venerdì 21 dicembre 2018

Perché i neocatecumenali non devono consentire che gli si facciano domande

PERCHÉ I NEOCATECUMENALI NON DEVONO CONSENTIRE CHE GLI SI FACCIANO DOMANDE

Nelle "catechesi iniziali" del Cammino, come è noto, non è possibile intervenire chiedendo spiegazioni o ponendo domande. É una prassi codificata, i "catechizzandi" possono solo ascoltare. L'abitudine, poi, è conservata dai kiko's anche all'esterno delle salette: mai un neocatecumenale risponderà davvero a una questione concernente il Cammino.

Qualche giorno fa, invece, io ci sono riuscito, addirittura con un sommo Pasqualone, attualmente autobattezzatosi "Jack" (qui sul blog, invece, si firmava "Shadyx").
Sono riuscito a convincerlo a rispondere a una questione. Praticamente il suo gruppo Facebook è al 50% dedicato a confutare la mia critica alla catechesi kikiana del "cieco nato", il quale come noto sarebbe guarito dalla cecità ripulendosi dal fango-sporcizia dei suoi peccati in virtù del Battesimo nell'acqua di Siloe; su questo aspetto ho interrogato Jack.
La domanda è stata semplice: "Il cieco nato poteva mai ricevere il Battesimo cristiano in un tempo nel quale ancora Gesù non aveva mandato il suo Spirito?".
Ecco, Jack udite! udite! un vero miracolo! si è messo a ragionare. Bisogna dargli atto che egli addirittura sa che il Battesimo cristiano è nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Avrà evocato un po' di pericopi:
    • “Io vi battezzo con acqua; ma viene uno che è più forte di me, al quale io non sono degno di sciogliere neppure il legaccio dei sandali; costui vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco…”;
    • "Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo".
      Il Pasqualone, allora, incalzato, ha realizzato che non si può parlare di Battesimo cristiano se non a partire dalla Croce e dalla Pentecoste.
      Con questa sua risposta, senza accorgersene, Jack ha smantellato cinquant'anni di catechesi di Kiko, affermando:
      "È ovvio che il Vangelo prefigura una rinascita in Cristo (quindi battesimo) è un percorso catechetico".
      Per Jack, quindi è ovvio che in Gv 9 c'è una prefigurazione del Battesimo, non un Battesimo. Quindi il cieco non si battezza (da solo, nel testo ), soltanto prefigura. Ma una prefigurazione del Battesimo può ridare la vista ripulendo i peccati del cieco nato? La prefigurazione di un Sacramento ha gli effetti del Sacramento?

      Tutto quello che Kiko narra è una balla, perché - come da tempo sostengo - se di Battesimo si può parlare è solo in termini di prefigurazione (in una allegoria che nemmeno è del tutto compiuta). E Jack, con la sua risposta, dimostra di condividere.

      L'altro Pasqualone, il gestore del gruppo il massimo, nella scala dell'ignoranza dei Pasqualoni ha aggiunto la sua chicca dicendo che per lui la cronologia dei fatti nel Vangelo non conta. Vale a dire che per lui il Battesimo prima o dopo la Croce e la Pentecoste è la stessa cosa.
      A questo punto il Pasqualone gestore mi ha bloccato su Facebook, definendo "spam" le mie argomentazioni…

      Jack, per la verità, una idiozia ermeneutica l'aveva sparata grossa – proprio lui che si dà l'aria di uno colto e sapiente:
      "Ma noi il Vangelo lo interpretiamo ora. La Catechesi che si fa ora si fa già con la consapevolezza di Cristo e del Battesimo. Il senso di una catechesi in ottica pre-cristiana quale sarebbe? Noi cristiani abbiamo già conosciuto il sacrificio di Cristo".
      Davvero? Nemmeno alla Dei Verbum ha dato uno sguardo:
      "12. Poiché Dio nella sacra Scrittura ha par per mezzo di uomini alla maniera umana, l'interprete della sacra Scrittura, per capir bene ciò che egli ha voluto comunicarci, deve ricercare con attenzione che cosa gli agiografi abbiano veramente voluto dire e a Dio è piaciuto manifestare con le loro parole.
      Per ricavare l'intenzione degli agiografi, si deve tener conto fra l'altro anche dei generi letterari. La verità infatti viene diversamente proposta ed espressa in testi in vario modo storici, o profetici, o poetici, o anche in altri generi di espressione. È necessario adunque che l'interprete ricerchi il senso che l'agiografo in determinate circostanze, secondo la condizione del suo tempo e della sua cultura, per mezzo dei generi letterari allora in uso, intendeva esprimere ed ha di fatto espresso. Per comprendere infatti in maniera esatta ciò che l'autore sacro volle asserire nello scrivere, si deve far debita attenzione sia agli abituali e originali modi di sentire, di esprimersi e di raccontare vigenti ai tempi dell'agiografo, sia a quelli che nei vari luoghi erano allora in uso nei rapporti umani".
      Avete capito le "lezioni" dei Pasqualoni neocatecumenali, quante balle in una breve discussione? Secondo loro il Vangelo andrebbe interpretato con le loro consapevolezze di oggi. Nemmeno con la fede: con le consapevolezze che ognuno ha… cioè le consapevolezze di Kiko, nel caso specifico. La cronologia degli eventi nel IV Vangelo non conta niente per loro. Per essi il Battesimo cristiano può essere considerato istituito prima della Croce e della Pentecoste. Per loro una prefigurazione del Battesimo possiede le facoltà del Sacramento, ripulisce i peccati (e anche sana il visus dei ciechi nati).

      Cari fratelli Pasqualoni, non vi conviene rispondere alle domande né mantenere gruppi aperti su Facebook, poiché finite sempre per rivelare i vostri errori: voi siete bloccati nel cervello, vi conviene stare rinchiusi nelle sale del regno di Kiko e nei vostri gruppi segreti, in quella specie di manicomio dove c'è chi si spaccia per «Giovanni il battista in mezzo a noi», chi fa il cieco nato e chi Lazzaro che esce dalla tomba. Là, perlomeno, le vostre eretiche balle non escono all'aria aperta inquinando la dottrina cattolica.

      43 commenti:

      1. Invitiamo i "cristiani della domenica" (cioè coloro che hanno ricevuto la grazia di non aderire al Cammino) e i "Giuda" (cioè coloro che hanno ricevuto la grazia di abbandonare il Cammino) a riflettere senza fermarsi all'aspetto superficiale.

        Quando un facinoroso kikos proclama che il Vangelo va letto con la "consapevolezza" dei cristiani di oggi, sta in realtà proclamando che il Vangelo sarebbe solo un giocattolino da adoperare per esprimere qualcosa che si ha già dentro, e cioè il fascio di emozioni e di suggestioni che il Cammino Neocatecumenale gli ha fabbricato.

        Il fedele cattolico, invece, vuole farsi guidare dal Vangelo, allo scopo di capire (e dunque di rettificare le proprie convinzioni): per lui il Vangelo è una fonte, non un puntello. La vera consapevolezza del cristiano è che la fede non è un banale elenco di formule da ripetere e di attività da eseguire (e di chitarrelle da strimpellare): la vera consapevolezza è che Dio ha parlato e, allo scopo di farsi capire e di proseguire la Sua opera, ha istituito la Chiesa (anziché limitarsi a consegnare un discorso o un libro).

        Questo è il motivo per cui i kikos non hanno nulla da ridire quando Kiko contraddice il Vangelo. Trattano il Vangelo come se fosse un elenco di frasi sdolcinate di Baci Perugina, adoperandole per puntellare i traballanti discorsini di Kiko. Per esempio, nel Vangelo leggiamo che Nostro Signore, istituendo il sacramento della confessione, ha detto agli Apostoli: «...a chi non li rimetterete, resteranno non rimessi». E invece Don Kikolone va blaterando che la confessione dei peccati mortali sarebbe facoltativa e rinviabile a piacere: «se vuoi, domani sigillerai...»

        RispondiElimina
        Risposte
        1. N.B.: i tre pilastri della fede sono il Magistero, la Tradizione e le Scritture, e le Scritture si possono comprendere solo alla luce del Magistero (altrimenti il Signore non avrebbe né insegnato, né comandato di insegnare) e della Tradizione (altrimenti il Signore non avrebbe istituito la Chiesa, né garantito per essa sino alla fine dei tempi).

          Sono quei tre pilastri a sostenere la nostra fede, non un "metodo" o "itinerario" inventato da due spagnoli. Sulla fede non c'è niente da inventare. Il proporre un nuovo "metodo" o "itinerario", dovrebbe servire esclusivamente a far vivere meglio i sacramenti e ad appoggiarsi di più su tre pilastri, non viceversa.

          Quella che (deridendola senza fare economia di risate) etichettiamo come "pasqualoneria", è solo il frutto più notevole della diabolica spiritualità neocatecumenale. Ammettilo onestamente: il Cammino ti rincretinisce. Ti fa credere che puoi essere più cristiano degli altri anche se di fatto (e forse senza nemmeno accorgertene) stai adoperando il Vangelo solo come strumentino per puntellare e rattoppare e lodare il Tripode Kiko-Carmen-Cammino. Il tipico kikos è persino disposto all'ipocrisia, all'inganno, alla menzogna, ad ogni immoralità, pur di difendere il Cammino: mettono il Cammino al di sopra di tutto, anche se poi a parole vanno blaterando il mantra "Signore, il Signore" e altre formule che sembrano cristiane e che -guarda caso!- riescono a non contraddire mai il Tripode e le porcherie fatte in nome del Tripode.

          Quanto più uno crede nel Tripode tanto più viene affetto dal virus della pasqualoneria (è destino di ogni eretico il ridicolizzarsi davanti agli uomini dotati di ragione). In altre parole, una fede inquinata esige una ragione almeno altrettanto inquinata (vengono in mente tanti esempi, come quel poveraccio - emerito sindacalista d'alto livello - che blaterava che le schitarrate kikiane varrebbero più del canto gregoriano).

          Per cui, fateci caso: nello scambio di battute tra Lino e certi pasqualoni, è evidente che a questi ultimi non interessa adeguarsi alla verità, ma solo adoperare ogni strumento pur di difendere il Tripode... fino a commettere incresciosi e vergognosi auto-goal come il mettere sullo stesso piano il sacramento e la prefigurazione del sacramento pur di non contraddire le farneticazioni dell'eretico Kiko.

          Elimina
      2. https://i.imgur.com/LRU7KWc.png
        Il concetto espresso dal Pasqualone è molto semplice: giacché la Bibbia non è un film, gli eventi si possono spostare a piacimento, anticipando perciò l'istituzione del Battesimo cristiano alla Festa delle Capanne ebraica, tempo del miracolo del cieco nato.
        Una asineria del genere non l'avevo mai letta, praticamente questo NC del Battesimo non ha capito niente. Peraltro, e in aggiunta, non sa nemmeno che la cronologia nel Vangelo di Giovanni è importantissima, i miracoli sono scanditi con i tempi liturgici dele feste ebraiche e la cronologia giovannea della Passione di Cristo è ritenuta la più accettabile.
        Mi spiace definirlo così, ma che somari di questo genere vadano in giro a evangelizzare è una iattura. Se perlomeno si limitassero a elencare i propri peccati!

        RispondiElimina
      3. ....ne parlava un commento nel blog di ieri....
        Immaginate un posto pubblico molto comodo e molto remunerato .... una viene assunta come dirigente senza fare concorso e senza meriti.... uhh ma e' una super responsabile NC......
        non cercatela con google che per rispettto della privacy non fa vedere tutti gli articoli..... cercate su duckduckgo....e troverete.....
        ....servizi '''le iene'''
        ....articoli dei sindacati di base
        .....annuario arcidiocesi di crotone santa severina... responsabili del centro diocesano neocatecumenale.....toh....

        Domanda:ma 35 anni di cammino e di responsabilita' e di eucarestie.....questi sono i frutti??????
        Domandina:ma le ricchissime decime da lei pagate al cn.....il cn le restituira'???? parlano tanto di zaccheo......
        Domandona: quanto peso hanno i NC nei vari enti pubblici MEF INPS eccetera.... quanti altri casi come quello ci sono...quanto MOBBING viene fatto contro chi ostacola gli esponenti del cn.....insomma LO STATO deve considerare il cammino come un altra delle tante mafie????

        RispondiElimina
        Risposte
        1. Nella pagina dell'arcidiocesi che hai citato, quella di Crotone, oltre ad uno specchietto con i numeri dei fratelli nc parrocchia per parrocchia (si è mai vista una cosa del genere? Che i movimenti pubblichino il numero dei propri aderenti? Ma poi lo aggiornano, date le numerose defezioni? 😂) c'è un interessante paragrafo con gli obbiettivi pastorali, che riporto di seguito:

          Il Cammino Neocatecumenale in quanto iniziazione cristiana è centrato sulla famiglia, secondo la parola di Dio " Egli è passato salvando la nostra famiglia" (Es 12,27), modello delle comunità è la Sacra Famiglia di Nazareth. Nella piccola comunità abbiamo visto in questi anni di cammino, come l'ascolto della parola di Dio e la partecipazione assidua ai sacramenti hanno aiutato tante persone a riscoprire il valore del matrimonio, della famiglia, della genitorialità.
          Per questo, obiettivo principale anche per quest'anno, per noi sarà l'evangelizzazione agli adulti, la missione per le strade e per le piazze come diverse volte ha sollecitato anche Papa Francesco, la formazione di nuovi gruppi di post-cresima, Scrutatio della Parola di Dio, domenicale, una volta al mese, aperta a tutti i giovani e in tutti i servizi pastorali della propria parrocchia (consiglio pastorale, preparazione al Battesimo, al Matrimonio, alla Cresima ecc.).
          La missione, quindi per il cammino neocatecumenale per questo nuovo anno è favorire, aiutare, legami fondati sulla comunione con gli altri gruppi esistenti nella parrocchia e svolgere una Pastorale Missionaria secondo le indicazioni del Magistero della Chiesa a favore dei lontani.

          Mi chiedo: moltiplicare i gruppi di post-cresima per far entrare nuove leve nelle proprie asfittiche comunità, fare i balletti in piazza, fare le scrutatio a porte chiuse secondo le indicazioni del guru, in che modo dovrebbe favorire l'integrazione con le altre realtà parrocchiali?
          Chissà se c'è qualcuno di Crotone che può rispondere?
          E magari spiegarci qualcosa sulla vicenda della dirigente senza titoli? A meno che non sia diventata dirigente così come in cammino si diviene catechisti, cioè senza nessuna effettiva preparazione se non una grandissima prosopopea.

          Elimina
        2. ..."insomma LO STATO deve considerare il cammino come un altra delle tante mafie?"
          Io direi una delle tante massonerie :-)

          Elimina
        3. Qualche breve nota a margine per prevenire ingenue obiezioni e acrobazie retoriche.

          In linea di principio, le scelte morali del singolo non sono necessariamente specchio delle convinzioni dell'intero gruppo: persino tra gli Apostoli ci fu uno che tradì.

          Ma tale principio non va applicato alla cieca. Infatti le persone disoneste amano sfruttarlo per nascondere le porcate del proprio gruppo, insinuando ogni volta che sarebbe un caso più unico che raro, una mela marcia isolata, un facinoroso partito per la tangente... via, via! circolare! non c'è niente da vedere! tacete! voi "giudicate"!

          Dunque, di fronte all'episodio sopra citato, che riguarda una persona con "35 anni di Cammino" e addirittura responsabile per il Cammino nella sua diocesi, ci aspetteremmo che tanti kikos - specialmente quelli che i cosiddetti "catechisti" hanno indotto a "provarsi coi beni" - reagiscano adeguatamente contro questo mostruoso e pluridecennale "attaccamento a mammona". Specialmente nei confronti dei leader del Cammino, qualora tergiversino o addirittura la buttino a tarallucci e vino.

          Elimina
      4. Infatti un presbitero kikiano così ha scritto di recente: "Ma quando Dio cancella i nostri peccati? Nel momento in cui diciamo dal profondo del cuore: Padre nostro che sei nei cieli, abbi pietà di me peccatore..."
        È un altro esempio di tempistica sballata.
        Lino, stai facendo un lavoro prezioso fissando l'attenzione dei tuoi interlocutori neocatecumenali sulla consecutio temporum, perché in cammino c'è una grande confusione proprio sulle tempistiche.
        Basti pensare che propone come realizzazione finale un battesimo che invece dà inizio alla vita di un cristiano. Come pure la confessione viene proposta per "sigillare" un perdono che in realtà, come afferma il presbi kikiano, è già avvenuto.
        Il problema del cammino è distrarre l'attenzione dall'efficacia del Sacramento. Persino l'Eucaristia subisce un viaggio nel tempo a ritroso, essendo trasformata in una celebrazione della Pasqua ebraica, in un pranzo commemorativo dell'uscita dall'Egitto e di ingresso nella Terra Promessa (da cui il latte e miele sorbiti nelle celebrazioni della cinquantina).
        Ci si focalizza sempre su ciò che precede il Sacramento e su ciò che lo segue, ma alla azione di Dio, il risanamento del cieco nato, che si dimenticano essere stato un miracolo istantaneo, non si dà quasi peso, tutti incentrati su ciò che "dobbiamo fare noi" da non vedere ciò che gratuitamente ha già compiuto Lui, e per tutti, non per gli eletti e gli approvati.

        RispondiElimina
        Risposte
        1. Leggo e chiedo cortesi spiegazioni
          "Specialmente in riferimento al miracolo rievocato da Giovanni, i Padri della Chiesa sottolineano il simbolismo battesimale, per la chiara allusione al sacramento dell’illuminazione, come afferma Tertulliano nel De baptismo . Altri si soffermano sull’assimilazione cieco nato-uomo peccatore dalla nascita e cieco illuminato-uomo risanato dalla grazia del Battesimo e anzi, per Ireneo (Adversus haereses), IL LAVAGGIO BATTESIMALE SI RIFERISCE SICURAMENTE AL LAVACRO BATTESIMALE e il momento precedente è da identificarsi con il catecumenato, mentre per Ambrogio (Epistulae) l’uomo, che aveva un cuore cieco, dopo Siloe, ha aperto gli occhi. Questo logico e naturale passaggio simbolico nutrì una fortuna assai considerevole della guarigione del cieco nell’arte cristiana più antica, che rappresenta l’infermo nel momento del miracolo con le braccia sollevate nel gesto orante del ringraziamento, mentre il Cristo impone solennemente le mani"

          Elimina
        2. Domanda interessante, le dovrò rispondere in più commenti, perché sono un po' impegnato. Lei dà per assodato un sicuro riferimento al lavaggio in Siloe come lavacro Battesimale riferendosi unicamente ai Padri della Chiesa. Ora, con tutto il rispetto per le interpretazioni tipologiche e allegoriche - che, da cultore della poesia, mi entusiasmano quando non sono forzate - non crede che un migliaio e mezzo di anni di studio del Vangelo di Giovanni abbiano, in termini di canoni ermeneutici, fornito qualche contributo sviluppato da altri esegeti e con altri canoni? Non pensa di rischiare un archeologismo esegetico trascurando i contributi della filologia, delle letture cristologiche e non sacramentali, di una miglior conoscenza del greco della koiné, di un grande approfondimento della teologia giovannea degli ultimi anni?
          Benedetto XVI, che certamente non è un fautore del solo metodo storico-scientifico, con la delicatezza che lo distingue criticò l'allegoria di un Padre della Chiesa con queste semplici parole: "Il testo non lo dice". Ora in Gv 9 c'è un SOLO passaggio simbolico che potrebbe far pensare a un Battesimo del cieco nato (Battesimo cristiano, naturalmente) ed è l'invito a lavarsi in Siloe. Accettandolo per valido, mica nel testo si determinano una serie di contraddizioni sullo stesso Sacramento del Battesimo? (continua...)

          Elimina
        3. Io riferusco è un virgolettato quella che è l'interpretazione in cui mi sono imbattutto senza maliziosamente cercarlal Il punto è che a furia di sminuzzare e tormentare esegeticamente il testo non si arriva mai a un punto fermo perchè l'interrpretazione di oggi potrebbe essere superata da quella di domani
          Mia cauta riflessione

          Elimina
        4. Premesso che ogni Battesimo è una illuminazione ma ci sono illuminazioni che non sono Battesimi, donate a persone già battezzate, il cieco nato è illuminato nel senso che riceve la luce dapprima nel visus fisico, successivamente (ed è la più importante) la vera Luce, giacché "vede" il Signore. Sottolineo il verbo "vedere": è in esso uno dei massimi contributi per la comprensione del IV Vangelo, fornito da p. Ignace de la Potterie (1914-2003). Ora, ragionando per assurdo, accettiamo per vera l'interpretazione battesimale: il cieco nato di Gv 9 si battezza cristianamente in Siloe. Osserviamo le conseguenze di questo assunto, il quale non è riferito dal testo se non in un possibile "passaggio simbolico", il lavaggio in Siloe.
          1) Il Battesimo cristiano viene anticipato alla festa delle Capanne, non è più istituito sulla Croce e nella Pentecoste.
          2) Il Battesimo cristiano, per quanto sopra, non ha più dipendenza dal Sacrificio di Cristo, non è più "«immersione» nell'acqua è simbolo del seppellimento del catecumeno nella morte di Cristo"
          3) Il cieco nato non viene battezzato in Spirito Santo, giacché la terza persona della Trinità ancora non era stata ancora "mandata".
          4) Giacché Cristo dice al cieco "Va' a lavarti nella piscina di Sìloe" e non dice agli Apostoli "Andate a lavarlo nella piscina di Siloe", il cieco nato si battezza da solo
          5) Il supposto percorso catecumenale del cieco nato è assolutamente anomalo: il cieco nato è battezzato ancor prima che egli sappia che Cristo è Dio.
          6) L'insistenza sul Battesimo deriva dall'insistenza sui peccati del cieco nato, ma questa seconda contraddice due loghion di Cristo in Gv 9.

          (continua)





          Elimina
      5. Ciao a tutti, ho una domanda che mi assilla:
        girando per Internet si trovano decine di siti critici sul cammino ma tutti ormai abbandonati o con articoli datati. Questo mi fa paura perché sembra che tutti abbiano rinunciato e si siano arresi allo strapotere del cammino.
        L'unico sito attivo è questo e Wikipedia, che riporta in fondo alla voce Cammino Neocatecumenale una serie di importanti e pesanti critiche.
        Possibile che tutti abbiano abdicato? Siamo davvero così pochi a fare critica?
        Voglio sperare che questo tasso di abbandono sia dovuto ad un equivalente tasso di abbandono del cammino e della sua importanza.

        Grazie a tutti voi di esistere. Per me siete stati una salvezza: Quando pensavo che il cammino fosse sbagliato e tutti intorno a me mi prendevano per pazzo, questo blog ha dato forma ai miei pensieri, sostanza ai miei dubbi, ….

        Continuate così!
        M.A.

        RispondiElimina
        Risposte
        1. Per nostra fortuna (mi si conceda l'ironia) il Cammino non ha mai corretto i propri errori, per cui tutti quei documenti, benché vecchi o abbandonati, sono ancora validissimi.

          In molti casi non vengono più aggiornati perché gli autori hanno definitivamente voltato pagina nella propria vita, cioè non hanno più tempo di cercare notizie sul Cammino, non hanno più a che fare con gli ex fratelli ancora al cappio di Kiko. In tutta sincerità, sono felice per loro.

          Protestare su internet (blog, social network, ecc.) serve a poco, dal momento che la gerarchia cattolica, vuoi per buon cuore, vuoi per corruzione o addirittura complicità, evita di prendere provvedimenti contro la setta di Kiko. Questo blog esiste solo per informare, ed è diretto soprattutto ai fratelli che cominciano a nutrire qualche piccolo dubbio. A danneggiare il Cammino, comunque, non è l'autorità, né le critiche, ma solo la verità.

          Abbiamo sempre dato tanto spazio ai "pasqualoni" proprio perché il tipico fratello di comunità che sotto sotto comincia a nutrire qualche dubbio è sempre il bersaglio preferito della propaganda kikiana: mostrando le fallacie logiche (e le emerite corbellerie) dei facinorosi difensori della setta e dei suoi eretici "iniziatori", abbiamo dato modo di comprendere i metodi e abbiamo dato motivo di non fidarsi degli slogan preconfezionati.

          Wikipedia purtroppo non è una fonte affidabile poiché i suoi autori ritengono che "la verità è frutto del consenso" (relativismo) e considerano i blog come incapaci di dire la verità. Pertanto, per essere "enciclopedica", una voce dovrà citare gli articoli dei giornali (poco importa che siano pura propaganda kikiana) e non potrà citare le testimonianze e le critiche che i giornalisti hanno paura di pubblicare. Per cui è già un miracolo che nonostante gli interventi di un esercito di kikos - tra cui il sullodato "Pasqualone" col suo pseudonimo zunbla - ad aggiustare le pagine wikipedia riguardanti il Cammino per dare l'impressione che "alcuni criticano ma il Papa ci loda", la voce di Wikipedia sembra ancora contenere qualche critica.

          Elimina
      6. OT
        Sto leggendo la tesi di dottorato segnalata nell'Osseratorio.
        Leggete chi difendeva la Comunione al modo neocatecumenale:

        "Il riferimento era al Sinodo sull’eucaristia tenutosi a Roma nell’ottobre del 2005, durante il quale alcuni prelati avevano chiesto di estendere il modo di far la comunione in uso tra i neocatecumenali alla comune prassi liturgica cattolica. Tra i sostenitori della proposta si fecero notare all’assise sinodale: mons. Apuron, arcivescovo di Agana (Isola di Guam), già
        presidente della Conferenza episcopale del Pacifico, il quale si espresse in difesa della pratica della comunione da seduti sostenendo che «if the Eucharist is a banquet, the proper posture when the people are receiving the Body and Blood of Christ is seated, not standing!»"

        RispondiElimina
      7. "Perché i neocatecumenali non devono consentire che gli si facciano domande"
        ---
        "CREDERE, OBBEDIRE E COMBATTERE"

        Ruben.
        ---

        RispondiElimina
      8. Prima pagare poi domandare.(cit.neocatecumenale)

        RispondiElimina
      9. Post che mette in evidenza in modo chiarissimo le eresie del Cammino.
        Parlo di eresie al plurale, perché mette anche in evidenza anche l'errore di metodologia nell'esegesi di Kiko, che non è solo ignorantissimo, ma si attribuisce le caratteristiche che appartengono al Magistero della Chiesa, e perciò sforna eresie a bizzeffe.

        Questa eresia evidenziata da Lino, rispetto a tante altre eresie del Cammino, ha il "pregio" che non si può "nascondere", cioè non si può dire che certe espressioni sono uscite a Kiko perché parla a braccio e non usa il linguaggio teologico: il concetto è talmente chiaro che l'unica cosa che può fare Kiko per dimostrare la sua fedeltà alla dottrina cattolica è quella di dire: "Scusate, mi sono SBAGLIATO!".

        E infatti il tentativo di Jack, che cerca di contraddire Lino, oltre mettere di buon umore tanto è goffo, peggiora la situazione, perché non "reinterpreta" le parole sballate di Kiko (come potrebbe?), come spesso accade quando Kiko sproloquia, ma insiste: dice che ha ragione Kiko.
        Cioè: all'interpretazione della Chiesa, che riassume 2000 anni di esegesi, di Concili e di espressioni dogmatiche, Jack oppone l'esegesi dell'ignorante Kiko.
        All'interpretazione della Chiesa, ispirata dallo Spirito Santo, Jack oppone l'interpretazione tutta umana, e umanamente bislacca e stravagante, di un tizio che ha ambizioni da veggente.

        Camminanti in buona fede: se siete davvero in buona fede, documentatevi col Magistero della Chiesa e poi tirate le conclusioni.

        RispondiElimina
      10. "GUAI A CHI MI TOCCA IL CAMMINO!"

        Hanno un' espressione truce, mutano all' istante quando si chiede loro del cammino o li si confuta sulla loro dottrina. Acquisiscono uno sguardo torvo e contrastano con atteggiamento scriteriato.
        Hanno il coraggio sconvolgente di insidiare l' interlocutore con delle menzogne, stordendolo con quantità sterminate di giustificazioni insensate a vantaggio delle bestialità di kiko.
        Sono senza ritegno e pur di difendere il cammino non tentennano nell' annientare la psiche dei più deboli, degli inconsapevoli e dei piccoli d' età.
        Distruggono il bello, lo devastano con il loro spirito neocatecumenale rendendo Cristo un mero passaggio (neocatecumenale) da assolvere e superare!
        Non esiste edificazione, perché lo spirito risulta annichilito da obiettivi e mete che esulano Dio, che mirano all' agognato trofeo in Israele, laddove risorgono a nuova creatura (di kiko) mediante la parodia di un battesimo fasullo.
        Il cammino è inquinamento, agonia del cattolicesimo. Tentativo di uccisione degli insegnamenti della Chiesa Cattolica. Esso sconfessa la gerarchia cattolica, i dieci comandamenti nella loro forma originale e, addirittura, le Sacre Scritture!

        Mi viene in mente San Pier Damiani che dice alla Vergine: " Ti è stata data ogni potenza in cielo e sulla terra.
        Tu puoi tutto quello che vuoi, poiché ti è possibile sollevare alla speranza della salvezza anche i disperati ".
        Un guaio per kiko che ha istituito un contesto che induce a sguazzare nel peccato con il fine della perdizione!
        Sarà per questo motivo che ha posto una coperta addosso alla Vergine affinché i suoi catecumeni non La vedano; perchè non avvenga per loro la conoscenza della Vergine Maria, poiché Ella è l' effettivo contrapposto del cammino. Colei che calpesta il serpente sopprimendolo!

        I neocatecumeni mi hanno strappato il Santo Rosario disperdendone i grani, e con il loro comportamento crudele e atroce hanno provato a strapparmi dal cuore il Signore! Hanno provato, ma senza buon esito, essendo che la Mamma ha raccolto da terra ogni grano sparso, riponendoli nel mio cuore affinché mai si disperdano. Ma molti sono coloro a cui è stata lacerata la fede. Tragico!

        Il loro approccio comunicativo è esaltato e violento perché partono da un' unica considerazione che vige inesorabilmente in ogni plagiato neocatecumeno: "GUAI A CHI MI TOCCA IL CAMMINO...FOSSE ANCHE LA VERGINE MARIA!"

        RispondiElimina
        Risposte
        1. Osservatorio, posso usare questo commento nella mia pagina? Sto realizzando un servizio su questo argomento. Grazie

          Elimina
      11. Arrendersi allo strapotere del cammino MAI. Caro M.A.
        Vero anche che un altro loro buon sistema è quello di farti passare per "pazzo" quando cominci a criticare dall'interno l'"intoccabile". Ti guardano tutti con occhi increduli - ancora me li vedo tutt'intorno - e la cosa grave è che questo avviene non solo da parte dei capobanda, ma anche degli intruppati, quelli DOC, gente ormai col cervello, se ancora ne hanno nella scatola cranica, LAVATO del tutto.

        RispondiElimina
      12. Detto questo come premessa aggiungo che sì, questo Blog è una grazia perché ci ha riuniti, molti o pochi, ma dei più coriacei e cocciuti che non ci siamo piegati allo strapotente cammino e neanche perdiamo la speranza; no davvero purtroppo per loro.
        Vero è che ci dicono o ci mandano a dire che siamo formiche, che non valiamo nulla, quattro gatti, frustrati e falliti senza futuro, vendicativi, astiosi,....dimentico qualche cosa? Aiutatemi.
        Più fanno così più ci rendono tenaci e perseveranti. Quando il baraccone si sgretolerà e il pallone gonfiato scoppierà saremo qui e ripeteremo per un'ultima volta: "cosa vi diciamo da anni e anni???"
        Certo è una tortura, per confutarli, continuare a leggere le loro insulse prediche e tutte le balle che sparano senza pudore, delle quali noi Ex di lungo corso, per averli "sperimentati" nei fatti concreti, possediamo tutte le chiavi di lettura e sveliamo, una dietro l'altra, tutte le contraddizioni....perché poi più vanno avanti imperterriti più perdono anche quella poca credibilità che, appiccicata con lo sputo, per anni hanno cercato invano di tenere in piedi, fino a oggi. Sputo sì, questo l'unico sputo del cammino.

        Poi un grazie smisurato va a chi, come Lino, con perseveranza eroica, da anni continua colpo su colpo a confutare le cavolate neocatecumenali, incarnate in modo spettacolare in quelli che lui stesso definisce Pasqualoni, ma che sono frutti maturi della pianta che li ha prodotti. Dai frutti conosci la pianta...e arriviamo sempre al Sommo Arguello. Uno come Lino che il cammino non ha mai accalappiato nelle sue spire malefiche e che nella vita ha ben altro da fare e a cui pensare. Idem dico e penso di Tripudio che ha una tenacia più unica che rara, un carrarmato, motore diesel, inarrestabile. Credo che senza di lui, nei periodi più bui, questo Blog sarebbe morto e defunto da tempo.
        Visto che mi trovo un ultimo grazie a Mic che lo ha a suo tempo fondato.

        Con M.A. anche io dico:
        GRAZIE a tutti perché
        questo blog ha dato forma ai miei pensieri, sostanza ai miei dubbi, ….

        Continuate così!

        Pax

        P.S. Un ultimo grazie, perché no, e mi unisco a Lino, anche ai più o meno "sommi pasqualoni" cartine di tornasole impagabili, a volerli inventare così non ci saremmo mai riusciti.

        RispondiElimina
      13. Oggi è sabato e purtroppo stasera gli iniziatici dell'iniziazione degli iniziatori procederanno a celebrare la blasfema carnevalata liturgica inventata da Kiko e Carmen, che offende Nostro Signore e serve solo a ridicolizzare i fratelli delle comunità neocat, specialmente quelli che in cuor loro vorrebbero solo rendere un pochino di gloria in più al Signore.

        A tali sventurati adoratori del triplice idolo Kiko-Carmen-Cammino e delle infernali grattugiate di chitarrella ndrùng-ndrùng-ndrùng occorrerebbe far ascoltare qualche esempio della vera bellezza che salverà il mondo, come la Messa dell'Incoronazione di Mozart. Un vero artista, che viveva in una società cristiana e conosceva i vertici di bellezza che parlano dell'unica vera fede: ad ascoltare quell'opera pare davvero di stare in paradiso ad assistere all'incoronazione della Regina degli Angeli e dei Santi, e alla marcia trionfale dei santi col canto del Credo (notarne la parte dell'Incarnazione, Passione e Morte, e lo stacco fortissimo in "sepultus est": ancora non ha finito di dire "sepultus est" che già è Resurrezione).

        RispondiElimina
      14. Vorrei dire qualcosa entrando nel merito del post di Lino.
        Forse anche banale e scontata, ma tant'è!

        Quello che avviene nel cammino a proposito (o meglio a "sproposito") di interpretazione delle Sacre Scritture avviene semplicemente perché Kiko si considera il compimento. Faccio riferimento a quello che fa passare quando sale sul leggio e prende la parola. Lui ha ricevuto l'ispirazione del catecumenato post-battesimale che dà concretezza alla Parola di Dio. Tutto il resto nella Chiesa è pura astrazione, ginnastica mentale, al massimo sentimentalismo. Ma nel suo - e di Carmen - Neocatecumenato ogni passo del Vangelo acquista concretezza nella vita dei fratelli, si incarna e realizza nel cammino di conversione a tappe. Per cui il Vangelo della Samaritana si realizza nell'Iniziazione alla Preghiera, il Vangelo del cieco nato nella Traditio è così via.... Le porte che si chiudono e tu resti fuori segnano l'ingresso - Secondo Passaggio - dal pre-catecumenato al catecumenato vero e proprio...e tutto così. Quindi, ogni passo del Vangelo non ha senso per gli altri cattolici perché scandisce le tappe del cammino di riscoperta del Battesimo che solo Kiko ha ricevuto come dono dal cielo. E chi non lo fa non ha mai capito né mai capirà un accidenti della Parola di Dio.

        E dunque? Quali le conclusioni da trarre? Come si fa a far ragionare gli indottrinati da una simile settaria interpretazione che definire riduttiva è poco. Magari! Kiko è un eretico con tutte le carte in regola.

        Pax

        RispondiElimina
      15. Rebel: hai perfettamente ragione.

        Il Cammino non può essere mariano, cioè non può sviluppare una vera e forte devozione mariana e una teologia mariana, perché la Madonna è nemica di ogni eresia.
        Non è un caso che là dove c'è l'eresia, come tra i protestanti, ma anche tra tanti cattolici di nome e non di fatto, la Madonna non è né amata, né venerata.
        Purtroppo sta accadendo anche di questi tempi: la Madonna è poco amata e di conseguenza anche nella Chiesa l'eresia avanza.
        Non che sia palesemente insegnata, a parte qualche caso. Semplicemente è tollerata, come sono tollerati gli errori del Cammino.

        Sembra quasi che le disquisizioni sulla sana dottrina siano dettagli, ma non è così.
        Infatti da una dottrina sbagliata sorgono prassi sbagliate (dove è più sbagliata le prassi sono più sbagliate, dove meno, sono meno sbagliate).
        E le prassi sbagliate favoriscono i peccati che, anche quando sono commessi senza rendersene conto, in ogni caso limitano e spesso ostacolano la grazia della salvezza

        RispondiElimina
        Risposte
        1. Il cnc non puo essere mariano......se lo fosse il Santo Rosario non sarebbe accennato nel cnc dopo tanti anni di cammino.

          Elimina
      16. Anch io mi sento di ringraziare di cuore chi gestisce questo blog e tutti quelli che intervengono per condividere pezzi di vita e smarrimenti vissuti all interno dell'esperienza nel cammino neocatecumenale. Io ho trovato in questo blog una Conferma di tanti dubbi di tante perplessità che ho vissuto per anni e che pensavo solo mie. Oggi so con più certezza che quel vento che soffiava dentro di me era lo Spirito di Gesù, un vento leggero, dolce che ama la verità e la libertà.penso che al di là di tutto, la peggiore condizione del cnc é di voler stringere tra le mane la vita delle persone che Dio ha creato libere. Il cnc si impossessa di quello che non é suo! Potrebbe acconentarsi di indicare una via, ma ha la pretesa di essere la via. Buon Natale!

        RispondiElimina
      17. Questo blog si chiama "Osservatorio sul Cammino neocatecumenale secondo verità", ma cos'ha esattamente di legato alla verità? Le argomentazioni sono quasi esclusivamente soggettive, provocatorie, raramente fondate sulla Parola,( non su qualche testo di un ecclesiastico X, ma sulla Parola di Dio.) A tali argomentazioni si potrebbe ovviamente rispondere con argomentazioni altrettanto soggettive, ma francamente non avrebbe nemmeno senso discutere come discutono i bambini. Allora sarebbe carino che voi mettiate con prove e dati evidenti fatti concreti che testimonino le vostre accuse che più che da ecclesiastici, ricordano quelle di uno scrittore fallito. Inutile dire che, questo blog fa piu danni di quanto voi professiate faccia il cammino neocatecumenale, perché ahimé, tutte le comunità sono quantomeno associate ad una parrocchia, ad un parroco e almeno lavorano e aiutano i fedeli di quella parrocchia. Voi invece, non mi risulta siate legati ad alcuna istituzione religiosa o che questi articoli siano scritti da sacerdoti di un certo livello culturale. Le vostre sono tristi esperienze personali, forse non realmente digerite, e questa cosa è assai triste . Ciò implica che chi legge questi articoli diviene prevenuto nei confronti di una persona, di un luogo dove incontrare Cristo, che vale come quello di un qualsiasi altro carisma ecclesiastico, portandolo spesso all'ateismo, al rifiuto delle istituzioni religiose in generale . Chi per causa vostra è uscito dal Cammino è uscito anche dalla Chiesa. Chi per colpa vostra si sente ingannato soffre e non tutti sono forti e in grado di affrontare l'inganno con senno e lucidita, molti sono quindi condotti alla disperazione per colpa delle vostre parole. Abbiate la decenza di NON USATE IL VOSTRO RANCORE PER DISTRUGGERE LA GIOIA ALTRUI. La grazia passa in modi Infiniti che non avete diritto alcuno di giudicare.

        Proprio questo mi viene da chiedere di chi sia questa Verità che voi vi sentite di avere in pugno, spalando fango su un istituzione non solo approvata dal Papa e dal suo collegio, ma che è in ottimo rapporto anche con l'attuale Papa Francesco. Non è una cosa bella attaccare dei fratelli in Cristo , ed è sintomo di un atteggiamento Farisaico. Siete forse quello stesso tipo di persone che giudicano ebrei, protestanti, valdesi... Perché lontani dalla vostra Verita? Sarebbe il caso di fare un ripasso del Concilio Vaticano II, di Nostra aetate, Lumen gentium. E di incominciare ad avere un atteggiamento non dico moderato, ma quanto meno scientifico. Non condizionato dalle vostre tristi esperienze soggettive. Già mi prefiguro una risposta del tipo "Ah che schifo i kikini!!!!! Io conosco almeno 40 persone che hanno tentato il suicidio!!!"


        Giovanni.

        RispondiElimina
        Risposte
        1. Quale gioia altrui, quella delle decime?

          Elimina
        2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

          Elimina
        3. Giovanni, a chi vuoi darla a bere? Ai neocamminanti che vengono a controllare con chi stanno avendo a che fare? O ai camminanti dubbiosi, beati loro, che vengono a cercare conferme ai loro dubbi sulla vera natura del cammino?

          In ogni frase che hai scritto c'è una scorrettezza, smentita dalle numerose pagine di questo blog. Veramente, non hai fatto salva una riga: ma come ci riesci, deve essere l'allenamento alla negazione dell' evidenza. I destinatari del tuo richiamo possono controllare facilmente da sé.

          Sappi anche che ogni volta che ripetete "siamo approvati!" si sente l'odore di bruciato della vostra coda di paglia, e si capisce che quello che volete, o siete costretti a, significare è: "non pensiate che il cammino sia un'associazione di stampo massonico, quindi scomunicato!!".

          E poi, hai mai sentito un ciellino, uno di AC, uno scout, un focolarino, insomma uno di un qualunque gruppo di chiesa, ripetere altrettanto ossessivamente che CL, AC, rinnovamento, lo scoutismo, etc... sono approvati? Non ci siete che voi, a brandire la pagella. Ma lasciate stare, ogni volta che ripetete che siete approvati, a qualcuno viene in mente di andare a leggere la storia di quella approvazione e ne scopre di tutti i colori.

          Elimina

        4. Carissimi, si deve rispondere a Giovanni, perchè è un manipolatore ed un portatore di menzogna.
          1) Voi invece, non mi risulta siate legati ad alcuna istituzione religiosa o che questi articoli siano scritti da sacerdoti di un certo livello culturale. Risposta: lui, al contrario può giudicare, perchè una volta che si da, da se, l'appartenenza, ecco che può giudicare gli altri. Gli ricordiamo che siamo figli di Dio, battezzati, andiamo regolarmente alla Santa Messa. Gli ricordiamo che San Paolo faceva parte di un'istituzione religiosa, i Farisei, ma poi andò diversamente la storia, perchè Chi ha la Verità è Dio. Gli ricodiamo Santa Bernadette, i Tre Pastorelli di Fatima, e tanti altri, l'elenco è molto numeroso. Per cui, i tuoi vaneggiamenti non hanno nessun valore, sono solo di parte, evidentemente c'è un motivo sotto, che dovresti spiegarci a tutti, compreso tutti i nc che cerchi di manipolare.
          2) Le vostre sono tristi esperienze personali, forse non realmente digerite, e questa cosa è assai triste. Risposta: è vero che abbiamo visto il marcio, tra di voi, ed è presente. Ma Dio è più forte del marcio, per cui già lo abbiamo abbondantemente superato. Ma dimentichi una cosa importante, ed è questa:
          III. DURANTE E DOPO L'ASSEDIO DI GERUSALEMME : Il profeta come sentinella.
          1Mi fu rivolta questa parola del Signore: 7O figlio dell'uomo, io ti ho costituito sentinella per gli Israeliti; ascolterai una parola dalla mia bocca e tu li avvertirai da parte mia. 8Se io dico all'empio: Empio tu morirai, e tu non parli per distoglier l'empio dalla sua condotta, egli, l'empio, morirà per la sua iniquità; ma della sua morte chiederò conto a te. 9Ma se tu avrai ammonito l'empio della sua condotta perché si converta ed egli non si converte, egli morirà per la sua iniquità. Tu invece sarai salvo.

          Matteo 28,8-20

          «Mi è stato dato ogni potere in cielo e in terra. 19 Andate dunque e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito santo, 20 insegnando loro ad osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo».
          Cosa ci vuoi fare, tu credi che puoi parlare di Dio solamente dentro delle salette, e di parte, noi, diversamente, ovunque, anche online su un Blog. Dio ci dice di portare il Vangelo, e noi lo portiamo e lo porteremo, fino alla fine, senza stancarci possibilmente, senza fermarci. Gli dobbiamo tutto, è il Nostro Creatore, da Lui noi tutti riceviamo la Nostra Vita.
          3) La grazia passa in modi Infiniti che non avete diritto alcuno di giudicare. Risposta: chi ti dice che la Grazia passa solamente per bocca tua? Mi pare che stai giudicando, prima affermi che le Vie del Signore sono infinite, poi blocchi gli altri, definendoti l'unico portatore del Signore, cercando d'incolpare il prossimo. Tu che dici, sei onesto, non sei presuntuoso, non sei di parte, non sei un millantatore, non sei un manipolatore, non sei un... ?Oppure sei tutto questo?

          Elimina
        5. 4) spalando fango su un istituzione non solo approvata dal Papa e dal suo collegio, ma che è in ottimo rapporto anche con l'attuale Papa Francesco. Risposta: proprio perchè siete presuntuosi, e arroganti, e vanagloriosi, appunto per ciò vi dobbiamo fermare, e avvisare le povere vittime. Vi nascondete dietro la figura del Papa per fare gli abusi, senza misura e senza ritegno, neanche vi vergognate, ne siete convinti, ve li ripeto alcuni, giusto così: rubate soldi al prossimo, specialmente i bisognosi, vi fate agnelli, realmente derubate soldi su soldi, per cui siete dei lupi. Vi fate comprare oggetti sacri, vi fate pagare le convivenze dentro Hotel, dove mangiate e bevete a crepapelle, costringete al pagamento delle decime, facendo interrogatori e incontri, perchè non campate sulle spalle vostre, invece che su quelle degli altri? Abusate il prossimo giudicandolo, condannadolo, manipolandolo, calunniate sia dentro la chiesa, e sia fuori, e ne siete convinti, siete convinti che sono verità, realmente siete immersi nel buio del vostro peccato, pieni di ogni menzogna e raggiro, perversi e fallaci, non vi vergognate del mal fatto senza motivo al prossimo, e ne andate fieri. Per cui, fin a quando vi vedremo coì, eccoci qui pronti a farvi calare la presunzione. Del resto, che ci vuoi fare, Dio lo vuole, per cui, siamo qui a fare la Volontà di Dio.
          5) Siete forse quello stesso tipo di persone che giudicano ebrei, protestanti, valdesi... Perché lontani dalla vostra Verita? Risposta: voi ebrei, protestanti, valdesi ecc, ve li mettete sotto i piedi, in continuazione. Voi giudicate i Cristiani, chiamandoli "Cristiani della Domenica", figuratevi con gli altri, se odiate il prossimo che è vicino a voi, il prossimo in Cristo, cioè uno che ha la Fede in Cristo, mi immagino cosa potreste fare con il Legno Secco, lo tritate senza vergogna. Siete IPOCRITI, vi travestite d'agnelli, ma avete la voce da Drago, questa è la verità. Vi vediamo, vi riconosciamo, perchè siamo stati avvistati dal Nostro Signore, per cui non vi potete nascondere. Siete arrivati a dire che la Messa della Domenica non basta, che grande ipocrisia e menzogna. Uno che afferma che Dio non basta, ringraziate che siamo nel 2018, perchè se fossimo stati un pò di anni in dietro, non so cosa vi sarebbe capitato. Tempo fa non si scherzava, non so se ricordate la storia.
          Per ora mi fermo qui, ma potrei scrivere ore, comunque il messaggio finale, detto in poche parole è: IPORITA, FALLACE, MENZOGNERO, MANIPOLATORE.


          Pace ai figli della Pace. Dio è la Pace.


          Elimina
        6. Il commento firmato Giovanni delle 18:05 è ampiamente dimostrativo della mentalità neocatecumenale.

          Osservatene la "scaletta" di argomentazioni:

          1) contesta il nome del blog, col sottinteso che non è legato alla verità (come al solito i kikos sono convinti di avere il potere di leggere nei cuori altrui);

          2) afferma che la Parola deve essere fondamento delle argomentazioni (tipico slogan di chi vuol menare il can per l'aia: "voi contestate le liturgie del Cammino? ma i vostri argomenti non sono fondati sulla Parola! dunque sono falsi!");

          3) esige "prove e dati evidenti" (ne sono state fornite a bizzeffe in dodici anni di blog, all'improvviso arriva il sedicente Giovanni che non le ha mai notate - né le ha mai cercate - e ne esige);

          4) senza neppure leggerne una, già giudica duemila pagine del blog ("uno scrittore fallito");

          5) afferma che questo blog farebbe "danni", senza spiegare perché (infatti i tipici neocatekikos non sono capaci di dare ragioni, al massimo ti diluviano di slogan e di patetiche scuse);

          6) afferma che le nostre sarebbero "esperienze personali" (sottinteso: non credibili; sottinteso del sottinteso: le "esperienze personali" dei kikos sarebbero invece totalmente credibili), tentando di squalificare qualsiasi voce contraria al Cammino senza neppure informarsi sulle motivazioni;

          7) afferma che le nostre esperienze sarebbero "non digerite" (come al solito il tipico kikos non solo legge nel cuore altrui, ma anche nello stomaco);

          8) ci accusa (senza prove, tanto per cambiare) di aver fatto perdere la fede a coloro che noi avremmo fatto uscire dal Cammino (sottinteso: "il Cammino è la Chiesa, il Cammino è la fede");

          9) ci accusa di far sentire "ingannati" coloro che leggono queste pagine (il terrore nero dei kikos, infatti, è che qualche fratello davvero si renda conto di essere stato ingannato dal Cammino);

          10) come tutti i kikos, giudica "rancorosi" coloro che non sostengono il Cammino: solito vizietto neocatecumenale del giudicare i cuori altrui;

          11) chiama "gioia" quella dei neocatekikos, come se fosse un prodotto automatico e garantito del kikismo-carmenismo... e come se nessuno qui sapesse invece di quanta ipocrisia e quanta depressione e quanti musi lunghi. Del resto nel Cammino è obbligatorio simulare l'allegria;

          12) dopo aver giudicato "gettare fango" (tipica accusa kikiana a coloro che fanno notare le storture del Cammino), afferma - dimenticando opportunamente le critiche dei Papi e della gerarchia, e il contenuto stesso dello Statuto - che i Pontefici e i collegi sarebbero d'accordissimo con le invenzioni eretiche e pseudoliturgiche dei due autonominati "iniziatori" spagnoli;

          13) proclama che i kikos sarebbero "fratelli in Cristo" che vengono "attaccati": ma questo lo possono dire anche gli eretici protestanti...

          14) ci comanda di leggere alcuni documenti della Chiesa senza indicare quali passi e per quali motivi.

          Qualcuno faccia notare al fratello Giovanni che non siamo noi ad avere in pugno la Verità: è la Verità stessa a danneggiare il Cammino.

          Elimina
      18. https://www.youtube.com/watch?v=ocigMyoDOmw

        Osservate il video, poi, ogni tanto, la chitarra, come al solito, la chitarra a colazione, a pranzo e a cena, anche dentro il wc, e al lavoro.
        Io rispetto quei fratelli, che, comunque sia, cercano di portare il Vangelo, a loro modo.Anch'io sono stato tra di loro, disprezzerei me stesso, e le persone che rispetto, comunque sia. Cioè rispetto la loro intenzione e la loro buona volontà. Ma non il metodo, cioè il voler far passare tutto questo come Nuova Estetica, Nuova Evangelizzazione, la Vera Evangelizzazione, per capirci minuto 14:25 in poi( circa)
        Io vorrei dire a tutti i nc, io vi rispetto, ma vi chiedo rispetto reciproco, per cui smettetela di dirvi siamo superiori, oppure di chiamare i Cristiani "Cristiani della Domenica", perchè a quel punto vi deve esser detto un altro punto di vista, e cioè: se vi ritenete migliori, che fate un cammino più intenso, più illuminante, più spirituale, più ( tante altre cose), a quel punto ci dovreste spiegare: IN COSA? Dal frutto dimostrate l'opposto, cioè, con la chitarra non si evangelizza, con la chitarra si va a San Remo. Con ciò, non disprezzo il canto, e fatto con la chitarra, ma ribadisco: il punto che voi andate solo con la chtarra, ovunque, e vi ritenete i veri riformatori della Chiesa, questo è il punto. LA PRESUNZIONE.
        Carissimi ci vuole la Fede, non la chitarra.

        Pace ai figli della Pace. Dio è la Pace.

        RispondiElimina
        Risposte
        1. https://www.youtube.com/watch?v=ocigMyoDOmw

          rettifica del messaggio precedente, volevo dire dal minuto 12:05 in poi.
          Ripeto, liberissimi, ma venire a dire siamo i Veri Apostoli, gli altri sono i Cristiani della Domenica. NO!!! E' PRESUNZIONE.
          Osservate bene, tutti quanti, e ditemi se sbaglio. Quello è il vero modo di evangelizzare? Per cui San Francesco, San Pio, San Paolo della Croce, e tanti altri, erano in errore, perchè si annuncia il Vangelo, così, a quel modo, cioè con chitarra, urla, canti, e battiti di mani?
          Se vogliono agire così, qual è il problema? Nessuno.I sono contento per loro, che sono felici. Ma, purtroppo, avvengono gli abusi, questo non è permesso. Qualcuno potrebbe dire: cosa ti importa, fatti i fatti tuoi! Risposta: E no! Non è possibile! Sai perchè? Perchè l'avete fatto a me, e lo fate al mio prossimo, e se non faccio, tutto questo si ritorce anche su di me, indirettamente. La Chiesa, tanto evocata da Giovanni, del commento precedente, ma lui è solo un esempio, perchè ce ne sono migliaia come lui, è Casa di Nostro Padre, per cui ci siamo anche noi, gli altri figli, e non vi concediamo alcun movimento oltre quello che vi è stato assegnato. Per cui, se rimanete nel vostro ambito, OK, altrimenti si accende la discussione. Dal momento che avete oltrepassato, abbondantemente, l'ambito, ovvero non siete voluti rimanere al vostro posto, ecco che la discussione è in atto. Tutto qui. Per cui le colpe inventate al momento e lanciate sul prossimo, i raggiri, le illusioni, cari amici e non, non fanno presa.

          Pace ai figli della Pace. Dio è la Pace.

          Elimina
      19. Vi ripeto, a tutti, voi siete figli di Dio, non potete piegarvi a certe situazioni. Non potete stare tutta la Santa Messa a battere le mani e a cantare. C'è un momento di giubilo, di canto, di... ( chiamatelo come vi pare), ok, ma passare la vita, oppure anni, oppure tutta la Celebrazione così, è troppo. Voi siete figli di Dio.

        RispondiElimina
      20. Buon Natale Giovanni!...

        RispondiElimina
      21. Giovanni, che alle 18:05 ha scritto che noi non portiamo prove di ciò che affermiamo, e non solo, che noi non ci basiamo sulla Parola di Dio, mi faccia il piacere di andare a leggere l'articolo del blog sull'annuncio di Avvento di Kiko a Madrid.
        Il testo dell'annuncio lo ha fornito un blog del cammino, Kairos Terzo Millennio, quindi le nostre fonti sono più che certificate.
        Giovanni faccia quindi il piacere di leggere ciò che Kiko ha detto ed in particolare la parte in cui ha affermato che Dio stesso chiama il diavolo per dirgli di tentarci.
        Di seguito, Giovanni potrà spiegarci, partendo proprio dalla sua approfondita conoscenza delle Scritture, quanto questa teoria della necessità del demonio sia cattolica.
        Vediamo cosa sarà in grado di dire, se ancora una volta difenderà il proprio guru mistificando fede e scritture.

        RispondiElimina
      22. Cari fratelli! Faccio un appello a tutti voi, cioè a tutti gli uomini di buona volontà, anche tra i Neocatecumenali. Vi chiedo di essere dei "Piccoli Apostoli della Resurrezione di Gesù" . Dentro il vostro ambito c'è bisogno di Luce, perchè molti necessitano di avere più forza nella Fede. Molti dei vostri fratelli si sono persi nelle vie del mondo, cioè nelle opere della carne e della mondanità, e non riescono ad avere uno spirito forte per resistere alle seduzioni di questo mondo. Non svalutate questo mio messaggio, perchè la situazione è seria e non può essere presa alla leggera. C'è bisogno di portare lo Spirito della Resurrezione e del Perdono. Incontrerete mille difficoltà, mille impedimenti, il vostro nemico, il Diavolo, appena vi metterete in azione seminerà zizzania, prima dentro di voi, mettendovi le paure e altro, poi se vedrà che con voi non avrà vittoria, passera ai vostri fratelli neocatecumenali e non. Andate avanti sempre nel Perdono e nella Resurrezione.

        Gesù ha detto:

        «Andate in tutto il mondo e predicate il vangelo ad ogni creatura. 16 Chi crederà e sarà battezzato sarà salvo, ma chi non crederà sarà condannato. 17 E questi saranno i segni che accompagneranno quelli che credono: nel mio nome scacceranno i demòni, parleranno lingue nuove, 18 prenderanno in mano i serpenti e, se berranno qualche veleno, non recherà loro danno, imporranno le mani ai malati e questi guariranno».
        Delle volte il mondo è il compagno, delle volte è il vicino, delle volte è il collega, delle volte è il fratello di comunità neocatecumenale, e altri. Quello che conta è fare la Volontà di Dio.

        Vi chiedo, umilmente, di mettervi al lavoro. Non abbiate paura ne dei vostri catechisti e ne di altri. Portate l'Amore e la Resurrezione di Gesù.

        Andate, prima di iniziare, dal vostro Vescovo, Sacerdote, Confessore, e dite similmente così: "chiedo l'autorizzazione a Santa Madre Chiesa di portare Gesù ai miei fratelli, per la loro salvezza". Poi fate voi, se sapete dire meglio o dire altro. Ma conta rimanere nello Spirito del Perdono e della Resurrezione. Non iniziate se non sarete autorizzati dalla Chiesa.

        Non vi chiedede chi io sia e non cercatemi. Conta Gesù, e sarà Gesù che vi indicherà cosa dovete dire.Chiedete tutto a Gesù, pregate Gesù, parlate di Gesù, e fate ciò che vi dice Gesù. Per fare ciò, seguite la Chiesa, nel Papa, e chiedete alla Chiesa se avete dubbi o altro da chiarire e definire. Sarà la Chiesa a guidarvi. Fatevi guidare, chiedetelo, nello Spirito del Perdono e della Resurrezione. Non fate senza la guida della Chiesa. Rimanete uniti alla Chiesa. Pregate per la Chiesa e per il Papa.

        Sarete calunniati! Offesi! Presi per pazzi! Ma riceverete anche tanta Pace dal Signore.

        Diranno ogni sorta di male, tireranno fuori ogni menzogna e raggiro, tireranno fuori i vostri peccati passati e perdonati e cancellati dal Signore, faranno le vittime, faranno i carnefici, vi rideranno in faccia, qualsiasi cosa la useranno per andarvi contro. Non rispondete al Male con altro Male, ma rispondete con Verità e Giustizia. Gesù è la Verità e la Giustizia. Se cadrete, causa il forte contrasto, rialzatevi con il Signore e rimettetevi all'opera. Vi sentirete più forti di prima. Sarà il Signore che vi rimettera in piedi, vi ristabilirà con il Suo Spirito, lo Spirito della Resurrezione. Mettete parole di Amore dove è l'Odio, portate la Luce dove è la Tenebra. Lasciate messaggi e parole pieni di Luce, ovunque, e portateLa. Portate la Resurrezione, perchè siete figli della Resurrezione. Non ci costa nulla! Fate passare questo messaggio anche agli altri fratelli credenti e uomini di buona volontà.Che Gesù vi benedica a tutti!

        Pace ai figli della Pace. Dio è la Pace.

        RispondiElimina
      23. "Queridos hermanos! Apelo a todos ustedes, es decir, a todos los hombres de buena voluntad, incluso entre los neocatecumenales. Os pido que seáis "Pequeños Apóstoles de la Resurrección de Jesús". Dentro de su esfera hay una necesidad de Luz, porque muchos necesitan tener más fuerza en la Fe. Muchos de vuestros hermanos se han perdido en los caminos del mundo, es decir, en las obras de la carne y de la mundanalidad, y no pueden tener un espíritu fuerte para resistir las seducciones de este mundo. No devalúen mi mensaje, porque la situación es grave y no se puede tomar a la ligera. Necesitamos traer el Espíritu de Resurrección y Perdón. Encontrarás mil dificultades, mil impedimentos, tu enemigo, el Diablo, tan pronto como tomes acción sembrará la disensión, primero dentro de ti, poniendo tus miedos y más, entonces si él ve que contigo no vas a ganar, pasa a tus hermanos neocatecumenales y no. Tú siempre avanzas en el Perdón y la Resurrección.

        Jesús dijo:



        "Id por todo el mundo y predicad el evangelio a toda criatura. 16 El que creyere y fuere bautizado, será salvo; mas el que no creyere, será condenado. 17 Y estas son las señales que acompañarán a los creyentes: en mi nombre echarán fuera demonios, hablarán nuevas lenguas, tomarán las serpientes en sus manos, y si beben veneno, no les harán daño, pondrán sus manos sobre los enfermos y los sanarán.

        A veces el mundo es el compañero, a veces es el prójimo, a veces es el colega, a veces es el hermano de la comunidad neocatecumenal, y otros. Lo que cuenta es hacer la voluntad de Dios.



        Humildemente te pido que te pongas a trabajar. No tengáis miedo de vuestros catequistas y de los demás. Trae el Amor y la Resurrección de Jesús.


        Antes de empezar, id a vuestro Obispo, Sacerdote, Confesor y decid lo mismo: "Pido permiso a la Santa Madre Iglesia para llevar a Jesús a mis hermanos, para su salvación". Entonces hazlo, si puedes decir mejor o más. Pero es importante permanecer en el Espíritu de Perdón y Resurrección. No empieces a menos que estés autorizado por la Iglesia.



        No me pregunta quién soy y no me busca. Pregúntale a todo Jesús, ora a Jesús, habla de Jesús, y haz lo que Jesús te dice. Para ello, seguid a la Iglesia, en el Papa, y preguntad a la Iglesia si tenéis alguna duda o alguna otra cosa que aclarar y definir. La Iglesia te guiará. Déjate guiar, pídelo, en el Espíritu de Perdón y Resurrección. No lo hagas sin el liderazgo de la Iglesia. Permanece unido a la Iglesia. Oren por la Iglesia y por el Papa.



        ¡Serás calumniado! ¡Ofendido! ¡Eres un tonto! Pero también recibirás mucha Paz del Señor.

        Dirán toda clase de maldad, sacarán todas las mentiras y engaños, sacarán tus pecados pasados y perdonados y borrados por el Señor, serán las víctimas, serán los verdugos, se reirán en tu cara, lo que sea que usen para ir contra ti. No respondan al Mal con otro Mal, sino con la Verdad y la Justicia. Jesús es Verdad y Justicia. Si te caes, debido al fuerte contraste, ponte de pie con el Señor y vuelve a trabajar. Te sentirás más fuerte que nunca. Será el Señor quien te pondrá de nuevo en pie, quien te restaurará con Su Espíritu, el Espíritu de Resurrección. Pongan palabras de Amor donde está el Odio, traigan la Luz donde está la Oscuridad. Dejen mensajes y palabras llenas de Luz por todas partes y llévenlo. Traed la Resurrección, porque sois hijos de la Resurrección. ¡No nos está costando nada! Que este mensaje también se transmita a otros hermanos creyentes y hombres de buena voluntad, ¡que Jesús los bendiga a todos!



        Paz a los hijos de la Paz. Dios es Paz."

        RispondiElimina
      24. CHI *MANGIA* COL CAMMINO, DIFENDERÀ *SEMPRE* IL CAMMINO come tutti i TROLL tipo GIOVANNI,che sono *DI SERVIZIO* in questo blog, blog che è UN DONO DI DIO al servizio della sua SANTA CHIESA contro questi *MISERABILI SQUALLIDI ERETICI*.

        RispondiElimina

      I commenti vengono pubblicati solo dopo l'approvazione di uno dei moderatori.

      È necessario firmarsi (nome o pseudonimo; non indicare mai il cognome).

      I commenti totalmente anonimi verranno cestinati.