martedì 1 ottobre 2019

Un'altra gabbia neocatecumenale: la dipendenza sociale parallela che rispetta le "caste".

Mettiamo in evidenza da un commento di Veterano il seguente contributo:

Sono l'immagine della felicità, non vi pare?
"Il cammino neocatecumenale non è solamente una chiesa dentro la “Chiesa”, ma crea anche una dipendenza sociale da cui è molto difficile divincolarsi.

Mi spiego meglio: Oltre ai fatti di dipendenza che descrive molto bene Libera, si devono aggiungere quei rapporti personali che si vengono a creare tra i fratelli di comunità. Spinti inizialmente da quella fraternità che sperano trovare in un prossimo futuro (?!), si legano vicendevolmente da interessi che non hanno niente a che vedere con il vero e proprio cammino di fede.

- Giovani nullatenenti che trovano qualche piccolo lavoro nelle ditte dei fratelli benestanti che sì li fanno uscire da uno stato economico e psicologico deleterio, ma legandoli al lavoro, li legano indirettamente anche al cammino perché senza di esso non avrebbero neanche quella alternativa anche se pagata male!

- Anziani che usufruiscono dei servizi gratuiti che i fratelli della comunità svolgono gratuitamente, anche se fosse la semplice compagnia!

- Imprenditori che trovano personale economico che non fa problemi, ma soprattutto che mai gli farebbe vertenza perché nel cammino è proibito.

- Parroci che si vedono fatte le pulizie pasquali gratuite dei locali dove avverranno le veglie ed altri piccoli servizi che altrimenti dovrebbero pagare.

Chi è stato nel cammino capisce benissimo tutti i meccanismi psicologici o solo di ricatto che si vengono a creare e che è difficilissimo da punto in bianco rompere per ricominciare nella libertà.
Io ho fatto esperienza diretta di tutto ciò che ho scritto e spero che anche Pax o Libera lo possano confermare! Per questo il cammino ancora non si è dissolto nel nulla, perché la vita “Sociale” parallela è molto più forte e complicata che non solo la vita di Fede che ben presto ci si accorge che non porta a nulla, ma si continua anche senza più entusiasmo per non ritrovarsi esclusi anche dalla vita sociale."

(da: Veterano)

... e intanto Kiko spadroneggia indisturbato...

Confermo tutto! Potrei scrivere addirittura un libro, noi la chiamiamo la "mafia neocatecumenale", legami terribili che se trovi il coraggio di sciogliere ti costano carissimi.

Rimane un fatto importante e cioè non tutti possono godere di questi "privilegi" come darti una casa, un lavoro ecc. Ma dipende dal cognome che porti e da quanto sei fedele a kiko e catechisti, dei veri Padrini.
(da: FIDES)


42 commenti:

  1. Come distinguere il figlio delle Tenbre dal figlio della Luce.
    Non è facile, perchè entrambi usano il Bene, ma il primo a facciata, in secondo realmente. Il figlio delle Tenebre vi metterà avanti la lettera di GPII ma poi userà parolaccie e odio contro chi non si piega alla sua volontà, la lettera del Papa e altro, viene usato per piegare il prossimo per fare operazioni tenebrose. Vi troverete davanti delle persone che vi parleranno di giustizia, come il pagare le tasse allo Stato ( che è giusto, se lo Stato è giusto, ma sappiamo cosa c'è dietro, anche allo Stato,senza che facciamo i finti tonti, con ciò non voglio dire che non si devono pagare le tasse, ma sto sottolineando un aspetto di ipocrisia e dissimulazione), ma dietro loro fanno il contrario, cioè usano quella giustizia per abbonire il prossimo, per farsi passare come giusti, ma dietro sono i primi che non pagano tasse, dirottano i soldi della borsa comune ( ricordatevi Giuda che non voleva che si spendessero i soldi in altro, com un padre di famiglia per la propria famiglia), e poi prelevano i soldi, dicendosi Dio lo vuole. Ciò che smaschera questi IPOCRITI è proprio ciò che si dicono a se stessi, e che ci fa capire che sono immersi nelle Tenebre. Quando si tratta del prossimo, ecco che Dio vuole che si faccia tutto secondo la regola, che vi ripeto è sempre la loro, si celano dietro alla parola Dio, e invece quando si tratta di loro stessi, ecco che Dio è permissivo, cioè Dio muta e con loro permette tutto, di evadere tasse, di non fare ricevute, di imboscare soldi in paradisi fiscali, di celare a tutti le spese, invece gli altri vengono interrogati. Il figlio della Luce, non si mette in questo giro di ipocrisia, lavora onestamente, paga le tasse giuste, e non opprime il prossimo.
    Un altro aspetto che dobbiamo considerare, che fa il figlio delle tenebre, per riuscire ad entrare nella casa e a distruggere, come il cinghiale che entra nelle vigna, è quello di presentarsi come povero tra i poveri, vivente in pollai e baracche, portatore di novità, mettendo a credere che chi è arrivato prima di lui è in errore, usando il vento della situazione come il Concilio, presentandosi davanti a chi li deve controllare con dissimulazione celando ciò che si fa realmente. Una volta riuscito ad entrare, ecco che userà quel permesso che gli è stato dato, che l'ha ottenuto con inganno, per opprimere i malcapitati. Il figlio delle tenbre si presenterà sempre come portatore di giustizia, di Dio, di verità, e di tanto altro, ma poi girato l'angolo fa nettamente il contrario di tutto ciò che dice, perchè fa prevalere la fame di mondo che lo attanaglia e lo vince, egli crede più al momento passeggero, cioè nel riuscire a farsi infilare dentro a seminari lussuosi, nell'abusare di seminaristi, del mettere le mani nelle decime, nel farsi infilare dentro gli appalti dei lavori, dell'abusare della pazienza del prossimo usando omelie e altro per portare l'acqua al proprio mulino, nel dissimulare davanti a tutti parlando ai microfoni e dicendo menzogne, ecc, ecc, ecc, ecc, ecc, ecc, ecc, ecc, ecc, Ricordatevi tutti Esaù che si vendette la primogenitura per un piatto di lenticchie, costoro, similmente, si vendono la figliolanza di Dio per la fame di mondo. Non vogliono soffrire, e pur di soddisfare i piaceri carnali, ecco che commettono i più grandi peccati.
    (segue)

    RispondiElimina
  2. Per non parlare di: farsi passare come profeti, invece si è figli della menzogna, non inginocchiarsi davanti a Dio, continuare a crocifiggere il Figlio di Dio attraverso il prossimo, perchè lo usano, lo umiliano, lo condannano, lo abusano, lo sottomettono, gli tolgono ogni dignità, e una volta che fanno tutto questo, ecco che non sono mai sazi, continuano a dissimulare facendo come se nulla fosse accaduto, abusi litirgici, fanno cadere il Corpo di Cristo a terra, fanno cadere il Sangue di Cristo per terra come se nulla fosse, usano ciò che è stato fatto dagli altri, come le sale della Parrocchia, come se fosse di loro unica proprietà, da qui capiamo da che spirtio sono mossi, di certo non è lo Spirito Santo, incolpano sensa senso, si fanno determinatori della vita altrui, fino a distrufìggere le vita degli altri in nome del Cammino, ma loro che dissimulano ecco che per loro si fa l'opposto, per cui puntano una persona per volta e spinti dai demoni cercano di distruggerla, attaccano sacerdoti che non la pensano come loro con parolaccie e arrivando ad alzare le mani, si credono superiori, invece sono presuntuosi e arroganti e portatori di menzogna, si pensano di gestire vocazioni di altri, mettendo a credere delle fasulle chiamate di Dio verso il Cammino Neocatecumenale, in quanto sono fissati mentalmente con questo Cammino, da qui capiamo chi c'è dietro, perchè le fisse possono provenire solamente da una parte, non vengono da Dio le fissazioni, Dio libera, il Demonio incatena per chi non capisse, sono delle serpi che dietro le quinte macinano veleno e giudizi, IPOCRITI, DISSIMULATORI, FANATICI, BESTEMMIATORI DI DIO E DELLO SPIRITO SANTO, ODIATORI DEL PROSSIMO; SEMINATORI DI ZIZZANIA, BUONTEMPONI CHE BEVONO IL CORPO DI CRISTO IN LARGHE COPPE E IN GRANDI SORSATE, GIUDICATORI DELLA VITA ALTRUI, MANIPOLATORI; ADULTERI; ECC;ECC;ECC.

    (da IPG)

    Pace ai figli della Pace. Dio è a Pace.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusate, tra i tanti è bene correggere una cosa: BUONTEMPONI CHE BEVONO IL SANGUE DI CRITO IN LARGHE COPPE E IN GRANDI SORSATE. Da ciò si capisce che sono attaccati al gusto carnale, più che a quello spirituale. Come se la quantità desse maggiore vitalità, energia, non so di preciso. Si credono di stare all'osteria dove l'oste offre vino.
      Non hanno nessun rispetto di Dio, fanno un mezzo inchino con la testa, come se stessero trattando alla pari, l'Eterno e il nulla. Noi tutti dipendiamo da Dio. Certo che Dio non vuole schiavi e sottomessi, ma al momento giusto, quando è giusto fare una cosa, ecco che devi fare, cioè inginocchiarti, in segno di ummiltà davanti a Colui che ti da la Vita e ti ha creato. Poi cammini e fai ciò che devi fare. Non so se ricordate Abramo alle Querce di Mamre.
      Similmente vorrei dire così, cioè che in alcuni momenti devi comportarti in un certo modo.
      Così davanti a Dio.

      (da IPG)

      Pace ai figli della Pace. Dio è la Pace.

      Elimina
  3. Uomo Libero!!!!!!!!!!1 ottobre 2019 08:27

    ANCHE I KONTI-KORRENTE DI KIKO & COMPANY DIPENDONO DAI SOLDINI DEI KIKOS..

    RispondiElimina
  4. Intanto, altre notizie da Guam: stavolta è toccato ai Cappuccini e all'associazione dei Boy Scout pagare risarcimenti per molestie sessuali su minori. Ricordiamo che il vescovo pedofilo neocatecumenale Apuron era cappuccino e - come dicono a Guam - «ha appreso lì quel lurido affare... e non era il solo».

    RispondiElimina
  5. Non ci sarebbe nulla di ma nel fare del "volontariato" o a dare lavoro a chi fa parte del tuo movimento, se si fanno le cose secondo la legge e onestamente.
    L'importante è non creare dipendenze psicologiche. L'importante è non crere altri obblighi che quelli normali della riconoscenza, altrimenti è davvero una forma di mafia.

    Fare un piacere per legare è disonesto.
    Così il Cammino non è solo una "chiesa" nella Chiesa, ma anche uno "stato" nello Stato.
    Anche perché ha se sue tasse.
    Non importa se si evade allo Stato, basta non evadere al Cammino!

    RispondiElimina
  6. Invito a leggere il capitolo 2 della lettera di San Giacomo Apostolo che inizia così:

    1Fratelli miei, non mescolate a favoritismi personali la vostra fede nel Signore nostro Gesù Cristo, Signore della gloria.

    Perché di favoritism nel cammino se ne fanno molti.
    Una divisione perfetta in caste rigide come nell'induismo.
    Difficilissimo il travaso dall'una all'altra.
    Mi ha sempre impressionato che i posti degli itineranti nell'assemblea sono posti privilegiati, sempre. Anche l'ordine con cui si siedono alla destra o alla sinistra di Kiko, avanti o dietro.
    È tutto è così.
    Lì dove un itinerante si ammala o viene meno, molto spesso se i figli sono abbastanza grandi e sufficientemente inseriti nel sistema subentrano naturalmente al genitore. Caste ereditarie dunque.
    Ogni cosa tende a rimarcare l'abisso tra Kiko e il suo staff e il comune popolo camminante. Nel quale, ovviamente, si riproduce questo schema nelle zone e anche nelle parrocchie:
    Ognuno che nell'assemblea a più alto livello si sente una nullità quando rientra nel suo piccolo si ergerà sul pulpito rimarcando la differenza fra se' e tutti gli altri, come ha imparato dai suoi catechisti.
    Quest'aura di eletti, forse, era anche indispensabile per aumentare nei camminanti il senso di soggezione, diminuire le capacità critiche dei singoli e garantire l'efficacia di un autoritarismo che non è quasi mai al servizio della persona ma del "sistema".
    Si arriva così al "loro se la cantano e loro se la suonano" diffuso a tutti i livelli dell'esistenza anche al campo sociale, come dice il post.
    Il nome che si porta conta molto per ottenere e consolidare tutta una serie di privilegi. Non c'è chi non veda che i camminanti se la passano in un modo, i capi in testa in un altro, anche con arroganza come fosse loro dovuto, con ostentazione.

    Fratelli più facoltosi che danno da lavorare a quelli "normali" richiede un capitolo a parte.
    Forse non è dappertutto così, ma la struttura interna classista che il cammino crea nelle persone finisce per influenzare negativamente anche il tipico rapporto ambiguo che si crea in questo contesto. Non ne parliamo se lo stesso datore di lavoro è anche catechista di lungo corso, come frequentemente accade, e magari anche catechista del suo dipendente che ogni giorno lo vede nello splendore dei 60 mm.!
    È uno scandalo continuo, perché oramai è chiaro che predicano questi kikatechisti! Per predicare predicano, ma i pesi che mettono sugli altri, loro non vogliono muoverli neanche con un dito.
    Fate ciò che dicono, ma non ciò che fanno.
    Se qualcuno tenta di aprire i loro occhi, ti rispondono con la tiritera di comodo che Kiko gli ha insegnato: "Lo so, ma io sono un peccatore, avaro, iroso e violento che mi devo accettare per la mia umiltà!". Gente che mai si corregge o almeno pensa di dover farsi aiutare. Gente per cui dare scandalo rimane in ogni caso l'ultimo dei problemi.

    Pax


    RispondiElimina
  7. Veramente ci sono fratelli imprenditori che non ti assumono adducendo mille scuse, perché hanno paura che venga fuori nell'ambito neocatecumenale ciò che loro operano nel segreto che sicuramente non è il massimo della trasparenza e onestà (lo dico per esperienza personale)

    RispondiElimina
  8. Norbert Viganò1 ottobre 2019 15:51

    Aggiungerei anche che la dipendenza sociale si esplica nel fatto che l'intera vita sociale degli individui e non solo lavorativa si realizza all'interno della comunità: capodanno, vacanze, serate. tutto

    RispondiElimina
  9. Sottoscrivo in tutto e per tutto sia l'articolo che i commenti, ritrovandomi in pieno con quello di Pax.

    Il CNC è il luogo delle caste, delle "famiglie", dei clan.
    I figli stessi, anche se se ne fregano, si fregiano di portare un certo cognome o essere figli di certi catechisti. Una ragazzina una volta disse che lei avrebbe dovuto per forza diventare catechista, veniva da una famiglia di catechisti. Stia pure sicura che al momento opportuno la voteranno come catechista, le sue ambizioni non saranno deluse, funziona sempre così.
    Poi ci sono quelli all'estremo opposto, che rifuggono come la peste bubbonica sia l'appartenenza ad una casata che il grado del genitore. Quelli sono i ribelli.
    Ma con questo tipo di ribelli, figli di camminanti più importanti, viene sempre portata pazienza: ogni cosa che dicono o fanno viene puntualmente condonata, anche dicessero le peggiori cose sul Cammino, cosa che spesso fanno.

    Lo stesso tipo di "ribellione" invece, se non appartieni a nessuna casta, ti costa praticamente la vita.
    Nessuna pietà, nessun condono, giuramento eterno di inimicizia.
    Ho incontrato i miei catechisti recentemente e non mi hanno nemmeno salutata, per dire, hanno fatto finta di non vedere.

    Anche quelli che poi hanno fatto carriera neocatecumenale spesso sono figli doc, conosco il rettore del R.M. della Domus, per esempio, e mi sembra uno che ci crede davvero, ma è pur sempre figlio di un big.
    Come nel mondo, a parità di requisiti, certe cariche le ricevono quelli del più alto giro, i figli di...

    In USA, il figlio di Gennarini, si è fatto un posto d'oro come Vice Presidente per gli studi legali presso il Center for Family and Human Rights, altro che figli della missione povera...
    La giornalista vaticanista Debora Donnini è figlia di Giampiero...

    Ce ne sarebbero decine e decine di esempi.

    Ma se sei un catecumeno semplice devi soltanto obbedire, sganciare soldi (sempre di meno...) o far finta di obbedire per conservare il posticino nel nido e non avere noie. Ogni tua colpa contro il cammino ti costerà il sangue, l'anima, la dignità, la socialità... la tua intera vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Questa cosa che si assicurano un futuro certo, in posti di prestigio e ben retribuiti, fa vomitare.
      Dopo che hanno svuotato i nostri conti correnti, che quasi ci sentivamo in colpa di possedere, hanno dato squallida dimostrazione che non credono per nulla alla divina provvidenza, che per scegliere l'evangelizzazione non solo non hanno MAI rinunciato a niente, ma anzi SI SONO SERVITI DEL NOME ACQUISITO NEL CAMMINO (perché altrimenti erano esimi signor NESSUNO) per conseguire nella vita il massimo. Massimo nello spirito mondano, si intende, perché altro "spirito" non hanno!
      Sono un autentico scandalo.

      Libera mi ha riportato alla memoria tristi ricordi.
      Questi figli dei big, un trattato si potrebbe scrivere.
      Figli dei Gennarini, Spandri, Gucci, e...la figlia di Donnini Debora. Non entro nei particolari perché la ragazza, ormai donna matura, non ha le responsabilità del padre; mica ha colpa di essere sua figlia! Ma Giampiero ben ammanigliato in Vaticano ne ha approfittato. Una cosa so, che egli stesso per aiutare la figlia a farsi strada in un campo in cui non era proprio ferrata, le scriveva gli articoli che poi venivano pubblicati a suo nome (cose apprese nelle pieghe delle convivenze di itineranti).
      Questo mentre faceva il gran ciambellano di Kiko-Re registrando tutti i poveri - non di nobile schiatta - "disposti ad ogni parte" che venivano sparpagliati nei posti più improponibili dove una Debora Donnini o uno Gennarini MAI E POI MAI sarebbe stato deportato.

      Pax

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  10. 1Se tocchi la pece, ti sporchi le mani e se stai con i superbi diventi come loro.
    2Non sollevare pesi superiori alle tue forze, e non metterti con gente più forte e più ricca di te.
    Sarebbe come accostare un vaso di terracotta a un vaso di ferro:
    basta un piccolo urto ed è il primo che si spacca.
    3Un ricco fa un torto e poi si mostra offeso, il povero invece lo subisce e per di più deve anche scusarsi.
    4Il ricco ti sfrutterà finché gli servi ma quando sei nel bisogno ti lascia solo.
    5Se hai dei beni, vive alle tue spalle, e senza rimorsi ti mette sul lastrico.
    6Finché gli fai comodo, non pensa che a ingannarti, ti fa un sacco di sorrisi, promesse e
    complimenti, e arriva anche a chiederti: 'Posso fare qualcosa per te?'.
    7Con i suoi inviti a pranzo cercherà di umiliarti, finché non ti avrà rovinato del tutto.
    Così alla fine, oltre al danno, avrai anche le beffe.
    Se in seguito ti incontra, farà finta di non vederti e scuoterà la testa in segno di disprezzo.
    8Stai attento a non lasciarti imbrogliare: ti rovineresti come uno stupido.
    15Ogni animale ama i suoi simili, e ogni uomo quelli della sua condizione sociale.
    16Ogni animale si accoppia a quelli della sua specie e ogni uomo si innamora di chi gli
    assomiglia.
    17Che cosa hanno in comune il lupo e l'agnello, chi rifiuta Dio e chi lo ama?
    18Può esserci la pace tra la iena e il cane, o un'intesa tra il ricco e il povero?
    19 Come l'asino che vive nel deserto è preda dei leoni, così i poveri sono pascolo dei ricchi.

    Come l'asino che vive nel deserto è preda dei leoni, così i poveri sono pascolo dei ricchi.

    Come l'asino che vive nel deserto è preda dei leoni, così i poveri sono pascolo dei ricchi.

    Come l'asino che vive nel deserto è preda dei leoni, così i poveri sono pascolo dei ricchi.

    Come l'asino che vive nel deserto è preda dei leoni, così i poveri sono pascolo dei ricchi.

    Come l'asino che vive nel deserto è preda dei leoni, così i poveri sono pascolo dei ricchi.

    Come l'asino che vive nel deserto è preda dei leoni, così i poveri sono pascolo dei ricchi.

    (da IPG)

    Pace ai figli della Pace. Dio è la Pace

    RispondiElimina
  11. Quello che ho vissuto in cammino per esperienza personale e sulla mia pelle mi ha fatto scappare dopo 3 anni di dubbi,paure e sensi di colpa.
    Quello che ho imparato dopo essere uscito mi ha procurato 3 anni di schifo,rabbia e tanta amarezza.
    LUCA

    RispondiElimina
  12. La cosa veramente ridicola è che nel discorso delle caste ci rientra veramente di tutto. Ricordo ad esempio nei vari scrutini l'approccio con la sessualità: a seconda del cognome le cose cambiavano. Ma anche la stessa "fedeltà al tripode": ad alcuni, quelli con i nomi migliori, l'infedeltà era ampiamente concessa, con sorrisi cretini e condiscendenti annessi.
    E ovviamente, più alta è la casta, maggiore è l'arroganza e la tutela al personaggio di turno.

    RispondiElimina
  13. Sottoscrivo tutta l'esperienza di veterano, ed in particolare questa: "Imprenditori che trovano personale economico che non fa problemi, ma soprattutto che mai gli farebbe vertenza perché nel cammino è proibito."

    Mai rivolgersi ai sindacati, un cristiano deve prendersi su di sé l'ingiustizia! Chi si rivolge a sindacati o avvocati senza alcun distinguo, non è considerato cristiano, perché vuol dire non accettare la propria croce, vuol dire non accettare la storia che il Signore vuole fare con te.

    Il tutto INDIPENDENTEMENTE dalla giustizia subita!

    EX-NC-???

    RispondiElimina
  14. Un figlio di itineranti nonché pittore-discepolo dell'illuminato Arguello lavora per il Vaticano ovvero per il Papa (chissà perché? L'arte non da da mangiare tranne certi casi: dipinti, quadri, ritratti, pale, sculture, affreschi, libri, ecc gli concedono un po' di tutto) ed ha la casa con terrazza e giardino grande e spaziosa per moglie e figli al centro o quasi di una grande capitale.. casa/appartamento di proprietà dello stesso Vaticano anzi puntualizzo del centro neocat della grande capitale. Coincidenze fortuite. Ah no scusate... provvidenza si dice...
    Stephan

    RispondiElimina
  15. D'accordissimo su tutto. Nel Cammino ci sono fratelli e fratelli, caste e castine locali. Nel Cammino poi c'è una regola non scritta, che cioè se si ha bisogno di servizi che può fornire un fratello/sorella di comunità, ci si deve rivolgere a lui/lei. Ad es., se in comunità c'è un qualcuno che fa il muratore e tu hai bisogno di ristrutturare casa, ti devi rivolgere a lui. Idem per idraulici, baby sitter, sarte, ecc., ecc., ecc. Si crea così un intreccio nel quale poi districarsi diventa estremamente difficile... Se però decidi di rivolgerti all'esterno del Cammino, proprio per evitare situazioni spiacevoli e perché magari non ti piace come lavorano certe persone, vieni guardato male...
    Riguardo alle caste, mi vengon in mente almeno un paio di episodi di giovani seminaristi, che in teoria dovrebbero essere mandati in un seminario estratto a sorte, giusto? E invece uno, figlio di catechisti delle prime comunità, è stato mandato nel seminario più vicino a casa, l'altro, figlio e nipote di catechisti, è stato mandato in un prestigioso seminario degli Stati Uniti, nel quale il rettore era un amico di famiglia.... Perché in questi casi non si è lasciato agire lo Spirito Santo? Perché si evoca lo Spirito Santo solo quando si tratta di persone "fuori casta"? Magari per evitare che lo Spirito Santo si sbagliasse e non riconoscesse chi era quello della casta. Va a sapere questo Spirito Santo cosa decide di fare se lo si lascia libero... Che falsari, che imbroglioni! Razza di vipere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La risposta è semplice.
      Perché nello Spirito Santo NON credono.

      Pax

      Elimina
  16. Premesso che non credo più a Dio, ma se davvero si vuole seguire Dio ed i suoi insegnamenti bisogna farlo in autonomo, fuori da tutto ciò che è organizzazione umana, dove vige la legge del più potente. Quindi fuori oltre naturalmente dal cammino, che è una setta demoniaca, fuori anche dalla chiesa che fa solo danni. Infatti tutti i santi, anche se rispettosi della chiesa,anzi del concetto di chiesa, sono rimasti fuori dai giochi di potere della chiesa, ma hanno seguito solo l'insegnamento di Dio.
    Comunque potrei anche io fare un lungo elenco di esempi di favoritismi, diversi trattamenti,giustificazioni e elogi a tutti i figli dei capoccia. E ciò che mi faceva rabbia era vedere gente adulta che adulava e portava una certa venerazione a ragazzini solo perché figli di super catechisti, ed allo stesso tempo mancare di rispetto agli altri compreso le persone anziane. Ecco poi perché tutti i figli di super catechesi sono cresciuti arroganti, maleducati, viziati e pieni di sé, che nel mondo aiuta ad andare avanti ed avere successo, per loro è una buona scuola, invece chi non è nessuno è la condanna definitiva ad una vita piena di insicurezze e paure... ma questa è la vita, il buon dio ha detto che non può stirpare la zizzania, quindi siamo costretti a vedere questa gentaglia sempre vincente in questa vita. Il danno che hanno fatto rimarrà sempre dentro ognuno di noi e non c'è giustizia e nessuno ci ridà il tempo buttato lì dentro e le conseguenze che hanno portato.
    Ex fratello.

    RispondiElimina
  17. Vogliamo mettere anche l’altra enorme speculazione delle vesti bianche? Siccome devono essere tutte uguali, sono confezionate sotto la direzione di un’unica mano esperta e questa di solito è una sorella della prima comunità di ogni parrocchia neocat. che abbia un po’ la capacità di gestire la cosa. Se dopo questa sa anche ricamare, i guadagni arrivano alle stelle perché confezionando copri leggii ed altre suppellettili, mantiene il monopolio della zona facendo anche concorrenza ai centri neocatecumenali che hanno prezzi inaccessibili. Ho assistito personalmente a liti di chi doveva prendersi la situazione in mano guardando ai facili guadagni naturalmente tutto in nero.
    Veterano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. «...facendo anche concorrenza ai centri neocatecumenali che hanno prezzi inaccessibili»

      Ci sono anche situazioni opposte: alcune comunità si sono realizzate da sole i leggii , le icone o i coprileggii...e sono state rimproverate dai catechisti di essere attaccate al denaro... che tutte le comunità invece acquistano dai centri liturgici nc (ad esempio a Messina c'è un grosso negozio di un fratello NC) e così deve essere...

      Etneo

      Elimina
    2. Con la scusa che quei soldi vengono usati per la evangelizzazione....
      ...ma de che

      Elimina
    3. Praticamente:
      chi CHIEDE insistentemente il denaro, non sarebbe attaccato al denaro, mentre chi paga sarebbe avaro.
      Chi viaggia in prima classe e mangia aragoste, non sarebbe attaccato al vil denaro (del resto spende e spande), mentre chi fa una vita di stenti per versare la decima e oltre, è un servo di mammona.

      Ma la cosa incredibile è che loro ci credono!
      I gaudenti col denaro guadagnato da altri, pensano di aver dato il cuore a Dio, mentre chi li foraggia spesso a costo di notevoli rinunce che fa scontare alla famiglia, si sente in colpa perché ha il cuore attaccato al denaro!

      Chiarissimo, per un esterno: il Cammino è una SETTA. Di quelle super.

      Elimina
  18. Il figlio delle tenebre dice agli altri, genitori, che si devono pagare le decime, per indirizzare il flusso nella borsa comune ( ricordatevi Giuda), e poi usa quei soldi con dissimulazione, parte fa vedere che sono utilizzati per ciò che dice, cioè seminari e altro, ma altra parte se li preleva. Infatti nel Vangelo è scritto che Giuda rubava i soldi, sicuramente, non tutti, per cui avrà utilizzato i soldi in parte per ciò che necessitavano Gesù e gli Apostoli, però ne prelevava, rubando ( non lo dico io ma lo dice l'Evangelista) una parte da spendere per i suoi affari. Così, similmente, ci vediamo queste persone che utilizzano il flusso, che non è fatto solo di soldi, ma anche di sottomessi, e che viene utilizzato per infilarsi in qualsiasi cosa che porti loro dei vantaggi, ovviamente terreni e materiali. Infatti vedremo alcuni infilati negli appartamenti Vaticani, di cui non pagano nulla, o quasi, vedremo che mangiano dentro Hotel e si fanno "Trattare Bene" ( sono loro stessi che dicono così); si comprano auto, infilano parenti e sodali dentro posti sicuri, alcuni vengono infilati dentro le Domus, altri nei punti vendita, altri dentro le salette della parrocchia nel fare pubblicità, altri vengono inviati a piegare i Vescovi alla loro volontà, altri dai Sacerdoti, altri dal Papa, e poi alcuni, spero pochi, sicuramente avranno anche prelevato direttamente i soldi, con la consapevolezza di rubare nel vero senso della parola. Ricordatevi che abbiamo davanti persone che il giorno prima vi chiameranno fratelli, mentre hanno il sacco nero in mano e il conto da pagare all'Hotel, e il giorno dopo già vi hanno tradito parlandovi male a tutto spiano, perchè pensano che il prossimo debba fare la volontà loro, non quella di Dio. Ricordatevi che se farete la Vera Volotà di Dio, non la loro vi salteranno addosso, dandovi dell'indemoniato, più precisamente dell'Anti Cristo, perchè avete voluto seguire seriamente il Signore, nel vero senso della parola. Ricordatevi che avete davanti persone che vi useranno e vi chiederanno favori, ma quando girano l'angolo, vi sputeranno in faccia.
    Ricordatevi che avete davanti persone che vi diranno che sono gitani e girovaghi, e che campano sulle decime non facendo nulla tutto il giorno, ma che hanno Gesù sulle labbra, e per cui usano il Nome di Dio per farsi passare per profeti.

    (segue)

    RispondiElimina
  19. Ricordatevi che avete davanti persone che hanno scritto il Vangelo dei Poveri, con impronta comunista, e che festeggiano compleanni dentro sale lussuose di ristoranti, con spumanti e coppe davanti. Carissimi non vi dimenticate mai che Gesù è nato in una Grotta ed è morto su una Croce, non fu accolto nella nascita, e ne fu accolto nella morte, come un reietto. Invece abbiamo un pernottamento di pochi giorni in baracca, con macchinetta fotografica pronta all'uso, sigarette, e altro, con il finire a mangiare in ristorantin e in hotel, e poi vedremo persone che portano caffè e giornale il mattino, per renderen l'ambiente amichevole e sempre più agiato, vedremo maglie e cravatte, pernottamenti sicuri e confortevoli, voli, auto, appartamenti, e altro. Ma, quello che vi deve far tremare i polsi è la Dissimulazione, cioè il parlare delle baracche, senza parlare dell' aver passato tutta la vita in posti confortevoli. Ricordatevi tutti che si è partiti nell' essere la gioventù comunista, poi la cursillista, poi trappista (Charles Eugène de Foucauld ), poi neocatecumenale. Tutto un mutamento , per cui possiamo vedere come si muta pelle in base alla situazione.
    Ricordatevi che Eva fece cadere Adamo, e per cui vi era una persona che ha detto di aver ricevuto un comando dalla Vergine Maria ( non so se sia vero, ma non so neanche che non sia vero), ma che non ha fatto quanto comandato ( sia se è vero e sia se non è vero, di questo ne sono sicuro), perchè si è fatta la stessa cosa che ha fatto Esaù e Saul nella Bibbia. Dio comanda e dona, e l'uomo risponde male. Infatti ci fu un incontro con una donna ricca, che sicuramente avrà agito nel porgere la mela a colui che ricevette l'ordine. Come Dio che parlò ad Adamo, similmente così. Facciamoci una piccola fantasia, vi ripeto non so se è vero, però ce la facciamo lo stesso. La Madonna dice all'Arguello di "Formare Comunità come la Sacra Famiglia dove l'altro è Cristo". OK! Costui che fa? Incontra Eva, la Carmen, per cui si saranno accumunati, ma il Serpente, che è furbo, ha iniziato ad esercitare la sua operazione. Infatti sappiamo che Carmen disse che diede il Concilio a Kiko su un piatto d'argento. E' come dire che io do Dio a qualcuno su un piatto d'argento. Nessun al mondo può porgere Dio in quel modo, e per cui è spirito di presunzione. Sicuramente l'Arguello avrà abboccato a sua volta anche lui, e per cui vi è stata la caduta. E la cacciata. ( questo è solo un esempio per farvi capire la caduta, sicuramente dietro vi saranno stati tanti altri fatti che hanno agito in quel senso) Per cui tutto ciò che vedete fare, dall'Arguello e consimili, è tutta una facciata e una catena del Demonio, cioè vi trovate davanti una persona incatenata, la quale è schiava e che non ha fatto la Volontà di Dio. L'Arguello è caduto per chi non l'avesse capito, e Dio l'ha tagliato dalla gestione (Lc 16,1-9).

    (segue)

    RispondiElimina
  20. Mi direte: IPG chi ti dice questo?
    Primo Dio mi ha dato dei Segni, veri Segni, poi lo si vede anche se presti attenzione in giro. Dio è Giusto ed ha dato la Sua Vita per le sue creature. Se vi vedete una persona che viena abusata, in qualsiasi modo, e vi vedete che chi dovrebbe intervenire nel portare la Giustizia non lo fa, ecco che quella persone non è da Dio, ma dal Demonio. Ricordatevi sempre della DISSIMULAZIONE, che è vento di Satana, cioè se una persona viene maltrattata, ed è figlia di Dio, e per cui si dice a questa di andare a chiedere perdono all'abusatore, ecco che dietro c'è il Demonio, senza nessuna possibilità di errore. Vi rammeto sempre che il Demonio usa il Bene, ma per distorcerlo, cioè per riuscire ad infilare la sua volontà malata e decaduta. Infatti si è usato il Perdono, che è un bene, ma con un fine diverso, distorto, cioè dicendo alla vittima di andare a chiedere il perdono, invece si sarebbe dovuto fare il contrario. Si userà sempre il Bene per portare il Male: rubi al Cammino, nemico del Cammino, ilCammino è la Chiesa, se non fai ciò che diciamo noi sei contro GPII, Papa Francesco è con noi ( mentre usciti fanno l'opposto), e tantissimi altro. Questo può solamente venire dal Demonio.

    (segue)

    RispondiElimina
  21. E poi, siccome la catena è sempre presente, e per cui si affacciano all'orizzonte altre situazioni, altre nuvole, ecco che similmente si ripete sempre la stessa situazione, cioè si parlerà di evangelizzazione, ma dietro abbiamo infilati dentro Domus, dentro appartamenti Vaticani, e tanto altro. La Giustizia e il Bene usati per la propria volontà, in questo caso dalla sete mondana. Coloro che dicono agli altri di non essere attaccati al denaro, dicono ciò ( ricordatevi Giuda) per ottenere denaro.La fame di mondo. La persona umile, lavora onestamente, e si accontenta di ciò che Dio gli da, sapendo che vi è il Peccato, perchè Dio da molto di più, ma non si mette a manipolare il prossimo per ottenere di più, perchè sa che il prossimo non è in una buona situazione.
    Il tutto viene mascherato, come fece Giuda, con la facciata del Bene, vi diranno: evangelizzazione, siamo gitani, abbiamo vissuto in baracche ( omettendo che la sera prima hanno mangiato serviti e riveriti). Ricordatevi che vedrete sempre la facciata del Bene: il seminario, il seminarista, il poveraccio che ci crede, ecc, ecc. Infatti si userà sempre il Bene per riuscire a seminare il Male, il Demonio andò a seminare dove vi era il seme del grano.
    Infatti, per essere più addendro, è la tecnica del Serpente con Adamo ed Eva, la serpe per ingannarli parlò di ciò che disse loro Dio, ma avendo dietro un altro fine.
    Gli oppositori vi diranno sempre: GP2, il Cammino, siamo un Milione, ecc, ecc ( e cose simili)
    Maometto, che senza dubbio falso profeta vi direbbe: il Corano è la Parola di Allah; siamo un miliardo e qualcosa, l'Arcangelo mi è apparso nella grotta di Hira, le moschee, e via dicendo.
    La stessa cosa vi direbbero i Pagani con i loro templi e scritti e segni, la stessa cosa gli Induisti, ecc, ecc.

    (da IPG)

    Pace ai figli della Pace. Dio è la Pace.

    RispondiElimina
  22. La Bibbia non può essere solo patrimonio di alcuni e tanto meno una raccolta di libri per pochi privilegiati. Essa appartiene, anzitutto, al popolo convocato per ascoltarla e riconoscersi in quella Parola. Spesso, si verificano tendenze che cercano di monopolizzare il testo sacro relegandolo ad alcuni circoli o a gruppi prescelti. Non può essere così. La Bibbia è il libro del popolo del Signore che nel suo ascolto passa dalla dispersione e dalla divisione all’unità. La Parola di Dio unisce i credenti e li rende un solo popolo.

    5. In questa unità, generata dall’ascolto, i Pastori in primo luogo hanno la grande responsabilità di spiegare e permettere a tutti di comprendere la Sacra Scrittura. Poiché essa è il libro del popolo, quanti hanno la vocazione di essere ministri della Parola devono sentire forte l’esigenza di renderla accessibile alla propria comunità

    RispondiElimina
  23. Giuda il Traditore.
    1 Sei giorni prima della Pasqua, Gesù andò a Betània, dove si trovava Lazzaro, che egli aveva risuscitato dai morti. 2 E qui gli fecero una cena: Marta serviva e Lazzaro era uno dei commensali. 3 Maria allora, presa una libbra di olio profumato di vero nardo, assai prezioso, cosparse i piedi di Gesù e li asciugò con i suoi capelli, e tutta la casa si riempì del profumo dell'unguento. 4 Allora Giuda Iscariota, uno dei suoi discepoli, che doveva poi tradirlo, disse: 5 «Perché quest'olio profumato non si è venduto per trecento denari per poi darli ai poveri?». 6 Questo egli disse non perché gl'importasse dei poveri, ma perché era ladro e, siccome teneva la cassa, prendeva quello che vi mettevano dentro. 7 Gesù allora disse: «Lasciala fare, perché lo conservi per il giorno della mia sepoltura. 8 I poveri infatti li avete sempre con voi, ma non sempre avete me».
    6 Questo egli disse non perché gl'importasse dei poveri, ma perché era ladro e, siccome teneva la cassa, prendeva quello che vi mettevano dentro.
    6 Questo egli disse non perché gl'importasse dei poveri, ma perché era ladro e, siccome teneva la cassa, prendeva quello che vi mettevano dentro.
    6 Questo egli disse non perché gl'importasse dei poveri, ma perché era ladro e, siccome teneva la cassa, prendeva quello che vi mettevano dentro.
    Quindi l'Evangelista ci fa capire che Giudà utilizzo come arma il Bene per riuscire a soddisfare la fame di mondo, in questo caso di denaro, perchè, sappiamo tutti, che con il denaro ci puoi soddisfare i desideri mondani.
    Così abbiamo persone che vi diranno sempre a facciata di offrire soldi, per dirottarli nella borsa comune, con il fine del prelievo per la soddisfazione dei propri desideri mondani.
    Gesù sappiamo ha inviato Discepoli, e ha detto che il Discepolo ben preparato sarà come il Maestro, altrimenti è mal preparato, oppure è un falso, oppure è un demonio come era Giuda, non lo dico io, la l'ha detto Gesù.
    Così troverete in mezzo a queste persone dei Giuda che vi metteranno sempre a credere che il fine è per il bene, per i poveri ( ricordatevi che usano l'evangelizzazione e loro si definiscono poveri e nulla tenenti), ma realmente hanno lo scopo di prelevare. Infatti, ne sono testimone diretto, che ho assistito al chiedere i soldi nel momento che si doveva pagare l'Hotel, e avevo davanti a me persone che i soldi li avevano, non vedevo poveri con vestiti stracciati. La maggior parte fumava e consumava al bar caffè e altro, ben vestiti, ecc, ecc. Una facciata. Questo è solo un piccolo esempio, ma se andiamo a guardare dietro le quinte vi troveremo persone che ci campano proprio, nel vero senso della parola, ma con fame di mondo, perchè vivono agiatamente, senza farsi mancare di nulla. Si fanno passare per poveri, gitani e baraccati ( Questo egli disse non perché gl'importasse dei poveri, ma perché era ladro e, siccome teneva la cassa, prendeva quello che vi mettevano dentro) ma vivono agiatamente) ma prelevano e vivono al di sopra degli altri. Infatti si possono permettere di vivere in appartamenti lussuosi, di vestire bene, di mangiare con cibi di loro gusto, e via dicendo.
    Vi rammento che il Discepolo è sotto la guida del Maestro, e per cui fa questo:
    In qualunque casa entriate, prima dite: Pace a questa casa.

    [6] Se vi sarà un figlio della pace, la vostra pace scenderà su di lui, altrimenti ritornerà su di voi.

    [7] Restate in quella casa, mangiando e bevendo di quello che hanno, perché l'operaio è degno della sua mercede. Non passate di casa in casa. .

    [8] Quando entrerete in una città e vi accoglieranno, mangiate quello che vi sarà messo dinanzi,

    [9] curate i malati che vi si trovano, e dite loro: Si è avvicinato a voi il regno di Dio.

    (segue)

    RispondiElimina
  24. Costoro non si accontentano di ciò che viene messo loro davanti, ma sono protesi nel spingere le volontà per ottenere sempre di più, con il fine di vivere meglio (Questo egli disse non perché gl'importasse dei poveri, ma perché era ladro e, siccome teneva la cassa, prendeva quello che vi mettevano dentro). Tant'è che dicono loro stessi quando vanno a fare i passaggi " Ci trattiamo bene", lo ripetono a pappagallo, e per cui se è una cosa ripetuta, vi è una fonte che l'ha inserita.
    Il cao Kiko Arguello, così dice lui, ha ricevuto un comando, di formare Comunità dove l'altro è Cristo. Secondo voi, chi spoglia Cristo per vivere e mangiare bene sta facendo e ubbidendo? Se notate è proprio ciò che voleva fare Giuda, spogliare Cristo, cioè non far arrivare l'unguento a Lui, con il fine di dirottare i soldi nella borsa comune per il prelievo e vivere bene, cioè "trattarsi bene".
    Questi vi diranno: abbiamo fatto seminari, salette, dipinti, proclamato vengeli, ecc, ecc.
    Anche Giuda avrà usato i soldi per acquistare cibo e altro per Gesù e per i Discepoli. Ma poi prelevava per fame di mondo. Ora io non so chi è lì in mezzo Giuda, con precisione, ma da come ho visto i meccanismi, cioè cosa diffondono, e come vivono, realmente, ecco che so che lì in mezzo a loro vi è.
    Giuda non voleva vivere come gli altri Discepoli, perchè questi, evidentemente, facevano una vita umile, e per cui prelevava i soldi. Così vi troverete quello che si spaccia per discepolo ma che userà del bene comune per sistemarsi, sistemarsi a 360°, infatti infilerà parenti e sodali in luoghi dove poter vivere agiatamente, dove poter prendere buoni stipendi, dove poter vivere bene come in appartamenti, che fanno parte del bene comune ( il Vaticano gestisce le offerte date per Dio e per i poveri , se uno si infila dentro un appartamento, con inganno, e quello non gli appartiene, ecco che sta facendo ciò che non si deve fare), sempre con il fine del prelievo.
    Il tutto viene fatto sotto lo sguardo di colui che dovrebbe controllare la gestione, come nel caso di un Movimento del fondatore, ma se questo non interviene con forza, ecco che è complice, 2+2 fa 4 non fa 3. Per cui se è complice, evidentemente fa parte anche lui del sistema, e ci convive e ci tira fuori anche lui il proprio tornaconto. Infatti vi troverete persone osannate, che hanno intorno gruppi di acclamatori, che fanno compleanni in sale lussuose con spumanti e coppe di vino, serviti da presbiteri, i quali dovrebbero servire Gesù e non prestarsi a servire persone decadute le quali hanno girato la faccia a Dio, cioè gli hanno sputato in faccia. Evidentemente, anche alcuni, si prestano a ciò che vedono con l'occhio della carne, invece di vedere con l'occhio dell Spirito. E' facile credere una persona proveniente da Dio, vedendone le opere materiali, come le costruzioni in mattoni e in calcestruzzo, e i dipinti, ecc, ecc, e non vedere le opere spirituali, perchè sono quelle che contano. Evidentemente ci troviamo a persone della carne, legate alle passioni carnali, che ingannate dagli occhi carnali si illudono.

    (segue)

    RispondiElimina
  25. Il metro di tutto è la Giustizia, perchè Dio è Giusto. Dio si muove con Giustizia sempre e ovunque. Per cui se uno è un suo discepolo, ecco che deve camminare nella giustizia. Se la Misericordia non è Giusta, ma è iniqua, ecco che non viene da Dio. Come riconoscere la Misericordia vera, da quella manipo,ata e distorta dal Demonio. Dalla Giustizia. Gesù disse:
    "Maestro, questa donna è stata sorpresa in flagrante adulterio. 5 Ora Mosè, nella Legge, ci ha comandato di lapidare donne come questa. Tu che ne dici?". 6 Questo dicevano per metterlo alla prova e per avere di che accusarlo. Ma Gesù, chinatosi, si mise a scrivere col dito per terra. 7 E siccome insistevano nell'interrogarlo, alzò il capo e disse loro: "Chi di voi è senza peccato, scagli per primo la pietra contro di lei". 8 E chinatosi di nuovo, scriveva per terra. 9 Ma quelli, udito ciò, se ne andarono uno per uno, cominciando dai più anziani fino agli ultimi.
    Rimase solo Gesù con la donna là in mezzo. 10 Alzatosi allora Gesù le disse: "Donna, dove sono? Nessuno ti ha condannata?". 11 Ed essa rispose: "Nessuno, Signore". E Gesù le disse: "Neanch'io ti condanno; va’ e d'ora in poi non peccare più".
    va’ e d'ora in poi non peccare più; va’ e d'ora in poi non peccare più; va’ e d'ora in poi non peccare più;
    Gesù ha detto più, non ha detto va e continua a fare come se nulla fosse. Péer cui vi è una giustizia da portare avanti. Costoro, al contrario, abusano della Misericordia, per cui si dicono sono un poveraccio, mi devo convertire, ecc, ecc, ma nello stesso tempo continuano a dissimulare e a prelevare dalla borsa comune. Non si convertono, non vogliono convertirsi, perchè sono incatenati ai piaceri, proprio come l'adultera che era incatenata al piacere sessuale. Ma lei, sicuramente, avrà cambiato vita, e si sarà messa in Grazia. Il cambiamento. Costoro, invece no, ridono, si credono superiori, e perseguitano chi è inviato da Dio per cambiare la situazione.
    Infatti se qualcuno va in mezzo a loro, con il fine di fare la Volontà di Dio, ecco che verrà ostacolato con ogni mezzo. Invito, chi volesse fare la Volontà di Dio, nell'andare nelle salette, durante la Celebrazione Eucaristica, e di inginocchiarsi davanti a tutti, capirete chi avete davanti. Io già l'ho fatto, e per questo avete visto il commento di PFR che è uscito allo scoperto, non so se ricordate? Capisco che da soli è difficile, io l'ho fatto da solo, ma per chi non se la sentisse, vi invito ad andare in compagnia, meglio in gruppi. Sapete che la Celebrazione, secondo lo Statuto è aperta a tutti i fedeli, per cui potete entrare tranquillamente, quella è la chiesa, e per cui vi appartiene, è casa vostra, voi siete figli di Dio, per cui eredi, e per cui insieme attutirete l'urto dei tanti e di alcuni che si troveranno davanti a voi. Vi inginocchiate, con rispetto a Dio, e assistete. Nessuno vi potrà cacciare e ostacolare. Invito a creare delle squadre, meglio se accompagnate dai sacerdoti, che vadano dentro le salette a evangelizzare. Nessuno vi potrà cacciare, se vi cacciano o chiudono, chiamate il Vescovo e fatelo intervenire. Se il Vescovo non fa, oppure va contro la Giustizia, ecco che c'è l'organo preposto al controllo dei Vescovi, per cui rivolgetevi a questo.

    (da IPG)

    Pace ai figli della Pace. Dio è la Pace.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se qualcuno dovesse andare, e dovesse accadere qualcosa di spiacevole, tipo vi vedete che cercheranno di ostacolarvi, perchè il Demonio si attiverà, pregate dentro di voi incessantemente, e rimanete al posto vostro con animo tranquillo.Agite con animo tranquillo, in profonda preghiera, e inginocchiandovi davanti a Gesù Eucarestia. Tutto ciò che vedrete intorno a voi, non ne fate conto, in quel momento fissate lo sguardo solo su Dio e parlate con lo Spirito Santo. Preparatevi prima chiedendo l'aiuto della Madonna.

      (da IPG)

      Pace ai figli della Pace. Dio è la Pace.

      Elimina
  26. Carissimi, vi direte. Ma GP2 ha fatto le lettera?! Hanno costruito seminari?! Vanno ad evangelizzare?! E tanto altro. OK!
    Ricordatevi che da Dio trovere tutto, ogni risposta, perchè altrimente andrete come ciechi e per cui cadrete nei fossi.
    Vi metto due spunti di riflessione:
    [33] Ascoltate un'altra parabola: C'era un padrone che piantò una vigna e la circondò con una siepe, vi scavò un frantoio, vi costruì una torre, poi l'affidò a dei vignaioli e se ne andò.

    [34] Quando fu il tempo dei frutti, mandò i suoi servi da quei vignaioli a ritirare il raccolto.

    [35] Ma quei vignaioli presero i servi e uno lo bastonarono, l'altro lo uccisero, l'altro lo lapidarono.

    [36] Di nuovo mandò altri servi più numerosi dei primi, ma quelli si comportarono nello stesso modo.

    [37] Da ultimo mandò loro il proprio figlio dicendo: Avranno rispetto di mio figlio!

    [38] Ma quei vignaioli, visto il figlio, dissero tra sé: Costui è l'erede; venite, uccidiamolo, e avremo noi l'eredità.

    [39] E, presolo, lo cacciarono fuori della vigna e l'uccisero.

    [40] Quando dunque verrà il padrone della vigna che farà a quei vignaioli?".

    [41] Gli rispondono: "Farà morire miseramente quei malvagi e darà la vigna ad altri vignaioli che gli consegneranno i frutti a suo tempo".

    (segue)

    RispondiElimina
  27. [42] E Gesù disse loro: "Non avete mai letto nelle Scritture:
    La pietra che i costruttori hanno scartata
    è diventata testata d'angolo;
    dal Signore è stato fatto questo
    ed è mirabile agli occhi nostri?

    [43] Perciò io vi dico: vi sarà tolto il regno di Dio e sarà dato a un popolo che lo farà fruttificare.

    [44] Chi cadrà sopra questa pietra sarà sfracellato; e qualora essa cada su qualcuno, lo stritolerà".

    [45] Udite queste parabole, i sommi sacerdoti e i farisei capirono che parlava di loro e cercavano di catturarlo; ma avevano paura della folla che lo considerava un profeta.

    [8] Ricordati che Gesù Cristo, della stirpe di Davide, è risuscitato dai morti, secondo il mio vangelo,

    [9] a causa del quale io soffro fino a portare le catene come un malfattore; ma la parola di Dio non è incatenata!

    [10] Perciò sopporto ogni cosa per gli eletti, perché anch'essi raggiungano la salvezza che è in Cristo Gesù, insieme alla gloria eterna.

    [11] Certa è questa parola:
    Se moriamo con lui, vivremo anche con lui;

    [12] se con lui perseveriamo, con lui anche regneremo;
    se lo rinneghiamo, anch'egli ci rinnegherà;

    [13] se noi manchiamo di fede, egli però rimane fedele,
    perché non può rinnegare se stesso.

    Gli Ebrei, che hanno messo in Croce Gesù, non tutti, ma che non lo riconoscono, anche oggi, non continuano ad essere lì e ricevono da Dio la Vita, comunque sia? I Pagani non erano tenuti in vita da Dio? I Mussulmani? Gli Atei? Ecc, ecc.
    Così costoro, decaduti, ma Dio comunque sia continua a tenerli in vita.

    (da IPG)

    Paceb ai figli della Pace. Dio è la Pace.

    RispondiElimina
  28. Gentile amministattore del sito
    La pregherei dal profondo del cuore e per fare un'opera umanmitaria di comunicare a quest'anima in pena (IPG). che avrebbe bisogno do adeguata assistenza da parte di personale qualificato, che lo scrivente PFR non è mai stato, neanche per un istante, neocatecumenale trovando all'inizio della conoscenza del movimento indizi comici mel loro esagitato comportamento.
    Purtroppo nel tempo ho dovuto constatare che costoro innoqui non lo sono affatto ma anzi sono persone piuttostio periclose per alcune menti diciamo ..fragili, ma ciò non è affar mio.
    Sono spinto a questa dichiarazione solo per un senso di umanità verso il caparbio lenzuolante affinchè non passi il tempo a inseguire le sue fantasie malate
    Ribadisco non sono. né sono ma stato neocatecumenale, ma proprio non mi è mai passato per la preanticamera del cervello di diventare membro di una congrega di clown che non fanno ridere nessuno, anzi sono dei veri e propri IT alla carbonara
    Esprimo in anticipo tutta la mia graditudine se partecipaste l'infelice IPG della dichiarazione, spero che avrà sonni più tranquilli in futuro visto che all'alba del giorno mi onora del suo pensiero come se avesse avuto un incubo notturno
    Grazie
    PFR
    OPG un timido consiglio. Ci sono tante belle ragazze in giro, perdi la testa per una di queste è più salutare che pensare a me che contrariamente non ti penso proprio e ti leggo solo dopo pranzo prima del salutare sonnellino pomeridiano ('a pennica post prandiale)
    Ciao, ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi una cosa PFR,purtroppo non so come ti chiami, quando ti avrei nominato? Neanche lo ricordo. Mi ricordo di aver inserito ultimamente un commento nel quale ti ho citato, a titolo di esempio, ma non ricordo dove e quando. Se puoi mettermi copiando e incollanto il giorno e l'ora che me lo vado a rivedere.
      Lo so gli altri sono malati di mente, e tu sei sano, ma che ci vuoi fare, se uno è malato di mente, così è. Lascialo fare un malato, perchè gli scrivi ad un malato di mente, lo sai che è così, non ha senso. Lascia perdere e fatti la tua vita, che vuoi rispondere ad un malato di mente che offende le altre religioni? Dovresti, invece, da buon cristiano, avere misericordia, cioè scrivere altro, operando la carità. Io ad un malato di mente non scrivo e mi atteggio in un certo modo, ma sapendo che è così, piano pano lo tranquillizzo parlandogli di Dio, della Madonna che ci vuole bene, che Dio è Gesù, che si deve stare attenti a mettersi in altre situazioni, perchè Gesù è la nostra medicina, tant'è che si dice, che il pazzo, oggi malato,era considerato imprigionato, imprigionato dal diavolo, era un termine antico. Una volta lessi qualcosa del genere. Per cui, se fossi così, prega per me prima di fare un sonnellino. OK!

      (da IPG)

      Pace ai figli della Pace. Dio è la Pace.

      Elimina
    2. Efesini 6,12

      La nostra battaglia infatti non è contro creature fatte di sangue e di carne, ma contro i Principati e le Potestà, contro i dominatori di questo mondo di tenebra, contro gli spiriti del male che abitano nelle regioni celesti.

      (da IPG)

      Pace ai figli della Pace. Dio è la Pace

      Elimina
  29. Che strano, una persona che non è Neocatecumenale, che non gli frega nulla dei Neocatecumenali, poi, quando si nomina PFR, a titolo di esempio, non lo nominavo da un anno, ecco che esce il suo commento. Strano.

    La dissimulazione.

    La sera ho messo il messaggio:
    Isaia Paolo Geremia8 novembre 2018 22:49 ; e sapete che pubblicate dopo un pò, al mattinno, evidentemente per lui è dopo pranzo, ha inserito il suo. Vedo che è un re della verità, dice sempre la verità, onesto ne parlare.
    Da qui capite cosa c'è dietro, anche se non fosse nc ( guardate caso lo deve ribadire di non esserlo), è un inviato di Satana per seminare zizzania, perchè?
    Ognuno si dia la risposta.

    (da IPG)

    Pace ai figli della Pace. Dio è la Pace.

    RispondiElimina
  30. Vedete, carissimi. Io lo so che il mio scrivere è duro, infatti scrivo figlio delle Tenebre, di Satana, ecc, ecc. Ma carissimi, è il parlare di Gesù, se prendete il Vangelo, il primo capito di Giovanni, ecco che lì troverete, detto in altri termini, gli stessi vocaboli.
    Che vorrei dire, che ci sono figli di questo mondo, che parlano ala maniera mondana, nominano raggazze dove divertirsi e soddisfare piaceri carnali, nominano pasta alla carbonara, sonnellino, lenzuolante, ecc, ecc. Ma se vedete bene, sono serpi velenose, lui legge sempre e mi segue, gli altri, che lo nominano 2 volte all'anno, a titolo di esempio sono i malati mentali. Ma il tutto è proteso per far vedere che si è nella verità, e l'altro nell'errore. Così è passato Satana nell'Eden, mettendo a credere che Dio dicesse bugie, e che la verità fosse altro. Con ciò non voglio dire che io sia Dio, assolutamente no, ma voglio sottolineare un aspetto importante su come si muvono le situazioni e le persone, più precisamente i figli di questo mondo di cui ci parla Nostro Signore.
    Infatti per loro non esiste la Verità, ma qualsasi cosa si dica è verità, e chi segue la Verità, che è Gesù, ecco che lo prendono per matto, per colui che attenta alle altre religioni e mette bombe, e offende tutti quanti.
    Così hanno fatto ai martiri cristiani, venivano presi per nemici dell'Impero, del Re di turno, del Popolo,e Asia Bibi dell'Islam, ecc, ecc.

    (da IPG)

    Pace ai figli della Pace. Dio è la Pace.

    RispondiElimina
  31. Caro PFR, giusto perchè ti sei inserito, nel 2018, per cui nessuno ti ha chiamato personalmente, ma hai voluto inserirti, ora è troppo comodo dire agli altri che ti citano, come Pasqualone che ha fatto ciò che ha fatto, nessuno lo aveva chiamato, ed ora viene citato. Del resto anche lui cita ogni giorno i suoi avversari. Quindi non facciamo i finti tonti.
    Poi, per charezza, tu potresti non esere un NC, non è un problema, esserlo o non esserlo, il punto che ti sei mosso proprio come nu NC. Infatti non è il punto essere NC, se proprio lo vuoi sapere, perche se i NC si comportassero bene, rispettando il prossimo, e Dio, ecco che non ci sarebbe nessun problema. Ed infatti, ne consco molti, che m hanno rispettato, e per cui con quelli non ho nessun problema. Ma caro PFR voi vi siete mosso con quel veleno che è tipico degli NC che abbiamo conosciuto e che stiamo combattendo, cristianamente. Perchè rammento a tutti, io non ho mai messo bombe e fatto azioni da delinquente. Ho sempre lavorato, e poi se ho fatto qualcosa, ecco che ho sempre cercato di rispettare il prossimo, cosa che non ho incontrato da alcuni, che invece inducono il prossimo a farsi del male e lo sfruttano.Per cui, o lo sei, o non lo sei, per me lo sei, come lo intendo io. E poi rammento a tutti la famosa frase: vista l'aria che tirava.
    Spiegaci a tutti, se riesci a dire la verità in vita tua, cosa intendevi con "l'aria che tirava". Facci sapere come facevi a vedere quell'aria, come eri informato, oppure hai detto menzogne senza sapere nulla, per cui hai giudicato senza conoscere e sapere, oppure altro. Ti rammento che per me non tirava nessuna aria, ma ho iniziato a commentare, con frequenza, sul Blog, dopo che Valentina Giusti ha caricato il commento mio, in locandina, il 14 lugio, il giorno nel quale andai a Fatima. Io l'ho visto come un segno, e per cui ho iniziato. Tu cosa avresti fatto? Avresti detto è un caso? E' un tuo diritto, ma è anche un mio diritto crederci. Che vuoi, c'è chi crede, e chi non crede. Entrambi fanno il loro gioco. Per cui: AMEN!

    (IPG)

    Pace ai figli della Pace. Dio è la Pace.

    RispondiElimina

I commenti vengono pubblicati solo dopo l'approvazione di uno dei moderatori.

È necessario firmarsi (nome o pseudonimo; non indicare mai il cognome).

I commenti totalmente anonimi verranno cestinati.