domenica 25 maggio 2008

Rinnovo non definitivo degli Statuti neocatecumenali?

L'interrgogativo è d'obbligo, perché la notizia è ancora ufficiosa e la stralciamo dall'articolo apparso oggi su Petrus:
http://www.papanews.it/news.asp?IdNews=7822

"CITTA’ DEL VATICANO - Altri sette anni di ‘purgatorio’ per i Neocatecumenali. Il Santo Padre Benedetto XVI ha infatti deciso di approvare gli Statuti del Cammino solo ‘ad experimentum’, cioè provvisoriamente e non in via definitiva, sino al 2015: sarà allora che si deciderà se riconoscere ufficialmente uno dei movimenti più controversi e studiati nella storia del laicato cattolico. Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto per gli iniziatori Kiko Arguello e Carmen Hernandez? Sicuramente mezzo vuoto, considerato che il Papa, dopo aver letto attentamente un dossier di 80 pagine e ascoltato il parere delle Congregazioni per i Laici e per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti, ha constatato come la Liturgia non sia ancora stata adeguata a quella ufficiale e le catechesi abbiano bisogno di ulteriori correzioni non essendo pienamente conformi al Magistero della Chiesa. Correzioni che sono state apportate dallo stesso Benedetto XVI nella speranza che ciò contribuisca a non far più operare i responsabili del Cammino come ‘un corpo estraneo’ nelle Diocesi e nelle parrocchie di tutto il mondo. E pensare che numerosi siti Internet di chiara ispirazione Neocatecumenale avevano dato per certa, nei giorni scorsi, l’approvazione conclusiva degli Statuti dopo che dal Giugno 2007, mese in cui erano scaduti i cinque anni ‘ad experimentum’ concessi nel 2002 dal Servo di Dio Giovanni Paolo II, nulla era più trapelato dai Sacri Palazzi. Di sicuro, invece, c’è l’ennesimo richiamo di Benedetto XVI agli iniziatori Kiko e Carmen ad aderire e ad uniformarsi completamente all’ortodossia di Santa Romana Chiesa, a partire da una corretta celebrazione della Messa sino ad un catechismo che rispecchi fedelmente quello ufficiale, passando per la piena e incondizionata obbedienza al successore dell’Apostolo Pietro. Le decisioni del Papa, salvo rinvii dell’ultima ora, saranno comunicate ufficialmente a breve e non è escluso che gli Statuti e le catechesi riveduti e corretti dal Pontefice possano essere presentati da Kiko Arguello e Carmen Hernandez durante una conferenza stampa.
Se conosciamo bene le tecniche di comunicazione degli iniziatori del Cammino, la concessione del periodo ‘ad experimentum’ di sette anni verrà fatta passare come una vittoria, ma basta avere un minimo di buon senso per rendersi conto che così non è. [...]

92 commenti:

  1. Mic,
    e per noi che per anni abbiamo scritto, denunciato, urlato da soli contro le difformità del cammino dal magistero della Chiesa è un grandissimo traguardo.

    Allora non siamo visionari, allora avevamo ragione, allora era tutto vero.

    E ora la palla passa al cammino....che dimostri che si adegua al magistero della Chiesa

    RispondiElimina
  2. Se ciò che scrive Barile oggi su Petrus risponde pienamente al vero(approvazione ad experimentum per altri sette anni dello statuto neocatecumenale da parte del Papa,che ha corretto di suo pugno i direttori e lo statuto stesso),avevamo ragione di pensare e di proclamare e di dichiarare che nel Cammino Neocatecumenale c’era e c’è qualcosa di almeno fondamentalmente distorto e non collimante con la Chiesa Cattolica!

    Senza sciocchi trionfalismi, è il caso di sottolineare che mai a nessun movimento ecclesiale è accaduto in tempi moderni di non superare il primo quinquennio di experimentum e di non ottenere un’approvazione definitiva dei propri statuti.E ciò dopo varie correzioni,palesi,pubbliche o private,cheil Papa e molti pastori della Chiesa hanno dato paternamente al movimento neocatecumenale(che,tra l'altro,rifiuta di ritenersi tale).

    Ciò indica con molta evidenza che i neocatecumenali fino a questo momento sono stati nella disubbidienza, e se disubbidire alla Chiesa in materia liturgica e dottrinale non è eresia,poco,molto poco ci manca!

    RispondiElimina
  3. Accenno con disgusto al comportamento aberrante di Catechumenium.it,che col suo annuncio di quattro giorni fa("Il Papa firma lo Statuto...!") ha dato un'ennesima prova di giornalismo scorretto,mirante a confondere le acque più che a dare un'informazione seria(prima di tutto per gli stessi malcapitati neocatecumenali che lo leggono)!

    RispondiElimina
  4. Una delle conseguenze più importanti e significative dell'evolversi della vicenda, è il "passaggio di mano" dell'iniziativa dell'informazione dal Cammino neocatecumenale - solito a pre-confezionarla a proprio uso e consumo e dei malcapitati che vi prestano fede - ad altre realtà in diverso modo coinvolte nella vicenda stessa.

    E' già una prima arma spuntata: quella di imbonire gli adepti con notizie manipolate e poi alla fine continuare a fare come si è sempre fatto senza render conto a nessuno.

    Forse ora è arrivato il momento che rendano conto, se non al Papa, la cui autorità morale e religiosa riconoscono ai soli fini strumentali, almeno a quelli dei loro seguaci cui è rimasto un minimo di spirito critico e di raziocinio nonchè di capacità di intendere e di volere

    E questo, da come si era partiti, non è un risultato da poco. Il resto a seguire...

    RispondiElimina
  5. Ne prendiamo atto, se come sembra è vero tutto ciò ci attendono altri sette anni di blog....
    comunque, per i NC: Un segnale su come la pensi in proposito Benedetto XVI è giunto in occasione della Messa del Corpus Domini celebrata in San Giovanni in Laterano la settimana scorsa: i fedeli, al momento di ricevere la Comunione, si sono dovuti inginocchiare a mani giunte su un’apposita balaustra, come accadeva con il glorioso rito tridentino pre-conciliare. Figurarsi, quindi, se il Papa possa continuare a tollerare il fatto - e l’anomalia - che i Neocatecumenali continuino a ricevere l’Eucaristia restando seduti (e per giunta nelle mani) o presentandosi a braccia conserte al cospetto del celebrante, come peraltro ha fatto lo stesso Kiko Arguello all’inizio di Maggio (emozione, disattenzione, raccoglimento o mancanza di rispetto?) ricevendo il Santissimo Sacramento dal Pontefice in Vaticano.

    Se fosse tutto ortodosso e bello come dice Kiko, lo statuto sarebbe stato approvato in modo definitivo!
    Ne prendo atto! Non era mai accaduto nella storia della Chiesa!
    Spero solo che in questi ulteriori sette anni, il CNC diventi docile... Vederemo, noi continueremo a vigilare e raccogliere testimonianze! il papa ha tanta pazienza, per amore dei fratelli più piccoli che sono in cammino e perché vuole evitare il peggio!

    RispondiElimina
  6. E' ancora presto per fare un commento (specialmente in assenza di notizie ufficiali).

    Certamente leggeremo con molta attenzione il testo, anzitutto per verificare l'esistenza della ormai leggendaria "firma del Papa".

    Probabilmente le sgradite sorprese per i neocat non sono ancora neppure cominciate.

    E forse è stata proprio la sgradita sorpresa di uno statuto nuovamente "ad experimentum", a frenare i notiziari neocat dal tam-tam tribale che li contraddistingue.

    Una "bocciatura" come questa significa evidentemente che dal 2002 al 2008 i neocatecumenali hanno solo saputo disobbedire e continuare con le loro bizzarrie liturgiche e fanfaronate eretiche.

    RispondiElimina
  7. Wow 7 anni di esperimenti chi sa che scoperta allucinante verra' fuori! Gia' mi vedo kiko che tra i fumi cerca di addattarsi!
    Mamma mia, speriamo sia vero stavolta! Resta pero' innegabile LA VERGOGNA dei NC. Se dovevano addattrsi sin dal 2002 e non lo hanno fatto come potrebbero rispondere onestamente al "perche' no?"? Se vengono approvati di nuovo ad experimentum che ne faranno di un'ulteriore vergogna? Se la mangieranno con il pane? Onestamente io non capisco niente! Il Papa ( se e' vera questa approvazione) vi sta dicendo che non vi POSSO approvare cosi' come siete e vi do 7 anni di cambiare! Ma dico io, a cosa servono 7 anni? Cos'e' che devono fare? Costruire navicelle interstellari? Devono aprire il Benedetto Messale Romano e celebrare la Santa Messa come e' scritto li!!!! Processione per l'Eucaristia (dato che inginochiarsi non sia doveroso(!)), farla finita con la lacerante prassi: varie convivenze sacchi di spazzattura, interrogatori alle 22.00 e i giochi son fatti! Perche' e' cosi' impossibile per loro?
    Sono molto curioso pero' sapere che dira' il nuovo statuto(ad esperimentum e se e' vera la notizia) sui seminari di Kiko! E sono ancor piu' curioso sapere se Gennarino dara' un'altra intervista con la stessa tattica di quella in risposta alla lettera del Card. Arinze! Moooolto ma moooooooolto curioso!

    RispondiElimina
  8. "Non sono assolutamente previsti tempi brevi per l'approvazione definitiva degli Statuti dei Neocatecumenali".

    ... e quindi...?

    Era vera la notizia o... la smentita?
    Era spontanea la notizia... o imposta dalle opportunità del momento la smentita?

    Attendo di leggere i termini di questa approvazione... o sarà smentita anche questa?

    Provo pena per tutti coloro - abituali o estemporanei incursori aggressivi, ma comunque "fratelli" NC - che si sono ammutoliti da tutte queste ore: staranno chiedendo direttive?

    Per parte mia ringrazio Maria Ausiliatrice:
    Deo Gratias!

    RispondiElimina
  9. micccccccc
    tornielli rettifica nel blog e sostiene che l'approvazione è definitiva
    Che succede?
    e' guerra anche informativa

    RispondiElimina
  10. dice tornielli

    Rispetto ai “sette anni di Purgatorio” che secondo Gianluca sarebbero richiesti ai neocatecumenali: a me risulta che l’approvazione sarà definitiva, non ad experimentum. E che il decreto sarà pronto nel giro di qualche giorno. La Santa Sede ha chiesto e ottenuto qualche modifica ai testi statutari. Ma l’approvazione sarà definitiva. Non discuto le fonti di Gianluca Barile e di Petrus. Basandomi sulle mie, ribadisco ciò che ho scritto. Vedremo tra otto-dieci giorni se sarò smentito io o se era priva di fondamento la notizia pubblicata da Petrus.

    RispondiElimina
  11. La sitcom e' davvero
    infinita.
    Pero' inviterei ad attendere
    e non unirci involontariamente
    allo show.

    Tanto per aggiungere
    una puntata leggete qui
    la precisazione di Torniell:



    Sul sito Petrus è riportato un articolo secondo il quale l’approvazione degli statuti non sarebbe definitiva ma ad experimentum per sette anni e dunque rappresenterebbe una sconfitta per i neocatecumenali. A me non risulta nulla del genere. Ribadisco quanto ho scritto qui sopra. A me risulta che l’approvazione del Papa è definitiva e che nel giro di una decina di giorni sarà promulgato il decreto.

    RispondiElimina
  12. Dal mio canto
    tra l'altro
    l'approvazione ad experimentum
    mi sembra la piu' razionale
    e ragionevole stando ai fatti
    e forse la decisione piu' saggia
    da parte del Papa.
    Ma viste come stanno
    le cose non ci resta che aspettare (ancora).

    RispondiElimina
  13. Credo che l'unica cosa sensata si aspettare e vedere
    Se le informazioni di Barile sono vere avevo ben ragione a invitare i fratelli NC all'attesa e ad evitare fanfare. Altri eventuali 7 anni ad experimentum sarebbero la conferma ufficiale del comportamento autolesionistico di questi ultimi anni.
    Ma anche se avesse ragione Tornielli bisognerà vedere cosa c'è scritto sulla versione definitiva degli statuti

    RispondiElimina
  14. kirikiki' ha detto...

    "[...] Onestamente io non capisco niente!
    [...]"


    Finalmente siamo d'accordo.


    Per il resto, credo che la notizia sia vera e anche positiva, visto che godiamo nuovamente di una pur provvisoria ufficialità. C'è solo una nota negativa in tutto questo, ed è che dovremo sopportare questo blog per ulteriori 7 anni.
    Ma tanto, anche di fronte ad una approvazione definitiva, avreste comunque continuato a insozzare il web con il vostro fango.

    RispondiElimina
  15. dice giudamaccabeo

    Credo che l'unica cosa sensata si aspettare e vedere
    Se le informazioni di Barile sono vere avevo ben ragione a invitare i fratelli NC all'attesa e ad evitare fanfare. Altri eventuali 7 anni ad experimentum sarebbero la conferma ufficiale del comportamento autolesionistico di questi ultimi anni.
    Ma anche se avesse ragione Tornielli bisognerà vedere cosa c'è scritto sulla versione definitiva degli statuti

    A questo punto concordo anche se ritengo che l'opzione ad experimentum sia la più sensata. Renderebbe giustizia a tutti...ai nc che sarebbero nella CHiesa pur sotto controllo e a coloro che in questi anni hanno denunciato storture che poi di fatto ci sono state.
    L'opzione definitiva sarebbe a mio avviso la più scandalosa...una sorta di autorizzazione permanente alla disobbedienza al papa.

    RispondiElimina
  16. Ad experimentum o definitiva?

    Chissà? Vedremo!

    Altro che Telenovela di Korazym!
    Ma questo però dice quanto è sentita e quanto è seguita questa vicenda.
    Coraggio!
    Attendiamo con pazienza!

    Comunque sia per me non cambia nulla.

    Quello che può cambiare è la nostra funzione:
    memoria storica o coscienza vigile?

    RispondiElimina
  17. jeff scrisse: "Per il resto, credo che la notizia sia vera e anche positiva, visto che godiamo nuovamente di una pur provvisoria ufficialità."

    Jeff, anche se le capacità di rimozione e di giustificazione della psicologia umana sono notoriamente elevate, una interpretazione di questo genere non sta nè n cielo nè in terra.

    1. Una (eventuale, ovviamente) ulteriore approvazione ad experimentum (per di più portata a ben 7 anni) sarebbe devastante per la credibilità del cammino come realtà accettata e ubbidiente, della chiesa.
    non mi risulta che per nessun altro movimento o realtà ecclesiale ci siano mai stati questi problemi. O meglio ci possono essere stati ma riguardavano realtà anarchiche e apertamente critiche nei confronti della gerarchia, non realtà che, come il cammino, hanno sempre affermato l'ubbidienza interna ed esterna nei confronti della chiesa.

    2. Non dimentichiamoci inoltre che K. ha continuato per più di un anno a dare per prossima o già fatta l'approvazione definitiva degli statuti.

    "C'è solo una nota negativa in tutto questo, ed è che dovremo sopportare questo blog per ulteriori 7 anni."

    Davvero sarebbe solo questo?

    RispondiElimina
  18. avreste comunque continuato a insozzare il web con il vostro fango.

    rieccoci!
    credi davvero che il Papa che il giorno del Corpus Domini ha lanciato un messaggio così forte e chiaro possa avervi approvati (definitivamente o ed experimentum) senza condizioni?

    E se il Papa ha tardato tanto ad approvare proprio per calibrare, nella sua cura pastorale, queste condizioni, puoi continuare a credere che le nostre sono tutte fandonie?

    Non siamo né visionari né millantatori né maestri di invenzioni come i tuoi iniziatori, abbiamo parlato dalla nostra esperienza nel Cammino e nella Chiesa

    Svegliati che sarebbe ora! Ma non puoi perché da quello che ricordo sei figlio di catechisti e la Chiesa non l'hai mai conosciuta, conosci solo il Cammino e ti hanno sempre detto che quella è la vera Chiesa!
    E, credimi, questo mi spiace, perché non hai l'opportunità da avere una valutazione almeno obiettiva!

    RispondiElimina
  19. Si ma al di là di tutto come è possibile che ci siano due versioni opposte della stessa notizia.

    Voglio dire un giornale puo' riportare una notizia parziale, incompleta ma qui siamo di fronte ad un caso anomalo: due giornalisti di mestiere che dicono rispettivamente A e B.

    Curioso davvero non credete?
    Tornielli parla di piccole modifiche agli statuti.....chissà cosa vuol dire

    RispondiElimina
  20. "C'è solo una nota negativa in tutto questo, ed è che dovremo sopportare questo blog per ulteriori 7 anni."

    se Gennarini non avesse dato quell'intervista falsando la realtà sulla lettera di Arinze questo blog non sarebbe nemmeno nato!

    E se ancora esiste è perché quelle disposizioni non sono state mai applicate e, insieme a questo, è venuto fuori tutto il resto che nessuno di noi si sarebbe mai sognato di tirar fuori!

    RispondiElimina
  21. Ho scritto a Barile....mi ha risposto testuali parole:

    Tornielli ha una fonte, noi un'altra.
    Staremo a vedere.
    Preghiamo per la Verità.
    Gbarile

    RispondiElimina
  22. Tornielli ha una fonte, noi un'altra.
    Staremo a vedere.
    Preghiamo per la Verità.
    Gbarile


    è quello che mi ha detto al telefono...
    non è che in Vaticano stanno ancora facendo il tiro alla fune?

    RispondiElimina
  23. giudamaccabeo ha detto...

    "non mi risulta che per nessun altro movimento o realtà ecclesiale ci siano mai stati questi problemi."

    Non ho mai nascosto che il Cammino deve cambiare ed adattarsi. Senza dubbio non resterà così com'è. Se sono necessari altri 7 anni per valutare i cambiamenti da adottare, ben vengano. Qual'è il problema? Di sicuro un movimento eretico non viene approvato due volte consecutive (pur ad experimentum) da due papi differenti. Per quanto riguarda LA CREDIBILITA', ti rispondo di tutto cuore: MA CHI SE NE FOTTE DELLA CREDIBILITA'. Puntiamo a qualcosa di più alto che essere creduti da quattro blog-dipendenti.



    "2. Non dimentichiamoci inoltre che K. ha continuato per più di un anno a dare per prossima o già fatta l'approvazione definitiva degli statuti."

    Ho già parlato più e più volte di come non creda assolutamente all'infallibilità kikiana, e che so benissimo che l'iter di approvazione di questi benedetti statuti sia stato molto più complicato di quanto annunciato. Comunque, come scrive tornielli (e come so da altre fonti piccine picciò) non è detto che l'approvazione non sia definitiva.

    RispondiElimina
  24. MA CHI SE NE FOTTE DELLA CREDIBILITA'. Puntiamo a qualcosa di più alto che essere creduti da quattro blog-dipendenti.

    non credo che giudamaccabeo si riferisse alla credibilità da parte nostra e dei nostri 4 frequentatori, che poi siete voi! ;)

    RispondiElimina
  25. barile sul blog di tornielli dice:


    Sono di passaggio e premetto che, essendo in partenza, per la processione e la Messa del Corpus Domini, non potrò leggere i vostri post, e non potrò quindi eventualmente rispondere, se chiamato in causa, prima di qualche ora. Dunque, visto che le mie fonti confermano l’approvazione degli Statuti dei Nc ‘ad experimentum’ e quelle di Tornielli affermano il contrario, mi chiedo come è possibile che autorevoli fonti, non le stesse, interpellate da persone e testate diverse, possano fornire versioni dei fatti contrastanti. Che si abbia l’interesse a far uscire fuori l’idea che il Cammino ce l’ha fatta? Se sì, perchè? Come mai tanto interesse anche da parte della gerarchia vaticana in difesa di questo movimento? Questione di ‘decime’? Questione di ammirazione? Staremo a vedere… Ma, dico io, come si può pensare che lo stesso Papa che appena qualche giorno fa ha dato la Comunione ai fedeli in ginocchio per il Corpus Domini, possa accettare statuti che consentono di ricevere l’Eucaristia mentre si sta comodamente seduti in semi-cerchio stile indiani con balli e canti tribali? Ma stiamo scherzando? E c’è chi si straccia le vesti per difendere i Neocatecumenali!?! Ma davvero pensate che il Santo Padre non abbia valutato questi aspetti?
    Cari amici,
    non vi nascondo che considerata la potenza dei Nc, mi aspetto sin da domani una nota in cui viene smentita la notizia di Petrus.
    Vi invito solo a non fermarvi all’apparenza: ad experimentum o in via definitiva non importa, conta il contenuto.
    E vi posso assicurare che se pure fossero stati approvati in via definitiva gli statuti, il Papa in persona ha voluto delle modifiche sulla liturgia e sulle catechesi, non riconoscendole aderenti alla Verità proclamata dalla Chiesa.
    E’ ciò che conta.
    Poi, in via provvisoria o permanente, non ci deve interessare; a noi deve solo importare il bene della Chiesa e il rispetto della Verità. E con questo Papa possiamo essere ben certi che non ci sono decime, pressioni o ruffianerie che tengano.
    Da diverse ore il mio cell, il cui numero è pubblicato su Petrus, è tempestato di telefonate ed sms minatori: minacce ma anche insulti, da chi si professa Nc.
    Ciò dà la cifra di come la questione sia delicata.
    Ora vi saluto, con la coscienza a posto.

    RispondiElimina
  26. jeff: "MA CHI SE NE FOTTE DELLA CREDIBILITA'. Puntiamo a qualcosa di più alto che essere creduti da quattro blog-dipendenti."

    mic: "non credo che giudamaccabeo si riferisse alla credibilità da parte nostra e dei nostri 4 frequentatori, che poi siete voi! ;)"

    Ahimè qui mic ha ragione io intendevo la credibilità verso il papa, i vescovi, i presbiteri, e la chiesa in genre MA non solo, anche la credibilità interna da parte di chi nel cammino è dentro.

    RispondiElimina
  27. "Puntiamo a qualcosa di più alto che essere creduti da quattro blog-dipendenti."

    a cos'è che puntate? A nascere come costola della chiesa "presa da torpore" come Eva da Adamo?

    RispondiElimina
  28. Quella del jeff che manda in malora la credibilita' e il tipico attegiamento NC! La tua e' semplicemente un'apologia del cammino caro mio e non vi fa bene, proprio perche' inconsciamente o consciamente mette a nudo la verita' NC: ma che c'e mporta, ma che c'e frega noi avemo kiko... ecc, ecc! Come diceva qualcuno nel blog, comunque questi statuti vengano approvati sara' una batosta per voi, perche' adesso non avrete piu' scuse e via di scampo e se continuerete a fare dievrsamente di quanto approvato il passo successivo della Santa Sede sara' quello della ahime' scomunica! BAsta vedere l'ultima realta' religiosa canadese scomunicata l'anno scorso!
    Detto questo domanda per compiti a casa mai fatti: al di la' dell'approvazione le richieste del Santo Padre di 3 anni fa erano giuste, leggittime? Se si, perche' le avete disattese e continuate a disattenderle anche in procinto di un'approvazione tanto aspettata? E' giusto fare cio' che chiede La Santa Sede oppure meglio fare i finti tonti e continuare come vi pare e piace? Semplificate!

    Jeff non credo tu abbia capito il mio "onestamente non capisco niente"!

    RispondiElimina
  29. caro Mic. ho appena letto il post di Barile.. e credo sia vero ciò che dice.. l'approvazione pare sia definitiva solo per gli statuti mentre restano fuori "ad experimentum" il direttorio catechetico e la liturgia.. (notizia del responsabile della liturgia della mia diocesi e del Vescovo segretario della Congregazione per la Dottrina della Fede).. anche perchè come giustamente diceva Barile.. troppo forte è stato il richiamo del Papa in questi giorni sulla Liturgia in genere e sull Eucarestia.. questi sono i frutti delle disobbedienze..

    RispondiElimina
  30. A cosa servono altri sette anni?
    Cosa dev'essere provato in questo periodo che non sia già chiaro dall'esperienza degli anni precedenti?
    Secondo me è stata data un'altra possibilità al movimento nc ed ai suoi aderenti di dimostrare la propria obbedienza al papa ed alla Chiesa attraverso l'imposizione di alcune misure correttive che conosceremo nei prossimi giorni.
    Il movimento è infatti ormai diffuso in molti paesi del mondo, gode di appoggi molto influenti a tutti i livelli ed inoltre non si può negare che venga visto, ovunque si è radicato, come un baluardo (per quanto controverso)contro la secolarizzazione dei cattolici e l'espansione delle sette; per questi motivi è molto complicato per chiunque sbarazzarsene a cuor leggero.

    RispondiElimina
  31. in tutti i modi LO SPETTACOLO CONTINUA... ma sarebbe continuato comunque...

    dalle nostre parti si dice: CHE QUI STA IL PRISCIO....!!!!! QUANTA MUIN P NUDD...!!!!

    RispondiElimina
  32. Il Santo Padre ha ricevuto in udienza nel pomeriggio di venerdì 23 Sua Eminenza Reverendissima il Signor Cardinale William Joseph Levada, Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede.
    L'Osservatore Romano
    ?????????????????????

    RispondiElimina
  33. "come un baluardo (per quanto controverso)contro la secolarizzazione dei cattolici e l'espansione delle sette"

    se resta quello che è, altro che 'baluardo', un bel 'baratro', lo chiamerei! Con la Chiesa come garante...

    RispondiElimina
  34. Paperix
    sembra davvero un personaggio da fumetto.
    Praticamente
    ci ha fatto capire
    che la Chiesa
    per porre un baluardo contro l'espansione
    delle sette
    se n'e' creata una propria
    con marchio doc....

    RispondiElimina
  35. ottima strategia...

    Dopo quest'ultima boutade
    posso andare a dormire
    soddisfatto per la buona
    dose di comicita'
    assunta anche oggi.

    RispondiElimina
  36. Attenzione:


    uno Statuto non fa diventare verità l'eresia, e non fa diventare liturgia gli abusi liturgici.

    Questo è vero per il passato, per il presente e per il futuro.

    E si può affermarlo anche senza leggere alcuno Statuto.

    E resta vero indipendentemente dalla durata di un qualsiasi Statuto.

    Pertanto, quando i neocatecumenali tentano di banalizzare o cancellare le sacrosante critiche alle eresie e agli abusi liturgici... nessuno si faccia abbindolare!


    Ricordiamoci, infine, che avremo tempo di leggerci con tutta calma lo Statuto per capire cosa viene esattamente chiesto alla cricca neocatecumenale.

    E non è affatto detto che le richieste siano gradevoli per il Cammino.


    Sia Barile che Tornielli hanno fonti vaticane di alto livello.

    Dunque, se tali fonti si contraddicono, dobbiamo purtroppo dedurre che "in alto loco" c'è battaglia... forse anche più drammatica di quanto non abbia ammesso lo stesso Barile.

    RispondiElimina
  37. Ve l'ho detto... il Sig. Arguello vuole burocratizzarsi per continuare a fare i cavoli sua indisturbato... GRANDE MAX WEBER

    RispondiElimina
  38. Ad un processo di scristianizzazione, perchè non siamo stati sufficientemente catechizzati ed avevamo una teologia
    molto giuridica, il Concilio ha risposto rinnovando la teologia.E non si è parlato più di dogma della Redenzione, ma di Mistero di Pasqua di Gesù, con alle spalle tutto un rinnovamento molto
    serio fatto dalla Chiesa.Ad una crisi di fede, perchè mancano i segni della fede, il Concilio, dichiaratosi ecumenico, ha visto che l'unità è qualcosa di basilare e di fondamentale per annunziare Gesù
    Cristo. L'ecumenismo viene dalla necessità della missione.
    Perchè la divisione dei cristiani fa sì che nessuno ascolti il messaggio del Vangelo e che la gente si scandalizzi.Ma ora viene la cosa più importante. Tutto ciò che ha fatto il Concilio come portarlo alla parrocchia? Come
    applicare il rinnovamento del Concilio alla parrocchia concreta? Per mezzo di una comunità cristiana catecumenale, aprendo un cammino catecumenale.
    Kiko

    e poi non ditemi che il CNC non si sente la vera Chiesa! Queste sono le parole di Kiko nelle sue catechesi "Orientamenti per i catechisti nella fase di conversione". Parla anche di rinnovamento della teologia...

    RispondiElimina
  39. Siamo usciti
    dall'immobilismo quasi totale del Concilio di Trento (che fu
    necessario a suo tempo) e siamo entrati in un momento fecondo di rinnovazione e creazione che viviamo oggi. La liturgia
    è sempre in costante rinnovamento e quando questo rinnova mento non si dà, può essere che lo Spirito Santo non sia dentro di noi.
    Sempre Kiko nello stesso libro...
    Che vuol dire che "La liturgia
    è sempre in costante rinnovamento e quando questo rinnova mento non si dà, può essere che lo Spirito Santo non sia dentro di noi."???

    RispondiElimina
  40. (Kiko) Questo si può vedere. Ci sono momenti in cui si vede che
    per fare entrare un fratello in conversione occorre escluderlo dalla comunità per un periodo. Abbiamo visto,
    per esempio, che se qualche fratello della comunità non è accettato dal responsabile, il responsabile deve lasciare il suo incarico per qualche tempo e deve passare un periodo in conversione fino a che vediamo che è tornato nel cammino. Allora sarà riammesso.

    Vi rendete conto? Preciso come fanno i Testimoni di Geova... Non trovo differenza!

    RispondiElimina
  41. e poi non ditemi che il CNC non si sente la vera Chiesa! Queste sono le parole di Kiko nelle sue catechesi "Orientamenti

    caro Seby,
    sono testi di cui conserviamo accuratamente gli originali, ma che sono stati presentati rimaneggiati (perché eretici: e questa non è una calunnia, perché esiste nero su bianco).
    Quindi il Papa e le Gerarchie hanno preso visione dei testi nuovi, anche se per 40 anni gli insegnamenti sono stati quelli fasulli...

    E nessuno si è preoccupato di COME rettificare quello che di falso è già stato interiorizzato da tantissime persone!

    Chi ci dice poi che le catechesi orali siano state modificate, se ancora vige il 'segreto' e nessuno può controllare? Del resto i lontani che accostano il cammino e le nuove generazioni cresciute in esso non hanno alcun modo per accorgersene!

    Vediamo se almeno il Papa ha richiesto la pubblicazione, osteggiata da Kiko, dei testi...

    RispondiElimina
  42. approfittando del macello di pubblicazioni, smentite, false smentite e chiacchericci che solo fonti NON DELLA CHIESA E NON NEOCATECUMENALI stanno facendo, ecco una hit-parade delle piú belle sparate e controsparate del sig GIANLUCA BARILE.....noto( tra i suoi parenti) giornalista scandalistico del quartiere pulcinella.......

    1-A braccia conserte. E’ così che l’iniziatore del Cammino Neocatecumenale,..........Una vergogna. L’ennesima.....(......BAH.....CI VEDETE UN PROBLEMA??????)

    2-Le ombre del Cammino Neocatecumenale
    La macchina propagandistica del Cammino, perfettamente rodata ed oliata nel corso dei decenni, produce proprio i risultati attesi dai capi: l'adesione acritica di alti prelati...................(E CONTINUA LO SFOTTÓ DI VESCOVI CONSIDERATI CRETINI....)

    3-Ma, dico io, come si può pensare che lo stesso Papa che appena qualche giorno fa ha dato la Comunione ai fedeli in ginocchio per il Corpus Domini, possa accettare statuti che consentono di ricevere l’Eucaristia mentre si sta comodamente seduti in semi-cerchio stile indiani con balli e canti tribali? Ma stiamo scherzando? E c’è chi si straccia le vesti per difendere i Neocatecumenali!?! Ma davvero pensate che il Santo Padre non abbia valutato questi aspetti?

    (NOTARE IL FATTO CHE LUI CONSIGLIEREBBE IL PAPA......)

    4..LA PERLA.....Dunque, visto che le mie fonti confermano l’approvazione degli Statuti dei Nc ‘ad experimentum’ e quelle di Tornielli affermano il contrario, mi chiedo come è possibile che autorevoli fonti, non le stesse, interpellate da persone e testate diverse, possano fornire versioni dei fatti contrastanti. Che si abbia l’interesse a far uscire fuori l’idea che il Cammino ce l’ha fatta? Se sì, perchè? Come mai tanto interesse anche da parte della gerarchia vaticana in difesa di questo movimento? Questione di ‘decime’?
    ECCO.....QUI SI E'SUPERATO IL BARILOTTO.........CHE SIA LA PRESENZA IQUIETANTE DI MOGGI SUL SUO SITO A DEVIARLO?????

    VI LASCIAMO ALLE VOSTRE SMENTITE DELLE SMENTITE......NOI CONTINUIAMO COME SEMPRE FEDELI ED OBBEDIENTI AL PAPA E CI GODIAMO GLI STATUTI APPROVATI ALLA FACCIA DI BARILE....CIAO RAGAZZI......

    RispondiElimina
  43. Le catechesi che ho ascoltato io dicevano esattamente quello che ho riportato! E le ho fatte circa 8 anni fa... Inoltre nel CNC ci sono regole che non sono scritte e che si tramandano ai catechisti. Se ad esempio un parroco butta fuori il CNC dalla sua parrocchia quel parroco non può più chiamare il CNC per 20 anni.... Dove sta scritto questo? E sono sicuro di quello che dico!

    RispondiElimina
  44. SCUSATE....SOLO ORA LEGGO LE DUE PIÚ PIU BELLE DEL BARILE......

    Da diverse ore il mio cell, il cui numero è pubblicato su Petrus, è tempestato di telefonate ed sms minatori: minacce ma anche insulti, da chi si professa Nc.

    POVERINO....FINIRA'GIRANDO SCORTATO....APPUNTO....COME MOGGI....HEHE



    E QUESTA SUBITO RIMANGIATA VISTO COME CAMBIAVA IL VENTO.....

    Roma locuta est, causa finita est.
    Davanti all’infallibilità del Magistero del Santo Padre, anche i più critici come me nei confronti del Cammino Neocatecumenale, non possono e non debbono far altro che accettare e rispettare incondizionatamente la decisione del Papa e cercare di aiutare, nei propri ambiti, questo Movimento ad inserirsi sempre meglio nelle Parrocchie e, in generale, in Santa Romana Chiesa.
    Ognuno tenga per sè le proprie perplessità e non dia scandalo; prima criticare il Cammino Neocatecumenale significava stigmatizzare le teorie degli iniziatori; farlo ora, significherebbe attaccare il Papa e questo non è assolutamente consentito a nessuno che si professi realmente fedele al successore di Pietro e alla Chiesa cattolica, apostolica e romana.
    Attendiamo la comunicazione ufficiale e vediamo quali miglioramenti ha deciso di apportare il santo Padre Benedetto XVI agli Statuti.
    Non ho avuto problemi nel criticare Kiko su argomenti come la liturgia o per il modo (a braccia incrociate) in cui si è presentato al cospetto del Papa per ricevere la Comunione qualche settimana fa; non ho problemi ad ammettere adesso che se il Santo Padre ha apèprovato gli Statuti, sicuramente mi sbagliavo.
    Un po’ di umiltà non guasta

    MAMMA MIA.......NO COMMENT...CREDO CHE VI BASTI PER FARVI UN IDEA DEL PERSONAGIIO E DELLA SUA.......SERIETÁ PROFESSIONALE.....

    RispondiElimina
  45. VI LASCIAMO ALLE VOSTRE SMENTITE DELLE SMENTITE......NOI CONTINUIAMO COME SEMPRE FEDELI ED OBBEDIENTI AL PAPA E CI GODIAMO GLI STATUTI APPROVATI ALLA FACCIA DI BARILE....CIAO RAGAZZI......

    Si, l'ho sempre detto siete obbedienti al Vostro Papa il signor Kiko! E alla vostra santissima carmen! Che faccia di bronzo che avete! Ma fatemi il favore, il papa vi aveva chiesto di adeguarvi alla liturgia e voi cosa fate? Ascoltate il vostro di papa Kiko che vi dice stiamo ancora seduti il papa Benedetto XVI non capisce nulla, io sono un profeta, io sto restaurando la Chiesa!
    Non fatemi ridere, siete i signori della mistificazione!

    RispondiElimina
  46. Non fatemi ridere, siete i signori della mistificazione!


    HA HA HAAAAAAAAAAA

    CHI....BARILE??????

    LEGGITI I SUOI POST ED I SUOI TEMINI....CIAO BELLO ACCETTA LA BOTTA E TAPPA LA BOCCA......

    RispondiElimina
  47. Blogger che pena barile ha detto...

    Non fatemi ridere, siete i signori della mistificazione!


    HA HA HAAAAAAAAAAA

    CHI....BARILE??????

    LEGGITI I SUOI POST ED I SUOI TEMINI....CIAO BELLO ACCETTA LA BOTTA E TAPPA LA BOCCA......

    26 maggio, 2008 08:37


    Barile è un signor Cattolico con la C maiuscola e un signor giornalista! Invece il kikino mondiale, profetizzò per mesi la bella approvazione sbagliando sempre data, mentendo continuamente! e voi che fate ? Nessun dubbio, nessuna critica, siete talmente presi dal vostro Kiko che non avete più una coscienza critica!

    RispondiElimina
  48. Barile è un signor Cattolico con la C maiuscola e un signor giornalista!

    ?????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

    ma dici sul serio?????
    ah...ho capito.....sei tu barile che ti scrivi gli elogi da solo.......ok...tutto chiaro....

    RispondiElimina
  49. Senti, se Barile ha scritto quell'articolo è stato perchè dalle sue fonti informative si evinceva un certo tipo di notizia, ovvero che l'approvazione non era definitiva.
    Non credo che un giornalista abbia il minimo interesse a commentare una notizia che ritiene falsa ovviamente. Ne andrebbe della sua credibilità

    Se poi la notizia risulterà falsa sicuramente rettificherà adeguandosi appieno alle indicazioni papali.

    Questo non significa essere subdoli, significa semplicemente essere obbedienti.
    L'obbedienza ....questo illustre sconosciuto.

    RispondiElimina
  50. un altro frutto del CNC:
    http://www.catechumenium.it/public/file/Kiko_Arg%FCello_S.Pedro_del_Pinatar_(720x576).mpg
    Standerizzazione delle chiesa a immagine di come le ha pensate Kiko!
    Anche le chiesa meno moderne in alcuni posi, con la scusa delle ristrutturazioni, vengono modificate secondo la visione Kikiana!

    RispondiElimina
  51. no comment......
    non ho veramente risposte.....scusate.....

    RispondiElimina
  52. no comment......
    non ho veramente risposte.....scusate.....


    in effetti quando gli starnazzi vengono rintuzzati da argomenti di ragione, non hai risposte...

    RispondiElimina
  53. mic...pure tu???

    per favore....non vi abbassate a barile.....



    servo dei servi delle serve....hehe

    RispondiElimina
  54. ok ragazzi vi lascio...siete rimasti soli...anche tornielli si e' sganciato dal vostro novella 2000 del vaticano....
    una differenza....
    LUI E'UN GIORNALISTA.....

    CIAO BELLI!!!!

    RispondiElimina
  55. Ognuno tenga per sè le proprie perplessità e non dia scandalo; prima criticare il Cammino Neocatecumenale significava stigmatizzare le teorie degli iniziatori; farlo ora, significherebbe attaccare il Papa e questo non è assolutamente consentito a nessuno che si professi realmente fedele al successore di Pietro e alla Chiesa cattolica, apostolica e romana.

    questo atteggiamento fa onore a Barile, molto vicino al Papa.

    Anche noi siamo vicini al Papa spiritualmente, ma riteniamo che quel che decide un Papa non può modificare quel che ci dice la nostra coscienza illuminata dalla fede e non può spegnere le nostre perplessità, le nostre domamde e le nostre preoccupazioni.

    La cosa non ci mette "fuori dalla Chiesa", se non siamo d'accordo, perché l'approvazione del Cammino non è un dogma di fede e non esige obbedienza.

    Tutt'al più saremo costretti a assistere impotenti alla vostra invasione della Chiesa; ma non siamo noi i suoi salvatori, chi la salva e la salverà è comunque il Signore!!!

    RispondiElimina
  56. servo dei servi delle serve....hehe

    Quanto a te, servo di un falso profeta, faresti bene a tacere, faresti più bella figura! Non ti accorgi che sai solo insultare e offendere?
    Sei già stato ripreso da alcuni dei tuoi; ma ogni tanto la vis insultatoria è più forte di te

    RispondiElimina
  57. tornielli si e' sganciato dal vostro novella 2000 del vaticano....

    Tornielli non si è sganciato da nessuno: ha dato la notizia che proviene dalla sua fonte. Due fonti vaticane che danno notizie contrastatnti mettono in luce la scabrosità del problema, non altro...

    Il fatto poi che ci abbia tenuto a prendere le distanze dall'accusa di eresia, credo dipenda dal fatto che ancora gli scotti quello che Gennarini gli ha fatto rimangiare sul suo giornale all'epoca della lettera di Arinze... ha un posto di lavoro e una famiglia da mantenere e il suo atteggiamento è umanamente comprensibile...

    RispondiElimina
  58. dice chepenabarile
    servo dei servi delle serve....hehe

    qui mi dimostri che tu, di giornalismo, sai poco o niente. Te lo dice una che per un periodo ha fatto attività giornalistica.

    Esistono svariati tipi di giornalismo, sicuramente quello di Barile è "rampante ed espositivo". Non si può certo dire che non si sia esposto con il suo articolo. E' tutto meno che "servile" attenzione bene.

    E' più facile e sicuro infatti aspettare le notizie e non esporsi mai.

    Ribadisco che sono entrambi due grandissimi giornalisti.

    RispondiElimina
  59. io non sottovaluterei un altro dato importante:
    il precedente statuto era stato approvato in maniera anomala, dal momento che ne mancova il "fondamento" logico e giuridico, cioè gli Orientamenti ancora sub iudice.

    Se il Papa avesse davvero approvato questo statuto in maniera definitiva, si ripeterebbe l'anomalia, perché si parla di experimentum per la catechesi e la liturgia

    nella Chiesa, chiunque presenta il suo carìsma da approvare, deve presentare prima i fondamenti che lo ispirano e poi può avere l'approvazione: qui sta avvenendo il contrario.

    Ma teniamo ancora il beneficio d'inventario, in attesa della notizia ufficiale

    RispondiElimina
  60. Non è che l'experimentum (se così fosse) su catechesi e liturgia, non può non riversarsi anche sugli Statuti, essendone il fondamento?

    Ma dobbiamo ancora attendere...

    RispondiElimina
  61. Barile è un signor Cattolico con la C maiuscola e un signor giornalista!


    Confermo sostanzialmente questa notizia. Ma dalle mie fonti risulta
    che sia un signor con la B maiuscola.

    RispondiElimina
  62. queste citazioni dagli orientamenti mi stanno uccidendo.

    ma chi se ne frega di quello che ha detto kiko a braccio nei primi orientamenti... conta quello che leggeremo negli orientamenti corretti da ratzinger! kiko nel giro di 10-20 anni morira',, il cammino ormai fa parte della chiesa cattolica e potrebbe essere tra noi anche tra 50, 100 anni, chissa', a meno che lo spirito non susciti qualcosa di meglio per rimpiazzarlo.

    io non so se kiko ha detto eresie... non mi meraviglierei se l'avesse fatto di tanto in tanto, non e' infallibile... quello che so pero' e' che non basta dire minchiate per essere istantantaneamente fuori dalla comunione della chiesa: bisogna insistere sull'eresia anche dopo essere stati richiamati pubblicamente della chiesa: si puo' discutere -- anche animatamente -- con la gerarchia della chiesa, a condizione che quando la parola finale viene detta, la si accetti. se non la si accetta, a quel punto si viene scomunicati, non approvati definitivamente o ad experimentum...

    RispondiElimina
  63. Barile è un signor Cattolico con la C maiuscola e un signor giornalista!

    il discorso Barile è chiuso. credo se ne sia parlato abbastanza.
    Sarebbe più interessante conoscere pareri sul "riverbero" di catechesi e liturgia "ad experimentum" sugli statuti

    Sono ancora ipotesi, ma credo siano più interessanti della battute su un giornalista

    RispondiElimina
  64. si puo' discutere -- anche animatamente -- con la gerarchia della chiesa, a condizione che quando la parola finale viene detta, la si accetti. se non la si accetta, a quel punto si viene scomunicati, non approvati definitivamente o ad experimentum...

    la parola finale non si può fare a meno di accettarla: il male che non possiamo cambiare, come cristiani ce lo dobbiamo "assumere". Ma questo non ci costringe ad aderire al male...

    Inoltre tutto questo discutere già dice molte cose e la vostra tendenza alla segretezza e alla manipolazione non conforta nessuno, a meno che non sia invischiato con voi a vario titolo

    RispondiElimina
  65. ma chi se ne frega di quello che ha detto kiko a braccio nei primi orientamenti...

    ci risulta che certe cose dette a braccio da kiko siano state ripetute più volte, dato che sono state ascoltate da molti e, se le ha dette e non le pensava, cos'è un tipo che parla a vanvera?

    RispondiElimina
  66. Ti illudi caro Zufolo se pensi che i Tuoi catechisti Ti lasceranno leggere i nuovi orientamenti.. come non hai potuto per i vecchi anche se li rendono pubblici, faranno in modo (umiliandoTi o qualcos altro) da non farli leggere, e poi dimintichi che loro hanno il "discernimento" sulla Tua vita quindi anche se li leggi loro Ti interpretano la "storia" e quello che Tu dici non conta nulla..

    RispondiElimina
  67. ...Sempre se la logica ha ancora senso (ma ne ha sempre meno) l' Esperimento NON PUO' essere "parziale" soprattutto su cose fondamentali per lo Statuto stesso. O c'è o non c'è. Se di esperimento si tratta sarà per tutto. Altrimenti no.

    RispondiElimina
  68. per quanto riguarda il sig barile con la c maiuscola, sara' cattolico ma come giornalista mi pare piuttosto confuso: il problema, mi sembra, e' che da' le notizie senza capirle neppure lui.

    RispondiElimina
  69. "Ti illudi caro Zufolo se pensi che i Tuoi catechisti Ti lasceranno leggere i nuovi orientamenti.. "

    temo che dovranno, se vogliono che continui a fare le catechesi nella mia parrocchia...

    RispondiElimina
  70. Ma è proprio questo il punto!

    Le disobbedienze e le eresie di Kiko sono proseguite per decenni e decenni anche dopo i rimbrotti della gerarchia!


    Apro una piccola parentesi: secondo me dovremmo addirittura ringraziare Kiko per quella comunione "a braccia conserte" (e soprattutto la redazione di Petrus per averla adeguatamente pubblicata).

    Dobbiamo ringraziare Kiko perché se per assurdo qualcuno fosse stato sul punto di abbindolare il Papa, quel gesto di Kiko stesso ha ricordato al Papa con chi ha a che fare.

    Il Papa non è un dittatore, e pertanto tiene presenti le richieste pressanti dei vescovi. Ma questi ultimi sono assai più facili da abbindolare rispetto ad un "mastino della fede" quale è papa Ratzinger.


    Attenzione:

    criticare il Cammino non significa criticare il Papa!

    Lo significherebbe solo se il Papa stesso garantisse personalmente per il Cammino (specialmente quanto alla liturgia e alla dottrina).


    Spero che nessuno si faccia abbindolare dalla propaganda neocatecumenale, che come sempre è basata sulla menzogna.

    Spero che non si faccia abbindolare neppure Gianluca Barile, notoriamente insultato e minacciato dai sedicenti cattolici che professano l'eresia neocatecumenale.


    Infatti è almeno la centesima volta che ripeto: non lasciamoci ingannare dai tranelli neocatecumenali!

    E il tranello per eccellenza è: "siccome abbiamo lo Statuto, voi non avete più diritto di criticarci"


    Ma dove sta scritto che lo Statuto vieta le critiche agli errori, alle eresie, agli abusi liturgici?

    RispondiElimina
  71. siamo abituati oramai agli scoop di Petrus e del famigerato Sig barile,ammesso fosse vero,non la vedrei come sconfitta,ma come un atteggiamento prudente,perche le cose non sono mai immutabili, e comunque prima dei vostri deogratias starei attenta ricordate articolo sulla presunta intervista a Mons Clemens e la successiva smentita......Barile si ricordi che la libertà di stampa termina quando le bugie hanno gambe corte

    RispondiElimina
  72. Barile è "famigerato"? Invece Catechumenium, Kiko, Camineo, ecc... Quelli non sono "famigerati"! Hanno armato una violenza mediatica schifosa, basata su pressioni e ricatti, senza basarsi su notizie certe e senza essere professionali... Quelli però NON SONO FAMIGERATI! E' "famigerato" BArile che invece la fonte e le basi le ha date.

    RispondiElimina
  73. spiegami caro piccolo stefano perchè le basi del Sg Barile sarebbero fondate e quelle di cathecumenium no chi ha fonti precise....? quelle che avoi piacciono di più? come l'articolo su moms clemens?

    RispondiElimina
  74. sulla presunta intervista a Mons Clemens e la successiva smentita......

    di quella smentita colpiva chi l'ha ricevuta la voce spaventata, al telefono, del Monsignore...

    RispondiElimina
  75. diceva jeff
    Per il resto, credo che la notizia sia vera e anche positiva, visto che godiamo nuovamente di una pur provvisoria ufficialità. C'è solo una nota negativa in tutto questo, ed è che dovremo sopportare questo blog per ulteriori 7 anni.
    Ma tanto, anche di fronte ad una approvazione definitiva, avreste comunque continuato a insozzare il web con il vostro fango.


    hai perfettamnete ragione .... meno male che ieri ero a godermi corpus Domini

    RispondiElimina
  76. mic hai raccolto tu la telefonata e te lo ha detto Barile Ricordi chi è mons Rilko?

    RispondiElimina
  77. Alessandra,

    te lo abbiamo spiegato un milione di volte!

    Ma come tutti i neocatecumenali, tu fingi di non sentire ciò che non ti va a genio, e ricominci daccapo con le tue menzogne, cercando di estenuarci!

    L'esempio più famoso è quello dell'ineffabile Korazym, sito web cripto-neocatecumenale, attualmente in "manutenzione" perché bisogna far sparire le tracce delle lievi ma significative critiche al Sacro Iniziatore del Cammino Ereticatecumenale.

    L'ineffabile Korazym ha azzeccato una raffica di figuracce, pubblicando sempre come "imminente" l'approvazione degli Statuti.

    Dopo la raffica di figuracce, a febbraio scorso, pubblicava un articolo dove si lamentava di aver dato per certe le notizie dell'approvazione... a causa delle voci diffuse dallo stesso Kiko Argüello!

    Voi neocatecumenali guardate la presunta pagliuzza di Barile, trascurando la sicurissima enorme trave che avete voi!

    Kiko vi insegna ad "amare i vostri nemici": ed infatti vediamo come avete sommerso di minacce ed improperi chiunque abbia pubblicamente fatto notare le storture del Cammino, incluso Gianluca Barile.

    RispondiElimina
  78. mic hai raccolto tu la telefonata e te lo ha detto Barile Ricordi chi è mons Rilko?

    no ...no...lo ha detto a barile la cugina de no sfaccimm incontrato a napoli in compagnia di uno che conosceva un altro che aveva un cugino che aveva visto uno che era stato alla domus.....
    insomma...
    FONTE ATTENDIBILE COME SEMPRE.....

    RispondiElimina
  79. mic hai raccolto tu la telefonata e te lo ha detto Barile Ricordi chi è mons Rilko?

    io non lavoro nella redazione di Petrus, ma sono abituato a dar credito a persone che penso lo meritino al di là dei vostri giudizi di parte

    So chi è mons Rylko e so anche quali sono i suoi credits

    RispondiElimina
  80. So chi è mons Rylko e so anche quali sono i suoi credits...

    APPUNTO MIC....GAME OVER PER TE!!!!

    RispondiElimina
  81. "di quella smentita colpiva chi l'ha ricevuta la voce spaventata, al telefono, del Monsignore..."

    mic, vorrei aggiungere che il monsignore che ha parlato al telefono con quelli di petrus aveva gia' avuto un ruolo poco chiaro nella morte di giovanni paolo primo, che sembra avesse intenzione di pubblicare una lettera pastorale contro il cammino neocatecumenale...

    visto che siamo di nuovo al fantavaticanismo da cabaret e al giornalismo "a' la petrus", direi che e' il momento di salutarvi e risentirci alla prossima notizia seria.

    ci risentiamo tra gli 8-10 dieci giorni previsti da tornielli per il decreto di approvazione.

    RispondiElimina
  82. mic, vorrei aggiungere che il monsignore che ha parlato al telefono con quelli di petrus aveva gia' avuto un ruolo poco chiaro nella morte di giovanni paolo primo, che sembra avesse intenzione di pubblicare una lettera pastorale contro il cammino neocatecumenale...

    ma che stai a dì?????
    ma piantala

    RispondiElimina
  83. APPUNTO MIC....GAME OVER PER TE!!!!

    ho detto che SO quali sono i suoi credits

    RispondiElimina
  84. ho detto che SO quali sono i suoi credits........

    chi te l'ha detto....MOGGI??????????????????????????????????????

    HAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

    RispondiElimina
  85. chi te l'ha detto....MOGGI??????????????????????????????????????

    continua pure a sghignazzare. Esiste ancora una Chiesa "sana"

    Io con Moggi non ho nulla a che fare e non c'entra nulla né in questa sede né altrove

    RispondiElimina
  86. Più i neocatecumenali fanno i bulli, e più cocente sarà la loro delusione.

    RispondiElimina
  87. Gesu' ci ha avvisati delle grande apostasia, e leggete anche Daniele nel capitolo 11 e intorno a quello. Gesu' non ci ha detto che l'essere cattolici avrebbe portato rose e fiori, ma una battaglia, interna alla stessa famiglia. E anche dentro la Chiesa c'e' una battaglia fra chi e' per il demonio e chi e'ì per Gesu' Cristo, una battaglia che finira' con la fine del mondo.

    "Non prevarranno!" ci dice Gesu', non ci dice che non combatteranno, ma che non prevarranno.

    Aspettiamoci in questi ultimi tempi di tutto da chi odia la Chiesa ed e' con il demonio, eretico e peggio ancora, che introduce simboli satanici nella Chiesa e tutti coloro che anche con le loro omissioni se ne fanno complici.

    Preghiamo perche' come ci ha promesso, dopo una piccola tribolazione, tutto si muti e si ristabilisca in Dio, cioe' che sia di nuovo nelle giuste strade di Dio e non dei compromessi umani, ogni cosa.

    Antonio Casini

    RispondiElimina
  88. IMPORTANTE: GLI STATUIT NON SONO ATTO DI MAGISTERO INFALLIBILE! E L'IGNORANZA IN CUI VENGONO LASCIATI APPOSTA I NEOCATECUMENALI, PER FARE LORO BERE OGNI COSA VENGA DALLA BOCCA DI kiko, POTREBBE PORTARE A CREDERE DA PARTE LORO SIA QUESTO, E COMUNQUE GLI STATUTI NON SONO STATI RISPETTATI PRIMA, FIGURIAMOCI ORA CHE VENGONO DATI NUOVI STATUTI PERCHE' SE NO L'EXPERIMENTUM E I SETTE ANNI SAREBBRO ANOMALI

    RICORDIAMOCI ANCHE CHE NESSUNA APPROVAZIONE DEFINITIVA PUO' ESSERE DATA A DEGLI STATUTI NOTORIAMENTE MOPNCHI DEL DIRETTORIO MAI APPROVATO

    SIGNORE, ABBI PIETA' DI CHI TI SPUTA IN FACCIA, E FA' RISPLENDERE SU DI NOI LA TUA LUCE E DONACI LA TUA FORZA, COSI' DA ESSERE COME GEREMIA, INSENSIBILI AGLI INSULTI ED AGLI SPUTI, ED A CHI CI SCHIAFFEGGIA DONACI DI SAPERE RISPONDERE CON UN SORRISO, ED IL LORO CUORE A POCO A POCO USCIRA' DALLE TENEBRE E SI CHIEDERA' COME MAI TUTTO QUESTO AMORE NON LO TROVANO NEI NEOCATECUMENALI ED IN NOI LORO NEMICI SI'.

    Antonio Casini

    RispondiElimina
  89. Che gusto c'è a parlare ancora facendo l'ipotesi dell'ipotesi dell'ipotesi.......????? Mah!!!!!!

    PER ANTONIO CASINI:
    che bella preghiera, peccato che la presunzione sia troppa, le parole ci sono e son giuste, ma alla fine ti perdi in una proclamazione esltante ed esaltata di essere nel giusto...come si fa ad essere così convinti di essere nel giusto assoluto se di giustizia assoluta si può parlare solo quando si è al cospetto di Nostro Signore?
    Io credo che in qualsiesi direzione vada a finire questa storia degli statuti e (in parte) del C.N. non si può essere così accaniti nel giudizio e mormorare così tanto, un buon cristiano lascerebbe che la volontà del Padre si compisse nei tempi e nei modi, senza volersi ergere a portatore di giustizia o a conoscitori delle vie che il Signore prepara per ognun di noi!

    Nel Qoèlet 3,1-15 leggiamo:
    1Per ogni cosa c'è il suo momento, il suo tempo per ogni faccenda sotto il cielo.

    2C'è un tempo per nascere e un tempo per morire,
    un tempo per piantare e un tempo per sradicare le piante.
    3Un tempo per uccidere e un tempo per guarire,
    un tempo per demolire e un tempo per costruire.
    4Un tempo per piangere e un tempo per ridere,
    un tempo per gemere e un tempo per ballare.
    5Un tempo per gettare sassi e un tempo per raccoglierli,
    un tempo per abbracciare e un tempo per astenersi dagli abbracci.

    6Un tempo per cercare e un tempo per perdere,
    un tempo per serbare e un tempo per buttar via.
    7Un tempo per stracciare e un tempo per cucire,
    un tempo per tacere e un tempo per parlare.
    8Un tempo per amare e un tempo per odiare,
    un tempo per la guerra e un tempo per la pace.

    9Che vantaggio ha chi si dà da fare con fatica?

    Aspettiamo in pace con noi e con gli altri e viviamo da buoni cristiani!!!

    Shalom

    RispondiElimina

I commenti vengono pubblicati solo dopo l'approvazione di uno dei moderatori.

È necessario firmarsi (nome o pseudonimo; non indicare mai il cognome).

I commenti totalmente anonimi verranno cestinati.