giovedì 13 marzo 2014

Per chi ha appena scoperto questo blog

"Liturgia" neocatecumenale
Breve promemoria dedicato a coloro che hanno scoperto questo blog da una notizia sui giornali.

1) questo è un blog, non è una testata giornalistica, non è un'enciclopedia, non è un dossier del notaio, non è una relazione di un prelato, non è un documento di un avvocato, eccetera: lo ripetiamo, è un blog (sapevate che nell'internet ci sono i blog, vero?);

2) in particolare facciamo notare che questo blog non è l'unica fonte "alternativa" di notizie sul Cammino Neocatecumenale, e non ha alcuna pretesa di risultare completo, tempestivo, simpatico, aggiornato e esaustivo; in particolare, per un'analisi dottrinale completa rinviamo ai libri e agli articoli di p. Enrico Zoffoli, d. Elio Marighetto, d. Gino Conti, e del beatificando mons. Pier Carlo Landucci;

L'avanzata dei kikos
3) questo blog non ha alcuna pretesa di presentare una qualche "alternativa" spirituale al Cammino: l'unica vera alternativa al Cammino Neocatecumenale è la Chiesa Cattolica, e nella Chiesa Cattolica c'è posto per tutti a condizione di prenderla sul serio anche negli aspetti dottrinali e liturgici (non basta gridare "Signore! Signore!", non basta cantare "canti biblici", non basta fare "tanti figli": in questo sono bravissimi anche i protestanti e i testimoni di geova);

4) questo blog non ha neppure la pretesa di diventare "famoso" e "gettonato" poiché spesso bastano poche parole vere per cambiare idea (ed è lo stesso motivo per cui questo blog può apparire "ripetitivo" su certi argomenti): intelligenti pauca - repetita juvant! Il fatto che il Cammino contiene sempre gli stessi errori (come la deplorevole "comunione seduti"), costringe talvolta a riprendere argomenti che erano stati già trattati, specialmente a beneficio di coloro che rintracciano questo blog per la prima volta;

Sacra "nueva estetica" di Kiko
con simboli massonici
5) lo scopo di queste pagine è stimolare la riflessione riportando secondo verità notizie e testimonianze sul Cammino Neocatecumenale, che la propaganda neocatecumenale nasconde, banalizza, altera (si pensi ad esempio a quella che fanno costantemente su wikipedia e sui forum cattolici romani). Lo ripetiamo: non è un banale forum di confronto tra i "pro" e i "contro" (e non sono certo gli elogi al Cammino che ripareranno il male commesso dal Cammino e per il Cammino);

6) in particolare sfidiamo chiunque a verificare personalmente tutto ciò che qui viene presentato; per questo vengono segnalate qui, a proposito dei mali del Cammino, anzitutto le parole di Kiko e del Papa, e le accuse motivate e le testimonianze personali;

Spiritualità neocatecumenale
7) i problemi del Cammino Neocatecumenale sono di natura liturgica e dottrinale: tutte le ingiustizie del Cammino dipendono da quei due fattori (per esempio l'arroganza dei cosiddetti "catechisti" del Cammino dipende dalla presunzione idolatrica che il cristianesimo insegnato dal fondatore Kiko Argüello sia migliore di tutte le esperienze cattoliche, perfino quelle dei santi) e anche tante questioni apparentemente secondarie, se considerate nel loro contesto, sono molto eloquenti (per esempio il bislacco hannukkià a nove fuochi sui tavoloni su cui i neocatecumenali celebrano le loro liturgie fai-da-te il sabato sera, significa che i kikos celebrano un loro "dio" che non pare quello indicato dalla Chiesa Cattolica, altrimenti non avrebbero bisogno di inventarsi una liturgia tutta kikiana);

8) qualsiasi intervento che voglia parlare di qualche "bontà del Cammino" non può prescindere dagli strafalcioni liturgici e dottrinali che il Cammino ha imposto in tutto il mondo, ovunque si sia incistato, dagli albori 46 anni fa fino ad oggi (Nostro Signore ci ha donato l'insegnamento e i sacramenti, ma non gradisce che quei doni vengano inquinati e modificati da degli autonominati "iniziatori"). Qualora il Cammino rinunciasse a tali strafalcioni (oppure rinunciasse ad autodefinirsi cattolico), questo blog diventerebbe immediatamente inutile;

In ginocchio davanti a Kiko
9) come tutti i blog, anche questo è infestato dai troll e da disturbatori di ogni genere , abituati a cambiare pseudonimo ogni volta che azzeccano una figuraccia. Pubblicare talvolta anche i loro commenti, insulti, illazioni, è utile a far emergere la superbia del neocatecumenalismo (da cui deriva la loro insaziabile mania di aggredire e insultare chi non loda il Cammino);

10) in particolare facciamo notare che molte obiezioni del tipico attivista neocatecumenale si fondano su artifici dialettici e sottili menzogne (per esempio quando dicono "abbiamo lo Statuto", credono che lo Statuto sia una certificazione di santità di ogni azione passata, presente e futura; un altro esempio: quando si parla di "salette" delle celebrazioni kikiane, loro fingono di credere che si tratti solo di un problema geografico invece che della mentalità settaria e isolazionista dovuta alla convinzione di essere migliori di tutti gli altri e di dover mantenere "arcani segreti");

11) i collaboratori di questo blog sono cattolici ma non sono scemi: ci interessa il Magistero della Chiesa, non le elucubrazioni teologiche; ci interessa la Tradizione della Chiesa, non le invenzioni di autoinventati "riscopritori"; ci interessa la santità della Chiesa, non le spiritualità "riscoperte a tappe di arcani" che di fatto contraddicono la Chiesa;

Il santino di san Kiko
12) i collaboratori di questo blog sono cattolici ma non sono fessi: la carità non consiste nel politically correct e neppure nel buonismo; la speranza non consiste nell'ottimismo del volémose bbene; la fede non consiste nel gridare "Signore! Signore!" o nell'ottenere certificati di approvazione o udienze papali.

45 commenti:

Anonimo ha detto...

Come tutte le realtà ecclesiali, quando non si vive bene il carisma, quando la comunità è più morta che viva, non ci sono frutti. Se poi aggiungiamo errori vari, abusi liturgici, denaro inutilmente speso per le brutte icone e i concerti di Kiko, ecc. allora, a conti fatti, è meglio evitare di mettere piede nel Cammino

Anonimo ha detto...

http://www.romagiornale.it/papa-francesco-conferma-kiko-arguello-consultore-del-pontificio-consiglio-i-laici/

forse che il Papa non conosce il CNC?

Anonimo ha detto...

Di quanti siate falsi vada una per tutte. La didascalia sotto la foto che vede una fila di persone inginocchiate "davanti a Kiko" è falsa. Quelle persone che si erano alzate per andare in missione, erano inginocchiate perché stavano ricevendo la benedizione del card. Varela, e Kik stava cercando di mettere ordine per permettere a più persone di inginocchiarsi. Andate a confessarvi, perché oltretutto siamo in Quaresima.
Elio

Anonimo ha detto...

Di che giornale si tratta?

Micus

Ruben ha detto...

Anonimo ha detto...
"http://www.romagiornale.it/papa-francesco-conferma-kiko-arguello-consultore-del-pontificio-consiglio-i-laici/

forse che il Papa non conosce il CNC?"
---
Infatti lo conosce talmente bene che, nella sua Patria(Argentina),tra l'altro mai rinnegata, tanto da volerne conservare la cittadinanza, le Comunità Neocatecumenali sono 44(quarantaquattro) su un totale di 40.412.376 ab.(fonte Camineo.info)

Romagiornale è una testata riconducibile al Cammino Neocatecumenale, quindi di parte.

La nomina a "Consultore" è formalmente, di pertinenza Papale; attendo quindi, senza preclusione di sorta, gli estremi documentati della nomina, del Sig. Francisco Gomez de Arguello y Wurtz, alla carica di Consultore del Pontificio Consiglio per i Laici.
Il documento da me richiesto,dovrà essere datato in uno spazio compreso tra il 31/12/2013(giorno della sua decadenza)e la data del presente post.
Astenersi dalle agenzie e "ritagli di giornali".

by Tripudio ha detto...

Conosciamo il Romagiornale poiché alcune settimane fa il suo neocatecumenalissimo Caporedattore e Cofondatore ha mistificato le parole del Papa per farle apparire favorevoli al Cammino: un vizietto molto diffuso nel Cammino.

Quanto alla foto "in ginocchio davanti a Kiko", siamo stati noi stessi, tempo fa, a scrivere qui che i soggetti si erano inginocchiati per ricevere la benedizione da Varela e... l'idolo Kiko si è posto dinanzi a loro.

Ora, per quale motivo Kiko si è frapposto tra il Varela e i kikos inginocchiati?

Semplice: Kiko è un idolo, sa di esserlo, e vuole esserlo.

Anonimo ha detto...

@Anonimo ha detto...
Di quanti siate falsi vada una per tutte. La didascalia sotto la foto che vede una fila di persone inginocchiate "davanti a Kiko" è falsa. Quelle persone che si erano alzate per andare in missione, erano inginocchiate perché stavano ricevendo la benedizione del card. Varela, e Kik stava cercando di mettere ordine per permettere a più persone di inginocchiarsi. Andate a confessarvi, perché oltretutto siamo in Quaresima.
Elio

NON PEGGIORARE LA SITUAZIONE.
KIKO DOVEVA DARE L'ESEMPIO, METTERSI PER PRIMO IN GINOCCHIO, PER RICEVERE LA BENEDIZIONE DEL VESCOVO.
PERCHÉ NON L'HA FATTO? COME LUI, ANCHE TU DAI ORDINI? MA CHI SEI! PROVA A FARTELE DUE DOMANDE IN QUESTO PERIODO DI QUARESIMA.

Lino ha detto...

Elio ha detto:
"...e Kiko stava cercando di mettere ordine per permettere a più persone di inginocchiarsi"

Dai Elio, è vero che nessuno conosce il tuo cognome, ma non renderti ridicolo davanti allo specchio, quando di mattina ti radi la peluria (non riesco proprio a immaginarti, con la barba :-).
Lo vedi quanto spazio c'è sulla destra? E sulla sinistra, un'altra persona per fila ci andava, o no? L'impressione è sempre quella del fango sugli occhi, mai lavato nella "piscina". Perciò l'estetica kikiana vi pare una bellezza :-)

Te lo dico io cosa sta facendo Kiko: si sta esibendo. Al massimo, alla stregua di un caporale, sta controllando che, nel suo plotone di neocatecumenali, siano tutti "inquadrati e coperti".

Elio, "NON PEGGIORARE LA SITUAZIONE", ha scritto il saggio commentatore barbuto nel commento soprastante. Magari, se proprio vuoi peggiorarla un pochino, vai nel sito dei disertori: là, perlomeno, ti leggono in pochi, quando ti pubblicano.

Anonimo ha detto...

Salve,

premetto che io sono da pochissimo fuori dal cammino per scelta personale, volevo dire che nel cammino c'è anche del positivo, ho visto persone cambiare radicalmente ed essere ora più felici e coscienti rispetto alla fede di prima (la mia comunità però è ancora nel pre-catecumenato in attesa del secondo passaggio), diciamo che è vero che nel cammino c'è fanatismo, è vero che i catecumeni sono prevenuti e alzano i toni quando si sentono minacciati (questo trovo sia una deformazione data dal fatto che viene spesso detto di essere sinceri con i fratelli, spesso affermando che per essere vera comunità bisogna litigare).

Non mi sento di poter affermare che le eucarestie NC sono chiuse a chi non è nel cammino, nella mia chiesa non è mai successo, fatta eccezione per quando le comunità celebrano singolarmente (cosa che accade a turni a tutte le comunità in parrocchia).

Tuttavia non scrivo qui oggi per fare l'elenco dei motivi per cui ho deciso di lasciare, ma dico che se si correggessero alcuni aspetti uniformandoli al cattolicesimo vero, allora il cammino sarebbe veramente valido da un punto di vista di crescita nella fede.

Scrivo qui perché io sono quello che si direbbe un complottista ed ho una domanda che mi faccio da diverso tempo.

Noi sappiamo (forse non tutti) che la Massoneria ha un piano per distruggere la Chiesa Cattolica e in questo piano vi è incluso il deprezzamento (deprezzamento magari è brutto lo so), dell'eucarestia, siccome la Massoneria è riuscita anche ad entrare nella chiesa per metterla in difficoltà da dentro, io ogni tanto mi chiedo se il cammino non sia un mezzo visto che spesso vedo del simbolismo massonico in alcune cose che riguardano il cammino.

Lo so, sono molto cattivo e forse esagerato, ma la mia non vuole essere un accusa, quanto una confutazione con chi magari ha più conoscenza di me riguardo certi argomenti.

Carmelo G

elio ha detto...

Tranne che siete voi stessi a postare, disconosco il commento delle 11.59 a firma elio.
Io c'ero e non mi sarei mai discolpato per una stupidagine come questa....lana caprina.
Purtroppo qualcuno si diverte, io che ho la barba da trenta anni ormai anche bianca, ho smesso di giocare con il fango e le poesie, lascio questo passatempo a chi invece con le poesie seduce.
Il fango è il suo habitat, per questo ne parla in continuazione.

Lino ha detto...

Se tu avessi la barba bianca, commenteresti con un nick autenticato. Eviteresti, in tal modo di farti accreditare commenti non tuoi, che comunque appartengono alla tua fratellanza.
Se tu avessi la barba bianca, ameresti la poesia, che è una componente delle Sacre Scritture, che seduce: "Mi baci con i baci della sua bocca! / Sì, le tue tenerezze sono più dolci del vino. / Per la fragranza sono inebrianti i tuoi profumi, / profumo olezzante è il tuo nome, /per questo le giovinette ti amano".

Se tu avessi la barba bianca, avresti capito che a parlare del fango siete voi: io parlo dell'argilla, parlo di pêlos, della creta dei vasai.

Se tu avessi la "barba" bianca, avresti capito che la barba è una metafora.

elio ha detto...

Guarda lino, io ho smesso di cercare il dialogo, non perché abbia paura, ma perchè parlare con uno che censura due post su tre, mi invita a lasciare.
A riprova di questo, vorrei farti notare, che a parlare di fichi e fango, sei solo ed esclusivamente tu.
Non mi risulta che ti abbiamo mai sottoposto al vaglio le catechesi del cammino, questa è una briga che hai costruito tu di sana pianta, non so forse ti fa pensare di essere teologo, esegeta, sapiente, ma per NOI, il tuo parere, conta meno di quello di Abdul.
Dovresti invece ben sapere, e lo sai, che abbiamo sottoposto le tracce guida per tutte le catechesi del cammino alle preposte congregazioni, che come ben sai, le ha vagliate, studiate, corrette, e sigillato, come ben sai, rendendole uniche e vincolanti per tutto l'iter neocatecumenale.
Questo può non piacerti, può farti dissentire dal contenuto, può anche farti sentire superiore alle stesse congregazioni, ma rende sempre il tuo parere come quello di Abdul....cioè inutile.
Quando riuscirai a farmi capire che il mio discorso è sbagliato, e che il tuo parere invece è giusto, sono pronto a chiederti scusa in modo privato e non anonimo, ma devi darmi argomenti validi e sopratutto supportati da pareri ufficiali e gerarchici.... (non certo zoffoli ).
In caso contrario faresti meglio a scrivere sonetti, non li ho letti, e manco ci penso, ma almeno non ti porti anime semplici sulla coscienza.

Elio

Anonimo ha detto...

Il cammino serve un po ad attutire l'imperante secolarismo e la scristianizzazione. Tuttavia, può creare altri problemi...
talvolta seri.


Anonimo ha detto...

Il Santo Padre Papa Francesco si recherà domenica prossima 16 marzo in una Parrocchia alla periferia di Roma, Parrocchia completamente colonizzata dai NC.

http://www.cinquequotidiano.it/territori/sociale/2014/03/12/comune-di-guidonia-setteville-papa-francesco-bergoglio-programma/#.UyJA-c5B-D8

Ruben ha detto...

@ Anonimo ha detto...
"Il cammino serve un po ad attutire l'imperante secolarismo e la scristianizzazione. Tuttavia, può creare altri problemi...
talvolta seri."
---
Personalmente penso, che per attutire o meno il secolarismo e la scristianizzazione sia necessario fare o non fare determinate cose; non c'è bisogno di strafare, ricorrendo necessariamente a Cammini paralleli se non alternativi.
E' un po'come "mettersi a dieta",tenendo però presente che le diete non sono mai uguali per tutti, devono essere necessariamente personalizzate,altrimenti nuocciono!...

Ruben ha detto...

@Elio
---
Chi è Abdul?

Sempre Allerta Sto ha detto...

Vorrei chiedere ad Elio quali sono i suoi problemi!Oltre al fatto che non ama la poesia...che non accetta le argomentazioni illuminanti di Zoffoli, (una grossa spina nel fianco per i NC), perché si rifiuta di comprendere che l'episodio del cieco nato così come viene propinato da Kiko è una mistificazione evangelica?. Elio perché ti lasci abbindolare e non ascolti la interpretazione accreditata di uomini di chiesa?

http://www.zenit.org/it/articles/predicatore-del-papa-aprire-gli-occhi-della-fede-per-credere-in-cristo

Anonimo ha detto...

Ecco come va spiegato il brano di Vangelo secondo Giovanni (Gv 9, 1-41)
del cieco nato! Gesù è il Centro di tutto!

http://miradouro.it/node/3702

elio ha detto...

Ruben:
Abdul è uno che si pronuncia su una cosa della quale non ha minimamente cognizione, e a quanto pare siete in tanti a chiamarvi così.
Le tue risposte sembrano quelle dell'on razzi, vai a guardarle e dimmi se non ho ragione....forse è tuo mentore ?

Anonimo ha detto...

Chiedo a Elio e tutti quelli come Elio:

Se ritenete questo blog un covo di vipere, di sfigati, di falliti di depressi, che ci venite a fare?????????????

Se non sei e siete capaci di scrivere con tutto il dovuto rispetto "PADRE ZOFFOLI" invece che Zoffoli (e questo la dice lunga su come rispettiate le anime e le persone)di cosa volete convincerci con le vostre arrampicate sugli specchi.

Sono convinto che, persone come Lino Ruben Tripudio DG ecc ecc per Voi sono come dei sassolini che avete nelle scarpe e vi danno terribilmente fastidio, mettono in dubbio 30 e passi della vostra vita vissuta nel cnc semplicemente ricordandovi chi siete e cosa fate.

A me l'interpretazione del "fango" di Lino piace molto di più di quella di Kiko e non bisogna essere dei profondi esegeti per capire quale sia quella "VERA", siccome l'avete capita anche Voi,temete che altri apprendano l'enormi stupidaggini scritte sulle catechesi.
Che bello è per me aver capito che il fango messomi negli occhi è il fango della Creazione,il fango che ti toglie la cecità,e ti plasma con nuovi occhi,
se a Te piace il "fango" del peccato ...........................................

Se preferisci lasciare la cognata in ospedale...................................

Questa è la vostra grande paura, sapere che oggi si possono impugnare le vostre catechesi, sapere che ci sono delle persone capaci di screditare le vostre corbellerie avete paura che ci saranno delle ribellioni all'interno delle vostre comunità, ai vostri strafalcioni, alla vostra superbia al vostro bla bla bla bla bla .

Ho avuto modo di parlare con il mio amico del suo abbandono del cammino , catechista da 30 anni,che ha scritto il suo nome alla Domus che ha indossato la "Veste bianca",ho avuto una sola secca risposta:
"Ho lasciato per gli stessi motivi che hai lasciato tu"
Allora io mi sento fortunato, perche il mio amico ci ha impiegato minimo 36 anni per capire questi motivi, e sai Elio quali furono i motivi che mi fecero lasciare il cammino?
Sono quelli che quotidianamente si leggono su questo blog quelli che tutti gli sfigati i depressi i Giuda da tutta Italia denunciano su questo blog.

Chi sa?
Forse fra alcuni anni ti sarà tutto più chiaro.

ODG

montmirail ha detto...

Argüello appartiene al Dicastero dalla sua designazione nel 1993 da parte di Giovanni Paolo II

http://www.zenit.org/it/articles/il-papa-conferma-kiko-arguello-consultore-del-pontificio-consiglio-per-i-laici

E' questa difesa papista contro l'evidenza che non giova al blog.

Certo anche Zenit è a propulsione neocat , ma i fatti restano.

l'apostata ha detto...

@ Elio che ha scritto:
"... Abdul è uno che si pronuncia su una cosa della quale non ha minimamente cognizione...".

Grazie ad Elio scopriamo che Abdul è il secondo nome della signorina Carmen, autrice di profonde riflessioni catechistico-teologiche.

Grazie.

Anonimo ha detto...

In quale giornale si fa riferimento a codesto blog?

Micus

Ruben ha detto...

@ montmirail ha detto...
"Argüello appartiene al Dicastero dalla sua designazione nel 1993 da parte di Giovanni Paolo II"

"E' questa difesa papista contro l'evidenza che non giova al blog.
Certo anche Zenit è a propulsione neocat , ma i fatti restano."
---
No Montmirail, Kiko come tutti i Consultori PCL, è decaduto per delibera Papale il 31/12/2013:

● CONFERME NEL PONTIFICIO CONSIGLIO PER I LAICI
Nel Pontificio Consiglio per i Laici, il Santo Padre Francesco ha confermato Presidente l’Em.mo Card. Stanisław Ryłko e Segretario S.E. Mons. Josef Clemens, Vescovo titolare di Segerme, fino alla conclusione dei rispettivi quinquenni in corso; ha inoltre confermato, fino al 31 dicembre 2013, i Membri e i Consultori dello stesso Pontificio Consiglio.
[01345-01.01]
Bollettino Stampa della Santa Sede
24.09.2013

http://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino/pubblico/2013/09/24/0605/01342.html#CONFERME NEL PONTIFICIO CONSIGLIO PER I LAICI

Dal 31/12/2013 ad oggi,nessuna delibera Papale, limitatamente ai vecchi Consultori.


Ruben ha detto...

elio ha detto...
Ruben:
Abdul è uno che si pronuncia su una cosa della quale non ha minimamente cognizione, e a quanto pare siete in tanti a chiamarvi così.
Le tue risposte sembrano quelle dell'on razzi, vai a guardarle e dimmi se non ho ragione....forse è tuo mentore ?
---
Elio, non hai risposto, non ho chiesto "cosa fà", ti ho chiesto chi è?

Per quanto riguarda l' On.Razzi, a parte che andrebbe scritto con le maiuscole,è sempre un onore, essere paragonato ad on Deputato della Repubbica Italiana; infatti l'unica differenza tra "te" e Razzi, e che "Lui" sta lì, "tu", no.

Anonimo ha detto...

Il Papa mette al centro la Misericordia di Dio, in linea con Giovanni Paolo II che verrà santificato prossimamente e, dopo di lui, anche Madre Speranza. Sicuramente è stato ispirato dallo Spirito Santo, poiché l'attributo più grande di Dio, cioè l'Amore Misericordioso è proprio per questi nostri tempi. Per questo motivo, una delle raccomandazioni più importanti fatte ai fedeli del Cammino è quello di praticare la Misericordia. Ciò dipende dall'incontro con Gesù Misericordioso. Ciò vale anche per tutti gli Istituti Religiosi e comunità laicali.

elio ha detto...

Mi alzo alle cinque per pregare le lodi in parrocchia, quindi non mi va di rispondere singolarmente.
Per questo rimando tutti quelli che digrignano i denti, al mio post di ieri alle 21.07 per quanto concerne fanghi argille e pappe varie.
Il fatto che nessuno si riesca a confrontare sull' argomento, motivando che le decisioni delle congregazioni preposte, sono sbagliate, mi danno la pace assoluta, altro che sassolini.
Infine scrivo zoffoli come mi pare, lo rispetto come uomo, ma non come sacerdote, per il semplice fatto che la sua crociata, è stata sempre smentita dai riconoscimenti, dagli statuti, dalle nomine, e sopratutto dai frutti riconosciuti apertamente dalla Chiesa Ufficiale e Gerarchica.
Il fatto che lui come voi, vi ostinavate a dire che la Chiesa sbaglia a riconoscerci, vi mette esattamente sullo stesso piano....quello di abdul.

elio ha detto...

Ti ringrazio, Signore, perché io non sono come i cristiani della domenica. Io infatti pago le tasse perfino sulla menta e sul cumino, e mi alzo alle cinque per andare a fare le lodi (a Kiko) in parrocchia. Non sono mica come quel pubblicano laggiù, che perde tempo a pentirsi nel sacramento della confessione.

Io poi dico la verità, cioè che da Costantino a Kiko la Chiesa ha vissuto un'epoca buia e vuota, e che il Vaticano II, cioè Kiko Argüello, ha recuperato le origini cristiane dei primi cristiani delle origini cristiane, in special modo i canti su base rumba e flamenco, i dipinti 'Vengo presto' e 'Maria Kiko', e le Domus per i ventimila preti in Cina, il paese che attira le cefale.

elio ha detto...

Tutto qui ? E le risposte ? Cos'è il blog di razzi ?.
Elio quelli vero...

Ruben ha detto...

@Elio
"Io poi dico la verità, cioè che da Costantino a Kiko la Chiesa ha vissuto un'epoca buia e vuota, e che il Vaticano II, cioè Kiko Argüello, ha recuperato le origini cristiane dei primi cristiani delle origini cristiane,...."
---
Bene, ammettiamo che ciò che dici sia la verità;di conseguenza però mi devi spiegare, perchè il Papa attuale,che formalmente amate,con stile prettamente adulatorio(anche questa è verità!), si chiama "Francesco".

Ruben ha detto...

@elio ha detto...

"Mi alzo alle cinque per pregare le lodi in parrocchia..."
---
Dipende se lo fai volentieri o meno,
altrimenti sarebbero più produttive un paio d'ore di sonno in più,sia per il corpo(Tempio di Dio) che per l'anima,almeno in vita,legata intimamente al corpo.

Anonimo ha detto...

Elio, col tuo modo di dire e di fare mi ricordi tanto un mio amico

Hops è caduto da cavallo.


ODG

sandavi ha detto...

Interessante articolo di Crux Sancta, tradotto da me. Le imprecisioni di traduzione sono dovute alla necessità di adattare il testo per renderlo scorrevole.

La crisi e la mancanza di donazioni obbligano i ' kikos ' a rinunciare al seminario di El Valle

Il movimento cattolico comunica al Consistoro l’intenzione di restituire il terreno ceduto poiché non più in grado di portare a termine il progetto con le dovute garanzie.
Era stato annunciato come “uno dei più grandi centri internazionali per la formazione dei missionari”, ma, come un castello di carte, la crisi ha spazzato via le illusioni del Cammino Neocatecumenale a Murcia e nella Diocesi di Cartagena. Il progetto di costruire un Seminario Diocesano Missionario Internazionale “Redemptoris Mater” è stato chiuso definitivamente in un cassetto.
Pochi giorni fa i promotori hanno manifestato al Comune con una lettera l’intenzione di recedere dal contratto firmato nel 2009 – e modificato nel 2010 – per la cessione dei terreni nel Parco Regionale El Valle-Carrascoy. Diego Martínez, rettore del Seminario Maggiore, ha dichiarato nella lettera che si rinuncia a continuare il progetto “data la grave crisi economica” e “l’incapacità di affrontare, con le dovute garanzie, il finanziamento della costruzione dell'edificio proposto.”

La Giunta Comunale ha accolto ieri la richiesta, considerando che l'assegnazione venne aggiudicata con la condizione che i lavori fossero eseguito in un arco di cinque anni, mentre ne sono passati tre e non si è mossa una pietra.
Il Cammino Neocatecumenale, come ricorda Martínez nella lettera, ha recentemente attivata una sede provvisoria per questo seminario nel villaggio di San José de la Vega, in un edificio precedentemente occupato dai Carmelitani, nel quale vengono formati attualmente 19 futuri sacerdoti.
Nel mese di agosto, Mons. José Manuel Lorca Planes, ha ricevuto in udienza a Murcia Kiko Arguello e Carmen Hernandez, iniziatori del Cammino Neocatecumenale (dal nome del fondatore viene anche la definizione di “kikos” attribuita ai fratelli che fanno parte di questa corrente ultracattiolica), che hanno spiegato alla Diocesi le difficoltà sorte che impediscono di continuare con successo in questo progetto. Il pittore e catechista, che ha fondato il movimento a Madrid nel ‘60, ha approfittato di questo viaggio per visitare San José de la Vega e il Santuario di Fuentesanta, dove ha pregato nella cappella della patrona.

Terreno in zona SIC

Già da principio l’iniziativa non è partita con il piede giusto, dato che il primo accordo firmato il 24 aprile 2009 ha dovuto essere annullato perché il terreno offerto intercettava la zona di protezione del SIC ( Sito di Interesse Comunitario) di El Valle-Carrascoy e quindi considerati nel Piano generale urbano come sottoposti a speciale tutela faunistica e forestale.
I 55.941 mq di terreno , che si trova alla fine di Sangonera La Verde appartenevano alla società mercantile Cefu S.A. , che li avevano ceduti preventivamente al Comune chiedendo in cambio di spostare l’edificabilità ad altro piano parziale. Il Consistoro ha quindi regalato il terreno alla Diocesi per la realizzazione del progetto.
Dopo le obiezioni sollevate dalla Direzione Generale per l'Ambiente, che non ha ritenuto idoneo il terreno a questo tipo di costruzione e non ha considerato il progetto classificabile come “di pubblico interesse”, il Consiglio Comunale ha modificato il contratto all'inizio del 2010 e ha offerto alla Diocesi e al Cammino Neocatecumenale un campo simile di 50.462 mq, sito però a El Palmar, in una operazione simile alla precedente, perché il terreno apparteneva alla Profu S.A., una delle società del Gruppo Fuertes.
In realtà, secondo fonti comunali, la modifica del contratto non era dovuta al rispetto della zona di protezione, ma era conseguenza di una richiesta di Fuertes e del Vescovado.

(continua)

sandavi ha detto...

(continua)


Tre volte i Geronimiti

Secondo quanto annunciato nel 2009 dal responsabile del Cammino Neocatecumenale in Murcia, Nicanor Martinez e dal futuro rettore del seminario, Diego Martínez, il complesso della Murcia avrebbe occupato 12.000 metri quadrati e sarebbe stato costruito con caratteristiche simili a quelle del centro internazionale ' Domus Galileae in Israele o anche del seminario di Macerata, Italia . Ci si aspettava che questo mastodonte piantato in piena Sierra avrebbe accolto 150 persone (120 seminaristi più il personale volontario, i formatori e altro personale), la cui apertura era stata fissata per il 2011, approfittando della visita di Benedetto XVI a Madrid per le Giornate Mondiali della Gioventù.
L'intenzione dei promotori era stata quella di finanziare le opere “con la Provvidenza Divina e la generosità dei fedeli”, ma, stando ai fatti, è evidente che non è stato sufficiente. Nella struttura era stata pianificata la costruzione di due chiese e un seminario, una biblioteca, aule, sale conferenze e un campo di calcio.
“Diventerà come il Monastero dei Geronimiti ma moltiplicato per tre” dicevano a “La Verdad” i sostenitori del movimento.
Il sindaco di Murcia, Miguel Ángel Cámara, ha osservato nel 2009 che la scelta della città di Murcia come sede per il centro sarebbe stata “una proiezione di primo piano in tutto il mondo, se si considera che la struttura sarà la destinazione di centinaia di seminaristi provenienti dai 5 continenti, senza contare la creazione di decine di posti di lavoro per la realizzazione dell’opera”

Lino ha detto...

Copio dalla catechesi segnalata da anonimo 01:31:00.
"Il fango ottenuto, quindi, è assimilabile ad una nuova creazione che Gesù, in quanto vero Dio, può fare ed utilizzare per donare la vista a chi ne è sprovvisto, dei nuovi occhi a colui che era nato senza".

Che c'entra con il "paff!... lo vedi come mi hai conciato" di Kiko, questa catechesi?
L'esegesi, in ogni caso, caro ODG, non è mia. Essa appartiene ai Padri della Chiesa. Io, di mio, ho fatto solo notare che che "fango" è una pessima traduzione dal koinè dove il vocabolo è "poros", come l'isola Creta, come la creta del vasaio, l'argilla del creatore, non il fango schifoso, correttamente borboros, che è sterco, melma. E ho fatto notare che l'azione con la quale Cristo fa il fango è da poieô, che significa creare (perciò la poesia si chiama così).
Anche ho fatto notare che l'azione sul cieco è epichriô, che significa ungere, spalmare, come Cristo è da Unto.
Quando si unge, non si fa "paff!...", come credono Kiko, Elio & NC, che lanciano palle di melma sul cieco-nato (diciamolo pure un lontano, tale era il cieco nato).
Continuo, per chi ha interesse nel Vangelo. Non per Elio, naturalmente, al quale mai crescerà una barba rigogliosa.

Lino ha detto...

Nel Vangelo di Giovanni, sin dal proemio, il peccato è uno: non riconoscere Cristo. E' il peccato del fico sterile, concimato inutilmente, è il peccato del fico maledetto, che ostenta foglie senza produrre frutti. E' il peccato del fariseo. Che peccato poteva mai avere uno che non aveva incontrato il sommo "concimatore", Gesù? Perché sbattergli una palla di melma sugli occhi?

Anonimo ha detto...

Caro Lino ti ringrazio di avermi fatto conoscere l'esegesi dei Padri della Chiesa,sai io ero ancora fermo al fango peccato,quando mi dissero che Gesù mi metteva del fango negli occhi per riconoscermi peccatore quel (fango) peccato che provoca dolore fastidio tanto da correre e lavarsi alla piscina per poter vedere di nuovo.
Di esegesi dai Padri della Chiesa io ne conosco poche come credo molti che come me che hanno frequentato il cammino e, come me a digiuno totale di queste esegesi hanno preso per oro colato tutto quello che i catechisti per voce di Kiko e Carmen ci hanno trasmesso prendendolo per Vangelo.

Ora tu vieni qui a far crollare tutti i loro castelli,Ma chi sei Tu?
piccolo poetucolo da strapazzo.

ODG

Lino ha detto...

La lebbra, la cecità. C'è una distinzione tra questi due simbolismi? Il peccato a quale dei due segni è associato? E tra i ciechi guariti, c'è una distinzione? Il cieco nato è uguale a quello alle porte di Gerico, che invoca "Gesù, abbi pietà di me"? E perché l'altro cieco, quello che vede uomini come alberi, anche è guarito in due tappe?

Spiegami, Elio: nei nostri tempi, alla piscina dell'Inviato si dà un senso battesimale cristiano. Ma, in quei tempi, l'avrebbero colto così, il segno? Ancora non c'era il battesimo cristiano, o sbaglio?

Non dubito che nell'allegoria omiletica, familiare, al PRESENTE, la piscina dell'Inviato possa essere letta come segno battesimale. Ma nel PASSATO, in quei tempi, sul piano letterale e allegorico-simbolico, a quelli del cristianesimo delle origini, cosa fu dato a intendere?

Fammi sapere, Elio: io sulla guarigione del cieco nato posso "poetare" per un mese. Grandezza della Parola del Signore, non mia! Voi, invece, sapete solo dire: "fango"!
Poi, magari, alla prossima provocazione, proseguirò e ti spiegherò l'esegesi sui quattro piani (lettera, allegoria, morale, anagogia). ANATEMA!, ANATEMA: io leggo i Vangeli come nelle esegesi medioevali. Voi, invece, sapete solo dire: "fango"!

luciano ha detto...

odg di dove sarebbe sto' catechista? di teramo?

Anonimo ha detto...

Se il cammino utilizza dei metodi per avvicinare i più lontani potrei, con pazienza, sopportarlo se poi passasse ad uno stile diverso con gli anni. Invece, conosco persone che dopo aver completato tutti i 30 anni e oltre di Cammino, non avvertono nessun desiderio di una maggiore frequenza dei Sacramenti, ma sono fermi solo a quello che il Cammino offre loro.
Al contrario, conosco altra gente che, pur non avendo frequentato il Cammino, avverte il desiderio e la chiamata alla partecipazione alla Messa quotidiana, alla frequente confessione e all'Adorazione Eucaristica.

Lino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Ruben ha detto...


"Pochi giorni fa i promotori hanno manifestato al Comune con una lettera l’intenzione di recedere dal contratto firmato nel 2009 – e modificato nel 2010 – per la cessione dei terreni nel Parco Regionale El Valle-Carrascoy."
---
Sia ringraziato Iddio!...
Francamente non conoscevo l'interesse NC, per un luogo della "Region de Murcia" da cui derivano le radici secolari della mia famiglia e da cui prende il nome, la mia vera identità!...

sandavi ha detto...

@Ruben
praticamente era una "domus jerusalem" ma in Spagna....
ringraziamo Iddio. pare che anche la DJ sia arenata per lo stesso motivo (mancanza di donazioni).

Anonimo ha detto...

Grazie per la costanza con cui aggiornate questo blog.
Speriamo che lo Spirito Santo intervenga presto affinché questo movimento non possa più nuocere.

by Tripudio ha detto...

Praticamente non solo le «donazioni» dei kikos non sono arrivate (o erano troppo poche e sono state deviate altrove: oliature, Domus, grandi eventi kikiani?) ma addirittura la Provvidenza non ha Provveduto (sarà mica un capo d'imputazione contro lo Spirito Santo che non ubbidisce a Kiko?).

Alla fine della fiera Kiko è stato come lo stolto che annuncia la costruzione della torre senza aver prima calcolato i mezzi a disposizione... e azzecca la solita figuraccia come descritta dal Vangelo.

Cinquantamila metri quadrati, campo di calcio (in onore dei seminaristi R.M. che vinsero la Clericus Cup, il minicampionato vaticano abolito per eccessivi "falli"), due templi kikiani (addobbati come Kiko comanda, con le famose sedie pieghevoli Plia "a prezzo neocatecumenale") e un seminario che ospiti centocinquanta persone (di cui trenta "itineranze di servizio" e ventimila aspiranti presbìteri per la Cina): un progetto «mastodontico», come c'è scritto nell'articolo.