venerdì 11 ottobre 2013

«Ora si sentono al sicuro»

«...papa Francesco ne ha presa in via riservata anche una terza: ha bloccato l'esame intrapreso dalla congregazione per la dottrina della fede sulle messe delle comunità neocatecumenali.

Una liturgia neocatecumenale
L'ordine di accertare se in queste messe si compiano degli abusi liturgici, e quali, era stato dato personalmente da Benedetto XVI nel febbraio del 2012:

> Quella strana messa che il papa non vuole

L'avvio dell'esame era risultato decisamente sfavorevole al "Cammino" fondato e diretto da Francisco "Kiko" Argüello e Carmen Hernández, da sempre molto disinvolti nel modellare le liturgie secondo i loro criteri.

Ma ora essi si sentono al sicuro. Hanno avuta la conferma dello scampato pericolo dallo stesso papa Francesco, in una udienza loro accordata il 5 settembre.»


Riepiloghiamo:

  • Francesco "blocca" il procedimento in corso: i kikos «si sentono al sicuro»

Sarà più probabile che il Papa approvi lo scempio liturgico introdotto da Kiko e Carmen, oppure che si sia convinto che il problema neocatecumenale non possa essere risolto richiamandoli all'ubbidienza?

130 commenti:

by Tripudio ha detto...

Qualsiasi opinione si abbia di questo Papa, il primo fatto concreto è che i neocatecumenali vanno avanti per conto loro a costo di disubbidire a qualunque Papa, travisandone deliberatamente le parole (ricordate l'ineffabile Gennarini?).

Per cui le primissime due oneste considerazioni sono:

1) il "blocco" di cui parla Magister non significa automaticamente che il Papa desideri pasticci liturgici;

2) il "blocco" non significa automaticamente che questo stesso Papa non voglia più prendere altri provvedimenti sul Cammino.

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
by Tripudio ha detto...

Non divaghiamo: qui si parla delle storture liturgiche kikiane-carmeniane.

C'è infatti qualche altro punto su cui i nostri cari fratelli neocatecumenali debbono riflettere.

Per esempio:

- Giovanni Paolo II e Benedetto XVI, criticando le liturgie del Cammino, hanno sbagliato?

- i libri liturgici in uso in tutta la Chiesa contraddicono le invenzioni neocatecumenali: chi è che sbaglia, i libri liturgici o il Cammino?

- i neocatecumenali che fino ad oggi hanno disubbidito al Papa (e che oggi si sentono «al sicuro»), non devono più pentirsi della loro disubbidienza passata?

- se il prossimo Papa fosse di diverso avviso di quello attuale, gli attuali festeggiamenti neocatecumenali per il "blocco" come andranno considerati?

Sebastian ha detto...

Mi sembra che certe parole dei Papi siano proprio al vento. Nel senso che se un Papa dice una cosa, e uno ne dice un'altra... cosa bisogna pensare? Alla fine ciò che conta è il Magistero perenne, quello infallibile, non le parole libere dette in un'intervista. Queste sono opinioni personali, e pertanto possono essere fallibili e mutare nel tempo (e quindi non condivisibili). Il Magistero no.

E io non sono certo un "Tradizionalista".

Anonimo ha detto...

Finalmente ci siete arrivati che non ci sarà alcuna feria IV.Meglio tardi che mai.Anzi se volete saperlo,non solo il Papa non prenderà alcun provvedimento contro il cammino,come voi sognate,ma mi risulta che celebrerà a Porto San Giorgio proprio per confermare l'appoggio,
anche liturgico e per chiudere questa questione definitivamente.
Il Papa,grazie a Dio,non è stupido come voi,o come Magister,non è miope come qualche Cardinale tradizionalistoide,che va a
celebrare Messe Tridentine
e veste con lunghi mantelli rossi rendendosi solo ridicolo.Il Papa è troppo intelligente e realista per
rinunciare ad un dono del cielo come il Cammino.Benchè voi sognate la sua fine il CN è uno strumento di evangelizzazione che da tante vocazioni e conversioni.A meno che non vogliate diventare,anche voi ,sedevacantisti,scismatici,
come i vostri colleghi del blog chiesa e post concilio,cruccas e consorte etc vi tocca prendere atto del sostanziale fallimento della vostra campagna anti cammino.

Vorrei chiedere a Tripudio è consapevole che ha scritto un sacco di stupidaggini per anni?Si rende conto della figura di cretino che fa?Ha la capacità di fare un po di autocritica oppure no.

Non pubblichrai Tripudio già lo so.
Comunque credo che vi convenga chiudere i battenti.I commenti sono scesi paurosamente.

Lucio ha detto...

"se il prossimo Papa fosse di diverso avviso di quello attuale, gli attuali festeggiamenti neocatecumenali per il "blocco" come andranno considerati?"


fai fare allo Spirito Santo

Anonimo ha detto...

Visto poi come (non) stava procedendo l' esame avviato dal precedente Papa, il "blocco" ora imposto suona quasi come una buona notizia per chi si augura interventi correttivi verso le liturgie nc.
Forse la chiave di lettura liturgica è un po' riduttiva. Il quid non passa tanto da questi elementi ma dalla valutazione di convenienza o meno nel mantenere in vita qualcosa di oggettivamente contrario alla Chiesa stessa. In questo senso l'articolo di Magister è forse più interessante nella parte riferita alle "elemosine" che in quella che parla di "liturgie".

Anonimo ha detto...

http://www.lastampa.it/2013/10/11/blogs/san-pietro-e-dintorni/un-papa-impulsivo-GxeizdbdSwI3NoWQWhVNBN/pagina.html



non c'azzecca niente ma da l'idea.

Anonimo ha detto...

E che siamo le "elemosine" il vero terreno di confronto (o di scontro) forse lo si coglie meglio da qui:
http://www.umbria24.it/terni-inchiesta-sulla-diocesi-e-guerra-in-vaticano-ecco-perche-lex-vescovo-paglia-rischia/216125.html

elio ha detto...

.....e per fortuna che nella foto ricordo il Papa era accigliato con il sig. Kikers, non perche' se sorrideva magari lo nominava cardinale, e magari lo metteva al posto di canizares al Culto Divino.... oppure con un sacrosanctum concilium kikionis, poteva proclamare la messa kika come nuova forma ordinaria del rito romano......ma che sai?

Anonimo ha detto...

Se volete sapere poi la verità su come stanno le cose sulla feria IV
vi dico che B.XVI non aveva alcuna intenzione di bloccare le celebrazioni del Cammino.Magister è un imbroglione,falso.

B.XVI si è rifiutato di accettare
la richiesta di abrogazione dell'
art.13 dello Statuto chiesta da qualche Card.di Curia.B.XVI nominò la commissione solo per tacitare le lamentele del Vescovo di Berlino e di qualche Card.filo tradizionalista ma non aveva acuna intenzione di privare il Cammino della ceebarzione de sabato sera.Questo lo so da quasi due anni da fonte attendibile e certa e infatti è stato così.B.XVI Pertanto è falsa la contrapposizione Papa Francesco B.XVI.Ratzinger ha difeso il CNC a spada tratta benchè vogliate far credere il contrario.

Tripudio se vuoi informazioni serie non rivolgerti a Magister non ne sa nulla è un pagliaccio.

Rivolgiti a chi ne sa più di te e lui.Tieni presente quello che ti ho detto.

Tieni presente un atra cosa chiudi il blog tanto è inutile perdete solo il vostro tempo.Cercati un lavoro serio.

Anonimo ha detto...

Non vi rassegnerete mai.....non vi basta dire bugie da sei anni, non vi basta interpretare infantilmente le parole degli ultimi Papi, non vi basta aver detto e ridetto maniacalmente solo ed esclusivamente tutto quello interpretato negativamente, senza mai VOLERE menzionare TUTTE le cose buone, dette dagli stessi Papi, e da centinaia di porporati, non vi basta aver censurato migliaia di interventi di chiarimento e dialogo, facendo invece passare gli insulti (? anonimi).
Non vi basta nulla.... invece a noi questo basta e avanza, il prossimo Papa........vedremo, per il momento ci gustiamo questo che voi in modo squallido, disprezzate.

@gio

by Tripudio ha detto...

Caro fratello anonimo delle 12:15,

se tu leggessi il blog senza limitarti ai titoli delle pagine capiresti che noi eravamo i primi a dubitare che la "Feria IV" potesse riportare il Cammino sulla retta via.

Se è esatto ciò che dice Magister, allora dobbiamo dedurre che anche il Papa ne è convinto. E probabilmente passerà parecchio tempo prima di poter capire cosa ha in mente per risolvere la questione, che non è soltanto liturgica.

Quella che tu chiami "campagna anti-Cammino" è solo il semplice resoconto dei fatti: Benedetto XVI ha comandato e voi avete disubbidito, e ora che Francesco "blocca" voi improvvisamente vi atteggiate a difensori del Papa...

Quanto al fatto che "diminuiscono i commenti", fate proprio ridere, poiché diminuiscono i commenti, ma non diminuisce la verità.

Questo blog non è nato per guadagnarsi il successo.

Voi neocatecumenali invece avete una vera e propria fissazione col successo, cercate sempre il plauso, vantate sempre i vostri numeroni galattici (che poi alla prova dei fatti si rivelano essere solo un cumulo di menzogne).

Anonimo ha detto...

Davvero tripudio vai a lavorare, come mai mancano da molto tempo vostri accaniti sostenitori ? a fare commenti siete rimasti in cinque, e non esagero.
La vostra colpa piu grande è che NON dite la veritá...questo il vostro grande peccato, se foste imparziali sareste certamente più credibili.
Ripeto.....a noi va bene così, non soffriamo certamente di fegato come voi.

@gio

Lino ha detto...

@ by Tripudio ha detto...
"Non divaghiamo: qui si parla delle storture liturgiche kikiane-carmeniane"

@giò ha detto:
"non vi basta aver censurato migliaia di interventi di chiarimento e dialogo, facendo invece passare gli insulti (? anonimi)"

Mi fai un favore personale, :-) by Tripudio?
Il fratello @giò invierà un educato commento di chiarimento e dialogo, nel quale ci spiegherà esaustivamente le ragioni di Kiko Arguello quando, nel vecchio (?) direttorio catechetico - che @giò stesso avrà studiato - afferma:
"Io sempre dico ai Sacramentini, che hanno costruito un tabernacolo immenso: se Gesù Cristo avesse voluto l'Eucarestia per stare lì, si sarebbe fatto presente in una pietra che non va a male. Il pane è per il banchetto, per condurci alla Pasqua. La presenza reale è sempre un mezzo per condurci ad un fine, che é la Pasqua. Non è un assoluto, Gesù Cristo è presente in funzione del Mistero pasquale... Invece da Trento in poi si celebrerà la Messa per consacrare ed avere presente Gesù Cristo e metterlo nel tabernacolo..."
Cfr. p. 329:
dell'inutile Tabernacolo
Dovesse inoltrare un "intervento di chiarimento", @giò sarà degno di rispondere ad altre questioni, magari a quella della Confessione "domani, se vuoi".

DG ha detto...

cio' non toglie che Papa Francesco dovrebbe essere messo al corrente dello scempio di anime che continua a manifestarsi nel cammino neocatecumenale.

E' duro rimanere ancorati alla Chiesa quando, dopo anni di cammino neocatecumenale, ci si accorge che si è stati manovrati, lobotizzati, usati come marionette, spremuti nella coscienza e nella vita materiale e questo solamente con lo scopo di avere un esercito Kikiano pronto a sacrificarsi per il loro Kapo Kiko Arguello.

Lo sa il Papa quanti matrimoni forzati sotto indicazione dei catechisti NC si rivelano poi essere infelici e finire in una separazione?

Lo sa il Papa quanti figli di neocatecumenali si ribellano ai genitori e escono definitivamente dalla Chiesa? E quanti di loro si perdono per la strada?

Il fatto è che al di fuori del cammino neocatecumenale i "fratelli NC" non riconoscono la Chiesa, non sono abituati alle Messe "normali" non sono abituati alla confessione, non sono abituati a vivere in Parrocchia come tutti i Fedeli.

Non so se il Papa Francesco riconoscerà la Messa NC (pardon celebrazione eucaristica come viene chiamata dai NC) di sicuro se lo farà creerà ancor piu' una scissione tra i Fedeli "normali" quelli che vanno in Chiesa la domenica a fare i vespri e a dire il Rosario e quelli che in virtu' di un grido "siamo stati approvati" continuano a celebrare separati e a vivere in piccoli gruppi di 30 persone massimo.

Io non parlo dei tradizionalisti, anche perchè personalmente non mi sono mai sentito tale, parlo dei cattolici che amano la vita Parrochiale e che si danno da fare all'interno della Parrocchia e non solamente all'interno delle salette private neocatecumenali.

Quanto dolore che c'è dietro questo movimento cattolico, quanti drammi!

Ma tutto questo non fa ne' storia ne' rumore perchè chi si separa, chi se ne va o chi ha figli che escono dalla Chiesa non lo dimostra cantando nelle piazze o in piedi su un piedistallo sotto uno striscione o con la bandiera in mano, chi soffre prega in silenzio e in silenzio invoca la Madonna Madre Santissima che è veramente Benedetta tra le donne e non un' invasata qualunque che per avere spazio a questo mondo si inventa visioni.

E di tutto questo dolore e scempio delle anime noi dovremmo esserne invidiosi signor famiglia Perversi???

Veramente una tristezza se ripenso a tutto quello che ho vissuto.

Amo questo Papa riconosco nella sua opera una ventata di novità e positività, ma spero che la finalità di tutto cio' non sia solamente uno strato superiore per nascondere i problemi che ci sono all'interno delle Parrocchie e molti di questi problemi sono creati dai neocatecumenali

Un'altra coppia sposata da anni si è separata nella mia comunità.

Una coppia che era stata approvata e spinta a sposarsi dai supermegacatechsiti angeli inviati dal Signore...
Lo sa della presenza di questi angeli inviati in terra da Dio il Papa?

Lino ha detto...

P.S.
Intendevo chiederti: tu non censurarlo, Tripudio. Il fratello @giò saprà ben fugare i dubbi che da decenni si addensano sul "banchetto" secondo Kiko.

Anonimo ha detto...

Non posso fugare i tuoi dubbi caro professorone, potrebbe fugarli Papa francesco, ma ha preferito anche Lui lasciarti a contare le tue monete, decidendo che la feria IV non aveva motivo di esprimersi sul cammino, che il drago che alcuni avevano detto di aver visto, in realtà non esisteva.
Il tuo unico problema è che tu creda e obbedisca al tuo Pontefice o meno, tutto il resto, i sacramentini, il tabernacolo, la confessione, non ti spetta, ma ti posso assicurare che kiko, che è l'unico che conosce il contesto e potrebbe risponderti, lo ha fatto a chi di dovere, a chi per autorità gli ha chiesto : dicono che hai detto questo.......
Fattene una ragione lino, e smetti di ripetere a cantilena questa pappardella che credi sia la particella della ragione.

@gio

Anonimo ha detto...

"Questo blog non è nato per guadagnarsi il successo."

Questo mi ha fatto proprio sorridere.

Anonimo ha detto...

Don Nicola Bux:


Oggi è più che manifesto il dissenso sulla natura della liturgia. È essa opera di Dio, in cui egli ha competenza, ha i suoi diritti? Oppure è intrattenimento umano dove fare ciò che noi vogliamo?

Le ombre, gli abusi e le deformazioni – termini usati da Paolo VI, Giovanni Paolo II e Benedetto XVI ed effetti della bramosia di innovazione – hanno messo all'angolo la tradizione per cui “ciò che per le generazioni anteriori era sacro, anche per noi resta sacro e grande, e non può essere improvvisamente del tutto proibito o, addirittura, giudicato dannoso. Ci fa bene a tutti conservare le ricchezze che sono cresciute nella fede e nella preghiera della Chiesa, e dar loro il giusto posto” (così Benedetto XVI nella lettera di presentazione ai vescovi del motu proprio "Summorum pontificum").

Anonimo ha detto...

Don Nicola Bux:

Ma a chi compete salvaguardare i diritti di Dio sulla sacra liturgia? Alla Sede Apostolica e, a norma di diritto, al vescovo ed entro certi limiti alle conferenze episcopali compete “moderare” la liturgia: così recita il testo latino della costituzione liturgica del Concilio Vaticano II (n. 22, § 1-2).


La sacralità della liturgia, dunque, spinge la costituzione liturgica conciliare a tirare le conseguenze: “Perciò nessun altro, assolutamente, anche se sacerdote, aggiunga, tolga o muti alcunché di sua iniziativa, in materia liturgica”(n. 22 § 3).

Il Catechismo della Chiesa cattolica ha ulteriormente precisato che “anche la suprema autorità della Chiesa [ossia il papa - ndr] non deve modificare la liturgia arbitrariamente, ma solo in obbedienza alla fede e con rispetto religioso per il mistero della liturgia” (n. 1125).

Ha scritto Joseph Ratzinger nella prefazione al libro di Alcuin Reid "Lo sviluppo organico della liturgia", Cantagalli, Siena, 2013:

“Mi sembra molto importante che il Catechismo, nel menzionare i limiti del potere della suprema autorità della Chiesa circa la riforma, richiami alla mente quale sia l'essenza del primato, così come viene sottolineato dai concili Vaticano I e II: il papa non è un monarca assoluto la cui volontà è legge, ma piuttosto il custode dell'antica Tradizione [una delle due fonti della divina rivelazione – ndr), e il primo garante dell'obbedienza. Non può fare ciò che vuole, e proprio per questo può opporsi a coloro che intendono fare ciò che vogliono.

Razor ha detto...

L'anonimo è quel pagliaccio di Baccalà, ci metterei la mano sul fuoco. Nel suo blog censura i commenti anonimi e pretende la registrazione.

Cosa può fare la feria IV di fronte alla minaccia di uno scisma? Il potere economico/politico e l'influenza del cammino su una parte del clero non va presa alla leggera, Papa Francesco lo avrà sicuramente compreso. Se per anni e anni avete potuto infischiarvene dei richiami ufficiali di diversi papi, di una lettera privata e del vostro stesso statuto, vuol dire che i problemi del cammino debbono essere risolti per altre vie. Vista la linea del Papa nei confronti dello Ior, non credo che lo stesso pontefice accetterà di buon grado tutte le oliature di vescovi e cardinali comprati dal cammino. Non venite qui a fare gli spavaldi fratelli ncn, continuate pure a ballare sopra i frammenti del Corpo di Cristo nelle vostre salette ma badate che la ricreazione potrebbe finire da un momento all'altro.

Razor ha detto...

L'anonimo è quel pagliaccio di Baccalà, ci metterei la mano sul fuoco. Nel suo blog censura i commenti anonimi e pretende la registrazione.

Cosa può fare la feria IV di fronte alla minaccia di uno scisma? Il potere economico/politico e l'influenza del cammino su una parte del clero non va presa alla leggera, Papa Francesco lo avrà sicuramente compreso. Se per anni e anni avete potuto infischiarvene dei richiami ufficiali di diversi papi, di una lettera privata e del vostro stesso statuto, vuol dire che i problemi del cammino debbono essere risolti per altre vie. Vista la linea del Papa nei confronti dello Ior, non credo che lo stesso pontefice accetterà di buon grado tutte le oliature di vescovi e cardinali comprati dal cammino. Non venite qui a fare gli spavaldi fratelli ncn, continuate pure a ballare sopra i frammenti del Corpo di Cristo nelle vostre salette ma badate che la ricreazione potrebbe finire da un momento all'altro.

C. ha detto...

A me non interessa se il Papa "appoggi" o "non appoggi" il Cammino.

Dopo averne fatto parte per oltre 15 anni, con itineranze etc. la mia lucida conclusione è che esso morirà dall'interno, non per mano di persone esterne.

La situazione attuale del cammino è quella già delineata in maniera lucida da Daniel Lifschitz tanti anni fa, nel quale definiva il cammino una serie di "sterili imitatori", incapace di avere un motu propio cristiano di sondare la propria vocazione.

Non si è, e mai si sarà, cristiani andando nei seminari Redemptoris Mater o in missione per conto del Cammino credendo di accontentare la comunità o l'ego del fondatore.

Gli innumerevoli insuccessi, da questo punto di vista, dovrebbero far riflettere tanti neocatecumenali dentro. Ma vedo che raramente accade questo.
Anche perché non è assolutamente vero che il cammino "evangelizza". Laddove non esiste un tessuto parrocchiale sul quale succhiare energie attraverso parroci compiacenti, il cammino non attecchisce.

Dato di fatto, visto con mano nelle mie esperienze passate.

Io non mi preoccupo, a Papa Francesco sta a cuore l'evangelizzazione, il Cammino propone tutt'altra cosa sotto mentite spoglie.

Saluti

Anonimo ha detto...

Nel futuro, l'unico vero problema sarà:
chi in accordo al Papa gli obbedirà, e chi invece non lo ascolterà.....

@gio

C. ha detto...

Rispondo in questo thread a chi chiedeva della moquette nelle sale.

Inizialmente Kiko, nell'arredare le chiese o le sale dove venica celebrata l'eucarestia, voleva che il pavimento rievocasse il "camminare sulle acque" di Gesù.

Le prime sale, e di norma ancora oggi, avevano una moquette blu per questo motivo.

Successivamente sono arrivati altri colori: il rosso per le sale private delle comunità, ma anche il grigio (generalmente utilizzato nelle Jeshivà dei seminari), etc.

In merito alla sua pulizia, credo non si sia mai posto il problema all'interno del cammino. Dal punto di vista estetico, i colori accesi delle moquettes si accordano con l'uso molto acceso dei colori (Kiko era un amante della pittura cubista di Picasso, come scrissi in altri post).

neocat pentito ha detto...

Anche io non credevo all'esistenza della FERIA IV,ma è stato Kiko stesso ad ammetterne l'esistenza e il suo contenuto probabilmente a lui contrario.Infatti nell'annuncio della Pasqua di quest'anno ha più volte ribadito:abbiamo molto sofferto per la FERIA IV.Questo l'ho potuto sentire con miei orecchi.Quindi la FERIA IV non era un'invenzione.

ObscultaFiliPraeceptaMagistri ha detto...

Ottenere dei riconoscimenti a tutti i costi non significa essere approvati. San Francesco non fece così per la sua Regola. Per essere sano, un movimento deve farsi accompagnare dalla guida della Chiesa, con obbedienza, e seguirne le indicazioni, non imporsi sulla Chiesa per essere riconosciuto. La Chiesa è fatta di uomini, tra loro alcuni guidano gli altri e questo comporta gravi responsabilità, se li si guida nella direzione sbagliata. Comunque vada a finire non potranno mai coinvolgere tutti i cattolici, anche semplicemente per ragioni di diversa sensibilità spirituale. A me il fracasso delle chitarre, dei cembali ecc impedirebbe di pregare ad esempio, come me ci sono tante persone. Quello che più mi preoccupa è che la celebrazione "per tutti" è sempre più misera e sbrigativa -questo non significa che la Messa debba durare ore-, che la catechesi per gli adulti viene sempre o quasi demandata a gruppi e movimenti e non c'è un incontro parrocchiale imparziale e scevro da altre influenze. Questo comporta che chi non si trova bene in questo o quel gruppo lo abbandona, chi ci si trova bene ma non ha una conoscenza diversa da quello che gli viene trasmesso, finirà per imparare solo quello che gli viene insegnato lì, nella speranza che gli vengano insegnate delle cose giuste. Difendere con parole anche volgari e offensive, nei confronti di quelli che dovrebbero essere fratelli in una stessa Fede, il movimento al quale si appartiene è una pessima pubblicità per il movimento stesso e non ne dimostra l'azione spirituale positiva. Ancora prima delle situazioni più spiacevoli, questi sono i frutti che lo caratterizzano negativamente, come la mancanza di obbedienza e di umiltà nei confronti della Chiesa e di almeno due degli ultimi Papi. Inutile dare ascolto agli slogan e alle notizie di corridoio, ad ogni modo non sarà questa l'unica spiritualità della Chiesa né ora né in futuro.

Un Cattolico ha detto...

Don Bux....
Quindi lei fa lezione di ripetizioni di latino per chi non lo conosce?
Oppure fa messa solo per chi conosce il latino e degli altri se ne frega?

Giovanni XXXIII prima e Paolo VI dopo hanno fatto un concilio qualche anno fa!

Se l'è perso.

Oppure secondo lei devo stare un' ora a sopportare una tiritera in cui non si capisce una beata mazza.

Fate le chiese con le sale giochi e al momento della campanella ci si ricorderà della presenza reale.

Dovete capire che il mondo è cambiato! Papa Francesco lo ha capito e se ha letto l'intervista su Chiesa Cattolica ci sono tutte le spiegazioni!

Mi sembra che lei voglia vivere nel passato!!! Magari un giorno inventeranno la macchina del tempo!
Ma oggi bisogna rimboccarsi le mani e dare un senso alla vita delle persone. Non deprimerle ancora di più con le vostre lugubrazioni mentali! La Chiesa la volete far diventare non Cattolica Universale!

Lino ha detto...

@ già ha detto:
"...che kiko, che è l'unico che conosce il contesto e potrebbe risponderti..."
Io, egregio ignorantone che a tutto ha risposto eccetto che alla questione da me posta - ma come avresti potuto? - obbedirò al mio Pontefice soltanto quando dichiarerà di approvare il Cammino "ex cathedra". Il Cammino tutto, intendo: l'estetica, la Liturgia, il direttorio catechetico, le pratiche gnostiche. "Ex cathedra", ripeto.
Le monete, fino a prova contraria, le contate voi nelle decime e nelle pretese al miliardario andato all'Opus Dei: questa delle monete dà conto della tua idiozia, oltre che della tua ignoranza. Kiko ti direbbe: "perché parlare della corda (e della borsa) nella casa dell'impiccato?"
Affermare che Kiko sia l'unico che conosce il contesto dà conto, inoltre, della tua idolatria verso l'uomo.
Sei poca roba, @gio, io non volevo fare il professorone bensì l'allievo ma tu hai risposto con una baggianata simile: "Kiko è l'unico che conosce il contesto". Bravissimo, illuminatissimo giò; la lampada messa sotto il moggio a malapena ti mostra qualche barlume di cristianesimo, che manco ti raggiunge.

P.S.
@ Tripudio
Censuralo, Tripudio: C.V.D. (Come Volevasi Dimostrare). Se non ha saputo rispondere alla "particella della ragione" (l'Eucarestia) figuriamoci alle altre questioni, magari a quelle iconografiche. Non merita spazio, attendiamo qualcuno più razionalmente dialogante.

SEMPREMEGLIO ha detto...

Vorrei esordire con questo proverbio: "Ride bene chi ride ultimo"
Cari amici del Blog, desidero spezzare una lancia a vostro favore, considerando che il Santo Padre Papa Francesco, non tarderà nel definire con opportuna determinazione ciò che sta accadendo nella sua Chiesa,tra i seguaci del Cammino neocatecumenale. Noi siamo ben consapevoli delle storture, delle prepotenze, degli abusi e delle contraddizioni che caratterizzano lo stile kikiano nelle nostre parrocchie. Ora senza voler anticipare il doveroso compito del Vicario di Cristo, preghiamo con più intensità la Vergine Maria, la Quale piange lacrime di sangue per la condotta peccaminosa e dissacratoria dei suoi figli nell'ambito della Cristianità Romana. A tutto c'è rimedio e il Capo della Chiesa Cattolica "ora" sta studiando il momento favorevole per trattare con doverosa cura le delicate questioni che lo riguardano e non tarderà a guidare con polso fermo il timone della Barca di San Pietro. Al Papa non manca la grinta e la Luce dello Spirito per ben operare. Ogni cosa a suo tempo. Intanto mi verrebbe da dire all'anonimo che con molta tracotanza si permette di infangare il Blog e il suo operato: "Caro anonimo catecumeno...affrettati ad iniziare una novena rivolta alla Madre di Gesù affinché ti dia luce e serenità, non sai cosa ti aspetta!!!!

Anonimo ha detto...

@ Lino

E' inutile insistere, al mondo ci sono due tipi di persone: quelle che cercano risposte alle proprie domande e quelli che hanno paura di farsi alcune domande.


Gv

Marco Bianchi ha detto...

...e voi drogati di caldeggiata kikiana pubblicate commenti con maggiore frequenza solo quando le cose valgono al meglio per voi! Potrete applaudire soddisfatti al video di quella laurea ad honorem che il vostro capo ha rubato e che vi proporranno alla convivenza di inizio corso. Mi chiedo: quanti di voi,in tutta onestà penseranno..."che due palle!"?
Come al solito...fate solo pena!
Marco Aurelio Bianchi

Anonimo ha detto...

Tripudio

gradirei fosse pubblicata la risposta a Don Lurio.
Vorrei sentire cosa risponde

antonio ha detto...

Cari fratelli contro-cammino non sono il tipo che fa polemica o la cerca pero' vi assicuro che sparlando contro il cammino fate un grave sbaglio. Capisco che non accettiate tante cose del cammino pero' bisogna aprire gli occhi e guardare la realta'. L'albero si riconosce dai frutti, cosi' dice la parola, allora i frutti sono copiosi ed evidenti quali:
1) famiglie in missione;
2)100 Rm;
3)tante persone che sono ritornate alla Chiesa;
4)tanti matrimoni ricostruiti;
5)ragazzi numerosi al di la dei figli;
6)post cresima con il 40% non catecumeni;
7)scrutatio dei giovani con tantissima affluenza con adorazione e canti gregoriani;
8)pastorali in parrocchia;
etc.etc.etc.etc.etc.etc.etc.
Travatemi una realta' con tanti carismi e io me ne esco!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

http://www.veneziatoday.it/cronaca/german-montoya-lombana-ordinato-diacono-patriarca-moraglia-venezia-domenica-6-ottobre-2013.html

Tanto per non farvi mancare nulla!

Anonimo ha detto...

SEMPREMEGLIO,

la tua risposta assomiglia a una frase di Fra Cristoforo

Ho compassione di questa casa: la maledizione le sta sopra sospesa. State a vedere che la giustizia di Dio avrà riguardo a quattro pietre, e suggezione di quattro sgherri. Voi avete creduto che Dio abbia fatta una creatura a sua immagine, per darvi il piacere di tormentarla! Voi avete creduto che Dio non saprebbe difenderla! Voi avete disprezzato il suo avviso! Vi siete giudicato. Il cuore di Faraone era indurito quanto il vostro; e Dio ha saputo spezzarlo. Lucia è sicura da voi: ve lo dico io povero frate; e in quanto a voi, sentite bene quel ch'io vi prometto. Verrà un giorno...

Anonimo ha detto...

PER LINO,

anche nella Convivenza di inizio Corso di quest'anno, Kiko ha rievocato l'esorcismo sulla torre!
Quanti Cardinali c'erano?
Abbastanza dico io, ma nessuno si è lamentato!

Lino, saranno mica tutti oliati?

Peccato che ne sappia più te di loro!

FINALMENTE LIBERO ha detto...

Ciao a tutti, sono un ex-catecumeno che ha frequentato il cammino per 17 anni, e non piu' da circa 6 mesi...anche se la volontà di andarmene stava nascendo molto prima. Poi c'è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso!!!...vi raccontero’ presto. Condivido in pieno le testimonianze di altri fuoriusciti perchè mi rivedo in alcune di esse; sono stato cantore per molti anni, ed anche capo-cantore, essendo arrivato alla tappa della preghiera. Ho scoperto questo blog da poco e ne sono rimasto colpito, ma anche entusiasta!! Mi state risollevando il morale, soprattutto in questo periodo in cui "i fratelli" ( che definirei moralisti) della mia ex-comunità, mi stanno massacrando con telefonate per sapere del perché non frequento piu’, ma che alla fine capisco sia solo un loro tornaconto da menefreghisti, ovvero dicono: “stasera c’è la preparazione! vieni?’ ritorna all’ovile!!.oppure .”pregheremo per te”……..io gli risposi: noooooooooooooo!! per favore, preghero’ io per la vostra conversione!!!
Ringrazio i creatori di questo blog per avermi aiutato a conoscere tante cose che credevo fossero solo miei pensieri!!
Rispondo all’anonimo dell’ 11 ottobre 2013, che dice di “chiudere questo blog perché i commenti sono scesi paurosamente”…..: forse sei dubbioso e non c’è la fai ad uscire?? Ad andare via dal cammino??
E cmq: conosco molti altri ex-catecumeni che sono usciti da altre comunità della mia città…..e quando l’incontro lanciano “fuoco e fiamme” contro i catechisti e i loro adepti. Essi, purtroppo, non conoscono ancora questo blog...ma a breve glielo faro' conoscere io!!! Tenete conto che nella mia città è stato chiuso il cammino in 5 parrocchie……ne rimangono poche adesso!!
A presto…FINALMENTE LIBERO!!!

Anonimo ha detto...

Non mi aspettavo di meglio da lino, anzi meno male che si è frenato, altrimenti mi avrebbe dato appuntamento in qualche area di servizio.
Quindi gli chiedo perdono se la mia risposta non è stata consona alle sue aspettative, ma proprio perchè ragiono con la mia testa non posso rispondere in nome di altri.
Quello che penso, e che ho ripetuto infinite volte, è che se il magistero avesse svelato queste storture teologiche, non avrebbe di certo aspettato che a sollevarle fosse stato un anonimo napoletano.
E con questo chiudo questa angosciante rimbalzina.

Siccome non so se continuo a seguirvi, mi piacerebbe dire una cosa al porporato "sempremeglio".
Non pensi monsignore che non siamo a conoscenza di come stiate « torturando» il Santo Padre per eliminare o almeno limitare l'operato del cammino.
Siamo consapevoli solo del fatto, che chi opera come voi " alle spalle" si classifichi giá da solo.
Siamo infine certi che ciò che lo Spirito e la Vergine Maria, hanno ispirato, lo appoggiano, lo incoraggiano, lo fortificano.
A questo sono rivolte le nostre novene, in questo ci sentiamo benedetti dai Pontefici.
Cosa ci aspetta ??? forse morire in croce ??? ci andremo cantando.

Ringrazio tripudio per la publicazione.
@gio

by Tripudio ha detto...

Chiederei al fratello @gio di non nominare invano la Beatissima Vergine e lo Spirito Santo, che con le disubbidienze liturgiche del Cammino non hanno nulla a che fare.

E non hanno a che fare nemmeno con le invenzioni dottrinali di Carmen e Kiko; non hanno a che fare con l'arroganza dei cosiddetti "catechisti" (che opprimono i fratelli delle comunità in ogni modo, anzitutto economico); non hanno a che fare con gli scandali delle "confessioni pubbliche"; eccetera.

Quanto ai Pontefici che "benedicono", come mai avete disubbidito quando invece i Pontefici "comandavano"?

Indovina un po' quale è lo spirito che ispira menzogne e disubbidienze...

Lino ha detto...

@@ giò ha detto:
"Non mi aspettavo di meglio da lino, anzi meno male che si è frenato, altrimenti mi avrebbe dato appuntamento in qualche area di servizio...".

Bla... bla... bla...
Lino... Lino... Lino...
Tripudio... Tripudio...Tripudio
Bla...bla...bla...
Io, invece, mi aspettavo di meglio. Ha ragione Gv, però.

Area di servizio? Leggesti male, dal sito dei disertori: al massimo io ho dato appuntamenti in una sala, per un dibattito. Tu, però, in una simile sala non sei mai entrato, nemmeno dalla parte del pubblico.

Morirete cantando? Impossibile. Siccome cantate gli obbrobri drung drung drung di Kiko, persino la Morte vi starebbe lontana mentre cantate, per non restarne assordata.

Lino ha detto...

@ Anonimo ha detto...
"PER LINO,
anche nella Convivenza di inizio Corso di quest'anno, Kiko ha rievocato l'esorcismo sulla torre!
Quanti Cardinali c'erano?..
"
Non m'interessa sapere quanti Cardinali c'erano. Vorrei sapere quanti demoni sono stati scacciati dalla Cina. Manco uno, a leggere le cronache odierne.
Magari, se avesse portato con sé una delle prime icone, sarebbero scappati terrorizzati perché anche per i demoni - almeno credo - c'è un limite al gusto per l'orrido :-)

Razor ha detto...

@Gio

"Quindi gli chiedo perdono se la mia risposta non è stata consona alle sue aspettative, ma proprio perché ragiono con la mia testa non posso rispondere in nome di altri.
Quello che penso, e che ho ripetuto infinite volte, è che se il magistero avesse svelato queste storture teologiche, non avrebbe di certo aspettato..."

La tua risposta non è consona

perché non hai capito la domanda,

non sai di cosa si sta parlando.

E non ragioni con la tua testa ma

con quella dei tuoi catechisti.

Come fai a sapere che il Magistero

non abbia scoperto e corretto le

storture teologiche del cammino?

Possiedi il direttorio, puoi

dimostrare di averlo? E dei cinque

anni che ci sono voluti per

correggerlo cosa dici? Quante

menzogne e idiozie contenevano le

catechesi di Kiko e quante continua

a diffonderne ancora oggi? Le

catechesi sono sempre le stesse di

40 anni fa. Dove sono finite le

correzioni volute dalla Santa Sede

e dalla CDF che hanno richiesto 5

anni e che Kiko ha rifiutato?

Che cosa è stato realmente

approvato?

Se la Chiesa non corregge il

cammino è perché non vuole o perché

attualmente non può?

Possibile gio che non riesci a fare altro che riprodurre la propaganda ncn come un automa senza argomentare mai nulla, senza entrare mai nel merito delle questioni?

Anonimo ha detto...

Esiste in questo blog una cosa di una cattiveria unica.
Censurare le risposte, facendo intendere che uno lascia il discorso a metà, o che non ha risposte da dare..... Cosí che potete dire " avete visto non hanno nulla da dire, non hanno il coraggio di rispondere, era come dicevamo noi " è l'unico modo di farvi sentire dalla parte della ragione.
L'unico, il solo...se togliete questo vi resta solo una grande, immensa tristezza.
Vi saluto
@gio

Anonimo ha detto...

Dai Tripudio ti ricordo che tu dicesti che il Papa non avrebbe approvato lo Statut nel 2008.Che Padre Pio disse che Kiko e Carmen sono falsi profeti,che Kiko vuole fare i Sacerdoti donna.Hai detto
tante di quelle cose di cui ti divresti solo vergognare.Cose volgarissime e vergognose.Hai detto che Kiko manda le ragazze in Cina per adescare ragazzi cinesi.
Vergognati dai Tripudio!Dai se hai un po di dignità vergognati.

Vai ad aizare 'a cardarella fattelo spiegare da Lino cosa significa.

La verità vi farà liberi. ha detto...

Beh, c'è da dire che :

- dopo i "contenuti" dell'intervista con i giornalisti sull'aereo di ritorno da Rio

- dopo i "contenuti" dell'intervista rilasciata a Scalfari

- dopo i due giornalisti di Radio Maria licenziati per l'articolo sul Foglio

la storia del blocco della Feria IV è quella che mi preoccupa di meno....qui pare che la confusione da 6 mesi regni, purtroppo, sovrana.

Vado a pregare per la Chiesa, che è meglio...

Anonimo ha detto...

ma perché non la piantate una volta per tutte. ma non avete altro a cui pensare invece di stare a criticare. potrei parlarvi di tutto ciò che di buono produce il cammino n c ma siete troppo pieni di pregiudizio e sarebbe inutile. saluti

Ruben ha detto...

Con la consapevolezza e la certezza,che verrò sfottuto per i prossimi 6 mesi da PT ed assimilati(ma chi se ne frega!),ho in ogni caso inviato questo post:
---
ruben bartoli @BartoliRuben 4h

"@Pontifex_fr Santità corre voce, che Lei abbia sciolto la Comm. CDF(feiraIV),sulle dicutibili Liturgie Neocatecumenali,può illuminarci?"

SEMPREMEGLIO ha detto...

Caro anonimo che ti senti particolarmente piccato al punto da etichettarmi "Monsignore" (quale onore!!!!), ti sei lasciato così abbindolare da credere che il cammino sia qualcosa di ispirato!!!! Potrebbe anche essere...ma la fonte è decisamente diversa da quella che credi. Per questo motivo ti esortavo a pregare con molta intensità la Regina del Cielo, lei vince ogni eresia! Fai bene a leggere i commenti e a seguire il Blog...comincia a contare tutti i tuoi "colleghi" che hanno capito la lezione! Hanno aperto la porta e l'hanno sbattuta...finalmente, dopo le innumerevoli angherie subite dai sedicenti catechisti. A noi non interessano i catechisti kikiani, quelli li lasciamo a te.

SEMPREMEGLIO ha detto...

"Cosa ci aspetta ??? forse morire in croce ??? ci andremo cantando".

Rispondo all'anonimo (datti un nome, dài)

Non fare il patetico, tu già stai in croce, sulla croce rigirata dell'eretico Kiko.

Che aspetti a scendere e a salire sulla croce di Cristo? Perché solo questa salva!

Marco Bianchi ha detto...

Appoggio in tutto Tripudio...per i los Kikos fino a che le cose vanno come a loro piace, é volontà del Padre Eterno, ma se esse vanno contro la loro corrente, é il Maligno che vuole ostacolarli...ripeto...neocatecumenali siete solo una massa di drogati!

Anonimo ha detto...

"Dai Tripudio ti ricordo che tu dicesti che il Papa non avrebbe approvato lo Statut nel 2008."

Mi son perso la firma del Pontefice sullo statuto. Personalmente mi risulta che sia stato approvato alle sue spalle (un po come si voleva fare con la messa nc, cfr vicenda corvo), mi risulta dalle parole del Papa ai vescovi nipponici che non volesse approvare lo statuto. Ma forse mi son sfuggite altre documentazioni che vanno in senso opposto.


Gv

Luisa ha detto...

gio scrive:

" Non vi rassegnerete mai.....non vi basta dire bugie da sei anni, non vi basta interpretare infantilmente le parole degli ultimi Papi, "

Le bugie, gio, le ha dette, e non solo da sei anni, il vostro leader Arguello,
chi ha interpretato, non infantilmente ma in modo subdolo e manipolatorio, le parole dei Papi è sempre lo stesso Arguello aiutato dai suoi catechisti.
Mentendo, non solo hanno strumentalizzato le parole dei Papi, ma hanno disobbedito ai Papi e al Magistero della Chiesa.

Sempre gio:

" Nel futuro, l'unico vero problema sarà:
chi in accordo al Papa gli obbedirà, e chi invece non lo ascolterà....."


gio esulta, è sicura che papa Bergoglio è un nuovo amico del "cammino" , è certa che lascerà i neocatecumenali non solo totalmente liberi di fare quel che vogliono, ma che li confermerà nelle loro prassi, dunque gio è sicura che il problema dell`obbedienza al Papa non si porrà più per i neocatecumenali che potranno continuare ad obbedire, come sempre hanno fatto, solo e unicamente al loro guru, Kiko Arguello.
Vedremo se il fututo darà ragione agio.

PS: dal momento che gio già strumentalizza il Papa le suggerisco di leggere quel che dice ad esempio sul diavolo, vedrà che non fa dell`uomo uno schiavo a vita del demonio, non schiavizza la coscienza dell`uomo, non fa del demonio colui che vince sempre, insomma non dice quel che vi è martellato nel "cammino".
So che, al seguito dei vostri "maestri", siete dei campioni per strumentalizzare le parole dei Papi, per far dire loro quel che non hanno detto e-o per ignorare quel che hanno detto, so che siete dei campioni per piegare le parole dei Papi ai bisogni e alle finalità del cnc, ma è un gioco che, se purtroppo funziona per i piccoli del cnc, non attacca con chi conosce il cnc e i suoi metodi.

Luisa ha detto...

Mi correggo:

Vedremo se il futuro darà ragione a gio.
Un futuro che sembra prospettarsi roseo per il cnc e per tutti coloro che hanno manipolato in modo arbitrario la sacra Liturgia.
Vedremo anche se l`immensa ricchezza del cnc, come è ottenuta, come è distribuita, a che cosa serve, come e da chi è gestita, lascerà indifferente il Papa che molti amano definire il Papa dei poveri e di una Chiesa povera,

Anonimo ha detto...

"Vorrei chiedere a Tripudio è consapevole che ha scritto un sacco di stupidaggini per anni?Si rende conto della figura di cretino che fa?Ha la capacità di fare un po di autocritica oppure no."

Caro Anonimo delle 12,15 di ieri, per Te Tripudio ha potuto scrivere per anni delle stupidaggini,ma non tutti la vedono come Te,per chi come me, che da questo cammino ha ricevuto solo del male tanto da portarmi molto vicino al suicidio, "vicinissimo", mentre ero nel fiore degli anni e avrei potuto vivere una spensierata giovinezza; catturato nella tela del ragno,dopo essere stato portato alle"Stelle" e, dopo aver denunciato in comunità delle irregolarità gettato nella"stalla" mi ci son voluti oltre 10 anni per disintossicarmi dal FALSO AMORE, AMORE GRATUITO che tanto cianciate in comunità.
Imbottendomi di questa droga che poi improvvisamente mi avete tolto, (immaginatevi un giovane a cui ogni giorno date una dose di droga, questo per anni, poi all'improvviso smettete di farlo, credetemi questo giovane impazzirà),e questo è quello che fate con tutti,prima li accarezzate,mostrate loro un mondo nuovo,fatto di amore e comunione fra i fratelli,di volemoci bene, tutte rose e fiori fin quando ragioni con la loro testa,(metodo Kiko) se li contraddici o li sputtani sono dolori e che dolori.
Dopo l'allontanamento per anni ho combattuto contro quella idea fissa di farla finita ogni mattina era una lotta se farlo o non farlo, voi penserete che ero depresso credo proprio di si ma la depressione mi è venuta dopo l'allontanamento datomi dal mio catechista,prima vivevo di ottima salute un giovane che amava fare sport ed un valente musicista, sempre con il sorriso sulle labbra,l'avervi contraddetto mi è costato molto caro,ma non sono nato "pecora".

Ho conosciuto questo blog per caso quest'anno e leggendo le "TESTIMONIANZE VERE", non inventate come dite voi di altri fuoriusciti, non mi sono sentito più solo ma, accomunato insieme a tante altre povere persone a questo dolore,queste persone che Voi avete svuotato dentro impotenti di reagire perchè soggiogate,le avete ridotte a dei cagnolini sempre ubbidienti al vostro bastone, ho visto veramente che bestie siete.Scrivere delle "stupidagini" non uccide nessuno
mentre il vostro modo di"fare" uccide il tuo FRATELLO, o fai finta di ignorare dei suicidi che ci sono stati all'interno del cammino dopo uno scrutinio, dopo un allontanamento, dopo una lite con catechisti che ti porta alla morte da infarto, ne ho lette tante su internet,
e delle persone che impazziscono?
nella mia città so di due persone che sono uscite fuori di senno,dopo 30 anni e più di cammino, uno parla con Gesù e viene considerato pazzo dai fratelli e lui ne soffre molto perchè quello che gli succede dice che è vero, l'altro invece ha visioni diaboliche durante le celebrazioni immagginate che caos,
Parla di quello che succede nelle tue comunità e non delle "Stupidagini"
P.s.
La mia se non l'hai capito è una TESTIMONIANZA se ti rimane difficile capirlo dimmelo che ti faccio un disegnino e non dire neanche che:" il cammino non è per tutti",
i vecchi fratelli di comunità dopo 30 anni ancora mi rimpiangono,(devo aver lasciato qualcosa in quella comunità),
Molti mi dicono :"Tu stavi 10 anni avanti a noi senza fare alcun passaggio", altri i più coraggiosi:"Beato te che sei uscito"
Si perchè i miei catechisti non hanno avuto neanche il coraggio di dire ai miei fratelli che ero stato da loro allontanato, tutti sanno che io sono uscito di mia spontanea volontà.
VIGLIACCHI
ODG


by Tripudio ha detto...

Il commento delle 22:02 dice delle mezze verità.

Qui non abbiamo semplicemente "detto" che Benedetto XVI non voleva approvare lo Statuto del Cammino. Abbiamo dimostrato da diverse fonti che il Papa non lo voleva. Poi ti faccio presente che lo Statuto "temporaneo" del 2002 era scaduto nel 2007 e passò più di un anno (durante il quale Kiko ripetutamente annunciava l'approvazione definitiva... a dicembre! no, a Natale! no, all'Epifania! no, a febbraio! no, entro Pasqua! no!...) finché Rylko non fece a modo suo presentando al Papa il fatto compiuto.

Fra parentesi, Benedetto XVI tacque per più di un anno. In tutto il 2008 BXVI non nominò lo Statuto neppure una volta. Come mai tacque? Forse è proprio vero che non lo voleva?


Quanto a padre Pio che prima di morire affermò per iscritto che Kiko e Carmen (che ancora non si erano insediati in Italia) erano «i nuovi falsi profeti», è una cosa nota da molto tempo, visto che è citata nei libri di padre Zoffoli che i neocatecumenali hanno fatto di tutto per far sparire dalla circolazione.

Sul fatto che Kiko e Carmen spingano per banalizzare il sacerdozio a mera funzione comunitaria esercitabile anche da uomini sposati e perfino da donne non posso riportare la fonte (affidabilissima) per evitare rappresaglie (i neocatecumenali sono vendicativi: per questo chiedono sempre accanitamente il nome di chi parla contro il Cammino).

E ne parlai solo quando quel vescovo portoghese, tanto amico di Kiko, ne fece pubblicamente cenno... proprio pochissimi giorni dopo aver incontrato Kiko.


Il fatto che Kiko manda le «cefale» neocatecumenali in Cina ad adescare i «cefali» cinesi... non l'ho detto io, ma l'ha detto Kiko. E ti abbiamo anche segnalato il video di Youtube dove si vede Kiko che lo dice.


Allora, mi devo vergognare io che ti dimostro le cose e ti cito anche le fonti... oppure ti devi vergognare tu che mormori contro chiunque dica la verità sul Cammino?

Se il Cammino è dono dello Spirito, come mai tu per difendere quel dono hai bisogno di adoperare menzogne e astuzie di ogni genere?

FDF ha detto...

Mi dispiace dirlo, ma purtroppo la realtà dei fatti è che le cose andranno avanti così come sono... l'ultimo schermo è stato abbattuto. Per quanto mi riguarda questa è la approvazione in toto del cammino.
La materia della liturgia era la stortura più evidente, il punto sul quale più facilmente si poteva ricondurre il cammino all'obbedienza, dato che le norme sono chiare e chiunque può verificare.
Gli scrutini invasivi, affidati tante volte a catechisti impreparati, non faranno mai notizia, perché sono quasi indimostrabili.
Mi dispiace essere così pessimista, ma la realtà è che l'ultima cosa che preoccupava Kiko è sfumata, dunque ormai davanti a lui ci sono solo le praterie della Chiesa Cattolica, senza più nessun freno.
Se il Papa ha bloccato la Congregazione Ordinaria (Feria IV), se va a celebrare a Porto S. Giorgio (ho saputo ieri che è confermato l'appuntamento nel mese di gennaio) per inviare le famiglie, non importa che parli o no "ex-cathedra", di fatto approva e benedice.
La verità non cambia, ma umanamente non c'è più nulla da fare.

Anonimo ha detto...

Vedremo luisa vedremo....io non ci penso lontanamente a darti in pasto le notizie o i " boatos", perchè uno sciacallo si comporterebbe con piu dignita di voi.
L'unica certezza che mi accompagna, è che i vostri amici "sempremeglio" stavolta non riusciranno a manovrare il Papa, stavolta non riuscirete a pugnalarlo alle spalle con i giochetti del segretario, ed è ridicolo dare la colpa al cn, perchè Papa Francesco ha dimostrato da SUBITO come la pensasse, nelle sue prime 24 ore ha dimostrato benissimo come la pensa, e quello che mi consola, è che la pensi esattamente al contrario di voi.
Di questo mi preoccuperei luisa, e già lo fate....basta leggere i blog a voi collegati, di questo mi preoccuperei luisa.

@gio

Lino ha detto...

@ Tripudio
anonimo ha detto:
"Vai ad aizare 'a cardarella fattelo spiegare da Lino cosa significa"

Presto fatto: dicesi "cardarella" un secchio tronco conico usato dai muratori per mescolare, impastare, sciogliere e trasportare materiali come la calce.
Nella Muratoria, alla cardarella è associabile la cazzuola, lo strumento atto a mescolare e stendere la calce tra i mattoni. La cazzuola è simbolo dell'amore fraterno tra i massoni che, come la calce, crea adesione tra i mattoni del "tempio".

Naturalmente il "fratello" NC queste cose non le sapeva: è stato "ispirato", però, nel proporre il simbolo :-)

Luisa ha detto...

gio, cara gio, guarda che i vostri metodi di non-comunicazione li conosciamo a memoria!
Non mi stupisce dunque che sorvoli sulle BUGIE e sulle DISOBBEDIENZE REALI e non immaginarie del vostro leader, da voi pedissequamente riprese, non mi sorprende che fai finta di ignorare le STRUMENTALIZZAZIONI subdole e vergognose delle parole dei Papi ad usum cammini, tutto come da copione.

Vedremo se Papa Bergoglio resterà indifferente quando qualcuno lo informerà sull`immensa RICCHEZZA del cnc, vedremo se il Papa, di cui molti lodano l`umiltà e la semplicità, appoggerà e incoraggerà l`uomo che, nel suo smisurato ORGOGLIO , ha costruito in Galilea una cittadella alla gloria della sua creatura e si è perfino fatto fare un santino!

Ma è pur vero che i neocatecumenali hanno tutte le ragioni di star tranquilli, in fondo non è forse il cardinale neocatecumenale Filoni che sta insegnando la Chiesa a papa Bergoglio(ipse dixit)?

Lino ha detto...

P.S.
Attenti, nei prossimi articoli. I disertori hanno cambiato strategia: il loro blog è praticamente chiuso, stanno venendo tutti qui.
Censurare, censurare, censurare: specialmente @giò, che è simile a una lenzuolata NC di propaganda.

Anonimo ha detto...

sono neocatecumenale con tutte le etichette del caso, finito il cammino ,catechista, molti figli, famiglia in missione. se la gente pensa male di noi è perché esistono persone come te. vergognati giudichi e dai tuoi giudizi si vefe che cuore hai forse non ti è ststo detto di guardare a te come il peggiore. ti serve che qualcuno riconosca buono il nostro cammino? evidentemente ci credi già poco tu, vivi per te stesso e usi il cammino per essere qualcuno. a chi Cristo si è rivolto come ti rivolgi tu? se sei uno che fa e crede nel cammino chiedi perdono a queste persone che hai offeso e ricordati che non puoi portare la risurrezione di Cristo se non ti inginocchi nella mangiatoia del bambino. il figlio di Dio si è umiliato e tu vuoi onori? non sei ne neocatecumenale ne cristiano. pensa alla tua conversione e prega per i nemici. vristo era risorto la pace sia con te

by Tripudio ha detto...

Il caro fratello @gio viene qui a fare la sua professione di papacecchismo sentendosi "consolato".

Eppure dal 2005 ad oggi lui stesso ha disubbidito al comando del Papa.

Benedetto XVI ha proibito gli strafalcioni liturgici del Cammino, ed il fratello @gio tutto "consolato" disubbidirà anche stasera.

Si tratta di disubbidienza al Papa perché le sole opinioni sullo stile del Papa attualmente regnante, non autorizzano ad andare contro un comando scritto (e mai rinnegato) del Papa precedente.

Per questo il caro fratello katartiko viene qui a fare la figura dell'ipocrita.

La verità vi farà liberi. ha detto...

"Se il Papa ha bloccato la Congregazione Ordinaria (Feria IV), se va a celebrare a Porto S. Giorgio (ho saputo ieri che è confermato l'appuntamento nel mese di gennaio) per inviare le famiglie, non importa che parli o no "ex-cathedra", di fatto approva e benedice.
La verità non cambia, ma umanamente non c'è più nulla da fare"


Purtroppo è così e credo ci sia ben poco da fare.
Questo Papa è un grande comunicatore, sicuramente una persona umile ma.....prendiamo atto che alcune scelte e certe dichiarazioni non sembra davvero stiano facendo il bene della Chiesa.
Rimane solo da pregare, il Signore provvederà come ha sempre fatto. I suoi tempi non sono i nostri tempi e di periodi oscuri la Chiesa ne ha attraversati molti, vorrà dire che questo sarà uno dei tanti.

Spiace solo perchè, di questi tempi, avevamo bisogno di tutto tranne che di equivoco, incertezza e confusione.
Sarebbe stato necessario un Papa capace di avvicinare le masse e convertirle con la chiarezza data dalla Verità del risorto non di chi invece giustifica i pensieri di un ateo dicendogli che il suo ideale di bene può essere diverso da quello insegnato dal Risorto.

Scusate lo sfogo ma sono veramente deluso.

Anonimo ha detto...

al primo fratello: non so quanti anni e quali tappe, dovresti far leggere ai tuoi catechisti ciò che hai scritto. Dio è venuto per i malati, tu pensi di essere sano? non ci fainulla nel cammino. sappi che quelli come te hanno le sorti di Giuda quando ha capito che Gesù non trionfava secondo i suoi schemi lo ha tradito e venduto, voleva guadagnarci per non dire che aveva perso tempo a stare dietro uno sconfitto. è molto grave il tuo parlare, non ha lo spirito di Cristo, augurare perdizione e parlare con odio. non ti è stato forse annunciato che Dio ama i peggiori e che tu sei peggio di chi giudichi?? non ti è stato forse insegnato che la nostra lotta non è contro uomini ma contro il demonio? vuoi non avere nemici?vuoi non avere disprezzo? che hai a che fare con Cristo? "no signore non ti accadrà questo" "vade retro satana" dice Gesù a Pietro! sei tu il nemico vero del cammino... parla con i tuoi catecumeni che ti aiutino perché il tuo psrlare ha radici profonde nella tua storia, la paura del rifiuto. che sai tu di queste persone che ci stanno contro? quali sofferenze nella storia?che ne sai dove si sono sentiti traditi i fratelli che sono andati via?

Michela ha detto...

Anonimo ha detto...

sono neocatecumenale con tutte le etichette del caso, finito il cammino ,catechista, molti figli, famiglia in missione. se la gente pensa male di noi è perché esistono persone come te.....


mi chiedo se nel cammino, almeno a livello di catechisti più preparati, vi siete mai accorti che tanti di voi mostrano di non aver ricevuto una formazione cristiana. Molti dei neocat non sembrano proprio cristiani, somigliano ai membri di una setta che sono felici e sorridenti con gli altri adepti, e diventano insopportabili e presuntuosi con tutti gli altri.

Ruben ha detto...

...se la gente pensa male di noi...
---
Toh! E'la prima volta in dodici anni, che sento un Neocatecumenale affermare, che qualcuno possa pensar male di loro!

Federico Ranieri ha detto...

È proprio vero veroquanto affermato nell' ultimo post. Sono stato fidanzato con una ragazza catecumenale per due anni ed il suo atteggiamento era proprio questo...con me, e non solo, sembrava SEMPRE non a suo agio...e il suo sguardo...credo non lo dimenticherò mai: sempre pieno di paura di diffidenza a volte terrorizzato, sembrava fossi il male assoluto!! Mi sto riprendendo grazie a questo blog perché i suoi atteggiamenti, le sue parole verso di me, il suo astio, le sue accuse non avevano senso per me...sono arrivato al punto di sentirmi sbagliato io. Non ho avuto mai delle risposte da lei e cercare di parlarle era impossibile. Qualsiasi cosa era estremamente complicata mai spontanea...anche un sorriso. I primi tempi mi
"riprendeva"perché sorridevo, voleva sapere il perché , pensava che la stessi prendendo in giro. Ho passato due anni davvero snervanti. Spero possiate aprire un thread su questo argomento (già in passato ve ne siete occupati). Se posso dare un contributo posso mandarvi la mia testimonianza. Aldilà di tutti gli abusi liturgici penso che quello psicologico sulle persone sia il peggiore...e ancora peggio è convivere con queste persone non sapendo da dove proviene il loro disagio (io non conoscevo
il CN) perché ogni tuo tentativo di metterti in contatto con loro è inutile.
Vi ringrazio per questo blog è stata la mia salvezza...ripeto se potete aprite un thread sull'argomento. Grazie a tutti.

Federico

Federico Ranieri ha detto...

È proprio vero veroquanto affermato nell' ultimo post. Sono stato fidanzato con una ragazza catecumenale per due anni ed il suo atteggiamento era proprio questo...con me, e non solo, sembrava SEMPRE non a suo agio...e il suo sguardo...credo non lo dimenticherò mai: sempre pieno di paura di diffidenza a volte terrorizzato, sembrava fossi il male assoluto!! Mi sto riprendendo grazie a questo blog perché i suoi atteggiamenti, le sue parole verso di me, il suo astio, le sue accuse non avevano senso per me...sono arrivato al punto di sentirmi sbagliato io. Non ho avuto mai delle risposte da lei e cercare di parlarle era impossibile. Qualsiasi cosa era estremamente complicata mai spontanea...anche un sorriso. I primi tempi mi
"riprendeva"perché sorridevo, voleva sapere il perché , pensava che la stessi prendendo in giro. Ho passato due anni davvero snervanti. Spero possiate aprire un thread su questo argomento (già in passato ve ne siete occupati). Se posso dare un contributo posso mandarvi la mia testimonianza. Aldilà di tutti gli abusi liturgici penso che quello psicologico sulle persone sia il peggiore...e ancora peggio è convivere con queste persone non sapendo da dove proviene il loro disagio (io non conoscevo
il CN) perché ogni tuo tentativo di metterti in contatto con loro è inutile.
Vi ringrazio per questo blog è stata la mia salvezza...ripeto se potete aprite un thread sull'argomento. Grazie a tutti.

Federico

Ruben ha detto...

OT:

A chiunque possa interessare, ho inserito su eMule il seguente volume:

"Padre Enrico Zoffoli, Eresie Del Cnc"

E' scaricabile sia in PDF,ZIP o Kindle.

Anonimo ha detto...

federico

Anonimo ha detto...

Federico...

...scusate il mio ultimo post è scritto in maniera poco corretta, ho usato il cellulare! Sto riscrivendo sul PC...sarò più chiaro!! Grazie!!!

Anonimo ha detto...

Mi chiamo Federico...

...un saluto ai moderatori del blog e a chi vi partecipa in maniera costruttiva, critica, desideroso di avere delle risposte! Quanto affermato nell'ultimo post da Michela è proprio vero!

Vorrei poter condividere con voi la mia esperienza. Scrivo solo ora perchè mi fa "meno" male ricordare e se ne sto uscendo fuori da questa storia è soprattutto merito vostro (e di buoni amici), avevo pensato anche all'aiuto di uno psicologo ma leggendo il vostro blog ho fatto una sorta di auto-analisi e ho trovato da solo quali erano i problemi reali. Mi spiego. Sono stato fidanzato per due anni con una ragazza neocatecumenale (anche la sua famiglia fa parte del cammino, io sono un "semplice" cattolico). Pochi mesi fa la nostra storia si è interrotta, così come nulla fosse, di punto in bianco, come se fossi l'ultimo degli sconosciuti. Non che non ci fossero state delle difficoltà in passato, ma a ciel sereno capirete il mio stupore, la mia angoscia, il mio dolore, i miei dubbi, i sensi di colpa...lei che fino al giorno prima mi diceva di volermi bene, che mi parlava di matrimonio e di figli! E il giorno dopo (letteralmente) stava già con un altro. Ma non è questo il punto. Non è SOLO l'essere stato lasciato che mi ha fatto male, ma il modo, il suo comportamento, l'indifferenza...se ci mettiamo poi tutti i sui "modi di fare" di due anni insieme che ho dovuto sopportare, beh!!!
Lei è sempre stata una ragazza "particolare", con me e non solo, ha avuto sempre atteggiamenti che non riuscivo a capire e comprendere (pur dandole la mia massima comprensione e disponibilità). Pochi giorni dopo che ci siamo lasciati, allo sbando totale, sono arrivato al punto di fare delle ricerche su internet sul "disturbo bipolare e borderline della personalità" e devo dire che rispecchiano in toto i suoi atteggiamenti, ma poi mi sono detto: "facciamo un po' qualche ricerca su questo cammino neocatecumenale!". Ed ho scoperto questo blog (per fortuna!!...stavo malissimo senza avere delle risposte). Mi si è aperto un mondo che non sapevo esistesse e all'improvviso tutte le mie domande i miei interrogativi su di lei, tutti i dubbi si sono come dissolti e rivivendo all'indietro tutta la nostra storia ho dato un senso a tutto...ho ottenuto le risposte che non ho mai ricevuto da lei! Ora l'unica cosa che mi è rimasta è il senso di colpa! Già...per due anni sono stato cieco! Per due anni non ho approfondito cosa realmente fosse il CNC (prima di conoscerla neanche sapevo che esistesse)! Mi sono sempre fidato di quello che faceva, e poi dentro di me mi dicevo: "meglio che va in Chiesa che in discoteca". Se avessi saputo prima forse avrei potuto aiutarla se avesse voluto, avrei potuto capirla di più...questo è il mio senso di colpa, questo è ciò che mi rimane e che mi porto dentro!

...continua...

Anonimo ha detto...

...continua...

Spero possiate aprire un thread sull'argomento (ho visto che in passato lo avete fatto) che possa aiutare ragazzi e ragazze.
Chiedo a queste persone (che non seguono il "cammino") di non sottovalutare ciò che pensa, dice e fa il vostro partner "camminante", come ho fatto io (probabilmente non sono tutti come la mia ex). Purtroppo devo ammetterlo: ho sottovalutato questo suo aspetto. Se vedete delle stranezze cercate di parlare e di stargli/le vicino (purtroppo potrebbe non bastare), ma soprattutto di far parlare LUI o LEI ma mai forzandolo o costringendolo...già avrete tra di voi un muro quasi impenetrabile, sarebbe inutile e deleterio dare un pretesto per alzarci sopra anche una "cortina di ferro". Io non so se la mia ragazza avesse qualche disturbo patologico, di sicuro ha qualche conflitto interno, contrasti non risolti (come tanti di noi dopotutto hanno...pensavo); ma io veramente avevo la sensazione di stare con una persona totalmente avulsa da ogni situazione, da ogni contesto. E tolti quei pochi momenti di "lucidità" che aveva, di felicità che abbiamo passato, la sentivo sempre più distaccata e distante anche da me, nonostante le sue parole, le sue pretese nei miei confronti! Era come stare con due persone differenti!! E' davvero brutto amare una persona e vedere nei suoi occhi "la paura", "la diffidenza" "il terrore" nei suoi occhi neanche fossi il male assoluto...io ho avuto troppo spesso questa sensazione...arrivi al punto di sentirti sbagliato, che le parole che ti dice, il suo astio nei tuoi confronti i suoi scatti d'ira le sue risate di scherno sono fondati...è colpa tua!!! Ma ora so a cosa è dovuto!!! Mi ricordo i primi tempi che mi "rimproverava" perchè sorridevo, mi domandava se la stessi prendendo in giro!! Come se non avesse visto mai qualcuno sorridere, "felice"...come se a lei desse fastidio!!! Ed io che in due anni non ho visto mai LEI farlo, mai un sorriso, mai propositiva, costruttiva, aperta, disponibile, positiva...sempre seria, triste, pensierosa, fredda, distaccata...se ci ripenso ho passato proprio due anni snervanti. Tutto era complicato, niente era naturale e disinvolto...spontaneo!!! Per ora non aggiungo altro...

Ripeto se potete aprire un thread sull'argomento potrò essere più esaustivo!!!

Ringrazio tutti che curano e portano avanti questo blog. Continuate!
Per me è stato veramente utile trovarvi, non esagero se dico che è stata la mia salvezza. Ho passato un'estate d'inferno. Mi sto riprendendo poco a poco!
Spero che il vostro impegno possa essere d'aiuto a tante altre persone, come spero possa esserlo, nel suo piccolo, la mia testimonianza. Sono a vostra disposizione per ulteriori informazioni.

Federico

by Tripudio ha detto...

Rispondo a Finalmente libero:

ogni testimonianza è sempre ben accetta; chiediamo solo di non mettere riferimenti troppo precisi (cognomi, luoghi esatti, ecc.) che potrebbero far risalire alle persone reali (facciamo eccezione solo quando tali riferimenti sono pubblicati sui giornali). Dopotutto anche dei cosiddetti "catechisti" itineranti alla fine hanno deciso di andarsene per essere finalmente liberi.


Rispondo a Federico:
c'è una differenza pazzesca tra il fidanzarsi con qualcuno che sta nel Cammino Neocatecumenale, rispetto a qualcuno che vive una qualsiasi altra esperienza cattolica.

Ne avevamo già parlato (link qui) cercando di far capire ad una ragazza che il suo fidanzatino neocatecumenale avrebbe messo sempre al primo posto la propria "comunità", prima di tutti gli altri affetti.

Anonimo ha detto...

Non capisco il tuo riferimento alla mia persona trippone. Io non vi scrivo più da molti giorni. L'unica ragione del mio scrivere (l'ex) non mi da' più ragioni di intervento; è diventato molto ripetitivo. ..
L' attuale discussione mi angoscia non poco, soprattutto riguardo il mitico Magister. Fino ad ora non ne ha azzeccata una e chi ci dice che stavolta dica la verità?
Katartiko

Luisa ha detto...

La LITURGIA così come è celebrata nel cnc, in disobbedienza al Papa, al Magistero della Chiesa, e perfino a quello statuto ottenuto tramando alle spalle di Benedetto XVI messo davanti al fatto compiuto, frutto della vergognosa disobbedienza di Arguello e del sostegno dei potenti amici del cnc,

la SEGRETEZZA dei testi formativi di quello che è considerato un itinererio di formazione cattolica,
ancora una volta disobbedendo alla Chiesa e a Papa Benedetto che ne aveva domandato, logicamente, la pubblicazione,

gli SCRUTINI, vere e proprie confessioni pubbliche durante le quali l`intimità dello "scrutato" è messa a nudo e data in pasto alla comunità,

la SOTTOMISSIONE dei neocatecumenali ai CATECHISTI considerati ispirati dallo Spirito Santo e consiglieri spirituali, coniugali, onnipotenti e onniscienti,

il CULTO DELLA PERSONALITÀ portato a Kiko Arguello,

la DIVISIONE che il cnc porta nelle parrocchie.

la DECIMA che non figura nello statuto,

l`immensa RICCHEZZA del cnc,

ognuno di questi punti, e altri ancora, è stato oggetto di thread, testimonianze e informazioni, sono veri e propri scandali nella e per la Chiesa, dirlo non è servito a niente a livello della gerarchia della Chiesa che sembra avere altre priorità, ma è stato utile a tutti coloro che venivano a contatto del cnc e non sapevano dove trovare informazionai che non fossero slogan pubblicitari, a chi nel cnc sentiva un malessere ma non poteva ancora definirlo e nominarlo, a chi è uscito dal cnc e ha trovato qui uno spazio per testimoniare e condividere, o anche solo uno spazio di lettura per sentirsi meno soli.
Allora, anche se Papa Bergoglio diventerà un megasupporter del cnc, fidandosi di quel che gli verrà detto dai potenti amici del cnc, quel suo eventuale futuro sostegno non cancellerà la realtà che è stata descritta e continuerà ad essere descritta su questo blog e sul sito.

Lino ha detto...

@ anonimo 12 ottobre, 2013 13:01 ha detto:
"... parla con i tuoi catecumeni che ti aiutino perché il tuo psrlare ha radici profonde nella tua storia, la paura del rifiuto. che sai tu di queste persone che ci stanno contro? quali sofferenze nella storia?"

Sappilo: preferisco quei tuoi fratelli che offendono a te. Magari, essi, parlano di per sé, un po' ancora con la propria lingua. Tu, invece, ti esprimi con un gergo standardizzato.
Io non vi sto contro, mai vado contro le persone, non c'entra né la sofferenza né la storia: io scrivo contro l'opera, mai contro l'autore. Critico l'autore soltanto quando - essendo un personaggio pubblico - si presenta come un tutt'uno con l'opera, con l'opera si confonde.
Rispondi alla questione del Tabernacolo inutile e della Confessione "domani, se vuoi": qui stanno i problemi, non nei poveretti che - qui e altrove - sono stati fagocitati dalla setta della quale propagandi il gergo.

Puro Cammino ha detto...

ANCHE NOI VI SOSTENIAMO
...e vi incoraggiamo a non abbassare il tiro!

https://www.facebook.com/pages/IL-CAMMINO-NEOCATECUMENALE-IL-RITORNO-DELLERESIA-DEGLI-ALBIGESI/118882741475252

elio ha detto...

Mah, a questo punto se veramente le cose stanno come dice magister, se il Papa officerà sul serio una messa con il rito neocatecumenale, nella cittadella nc, se inviera' le famiglie nc in giro per il globo in detta occasione come affermato i disertori, se tutto questo diventa FATTO, inutile girarci attorno, sarebbe un fatto grosso.

Capisco tripudio che afferma di impegnarsi per la verita' fino ad un pronunciamento dogmatico(!) del Pontefice, ma nei fatti un riconoscimento ancorche' implicito della liturgia (blocco feria IV) e poi forse esplicito (cittadella nc), pur non dogmatico, sarebbe ai limiti di quello comunque autentico, che rappresenta comunque un punto intangibile.

Secondo me, sarebbe piu' opportuno andare ad uno scontro chiaro e netto, prima di questi fatti, con una denuncia alla PCS, che non perseverare in una critica documentale, che verrebbe cassata dalle truppe kikiche in maniera trancant con un bel: guarda il Papa, che ne dite?

Anonimo ha detto...

Risposta x Luisa spero che il gestore non mi censuri


La LITURGIA

Non esiste alcuna liturgia del CNC e non si disubbisce affatto al Papa nè quello precedente nè quello attuale,tantomeno al Magistero.La Messa del sabato sera è quella prevista dal Messale di Paolo VI,che tu accusi di essere eretico insieme a Mic,con alcune picolissime concessioni che hanno carattere pastorale,formativo.
Ti prego di dimostra che lo Statuto è stato approvato nel modo in cui dici tu.Diversamente sono solo chiacchiere.

La discpilna arcani c'è sempre stata a partire dal Vangelo.Gesù stesso ha adoperato questa disciplina catechetica.La Messa Tridentina stessa ,che a te tanto piace,prevede l"arcano" che altro non è che un retaggio della diciplina arcani.Vedi che non comprendi nemmeno quello che celebri e non conosci nemmeno la Messa Tridentina.Papa B.XVI non aveva ESPLICITAMENTE chiesto nè disposto nessuna pubblicazione ma solo,per voce di Kiko,che voi chiamate normalmente bugiardo,ha detto che il Papa auspicherebbe la pubblicazione.Non è un ordine del Papa e non lo ha detto nemmeno lui direttamente ma è stato riferito da Kiko che in questo vaso,per voi, è una fonte credibile.

Gli scrutini non sono confessioni pubbliche anche perchè avvengono in privato e sono previsti dall'
OICA.

Luisa sei una ignorate informati.

Pensa alla FSSPX che tra poco sarà riscomunicata!



Anonimo ha detto...

evvai......grande PApa Francesco...

Luisa ha detto...

Sono molto stupita che il moderatore abbia lasciato passare la solita minestra di Pasquale T., alle sue solite menzogne è stato risposto innumerevoli volte, credete veramente che abbia tempo da perdere per ridire quel che molti thread hanno già analizzato?
Chi vuole non ha che da digitare sul motore di ricerca le parole: liturgia, scrutini, direttorio secretato, disobbedienza, arcano, consegna statuto, santino e chi più ne ha più ne metta.

Luisa ha detto...

Comunque, non tanto per quel logorroico e programmato blogger, che mente sapendo di mentire, ma per chi in buona fede vuol conoscere quel che insegna la Chiesa e quel che Benedetto XVI ha ORDINATO ai neocatecumenali ( per iscritto e oralmente):

Sacrosanctum Concilium

http://www.vatican.va/archive/hist_councils/ii_vatican_council/documents/vat-ii_const_19631204_sacrosanctum-concilium_it.html

Ecclesia de Eucharistia

http://www.vatican.va/holy_father/special_features/encyclicals/documents/hf_jp-ii_enc_20030417_ecclesia_eucharistia_it.html

Redemptionis Sacramentum

http://www.vatican.va/roman_curia/congregations/ccdds/documents/rc_con_ccdds_doc_20040423_redemptionis-sacramentum_it.html

Prescrizioni di Benedetto XVI trasmesse dal card. Arinze

http://www.internetica.it/neocatecumenali/lettera-Arinze.htm

Discorso di Benedetto XVI ai neocatecumenali ricevuti in udienza:

http://www.vatican.va/holy_father/benedict_xvi/speeches/2006/january/documents/hf_ben-xvi_spe_20060112_neocatecumenali_it.html

"Proprio per aiutare il Cammino Neocatecumenale a rendere ancor più incisiva la propria azione evangelizzatrice in comunione con tutto il Popolo di Dio, di recente la Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti vi ha impartito a mio nome alcune norme concernenti la Celebrazione eucaristica, dopo il periodo di esperienza che aveva concesso il Servo di Dio Giovanni Paolo II. Sono certo che queste norme, che riprendono quanto è previsto nei libri liturgici approvati dalla Chiesa, saranno da voi attentamente osservate.

Sappiamo come sono andate le cose.
Le fandonie di P.T. non cancelleranno lo scandalo della disobbedienza di Kiko Arguello, dei presbiteri, dei seminaristi e di tutti coloro che hanno obbdeito a Arguello, invece che al Papa.

Lino ha detto...

anonimo ha detto:
"La disciplina arcani c'è sempre stata a partire dal Vangelo.Gesù stesso ha adoperato questa disciplina catechetica"

dal sito cadaverico di Pasqualone:
"Chi fa questo ragionamento non ha capito o non vuole capire cosa è il CN.Non conosce il catecuemnato antico della Chiesa non conosce la diciplina dell'arcano che Gesù stesso ha usato nel Vangelo ci sono tanti esempi.La disciplina arcani è un motodo pastorale catechetico non è un segretare i testi del Direttorio.Lo stesso Gesù iniziò progressivamente gli apostoli.In alcuni casi o stesso Gesù chiedeva agli Apostoli di non riferire quello che avevano ascoltato e visto".


Davvero? Vuoi fare degli esempi, anonimo clone di Baccalà? Al momento, col tuo commento, di arcano ci sei soltanto tu, che nemmeno ti firmi.

Se farai il bravo firmandoti, ti spiegherò il motivo per il quale Gesù chiedeva agli Apostoli di non riferire quello che avevano ascoltato e visto. La qualcosa, generalmente, non accadeva ("E comandò loro di non dirlo a nessuno. Ma più egli lo raccomandava, più essi ne parlavano" Cfr. Mc 7,36-37).

cammino puro ha detto...

errata corrige:

https://www.facebook.com/pages/Neocatecumenale-il-ritorno-delleresia-degli-albigesi-bufala/162818923921325?fref=ts

Anonimo ha detto...

Si per favore denunciateci.....accusateci...inveiteci.....tanto la storia non cambiera direzione.
Volete la data di Porto S.Giorgio?.
Volete sapere cosa ha detto il Papa kiko?.
Volete sapere quali progetti ha il Papa sul cammino?.

MAALOX

Lino ha detto...

"Volete sapere cosa ha detto il Papa kiko?"

Questo blog, quando intervengono i neocat, in fondo è uno spasso. Stasera mi sto divertendo a leggerlo, con mia moglie.

Sì, vogliamo sapere cosa ha detto il papa Kiko :-)

D.B. ha detto...

è da tanto che vi leggo e mi avete aiutato parecchio da quando sono fuori dal cammino (circa 2 anni) ed intervengo per la prima volta colpendomi molto la testimonianza di federico. Premetto subito che ho 25 anni e sono entrato nel cammino a 13 anni forzato dai miei genitori che erano purtroppo entrati per la morte dei miei nonni sia paterni che materni e avevano trovato in esso una valvola di sfogo. Entrato purtroppo anch'io ad un eta in cui non sapevo neanche cosa fosse il cammino, mi sono sia, per il mio carattere che per il fatto di stare in comunità ,isolato dalla vita sociale: gli amici che avevo li ho persi e me ne sono dovuti fare in cammino. A 17 anni ho attraversato per un intero anno una grave depressione che tuttora sto curando. Fatto sta che non ero mai felice di nulla, ero chiuso, non uscivo di casa ed i neocatecumenali di certo non mi hanno aiutato. Il mio desiderio è stato da sempre di sposarmi e vedendo che purtroppo non avevo possibilità fuori dal cammino mi ero rassegnato a sposare una neocatecumenale. A tutti i vari pellegrinaggi a cui partecipavo pensavo di trovare l'anima gemella, ciò non è successo fino all'età di 22 anni in cui sono andato a madrid per la gmg e mi sono innamorato di una ragazza. Ebbene ci sono stato poco con lei ma era isterica, non sorrideva mai, non sapeva cosa voleva dalla vita e improvvisamente mi ha lasciato. Io sono stato male per molto tempo e tuttora qualche volta in cuor mio penso a lei. Tutti i "fratelli" di comunità se ne sono altamente fregati di me e i catekiki al 2°interogatorio di 3°grado dicasi 2°scrutinio mi hanno detto che dovevo andare al centro vocazionale per capire la mia vocazione e chiedevano soldi per dimostrare che non ero attaccato agli idoli(cosa che anche loro sono attaccati benchè dicano no). Al che sono sortito insieme ai mie genitori quando sono veniti a chiedere le famose decime. In tutto questo lungo discorso volevo consigliare a federico di lasciare perdere la sua ex. Tuttora un mio ex fratello comunità con cui ho fatto le superiori insieme solo perchè me ne sono andato non mi saluta quando mi vede anzi si scansa dall'altra parte.Questo è un comportamento cristiano? Secondo me no anzi il vangelo dice di amare i nemici e di fare il bene a coloro che ti odiano.Lui naturalmente si è fidanzato con una del cammino e penso in futuro si sposerà con lei,per mio opinione forzato. Mio padre che è attualmente a letto infermo a causa di un infortunio non hanno osato neanche chiamarlo per chiedergli come stava sapendo che si è fatto male. In conclusione da quando me ne sono sortito ho più tempo anche per i miei hobby e sono molto più contento, ho fatto qualche nuova amicizia e qualche volta esco con un ragazzo che è sortito con me e che faceva parte della mia ex comunità.
A tutti gli amministratori grazie per l'impegno che mettete e spero che ci siano frutti in futuro.
A tutti i neocatecumenali io vorrei seriamente che capiste che molte cose andrebbero cambiate e che dovete obbedire alla chiesa se vi chiede un cambiamento e non dire che il cammino è infallibile. Scusate ma voi nella vostra vita non sbagliate mai? E poi come mai tutte le cose all'interno devono essere fatte nello stesso identico modo? Se fossimo così avreste ragione, ma Dio ci ha creati diversi e addirittura studiando ho saputo che anche i singoli microrganismi facenti parte della stessa specie hanno diverse caratteristiche.

FDF ha detto...

Gli scrutini non sono confessioni pubbliche anche perchè avvengono in privato e sono previsti dall'
OICA.


BUGIARDO:

a) perché gli scrutini che tu chiami "privati" avvengono davanti a una folla di 30 persone e spesso anche molte di più (il mio scrutinio della redditio l'ho fatto davanti a oltre 100 persone di 3 comunità più due equipe all'ascolto a un microfono in una sala conferenze di un albergo)

b) perché gli scrutini del cammino non c'entrano un fico secco con quelli del RICA, che sono
1- diretti da un sacerdote o da un diacono che sono la GUIDA DELLA COMUNITA'
2- autorizzati dal Vescovo
3- si svolgono durante una Messa in modo completamente differente!

c) perché il RICA è pensato per persone NON BATTEZZATE e dura al massimo tre anni, non TRENTA, e il suo fine è il Battesimo e l'ingresso nella comunità cristiana di TUTTI i credenti, ovvero nella PARROCCHIA.

Smettila di mentire, sei un buffone (per usare un termine a te caro).

FDF ha detto...

p.s.:
Un sacerdote RM mio amico, alla mia domanda se per caso si fosse "alzato" per la missione, mi ha risposto che sì, era sua intenzione andare in missione, che aveva dato la sua disponibilità, ma i suoi catechisti gli hanno detto (un po' a forma di battuta) che prima deve formare una comunità nella Parrocchia in cui si trova, altrimenti che ce l'hanno messo a fare là?

Dunque questo clero in fondo a chi serve? Al Papa o a Kiko?

Anonimo ha detto...

Siete capaci solo di insulti di censurare,di dire bugie ma incapaci di un vero confronto.Infatti non volete un vero confronto perchè sapete bene che avreste la peggio.

Comunque Luisa è una povera ignorante il resto dei partecipanti lo stesso.Lo sapete bene che non reggereste ad un vero confonto
sareste ridotti in cenere e per questo censurate.

Siete dei poveri ignoranti tutto qui!

FDF nemmeno sa cosa è l'OICA,stia zitto.quando volete un vero confronto avvisatemi.Ma voi non volete un vero confronto siete in malafede.
Buonanotte.

DG ha detto...

all'anonimo neocatecumenale che dice:

Gli scrutini non sono confessioni pubbliche anche perchè avvengono in privato e sono previsti dall'OICA.

NON sono confessioni pubbliche?
Bugiado!!

Come lo schiameresti l'essere obbligato a sederti da solo in mezzo alla stanza con piu' di 30 persone intorno mentre dei LAICI ti fanno domande intime sfiorando tutte le sfere private della tua vita?
Laici che ti costringono a rispondere a domande del tipo: hai mai tradito tua moglie?
E se la tua risposta è NO ti rimbeccano guardandoti miseramente e chiedendoti: allora ti sei mai masturbato?

E quest' ultima cosa viene chiesta anche a chi non è sposato, a ragazzi e a ragazze giovani, fregandosene se ci sono fratelli di sangue e i propri genitori!

E la domanda sulla masturbazione viene fatta anche ai sacerdoti che fanno il cammino in comunità con la comunità e ai seminaristi e anche alle persone rimaste vedove!

VERGOGNA, si dovrebbero vergognare!

Ti domandano TUTTO e TUTTO deve essere detto davanti a tutti...altro che in PRIVATO!

Il sacerdote anziano della mia equipe dei catechisti non ha mai proferito parola e a volte dormiva durante gli interrogatori!!!!

Si "svegliava" per la benedizione e BASTA!

Ha perfettamente ragione FDF quando dice:
il mio scrutinio della redditio l'ho fatto davanti a oltre 100 persone di 3 comunità più due equipe all'ascolto a un microfono in una sala conferenze di un albergo

Il mio scrutinio della Redditio è avvenuto sia davanti i miei catechisti che davanti a catechisti che non avevo mai visto.

Anche per noi si è svolto in una sala di albergo e in piu' c'erano anche dei catechisti delle comunità piu' giovani della mia parrocchia che erano li' per assistere come si solgeva lo scrutinio.

Insomma abbiamo dovuto confessare i nostri peccati davanti a persone che non avevamo mai visto!


Che si sappia la verità e finitela di dire bugie perchè questo si che è un peccato!

Anonimo ha detto...

Questo siete. disquisite sulle "battute" e gli ex hanno tutti le stesse caratteristiche..
CaroLino lo saprai presto cosa ha detto il Papa a kiko.....ma non voglio toglierti il gusto dell'attesa, per il momento ridi con tua moglie, è l'unica che penso riesca a ridere con uno come te.
Però a pensarci bene sembri il professore universitario del film di verdone...ma a me non mi fai ridere lo stesso, anzi mi metti l'anzia che metteva al figlio e alla cameriera.
Notte.

@gio

LMCR ha detto...

A pesar de que la traducción se pierde un poco del idioma español al italiano, deseara comentar lo siguiente: habiendo sido catecúmena, a buen perseverar, durante 21 años junto a mi esposo, nos tuvimos que retirar dado que dentro de la comunidad nos dábamos cuenta de que muchas cosas que nos transmitían ya no eran propias dentro de la enseñanza de la Iglesia, conocidas a través de nuestros años de vida. Por lo tanto, me gusta mucho la lectura de esta página pues sé, por nuestra experiencia, que la gran mayoría de las cosas que se comentan en esta son experiencias vividas en cualquier parte del mundo. Nosotros somos de Costa Rica y lo podemos atestiguar. Rezo diariamente para que algún día el Espíritu Santo ilumine al Papa, a los Cardenales, obispos y sacerdotes; para que, cayéndose la venda de los ojos, quieran corregir algunas cosas del CN, entre otras la más seria y más maltratante a la espiritualidad cristiana - católica, reconocer que un laico haya inventado una forma de eucaristía personal y la Iglesia la haya asumido como suya (también la de Carolina del Norte). ¿Cómo puede ser que la Iglesia acepte, a través de los Papas, que al finalizar el CN y al ir al peregrinaje de Tierra Santa se obtiene una doctrina completamente nueva y diferente a la que la Madre Iglesia ha enseñado? Aún habiéndose empezado el trayecto catecumenal dentro de nuestra Madre Iglesia, y termina al final dándose dicha doctrina. ¿Cómo puede ser que la interpretación de la Biblia sea cambiada por completo por el líder del CN y que la Iglesia lo acepte? Por ejemplo, el pasaje que habla de que "si al poner tu ofrenda en la mesa recuerdas que hay un hermano que tiene algo contra ti, vete a reconciliarte primero y luego trae tu ofrenda", y esto en Alajuela no se cumple, dado que los catequistas no tienen que humillarse, pese a haber terminado el proceso del catecumenado.
Rezo mucho para que también la virgen de Fátima, a celebrarse este 13 de octubre sucite algún día el que los Papas crean que hay muchas cosas dentro del CN que deben ser corregidas, y que ojalá algún día, en las reformas que se espera que se den se tome en cuenta los criterios de los laicos, para el mejoramiento de nuestra fe y de nuestra Madre Iglesia.

Anonimo ha detto...

Scusate, tanti discorsi tante accuse, ma esprimervi sulla feria |V vi costa troppo ? tripudio, lino, compagnetti di merenda cosa ne pensate, fdf ha parlato, luisa lasciatela perdere vaneggia, ma i pilastri dell'osservatorio astronomico cosa ne pensano ???? su deliziatemi con qualche chicca.

@gio

Anonimo ha detto...

X FDF

Caro gestore se non sei in malafede lascia passare questo messaggio.
Altrimenti sei in mlafede.

Caro FDF


Che gli scrutini avvengano davanti a molte persone non significa che siano confessioni pubbliche questa è una cretinata.Chi presenzia è sempre del CN ed è tenuto alla segretezza.
Siete,come al solito,in malafede,
bugiardi e anche ipocriti.Negli scrutini non si è obbligati a dire i propri peccati.Negli scrutini della Redditio non si elencano peccati probabilmente non conosci questi scrutini o sei in malafede o anche bugiardo perchè non è così.Sia gli scrutini che la Redditio non hanno nulla a che fare con la confessione dei peccati sia pubblica che privata che tra l'altro non è sarebbe nemmeno proibita.Capitemi bene non travisate come al solito,se voglio rendere pubbici i miei peccati liberamente di mia volontà chi può impedirmelo?
Il sacerdote a cui mi confesso è tenuto al segreto della confessione ma se io volessi rivelare i miei peccati potrei farlo liberamente.Con questo non voglio dire che nel CN si faccia questo, la confessione pubblica di peccati nel Cammino non esiste questa è una vera cretinata.

Gli scrutini de CN si ispirano all'
OICA.Ho detto ISPIRA non riproduce esattamente.Gli scrutini del catecumenato non sono identici a quelli del neocatecumenato,
nessuno aveva detto il contrario,ma sono adattati allo status di battezzati dei neocatecumeni.Inoltre la modalità degli scrutini sono contenute nel Direttorio Catechetico che vi ricordo è stato approvato dalla Chiesa,anche se da questo orecchio non volete sentire.

Quindi come disse Alberto Sordi in un film:"Io sono io,voi non siete un cazzo".

Non siete nessuno per mettere in dubbio ciò che la Chiesa ha approvato e malgardo non vogliate accettarlo,la Chiesa ha accettato questo Cammino di fede.Potete continuare a ciarlare per altri dieci anni le vostre rimarrano solo stupidaggini,a verità è quea che vi ho detto.La Chiesa ha approvato
il CN punto.Il resto sono tutte scemenze.Se volete essere figli della Chiesa ubbidite e sottomettetevi ad essa,se volete fare come la FSSPX o come Mic fate pure ma diventate come i protestanti.

Tripudio non censurare se hai il coraggio di confrontarti.

by Tripudio ha detto...

Faccio notare il botta e risposta tra FDF, DG e l'anonimo "Tripudio non censurare" delle 10:55...

FDF: "(il mio scrutinio della redditio l'ho fatto davanti a oltre 100 persone di 3 comunità più due equipe all'ascolto a un microfono in una sala conferenze di un albergo)"

DG: "Il mio scrutinio della Redditio è avvenuto sia davanti i miei catechisti che davanti a catechisti che non avevo mai visto.

Anche per noi si è svolto in una sala di albergo e in piu' c'erano anche dei catechisti delle comunità piu' giovani della mia parrocchia che erano li' per assistere come si solgeva lo scrutinio.

Insomma abbiamo dovuto confessare i nostri peccati davanti a persone che non avevamo mai visto!"



E il fratello neocatecumenale delle 10:55 che dice: "Negli scrutini della Redditio non si elencano peccati probabilmente non conosci questi scrutini o sei in malafede o anche bugiardo perchè non è così."


Riassumendo:
FDF: "ho vissuto XYZ"
DG: "ho vissuto anch'io XYZ"
neocat: "non può esistere XYZ, voi non conoscete XYZ"


Capite la logica neocatecumenale? negare, negare, sempre negare: è lo stesso metodo di Kiko e Carmen, il metodo della menzogna.

Sul secondo scrutinio e sulla cosiddetta "ispirazione all'OICA" (rito iniziazione cristiana degli adulti), consiglio questa pagina.

Lino ha detto...

anonimo ha detto:
"Caro FDF... Che gli scrutini avvengano davanti a molte persone non significa che siano confessioni pubbliche questa è una cretinata.Chi presenzia è sempre del CN ed è tenuto alla segretezza".

Tu, per esprimere un simile concetto, ti sei bevuto il cervello. Era chiaro da tempo, però.

Leggiamo "il modello" (cfr. OR. per il II SCR. BATT., p. 168 e segg.):

"Kiko: Ancora oggi ti riesce difficile capire che cosa, cosa non accetti?
– X.: La catechesi di questa mattina mi ha illuminato molto perché ho visto che era verità il fariseismo che c’è in me. Io pure carico gli altri di pesi che non posso portare, filtro il moscerino ed ingoio il cammello. Sono un fariseo che si sforza nel compiere la legge e mi ribello di fronte alla mia impotenza. Benché abbia esperimentato la gratuità non la posso accettare perché non è sparito da me il moralismo. Pure ho scoperto che esigo da Dio che mi faccia cristiano
come se io avessi qualche diritto. Ho scoperto pure che non posso pregare quando voglio e questo mi ha fatto ribellare molte volte. Sono un superbo che deve sedersi tutti i giorni nel trono di Dio. In definitiva passo il giorno esigendo da Dio che mi cambi perché la croce mi scandalizza. Solamente quando son potuto entrare nel tempo di
Dio – e questo è successo poco tempo fa, allo Shemà – ho visto quanto sia ridicolo tutto questo; cioè che io ho problemi che ingrandisco, che mi distruggono e mi ammazzano. Che sono un comodo e un pigro.
Cerco una vita che non è quella che Dio mi pone davanti...
"

Dunque, come la chiami questa? E se questo è solo un esempio di "dialogo di scrutinio" diffuso su carta, si riescono a immaginare le degenerazioni?

by Tripudio ha detto...

Invito a leggere un articolo di puntualizzazioni sull'OICA/RICA (e sui trucchetti retorici dei neocatecumenali).

Ricordo a tutti che i caratteri in blu indicano sempre un link "cliccabile".

umberto ha detto...

la comunità neocatecumenale è un movimento subdolo e non della chiesa....sono arrivato fino allo shemà...mia madre ci è dentro da 20anni....ha disturbi psichici ed è affetta da bipolarismo...da quando nella nostra vita è entrata la comunita...la famiglia si è distrutta....e si è distrutta la psiche fragile di mia madre....ti fanno il lavaggio del cervello...e grazie a dio ho avuto la prontezza di allontanarmi...la decima,fuori è solo peccato,matrimoni all'interno solo tra "fratelli"...ho visto ragazze 18enni sposarsi con 35enni...e sfornare figli come se fossero conigli.....i catechisti....catechisti? Non hanno nessuna laurea in teologia ne fondamenti! Come possono essere chiamati catechisti??? Con 4-5figli...tutti vestiti griffati...con il solo stipendio da operaio del padre...ma come mai?? Provvidenza di dio? O provvidenza dei fratelli "drogati dal cammino" che davano soldi soldi soldi,oggetti di valore ecc...? Purtroppo credo che non aboliranno mai questo cammino...sono troppi i fedeli in gioco...e la chiesa non puo permettersi di perdere una buona fetta di torta.....mia madre intanto soffre...e non se ne rende conto...è malata mentale...e non ci sono cure...e non si vuole far curare...e io e le mie sorelle non sappiamo cosa altro fare...è tutto piu grande di noi....e ho solo 25anni....non è giusto...

Lino ha detto...

P.S.
Spieghiamolo meglio (per l'anonimo, naturalmente).
Dunque, il signor X, scrutinato dal laico signor Kiko nel direttorio catechetico NC, in presenza della comunità, afferma:
1) di essere un fariseo
2) di provare Dio
3) di essere un superbo
4) di essere scandalizzato dalla Croce
5) di essere un accidioso

Vuoi, anonimo (ma non troppo), per favore, riferirmi come si chiama, questa, nel cattolicesimo?

by Tripudio ha detto...

Rispondo al solito @gio che fa lo gnorri.

Sulla "Feria IV" fu Kiko stesso, preoccupatissimo, a mandare a tutte le comunità neocat il 17 dicembre 2012 una lettera in cui chiedeva urgentemente preghiera e parlava di un "dialogo" (sic!) con i dicasteri vaticani, rinviato ai primi di gennaio.

Per loro gran fortuna, Benedetto XVI ha abdicato, e il procedimento è stato insabbiato.

Ma gli abusi liturgici rimangono.


Rispondo poi a LMCR:

«¿Cómo puede ser que la Iglesia acepte, a través de los Papas, que al finalizar el CN y al ir al peregrinaje de Tierra Santa se obtiene una doctrina completamente nueva y diferente a la que la Madre Iglesia ha enseñado?»

La santa Chiesa è stata fondata da Gesù Cristo.

Sono gli «uomini di Chiesa», peccatori, a rovinarla.

Quando sui giornali leggiamo che il Cammino sarebbe "approvato", stiamo parlando della volontà di Cristo, oppure della volontà dei peccatori?

Quando il Cammino fa abusi liturgici, oppressione dei fratelli, diffusione di dottrine ambigue o eretiche... sta facendo la volontà di Cristo, oppure la volontà del demonio?

Insomma, facciamo attenzione a distinguere bene due cose:

- le "approvazioni" umane (link: Esa extraña misa que el papa no quiere)

- la vera essenza della Chiesa (proseguire l'opera del suo Divino Fondatore).

p.s.: consiglio il blog (in lingua spagnola) cruxsancta.blogspot.com


Prima di morire nel 1968, san Pio da Pietrelcina aveva già un giudizio su Kiko e Carmen (che ancora non si erano installati a Roma in Italia).

Padre Pio definì Kiko e Carmen: «i nuovi falsi profeti».

45 anni di ingiustizie neocatecumenali, abusi, oppressioni, menzogne, ambiguità ed eresie, hanno confermato il giudizio di padre Pio.

La verità vi farà liberi. ha detto...

"Io sono io,voi non siete un cazzo".

Bene! Finalmente un Neocatecumenale che conosce perfettamente l'umiltà, l'amore per i nemici, il perdono e la misericordia. Evidentemente studiati in una Comunita del CNC, visti i risultati.

Su questa frase ci si potrebbe aprire un argomento.

Lino ha detto...

La verità vi farà liberi. ha detto...
" - Io sono io, voi non siete un c.... -
Su questa frase ci si potrebbe aprire un argomento
"

E' giusto, comincio io:
discussione

Stefano78 ha detto...

Sono completamente d'accordo con gli interventi di "La verità vi farà liberi".
La cifra del dramma assoluto che sta vivendo la Chiesa Cattolica è data dalla immensa, inimmaginabile, confusione e disorientamento che stiamo vivendo a partire dal Trono più alto. Davvero, per quanto sia gravissimo, il problema del CnC diventa la parte di un problema generale incredibilmente più grave e più tragico! Il che è tutto dire...

Stefano78 ha detto...

...e la "soluzione", che potrà venire solo dall'alto, non potrà che contemplare il ritorno alla SANA TRADIZIONE Cattolica! Questa sarà la "soluzione" ad OGNI problema, compreso quello del CnC. E' per la Tradizione Cattolica che dobbiamo "lottare". E per essa soffrire.

FDF ha detto...

@Anonimo Pasqualiforme

Se per pubblico intendi "radiodiffusione" è evidente che non è pubblico. Nel mio pianeta, privato significa "me e qualche altra persona a cui io voglia parlare", il che include ad esempio il Sacerdote nella Confessione Sacramentale.
Nel tuo pianeta, forse vivi su Urano, si può dire che parlare in presenza di 100 persone sia una questione privata.
Contento te.
La Chiesa comunque ha sempre raccomandato prudenza massima; sebbene nessuno ti impedisca di parlare dei tuoi peccati più intimi in pubblico, non significa che sia una cosa sana, giusta da fare. C'è un buon motivo se la Chiesa ha deciso in questo modo e vincola i Sacerdoti al segreto in modo così severo che il rivelare quello che si è ascoltato in Confessione comporta pene spaventose (oltre che doversi poi sottoporre al giudizio di Dio).
In linea di principio potrebbe anche essere giusto superare degli scrutini, ma dovrebbero esserci regole severissime e una preparazione approfondita dei catechisti, anche psicologica oltre che teologica e morale.
Questo vale anche per i catechisti della Prima Comunione per quanto mi riguarda, figuriamoci per un percorso di fede che entra nei recessi più nascosti della vita di una persona.
Ma l'aspetto che proprio è inaccettabile è la costrizione che è quella che anima sempre il cammino in ogni aspetto.
Se ci sono delle cose di cui non voglio parlare ho solo due scelte:
- o le nascondo volutamente sorvolando il problema (ipocrisia e falsità)
- o mi rifiuto di parlarne e lo dichiaro (cioè non supero il passaggio)

Ne viene fuori che tutti più o meno si devono sottoporre allo scrutinio, punto e basta. Dov'è la libertà se ti trovi sotto la minaccia di essere cacciato dalla comunità?
Guarda la differenza con la Chiesa Cattolica: nessuno ti obbliga a Confessarti! non ti sembra incredibile? La Chiesa, sulle orme di Cristo, ammonisce, ma non obbliga, la Chiesa, Dio Padre, vuole che tu liberamente ti "consegni" al Sacerdote che impersona Cristo, per farti curare. Ti avvisa, si, ma non ti obbliga, non ha sanzioni pronte per te.
Invece nel cammino è proprio così: o fai come ti diciamo noi oppure vai fuori.
E questo atteggiamento è preciso frutto dell'aspetto comunitario: tutti devono fare le stesse cose nello stesso modo, altrimenti se uno si oppone, poi ne viene un altro e un altro ancora, dopodiché nessuno vorrà più fare nessuno scrutinio.
Sei stai lì ci devi stare alle loro regole, anche nelle cose più stupide (tipo il modo di mettere la tovaglia sulla mensa), il che è proprio tipico delle sette (ossessione per regole e regolette) e del fissismo clericale che tanto criticate.
Nel cammino esiste sempre un solo modo per fare le cose, per comportarsi, per rispondere, per pregare, per parlare, per andare avanti nel cammino stesso, per addobbare le sale, per fare catechesi, per rispondere agli scrutinati. E' tutto programmato caro PT, non c'è la libertà che invece Dio concede a chiunque, non esiste estro e si annulla la libera volontà.
Un mio amico ha chiesto ai catechisti perfino il permesso di battezzare il bambino prima della Veglia di Pasqua.
A te sembra normale? A me pare follia.

DG ha detto...

@gio'
tu dici:
gli ex hanno tutti le stesse caratteristiche..

Ma non ti domandi il perchè?
O forse lo sai ma ti è scomodo ammetterlo?

Le "stesse caratteristiche" degli ex sono le stesse caratteristice dei non ex.

E questo perchè quello che si vive nel cammino neocatecumenale è la stessa cosa per tutti, vuoi che si viva a Milano o a Venezia o a Roma o a Salerno.

Vuoi che si viva in italia o in costa rica o in spagna.

Tutti i fratelli NC dicono le stesse cose perchè vivono le stesse cose.
IL cammino neocatecumenale crea le comunità come se fossero forgiate con uno stesso e unico stampo, ad immagine dei deliri di KIKO.

E tutti sono obbligati a viverle nello stesso identico modo.

Nelle comunità NC cambiano i catechisti ma non cambiano le parole che usano, cambiano i luoghi dove i fratelli NC vivono ma non camiano le modalità delle tappe degli scrutini, cambia l'idioma ma non cambiano le domande sul "questionari", cambia il fuso orario e quindi i giorni ma non cambiano le catechesi di inizio corso

Ora capisci il perchè si ripetono all'infinito gli stessi percorsi, le stesse esperienze e, di conseguenza gli stessi dolori?

Luisa ha detto...

"Luisa vaneggia" dice l`amabile gio, "Luisa è un`ignorante" dice Pasqualino, e perchè vaneggerei, in che cosa sarei ignorante dal momento che non ho fatto che citare il Magistero della Chiesa e le parole che vi ha rivolto Benedetto XVI?
So che per voi contano come il due di picche, che per voi, e su di voi, la sola parola che abbia autorità è quella di Arguello, ma oggi son generosa, vi rimetto il mio commento:

"...per chi in buona fede vuol conoscere quel che insegna la Chiesa e quel che Benedetto XVI ha ORDINATO ai neocatecumenali ( per iscritto e oralmente):

- Sacrosanctum Concilium

http://www.vatican.va/archive/hist_councils/ii_vatican_council/documents/vat-ii_const_19631204_sacrosanctum-concilium_it.html

- Ecclesia de Eucharistia

http://www.vatican.va/holy_father/special_features/encyclicals/documents/hf_jp-ii_enc_20030417_ecclesia_eucharistia_it.html

-Redemptionis Sacramentum

http://www.vatican.va/roman_curia/congregations/ccdds/documents/rc_con_ccdds_doc_20040423_redemptionis-sacramentum_it.html

- Prescrizioni di Benedetto XVI trasmesse dal card. Arinze

http://www.internetica.it/neocatecumenali/lettera-Arinze.htm

- Discorso di Benedetto XVI ai neocatecumenali ricevuti in udienza

http://www.vatican.va/holy_father/benedict_xvi/speeches/2006/january/documents/hf_ben-xvi_spe_20060112_neocatecumenali_it.html

"Proprio per aiutare il Cammino Neocatecumenale a rendere ancor più incisiva la propria azione evangelizzatrice in comunione con tutto il Popolo di Dio, di recente la Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti vi ha impartito a mio nome alcune norme concernenti la Celebrazione eucaristica, dopo il periodo di esperienza che aveva concesso il Servo di Dio Giovanni Paolo II.
Sono certo che queste norme, che riprendono quanto è previsto nei libri liturgici approvati dalla Chiesa, saranno da voi attentamente osservate.

Sappiamo come sono andate le cose.
Le fandonie e gli insulti di P.T. e dei suoi fratelli e-o sorelle di cammino non cancelleranno lo scandalo della disobbedienza di Kiko Arguello, dei presbiteri, dei seminaristi e di tutti coloro che hanno obbedito a Arguello, invece che al Papa.

elena ha detto...

"Quando noi cristiani siamo chiusi nel nostro gruppo,nel nostro movimento, nella nostra parrocchia, nel nostro ambiente, rimaniamo chiusi, e ci succede quello che accade a tutto quello che è chiuso. quando una stanza è chiusa incomincia l'odore dell'umidità. E se una persona è chiusa in quella stanza si ammala!" Papa Francesco nel discorso ai catechisti 27 settembre 2013

DG ha detto...

@gio' che in malafede dice:

Chi presenzia è sempre del CN ed è tenuto alla segretezza

Per il chi presenzia cosa intendi?

Chi partecipa (i fratelli tutti della comunità o come in alcuni casi succede, due o tre comunità riunite di cui non si conoscono i componenti, piu' i catechisti venuti ad assistere (con tanto di registratore) per "imparare"?

O intendi il Presbitero della comunità che non prende parte allo scrutinio se non per fare al benedizione finale?

Inoltre tu sai benissimo che le cose dette nel secondo scrutinio o durante gli scrutini della redditio o nelle preparazioni a casa (per non parlare dei famosi "garanti") vengono riportate eccome!

Specialmente se i poveri malcapitati fratelli dopo decidono di uscire dal CNC.

Ricordo che quando ero dentro mi è capitato che non avendo partecipato ad una serata dello scrutinio mi sono state riferite le cose che alcuni fratelli avevano "partecipato spontaneamente" ai catechisti e ai fratelli; compreso l'esperienza di un marito che aveva per lungo tempo tradito la moglie andando con prostitute . il tutto detto davanti la moglie e i figli grandi che erano della stessa comunità.

All'uscita di comunità di un fratello, con la sua famiglia, per mesi è stato raccontato anche a fratelli di altre comunità il perchè questo fratello aveva deciso di uscire, compresi i suoi peccati a giustificazione della cattiva scelta di allontanarsi dal CNC di questo fratello.

dici inoltre:
"ma se io volessi rivelare i miei peccati potrei farlo liberamente.Con questo non voglio dire che nel CN si faccia questo, la confessione pubblica di peccati nel Cammino non esiste questa è una vera cretinata.

La cretinata ora la dici tu perchè sei in malafede.

Infatti tu sai benissimo che se un fratello non parla, cioè se non elenca i suoi peccati al momento degli scrutini sarà automaticamente allontanato dalla comunità o la comunità sarà fermata per colpa sua.

Questo lo sai bene ma non vuoi ammetterlo perchè rientra nel tuo essere sottomesso alle "regole" del CNC.

Obbedire senza discussione, altrimenti... F U O R I !

E FUORI vuole dire: solitudine, messa al bando, non essere piu' parte di un gruppo e sopratutto ricominciare ... difficile questa ultima cosa perchè ci vuole coraggio e molta molta Fede in Dio.
Mettere solo Il Signore al primo posto (e non kiko aurguello)è quasi impossibile per un neocatecumenale.

su
"Io sono io,voi non siete un ca..o"

Essendo per mia fortuna uscito dal cammino neocatecumenale (cosi' dicente "Un'itinerario di formazione cristiana post-battesimale")e percependo la la gravità di questa tua espressione, felicemente me ne dissocio.

Te la lascio tutta visto che sicuramente sarai e ti sentirai un bravo neocatecumenale, magari anche catechista, nel pronunciarla

Buon pro ti faccia se è questo il percorso giusto secondo te per raggiungere una "formazione cristiana"

Sebastian ha detto...

@D.B.

è da tanto che vi leggo e mi avete aiutato parecchio da quando sono fuori dal cammino (circa 2 anni) ed intervengo per la prima volta colpendomi molto la testimonianza di federico. Premetto subito che ho 25 anni e sono entrato nel cammino a 13 anni forzato dai miei genitori che erano purtroppo entrati per la morte dei miei nonni sia paterni che materni e avevano trovato in esso una valvola di sfogo. Entrato purtroppo anch'io ad un eta in cui non sapevo neanche cosa fosse il cammino, mi sono sia, per il mio carattere che per il fatto di stare in comunità ,isolato dalla vita sociale: gli amici che avevo li ho persi e me ne sono dovuti fare in cammino. A 17 anni ho attraversato per un intero anno una grave depressione che tuttora sto curando. Fatto sta che non ero mai felice di nulla, ero chiuso, non uscivo di casa ed i neocatecumenali di certo non mi hanno aiutato.
[...]


Anche io ho 25 anni e sono stato in cammino per 11.
In queste tue parole mi rispecchio pienamente. Forse non sono andato in depressione clinica, ma comunque ero sempre triste e insoddisfatto, come in attesa che accadesse qualcosa nella mia vita. Non frequentavo persone al di fuori della comunità. Ho abbandonato tutti gli amici esterni, e i miei hobby... Perché tutto era vano, l'unica cosa importante era la comunità!
Fortunatamente, gli amici che mi sono fatto in comunità non mi hanno del tutto rinnegato, specialmente quelli meno fondamentalisti. Qualcuno è chiaramente più distante, e ovviamente non posso dire come la penso sul CN, altrimenti perderei del tutto la loro amicizia. Altri sono completamente fagocitati dal cammino, e quindi comunque la comunità è sempre al primo posto, e la loro presenza nelle grandi occasioni della mia vita non è più scontata, specialmente se si sovrappongono a eventi del cammino (convivenze, scrutini, etc.).

Sebastian ha detto...

@umberto
la comunità neocatecumenale è un movimento subdolo e non della chiesa....sono arrivato fino allo shemà...mia madre ci è dentro da 20anni....ha disturbi psichici ed è affetta da bipolarismo...da quando nella nostra vita è entrata la comunita...la famiglia si è distrutta....e si è distrutta la psiche fragile di mia madre....ti fanno il lavaggio del cervello...e grazie a dio ho avuto la prontezza di allontanarmi...la decima,fuori è solo peccato,matrimoni all'interno solo tra "fratelli"...ho visto ragazze 18enni sposarsi con 35enni...e sfornare figli come se fossero conigli.....i catechisti....catechisti? Non hanno nessuna laurea in teologia ne fondamenti! Come possono essere chiamati catechisti??? Con 4-5figli...tutti vestiti griffati...con il solo stipendio da operaio del padre...ma come mai?? Provvidenza di dio? O provvidenza dei fratelli "drogati dal cammino" che davano soldi soldi soldi,oggetti di valore ecc...? Purtroppo credo che non aboliranno mai questo cammino...sono troppi i fedeli in gioco...e la chiesa non puo permettersi di perdere una buona fetta di torta.....mia madre intanto soffre...e non se ne rende conto...è malata mentale...e non ci sono cure...e non si vuole far curare...e io e le mie sorelle non sappiamo cosa altro fare...è tutto piu grande di noi....e ho solo 25anni....non è giusto...

Anche in questa tua testimonianza mi ritrovo.
I miei sono stati in comunità per 25 anni, ma ne sono usciti qualche anno prima di me. Sono usciti perché non sopportavano più le persone della comunità, ma loro continuano a credere nella bontà del CN e in Kiko. Non hanno capito che è una situazione generale del CN, e non solo della loro comunità. E non si rendono conto del male che il CN ha fatto loro. Il loro matrimonio (che a detta loro è stato salvato dal CN, per mano dei catechisti) è in forte crisi. Mia madre è depressa, non si cura, dice sempre che vuole morire, odia tutto e tutti (marito, figli e mondo), non ha interesse a conoscere le proprie nipotine. E mio padre non lo capisce, non VUOLE capire che tutto questo male è dovuto al CN, e che mia madre va curata.
I miei sono entrati in CN appena sposati, e su di esso hanno posto le fondamenta della nostra famiglia. Ora che l'opera è completa, si vede come è stata tirata su tutta storta. Io continuo ad affidarmi a Dio, perché non posso fare altro. Ma sono alquanto sconsolato. Per fortuna da quando sono uscito dalla comunità, ho ritrovato un po' di amor proprio e di sicurezza in me stesso, e al di là degli affetti le cose mi vanno bene. Spero solo che la mia vita possa prendere una buona piega...

Anonimo ha detto...

Dice gio:
CaroLino lo saprai presto cosa ha detto il Papa a kiko....
Caro fratello, il termine CaroLino è mio. Per rivolgerti a lui in questo modo devi chiedere la mia autorizzazione. Vedo che ti accalori tanto per portare avanti i tuoi discorsi; lascia perdere. In ogni caso non permetterti di offendere Lino, lui è solo MIO.
Katartiko
P. S.
Rinnovo ancora la mia preoccupazione per quello che ha scritto Magister. Non ne ha mai indovinata una e non è detto che stavolta dica il vero. Lo preferisco quando annuncia avvenimenti negativi per il Cammino, almeno so che non si avvereranno mai. .....

Sebastian ha detto...

Dopo l'Eucaristia, ieri un sacerdote neocat mi ha bonariamente bacchettato per non essere andato in comunità (ero andato davanti la parrocchia dopo la loro celebrazione per vedermi con degli amici).
Non ricordo come, io me ne sono uscito dicendo che è il sacerdote che celebra, e non la comunità. Al che lui mi risponde saccentemente che non so nemmeno le basi: "è la comunità cristiana che celebra, il presbitero presiede!".
Andiamo bene...

Luisa ha detto...

Insisto sulla Liturgia perchè la Chiesa mi ha insegnato che la Liturgia è fonte e culmine della vita di Fede della, e nella, Chiesa, perchè la Chiesa mi ha insegnato che LEX ORANDI, LEX CREDENDI, fino a prova del contrario il Magistero dell`Eucaristia non è stato annullato.

Ma è anche vero che quel che colpisce, e ne sono stata testimone, sono i danni causati alla psiche di chi ha fatto un lungo soggiorno nel cnc da quel terribile e terrificante svuotamento dei falsi concetti di sé e di Dio previsto dallo statuto e condotto a forza di pressioni psicologiche, martellamenti, manipolazioni, suggestioni, colpevolizzazioni e intrusioni nella vita intima, con il diavolo come strumento di schiavizzazione della coscienza.
Persone svuotate e riprogrammate, persone convinte che sono e saranno aempre schiave del demonio perchè il demonio vince sempre (Arguello dixit),
persone che pensano, sentono e agiscono in funzione del "cammino" diventato il centro della loro vita e la loro priorità,
persone che mettono le chiavi della loro vita in mano ai catechisti ai quali sono sottomessi,
il risultato lo vediamo negli interventi dei più fanatici kikos.
Per chi esce dal "cammino" comincia un altro cammino, quello del ricupero della loro dignità e libertà di figlio e figli di Dio, che si sa amato da Dio.

La verità vi farà liberi. ha detto...

"Sebastian ha detto.....

catechisti....catechisti? Non hanno nessuna laurea in teologia ne fondamenti! Come possono essere chiamati catechisti??? Con 4-5figli...tutti vestiti griffati...con il solo stipendio da operaio del padre...ma come mai?? Provvidenza di dio? O provvidenza dei fratelli "drogati dal cammino" che davano soldi soldi soldi,oggetti di valore ecc...?"


Di questo sono "testimone oculare": la I° comunità della mia Parrocchia ha "catechizzato" in una Chiesa adiacente...beh, non ci crederete ma il tenore di vita dei catechisti (tutti e 6) dopo un paio d'anni dalla formazione della nuova comunità si è innalzato improvvisamente e vistosamente.

Il caso limite è una famiglia che vive (tuttora) in 7 con uno stipendio da impiegato e che, improvvisamente, riesce a cambiare l'auto familiare, comprare la seconda vettura per la moglie, portare i figli tutti a scuola privata dalle suoree fare le vacanze due volte l'anno.
Pensare che, prima di diventare catechisti, passavano alla Caritas della Parrocchia per prendere il pacco con gli alimenti quasi tutte le settimane!
Anche le altre due coppie fanno la bella vita, comunque.

Miracoli del CNC...ci credo che poi non mollano più la sedia, sembrano i nostri politici!

DG ha detto...

@luisa
le tue parole mi colpiscono e mi confortano.

Si, è giusto quello che dici: il cammino è lungo e fatto anche di ricadute, di dubbi di sconforto.

Siamo stati abituati, noi neocatecumenali, a vivere tutto con superficiale emotività; un'emotività malata fatta di grandi risate forzate per una battuta del catechista o per un suo sorriso, fatta di pacche sulle spalle oppure di grandi pianti e tristezze quando, durante una convivenza o uno scrutinio, il coinvolgimento emotivo è cosi' grande da rimanere svuotati una volta rientrati a casa casa.

Ricordo che quando miei figli erano piccoli e ritornavamo a casa dopo le lunghe convivenze, non ce la facevamo nemmeno a preparare una cena decente e questo non era dovuto ala stanchezza ma allo svuotamento interiore.

Tante volte gli abbiamo preparato una cena con latte e biscotti e mandati a letto subito.

E noi rimanevamo svuotati e non vedevamo l'ora di andare a letto e magari di andare il martedi dopo in comunità per ritrovare un poco di atmosfera "festiva" fatta di abbracci e baci della pace e... balletti del sabato sera.

Il fatto è che si parla molto di famiglia e di matrimoni salvati dal cammino ma non si parla mai della vuotezza di questi matrimoni.
La vita di coppia è secondaria e viene relegata solamente al "dopo impegni della comunità" e credetemi dopo tanti anni di cammino non c'è piu' una serata libera o se ne rimane una non c'è ne' tempo ne' voglia (per disabitudine) di parlare di altro che nos sia comunità.

Anche i comuni problemi con i figli, per esempio la scuola lo sport passano in ultimo piano.
Se ci sono si riportano ai catechisti che ti diranno come comportarti per affrontarli, ma comunque mettendo sempre la comunità al primo posto.

Quello sulle amicizie dei figli delle comunità è un discorso lungo che andrebbe affrontato seriamente.

Ma lo sapete che nelle comunità "vecchie" quando i figli crescono i genitori parteggiano per i fidanzamenti tra i vari ragazzi?

Ragazzi che sono nati e cresciuti nella comunità e che si conoscono fin dai primi giorni di vita.

Poi ci sono le esclusioni o il parlare a bocca stretta di quella o quell'altra ragazza o ragazzo che proprio non è nocatecumenale come dovrebbe magari perchè quanche volta non partecipa all'eucarestia e esce con gli amici (e a Messa ci va la domenica... grande scandalo)

Ci sono le pacche sulle spalle a quei genitori che non riescono a raddrizzare i propri figli solo perchè non esntrano in comunità o non ci entrano subito a 13/14 anni.

Sapeste quanti ragazzi si sono persi NON perchè non entrano in comunità ma perchè ci sono entrati a FORZA?!

Quanti si sono sposati una sorella o un fratello di comunità e ora sono in rotta o separati.
Ma di questo non si parla perchè kiko non dice i numeri...

Intanto in cina ci sono ragazze che sono li' senza uno scopo, senza un lavoro, senza un fine.
E quando torneranno perchè finisce il loro visto dovranno aspettare che Kiko le rimandi ancora in Cina o in un altro posto.

Oramai sono carne da macello e non si possono tirare indietro.

Ma perchè nessun neocatecumenale ne parla?

Sono ignorate perchè oramai sono li' e non si deve sapere che fanno e non si possono tenere i contatti e loro non possono parlare con nessuno. raramente possono telefonare ai propri genitri e ai responsabili(messi sullo stesso piano della famiglia) solo perchè, dicono i catechisti e kiko, potrebbe essere pericoloso.

Ma cosa pericoloso se sono andate ad evangelizzare i vescovi lo sapranno bene no?
Saranno andate in Diocesi dove i Vescovi le hanno chiamate oppure no?
Nessuno deve sapere nulla perchè sono in incognito .. perchè potrebbero essere considerate spie?

E tutti i ragazzi universitari che vanno a studiare in Cina come sono considerati allora?
E' che le ragazze "cefale" non avendo uno scopo materialmente dimostrabile (studi universitari, lavori ecc) non possono giustificare la loro presenza li'...

by Tripudio ha detto...

Al neocatecumenale "anonimo" che prima insulta e poi conclude con "censuratemi pure...":

ti abbiamo accontentato.

Infatti qui sopra c'è scritto che i commenti totalmente anonimi vengono cestinati (anche se talvolta facciamo qualche eccezione, ti preghiamo di non illuderti che qui ci sia tanto spazio per gli insulti anonimi).

FDF ha detto...

p.s.

ai nc vorrei dire anche un'altra cosa sugli scrutini e sul motivo per cui è male essere troppo specifici.
I propri peccati (presenti e passati) molto raramente coinvolgono solo se stessi. Spesso anche altre persone (parenti, amici, mogli, mariti, figli) ne sono colpite, o sono coinvolte e non si parla solo di peccati ma anche magari di problemi o malattie gravi che magari imbarazzano.
Immaginiamo di essere allo scrutinio di cui sopra (redditio, 100 persone, albergo, sconosciuti in platea).
Un marito racconta a tutti di aver tradito la moglie e di come poi magari Dio ha salvato quella coppia in crisi.
Sembra tutto bello ma c'è un particolare: come si sentirà la moglie seduta in platea, mentre nella mente di tutti i presenti da lì in poi si infilerà il pensiero "a quella il marito le ha messo le corna" ogni volta che la vedranno? O il figlio che si droga, o gioca, e tutti sapranno che quei genitori hanno il figlio drogato o ludopatico. E così via. Dov'è il vantaggio in questo? Cosa c'è da guadagnare? in che si cammina verso la Salvezza?
A me è successo varie volte. Quei pensieri ti condizionano nel rapporto con gli altri.
C'è una carissima ragazza nostra amica che davanti a tutti rivelò di avere abortito. Il peccato lo aveva confessato già dal Sacerdote, ma ovviamente ancora soffriva enormemente per il fatto. Fin qui tutto ok, diciamo, ma ora il problema è che ogni volta che la vedo penso "lei ha abortito" e non posso farci niente, la mente ci va da sola. Ma a che mi serviva saperlo?? Lo sapevo anche prima che Dio perdona il peccato che sia confessato di cuore. A che mi serviva sapere che la tale persona con nome e cognome ha vissuto questa esperienza?
L'esperienza serve sicuramente ad altri che ne hanno bisogno e vivono situazioni simili, ma nella comunità, nel chiuso della saletta a che serve? Perché i colloqui non possono essere una normalissima direzione spirituale, anche con i catechisti e il sacerdote, a tu per tu, singolarmente... Il vaglio si farebbe lo stesso, ma con molti meno problemi. E se poi qualcuno si sente, spontaneamente di raccontare il proprio vissuto... beh può farlo. Ma perché costringere le persone a cacciare le cose più dolorose davanti a tutti?
Chiederei a chi è catechista di aiutarmi a capire

Lino ha detto...

@gio
e, p.c., al caro Katartiko

Per la verità, non mi sono mai interessato (né m'interesserò) di quello che dice un Papa a Kiko. Quando lo metterà per iscritto in un'enciclica magistrale - "Rerum kikorum", suggerisco come titolo - dedicherò tutta la mia attenzione.

Fino a oggi, mi sono interessato di "cosettine" (mai affrontate prima) di livello più basso: l'icona eretica con Cristo già risorto nel contesto della cena giovannea, il rapporto tra questo dipinto e l'eresia neocatecumenale della transfinalizzazione con Gesù che "passa", l'icona con l'occhio nel cuore di René Guénon e con altri simboli massonici, l'idiozia del fango/peccato, la confessione "domani, se vuoi", etc. etc.. Tutte "cosettine" che stanno girando.
Ah, dimenticavo: mi sono interessato anche della esilarante esegesi kikiana del sicomoro. E garantisco che a ridere sono stati in molti, non solo mia moglie.

Anonimo ha detto...

@gio.
Scusate ero in convivenza.
Katartico ti sbagli a pensare che mi accaloro.....mi diverto ed è diverso.
Quando si discute un tema ci si puó accalorare, ma tu sei mai riuscito a discutere con gli osservatori ?? Io no, allora mi diverto a leggere fino a che livello un uomo può arrivare.
Guardavo con interesse il video della sinfonia degli innocenti, riflettevo su cosa sta facendo il cammino anche attrVerso gli iniziatori, e pensavo a fdf, a dg, a lino che cerca disperatamente di sminuire tutto, guardandosi accuratamente di parlare di queste cose, e di quello che la Chiesa dice di tutto cio.
Allora li senti raccontare sempre le stesse cose, la decima, gli scrutini, il quadro...gli ex tutti depressi.....e capisci per hè alcuni degli stessi collaboratori, scompaiono dal blog.

Anonimo ha detto...

Fratelli leggete i nomi dei collaboratori, di alcuni si è persa la memoria, sono in sette a sproloquiare continuamente.....povero trifoglio.
@gio

Luisa ha detto...

"E se poi qualcuno si sente, spontaneamente di raccontare il proprio vissuto... beh può farlo. Ma perché costringere le persone a cacciare le cose più dolorose davanti a tutti?
Chiederei a chi è catechista di aiutarmi a capire"


Un catechista non potrà aiutarti a capire, FDF, non potrà fare altro che ripeterti quel che tu già sai essere inaccettabile ma che per lui è non solo normale ma anche un passaggio obbligato.
È programmato per pensare, sentire( o non sentire) e comportarsi in quel modo.
Anche se voglio sperare che fra i catechisti neocatecumenali vi siano persone che hanno conservato uno spazio libero da condizionamenti e nello specifico per quel che riguarda il modo di condurre gli scrutini.

Mettersi a nudo davanti ad un gruppo, aprire le porte della propria intimità, di ciò che è stato protetto consapevolmente e forse anche rimosso, succede ad esempio nei gruppi di psicoterapia, di "sviluppo personale", è un passaggio "obbligato"( fino d un certo punto)in certe formazioni.
La persona va a quel seminario o intraprende quella formazione o percorso di ricerca personale, lo fa sapendo che potrebbe essere condotta prima o poi a svelarsi, a condividere contenuti psichici, ricordi, esperienze, emozioni, e anche traumi, ma sa che lo farà (se lo farà) in un ambiente protetto, sotto la guida di un esperto, di un professionista formato per raccogliere e gestire quelle condivisioni, per accompagnare la persona che spesso, in quell`atmosfera particolare, ha visto sorgere anche ricordi che aveva rimosso.
Chi intraprende quei percorsi sa che mai sarà forzato a mettersi a nudo davanti al gruppo, sa che le sue condivisioni non gli saranno estorte sotto il torchio di domande incalzanti, intrusive, sa che conserverà intatta la sua libertà.

Invece nel cnc, in quello che è chiamato itinerario di formazione cattolica, quella messa a nudo è un passaggio obbligato, avviene sotto il fuoco delle domande di un catechista, senza nessuna formazione ma già investito di un potere e di un`autorità senza limiti, il foro interno dell`individuo è aggredito, la sua intimità viene spiattellata, progressivamente ma sicuramente è svuotato per essere riempito con i "veri concetti kikocarmeniani". Quel che succede durante gli scrutini è stato descritto da chi lo ha vissuto.
La violazione del foro interno che avviene durante gli scrutini del cnc, su persone già condizionate a subirla come un passaggio normale e obbligato, è uno degli aspetti più sconvolgenti e aberranti di un gruppo considerato non solo come cattolico ma come uno strumento di formazione.

D.B. ha detto...

Caro sebastian ti ringrazio per il commento e capisco i tuoi problemi che hai con il cammino. Sei stato molto fortunato che alcuni neocatecumenali ti parlino ancora dopo che sei uscito, a me personalmente non sanno neanche ora perchè sono uscito dopo averglielo detto più volte e una delle ultime volte che ho parlato con il mio ex compagno delle superiori mi ha detto testuali parole: "Il cammino ti ha salvato" al che io ho risposto"Non il cammino ma Dio, anzi il cammino mi affossato". Ebbene questo ragazzo che conosco da quando avevo 10 anni non era così, da quandi si è fidanzato con una neocatecumenale è diventato fissato con il cammino e guai a te se lo contraddicevi. Addirittura ora l'hanno fatto responsabile. Purtroppo essi giocano molto sulle emozioni che non te ne accorgi subito ma dopo tanto tempo.Coraggio non ti arrendere che la vita al contrario di quello che dicono loro sia nelle gioie che nei dolori è bella.

D.B. ha detto...

Caro umberto capisco la tua situazione e se potessi ti aiuterei anche materialmente. Purtoppo anche mia madre soffre di depressione e non si vuole curare e quando era in cammino non l'hanno mai aiutata. Cercherò nel mio piccolo di pregare per te e la tua famiglia

Anonimo ha detto...

Emh sul fatto di adescare i ragazzi cinesi é vero....putroppo era meglio se le mie orecchie non lo avessero sentito a Napoli su questa cosa é stato fin troppo chiaro!!
Tante cose ci sono nel cammino che fanno inorridire e le vedo tutte.
Siate un po' piú realisti.
Ammetto che ci sono anche se ne faccio parte, mi sembrano discussioni tutto tranne di criatiani, ne da una ne dall'altra parte, dove c'é divisione e arroganza non c'é Cristo.
Smettiamola tutti e iniziamo a pregare per questo caos.

by Tripudio ha detto...

Per che cosa esattamente vorresti pregare?

Affinché Kiko non dica più baggianate?

Affinché le "cefale" possano "adescare" i "cefali" cinesi senza che avvengano peccati contro la castità?

Affinché i fratelli del Cammino imparino a riconoscere e a rifiutare le corbellerie kikiane-carmeniane?