venerdì 26 marzo 2010

Ancora e sempre prove di forza neocatecumenali. Cui prodest?

Mi scrive un amico, subito dopo la diretta di ieri dell'incontro del Papa con i giovani.

Ho appena guardato il Papa con i giovani, abbiamo avuto ancora una dimostrazione dell'arroganza del cammino, o più esattamente di messer Kiko, che è salito sul palco dell'orchestra e ha intonato uno dei suoi canti con la sua voce stonata, all'arrivo del Papa, i due animatori non riuscivano più a parlare, cominciavano poi si fermavano, palesemente turbati da quella invasione, e poi hanno alzato la voce e hanno cercato di coprire la voce del signor A... idem all'uscita del Papa, Arguello si è impadronito dei microfono e ha intonato un suo canto su Maria.. per fortuna la trasmissione è stata interrotta.

Chi può permettersi di fare una tale cosa? Quale altro capo di movimento lo fa? Nessuno! Ancora una prova di forza del cnc!

Come a l'Aquila quando durante i funerali è salito quell'orribile canto nc, e durante la visita del Papa qualche nc ha cercato di coprire con i loro canti il coro e l'organo!

Hai letto le parole del Papa ai vescovi del nord? E ridai con i movimenti e l'evangelizzazione ad hoc.... e non sfugge a NC!

Non ho nessuna fiducia nel Papa per correggere anche la benchè minima cosa sul cammino nc, anzi si profila uno scenario da incubo, con il Cnc che si vorrà il più grande difensore del Papa e della Chiesa!

Tutto questo deve succedere, solo Dio sa perchè, ma penso sia un passaggio, un fenomeno che solo Dio può iscrivere nel Suo disegno per la Sua Chiesa.
Un abbraccio carissimo,
....

69 commenti:

NC ha detto...

COMPLIMENTI:
questo dice tutto
cito testualmente - "Non ho nessuna fiducia nel Papa per correggere anche la benchè minima cosa,..."

Però bella dimostrazione come volevasi dimostrare!!!

NC ha detto...

Sarebbe meglio Mic che almeno ti tirassi fuori da questa affermazione che leggo sulla fiducia al Papa - che chi scrive questa cosa firmasse,
poi prima fai un post di appoggio al Papa e che siamo in tempi bui, commentato da Psyco e dopo pubblichi questa robaccia.

potevi pubblicare solo la critica al cammino o a Kiko - ma questa affermazione potevate risparmiarvela.

mic ha detto...

Che fai, NC, stai di vedetta solo per farci le pulci?

Non ti sembra vero che sia venuta fuori una sfiducia nei confronti del papa e, dichiaratamente tuttavia, essa riguarda solo il suo atteggiamento nei vostri confronti che, di fatto, resta inspiegabile e sconcertante.

Io e tutti noi non abbiamo risposte certe a tutto ciò (quelle non certe ci disorientano e non poco) e tuttavia non per questo non ci sentiamo e non siamo in dis-comunione col Papa, che quando non parla ex cathedra agisce da dottore privato; per cui in alcuni punti se ne può dissentire... questo ormai dovresti saperlo

mic ha detto...

Caro Stefano,
ho salvato il tuo nuovo articolo tra le bozze.
Naturalmente lo inseriremo eventualmente domani, una volta esaurita l'analisi e la discussione dei due di stamane.

Non credo comunque che per essere credibili dobbiamo cadere nella 'papolatria' e l'Oremus pro pontifice nostro Benedicto è e resta il nostro pane quotidiano, insieme a tutti i bocconi amari che ingoiamo ogni giorno e che offriamo abbracciando la croce nostra e della Chiesa tutta

Stefano78 ha detto...

Non credo comunque che per essere credibili dobbiamo cadere nella 'papolatria' e l'Oremus pro pontifice nostro Benedicto è e resta il nostro pane quotidiano, insieme a tutti i bocconi amari che ingoiamo ogni giorno e che offriamo abbracciando la croce nostra e della Chiesa tutta

Non c'è problema Mic. Pubblicalo quando vuoi o non pubblicare quell'articolo. L'ho scritto di vero cuore per quello che sto vedendo intorno a me e non per altro.

Inoltre, secondo il mio povero parere, non si può essere così ciechi da pensare che la situazione attuale non sia devastante e abnorme come mai ce ne sono state! Altro che papolatria!

mic ha detto...

un nostro lettore, qualche pagina fa ha postato queste parole che credo vengano a proposito anche qui, in un'ottica di sano e cristiano (di Cristo e non di altri) realismo...

«la verità, soprattutto quando incombe un pericolo, deve essere predicata pubblicamente, nè deve farsi il contrario per il fatto che alcuni se ne scandalizzano»
S. Tommaso D’Aquino

... e anche quando tentano di strumentalizzarci, perché non credo che i nostri contenuti siano così strumentalizzabili, tanto sono veri documentati e -perché no- anche 'vissuti'!

mic ha detto...

Inoltre, secondo il mio povero parere, non si può essere così ciechi da pensare che la situazione attuale non sia devastante e abnorme come mai ce ne sono state! Altro che papolatria!

Caro Stefano,
su questo sono d'accordo con te e la 'devastazione' purtroppo è su molti fronti, non solo sul quello del cammino che focalizziamo con
maggiore responsabilità, ma solo per il fatto che forse siamo gli unici a farlo.

Parlavo di 'papolatria' soltanto perché il tuo sentito e appassionato post veniva dopo la critica di NC e poteva apparire come la svolta ad un nostro atteggiamento che ho definito di sano realismo... ma nella situazione in cui siamo il tuo post ci sta tutto, eccome!

NC ha detto...

MIC sto aspettando che tu pubblichi la mia risposta che è questa o aspetti di scriver una pò di interventi così la mia risposta passi sotto tono?

ripeto
si MIC faccio le pulci come le fate voi semplicemente non sto di vedetta ma leggo come ben sai il blog e le cose ridicole che scrivete.

per quanto riguarda il Papa sapevo che la tua risposta sarebbe stata questa - risposta trita e ritrita quando vi va bene.

a domanda risposta come chiedete sempre - ma se poi non pubblicate!???

by Tripudio ha detto...

Come al solito il signor NC è incapace di guardare al di là del proprio naso.


L'espressione dialettale "Non ho nessuna fiducia nel Papa per correggere anche la benchè minima cosa,..." va tradotta in lingua italiana con: Non credo che il Papa possa riuscire a correggere la benché minima cosa risultante dall'arroganza neocatecumenale.


Come al solito il signor NC evita di guardare i fatti (l'arroganza concreta del signor Arguello)... ma va a cercare il pelo nell'uovo interpretando a proprio uso e consumo un'espressione verbale dovuta un po' all'emozione e molto all'incapacità di esprimersi in lingua italiana.


Ci dica dunque il signore che si firma "NC", se giudica giusto il gesto di Kiko, o no.

Ma la risposta la sappiamo già.

by Tripudio ha detto...

Aggiungo solo una cosa.

Se anche per assurdo volessimo interpretare quell'espressione come una vera e propria perdita di fiducia nei confronti del Papa... allora dovrebbe essere il signor Arguello a piangere per i propri peccati!

Il fatto è incontrovertibile: i neocatecumenali danno scandalo, a cominciare dal loro fondatore. Fino a quale punto volete arrivare?

Quante altre anime volete scandalizzare? Quante altre anime volete allontanare dalla santa Chiesa?

Emma ha detto...

Certo che mic,ha dovuto riflettere prima di pubblicare la reazione del suo amico ed è stata coraggiosa nel farlo, senza dubbio consapevole delle reazioni che avrebbe suscitato e che non sono mancate!

Purtroppo è vero che molti non capiscono il silenzio del Papa e ancor meno i suoi incoraggiamenti a chi porta con sè, ovunque vada, certe prassi distorte.
Penso sopratutto al cammino nc che sembra oggi voler profilarsi, con l`aiuto dela gerarchia, come il modello della nuova evangelizzazione.

Risulta effettivamente incomprensibile e sconcertante l`incoraggiamento ad un gruppo che là dove si installa porta con sè e diffonde prassi catechetiche e liturgiche distorte con elementi che non sono conformi alla nostra religione.

È sconcertante vedere che non sono corretti, che possono agire liberamente, liberamente disobbedire al Papa, liberi di non pubblicare i loro testi, FORTI delle loro PROTEZIONI ai vertici della Chiesa.

Sì, è vero, con tutto l`affetto per Benedetto XVI, posso capire chi perde fiducia su certi punti ben precisi e osa dirlo.
Sono molti, sempre più numerosi, coloro che reclamano interventi più direttivi.

Emma ha detto...

Per que che riguarda poi l`ultimo exploit di Kiko Arguello, sono totalmente d`accordo con l`amico di mic.
Chi è Kiko Arguello per potersi permettere di prendere il microfono per intonare uno dei suoi canti al momento dell`arrivo del Papa, incurante della presenza degli animatori che non riuscivano più a parlare e che hanno dovuto alzare la loro voce per coprire la sua ?
Non mi sembra che ieri il Papa riceveva i neocatecumenali, non mi sembra fosse una festa organizzata dai e per i neocatecumenali.
Ma se l`arroganza e la prepotenza di Kiko Arguello non mi stupiscono, ciò che è più grave è che lo si lasci fare!
Perchè qualcuno non è intervenuto per dirgli, NO, STOP, non adesso, non qui ?

Freedom ha detto...

Carissimi dell'osservatorio,
questo è un tempo veramente buio per la Chiesa ma bisogna perseverare anche se gli NC non rispondono a denunciare le eresie del cammino neocatecumenale e a portare la nostra testimonianza di fuoriusciti e del perchè siamo usciti dal CN. Solo in questo modo noi possiamo con i nostri poveri mezzi un faro per tutti coloro e sono tanti, che fuoriescono dal CN
o stanno per entrarvi o hanno legittimamente dei dubbi . Quest'opera di controinformazione
deve essere svolta. Il cammino neocatecumenale è diventato come una enorme macchina tritacarna ed anime ma ogni tanto il meccanismo si inceppa e allora dobbiamo essere quì presenti pronti a offrire la nostra testimonianza e il nostro aiuto a quei fratelli
che riescono a fuggire. Pervhè dopo le grandi dimostrazioni di piazza che richiamano alla mente altri funesti incantatori di folle
si ritorna a casa e ci si scontra quotidianamente con la realtà del cammino neocatecumenale pieno zeppo di eresie . per chi su google digita la parola neocatecumenali uno dei primi risultati siamo noi e questo ci dovrebbe rendere orgogliosi Credo che molta gente ci legga e sia al corrente dell'esistenza di questo blog. Orsù dunque continuiamo sereni la nostra lotta contro la menzogna consapevoli che qualunque cosa accada NON PRAEVALEBUNT1

FREEDOM

chisolm ha detto...

Quante domande affollano questo blog!
Credo che tutti vorremmo una risposta chiara dai Pastori, ma credo non ci verrà fatto nessuno sconto sull’attesa.
Anche Edith Stein aveva in testa e nel cuore mille domande e nessuna risposta: mi permetto di importunarla visto che, bene o male, si è presa cura di questo blog… Beh, proprio quando era arrivata alla soglia dell’ebollizione entrò in una chiesa e, immagino, pretese (con un certo piglio che le biografie non lasciano intravedere) una risposta chiara.

Quella chiesa, se la memoria non mi inganna, era dedicata (e credo lo sia ancora) al santo di oggi, San Ludgero, in Munster. Lì, dopo un’intensa tirata col Signore, Edith uscì raggiante perché, come lei stessa ci dice, aveva ricevuto “la” risposta dal “Buon” Pastore. Poteva dunque lasciare che il suo cuore aderisse fino alla morte al Carmelo. E così avvenne…

Ecco, vorrei che ciascuno di noi, oggi (e perché no?) per tramite di san Ludgero, per tramite di S. Teresa Benedetta, per tramite del santo di cui portiamo il nome, entrasse col piglio della Edith nella cappella privata del proprio cuore e chiedesse al Buon Pastore cosa fare.
Cosa fare del nostro essere pecore di un gregge assai colorato, subappaltato, sbandato, in parte eccitato e in parte sconsolato…

Chissà che la risposta chiara non venga come per Edith…

Chisolm

mic ha detto...

per NC
MIC sto aspettando che tu pubblichi la mia
risposta che è questa o aspetti di scriver una pò di interventi così la mia risposta passi sotto tono?
ripeto
si MIC faccio le pulci come le fate voi semplicemente non sto di vedetta ma leggo come ben sai il blog e le cose ridicole che scrivete.
per quanto riguarda il Papa sapevo che la tua risposta sarebbe stata questa - risposta trita e ritrita quando vi va bene.
a domanda risposta come chiedete sempre - ma se poi non pubblicate!???


NC, la tua ti sembra una risposta degna di questo nome o l'ennesimo batti e ribatti che sposta l'attenzione su un particolare per distoglierla dall'essenziale? E vogliamo anche parlare del tono inquisitorio e sgradevolmente critico ad oltranza?

.. per poi farmi perder tempo a dirti che quello che tu definisci mia risposta scontata e trita e ritrita è una legge magisteriale ben nota nella chiesa, più volte ricordata, ma della quale non hai voluto tener conto perché non ti riguarda e serviva invece alla causa del tuo cammino 'farci le pulci'?

Comunque ha perfettamente ragione Emma: ero consapevole che quell'espressione del mio amico avrebbe suscitato reazioni del genere; ma ho già spiegato a sufficienza il perché l'ho rispettata e condivisa e, soprattutto, ne ho evidenziato la giusta portata...

In ogni caso resta e credo resterà senza risposta la domanda: perché nessuno mette un freno a tanta arroganza ed invasività, specchio della invasività delle diocesi, perché quella delle parrocchie ormai è superata...

Freedom ha detto...

NC , ma cosa vai sproloquiando!?
Te le rifaccio io le domande a cui non hai dato risposta e vediamo se sai dare una vera risposta ora( non che io me l'aspetti , è ovvio, )
Perchè tanto ebraismo nel CN ?
Perchè ad esempio il ruolo del cantore è chiamato baal tefillà ( maestro di preghiera) come se si
pregasse in una sinagoga?
Perchè la negazione da parte di Arguello della reale presenza di Gesù nelle due specie?
Perchè vi si dice che siete degli "eletti"?
Chiunque ti leggerà e spero siano molti capirà che non sai come rispondere a queste domande e si porrà a sua volta degli interrogativi sul cammino neocatecumenale. Pregasi di non incappare nelle "5 leggi di mic":
Legge n.1 : negare sempre, negare tutto, affermando la falsità delle nostre affermazioni

Legge n.2 : quando non è possibile negare, minimizzare

Legge n.3 : quando non è possibile neppure minimizzare, relativizzare e circoscrivere: "questo non succede in tutte le comunità e comunque non succede nella mia"

Legge n.4 : quando non è possibile neppure relativizzare, rovesciare la responsabilità sull'interlocutore : "non hai capito" "non è così ma cosà"; ma si dà il caso che il cosà non coincide con le testimonianze convergenti delle nostre esperienze

Legge n:5 : quando non è possibile neppure questo. di solito si passa all'attacco alla persona o all'insulto.

Freedom

mic ha detto...

e, questo commento corre il rischio di distogliere l'attenzione dal post di Chisolm, che merita riflessioni e approfondimenti che possono essere edificanti per tutti.

La nostra Edith, forte della confidenza col Signore data dalla sua anima generosa e tutta già protesa a Lui senza riserve, ottiene una risposta "chiara" che noi spesso non abbiamo ma, consci della nostra piccolezza, non è che andiamo avanti proprio a tentoni, le luci e le indicazioni non ci mancano né nella Chiesa né nella Scrittura, né nel nostro cuore quando è Adorante e acceso da una Presenza...

Freedom ha detto...

A PROPOSITO DI ERESIE DEL CAMMINO NEOCATECUMENALE:
Cristo, di cui non si è mai provata la Divinità, ha dato a Kiko - fondatore del Cammino neocatecumenale - il dono di fondare la Chiesa (I Scrut, pag. 49; II Scrut, pag. 100). Per entrare in essa si deve iniziar un cammino catecumenale. in compagnia di altri e per mano di un catechista, quello del Cammino, a cui sarà sottomesso in tutto (I Scrut, pag. 58-59);
Dio, col Cammino neocatecumanale vuol fare "la Chiesa nuova", la "Chiesa segno", non essendolo più quella esistente (I Scrut, pag. 59-60);
E bravi , adesso siete i grandi sostenitori del Papa , ma con la menzogna nel cuore , perchè mirate a rimpiazzare non ad obbedire alla chiesa di Cristo!

Freedom

Emma ha detto...

NC definisce "robaccia" quello che sembra essere il grido di una persona senza dubbio, per ragioni a noi sconosciute, sgomenta davanti al potere di colui che può agire indisturbato anche davanti al Papa .

Come dobbiamo definire, noi, la vostra disobbedienza al Papa?
Quella seguita alla lettera del cardinal Arinze, quella che perdura ancora oggi con la NON PUBBLICAZIONE dei vostri testi?

Credete veramente che avete il profilo ad hoc per dare lezioni, per giudicare chi assiste, impotente, agli effetti disastrosi del non intervento dell`autorità?
Credete veramente che il solo fatto di godere di protezioni ai vertici, vi conferisce il diritto di ergervi in critici, giudici, di chi può solo esprimere il suo sconcerto, il suo sgomento?

Interrogatevi piuttosto sulle reazioni che il vostro cammino e il vostro iniziatore suscitano in chi non riesce più a capire dove sta andando la Chiesa.

Emma ha detto...

@ NC
Se le cose che scriviamo su questo blog sono così ridicole perchè continuate a leggerci?
Perchè se sono così ridicole uno di voi ha sentito il bisogno di creare un blog?
Se su questo blog ci sono solo falsità che cosa temete?
Non sarà forse che al contrario siete ben consapvoli che chi scrive qui conosce perfettamente il cammino nc? Che chi scrive non parla a vanvera, che i fatti descritti sono documentati?
Che per di più il gestore del blog ha un solida formazione teologica e una totale fedeltà al Magistero della Chiesa che gli permettono di portare alla luce tutte le difformità delle vostre prassi ?
Sì, credete veramente con dei giochetti veramente puerili, come attirare l`attenzione su un dettaglio, di poter distogliere l`attenzione dal cuore del problema?
Sì, se le cose che scriviamo su questo blog sono così ridicole perchè continuate a leggerci?

cryb1 ha detto...

Vorrei solo sottolineare che non era Kiko a cantare poichè non aveva voce, ma un altro embro del cammino di cui non dico il nome per rispetto. Anche se questo non cambia quello che avete da dire, sarebbe auspicabile che le vostre notizie le verifichiate prima di pubblicarle.

mic ha detto...

Kiko uber alles, proprio non si tocca!

anche questo è un modo per attirare l'attenzione su un particolare per stornarla dal cuore del problema.
Che importanza ha se era Kiko o non era Kiko a cantare? E questa notizia comunque è un po' strana a giudicare dal tipo di voce ascoltata...

e se anche fosse stato l'ultimo dei cantori del cammino, che caspita c'entrava sia all'ingresso che all'uscita del Papa in una riunione riguardante giovani cattolici di ogni estrazione, imporre i canti neocatecumenali con tanto di cantore, che impediva ai presentatori di parlare?

Non è comunque un forzatura di puro marchio neocatecumenale?

Emma ha detto...

Beh, allora vorrà dire che Kiko Arguello ha degli eccellenti imitatori, in effetti la voce di Kiko Arguello è molto riconoscibile!
Del resto si sentiva effettivamente che Kiko aveva dei problemi di voce, ma la voce era la sua, o quella di un perfetto imitatore.
Comunque, Kiko o non Kiko, le osservazioni fatte restano valide.

tamar ha detto...

il cammino nel mio paese si chiuso sia benedetto DIO !!!

larus ha detto...

ERA PROPRIO LUI!

mic ha detto...

Ciao Tamar,
qual è il tuo paese?
Ringraziamo il Signore con te!

Emma ha detto...

Grazie Larus, come ho già detto, la voce di Kiko Arguello è inconfondibile!
Penso che ogni commento supplementare sia superfluo,c`è chi ha dimenticato che youtube esiste!

Emma ha detto...

Come non capire lo scoraggiamento dell`amico di mic?
Ciò che ha visto giovedì sera è l`ennesima prova di forza del cammino nc.
Del resto vi ricordate il commento di lvvfl che affermava che il 25 marzo il Papa incontrava il cammino nc, come se fossero loro gli unici interlocutori ?

L`episodio di giovedì sera, con Kiko Arguello che impone i canti neocatecumenali ai giovani presenti in Piazza San Pietro, è sintomatico e rivelatore di ciò che succede là dove arriva il cammino nc.
Il cammino nc si impone, non collabora, o collabora con molta difficoltà, assorbe e SI IMPONE.
Se trova un`opposizione chiude e se ne va altrove, niente e nessuno può ostacolare l`avanzata del cammino nc!

Se giovedì sera Kiko Arguello ha imposto i SUOI canti, nelle parrocchie impone il SUO sistema, la SUA struttura, le SUE prassi catechetiche e liturgiche e, infine, la SUA nueva estetica sconvolgendo gli spazi sacri.

Siamo anche arrivati al punto che in certe diocesi viene imposta la SUA iniziazione prettamente sinagogale! ( vedi Campobasso, nel motore di ricerca)

E il tutto si svolge sotto lo sguardo indifferente, tollerante, ammirativo, della nostra gerarchia.

E poi ci stupiamo se i fedeli cattolici che hanno gli occhi ben aperti, una consapevolezza acuta di ciò che sta succedendo, ogni tanto si lasciano andare ad esprimere il loro scoraggiamento?

mic ha detto...

condivido la sintesi di Emma e devo aggiungere che mi colpisce molto il post apparentemente innocuo di Cryb1, che ieri sera ci scriveva:
Vorrei solo sottolineare che non era Kiko a cantare poichè non aveva voce, ma un altro embro del cammino di cui non dico il nome per rispetto. Anche se questo non cambia quello che avete da dire, sarebbe auspicabile che le vostre notizie le verifichiate prima di pubblicarle.

lo scopo del post era l'affermazione che non fosse Kiko a cantare e, conseguentemente la delegittimazione della nostra informazione, secondo il nostro interlocutore "non verificata"...

Poiché quest'affermazione risulta smentita dell'evidenza di un filmato perfettamente corrispondente alla testimonianza da noi pubblicata, la conclusione da trarne è l'ennesimo riprova che chi ci ha scritto o chi l'ha imbeccato in quel senso è in malafede e mente sapendo di mentire.
E allora si impone una domanda: cos'è l'"entità cammino" se ha bisogno della menzogna per essere difesa a spada tratta anche di fronte all'evidenza dei fatti?

tamar ha detto...

sono di un paese della sicilia... scusatemi se per il momento non vi dico il nome .. ma a causa della chiusura del cammino ci sono divisioni e sofferenze .. io stessa essendo in prima linea in questa guerra e avendo detto ai catechisti che sono eretici indemoniati e che non avrò pace fino a quando il cammino non chiuderà in tutto il mondo sto avendo non indifferenti problemi..

Caterina63 ha detto...

Ho seguito la diretta....e devo dire che ho avuto la sensazione, sgradevolissima, di una INTRUSIONE da parte di Kiko che neppure il Rinnovamento nello Spirito, nè i ciellini (tutti gruppi presenti) si sono sognati di fare...

C'era sul palco niente meno che mons. Marco Frisina...che per l'occasione ha preparato dei bellissimi canti, Kiko ha davvero stonato in tutti i sensi...

Si è avuta la sensazione come se avesse voluto strappare il microfono a mons. Frisina...

Chi glielo ha permesso?
bè, la Congregazione per i Laici è stata per anni "ostaggio" di certi laici, dai quali sembra volerne uscire, ma non ce la può fare fino a quando il Papa non cambiera qualche elemento...

Ho notato molti cambiamenti, ma ieri sera Kiko ci ha dimostrato la sua presunzione, arroganza e superbia al punto tale che, se avete seguito la diretta, LE TELECAMERE NON LO HANNO MAI RIPRESO....^__^

Il Papa inoltre NON HA MAI NOMINATO IL CAMMINO neppure una volta, mentre al contrario ha parlato di:
GRUPPI, MOVIMENTI E ASSOCIAZIONI...

sarà dura per Kiko e l'esercito kikiano dover digerire di non essere QUELL'UNICO CAMMINO che il catechista qui, nel luglio 2008, sosteneva essere ^__^

Isa ha detto...

La forza degli "amici dello sposo"(tappa dello Shemà) del Cammino è quella di tenere i fratelli nell'ignoranza. Tutti gli uomini consacrati dovrebero avere il coraggio di prendere in mano le redini e lottare, estirpare le spine e le erbe amare che soffocano la vita di chi inconsapevolmente sprofonda nell'eresia del cammino.

Isa ha detto...

La forza degli "amici dello sposo"(tappa dello Shemà) del Cammino è quella di tenere i fratelli nell'ignoranza. Tutti gli uomini consacrati dovrebero avere il coraggio di prendere in mano le redini e lottare, estirpare le spine e le erbe amare che soffocano la vita di chi inconsapevolmente sprofonda nell'eresia del cammino.

tamar ha detto...

l'arroganza di kiko non mi sconvolge ,ne mi sconvolge il silenzio delle gerarchie clericali...noi qui abbiamo deciso di costituire un gruppo di preghiera che ha come scopo missionario di pregare per il nostro amato vescovo e per tutta la nostra diocesi ...nonche di liberare quanti sono prigionieri della sinagoga del rabbino kiko ... la preghiera fatta con fede smuove le montagne!!!il cammino ha chiuso anche in un'altra parrocchia della mia diocesi!!!! e mentre kiko canta noi preghiamo!!!

mic ha detto...

Vedi, cara Caterina, come stanno invece le cose?

L'ho preso da Avvenire di oggi: il giornale della CEI, alla quale i cristiani devono la gratitudine somma del famoso e fumoso documento dulla "conversione pastorale" (ma vogliamo chiederci cosa significa? vedere il caso emblematico di Campobasso) che è stato l'ennesimo grimaldello per affidare la pastorale delle diocesi al cammino NC, con quello che comporta!!!

Ebbene, cardinal Vallini in testa, hanno fatto il solito megaraduno con Kiko, dopo quello del Papa, il vero motivo che ha mosso 35.000.000 giovani che dovevano essere di Roma e del Lazio e che invece il cammino ha fatto confluire da tutta Italia e anche dall'estero

mic ha detto...

... segue

E' così che li vede e li presenta all'orbe cattolico il giornale dei vescovi:

Neocatecumenali, in 35mila per un autentico «sì»
Da Roma Emanuela Micucci

Zaini in spalla, materassini srotolati sul prato, chitarre e canti.
Sono 35 mila i giovani del Cammino neocatecumenale che riempivano ieri pomeriggio la grande spianata del Santuario del Divino Amore a Roma per ricordare i 25 anni dall’istituzione delle Giornate mondiali della gioventù.
Italiani ma anche svizzeri e bulgari che contagiano con l’entusiasmo dei loro anni e la forza della loro fede. Ragazzi che non hanno paura di rispondere alla chiamata di Dio anche a rischio di scompaginare i loro progetti.
Lo hanno scritto su un grande striscione ai piedi della collina i giovani di Pagani (Salerno): «Non abbiate paura di Gesù Cristo». Lo ha ripetuto dal palco il fondatore del movimento, Kiko Aurguello e il cardinale vicario di Roma, Agostino Vallini. «Siamo stati creati in Cristo per le opere buone che Dio ha predisposto per noi prima della nascita – ricorda Kiko, commentando un brano della Lettera di Paolo agli Efesini –. Il cristiano è sempre un figlio di Abramo che si mette in cammino sulla strada che Dio indicherà quando vorrà». E prendendo in mano la Croce invita i giovani a guardare a Gesù crocifisso per «credere alla buona novella che Cristo è stato resuscitato da morte, che la morte stata vinta», ad annunciare che «Dio ti ama con un amore tale che vorrebbe essere uno in te».
«Abbiamo bisogno di un cristianesimo radicale – prosegue – pronto a correre il rischio del rifiuto». Come è avvenuto ai neocatecumenali espulsi da 40 parrocchie in Perù. Come accade alla Chiesa in Cina o ai tanti cristiani perseguitati e uccisi nel mondo per loro fede ( Pazzesco, come se fosse per lo stesso motivo: loor non sono certo perseguitati "per causa mia", cioè a causa di Cristo!). Trovare la propria vocazione, alla vita consacrata o al matrimonio.
«Stiamo toccando con mano – continua Kiko – la meraviglia di tante nostre famiglie aperte alla vita, ai figli che il Signore vuole dare loro». Giovani, dunque in ricerca di Dio e pronti a seguirlo. Come fece Maria. Lo ricorda ai ragazzi il quadro con l’immagine della Vergine apparsa al Santuario del Divino Amore, portato in processione sul palco, all’inizio dell’incontro, da tutti i sacerdoti presenti.

mic ha detto...

... segue

«Maria all’annuncio dell’arcangelo Gabriele – spiega Vallini – è combattuta, aveva un altro progetto per la sua vita, sentiva che la voce di Dio era sproporzionata. (non è esatto quel che dice un cardinale, per di più Vicario del Papa della Santa Vergine: Maria non ha mai sentito che la chiamata era sproporzionata! Maria è una ragazza ebrea, icona dell'ascolto e della preghiera, comprende immediatamente quel che l'Angelo le sta annunciando e, lei che è in dialogo col suo Signore, gli chiede con fiducia e senza nessuna falsa modestia, né senza nessun timore come Mosè o con poca fede come Zaccaria, chiede semplicemente, ma con intelligente prontezza: "come potrà accadere questo, dato che non conosco uomo?".
" Il suo 'Eccomi', la sua decisione è avvenuta nella povertà della fede, non nella ragione. Non c’è da ragionare, ma d’accettare la parola di Dio come parola fedele, che non tradisce mai Perché il Signore vuole solo che siamo felici. ».[La sua decisione è certamente scaturita dalla fede, ma ha attivato, eccome la ragione, se è stata in grado di dialogare con Suo Signore e di riecevere la spiegazione che il suo cuore attende! E il Signore non vuole solo che siamo felici: la felicità ci attende in Lui; ma vuuole innanzitutto che scriviamo la nostra storia personale e ci inseriamo nella Storia della Salvezza con Lui in Lui e per Lui! Questo è il suo progetto per noi]

«Però trovare la strada di questa felicità – precisa il porporato – per alcuni può voler dire scompigliare i propri desideri. Non temete perché non vi verrà mai meno la potenza dello Spirito Santo». E non esitano ad alzarsi e correre sul palco 320 giovani e 200 ragazze che ieri pomeriggio hanno sentito nel cuore la chiamata al sacerdozio o alla vita religiosa. Tra loro anche un bambino di 9 anni e due giovani disabili.(!?) [E' o non è potenza del clima di esaltazione e della suggestione che si instaurano, come in tutti i grandi 'rituali' del cammino?] Su tutti l’invocazione dello Spirito Santo perché il guidi nel discernimento e l’imposizione delle mani da parte del cardinale Vallini. «È la bellezza di Gesù che ti chiama – dice Eleonora, 16 anni di Roma –.
Senti il bisogno di andare a dirlo a tutti». Gianfranco invece viene dalla Sardegna e di anni ne ha 41: «Mi sono alzato perché sento di avere trovato la mia strada, dopo anni di dubbi ed esitazioni». Una ricerca che continua per molti altri giovani come Roberto, 19enne di Palermo: «Oggi ho visto tanta felicità, tanta serenità e voglia di vivere». «Siamo venuti qui proprio per coinvolgerlo in questa esperienza di Chiesa in una comunità», aggiunge suo padre Antonio, da 25 anni nel Cammino neocatecumenale.
Ieri i giovani del Cammino si sono dati appuntamento al Santuario del Divino Amore a Roma assieme agli iniziatori e a Vallini «Come Maria non abbiate paura di rispondere al progetto di Dio per voi»

Ecco, questa è la conclusione del raduno col Papa, che invece è diventato il solito megaraduno con Kiko, come ogni anno vero momento clou dell'evento ecclesiale che, alla fine, diventa un'occasione di cammino-pride

Emma ha detto...

Riflettendo,dopo l`ennesima prova di forza di Kiko Arguello e del suo cammino, mi dico che la soluzione verrà dalla base, e non dai vertici, dalla parte sana dellla Chiesa, corpo di Cristo, non da quelle parti malate, oramai incapaci di reagire, indebolite da più di 40 anni di deformazione delle coscienze.

Se i neocatecumenali continueranno ad agire con arroganza e superbia, se ovunque imporranno la loro presenza, come lo ha fatto giovedì sera Kiko Arguello in Piazza san Pietro, finiranno per provocare una sana e forte reazione di rigetto.

Non basteranno l`amicizia, la protezione, dei potenti nella Chiesa, non serviranno a niente i loro numeri, le loro prove di forza, le parti sane della Chiesa reagiranno, purtroppo non so quale sarà il prezzo da pagare se i vertici della Chiesa non si sveglieranno a tempo.

Se Kiko Arguello ha potuto una volta ancora imporre la sua arroganza, la sua superbia, al Papa, a chi era presente, a noi che seguivamo da casa, è perchè qualcuno glielo ha permesso, è perchè sa di poterlo fare, è perchè su quel palco c`erano i cardinali suoi amici, Rylko, Vallini.
Quando si sveglieranno?

Se noi ne siamo consapevoli, se ogni attento osservatore sa che, dopo ogni incontro con il Papa , i neocatecumenali si riuniscono attorno a Kiko Argeullo il loro vero pastore, il solo a cui obbediscono, se noi sappiamo che, invece di lasciare meditare le parole del Papa, Kiko Arguello interviene subito dopo il Papa per dare ai suoi la SUA parola che conta ben più di quella del Papa , PERCHÈ i nostri pastori fanno finta di non accorgersene?

EPPURE SANNO!

mic ha detto...

Dice Emma:
Riflettendo,dopo l`ennesima prova di forza di Kiko Arguello e del suo cammino, mi dico che la soluzione verrà dalla base, e non dai vertici, dalla parte sana dellla Chiesa, corpo di Cristo, non da quelle parti malate, oramai incapaci di reagire, indebolite da più di 40 anni di deformazione delle coscienze.

infatti. E' anche la mia convinzione...
del resto mi ha colpito un avvertimento dato da Suor Lucia di Fatima al suo vescovo: "negli ultimi tempi, ognuno dovrà pensare a salvare la sua anima e quella della persone che gli stanno attorno"...

una riprova di questa reazione 'dal basso' è la testimonianza di Tamar e del suo gruppo di preghiera, di cui certamente il Signore si serve, come penso si serva di noi per costituire un piccolo faro sulla rete, e come si serve di ogni fedele nei modi che sono Lui conosce... La cosa fondamentale è "rimanere" in Lui e custodire la fedeltà

mic ha detto...

Non è la prima volta che 'si alzano' bambini di 7-9 anni e disabili. Non è forse la prova dell'esaltazione emotiva e degli slogan che in quel clima raggiungono cervelli "in alfa"?

delle tecniche di rilassamento orientali alle musiche New Age, ai quali possiamo aggiungere i canti e i martellamenti kikiani, il minimo comun denominatore sono proprio le onde a frequenza alfa.

Il cervello è sintonizzato su questa frequenza durante la fase di dormiveglia, di veglia ad occhi chiusi o nello 'stato di concentrazione'. Ma anche il feto nel grembo materno è sintonizzato in alfa.

Ci può stupire, quindi la ricettività indotta nelle persone durante durante eventi del genere o nei famosi 'passaggi'?

mic ha detto...

Vi estrapolo dall'articolo la performance del card. Vallini:

Maria all’annuncio dell’arcangelo Gabriele – spiega Vallini – è combattuta, aveva un altro progetto per la sua vita, sentiva che la voce di Dio era sproporzionata.

sinceramente quando ho letto queste parole pronunciate da un cardinale di Santa romana Chiesa, se ancora è romana, mi sono venuti i brividi, pensando allo sfondone riferito alla nostra Madre Santa e Benedetta presente nella sua evangelizzazione.

Infatti dal Vangelo non emerge in alcunn modo che Maria "sentiva che la voce di Dio era sproporzionata"! Il suo è l'unico esempio di chiamata in cui non accade questo!!!

Maria è una ragazza ebrea, icona dell'ascolto e della preghiera, che comprende immediatamente quel che l'Angelo le sta annunciando e, lei che è in dialogo col suo Signore, gli chiede con fiducia e senza nessuna falsa modestia, e senza nessun timore come Mosè o con poca fede come Zaccaria, chiede semplicemente, ma con intelligente prontezza e anche confidenza: "come potrà accadere questo, dato che non conosco uomo?".

Il suo 'Eccomi', la sua decisione è avvenuta nella povertà della fede, non nella ragione. Non c’è da ragionare, ma d’accettare la parola di Dio come parola fedele, che non tradisce mai Perché il Signore vuole solo che siamo felici. »

La decisione della S.S. Vergine è certamente scaturita dalla fede, ma Maria ha attivato, eccome, la ragione, se è stata in grado di dialogare con Suo Signore e di ricevere la spiegazione che il suo cuore attende! "lo Spirito Santo scenderà du di te, su te stenderà la sua ombra la potenza dell'Altissimo"! le più belle parole mai pronunciate a creatura umana! E la sua riposta "Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto" è un FATTO immenso che ribalta un terribile "non serviar" che ha provocato la caduta e la 'morte spirituale' dell'uomo, da cui Cristo ci ha salvati con la Sua Morte in Croce e introdotti con la Risurrezione nella Creazione Nuova inaugurata proprio da quel "sì" di Maria...

Sconcerta sentire un Pastore di quel livello parlare di uno dei misteri più belli e solenni e fondanti della nostra fede in termini così sommari, approssimativi e superficiali e purtroppo anche inesatti....

E mi viene da aggiungere ancora che il Signore non vuole solo che siamo felici: la felicità ci attende in Lui; ma vuuole innanzitutto che scriviamo la nostra storia personale e ci inseriamo nella Storia della Salvezza con Lui in Lui e per Lui! Questo è il suo progetto per noi.

Oltretutto esaltare la fede (OK) ma inducendo a disattivare la ragione, consente poi di manipolare le persone a proprio piacimento come avviene nel cammino e richiamare una generica 'felicità' resta nell'ordine psicologico, perché si ferma allo slogan e non dice che la vera felicità dell'uomo è nell'essere nel Progetto del Padre che, solo, garantisce il raggiungimento della piena umanità, che è quella di Cristo Signore e la riceviamo da Lui "dal quale noi tutti abbiamo ricevuto grazia su grazia..." e appartiene al Soprannaturale perché è opera di Dio e non dell'uomo o di qualche speciale Assemblea...

mic ha detto...

C'è un possibile accenno al progetto di Dio nelle precedenti parole di Kiko: siamo stati creati in Cristo per le opere buone che Dio ha predisposto per noi prima della nascita, che mi sembrano indurre ad un concetto prettamente deterministico di predestinazione di stampo giansenista... che si coglie, oltre all'immancabile suggestione veterotestamentaria,, nelle parole seguenti: Il cristiano è sempre un figlio di Abramo che si mette in cammino sulla strada che Dio indicherà quando vorrà»

al cristiano la strada, cioè "la Via, la Verità, la Vita" è già stata indicata, non abbiamo da aspettare un "quando vorrà" di Dio, ma ci è sempre chiesto il nostro sì in ogni momento di ogni 'presente', salvo che a volte il Signore può raggiungerci con una "chiamata" particolare... ma la strada il Signore ce l'ha indicata, a partire dal sì di Maria e dal compimento, in Cristo della storia della Salvezza.. e in questa strada ci immette direttamente il nostro Battesimo e la percorriamo nella Chiesa senza se e senza ma e senza bisogno di "iniziazioni" elitarie e svianti...

Emma ha detto...

Caro mic, a proposito delle"alzate".
Dopo la GMG di Sydney, come al solito, Kiko Arguello ha riunito i suoi, subito dopo il Papa, la SUA parola DEVE sempre essere l`ultima, quella che resta impressa nelle menti.
Ho poi guardato il video di quell`incontro con le solite alzate vocazionali, stentavo a credere ciò che vedevo, tutti, tutti i presenti obbedivano agli ordini di Kiko Arguello, giovani vescovi, cardinali.
E poi quelle alzate, tutti quei giovani che si precipitavano sul palco, fra di loro dei giovanissimi, sono uscita dalla visione di quel video sconvolta.

Ho domandato a diversi miei amici di guardarlo, tutti cattolici, di grande fede, fra di loro uno psichiatra, uno psicologo e un insegnante, non solo tutti sono stati, come me, sconvolti ma tutti hanno confermato una "diagnosi" facile da fare e cioè che eravamo in presenza di un fenomeno di suggestione collettiva, di manipolazione delle coscienze.
Arguello con la sua "predica", il suo tono, la sua presenza coinvolgente, abbassa il livello di vigilanza delle persone che diventano così ricettive ai suoi messaggi .
È grave che ciò succeda nella nostra Chiesa.

Non metto in dubbio che fra questi giovani vi siano vere vocazioni, ma è peccato, anzi grave e drammatico, che in seguito non seguano l`insegnamento e la formazione della Chiesa cattolica ma quello di Kiko Arguello.

mic ha detto...

A Trieste, la colletta per il viaggio, riguardava espressamente l'incontro con Kiko a Roma, quello col Papa era una parentesi

Emma ha detto...

E tutti quei vescovi, cardinali, il cardinal Vallini che applaudono a quelle alzate, SANNO che in seguito chi avrà veramente la vocazione, e non sarà stato solo una delle vittime del fenomeno che ho descritto prima, seguirà la formazione=deformazione di Kiko Arguello.
SANNO che obbediranno ai catechisti che obbediscono ad Arguello, SANNO che si formeranno-deformeranno sui testi di Arguello, SANNO che celebreranno il rituale di Kiko Arguello e non la Sacra e Divina liturgia cattolica.
Ma oggi si direbbe che i numeri, e una certa generosità, contano molto, ma molto di più che la retta Dottrina e la Divina Liturgia!
Povera la mia Chiesa!

Freedom ha detto...

Comunque c'è anche da dire che non sempre all'alzarsi consegua poi una reale vocazione o altro. Molti si alzano anche ben sapendo che poi non saranno scelti.

Fa tutto parte della macchina propagandistica kikiana;
Freedom

Freedom ha detto...

Comunque c'è anche da dire che non sempre all'alzarsi consegua poi una reale vocazione o altro. Molti si alzano anche ben sapendo che poi non saranno scelti.

Fa tutto parte della macchina propagandistica kikiana;
Freedom

tamar ha detto...

oltre a pregare tutti noi siamo impegnati in parrocchia a tempo pieno come catechisti,ministri straordinari,coro,consiglio pastorale,oratorio...ecc.ecc.è meraviglioso il clima che si respira!!!! perfino facendo le pulizie in chiesa e in canonica ci si ritrova nella gioia della condivisione ...non mi sembra vero!!!siamo LIBERI !!!! oggi nel giorno delle palme guardando la chiesa gremita di gente che cantavano tutti insieme senza i soliti canti catecumeni... il nostro prete giovane che aveva gli occhi lucidi nel vedere il suo gregge tutto li riunito dopo le sofferenze che lui per primo ha patito...mi sono commossa profondamente !!! faremo delle veglie anche notturne davanti al tabernacolo in preghiera guidati dal nostro nuovo pastore che per noi è il dono più prezioso che GESU ci ha fatto !!!

Isa ha detto...

Credo che bisogna seguire l'esempio di Tamar e del suo gruppo di preghiera. E' necessario pregare per quanti non vedono l'inganno demoniaco che si nasconde dietro la macchina catecumenale.

mic ha detto...

mi sono commossa profondamente !!! faremo delle veglie anche notturne davanti al tabernacolo in preghiera guidati dal nostro nuovo pastore che per noi è il dono più prezioso che GESU ci ha fatto !!!

benediciamo il Signore per questo segno di ri-nascita e di restaurazione della Sua Chiesa!
Sono i sacerdoti fedeli che dovrebbero prendere in mano la situazione... purtroppo a non tutti è concesso, perché molto dipende anche dai vescovi.

quanto ai presbiteri del cammino sono formati anzi de-formati da quelle liturgie e da quelle prassi; ma non disperiamo e continuiamo a pregare

mic ha detto...

faremo delle veglie anche notturne davanti al tabernacolo

noi tutti dobbiamo ricordare che l'Adorazione, possibilmente davanti al Tabernacolo, ma eventualmente dal Tabernacolo del proprio cuore, è la nostra arma più grande ed è dall'Adorazione e dalla preghiera, dai Sacramenti che deve nascere ogni nostro impegno

dobbiamo pregare molto per la Chiesa, per il Papa e soprattutto per i Sacerdoti...

jonathan ha detto...

Tamar, posso chiederti le ragioni e i modi della chiusura del cn nel tuo paese? Anche solo genericamente, se vuoi.

tamar ha detto...

vorrei poterti raccontare ...ma in questo momento per tutelare molte persone non mi è possibile.. alcune delle quali hanno seri problemi in famiglia nonche a livello psicologico e anche interiormente...i fatti successi sono gravi e davvero carichi di sofferenza...per alcuni di essi è intervenendo l'esorcista e anche lo psicologo...si sta cercando di guarire la mente e lo spirito...la preghiera è assolutamente necessaria come anche l'intervento di SANTA MADRE CHIESA con i sacramenti e i sacramentali...il nostro pastore ritiene che mai come ora è necessario stare in adorazione davanti a GESU eucarestia...la chiesa sta subendo un attacco da parte dell'avversario infernale molto forte...occorre quindi rivestirsi dell'armatura di DIO come dice SAN PAOLO...e sperare oltre ogni ragione umana prendendo ad esempio la VERGINE MARIA che ai piedi della croce ha creduto che CRISTO sarebbe risorto e cosi è stato!!!!!

jonathan ha detto...

Perdona l'indiscrezione, Tamar. Per il resto, sottoscrivo e condivido. E grazie!

mic ha detto...

e sperare oltre ogni ragione umana prendendo ad esempio la VERGINE MARIA che ai piedi della croce ha creduto che CRISTO sarebbe risorto e cosi è stato!!!!!

Grazie Tamar,
potresti scrivermi su navinternetica@gmail.com?

Stai certa che manterrò ogni discrezione su qualunque cosa vorrai o potrai dirmi. Per il resto, la userò per comunicazioni nel circuito interno.

Lo stesso vorrei chiedere ad Isa e Germana, che ho visto sono apparse con alcuni post

Purtroppo ci hanno scritto che gli stessi problemi, compresa la necessità del ricorso agli esorcisti, sono sorti ad Imola dopo la chiusura del cammino... ma molte comunità si sono riformate altrove, in parrocchie di altre diocesi... ma le rovine restano e non si può conoscere cosa accadrà di chi sta continuando nonostante tutto

Emma ha detto...

Ci sono vescovi che, per ideologia personale, camminano con Arguello e affidano parrocchie e catechesi al cammino nc.
Ci sono vescovi che si sono lasciati convincere dagli "argomenti" nc e affidano pure loro parrocchie e catechesi al cnc .
E sappiamo che quando il cammino nc arriva gli altri hanno interesse a farsi da parte, il cammino nc si impone con tutto il suo pacchetto chiavi in mano.
Quando sorgono i problemi, e non possono non sorgere, il vescovo, che in realtà ha finito per obbedire a Kiko Arguello, a dipendere da lui e dalla sua"generosità", nasconde, maschera, questa sua alleanza dietro lodi e consensi.
Ci sono invece vescovi che fanno capire ad Arguello che non è lui il padrone, che è lui a dover obbedire e sanno che per contrastare il cammino nc ci vuole coraggio e determinazione.

Abbiamo così luoghi dove il tappeto rosso è srotolato, come sta succedendo anche a Roma, la Diocesi del Papa (!!), le catechesi sono affidate ai catechisti nc, la pastorale diocesana si trasforma progressivamente in una pastorale neocatecumenale.
E abbiamo altri luoghi in cui il cammino nc è ostacolato, non riesce ad imporsi, se il vescovo vuole mettere dei paletti, il cammino finirà per chiudere ed emigrare verso terre più accoglienti.

Ma sembra anche che sempre più cattolici reagiscano, come tamar ce lo prova, sembra che l`arroganza, la superbia neocatecumenale, malgrado tutti gli appoggi di cui il cammino nc dispone, cominci a suscitare reazioni.
Preghiamo dunque e non perdiamo fiducia.

Emma ha detto...

Giovedì abbiamo assistito ad un micro-episodio, ma Kiko Arguello che si impadronisce del microfono e impone i suoi canti all`arrivo e all`uscita del Papa, è solo un pallido riflesso della realtà che rappresenta il cammino nc nella Chiesa cattolica oggi.

È a questo che siamo arrivati nella nostra Chiesa?
È possibile che sia un laico a dettare legge, la sua legge, ai nostri pastori?
È possibile che chi ci guida non si renda conto che un corpo estraneo è stato "trapiantato" nel corpo Chiesa, un corpo estraneo che continua a funzionare per conto suo?
Non vedono che non solo fuziona per conto suo ma che, in modo agressivo, sta invadendo ed estendosi al resto del corpo?
È possibile che la salute di noi piccoli, e quando dico "noi piccoli" intendo anche i neocatecumenali che sono portati su vie "altre" , abbia così poca importanza agli occhi dei nostri pastori?

tamar ha detto...

isaia 49,15-16 ...dolce emma ...non perdere la speranza ...MAI!!! DIO sta al disopra di tutto e di tutti e non permetterà che le porte degli inferi possano prevalere sulla SUA amata CHIESA...io ne sono certa e non mi arrendo,lotterò contro le forze delle tenebre...l'avversario non mi fa paura...lui è gia stato condannato...e cercherò di aiutare quanti sono stati feriti nel cuore ...quanti hanno smarrito la strada...non perdere mai la speranza...MAI!!!

nella ha detto...

ciao mic,
volevo solo sapere se sapevi dell'approvazione degli statuti neocatecumenali dai 5 dicasteri vaticani, e se hai sentito il commento del papa in merito.

quindi lasciamo che chi ne ha le compenze si occupi di valutare la bontà di un movimento di laici in continua evoluzione e affidiamoci al parere della CHIESA.

mic ha detto...

Ciao mic,
volevo solo sapere se sapevi dell'approvazione degli statuti neocatecumenali dai 5 dicasteri vaticani, e se hai sentito il commento del papa in merito.


non solo non lo sapevo, e non lo ritengo vero, anche perché so per certo e dalla fonte diretta che nessuna approvazione è intervenuta almeno da parte della Dottrina della Fede... ovviamente non conosco il commento del Papa.

Se c'è stato, sarebbe corretto che ce lo citassi

quindi lasciamo che chi ne ha le compenze si occupi di valutare la bontà di un movimento di laici in continua evoluzione e affidiamoci al parere della CHIESA.

chi vi ha approvati (il PCL) non sembra aver mostrato molta competenza né Teologica né sulla Rivelazione Apostolica. Il nostro 'discernimento' di Battezzati cattolici autentici, fondato sul Magistero non solo ma anche post-conciliare (Ecclesia de Eucaristia, Sacramentum Caritatis, Redemptionis Sacramentum, Mane nobiscum Domine, Dominicae Cenae, Misericordia Dei (Giovanni Paolo II sulla Riconciliazione), nonché la vita sacramentale e di preghiera nella Chiesa, forse ci danno sufficiente 'competenza' per capire e per parlarne...

Emma ha detto...

Caro mic, i documenti magisteriali che citi sono stati letti dai neocatecumenali?
Se li hanno letti, dove vedono le prassi da loro praticate?
Non le troveranno in quei testi, anzi troveranno descritti tutti gli abusi, gli errori condannati dal Magistero e praticati nel cammino nc.
Chi li ha letti, chi non è condizionato in profondità dal pensiero kikiano, NON PUÒ ignorare le difformità di certe prassi neocatecumenali.

Purtroppo quei testi sono stati IGNORATI, sono restati lettera morta, ignorati da chi era il destinatario di quei forti richiami.

C`è chi non nasconde il suo disaccordo, la sua ribellione, conosciamo i loro nomi, i loro volti.
Ma ci sono coloro che, dietro un`ipocrita facciata di obbedienza, continuano a praticare le loro storture, sicuri di non essere corretti, sicuri di poterlo fare, perchè CHI dovrebbe correggerli non fa più uso dell`autorità che gli compete.
I primi responsabili dell`anarchia che vediamo e subiamo nella Chiesa sono coloro che non hanno corretto, punito, che hanno lasciato fare.
I risultati li abbiamo sotto gli occhi.
Il cammino neocatecumenale, con i suoi potenti appoggi, incarna alla perfezione l`ermeneutica della rottura.

a.rita ha detto...

Per TAMAR:
carissima sorella, desidererei chiederti qualcosa sul gruppo di preghiera che avete organizzato: potresti contattarmi sulla mia
mail? ..Così ti illustro un'idea
che mi è venuta grazie a te. Ne sarei felice...la mia mail è:
annarita.2009@gmail.com

grazie infinite

Isa ha detto...

Il problema sta nel fatto che le varie approvazioni usurpate dal cammino sono frutto di menzogne. Infatti non sono mai stati consegnati, a chi di competenza, gli orientamenti originali utilizzati dai catechisti nei vari passaggi. A dirlo sono i tanti catechisti, anche itineranti, che dopo aver aperto gli occhi su questa realtà hanno detto la verità circa le fonti a cui attingevano per fare proselitismo kikiano.

Isa ha detto...

Io e i mie fratelli quando ci siamo resi conto che per essere in comunione con i catechisti e progredire nel cammino di fede era necessario omettere la verità, guidati dal nostro parroco, abbiamo smascherato l'inganno demoniaco. Il cammino è stato chiuso nella nostra parrocchia. Ed oggi tutti noi, non solo siamo nella chiesa a lavorare ciascumno con il suo carisma,siamo sereni e stiamo assaporando cosa significa essere Chiesa viva in cammino( no catecumenale). Abbiamo avuto parecchi problemi e tanto fango gratuito gettato addosso, ma siamo decisi e felici di combattere la buona battaglia contro le creature invisibili che vogliono distruggere la nostra Chiesa.

tamar ha detto...

per a.rita e mic a tempo opportuno vi scriverò sulle vostre e-mail ....per il momento non posso per vari motivi e tutti importanti ... capirete poi perchè...i gruppi di preghiera sono organizzati in questo modo:un gruppo prega per il vescovo e la diocesi...uno per la parrocchia... uno per i giovani...per le famiglie...uno ha il delicato compito di pregare in chiesa a sostegno dell'esorcista ecc.ecc.ovviamente in obbedienza al nostro prete e al nostro vescovo che ci ha incorraggiati e benedetti...tutte le preghiere vanno sottoposte al proprio pastore ...nei momenti necessari digiuniamo e preghiamo anche di notte...il combattimento è duro ma i frutti sono molti...ora stiamo pregando per incontrare il papa con la speranza parlare e consegnare una lettera-relazione nelle sue mani...GESU perdonerà qualche azione non proprio delicata ...ma arriveremo al papa ... per qunto riguarda il rabbino kiko e la sua sinagoga non temete ...a tempo opportuno oguno raccogliera cio che ha seminato!!!

mic ha detto...

ovviamente in obbedienza al nostro prete e al nostro vescovo che ci ha incoraggiati e benedetti... tutte le preghiere vanno sottoposte al proprio pastore ...nei momenti necessari digiuniamo e preghiamo anche di notte... il combattimento è duro ma i frutti sono molti.

è già un miracolo che possano accadere cose come questa. Mistero della Fede!

Affidiamo i Sacerdoti, all'Immacolata! Vedete che è sempre il Sacerdote il fulcro e la guida e il vero 'ponte' col Soprannaturale, perché il Signore si è fatto uomo, ma é Dio e, VERO UOMO E VERO DIO, siede alla destra dell'Altissimo! Ed è solo in Lui e nella sua Chiesa e non in costruzioni pre-fabbricate da pseudo teologi e falsi Profeti che si gioca la nostra Salvezza e da Lui riceviamo "Grazia su Grazia"...

Sursum corda, habemus ad Dominum!

a.rita ha detto...

ISA,
mi hanno colpito molto le tue parole e vorrei poterti parlare...
mi contatti, per favore, sulla mia mail (che trovi sul mio precedente post).
Grazie

Freedom ha detto...

Carissima Tamar,
non sai quanto piacere mi fa sentire che da voi , qualcuno della base , e addirittura il vescovo, ( che sia benedetto!) ha occhi e orecchie attente.
Pregate, col vostro gruppo di preghiera, affinchè le influenze anticristiche del movimento neocatecumenale, inficiato da molteplici eresie( protestantesimo, ebraismo , giansenismo ed altre eresie a diecine,se non a centinaia, deducibili dalle impubblicabili "catechesi di K. Arguello") non prevalgano nella vera Chiesa di Cristo, che non è quella dei conviti protestanti e di banchetti "new age" , ma ritrova il suo percorso nel magistero perenne della chiesa cattolica.
Con ciò vi auguro Buona pasqua !
Continuate così!
Freedom

tamar ha detto...

salve ragazzi!!! che dirvi?! come dirvi?!? come si spiega il paradiso???...credo che GESU è qui!!! e sembra che non se ne voglia andare via!!!! che GIOVEDI SANTO!!!! e che VENERDI SANTO!!!! si respirava il buon profumo di CRISTO!!! attendo la PASQUA con impazienza!!!! che DIO SIA BENEDETTO PER AVERE PERMESSO LA CHIUSURA DEL CAMMINO...CHE SIA BENEDETTO ANCHE PER TUTTE LE SOFFERENZE PASSATE ,PRESENTI E FUTURE SE IL RISULTATO è TUTTO CIO A CUI HO ASSISTITO IN QUESTI ULTIMI DUE GIORNI...ho pregato per voi davanti al tabernacolo...ho chiesto al SIGNORE di esaudire i vostri desideri del cuore e di darvi perseveranza e forza nella missione che egli vi ha affidato...in particolare per a.rita .....BUONA PASQUA A TUTTI VOI IN CRISTO GESU !!!