sabato 27 ottobre 2012

Appello ad un fratello neocatecumenale

Oggi è sabato: stasera i "kikos" disubbidiranno ancora una volta alle «decisioni del Santo Padre». Faccio appello al buon cuore e alla retta ragione di un fratello delle comunità neocatecumenali intervenuto su questo blog.


"Momento della Comunione"
ad una celebrazione del sabato sera
Su questo blog abbiamo riflettuto insieme tante volte su come l'eresia si nasconda nelle ambiguità, su come Kiko inganna i suoi seguaci, su come il Cammino non segue le decisioni del Papa, ecc., articoli che prima di proseguire la discussione ti consiglio caldamente di leggere (con attenzione e con onestà intellettuale: non significa che devi darci automaticamente e preventivamente ragione, ma nemmeno significa che devi darci automaticamente e preventivamente torto).

Nella mentalità dei neocat, anche quando spara corbellerie, Kiko è sempre san Kiko, "il santo vivente".

Dato che le corbellerie di Kiko sono piuttosto frequenti, i neocatecumenali non hanno altra scelta: o evitano di interrogarsi oppure rischiano seriamente di intuire che il Cammino è zeppo di errori e che il "dono dello Spirito" riguarda solo la bontà di cuore dei più semplici, quelli che ancora non sospettano storture, eresie, disubbidienze (cose che non vengono certo dallo Spirito).

Baciando la "reliquia" che
il "profeta" ha "santificato"...
Kiko non vi dirà mai esplicitamente «dovete essere eretici», non vi dirà mai «disubbidiamo al Papa», non vi dirà mai «siate scismatici». Però voi nel seguirlo vi trovate a professare idee non proprio cattoliche, liturgie diverse da quelle della Chiesa, separatismi e rapacità contro il resto della Chiesa...

Quando il Papa comunicò al "tripode" le proprie decisioni, Kiko, Carmen e don Pezzi risposero per iscritto: «siamo contentissimi delle norme» e poi hanno disobbedito alle parti più importanti di quelle norme (e qualche anno dopo Kiko si è perfino fatto beffe delle norme del Santo Padre: «ora è il Papa a dover combattere con Arinze»).

Oggi è sabato: stasera, in tutte le comunità neocatecumenali si continuerà quella disobbedienza a Giovanni Paolo II e Benedetto XVI (guarda il tizio cerchiato in questa foto seduto in attesa del "segnale").

«Quando si fu avvicinato all'accampamento,
vide il vitello e le danze...»
Tu hai ovviamente un terrore nero di riconoscere tale disobbedienza, perché poi corentemente ti toccherebbe ammettere che se tutte le comunità neocatecumenali disubbidiscono, allora è Kiko a guidarvi nella disubbidienza al Papa, è Kiko il vostro idolo intoccabile (nessuno osa ubbidire al Papa, nessuno osa fare qualcosa che Kiko non ha comandato!).

Tutto questo non cambia nemmeno di uno iota anche di fronte a persone che desiderano vivere la santità, la missione, la carità... anche di fronte a centinaia di "seminari RM", a centomila "alzate", a tanti "trionfi" del Cammino, poiché il buon cuore dei singoli non è in discussione: è invece in discussione ciò a cui affidi la tua anima. Una buona pecora affidata ad un lupo, che fine fa?

Oggi è sabato e tu, caro fratello "Kikos", scrivi che stasera non avresti disubbidito ad alcun Papa.

E Kiko disse al card. Cañizares Llovera:
«guardi come alla Comunione stiamo tutti seduti»
Ciò che tu tenti di nascondere perfino a te stesso è che Giovanni Paolo II e Benedetto XVI vi hanno esplicitamente comandato di seguire il Messale in uso per tutta la Chiesa (dunque vietando tutti i vostri strafalcioni liturgici, a cominciare dalla comunione "seduti in attesa di consumarla, dopo averla ricevuta con una breve alzata in piedi").

E quindi, per dimostrare (a te stesso più che agli altri) che ti fidi del Cammino, ti arrampichi sugli specchi, dichiari (contro ogni evidenza) che non state disubbidendo, fai finta di non sentire le notizie che non ti garbano, avverti l'urgenza di cambiare discorso ogni volta, tenti in ogni modo di zittirci e di stancarci (per evitare che noi insistiamo a ricordarti ciò che vuoi ignorare e dimenticare)...

I neocatecumenali arrivano persino a mentire, pur di difendere il Cammino.

Cagliari: kikizzazione completa
della parrocchia al Poetto
Non solo: arrivano persino a mentire a sé stessi pur di giustificare la propria appartenenza al Cammino.

Ogni menzogna, per essere "coperta", ha bisogno di una menzogna ancora più grande. E così si entra in un circolo vizioso assurdo e diabolico.

Tanto per esempio, ti invito a riflettere onestamente sulle circostanze della lettera "Ogniqualvolta": sei costretto a costruire un castello di menzogne pur di poter continuare a dire che "il Papa vi approva". Hai un tragico bisogno di credere tu stesso a quella mistificazione, perché sarebbe per te doloroso scoprire che Kiko e Carmen ti hanno ingannato (e quindi che potrebbero averlo fatto in molte, moltissime altre occasioni).

Nello Statuto del Cammino
non c'è nessun obbligo della "decima",
tanto meno per realizzare le Domus...
Riflettici con calma: per esempio pensa a quante volte ti sei chiesto come mai certi cosiddetti "catechisti" (e ancor più gli "itineranti") fanno la bella vita, vanno alle convivenze con abiti eleganti e ricercati, sembrano esser capaci soltanto di comandare e di raccogliere soldi... E tu, invece, che per vivere il Cammino ti privi anche del centesimo pur di non fare brutta figura con la decima e con le continue raccolte fondi... Quella "casta neocatecumenale" usa il Cammino come uno strumento di lusso, come un copione da recitare per poter continuare a godere dei tanti privilegi; probabilmente loro stessi non ci credono più da molto tempo, ma hanno bisogno che i poveracci, dal basso, continuino a stare al gioco e a finanziare faraoniche opere e faraoniche mangiate...

È comprensibile (anche se non giustificabile) che tu abbia un terrore nero di scoprire che il tuo "cammino di fede" è costruito sulle ambiguità e sugli inganni, costruito sfruttando la tua buona fede e la tua capacità di negare l'evidenza, costruito sfruttando il tuo desiderio di convertirti e la tua propensione a mentire anche a te stesso pur di non uscire da tale "esercito di Pulcinella", sapendo bene che i tanto amati "fratelli di comunità", una volta che ti hanno etichettato come un "giuda", ti considerano un "non-persona" anche se per più di venti-trent'anni avevate condiviso tutte le cose importanti della vita.

Scoprire di essere stato ingannato dal Cammino non è la fine del mondo. La verità è come una medicina indigesta: ci vuole coraggio per accettarla, ma poi guarisce e libera.

"Tabernacolo a due piazze":
per i neocatecumenali la Bibbia merita
lo stesso culto del Santissimo Sacramento,
come se la Presenza Reale fosse solo... simbolica
Spero che tu, stasera, rientrando dalla celebrazione kikista-carmenista, abbia avuto anche un solo attimo per aprire gli occhi e chiederti: ma davvero queste pagliacciate servono alla salvezza della mia anima? davvero questa chiassosa messinscena sarebbe "liturgia"? davvero quei venti secoli di santità abituati al silenzio e all'inginocchiarsi e alla sacralità della liturgia, erano un errore a cui solo Kiko nei tempi odierni ha posto rimedio? Davvero il Concilio Vaticano II pretende che si promuovano strafalcioni liturgici e si insegnino corbellerie dottrinali? Davvero il Cammino Neocatecumenale è "frutto" del Vaticano II? Davvero stavamo obbedendo alle «decisioni del Santo Padre»?

Vedi, non è importante "chi" ti suggerisce di ragionare, non è importante "chi" ti indica i lati ambigui del Cammino che tu finora ti ostini a negare; non è importante il "dove" stanno scritte certe cose, ma solo se quelle cose sono vere.

Si fa presto a rifugiarsi negli slogan di Kiko e Carmen, comodissimo spegnere il cervello ed attivare il ripetitore automatico delle loro fandonie, facilissimo gridare furiosi «Kiko ha il carisma e parla sotto ispirazione divina, chi sei tu per giudicarlo?»

Aver paura della verità significa trasformare la propria fede in una recita sperando sotto sotto di ingannare non solo chi ci sta intorno, ma anche Nostro Signore.

Quando ci ritroveremo al giudizio universale, si sentiranno tanti neocatecumenali lamentarsi a gran voce: "Ma come, Signore? noi eravamo Approvati! noi eravamo Dono dello Spirito! noi avevamo lo Statuto! ma come ti permetti, Signore? Tu giudichi!"

108 commenti:

Anonimo ha detto...

ma tu non stai bene

Anonimo ha detto...

Interessante, tu conosci già come andrà il Giudizio Universale...
Questo è l'apice del vostro delirio.
Preghiamo per voi.
La pace.

Er basito

jp ha detto...

Visto che parli di giudizio universale, tripudio, ricordati che per aver detto che gli itineranti fanno soldi e fanno la Bella vita alle spalle della gente, per questa menzogna vergognosa, ricordati che sarai giudicato.

Luisa ha detto...

Basito, basito de che?
Delle domande che byTripudio suggerisce alla tua coscienza?
Niente riesce a smuovere la tua coscienza?
Vuoi continuare a mentire a te stesso, a rifiutare di toglierti i paraocchi che ti fanno vedere la vita con il solo punto di vista kikocarmeniano?
Vuoi continuare a pretendere che stasera quando te ne starai seduto al momento della Comunione , quando ascolterai lunghe monizioni e risonananze, non starai disobbedendo al Papa?
Vuoi continuare a credere ciecamente quel che ti è detto nel cnc e evitare di porti le buone domande e verificare se parole e gesti sono conformi a ciò che insegna e comanda la Chiesa?
Sei totalmente impermeabile a tutto ciò che potrebbe mettere a rischio le certezze granitiche che ti sono state inculcate nel "cammino" dopo averti svuotato dei tuoi falsi concetti di te e di Dio?

Potrei essere basita, ma non lo sono, sappiamo fino dove può spingersi quel condizionamento, nessuna sorpresa dunque leggendo le tue quattro righe, al limite, come nel thread precedente una forma di tristezza nel vedere i risultati di certi metodi, tristezza e anche sconcerto nel constatare che chi sa, tace, che chi dovrebbe avere un dovere-diritto di ingerenza negli affari interni del cnc non lo esercita.

La verità vi farà liberi. ha detto...

"Tabernacolo adue piazze": per i neocatecumenali laBibbia merita lo stesso culto del Santissimo Sacramento, come se la Presenza Reale fosse solo... simbolica

Direi che per la setta la Parola è più importante... visto che il Tabernacolo sta sotto.

La verità vi farà liberi. ha detto...

@Er basito

Dovresti esserlo per quello che fai, con gli adepti alla tua stessa setta, ogni sabato sera.

Non c'è bisogno di sapere come andrà il Giudizio Universale per immaginare che vi verrà chiesto conto delle eresie che sostenete e praticate e dello scisma che portate avanti.

Anonimo ha detto...

30anni

Una domanda agli esperti liturgici. Durante la 50na l'ingresso della comunità nella sala avviene in processione (e con le vesti bianche) due a due dietro ad un fratello portatore di turibolo che è seguito da un fratello portatore della croce astile che è seguito da un fratello che porta con le braccia sollevate la Bibbia (contenuta in un portabibbia d'argento) indossando il velo omerale che si usa per il Santissimo.
Volevo chiedere se è previsto nella Chiesa che la Bibbia possa essere portata in questo modo o c'è qualche impedimento al riguardo.

by Tripudio ha detto...

Caro fratello jp,

sei proprio sicuro che la verità sarebbe che i cosiddetti "catechisti" fanno tutti una vita sacrificatissima?


Caro fratello Er basito,

hai provato a leggere il resto della pagina o ti sei limitato al titolo e all'ultima riga?
E dei tanti link presentati, non ne hai cliccato nemmeno uno?


Caro fratello delle 9:28,

da cosa ti viene tanta sicurezza sul mio stato di salute?


Coraggio, oggi è sabato, coraggio, fratelli, fatevi coraggio, prendete coraggio, e ribellatevi ai cosiddetti "catechisti" che vi comandano di celebrare la liturgia contrariamente alle «decisioni del Santo Padre».

Quello che c'è nel vostro cuore, Dio lo vede, i cosiddetti "catechisti" no!


Rispondo infine al commento delle 13:01 dicendo che in quel loro caso, ciò che conta non è "quale norma avrebbero infranto", ma il fatto che danno alla Bibbiaoio gli onori riservati al Santissimo Sacramento (e Kiko se ne vanta persino col cardinale Cañizares, affermando che il cardinale non avrebbe obiettato a quell'abuso).

Come se i neocatecumenali pensassero che "il Verbo si è fatto carta". Come se Nostro Signore anziché comandare di battezzare e insegnare, avesse detto di limitarsi a leggere la Bibbia... e limitarsi a cantare solo i canti di Kiko.

Ruben02 ha detto...

"jp ha detto...
Visto che parli di giudizio universale, tripudio, ricordati che per aver detto che gli itineranti fanno soldi e fanno la Bella vita alle spalle della gente, per questa menzogna vergognosa, ricordati che sarai giudicato"

Se è per questo la bella vita la fanno anche i Catechisti in conformità al "grado" raggiunto.
Se così non fosse,non avrebbero l'animo ed il cuore, di sfruttare economicamente
e non gli adepti.
Quanto il tuo "stile-anatema",potrei cominciare a preoccuparmi,solo se un'osservazione del genere,peraltro infondata,me la facesse il Papa.

Anonimo ha detto...

"Volevo chiedere se è previsto nella Chiesa che la Bibbia possa essere portata in questo modo o c'è qualche impedimento al riguardo."

No non è previsto da nessuna parte che la bibbia si porti così.
La liturgia prevede che il dicaono o in sua assenza anche un lettore con indosso idonea veste liturgica (l'alba) porti l'Evangeliario alla processione di ingresso e lo posi sull'altare da cui poi lo prenderà che legge il Vangelo.
Quindi la liturgia parla solo del Vangelo, inoltre questo nella processione di ingresso va posto subito prima dei presbiteri e quindi non è dettoc he venga dietro alla croce ai candelieri ed al turibolo.
Come vedi di abusi ce ne sono anche troppi.

Anonimo ha detto...

Ma tu non stai bene"...perchè ?

Non è forse vero che disobbedite al Papa e obbedite a Kiko Arguello?
È forse sbagliato dire che preferite (ammesso e non concesso che ad un certo livello di condizionamento sia possibile scegliere)non interrogarvi per non rischiare di constatare che quel che si dice qui, ma non solo qui, è vero e così scoprire ciò che nel cammino nc è irregolare e non conforme alle norme della Chiesa e alla dignità dell`essere umano?

Non vi rendete conto che la vostra programmazione, lo svuotamento che avete subito e state subendo, fa di voi delle marionette obbedienti, con lo stesso linguaggio, le stesse reazioni, con, purtroppo,le stesse giustificazioni-menzogne?
No, non potete rendervene conto, non ancora, ma molti ci sono riusciti, molti sono usciti da quella programmazione che aveva annullato la loro identità.

Puoi forse provare che quel che descrive by Tripudio circa la vostra disobbedienza alle norme del Papa e le circostanze della lettera "Ogniqualvolta" è falso?
Vuoi forse negare che il cammino nc è per i neocatecumenali la prima delle priorità? Prima il "cammino"con le sue norme, con le sue obbligazioni, poi tutto il resto, prima quel che dicono Kiko e i suoi ripetitori catechisti, poi quel che dicono la Chiesa e il Papa.
Puoi negarlo?
Sì, purtroppo lo puoi,la tua sola scusa è che, per il momento, non puoi fare altrimenti.
P.

Anonimo ha detto...

Questo blog è mostruoso! E' impossibile in così poco spazio scrivere tante menzogne contro fratelli che professano la stessa fede. Il Cammino non è fatto per voi? Bene! Ve ne siete andati?Bene! Ma lasciate in pace quelli che invece attraverso il cammino hanno incontrato Gesù Cristo e hanno cambiato vita, come il sottoscritto.IlPapa ci ama, la Chiesa ci ama, anche se voi non ci amate. Che il Signore vi perdoni. P.s. I catechisti itineranti della mia Regione erano ricchissimi, hanno venduto tutto, si sono fidati della Parola, e vi assicuro che or anon fanno "vita da nababbi", anzi...
Elio

punto e basta ha detto...

sono punto e basta di ieri

1) Lino scrive in un commento precedente che non si deve mai attaccare la persona ma sempre e solo argomentare ebbene mi domando come mai proprio lui mi dia del fallito, dica che non ho capacita di pensiero, che sono un abietto e devo vergognarmi

2) voi gestori del blog non pubblicate e denigrate ogni forma di offesa anche velata rivolta a voi o a chi la pensa come voi. come mai invece se si offende me va bene?! e non parlo solo di quello che ha scritto lino ma pure luisa e laverità

3) non capisco come mai o una persona la pensa come voi oppure è un deficiente (nel senso che manca di ogni forma di pensiero autonomo)

4) conosco solo due itineranti ebbene uno è stato piu notti in carcere sotto il regime comunista negli anni ottanta e l'altra in africa si è presa una raffica di pallottole mentre era in jeep dunque ditemi voi dov'è il lusso in un carcere e dove la bella vita nei proiettili

- che a voi non piaccia la nostra evangelizzazione o meglio, che per voi quella degli itineranti non sia per nulla evangelizzazione da qui a dire che partono per far la bella vita ne passa parecchio

5) avendo detto che una persona dopo aver sistemato i figli non debba piu curarsi economicamente di loro ma puo spendere i soldi come vuole mi avete dato del cinquantenne senza figli frustrato. invece ho ventidue anni, i miei mi mantengono e mi danno tutto il necessario. ma non ho nessuna pretesa sul fuuro, quando mi sposerò mi arrangerò e sicuramente non andrò a guardare come spendono i soldi. perche i loro soldi son soldi loro non sono soldi miei che mi spettano quando moriranno

6) pubblicate tranquilli il commento tanto è il mio terzo e ultimo. entro in una discussione se c'è da discutere non se o scrivo come volete voi oppure vengo randellato!

punto e basta ha detto...

anzi il mio ultimo commento sarà il quarto!

o una persona pensa come voi oppure è malata, gli è stato lavato il cervello, è stupida, è incapace di ragionare da sola, è cieca, condizionata

e domandate all'anonimo basito di che?? basito di tanta superbia e arroganza!! osservatorio secondo verita! seee, secondo la vostra di verita!

Anonimo ha detto...

w
per fortuna ho avuto da fare, ma avevo comunque deciso di venire in discarica meno possibile, mi dispiace solo che riderò anche di meno, le vostre congetture sono davvero esilaranti.....
grazie a Dio oggi è sabato, e non essendo andato con la mia amante ieri sera, ho preparato due azzimi, (per fortuna siamo riusciti a trovare altri presbiteri, e quindi saremo solo tre comunità a celebrare insieme...150 ) le altre otto comunità si dividono in due e così potranno celebrare dignitosamente, sapete la nostra chiesa ha una capienza di 200 persone, cosa possiamo farci se siamo 500.
ovviamente useremo i libri liturgici della chiesa (non ne abbiamo altri), ci comunicheremo come prevede lo statuto, e come ha dettato Benedetto XI il venti gennaio, (io c'ero non ho bisogno che me lo raccontino), e voi continuerete a strombazzare le vostre ipotesi, senza il minimo riscontro da parte della chiesa di roma.

mi chiedo davanti a Dio chi sta meglio.

p.s. se avete un briciolo di dignità lasciate in pace Giovanni P.II, la sua lettera ogniqualvolta è stata scritta con un amore al cammino immenso, farla passare per un tarocco è di un infimo che non si può dire, se riusciste a uscire dalla stanzetta del vostro pc, e chiedere al suo ex segretario, vi spiegherebbe tante cose, ma lo so voi preferite gli anonimi.

strl ha detto...

Caro Jp & Co,
Volete forse negare che x i catechisti (di un certo livello, ovviamente) il loro vero e quasi sempre unico lavoro, con il quale si mantengono se stessi, la moglie e 5-10 figli a seconda dei casi è quello di fare le catechesi Kikiane?

Volete forse negare che, tanto per fare un esempio, famiglie itineranti fanno un lavoro ridicolo (tipo lavapiatti) + fanno le catechesi e da questa combinazione mantengono famiglie di 7-10-15 persone a seconda dei casi?

Volete forse negare che Kiko ha creato una schiera enorme di pittori itineranti (saranno almento, considerando i figli 300 (ero presente alla tenda quando li nomino)) ed il loro vero ed unico lavoro è andare a dipingere in giro gli "sgorbi" kikiani?

Forse non faranno TUTTI "la bella vita" ma sicuramente per quello che fanno se la passano scandalosamente bene!
Altro che partire senza borsa e bisaccia!

Anonimo ha detto...

APPELLO A TUTTI GLI OSSERVATORI

per favore lasciateci in pace, siamo padroni o no di fare quello che vogliamo?, siamo liberi di spendere i nostri soldi come vogliamo?
vi assicuriamo che quando sarà la SANTA MADRE CHIESA a chiedercelo, ubbidiremo subito, ma se siete voi.....
scusatemi se non scrivo tutta la pappardella per convincervi a lasciarci in pace, ma ancora non sono disturbato fino a questo punto

Anonimo ha detto...

w
le accuse fatte da strl, lette da una persona sensata farebbero dire, dai almeno uno straccio di prova di quello che dici altrimenti, fai almeno qualche nome.
parlare come fai tu è come stare all'asilo dove parlano di babbo natale, solo che li sono tutti bambini

by Tripudio ha detto...

14:51 - Questo blog è mostruoso!

15:25 - A voi non piace la nostra evangelizzazione

15:29 - Basito di tanta superbia e arroganza

17:33 - Ci comunicheremo come prevede lo Statuto

18:20 - Per favore lasciateci in pace, siamo padroni o no di fare quello che vogliamo?


Questo genere di commenti è sufficiente a spiegare molte cose della mentalità neocatecumenale.

Il filo conduttore di quegli interventi (e di quasi tutti gli altri neocatecumenali da quando fu aperto questo blog nel 2006) è sempre lo stesso: i neocatecumenali gridano "noi siamo così e basta", cioè a immagine e somiglianza dei due cosiddetti "iniziatori".

Essendo convinti di dover essere "così e basta", si sentono obbligati a respingere con sdegno qualsiasi cosa che non lodi i due sacri fondatori. A costo di respingere lo stesso Santo Padre, nascondendosi dietro una menzogna: "Ci comunicheremo come prevede lo Statuto": eppure sanno benissimo che lo Statuto Neocatecumenale non comanda di sedersi, non comanda di usare pagnotte e insalatiere, non comanda di aspettare il segnale per manducare tutti insieme...

E poi, come sempre, ne fanno una questione di gusti: "a voi non piace la nostra evangelizzazione". Come se Nostro Signore avesse detto: "Andate e ammaestrate tutte le genti... ognuno a modo suo! dopotutto nella liturgia e nella dottrina ognuno è padrone di fare come gli pare!"

Anonimo ha detto...

ALL'ANONIMO CHE HA DETTO: Il Cammino non è fatto per voi? Bene! Ve ne siete andati?Bene! Ma lasciate in pace quelli che invece attraverso il cammino hanno incontrato Gesù Cristo e hanno cambiato vita, come il sottoscritto.IlPapa ci ama, la Chiesa ci ama, anche se voi non ci amate..MA CHE STAI DICENDO?????LASCIARVI IN PACE?????COMINCIATE AD AMARE QUELLI CHE SONO USCITI DAL CAMMINO VISTO CHE SAPETE AMARE I NEMICI! VERGOGNA A DIRE CHE VOLETE ESSERE LASCIATI IN PACE, QUANDO A QUEI POVERI FRATELLI CHE SE NE VANNO (NON PER USCIRE DALLA CHIESA MA SOLO DAL CAMMINO) NON GLI DATE TREGUA NE' PACE COL VOSTRO SILENZIO E CON LA VOSTRA INDIFFERENZA! E' QUESTO L'AMORE? NO! IL VOSTRO NON E' AMORE, NON AVETE UN CUORE TUTTI FREDDI E ROBOTIZZATI!

Anonimo ha detto...

Pax.
Cada vez que leio essa monstruosidade que vocês chamam de blog- para desvendar a verdade Catecumenal; percebo como o Caminho NeoCatecumeal é uma preciosidade, e Kiko, Carmeme e Pe. Mário são iluminadão e são nossos grãos-Catequistas.... enquanto o que está em jogo é a nossa conversão, para conseguirmos a conversão!!!!
Sempre rezo por vocês, pois se professamos a mesma fé não tem a necessidade de todas essas acusações. Mas é assim mesmo, por isso percebemos e colhemos os frutos dentro do Caminho...Como é maravilhoso, ser Catecúmeno.
Ah, e daqui a pouco irei para a Eucaristia, e receberei Cristo em duas espécies, a mais completa.

Abraços fraternos.

Ruben02 ha detto...

@W

"w
le accuse fatte da strl, lette da una persona sensata farebbero dire, dai almeno uno straccio di prova di quello che dici altrimenti, fai almeno qualche nome."

Un po di buon senso delle cose:

in italia avete 5.500 comunità,la fonte è vostra;facciamo 30 persone per comunità e fanno 165.000 adepti.
In un paese come il nostro,notorio perchè "nessuno si tiene un cecio in bocca",vuoi che le cose non si risappiano?
Fare nomi?Perchè continuate a "personalizzare",non contano le persone, contano i fatti.

strl ha detto...

caro anonimo,
le mie non sono accuse ma deduzioni logiche di chi ha visto, conosce, ha parlato e parla con itineranti e catechisti.

Ma non penserai che gli itineranti vanno in africa a fare la fame come dei barboni!? Vanno nei quartieri dei bianchi e ricevono cibo italiano direttaemnte dall'Italia (ho spedito pacchi personalmente con i viveri...).

Non penserai che vanno a Parigi a vievere in baracche! Vanno in ville prestate da altri fratelli di comunità con 2 BABYSITTER FULL TIME per guardare i loro 5-8 bambini e "aiutare" la mamma...
Il lavoro che permette di mantenere tutto cio'??
Secondo te, basta che il capofamiglia faccia il lavapiatti per guadagnare quei 5-6 mila euro (minimo se sai fare 2 conti) mensili necessari per mantenere tale tenore di vita?
O invece il lavapiatti è solo un lavoro "di copertura" perché il vero lavoro è catechizzare?

Non penserai che Kiko va in alberghetti da 4 soldi. Al RM di Macerata ha anche la jacuzzi nella sua camera personale.

Ti rinnovo la sfida.
Dimmi te se non è così!
E portala te qualche straccio di prova che queste cose, che sono evidentissime per chi non ha le fette kikiane sugli occhi, non sono vere!

Luisa ha detto...



"Questo blog è mostruoso! E' impossibile in così poco spazio scrivere tante menzogne contro fratelli che professano la stessa fede."

Come volevasi diomostrare, totale incapacità di mettere in questione anche una sola virgola dell`idolo, si passa all`insulto nell`illusione di cancellare in chi legge la capacità di riflettere con la propria testa, banale tentativo.
Se LEX ORANDI, LEX CREDENDI ha ancora corso nella Chiesa, e sembrerebbe di sì visto che è stato sovente citato in questi ultimi tempi da diversi prelati, e non dimentico il Papa, mi duole dire che, visto la vostra prassi liturgica, non considero che professiamo la stessa fede, è forse anche consapevole della non conformità della vostra prassi ai libri liturgci, e memore della vostra disobbedienza alle sue norme, ascoltando anche chi fra i suoi confratelli ha fortemente attirato la sua attenzione e domandato un suo intervento, che il vostro modo "altro" di celebrare l`Eucaristia è all`esame di una Commissione per volere del Papa.
E dicendo che non sento di condividere la stessa fede con gli aderenti del cnc, non mi rallegro di certo, perchè penso alla generosità, alla disponibilità, di così tante persone che seguono un cattivo maestro mettendolo su un piedstallo invece di seguire il Papa e le norme della Chiesa.

La verità vi farà liberi. ha detto...

" Non penserai che Kiko va in alberghetti da 4 soldi. Al RM di Macerata ha anche la jacuzzi nella sua camera personale."

Avete mai provato a fare il conto di quanto "gira", a livello mondiale, solo di decima ogni anno nel mondo delle comunità? Io si, e viene fuori una cifra MOSTRUOSAMENTE GRANDE!

Ora:
Kiko é un uomo, i catechisti sono uomini, i responsabili di comunità sono uomini, gli itineranti sono uomini e hanno pure famiglia numerosa.
Poi:
L'uomo è debole.
Infine:
I soldi sono tanti e l'occasione fa l'uomo.....

Risultato:
a) catechisti, pensionati INPS da 1. 300€, che girano in auto da 45.000€ (conoscenza personale)
b) itineranti, praticamente disoccupati, con 6. 000€/mese di disponibilità economica
c) fondatori con la Jacuzzi in camera
d) responsabili di comunità che sembrano avere vinto al superenalotto

Non tutti certo, tanti però....

La verità vi farà liberi. ha detto...

" E' impossibile in così poco spazio scrivere tante menzogne contro fratelli che professano la stessa fede."

Permettimi: scrivere tutte queste VERITA' DOCUMENTATE, parlando di FRATELLI CHE CREDONO DI PROFESSARE LA STESSA FEDE ma che in realtà sono profondamente ERETICI.

Mi sembra più corretto scrivere così.

Luisa ha detto...


"ovviamente useremo i libri liturgici della chiesa (non ne abbiamo altri), ci comunicheremo come prevede lo statuto, e come ha dettato Benedetto XI il venti gennaio,"

Falso.
Questa sera, fra poco, NON rispetterete i libri liturgci, farete lunghe MONIZIONI, che dovrebbero essere brevi e eventuali,
farete lunghe RISONANZE CHE NON SONO PREVISTE DAI LIBRI LITURGICI, ammesse solo ECCEZIONALMENTE e in GIORNATE PARTICOLARI,
vi comunicherete non nel modo usuale della Chiesa cattolica, e facendolo disobbedirete al Papa che è stato MOLTO CHIARO nel dicembre 2005.$
L`art. 13 dello statuto è il frutto della disobbedienza di Kiko Arguelllo e della battaglia condotta alle spalle del Santo Padre, è in uno statuto consegnato SENZA l`approvazione della Congregazione per il Culto DIvino, grave anomalia, ma è chiaro che il Papa non sconfesserà chi ha tradito la sua fiducia, ha taciuto durante molti lunghi mesi, questo suo silenzio dovrebbe farvi riflettere, come dovrebbe farvi riflettere e molto quel che vi ha detto il 20 gennaio che ha così tanto irritato Kiko Arguelllo e i vostri catechisti.
Ma quel che grave è che non solo disobbedite al Papa, ma mentite quando dite che vi comunicate in piedi, dunque non rispettate nemmeno lo statuto, vi comunicate SEDUTI E TUTTI INSIEME con il Sacerdote.
Una prassi che non è cattolica, che non è prevista dai libri liturgici.
Potete continuare a mentire, non traformerete in verità le vostre menzogne.

Lino ha detto...

@ Punto e basta che ha detto:
"1) Lino scrive in un commento precedente che non si deve mai attaccare la persona ma sempre e solo argomentare ebbene mi domando come mai proprio lui mi dia del fallito, dica che non ho capacita di pensiero, che sono un abietto e devo vergognarmi"
Io, finora, ho sempre argomentato e mai - ribadisco mai - ho ricevuto una risposta degna di un catechista o di un catechizzando, di una persona che stia facendo un cammino cristiano. Mi riferisco alla questione del fango, per esempio, o del Giuda "necessario".
Quando, però, leggo una concezione che predica che gli obblighi dei genitori - anche quando stiano economicamente bene - verso i figli si esauriscono con il completamento degli studi, e questo perché è giusto foraggiare con donazioni e lasciti una specie di setta (che va per il mondo a fare concerti milionari pagando le spese a centinaia di orchestrali), m'infurio. M'infurio perché nel Paese nel quale viviamo la legge afferma che il dovere all'assistenza si protrae sino a quando un figlio non abbia raggiunto la propria indipendenza economica. M'infurio perché questa indipendenza economica, con gli scenari in atto, è un miraggio per centinaia di migliaia di giovani. M'infurio perché, con l'atipicità dei contratti di lavoro, anche i più fortunati che hanno un lavoro precario non riceveranno mai una pensione decente per sopravvivere in vecchiaia. M'infurio perché qualche casa donata a Kiko avrà nel futuro, per contropartita, un figlio senza-tetto.
Io non ho scritto che sei un fallito o che hai un pensiero incapace: ho scritto che ti devi vergognare per le cose che scrivi, che hai un pensiero debole e devastato (dal Cammino). Rafforzalo e restauralo, studiando seriamente i Vangeli. Potrai scoprire che il fico fu maledetto da Gesù in due episodi che stanno immediatamente a monte e a valle della cacciata dei mercanti dal Tempio. Altro che fratello che "non produce frutti" nel Cammino e viene "tagliato" dal catechista!

Anonimo ha detto...

Avete poco da nominarvi difensori della Chiesa.
La Chiesa Cattolica non ne ha bisogno.
Invece, con il vostro modo di fare, in questo blog, fate apparite problematica la santità della Chiesa.
Con le vostre esternazioni più che far emergere il problema NCN, manifestate la pretesa di essere l'unica regola giusta, ed è proprio questo un ostacolo alla fede per quelli che vorrebbero avvicinarsi a Cristo.
Dai vostri discorsi risalta solo l'ambizione dell'apparire, del potere, rappresentate un teatro di gente che con la pretesa di amministrare il vero cristianesimo ufficiale ostacolate veramente il vero spirito del Cristianesimo.
La Chiesa non ha bisogno di voi in quanto la chiesa continua ad essere quella che, attraverso il dono del Signore Dio, Padre di Gesù,ha santificato e nella quale la santità del Signore si rende presente fra gli uomini "nonostante tutto". E' santità che risplende come santità di Cristo in mezzo al peccato della Chiesa, al peccato di chi è nella Chiesa. Potrà sembrare un paradosso, anzi, lo è, ma la fedeltà di Dio si intreccia con l'infedeltà dell'uomo oggi come ieri.
Non c'è però bisogno, con il vostro blog, di alimentare chi già critica la Chiesa ed è sempre pronto a gridare allo scandalo.
O forse voi volete sbattere la porta ed uscire ?

Lino ha detto...

P.S.
Al punto 5) del commento 27 ottobre, 2012 15:25 hai scritto:
"avendo detto che una persona dopo aver sistemato i figli non debba piu curarsi economicamente di loro ma puo spendere i soldi come vuole"
Mi era sfuggito questo punto.
E no, amico, mio! Il tuo pensiero è in disaccordo con te stesso. Tu non avevi scritto "dopo aver sistemato i figli", avevi affermato:
"i tuoi genitori ti hanno dato la vita, ti hanno mantenuto, ti hanno cibato, dato di poter studiare punto e fine!! ora alla tua famiglia devi pensarci te non loro!..." (commento 26 ottobre, 2012 20:42).
"Dato di poter studiare punto e fine" significa che ti metti la legge sotto i piedi e che, dipendesse da te, gli spazi sotto i ponti sarebbero pieni di diplomati e laureati "punto e fine".
Rileggiti e rielabora anche questo pensiero, revisionando il verbo "sistemati" che significa tutt'altro.

mic ha detto...

Con le vostre esternazioni più che far emergere il problema NCN, manifestate la pretesa di essere l'unica regola giusta, ed è proprio questo un ostacolo alla fede per quelli che vorrebbero avvicinarsi a Cristo.

Stai farneticando?

Quale unica regola giusta? Non ti accorgi neppure che non facciamo altro che citare il Magistero della Chiesa?

Non parliamo da noi stessi, ma testimoniamo la nostra fede cattolica!

Piantatela con questi proclami da quattro soldi: uno la fotocopia dell'altro.

La verità vi farà liberi. ha detto...

http://neocatecumenali.blogspot.it/2012/03/per-la-credibilita-del-cammino-di-fede.html

Sì è saputo nulla sul processo?

DG ha detto...

@JP a Er basito a Elio a LASCIATECI STARE (potrei dirlo anch'io in effetti) e a tutti gli altri anonimi:

ma guardate che NESSUNO vuole convincervi di uscire dal cammino.

Quindi perchè vi preoccupate, perchè vi arrabbiate? Di cosa avete paura? Forse avete paura di leggere qualcosa che possa destabilizzarvi?
Restate nel cammino!
Stateci per sempre o almeno fino a quando capirete che tutto questo "amore gratuito" sbandierato ai 4 venti durante le catechesi e i primi tempi, non è poi cosi' "gratuito" visto che costa lacrime, separazioni, allontanamenti e ricatti morali.

Vedete non sto parlando di soldi o decima (che comunque nel cammino NC sono al primo posto) ma di qualcos'altro ancora piu' importante: la propria libertà di pensare e la propria dignità di Figlio di Dio

Lasciateci parlare di quello che abbiamo visto e di quello che abbiamo vissuto sulla nostra pelle per anni e anni (e qui c'è gente che non ha 22 anni di vita ma molti di piu' di "cammino neocatecumenale")

Personalmente io non devo convincere nessuno.
Tutto quello che mi interessa è far conoscere a chi legge con spirito di interrogazione, con dubbi e con voglia di andarsene, che altre persone hanno fatto lo stesso percorso e che hanno sofferto nel cammino e hanno sofferto all'uscita del cammino.

E i motivi di tutta questa sofferenza è buono ricordarli (per noi che siamo usciti) e farli conoscere a chi vorrebbe entrare nel cammino e non ne è sicuro.

Anzi invito tutti i lettori di questo Blog che vogliono saperne di piu' sul cammino NC di porre domande e di leggere tutti i post pubblicati anche quelli piu' vecchi.

La trappola del cammino neocatecumenale non si presenta alle catechesi iniziali (l'annuncio della "Buona Novella", questo si che fa ridere!) o durante i primi tempi ma è qualcosa che ti attanaglia piano piano fino a soffocare completamente la vita di prima e a cancellare il tuo senso del discernimento.

Il CNC ti allontana dai tuoi amici, dalla tua famiglia (se non è in cammino) ti convince a circondarti SOLO di fratelli NC e alla fine ci si ritrova SOLI.

Difficile è uscirne e in qualche modo indietro NON si torna e la ricostruzione è lunga e faticosa Pero' posso assicurare che assaporare l'Amore di DIO quello veramente gratuito è la ricompensa piu' grande.

E se NON volete entrare nella discarica perchè avete paura di sporcarvi le mani andatevi a leggere Isaia 50.
Eppure Isaia lo dovreste consoscere bene...fosse solo per il canto

Ruben02 ha detto...

"Dai vostri discorsi risalta solo l'ambizione dell'apparire, del potere, rappresentate un teatro di gente che con la pretesa di amministrare il vero cristianesimo ufficiale ostacolate veramente il vero spirito del Cristianesimo."

Mi sembra oltremodo difficile se non impossibile, essere ambiziosi apparire ed esercitare il potere senza nome e cognome,ma solo con un nick e una
tastiera;personalmente non ho la pretesa di amministrare nulla,ciò spetta agli Ordinati.
Dissentire, da chi non ritengo in piena comunione con la Chiesa come il Cammino NC, si.

"O forse voi volete sbattere la porta ed uscire ?"

Allo stato attuale delle cose,l'"uscire" riguarda più voi che altri.

DG ha detto...

@anonimo che dice:
"O forse voi volete sbattere la porta ed uscire ?"

O forse i neocatecumenali, pretendendo di essere i veri e unici annunciatori della Parola e del regno di Dio, hanno "scosso la terra dai sandali" e se ne sono andati dalla Chiesa?

Strano ma questo lo hanno fatto veramente; posso testimoniare che non solamente una comunità ha preferito lasciare la Chiesa che li ospitava perchè NON poteva fare quello che gli pareva e piaceva.

Per i NC sottomettersi al parroco non NC è impossibile, meglio andarsene

La Chiesa (Madre di tutti noi) è Una ed è li' ben piu' avanti dell'arrivo dei Neocatecumenali e le visioni di Kiko.

Io faccio e voglio fare parte di questa Chiesa Unica.

Non faccio e non voglio far parte di una Chiesa che ha i suoi precetti, il suo catechismo, le sue regole, le sue liturgie, i suoi edifici chiamati Merkabà, i suoi propri "santuari" i suoi seminari, i suoi preti e i suoi catechisti.

Non voglio fare parte di questa Chiesa parallela che separa e non unisce, che disobbedisce al Santo Padre e che segue gli ordini di laici che di santo non hanno nulla.

Luisa ha detto...

"Con le vostre esternazioni più che far emergere il problema NCN, manifestate la pretesa di essere l'unica regola giusta, ed è proprio questo un ostacolo alla fede per quelli che vorrebbero avvicinarsi a Cristo.
Dai vostri discorsi risalta solo l'ambizione dell'apparire, del potere, rappresentate un teatro di gente che con la pretesa di amministrare il vero cristianesimo ufficiale ostacolate veramente il vero spirito del Cristianesimo."



Beh, siccome su questo blog non facciamo altro che riportare il Magistero della Chiesa, il contenuto dei libri liturgici, le decisioni del Papa per quel che riguarda la liturgia, se questa nostra "unica regola giusta", che è nostra perchè è quella della Chiesa, è un ostacolo alla fede, ciò mostra palesamente che non è con la dottrina e la liturgia della Chiesa che i neocatecumenali attirano i loro futuri aderenti e li mantengono in seguito.
Farneticante poi la frase sul "vero cristianesimo ufficiale" (dunque il Magistero della Chiesa)versus il "vero spirito del cristianesimo" ( immagino rappresentato dal cnc) ma sintomatica e rivelatrice di quel che viene inculcato in quell`"itinerario di formazione cattolica".

Anonimo ha detto...

"per favore lasciateci in pace, siamo padroni o no di fare quello che vogliamo?, siamo liberi di spendere i nostri soldi come vogliamo?"

Siete nella Chiesa, non siete una società indipendente, il vostro comportamento, sopratutto quello di chi seguite pedissequamente, deve riflettere i valori cristiani.
Se le testimonianze sempre più frequenti che ci raccontano da anni le stesse esperienze, le stesse pressioni, gli stessi metodi per ottenere un certo risultato, le stesse frasi colpevolizzanti,le stesse mortificazioni, ci mostrano che c`è un problema, ci indicano che quel che succede dietro le spesse mura del segreto neocatecumenale non è conforme a ciò che la Chiesa insegna, non solo a livello di dottrina, di liturgia ma di rispetto del foro interno, allora noi siamo liberi di parlarne, perchè siete nella Chiesa prima di essere nel cammino neocatecumenale, essere nella Chiesa non conferisce solo diritti ma impone doveri e responsabilità.
P.

Anonimo ha detto...

Rilassatevi, ogni tanto pensate al cielo e non al cammino e anche ai cazzacci vostri. E ai vostri peccatacci. Il vostro fariseismo vi divora, non ve ne accorgete?
Sono sette anni che rompete i coglioni. A Dio e agli uomini.
Siete andati dietro a quella pazza di Maria Guarini che si masturba con la teologia e continuate a farvi del male.
Vi siete fissati su alcune persone che potranno essere anche esaltate ma che credono in Cristo. Vergognatevi come cristiani, ma anche come uomini.
Avete diffamato con i vostri vomiti dei vostri fratelli.
Vergognatevi, se ancora provate vergogna.
Ma ne dubito.
Non ci capirete mai niente, nè oggi nè mai.
Filtratori di moscerini e ingoiatori di cammelli.
Se si dovrà fare pulizia nel cammino, la faremo noi, voi smettete di cacare sopra le nostre foto: copròfili guardoni!
Ma andate a fare in culo!
Piccoli falliti che vi eccitate sulle icone di Kiko!
Siete rimasti impigliati nelle vostre reti mentali: svegliatevi e buttate dalla finstra i vostri computer diabolici: cretini!
Avete fatto del cammino il vostro idolo e l'unica vostra preoccupazione: idioti!

Anonimo ha detto...

Rilassatevi, ogni tanto pensate al cielo e non al cammino e anche ai cazzacci vostri. E ai vostri peccatacci. Il vostro fariseismo vi divora, non ve ne accorgete?
Sono sette anni che rompete i coglioni. A Dio e agli uomini.
Siete andati dietro a quella pazza di Maria Guarini che si masturba con la teologia e continuate a farvi del male.
Vi siete fissati su alcune persone che potranno essere anche esaltate ma che credono in Cristo. Vergognatevi come cristiani, ma anche come uomini.
Avete diffamato con i vostri vomiti dei vostri fratelli.
Vergognatevi, se ancora provate vergogna.
Ma ne dubito.
Non ci capirete mai niente, nè oggi nè mai.
Filtratori di moscerini e ingoiatori di cammelli.
Se si dovrà fare pulizia nel cammino, la faremo noi, voi smettete di cacare sopra le nostre foto: copròfili guardoni!
Ma andate a fare in culo!
Piccoli falliti che vi eccitate sulle icone di Kiko!
Siete rimasti impigliati nelle vostre reti mentali: svegliatevi e buttate dalla finstra i vostri computer diabolici: cretini!
Avete fatto del cammino il vostro idolo e l'unica vostra preoccupazione: idioti!
Grandissime teste di cazzo andate a rileggervi le stronzate che vate scritto in questi anni perchè di ogni parola vana ne dovrete rendere conto!

Anonimo ha detto...

W
strl è proprio vero la bocca uccide piú della spada, e tu deduci parli ma non sai cosa dici, se questa vita da itinerante è tanto bohemien provaci tu.
Sai ho visto andrea morire in camerun di malaria cerebrale, e tu dici che hai spedito il parmiggiano.

Seriamente la mattina guardandoti non hai conati di vomito

Anonimo ha detto...

W
anonimo 23.46
Fai confusione per farti sapiente ma non basta dire paroloni difficili....io intendo dire che mi sento dentro la chiesa più di quanto tu possa credere.
Che sono libero di andare il sabato, in multisala, comunicarmi con azzimi e vino, fare tutte le collette che voglio, e tutto quello che ci È STATO CONCESSO DALLA CHIESA.
Se qualcuno può dirmi che non lo devo fare più sai benissimo chi è.
Ma quattro anonimi invasati non possono, non devono, non ne hanno il potere, non gli compete di dirmi quello che devo o non devo fare.
Capito

jp ha detto...

Io invece non Ho chiesto a nessuno di lasciarmi stare in pace. Ho detto che non si può mentire e quando si dice che gli itineranti sfruttano ka gente per fare la Bella vita, Quella è una menzogna che andrà davanti a Dio. Non sarò il Papa, ma non sono neanche l'ultimo arrivato e credo di avere tutto il diritto di dire questo.
A chi dice infatti che sa perché ha spedito pacchi in africa e che parla con gli itineranti (ma ci parla con il tono che usa in questo blog, o in faccia a loro gli fa tanti sorrisi?) vorrei dire che i suoi pacchi a chi so Io non sono arrivati quando era in,Africa e che so di cosa parlo. Gli itineranti in africa cercano di vivere degnamente, come è giusto che sia, ma certamente non fanno soldi, e soprattutto non ingrassano, nonostante I tuoi pacchi, caro mio.
Chi so Io, ha mangiato il cibo degli africani, e ha vissuto in case africane, dove I bianchi non vivono.
Siete liberi di parlare, ma non siete liberi di mentire!

jp ha detto...

Che poi, state tanto ad accusare il cnc di frasi a effetto...ma quanta retorica usate voi, che non siete capaci di scrivere in meno di dieci righe.
Le varie catechesi e introduzioni saranno anche lunghe, ma gli interventi di certi Bloggers sono di un prolisso...

Anonimo ha detto...

Schifosi, vergognatevi....

strl ha detto...

"
siamo liberi di spendere i NOSTRI soldi come vogliamo?
"

E' quel NOSTRI che mi lascia MOLTO ma MOLTO PERPLESSO e PREOCCUPATO...
Mi ricordate il nostro ex Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi
Anche ha sempre rivendicato di poter spendere i SUOI soldi come vuole.
Tutto sta capire come sono stati guadagnati - presi - sottratti...

Paolo ha detto...

Ufficialmente sono nella Chiesa, ma la dottrina "ufficiale" della Chiesa, la sua liturgia "ufficiale", insomma il "cristianesimo ufficiale" non vanno bene agli iniziatori del cammino neocatecumenali che convincono i loro seguaci di essere i testimoni del "vero spirito" del cristianesimo, gli autentici portatori del messaggio evangelico, sono, è vero, una chiesa parallela, lo sono sempre stati, fin dagli inizi.

LaVerità ha detto...

Caro Punto e Basta. Ora da padre ti spiego una cosa, i figli non sono tuoi ma hai un dovere nei loro confronti e questo dovere è sancito dalla Legge ma anche dal Vangelo. Quando avevo già 3 figli e arrancavo mi sono letto BENE l'Humane Vitae ed era anche l'anno in cui la riportavamo dopo averla ascoltata all'inizio corso. Ma io non ho riprso solo quell oche veniva sottolineato da Padre Mario ma me la sono LETTA e STUDIATA bene. Ero ancora in cammino e io e mia moglie, che non siamo figli del cammino ma persone entrate dopo abbiamo SEMPRE voluto una famiglia numerosa. Ho fatto un po di conti, dato che la paternità responsabile prevede quello, mi sono confrontato anche con i miei per le questioni logistiche, con i catechisti perchè mia moglie era fresca di 3 cesareo, con un ginecologo e ho deciso di mettere al mondo il 4° e 2 anni dopo il 5°. Pensando che cmq se un giorno uno dei miei figli fosse stato meritevole avrei avuto un aiuto per fargli fare l'università. Spesso in cammino viene riportato il midrash sul figlio non messo al mondo che diventerà Dottore e salverà le persone dal colera .. Ora mi conveniva rimanere in cammino, rimpire catechist ie co di bugie ma me ne sono uscito e il motivo meriterebbe 100 pagine di libro. Ora, da quel momento siamo rimast isoli, tu sai cosa vuol dire marito fuori 8/10 ore al giorno e moglie SOLA ( i suoi genitori non ci sono piu ) con 5 figli ? E i miei ex fratelli e la mia famiglia che ti isolano ? Genitori che tornano dopo mesi e ti dicono CHIEDI !!! Chiedi ? mi sembra che in cammino en ella chiesa si dona senza dover umiliare l'altro. Tu genitore sai di cosa ha bisogno tuo figlio e tu nonno sai di cosa hanno bisogno i tuoi nipoti. Ma no, no la prima scelta sono le convivenze... lo sai che un mio vecchio responsabile mise la convivenza il giorno del 5° CESAREO di mia Moglie ? io chiami i lcatechista dicendo ma ci servirebbe una mano... la risposta te la dico ?? ma no meglio di no. Vedi non è astio nei tuoi confronti ma spesso ho incontrato figli di "catechisti" sia ribelli, percui sbattuti fuori di casa che sottomessi. Un genitore DA ai propri figli per Amore, e tranquillo che un genitore lo fa per sentirsi appagato, l'uomo è egosita solo DIO da GRATIS. Ma i catechisti catecumeni e tutta la gerarchia sono immuni da questo PECCATO ? Poi riprendendo il discorso fatto la mia non è una PRETESA ma un sottolineare di come il lasciare il cammino SEPARI le famiglie, nonostante io non sia USCITO dalla MADRE CHIESA ma dal cammino. Questo come lo giustifichi ? Come giustifichi la corte che in cammino ti dicono di fare all'ATEO e invece ci si dimentichi di chi è USCITO.

Una nota per i fratelli che urlano la classica frase: non vi piace allora ANDATEVENE. Vedete il Cammino nasce come evangelizzazione per i lontani, come un riscoprire il cristianesimo nudo e crudo. Se me ne vado, forse ho visto che non è questo ? Forse h ovisto che il PERSONALISMO Kikiano si è espanso fino al catechista di "campagna" ? Avete mai pensato che ci sia una mania di COPYCAT in cammino ? vediamo se siete sinceri: per chi di voi catechizza e magari ha ascoltato qualche 2° passaggio, non avete mai pensato: non vedo l'ora di "aprire" qualche fratello di "buttarlo da cavallo" di fare quello che è stato fatto a me o a qualche fratello ? Vediamo se siete così sinceri da ricordare qualche scrutinio fatto ingiustamente in un modo ad un fratello e in un'altro ad un altro fratello.. Vado avanti ? no non ho tempo sto preparando i bambini alla MESSA parrocchiale dove staranno insieme a tutti i bambini del CATECHISMO ! Tutti.. eccetto quelli del cammino che devono fare le lodi e quelli del cammino che on vengono nemmeno mandati.... eco come si obbedisce ad un Papa..

by Tripudio ha detto...

Dunque,

oggi è domenica. Ieri sera i neocatecumenali hanno (come al solito) disubbidito al Papa (non solo a Benedetto XVI le cui «decisioni» sono parte dello Statuto Neocatecumenale, ma anche Giovanni Paolo II quando raccomandava di celebrare la liturgia «con amore per i riti liturgici della Chiesa, con esatta osservanza delle norme».

Il nostro caro fratello W tutto preso dal caloroso fervore kikista-carmenista, viene qui a dirci che la celebrazione "multisala" con balletti e girotondi e la comunione "seduti" e tutti gli altri strafalcioni, sarebbe stato «CONCESSO DALLA CHIESA» (il maiuscolo è suo).

Ora, cosa si deve pensare del nostro caro fratello?

Dov'è che la Chiesa concede la bislacca menorà a nove fuochi?

Quand'è che la Chiesa ha concesso di storpiare la II Prex Eucharistica per esempio aggiungendo quel «Padre! Padre!» assente dal Messale?

Dov'è che la Chiesa ha mai concesso il balletto col girotondo finale?

Quand'è che il Papa, a nome di tutta la Chiesa, si sarebbe mai rimangiato il divieto di fare la comunione "seduti"?


È chiaro che il caro fratello delle comunità neocatecumenali sta sottintendendo che a differenza dei cattolici, lui nello Statuto "riesce a leggere" anche certe cose che non sono scritte: quelle che stanno nella testa dei cosiddetti "iniziatori".

Agitare lo Statuto come "concessioni sottintese della Chiesa" è in fin dei conti menzogna.

Del resto, la menzogna viene facile a chi normalmente, almeno ogni sabato sera, disubbidisce al Papa.


Un altro esempio di menzogna viene dal fatto che alcuni cari fratelli vengono qui a rimproverarci suggerendo l'idea che i cosiddetti "catechisti" siano tutte persone che vanno in Africa a prendersi pallottole e malaria in nome di Kiko, o comunque fanno una vitaccia di stenti e sacrifici per portare il Verbo Kikiano alle comunità italiane, spagnole e nel resto del mondo.

Premesso che io con questi stessi miei occhi e con queste stesse mie orecchie ho visto e verificato cosa significa fare la "bella vita" a spese delle comunità e premesso che i cosiddetti "catechisti" vengono sostenuti economicamente dal Cammino anche quando non rischiano né pallottole né malaria, l'esempio portato sopra è quello che prende un particolare comodo e lo eleva a norma universale con la quale accusare e giudicare chi non elogia il Cammino.

Molto simpatico tutto quel livore di chi ci accusa contemporaneamente di "frasi a effetto" (cioè di troppa sintesi) e di "troppa retorica" (cioè di mancanza di sintesi) e di incapacità di condensare tutto il discorso in "dieci righe".

Caro fratello delle comunità iniziate da Kiko e Carmen: quale è il numero esatto di righe e di parole adatto a farti sentire ciò che non vuoi sentirti dire?

Se siamo sintetici ("il Cammino celebra strafalcioni, nel Cammino si professano eresie") non ti piace; se siamo precisi (citandoti esempi concreti dei vostri strafalcioni, come ad esempio la vostra celebrazione con latte e miele messa a confronto con le direttive della Chiesa), o eviti di rispondere o dici che siamo troppo "retorici"...

Insomma, vengono qui a sottintendere che c'è qualcosa di più infallibile dei dogmi: è il "Cammino Neocatecumanle"; a sottintendere che c'è qualcuno più autorevole del Papa: si chiama "Kiko".

mic ha detto...

Per Anonimo 00:02

Il sistema ti aveva inserito direttamente nello Spam, evidentemente riconosce gli insulti volgari.

Mi astengo dal commentare. Ma non posso non farmi una domanda: è cristiano un parlare simile?

Anonimo ha detto...

sono quello delle 9.28 e confermo che non stai bene e le motivazioni sono le corbellerie che dici ma soprattutto l'enormita' delle stesse. attento perche'di quella che ti sembra una missione, sapientemente insufflata da qualcuno peraltro, ti verra' chiesto conto nell'ultimo giorno, sempre che tu ci creda.pr il resto ti suggerisco di utilizzare piu' tempo della tua per parlare bene di Gesu' Cristo che per parlare male di fratelli in Cristo. Buona domenica

Luisa ha detto...

Dunque, sono stati alla loro liturgia del sabato sera, tornano a casa e che cosa fanno? Si gettano sul computer e aprono questo blog, chi per vomitare volgarità, chi per continuare a rifiutare l`evidenza della disobbedienza alle norme della Chiesa che hanno appena vissuto.

W scrive:

"Che sono libero di andare il sabato, in multisala, comunicarmi con azzimi e vino, fare tutte le collette che voglio, e tutto quello che ci È STATO CONCESSO DALLA CHIESA."

Vi sono state concesse MONIZIONI lunghe e abituali?
NO, vi sono state concesse MONIZIONI EVENTUALI E BREVI, dunque disobbedite.

Vi sono state concesse le risonanze come è d`uso farlo nel cnc?
NO, vi sono state concesse ECCEZIONALMENTE RISONANZE in giornate particolari, come la giornata del malato.
Obbedite? No.

Vi è stato concesso di comunicarvi SEDUTI? NO.
Eppure lo fate.

"Se qualcuno può dirmi che non lo devo fare più sai benissimo chi è."

Il fatto è che chi può dirti di non farlo più, il PAPA, LO HA GIÀ DATTO, e lo sai benissimo ma te ne infischi, avete disobbedito allora e continuate a farlo oggi.
Il Papa vi ha prescritto di comunicarvi come lo fanno i cattolici, di comunicarvi nel modo usuale alla Chiesa Cattolica, secondo le norme della Chiesa, lo fate? No.

Dunque W non sei libero di fare quello che la Chiesa non permette, se lo fai disobbedisci.

Perplesso ha detto...

In effetti penso che molti neocatecumenali sono sordi quando è il Papa a parlare, dei suoi discorsi recepiscono solo le lodi, il resto lo ignorano, è come se non avesse parlato, ogni suo discorso deve subito essere tradotto per farne solo un riconoscimento, tutto ciò che potrebbe contrastare la "verità" neocatecumenale è troncato, occultato o distorto.
La disobbedienza dei neocatecumenali alle prescrizioni del Papa, alle norme della Chiesa, è talmente plateale che non dovrebbe esserci bisogno di spendere tante parole.
Purtroppo il cocciuto rifiuto di molti neocatecumenali di confrontarsi con la realtà vi obbliga a ripetere, senza mai stancarvi, le stesse cose, a ricordare che cosa insegna la Chiesa, quali sono state le prescrizioni del Papa.

DG ha detto...

Orribile quello che ho letto. Orribile

Dopo aver preso il Corpo d Cristo e bevuto il Suo Sangue, quindi dopo essere stato in Comunione con Nostro Signore, è possibile che un cristiano cattolico un fedele possa vomitare tali ingiurie, tali obbrobri, tali oscenità?

Nemmeno ai peggiori nemici.

Questa è il rinnovamento della chiesa che Kiko vuole attuare?
Orribile.

E io mi dovrei vergognare perchè scrivo qui?

Io mi vergogno perchè mi sono seduto vicino a Fedeli come voi, che si dicevano fratelli!

Io vi rinengo profondamente dal profondo del mio cuore.

Voi non siete miei fratelli in Cristo!

Se voi siete l'esempio del "cammino di conversioen per la fede adulta" preferisco avere la Fede di un bimbo, il piu' piccolo tra i piccoli, ma poter gustare con la purezza del cuore la piccola ostia che mi viene consegnata nella bocca e portare la Comunione con il Signore nel mio cuore.

Che tristezza leggere quelle cose, e dopo solo 2 ore dalla comunione in comunità.

I frutti li chiamano. Frutti marci sono, frutti che puzzano di peccato e compiacenti nel commetterlo

La verità vi farà liberi. ha detto...

" Anonimo ha detto... Rilassatevi, ogni tanto pensate al cielo e non al cammino e anche ai cazzacci vostri. E ai vostri peccatacci. Il vostro fariseismo vi divora, non ve ne accorgete? Sono sette anni che rompete i coglioni. A Dio e agli uomini. Siete andati dietro a quella pazza di Maria Guarini che si masturba con la teologia e continuate a farvi del male. Vi siete fissati su alcune persone che potranno essere anche esaltate ma che credono in Cristo. Vergognatevi come cristiani, ma anche come uomini."

Tipico neocatecumenale, non mi aspettavo nulla di più.

La verità vi farà liberi. ha detto...

Parlando di "briciole": se mi date la email, appena rientro a casa spedisco le foto.

by Tripudio ha detto...

Rispondo al commento delle 11:26 che insiste a dire che "non sto bene".

Quando chiamo «fandonie» gli insegnamenti di Kiko e Carmen, sto usando la stessa parola che utilizzò padre Enrico Zoffoli dopo averli accuratamente analizzati dal punto di vista teologico e messi a confronto col Magistero della Chiesa.

Ripeto insomma un giudizio di qualcuno almeno centomila volte più competente di me.

Quando faccio caldamente appello ai fratelli neocatecumenali a rifiutare gli strafalcioni liturgici, sto semplicemente ripetendo le raccomandazioni di Giovanni Paolo II e di Benedetto XVI, che anche voi potete mettere a confronto con i comandamenti del vostro Kiko.

Su questo blog io sono solo uno dei tanti collaboratori, in questo periodo un po' meno silenzioso di altri.

Molto interessante la tua teoria complottista secondo cui quella che mi «sembra una missione, sapientemente insufflata da qualcuno peraltro, [ti] verra' chiesto conto nell'ultimo giorno, sempre che tu ci creda».

Anzitutto ti assicuro che io sono cattolico: così potrai dormire sonni tranquilli.

In secondo luogo, ti assicuro che nell'Ultimo Giorno verrà chiesto conto anche dell'aver lasciato i propri fratelli nelle tenebre della menzogna e dell'errore. La prima carità è la verità.

Trovo molto divertenti le tue parole «missione insufflata». Specialmente per il fatto che il collaborare a questo blog mi ha indotto a documentarmi meglio su ciò che ha sempre insegnato la Chiesa: Tradizione, Magistero, testo dei Concili, eccetera.

Ti dico pure che prego ogni giorno affinché i fratelli neocatecumenali scoprano la liberante verità trasmessa dalla Chiesa. Affinché scoprano che «liturgia» significa sublimità, non chiassata; affinché si rendano conto che se il Cammino è un "dono dello Spirito", non lo sono affatto gli strafalcioni, gli "arcani", le ambiguità, le mezze verità e le piccole e grandi menzogne. Chiedo al Signore che voi scopriate la vera essenza della Chiesa, che il Cammino purtroppo vi nasconde.

Nostro Signore, con coloro che vivevano di menzogna, ci andava duro: ipocriti, avete per padre il diavolo, razza di vipere...

by Tripudio ha detto...

...voi siete in grande errore.

by Tripudio ha detto...

Qualsiasi testimonianza, foto, ecc., può essere inviata a neshama@tiscali.it chiarendo anche se si è disponibili a lasciarla pubblicare.

strl ha detto...

Quell'Andrea si che è un martire e degno di lode. Condivido.
Ma tanti altri è meglio lasciar perdere.
O pensi che siano tutti come il povero Andrea?

jp ha detto...

Tripudio, non è che ti ritrovi anche tu la cosiddetta "sindrome del messia"? Sembra che solo tu puoi salvare il mondo, e finalmente ti è arrivata l'occasione: un bel turpiloquio che vi siete ben guardati dal non pubblicare. Purtroppo però le menzogne dette col sorriso sono anche peggio.

strl ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
strl ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Lino ha detto...

@ anonimo che ha detto: "Il vostro fariseismo vi divora, non ve ne accorgete?"

@ jp ha detto...
"...ma quanta retorica usate voi, che non siete capaci di scrivere in meno di dieci righe"

Davvero, JP? Mi bastano due righe per entrambi: chi è il fariseo?
http://www.domusgalilaeae.org/Image/Visit2000/JesusOnCross.jpg

jp ha detto...

Strl perché ogni tanto non hai il buon gusto di tacere. Vedi se in Africa uno Su centinaia muore di malaria è perché la malaria se la beccano tutti.
E cosa credi che gli itineranti Dell'est Europa siano sempre stati bene? Guarda che hanno cominciati ai tempi della cortina di ferro.
E che pensi che l'Indonesia è gradevole?
Dove preferiresti fare I soldi da itinerante, in Scandinavia? Credi che si facciano I soldi lì?
Gli itineranti che sono in sudamericano hanno cominciato quasi tutti più di trenta anni fa. Pensi che sia parso a loro un buon affare?
Io so che l'itinerante della MIA regione, quando è arrivato non mangiava da qualche giorno e non aveva un soldo. Ii ne sono testimone, non ha sfruttato nessuno, non ha accumulato denaro, ha annunciato Cristo in sapienza e libertà. Ripeto di nuovo: quello che dite è una menzogna colossale e vi dovreste vergognare.

strl ha detto...

In Africa non si guadagna no.
Ma a Pargi in villa si.

Quanti pensate che vanno a dare la vita in Africa? 1 (il povero Andrea) su quante centinaia?

Ma andate a quel paese ed informatevi invece di fare qualunquismo.

Ed inoltre.
VERGOGNATEVI VOI!!!
Siete voi che fate il lavaggio del cervello alla gente mettendo a rischio loro stessi (e fino a qui...) ma soprattutto i loro piccolissimi bambini!

Pensate veramente che sia anormale morire se mandate delle famiglie con figli piccolissimi in posti dove c'è la malaria?!?
Se non era Andrea purtroppo sarebbe stato qualcun'altro.

Ma tanto a Voi che vi importa! Cercate solo qualche martire per giustificare tutto il resto!
Fatti un esame di coscienza e vedi se non sei anche TE responsabile per la morte di Andrea!

strl ha detto...

W e Jp,
io forse ucciderò con bocca.
Ma voi fate morire veramente le persone!
E ne sono morte pure poche per i rischi che gli fate assumere zombificandole!

La verità vi farà liberi. ha detto...

"i n italia avete 5.500 comunità,la fonte è vostra;facciamo 30 persone per comunità e fanno 165.000 adepti."

Noi discutiamo sulla Liturgia e sulla Teologia ma nel CN tutto gira intorno ai soldi:

165.000 adepti in Italia
diciamo che lavora solo il 60%
diciamo che non tutti danno la decima
diciamo che alla fine "pagano" in 80.000
calcoliamo uno stipendio medio di 1.300 $'€/mese

1.300/10*12*80.000=....124.800.000€

centoventiquattromilioniottocentocentomilaeuro è il giro d'affari della setta, solo di decima ogni anno! Totalmente gestito dai responsabili: senza controllo, senza tasse, senza ricevute.. a loro esclusivo piacimento!

Se aggiungiamo:

che a pagare sono molti di più
che ci sono gli "introiti" derivanti dal 2°passaggio
che ci sono le raccolte straordinarie
che c'è il merchandising "Kikiano"
che ci sono le convivenze ed i soggiorni relafivi
che ci sono i lasciti testamentari

arriviamo al miliardo di euro/anno solo in una nazione.

Capite ora il perché delle pressioni, dei lavaggi del cervello, della difesa ad oltranza del sistema? Capite che è una grande torta che si spariscono in pochi?

A questi, con un giro di affari di svariati miliardi di euro l'anno in tutto il mondo... quanto pensate che possa fregargliene di Gesù Cristo, dell'evangelizzazione e dei poveri?

Non credete che si preoccupino molto di più di espandere il loro sistema, reclutando polli da spennare, per incamerare denari ad oltranza?

Capite che essere loro "amici", "soci" o catechisti porta innegabili vantaggi economici, di potere e prestigio?

Dategli tempo, con questo potere economico.... tra un po di anni lo nominano loro, il Papa.

Per concludere, come direbbero a Roma: ai movimento Neocatecumenale quelli di Scientology gli fanno una....

strl ha detto...

Bravo!
E quindi zombifichi gli adulti affinché ci lascino le penne con la malaria insieme agli innocenti figli ultra minori.
VERGOGNATI TE!

"
Vedi se in Africa uno Su centinaia muore di malaria è perché la malaria se la beccano tutti.
"

by Tripudio ha detto...

Comico:

il caro fratello jp mi accusa di una "sindrome del messia" poiché gli ripeto continuamente le «decisioni del Santo Padre» sulla liturgia neocatecumenale.

Oppure perché ho lasciato in pubblicazione sul blog una foto altrui, dove si vede un ritualismo tribale (terza foto di questa stessa pagina; link diretto qui) ossia dei neocatecumenali che fanno il girotondo ballando al ritmo dei tamburi bongo suonati da un gentile signore con basettoni anni settanta che guarda altrove.

Ah, "sindrome del messia", questo insulto mancava alla mia collezione.

Intanto, caro fratello jp, puoi gentilmente spiegarmi il significato dell'efod messo addosso a Nostro Signore come si vede nel link indicato da Lino?

strl ha detto...

Caro La verità vi farà liberi.
Purtroppo i tuoi calcoli sono verosimili.
E anche le tristi considerazioni.
La ricerca di nuove decime è costante.
E quest'anno per realizzare "the Jetson's village" sarà ancora maggiore.
Mi dispiace solo per la gran parte delle persone che sono rette di cuore e pensano così facendo di fare del bene.

l'apostata ha detto...

ai neocat più o meno offensivi:
vorrei chiedervi cosa significa per voi "amate i vostri nemici", dato che considerate nemici questo blog e chi come me e tanti altri ha lasciato il cammino. In altre parole, l'amore al nemico lo manifestate maledicendo e insultando? Molto cristiano...
Invece mi piacerebbe tanto, per una volta, leggere un intervento così:
Stasera abbiamo celebrato l'Eucaristia, l'orario era indicato fra le messe parrocchiali e la sala aperta a tutti. Abbiamo seguito strettamente i libri liturgici e le disposizioni. Perciò sull'altare non c'era il solito candelabro a nove luci, e la Comunione l'abbiamo fatta dopo il sacerdote e singolarmente, senza attendere gli altri. Non ci sono state risonanze, visto che non era una giornata particolare, secondo quanto disposto dalla Chiesa, e alla fine anziché il girotondo ci siamo raccolti qualche istante in ringraziamento. Guarda caso, significherebbe obbedienza al Papa e alla Chiesa.
Chissà ...

Anonimo ha detto...

Fate i nomi o calunniator di un solo catechista che si sia arricchito! Uno solo!

mic ha detto...

Fate i nomi o calunniator di un solo catechista che si sia arricchito! Uno solo!

Non siamo qui per fare nomi, ma per denunciare un fenomeno e un sistema estranei alla Chiesa, pur se mimetizzati e potentemente protetti.
Leggi le testimonianze piuttosto, che sono sofferte e dicono quanto male si possa ricevere da chi in buona e da chi in mala fede porta avanti questo messianismo terribile!

by Tripudio ha detto...

Io invece vorrei sottolineare quell'ennesima astuzia neocatecumenale: un conto è fare la "bella vita", altra storia è materialmente "arricchirsi".

Solo che qui non si parlava di "arricchimento". Il caro fratello, sapendo bene che non può difendere i suoi superiori che fanno la "bella vita", cambia furbo furbo le carte in tavola, in modo da poterci falsamente accusare di calunnia.

Del resto è così che il Cammino va difeso: con la menzogna, accusando calunnie inesistenti, fingendo di non vedere la verità (nel caso in questione «la bella vita» dei caporioni kikiani: tutto pagato, tutto spesato, tutto comodo, tutto pronto, e senza contare l'inossidabile prestigio che tanto solletica l'orgoglio).

DG ha detto...

grandioso il commento di un NC dell'latro Blog a chi gli faceva notare che, anche volendo partecipare alla messa NC del sabato sera, non c'è nessuna indicazione sull'orario delle celebrazioni della Parrocchia nè sulla sede di queste celebrazioni notturne.

Ecco la sua furba risposta:

"Se il problema è solo questo allora la soluzione è molto semplice!Basta chiedere al parroco il quale ti informerà o semmai ti metterà in contatto con qualcuno del CNC."

Quindi alla messa ops alla celebraione dell Eucarestia si puo' andare previo appuntamento con il Parroco o con i catechsiti i quali sceglieranno la comunità piu' adatta ad accogliere il Fedele "extraComunitarDO"

Magari dopo 2 settimane e piu' perchè bisogna attendere i vari impegni e le tappe della comunità:
scrutini, convivenze lunghe, riporti ecc ecc.

Ora ricordo una cosa interessante: tornai per breve periodo alla mia seconda(in ordine di tempo) comunità.
Il sacerdote NC (Redentoris Mater) non c'era piu', al suo posto c'era un sacerdote della Curia ..non ricordo il nome, ma non era italiano.

Questa persona di altissimo livello culturale NON era amato dalla comunità perchè faceva omelie troppo "normali" e poneva delle domande ai fratelli.
IN effetti era (è) un grande teologo.
Poi ad un certo punto i fratelli non parteciparono piu' alla celebrazione del sabato perchè la presenza, a sentir dire loro inquisitoria e critica, di questo Sacerdote li metteva in imbarazzo.

Quando io arrivai la comunità era diventata la metà.

Pero' non erano usciti i cari fratelli ma preferivano mancare alla Messa del Sabato sera pur di non mettersi in discussione.

In un'occasione (eravamo proprio pochini) ebbi la fortuna di poter parlare dopo la celebrazione con questo Sacerdote.

Era sottilmente critico con il CNC e con alcune domande dirette era riuscito a mettere in difficoltà sia i fratelli stessi che i catechisti della mia comunità.

Poi io partii e non ne seppi piu' nulla... ma molti miei fratelli uscirono dopo dpoco.
Forse, mi domando era riuscito a far breccia al cuore chiuso di taluni?

by Tripudio ha detto...

Un'altra astuzia è quel dire «fate i nomi»: come se dallo sperduto spazio commenti di un blog si potesse ottenere giustizia.

Caro fratello, come mai hai bisogno di astuzie e trucchetti per poter respingere le concrete e verificabili accuse al Cammino?

Allora è proprio vero che per difendere il Cammino sono indispensabili le menzogne e i mezzucci come quelli?

Anonimo ha detto...

by Tripudio:
hai dimenticato che molti di questi catechisti al loro ritorno troveranno una casa di proprietà che li aspetta.
Al contrario dei fratelli che lavorano una vita ma la casa non ce l'avranno mai perchè deveno aiutare chi
"ha lasciato la propria vita per partire in itineranza".

Sebastian ha detto...

Sono imbarazzato dal commento del fratello di comunità delle 00.00
Spero solo che sia un troll.

Sono appena tornato dalla convivenza di riporto.
La catechesi di padre Mario è un chiaro auto-elogio al cammino.
Vorrei porre una questione. Ci è stato letto un passo della Dei Verbum in cui la Parola di Dio viene messa sullo stesso piano della Santa Eucaristia. Il seguente:

21. La Chiesa ha sempre venerato le divine Scritture come ha fatto per il Corpo stesso di Cristo, non mancando mai, soprattutto nella sacra liturgia, di nutrirsi del pane di vita dalla mensa sia della parola di Dio che del Corpo di Cristo, e di porgerlo ai fedeli. Insieme con la sacra Tradizione, ha sempre considerato e considera le divine Scritture come la regola suprema della propria fede; esse infatti, ispirate come sono da Dio e redatte una volta per sempre, comunicano immutabilmente la parola di Dio stesso e fanno risuonare nelle parole dei profeti e degli apostoli la voce dello Spirito Santo. È necessario dunque che la predicazione ecclesiastica, come la stessa religione cristiana, sia nutrita e regolata dalla sacra Scrittura. Nei libri sacri, infatti, il Padre che è nei cieli viene con molta amorevolezza incontro ai suoi figli ed entra in conversazione con essi; nella parola di Dio poi è insita tanta efficacia e potenza, da essere sostegno e vigore della Chiesa, e per i figli della Chiesa la forza della loro fede, il nutrimento dell'anima, la sorgente pura e perenne della vita spirituale. Perciò si deve riferire per eccellenza alla sacra Scrittura ciò che è stato detto: «viva ed efficace è la parola di Dio » (Eb 4,12), « che ha il potere di edificare e dare l'eredità con tutti i santificati» (At 20,32; cfr. 1 Ts 2,13).

Partendo da questo passo, il prete ha giustificato il fatto di porre la Parola di Dio vicino alle Sacre Particole nei tabernacoli nelle Yeshivah dei Redemptoris Mater. Vorrei sapere cosa ne pensate.

Un altro punto che mi preme è il ruolo dei laici. Il prete ha detto che il clericalismo è uno dei peccati più gravi che ci siano nella chiesa. Un prete non avrebbe nessuna autorità se non in ciò che riguarda i sacramenti, e quindi sarebbe giusto che ogni prete venga guidato da laici che hanno una maggiore esperienza di fede.
A me potrebbe sembrare quasi una scusa che adottano i preti RM per non prendersi responsabilità e lasciar fare tutto ai catechisti...
Però è pur vero che pretendere troppo da un uomo solo perché è sacerdote, pretendere che sia bravo e perfetto, fa male sia ai preti (che magari sentono il peso di dover essere sempre irreprensibile) sia ai laici (che si scandalizzano per l'umanità dei preti).

Sebastian ha detto...

Dategli tempo, con questo potere economico.... tra un po di anni lo nominano loro, il Papa

Una volta ho sentito un prete RM che, parlando della crisi che sta affrontando la Chiesa, affermò: "Una cosa è certa: nel futuro prossimo dovremo prepararci a prendere le redini della Chiesa".
Sono convinto che l'abbia detto con buona intenzione, ma la cosa mi ha inquietato...

mic ha detto...

Sebastian,

il tuo post merita una lunga e circostanziata risposta.
Per ora ti rispondo subito a questo perché non ho tempo di trattenermi:

Un altro punto che mi preme è il ruolo dei laici. Il prete ha detto che il clericalismo è uno dei peccati più gravi che ci siano nella chiesa.

Il clericalismo non è un peccato, è una forma di degenerazione che si riteneva superata dal concilio...ma stiamo verificando che si sta cadendo nell'eccesso opposto della impropria e del tutto inammissibile clericalizzazione dei laici, conseguenza della diminutio del sacerdozio ordinato.

Un prete non avrebbe nessuna autorità se non in ciò che riguarda i sacramenti, e quindi sarebbe giusto che ogni prete venga guidato da laici che hanno una maggiore esperienza di fede.

Ricordo solo che un prete, dal sacramento dell'Ordine, che gli conferisce un carattere indelebile, riceve il triplice munus: Regendi (guida) docendi (insegnamento) e sanctificandi (santificazione attraverso l'amministrazione dei sacramenti)... Dunque come la mettiamo?

Questo è quel che insegna la Chiesa e quel che accade nel corretto esercizio dei munera che sono Uffici, funzioni, impegni non trasferibili ad altri... che dire di quel sacerdote, che ovviamente parla così perché è kikizzato?

Un solo munus può essere, ma solo in parte ed in subordine, delegato dal Parroco ai laici e solo in alcuni momenti, perché a lui resta l'onere dell'insegnamento: la catechesi, previa verifica di una adeguata formazione (ecclesiale, non kikiana!).

Sebastian ha detto...

Ricordo solo che un prete, dal sacramento dell'Ordine, che gli conferisce un carattere indelebile, riceve il triplice munus: Regendi (guida) docendi (insegnamento) e sanctificandi (santificazione attraverso l'amministrazione dei sacramenti)...
Ecco questo non lo sapevo... In quale documento del Magistero posso approfondire questa questione del triplice munus?

che dire di quel sacerdote, che ovviamente parla così perché è kikizzato?

E' vero è sicuramente uno strenuo difensore del CN. Però lo conosco, è una persona intelligente, ha letto e studiato tutte le opere di Benedetto XVI, di cui è un grande estimatore... Possibile che prenda un simile abbaglio? Idem sulla liturgia...

La verità vi farà liberi. ha detto...

" che molti di questi catechisti al loro ritorno troveranno una casa di proprietà che li aspetta"

Motivo per il quale non fanno partire itinerante chi ha un mutuo:

prima compri la casa
poi la paghi
poi forse parti itinerante

Ci mancherebbe pure che i catechisti ed i responsabili con quel poco che rimediano di decima dalle comunità debbano pure pagarci il mutuo di casa agli itineranti... come farebbero poi a girare in Mercedes 350 (per andare ad evangelizzare, ovviamente...), stare a cena fuori tutte le sere e pagarsi benzina ed albergo.
La coppia di catechisti delle 9 comunità che sono in una parrocchia della mia città gira con questa:


http://www.google.it/search?hl=it&safe=off&tbo=d&gl=IT&tbm=isch&sa=1&q=mercedes+350+s&oq=mercedes+350+s&gs_l=img.1.3.0l5j0i24l2.3264.3614.0.6159.2.2.0.0.0.0.276.433.0j1j1.2.0...0.0...1ac.1.qSEP1KsQ_68&biw=800&bih=1280&sei=VXKNUKeYHtHJsgaahIHoDg

lei lavora in un Call center , lui è impiegato al comune e fino a pochi anni fa la loro unica auto era una normalissima Fiat Stilo. Ora invece sono sempre in viaggio ed i figli vanno tutti a scuola privata dalle suore.

Scusatemi, io cerco di non raccontarle tutte ma non ci riesco sempre....

La verità vi farà liberi. ha detto...

" Anonimo ha detto... Fate i nomi o calunniator di un solo catechista che si sia arricchito! Uno solo!"

Non si sono arricchiti, semplicemente riescono a soddisfare tutti i loro bisogni molto meglio dei fratelli che catechizzano. Davvero molto meglio.

Poi, se sei in cammino, lo vedi benissimo come vivono i catechisti ed i responsabili (magari non vuoi ammetterlo per non riconoscere che abbiamo ragione) e ne comprendi perfettamente i motivi.

Anonimo ha detto...

@Sebastian

ora mi spiego il post sulla Yeshivah pubblicato da un certo yesostan sul bog dei disertori.

Mi semava bizzarro e non ne capivo il motivo, ora invece collego.
Si stanno preparando alla finalità ultima: la trasformazione delle Chiese via il Tabernacolo per far posto alla Yeshivah!
(cito un pezzo del post):


"Ogni Parrocchia dovrebbe avere una Yeshivà, in modo che i fedeli possano conoscere questo immenso patrimonio.
Nella Parrocchia di San Bartolo in Tuto a Scandicci, di cui prenderemo molto spunto, perché è una Parrocchia interamente progettata da Kiko Arguello insieme ad un equipe di architetti che lo ha aiutato, è il¨PROTOTIPO di PARROCCHIA secondo gli iniziatori del CNC, è presente la Yeshivà..."




mic ha detto...

Per Sebastian. Dal CCC:

1591 Tutta la Chiesa è un popolo sacerdotale. Grazie al battesimo, tutti i fedeli partecipano al sacerdozio di Cristo. Tale partecipazione si chiama « sacerdozio comune dei fedeli ». Sulla sua base e al suo servizio esiste un'altra partecipazione alla missione di Cristo: quella del ministero conferito dal sacramento dell'Ordine, la cui funzione è di servire a nome e in persona di Cristo Capo in mezzo alla comunità.

1592 Il sacerdozio ministeriale differisce essenzialmente [cioè non solo di grado, ma nell'essenza, Lumen Gentium, n.10] dal sacerdozio comune dei fedeli poiché conferisce un potere sacro per il servizio dei fedeli. I ministri ordinati esercitano il loro servizio presso il popolo di Dio attraverso l'insegnamento (munus docendi), il culto divino (munus liturgicum) e il governo pastorale (munus regendi).

Lino ha detto...

@ Sebastian
Io insisto su un aspetto, Sebastian. Lo faccio citando un concetto, attribuito a Marco Tullio Cicerone, sul quale fondai parte dei miei studi: "le Immagini sono similissime alle Lettere; la disposizione e l'alloggiamento delle Immagini alla Scrittura".

Intendo dire: i tabernacoli a doppia anta tipo Jeshivà già spiegavano, di per sé, quello che ha detto padre Mario. Occorreva solo rifletterci un pochino, per capirlo. Perciò, dice Kiko, "solo una nuova estetica salverà la Chiesa".

P.S.
Conoscete questo tabernacolo/merkabah?
Le ruote del Carro di Ezechiele sono ai quattro angoli.
http://interservizi.net/solluz/mauro/images/tmp655B.png

P.P.S.
Chissà perché, mi è venuto in mente il motto universale della Massoneria: "Ordo ab chao", ordine dal caos. Prima occorre crearlo, il caos.

mic ha detto...

è il¨PROTOTIPO di PARROCCHIA secondo gli iniziatori del CNC, è presente la Yeshivà...

La yeshivà di per sé non è il Tabernacolo, ma un luogo di studi. Tipo la Madrassa delle Moschee. Ogni seminario Redemptoris Mater ha la sua Yeshivà.
Così si esprime Cammino.info: "Il Santuario della Parola o Yeshivà; (l’importanza dell’ascolto e della conoscenza della Sacra Scrittura ha reso necessario la realizzazione di un “luogo” atto a questa funzione)". Praticamente il "santuario della Parola" sostituisce la Cappella dell'Adorazione. Più eloquente di così!

Il Tabernacolo è piuttosto l'Aròn ha kodésh, all'ebraica maniera: l'armadio (di santità) cioè "armadio sacro". È l'armadio posto sulla parete orientale della sinagoga, volta verso Gerusalemme. Vi sono custoditi i rotoli della Torah.

Ebbene, Aròn ha kodèsh è chiamato il Tabernacolo a due piazze alla Domus: ma perché contiene la Torah, non le Sacre Specie :(

mic ha detto...

Del resto guardate la Yeshivà del seminario Redemptoris Mater australiano (e comunque sono tutte uguali). E' un'aula di studio. Notate lo stile sinagogale con le sedie che si fronteggiano ai due lati e non guardano il Tabernacolo (che non è un vero tabernacolo) ovviamente senza inginocchiatoi?

Anonimo ha detto...

in questo blog ho sentito tante volte che i nc non vogliono il confronto o che passano subito all'attacco, ma come si può discutere con gente che ha un giudizio così negativo e un modo di porsi così superiore con un ironia da terza elementare(mi riferisco alle solite note delle foto)...poi ribadisco ancora che la calunnia più grave che ci viene fatta cioè: non credere nella reale presenza di Cristo nell'eucarestia è una FESSERIA!!! mi portate un discorso o una qualsiasi altra prova REALE che ci sono nc che non credono nel sacramento? io ci credo i miei catechisti pure, i catechisti dei miei anche e quelli sopra a loro cioè Kiko e carmen lo stesso...cosa mi dite? ;)

Anonimo ha detto...

Buongiorno vedo che in questi due giorni dui assenza avete un po' esagerato.
Sarebbero molte le cose su cui intervenire pero' credo che non ne valga la pena. L'unica cosa se mi e' consentito e per quel fratello che parla della fine del cammino credo sia 30 anni.
Scusa per sapere queste cose vuol dire che hai finito il cammino, ma come hai fatto a fare una cosa che ti dava cosi' il disgusto. Penso che tu sia uno di quei fratelli che siano andati avanti nell'ipocrisia e mettendosi solo le medagliette. Ciaoooo

by Tripudio ha detto...

Il caro fratello anonimo delle 2:48 (ma sempre tutti anonimi? è così difficile scegliersi una firma/pseudonimo in modo da distinguersi dagli altri anonimi?) afferma di credere nella Presenza Reale.

Però, pur credendo, si comporta come se non ci credesse: al momento della Comunione, sta comodamente seduto, come se il Santissimo Sacramento fosse una qualunque pagnottella simbolicamente distribuita a tutti e simbolicamente da mangiare tutti insieme quando scatta il segnale.

Oh, gli indizi sono un'infinità. Se uno crede veramente alla Presenza Reale, non costruisce mica il "tabernacolo a due piazze" abbassando il Sacramento alla dignità del (pur importantissimo) Libro.

Ah, gli indizi non finiscono mai: il "conopeo nero", per esempio, il drappeggio di colore nero che in venti secoli di santità della Chiesa nessuno aveva mai usato per adornare il Tabernacolo, ebbene, solo i neocatecumenali ci potevano pensare. Glielo ha insegnato Kiko, naturalmente.

E poi, non è lo stesso Kiko che vi insegna che se il Sacramento era da adorare, «allora avrebbe potuto farsi pietra anziché pane»?

Ah, ma sento già il caro fratello scalpitare contro l'ironia delle descrizioni delle foto, ironia che lui giudica «da terza elementare».

Vediamo dunque esattamente cos'è che lui trova "ironico".

Foto 1: "Momento della Comunione" ad una celebrazione del sabato sera.

Dov'è l'ironia?

Foto 2: Baciando la "reliquia" che il "profeta" ha "santificato"...

Oh, questa sarebbe ironia da terza elementare? A che pro un giovane si inginocchia a baciare una corona del rosario nel momento esatto in cui il signor Argüello gliela porge? Non poteva baciarla dopo? Doveva per forza baciarla mentre il "profeta" gliela porgeva? Forse che in quel momento l'aura del "profeta" santificava quell'oggetto trasformandolo in sacra reliquia da baciare?

Beh, a te sembrerà "terza elementare", a me sembra una pagliacciata idolatrica. Scene del genere non si sono mai viste negli altri movimenti ecclesiali: nessun ciellino ha mai fatto così con Giussani, nessun focolarino ha mai fatto così con la Lubich, nessun rinnovamentino ha mai fatto così con Martinez, eccetera.

Foto 3: «Quando si fu avvicinato all'accampamento, vide il vitello e le danze...»

Si tratta di una citazione biblica che dovresti conoscere bene, visto che ti riguarda.

Foto 4: E Kiko disse al card. Cañizares Llovera: «guardi come alla Comunione stiamo tutti seduti»

Questa non è ironica, perché è stato Kiko stesso a Madrid, il 30 settembre 2011, a raccontare l'episodio usando esattamente quelle parole.

Foto 5: Cagliari: kikizzazione completa della parrocchia al Poetto

Qui non c'è ironia, nemmeno di "terza elementare": ti invito a mostrarmi qualcosa della parrocchia del Poetto che non sia stata ideata da Kiko.

Foto 6: Nello Statuto del Cammino non c'è nessun obbligo della "decima", tanto meno per realizzare le Domus...

Questa neppure contiene ironia: anzi, dovresti riflettere su quanti soldi hai dovuto dare di "decima" fino ad oggi proprio mentre ti annunciavano che serviva a realizzare qualche opera di Kiko.

Foto 7: "Tabernacolo a due piazze": per i neocatecumenali la Bibbia merita lo stesso culto del Santissimo Sacramento, come se la Presenza Reale fosse solo... simbolica

Di fronte ad un tabernacolo "a due piazze", cos'altro si dovrebbe dire? Vedi, nemmeno queste parole sono ironiche.

Dunque, su sette foto, solo una descrizione contiene "ironia", che a te sembra "da terza elementare" perché anche tu magari hai fatto qualche gesto di pubblica adorazione al "profeta" che ti porge la "reliquia" da baciare, che in quel momento lui stava "santificando"...

by Tripudio ha detto...

Sul "conopeo nero" ti invito a leggere una testimonianza [link qui].

Lino ha detto...

Ecco, per esprimere il mio parere, considerato che partecipo al blog: io su questo aspetto - mi scusi Tripudio - la penso differentemente. Io credo che i neocatecumenali - perlomeno le persone delle comunità - credano sinceramente nella Presenza Reale. Come "passaggio", però, non come "permanenza". Questo si deduce dai loro comportamenti, questa è la lezione ambigua che è stata loro erogata per decenni dagli Orientamenti alle Equipe di catechisti. Poi è possibile che, mano mano che si sale nella gerarchia, l'ambigua lezione (che cito sotto l'asterisco) sia letta soltanto in termini di passaggio dello Spirito e non di Presenza Reale.

*
"Il memoriale che Egli lascia è il Suo Spirito resuscitato dalla morte, presente con tutto il suo mistero di morte e resurrezione, fatto vita per portare al Padre tutti quelli che celebrano la Pasqua, tutti quelli che celebrano la cena con Lui” (Or. Fase di Conversione, pag. 326).

Anonimo ha detto...

Buongiorno a tutti sono Nicola... apro ora il pc... penso di essere io il fratello NC al quale era indirizzata la lettera di Tripudio dalla quale sono scaturiti tutti questi commenti...
In realtà io penso di aver fatto un errore a scrivere su questo blog! Ero mosso da una sincera e retta intenzione: aiutare i fratelli del blog e tutti i visitatori casuali come me a fare un pò di chiarezza.... di "Verità" (come riportate nel titolo del vostro blog) ma mi sono reso conto di essere stato utilizzato come un "osso da divorare per cani affamati"! Mi dispiace di constatare che l'unica cosa che muove tutti gli organizzatori/autori del blog non è un sincero amore alla Verità ma un malsano desiderio di infangare il CN... Non conosco le cause ... saranno diverse ma questo a mio parere è il fine! Sperando di essere "pubblicato", mi rivolgo adesso a tutti coloro che non conoscono il CN e che si rivolgono al Blog ingannati dal suo titolo "Osservatorio..." per chiedere un consiglio se iniziare le catechesi perchè invitati dal fidanzato/a, dal parroco, da un conoscente, parente, etc...: non ascoltate nessun consiglio da questi fratelli perchè non sono liberi! Sono legati a pregiudizi! .... "come può un cieco guidare un altro cieco?" Ripeto (come già detto nei miei commenti di venerdì) che nel mio cuore vive un sincero amore alla Santa Madre Chiesa ed a tutti i Suoi figli .... la Verità però mi impone di correggere gli autori/organizzatori di questo blog e dire loro che si trovano sulla strada sbagliata... Questo è l'anno della Fede! E sapete che è possibile lucrare l'indulgenza plenaria? E' un'occasione per chiedere perdono a tutti i fratelli del CN (soprattutto catechisti, itineranti, famiglie in missione...) che avete sporcato con i vostri giudizi sapendo, il più delle volte, di sporcarli... questa è la vostra occasione per cambiare vita! Chiedere perdono è la medicina che vi farà guarire dal giudizio che vi corrode e che vi fa sicuramente vivere male! Sono solidale con tutti i fratelli del CN che hanno risposto a questo articolo da "Er basito" a jp! Un grande abbraccio a tutti.... Soprattutto a byTripudio e Luisa che vedo più agguerriti! La Pace!
Nicola

by Tripudio ha detto...

Caro fratello Nicola,

lo scopo di questo blog è gettare un po' di luce sulla verità, proprio per aiutare a fare chiarezza.

Non ci aspettiamo certo miracoli, da queste poche pagine sperdute su internet. E nemmeno ci illudiamo di essere esaustivi nel descrivere tutti i guai del Cammino, dei suoi fondatori, della sua gerarchia.

Sarei molto curioso di sapere esattamente quali tue parole sarebbero state utilizzate per trasformarti in "osso da divorare per cani affamati": sarò lieto di correggerle.

Nel frattempo permettimi di ricordarti che nel Cammino Neocatecumenale la verità raramente sempre è ben accetta. Secondo te il Cammino non ha nessun grosso problema da risolvere? Secondo te il Cammino ha solo qualche macchiolina trascurabile qua e là?

Di fronte alle persone che hanno sofferto a causa del Cammino, tu sei forse uno di quelli che se ne lavano le mani dicendo «il Cammino non fa per te» ?

Anonimo ha detto...

Per tripudio, la mia firma è ;).
Il fatto di stare seduti non è irrispettoso(così almeno la pensa la Chiesa). Allora per quanto riguarda "la santificazione" del rosario da parte di kiko, nessuno pensa che sia una reliquia una cosa toccata da kiko, questo è un tuo personale pensiero(ma non mi risulta che la chiesa l'abbia santificato quindi stai attento!), quando sono state date le corone per pregare il rosario ( io c'ero) funzionava così: si andava sul palco e kiko insieme ai vescovi presenti ti davano il rosario tu lo baciavi in segno di rispetto e lo prendevi...capito?!?!?!?! quindi in quella foto perchè c'è kiko se no funzionava così anche con i vescovi! ;)

Luisa ha detto...

E tu Nicola, quando chiederai perdono per ogni sabato sera disobbedire alle norme della Chiesa comunicandoti in quel modo estraneo alla fede cattolica?
Che argomenti hai per smentire quel che è stato scritto sulle storture delle prassi nc, sulle vostre disobbedienze, sul potere che esercitano sulle vostre coscienze Kiko Arguello e i suoi catechisti?

Dire che disobbedite ogni sabato sera, è infangare il cnc o è dire la semplice verità?
Dire che i vostri responsabili disobbediscono al Papa e alla Chiesa, rifiutando (!) di pubblicare i testi catechetici è infangare il cnc o è descrivere un`amara e sconcertante realtà?
Citare il Magistero della Chiesa è infagare il cammino neocatecumenale?
Ricordare le verità di Fede, ciò che ci insegna e comanda la Chiesa, è infangare il cnc?

Forse che citare il Magistero è far prova di pregiudizi?
Forse che ricordare le decisioni del Papa sulla vostra prassi liturgica e la vostra disobbedienza è far prova di pregiudizi?
Chi ha un problema? Chi rifiuta la verità?
Chi rifiuta di confrontarsi con la verità delle storture, delle menzogne, degli abusi liturgici, della disobbedienza al Papa e al Magistero della Chiesa?
E perchè non osa farlo?
Perché non hai la libertà di farlo?

Non sono agguerrita, Nicola, sono
solo una cattolica che vede la sua fede cattolica stravolta,la sacra Liturgia, fonte e culmine della Fede, devastata, che prova compassione per chi subisce pressioni psicologiche, per chi si sente obbligato di mettere a nudo la sua intimità, e ne vede i risultati devastanti in chi ha lasciato il cnc, sono solo una cattolica che si sente in dovere di testimoniare il suo sconcerto, se non sgomento, nel vedere che tutto ciò possa succedere nella Chiesa, nel constatare con dolore che i Pastori, i Custodi della Dottrina e della Liturgia, che sanno tutto non intervengono per raddrizzare e purificare ciò che deve esserlo.

Paolo ha detto...


"Il fatto di stare seduti non è irrispettoso(così almeno la pensa la Chiesa)."

E dove la Chiesa lo penserebbe?
Dove la Chiesa permette di stare seduti al momento della Comunione?
Certo che se per te la "chiesa" è il cammino neocatecumenale e quel che pensa Kiko Arguello è quel che pensa la Chiesa, tutto si spiega.

by Tripudio ha detto...

Nell'affermare che "il fatto di stare seduti non è così irrispettoso" stai suggerendo tre idee:

1) si tratta di una tua opinione, non sostenuta da nessun insegnamento della Chiesa nell'arco di venti secoli

2) o è irrispettoso, o non lo è... cos'è questa tua sfumatura "non è così irrispettoso"? Vuol dire che stai ammettendo che un po' irrispettoso lo è ?!? e se lo è, allora come mai nel Cammino si insegna ad essere irrispettosi (sia pure solo "un po'") verso il Santissimo Sacramento?

Al Santissimo non va reso il massimo degli onori e il massimo dell'adorazione? Forse per te l'Eucarestia è solo una pagnotta "un po' sacra" che va tenuta in mano (comodamente seduti) finché non suona il segnale di "mangiate tutti insieme"?


Tu poi dici che "nessuno pensa che sia una reliquia ecc. ecc"; benissimo, ma allora perché bisognava baciare il rosario che Kiko ti porge?

Diamine, per la Comunione siete un po' irrispettosi e state comodamente seduti... ma di fronte a Kiko vi inginocchiate e baciate gli oggetti che vi porge!

Anonimo ha detto...

tripudio io ti chiedo di leggere quello che ho scritto, non mi sembra di chiederti uno sforzo sovrumano io ho scritto: Il fatto di stare seduti non è irrispettoso(così almeno la pensa la Chiesa).il così sta dopo all'interno della parentesi! poi io ho fatto messe celebrate da vescovi nutrendomi dell'eucarestia da seduto, quindi bò... ;)

Anonimo ha detto...

il rosario si bacia a prescindere da chi te lo porge per il rispetto che si ha della corona a prescindere da chi te lo porge, questo era il senso del mio intervento!

Anonimo ha detto...

Signori ma è naturale che i nc credono nella presenza del Corpo di Cristo, il Cammino a differenza degli altri movimenti ecclesiali occupa esclusivamente le parrocchie e prende fedeli già formati cattolicamente da esse. Il messaggio strampalato ed eretico di Kiko arriva in maniera subliminale proprio nei gesti e nelle modalità ambigue per innestare confusione e poi convinzioni fino al limite da poter operare nella Chiesa ufficiale, contrariamente sarebbero messi fuori a calci.

Non dimentichiamo che il Cammino è stato ed è sotto osservazione sempre, ci sono voluti anni per essere riconosciuto, e mentre per gli altri movimenti si sono studiati esclusivamente gli statuti il CN ha avuto bisogno di correzioni dottrinali, quindi qualcosa di sbagliato è stata la stessa Chiesa ad accertarsi che ci fosse anche se ufficiosamente continua ad essere quello che era.
Quindi per poter operare sotto mentite spoglie il CN deve fare buon viso e cattivo gioco, è questa la realtà, i fedeli che concepiscono il tabernacolo più simile l'armadio sacro delle sinagoghe (concezione non cattolica) è già un gran passo per sminuire inconsapevolmente la Presenza Divina, dimostrazione di quel messaggio subliminale fa i suoi effetti che naturalmente non verrà mai ammesso ma sarà giustificato con i gli insegnamenti avuti, nella certezza che sono superiori a quelli di tutti i Papi, i Padri, ed i Dottori della Chiesa.
La Chiesa per il bene di quei fedeli a rischio ha riconosciuto il CN, ora il Cammino deve stare attento per non essere dichiarato eretico anche se continua sotto altra specie ad esserlo.

Rosy

Deus Gratias ha detto...

Caro Nicola, io leggo su questo Blog da parte dei vari "anonimi neocatecumenali" accuse, impropresri, parolacce, anatemi, offese, oscenità.

Ti domando:
se tutto cio' che tu dici è vero (sul cammino neocatecumenale e la Fede che esso porta ai suoi aderenti) com'è possibile che dopo la Messa del Sabato sera, dopo un'ora da quando dei fratelli NC hanno COMUNICATO con Nostro Signore possano venire qui e scrivere tali cose?

E' questa la Fede di un cristiano adulto?

Ora, IO SO che questo è possibile perchè IO SONO STATO NEOCATECUMENALE e proprio questa dicotomia di tanti "fratelli" Neocatecumenali mi ha portato lentamente a prendere una decisione importante: allontanarmi da loro e dal cammino Neocatecumenale.

E visto che non posso andare in giro per la strada e davanti le Chiese dove si fanno le catechesi gridando:
"NON entrate ad ascoltare le catechesi perchè un grave GIOGO vi aspetta. Una morsa dalla quale difficile sarà conservare la propria libertà di intelletto e discernimento" scrivo qui.

Vedi questo BLOG è uno strumento che puo' arrivare a tutti, o almeno a quelli che cercano informazioni sul cammino neocatecumenale perchè hanno dei dubbi.

IO poi uso anche lo strumento del parlare faccia a faccia con gli altri (anche miei fratelli di comunità) e confrontarmi.
Sapessi quanti di loro soffrono o vivono nell'incertezza di lasciare il cammino e con la paura di ritrovarsi soli!

Qui ci sono solo testimonianze e ti assicuro che almeno io avro' detto il 20% di quello che VERAMENTE HO VISTO E VISSUTO.

tu hai scritto:

" mosso da una sincera e retta intenzione: aiutare i fratelli del blog e tutti i visitatori casuali come me a fare un pò di chiarezza.... di "Verità"

Questo TUO aiuto come lo potresti dare a ME che ho passato metà della mia vita adulta nel CNC?
Pensi che forse una mattina mi sono svegliato e ho pensato di buttare LA MIA VITA PASSATA cosi' per capriccio?

Pensi che non abbia sofferto e con me la mia famiglia) nel ritrovarmi SOLO messo al bando dai fratelli (quelli che si dicevano tali) della mia comunità?
Eppure MAI mi sono comportato male nei loro confronti MAI! E quante volte sono corso in aiuto di quel fratello/sorella che aveva un problema o della Comuntià stessa che, spremuta fino all'osso, non aveva piu' soldi nemmeno per pagare le convivenze?
E l'ho fatto con GIOIA perchè ci credevo.
Ma tutto questo a cosa è servito?E non intendo dire cosa è SERVITO A ME ma cosa è servito alla comunita!
E' un discorso lungo difficile è approfondirlo ma si potrà fare all'occasione

Caro Nicola se questo TUO AIUTO si fosse mostrato a me e ai tanti fratelli logorati, afflitti, lacerati nello spirito durante IL CAMMINO non sarebbe stato piu' diretto ed efficiente?

Caro Nicola non è questione di aggressività o cattiveria nei confronti del cammino NC ma è questine di VERITA' VISSUTA.

Poi tu sei libero di elencare i doni ricevuti io e gli altri usciti (o che stanno per uscire) siamo liberi di elencare le ferite.

Tu dici:
"Sono legati a pregiudizi! (quelli che scrivono qui).... "come può un cieco guidare un altro cieco?" "

Anch'io posso dirti la stessa cosa:
"come puo' un marito cieco condurre alle catechesi la moglie?O un padre NC un figlio? O un fidandato NC la propria fidanzata?

Vedi la situazione è ambivalente E sinceramente non è il PREGIUDIZIO (ma cosa vuole dire, "pregiudizio"? Su chi o cosa?) a convincermi che è giusto scrivere qui, ma è il DOLORE e la presa di coscienza che Madre Chiesa non ti vuole SCHIAVO ma LIBERO.

Per questo mi sento di dire a tutti quelli che leggono qui:

PENSATECI BENE PRIMA DI DARE LA VOSTRA ADESIONE.
Dopo potrebbe essere troppo tardi e il dolore provato non si puo' cancellare.

Un abbraccio fraterno.
Prego per te.

Anonimo ha detto...

I fratelli che si sono alzati per i seminari (vedi foto) non sono inginocchiati davanti a Kiko, come erroneamente avete scritto, ma davanti al Crocifisso ed ai Pastori che presiedevano quell'assemblea. Kiko stava semplicemente mettendo ordine perché c'era troppo affollamento e il palco rischiava di cadere. Credo che un po' di onestà da parte di chi posta non guasterebbe. Elio

by Tripudio ha detto...

Ah, già, proprio così (ah, ah, ah!), Kiko stava solo "rimettendo ordine", proprio così, infatti...


Elio, se ci sono delle persone inginocchiate davanti a un crocifisso, nessuno è così cretino da mettersi in mezzo con un microfono a "mettere ordine" rischiando di dare l'impressione sbagliata. Tanto più in presenza di telecamere.

Anonimo ha detto...

Ecco, appunto, Kiko è un "cretino", perché solo un cretino innamorato di Gesù può subire continui linciaggi, umiliazioni, accuse di eresia, di plagio, e non reagire mai lasciando a Dio il giudizio sui suoi persecutori!
Elio

by Tripudio ha detto...

"Cretino"? in che senso?

Se fosse "innamorato di Gesù", la prima cosa che farebbe è ubbidire al Papa e comandare al Cammino di ubbidire al Papa.

Se fosse "innamorato di Gesù" direbbe: lasciate perdere le fandonie che io e Carmen vi abbiamo detto, e andate invece alla fonte sicura del Catechismo della Chiesa Cattolica.

Se fosse "innamorato di Gesù" direbbe: il Papa ha detto che noi dobbiamo celebrare le liturgie rispettando i libri liturgici, senza strafalcioni, senza furberie.

E poi, "persecutori"? Ti ringrazio per avermi lusingato, ma ti assicuro che io non sono un "persecutore" di nessuno.

Come gli altri collaboratori di questo blog, mi limito solo a riportare le parole del Papa e quelle di Kiko, le foto del Papa e quelle di Kiko, le affermazioni del Papa e quelle di Kiko... e le numerosissime e continue testimonianze di tutti i neocatecumenali che a causa del Cammino hanno sofferto (soprattutto nell'anima e nel portafogli).

Non risulta che alcun neocatecumenale abbia mai chiesto perdono per il male che il Cammino ha fatto alle anime. Sfido io! Il Cammino è il dogma intoccabile dei neocatecumenali...

Luisa ha detto...

Kiko Arguello è tutto salvo un cretino è al contrario molto furbo e intelligente sa che non ha interesse a venire sulla piazza pubblica per difendersi contro chi lo accusa di eresia, di disobbedienza, di inculcare il culto della personalità nei suoi seguaci,di devastare Liturgia e spazio sacro, di portare la divisione nella parrocchia, di aver costruito un sistema basato sul segreto, sull`onnipotere suo e dei suoi catechisti,sa che tutte le storture del suo"cammino" sarebbero sotto i riflettori e non ha nessun interesse a farlo, no, Arguello se ne infischia delle critiche, lui mira ai vertici della Chiesa, lui invita vescovi e cardinali, vuole avere il maggior numero di appoggi nelle alte sfere, si occupa e preoccupa di mettere le sue pedine nei luoghi di potere, come i media cattolici.... allora le critiche dei piccoli senza potere non lo sfiorano nemmeno di striscio, salvo per farsi passare come una vittima da idolatrare ancor più di quanto già non lo sia.