un dubbo o queste PAROLE COSI' ESATTE Lei già le conosceva o ne è rimaso talmente ma talmente colpito che le ha registrate nella sua mente.

Ora pero' mi spieghi anche (visto che ne è rimasto colpito) CHI ha tratto dalla morte quella persona in che modo e da cosa.
Cosi' possiamo riparlarne in seguito.

....

2) sua domanda:

"..perché non fate lo stesso coi testimoni di Geova, i musulmani o Scentology?"

Semplicissima la risposta:
se avessi avuto un esperienza negativa frequentando quelle sette lo farei, ma io sono cattolico lo sono sempre stato e sono entrato in quel movimento molti anni fa, quando ancora non c'era né statuto né internet, credendo che fosse un movimento cattolico approvato dalla Chiesa e con la Liturgia NC, cosi' differente, approvata dalla Chiesa.
In poche parole non sapevo che tutto cio' non era vero, e me ne sono "accorto" solamente da un poco piu' di 4 anni.. Quindi per piu' di 20 anni ho frequentato un gruppo credendo che fosse cio' che effettivametne non era.
Mi era stato detto che tutto era a posto, che le catechesi erano opera del Signore che parlava attraverso degli "angeli inviati da Dio" cioè i catechisti ma NON ERA vero.
Perchè le catechesi erano (e sono) imparate a memoria, scritte e fotocopiate e riportate tutte allo stesso modo in tutte le comunità del mondo, virgole e punti (e puntini) e pause compresi.

....

3) sua domanda
"In fondo, questa voi la considerate una setta eretica che toglie fedeli alla Chiesa e lava il cervello di poveri sprovveduti"

Personalmente NON ho mai considerato il CNC una SETTA ERETICA.
Ho denunciato le cose negative e le anormalità.
Non lo sto qui a ripetere ma basta che Lei si legga un poco piu' approfonditamente i pio come ost di questo Blog e si accorgerà che molte persone che scrivono su questo Blog non auspichiamo la chiusura del CNC ma un suo cambiamento e adeguamento alla Liturgia della Chiesa Cattolica e al Catechismo della Chiesa.
E chiaramente essenziale è una maggiore sorveglianza e presenza della Chiesa attraverso i suoi Pastori di cio' che succede nelle sale chiuse delle comunità NC.

Intendo dire presenza del Vescovo agli scrutini (momento culmine nella formazione dei neocatecumenali) nei passaggi e NON solo nei riti di passaggio. Conoscenza pubblica delle finalità delle decime mensili e delle tante collette

....

4) sua domanda:

"i catecumeni nel mondo penso siano una % infinitesimale in confronto ad altre pericolose realtà.. non vedo quindi perché non prendersela con qualcuno di più grosso e potente"

Prima di tutto non sono i "catecumeni" ma i
"neocatecumenali".
C'è una certa differenza.
Che siano lo O,O1 % è vero, ma non dice forse Gesu' stesso che

"Chi scandalizzerà uno solo di questi piccoli che credono in me, gli conviene che gli venga appesa al collo una macina da mulino e sia gettato nel profondo del mare"?

Ebbene molti "piccoli" sono stati scandalizzati nella Fede attraverso proprio la durezza di certi comportamenti dei catechisti NC o dei fratelli NC o semplicemente dal fatto che è stata negata a priori la possibilità di discernere se frequentare o meno un movimento con quelle caratteristiche.

Questo è stato dovuto proprio dal fatto che per anni ai "piccoli nc" è stata negata prima e poi nascosta la realtà.
Leggi la mia risposta n. 3

Credo di aver risposto in abbastanza esauriente.
Di sicuro atraverso la mia mente e il mio cuore e non atraverso degli slogan o delle frasi estrapolate dalle catechesi NC nascoste.

Anonimo ha detto...

AleCT

Si mi hanno pubblicato dopo la mia lamentela.
Non stò dicendo che tu non lo faccia stò solamente dicendo che quella delle missioni nelle piazze è una modalità che utilizza il cammino per evangelizzare. Non è la prima volta che viene fatta una cosa del genere, già in prossimità delle GMG vengono fatte missioni molto simili per le vie delle città. Noi ad esempio lo abbiamo fatto in Francia. Quindi questo tipo di missioni sono una modalità in uso nel cammino.
Ci sono sicuramente molti altri modi per portare la Buona Novella ai lontani, questo è uno di quelli.
Decio

l'apostata ha detto...

a Davide Antitripudio

Hai scritto:"...Tripudio e Mic, il Cammino è una realtà della Chiesa Cattolica. Siete in ritardo di 40 anni, ma soprattutto se non accettate questo siete Luterani e Negazionisti".

Fantastico! Eccolo quello che ha capito tutto! Se contesto le prassi di un movimento sono luterano.
Se Kiko afferma che l'uomo è schiavo del demonio no!

Eccoli i frutti del cammino. Ipocrisia, ignoranza, arroganza, paura di pensare, incapacità di argomentare, disprezzo per i cristiani della domenica!

Anonimo ha detto...

Tripudio, dall'alto della sua scienza musicale, dice: Quanto all'annunciare Gesù Cristo, come mai lo avete fatto con quelle tristi canzonette cupe e calanti di Kiko? Non potevate utilizzare qualcosa di più maestoso e sublime, come il canto gregoriano?

Lezione di musica I
Non volendo pronunciarmi sui tuoi gusti musicali che rispetto ed in parte (solo in parte) condivido dico:
1) il termine "calanti" non si può riferire (come tu penso faccia) alla tonalità; in questo caso è esatto usare i termini di modo maggiore o modo minore. Il termine calante lo si usa in gergo per indicare una nota leggermente stonata che sia un poco più grave della nota reale.
2) Il Canto Gregoriano si può definire "sublime" ma non certamente "maestoso"; questo canto è tutt'altro che maestoso in quanto rigidamente omofonico e senza alcun accompagnamento strumentale. La melodia del CG accompagna dolcemente la parola latina della liturgia senza sovrastarla non andando quasi mai oltre la distanza di una sesta ed usando modalità ecclesiastiche (non le moderne modalità maggiori e minori). Il termine "maestoso" si può sicuramente usare per il canto polifonico, soprattutto quello fiammingo del 500 dove vi sono brani anche a 36 o più voci. Se il CN dovesse usare il CG prima di tutto dovrebbe reintrodurre il latino (il CG non si può immaginare nè concepire il lingua volgare), ma questa è una problematica che riguarda tutta la produzione musicale contemporanea della Chiesa Cattolica. Vi lascio in regalo questa sublime e maestosa musica di Palestrina (che non è assolutamente Canto Greg.- per chi avesse ancora qualche dubbio).
http://www.youtube.com/watch?v=16cH1RZcPKs
katartiko

DG ha detto...

@ snoopy

solo ora leggo la tua richiesta. Non ti preoccupare puoi domandare tutto qui, non c'è nessun problema.
Se mi sento di risponderti lo faccio tranquillamente, l'ho sempre fatto e sono in Pace con me stesso. Non risponderei in privato su cose che non mi sento di dire in pubblico. Questo gli amministratori e una persona che mi ha scirttoin privato lo sanno bene.

La pace

mi verrebbe di firmarmi Woodstock, ma poi invece che del cammino neocatecumenale dovremmo parlare dei Peanuts :D

aleCT ha detto...

@Davide

"l problema grosso che ho notato, anche nel Cammino, è che la gente anche dopo aver ascoltato 2 mesi di catechesi, non vuole prendersi impegni e Il cammino di per se è molto impegnativo, ma vuole che gli si scaldi un po il cuore per poi tornare alle proprie vite senza ulteriori scocciature."

Ora non spostiamo il problema sulla "gente che non vuol prendersi impegni" . Il cammino sarebbe una grandissima cosa, sul serio, se unisse il suo invito all'impegno non solo verso se stesso ma verso la Chiesa nella sua università la quale è rappresentata in piccolo dalla parrocchia.

Alla GMG questo si vede nella sua totalità. Alla GMG (checchè qlc ne dica) vengono e partecipano persone di ogni realtà? Associazioni, movimenti, PARROCCHIE, cresimandi della diocesi accompagnati dal loro Vescovo e così via discorrendo)

Il fatto che, se tu ti sei confessato, è già un gran risultato per il semplice fatto che attraverso quel sacramento PASSA LA GRAZIA DIVINA . E questa è una verità di fede.

Poi Dio farà il resto.

Ma il fatto che tu lo lasci agire non solo attraverso quello che dici tu

(che sarà edificante quanto vuoi, ma che, sopratutto agli occhi di un lontano è sempre il discorso di UN uomo)

ma anche e sopratutto attraverso i sacramenti DELLA CHIESA per me è fondamentale.

Ruben ha detto...

Ruben dice: "...tutti rigorosamente in piedi,tranne il sottoscritto, ostentatamente ed orgogliosamente in ginocchio..."

Losito su Zenit: "...tutti i partecipanti ricevevano in ginocchio Ia benedizione invocata dal cardinale e l’invio per la missione".

Chi dei due mente?
Ho il sospetto che sia il primo, ma probabilmente sono il solito kikiano fazioso. Vuoi che sia uno dell'"Osservatorio sul Cammino Neocatecumenale secondo Verità" a mentire? Questo è impossibile?
---
il Buon Losito e chi riporta,giocano abilmente sulle parole:tutto il popolo CN si è inginnocchiato,come da me riportato, su invito di Kiko, quando il Card.Vallini attraverso una preghiera fattagli leggere,ha invocato lo Spirito per la missione.(una sorta di benedizione-effusione, limitata alla Terza persona della Trinità).
Sono rimasti invece, in piedi a capo chino, alla Benedizione finale del Vicario.
Mi domando a questo punto,se l'anonimo che ha scritto il post, era presente a San Paolo,se si, mentirebbe anche lui, sapendo di farlo.
Del resto,per riportare le "sranezze Neocatecumenali, non c'è bisogno ne di mentire, ne di inventarsi nulla,e sufficente narrare la cronaca così come avviene.

by Tripudio ha detto...

Quest'ultimo commento del fratello Katarkiko è il classico esempio di quando il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito.

Non sono io che sono saggio: è proprio lui che si ostina a guardare il dito, a costo di fare la figuraccia dell'ignorante (poiché nel Cammino bisogna far figuracce pur di non far apparire Kiko come quello lì che introduce le sue canzonette tutte uguali, tutte tristi, tutte cupe, tutte con quel tono calante e deprimente: "Galileaaaaah!" "Mariaaaaaah! è andata viaaaaaah!"

Non ci vuole un genio per riconoscere che le sincopatissime canzonette di Kiko sono brutte e deprimenti e riguardano solo la Tradizione Kikista-Carmenista.

Il Gregoriano e il Polifonico sono solo due felici esempi di canto cattolico, espressione di secoli e secoli di santità della Chiesa.

Ora, vi prego, guardate come il caro fratello neocatecumenale cambia discorso e sposta l'accento sui gusti musicali (sicché riduce i fatti concreti a banali opinioni).

È segno che ha accusato il colpo e che ha messo in moto la strategia del «devo fare la figura del cretino, altrimenti la fa Kiko».

Per il Papa non lo farebbero. Per i neocatecumenali, al Papa si può disubbidire, a Kiko no.

Anonimo ha detto...

È segno che ha accusato il colpo e che ha messo in moto la strategia del «devo fare la figura del cretino, altrimenti la fa Kiko».

E' solo per farti capire che parli SEMPRE senza conoscere. E quà (e metto l'accento, così faccio contento Lino) chiudo.
ultimo katartiko

Mule ha detto...

"non vuole prendersi impegni e Il cammino di per se è molto impegnativo, ma vuole che gli si scaldi un po il cuore per poi tornare alle proprie vite senza ulteriori scocciature"

Quanta arroganza.

Allora perché quasi tutti i figli dei neocatecumenali si sposano invece di farsi presbiteri? Che hanno paura di impegnarsi?

MAVVENVIAAAAAAA!

aleCT ha detto...

@Jeff

"E' anche questa una questione fondamentale? E' il modo di fare del cammino, raffazzonato e imperfetto. Non siamo dei grandi organizzatori, è verissimo)"

Jeff, non mi/ti prendere in giro perfavore.

Come fai a dir che "siete pessimi organizzatori" quando poi organizzate viaggi alla Domus Galilae per decine di vescovi oppure all'incontro vocazionale con Kiko dopo la GMG fate traduzione simultanea in 13 lingue..

Poi guarda che non ci vuole un genio della comunicazione a mettere un semplice file con l'elenco delle piazze sul sito ufficiale del cammino o sul portale annus fidei

Guarda, lo puoi fare anche tu.

http://www.annusfidei.va/content/novaevangelizatio/it/segnalaevento.html

E poi puoi condividerlo su FB e Twitter Google+ e tante altre piattaforme.

Facile no?
n
"Ad ogni modo credo che l'elenco delle piazze romane uscirà presto se può aiutarti ad acquietare le tue ansie."

L'ansia qui ce l'hai solo tu ne cercare di smontare quello che, come hai detto, in fondo non sembra IMPORTANTISSIMO..

Detto questo: a me chemmefrega di Roma? Io abito a Ct. Quindi a me interessa CT e dintorni ;-)

"Ne sono ben contento!"

Bene, allora da questo momento in poi ne deduco che non utilizzerai più questo argomento..

l'apostata ha detto...

Al musicale katartiko

Anche tu ogni tanto riappari. Ma proprio non sai come rispondere alle domandine? Ma perché? Sono semplici semplici, basate su fatti oggettivi e documentati.

Che ci vorrà mai a rispondere, specialmente quando si è adulti nella fede e illuminati, e si ha il discernimento...

O sono troppo facili?

p.s. l'invito vale anche per la new entry Decio, e lo rinnovo anche a SR

DG ha detto...

@ davidea "antitripudio"dici

"L'avarizia in età avanzata è insensata: cosa c'è di più assurdo che accumulare provviste per il viaggio quando siamo prossimi alla meta?"

esattamente è quello che penso anch'io!

Infatti perchè i fratelli NC invece di accumulare i "denari" per la D.Galilea i viaggi di Kiko le cene negli alberghi a 5 stelle per i catechisti itineranti o meno NON restituiscono quello che devono e che serve ad un fratello per vivere?

Ti ricordo david "antitripudio" che molte volte nelle convivenze NON si raggiungeva la quota e chi doveva lasciare gli assegni con il resto dei denari che non c'erano?

I responsabili che in genere possono e hanno le condizioni economiche" per anticipare quello che poi dovrebbe essere restituito in seguito tramite coletta che si DOVREBBE protrarre finche questo debito non sia saldato.
Cosa che NON avviene perchè ad un certo punto o lo si dimentica (il debito) o si risponde come te o si deve fare al colletta per qualcosa di piu' urgente.
Ti ricordo che anche il responsabile versa la decima e collette varie e paga la sua quota nelle convivenze.
Quindi non credo che sia un problema di denaro ma di mancanza di "comunione dei santi" visto che quando c'è di mezzo mammona tutti sembrano scordarla.

e poi dici "chi è causa del suo mal pianga se stesso"

e chi avrebbe pagato le convivenze? Avremmo poi dovuto "lavare i piatti per una settimana e piu' e prestare servizio nell'Hotel?

ps anche se non sono mai stato responsabile conosco chi per ani si è occupato proprio in questo modo dei debiti della comunità.

ps quano vi piace gettare fango su Aldo...che tristezza mi fate

l'apostata ha detto...

a Alect

che ha scritto:"Come fai a dir che "siete pessimi organizzatori" quando poi organizzate viaggi alla Domus Galilae per decine di vescovi oppure all'incontro vocazionale con Kiko dopo la GMG fate traduzione simultanea in 13 lingue".

Non parliamo poi della eccezionale capacità finanziaria dimostrata.
Sono in grado di pagare viaggi, trasferte, soggiorni a vescovi nostri amici, presbiteri, seminaristi, famiglie di seminaristi, itineranti. Far acquistare arredi costosissimi griffati Kiko. Costruire la domus a cinque stelle. Mandare in giro per il mondo la kikorchestra. Obbligare i piccoli neocat a versare l'equivalente di due mesi di lavoro all'anno, più numerosi extra. Creare una Fondazione talmente opaca che nessuno sa nulla del suo bilancio.
Arruffoni? Improvvisatori? Macché, il santino è l'archetipo del financial manager!

p.s. Smentissero una sola delle cose che ho detto, se possono, i vari Jeff, Davide Antitripudio, Katartiko, Decio, SR e compagnia.
Come per le domandine, strillate, insultate e non siete capaci di smentire nulla.

Lino ha detto...

OFF TOPIC
Apro l'Osservatorio nella pausa pranzo, a distanza di un giorno, e cosa vi trovo? Cinquantacinque commenti dei quali un elevato numero inviati da NC. E cosa leggo da quell'altra parte? Ventitré commenti in due giorni, quasi tutti di NC, nei giorni delle "piazze".
Ma dico io, non avete altro da fare che stare in Internet? Uscite di casa, andate nel mondo reale a evangelizzare i popoli col verbo kikiano!

Scherzo, naturalmente, anche se il problema di per sé è molto serio: parafrasando un noto detto di "lontani", si potrebbe dire dei nostri frequentatori neocatecumenali: "State in Internet come dico io ma non come lo faccio io" :-)

Anonimo ha detto...

Caro Tripudio,

"Ora tu vieni qui a insinuare che la "missione kikiana" di fare le piazzate, sarebbe stata voluta nientemeno che dal Papa, magari già da prima di diventare Papa, magari già da prima che nascesse"

Mai detto questo.
Sei anzi tu che mi metti in bocca parole che non ho mai detto, e non è la prima volta che lo fai (anzi, lo fai sempre)

E' ovvio che partendo da una falsa premessa si arriva subito alla fasulla domanda numero uno:

"Dunque, domanda numero uno: come fai ad essere così sicuro di tutto questo?"

(piccolo inciso, per apostata: intendevo questo quando parlavo di domande fasulle...domande che non sono domande ma sono velenose insinuazioni...)

Insomma dicevo, non ho mai pensato che la missione sia stata pensata dal Papa. Lo stai insinuando tu.
Come ho detto e ribadisco, la missione è stata presentata al Papa il quale ne è stato ben contento. Guarda caso c'era il cardinal Vallini a benedire le comunità romane ed il Papa durante l'angelus ha salutato e incoraggiato i neocatecumenali che sarebbero andati in missione. Tutto mi porta a credere che sì, il Papa sia contento che venga fatta questa missione.

"Domanda numero 2: stai facendo tanta cagnara sul fatto che AleCT abbia avuto qualche dubbio.

Come mai ti sta tanto a cuore l'ipotesi che AleCT abbia potuto sbagliarsi?"


Perché la ritengo una ragazza intelligente e la correzione fraterna è una forma di carità.
Scambiare una correzione fraterna per un "fare tanta cagnara" è un'altra insinuazione interessante da parte tua.

"E quindi giungiamo alla terza domanda: come mai non ti rendi conto che il tuo atteggiamento involontariamente ma chiaramente testimonia che il Cammino ha bisogno della menzogna?"

Perché non ho usato nessuna menzogna. Ti faccio notare che è l'ennesima volta che insinui che io sia un mentitore senza mai dire - manco una volta - quali menzogne avrei pronunciato.

Brillante, come sempre.

Sarò io il mentitore o tu il calunniatore?

"L'ansia qui ce l'hai solo tu ne cercare di smontare quello che, come hai detto, in fondo non sembra IMPORTANTISSIMO.."

Boh, sarò scemo io ma mi sembra che tu ti sia lamentata in più di un post che non ci fosse scritto da nessuna parte quali fossero le piazze oggetto della missione. (gridando con il sapiente uso del caps lock: "ANCORA ADESSO non c'è un elenco consultabile DELLE PIAZZE INTERESSATE.")

Insomma, leggendo questo pensavo che il tema ti interessasse. Ora apprendo che per te non cambia nulla allora scusa tanto se ti ho risposto e ti ho fatto perdere tempo.

Saluti
Jeff M.

Ruben ha detto...

...Facciamo finta che tutto quello che dite sia vero, perché non fate lo stesso coi testimoni di Geova, i musulmani o Scentology?...
---
Sono altre Religioni,perchè dovremmo?

Ruben

Anonimo ha detto...

Per AleCT:

Accidenti hai proprio l'argento vivo addosso. Meno male che non sei un capufficio altrimenti sarebbe l'inferno per i tuoi sottoposti.

Ecco l'elenco delle piazze:

http://www.camminoneocatecumenale.com/new/evento.asp?lang=it&id=207

Con le scuse ad AleCT per il ritardo...

l'apostata ha detto...

a Jeff

Hai scritto:"piccolo inciso, per apostata: intendevo questo quando parlavo di domande fasulle...domande che non sono domande ma sono velenose insinuazioni...)".

Le insinuazioni le fai solo tu.
Le domande sono documentate, ed è questo che vi fa paura. Non potete rispondere voi con insinuazioni e slogan.

O vuoi smentire Kiko in persona quando racconta della colomba, dell'esorcismo, dello schiavo del demonio, delle apparizioni, dell'ispirazione divina quando parla?

O vuoi smentire Kiko quando fingeva che le catechesi fossero ispirate dallo Spirito, poi ha rifiutato le correzioni, poi ha detto che il Papa voleva che fossero pubblicate, poi le ha segretate?

O vuoi smentire Carmen in persona quando racconta di essere stata chiamata benedetta tu fra le donne da Nostra Signora?

O vuoi smentire i catechisti in persona quando spiegano (!) le parabole del fango e del taglio in contrasto con la Chiesa?

O vuoi smentire i richiami del Papa perché continuate a disobbedire?

O vuoi smentire l'enorme giro di denaro verso la Fondazione, non rendicontato e segretissimo?

Si vede che ti hanno addestrato a vivere nell'ipocrisia. Ma che tu e quelli come te continuiate a scappare, a far finta di non vedere, a insultare, a me importa poco.

L'importante è che i piccoli neocat in buona fede, i disprezzati cristiani della domenica, i cosiddetti lontani leggano. Leggano quel che chiedo, verifichino da sé su youtube e sul sito neocat se è vero quel che domando, consultino il Catechismo, il Magistero, constatino LA REALTA' delle cose e traggano le conclusioni con la PROPRIA ragione.

Il vostro silenzio, la vostra incapacità di argomentare non vi aiuteranno a difendere l'indifendibile.

p.s. Sto ancora aspettando che qualche neocat duro e puro mi spieghi le ambiguità sulla missione nell'intervista di Kiko. E allora?

Ruben ha detto...

@antitripudio

"Dicendo che il Cammino non è Cattolico ti comporti da Negazionista come i tuoi amici Mussulmani.
Tu e tuoi amici di CATTOLICO non avete Niente!!!"
---
Riprendendo questo tuo concetto, mi sembra che chi baciava il Corano in Piazza, era Giovanni Paolo II, Papa particolarmente da voi apprezzato.
E questi sono dati di fatto,oggettivi e riscontrabili.
Ruben

by Tripudio ha detto...

Ringrazio il caro fratello Jeff (che continua a buttarla sul personale, in modo da non entrare in argomento), che ha fatto un po' di marcia indietro cercando di non farsi notare.

Infatti finalmente Jeff ammette che la missione kikiana delle piazzate è stata «presentata» al Santo Padre.

Ossia che l'ha inventata Kiko.

E se l'ha inventata Kiko, è naturale che serva solo a promuovere il Cammino.

Ed è naturale che i kikos debbano difenderla a denti stretti facendo festa per un semplice saluto del Papa (i ministranti di Taranto però, ugualmente contenti del saluto del Papa, hanno fatto molta meno cagnara).

Se Kiko infatti volesse promuovere la missione della Chiesa, anzitutto comanderebbe di ubbidire alla Chiesa per quanto riguarda la liturgia (infatti: come si fa ad "evangelizzare" se si comincia da una liturgia diversa da quella della Chiesa?).

Ma su questo, il caro Jeff, evita di intervenire. Tema pericoloso. Serio rischio di figuracce.

Il caro fratello Jeff fa infatti eleganti distinzioni di lana caprina. Difende la sacra chiassata nelle piazze e poi si definisce calunniato perché il sottoscritto ha tratto le conclusioni dalle insinuazioni jeffiane: «...Probabilmente il cardinale Bergoglio ha saputo della missione... Una volta eletto Papa, Kiko avrà avuto modo... ah se non sbaglio sono solo 97...».

Intanto, sui problemi sollevati da DG, nemmeno una parola.

Jeff continua a scansare le questioni importanti e prosegue ad esercitarsi a tutta forza nella sua cosiddetta "carità fraterna" contro AleCT. Penserà mica che AleCT finirà in rovina se lui non agisce?

Vieni qui a giudicare AleCT e il sottoscritto, ti nascondi dietro eleganti parole, insinui dietro i tuoi "Probabilmente, avrà avuto modo", eccetera, e infine vieni ad accusarmi di averti calunniato.

Complimenti: il Cammino ti ha insegnato bene a schivare le accuse. Non sia mai che Jeff abbia da riflettere sulla disubbidienza liturgica permanente del Cammino... Non sia mai che il caro fratello Jeff abbia da riflettere sulla "carità fraterna" dei cosiddetti "catechisti", di cui DG, in cima a questa stessa pagina ha dato una testimonianza personale...


«Se contesto le prassi di un movimento sono luterano.
Se Kiko afferma che l'uomo è schiavo del demonio no!»


Questo è il ragionamento tipico dei neocatecumenali.

Un gigante come padre Zoffoli ha chiarito mille volte meglio di noi ogni questione teologica relativa allo squinternato impianto dottrinale di Kiko e Carmen.

E dato che nel Cammino non è mai cambiato nulla, quei suoi testi (come ad esempio il libro Eresie del Cammino Neocatecumenale) sono ancor oggi validissimi. Sfido chiunque a prendere sul serio anche solo l'ipotesi che padre Zoffoli abbia detto bene, e a confrontare col Catechismo e con gli Orientamenti ciò che lui dice, per vedere se il chiamare «fandonie» gli insegnamenti dei due spagnoli è stato totalmente infondato o no.

E se è valido ancor oggi, nel 2013, o no.

Cari fratelli delle comunità del Cammino Neocatecumenale... ma siete davvero così sicuri che il Cammino sia assolutamente perfetto?

Siete davvero così sicuri che si è totalmente sbagliato chiunque abbia avuto da ridire sul Cammino?

Siete davvero così certi che le innumerevoli testimonianze contro il Cammino vengano tutte, dalla prima all'ultima, proprio tutte da satana?

Siete davvero così convinti che il Cammino vada difeso in ogni modo, anche mediante la menzogna ed il far finta di niente di fronte alle decisioni del Santo Padre?

l'apostata ha detto...

Alla gentile Alessandrina dei disertori che ha scritto:
"apostatino fai un favore per me riporta questa risposta ad fdf si l'ho sentito era fine novembre del 1988 ero appena entrata in cammino e quel giorno era una domenica andai al duomo perchè c'era l incontro diocesano di quello che fino ad allora era stato il mio gruppo di appartenenza l'azione cattolica. Io annunciai che ero entrata in cammino e mi sentìì dire queste parole ci tradisci per quelli lì detto in modo dispregiativo rimasi come un ebete caro fdf ...come vedi ... Alessandra"

Cara e gentile Alessandrina, come vedi volentieri ti ho accontentata.

Spero che tu faccia lo stesso per me.

Come mai ritenete sempre false e in malafede le testimonianze degli ex nc che compaiono su questo blog, mentre quelle dei disertori sono e devono essere sempre considerate autentiche?
Nel tuo caso, ad esempio, perché si deve dare per scontato che sia tutto vero, e nel caso di chi ha subito violenze morali dai catechisti no?

Mi spieghi perché ti ostini a far finta di non vedere le domandine?
Come ho detto ad altri, se potete confutatele con argomenti.

Forza Alessandrina...

Max ha detto...

Piccola riflessione.
Come sempre su questo blog ci si rimpallano le stesse accuse e a volte si perde il senso della sua esistenza. Se qualcuno ha ritenuto opportuno creare questo blog vuol dire che i disagi creati dal cammino neoct ci sono stati e continuano ad esserci. Il punto però è:" Perché ci sono?"
Cari fratelli neocat perché non cerchiamo di chiarirci una volta per tutte? Potete spiegare perché kiko e carmen hanno sentito il bisogno di rigettare la tradizione apostolica e infilare al posto dello Spirito Santo, lo spirito reazionario del "68 nella Chiesa cattolica? Perché un cammino di iniziazione e riscoperta del valore del Battesimo deve passare per le vesti bianche e il lattemiele? Perché nelle Parrocchie neocat il Venerdì Santo non si celebra la Comunione con le Ostie consacrate il Giovedì Santo? Perché sono stati inseriti rituali ebraici nella Chiesa Cattolica? Perché la Parola è più sacra del Verbo di Dio? Quando risponderete con franchezza a queste cose forse questo blog non servirà più.
Ma credo, che se risponderete "seriamente e con coscienza" (con questo intendo un "responsabile autorevole" regionale o nazionale, il cammino verrà chiuso.

Anonimo ha detto...

Caro fratello Tripudio che menzogne avrei detto?
Ho un opinione molto diversa e distante dalla tua e la sto suffragando con prove, non mi interessa dire menzogne. Tantomeno fare domandine retoriche. Per "pastone" intendevo che hai scritto tutto un elenco di lunghe accuse al quale è impossibile starci dietro. Hai toccato diversi punti, alcuni interessanti che meritano una risposta. Per questo ti chiedo di nuovo di formulare un quesito per volta e da quello portare avanti una discussione, così facendo non metti in condizione chi risponde di poter argomentare. È come se fosse un attacco a pioggia a 360.
SR

aleCT ha detto...

@Decio

"Si mi hanno pubblicato dopo la mia lamentela."

Io ho le notifiche via mail che mi arrivano appena si approva un commento. Me ne è arrivata una con 6 interventi contemporaneamente. Due dei quali erano tuoi. Uno era il tuo intervento e l'altro la tu lamentela. Ergo vuol dire che ti hanno approvato le cose CONTEMPORANEAMENTE.

Quindi puoi smetterla di lamentarti..

gipi ha detto...

Per quanto ne sò io, quelle canzoncine calanti(?) non sono altro che la riproposizione dei salmi, o tratti dalla Bibbia.

Anonimo ha detto...

@DG

Mi hanno particolarmente colpito queste tue parole:

Scusate ma lo sanno quanti figli di fratelli NC sono soggetti a disturbi di personalità, di anoressia e bulimia, di tentativi di suicidio (o richieste di aiuto tentando di fare un gesto folle?)

Sono nel NC da molti anni, con esperienze indubbiamente positive, ma anche con il desiderio e la speranza di vedere corrette determinate storture.

A parte questo, ti volevo chiedere, visto che ho figli che stanno crescendo, secondo la tua esperienza, quali sono gli atteggiamenti e le cose da evitare, o da limitare, o delle azioni da porre in essere...in definitiva ti volevo chiedere, se possibile, qualche consiglio e soprattutto quali atteggiamenti del NC potrebbero influenzare negativamente i miei figli, e portarli a quelle situazioni che tu ben descrivi.

Te lo chiedo come papá che ogni giorno si mette in discussione cercando di dare il meglio ai miei figli; te lo chiedo con il cuore.

Grazie.

Snoopy

aleCT ha detto...

@jeff

" (gridando con il sapiente uso del caps lock: "ANCORA ADESSO non c'è un elenco consultabile DELLE PIAZZE INTERESSATE.") "

L'avrò detto almeno 5 volte...non so come fare per mettere il grassetto..E quindi per evidenziare uso le maiuscole.

Sono una imbranata, lo confesso..XD

"Accidenti hai proprio l'argento vivo addosso. Meno male che non sei un capufficio altrimenti sarebbe l'inferno per i tuoi sottoposti."

Bella battuta complimenti. Purtroppo credo sia l'atteggiamento dell'Internista (ovvero medico di medicina interna...quello che voglio diventare) ovvero chiedersi sempre il perchè...ed usare la logica..(dono di Nostro Signore peraltro)

"Con le scuse ad AleCT per il ritardo..."

Grazie per il link. Esaustivo. Nelle altre città hai notizie? Sarei felice di averle..grazie in anticipo

l'apostata ha detto...

ad Anonimo dei disertori 08/apr/2013 10:05:00 che ha scritto:

"... il Papa ... ha invitato ... ad andare ad evangelizzare i lontani nelle strade enelle periferie ... Mi immaggino ... psicoapostata che invece di dire la sua esperienza propinerebbe le sue intelligenti e profonde domandine."

Non avrei voluto, ma mi ci costringi.

Un mio amico ieri sera mi ha telefonato per raccontarmi della sua visita a un gruppo neocat in piazza.
Si è divertito a stampare le domandine che tanto temete, e in una pausa dei canti urlati si è avvicinato, ha chiesto ad alta voce a quelli che guidavano il gruppo se erano cattolici.
Alla risposta affermativa gliele ha pubblicamente lette, sempre ad alta voce. Ha anche aggiunto che, se volevano, poteva indicare loro documenti e filmati.
Sconcerto e silenzio sono caduti sul gruppo.
Dopo qualche minuto di disorientamento, non sapendo come cavarsela, hanno ricominciato a strillare i loro canti, facendo finta di non vederlo più.
Lui in piedi con il foglio in mano davanti a loro, loro che guardavano da un'altra parte urlando a squarciagola.

Luogo e persona non li dico, ne ha passate anche lui tra i kikos.

Vuol dire che la considererete una bella storiella, una fantasia che vola nel cielo come una colomba bianca su una torre...

aleCT ha detto...

"Penserà mica che AleCT finirà in rovina se lui non agisce?"

Jeff è perfettamente in diritto di dirmi quello che a lui pare più giusto. Ed io risponderò altrettanto.

Nè più e nè meno.

P.s per l'anonimo che mi ha mandato il link con le piazze di roma..Lo ringrazio ancora..suppongo che se metto tutti gli eventi sul portale di annus fidei vi faccio un favore giusto?

Ho il vostro permesso? :-D

Ruben ha detto...

Ieri,piazza Palombara Sabina(viale Libia-Roma)ore 16:45.

Dopo le rettifiche in data di ieri,molte "piazze" missione la mattina, altre il pomeriggio, causa anche la non sufficienza del "personale",per molte comunità due piazze nella stessa giornata; decido di andare, la missione si trova in corrispondenza della metro B,stazione Libia,trenta minuti a piedi dalla mia abitazione.

Arrivo sul posto ad un quarto alle cinque,la piazza,riattata dopo i lavori metro, è accogilente, una "mini-agorà" dotata di molti e lunghi sedili di marmo,c'e posto per tutti.
Già sono presenti sulle 150-200 persone senza terer conto della gran copia di bambini da 0 anni in su, con molte carrozzine gemellari.
Come già fatto al mattino in piazza Mincio,mi metto in mezzo a loro, e mi trovo in un'atmosfera surreale ovvero: sono io che "non esisto" o sono loro il frutto di una mia allucinazione?
Provo a spostarmi da un gruppo ad una altro, anche con l'intenzione di farmi notare, li guardo con curiosità;tutti sfuggono prepotentemente lo sguardo e continuano a parlare tra loro,praticamente sono invisibile.Approfitto quindi del vantaggio che mi da l'"invisibilità" e posso ascoltare tranquillamente i loro discorsi, che vanno dal come trovare le baby-sitters, sul perchè il responsabile tale non era a San Paolo,perchè non t'ho vista alla veglia di Pasqua,lo sai che la tale della X comunità è incinta di due gemelli e pensa come c'è rimasta male la cognata che li voleva tanto...
Senza che nessuno, si accorgesse degli estranei che in ogni caso,
cominciavano ad arrivare.
1(continua)

Ruben

Anonimo ha detto...

Immagino che il soggetto delle seguenti frasi sia "i neocatecumenali".
Vado a rispondere:

Sono in grado di pagare viaggi, trasferte, soggiorni a vescovi nostri amici, presbiteri, seminaristi, famiglie di seminaristi, itineranti.

Vero. Beh?

Far acquistare arredi costosissimi griffati Kiko.

Correggo: sono in grado di acquistare arredi disegnati da Kiko (e non solo). (il costosissimi è relativo)
Vero. Beh?

Costruire la domus a cinque stelle.

Vero (toglierei il "cinque stelle" visto che non si tratta né di un albergo né siamo imparentati con Beppe Grillo :D) Beh?

Mandare in giro per il mondo la kikorchestra.

Vero. Beh?

Obbligare i piccoli neocat a versare l'equivalente di due mesi di lavoro all'anno, più numerosi extra.

Falso. Obbligo? Due mesi di lavoro all'anno?

Creare una Fondazione talmente opaca che nessuno sa nulla del suo bilancio.

Non so se i bilanci delle fondazioni/aggregazioni ecclesiali debbano essere pubblici. In tutta franchezza non mi sono mai interessato a questo tema, né ai bilanci di analoghe fondazioni (sono tutti pubblici?).

Detto ciò, il fatto che il Cammino abbia finanziato tanti eventi, viaggi e quant'altro non c'entra una mazza con la sua capacità organizzativa degli eventi.
Ribadisco che lo stile del cammino non è quello della perfetta organizzazione, ne è un esempio il casino che regnava nella Basilica di San Paolo sabato scorso. Nulla di scandaloso per quanto mi riguarda, anzi.

"Ringrazio il caro fratello Jeff (che continua a buttarla sul personale, in modo da non entrare in argomento), che ha fatto un po' di marcia indietro cercando di non farsi notare."

Tripudio, fai finta di non capire e insinui che io stia facendo marcia indietro. Falso oltremodo. Rileggi bene: non ho ritrattato una sola virgola. E' vero che il Papa ha invitato i cattolici più volte ad evangelizzare. E' vero che il Cammino è una realtà (non l'unica!) che fa evangelizzazione in molte forme. E' vero che Kiko ha pensato per l'anno della fede di fare questa missione in cinque giornate (già prima che Bergoglio venisse eletto Papa Francesco). E' vero che l'ha presentata al Papa ed è vero che il Papa l'ha approvata ed incoraggiata.

Tutte cose che ho detto sempre in questi termini e che si sono verificate.

E io sarei il menzognero, quello che "viene qui a giudicare AleCT e Tripudio".

Vabbé.

"Jeff continua a scansare le questioni importanti"

Ah già, quando vi si risponde punto per punto le questioni importanti sono sempre altre.
Alle vostre questioni importanti in tanti anni ho risposto molteplici volte in sterilissimi e sfiancanti confronti.
Rispondo ogni volta ai problemi nuovi che sollevate perché darvi mille volte le stesse risposte alle stesse domande dopo un po' è monotono.

Per l'esperienza di DG, credo che solo un pazzo si sentirebbe in grado di dire qualcosa di concreto vista la vaghezza del racconto. Fondamentalmente DG accusa i suoi catechisti di non aver fatto i distinguo tra la sua situazione e quella di un fratello di 25 anni più piccolo nell'avergli dato un suggerimento. A seconda del caso specifico questo può essere stato corretto o meno.
Poi parla di una risposta offensiva e umiliante davanti a 100 fratelli. Boh, francamente non lo metto in dubbio, ma come si fa a parlare di una cosa così vaga? Che vorresti sapere?


Saluti
Jeff M.

Anonimo ha detto...

30anni

@Aldo "poi fammi una cortesia se senti i miei fratelli "che sono degni" prima di annunciare il Vangelo dovrebbero fare un atto di Carità (visto che non sono in buone condizioni economiche) fammi restituire tutti i soldi che ho prestato loro..anche perchè dopo che sono caduto da cavallo hanno dimenticato i "debiti" che avevano.."

Aldo ha tutta la mia solidarietà dopo l'attacco inqualificabile che ha ricevuto. Comunque fortunatamente sa benissimo rispondere battendo il "tasto giusto", cioé quello dell'aiuto dovuto (e spesso preteso con una certa arroganza) a fratelli di comunità, magari con la citazione del famoso brano degli Atti ("erano assidui ... ecc.). Dopodiché, se chi è venuto in aiuto cade in disgrazia o addirittura esce dal cammino passa tutto in cavalleria.
Eh no cari fratelli "debitori", così non va; avreste dovuto voi personalmente andare a chiedere ad Aldo di restituire quanto ricevuto, magari chiedendogli scusa se per caso lo avessero giudicato.

@davide antitripudio "Una briciola d’oro non può comprare una briciola di tempo. Diceva Cicerone"

Beh per questo diceva anche "hic manebimus optime", considerazione che forse non è estranea a tanti fratelli debitori ...

"'avarizia in età avanzata è insensata: cosa c'è di più assurdo che accumulare provviste per il viaggio quando siamo prossimi alla meta?"

Sicuramente chi ha scritto queste parole ha venduto tutto e l'ha dato ai poveri. O no?

"Ecco perchè sei uscito dal Cammino!"

Questa frase è semplicemente "imbarazzante".

"Chi ti ha detto di prestare sti soldi? Non penso proprio i Catechisti! Chi è causa del suo male pianga se stesso."

Idem.

Anonimo ha detto...

P.s per l'anonimo che mi ha mandato il link con le piazze di roma..Lo ringrazio ancora..suppongo che se metto tutti gli eventi sul portale di annus fidei vi faccio un favore giusto?

Ale per renderti contenta lo stavo per fare io ma ho visto che c'è scritto:
"Per favore, ricorda che l'uso di questo modulo è riservato ai responsabili di Conferenze Episcopali, Diocesi e Movimenti ecclesiali per la segnalazione delle attività da loro direttamente organizzate o promosse in merito all'Anno della fede."

Poi se lo vuoi fare tu lo stesso fai pure, sicuramente fa comodo. :)

Saluti
Jeff M.

Anonimo ha detto...

@Alect
Chiedo scusa, pensavo che fosse stato accattato solo in seguito alla mia lamentela. Di computer e informatica non ci capisco nulla, figurati se so come funziona la moderazione di un blog. Il fatto è che non è la prima volta che scrivo e non sono stato quasi mai pubblicato.
Cmq in merito al discorso dell'evangelizzazione non hai risposto a quello che ho detto.
Decio

FDF ha detto...

A detta di 6x o Pasquale o quelchesia, se un Vescovo o un Sacerdote critica il Cammino è perché è clericale e non vuole perdere il proprio potere nella Parrocchia (o Diocesi).
Se ne deduce che quelli proni invece sono persone umili e ottimi sacerdoti.

Non c'è niente da fare:

- non puoi essere in disaccordo con i catechisti, meno che mai con Kiko, altrimenti rischi di passare per indemoniato, giuda, perverso (grazie Alessandra, grazie ancora).

- non puoi criticare le "espressioni imprecise o poco ortodosse" contenute nelle catechesi del CN , altrimenti non ti fidi

- non puoi lasciare il cammino per un'altra esperienza eccelsiale, perché altrimenti sei un giuda e stai voltando le spalle a Cristo (secondo Pasquale-6x-quelchesia dato che Dio ti ha chiamato nel CN non puoi abbandonarlo perché non sei tu che sceglie, ma Lui. Peccato che Santa Teresa di Calcutta fosse stata chiamata prima alla vita nel monastero e poi a fondare un suo ordine, dimostrando che la chiamata non dipende dai catechisti ma è un colloquio fra il cristiano e Dio. Di lei che dirà Pasquale-6x-quelchesia? Che ha nutrito il proprio ego? Che ha voltato le spalle a Cristo seguendo la propria ispirazione?)

- non puoi esprimere un dubbio (stai mormorando contro il cammino, riduci la grazia della comunità, diffondi il dissenso, ecc.) perché potrebbe essere che a causa di quel dubbio un'altra persona si perde, quindi ne sarai responsabile davanti a Dio (Pasquale dixit)

A me questo interessa, più che le questioni di lana caprina sul chi ha parlato col Papa, dove sono le piazze, ecc.
Mi sembra che si sia andati ampiamente off topic.
Mi interessa sapere se davvero chi ascolterà la predicazione nelle piazze poi sarà libero di scegliere, dopo essere entrato in cammino, senza essere trattato come un povero scemo.

Sebastian ha detto...

@AleCT
Per fare il grassetto devi usare il tag HTML con la b tra le parentesi acute.
Ovvero devi scrivere il testo nel seguente modo:

(b)testo(/b)

però con le parentesi acute (basta che fai copia/incolla da qui sotto).

Almeno gli levi anche l'appiglio delle maiuscole, e così forse potranno concentrarsi sul contenuto.

:)

l'apostata ha detto...

a Jeff

Hai scritto:"Obbligare i piccoli neocat a versare l'equivalente di due mesi di lavoro all'anno, più numerosi extra.
Falso. Obbligo? Due mesi di lavoro all'anno?"
Vero invece. fai due conti: 0gni mese il 10% in un anno fa quasi un mese e mezzo di stipendio, più tutte le collette straordinarie e ordinarie.

Far acquistare arredi costosissimi griffati Kiko.
"Correggo: sono in grado di acquistare arredi disegnati da Kiko (e non solo). (il costosissimi è relativo)Vero. Beh?"
Gli arredi kikiani sono OBBLIGATORI, anche se fingi di non saperlo. "Relativo" il costosissimi? Smentiscimi pubblicando i prezzi del Caal, se puoi!

Impara a fare i conti come Kiko...

p.s. Noto che tutto il giro di denaro non ti suscita altra riflessione che "beh beh beh beh".
Molto indicativo. I tuoi catechisti saranno contenti.

Lino ha detto...

@ Jeff M ha detto:
"(piccolo inciso, per apostata: intendevo questo quando parlavo di domande fasulle...domande che non sono domande ma sono velenose insinuazioni...)
Sai, Jeff, due di quelle domande sono mie - le faccio tutte mie, naturalmente.
Ora tu dici che sono domande fasulle. Perché, ti sembra fasulla la citazione della storia del fango da Or. Fase di Conv., p. 16?
"Che cosa è il catecumenato? Un tempo in cui ti si metterà fango sugli occhi. Questa è l'azione di Gesù Cristo. Perchè non sai che sei cieco. Non sai che sei sporco e perciò non ti vuoi lavare... per dire che Gesù metterà fango sui tuoi occhi perché ti senta peccatore, perché tu scopra di essere sporco".

E' la vostra prima catechesi, o no? Io garantisco di sì, perché ho partecipato e perché sta nel vostro Direttorio catechetico.
Ora, Jeff, vuoi spiegarmi quando mai Cristo, in altre situazioni, umilia un peccatore? Quando mangia con loro, forse? Oppure in Mc 1,40-45, quando guarisce un lebbroso e la lebbra - lo sai? - è il simbolo biblico del peccato, non la cecità? La cecità è simbolo di quelli che non riconoscono il Signore (vedi Lc 24,31: "Allora si aprirono loro gli occhi e lo riconobbero").

Sai, Jeff, insisto sul fango non perché io soffra di ecolalia da autismo: lo faccio perché questa catechesi posticcia del fango la trovo emblematica di due esiziali pratiche NC:
1) La fissazione sul peccato, che diventa ossessione per quanti entrano nel Cammino
2) La mutazione dei simboli evangelici, che Kiko stravolge.

Ti sembrano "fasulle", queste argomentazioni?
Dai Jeff, rispondi dimostrando che ho torto. Non per me o per l'apostata, figurati. Questa pagina, oggi, sarà letta da varie centinaia di persone, anche da qualche neocatecumenale. Dimostra loro che la preparazione che avete ricevuto dai vostri catechisti vi consente di argomentare sulle questioni catechetiche, e non solo ad personam (sull'apostata, su Mic, su Tripudio, su Aldo, su aleCT, su Lino, su DG, su FDF etc. etc.).

Antitripudio ha detto...

Apostata la figuraccia sugli Esorcismi l'avete fatta voi! Kiko ha fatto una preghiera di Liberazione. Nel video Parla di Esorcismo, ma sono sicuro che P.Mario era lì con Lui. Comunque anche tu non c'eri sulla torre a Sentire se si rivolgeva al Demonio in prima persona o no! E comunque se il Blog è secondo Verità dovreste scrivere da Qualche parte che Non è Cattolico!
L'ingorante, Mistificatore e Negazionista sei tu APostata insieme al Trio Carnevalesco Arlecchino, balanzone e pulcinella Alias Tripudio, Mic and CO....

Ruben ha detto...

@Jeff

"Ribadisco che lo stile del cammino non è quello della perfetta organizzazione, ne è un esempio il casino che regnava nella Basilica di San Paolo sabato scorso. Nulla di scandaloso per quanto mi riguarda, anzi."
---
Ah!...Bene!
Se il "meetieng" di San Paolo è stato
l'antipasto del vostro "stile",a quando le confessioni pubbliche in
San Pietro!??...

aleCT ha detto...

"Ale per renderti contenta lo stavo per fare io ma ho visto che c'è scritto:

Per favore, ricorda che l'uso di questo modulo è riservato ai responsabili di Conferenze Episcopali, Diocesi e Movimenti ecclesiali per la segnalazione delle attività da loro direttamente organizzate o promosse in merito all'Anno della fede."


Il link che mi hanno dato non contiene la frase che riporti.

Stai parlando di qualche altro documento in tuo possesso?

Se sì...perchè tirarmi fuori la storia del "siamo raffazzonati" quando poi non è vero?

FDF ha detto...

@Alessandra

In che modo la frase orrenda che ti è stata rivolta da qualcuno nell'Azione cattolica giustifica la frase altrettanto orrenda che si pronuncia in continuazione a chiunque dice "non ce la faccio più a seguire il Cammino"?

Mi dici perché rispondete a ogni critica al cammino con la testimonianza di un abuso analogo accaduto altrove?

"Ehi guarda! Quello lì sta scippando una vecchietta!"
"Si? Mah... comunque, sai, l'altro giorno ho visto uno che rapinava l'ufficio postale..."


E già che ci siamo, Alessandra o chi per te, dimmi dove nella tradizione cattolica si parla in questo modo.
Dov'è che si dice che il vivere la Fede, l'acquistare la Grazia, il compiere opere di misericordia può avvenire solo in un certo luogo, solo in quello e una volta che ci sei finito non puoi più cambiare, perché altrimenti ti danni, Dio non ti ama più, non ti salva più.

Suggerimento 1: Non citare il vangelo "vegliate perché non sapete né il giorno né l'ora".

aleCT ha detto...

@sebastian

Niente, non mi viene.è più facile ch tengo una pagina di word aperta e copio da là...mannagg

Sebastian ha detto...

@Jeff che dice:
Per l'esperienza di DG, credo che solo un pazzo si sentirebbe in grado di dire qualcosa di concreto[...]

Leggendo questa frase, credevo che stessi dicendo qualcosa di sensato e sensibile, del tipo che di fronte a certe esperienze personali ogni parola è inutile, bisognerebbe tacere e pregare per la persona.
Purtroppo mi sbagliavo. Hai dimostrato solo la tua enorme insensibilità. Ma non ci stupiamo, perché abbiamo già assaporato quanta cattiveria viene fuori nei confronti di chi lascia il cammino.
Non ti do nemmeno la colpa, perché sei stato abituato a pensare che chiunque non approva in toto il cammino è un indemoniato. Per forza, il cammino è un dono dello Spirito Santo, per cui chiunque è contro di esso è contro Dio.
Sapessi quante volte abbiamo sentito dire: se esci dal cammino sei perduto! Sicuramente avrai ricevuto anche tu questa "profezia", in qualche scrutinio o in qualche catechesi.
Oppure: Dio ti ha chiamato nel cammino! Il tuo posto è qua!
Seguito da un disprezzante: vuoi andare dai Vincenziani a farti scaldare il cuoricino? E vai dai Vincenziani e amici come prima!

La cosa più carina che mi è stata detta (da un amico) è: per lo meno entra in qualche altro movimento, o ti garantisco che perderai la Fede!

Anonimo ha detto...

"Vero invece. fai due conti: 0gni mese il 10% in un anno fa quasi un mese e mezzo di stipendio, più tutte le collette straordinarie e ordinarie."

A parte che il 10% di 12 non è nemmeno quasi un mese e mezzo, ma poco più di un mese (1,2 appunto, certamente non due mesi).
Comunque l'obbligo non è tale, tutto nel cammino viene fatto nella libertà a partire dalle collette.
Chiaro è che nel cammino si dà una forte catechesi sulla rinuncia agli idoli. Se continui a fare il cammino ma di fatto non vuoi fare il cammino (non andando in celebrazione, non pregando le lodi, non rinunciando agli idoli eccetera)...che cammino stai a fà? Comunque questo fa parte delle risposte date miliardi di volte...

"Gli arredi kikiani sono OBBLIGATORI, anche se fingi di non saperlo."

Ripeto: non tutti gli arredi liturgici usati sono disegnati da Kiko. In generale gli arredi liturgici sono ovviamente obbligatori perché l'Eucarestia li prevede (ceri, coprileggio, piatto e calice, ecc...). Nulla di male in questo.

""Relativo" il costosissimi? Smentiscimi pubblicando i prezzi del Caal, se puoi! "

Il Caal è caro (anche se non ho il suo listino prezzi, sorry) ma non è certo l'unico che vende quegli arredi liturgici.

"p.s. Noto che tutto il giro di denaro non ti suscita altra riflessione che "beh beh beh beh".
Molto indicativo. I tuoi catechisti saranno contenti.


Ebbene sì, sarò un pecorone ma non trovo davvero nessuna colpa nel fatto che il cammino possa finanziare tante cose belle, tra cui seminari, famiglie in missione o la costruzione della Domus Galilaeae.
Perdonami: limite mio.

Saluti
Jeff M.

Sebastian ha detto...

@aleCT
Le parentesi angolate sono queste <> con la b in mezzo.
Per vederlo funzionante devi comunque pubblicare il commento. Non vedrai comparire il grassetto nella casella in cui scrivi il messaggio, ma solo dopo che l'avrai pubblicato.
P.S. c'è pure il corsivo, che sarebbe la i.

Anonimo ha detto...

il Portale ERESIE.IT elogia il CAMMINO NEOCATECMENALE:
http://www.eresie.it/it/Neocatecumenali.html

by Tripudio ha detto...

La verità è più grande di noi.

Che due più due faccia quattro, è qualcosa che non possiamo "ammorbidire". Che l'universo sia stato creato (piuttosto che crearsi da solo), non possiamo proprio minimizzarlo. Non possiamo negare che il cielo sia azzurro, con tutti i distinguo possibili, non possiamo proprio negarlo.

Una decina di giorni fa ho domandato a Jeff: tu, per difendere il Cammino, ritieni accettabile poter usare anche la menzogna?

Sì o no?

Nessuna risposta.

Dice che il Cammino è un «cammino di esperienza».

Lino gli risponde facendogli notare alcune delle storture degli insegnamenti di Kiko.

E Jeff si volatilizza.

Jeff dice che la "conoscenza teorica" (sic: «teorica») si può riassumere nel Kerygma (cioè negli insegnamenti di Kiko) e che non ci sono "segreti" (sic).

E poi sparisce.

Jeff dice che non esistono "Sacerdoti del Cammino" che escono dal cammino ed entrano nella Chiesa (sic). Parla come se non esistesse una liturgia inventata da Carmen e Kiko, contro la quale Benedetto XVI ha preso decisioni terribilmente chiare e precise, e ciononostante esistono i seminari kikiani R.M. nei quali i futuri preti kikiani vengono educati esclusivamente alla liturgia kikiana (quella proibita da Benedetto XVI e dallo stesso Statuto del Cammino).

Insomma, concludendo questa rapidissima carrellata, vediamo questi tratti tipici di Jeff:

1) argomenta contro la realtà dei fatti presumendo che gli interlocutori non li conoscano. Esempio: gli insegnamenti bislacchi di Kiko, la formazione dei seminaristi RM alla liturgia di Kiko, eccetera.

Sarà stato semplicemente ignorante o piuttosto accorto mentitore? Infatti, a dire che la liturgia kikista-carmenista è sbagliata, è stato il Papa ed è ancor oggi lo Statuto che ha fatto sue le parole del Papa e le decisioni del Papa...

2) dopo aver lanciato i suoi eleganti slogan, si volatilizza.

Troppo facile sparare "cammino di esperienza" e poi sparire quando qualcuno fa notare che gli insegnamenti kikiani sul fico sterile e sul fango sono semplicemente difformi dall'insegnamento della Chiesa.

3) quando interviene, interviene su argomenti secondari. Questa è una pagina che parte da una testimonianza di DG (che nelle piazzate kikiane non avrà spazio), e lui si dà da fare per "correggere fraternamente" AleCT su quante e quali piazze e quante e quali autorizzazioni.


Sono certo che Jeff continuerà a dire di essere convinto della bontà del Cammino, qualsiasi cosa succeda.

Scanserà ogni confronto con la realtà. Tacerà quando non può sparare slogan. Punterà i riflettori su questioni secondarie quando non può schivare gli argomenti più scottanti. Guarderà solo a ciò che gli fa comodo (a costo di azzeccare le stesse figuracce degli altri attivisti neocatecumenali).


Le certezze di questo blog derivano dalle certezze che ci dà la Chiesa.

Le granitiche certezze di Jeff sono invece compendiate in una specie di "professione di fede" contro questo blog, reo (secondo lui) di tutte le menzogne possibili e immaginabili:

«...frequento questo blog dal 2007, sono ormai quasi 6 anni. Se avessi trovato in questo blog motivi validi per uscire dal cammino l'avrei certo fatto. Non è stato così, vi ho letto solo molte menzogne, mezze verità, approssimazioni, estrapolazioni pretestuose, giudizi temerari, accuse infamanti a molteplici persone, inclusi vescovi e cardinali e anche catechisti, alcuni dei quali conosciuti da me personalmente.
Il tutto condito da una totale chiusura al dialogo verso chi osava parlare bene del Cammino...»

DG ha detto...

@Jeff

1° dici:
"nessuno è in grado di dire qualcosa di concreto vista la vaghezza del racconto."

-quando scrissi questo post non lo feci per avere una risposta da qualche NC, visto che la risposta a tempo dovuto me la dovevano dare i catechisti.

2° poi dici:

"Fondamentalmente DG accusa i suoi catechisti di non aver fatto i distinguo tra la sua situazione e quella di un fratello di 25 anni più piccolo nell'avergli dato un suggerimento."

- non si tratta di un "suggerimento" (e lo sai bene!) ma da un COMANDO da seguire perchè ai catechisti bisogna obbedire perchè hanno il "discernimento" sulla vita dei loro "catecumeni". Quindi dovevo obbedire, purtroppo loro non hanno tenuto in conto la mia storia e quella delle persone a me care e questo obbligo non ho potuto adempierlo. ;-)

3° dici:
"A seconda del caso specifico questo può essere stato corretto o meno"

- a seconda del "caso" cioè della PERSONA CHE HANNO DAVANTI i "catechisti" dovrebbero tenere conto della STORIA di ognuno e anche dell'età e dello stato di salute.


4° dici ancora:

"Poi parla di una risposta offensiva e umiliante davanti a 100 fratelli. Boh, francamente non lo metto in dubbio, ma come si fa a parlare di una cosa così vaga? Che vorresti sapere?"

_cosa vuoi sapere le modalità dell'offesa? O per "essere convinto" (cosa che sinceremente non me ne piu' importare nulla)vuoi sapere l'improprero usato?
E dopo che lo sai cosa cambia?
Da parte dei neocatecumenali che scrivono qui ma, provengono dall'"altro Blog, mi si è dato del
-falso,
- bugiardo,
- malato di mente
- infame.

Ecco, fratello, ti do un indicazione :
prendi il tutto, fai il M.C.D. e ti uscirà fuori un millesimo dell' offesa a cui, ahimè, sono stato soggetto (io e la mia famiglia)

Se non rimani colpito da questo risultato vuole dire che:
o usi anche tu quel linguaggio
o sei abituato a rivolgerti al tuo prossimo in questa maniera
o probabilmente tutt'e due

aleCT ha detto...

@Antitripudio

In primis quello che è successo sulla Torre lo racconta Kiko in persona. Suppongo che sia PER TE una fonte attendibile, giusto

Poi ti ricordo che c'è una differenza abissale tra una preghiera di liberazione ed un esorcismo.
In una preghiera di liberazione si chiede A DIO di liberare. In un esorcismo UN SACERDOTE PARLA DIRETTAMENTE AL DEMONIO (cosa che Kiko fa)

E lo sai perchè deve essere un sacerdote (e neanche il primo arrivato)?

Per il semplice fatto che, se non hai una grazia particolare (e il sacerdote ha la SUA grazia di stato) il demonio può rivoltarsi!

Lo raccontano anche gli Atti degli Apostoli: "Gesù Cristo lo conosco e Paolo so chi è , ma voi CHI SIETE"?

Detto questo sei sicuro che "c'era P.Mario"

Domanda semiseria...e allora perchè non parlava lui?

@Jeff

"Vero...beh?"

Poco prima mi hai detto che siete "pessimi organizzatori!. Pensi che dei pessimi organizzatori possano faredeterminate cose?

Ti rifaccio la domanda: Mi stai prendendo in giro? E se sì...che motivo c'è?

by Tripudio ha detto...

Qualche minuto fa stavo scrivendo che in mezzo a tutti i distinguo possibili e immaginabili non si può negare che il cielo sia azzurro... e nello stesso momento Jeff trovava tutti i distinguo possibili e immaginabili.

Vogliamo proprio adeguarci a tutta la tua pedanteria, caro Jeff?

Proviamo con un esempio.
La "decima" si applica ai mesi del calendario o alle "mensilità" ricevute? Sai, c'è gente che prende la tredicesima e la quattordicesima... Quindi sarebbe "uno virgola quattro" e non "uno virgola due"...

E poi, non fingere che in un anno di Cammino le raccolte di fondi siano una cosa banalissima. Eh già: siate generosi! rinunciate agli idoli! e così stai sempre a mettere soldi nel sacco nero.

E allora se ammettiamo solo come ipotesi che ogni mese le "offerte straordinarie" e le "collette urgenti" si mangino più o meno il due per cento dello stipendio... sommato alle decime delle 12 mensilità, aggiungiamo alle dodici "decime" l'equivalente di altre "due decime e mezzo", e se la matematica non è un'opinione, sarà stato versato al Cammino quasi uno stipendio e mezzo. E il sacco nero continua a girare...


Il caro fratello Jeff dice che nel Cammino c'è «una forte catechesi sulla rinuncia agli idoli».

Vuoi forse dire che nessun altro ambiente cattolico richiede la rinuncia agli idoli? Nessun altro ambiente cattolico catechizza contro gli idoli? Ma davvero?

O forse vuoi dire che gli "idoli" consistono necessariamente nello stipendio, per cui non c'è alternativa al versare la "decima"? Eppure sai meglio di noi quanto sia fiscale la maggioranza assoluta dei cosiddetti "catechisti"...

La "rinuncia agli idoli", poi, piomba tra capo e collo all'improvviso alla tappa apposita. «Dietro quella porta c'è il demonio! che fai?!»

Insomma, caro Jeff, il tuo elegante fraseggio non può cancellare la realtà.

Puoi parlare delle nuvole, puoi parlare della notte, puoi parlare delle sottili distinzioni tra indaco, celeste, violetto, azzurro, blu, puoi fare tutto l'elenco di RGB, CYMK, certificazioni Pantone, luminanza e crominanza, lunghezza d'onda e bastoncelli, fotoni e temperatura, scattering e riflettanza, ma... non puoi cambiare le carte in tavola: il cielo è blu.


Quando poi dici che l'Eucarestia li prevede, stai parlando della liturgia kikista-carmenista che ancora non si è adeguata alle «decisioni del Santo Padre».

Molto interessante dunque la tua stessa ammissione: la vostra liturgia prevede le brutte e costose suppellettili kikiane.

Non potete celebrare una liturgia senza dotarla di tutti i kikoaccessori.

E di fronte a questo culto della personalità tu dici che non ci sarebbe nulla di male in questo.

Prova ad informarti se i ciellini abbiano mai usato suppellettili sacre designed by Giussani, o se Rinnovamento abbia mai usato suppellettili designed by Martinez, o se i focolarini abbiano mai usato suppellettili designed by Lubich...

No: solo nel Cammino la liturgia è "prevista" come totalmente kikizzata.

Vi siete fabbricati un vitello d'oro attorno a cui danzare.

Anonimo ha detto...

"... si tratta probabilmente di una chiesa di umana creazione, che segue l’ultima moda, ...
Ho visto di nuovo la strana grande chiesa che veniva costruita là [a Roma]. Non c’era niente di santo in essa.
Vidi quanto sarebbero state nefaste le conseguenze di questa falsa chiesa.
L’ho veduta aumentare di dimensioni; eretici di ogni tipo venivano nella città [di Roma]
Vedo che la falsa chiesa delle tenebre sta facendo progressi, e vedo la tremenda influenza che essa ha sulla gente" (B. A.C. Emmerich)

Mario

DG ha detto...

@JEFF

"beh"... gli arredi NC sono non cari ma sono CARISSIMI e sono obbligatori almeno per quanto riguarda le comunità occidentali o dei nuovi continenti.

Sarebbe una violenza estrema domandare ad una comunità dell' america latina spendere 250 euro cioè l'equivalente di un mese di stipendio (se va bene).

Il caal non pubblica il suo listino prezzi.
Altri lo fanno, vai a vedere quanto costa una patena o una Hanukkiah e ti farai un idea.

"Beh"...non ho contato la ristrutturazione delle sale (e in alcuni casi delle Chiese stesse) e gli arredi della nuova estetica.

Beh....fatti due conti e vedrai che tra decima e collette sono ben piu' di due mesi di stipendio.

Non contiamo che molte comunità, debbono sobbarcarsi il MUTUO mensile o semestrale per sobbarcarsi tali ristrutturazioni.

Anonimo ha detto...

Prima udienza di Papa Francesco:

Rivolgo un cordiale benvenuto ai pellegrini di lingua italiana. In particolare, saluto gli universitari che partecipano all'incontro internazionale promosso dalla Prelatura dell'OPUS DEI.
Cari amici, siete venuti a Roma in occasione della Settimana Santa per un'esperienza di fede e di arricchimento spirituale. Con la vostra presenza nel mondo universitario ognuno di voi possa realizzare quando auspicava San Josemaria Escrivà "è in mezzo alle cose più materiali della terra che ci dobbiamo santificare, servendo Dio e tutti gli uomini"........

Al termine dell'udienza una delegazione dell'UNIV 2013 fa fatto arrivare a Papa Francesco un filmato "come vivere la fede a 20 anni".......... Nel sito dell'Opus Dei c'è il video e le immagini della consegna..

Scrivo questo post non per dare un punto a favore dell'Opus Dei ma per far notare agli ottusi neocatecumenali, che non sanno o fanno finta di non sapere che il Papa è "imboccato" da sponsor, su quello che deve dire, fare o a chi salutare nelle sue udienze pubbliche. Non siete ne i preferiti ne i primi
ne tanto meno gli unici al quale il Vescovo di Roma si rivolge, siete solo gli unici ottusi che credono in questo. E se proprio vogliamo essere precisi e sottolineare ogni gesto, l'Opus Dei è arrivata prima di voi a farsi nominare in Piazza san Pietro...... HAAAAAHH!!!il Papa ama l'Opus Dei.....il Papa è con l'Opus Dei............voi avreste sbraitato così.


La vostra attuale iniziativa ha chiaramente la finalità di attirare persone per formare nuove comunità nc. è inutile girare intorno alle parole, del tipo: cosa fate voi, mentre noi cerchiamo di rimpolpare il CN ? Questa vostra azione ha una regia alle spalle, quella di un capo, che ha realizzato una pianificazione a favore esclusivo del Cammino, lui comanda e voi eseguite.

L'ultimo discorso arrogante di Kiko, sul web è vergognosamente offensivo per tutta la Chiesa, perché oltre che denigrare come è nel suo stile chi gli mette i bastoni fra le ruote, oggi osa prende di mira senza alcun rispetto il nostro amato Papa Emerito ritenendo una fortuna il suo atto di rinuncia, dovrebbero vergognarsi prima fra tutti quei preti che l'ascoltano, e poi quelle persone che ancor peggio gli battono le mani.

Strana situazione si è creata nella Chiesa, due Papa viventi in contrapposizione con una liturgia, uno istituisce una commissione e l'altro gli da un colpo di spugna, bel messaggio per tutti i fedeli, ma visto che di messaggi ne sta dando diversi, sopratutto con una forte rottura con Papa BXVI, che resta ancora il mio Papa, e non ho alcun problema a dichiararlo, oggi mi aspetto di tutto, senza meravigliarmi.

Lettere, letterine, risposte, mandanti, la macchina degli inciuci è palesemente dichiarata con spavalderia in piena conferenza. Ma siamo al 7 aprile è Kiko non è riuscito ancora pubblicare la sua foto con il nuovo Vescovo di Roma, che pena per la sua arroganza ferita, e pensare che c'era qualcuno che raccontava di incontri avvenuti appena il "Papa" avesse fatto capolino dalla loggia delle benedizioni. Oggi mi sembra che Kiko sia proprio l'ultimo.

Rosy










Anonimo ha detto...

Caro Tripudio, perchè non vengono pubblicate le mie risposte?
Attendo gentile riscontro.. Vorrei rispondere a tutti i tuoi quesiti, ma non vengono pubblicati. Non ho utilizzato terminologia non consentita e siamo qui per un dialogo visto che è impostato come forum.. Grazie

Anonimo ha detto...

AleCT, al sito

http://www.annusfidei.va/content/novaevangelizatio/it/segnalaevento.html

che mi hai segnalato tu stessa con il modulo da compilare c'è scritta la frase che ti ho riportato. Controlla meglio se non ti fidi :D



Per Lino: purtroppo rispetto a te non sono un grande esegeta o un biblista. Mi dispiace, spero che il Signore avrà pietà di me.
Posso solo dire che se quel passaggio sulla catechesi del cieco era un'eresia, sarà stato emendato dalla CDF. Se così non è stato, non credo si tratti di eresia.

Sul caso specifico posso dire solo: non credo che Cristo umili il peccatore, è ovvio. Non mi è mai stato insegnato questo ma esattamente l'opposto, cioè che lo ha amato tanto da dare la sua vita per lui. Figurarsi.
Dici che la cecità non rappresenta il peccato ma il non riconoscere il Signore: io credo che quella catechesi dica esattamente questo.
Cristo mette il fango negli occhi perché un cieco, uno che non ha mai visto il Signore, impari a vederlo come Dio della sua vita.
E come puoi vedere che Cristo è il Signore se per prima cosa non scopri la tua limitatezza, il tuo peccato?
Se inizi a vedere di essere un peccatore - cosa che per ogni uomo è difficilissima, chiusi come siamo nei nostri orgogli - e che sei stato non solo perdonato ma che il tuo peccato ha richiesto un amore tanto grande quale il Sacrificio di Dio fatto uomo, allora inizi a riconoscere il Signore. Pensi che Dio voglia o non voglia che l'uomo scopra di essere peccatore? Io credo proprio di sì, e questo non vuol dire proprio che il peccatore venga umiliato. E per aprire gli occhi su questo per ogni uomo c'è bisogno di un tempo (quanto tempo lo sa Dio).

Dai Jeff, rispondi dimostrando che ho torto. Non per me o per l'apostata, figurati. Questa pagina, oggi, sarà letta da varie centinaia di persone, anche da qualche neocatecumenale.

Questa pagina verrà letta al 90% da neocatecumenali, è questo che ancora non avete capito. :)

E no, quei neocatecumenali non usciranno dal cammino per aver aperto gli occhi grazie a questo blog (è ben altro il fango che gira da queste parti, e non viene messo sugli occhi ma lanciato a piene mani contro dei fratelli in Cristo...)


Per Tripudio, sempre elegantissimo: quando argomento non ti sta bene perché andrei contro la realtà dei fatti o parlerei di argomenti secondari. Quando non lo faccio non ti sta bene perché mi volatilizzo (scusami se a volte ho una vita). Francamente, non mi interessa che ti piaccia quello che scrivo. Mi interessa far notare che in ogni tuo post dici che sono un bugiardo (lo hai fatto anche in questo ultimo: "Sarà stato semplicemente ignorante o piuttosto accorto mentitore?") ed in nessun post dici quali bugie avrei professato. Questo mi basta.


DG, non voglio sapere quali insulti ti siano stati rivolti, ora sei stato sufficientemente chiaro. E' vero quello che dici, per ogni persona ci deve essere un atteggiamento diverso, che comprenda il vissuto di quella persona. E' quello che ho vissuto nella mia esperienza ma non tutti i catechisti sono uguali. Se nel tuo caso i catechisti hanno mancato di misericordia (premesso che in generale a volte parlare con durezza non vuol dire mancare di misericordia), mi dispiace molto.

Saluti
Jeff M.

DG ha detto...

@ Snoopy che dice:

"Sono nel NC da molti anni, con esperienze indubbiamente positive, ma anche con il desiderio e la speranza di vedere corrette determinate storture."

Probabilemnte sei una persona attenta e ancora libera di discernere che nel CNC non è tutto ORO quello che LUCCICA

poi mi chiedi :
"A parte questo, ti volevo chiedere, visto che ho figli che stanno crescendo, secondo la tua esperienza, quali sono gli atteggiamenti e le cose da evitare, o da limitare, o delle azioni da porre in essere..(..) qualche consiglio"

Io non posso darti consigli per questo; siamo tutti genitori e conosciamo i nostri figli e le loro debolezze e i loro caratteri (almeno ci proviamo o dovremmo provarci)

Se siamo genitori presenti e disponibili dovremmo sapere se i nostri ragazzi possono essere facilmente influenzabili da atteggiamenti esagerati e poco consoni per l'età e che vedono intorno a loro
Alcune volte non ci si rende conto che alle risonanze in comunità ci sono anche delle "piccole orecchie" che le ascoltano.


In questi atteggiamenti ci ho visto anche distacco e chiusura o "potere" genitoriale usato senza quell'amore fatto di umiltà e dolcezza che proprio Papa Francesco ha consigliato in questi ultimi giorni.

E come proprio ha detto il Papa l' evangelizzazione deve partire dalla propria famiglia composta da padre madre e figli.
La comunità in questo senso NON deve entrarci.

Secondo me non è una questione di catechismo insegnato ai propri figli come ho letto in quell'altro Blog.
Io credo che sia l'esempio e la dolcezza anche nel mostrare ai propri figli che la famiglia viene avanti tutto perchè la famiglia è una "piccola Chiesa" come disse GP II .

Poi mi domandi
"quali sono gli atteggiamenti e le cose da evitare, o da limitare, o delle azioni da porre in essere...in definitiva ti volevo chiedere, se possibile, qualche consiglio e soprattutto quali atteggiamenti del NC potrebbero influenzare negativamente i miei figli, e portarli a quelle situazioni che tu ben descrivi."

Io credo che già se ti poni questo "problema" significa che sei un padre attento e quindi sarai ben in grado di valutare le cose che potrebbero influenzare negativamente i tuoi figli e agire di conseguenza. Magari se vuoi un VERO consiglio potresti parlarne con un sacerdote. IO l'ho fatto, non era del cammino NC e mi è costato abbastanza in senso di umiltà e tempo (non è stata una sola chiacchierata e basta) ma poi ho capito che probabilmente stavamo agendo nel migliore dei modi (ma questo è chiaro non mi mette in pace perchè penso che nulla di male potrà arrivare ai miei figli)


Quello che posso dirti è solo che ho notato (e ahimè ho vissuto per riflesso) che tutti questi "disturbi" da parte di alcuni giovani figli NC provengono da una ribellione ad un atteggiamento di distacco e di severità non giustificata (se non con atteggiamenti codificati) da parte genitori.

Io ho scelto di non fare entrare i miei figli in comunità quando avevano l'età per ascoltare le catechesi.

L'ho fatto perchè non ero convinto che fosse la maniera giusta per far crescere i miei figli.
Non escludevo certo che una volta arrivati ad un'età piu' adulta potessero intraprendere questa strada.

Comunque a casa mia c'è sempre stata la preghiera condivisa e le Lodi la Domenica.
Quando erano piu' piccoli li portavo con me in comunità poi ho pensato che sarebbe stato meglio portarli a Messa la domenica insieme ai loro compagni e amici.

Ora vado andiamo con loro a Messa la Domenica e siamo felici di questo.
E' vivere la comunione con il Signore insieme e non divisi tra comunità

a me questo basta

Speriamo

scusa se non ti metto i particolari perchè dovrei parlare di fratelli di comunità e dei loro figli/e e dei problemi affrontati e questo per amore loro e per rispetto non ritengo giusto condividerlo in questo luogo..

antitripudio ha detto...

Fermo Restando il Fatto che ho una grande Stima della Beata Emmerick (Non Emmerich), avendone letto i racconti sulle Visioni in merito alla vita di Gesù e delle sue origini (molto bella la Visione che ha avuto sulla storia della Vergine Maria), ma non ti sembra di dare troppa importanza al C.N.
Tra l'altro la Beata diceva che sarebbe durato poco!
Ma poi prosegue

"Vidi ancora una volta che la Chiesa di Pietro era minata da un piano elaborato dalla setta segreta, mentre le bufere la stavano danneggiando. Ma vidi anche che l’aiuto sarebbe arrivato quando le afflizioni avrebbero raggiunto il loro culmine. Vidi di nuovo la Beata Vergine ascendere sulla Chiesa e stendere il suo manto su di essa. Vidi un Papa che era mite e al tempo stesso molto fermo... Vidi un grande rinnovamento e la Chiesa che si librava in alto nel cielo".

Mario se voui chiamiamo ADAM KADMON di Mistero e ti dà la spiegazione lui, parlando di Massoneria, Illuminati etc...
Mario Vergognati! Anche tu di Cattolico 0.

by Tripudio ha detto...

I commenti vengono pubblicati solo dopo l'approvazione di uno dei moderatori.

È necessario firmarsi (nome o pseudonimo; non indicare mai il cognome). I commenti totalmente anonimi verranno cestinati.

by Tripudio ha detto...

Il caro povero fratello Jeff che si sente perseguitato da me, lui, povera candida anima pia che dopo aver mentito [vedi esempi qui sotto] si sente chiamato mentitore, e che si accorge di "avere una vita" proprio un attimo dopo aver lanciato le solite eleganti accuse... e continua a svicolare, sfuggire, scansare, scappare, senza rispondere a ciò che gli viene obiettato, in modo da poter continuare ad esibirsi come ingiustamente accusato.

Allora, caro fratello Jeff, rispondi o scappi di nuovo? Vuoi rispondere a queste domande o vuoi accusarmi di nuovo di averti "ingiustamente" sospettato come mentitore?

Quando Kiko si vanta di aver "esorcizzato la Cina", e un fratello delle comunità mette on-line il video, tu vieni qui a gridare che noi qui sbobinando le testuali parole di Kiko avremmo «infangato il Cammino». Come va chiamato questo tuo atteggiamento di accusarci a prescindere? Come vanno chiamati i neocatecumenali che come te entrano qui e (gentilmente o no) dicono che noi ci saremmo totalmente e completamente sbagliati?

Sulla questione di Kiko e il fango che Lino ha continuamente riportato: è Kiko che sbaglia o è la Chiesa che sbaglia? Sono due letture totalmente diverse: chi sbaglia, il tuo idolo o la Chiesa? E se Kiko si è sbagliato durante le immodificabili "catechesi ispirate dallo Spirito", non è che ci possono essere stati altri errori nell'insegnamento e nella prassi del Cammino?

Kiko dice che l'uomo è «schiavo del demonio»: sei d'accordo con lui o con la Chiesa? Oppure puoi dimostrare che Kiko ha ammesso di essersi sbagliato e di aver insegnato un'eresia? Per rispondere a queste domande hai bisogno di mettere in moto tutta la tua capacità oratoria, oppure è possibile rispondere con dei sì-sì-no-no?

Sulla questione che nei seminari RM si viene "educati" alla liturgia che «prevede» le suppellettili designed by Kiko, liturgia contro la quale ci sono nel vostro stesso Statuto le «decisioni del Santo Padre», tu hai detto che i preti RM sarebbero "preti della Chiesa".

Bene: ma allora, chi è che ha detto il falso: tu, oppure lo Statuto che ha fatto sue le parole del Papa?

Vedi, Jeff, non ci piove sul fatto che tu sia convinto della bontà del Cammino.

Ma è quantomeno curioso che tu abbia bisogno di tante scappatoie e tante astuzie per difenderlo.

Vieni qui a proclamare che ci siamo sbagliati tutti e sempre, e poi non sei capace di produrre altro che tue opinioni e trucchetti per deviare il discorso e scansare le questioni. E dichiararti vittima di accuse infondate.

L'arte oratoria, però, non cambia la verità.

Per difendere la fede non c'è bisogno di mentire, non c'è bisogno di censurare la realtà, non c'è bisogno di scansare le questioni. Al contrario.

Ma... per difendere il Cammino?

Di fronte alle «decisioni del Santo Padre» Kiko gridò: «catastrofe! siamo persi! qui finisce tutto!»

Sei d'accordo con Kiko che le decisioni del Santo Padre (che fanno parte del vostro Statuto) sono la catastrofica rovina del Cammino?

Oppure il riportare le testuali parole di Kiko in conferenza stampa è «infangare il Cammino»?

Antitripudio ha detto...

E' vero che Kiko è preoccupato per la Feria IV lo avete letto nel Mamotreto di Pasqua, ma è anche vero che il vostro amico Magister ne parlò con un aricolo che porta la data del 04/2012, circa 1 anno fa.
Come mai Benedetto XVI, prima di abdicare non ha finito il discorso?
Non venitemi a raccontare di poteri Occulti o Soldi!!! Il fatto è che anche Benedetto XVI non ha trovato errori così ecclatanti nella Liturgia da portare a dire: chiudiamo la messa neocatecumenale.
Oggi Papa Francesco ha la possibilità di portare avanti il discorso ma dubito che succederà chissà che........La cosa che mi preoccupa del vostro essere cattolico è la maniera con la quale sul Blog di Mic si scriva in malomodo del Nuovo Papa. Tripudio and co o prendete le distanze dai commenti del sito di Mic, Chiesa e Post Concilio, oppure se la pensi come Mic e chi commenta nel Blog, palesamente siete contro la Chiesa e il Papa. Andate a leggere cosa scrivono di Papa Francesco e vedete se non vi vengono i brividi!
Sempre che Tripudio e Mic non siamo la stessa persona. Magari Bipolare!!!

Anonimo ha detto...

30anni

@l'apostata rispondendo a Jeff "Far acquistare arredi costosissimi griffati Kiko. "Correggo: sono in grado di acquistare arredi disegnati da Kiko (e non solo). (il costosissimi è relativo)Vero. Beh?"
Gli arredi kikiani sono OBBLIGATORI, anche se fingi di non saperlo. "Relativo" il costosissimi? Smentiscimi pubblicando i prezzi del Caal, se puoi!"

Non so se Jeff sa quanto costa la dotazione di arredi , che deve comprare una comunità dopo aver finito la tappa dell'Elezione(dopo essere passata ovviamente) per le sue celebrazioni a cominciare dalla cinquantina: copribibbia d'argento incastonato, calice dorato incastonato, turiboli, vasi per l'abluzione, ecc. Io posso: si parla di più di 8000 euri, di cui circa 3000 per il cobribibbia.

neocat pentito ha detto...

Ieri c'è stata l'evangelizzazione nelle piazze.Posso darvi la mia esperienza.Ho partecipato in più per spirito di corpo che per convinzione.Infatti ero sicuro che il tutto sarebbe stato una perdita di tempo finalizzata più a far vedere la bravura dei neocat.che a evangelizzare qualcuno.IL tutto comincia con la solita testimonianza di un giovane(sempre uguale mi pareva di sentire quelle fatte nel 1995)gli stessi canti urlacchiati le stesse danze a girotondi.Non si fermava nessuno.Venivano distribuiti manifestini che immancabilmente finivano nei cestini dei rifiuti.Mi sorge spontanea una domanda,se questo sia il modo di fare una nuova evangelizzazione.Purtroppo i fondatori sono rimasti indietro di venti trenta anni.Oggi purtroppo dilaga l'indifferenza e certe manifestazioni credo che abbiano un effetto negativo sulla gente,ieri in un'ora non ho visto nessuno interessato alla cosa.Nonostante tutto questa chiassata,all'interno del cammino è stata vista come una grande vittoria,credo che sia servita solo ad una autocelebrazione.Pensare che il tutto durerà altre quattro domeniche fa veramente venire i brividi

aleCT ha detto...

@jeff

Hai ragione.
Io parlavo del link delle piazze fornitomi e che si trova nel sito ufficiale del cammino.

Il form sul sito annus fidei è "riservato. Come vedi non ho nessunissimo problema ad ammettere di aver sbagliato e non essere stata attenta.

Resta il fato che cmq è un form pubblico che chiunque può compilare. Chiaramente si chiede un numero su cui verificare in maniera tale che non ci siano eventi "bufala"

Diciamo che quindi il tuo scrupolo può essere giustificato. Nei tuoi pani avrei fatto una telefonata al mio responsabile di zona.

Cmq sia un qls responsabile di zona avrebbe potuto farlo. E non ne hanno sentito il bisogno.

Personalmente mi farebbe piacere che una iniziativa nella quale io lavoro fosse vagliata per essere pubblicata sul portale ufficiale.

vabbuò...contenti voi.

Sarà anche questo causa nel fatto che "siete raffazzonati". Riuscite a organizzare eventi allucinanti e poi vi perdete in queste cose

Mah...


Lino ha detto...

Jeff M ha detto:
"Dici che la cecità non rappresenta il peccato ma il non riconoscere il Signore: io credo che quella catechesi dica esattamente questo. Cristo mette il fango negli occhi perché un cieco, uno che non ha mai visto il Signore, impari a vederlo come Dio della sua vita"
Bravo, Jeff, vedo che fino a questo punto la pensi come me. Non il fango, però, l'argilla con la Saliva. E non siamo io e te a dirlo, è il Vangelo: "Finché io sono nel mondo, sono la luce del mondo" è scritto in Gv 9,5. Il miracolo del cieco nato è il miracolo della rivelazione.

Jeff: "E come puoi vedere che Cristo è il Signore se per prima cosa non scopri la tua limitatezza, il tuo peccato?"
E questo dove sta scritto, in Gv9? Primo effetto micidiale delle catechesi NC: si usa violenza alla Scrittura nella quale, fino a prova contraria, "il peccato" del cieco è escluso ben due volte: in Gv 9,3 ("Rispose Gesù: «Né lui ha peccato né i suoi genitori...") e in Gv 9,41 ("Gesù rispose loro: «Se foste ciechi, non avreste alcun peccato..."). Tutto il capitolo, tutta la discussione con i farisei si sviluppa sul rapporto luce/tenebra, sul vedere/non vedere il Signore.
Jeff: "Se inizi a vedere di essere un peccatore - cosa che per ogni uomo è difficilissima, chiusi come siamo nei nostri orgogli - e che sei stato non solo perdonato ma che il tuo peccato ha richiesto un amore tanto grande quale il Sacrificio di Dio fatto uomo, allora inizi a riconoscere il Signore."
Secondo effetto micidiale della catechesi NC: l'uomo inizia a vedere di essere un peccatore (cosa "peraltro difficilissima") concepisce di essere stato perdonato (il cieco nato quando lo riferisce, questo?) e inizia a riconoscere il Signore.
Un Cammino di conoscenza, dunque, fa tutto l'uomo. Il catechista butta il fango metaforico, insiste sul peccato, spiega il Sacrificio e l'Amore, l'adepto inizia a riconoscere il Signore (molto lentamente, per varie decine di anni). Se non è gnosticismo questo!
Se poi è difficilissimo come tu hai scritto, "chi si salverà", Jeff?.
E la Saliva, Jeff, dov'è finita la Saliva del Signore? Dov'è il miracolo della Rivelazione? Dov'è la Grazia?
Lo vedi, Jeff? La catechesi del fango (io insisto a dire l'argilla del vasaio con la Saliva, come sta nei manoscritti greci del NT) non è cosa da poco conto: perciò, al momento, approvazione o non approvazione, saluti o non saluti del Papa - fino a un nuovo dogma che affermi la provenienza dei mamotreti direttamente dallo Spirito Santo - io ritengo che tu e io pratichiamo fedi religiose differenti.

by Tripudio ha detto...

Chiariamo bene alcuni punti.

1) La simpatia del Papa è un conto.

2) Le sue decisioni giuridicamente riconoscibili come tali, sono un'altra cosa.

3) La giustizia di fronte a Dio è ancora un'altra cosa.

Punto 1: ciò che il Papa vede con simpatia, non è detto che gli stia a cuore, e nemmeno è detto che sia sempre utile al bene della Chiesa.

Esempio preso a caso: Giovanni Paolo II ha baciato il Corano. Siamo con ciò autorizzati o addirittura obbligati a farlo anche noi?

L'infallibilità del Papa in termini di fede e di morale è forse cambiata nel momento in cui Giovanni Paolo II compiva quel gesto di riconciliazione?

Controesempio: Benedetto XVI ha voluto amministrare la Comunione solo alla bocca e in ginocchio. Non lo ha imposto per legge, ma lo ha fatto. Dunque è possibile che qualcosa che sta a cuore al Papa, per un motivo o l'altro non diventi legge. Ma anche se non è diventata legge, è forse sbagliato pensare che la sua applicazione avrebbe fatto del bene alla Chiesa?


Punto 2: una decisione "giuridicamente valida" non è detto che sia giusta.

Clemente XVI sciolse l'ordine dei gesuiti. È un atto pontificio giuridicamente valido sì o no? È stato un atto giusto sì o no? I gesuiti potevano ribellarsi al Papa? Lo fecero?

Dunque il fatto che qualcosa sia dichiarato "valido" a norma del diritto canonico, non è detto che sia "giusto", e nemmeno bisogna pensare che sia da "applicare" con entusiasmo e dovunque.


Punto 3: se ci facciamo dichiarare "valida" una cosa che ci piace... significa forse che Nostro Signore sarebbe costretto ad approvarcela?

Uno può anche farsi approvare gli Statuti e il Direttorio Segreto, ma credete davvero che tali approvazioni (per di più conquistate grazie ai "potenti appoggi", non certo per desiderio del Papa) siano un bene agli occhi di Nostro Signore?

Credete forse che il Cammino, "dono dello Spirito", vada difeso mediante la menzogna, l'insinuazione, la mormorazione, astuzie e trucchetti di ogni genere?

Credete che la brutalità dei cosiddetti "catechisti" sia giustificata dallo Statuto e addirittura che sia specchio dell'infinita misericordia di Dio?


Infine: credete forse che Statuti e Direttorio Segreto abbiano fatto diventare "carità" quella che era vera e propria oppressione spirituale e materiale? abbiano fatto diventare "fede" le corbellerie? abbiano fatto diventare "liturgia" gli strafalcioni? abbiano fatto diventare "verità" quelli che sono indiscutibilmente errori?

aleCT ha detto...

"Credete forse che il Cammino, "dono dello Spirito", vada difeso mediante la menzogna, l'insinuazione, la mormorazione, astuzie e trucchetti di ogni genere?"

E' questo il punto fondamentale. Che bisogno c'è? Io avevo un rapporto idilliaco con il cammino perchè avevo conosciuto ragazzi appena entrati con grande capacità di ascolto e grande voglia di imparare.

Poi è successo un fatto preciso il quale è stato VOLUTAMENTE travisato attraverso la menzogna. L'ho raccontato tante volte e chi vuole può scrivermi in privato.

Da quel momento in poi ho cercato di comprendere come mai un ragazzo "da convertire" avesse un rapporto con la verità migliore di uno che 20 e passa anni di cammino e pure catechista...

Questo tipo di atteggiamento non è modificabile tramite "carta bollata" perchè dipende essenzialmente dal proprio rapporto PERSONALE con Dio...

Ruben ha detto...

Ruben ha detto...
Ieri,piazza Palombara Sabina(viale Libia-Roma)ore 16:45.

(continua)2
Finiti i preparativi,Ambone Croce di Kiko e via dicendo,un responsabile con un giubbotto scamosciato prende la parola,il tono è anonimo, mi distraggo...poi i soliti canti,mi sento infastidito così, tanto per spezzare, mi concedo una "pastarella" e compro un libro nella non lontana libreria.
Torno in piazza, da qualche minuto ha preso la parola una signora non giovanissima vestita d'azzurro.
Parlando di se,dice che in passato seguiva un tipo di vita piuttosto materialsta,si sentiva superiore al marito e ricercava le piacevolezze della vita,quando rimase incinta di un bambino che sarebbe nato senza arti superiori,quindi disperazione
(giusta e sacrosanta a a mio vedere)
e sconforto,fino a quando Dio non è entrata nella sua vita,dandogli con questa prova,una scossa alla sua vita precedente.
La signora concludeva che per lei, la sua creatura è stata un dono ed una benedizione del Signore.

Adesso, anteponendo il massimo ed umano rispetto personale, a questa vicenda , è d'obbligo un commento:premetto che sono un antiabortista ed il figlio,va in ogni caso tenuto,conosciamo tra l'altro, casi di persone mutilate negli arti, al limite del "genio".
Ciò che non condivido nella testimonianza della Signora,che ci informava tra l'altro, che il caso del suo ragazzo è un'anomalia genetica di un caso,due casi/milione,è il fatto di considerare il bambino come "scossa" alla sua vita sbagliata e come "dono di Dio"
In poche parole,mi sembra sproporzionato il rapporto tra una vita ritenuta sbagliata ed un "richiamo/dono" di quella portata.

"Allora mia moglie,che sono 40 anni che si sente superiore a me, dovrebbe essere incenerita viva dal Padreterno?
Certo che no!? Mi limito ad ignorala e si va avanti."

Il "nostro",è un Dio d'amore,di perdono e di misericordia,i mali del mondo purtroppo, accadono e basta; non possiamo attribuire sempre e comunque, la responsabilità
con annessa umana spiegazione, a Dio, come secondo me, in una Missione
Evangelizzatrice una testimonianza simile, non è Vangelo bensì terrorismo propedeutico ad eventuali nuovi adepti.
Cari Fratelli del Cammino Neocatecumenae,per "ingraziarvi" ed imitare il Papa, non basta uscire dalle "salette", quando le mura ed i mattoni di quest'ultime,ce li avette attaccati sulla pelle!...
Ruben

l'apostata ha detto...

ad Alessandrina che dai disertori ha scritto:"apostatino:
le monizioni o giude le trovi anche sulla DOMENICA e si leggono sempre prima delle letture,quindi non vedo cosa cambi
perciò lo statuto dice che sono eventuali tanto per dire.

quanto alla risonanza la trovo francamente e personalmente più spontanea dell'essere interrogata a messa la domenica dal sacerdote durante l'omelia
perciò anche se sullo statuto c'è scritto che il sabato NON si possono fare salvo casi eccezionali si continua come Kiko vuole

Infatti ci comunichiamo in piedi
unica concessione, poi in violazione dei Libri Liturgici vi comunicate tutti in contemporanea anziché dopo il sacerdote e singolarmente

la purificazione da noi la fanno i ministri straordinari che hanno fatto corso in diocesi
altra violazione liturgica. La Chiesa lo permette SOLO al sacerdote, al diacono o all'ACCOLITO ISTITUITO. Tutti i ministri straordinari per svolgere il loro servizio devono prima fare un corso in diocesi, ma NON sono accoliti istituiti.

e chi ti dice che l'altare mobile non si benedetto ? il nostro lo è.
bene per voi. Io invece in vent'anni ho visto usare solo tavolini e tavolacci da picnic e tavole del ristorante dell'albergo. Altra violazione.

IL candelabro è un candelabro anche se affonda radici nella tradizione ebraica,non dimentichiamoci che il cattolicesimo è figlio dell'ebraismo, e che il beato Giovanni Paolo II ha chiamato gli ebrei i nostri fratelli maggiori nella fede.
Altra violazione. Vatti a vedere le norme sui candelabri. Quello ebraico, oltre a essere un simbolo che non è cattolico, non c'entra assolutamente nulla riguardo alle disposizioni della Chiesa. Informati tu stessa.
Il discorso dei "fratelli maggiori" non c'entra nulla con le norme sugli arredi liturgici.


Nelle nostre chiese i fiori sono sempre presenti e ti parlo di chiese ,parrocchie.
no cara, nelle parrocchie dei cristiani della domenica, nel tempo di Quaresima sull'altare non ci sono fiori, a differenza dei kikoaltari. Altra violazione.

Dal momento che lo statuto è stato approvato e anche i direttori catechetici ; tutto si fa alla luce della chiarezza.
Ben detto! La lettera di Arinze è parte integrante dello statuto, ed inizia con "Sono a comunicarVi le decisioni del Santo Padre." Ora mi spieghi perché le decisioni del Santo Padre su risonanze e monizioni possono essere disattese? Il Papa vi ha dato quelle disposizioni, perché non le rispettate? Perché non rispettate i Libri Liturgici che sempre il Papa vi ha detto di seguire FEDELMENTE? Chiarezza dici? Guarda, l'unica cosa chiara e che è obbligatorio e inderogabile solo quello che vuole Kiko. Libri Liturgici, statuto e richieste papali no.
Quanto al fare tutto alla luce, il Direttorio è immerso nelle tenebre più profonde per ordine di Kiko, il quale aveva pur detto pubblicamente che era volontà del Papa che fosse pubblicato. E allora?


Poi scusa quale sarebbe l'ambiguità della missione?
Senza farla lunga,vedi in questa discussione la domanda che ho fatto alle 11,35. Se puoi chiarisci.

apostatino ma quando la smetterai ? mai va beh ti amerò pure così Alessandra
Cara Alessandrina, smetterò quando mi risponderete. Francamento trovo incomprensibile che nessuno abbia il coraggio di confrontarsi, Le domandine sono basate su fatti oggettivi, punto. Chiedo la vostra opinione senza mettere in discussione la persona di nessuno. Liberi di dire se credete alle apparizioni, se Kiko ha ragione o no eccetera. A meno che non riteniate Kiko infallibile. Tu rispondimi correttamente, con argomenti, nessuno ti dirà certo tutte le belle parole che mi hanno rivolto in materia Baccalà, Jeff, Antitripudio e Anonimi associati. Le tue opinioni saranno rispettate, libera tu di credere certe cose o no.

Alessandrina, facci un pensierino, rispondi, magari confrontando asserzioni e testi kikiani con Catechismo e Magistero.
Provaci, su. Sei l'unica neocat che non mi dice parolacce, non deludermi...

l'apostata ha detto...

ad Antitripudio che ha detto: "...Tripudio and co o prendete le distanze dai commenti del sito di Mic, Chiesa e Post Concilio, oppure se la pensi come Mic e chi commenta nel Blog, palesamente siete contro la Chiesa e il Papa..."

Antitripudio, prendi le distanze da Kiko che ha detto che "l'uomo è schiavo del demonio per tutta la vita, il maligno è il suo signore e non può non fare il male" oppure se la pensi come lui sei palesemente contro la Chiesa Cattolica e il Papa, in quanto eretico luterano!

p.s. Che aspetti a rispondere alle domandine?

Anonimo ha detto...

"andare in giro per le città, nelle strade, nelle piazze ad annunciare il Vangelo. Io ieri nel mio piccolo l'ho fatto, "


Il Vangelo di chi? Quello di Kiko, non certo quello della Chiesa Cattolica.

FDF ha detto...

@Alessandra

Se avete un altare mobile benedetto fatevi pubblicità su cammino.info, in quanto siete un caso mondiale!
Ovunque io sia stato (e ho girato) non ho mai trovato un altare mobile benedetto per le comunità... non credo che il Vescovo benedirebbe il tavolone da disegno in compensato con cavalletti (che è lo stesso da tipo quindici anni).

E poi.. i Direttori sono approvati certo, ma chi li ha mai visti? Sono secretati! E poi perché? E chi lo sa... pare che se uno si legge quello che si dice in una tappa successiva si potrebbe scandalizzare. Ma di che mi domando? Che può esserci di tanto terrificante da restarne scandalizzati? E se sono così ortodosse e valide, mi dici tu (o meglio Pasquale) perché non possono leggerle tutti?

I nuovi misteri della Fede.

Anonimo ha detto...

@ Ruben: guarda Ruben, Dio parla negli avvenimenti...nella storia concreta che fa con te, in ciò che ti accade...Prima di entrare in cammino i miei idoli erano i miei genitori..poi il Signore li ha chiamati a sè uno dopo l'altro e sono rimasto solo, è qui che mi hanno annunciato le catechesi e da qui ho capito poi col tempo che Dio si è servito della morte dei miei genitori per farmi capire che è Lui il mio Padre che io avevo degli idoli affettivi che non mi facevano essere libero...pace ciao Flavio

DG ha detto...

@ apostata
scusa sono già due volte che nei commenti di Alessandra (alessandrina) si afferma che la comunione si fa in PIEDI E tutti INSIEME..

Ma non è cosi'! E spero che non mi si venga a dire che solo nella mia comunità succede differentemente.

Insomma chiariamo:
la Comunione (il pezzo di pane consacrato)si riceve nelle mani messe a croce ed è il Sacerdote che le distribuisce.

Il fratello NC che deve ricevere il pane consacrato si alza e subito dopo averlo ricevuto nelle mani si siede continuando a cantare

La persona alla sua sinistra si alza nel momento stesso che il fratello di risiede.

E cosi' via, fino a quando tutti i fratelli NC sono SEDUTI e attendono che anche il Sacerdote (presbitero) prenda il suo pezzo di pane e si sieda.

Poi si farà la comunione tutti insieme seduti.

La coppa con il vino consacrato invece si riceve in piedi e ci si comunica subito, poi ci si siede subito dopo mentre il fratello alla sinistra si alza.

Ecco volevo solo precisare.

Per il tavolo mobile benedetto:
non esiste proprio.

Alle convivenze addiritttura si usano i tavoli messi a disposizione del centro che accoglie la comunità che puo' essere anche un albergo.

FDF ha detto...

@Flavio
Dio può servirsi di ciò che vuole per condurre a Sé le Sue pecore, quando sono lontane e perdute.
E' diverso dire che "Dio ti manda una disgrazia per metterti alla prova" perché sembra quasi che Dio sia crudele o giustiziere (ti assicuro che tanti poi hanno sottilmente inserito nel cervello questo concetto). E' invece fondamentale sottolineare come la sofferenza in qualsiasi forma stia (una malattia per sé, una morte, un figlio gravemente disabile) fa presente Gesù Cristo sofferente nella vita di un uomo e concede ad una persona la possibilità di essere uniti a Cristo nella Sua Passione. E questo mistero della sofferenza è preziosissimo agli occhi di Dio! Ecco come ti dico che i fatti della vita devono essere interpretati: è Gesù che mi è venuto a trovare?

Racconto un piccolissimo episodio:
Il mio ultimo figlio è nato con una malformazione ad un organo interno (ora risolta, grazie a Dio) che gli ha causato molti problemi nei suoi primi due anni di vita. I primi dieci giorni non potevamo nemmeno abbracciarlo, potevamo solo guardarlo attraverso un vetro e mia moglie non poteva allattarlo (era in incubatrice). Le visite, molto dolorose, lo hanno prostrato molto, e hanno provato tantissimo noi. Oggi mi stupisco di come non siamo scoppiati (avendo anche altri quattro bambini)! Però ho capito che lo Spirito Santo ci ha sostenuto e aiutato in tutto questo tempo e che accudendo questa piccola vita indifesa e sofferente in fondo abbiamo fatto qualcosa di buono a Gesù Cristo, come Lui stesso ha detto: "tutto quello che avete fatto a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l'avete fatto a me"
Sembra uguale dire questo e dire "Dio mi manda un fatto per provarmi" ma attenzione, non è lo stesso! La seconda proposizione è una interpretazione del Vecchio Israele, la prima invece del Nuovo Israele, che siamo noi.
La sofferenza di chi ci sta vicino, e la nostra (se vissuta in piena Grazia di Dio) ci avvicina a Dio, ci purifica dai peccati, ci prepara alla vita eterna perché accresce la nostra capacità di amare. Rende il calice del nostro cuore più grande per contenere l'Amore di Dio.

mic ha detto...

Grazie a FDF!
Pe la sentita condivisione e la fiducia.
Abbiamo molto da imparare da tutti voi.

Anonimo ha detto...

Primo effetto micidiale delle catechesi NC: si usa violenza alla Scrittura nella quale, fino a prova contraria, "il peccato" del cieco è escluso ben due volte

"Effetto micidiale", "violenza"? Stai scherzando Lino? Credi davvero che puoi riconoscere il Signore se non ti riconosci peccatore? Dov'è la violenza micidiale in questo?

Secondo effetto micidiale della catechesi NC: l'uomo inizia a vedere di essere un peccatore (cosa "peraltro difficilissima") concepisce di essere stato perdonato (il cieco nato quando lo riferisce, questo?) e inizia a riconoscere il Signore.

Vale la stessa domanda di prima: pensi di poterti dire davvero cristiano se non scopri di essere un peccatore?

Un Cammino di conoscenza, dunque, fa tutto l'uomo.

Chi ha detto che fa tutto l'uomo? Tutt'altro. Certamente l'uomo è chiamato ad aderire al disegno di Dio, a lasciarsi curare. Ma chi cura dalla cecità è appunto il Signore.
E' inutile che provate a ficcarci dentro sempre lo gnosticismo, non si tratta di gnosi.

Se poi è difficilissimo come tu hai scritto, "chi si salverà", Jeff?

Certo, difficilissimo, ma niente è impossibile a Dio. Tutto è possibile con la Grazia. Dov'è la contraddizione o l'errore?

Saluti
Jeff M.

Luisa ha detto...

I catechisti domandano: quali sono i vostri idoli?
Per poi dire: dovete liberarvi dei vostri idoli che non vi fanno liberi!
Ma è taciuta la realtà delle tappe seguenti e cioè che a quegli "idoli", che sono tali solo perchè lo hanno deciso gli onnipotenti catechisti, verrà sostituito il solo e unico idolo, non solo tollerato ma imposto, il"cammino", anzi per i neocatecumenali, il"Cammino", il solo e unico cammino, la sola via di salvezza, al di fuori del "cammino" non c`è salvezza, esci dal "cammino" sei perso e perdi Cristo, se lo fai sarai visto come un traditore, un Giuda.
Idolo "cammino" e culto idolatrico per il suo iniziatore.
Dov`è la libertà di figli e figli di Dio?
Ci sarebbe molto da dire sulla terribile manipolazione della psiche dei seguaci di Arguello da parte dei loro responsabili, sull`uso di metodi volti a condizionare le loro coscienze.
Molto è già stato detto, conosciamo i metodi in uso nel cnc, ma leggere che un giovane è stato convinto da catechisti, ignoranti ripetitori di Kiko Arguello, che i suoi genitori erano i suoi "idoli affettivi", fa sempre male a chi conosce l`impatto e le conseguenze devastanti che quella dipendenza psicologica ha su chi la subisce.
E quanto è difficile e doloroso il percorso di presa di coscienza, di deprogrammazione e ricostruzione della persona.

DG ha detto...

ciao Flavio

sono colpito dalla
tua storia; mi sembra pero' che usi le stesse parole che ho sentito per 25 anni nel cammino NC
E guarda che ti parlo da neocatecumenale cresciuto nel cammino. .

Io credo che Dio ci parli anche nella preghiera, anzi soprattuto nella preghiera

Poi attraverso questa e attraverso la Grazia di Dio e la sua Misericordia si possono affrontare gli avvenimenti della vita.

Dio per parlartci non ha bisogno di far morire un nostro caro o mandarci una grave malattia perchè Dio è talmente potente che ti puo' parlare anche nella pienezza di un momento di Gioia e felicità.

Per esempio la nascita di un figlio.

Dici "(i tuoi genitori).. idoli affettivi che non mi facevano essere libero..."

Sai ce li abbiamo TUTTI ma non sono IDOLI ma si chiamano affetti:
famiglia, figli marito moglie genitori, fratelli.

Non per questo è sbagliato amarli e onorarli e metterli al primo posto nella propria vita

Tutti dovrebbero pensare che amare un proprio figlio o un proprio genitore è uno specchio dell'amore che Dio

Amore che Lui ha mostrato nei nostri confronti, ed attraverso quell'affetto (che non è un idolo né una schiavitu') puoi dimostrare l'Amore di Dio agli altri.

La vera libertà non è abbandonare gli affetti ma amare le persone.

Dio NON vuole che tu rinunci ad amare le tue persone care perchè altrimenti non potresti amare LUI
Dio vuole che ami la tua famiglia attraverso Lui.

Nel CNC si dice di rinunciare agli idoli dell'affetto per il marito, la moglie, i figli, i genitori, i fratelli perchè sarebbe impossibile amare LUI..ma questo non porta null'altro che all'appiattimento dei sentimenti.

Ecco perchè provare amore per un figlio o per tua moglie è considerato un atto di superbia nei confronti di Dio.

Ma come si puo' provare quell' attimo supremo di completezza d'amore verso Gesu' o verso la Nostra Madre Celeste se nel cuore abbiamo un insegnamento che ci costringe a chiudere questo slancio d'amore verso l'altro?

Sai quando veramente io mi sono sentito completo dell'amore di Dio?
Quando ho potuto abbracciare la mia famgilia e riempirli di quell'amore che prima avevo paura di donare perchè NON VOLEVO che fossero I MIE IDOLI.

Cosi' mi avevano detto, cosi' avevo fatto e cosi' ho perso tantissimo e per tanto tempo.


Mi spiace per il grande dolore Sento comunque che hai potuto affrontare da buon cattolico la perdita dei tuoi genitori.

FDF ha detto...

@mic
Grazie, anche io imparo, ascoltando e approfondendo e meditando. :)

DG ha detto...

si, grazie FDF per aver aperto il tuo cuore.

La Fede puo' passare anche in una testimonianza come la tua, testimonainza che è libera e non idotta da sovrastrutture e obblighi.

Mi scuso qui apertamente se non ti ho rivelato la mia storia (in privato) ma non mi sento pronto.

Ruben ha detto...

Anonimo ha detto...
@ Ruben: guarda Ruben, Dio parla negli avvenimenti...nella storia concreta che fa con te, in ciò che ti accade...Prima di entrare in cammino i miei idoli erano i miei genitori..poi il Signore li ha chiamati a sè uno dopo l'altro e sono rimasto solo, è qui che mi hanno annunciato le catechesi e da qui ho capito poi col tempo che Dio si è servito della morte dei miei genitori per farmi capire che è Lui il mio Padre che io avevo degli idoli affettivi che non mi facevano essere libero...pace ciao Flavio
---
No Flavio,no!
La perdita dei genitori anche in giovane età, rientra nell'inevitabile della vita umana.
Personalmente ho perso mio padre a 6 anni e mia madre a 18 e, anche se giovanissimo, non ho mai pensato che Dio volesse per questo darmi un segno.
Ho avuto tre fratelli maggiori meravigliosi,una vita serena che non vuol dire felice,due figli seri ed affettuosi ed una "moglie molesta" da sopportare con Cristiana rassegnazione.
In quanto Fedele di una Religione monoteista,per me, l'unico vero "Idolo" è Nostro Signore,nelle persone della SS.Trinità.
Dio è un Dio d'amore, e non ti punisce togliendoti i genitori per "gelosia", volendo prepotentemente affermare che "tuo Padre" è Lui e basta!Assolutamente no!I tuoi genitori,sono morti precocemente come i miei,semplicemente perchè si nasce e si muore.
Sereno quindi!
Abbiamo tutti un Padre in comune:
E' il "Padre Nostro che sta nei cieli..." in sevizio h/24, e per chiamarlo, non c'è bisogno neanche del prefisso,basta il pensiero...
Flavio, di solito non sono uno che si "ammazza" per pregare; per te lo farò più che volentieri.
Un sincero abbraccio...
Ruben.


Anonimo ha detto...

Grazie FDF del tuo commento, ma vorrei dire a Luisa, che la mia era solo la MIA esperienza di come Dio si è manifestato nella mia vita, in un momento di sofferenza, l'ho incontrato nella Croce.. non c'entrano i catechisti, anzi io da questo avvenimento di morte ho capito che Dio è sempre stato al mio fianco solo che non me ne rendevo conto, poi attraverso l'ascolto della sua Parola mi si sono aperti gli occhi, e ho letto la mia storia alla luce della sua presenza, che Lui è mio Padre, e mi ha dato dei fratelli, non sono più solo, capisci cosa voglio dire. A me e credo come anche a tantissimi altri, non interessano le critiche che fate, anzi le persecuzioni ci rendono più forti, perchè non c'è cristiano vero che non sia perseguitato..Flavio

Anonimo ha detto...

una evangelizzazione nelle piazze. Niente conferenze, niente libri, niente programmi, niente corsi di aggiornamento… ma un annuncio per strada! Nudo e crudo! Oggi, nella Chiesa, si parla spesso di missione e della necessità evangelizzare è la cosa sembra pacifica, ovvia. Ma mentre parlarne è normale, farlo veramente, sul serio, sembra pazzesco. Perfino per fedeli parrocchiani e per molti preti che probabilmente non l’hanno mai fatto in questo modo così “immediato”.http://testadelserpente.wordpress.com/2013/04/05/grande-missione-100-piazze-a-roma-il-papa-e-noi-rimarremo-a-casa/

Sebastian ha detto...

@Ruben, Flavio, FDF

Questo è un punto cruciale delle catechesi neocatecumenali. E' una questione veramente centrale e fondante di tutto il Kiko-pensiero. Io personalmente non l'ho mai messa in discussione, credevo che fosse una verità di fede (forse anche perché sono nato in una famiglia neocatecumenale). Ancora adesso mi rendo conto che faccio fatica a discernere come stanno le cose.

Ad ogni modo, le disgrazie, grandi o piccole, sono sempre viste come un "segno" mandato da Dio per convertirci (1° passaggio)
Quante volte abbiamo sentito la frase "cosa vuole dirti il Signore con questo fatto?". Da qui, secondo me, nasce anche quel sentimento di ribellione nei confronti di Dio, di cui spesso soffrono i neocatecumenali.
Questa ribellione è paragonata alla lotta di Giacobbe con l'Angelo di Dio (2° passaggio).
La stessa lotta, la stessa ribellione, si ha nel pregare. I catechisti dicono proprio così: pregare è un combattimento (Passaggio della preghiera). Certo che diventa un combattimento, se viene imposto!

Scusate divago, ma mi accorgo che è tutto collegato.
Tornando alla croce.
La sofferenza è necessaria, dicono. E questo è giustificato dalla Parola di Gesù: "se uno vuol venire dietro a me, rinunzi a se stesso, prenda la sua croce e mi segua".

Piccolo esperienza:
Ricordo che qualche tempo fa, ad una risonanza, una signora raccontò che un giovane amico della figlia aveva avuto un incidente con la moto ed era entrato in coma. Questa signora era convinta che c'era un motivo se Dio aveva permesso questa disgrazia, anche se al momento non lo vedeva, e che avrebbe voluto trovare il modo di farlo capire anche ai genitori del ragazzo.

Ora io personalmente ho ancora le idee un po' confuse.
Da una parte credo che Dio permetta che ci accadano certi fatti anche negativi, ma mai che siano superiori alle nostre possibilità (vedi Giobbe).
Dall'altra credo che le cose brutte accadano perché c'è il peccato nel mondo e perché la natura è corruttibile, ma che comunque Dio nel suo infinito amore è in grado di trarre del bene anche dal male.
Tuttavia non riesco a focalizzare bene la questione.
Qualcuno mi può chiarire un po' le idee?

Anonimo ha detto...

'apostata ha detto...

Al musicale katartiko

Maestro, prego....
katartiko

cnc007 ha detto...

Credo sia un recordo: 127 commenti in 14 ore.
Davvero ha ragione chi vi consiglia di vivere!!!

Ognuno di voi pretende di rappresentare l'autentica Chiesa: chi in base alla Tradizione chi in base al CVII ma in realtà rappresentate solo la divisione della Chiesa, scandalo per il mondo!!!

Come si può proclamare l'amore di Dio, l'amore al nemico (ed ognuno lo è per l'altro) se continuate a chiamarvi Baccalà e Cretinetto???

E siete così accecati dal vostro astio che vi accusate o non siete capaci di discolparvi delle accuse più stupide? Un esempio banale? L'elenco delle piazze.

Uno le cerca sui siti "tradizionali" (in questo caso "istituzionali") l'altro solo sul "suo" sito quando dal 4 aprile - cioè da 5 (cinque) giorni - sono disponibili sul sito Roma Sette (http://www.romasette.it/modules/news/article.php?storyid=10142) guardate in fondo alla pagina!

Perdete il vostro tempo a cercare le cose che vi dividono anziché quelle che vi uniscono.

Ma non saremo giudicati sull'amore?

Vi saluto con sofferenza

l'apostata ha detto...

a Katartiko che ha detto:

"Maestro, prego....katartiko"

Cos'è, vuoi dirmi che risponderai finalmente alle domandine cantando le risposte?
Ti è passata finalmente la fifa di dire la tua opinione su fatti documentati che non riguardano la tua persona?
Vediamo...

a Jeff e Antitripudio

Siete il miglior esempio di neocat che, qualunque cosa succeda, pensano solo quello che gli dicono i catechisti.

Jeff che difende a spada tratta la catechesi del fango completamente sballata rispetto a quello che insegna la Chiesa. Kiko ha sempre ragione, sbaglia la Chiesa.

Antitripudio che, davanti al filmato dove Kiko in persona dice di fare sempre un esorcismo in ogni città, e racconta di essersi rivolto direttamente al demonio dandogli ordini, continua a parlare di preghiera di liberazione. Per difendere l'infallibile Kiko smentisce le sue stesse parole.

I vostri catechisti possono essre orgogliosi del lavoro fatto su di voi!

Non parlo, non vedo, non sento, non capisco ma mi adeguo.

Per questo vi danno sui nervi le domandine, basate su documenti vi mettono di fronte alla realtà che non volete vedere.

La sintesi migliore di come vi hanno inquadrati è il ripetuto commento di jeff alle obiezioni sul giro di soldi nel cammino: "beh, beh, beh, beh, beh".

Ma proprio non siete capaci di rispondere con argomenti? Mah, bell'esempio per i lontani...

Aldo ha detto...

Be...sul kiko/pensiero tutti camminanti...sanno la famosa barzelletta su kiko morto e gettato nell inferno..."assorto nei suoi pensieri si chiede..ma Dio cosa mi vorrà dire.."
Autoironia. .

l'apostata ha detto...

Due parole sulla sofferenza.

Nel cammino il discorso sofferenza è vissuto in maniera distorta.

Secondo la vulgata dei catechisti, sembra l'unica forma con cui Dio parla all'uomo.

Tutto quel che c'è di positivo, un buon lavoro, affetti, amicizia, è un idolo.

C'è una specie di perversa gara nell'appuntarsi medaglie di "provato dal Signore".

Ho sentito tante volte affermazioni blasfeme del tipo "il Signore mi ha mandato questa sofferenza per...". E si trattava di persone che nei guai, anche gravissimi, ci si erano cacciate per fanatismo e stupidità, o anche per consigli assurdi dei catechisti discernenti. Parlo di fatti seri riguardanti salute, lavoro, casa. Poi attribuivano tutto a Dio, del quale ovviamente dimostravano di conoscere le intenzioni. Di queste cose sono testimone.

Nella mia vita ho purtroppo dovuto soffrire dolori grandi, sia personalmente che in chi mi era più vicino, perciò mi sono potuto permettere di dire certe cose ad ex fratelli.

Soprattutto che Dio il male non lo ha voluto, che ce lo siamo cercato noi quando l'umanità si è ribellata a Lui perdendo lo stato di grazia originale.
In quel momento è entrato il male nel mondo, la malattia, il dolore, la morte.
Ma questo nel piano di Dio per l'uomo NON c'era! Lo ha permesso perché ci vuole liberi figli suoi, e non schiavi eccetera come dice Kiko.

La realtà dell'uomo è questa purtroppo. Esiste la sofferenza, conseguenza del peccato originale commesso liberamente. Dio non ha abbandonato l'uomo, e utilizza, non vuole, il dolore, la malattia, la morte che fanno parte di questa vita, per fare il bene dell'uomo.

Questa è la realtà, questo è ciò che insegna la Chiesa.

Dio parla negli affetti, nel bene, nella gioia. Perché non lo dicono mai i catechisti? Per la cupa teologia luterana professata da Kiko. Per lui sono idoli.
Lo può essere anche il narcisismo delle sofferenze però!


a DG che ha detto:"scusa sono già due volte che nei commenti di Alessandra (alessandrina) si afferma che la comunione si fa in PIEDI E tutti INSIEME..".
Lo so, caro Dg, ma anche se restassero davvero tutti in piedi, l'abuso lo commetterebbero comunque con il farla tutti insieme.

Luisa ha detto...

Quando viene detto ad un figlio e-o ad una figlia che ha un genitore gravemente ammalato, anche in fin di vita, e che vede arrivare la data di una convivenza o un altro impegno per il "cammino":
devi dare la priorità a....Dio (=al "cammino"), devi lasciare il tuo genitore, a lui ci penserà Cristo, se non lo fai, vuol dire che fai di tuo padre, di tua madre, un idolo,

quando ad una mamma e ad un papà che hanno un bambino ammalato, forse anche all`ospedale, o un figlio-a in grande difficoltà che necessita la loro presenza, e si trovano pure loro confrontati a quella scelta, stare con chi soffre o andare all`impegno con il "cammino", vengono dette le stesse identiche parole,
colpevolizzandoli di sentire nel loro cuore dov`è il loro posto, di sapere con la loro coscienza dove sta la loro responsabilità,

e sapere che quei figli, quelle figlie, quelle mamme e quei papà, finiranno per OBBEDIRE all`ordine di marcia dei loro catechisti, senza dubbio stando male nei primi tempi per poi, progressivamente, quando il condizionamento è ormai radicato, finire per trovare normale di fare la scelta imposta in quel modo inaccettabile e per niente cristiano,
non può che scuotere la coscienza di chi sa quanto perversi siano quei sistemi, quei metodi di condizionamento, di suggestione di manipolazione delle coscienze.

Sconcerta sapere che ciò succede nella Chiesa cattolica, nell`indifferenza di chi deve vigilare ma non lo fa, sapere che quei metodi sono applicati in un movimento che vorrebbe imporsi come immagine e modello della famiglia e della morale cristiana ci dà la misura della menzogna e dell`inganno.

l'apostata ha detto...

a cnc007 che ha detto:" ... siete così accecati dal vostro astio che vi accusate o non siete capaci di discolparvi delle accuse più stupide?...".

Astio? Accuse? Guarda che forse proprio hai frainteso questo blog.

Astio non mi pare di vederlo verso nessuno, nemmeno per chi ci chiama ignoranti, buffoni, malati di mente eccetera.

Accuse? Qui si documentano eresie, strafalcioni, abusi liturgici e disobbedienze del cosiddetto cammino, e si riportano testimonianze di chi vi è stato. Punto.

Ti firmi cnc 007, sembreresti neocat dunque. Saresti così gentile allora da rispondere alle solite domandine, basate su filmati e documenti ufficiali del cammino, dandoci la tua argomentata e serena opinione in proposito?
Ovviamente senza astio per chi te le propone né accuse per chicchessia. Solo un'opinione.

Grazie

Anonimo ha detto...

Titolo III -Educazione permanente della fede: una via di rinnovamento nella parrocchia

Art. 22 [Educazione permanente nella piccola comunità]
§ 1. La comunità neocatecumenale, dopo aver compiuto l’itinerario di riscoperta dell’iniziazione cristiana, entra nel processo di educazione permanente della fede: perseverando nella celebrazione settimanale della Parola e DELL'EUCARESTIA DOMENICALE e
nella comunione fraterna, attivamente inseriti nella pastorale della comunità parrocchiale, per dare i segni dell’amore e dell’unità, che chiamano l’uomo contemporaneo alla
fede: «L’educazione permanente della fede – afferma il Direttorio generale per la Catechesi – si rivolge non solo a ciascun cristiano, per accompagnarlo nel suo cammino verso la santità, ma anche alla comunità cristiana come tale, perché maturi tanto nella sua
vita interiore di amore a Dio e ai fratelli, quanto nella sua apertura al mondo come comunità missionaria. Il desiderio e la preghiera di Gesù al Padre sono un appello incessante: “Perché tutti siano una cosa sola. Come tu, Padre, sei in me e io in te, siano
anch’essi in noi una cosa sola, perché il mondo creda che tu mi hai mandato” (Gv
17,21). Avvicinarsi, a poco a poco, a questo ideale richiede, nella comunità, una fedeltà
grande all’azione dello Spirito Santo, un costante alimentarsi del Corpo e Sangue del
Signore e una permanente educazione della fede, nell’ascolto della Parola».

Anonimo ha detto...

Art. 1 - [Natura del Cammino Neocatecumenale]

§ 1. La natura del Cammino Neocatecumenale viene definita da S.S. Giovanni Paolo II quando scrive: «Riconosco il Cammino Neocatecumenale come un itinerario di formazione cattolica, valida per la società e per i tempi odierni».

§ 2. Il Cammino Neocatecumenale è al servizio del Vescovo come una delle modalità di attuazione diocesana dell’iniziazione cristiana e dell’educazione permanente nella fede.

§ 3. Il Cammino Neocatecumenale, dotato di personalità giuridica pubblica, consta di un insieme di beni -SPIRITUALI-......

Anonimo ha detto...

“Un itinerario di tipo catecumenale, che percorre tutte quelle fasi che nella Chiesa primitiva i catecumeni percorrevano prima di ricevere il sacramento del Battesimo… (cfr. Catecumenato post-battesimale, in Notitiae 95-96,
1974, 229)” (GIOVANNI PAOLO II, Epist. Ogniqualvolta, 30 agosto1990,AAS82[1990]1514).
Esso si ispira a vari documenti della Santa Sede, tra i quali:
- il cap. IV dell’OICA che suggerisce l’utilizzazione adattata della catechesi e di alcuni riti propri del catecumenato per la conversione e maturazione nella fede anche negli adulti battezzati.
- PAOLO VI, Esort. apost. Evangelii Nuntiandi, 44: «È ormai palese che le condizioni odierne rendono sempre
più urgente che l’istruzione catechetica venga data sotto forma di un catecumenato».
- GIOVANNI PAOLO II,Esort. apost. Catechesi Tradendæ, 44: «La nostra preoccupazione pastorale e missionaria… va a coloro che, pur essendo nati in un paese cristiano, anzi in un contesto sociologicamente cristiano,
non sono mai stati educati nella loro fede e, come adulti, sono dei veri catecumeni».
- GIOVANNI PAOLO II,Esort. apost. Christifideles Laici, 61: «Un aiuto [alla formazione dei cristiani] può essere dato… da una catechesi post-battesimale a modo di catecumenato, mediante la RIPROPOSIZIONE di alcuni elementi del Rito dell’iniziazione cristiana degli adulti, destinati a far cogliere e vivere le immense e straordinarie ricchezze e responsabilità del Battesimo ricevuto».
- Catechismo della Chiesa Cattolica, 1231: «Per la sua stessa natura il Battesimo dei bambini richiede un catecumenato post-battesimale. Non si tratta soltanto della necessità di una istruzione posteriore al Battesimo, ma del necessario sviluppo della grazia battesimale nella crescita della persona».
- CONGREGAZIONE PER IL CLERO, Direttorio generale per la Catechesi, 59: «“Il modello di ogni catechesi è il Catecumenato battesimale, che è formazione specifica mediante la quale l’adulto convertito alla fede è portato alla confessione della fede battesimale durante la veglia pasquale”. Questa formazione catecumenale deve ispirare le altre forme di catechesi, nei loro obiettivi e nel loro dinamismo»; ibidem, 91: «La catechesi
post-battesimale, senza dover riprodurre MIMETICAMENTE la configurazione al Catecumenato battesimale, e riconoscendo ai catechizzandi la loro realtà di battezzati, farà bene ad ispirarsi a questa “scuola preparatoria
alla vita cristiana”, lasciandosi fecondare dai suoi principali elementi caratterizzanti».....

Anonimo ha detto...

Art. 2 - [Attuazione del Cammino Neocatecumenale]

In conformità al desiderio del Papa Giovanni Paolo II: «Auspico che i Fratelli nell’Episcopato valorizzino e aiutino – insieme con i loro Presbiteri – quest’opera per
la nuova evangelizzazione, perché essa si realizzi secondo le linee proposte dagli iniziatori, nello spirito di servizio all’Ordinario del luogo e di comunione con lui e nel contesto dell’unità della Chiesa particolare con la Chiesa universale»,il Cammino Neocatecumenale si attua nelle diocesi:

1°. sotto la giurisdizione, la direzione del Vescovo diocesano e con l’assistenza, la guida dell’Équipe Responsabile internazionale del Cammino, o
dell’Équipe responsabile delegata, di cui all’art. 3, 7º;

2º. secondo «le linee proposte dagli iniziatori», contenute nel presente Statuto e negli Orientamenti alle Èquipes di Catechisti.

by Tripudio ha detto...

Sebastian,

il Signore non è un "dio cattivo" che «ti manda le disgrazie» ma un Dio misericordioso che ti dà un'infinità di buone occasioni per convertirti.

Le "disgrazie" e le "catastrofi" sono semplicemente il risultato del peccato originale, che non solo ha prodotto inimicizia tra l'uomo e Dio, ma anche tra l'uomo e la natura.

Grazie al peccato originale abbiamo la morte, le malattie, le sofferenze, la fatica.

Grazie al peccato originale abbiamo le maldicenze, i pensieri cattivi, e la pessima stampa, i pessimi esempi, elargiti anche agli innocenti...

E se i freni dell'auto si guastano e un innocente muore (o si ferisce gravemente) in un incidente d'auto, oppure se uno viene sbranato dagli squali, non puoi dire che è stato Dio a mandare la "disgrazia", perché i freni e l'auto sono opera di mani d'uomo, e i riflessi e l'intelligenza dell'uomo sono pure essi "rovinati" in qualche modo dal peccato originale, e la natura è ostile all'uomo a causa del peccato originale...

Nel linguaggio dell'Antico Testamento si leggono frasi come: "Dio indurì il cuore del faraone".

Ma è un Dio "crudele" che ha reso cattivo l'uomo, oppure un Dio misericordioso dinanzi ai cui occhi il cuore del Faraone si è indurito?

Per noi cristiani, alla luce di quanto ci ha insegnato Nostro Signore, può essere buona solo la seconda ipotesi.

Anonimo ha detto...

Titolo II - Il Neocatecumenato
Capitolo I - Elementi fondamentali del Neocatecumenato

Art. 5 - [Destinatari]

§ 1. Il Neocatecumenato è uno strumento al servizio dei Vescovi per la riscoperta dell’iniziazione cristiana da parte degli adulti battezzati. Tra questi si possono distinguere:
1°. coloro che si sono allontanati dalla Chiesa;
2°. coloro che non sono stati sufficientemente evangelizzati e catechizzati;
3°. coloro che desiderano approfondire e maturare la loro fede;
4°. coloro che provengono da confessioni cristiane non in piena comunione con la Chiesa cattolica.

§ 2. I chierici e i religiosi che desiderano ravvivare il dono del Battesimo attraverso il Neocatecumenato, e così anche meglio servirlo, lo percorrono nel rispetto della vocazione e del carisma loro propri, e nell’adempimento dei compiti assegnati loro dal Vescovo diocesano o, nel caso di religiosi, dal Superiore. Per i religiosi inoltre si richiede il consenso del proprio Superiore.

Max ha detto...

Modello della comunità neocatecumenale è la Sacra Famiglia di Nazaret, luogo storico dove il Verbo di Dio, fatto Uomo, si fa adulto crescendo «in sapienza, età e grazia», stando sottomesso a Giuseppe e Maria.18 Nella comunità i neocatecumeni divengono adulti nella fede, crescendo in umiltà, semplicità e lode, sottomessi alla Chiesa.

Tutte bugie, sottomessi un piffero!

FDF ha detto...

@Luisa
Purtroppo ci sono molti catechisti fascisti (come li chiamo io) che la pensano così. Per amor di verità però, devo dire che in tante occasioni ho visto i miei catechisti rimuovere delle persone da incarichi di responsabilità proprio per permettere loro di accudire figli in difficoltà o malati o genitori anziani. Anche Kiko ha rimandato a casa dalla missione famiglie e sacerdoti per lo stesso motivo (uno l'ho conosciuto di persona e sono stato con lui per due settimane). In più di una occasione ho sentito con le mie orecchie i catechisti dire a delle persone: tuo padre (o tua madre) in questo momento è Gesù Cristo, devi accudirli e anzi consigliare ogni volta che fosse possibile (anche ogni giorno) di andare a Messa.
E' chiaro che ci sono una gran massa di fondamentalisti e di persone che fanno più danni che altro, ma non sono tutti così insensibili.

Max ha detto...

3. Al centro di tutto il percorso neocatecumenale vi è una sintesi tra predicazione kerigmatica, CAMBIAMENTO della vita morale e LITURGIA.

C'è scritto nello statuto in bell'evidenza: Cambiamento della Liturgia!
Possibile che nessuno se ne sia accorto all'approvazione?

Max ha detto...

3. Ogni celebrazione della Parola è preparata accuratamente, a turno, da un gruppo della comunità, con l’aiuto, QUANDO POSSIBILE, del presbitero. Il gruppo SCEGLIE LE LETTURE e i canti,38 prepara le monizioni e dispone la sala e i SEGNI liturgici per la celebrazione, curandone con zelo LA DIGNITA' e la bellezza.

Se possibile (il Sacerdote)sennò facciamo da soli!....

Max ha detto...

4. Per approfondire la Scrittura «con l’intelligenza ed il cuore della Chiesa»,i neocatecumeni si avvalgono soprattutto della lettura degli scritti dei Padri, dei documenti del Magistero, in particolare del Catechismo della Chiesa Cattolica, e di opere di autori spirituali.

Palle! I neocat non conoscono e non si ispirano al magistero (così come lo proclama la Chiesa) ne il catechismo della Chiesa Cattolica, ma altri autori spirituali come kiko!

Max ha detto...

3. Nella celebrazione dell’Eucaristia nelle piccole comunità si SEGUONO i libri liturgici APPROVATI del Rito Romano, fatta eccezione per le CONCESSIONI ESPLICITE della Santa
Sede. Per quanto concerne la distribuzione della Santa Comunione sotto le due specie, i neocatecumeni la ricevono IN PIEDI, restando al proprio posto.

Balle!Balle! Balle!.....

Luisa ha detto...

In realtà a ciò che le "guide formatrici" del cnc chiamano dipendenza, idoli, dei quali bisogna liberarsi, viene sostituita la DIPENDENZA REALE al "cammino".
Tutto gira attorno al "cammino"che diventa la priorità, il centro della propria vita.
Non è facile, lo so, quando la coscienza è ormai schiavizzata, ma basterebbe che chi è nel"cammino" si accordasse un momento di silenzio e si ponesse alcune domande:
potrei vivere senza il "cammino"?
Posso immaginare la mia vita senza la comunità, senza i fratelli e le sorelle del "cammino"?
Mi vedo camminare nella vita senza il supporto del "cammino"?

Se vivere senza il"cammino" è difficilmente immaginabile, se quel solo pensiero è fonte di ansia ed è subito scartato, se ho bisogno di quella compagnia, e solo di quella, per non sentirmi solo, allora il processo di dipendenza è già molto avanzato, il "cammino" è come una stampella senza laquale non è possibile avanzare nella vita.
Quella forma di dipendenza è agli antipodi della responsabilità, della libertà di figli e figlie di Dio.

FDF ha detto...

@Sebastian
L'interpretazione di Tripudio è quella corretta.
Aggiungo che Dio è onnipotente e in virtù di ciò sin dal momento del peccato originale ha saputo trarre il bene da ogni male che l'uomo ha generato. Basta già vedere che dalla superbia e dal peccato di Adamo abbiamo ricevuto la possibilità di conoscere Gesù Cristo Salvatore.
E nelle sofferenze della nostra vita Dio ha il potere di santificarci.

"Prenda la sua croce e mi segua", non vuol dire che DEVI avere una croce, altrimenti non segui Gesù Cristo. Significa "accetta la tua sofferenza, la tua debolezza e vieni dietro a me". E' una sottigliezza ma è fondamentale. Se non si fa questa distinzione, a forza di insistere sulla "necessità" della croce si rischia di andare in paranoia perché magari uno non riesce a trovare una croce nella propria vita.

Infine bisogna distinguere il male che viene dalla condizione decaduta dell'uomo (male dal quale si può ricevere la Grazia santificante, ovvero una persecuzione, una malattia, una perdita, ammesso che la si accetti a sia vissuta cristianamente - tante persone sui letti di ospedale soffrono terribilmente e muoiono piene di rabbia) da quello causato dal peccato. Ciò che è male perché conseguenza del peccato non può mai essere un bene. (Lo dice anche la Humanae Vitae, non può esistere un male perseguito per raggiungere un bene superiore, il male è sempre male e basta) e assolutamente non si può pensare che Dio ti lascia peccare per farti vedere quello che sei. Dio ti lascia fare il male perché considera la tua libertà superiore a ogni altra cosa, ma non desidera il tuo male. Non può! Dio è Amore e non cessa mai di richiamarti a sé, anche quando ti sei cacciato in un inferno.
Tanti mali sono sicuramente la conseguenza delle nostre azioni, della nostra superficialità.
Potrei farti alcuni esempi personali, ma non ho tempo, magari se mi mandi una email ti scrivo in privato.

Saluti a tutti e la Pace di Cristo Risorto!

Max ha detto...

1. L’educazione alla VITA COMUNITARIA è uno dei compiti fondamentali
dell’iniziazione cristiana. Il Neocatecumenato educa ad essa in modo graduale e costante mediante l’inserimento in una piccola comunità aperta alla vita della comunità
parrocchiale e di TUTTA la Chiesa.

Non è vero! La vita comunitaria è cattolica e apostolica, quella kikiana è solo per le singole comunità.

Max ha detto...

3. Il Cammino Neocatecumenale è OFFERTO (imposto) quindi come strumento atto ad AIUTARE (ghettizzare) la parrocchia a compiere sempre più la missione ecclesiale di essere sale, luce e lievito del mondo (di kiko), e a RISPLENDERE (kikolatria) davanti agli uomini come Corpo visibile di Gesù Cristo risorto,il sacramento UNIVERSALE di salvezza.

Balle! Balle! Ball!
Provate a confutare il vostro statuto...fate tutto l'opposto!
Vergognatevi.

Max ha detto...

2. I neocatecumeni collaborano «attivamente all’EVANGELIZZAZIONE (proselitismo coatto) e
all’EDIFICAZIONE (smantellamento)della Chiesa» innanzitutto ESSENDO CIO' CHE SONO (superbi e idolatri): il loro proposito di vivere in modo autentico la VOCAZIONE CRISTIANA (kikiana) si traduce in una TESTIMONIANZA EFFICACE (negativa)per gli altri, in uno stimolo alla riscoperta di VALORI CRISTIANI (ebraici) che potrebbero altrimenti restare quasi NASCOSTI (perché la Chiesa chissà che cosa annuncia da 2000 anni?).

Bubbole!

l'apostata ha detto...

a Max che ha detto:

"...Modello della comunità neocatecumenale è la Sacra Famiglia di Nazaret, luogo storico dove il Verbo di Dio, fatto Uomo, si fa adulto crescendo «in sapienza, età e grazia», stando sottomesso a Giuseppe e Maria.18"

Modello del cammino neocatecumenale è la Fondazione famiglia di Nazaret, luogo segreto dove il denaro raccolto, fatte le decime, si fa capitale crescendo in segretezza, quantità, interessi, stando sottomesso a Kiko e Carmen 18bis

by Tripudio ha detto...

Attenzione: non è una mia "interpretazione" corretta, ma è l'insegnamento della Chiesa.

È stato infatti il protestantesimo a censurare aspetti della realtà e ad introdurre quel fatalismo che vediamo nei neocatecumenali, così tanto inzuppati di luteranesimo grazie ai due iniziatori spagnoli.

Di fronte alle drammatiche domande della vita, la Chiesa ha sempre avuto le uniche vere risposte.

Solo l'ignoranza e l'eresia (nel caso specifico quella di matrice luterana) possono aver alterato la lettura della realtà spostandola verso fatalismi, predestinazioni, "Dio cattivo", eccetera.

Max ha detto...

2. Gli SCRUTINI (interrogatori da inquisizione), ISPIRATI (dal diavolo) all’itinerario CATECUMENALE (per umiliare la persona)dell’OICA, aiutano i neocatecumeni nel loro cammino di CONVERSIONE (alienazione psicologica), nel rispetto della COSCIENZA (dipendenza) e del FORO INTERNO (catechisti), secondo la NORMATIVA CANONICA(kikiana).

Rispondete se non è vero quello che scrivo! Questo è il vostro Statuto approvato...

Max ha detto...

6°. «Quando partecipano all’assemblea dei fedeli, devono esser con gentilezza congedati prima dell’inizio della celebrazione eucaristica». Ciò viene fatto NEL Cammino Neocatecumenale mediante una BENEDIZIONE SPECIALE (che fanno solo loro, la chiesa non lo sa fare), dopo la quale ricevono
«UNA OPPORTUNA CATECHESI (ulteriore indottrinamento ideologico)» preparata SULLA BASE del Catechismo della Chiesa Cattolica (ma quando mai, è preparata da kiko)......

Max ha detto...

Art. 27 - [Parroco e presbiteri]

§ 1. Il Parroco e i Presbiteri esercitano la cura pastorale (cfr. can. 519 CIC) di coloro che percorrono il Cammino Neocatecumenale – anche alla luce di quanto indicato agli artt. 5 § 2 e 6 § 2 – e adempiono “in persona Christi Capitis” il loro ministero sacerdotale annunciando la Parola di Dio, amministrando i sacramenti e,PER QUANTO POSSIBILE (non è indispensabile),presiedendo le CELEBRAZIONI (sennò facciamo noi catechisti) della prima o di altre comunità neocatecumenali della parrocchia....

by Tripudio ha detto...

I facinorosi neocatecumenali pensano che per difendere il Cammino ci sia bisogno della menzogna.

Antitripudio, 4 aprile, ore 16:52, dice: «abbiamo l'OK di papa Francesco».

SR, 8 aprile, 10:58, dice: «Se il Papa ci esorta ad andare per le piazze è motivo di grande gioia. Quando inviterà voi...»

Jeff, 8 aprile, 11:42, più cautamente dice: «Probabilmente il cardinale Bergoglio ha saputo della missione che si sarebbe svolta a Buenos Aires...»

Insomma, nel Cammino sono convinti che la "piazzata" l'abbia voluta il Papa?

MAX ha detto...

Art. 28 [Catechisti]

§ 1. Le équipes di catechisti sono composte da alcuni laici, eletti in conformità all’art. 17 § 3, e da un PRESBITERO (che non conta).

§ 2. Le équipes di catechisti, come esplicitato nel presente Statuto e negli Orientamenti alle Èquipes di Catechisti:
1º. su invito del parroco danno le catechesi iniziali che avviano un processo di gestazione alla fede in cui si formano le comunità;
2º. ritornano periodicamente, di norma una volta l’anno, per condurre i diversi passaggi dell’itinerario neocatecumenale e dare le INDICAZIONI (ordini) necessarie per lo svolgimento delle varie fasi e tappe;
3º. svolgono un importante compito di DISCERNIMENTO (unti dal Signore) circa l’idoneità dei singoli
neocatecumeni e delle rispettive comunità per quanto riguarda il PASSAGGIO (giudizio senza appello sul quale il Parroco non conta) alle tappe successive dell’itinerario del Cammino;
4º. durante gli scrutini di passaggio DA LORO GUIDATI (ma non era il Parroco che presiede?) devono mantenere il massimo rispetto per gli aspetti MORALI DELLA VITA INTIMA dei neocatecumeni che rientrano nel foro interno della persona (massacrandola).

§ 3. Nello svolgimento del loro compito i catechisti laici collaborano con il Parroco e
con i presbiteri delle rispettive comunità e li aiutano nella MISSIONE DI GOVERNO, di INSEGNAMENTO (Rabbini) e di SANTIFICAZIONE (impongono le mani) loro propria in quanto MINISTRI ORDINATI (ma chi, i catechisti?).

Dio mio, Dio mio...

Max ha detto...

Art. 34 [L’attuale Équipe Responsabile internazionale del Cammino]

§ 1. L’Équipe Responsabile internazionale del Cammino è composta, VITA NATURAL DURANTE, dal Sig. Kiko Argüello – che ne è il responsabile – e dalla Sig.ra Carmen Hernández, iniziatori del Cammino Neocatecumenale, e dal PRESBITERO D. Mario Pezzi (che serve solo a istituzionalizzare come cattolico il cammino), del clero diocesano di Roma.

§ 2. Dopo la scomparsa di uno dei due iniziatori di cui al paragrafo precedente, l’altro rimane responsabile dell’Équipe internazionale e, SENTITO IL PARERE DEL PRESBITERO (forse?), procederà a completare l’Équipe internazionale. In caso di scomparsa o rinuncia del Presbitero, gli INIZIATORE SCELGONO (non la Chiesa sceglie i Sacerdoti ma kiko) un altro presbitero e lo presentano al Pontificio Consiglio per i Laici per la sua CONFERMA (forzata)....

Questo è cari fratelli e solrelle....

RAIDEN ha detto...

Per Tripudio:

Premesso che sono diversi anni che sono apertamente contro il Cammino Neocatecumenale, in pieno contrasto con tutta la mia famiglia nonchè moltissimi amici, e che sono il primo a considerarla una setta, non capisco come possiate continuare a sostenere che "La Chiesa" non abbia mai approvato i neocatecumenali.

Forse formalmente non è mai stato fatto e sicuramente in alcuni casi sono stati posti dei paletti a correzione di varie anomalie ma, di fatto, il cammino è più che approvato ed il saluto in questione è a dir poco lampante.

Correggetemi se sbaglio ma nessuno ai vertici della Chiesa ha mai formalmente e pubblicamente dichiarato qualcosa apertamente contro il cammino neocatecumenale e quindi, che senso ha continuare a sostenere tale tesi?

La famosissima lettera del 2005 è stata di fatto superata anche solo semplicemente dal fatto che da sempre è stata disubbidita senza che nessuno abbia poi mai richiamato all'ordine i trasgressori.

Visto che non sono previste "sanzioni" per le varie inadempienze e che dal 2005 a oggi sono passati quasi 8 anni "di fatto" la Chiesa ha approvato il modo di operare dei neocat.

Continuate a dare spazio a varie esperienze come quella all'interno di questo thread che, sempre a mio modestissimo avviso, parlano più di qualsiasi disquisizione teologica.

FDF ha detto...

"Nello svolgimento del loro compito i catechisti laici collaborano con il Parroco e con i presbiteri delle rispettive comunità e li aiutano nella MISSIONE DI GOVERNO, di INSEGNAMENTO e di SANTIFICAZIONE loro propria in quanto MINISTRI ORDINATI."

Parla del triplice munus sacerdotale. La cosa davvero brutta è che questo non avviene mai. Praticamente il parroco non è quasi mai presente agli scrutini e se c'è conta punto o poco. Se interviene o cerca di presiedere viene ripreso. Il che è profondamente sbagliato.

Colgo l'occasione per chiedere una cosa ai "disertori":
Se un sacerdote di cui vi fidate vi dà un consiglio e il vostro catechista un consiglio opposto, voi che fate? A chi date retta?

l'apostata ha detto...

a RAIDEN che ha scritto:
"...Visto che non sono previste "sanzioni" per le varie inadempienze e che dal 2005 a oggi sono passati quasi 8 anni "di fatto" la Chiesa ha approvato il modo di operare dei neocat".

Esistono i peccati dovuti a opere (disobbedienze neocat) e omissione (da parte di chi dovrebbe vigilare e intervenire).

Non è un bello spettacolo.

by Tripudio ha detto...

Raiden,

le "approvazioni" del Cammino non significano che il Cammino è santo in tutto ciò che fa. È da anni che faccio fatica per spiegarlo ai tanti neocatecumenali che corrono qui a qualificarsi "approvati".

Andando poi a leggere il contenuto esatto degli elogi e delle approvazioni, escono fuori altre cose che i neocat astutamente tacciono.

Per esempio, il loro Statuto (art.13, comma 3, nota 49) include non solo la fatidica "lettera di Arinze", ma anche il discorso di Benedetto XVI che la confermava.

Quindi, io sono il primo a dire che i neocatecumenali hanno lo Statuto approvato, ma sono anche il primo a dire che proprio quello Statuto conferma tutte le "critiche" che da decenni eleviamo contro la liturgia del Cammino.

Critiche che il Papa ha confermato e lo Statuto ha fatto sue: la "lettera di Arinze" inizia e finisce dicendo che il Cammino deve seguire i libri liturgici senza aggiunte né omissioni.

Anche quando il Cammino viene definito da Benedetto XVI "dono dello Spirito" io non ho nulla da obiettare.

Al contrario, leggo tutto il discorso di Benedetto XVI e vi vedo anche stavolta un richiamo alla liturgia e all'unità della Chiesa.

Dunque è ovvio che il "dono dello Spirito" non riguarda né gli strafalcioni liturgici, né il separatismo delle "piccole comunità" (parole dietro cui i kikos nascondono forzature pazzesche: "piccole comunità", "nuova evangelizzazione", "adatto ai tempi odierni"...).

Insomma, considerare tutti gli aspetti della realtà, non soltanto quelli che fanno comodo.

Chi dice che la Chiesa ha approvato una "setta", dice una cosa approssimativa.

Quando il Pontificio Consiglio per i Laici approvò lo Statuto temporaneo nel 2002, Giovanni Paolo II tacque per interi mesi: non una menzione, non una congratulazione, non una felicitazione, non un saluto, nulla! Come mai questo assordante silenzio? Allora dice il falso chi afferma che GP2 "voleva" approvare il Cammino...

Stessa cosa - anche peggio! - con Benedetto XVI: nel 2008, quando di nuovo il Pontificio Consiglio dal futuro immenso approvò lo Statuto Definitivo (che pure contiene la "lettera di Arinze"), Benedetto XVI tacque per un anno intero.

E guarda caso, proprio pochi giorni prima, Benedetto XVI aveva rassicurato i vescovi giapponesi di non aver alcuna intenzione di approvare gli Statuti (e in quello stesso mese di aprile era anche trapelato da altre fonti).

In breve:

- se ci limitiamo ai titoloni delle agenzie di stampa, allora... "il Cammino è approvato"

- se invece leggiamo per intero i documenti, gli Statuti, i discorsi del Papa, allora "il Cammino è approvato ma...!"

È in quel "ma" tutta la questione.

L'approvazione giuridica non crea valore teologico.

Per questo prendevo in giro i facinorosi neocatecumenali che, nel giorno del giudizio, si ribelleranno a Nostro Signore: Signore, ma come ti permetti? noi abbiamo lo Statuto! noi siamo approvati! ma come ti permetti, Signore? tu giudichi!

Anonimo ha detto...

Paolo Voltaggio lancia la sua candidatura nella Lista Civica "Cittadini X Roma" alle Elezioni comunali del 26 e 27 maggio 2013 con Alemanno.....che dire ...tutto in famiglia..missioni etc..etc..

Luisa ha detto...


"Purtroppo ci sono molti catechisti fascisti (come li chiamo io) che la pensano così"

C`è da sperare,FDF, che non tutti i catechisti siano delle marionette insensibili, purtroppo da anni su questo blog si possono leggere testimonianze di persone che, pur non conoscendosi, relatano le stesse esperienze, ad esempio quando subivano quella ignobile pressione di dare sempre la preferenza al "cammino" anche in quei casi che ho brevemente descritto, tutti hanno descritto lo stesso meccanismo di manipolazione, di colpevolizzazione e le frasi dette dai catechisti e riportate qui rigorosamente identiche.
Quei metodi, quelle frasi, i catechisti non li hanno inventati, li hanno probabilmente prima subiti e poi applicati ad altri, li hanno imparati, sono stati loro insegnati affinchè li ripetessero pedissequamente, e così fanno.
Quelle parole, quei metodi non appartengono alla Chiesa cattolica, le sono totalmente estranei.

Anonimo ha detto...

Il cammino neocatecumenale è un sistema strutturato per creare dipendenza, tutto concorre ad indurre quella dipendenza tossica e anomala in un movimento che si pretende cattolico.
P.

DG ha detto...

@ FDF
domandi
"Se un sacerdote di cui vi fidate vi dà un consiglio e il vostro catechista un consiglio opposto, voi che fate? A chi date retta"

la prima volta diedi retta ad un sacerdote che ERA neocatecumenale e la cosa mi salvo' visto che sono ancora qui ed ho una bellissima famiglia. Quindi feci quello che mi consiglio' lui che era tra l'altro il mio confessore, e non ascoltai le indicazioni dei catechisti dell'epoca (ma non era uno scrutinio).

Loro mi presero a strilli e urli e mi scagliarono un "anatema" , ancora mi ricordo a pelle la sensazione (sono passati piu'di 20 anni) ma non rivelai a loro che avevo parlato con QUEL Sacerdote perchè, visto che lo conoscevano bene, non volevo che se la prendessero con lui.

Una seconda volta, questo è successo poco tempo fa (diciamo piu' o meno due anni) parlai con un Sacerdote che NON era del cammino NC.

Lui mi disse che avrei dovuto aggrapparmi al Gesu' Cristo e lasciar perdere tutte le "sovrastrutture mentali" che alle volte ci portano su una strada non giusta per noi.
Mi disse di NON avere paura ad affrontare la solitudine fisica

Seguii i suoi consigi e durante l'estate andai con la mia famiglia ad alcuni Santuari Mariani e anche a Pietralcina (senza dirlo ai catechisti perchè, conoscendoli, mi avrebbero tacciato di "religioso naturale")

Tornai carico di speranza e Fede, e mi allontanai dal CNC.
Piano piano infatti questo avvenne con un percorso che è durato dei mesi, e che è finito da pochissimo tempo.

I miei catechisti pur conoscendomi fino al midollo osseo, non mi avevano dato una giusta risposta o come viene chiamato qui "un sugggerimento" appropriato al momento grave che stavamo passando in famiglia

Avevano forse sottovalutato il "caso"? Si erano limitati ad applicare la "prassi"?
Penso di si, e ne ho avuto poi la conferma.

In tutt'e due i casi il parlare con un sacerdote mi ha avvicinato a Dio.

Penso di aver fatto la Sua Volontà seguendo le indicazioni dei Sacerdoti, e non di laici, accentando quello che mi stava capitando e pensando che con l'Amore di Dio qualsiasi cosa capitasse (anche un allontanamento dai fratelli NC,che sono scomparsi nel nulla come azoto nella mia
"aria neocatecumenale") LUI mio SOLO PADRE BUONO non mi avrebbe MAI lasciato SOLO.

Anzi non CI avrebbe mai lasciato soli.

Anonimo ha detto...

Scusate, qualcuno sa dirmi chi cucina ogni giorno per Kiko Carmen e padre Mario?....Mica staranno ogni giorno in giro a fare catechesi? E se è vero che come dice Kiko che la fede viene per l'ascolto, per l'annuncio del Kerigma fatto in quel modo come si è visto in questa domenica in tante piazze, lui, da chi lo ascolta???? Se lo AUTOPROCLAMA DA SOLO? SONO: IL DUBBIOSO

l'apostata ha detto...

ad Anonimo che ha detto:


"...chi cucina ogni giorno per Kiko Carmen e padre Mario...".
Gli piove la manna dal cielo. A volte quaglie.
Alla Fondazione pure piove dal cielo: quattrini".


"...lui, da chi lo ascolta???? Se lo AUTOPROCLAMA DA SOLO?...".

Non sai che lui si è pubblicamente autodefinito "io sono il nuovo Giovanni"?
In quanto "nuovo Giovanni" ha un filo diretto con l'Altissimo...

Anonimo ha detto...

@ DG che dice: Mi disse di NON avere paura ad affrontare la solitudine fisica...Io invece sono rimasta sola e sto soffrendo tantissimo, purtroppo a me è rimasta tanta rabbia mista a tanti dubbi, non esisto più per nessuno e nonostante sia inserita in un contesto parrocchiale mi sento monca, perchè in queste domeniche loro sono dappertutto e in tutti i luoghi, cantano a squarciagola, danno la catechesi quella standard, ed io sto male a vederli, è come se li vedessi molto ipocriti, ma alla fine sto male solo io perchè di me loro se ne infischiano. Quello che mi chiedo è perchè il Papa non interviene e vede solo l'apparenza? So di non essere l'unica a passare quello che sto passando, il mio è solo uno sfogo, niente di più, ormai sono fuori per loro, ma mi rendo anche conto e forse sbaglio, che come diceva Luisa io senza il cammino non posso stare, ma nello stesso tempo, non posso più ritornarci...mi contraddico io stessa, ma è un sentirsi dilaniare dentro..non voglio però mai più che qualcuno dei catechisti si prenda la mia vita dicendomi quello che è buono per me, Anche se non vi conosco, ho stima di voi, vi prego di continuare a pubblicare le testimonianze dell'altro lato della medaglia, grazie di cuore Cira da Napoli

Ruben ha detto...

@Flavio

Qualcuno mi può chiarire un po' le idee?
---
Certamente!
Un qualsiasi Sacerdote Cattolico,in qualsiasi chiesa.

FDF ha detto...

@Cira

Cara, la tua testimonianza mi tocca, perché mi ricorda un periodo di tre anni di allontanamento e di grandissima solitudine interiore e di inferno, provocato dal rifiuto di Dio e dei Sacramenti.
Da quel che dici capisco che sei comunque rimasta nella Chiesa, ebbene ti dico non perdere la speranza. Gesù Cristo ti ama, questo è l'importante. Non cedere mai alla tentazione di pensare che non vali. Cristo non ti giudica. Cristo non guarda al cammino che fai o non fai. Cristo guarda nel tuo cuore ed è perdutamente innamorato di te.
Loro ti ignorano? Non te ne crucciare. Ora sai che tipo di persone sono, sai che c'è da provarne compassione, perché si sono talmente assuefatti che non distinguono più se stessi dalla comunità, non sanno viversi la Fede e parlare di Dio al di fuori del CN.
Non sei tu sbagliata! Resta a fianco di Cristo, sempre, Lui non ti deluderà mai

by Tripudio ha detto...

La citazione esatta di Kiko è:

«io sono Giovanni Battista in mezzo a voi».

DG ha detto...

@ carissima Cira da Napoli

capisco esattamente quello che hai scritto e mi colpisce molto la tua testimonianza.
Certo, oggi con il senno del poi, io posso testimoniare che per me è stato un bene che i "MIEI FRATELLI di COMUNITA' (la famosa comunione dei Santi) NON si sono MAI VISTI né fatti sentire durante il periodo piu' brutto passato nella mia vita.
Eppure sapevano, eppure ne erano a conoscenza, perchè al contrario di altri "fratelli" non ho mai nascosto nulla in comunità
Tutto di me e della mia famiglia è stato li' svelato e, credevo, condiviso.
Eppure quando palesavo il mio stupore al comportamento di questi "fratelli" mi si rispondeva: "cosa vuoi siamo tutti peccatori". E fine li'.
Una telefonata magari da "peccatore" me la potevano anche fare no? O forse ai "peccatori" non è concesso domandare "come stai?" Mah

Ecco perchè penso che continuando anche nella sofferenza, perchè tutto quello che tu dici è vero e cioè manca l'abitudine di dividere la vita intima con delle persone perchè la vita precedente e che dira da anni e anni non non si cancella in pochi mesi, alla fine arrivi a scoprire che non sei piu' filgio del diavolo ma sei Figlio e amato da Nostro Signore.

Personalmente anche se a volte mi manca la "comunità" penso che sono fortunato di aver trovato delle persone come ex fratelli usciti di altre comunità e Sacerdoti, ma anche gente "comune" , che mi sono stati vicini e mi hanno consigliato e sostenuto.

La preghiera è consolatrice e, aggiungo, l'amore in famiglia e l'unione è altrettanto una consolazione.

Ti auguro ogni bene e ti dico solo che, pur mancandomi le riunioni, le convivenze, i pasti insieme e le cantate...non mi manca la preghiera con i miei fratelli.
Ci sarà una ragione? Mah ...

ps la rabbia poi, in un determinato momento, si trasformerà in compassione per quei catechisti che non sono stati capaci di annunciarti L'AMORE di Dio. E li vedi piccoli piccoli , lontani e soli, impauriti dala vita.
Credimi, te lo dico dal cuore.

DG ha detto...

@al DUBBIOSO
quando va in giro qua e là magari ospite di un seminario ci pensarà la Vedova NC cuciniera...a rifocillarlo

Se va in Hotel ci penserà lo Chef del ristorante (sala e tavolo a parte, è chiaro) .
Quando va a roma nella sua villa ci penserà la perpetua non so oppure passerà da Castroni?

So solo che da quello che si sa
KIKO ha inventato gli scrutini ma non dsi è mai sottoposto ad uno di essi.
Mi domando ha fatto la redditio?? Ha studiato insieme ai fratelli gli articoli del Credo?
Chi erano i suoi Garanti? Non si sa..Mistero.

O forse era raccomandato dall'Alto e quindi è arrivato subito "alla casella finale senza nemmeno passare dal via"

Mi domando se la veste bianca questa sera e le altre prossime a venire, se le metterà anche lui e se il latte e miele lo prenderà stasera (e le sere a venire) o lo troverà direttamente per colazione domani matina.

Insomma, Kiko parla di vocazione (sacerdozio - matrimonipo) ma lui non si sa che vocazione ha.

Kiko parla di apertura alla vita ma non è sposato

Kiko parla di rinuncia dei beni ma è uno degli intestatari della Fondazione Famiglia di Nazaret, della quale non si conosce né il saldo finale né conosce il bilancio annuale.

Kiko parla delle missio ad gentes ma in Piazza non ci va, a meno che non gli sia garantita una platea di migliaia di persone o una Chiesa con presente almeno UN Vescovo (meglio di piu')

Kiko dice di andare ad evangelizzare in giro , partendo solo con una bisaccia e i sandali ai piedi ma lui viaggia in una bella macchina nera(di chi è ? Boh )

L'unica cosa che si intuisce che forse il Padre e la Madre li ha rinengati sul serio.
Chi è la sua famiglia?
Quali sono le sue origini?
Perchè sul suo passato è stao steso un velo nero?
non si conosce nulla se non quello che lui racconta, a partire dalle baracche di Palomas e prima?

Mentre NOI neocatecumenali piccoli e "peccatori perchè figli del diavolo" dobbiamo mettere la nostra vita in piazza e raccontare dei rapporti con i genitori, con i fratelli di sangue, con gli amici con la fidanzata/o con a moglie/marito e chi piu' ne ha piu' ne metta ... e lui tace su tutto?

Anonimo ha detto...

Ciao Cira, la tua storia mi ha colpito molto, in fondo è come la mia,come quella di tutti coloro che hanno lasciato per diversi e sacrosanti motivi il Cammino,Io ho dato la mia testimonianza giorni fa, dei miei anni vissuti nel deserto , dell'indifferenza dei catechisti ma soprattutto dei miei fratelli,mi è tornata in mente una cosa che dopo averla vissuta mi ha aiutato molto ad non avere sensi di colpa verso i n.c.
Quando fui allontanato, continuai a frequentare giovani n.c. in fondo erano miei amici anche prima del cammino,nonostante condividessero il mio agito,le mie ragioni di dissenso,loro non ebbero il coraggio di ribellarsi anzi uno mi profetizzo una cosa:
“ Ha detto Don .......... (Super catechista nc ed oggi fuoriuscito da parecchi anni) che Tu,siccome hai lasciato il cammino( Non sapevano che ero stato allontanato e forse a loro faceva comodo far sapere in giro che io avevo lasciato ), avrai gravi problemi psicologici"

Avete capito?

Già nei primi anni 80 succedevano queste cose, sapevano già tutto, sapevano dove portava la kikodipendenza e non hanno fatto nulla per alleviare le nostre sofferenze, anzi come vedo dai link , si siedono sulla sponda del fiume ad aspettare che passi il nostro cadavere . In primo tempo non diedi peso a questa loro condanna ero un giovane pieno di vita,mai mi sarei aspettato che la KICOCATECHISTICDIPENDENZA mi avrebbe ridotto in quello stato, dopo un periodo di lotta sul tornare, non tonare,il ricordo della lite con il mio catechista gli insulti gratuitamente ricevuti l'abbandono da parte dei miei fratelli,(Non so oggi, ma prima fino al 2 passaggio tutta la comunità pregava per i fratelli fuoriusciti che avevano scritto il loro nome sulla Bibbia, il sabato sera pregavano per te, la domenica se li incontravi per il corso manco ti salutavano) crollai,(colgo l'occasione per precisare ad Alessandra ed altri che parlano di persone depresse “Che sono nel cammino”, con una semplicità sfottente )ci saranno sicuramente delle persone depresse che vengono in comunità, e vi prego aiutatele,ma io,

====IO NO===

Io non ero un depresso io ero pieno di Vita contento di camminare ero il loro responsabile il loro catechista il loro cantore ci mancava che mi facessi prete (I super catechisti ci contavano molto) la depressione è venuta dopo e ringrazio il Cammino e i catechisti per questo dono gratuito che ha profondamente turbato un periodo della mia vita e loro se ne sono altamente fregati.
Qundi cara Cira non arrenderti,ci vorrà del tempo ma ne uscirai,Loro ci contano, sanno che stai li li per tornare per sottometterti ancora di più ai loro deliri, ti riempiranno di telefonate verranno anche a trovarti a casa e dimostrarti il loro amore( Ricordati contano sulla tua debolezza).Tutto quello che in questo momento ti dice il maligno è falso non ascoltarlo,la preghiera ti aiuterà, parlane con un sacerdote possibilmente non n.c.io ne ho incontrato due stupendi che già conoscevano le brutture del cammino .Non sei sola , nel mio piccolo stasera pregherò per Te e per tutti i fratelli nel dolore.
Ringrazio Mic per la solidarietà e le sue preghiere dell'altro giorno le uniche dopo 30 anni

Sebastian ha detto...

Ringrazio Tripudio, FDF e apostata per la risposta. In particolare Tripudio mi hai illuminato con l'esempio del faraone...

Questo aspetto che mi avete spiegato sul male nel mondo mi è chiaro, ora ancora di più.
Tuttavia scusate se insisto. Mi viene ancora in mente il libro di Giobbe. Non l'ho letto tutto, ma mi risulta che racconti di Dio che per mettere alla prova la fede di Giobbe, che era un uomo che aveva tutto (soldi, bestie, amici, figli, salute), permettendo al diavolo di recargli del male portandogli via tutto ciò che ha. Infatti il diavolo va da Dio a insinuare che Giobbe è un uomo pieno di fede solo perché gli gira tutto bene nella vita. Allora Dio per dimostrargli che Giobbe è veramente un uomo giusto gli permette di recargli delle disgrazie.

Come dovrei interpretare questo racconto? Dio alla fine permette veramente che accadano le disgrazie a Giobbe. Ovviamente Dio è il Misericordioso, e non è certo lui a voler mandargli le disgrazie perché è sadico. Però permette che Giobbe venga provato nella sofferenza.

Le sofferenze che ci capitano sono quindi un'occasione che Dio ci dà per provare la nostra fede?
Anche San Paolo dice che la nostra fede deve essere provata nel crogiuolo della sofferenza.
Capisco che la questione è su un filo di lama, però vorrei inquadrarla bene, visto che per anni mi è stato insegnato qualcosa di sbagliato.

Ad esempio recentemente un sacerdote NC in confessione mi ha detto che è necessario che pecchiamo, perché così ci rendiamo conto di essere bisognosi di Dio...

---

Per quanto riguarda tutte queste testimonianze, anche queste ultime che leggo... Io vi invito ad avere coraggio, mandate tutti a quel paese (metaforicamente) e vivete la vostra vita!
Ve lo dico anche io che solo qualche mese fa mi credevo disperato a stare senza il cammino! Invece si fa benissimo, con l'aiuto di Dio! Ovvero rimanendo nella Chiesa, quella vera, partecipando ai sacramenti! Confessione frequente, la Santa Messa, possibilmente in un luogo dove viene fatta degnamente. Inginocchiatevi! Alla consacrazione inginocchiatevi! Sembra una sciocchezza, un gesto inutile, ma è fondamentale riconoscersi piccoli di fronte a Dio.
Non come nel CN dove Dio deve stare ai nostri comodi, dove ci fanno intepretare la Sua Volontà aprendo a caso la Bibbia, tentandoLo continuamente, avendo la pretesa di essere sempre assistiti dallo Spirito Santo in ogni cosa.
Riscoprite il rispetto per l'Eucarisita. Inginocchiatevi e non ricevetela sulle mani. E soprattutto non ricevetela se non vi siete confessati da poco, o comunque siete in peccato mortale (consultare CC). E' vero che Dio non si scandalizza se abbiamo peccato, ma è necessario portare rispetto per Lui. E l'Eucaristia è Lui.
Partendo da queste "piccole" cose, è possibile ristabilire una vita spirituale sana è indipendente dai catechisti e dalla comunità.
E vedrete che anche il solo pensiero di partecipare ancora ad una celebrazione neocatecumenale vi farà ribrezzo.

BEATRICE ha detto...

VI POTETE RASSEGNARE IL CAMMINO NEOCATECUMENALE NON è UNA SETTA, NON SI è OBBLIGATI A FARLO, E SOPRAYTUTTO IL PAPA LO APPROVA INFATTIQ ESTA ANNO CI SARA DIVUVO LA GIORNATA MONDIALE DEI GIOVANI E GUARDA CASO Cè ANCHE IL CAMMINO.
SECONDO ME è MEGLIO CHE VI FATE UNA CONFESSIONE DIRETTAMENYTE COL PAPA MAGARI VI CHIARISCE IL CONCETTO DI CALUNNIE E MENZOGNE PERCHE MI SA CHE DI CATTIVERIE NE SCRIVETE


Anonimo ha detto...

MI RACCOMANDO PUBBLICATE SOLO COSE NEGATIVE COME I VIGLIACCHI !!!

by Tripudio ha detto...

Cara sorella Beatrice,

quello che tu dici viene smentito dai fatti:

1) esiste un'infinità di testimonianze sugli aspetti settari del Cammino. Chi sei tu per negarli tutti senza volerti neppure confrontare?

Il fatto che tu sia contenta del Cammino non toglie validità alle innumerevoli testimonianze contro l'invenzione dei due spagnoli Kiko Argüello e Carmen Hernàndez.

Se non ti è mai venuto il sospetto che anche una sola di quelle testimonianze può essere vera... significa che almeno per la tua vita il Cammino è veramente una setta al di sopra di ogni osservazione critica, un vero "superdogma" al di sopra di tutto!


2) tu dici che il Papa approva il Cammino: è vero che Giovanni Paolo II e Benedetto XVI vi hanno fatto tanti incoraggiamenti ma... è anche vero che vi hanno comandato di seguire fedelmente i libri liturgici.

Quale parte del «fedelmente» non ti è chiara?

Lo Statuto Neocatecumenale fa sue le «decisioni del Santo Padre» Benedetto XVI messe nero su bianco il 1° dicembre 2005 e confermate da lui stesso il 12 gennaio 2006: e voi ancor oggi disubbidite, facendo la comunione "seduti", usando il bislacco menorà a nove fuochi, eccetera...


3) l'anno prossimo c'è la giornata mondiale dei giovani: benissimo, ma mi sarei meravigliato se i giovani del Cammino fossero stati totalmente assenti.

Comunque sappiamo già che al termine della GMG ci sarà il kiko-show in cui avverrà la cerimonia delle "alzate" kikiane, dove migliaia di giovani si alzeranno per donare la propria vita a Kiko.

Non siamo noi ad affermarlo!! Lo afferma un giornalista neocatecumenale, che dice che nelle "alzate" ci sono un sacco di giovani che si alzano per finta, e un sacco di bambini e di gente che prende la cosa poco seriamente. E Kiko alla fine dà i numeri, anzi, i numeroni, sempre giganteschi, sempre esagerati, sempre lontanissimi dalla realtà.

Ti prego di leggere attentamente il seguente articolo di cui ti do il link:

[link] Diecimila 'Alzate'!!!

Federico ha detto...

ciao a tutti,
smentisco quanto viene detto sul Cammino da "tripudio" e da "DG".
Ho frequentato il Cammino per anni, ne sono uscito per problemi di immaturità personale, ma quelle cose che dite io non le ho mai sentite, anzi esattamente il contrario. Quando dite che i catechisti ripetono "tu sei figlio del demonio" direi proprio di aver ascoltato per anni l'opposto "tu sei figlio di Dio". Ho incontrato persone che parlavano di cose vere, che comprendevano seriamente i problemi e sapevano darti il consiglio giusto, cosa che riscontro comunque in qualsiasi ambiente di Chiesa.
Oggi, a distanza di tempo, vorrei riprendere quel percorso lasciato a metà perchè mi rendo conto di quanto aiuto stavano cercando di darmi le persone che trovavo accanto a me, sia fratelli sia catechisti.
Si percepisce la faziosità delle vs dichiarazioni, forse avete subito qualche delusione, ma qualsiasi cosa concorre al nostro bene no?
Poi stare li a misurare minuziosamente ogni singola parola,
questa sì! che può diventare manipolazione. Ad esempio il Papa, dicendo "invito tutti", voleva invitare tutti i Cristiani, non solo i neocatecumenali, ad accendersi di fervore per Gesù Cristo così come si può riscontrare nei Cristiani che hanno una comunità.
Ad ogni modo sentitemi vicino a voi, sul serio, possiamo dialogare.
Federico.

mic ha detto...

Chiedo a Federico se il Signore o la Chiesa escludano mai qualcuno "per motivi di immaturità personale".
E resto stupita della sua smentita, fotocopia di molte altre...