mercoledì 23 ottobre 2013

Esilaranti perle di Kiko alla Convivenza di inizio corso

Ecco alcune esilaranti perle del laico Kiko Argüello, pittore, compositore sinfonico, evangelizzatore, esorcista, cantautore, profeta, missionario tra i poveri delle baracche di Madrid, dottore honoris causa, architetto, veggente, realizzatore di seminari missionari, iniziatore del Cammino Neocatecumenale e capo dell'equipe responsabile internazionale... Ci limitiamo ad evidenziare qualche passaggio e aggiungere qualche foto e qualche nota esplicativa a margine. Buon divertimento!



Kiko Argüello Convivenza di inizio corso 2013-2014
Porto San Giorgio, 26-29 settembre 2013

Il Tripode neocatecumenale:
Kiko, Carmen e don Pezzi
Kiko: mi dice Padre Mario (¹) che alcuni gruppi di preparazione al matrimonio hanno introdotto cose nuove senza il nostro consenso. Non potete inventare nulla, dovete dare quello che avete ricevuto, sarebbe catastrofico se un gruppetto inventa qualche cosa perché quello che vi abbiamo dato siamo sicuri che è stato dato dal Signore. Ma se lo inventate voi… nel Cammino non si può inventare nulla senza il consenso nostro.

E quello che appare in internet non ha niente a che fare con il Cammino neocatecumenale, ma a causa di questo possono portarci al Sant’Uffizio come se noi introducessimo l’ebraismo nella Chiesa.
---

Dato che avete parlato delle piazze, sapete che hanno ascoltato il kerigma (²) tantissime persone, ma quando sono state invitate ad andare alle parrocchie è rimasto solo un 10%, cioè il numero è diminuito moltissimo. Dobbiamo riflettere su questo: perché tanti hanno ascoltato con piacere ma non sono pronti per andare in una parrocchia (³), non se la sono sentita? Questo ci deve far pensare a come possiamo fare il prossimo anno, se il Signore ci chiama ancora ad andare nelle piazze. Vediamo, vediamo l’anno prossimo cosa succede, se verrà gente che si ricorda dell’anno precedente.
---

«Siamo una
nuova cultura!»
Premono su di me perché facciamo un nuovo Family Day o qualcosa del genere. (⁴)
---

Sapete cosa ci ha detto la Madonna? (⁵) “L’altro è Cristo”. Su questo si gioca tutto. L’altro è Cristo. Tua moglie è l’inferno? Tuo marito a volte è l’inferno? Tu sai che l’altro è Cristo, dovresti lavargli i piedi, baciargli i piedi. L’altro è Cristo. Allora noi siamo una rivoluzione copernicana. Siamo una nuova cultura, siamo qualcosa di molto molto serio. Per questo prima di abbandonare la comunità e prima di disprezzare il Cammino, pensaci due volte! Perché è stata una grande grazia che tu sia stato scelto e chiamato da Dio in questo Cammino. Dietro di te sono i tuoi nipoti, i tuoi figli, i tuoi familiari, tanta gente.
---

«È importante che mi abbiano
conferito il dottorato honoris causa!»
Non so cosa vuole il Signore da noi, alcuni hanno detto che sono peggio di Lutero e che sto distruggendo la Chiesa. Per questo è importante, come dicevo ieri, che l’Università Cattolica di Lublino mi abbia conferito il dottorato honoris causa: è una università con professori molto preparati, che hanno studiato seriamente tutte le nostre cose. (⁶)
---

Andando a Roma adesso non so cosa mi succederà, dovrei vedere il segretario del Papa, dovrei avere un incontro con il Card. Cañizares, dovrei fare un’altra convivenza… c’è tutto un ventaglio di possibilità e non sappiamo cosa succederà, né con me né con voi. Allora se io canto questo vuol dire che il Signore mi dice: “Coraggio, Kiko, Io ti ho spalancato le porte, ho pagato i tuoi debiti, Io ho pagato per te, non sei più debitore a nessuno di nulla. Coraggio!”. È chiarissimo che è molto difficile con una mentalità di clericalismo. Per esempio, i seminari Redemptoris Mater li abbiamo fatti noi, abbiamo costruito seminari con una nuova estetica, abbiamo organizzato la formazione con i gruppi di garanti, i fratelli pagano tutto: e poi non ci sono presbiteri per la missione, perché il Vescovo non li lascia partire. Capito? (⁷)
---

Dopo vedremo anche un pezzetto di Budapest, dove anche è stato molto importante perché quando abbiamo cantato lo Shemà nel Teatro dell’Opera di Budapest, un teatro bellissimo, tutti hanno tirato fuori dalla tasca la kippah per mettersela. Tutti questi rabbini, che sono più vicini a noi, sono enormemente impressionati del nostro rapporto, della Domus (l’anno scorso sono passati 150.000 ebrei per la Domus).
---

Il demonio secondo Kiko
Anche a Lublino c’è stato un altro fatto. A parte il Dottorato honoris causa, abbiamo fatto anche il concerto in una piazza famosissima che c’è a Lublino dove era la città ebraica, dove c’era la casa del Veggente di Lublino. Lì in alto c’è un castello che è stato usato dai fascisti e poi dai comunisti per torturare i prigionieri. La mattina sono andato lì per fare un esorcismo e il demonio si è arrabbiato a morte con noi, ha detto: “Ah sì? Mi insulti, mi cacci via di qua? Adesso ti dò fastidio io, vengo a distruggere il concerto”. E quando la piazza è piena piena, con la gente seduta anche sul prato che arriva fin su al Castello, all’improvviso comincia a piovere, ma proprio a diluviare. Tutti i Vescovi erano bagnati. Abbiamo appena cominciato e il responsabile delle luci dice: “Alt, bisogna fermare tutto perché c’è il pericolo di un corto circuito”, e siamo rimasti senza microfoni mentre pioveva a dirotto. Sapete che non si è mosso nessuno? Non si è mosso nessuno mentre l’acqua correva. Allora senza microfono abbiamo cantato “Una gran señal”, come potevamo. Che facciamo, sospendiamo tutto perché il demonio vuole distruggere questo? Bene, questo responsabile di tutte le apparecchiature, vedendo che la gente non si muoveva è rimasto così impressionato che ha detto: “Va bene, andiamo avanti”, ha riacceso i microfoni e abbiamo fatto il concerto. Il demonio non è riuscito a distruggere il concerto. Tutti erano bagnati: un cardinale aveva l’ombrello e un vescovo vicino, l’acqua cadeva sull’ombrello e dall’ombrello cadeva sul vescovo, così che le vesti erano tutte inzuppate. E non smetteva di piovere, non smetteva! Normalmente quando piove così la gente comincia ad andare via, ma non si è mosso nessuno. (⁸)
---

«Siamo tra i pochi che
hanno obbedito al Papa!»
Abbiamo dovuto lottare con tanti preti, scandalizzati dal fatto che abbiamo tanti figli, secondo loro dovremmo avere non più di 2 figli, con una lettura riduttiva della paternità responsabile. Ci hanno fatto la guerra.
---

Tutta la pornografia del mondo, tutta la campagna dell’omosessualità ha un solo scopo: ridurre la natalità nel mondo. Tanto più c’è omosessualità, meno figli nascono. Più omosessualità meno figli. Putin ha un grandissimo problema: gli mancano già oltre 18 milioni di persone, perché non nascono più figli, non fanno più figli in Russia. Abortiscono! (⁹) Il Signore ci ha dato la gioia di aprirci alla vita, di obbedire al Papa Paolo VI, con l’”Humanae Vitae”. Siamo tra i pochi che hanno obbedito al Papa e voi avete creduto a noi catechisti. (¹⁰)
---

Tutte le catechesi che abbiamo dato sul denaro, sul rapporto con il denaro. Il Signore ci ha ispirato. Le catechesi sono state studiate. Il cardinal Ratzinger ha mandato a studiare le catechesi, quando era Prefetto della Dottrina della Fede, le ha corrette dove era necessario. Ha fatto mettere i riferimenti con il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ci hanno fatto delle lodi. Ciò che hanno detto cose molto buone sul primo scrutinio, sul secondo, sulla catechesi sulla sessualità, sulla sofferenza, sul denaro
---

Una fotografia delle piazze:
"arrivano i neocatecumenali!"
Dopo la messa a S. Marta, io gli ho presentato un album con tutte le fotografie delle piazze, e il Papa mi ha detto: “Kiko, aspettati un colpo di coda del demonio dopo questo”. E me lo ha già dato, abbastanza forte! Ho detto al Santo Padre che uno dei frutti di questo annuncio per le piazze è stato per esempio che un musulmano, che ha sentito la catechesi in una piazza di Barcellona, si è sentito toccato dalla grazia e si è avvicinato per chiedere il Battesimo ed è entrato nel Cammino. Ho detto al Papa: “Spero che si convertano molti musulmani e così vengano a uccidermi”. Perché io dovrei essere un santo, e sono un peccatore; l’unica forma di salvare la situazione è morire martire. Allora quando si battezzino 100 musulmani – ho profetizzato – mi uccideranno. E già cominciano a battezzarsi i musulmani ed entrano nel Cammino, anche a Roma.
Il Papa mi ha chiesto: “Quanti anni hai?”. “Io? 74”. E mi dice: “Li dissimuli bene”.
Senza dubbio, Dio mi dà forza, coraggio.
---

«20.000 sacerdoti
per la Cina!»
Dobbiamo preparare la convivenza di itineranti a livello mondiale, l’udienza con il Papa perché invii le famiglie in missione e le missio ad gentes e poi dobbiamo preparare 20.000 sacerdoti per la Cina, ecc. Meglio non parlare! Spero che Dio mi dia salute, perché vengo a questa convivenza distrutto, mezzo morto.
---

Quando siamo andati a Pechino ho voluto fare una preghiera di esorcismo (¹¹) e il Signore ci ha dato un segno bellissimo. Siamo andati su una torre della televisione, con l’equipe della Cina, con i rettori dei seminari per la Cina (Macerata, Hong Kong e Taiwan: allora avevamo tre seminari per la Cina) e io dico: “Dove sta il deserto dei Gobi?” per espulsare i demoni, perché la Cina è piena di demoni a causa del comunismo, dell’ateismo, della quantità di gente che uccidono e tutti i massacri che ci sono stati e le sofferenze inaudite che ancora ci sono in Cina... [...]

Immaginatevi i cattolici cinesi
cosa diranno quando vedranno
questi orrendi sgorbi di Kiko
Bene, stavamo sulla parte più alta della torre, c’era la nebbia e non si vedeva nulla di Pechino. Eravamo 12 o 14 e ho detto a tutti: “Puntate il dito” e ho cominciato a dire al demonio: “Nel nome di Gesù di Nazaret lascia questa nazione, vattene nel deserto” e a un certo punto mi dice Carmen: “Basta, chiama lo Spirito Santo”. Allora abbiamo messo tutti le mani così, con le palme verso il cielo, e io dico: “Vieni, Spirito Santo” e in quel momento è apparsa una colomba bianca su di noi, in quel momento: “Vieni Spirito Santo”…, ecco, una colomba bianca. Non so da dove sia venuta, perché eravamo a 400 metri di altezza. E dicono che a Pechino non ci sono passeri. Per tre volte ha girato la colomba su di noi. Per questo diceva Carmen che è stato un segno molto importante, perché quella sera avevamo l’incontro con i dirigenti della Chiesa clandestina (¹²) della Manciuria e di Pechino, preti veramente santi, braccati dalla polizia, che devono dormire in posti diversi. Il partito comunista non permette la religione che non controlla, e la Chiesa clandestina sta funzionando senza il consenso del partito; se lo Stato li prende li mette nei campi di concentramento, come ha messo tanti Vescovi. Abbiamo preparato un incontro, tutto nascosto, ed è stato un incontro in cui veramente questi preti hanno trovato in noi lo stesso spirito e hanno messo nelle nostre mani le loro comunità. E dopo abbiamo cominciato a fare catechesi del Cammino neocatecumenale a queste comunità di cinesi; e abbiamo visto con sorpresa che celebravano l’Eucaristia di nascosto. In preparazione alla messa dicono un rosario, in ginocchio; dopo fanno la messa e dopo, come ringraziamento, pregano un altro rosario. [...]




Kiko ha esorcizzato
la Cina! E c'era una
colomba bianca!
Nostre note a margine

¹) Don Mario Pezzi, sacerdote incardinato nella diocesi di Roma, fu espulso dai padri comboniani per disubbidienza poiché dopo aver conosciuto il Cammino Neocatecumenale nel 1970 non si era occupato d'altro. Lo ammise lui stesso in un'intervista pubblicata nel 2006 su un sito web neocatecumenale Segnideitempi, intervista "opportunamente" fatta sparire poche settimane dopo, della quale abbiamo conservato questa sua citazione:
«[...] Questo è stato di fondamentale importanza nella mia vita, e mi ha aiutato e sostenuto nel discernimento sulla chiamata che Dio mi stava facendo al ministero itinerante nel Cammino neocatecumenale, in cui mi trovo ormai dal 1970. I primi anni potei fare questo servizio con il permesso dei Superiori e mantenendo fino al 1992 un rapporto costante con il nostro Istituto, e poi per decisione del Capitolo dovetti lasciare l’Istituto e sono stato incardinato nella Diocesi di Roma per poter continuare lo stesso servizio, ma il mio cuore è rimasto e rimane comboniano. [...]»
Una saletta-cappella neocat,
che scimmiotta simboli ebraici:
tutto è designed by Kiko
Pur facendo parte del "Tripode" (l'équipe dei tre responsabili internazionali del Cammino) insieme a Kiko Argüello e Carmen Hernàndez, è in pratica solo una figura di rappresentanza. Nel Cammino recentemente si vociferava di una sua possibile nomina a vescovo, nonostante la sua età (attualmente 71 anni).

²) Nel gergo neocatecumenale «l'annuncio del kerygma» consiste nel gridare da un microfono diverse fandonie kikiane-carmeniane, intercalando il tutto con canti di Kiko, debitamente strimpellati a tutto volume.

³) Per "Cristo" Kiko intende il Cammino, e per "parrocchia" intende in realtà le comunità del Cammino. Infatti lo scopo dell'iniziativa neocatecumenale "100 piazze" era quello di rastrellare nuovi adepti per le cosiddette "catechesi" neocatecumenali. Il risultato finale dell'iniziativa (in un totale di circa diecimila "piazzate" in tutto il mondo) è stato patetico: nella lettera che ha inviato il 13 luglio 2013 a tutte le comunità neocatecumenali, Kiko vantava 20.000 persone interessate (una media di due per ogni piazzata):
Come sapete la missione nelle piazze è stata una vera bomba: sono tutti contentissimi. Tantissimi lontani dalla Chiesa si sono avvicinati a Cristo: circa 20.000. Stiamo ancora raccogliendo dati e Vi terremo aggiornati.

«Premono su Kiko
per fargli fare un
altro Family Day!»
⁴) Il Family Day del 12 maggio 2007 non è stato organizzato dal Cammino Neocatecumenale ma dal Forum delle Associazioni Familiari (nell'elenco delle associazioni il Cammino non c'è), a cui si sono aggiunti oltre trecento movimenti, comunità e associazioni cattoliche. I seguaci di Kiko si sono aggregati in massa quando Kiko ha capito che sarebbe stata una prestigiosa occasione per sfilare numerosi davanti alle telecamere.

⁵) L'allora venticinquenne Kiko, in un bar di Madrid, incontrò la ex suora Carmen Hernàndez (espulsa dalle Misioneras de Cristo Jesùs per disubbidienza: pur destinata oltreoceano, aveva stabilito autonomamente quali poveri andare ad evangelizzare... nella sua stessa Madrid, sotto casa), per dirle che aveva visto la Madonna comandargli di costituire una comunità come la famiglia di Nazareth. Lo ha testimoniato la stessa Carmen Hernàndez a giugno 2002, in un memorabile discorso in cui promette «un futuro immenso» ad un Pontificio Consiglio «se appoggerà il Cammino Neocatecumenale». Le millantate apparizioni a Kiko e locuzioni a Carmen non sono mai state poste al vaglio della Chiesa.

La "comunione seduti":
notate il tizio inebetito in
attesa del segnale di manducazione
⁶) La lettera del 17 gennaio 2006 di Kiko, Carmen e Pezzi a papa Benedetto XVI si apre augurando a quest'ultimo «la santa umiltà di Cristo». Perché mai Kiko deve rinfacciare al Papa l'umiltà?

⁷) Kiko accampa diritti sulla "missione" (neocatecumenale) dei sacerdoti formati nei seminari kikiani Redemptoris Mater poiché vorrebbe spedirli nel mondo a disposizione delle comunità del Cammino. Molto spesso avviene che un seminarista neocatecumenale giunto al sacerdozio, dopo pochissimi anni di ministero (tipicamente il tempo di farsi iscrivere al Sostentamento Clero per lo "stipendio"), svanisce dalla diocesi per dedicarsi esclusivamente al Cammino, laddove il sortilegio e i cosiddetti "catechisti" lo invieranno.
Ma il sostenere le spese della formazione di un seminarista, benché opera buona, non dà alcun diritto di decidere dove eserciterà il ministero. Il sacerdote è al servizio del Vescovo, non di Kiko; il sacerdozio è per tutta la Chiesa, non è uno strumento del Cammino, anche se la vocazione è vagliata da Kiko stesso e da altri laici, anche se la formazione è avvenuta con la liturgia kikiana e le catechesi kikiane in un seminario kikiano Redemptoris Mater.

Liturgia neocatecumenale:
il momento del balletto-girotondo
⁸) A questo punto Stefano Gennarini soggiunge: «Poi, mentre il rabbino cantava la preghiera per le anime dei morti nei campi di concentramento, quando ha finito di nominare i campi c'è stato un fulmine e un tuono impressionante. Per gli ebrei il tuono è la voce di Dio, erano molto emozionati».

Dunque, riassumiamo: il tremendo temporale lo manda il demonio, incavolato nero per l'esorcismo. Poi, però, com'è naturale nel corso del (demoniaco) temporale ci sono lampi e tuoni. E Gennarini, al rimbombo di un tuono, riferisce che gli ebrei sono emozionati perché per essi il tuono è la voce di Dio. Quindi: il temporale lo manda il demonio, nel tuono c'è la voce di Dio. Che comunicazione coerente, questa di Kiko e Gennarini!

⁹) In realtà in Russia il numero di aborti dal 1990 al 2013 è calato del settanta per cento (da 4,2 milioni/anno a 1,2 milioni/anno); di tutti i leader del mondo, Putin è senza dubbio tra i più impegnati a limitare l'omosessualità, l'aborto, la pornografia.

«Abbiamo costruito
seminari R.M. con la
nueva estetica!»
¹⁰) Durante le grandi convivenze neocatecumenali, Kiko fa sfilare i genitori di famiglie numerose, decantando: «José, quindici figli! quest'altro, venti figli!» L'ubbidienza a Paolo VI è infatti per Kiko una procreazione irresponsabile, un continuo sfornare figli (manca solo una versione neocatecumenale della medaglia dell'Unione Fascista Famiglie Numerose). L'ubbidienza al Papa, per Kiko, non è un assoluto: si veda ad esempio la questione della liturgia.

¹¹) Il laico Kiko ha compiuto il sopracitato "esorcismo" a Pechino nel 1995 ma ogni anno non perde occasione per raccontare nuovamente le proprie gesta eroiche. Occorre ricordare che l'esorcismo è riservato esclusivamente al sacerdote (solo sacerdoti e vescovi possono pronunciare validamente la formula "io ti esorcizzo"); le preghiere di liberazione (in cui non si interloquisce col demonio) sono recitabili -non in pubblico- anche dai laici. Kiko afferma di aver pubblicamente «scacciato» i demoni, «comandando» loro di andarsene.

Immaginate Kiko che comanda ai
cattolici cinesi perseguitati di fare
la pagliacciata delle "100 piazze"
¹²) Considerata l'attitudine neocatecumenale di disubbidire al Papa, le autorità cinesi (che ne saranno certamente al corrente) staranno festeggiando l'inquinamento della Chiesa Cattolica clandestina, alle quali presto il Cammino proibirà quei gesti da religiosità naturale (recitare il rosario in ginocchio prima della Messa, ecc.), da "cristiani della domenica". Si potrebbe riflettere su come reagiranno quei cattolici cinesi quando si vedranno imporre i canti di Kiko, i copribibbia e fascette reggi-chitarra di Kiko, le sedie neocatecumenali, i cosiddetti "catechisti" che parlano in itagnolo, la scarnificazione delle coscienze, le decime, eccetera...

¹³) Notate come Kiko utilizzi il termine preti per riferirsi a quelli non neocatecumenali, e il termine presbìteri per riferirsi a quelli formati nei seminari kikiani.

115 commenti:

by Tripudio ha detto...

Per questa pagina ringrazio M, Kikarmezzi, Lino e il Cugino della pulce pellegrina.

Il testo completo della Convivenza è ancora leggibile (per pochi giorni) sulla cache di Google (evidentemente nella parrocchia Santo Stefano a Telese Terme c'è qualche fratello un po' pasticcione con internet).

neocat pentito ha detto...

Da quando c'è internet le notizie non si possono più nascondere,per questo Kiko & c si sono schierati decisamente contro invitando tutti i camminanti a non frequentare la rete.Meno male che pochi hanno obbedito,la verità non si può tenere nascosta,e Kiko lo sa bene.

ma smettila ha detto...

sei un grande! leggere come controbatti a Kiko mi mette quotidianamente di buon umore...fai chiarezza su tutto quello che è la buffonata neocatecumenale mettendoci quel tocco che fa passare la cosa dal "non me ne frega na ceppa" al "mi fai sganasciare dalle risate!" BRAVO continua così, alla prossima convivenza inizio corso non andrò, tutti quei video li ho già visti....

by Tripudio ha detto...

Prima che Kiko avvii la brutale epurazione di Telese Terme, devo confermare quello che ho saputo dal mio esperto informatico di fiducia: è probabile che il documento super segretissimo della Convivenza sia filtrato del tutto involontariamente.

Mi chiedo quanti neocatecumenali si siano sbellicati dalle risate leggendo (o ascoltando) i proclami del sommo Kiko.

Passo ora a citare un articolo pubblicato stamattina, che allude anche al Cammino:

"Dico solo: fortuna che non si sottoponevano questionari ai frati minori nel XIII secolo, subito dopo la morte di San Francesco (quello vero), quando già emerse la frattura fra spirituali e conventuali. Ed anche: come sarebbe interessante un sondaggio del genere sul grado di soddisfazione delle famiglie neo-catecumenali per i loro coloriti fondatori Kiko & Carmen, e lo «stile di governo» – dicono alquanto pesante sui sottoposti, schiacciati da delazioni interne e confessioni pubbliche – dei suddetti fondatori. Ma niente, i neocat sono «progressisti», la loro fanta-liturgia è «moderna», e inoltre in Israele ballonzolano coi Lubawitcher attorno alla Torah... senza contare che danno molti soldi ai vescovi locali, il che li rende specialmente ben accetti quando occupano le parrocchie".

l'apostata ha detto...

Letto l'abstract della convivenza, mi sono convinto che il signor dottor Arguello ha detto il vero di sé!

Infatti.

Il signor dottor Arguello ha sempre ragione! Solo lui è assistito giorno e notte dallo Spirito Santo in tutto ciò che dice e fa, gli altri no, perciò si deve fare sempre solo ciò che vuole lui.
La prova che è davvero assistito dallo Spirito Santo? Ma lo ha autocertificato il signor dottore, e basta questo!

Il signor dottor Arguello è un famoso pittore, vincitore di un premio di pittura "molto importante" (parole sue). Il premio era per bambini e lui ha partecipato da adulto, ma che importa? Quel che conta è che sia stato premiato lui, il signor dottor Arguello.

Il signor dottor Arguello è un celebre compositore, autore tra l'altro di una celebre sinfonia: "La sofferenza degli innocenti", che più sofferenza non si può. Fa grandi tournée nel mondo con la sua orchestra, ovviamente spesato di tutto, grandi alberghi compresi.

Ora, il signor Arguello è anche dottore honoris causa, e questo secondo lui certifica la bontà dei suoi insegnamenti. Ma non hanno fatto dottore honoris causa anche Valentino Rossi, non proprio un prodigio di scienza? Fosse catechista neocat pure lui?

Il signor dottor Arguello si definisce un profeta. Difatti straparla a ruota libera, sempre e comunque. Tanto, anche se dice sciocchezze ed eresie, non fa niente. Lui è un profeta, e se gli altri non lo capiscono è colpa loro.

Il signor dottor Arguello continua a fare esorcismi. Lui può tutto, infatti. Che la Chiesa dia l'incarico solo a sacerdoti scelti dal vescovo non ha importanza. Che la Chiesa vieti tassativamente ai laici di esorcizzare non significa nulla. Il signor dottor Arguello è al di sopra di qualunque sciocca regoletta clericale.
Comunque i suoi esorcismi funzionano davvero. Il demonio, ogni volta che lo sente, si sganascia talmente dalle risate da non riuscire a tentare nessuno.

Il signor dottor Arguello vuole diventare un martire. Accontentatelo! Che aspettano le comunità tutte a fare una nuova, ulteriore colletta per finanziargli il viaggio di sola andata in uno dei Paesi dove gli assassini dei cristiani sono all'ordine del giorno?
Perché non parte subito?
O forse dipende dal fatto che in quei Paesi, del Terzo Mondo, non ci sono alberghi abbastanza lussuosi per ospitarlo?

p.s. un mio amico psichiatra, sciocco cristiano della domenica non illuminato né salato, dopo aver letto le affermazioni del signor dottor Arguello ha diagnosticato una grave forma di paranoia. Avesse ragione lui?

Sebastian ha detto...

Nella convivenza Kiko afferma anche di essere stato a visitare la Chiesa ufficiale, e che c'erano anche dei poliziotti.
Quindi le autorità sapevano che lui era lì. Crede veramente che non sapessero che prima era stato in visita alla Chiesa clandestina?

DG ha detto...

@Tripudio

che dice:
Mi chiedo quanti neocatecumenali si siano sbellicati dalle risate leggendo (o ascoltando) i proclami del sommo Kiko.

le pagine della Convivenza inizio corso 2013/2014 me le sono lette tutte e le ho anche registrate (copia/incolla), visto che dall'alto tra poco partirà l'ordine supremo di farle sparire, perchè la verità su quello che dice Kiko non DEVE venire fuori, pena la possibilità che molti NC leggendole scoprano la Verità sulla ispirazione degli "angeli mandati dal cielo" (i catechsiti NC).

Leggendo quelle pagine non mi sono divertito affatto e non mi sono "sbellicato dalle risate" perchè ho pensato a come avrei potuto viverle io, neocatecumenale duro e puro fino a poco tempo fa.

Una tristezza profonda, viscerale.
Specie nel vedere che il capo supremo del CNC non è spinto da una vera conversioen dell'animo suo o dall'amore per Gesu' Cristo e per la Chiesa ma solo per un suo ego smisurato e malato.
Ecco accorgersi di tutto quello che si è vissuto per tanti anni e pensare che alcune persone (fratelli/sorelle) lo stanno vivendo ancora non puo' che trasmettere una enorme tristezza profonda.

by Tripudio ha detto...

Se è per questo, il file PDF della Convivenza non doveva nemmeno "apparire" su internet. Quelle pagine sono state fatte sparire subito dai fratelli beneventani di Telese, ma la frittata era già fatta: infatti il link sopra indicato è nella "memoria cache" del motore di ricerca, la cui persistenza della "cache" è imprevedibile ma generalmente breve (va da pochi giorni a diverse settimane).

Comunque ciò che conta non è il motivo "tecnico" della "fuga di omelie"... ma il fatto che i neocatecumenali sentono l'urgente necessità di nascondere le fesserie che dice Kiko perché queste confermano al cento per cento tutto ciò che si dice del Cammino da quasi mezzo secolo a questa parte.

A cominciare da san Pio da Pietrelcina che, parecchi mesi prima che Kiko e Carmen si installassero a Roma nel novembre 1968, definì i due spagnoli «i nuovi falsi profeti».

Lino ha detto...

Per questa volta, non voglio entrare nella profondità delle relazioni mistico-simboliche del profeta/veggente Arguello. Mi limito, più terra-terra, a sottolineare il "potere di massa" di Kiko. Con "potere di massa" intendo la capacità di alcuni uomini - pochissimi, per la verità, forse uno solo, negli ultimi due millenni - di fungere da messa a terra di protezione dal rischio di folgorazione delle persone a lui vicine.

Rileggete il testo della convivenza dal punto: "Abbiamo appena cominciato e il responsabile delle luci dice: - Alt, bisogna fermare tutto perché c’è il pericolo di un corto circuito... - ”
E' demenziale: "pericolo di un corto circuito"? Per un misero temporale (demoniaco) che inonda gli impianti elettrici? Ma quale pericolo? Là c'era Kiko, la "messa a terra" di protezione per ogni corto circuito! Riaccendete i microfoni :-)

Anonimo ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=Ft4sAAWtSYo qui però il temporale non c'era, non ho visto ombrelli, ma a che si riferiva kiko?

La verità vi farà liberi. ha detto...

Copiata dalla cache di Google, domani la salvo in pdf e parte la diffusione su scala mondiale....stanno bene i NC a cancellarne le copie!

:D

FDF ha detto...

Curioso che i NC taliban si infurino così tanto per la pubblicazione delle catechesi di inizio corso.
Ed è ancora più curioso che siano stati gli stessi NC a metterlo in rete. Fantastico. Il Signore ha sicuramente il senso dell'umorismo.

Ne sono felice, perché vuol dire davvero che "se taceranno questi, parleranno le pietre". La verità non si può nascondere.
E torno a dire: che male c'è se tutti possono leggere? Di che avete paura? Che Kiko sia criticato? Che le sue parole siano smontate? Non abbiate dubbi: se è santo, le sue affermazioni reggeranno ogni critica (ma senza astuzie però!) come è accaduto a tutti i grandi Santi. Se invece in quelle parole c'è buona parte del suo ego allora crolleranno, come è giusto che sia, perché l'errore non può sussistere.
Non dovete avere timore di niente, stando nella verità e nella luce. La luce è di Dio, l'oscurità no. Non ci sono segreti in Dio e quasi sempre dove ci sono segreti c'è qualcosa di sballato.
Prendete esempio dai primi cristiani, che predicavano pubblicamente e a rischio della vita.
Andate a studiare e scoprirete che i cristiani non si nascondevano come pensate voi, tanto è vero che li catturavano e li massacravano in continuazione.
La vita cristiana è pubblica e nel cattolicesimo non ci sono arcani, la predicazione di Cristo è nota a tutti, e se Cristo ha parlato pubblicamente CHI E' KIKO per imporre il segreto??

Piccola riflessione:
Gli arcani erano applicati per coloro che dal paganesimo si convertivano al cristianesimo, cioè i Misteri della Fede venivano spiegati a gradi. Ripeto: dal PAGANESIMO a una NUOVA FEDE (l'unica vera). Ancora: da una FEDE a un'ALTRA.
Ma allora, se Kiko predica per arcani ai cattolici, da quale fede a quale fede li sta portando??

Anonimo ha detto...

Il problema è che ci sono fratelli(come me) che non hanno ancora fatto la convivenza di inizio corso e trovare queste cose su internet ridicolizza il senso della convivenza,è come andare alla tua festa a sorpresa di compleanno,però tu già sai che ti fanno la festa a sorpresa...se si fa così allora non si fanno più le convivenze di riporto

Luke

Anonimo ha detto...

E il Papa ci ha
detto: “Ma come, si scandalizzano delle messe in contemporanea nella parrocchia? In
Vaticano la mattina fanno 30 messe!”.

Anonimo ha detto...

Flash d'agenzia.....prima catechesi....152.....sarà che ci state distruggendo, e lo fate davvero bene, spero state contenti, che anche noi lo siamo, mettete pure in rete, che Papa Francesco la rete la fa a voi.
Hi hi hi

by Tripudio ha detto...

Luke,

il problema non è la "festa a sorpresa" ma la fede a sorpresa.

Se la tua fede dipende da uno che dice: stanno premendo perché io faccia un altro Family Day, allora stai veramente in pessime mani.

Se la tua fede dipende da un laico che si vanta continuamente di fare esorcismi, che si vanta continuamente di ricevere lauree honoris causa, eccetera, allora stai proprio inguaiato.

E se la tua fede consiste nel seguire il Cammino Disubbidiente (specialmente in materia liturgica), allora non possiamo più tacere, poiché tacere significherebbe rendersi complici di tale scempio.


Piccola parentesi: la Chiesa Cattolica non fa sorprese. Se tu sei ateo e vuoi sapere cosa insegna la Chiesa, puoi andare in libreria a comprare il Catechismo, oppure su internet sul sito del Vaticano. Nessuna sorpresa, nessun arcano.

Michela ha detto...

Anonimo ha detto...

Il problema è che ci sono fratelli(come me) che non hanno ancora fatto la convivenza di inizio corso e trovare queste cose su internet ridicolizza il senso della convivenza,è come andare alla tua festa a sorpresa di compleanno,però tu già sai che ti fanno la festa a sorpresa...se si fa così allora non si fanno più le convivenze di riporto

Luke


hai detto una grande verità: fuori dal contesto suggestivo delle convivenze, queste catechesi si rivelano per quello che sono: ridicole, deliranti, espressione del narcisismo di Kiko, frutto di un mitomane, eretiche.

Quando si dice che il cammino opera come una setta si intende proprio questo e cioè che le catechesi 'funzionano' solo all'interno del vostro gruppo. Se vengono portate alla luce del sole, le puoi vedere per quello che sono: mangime per i polli

Aldo ha detto...

Sai caro Lino, il vero problema è che per 17 anni ho sentito queste cose...
c'era sempre un "esorcismo".. "una situazione ad effetto" che doveva suscitare gli applausi di stupore..
ma, il fatto più grave è che a "cascata" i "catechisti/riportatori" raccontavano l'evento, ma cercavano anche loro, (nel loro piccolo) di raccontare una "storiella"...
e lì sentivi di tutto..
la suocera che diventava il demonio perchè non voleva tenere i piccoli e quindi metteva in pericolo la convivenza..
il tamponamento con l'auto prima di arrivare "era stato il demonio"..
il temporale improvviso? sempre lui zio/devil..
l albergo che aveva sbagliato il numero delle camere? il demonio...
all inizio di ogni convivenza c'era sempre "un fatto/demonio" che aveva messo in pericolo la stessa.

Michela ha detto...

..prima catechesi....152.....

che vuoi che ti dica...speriamo che abbiano tanti soldi da dare al cammino, così ve li tenete stretti, altrimenti dopo un po' arrivano qui e si chiedono perchè nessuno li aveva avvertiti che il cammino è una società multilevel che arricchisce i vertici.

il CUGINO DELLA PULCE PELLEGRINA ha detto...

KIKO PROFETA VERGINE E MARTIRE ha già dato a tutti il suo santino !!!
corre voce che un musulmano ( UNO SOLO ) andrebbe alle catechesi ( ANDREBBE ) e kiko già dice che appena cento muslumani finiscono il cammino col BATTESIMO NEL GIORDANO allora lo faranno martire .... ma il cammino dura più di 20 anni !!!! quindi per il martirio se ne parla come minimo nel 2034 !!!!!

Sebastian ha detto...

Flash d'agenzia.....prima catechesi....152.....sarà che ci state distruggendo, e lo fate davvero bene, spero state contenti, che anche noi lo siamo, mettete pure in rete, che Papa Francesco la rete la fa a voi.
Hi hi hi


Flash d'agenzia... Nella mia parrocchia ci sono una decina di comunità da 20 anni.
Si sono susseguiti parroci neocat, e ogni anno sono state fatte catechesi, ma ogni anno c'è qualche fusione o qualche ri-catechizzazione, perché le comunità già formate continuano a perdere pezzi e le più recenti attirano poca gente.
Le hanno provate tutte: hanno cambiato il periodo (avvento/quaresima), hanno fatto missioni per il quartiere, annunci alle messe, hanno anche cambiato equipe di catechisti 2 volte... Niente da fare, per formare una comunità corposa ormai ci vogliono tre anni di catechesi. E quella comunità dopo qualche anno sarà dimezzata e andrà fusa con un'altra.

Dirò un'altra cosa. Quando ho fatto le catechesi io c'erano circa 100 persone in quella sala, di cui una buona parte erano accompagnatori. Ad ogni modo si formò una comunità di circa 50 persone. Dopo 5 anni eravamo rimasti in 20.

Morale: i numeri valli a giocare al lotto.

Anonimo ha detto...

Michela ha detto...
cammino è una società multilevel che arricchisce i vertici.

---

Ti chiedo di correggere questa affermazione falsa e altamente diffamatoria. Con questa affermazione estemporanea buttata lì stai accusando centinaia di catechisti di arricchirsi ai danni dei catecumeni (è così che funzionano le società multilevel) il che è assolutamente falso.
Ed è peraltro vergognoso che si facciano queste insinuazioni nei confronti di persone che danno la vita per l'evangelizzazione (cattolica, non "kika") senza alcun tornaconto.

Ma guarda te che tocca leggere.
Mi vien solo da dire: vergognati.

Anonimo ha detto...

@Luke: Guarda che non è proprio così come dici te, qui si tratta di ricevere uno spirito...Dio convoca, chiama, a noi ci ha chiamato in convivenza dove sicuramente parlerà alla nostra vita e sarà buono per noi, per la nostra conversione, quanto a quelli che scrivono su questo blog, che dire..... siamo perseguitati, ma il papa è con noi, viene con noi! Melina

by Tripudio ha detto...

A vergognarsi deve essere il commentatore anonimo delle 11:44 (come al solito: rigorosamente anonimo; non ha avuto nemmeno il "coraggio" di firmare con uno pseudonimo...).

L'accusa di essere una "multilevel" non è del tutto campata in aria, visto che nel Cammino ci sono diverse anomalie, per esempio:

- la gestione delle "decime" e delle raccolte soldi, è tutt'altro che trasparente (si veda ad esempio il caso della "macchina nuova" al "catechista regionale"[clicca qui])

- ai suoi membri di prestigio, il Cammino fornisce (sempre in modo tutt'altro che trasparente) dei benefit di natura non soltanto economica (si veda ad esempio il caso dell'"itineranza di servizio", cioè schiavitù [clicca qui]).


Nel Cammino siete abituati a respingere drasticamente ogni critica... senza riflettere sul fatto che anche la più strampalata delle critiche potrebbe contenere qualche verità.

E pertanto azzeccate figuracce barbine ogni volta che parlate.

Infine ricordatevi che potete anche riuscire ad ingannare noialtri che vi conosciamo bene... ma non potete certo ingannare il Signore.

by Tripudio ha detto...

Scusate, volevo citare anche il giornale Umbria 24 a proposito degli articoli in cui si menzionano le "decime" del Cammino, «un fiume di soldi che compare e scompare magicamente» [clicca qui]...

Triste destino, quello dei neocatecumenali di buon cuore: da un lato vengono spennati, e dall'altro vengono nutriti con una spiritualità quantomeno discutibile (si veda ad esempio "l'arcano con il ticket" [clicca qui] oppure l'abuso liturgico della "comunione seduti" [clicca qui])... e poi, trovando questo blog, subito provvedono a scrivere forsennatamente commenti infuriati per proteggere il prestigio del Cammino che li spenna.

DG ha detto...

@luke

ma non la leggere se ti scandalizza vedere le parole di Kiko scritte! E sono tali e quali a quelle che ha detto lui perchè nulla è stato cambiato...

Se non ti va di leggerle, perchè pensi che devi sentirle dai tuoi catechisti il we prossimo, non le leggere.
Facile ed elementare no?

Qui si scrivono tante cose e tra le tante si pubblicano le copie delle catechesi di kiko arguello.
Non è illegale e nemmeno moralmente discutibile. Gli unici a non volerlo (e se ne puo' immaginare la ragione) sono i 3 del tripode NC.

Catechesi riconoscibilissime da chi ha fatto decenni e decenni di cammino lo stile è sempre quello, le frasi sempre quelle il tono sempre quello...
Ma sono le originali e sono state pubblicate da una parrocchia NC.

Quindi cosa ti scandalizza?

In questo caso sei tu nell'errore perchè non hai obbedito ai comandi di Kiko!!

Non ci andare nel web a curiosare con animo famelico cercando le "novità" sul CNC quando ce l'hai in casa e quello che hai ti sta bene!

Chi ti ha consigliato di venire a scrivere qui per "disturbare" il cattivo Blog ha fatto male!
Ti ha messo in una situazione a dir poco imbarazzante

Ma se lo fai, e continui a farlo dopo la prima volta, vuole dire psicologicamente parlando (e in questo posso assicurartelo) che tanto sicuro di quello che fai, non sei.

DG ha detto...

al Flash d'agenzia...hi hi hi

Le catechesi sono state seguite da 152 persone? Sai che novità!!!
Un conto è seguire el catechesi un conto è entrare in cammino e formare una comunità.

Infatti nelle prime catechesi, fino al Kerigma la maggior parte delle persone che va a sentire le catechesi , escludo i figli del cammino NC che sono la stragrande maggioranza del pubblico, sono "gli accompagnatori NC".

Mi spiego meglio per chi non sa cosa sono "gli accompagnatori":
sono quei parenti, amici, colleghi tutti già NC che accompagnano i "loro invitati" alle catechesi.

Ma c'è un perchè di questa "compagnia"..

Molti di questi invitati non vorrebbero piu' dopo la prima catechesi, invece con l'accompagnatore (che a volte li va a prendere e riportare a casa) la persona che assiste alle catechesi si sente quasi obbligata a continuare.

Ma dopo qualche catechesi questi "accompagnartori" non dovrebbero piu' partecipare (se il n. dei partecipanti è alto altrimenti gli viene concesso di restare fino all'ultima catechesi)

Va da se che quando gli accompagnatori NC non vanno piu' alle catechesi, molti di quelli che hanno assistito alle prime catechesi non frequenteranno piu'.

La maggioranza del pubblico delle catechesi non va nemmeno a fare la prima convivenza.

Altri entreranno dopo la prima convivenza ma, già dalle prime avvisaglie che il cammino NC è appena cominciato e che le persone lo dovranno frequentare obbligatoriamente per 2 volte a settimana piu' una serata di preparazioen nelle case, non andranno piu'.

Per questo i catechisti ripetono a quelli che rimangono:
"voi siete gli eletti dal Signore, non tutti sono stati chiamati e non tutti sono in grado di fare il cammino NC"

Bel ricatto morale eh? Uno si sente quasi obbligato a dimostrare che se il Signore lo ha scelto (nel cammino NC e non in Chiesa of course) deve partecipare.

Molti di quelli che faranno il primo passaggio e lo shemà usciranno automaticamente dal cammino.

La maggior parte esce dopo il secondo passaggio.

Naturale è la selezione durante la Redditio, per non parlare infine di quelli che, pur resistendo con le unghie e con i denti, usciranno al momento (che dovrebbe essere un "arrivo") del Padre Nostro.

Tanti numeri sparati e tante chiacchiere. Tutto qui

FDF ha detto...

@Luke

Ecco, è proprio questo che non mi va giù, come può essere così fondamentale l'effetto sorpresa? A parte che di sorpresa non c'è proprio niente perché ti assicuro che è l'esatta copia della convivenza dello scorso anno che è la copia di quello prima.
E' così limitato il Signore che non può stupirti o donarti la Sua Grazia Santificante se conosci prima l'argomento? Io penso di no. Penso che Dio sia molto molto molto più grande del Cammino, e, se vuole, può stupirti come vuole.
Ti faccio un esempio:
Lunedì mia moglie ha subito un intervento delicato all'utero. Ero in ospedale e non avendo altro da fare mentre aspettavo sono sceso nella cappella. Piccolissima, però c'era un altare, il Tabernacolo e un crocifisso molto grande, ai piedi del quale c'era la Vergine Maria.
Mi sono messo così a pregare, in silenzio, una corona di Rosario per mia moglie, invocando la Divina Misericordia che l'aiutasse e aiutasse tutta la nostra famiglia che in questo periodo vive una forte difficoltà.
Guardavo il Tabernacolo e pregavo.
Dopo nemmeno dieci minuti, mi sono sentito leggero come una piuma, come se tutte le mie angosce fossero sparite.
Così ho ringraziato il Signore e mi sono alzato, certo nel cuore che tutto sarebbe andato bene. Mi sono fermato allora a leggere il Messale, aperto sul Vangelo della Domenica, che non avevo potuto ascoltare nella Messa, e diceva proprio così:

E Dio non farà forse giustizia ai suoi eletti, che gridano giorno e notte verso di lui? Li farà forse aspettare a lungo? Io vi dico che farà loro giustizia prontamente. Ma il Figlio dell'uomo, quando verrà, troverà la fede sulla terra?

Questa cura di Dio verso di me mi ha fatto commuovere. Sono lontano dal cammino e per voi sono probabilmente destinato alla rovina, eppure vi dico, sono certo che non è così, lo so.
Questa per me è una esperienza reale che Dio esiste, che Gesù Cristo mi ama.

Nessun "effetto sorpresa" catecumenale, nessuna catechesi ad effetto, solo io davanti a Dio.

Sebastian ha detto...

Grazie per aver condiviso la tua esperienza FDF.
Come vedi Luke, e voialtri nc, non è necessario fare lunghe convivenze o anni di cammino per fare esperienza di Dio.
Questo è quello che vogliono farci credere Kiko e i catechisti, per creare tanti soldatini cammino-dipendenti. Ma non è così.

Anonimo ha detto...

Dove si puo' leggere la convivenza di inizio corso?
Se necessario posso dare la mia e-mail in privato.
Grazie per l'informazione
Cordialità,
Piero

Lino ha detto...

@ Melina ha detto:
"Guarda che non è proprio così come dici te, qui si tratta di ricevere uno spirito..."

Sì, lo spirito della "torre della televisione". "E dicono che a Pechino non ci sono passeri".
Sulle torri delle televisioni sì: a sintonizzarsi con la frequenza giusta, facendo zapping, si possono vedere perfino l'Uomo Ragno, King Kong e Batman.

Michela ha detto...

all'anonimo che contesta che il cammino sia una società multilevel


-i soldi vengono raccolti e gestiti dai catechisti, e da questi poi vengono consegnati ai livelli superiori senza che nessuno sappia come vengono redistribuiti

-i catechisti creano un clima suggestivo con racconti di esperienze di 'successo', esattamente come i venditori delle società multilevel

- si viene accolti con applausi, spesso fuori luogo, come nelle società multilevel

- le convention, ovvero le convivenze, si svolgono in ambienti sufficientemente lussuosi, esattamente come nelle società multilevel

come nelle società multilevel ognuno si sente fortemente aggregato al gruppo

- ogni catechista viene indottrinato a ripetere esattamente le stesse parole delle catechesi, come nelle società multilevel, perchè sono proprio certe frasi, certe pause, un certo tono di voce che creano la dipendenza e l'attaccamento alla società ( ovvero al cammino).

Quindi non mi vergogno, e penso con tristezza all'inutile sofferenza di chi partecipa a questa convivenza di 4 giorni, lasciando i bambini a casa, e tornerà domenica sera stremato e stanco dopo aver dato del tempo prezioso e tanti denari al suo idolo, credendo di aver ricevuto uno spirito....

Non c'è nessun spirito per chi lascia la sua famiglia per andare ad ingrossare l'ego di Kiko.

Michela ha detto...

@Luke: Guarda che non è proprio così come dici te, qui si tratta di ricevere uno spirito...

ecco una tipica frase neocat da 'lavaggio del cervello'
qui si tratta: è qualcosa di generico, si dice che 'verrà trattato un argomento'
di ricevere uno spirito: qua si entra nello specifico, ma non si capisce bene, non è lo Spirito Santo, altrimenti avresti usato la maiuscola e avresti specificato meglio.
Ma non si può specificare meglio, nè si può dire che si riceve lo Spirito Santo ascoltando le parole di un laico.

quindi ti dicono che ricevi uno spirito, ma non specificano quale. Il nostro cervello pensa che sia lo Spirito Santo, non può essere altro, se siamo cattolici, ma in realtà il catechista ha parlato di uno spirito generico.

questo manda in confusione la nostra mente. A quel punto possono anche raccontarci di aver visto Padre Pio che li benediceva in cinese, in punta di piedi sulla torre della Tv, e noi gli crederemmo subito.

siamo perseguitati, ma il papa è con noi, viene con noi! Melina

cattolici che perseguitano altri cattolici che sono appoggiati dal papa!
E' un controsenso! in che senso vi perseguitiamo? Non certo in odium fidei, quindi ci deve essere dell'altro:
qualcuno ha perso il lavoro a causa di un blogger?
Tripudio forse hai rubato la fidanzata a un neocat? :)
Questa frase al di fuori di un contesto neocat non ha senso, mi dispiace per te Melina, ma non si capisce.

Credo seriamente che chi è rimasto incastrato nel cammino sia caduto nelle maglie della non-logica neocat, che ha impedito al nostro cervello di funzionare bene.

Basterebbe un po' di logica, compresa anche l'analisi logica, per capire che sono tutte tecniche di adescamento settarie.

DG ha detto...

@Piero

credo che la copia della convivenza sia stata registrata dagli amministratori del blog.
Se cosi' non fosse posso mandare una copia pdf a MIC

Ruben ha detto...

OT
Interessante, sul Corriere della Sera:

"Le nazioni divise su Scientology vera religione o setta manipolatrice"

http://www.finesettimana.org/pmwiki/uploads/Stampa201310/131024ventura.pdf

fine OT

La verità vi farà liberi. ha detto...

Anonimo ha detto...

Michela ha detto...
cammino è una società multilevel che arricchisce i vertici.

---

Ti chiedo di correggere questa affermazione falsa e altamente diffamatoria. Con questa affermazione estemporanea buttata lì stai accusando centinaia di catechisti di arricchirsi ai danni dei catecumeni (è così che funzionano le società multilevel) il che è assolutamente falso.
Ed è peraltro vergognoso che si facciano queste insinuazioni nei confronti di persone che danno la vita per l'evangelizzazione (cattolica, non "kika") senza alcun tornaconto.


E' giusto, correggo io:

Il CNC è una multinazionale multilevel.

Centinaia di catechisti si arricchiscono ai danni dei membri della setta.

E' assolutamente vero quanto si dice circa queste persone che danno la vita per la "Kika" evangelizzazione, sempre con ricco tornaconto personale.

Va meglio così?

La verità vi farà liberi. ha detto...

"Anonimo ha detto...

@Luke: Guarda che non è proprio così come dici te, qui si tratta di ricevere uno spirito...Dio convoca, chiama, a noi ci ha chiamato in convivenza dove sicuramente parlerà alla nostra vita e sarà buono per noi, per la nostra conversione"

Kiko convoca, lascia stare Dio.

Quì si tratta di farsi vuotare le tasche dai capi di una setta eretica e scismatica. La convivenza è una bella occasione per farlo, facendo pure in modo che siate contenti. Punto.

Ruben ha detto...

In caso di necessità, metodo Testimoni di Geova.

2^ Comunità;
stanno vivendo l'esperienza dell'annuncio, in attesa di essere inviati a due a due per le case annuciando l'Amore di Cristo

http://www.parrocchiasanvito.net/index.php/cammino-neocatecumenale

by Tripudio ha detto...

Luke,

con quale autorità puoi dire che il cielo è blu e che 2+2 fa 4 ?

Vedi, per dire certe cose non c'è bisogno di agitare "autorità".

E poi, vieni proprio tu a fare il discorso di "autorità"? proprio tu che il sabato sera disubbidisci alle norme che vi ha dato Benedetto XVI sulla liturgia, e che né Benedetto XVI né Francesco hanno mai cancellato?

Sono decenni che i neocatecumenali minacciano "sorprese imminenti" e nel migliore dei casi la proverbiale montagna non sapeva partorire altro che un proverbiale topolino.

Ad oggi, 24 ottobre 2013, le uniche "norme" valide sono quelle che comandano che il Cammino segua i libri liturgici della Chiesa.

E invece, ancor oggi, il Cammino continua a celebrare gli strafalcioni di Kiko e Carmen, promettendo "sorprese" su "sorprese" e nel frattempo continuando a disubbidire.

by Tripudio ha detto...

Rispondo a Piero e agli altri:

il testo della Convivenza kikiana di fine settembre 2013 in questo momento è ancora rintracciabile da Google: [clicca qui] per accedervi.

È stata la sorella Letizia ad essere incaricata di lavorare col Word per trascriverla (il 1° ottobre scorso, a ora di pranzo, e ha terminato il lavoro verso le cinque del pomeriggio del giorno dopo).

La verità vi farà liberi. ha detto...

Per tenervi aggiornati: oggi inizia, a Porto S.Giorgio, una convivenza di "riporto" per catechisti. In questo contesto verrà illustrato loro il contenuto del documento di cui stiamo parlando.

Quelli della mia parrocchia - ai quali ho già rovinato la festa inviando il testo della convivenza ieri l'altro (per posta elettronica) - sono partiti, maledicendomi, stamani alle 06.00 portando con loro oro, incenso e mirra da donare al Cammino.....oro sopratutto!

Anonimo ha detto...

"Quelli della mia parrocchia - ai quali ho già rovinato la festa inviando il testo della convivenza ieri l'altro (per posta elettronica) - sono partiti, maledicendomi, stamani alle 06.00 portando con loro oro, incenso e mirra da donare al Cammino.....ORO sopratutto"!!

Rimpiango ancora oggi la catenina d'oro dono del mio padrino(che a suo tempo ho saputo acquistò con tanti sacrifici) per il mio battesimo che "inutilmente" misi nel sacco nero.
Veramente credevo che quelle cose servissero per aiutare i poveri o gli itineranti,oggi scopro tramite questo blog ma già lo sospettavo che tutto ha un fine,
quello di far fare una vita da nababbi,togliere sfizi e vizi a diverse "persone"che sanno vendere solo fumo e purtroppo lo sanno vendere bene.

ODG


Lino ha detto...

Nel testo della convivenza kikiana sta scritto:
"E’ quello che abbiamo detto noi tante volte, che Dio attraverso i Testimoni di Geova ci sta dicendo qualche cosa"

Un segno dei tempi, questo dei TdG, che Dio usa come tramite! Magari (i TdG, intendo) hanno letto Marco 6,7-13: "Allora chiamò i Dodici, ed incominciò a mandarli a due a due... E diceva loro: «Entrati in una casa..."

Mi chiedo: ma quale sorpresa c'è nel leggere il testo della convivenza? Ha ragione DG: cambiano i nomi dei Papi e dei Vescovi, cambiano le parole, cambiano le situazioni, ma i concetti espressi sono sempre i medesimi.

Ho scambiato, ieri, una lunga serie di mail con un noto personaggio NC a proposito di un'icona neocatecumenale del '68: sull'argomento niente di niente. In compenso mi ha riferito la notizia: "Pensiamo che la vittoria sulla morte di Cristo sia reale e questa per l'appunto è la buona notizia".

Grazie mille, egregio personaggio: se non fosse stato per voi, questa notizia non mi avrebbe mai raggiunto. Sull'icona, però, niente di niente, vero?

FDF ha detto...

Oggi ho capito perché i Papi e alcuni Vescovi hanno tutta questa cura e questa prudenza, per lo meno il Papa, anzi i Papi.

Discutendo insieme ad un amico con una ex-sorella di comunità, si è finiti, non so come, a parlare di "fiducia nei catechisti".

In questo contesto questa ragazza se ne è uscita in buona fede dicendo che quando parlano i catechisti parla lo Spirito Santo.

Io e questo amico siamo saltati sulla sedia, e di istinto abbiamo cercato di farle capire che non è assolutamente così, che questa è una idolatria e un inganno pericoloso, perché non è il catechista la Salvezza.
La poverina, cercando di difendersi, è finita in un groviglio di confusione ancora peggiore, equiparando l'atto di consacrazione del Corpo e Sangue di Cristo compiuto dal Sacerdote al fatto che il catechista ti parla: per lei è sempre Cristo che è presente e agisce con la stessa efficacia.
Sempre peggio. Sono rimasto senza parole, mentre il mio amico cercava di farle capire che dire una cosa del genere equivale a diventare eretici, e che comunque è un grosso errore di valutazione: il catechista può dire una cosa giusta o una cosa sbagliata, e può essere (ma NON è certo) che Dio, che tutto può, possa servirsi di quella persona per illuminare qualcosa della sua vita. La luce però viene da Dio, non da chi ti parla, e che questo può succedere ovunque e in qualsiasi modo Dio voglia (in un Sacerdote, o magari anche con la propria moglie o marito), non necessariamente nel cammino. Inoltre quello che il catechista dice non può essere considerato Parola divina rivelata.

Comunque, per farla breve, la poverina mi ha fatto una gran tenerezza, perché il pensiero che un catechista possa anche sbagliare la metteva talmente in confusione, talmente in terrore, che aveva iniziato a tremare.
Una reazione veramente spaventosa per me.
Dunque, da ora in poi, non contesterò più nulla del cammino, perché sono sicuro che migliaia e migliaia di persone reagirebbero nella stessa maniera o anche peggio e mettere in discussione il cammino può procurargli dei veri danni.
La stragrande maggioranza dei cristiani NC non è assolutamente in grado di affrontare una vita senza cammino.
C'è da pregare per queste persone, che Dio le curi e le preservi. Il Signore conosce ogni cuore e sa chi è in buona fede e chi no e sa anche servirsi di ciò che vuole per portare un uomo alla Salvezza.
Capisco ora la paterna bontà del Papa presente e dei precedenti nell'evitare uno scandalo che potrebbe sconvolgere chissà quante menti fragili.
Chi sono io per mettermi al posto di Dio in questo? Continuerò a oppormi solo agli errori dottrinali e nulla più, ci sono persone e situazioni troppo delicate e a rischio coinvolte nel CN.
Chiedo perdono a Dio se mai ho ferito la sensibilità di qualcuno.

Anonimo ha detto...

Sono Federico...

FDF ha detto...

"Dunque, da ora in poi, non contesterò più nulla del cammino, perché sono sicuro che migliaia e migliaia di persone reagirebbero nella stessa maniera o anche peggio e mettere in discussione il cammino può procurargli dei veri danni."

Ammiro la tua sensibilità...posso rivedere in quella ragazza NC la mia ex-fidanzata...sembra che il terrore e l'essere impauriti siano una caratteristica comune dei NC.

Comunque stavo leggendo proprio ora la "Convivenza di inizio corso 2013-2014" e guarda cosa c'è scritto:

"Dio ha mandato questo Papa, non l’ho inventato io. Mi dice: “Kiko, che lio
hai fatto nella chiesa”. “Che macello hai fatto nella Chiesa, ma devi continuare con questo
lio”. Poi dice che vuole questo lio in tutte le parrocchie; vuole il lio in tutte le diocesi. Ma
lio in spagnolo significa macello, conflitti, divisioni, non è una parola positiva. E lui cosa
dice? Va’ a fare macelli, casino come dite in italiano. E’ difficile tradurre la parola lio. E’
sorprendente, un tempo assolutamente sorprendente."

Cioè...vi rendete conto!!!!!! Ma è possibile dire queste cose!! Non è possibile verificarle? Dimostrarle? Se effettivamente il Papa ha detto questo!!! Noi qui ci preoccupiamo di non turbare la psiche di chi frequenta il CNC di rispettare le nostre mogli, mariti, figli, amici...ecc...e questo pazzo esaltato dice che lui deve fare i MACELLI perchè gliela detto il Papa e che "E' sorprendente, un tempo assolutamente sorprendente". Io rimango sempre più sconvolto, come si può fermare tutto questo!!! Questo è un pazzo che va fermato con ogni mezzo!!! Qui c'è di mezzo la vita della gente, la loro stabilità psichica, emotiva...povera ragazza quella descritta da FDF!!!

INFILTRATO ha detto...

Ciao, purtroppo il testo della convivenza di inizio corso non c'è più sulla cache di Google (almeno per me). Potete fare un pdf? Grazie.

Anonimo ha detto...

Sono Federico...

Convivenza Inizio Corso 2013-2014

"Chi siamo noi? Considera la severità di Dio con gli altri, considera la misericordia di Dio con te. Dio ti
ha trovato degno da inviarti dei catechisti, dei profeti che ti hanno dato una parola, una
comunità: ma chi sei tu per avere una comunità cristiana? C’è gente che non ha nulla nella
vita, solo una bottiglia di whisky, alcolizzato, perduto, abbandonato dalla moglie, solo
come un cane; la moglie ha convinto i figli che lui è un mostro e i figli lo hanno abbandonato ed è rimasto solo come un disgraziato."

Leggendo qui possiamo spiegare l'atteggiamento della ragazza che dice FDF (e di tante altre NCN)...Kiko dice chiaramente che i catechisti sono dei PROFETI!!! Quindi di cosa ci meravigliamo! Ripeto...questi vanno fermati!!!

Anonimo ha detto...

Sono Federico...

"Alle 17,30 con i presbiteri, che devono portare il camice, cominceremo la
penitenziale. Non faremo una cosa troppo lunga. Il Signore vi sta aspettando nel bosco,
nella sala azzurra o nel santuario della Parola, sta aspettando che vi fermiate. Per scrutare la
scrittura: per prima cosa dovete fermarvi; secondo dovete pregare il Signore che vi doni il
suo Spirito, lo spirito dell’Agnello sgozzato, solo all’umile si dà la chiave della Parola, al
superbo Dio lo guarda da lontano. Dà la sua grazia agli umile. Che significa essere umili?
La verità: che sei un disgraziato, un peccatore, uno schifo, che siamo tutti malvagi,
considerando gli altri superiori a te, dice S. Paolo. Diciamo la verità! Chiediamo al Signore:
perdonami, è vero che non mi merito di parlare con te. A Silvano del Monte Athos Dio
dice: mettiti nell’inferno. Ammazza! Come faccio a mettermi nell’inferno? Dì la verità, che
peccati hai fatto? Vuoi che te li dica io? Tu meriti l’inferno, nel fuoco dell’inferno, dì che è
lì che dovresti stare. Non sei lì? Allora riconosci che sono misericordioso con te. Pensa
sempre che dovresti stare nell’inferno. Con questo ha guadagnato la santità, considerarsi
l’ultimo, come un condannato a morte, come uno che deve stare nell’inferno. Dice S. Paolo:
per causa tua siamo come condannati a morte, condannati a morte. Nel braccio della morte nelle carceri americane: interessante vedere come vivono quelli che stanno aspettando
l’esecuzione. S. Paolo ha detto che siamo come loro, come condannati a morte."

Che belle parole prima di affrontare la "penitenziale"!!!
Ripeto...povera ragazza, poveri NCN considerati come dei condannati a morte che meritano solo l'inferno...i ci pagano pure per sentirsi dire queste parole!!! Aprite gli occhi!!!

Ruben ha detto...

@INFILTRATO ha detto...

Ciao, purtroppo il testo della convivenza di inizio corso non c'è più sulla cache di Google (almeno per me). Potete fare un pdf? Grazie.
---
La prima pagina è completamente bianca e può ingannare,prova a scendere con lo scroll;ho controllato, è ancora online.
In ogni caso l'ho salvata.

FDF ha detto...

@Federico

Il nocciolo del problema è che ci sono molte persone che consegnano la coscienza e tutte le scelte ai catechisti, abdicando la propria volontà.
Molte di queste persone in fondo si trovano bene, perché si sono costruite un castello di obbedienza in cui ogni scelta (cruciale o meno) la prende qualcun altro al posto tuo.
Una importante catechista della mia parrocchia tanti anni fa, mi disse proprio questo: ai catechisti è importante obbedire anche perché se obbedisci e sbagli puoi sempre dire "me l'hai detto tu".
Allora non ero assolutamente in grado di obiettare e di criticare una affermazione simile, ora mi metterei a ridere, se non altro perché il cuore dell'obbedienza è l'amore, non certo lo "scaricabarile". Si obbedisce perché si ama, non per togliersi di dosso il peso delle responsabilità.
Così si arriva a paradossi senza senso tipo chiedere al catechista il permesso di battezzare il bambino fuori dalla notte di Pasqua.
Non c'era altra possibilità per me, che tirarmi fuori. Ho il difetto di non saper stare zitto, farei dei gran danni.

mic ha detto...

Caro Ruben,
potresti gentilmente mandarmi il documento salvato su neshama@tiscali.it ?

Grazie!

Michela ha detto...

A Silvano del monte Athos è stato detto
"Tieni il tuo spirito agli inferi, e non disperare"

Kiko volutamente ha tagliato la seconda parte, e non ha riferito il contesto ( che era quello di un uomo, un monaco convertito, che desiderava pregare ed era tormentato dai demoni).

Ha forzato la frase per indurre nella gente la paura e il senso di colpa.
come al solito....

FDF ha detto...

@Michela

a me non piace la frase che riporta di S. Paolo, "come condannati a morte", perché il senso nel testo originale non è quel che gli vuole dare lui.

Ritengo infatti che Dio abbia messo noi, gli apostoli, all'ultimo posto, come condannati a morte, poiché siamo dati in spettacolo al mondo, agli angeli e agli uomini. Noi stolti a causa di Cristo, voi sapienti in Cristo; noi deboli, voi forti; voi onorati, noi disprezzati. Fino a questo momento soffriamo la fame, la sete, la nudità, veniamo percossi, andiamo vagando di luogo in luogo, ci affatichiamo lavorando con le nostre mani. Insultati, benediciamo; perseguitati, sopportiamo; calunniati, confortiamo; siamo diventati come la spazzatura del mondo, il rifiuto di tutti, fino ad oggi.

La missione dei cristiani nel mondo, degli Apostoli prima di tutto. Che c'entra con l'essere peccatori, considerando che Paolo stava scrivendo un rimprovero alla comunità di Corinto???

Anonimo ha detto...

Sono Federico...

@FDF

...ti capisco!!! Io anche sono combattuto, non so se parlare...se mettere a conoscenza, dire la mia con le persone che seguono il CN o stare zitto!!! Anche io mi faccio degli scrupoli, mi chiedo se ne ho il diritto. Poi, quando leggo queste cose, quando vedo questo pazzo che ingabbia, mutila psicologicamente le persone (che sono in buona fede), che non ha nessun ritegno...mi torna su la rabbia e la voglia di urlare, di andare fuori la chiesa, di distribuire volantini. E lui con quale diritto lo fa?? Veramente crediamo che sia ispirato dallo Spirito Santo!! La Chiesa perchè non si pronuncia in merito?!? Allora, in fondo, riconosce che effettivamente sia così...che sia lo Spirito Santo che parla, che lo ispira...crede che i catechisti siano dei PROFETI!! Forse ci facciamo condizionare proprio da questo, dal fatto che sono "appoggiati" dalla Chiesa (un po' come si fanno condizionare i NC)...se così non fosse parleremmo, non ci faremmo tanti problemi!! Siamo sicuri che queste persone vogliano proprio questo, che si trovino bene!!! Per esperienza posso dirti che le parole che sentivo...non corrispondevano a ciò che vedevo!!! Tutti a volte possiamo dire cose e pensarne invece delle altre... Il problema è trovare una "chiave" per poter entrare nei cuori e nelle menti irrigidite da anni di propaganda, di soprusi e minacce psicologiche!! Nella "Convivenza di inizio corso 2013-2014" il santone mette in guardia i suoi adepti dal regime comunista, dai soprusi che ne derivano, dalle menti ingabbiate che crea...beh se mettiamo la parola Cammino al posto di comunismo e mettiamo i nomi dei membri del tripode al posto di quelli di Marx, Kant, Hegel...sembra proprio che parli della sua "creatura"!!! Leggete...

"Quest’estate, per prepararci ad evangelizzare l’Asia - l’Asia è in gran parte sotto il
potere del comunismo - ho letto Kant, Hegel, Marx, Engels, Lenin: come è possibile che
questi falsi profeti, della bestia, abbiano ingannato a tanti nel mondo? Come è possibile che
abbiano creduto a Hegel? Alle assurdità che ha detto sullo spirito assoluto? Ha fatto della
storia un’immanenza, ha distrutto l’antropologia della rivelazione! Sapete che l’intera Cina
è sotto il comunismo; il Laos, il Vietnam, la Cambogia, la Mongolia: milioni e milioni di
uomini hanno creduto ai falsi profeti! Menzogne, tutte menzogne. E molti Pastori sono
rimasti silenziosi, non hanno detto niente! Perché non li hanno denunziati?"

Perchè ora non denunciano LORO???????????

Sebastian ha detto...

Che schifo queste parole di Kiko... Ma ci rendiamo conto che posto abbiamo frequentato? A chi abbiamo affidato la nostra vita?
E voi (non-ancora-ex)-neocat vi rendete conto?

SEMPREMEGLIO ha detto...

Amici Neocatecumenali...cosa bisognerebbe fare per ritrovare il giusto equilibrio e la Via vera tracciata da Gesù? UNA COSA SEMPLICISSIMA! Rientrare nella Chiesa Cattolica. Basterebbe andare a Messa la domenica, in un clima più raccolto e contenuto invece del sabato sera!!! SEGUIRE TUTTE LE OMELIE DEL SANTO PADRE PAPA FRANCESCO. Pensate come è facile!!! e RIMANERE IN FAMIGLIA CON I PROPRI FIGLI AD ACCUDIRLI, CHE NE HANNO TANTO BISOGNO!

by Tripudio ha detto...

Il neocatecumenale che afferma di aver partecipato alla missione delle "100 piazze" è convinto di aver "testimoniato Gesù Cristo".

Torniamo sempre allo stesso tragico discorso: chiamano "Gesù Cristo" il kikismo-carmenismo.

Come se per annunciare Gesù Cristo occorressero per forza i discorsetti di Kiko, le testimonianze "alla Kiko", gli ammennicoli designed by Kiko e le canzonette di Kiko strimpellate sulla chitarrella alla maniera di Kiko.

Infine, chiamano "benedetta dal Santo Padre" l'opera di Kiko, pensando così che qualsiasi cosa gradita al Santo Padre sia automaticamente un vero annuncio di Gesù Cristo...

p.s.: notizia ufficiale dal Corriere dello Sport:

«Grazie, benedico tutta la squadra del Genoa» (papa Francesco, settembre 2013).

Ora ogni tifoso del Genoa potrà criticarci dicendo: "la nostra opera è benedetta dal Santo Padre! come vi permettete? chi va contro il Genoa, va contro il Papa!"

Lino ha detto...

@ Tripudio ha detto:
"Ora ogni tifoso del Genoa potrà criticarci dicendo:..."

Questa cosa che hai scritto non mi sta bene perché - se non lo sai - i tifosi del Napoli sono gemellati con quelli del Genoa (dopo un famoso "biscotto" 2 a 2 in un Napoli-Genoa che salvò i genovesi e mandò il Milan in serie B).
Quindi a me fa piacere dire: "chi va contro il Genoa, va anche contro il Napoli e va contro il Papa!" :-))

INFILTRATO ha detto...

Grazie Ruben per l'aiuto.

Lino ha detto...

Chiedo scusa per la battuta; la metafora, però, dovrebbe essere chiara: nel benedire il Genoa e la sua gemellata, il Papa ha maledetto i tifosi della Roma, della Juve e delle altre squadre?

Aggiungo una considerazione più seria. Kiko dice:
"Mangeremo la parola! Alle 17,00 suonerò la campana e venite alla tenda. Alle 17,30 con i presbiteri, che devono portare il camice, cominceremo la penitenziale".

Dunque: per la penitenziale, un laico, Kiko, suona la campana. E i presbiteri "devono portare il camice".

Il rapporto gerarchico NC, dal testo, dai verbi, mi pare chiarissimo.

INFILTRATO ha detto...

Spero che qualcuno possa dirmi dove spedire una lettera a Papa Francesco nella quale inserire tutte le dichiarazioni, secondo il Sig.Arguello, fatte da Papa Francesco a favore di quanto fatto dal CN e contenute nella convivenza di inizio corso....

rocco ha detto...

secondo me il motivo per cui solo uno su dieci nelle piazze gli ha dato retta risiede nela fatto che per proliferare avevano e hanno bisogno delle parrocchie.
in parrocchia trovano un substrato cattolico che quando non e' ben radicato e' possibile manipolare,mentre per strada non e' cosi', e sulla gente che non si interessa di Cristo l'annuncio del kerigma kikiano ha molta poca presa.

altra nota: kiko si preoccupa del numero...l'evangelizzazione a mio avviso non e' questione di numeri, almeno nel senso kikiano di "piu' ne convinciamo, piu' ha funzionato il sistema"

by Tripudio ha detto...

Scrivere alle autorità ecclesiastiche non è di grande aiuto.

Lo possiamo dire noi che abbiamo già scritto e presentato più volte ampia documentazione a tutte le autorità competenti, ottenendo però magri risultati.

È un argomento su cui ritorneremo in futuro.

Ma già ora posso dargli qualche spunto di riflessione, invitandolo a immaginare di essere nei panni di un vescovo e osservarne alcune delle sue possibili paure quando gli si presenta uno che fa presenti gli errori del Cammino e dei suoi iniziatori:

- vogliono mica farmi finire in prima pagina come l'«anti-Kiko»? i giornalisti mi massacrerebbero

- vogliono mica mettermi tutto il clero contro di me? lo so bene chi dei mie parroci è oliato e chi si sente minacciato

- ho dato ascolto a questo tizio, ma data l'estrema gravità delle accuse, chi mi dice che lui non sia un pazzoide scatenato? dopotutto ognuno aggiusta la liturgia a modo suo, se lo fanno anche i neocatecumenali, che male c'è?

- le sue accuse mi sembrano circostanziate, ma qui ogni giorno ho qualche attivista neocat che mi viene a dire quant'è bello Kiko, quant'è santo Kiko, quant'è profeta Kiko, quant'è futuro martire Kiko... dopotutto se i neocatecumenalo urlano così tanto, forse hanno ragione...

- questo tizio ha ragione ma se gli do ascolto, finirà che creerò spaccature nel clero e nelle parrocchie

- i neocatecumenali sono meno di un millesimo dei cristiani, e questo tizio viene a testimoniare tutta questa caciara? ma preoccupiamoci di cose più gravi, come ad esempio il dialogo ecumenico...

- se do ascolto a questo tizio anche per soli dieci secondi, metto a rischio la mia oliatura...

Anonimo ha detto...

https://drive.google.com/file/d/0By973Nl9HWtcblhhejVRUGN0ZFk/edit?usp=sharing

La verità vi farà liberi. ha detto...

"Contro" il Cammino è difficile stare....pensa che il Vescovo della mia Diocesi, nonostante non sia assolutamente un sostenitore della triade Kiko-Carmen-Pezzi, si è ritrovato, nel giro di due anni, ad istituire prima un Accolito e poi un Diacono del CNC. Senza saperlo.

Il suo entourage ha fatto come con Benedetto XVI, tenendolo all'oscuro di tutto e presentandogli il piatto già pronto!

Non dico chi è il mio Vescovo ma posso assicurare che è molto sveglio, molto lanciato in carriera, e anche molto "agganciato" con Roma.

La verità vi farà liberi. ha detto...

"SEMPREMEGLIO ha detto...

Amici Neocatecumenali...cosa bisognerebbe fare per ritrovare il giusto equilibrio e la Via vera tracciata da Gesù? UNA COSA SEMPLICISSIMA! Rientrare nella Chiesa Cattolica. Basterebbe andare a Messa la domenica, in un clima più raccolto e contenuto invece del sabato sera!!! SEGUIRE TUTTE LE OMELIE DEL SANTO PADRE PAPA FRANCESCO. Pensate come è facile!!! e RIMANERE IN FAMIGLIA CON I PROPRI FIGLI AD ACCUDIRLI, CHE NE HANNO TANTO BISOGNO!
"

Vero, basterebbe lasciare il CNC.

Perchè così facendo ti buttano fuori dopo un mese...particolarmente se segui il Papa ed i suoi Sacerdoti invece che Kiko ed i suoi catechisti esattori.

La verità vi farà liberi. ha detto...

Belle foto, anche se del 2008:

http://fotoalbum.virgilio.it/alice/dardo11/sede-internazionale/


Meno bello il commento, del 2013:

http://fotoalbum.virgilio.it/alice/dardo11/organize/commenti.html

"renzo
Ha scritto:

meraviglioso sono all'ostiariato poi i fratelli perché malato non mi hanno più chiamato perdono sempe misericordia in camposanto

Lunedì, 30 Settembre 2013"

La verità vi farà liberi. ha detto...

I numeroni di Kiko, un seminario R.M. con "ben" 12 seminaristi:

http://www.redmatstrasb.com/Redmatstrasburgo/Chi_siamo/Voci/2010/10/31_Voce_2.html

se moltiplichiamo per 100 abbiamo "ben" 1200 seminaristi.

Considerando la percentuale di abbandoni, si puo pensare che il CNC sforni "ben" 4-500 sacerdoti ogni paio d'anni, forse tre. Considerando però quelli rinsaviscono e lasciano il cammino: questi tengono aperti 100 seminari - con quello che costano - per tirare fuori forse un centinaio di "presbiteri" (termine utilizzato per indicare un sacerdote frustrato) ogni anno.

Praticamente 1 ogni seminario. I numeroni di Kiko....

Marco Bianchi ha detto...

In 24 anni di cammino, pur non avendo partecipato a tutte le convivenze di inizio corso, non ho mai, e dico mai, sentito dire da un catecumeno convinto: "Quest'anno la convivenza é stata un'emerita baggianata", e sono più che sicuro che se a monte il santone Kiko dicesse che la cacca fritta é una leccornia, tutti i Los Kikos fidenti, non perderebbero occasione di esaltarne la bontà!

Elio ha detto...

ai miei tempi sapevo che ordinavano non piu' di 300 presbiteri all'anno altro che 20.000 per la cina!

by Tripudio ha detto...

Nessun neocatecumenale si permetterebbe mai di obiettare pubblicamente qualcosa... hanno sempre paura che qualcuno, per farsi bello agli occhi del cosiddetto "catechista", vada a fare qualche delazione.

Anonimo ha detto...

Sono Federico...

Convivenza inizio corso 2013-2014,
è il santone che parla:

"Non so, fratelli, quanto mi ispirerà il Signore e che cosa vuole da me e da voi. Chiedo al Signore che abbia pietà di me che sono un peccatore, pietà, Signore nella mia angustia, mi alzo la notte, il demonio mi cerca, sta lì e gli dico: “Via, via di là, via!”. Non crediate che stia impazzendo. Ma se Dio lo vuole…, verrete a
trovarmi in manicomio."

Nello stesso capoverso afferma di essere ispirato dal Signore, che non sa cosa vuole da lui e dai NC e poi dice che il demonio lo cerca nella notte...che sta impazzendo!! Di andarlo a trovare nell'evenienza in manicomio!!!!
Ma io dico: uno è libero di dire quello che vuole, ma che questa "persona" abbia un seguito di migliaia e migliaia di adepti e riesca a tenere sotto scacco la Chiesa (e non solo) mi sembra veramente incredibile. Che in giro non si sappia nulla di questo "benedetto" (o maledetto) CNC, nessuno ne parla, tutto avvolto nel mistero, eppure stanno sempre lì in prima fila!!! Io forse sono troppo critico, scettico, non riesco a vedere oltre, non avrò il dono di capire certe cose...non lo so!!! Ma io continuo a chiedermi come è possibile tutto questo?!?!?!? Ma la gente un cervello non ce l'ha?? Un cuore?? Un'anima?? O è solo una questione di interessi personali...di potere???

Anonimo ha detto...

Sono Federico...

"al v. 2,4 “additando se stesso come Dio” – L’anticristo dice “sono io dio”;
al v. 2,11 “Dio invia loro una potenza di inganno” – Il mistero dell’iniquità è già in atto,
sta agendo. Ma dice qui che Dio è causa prima e invia una potenza di inganno, fa sì che
credano a queste menzogne come vere;
al v. 2,13 “Dio vi ha scelti come primizia” – Guardate come S. Paolo insiste su questo: vi
ha scelti. Tra tutta la gente che è intorno a voi ha detto: “Tu”, e ti ha mandato Kiko e
Carmen, ti ha fatto entrare in una comunità, ti ha scelto. Vi ha scelti. In mezzo a questo
macello che c’è fuori, con l’ideologia dei generi, i divorzi, le prostituzioni, gli adulteri, la
droga, la negazione di Dio, la distruzione della famiglia, il trionfo del comunismo a tutti i
livelli, Dio ha scelto voi;
al v. 3,3 “vi custodirà dal maligno” – il maligno ronda intorno a voi come leone, tutti i
giorni, come un leone ruggente, dice S. Pietro. Gira intorno a ogni cristiano, cercando come
divorarlo."

A S S U R D O ! ! ! ! ! ! !

Poverini NCN...pensano di essere una elite di prescelti destinati chissà a fare cosa (non lo sa neanche lui...come afferma poco sopra), destinati a subire soprusi per il resto della loro vita (soprusi dal demonio, dal mondo "esterno" ma soprattutto dai propri pseudo-catechisti), a pagarci pure per questo, forse devono andare a trovare il proprio santone in manicomio (si ma, se c'è una convivenza come facciamo???)... ...non sapendo invece di essere in mano ad una potenza d'inganno, all'anticristo che addita se stesso come Dio (o non è così?!?!). Come potrà lui custodirvi dal maligno, se è il primo che cerca di divorarvi??

APRITE GLI OCCHI!!!

Anonimo ha detto...

Sono Federico....

Convivenza inizio corso 2013-2014.

La parola alla "potenza d'inganno":

"La preghiera: dobbiamo dialogare con Gesù Cristo nell’intimo del
nostro cuore dove sta il Signore, “Signore, aiutami tu, aiutami a stare in te, a stare con te, a
non avere paura. Se devo spargere il sangue per amore a te, oh, che grazia, che dono
grande!” Non c’è dono più grande per un cristiano che essere martire, non c’è grazia più
grande: martire, spargere il nostro sangue con Cristo per gli uomini!"

Sono diventati anche TALEBANI pseudo-cattolici!!!
Secondo me c'è da preoccuparsi seriamente!! Tripudio ha detto che questi sono un millesimo dei cristiani cattolici...ok!! Ma stanno avanzando dall'interno della chiesa...partono dall'alto per poi scendere al "popolo", è un attimo poi a fare i numeri (reali e non quelli sbandierati dalla propaganda NCN)...questi sono pericolosi!!!

Anonimo ha detto...

Sempre Federico...

scusate ma mi ci sono messo d'impegno!!!

"Ogni 4 minuti si rompe un matrimonio in Italia e in Spagna, si rompono i
matrimoni. Non si crede più all’amore eterno, i matrimoni non sono validi, non c’è più
nessun sacramento. Hanno vomitato il Vangelo. Pensate che la Francia è stata in mano alla
massoneria in una maniera inimmaginabile ed anche in Spagna molti socialisti si sono
dichiarati massoni. La massoneria è la gnosis dell’anticristo. La gnosis antica diceva che il
vero Dio non può essere quello che ha creato il mondo che è mal fatto, bensì è colui che si
oppone a Dio. Per questo i massoni vogliono costruire un mondo migliore, sono i massoni
di un nuovo mondo, seguendo chi si oppone a Dio, che è il demonio. Il demonio!"

Dall'inizio alla fine non fa altro che parlare SEMPRE di se stesso e del Cammino. Lo fa "impersonificando" tutto su "fattori" esterni (Hagel, Marx, Hitler, il comunismo, la massoneria...ma non è lui che predica l'ODIO all'interno delle famiglie; non è lui che con la sua "nuova estetica" predica un mondo migliore, abitato da uomini migliore...i NC!!!!???)

Mi sembra lo psicotico che va dallo psicanalista e per un'ora di seduta incolpa tutti e tutto per i suoi disturbi e problemi elencando tutti i difetti di chi, secondo lui, gli fa del male... ...ma lo psicanalista sa che sta parlando soltanto di SE STESSO!!!

Cari NC...aprite gli occhi!!!

Lino ha detto...

"...La massoneria è la gnosis dell’anticristo. La gnosis antica diceva che il vero Dio non può essere quello che ha creato il mondo che è mal fatto, bensì è colui che si oppone a Dio".

Non è proprio così, signor Kiko. La Massoneria ha molti spiriti, è un universo variegato che oggi spazia dall'ateismo illuminista all'esoterismo magico (del rito egizio del conte Cagliostro, per citarne uno). La massoneria di rito "scozzese", per esempio, legata alla dinastia degli Stuart, ebbe una matrice cattolica, fu caratterizzata da un esoterismo cristiano ed ebbe successo - anche dalle mie parti, nella metà del '700 - tra gli aristocratici e nell'alto clero. La bolla "Providas romanorum" di papa Benedetto XIV fu rivolta principalmente contro questi massoni, che si erano diffusi nella Chiesa.
La Massoneria più numerosa e pericolosa, come in quei tempi, oggi appare quella che predica una sorta di ecumenismo globale, che - per dirla con la bolla di BXIV - comporta simili rischi:
"...Per la verità, fra i gravissimi motivi delle predette proibizioni e condanna esposti nella sopra riportata Costituzione ve n'è uno, in forza del quale in tali Società e Conventicole possano unirsi vicendevolmente uomini di qualsiasi religione e setta; è chiaro quale danno si possa recare alla purezza della Religione Cattolica..."

Sinceramente, più che della "gnosi demoniaca" riferita da Kiko - Satana è molto più sottile e si adegua ai tempi - è di simili "conventicole" che bisogna avere timore.

La verità vi farà liberi. ha detto...

"Elio ha detto...

ai miei tempi sapevo che ordinavano non piu' di 300 presbiteri all'anno altro che 20.000 per la cina!"

La Chiesa Cattolica in Italia ordina 4-500 sacerdoti ogni anno. Il CNC da noi ha 7 seminari e sforna quindi 7-10 sacerdoti/anno a loro uso e consumo.

Ora fate due conti su base mondiale e capirete come questo "salvatore della Fede ed evangelizzatore delle Nazioni" (definizione di un parroco del Cammino) sia solo un poveraccio con una moltitudine di beoti che lo seguono.

Ruben ha detto...

"Carlotta Zavattiero per il "Fatto quotidiano"

Legionari di Cristo, Focolari, Opus Dei, CL, Sant'Egidio, Cammino neocatecumenale, Rinnovamento dello Spirito Santo: le sette lobby del Vaticano raccontate nel nuovo libro di Carlotta Zavattiero."
---
Per approfondire:

http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/le-lobby-del-vaticano-dite-a-bergoglio-di-leggere-tra-una-telefonata-e-laltra-65348.htm

maura ha detto...

Poiche' mi interessa approfondire l'argomento " gruppi cristiani varii " , ma quando sono nati questi "ncn" ecc.ecc.? Come mai la Santa Madre Chiesa Cattolica non li ha mai stigmatizzati ? Come mai consente che alcuni di questi pseudoprofeti propalino eresie e addirittura le insegnino ( mi riferisco ai vari Mancuso , Bianchi ecc.) ?
I Vescovi stanno piu' dappresso ai loro Preti affinche' non deviino dalla retta dottrina facendosi attrarre dai lucignoli ? Tempo fa seguendo una trasmissione televisiva intitolata " Nella vigna del Signore ", su Telepace ,sono rimasta colpita dalla frase di un Sacerdote che raccontava di se' di far parte dei " focolarini "perche' da quando aveva incontrato uno degli affiliati aveva capito che doveva mettere Gesu' in ogni sua azione !?! Non dovrebbe essere così per ognuno di noi ? E c'e' bisogno che ce lo dica un affiliato ? Non ce lo insegna gia' il Catechismo della Chiesa Cattolica ? A parer mio i Vescovi devono seguire molto i Sacerdoti , star loro col fiato sul collo , farli sentire appoggiati . amati , confortati ! Correggetemi fraternamente se sbaglio e vogliate perdonare la mia ignoranza in merito . Grazie !

by Tripudio ha detto...

Ma guarda un po': nei cimiteri neocatecumenali è prevista anche la cremazione...

elio ha detto...

"la verita'"

non e' esatto, perche' i seminari che hanno non sono tutti uguali, alcuni sono 4 stanze, altri sono seminari veri, tipo roma, macerata, varsavia etc.

Poi non e' che gli italiani li ordinano in italia, gli spagnoli in spagna etc. ma vengono assegnati ai vari seminari a estrazione.

In base ai dati di 5-6 anni fa' gli ordinati Italiani in giro per il mondo saranno 60-70 all'anno, mentre quelli ordinati in Italia a prescindere dalla nazionalita' piu' o meno 40-50.

Ruben ha detto...

by Tripudio ha detto...

Ma guarda un po': nei cimiteri neocatecumenali è prevista anche la cremazione...
---
E' un ulteriore "affare",si quadruplicano i posti, gli incassi e
le spese sono sempre uguali!

Sebastian ha detto...

Strano, a una convivenza di qualche anno fa ci fu una importante presa di posizione di Kiko contro la cremazione :/

Anonimo ha detto...

Finalmente il CNC viene visto come una lobby?
http://m.lecceprima.it/eventi/cultura/terzapagina-vaticano-lobby-libro-carlotta-zavattiero.html

DeLor

montmirail ha detto...

Non capisco perchè si preferisca ironizzare su Kiko anzichè prenderlo sul serio nel momento in cui va disvelando sempre più chiaramente l'obiettivo del CNC, il ritorno all'ebraismo . Certo si possono descrivere minuziosamente prassi e metodi come fatto egregiamente in questi anni , ma questi ahimè sono noti. Senza una visione d'insieme tutto l'ambaradan neocatecumenale può sembrare un pallino del fondatore, ma non si spiega il perchè. Al contrario collocando il tutto nell'"operazione ritorno all'ebraismo" per i cristiani con tanto di immersione finale molte cose vanno a posto.

by Tripudio ha detto...

Rispondo a Maura:

se un generale comanda ai soldati di attaccare, e praticamente nessuno dei soldati si muove, che succede? Che vengono puniti (meritatamente) tutti i soldati vigliacchi, oppure viene semplicemente rimosso il generale?

Nella Chiesa oggi c'è questo grave problema di obbedienza: parroci, vescovi e perfino pontefici non possono comandare certe cose, poiché la maggioranza assoluta disubbidirebbe... e l'unico risultato sarebbe la perdita definitiva di autorità.

Questo motivo, insieme all'onesta (ma spesso ingenua) paterna misericordia di vescovi e papi, finisce per determinare una situazione di apparente ordine, ma sostanziale anarchia.

Per questo motivo tanti gruppi che pensano di essere più importanti del Papa, oggi sembrano approvati ed elogiati.

E questo avviene ai livelli bassi (come il gruppo parrocchiale che "si impone" al parroco che non vuole rogne col vescovo, non vuol sentirsi dire: "tu in parrocchia fomenti divisioni"), sia ai livelli alti (come il Cammino Neocatecumenale, col suo Statuto che non rispetta, con le sue celebrazioni liturgiche zeppe di strafalcioni e disubbidienze, ecc.).

Ripeto: sembrano approvate.

Le "approvazioni" del male, secondo te, agli occhi di Nostro Signore che personalmente ha istituito la Chiesa, che valore avranno?

Agli occhi di Nostro Signore quanto vale lo Statuto del Cammino, posto dinanzi ai veri e propri sacrilegi neocatecumenali?

Grosso modo è abbastanza noto che la comunità di Bose è un pastrocchio protestante, che il Cammino è un pastrocchio giudaizzante, eccetera.

Ma finora la gerarchia cattolica, talvolta per ignoranza, talvolta per convenienza, talvolta per complicità, talvolta per "oliatura" a suon di denari, talvolta per limitare i danni, ancora non ha preso adeguati provvedimenti contro le storture del Cammino.

In alcuni casi addirittura non conviene prendere provvedimenti perché gli eretici guadagnano un sacco di soldi quando l'autorità della Chiesa li taccia di eresia. Vendono più libri, si fanno invitare ai talk-show come dei poveri perseguitati.

Ciò che hai sentito su Telepace è solo un modo ingenuo di dire che un'anima può decidere di convertirsi perché ha incontrato una qualsiasi esperienza ecclesiale.

Il guaio è quando ne parlano come se solo quel tipo di esperienza sarebbe veramente "ecclesiale".

Infatti i neocatecumenali disprezzano noialtri, "cristiani della domenica", perché non siamo neocatecumenali anche noi, non adoriamo l'idolo Kiko ma anzi ce ne facciamo beffe senza neppure troppa fatica (basta citare alla lettera le corbellerie che dice Kiko).

La tua unica "ignoranza", se così vogliamo chiamarla, è la perplessità che provi di fronte all'inusuale situazione in cui i "sudditi" hanno un tale potere di creare rogne ai "superiori", al punto che questi ultimi sono disposti a tollerare e addirittura elogiare le ingiustizie. Come ampiamente descritto nell'articolo che ti suggerisco: paura di rappresaglie neocatecumenali [link].

maurizio ha detto...

Che tristezza! Dileggiare un fratello in Cristo. Certo, Kiko è un peccatore e può commettere tanti errori e dire tante inesattezze, tuttavia non c'è dubbio che attraverso di lui Dio ha ricondotto alla Chiesa Cattolica tanti "lontani". Perché invece di prenderv
ela tanto con il Cammino non ve la prendete con tanti preti e laici corrotti moralmente ed economicamente, o assoggettati alla politica e ai potenti di turno, o peggio. colllusi con la criminalità o la mafia?

by Tripudio ha detto...

Maurizio,

è inutile che copi e incolli il tuo commento su ogni pagina di questo blog.

Kiko è un peccatore, e questo lo sappiamo tutti.

Kiko può commettere errori, e li ha già commessi: per esempio la disubbidienza al Santo Padre.

Infatti Kiko vi comanda di fare la "comunione seduti", tutti insieme contemporaneamente al sacerdote.

Ma questo è stato proibito sia da Giovanni Paolo II che da Benedetto XVI e voi invece continuate a disubbidire!

Noi non ce la "prendiamo" con il Cammino.

Semplicemente ci limitiamo a pubblicare le parole dette da Kiko e le parole dette dal Papa.

Tutto qui.

Se per te questo significa "dileggiare Kiko", allora stai affermando che è la verità a dileggiare Kiko.

maurizio ha detto...

Caro Tripudio, non è stato inutile riproporre il mio quesito, visto che stavolta mi hai risposto. Naturalmente ti sei limitato a continuare a farfugliare insulti, mentre non hai minimamente valutato la necessità di censurare la corruzione di tanti preti che allontanano la gente dalla Chiesa. E poi, visto che ti sent tanto superiore a Kiko, ma tu quanti "lontani" hai riportato nella Chiesa?

by Tripudio ha detto...

Maurizio,

tu anzitutto fai un'affermazione discutibile: dai per scontato che Kiko avrebbe riportato anime alla Chiesa.

Ma di quale "Chiesa" stiamo parlando?

Il Cammino Neocatecumenale professa una fede diversa da quella della Chiesa, fede che infatti si esprime in una liturgia diversa da quella della Chiesa.

Benedetto XVI ha proibito gli strafalcioni liturgici del Cammino, ma voi (tu per primo) avete disubbidito, e continuate a disubbidire ogni sabato sera, e continuate a farlo perché Kiko così vi comanda.

Chiunque può verificare che le vostre liturgie sono una plateale pagliacciata, zeppe di parole dei laici (monizioni, risonanze, ecc.) che sovrastano la stessa Parola di Dio, utilizzata da voi solo come spunto per fare il vostro show (con tutte le suppellettili di Kiko, con tutti i canti di Kiko, eccetera).

Show nel quale il Santissimo Sacramento è solo uno strumento per mostrare che siete tutti uniti: infatti fate la Comunione "tutti insieme contemporaneamente al sacerdote", aspettando il segnale che vi dice che potete mangiare. Ma quello è il Santissimo Sacramento! Come potete trattarlo così?

Anche se a parole potreste volerlo negare, voi nei fatti vi comportate come se non credeste alla Presenza Reale.


Sulla "corruzione nella Chiesa" abbiamo fatto (io ed altri) più di qualche accenno, negli scorsi anni, ma tu ti sei fissato solo sulle ultime due pagine di questo blog.

Ma questo blog è dedicato allo scatafascio liturgico e dottrinale del Cammino.

Tu hai una tremenda paura di leggerne altre pagine, paura di scoprire altre gravi ombre del Cammino, altre documentate astuzie di Kiko.


Infine: ad avvicinare i "lontani" alla Chiesa non siamo noi, ma è la grazia di Dio.

Tu, pretendendo di conteggiare i "lontani" avvicinati da Kiko e da me, stai implicitamente negando la Divina Grazia, e stai riducendo la conversione del cuore ad un banale proselitismo.

maurizio ha detto...

Caro Tripudio, mi scuso intanto per la confusione che ho fatto con i blog, ma non sono pratico della "materia". Entrando nel merito di ciò che dici, spero solo che tu sia in buona fede, ed allora si tratta solo di ignoranza, quindi ti invito solo a leggere gli statuti e il direttorio catechetico, che essendo stati approvati dalla Chiesa, sono NORMA giuridica. Leggi pure tutto quello che si dice sull'Eucaristia e posso garantirti che è esattamente ciò che facciamo tutti i Sabato sera. In ogni caso, nel momento in cui la Chiesa ci proibirà di celebrare l'Eucaristia, ce ne faremo una ragione e torneremo a Messa la domenica. Pazienza. Per il resto, altre risposte le ho date nell'altro blog. Saluti

by Tripudio ha detto...

Se leggi questo blog, noterai che gli Statuti li abbiamo letti e commentati più volte.

In praticolare l'articolo 13, al comma 3, nella nota 49, riprende la fatidica lettera del 1° dicembre 2005 con le «decisioni del Santo Padre» ed il suo discorso successivo del 12 gennaio 2006 in cui lo stesso Santo Padre conferma quelle decisioni aspettandosi fiduciosamente che voi osserviate le norme liturgiche.

Ebbene, ancor oggi voi non avete ubbidito.

Avete tradito la fiducia di Benedetto XVI pur di ubbidire al vostro idolo Kiko (a costo di mentire).

E quindi state disubbidendo al vostro stesso Statuto che ha fatto sue le «decisioni» del Papa.

Insomma, sei tu che devi rileggerti e meditare lo Statuto Neocatecumenale.

E chiederti come mai il Cammino abbia bisogno di disubbidire al suo stesso Statuto.

FDF ha detto...

leggere gli statuti e il direttorio catechetico, che essendo stati approvati dalla Chiesa, sono NORMA giuridica

A) Il Direttorio è segreto, per lo meno per chi non ha finito tutto il cammino e comunque è disponibile solo ai catechisti, quindi nessuno può "leggerlo". Il consiglio dato a Tripudio è, come minimo, comico.

B) Lo Statuto e il Direttorio sono NORMA per il Cammino non per il resto della Chiesa. Non è che improvvisamente tutti devono fare la Eucarestia alla moda NC, perché voi avete lo Statuto. Sono regola vincolante per voi, per noialtri vale il Codice di Diritto Canonico (quelle si che sono NORME) e il Catechismo della Chiesa (Tradizione, Magistero, ecc. ecc.)

Sebastian ha detto...

Esatto, FDF.

E aggiungerei che lo Statuto e il Direttorio sono sì norma per il CN, ma di grado inferiore al CDD e al CCC e agli altri documenti del magistero

Quindi, per fare un esempio, mentre è vero che i neocat hanno il permesso di celebrare il sabato sera, ciò non significa che dovrebbero essere obbligati a celebrare SEMPRE il sabato sera, come è invece nei fatti.

maura ha detto...

Grazie Tripudio . Ora ho capito !

Anonimo ha detto...

Buongiorno.
Volevo solamente dire che mi sembra che vi stiate facendo, come si suol dire, un pò di p***e mentali.
Vi giuro che fra i commenti e l'articolo mi davo dei pizzicotti per sentire se ero ancora vivo.
Parto dal presupposto che Kiko ogni tanto le spara grosse in termini di cifre e dati ma questo per me è il male minore. Parlando di aborti il discorso non è sul numero che può anche essere sceso ma è la mentalità che ci sta dietro. E qui non aggiungo altro... Devo dire che dove abito io (cittadine di poche migliaia di abitanti) le ragazzine di 13/14/15 anni praticamente si prostituiscono per una ricarica del cellulare.
Sul famili day in effetti in Spagna il CN è stato uno dei promotori. Quindi non vedo nulla di strano che il CN venga chiamato ad organizzarlo in altri posti.
Che il CN sia una nuova cultura è un dato di fatto. Può non piacere e infatti nessuno è obbligato ad farne parte ma che si auna rivoluzione è fuor di dubbio.
Per qunto riguarda il denaro vi invito a sentire la catechesi e soprattutto prima di parlare di decima sarebbe necessario capirne sia il significato e anche lo scopo ultimo. Spero che lo sappiate altrimenti sarebbe meglio fare silenzio.
Sui canti non sapevo se mettermi a ridere o piangere. Cioè il CN ha un suo libro dei canti per cui non vedo perchè se famiglie del CN in missione in Cina non debbano cantare i canti del CN. E' come criticare gli scout perchè durante le lore messe cantano i loro canti.
Mistero della fede.
Per quanto riguarda l'Eucarestia lo statuto indica come fare per la messa del CN e non per le altre ed è stato approvato dalla chiesa.
Per l'Eucarestia la comunione si prende in piedi e poi ci si siede tenendo il Corpo di Cristo in mano e in "meditazione" (brutto termine ma per rendere l'idea) e anche qui non vedo nulla di strano (anche perchè l'Eucarestia del CN è stata sottoposta a severi controlli e per ora è tutto OK. Quando la Chiesa si pronuncerà in altro modo si obbedirà).
Per quanto riguarda i figli poi altre perle. Per mie esperienza la maggior parte delle famiglie che conosco a in media 3/4 figli. Poi, acjhe in questo caso, saranno le famiglie a decidere liberamente, in basa alla loro situazione, quando e se è il caso di avere figli.
E poi un'ultima cosa. Si parla tanto di guerra nel mondo ma la prima cosa da estirpare sarebbe il giudizio e la divisione tra cristiani. Se non vi va bene il CN oppure se non vi piace, nessuno vi obbliga ad entrare. Ma se una persona lì trova la via per arrivare a Gesù Cristo, a Dio allora sarebbe meglio lasciare stare questi guidizi e pensare alla propria conversione.
Con affetto.

Pietro.

Anonimo ha detto...

Mi scuso se nel post di prima trovate anche dei banali errori grammaticali (p.e. a senza h), ma ho scritto velocemente.
Pietro.

by Tripudio ha detto...

Pietro,

tu ti davi dei pizzicotti perché evidentemente non hai capito la questione fondamentale.

E cioè che il Cammino Neocatecumenale continua a procedere sulla strada sbagliata pur avendo ricevuto (sotto forma dello Statuto e delle «decisioni del Santo Padre» quanto alla liturgia) autorevoli indicazioni dalla Chiesa. (Statuto: art. 13, comma 3, nota 49).


Cominciamo allora a mettere i puntini sulle "i".

1) Kiko le spara grosse. Ma tu stai affidando la tua vita alla spiritualità kikiana. Dunque la tua anima è in pericolo perché l'hai affidata ad uno che le spara grosse non solo in termini di numeri ma anche in questioni teologiche, in questioni vocazionali (ad esempio le cefale allo sbaraglio), spirituali, eccetera.

2) il fatto che nel mondo ci sia del marciume (come le ragazzine che citavi tu), non implica automaticamente che il Cammino sia una delle migliori soluzioni o addirittura l'unica buona soluzione. Tu invece parli come se la tua città fosse divisa in buoni e cattivi, cioè in neocatecumenali e resto del mondo. Un discorso del genere squalifica tutto il tuo ragionamento, tanto più che i camminanti sono peccatori come tutti gli altri (si pensi ad esempio a quei giovani che dopo la celebrazione del sabato sera vanno ugualmente a sballarsi in discoteca all'insaputa della comunità).

3) il Cammino non ha mai appoggiato iniziative altrui, se non per rendere gloria a sé stesso -- lo sai meglio di noi, e questo vale tanto per il Family Day, tanto per la GMG e tutto il resto (per esempio il fatto che per i neocat il vertice della GMG non è l'incontro col Papa ma è l'incontro con Kiko il giorno dopo la conclusione della GMG).

Potremo crederti soltanto quando i neocatecumenali parteciperanno in massa a qualche iniziativa cattolica senza stare tutti uniti sotto lo stemma di Kiko e senza tambureggiare le canzoni di Kiko, senza esibire gli sgorbi disegnati da Kiko, eccetera.

4) è vero che il CN è una "nuova cultura", ma è anche vero che "nuovo" non significa "buono". Kiko commette errori teologici e liturgici; disegna quadri con simboli massonici (come il guenoniano "occhio del cuore"); vi distribuisce il suo santino; manda allo sbaraglio le "cefale" in Cina; si vanta per interi decenni di aver esorcizzato la Cina (lui, laico, per la prima volta nella storia avrebbe "esorcizzato" l'intera Cina)...

La "rivoluzione" del Cammino consiste solo nell'avere avuto dei "potenti appoggi" e di avere «oliato» (o intimidito) tantissimi ecclesiastici.

5) per quanto riguarda le testimonianze pubblicate su questo blog, sono sono solo una minima parte di quelle che si possono reperire (poiché non tutti sono in grado di scriverle su internet)... e spiegano tutte che l'obbligo della "decima" (peraltro non prevista dallo Statuto) arriva a sorpresa e implacabile.

by Tripudio ha detto...

6) sul libro dei canti, si vede proprio che ti rifiuti di capire la questione: se vai in Cina per "evangelizzare", perché mai devi farlo solo coi canti di Kiko anziché -per esempio- utilizzando i canti cattolici cinesi?

I cinesi conoscono benissimo i loro canti cattolici, e voi invece gli calate addosso quell'orrenda grattugiata di chitarrella che sono i canti di Kiko. Come se dunque i canti liturgici cinesi e le tradizioni cattoliche cinesi valessero zero rispetto a Kiko.

Ma allora in Cina cosa volete portare: la fede in Cristo, oppure la fede in Kiko?

L'esempio sui canti scout c'entra come i cavoli a merenda perché gli scout cantano oltre ai "loro" canti anche il repertorio in uso nella Chiesa. Non sono "esclusivisti" come voialtri.

Voi infatti cantate esclusivamente i canti di Kiko, senza nessuna eccezione. Sempre e solo Kiko: al centro della vostra fede non c'è altro che Kiko... atteggiamento che la Bibbia chiama con un nome preciso: idolatria.


7) Per quanto riguarda l'Eucarestia, il vostro Statuto conferma che la Comunione si fa in piedi, e per di più recepisce le «decisioni del Santo Padre» che vi impongono di seguire il Messale Romano senza aggiunte né omissioni, con l'unica eccezione dello spostamento del segno della pace (che è un permesso temporaneo - e quindi annullabile - concesso temporaneamente al Cammino).

La faccenda della "meditazione" è un abuso liturgico oltre che un errore teologico, ed infatti perfino il Vaticano II afferma che il sacerdote celebrante si comunica prima di tutti gli altri, e gli altri nel ricevere l'Eucarestia non devono aspettare nulla per consumarla (altro che "meditazione"!).

8) voi ancora state disubbidendo alle «decisioni del Santo Padre» ma subito siete pronti a dire che «quando la Chiesa deciderà, si ubbidirà».

Ebbene, la Chiesa ha già deciso, e il Papa vi ha personalmente detto che si aspettava che le sue norme fossero «attentamente» seguite... e voi invece disubbidite e poi parlate sempre al futuro: "quando la Chiesa deciderà".

In questo dimostrate che per voi il Papa non conta niente, e che Kiko invece - quello che si vanta di farvi fare la "comunione seduti" - conta per voi più del Papa.

Proprio voi agite così, proprio voi che meditate sempre la parabola del figlio che prima dice al padre: «sì, andrò a lavorare nei campi» e poi non ci va.

9) infine, le "divisioni" tra cristiani ci saranno sempre, per cui l'unico modo per toglierle è partire dalla Verità.

Finché voi userete astuzie e menzogne, finché Kiko stesso dirà delle gigantesche corbellerie (come quando si vantava che «il Papa dice che i vescovi devono ubbidire a un laico e una donna», cioè a lui e a Carmen), il Cammino Neocatecumenale vi porterà alla rovina. Magari con tanta allegria, forse pure con comunità tanto unite e tanto piene di cefale, itineranti, missionari, presbiteri, ma alla rovina.

Chi smette di pensare all'idolo Kiko e parte invece dall'insegnamento della Chiesa e dalla liturgia della Chiesa... scopre che la fede è qualcosa di immensamente più grande e più vero delle fandonie neocatecumenali.

Anonimo ha detto...

Caro tripudio,
non so con chi tu abbia parlato ma di tutto quello che dici io non ho mai avuto alcun sentore.
Il ho fatto 2 GMG (mia moglie 3) e si è sempre messo al centro l'incontro con il Papa. E' chiaro che l'incontro con Kiko è un "addon" per coloro che sono nel CN.
Io personalmente vado sia alla messa del CN e a quella parrocchiale e non ho problemi a cantare i canti del CN e quelli della parrocchia. Allo stesso modo i canto ri del CN cantano alla messa domenicale e molte volte sono loro che portano nuovi canti che non sono del CN in Parrocchia.
Per quanto riguarda la decima alcune considerazioni:
a) non piomba all'improvviso perchè le catechesi sul denaro vengono fatte costantemente;
b) ognuno è libero di darla o non darla e soprattutto di metterci quanto ritiene opprtuno;
c) la decima serve come aiuto ai fratelli in difficoltà che possono richiederla e quello che avanza viene portato al parroco.
Io ripeto se il CN non vi sta bene andate da l Papa e fatelo chiudere invece di trattarlo in questo modo. Secondo voi Kiko è un demente... Bene andate dal Papa e ditegli tutte le cose. E' massonico? Bene andate dal Papa e ditegli le cose come stanno. Se il Papa vi darà retta chiuderanno baracca e burattini. I ocontinuerò ad andare in Chiesa e cercherò di vedere nell'altro Cristo.
Una cosa che mi ha insegnato la Chiesa tramite il CN è l'amare l'altro e il non guidicare. E vedo costantemente che questa cosa è difficilissima. Mentre leggevo la tua risposta sentivo dalle tue parole un odio profondo verso Kiko, verso il CN e quindi anche verso me e mia moglie. Parole molto forti. Cosa dovrei fare? Forse pregare per te.....
Anche perchè secondo te il CN mi porta lontano da Dio, da Gesù e dalla Chiesa. A me è servito per entrare in comunione con Cristo per entrare nel duello della vita.
Non posso però sapere se per le altre persone il CN è un metodo valido. Posso solo portare la mia testimonianza. Per e per la mia famiglia è servito.
Per qunto riguarda i suoi disegni il discorso massonico tienitelo pure per te a me frega ben poco.
Così come sono libero di portare al famila day cartelli con la madonna di Kiko e cantare i canti del cammino perchè a me piacciono. Così come sono libero quelli della ACLI di portare i loro cartelli al famila day.
Libertà: grande parola ma ormai sempre più spesso abusata e mal capita.
Pietro.

by Tripudio ha detto...

Pietro,

- sono molti anni che noialtri abbiamo a che fare (direttamente e indirettamente) con il Cammino Neocatecumenale

- ciò che affermavo io poche righe fa lo trovi ripetutamente confermato e documentato dai collaboratori di questo blog e da numerosissime testimonianze dei lettori

- al di là delle oltre 1000 pagine di questo blog trovi numerosi libri e articoli sui guai del Cammino che discutiamo qui

- e al di là della stampa, esiste un'infinità di testimonianze coerenti con quelle che presentiamo, da parte di persone che per un motivo o l'altro non le riportano anche su internet

Dunque, prima risposta: non fingere di pensare che io sia l'unico ad evidenziare i guai del Cammino.

Questa tua tattica, infatti, viene generalmente definita "personalizzazione": il tentativo di far credere che tutti i problemi siano opinione di una singola persona, per poi attaccare quella singola persona.


Tu hai fatto le GMG e quindi confermi che voi neocatecumenali restate per l'incontro con Kiko.

Se Kiko infatti parlasse anche un solo minuto prima del Papa, ve ne andreste.

Non è una mia opinione, è un fatto di cui io sono testimone con questi miei stessi occhi: dopo che Kiko fece la sua omelia sindacale voi faceste armi e bagagli e andaste via: la convivenza con Kiko è più importante dell'intervento conclusivo del Papa.

Tutto questo evidentemente comincia dalla malizia di Kiko che organizza le sue adunate oceaniche a margine della GMG, in modo che i neocatecumenali possano andare ad adorarlo e poi al ritorno vantarsi di essere "ecclesiali" perché hanno marcato presenza alla GMG.

La tua malizia è evidente dal modo in cui interpreti male le mie parole: io ti dico che nelle liturgie neocatecumenali del sabato sera si canta solo Kiko, e tu rispondi che in parrocchia canti anche qualcosa che non sia di Kiko.

Io ti dico che per voialtri è assolutamente fondamentale la presenza alla messa neocat del sabato sera, e tu mi rispondi che non hai problemi ad andare qualche volta anche in parrocchia...

by Tripudio ha detto...

Io ti dico che l'obbligo della decima piomba addosso all'improvviso, e tu invece rispondi che le catechesi sul denaro bla bla bla: ma nelle "catechesi" sul denaro voi mica spiegate che a breve diventa obbligatorio pagare la decima!

E poi le "catechesi" sul denaro sono in realtà "catechesi" sul denaro da dare al Cammino: infatti se uno la decima la versasse non alla comunità ma ad una qualsiasi opera della Chiesa (caritativa o religiosa), i cosiddetti "catechisti" farebbero fuoco e fiamme!

C'è un'infinità di testimonianze che ti smentiscono, e ti segnalo ad esempio quella sull'acquisto obbligatorio del "libro di Kiko": in libreria a 9,90€, online a 8,42€, ma il responsabile è tenuto a chiederti 15€ a persona! l'arcano con il ticket! e quando uno magari dice che provvede da solo a comprarlo, «sei schiavo di mammona! sei in braccio al demonio!»: e meno male che erano solo cinque euro in più...

Sulla libertà della decima, non puoi venderci chiacchiere perché qui c'è gente che ha testimoniato la sua dolorosa esperienza nel Cammino, per esempio: «sulle decime, se non paghi, ti individuano e te la fanno pagare cara».

Infine, la tua conclusione è un ottimo esempio di relativismo: noi ti presentiamo i fatti concreti (per esempio, in questa pagina, le assurdità dette da Kiko poche settimane fa alla Convivenza Inizio Corso), e tu invece rispondi riducendo tutto ad una faccenda di opinioni («se non vi sta bene il Cammino...»)

Vedi, il fatto è che tu puoi anche ingannare noi, ma non puoi certo ingannare Dio.

Tu puoi anche dire che in noi cerchi di vedere Cristo, certo, ma dovresti dirlo senza utilizzare né astuzietrucchetti, perché altrimenti fai la figura dell'ipocrita.

Tu affermi che nel Cammino ti insegnano a non giudicare, eppure vieni qui a ridurre a "opinioni" quelli che sono i fatti (cioè a insinuare che noialtri saremmo bugiardi).

Addirittura tu pensi che io odi Kiko: ti assicuro che non è vero, ti assicuro che sei tu che chiami "odio" qualsiasi discorso su Kiko che non sia di profondo elogio.

Anonimo ha detto...

Ma cosa stai dicendo. Io ti porto la mia esperiemza. Innanzitutto il "se" l'incontro con Kiko fosse un miunuto prima ve ne andreste, è smentito dal fatto che è il giorno dopo per cui con i se ed i ma la storia non si fa (atteniamoci ai fatti)... Se c'è il giorno dopo vorrà dire che prima viene l'incontro con il Papa poi l'incontro con Kiko.
Per quanto riguarda i canti... vorrei sapere cosa c'è di male nel cantare durante le messe i canti del cammino. Sono lì per quello. Per cui discorso chiuso in partenza.
Sulla decima ti posso tranquillamente dire che in comunità con me c'è almeno (non so se ce ne sono altre) una persona che non la vuole dare e non la da e nessuno le ha mai detto niente. Si può invitare a farla per i motivi che ti ho detto nel post prima, nel senso che la decima può servire per i fratelli che quel mese hanno difficoltà economiche e che hanno bisogno di denaro. I soldi che avanzano poi vengono consegnati al parroco che ne fa ciò che vuole (anche comprarsi la macchina... per quel che ne so io).
Il libro di Kiko chi voleva lo comprava. Io per esempio l'ho comprato ma nessuno mi ha obbligato a farlo e consoco tante persone che non l'hanno comprato.
E comunque anche io ti presento fatti concreti non relativizzo affatto.
Io Dio non lo inganno e non voglio ingannare neppure voi. Dico solo che quelle poche cose che ho letto io non le ho mai sperimentate, tutto qui.
Poi chiaramente ci sono presbiteri, vescovi e laici che sono contro il Cammino e da cui giustamente vo prendete spunto.
Io allo stesso modo prendo spunto anche da preti e laici che hanno vissuto e stanno vivendo la loro fede nel cammino.
Io non volevo giudicare e e nemmeno dire che siete bugiardi. Sicuramente il CN non sarà fatto al 100% di persone per bene (forse anche catechisti) per cui molti persone hanno avuto esperienze negative, ma non puoi venire a dirmi che io inganno Dio o che il CN non sia servito e serva adesso per la mia fede perchè questo lo posso giudicare solamente io.
Io ti porto solo la mia esperienza che tu non puoi assolutamtne giudicare.

Anonimo ha detto...

Mi sono dimenticato la firma.
Pietro.

by Tripudio ha detto...

Tu dici che "il libro di Kiko chi lo voleva lo comprava": ma abbiamo presentato su questo stesso blog le numerose testimonianze di gente a cui i cosiddetti "catechisti" hanno telefonato per dire «sei in braccio al demonio» se non lo compri dal tuo responsabile a prezzo maggiorato...

Quindi, buon per te che nella tua comunità non hanno tentato con qualche astuzia e qualche trucchetto psicologico (a volte basta solo uno sguardo di sufficienza dei cosiddetti "catechisti" per devastare una vita intera).


Vedi, se tu hai bisogno di trucchetti come quelli che ti ho evidenziato nelle risposte precedenti, vuol dire che tenti di ingannare me.

Se tu hai bisogno di dire che nel Cammino "conosci Cristo", e però contemporaneamente disubbidisci al Papa... puoi anche riuscire ad ingannare me, ma non puoi ingannare Dio.

Tu il sabato sera fai la Comunione "tutti seduti tutti insieme contemporaneamente", cioè due mancanze di rispetto al Sacramento, due cose (tra le altre) che il Papa vi ha esplicitamente condannato e che sono entrate nel vostro Statuto.

Ma pensi forse che Cristo si possa conoscere disubbidendo al Papa e celebrando degli strafalcioni liturgici accompagnati esclusivamente dai canti di Kiko, icone di Kiko, sedie di Kiko?

Il problema è che il Cammino Neocatecumenale è la religione dell'idolo Kiko.

Infatti, se fosse un'opera della Chiesa, voi usereste il Catechismo della Chiesa Cattolica anziché le segretissime dottrine kikiane-carmeniane... voi usereste la Liturgia della Chiesa Cattolica, anziché gli strafalcioni kikiani (con tavolone nella saletta addobbato con fiori, bislacca menorà a nove fuochi, boccali e insalatiere designed by Kiko, e i vostri interventi-monizioni chilometrici che affossano la Parola di Dio sotto un fiume di parole di laici che spesso non sanno nemmeno cosa dire!)

Caro fratello, io non sto giudicando la tua esperienza: io ti sto solo dicendo i motivi per cui quell'esperienza ti danneggia.

Anche il drogato è felice di drogarsi, anche il drogato mi griderebbe che io non posso giudicare la sua esperienza, anche il drogato dice che "tutti parlano male della droga, ma c'è chi ne parla bene, e io mi sento felice con la droga", eccetera.

Quando tu mi scaraventi contro il tuo giudizio (sia pure con parole gentili) dicendomi che non posso assolutamente giudicare la tua esperienza, stai in realtà tentando un altro trucchetto verbale come quello del drogato:

1) pretendi, sulla base della tua esperienza, di dire che il Cammino sarebbe buono

2) pretendi, sulla base della tua esperienza, di dire che i fatti concreti negativi del Cammino sarebbero opinioni insignificanti

3) pretendi che la tua esperienza positiva del Cammino sia infallibile e al di sopra dei fatti

4) pretendi che chi ha fatto esperienza negativa del Cammino sarebbe un banale incidente di percorso e comunque poco credibile.

by Tripudio ha detto...

Caro fratello Pietro,

tu mi porti la tua esperienza dicendomi che il fuoco è freddo e il ghiaccio è caldo.

Ora, come puoi pretendere di farti credere nel momento in cui tutti (me compreso) sanno che il fuoco è caldo e il ghiaccio è freddo?

Come faccio a crederti dal momento che un vero e proprio popolo di ex neocatecumenali ha già smentito numerose e documentate volte i tuoi slogan?

Vedi, il fatto è che per voi neocatecumenali Kiko vale più del Papa.

Infatti il Papa vi dice una cosa, e voi invece fate il contrario solo perché ve lo ha detto Kiko.

Il Papa vi ha comandato di celebrare la liturgia senza aggiunte né omissioni (e addirittura personalmente vi aveva detto che aveva fiducia in voi, che voi quelle norme le avreste rispettate), e voi invece... ancor oggi disubbidite.

Disubbidite facendo quella faccenda della "comunione seduti", nonostante il divieto del Papa sia entrato pari pari nello Statuto (articolo 13, nel comma 3 c'è la nota 49 dove vengono citate sia la lettera del 1° dicembre 2005,

Quanto alla persona della tua comunità che non vuole dare la decima, anzitutto mi hai dato un'informazione in più: è solo una persona, solo una! tutti gli altri si sono adeguati.

Se fosse solo un "invito", ce ne sarebbero di più, non trovi?

E vogliamo scommettere che quella persona che non dà la "decima" al Cammino, si ritroverà presto "bocciata" a qualche scrutinio? Vogliamo scommettere che riuscirete a trovare il modo di liberarvene, dicendo poi che «il Cammino non fa per lui» perché è «schiavo di mammona e in braccio al demonio?»

Pensa un po' che per far imbestialire molti neocatecumenali è stato sufficiente consigliare a chiunque cominci il Cammino, di non dare nemmeno un centesimo al Cammino
ma di provvedere personalmente e nel segreto alle opere di carità.

È bastato dire "non date soldi al Cammino" per far imbufalire un gran numero di attivisti neocatecumenali.

Anonimo ha detto...

Vedi caro tripudio,
tu dici a me che continuo a usare trucchetti.
Liberissimo di crederlo.
Così come per me tu stai usando trucchetti per fare di tutta l'erba un fascio.
Una cosa ho notato è che gira che ti rigira tornate sempre a quel punto : i soldi. Sarà un caso ma il nocciolo è sempre quello.
Comunque ci sarà il "popolo" di ex neocatecumenali (mah guarda un pò che strano.... la parola ex"), ma ci sarà anche il popoli di comunitari...ah no quelli sono drogati, miscredenti eretici....
Al rogo!!!!
Comuqnue ripeto. Non rimanete chiusi in questo blog a suonarvela e cantarvela.
Andate dai Parroci, dai Vescovi e, perchè no, anche dal Papa che è molto aperto al dialogo e denunciate queste cose.
Davvero. Non sto scherzando. Sono convinto che sia la soluzione giusta. Non so se chiuderanno il Cammino ma magari verranno allontanati quei catechisti che svolgono male il loro servizio.
Perchè rimanere chiusi su un blog.
Se per il bene della chiesa e della anime delle persone ritenete che il CN debba essere sradicato, denunicatelo pubblicamente.
Pietro.







Anonimo ha detto...

Ah scusa un'altra cosa.
Non capisco il nesso tra invito e numero di persone che danno la decima.
Se me lo puoi spiegare te ne sarei grato.
Per quanto riguarda invece il Catechismo della Chiesa Cattolica, ti posso solo dire che durante la traditio symboli (art.20 seconda tappa) vengono studiati tutti gli articoli del credo non basandosi sulle catechesi di Kiko ma sul vocabolario biblico Leon-Dufour e sul Catechismo della Chiesa Cattolica.
Pietro.

by Tripudio ha detto...

Pietro,

anche stavolta confermi di essere tu quello dei trucchetti verbali: hai generalizzato (barando) a tuo favore, insinuando che qui si parla solo di soldi. Come mai per difendere il Cammino c'è bisogno di mormorare, sragionare, mentire? A chi è figlio il Cammino, se per difenderlo c'è bisogno di astuzie?

Sai bene che la questione dei soldi è solo una delle tante (e anche molto sentita, visto che ogni volta che si parla di soldi subito si scatenano furiosi gli attivisti del Cammino: non immagini quanta gente col sangue agli occhi viene qui a gridare la propria ira quando si parla contro le "decime"...).

Se tu avessi scorso non dico tutte e mille pagine di questo blog, ma soltanto l'un per cento, avresti già scoperto che i difetti fondamentali del Cammino sono di natura liturgica e dottrinale, e che tutte le altre questioni (l'arroganza, il denaro, eccetera) sono solo una conseguenza spirituale inevitabile. Una pessima teologia produce una pessima vita: lo sanno anche i bambini del primo anno di catechismo.

Siete voi neocatecumenali che ve la cantate e ve la suonate, venendo qui solo a ripetere slogan, a condire con parole gentili le solite noiose basse insinuazioni, poiché l'idolo Kiko non ammette discussioni (dopotutto sarebbe bruciante accorgersi di aver adorato un idolo e di aver insistentemente indotto i propri cari a fare altrettanto).

Ti assicuro che in tanti abbiamo già parlato e scritto alle autorità ecclesiastiche a tutti i livelli, ma tu per onestà dovresti anche riconoscere che dell'autorità della Chiesa voi neocatecumenali ve ne infischiate altamente (Benedetto XVI, e il vostro stesso Statuto, vi comandano di celebrare la liturgia di tutta la Chiesa, senza strafalcioni, e voi cosa fate? fino ad oggi avete sempre disubbidito).

Questo blog è solo uno strumento di discussione (che nacque proprio perché su un altro forum vedevamo censurati i commenti più ragionevoli e promossi invece quelli arroganti dei neocatecumenali), serve solo a gettare un pochino di luce in più su certi argomenti.

Per il bene della Chiesa il Cammino dovrebbe rinunciare alle ambiguità kikiane-carmeniane e alle liturgie degli strafalcioni. Solo ripristinando il Catechismo della Chiesa Cattolica e la liturgia della Chiesa Cattolica, il Cammino diventerà davvero cattolico. Lo Statuto e qualsiasi approvazione o incoraggiamento, infatti, non comandano affatto gli strafalcioni: anzi, li proibiscono


Quanto alle prime catechesi e alle decime, di che "nesso" parli? Avevo solo detto che bisognerebbe per onestà avvisare alle prime catechesi: guardate, siamo neocatecumenali, suoneremo solo Kiko, canteremo solo Kiko, seguiremo solo Kiko, e da un certo punto in poi dovrete obbligatoriamente pagare la "decima" al responsabile che la girerà altrove senza rendicontare niente a nessuno...

Allora sta' sicuro che nessuno verrà più. E non solo per ragioni economiche, ma per l'aver riconosciuto un'oppressione della vita spirituale e della vita di tutti i giorni.


Quanto al Leon Dufour, dovremmo aprire un'altra lunga pagina, che per ora ti riassumo così:

1) è un manuale "tecnico" (voi prima dite di "scrutare" la Bibbia e poi volete fare i professori col Dufour)

2) è un manuale "datato" (nel senso che riporta interpretazioni ambigue degli anni '70; non è teologia che resta intatta nei secoli, come San Tommaso d'Aquino)

3) consegnando il Dufour insieme al Catechismo, banalizzate la dottrina cattolica; è infatti il Catechismo (e non le fandonie di Kiko e Carmen) che merita di essere insegnato fin dal primo giorno

4) tutta questa frenesia sulla Bibbia ha un brutto sapore protestante; a che pro "scrutare" Aronne, Zorobabele, Tobi, se poi dopo tanti anni di Cammino si fa ancora la "comunione seduti" banalizzando il Sacramento e disubbidendo alla Chiesa?

Anonimo ha detto...

Poi i drogati siamo noi.
Il tuo ultimo post è una serie di banalità che nenache mio figlia di2 anni direbbe.
Ripeto per l'ennesima volta. La decima raccolta dal responsabile il quale la può dare ai fratelli in difficoltà che la richiedono. Il restante viene data al parroco.
L'obbligatoriamente ti ripeto che non è vero. Se poi qualcuno è stato obbligato è stato sbagliato il comportamento del catechista.
Con questa cosa dei canti ormai siete arrivati al ridicolo. Ma se Kiko e altri hanno fatto dei canti liturgici perchè non possiamo suonarli durante le celebrazioni e l'Eucarestia?
Questo proprio è in concetto che non riesco a capire. E non tirarmi fuori la solita storia dell'idolo Kiko perchè mi ormai l'ha capita anche la tastiera del computere.
Poi sui manuali lasciamo perdere. Facciamo così me ne scrivete uno voi così vedrò di farlo passare come testo di riferimento.
Per quanto riguarda le fandonie di Kiko ognuno è libero di esprimere il proprio parere.
L'ultima tua frase ti identfica al 100%. Per la mia vita, secondo me, ha più significato "scrutare" la Bibbia, interrogarmi su cosa la Parloa di Dio mi dice quotidianamente, che non il dettaglio della comunione in piedi.
Perchè ,vedi, puoi anche aver ragione (io di liturgia ne capisco poco) sulla comunione, ma il fatto è che la comunione in piedi o seduti, con l'ostia o il pane azzino, con il vino bianco o nero, non mi cambia la vita. Mi cambia la vita sapere quotidianamente che Gesù Cristo mi ama per quello che sono. Mi cambia la vita e mi interroga molto il sapere che c'è gente che, a prescindere dal CN, lasci tutto per andare in Africa, Asia Cina, America del Sud rischiano anche la vita per amore a Gesù Cristo.
Questo è ciò che cambia la vita. Non fare i canti di Kiko o quelli dell'AC o degli scout.
Scusa ma mi date l'idea che se foste vissuti al tempo di Gesù sareste stati come quelli che giudicavano gli apostoli perchè strappavano le spighe nel giorno di sabato.
Comunque da quello che vedo io rimango della mia idea, tu della tua, quindi buona "cammino" della vita. Intanto per sentirmi dire per l'ennesima volta Kiko idolo, decima e menate varie preferisco lavorare...
Au revoir!!!
Pietro.

by Tripudio ha detto...

Pietro,

potrà non piacerti il mio modo di dire le cose, ma non puoi negare l'evidenza... tanto meno a suon di insulti.

L'obbligatorietà della decima non è scritta da nessuna parte. Ma sai meglio di me che uno sguardino di sufficienza di un cosiddetto "catechista" può mettere in seri guai un fratello di comunità

Sai meglio di me che quando si sa approssimativamente quanto guadagnano i singoli, in poco tempo il responsabile può capire chi è che fa il furbo (a meno che non siano davvero parecchi a fare i furbi).

L'oliatura del parroco è uno dei motivi per cui il Cammino riesce ad incistarsi nelle parrocchie. Se il Cammino avesse un decimo del valore spirituale che vanta di avere, i parroci lo accoglierebbero gratis.

Prova dunque a riflettere: se smettiamo di comprarci il consenso col denaro, quanti ecclesiastici saranno ancora favorevoli al Cammino?

Vedo poi che tu continui di proposito a mistificare quello che ti scrivo: hai forse qualche problema a leggere la lingua italiana?

Il problema non è che voi usiate i canti di Kiko; il problema è che voi usate esclusivamente i canti di Kiko. Come se Kiko fosse l'idolo che dovete adorare.

Anche gli altri movimenti ecclesiali hanno un loro libretto dei canti, ma con queste differenze:

- non sono tutti composti da un fondatore (o gruppo di fondatori)

- non sono tutti creati ex novo, ma fanno spazio ad altri canti di altre esperienze (a cominciare da quelli parrocchiali)

- non sono "vincolanti in esclusiva" per le rispettive celebrazioni

- celebrazioni che -beninteso- non hanno bisogno di arredi "del fondatore", di coprileggii "del fontatore", di tavoloni ipertrofici "come li vuole il fondatore", di salette laterali "perché l'ha detto il fondatore", di celebrare praticamente a porte chiuse (con un pratico "sbarramento d'ingresso") perché il "fondatore" ha le manie di segretezza...

- e tutto questo senza contare che i canti di Kiko sono oggettivamente brutti (brutti quanto i suoi sgorbi, quanto le sue suppellettili, quanto le sue Domus): la nueva estetica è in realtà una patetica bruttura e la bruttezza, come ben sai, non viene da Dio.


Infine: vuoi un testo di riferimento da noi? Ma certo! Corri subito in libreria a comprare il Catechismo della Chiesa Cattolica: è un testo di riferimento molto migliore di quello che scriverei io! Anzi, io non faccio altro che rifarmi a quello.

Le fandonie di Kiko contengono ambiguità e vere e proprie eresie: Kiko non sta facendo discorsi sulle partite di calcio, ma sta insegnando delle cose che incideranno sulla tua vita spirituale. Incideranno negativamente, perché Kiko ha messo da parte le verità della Chiesa per far spazio alle sue elucubrazioni.

Il dettaglio della "comunione in piedi" non è un dettaglio, ma è il tuo modo di vivere il sacramento.

Tu insinui che per te il sacramento è meno importante della Bibbia? Complimenti: sei identico ai protestanti.

Anche i protestanti sono convinti che il "sapere che Gesù Cristo ti cambia la vita" sia più importante del sacramento... sottintendendo così che Nostro Signore si sarebbe sbagliato ad istituire i sacramenti.

Dopotutto, voi i sacramenti li celebrate alla maniera di Kiko, che evidentemente per voi vale molto più della maniera istituita dalla Chiesa...

Rimani pure nella tua idea: dopotutto anche i farisei riuscirono a non lasciarsi convincere da Nostro Signore.

davide ha detto...

Fatela finita KIKO è una brava persona

by Tripudio ha detto...

Anche LUTERO era una brava persona...

Anonimo ha detto...

questa cosa è più seria di quanto appare..parenti che ti evitano perchè non frequenti questa "cosa"..per me, è una setta, e non pensavo che nel 2015 ci potessero essere derive del genere..

sempre usar molto molto la capacità critica..

Anonimo ha detto...

non so se l'altro comento è stato approvato, non avevo inserito il nickname. che lo Spirito santo ci salvi dai falsi profeti. davvero.e resistiamo alle balordaggini..
hope74