lunedì 13 giugno 2016

Una messa menzognera

Una messa menzognera... dove la Presenza di Cristo non sarà più autentica, ma sarà trasformata in un memoriale vuoto; perciò stesso, il Sacrificio della Croce non sarà altro che un pasto religioso dove si mangerà un po’ di pane e si berrà un po’ di vino. Nulla di più: come i protestanti.















Il modernismo fa camminare le sue vittime sotto il vessillo dell’obbedienza, ponendo sotto sospetto di orgoglio qualunque critica delle riforme, in nome del rispetto che si deve al papa, in nome dello zelo missionario, della carità e dell’unità.


La questione dei nuovi riti consiste nel fatto che sono ambivalenti: essi perciò non esprimono in modo esplicito l’intenzione di Cristo e della Chiesa. La prova è data dal fatto che anche gli eretici l’usano con tranquillità di coscienza, mentre rigettano e hanno sempre rigettato il Messale di san Pio V.

(citazioni di p. Roger-Thomas Calmel)

41 commenti:

sandavi ha detto...

Ecco a voi la chiesa del Santissimo Redentore, West New York, New Jersey. La chiesa che funge da base per i Gennarini e Don Poschetti. Neocatecumenalizzata, come tutto quello che toccano i neocat.

E poi ci sono quelli che parlano di "frutti" del Cammino.

Anonimo ha detto...

Ortodosso Anonimo ha detto...
Buona sera! davanti a tutto questo schifo neo-kikiano, vorrei presentare un autentico mistico, un vero ASCETA: don Divo Barsotti. In un mondo bugiardo, la sua ascesa fu la predicazione della Verità cristiana: il primato di Dio.7
Il video del link dura 10 minuti, ma i più belli e importanti per questo discorso sono i primi 5. Vorrei anche indicare il penultimo capitolo del libro "Una Madre tra Noi": VERAMENTE PROFETICO!!!! un vero magistero della Verità.

Lo consiglio a tutti i dubbiosi. Ascoltare don Barsotti permette di capire e imparare a distinguere un vero mistico da ciarlatani con la chitarra.
Un abbraccio a tutti quelli che portano il peso della vita in modo cristiano, cercando Lui, Gesù.

https://www.youtube.com/watch?v=ekq_YJwq15E

Daniel Lifschitz ha detto...

Voglio ringrazaiare l'ortodosso anonimo per il suo contributo su don Divo Barsotti. Don Divo è stato il mio padre spirituale, dopo la rottura con in CNC. Cercavo in tutti i modi a ricucire con Kiko e Carmen, ma lui mi disse: "Lasciali stare, non ti ascolteranno mai".
Raccomando anch'io il video:
https://www.youtube.com/watch?v=ekq_YJwq15E

Ascoltando don Divo, mi viene anche a pensare che nel quotidiano messaggio del nostro Papa Francesco, manca qualche cosa, anzi, qualcuno: Dio




https://www.youtube.com/watch?v=ekq_YJwq15E

Michela ha detto...

Approfitto del fatto che i neocat non scrivano più, ma sicuramente continuano a leggere, per invitarli a riflettere su quanto ci avevano insegnato, cioè che nella Messa il Signore passa a servirci e noi dobbiamo solo farci servire.

Ho capito il senso di questa frase quando ho cominciato a partecipare alla Messa parrocchiale, dove si può' gustare il riposo' -per usare il vostro linguaggio- perchè è la Chiesa che dona la liturgia e noi possiamo solo riceverla, accoglierla.
Nella Eucarestia neocat invece, molto poggia sulle spalle dei poveri adepti i quali sono asserviti a una quantità di regole che nessuno può immaginare.

Guai se alla fine dell'ammonizione al vangelo non si dice: adesso acclamiamo al vangelo con l'alleluia, perchè qualcuno te lo farà notare davanti tutti.
Guai se non si fanno risonanze o preghiere spontanee ogni tanto, altrimenti ti faranno notare che uno spirito muto si è impossessato di te e che lo spirito vero si è allontanato perchè tu non gli dai voce.
guai se non canti ad alta voce al passaggio del calice perchè altrimenti vuol dire che non sperimenti il passaggio dalla morte alla vita
Nelle convivenze più importanti ( v. la foto nel palazzetto sportivo) ci sarà qualcuno che ti farà notare che l'abito non è adeguato, o che tuo figlio di pochi mesi si permette di piangere, perchè non è necessario che anche la baby sitter partecipi all' Eucarestia
Chi legge deve farlo con enfasi e con espressione dura, quasi leggesse una sentenza di condanna.

Per concludere c'è un tale controllo su tutto ciò che è esteriore, che nessuno si sente libero a livello interiore.

sandavi ha detto...

Perché il Cammino è tutto esteriore, essendo per la maggior parte vuoto.

Daniel, in che rapporti era Don Divo con i neocatecumenali? Se c'erano rapporti...

Anonimo ha detto...

ESSERE CHIESA DI PRIMO ANNUNCIO
(✠ Domenico Sigalini)
Il primo annuncio non è dire: Gesù ti ama, o Gesù è
morto e risorto per te, o qualche altra formula magica,
ma aiutare una persona a dare un nome alle
domande inespresse che si fa nella vita, senza essere capace
di collegarle al mistero della vita stessa. Alle domande
segue l’annuncio, che può essere fatto con linguaggi
diversificati: poesia, canto, mimo, parola, gesto…
Non deve essere necessariamente un fatto veloce,
programmato, preoccupato di portare a casa, ma
deve mettere le persone a loro agio con le loro domande
e con i loro molteplici dubbi. La fede è sempre
dono di Dio, non un gioco di domanda e risposta, e
Dio ha i suoi tempi, i tempi della vita. Importante è
però che in questa vita ci sia qualcuno che annuncia e
che non lasci le domande inevase. Siete d'accordo? Daniela

Anonimo ha detto...

OT
ho scoperto che durante la prima tappa dell'elezione si fa, credo mensilmente,
una celebrazione detta "Alleanza".
C'è qualcuno che sa in cosa consiste e ce lo spiega nel dettaglio?
Grazie

D.

Anonimo ha detto...

Si, confermo! Si fa dalla prima chiamata all'elezione in poi, anche dopo "terminato" il cammino. Si potrebbe fare un post magari chiedendolo agli admin . una ex

sandavi ha detto...

Non mi piace, Daniela, questa espressione "aiutare una persona a dare un nome alle
domande inespresse che si fa nella vita". Per questo uno può anche rivolgersi a:
- psicologi
- ayurveda
- buddhismo
- hare krishna
- yoga
- taoismo

e potete completare voi l'elenco.
Gli Apostoli alle folle predicavano così:

«"Uomini d'Israele, ascoltate queste parole: Gesù di Nazaret - uomo accreditato da Dio presso di voi per mezzo di miracoli, prodigi e segni, che Dio stesso operò fra di voi per opera sua, come voi ben sapete -, dopo che, secondo il prestabilito disegno e la prescienza di Dio, fu consegnato a voi, voi l'avete inchiodato sulla croce per mano di empi e l'avete ucciso. Ma Dio lo ha risuscitato, sciogliendolo dalle angosce della morte, perché non era possibile che questa lo tenesse in suo potere (...) Questo Gesù Dio l'ha risuscitato e noi tutti ne siamo testimoni. Innalzato pertanto alla destra di Dio e dopo aver ricevuto dal Padre lo Spirito Santo che egli aveva promesso, lo ha effuso, come voi stessi potete vedere e udire. (...) Sappia dunque con certezza tutta la casa di Israele che Dio ha costituito Signore e Cristo quel Gesù che voi avete crocifisso!»

Quindi direi che, con rispetto parlando, Eminenza si sbaglia.

Daniel Lifschitz ha detto...

Caro Sandavi,
rispondo a due dei tuoi messaggi.
1. Don Divo aveva delle notizie, ma non stimava Kiko e Carmen. Non mi ha forse detto: "Lasciali stare, con ti ascolteranno mai!"

2. Attenzione! Monsignor Sigalini non è un Emminenza, ma solo un Eccellenza.
So che ha accolto in Diocesi ed appoggia un certo Dario Brizzi, gran carismatico di Bergamo. Sono stato due volte ad ascoltarlo e sono rimasto disgustato ed orripilato. Mons.Sigalini è certamente un Vescovo serio. Come mai non va ad ascoltare (a sorpresa) il suo "pupillo"?

Anonimo ha detto...

Buongiorno,io attraverso il cammino neocatecumenale ho ricevuto la vita....ero morto,adesso vivo...Cristo é Risorto...anche per voi Pace

by Tripudio ha detto...

Temo che il Sigalini parli il linguaggio dell'Azione Cattolica (di cui è assistente), che confonde la teologia con la psicologia spicciola, finendo per adoperare - come nel Cammino - un linguaggio falso costellato di termini cristiani per farlo sembrare vero.

Le "domande inespresse" (come l'insaziabile sete di felicità, di giustizia, di bellezza, ecc.) hanno tutte la stessa risposta (Colui che è la Via, la Verità e la Vita) e lo stesso metodo (i sacramenti e le virtù cristiane), ma nell'A.C. non amano dirlo, preferendo piuttosto concentrarsi fumosamente su patetici psicologismi da quattro soldi. È dai primi anni '60 che l'appartenenza ad A.C. ha smesso di essere un titolo di merito e una garanzia.

Questa ridicola moda del sentimentalismo-psicologismo ha invaso vasti settori della Chiesa Cattolica a partire dagli anni '70, pretendendo che tutti debbano essere psicanalisti di sé stessi. Un esempio è dato dalla diffusa moda di scaricare addosso al singolo il peso di interpretare e comunicare il significato della propria esperienza (non solo in Azione Cattolica, ma anche fra i neocat: «Cosa ti sta dicendo il Signore con questa cosa?» e fra i ciellini: «E tu come ti poni di fronte a questa cosa?»).

Ecco spiegate anche le "testimonianze" preconfezionate come quella delle 14:01, che insinua che il Cammino è Signore è dà la Vita, e naturalmente si tratta della vita di pagamenti di decime e di adorazione dell'idolo Kiko.

Se nel commento delle 14:01 sostituite "Cammino Neocatecumenale" con il nome di una qualsiasi setta protestante, potete capire cosa si intende per linguaggio falso costellato da termini cristiani. Basterà far notare all'autocertificato "ricevitore della vita" che il Cammino disubbidisce alla Chiesa e al proprio stesso Statuto, e lo sentirete ripetere nuovamente il mantra del «siamo approvati».
Come l'autore della strage che dice: "ma tanto io ho il porto d'armi".

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 14:01: di' fatti concreti, non il solito slogan semi-romantico e identificati se sei stato così pieno di benefici; se sei un adulto nella fede , per giunta, strappato dalla morte, dovresti testimoniare apertamente: o hai paura che sankiko scopra che navighi in internet diversamente da quanto ti ha ordinato per evitare una sana e caritatevole informazione?

David

Ruben ha detto...

@ Daniel Lifschitz ha detto...

"2. Attenzione! Monsignor Sigalini non è un Emminenza, ma solo un Eccellenza.
So che ha accolto in Diocesi ed appoggia un certo Dario Brizzi, gran carismatico di Bergamo. Sono stato due volte ad ascoltarlo e sono rimasto disgustato ed orripilato. Mons.Sigalini è certamente un Vescovo serio. Come mai non va ad ascoltare (a sorpresa) il suo "pupillo"?"
---

Gentile Daniel, sono d'accordo;
forse, sarebbe anche ora di finirla con tutti questi carismi, carismatici, RnS, con tutte le sigle del mondo, che spaziano dal protestantesimo al Cattolicesimo.

Ragazzi, cerchiamo di essere e soprattutto, uomini fedeli alla Chiesa e basta! Senza troppi orpelli e fronzoli.

Già abbiamo visto da tempo immemorabile, cosa è successo quando l'uomo, ha preteso di sentirsi simile a Dio!

Ruben ha detto...

@ Anonimo ha detto...
Buongiorno,io attraverso il cammino neocatecumenale ho ricevuto la vita....ero morto,adesso vivo...Cristo é Risorto...anche per voi Pace.
---
Si ma "quale" vita, a che prezzo, a quali sofferenze? Pensa, che io la vita in Cristo Risorto, l'ho trovata nel Battesimo a soli due giorni di vita, riconfermandola a nove anni con il Sacramento della Cresima.

Cristo, nonostante tutto, è risorto soprattutto per "voi"...

Lino ha detto...

anonimo 14 giugno 2016 14:01 (che ha ricevuto la vita attraverso il Cammino)

Noto che non sai esimerti dal saluto NC. Sei certo di non aver ricevuto e metabolizzato, soprattutto, una sequenza di slogan? Dici qualcosa di personale, di tuo, in lingua italiana standard, saluto compreso. Magari riceverai più credito.

by Tripudio ha detto...

Intanto, dopo quindici anni di Cammino, non sanno ancora niente dei Novissimi (e del Purgatorio), non sanno ancora niente della differenza tra peccati veniali e peccati mortali, per loro è più importante la vita della comunità che la vita sacramentale, non sanno niente della grazia satificante... ah, poveri neocatekikos!

by Tripudio ha detto...

La piattaforma Blogspot non lo permette, ma sarebbe interessante e divertente mettere un filtro ai commenti: prima di poter inserire un nuovo commento, rispondere a una domanda a caso:
- cosa ti ha insegnato il Cammino riguardo al Purgatorio?
- sabato scorso la liturgia del Cammino rispettava il Messale Romano o no?
- il Cammino ti ha salvato, dunque il Cammino è Dio?
- mostraci un errore qualsiasi di Kiko, e il modo per correggerlo
- indicaci un santo vissuto fra il XII e il XIX secolo i cui scritti sono caldamente consigliati all'interno della tua comunità

Ci sarà da ridere.

Lino ha detto...

by Tripudio ha detto... "per loro è più importante la vita della comunità"

"In principio furono create la parrocchia e la saletta. Ora la parrocchia era informe e deserta e le tenebre ricoprivano i rari parrocchiani e lo spirito di Dio non aleggiava sopra essi.
Kiko disse: «Siano la luce e il sale!». E la luce e il sale furono. Kiko vide che la luce e il sale erano cose buone e separò la parrocchia dalla saletta e chiamò luce e sale quelli della saletta, quelli della parrocchia notte e insipidezza. E fu sera e fu mattina: primi giorni delle catechesi iniziali"

Genesi 1,1 (secondo Kiko)

Anonimo ha detto...

Grazie Tripudio, grazie Lino. In questo brutto periodo due risate fanno bene :-)

Xz

Antonella Lignani ha detto...

A me è stato consigliato di leggere la vita di Santa Teresa di Lisieux.

Anonimo ha detto...

oooooh chebbello chebbello chebbello!

Anonimo ha detto...

OT
È stata pubblicata sul sito del Vaticano la Lettera "Iuvenescit Ecclesia "sulla relazione tra doni gerarchici e carismatici.
Spero che la Congregazione della Dottrina della Fede ne mandi una copia a Kiko perché sono molti i punti che dovrebbe tenere a mente per mandare avanti il cammino. Sarebbe istruttivo farlo leggere ai kikiani.
Con il semplice smartphone non è semplice riportare alcuni punti basilari anche perché sarebbero veramente tanti, se qualcuno di voi può farlo sarebbe utile ;-)

Xz

Michela ha detto...

Antonella Lignani ha detto...
A me è stato consigliato di leggere la vita di Santa Teresa di Lisieux.


Ti avevo reputato una persona intelligente e in buona fede, ma dopo questo tuo sciocco intervento mi devo ricredere.

1. E' evidente che i catechisti neocat vi ritengono troppo sciocchi per trasmettervi l'amore verso santi e testimoni cristiani, e preferiscono dirvi chiaramente quale vita leggere

2. Guarda caso S.Teresina è quella che ha detto che siamo nulla più il peccato. una frase molto amata dai catechisti che possono ribadire quanto siete incapaci di bene e quindi bisognosi di restare sottomessi al cammino per tutta la vita.

Antonella Lignani ha detto...

Non è un intervento sciocco, è la verità. Comunque la frase "sono nulla più il peccato" viene ora attribuita (per lo meno in Internet) a Santa Teresa d'Avila, ora a Santa Caterina da Siena. Santa Teresina diceva di essere troppo piccola per meritare l'inferno.

Anonimo ha detto...

A propisito del commento delle 17:42...difatti le hanno consigliato s.Teresina non un santo come Francesco di Sales guida spirituale e con i suoi libri Filotea e Teotimo...avrebbe avuto seriamente da meditare dove si trova con la "camminata" che le hanno fatto fare e si sarebbe trovata in mano un buon aiuto assieme ad un buon padre spirituale non neocat per riorientarsi verso Cristo...

P.S. il post è sulla citazione di p. Calmel è "pesante": Kiko ha giocato nel momento giusto all'indomani dell' entrata in vigore della Messa come la conosciamo dal messale romano.
Diabolicamente ha " rifabbricato" poi il tutto con le sue invenzioni.

Antonius

psyco ha detto...

...intervista in tv di tim rohr ...

1' parte : http://www.kuam.com/clip/12521218/the-buzz-tv-tim-rohr-1-of-2

il vescovo neocat è stato sempre un bullo..... dice sempre pregate per me per me per me...ma mai per le sue vittime..... mi ha minacciato e calunniato e screditato sui media sui comunicati stampa sul giornale diocesano Umatuna..... e va avanti a menzogne e menzogne senza farsi da parte e addirittura pubblicando il video dove dice : uuuu al papa gliel' ho chiesto io un amministratore apostolico !!

2' parte: http://www.kuam.com/clip/12521213/the-buzz-tv-tim-rohr-2-of-2

racconta il fatto che il card. O' Brien gli scrisse 2 anni fa per minacciarlo di espulsione dalla società dei Cavalieri del S. Sepolcro di Gerusalemme se non la smetteva di occuparsi di Apuron .... ma come fece apuron a smuovere O'Brien ? e perchè lo ha fatto? e poi tutta la montagna di bugie contro mgr. James Benavente

psyco ha detto...

....in diretta su Kuam news
http://www.junglewatch.info/2016/06/now.html

una vittima parla di Apuron

psyco ha detto...

le vittime di apuron in conferenza pubblica

psyco ha detto...

si presentano in pubblco chiedendo giustizia

psyco ha detto...

è una conferenza stamppa davanti alla cattedrale di Hagatna e ha parlato un altro delle vittime di apuron , la quinta persona che si fa pubblicamente avanti per denuciare il vescovo neocatecumenale pedofilo

psyco ha detto...

gli uffici della cattedrale sono chiusi e nessuno risponde alle bussate all portone,,,,,

psyco ha detto...

presto (verysoon) altre 2 vittime pubblcamete denunceranno il vescovo neocat pedofilo

psyco ha detto...

terminata la prima diretta
la cattedrale di Hagatna : https://goo.gl/maps/Ev8YT8btqSA2

psyco ha detto...

........e intanto i kikos continuano la loro cantilena.........
http://www.junglewatch.info/2016/06/pdn-another-apuron-accuser-comes-forward.html

Michela ha detto...

per Antonella

resta il fatto che la spiritualità di S.Teresina è quella che più facilmente può essere strumentalizzata ed utilizzata per avallare il pensiero autodistruttivo del cammino.

come pure resta evidente che non hai colto il senso del mio intervento.

Non puoi negare che sei l'esempio del perfetto neocatecumenale:
capace di leggere e capire un qualsiasi testo diventi incapace di comprendere quando si parla si cammino e scrivi

Non è un intervento sciocco, è la verità

e dove sta la contraddizione? certo che è la verità, e il tuo è un intervento che mette in luce proprio la stupidità dei neocat che possono essere colti e preparati su tutto, possono avere anche 80 anni ma gioiscono perchè uno gli ha consigliato di leggere un libro.
Nel dubbio sulla citazione corretta, credo proprio che una S. Teresa d'Avila o S.Caterina da Siena con il loro rapporto diretto con Dio sarebbero proprio l'esempio di come un neocat non DEVE mai diventare. Per avere un maestro interiore come Gesù Stesso e per avere una guida spirituale che non sia un catechista sarebbero state cacciate dal cammino come dei pessimi esempi di orgoglio spirituale.

Michela ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
by Tripudio ha detto...

Dopo l'evento segnalato da psyco, finalmente l'arcivescovo Hon Tai-Fai si è degnato di accorgersi che esiste una denuncia, e ha emesso un comunicato stampa in cui afferma che l'arcidiocesi (cioè lui) presenterà il caso alla Santa Sede.

Con la tipica diplomazia (cioè una caduta di stile) ha affermato anche di star pregando «senza pregiudizi» sia per le presunte vittime che per l'accusato.

Quel «senza pregiudizi» è la chiara dimostrazione non solo del fatto che Hon è sottoposto a pressioni neocatecumenali tremende, ma che i kikos lo hanno già minacciato di licenziamento per "pregiudizi".

Lino ha detto...

Il comunicato stampa è molto pesante. "L'Arcidiocesi di Agana, prendendo in seria considerazione le accuse presentate al pubblico questa mattina, prenderà le misure necessarie per presentare la questione alla Santa Sede, che ha l'autorità finale in casi relativi ai Vescovi". "Senza pregiudizi" sì, ma nel concreto è un rinvio a giudizio presso l'autorità competente. La vedo dura, per Apuron, se l'amministratore apostolico di Guam prende le accuse "into serious considaration". Nei fatti è un pregiudizio.

Non condivido la posizione degli amici di Guam: anche se la questione alla Santa Sede fosse presentata relativamente al solo ultimo caso, la gravità non sarebbe sminuita. Anzi, mi pare molto sottile: è una denuncia effettuata dopo l'arrivo dell'amministratore apostolico a Guam, se non sbaglio. Ottimo: è un caso depurato da tutte le illazioni fatte sui casi precedenti.

Daniel Lifschitz ha detto...

Sarà interessante vedere come Giuseppe Gennarini il supercatechisti del CNC per tutta l'america, uscira da quel pasticcio che ha combinato, identificando il CNC con questo mostro Apuron. E' impossibile che Giuseppe non abbia avuto sentore delle violenze compiute sui bambini-ragazzi.
Ma per la sua cinica voglia di potere, che ho conosciuto da vicino, quando per 7 anni dovetti "collaborare" con lui, credeva di aver Guam in pugno.

Dubito che Kiko, come sarebbe suo dovere, lo sconfessi e ritiri a vita privata, forse lo nominerà piutosto suo successore.

Michela ha detto...

Apuron pagherà per tutto per ciò che ha fatto e per ciò che non ha fatto e i neocat lo scaricheranno più o meno elegantemente. Lo sconfesseranno pubblicamente e gli rinfacceranno tutti gli errori e le appropriazioni indebite.

Daniel, io invece immagino una bella lotta per la successione tra i due fratelli che conosci tu. Il fratello più furbo mantiene un basso profilo, si dimostra più dialogante ma sta più vicino ai vertici e alla gerarchia. Secondo me anche il fatto di non essere sposato è un valore aggiunto.

Ovviamente spero di sbagliarmi ma il cammino non ammetterà i suoi errori e Caino sopprimerà ancora Abele divenuto debole