domenica 28 agosto 2016

Santa Messa in memoria o in suffragio?

Il santino di san Carmen, con le
mani aggiunte in Photoshop
Alla luce del fatto che mons. Hon, amministratore apostolico di Guam, ha celebrato per i kikos nientemeno che una Messa «in onore di Carmen Hernàndez», riprendiamo dalla rubrica "Un sacerdote risponde" una risposta di don A. Bellon a cui aggiungiamo alcune nostre considerazioni finali.

Don Angelo risponde ad un lettore che, fra le altre cose, gli ha chiesto informazioni sulla recita del Rosario in onore dei defunti.
Carissimo,
1. colgo l’occasione della tua mail per fare qualche precisazione sul pregare in onore dei defunti.
Sebbene molto spesso venga detto che si celebra una Messa o si recita un Rosario in “ricordo” di un defunto, in realtà non si ricorda semplicemente.
Ricordare è un tornare indietro, un far rivivere cose o persone.
È senza dubbio una bella cosa che dà conforto a chi ricorda.
Ma quando noi preghiamo per un defunto intendiamo compiere un atto di carità, e cioè intendiamo fare un beneficio a favore del defunto. Vogliamo aiutarlo, giovargli.
Per questo secondo il linguaggio ecclesiastico si dice correttamente che si celebra la Messa o si recita il Rosario in “suffragio” di un defunto.
2. Il Catechismo della Chiesa Cattolica a proposito della comunione con i defunti cita il noto passo del secondo libro dei Maccabei: "Santo e salutare è il pensiero di pregare per i defunti perché siano assolti dai peccati" (2 Mac 12,45).
Si tratta dunque di questo: del perdono dei loro peccati.
Tutte le azioni che noi compiamo a questo scopo (preghiere, celebrazione della Messa, sacrifici personali, atti di virtù, indulgenze…) vengono chiamate azioni di suffragio, e cioè di aiuto” (CCC 958).
3. Tu hai usato l’espressione “in onore”.
Ebbene, non si tratta solo di onore, ma di suffragio.
Invece possiamo dire a proposito dei Santi che compiamo qualche azione o celebriamo qualche funzione in loro onore.
In questo caso noi non aggiungiamo nulla al bene che essi possiedono, se non una maggior gloria esterna. L’onore che noi rendiamo loro ridonda tutto a nostro beneficio. È come se aprissimo un varco più ampio per essere da loro aiutati.
4. La preghiera o i suffragi che facciamo per le anime del Purgatorio certamente vanno a loro beneficio.
E tuttavia, poiché tra noi e i defunti si attua una vera comunione, mentre noi diamo ad essi qualche aiuto, nello stesso tempo questo aiuto ci viene ricambiato.
I loro meriti, ascritti a beneficio di tutta l’umanità, in quel momento ridondano con una particolare intensità a beneficio di chi li suffraga.
Per questo il Catechismo della Chiesa Cattolica dice che “la nostra preghiera per loro può non solo aiutarli, ma anche rendere efficace la loro intercessione in nostro favore” (CCC 958).
(...)
Ti auguro ogni bene, ti ricordo al Signore ti benedico.
Padre Angelo

---------------------

Allora perché Kiko Argüello, invita le comunità neocatecumenali a celebrare una messa 'In memoria' della defunta Carmen Hernandez?
Perché addirittura un Vescovo su facebook asserisce di aver celebrato una messa in sua 'memoria' e non in suo 'suffragio'?
L'hanno già santificata, come indica il 'santino' che gira in rete con una sua foto giovanile e la scritta in calce 'ora pro nobis'?

Lo sa don Pezzi, che il giorno del funerale ha parlato di santità e di miracoli, che per i processi di beatificazione e di santificazione servono due miracoli post mortem?
Lo sa che, oltre al postulatore della causa del candidato agli onori degli altari c'è anche un "avvocato del diavolo" che raccoglierà tutto ciò che gli verrà segnalato?
Lo sa che, anche solo per la proclamazione del candidato 'servo di Dio', prima tappa del processo di canonizzazione, vanno raccolti tutti i suoi scritti e quelli che a lui si riferiscono?

Forse conviene loro aspettare ancora qualche anno, che muoiano tutti coloro che l'hanno direttamente conosciuta.
Nel frattempo, qualche messa a suffragio (e non in memoria) della sua anima, usando la preghiera per i defunti che ella voleva fosse tolta dalla liturgia della Messa, non guasterà.

Kiko elimina il giudizio finale e anche quello particolare
([qui] un articolo con i dettagli)
P.S.: non sarà invece che in Cammino non si crede né nel Giudizio personale, né in quello Finale?

Qui sopra visualizziamo sulla sinistra l'icona russa originale, a destra la "copia" di Kiko.

Kiko ha decisamente eliminato la fila alla destra del Padre di coloro che sono in attesa di giudizio (evidenziata con il circolo rosso sbarrato nell'icona russa a sinistra).

39 commenti:

Michela ha detto...

Che confusione!

da una parte si riconosce lo stile neocat di forzare gli uomini di chiesa introducendo la santità di Carmen in un contesto ( la Messa) in cui sanno di non poter essere corretti pubblicamente. Allo stesso modo è stato comunicato nel modo più ufficiale possibile che le intenzioni del cammino sono quelle di santificare Carmen, e chi, in curia romana e nelle diocesi, vuole mantenere la collaborazione con il cammino, sa già come deve muoversi.

Nel cammino la comunione dei Santi non è 'sentita' né direttamente insegnata perchè la liturgia eucaristica è legata solo alla dimensione materiale, cioè alla presenza fisica degli adepti, alla loro disponibilità all'ascolto e a lasciarsi attraversare dallo spirito di Gesù che passa tramite il cerimoniale rituale che tutti conosciamo.
Quindi non hanno senso le Messe in suffragio dei defunti.

C'è poi un altro aspetto che né la Miriano né i neocat prendono in considerazione.
Un conto è pregare per i defunti e le anime del Purgatorio, un conto è legarsi ad una persona in particolare, a meno che non sia un santo del Paradiso. Nel caso di Carmen è pericolosissimo rivolgersi a lei e chiedere preghiere per noi, perchè lei potrebbe essere piuttosto nella situazione di dover ricevere preghiere e mentre noi pensiamo di unirci in qualche modo al defunto, in realtà possono essere altre entità ad interagire con noi.

Ecco perchè la Chiesa raccomanda di non chiedere nulla a chi non è certamente in Paradiso.

Lino ha detto...

Non si illudano. Una questione è pregare in suffragio dell'anima di una defunta, un'altra doverla onorare perché elevata alla gloria degli Altari (che la defunta derubrico' a mense comunitarie). Dovesse accadere, dovesse avviarsi il processo di beatificazione, Guam sarà di lezione: organizzeremo volantinaggi a Roma, in piazza San Pietro, con le sue catechesi sull'Eucarestia.
A tutto c'è un limite, specie alla pretesa di far onorare come santa, in una Messa della domenica partecipata da cattolici non adulti nella fede, una supposta teologa che in comunanza con Kiko diffuse le eresie dei mamotreti.

Lino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Valentina Giusti ha detto...

Al limite festeggeremo il cinquecentenario della pubblicazione del sacro mamotreto, Lino! La storia insegna che anche il peggiore eresiarca dopo mezzo millennio viene rivalutato.

Michela ha detto...

Perchè non organizziamo delle scommesse su quando sarà annunciato il miracolo di Carmen?

Secondo me già alla convivenza di inizio anno, tra qualche settimana.
In fondo ha già trattenuto la pioggia il giorno delle alzate in Polonia, adesso mi aspetterei almeno una guarigione...

Lino ha detto...

Già, Valentina. E al limite faremo di più. Sul bordo di ogni mensa eucaristica, come nella sacra icona di Kiko - quella con Gesù con le braccia a squadra e in petto "l'occhio che vede tutto" di Guenon, la puoi linkare? - faremo incidere la scritta COMUNIDAD.
Ciò per imperitura memoria della catechesi dei santi iniziatori: "Non c'è Eucarestia senza assemblea".

Lino ha detto...

@ Michela
Più che sul quando (necessariamente a breve termine) io scommetterei sul cosa. Per me i miracoli a iosa riguarderanno interi reparti ospedalieri affollati di donne NC divenute mamme nonostante la certificata sterilità da parte di ginecologi neocatecumenali.

Michela ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Michela ha detto...


I miracoli sulla fertilità sono già stati fatti da Kiko...è lui lo specialista in questo campo....
piuttosto potrebbe far guarire qualche bambino, far scomparire cicatrici dei parti cesarei in modo da poterne fare ancora e ancora

la teologa Carmen certamente farà convertire al cammino qualche vescovo cinese,
farà convertire i buddhisti del Nepal, qualche terrorista dell'IS
mentre invece di sicuro non riuscirà ad evitare problemi a Gennarini per il caso di Guam
e non riuscirà a scacciare lo spirito muto che si è impadronito di don Pezzi

Valentina Giusti ha detto...

Intendi questa?

Lino ha detto...

Sì Valentina. Ingrandisci e leggi la scritta sul bordo del tavolo, dietro il Pane e il Vino.
Poi ci facciamo spiegare da "Massimo" cosa ci fa la comunità sulla mensa.
Mica è essenziale, la comunità, perché ci sia Eucarestia?
Ecco perché nel sacro mamotreto la cosiddetta "Messa privata" è svilita! l'Eucaristia è Pane, Vino e assemblea, non si concepisce una Eucarestia senza la comunità che mangia.

Ah Kiko Kiko! Segreta anche le icone strambe! "Ccà nisciuno è fesso", si dice dalle mie parti dove non ci lasciamo sfuggire i particolari di un quadro, figuriamoci una parola.

Lino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
sandavi ha detto...

In un pezzo di una convivenza che non riesco a ritrovare Kiko disse chiaramente "quando mi faranno santo..." per poi aggiungere a seguito delle proteste di Carmen che avrebbero fatta santa prima lei.
Davvero non riesco a immaginare un vero santo che osi scherzare in questo modo. È chiaro, evidente, lapalissiano che faranno di tutto per fare santa Carmen e poi Kiko. Hanno il denaro, gli appoggi e migliaia di fanatici pronti a convincersi di essere miracolati.
Ho scoperto che Kiko già nel 2004 aveva fatto allestire la sua casa con le pitture e si era comprato una cappella all'Almudena per 240000 €.... Non c'è dubbio che faranno tutto quanto in loro potere per santificare il Tripode

sandavi ha detto...

P.s. Potremo protestare fino a sgolarci ma temo non servirà.

John ha detto...

La colletta di fine corso basterà dopo solo il secondo giro.... MIRACOLO! !!!

Valentina Giusti ha detto...

Quindi secondo voi la Chiesa sarebbe 'matura' per elevare agli altari una ex suora con idee strampalate e mai ritrattate su Sacramenti come Eucaristia e Confessione, che non è morta martire né esibire santità di vita? Secondo me, no.

Anonimo ha detto...

....240.000 euro ?
almudena dove?
ma kiko non era ''''POVERO''''' ????

Anonimo ha detto...

Sono disposto a testimoniare di fronte a qualunque vescovo di vostra scelta la prassi dell'Eucaristia neocatecumenale tale e come l'ho vissuta negli ultimi 25 anni. Così una volta per tutte la finiamo di accusare di copertura e oliamento.

D.A.

sandavi ha detto...

Non so Valentina. Io non ritengo nemmeno realistica la beatificazione di Chiara Lubich, eppure è già Serva di Dio. Pio Xii dovrebbe essere beatificato ma la sua causa langue da 50 anni.
Per certe cose la Chiesa ha perso il faro della verità. E comunque è sempre stato possibile spingere per la santificazione sull'onda del sentimento popolare, come nel caso di Simonino

Antonius ha detto...

Qualcuno più addentro nella santitá disse: "...i pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel Regno dei Cieli...".
Almeno in Cielo giustizia sarà fatta.

Anonimo ha detto...

@ Antonius

Hai ragione, però quella stessa persona più addentro nella santità ha anche detto: "In verità io vi dico: tutto quello che legherete sulla terra sarà legato in cielo, e tutto quello che scioglierete sulla terra sarà sciolto in cielo." (Mt 18,18).
Per questo motivo io ritengo che sia fondamentale opporsi fermamente alla possibile ed ipotetica proposta di santità che verrà fatta per Carmen e Kiko. Loro due non possono e non devono essere dei modelli di Santità vera, come quella di San Francesco d'Assisi, Santa Chiara, Santa Teresa D'Avila, San Pio da Pietralcina, Madre Teresa di Calcutta, ... Mi vergogno soltanto a pensare un improbabile paragone di questi veri Santi con Kiko e Carmen.

Annalisa

l'apostata ha detto...

Certo che faranno santa la Cara Estinta! (parte prima)

Nostra Signora ha incaricato proprio lei di rifondare la Chiesa.

Ecco quel che racconta: "...Una delle grazie più forti che ho avuto è stata a Ein Karem: io pensavo di fondare, con alcune amiche, un’associazione nuova, un movimento, ma ho sentito dalla Madonna "No … è la Chiesa: Benedetta tu fra le donne, sarà la Chiesa..."

E la Cara Estinta l'ha fondata davvero una nuova chiesa.
Altro che la derelitta Chiesa Cattolica, buona solo per i mediocri cristiani della domenica.

Mi aspetto che ci siano degli increduli che dubitino della veridicità di quanto narrato dalla Cara Estinta. Ebbene, eccovi la prova inconfutabile dell'autenticità dell'apparizione.
Il fatto è pubblicato sul sito ufficiale del Cammino neocatecumenale, che com'è noto dice sempre e solo la verità. E tanto basta! Perciò chi dubita è un sacrilego miscredente!
Controllate pure, increduli: visioni di Kiko e Carmen .


Una nuova, meravigliosa epoca di fede, di nueva estetica, di nueva evangelización si è aperta! Ma ci pensate che differenze? Vediamole in parallelo.


I profeti.

Vecchia Chiesa: primo profeta Giovanni Battista, strambo personaggio che mangiava locuste (che schifo!) vestiva di peli di cammello ed abitava gratis nel deserto.
Nuova chiesa: unico profeta il signor trettre dottor (h.c.) Nuovo Giovanni In Mezzo A Voi Arguello, raffinato personaggio che si nutre di aragoste (che buone!) indossa un cappotto di cammello e abita (gratis anche lui) nel deserto della metropoli romana in un bell'appartamento presso il Vaticano.


I predicatori.

Vecchia Chiesa: predicatori prolissi come quel grafomane di San Paolo, quel parolaio di sant'Antonio da Padova, i Domenicani eccetera. Tutti religiosi naturali che ti frastornavano di chiacchiere impedendoti di "capire" il Kerigma.
Nuova chiesa: predicatore il grande padre Mario il Muto. Ha una eccezionale capacità di sintesi, è talmente conciso che non ha bisogno di pronunciare mai nemmeno una parola. Per questo tace sempre.


La Teologia.

Vecchia Chiesa. Tutta roba barbosa e complicata, tipo l'Apologetica, la Tomistica, la Scolastica, il tempo della Controriforma e via annoiando fino a Ratzinger.
Vecchiume buono solo per rompere le scatole agli studenti a scuola.

Nuova chiesa. Una meraviglia ai nostri occhi! Tante, tante bellissime interpretazioni creative! Di tutte siamo debitori a Sankiko arruffone e soprattutto alla Cara Estinta.
Quel che affascina è la creatività dimostrata nel rompere con il Magistero, la Dottrina, il Catechismo e financo le Scritture della vecchia Chiesa.

Ma ci pensate? Sono stati capaci di far dire a dei battezzati, figli adottivi di Dio, che il demonio è il loro padre.
Meraviglioso! Chi altri sarebbe riuscito a tanto? Soltanto loro due potevano arrivare a simili altezze (o bassezze, punti di vista).
Sembra un’assurdità, ma se non “fai” il cammino non puoi capire.

l'apostata ha detto...

Certo che faranno santa la Cara Estinta! (parte seconda)


I Testi Sacri
Grazie alla nueva evangelización vengono corrette anche le Scritture, così da adattarle al nuevo verbo di Sankiko profeta.

Un esempio? Eb 2,14.
Vecchio testo sorpassato: "...Poiché dunque i figli hanno in comune il sangue e la carne, anche Cristo allo stesso modo ne è divenuto partecipe, per ridurre all'impotenza mediante la morte colui che della morte ha il potere, cioè il diavolo, e liberare così quelli che, per timore della morte, erano soggetti a schiavitù per tutta la vita..."

Nuevo testo secondo Sankiko: "...Dice la pìstola alli Ebrei, capittolo secondo versetto quattordici, como i filli participano della carne e della sangue cossì Cristo ha partecipato de questo, per ridurre de vida de colui che della morte ha il potere, el demonio, y liberare a così a quanti per la paura che hanno della morte, durante de tuta la vida sono schiavi del demonio..."
Controllate pure, mediocri cristiani della domenica, dal minuto 27,16: Arguello a Budapest

Capito com'è facile? Basta adattare i testi, ancorché sacri, alle proprie idee, e il gioco è fatto.

Qui sta la differenza tra i sorpassati Padri della Chiesa e Sankiko padre di se stesso!

Lui dice che l'uomo è schiavo del demonio, ma nella (vecchia) Scrittura non c'è?
Come si fa? Si cambia il testo e così Sankiko ha sempre ragione.


I Santi.

Vecchia Chiesa. Una massa di fanatici esibizionisti che, pur di essere fatta santa e finire sui calendari, è stata così servile da obbedire sempre in tutto e per tutto alla Vecchia Chiesa, anche quando a torto li perseguitava.
Un esercito di Fantozzi, insomma.

Nuova chiesa. Al momento la nuova chiesa dispone già di ben due santi, che a differenza dei vecchi santi fuori moda non hanno mai obbedito a nessuno, dal papa in giù.

Uno è Sankiko il santosubito, che per comodità si è autoproclamato tale già in vita ed ha distribuito a tutti (a pagamento) il suo santino. È patrono degli affaristi.
La seconda è la Cara Estinta, proclamata santa dagli stessi camminanti laici e non. È la patrona delle pettegole.

C’è solo un piccolo problema per la santificazione ufficiale della Cara Estinta.
Santa Teresa d’Avila disse: “Dio ci salvi dai santi con la faccia acida!”
Per questo i “cardinali nostri amici” hanno avviato un processo di desantificazione per Santa Teresa e ridurla allo stato di comune defunta.
Così potranno far santa anche la Cara Estinta, nonostante la faccia acida, e tutto si risolverà.

Viva il papa, e facciamo come ci pare!

Simonetta ha detto...

Quando leggo la possibilita', non so quanto remota, che questi moderni guru vengano elevati agli onori degli altari (da cui hanno rimosso la venerazione di altri santi, si vede che li vogliono tutti per se') non so perche' mi viene sempre in mente la prima novella della prima giornata del Decamerone.
Proprio lui, Ser Ciappelletto, e un sorriso di consolazione mi sorge spontaneo.

Simonetta

PS Per i puntualizzatori e cercapelisti: ci sono differenze tra Ser Ciappelletto e i guru, cercate di vedere il quadro generale.

Anonimo ha detto...

Ho saputo che hanno iniziato a far circolare le magliette con l'immagine di Carmen, ma per il momento solo all'interno dei livelli più alti del Cammino.
Io penso che il vero e proprio commercio (e Kiko in questo fa veri "miracoli") inizierà durante le convivenze di inizio anno e le catechesi di riporto.
Carissimi neocatecumenali, iniziate quindi a mettere da parte i soldi per comprare "se vorrete" (come la "decima"... che, come tutti sapete, "non è obbligatoria") la nuova maglietta di San Carmen... Immagino che in regalo avrete anche un santino di Carmen... che fortuna!
Roberto

Michela ha detto...

A quando l'icona su Carmen?

Maria-Chiesa-Carmen non dovrebbe essere difficile disegnare qualcosa
e le icone si vendono meglio delle magliette

l'apostata ha detto...

Quanto costano le magliette della Cara Estinta?

Ne vorrei una anch'io per Halloween...

Anonimo ha detto...

"Grazie a Mons. Rylko. Tante volte mi sembrava che Mons. Stafford non capisse: noi lo conoscevamo da Denver e gli volevamo bene; lo ringrazio perchè mi visitò in ospedale quando ero malata, mi promise un aiuto economico e non mi ha dato un dollaro! sto ancora aspettando!"

Può una "santa"stare ad aspettare dei dollari, (sterco del demonio) a lei promessi, mai ricevuti e rinfacciarli davanti al Papa?

Acida e presuntuosa,

Mi sa tanto di quei messaggi mafiosi a doppio senso.
Quando interruppe per tre volte il Papa (la donna taccia),ricordo che le mogli dei mega katekisti riportarono in comunità questo episodio come una vittoria, come una rivincita del sesso debole sugli uomini (figuriamoci sul Papa)

"Questa è tosta, questa è tosta" dicevano le sacre mogli del santi katekisti,
si perchè questi mica si fermeranno a Carmen, seguiranno san kiko,san Pezzi,San Gennarini, san ecc ecc oltre ad avere un cimitero loro avranno anche un calendario coi "santi"del giorno tutto loro

Anonimo ha detto...

Certo che ne hai di fegato! Un ex dopo 30 di abusi liturgici

Antonius ha detto...

@ l'apostata,

Comparazione che fa riflettere.
Ora capisco perché i neocat ti bollarono dandoti dell'"apostata": negavi quello che per loro era un dio...Kiko appunto ;-)

Anonimo ha detto...

....quando x il vicariato di ROMA erano ufficialmente eretici .....

https://neocatecumenali.blogspot.it/2012/05/quando-per-il-vicariato-erano-eretici.html

Valentina Giusti ha detto...

Hahahaha! La desantificazione di Santa Teresa! L'apostata, mi fai morire! :-) :-) :-)

LAPAZ ha detto...

Qué cosa ha cambiado desde entonces? $$$$$$$$$$$$$...

Michela ha detto...

Anonimo l'apostata ha detto...
Quanto costano le magliette della Cara Estinta?

Ne vorrei una anch'io per Halloween..


Bellissima questa! :-)

Facciamo un gruppo di acquisto!

Anonimo ha detto...

un altro scandalo neocat ..... TROPPE FOCACCE EUCARISTICHE ......

http://www.junglewatch.info/2016/08/too-much-bread-for-just-small.html

e le AFFOLLATE GROSSISSIME '''Piccole comunità''''......

Antonius ha detto...

@Annalisa (29 agosto 2016 10:12)

Mi trovo daccordo con te (daltronde continuiamo a scrivere e ci deve essere lo stesso intento).
Non solo la questione della santità dei tre "supersantos" (perchè mi ricorda la marca del mitico pallone e perchè Carmen Kiko e don Pezzi raccontano palloni), ma è tutta la vicenda della setta neocatecumenale a non lasciare tranquilla l'anima di un cristiano che ha il dovere di avvertire del pericolo quando le verità di fede sono sotto attacco del maligno.
Si, era doverosa la tua precisazione e mi associo alla tua osservazione.

Valentina Giusti ha detto...

Cos'è cambiato da allora?
$$$$$$$$$$$$...

Anonimo ha detto...

@ Antonius

Noi abbiamo il dovere di impegnarci per fare in modo che meno persone possibili cadano nella trappola del Cammino, però non ho paura dell'opera di questi due buffoni (Kiko e Carmen), e sono sia preoccupata che tranquilla perchè quella stessa Persona ha anche detto alla Chiesa "Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia chiesa e le potenze degli inferi non prevarranno contro di essa"(Mt 16,18).

Annalisa

John ha detto...

Scusate ma Apostata numero 1. :-)))))