martedì 22 luglio 2014

Cento Piazze, Mille Bugie

Testimonianza relativa al periodo delle "100 piazze neocatecumenali" di pochi mesi fa.




In questi giorni in alcuni luoghi pubblici della nostra città abbiamo dovuto assistere al ripetersi di una rappresentazione “teatrale” nella quale i neocatecumeni, tra clamore e tanto rumore, impongono una propria liturgia gridata, piena di tante frasi fatte e parecchie menzogne.

In una specie di gara interna, proclamano come Gesù li ha salvati nelle precarietà (quali poi??? Veramente pochi non lavorano, non hanno stipendi fissi, statali etc..) e i "miracoli" (del tipo non ho divorziato...non ho abortito … beh, non mi sembra qualcosa di miracoloso per un cattolico).

Poi tutti ti sbattono in faccia la loro apertura alla vita (che per questi personaggi significa compiere atti matrimoniali solo per scopi procreativi e senza impedimenti) e i loro numerosi figli“ho quattro, cinque sette figli uno in cielo! …” quali medaglie che indicano il prestigio che i neocatecumenali hanno all’interno del loro gruppo.

Nulla conta su cosa dica la Chiesa sulla paternità responsabile, sull’educazione dei figli etc …. La famiglia DEVE essere numerosa, non importa poi come crescano i bambini, altrimenti non puoi attestarti in cima alla classifica del perfetto neocatecumeno. E se per caso la famiglia è solo normale (2-3 figli) devi comunque gridare qualche frase ad effetto sulla tua apertura alla vita… anche se non è la verità!

E se lavori, se provieni da famiglie benestanti, devi gridare che Dio ha provveduto nella precarietà!

Sono stato vicino al movimento di Kiko e conosco, anche in modo sufficientemente approfondito, le storie VERE di alcuni di loro. Cosa tra l’altro non difficile in una piccola città come la nostra Viterbo. Mi è apparso piuttosto curioso che il membro di una famiglia nota nella Curia proclami pubblicamente frasi del tipo “grazie a Gesù siamo aperti alla vita… grazie a Gesù non abbiamo abortito”. Curioso in quanto è piuttosto risaputo, soprattutto nell’ambiente sanitario, che nonostante si voglia gridare pubblicamente al miracolo per l’apertura alla vita, il soggetto vestito da predicatore per l’occasione fa uso di precauzioni. Nel lavoro infatti la moglie dichiara di non volersi trasformare in una fabbrica di bambini o in femmina di coniglio.

Oppure lo stesso proclami la propria precarietà anche se si proviene da famiglie benestanti, anche grazie a speculazioni, raccomandazioni, senza tanto riguardo per l’onestà che dovrebbe avere un cristiano. Senza aggiungere l’avidità con la quale gli stessi soggetti, cristiani da primo banco inseguono lavori, tramite aiutini e falsità varie, ma lavorando rigorosamente e pubblicamente la domenica (giusto per mantenere un tenore di vita tutt'altro che precario!!!) con buona pace del “giorno del Signore”.

Insomma si tratta di una doppia morale, di chi è cristiano e NEOCATECUMENALE nel gran segreto, ma che comunque non può fare a meno di ostentare la sua vicinanza al clero che conta (incluso il Papa Benedetto XVI), snob griffati, amici dei potenti per i quali la domenica è “il giorno del guadagnano” e si riunisce solo per osannare i prelati e per favorirsi l’un l’altro a scapito di chi merita.

Tutto condito di proclami falsi… 1000 bugie nelle cento piazze!

Quanti teatrini dobbiamo ascoltare!!
(da: Giuseppe)

Fate largo! arrivano i neocatecumenali!

86 commenti:

pietro ha detto...

A che vi serve fare una accusa tanto dettagliata e pesante su un blog anonimo.
Il dovere vi imporrebbe di chiedere di essere ricevuti dal Cardinale Vallini, che ha presieduto all' invio delle missioni per Roma, ovviamente documentandovi sul discorso di invio da Lui stesso pronunciato, e riferirgli personalmente quanto detto su questo blog in modo sicuramente incompleto.
Sono certo che vi ascolterà con attenzione, e probabilmente già da sabato prossimo potrebbe vietare alle comunità di celebrare l' eucarestia.
Non é più tollerabile che ci si permetta di compiere questi scempi, e sono certo che già subito farete questo atto di verita che vi renderebbe veri testimoni della fede che professate.
Inutile dirvi come vi qualificherebbe il non fare questo atto dovuto, il Battista ci insegna che sempre dobbiamo dire la verità, anche a costo della decapitazione.
Coraggio fateci sapera come finisce.

Pietro

by Tripudio ha detto...

Insomma, mercoledì 9 luglio 2014 Kiko è stato (nuovamente) bastonato anche da papa Francesco (sembra essere proprio la specialità di Kiko, quella di farsi puntualmente rimproverare da tutti i pontefici), e voi neocatecumenali ancora state lavorando per confezionare la notizia in modo da farla sembrare una grande vittoria?

Carmine ha detto...

A febbraio, anche a Barletta, vicino la cattedrale, si sono esibiti i kikos con le chitarre, a predicare e distribuire volantini, inneggiando a Dio con uno striscione dal titolo "Cammino Kerigmatico". Questi kikos, suonando e invocando al loro Dio - Kiko, stavano vendendo il pacchetto completo. Queste tecniche di vendita, sono analoghe con gli esponenti della Chiesa Evangelica. Un paio di mesi fa, misero un gazebo,a piazza Roma, in cui suonavano le chitarre,citavano passi del vangelo, raccontando di come Dio avesse salvato le loro vite distrutte.Le pie donne, con la veletta, vestite da educande, testimoniavano la loro esperienza di vita nuova, grazie alla chiesa Evangelica. Un ragazzino mi passò un volantino dicendomi la seguente frase-slogan:«Dio mi ha salvato la vita». In queste frasi-slogan, in questo modo di abbigliarsi, di suonare, di esprimersi, non c'è alcuna differenza tra i neocatecumenali e gli evangelici: TUTTI UTILIZZANO TECNICHE DI MARKETING RELIGIOSO! E' TUTTO UN TRAVESTIMENTO!

by Tripudio ha detto...

Il Cammino delle Menzogne.

È da otto anni che ricordiamo le menzogne dell'ineffabile Gennarini, che prima disse che la lettera del 1° dicembre 2005 era "privata", poi disse che non esisteva, e quindi disse che non era normativa... Nessun neocatecumenale ha mai osato dire «Gennarini ha detto qualche vaccata».

Nelle "100 piazze" hanno recitato la parte del "Signore che mi ha salvato". Il predicatore laico neocatecumenale, travestito da "cristiano adulto", strombazzava di essere «aperto alla vita» senza aggiungere però che faceva uso di "precauzioni" contro la vita... E nessun neocatecumenale oserà mai dire che nelle 100 piazze ci sono state testimonianze ipocrite e ingannevoli.

Kiko va cianciando che «il Signore, attraverso i testimoni di Geova, ci sta dicendo qualcosa», e nessun neocatecumenale osa mai ammettere che Kiko ha detto una vaccata.

Arriva la lettera di Becciu, che conferma gli articoli 12 e 13 dello Statuto (che comandano di seguire i libri liturgici «senza aggiunte né omissioni») e Kiko la interpreta a modo suo per confermare gli strafalcioni e la doppia veglia pasquale... e nessun neocatecumenale osa ammettere che Kiko l'ha fatta grossa sotto il naso del Papa.

Poi ogni tanto arriva una randellata del Papa e i kikos anziché ammettere la realtà, anziché farsi qualche onesta domanda, ci aggrediscono.

Franco ha detto...

Il Pietro delle 9:29 non ha poi tutti i torti.
Finalmente avrete fatto gesti concreti che aiuterebbero Vallini ad anticipare la chiusura dell'eucarestia del sabato sera.
Su forza!
E se non lo farete, lo farò io per voi. OK?
Franco

Valentina Giusti ha detto...

Certo, Carmine!
Non solo nel marketing religioso i neocatecumenali hanno delle forti somiglianze con gli evangelici, ma anche nei riti e nei concetti di fede e di natura dell'uomo.
Avevo già segnalato una testimonianza (contenuta a pag.42 di una Tesi scaricabile da qui ) in cui è riportato il contributo di un giovane che, assistendo ad una veglia di Pasqua neocatecumenale a Scandicci, completa di testimonianze, canti, battesimi per immersione, pane e calice per tutti, ebbe una folgorazione e si convertì ...entrando nella Chiesa Battista e infine nell'Evangelica, che si vede sentiva più in sintonia con i riti e la spiritualità vissuta in quella notte!

Aldo ha detto...

Permettete un OT...

pasquale è incazzato nero perchè qualcuno (Lino e ruben) hanno invaso la sua privacy??? ma che strano pasqualone...la stessa cosa che è successa a me..a mia figlia...alla mia famiglia da parte dei super-catekiki...

è proprio vero pasqualone..."chi di spada ferisce..."

non arrabbiarti...anche perchè prima di denunciare Lino o Ruben dovresti denunciare tutti i catechisti...poi google...e poi stare un pò più attento ai social..

p.s.: per il coniglio saverio...sempre a sproposito parli...come sempre, da buon vigliacco...

C. ha detto...

In merito alle 100 piazz(at)e volevo aggiungere a quanto detto alcune settimane fa (e inserito in un thread apposito dal blog).

Se vai a "fare le pulci" a tanti neocatecumeni (parlo di chi è entrato senza avere già la famiglia nc) ti accorgi spesso che tra i loro parenti stretti e chi li conosce bene quasi nessuno si sente "colpito" dal loro stile di vita o dalle loro "esperienze di Cristo"!

A proposito di questo volevo raccontare un episodio: una ragazza di una comunità che visitavo diceva sempre che il signore provvedeva nelle sue maternità (aveva 5 figli), che le sue colleghe (era maestra d'asilo) la odiavano perché professava il vangelo, e che il non rispondere a questo male era un segno del Signore di fronte alla loro crudeltà etc. etc.

Un giorno, dopo diversi anni, per motivi del mio lavoro (ma non lavoro nella scuola) mi trovai a contatto con alcune sue colleghe maestre. Il discorso cadde sulla persona in questione (poi trasferita in un altra scuola e che li non c'era più) e con tutta la mia sorpresa l'altra campana era totalmente diversa: mi trovai di fronte persone veramente gentili ed equilibrate, tutt'altro da come mi erano state descritte per tanto tempo! Mi raccontarono di una persona praticamente sempre assente da scuola e che costringeva le colleghe a coprirla continuamente nei turni, anche perché spesso avvisava il giorno stesso, senza poter dare tempo di organizzarsi.

Quel giorno riorganizzai molte valutazioni su quella persona, e capii che spesso il percorso nc può portarti a non essere obiettivo verso te stesso, ma a vivere in maniera vittimistica tutto quanto c'è intorno.

I neocatecumeni, fateci caso, fanno le piazzate tra persone che non li conoscono. Se sono una parrocchia X della città-quartiere Y non vanno QUASI MAI nello stesso quartiere ma a decine di km tra persone che non li conoscono, dove raccontano le loro vite "eroiche".

Se quella maestra avesse fatto la sua "professione di fede" nella propria scuola, non solo non avrebbe convertito nessuno, ma si sarebbe presa dei sonori insulti da parte delle sue colleghe, e non perché "schiave del demonio", ma perché (giustamente) arrabbiate per l'arroganza che i nc hanno nei confronti di chi non è "parte del loro bellissimo cammino".

Anonimo ha detto...

Proprio strano, nell' altro blog nel riportare gli articoli dello statuto le note arrivano sino al n 48. Si sono persi la nota più importante la 49 . Che srana coincidenza .
Tabata

Franco ha detto...

Come promesso e ovviamente non pubblicato, ho fatto io quello che avreste dovuto fare voi.
-------------

DA:.......
a Segreteria.CardinalVallini@VicariatusUrbis.org

Eminenza reverendissima,
a nome e per conto del blog http://neocatecumenali.blogspot.it
le chiedo un incontro o una Suo intervento chiarificatore relativamente ad alcune questioni.
1. Come può essere accaduto che Vostra Eminenza abbia presieduto una celebrazione per l'invio ad una missione in 100 piazze della Diocesi di Roma la setta delle comunità neocatecumenali, che è eretica non per un pronunciamento ufficiale ma nei fatti, così come sottolinea un nostro autorevole blogger By Tripudio, che cito: "Ecco alcuni fatti:1) gli strafalcioni liturgici del Cammino 2) le ambiguità e gli errori dottrinali insegnati nel Cammino?"
2. In secondo luogo lascia maggiormente sconcertati la notizia che abbiamo appreso e prontamente pubblicato sul suddetto blog, e cioé, cito testualmente: "Mons. Vallini ha deciso per la diocesi di Roma di interrompere "pro tempore" la celebrazione dell'Eucarestia del sabato sera per le comunità NC. Si riserva di "studiare" la questione personalmente, congiuntamente con una commissione costituita ad hoc (tra i componenti di suddetta commissione comunque anche alcuni laici e sacerdoti ai vertici NC). Inizio dei lavori a fine agosto".
Le saremmo grati se ci volesse ricevere per aiutarci a capire.
Suo Devotissimo
Franco

Valentina Giusti ha detto...

Il bello poi è che c'è sempre qualche sorella/fratello ben intenzionato che ti informa di cosa viene detto di te quando te ne sei uscito!
Personalmente, quindi, posso affermare di aver contribuito a rendere credibili e interessanti più di una testimonianza di fede dei miei cari ex amici.
In primo luogo quella del mio fidanzato di allora, che si è 'vantato' pubblicamente di aver avuto una storia precedente al matrimonio con una ragazza 'non aperta alla vita' (verissimo! Il fatto che fossimo ambedue in comunità non era, per me, motivo sufficiente per un matrimonio affrettato ai fini procreativi).
Poi quella di un altro fratello, rifiutato da me -ha sostenuto- per chissà quale motivo (i miei responsabili fecero di tutto per farci mettere insieme ...anche lì era la comunità a garantire sulla riuscita del rapporto!) e quella della di lui moglie, che invece, diversamente da me, 'aveva saputo guardare al cuore'...
Insomma, finché ero dentro, mi adoravano (a parole); fuori, sono diventata una mantide senza scrupoli.
Questo è un piccolo esempio di come vengono costruite certe testimonianze
Di come viene reinventata la storia, guarda caso, sempre a scapito di qualcuno che non si può difendere.
E li capisco!
Cosa puoi dire per raggiungere gli standard nc della 'testimonianza credibile' se non hai rubato, non ti sei drogato, prostituito ecc?
Chiamiamole piccole licenze poetiche...fatto sta che giro sempre al largo dalle 100 piazze. Non vorrei dover intervenire un giorno a correggere qualche piccola cosetta!

Carmine ha detto...

@Valentina

Se passi dalle comunità di Barletta, troverai altri matrimoni "combinati" tra adepti, tutti matrimoni sponsorizzati e benedetti dai capi-comunità e dai catechisti. Ma basta guardare le facce di alcuni di questi sposi, per vedere l'infelicità della loro scelta, in alcuni casi sembrano estranei tra loro. Anche i così detti "giovani", che dovrebbero cambiare il mondo, in realtà si fanno fregare dalla comunità, in cui magari militano i propri genitori, sposandosi e fidanzandosi tra loro, senza nemmeno piacersi, ma solo per quieto vivere verso la comunità, che pretende l'apertura alla vita.....ma che vita è?

Anonimo ha detto...

Occhio il sito dei disertori è visitato da qualcuno del Vaticano.Andate a vedere c'è qualcuno della Santa Sede che segue il blog di Pasqualone.

Lino ha detto...

Valentina Giusti ha detto... "Cosa puoi dire per raggiungere gli standard nc della 'testimonianza credibile' se non hai rubato, non ti sei drogato, prostituito ecc?"

Puoi dire: "quello che sto dicendo non mi appartiene [...] non è mio":
https://www.youtube.com/watch?v=v3bX01DuhEI (cfr. primo minuto)
Puoi dare a intendere - senza riferire chiaramente da dove scaturisce quello che stai raccontando ai pochi neocatecumenali che ti stanno davanti (soltanto ai neocatecumenali, gli altri passano senza curarsi di te e te ne lamenti) - che quello che stai dicendo viene dallo Spirito Santo che parla per la tua bocca. Inconfutabile, quindi, mica si può contestare lo Spirito Santo?

Poi, dopo di te, qualcuna proseguirà nella "catechesi", confessando in piazza che, prima d'incontrare il Cammino e il marito, la sua vita era fatta "di sesso selvaggio". E il marito, presente in piazza, si rallegrerà di cotanta confessione comunitaria in piazza.

Crederanno che anche qualche raro "lontano" che si è soffermato si rallegrerà del fatto e si convertirà, senza sapere che i "lontani" sono epicurei dedicati alla ricerca del piacere, che la storia del "sesso selvaggio" li affascina, che il senso del peccato per un "lontano" è molto lontano.

Continueranno così, lanciandosi palle di melma addosso l'uno con l'altro, senza aver capito che prima per grazia s'incontra Cristo, poi si capisce il senso del peccato - anzi si soffrono in silenzio le tribolazioni - e infine ci si libera da esso.

Continueranno a credere che Gesù prima chiese a Zaccheo di scendere dall'albero del suo "montare sugli altri", il sicomoro dei suoi peccati, poi decise di andare a casa sua. Crederanno che all'adultera Gesù prima chiese la confessione pubblica dell'adulterio, soltanto poi la perdonò.
Continueranno a credere che Gesù alla Samaritana prima chiese di confessare i suoi quattro idoli, poi le chiese l'acqua.
Continueranno, come i farisei, a discutere in primo luogo di peccato.
Continueranno a credere che prima si fa lo scrutinio, evitando di perdere tempo con la cognata ammalata, poi il Signore "passa".
Ecc. ecc. eccetera.

Valentina Giusti ha detto...

Internet, che conserva anche i curriculum e le informazioni personali che magari troppo leggermente abbiamo a lei affidato, raccoglie una vasta documentazione sul cammino neocatecumenale.
In particolare, in linea con il thread odierno,contenute in una relazione che un incredulo sacerdote di Melbourne nel 2001 stese sugli incontri di catechesi tenuti nella sua parrocchia, le 'presentazioni' dell'equipe di catechisti itineranti.
'In accordo con un fondamento della predicazione dei catechisti, che "il santo annuncia sempre il proprio peccato", il capo equipe confessò all'assemblea che:
1 - sua madre sì era suicidata quando lui aveva 14 anni;
2 - suo padre era un ubriacone e un violento;
3 - sua sorella aveva una malformazione cerebrale ed era morta giovanissima;
4 - egli stesso era un alcoolista
5 - e aveva sempre avuto una debolezza per la pornografia.
Dopodiché sua moglie confessò che:
1 - suo marito era (o era stato) un ubriacone;
2 - che non era possibile amarlo;
3 - in sintesi, richiamava i peccati del marito e la propria incapacità di amarlo.
Le successive confessioni vennero dall'altra coppia che ammise le proprie difficoltà ad amarsi reciprocamente tanto da essersi separati per vari mesi.
Infine il sacerdote confessò, tormentandosi la barba e balbettando,che
- prima di farsi prete, aveva avuto difficoltà, mentre lavorava sulla propria motocicletta, ad offrire aiuto ed assistenza ad un passante la cui auto si era guastata
- dopo essersi fatto prete (era una vocazione adulta) solo in seguito all'adesione al cammino neocatecumenale "Gesù ha cominciato ad entrare nella mia vita" '
L'intero documento a questo indirizzo

Lino ha detto...

P.S. per Aldo
Anche crederanno che un poliziotto della thinkpol, la psicopolizia orwelliana, si recherà - come in un processo kafkiano - a casa di Ruben chiedendo: "Perché hai fatto leggere a Lino il curriculum di PT, decriptando arcani segretati mediante i codici ASCII di internet?".

Nel frattempo, un altro plotone di psicopolizia postale, alle cinque di mattina, sfonderà la porta di casa di tutti quelli dell'Osservatorio che, volendosi impadronire della personalità di PT, ne lessero il curriculum in rete. Lino, prima di essere bruciato vivo su un isolotto della Senna come Jacques de Molay, subì la tortura della mordacchia affinché rivelasse le parole segrete per accedere in Google al profilo FB e al curriculum di PT. Naturalmente, causa la mordacchia, anche desiderandolo ardentemente, Lino non riuscì a pronunciarle, ma i neocatecumenali non capirono che l'impedimento a spifferarle stava nella mordacchia.

Susan Wojcicki - ritenuta da alcuni psicogenerali il vero padrone di Google - e Mark Zuckerberg - l'inventore certo di Facebook - furono fucilati alle otto di sera, dopo che Kiko Arguello li ebbe confessati e unti con l'olio del secondo scrutinio.

Anonimo ha detto...

Impara a leggere c'era scritto " missione kerigmstica".
Un tuo compaesano"

Anonimo ha detto...

Ma che dici? Poco prima Carmine da Barletta ha detto che la missione nel suo paese l'hanno fatta davanti la cattedrale ed erano tutti del paese.
Un compaesano di Carmine.

Valentina Giusti ha detto...

...mentre tutti i collaboratori dell'Osservatorio subiscono la tortura di dover subire ciò che odiano di più...Tripudio costretto a bere vino solo al 99%, apostata condannato a riordinare il fascicolo dei titoli di Argüello, dalla pagellina dell'asilo alla laurea h.c., Ruben forzato a bere l'aperitivo con i disertori...

l'apostata ha detto...

@ Pietro
che ha scritto: ...il Battista ci insegna che sempre dobbiamo dire la verità, anche a costo della decapitazione".

Bravo! Questo si che è parlare da cristiani!

Visto che ci richiami a dire sempre la verità, dacci tu l'esempio per primo.

Ti propongo una domandina facile facile: per la Chiesa l'uomo è libero nelle proprie azioni.
Per il signor dottor (h.c.) Arguello l'uomo è schiavo del demonio per tutta la vita, e non può non fare il male.

I due insegnamenti sono palesemente in contrasto.

Alla luce del Vangelo, secondo te, chi dice la verità?
Chi mentendo insegna l'errore?

Dì fatti concreti...

Ai piccoli neocat in buona fede

In passato il buon Pietro non ha mai rispsto ad alcunché su fatti documentati del cammino.
Ora ci invita alla verità.

Secondo voi risponderà o sparirà come le altre volte?

Perché i neocat duri e puri hanno tanta paura di dire quel che pensano?

La paura è forse un frutto del cammino?

Vorreste diventare così?

A voi la scelta, libera.

l'apostata ha detto...

@ Valentina
che ha scritto: "...apostata condannato a riordinare il fascicolo dei titoli di Argüello...".

Credo che dovranno trovare qualcos'altro, dei titoli di cui si fregia il signor dottor eccetera eccetera mi fregio altamente :-)

p.s. Complimenti per l'immaginazione, stai a vedere che inseriranno i "castighi" che hai proposto in qualche passaggio.

Aldo ha detto...

Aldo costretto a vivere la fine dei suoi anni solo in un autogrill con saverio...

Lino sei un grande.... sono a terra dalle risate

sandavi ha detto...

@Anonimo
Il fatto che risultino server situati nel vaticano non significa che chi ha visitato il sito si trovi effettivamente là.

L. ha detto...

Caro pietro, al tuo solito fai cabaret, e pretendi che qualcuno ti risponda pure.
Chiedere a Vallini ??? e che cosa, dopo gli elogi sperticati che vi ha fatto per l'invio delle cento piazzate, per sentirti ridere sguaiatamente come sempre fai sulle disgrazie altrui.
O forse credi che ci dira che anche lui è al soldo kikiano ?
No no fanno bene a non risponderti, cosi ridi su te stesso per una volta.

Lino ha detto...

Tu provochi, Valentina Giusti :-)
Mica pensi di cavartela?

"...A differenza degli uomini, le donne furono trattate con clemenza, soltanto costrette ai lavori forzati. Mic, aleCT, Valentina, e ogni altra intervenuta nel blog degli Osservatori, furono rinchiuse in un'immensa biblioteca, sulla cui porta d'ingresso dominava un'icona con il volto di Kiko, il Grande Fratello. Sovrastante l'icona c'era un'immagine dell'Occhio che vede tutto di René Guénon, adottato come logo dalla neopsicopolizia. Sopra l'Occhio un motto inquietante descriveva il lavoro da svolgere: "Chi controlla il passato controlla il futuro - chi controlla il presente controlla il passato", stava scritto in caratteri cubitali. Alle prigioniere, infatti, furono dati da correggere tutti i libri della Chiesa Cattolica, a partire dal III secolo al Concilio Vaticano II. Il lavoro, guidato da Mic detta "la teologa", consisteva nel depennare ogni sintagma che potesse apparire contrario al Sacro Mamotreto, la nuova bibbia del Grande Fratello.
La sveglia era data alle sei del mattino, quando un'altoparlante diffondeva con volume assordante il canto "Resuscitò", opera del Grande Fratello. Alle ore ventidue la stessa voce di Kiko, con il canto "Il popolo che camminava nelle tenebre", segnava il termine delle correzioni giornaliere e la consegna dell'unico pasto, consistente in pane azzimo ed erbe amare..."

Anonimo ha detto...

Grazie a tutti voi, con i problemi che ho ultimamente tra la salute e il cammino di mio marito era da un po' che non mi divertivo :-)
Tabata

by Tripudio ha detto...

Interessante l'iniziativa di Franco in cui chiede alla segreteria del cardinal Vallini notizie sull'attendibilità dei... commenti che compaiono nelle pagine.

Il commento delle 16:29 sembra essere stato scritto da qualche Pasqualone che continua a fregarsi le mani dalla contentezza: i disertori hanno voce in Vaticano! Bravo! Hai ragione! il Cammino viene notoriamente protetto dalle esternazioni dei Baccalà. Finalmente i "Giuda" e i "Faraoni" avranno il fatto loro.

psyco ha detto...

Vorrei che i fratelli NC commentassero questa notizia: La Messa tridentina sfonda anche tra i neocatecumenali.

cordialiter.blogspot.com/2012/03/la-messa-tridentina-sfonda-anche-tra-i.html

Come procede oggi lo sfondamento?

Anonimo ha detto...

Comunque sono due settimane dall' udienza e tutto tace. Deve essere proprio una bomba che non sanno come fare esplodere silenziosamente!!
Per l' altro blog,tranquilli i bimbi sono a nanna il marito pure, le pulizie le ho finite. Forse non siete al corrente, ma la donna riesce a fare mille cose e in alcuni casi anche più cose contemporaneamente .
Tabata

Michela ha detto...

pietro ha detto...

A che vi serve fare una accusa tanto dettagliata e pesante su un blog anonimo.
Il dovere vi imporrebbe di chiedere di essere ricevuti dal Cardinale Vallini, che ha presieduto all' invio delle missioni per Roma, ovviamente documentandovi sul discorso di invio da Lui stesso pronunciato, e riferirgli personalmente quanto detto su questo blog in modo sicuramente incompleto.
Sono certo che vi ascolterà con attenzione, e probabilmente già da sabato prossimo potrebbe vietare alle comunità di celebrare l' eucarestia.


Pietro, quando prenderai la pillola rossa ( ricordi matrix?) ed entrerai nel mondo reale?

nel neo-mondo si ragiona in termini assoluti.
cammino: buono
fuori dal cammino: no-buono
Kiko decide e gli adepti obbediscono
Kiko manda e gli adepti vanno

Nel mondo reale, nella chiesa, non funziona così.
Non si può chiudere un movimento da un giorno all'altro, rischiando che gli adepti vadano fuori di testa.

Non hai tenuto conto di una cosa:
1. per entrare nel cammino e per continuare a farlo bisogna avere una tendenza alla dipendenza.
E difatti le persone interiormente libere e consapevoli di se stesse non entrano nel cammino
2. non PUOI togliere la fonte della dipendenza ad una persona e rischiare che vada fuori di testa e che si deprima.
3. la scelta di uscire dalla dipendenza deve essere fatta dalla persona dipendente in modo libero.

Ecco perchè la chiesa, che non è una setta, usa altri strumenti che i neocat come te non colgono perchè non sono abituati a pensare con la loro testa.
1. non interviene su blog come questo, anzi ci incoraggia a continuare
2. non dice niente di Magister che scrive contro il cammino ed ha una visibilità maggiore della nostra.
3. vi segue attraverso le raccomandazioni dei papi che, anche se Kiko fa passare in secondo piano, restano presenti nei documenti in modo che le persone possano conoscerle senza aspettare l'annuncio di Kiko.
4. in più c'è stata l'ultima udienza con il papa a cui non è seguito nessun annuncio trionfalistico, e questo dovrebbe farti riflettere, e farti venire molti dubbi quando a settembre Kiko manipolerà il tutto raccontandoti qualche storiella.

Quindi, caro Pietro, che ti senti tanto intelligente e tanto in gamba,
sei così intelligente ed in gamba al punto da capire che il modo di ragionare che tu proponi funziona solo una setta e non in una società di gente libera?

Inoltre il cammino porta soldi e fa pochissimi adepti; ma a chi vuoi che importi di 4 scalmanati come voi, che non se li fila nessuno e che stanno diminuendo di numero?
Siete utili perchè portate soldi e fate un po' di propaganda sui valori non negoziabili, ma non convertite nessuno, non siete pericolosi se non per voi stessi.

Valentina Giusti ha detto...

Il barlettano che ha commentato gli interventi di Carmine, nulla ha avuto da dire sulle sue affermazioni che i nc usano strategie di marketing religioso più in linea con la chiesa evangelica che con la tradizione cattolica oppure sull'endogamia praticata nel cammino (una caratteristica in più che lo connota come 'setta'!).
Cosa invece gli interessa davvero, cosa puntualizza? Che sullo striscione delle 100 piazze nella sua città non stava scritto 'cammino Kerigmatico' ma 'missione Kerigmatica'...
A riprova del fatto che i nostri fratelli nc non percepiscono certe osservazioni come 'critiche'.
Anzi! Della propria diversità fanno motivo di vanto! Meno le loro pratiche si situano sul solco della tradizione, più ne sono contenti ed orgogliosi!
Reagiscono invece inviperiti quando viene cambiata una sola parola voluta dal Fondatore. Lì sta la loro identità, la loro fede.
Un'ennesima conferma...

Michela ha detto...

a Lino
magari ci mettessero a lavorare sui documenti della Chiesa :)
invece le donne dovrebbero imparare da chi è 'beata fra le donne' , quindi sapere a memoria le sue hermosas catechesi sulla donna e sulla storia della chiesa, e finalmente un po' di buon gusto per tutte: maglietta sportiva e calzoni ( come quando si va in udienza dal papa) e un buon sigaro per il dopo-agape!

Lino ha detto...

Brava, Michela. Questi non hanno capito che qui ci sono teste autonome e pensanti, ci sono liberi pensieri che - in quanto liberi - hanno opinioni differenti. Personalmente la penso come te: "Non si può chiudere un movimento da un giorno all'altro...". Le correzioni vanno apportate gradualmente, esperendo tutti i tentativi a partire dalle tirate di orecchie. Così come la la penso per il Direttorio catechetico: chiunque lo abbia approvato, è la summa delle eterodossie e delle baggianate che non sono emendabili. E la sua segretazione è una schifezza, roba mai vista nella Chiesa Cattolica.

psyco ha detto...

Notizie da Guam....Mons. Apuron ha finalmente sospeso fr. John Wadeson dal ministero sacerdotale. Wadeson era stato mandato espulso dalla diocesi di Los Angeles per accuse di abusi sessuali. Poi anche da altre diocesi. Entrò poi nel CN per farsi accogliere a Guam. Ottima mossa....fu incardinato nel 2000 a Guam. Ma a Guam c'era poche volte l'anno. Poi era sempre a San Francisco negli Stati uniti, sempre in giro per il CN... la sospensione non cambia niente.

Ora che lo scandalo è ridiventato pubblico,Apuron lo ha impallinato. Finita la pacchia. Addio stipendio diocesano. Ora è a carico solo del CN....fate una colletta fratelli!

Ieri un giornalista telefona al seminario RM di Guam e chiede di Wadeson. Al telefono risponde uno che dice: John,è per te....poi subito dopo: "mi dispiace, fr. Wadeson non è qui". Wadeson è uno dei formatori del seminario RM.... e nel seminario RM insegnano a mentire anche al telefono!!

Carmine ha detto...

@Valentina

Al mio "compaesano" dico: chiamala missione o chiamalo cammino, sempre setta è, con gli stessi metodi di "vendita" della chiesa evangelica. Sarebbe bello sapere da mio "compaesano" a quale comunità appartenga: S.Pasquale, S.Andrea, Sacra Famiglia (quartier generale), Spirito Santo? Chissà se quel giorno, il "compaesano" suonava anche lui la chitarrina come Santana, oppure se lui è un cantore, come Stevie Wonder! Il catecumeno canta e suona le nacchere i bongos, lo fanno illudere sentirsi utile nella (s)comunità.

Valentina Giusti ha detto...

Se Pietro fosse coerente, e amasse la verità, scriverebbe invece a Kiko e gli chiederebbe cosa gli ha detto papa Francesco il 9 luglio.
In allegato, gli invierebbe i propri commenti sui vari thread di questo blog e dell'altro (tutti quelli fatti sotto i vari nickname o anonimi) chiedendogli se ritiene che siano nel solco dell'amore al nemico, da lui raccomandato nell'annuncio di Pasqua.

Ruben ha detto...

Singolare il nuovo 3d del sito "disertori":

"Cari amici ho letto,con grande interesse i risultati di una indagine sulla Chiesa Italiana pubblicata su un giornale on line presente a questo link:

http://www.huffingtonpost.it/2014/02/26/matrinoni-battesimi-secolalirizzazione_n_4859754.html."

Mi chiedo se l'autore del 3d, avrà letto bene l'articolo, visto che l'indagine non è della Chiesa Italiana, bensì della rivista laica Fondazione Critica Liberale e della Cgil,oltre a contenere autorevoli pareri del Prof. Marco Marzano, nemico giurato del Cammino, avendo scritto moltissimo su di loro nel libro
"Quel che resta dei cattolici in Italia".

Ruben ha detto...

"Non è importante che la fonte di questa notizia sia un ambiente anticlericale o anticammino ma la notiia in se che ha una verità oggettiva e statistica."
---
Questa è la replica sul blog "disertori", al mio post delle 13:30; ne deduco quindi, che il Prof. Marco Marzano, sul quale è incentrato almeno metà dell'articolo, sia solito dire la verità, a corrente alternata!..

Lino ha detto...

@ Ruben
Furono in pochi, dapprima dodici, poi settanta (o settantadue) eppure oggi noi diciamo: a.C. oppure d.C. (le uniche abbreviazioni consentite nel corpo di un testo - secondo molti manuali editoriali - oltre a ecc. ecc. che io non uso su carta, preferendogli "altro").
Di secolare, nei nostri giorni, c'è soprattutto la conta dei numeri.
Nella citazione, un'affermazione condivido: "Altri dati indicano un lento ma visibile arretramento della cultura cattolica nella società". Giusto: si antepongono i mamotreti et similia chiacchiere ai Vangeli. Provate a spiegare i simboli delle Nozze di Cana a un sedicente letterato: tornerà a casa e si collegherà con http://www.laparola.net/ per verificare.
Per i "semplici" e per le "sempliciotte", non c'è bisogno di tutto ciò: ringraziando Dio, la cultura cattolica la manifestano facendosi il segno della Croce e recitando il Rosario. E io me ne rallegro. Il problema è di Marzano e del cammino gnostico neocatecumenale, non dei semplici. E nemmeno è mio, che so contare fino a settantadue partendo da dodici.

by Tripudio ha detto...

Vorrei precisare che Marzano non è un "nemico giurato" del Cammino, ma viene percepito come tale dagli esponenti del Cammino solo perché ha fatto un'indagine onesta e documentata e l'ha pubblicata.

L'unico vero nemico del Cammino è la verità.

Ma insomma: se un "esterno" (per di più non credente) come Marzano pubblica un'indagine sul Cammino, i camminanti si lamentano; se un ex "interno" (per di più credente) come Bianchi pubblica una testimonianza sul Cammino, i camminanti si lamentano lo stesso; ma quand'è che accetteranno mai una testimonianza sul Cammino che non sia il solito elogio sperticato?


In Arcipelago GULag, l'autore riporta una notizia che fece scalpore sulla Pravda dell'epoca: un detenuto avrebbe scritto una lettera a Stalin, di ben ottanta cartelle, che lo commosse fino alle lacrime. Il compagno Giuseppe Stalin, padre di tutti i lavoratori, aveva infatti molto a cuore le ragioni del proletariato e dei cittadini dell'Unione Sovietica. Resta solo da capire come mai un detenuto poteva avere accesso ad una macchina da scrivere e addirittura a ottanta fogli di carta (quando era illegale detenere perfino un mozzicone di matita, tanto più nei campi di concentramento sovietici), e come mai il compagno Stalin avesse tempo di leggere un simile mamotreto. Ma all'epoca tutti credettero alla notizia data dalla Pravda, anzi, si commuovevano sinceramente nel sapere che il Padre di Tutti i Lavoratori si fosse commosso.

Immagino dunque che quando il fratello Pietro scriverà al fratello Kiko una lettera di ottanta cartelle dettagliando ampiamente i commenti di Sarah, Lino, Tripudio, AleCT, ecc., il dottore Honoris Causa Kiko Argüello Wirtz si commuoverà fino alle lacrime e si farà venire qualche commovente apparizione/locuzione/ispirazione dallo "Spirito", mobilitando i potenti appoggi nelle curie per spazzare via uno sperduto blog nell'internet reo di aver pubblicato notizie che era meglio non far conoscere (come la notizia della sinistra assenza di notizie relative all'udienza papale del 9 luglio scorso, oppure come la foto del Papa che sopporta Kiko).

Lino ha detto...

Io, Tripudio, spero invece che il fratello Pietro cominci a capire che qui siamo persone diverse, non cloni come pensava di me il suo mentore Baccalà ("Sospetto fortemente che questo 'Lino' sia un clone di qualche altro componente del blog": http://chisinasconde.blogspot.it/2011/09/la-bufala-della-croce-capovolta-e.html). C'è voluto qualche anno affinché si convincesse che "Lino [omissis] esiste realmente" :-) http://chisinasconde.blogspot.com/2014/07/lennesimo-scoop-dellosservatorio-sul.html?showComment=1405880448758#c7011233635376639296 ).

Allora spero che il fratello Pietro mi ponga domande sulle questioni per le quali io qui, negli anni, sono intervenuto prioritariamente: le balordaggini esegetiche di Kiko, in primis. Scelga Pietro: il fango sul cieco-nato, l'olio delle vergini, Zaccheo, il miliardario prodigo, il rapporto tra Grazia e gnosi. Anche potrebbe Pietro interrogarmi sulle mie letture delle icone e sulla critica che faccio alle incredibili definizioni che Kiko dà dell'Eucarestia: “Il memoriale che Egli lascia è il Suo Spirito resuscitato dalla morte, presente con tutto il suo mistero di morte e resurrezione, fatto vita per portare al Padre tutti quelli che celebrano la Pasqua, tutti quelli che celebrano la cena con Lui”. Scommetto che i "lontani" non capirebbero :-)

Pietro, magari, potrebbero confutare questo mio scritto (segnalo katholikos perché nell'Osservatorio sono scomparse le immagini):
http://katholikos.forumcommunity.net/?t=52019518
Lo prometto, Pietro: se mi poni problemi su queste questioni, risponderò. Dubito, però che potrai farlo, anche facendoti aiutare da qualche itinerante: in voi non c'è soltanto un "visibile arretramento della cultura cattolica nella società", in voi c'è un'assoluta ignoranza.
Provaci, Pietro, dai: più di un NC in crisi, lettori di questo blog, attende vostre delucidazioni, te lo garantisco.

Anonimo ha detto...

https://www.facebook.com/donmarcello.stanzione?fref=nf
tra i NC ci sarà sempre chi dice che NON È VERO?

by Tripudio ha detto...

Don Stanzione ha scritto in passato diversi articoli sulle storture del Cammino Neocatecumenale, di cui ha avuto esperienza diretta durante il suo ministero sacerdotale.

Aldo ha detto...

Non ci posso credere...pasqualone..stai facendo la pubblicita' Al Prof Marco Marzano??
"Quel che resta dei Cattolici"...scritto a quattro mani con Aldo/Bruce Lee (come fai saverio a sapere che e' un mio idolo?..sei proprio un profeta)..
Adesso vederemo piu' copie...ed io guadagnero' un sacco(nero) di soldi...

Una cosa non capisco..pasqualone..come mai il Prof. Marzano e' attendibile sui dati della Chiesa....e diventa una merda/ateo/comunista...quando fa la Sua indagine sul cammino??
E ora come lo spieghi ai tuoi capi che stai pubblicizzando un libro contro il cammino??
Sei un grande Pasqua....non chiudere mai il tuo blog...sei la nostra migliore fonte per "salvare tante anime dal cammino"...
ti prego continua cosi...ti do la"decima" dei guadagni di queste nuove vendite...poi chiedo a Marco se ti spedisce una copia gratis con i nostri autografi...te la meriti proprio..

Aldo ha detto...

A proposito...pasqualone...Tripudio lo aveva gia' fatto un 3d sul libro...sei arrivato tardi...comunque un grazie anche dalla Feltrinelli...

P.s.:se vuoi ho ancora amicizie importanti nel cn...posso mettere una buona parola per non farti rifare il "secondo passaggio" ...ne farti spostare di comunita'.

Aldo ha detto...

Pasqualone....ho girato il tuo 3d Al Prof...non ci poteva credere...ma ti ringrazia anche lui...anche se mi ha un po smontato sui soldi...giustamente il tuo blog lo leggono in tre...una copia per te e' gratis...mi sa che anche stavolta non divento ricco

Ruben ha detto...

Il Cammino ha confezionato e diffuso(dopo 2 settimane!!), la bufala di copertura, dell'udienza Kiko-Papa del 9 luglio us.
Da CAMMINO INFO:

"Il Papa, in occasione della sua visita pastorale in Corea del Sud, ha accolto in udienza privata, mercoledì 9 luglio, l’iniziatore del Cammino Neocatecumenale, Kiko Arguello. Durante l’incontro....."

Di più su:

http://www.cammino.info/2014/07/papa-francesco-e-kiko-arguello-e-lurgenza-di-evangelizzare-lasia/

Anonimo ha detto...

Aspe'...Sankiko parla col Papa dell'urgenza di evangelizzare l'Asia. Pasquale irrompe sul suo blog con un articolo che parla della crescente secolarizzazione della nostra nazione e, quindi, di rievagelizzarla con la kiko-parola per comvertire la chiesa cattolica in uno schema a pallini e cerchietti...me sfugge una cosa: ma Pasqualone che cammino fa? Non coglie le necessita' primarie dell'evangelizzazione kikiana (l'asia) e fa pubblicita' ad uno contrario al Cn. Non e' buona sta cosa. Ted.

Anonimo ha detto...

Sì, nella pagina di don Marcello Stanzione commentano i nc dicendo che ...è tutto falso quanto affermato da don Elio Marighetto nel suo noto Opuscolo SEGRETI DEL CAMMINO NEOCATECUMENALE
BAH

psyco ha detto...

Don Marcello Stanzione ieri 22 luglio 18:56 su Facebook ha condiviso la foto di IL CAMMINO NEOCATECUMENALE, IL RITORNO DELL'ERESIA DEGLI ALBIGESI col testo "Forzati a donare i propri beni" di Don Elio Marighetto tratto dal libro "SEGRETI DEL CAMMINO NEOCATECUMENALE".

Attualmente "Piace a 7 persone."

Sotto ci sono i commenti di alcuni neocat arrabbiatissimi ma nessun commento di don Stanzione.

Ruben ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Ruben ha detto...

Oggi dall'"altro" blog è un continuo; una meglio dell'altra, sentite questa:

"Bisogna evangelizzare sia la Cina che non ha mai conosciuto il cristianesimo..."
---

Il "mai", vale 16.000.000 di Cattolici,sia pure clandestini, in
Cina.

aleCT ha detto...

"Bisogna evangelizzare sia la Cina che non ha mai conosciuto il cristianesimo..."

Infatti Matteo Ricci in Cina ci è andato a fare villeggiatura e i 16 milioni di cinesi fedeli al Papa evidentemente credono in qualchecos'altro...

Informarsi prima di sparare panzane no vero? Troppo complicato.

psyco ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Tutto qui quello che sono riusciti a partorire in due settimane? Sono più bravi a partorire neonati.
Bella bufala, anche perché il primo febbraio, oltre alle tirate d' orecchie, il papa non ha dato la benedizione alle famiglie che partivano per la Cina?!!
Che novità e' questa?
Tabata

l'apostata ha detto...

Fantasie...

Dopo l'incontro recente con il Papa, il cui contenuto è stato così accuratamente tenuto all'oscuro, ho cominciato a chiedermi come reagirebbe l'illuminato se davvero arrivasse una legnata dal Vaticano.

Sono partito dalla considerazione che il buon Francisco si è autoproclamato, coram populo, angelo, inviato, santosubito, nuovo Giovanni in mezzo a voi, esorciccio, profeta, ispirato a tempo indeterminato, esegeta innovativo, barista visionario, aspirante martire, discernitore di vocazioni sacerdotali.
Senza poi dimenticare le sue multiformi professionalità, di cui si vanta a destra e a manca: dottore (h.c.), imbianchino vincitore di un premio molto importante per bambini, fornaio ecclesiastico, liturkikista, scribacchino di salvezza a pagamento, arredatore di interni in regime di monopolio, strimpellatore plagiario, globe-trotter a scrocco con annessa orchestra, buongustaio, industriale ittico (spedizioniere di cefale), muratore, uomo di marketing, gestore di fondi (altrui), esperto di disinformazione.

In altre parole, è uno abituato a fare sempre e comunque quello che gli pare.

Quante volte ha detto "grazie Santità" e poi infischiandosene ha continuato per la sua strada?

E come dimenticare l'accenno a un possibile scisma di qualche anno fa?

Insomma, mi sono detto, se si trovasse con le spalle al muro, che farebbe stavolta?

Ovviamente sono solo fantasie, le mie, figuriamoci se un cattolico devoto e obbediente come lui si ribellerebbe a Santa Romana Chiesa.

p.s. Mi sono molto divertito a leggere i richiami al libro di Orwell.
In effetti il signor dottor (h.c.) dittator Arguello ci si deve essere ispirato.
Lo dimostrano i fatti.
Ministero della Verità: vedi Gennarini e i commenti alle parole papali, un milione di camminanti, ventimila preti per la Cina.
Ministero dell'Amore: il metodo inquisitorio dei catechisti negli scrutini, l'umanità delle kikatechesi tipo la cognata malata, la porta che si chiude.
Ministero della Finzione: grazie Santità per le disposizioni che ci ha impartito, obbediremo prontamente. Coraggio fratelli! Durante il banchetto sedetevi e gridate con me Viva il Papa!

E bravo Francisco santosubito, il grande affarista! Te le sei meritate tutte quelle aragoste.

Anonimo ha detto...

@AleCT
"...Infatti Matteo Ricci in Cina ci è andato a fare villeggiatura e i 16 milioni di cinesi fedeli al Papa evidentemente credono in qualchecos'altro..."

e Padre Gabriele Allegra, nostro conterraneo di CT, cos'ha tradotto in 20 anni di missione in Cina? L'intera Bibbia in cinese o un libro di cucina con il wok? A me questi sensazionalismi mi hanno sempre infastidito. La Cina è vero, si può considerare ancora oggi terra di missione, ma certo non perchè non conoscano il cristianesimo.
È che è più "politically correct" dire questo piuttosto che dire che la Chiesa in Cina è sotto il controllo del governo.

Etneo.

Franco ha detto...

Due righe per dire che il card. Vallini non mi ha ancora risposto. Se entro la settimana non avrò risposte, tornerò alla carica.
Franco

Anonimo ha detto...

Risolto l' arcano. Il sito cammino.info e' andato a leggere nel sito ufficiale cammino neocatecumenale dove, alla sezione eventi, c'e' la notizia dell'udienza del papa con kiko. Piccolo problema, non ha guardato la data, l' udienza e' del 5/9/2013.
Dovrebbero fare anche un corso di italiano visto che hanno scritto " con il cuale".
Tabata

Valentina Giusti ha detto...

Per apostata: incredibile, la massa degli appellativi, nessuno dei quali gratuito, tutti largamente documentati e meritati sul campo, che hai ideato ed inanellato per il lider maximo neocatecumenal!
Perr questo forse si fa chiamare solo modestamente) 'Kiko' (tre lettere: una delle quali ripetuta): ha bisogno di spazio, ma proprio tanto spazio, per tutto il resto!!! :-)))

Aldo ha detto...

E' chiaro...saverio/coniglio che ho raccontato a Marzano quello che volevo, altrimenti non vendevamo copie... però hai visto che palle??? mentre tu ti nascondi come tutti i serpenti viscidi, hai la libertà di nominare la "famiglia di michele".. Aldo e Patrizia, perchè come avrai potuto leggere sul libro ci sono i nostri veri nomi... (anche di mia figlia Valeria)...

tu continua a restare nel tuo anonimato/coniglio...

p.s.: hai ragione...io sono un violento..occhio;

by Tripudio ha detto...

Ricordo ai fratelli del Cammino che «i commenti totalmente anonimi verranno cestinati».

C'è scritto perfino qui sul riquadro dove si scrivono i commenti. Perché mai insistete a vomitare insulti se siete così conigli da non sapervi firmare neppure con uno pseudonimo?

aleCT ha detto...

@Tipudio
semplicemente perchè si devono sfogare in qualche modo

@Etneo
Ricordati che stiamo parlano di una persona che è convinta (e non è la sola purtroppo) che il 70% dei ragazzi che vanno alla GMG sono del Cammino.

Ricordati pure che Kiko è uno che pensa (e lo dice) che la Chiesa non fa più il suo lavoro e meno male che c'è il Cammino che ci pensa. Mette le sue parole persino in bocca al Papa...

Il pesce puzza sempre dalla testa

Carmine ha detto...

Appello ai conigli catecumeni di Barletta!

Compaesani conigli - catecumenali di tutte le età, di Barletta e della provincia Bat, uscite allo scoperto e firmate i commenti col vostro nome, capisco benissimo che lobotomizzati come siete, sorridenti fuori e ipocriti dentro, vivete con le vostre fidanzate e mogli, costretti dal vostro catechista e responsabile di comunità a fingere un teatrino di buonismo e felicità, mentre il vostro presbitero ufficiale, fattosi prete a 40 anni, presso il Redemptoris Mater di Santo Domingo, dopo un incontro fulminante con Kiko, non sa neanche cosa sia la confessione. Capisco anche che, senza il Cammino,vostra droga e agenzia matrimoniale a pagamento, non avreste potuto avere nemmeno uno straccio di fidanzata o moglie, figuriamoci poi dei figli! Campioni di arroganza e inaffidabilità nella vita di tutti i giorni, capisco anche che preferite nascondervi nel bozzolo sicuro della comunità. Ne conosco tanti di voi, purtroppo i peggiori sono i giovani! Alla GMG di Cracovia 2016 aderite numerosi, ma prima pagate la solita cifra esorbitante (vi fregano sempre sul prezzo delle GMG, sapete?), essenzialmente per fare presenza alla adunata di Kiko, toccate e fuga per poi tornare a casa, come è già successo alle passate GMG.

Ruben ha detto...

Carmine ha detto...
"(vi fregano sempre sul prezzo delle GMG, sapete?)"
---
Verissimo! Magari, in un raro lampo di autocoscienza e dignità, fate un confronto prezzi con "tripadvisor",
spenderete almeno il 30/35% in meno
e sarete liberi!..

by Tripudio ha detto...

Decisamente comico il fatto che cammino.info abbia scelto di ingannare i fratelli del Cammino commentando... una diversa udienza del Papa a Kiko.

È l'ennesima conferma che il Cammino Neocatecumenale, per promuovere sé stesso, ha perennemente bisogno di ingannare e mentire. Il Padre del Cammino è infatti il Padre della Menzogna.

psyco ha detto...

Altri guai per il vescovo di Guam....la diocesi di San Francisco ha pagato fino ad oggi ben 68 milioni di dollari di risarcimenti per abusi sessuali dei preti e ora si scopre che quel Wadeson sta quasi tutto l'anno è residente nel Neocatecumenal Center di S.Francisco.

Wadeson è un presbitero NC incardinato a Guam (come formatore del seminario NC), era accusato di abusi sessuali al punto che gli è vietata ogni attività nella sua diocesi di origine (Los Angeles). Aspettatevi una telefonata alla curia di Guam....lo scandalo neocatecumenale si sta allargando ogni giorno.....

Cmq anche se Wadeson non avesse mai compiuto abusi,il punto sta nel fatto che il vescovo Aputon (neocat) lo ha incardinato da un giorno all'altro in diocesi senza consultarsi e senza indagare.... Poi proprio un anno fa quello stesso vescovo da un giorno all'altro mise nei guai un suo prete (fr. Paul Gofigan) solo perchè pretendeva che i neocat celebrassero con la liturgia normale invece di quella di kiko. Il vescovo accusò Gofigan di avere in parrocchia un collaboratore che era stato in carcere 30 anni fa per uno stupro. Accusò Gofigan anche di pratiche di omosessualità.

Lo scandalo è che quando c'è di mezzo il CN sono pronti alla calunnia contro Gofigan e pronti all'incardinazione con Wadeson.

Anonimo ha detto...

Siete delle carogne.....dio vi faccia morire chi vi è più caro! Poi tornate a parlare....carogne....

by Tripudio ha detto...

Ringrazio vivamente il fratello neocatecumenale delle 20:39 per averci testimoniato i frutti del Cammino.

A quale tappa sei giunto? Quante "decime" hai pagato per giungere al livello spirituale che vediamo? Quanti "sabato sera" hai celebrato, quante "preparazioni della parola", quante "convivenze" hai fatto per essere così tanto "adulto nella fede"?

Se rispondi, ti prego di firmarti: è solo la cortesia di non farti definire "il solito anonimo vigliacco che ha paura perfino di scegliersi uno pseudonimo".

aleCT ha detto...

@anonimo

Una preghiera per te.

Floris ha detto...

Probabilmente dal suo punto di vista, l'anonimo delle 20:39 voleva solo farci un augurio per il nostro bene. ..
Del resto non è stato formato a credere che Dio ci manda le disgrazie per convertirci?

Scusate se ho fatto un po' di ironia (forse è più corretto parlare di sarcasmo), ma davanti alle parole di questo "adulto nella fede" sono rimasto sconvolto e sto provando, penso inutilmente, a sdrammatizzare un po'

Floris

Ruben ha detto...


"Perché la Messa non riguarda noi, ma Dio."
(Card.Timothy Dolan arcivescovo di New York)

http://www.iltimone.org/31993,News.html

Sebastian ha detto...

Il commento dell'anonimo qui sopra rispecchia il fatto che nel CN si adora un dio vendicativo e sadico.

Aldo ha detto...

Tranquilli....è un fratello di comunità di saverio....tutti uguali, anonimi/conigli/senza fegato... la loro vera difficoltà è "venire alla luce"... si nascondono, preferiscono il buio..le tenebre...strisciano come i serpenti, vengono qui, lanciano invettive e scappano, si cibano di "carne umana", godono nel veder "soffrire"... spiano dal buco della serratura ansiosi di veder morire qualcuno....poi il sabato ed il mercoledì, gioiosi fanno "le loro risonanze"... l' unico posto dove si sentono al sicuro "nel branco di jene"... consumato il pasto, si sbranano tra loro;

tutti senza palle...aspettiamo la denuncia di pasqualone, che non arriva mai... saverio/coniglio che dichiara di aver dato le sue generalità.... ma da povero idiota qual'è se avesse scritto nome e cognome non sarebbe mai stato censurato... pietro/coniglio identico a sopra...

nel cammino ti fanno credere di essere una persona, fanno continuamente "presentazioni"... tutti si presentano.. nome cognome...quanti figli..quale comunità... vengono qui e nessuno che ha le palle di dire nulla...
ma è così che vi ha insegnato kiko??

Carmine ha detto...

@Anonimo delle 20.39
Dalla foga con cui scrivi, mi sembri una donnetta catecumenale isterica, appartenente alla categoria "dura & pura". Ma nel caso fossi uomo, magari con problemi alla prostata, causati da troppi scrutini e decime, ti auguro LA PACE! (shalom)

A proposito, tu sei già morto dentro,nell'anima, ma non lo sai....

Valentina Giusti ha detto...

Penso che Anonimo delle 20.39 abbia davvero vissuto un grande dolore.
E magari in Cammino ha trovato la forza di affrontarlo, il sollievo della parola di Dio, la solidarietà dei fratelli.
Vorrei fargli capire che noi lo sappiamo benissimo quanto conforto può dare la comunità in certe situazioni. Ma nello stesso tempo sappiamo che è troppo, ingiustamente troppo ciò che ti chiede in cambio.
Molti di noi l'hanno provato sulla loro pelle. Io stessa, in questo momento, tu non lo sai, sono al capezzale di una persona cara, che soffre immensamente. E la preghiera, i sacramenti, i fratelli nella fede mi sono di grande conforto.
Non credere alla bugia che solo nel cammino sì manifesti il Signore, ti prego! Rifletti...Se puoi, prega per me e non augurarmi il dolore, lo sto già provando. La pace.

Ruben ha detto...

L'anonimo delle 20:39, ha la classica reazione viscerale dell'invidioso:
tristezza per il bene altrui, con conseguente desiderio del male dell'"altrui";
è un vizio ed un peccato capitale.

Mi chiedo perché ricorrere a tanto, visto che, appartenendo al Cammino ha l'intima convinzione di essere nel vero e nel giusto.

cattolico apostolico romano ha detto...

Sul blog osservatori vergognatevi ecc.dicono chele catechesi del santone kiko, finisce a pag 15e non a pag 17.Quindi quella pubblicata da osservatorio del cammino è falsa.Controllate l'orientamento dei catechisti edizione luglio 1986e notate che la catechesi finisce a pag 17.WW le bugie della setta.

Anonimo ha detto...

Grazie ad anonimo delle 20,39,sono convinta più che mai che essere uscita da quella setta è solo un bene. E poi sino a ieri sera una sorella è venuta in casa dicendomi che uscendo dopo 20 anni di cammino scandalizzo i più piccoli, dò cattivo esempio. E i fanatici, come anonimo delle 20,39 se fanno allontanare la gente in maniera definitiva dalla Chiesa,maledicendo tutti quelli che non fanno parte del cammino, non fa niente? Tanto i cristiani della domenica sono all'acqua di rosa, senza alcuna importanza, uno in più o uno in meno che differenza fa? Annamaria

sandavi ha detto...

Il Cardinale Dolan:

...non andiamo a Messa per cercare uno svago, ma per pregare. Se i fiori sull’altare sono belli, se la musica è piacevole, se l’aria condizionata funziona, se la predica è corta e significativa, se attorno ci sono volti amici… tutto questo di certo aiuta. Ma la Messa è efficace anche se tutte queste cose mancano (e spesso purtroppo è così!).

Imparate, neocat.

psyco ha detto...

Giovanni XXIII rimprovera i neocatecumenali: in chiesa niente applausi e niente grida e nemmeno saluti al Papa:

gloria.tv/?media=639091

La verità vi farà liberi. ha detto...

"Anonimo ha detto...

Siete delle carogne.....dio vi faccia morire chi vi è più caro! Poi tornate a parlare....carogne...."


Grazie carissimo, grazie dell'opportunità che ci dai di comprendere i veri sentimenti che albergano nell'animo di certi neocatecumenali. Ovvi e scontati frutti di catechesi tenute da psicolabili, frustrati ed onnipotenti .... catechisti della setta.

Pietro (NON del Cammino) ha detto...

Pur non avendo esperienza diretta del Cammino, conosco bene dei neocatecumeni e mi sono fatto l'idea che qualche volta le sparano grosse.
Faccio un esempio: un mio amico, impiegato dello Stato con moglie casalinga e vari figli, che non si fa mancare né vacanze al mare né in montagna, e nemmeno pellegrinaggi, ritiri e qunt'altro il Cammino richieda, più di una volta, con fare misterioso (timbro della voce, gestualità, ecc.) e senza altro spiegare, mi ha detto che è "la provvidenza".

Se non fosse una brava persona e un amico che non voglio offendere, gli chiederei se i soldi di cui ha bisogno gli cadono dal Cielo quando si ritira in preghiera, come si dice sia avvenuto alla mistica Madre Speranza, da poco beatificata.

Non chiedo spiegazioni anche perché so. So che la famiglia della moglie, che non è nel Cammino, è molto, molto facoltosa.
Certo, anche i soldi del suocero possono rappresentare una forma di provvidenza, ma perché tanta cura per non citare il mezzo con cui la provvidenza si manifesta, quasi fosse una cosa vergognosa?

by Tripudio ha detto...

Il caro fratello "adulto nella fede" di ieri sera alle 20:39 non si è più fatto vivo. Peccato. Gli avrei voluto suggerire di parlare di alcuni argomenti di questi ultimi giorni.

Per esempio: visto che siamo in tema, spiegaci cosa ne pensate voi kikos delle questioni relative al vescovo Apuron.

Oppure parlaci della testimonianza di Giuseppe presentata in questa pagina a proposito del «cento piazze, mille bugie».

Oppure rifletti sulla testimonianza di Roberto presentata nella pagina precedente.

O ancora sulla testimonianza «Non è facile uscire dal Cammino».

Oppure sulla cronaca di un "matrimonio neocatecumenale", cioè un vero e proprio rituale pagano.

Questo blog ha più di mille pagine, hai solo l'imbarazzo della scelta degli argomenti.

Valentina Giusti ha detto...

Pietro:
Citare sempre la Provvidenza a volte è pure un modo per non rendere merito alla generosità altrui. Soprattutto se l'aiuto economico, come nel caso che tu riporti, viene da un "babbano" (direbbe Harry Potter)!

Matteo Fangareggi ha detto...

Mamma mia...che sequela di inesattezze e falsità...ma cose che non stanno nè in cielo nè in terra...E lo dico essendo uno che è in cammino e certamente se qualcosa non gli va bene, lo dice...il problema è non aver capito nulla di "apertura alla vita" e tutto il resto. che poi qualcuno possa aver avuto brutte esperienze, vi ricordo che il cammino,la chiesa, il posto di lavoro, è tutto fatto di uomini e non ovunque è uguale e con le stesse esperienze. Tutte le persone con me in comunità, uscite dal cammino, mai sono state perseguitate e nessuno ha mai avuto problemi...matrimonio "pagano"? MA quando mai? Mi dispiace leggere tanta cattiveria e qualunquismo, mai nessuno è stato obbligato a versare un centesimo del proprio stipendio...mah...