lunedì 6 gennaio 2014

Una risposta sul Cammino e sulle decime

Faccio una semplice domanda, il blog si chiama "Osservatorio sul Cammino Neocatecumenale secondo verità", chiedo quindi, ma la "verità" di chi? Ovviamente di chi gestisce il Blog che è palesemente contro il CNC. Non sarebbe quindi più giusto chiamarlo "Osservatorio sul Cammino Neocatecumenale secondo un modo di vedere".

Mi sembra che qui ci siano tante persone che commettono gli stessi errori di cui accusano il CNC.

I miei vicini sono neocatecumenali e sono persone normalissime per nulla invasate.

Certo in CNC non è per tutti, come essere di CL (Anche i ciellini fanno la decima), o focalarini, di un altro movimento.
La chiesa è bella per questo!

Carlo (Focolarino)

Carlo,

permettimi di risponderti estesamente a nome dei collaboratori di questo blog.

Se sei cattolico, sai già che la verità è una sola, e che l'espressione «la tua verità» è un furbo gioco di parole per intendere «la tua opinione».

Questo blog non è fondato sulle opinioni ma su quattro fonti che sfidiamo tutti a verificare:
  1. sulle esternazioni dei due fondatori del Cammino, Kiko Argüello e Carmen Hernàndez
  2. sui documenti ufficiali della Chiesa (il Catechismo, il Vaticano II, le encicliche, eccetera)
  3. sulle parole dei Papi e dei Vescovi
  4. sulle testimonianze di chi ha avuto a che fare col Cammino (in particolare con chi ha fatto il Cammino per interi decenni).

Ti faccio qualche esempio di questi quattro punti:

Gesto di sfida e di ribellione: la
Comunione "a braccia conserte"
1) il laico Kiko si vanta di aver «esorcizzato la Cina». Lo puoi ascoltare tu stesso su diversi video su Youtube nel link che ti ho appena segnalato. Sul sito ufficiale del Cammino Neocatecumenale puoi leggere il discorso della Carmen Hernàndez nel quale osa promettere un «futuro immenso» ad un Pontificio Consiglio che avesse appoggiato il Cammino.

2) il Concilio Vaticano II esorta a dare al canto gregoriano un posto preminente (cfr. Sacrosanctum Concilium n.116) e di curare e incrementare il patrimonio della musica sacra (n.114). Nelle liturgie del Cammino Neocatecumenale gli unici canti ammessi sono esclusivamente quelli composti dal fondatore Kiko.

3) Giovanni Paolo II e Benedetto XVI, pur avendo sempre paternamente incoraggiato il Cammino in ogni modo, ne hanno criticato le liturgie e hanno comandato di correggerle tornando al Messale Romano senza aggiunte né omissioni. Ancor oggi i neocatecumenali non hanno ubbidito. Anzi: Kiko, nella "convivenza" a Madrid coi caporioni del Cammino a settembre 2011, si vantava di aver detto ad un cardinale: «guardate come facciamo la Comunione seduti».

4) da decenni (non da ieri) giungono tantissime testimonianze negative sul Cammino. Tra le tante ti voglio segnalare quella di uno che è stato "catechista itinerante" (figura importante e a contatto con Kiko stesso), e che dopo 22 anni di Cammino ha deciso di lasciare. In un libro autobiografico esprime la triste realtà del Cammino e l'idolatria di Kiko e Carmen che vige ancor oggi.

Sono solo degli esempi, tutti verificabili.

Ti invito dunque a non confondere la verità con le opinioni. Non siamo noi ad essere "contro il Cammino": lo sono invece le «decisioni del Santo Padre», lo sono lo Statuto del Cammino, lo sono i documenti del Vaticano II e i documenti liturgici, eccetera. Le testimonianze, poi, sono solo la conferma di tutto questo.

Qui non presentiamo un "modo di vedere": qui ti presentiamo dei fatti concreti e ti invitiamo a verificarli.

Verificare significa esaminarli indipendentemente da noi che te li abbiamo segnalati.

Il santino di san Kiko,
col marchio aziendale in alto a sinistra
Per esempio: quello del video dove Kiko manda le ragazze "cefale" in Cina ad attirare i cinesi "cefali" alle catechesi neocatecumenali, è Kiko o non è Kiko? Si tratta dopotutto di un video inviato da un fratello neocatecumenale (che si firmava Terebinto). Quelli nella piazza che lo ascoltano, sono neocatecumenali o no? In cosa consiste la missione in Cina a cui Kiko sta invitando le "cefale"?

Tu dici di essere focolarino. Ti è mai capitato di sentir parlare di tua figlia come di una "cefala" da spedire dall'altra parte del pianeta per «attirare i cefali»? Hai mai sentito un alto esponente del tuo movimento (o addirittura la fondatrice) parlare in quel modo della missionarietà e di tua figlia?

Ti è mai capitato un vescovo che mettesse nero su bianco che il tuo movimento va «difeso contro l'orgoglio e l'arroganza dei suoi leader»? Il Papa ha mai rimproverato al tuo movimento di seguire la liturgia «senza aggiunte né omissioni» e di ricordare che l'omelia spetta al ministro consacrato (sacerdote o diacono) anziché ai laici?

Ora, è vero che nella Chiesa ci sono tante persone che commettono gli stessi errori del Cammino Neocatecumenale. Ma tali persone sono "sparpagliate", non sono organizzate in un movimento, mentre il Cammino è fondato proprio su quegli errori e noi che li conosciamo bene non possiamo tacere, altrimenti ne saremmo complici.

Nel corso degli anni abbiamo presentato molte volte documentate denunce alle autorità ecclesiastiche (soprattutto con materiale non pubblicabile su un blog per ovvi motivi di privacy) ma il solo denunciare non basta. Occorre far conoscere le sistematiche storture del Cammino per far ridiventare sano il Cammino.

Questo blog è solo uno strumento di discussione staccato dai meccanismi della propaganda neocatecumenale. Nel nostro piccolo, tentiamo di gettare un po' di luce sulla vera realtà del Cammino, a beneficio dei tanti fratelli che il Cammino opprime (spiritualmente e materialmente).

Quando tu affermi che il CNC non è "per tutti", stai dicendo una cosa oggettivamente banale e sbagliata.

Tribalismo liturgico neocatecumenale
Il Cammino Neocatecumenale è fondato su strafalcioni liturgici (condannati dal Papa e dallo stesso Statuto del Cammino) e su emerite corbellerie dottrinali.

Affermando che il Cammino "non è per tutti", cosa volevi intendere? Che esisterebbero alcuni per i quali sarebbero adatti gli errori e gli strafalcioni?

Vedi, lo scopo di un qualsiasi percorso di fede (CL, focolare, Regnum Christi, eccetera) è di portare le anime alla fede della Chiesa. Con le loro peculiarità, i loro limiti e i loro problemi, i movimenti ecclesiali tendono tutti a questo. Il Cammino no. Il Cammino è fondato sulle ambiguità di quei due spagnoli. Seguire il Cammino, anche in buona fede, non porta alla fede della Chiesa: altrimenti i neocatecumenali non avrebbero bisogno di imporre il kikismo-carmenismo dovunque vanno, ma promuoverebbero direttamente la parte di Chiesa che c'è già.

Il Cammino, con le sue storture dottrinali, con le sue aberrazioni liturgiche, con l'«orgoglio e l'arroganza dei suoi leader», come può mai essere un dono dello Spirito?

Come può mai essere messo sullo stesso piano degli altri movimenti ecclesiali?

Infine, un piccolo esempio per aprirti gli occhi: hai parlato della "decima" che c'è anche in CL (ma non hai parlato della "decima" del Focolare), ma non sapevi che:

- nel Cammino è prestabilita: il dieci per cento di tutto ciò che guadagni (escluse le altre offerte e raccolte fondi)

- invece in CL la stabilisce il singolo a sua discrezione e senza neppure farlo sapere agli altri

Kiko all'ambone,
con crocifero e candelieri
- nel Cammino è obbligatorio versarla mese per mese, con il pubblico rituale del mettere il "malloppo" nel "sacco nero"

- invece in CL non è obbligatoria (chi non è iscritto alla Fraternità di CL, cioè il 90% dei ciellini, non la versa e non ha alcun obbligo)

- nel Cammino la "decima" è obbligatoria nonostante non sia menzionata nello Statuto del CN

- invece in CL lo Statuto della Fraternità la prevede ufficialmente (chiamandola non "decima" ma "fondo comune")

- nel Cammino la "decima" è un elemento fondamentale (a costo di tenere all'oscuro il coniuge dei soldi versati)

- invece in CL invece è solo simbolica (in CL ti dicono che non è importante quanti soldi mandi, ma solo la puntuale "fedeltà al gesto" simbolico; tanto più che si può cambiare a piacere - anche diminuendo - la quota personalmente scelta)

- nel Cammino si viene controllati se la si paga o no (ed abbiamo numerosissime testimonianze che confermano che se non paghi «ti individuano e te la fanno pagare cara»)

- invece in CL il massimo che si viene a sapere è che nel sud Italia il trenta-quaranta per cento degli iscritti non ha versato niente per interi anni.

«Attento, vescovo!»
Ti sfido a verificare tutto questo. Per esempio, ti sfido a trovare un neocatecumenale che per uno o due anni abbia versato la propria "decima" non al Cammino, ma -per esempio- ad un monastero di clausura in cui non ci sia alcuna traccia di neocatecumenalismo. Ti sfido a trovare un cosiddetto "catechista" del Cammino che dica che i soldi non è importante darli al Cammino ma usarli per rendere gloria a Dio.

Ti invito a riflettere su quale dei due atteggiamenti (la "decima" neocatecumenale e la "decima" ciellina) sia il più cristianamente equilibrato e rispettoso della libertà dei singoli, e di riflettere sul perché tu nel Focolare riconosca il migliore di quei due atteggiamenti.

Si potrebbe continuare a lungo, dimostrando in modo ancora più incontrovertibile che mentre nei movimenti ecclesiali (con tutti i loro possibili limiti) si fa appello alla sensibilità e alla libertà dei singoli, nel Cammino si calpesta la sensibilità, si opprimono i singoli, si obbliga a idolatrare i fondatori.

106 commenti:

Anonimo ha detto...

Un sacerdote mi ha detto che un laico non può improvvisarsi da direttore spirituale ed entrare nell'interiorità, nella volontà di un fedele. Ci sono alcuni laici, specialmente alcuni professori inseriti in gruppi e comunità religiose che assumono questo carattere, senza nessuna autorizzazione. Nel Cammino, ciò è molto presente e si tratta di veri abusi psicologici, interiori. La vocazione è una chiamata libera, ma nel cammino diventa in certi casi come una violenza, una forzatura. Non pochi sacerdoti del Cammino approvano questi metodi quando appoggiano e tacciono dinanzi all'operato dei laici che fanno come i direttori spirituali.
Questi metodi del cammino segnano come delle ferite nell'anima. Non pochi sacerdoti e laici che sono stati vari anni nel Cammino, soprattutto assumendo ruoli di responsabilità, anche cambiando comunità e carismi religiosi, conservano questa formazione neocatecumenale che ha, in sintesi, queste caratteristiche:

1) il sacerdote giustifica, approva e sollecita il laico-responsabile ad assumere compiti e ruolo che spetterebbero più ad un direttore spirituale

2) il laico responsabile si gonfia quasi credendosi sacerdote e trattando spesso altri sacerdoti come alla pari, talvolta anche mandandoli a quel paese, senza mai essere fermato dal sacerdote

3) se il sacerdote fraintende il suo superiore, non approvando la sua linea, cerca di tergiversare ciò che gli dice sullo stile neocatecumenale.
In una comunità monastica, un religioso proveniente dal cammino, litiga spesso con il Superiore, in modo sfrontato.

4) il sacerdote giustifica i metodi neocatecumenali anche nella comunità nuova dove si trova: comunione sulla mano, bivacchi lunghi a tavola, il divertimento nella ricreazione, talvolta pericoloso.


buone feste, Mario

Maurizio ha detto...

ECCOMI! Lo hai trovato subito il catechista che cercavi. Io sono catechista del Cammino dal 1976 e ho terminato il Cammino nel 2000. Ti dico subito una cosa, anche se ti sembrerà incredibile. Le decime NELLA MIA COMUNITA' non le controlla nessuno. Se uno ha da dare, mette nel sacco quello che ha, quello che può. MAI NESSUNO, compreso il sottoscritto che per una decina di anni sono stato Capo Responsabile, è andato ad indagare se uno metteva o non metteva la decima. I fratelli che venivano da me perchè non riuscivano ad arrivare a fine mese non sono mai andati via a mani vuote. Prendo il Signore a testimone del fatto che IO PERSONALMENTE ho condotto la Comunità, la Prima della Parrocchia andando OGNI SETTIMANA dal Parroco nostro, un Francescano, a relazionare la situazione dicendogli le difficoltà e i problemi che potessero sorgere.MAI, il Signore mi è testimone, ho fatto calcoli di chi dava e di chi non dava perchè non poteva o altro.MAI, finchè ho condotto la Comunità tra vari marosi. A volte ho preceduto le richieste dei fratelli, dando regolarmente a chi era nel bisogno i soldi per un farmaco costoso che la mutua non passava, per evitare che dovesse umiliarsi a venire a chiedermi. Ho fatto collette libere quando i soldi non bastavano e ne ho reso in privato conto al Parroco. Fin quando ero CR ho sempre dato la precedenza ai bisogni dei Fratelli della Comunità per il loro sostentamento quotidiano e dopo per la Evangelizzazione, ritenendo che se non badi ai bisogni prima di tutto dei tuoi fratelli non puoi andare a evangelizzare un bel niente. Non so cosa succedeva e quali atteggiamenti potessero avere in altre Comunità, ma IO LA PENSO COSI' e, essendo figlio di un Eroe della Marina Militare che in tempi di Guerra sul Mare ha ottenuto la M. d'Oro al Valor Militare sul Campo, un uomo del quale mi sento fiero di esserne il figlio poichè se riceveva un ordine non agiva alla cieca ma era capace di fare tutti l'opposto se la situazione sul campo richiedeva questo, mi ha trasmesso questo principio: da chiunque provenga un ordine (nel mio caso parliamo di Kiko) prima valuta in coscienza se corrisponde alla realtà dei fatti, e se hai dei dubbi, fidati di piu'' di te stesso a costo di sbagliare. Cosi' soltanto il Cammino può sopravvivere, seguire la Sana Dottrina anche in contrasto con i Catechisti che non possono conoscere i fatti e le persone e non sono presenti sul "campo di battaglia " al tuo posto per decidere.

Aldo ha detto...

Nel cn la "decima" è talmente "fondamentale" che viene inserita come domanda in tutto il percorso "dai la decima"... ti viene chiesto dal 2° passaggio in avanti fino alla "elezione" (ultima tappa del cammino che può avvenire anche dopo 20 anni) ed oltre... ad ogni incontro, ad ogni scrutinio, ad ogni verifica...
viene raccolta mensilmente dal responsabile è deve essere "tassativamente" il 10% di ciò che hai "prodotto" nel mese - cioè se sei una baby-sitter del cn ed hai guadagnato in nero 300,00 euro tenendo i figli del cn devi versare 30 euro; se i tuoi genitori ti danno la paghetta settimanale di 20 euro devi togliere ogni settimana 2 euro - se sei o eri un Assicuratore (come lo ero io...) libero professionista ed alcuni mesi guadagnavo 9/10 mila euro versavo 900/1000 euro di decima..(sono stato nel cn 16 anni,tolti i primi due fino al 2° passaggio, sono 168 mesi per una media di 500/600 euro/mese fanno circa 80/100 mila euro versate nelle casse del cn)
La decima è fandamentale "per guarire" tutti i "mali":
se il tuo matrimonio va male è perchè non dai la decima;
se tuo figlio si droga o non vuole entrare nel cn è perchè non dai la decima...etc..etc..
Caro Focolarino (se è vero che lo sei..) fatti raccontare queste cose dalla "presunta famiglia normale" di vicini...

Aldo ha detto...

Cioè?.. caro catechista dal 1976.. mi vuoi dire che "mai" i catechisti durate gli incontri e/o scrutini hanno chiesto conto della decima ai singoli fratelli?? mai hanno menzionato il "stai dando la decima"?... e tu stesso catechista non hai mai chiesto agli scrutini se "il fratello desse la decima"?? menti sapendo di mentire..chi non dà la decima viene rimandato a "rifare il secondo passaggio".. tu stesso se sei stato catechista in equipe "dovevi prendere provvedimenti" per quei fratelli che in maniera reiterata non versavano la decima...lascia stare "la misericordia" nei confronti dei fratelli anche io come responsabile pagavo le bollette ad una famiglia di sei persone in difficoltà.. salvo poi scoprire che avevano sei telefonini e il Padre giocava al lotto...

Lino ha detto...

@ Maurizio
Buon anno, Maurizio. Considerati i tuoi interventi da freelance del Cammino, mi riferisci, per favore, quali Orientamenti seguivi nelle catechesi, dal 1976 al 2000? Ti avvalevi del CCC?

Una domanda analoga la pongo al focolarino: hai mai letto il direttorio catechetico neocatecumenale, i cosiddetti mamotreti? Leggili: scoprirai che buona parte della verità che qui si osserva ha una corrispondenza inequivocabile nel direttorio catechetico NC. Il quale non per caso è segretato. Fate catechesi avvalendovi di catechismi segreti, voi focolarini?

Aldo ha detto...

e mai e poi mai si relaziona il Parroco (a meno ché non è del cammino)... solo il Tuo catechista Ti chiede conto... e non dimentichiamo la figura del "garante"/guardiano che viene messa a capo di piccoli gruppi e deve riferire tutto ai catechisti... il tutto chiaramente si intende soprattutto la decima..
le 3 domande fondamentali sono:
- Fai il cammino?
- dai la decima?
- fai le Lodi?....
punto... e siccome anche tua moglie/marito ti fa da controllore non puoi mentire...
altra verità e che neanche la moglie/marito devono sapere della decima;
lascia stare la memori di Tuo Padre... lo stai offendendo con le tue menzogne

Aldo ha detto...

Caro Lino.. Buon anno a Te... i mamotreti che "dovevano imparare a memoria"... sono sempre gli stessi.. soprattutto per il catechista del 1976... cioè uno che come me ha visto solo i primi ciclostili.. che venivano consegnati solo a tappe... io avevo quelli del secondo passaggio e della traditio.. ma non avendo ancora fatto la redditio o il Padre nostro non ero "abilitato" a vedere altri... ma ti dirò fratelli di comunità che hanno finito il cm ma non sono mai stati eletti catechisti non ne hanno mai visto neanche uno.. neanche il primo mamotreto... alcuni non ne conoscevano neanche l esistenza...

Aldo ha detto...

Nel 2008 arrivarono i mamotreti nuovi...identici agli aaltri con aggiunte a pié pagina tutti i riferimenti al CCC al RICA/OICA ai Padri della Chiesa etc... ma nessuno si è mai preso la briga di leggerli ... non importavano le aggiunte, solo imparare a memoria "la parte che ti toccava durante la catechesi"... il responsabile dell'equipe doveva essere in grado di sostituire il fratello che veniva a mancare per cause improvvise... anche il kerigma che di solito è libero... spesso "copiava" spunti presi dal mamotreto e/o esempi di kiko/Carmen di 20 anni prima

Lino ha detto...

Buon anno, Aldo.
Non dubito che sia come tu hai scritto. I mamotreti sono gli stessi, non sono emendabili: a riferirlo, d'altra parte, fu Kiko all'allora Card. Ratzinger.

Ho scritto varie volte che i contenuti dei mamotreti sono finalizzati agli obiettivi di Kiko. Faccio un esempio: immagini se la prima catechesi si sviluppasse sulla parabola del Seminatore o sull'incontro con la donna di Samaria al pozzo di Giacobbe, invece che con la guarigione del cieco nato (con il simbolo del fango stravolto per significare il peccato e non quello che significa)? Questo non metterebbe al primo posto - così com'è nei mamotreti - la liberazione dagli idoli, tra i quali il denaro. Il catechista Maurizio non intese la "gradualità" dell'iniziazione.

Cristiano ha detto...

Come dissi in un commento precedente, del 7.11.2013, io per anni non ho dato la “decima” in comunità: talvolta, per sovvenire alle spese ordinarie del gruppo di cui facevo parte (fiori, ecc.) , ho messo un’offerta variabile (che so, 10/20 Euro ad esempio, che è una cosa ben diversa dalla decima). Questo mio modo di agire l’ho sempre detto, con sincerità (più volte), durante gli incontri dei “garanti” e a qualche incontro con i catechisti (quando mi veniva richiesto), senza essere stato lapidato seduta stante: ossia, senza conseguenze di particolare rilievo, ma con effetti del tutto “fisiologici” nella dinamica di gruppo, come ho già esposto nel precedente commento.
È vero, invece, che normalmente il catechista e il garante chiedono al fratello NC se versi la decima o meno.
Neanche io ho mai sentito un catechista (e ho ascoltato anche quelli dell’Australia) dire che “ i soldi non è importante darli al Cammino ma usarli per rendere gloria a Dio”, o un concetto similare: la decima va versata esclusivamente alla comunità, altrimenti è svalutata come una semplice elemosina di seconda categoria. Se questa non è un’assurdità...
Cristiano

Aldo ha detto...

E' vero Cristiano "che per anni" puoi non dare la decima... ma immagino che tu non sia "mai" diventato né responsabile...meno che mai catechista... in pratica sei sempre stato solo un "numero" in comunità.. al massimo puoi aver fatto il cantore o l ostiario... (anche la mano d'opera serve)... d'altronde come avresti mai potuto fare il catechista/controllore o il garante/giudice se tu stesso non versavi la decima...(fermo restando che poi si sono scoperti tanti catechisti adulti che rubavano e/o avevano amanti..)

Cristiano ha detto...

Caro Aldo, solo a titolo di cronaca ti dico che dall’età di venti anni (all’incirca) sono stato catechista attivo (ho fatto catechesi più volte e seguito una comunità; oggi ho 41 anni). Tra l’altro, sono stato per due anni in un seminario RM.
Successivamente, non sono stato confermato come catechista, anche perché ero diventato un catecumeno “sui generis” (per usare un eufemismo): non solo non davo la decima, ma ero diventato praticamente latitante alle celebrazioni e, pertanto, non aveva alcun senso continuare ad essere catechista. Come ho già detto in un precedente commento, ero in procinto di dare le dimissioni da catechista, anche perché (e qui hai ragione tu) è una contraddizione in termini che una “guida” ometta di fare le cose che “comanda” ai suoi “sottoposti” (anche se a dire il vero io, personalmente, non ho mai chiesto a nessuno di dare la decima, né ho chiesto a chicchessia se desse o meno la decima, né, con ogni evidenza, mi sono mai permesso di redarguire i disobbedienti).
Sempre a titolo di cronaca, ti dico i motivi per cui non davo la decima:
1) Un po’ di tirchieria.
2) Ritenevo (e ritengo) assurdo che la decima andasse versata esclusivamente alla comunità.
3) Non mi piaceva il sistema di gestione dei soldi, senza trasparenza, e ciò non perché ritenessi che il mio responsabile si intascasse qualcosa (anzi lo stimavo e lo stimo anche se non è più responsabile), ma per una questione di principio.
4) Non ero affatto d’accordo con i progetti edilizi da megalomane che aveva Kiko e, pertanto, non volevo contribuire ad essi neanche con un Euro.
5) Ritenevo (e ritengo) alcune motivazioni, che in cammino venivano date per invogliare i fratelli a tirar fuori i soldi (del tipo: assicurarsi la metà del cielo, riavere un ritorno quasi automatico in termini spirituali o materiali, ecc.), fossero del tutto risibili e al limite dell’abuso della credulità popolare.
Questo è tanto.
Buon anno
Cristiano

Cristiano ha detto...

Volevo fare una precisazione ad Aldo: ritengo sia del tutto normale e fisiologico che in un gruppo (cammino NC) chiunque non si attenga alle norme di gruppo (ad es. dare la decima) non sia scelto per ricoprire posizioni apicali o di responsabilità (responsabile, catechista) e comunque non riceva l’approvazione da parte degli altri membri del gruppo stesso e dei suoi capi.
Cristiano

Lino ha detto...

@ Cristiano ha detto:
"...ho messo un’offerta variabile (che so, 10/20 Euro ad esempio, che è una cosa ben diversa dalla decima)"

E tu, Cristiano, con questa miserabile offerta di 10/20 euro, credi di esserti liberato dall'idolo denaro? Lo hai letto, o no, Kiko: "I soldi sono un idolo del mondo che bisogna calpestare"? Hai letto: "Se ti ascoltano si convertono e se si convertono devono mollare il malloppo"?
E tu, cristiano, pensi di esserti convertito, avendo mollato la miseria di 10/20 euro?

P.S.
Cfr. Or. alle equipes di catechisti
per la convivenza della rinnovazione
del primo scrutinio battesimale, pag. 5:
http://www.internetica.it/neocatecumenali/OR-IScr86.pdf

P.P.S.
Ma devo essere io, che ho fatto un solo giorno di catechesi kikiana, a indicarvi il corretto modo kikiano di fare il Cammino? :-)

Lino ha detto...

P.P.P.S.
@ Aldo
Questa degli Or. che ho sopra citato (pag. 8) mi fa sbellicare, Aldo:
"Il punto sta nei soldi come idolatria, e voi avete potere per espellere questi demoni".

Non avevo mai immaginato che un ordine di bonifico a una banca per pagare qualcuno equivalesse a un esorcismo :-))

Cristiano ha detto...

Oh Lino! Perché non prendi il posto di Kiko! Dammi retta, facci un pensierino…
Scherzi a parte, apprezzo la tua ironia (che mi sono meritato), ma per la mia conversione rispondo solo alla mia coscienza, a Nostro Signore ed al confessore. Spero che non debba risponderne anche dinanzi a te.
Buon anno anche a te.
Cristiano
PS. Vi chiedo se potete, gentilmente, pubblicare i miei due precedenti commenti, nei quali rispondevo ad Aldo, (non vi sono contenuti insulti ed erano attinenti al tema). Grazie

Malaparte ha detto...

Oltre alla decima, perchè non ricordare anche l'interessamento profondo e morboso riguardante le tematiche sessuali?

by Tripudio ha detto...

Cristiano dice:

«ritengo sia del tutto normale e fisiologico che in un gruppo (cammino NC) chiunque non si attenga alle norme di gruppo (ad es. dare la decima) non sia scelto per ricoprire posizioni apicali o di responsabilità (responsabile, catechista) e comunque non riceva l’approvazione da parte degli altri membri del gruppo stesso e dei suoi capi».

Insomma anche Cristiano ammette che:

1) le "decime" sono controllatissime

2) dalle "decime" dipende la carriera all'interno del Cammino

3) dalle "decime" dipende l'«approvazione» dei responsabili dei kikos

4) per cui se qualche fratello non è "approvato", state pur certi che si sono accorti che non sta pagando la tassa sul kikismo-carmenismo e perciò hanno deciso di fargliela pagare cara.

In pratica la spiritualità del Cammino è "pagare la Decima".

(ecco perché qualche neocat si infuriò quando riportammo il testo di una donna inglese che invitava i neocat a non dare soldi al Cammino: se è un itinerario di beni spirituali, perché mai deve essere così accanitamente obbligatorio il versargli denaro? eppure lo Statuto del Cammino non prevede la "decima", tanto meno la controllatissima "decima"!)

Lino ha detto...

@ Cristiano ha detto:
" Spero che non debba risponderne anche dinanzi a te…"
Chi, la tua coscienza? Figurati! Io critico sempre l'opera, mai l'autore e tanto più la sua coscienza.

L'opera è quella che ti ho segnalato nel post scriptum: "Se ti ascoltano si convertono e se si convertono devono mollare il malloppo".
Per la tua conversione, rispondi all'opera del fondatore del tuo movimento, non a me. Io ho altri parametri di giudizio per una conversione, non la cessione di un malloppo :-)

Cristiano ha detto...

Caro Tripudio, io non “ammetto” (qualcosa controvoglia) ma, più semplicemente, “dico”, “asserisco”, “affermo”, perché – nel caso di specie - non ho nulla da nascondere, da confessare, da difendere o da combattere . E semplicemente ribadisco ciò che ho già “detto”, né una virgola in più né una virgola in meno: in un gruppo qualsiasi generalmente accede a posizioni apicali chi maggiormente si conforma alle regole ed allo spirito del gruppo (mi sembra una leggina psico-sociologica piuttosto banale e scontata, sarebbe stravagante il contrario).
Su ciò che ho detto (e ribadisco) sei libero di fare tutte le inferenze che vuoi (più o meno legittime). Sostanzialmente io ero e sono alquanto critico sul sistema delle decime nel Cammino NC (per i motivi che prima ho spiegato ad Aldo), ma ti chiedo solo, se puoi, di non mettermi direttamente “in bocca” cose che non ho esplicitamente “detto” (ad esempio che le decime siano “controllatissime”; o che la spiritualità del cammino coinciderebbe solo col “pagare la Decima”).
Buon anno
Cristiano

Cristiano ha detto...

Caro Lino, faccio ancora parte dei Nc e non lo sapevo? Un’appartenenza a mia insaputa, direi se fossi un noto politico cui pagarono la casa senza che ne fosse a conoscenza…
Come ho già detto in precedenti commenti sono uscito, da poco, dal Cammino Neocatecumenale e quindi non rispondo a Kiko, e sinceramente, in coscienza, non ho mai risposto a lui o a chi per lui: anch’io ho diversi parametri di giudizio per una conversione (ora come allora). Ma ti sembra tanto strano che uno possa avere uno “spirito libero” e nel contempo aver frequentato il famigerato Cammino Neocatecumenale (o altro movimento ecclesiale)?
Come ho già affermato in un precedente commento, far parte di un gruppo qualsiasi, non significa necessariamente condividerne tutto fino all’ultimo iota, dalla A alla Z, ben potendo il singolo soggetto utilizzare il “senso critico” per valutare le situazioni.
Saluti Cristiano

Aldo ha detto...

Certo che sei un "nc" strano caro Cristiano... catechista di formazione di Comunità?? non si annuncia la decima... a meno che tu non sia arrivato a seguire un comunità fino al 2° passaggio.. e comunque solo il responsabile di equipe fà e disfa sulle decime.. è chiaro che se sei stato in un RM ti hanno automaticamente coinvolto in una equipe... ma non ha niente a che vedere con la "tortura/psicologica" che avviene durante gli scrutini o gli incontri o le tappe che fà e può solo fare un equipe anziana ai suoi "sottoposti"...
non condivido neanche la 4^ motivazione, la decima non si usa per i progetti megaedilizi di kiko... per quelli come ben sai (spero..) si usano collette a parte..(vedi costruzione della Domus quando versammo almeno 1.000 euro a comunità...per comprarci un mattone.
la 5^ motivazione... come spiega molto bene Lino è il fulcro del cn... con l abbandono dell'idolo denaro ai un "tesoro nel cielo", sconfiggi i demoni (fai un esorcismo), guarisci da malattie, c'è un ritorno economico... una volta contestai ad un fratello, che aveva avuto un rimborso IRPEF, il voler a tutti i costi vedere il "miracolo della decima che ritorna"... nel momento più opportuno... un rimborso IRPEF se lo chiedi prima o poi ti arriva... Dio non centra nulla... non è un miracolo... ma come lui ce ne erano tanti.... fratelli che aprivano la bibbia a casa per vedere cosa "il Signore gli diceva" quel giorno...

Aldo ha detto...

ma Tu Cristiano cosa ne pensi del 2° passaggio?... cosa condividi e cosa no?

by Tripudio ha detto...

Qualche tempo fa un amico di un certo movimento ecclesiale mi raccontava un episodio surreale: diceva che lì se sei sempre presente si "abituano" alla tua presenza e non ti considerano più, ma se cominci ad assentarti allora pensano: oh, questo fa un sacco di sacrifici per riuscire a partecipare agli incontri, perciò merita stima.

Reputo la fonte della notizia degna di fiducia. I movimenti ecclesiali evidentemente non sono tutti uguali.

Lino ha detto...

Sai qual è il problema, Cristiano? Che io ho frequentato il Cammino per... due ore, in una parrocchia dove la "comunità" nemmeno è tra le più fondamentaliste, almeno così mi hanno riferito. Ebbene: per aver semplicemente contestato una esegesi di Kiko, c'è chi mi ha tolto il saluto, chi mi guarda in tralice, chi mi ha fermato (il sagrestano, anche lui NC) per verificare la mia "eresia". Sembrava strano che io avessi contraddetto il verbo di Kiko, giacché sapevano che io avevo pubblicato un libro su un Santuario mariano.

Ebbene, sì: a me sembra strano che uno possa avere uno “spirito libero” e nel contempo aver frequentato il famigerato Cammino Neocatecumenale senza essere stato "tagliato". Mi sembra strano per esperienza personale nel mondo reale e in rete e perché ho studiato gli Orientamenti alle equipe NC. So che "c'è un tempo di pazienza con voi" (Cfr. pag. 30 Or. per lo Shema).
Dopo questo tempo tagliano. Parola di Kiko, ti piaccia o no.

psyco ha detto...

I discorsi alla Cristiano o alla Maurizio hanno l'unico scopo di smentire quello che dite non tanto per voi o per chi testimonia la verità quanto per chi ha dubbi sul cammino e che vi legge.
Infatti per chi è nel dubbio la loro comunicazione subdolamente e con abile dialettica descrive un cammino che non esiste in realtà e che chi non è abbastanza avanti può prendere per vera. E' però una comunicazione assertiva e come tale, fa più presa di ogni vostra confutazione, per quanto giusta e pertinente essa sia.
State in guardia!

Cristiano ha detto...

Caro Lino, mi aggrada di più avere un colloquio con te franco e schietto, senza dover ricorrere ai mezzi dell’ironia, dell’umorismo e del sarcasmo. Spero che anche tu condivida ciò.
Ti credo (sulla parola) quando mi dici che ti hanno tolto il saluto, anche se nella mia esperienza di "ex" ciò non è affatto accaduto (sono tuttora in buoni rapporti con tutti i miei fratelli, anche se adesso, per ovvi motivi, abbiamo meno occasioni di incontrarci). Ti prego però di credermi, quando ti dico che ho fatto circa 25 anni di cammino Nc (sono arrivato al Padre Nostro) e che non mi hanno affatto cacciato o “tagliato” (anche se i catechisti, con alta probabilità, mi consideravano una “pecora nera”) , ma me ne sono andato di mia spontanea volontà (con una certa iniziale sofferenza) per diversi motivi, uno dei quali era che avevo maturato nel tempo una consapevolezza diversa e non ce la facevo più a condividere alcuni assunti essenziali del cammino: primo fra tutti il “dogma” dell’obbedienza assoluta al catechista.

Per Aldo: sul secondo passaggio dovrei andare a rileggermi il relativo mamotreto per risponderti con piena cognizione di causa (dovrei avercelo ancora), anche perché non sono assistito da una memoria di ferro. Però, sinceramente, non ho né tempo né voglia per l’incombente. Ribadisco che sul sistema delle decime sono sempre stato critico (tanto che non la davo); a seguito degli statuti , ho anche contestato (per iscritto: senza alcuna risposta) alcuni aspetti della prassi degli scrutini .
So benissimo che per la costruzione della Domus veniva fatta una colletta a parte, ma, non essendo sicuro che non venissero all’uopo usati i soldi della decima, per mero tuziorismo preferivo non rischiare.
Cristiano

Cristiano ha detto...

Per Lino.
Legittimamente potresti anche non credermi, perché sono un anonimo (quindi con un ridotto tasso di credibilità). Io non avrei alcun problema nel fornirti le mie generalità, in modo che tu possa eventualmente controllare. Dammi un canale con cui potremmo comunicare reciprocamente senza veli. Sarei felicissimo di avere un colloquio schietto con te, senza la maschera dell’anonimato, il tutto ad onore della “Verità”.
Puoi anche non pubblicare questo commento, se lo ritieni.
Cristiano

Anonimo ha detto...

Forse c'è una connessione tra gli abusi psicologici-morali dei laici che si credono preti e gli abusi liturgici. L'abuso liturgico, in fin dei conti è un abuso nei confronti di Gesù stesso. Se ci si abitua a non aver rispetto per le briciole di pane azzimo Consacrato, come si potrà aver rispetto per il prossimo nei quali c'è Gesù?
Se si fanno cadere le briciole del Corpo di Gesù con indifferenza, come si potrà essere sensibili verso le sofferenze del prossimo?

Mario

Anonimo ha detto...

Ehilà, Psyco... State in guardia, addirittura! Sembra un avvertimento mafioso... cosa devo fare, guardarmi le spalle, che l'ostia prossima non sia avvelenata, dato che in Comunità è mò che non ci vado piu'... Mamma mia, apro uno dei Blog e mi leggo la minaccia. Giubbotto anti proiettile, unica soluzione... meglio anche il casco in Kevlar .
Ma per piacere... ma chi ti suggerisce nell'animo che io abbia la perfidia di scrivere servendomi di trucchi psicologici per confermare gli erranti del Cammino? Sei veramente uno che VUOLE trovare la prova del delitto prima che venga prosciolto un innocente? Bene, proprio del II Cammino allora, se ti solluchera tanto voglio parlare. Io sono stato Catechista locale per circa 33 anni, e tra Catechesi iniziali, Shemà, secondi passaggi, iniziazioni alla preghiera, traditio, redditio, Padre Nostro e tappe della elezione oltre quelle fatte da Catecumeno, delle altre ne ho fatte a decine. Ho finito il Cammino nel 2000 e nel 2005 ho portato in Israele la Comunità che abbiamo seguito da quando eravamo catechisti due anni dopo l'inizio del Cammino. I mamotreti li ho letti tutti. Se fossi una spia russa e volessi portare in occidente le ultime modifiche al progetto del siluro a reazione sarei l'uomo perfetto. Ti dico poche semplici cose. A parte che in questi climi che trovo qui da voi, se dicessi che Cristo mi ha chiamato per guarirmi da un problema di salute che mi teneva a letto quasi continuamente gridereste allo scandalo ( psyco, faccio come fate voi... presumo che... invece di rallegrarti con me tu mi tratti da adescatore... O NO?!? )ed invece le cartelle cliniche parlano per me... ma visto che non si puo' curare un malato di sabato, nemmeno le catechesi di Kiko possono guarire (attraverso Cristo) un malato di nevrosi fobico ossessiva con crisi continue di ansia e panico. No, non si può. Io mi sono illuso di essere stato guarito, mi sono illuso di poter ricominciare a studiare IMMEDIATAMENTE dopo la fine delle catechesi, mi sono pure illuso di aver fatto i primi due anni di Medicina con tutti 30/30 meno un 28... fatto con uno in odore di Nobel, ma questo non si può dire, perchè la Parola di Dio può guarire solo a certe condizioni, solo se viene da una fonte senza dubbi di eresia... finire la Medicina con 110/110 e Lode si può solo perchè in qualchheodo la mia mente è stata guarita per autosuggestione, o grazie alle cure di uno Psichiatra che da un mese all'altro non mi è servito piu'... allora Maurizio caro, dicci chi è che ti ha guarito, perchè Noi sappiamo che proclamare la Parola e portarla agli altri se sei dei Kikos non è possibile, perchè questa è un eresia! E vedi come ti ha conciato il Cammino, caro Maurizio, ritorna in te stesso, riconosci che è stato una malattia immaginaria e tutto quello che è successo è dovuto a suggestioni mentali, trucchetti psicologici. Ma certo, sono trucchetti psicologici anche i nove figli che abbiamo, e i due che abbiamo perso al primo trimestre. E' una illusione su Skype il volto del primo nipotino nato dalla nostra prima figlia. Non esiste nulla, e se esiste ti facciamo le nostre scuse, ma ammetti che questo, tutto questo non può venire dal Cammino. Anche tutti i bambini e ragazzi o persone adulte in mezzo alla strada sono una illusione, dato che diventare anestesisti e rianimatori è normale, lo fanno tutti eh perbacco!

Anonimo ha detto...

Ma adesso cosa succede... NON VAI PIU' IN CAMMINO? ECCO LA FALLA, TI SEI ACCORTO FINALMENTE CHE è TUTTO UN IMBROGLIO E STAI TORNANDO AL BUON PASTORE... No ragazzi, no. Mi si spezza il cuore a vedere e pagare sulla pelle dei miei figli le derive che ha preso il Cammino, con i miei fratelli catechisti ottusi come una bottiglia di spumante con il gancino attorno che bisogna ripetere le catechesi passo passo quelle di Kiko, che noi non siamo nessuno per cambiare una sola virgola... ecco la causa di chi sta rovinando ul Cammino... Io sono uno che se ne frega delle leggi e leggine e regolette che il Cammino procduce. Una cosa può anche averla detta Kiko ma se non mi convince ho un cervello per pensare e decidere che una cosa è sacrosanta ed una è una boiata. Il secondo Passaggio: bene, io sono certo sulle prassi da seguire anche se non scritte: ma dovrebbe essere ovvio che il foro interno guai a chi lo tocca, ma siamo pazzi? Spiattellare a tutti i problemi di sesso? Per me è anatema... ma io sono uno, e non sono chi porta le catechesi, sono il cantore che ogni tanto fa catechesi. E se le faccio sono SEMPRE ATIPICHE... come se dovessi attribuire a me stesso le esperienze personali di Kiko. Io mica ci sono stato mai di leva in Nord Africa, allora cosa devo dire? Ovvio che porto LA MIA ESPERIENZA, CHIARO! Ma no, non si può, e senti dietro a te un rumoreggiare minaccioso... Basta cosi' Maurizio, sei fuori tema. E le botte psicologiche dopo ! OGNI VARIAZIONE SUL TEMA VA DISCUSSA PRIMA TRA TUTTA LE EQUIPO.. mettiamoci lo spagnolo, cosi' siamo piu' aderenti... ma gli anni passano e anche i figli arrivano al II Passaggio... fatto dai Fratellini CHE TU BEN CONOSCI PER LA OTTUSITA' MENTALE NEL CONSIDERARE PERSONE, FATTI E COSE..e intanto tu ti sei chiamato fuori pperchè non è cambiato Kiko, la guarigione è ancora possibile... e i figli scandalizzati dalle domande del secondo passaggio, non quelle di Kiko, no, no! Kiko le ha fatte giuste, è la verità, sono realmente ispirate... edè vero, lo ripeto: sono ispirste ! Eppure scopri che invece della traccia di domande di Kiko, che non feriscono alcun foro interni, i tuoi fratelli cetechisti di cimunità "sfrugugliano" nella vita dei tuoi figli: IDIOTI, IMBECILLI, SENZA SPIRITO SANTO, SENZA ACCOGLIENZA, INSINUANDO FATTI O COSE CHE NON ESISTONO.... fino allo strappo doloroso. Te ne vai. I figli mai piu' che andranno in Cammino, nemmeno in Chiesa comincian ad andare... MA NON E' IL CAMMINO, NON E' KIKO, NON SONO LE SUE CATECHESI... IO HO INCONTRATO KIKO. E' UN PROFETA. PUò ESSERE UNA CIOFECA IGNORANTE... MA NON è LUI, SONO I MIEI FRATELLI CHE NON HANNO UMANITA', SEMBRENO ROBOT E TI FANNO PAURA... non tutti, no, non tutti, ma quelli che contano... perchè... perchèèè, e poi ti ricordi delle Lodi A CRISTO, NON A KIKO, IMBECILLI CHE SCRIVETE QUESTE EMERITE STOLTEZZE, LE LODI A CRISTO, che facevi la Domenica mattina.. e un figlio dei piu' grandi che un giorno in cui passi una crisi nera ti viene vicino e ti parla, fino a che qualcosa che credevi scomparsa, ti unge il cuore... Ma dove hai letto queste cose? Ma Papà, ce le hai dette tu la domenica mattina...alle Lodi.

Lino ha detto...

Non ci siamo capiti, Cristiano. Non è che io non ti creda e tanto meno perché sei un anonimo: è che io considero il Cammino un sistema (ho ragionato di "metodo" in un articolo precedente), nel quale la persona-eccezione al massimo potrebbe confermare la regola-"catechismo". Io do credibilità alle opere e le opere di Kiko (il direttorio catechetico, in primo luogo) affermano quello che si riferisce qui, non quello che sostieni tu. Il dogma dell’obbedienza assoluta al catechista? Sta nei mamotreti, dove al catechista/giardiniere si dà il potere di tagliare il "fico sterile", di "chiudere le porte", assimilandolo a Cristo. La decima? Pure sta nei mamotreti, anche se non è esplicitamente citata. Lo apri questo "catechismo", a pag. 170-171?
" Or-II scrut. battesimale"
Il denaro nel mamotreto è citato per ben 113 volte e Kiko nello scrutinio chiede: "Allora devi dare un segno. Un segno che deve essere con Dio, in segreto, di denaro, che esprima realmente questo gesto. Voi rinuncerete pubblicamente a Satana..."
Centotredici volte soltanto il vocabolo "denaro", esclusi i suoi sinonimi, capisci? Qualsiasi analista di testo ti saprà dire cosa significa questa ricorrenza/insistenza sul termine.
In ogni caso, Cristiano, io non sto sotto un velo. Nel sito ci sono contributi miei firmati con nome e cognome. E la mia mail sta nel profilo di blogger.

Lino ha detto...

@ psyco
Hai ragione. E' questo un motivo per il quale io sempre cito testi propri del Cammino. Chi vuole intendere ha gli strumenti per intendere. Cristiano stesso deve contendere con Kiko, non con me.

Maurizio ha detto...

Per Aldo. Primo, ti invito a ritirare DAVANTI A TUTTI la attribuzione di bugiardo che mi hai dato. Secondo: io MAI, e chiamo il Signore a Testimone, ho indagato sulla decima. Maio ho SENTITO CHI DIRIGEVA LA MIA EQUIPE, con grande delicatezza accennare a qualche fratello su questo problema, si ! Mai e DICO MAI c'è stato una forzatura in questo fare. Semmai un atteggiamento di misericordia. IO NE SONO SEMPRE STATO CONTRARIO, ma purtroppo, essendo "freelance" come dice il Lino, ero relegato alla funzione di Cantore, meno quando ero Capo Respossabile. Ma in quel periodo non abbiamo fatto II Pass.

Per Lino: usavamo i Mamotreti con la copertina blu che hanno preceduto quelli definitivi con i riferimenti al Catechismo in calce. Molto forti, molto sinceri. Quelli approvati sono una vera pizza. (Opinione da freelance!)

psyco ha detto...

Sì, ma Cristiano, Lino, non scrive a te, si serve di te perchè altri recepiscano quello che dice, che può raggiungere il suo scopo anche se tu sai perfettamente confutarlo.

Maurizio ha detto...

Ah Lino... dimenticavo: Un Anno Felice anche a te !!!!

Cristiano ha detto...

Psyco: “Sì, ma Cristiano, Lino, non scrive a te, si serve di te”
Io non mi servo di nessuno, tanto meno di Lino che non credo sia un fessacchiotto qualsiasi da farsi “usare” da me.
Saluti
Cristiano

by Tripudio ha detto...

Quando un neocatecumenale viene qui a dire "abbiate più rispetto per il Papa", mi viene da ridere. Proprio i neocatecumenali, che nelle celebrazioni del sabato sera disubbidiscono al Papa e al proprio stesso Statuto, vengono qui a parlare di rispetto per il Papa?


Passo poi al caso di Cristiano: può essere un caso limite (aiutato da parecchi colpi di fortuna), ma non rappresenta affatto la realtà del Cammino, dove ordinariamente «ti individuano e te la fanno pagare cara».

Tanto più che i vertici del Cammino conservano una accurata contabilità delle comunità: e se si sa che da una comunità devono "uscire" duemila euro di "decime" al mese, nel momento in cui escono solo 1.950 cominciano immediatamente le feroci operazioni dell'Equikiko.

Li immagino quando si leccano i baffi non appena c'è qualche nuova occasione di "colletta": «è uscito il libro di Kiko... il prezzo di copertina è 9,90€... on-line lo si può comprare al 10-15% di sconto... no! bisogna venderlo almeno a 12€, anzi, a 15€ !! passate la voce ai responsabili: 15€ a cranio! dite sempre che è "per il vostro bene"!»

Lino ha detto...

@ Psyco ha detto: “Sì, ma Cristiano, Lino, non scrive a te, si serve di te”
Beh, credo che questa "analisi" sia più offensiva per me che per Cristiano :-)

Anonimo ha detto...

Perché non lo hai pubblicato? Perché rispondi senza che gli altri possano leggere?

Lino ha detto...

@ Maurizio.
Grazie. Auguri a te.

ilcuginodellapulcepellegrina ha detto...

I DIECI COMANDAMENTI DEL CAMMINO

I. amerai il TRIPODE KIKO_CARMEN_PEZZI con tutto il tuo cuore con tutta la tua mente e con tutta la tua forza

II. non pronuncerai il nome di KIKO invano

III. farai il cammino SENZA SCONTI

IV. onorerai gli INIZIATORI e solo a loro darai gloria

V. non criticherai mai i FRATELLI MAGGIORI ma solo i CRISTIANI DELLA DOMENICA

VI. se commetterai atti impuri, dovranno essere SEGRETI ma dovrai rivelarli nelle CONFESSIONI PUBBLICHE

VII. non mancherai di versare la DECIMA e di partecipare a tutte le COLLETTE

VIII. manterrai sempre SEGRETI gli ARCANI del CAMMINO di cui verrai a conoscenza

IX. rifiuterai ogni pensiero che non proceda dai sommi INIZIATORI

X. non desidererai mai ABBANDONARE il cammino.

by Tripudio ha detto...

La possibilità di commentare in modo anonimo non è intesa a permettere ai kikos di lanciare insulti.

C'è solo per evitare di costringere chi arriva qui per la prima volta a iscriversi con un account Google prima di poter lasciare due righe.

Maurizio ha detto...

RISPOSTA AD ALDO
Soltanto ora, da perfetto idiota, leggo un commento di quella spregevole e miserabile persona che si firma "Aldo" e che dice, insinua, mi accusa - 6 Gennaio ore 12;14 con queste insinuazioni che non posso accettare passivamente:
" e mai e poi mai si relaziona il Parroco (a meno ché non è del cammino)... solo il Tuo catechista Ti chiede conto... (omissis)
altra verità e che neanche la moglie/marito devono sapere della decima;lascia stare la memoria di Tuo Padre... lo stai offendendo con le tue menzogne

Tu sei una persona viscida e lurida, un cencio infetto che dubita della Parola data chiamando a testimone il Signore: così facendo mi accusi di blasfemia e ti prendi gioco del Signore che ho messo a sigillo delle mie Parole Tu agendo in questo modo dai scandalo pubblico, e inoltre, cosa per me che mi taglia come un pugnale di un sicario del demonio, mi accusi di OFFENDERE MIO PADRE CON LE MIE MENZOGNE. TUTTO QUESTO E' REALMENTE TROPPO, INSOPPORTABILE, INTOLLERABILE. TU SAPPI CHE HAI UN CUORE CHE SI STA PUTREFACENDO E SEI UN MORTO CHE CAMMINA. IO TI PERDONO SOLO PERCHE' IL SANTISSIMO MI HA CONCESSO IL LIBERO ARBITRIO DI ACCETTARE O MENO IL PERDONO. STANOTTE IO DORMIRO' TRANQUILLO, SENZA RISENTIMENTI. MI CHIEDO COME DORMIRAI TU, CONOSCENDO NEL TUO PROFONDO IL MALE CHE FAI E LA MENZOGNA NELLA QUALE VIVI E NELLA QUALE TI RIGIRI COME UN SUINO. VERGOGNA !

Maurizio ha detto...

A Trpudio: GRAZIE per aver pubblicato la mia rimostranza che può sembrare eccessiva, ma che è frutto di di uno sdegno giusto. Non uso mai toni simili, se non sono portato alle estreme conseguenze. Mi dispiace di aver dovuto usarle nel tuo Blog, ma questo mi fa una ottima impressione. Certamente hai compreso che ciò che avevo affermato, e qui lo ripeto, è la realtà dei fatti che ho vissuto e che non si possono infangare cose così ontime come la Parola data chiamando con sincerità il Signore a garante di ciò che affermo o persone come mio Padre che hano difeso la Patria a rischio della Vita e l'Onore della Santa Chiesa quando ce n'è stato bisogno. Grazie ancora Tripudio, buon Anno nell'abbandono al Signore e perdona il mio sfogo. Un saluto nel Cristo Risorto !

Sebastian ha detto...

Che il catechista lo faccia con gentilezza o con irruenza, con buone o cattive intenzioni, non cambia la sostanza dei fatti: periodicamente verranno a interrogare la comunità sulle decime. E non lo faranno in modo generico, ma del tutto specifico, chiedendo ad uno ad uno: paghi la decima?
Evidentemente chi risponde sì viene lodato, chi risponde no viene redarguito, cioè gli verrà "ricordato" che "per il suo bene" deve pagare la decima regolarmente. Chiaro che nessuno ti punta la pistola alla tempia. E' più simile a un raggiro che ad una rapina. Viene fatta pressione psicologica. Se il singolo ha abbastanza forza di volontà potrà continuare a non pagare e a frequentare la comunità, ma non starà "facendo il cammino" nel senso inteso dai catechisti

(Fare il cammino significa: partecipare assiduamente agli incontri e alle attività della comunità, tra cui appunto pagare la decima)

Ma nella maggioranza dei casi, il singolo si sottometterà alla volontà del catechista. Non dirà mai in seguito di essere stato costretto o indotto a pagare contro la propria volontà, perché all'apparenza egli sceglie di pagare, dato che gli viene fatto credere che è per il suo bene. Ma è questa libertà? Non poter scegliere come, quanto e a chi devolvere la propria elemosina?

Quindi Maurizio ti puoi anche scaldare e offendere più o meno giustamente, ma questa è la realtà dei fatti, ed è inutile cercare di inzuccherarla.

Anonimo ha detto...

e pensare che ti avevo quasi creduto
ma con questo tuo ultimo post hai mostrato il tuo vero volto, non credo che uno che ha concluso il cammino dal 2000 possa comportarsi così, uno che a avuto una marcia in più(essendo un neocatecumeno un adulto nella fede un catechista e bla bla bla bla ,aggiungici quello che ti pare)possa esprimersi così.
Immagina se Gesù si comportasse così come hai fatto tu con tutti quelli che offendono suo Padre,

sei veramente un lupo travestito da agnello anzi aggiungo che sei un lupo mannaro che si trasforma ad ogni luna piena

Grazie di esistere, grazie per questa tua testimonianza

ODG

Aldo ha detto...

Maurizio Ti sei definito da solo "un perfetto idiota"... complimenti per il rituale del "Pulsa denura" che mi hai lanciato..
tranquillo ho dormito bene stanotte... Leggi bene non ho offeso tuo Padre... Tu lo hai offeso con le tue menzogne... comunque è chiaro che la tua comunità, i tuoi catechisti e tutto quello che succede da te è perfetto... esiste sempre la "comunità su Marte";
lascia stare il perdono... quello funziona solo con i tuoi fratelli di comunità, dopo tutto quello che mi hai detto non credo abbia molto senso... ma da perfetto idiota quale sei, ti hanno detto che si fa così e tu fai quello che ti dicono

G. ha detto...

Ciao Gino, dopo anni che non ti sento ti scopro in questo blog (anhe se con un pseudonimo). Sei ancora insegnante di religione o finalmente sei riuscito a realizzare il tuo sogno di diventare medico?

Mi stupisce caro Gino, perché conosco la tua intelligenza, che tu dia spazio a persone come Aldo. Non te l'ha ordinato il medico di farti male da solo. E i suoi commenti non perseguono la tua causa.

Per il resto, sai che non lo condivido, ma conosco la tua buona fede.

Un abbraccio.

G.

by Tripudio ha detto...

Stavolta (e non è un caso raro) col far "passare" i commenti io non c'entravo niente, sarà stato qualcuno degli altri moderatori. Avrei volentieri risparmiato ad Aldo gli insulti che io stesso ricevo spesso (e che a me ormai provocano solo sbadigli). Ma per i neocatecumenali che giungono qui (e per tutti i loro cloni) l'incubo che toglie il sonno la notte attualmente si chiama "Tripudio", anche quando non c'entra niente col sottoscritto.

Comunque è stato utile per notare come i neocatecumenali applichino quest'altro tipo di astuzia: infilano in un discorso, come "garante", qualche persona loro cara (che so, il proprio padre o un parente, oppure un neocat defunto come Spandri) tentando di proposito di farlo insultare da qualcuno (o almeno farlo apparire come insultato) per poi stracciarsi sdegnati le vesti gridando "lurido" di qua e "lurido" di là.

Eh, no, cari fratelli furbetti del Cammino esperti di vittimismo preconfezionato: ad essere "luride" sono queste vostre astuzie kikiane, di voi che usate addirittura i vostri cari come strumento da scagliare addosso a chi non incensa l'idolo Kiko.

Dopotutto il destino di chi segue un idolo è sempre lo stesso: dover inventare ogni menzogna e ogni ambiguità e ogni artificio dialettico, pur di restare coerente con l'idolo.

C. ha detto...

Mi permetto di aggiungere alcune considerazioni a margine di quanto detto fino ad ora:

Il discorso che la decima sia "libera" è assolutamente da sfatare. L'ho spiegato già in dettaglio in quel post famoso (individuano e te la fanno pagare cara)ed a cui rimando e sul quale non mi dilungo.
Nel cammino il punto del denaro è fondamentale. Senza di esso non funziona il "giochino" dei seminari, delle approvazioni e di tutto il resto.
Io non ho mai ritenuto, quando ero nel cammino, che non si dovessero dare dei soldi per il sostentamento della comunità e per i bisogni del cammino stesso. Mi sembra giusto che un aderente ad un movimento o altro contribuisca al sostentamento dell'istituzione. Ma non come tassa obbligatoria da versare e con continui interrogatori vessatori da parte dei c.d. catechisti.
Sostenere che le decime siano libere cozza contro l'oggettività dei mamotreti che su questo punto sono chiari: l'interrogatorio sulla decima è riproposto continuamente ad ogni passaggio del cammino.

Non puoi sgarrare,puoi forse mentirgli per un periodo: uno, due, forse tre anni, poi ti fanno scendere da cavallo loro al prossimo passaggio: arrivederci, il cammino non è per te (ovviamente, il cammino è a pagamento. Se non paghi arrivederci!).

Bel esempio di cristianesimo. Tenetevelo!

Maurizio ha detto...

Da Maurizio a Sebastian.
Sebastian, è tutto vero quello che dici. Te lo confermo. Cosa vuoi di più? I catechisti responsabili di una Comunità hanno come compito tra gli altri quello di chiedere, nei giri di esperienze, se un fratello della Comunità dà le decime. Io non l'ho mai negato. Ma io come Lino ha detto scherzosamente, e la ho fatta mia, sono un catechista "freelance", ed essendo stato in Comunità FINO AL 2006, anno in cui io e la mia Sposa abbiamo deciso di chiamarci fuori, come catechista non ho mai approvato l'approccio di "INTERROGARE" I fRATELLI davanti a tutti gli altri. Se uno non paga la decima, secondo il mio punto di vista, va preso da parte - cosa da freelance davvero - e UN SOLO CATECHISTA, assieme al Capo Rsponsabile - si incontrano con libertà o meno di accettare il colloquio, con il fratello per vedere NON COME FARGLI PAGARE LA X, MA BENSì COME AIUTARLO NEL CONCRETO CON LE SUE DIFFICOLTA' ECONOMICHE. Ovvio che quello che propongo NON E' la prassi del Cammino, ma SECONDO ME ci si dovrebbe comportare così. Instillare un sensodi colpa al fratello che non solo non riesce a dare la decima, ma non arriva alla fine del mese per me è inammissibile. In tutto il periodo nel quale sono stato Capo Responsabile,una decina d'anni, a volte non dormivo di notte pensando a un fratello che avrebbe dovuto pagarsi un farmaco costosissimo indispensabile per la sua malattia, come fare per aiutarlo, e siccome non vi piacciono i "trucchetti alla Kiko" che io non conosco, ma voi si, non chiamo a testimone nessuno, solo la mia parola. In quel periodo MAI HO FATTO PRESSIONI SU NESSUN FRATELLO SPECIFICO CHE SI FACEVA LA DECIMA, avvisavo tutti quanti che se avevano da dare, che mettessero ciò che potevano - per i bisogni di altri fratelli - nel sacco che davo all'ostiario. MAI MI SONO OCCUPATO DI SAPERE CHI DESSE O MENO LA DECIMA, nè mai l'ho voluto sapere. Confidavo nella maturità dei fratelli di scegliere se mettere o non mettere la decima e c'era qualcuno che veniva a casa mia a dirmi che era in difficoltà e chiedere il necessario. Il mio Parroco, un Uomo di Dio, è stato sempre avvisato dei problemi o bisogni della comunità e della situazione delle decime. Sono certo che provvedeva lui stesso nei casi più bisognosi.

Maurizio ha detto...

RISPOSTA AD ANONIMO ODG
Anche Cristo si è sdegnato quando ha visto i venditori di colombe ed i banchi dei cambiavalute occupare l'Atrio del tempo. "Si fece una frusta di cordicelle"... "rovesciè i banchi dei cambiavalute"... Ed era Cristo... io mi sononadirato perchè qualcuno ha censurato il citare mio padre e mi ha chiamato menzognero. Ma non sono Cristo e mi sono fatto prendere la mano da quell'Aldo che con pervicacia rifiuta di credermi. Io non seguo più il Cammino e ritengo che troppe siano le derive che ha preso a livello delle singoli giovani Equipes o con catechisti intransigenti della prima ora. E' un abito che non fa per me. Preferisco confondermi con i cristiani della domenica tra i quali ho trovato persone degne e ammirevoli per il loro impegno. Piuttosto chiediti onestamente come avresti reagito tu davanti ad una accusa reiterata di menzognero e dandoti dello spergiuro sul nome di tuo Padre.
RISPOSTA AD ALDO
Nessuno riuscirà mai ad ammorbidire un cuore privo di accoglienza come il tuo. Di nuovo accuse di menzogna... da te non posso aspettarmi altro. Chiuso
RISPOSTA A TRIPUDIO
Evidentemente avete studiato psicologia comportamentale, caro Tripudio, per cogliere le intenzioni delle persone dalle sfumature con le quali si esprimono.
Allora dimmi: quale attitudine può avere in favore e in difesa di una comunità come un padre - il sottoscritto tanto per intendersi - che dopo il secondo passaggio fatto a suo figlio dalla equipe di fratelli della mia comunità - buona parte dei fratelli hanno cominciato a pensare e a dire che avesse rapporti omosessuali con un altro ragazzo della stessa comunità solo perchè si frequentavano come tutti i ragazzi che sono amici? Mio figlio non so quanto abbia sofferto... tanto da cambiare città e trovare un lavoro altrove. Ma a voi questi piccoli particolari non diranno nulla...si, Aldo e Tripudio... è vero, sono un perfetto idiota e un padre indegno perchè avrei dovuto andare in tutte le case di questi pseudo - fratelli di comunità a ribaltare tutti i loro mobili...
E ti pare anche dopo questo che ho detto io usi trucchetti "alla Kiko" per richiamare in patria i neocatecumenali che hanno dubbi? Il Cammino è valido, ma il Lupo Mannaro non sono io, sono coloro che se ne sono serviti per autoreferenziarsi e rovinarlo nel suo intimo facendone una spelonca di ladri, cari neocatecumeni che state leggendo... guardatevi le spalle perchè è vero. C'è sempre un Giuda che ti colpirà alle spalle e colpirà i tuoi figli. Il suo nome è Satana.

by Tripudio ha detto...

Il commento a firma "G." delle 10:11 rappresenta quel tipico atteggiamento di mafiosità neocatecumenale: "vedete? sappiamo chi siete! siamo in grado di bloccarvi la carriera! siete avvisati..."

Questo atteggiamento è anzitutto la dimostrazione che il loro unico desiderio è mettere a tacere qualsiasi discussione sul Cammino.

Infatti il problema del Cammino non sono le interpretazioni ma i fatti concreti.

Per esempio, di fronte alla stortura della "comunione seduti" (che implica disprezzo per l'Eucarestia), per loro non c'è scampo: o abbandonano quella pratica antiliturgica... oppure avvertono il bisogno di mettere a tacere chiunque la nomini senza elogiarla.

Questo è il vero dramma degli idolatri: sentirsi costretti a mistificare, mentire, minacciare, aggredire chiunque sveli la falsità del loro idolo.

G. ha detto...

Valà, non prendertela Gino.
G.

by Tripudio ha detto...

Non so se ci sia un Gino tra i partecipanti a questo blog: quello che è certo è l'atteggiamento da mafioso del commento delle 10:11, che molto probabilmente tirava a indovinare.

Maurizio ha detto...

INSISTO, TRIPUDIO, perchè si sappia la verità.

Il mio Parroco, un Uomo di Dio, è stato sempre avvisato dei problemi o bisogni della comunità e della situazione delle decime. Sono certo che provvedeva lui stesso nei casi più bisognosi.
RISPOSTA AD ANONIMO ODG
Anche Cristo si è sdegnato quando ha visto i venditori di colombe ed i banchi dei cambiavalute occupare l'Atrio del tempo. "Si fece una frusta di cordicelle"... "rovesciè i banchi dei cambiavalute"... Ed era Cristo... io mi sono adirato perchè qualcuno ha censurato il citare mio padre e mi ha chiamato menzognero. Ma non sono Cristo e mi sono fatto prendere la mano da Aldo che con pervicacia rifiuta di credermi. Io non seguo più il Cammino e ritengo che troppe siano le derive che ha preso a livello delle singoli giovani Equipes o con catechisti intransigenti della prima ora. E' un abito che non fa per me. Preferisco confondermi con i cristiani della domenica tra i quali ho trovato persone degne e ammirevoli per il loro impegno. Piuttosto chiediti onestamente come avresti reagito tu davanti ad una accusa reiterata di menzognero e dandoti dello spergiuro sul nome di tuo Padre.
RISPOSTA AD ALDO
Nessuno riuscirà mai ad ammorbidire un cuore privo di accoglienza come il tuo. Di nuovo accuse di menzogna... da te non posso aspettarmi altro. Chiuso
RISPOSTA A TRIPUDIO
Evidentemente avete studiato psicologia comportamentale, caro Tripudio, per cogliere le intenzioni delle persone dalle sfumature con le quali si esprimono.
Allora dimmi: quale attitudine può avere in favore e in difesa di una comunità come un padre - il sottoscritto tanto per intendersi - che dopo il secondo passaggio fatto a suo figlio dalla equipe di fratelli della mia comunità - buona parte dei fratelli hanno cominciato a pensare e a dire che avesse rapporti omosessuali con un altro ragazzo della stessa comunità solo perchè si frequentavano come tutti i ragazzi che sono amici? Mio figlio non so quanto abbia sofferto... tanto da cambiare città e trovare un lavoro altrove. Ma a voi questi piccoli particolari non diranno nulla...si, Aldo e Tripudio... è vero, sono un perfetto idiota e un padre indegno perchè avrei dovuto andare in tutte le case di questi pseudo - fratelli di comunità a ribaltare tutti i loro mobili...
E ti pare anche dopo questo che ho detto io usi trucchetti "alla Kiko" per richiamare in patria i neocatecumenali che hanno dubbi? Il Cammino è valido, ma il Lupo Mannaro non sono io, sono coloro che se ne sono serviti per autoreferenziarsi e rovinarlo nel suo intimo facendone una spelonca di ladri, cari neocatecumeni che state leggendo... guardatevi le spalle perchè è vero. C'è sempre un Giuda nella tua comunità, che mai ti aspetteresti fosse proprio lui,che ti colpirà alle spalle e colpirà i tuoi figli.

Maurizio DOSSI ha detto...

Scusa Tripudio, ti ho mandato un doppione, non avevo visto (sto diventando cieco...)che lo avevi già pubblicato. Cancella quello che ti ho appena mandato !

by Tripudio ha detto...

Maurizio,

ti faccio notare che questo non è il "blog Tripudio".

Anche se il termine "Tripudio" toglie il sonno a qualcuno, vorrei far notare che questo blog ha come tema il Cammino Neocatecumenale.

Quello che tu chiami "Tripudio" è solo uno dei collaboratori, che -quando può- talvolta fa "editing" e talvolta aggiunge qualche commento. Quando può.

Aggredire il sottoscritto è la stessa cosa che prendere a calci la radio nel momento in cui questa annuncia che la tua squadra preferita ha incassato un altro goal. La radio non ne ha colpa: è la tua squadra che sta giocando male.

La radio non è alleata della tua squadra avversaria: sono stati gli errori della tua squadra preferita a provocare il risultato. La radio si limita ad annunciarteli secondo verità, invitandoti a verificare tu stesso.

Non puoi dire che la tua squadra è la più forte, anche se vai ad assistere a tutti i suoi allenamenti, anche se leggi attentamente la rivista dei suoi tifosi.

Non devi "scusarti" con "Tripudio" per aver compiuto l'involontario gesto di cliccare due volte sul tastino "Pubblica commento".

Altrimenti fai la figuraccia di quei farisei che pagano la decima della menta e del cumino ma poi perseguitano il proprio prossimo in ogni modo e mandano a morte gli innocenti.

Anonimo ha detto...

"Il Cammino è valido, ma il Lupo Mannaro non sono io, sono coloro che se ne sono serviti per autoreferenziarsi e rovinarlo nel suo intimo facendone una spelonca di ladri,"

Sono pienamente d'accordo con te su quello che dici sopra,io l' ho vissuto personalmente sulla mia pelle, me lo son detto e me lo ridico da 35 anni.

Sai quando questa mattina ho letto il tuo post col tuo modo di esprimerti ho rivisto il mio capocatechista che stimavo più di mio padre, ma che al momento del bisogno, del mio bisogno, da candido agnello si è trasformato in lupo e invece di tendermi la mano è rimasto indifferente dopo avermi condotto sul ciglio del burrone,quasi ad aspettare il botto, come il detto cinese"Siedi sulla riva del fiume ed aspetta che ti passi accanto il cadavere del tuo nemico".
Sta ancora aspettando ne sono sicuro.................

Scusami ma non ho capito perchè hai tirato fuori la storia di tuo padre ed ora leggo quella di tuo figlio secondo me non serve a niente
serve solo a rendere più credibili le tue testimonianze,ma da come ti sei presentato su questo blog e da gli apprezzamenti degli altri che lo frequentano,forse potevi farne a meno

sei veramente disposto a rispondere alle domandine di "apostata"?
te ne sarei grato

ODG

Anonimo ha detto...

@Maurizio

personalmente non metto in dubbio la tua parola.
tuttavia capisci anche tu che il solo fatto di auto-definirti "freelance", autonomo, non-allineato, significa che esiste uno “standard del catechista-neocatecumenale” che viene interiorizzato dal neocatecumenale medio, così come per il “perfetto-cantore-neocatecumenale” (capaci di massacrarti per un accento spostato).

Tu che non facevi interrogatori pubblici, o colloqui davanti a tutto lo staff dei catechisti, non rispondevi a questo standard di comportamento, che evidentemente prevede il contrario della delicatezza che tu dimostravi.

Un catechista di settore di Roma in privato, parlando a me e mia moglie, si definì un “eretico” perché dissentiva dalla modalità imposta da Kiko per portare avanti le convivenze di riporto.
Ci si può senti “eretici rispetto a Kiko”, ma eretici rispetto al resto del mondo cattolico è un pensiero che non sembra sfiorare il neocatecumenale allineato.

Perché? E’ veramente solo un problema dei tempi recenti dal 2006 in poi, come dici tu?

O forse l’obbligo alla prassi neocatecumenale, ben più stretto di quello di aderire alle prassi normali per tutta la Chiesa, è una cosa sola con l’aderire al cammino?

H.

Aldo ha detto...

invece di attaccare personalmente me maurizio/gino... (facile da anonimo...) rileggiti..tu hai fatto il catechista e non facevi le "solite domande"??? ma che cosa dici... non è possibile fare gli scrutini e non chiedere se "dai la decima"... ma tu eri responsabile di equipe?... se non lo eri... taci... perchè stai straparlando.. se non sei piu' nel cammino smettila di dire fregnacce e comincia a dire la verità....puoi fare un servizio utile in questo blog.. di "citazioni precostituite" non ne abbiamo bisogno.. lo vuoi capire che la tua "disneyland/comunità" non esiste??
Ti è rimasta la vena da catechista però?? conosci i cuori degli altri...
p.s.: Caro Tripudio e/o gestori lasciate passare tutto quello che dice anche su di me... ci può solo fare un servizio capire le dinamiche mentali di un catechista/tipo;

Maurizio ha detto...

Ciao, allora lasciando indietro tutto il resto, dove sono queste domandine delle quali siete tanto curiosi? Il nomignolo "catechista freelance" non me lo sono inveentato io, ma lo dato Lino e siccome mi è piaciuto come definizione me lo sono tenuto. S leggete o chiedete a Lino trovate conferma.Guardate che io non mi "faccio usare". Se rispondo dico solo ciò di cui sono stato testimone diretto null'altro. Se mi volte contattare in privato la mia mail: mauridoss954@gmail.com.

Sebastian ha detto...

Maurizio,

prendo atto della tua sensibilità di catechista, ma evidentemente il tuo comportamento era anomalo rispetto al modello NC.
Il problema infatti non sta nei singoli, ma in tutto il sistema. Il sistema prevede che il catechista interroghi i singoli di fronte alla comunità sulla decima.

Guarda, ti dico che io stesso non ci volevo credere, quando più di un anno fa approdai su questo blog, poiché la mia comunità faceva la decima solo da pochi mesi. Infatti sapevo che "la destra non sappia quel che fa la sinistra". Ma poco tempo dopo ci fu una convivenza in cui i catechisti vennero a farci visita, e cominciarono con gli interrogatori: vai in comunità? dai la decima?

Il mio catechista per altro è una bravissima persona, lo conosco da quando sono piccolo, conosco tutti i suoi figli, alcuni dei quali frequento regolarmente. Ma quando impersona il ruolo di catechista tutta la sua bontà e sensibilità non conta, perché lui deve chiedere determinate cose e agire in un ben determinato modo, e se non lo fa ci sarà un catechista al suo fianco che lo richiamerà a seguire la linea imposta dagli orientamenti, e probabilmente prima o poi verrà defenestrato.

Il problema non è la persona del catechista, ma il ruolo stesso che questa persona ha nel cammino. E che si tratti di una deriva degli ultimi anni ho seri dubbi.

by Tripudio ha detto...

Non riesco a capire tutta questa foga di Maurizio per spostare in privato la discussione.

Capisco che in privato si possono svelare più dettagli personali ma... è davvero quello che servirebbe per correggere gli strafalcioni e le corbellerie del Cammino?

O c'è forse qualche altro scopo? qualche segreta speranza?

Aldo ha detto...

Ma nooo Sebastian che dici... queste cose non avvengono mai... solo nella Tua comunità "abusavano del potere".. tutte le altre comunità comprese quelle che ci sono su Marte... sono perfette.. nessuno fa domande.. fai quello che vuoi... se vuoi versare la decima la versi e se non vuoi non laversi.. sei catechista di una equipe... puoi domandare quello che vuoi senza attenerti ai mamotreti...

com'è che diceva il grande Totò...?
"ma mi faccia il piacere.."

Maurizio DOSSI ha detto...

Nulla di tutto questo Tripudio. Ho lasciato la mia mail per avvisarmi ogni volta che postate una domanda. Sono medico, ho una famiglia, non posso sempre essere al pc. Una occhiata alla mia posta la do ogni giorno, ma non posso scorrazzare per i vari Blog a cercare se ci sono osservazioni si di me. Infatti ho trovato isservazioni o domande ormai millesimate le quali non potevo aver notato, perchè dal sito principale vi sono almeno 5 o 6 argomenti diversi. Non posso passare tutto il giorno al pc, per cui se mi inviate domande a questo argomento del Sito ora che so ci vengo, altrimenti mi avvisate che non ho risposto a qualcosa che mi può sfuggire. Molto meno Mission Impossible, Tripudio.

La verità vi farà liberi. ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
La verità vi farà liberi. ha detto...

"Maurizio ha detto...

[...]un commento di quella spregevole e miserabile persona che si firma "Aldo" [...]Tu sei una persona viscida e lurida, un cencio infetto[...]agendo in questo modo dai scandalo pubblico[...]HAI UN CUORE CHE SI STA PUTREFACENDO E SEI UN MORTO CHE CAMMINA[...]LA MENZOGNA NELLA QUALE VIVI E NELLA QUALE TI RIGIRI COME UN SUINO"


Sei non commentabile, Maurizio...permettimi solo di dire che i termini che usi non sono da Cristiano.
Sicuramente non sono da cristiani per come li intende la Chiesa Cattolica, probabilmente lo sono per come li intende Kiko.
La tua (indegna) testimonianza rende però verità al Cammino ed ai suoi seguaci, una setta che turba gli animi e sconvolge le coscienze, come tanto efficacemente testimoni!

Il tuo parlare è solo un motivo in più per stare alla larga dalla setta....se te sei il risultato di anni di "formazione".

Grazie per averci chiarito, ulteriormente, la vostra vera natura.

Larus ha detto...

ma la "verità" di chi? Ovviamente di chi gestisce il Blog che è palesemente contro il CNC

No caro fratello focolarino … no!

Questo è un blog nato con l’espresso motivo di ‘difendere’ la sana dottrina e la sacra Liturgia dalle gravi storture fuorvianti proliferanti all’interno della chiesa e, tra queste, il CN; se leggi bene, gli iniziatori o, se vuoi, i collaboratori della prima ora, hanno a cuore soltanto la ‘Madre’ che è la Santa Romana Chiesa che, per duemila anni è stata anche Maestra.
Poi a loro si sono aggiunti i tanti (molti) fratelli col cervello e l’anima ‘dilaniati’ dai “metodi” del CN e dalla grande ignoranza (voglio essere magnanimo e non dico superbia) di coloro che hanno collaborato alla divulgazione di questo “metodo” (parlo dei cosiddetti catechisti), che hanno scoperto che quanto accadeva a loro non era per nulla differente da ciò che accadeva da qualsiasi altra parte ed in qualsiasi comunità, che scaturivano dal modo settario in cui vive il CN all’interno della Chiesa.
Adesso non voglio ripetere le molte cose dette in tutti questi anni (credo che il blog sia on-line già dal 2006 e tanti sono i ‘fuoriusciti’ dal cammino che denunciano tutti le stesse orrende cose) ma ti invito a leggere le storie di vita di alcuni dei collaboratori che trovi a sinistra della pagina del blog (tra essi ci sono anche sacerdoti); qualche storia molto significativa l’ha raccontata Aldo, a.rita, Jonathan, e tanti altri che mi scuseranno se non li nomino tutti.
Tu dici di essere focolarino … quindi non hai frequentato il CN … e ti trovi a leggere soltanto ciò che viene detto negli ultimi tempi, ove non parlano più quegli ‘azzannati’ di cervello che ho conosciuto io qui e dei quali ne faccio parte, gente che tra il ‘dire’ degli statuti, ed il ‘fare’ delle equipe dei catechisti, hanno subìto un vero “lavaggio” di cervello e di azzeramento di spirito e volontà.
Comunque … sappi che la Chiesa è Bella perché c’è Dio Vivo … c’è Cristo! La Chiesa è il Corpo di Cristo, e fin quando ci sarà qualcuno che continuerà a dire: «io sono di Paolo, io di Apollo …» non farà altro che ‘ostacolare’ la Volontà di Chi l’ha voluta …

filippo ha detto...

Grande Aldi il solito ........, perche' non dici che cosa e' successo quando eri in comunita' e facevi il responsabile? Non mi dire che la colpa e' dei catechisti?

Ruben ha detto...

OT:
"Mettete alla prova gli spiriti per saggiare se provengono veramente da Dio, perché molti falsi profeti sono venuti nel mondo."
Papa Francesco (oggi)

La verità vi farà liberi. ha detto...

Bene! Conosciamo ora meglio il nostro caro amico Maurizio, che ci ha gentilmente fornito la sua email:

https://www.facebook.com/mauridoss954

(qui vediamo che se la prende con un certo Tripudio ed una "discussione vergognosa, basata senza nemmeno un beneficio d'inventario, che non celebra o rimpiange i morti uccisi in odio alla Fede ma viene posta come occasione da un certo "Tripudio" moderatore del Blog per disquisire sulla appartenenza alla Chiesa attolica del Cammino Catecumenale. ". Ritiene anche che ci siano in giro " Lefebvriani allo stato puro...")

https://twitter.com/mauridoss?utm_source=fb&utm_medium=fb&utm_campaign=mauridoss&utm_content=313842146316808192

(qui comunica - per ben due volte - al Papa di avere 9 figli, sottolineando ovviamente di essere un Kikos. Poi si chiede anche se "I martiri neocatecumenali sono martiri della Chiesa")

http://www.drmauriziodossi.com/default.html

(Qui leggiamo che è un medico)

http://profile.yahoo.com/4YJ5THD63CZL32WH5HZQU5VN6A

(Qui ci ricorda dei nove figli e che è cattolico)

Ruben ha detto...

"...come essere di CL (Anche i ciellini fanno la decima...."
---
Chi crede "veramente" alla Divina Provvidenza non ha bisogno di decime;la Provvidenza si serve infatti di strade discrete e nascoste. Ne danno testimonianza gli innumerevoli Ordini Religiosi che hanno fatto la storia della Chiesa; fondati da Santi uomini e donne, spesso dal nulla, hanno costruito fattive opere di pace in tutto il mondo con offerte volontarie.
Soltanto offrendo in maniera libera e disinteressata,spesso, non sempre,c'è il ritorno del "centuplo" in questa vita.

La verità vi farà liberi. ha detto...

Altra perla del buon Maurizio:

http://answers.yahoo.com/question/index?qid=20130728030911AADNSc2

Notare che specifica di avere "40 anni di frequentazione della Chiesa Cattolica con l'incarico di catechista"....peccato dimentichi di dire che è del Cammino!

Larus ha detto...

… sei una persona viscida e lurida, un cencio infetto … SAPPI CHE HAI UN CUORE CHE SI STA PUTREFACENDO E SEI UN MORTO CHE CAMMINA … MI CHIEDO COME DORMIRAI TU, CONOSCENDO NEL TUO PROFONDO IL MALE CHE FAI E LA MENZOGNA NELLA QUALE VIVI E NELLA QUALE TI RIGIRI COME UN SUINO…

E che ca…spita! Sembra tratto dal film L’ESORCISTA!

Caro Aldo, che ne pensi di un bel “Crocifisso della buona morte” da porre davanti all’invasato? ;)
Ciao amico mio e ascolta il consiglio del vate Virgilio dato a Dante ...

Maurizio ha detto...

"La Verità vi farà liberi" dice: "Sei non commentabile, Maurizio...permettimi solo di dire che i termini che usi non sono da Cristiano. (omissis)..Grazie per averci chiarito, ulteriormente, la vostra vera natura."

No, non te lo permetto di dire quello che hai detto poichè hai tirato giu' una serranda, un muro tra me e voi che si stava aprendo... Non centra cosa dice o non dice in cristiano adulto... vatti a leggere tutte le volte che gratuitamente Aldo mi ha dato del mentitore e del bugiardo. E io dovrei da fuoriuscito del Cammino colloquiare con voi, sepolcri imbiancati con dentro ogni putridume (lo mostrano le tue parole che mo definiscono non commentabile!) e io dovrei parlare e dicutere con carne morta allo Spirito Santo come tu mi hai chiaramente manifestato?. Bene, io non sono commentabile, quindi continuate per la invidia che tu porti al Cammino ad incensarvi, autoreferenziarvi, voi che vi mettete su uno scranno e osate chiamare corrrotti dal denaro, oliati, tutti i Vescovi ai quali sono state date la metà dei beni raccolti nei secondi passaggi per le necessità della Diocesi... No, a queste regole del gioco basta. Vi siete preso troppe beffe di me. Avete mandato avanti uno a me sconosciuto, dandomi dell'inaffidabile, perchè VI HA PRESO IL PANICO. NON AVETE MAI VOLUTO AVERE QUALCUNO CHE VI RISPONDESSE E CONFUTASSE CON I FATTI QUELLO CHE POTEVO DIRE. SIATE SINCERI CON VOI STESSI: AVETE PRESO PAURA ! OVVIO! PERCHE' NON AVETE COMINCIATO SUBITO CON LE DOMANDINE, E INVECE AVETE DATO LA PRIORITA' AD UNO CHE NON MI CONOSCE COME VOI, DI DARMI DEL "NON COMMENTABILE"' EH? CORAGGIO, MOSTRATE GLI ZEBEDEI UNA VOLTA, CHE NON LI AVETE! PAURA. ECCO. NON SAPEVATE COSA POTEVA SUCCEDERE FACENDOMI DOMANDINE... COSI' AVETE MESSO IN MEZZO UNO QUALUNQUE A DARMI DELL'INAFFIDABILE E VI SIETE TOLTI IL PESO DELLE "DOMANDINE". BRAVI, CHE ONORE, CHE CORAGGIO. SOLO A LINO RIVOLGO UN CARO SALUTO, LA UNICA PERSONA CHE SI E' DATA LA PENA DI TRATTARMI CON RISPETTO. GRAZIE, LINO.

La verità vi farà liberi. ha detto...

"Larus ha detto... [...]

E che ca…spita! Sembra tratto dal film L’ESORCISTA!"


Sarà mica un vampiro? Sai, il Cammino...i soldi...le vittime...succhiare il sangue ?!?

La verità vi farà liberi. ha detto...

Qui Maurizio ribadisce di essere cattolico e catechista (stavolta per gli adulti), continua però a dimenticare di dire che è del Cammino...sarà mica uno stile della setta?

http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20130604020211AAKTD29

"Mah... senti io sono cattolico e aanche catechista x gli adulti"

Poi scopriamo che è anche un pranoterapeuta:

"Ma sai: io sono capace di pranoterapia, con certe persone a livello articolare ho risolto dei casi veramente difficili. Ma io lo spiego del tutto con una risonanza bio-magnetica tra il pranoterapeuta e il soggetto: sono concetti molto ben documentati, studiati soprattutto nelle Università tedesche. Si tratta di interazioni tra organismi diversi, che hanno frequenze bio-elettriche molto simili."

che è una cosa strana cosa per un catechista cattolico:

http://www.diosalva.net/download/documenti-chiesa/ratzinger-su-magia-occultismo-yoga.pdf

http://christusveritas.altervista.org/pranoterapia_CEI.htm

però essendo del Cammino tutto è possibile.

La verità vi farà liberi. ha detto...

Mauriziè....continuiamo? :)

Lino ha detto...

Sebastian ha detto...
"Il problema non è la persona del catechista, ma il ruolo stesso che questa persona ha nel cammino".
Non è solo un problema di ruolo, caro Sebastian. Il problema sta nella formazione che il catechista riceve per svolgere il suo ruolo.
Maurizio confuta l'obbligo della decima? Ebbene: nella formazione del catechista neocatecumenale la liberazione dall'idolo del denaro - decima o donazioni che siano, l'industriale dell'Opus Dei docet - è un must. Ho scritto "must" per coerenza di linguaggio con "freelance" :-).

Il catechista interroga i "fratelli" in pubblica seduta sui loro peccati? E come potrebbe fare altrimenti, il malformato catechista, considerata la seguente lezione di Kiko?
"Kiko: Terza tentazione: gli idoli del mondo. Per te quali sono? Enumerali.
– X.: Denaro, titoli, sesso, prestigio, potere, famiglia, salute, l’età, la razza..."
(cfr OR. II SCRUT. BATT., pag 170).

E' evidente: se un "maestro" fornisce simili esempi, i discepoli tenteranno di imitarlo, ognuno secondo la propria sensibilità, magari animalesca.

Un dotto(re), però, dovrebbe chiedersi: ma il "maestro", nel fornire simili case-study, non aveva immaginato le degenerazioni catechetiche nelle sensibilità animalesche?
Se non le aveva immaginate, consideriamolo un pessimo maestro da quattro soldi.
Se le aveva immaginate, invece, consideriamolo un pessimo maestro da molti soldi.

by Tripudio ha detto...

Questa è buona: Maurizio il pranoterapeuta neocatecumenale viene ad impartirci lezioni di cattolicità.

Ora cambierà nickname e starà in silenzio per un paio di giorni (il tempo di assorbire la figuraccia) per poi ripartire all'attacco nelle prossime pagine.

p.s.: qualora inventasse la scusa di aver finto "a fin di bene" di essere pranoterapeuta, gli si potrebbe domandare come mai "a fin di bene" vadano scandalizzati i cristiani.

Il bene non si può ottenere adoperando il peccato. Ma questo i neocatecumenali non lo sanno.

Anonimo ha detto...


Maurizio ecco le domande:
1- Kiko sulla torre - ristorante è stato ispirato dallo Spirito Santo manifestatosi in forma di colomba?
2- Kiko ha commesso un gravissimo abuso nel fare lui laico un esorcismo?
3- Kiko ha mai interpellato i vescovi cinesi fedeli al Papa per chiedere loro l'autorizzazione? Secondo statuto sta agendo al servizio dei vescovi cinesi?
4- Che pensi della doppia morale di Kiko che ordina in occidente ai giovani neocat di sposarsi solo fra loro e vieta fidanzamenti con chi pur cattolico praticante non va in comunità, e manda in Cina ragazze perché sposino atei?
5- Che pensi di Kiko che ha negato per anni l'esistenza dei testi delle catechesi millantando l'ispirazione dello Spirito Santo, poi obbligato a presentarle ha rifiutato le correzioni. Dopo l'approvazione ha prima detto che era volontà del Papa che fossero pubblicate, poi che la pubblicazione era una catastrofe, ed infine ha segretato tutto?
6- Kiko da decenni insiste con l'eresia dell'uomo schiavo del demonio per tutta la vita, che non può non fare il male (vedi su Youtube a Budapest). Sbaglia Kiko o sbaglia la Chiesa nell'affermare il libero arbitrio?
7- Distingui tra comunione e manducazione o pensi che l'Eucaristia fatta contemporaneamente sia un abuso liturgico?
8- Che pensi delle apparizioni sbandierate al bar e di benedetta tu fra le donne?
9- Kiko per ogni cosa che fa dice che è stato Dio a ordinarglielo, che ne pensi?
10- Il direttorio è l'unico testo non consultabile di tutta la Chiesa, se è conforme al Catechismo perché?
11- Tutti gli enti religiosi pubblicano il loro bilancio. Perché quello della Fondazione Famiglia di Nazareth è segreto?
13- Kiko ha ordinato di cancellarsi dai social network; il Papa è su Twitter e ha elogiato le nuove forme di socializzazione. Chi ha ragione?
14- Che pensi dell'obbligo di usare solo i costosi arredi griffati Kiko?
15- Nella vulgata kikiana si favoleggia di "persecuzioni" . Nell'agiografia che il santino fa di sé racconta altro. L'arcivescovo di Madrid Morcillo lo encomia. A Roma l'immediata concessione di un seminario ad uno sconosciuto laico. L'appoggio di ben quattro (!) Papi; I tanti cardinali e vescovi "nostri amici", sempre invitati. Il permesso di costruire la megagalattica Domus. L'apertura di seminari in tutto il mondo, anche se con pochissimi seminaristi che vivono nelle famiglie. Il gigantesco drenaggio di denaro che finisce alla Fondazione senza controlli. L'approvazione dello statuto strombazzata ai quattro venti. L'approvazione del direttorio fatta quasi di nascosto, e mai pubblicato nonostante il desiderio del Papa. Il seminario di Takamatsu mantenuto a Roma, anche se i vescovi giapponesi non lo volevano. Gli ostinati abusi liturgici mai corretti, le pubbliche eresie mai riprese. La volontà di sbarcare in Cina, facendo carne da macello di ragazze indifese spedite alla ventura, indipendentemente dai vescovi cinesi. Eccetera. Il tutto condito da una serie di apparizioni e ordini espliciti dell'Altissimo. Allora CHI MAI ha perseguitato Kiko?
16- Per Kiko Gesù sporca col fango gli occhi del cieco nato per mostrargli i suoi peccati. Per i Padri della Chiesa è un'unzione con argilla bagnata con la saliva di Cristo che evoca la creazione dell'uomo: nuova creazione da parte del Signore. Chi ha ragione?
17- Per la Chiesa il fico sterile è simbolo dell'infruttuosità del culto giudaico e della comunità farisaica che non riconobbe Cristo come Figlio di Dio. Per Kiko è simbolo dei neocat che "raffreddano" la Comunità e che, dopo un altro anno senza frutti, dovranno essere "tagliati". Sono loro che dopo anni non riconoscono il Signore o è Kiko che ne stravolge il significato per "tagliare" quelli che si permettono di criticare qualche prassi NC?

by Tripudio ha detto...

«Ma io lo spiego del tutto con una risonanza bio-magnetica tra il pranoterapeuta e il soggetto: sono concetti molto ben documentati, studiati soprattutto nelle Università tedesche».

Perbacco, una risonanza bio-magnetica fra il dr.Maurizio e il suo cliente (che magari è un fratello della sua stessa comunità neocatecumenale).

l'apostata ha detto...

@ Maurizio

Vedo che ti hanno postato le documentate domandine alle quali nessun neocat ha mai voluto rispondere.

Saresti il primo!

Tutti gli altri sono immediatamente spariti senza lasciare tracce.

Tu che farai? Argomenterai o fuggirai?

Piccoli neocat in buona fede, che ne dite? Come mai nessun catechista è riuscito a dare una qualche risposta ai fatti documentati oggetto delle solite domandine?
La conclusione potrete trarla da soli...

FDF ha detto...

Maurizio mi pare il solito mitomane megalomane che si spaccia su internet per ciò che non è.
"Medico, cura te stesso!"

FDF ha detto...

Interessante il passaggio del documento segnalato da La verità:

"I carismi, a differenza dei poteri e dei fluidi vantati da queste persone, si sottomettono alla verità e al potere di Dio e non introducono altri elementi. Gli altri casi sono
espressione di un terribile mondo sotterraneo, che - molto tempo piuttosto nascosto ‐ oggi di nuovo, in una fase di ripaganizzazione, viene allo scoperto"

Lino ha detto...

@ Maurizio
Grazie di niente, Maurizio. Pare, infatti - me lo aspettavo e sono andato a leggere - che io sia "L'unico sincero... che, però, scrive non per screditare il Cammino ma per trovare gente che lo consideri". Quindi, a leggere un altro vostro "catechista", mi sarebbe convenuto screditare, la qualcosa apparirebbe meno deprecabile che non ricercare gente che mi consideri.

Purtroppo, Maurizio, tu sarai pure un freelance, ma il "dipendente" organico al Cammino è così formato: argomenta ad hominem, sfugge le questioni, trova sempre un modo per sfuggire alle domande che si pongono al Cammino. Nel mondo reale come nel virtuale. Mi ripeto: è questione di selezione e di formazione.

Aldo ha detto...

Filippo/Pasquale... non Ti smentisci mai.. io ho raccontato più volte cosa mi è successo nel cn ..indicando mie generalità complete .. nomi ..fatti date tutto circostanziato e verificabile..
Tu Filippo/Pasquale... hai informazioni diverse sulla mia attività da responsabile?.. informami in maniera circostanziata...ma prima mi dici chi sei? Ti presenti alla maniera nc? Sei bravo a farlo... lo fai ad ogni convivenza..

Ciao Larus... ma figurati con gente come Maurizio non serve il Crocifisso... serve Viakal...

Michela ha detto...

Come ho scritto più volte io credo che Maurizio, ed altri come lui, siano in perfetta buona fede.

Posso capire i toni duri di Tripudio, che non ha mai fatto il cammino,
ma non comprendo la durezza degli ex neocat.
Eravamo tutti come Maurizio, abbiamo parlato tutti come lui e il fatto di aver avuto la grazia di aver aperto gli occhi non ci autorizza a metterci sopra agli altri, trattandoli da sciocchini.

Anche il fatto di porre le domande, mi sembra una forzatura.
Che cosa volete, che vi dicano che Kiko è una personalità disturbata a cui hanno affidato la lora vita?
Non hanno senso domande che già prevedano le risposte.

Come è accaduto per noi, le risposte devono emergere da sole, dal nostro intimo, nel colloquio personale con Dio.
ritengo arrogante porre domande, conoscendo già le risposte.

Non potete negare che la pagina di oggi sia abbastanza sgradevole da leggere.

Ad Aldo vorrei dire che in alcune realtà, e prima degli statuti, c'erano alcuni vescovi che cercavano di correggere il cammino, per cui il cammino non era identico dappertutto. Di questo bisogna darne atto a Maurizio.

Non mi scandalizzo neppure del fatto che qui scriva qualcosa e in altri contesti scriva altro, anzi mi sembra anche normale.
Il dossieraggio lasciamolo ai neocat, noi non abbiamo bisogno di screditare nessuno.

Aldo ha detto...

Come sempre hai ragione Michela... e mi riporti sul concreto... mi sono fatto prendere la mano... ma non riesco piu' a sopportare chi mente sapendo di mentire...
Un abbraccio

Cristiano ha detto...

Vorrei fare i complimenti a Michela per la sua analisi e le sue "azzeccatissime" osservazioni
Cristiano

Michela ha detto...

Aldo, neanche io ci sono andata leggera con Maurizio, neanche io non sopporto più le frasi stereotipate, ripetute da gente che ha rinunciato a pensare con la propria testa.

ma questi sono i neocat...

by Tripudio ha detto...

Il caro fratello Dr. Maurizio pranoterapeuta neocatecumenale tutto pieno di risonanze bio-magnetiche è incappato nel problema tipico dei cosiddetti nativi digitali.

Cioè quello di dimenticare che ciò che si trasmette su internet (anche se "in segreto") rischia di essere reperito da altri proprio nel momento più inopportuno, proprio quando l'autore aveva completamente dimenticato di aver scritto quelle robe o condiviso foto/video.

Ci sono siti web (come ad esempio profileengine.com, waatp.com, 123people.com) che indicizzano (cioè copiano) continuamente dai social network tutte le informazioni che in qualche momento trovano accessibili (per cui anche se un minuto dopo l'autore le marca come "private", sono già state copiate in chissà quanti posti).

È la stessa cosa che avvenne qualche mesetto fa quando i fratelli del Cammino di Telese Sannita lasciarono trapelare su internet la trascrizione delle esilaranti corbellerie di Kiko della convivenza inizio corso di pochi giorni prima, che furono copiate e indicizzate da Google. I cari fratelli di Telese cancellarono subito il file originale, ma ormai il pasticciaccio era fatto, e le sacre elucubrazioni kikiane erano già in copia su Google accessibile a chiunque.

La cosa più fastidiosa è che in futuro uno potrebbe cambiare radicalmente idea. Il dottor Maurizio pranoterapeuta neocatecumenale, tra un anno potrebbe pentirsi e diventare un criptolefebvriano che critica tutte le storture del Cammino, ed avere il grosso problema che "su internet" è conservata traccia dei suoi vecchi errori.

Questo è uno dei motivi per cui quando si parla del Cammino è sempre bene evitare di dare i propri contatti e di non usare i cognomi o informazioni troppo precise.

Il Dottor Maurizio ha pubblicato volontariamente le proprie generalità, che quindi cancelleremo sperando che abbia imparato la lezione.

Intanto, come prevedevo ieri alle 23:52, non sta firmando più col suo nome.

FDF ha detto...

@Michela

Hai ragione su tutto, ma non tutti usavamo le espressioni/anatema "sepolcro imbiancato","sei un morto che cammina","sei nel fango" ecc. ecc. anzi, per quanto mi riguarda pur essendo stato per molto tempo un convinto neocat quel modo di parlare mi ha sempre ripugnato profondamente.
Quel modo di parlare è tipico dei neocat furiosi, quelli che ci si sono infognati fino al collo ed è il linguaggio di molti catechisti, anche se non tutti (i miei ad esempio sono molto più lievi quando parlano, per lo meno quasi sempre).
Non tutti nel cammino sono neocat furiosi, ci puoi incontrare anche persone degnissime, ben più cristiane del sottoscritto, alle quali mi posso solo inchinare.
Anche il cammino è formato da un popolo di persone diverse, le quali non sempre si esprimono nello stesso modo, e molte delle quali conservano una certa lucidità.

Continuo a non condividere toni e modi di Maurizio, e la sua reazione spropositata tipica di chi è ANCORA nel cammino e dubito che realmente ne sia uscito, oppure di chi non sarà mai disposto ad ammettere di aver sbagliato.
Che poi, di sbagliato non c'è mai nulla poiché "tutto concorre al bene di coloro che amano Dio" perciò anche un'esperienza negativa in cammino può essere formativa, per quanto dolorosa, il che mi porta a chiedermi perché tanti neocat se la prendano così tanto se viene criticato il cammino.... coda di paglia?

l'apostata ha detto...

"IN MEMORIAM"

Al pauroso Maurizio

ultimo di una lunghissima serie di neocat

e a tutti i suoi tremebondi predecessori

fuggiti con la coda fra le gambe

incapaci di affrontare le documentate realtà

del cosiddetto cammino.

Requiescant in pacem.

Una prece.

A tutti i piccoli neocat in buona fede.

Avete visto, ancora una volta, che razza di gente è quella che pretende di dettare legge nella vostra coscienza?

Non sono capaci di controbattere nulla di fronte a fatti documentati, vi sembrano persone alle quali affidare le vite vostre e dei vostri figli?

Pensateci bene...

La verità vi farà liberi. ha detto...

Comunque anche Maurizio è sparito appena è stato smascherato....come volevasi dimostrare,

Lino ha detto...

Chapeau, Michela. Tanto di cappello, Aldo, per la risposta a Michela.

Anonimo ha detto...

Michela non sono d'accordo con Te sul rispondere alle domandine,lui ci ha sfidato tutti dicendoci di aver paura"CORAGGIO, MOSTRATE GLI ZEBEDEI UNA VOLTA, CHE NON LI AVETE! PAURA. ECCO. NON SAPEVATE COSA POTEVA SUCCEDERE FACENDOMI DOMANDINE... COSI' AVETE MESSO IN MEZZO UNO QUALUNQUE......."
Siccome questo "catechista" è identico spiccicato nel modo di parlare di trasformarsi da agnello a lupo come tanti altri catechisti ho raccolto la sfida, siccome: "NON SAPEVATE COSA POTEVA SUCCEDERE FACENDOMI DOMANDINE... " mi è venuta la morbosa curiosità di sapere cosa può succedere facendogli le domandine.

Secondo me l'ha presa troppo sul personale, ma cosa si aspetta da uno che ha avuto la propria vita sconvolta da questa setta che lo si abbracci, che ci si vada a degustare un caffè insieme, il proprio istinto di conservazione che tutti abbiamo ci porta ad allontanarsi a difendersi in tutti i modi e con tutti mezzi dalle persone che ti hanno fatto del male.

Io ho impiegato dieci anni per disintossicarmi da questa droga (i più bei anni della mia gioventù,li ho vissuti proprio come un tossico per potermi riappriopare di me stesso) e il poter scrivere ,commentare qui è segno di guarigione, perchè tanti come me (a suo tempo), vivono ancora nella paura e non sono liberi.

Comunque aspetto le risposte alle domandine,mi aiuteranno molto nel bene o nel male


Salve



Anonimo ha detto...

Caro Maurizio,

nel dare tutta la colpa delle recenti storture del cammino ai catechisti - che a tuo dire divergono da Kiko - non ritieni:
1) l'albero si vede dai frutti, e quindi questi sono comunque prodotto del cammino?
2) Kiko non possa essere deresponsabilizzato? Voglio dire se io sbaglio sul lavoro in buona parte il mio capo è responsabile...

Grazie
Alfred

Anonimo ha detto...

Maurizio,
mi hai profondamente deluso,allora è proprio vero che nessun catechista n.c. vuol rispondere alle domandine io contavo du di te,
non hai fatto una bella figura direi la "solita" che fanno tutti i n.c. che vengono a strombazzare su questo sito.

che dici può esserci una possibilità che questo accada?

Salve

La verità vi farà liberi. ha detto...

Sprecate il tempo, Maurizio ba bravo NC sparisce quando non sa più cosa dire....

oooh ha detto...

fate un po' sorridere :)
è evidente che il cammino va bene a persone con problemi psicologici (che proprio perchè li hanno non li riconoscono) e angosciate. se e quando, grazie a dio, queste persone recuperano un po' di autostima e serenità si rendono conto della tela del ragno in cui sono caduti. solo allora, se vogliono, possono distaccarsene, con tutta la persecuzione che questo comporta. ma ho visto persone non farcela e rimanere schiavi dell'angoscia che il cammino stesso alimenta.

Maurizio ha detto...

Bene ! Il mio amico mi ha passato il backup con le domande alle quali avevo risposto. Ci vuole un po di giorni, qua: Intanto rispondo ad Alfred che dice:
" 1) l'albero si vede dai frutti, e quindi questi sono comunque prodotto del cammino?
2) Kiko non possa essere deresponsabilizzato? Voglio dire se io sbaglio sul lavoro in buona parte il mio capo è responsabile.

1) Parlo di ciò che ho visto. la accettazione e il coraggio di tenere fede agli impegni matrimoniali che gli sposi prendono davanti a Dio prima di sposarsi, accogliere "tutti i figli che il Signore vorrà donarvi" . Questo lo trovate molto ben rappresentato nel Cammino , figli avuti confidando in Cristo e nella Vergine Maria, non certo "figli dei Kikos".Fin troppo direte voi.. beh, preferisco che i Cristiani siano la maggioranza il Italia, non l'Islam !

2) Il concetto è chiaro Noi abbiamo sempre condidato che il Cammino lo guidasse lo Spirito Santo e nelle Parole di Cristo: Dove due o tre persone sono riunite nel mio Nome , Io Sono in mezzo a loro. De la Chiesa riterrà di sollevare Kiko dal suo incarico, ricordo ciò che disse Ignazio di Loyola: Se mi comunicassero che l'Ordine è stato abolito per volontà del Papa, mi basterebbe un quarto d'ora per ritrovare nella Preghiera la serenità" Io penso lo stesso riguardo al Cammino.
Ai prossimi giorni, ragazzi !

Giuditta ha detto...

…Ringraziamo il nostro Papa per aver aperto gli occhi e incentivato una chiesa bella e varia…statevene pure a canticchiare i vostri canti in gregoriano… e continuate pure a puntare il dito sui cammini di fede (seppur particolari…)… ma perdete tempo e fate tristezza… quelli che fanno il cammino sono i primi a "prendersi in giro"… ma continuano perché hanno visto in questa realtà una fonte di grandissimo arricchimento. Gli invasati ci sono dappertutto e anche nel cammino…ovvio… ma anche i frutti…coppie giovani sposate con figli, genitori che non abortiscono figli malati, anziani e ragazzini che camminano insieme…nel cammino come in tutte le altre realtà della chiesa. l'albero buono si vede dai frutti e il cammino ha frutti buoni. mentre io, scusate, ma in tutto questo blog di buono ci leggo poco…ma leggo cattiveria e voglia di screditare gli altri… alla faccia dell'essere cristiani!
GIuditta (si, è un nome biblico e ho 5 fratelli, sono sposata a 25 anni e ho un figlio…vi devo chiedere perdono per questo?????)

by Tripudio ha detto...

Giuditta,

siamo noi a ringraziare tutti gli ultimi Pontefici che hanno saputo discernere tra il buon cuore dei neocatecumenali più semplici - per i quali il Cammino non è un idolo - e la semplice verità delle cose.

Giovanni Paolo II e Benedetto XVI hanno rimproverato il Cammino per gli strafalcioni liturgici, e Francesco ha fatto ulteriori tre tirate d'orecchie alla vostra arroganza.

È molto significativo che tu ci disprezzi per «i canti in gregoriano»: sei così giovane e già hai assorbito la perfidia dei kikos di lungo corso, cioè di quelli che disprezzano tutto ciò che ha santificato i cattolici fino a ieri, incluso padre Pio.

Ma tanto lo sappiamo che per voi l'unico santo è Kiko, tant'è che vi ha già distribuito il suo santino, davanti al quale vi inginocchiate, pensando di essere "belli" e "particolari" e disprezzando chiunque non sia come voi.

Continuate pure a disubbidire alla liturgia, al Papa, al vostro stesso Statuto, continuate così, continuate pure a illudervi di aver ragione nonostante abbiate torto... nel giorno del Giudizio potrete vantarvi dello Statuto e dei canti biblici, potrete vantarvi di aver pagato a Kiko anche la decima della menta e del cumino, e di avere nomi biblici e chitarre bibliche, potrete vantarvi di aver disprezzato il canto gregoriano che ha alimentato più di quindici secoli di santi...

È nel tuo intervento che si vede la cattiveria, tu vieni qui a giudicare senza interrogarti minimamente sulle questioni.

Ma brava, continua così, tu sì che vai bene, tu sì che hai un cammino "particolare", superiore a quello dei cristiani della domenica che ti senti autorizzata a disprezzare.

Solo che al tempio, ad essere giustificato non fu il fariseo che "pagava le decime" e faceva un cammino particolare... ma fu il pubblicano, per il quale la verità resta tale anche se è scomoda.