lunedì 2 agosto 2010

La Chiesa cambia anche attraverso l'avallo del cammino Nc da parte di parroci e/o vescovi. Ignoranza, connivenza o conciliaristica 'inclusività'?

Pubblico la più recente testimonianza, riproponendo la precendete già postata, ma confusa nel discorso del penultimo thread. Abbiate la pazienza di leggerle entrambe: le accomuna l'influsso di due diversi parroci, in qualche modo definibili "diversamente-cattolici", rappresentativi di una "nuova chiesa" che si sviluppa nonostante il cattolicesimo sia "altro"... Faccio notare che: nella prima non viene fatto il nome del parroco, che comunque può facilmente essere trovato, verificando i dati riferiti, che evidentemente sono resi pubblici per il motivo che la fonte è persona conosciuta e più che attendibile; nella seconda si fa il nome di un parroco, che può essere accomunato al già noto vescovo di Campobasso. Cominciamo così a conoscere più da vicino questa nuova genìa di sacerdoti e pastori.

"carissimi, non posso che rivolgermi a voi. Vi leggo da tanto
oggi sono di passaggio a Roma per pagare le bollette, ma già domani torno ad Altipiani di Arcinazzo dove sono in vacanza.
Sono scandalizzato e sconvolto per quello che ho visto nella Parrocchia Refugium Peccatorum dove vado per la messa domenicale e vi prego di gridarlo ai quattro venti perchè non è davvero più possibile tollerare queste cose nella nostra Chiesa
Ho partecipato ad una messa indegna che mi chiedo se è valida: il sacerdote vestito solo con stola e camice bianco in una celebrazione sciatta che sembrava più una recita che una Liturgia. Mi hanno colpito come uno schiaffo queste parole: invece di dire " ricordati della tua Chiesa" ha detto "ricordati delle comunità cristiane". questo sacerdote è lì da poco più di un mese, dopo che hanno mandato via una comunità abbastanza tradizionale (non tradizionalista) i Servi del Cuore Immacolato di Maria).
L'ho saputo da una parrocchiana con cui mi sono fermato a parlare: era il ritratto della desolazione! Questo cosiddetto sacerdote l'ha presa in giro vedendo che recitava il rosario (non durante la messa) e quasi strappandole la corona, le ha detto "cos'è questo bla, bla bla" (il rosario!), leggete e imparate la scrittura! lo stesso sacerdote ha fatto inorridire molti dicendo che la lampada davanti al Santissimo era una stregoneria
E' certo che se voglio partecipare ad una vera Messa dovrò cambiare paese. Mi chiedo cosa troverò
Paolo, 30 luglio 2010"
___________________________
"Carissimi,
vi scrivo di ritorno dalle mie 2 settimane di ritiriro sui monti Nebrodi. Ho fatto i miei esercizi spirituali secondo il carisma ignaziano. Una settimana è stata di servizio aiutando i ragazzi del postcresima e la seconda stata personale tra noi + grandi.

Appena iniziata la seconda settimana abbiamo avuto una visita. E' venuto Padre Maccarrone, parroco a Troina (picola città dell'Ennese nn troppo lontano da dove eravamo noi). Era accompagnato da una coppia appena risposata (erano entrambi vedovi). Erano gli itineranti responsabili di Sicilia e Calabria. Ovviamente li abbiamo invitati a restare a pranzo e loro hanno accettato. Non si è parlato del Cammino, ma alcune frasi sono state parecchio illuminanti.

Padre Maccarrone ci ha caldamente invitati a visitare una nuova chiesa a Troina. Una chiesa meravigliosa, bellissima. Una chiesa secondo il Concilio vaticano secondo (Parole testuali) Una chiesa con una nuova estetica, iconografica (sempre parole TESTUALI!) Non so come ho fatto a non ridergli in faccia. In realtà volevo chiedergli in quale paragrafo di quale documento del CVII si parla di "nuova estetica delle chiese". Comunque, erano ospiti e non sarebbe stato giusto polemizzare.

La coppia è stata molto cordiale e gentile. Ci ha ringraziato dell'ospitalità e ci hanno fatto gli auguri per il nostro percorso... Gentilissimi, non c'è che dire. Ma quelle parole del sacerdote mi hanno fatto molto pensare.

A parte che ha fatto lodi sperticate su di loro ("loro non hanno un mestiere, pensano solo all'evangelizzazione", mentre io pensavo "povero San Paolo, ha parlato a vuoto"). Il mio padre spirituale (gesuita di 83 anni suonati) successivamente ha detto chiaro e tondo: "non ci ha capito nulla! C' è bisogno di un percorso inventato da un laico non formato, quando c'è il catechismo per approfondire il tuo battesimo? Già un'altra volta disse che non era eccesialmente opportuno mandare intere famiglie a "catechizzare" in posti lontanissimi, togliendo tutte le radici.

Sempre a quel pranzo ha detto: "un mio confratello celebra la messa per voi e un giorno l'ho sostituito. Io, devoto al S.Cuore, ho dato a tutti la postina dell'Apostolato della Preghiera con l'offerta quotidiana al S.Cuore di Gesù invitando a recitarla ogni giorno per le intenzioni del S.Padre ".

Sapete come ha risposto il signor catechista itinerante? Che "aveva perso tempo, perchè nel cammino si fanno cose + importanti che distribuire fogliettini e recitare preghiere devozionali"
No comment, Alect"

55 commenti:

  1. Non ci meraviglia nulla ormai, caso mai ci addolora apprendere come tanti sacerdoti " in cammino" o , peggio, infatuati del Cammino e succubi di qualche catechista neocatecumenale esaltato o di qualche sua ninfa egeria che si sente a sua volta una "Carmen",abdichino al loro ministero sacerdotale, riempiendosi la bocca di luoghi comuni neocatecumenali e, soprattutto, di quella sottile e strisciante insolenza nei confronti dei cattolici "comuni" e delle loro "devozioni".

    Fino a quando, Signore?

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Lancio un invito a tutti i lettori : per tutto il mese di agosto raccoglieremo le testimonianze sulle "deviazioni" pastorali e liturgiche di presbiteri affiliati al Cammino o vicini ad esso, comprese quelle riguardanti presbiteri di luoghi di vacanza.
    Al termine del mese, dopo aver debitamente controllato tali testimonianze ( che devono recare nome e cognome anche dei sacerdoti presi in considerazione) provvederemo a compilare un dossier che manderemo in cartaceo alla Congregazione per la dottrina della Fede oltre che ai vescovi interessati.
    L'indirizzo cui mandare le testimonianze è il solito:

    neshama@tiscali.it

    Il gruppo redazionale costituito da oltre 10 persone ( che in questo blog si firmano sempre con lo pseudonimo di "Mic") garantisce, come al solito, un lavoro molto serio e documentato.
    Grazie a tutti.

    RispondiElimina
  4. Quella sul Rosario, detta poi da un sacerdote, e' uno schifo. Putroppo tanti anni fa mi capito anche a me di dire che il rosario fosse superato
    e ancora me ne vergogno...

    RispondiElimina
  5. Ti capisco strl, la stessa cosa capitò a me mel momento di maggiore infatuazione-esaltazione verso il Cammino Neocatecumenale: una specie di droga insomma che induce a sparare giudizi e a ridurre tutte le pratiche di preghiera tradizionali a " devozionismi" e " ritualismi", due termini particolarmente usati tra i neocatecumeni per bollare tutto ciò che non è inventato da Kiko.

    RispondiElimina
  6. Quella della nuova estetica, della bellezza che salverà il mondo e' una di quelle stupidate kikiane che proprio mi ha sempre indignato: a parte che più che bellezza spesso direi bruttezza ma poi quando vedo queste costruzioni, quadri, croci kikiane e penso al vortice monetario che c'è dietro .... mi viene come minimo da piangere!!!! Povera nostra Chiesa, da chi ti fai rappresentare!!

    RispondiElimina
  7. "Vortice monetario" :-)) rende benissimo l'idea, strl. Ne sappiamo qualcosa vero?

    RispondiElimina
  8. "loro non hanno un mestiere, pensano solo all'evangelizzazione"

    E questa e' l'ennesima fregnaccia (scusate il termine) che viene detto nel Cammino: il loro lavoro e' l'evangelizzazione e di fatto sono strapagati tanto che con quel lavoro mantengono famiglie numerose (anche stranumerose) senza praticamente rinunce. Provate a fare altrettanto facendo gli impiegati...

    RispondiElimina
  9. A proposito del lavoro-evangelizzazione oramai ho capito (quattro casi su quattro di mia conoscenza) che le famiglie itineranti non solo vengono straaiutate economicamente all'estero ma hanno anche la loro casa e macchina pagata tutto l'anno in affitto in Italia per il mese l'anno iin cui tornano...

    RispondiElimina
  10. "aveva perso tempo, perchè nel cammino si fanno cose + importanti che distribuire fogliettini e recitare preghiere devozionali"

    E sarebbe? Andare in convivenza ogni mese e tre giorni l'anno in alberghi convenzionati che alimentano un giro spaventoso ? Tra l'altro io in quindici anni di cammino non ho mai visto una fattura...

    RispondiElimina
  11. Altro che lasciano tutto...per seguire e predicare il Vangelo, dunque.....

    RispondiElimina
  12. Quelli poi di considerare la devozione al Sacro Cuore come una roba da vecchiette e' un altro classico del Cammino. Ma vorrei dire di più: anche le preghiere classiche sono considerate poca cosa (vuoi mettere con le preghiere spontanee?) e mi ricordo l'inizio della passaggio della preghiera in cui veniva detto che fino ad ora non avevamo mai pregato e che ci sarebbe stato spiegato finalmente come si prega....

    RispondiElimina
  13. Ah, tanto per precisare... Abbiamo imparato talmente bene a pregare al passaggio della preghiera che neanche il Rosario viene insegnato.... E fortuna che il Papa il Rosario lo ha difeso a spada tratta!!

    RispondiElimina
  14. Al passaggio della Preghiera si introduce la liturgia delle Ore, come preghiera per eccellenza della Chiesa. Fin qui nulla di strano, anzi tutto apprezzabile.
    Si incomincia però ad avvelenare anche questo passaggio quando non si afferma a chiare lettere che la Liturgia delle Ore non esclude affatto le altre preghiere e devozioni personali, di lode, di ringraziamento o di domanda,ma, caso mai, le integra e le sublima.
    Invece i catechisti fanno di tutto per ironizzare su ogni altra preghiera diversa dalla liturgia delle Ore, considerandola roba da persone scialbe,vecchiette, ecc.
    Un modo assolutamente blasfemo per dileggiare anche il Santo Rosario.
    Salvo poi, quando si tratta di dimostrare ( accadeva fino al maggio del 2008, chissa poi perchè non più?) che i neocatecumeni sono ligi al Rosario, sulle orme di Kiko si fa pendere dalla tasca una corona del Rosario che- badate bene - non è uguale a quelle tradizionali: infatti oltre a riportare in piccolo l'icona di Kiko, non ha quasi mani nemmeno attaccata la Croce.
    Anche in questo caso una "nuova estetica" per mascherare lo scempio VOLUTO della vera tradizione cattolica.

    RispondiElimina
  15. Lancio un invito a tutti i lettori : per tutto il mese di agosto raccoglieremo le testimonianze sulle "deviazioni" pastorali e liturgiche di presbiteri affiliati al Cammino o vicini ad esso, comprese quelle riguardanti presbiteri di luoghi di vacanza.

    Ottima iniziativa caro Francesco, speriamo rispondano in tanti e che non abbiano paura di esporsi..

    RispondiElimina
  16. Tanto per capire......
    x MIC

    Siccome, per completezza di informazioni, leggo talvolta anche il blog "chisinasconde.blogspot.com" - così da far raffronti - mi sono imbattuto nel post di un tale che sostiene di aver inventato una falsa storia sul cammino neoc. per vedere la tua reazione. Al ché, prendendo le tue difese, gli ho scritto questa email della quale ti faccio copia e incolla qui sotto, ma solo per capire come stanno le cose.
    Qual'è il tuo parere in proposito, MIC?

    Salve, vorrei chiederle qualche lume in merito al suo intervento sul blog
    "chisinasconde" nel quale lei sostiene, con una falsa storia da lei stesso
    inventata, di voler smascherare l'atteggiamento, sempre a suo lasciar
    intendere, fazioso di MIC nei confronti del Cammino Neocatecumenale.
    Benché non abbia letto la sua storia inventata (e non credo d'averne bisogno),
    a mio avviso si registrano le seguenti incongruenze:

    - ogni qualvolta viene fuori la possibilità di rendere nota una esperienza
    neocatecumenale "negativa" MIC ha tutto l'interesse a pubblicarla ma non per screditare senza
    motivo e per partito preso il cammino nc ma perché qualcun altro possa evitare di versare inutili lacrime amare e non cadere in perniciose eresie;

    - MIC è un normale essere umano e non può fare ricerche tali da avere in
    quattro e quattr'otto dati di un individuo così da "premurarsi di verificare
    l'identità" come lei sostiene

    Ergo, se lei ha pubblicato di proposito una falsa testimonianza per tendere
    una trappola a MIC, dovrebbe vergognarsene, anche perché poi lei scrive con
    tono giubilante che MIC gioisce di poter infangare il cammino e chi lo lascia e
    altre simili affermazioni.
    Già il fatto di aver inventato una falsa testimonianza non depone a suo
    favore, vedasi i dieci comandamenti.

    Qualora non avessi capito, abbia la pazienza di spiegarmi meglio le sue
    ragioni, se crede.

    Saluti.

    RispondiElimina
  17. "una corona del Rosario che- badate bene - non è uguale a quelle tradizionali: infatti oltre a riportare in piccolo l'icona di Kiko, non ha quasi mani nemmeno attaccata la Croce"

    E come farebbero altrimenti ad alimentare il vortice monetario se non ci fosse una icona di kiko.... Spero che almeno rappresenti la croce o Gesu perche' altrimenti non riesco neanche ad identificarlo come Rosario ....

    RispondiElimina
  18. Caro Alessandro77,
    ti ringrazio per la solidarietà, ma soprattutto pe l'obiettività e onestà intelletuale.

    La scorretta persona che citi spara a zero contro di me, ma non dice che la sua testimonianza non è stata pubblicata, in quanto non ritenuta sufficientemente motivata.
    Gli ho persino detto che sembrava avesse lasciato il cammino solo per non pagare la decima... e che non la decima di per sé non era una cosa totalmente negativa, ma lo era, semmai la sua obbligatorietà.

    Qundi non avevo bisogno di verificare nulla: non l'ho nemmeno preso in considerazione proprio perché non mi diverto a pubblicare cose che non stanno né in cielo né in terra solo perché parlano male del cammino.

    Quello che non dice è il fatto che il suo scorretto comportamento ha comunque dimostrato che NON VENGONO PUBBLICATE TUTTE LE TESTIMONIANZE, ma solo quelle attendibili e verificate. Infatti la sua NON E' STATA PUBBLICATA.

    Gli è stato semplicemente risposto a tono quando ha cominciato a intervenire sul blog, esprimendo peraltro ampie riserve su quanto andava suggerendo contro il cammino: tipo il coinvolgimento dei media assolutamente non praticabile in quanto si sarebbe ritorto contro la Chiesa, come se non fosse abbastanza attaccata dall'esterno, oltre che sfigurata da loro dall'interno...

    tutte queste cose - che sono la sacrosante verità - si guarda bene dal dirle, il nostro campione di falsità!
    Senza nemmeno vergognarsi dei mezzucci da lui usati, rimasti spuntati su tutta la linea.

    RispondiElimina
  19. Un abbraccio+ ad Alessandro.
    Volevo dire che anche io ho sperimentato sulla mia pelle la nefasta influenza di un presbitero fervente neocatecumenale. E' da lui che per la prima volta ho sentito citare la parola ''religione naturale'' che alla fine e'. Diventato un ritornello per screditare la devozione ai Santi e agli Angeli e pratiche come il digiuno che va fatto solo qiando lo dice il cammino. Purtroppo non ho la possibilitá di rivelare la mia identita' diventerei ricattsnile. Comunque questi parroci compiacento sono il peggio del peggio , uno si rivolge con fiducia, e viene martellato dagli slogan del cammino. Eheu tempora Eheu mores!

    RispondiElimina
  20. Se ho ben capito, questo tizio si vanta di aver mandato una FALSA TESTIMONIANZA a questo blog e poi si lamenta anche che non è stata pubblicata?
    Doppiamente falso e inqualificabile ed è persino inutile parlarne oltre, amici miei: certi comportamenti si qualificano da sè.

    RispondiElimina
  21. Nel mio precedente commento mi riferivo ovviamente a quanto riferito da Alessandro 77.

    Per Freedom: comprendiamo il tuo riserbo.

    RispondiElimina
  22. Secondo S. Alfonso Maria De Liguori
    "la dignità del sacerdote è superiore a quella degli angeli". “Dunque la dignità del sacerdote è la più nobile fra tutte. Scrive Sant’Ambrogio: “Non c’è nulla di più eccelso in questo mondo” (De dignitate Sacerdotis). “Supera tutte le dignità di re, imperatori e degli stessi angeli” – conferma San Bernardo (Sermo ad Pastor. In Syn.). “La dignità del sacerdote – nota Sant’Ambrogio – supera quella dei re, quanto l’oro il piombo. E ancora: “Quanto più l’anima è importante nel corpo – scrive San Clemente Alessandrino (Constit. Ap. 1.2, c. 34) – tanto più eccellente è il sacerdozio su un regno”. E San Giovanni Crisostomo conferma (De Jac. 1.3): “i principi hanno potere sui vincoli del corpo; i sacerdoti anche sull’anima”.
    “La dignità sacerdotale supera anche quella angelica – scrive San Tommaso d’Aquino (3 p., q. 22, art. 1). E San Gregorio Nazianzeno (Sermo 26 de Sanct. Petr.) osserva che “il sacerdozio è venerato anche dagli angeli”.

    Ora, è uno scandalo che un sacerdote, sia esso formato nei seminari redemptoris mater, sia che venga da seminari “normali”, abdichi ai suoi carismi e alla sua dignita’ , militando nel cammino neocatecumenale e seguendo il cosiddetto “percorso d’iniziazione al cristianesimo” del CN perchè, come abbondantemente documentato, non ne ha affatto bisogno.

    RispondiElimina
  23. Quoto pienamente, Freedom. Quella del sacerdote che per "convertirsi" dopo aver ricevuto l'ordine sacro, inizia un cammino a tappe gnostiche, come quello neocatecumenale, è la più grande e sfacciata contraddizione in termini, adoperata ignobilmente nei loro discorsi anche da alcuni (presunti) vescovi.
    Siamo sempre più indignati!

    RispondiElimina
  24. Non so perché non risulta visibiule questo post di Alect,
    che passo ora


    ho trovato una foto della chiesa in questione:

    RispondiElimina
  25. l'immagine segnalata da Alect è visibile, ma non riesco a salvarla. Volevo metterla nell'articolo.

    Da notare la Nuova estetica che 'sforna' chiese una fotocopia dell'altra...
    dov'è la creatività dello Spirito?

    RispondiElimina
  26. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  27. Essendo molto impegnata in questi giorni non posso partecipare attivamente, voglio solo dire che la "testimonianza"di "golan", non solo mi è da subito sembrata sospetta, ma non credo di sbagliarmi dicendo che da subito ho anche riconosciuto nel suo stile inconfondibile, il nostro caro e affezionato lvvfl che decisamente non può fare a meno di questo blog che sembra ossessionarlo, che è abbastanza contorto e squilibrato per tentare di tendere un tranello a mic.
    Il suo comportamento malsano non necessita altri commenti, ma è certo che quel signore, che dice di essere catechista, sta facendo una pessima pubblicità al suo cammino!

    RispondiElimina
  28. Sarebbe opportuno chiarire il contesto del discorso a proposito del quale Alect ha postato il link all'interessantissima foto.

    RispondiElimina
  29. X Francesco:
    ti rispondo subito.

    Eravamo a tavola, stavamo pranzando. Il mio padre spirituale zela sempre la devozione al S.Cuore e da lì è scaturita l'affermazione del signor catechista itinerante.
    Io non ero lì vicino quindi le parole non le ho sentite, ma l'episodio è stato riferito dal mio padre spirituale nella traccia della meditazione del pomeriggio. cmq posso citare a testimone chi era lì accanto.

    L'invito del sacerdote invece è avvenuto a fine pranzo (insieme con l'elogio agli itineranti) e tutti quelli che erano là (quindi anche io) l'ho sentito con le mie orecchie.

    RispondiElimina
  30. Carissima Mic ti ho inviato l'immagine per Mail....

    RispondiElimina
  31. @ Francesco
    Il contesto è presto detto:
    eravamo a pranzo (come ho già detto prima erano venuti in visita dato che quella struttura è una delle poche ricettive sui Nebrodi ed è una casa di esercizi molto conosciuta quindi in pratica se c'è il cancello aperto è facile avere visite da parte di reigiosi)

    Quindi era una situazione assolutamente conviviale.
    L'affermazione del catechista è avvenuta nel contesto di una chiaccherata mentre si mangiava. Io non ero là vicino, ma la cosa è stata riferita dal mio padre spirituale durante la traccia del pomeriggio. E lo dicea con un sorriso amaro...

    L'invito del sacerdote invece è venuto appena avevao finito di pranzare. Il sacerdote ha chiestola arola ed ha fatto uninvito a tutti i presenti che lo sentivano (e quindi anche io). Nello stesso momento è avvenuta la lode speritiata ai catechisti itineranti...

    Spero di essere stata chiara

    RispondiElimina
  32. MIC è inutile che mandi Alessendro in avanscoperta ho capito che è un troll.Comunque amichevolmente vi consiglio di chiudere a Roma cominciano a stufarsi.Mala tempora currunt per voi!Chiudete fino a che siete in tempo!!Vi consiglio anche di lasciar perdere il sacerdote siciliano.Ascoltatemi vi sto porgendo una mano.Lasciate perdere!

    RispondiElimina
  33. Il catechista di cui state parlando si chiama Salvatore Morfino ed è un sant'uomo.
    Lasciatelo stare lo state diffamando.Attenzione!!Come state diffamamndo il Sacerdote!!State sbagliando attenzione!!Non fate stufare Roma!!Ve lo dico da amico e fratello!Poi non dite che non vi ho avvertito!!

    RispondiElimina
  34. non si sta diffamando nessuno. C'è semplicemente la testimonianza di come un sacerdote faccia la pubblicità al cammino e di come dei catechisti disprezzino (ma non è certo una novità per chi è stato in cammino) le devozioni cattoliche.

    Allora?

    Chi è che si è stufato a Roma?

    non sarebbe ora che i sacerdoti di cui abbiamo parlato (e tanti altri) si ravvedessero?

    RispondiElimina
  35. Ma dai! "la verità neocatecu vi schiaccerà da schiavi" dice che a Roma si stanno stufando...Bene ! Vuol dire che qualche cardinale invita per ammonire ? Non vedo l'ora e se Gianluca Cruccas, che ha scritto e riscritto senza essere ascoltato, verrà invitato, spero mi passi l'invito perchè vorrei dire anch'io due paroline a chi di dovere, fosse anche il Papa.Non temo nessuna ramanzina da alcun porporato. Ce ne sono tante di cose da dire ! vedi mio caro seminatore di spighe, "verità neocatecu." si da' il caso che in mezzo a dei devoti cattolici come tutti quelli che qui scrivono, ci siano anche(che leggono) teste matte come me abituato ai colpi di cannone ed agli assalti di pattuglia che ha un sacro timor di Dio, ma nessun timor di porpora. Quindi è inutile dire smargiassate che ritornano addosso a chi le semina. Ho già scritto, ma tu evidentemente dormivi il sonno neocat. che è meglio non lanciare anatemi nè timori inconsistenti poichè c'è Chi ripaga di moneta sonante ed abbondante quando vuole."Vuolsi ciò che si vuole dove si puote e più non dimandare"

    RispondiElimina
  36. San Pompilio M. Pirrotti. Chi era? fino ad oggi nulla sapevo di lui.E' soltanto un esempio di sacerdote."Il secolo XVII si era chiuso on dispute interminabili tra teologi su questioni del tutto sterili ed oziose,ma molto negative per i fedeli...sempre più sconcertati e confusi. Un anuova evangelizzazione delle masse dei cristiani si rendeva sempre più urgente in quanto i fedeli erano disorientati non solo di fronte all'incalzare di nuove dottrine come l'illuminismo....Il sussulto rivoluzionario....aveva messo in luce una triste realtà di miseria e di ignoranza....alla quale difficilmente avrebbero potuto rispondere le deboli forze dei parroci. Le missioni nel seicento e settecentofurono condotte da uomini di preghiera,di contemplazione, di profonda spiritualità, ma anche di azione,portati all'apostolato, al contatto con la gente, attraverso la predicazione,il confessionale,l'invito alla pratica dei Sacraenti, l'esercizio della carità, il servizio ai poveri ed ammalati...Padre Pompilio in una lettera del 1762 a fratel Pietro Caliandro scrisse:-..non portiamo moderne descrizioni, nè prospettive meravigliose; abbimo la sola scrittura ed un Crocefisso; se sono necessario al popolo spero di morire faticando..perchè non sono fatto per l'eloquenza, nè per trattenere sfaticati nelle chiese e nelle basiliche...Se si contentassero, ben volentieri, cioè si contentassero della scrittura e del Crocefisso, ma se no, avremmo altro da fare!..." Trovate che vi siano analogie coi tempi nostri? Io ne trovo tante...Ma anche molti risvolti negativi tra i quali oggi scegliere le masse presi da un'angoscia senza fede, al contrario esatto di questo santo italiano che parlava chiaro e diceva che non intendeva perdere tempo con gli sfaticati delle chiese e delle basiliche.

    RispondiElimina
  37. "..le missioni duravano 15 giorni...[non un'eternità sovvenzionati da decime]l'arrivo del missionario e dei predicatori veniva annunciato per tempo. .La mattina all'aurora venivano suonate le campane che invitavano in chiesa per la prima predica.Fino a mezzogiorno e pomeriggio incontri specifici per gruppi e categorie.[ma non gradini misteriosi di ascesi misticheggiante]Quindi si procedeva alle CONFESSIONI.[non comunitarie ovviamente] la sera tutti seguivano la grande e lunga omelia sulla PASSIONE E MORTE DI CRISTO. aLTRI ARGOMENTI FONDAMENTALI:PRESA DI COSCIENZA DEL PECCATORE, IL FINE DELLA CREAZIONE,NECESSITà DI SALVARSI,[altrochè siam tutti peccatori alla kiko]UTILITà DI IMMEDIATA CONVERSIONE [niente cammino a tappe!], TRISTI CONSEGUENZE DEL PECCATO MORTALE, MEDITAZIONE SUI NOVISSIMI,LA PREGHIERA, I SACRAMENTI,DEVOZIONE ALLA MADONNA,PERSEVERANZA FINALE.[per evitare l'Inferno] ..."( tratto da Presenza Cristiana dei Padri Dehoniani). Finisco con ovvia considerazione del risultato finale:un rifiorire della fede ovunque ottenuta con predicazioni chiare per chi voleva ascoltare e recepire, per gli altri... andassero a "quel paese". Mi sembra proprio che ora, con il buonismo ecumenico in cui si aprono le porte a tutti con dovizia di sorrisi non si ottenga proprio nulla salvo i neocatecu che con tortusismi e piroette e clangori di musiche moderne cercano di attirare fedeli ad una fede addomesticata per creare massa.

    RispondiElimina
  38. @la verità...

    Dov strebbe la diffamazione del sacerdote? Sul fatto della chisa. La chiesa esiste.Sul fatto che ci ha invitato a visitarla usando le parole "chiesa secondo il CVII"? Ho 20 testimoni che hanno sentito la stessa cosa.
    Dove sta la diffamazione?

    X quanto riguarda il signor Salvatore Morfino poi non l'ho assolutamente offeso. Potrà anche essere un sant'uomo, non lo metto in dubbio, ma la frase incriminata l'ha detta. Tutto qua.

    Per il resto (Roma si sta stufando)...Beh, queste sono minaccie di bassa lega. Fa un pò tristezza vederle.

    RispondiElimina
  39. Cari fratelli+ dell'osservatorio:
    preghiamo per lvvfl.....

    RispondiElimina
  40. Il signore che si firma Lvvfl ha fatto nome e cognome di qualcuno ed è dunque lui che deve assumersi la responsabilità di questa rozza operazione.
    La pseudominaccia che "a Roma si sono stufati" la rispediamo al mittente. Non abbiamo assolutamente timori di sorta perchè ogni nostra virgola è documentata e " a Roma" i nostri nomi e cognomi sono tutti conosciuti da chi di dovere.
    Sarebbe opportuno che questo signore evitasse di intervenire in maniera tanto pesante e maldestra in questo blog, dove non viene offeso nè diffamato nessuno. Grazie.

    RispondiElimina
  41. Ma oramai sapete di che cosa è capace lvvfl, sapete che adora denunciare le identità altrui, se veramente è catechista possiamo solo immaginare i danni che ha fatto e sta facendo.
    Noi conosciamo la sua identità, ma non lo imiteremo e continueremo, se e quando i gestori lasceranno passare i suoi profondi e essenziali contributi, a chiamarlo lvvfl anche se un altro nick sarebbe più adatto : lmvfp, la menzogna vi farà prigionieri.

    RispondiElimina
  42. PERSEVERANZA FINALE.[per evitare l'Inferno]

    motivazione più che concreta... ma certamente, in quegli incontri davvero fecondi, essa diventava secondaria rispetto al

    - desiderio di entrare in un vero rapporto col Signore, nel Suo Amore,

    - e di autentico dolore per tutte le offese e gli allontanamenti dal suo Progetto per noi a causa del peccato, pronti ad accogliere il perdono e l'aiuto della Grazia per essere liberi dal peccato e guariti dalle ferite nonché

    - le risorse della preghiera e del comportamento che la Grazia ispira per la Riparazione possibile

    RispondiElimina
  43. Cara Alect,

    purtoppo, mentre tutte le cose che noi diciamo e le valutazioni che diamo sono secondo logica e in base agli insegnamenti ricevuti nella Chiesa, i nostri interlocutori sembrano vivere in un "universo parallelo", nel quale la realtà acquista connotati diversi e indiscutibili, tutti ad usum cammini, senza la possibilità, o per meglio dire senza la capacità (che diventa impossibilità) di mettere in campo un giudizio critico veramente obiettivo.

    Grazie per essere tornata tra noi!

    RispondiElimina
  44. Cara Emma,
    abbiamo sperimentato noi stessi anche su questo blog l'arroganza, l'atteggiamento di minaccia disufficienza, di catechisti NC di diverso livello.
    Anche i più apparentemente corretti, nascondono nella forma irenica delle loro comunicazioni, molte frecciate più o meno nascoste nonché giudizi lapidari senza appello per chi non avesse possibilità e capacità - e, nell'ambito del cammino neppure la dignità - di replicare con argomenti logici e pertinenti, come siamo soliti fare noi

    RispondiElimina
  45. Io vorrei che lvvfl gentilmente rispondesse a questo quesito: ma veramente Kiko Arguello pensa che il SUO modello di edificio sacro con le SUE iconografie siano fate "secondo il CVII"? Si sente veramente autorizzato a snaturare chiese vecchie di secoli in nome della sua personale visione di Dio, di Gesù, della Chiesa?

    Si sente autorizzato a proporre nel Cammino SOLO ED ESCLUSIVAMENTE l'insieme dei canti scritti da lui e da coloro che lo copiano pedissequamente? (nello Statuto questi cantisono definiti INNARIO, termine alquanto pomposo)

    Su YT ci sono video in cui Kiko presenta i suoi canti e in cui i commenti sono: "perchè l'hai fatto vedere, senza la sua catechesi NON HA SENSO!! (basta cercare "canto Kiko GMG Sidney e leggere sopratutto il commento di spavaldo82) a se un canto serve a lodare l Signore,lo loda a prescindere dal fatto che ci sia una "spiegazione" dietro.

    E se dobbiamo dirla tutta Kiko Arguello ha eseguito i suoi canti al congresso del'RnS,ma il contrario non è mai avvenuto

    Io non ho niente contro chi frequenta il CNC, ma ho continue esperienza di una CONTINUA, COSTANTE,VOLUTA AUTOREFERENZIALITA'. E questo per ch si dice "cattolico" (cioè UNIVERSALE) è grave.

    RispondiElimina
  46. Aggiugerei un'ultima cosa sul problema "chiese". Ovviamente non è solo il CNC a fare danno in questo senso. In certe chiese non so più in che direzione inginocchiarmi per adorare il Ss.mo Sacramento.

    Non è che poi ci voglia molto. A CT c'è una chiesa, (fuori dal centro e quindi "moderna") che fuori ha un cartello grande quanto una casa con scritto "Cappella per l'Adorazione perpetua" Tu segui il caretello ed entri in una piccola cappellina, sempre aperta, e lì chiunque può fare adorazione. E questo giorno e notte.

    Questo dimostra che si può ovviare ad una architettura che non ti invita a pregare, ma ci vuole l'intenzione e la consapevolezza, ma se nel CNC non si può neanche mettere un canto su Internet senza la sua catechesi perchè "sennò non si capisce" figuriamoci con l'Eucarestia cosa succede.

    RispondiElimina
  47. Mi correggo, preso dall'impeto ho citato male Dante in quella meravigliosa frase: "VUOLSI COSI' COLA' DOVE SI PUOTE CIO' CHE SI VUOLE, E PIU' NON DIMANDARE" Chissa' se "laveritàneocatecuvi schiacceràdaschiavi" conosceva questa citazione;da quel che sembra e come giustamente arguisce Mic,i "camminanti" viaggiano in universo parallelo, quindi la cultura religiosa e peri-religiosa suppongo sia parecchio deficitaria.La fede senza cultura vale per i semplici ed i puri, ma per gli altri la fede senza cultura inerente indica superficialità, se non fede fasulla.Non sono più i tempi in cui si viveva di fede solo di quello che il sacerdote formulava, ora è necessario acculturarsi dato che i tempi sono confusi e tribolati.Acculturandosi si scopre che esistono spacciatori di nuove dottrine, di nuove liturgie e quindi di fede differente;costoro per giustificarsi si rifanno solo all'ultimo concilio, quindi sono dei settoriali (vedono solo una parte della storia)quindi dei settari (da septo-divido, quindi dei superbi da cui tenersi alla larga

    RispondiElimina
  48. lvvfl mi ha risposto molto indirettamente sul suo blog: nel senso che non risponde alla mia domanda, ma mi accusa di avere mentito travisando quello che ho scritto. Gli ho risposto per le rime. Sperando che lui pubblichi il mio commento.

    RispondiElimina
  49. Cara Ale,
    la persona di cui tu parli ha dimostrato di avere mille facce,ha scritto al nostro indirizzo mail una sua falsissima testimonianza allo scopo di imbastire uno "scoop" da quattro soldi, alla tua dignitosa e austera, ma soprattutto obiettiva testimonianza, che nessuno potrà smentire,ha voluto aggiungere LUI il nome del cd. "catechista". Stop. Questa è la realtà effettuale di tutto e non devi preoccuparti per nulla.
    Il fatto gravissimo è che quel sacerdote abbia bollato come "devozionalismo" ( anche il termine è sbagliato) la devozione al Sacro Cuore di Gesù. Se ne assuma le proprie responsabilità: non è affatto un reato irridere il culto religioso, specialmente se lo fa un sacerdote, è un peccato gravissimo contro lo Spirito Santo.
    Per inciso vorrei aggiungere che il culto del Sacro Cuore di Gesù, introdotto nella Chiesa dopo le visioni di Santa Margherita Maria Alacoque, ha illuminato e sorretto generazioni di laici e di sacerdoti santi, non ultimo, San Giovanni Maria Vianney.
    Per il resto, lasciamo stracciare le vesti a chi ritiene che,stracciandosele e urlando anatemi a destra e a manca, potrà demolire la nostra ricerca non oziosa della Verità.

    RispondiElimina
  50. Un invito ad Ale Ct, già rivolto genericamente a tutti qualche giorno fa: evitiamo di saltare da un blog all'altro con discussioni ping pong che non portano a nulla.
    La testimonianza di Ale - ripeto - è linda , chiara e non tendenziosa e in essa il male ce lo può vedere solo chi è intriso di malevolenza ed ha assunti discutibili da dimostrare.
    Rasserenati Ale.

    RispondiElimina
  51. X Francesco:
    mi rendo conto, ma dato che mi aveva citato, mi sono sentita in dovere di precisare.

    Cmq sia l'ho invitato a rispondere alla mia domanda che c'è un questoblog. Mi dspiace, ma voglio una risposta. Anche solo per capire meglio con chi posso avere a che fare

    RispondiElimina
  52. AleCt,
    la risposta era quella che trascriverò di seguito, ma francamente non l'avevo presa in considerazione perché mi sembrava e mi sembra delirante che ci accusasse di diffamare qualcuno, IL CUI NOME E' STATO FATTO DA LUI, mentre lui sta usando i nostri nomi da mesi in maniera sconcia de-formando e distorcendo tutto quel che diciamo a suo uso e consumo.
    Lo avevo diffidato, ma se continua sarò costretta a depositare la querela in procura. E' scocciante, ma se non desiste, arriva il momento che il tempo lo DOVRO' trovare

    Amici "ossevartori"vi invio questo appello che vi prego di ascoltare.
    State diffamando il catechista Salvatore Morfino responsabile del Cammino in calabria e sicilia.
    Avete fatto delle gravi insinuazioni sul suo conto dicendo che non ha un mestiere e che il suo lavoro è l'evangelizzazione.
    Avete fatto un nome di un
    Sacerdote pubblicando il suo cognome e violando la sua privacy a sua insaputa senza chiedere il suo consenso.Vi scongiuro chiudete questo blog perchè state commettendo un reato.Lo dico per voi cancellate almeno questo post.
    Vi sto avvisando non è una minaccia.Per favore evitiamo di dare della Chiesa Cattolica questa immagine avvilente.Smettetela fate del male alla Chiesa non lo capite?Anche in Vaticano c'è qualcuno che vi osserva e vi monitora attenzione ad offedere Vescovi e Sacedoti.Lo dico per voi!Poi se volete andare incontro ad una denuncia o alla oscuramento di questo blog e del sito fate pure ma dopo non vi lamentate.E' l'ultimo avviso!


    Francamente non mi sembra uno scritto molto equilibrato né da prendere in considerazione.
    Credo che costui stia diventando una mina vagante per lo steso cammino.... il problema è che di fanatici di questa risma non c'è lui solo, ma ne abbiamo incontrati diversi!

    RispondiElimina
  53. Auguro la pace a tutti noi
    ma soprattutto a chi la nomina in continuazione e non la mette in pratica. Personalmente oltre che un senso di cristiana pieta' per certe persone, consiglio a me stesso e a tutti voi la preghiera e la pazienza. Non bisogna pero' cadere nei rozzi trabocchetti di chi e' criticato dai suoi stessi confratelli. Il personaggio in se' e' patologico. Pur pregando per la sua anima teniamoci alla larga da simili soggetti pieni di veleno e di astio, e da chi lo segue e lo approva. Non riduciamo allo stesso libello assai infimo di certi ''tipici catechisti neocatecumenali'', non rispondiamo veleno a veleno.Ignoriamoli e preghiamo che si ravvedano.
    Un abbraccio + in Cristo a tutti voi

    RispondiElimina
  54. Che l`autore delle righe riportate da mic non goda di un perfetto equilibrio penso se ne siano resi conto anche i suoi fratelli di cammino.
    È veramente necessario perdere tempo e energia con chi già conosciamo? Sappiamo di che cosa è capace, sappiamo fino a che punto può spingersi nella sua esaltazione.
    Se poi viene riferito a mic che quel "signore" continua, come dice mic, ad usare " i nostri nomi da mesi in maniera sconcia de-formando e distorcendo tutto quel che diciamo a suo uso e consumo", quel "signore" non dovrà stupirsi se dovrà risponderne anche davanti alla giustizia.
    Spero e auspico che non si debba arrivare a quella decisione, perchè "quel signore" si squalifica e si discredita ampiamente da solo.

    RispondiElimina

I commenti vengono pubblicati solo dopo l'approvazione di uno dei moderatori.

È necessario firmarsi (nome o pseudonimo; non indicare mai il cognome).

I commenti totalmente anonimi verranno cestinati.