sabato 13 aprile 2019

«...Eccone un altro che vuole vendere libri!!!»

Clicca qui per
scaricare il libro
Proprio così.
Era il 2013 quando mi accostai, in punta di piedi, a questo blog per raccontare il mio vissuto alla luce del Cammino e subitamente, il pasqualone di turno, mi accusò di essermi presentato per promuovere il mio libro senza considerare, invece, che prima di scrivere quel post, avevo chiesto ai moderatori di approvarlo.

Mai avrei pensato di dare un seguito a “CORRERAI DI NUOVO”, e anche se possiamo considerare questo breve scritto solo come un compendio al libro che tanto scompiglio ha portato, se davvero fosse stato un altro trattato riguardo il Cammino Neocatecumenale, l’avrei intitolato “Ma le cicatrici rimangono”!

…O forse… è solo una confessione?!?”… così si concludeva l’abominevole scritto, etichettato quale satanico ancor prima della sua pubblicazione, ma che in realtà null’altro riportava se non la mia vita alla luce della “compagna di viaggio” e del Cammino Neocatecumenale… sì una confessione nella quale mettevo a nudo le mie mancanze come padre e marito, tutto preso a pensare a me, e solo a me e alla malattia mettendo al secondo posto mia moglie e i miei figli e, fanalino di coda, Dio… esattamente il rovescio di quello che sarebbe dovuto essere.

E, il tutto, alla luce del Cammino, tanto osannato, ma che mi avrebbe portato alla rovina se solo avessi continuato a percorrere quel tunnel di vetro ma da cui, creando una falla e deludendo le aspettative di tutti, sono fuggito.

Sono separato da cinque anni, vivo solo, con la mia malattia ma consapevole che essa viene dall’Alto.

Sono tornato ad essere un cristiano della domenica, felice di esserlo, felice di frequentare la Chiesa e non perchè qualcuno me lo imponga, ma perché lo voglio io, perchè sento che Qualcuno ha cura di me… e proprio perché le cicatrici rimangono, posso dire a quelli che si appresteranno ad ascoltare le catechesi (e non tanto a quelli già invischiati e manipolati dal Kiko-pensiero!)… siate molto accorti quando vi diranno “Obbedisci senza fare domande” perché, dal momento in cui lo fareste, comincerebbero a dominarvi… anche se obietteranno che questa sia solo una falsità!

Che le molte testimonianze e anche “Correrai Di Nuovo”, vi aiutino a discernere il vero dal falso e il buono dal cattivo!!!

Marco Aurelio Bianchi

36 commenti:

  1. Testimonianza che va all'essenza.
    Se il Cammino fosse Chiesa, a Marco Aurelio chiederebbe almeno SCUSA, come fa la Chiesa riguardo agli errori del passato (e come farà un giorno riguardo agli errori di oggi).

    Ieri il camminante GIACOMO ci dava assicurazione che i mamotreti di Kiko erano stati corretti dalla Chiesa e approvati, come per dire che, sì, il Cammino ha sbagliato, ma la volontà di seguire la Chiesa c'era e c'è.
    Ma se fosse così il Cammino ubbidirebbe ai Vescovi giapponesi, correggerebbe il modo di accostarsi alla Comunione dei camminanti di e la smetterebbe con l'oscena pratica delle confessioni pubbliche, vera forma di violenza psicologica. E non darebbe ai catechisti un potere di COMANDARE alle anime che nemmeno il Papa possiede. E non direbbe la MENZOGNA che i mamotreti sono stati approvati, perché NON SONO STATI APPROVATI.

    Ma ammettiamo che sia vero che il Cammino sta cambiando: perché non chiede almeno SCUSA?
    Perché GIACOMO non ha detto: "E' vero, i vecchi mamotreti erano pieni zeppi di eresie e baggianate (per cui tutta la teologia di Kiko e Carmen, compresa quella sul Concilio, era FALSA, per cui anche il carisma che credevano di avere era FALSO), ma noi ci siamo resi conto della situazione e siamo ALTRA COSA rispetto a ciò che il Cammino era fino a 10 anni fa!"?
    Perché non ha detto: "E' vero, detestavamo tutto ciò che ha fatto la Chiesa prima di Kiko e Carmen, ma abbiamo capito l'errore. E' vero consideravamo i catechisti dei profeti infallibili. E' vero, abbiamo rovinato tante persone. Chiediamo SCUSA!"?
    Non l'ha detto perché forse non è vero niente di quello che ha detto?

    Io penso che molti ex del Cammino meriterebbero ben più che delle scuse. Spesso meriterebbero anche dei RISARCIMENTI, perché ciò che in tanti casi ha fatto il Cammino è da considerarsi come un CRIMINE.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I terapeuti sono testimoni di quante vite sono state rovinate socialmente e psicologicamente. I confessori sono testimoni di quanti cattolici sono stati cacciati dalla chiesa perché kiko = chiesa; non ubbidire = escluso da Dio. Kiko chiederà perdono nell'annuncio di Pasqua? No, colpirà i capi dei vescovi giapponesi. Questa è tutta la sua fede adulta, la sua umiltà, il suo amore per il nemico, il suo frutto di 60 anni di "nausea neocatecumenale"

      Elimina
    2. Kiko non chiede mai scusa...neanche per aver diveso e osannato il vescovo di Guam.

      Elimina
  2. Dopo molti mesi abbiamo ripreso il lavoro di trascrizione dei volumi eretici del direttorio, in particolare la traditio nella nuova versione 2001-2003. È un lavoro veramente penoso, ma lo facciamo in memoria di Lino, che Dio lo abbia in gloria, perché sia presto pubblicato. E a seguire anche gli altri volumi fino alla cosiddetta "elezione".
    Uso assicurare che a differenza di quanto dicono i vari "Giacomo" i volumi sono stati tagliati e corretti almeno stravolgendo il 50% del testo.
    I neokiki che intervengono e sostengono il contrario mentono, anche considerando che non è più permesso da anni tenere i volumi, che possono essere consegnati solo dai catechisti regionali e devono essere restituiti.
    La fantomatica pubblicazione è una bugia, le copie depositate in archivio della Congregazione per Famiglia Laici e Vita sono disponibili solo previa autorizzazione del Prefetto.
    In pratica sono testi segreti e blindati, perché nessuno possa leggerli e magari rompere il vetro del tunnel per uscire dalla psicosetta cammino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. https://www.youtube.com/watch?v=MOcx9wLBVi4
      Non è proprio così, ma vi sono delle similitudini.

      Cari nc, e non solo, Dio ci ha creati liberi, liberi di voler sentire ciò che ci pare, ovviamente parlo di cose buone, per cui, se io voglio iniziare ad approfondire San Tommaso D'Aquino, ecco che sono libero di farlo e di seguire il suo insegnamento. Chi vi sottomette, solamente, alla sua mentalità, perchè pensa di essere l'unico ispirato, non è da Dio.
      Lo Spirito conosce la Voce dello Sposo, e apre la porta allo Sposo:

      “Voi stessi mi siete testimoni che ho detto: Non sono io il Cristo, ma io sono stato mandato innanzi a lui. Chi possiede la sposa è lo sposo; ma l’amico dello sposo, che è presente e ascolta, esulta di gioia alla voce dello sposo. Ora questa mia gioia è compiuta. Egli deve crescere e io invece diminuire”.
      Chi vi chiude le porte della conoscenza dello Sposo, e vi obbliga a seguire solamente lui, in nome di un presunto carisma, ecco che non è da Dio. Vi ricordo, a tutti, Saul, andatevi a leggere sulla Bibbia la storia di Saul e Davide. Capirete cosa intendo dire. Per cui, cari signori, dire siamo "Approvati" non significa nulla, se siete "Decaduti".
      Ovviamente vi mettero una traccia di quanto voglio dire, e la prendo proprio dal Concilio, che voi dite di seguire:

      Come attesta la sacra Scrittura, Gerusalemme non ha conosciuto il tempo in cui è stata visitata (9); gli Ebrei in gran parte non hanno accettato il Vangelo, ed anzi non pochi si sono opposti alla sua diffusione (10). Tuttavia secondo l'Apostolo, gli Ebrei, in grazia dei padri, rimangono ancora carissimi a Dio, i cui doni e la cui vocazione sono senza pentimento (11). Con i profeti e con lo stesso Apostolo, la Chiesa attende il giorno, che solo Dio conosce, in cui tutti i popoli acclameranno il Signore con una sola voce e « lo serviranno sotto uno stesso giogo » (Sof 3,9) (12).

      Essendo perciò tanto grande il patrimonio spirituale comune a cristiani e ad ebrei, questo sacro Concilio vuole promuovere e raccomandare tra loro la mutua conoscenza e stima, che si ottengono soprattutto con gli studi biblici e teologici e con un fraterno dialogo.

      E se autorità ebraiche con i propri seguaci si sono adoperate per la morte di Cristo (13), tuttavia quanto è stato commesso durante la sua passione, non può essere imputato né indistintamente a tutti gli Ebrei allora viventi, né agli Ebrei del nostro tempo.

      E se è vero che la Chiesa è il nuovo popolo di Dio, gli Ebrei tuttavia non devono essere presentati come rigettati da Dio, né come maledetti, quasi che ciò scaturisse dalla sacra Scrittura. Curino pertanto tutti che nella catechesi e nella predicazione della parola di Dio non si insegni alcunché che non sia conforme alla verità del Vangelo e dello Spirito di Cristo.

      Se, alcuni, in mezzo a voi hanno perseguitato i figli di Dio, e li hanno messi in croce, ecco cosa è accaduto, perchè i figli sono partecipi della figliolanza donata da Dio Padre attraverso il Suo Figlio, perchè congiunti a Gesù, mediante lo Spirito Santo. Chi partecipa di Gesù ed è con Gesù, forma un unico Corpo, di cui Gesù è il Capo. O volete smentire le basi della Verità?!

      Pace ai figli della Pace. Il Signore Gesù è la Pace.

      Elimina
    2. Ottimo! Inesprimibile! Grande Isaia Paolo!
      Shema Israel, didascali, scrutatio, Clonatoris Mater, padrone, kikatechisti, Poom! I nemici di ragazzi cattolici come Marco Acutis. Impossibile essere un giovane santo sul sentiero, tutto quello che faceva Acutis è proibito.

      Elimina
    3. Bravo Ganswein. Andiamo avanti nel Sigore Gesù, e riportiamo la Verità in mezzo a noi. Hanno bisogno di ritornare a respirare l'aria pulita, l'aria pulità di Gesù. Solamente con il Signore si riesce a vivere, altrimenti tutto divento uno strumento di morte. E' importante che rimaniamo uniti a Gesù, senza di Lui, saremmo stati già travolti dalla menzogna e dalla cattiveria umana. Non perchè le persone siano cattive, sono creature di Dio, e se si comportano come tali, ecco che sono tutte buone, ma vi è l'ambizione in alcuni, perchè si inebriano di ciò che non è, ovvero si illudono di riuscire a dominare il prossimo e a sottometterlo alla loro volontà. Ma Gesù non lo permette più di tanto, Egli è sempre a guardia del suo gregge e lo custodisce, come un Buon Pastore. Ringraziamo sempre Gesù per tutto quello che ha fatto per noi, donandoci la vita, creandoci, e per quanto ha sofferto nella Sua Passione, per tutto l'amore che ha avuto per noi.E' vicina la Pasqua, nella Pasqua si celebra la Passione di Nostro Signore e la Sua Resurrezione, grazie aLui, noi tutti, oggi siamo vivi e ci alimentiamo alla Luce, altrimenti saremmo tutti dei morti viventi.
      Grazie Gesù, grazie Maria, grazie Padre Santo, grazie Spirito Santo, grazie Trinità, grazie Santi, e grazie alla Santa Chiesa e a tutti i suoi figli che si adoperano in Essa.
      Grazie!

      Elimina
    4. BPS penso che sia importante far vedere gli errori corretti. Così si fa vedere che la menzogna e l'eresia è stata corretta, perchè, costoro, si credono, e mettono a credere, inviati dallo Spirito Santo, che parlano per sotto di Lui, invece sono stati corretti. Per cui c'è un'altra CORRENTE che passa, e non è lo Spirito Santo, ha insegnato Gesù:

      [5] "Il seminatore uscì a seminare la sua semente. Mentre seminava, parte cadde lungo la strada e fu calpestata, e gli uccelli del cielo la divorarono.

      [6] Un'altra parte cadde sulla pietra e appena germogliata inaridì per mancanza di umidità.

      [7] Un'altra cadde in mezzo alle spine e le spine, cresciute insieme con essa, la soffocarono.

      [8] Un'altra cadde sulla terra buona, germogliò e fruttò cento volte tanto". Detto questo, esclamò: "Chi ha orecchi per intendere, intenda!".

      Se passava la gramigna, vi era un'altra azione. Non affermo che tutto era errato, nell'uomo c'è il bene, come in tutti noi. Ma affermare che la gramigna sia il grano buono, NO! Questo fatto di affermare la gramigna come grano ( un esempio è il caso di Apuron) è grave, gravissimo, e proprio su questo ambito dobbiamo concentrare i nostri sforzi. Perchè il pericolo è proprio lì, ci troviamo davanti a persone che: 1o: o non sanno distinguere la realtà dello Spirito, per cui parlano senza sapere ciò che fanno e dicono, per cui parlano a vanvera e impreparati, a si presentano a voi come se sapessero tutto, per cui sono dei fanfaroni. 2o: oppure sanno di stare nel torto, ovvero contro Cristo e la Chiesa, e mancinano contro la zizzania, con consapevolezza e intenzionalità.
      Questo se si vuole lo si viene a sapere, basta stargli sopra e seguirli e metterli alla prova, dopo fuoriesce la realtà. Ma questo lo devono fare coloro che sono preposti dentro l'ambito, cioè nella Chiesa, e possono controllarli.
      Sono colpevoli anche tutti i catechisti che hanno tramandato quegli insegnamenti senza verificare la situazione. Non lo dico come condanna, ma per obbiettività,vi è stata superficialità, ma anche fiducia, per cui se alcuni ora si sono accorti di aver diffuso questi errori, per cui hanno avvelenato i figli di dio, consiglio loro di andarsi a confessare, perchè è vero che si fidavano, perchè li vedevano dentro la parrocchia a predicare, ma si doveva prestare più attenzione. Comunque non per condanna, perchè anch'io credevo, in piccola parte, a questa situazione, perchè la vedevo in parrocchia e mi fido della Chiesa. Ma ho capito che l'uomo può cadere in ogni momento, per cui l'appartenenza all'ambito non da il certificato di genuinità, il certificato si ottiene se rispetti le REGOLE, cioè se segui la Chiesa e lo Spirito Santo e Gesù, altrimenti sei IPOCRITA.

      Pace ai figli della Pace. Lo Spirito Santo è la Pace.

      Elimina
  3. Grazie Marco Aurelio Bianchi!
    Consiglio a tutti la lettura del tuo libro, prima di tutto perché è piacevolissimo, scritto in modo scorrevole ed accattivante e poi perchè non vuole dimostrare nessuna tesi, semplicemente è una "redditio" un po' diversa, una testimonianza di come in una vita possa agire Dio e non attraverso il Cammino ma nonostante esso ed anzi, direi in opposizione ad esso e a tutte le rigidità e le assurde incomprensioni che esso provoca.

    RispondiElimina
  4. Grazie Valentina e mi auguro che molti seguano il tuo consiglio, non per farmi sentir dire..."ma che bravo!", ma solo perchè o a coloro che si avvicineranno pericolosamente al Cammino,sappiano a cosa vanno incontro, o agli indecisi, che meditano già da tempo di andarsene, trovino il coraggio di farlo sapendo che, da chi c'è passato prima di loro,non gli succederà nulla di quello che gli vogliono far credere anzi, proveranno un senso di profonda liberazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Confermo Alleluiaaaa!!

      Elimina
    2. Ho inizsiato a leggere il tuo scritto, interessante questo passaggio, che non so se una tua interpretazione sui catechisti, oppure l'hai sentita veramente questa frase detta da loro: Qualora però questo compito non dovesse essere coronato da successo, si è, sì, lasciati liberi, ma redarguiti più omeno in questo modo: “La verità, però, è questa e non ve
      n’è un’altra”
      Carissimi la Verità è Gesù Cristo, e Gesù è Dio. Gesù lo troviamo nella Santa Messa, nella Chiesa, nella Liturgia, nella Tradizione, nel Magistero, negli Scritti dei Santi, ma anche altro, perchè Dio è ovunque, ovviamente in alcune parti lo troviamo maggiormente.
      Credersi gli unici portatori della Verità è già un'eresia. Basta un semplice ragionamento: Dio mi ha donato la Libertà, la Libertà dei figli di Dio, se costoro mi vincolano, cioè vincolano la mia Libertà, questo non viene da Dio, ma dal Demonio. Ricordatevi, tutti, che Adamo era nell'Eden, creato da Dio, ed era uno, chiamiamolo così, spazio santo, perchè ogni cosa che fa Dio è santa. Ma, oltre ad Adamo ed Eva, vi era un'altra creatura, angelica decaduta, portatrice del male, che ha indotto, ovvero ha violato la Libertà, facendogli compiere ciò che non si doveva compiere. Adamo già aveva scelto di non mangiare il frutto maledetto, perchè l'avrebbe mangiato da subito, infatti lui stava tranquillo nel giardino e faceva ciò che faceva. Poi fu ingannato da una volontà malvagia.
      Se io sto in Santa Pace, perchè devi venire a farmi fare ciò che desideri tu?
      Un saluto a Marco.

      Elimina
  5. Confermo, nessun effetto collaterale dall'aver lasciato il cammino, solo un grande senso di liberazione e di vivere e assaporare nuovamente la vita. Sostanzialmente una liberazione da un qualcosa che ci aveva tolto la libertà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È davvero singolare come l'aver lasciato il cammino susciti una sensazione di riconquistata libertà e un nuovo gusto per la vita anche quella di tutti i giorni con le sue fatiche e gioie.
      Confermo anche l'assenza di effetti collaterali a breve e lunga distanza.
      Ringrazio il Signore, ed è tutto.
      Alice de'

      Elimina
  6. Carissimi tutti, e spero che leggano i nc, quei nc che sono tranquilli e moderati. Ho visto sull'Isola di Patmos dei commenti, commenti di alcuni nc convinti, i Talebani.Sono uscite parolaccie, insulti, bestemmie. Si bestemmie! perchè stanno attaccando un sacerdote di Santa Romana Chiesa, ed è una bestemmia.
    Carissimi, io mi scontro con dei Musulmani, via Web, ho incontrato quelli più calmi, ma anche quelli fondamentalisti. Stiamo sulla stessa linea.
    Costoro non sanno che li stiamo osservando, e non sanno che li stanno osservando in molti, e spero chi è dentro la Chiesa, e non solo ( parlo di politici, governatori, giudici, generali dell'arma, e altri), di mettere rimedio a questa farsa.E vorrei dire a tutti voi, che siete cristiani: questo volete in mezzo a voi? Vogliamo arrivare a questi livelli? Vogliamo permettere che si offendano i nostri sacerdoti a quel modo?
    Io spero che qualcuno faccia qualcosa, ma di concreto. Il Cammino Neocatecumenale lo stiamo confrontando spiritualmente e non, su questo Blog, noi nel nostro piccolo possiamo solamente fare questa cosa, ma voi nel vostro ambito potete fare anche qualcosa. Gesù vi sta vedendo a tutti, vogliamo lasciare i nostri figli in questa società? Vogliamo girare la testa altrove? Il marcio vi arriverà fin dentro casa, non pensate che si arresterà sull'Isola di Patmos. Quello che vedete, in altri termini, ma simili, molto simili, è il loro atteggiamento di base. Ho sentito dei catechisti parlare male dei sacerdoti, i nostri sacerdoti, e quello è il loro atteggiamento. Io credo che sia arrivata l'ora di dire basta.Dobbiamo rimediare a questa situazione definitivamente, e se quelle persone sono così, è perchè hanno insegnato loro a comportarsi a quel modo. Basta!

    Pace ai figli della Pace. Gesù è la Pace.

    RispondiElimina
  7. Santa domenica delle palme, fra poco nelle parrocchie dove c'è il cammino i parroci permetteranno che la grande farsa del canto del credo esca dalle ugole potenti dei neocatecumenali, noi a subire senza proferire nota... non ne siamo degni. Grazie parroci, che avete addosso l'odore delle pecore, tanto da preferire quelle grasse scartando le altre. Vedere persone di cui si conoscono i retroscena, salire sul podio con una palma sbandierata, è cosa abominevole

    RispondiElimina
    Risposte
    1. https://imgur.com/a/ngWYpTv
      ecco un esempio stamattina
      neocat vicino alla parrocchia

      Elimina
  8. Cari tutti, in questo giorno Gesù ci ha donato lo Spirito della Resurrezione, la domenica è un grande giorno, il giorno della Luce, il Signore è la Luce degli uomini. Non facciamo che questo giorno sia tenebroso, oggi Gesù entra nella Città Santa, e viene accolto dai suoi abitanti, umile e mansueto entra in mezzo a noi. Non facciamo come quelle persone che tanti anni fa lo hanno acclamato, lo hanno salutato, ma poi lo hanno condannato. Rimaniamo nello Spirito della Resurrezione, non permettiamo che la corrente del male si impadronisca dei nostri cuori e che feriamo il Signore. Purtroppo si muovono, in mezzo a noi, delle forze spirituali contrarie, forze spirituali decadute dalla Luce, che si trovano nel buio, e nel buio si muovono. Il Signore è Luce e Amore, non è Tenebra e Odio.
    Una buona Domenica delle Palme a tutti, che lo Spirit della Resurrezione ci sostenga a ci guidi sempre. Grazie Gesù.

    Pace ai figli della Pace. La Madre di Gesù è la Pace.

    RispondiElimina
  9. È vividamente distinguibile un filo conduttore che unisce ogni esperienza testimoniata dagli ex neocatecumenali, anche se vi è una sensibilità personale che le diversifica quel tanto che basta da rendere unico ogni singolo racconto.
    Il contributo di ognuno va ad arricchire la consapevolezza di tutti, per questo desidero ringraziare Marco Aurelio Bianchi, che con coraggio e animo volto alla condivisione ha deciso di regalarci un frangente significativo della sua vita.
    Caro Marco, noi accogliamo questo dono apprezzatissimo.

    RispondiElimina
  10. Grazie Rebel...l'ho fatto con tutto il cuore!!!

    RispondiElimina
  11. Come già evidenziato dal commento delle 7:25 di stamattina, oggi è la Domenica delle Palme e i fratelli del Cammino Neocatecumenale vanno in giro esibendo la loro superbia kikista-carmenista mediante l'uso di Palme Alte Neocatecumenali.

    Per la cronaca, lo sfoggio delle Palme Alte ha anche il significato di esibire il proprio "avanzamento di carriera" nel Cammino, giacché - come tutto il resto delle scemenze kikiane-carmeniane - le Palme Alte si "ricevono". Sottinteso: dato che la Chiesa vi dà dei banali rametti d'ulivo, la Chiesa si sbaglia e il Cammino invece è perfetto come i primi cristiani e come il Vangelo e perciò vi "consegna" la superiorità sui cosiddetti "cristiani della domenica".

    Il Cammino Neocatecumenale è sostanzialmente un medagliere immaginario in cui vanno obbligatoriamente collezionate tutte le costose medaglie "consegnate" dagli scagnozzi di Kiko e Carmen, incluse quelle che Kiko non ha ancora inventato (e sì che ne inventa sempre di più, come ad esempio la tappa del "matrimonio spirituale", quella del pranzo a sorpresa nell'hotel più costoso di Gerusalemme, eccetera).

    RispondiElimina
  12. Le palme alte vengono date ai camminanti a partire dalla tappa della Redditio, e una volta consegnate andrebbero messe sulla porta di casa così che chi passa veda che lì vivono dei cristiani veri, ma non cristiani "della domenica", bensì cristiani del sabato sera, di "qualità superiore", quelli con la fede adulta, per intendersi. Visto che dal loro comportamento spesso il loro essere cristiani non traspare, diciamo così, che almeno di veda dalla palma chi sono loro!

    RispondiElimina
  13. Giovanni Paolo II vi aveva dato un compito, di formare dei cristiani cattolici, cioè riportare le anime allo scopo per cui sono state create da Nostro Signore e non solo, insomma ad essere Cristiani. Invece, avete ( parlo dei colpevoli):

    vi siete chiusi all'Opera dello Spirito Santo, vi siete posti come gli unici ad avere le chiavi della comprensione, vi siete insuperbiti credendo di essere gli unici a possedere lo Spirit Santo, avete travisato il messaggio che proveniva dai figli di Dio, avete bloccato chi si stava adoperando nella Volontà di Gesù, avete incolpato coloro che erano presso di voi, avete sottomesso alla vostra volontà le anime che vi erano state affidate, invece di ascoltare le anime avete voluto attaccarele per interessi mondani, mettendo a credere che il tutto era per l'opera di Dio, invece era per l'opera vostra umana, ovvero avete fatto tutto questo per sentirvi inorgogliti di ciò che è materiale e passeggero, non avete difeso le anime a voi affidate e che il lupo stava attaccando, anzi avete continuato ad infierire su queste con oppressione e dissimulazione, avete spogliato i poveri di ciò che necessitavano, vi siete saziati dentro Hotel e ristoranti banchettando sulle spalle dei poveri e dei lavoratori onesti, avete distrutto vocazioni, avete abusato le coscenze, avete imposto con la forza e la dissimulazione la vostra volontà, non avete voluto accettare la giustizia, vi siete dati a balletti di piazza, avete oltraggiato il silenzio con urla e chitarre, non vi siete voluti inginocchiare davanti al Signore che si fa presente nel Pane e nel Vino, vi siete fatti i padroni delle parrocchie, avete chiesto contributi per formare una comunità cristiana, ma dentro di voi vi era la corrente della avarizia, per cui vi siete impossessati di ciò che è anche degli altri, vi siete montati la testa pensando di fare i professori dello Spirito Santo, non avete rispettato i sacerdoti di Santa Romana Chiesa, per cui non avete rispettato Gesù e la Madonna che ve li ha messi davanti, avete giudicato i fuoriusciti, perchè non siete ancora sazi delle vostre colpe, ma ne volete commettere altre, ringraziate Dio che se ne sono andati, altrimenti avreste accumulato le vostre colpe fino al tetto, avete condannato chi si stava adoperando per Gesù, avete travisato ciò che vi diceva il fratello e lo avete attaccato, ho sentito che avete distrutto delle famiglie in nome di Dio, Dio è Colui che ama le famiglie e le anime, avete attaccato le persone che non la pensavano come voi, avete messo nel dimenticatoio coloro che chiamavate fratelli, avete chiesto contributi economici e fatto accendere mutui alle famiglie, vi siete inventati dei voti spirituali, senza nessun mandato dalla Chiesa, come il voto di obbedienza a dei laici, verso i quali non si deve nulla, anzi sono loro che dovrebbero obbedire, perchè hanno scelto di aderire ad un mandato dentro la Chiesa, per cui vi dovrebbero contrastare, invece sono disobbedienti,

    RispondiElimina
  14. e da qui si nota che i vostri voti sono delle finzioni inventate al momento, inventate per ottenere fame di mondo, non avete insegnato l'amore e il rispetto dell' Eucaristia, perchè si sparla e parla in continuazione, sia prima, sia durante, sia dopo, non avete rispetto di ciò che fate, perchè appena vi siete comunicati, alcuni, subito escono a fumare, senza rispettare il Corpo di Dio che avete assunto, vi siete stati zitti davanti ad un presunt catechista, gonfio di superbia e fallacità, e non lo avete bloccato quando avete visto quel fratello sorelle disprezzati dalle sue parole e le sue volgarità, non dite apertamente ai vostri catechisti, che non sono nessuno, che si trovano in grave errore e che non si possono dire, e fsare, certe cose, avete portato la vostra idea di cristianità senza tenere conto di altre realtà cristiani e genuine, pensando di essere migliori, avete travisato il Concilio Vaticano II pensando di esserne i portatori, invece portate la vostra presunzione, vi siete immersi in un ambiente dove tutto è prestabilito e studiato e conformato alla vostra mentalità, per cui vi siete chiusi come dentro un carcere, infatti quando pregate, o fate comunità, vedete, e sentite( meglio dire vi cibate spiritualmente) intorno a voi: le stesse icone, la stessa croce, lo stesso leggio, gli stessi dipinti alle pareti, le stesse catechesi, la stessa presunzione diffusa in ogni comunità, le stesse omelie ( perchè attaccate chiunque è aperto ad altro), le stesse sedie, gli stessi oggetti, lo stesso modo di parlare, lo stesso modo di ascoltare ( ascoltate solamente ciò che vi conviene e siete chiusi ad altro), avete idolatrato delle persone in carne ossa, parlo dei catechisti di ogni livello, invece di capire che se c'è uno che conta quello è Gesù, avete manipolato le persone facendogli portare pubblicità del vostro ambito, a pubblicità non corrispondente al vero, avete tenuto sotto controllo coloro che vi davano filo da torcere, perchè avevano scelto di non sottomettersi alla vostra stupida volontà, avete usato l'Ambone per diffodere calunnie e falsità, avete fatto proclami falsi di persecuzione, invece erano altri i perseguitati e gli abusati, avete giudicato i cristiani, chiamandoli con disprezzo cristiani della domenica, pensando di essere migliori, non sapendo che sono duemila anni che i cristiani vanno alla Santa Messa la domenica, avete pregato San Mammon e a questo idolo vi siete affidati, avete fatto gli gnorri davanti alle vostre colpe, perchè scoperti e sapendo che sareste stati svergognati davanti a tutti, per cui per mantenere la vostra immagine, avete continuato a dissimulare e a nascondere la vostra vergogna, avete imposto agli altri ciò che voi non siete disposti a fare, avete continuato a nascondere pedofili dichiarati e colpevoli, avete fatto intrallazzi dentro la Chiesa Cattolica, per ottenere potere e supremazia, avete cercato di nascondere la verità, per portare la menzogna, pur di far vedere agli altri di essere i veritieri, non avete rispettato lo Statuto e non lo rispettate, fate finta di non vedere, e sentire, chi vi dice le cose come stanno, avete manipolato fatti storici, metndo a credere cose inesistenti, barzellette inventate di sana pianta, urlate al miracolo e al meraviglioso, ma solo davanti a ciò che porta acqua al propri mulino, altrimenti siete pronti a urlare al demoniaco ciò che non vi aggrada e che non vi conviene, leccate il di dietro, a per otenere favori e altro, a chi sapete che ha potere su di voi, ma siete pieni di odio, perchè siete pronti a mettervi sotto i piedi chi è debole e indifeso, diffondete immagini e filmati di parte, e costringete le persone a subirli, falsate la realtà, se vi avicinate e ha convenienza, dite di amare il nemico, a è solo uno slogan pubblicitario, perchè perseguitate gli agnelli, figuriamoci se uno vi è nemico, anzi lo amate, forse perchè vi alleate ai nemici, ai lupi, per fare guerra agli agnelli a voi affidati.

    Pace ai figli della Pace. Dio è la Pace.


    RispondiElimina
  15. Nel foglietto per la Settimana Santa della mia parrocchia,una delle tante parrocchie invasa dai neocatecumenali a Roma, c'è riportata solo una veglia di Pasqua alle ore 20, e che finirà intorno alle 22:30. Quindi tutti i parrocchiani sanno solo dell'esistenza di questa veglia e basta.
    In realtà come se ne saranno andati via, arriveranno i neocatecumenali che ne faranno altre, una in Chiesa e un'altra in un salone sotto; come i parrocchiani andranno via, loro inizieranno subito ad allestire e a spostare le panche a semicerchio, a mettere un tavolo imbandito al posto dell Altare Consacrato, a scaldare l'acqua per fare le immersioni per i bambini che faranno il Battesimo ecc....
    Ho fatto presente al parroco della lettera della Diocesi di Roma, e ho fatto presente che fare una veglia per noi parrocchiani "in fretta e furia" e che non arriva neanche alla Resurrezione della Domenica aveva poco senso, ed era in aperto contrasto con le chiare disposizioni del Vescovo.
    Ho fatto anche presente, che oltre a essere noi parrocchiani "discriminati" rispetto ai neocatecumenali, veniva proprio infranta ogni possibile "unità" dei fedeli di quella Parrocchia,e che le altre 2 Veglie oltre ad essere "nascoste" ai parrocchiani diventavano anche chiuse, e anche questo contraddiceva pesantemente lo spirito della Veglia e l'intento che la veglia deve avere nell'ambito di una Comunità di Fedeli.
    Non se ne fregato minimamente, e mi ha detto che il Vicariato ha fatto una seconda lettere (di autorizzazione) solo per il cammino neocatecumenale a fare veglie separate, chiuse e in luoghi non consacrati.
    Ho chiesto di vedere la lettera di cui affermava l'esistenza, ma mi ha "buttato fuori" con la scusa che era indaffarato.
    A me sembra strano che il Vescovo di Roma prima scriva una direttiva dettagliata di 8 pagine per poi scriverne un'altra in cui ad un solo movimento permette di calpestare tutte le norme Pastorali che nella lettera precedente erano riportate.
    Qualcuno ne sa qualcosa di questa autorizzazione ai neocatecumenali?
    Ho poi saputo che nell'annuncio che la mia ex comunità ha fatto 2 giorni fa, il supermegacatechista ha detto alle comunità (quindi suppongo che anche qualcuno che segua il cammino comunque avrà saputo delle direttive del Vescovo), che loro "avevano una lettera di autorizzazione, e che quelle norme erano superate da questa seconda lettera", ovviamente non l'ha consegnata a nessuno, in compenso hanno distribuito il foglio con riportato dettagliamente come versare il 5 per mille al redentoris mater; le direttive della Diocesi non sono importanti da far conoscere, e anzi, nel caso che qualcuno ne abbia sentito parlare, diciamo che abbiamo una "fantomatica" lettera che ci esonera da quelle norme; ma il 5 per mille era ben ciclostilato per tutti i camminanti.
    Se a qualcuno in altre parrocchie o durante gli annunci sa che è successa la stessa cosa potete condividere? sono curioso di capire fino a che punto di menzogna riescono ad arrivare per nascondere la verità ai fratelli pur di sopravvivere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In questa pagina puoi trovare l'elenco di tutti i Documenti ufficiali emessi dalla Diocesi di Roma nel 2019:

      http://www.diocesidiroma.it/documentidiocesi/#risultati

      Come potrai facilmente verificare il documento sulla famosa Nota del Consiglio Episcopale sul Triduo Pasquale lo puoi trovare in fondo alla pagina alla voce:
      "01/03/2019 Lettera ai Sacerdoti sul Triduo Pasquale"

      NON (sottolineo NON!) è invece presente nessuna "seconda lettera (di autorizzazione) solo per il cammino neocatecumenale a fare veglie separate, chiuse e in luoghi non consacrati". Io credo proprio che il tuo Parroco ti abbia mentito sapendo di mentire! E' il solito comportamento dei neocatecumenali che devono difendere il loro idolo Kiko... mentono in maniera ipocrita!

      Annalisa


      Elimina
    2. Sicuramente sia il catechista che il parroco ti stanno mentendo. Bisognerebbe segnalare la cosa al vescovo. È piuttosto grave. La parrocchia appartiene alla diocesi, non al parroco. Non può fare come vuole.

      Elimina
    3. Caríssimo Anonimo 15 aprile 2019 08:17 Le autorizzazioni personali che NeoYHWY firmate a Kiko, con il timbri de lo Santo Neospirito e di Neojesucristo, non mandano copie alla diocesi; Sono segreti, neoarkanas. Solo alla morte di kiko saranno pubblicati.

      Elimina
  16. Mi auguro sia per chi fa la Veglia in parrocchia e sia chi fa la Veglia con il cammino di fare esperienza di Resurrezione nella propria vita. Qua state a fare la guerra contro questo e quello ma l'importante e' il risultato. Camillo

    RispondiElimina
  17. Io penso questo.
    1o c'è liberta di scelta, per cui se vogliono farsi la Veglia a modo loro, sono liberi. Ma con tutte le conseguenze della loro scelta. Se tu vuoi farti un tuo ambito personale ed esclusivo, poi non devi dire agli altri cose non vere, e cioè che sei in comunione con gli altri e che rispetti gli altri, sei egoista e vuoi fare di testa tua.
    Ci sarebbe molto da dire, ma ora vorrei focalizzarmi su un punto importante.
    Ascoltate!
    Parlo ai romani, cioè a coloro che abitano a Roma. Andate dai vostri sacerdoti, sacerdoti fidati e che non sono sottomessi al Cammino, e dite loro di verificare se il Vicario ha dato l'autorizzazione così come riportano i NC. Loro se vogliono sonno addentro alla Diocesi, per cui possono verificare.
    Poi in base alla situazione si capirà chi avete davanti. Io chiederei il parere a De Donatis, giusto per capire se il Vicario fa cose contrarie.
    Poi vi farete il giudizio.
    Per Camillo.
    Carissimo, qui non stiamo facendo al guerra, e anche se fosse, non è una guerra fatta con fucili e altro. Noi stiamo portando ciò che Gesù ci ha comandato di fare. Ovviamente si potrebbe sbagliare in qualcosa, ma sai, siamo uomini, per cui speriamo che il Signore ci guidi.
    E poi ti invito sempre a guardare prima la TRAVE, poi la PAGLIUZZA, è ciò che ha suggerito Nostro Signore, giusto per essere veritieri e giusti. Tu che dici?

    Pace ai figli della Pace. Dio è la Pace.

    RispondiElimina
  18. Isaia, capisco che sei in possesso di talenti non comuni, chi ti dice che Gesu' abbia comandato di vegliare solo per un'ora, perché non posso vegliare per due? Per quanto riguarda la pagliuzza ti posso garantire che non ho espresso nessun giudizio, quando dico qualcosa lo dico sempre, prima, a me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come sei perspicace, o caro fratello anonimo neocatekiko, tu sì che hai già ricevuto la tua ricompensa. Tu sì che hai capito che «almeno un'ora» non esclude che uno possa liberamente scegliere di fare di più (a condizione, ovviamente, che sia tutto per il Signore, non per altri fini, e che non comporti conseguenze negative rispetto ai propri doveri di stato).

      Come già detto e ripetuto più volte, conta la qualità, non la quantità. Un'ora di veglia fatta per il Signore vale molto più di mille ore di veglia fatte per convincersi di essere più cristiani degli altri, più adulti nella fede, più grandi dei "cristiani della domenica, più simili a certi immaginari "primi cristiani delle origini cristiane"...

      In verità, e vi è stato già detto, avete già ricevuto la vostra ricompensa.

      E vi state preparando un tesoro non in cielo, ma all'inferno, visto che obbligate il prossimo - mediante ricattini morali che voi ben conoscete - ad avere la vostra stessa ipocrisia e arroganza, quelle che Kiko e Carmen vi hanno sempre insegnato.

      Elimina
    2. Camillo ho letto una punta di sarcasmo su quanto hai scritto, forse sbaglio, o forse no. Questa è la Settimana Santa, nella quale Nostro Signore ha sofferto per noi, per cui non ti risponderò. Passata la settimana ti invito a messaggiarmi, così potrò risponderti come si deve.
      Devo fare una correzione su quanto ho scritto al commento precedente, ho fatto uno sbaglio, perchè non ho valutato che il Vicario è De Donatis. Per cui, quello che voglio intendere è che si dovrebbe chiedere direttamente a De Donatis per capire bene il significato delle sue disposizioni. Se De Donatis stesse mirando all'UNITA', perchè è ciò che conta, altrimenti se non sei unito al Corpo di Cristo, a quel punto ti puoi fare una Veglia che dura anche quattordici ore, ma non ha tanto valore perchè sei disunito a Cristo, in quanto disobbediente al Vicario di Roma. Non si tratta di un'ora, di due ore, di dieci ore, si tratta di UNITA' alla Chiesa. Chi è contro il Vicario, è contro la Chiesa, per cui non ha valore ciò che fai, in quanto sei in aperta disobbedienza al Papa, per cui alla Chiesa. Se il Vicario avesse dato l'autorizzazione, a quel punto AMEN! Che sia fatta la Volontà di Dio.

      Per M.A. Vai avanti nel capire l'aria che tira, da come ho capito sei a Roma, per cui indaga cosa stia accadendo. E se viene a sapere, per certo, che l'autorizzazione non c'è, a quel punto riportaci il tutto, così avviseremo, per quanto possiamo fare noi, tutti dell'accaduto. Io, al posto tuo, non andrei alla Veglia NC, ma andrei a quella Parrocchiale. Non aver paura di nulla. Ovviamente se non sei vincolato da situazioni che ti costringono ad andarci per forza. Se ti dovessi trovare vincolato, prega Gesù di tenerti unito alla Chiesa spiritualmente, e poi il giorno dopo rimedia andando alla Santa Messa. Lo stesso se vi è l'autorizzazione, perchè dal tuo commento ho capito che il Cammino non ha nulla da spartire con te.

      Elimina
    3. Dopo questa settimana se hai qulcosa da dire di sarcastico, ci parleremo a dovere.Ci diamo una bella chiarita sui talenti, sul sarcasmo, sulgli ipocriti che fanno gli ipocriti e dicono di non esserlo, e continuano nella dissimulazione, sulle persone che proclamano gli abusatori di essere dei perseguitati, e davanti a fedeli, ai vescovi, sacerdoti, e altri; e parleremo di tutti quelli che hanno ascoltato i falsi profeti che proclamavano false persecuzioni e che stanno zitti, facendo finta di nulla; parleremo dei venditori di colombe ( ristoranti, hotel, viaggi in domus, buste nere, finti morti di fame, ecc, ecc); parleremo di chi si dice che ha riscoperto il Battesimo, e abusa delle vittime, parleremo di vescovi che si sottomettono ad un falso profeta che proclama menzogne da un palco, parleremo che il Papa ha preso a se il caso Apuron e ha giudicato pubblicamente la cosa, davanti a tutti, per cui avete smentito il Papa e gli avete dato del bugiardo pubblicamente, e di tanto altro. Dopo questa Santa Settimana, ora dobbiamo stare nell'assoluto silenzio e raccoglimento, Gesù sta soffrendo e sta dando la Vita per tutti noi,è troppo importante rimanere spiritualmente uniti a Gesù, e farGli compagnia, invece di sprecare il tempo su questioni importanti, ma ora secondarie.

      Elimina
  19. IPG, io ho mandato il documento della diocesi al mio responsabile, chiedendo di cancellare la veglia.
    Mi ha risposto che avrebbe sottoposto il documento al parroco per avere l'approvazione.
    La veglia da me si farà in una saletta fuori dalla parrocchia ma anche fuori dal nostro quartiere, con alcuni che faranno la veglia di Pasqua in parrocchia e poi faranno la veglia neocat, cosa espressamente vietata dal documento.
    So anche che in altre comunità si faranno battesimi durante la veglia e fuori dalla parrocchia, cosa espressamente vietata e senza possibilità di ottenere permessi.

    Cosa dire? Siamo ormai fuori dalla Chiesa, di fatto e senza appello, con la connivenza di preti che tradiscono le stesse diocesi. Io lo chiamerei scisma di fatto.

    Fate come dice IPG nel post sopra. Denunciate! Questa volta non potranno non ascoltarci!

    M.A.


    RispondiElimina

I commenti vengono pubblicati solo dopo l'approvazione di uno dei moderatori.

È necessario firmarsi (nome o pseudonimo; non indicare mai il cognome).

I commenti totalmente anonimi verranno cestinati.