giovedì 14 gennaio 2016

Parlantina neocatecumenale: analizziamo un esempio

Prendiamo per esempio questo "post" da Facebook e facciamo la traduzione dalla lingua neocatecumenalese alla lingua italiana:


Carissimi fratelli nella fede di Nostro Signore Gesù Cristo...
Carissimi appartenenti al Cammino Neocatecumenale, chi non è nel Cammino non ha la fede in Nostro Signore.
Gli osservatori contro il cammino...
Chi non loda acriticamente il Cammino è "contro il Cammino". Inoltre, chi ha anche lontanamente a che fare con un certo blog che non loda il Cammino va messo in cattiva luce. Gli "osservatori", pfui!
...hanno menzionato nei loro discorsi il nostro gruppo qui su facebook...
Come hanno osato? Come hanno osato anche soltanto menzionare nei loro discorsi il nostro gruppo pubblico Facebook? Come hanno osato ricordare che Kiko ha vietato Facebook?
[Fratelli], pregate per non cadere in tentazione...
Pregate Kiko per non cadere nella tentazione di ascoltare qualcosa che non provenga da Kiko e dai suoi cosiddetti "catechisti". Non leggete quei blog che non lodano il Cammino! È una tentazione! Non leggete! Pregate, pregate di non leggere! Infatti la tentazione, per i neocatecumenali, è informarsi sul Cammino.
[Fratelli], siate saldi nella fede...
Restate saldi nella fede in Kiko. Come ci fanno capire i nostri cosiddetti "catechisti", chi non è nel Cammino non vive la fede, chi dubita del Cammino va in perdizione.
...e non lasciatevi uccidere dalle insidie del demonio che è molto astuto...
Chi non loda il Cammino è il demonio: è molto astuto e vi uccide a suon di "insidie"! Attenti al demonio, fratelli! Solo chi è nel Cammino non si farà uccidere.
[Il demonio] sta minando il nostro cammino, il cammino di ogni cristiano.
Il Cammino Neocatecumenale è il cammino di ogni cristiano: cioè quelli che non fanno il Cammino non sono cristiani.
Il demonio è una creatura perfida e astuta e vuole la nostra morte spirituale.
Chi non loda il Cammino è perfido e astuto e vuole la nostra morte spirituale. "Non ti fidi? Dietro quella porta c'è il demonio: cosa fai?"
Un famoso condottiero di altri tempi disse : Molti nemici... molto onore.
Benito Mussolini si riferiva ai nemici politici.
Se c'è la persecuzione vuol dire che stiamo camminando bene, adesso sta a noi a non cedere alle lusinghe del diavolo...
La "persecuzione" è quando uno dice la verità sul Cammino. Siccome ci sarà sempre qualche "persecuzione", allora significa che stiamo camminando bene: adesso sta a noi riuscire a non porgere mai orecchio a chi dice la verità.
...ma combatterlo facendo il bene pensando bene di Dio, buona notte a tutti.
Chi dice la verità sul Cammino va combattuto pensando al bene di Kiko. Buonanotte a tutti.


"Demonio", "persecuzione", "diavolo" sono le parole più usate nei discorsi di Kiko e degli appartenenti al Cammino Neocatecumenale.

64 commenti:

Anonimo ha detto...

Non era benito mussolini...ma era Giulio cesare...documentatevi, quello che dite voi ...benito mussolini....ha ripreso le parole di Giulio Cesare....quello sulla foto del cammino neocatecumenale sono IO...l'ideatore del gruppo su facebook. L'articolo come massimo amministratore del gruppo sono IO e poi ogni cristiano su facdebook può fare quello che vuole anche se Kiko ha vietato stare su facebook perchè qualcuno scredita il cammino, come se non fosse mai esistito. Il catecumenato è esistito fin dai primordi dell'era cristiana ini9ziata da Gesù cristo, buona giornata

Amministratore del gruppo suil cammino catecumenale

Anonimo ha detto...

Poverini questi neocatecumenali... mi fanno proprio tanta pena.
Il loro modo di ragionare è assurdo. Si vede proprio che hanno l'IDOLO di KIKO e che sono incapaci di mettersi in discussione e saper riconoscere se una cosa è buona oppure no.
Secondo il loro modo di ragionare assurdo ("Molti nemici molto onore", frase che Mussolini aveva copiato da Giulio Cesare, il quale l'aveva detta quando, con ranghi ridotti di legionari, si scontrò nella Gallia con le preponderanti forze di Vercingetorige) allora in questo momento l'ISIS avrebbe molto onore visto che quasi tutto il mondo combatte contro di esso.
In realtà dietro quella citazione su Facebook c'è il fatto che l'autore pensa che la sua (e quella del Cammino) sia una battaglia giusta, ma questo blog giustamente continua a fornire le PROVE EVIDENTI che IL CAMMINO SBAGLIA e che CONTINUA A VIVERE NELLA MENZOGNA E NELL'INGANNO.
Marco

sandavi ha detto...

Ma chi si crede di essere? San Paolo? Il tono discorso è la cosa più ridicola.

berardo ha detto...

Voi avete messo la mia foto sul vostro blog, quella foto è mia personale, poi le parole non le ha pronunziate Mussolini, ma Giulio Cesare, DOCUMENTATEVI IN MERITO,ho fatto questo articolo perchè qualcuno dei contrari al cammino è entrato nel mio blog denigrandoci a spada tratta.Nel blog, ci si stà in modo cristiano, noi accettiamo tutti nel blog, io sono il maggio0r amministratore del gruppo sul cammino e non tollero i maleducati e gli arroganti, questo non è da cristiano. E' vero Kiko ha vietato facebook perchè esistono persone maleducate e arroganti e gli do ragione, ma questo è anche un mezzo per evangelizzare.
nella foto avete cancellato il mio nome e cognome, ma la foto è talmente evidente che qualcuno mi ha avvertoto e lo riconosciuta, buona giornata.

Uomo Libero ha detto...

@ Berardo

La foto del tuo profilo facebook è falsa come anche il tuo nome, per cui, sei protetto da anonimato. La falsità del tuo profilo e della tua foto ti permettono di delirare e distorcere la realtà, come tanti altri tuoi "fratelli" e "sorelle".

Nemmeno nel medioevo si delirava come fai tu su facebook....XD

psyco ha detto...

ma di quale faccia parla.......non vede che la foto e il nome qui erano anonimizzati ???

Anonimo ha detto...

Apostolo del demonio che ti nascondi nelle tenebre

aleCT ha detto...

@berardo

"Il catecumenato è esistito fin dai primordi dell'era cristiana"
il catecumenato sì, il NEO catecumenato è un'altra cosa.

Il catecumenato durava massimo 3 anni, non 25...
Il catecumenato non prevedeva danze davidiche e candelabri ebraici
il catecumenato non prevedeva la decima FISSA ED OBBLIGATORIA. Chi voleva metteva in comune.

Anania e Saffira vengono puniti da Dio per LA MENZOGNA che dicono, non per il fatto che donino solo una parte.

Questo perchè Dio Padre, e la Chiesa di conseguenza, rispetta la LIBERTA' dell'uomo...cosa che evidentemente nel CN si fa fatica a fare.

Lino ha detto...

Che spettacolare modo di ragionare, Amministratore del gruppo sul cammino catecumenale: "Non era benito mussolini...ma era Giulio cesare...documentatevi, quello che dite voi ...benito mussolini....ha ripreso le parole di Giulio Cesare".
E allora? Il fascismo, insieme a tanti altri simboli dell'impero romano, ha usato o no quello slogan? Non era il fascismo quello che usava il fascio littorio perché l'immagine fu romana?
http://images-01.delcampe-static.net/img_large/auction/000/208/097/890_003.jpg?v=1

E che spettacolare modo di svicolare! Ha fissato tutta l'attenzione su Giulio Cesare e sulla foto.
Ritorna qui e dimmi, amministratore: siccome considero il Cammino un movimento gnostico che legge i Vangeli in senso gnostico, devo andare dall'esorcista per farmi esorcizzare? E ci deve andare chi confuta le catechesi di Kiko sull'Eucarestia, sul Tabernacolo inutile, sulla Confessione "domani se vuoi", ecc. eccetera, eccetera?
Non riesco a focalizzare foto e nome, ma da come ti esprimi credo che noi due ci conosciamo: la tua assimilazione del gergo neocatecumenale è perfetta, non è da tutti!

Lino ha detto...

@ aleCT
L'amministratore ha detto: "Il catecumenato è esistito fin dai primordi dell'era cristiana".
Ecco un altro che non è battezzato e catechizza comunità costituite al 100% di non battezzati :-)

aleCT ha detto...

@lino

"Ecco un altro che non è battezzato e catechizza comunità costituite al 100% di non battezzati"

Evidentemente non ritiene che i sacramenti conferiscano la grazia "ex opere operato" per cui il battesimo conferisce la grazia di essere "figli di Dio" solo ed esclusivamente se vissuto nel CN..altrimenti, ai fini della grazia, è la stessa cosa di essere buddisti o musulmani.

Ruben ha detto...

Cesare o Mussolini,
hanno fatto entrambi un'orribile fine.

Il motto "molti nemici, molto onore", porta jella!...

by Tripudio ha detto...

Quella del fratello Bernardo è proprio la tipica parlantina neocatecumenale:

- insinua che chi non loda il Cammino non ha fede, anzi, è un demonio che uccide l'anima, che dà la morte spirituale...

- insinua che informarsi sul Cammino significa cadere in tentazione, cadere nelle lusinghe del diavolo, peccare contro la fede...

- vede persecuzioni dappertutto;

- vede il diavolo dappertutto.

l'apostata ha detto...

Egregio amministratore neocat, dato che le piacciono gli slogan le propongo di pubblicare un florilegium di motti kikiani sulla sua pagina di facebook. Sono tutti storicamente attribuibili a Sankiko e fonte di ammaestramento per ogni camminante, al pari dei Mamotreti.

Kiko dixit:

"Chi beve birra campa cent'anni!" (quando ebbe la prima visione al bar)

"Cosa fatta capo ha!" (a un camminante che, scoperto che fine facevano, chiedeva gli fossero restituiti i beni dati al cammino per presunta beneficenza)

"Me ne frego!" (al cardinale Arinze quando scrisse la famosa Lettera)

"Credere, obbedire, combattere!" (credere a Kiko, obbedire a Kiko, combattere chi non la pensa come Kiko. Ripetuto ad ogni megaraduno)

"Chi non è con noi è contro di noi!" (a tutti i Giuda e i Faraoni nemici del cammino)

"A noi!" (Riferito alla destinazione obbligata di beni e decime dei camminanti)

"Si tiene duro e si dura!" (rivolto ai kikatekisti per incitarli a essere implacabili negli scrutini, pena la destituzione)

"Noi siamo contro la vita comoda!" (quando qualcuno si lamentò delle convivenze in posti assurdi)

"Noi tireremo diritto!" (in risposta ai numerosi richiami papali a obbedire)

"Vincere! E vinceremo!" (in occasione della prima edizione della Clericus Cup, quando ordinò ai seminaristi del Redemptoris Mater di Roma di vincere il torneo)

"Con quella bocca può dire ciò che vuole!" (in difesa di Carmencita, quando interruppe a ripetizione Giovanni Paolo II)

"E chi sono io, Babbo Natale?" (risposta standard insegnata a kikatekisti e responsabili, da usare quando i camminanti qualunque chiedono un aiutino economico)

"No Martini, no party!" (a Gennarini, che gli domandava come mai non avesse anche lui visioni al bar)

"Fate l'amore, non fate la guerra!" (nel lontano '68 ai primi neocat per incrementarne il numero)

N. B. Lo slogan "Chi fuma avvelena anche te. Digli di smettere!" è risultato falso, messo in giro dai nemici del cammino. Ne è stato stato proibito l'uso da Sankiko perché a lui piacciono i sigari cubani.


Cordialità.

aleCT ha detto...

@ruben

"Cesare o Mussolini, hanno fatto entrambi un'orribile fine"

Più che altro stiamo parlando di un pagano e di un non credente...quindi come modelli non mi pare proprio il massimo.

@tripudio

"- vede il diavolo dappertutto."

Bisogna mettersi nei suoi panni: dato che "sei schiavo del demonio" e quando questo ti si presenta non hai la possibilità di sfuggirgli è chiaro che è terrorizzato anche solo al pensiero di incontrarlo.

Aggiungi pure che, in cento modi diversi, gli hanno fatto capire che SOLO nel CN ti puoi salvare (tutto il resto è mediocrità) e la frittata è fatta.

by Tripudio ha detto...

Per i neocatecumenali la parola "demonio" rappresenta tutto ciò che potrebbe anche solo lontanamente scalfire il prestigio del Cammino, le attività del Cammino, i membri del Cammino...

Quel pubblico fervorino del fratello Bernardo contro questo blog è una collezione di giaculatorie neocatecumenali - "demonio! persecuzione! diavolo! insidie! demonio!"

Il fratello Bernardo è convinto che il Cammino Neocatecumenale sia l'unico dogma della Chiesa.

Ruben ha detto...

@aleCT

"@ruben

"Cesare o Mussolini, hanno fatto entrambi un'orribile fine"

Più che altro stiamo parlando di un pagano e di un non credente...quindi come modelli non mi pare proprio il massimo."
---
Per amore di storia, mi permetto un leggero dissenso:

Giulio Cesare oggettivamente, non poteva che essere pagano, in quanto la nascita di Cristo, fu postuma alla sua morte.

Benito Mussolini, battezzato per volere della madre fu assolutamente ateo, tanto da "sfidare Dio" durante la sua giovinezza; si riavvicinò alla Chiesa soprattutto dopo il Concordato e negli ultimi anni, aveva persino un confessore, Padre Tacchi Venturi, gesuita e storico delle religioni.

Oggettivamente hanno influenzato la storia e di non poco; erano entrambi due dittatori, quindi tiranni e totalitaristi, quindi, come giustamente dici, da non prendere assolutamente come modelli.

Lino ha detto...

"IL CAMMINO NEOCATECUMENALE TRAMITE CRISTO SALVERA' IL MONDO E LA FAMIGLIA", è il titolo del gruppo che il signor Berardo si vanta di amministrare come "maggior amministratore". Immagino gli amministratori minori le balle che raccontano.

Io sapevo che i titoli di Avvocata, Ausiliatrice, Soccorritrice, Mediatrice, fossero propri della Vergine Maria. Ora, invece, dal signor Berardo (perché non assumersi le proprie responsabilità, nel gruppo Facebook nome e immagine li ha resi pubblici, o no?) si apprende che mediatore è diventato il Cammino Neocatecumenale, il quale salverà il mondo. La famiglia non l'aggiungerei, perché salvato il mondo si salvano anche le famiglie, o no?

Vada a studiare, Berardo, già nel passato le ho dato questo suggerimento più volte e su varie questioni: magari, dopo aver studiato, da "maggior amministratore", cambierà il nome del gruppo, che fa ridere i polli. Buona giornata.

Anonimo ha detto...

SIAMO TUTTI SCHIAVI DEL DEMONIO... questa è la sostanza dei discorsi dei catechisti, chi è fuori del cammino è schiavo del demonio... ma basta con queste cose!
Mischiatevi agli impuri, alla vita... vivete! Non sentitevi superiori perché non lo siete affatto!
Carlo.

Anonimo ha detto...

... vedere il demonio ovunque significa banalizzarlo... come vedere in ogni uomo che offende un fratello un assassino significa banalizzare l'omicidio che è una cosa ben precisa (un conto è uccidere un conto è offendere).
Carlo.

Anonimo ha detto...

nell'ultimo annuncio di avvento si è chiaramente detto che Kiko vietava FB e altri canali di comunicazione web. Qui si vede che nessuno piu' prende in considerazione gli "annunci" e i "comandi" di Kiko. :D

berardo ha detto...

rispondo a uomo libero...ti sbagli la foto è vera e il blog è anche vero...quindi quando immettete le foto...molta attenzione, buona serata a tutti.

by Tripudio ha detto...

Attenzione a chi? a te? alle "insidie" del "demonio"? alle vendette neocatecumenali?

Lino ha detto...

Buonasera a tutti. Quando leggerete un blog intitolato "IL CAMMINO NEOCATECUMENALE TRAMITE CRISTO SALVERA' IL MONDO E LA FAMIGLIA", invito a effettuare un po' di analisi della denominazione.

Fissiamo innanzitutto l'attenzione sulla preposizione "tramite". Dal Treccani leggiamo: "b. prep. Per mezzo di, attraverso (con uso improprio): tramite il competente ufficio; gli diede sue notizie tramite un amico".

Un po' di analisi logica nemmeno guasta.
Il soggetto che regge il verbo "salvare" è il Cammino Neocatecumenale. Il soggetto, come noto, rappresenta l'attore principale della situazione descritta in un periodo. Cristo è solo un tramite del Cammino, l'agente della salvezza nella frase è il Cammino. "Tramite Cristo" è complemento di mezzo o strumento, un complemento che indica la persona o la cosa che rappresenta il mezzo, lo strumento con cui si compie l’azione espressa dalla frase e operata dal soggetto.

E il signor Berardo, catechista, si mette a ragionare di foto, invece di cambiare denominazione al suo gruppo! Per forza poi tra i neocatecumenali si diffonde il luogo comune "Il Cammino mi ha salvato"!

psyco ha detto...

la vera storia di GENNARINI ... che ha il COMPLESSO DI NAPOLEONE !!!!
si sente già successore di kiko!!!
già controlla molte cose del cammino.... non vuole nemmeno aspettare che kiko e carmen muoiano.... già sta mettendo i suoi figli e parenti nei posti chiave del cammino...... è l'uomo chiave del finaziamento della costruzione delle nuove kikochiese..... controlla il racket delle icone di kiko e dei gadget neocatecumenali.... e perfino della manutenzione straordnaria delle chiese, pannellli solari, pitturazioni...
e attraverso la sua rete di contatti.... fa trasferire e nascondere i presbiteri nc colpevoli di molestie....

http://www.junglewatch.info/2016/01/who-is-giuseppi-gennarini.html

Ruben ha detto...

@Lino 21:15
Giustissimo Lino,
in un post di passato abbastanza prossimo, feci analoga osservazione.

Anche se nella ragione sociale del gruppo Facebook "incriminato", si invertissse l'ordine dei fattori, in quanto a prosopopea e supponenza, il risultato, non cambierebbe poi di molto!...
---

Anonimo ha detto...

...allora sig. Bernardo,

Dovrebbe considerare bene le sue parole come:
"...quindi quando immettete le foto...molta attenzione...": qui c'è gente che si è sdoganata dal vocabolario "neocat" che lei usa e anche dall'autoritarismo che trasuda da questo.
Lei vuole intimidire qualcuno?
La capisco: dal titolo del suo blog ("IL CAMMINO NEOCATECUMENALE TRAMITE CRISTO SALVERA' IL MONDO E LA FAMIGLIA") pare che lei (e chi con lei) non abbia neanche paura di porre il Cristo
al di sotto del cosidetto "cammino neo-catecumenale".
Quindi per lei il fondatore del cammino neo-catecumenale è superiore a Gesù Cristo? (questa è una domanda retorica se non l'ha capito...)
Come primo passo magari si può partire dall'accettare le critiche sensate che stanno apparendo su questi commenti in risposta alle parole del blog di cui lei si definisce amministratore.

Perchè non risponde "logicamente" almeno al commento di Lino delle 21:15 a proposito del titolo del suo blog?

E poi, segua il mio consiglio: lasci stare il catecumenato e non lo confonda con il cosidetto "neo-catecumenato" che veramente hanno pesi diversi...
...fortunato il catecumeno sant'Agostino convertito da sant'Ambrogio...
...sventurati noi a dover trattare di "san Kiko" per difesa della Verità...

saluti, Antonius

berardo ha detto...

leggete bene:
Protezione dei diritti di terzi

Rispettiamo i diritti di terzi e ci aspettiamo che l'utente faccia lo stesso.
È vietato pubblicare o eseguire azioni su Facebook che non rispettano i diritti di terzi o le leggi vigenti.
Ci riserviamo il diritto di rimuovere tutti i contenuti o le informazioni che gli utenti pubblicano su Facebook, nei casi in cui si ritenga che non rispettino la presente Dichiarazione o le nostre normative.
Forniremo gli strumenti necessari alla protezione dei diritti di proprietà intellettuale dell'utente. Per ulteriori informazioni, è possibile visitare la pagina Come segnalare una violazione della proprietà intellettuale.
Se abbiamo eliminato dei contenuti perché non rispettavano il copyright di terzi, e l'utente che li ha pubblicati ritiene che si tratti di un errore, quest'ultimo ha la possibilità di presentare ricorso.
Qualora l'utente non rispetti ripetutamente i diritti di proprietà intellettuale di terzi, disabiliteremo il suo account nei casi in cui lo riterremo opportuno.
L'utente non utilizzerà copyright o marchi commerciali di Facebook o simboli simili che possono creare confusione, salvo qualora espressamente consentito dalle nostre Linee guida sull'uso dei marchi o dopo aver ottenuto la nostra autorizzazione scritta.
Se un utente raccoglie informazioni dagli altri utenti, deve: ottenere la loro autorizzazione, specificare di essere lui/lei (e non Facebook) a raccogliere le informazioni e pubblicare una sua normativa sulla privacy che spieghi quali informazioni raccoglie e come le utilizza.
È vietato pubblicare documenti di identità o informazioni finanziarie riservate su Facebook.
È vietato taggare o inviare inviti tramite e-mail a persone che non sono utenti di Facebook senza il loro consenso. Facebook offre strumenti di segnalazione integrati per consentire agli utenti di inviare commenti sull'aggiunta dei tag.

psyco ha detto...

.....ma come mai su 5734 iscritti al gruppo solo 29 hanno messo il like sulla PARLANTINA NEOCATECUMENALE ????

l'apostata ha detto...

@ Berardo

Egregio, non sei tu un adulto nella fede che ama il nemico, che non fa cause e prega per i suoi persecutori?

Qualcosa non torna, credo.

Toglimi una curiosità, appartieni alla scuola di comunione e manducazione o sei cattolico?

Grazie.

Cordialità.

p.s. Dal tono dei tuoi post rappresenti bene il motto "meglio un giorno da leone che cento da pecora!". Che bravo...

Ruben ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Ruben ha detto...

@ berardo ha detto...
leggete bene:
Protezione dei diritti di terzi
---
berardo,
io ho letto benissimo; magari, lo faccia anche lei...

berardo ha detto...

E' qualcuno immezzo a voi che ha introdotto la mia foto, il mio nome, quello che io scrivo e si permette di mettere in cattiva luce quello che è stato scritto sia sul nome del gruppo e altro e non vado oltre. Questo è stato fatto senza avvisarmi....se qualcuno crede che il mio nome è falso come crede anche che la foto è falsa...potete controllare, quindi vi invito a prendervi le vostre responsabilità per il futuro, buona giornata a tutti.

by Tripudio ha detto...

Ci limitiamo qui a far presente che:

- il pubblico intervento di Berardo era "immezzo" ad un gruppo pubblico di Facebook

- lo screenshot pubblicato qui sul blog era "anonimizzato" (sia nella faccia che nel nome) come gesto di ulteriore cortesia

- fino a stamattina nessuno aveva ancora pubblicato il link al pubblico intervento di Berardo

- essendo un intervento pubblico in un gruppo pubblico, nessuno era obbligato ad avvisare

- essendo un intervento pubblico, può capitare che qualcuno esprima dissenso e spieghi i motivi del dissenso (esattamente ciò che è avvenuto su questo blog)

- se Berardo ha il terrore che qualcuno non sia d'accordo con lui, allora smetta di pubblicare interventi sgrammaticati e deliranti.

berardo ha detto...

Quello che io vi dico anche se è pubblico...di non immettere più la mia foto anche se è anonimizzata come dite voi e anche il mio nome e cognome...come dite voi sempre anonimizzato.Come anche cio' che scrivo sul gruppo di facebook, questo al di là dei commenti vostri che possono essere immessi senza alcun problema.
Sempre buona giornata a tutti

Anonimo ha detto...

"IL CAMMINO NEOCATECUMENALE TRAMITE CRISTO SALVERA' IL MONDO E LA FAMIGLIA"

Già dire che Cristo salverà il mondo tramite il cammino è un'affermazione abbastanza pesante, ma dire che IL CAMMINO salverà il mondo TRAMITE Cristo... beh... qui si manifestano segni di delirio di onnipotenza! Sembra che Il cammino si serva di Cristo per salvare il mondo!

Ciao
Giulio

Anonimo ha detto...

È evidente che,
nell'"immaginario collettivo" NC, i gruppi Facebook di riferime nto, sono vissuti un po', come salette telematiche, dove tutti incensano il Cammino, e dissentire con il catechista di turno, è peccato di lesa maestà.

Anonimo ha detto...

È evidente che,
nell'"immaginario collettivo" NC, i gruppi Facebook di riferime nto, sono vissuti un po', come salette telematiche, dove tutti incensano il Cammino, e dissentire con il catechista di turno, è peccato di lesa maestà.

by Tripudio ha detto...

Sì ma solo lo zero virgola cinque per cento dei membri del gruppo ha messo un "Mi piace" alla giaculatoria neocatecumenale del fratello Berardo.

Il "demonio", per i neocatecumenali, è quell'insieme di circostanze, parole, informazioni, sgradite alla propaganda kikiana.

Infatti l'unica insidia che il "demonio" neocatecumenale tenta... è quella di far conoscere la realtà del Cammino ai membri del Cammino.

L'idolatria per Kiko, le carnevalate liturgiche, l'arroganza e tutto il resto, no, quelle non vengono dal "demonio" neocatecumenale...

Lino ha detto...

Berardo ha detto: "e si permette di mettere in cattiva luce quello che è stato scritto sia sul nome del gruppo e altro e non vado oltre"

L'impressione è che lei non abbia capito quello che ho scritto: non sono io a mettere in cattiva luce il titolo del blog, ma lo fanno benissimo da soli la grammatica italiana e l'analisi logica del titolo medesimo. Ho saputo che addirittura vari neocatecumenali le hanno dato il mio medesimo suggerimento. Lei, però, vive di se stesso.

P.S.
Sul problema della foto e dei suoi scritti, invece, ne sta facendo una sottile questione di lana caprina. E' lecito in FB pubblicare il link ai documenti e alle foto di un gruppo pubblico. Io così risolverei la questione, senza il bisogno di rendere anonimo niente.

Ruben ha detto...

Tripudio,
ho fatto caso che sia in Facebook, che in altre realtà on line del Cammino, come opzioni ai commenti, è solo previsto il "mi piace"; dopo di ché non ti è, praticamente mai, garantito il commento.

P.S.
Scrivo spesso da un iPhone, non è la situazione ideale, scusate se talvolta i post si ripetono.

Ruben ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Pat ha detto...

Su Facebook non mi è chiara una cosa: dite che noi abbiamo Kiko come idolo e facciamo qualsiasi cosa lui dica, però poi sottolineate il fatto che usiamo facebook nonostante lui l'abbia severamente vietato. Non è una contraddizione?

M ha detto...

Più che di contraddizione credo si tratti di sarcasmo, si vuole infatti sottolineare che nonostante effettivamente abbiate la tendenza a seguire pedissequamente le indicazioni del caro leader, una volta tanto che potreste seguirle e vi sarebbero di aiuto, non le seguite vedila come una specie di colmo.

Anonimo ha detto...

@ Pat
che ha detto...
"Non è una contraddizione?"
------------
No, non è una contraddizione perché non è vero che voi "fate sempre qualsiasi cosa che vi dica". Anche durante le peggiori dittature come Hitler, Mussolini, ... le persone in realtà e segretamente non facevano tutto quello che gli veniva comandato.
Un altro esempio? I neocatecumenali sono "puri e casti" in questione di sesso??? I fidanzati o i giovani neocat non fanno sesso? Si, ma per ipocrisia devono dire di no.
I catechisti sopportano facebook perché sanno che i giovani non ci rinuncierebbero e lasciano loro stessi cadere invano i deliri di Kiko. Insomma, anche questo viene fatto e detto ma solo per ipocrisia.
È vero che Kiko è terrorizzato da internet ed i social network, ma chi è più ragionevole di lui non fa veramente queste battaglie perché le considera parole utopistiche.
E poi li sopportano perché alcuni usano i social network per difendere Kiko e il Cammino... non riuscendo neanche a capire che in realtà spesso fanno solo figuracce perché gli interlocutori hanno ancora, oppure hanno riacquistato (come nel mio caso), la capacità di ragionare liberamente ed hanno abbandonato l'IDOLO KIKO.
Jonny

by Tripudio ha detto...

Quello che non capiscono i plagiati neocatecumenali è che la tua scelta di vita è solo tua, che devi maturare nella discrezione e nella preghiera, facendoti seguire esclusivamente dal tuo sacerdote direttore spirituale (che non può importi, ma solo proporti, può solo darti ragioni favorevoli e contrarie), scelto fuori dalla comunità e fuori dal Cammino, perché deve avere come unico obiettivo la salvezza della tua anima, non deve avere il conflitto d'interessi del voler dare prestigio al Cammino.

Invece nel Cammino i cosiddetti "catechisti", laici, ignoranti, arroganti, travestiti da pecorella unta dal Signore, prendono decisioni sulla tua vita in base a cose che non c'entrano niente con la tua vita, e la pressione del gruppo (cioè della comunità) ti induce a pensare che sbagli se non segui il loro consiglio. E così succedono gli scatafasci: pretonzoli neocatecumenali che a pochi mesi dall'ordinazione sacerdotale vengono arrestati dalla polizia mentre fanno sesso con una minorenne neocatecumenale, matrimoni che si sfasciano perché due giovani immaturi erano stati indotti a "fissare la data entro l'anno", ecc.

Passo ad altro argomento: Kiko vieta i social network. Qui dopo due anni di vandalismo neocatecumenale, nel 2008 attivammo la "moderazione dei commenti" perché non se ne poteva più di avere un commento serio seguito da venti o trenta copia-e-incolla di insulti o della solita propaganda kikiana. Del resto - come diceva santa Francesca Cabrini, che ha visto deturpata dai kikos una delle chiese a lei intitolate - i ministri di satana sono sempre più zelanti dei ministri di Dio, ed infatti il tipico attivista neocatecumenale ha sempre molto tempo e grande energia da investire per aggredire chi non loda l'idolo Kiko (salvo poi sparire dopo un adeguato numero di figuracce: si vedano ad esempio i vari Jeff, Saverio, Eliseo, Veneranda, Urlodeldrago, pasqualoni vari, tutta la legione di anonimi, di minacciatori di azioni legali, distributori di insulti coloriti, ecc.).

Una quindicina d'anni fa, salvo rarissime eccezioni, negli ambienti ecclesiali internet era peggio del demonio e i blog, forum e social network erano il peggio dell'internet. Ora è rimasto solo Kiko a proibire internet. Ricordo che la prima volta che Kiko proibì internet, dalla sera alla mattina (e non per modo di dire) chiusero di colpo tutti i siti web neocatecumenali, anche quelli grossi come Camineo.info (e ho detto tutto). Poi alcuni di loro quatti quatti riaprirono e si riciclarono come generici aggregatori di "notizie ecclesiali" (fra cui Camineo), e poi altri capirono che non si poteva distruggere tutto il lavoro fatto solo perché Kiko ha detto una colossale vaccata.

Il bello è che alla tornata successiva Kiko proibì di nuovo internet, e ci fu una nuova ecatombe di siti neocat, che però stavolta si rimisero in piedi molto più presto. Proibizione dopo proibizione, a fine 2014 arrivammo al punto che su Facebook i fratelli delle comunità parlavano della proibizione di Facebook, robe tipo: «lo ha detto anche Morfino»... E nel 2015 abbiamo visto invece il fratello Berardo - forte di un gruppo neocatecumenalognolo di oltre 5000 Like - proibire a noi di ripubblicare i suoi pubblici deliranti proclami-fervorini. Non sia mai che Kiko li legga e scopra il furbone che non ottempera al divieto kikiano.

Pat ha detto...

Quanti blog ci sono in giro per Internet che criticano un qualsiasi movimento, come, per esempio, il Rinnovamente dello Spirito (tanto per citare il più importante)? "È una setta", "è chiaramente un'eresia", etc. Scusate, ma a me questo non sembra semplicemente uno dei blog che combattono il cammino, ma uno dei tanti blog-spazzatura che ci sono in Internet. Cosa distingue il blog "Osservatorio sul cammino neocatecumenale secondo verità" e quelli contro gli altri movimenti? A me sembra, per analogia, appartenere a tutto quel minestrone di porcate. Magari voi potreste aiutarmi a capire che sbaglio. Attenzione, non parlo di contenuti, parlo prima di tutto di metodo.

Anonimo ha detto...

Tripudio? Ma quando impari a farti i cazzi tuoi? Passi le giornate su questo blog di merda a non fare un cazzo.... Ma cosa fai di mestiere??? Lo statale?? Fottiti!!

by Tripudio ha detto...

Ringrazio il fratello delle 11:40 perché ci ha testimoniato la profonda spiritualità del Cammino Neocatecumenale.

Intanto vorrei ringraziare anche il fratello Berardo che ha fatto un sacco di pubblicità gratis a questo blog. Continuano a piovere commenti neocatecumenali, per esempio sulle pagine:

- il Tripode ha esorcizzato la Cina

- ancora sull'arroganza dei cosiddetti "catechisti" del Cammino

aleCT ha detto...

@anonimo
Io l'ho sempre detto: quando vi censurano vi fanno un gran servizio..

Ruben ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Ruben ha detto...

" Anonimo ha detto...
Tripudio? Ma quando impari a farti i cazzi tuoi? Passi le giornate su questo blog di merda a non fare un cazzo.... Ma cosa fai di mestiere??? Lo statale?? Fottiti!!"
---
Dedicato alla giovane e gentile signora,
che sabato scorso, in una saletta di Santa Maria Goretti a Roma, prima dell'inizio dell'eucarestia, mi comunicava, con un certo orgoglio, che "anche loro dicono le parolacce" e "che possono mandare a fare in .... la gente".

Lino ha detto...

Ti aiuto io a capire, Pat, se lo consenti, senza andare OT. In questa pagina si è discusso anche del titolo del blog: "IL CAMMINO NEOCATECUMENALE TRAMITE CRISTO SALVERA' IL MONDO E LA FAMIGLIA"

Ora in questo blog tutti seguono il metodo che tu fai finta di non aver inteso e sul quale svicoli: si analizzano i testi, le affermazioni, le pratiche neocatecumenali e li si confronta con la dottrina della Chiesa. Io, prima di pubblicare spazzatura, sono solito confrontare con i Vangeli.

Allora, invece di svicolare, vuoi ragionare su Gv 3:17?
"Dio non ha mandato il Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo si salvi per mezzo di lui".

Possiamo estrapolare e leggere il secondo periodo come:
"Dio ha mandato il Figlio perché il mondo si salvi per mezzo di lui"?
Ti pare la stessa cosa che:
"Il Cammino Neocatecumenale tramite Cristo salverà il mondo e la famiglia"

Allora, per favore, rispondi e richiama il tuo fratello: nel caso contrario, il tuo va considerato come uno dei soliti commenti-spazzatura con i quali i neocat inondano l'Osservatorio, senza mai affrontare ed argomantare sulle questioni.

Pat ha detto...

Grazie Lino, sono d'accordissimo con te. Se mi linki il profilo facebook dell'amministratore della pagina facebook sarò molto lieto di chiedergli spiegazioni del nome che ha voluto dare.
Ma a parte questo, anche gli altri blog dicono di usare il vostro stesso metodo, ma se il metodo effettivamente usato fosse corretto allora nn possono esistere movimenti e associazioni nella Chiesa, cosa, direi, quasi assurdo. Ci deve essere un problema nel metodo.

Ruben ha detto...

@ Pat ha detto...
Quanti blog ci sono in giro per Internet che criticano un qualsiasi movimento, come, per esempio, il Rinnovamente dello Spirito (tanto per citare il più importante)?
---
Magari dacci qualche link dei "bolg che criticano un qualsiasi movimento"...

Pat ha detto...

http://digilander.libero.it/TSCSS/settecarismatiche.htm
Primo che ho trovato semplicemente digitando su Google "eresia rinnovamento nello spirito"...

by Tripudio ha detto...

Il testo e l'autore della Parlantina Neocatecumenale sono cliccabili qui.

Lino ha detto...

@ Pat
Ho letto il testo segnalato, ma mi spiace: l'autore non ha il senso del concetto di "setta". Un vocabolo, per la verità, che io non ho utilizzato per il Cammino, che ho preferito definire "movimento esoterico a rilevante componente gnostica", fosse solo perché il vocabolo "setta" è abusato e spesso usato fuori luogo.

Concordo su alcuni aspetti comuni del RNS e del Cammino: l'ossessiva ricerca dei segni, per esempio, e la pretesa abnorme di catalizzare sul movimento i "carismi", anche mediante l'avallo di letture neotestamentarie fondamentaliste; tipico del mondo pentecostale è nominare lo Spirito Santo invano, e considerare poi come "ispirazione" ogni farfugliamento privo di senso.

Il Cammino, però, è tutt'altro e va oltre, molto oltre: catechesi segrete, iniziazione a gradi, linguaggio speciale del gruppo, fondatore che si definisce mosso e promosso dalla divinità mediante teofanie, sincretismi di dottrine e filosofie varie, evocazioni cabalistiche e talmudiche, ritorno al mito (cristiano) primitivo, creazione di un proprio mito fondativo, creazione di riti. E qui mi fermo, non vorrei riscrivere un centinaio di pagine.

No, il RnS è ben poco - non parlo di numeri, non m'interessano i numeri - al confronto del CNC. Salvatore Martinez impallidisce come "profeta" e "inviato" nel confronto con Kiko.

Pat ha detto...

Ringrazio Tripudio per il link e Lino per la risposta. Io penso che quasi niente possa raggiungere una propria perfezione ideale, quindi compreso il cammino. Anche se non vedo tutti i possibili errori che mostrate voi (o almeno non li vedo nella mia parrocchia), spero che con il tempo tutte le problematiche che porta con sé il cammino si possano risolvere.

aleCT ha detto...

@pat

"spero che con il tempo tutte le problematiche che porta con sé il cammino si possano risolvere."

SE non c'è volontà di risolverle (d'altronde c'è difficoltà ad ammettere che ci siano queste problematicità) la vedo dura.

sandavi ha detto...

Smettetela di celebrare nelle salette intorno a un tavolone infiorato e si risolveranno la metà dei problemi.

Pat ha detto...

Io non lo so se quello che dite è vero, nel senso che tutto quello che io ritengo appartenente alla Chiesa mi è stato portato in realtà più propriamente dal cammino, non so se mi spiego. Faccio un esempio: se io conosco una persona solo attraverso un'altra persona, quest'ultima diventerà l'unica fonte di cui mi fido veramente e che ritengo certa ed è difficile capire se quello che mi dicono altri sia vero o falso.
Quindi penso, per esempio, che a capo del cammino, sopra all'équipe itinerante, potrebbe essere utile porre una forte figura ecclesiale, il papa o comunque un cardinale, ma non solo come figura ecclesiale in sé, ma proprio come capo supremo del cammino (esto dovrebbe già essere così, se il papa dice una cosa si deve obbedire, ma se questo non dovesse avvenire il papa dovrebbe porre il cammino sotto la sua diretta dipendenza). Spero di essermi spiegato bene.

by Tripudio ha detto...

Un giornalista neocatecumenale dell'agenzia di stampa neocatecumenale ha annunciato che l'iniziatore del Cammino Neocatecumenale porterà in piazza le famiglie neocatecumenali per il Family Day neocatecumenale.

Mano al portafoglio, fratelli! Preparate le chitarrelle! Già corre voce che subito dopo il Family Day ci saranno le "Alzate"!

by Tripudio ha detto...

Pat,

uno dei più preoccupanti aspetti della crisi della Chiesa oggi è che l'autorità non viene più seguita.

Per esempio papa Benedetto XVI ha comandato al Cammino Neocatecumenale di smetterla con le carnevalate liturgiche e celebrare esclusivamente col Messale Romano valido per tutta la Chiesa.

Quelle «decisioni del Santo Padre» sono poi confluite nello Statuto del Cammino (cfr. articolo 13, nota 49) e ulteriormente confermate da papa Francesco (che per mano di mons. Bechis ha fatto scrivere a Kiko che l'articolo 13 costituisce il quadro normativo per le liturgie del Cammino).

Risultato? Dieci anni di disubbidienze al Papa (vedi articolo a questo link per i dettagli). E non sono stati né i primi, né gli ultimi: il Cammino ha disubbidito e mentito fin dalla sua fondazione cinquantadue anni fa.

I neocatecumenali ubbidiscono a Kiko piuttosto che al Papa.

Dunque, anche dando loro una figura di riferimento ufficiale, continueranno a fare come Kiko comanda, infischiandosene dell'autorità della Chiesa così come hanno sempre fatto.

Nel frattempo, mentendo, diranno che il Papa li "approva" (in realtà incoraggia le anime di buon cuore che ancora non hanno deciso che Kiko vale più del Papa), diranno che le pagliacciate liturgiche del sabato sera sarebbero "approvate" (in realtà sono vietate), ecc.