lunedì 22 marzo 2010

Testi ebrei anche cabalistici consigliati da Kiko Arguello a chi aderisce alla sua "iniziazione cattolica"

Oltre ad aver messo in luce sul sito di riferimento (alla cui consultazione rinvio chi avesse interesse ad approfondire) i molti aspetti giudaizzanti del Cammino neocatecumenale, l'ossessivo uso di simboli ebraici, le dichiarazioni dello stesso iniziatore all'epoca dell'approvazione dello statuto - che mettono l'accento sulla simbologia ebraica del loro rito -, i numerosi insegnamenti e prassi mutuate dall'ebraismo, pubblichiamo questa notizia segnalata da un nostro lettore.
Risulta evidente come non possono non moltiplicarsi e farsi più pressanti i nostri interrogativi su questa realtà ormai divenuta ecclesiale, che si propone come "iniziazione cattolica"...

TRA I LIBRI CONSIGLIATI DA ARGUELLO KIKO sul sito spagnolo del CN:
http://www.camino-neocatecumenal.org/neo/hebreo/tradicion%20hebrea.htm
El Sepher Yetzirah
Spiegazione neocatecumenale:

La Sefer Yezirah, detta anche Libro della Creazione, è il pù antico testo cabalistico. Oscuro ed enigmatico nel contenuto, un attento studio lo rivela come testo meditativo. La sua origine si perde all’inizio dei tempi, anche se si attribuisce al patriarca Abramo di averlo dato in eredità con insegmanento orale. In seguito è stato messo per iscritto e consultato come testo di sapienza. Opera fondamentale per eccellenza della simbologia della Kabbalah, manifesta il Cosmo con tutti i suoi elementi. E’ il manuale più completo di istruzione di un tipo speciale di meditazione che rafforza la concentrazione e aiuta lo sviluppo di poteri speciali. La presente versione include la meditazione in cinque dimensioni, la astrologia cabbalistica, la transizione di coscienza Binah-Chormah, la visione di Ezechiele e secondo il Sefer Yetzirah e il mistero delle 231 porte

Descargas
. Midis hebreos
. Diccionario Arameo-Español-Hebreo
. Diccionario Español-Hebreo
. Sepher Yetzirah

Documentos
. El Rabino Rosen en relación a Benedicto XVI
. La literatura hebrea
. Tefilá (Oraciones)
. Tefilin
. Bendiciones hebreas
. Lo que nos dice la Menorá
. La Torá versión bilingüe Hebreo-Inglés
. La vocación del cantor por ABRAHAM SOSHUA HESCHEL
. La pascua judía (como se celebra)
. La pascua judía (significado para los judíos)
. Haggadá de Pessag

Abbiamo inserito i titoli nel testo spagnolo originale, che del resto è molto comprensibile, e tradotto soltanto il testo di commento al Sefer Yezirah.

Testimonia un altro nostro lettore: "le sephirot, gli hekalot, il Ma'assè Bereshit, il Ma' assè Merkavà (l'Opera del Carro di fuoco), il Talmud... questa roba è stata più volte oggetto di allusioni accennate da parte del mio catechista all'interno degli Annunci regionali, insegnamenti dati a mezza bocca, come fossero vere perle di sapienza nascosta, da distribuire con parsimonia e per gradi, come se oltre la dottrina cristiana ci fosse qualcosa di molto più in alto, riservato a chi capiva di più, e questo "qualcosa" fosse la cosiddetta "sapienza di Israele".

Una domanda si impone alla nostra intelligenza, prima ancora che alla nostra fede: perché è possibile ad un movimento ritenuto cattolico proporre come fonti di ascetica e formazione cristiana, "contaminazioni" che il cardinal Ratzinger sconsigliava, in riferimento a pratiche appartenenti ad altre fedi, quando era capo della Dottrina della Fede?

86 commenti:

mic ha detto...

Grazie a Freedom e a Tripudio per la doppia segnalazione

mic ha detto...

La situazione è grave, perché questa divaricazione tra i fedeli che ascoltano il Papa e quelli che non lo ascoltano si diffonde ovunque, fino ai settimanali diocesani e agli Istituti di scienze religiose e anima due pastorali molto diverse tra loro, che non si comprendono ormai quasi più, come se fossero espressione di due Chiese diverse e procurando incertezza e smarrimento in molti fedeli.

sono parole del vescovo di Trieste che recentemente ha espresso la sua solidarietà al Papa

Finalmente un vescovo che fa la fotografia della situazione drammatica e dolorosa in cui è la Chiesa!

Per quanto ci riguarda non possiamo che partire da noi stessi, continuare a fare del nostro meglio con l'aiuto del Signore e andare avanti

mic ha detto...

procurando incertezza e smarrimento in molti fedeli

... e perdendone per la strada molti altri!

Emma ha detto...

Non ho parole, non ho parole, solo lo sgomento di sapere che questo è praticato in un gruppo definito itinerario di formazione cattolica.
E se noi lo sappiamo, non mi si venga a dire che i vertici cattolici non lo sanno!
Ma in che mani i nostri pastori mettono le anime a loro affidate?
Dove vogliono che vada la Chiesa?
Quale è il disegno occulto che si nasconde dietro certi insegnamenti?

mic ha detto...

sono parole del rabbino Neusner

«Il nostro secolo è stato testimone di un errore teologico fondamentale (…). Parlando apertamente, si tratta, per di più, di un errore protestante. L’errore teologico fu quello di presentare il cristianesimo come una riforma storica, una continuazione dell’ebraismo»

commentate da Don Curzio Nitoglia:

Tale errore è ascrivibile oltre che al protestantesimo, anche all’esegesi modernizzante e modernistica del XX secolo e la sua conseguenza è stata deleteria per la dottrina cattolica. Infatti, stando così le cose, «i cristiani (…), si trovarono in una posizione subordinata (…), diventando non il vero Israele (…), ma semplicemente un Israele per difetto, cioè, per difetto del vecchio Israele» (10). In breve, una sorta di fratello minore e minorato. La teologia cristiana giudaizzante, di origine luterana, presentava il nuovo protestantesimo come un vecchio cattolicesimo riformato e il vero cristianesimo delle origini come un vecchio giudaismo riformato. Per cui la nuova teologia modernista e neo-modernista, canonizzata da Nostra aetate, riprendendo l’errore esegetico-teologico luterano, presenta «la vita di Gesù in linea con l’ebraismo del suo tempo e la salvezza di Cristo come un evento interno all’ebraismo del I secolo» (11). Onde, per capire Gesù e il Vangelo, ci si è messi ad interrogare il Talmud e i rabbi (12); mentre la dottrina tradizionale dei Padri ecclesiastici e del Magistero costante della Chiesa, insegnava che «nell’Antico Testamento è già nascosto il Nuovo e nel Nuovo Testamento appare chiaro il significato dell’Antico (Sant’Agostino, Quaest., in Hept., II, 73)».

mic ha detto...

... si dimentica o si ignora che

parlando di giudaismo in riferimento al cristianesimo, bisogna intendere il giudaismo puro, con esclusione di quello spurio, che ha inizio con l'esilio in Babilonia e sfocia nel giudaismo talmudico dopo la distruzione di Gerusalemme e che si è sviluppato contemporaneamente al cristianesimo in una netta differenziazione reciproca.

Il cristianesimo, più che una 'forma' di giudaismo, ne è il compimento, nella Persona di Cristo e nei 'tempi ultimi' e nella Creazione Nuova da Lui inaugurata.

mic ha detto...

Continuiamo la riflessione intrecciata di Neusner e Don Curzio Nitoglia

L’Autore rigetta totalmente la dottrina secondo cui «Gesù era ebreo e dunque, per capire il cristianesimo, i cristiani debbono venire a patti con l’ebraismo» (16). Il vero cristianesimo è quello che «può cogliere se stesso come lo coglievano i Padri della Chiesa, come nuovo e non contingente, (…) non come subordinato all’ebraismo (…). Ebraismo e cristianesimo sono religioni del tutto differenti e con poco in comune» (17). Per il cristianesimo Dio è uno nella natura, ma Trino nelle Persone e Gesù è Dio incarnatosi nel seno della Santissima Vergine Maria; mentre il giudaismo non ha accettato tale Vangelo o Buona Novella apportata da Cristo e dai suoi Apostoli e continua a negare Santissima Trinità e divinità di Cristo, fondandosi sulla santità di Israele come famiglia carnale discendente geneticamente da Abramo.

Il Neusner conviene che se il cristianesimo è un unico anche l’ebraismo si ritiene tale, onde conclude sull’inutilità del dialogo tra due religioni diametralmente opposte, anche se fondate - in parte - su una base semi-comune: l’Antico Testamento, che, però, è letto dal giudaismo alla luce del Talmud, ritenuto più importante della Torah (18), mentre dal cristianesimo è studiato alla luce del Nuovo Testamento. Per cui «non possiamo riferirci alla Bibbia quando parliamo di ebraismo» (19). Addirittura il rabbino americano non nasconde che «il cristianesimo non è tale perché ha migliorato l’ebraismo (…). Ma perché costituisce un sistema religioso autonomo, assoluto, unico. (…) Ebraismo e cristianesimo sono due religioni del tutto diverse» (20). Viva la faccia della sincerità e abbasso la menzogna dell’ecumenismo giudaico-cristiano, che è la «quadratura del cerchio» o la «coincidentia oppositorum» fatta «Congregazione permanente».

mic ha detto...

tutto giusto, ma certo il rabbino non accetterà mai che il cristianesimo è la Nuova ed Eterna Alleanza, il compimento dlele Promesse e non è un corpo estraneo, scisso dall'ebraismo (quello non inquinato da cabala e talmud), ed è vero che non ne è la continuazione, perché c'è continuità, ma c'è anche e soprattutto la discontinuità dell'"unicum" rappresentato da Cristo e dalla sua Incarnazione Morte e Risurrezione, la cui Croce gloriosa resta piantata nel mondo, a ri-generarlo, dalla mano del Padre...

mic ha detto...

... e, se nel cammino NC vengono consigliati e praticati cabala e talmud midrashim e compagnia bella, siamo davvero fuori dal seminato...

chi è alle prime tappe ne riceve solo gli echi; ma andando avanti la trasformazione è più profonda

Caterina63 ha detto...

Mons. Crepaldi vescovo di Trieste
da Zenit del 21.3.2010:

Benedetto XVI ha dato degli insegnamenti sul Vaticano II che moltissimi cattolici apertamente contrastano, promuovendo forme di controformazione e di sistematico magistero parallelo guidati da molti “antipapi”;

ha dato degli insegnamenti sui “valori non negoziabili” che moltissimi cattolici minimizzano o reinterpretano e questo avviene anche da parte di teologi e commentatori di fama ospitati sulla stampa cattolica oltre che in quella laica;

ha dato degli insegnamenti sul primato della fede apostolica nella lettura sapienziale degli avvenimenti e moltissimi continuano a parlare di primato della situazione, o della prassi o dei dati delle scienze umane;

ha dato degli insegnamenti sulla coscienza o sulla dittatura del relativismo ma moltissimi antepongono la democrazia o la Costituzione al Vangelo.

Per molti la Dominus Iesus, la Nota sui cattolici in politica del 2002, il discorso di Regensburg del 2006, la Caritas in veritate è come se non fossero mai state scritte.

La situazione è grave, perché questa divaricazione tra i fedeli che ascoltano il Papa e quelli che non lo ascoltano si diffonde ovunque, fino ai settimanali diocesani e agli Istituti di scienze religiose e anima due pastorali molto diverse tra loro, che non si comprendono ormai quasi più, come se fossero espressione di due Chiese diverse e procurando incertezza e smarrimento in molti fedeli.

In questi momenti molto difficili, il nostro Osservatorio si sente di esprimere la nostra filiale vicinanza a Benedetto XVI. Preghiamo per lui e restiamo fedelmente al suo seguito.
------------
Mons. Giampaolo Crepaldi è Arcivescovo di Trieste e Presidente dell’Osservatorio Internazionale “Cardinale Van Thuân”.



anche i vescovi cominciano a parlare di DUE CHIESE PARALLELE? alla buon'ora!!!!
^__^

by Tripudio ha detto...

I testi cabbalistici sono di stampo gnostico-magico.

Cioè della variegata eresia della gnosi, più il campo della superstizione e della magia.

In ambiente neocatecumenale abbiamo talmente tanti esempi di deviazioni dalla fede, che non so più da dove cominciare.

Per fortuna quei testi sono talmente complessi da ispirare nausea alla maggioranza dei fedeli più semplici...

mic ha detto...

da notare che quei testi, in ambito ebraico, non vengono accostati da tutti indiscriminatamente. Vengono scelti nelle comunità uomini dalla vita irreprensibile che abbiano raggiunto i 40 anni e che vengono introdotti alla cabala con la guida di una maestro certamente non improvvisato... in ogni caso davvero siamo nel campo della magia: per cui certe 'pratiche' sono del tutto estranee al cristianesimo

l Papa : "Le pratiche occulte e magiche sono da escludere perché pervertono la realtà, sono menzogne nel senso più profondo. Il secondo aspetto, quello morale dopo quello ontologico, è che, opposte alla verità, esse sono distruttive e distruggono l’essere umano cominciando dal suo nucleo.
Il tranello viene teso con cose promettenti, con una esperienza di potere, di allegria, di soddisfazione."

chisolm ha detto...

Buongiorno a tutti...
Non so quanta relazione abbia con ciò che si sta dicendo, ma mi è piaciuto molto...
L'articolo che vi consiglio è sull'Osservatore Romano di oggi e si intitola:
“Il sole in un bicchiere d'acqua”

Chisolm

Caterina63 ha detto...

Ottima segnalazione di Chisolm....^__^ vi consiglio l'acquisto del libro...

"La Chiesa non deve avere paura. La Beatissima Vergine Maria è l’aiuto dei cristiani. Quando la Chiesa nella storia è stata minacciata da eresie, persecuzioni e scismi, Lei ha mostrato se stessa come madre. La Chiesa dovrebbe ardentemente pregarLa per un adeguato approccio pastorale al fenomeno dei nuovi movimenti religiosi"
(Monsignor Giuseppe Casale, Nuova religiosità e nuova evangelizzazione. Lettera pastorale)

Emma ha detto...

Il riferimento a quel testo qabbalistico, riservato agli "iniziati", è presente sul sito spagnolo del cammino nc.
È evidente che non figura sul sito italiano che è quello ufficiale!
Ma è chiaro che il curatore del sito spagnolo non si è inventato quel testo.
Se quel testo figura sul sito spagnolo è perchè è uno dei testi di riferimento, non per tutti, questo è chiaro.
Ma che sia per tutti, per molti, o per pochi, quel testo non è cattolico, non fa parte della formazione cattolica, vedere che figura sul sito del cammino nc è scioccante.
C`è non solo il "segreto" sui testi catechetici, ancora non pubblicati, ma c`è anche il segreto sui testi accessibili solo all`elite del cammino nc.
È scioccante che un gruppo che è stato definito itinerario di formazione cattolica, utilizzi nel suo percorso simboli e "insegnamenti dati a mezza bocca, come fossero vere perle di sapienza nascosta, da distribuire con parsimonia e per gradi, come se oltre la dottrina cristiana ci fosse qualcosa di molto più in alto, riservato a chi capiva di più, e questo "qualcosa" fosse la cosiddetta "sapienza di Israele". "

mic ha detto...

Dalla storia della conversione di un ebreo (stralcio dall'Osservatore di oggi):

"L'ufficio divino inizia con questa ammissione impossibile da fare con le proprie forze. Il vecchio benedettino arriva a recitarla ogni giorno, sette volte al giorno, comincia ogni volta dichiarando che non sa pregare, che ciò a cui si eleva è assolutamente nuovo, improbabile ed esige il soccorso dell'Altissimo. Da lì sgorgò questo canto che chiamiamo "gregoriano". Esso si eleva, come un funambolo, sulla frontiera della parola e del silenzio. Nessuna musica più di questa rispetta il silenzio. Essa non lo rompe: lo esplora, ne sgombra l'interno, estende il suo dominio. Essa rivela, al di là dell'assenza di rumore, il raccoglimento di una presenza.
Ma questo canto possiede altre qualità d'avanguardia che non potevano lasciare indenne l'ebreo che sono. Mediante la sua antichità essa riuniva il passato e il futuro. Tramite il suo colore, si stende al punto di intersezione dell'Occidente e dell'Oriente; con le sue parole, soprattutto quelle dei salmi, spinge il Nuovo Testamento dentro l'Antico. E grazie alla sua disciplina del soffio, convoca i corpi intorno alla parola.
In breve: tutto quello che nel mondo mi è stato donato in frammenti sparsi, l'ho trovato riunito qui nell'epifania dell'unità cattolica.

Grazie Chisolm e Caterina!

Emma ha detto...

Se io fossi un neocatecumenale della "base" mi preoccuperei sapendo che chi mi guida si forma anche sulla base di quei testi utilizzando anche gli strumenti e i poteri acquisiti con lo studio di certi testi cabalistici.

mic ha detto...

per Emma

c'è una gerarchia anche nei catechisti. Spesso, nelle comunità di nuova formazione diventano catechisti persone che sono in cammino da poco, ma che vengono scelte per la loro ricettività e convinta adesione. Anche perché, ai primi livelli, per essere catechisti, basta essere buoni ripetitori di quel che ti dicono di dire i catechisti di livello più alto e, quindi, loro stessi, finché non vanno avanti, non sanno cosa avviene dopo...

Nel cammino esiste una gerarchia piramidale: i cui vertici sono costituiti dai "12 cefali" e dai 72 o 81 che costituiscono lo zoccolo duro del cammino ed è lì -oltre a camminanti che raggiungono le ultime tappe dell'"iniziazione", che culmina nel battesimo al Giordano, al quale neppure è estraneo il carro di fuoco ed Elia- che vanno collocate le conoscenze e le pratiche più avanzate...

mic ha detto...

.. tuttavia l'atmosfera, gli accenni, i simboli e i riferimenti giudaizzanti sono presenti fin da subito.

Hai presente che nella "nuova pastorale diocesana" messa nelle mani del cammino viene proposto di iniziare i fanciulli senza testi ma con "uno stile sinagogale"?

Noi lo abbiamo sottolineato, insieme a molte altre cose sulla pastorale imposta nella sua diocesi dal vescovo di Campobasso.... (vedi tra i link in alto a sinistra: Occupazione delle diocesi, la nuova chiesa che avanza)

e sappiamo che sta accadendo in molte altre, Roma compresa

Ma a chi interessa?

NC ha detto...

emma scrive:

Se io fossi un neocatecumenale della "base" mi preoccuperei sapendo che chi mi guida si forma anche sulla base di quei testi utilizzando anche gli strumenti e i poteri acquisiti con lo studio di certi testi cabalistici.

ma emma non vi sembra di esagerare un pò - sinceramente mi sembra che le tue SUPPOSIZIONI siano al limite del credibile!!!
"poteri acquisiti con lo studio di certi testi" - ma guarda che non siamo mica dei santoni o dei maghi che vedi in televisione!!
mi sembra che questa volta siate andati un pò oltre. Posso assicuravi che non esiste niente del genere -
per quanto riguarda il sito del cammino ufficiale il sito è questo:
www.camminoneocatecumenale.it ed è in tutte le lingue - questo è il sito ufficiale non è che esiste un sito in italiano ed uno in spagnolo - andaste alcune volte a vederlo sarebbe meglio!

emanhuele ha detto...

Il riferimento a quel testo qabbalistico, riservato agli "iniziati", è presente sul sito spagnolo del cammino nc.
Emma , nel caso che tu riesca a leggere questa correzione prima che mic la censuri di nuovo:
NON e' il sito ufficiale del cammino. Non e' nemmeno il sito ufficiale del cammino spagnolo. Il sito ufficiale per la spagna e'
SOLO e unicamente www.camminoneocatecumenale.it/es/
COME e' scritto chiaramente peraltro su quel sito.
Estas páginas están creadas por iniciativa personal de un grupo de hermanos del camino.
si deseas visitar la Web oficial del camino-neocatecumenal, es http://www.camminoneocatecumenale.it/es/index.asp


Ovviamente sia mic, sia Blondet, sia chiunque ha propagato quest'assurda querelle che non e' piu un semplice gossip, ma una aperta menzogna, SA BENISSIMO che quello non e' il sito ufficiale del cammino.

Dunque FALSO quello che scrive mic, citandolo come Sito ufficiale, ma c'e' parecchio di piu' di falso in questo surreale thread.
Dunque trattasi di un libro discutibile citato da un fratello isolato del cammino che ha pensato di raccogliere il materiale di cultura ebraica che conosce. Ma e' chiaramente FALSO dire che si tratta di un testo formativo.
Io in 25 anni NON HO MAI sentito parlare di quel testo.

Titolare poi come fa mic "kiko consiglia" e' di una falsita' strumentale che tocca il raccapricciante...

Ma non finisce qui.
Per giunta, basta documentarsi un pochino (google e' sufficiente) per capire che quel testo di presentazione che lei copiando Blondet chiama "spiegazione neocatecumenale"
e' preso verbatim (ahime senza citare) da un sito spagnolo di raccolta di "Scritti Tradizionali" probabilmente di impostazione guenoniana
http://www.etradicionales.8m.net/sepher_yetzirah.html
che insieme a quello propone guenon, aristotele, il poema martin hierro, di tutto di piu'.
http://www.etradicionales.8m.net/et.htm
dunque giusto o sbagliato storicamente che sia, NON si tratta di una "spiegazione neocatecumenale" , e nemmeno di "spiegazione di un singolo neocatecumeno"
ma di una "spiegazione di un sito tradizionale" copiata e presa per buona da un tipo spagnolo.

Dunque l'intera vicenda che tanti stracciamenti di vesti ha generato, epurata dal gossip e dalla falsita' intenzionale, suona cosi:
Un fratello spagnolo nel suo sito dedicato al cammino neocatecumenale ha creato, fra le varie pagine, una dedicata alla CULTURA ebraica.
Accanto a canti tradizionali e robe simili, ha voluto linkare il testo integrale di uno degli scritti tradizionali considerati famosi. Per questo si e' fidato di un testo trovato su un sito di "Scritti tradizionali" ed ha copiato l'introduzione li riportata.

Ho gia' scritto a Blondet facendogli notare lo sfondone preso e chiedendogli di correggersi. Lo stesso , pur senza speranze ho chiesto a Mic.
Ma la corretta informazione e' noiosa, quindi figurati se Blondet e tanto meno mic correggera' mai il titolo del post, vuoi mettere lo scandalismo gratuito e il pruriginoso gossip basato sul nulla?

Se io fossi un neocatecumenale della "base" mi preoccuperei sapendo che chi mi guida..
se io fossi un aficionado del blog di mic mi preoccuperei sapendo che l'onesta' intellettuale e'talmente sparita che si mantiene il titolo "kiko consiglia" anche quando si e' ricevuta dimostrazione abbondante che e' falso. Conscio degli effetti fuorvianti -falsamente fuorvianti- che cio' puo' avere.

un caro saluto
emanuele

mic ha detto...

NC,
quello che ho detto nei post precedenti a Emma, vale anche per te, se non ci hai mai pensato.

Quanto al sito del cammino lo conosciamo bene e ti sembra che il sito ufficiale italiano possa dire o pubblicore cose men che corrette?

Sai benissimo che nel cammino vige l'Arcano e ci sono cose che "quelli di fuori" non devono sapere", come pure ci sono cose che non devono sapere coloro che sono ai primi livelli... un vero percorso iniziatico di matrice settaria, altro che cattolica!

Tutti i contenuti presi in considerazione fin qui sono documentati, non sono chiacchiere.... così come non potete non considerare un sito del cammino (come subdolamente insinuate, mi dicono, nel blog parallelo) quello spagnolo da cui sono stati presi i testi di cui si parla in questo articolo e che si chiama camino-neocatecumenal.org, i cui contenuti sono inequivocabilmente nc e nella cui home page campeggia la madonna di Kiko e lo shemà Israel.

Vi nascondente dietro un dito prendendoci per imbecilli negando l'evidenza!

E comunque, al di là di questi testi i riferimenti giudaizzanti sono troppi e sono tali da non poter essere ignorati

NC ha detto...

Cara Mic constato che non ci siamo - non pubblichi chi ti smentisce - insulti dicendo che la cosa vale anche per me - suppongo che insinui che io non sono abbastanza avanti - dici che non pensiamo etc... etc...

mi dispiace continuerò a riferirmi a persone oneste se non ti dispiace.

emanhuele ha detto...

Mic, mi ostino a credere che un nanogrammo di onesta' intellettuale sia ancora in te.

Mi ostino a credere che la parola "Verita'"
abbia ancora un briciolo infinitesimo di senso e di responsabilita' per te.

Mi ostino a credere che cancellerai ALMENO la frase "consigliati da Kiko Arguello" dal titolo di questo thread,ora che SAI che e' FALSO.

la Pace
emanuele

Freedom ha detto...

Il potere dei supercatechisti, dell'elite, del CN e' un potere di natura economica. Questo fiume di soldi proviene dalla base attraverso il meccanismo della DECIMA.
Il CN ha tutti i connotati di una setta, in cui l'ignaro neofita crede di perseguire una forma più autentica di fede cristiana. Si fida. Qui' risiede l'errore io come tanti altri
ex NC , dopo i primi dubbi , mi sono fidato. Ma se qualche
Fratello del CN mi sta leggendo cerchi di usare lo spirito
Critico non prenda per buona la nota spiegazione: non leggete quelle cose,non usate internet, NON FATE
DOMANDE , fidatevi, a tempo debito capirete. Il
CRISTIANESIMO NON E' UNA SETTA NON CI SONO
SEGRETI o SCRUTINII DIFFIDATE!!! Nel CN ci sono varie eresie dottrinali nelle catechesi di Kiko. Ne basti una E'
NEGATA LA REALE PRESENZA DI CRiSTO NELL'EUCA
RESTIA .
La elite NC ha forti legami con l'ebraismo . Tutto cio' non e'
Accettabile da un cattolico. L'Ebraismo ,il cui libro sacro e'
Il Talmud, alla luce del quale si interpreta il pentateuco, cioè' , solo una parte del vecchio testamento, non ha niente a che fare col cristianesimo. Nel Talmud ci sono delle bestemmie contro Gesu' e la Madonna. In nome di un falso ecumenismo qualcuno vorrebbe la Chiesa cattolica assorbita dall'ebraismo perché' ne sarebbe una continuazione: ciò' e' falso. Noi interpretiamo tutto il vecchio testamento alla luce de nuovo , non adoperiamo il Talmud ne' tantomeno dobbiamo essere tenuti a conoscere
O praticare la parte mistica dell'ebraismo la qabalah la quale e' una conoscenza magico esoterica che non fa parte della tradizione cristiana. ATTENZIONE perché'. Si inizia credendo di essere in Cristo e i catechisti incoraggiano a crederlo, ma poi si va a finire dritti dritti nella
ERESIA e in concetti che esaltano la superbia e la ricerca della autodivinizzazione, la quale e' comunque riservata solo a pochi eletti. La chiesa non chiede più' la DECIMA da secoli. La confessione e' una cosa intima e privata e l'eucarestia non e' una festa ma celebra il sacrificio di Cristo per noi, Egli e' il nostro Redentore e insieme ne celebra la Vittoria sulla morte e sul peccato e la sua resurrezione. Un abbraccio ai cari fratelli che da poco frequentano il CN : NON AFFIDATE LA VOSTRA ANIMA
AI CaTECHISTI del CN !!! INFORMATEVI!
La pace
Freedom

Emma ha detto...

Non so a che livello si trova NC, ma posso confermargli che sì certi testi cabbalistici danno dei reali poteri a chi li ha studiati .
Quei testi sono così potenti che non sono messi in tutte le mani.
È evidente che i responsabili neocatecumenali, quelli che sono ai vertici della piramide, non ammetteranno mai di essere iniziati a certe studi e pratiche.
Ma quel testo che figura sul sito del cammino nc in Spagna, non se l`è di certo inventato il gestore, se c`è è perchè fa parte dei testi di riferimento, anche se aperto a pochi .
Sappiamo che nel cnc vige l`Arcano.
Negare l`evidenza non funziona sempre, minimizzare nemmeno.
Anche se l`iter di mimetizzazione si perfeziona sempre più, come dice mic, troppi sono i riferimenti giudaizzanti nel cammino nc, troppi i documenti e le testimonianze che li documentano.

jonathan ha detto...

Nella Chiesa ci sono tanti gruppi, movimenti, associazioni. Fra questi solo il cn è contaminato da una ampia, evidente alleanza con la cultura, la spiritualità, il ritualismo, la religione degli ebrei. Anche prescindendo da questi testi oscurissimi per i più , è innegabile che vi sia nel cn una vera e propria alleanza, un andare a braccetto con quella tradizione giudaica che esclude Gesù Cristo dal proprio orizzonte. Un’alleanza impossibile per un cristiano. Un’alleanza che non può essere liquidata come un amorevole omaggio alle radici della nostra fede, come viene fatto all’inizio del cammino: questo non è un giochetto a chi è più furbo. Qui si mette in discussione la nostra fede, nello splendore della sua Verità.

Allora mi associo a Freedom che più e più volte ha chiesto a chi volesse onestamente fornire una risposta degna anche solo di una intelligenza mediocre: perché mai il cn è così farcito di giudaismo, perché questa alleanza? Qual è lo scopo, qual è l’obiettivo, se ce n’è uno come è lecito supporre? Qual è la ragione teologica, se ce n’è una come è lecito supporre?

Ripeto, discutiamo della nostra fede: non si può, e non si deve a mio avviso, trincerarsi dietro l’autodifesa del proprio cammino, costi quel che costi, fosse pure l’evidenza della verità.

mic ha detto...

invito gli impazionti NC alla calma... non ho il monitoraggio del blog 24 ore su 24 e il vostro allarme per un ritardo di pubblicazione mi pare eccessivo (evidentemente anche gli altri sono out in questo momento)

ora non ho tempo di rispondere.
A più tardi, nel frattempo spero possa farlo qualcun alro

Psyco ha detto...

"Mic, mi ostino a credere che un nanogrammo di onesta' intellettuale sia ancora in te.

Mi ostino a credere che la parola "Verita'"
abbia ancora un briciolo infinitesimo di senso e di responsabilita' per te.

Mi ostino a credere che cancellerai ALMENO la frase "consigliati da Kiko Arguello" dal titolo di questo thread,ora che SAI che e' FALSO.

la Pace
emanuele"

a Emanuele e NC, che mandano ingiunzioni condite di insulti a Mic dico solo che ho verificato il link dell'home page del sito data da Mic e mi sono trovato di fronte a un'enorme scritta centrale dello shemà. La pagina interna è quella che è, le contaminazioni ebraiche nel cammino sono indubbie e allora mi chiedo e vi chiedo:

come potete ragionevolmente pensare che Kiko non consigli quei testi se nel cammino non si muove foglia che kiko non voglia?

aspetto di leggere quello che ti dirà Mic

Emma ha detto...

Emanuele quella è la TUA verità, o meglio la Verità secondo il tuo cammino.
Io ho occhi per vedere e stento a credere che quel sito abbia potuto pubblicare i riferimenti a quei testi e specialmente quel testo senza l`approvazione del vostro iniziatore o, come minimo, certi di non fare niente di anormale, in effetti, come dice Psycho, nel cammino nc non si muove foglia che Kiko non voglia.
Credi veramente che quel tuo fratello o meglio quei tuoi fratelli abbiano daoi quei riferimenti senza sapere di che cosa si trattasse?
E poi in ogni modo che cosa è per un gruppo cattolico questo interesse particolarmente esagerato e fuori luogo per l`ebraismo, i suoi simboli, i suo testi, compresi quelli cabalistici?
Perchè ?

Freedom ha detto...

Il guaio e' che usando una delle leggi
Nominate da Mic per '' rispondere'' i cari
Amici NC dicono che il sito spagnolo non
Fa testo, non e' il sito ufficiale ecc ecc
Ma stiamo scherzando? Cosa vorreste
Dire ora che il CN non ha influssi
ebraicizzanti? Ma perché' sulla tavola
c'è la chanucchia' a 9 braccia? Perché
Si canta Shema' israel' non mi sembra
Roba italiana! Voi negate l'evidenza cari
amici, ma qui' non siamo nel CN , in cui
E' vietato fare domande. Il fatto che
Arguello neghi la reale presenza del
Cristo nelle 2 specie basterebbe
da sola come affermazione a definirvi
Eretici. Perciò chiedo per l'ennesima
Volta e rispondete sul serio, non svicolate,
Cosa c'entriamo noi con l'ebraismo
qabalistico o non? Cosa c'entrano i
midrash e il candeliere a 9 braccia e le
Varie suppellettili e canzoni giudaizzanti
Con il Cristianesimo? Il cammino e'
strapieno di simboli ebraici, non vi
nascondete dietro un dito soprattutto
Perché' non parlate a degli ignari neofiti
Ma a persone che hanno militato
nel vostro stesso cammino. Nel cammino
Si viola il foro interno della persona si
chiede la DECIMA , kiko ha detto che
non si può' offendere Dio con il peccato
E altre diecine di eresie e scorrettezze
''de facto'' che non trovano risposte
valide da voi
Freedom

Freedom ha detto...

Molti passi dei libri talmudici trattano della nascita, vita e morte di Gesu' Cristo. Siccome la parola Jeschua significa
''Salvatore'', il nome di Gesu' si trova raramente nei libri ebraici . E' quasi sempre abbreviato in Jeschu , che viene
Maliziosamente inteso come composto dalle iniziali delle 3
Parole Immach Shemo Vezkiro cioè' '' possano il suo nome e la sua memoria essere cancellati'' per cui Gesu' viene chiamato con vari altri nomi : colui che fu appeso, il
Figlio del carpentiere,ecc...Il Talmud insegna che Gesu' Cristo era illegittimo, che fu concepito Durante il periodo mestruale, che aveva l'anima di Esau', che era un pazzo, uno stregone, un seduttore (mi sembra quasi di sentire la folla che urlava a Pilato: crocifiggilo!). Nel Talmud e' scritto
Che il padre di Gesu' era un Romano di nome Pandira e che la Maria Santissima era una prostituta.Ce n'è ancora nel Talmud Gesu' e' chiamato idolatro e che ,crocefisso, mori' come un animale e fu seppellito in quel ''mucchio di
Immondizie....dove gettano le carcasse dei cani e degli asini''. Potrei continuare , ma mi sembra più che sufficiente per affermare che ai veri Cristiani gli ''ebraismi'' non piacciono affatto e non hanno nulla a che spartire con la religione cattolica, altro che Shema' Israe'l !!!
Freedom

Emma ha detto...

È evidente che abbiamo toccato un punto molto sensibile, l`uso anomalo di simboli giudaici, i continui riferimenti alla spiritualità, alla cultura, alla religione, ai testi ebraici,sono una realtà che non serve a niente smentire e nemmeno minimizzare.
Chi cerca in ogni modo di banalizzare o addirittura smentire questa realtà non solo non riuscirà, come per miracolo, ad annullarla ma non aiuta di certo il suo cammino sulla via di una maggiore trasparenza.

Freedom ha detto...

ERESIE NEOCATECUMENALI 2
5 - Il culto eucaristico non ha senso, negata la vera, reale e sostanziale presenza di Cristo sotto le specie sacramentali. Non si giustificano quindi atti di fede come: genuflessioni davanti al Tabernacolo, Comunioni frequenti, ore di adorazione, benedizioni, processioni, congressi, ecc.

6 - La Penitenza si riduce al sacramento del Battesimo: la loro distinzione non risale alla Chiesa primitiva:

— La Chiesa "gesta e conduce alla conversione". "L'importante non è l'assoluzione" del sacerdote, perché il valore della penitenza è essenzialmente comunitario ed ecclesiale;

— nei "passaggi" e negli "scrutini" l'accusa delle colpe anche gravi è pubblica, come può esserlo pure durante la "redditio".

7 - La vita cristiana, come volontario sforzo di autodisciplina, e quindi esercizio e progresso nella virtù, è un'illusione;

— ciascuno resta intrinsecamente peccatore, incapace di conseguire la vera giustizia come perfezione dell'amore di Dio e del prossimo;

— d'altra parte, Gesù non si è presentato a nessuno come "modello" da imitarsi;

— Egli ha comandato di odiare realmente genitori, fratelli, parenti, ecc., non solo, se necessario, di essere disposti a preferirlo ai medesimi;

— per seguire Cristo, bisogna vendere i propri beni; ma, una volta compiuta tale rinunzia, è lecito acquistarne altri e godersi tutte le soddisfazioni della vita. La "povertà" - compresa quella di S. Francesco - è ispirata alla " religione naturale", e fu praticata anche dai pagani: non è una virtù cristiana;

— Gesù, avendo sofferto per noi, ha reso superflue le nostre sofferenze, quindi non giustificabili le austerità degli asceti, il lento martirio dei Santi e la stessa vita religiosa implicante la pratica effettiva dei consigli evangelici;

— la salvezza eterna è a tutti offerta gratuitamente dalla misericordia di Dio, che perdona tutto. L'inferno non dovrebbe esistere, né si parla di Purgatorio, di suffragi e d'indulgenze per i defunti.

8 - La storia della vera Chiesa fondata da Cristo si chiude con la Pace costantiniana e riprende il suo corso non prima del secolo XX col Concilio Vaticano II, restando bloccata per la durata di circa 1600 anni...,

— in questo lungo intervallo, l'esercizio del triplice potere della Chiesa gerarchica (magistero, santificazione, governo) sarebbe stato abusivo, illegittimo...; e specialmente il Concilio di Trento sarebbe responsabile della paralisi della Chiesa, ostinata nel fissare formule di fede, riti liturgici, norme disciplinari...;

— l'interpretazione della Parola di Dio non è riservata alla Gerarchia, essendo possibile a tutti i fedeli: "la Bibbia s’interpreta da se stessa". Questa libertà di esame nell'esegesi prescinde dal Magistero ecclesiastico, dalla tradizione dei Padri, dalla dottrina dei teologi.

Freedom ha detto...

ERESIE NEOCATECUMENALI 1
1 - Il peccato: l'uomo non può non commetterlo, come non può compiere il bene né acquistarsi dei meriti;

— la conversione è possibile soltanto come riconoscimento, da parte di ciascuno, della propria miseria morale, non come decisa volontà di emendarsi che tenda a realizzare la santità;

— il peccato non può offendere Dio, e l'uomo non contrae il dovere di espiarlo soddisfacendo le esigenze della sua giustizia.

2 - La Redenzione: Gesù non l'ha operata riscattando l'uomo dalle sue colpe e riconciliandolo con Dio;

— la passione e morte di Cristo non è stata un vero sacrificio offerto al Padre per riparare il peccato e redimere l'uomo;

— Gesù ha salvato il mondo in virtù della sua Risurrezione: per godere i frutti della sua opera basta riconoscersi peccatori e credere nella potenza del Cristo risorto.

3 - La Chiesa non è stata fondata da Cristo come suo unico Ovile: anche seguendo altre religioni è possibile salvarsi;

— la Chiesa non è una società giuridica e gerarchica, ma spirituale, carismatica;

— in essa non si dà un sacerdozio derivato dal sacramento dell'Ordine, bastando il Battesimo che, incorporando tutti i fedeli nel Cristo, li rende partecipi della sua dignità sacerdotale.

4 - La Messa non è un "sacrificio": la Chiesa, all'altare, non offre a Dio alcuna Vittima;

— in luogo dell'altare, non c'è che la mensa, che nell'Eucaristia consente di celebrare un convito di festa fra fratelli uniti dalla medesima fede nella Risurrezione;

— il pane e il vino consacrati sono soltanto il simbolo della presenza del Cristo risorto che unisce i commensali comunicando loro il proprio spirito, sì da renderli partecipi del suo trionfo sulla morte;

— la Messa, così concepita, non è celebrata dal sacerdote, ma dall'Assemblea, da cui "sgorga l'Eucaristia".

mic ha detto...

Ringrazio Freedom per i suoi ultimi post. Li go salvati perché qui si perderebbero nel muccio, invece li terremo per un prossimo articolo.

Emma ha detto...

Vorrei suggerire a mic, e a tutti, di ignorare quello che abbiamo chiamato "blog parallelo" del neocatecumenale ai molteplici nick, Pasquale.
Mi è stato detto che alcuni suoi fratelli sono rapidamente intervenuti per moderarlo, per tentare di canalizzare lui e la sua agressività, le sue offese, la sua logorrea, ben consapevoli della pessima pubblicità fatta al loro cammino.

Se vogliono fare di quello spazio un compendio dei commenti che non passano su questo blog, liberi di farlo, non faranno che dare ancor maggior importanza e visibilità al "nostro" blog.

Le persone che sono ancora in grado di pensare liberamente, che non sono condizionate dal pensiero unico neocatecumenale, si faranno la loro libera opinione.
Non è il primo sito nc che nasce in reazione al nostro e che si nutre in seguito dei contenuti trovati qui per tentare di confutarli.

Questo sito non è nato per dialogare con i neocatecumenali, ma per informare, testimoniare, i nc sono intervenuti, il blog è zeppo dei loro contributi che hanno in seguito imposto una moderazione ferrea, visto gli insulti e gli slogan pro cammino presentati con le tecniche che abbiamo spesso svelato e descritto.

Dunque, poco importa ciò che farà o scriverà il nostro amico nc, salvo se evidentemente ci viene detto che oltrepassa i limiti legali, non cadremo di certo nel tranello di un ping pong sterile, inutile e poco intelligente.

mic ha detto...

Vorrei dire brevemente a Emanhuele, perché altri hanno già risposto, che trovo abbastanza 'strana' la sua indagine sul campo e i conseguenti riferimenti che sanno tanto di "pezza a colore" come dicono a Napoli... così come trovo sgradevole la pretesa di modificare il titolo della pagina.
Dovrebbe dimostrarmi che Kiko non cita mai i midrashim, la cabala, i rabbini, Elia, il carro di fuoco e tutto quanto ha a che fare con l'ebraismo i cui simboli sono presenti in abbondanza anche nelle celebrazioni

Inoltre mi si dovrebbe spiegare perché un cristiano, che ha la croce come simbolo "magno" e insostituibile della sua Fede debba avere in casa la mezuza (l'astuccio che contiene il cartiglio dello shemà) che gli ebrei sono soliti appendere nelle vicinanze degli stipidi delle porte di casa

Il nocciolo della questione è che esiste un sito spagnolo del cammino, come ne esistono altri. Che esso non sia ufficiale appare pretestuoso, perché sono tanti i siti che kiko ha fatto chiudere, (non ultimo quello italiano che ha cessato ogni aggiornamento lo stesso giorno dell'approvazione dello statuto)... quelli che restano non possono essere, come tu dici, solo espressione personale di chi lo gestisce, perché nulla di personale ha posto nel cammino, altrimenti non sarebbe il cammino. E che non è vero potete sostenerlo solo con chi il cammino non lo conosce...

Inoltre concordo con l'espressione di Psyco e cioè che "nel cammino non si muove foglia che Kiko non voglia" solo perché è la verità (e nemmeno un nanogrammo di verità). Assodato questo, anche perché è più che evidente che nel cammino kiko ha più influenza del Papa dato che è a lui che si obbedisce senza se e senza ma, dimmi come ragionevolmente non ricondurre a lui anche quei testi, che entrano molto nel suo linguaggio nei suoi insegnamenti e nelle prassi da lui introdotte... che alcuni siano testi particolari e non siano per tutti è un fatto: ma questo succede anche nel contesto ebraico. Oltrettutto è ben noto, ad esempio, che l'opera del carro et similia, se usati senza una guida, oltre ad essere oscuri, potrebbero portare a squilibri di ogni genere... così come non è consigliabile, guida o non guida, andare a smuovere forze che potrebbero non essere gestibili e che comunque non appartengono alla spiritualità cristiana e sapendo anche come il mondo spirituale sia 'diversamente' popolato...

NC ha detto...

sapete cosa penso ormai da tempo su questo io - che voi siate razzisti, verso gli ebrei, e questa è la peggior tradizione che può venire da un certo pensiero che c'era nella chiesa, lo dimostrano alcuni commenti, considero gli ebrei fratelli maggiori come diceva Giovanni Paolo II - mi sembra che voi invece li consideriate quelli che hanno ucciso Gesù (il che è vero) ma con un senso di disprezzo - mi dispiace di cioò la chiesa ha cambiato la sua visione prova ne è la preghiera per gli ebrei del venerdi santo voi no.

emanhuele ha detto...

per Psycho.
Caro fratello non so a quali "insulti" ti riferisci, probabilmente mi hai scambiato con altri.
Io scrivo raramente qui ma MAI ho espresso un insulto - mic puo' testimoniarlo-, mentre ne ho ricevuti svariati.

Mi sono limitato a far notare a Mic che ha detto una cosa falsa. Il motivo per cui lo ha fatto non mi interessa, ne lo ho insultato per questo. Se, come dice e' INTERESSATO alla verita', nel suo interesse, gli ho chiesto semplicemente di correggere il post.
Non lo ha fatto e mi sono stupito di questa totale assenza di onesta' intellettuale. Non c'e' nessuna ingiunzione. C'e' la semplice constatazione che se si SCEGLIE coscientemente non solo di usare voci infondate, ma di disinteressarsi totalmente alla diffusione di una corretta informazione quando si riceve una smentita plateale, si SCEGLIE automaticamente di essere definiti come un blog di gossip ( nel migliore dei casi...) .

come potete ragionevolmente pensare che Kiko non consigli quei testi se nel cammino non si muove foglia che kiko non voglia?

lo penso ragionevolmente perche' ho finito il cammino e non avevo MAI sentito parlare di quel testo.
Quel fratello ha voluto postare la sua esperienza di CULTURA ebraica e ha linkato quel testo assieme a canti tradizionali etc. Se vuoi fare una discussione sul fatto che fra catecumeni e' diffuso un certo interesse storico etnografico e culturale fors'anche esagerato per il mondo ebraico, si puo' discutere certamente su questo.

mic mi chiede di dimostrare che Kiko non cita mai i midrashim, e altre cose di carattere ebraico.
non lo dimostro perche' e' vero che Kiko cita i midrashim. Ma li' si parla specificamente di un Libro MOLTO particolare, il titolo non dice "Kiko cita i midrashim e altri racconti di carattere ebraico..."
dice Kiko CONSIGLIA il SEPHER YETZIRAH. Questo e' FALSO!!!

Si puo' discutere certamernte sull'opportunita' o meno dei simboli ebraici, ma se la discussione verte su cose vere
(l'uso della Menhorah la citazione di midrashim etc) ha un senso, se verte su cose false conclamate ( kiko che consiglia specificatamente e anzi prescrive ai catecumeni avanzati il SEPHER YETZIRAH) la discussione non ha alcun senso ed e' impossibile. Ma come giustamente dice Franz, per mic tutto fa brodo: vero,verosimile e ultimamente persino il falso.
Quello che invece proviamo disperatamente a dirvi da anni e' che se volete una discussione seria dovete necessariamente discernere il vero dal verosimile e bandire decisamente almeno il falso dimostrato

Per emma
Emanuele quella è la TUA verità,
No emma quella e' la verita', anche perche' ho fornito delle prove, per quanto siano state ignorate.
invece mic che chiama a caso le mie inconfutabili citazioni ( ades. il verbatim dal sito tradizionale) "pezze a colore " senza nemmeno guardarle, ha accusato kiko di "suggerire" dei testi SENZA ALCUNA PROVA. E pergiunta dopo la smentita non trova l'onesta' di corregersi. Anzi sono sconvolto dal coraggio nel dire che trova addirittura "sgradevole" la richiesta di correggere il titolo dopo che gli ho dimostrato palesemente che dice il FALSO conclamato.
sgradevole la correzione? capisco, ma non e' la fine del mondo ammettere di avere sbagliato una volta l'anno...
e' molto peggio perdurare nella menzogna.


dunque io non pretendo ne' richiedo nulla, uno e' libero di scegliere:
o scegliere di correggere le falsita' conclamate, o scegliere di dedicarsi al gossip.
Sarebbe gradito se ci comunicasse la sua scelta

un cara saluto
emanuele

Stefano78 ha detto...

Dice Nc:

mi dispiace di cioò la chiesa ha cambiato la sua visione prova ne è la preghiera per gli ebrei del venerdi santo voi no.

Risposta della SANTA SEDE:


NOTA DELLA SEGRETERIA DI STATO RIGUARDANTE LE NUOVE DISPOSIZIONI DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LE CELEBRAZIONI DELLA LITURGIA DEL VENERDÌ SANTO

Con riferimento alle disposizioni contenute nel Motu proprio "Summorum Pontificum", del 7 luglio 2007, circa la possibilità di usare l'ultima stesura del Missale Romanum, anteriore al Concilio Vaticano II, pubblicata nel 1962 con l'autorità del beato Giovanni XXIII, il Santo Padre Benedetto XVI ha disposto che l'Oremus et pro Iudaeis della Liturgia del Venerdì Santo contenuto in detto Missale Romanum sia sostituito con il seguente testo:

Oremus et pro Iudaeis
Ut Deus et Dominus noster illuminet corda eorum, ut agnoscant Iesum Christum salvatorem omnium hominum.
Oremus. Flectamus genua. Levate.
Omnipotens sempiterne Deus, qui vis ut omnes homines salvi fiant et ad agnitionem veritatis veniant, concede propitius, ut plenitudine gentium in Ecclesiam Tuam intrante omnis Israel salvus fiat. Per Christum Dominum nostrum. Amen.


Tale testo dovrà essere utilizzato, a partire dal corrente anno, in tutte le Celebrazioni della Liturgia del Venerdì Santo con il citato Missale Romanum.

Dal Vaticano, 4 febbraio 2008.

Traduzione in lingua volgare:

Preghiamo anche per gli Ebrei, affinché Dio nostro Signore illumini i loro cuori e riconoscano Gesù Cristo salvatore di tutti gli uomini.
Preghiamo. Inginocchiamoci. Alzatevi
O Dio onnipotente ed eterno, che vuoi che tutti gli uomini siano salvati e pervengano alla conoscenza della verità, concedi benigno che, entrando la pienezza delle genti nella Tua Chiesa, tutto Israele sia salvo. Per Cristo nostro Signore. Amen.


La Chiesa, continua a pregare perchè gli Ebrei si Convertano. Non noi ma la CHIESA CATTOLICA.

E nessuno qui è razzista. E, sinceramente, questa accusa orribile deve FINIRE di essere pronunciata! Cercate di capire la gravità di questi insulti gratuiti! Sono insulti vergognosi!

Gli Ebrei, come TUTTI, hanno bisogno di Gesù Cristo Signore e Redentore per la Salvezza! Niente altro SALVA! Nè il Talmud, nè l'interesse per la cultura ebraica nè per quella di qualsiasi altra religione! Una cosa è affermare che le religioni hanno alcuni semi di Verità e che questi semi PREPARANO alla Fede Cattolica, una cosa è ritenere che le religioni, compreso l'Ebraismo Talmudico (che è quello attuale!) abbiano la capacità di Salvare!

Non capite, fratelli, che affermando questo state considerando Gesù Cristo un BUGIARDO e un malfattore? Non capite che state infangando il SANGUE DI GESU', che si è sacrificato PRIMA DI TUTTO per le pecore PERSE (PERSE!) di Israele?

Non capite che se dite che chi vuole la conversione degli Ebrei è un razzista o un fanatico, state infangando la CHiesa Cattolica, i suoi Figli, gli Ebrei convertiti, tra cui Santa Teresa Benedetta della Croce, tutti i santi e i martiri che sono morti per la Santa Fede?

Non capite che chi vuole la conversione degli Ebrei LI STA AMANDO, perchè vuole che Essi SI SALVINO? Che sianO FELICI IN CIELO?

Carti fratelli! RAVVEDETEVI DA QUESTA CONDOTTA!

NC ha detto...

Caro stefano ma come te la giri - complimenti - resta il fatto che tutti hanno capito quello che ho scritto e l'intento - 2 cosa io il venerdì Santo lo celebro come la maggior parte della chiesa e non con le disposioni del citato Missale Romanum, in italiano - ciò non vuol dire che dispezzo bada bene - solo lo celebro così in lingua italiana.

Il mio pensiero (personale) che non si dica qui che è il pensiero di tutti i neocatecumenali o di kiko E' e RESTA quello che ho espresso.

E nessuno vieta di pregare per la conversione degli ebrei - io mi riferivo alla vecchia preghiera (per i perfidi ebrei) e non al fatto della conversione - per girartela l'hai girata bene.

Stefano78 ha detto...

Dalla prima lettera di San Giovanni Apostolo (1Gv 5,10)

Chi crede nel Figlio di Dio, ha questa testimonianza in sé. Chi non crede a Dio, fa di lui un bugiardo, perché non crede alla testimonianza che Dio ha dato riguardo al proprio Figlio.

emanhuele ha detto...

trovo abbastanza 'strana' la sua indagine sul campo e i conseguenti riferimenti che sanno tanto di "pezza a colore"

Mic, cosi e' molto scorretto. Tu hai detto una cosa assurda e palesemente falsa: "Kiko consiglia di usare la cabala". Io non mi sono limitato a dire che era assurda, una farneticazione una falsita'. Io ti ho DIMOSTRATO palesemente, testi e riferimenti alla mano che era assurda. Ho perso del tempo per dimostrare una cosa ovvia, che chiunque conosce un minimo il cammino sa... Tu non puoi sparare nel disperato tentativo di difendere l'indifendibile un proclama a caso che non ha nessuna attinenza ("pezza a colore" una dimostrazione di falsita'?). Se puoi minimamente eccepire alla dimostrazione che ti e' stata fornita dimostrami, con pari dettaglio, PERCHE' sarebbe una "pezza colori". Citami il verbatim di kiko che dice "fratelli dovete fare pratiche cabalistiche dopo il 20 anno di cammino".

Dovrebbe dimostrarmi che Kiko non cita mai i midrashim...

Questo non c'entra nulla. E' come se io ti accusassi di essere un assassino, e pretendessi una dimostrazione che tu non abbia mai alzato la voce in vita tua....
come si fa a discutere cosi, se mi chiedi di confutarti cose DIVERSE rispetto a quelle che tu hai detto e che io ti ho confutato?

La presenza di simboli ebraici la ammetto ma e' un DISCORSO DIVERSO dall'invitare i propri fratelli a pratiche cabalistiche, ma non e' "un po' diverso" e' ENORMEMENTE DIVERSO!!!
ti rendi conto che fai esattamente la stessa cosa di quelli che mostrano la foto di due attori che parlano e poi scrivono l'articolo scandalistico dicendo che c'e' una relazione sentimentale e magari un figlio fra loro? Anche essi partono da un dato di fatto vero...
Il nocciolo della questione è che esiste un sito spagnolo del cammino, come ne esistono altri.
Che esso non sia ufficiale appare pretestuoso,


no hai ribaltato la verita'!: e' pretestuoso che uno chiami ufficiale un sito che e' semplicemente il sito di un gruppo di catecumeni. Che per giunta a scanso di equivoci cita il sito ufficiale. Non e' IL sito spagnolo del cammino: il sito spagnolo ufficiale e' un altro .
Quello e' il sito DI UNO SPAGNOLO che sta nel cammino. E' ENORMEMENTE diverso.

.. quelli che restano non possono essere, come tu dici, solo espressione personale di chi lo gestisce

questa e' una assurdita' logica prima ancora di una falsita'. Ci sono centinaia di migliaia di catecumeni nel mondo. . Ma secondo te kiko ha tempo di guardarsi uno per uno tutti i canti, midi, mp3, i file word e i link che ognuno cita nei siti di centinaia di "gruppi di fratelli". E se anche fantomaticamente avesse navigato in quel sito... e avesse visto che quel tipo per presentare la CULTURA ebraica cita quel testo, pensi che sarebbe meritorio di censura? Cioe' se io mi metto un link a un testo sulle danze propiziatorie di Manitu perche' sono appassionato di cultura indoamericana devo essere bruciato come eretico?
Il nocciolo della questione e' un altro: NESSUNO nel cammino ne' dopo 2 anni ne' dopo 25 anni ha mai pensato di usare a scopo FORMATIVO - cosa che il post millantatoriamente vuole far passare - un testo cabalistico.
Questa e' una verita' assoluta e incontestabile. Il punto e' che il senso del post e' proprio su questo, non e' una critica su un "eccessivo interesse" per la cultura ebraica, che ci potrebbe pure stare, ma una funambolica accusa di usare la cabala in senso formativo e..per suggerimento di kiko...ma si' melius abundare quam deficere
Nemmeno Novella2000 riesce a fare astrazioni dalla realta' cosi estreme...

Mic, se correggi fai piu bella figura, lo dico per te.
ma se scegli il gossip sei liberissima.
un caro saluto

Emma ha detto...

GRAZIE, Stefano!

Psyco ha detto...

per Emanuele

Ah, dunque non insulta uno che si esprime in questi termini?
"Dunque FALSO quello che scrive mic, citandolo come Sito ufficiale, ma c'e' parecchio di piu' di falso in questo surreale thread. Dunque trattasi di un libro discutibile citato da un fratello isolato del cammino che ha pensato di raccogliere il materiale di cultura ebraica che conosce. Ma e' chiaramente FALSO dire che si tratta di un testo formativo.
Io in 25 anni NON HO MAI sentito parlare di quel testo.
Titolare poi come fa mic "kiko consiglia" e' di una falsita' strumentale che tocca il raccapricciante..."

falso e raccapricciante è definito quanto scrive Mic: non è un insulto?

Inoltre, non mi pare che Mic abbia definito quel testo formativo, più avanti ha spiegato che non è "per tutti" e anche il perché.

e questo, più 'elegante', ma dal significato più che chiaro?
"Mic, mi ostino a credere che un nanogrammo di onesta' intellettuale sia ancora in te. Mi ostino a credere che la parola "Verita'" abbia ancora un briciolo infinitesimo di senso e di responsabilita' per te."

non mi sembra che Mic abbia detto falsità e inoltre, a prescindere da quel testo, chi può negare che nel cammino ci sia molto più di quello che tu affermi "fra catecumeni e' diffuso un certo interesse storico etnografico e culturale fors'anche esagerato per il mondo ebraico"?... questo invece a me sembra, non solo un maldestro tentativo di minimizzare, ma anche di falsare la realtà da parte tua

Emma ha detto...

Come volevasi dimostrare, confrontati all`evidenza, che non possono negare, dell`iperpresenza dell`ebraismo nel cammino nc, che cosa fanno? Insultano!

Purtroppo per loro qui non ci sono imbecilli,qui non ci sono bicchieri vuoti, o svuotati, da riempire con slogan, frasi precotte e preconfezionate, qui c`è gente che riflette, qui ci sono cattolici che hanno una coscienza rettamente formata a contatto del Magistero della nostra Santa Chiesa.
Per i vostri insulti andate altrove. Qui non attaccano!

Stefano78 ha detto...

Il mio pensiero (personale) che non si dica qui che è il pensiero di tutti i neocatecumenali o di kiko E' e RESTA quello che ho espresso.


Secondo me è molto molto triste vedere questioni come queste, fatte su lana caprina, volte a dimostrare che il riferimento citato in questo articolo non è "ufficiale".

La SOSTANZA, al solito, non è considerata per quello che è. Emanuele vuole che si dica che in questo caso non è KIKO a "consigliare". Secondo me si può dire tranquillamente e credo che nessuno sia contrario a farlo, se questo risulta. MA IL PUNTO NON E', come al solito, QUESTO!

Il punto è un altro: il CnC VISIBILMENTE impianta molto del suo insegnamento su figure, metafore, simboli (vedere l'Eucaristia, come DETTO ESPLICITAMENTE DA KIKO NELL'INTERVISTA degli statuti), EBRAICI.

La domanda è e rimane la stessa: PERCHE'? A cosa GIOVA? Alla comprensione migliore delle Scritture? No, perchè la comprensione delle scritture la dà CRISTO e la Chiesa! Alla Salvezza? NO, perchè CRISTO SALVA e nessun "midrashim" per quanto interessante può aiutare a salvarsi!

Per cui, secondo me, tolta la possibilità che può starci tutta, come dice Emanuele, che questi siano consigli "periferici" e non "centrali", venuti da Kiko, ESSI NON CASCANO DAL CIELO! E non vengono come la folgore!

Nel CNC c'è innegabilmente e VISIBILMENTE una base EBRAICA che non ha, dal punto di vista cattolico, ALCUN SENSO!

Stefano78 ha detto...

Cambiate il titolo all'articolo. Il mio consiglio è questo: "Testi Ebrei anche cabbalistici studiati da aderenti al CnC. Perchè il filoebraismo del CnC?"

Psyco ha detto...

"Perchè il filoebraismo del CnC?"

l'hai appena detto tu stesso che non è un semplice filoebraismo, Stefano!

Germana ha detto...

«la verità, soprattutto quando incombe un pericolo, deve essere predicata pubblicamente, nè deve farsi il contrario per il fatto che alcuni se ne scandalizzano»
S. Tommaso D’Aquino

Germana ha detto...

«la verità, soprattutto quando incombe un pericolo, deve essere predicata pubblicamente, nè deve farsi il contrario per il fatto che alcuni se ne scandalizzano»
S. Tommaso D’Aquino

Emma ha detto...

Dunque emanhuele non insulta mai: vediamo una piccola galleria solo per questo post:

"Mic, mi ostino a credere che un nanogrammo di onesta' intellettuale sia ancora in te."

"

Mi ostino a credere che la parola "Verita'" 
abbia ancora un briciolo infinitesimo di senso e di responsabilita' per te."

"Non lo ha fatto e mi sono stupito di questa totale assenza di onesta' intellettuale."

"Ma come giustamente dice Franz, per mic tutto fa brodo: vero,verosimile e ultimamente persino il falso."

È vero non sono insulti, ma calde carezze!

Emma ha detto...

Ultima trovata di emanhuele, che è senza dubbio fiero della sua inventività, definire questo blog un blog di gossip!
Non basta emanhuele fare una battutina per smentire tutte le informazioni sul vostro cammino, forse funziona così fra di voi, ma non qui.
Conosciamo a memoria il vostro sistema di comunicazione, o meglio non-comunicazione, e le vostre strategie, di nuovo funzionano senza dubbio fra di voi e con chi non vi conosce, ma non funzionano con noi,con chi vi conosce e conosce la serietà di questo sito e di chi lo gestisce.

jonathan ha detto...

Emanuele, guarda che qui chi fa gossip sei proprio tu.

Primo perché continui a rivolgerti a Mic come se questo fosse il suo blog personale, e non lo è.

Secondo perché è stato citato un sito neocat, ufficiale o no questo nessuno può dimostarlo: se ritenete che non vada bene, non è a noi che dovete rivolgere i reclami.

Terzo e soprattutto, continui a fare gossip appunto, ma non rispondi alla domanda posta che è il problema sollevato in questo thread: perché questa farcitura di ebraismi nel cn? Perché questa alleanza con la tradizione ebraica che non può aver nulla a che fare col cristianesimo?

Se non rispondi a questa domanda fondamentale le ragioni possibili sono due: o non conosci la risposta, cosa molto probabile, oppure la risposta non è 'per tutti', non è pubblicabile.

In ogni caso, svicolare offendendo l'onestà intellettuale di chi si ha di fronte non serve né a te, né a noi. E certamente non è la via giusta per rendere gloria a Dio.

Emma ha detto...

Scrive emanhuele:

"Io non mi sono limitato a dire che era assurda, una farneticazione una falsita'. Io ti ho DIMOSTRATO palesemente, testi e riferimenti alla mano che era assurda."

Tu non hai mostrato un bel niente, hai dato la tua esperienza, e voglio crederti, anche se non sono obbligata a farlo, ho più di una volta visto Kiko Arguello mentire, per esaltare il suo cammino, le menzogne ad usum cammini, per difendere il cammino non sono menzogne?Vero?

Una cosa è sicura, sul sito neocatecumenale.org, spagnolo, figura una pagina dedicata al giudaismo, con testi di riferimento fra i quali La Sefer Yezirah.

Che cosa c`entrino quei testi con un cammino di formazione cattolica, bisognerebbe spiegarcelo!

Scrive ancora emanhuele:

"E se anche fantomaticamente avesse navigato in quel sito... e avesse visto che quel tipo per presentare la CULTURA ebraica cita quel testo, pensi che sarebbe meritorio di censura?"

Ma come ti stai agitando per dire che quel testo non è in uso nel cammino e poi pensi che non merita la censura !
Suvvia, se quei tuoi fratelli hanno inserito quel testo è perchè siete intrisi di cultura ebraica, perchè i riferimenti al giudaismo sono iperpresenti nel cammino nc.

Freedom ha detto...

Purtroppo il CnC non solo ha risvolti giudaizzanti innegabili,
e c'è l'errata convinzione come NC ha detto, prendendo spunto da una frase poco felice di Papa Woityla,
che gli Ebrei, sono nostri fratelli maggiori nella fede, il che è falso ed è stato dimostrato abbomdantemente nel thread, ma c'e la famosa questione , centrale per ogni cristiano, dell'eucarestia.
L'eucarestia, da noi cattolici, è vissuta come la trasubstanziazione
cioè la reale presenza di Gesù Cristo nel pane e nel vino. I neocatecumenali, come i protestanti , parlano del pane e del vino come di un simbolo. L'altare è sostituito da una mensa
con a capo il candelabro a 9 braccia ebraico ecc. ecc..
Un bel giorno faremo un bel thread
su TUTTE LE ERESIE del CAMMINO NEOCATECUMENALE.
Ma il tema dell'eucarestia è centrale ,vitale , direi.
Purtroppo le eresie e le scorrettezze de facto sono tali e tante chec'è l'imbarazzo della scelta e se ne vuol discutere non si sa da che parte cominciare.
Ho letto gli interventi di Emanuele
sono settimane che ti ho pubblicato integralmente sul mio blog e su questo ma ancora non ho avuto una risposta diretta pacata
fondata e intelligibile sulla questione dell'ebraismo.
Kiko , ci sono le foto ha fatto un tabernacolo a 2 piani , su uno cè a quanto pare, un simbolo di Gesù ( cos' almeno sostiene lui)
sull'altro la sacra scrittura.
Per favore che qualche NC mi risponda con chiarezza su
1 cosa c'entra l'ebraismo con la religione cattolica
2 perchè per i neocatecumenali il
pane e il vino sono solo dei simboli

Vi prego di rispondere non cadendo nelle " 5 leggi di mic" ossia:
Legge n.1 : negare sempre, negare tutto, affermando la falsità delle nostre affermazioni

Legge n.2 : quando non è possibile negare, minimizzare

Legge n.3 : quando non è possibile neppure minimizzare, relativizzare e circoscrivere: "questo non succede in tutte le comunità e comunque non succede nella mia"

Legge n.4 : quando non è possibile neppure relativizzare, rovesciare la responsabilità sull'interlocutore : "non hai capito" "non è così ma cosà"; ma si dà il caso che il cosà non coincide con le testimonianze convergenti delle nostre esperienze

Legge n:5 : quando non è possibile neppure questo. di solito si passa all'attacco alla persona o all'insulto.

Se riuscite a dare una risposta sensata non artificiosa alle 2 domande su-esposte che non sono gossip, ma problemi molto pesanti che invalidano il CN siamo quì tutti orecchie.
La pace
Freedom

Emma ha detto...

Riprendo le parole di Stefano:

"Per cui, secondo me, tolta la possibilità che può starci tutta, come dice Emanuele, che questi siano consigli "periferici" e non "centrali", venuti da Kiko, ESSI NON CASCANO DAL CIELO! E non vengono come la folgore!

Nel CNC c'è innegabilmente e VISIBILMENTE una base EBRAICA che non ha, dal punto di vista cattolico, ALCUN SENSO!"



Tutto ciò che prima dell`approvazione del PCL poteva ancora svolgersi nel segreto, a porte chiuse, DEVE venire alla luce.
Ci vuole trasparenza.

I nodi vengono al pettine, che io sappia il cammino neocatecumenale non è stato definito un itinerario di formazione ebraica ma cattolica.

Come scrive mic nel post,troppi sono gli aspetti giudeizzanti,troppi i simboli ebraici, troppi gli insegnamenti e le prassi mutuate dall `ebraismo.

Aloysius ha detto...

"gli Ebrei, sono nostri fratelli maggiori nella fede"

gli ebrei sono nostri "fratelli maggiori" come Giacobbe sta ed Esaù, cioè hanno perso il diritto di primogenitura perchè nella Nuova ed Eterna Alleanza il Nuovo Israele di Dio (teologale, non carnale) sono i Cristiani, nella Chiesa, Corpo Mistico e Sposa di Cristo

Emma ha detto...

Ringrazio Aloysius di ricordarcelo!

Freedom ha detto...

Mi sembra ovvio che i nostri interlocutori NC siano rimasti privi di argomenti , salvo incappare in una delle ormai famose 5 leggi di mic. Grazie al contributo di Aloysius.
Comunque le 2 domande rimangono:
1)perchè tanto ebraismo nel CN ?
2)perchè Kiko non crede alla transubstanziazione ma alla luterana transignificazione ?
E ce ne aggiungo un'altra: perchè Kiko dice ai suoi adepti voi siete
stati scelti (Giansenismo)?
Come vedete c'è un miscuglio "new age" tra: protestantesimo
ebraismo con qabalah
e Giansenismo e poi li senti che dicono quella è religione naturale
quel tipo che dice così è un moralista . Tutto gergo settario NC ma che purtroppo ne denuncia la profonda ignoranza.
Quello che mi angoscia è che in mezzo ad una dilagante secolarizzazione , apostasia, ignoranza, abbandono del catechismo, dei sacramenti, abbia potuto prosperare
quest'accozzaglia di eresie senza capo nè coda ,salvo quello di raccogliere tanti soldi con la DECIMA (senza che nessuno controlli i bilanci e qui si parla di cifre assai considerevoli)
e nessuno dica niente.
Ma "le vie del Signore non sono le nostre vie".Allora:
"Affido al Signore tutte le mie attività e i miei progetti"
ma
cerco di darmi da fare, nel mio piccolo, perchè la menzogna venga smascherata.
La pace di Gesù
Freedom

Emma ha detto...

Caro Freedom, come ti capisco, il tuo sgomento è il mio sgomento e quello di tanti che sanno, che vedono, che hanno testimoniato, senza essere ascoltati, che si sentono impotenti.
Ma se ti può consolare, anche solo un pò, basta fare un giro su diversi blog cattolici per rendersi conto che in molti sono consapevoli delle anomalie del cammino neocatecumenale.
I vertici della Chiesa non potranno continuare a tacere, a non rispondere alle domande, a fare come se tutto fosse conforme quando così non è.

emanhuele ha detto...

per Freedom:
ho cercato il tuo blog e non lo ho trovato
anche cliccando sul tuo nome non compare nulla.

Saro' lieto di risponderti, ma
discutere qui e' impossibile vista la censura surreale (nonche' il dichiarato disinteresse per diffondere una corretta informazione). possiamo farlo sul blog di pasquale o dovunque tu vuoi in qualsiasi posto adatto a una discussione seria e leale.

un abbraccio
emanuele

emanhuele ha detto...

per tutti gli altri.
cari fratelli c'e' poco da discutere:
Mic titola questo thread "Testi cabalistici consigliati da Kiko".
L'affermazione e' FALSA, perche' ho dimostrato - se cene fosse bisogno e con citazioni precise e non solo con l"la mia esperienza" come spara a caso emma senza aver letto quello che ho scritto-
che tali testi NON SONO consigliati da kiko.

non c'e' proprio nulla di insultuoso, nel riconoscimento sereno e pacato di una affermazione falsa.
sono lieto che almeno Stefano abbia proposto un cambiamente appena piu ragionevole

Se avesse titolato con il titolo da lui proposto, si poteva discutere.

Ma se non sfrondate le vostre critiche dal ciarpame gossipparo e' assurdo pretendere risposte su un piano serio e circostanziato.

l'ho detto gia' tre volte dovete scegliere: se volete la discussione sulla Verita' dovete filtrarla, togliere il gossip

se volete il gossip, liberissimi, ma non potete pretendere risposte da chi non si interessa al gossip.
con cari saluti

Michela ha detto...

A Emanuele,

non ti devi arrabbiare perchè avete ragione entrambi, tu e mic.
Anch'io sono rimasta senza parole a leggere il post sulla cabbala.
Continuo a non credere che questi testi vengano diffusi nel canmmino.

Però è pure evidente, come ci dimostrano Mic e gli altri, che questi sono testi conosciuti, se non altro a livello dei fondatori, altrimenti camineo.info non li avrebbe pubblicati.

Resta quindi valida la domanda che ti è stata fatta: perchè attingere a questi testi per preparare le catechesi?

E poi, caro Nc, sei sicuro che agli ebrei piacciano queste contaminazioni con la loro religione, e non le vedano come delle offensive scimmiottature.
E' proprio nell'ottica di un profondo rispetto per gli ebrei che vanno tolti i giudaismi dalla liturgia nc.

mic ha detto...

Emanhuele,

sei pregato di smetterla di parlare di censura surreale perché sai perfettamente che non è stato censurato nessuno dei tuoi post e ho spiegato miliardi di volte quali post vengono, a volte, censurati (tipo le logorree de "la verità.." per intenderci)

a questo punto diventate infantili oltre che pretestuosi... potete continuare ad addurre tutti questi pretesti ed altri ancora sul vostro blog, ma qui e dove ci sono persone che hanno l'uso di ragione non attacca!!!

il blog. di Freedom:
http://freedom-nonpraevalebunt-freedom.blogspot.com/

mic ha detto...

se volete il gossip, liberissimi, ma non potete pretendere risposte da chi non si interessa al gossip.
con cari saluti


noto che sei ostinato nel chiamare 'gossip' una critica motivata e interrogativi inquietanti, ma la verità non diventa gossip solo perché lo dici tu

se anche Kiko non avesse pronunciato le parole "vi consiglio i testi" citati dal sito spagnolo, i suoi insegnamenti sono ricavati da quei testi: le berakot, i tefillin, il tallit, la mezuzà, lo shemà, i midrashim (talmudici), la channuncchià al posto della croce sulla mensa che non è un altare, le danze davidiche, l'uso di altri simboli ebraici (ce ne sono anche alcuni stranissimi riferiti alla Vergine Santa nel leggio della cappella dove è collocata la madonna blasfema di Scandicci, per non parlare di quelli della Domus e delle vostre chiese: il doppio tabernacolo ed altro ancora) sono pane quotidiano nel cammino... e allora, senza parlare delle dichiarazioni del tuo iniziatore sull'eucaristia nell'intervista successiva all'approvazione, di quali falsità da parte nostra vai cianciando?

anch'io ci vedo da parte tua un tentativo, peraltro molto forte, nonostante la 'forma' più civile di altri, di minimizzazione dell'inquietante fenomeno, come ho visto affermare da qualcuno alcuni post sopra...

mic ha detto...

... falsità che peraltro riferisci solo a me, come se il blog fosse mio personale - come giustamente ti ha fatto notare Jonathan - e le altre testimonianze non fossero concordanti

Emma ha detto...

E state pure sicuri che se anche il titolo del post fosse stato diverso, ci saremmo confrontati con le reazioni rabbiose di chi NON accetta critiche e osservazioni al cammino nc, di chi giustifica ogni parola, ogni gesto, ogni decisione, di Kiko Arguello.

È un gioco puerile quello di insistere sulla pretesa falsità dell`uso del Sepher Yetzirah nel cammino, e poco importa che sia per tutti o per un cerchio molto ristretto, per sviare l`attenzione dalla presenza ossessiva nel cammino nc di simboli ebraici, testi, insegnamenti, prassi mutuate dall `ebraismo.

Quello non è gossip, emanhuele, quella è la realtà, quella che vivi, quella che ti ha plasmato, quella che difendi con accanimento.

Ed è questa realtà che è scioccante.

Lo ripeto il cammino nc è stato riconosciuto dal PCL come un itinerario di formazione cattolica, non mi sembra che il PCL abbia fatto entrare nella Chiesa un itinerario di formazione ebraica.

Psyco ha detto...

"possiamo farlo sul blog di pasquale o dovunque tu vuoi in qualsiasi posto adatto a una discussione seria e leale."

da quello che ho letto solo in questo thread, mi par di capire che per Emanhuele la "discussione seria e leale" consiste nel dar da bere all'interlocutore quello che del cammino nc devono sapere "quelli di fuori", molto ben confezionato, tenendo conto che certe vette del cammino sono alla portata unicamente degli iniziati di gradi superiori, come in ogni setta che si rispetti

Freedom ha detto...

Vedo che Emanuele non capisce una
semplicissima cosa
1 nel sito del suo amico Pasquale sono ancora presenti i diavoli
e i riferimenti a Mic e lui non si è sognato nemmeno di toglierli, io non riesco a postare sul sito di Pasquale
2 Emanuele non è stato mai censurato da me nè da Mic come dice
3 Ancora una volta nel rispondere è incappato in una delle 5 leggi di mic su come classicamente risponde un NC.

Chiedo fino allo sfinimento:
1 Perchè tanti riferimenti all'ebraismo in un percorso di iniziazione cristiana?
2 perchè da Kiko e kompari il pane e il vino sono considerati un simbolo ed è negata la reale presenza di Gesù?
3 Perchè vi si dice che voi siete stati "eletti" che non state lì per caso?
E aggiungo perchè viene violata l'intimità della persona con gli scrutinii?
E aggiungo ancora :
perchè con il peccato, secondo Arguello, non si offende DIo concetto contrario alla chiesa cattolica?
Freedom

Stefano78 ha detto...

Lo ripeto il cammino nc è stato riconosciuto dal PCL come un itinerario di formazione cattolica, non mi sembra che il PCL abbia fatto entrare nella Chiesa un itinerario di formazione ebraica.

...ed è su questo che bisognerebbe imperniare tutto...

Stefano78 ha detto...

Dice Freedom

Chiedo fino allo sfinimento:

Dovresti fare, carissimo, queste domande ad un responsabile diretto del CnC. Nei "ranghi intermedi" c'è un florilegio di posizioni che vanno dall'ingenuità, alla fiducia sincera nel CnC, alla bontà generosa nel difenderlo, al senso di reazione per sentirsi criticati (si assomma la critica al Cammino come se fosse una critica personale).

Mic può raccontare dell'unica volta in cui il nostro interlocutore si è rivelato come un responsabile del CnC di alti livelli. Quindi una persona deputata a poter rispondere. Fatti raccontare la "risposta"..

Francesco ha detto...

Giusto e sacrosanto analizzare le varie sfaccettature di questo particolare elemento del percorso neocatecumenale tracciato e continuamente reinventato dal signor Arguello (Ma quando la smetterà di prendere in giro i suoi poveri malcapitati?), ma, credo che esso, da solo sia sufficiente as qualificare il Cammino come percorso gnostico- magico che poco o nulla ha a che vedere con la dottrina cattolica.
Le difese accorate dei soliti noti sono solo patetiche arrampicature sugli specchi!

Emma ha detto...

Mi permetto di fare una suggestione a Freedom, per favore, non perdere tempo e energia a voler discutere con chi ha creato quel blog "parallelo".
Lascia perdere, lasciali andare per la loro strada o, meglio ancora ,sul loro cammino, sappiamo che è un cammino "altro", con prassi "altre", che nessuna critica è ammessa, che ad ogni argomento, ad ogni domanda, verrà risposto con una delle tecniche che già abbiamo descritto, che ogni risposta,quando c`è una risposta, sarà negazione, minimizzazione, banalizzazione, menzogna e, sempre e comunque, un spot pro cammino.

Lo sappiamo, lo abbiamo sperimentato qui,va nel motore di ricerca e troverai la conferma, sapendo però che mic ha ripulito i post dai vari insulti e le reazioni più pesanti.
Non ti illudere sullo stile apparentemente più corretto, di taluni, la forma cambia ma la sostanza è la stessa, il veleno è visibile anche se si tenta maldestramente di ricoprirlo con miele e zucchero, o ironia o battutine.

Ne hai avuto un piccolo esempio su questo post.

Freedom ha detto...

Ancora sul LETTO A BALDACCHINO
Per meglio documentarmi ho acquistato e studiato il libro di Giuseppe Adamo e Nadav Eliahu Crivelli "Il cantico dei cantici e la tradizione cabalistica "
Perchè il Cantico dei cantici?
Perchè è uno di quei segreti a mezza bocca di cui si è parlato in precedenza, a cui sembra legata l'elite del cammino.
Ricordate la canzone ,peraltro molto bella del Resuscitò, Chi è colei? Quella canzone si ispira dichiaratamente al Shir Ha-Shirim
ovverosia al Cantico dei Cantici
Il libro che il leggendario rabbino
Ben Achiva ha dimostrato essere ai suoi illustri colleghi cabalisti come il testo più santo dei santi.
Vengo subito al dunque. Secondo l'interpretazione cabalistica del Shir Ha-Shirim ( che da subito collega il Cantico alla Merkavah al carro di Ezechiele ) leggo a pag. 88-89 : nel verso che cosa è cio' che sale dal deserto......
Il deserto nella Cabalà rappresenta il livello più basso del femminile....Però c'è qualcosa che sale da esso.....S tratta di una ascesi del femminile, della Kundalini, un'ascesi spirituale che....in questo salire trova un ulteriore chiaro simbolo.
Infatti in realtà che cosa è che in realtà sale? "E' il letto di Salomone". Non è la donna in sè e per sè ma è quel famoso cocchio , che qui viene chiamato letto (mittatò) il luogo dell'unione nuziale, il luogo dove è possibile mettere in moto il cocchio.Solitamente sui letti dei re compariva un "baldacchino" , un arredo dal profondo significato simbolico. Il matrimonio ebraico si svolge sotto un baldacchino (chupa') la cui simbologia non e' estranea all'idea di protezione. La chupa' inoltre viene ad insegnarci che senza il distendersi della "mano benefica di Dio" , i due opposti non potranno mai riunirsi completamente.Nel verso seguente il 9 si parla di un "Apirion" che il re Salomone si è fatto, "con legname del libano". Si tratta di un termine molto misterioso, e questa è l'unica volta che viene menzionato in tutta la Bibbia. Secondo gli studiosi, alla radice di tale termine c'è un verbo che significa "coprire", dunque un letto con un baldacchino. Ma nell'opinione di molti, apirion significa "lettiga" cioè quei letti ricoperti e discretamente protetti da tende, sui quali i re o le regine si facevano trasportare
(vedi il latino "fero" portare).
Ritroviamo quì espresso in modo chiarissimo il concetto della Merkavà, del cocchio celeste.
Per ragioni di tempo e di spazio
dico il breve: Libano= LevanON.
è L'ENERGIA VITALE che in circostanze fuori del consueto è presente nell'atto sessuale. Nel verso finale del 3 capitolo vi è un ulteriore livello del femminile: la madre che pone la corona sulla testa del figlio. Qui arriviamo alla sephirot più alta dell'albero della vita LA CORONA
kETHER.
Ci sarebbe da parlare del quarto ed ultimo capitolo , ma tanto basti, almeno per il momento.
Amici Nc, procuratevi a tempo debito il prezioso letto a baldacchino, ma ricordate che non c'è nulla di cristiano in questo ed inoltre ricordate che è molto pericoloso : solo il leggendario rabbi Ben achiva riuscì nell'impresa....
La pace
Freedom

mic ha detto...

Caro Freedom,

di proposito, nelle discussione relativa all'Annuncio di quest'anno, nella quale si parla di famiglia e si porta l'esempio di Tobia e della sua preghiera (anche con l'uso di simboli) per rendere saldo il matrimonio e si è parlato de letto a badacchino, avevo limitato la mia critica all'essenziale: al fatto, cioè che mi appariva più un rituale magico che un vero richiamo alla preghiera, dal momento che in un matrimonio cristiano, è Presente il Signore e a Lui ci si rivolge pregando e non c'è bisogno dei simboli e delle suggestioni vetero-testamentarie, peraltro presenti in tutte le manifestazioni del cammino...

ricordo, anche ai miei tempi, l'ossessione per il cantico dei cantici e il ripetere, con fare misterioso e assorto della domanda: "chi è colei che sale dal deserto...?
una volta ebbi l'intuizione di dire, data la quasi ovvietà della pertinenza con il cammino nc della metafora del cammino del popolo eletto nel deserto con la guida del Mosè-Kiko, che mi pareva evidente che i riferimenti fossero alla "comunità", sia a quella singola che alla comunità delle comunità che è il Cammino... e chi aveva posto la domanda come fra sé e sé mi rispose con un sorriso enigmatico...

Tu col tuo approfondimento, riferito specificamente a quanto ho ricordato all'inizio, sei andato ancora più in là... e credo che hai colto nel segno

Quanto al letto del cantico dei cantici, ho ben presente una lettura mistica di tutt'altra levatura e spessore spirituale: quella di S. Bernardo.... che è quella della Chiesa

NC ha detto...

una sola cosa volevo solo portare alla vostra attenzione questo che il Papa dice parlando oggi in udienza ai Vescovi dei Paesi Nordici:

VIS
...
"I Paesi Nordici" - ha detto ancora il Papa - "sono benedetti dalla presenza di un numero di nuovi movimenti ecclesiastici che portano nuovo dinamismo alla missione della Chiesa. (...) Con grande fiducia nel potere vivo del Vangelo, impegnate le vostre energie" - ha concluso il Pontefice - "nel promuovere una nuova evangelizzazione fra le popolazioni dei vostri territori. Parte integrante di questa missione è la continua attenzione all'attività ecumenica, e mi fa piacere notare le numerose missioni nei quali i cristiani dei Paesi nordici si riuniscono per presentare una testimonianza unita davanti al mondo".

so che non c'entra con l'argomento.

mic ha detto...

c'entra, c'entra...
fa parte del mysterium iniquitatis come tante cose qua scritte.

Non mi riferisco certo alle parole del Papa ma a quello che sono in realtà e non nei suoi buoni auspici, certi movimenti...

Freedom ha detto...

Come al solito NC non ha risposto alle mie domande mè tantomeno gli altri NC
Io posso solo dire che sono sicuro che prima o poi il Cammino Neocatecumenale sarà riconosciuto come eretico
E ripropongo le solite domande:
1 paerchè tanto ebraismo in un percorso di iniziazione cristiana?
2Perchè Arguello dice che l'acqua e il vino dewll'eucarestia sono solo simboli
Ed aggiungo perghè vieme imposto il pagamento della DECIMA?
Ancora aspetto una risposta degna di tale nome
Freedom

Freedom ha detto...

L’inserimento organico del "Cammino" nella pastorale diocesana e la sua unità con le realtà ecclesiali torneranno a beneficio del popolo cristiano
I neocatecumenali negano la reale presenza di Gesù nell'Eucarestia
Dice l'Apostolo San Giovanni:
1 Carissimi, non prestate fede a ogni ispirazione, ma mettete alla prova le ispirazioni, per saggiare se provengono veramente da Dio, perché molti falsi profeti sono comparsi nel mondo. 2 Da questo potete riconoscere lo spirito di Dio: ogni spirito che riconosce che Gesù Cristo è venuto nella carne, è da Dio; 3 ogni spirito che non riconosce Gesù, non è da Dio. Questo è lo spirito dell’ANTICRISTO che, come avete udito, viene, anzi è già nel mondo. 4 Voi siete da Dio, figlioli, e avete vinto questi falsi profeti, perché colui che è in voi è più grande di colui che è nel mondo. 5 Costoro sono del mondo, perciò insegnano cose del mondo e il mondo li ascolta. 6 Noi siamo da Dio. Chi conosce Dio ascolta noi; chi non è da Dio non ci ascolta. Da ciò noi distinguiamo lo spirito della verità e lo spirito dell’errore.

mic ha detto...

Caro Freedom,
ormai abbiamo capito che risposte in tema non ce ne possiamo aspettare ed è molto chiaro anche il perché: un cammino "iniziatico" basato su segreti a vari livelli non può comunque scoprire le sue carte e alla fine viene spacciato per dialogo solo una serie di 'negazioni', 'diversivi', 'distorsioni', al massimo 'minimizzazioni', introdotte con una dialettica più o meno abile a seconda degli interlocutori.

Comunque il discorso della cabala è molto serio e complesso e questo non è lo strumento né la sede adatta per approfondirlo.

Quanto al discorso relativo al baldacchino e compagnia bella, credo che si tratti solo di un grosso guazzabuglio, ma anche questo guazzabuglio, come tanti insegnamenti e prassi, tutto è tranne che cattolico... ma questo a chi interessa?

Emma ha detto...

Caro Freedom, tutti i temi per i quali tu vorresti avere delle risposte, sono già stati oggetto di molti post, se vai nella ricerca, li troverai!
Non abbiamo mai ottenuto risposte , ma solo diversioni o, come dice mic, al massimo minimizzazioni.

Cambiano le persone, ma le reazioni sono le stesse, poi ogni tanto, sempre più spesso, arriva sul blog chi è uscito dal cammino nc e conferma le nostre osservazioni.
Ma da chi è nel cammino riceverai solo risposte preconfezionate, le tue domande non arriveranno ad aprire la pur minima breccia nel granitico e spesso muro del sistema neocatecumenale.
Quel muro dal quale non deve uscire niente che noi, "quelli di fuori", i cristiani della domenica, non possiamo capire.

Allora continuiamo a informare, ad osservare, a testimoniare, come lo hai fatto e stai facendo, a mettere in confronto le prassi nc con quelle cattoliche, continuiamo anche a porre le nostre domande, MA non ai nc, che non risponderanno, ma a chi nella Chiesa ci guida, o meglio dovrebbe guidarci.

Freedom ha detto...

Carissimi fratelli dell'osservatorio vi ringrazio per i vostri consigli.
Nonostante questi tempi bui per la chiesa continueremo a batterci per la verità e la libertà
un abbraccio
a tutti
Freedom

Freedom ha detto...

Per mezzo della "permutazione" qabalistica è interessante notare che la prima parola della Torà , in ebrico "Bereshit" ( in principio ) composta da sei lettere può essere permutata in un'altra parola o addirittura una frase. Per cui rimescolando le sei lettere della parola BERESHIT si ottiene TAEV SHIR
cioè : "DESIDERO' UN CANTO". DIO, dunque, creo il mondo, perchè desiderava sentir cantare, secondo i rabbi della qabala, il riferimento al SHIR HA-SHIRIM il Cantico dei Cantici e all'opera della MERKAVAH NON è PER NIENTE CASUALE PAG. 49-52 DE IL CANTICO DEI CANTICI E LA TRADIZIONE CABALISTICA. Ora come i lettori del Blog oramai già sanno, abbiamo scaricato da un sito spagnolo del CN il SEFER YETZIRA' ( libro qabalistico per eccellenza) ma fra gli altri testi consigliati c'era anche un'altra chicca ebraica: LA VOCAZIONE DEL CANTORE SECONDO ABRAHAM SOSHUA HESCHEL.
Proprio a dimostrare come questi testi, compreso il Sefer Yetzira' e
l'alfabeto ebraico ecc. siano universalmente diffusi, ho scaricato La vocazione del Cantore di ABRAHAM SOSHUA HESCHEL da un sito italiano del cammino: http://www.diocesidicapua.it/erasmo/CamminoNeocatecumenale/Partiture/partiture.htm. Il testo integrale, molto interessante, si trova sul piccolo blog http://freedom-nonpraevalebunt-freedom.blogspot.com/.
Tra le altre cose notiamo le seguenti: "Ho parlato della parentela che esiste tra il canto della Chiesa e quello della sinagoga, ma voglio segnalarvi anche una differenza fondamentale tra i due. Evidentemente l'accento drammatico che potete notare in certi canti liturgici ebraici non conviene per niente alla liturgia romana, sarebbe scandaloso che dei Canonici della Chiesa adottassero queste espressioni emotive! Questa è una discrepanza tra le due liturgie." Inoltre viene detto: "La parola ebraica appropriata per cantore è Baal Tefillah, maestro di preghiera. La missione del cantore è di condurre alla preghiera; non sta in piedi davanti all'arca, come un artista isolato, cercando di mettere in mostra la sua abilità o di "mostrare" la sua voce e neanche sta davanti all'arca come un individuo, ma insieme alla sua comunità, con la quale si deve identificare. Egli rappresenta e, allo stesso tempo, ispira la comunità. Nella Sinagoga la musica non è fine a se stessa, ma un mezzo che deve aiutare l'esperienza religiosa."e ancora più interessante: "Si è definito il culto sinagogale come un culto senza sacerdote, ed è esatto, ma è anche inesatto, perché l'officiante, il Chazan, come si dice oggi, non è un sacerdote e nemmeno il rabbino è sacerdote, ma tutta l'assemblea dei fedeli è sacerdotale, la comunità in preghiera è un sacerdote." Questa affermazione richiama in modo strettissimo una delle eresie contenute nelle catechesi di Arguello, ( guarda caso!) e comunque , noi cattolici vogliamo la Chiesa, con dei Santi Sacerdoti, non una sinagoga ebrea, dove un laico è "maestro di preghiera", questo ve lo dice un ex-cantore.
E chiedo ancora una volta , ma davvero della qabalah non avete mai sentito parlare? E se Dio desidera ascoltare una canzone non sarebbe meglio fargli ascoltare un'Ave Maria di Schubert o i Canti Gregoriani? Altro che le strimpellate con tamburelli di Arguello e scimmiottatori, vi pare?

Freedom

Freedom ha detto...

Neocatecumenali, Gnosi e uso del denaro per accrescere il consenso
Testimonianza di Don Marcello Stanzione
A lungo andare la frequenza neocatecumenale mi puzzava sempre più di gnosticismo…..le eresie gnostiche
si basano sulla “conoscenza”(gnosi, appunto) che è riservato ad un ristretto numero di persone (gli “iniziati” o “illuminati” a seconda della varie sétte) ......, mentre gli altri (gli “affiliati”) devono essere all’oscuro di tutto e non avere la minima idea di dove li porterà il loro cammino iniziatico………Da varie fonti massoniche sono trapelati vari documenti che attestano come da molti anni siano in corso piani per l’annientamento della Chiesa Cattolica, operando dal suo interno(cfr. “La faccia nascosta della storia” di P. Mantero, Ed. Segno, Udine). Esaminiamo alcuni punti interessanti: 1. La svalutazione e il deprezzamento della SS. Eucarestia e conseguentemente la desacralizzazione e profanazione del culto cattolico e dei luoghi di culto. 2. L’eliminazione della Mariologia e dell’angelologia dalla teologia cattolica. 3. Eliminazione del sacerdozio ministeriale e di tutto ciò che ha a che fare col sacro. 4. Uso del denaro per accrescere il consenso. ….
Ora esaminiamo ad uno ad uno questi punti, confrontandoli con la catechesi neocatecumenale tratta da gli orientamenti alla èquipes di catechisti di Kiko Argüello, come riportato da P. Enrico Zoffoli, da essi considerato il loro nemico n. 1, nel suo volumetto “Il neocatecumenato della Chiesa Cattolica”: Per i Neocatecumenali la Messa non è un vero “sacrificio”, il perpetuarsi del sacrificio della Croce, ma soltanto un banchetto comunitario che celebra la potenza salvifica di Cristo risorto che è bene celebrare non in Chiese consacrate, ma in stanze qualsiasi proprio per far risaltare che è una cena, e se si celebra in Chiesa per ragioni di spazio(con più comunità riunite) l’altare(cioè, la tavola)va tolto dal presbiterio e portato al centro della Chiesa. Il Pane Consacrato non si muta nella sostanza del Corpo e del Sangue di Cristo, non avendo altra funzione che quella di simboleggiare la presenza spirituale di Lui che, risorto, tutti trascina sul carro di fuoco...
http://www.pontifex.roma.it/
index.php/opinioni/consacrati/71-neocatecumenali-gnosi-e-uso-del-denaro-per-accrescere-il-consenso