sabato 13 dicembre 2014

Caspita se mangiano!

Arrivano i kikos!
Ho avuto la sfortuna di entrare nel Cammino all'età di vent'anni, ero un giovane spensierato amante della vita che mi si stava presentando davanti, pieno di amici, sportivo, musicista, cresciuto in parrocchia, approdai nel Cammino su invito del parroco, dato che suonavo la chitarra e lo aiutavo in chiesa nell'animazione della Santa Messa. Fu lui ad invitarmi alle cosiddette "catechesi" dato che era nata una comunità neocatecumenale ma non avevano chi suonasse la chitarra. Io fui molto onorato di partecipare visto che era frequentato già da persone che avevo visto in chiesa tutte le domeniche, mi fu molto facile aggregarmi: non entrai perché ero un lontano, non entrai perché drogato, non entrai perché disperato, non entrai perché la mia era una famiglia disastrata, entrai solo per curiosità per continuare la collaborazione con il mio parroco, perché vi conoscevo molte persone.

La mia fu una carriera fulminante: subito responsabile e di conseguenza "catechista", ero un neocatecumenale convinto, parlavo e suonavo l'itagnolo, già mi vedevo su di una piroga sul Rio delle Amazzoni, la comunità mi sosteneva in tutto e per tutto ed io mi votai alla mia comunità, abbandonai la vita che fino allora conducevo per dedicarmi al 100% al Cammino.

Il fatto di essere responsabile, durante una "convivenza" (riunione di catechisti regionali) a Porto San Giorgio, mi portò alla scoperta di una grossa menzogna da parte dei vertici del Cammino nei confronti di tutti noi che camminavamo.

Erano state fatte in una settimana ben due collette per gli "itineranti": fin qui niente di male ma, durante quella convivenza, quando si era seduti a tavola, si parlò di queste collette e alcuni dissero che avevano fruttato un miliardo e mezzo di lire. Io che ero un giovane pischello catechista, per entrare nel discorso, per sentirmi importante dissi: "Caspita se mangiano questi itineranti", mi fu risposto: "Ma che itineranti, è stato comperato un immobile a Roma di quattro piani".

Sentendomi tradito imbrogliato, da responsabile riferii il fatto alla mia equipe illudendomi di ottenere il loro sostegno. E invece no: i miei fratelli d'equipe invece di riflettere sull'accaduto mi denunciarono ai nostri "catechisti" che in modo subdolo e violento, con l'inganno, mi attirarono in casa di un fratello dicendomene di tutti i colori. Lo ripeto: con violenza, con urla da indemoniati (in casa mia non l'avrebbero potuto fare, i miei genitori di sicuro li avrebbero cacciati fuori di casa), mentre i miei fratelli di equipe erano lì immobili e impassibili, loro non volevano credere a quello che io ingenuamente avevo riferito loro, rimasero lì impassibili perché avevano bisogno di qualcuno in alto che mi smentisse, avevano bisogno di qualcuno che mi rendesse ridicolo, riconsolidasse le loro fondamenta che erano state scosse dalla mia notizia.

Badate bene che il catechista che mi torchiò come un nazista della Gestapo non disse mai che avevo mentito, ma che stavo facendo un grosso danno al Cammino, gratuitamente mi traumatizzarono dicendo che io annunciavo il "demonio", gratuitamente fui allontanato, gratuitamente fui emarginato, gratuitamente fui abbandonato... Tutto questo scosse tanto la mia sfera emotiva che quasi impazzii, cominciarono giorni bui di lotta con una voce che mi diceva di farla finita, che mi diceva come farlo e dove farlo, tutti i santi giorni per anni, la mia vita era completamente cambiata, la forza di affrontare quella "voce" non mi mancò mai anche perchè vivevo in una famiglia "solida" che mi fu vicina, però ho impiegato molti anni per vincere quella "voce".

Gli anni più belli della mia gioventù, bruciati, gettati al vento da un'orda di falsi profeti che avevano anche la faccia di bronzo di dirmi: "il Cammino non è per tutti"! Falsi ed ipocriti, io ero stato uno di loro e mi gettarono via come una carta straccia di una caramella.

Scrivo tutto questo perchè come dal titolo della pagina "Nel cammino i miei problemi si sono moltiplicati": ebbene io testimonio che per me nel "Cammino i miei problemi sono incominciati".

Nell'indifferenza totale di tutti i fratelli del Cammino.

Problemi che oggi ho felicemente risolto, dico sempre che sono nato due volte, stavo per buttare la mia vita ma sono rinato a nuova vita senza l'aiuto delle catechesi e del cammino, sempre dirò questa cosa nella speranza che possa aiutare qualcuno, uscire da una crisi come la mia "da solo" è stato molto duro e molto lungo, mi ha rubato gli anni più bella della mia gioventù, ero diventato uno zombie tanto che stavo per perdere anche il lavoro, ora sono felicemente sposato con prole, tutto è solo un brutto ricordo, per sette anni rinnegai la Chiesa fino all'incontro di un giovane prete diocesano che mi ricondusse all'ovile a cantare le lodi del Signore.
(da: Ex NC)

37 commenti:

by Tripudio ha detto...

Rifletteteci bene:

«Non disse mai che avevo mentito, ma che stavo facendo un grosso danno al Cammino».

Il Cammino, infatti, viene danneggiato dalla verità.

Pensate a tutti quei poveri fratelli che sono stati spremuti per bene fino all'ultimo spicciolo: "i seminari di Kiko! le Domus di Kiko! i concerti di Kiko! gli itineranti di Kiko! gli itineranti devono pur mangiare!"

La gerarchia neocatecumenale deve mentire ai fratelli del Cammino altrimenti questi ultimi diventano restii a sganciare soldi.

Sapete, è più facile metter mano al portafogli pensando ad un povero "itinerante" morto di fame, che all'acquisto di un immobile di quattro piani a Roma (i fratelli delle comunità si chiederebbero a che diavolo serve un immobile di quattro piani visto che il Cammino è un "insieme di beni spirituali"... e chissà quanti altri immobili sono stati acquistati nel frattempo).

Il Cammino ha bisogno che tu creda alle menzogne dei suoi iniziatori e dei suoi scagnozzi.

E guai a chi osa portare alla luce del sole le manovrine segrete dei grandi capi...

Anonimo ha detto...

interessante sapere questo palazzotto romano dei neurocatecumenali dove si trova altrimenti dicono che scriviamo Balle !! un EX

Anonimo ha detto...

bastardi....

Uomo Libero ha detto...

La aggressività verbale e la arroganza é il comune denominatore di questi adepti - comprese le donne - che odiano essere contestati e colti in fallo. La dentro, col tempo diventano tutti violenti, fin da piccoli. Io ne so qualcosa, ho avuto a che fare con una terribile famigliola ipocrita del cammino. Ma la gente li scansa, non hanno amici, le contraddizioni prima o poi vengono a galla. I catecumenali sono vittime e carnefici schizofrenici.

Anonimo ha detto...

Sono commosso da questa testimonianza!Adesso si che ho capito tutto avete ragione il Cammino è tutto un inganno.

Giovanni Daniele

by Tripudio ha detto...

Ciò che importa non è "quale immobile di quattro piani", visto che non sarà affatto l'unico caso (e comunque la proprietà di un immobile non è proibita dal Vangelo).

Ciò che importa è che i soldi raccolti per "sfamare" gli "itineranti" vengono invece usati per altri fini.

Ai poveri fratelli del Cammino, che faticano ad arrivare a fine mese, vien detto ossessivamente di essere generosi, di non essere attaccati a mammona, di fare un'elemosina che faccia sanguinare il cuore, di contribuire a sfamare quei "poveri" cosiddetti "catechisti itineranti"... ma i soldi raccolti vengono deliberatamente usati per un altro scopo.

Cioè la gerarchia neocat inganna i fratelli del Cammino.

Per chi non avesse letto la pagina qui sopra, ripeto il concetto fondamentale:

«Badate bene che il catechista che mi torchiò come un nazista della Gestapo non disse mai che avevo mentito, ma che stavo facendo un grosso danno al Cammino, gratuitamente mi traumatizzarono dicendo che io annunciavo il "demonio", gratuitamente fui allontanato, gratuitamente fui emarginato, gratuitamente fui abbandonato...»

Capite? Il Cammino viene danneggiato dalla verità.

Ruben ha detto...

Prova trasmissione, da quando è cambiati il sistema di inoltro, ho dei problemi.

Ruben ha detto...

Con google non riesco più a trasmettere, ora sto usando Mozilla, e va tutto bene.

Ruben ha detto...

Anonimo13 dicembre 2014 11:48
bastardi....
---
"Chi"? Quelli che mangiano, o noi che denunciamo il fatto?

Lino ha detto...

C'è un modo semplicissimo per smentire tutte queste "chiacchiere" che girano intorno ai proventi e agli investimenti del Cammino neocatecumenale: pubblicare (magari on-line :-) i bilanci fiscali e di missione, con i dati patrimoniali, delle donazioni e delle collette, questo per le varie Fondazioni del Cammino. Così fanno in molti, anche se non è obbligatorio. Si chiama "trasparenza", questa. Quando non c'è trasparenza bisogna sapersi "pappare" le critiche e i dubbi.

by Tripudio ha detto...

«Badate bene che il catechista che mi torchiò come un nazista della Gestapo non disse mai che avevo mentito, ma che stavo facendo un grosso danno al Cammino».

Anonimo ha detto...

Quando i catechisti dicono che i soldi sono spazzatura ,bisogna rispondere :date il sacco nero a me,sono operatore ecologico.

Valentina Giusti ha detto...

Se c'è qualcosa che da cristiani non dobbiamo mai dimenticare, è che abbiamo un Dio che non ha paura della verità, perché è verità!
E ci insegna a rinnegare gli idoli 'falsi e bugiardi'.
Ora, dove c'è menzogna e ipocrisia, Dio non c'è.
Quindi, il cammino, che già inizia dicendo una grande bugia (venite e vedete...non vi verrà chiesto niente...) e prosegue tra piccole e grandi menzogne e mistificazioni, non può venire da Dio.
È tanto semplice!

Sebastian ha detto...

Capisco bene la sensazione di aver buttato via i migliori anni della propria vita, e se consideriamo anche gli anni di infanzia vissuti in ambiente nc, si vede come il cn è in grado di rovinare intere esistenze.

Anonimo ha detto...

anch'io ho avuto un'esperienza dolorosa, non con il cammino ma con un normale prete, ma stesse menzogne manipolatorie e stessa giovinezza buttata.
Sono diventato ortodosso.
La Chiesa Ortodossa è la vera e unica Chiesa di Cristo, cioè l'unica e vera libertà per l'uomo.
cordialmente

psyco ha detto...

TROVATO SU NEO CATE FAILS :

Don Valentino Bianconiglio : Scusate ma da Buon neokat di IX livello non colgo l'ironia...

COSA SIGNIFICA ''''NEOKAT DI IX LIVELLO''''' ???

Pietro Soave ha detto...

Bello mio se ti illudi che la chiesa ortodossa sia immune dal peccato allora il tuo problema non sono le menzogne degli altri ma la menzogna che tu hai dentro. Penso che la storia abbia ampiamente dimostrato col la presa di costantinopoli che la chiesa ortodossa ha da riflettere. La loro presunta superiorita' teologica del resto puo' valersi solo della confusione che I vari pseudomaestri e pseudoprofeti predicano nella Chiesa di Cristo cioe' quella cattolica e romana, pseudomaestri di cui questo blog tratta. La confusione che tali predicatori di ispirazione protestante seminano in giro non e' in grado di offuscare la grazia e la santita' con cui Dio benedice la Sua Chiesa. Ci sara' sempre la zizzania insieme al buon grano. Sempre ci saranno peccatori attaccati al denaro e manipolatori anche nella Chiesa fondata sulla roccia che e' Pietro. La testimonianza dei santi lungo il corso della storia della Chiesa cattolica conferma che Dio dona ampiamente la sua grazia a chi e' pronto a riceverla secondo I mezzi che Cristo stesso ha stabilito, I sacramenti, attraverso l'opera degli apostoli uniti a Pietro e ai suoi successori con il collegio dei vescovi.
La chiesa ortodossa ha I sacramenti ma non ha la comunione con Pietro che assicura la certezza della giusta fede. Ci si puo' salvare da bravi ortodossi, ma non si puo' abbandonare la Chiesa cattolica e pretendere di essere nel giusto.

by Tripudio ha detto...

Significa solo che il pretonzolo passa più tempo su Call of Duty e Grand Theft Auto che in ginocchio davanti al Santissimo.

Lino ha detto...

Pensi che sia un "pretonzolo"? Nel leggere il suo commento avevo preso il don come un titolo di derivazione spagnola :-)

by Tripudio ha detto...

"Leggere è fondamentale". Ho scoperto che un autore di software ha creato una piattaforma di "forum" dove il "rating" è dato non dal numero di messaggi scritti, ma dal tempo passato sulle pagine in lettura (evidentemente per "lettura" intende il tempo passato su una pagina seguito da un'azione di "pagina successiva", e trucchi del genere per evitare le "false letture").

Per dimostrare come sia importante mostrava una articolo di un sito web su un tema "scottante", in cui verso la fine si diceva: "se hai letto fino a questo punto allora menziona banane nei commenti". Dopo 85 commenti finalmente arriva un commentatore che menziona banane. Tutti gli altri si erano limitati a dare la propria opinione limitandosi a leggere meno di metà dell'articolo.

Sarebbe divertente usarlo anche qui e documentare come i soliti troll neocatecumenali piombano qui a sciorinare contumelie e slogan senza aver letto neppure il titolo della pagina. Questo è il motivo per cui da molti anni ho aderito alla moda dell'evidenziare (corsivi, neretti, sfondo giallo) le espressioni-chiave di una pagina, a beneficio non solo degli asini neocat incapaci di leggere, ma anche dei sempre più numerosi lettori occasionali che piovono su questo blog partendo da bizzarre ricerche Google e cominciano qui a scoprire i contorni della setta kikiana-carmeniana.

Anonimo ha detto...

Almeno la Chiesa Ortodossa non ha il cammino neocatecumanale, non fanno strafalcioni né abusi liturgici, sempre composti e riguardosi davanti a Dio.. e lo dico da Cattolico. Abbiamo molto da imparare dalla Chiesa d'Oriente.

sandavi ha detto...

Abbiamo rispetto per la Chiesa Ortodossa che è la più vicina al cattolicesimo di tutte le Chiese separate, tuttavia, l'unica Chiesa che ha tutti gli strumenti è la Chiesa Cattolica, pesta e danneggiata, ma pur sempre centro della cristianità.

Pietro C. ha detto...

Il centro della Cristianità non è una realtà creata (Roma, come Costantinopoli o prima o poi si distruggerà come tutte le cose di questo mondo, è solo questione di tempo!). Il centro della Cristianità sta nel Cielo ed è Cristo! Se si pensa diversamente si è tentati inevitabilmente di fare un Regno su questo mondo. E allora ci si conta, si contano soldi, si acquistano terreni e palazzi. Cosa che fanno i neocat., cosa che fanno in Vaticano, cosa che fa pure qualche prete ortodosso... La Chiesa è sopra tutte queste porcherie e può essere a Roma nonostante il Vaticano, per grazia di qualche cuore puro. PER NULL'ALTRA COSA AL MONDO e non cerchiamo di coprire con frasi del vangelo cose corrotte!

flando85 ha detto...

Il palazzo di 4 piani a Roma è sicuramente il seminario Redemptoris Mater. Un'opera benedetta da Padre Pio stesso. La notizia che lui abbia profetato contro Kiko e Carmen è totalmente infondata e falsa.

by Tripudio ha detto...

Flando85 stai prendendo deliberatamente fischi per fiaschi.

Anzitutto tu che sei nel Cammino dovresti sapere bene quanto è grande il seminario kikiano di Roma.

In secondo luogo padre Pio nel 1968 ha definito Kiko Argüello e Carmen Hernàndez «i nuovi falsi profeti», ancor prima che i due si stabilissero a Roma.

Padre Pio salì al cielo stracarico di meriti nel settembre 1968.

Kiko e Carmen si incistarono a Roma agli inizi di novembre 1968.

Il primo seminario kikiano Redemptoris Mater risale agli anni '80.

Ti chiedo perciò con gentilezza di non ubriacarti di superalcoolici prima di correre a scrivere commenti su questo blog.

by Tripudio ha detto...

Fra l'altro tutto il tuo intervento nulla toglie al fatto che i neocatecumenali sono stati ingannati da Kiko e dai cosiddetti "catechisti": prima si raccolgono soldi a tutta forza «per i missionari» e poi si investe il colossale malloppo (un miliardo e mezzo di lire dell'epoca, trent'anni fa!) per ardite operazioni immobiliari.

Il Cammino è fondato sulla menzogna, e sappiamo tutti chi è il Padre della Menzogna.

flando85 ha detto...

Ps. La colletta per i missionari era proprio una colletta PER MISSIONARI. I nostri seminari sono prima di tutto missionari. Altro che inganni!!

by Tripudio ha detto...

Flando,

è inutile che ti arrampichi sugli specchi.

La testimonianza firmata Ex NC parla chiaro:

erano stati raccolti soldi dando una falsa motivazione... e i cosiddetti "catechisti" lo hanno ammesso a chiare lettere!

Tu evidentemente non sai metterti nei panni di tantissimi fratelli del Cammino, semplici lavoratori, pensionati minimi, gente che deve stare attenta ad ogni centesimo e ogni lira che si toglie dalle tasche.

Questi fratelli delle comunità sono stati ingannati dai cosiddetti "catechisti": è tutto qui il problema.

Nel Cammino purtroppo funziona sempre così: ai livelli più alti ci sono degli "arcani" che vanno difesi a costo di mentire.

E così la speculazione immobiliare è stata fatta dietro la falsa scusa delle due "collette per gli itineranti".

È inutile che inventi bugie su bugie, menzogne su menzogne, inganni su inganni: se lo fai, continui a confermare che il Padre del Cammino è il Padre della Menzogna.

Valentina Giusti ha detto...

Conosciamo bene il tenore delle lettere con cui Kiko chiede le collette straordinarie.
Una di queste è stata pubblicata recentemente: è quella che viene commentata dal catechista via mail 'dobbiamo insaccare tot. a comunità'.
Si tratta di richieste di danaro per pagare debiti fatti, quindi urgenti, per pagare alberghi, per coprire le spese dei seminari.
Se invece con quei soldi viene comprato un palazzo siamo di fronte all'ennesima bugia neocatecumenale.
Che i catechisti non negano ...solo che, affermano, il pubblicizzarlo 'farebbe un gran male al Cammino'.
Proprio così! Svelerebbe l'ennesima menzogna. Che molti adepti alla Flando si berrebbero facilmente, ma che indurrebbe altri ad aprire finalmente gli occhi.

Anonimo ha detto...

@flando85 ha detto...

Ps. La colletta per i missionari era proprio una colletta PER MISSIONARI. I nostri seminari sono prima di tutto missionari. Altro che inganni!!


Caro flando,
inutile atteggiarsi a santarellino.
Se fosse stato davvero così perchè si sarebbe scatenato tutto quel putiferio? Non sarebbe bastato ai catechisti rivolgersi in questa maniera al povero malcapitato?

Una ex

flando85 ha detto...

Certo.. e infatti la testimonianza sembra alquanto costruita. Io sono in Cammino e non ho mai visto scene simili.
Si è detto che Kiko ha comprato un immobile di 4 piani a Roma? Bene! Sapreste dirmi dove si trova o qual è?

by Tripudio ha detto...

Flando,

è inutile che ti arrampichi sugli specchi.

La testimonianza firmata Ex NC parla chiaro:

erano stati raccolti soldi dai fratelli del Cammino dando una FALSA MOTIVAZIONE... e i cosiddetti "catechisti" lo hanno ammesso a chiare lettere E SENZA ALCUN RIMORSO! Anzi, con tracotanza!

Tu evidentemente non sai metterti nei panni di tantissimi fratelli del Cammino, semplici lavoratori, pensionati minimi, gente che deve stare attenta ad ogni centesimo e ogni lira che si toglie dalle tasche.

Questi fratelli delle comunità sono stati ingannati dai cosiddetti "catechisti": è tutto qui il problema.

Nel Cammino purtroppo funziona sempre così: ai livelli più alti ci sono degli "arcani" che vanno difesi a costo di mentire.

E così la speculazione immobiliare è stata fatta dietro la falsa scusa delle due "collette per gli itineranti".

È inutile che inventi bugie su bugie, menzogne su menzogne, inganni su inganni: se lo fai, continui a confermare che il Padre del Cammino è il Padre della Menzogna.

flando85 ha detto...

Che i catechisti abbiano ingannato questo lo dice lui! Ovviamente qui non è data la possibilità di sentire l'altra campana e quindi abbiamo un tribunale che ammette solo l'accusa ma non la difesa dell'imputato.. VERGOGNA!

Poi ho fatto una semplice domanda e spero che l'EX NC legga per poter rispondere:

- Qual è questo immobile di 4 piani a Roma?

Possibile che voi che siete così bravi ad avere notizie sul Cammibo non lo riusciate a scoprire? Portate prove altrimenti qui è tutta aria fritta!

by Tripudio ha detto...

La malafede di Flando85 è notevole.

Probabilmente si tratta della sede del seminario Redemptoris Mater di Roma.

Ciò non toglie nulla al fatto che ai fratelli del Cammino viene detto che bisogna raccogliere soldi perché i cosiddetti "itineranti" non hanno di che mangiare...

...e poi un fratello che è stato in Cammino ci ha testimoniato che "tra loro", i cosiddetti "catechisti" che avevano tirato su un miliardo e mezzo di lire (primi anni '80) avevano semplicemente mentito: i soldi sono stati usati per uno scopo diverso da quello per cui erano stati raccolti.

Lo ripeto - visto che ti rifiuti di leggere: i cosiddetti "catechisti" fanno raccogliere una barca di soldi dalle tasche dei fratelli del Cammino... SOTTO FALSE MOTIVAZIONI.

La menzogna è nel DNA del Cammino: per i fratelli è normale mentire per difendere il Cammino, così come per i cosiddetti "catechisti" è è normale mentire ai fratelli delle comunità pur di "insaccare" i soldi che servono per gli obiettivi di Kiko.

by Tripudio ha detto...

Sapendo che Flando85 tornerà qui armato di altre illazioni, mezze verità e complete menzogne, aggiungo pure che non c'è motivo di ritenere che quella sarebbe stata l'unica menzogna delle alte sfere del Cammino.

Per esempio nel 2011 con un trucco e con l'appoggio di un vescovo neocatecumenale, il Cammino si è segretamente impossessato della Yona property della diocesi di Guam, proprietà stimata di valore non inferiore ai 35 milioni di dollari (più probabilmente varrà il doppio) e attualmente adibita a seminario neocatecumenale.

Oggi, nel 2015, dopo oltre tre anni di nascondimento nelle tenebre, l'inghippo sta venendo fuori. Quella proprietà, in quanto diocesana, era di tutti i cattolici. Il Cammino invece la sfrutta per sé stesso, in esclusiva, dopo averla agguantata gratis con le solite manovrine nelle tenebre e all'insaputa dei cattolici allo scopo di formare "presbìteri" esclusivamente secondo la spiritualità del Cammino Neocatecumenale. Dunque non è più "per tutti i cattolici", ma è per la spiritualità di una minuscola parte di essi - cioè solo per il Cammino.

Mezze verità e complete menzogne, manovrine compiute nelle tenebre, segreti che quando vengono a galla sono totalmente vergognosi... ecco il Cammino Neocatecumenale.

flando85 ha detto...

Ed ecco le tue indebite sentenze riguardo a questioni delle quali:
1) sei completamente estraneo;
2) non hai dati oggettivi per giudicare;
3) disponi solo di testimonianze soggettive e parziali.

Come volevasi dimostrare nessuno qui presente sa quale sia questo edificio di 4 piani e ciò dimostra la vostra MALAFEDE.

Io so che si tratta del seminario RM di Roma e sappiate che la storia è ben diversa da quella presentatavi. Mio padre si ricorda quella serie di collette e fu detto chiaramente a cosa erano destinati i soldi. All'epoca non si credeva di dar vita al primo di una serie di seminari: l'urgenza era di trovare presbiteri disposti ad accompagnare le famiglie in missione, visto che c'era carenza.
La priorità erano le famiglie e quindi è possibile che in qualche comunità la colletta fu presentata come in loro favore.
Tutto rumore per nulla..

by Tripudio ha detto...

Flando, pur di difendere il Cammino stai insinuando e mentendo.

Partiamo dai fatti concreti.

Un cosiddetto "catechista" testimonia che una enorme raccolta fondi (un miliardo e mezzo di lire dell'epoca), motivata dalle "necessità" di sostentamento degli "itineranti", era invece segretamente finalizzata a comprare un immobile.

Indipendentemente dal giudizio che si può avere sulla questione dell'immobile, il primo fatto concreto è che i fratelli delle comunità sono stati ripetutamente ingannati dai supercatechisti neocat, cosa che ha portato il "catechista" sopra citato a riflettere e in fin dei conti a lasciare il Cammino che è fondato sulla menzogna.

Ora, tutte le tue possibili giustificazioni vengono in secondo piano, poiché tu non sei "catechista" e non hai assistito al modo ridanciano e sprezzante con cui i supercatechisti neocat si facevano beffe dei fondi raccolti con l'inganno.

Puoi etichettarmi "estraneo" un miliardo di volte, ma le tue parole non possono cambiare la realtà dei fatti. I tuoi discorsetti di circostanza, i tuoi spiegoni, non possono cambiare i veri dati oggettivi.

Tu dichiari che la sua è una testimonianza "soggettiva e parziale": ma lo è anzitutto la tua.

Quando tu dici (usando un verbo impersonale per lavartene le mani): «all'epoca non si credeva che», stai tentando di coprire miseramente le vergogne del Cammino con una illazione infondata, che ti stai inventando perché rifiuti di ammettere la possibilità che il tuo idolo Kiko e il tuo superdogma Cammino siano in realtà fondati sulla menzogna.

Hai avuto molte occasioni nella tua vita per capire, questo blog te ne offre qualche altra, e la tua esperienza nel Cammino te ne offrirà ancora moltissime altre.

Poi, davanti a Nostro Signore, cosa dirai? «All'epoca non si credeva che?» come ti giustificherai? «c'era il commento di uno completamente estraneo»? cosa griderai? «abbiamo lo Statuto, cento seminari e perfino la Sinfonia degli innocenti?»

Avrai molte, molte altre occasioni per ricrederti. Te ne basterà prendere sul serio una a caso. Ti sarà sufficiente smettere per un attimo di aver paura della semplice verità.