venerdì 6 novembre 2009

"I figli di questo mondo sono più Scaltri..."


Il vangelo di Oggi sembra coronare i dialoghi che abbiamo intrapreso. La Parola del Signore è per tutti, ma a maggior ragione per noi e anche per i Fratelli della San Pio X

Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù diceva ai discepoli:
«Un uomo ricco aveva un amministratore, e questi fu accusato dinanzi a lui di sperperare i suoi averi. Lo chiamò e gli disse: “Che cosa sento dire di te? Rendi conto della tua amministrazione, perché non potrai più amministrare”.
L’amministratore disse tra sé: “Che cosa farò, ora che il mio padrone mi toglie l’amministrazione? Zappare, non ne ho la forza; mendicare, mi vergogno. So io che cosa farò perché, quando sarò stato allontanato dall’amministrazione, ci sia qualcuno che mi accolga in casa sua”.
Chiamò uno per uno i debitori del suo padrone e disse al primo: “Tu quanto devi al mio padrone?”. Quello rispose: “Cento barili d’olio”. Gli disse: “Prendi la tua ricevuta, siediti subito e scrivi cinquanta”. Poi disse a un altro: “Tu quanto devi?”. Rispose: “Cento misure di grano”. Gli disse: “Prendi la tua ricevuta e scrivi ottanta”.
Il padrone lodò quell’amministratore disonesto, perché aveva agito con scaltrezza. I figli di questo mondo, infatti, verso i loro pari sono più scaltri dei figli della luce».

4 commenti:

Stefano78 ha detto...

Sembra che spesso abbiamo paura di usare Scaltrezza.

In realtà è chiesto da Gesù e dalla Chiesa di usarla! Ed è una Virtù grande, quando attraverso Essa si ottiene di difendere la Verità con Umiltà!! Senza dunque derogare alla Verità... Ma magari meditando sui mezzi più opportuni per ottenere maggiore risultato.

Signore, spesso noi siamo davvero un po' babbei^__^

Stefano78 ha detto...

Spero che i Fratelli della San Pio X usino Scaltrezza! E facciano presto.

gianluca cruccas ha detto...

MONSIGNOR MARCEL LEFEBVRE
OMELIA DELLE CONSACRAZIONI EPISCOPALI
ECÔNE, 30 GIUGNO 1988

Mi sembra di sentire, miei carissimi fratelli, le voci di tutti questi papi da Gregorio XVI, Pio IX, Leone XIII, San Pio X, Benedetto XV, Pio XI, Pio XII, che ci dicono: "Ma di grazia, di grazia, che state facendo dei nostri insegnamenti, della nostra predicazione, della fede cattolica: volete abbandonarla? Volete lasciarla scomparire da questa terra? Di grazia, di grazia, continuate a conservare questo tesoro che vi abbiamo dato. Non abbandonate i fedeli, non abbandonate la Chiesa! Continuate la Chiesa! Poiché infatti dal Concilio, ecco che le autorità romane adottano e professano ciò che noi abbiamo condannato. Come è possibile questo? Noi abbiamo condannato: il liberalismo, il comunismo, il socialismo, il modernismo, il sillonismo (democratismo cristiano). Tutti gli errori che abbiamo condannato, eccoli ora professati, adottati, sostenuti dalle autorità della Chiesa. È possibile questo? Se non fate qualcosa per continuare questa Tradizione della Chiesa che vi abbiamo trasmesso, tutto sparirà. La Chiesa sparirà. Le anime saranno perdute".

Ci troviamo davanti ad un caso di necessità. Noi abbiamo fatto di tutto per far sì che Roma comprenda la necessità di ritornare all'attitudine del venerato Pio XII e di tutti i suoi predecessori. Abbiamo scritto. Siamo andati a Roma. Abbiamo parlato. Abbiamo inviato delle lettere, mons. de Castro Mayer ed io stesso, parecchie volte a Roma. Abbiamo tentato con questi colloqui, con tutti i mezzi, di arrivare a far comprendere a Roma che dal Concilio in poi, da questo aggiornamento, questo cambiamento che si è prodotto nella Chiesa non è cattolico, non è conforme alla dottrina di sempre. Questo ecumenismo e tutti questi errori, questo collegialismo, tutto ciò è contrario alla fede della Chiesa e sta distruggendo la Chiesa. È per questo che noi siamo persuasi che, procedendo a queste consacrazioni, oggi obbediamo all'appello di questi papi e di conseguenza all'appello di Dio poiché essi rappresentano Nostro Signore Gesù Cristo nella Chiesa.

gianluca cruccas ha detto...

cOLORO CHE DEVONO USARE SCALTREZZA NON SONO CERTO COLORO CHE VENGONO DALLA sAN pIO x, DATO CHE PROFESSANO LA FEDE GENUINA DI SEMPRE.

IN REALTA' COLORO CHE DEVONO USARE SCALTREZZA , (DATO CHE DAL CONCILIO VATICANO II IN POI HANNO AMMINISTRATO ABBASTANZA MALE CIO' CHE NON GLI APPARTENEVA), SONO COLORO CHE DIRIGONO CIO' CHE RIMANE DI CATTOLICO NELLA CHIESA DI OGGI, QUINDI I CATTIVI AMMINISTRATORI NON SONO CERTO QUELLI DELLA SAN PIO X