lunedì 20 aprile 2015

Se il Cammino dicesse la verità...

Se alle catechesi iniziali la raccontassero giusta…

"ENTRA IN CAMMINO!!! CON NOI AVRAI TANTE BELLE SORPRESE!!!"

Ti spiegheremo la Bibbia: saprai interpretarla a rovescio e capirla al contrario.
Imparerai a conoscerti, ti accorgerai che razza di fallito irrecuperabile sei senza averlo mai sospettato.
Ti faremo conoscere il tuo vero padre, il demonio.
Ti troveremo la moglie che, come sappiamo solo noi, Dio ha pensato per te dall’eternità, e vi costringeremo a sposarvi anche se non avete casa e lavoro.
Avrete figli a ripetizione, senza freni. Quando ne avrai dieci, e una moglie distrutta, ti insegneremo ad odiarli tutti quanti.
Ti isoleremo dai tuoi amici e parenti.
Ti instilleremo tanti nuovi sensi di colpa e paure che non avevi mai immaginato prima.
Apprenderai il disprezzo verso tutti i cristianucci non camminanti.
Ti convinceremo a farti portare via un sacco di soldi ogni mese senza discutere.
Smonteremo la tua personalità così non avrai più il fastidio di usare la tua testa: sarai libero di pensare e fare solo tutto quello che vogliamo noi, e basta.
Vivrai la meravigliosa esperienza di farti umiliare da noi davanti a tutti: che bello sentirsi calpestati.

Infine, quando ti ritroverai massacrato psicologicamente, con una famiglia a pezzi, senza soldi, pieno di angosce, confuso, senza più amici, sappi che quel giorno potrai sentirti un eletto, un adulto nella fede.

Ma sta’ tranquillo, noi non ti molleremo mai, ti terremo sempre nelle nostre grinfie, perché il Cammino non avrà termine, fino alla tomba non ci sarà scampo per te.

Vieni alle catechesi per adulti, NOI sapremo distruggerti!
(da: l'apostata)

71 commenti:

by Tripudio ha detto...

È innegabile che il Cammino contenga - ancor oggi! - dei gravi errori. Ad esempio gli strafalcioni liturgici, la paternità irresponsabile, l'esazione fiscale delle "decime" (ti individuano e te la fanno pagare cara)...

Bisogna essere nemici della verità per negare quell'infinità di evidenze e di testimonianze.

Bisogna essere nemici della Chiesa per affermare, di fronte a tutti quegli errori, che il Cammino non andrebbe "criticato" poiché ha lo Statuto approvato.

La patente di guida non autorizza affatto a guidare in autostrada contromano di notte e a occhi bendati. Lo Statuto del Cammino non prevede le "decime", vieta gli strafalcioni liturgici, non esige l'idolatria di Kiko, non permette la «scarnificazione delle coscienze» negli scrutini, ecc...

Chiediamoci dunque se esista un neocatecumenale onesto che considera il Cammino «un insieme di beni spirituali» da correggere quando sbaglia (quindi da correggere oggi, subito!), piuttosto che un dogma intoccabile da difendere a costo di ingannare, mistificare, mentire.

Winston Julia ha detto...

Apostata: un annuncio strabiliante, azzeccatissimo.

Perché, dunque, troppi di quelli che hanno vissuto e pagato sulla pelle ciò che mirabilmente hai riassunto invece LO NEGANO OSTINATAMENTE?

Perché la gente preferisce farsi massacrarsi che ravvedersi?

Un momento di particolare debolezza e sbandamento può capitare, ma è possibile che gli individui poi non vogliano riprendersi il sé, il proprio cervello, il proprio cuore?

Possibile che in questi tempi usa e getta non ci si stanchi di riti ossessivi ed autolesionisti?

Uomo Libero ha detto...

Avete dimenticato di scrivere che il Cammino ti insegue anche nella tomba, da comprare presso il nuovo cimitero NC, da costruire a Madrid. Sono interessato all'acquisto di un loculo NC, qualcuno dei NC in ascolto, potrebbe prestarmi il catalogo e listino prezzi? Il loculo può essere comprato a rate?

Winston Julia ha detto...

Apostata: un annuncio strabiliante, azzeccatissimo.

Perché, dunque, troppi di quelli che hanno vissuto e pagato sulla pelle ciò che mirabilmente hai riassunto invece LO NEGANO OSTINATAMENTE?

Perché la gente preferisce farsi massacrarsi che ravvedersi?

Un momento di particolare debolezza e sbandamento può capitare, ma è possibile che gli individui poi non vogliano riprendersi il sé, il proprio cervello, il proprio cuore?

Possibile che in questi tempi usa e getta non ci si stanchi di riti ossessivi ed autolesionisti?

Luigi ha detto...

davvero, succedono meccanismi strani, ma forse non troppo, per cui chi è stato pewr anni costretto, plagiato, poi ha molte difficoltà ad ammetterlo, ma almeno lo ammetta con sè stesso..ci son tante persone ottime che son finite in questo ambiente non molto chiaro, perchè non sapevano cosa avrebbero trovato e si fidavano..perchè di chiaro c'è poco, le cose avvengono a sorpresa..anche i coniugi, quelli che per anni hanno seguito il cammino, non ne parlano con l'altro coniuge che ha preferito non entrare, soprattutto per motivi di tempo da dedicare ai figli , dato che questa organizzazione chiede tanto tempo, senza rispetto per le necessità familiari..vorrei che tante poersone che da anni son così condizionate, iniziassero a rendersi conto della pressione che hanno subito, e nessuno dovesse dire che mentre scrive su blog come questo, che si spera sarà davvero utile a chi vuole riapproipriarsi della propria forza di scelta, non debbano sentire "i sudori freddi" come aveva scrittopochi giorni fa una signora, segno della brutta e ingiusta pressione psicologica a cui gli affiliati del cammino spesso sono costretti.....ci vuol un po' di tempo, ma la rete deve fare acqua, deve rompersi ...per il bene di tutti.....Dio non chiede cose così avviluppanti e con conseguenze negative.

Rosa Lina ha detto...

una cosa segreta, che condiziona così tanto famiglie, parenti, marito e moglie e li oppone, se uno non sente il bisogno di frequentare una realtà così eccessiva e chiusa, che crede d'essere meglio degli altri, non mi pare sia portatrice di cose buone..è un condizionamento psicologico che deve esser smascherato, una volte per tutte, anche con mezzi giuridici, dove è il caso..tanta gente vuole liberarsi. ci devon esser sacerdoti validi che aiutano quelli che non voglion più sottostare a ricatti ..tutto ciò è incredibile e indegno..spero molti quest'anno riescano a liberarsi davvero da questa rete disonesta, sotto molti aspetti.e i catechisti smettano di far paura..che molti imparino a mandarli al diavolo, quando lo meritano.

Rachele ha detto...

prego che mio marito inizi a ragionare di più e a vedere certe cose che non vanno, ricatti, ingiustizie e sappia trovare nella Chiesa , aperta, per tutti, gioiosa, la sua strada..ma che rifletta bene, e prenda coscienza....coi suoi tempi...non seguo questo blog per maldicenza, ma perchè è giusto difendersi da cose che con l'amore cristiano non han a che fare..è importante per tutti, per i giovani soprattutto.Dio non chiede di spegnere l'intelligenza....basta con i timori, lo Spirito punirà chi ha abusato psicologicamente e poi anche materialmente di persone fiduciose , forse un poco ingenue, con metodi subdoli

Daniel Lifschitz ha detto...

Rispondo ad Anonimo nel Blog di ieri. Forse è un servizio che ripeto cio' che ho scritto, e che pochi hanno potuto leggere.
Mi sembra che devi darti una calmata. Come puoi immaginare che noi volessimo coscientemente fare del male alle persone con i metodi che tu descrivi? Noi, intendo io e mia moglie, non abbaiamo mai usato questi metodi.
Nei primi dieci anni da itinerante sono sempre stato un iniziatore o se vuoi, un "fondatore" di comunità. 6 mesi in Sicilia, (Trapani e Monreale), poi 6 mesi in Grecia (isole Tinos e Sira);
poi 6 mesi in Turchia (Izmir e Antakia, l'antica Antiochia),poi 20 giorni in Siria e Giordana, poi 3 mesi in Egitto e Israele, poi 2 mesi in Svizzera, poi 2 mesi in Etiopia. Non ho quindi mai accompagnato una comunità fino al primo scrutinio.
Puoi leggere il racconto, anche assai divertente , di questi anni nel mio libro: "L'immondizia ama Dio". Poi venimmo inviati negli USA, in Texas e a Cicago per 6 anni, e li mi accorsi dei metodi
coercitivi e pericolosi del CNC.
Giuseppe Gennarini dirigeva allora e continua a dirigere la baracca: Giuseppe è persona autoritaria, fredda, con un carattere da impiegato. Senza rendersi conto, perché è convinto di fare il bene - ma lo erano anche Goebbels e Mengele, sta con i suoi metodi, visto che gli manca ogni fantasia e inventiva, copiando in ogni dettaglio le direttive del suo maestro, Kiko. Con la sua metodicità, forma negli Stati Uniti nelle "sue" piu' di mille comunità una realtà "ecclesiale" che rischia, alla morte di Kiko, una deriva settaria. Negli USA questo è successo tante volte, si pensi solo ai Mormoni o ai innumerevoli gruppuscoli e "Chiesupole" che crescono come funghi in questo meraviglioso, ma ingenuo paese.
E' li' che ruppi con Kiko e purtroppo con il CNC, perché il CNC è Kiko. E' la morte della Chiesa cattolica, che significa Chiesa universale e non monolitica o personale. Kiko prepara - Nei primi anni in buona fede, oggi dubito - una Chiesa, nella quale i canti "liturgici" sono solo suoi, l'arte ecclesiale ("icone" (se vogliamo chiamarle cosi'), l'architettura, gli addobbi liturgici)sono solo suoi; la predicazione e la catechesi seguono unicamente il suo modello.
Questo sarebbe ancora accettabile se, si trattasse della proposta di un artista, tra tanti altri. Ma, invece di stimolare i fratelli delle comunità nella loro inventiva, intelligenza e fantasia, li obbliga, per tutta la vita - e questo è un'altra pretesa di Kiko e Carmen - alla sterilità creativa, imprigionandoli nei suoi scemi e modelli e obbligandoli a seguirli per tutta la vita, a meno che stuffi e delusi, abbiano lasciato il cammino, impossibilitati a cominciare altrove.
Fu, quindi negli USA che mi distaccai dal cammino e li' che non solo fondai delle comunità, ma assistette e partecipai al loro sviluppo.
Li' ruppi - non con Kiko, Carmen o Gennarini , continuo ad amarli e a pregare per loro - ma con i loro metodi.
Parlo solo di uno dei tanti episodi che fecero traboccare il vaso: Negli USA tantissime donne si fanno chiudere le tube dopo il secondo figlio. Cosi'facevano anche nelle comunità. Capivo che noi catechisti dovevamo esortarli a non chiuderle. Ma questo non bastava al grande capo: ordino' al suo luogotenente Gennarini di ordinare al suo catechista Daniel Lifschitz, di ordinare alle "povere" donne catecumene delle comunità del Texas, di farsi aprire le tube con un intervento chirurgico.
Ripeto quindi: Il genio - io lo ritengo pericoloso e malefico - del cammino neocatecumenale si chiama Kiko Arguello.

Rispondo a Lino: Non ho idea, non ho mai avuto a che fare con i loro mamotreti. Se ti interessa sapere come li trattai
in Turchia, leggi a pag. 86 del libro "L'immondizia ama Dio", l'episodio dei mamotreti nascosti.



Anonimo ha detto...

la chiesa della quale parlate voi sta morendo (grazie a Dio).
Il Cammino é una risposta alla crisi di questo tempo in Comunione con il Papa.
Se ancora non vi rendete conto che la pastorale di mantenimento (sempre ammesso che possa mantenere) NON funziona allora vivete fuori dal mondo.
Le vostre liturgie NON SALVANO NESSUNO!!!!
Tantomeno voi.
La risposta all´uomo di oggi é il Cammino Neocatecumenale!!!
Tutte le stronzate che scrivete sono montate dalla vostra ipocrita invidia e dalla gelosia che covate dentro.
Lo dimostra il fatto che MAI mettete le vostre facce in prima linea ma sempre le faccie (e le foto) di altri.
Il Papa MAI MAI e poi MAI vi ha dato ascolto.
Voi NON SIETE la fonte di discernimento della Chiesa.
E la Chiesa discerne secondo lo Spirito Santo; non secondo le elucubrazioni di quattro parateologi che puzzano di sacrestia. OK?????

Ruben ha detto...

@Rosa Lina ha detto...
"...se uno non sente il bisogno di frequentare una realtà così eccessiva e chiusa, che crede d'essere meglio degli altri..."
---
Ed è proprio il "vizio capitale" della superbia, ciò che maggiormente incide nel coinvolgimento degli adepti; ovvero sentirsi dire che sei un eletto, quindi un prescelto, quindi superiore ai "cristiani della domenica", non tenendo in nessunissimo conto, che di fronte a Dio siamo tutti uguali, e di questo ne è testimone " nostra sora morte corporale, da cui nullo homo può skappare", come diceva giustamente San Francesco.
Ma Kiko ha provveduto anche a questo:
cimiteri dedicati e differenziati; quindi Cammino e consequenziale superbia, dalla nascita alla tomba...ed oltre, pedigree incluso!

Anonimo ha detto...

sono pienamente d'accordo con chi spera nella liberazione dei propri cari! io personalmente non approvo il ruolo marginale del presbitero rispetto ai catechisti, che si avvalgono di fare preamboli e catechesi, il tutto senza essere a conoscenza della teologia e spesso contraddicendosi, creando solo confusione.
Silvia

Anonimo ha detto...

Mitico anonimo!! Santo subito

C. ha detto...

Ringrazio Daniel per il suo intervento, lo considero l'esatta copia di quanto accadde a me.

Anche io riconosco nella descrizione di Gennarini l'esatta morfologia dei catechisti nc: freddi, implacabili e con una mentalità che mi ha ricordato tanti "boss" che ho incontrato nel mondo del lavoro.

In pratica dei "manager" dell'organizzazione NC, niente a che vedere con la Fede Cattolica.

Cristiano ha detto...

Volevo preparare un discorso esauriente per rispondere alla maggior parte delle critiche (quasi sempre errate, ingigantite a dismisura e mai certificate da nessuno se non da "qualcuno che dice" di essere stato in cammino e che poi si è pentito ecc ecc e possibilmente anche clone di un creatore dello stesso blog, [cosa lo nega?] per farmi capire io potrei scrivere una falsità sul cammino e far credere che l’ho vissuta veramente e voi subito lo riportereste, ingigantendo sul vostro blog.. ma d’altro canto in internet si può fare o dire senza poi prendersi la responsabilità no?) che voi, che fate parte di questo blog, fate al cammino. Ma poi ho preferito evitare dato che come ho notato tutte le volte che uno cerca di chiarire le cose come stanno veramente (e non inventate da un "fenomeno" che sta dietro ad un pc ossessivamente) voi strumentalizzate prendendo una misera frase in un testo di 10.000 parole. Quindi di parlare con chi non vuole capire, (perchè voi potreste, ma non volete e da qui mi riesce difficile presupporre la vostra "buona fede" che dite di avere, ma mi auguro vivamente che sia come dite), a me non va.

Mi rattrista molto però il fatto dell'enormità di menzogne che si sparano gratuitamente sul cammino. Addirittura vedo in questo blog cose che avvenivano nel 2009 (sempre con l'approvazione dei papi che, sarà anche una ripetizione, ma a quanto pare non vi entra in testa) fate passare come se le facessimo attualmente (per esempio la Comunione del Corpo e Sangue di Cristo [che sottolineo, crediamo essere veramente e completamente tali, sacramento di salvezza, e NON SOLO segno come i protestanti] voi siete ancora convinti che la facciamo seduti, cosa che ormai non succede da ben 6 anni.. del tipo.. aggiornatevi che siete indietro.. la Comunione la riceviamo da in piedi e facendo un breve inchino con le mani congiunte in segno di adorazione).

Per il resto mi permetto di consigliare a tutti i cari signori che passano ore ed ore davanti a questo blog invece che stare con la propria famiglia (sempre se ne hanno una, cosa che mi riesce difficile pensare, sinceramente, ma senza offendere nessuno), di leggersi molto attentamente in particolare gli Atti degli apostoli e le seguenti lettere. Oltre a questo consiglio anche la lettura delle catechesi mistagogiche di San Cirillo (in particolare dalla 1 alla 5 e l’8) e dei scritti di San Giustino martire che danno istruzioni a proposito dell'eucaristia e del battesimo primitivo, tanto per rendervi conto di quanto, al contrario di quel che dite, le cose che facciamo nelle "nostre celebrazioni" siano molto simili a quelle che facevano i primi cristiani (1-2 secolo, prima dei rinnovamenti drastici (non ho detto sbagliati) che ha assunto la Chiesa nel 4 secolo in nome della "comodità e convenienza" o forse non sapete che in questi primi secoli, per esempio, era assolutamente proibito inginocchiarsi di fronte all'eucaristia? [ci si poteva inchinare nel momento dell’esaltazione, ma non era obbligatorio] Così come era proibito prendere l'eucaristia con le palme delle mani aperte (come oggi si fa usualmente)? Qui non si tratta di dire "gli nc sono bravi, tutti gli altri no", ma si tratta di essere onesti e chiederci "cosa è più giusto fare?”. In nome della “comodità” si è andati a distruggere, letteralmente, gli insegnamenti dei primi cristiani.
(Continua..)

Cristiano ha detto...

(Seguito..)
Un ultimo punto lo vorrei spendere, mi sia concesso, sulle “decime e la vendita dei beni”. Se aveste letto bene gli Atti degli apostoli [in particolare At 4, 32-35], noterete certamente il senso comunitario delle prime comunità (così le chiama l’apostolo) cristiane in particolare il “mettevano tutto in comune. Chi aveva, dava tutto a chi presiedeva (gli apostoli [vescovi], cosa che noi guarda caso facciamo, ma che al contrario i parroci di oggi non fanno, [non pensate o dite che quei soldini li prendono kiko, i catechisti o i responsabili perché sareste falsi]), ed esso aiutava gli altri secondo i propri bisogni, soprattutto le vedove ecc” A proposito di questo c’è una parte molto interessante e che forse potrebbe essere scandalosa per alcuni di voi, in cui una coppia (Ananìa e Saffira, sua moglie, At 5, 1-11) appena convertita si era messa d’accordo tra loro di dare soltanto una parte dei loro averi e di tenersi il resto. Vi invito a leggere cosa successe a questa coppia immediatamente dopo… morirono entrambi. Qui non si tratta di vivere o morire, non ci fulmina nessuno, ma del senso comunitario, la solidarietà e carità che si instaura tra i fratelli di comunità, dove, se uno ha bisogno, può chiedere di essere aiutato e gli altri, solidali e generosi, lo aiutano per quanto gli è possibile. Capite? I primi cristiani convertiti davano TUTTO, non i 50 centesimi come oggi fa la maggior parte di noi (anche io) in parrocchia.

Tanto per rendervi conto della similitudine tra cristiani primitivi e nc vi invito a fare questo piccolo sforzo. Se davvero siete in buona fede come dite, seguite il consiglio di S. Pietro “Figlio, cerca sempre più di raggiungere la verità, e non pensare mai di averla già trovata”. Non fatevi ingannare da qualche urlo di kiko che viene certamente dal suo zelo ed entusiasmo di fede. Spero che il sign. Amministratore che leggerà questo mio post lo pubblicherà in modo completo e senza ritagli. La pace sia con voi

Anonimo ha detto...

E con poche ma chiare concise parole si è spiegato a meraviglia cosa accade veramente dentro il cammino,per quanto nello statuto e direttorio c'è scritto altro, anche se non pienamente condivisibile.
Dovrebbe fare più scandalo questi che libri,film,documentari nella quale le persone sono consenzienti,quindi nessuno è plagiato,soprattutto le cose viene vissuto come "gioco", ciò significa che nel momento in cui finisce si ritorna alla vita reale.
Qui invece no, è tutto reale, le versane non sono consenzienti , se danno risposte affermative è dato dal plagio e negative perchè hanno avuto la grazia di capire e volerne uscire.
Un conto è il sedere rosso, un conto è il cuore frantumato, l'anima rubata, mente plagiata e non sapere cosa fare.
NO NC? NO CRISTIANA PERFETTA

cnc007.jb ha detto...

@Cristiano

tutto ciò che dici è vero... ma sono passati circa 17 secoli da allora.

Applicare pedissequamente lo stile di vita della Chiesa delle Origini significa ignorare 17 secoli di progresso della conoscenza delle Scritture, di Magistero, di teologia, di liturgia.
Significa pensare di stare a vivere ancora sotto l'impero romano e non essere più in grado di interpretare i segni dei tempi.

Se vuoi averne certezza fai una piccola indagine statistica: chiede a 100 persone quanti testi dei Padri Apostolici hanno letto e quanti del Magistero.

Poni anche due domande semplici semplici per un "camminante" (che brutto termine!!!).
Cosa dice il Magistero riguardo al "distanziamento delle nascite"? Breve tempo, mai o per quanto tempo è ritenuto necessario?
Il Magistero prevede la possibilità separazione dei coniugi? Si? No? Perché?

Anonimo ha detto...

https://youtu.be/A4mwkeKEawU

beccatevi questo Neocat

Uomo Libero ha detto...

@ Cristiano
Quale senso ha riprendere I metodi dei cristiani primitivi nel 2015? Hai scritto una enciclopedia per non dire nulla, sei il primo della classe, ma siete anacronistici, come gli aficionados del fascismo o comunismo. Perché non ripridtinate anche l'adorazione di Zeus e del Pantheon degli dei dell'Olimpo?

l'apostata ha detto...

all'anonimo delle 15,10 che appartiene al tipo di neocat ignorante/insultante.

Hai scritto:"...la chiesa della quale parlate voi sta morendo (grazie a Dio)..."

Bravo neocat! Hai smentito anche Nostro Signore sulla durata della Chiesa!
Leggiti il Catechismo, valà...

"...MAI mettete le vostre facce ..."
Logica neocat: da anonimo pretendi che gli altri si facciano identificare!
Coerenza da adulto nella fede.


A Cristiano che appartiene al tipo di neocat logorroico, che scrive, scrive e non dice nulla.

Da bravo neocat, lui, ripete a memoria la solfa della Chiesa primitiva, aggiungendo le solite malignità su chi nel cammino ha sofferto.
Argomenti? Ma quando mai!

Una perla poi la solita ipocrita menzognetta "...la Comunione la riceviamo da in piedi e facendo un breve inchino con le mani congiunte in segno di adorazione....".
Già, poi vi sedete, e tutti insieme "manducate", impippandovene di Liturgia e richiami papali.
Per la serie "il vostro linguaggio sia si si, no no".
Bravo anche a te, adulto nella fede.

Una domanda a tutti e due: ma voi ci siete o ci fate?

C. ha detto...

Cristiano, sinceramente o sei un ragazzino alle "prime armi" oppure veramente non sai neppure dove stai di casa adesso.

Ti rispondo "brevemente" perché è tardi ed io una "famiglia" ce l'ho.

Comunque, tu e altri, sappiate che le mie critiche sono "pubbliche" nell'ambiente in cui vivo, non a caso mi hanno comportato l'esilio forzato dalla comunità e parrocchia di origine. E questo è un "fatto", una cosa concreta, indipendentemente dal fatto che io abbia nome e cognome o no.

In comunità la comunione la ricevete in piedi e poi vi sedete aspettando il segnale comune, se lo smentisci sei non solo in malafede ma anche poco intelligente nel scriverlo.

Le decime vengono dirottate dai catechisti ai vari bisogni INTERNI alla comunità, ma (quando c'ero io in cammino) circa solo un terzo andava ai fratelli in difficoltà della comunità, il resto era speso per altro.

Ti faccio, infine, notare che la decima neocatecumenale non c'entra ASSOLUTAMENTE nulla con quanto riportato negli atti degli Apostoli. In quanto in quell'epoca i cristiani erano abbandonati alla mercè di tutto e (giustamente) si dovevano tassare per poter fare comunità.

La decima nc, se vogliamo fare gli storici, è più rapportabile alle tasse che si dovevano pagare ai romani: odiose ed inutili perché non veniva fornita alcuna assistenza alla popolazione.

Date a Dio ciò che è di Dio e a Kiko ciò che è di Kiko. Dovremmo dire.

Adesso è tardi, vado a fare la mia vita (cristiana). Buona serata

Anonimo ha detto...

@ Cristiano

Leggere il tuo commento mi ha messo davvero tristezza, perché è evidente il "lavaggio del cervello" che vi fanno.
Vediamo quello che hai detto:

--------

1) "Addirittura vedo in questo blog cose che avvenivano nel 2009 (sempre con l'approvazione dei papi che, sarà anche una ripetizione, ma a quanto pare non vi entra in testa) fate passare come se le facessimo attualmente (per esempio la Comunione del Corpo e Sangue di Cristo [che sottolineo, crediamo essere veramente e completamente tali, sacramento di salvezza, e NON SOLO segno come i protestanti] voi siete ancora convinti che la facciamo seduti, cosa che ormai non succede da ben 6 anni"

Nessun PAPA ha mai approvato il fatto di ricevere l'Eucarestia da seduti, questa è una menzogna!
Non è vero che ora non ricevete l'Eucarestia stando seduti. E' una grossa bugia perché io (purtroppo!) questa Veglia di Pasqua sono dovuto andare ad una Veglia Neocatecumenale e ti assicuro che tutti i 200 neocatecumenali che stavano in Chiesa (ops... in realtà stavamo in un salone di un albergo!) hanno ricevuto l'Eucarestia stando SEDUTI... ASSURDO!!!
E anche se ora qualcuno per caso la riceve in piedi (e deve rimanere in piedi!) comunque fino al 2009 avete SEMPRE SBAGLIATO... e continuate a sbagliare.

--------

2) " o forse non sapete che in questi primi secoli, per esempio, era assolutamente proibito inginocchiarsi di fronte all'eucaristia? [ci si poteva inchinare nel momento dell’esaltazione, ma non era obbligatorio]"

La CHIESA insegna di inginocchiarsi davanti L'EUCARESTIA e a fare atti di riverenza (inchini con la testa, anche prima di riceverla). Se è come dici tu, perchè i PAPI lo hanno sempre fatto e lo fanno ancora oggi? Perché i preti (ops... "presbiteri") quando escono alla fine della Messa si inginocchiano davanti al Tabernacolo e quindi all'Eucarestia contenuta? Perché il Papa BENEDETTO XVI, uomo di immensa cultura (e Santo), si faceva le processioni del "Corpus Domini" stando tutto il tempo in ginocchio? Pensi che fosse un ignorante, oppure un "cristianuccio della Domenica"? Perché non scrivi a PAPA FARNCESCO dicendo che lui sbaglia e che tutta la CHIESA sbaglia?

(Continua...)

Antonio

Anonimo ha detto...

@ Cristiano

(Seguito...)

3) "I primi cristiani convertiti davano TUTTO, non i 50 centesimi come oggi fa la maggior parte di noi (anche io) in parrocchia. Tanto per rendervi conto della similitudine tra cristiani primitivi e nc vi invito a fare questo piccolo sforzo."

Ma chi ha detto la stupidaggine che le "prime comunità" sono state migliori di quelle successive e di quella attuale? Quale Papa ha mai fatto una simile affermazione? In quale scritto della Chiesa (Catechismo, Encicliche, ...) è stata mai scritta una cosa del genere? Sarebbe come affermare che il tuo bis-nonno è stato migliore di te solo perché è nato prima di te... è una cavolata!!! Per fortuna invece la CHIESA è cresciuta sempre nei secoli nella consapevolezza e nella conoscenza di DIO... E poi c'è la TRADIZIONE che nessuno, neanche Kiko, potrà mai riuscire a cancellare.
Se tu avessi studiato un pò di esegesi biblica sapresti che nel Libro dell'Apocalisse quando l'autore scrive "All'Angelo della Chiesa di Efeso...", "All'angelo della Chiesa di Smirne..." (e così via) sta riferendosi ai Vescovi (=Angelo) di quelle Chiese locali, sta affermando che esistevano tante Chiese diverse, e che non erano certo un buon esempio, infatti dice di correggerle o distruggere le loro ipocrisie.
Chi ti ha fatto credere che i cristiani nei primi secoli fossero tutti uguali e pensassero tutti alla stessa identica maniera? Kiko? E a quale delle innumerevoli "Prime Comunità cristiane" volete assomigliare? Perché devi sapere che molto spesso erano davvero dei PESSIMI ESEMPI di vita e di condotta cristiana, leggiti ad esempio le due Lettere di San Paolo ai Corinti... ossia alla Comunità cristiana di Corinto, nella quale mancava la CARITA'!
Riuscirai mai a capire che la cristianità di una persona non si misura da quanti soldi lascia ai propri catechisti e a Kiko, ma dalla sua capacità di AMARE il PROSSIMO, i POVERI e di far parte della VERA CHIESA???

Antonio

Lino ha detto...

Cosa rispondere al cristiano primitivo che, invece di stare con la propria famiglia, ha speso più tempo lui in questo blog oggi che io nell'ultima settimana? Che nella casa di Zaccheo entrò la salvezza, sebbene egli non diede TUTTO, si tenne il 50% dei suoi averi e non mori?
Invito il cristiano primitivo a fare questo piccolo sforzo di meditazione. Magari potrà capire meglio la colpa di Ananìa e Saffira, ai quali nessuno aveva ordinato di consegnare "il malloppo" (Atti, 5:4).

Ruben ha detto...

O.T.

dal Codice di Diritto Canonico

Can. 401 - §1. Il Vescovo diocesano che abbia compiuto i settantacinque anni di età è invitato a presentare la rinuncia all'ufficio al Sommo Pontefice, il quale provvederà, dopo aver valutato tutte le circostanze.
---
Vallini, sono tre giorni che sei invitato "ex lege" ad ottemperare!

Quanto dovremo ancora aspettare?!...

Un fedele di Roma.

Fine O.T.

Lino ha detto...

P.S.
Ah, dimenticavo. E' da tempo - a proposito di Eucarestia - che chiedo ai neocat di spiegarmi cosa significa questa definizione nella loro famosa catechesi: “Il memoriale che Egli lascia è il Suo Spirito resuscitato dalla morte, presente con tutto il suo mistero di morte e resurrezione, fatto vita per portare al Padre tutti quelli che celebrano la Pasqua, tutti quelli che celebrano la cena con Lui. La Chiesa primitiva non ha problemi a proposito di questa presenza”.

Dunque, Cristiano, dicci: secondo il (vostro) cristianesimo primitivo, lo Spirito morì?

Carmine ha detto...

@Cristiano

Io sono - come voi dite - un pagano non convertito, che non merita nemmeno di partecipare alla cena con Giuda. Ti dirò che a Barletta, il corpo di Cristo si prende in piedi,poi ci si siede e, ad un cenno del presbitero, si "mangia" il pane azzimo, in seguito la coppa col vino dolciastro circola tra i "fedeli in piedi". Seguono risonanze noiose e spesso, senza un filo logico (dipende dallo stato psicotico del seguace). Detto questo, è inutile che tiri fuori le sacre scritture, cercando di fare la ramanzina, e sai perchè? Perchè noi, non siamo obbligati (come te) a fare le Lodi e a sorridere a tutti, solo per mostrare quanto siamo forzatamente felici col Cammino. Noi, perdiamo il tempo come più ci piace, anche confrontandoci su questo blog, che a te non aggrada, perchè dall'alto delle tue verità assolute, vuoi imporci la manipolazione del Vangelo. a Te, non piace la libera discussione, il confronto, tu la mattina ti alzi e fingi di vivere secondo le Sacre Scritture. Ripeto, sono un pagano non convertito al vostro "credo", ovvero al vostro gregge di pecore. Il mondo va da tutt'altra parte, tu lo sai, ma ti illudi, solo perchè te l'ha detto un panzone spagnolo. Gli ultra- conservatori come te, di solito, per seguire il loro Profeta, fanno una brutta fine, ne ho visti ( siete tutti uguali)! Al contrario di te, io posso parlare liberamente e mettere in guardia parenti, amici e colleghi dalla trappola che tu rappresenti (assieme ai tuoi fratelli, sorelle, presbiteri e tua sfortunata famiglia)...

Michela ha detto...

la chiesa della quale parlate voi sta morendo (grazie a Dio).
Il Cammino é una risposta alla crisi di questo tempo in Comunione con il Papa.
Se ancora non vi rendete conto che la pastorale di mantenimento (sempre ammesso che possa mantenere) NON funziona allora vivete fuori dal mondo.
Le vostre liturgie NON SALVANO NESSUNO!!!!
Tantomeno voi.
La risposta all´uomo di oggi é il Cammino Neocatecumenale!!!

Tranne il fatto che le liturgie non salvano, e altre tue considerazioni hai detto delle cose giustissime, le stesse che ho scritto qualche giorno fa.
Il cammino è adattissimo all'uomo di oggi, solo che hai dimenticato di scrivere che è adattissimo all'uomo malato di oggi.

Perchè oggi la malata non è la chiesa in sè, nè le sue liturgie, nè la sua pastorale, ma è l'uomo che si è allontanato da lei gonfio di superbia, presenzialismo, e incapace di vivere nella libertà. E per un uomo così il cammino è la risposta giusta.

Uomo Libero ha detto...

@ Cristiano primitivo
Voi riprendete i metodi dei cristiani primitivi, compreso il metodo di fregare il prossimo? XD

Rachele ha detto...

non è invidia quella che fa scrivere qui, di certo..non invidio messe lunghe, costrizioni varie..piuttosto scrivo per ansia, che, avendo sposato un uomo cresciuto nel cammino, egli voglia instradare i nostri figli..spero e farò di tutto, nelle mie forze e con l'aiuto di Maria, perchè loro trovino una realtà aperta, non segreta e con coercizioni..che posson toglier loro creatività e molto molto tempo per gustarsi i loro svaghi..questo per spiegare ai signori che accusano di invidia...caso mai è un'ansia che temo sia anche fondata. dato che molte esperienze, anche se accentuate,forse, son tutte molto simili e gravi.....non serve una Chiesa parallela......non serve. Prego lo Spirito che si faccia sentire forte, è l'ora.

Rachele ha detto...

concordo con Michela e col fatto che la superbia è molto lontana dall'amore di Dio..tenetevi il cammino, tenetevelo stretto, io prego che i miei figli abbiano di meglio....una parrocchia viva, bella, divertente ed aperta, che non ha bisogno di imporre....farò il possibile, lo prometto.

Rosa Lina ha detto...

che questo sito vada avanti e apra gli occhi a tanti che non han il coraggio di lasciare questa strada strana

Anonimo ha detto...

https://www.youtube.com/watch?v=A4mwkeKEawU&feature=share QUESTO VIDEO E' DA DIFFONDERE!!! E' UNA VERA BOMBA!

Luigi ha detto...

spero di cuore che questo blog dia un grande fastidio, davvero grande,da incubo, ai tanti supercatechisti e allo stesso mago fondatore...l'illusionista.

Luigi ha detto...

che cos'hai, Anonimo, contro le sacrestie ??? perchè non lo dici anche al tuo vescovo ????

Valentina Giusti ha detto...

A Cristiano che ha citato l'episodio di Anania e Saffira, ricordo che noi, cristianucci della domenica, non usiamo dichiarare di aver venduto tutti i beni per acquistare benemerenze agli occhi della comunità (e magari poi farci mantenere dai fratelli) per poi frodare tutti in segreto. Non usiamo neppure far finta di dare l'elemosina mettendo una mano vuota nel sacchetto che la raccoglie. Quindi, attenzione alle citazioni controproducenti, per non fare la figura del...baccalà!

Anonimo ha detto...

Grazie anonimo delle 18:47 per l'indicazione del video.
Vedi Cristiano, ho potuto guardare tranquillamente per ben quasi 50 minuti questo video perché grazie al cammino non ho praticamente più una famiglia.
Ti comunico anche che casa mia ieri puzzava di vomito dopo aver letto l'intervista di Kiko per l'inizio delle 100 piazze ed aver guardato (non tutto perché il voltastomaco era troppo forte)il video di Kiko con il cardinal Vallini.

Xz

Rachele ha detto...

quest'anno le piazze non me le voglio "beccare"......Cristo lo si incontra nella vita, non è necessario far proselitismo, una cosa anche fastidiosa. Ragazzi, non è il fatto di come si fa la comunione la cosa che più preoccupa nel vostro movimento, son le forzature psicologiche, il fatto che non si è liberi..questo è quanto mi han detto persone in gamba che ne han fatto parte per un po' di tempo e venivan da altri movimenti...spero accada qualcosa che dia uno scossone forte, c'è gente che vede questo movimento come l'unico...!! la Chiesa tradizionale non è morta, lo vedrete..non impone nulla e quella sarà sempre la sua forza....e non è per nulla morta......

Luigi ha detto...

chiedere la decima in tempo di crisi è una cosa da denuncia penale..aiutarsi è bello, ma non deve essere una imposizione...ci vuol equilibrio, in tutto...riti compresi, lunghezza dei riti ecc. poi dubito che i soldi raccolti vengan dati solo a chi ha bisogno.......

Luigi ha detto...

e poi questa segretezza......basta..se non ci fosse, i nc non verrebbero accusati di molte cose negative..spero lo capiscano, almeno quelli in buona fede....che questi blog arrivino davvero ovunque per chiarire tante cose..che arrivino al Papa intanto e poi ovunque vuole lo Spirito..

by Tripudio ha detto...

La segretezza è necessaria proprio perché insegnano scempiaggini e celebrano strafalcioni.

Se i contenuti del Cammino fossero totalmente cattolici, non ci sarebbe bisogno di alcuna segretezza.

by Tripudio ha detto...

Ricordiamoci inoltre che i Pontefici che hanno lodato il Cammino:

- non hanno mai lodato la segretezza;

- non hanno mai lodato gli strafalcioni liturgici (anzi, li hanno condannati);

- non hanno mai lodato il sistema delle "decime" e la continua, incessante, ossessiva raccolta di soldi dalle tasche dei poveri fratelli;

- non hanno mai lodato lo strapotere dei cosiddetti "catechisti" del Cammino, che si permettono di scarnificare le coscienze dei fratelli delle comunità;

- eccetera.

Del resto lo Statuto e gli elogi dei Pontefici non costituiscono affatto un certificato di santità passata, presente e futura.

l'apostata ha detto...

Ho visto il filmato che ha postato l'anonimo.
Le osservazioni del religioso sono quelle che già da tempo i frequentatori di questo blog hanno espresso, Lino in particolare.
Quel che ho trovato raggelante, è il racconto di Kiko che, davanti alla solita folla di adepti, ha spezzato e calpestato un crocifisso, millantando la sempiterna ispirazione.
Francamente, più che da ispirato, un gesto del genere è da invasato.
Raggelante, ho scritto, non tanto il gesto visto l'autore, ma il fatto che nessuno, nemmeno un cosiddetto presbitero, abbia protestato.
Tipico di una setta: il santone può tutto, gli adepti tutto subiscono.

psyco ha detto...

NOTIZIE DA GUAM !!!!!!!!!

le ingiustizie del vescovo neocatecumeno finiscono DRITTE SUI GIORNALI ............ e una copia è stata spedita al PAPA, a FILONI e a mons. KREBS nunzio apostolico ...

http://www.junglewatch.info/2015/04/you-got-mail.html

l'annuncio sul giornale elenca tutte le azioni da intraprendere per correggere le principali INGIUSTIZIE DEL VESCOVO NEOCATECUMENAZZO ....

fra cui il RESCINDERE IL CONTRATTO in cui ABUSIVAMENTE dona al CAMMINO la sede del seminario R.M. .........

Anonimo ha detto...

Cristo lo si incontra nella vita, non è necessario far proselitismo.....andate ed annunziate....ah no...restate a casa che é meglio

sandavi ha detto...

[…] tutte le volte che uno cerca di chiarire le cose come stanno veramente (e non inventate da un "fenomeno" che sta dietro ad un pc ossessivamente) voi strumentalizzate prendendo una misera frase in un testo di 10.000 parole. Quindi di parlare con chi non vuole capire, (perchè voi potreste, ma non volete e da qui mi riesce difficile presupporre la vostra "buona fede" che dite di avere, ma mi auguro vivamente che sia come dite), a me non va[…]

Tanto per cominciare, per rispondere alla tua lenzuolata (come accade sempre per confutare le vostre scempiaggini), ci vorrebbero tre giorni, ecco perché si compiono dei tagli: prendiamo le affermazioni più gravi e le correggiamo con il Catechismo, il Vangelo e gli scritti del Magistero.
Tuttavia, farò come vuoi, senza tagli.

Addirittura vedo in questo blog cose che avvenivano nel 2009 (sempre con l'approvazione dei papi che, sarà anche una ripetizione, ma a quanto pare non vi entra in testa) fate passare come se le facessimo attualmente (per esempio la Comunione del Corpo e Sangue di Cristo [che sottolineo, crediamo essere veramente e completamente tali, sacramento di salvezza, e NON SOLO segno come i protestanti] voi siete ancora convinti che la facciamo seduti, cosa che ormai non succede da ben 6 anni.. del tipo.. aggiornatevi che siete indietro.. la Comunione la riceviamo da in piedi e facendo un breve inchino con le mani congiunte in segno di adorazione).

Come ti hanno detto gli altri, il Corpo-e-Sangue di Cristo nella specie del Pane Eucaristico voi lo assumete da seduti, ricevendola in piedi, insieme al Sacerdote. Questo è un fatto. Prima del 2005 addirittura si ricevevano comunque da seduti, sia la specie del Pane che quella del Vino. Già così la quantità di abusi è intollerabile; dal 1968 al 2005 abbiamo celebrato una Eucarestia illecita per seguire i vezzi di due spagnoli! Primo: la comunione va consumata subito per evitare profanazioni e sacrilegi (per esempio che cada, che si spargano le briciole, ecc.); secondo la comunione va fatta dopo il Sacerdote, perché così ORDINA la Chiesa (Redemptionis Sacramentum n. 97: il Sacerdote DEVE comunicarsi all’altare al momento stabilito), perché ciò ha un profondo significato teologico: il Sacerdote non può dare ciò che non ha ricevuto egli per primo! (vedi San Tommaso, Sant’Agostino e tutti i Santi!)

(continua)

sandavi ha detto...

Per il resto mi permetto di consigliare a tutti i cari signori che passano ore ed ore davanti a questo blog invece che stare con la propria famiglia (sempre se ne hanno una, cosa che mi riesce difficile pensare, sinceramente, ma senza offendere nessuno)

IPOCRITA che giudica tutti ma con lingua di burro, “senza offendere nessuno…”, che accusa gli altri di non curarsi della propria famiglia, di perdere tempo, non ti vergogni per niente? Dovresti!

di leggersi molto attentamente in particolare gli Atti degli apostoli e le seguenti lettere. Oltre a questo consiglio anche la lettura delle catechesi mistagogiche di San Cirillo (in particolare dalla 1 alla 5 e l’8) e dei scritti di San Giustino martire che danno istruzioni a proposito dell'eucaristia e del battesimo primitivo, tanto per rendervi conto di quanto, al contrario di quel che dite, le cose che facciamo nelle "nostre celebrazioni" siano molto simili a quelle che facevano i primi cristiani (1-2 secolo, prima dei rinnovamenti drastici (non ho detto sbagliati) che ha assunto la Chiesa nel 4 secolo in nome della "comodità e convenienza" o forse non sapete che in questi primi secoli, per esempio, era assolutamente proibito inginocchiarsi di fronte all'eucaristia? [ci si poteva inchinare nel momento dell’esaltazione, ma non era obbligatorio] Così come era proibito prendere l'eucaristia con le palme delle mani aperte (come oggi si fa usualmente)? Qui non si tratta di dire "gli nc sono bravi, tutti gli altri no", ma si tratta di essere onesti e chiederci "cosa è più giusto fare?”. In nome della “comodità” si è andati a distruggere, letteralmente, gli insegnamenti dei primi cristiani.

La Chiesa, grazie a Dio, è sempre in cammino e ha avuto 18 secoli per maturare dai tempi di San Cirillo. E questa maturazione non è avvenuta a colpi di spugna o a invenzioni di qualche iniziatore in vena di novità, ma con atti di Magistero, atti infallibili, da parte dei Papi o di interi Concili. Quindi, semplicemente, non vi potete permettere di tornare ai tempi di San Cirillo e San Giustino. Troppo comodo, considerando che le informazioni che abbiamo sono frammentarie e se ne sono persi i dettagli. In nome di San Giustino potremmo fare qualsiasi cosa nella Messa, ma grazie a Dio questo atteggiamento innovatore la Chiesa lo vieta.
Come il più fedele dei kikiani hai seminato il suo verbo: la Chiesa primitiva faceva bene, la Chiesa attuale fa male, addirittura si muoverebbe per “comodità” e “convenienza”, cioè sceglierebbe, sotto l’assistenza dello Spirito Santo, in base alla convenienza, quindi secondo il tuo assunto, lo Spirito Santo è “conveniente”. Ma ti rendi conto o no che stai bestemmiando?!

(continua)

sandavi ha detto...

L’inginocchiarsi alla consacrazione non sarà obbligatorio, ma certamente è un atto di fede. Se davvero credi TU, come hai detto, che in quell’ostia c’è Cristo Signore, realmente presente davanti a te, che nuovamente si immola e nuovamente risorge, ma come puoi stare in piedi?? Quale sarebbe la giustificazione?? E come mai citi le “lettere” per giustificare te stesso, ma poi ignori che proprio San Paolo disse “nel nome di Gesù ogni ginocchio si PIEGHI nei Cieli, sulla terra e sotto terra”?? E quale nome pronunciamo alla consacrazione se non quello del Cristo che regge l’Universo? E ora abbi la decenza di tacere davanti alle parole di un teologo vero e Papa, invece che stare a sentire le cretinate di Kiko sull’Eucarestia: “Inginocchiarsi davanti all’Eucaristia è professione di libertà: chi si inchina a Gesù non può e non deve prostrarsi davanti a nessun potere terreno, per quanto forte. Noi cristiani ci inginocchiamo solo davanti al Santissimo Sacramento, perché in esso sappiamo e crediamo essere presente l’unico vero Dio, che ha creato il mondo e lo ha tanto amato da dare il suo Figlio unigenito (cfr Gv 3,16). Ci prostriamo dinanzi a un Dio che per primo si è chinato verso l’uomo, come Buon Samaritano, per soccorrerlo e ridargli vita, e si è inginocchiato davanti a noi per lavare i nostri piedi sporchi. … L’adorazione è preghiera che prolunga la celebrazione e la comunione eucaristica e in cui l’anima continua a nutrirsi: si nutre di amore, di verità, di pace; si nutre di speranza, perché Colui al quale ci prostriamo non ci giudica, non ci schiaccia, ma ci libera e ci trasforma. Ecco perché radunarci, camminare, adorare ci riempie di gioia.”

Un ultimo punto lo vorrei spendere, mi sia concesso, sulle “decime e la vendita dei beni”. Se aveste letto bene gli Atti degli apostoli [in particolare At 4, 32-35], noterete certamente il senso comunitario delle prime comunità (così le chiama l’apostolo) cristiane in particolare il “mettevano tutto in comune. Chi aveva, dava tutto a chi presiedeva (gli apostoli [vescovi], cosa che noi guarda caso facciamo, ma che al contrario i parroci di oggi non fanno, [non pensate o dite che quei soldini li prendono kiko, i catechisti o i responsabili perché sareste falsi]), ed esso aiutava gli altri secondo i propri bisogni, soprattutto le vedove ecc” A proposito di questo c’è una parte molto interessante e che forse potrebbe essere scandalosa per alcuni di voi, in cui una coppia (Ananìa e Saffira, sua moglie, At 5, 1-11) appena convertita si era messa d’accordo tra loro di dare soltanto una parte dei loro averi e di tenersi il resto. Vi invito a leggere cosa successe a questa coppia immediatamente dopo… morirono entrambi. Qui non si tratta di vivere o morire, non ci fulmina nessuno, ma del senso comunitario, la solidarietà e carità che si instaura tra i fratelli di comunità, dove, se uno ha bisogno, può chiedere di essere aiutato e gli altri, solidali e generosi, lo aiutano per quanto gli è possibile. Capite? I primi cristiani convertiti davano TUTTO, non i 50 centesimi come oggi fa la maggior parte di noi (anche io) in parrocchia.

Ai tempi degli Apostoli la maggior parte dei cristiani che venivano scoperti tali si doveva nascondere, non aveva più lavoro e per necessità dovevano riunirsi in segreto. Vivevano spesso in comune per fuggire agli eccidi, agli arresti, alle persecuzioni. Il senso dei beni in comune è quello, sia per aiutare i bisognosi, sia per darsi forza a vicenda contro un mondo ostile che li odiava e li discriminava.
Il peccato di Anania e Saffira (e qui mostri quanto ti sei lasciato plagiare da Kiko, perché questa spiegazione bislacca la dà lui al primo e al secondo scrutinio!!) non è l’aver trattenuto qualcosa, ma l’aver mentito ostinatamente allo Spirito Santo! Lo dice pure San Pietro, ma tu o non lo sai, o fai il collage delle affermazioni che ti fanno comodo, per darti ragione da solo come i Testimoni di Geova.

(continua)

sandavi ha detto...

Tanto per rendervi conto della similitudine tra cristiani primitivi e nc vi invito a fare questo piccolo sforzo. Se davvero siete in buona fede come dite, seguite il consiglio di S. Pietro “Figlio, cerca sempre più di raggiungere la verità, e non pensare mai di averla già trovata”. Non fatevi ingannare da qualche urlo di kiko che viene certamente dal suo zelo ed entusiasmo di fede. Spero che il sign. Amministratore che leggerà questo mio post lo pubblicherà in modo completo e senza ritagli. La pace sia con voi.

Gli urli di Kiko gli servono solo per catturare l’attenzione e per impedire che qualcuno lo contraddica, non sono il sinonimo del suo zelo ed entusiasmo. San Giovanni Bosco era entusiasta di Dio, ma non mi pare che urlasse!

Mi scuso con i lettori per la lunghezza...

Lino ha detto...

@ Sandavi
Hai fatto bene a riferirgli tu il peccato di Anania e Saffira: non credo che abbia perso tempo a meditare Atti 5:4, come gli avevo suggerito. In generale, meditano solo gli annunci di Kiko.

Ruben ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Ruben ha detto...

O.T.

"Cento Piazze".
Quest'anno, improvvisazione, e quindi confusione assoluta.
Si sa che ci sono, ma nessuno, WEB incluso, ti dice il DOVE E QUANDO.

Probabilmente, visto che nell'evento(?!), i fratelli del Cammino Neocatecumenale, celebrano loro stessi, non c'è neanche bisogno di reclamizzare tanto, dove e quando trovarli...

Fine O.T.

Rachele ha detto...

personalmente sto al computer perchè come ho detto voglio che i miei figli frequentino, quando saran più grandi, realtà sane, non perfette, che non esistono, ma chiare, che li aiutino a crescere..in ambito cattolico, ma non circoli segreti dove rischiano lavaggi del cervello, oppressioni, e cose simili..quindi lotto per far sì che le cose non chiare e pesanti di questo movimento, che mio marito ha frequentato molto, vengano alla luce...in modo che siano abbandonate...internet ha un potere non da poco, ha contribuito a indebolire tanti fenomeni che si basavano sull'ignoranza..per questo si sta al computer, sperando che lo Spirito ci guidi. poi, se molti preferiscono non usare più la loro testa, pazienza, ognuno fa le sue scelte...non c'è problema.

Luigi ha detto...

grazie a Daniel per il suo racconto, molto interessante..è bene che ci sian persone che, nonostante i lunghi anni trascorsi in questo movimento, abbiano spirito critico e buon senso....
spero questo ed altri blog, numerosi, diano fastidio al fondatore in persona...oltre che ai suoi supercatechisti..parola che mi ha sempre fatto venir in mente Superpippo con le sue noccioline..del resto, questi blog son un aiuto al cammino che di certo ha bisogno di rigenerarsi, penso...

Vittorio ha detto...

mi fa piacere leggere testimonianze di persone che han riconosciuto pecche e atteggiamenti non buoni..se fosse una buona realtà, saremmo tutti felici di partecipare..se non fosse martellante, tra l'altro..per questo si cerca di denunciare le cose negative..la Chiesa tradizionale non è morta, anche se non va in piazza le domeniche dopo Pasqua....Cristo lo si testimonia ogni giorno, nella vita, partendo dalle cose minime...con l'esempio, più che con i riti.esempio che viene dal cuore...

Anonimo ha detto...

venerdì 17 aprile ho visto, all'entrata della metro B1 di Via Tigrè dei manifesti con il "kristo" di Kiko che annunciavano "Grande Missione in 100 piazze di Roma" - Piazza Gimma - dal 19 aprile al 17 maggio - tutte le domeniche alle ore 17:00 - Parrocchia Santa Maria Goretti." Lo stesso manifesto l'ho visto in varie attività commerciali del quartiere.

Domenica 20 aprile, passando in autobus per piazza della Repubblica ho visto il gruppo neocat guidati da kantore con kitarra(con kroce di kiko, leggio con coprileggio di kiko, ikona di kiko etc.) davanti alla basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri che tenevano il solito show.

Mi sono sentita male.

by Tripudio ha detto...

La questione del "legare le tube", al di là del giudizio della Chiesa, dimostra che Kiko conosce solo gli estremi opposti. Se senti freddo ai piedi, Kiko ti comanda di mettere la testa nel forno.

Notate poi come l'ordine perentorio del Tre Volte Dottore Honoris Causa Kiko Argüello non prende minimamente in considerazione le persone coinvolte, la loro salute spirituale e fisica, le loro buone o cattive disposizioni, le delicate differenze tra caso e caso.

Per Kiko esiste solo una soluzione, la più drastica, la più assoluta, indipendentemente dalle circostanze.

È questo "fondamentalismo" idiota ad aver rovinato tante famiglie. Si pensi ad esempio al «se vieni alla convivenza anziché studiare, prenderai trenta all'esame». Cioè alla completa sovversione dei doveri di stato. Come se la "convivenza" dei kikos fosse più sacra della Messa di Natale e Pasqua.

Ruben ha detto...

@Anonimo ha detto...
venerdì 17 aprile ho visto, all'entrata della metro B1 di Via Tigrè dei manifesti con il "kristo" di Kiko che annunciavano "Grande Missione in 100 piazze di Roma" - Piazza Gimma - dal 19 aprile al 17 maggio - tutte le domeniche alle ore 17:00 - Parrocchia Santa Maria Goretti." Lo stesso manifesto l'ho visto in varie attività commerciali del quartiere.
---
Come ogni anno del resto;
i giardinetti di piazza Gimma, distano 270 metri a piedi, dall'ingresso principale della Parrocchia di Santa Maria Goretti.
Il tutto nell'ambito di un quartiere medio-borghese; altro che "periferie esistenziali, come auspicherebbe il Papa!
Questo, più che un USCIRE dalla Parrocchia, è uno SCENDERE IN STRADA.
E lì finisce.

Vittorio ha detto...

in un quartiere medio-borghese ci son persone più spolpabili, evidentemente..mah..finirà mai questa segretezza di questo movimento ? a parte le piazze, dove cercano di incantare altre persone, il resto è molto oscuro..si conoscono i racconti dei fuoriusciti....e non son il massimo......spero la Chiesa tradizionale, che vive da duemila anni, sappia dare alternative valide e durature, senza ricatti.è la via migliore......la critica serve, poi ci vuole la proposta alternativa. concreta.

psyco ha detto...

LE MALEFATTE DEL VESCOVO DI GUAM FINISCONO SUI GIORNALI !!!

http://www.scribd.com/doc/262524608/Sunday-Variety-2015-04-12

chi ubbidisce ai capibastone del CAMMINO NEOCATECUMENALE ( come il vescovo di guam ) divide la chiesa , scandalizza i fedeli, combina sempre guai solo guai sempre guai !!!

Veronica ha detto...

Prego che i fatti di Guam diano una tremenda mazzata al cammino...davvero, non sopporto più questa arroganza, senso di superiorità che attraversa anche le famiglie..prego lo Spirito che dai fatti di Guam venga un'ondata che travolga questo movimento pieno di presunzione e disonestà oltre che ipocrisia..lo merita.

Sonia ha detto...

che tanti e tanti aprano gli occhi.....è incredibile come tanta gente rinunci alla sua capacità di giudizio ......poi col loro modo arrogante, si attirano antipatia davvero.perchè poi la misura è colma.

by Tripudio ha detto...

Ricordiamoci sempre che il fondamento di tutti i guai del Cammino è nelle eresie di Kiko Argüello e Carmen Hernàndez.

Se non ci fossero state eresie - cioè se il Cammino fosse fondato sul Catechismo e sul Messale anziché sulle fandonie e sugli strafalcioni - non avremmo avuto:

- l'arroganza della gerarchia neocat (è ovvio che a difendere le eresie si diventa arroganti);

- la segretezza sulle liturgie e sulle cosiddette "catechesi" (è ovvio che chi promuove errori tenti di farlo nelle tenebre rifiutando la luce);

- l'uso della menzogna per difendere il Cammino (è naturale che chi difende le eresie avrà bisogno di menzogne per spacciarsi per cattolico);

- le malversazioni interne al Cammino (è naturale che se il metodo prevede inganni e menzogne, ci sia qualcuno che veda l'opportunità per approfittarne sistematicamente);

- e così via, per tutti gli errori e i problemi del Cammino.

Visto che il Cammino inquina la fede, è perfettamente logico che inquini anche la liturgia, che inquini anche la vita spirituale e materiale dei suoi membri.

Anche chi è in buona fede, si ritrova a professare strafalcioni e idolatria a Kiko, con tutte le tragiche conseguenze che ciò comporta.

Antitripudio ha detto...

Il Fratello Paolo, ha già avuto troppa pazienza con voi. Ai primi vostri insulti doveva farvi cuocere nel vostro brodo.Tripudio sei come sempre un mistificatore e tale rimarrai anche se scende Gesù e dice riconosco il cammino neocatecumenale.... Porta rispetto per il prossimo e non fare di tutta l'erba un fascio. Paolo non ti ha mai mancato di rispetto.

chiara ha detto...

bhe, se scende Gesù..ma Maria, che è l'ispiratrice, approva i metodi nc, gli scrutini, le messe separate, la pressione psichica che molti denunciano e altre amenità ? bhe, Antitripudio..mi son sempre chiesta questo..Maria tutto questo lo approva ???ho i miei dubbi.....ve lo farà sapere, immagino....lo spero proprio....le donne, in genere, non scherzano con chi non le tratta bene.poi, certe Donne..

Michela ha detto...

.le donne, in genere, non scherzano con chi non le tratta bene.poi, certe Donne..


bellissima, Chiara! :-)

l'apostata ha detto...

@ Antitripudio

che ha scritto:
"... se scende Gesù e dice riconosco il cammino neocatecumenale...".
Questa è blasfemia, non lo capisci che rasenti la bestemmia?

"...Porta rispetto per il prossimo...".
Porta rispetto TU a Nostro Signore, piuttosto.

Si vede che hai imparato a esprimerti dal tuo padrone Sankiko.

Chiara ha detto...

..Antitripudio, penso che capisci che comportandovi come un gruppo a sè, con sue usanze, come degli "eletti" in molte occasioni, di certo non vi attirate simpatie..vedo poco spirito cristiano in questo..ripeto, mi son spesso chiesta cosa ne pensa Maria, non solo di questo, certo..nella storia della Chiesa ci son dei segni..spero arrivino chiari..buon pomeriggio

Vittorio ha detto...

una preghiera per tutti coloro che son caduti in un gruppo poco chiaro in buona fede..sono molti...una preghiera sentita per loro e anche per i loro cari che spesso ne risentono..che capiscano che la vera Fede è luce e mai costrizione e mai ipocrisia

Anonimo ha detto...

Insinuare che l' esperienze negative fatte in cammino, qui riportate, possano essere frutto di fantasia mi sembra incredibile.. abbi un po di rispetto per chi da questo cammino ne è uscito devastato.. poi come ha scritto qualcuno, non ricordo chi, il male maggiore non è tanto come si prende la Comunione, che comunque è anomalo ma le pressioni psicologiche che ti fanno sopratutto i "catechisti" che ti dicano che sei il prescelto, che fuori ce solo il demonio e tutte le loro stronzate.. non si rendano neanche conto del male che possano fare con le loro parole, le loro azioni ecc spero che il Papa prima o poi sappia la verità su quel che accade lì dentro e riesca a far qualcosa per far cambiar le cose.. simich

Laura ha detto...

Signore, Maria, mandate il vostro Spirito a fare una grande pulizia..non se ne può più di sette..di fanatismi e idee pericolose che dividono ...