mercoledì 10 agosto 2016

Santosubito-santosubito

Un raro esempio di utilizzo del latino nel Cammino:
"Ora pro nobis" -

santino circolato tra neocatecumenali su facebook

Santino ufficiale con logo aziendale di Kiko ⨳ϸ𐎍|ਗ'𐌳
Breve e incompleto promemoria:
Nota: negli ambienti neocatecumenali dicono che sarebbe stata cremata. Qualche kikos può documentatamente confermare o smentire? E se è stata cremata, ci può spiegare per quale esatto motivo, senza ricorrere ad astuzie e acrobazie verbali?

68 commenti:

Uomo Libero ha detto...

Il Paradiso professato da Kiko & Carmen sono i paradisi fiscali presso cui sono depositati i milioni raccolti ai gonzi, gestiti dai suoi fidati "discepoli".

Lino ha detto...

Il passaggio dall'Egitto alla Terra Promessa come allegoria simbolica del passaggio dalla morte alla vita, dalla schiavitù del peccato alla liberazione è un'antica allegoria. Ne parla Dante perfino, in una spiegazione dei quattro piani di lettura delle Scritture, invitando a leggere in tal modo la Divina Commedia.
Mai, però, prima del Cammino, l'allegoria - o prefigurazione che si voglia - si era tanto sovrapposta all'Evento cristiano, balzando in primissimo piano, fino a creare confusione tra il memoriale eucaristico e l'uscita degli ebrei dall'Egitto.
Ritengo che siano le due catechesi sull'Eucaristica, dove Carmen e Kiko parlano all'unisono, la massima dimostrazione dell'eterodossia degli iniziatori.

Lino ha detto...

È.C.
sull'Eucarestia.
Detesto i correttori automatici.

Anonimo ha detto...

Avete inteso male;). Sul santino leggasi "Ora prono bis", prega piegato due volte.
Elvio

Anonimo ha detto...

Nel mondo la gente ama soltanto i buoni e rifiuta i cattivi; non così voi, dice Cristo ai suoi discepoli: "voi amate i vostri nemici". E chi sono i "nemici"? non so se voi avete qua dei nemici. I nemici non sono i nemici politici. Il nemico è chi ti vuole uccidere, ma il nemico ti può uccidere in molte forme. Uno pensa in un modo, l’altro (il tuo compagno, il tuo superiore etc.) pensa esattamente il contrario, ti sta uccidendo e sta togliendo lo spazio alle tue idee. Tante volte il nemico è il tuo prossimo. Perfino tua moglie è tuo nemico, quando non ti permette di fare quello che tu vuoi e ti obbliga a morire a te stesso. O tuo marito, ti impone una cosa, ti fa una violenza, ti sta uccidendo in quel momento, in quel momento forse tuo marito è tuo nemico.

Questa moglie, di fronte a un atteggiamento d’alterigia del marito che la sta uccidendo in un certo senso, questa moglie se è cristiana, dovrebbe amare suo marito, così in questo si distinguerebbe che è cristiana, che ama suo marito. "Come io vi ho amato". Lei ama suo marito non quando è buono soltanto, ma anche quando le è nemico, quando il marito è nemico.

Ci sono due atteggiamenti: uno quello di Barabba, l’altro quello di Gesù Cristo.

Scegliete chi volete.

La gente sceglie Barabba. Anche tu ieri, oggi, domani, e dopo domani, noi scegliamo Barabba.

Barabba era uno Zelota, una specie di Brigatista, uno che voleva fare giustizia e togliere di mezzo l’Impero Romano. Uno che voleva con la violenza togliere l’ingiustizia; era sedizioso contro Roma ed era stato messo in prigione.

Senza dubbio ci sono due atteggiamenti nella vita che si possono trasportare a tutte le realtà. Di fronte a una ingiustizia che ricevi nella tua casa, rispondi come Barabba, cioè con la violenza.

A tuo marito metti il muso per cinque giorni, fino a che crolli? Ti ha parlato male, ti ha ferito. Gli metti il muso e gli devi dimostrare che ti ha ferito. Non gli parli più quando mangi, sai che lo fa soffrire. Forse sai che a tuo marito gli è passato, è un tipo violento, ma gli è passato. A te no! Di notte a letto non ti tocchi! Anzi non dormi con lui. E domani anche lo devi castigare. Gli devi insegnare, lo devi correggere, insegnarli che a te non ti si parla così. Perché a te non ti si può crocifiggere, perché tu non ti lasci crocifiggere da nessuno!

E c’è l’atteggiamento di Gesù Cristo. L’atteggiamento di questa donna sarebbe prendere il peccato del marito e lasciarsi uccidere dal peccato. Questa violenza ti mette in croce. E tu ami, in questa dimensione, nella dimensione della croce.

Chi fa questo? Lo fai tu? Lo hai visto fare dalla gente? Il parroco si prende il peccato del suo cappellano? Il cappellano si prende i peccati del suo parroco?. Ci lasciamo crocifiggere e ci offriamo in un sacrifico, in un sacerdozio santo? Ti offri come ostia viva, il cui altare è la croce gradita a Dio, portando nel tuo corpo quello che manca alla passione di Cristo? A tutti ci manca tanto.

Questa non è una spiritualità, carina, bellissima, ma è l’a b c del cristianesimo. Soltanto che se ne parla poco. Perché si suppone la fede dato che siamo battezzati.

l'apostata ha detto...

Aggiungerei all'elenco anche la faccenda della "Benedetta tu fra le donne", con il link alla pagina del sito ufficiale del Cammino: visioni di Kiko e Carmen

Altro fulgido esempio di santa umiltà della Cara Estinta...

Anonimo ha detto...

il commento delle 19.20 è di kiko , è stato copiato da http://www.collevalenza.it/CeSAM/08_CeSAM_0178.htm

sandavi ha detto...

Sono quaranta cinque anni che ripete sempre le stesse cose, lui, laico, che non ha nessuna idea di cosa sia un matrimonio. Lui che esalta un banale litigio coniugale come se fosse la morte ontologica e lo trasforma in un disastro. Descrive la copia come un luogo di morte senza speranza. A Kiko! Ma Vaffanculo!

Michela ha detto...

Perfino tua moglie è tuo nemico,

da vomitare...

e poveri quelli che ci credono ancora

Pietro (NON del Cammino) ha detto...

Anonimo delle 19 e 20:

il Vangelo va letto integralmente. Ogni brano va letto alla luce di tutto il contesto evangelico.

Naturalmente amare Dio e il prossimo fino a dare la vita è il cuore del Vangelo.
Ma il Vangelo dice anche di amare il prossimo COME se stessi, di non dare le perle ai porci, di stare lontani dal lievito dei farisei, ecc.
Gesù è stato docile come un agnello, ma ha anche rovesciato i carretti dei mercanti nel Tempio a suon di frustate.
E' lui che dice di essere candidi, ma anche astuti come serpenti.

Occorre perdonare anche chi ti uccide una persona cara, ma questi deve andare in carcere. La dottrina della Chiesa è esplicita.
Fare regolate standard alla Kiko è un'idiozia. A volte è bene cedere per evidenziare la verità e la giustizia divina, altre volte è bene parlare con chiarezza, come faceva Gesù coi farisei.

Penso che molti camminanti cedono quando devono opporsi (ad esempio ai catechisti), mentre aggrediscono quando dovrebbero cedere (ad esempio ai parroci "ostili").

E se proprio hai il prurito di dare lezioni di cristianesimo, dillo al buon Kiko di non arrabbiarsi contro il Papa, se hai il coraggio. E vedrai che reazione: ti cava gli occhi!

Pietro (NON del Cammino) ha detto...

Anonimo delle 19 e 20:

visto che il tuo intervento allude al post precedente, dimenticavo una cosa: l'hai letta l'ultima enciclica del Papa? O leggi solo Kiko?

Ti rendo noto che il Papa dice l'ESATTO CONTRARIO di quello che dice Kiko. E cioè: se una donna subisce violenze dal marito la separazione è da ritenersi scontata.

In ogni caso rendo merito alla tua sincerità e coraggio: ti sei esposto. Hai detto la tua. Come prevedevo stai col catechista. E' un'idiozia, ma l'hai detta.
Ora ti chiedo un ulteriore sforzo di sincerità: tu con chi stai, col Papa o con Kiko?

psyco ha detto...

..... insomma HON era andato a Guàm solo x proteggere apuron e gli interessi del cammino...... ma invece il papa aveva detto di prendre MISURE URGENTI.........

http://www.junglewatch.info/2016/08/hons-gotterdamerung.html

e ora... CHI si fida di CHI ???? la curia ha assunto avvocati seri non l' avvocata neocatecumena di apuron ........ e la scadenza x presentare un memoriale prima del processo x diffamazione delle vittime del pedofilo è l' 11 settembre.......


Articolo sulla selezione dei seminaristi : CATTOLICI VS NEOCAT :

http://www.junglewatch.info/2016/08/guams-rms-vs-real-seminary-part-i.html

Nel seminario neokiko NON SI CAPISCE NIENTE ..... si fa tutto a botte di fischi rutti piriti e pernacchi....... decidono i laici .... non si sa chi insegna..... non si capisce come si verificai..... il vescovo non sa niente........ lo SCRUTINATORE e' il solito GENNARINI........ La mercavà pagana di kiko...... CHE SCUORNO !!!! CHE VERGOGNA !!!!!!!

Anonimo ha detto...

Concordo che quella catechesi è un'emerita ca... In Toto...infatti c'è un comandamento di amare il prossimo tuo COME te stesso..questo unito al fatto che ad esempio il suicidio è considerato peccato mortale impone di "tutelare" la propria vita fisica ed ontologica ad una donna..perché come dice proprio anche Kiko esiste la morte ontologica...e in qualità di figlia di Dio che ha ricevuto il dono della vita accettare di farsi ammazzare di botte o denigrare o annichilire anche da un marito è da considerarsi pari al suicidio ovvero equivalente al peccato mortale. Comodo dover zittire le donne...le si mettono solo sottomesse a sfornare pupi...tutto per mandare avanti l'azienda nc...mi accodo a sandavi...kiko ma vaffanculo e rimanici pure ! ;)

l'apostata ha detto...

all'Anonimo del 10 agosto 2016 19:20

Non sei capace di dire quello che pensi tu invece di fare il copia-incolla del Kiko-pensiero?

Prova a leggerlo con logica e raziocinio.

E' la solita arruffata accozzaglia di frasi più o meno sconnesse, una specie di guazzabuglio dove trovi affermazioni completamente slegate e incoerenti.

Consueta cupa visione del matrimonio come campo di battaglia e morte, sempre uguale da decenni.
I coniugi nemici, i litigi quali crocefissioni, il confondere i contrasti con la violenza vera e patologica.
Sankiko è abituato a non essere mai contraddetto da nessuno, forse per questo fa un tutt'uno tra discussioni, litigi e violenza. Chi ha osato dirgli no è stato immediatamente spazzato via, vedi don Fabio.

Poi sotto con Barabba, la croce e il sacrificio santo, la spiritualità carina e l'abc.

Confusione totale insomma, secondo il consueto stile di Sankiko.

E questo folle sermone è stato anche riadattato per renderlo minimamente leggibile.

Prova, Anonimo, a sbobinare tu stesso una concione di Sankiko, poi rileggitela.

Luoghi comuni triti e ritriti, incoerenze, assurdità, eresie.

Non troverai altro.

Sul caso specifico, quello che mi fa rabbia è sapere che ci sono persone che hanno subito l'imposizione dei kikatekisti, con tutte le tragiche conseguenze immaginabili.

E Sankiko continua a straparlare, a mostrare il matrimonio come luogo di scontri, sofferenze e infelicità in cui si "deve" morire, a pervadere la vita a due con il suo pessimismo.

Che bellezza.

E da che pulpito viene la predica! Lui non si è mai sposato né ha preso gli ordini, ma pretende che tutti i camminanti si sposino o vadano in convento.

Impone la rinuncia ai beni e non si fa mancare nulla.

Favoleggia di martirio (morirò quando si convertirà il centesimo musulmano) e se ne sta comodo comodo vicino al Vaticano.

Eccetera, eccetera, eccetera.

Anonimo, prova a "leggere" quel che Sankiko strombazza, e te ne accorgerai.

Vai a vedere su questo blog la discussione del mercoledì 1 luglio 2015, sulle deliranti affermazioni di Sankiko in merito al femminicidio.

Usa la tua ragione, Anonimo, anche quella è un dono di Dio, e paragona quel che strilla il signor trettre dottor (h.c.) Arguello al Catechismo della Chiesa Cattolica.

La risposta la troverai da solo.

Andrea ha detto...

«Giovanni Paolo II: "La sonna taccia!"»
Falso! Fonti ben più oggettive, autorevoli ed ufficiali del signor Daniel Lifschitz (Cardinale Stanislao Dsiwisz, allora segretario personale del papa) riportano l'episodio in maniera leggermente diversa. Giovanni Paolo II, usando l'espressione «movimento neocatecumenale», venne corretto da Carmen con «cammino neocatecumenale»; allora il papa ribattè in modo scherzoso dicendo: «Carmen, Carmen... Hai mai visto un cammino senza movimento?». Chiunque sia veramente interessato a ricercare la verità può verificare questa testimonianza ascoltando la serie di aneddoti raccontati all'inizio dell'incontro vocazionale del cammino a Cracovia. Quante altre frottole ci saranno nei vostri articoli?

psyco ha detto...

HON : di male in peggio .....

ha celebrato la messa per i neocat e ha detto che CARMEN era un modello di obbedienza .......

ma veramente fai, HON TAI FAI ? ????
e sull ' ubbidienza alla liturgia non sai dire niente ????

http://www.junglewatch.info/2016/08/the-mousy-wrath-of-hon.html

Andrea ha detto...

Scusate se commento qua l'articolo precedente, ma visto che è risaltato fuori lo scrivo. A mio parere il catechista ha fatto malissimo e ne divrà rispondere a Dio se quella donna ha subito ulteriori maltrattamenti. Quando Kiko dice che a volte (e sottolineo a volte) la moglie o il marito possono essere i nostri nemici si riferisce a quando fanno qualcosa di scomodo per noi, ma mai ha fatto riferimento all'aggressività, o almeno così insegnano i catechisti nella mia parrocchia. Giusto per darvi un esempio: una mia catechista si è sposata e ha ottenuto l'annullamento un paio di settimane dopo proprio perché il marito era aggressivo ed era scappato.

Anonimo ha detto...

Eh sì proprio tante...quando mi raccontavano che nei pullman delle gmg si faceva il lavaggio del cervello ai giovani per ispirare forzatamente vocazioni non ci credevo...pensavo si raccontassero esagerazioni...una mia amica nc è tornata dalla gmg di cracovia frastornata...mi ha raccontato che nel pullman è stato un continuo di "fissa una data!" a coppie giovanissime poi...che non hanno nemmeno un lavoro...chi provvede Dio?! Ah no scusami ma i fratelli che mettono le decime...poi mi ha raccontato che si erano accaniti verso un ragazzo che secondo loro si doveva alzare...secondo me ormai arrivati a questo punto e con la mia esperienza di cammino di oltre 10 anni sono arrivato tristemente a pensare che tutto quello scritto in questo blog è vero altro che frottole...nel cammino si insabbia, e anche chi è in buona fede quando messo di fronte a verità sconcertanti sembra dover "giustificare" a tutti i costi...nessuno si mette mai in discussione...nessuno ragiona...sai questo perché? È il risultato del lavaggio del cervello e dell'asservimento mentale necessario secondo i vertici per far funzionare la macchina nc. E sai perché siete "asserviti" e vi è impossibile pensare ad una vita senza cammino?...perché c'è qualcuno che in maniera martellante vi dice e fa credere che al di fuori non ci sia niente..."i vostri compagni di università non hanno niente"...e l'ha detto mio caro...l'ho sentito con le mie orecchie...non sono frottole...fuori c'è un mondo di gente senza principi ma anche un mondo di gente onesta per bene e di sani valori e che ti posso assicurare cammino o non cammino, fede o non fede, ha la vita davvero piena..."a loro" fa comodo farti credere che al di fuori non ci sia niente...così non esci e rimani "asservito"...altra bugia di cui mi sono accorto coi miei occhi...sono stato anni fa in vacanza in una capitale del baltico a nord...dove sempre "loro" sostengono che la gente sia infelice, senza valori e che non facciano figli...beh sono rimasto costernato nel vedere sempre facce sorridenti, che godevano di una semplice giornata di sole, ospitali ma discreti, e...sorpresa delle sorprese...5 donne su dieci col pancione...tanto è che con i miei amici dicevamo scherzando..."hai capito come trascorrono l'inverno"...era uno spettacolo...tutte donne con le pancie...qui nella cattolicissima e neocatecumenalizzata Italia mica si vede 1 donna su 2...per vedere un pancione devi soddisfare la catechesi nel catechista...vatti a fare un giro al Nord...esci dalla caverna platonica schiavo e dimmi se forse stanno raccontando un sacco di frottole a te?!

Valentina Giusti ha detto...

Non stupisce che il cardinale Stanislao Dsiwisz abbia preferito non ricordare un battibecco fra i due 'santi', non sarebbe stato per nulla opportuno, in quella sede. O sbaglio?
L'Anonimo delle 10:25 ci pensi bene a dare del bugiardo a una persona come Daniel Lifschitz che di certo di verità scomode del Cammino ne conosce più d'una e che, finora, ha avuto una memoria più che benevola.

Pietro (NON del Cammino) ha detto...

Andrea: riporti la tua versione e fai bene. Daniel riporta la sua e io non do affatto per scontato che sia meno autorevole di quella del Cardinale.

Il Cardinale infatto è autorevole nell'esercizio della sua missione di Pastore e non, ad esempio, quando dovesse testimoniare ad un processo, o quando vota per il Parlamento, o quando esprime le sue opinioni private dibattendo di calcio.
In tal caso le sue opinioni valgono 1, come le mie o le tue. Anzi, riguardo al calcio, non essendo probabilmente un esperto, le sue opinioni varrebbero zero spaccato, Cardinale o no.

Detto questo, ammesso e non concesso che sia giusta la tua opinione: e tutti gli altri punti di cui si dibatte, come li spieghi?
E' come se un imputato per rapina, omicidio ed eccesso di velocità si difendesse: "Però i limiti di velocità li ho rispettati".

l'apostata ha detto...

@ Andrea

"il papa...venne corretto da Carmen".

Basterebbe questa frase a dimostrare come sei stato indottrinato.

Continua e vedi dove ti porta...

by Tripudio ha detto...

I cari fratelli kikos hanno qualche notizia sulla cremazione di Carmen?

Oppure è un altro degli arcani misteri neocatecumenali svelati solo ai cosiddetti "catechisti"?

Lino ha detto...

Condivido Valentina. Daniel, sul Cammino, finora è stato benevolo, di meno con Kiko. Spero che commenti come i tuoi - un tale effetto sortirono con me - possano indurlo nel suo prossimo libro ad andare più in profondità nel movimento e, in particolare, sulle devastazioni che il CNC provoca sul pensiero degli adepti più fanatizzati.
Vi piaccia o no, siete un movimento, di itinerario formativo in materia di cattolicesimo non avete niente, a partire dalla secretazione del vostro - si fa per dire - catechismo.
Fatelo pubblicare dalle Paoline di Sanpaolo Store, magari lo manterranno in catalogo per i prossimi secoli :-)

sandavi ha detto...

«Giovanni Paolo II: "La donna taccia!"»
Vero! invece. Lo so da persone certe, ancora in Cammino, che erano presenti quel giorno. Giovanni Paolo II si arrabbiò e come, perché non lei non lo disse solo una volta, ma più volte, ogni volta che Giovanni Paolo II diceva "movimento" nel suo discorso. La frase "la donna taccia!" gli uscì giustamente alla terza correzione.

Andrea ha detto...

Visto che è stato tirato fuori anche l'indottrinamento dei pullman: anche io mi aspettavo una parola sulla mia vita dai catechisti accompagnatori del mio pullman (non perché sono indottrinato, ma perché sono persone molto sagge che non si arrabbiano mai, non sono lo stereotipo di catechista neocat che mostrate qui). Quello che è successo, invece, è stato: estrazione e lettura di un vangelo, risonanza dell'interessato, fine. Allora, o la mia parrocchia non segue gli insegnamenti di Kiko (cosa possibile, visto che siamo nati da un parroco santo che ha reso la nostra parrocchia e la nostra diocesi realtà vive, e non mi riferisco al cammino neocatecumenale, che ha comunque aperto lui per primo qua, ma anche una cosa poco possibile, dato che qua l'obbedienza è importantissima, senza bisogno, come ho detto prima, di diventare arroganti, oppressivi, iracondi e demonizzare tutto quello che c'è fuori dal cammino) oppure semplicemente i casi che analizzate voi non seguono l'insegnamento di Kiko, ma saltano di più all'occhio proprio per le dottrine terribili che vengono insegnate.

Per quanto riguarda le fonti:
Daniel, più o meno giustamente non lo so, cerca di eliminare il cammino, o quelle parti del cammino che sono sbagliate, quindi è di parte; il cardinale, essendo stato il segretario del papa, può essere considerato fonte ufficiale e, in più, essendo stato così vicino al papa per così tanto tempo e quando era anche più giovane, probabilmente avrà un'opinione del cammino molto vicina a quella di Giovanni Paolo II.

Lino ha detto...

In ogni caso, la storia di Carmen che corregge il Papa mi fa sbellicare. Un movimento di persone, caratterizzato da responsabili, da un'organizzazione, da luoghi di riunione, da conti correnti bancari, che viene definito come un itinerario, una entità non fisica bensì astratta!

Anonimo ha detto...

Hai ragione da vendere Pietro "non" sull'esempio del parere sul calcio da parte del Cardinale, io questo principio lo applico in pienezza su di voi osservatori, tra il parere tuo e quello di un Cardinale, il tuo vale zero.
Pietro "del"

Andrea ha detto...

P.S. Per l'apostata: si può correggere anche sbagliando... Nella mia parrocchia, soprattutto quando ne parliamo con chi non conosce il cammino, diciamo che è un movimento, senza farci nessun problema. Anzi da una mia catechista ho sentito tranquillamente dire: chiamiamolo cammino, chiamiamolo movimento, chiamiamolo come altro vogliamo (come dire: per Kiko non è un movimento, ma in realtà lo è e cosa cambia chiamarlo così o no.)

Daniel Lifschitz ha detto...

Per il dubbioso Andrea, che non crede alla mia testimonianza.
Il "Battibecco con Carmen si svolse così: Ogniqualvolta che il Papa nominava il "movimento neocatechumenale, Carmen, gridando, lo interrompeva con le Parole: "Cammino Padre". Questo si protrasse per almeno 5 volte, finché Giovanni Paolo, veramente seccato - magari lo fosse rimasto per tutta la sua vita - disse con la sua voce autorevole:"La donna taccia!". Fu allora che Carmen, finalmente obbedì.
La mia testimonianza può essere controllata, caro Andrea, rivolgendoti a Gianpiero Donnini,o ad un altro Martire Canadese presente, sbobinando la registrazione che sicuramente è stata fatta da qualcuno del CNC.
Aggiungo che, oltre a Mons.Dsiwisz, a quei tempi, certamente meno interessato di me
allo svolgersi di questa visita pastorale del Papa, io, Daniel Lifschitz, ero presente e, quindi, testimonio il vero. Se vuoi, Andrea, puoi citarmi in giudizio per falsa testimonianza.
Che il Signore ti illumini, come ha fatto per me, dopo 20 anni di Cammino ed Itineranza, in quali "mani eretiche" sei caduto.

Anonimo ha detto...

@ Andrea delle 10:25
Ma stai parlando di quel Cardinal Stanislao Dsiwisz che è un grandissimo amicone del Cammino Neocatecumenale? Ma stai parlando di quel Cardinale che ha fatto avere la seconda laurea ad honorem a Kiko subito dopo i giorni del mega-concerto ad Auschwitz (in Polonia) nel 2013 fatto per celebrare l'ego di Kiko? Ma stai parlando di quel Cardinale che non è molto amato in Vaticano e dai polacchi stessi? Bhè, certo... la sua testimonianza allora è attendibile.
Io penso che Daniel Lifschitz sia una persona molto corretta, seria e vera, quello che i neocatecumenali spesso non riescono ad essere... e tu ne sei un perfetto esempio.

Giuda


Michela ha detto...

Anonimo Andrea ha detto
...Quando Kiko dice che a volte (e sottolineo a volte) la moglie o il marito possono essere i nostri nemici si riferisce a quando fanno qualcosa di scomodo per noi,...


cosa significa 'scomodo'?
in un rapporto interpersonale le diversità di vedute non si possono ricondurre a qualcosa di 'scomodo', a meno che la persona non abbia un disturbo della personalità di tipo narcisistico e quindi interpreta come azioni nemiche ogni espressione che non coincida con la propria.

Quindi tu e Kiko avete voluto far propria la visione pessimistica sartriana per cui l'inferno sono gli altri e voi passate i vostri giorni giudicando i comportamenti altrui e in modo equivalente vi sentite giudicati dagli altri. Certo che messa così la vostra vita è decisamente un inferno, il matrimonio è un martirio, i figli sono quelli che vi inchiodano alla. croce, i fratelli sono quelli che vi rubano l'eredità...

Quanto vino eucaristico dovrete bere sabato sera per passare dalla tristezza all'allegria con una vita così narcisisticamente schifosa?

Pietro (DEL Cammino) ha detto...

Mi piace il tuo paragone Pietro "non" mi piace perché è il mio esatto concetto che ho su di te e si chi ben ti rappresenta in questo Blog.
In materia di fede conta quello che dice il Papa i Cardinali i Vescovi i Sacerdoti.
Il tuo/vostro parere conta zero spaccato, sai che è vero e inconfutabile proprio perché lo dici anche tu,e per questo censuri, non accetti il confronto e pensi che la censura ti salvi.... roba da asilo nido.
Pietro "del"

Lino ha detto...

@ Michela

Già: scomodo.
Ecco un altro al quale andrebbe chiesto: "Ma tu sei sposato?".
Immagina un poco: mia moglie, in questi giorni, fa una cosa molto scomoda, per me che al sole non sto più di tre ore. "Pretende" di stare almeno quattro. Io, allora, ritorno a casa, faccio una doccia, mi cambio, risalgo in macchina e la vado a prendere, ancora essendo digiuno.
"Nemici in famiglia", "scomoda": ma di cosa cacchio andate cianciando? Prima o poi, inventerete un burka neocatecumenale. L'inferno non è l'altro, come giustamente ha scritto Michela state facendo della vostra vita un inferno.

Lino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Daniel Lifschitz ha detto...

Caro Andrea,
ti avevo risposto lungamente attorno alle 13.30, ma non so perché, il mio intervento non raggiunse il blog.
Ora, avendo ancora molto da scrivere, per ultimare il mio libro su "Kiko, Santo o Impostore?" (ed- Segno), che ti potrà essere d'aiuto, chiarirendoti le idee, non vado per le lunghe, ma ti ricordo che di questo "evvento" fui testimone in persona e, per il mio amore di allora verso Kiko E Carmen, probabilmente molto più attento alla cosa dell'allora solo segretaio, Stanislao Dsiwisz.
Puoi controllare, se non mi credi, rivolgendoti per es. ad uno dei "Martiri Canadesi" di allora, che certamente hanno sbobinato la visita del Papa, anche se non l'hanno pubblicata interamente, perché non testimonia a favore di Carmen.
Se mi ricordo bene, Carmen interrupe il Papa almeno quattro o cinque volte, finché G.P.II, seccato: Le ingiunse (citando san Paolo): "La donna taccia!"
Magari avesse continuato a trattarla così fino alla sua morte, 25 anni dopo.
Se poi non mi credi, poi sempre citarmi in giudizio per "falsa testimonianza".

Valentina Giusti ha detto...

Andrea, se la catechista ha ottenuto l'annullamento due settimane dopo, si sarà trattato di un divorzio “immediato” per mancata consumazione del matrimonio ai sensi dell’art. 3, n. 2, lett. f) della legge 1 dicembre 1970, n. 898.

Valentina Giusti ha detto...

Per quanto riguarda separazioni e divorzi, in cammino non sono sempre contrari. Tutti noi abbiamo letto la storia di Faustini e del suo allontanamento da casa deciso dai catechisti e dal presbitero della comunità della moglie, come anche la storia dolorosa di Ileana e dell'annullamento del suo matrimonio patrocinato dalla comunità di suo marito e della nuova compagna.

Simonetta ha detto...

Caro amico, un abbraccio particolare a te da una capitale del Baltico :-)
Si', vogliono far credere che qui la gente sia infelice, ma allora come mai nel mio quartiere di gente normalissima non bastano quattro dicesi quattro asili e tre scuole?
E non sono tutti immigrati arabi, come anche vogliono far credere!
Quante balle raccontano dalle loro cattedre!
Un caro abbraccio dal Nord,

Simonetta

Michela ha detto...

A Pietro e Apostata,
giustamente avete sottolineato la complessità della vita matrimoniale, ma nel cammino neocat la complessità del reale viene volutamente negata e banalizzata per limitare la possibilità di un ragionamento autonomo.
Inoltre il metodo settario richiede di rovesciare i valori e le conoscenze acquisite prima dell' ingresso nella setta. E se si riesce a scalfire il buon senso, a far credere o a far fare qualcosa che la persona non avrebbe mai fatto, allora si può essere sicuri dell' obbedienza dell' adepto che ha dimostrato di aver rinunciato ad usare la ragione.
Mi possono convincere che il nemico è in casa mia, mentre la casa indica da sempre un contesto sicuro in cui anche le liti e le ribellioni dei figli si possono affrontare.
Mi possono convincere a parlare al vento nelle piazze di domenica come un imbonitore qualsiasi
Mi possono convincere che la mia vita nel cammino è così interessante che la posso raccontare per reclutare altri.
Mi possono convincere che lo studio e l' approfondimento personale vanno contro le virtù della fede e dell'obbedienza e a questo punto possono essere sicuri di avermi in pugno, che il mio cervello e il mio cuore si sono atrofizzati e sono diventato l' adepto perfetto, che non fa domande, e, cosa più importante di tutte, con commovente generosità si libera del denaro(quanto di più demoniaco ci sia!) per donarlo ai capi che invece sanno come usarlo nel modo migliore.

Daniel Lifschitz ha detto...

Adesso mi stufo: E' la terza volta che cerco di rispondere ad "Anonimo Andrea" e ogni volta il Blog non accetta la mia lunga risposta.

Provo per l'ultima volta, in modo più breve: Fui personalmente presente ai "Martiri Canadesi, quando venne G.P.II. Allora ammiravo Kiko e Carmen con la stessa intensità come oggi li disprezzo. Sono, quindi testimone del fatto e se tu, caro Andrea ne dubiti, mi puoi anche citare davanti al trinunale di Kiko per falsa testimonianza.
Non mi allungo più, perché non vorrei più trovarmi cancellato, ma anche perché non ho molto tempo, dovendo terminare in questi giorni il mio libro "Kiko Arguello, Santo o impostore (ed.Segno), dal quale, caro Andrea - se ti azzarderai di leggerlo, chiedendo prima il permesso ai tuoi catechisti - potrai attingere varie notizie, che ti potrebbero convincere che "non è tutto oro, ciò che luccica"

l'apostata ha detto...

@ Pietro del Cammino

"In materia di fede conta quello che dice il Papa..."

E allora vai a dirlo a Sankiko che insegna eresie da quarant'anni e se ne infischia dell'insegnamento della Chiesa.

@ Andrea

"Si può correggere anche sbagliando..."

Sembra una frase di Sankiko: priva di senso.

Valentina Giusti ha detto...

Daniel, i tuoi commenti sono stati tutti pubblicati, forse devi ricaricare la pagina.

Lino ha detto...

@ Daniel
Ciao, Daniel.
Ti rinnovo quanto ti ho scritto anche via mail a proposito dei file che mi hai inviato: il tuo PC ha dei problemi. Io ho letto i tuoi precedenti commenti sin dal pomeriggio :-)

Andrea ha detto...

Quando qualcuno elogia il cammino è sicuramente oliato, quando qualcuno parla male del cammino ha un grande amore per la verità (tra l'altro, detto fra parentesi, è davvero triste dire che l'amore più grande si ha per la verità... Gesù stesso dice che non c'è un amore più grande di dare la vita per i propri amici).

Pietro (NON del Cammino) ha detto...

Anonimo delle 12 e 57:

il parere che io ho espresso è che il catechista che ha detto alla donna malmenata ripetutamente di continuare a farsi malmenare è un deficiente oltre che criminale. E, soprattutto, NON è infallibile.
IO STO CON PAPA FRANCESCO che sulla violenza sulle donne la pensa come me. Leggiti l'ultimo documento papale e te ne accorgi.
Il cardinale? Se anche lui sta col Papa, a me sta bene.
KIKO pare che col Papa si arrabbia spesso.

Tu invece? Stai con Papa Francesco che dice che le donne abusate è bene che si separino dal marito, o stai col catechista deficiente e criminale che fa il verso a Kiko?

A proposito, il Papa lo sa che Kiko dice che i catechisti, anche i più deficienti, sono più infallibili di lui?
Sì, perché lui è infallibile solo in certe occasioni, mentre i catechisti per Kiko sono come la sibilla cumana.
Scrivi al Papa e vediamo come ti risponde. Poi facci sapere.

sandavi ha detto...

Adesso caro Pietro "del" mi spieghi cosa, riguardo al Cammino neocatecumenale, è materia di fede. Se non ci riesci devo credere che non hai idea di cosa sia "materia di fede". Prego, attendo fiducioso.

sandavi ha detto...

p.s. Noto che Carmen è stata inserita nel sito Santiebeati.it.
Alla voce "testimoni". Che sarebbe un"testimone"? Poi noto che alla stessa categoria sono inseriti anche personaggi viventi come padre Zanotelli e allora capisco che chi gestisce il sito non sa un fico secco di dottrina cristiana.

Anonimo ha detto...

Caro Andrea, il fatto che da te non è successo non significa niente. Poi quello che dici va contestualizzato...cosa hai detto in risonanza?magari qualcosa che è piaciuto ai catechisti...avevi fissato una data, saresti andato in cerca di una figlia di Israele, volevi valutare la tua vocazione...non so dipende...io ti posso dire che anche se tu ancora vedi "normalità" nel cammino molte delle cose dette scritte e riportate come esperienze e testimonianze sono VERE...come ho già scritto negli ultimi anni di cammino io mi ero accorto che venivano raccontate tante frottole (per usare un tuo termine) per sponsorizzare le azioni del movimento, vedi quella che al nord si vive male e che la gente non crede in niente o che non fanno figli. Per provare che agli annunci etc vengono raccontate tante cretinate se non vuoi credere a me fai una ricerca su Google e Wikipedia, cerca per natalità dei paesi, Google ti dirà che i tanto criticati Svezia Norvegia e Danimarca hanno un tasso di natalità più alto di Italia Spagna e Germania ad esempio, e che il 76% della popolazione è luterana, lo 0 virgola qualcosa musulmana e il resto ateo/ agnostico cattolico ed ebreo. Non sono percentuali da paese ateo scristianizzato. Eh sì beh non si può neanche convertire tutto il mondo al cattolicesimo, sono luterani ma comunque cristiani, a Dio piace la varietà. A chi vuole comandare e fare un movimento assolutista e settario la varietà non piace, varietà di idee, le idee il libero pensiero che ci hanno liberato da barbarie come pena di morte inquisizione e quanto altro. Nel cammino altre bugie sono quelle che in alcuni paesi si vive male, che il mondo ha così tanto bisogno di essere salvato (dal cammino), che le famiglie vanno in rovina, che l'omosessualità dilaga, che devi andare in croce perché solo così si ama. Alla prima bugia ti ho già risposto, ma se non ti fidi ti risponderà anche Google, il mondo non ha bisogno di essere salvato oggi, forse ne ha molto meno bisogno di ieri quando si pensava a fare le guerre dei cento anni, a conquistare, convertire e sterminare per invadere (col bene placido della chiesa), il mondo ha molti più valori oggi che ieri. Le famiglie oggi si sfasciano perché la gente può divorziare e annullare il matrimonio con più facilità (vero), ma in passato sempre per esperienze di famiglia (nonni e bisnonni) i cattolicissimi matrimoni non erano così cristianucci perfetti come sembravano, i tradimenti esistevano, le donne che venivano tradite e picchiate a casa ripetutamente esistevano, i figli insidiati da genitori pedofili pure, ora le donne lavorano e sono più indipendenti e se si vedono tradite ripetutamente o picchiate o i loro figli abusati possono giustamente andarsene di casa e così gli uomini. Il rispetto per se stessi non è un'offesa a Dio. L'omosessualità dilagava anche prima, esistevano i matrimoni di convenienza e le case del piacere...non cadere dalle nuvole e non abboccare a tutto quello che ti dicono. La verità è che il mondo non ha bisogno del cammino. Sicuramente non oggi più di ieri. Anche perché il cammino se continua sulla sua via integralista è candidato a diventare l'equivalente dell'Is se proiettato tra 100 anni....famiglie più numerose delle loro capacità, con sempre meno cultura, un senso di estraneità al mondo in cui vivono percepito come pieno di nemici senza niente di valore se non quello che loro possono portare e con un bel tocco di legalismo e fanatismo...lo riesci a vedere il pericolo e la somiglianza?

Pietro (NON del Cammino) ha detto...

Andrea:

non filosofeggiare: rispondi alle questioni poste dal blog. Sempre che hai argomenti

by Tripudio ha detto...

È vero che non c'è amore più grande del dare la vita per i propri amici. Ma vorrei sapere come mai Andrea contrappone tale amore a Nostro Signore che è via, verità e vita.

Quanto allo "sputare nel piatto in cui si mangia", si può benissimo cambiare idea sui propri beniamini qualora questi si rivelino traditori della missione che si erano dati. Così come può capitare con i personaggi dello sport, càpita anche con gli "iniziatori".

Nelle comunità del Cammino dicono che Carmen è stata cremata. È vero?
Su, fratelli del Cammino, spiegatecene esattamente i motivi e non nascondete le vergognose verità cercando di deviare altrove il discorso.

Andrea ha detto...

Tripudio, se Carmen fosse davvo stata cremata non credo che si potrebbe sapere tanto facilmente.
Però mi devi dire dove ho contrapposto l'amore che può arrivare a dare la vita per i propri amici all'amore per la verità... Io ho semplicemente detto che è triste dire che l'amore più grande si ha per la verità (con la minuscola, e che comunque è da elogiare) e che l'amore più grande è, in realtà, quello per gli amici; altra cosa è l'amore per la Verità (con la maiuscola, quindi non è la verità su un fatto qualsiasi, come le presunte eresie neocatecumenali, ma è una persona, Gesù Cristo, il Figlio di Dio sacrificato per espiare al posto nostro la colpa dei nostri peccati). Lo vedi? Ti inventi un sacco di cose...

by Tripudio ha detto...

Prima o poi una documentata risposta sulla cremazione di Carmen arriverà. Intanto i kikos erano tutti miracolosamente assenti per vacanze, quando si trattava di rispondere. Vuol dire che la prossima volta che incontriamo un kikos, gli chiediamo non solo se è puntuale con le "Decime", ma anche dell'arcano crematorio.

Col trucchetto furbo di verità maiuscola e minuscola, il fratello Andrea aveva contrapposto l'amore per i propri amici all'amore per la verità.

Cioè ha contrapposto la carità alla verità.

Nostro Signore è la via, la verità e la vita, e il caro fratello Andrea sottilmente insinua che il dare la vita per i propri amici sarebbe più importante dell'amore per Nostro Signore.

Questo contorsionismo usa le parole di Nostro Signore per andare contro Nostro Signore. Proprio come fece il demonio con le tentazioni nel deserto.

E il fratello Andrea adopera tale metodo contro chi ha fatto notare gli errori e le storture del Cammino.

Perciò è il caso di ricordare di nuovo che la carità e la verità sono inscindibili (cfr. Edith Stein sopra citata), e che Benedetto XVI lo ha riaffermato nell'enciclica Caritas in veritate (la carità può sussistere solo nella verità: se la verità dovesse dare precedenza alla carità, allora sarebbe buonismo).

Tommaso d'Aquino iniziava le sue lezioni con una mela in mano, dicendo: se qualcuno non è convinto che questa è una mela, può andarsene.

La verità (con la minuscola) non è un'opinione.
La Verità non è incompatibile con la verità.

by Tripudio ha detto...

Segnalo un altro articolo di Chuck sui madornali errori teologici neocatecumenali: il tabernacolo "a due piazze", super gadget standard di Kiko in vendita nei kiko-shop Neomerkaba - ma guarda che nome: è come Paperino che abita a Paperopoli in via dei Paperi e suo zio si chiama Paperon de' Paperoni... i kiko-shop si chiamano Caàl (come il gran Kahàl ebraico, tribunale interno della sinagoga), NeoMerkabà, ecc.: tutti con il nome kikiano. Fra parentesi Neomerkabà è di un certo Scalieri, residente in Spagna. Se il Cammino venisse scomunicato, andrebbero in rovina tanti negozietti come quello...

Quanto ai frutti dei seminari kikiani "Redemptoris Mater", c'è da segnalare un commento sulla furiosa omelia di un presbitero neocatecumenale che afferma che il vescovo pedofilo neocatecumenale sarebbe innocente e che tutto il resto sarebbe una macchinazione del demonio. Cioè, dal pulpito, ha chiamato "demonio" le vittime del pedofilo che lo hanno pubblicamente denunciato (e denunciato mettendoci la propria faccia anziché qualche comoda letterina di avvocati).

Il pretino neocat ha addirittura citato il proverbio secondo cui uno è "innocente fino a prova contraria" (sottinteso che tale prova va fatta in tribunale). L'articolo spiega in dettaglio come tale espressione sia usata non per il giusto garantismo, ma per ingannare gli interlocutori, perché confonde il procedimento giudiziario con la verità e la giustizia divina.

Il neocatecumenalismo ha infatti sempre bisogno della menzogna e dell'inganno.

by Tripudio ha detto...

Dimenticavo di aggiungere che l'acquisto di un tabernacolo kikiano (spesa minima quindicimila euro presso qualsiasi kiko-shop adeguatamente rifornito) è obbligatorio quando la comunità giunge a una certa "tappa".

Il Cammino non solo ti insegna le eresie, ma te le fa pagare a caro prezzo.

Michela ha detto...

il tabernacolo è obbligatorio per ogni missione, serve per la casa del presbitero visto che nelle parrocchie i neocat non ci mettono piede, anche quando ci sono.

l'apostata ha detto...

@ Andrea

"...se Carmen fosse davvo stata cremata non credo che si potrebbe sapere tanto facilmente..."

E perché?

E' un altro Arcano per caso?

Oppure è stata cremata e le ceneri sparse al vento per poi raccontare che è stata assunta in cielo?

Anonimo ha detto...

Nel santino in alto le mani giunte in preghiera sembrerebbero un fotomontaggio nel fatto

by Tripudio ha detto...

Dato che si può visitare la sacra cella di san Kiko dove il sommo dottore honoris causa dipingeva i suoi primi sgorbi, vien da pensare che nel Cammino i pellegrinaggi (roba da "religiosi naturali" e da "cristiani della domenica") diventino improvvisamente leciti e doverosi, se si tratta di onorare gli autonominati "iniziatori".

Pertanto qualche fratello del Cammino si chiederà dove può rivolgersi (ed eventualmente quale è il costo del biglietto) per visitare il luogo dove riposano quei resti mortali e se per caso si tratta solo di un'urna di ceneri.

Intanto ricordiamo che la cremazione è stata sempre promossa dalle massonerie perché è un modo per disprezzare la verità di fede riguardante la risurrezione finale dei corpi. Solo in epoca assai recente la Chiesa ha permesso la cremazione... alla condizione che ciò non sia un rifiuto di quella verità di fede. Ma è quantomeno curioso che una personalità famosa del mondo cattolico voglia farsi cremare (o venga fatta cremare dal suo socio). Quantomeno curioso.

Anonimo ha detto...

"Intanto ricordiamo che la cremazione è stata sempre promossa dalle massonerie perché è un modo per disprezzare la verità di fede riguardante la risurrezione finale dei corpi. Solo in epoca assai recente la Chiesa ha permesso la cremazione... alla condizione che ciò non sia un rifiuto di quella verità di fede."

Esattamente quanto ci venne spiegato in una convivenza di inizio corso di diversi anni fa (più di 10 se la memoria non mi inganna).
Ed in effetti nel cammino si è sempre insegnato questo, la cremazione non è mai stata vista troppo di buon occhio.

Per queste ragioni dubito molto che Carmen sia stata cremata.

Saluti
Jeff m.

דָּנִיּאֵל ha detto...

Non penso che i pellegrinaggi vengono visti male, basti pensare alla tappa di Loreto o a quello finale a Gerusalemme...

Lino ha detto...

@ anonimo del fotomontaggio
La foto della signora defunta è ritoccata in vari punti, in particolare sul naso. Prego voler confrontare con qualche recente foto in Internet.

by Tripudio ha detto...

Appunto: Loreto e Gerusalemme - cioè pellegrinaggi in onore degli iniziatori del Cammino, comandati dagli iniziatori del Cammino, soltanto nel preciso momento stabilito dagli iniziatori del Cammino (e organizzato dai relativi scagnozzi).

Se un fratello di comunità annuncia di essere andato a fare autonomamente un pellegrinaggio qualsiasi, cosa gli diranno i cosiddetti "catechisti"?

Saranno felici che il fratello cresce nella fede (come avviene negli altri movimenti ecclesiali), oppure saranno adirati per il fatto che lui riesce a vivere la fede senza farsi dettare l'agenda da loro?

Anonimo ha detto...

Ci sarà stata per caso una tirata d' orecchie?

http://m.vatican.va/content/francescomobile/it.html#salastampabollettino

Si muoverà diversamente l' Amministratore apostolico a Guam?

Xz

Anonimo ha detto...

forse l'udienza a filoni è tata solo ordinaria amministrazione ....

Anonimo ha detto...

30anni

Jeff Esattamente quanto ci venne spiegato in una convivenza di inizio corso di diversi anni fa (più di 10 se la memoria non mi inganna). Ed in effetti nel cammino si è sempre insegnato questo, la cremazione non è mai stata vista troppo di buon occhio. Per queste ragioni dubito molto che Carmen sia stata cremata.

Confermo. Anche io non ricordo che anno fosse (direi meno di 10) ma in quella convivenza questo punto venne trattato a lungo e con grande enfasi e il nocciolo era che la cremazione era tollerata dalla Chiesa ma salvo validissimi motivi era cosa "no buona". E' per questo che Jeff ed io siamo molto perplessi sulla cremazione di Carmen. Se però fosse confermata non sarebbe una cosa di poco conto ...

Valentina Giusti ha detto...

Per 30 anni e Jeff:
i vostri ricordi pro-inumazione sono un po' datati, seppure meno dei miei.
Negli ultimi anni Kiko ha cominciato a pensare alla morte ed anche al modo di tenere aggregate le comunità che, data l'età, ormai contano più fratelli trapassati che viventi.
Data l'enorme difficoltà di fare cimiteri privati ed invece la relativa facilità con cui l'urna può essere conservata privatamente, in casa o in altre strutture, l'idea di custodire le ceneri dei fratelli in piccole cappelle cimiteriali ha preso piede, e come sappiamo in Spagna queste sono in via di realizzazione.
Personalmente, ad esempio, vedrei bene le ceneri di Carmen conservate nella Domus, in Israele, insieme ad Abramo, Giacobbe e tutti i patriarchi.

Anonimo ha detto...

Blogger Lino ha detto...
@ anonimo del fotomontaggio
La foto della signora defunta è ritoccata in vari punti, in particolare sul naso. Prego voler confrontare con qualche recente foto in Internet.
Carissimo Lino nel cercare qualche foto di carmen, ho trovato quella da morta https://girobloggando.blogspot.it/2016/07/l-carmen-hernandez.html
di pessimo gusto metterla su internet, però so da alcuni ex fratelli che questa foto è stata mandata ai responsabili delle comunità il giorno che è morta, come conferma visto il casino dell'altra volta.. cmq preferisco guardare questa foto https://aleteiaitalian.files.wordpress.com/2016/06/13466457_976579909106484_5981839802699105773_n1.jpg?w=720
Suor Cecilia, del Carmelo argentino di Santa Fe, ha testimoniato il suo amore per Cristo di fronte a un tumore al polmone
buone vacanze a tutti Michele

l'apostata ha detto...

@ Valentina

"... vedrei bene le ceneri di Carmen conservate nella Domus, in Israele, insieme ad Abramo, Giacobbe e tutti i patriarchi..."

:-))