lunedì 12 ottobre 2015

Le favolette sulle Decime: altro che i bisognosi!

A proposito della raccolta delle "decime" nelle comunità neocatecumenali (una cosa non prevista dallo Statuto del Cammino, eppure applicata in modo ferreo: il 10% del tuo stipendio)...

Io per esempio non avendo busta paga perchè libero professionista in teoria potevo raccontare ciò che volevo, ma erano molto bravi a sottolineare il mio tenore di vita, quindi? 2+2 fa....

Partendo dal fatto che nella mia comunità erano tutti stipendiati e calcolando uno stipendio medio fai presto a sapere quanto ci deve essere ogni mese nel "bustone"; infatti nella mia comunità si raccoglieva mensilmente tra i 2.000 e i 2.500 euro, che per 12 mesi fa circa 30 mila euro all'anno, che per i 15 anni di cammino (miei) fanno circa 450.000,00 euro....

Vi è chiaro di che somme stiamo parlando?

Ovviamente ho escluso collette extra, pellegrinaggi, mattoni della Domus di Kiko, evangelizzazioni varie, coperchio della scultura di kiko, DVD di kiko, tutto l'arredo liturgico neocatecumenale (che la mia comunità aveva per intero), i fiori di tutte le settimane, il vino mensile (che compravamo a scatoloni da 24 ed arrivava da un produttore siciliano)...

Walter perchè non hai il "coraggio" di dire cosa rispondevi a me responsabile quando Ti dicevo... "non lo so, perché i fratelli sono mesi che non stanno dando la decima"?? Poiché infatti io il cammino l'ho fatto, 15 anni - professione di fede - e sono stato responsabile per 15 anni... perché mai, caro Walter, non racconti a tutti quali erano le minacce che voi cosiddetti "catechisti" neocatecumenali venivate a fare nelle comunità ??
Perché non racconti cos'è quel "peggio per lui"??? per esempio:
- comunità fermate anni nei passaggi;
- fratelli spostati di comunità e/o di Parrocchia;
- fratelli che dopo 15 anni di cammino sono "rimandati" a fare e rifare il 2° passaggio in altre comunità...
Così si mostrava anche ai piccoli qual'è la punizione che si subisce a non versare la tangente.
Ma perchè non avete mai le palle di dire la "verità"??
(da: Aldo)


Lo scandalo della decima raggiunge proporzioni ai limiti della vergogna. Il Papa lo saprà come viene gestita la decima? Secondo me no.
Nella mia Parrocchia fummo rimproverati severamente perché:

a) la decima era scarsa, ai limiti del ridicolo (sui 300 euro al mese per non meno di 20 "buste paga")

b) le bollette del Catecumenium dovevano essere pagate e i soldi non bastavano mai, quindi da un certo momento in poi tutta la decima doveva essere versata nelle casse della ONLUS neocatecumenale per pagare le suddette spese. Altro che "bisognosi" della comunità!

Dovunque ci sia un grande centro neocatecumenale le decime non andranno mai ai bisognosi, ma al Parroco, o direttamente alle onlus che sono fondate ovunque il cammino sia sufficientemente grande.

Se proprio vuoi saperlo, Pietro, ho smesso di dare la decima precisamente quando ho saputo questa schifezza.

Ero felice di dare quando pensavo che il mio contributo sarebbe servito ad aiutare qualcuno nell'indigenza, ma mi sono rifiutato di dare quando ho scoperto che la mia carità serviva a finanziare gli eccessi di una struttura ipertrofica che esiste solo per permettere alle vostre comunità di celebrare separatamente dalla Parrocchia.

Anche la questione del "segreto" è di una demenza assoluta. Nostro Signore quando diceva "la mano destra non sappia quel che fa la sinistra" si riferiva anche e soprattutto a un atteggiamento, cioè a non gloriarsi a non "suonare le trombe" per farsi vedere dagli uomini, ma la persona che riceve la carità può sapere anche da chi riceve e non ci sarebbe niente di male.
Di ciò che ho fatto io non parlo.
Voi invece avete inventato la scemenza che se uno ti ringrazia di un gesto di carità, quella carità non vale... che cretini... e voi ci credete pure!
(da: Sandavi)

67 commenti:

by Tripudio ha detto...

Siamo tuttora in paziente attesa delle risposte del sedicente "Walter"...

Bolt ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
kikos now ha detto...

ma quest'anno che miracolo dopo 50 anni niente canto nuovo CI CREDETE??

kikos now ha detto...

quest'anno tutti graziati niente canti nuovo CI CREDETE O è UNA MANOVRA DISTRATTIVA?

by Tripudio ha detto...

Per capire meglio questa pagina, conviene leggere con attenzione la testimonianza sui cosiddetti "catechisti" che vorrebbero addirittura vedere il tuo "730" per assicurarsi quanto devi sganciare di "Decima".

Se io fossi un poliziotto e qualcuno mi parlasse di casi di corruzione nella polizia, io mi sentirei quantomeno a disagio di fronte alla sola ipotesi che qualche pessimo elemento col suo comportamento vada infangando l'Arma. Se io appartenessi a un movimento ecclesiale e qualcuno mi parlasse di casi di corruzione nel mio movimento, mi sentirei quantomeno costernato di fronte alla sola ipotesi che qualche imbecille vada infangando il mio movimento col suo pessimo comportamento.

Ma fino ad oggi non ho visto nessun neocatecumenale adirarsi o almeno dispiacersi per le cattiverie compiute dal Cammino e in nome del Cammino.

Che ipocriti! Sempre pronti a qualificarsi "peccatori", sempre pronti a dire "pregate per me", e però sempre pronti a difendere l'indifendibile, come se credessero che la sola appartenenza al Cammino basti per essere al di sopra di ogni critica.

Michela ha detto...

Confermo quanto scritto da Aldo nel post iniziale.
All'inizio la decima viene presentata come un'occasione per aiutare i fratelli in difficoltà ed effettivamente così è stato per i primi tempi.
Poi si arriva al passaggio successivo e la decima viene usata per saldare il debito con l'albergo, per esempio.
Per regolarizzare il tutto ed evitare arbitrii del responsabile anche nella mia città, lontana da quella di Aldo e quindi guidata da altri catechisti, si faceva esattamente come scritto sopra. Una piccola parte andava al parroco, una parte più importante al centro neocatecumenale, una parte per la liturgia ( fiori ...) e una parte per le spese della comunità ( debiti con l'albergo,baby sitter delle convivenze, libri e arredi liturgici).
Quindi esclusi i primi due o tre anni, dopo non restava più nulla per i fratelli bisognosi.

Inoltre quando vi dicono che i soldi si possono anche prendere, non credeteci: bisogna dare la decima anche quando se ne ha bisogno per mantenersi e poi bisogna 'umiliarsi' ( sic!) e richiederla indietro.
Praticamente un messaggio occulto per dire che essere poveri è un male. Neanche Calvino è arrivato a tanto!

Come pure è ovvio che dopo un po' si sa quanto guadagnano tutti e chi è l'eventuale infedele che non versa la decima, e che verrà ripreso al prossimo scrutinio.

Lino ha detto...

Ancora c'è qualcuno che confuta l'obbligatorietà della decima, da queste parti? Lo denuncio a Kiko, abbia il coraggio di farsi avanti con nome e cognome. L'obbligatorietà è chiarissima nel mamotreto (del II scru. batt., naturalmente):

"Questo fatto della decima è poi passato alla Chiesa: è un comandamento della Santa Madre Chiesa. 'Pagare decime e primizie alla Chiesa di Dio'; è un comandamento della Chiesa che si studia nel catechismo. Anche se poi nessuno paga mai nessuna decima, nessuna primizia di nessun tipo. Nella Didaché, che è la prima catechesi sta scritto che le primizie e la decima parte dei tuoi beni le darai ai profeti. Se non hai profeti nella tua comunità la darai, dice la Didaché, ai poveri che sono Cristo".

Allora, Kiko anche spiega perché nella comunità si può non dare ai poveri. Ci sono i profeti, o no? Un solo dubbio residuo io ho: nell'indice tematico del CCC io la decima non l'ho trovata; le primizie sì, ma con ben altro significato. Qualche NC mi segnala il passo al quale Kiko si riferisce?

Manolo ha detto...

No infatti, nessun canto nuovo ma sono curioso di ascoltare le cavolate che dice quest'anno evitandomi la convivenza di inizio corso, qualcuno ha già le tracce?? Ps, altroché, ogni mese il mio responsabile mi telefonava come un esattore delle tasse , come un segugio alla ricerca del tartufo, sì, confermo con chi dice parlando di questa la chiamerei imposta, Che la 10ª non è sempre usata dai fratelli per i fratelli, I casi sono sporadici. Mi ha testimoniato un mio ex fratello che quando è andato a cercarla per bisogno, questi gli ha risposto di andare a trovarsi un lavoro.

Nino ha detto...

Ad oggi funziona così : 200 euro per ogni comunità dal secondo scrutinio in poi vanno al parroco per il resto guai a chiedere spiegazioni.

Nicolina ha detto...

Allora volete ridere? La mia comunità è stata incaricata dai nostri catechisti di aiutare economicamente una famiglia in missione che non conosciamo. Non sappiamo chi sono
, dove sono. Ma questi sono arcani. Per cui alcuni fratelli in grossa difficoltà non possono ricevere nessun aiuto perché per loro soldi nn ce sono. Un povero fratello mi ha raccontato che il presbitero gli aveva detto di non essere superbo e di chiedere i soldi al responsabile. Pensate sto pover'uomo che non solo aveva perso il lavoro e pure la moglie, ma aveva grossi problemi di salute. Trova il coraggio di chiedere e si sente dire dal responsabile: sai stiamo aiutando una famiglia in missione.
Gli mette in mano un paio di cento euro. Ho detto all'inizio volete ridere, ma in realtà vedendo quell'uomo così provato e lasciato solo mi è venuto da piangere insieme a lui. Però quando ci sono gli incontri importanti il responsabile oltre all'elenco delle medaglie noi facciamo questo è quello conclude così :aiutiamo una famiglia in missione, non della nostra comunità,in difficoltà Applauso scrosciante a scena aperta. E il catechista:avete visto che generosità?!


Nicolina ha detto...

Allora volete ridere? La mia comunità è stata incaricata dai nostri catechisti di aiutare economicamente una famiglia in missione che non conosciamo. Non sappiamo chi sono
, dove sono. Ma questi sono arcani. Per cui alcuni fratelli in grossa difficoltà non possono ricevere nessun aiuto perché per loro soldi nn ce sono. Un povero fratello mi ha raccontato che il presbitero gli aveva detto di non essere superbo e di chiedere i soldi al responsabile. Pensate sto pover'uomo che non solo aveva perso il lavoro e pure la moglie, ma aveva grossi problemi di salute. Trova il coraggio di chiedere e si sente dire dal responsabile: sai stiamo aiutando una famiglia in missione.
Gli mette in mano un paio di cento euro. Ho detto all'inizio volete ridere, ma in realtà vedendo quell'uomo così provato e lasciato solo mi è venuto da piangere insieme a lui. Però quando ci sono gli incontri importanti il responsabile oltre all'elenco delle medaglie noi facciamo questo è quello conclude così :aiutiamo una famiglia in missione, non della nostra comunità,in difficoltà Applauso scrosciante a scena aperta. E il catechista:avete visto che generosità?!


Ruben ha detto...

@Nicolina ha detto:
"Un povero fratello mi ha raccontato che il presbitero gli aveva detto di non essere superbo e di chiedere i soldi al responsabile. Pensate sto pover'uomo che non solo aveva perso il lavoro e pure la moglie, ma aveva grossi problemi di salute. Trova il coraggio di chiedere e si sente dire dal responsabile: sai stiamo aiutando una famiglia in missione."
---
Il "povero fratello", non avendo più lavoro, moglie e probabilmente neanche sei o sette figli,
è stato considerato dall'"organizzazione" come persona non economicamente produttiva, ed è stato liquidato con la più banale delle scuse.

Non puoi pagare? Se ti perdiamo è meglio!

Anonimo ha detto...

https://m.youtube.com/watch?v=BM2u4MAVrT0&feature=youtu.be

La famiglia neocatecumenale invitata al Sinodo.

Pietro ha detto...

Allora cito per coloro che stanno cercando il " discorso ad limina" ai Vescovi della Repubblica Dominicana, questo per l'esattezza è il punto 7^.
" Il cammino neocatecumenale è chi più ne sa sull'iniziazione Cristiana. Consultatelo, e se necessario correggete i catechisti e le comunità, perché correggere è amare......ma fatelo sempre con gli statuti in mano"
Ora capisco che a voi interessi maggiormente il rimprovero, e non ci crederete ma questo piace anche a me.
Però non riesco ad immaginare cosa vi passi per testa alla frase....è chi più ne sa sull'iniziazione Cristiana.
Al solo pensare il faccione di lino, non riesco a trattenere un sorriso.
Statemi bene e solo se volete vi invio ad uno ad uno gli altri sei punti, tutti in una volta potrebbero provocarvi scompensi Cardiaci.
Pietro

Anonimo ha detto...

OT
Ho saputo che hanno finito di ristampare il libro "Il fango e il segreto" di Lino Lista ed è quindi nuovamente disponibile... spero solo che molti neocatecumenali leggendolo si pongano domande e si diano qualche risposta.
Annalisa

elena ha detto...

Sulla pagina Facebook " il cammino neocatecumenale attraverso cristo salverà il mondo" è stato pubblicato un video con la danza dopo la messa. Nei commenti sotto qualcuno scrive preoccupato che forse non è il caso di pubblicare queste cose, che i catechisti hanno vietato di pubblicare video e post inerenti il cammino. A voi i commenti
Elena

by Tripudio ha detto...

Ora qualche Fratello di Comunità del gruppo dei salvatori del mondo, leggendo il commento di Elena, correrà subito ai ripari...

Magari poi qualche altro fratello si chiederà: ma se abbiamo sempre fatto quelle cose, perché adesso dovremmo vergognarcene?

aleCT ha detto...

@Pietro

Le uniche parole del Papa ai vescovi dominicani sono qua

http://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino/pubblico/2015/05/28/0406/00895.html

Tutto il resto sono INVENZIONI. Se vuoi te lo ripeto: sono INVENZIONI. E se vuoi ti faccio anche un disegnino.


Piuttosto: visto che esisterebbe persino una lettera di Papa Francesco alla responsabile del cammino in Argentina (il quale in quel paese è praticamente inesistente...)perchè non la rendete pubblica e CI SBUGIARDATE?

Perchè quello che il Papa "vorrebbe pubblico" lo tenete nascosto e quello che invece dice pubblicamente (chessò tipo "che dovete rispettare le culture che incontrate e favorire l'unità ecclesiale") lo tenete nascosto?



Lino ha detto...

@ Pietro
A prescindere dal fatto che Lino non ha un faccione (ecco un altro che ricerca le mie foto in Internet, purtroppo per lui ne esiste una sola e non compare in Google Immagini) hanno ragione i catechisti NC: più pubblicate in rete e più fate danni. Grazie alla storia degli appunti, si è scoperto che il mamotreto è stato processato in Argentina:
KIKO
"Ha sido muy difícil tuvieron un proceso teológico. Nos acusaron de herejías en una diócesis del sur, la diócesis de Viedma. Y a esta pobrecilla se las han hecho pasar moradas. Al final te hicieron un proceso con toda una serie de teólogos allí. ¿Y fuiste absuelta o no?"
PILI ANTELO
"¡Fuiste absuelto tú! Porque era el mamotreto el que estaba en cuestión".
Che ci dici, Pietro? Pare che il mamotreto proprio non abbia convinto tutti, che anche in Argentina ci fu chi promosse un processo per eresia. Obbedisci ai catechisti, Pietro, internet è il demonio.

Lino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
sandavi ha detto...

Continuate a citare un discorso che non si sa bene quando il Papa lo avrebbe tenuto.
Citate documenti dei quali non avete visto neppure l'ombra. Come fai a paragonare i rimproveri del Papa (quelli si messi per iscritto) con le vostre elucubrazioni e "sentito dire"?

Se esistessero simili documenti, i vaticanisti come Magister e Tornielli li avrebbero avuti sicuramente. Del resto non hanno tardato a pubblicare anche documenti ritenuti "segreti" dal Cammino stesso (tipo la "lettera di Arinze"). Invece in questo caso tutto tace. Gli unici organi di cosiddetta informazione che citano questo discorso del Papa sono i vostri, gli organi del Miniver neocatecumenale, sempre senza citare alcuna fonte diretta e verificabile.

Nel sito della Conferenza Episcopale Dominicana c'è il resoconto della visita ad limina e ci sono molti dettagli ma non c'è traccia delle cose che dite voi.
Ma insomma, dove sta sto benedetto discorso del Papa a proposito del Cammino NC?

l'apostata ha detto...

@ Pietro

che ha scritto: "Allora cito per coloro che stanno cercando il " discorso ad limina" ai Vescovi della Repubblica Dominicana, questo per l'esattezza è il punto 7^.
" Il cammino neocatecumenale è chi più ne sa sull'iniziazione Cristiana. Consultatelo, e se necessario correggete i catechisti e le comunità, perché correggere è amare......ma fatelo sempre con gli statuti in mano..."
.

AleCT ha pubblicato il link al testo ufficiale, dove non c'è traccia di quel che racconti.

Ti sarebbe di troppo disturbo dire da dove è spuntato il passo che riporti?

O fai come quando difendete le balordaggini di Sankiko? Un esempio fra i tanti: lui proclama di esorcizzare, i neocat duri e puri strillano che vuol dire preghiere di liberazione.

Per tornare alla discussione: sei disposto a dichiarare in coscienza che mai i tuoi catechisti hanno parlato, nemmeno implicitamente, dell'obbligo della decima? Che mai nei passaggi te ne hanno chiesto conto?

Provaci ancora, Pietro...

p.s. @ Lino

Secondo me il neocat era sul distratto quando ha scritto faccione, probabilmente voleva darti del faraone, titolo riservato a ogni nemiko di Sankiko!
In fondo, però, Lino 'o faraone suona bene... ;-)

Il libro lo sto ancora aspettando, evidentemente c'è stato un boom di vendite imprevisto. Que sufrimiento per il nostro!

Anonimo ha detto...

@ Sandavi
Il discorso fatto ai Vescovi della "Conferenza Episcopale Dominicana" è tutta un'INVENZIONE... altrimenti l'avrebbero già pubblicata in originale e ne avrebbero approfittato per zittire tutti (o quasi) gli oppositori!
La cosa grave è però il fatto che abbiano avuto il coraggio di mettere questa FINTA lettera sul loro sito web ufficiale:
http://www.camminoneocatecumenale.it/new/evento.asp?lang=it&id=236
Ma i vertici della Chiesa potranno ancora continuare a tacere dopo tutte queste BUGIE dei vertici del Cammino?
La cosa assurda è che poi mentre questo articolo scrive che a Philadelphia si sono alzate 2.300 famiglie, nell'altro articolo presente sull'altro loro sito web ufficiale c'è scritto che le famiglie erano 1.000
http://www.cammino.info/2015/10/cammino-neocatecumenale-da-philadelphia-mille-famiglie-per-evangelizzare/
Quando dicono le BUGIE non si mettono d'accordo neanche tra di loro... e fanno a gara a che la dice più grande!!!

Marco

Ruben ha detto...

Sul sito non ufficiale del Cammino in lingua spagnola, Camineo Info viene riportata "la notizia" inerente la "visita ad limina" dei Vescovi dominicani, usando come fonte(?) la rivista spagnola "RIVISTA ECCLESIA" in data 4 ott u.s.; cliccando sulla fonte, non si apre nulla.
Ho perso un po' di tempo a cercare sulla stessa rivista, ma a tuttora non ho trovato riscontri in merito:

http://www.camineo.info/news/153/ARTICLE/35571/2015-10-04.html

Il sito ufficiale del Cammino, ha trasformato la traduzione in italiano dell'articolo, facendone un proprio comunicato stampa, che però te lo devi cercare col lanternino nella sezione eventi:

http://www.camminoneocatecumenale.it/new/evento.asp?lang=it&id=236

ora mi chiedo, se tutto ciò fosse vero e dimostrabile, penso che il comunicato, avrebbe quanto meno meritato, l'home page del sito ufficiale...

Ruben ha detto...

Caso strano, è che questa falsa notizia, "esca" in un momento in cui il Pontefice è in tutt'altre faccende affaccendato!...
---

Ruben ha detto...

Mentre il sito non ufficiale italiano del Cammino, CamminoInfo, fino adesso, sono passati 10 gg dalla presunta "notizia", magari, proprio per pudore, tace.
---

by Tripudio ha detto...

Anche in passato abbiamo avuto prove del fatto che il sito web ufficiale del Cammino è in mano a dilettanti, al pari di quello dei Redemptoris Mater, Cammino.info ed altri. Fra parentesi il detentore di quei siti web utilizza come nickname il nome di un diavolo...

Lino ha detto...

@ l'apostata
Anche io. Prova a telefonare qui, carissimo: http://www.libreriacoletti.it/libreria-cattolica-online.php
Non sono le Paoline (che anche stanno nei pressi): poi riferisci a Pietro cosa ti dicono.
Que sufrimiento! :-)

@ Ruben & Sandavi
Siamo alle solite. "Il pensiero del Papa" reso pubblico mediante gli appunti striminziti di una parte in causa. E poi si permettono pure di parlare di "estrapolazioni" quando si citano parti consistenti dei discorsi di Kiko, virgolettandole!
Il pensiero del Papa va reso pubblico mediante documenti ufficiali oppure, perlomeno, con i virgolettati.
Immaginiamo un neocatecumenale, il quale avesse preso appunti dal discorso delle "tre tirate di orecchie", cosa avrebbe riportato?

by Tripudio ha detto...

Sull'ultima domanda di Lino, consiglio ai fratelli del Cammino di leggere l'articolo Mistificazioni Neocatecumenali ad Alto Voltaggio: cioè, come censurare deliberatamente il Papa in modo che in comunità tutto sembri filare liscio...

by Tripudio ha detto...

Intanto il fratello che si spacciava per "catechista" e si firmava "Walter" è miracolosamente svanito nel nulla. Gli è bastato insultare Aldo e scappare...

Anonimo ha detto...

Verso la metà della settimana scorsa la Libreria Coletti non aveva più copie del libro e l'ho ordinato. E' arrivato ieri.
Lucia

by Tripudio ha detto...

Qualche tempo fa il nostro caro fratello Pasqualone aprì un suo blog per proibire di leggere il nostro blog.

Ogni tanto il sullodato soggettone crede di aver scoperto l'identità del sottoscritto, azzeccando di volta in volta una figuraccia sempre più ciclopica.

La volta scorsa ne era talmente sicuro da annunciarlo in grande stile sul suo blog... ennesima figuraccia barbina di dimensioni stratosferiche.

Ma lui non demorde, eh, a lui non la si fa! Così si è concentrato per identificare il prossimo sospetto. Da qualche tempo si è erroneamente convinto che il sottoscritto sarebbe un certo giornalista cattolico che qui non nomino. Ne sono onorato, lo considero più che lusinghiero, ma non c'entra niente con questo blog: il sottoscritto, come già detto più volte, è un emerito signor nessuno, la mia identità non ha alcuna importanza... tranne per quei kikos che di fronte alla verità reagiscono con i soliti metodi neocatecumenali: mobbing, stalking, vandalismo, ostracismo, diffamazioni, calunnie...

Dopotutto è esattamente questo che insegnano nel Cammino. Il nemico del Cammino è la verità. A danneggiare il Cammino è solo la pura e semplice verità.

psyco ha detto...

LA MECCA NEOCATECUMENALE A GUAM !!!!!!

GENNARINI fa sembrare il casato dei BORGIA un club di Topolino!!!!

http://www.junglewatch.info/2015/10/gennarini-makes-house-of-borgia-look.html

....infatti come vedete,dato il PENCHANT di kiko per le cose giganti e lussuose (tipo la DOMUS GALILEAE),ecco che kiko (tramite GENNARINI) potrebbe aver stabilito di cambiare il seminarioRM di Guam (precedentemente conosciuto come Accion Hotel ) in una DOMUS GALILEAE DELL'OCEANO PACIFICO attirando milioni di dollari dai neocat che faranno il PELLEGRINAGGIO Lì , faranno omaggio alla statua di APURON IL BENEFATTORE , dormiranno in camere adornate con la NUEVA ESTETICA , compreranno I GADGET DI KIKO nello shop dell'albergo e visiteranno la stanze speciali marcate : "IL PRESBITERO LOUIE DORMI' QUI"....

Anonimo ha detto...

"Kiko Argüello, il fondatore dei neocatecumenali, sul palco ha strabordato. Perché mai chi è venuto in piazza San Giovanni si è dovuto sorbire la lunga predica di questo Enzo Bianchi delle famiglie numerose, ossia di un laico che si atteggia, ambiguamente, a sacerdote?

Non conosco Enzo Bianchi, se non superficialmente. Quanto a Kiko non direi che si atteggi a sacerdote: lui è un uomo innamorato di Cristo. Per Kiko il fatto oggettivo della risurrezione di Gesù è l’evento che cambia tutta la storia del mondo, e la sua personale. Su quella certezza ha scommesso tutta la sua vita e ha voglia di annunciarla a tutti. “Guai a me se non annuncio il Vangelo” dice sempre. E’ davvero posseduto dall’amore di Cristo, e per questo non c’è bisogno di essere sacerdoti. Se credi veramente che da una parte c’è la vita, dall’altra la morte, non hai pace finché non lo dici a tutti. Io non sono neocatecumenale ma credo che Kiko sia un santo. E’ per questo che se lui fa un cenno la gente si muove, perché lui è credibile. A me il suo dilungarsi non ha dato fastidio perché l’ho sentito spinto da questa urgenza sincera di amore per l’uomo, che precede il dolore per i bambini venduti con l’utero in affitto o manipolati dall’insegnamento a scuola: questioni di buon senso e di umanità, che prescindono dalla fede."

Constanza Miriano

by Tripudio ha detto...

Il meccanismo con cui la figura di Kiko Argüello, abilmente costruita, trae in inganno chi non conosce i punti essenziali del neocatecumenalismo, è l'astuta miscela di ambiguità e di scenografia.

È così che vengono ingannate persone intelligenti come la Miriano, che di fronte all'immoralità dilagante e all'affievolirsi del senso del sacro, sente parlare del "pazzo" Kiko alla guida di famiglie "sforna-figli" fervorose e canterine... e si emoziona a sufficienza da rinunciare a capire adeguatamente i contorni del fenomeno.

Capite il meccanismo? La costernazione per lo sfascio della società e il sincero e forte desiderio di vederla ricristianizzata, incontrano una proposta ingannevole che solo superficialmente risponde alle aspettative. La paura di una delusione farà il resto: "se non credo più in Kiko, chi altro mi rimane?". Il demonio tenta di ingannare «se possibile anche gli eletti»: e talvolta ci riesce...

Anche i protestanti dicono che «la risurrezione di Gesù è l'evento che cambia tutta la storia del mondo», anche i testimoni di geova hanno le famiglie numerose, anche i protestanti sono fervorosi e canterini e «innamorati di Cristo»: ma allora perché sono eretici anziché cattolici?

Perché mai Nostro Signore ha investito gran parte della sua vita pubblica ad «insegnare con autorità»? Perché mai in venti secoli di storia i santi hanno preferito effondere il sangue piuttosto che sottoscrivere anche un solo "iota" ambiguo?

p.s.: quanto al Don Kikolone che si atteggia a sacerdote, la Miriano evidentemente non ha mai visto foto come queste...

Anonimo ha detto...

O.T.: Oggi alle 12.50 il corriere mi ha recapitato "Il Fango e il Segreto".
Alle 13.00 sono partito per andare a lavoro. Alle 21.02 ho timbrato l'uscita. Alle 21.30 ca. sono rientrato in casa. Mi sono spogliato degli abiti da ospedale in camera dove c'erano mia moglie e mio figlio sul lettone. Abbiamo fatto le preghiere insieme prima che lui (ha 1 anno e un mese)si addormentasse. Alle 22 e qualcosa ho cucinato per me e mia moglie. Alle 22 e qualcosa di più abbiamo cenato. Alle 23 mia moglie è crollata sul divano.
Io ho letto il libro. All'una e 40 l'ho finito.

Grazie Lino.

Il tuo libro e la tua scrittura sono puntuali. Il nitore dei concetti farebbe impallidire qualsiasi "veste bianca". Se i miei suoceri (già ri-battezzati nel Giordano)lo leggessero avrebbero due possibilità: rinnegare la loro vita o diventare improvvisamente dislessici/disgrafici/analfabeti(con tutto il rispetto per i dislessici/disgrafici/analfabeti)per non vedere il Falso nelle loro scelte.

Credo che sia un ottimo strumento per chi ancora non è arrivato così "lontano"...lontano dalla Verità.....e per chi non ha ancora dato la propria vita in mano alla piccola comunità. Per gli altri (chi per es. ha 12 figli- i miei suoceri-) Kiko ha già scritto la vita, la morte e la resurrezione.

Francesco da Ferrara

sandavi ha detto...

@psyco
Il buon Tim , grande faraone del Pacifico, non sa che la Domus Galleae ospita di fatto anche un seminario.
Molti ragazzivanno là appunto per questo.

sandavi ha detto...

P.s. Per inciso è anche un centro di rieducazione per giovani ribelli del Cammino, quasi sempre figli di famiglie nc. I soggetti più problematici vengono inviati là dai centri vocazionali di tutto il mondo.

l'apostata ha detto...

@ Costanza Miriano

Dici che annuncia il Vangelo? Ma quale? Prova con un po' di pazienza a sbobinare qualche concione del trettré dottore (h.c.) su Youtube, poi confrontale con le Scritture e il Catechismo.
Troverai da sola la risposta.

Se credi, leggi anche sul sito ufficiale del cammino come millantano visioni, e in particolare come la signorina Carmen arriva a dichiarare che la Madonna l'avrebbe appellata con un "Benedetta tu fra le donne". Visioni di Kiko e Carmen

Leggi anche come sul sito ufficiale pubblichino il falso discorso papale, secondo cui il Pontefice avrebbe proclamato davanti a una platea di vescovi che il signor trettré dottor (h.c.) Arguello "è un santo". Sankiko

Vera umiltà cristiana, non trovi? D'altra parte cosa aspettarsi da un tizio che pretende di parlare sempre come il Signore lo ispira, che si è autonominato esorcista e racconta di cacciare i demoni, eccetera, eccetera, eccetera?

p.s. Che ne pensi, a proposito di Scritture, della differenza tra San Paolo che afferma "chi non lavora neppure mangi" e Sankiko che vive a scrocco e non ha mai lavorato un giorno in vita sua?

D.B. ha detto...

Scusate se vado fuori tema, ma voglio portare una mia testimonianza che è avvenuta questi giorni. Premetto che sono stato in cammino per circa 10 anni e sono entrato a 13 anni per uscirne circa 4 anni fa. Lì ho conosciuto colui che reputavo il mio miglior amico, figlio di catechisti neocatecumenali. Da quando sono uscito, non mi ha neanche più rivolto la parola (l'avete anche scritto in un thread di 1 o 2 anni fa, ma la cosa peggiore che mi ha fatto è successa recentemente).Due giorni fa ero su facebook ed ho visto che ha messo le foto del suo matrimonio, senza invitarmi e senza degnarsi di fare neanche una telefonata. Ho avuto la conferma stamani da un invitato nc, suo amico. Sapete cosa mi ha detto questo suo amico nc "Sai sabato sì è sposato tizio ed io ero al suo matrimonio. Te lo sapevi"? Al che gli ho risposto "No non sapevo nulla ho visto le foto su facebook ed non mi ha invitato". Sapete cosa mi ha risposto? Le seguenti parole "Beh,ti dovevi fare sentire chiamandolo così forse ti avrebbe invitato". Ma scusate il matrimonio era il mio, o era il suo? Io non sapevo neanche che si sposasse e dovevo chiamarlo? Ho avuto la conferma che fuori dal cammino non esistono amicizie, né possono durare (salvo eccezioni) alla lunga matrimoni tra nc e non nc. P.S. Se qualche neocatecumenale si azzarda a dire che non è vero faccio nomi, cognomi,comunità e luogo di dove questo è avvenuto.

mule ha detto...

Per Costanza Miriano

Ho ancora contatti con i fratelli e so che avendo lei difeso Kiko è nelle loro grazie. Qualsiasi cosa faccia lei è una "ganza". Cos' come il buon Adinolfi.

Normale direi

Come ebbi modo di scriverle sul blog, provi a fare qualche "critica" seria al cammino e vedrà che qualcosa cambierà.

Relativamente a quello che dice di Kiko non dico niente: quanto sia "santo" ed "innamorato di Cristo" lo sa la Chiesa e nostro Signore.
Il fatto che sia credibile ... ecco .... cerchi di informarsi un po'...sa essere personaggi pubblici richiederebbe un po più spirito critico

C. ha detto...

D.B. non vai fuori tema.

Purtroppo io ti capisco benissimo perché anche tanti che io credevo "fratelli" (più che amici) non si sono degnati di farsi più sentire una volta che mi hanno cacciato.

Veramente ridicola la scusa del neocatecumenacchio che dovevi "farti sentire tu".

Anche tu se lo avessi fatto non ti avrebbe invitato lo stesso, stanne certo. Io mi sono "fatto sentire" per anni telefonando e facendo regali ai loro figli ai battesimi e compleanni ma non si sono mai degnati di fare neppure una telefonata.

Ti do un consiglio: mandali (evangelicamente) a fare in c--o, sono persone ormai "perse" nel loro idolo e non sono recuperabili. Meglio perderle che trovarle simili persone, non ne convieni?

Considerati un graziato, non ci pensare più a loro.

by Tripudio ha detto...

Chissà quanta gente - anche parroci in buona fede - s'è fatta abbindolare dalle panzane propagandistiche neocatecumenali... «siamo quelli che fanno tanti figli! siamo quelli che fanno le Lodi! siamo quelli che perdonano i nemici! il Cammino mi ha salvato! il Cammino salverà la Chiesa!»

Ora, con tutte le miserie umane che può contenere, è stata la Chiesa ad essere stata istituita da Nostro Signore. Qualsiasi approccio alla fede, per essere valido, deve passare necessariamente al vaglio della Chiesa.

E il vaglio della Chiesa non è riducibile a un discorso di encomio e a uno straccio di Statuto - che, ricordiamolo, dimostrano solo la paterna benevolenza offerta anche ai figli più ingrati, nella speranza che si ravvedano come il figliuol prodigo.

Nel Cammino vige la mentalità scismatica rappresentata dal pensare che «siccome abbiamo lo Statuto, allora qualsiasi cosa decidiamo di fare deve essere considerata necessariamente espressione infallibile della Chiesa».

Lino ha detto...

Constanza Miriano ha detto: "Io non sono neocatecumenale ma credo che Kiko sia un santo"

Naturalmente è stato un/una tal Constanza Miriano, non Costanza Miriano, a pubblicare un brano dell'intervista. Il quale brano è assolutamente insignificante, perché la Miriano non ha fatto il Cammino, non ha studiato i mamotreti, non ha incontrato fuoriusciti neocatecumenali, non sa quale "Vangelo" Kiko annuncia. Costanza Miriano non sa che gli gnostici (che anche furono innamorati di Cristo, di un 'Cristo' secondo lo gnosticismo) sono irrimediabilmente clericalizzati. Niente di niente: lei soltanto "crede".

Io non conosco Costanza Miriano, "credo" che sia intelligente, ma l'affermazione: "E’ per questo che se lui fa un cenno la gente si muove, perché lui è credibile" è insensata. Se dovessimo ricercare nella storia i nomi di tutti quelli che con un cenno hanno fatto muovere la gente, ci ritroveremmo a dover dare credibilità a un numero incredibile di despoti, falsi profeti, ciarlatani, imbroglioni.

Anonimo ha detto...

@ Lino
E se regalassimo un tuo libro anche a Costanza Miriano?
Secondo me si ricrederebbe...
Annalisa


Ruben ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Ruben ha detto...

Ruben ha detto...
A proposito del punto 5 del discorso tarocco del Papa ai Vescovi dominicani:

-Riguardo ai Seminari Redemptoris Mater, vi dico il seguente: che ne sarebbe della diocesi di Roma senza il Redemptoris Mater? Ho appena ordinato sedici preti e tredici erano del Cammino Neocatecumenale. Traetene voi le conclusioni.-

Apprendo dall'analogo sito di lingua spagnola Cruz Sancta, che ha prodotto incontrovertibile documentazione, che i preti ordinati dal Papa, sono stati effettivamente 19 e non sedici ed i Redemptoris Mater non 13, bensì 9.

Dalla stessa fonte apprendo che quasi in contemporanea, il 9 maggio u.s. il Prelato dell'Opus Dei, sempre a Roma, ordinava 32 neo Sacerdoti dell'Opera.

by Tripudio ha detto...

Può anche darsi che dopo essersi ricreduta la Miriano si renda conto del danno economico (per la mancata vendita dei suoi libri) che otterrebbe dicendo la verità sul Cammino.

Kiko e Carmen proibiscono di comprare libri i cui autori sono sgraditi al Cammino (penso per esempio alla Carmen che desiderando ardentemente di far sprofondare nella povertà Daniel, comandò che nessun neocatecumenale avrebbe più comprato i libri di quest'ultimo).

Evidentemente per i due autoproclamati "iniziatori" spagnoli non conta il contenuto di un libro, ma solo gli elogi al Cammino eventualmente fatti dall'autore.

Lino ha detto...

@ Annalisa
Ma no che non si ricrederebbe, carissima. I giornalisti, scrittori e similari hanno la testa dura, sposano un'idea e restano fedeli nei secoli, anche perché così facendo non tradiscono la sposa audience :-)
Se pensassi che un libro può far ricredere, il primo andrebbe spedito a Socci, che perlomeno conosce qualche mio precedente saggio dal quale trasse un articolo di due pagine in un quotidiano.

Penso che la questione l'abbia centrata ben Francesco da Ferrara: "Credo che sia un ottimo strumento per chi ancora non è arrivato così "lontano"...lontano dalla Verità.....e per chi non ha ancora dato la propria vita in mano alla piccola comunità". Parroci compresi, naturalmente, ai quali stanno andando i miei primi doni. I prossimi promessi seguiranno, alla mia prima disponibilità più congrua.

Anonimo ha detto...

@ Lino
Come al solito hai ragione. :-)
Eppure (credo nella Risurrezione) non smetto di sperare che anche Socci si possa ricredere...
Annalisa

Pietro (NON del Cammino) ha detto...

Pietro:

sono andato a leggere il discorso ad limina del Papa ai vescovi della Repubblica Dominicana, avvenuto il 28 maggio del 2015.

Di quanto tu dici NON C'E' NIENTE. Il Papa non ha nemmeno fatto un cenno sul Cammino.

Ma naturalmente se il Papa avesse fatto 2 discorsi, uno pubblicato dal sito del Vaticano e uno sconosciuto, fammi sapere. Ne prenderò atto se mi citi i riferimenti.

In ogni caso sono contento di apprendere che tu sei pronto ad accettare le correzioni del Papa: sei un vero cattolico. Se è così tu sei forse l'unica mosca bianca che riceve la Comunione in piedi e subito la porta alla bocca.

Ma anche se tu sei contento delle eventuali correzioni dei vescovi, Kiko come le prenderebbe? E' questa la cosa che più interessa

Pietro (NON del Cammino) ha detto...

Devo dire che Pietro del Cammino mi ha fatto sbellicare dal ridere per buoni 5 minuti.

Riporta delle parole del Papa sul Cammino, addirittura virgolettandole e dandoci i riferimenti per poterle trovare.
Addirittuara ci sfida a leggere il discorso del Papa dicendo che conterrebbe degli elogi sul cammino che lui, che pare abbia letto il discorso, per pietà non cita perché potremmo avere un travaso di bile.

Per sicurezza mi sono letto tutti i discorsi dei Papi, da Giovanni Paolo II in poi, ai vescovi dominicani in visita ad limina. Sono andato un po' veloce, ma non c'è nulla di quello che dice Pietro.

PIETRO DEL CAMMINO CI HA RACCONTATO UNA BALLA.

Naturalmente in buona fede: troppa ingenuità per ipotizzare il contrario. Infatti la sua scriteriata citazione gli si sta RITORCENDO CONTRO.

Ma si ritorce anche contro il Cammino perché sta a dimostrare che lui, e molto probabilmente molti nel Cammino, NON LEGGONO il Papa, ma credono ciecamente a Kiko e ai catechisti e a qualunque cosa, anche inverosimile, che sia di lode per il Cammino.

PIETRO: ma come fai a pensare che in un discorso ai Vescovi in visita ad limina il Papa non parli per tutta la Chiesa di quella nazione, ma si soffermi su un singolo movimento? Roba da non credere

Pietro (NON del Cammino) ha detto...

Devo dire che Pietro del Cammino mi ha fatto sbellicare dal ridere per buoni 5 minuti.

Riporta delle parole del Papa sul Cammino, addirittura virgolettandole e dandoci i riferimenti per poterle trovare.
Addirittuara ci sfida a leggere il discorso del Papa dicendo che conterrebbe degli elogi sul cammino che lui, che pare abbia letto il discorso, per pietà non cita perché potremmo avere un travaso di bile.

Per sicurezza mi sono letto tutti i discorsi dei Papi, da Giovanni Paolo II in poi, ai vescovi dominicani in visita ad limina. Sono andato un po' veloce, ma credo di poter dire con certezza che non c'è nulla di quello che dice Pietro.

PIETRO DEL CAMMINO CI HA RACCONTATO UNA BALLA.

Naturalmente in buona fede: troppa ingenuità per ipotizzare il contrario. Infatti la sua scriteriata citazione gli si sta RITORCENDO CONTRO.

Ma si ritorce anche contro il Cammino perché sta a dimostrare che lui, e molto probabilmente molti nel Cammino, NON LEGGONO il Papa, ma credono ciecamente a Kiko e ai catechisti e a qualunque cosa, anche inverosimile, che sia di lode per il Cammino.

PIETRO: ma come fai a pensare che in un discorso ai Vescovi in visita ad limina il Papa non parli per tutta la Chiesa di quella nazione, ma si soffermi su un singolo movimento? Roba da non credere

Pietro (NON del Cammino) ha detto...


PIETRO DEL CAMMINO come il sindaco MARINO

Il sindaco Marino ha raccontato una super balla: di essere stato invitato in USA dal Papa in persona.

Anche PIETRO DEL CAMMINO ha raccontato una balla cosmica, che il Papa ha detto che " Il cammino neocatecumenale è chi più ne sa sull'iniziazione Cristiana. CONSULTATELO..."
I Vescovo a imparare dal Cammino sull'iniziazione cristiana!!!!

Ma la mega balla di Pietro non è sua, perché l'ui il discorso del Papa non l'ha letto! La superballa è di qualche catechista. O forse di Kiko stesso. Così come la super figuraccia

aleCT ha detto...

Ho letto l'intervista alla Miriano, la quale peraltro è persona che stimo profondamente.
Diciamo che, anche per contrapporsi ai toni di Langone (volutamente polemici) ha tirato fuori il meglio di ciascuno...anche di Kiko.

Cosa che un cristiano fa sempre....certo, se conoscesse qualche famiglia distrutta dal cammino, forse ci sarebbe andata più cauta e certe espressioni non le avrebbe usate. Ma di certe cose non è a conoscenza...anche perchè il cammino fa della segretezza il suo punto di forza.

Piuttosto una domanda mi sorge spontanea: Kiko ha mai fatto una cosa anche solo lontanamente simile? Ha mai lodato qualcuno per il suo impegno e la sua fede? A mia memoria NO. Le uniche volte che cita qualcuno è sempre per il fatto che "ha aiutato il cammino"

Guarda caso sempre persone ordinate...mai laici.
SEcondo voi perchè?


Ruben ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

http://www.ilfoglio.it/chiesa/2015/06/23/costanza-miriano-camillo-langone-san-giovanni-non-fa-inganni___1-v-130098-rubriche_c318.htm

Ruben ha detto...

Ruben ha detto...
Ma guarda tu la capziosità di questi Neocatecumenali, che ne pensano una più del diavolo, quello vero, però!...

Nel sito ufficiale, cliccando sul banner eventi, potrete notare che il discorso tarocco del "Papa ai dominicani", è passato da ieri in seconda posizione con data antecedente naturalmente, onde allontanare maliziosi sospetti(08/10/2015).

Primo della lista è infatti:

"Nuova sezione discorsi di Papa Francesco al cammino neocatecumenale"

Cliccando sul link dal titolo di cui sopra, verrete indirizzati dopo ulteriore clik, ad un fail con discorsi veri ed autentici, comprese le tre "tirate d'orecchie".

In parole povere il "discorso tarocco", l'hanno messo "a rimorchio" di documenti veri proprio per dargli un'aura di credibilità.

Mezzucci da liceali sprovveduti, che vogliono fregare i professori!...

http://www.camminoneocatecumenale.it/new/eventi.asp?lang=it

Anonimo ha detto...

http://www.maurizioblondet.it/i-neocatecumenali-da-cristo-al-giudaismo/

aleCT ha detto...

@Pietro (non del cammino)

"ma come fai a pensare che in un discorso ai Vescovi in visita ad limina il Papa non parli per tutta la Chiesa di quella nazione, ma si soffermi su un singolo movimento?"

Semplice: per Pietro NON esiste una Chiesa FUORI dal CN.
In questo ha imparato da Kiko il quale, ribadisco, non ha mai speso una parola nei confronti degli altri movimenti laicali. Semplicemente non gli interessano.

John ha detto...

@Lino
C'è qualche motivo per cui neppure Amazon abbia disponibilitá del libro che tu sappia?
Hanno contatti anche con Bezos?

Anonimo ha detto...

@ aleCT
che ha detto
"Kiko non ha mai speso una parola nei confronti degli altri movimenti laicali"

Mi dispiace ma non sempre è vero, a volte, soprattutto negli incontri privati delle convivenze cita gli altri movimenti laicali (ma anche secolari, come nel caso dei "francescani") per criticarli e per affermare che loro del Cammino sono i migliori e gli unici veri cristiani...

Kiko il 13 novembre 2014 nel suo intervento per il Sinodo della Famiglia ha affermato: "Sembra che la Chiesa stia solo pensando a come limitare i figli. Perché alla fine così si pensava, che la famiglia cattolica dovesse avere due bambini, non di più. Alcuni, anche all'interno della Chiesa hanno ancora quest’idea. Noi dicevamo a quelli dell’AZIONE CATTOLICA: e dopo che fate? Dopo aver avuto due figli, come continuate l'atto coniugale? Fate il coito interrotto? Usate i metodi naturali? Usate la pillola? Ovunque si è predicato che la paternità responsabile significa limitare le nascite, e il numero dei figli si lasciava alla coscienza degli sposi. Questo è stato predicato ovunque. Ma il Papa ha detto questo? No! La paternità responsabile significa accettare di non limitare i figli, significa accettare il piano di Dio. Ma nessuno ha ripetuto queste cose dette dal papa. Grazie a Dio voi siete stati SALVATI perché avete obbedito a NOI."

Secondo Kiko noi dovremmo ringraziare ogni giorno DIO perché è arrivato lui (Kiko), il nuovo messia, a salvarci!
Ma come direbbe il grande Totò... "Ma mi faccia il piacere!" (https://www.youtube.com/watch?v=fa3a50pLmu8 )

Annalisa

by Tripudio ha detto...

Amazon è sempre stata più lenta con le case editrici minori.

L'articolo sul sito web di Blondet è stato ripreso da questo stesso blog.

aleCT ha detto...

@Annalisa

hai ragione...cmq sia: mai una volta che parli bene di qualcuno...

by Tripudio ha detto...

A titolo di curiosità:

l'articolo di questo blog ripreso sul sito di Blondet era Il Cammino e la giudaizzazione del cristianesimo, pubblicato qui a novembre 2014, sostanzialmente un collage di botta-e-risposta ripreso dallo spazio commenti.

Lino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
John ha detto...

Ho i brividi a rileggere l'interpretazione che Kiko dà all'Humanae Vitae sul concetto di paternitá resposabile.. Sempre se l'abbia letta veramente.
Una mistificazione delle parole del Papa per i propri scopi espansionistici.
E chi ci va di mezzo sono povere famiglie in buona fede che credono di comportarsi cristianamente facendi figli a manetta . Sì, per poi farli crescere allo stato brado in mano a baby sitter e badanti.
Risultato?? Bambini, poi ragazzi, fragili che soffrono l'assenza dei genitori, sempre in giro tra impegni convivenze catechesi ecc. e che a suo tempo si rifugeranno nel cammino per venir fuori dai garbugli psicologici che questa situazione ha creato loro.
E il cammino, come le pile duracell, continua...
Chi ha orecchi per intendere...
Il cammino kikiano é quanto di piu contrario alla famiglia ci possa essere. Purtroppo essendo vestito da pecora, il lupo agisce indisturbato prendendo addirittura plausi e consensi.