sabato 22 dicembre 2007

Ennesima profanazione: il caso di S. Paolo fuori le Mura


CAPPELLA ECUMENICA PER CELEBRAZIONI NON CATTOLICHE A S.PAOLO. L'arciprete all'Osservatore Romano:"Fatto importante per dialogo"

CITTA’ DEL VATICANO - "Daremo la possibilità a comunità cristiane non cattoliche di poter venire a pregare e a celebrare la liturgia". L'arciprete di San Paolo fuori le mura, il Cardinale Andrea Cordero Lanza di Montezemolo, ha spiegato così all'Osservatore Romano l'allestimento di una "cappella ecumenica" nella Basilica Papale. "E' un fatto - afferma - di enorme portata nel dialogo tra i cristiani, una grande novità portata dall'anno paolino, sei mesi prima del suo inizio. Sta per essere realizzata - spiega il porporato - nell'antica struttura, a croce greca, che finora ha ospitato il battistero. L'altare, risistemato, sarà quello che abbiamo trovato e rimosso durante i recenti lavori accanto alla tomba di Paolo, quando l'abbiamo resa visibile ai pellegrini. Quell'altare era proprio accanto al sarcofago e contiene le reliquie di Timoteo di Antiochia, martirizzato nel 311, da non confondere con il discepolo di Paolo, e un'altra piccola cassa che, secondo la dicitura, custodisce i resti di martiri ignoti della stessa epoca". In occasione dell'anno paolino proclamato da Benedetto XVI, il 28 giugno 2008 sarà anche aperta, annuncia Cordero Lanza, "la porta paolina, una delle cinque porte della basilica ostiense quella simmetrica alla vera porta santa...."

...se è vero che il Papa è chiamato ad esercitare L'UNITA' e non a portare divisione....ben sappiamo che è la stessa CAUSA DI CRISTO che divide, che è la Chiesa in quell'essere SEGNO DI CONTRADDIZIONE che divide quanti NON accettano di essere UN CUOR SOLO ED UN ANIMA SOLA NEI SACRAMENTI A COMINCIARE DALL'EUCARESTIA......a che cosa è servito un Anno dedicato all'Eucarestia e i Documenti che si sono succeduti se ora nel cuore della cristianità e della Tradizione paolina si crea un altare sopra il quale NON C'E' POSTO PER L'EUCARESTIA MA SI FA POSTO PER QUANTI NEGANO QUESTO SACRAMENTO E LO INSEGNANO IN MODO ERETICO?


(dal Motu proprio di Benedetto XVI per la Basilica di S. Paolo Fuori le Mura)

".... 9. In tempi recenti, la Santa Sede ha dimostrato particolare interesse nel promuovere nella Basilica, o nell’ambito dell’Abbazia, lo svolgimento di speciali eventi di carattere ecumenico. Sarà quindi compito dei Monaci, sotto la supervisione dell’Arciprete, organizzare, coordinare e sviluppare tali programmi, con l’aiuto anche di confratelli Benedettini di altre Abbazie ed in accordo con il Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani.

10. L’Apostolo delle Genti illumini e protegga quanti svolgono le loro mansioni nella Basilica a lui dedicata e conceda aiuto e conforto a tutti i fedeli ed ai pellegrini che con sincera devozione si recano nel luogo sacro alla memoria del suo martirio, per ravvivare la loro fede ed invocare la sua protezione sul proprio cammino di santificazione e sull’impegno della Chiesa, per la diffusione del Vangelo nel mondo contemporaneo."

il Papa parla di EVENTI ECUMENICI E NON DI CULTI ESTRANEI AL CATTOLICESIMO... siamo sicuri che non si stia consumando l'ennesimo abuso seppur in buona fede?

Certo che io rispetterò il fratello non cattolico, nessun problema, ma LUI deve rispettare QUEL LUOGO NEL QUALE ABBIAMO GESU' EUCARESTIA.... ma se i primi a NON far rispettare quel luogo sono proprio i NOSTRI PASTORI, come faranno queste persone a comprendere dove sta la VERITA'?


35 commenti:

mic ha detto...

Nel Forum Crismon nell'iniziativa di S. Paolo fuori le Mura si individuà L'AMBIGUITA' DEL SINCRETISMO.... piuttosto che la disobbedienza alla NOSTRA forma liturgica che qui contestiamo al Cammino neocatecumenale...

Ma se pure si tratta di aspetti diversi, essi rientrano comunque nella "Babele" che i cristiani di oggi sono costretti a subìre e nella confusione sovrana che regna nella Chiesa...

A questo proposito cito una frase del card Biffi: "...Ma troppe parole di Gesù oggi risultano censurate dalla cristianità; almeno dalla cristianità nella sua parte più loquace"

Viator ha detto...

Mio contributo: un seguito da Crismon (si vede che parlano il "nostro" linguaggio!)

Domanda:
"Ma il Papa non ha approvato tutto questo? Aspettiamo gli eventi prima di parlare. Mi sembra che ci si fasci la testa prima di rompersela"

Risposta:
ti risulta un testo ufficiale del Papa? a me no....
non sarebbe la prima volta che si fanno abusi spacciandoli con la benedizione del Papa......

ripeto, il punto è questo: è lecito creare UN ALTARE DENTRO UNA CHIESA CATTOLICA CHE CUSTODISCE L'EUCARESTIA....E SOPRA IL QUALE SI FANNO CULTI E RITI NON CATTOLICI?

si o no...qui non si tratta di pregiudizi, ma di chiarezza e di iniziative estranee al Magistero della Chiesa....
________

Per quanto mi riguarda quoto integralmente

mic ha detto...

Ci sarebbe da applicare queste parole di Giovanni Paolo II nella Ecclesia de Eucharistia, che hanno la chiave di lettura per il caso di cui si parla nell'articolo e anche per la nostra critica al rito neocat:

"...Infatti vi sono luoghi dove si registra un pressoché completo abbandono del culto di adorazione eucaristica. Si aggiungono, nell'uno o nell'altro contesto ecclesiale, abusi che contribuiscono ad oscurare la retta fede e la dottrina cattolica su questo mirabile Sacramento. Emerge talvolta una comprensione assai riduttiva del Mistero eucaristico. Spogliato del suo valore sacrificale, viene vissuto come se non oltrepassasse il senso e il valore di un incontro conviviale fraterno. Inoltre, la necessità del sacerdozio ministeriale, che poggia sulla successione apostolica, rimane talvolta oscurata e la sacramentalità dell'Eucaristia viene ridotta alla sola efficacia dell'annuncio. Di qui anche, qua e là, iniziative ecumeniche che, pur generose nelle intenzioni, indulgono a prassi eucaristiche contrarie alla disciplina nella quale la Chiesa esprime la sua fede. Come non manifestare, per tutto questo, profondo dolore? L'Eucaristia è un dono troppo grande, per sopportare ambiguità e diminuzioni.".

Sl 116: "Che cosa renderò al Signore per quanto mi ha dato? Alzerò il calice della salvezza e invocherò il nome del Signore"

Che cosa "alzeranno" i NON cattolici nella casa di Dio? Ed è giusto sottoporre i cristiani a queste ambiguità?

Anonimo nc ha detto...

Principe di Castelcicala, la povertà della sua risposta ben qualifica la sua persona.
Mi dispiace seriamente che una persona cosi illustre e nota non abbia argomentazioni, e usi come mezzo di risposta il turpiloquio.

La pulce ha detto...

L'OTTAVO GIORNO DELLA NOVENA DI DONA CARMENITA A SUA SANTITA'


Stamane alle cinque era 90 le Camminanti in tuta imbottita e barilotto di rum al collo,accompagnata da 90 cimicioni neocat chitarristi in talare termica,che si sono recate sulla Sacra Piazza per l'abituale quintuplo giro al trotto ,guidate da una Dona Carmenita più in forma che mai e col fischietto squillante.

Alle 5,45 il raduno sotto la Sacra Finestra per l'abituale canto,reiterato cinque volte "SCENDI SUBITO DALLE STELLE E FIRMA!!!!!"

Alle 6,30 breve sosta di tutto il drappello davanti al grande presepe al centro della piazza per lè'intervista a St.Trippedda e Cirrincita de Limone di Paparazym.org, durfanrte la quale Dona Carmenita ha annunciato urbi et orbi il grande galà di prossima attuazione alla Domus Aurea per festeggiare l'incondizionata ed entusiastica approvazione dello Statuto.

Alle 7,00 il rientro nella Casa Generalizia al galoppo.

Francesco ha detto...

Condannabile non è tanto l'iniziativa in sè di Montezemolo(che potrebbe anche avere una sua ragion d'essere nell'anno paolino e,naturalmente, con tutte le cautele del caso, specialmente a livello di "celebrazione ecumenica").

E' invece esecrabile il modo con cui lè'iniziativa è stata pubblicizzata, in un contesto di tempo e di dibatgtito che vede una sorda contrapposizione strisciante nei confronti del Papa,ritenuto "colpevole" di "motu proprio" e di ripristino della liturgia pulita.

I principi della Chiesa vogliono o no,pensarci prima di parlare?

Anonimo ha detto...

Il 29 agosto 2007 Sua Eminenza il Cardinale Andrea Cordero Lanza di Montezemolo (Cardinale diacono di Santa Maria in Portico), Arciprete della Basilica di San Paolo fuori le mura ha accettato di diventare Patron della Commissione Internazionale permanente per lo Studio degli Ordini Cavallereschi.

gert ha detto...

Probabilmente non dovremmo dubitare della buona fede dell'Arciprete della Basilica,quanto di quella di chi gli deve aver suggerito l'idea

gert ha detto...

Noto un persistente silenzio neocat,a differenza delle altre pagine,su una questione che non può toccarli perché non riguarda minimamente nè loro nè la 'loro' Chiesa

Francesco ha detto...

Io invece dubito fortemente della buona fede di Montezemolo in persona. Un cardinale è cardinale e deve DARE lezioni non riceverle.
E nel caso le riceva,anche sotto forma di suggerimenti, DEVE saper discernere il grano dal loglio!

Francesco ha detto...

Il persistente silenzio neocatecumenale non ci tocca più di tanto.Anzi ci auguriamo che tale rimanga.
Finora su questo blog non si sono fatti avanti per discutere, ma solo per disturbare,sviare, aprire digressioni inutili e lungaggini estenuanti.
E quando qualcuno di noi ha reagito scherzosamente per rintuzzare il loro modo di fare,si sono anche risentiti.

Non ne sento assolutamente la mancanza...!

Sto tornando dalla messa domenicale: ancora una volta assenti.
Per non dire che ieri sera hanno continuato a celebrare secondo le loro tradizioni e a ricevere lqa comunione seduti.

Davanti a queste forme di sfacciataggine ed ai silenzi assordanti della Chiesa mi verrebbe voglia di chiudere qui ogni discorso!

mic ha detto...

In effetti, caro Francesco, c'è rimasto ben poco da dire... ora c'è solo da attendere i prossimi eventi vigilando e pregando

Hai mandato la mail suggerita nell'articolo? Così, proprio per non rimanere a guardare né inerti e silenziosi come forse ci vorrebbero...

Francesco ha detto...

Ho mandato mail e so che sono stati in tantissimi a farlo.

Per il resto...non credo rimarremo mai inerti nè, tantomeno silenziosi.

Continuiamo con l'ottimismo...della fede.

Principe di Castelcicala ha detto...

Ascoltando ( ma per poco ) la voce del silenzio...

Principe di castelcicala ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
nicola ha detto...

Carissimi,

in quest'ultima domenica di Avvento vorrei esprimervi la mia più grande gratitudine per come vegliate sulla Chiesa con la fede la preghiera la carità e l'impegno di ogni giorno.

Vi ringrazio personalmente anche per quanto mi avete donato, per gli approfondimenti, le riflessioni e l'"amicizia spirituale" che ho sentito sempre gratuitamente offerta.

grazie di cuore e auguri di Buon Natale

P.S. Voi ci siete ogni giorno e questa per me è una cosa grande.

mic ha detto...

"Continuiamo con l'ottimismo...della fede"

= Speranza Cristiana!!!

mic ha detto...

"vedette" semimute, ma evidentemente "in lettura": vedi i due piccoli flash del "principe"... ancor più evidente che quanto abbiamo segnalato NON LI RIGUARDA... perché non è la LORO Chiesa.

Avevi detto bene, Gert!

mic ha detto...

Nicola, grazie del tuo ricordo e del tuo riscontro e dei tuoi contributi

BUON NATALE, di cuore, anche a te :)

stephanos78 ha detto...

Ci mancava solo la "cappela Ecumenica"! :-)

Comunque, Mic, mi unisco a te e a tutti i nostri Fratelli!

Dio Benedica tutti voi, vi ricolmi di Grazie, vi dia di passre un Santo Natale nel modo più autentico... Nell'Orazione e nell'Adorazione...Nella Carità Fraterna e nella Famiglia!

Dio vi Benedica! Grazie a tutti voi!
Preghiamo! Perchè il Signore Viene!

Fideliter ha detto...

Grazie per questo servizio!
io ho scritto a tutte le mail che avete indicato. Non ho scritto a Ruini, perchè è completamente inutile: l'ho visto fare la "Danza davidica" insieme a Cordes a S. Giovanni in Laterano durante l'ordinazione di diaconi neocatecumenali, fatta ogni anno con liturgia separata
Chiedetevi come mai le ordinazioni separate in S. Giovanni non si fanno più. Separate erano a S. Giovanni anche le ordinazioni sacerdotali,chiedetevi perchè ora li fanno ordinare tutti in S.Pietro

p. Enrico ha detto...

"Non è sufficiente sforzarsi di raggiungere la santità (i sacerdoti) devono anche erudirsi nella scienza propria del loro stato. L'ignoranza dei sacerdoti è da temersi di più che il peccato, perché per essa si perde non solo la propria anima, ma si disonora e svilisce il sacerdozio. Io vi scongiuro dunque di attendere seriamente allo studio; la scienza di un prete è l'ottavo sacramento della gerarchia ecclesiastica; ed i più grandi guai della Chiesa sono provenuti dall'essersi trovata l'arca della scienza in altre mani, anziché in quelle dei leviti. Se Ginevra ha seminato in mezzo a noi così terribili rovine, fu perché eravamo oziosi, contenti della recita dlel'ufficio divino e poco preoccupati di renderci più sapienti; essa ha saputo trarre profitto dalla nostra negligenza per far creder che fino allora non si era compreso il senso della Scrittura. Così, mentre noi dormivamo, il nemico appiccò il fuoco alla casa..."
(S. Francesco di Sales, cf. G. Pentinati, S. F.d.S., P.S.S.Paolo Alba, p.166)

Se questo, ora e una volta poteva valere per i sacerdoti, oggi vale anche per i laici...

Pipìta del Monte ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Viator ha detto...

Mons. Divo Barsotti, cita Tertulliano: "Verrà il tempo in cui l'inch'iostro degli scrittori cattolici sarà prezioso come il sangue dei martiri"

In questo nostro tempo, dovremmo aggiungere anche i bit delle comunicazione elettroniche!

non capisco ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Principe di Castelcicala ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Principe di castelcicala ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
zeruel ha detto...

Domani sera finalmente la veglia di Natale.
Nella mia parrocchia, grazie a DIO non ci saranno tamburi, bonghi, nacchere, chitarre, cantori spagnoleggianti, niente di niente; sarà una messa come si deve.
Non so se cambieranno le cose per Pasqua.
Auguro a tutti un Santo Natale e un 2008 ricco di benedizioni...

La pulce ha detto...

SONO 14 I QUINTALI...

....di paella alla Carmenita che saranno preparati per il gran galà alola Domus Aurea per festeggiare l'av venuta approvazione degli Statuti.

Dei 5600 invitati che hanno ricevuto gli inviti,5000 hanno già prenotato il biglietto aereo e all'arrivo alla Domus avranno servizio di una pensione completa alla modica cifra di 100 euro.I restanti 600,in prevalenza bassi e alti pelati, hanno già ricevuto agli inviti sia il biglietto aereo sia lo speciale modulo che consentirà loro di ritirare all'agenzia Familia de Naz allestita all'interno della Domus il necessario per le escursioni previste intorno a Korazym e al lago di Tiberiade.

La macchina organizzatrice sta funzionando ormai a pieno ritmo. Dagli States Je Narino ha già provveduto a inviare 10 quintali di prugne californiane e 4 quintali di speciale chewing gum "Great ball" (Grande palla) che saranno distribuiti a tutti i commensali al termine del banchetto per nettarsi le bocche.

Dona Carmenita non sta più nella pelle: oggi ha mandato 10 SMS al Santo Padre e 14 suonerie nuove tutte intonanti il motivo natalizio " ¡Baja enseguida de las estrellas y firma!"

michela ha detto...

Credo che in questi giorni non riuscirò a seguirvi più di tanto.

A tutti un Buon Natale e un augurio che ci sia per tutti una stella che ci guidi verso il Santo Bambino.

E un grazie a chi conduce il blog per tutto il lavoro fatto quest'anno.

La pulce ha detto...

NONA E ULTIMA GIORNATA DI NOVENA DI DONA CARMENITA AL SANTO PADRE.

Alla testa di un nutritissimo drappello di 120 Camminanti in tuta imbottica e barilotgto al collo,accompagnate da 120 cimici neocat in talare termica(alcuni con cintujra rossa), Dona Carmenita stamani ha effetgtuato 10 giri al trotto e 10 al galoppo della Sacra Piazza(...mi voglio rovinare...!).
Dopodichè ha dedicato al Santo Padre sotto le sue finestre un concerto a base di "SCENDI DALLE STELLE IMMEDIATAMENTE E FIRMA!!!!" eseguito in tutte le lingue e intervallato da molte e colorate danze davidiche.
La performance di chiusura stamane si è protratta oltre il consueto,tanto che il drappello ha potuto far rientro nella Casa Generalizia soltanto alle ore 8,00 per consumare una frugalissima colazione e rilasciare ai due inviati di Paparazym.org (St. Frittedda e Cirrincita De Limone)l'ormai consueta intervista che sarà messa on line più tardi in un meraviglioso servizio che riporterà anche una corrispondenza dalla Domus Aurea Galilaeae, dove ormai tutto è pronto per il gran galà dei prossimi giorni in occasione dell'approvazione definitiva dello statuto delle cimici neocat.

Approfittiamo dell'occasione per porgere tanti auguri di Buon Natale a tutti i nostri lettori.

privacy ha detto...

Chiunque tu sia sei un grande! Hai messo dati, nomi, cognomi,indirizzo mail, di tutti ... tranne che i tuoi!
Insomma una PRIVACY PRO DOMO TUA!

privacy ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
mic ha detto...

"Chiunque tu sia sei un grande! Hai messo dati, nomi, cognomi,indirizzo mail, di tutti ... tranne che i tuoi!"

sono stati resi noti gli indirizzi di organi ufficiali coinvolti o che possono intervenire in questa dubbia e incresciosa decisione riguardante la Chiesa cattolica ed è ovvio che tutti coloro che riterranno di far udire la propria voce e chiedere quanto meno chiarimenti, sono interessati a conoscere quelli e non i dati miei o di LDCaterina63...

mic ha detto...

E' un interesse collettivo, comunitario, direi, non personale!