venerdì 19 aprile 2019

Getsemani






19 commenti:

  1. Per chi usa il traduttore automatico o il sintetizzatore vocale, invio il testo della lirica che abbiamo postato oggi, giornata di Venerdì Santo.

    Getsemani

    «Abba! Padre! Tutto è possibile a te,
    allontana da me questo calice»

    Ah, spaventoso calice ricolmo
    di tutti i mali, d'ogni tradimento,
    d'invidia spumeggiante e di superbia,
    d'ogni menzogna, furto e fratricidio
    dal giorno di Caino al tempo ultimo,
    come poteva mai natura umana,
    l'uomo Gesù con carne di Maria,
    svuotarti dentro sé, reggere il pànico
    della marea di Male che spalanchi,
    l'abisso del dolore e della morte?

    «Però non ciò che voglio io
    ma quello che vuoi tu»

    Una Persona, due son le nature,
    contendono nell'orto degli ulivi,
    nell'anima dell'uomo è notte fonda
    ma nell'affido al Padre è già mattino,
    la gloria della Croce irradia luce,
    illumina il giardino del Risorto.

    «Prendete, e bevetene tutti:
    questo è il calice del mio Sangue»

    Oh calice salvifico di Cristo,
    fiumi d'acqua rosata, d'acqua viva
    sgorgarono dal seno Suo trafitto
    e la marea del Male come chiazza
    fu vinta, sgretolata e si dissolse.

    Un gocciolo diffuso dalla Croce
    sciolga Signore mio il male in me.

    Lino Lista

    RispondiElimina
  2. Grazie Valentina, non potevi trovare modo migliore di ricordarlo. Una persona straordinaria, e non voglio aggiungere altro.

    RispondiElimina
  3. Grazie. Un augurio di una Santa Pasqua di Resurrezione a tutti i lettori del blog e ai vostri cari.

    RispondiElimina
  4. Grazie Valentina,Lino Lista è un tesoro che sto scoprendo più ora che prima. Come Apostata non ho niente da aggiungere. Una cosa per Rebel, non mollare sei un mito

    RispondiElimina
  5. Al Signore Gesù.
    Signore Gesù io Ti ringrazio per tutto quello che hai fatto, che fai, e che farai per me, e per tutti quanti noi, compreso i miei nemici storici e conclamati e dichiarati. Grazie perchè mi hai salvato dall'abisso. Grazie perchè sapevi che avresti sofferto enormi sofferenze e prove, ma l'amore era più forte, ed è più forte. Grazie a Tuo Padre, il Nostro Padre, che ci ama e ci vuole con Lui nella Sua Casa. Grazie alla Spirito Santo, Dio pieno di amore e che guida verso di Te. Grazie alla Tua Mamma, che ti ha visto soffrire per tutti noi, e continua ad amarci, sapendo che siamo figli testardi e ribelli.Grazie alla Chiesa e a tutti i Suoi Ministri, che si adoperano per la nostra salvezza e ci portano Te, Pane di Amore. Signore Gesù, tu conosci il mio cuore, ti chiedo di custodirlo dai sentimenti insani e di odio. Signore Gesù ti chiedo di custodirmi dall'odio che proviene dall'incomprensione, dal fanatismo, dalla falsa religione, dai falsi fratelli, dai falsi amici. Signore Gesù, Ti chiedo di custodire ciò che hai fatto in me, Tu sai di cosa sto parlando, perchè le Tenebre non cessano mai di attaccarmi, mai sono sazie, e vorrebbero distruggere l'opera che hai seminato in me. Signore Gesù Ti prego per tutti coloro che si sono macchiati di gravi peccati, ristora le loro anime, Ti chiedo di perdonarli, Tu sai di chi parlo. Signore Gesù Ti prego per i Sacerdoti, i Vescovi, i Cardinali, ed in particolare per il Papa, custodiscili e fa che stiano sempre con Te. Ti chiedo di custodire il Santo Padre dalle incomprensioni e dagli attacchi, ma Ti chiedo che abbia più forza nel Custodire il Gregge a Lui affidato.Signore Gesù Tu solo conosci le nostre vere intenzioni, Tu solo conosci i nostri cuori, Tu solo sai quali sono le nostre prove. Signore Gesù Ti prego per la conversione dei Neocatecumenali, parlo di coloro che hanno deviato e si sono macchiati di odio verso il prossimo, Ti chiedo di perdonarli, e fa che li perdoniamo. Signore Gesù, fa che davanti alla Croce non fuggiamo e non Ti rinneghiamo. Signore Gesù fa che nell'ultimo nostro respiro, di questa nostra vita, possiamo dire: Signore Gesù Nelle Mani Tue e del Padre e dello Spirito Santo Affidiamo il Nostro Spirito. AMEN!

    Da IPG.

    RispondiElimina
  6. Nemmeno a farla apposta,questa pubblicata da Valentina, è la poesia che la moglie Roberta ha voluto leggere, in accordo con il parroco, al termine della S.Messa in suffragio del compianto Lino che si è tenuta Lunedì 15 Aprile.

    Auguri di una Santa e serena Pasqua a tutti gli Osservatori!

    RispondiElimina
  7. Auguri di una Santa Pasqua di Resurrezione

    RispondiElimina
  8. Grazie, cara Valentina, Santa Pasqua a tutti.
    D.D.

    RispondiElimina
  9. Amen! E' l'unico commento che mi viene in mente.
    Poesia vera, grande, perché manifesta ciò che è l'essenza della poesia e ne ottiene l'effetto. Apre il cuore alla trascendenza.
    Lino non smette mai di sorprendere.
    Il suo ricordo è molto opportuno in questo giorno speciale.
    Santa Pasqua a tutti

    RispondiElimina
  10. Una poesia che è preghiera.
    Mi unisco all'ultimo accento:
    Un gocciolo diffuso dalla Croce
    sciolga Signore mio il male in me.
    Grazie per sempre Lino! Dio ti ricompensi di tutto.

    Pax

    RispondiElimina
  11. Bellissimo modo di ricordare Lino! Una poesia molto bella e significativa. Colgo l'occasione per fare a tutti coloro che scrivono sul blog un caro augurio di Santa Pasqua.

    RispondiElimina
  12. Lino è stato uno dei tanti capitati per caso su questo blog. Riconobbe immediatamente la radice marcia del Cammino a cominciare dalle simbologie adoperate da Kiko (tra cui i simboli massonici nelle sue opere del 1967), oltre che dalle mostruose brutture della nueva estetica. Era una curiosità inizialmente solo culturale - ma la sua fede limpida e la sua personale conversione gli fecero notare molto altro.

    Una volta il sottoscritto scherzando disse: "coi commenti di Lino ci si potrebbe fare un intero libro". Lino mi prese sul serio, e in alcuni mesi scrisse Il fango e il segreto rielaborando quei suoi stessi commenti e aggiungendo considerazioni, fonti e materiale.

    Quell'agevole libro è stato per il Cammino e i suoi autonominati "iniziatori" una stangata davvero epica. Padre Zoffoli, don Villa, mons. Landucci e altri sacerdoti avevano in precedenza mostrato le eresie del Cammino, facendo un lavorone eccellente dal punto di vista teologico. Tanti fuoriusciti del Cammino hanno poi testimoniato il frutto di quelle eresie con testimonianze dettagliate e pubblicate in articoli e libri: la devastazione della vita e della fede dei fratelli delle comunità. Il libro di Lino completa il quadro, mostrando la gnosi fondante il Cammino, partendo dalla "nueva estetica" di Kiko, e spiegando il sovvertimento dei simboli operato dai due «nuovi falsi profeti» (così padre Pio definì Kiko e Carmen prima che questi si installassero ufficialmente in Italia nel '68).

    L'importanza de Il fango e il segreto continuerà a manifestarsi nei prossimi anni, anche più di adesso. C'è chi lo ha letto in una sola serata, convinto di dover dare un'occhiatina rapida alle prime pagine e venendo invece sorpreso e stuzzicato pagina dopo pagina, giungendo infine a capire come mai le edizioni Paoline, il giorno dopo averlo inserito in catalogo, lo cancellano e fanno sparire tutte le copie. Proprio loro che in catalogo tollerano testi ambigui, eretici, blasfemi, testi apologetici di altre religioni o comunque di dubbia moralità. Fu il primo grosso complimento ufficiale a Lino: le elefantiache edizioni Paoline costrette ad un aggiustamento supersonico.

    Lino è stato anche un grande amico. Anche negli ultimi mesi di vita, pur devastato nella salute, continuava a tenersi informato sulle cose della Chiesa e sulla questione Cammino. In una delle nostre ultimissime telefonate esordì con: «non è santa!», credo riferendosi alla Carmen Hernández, o (meno probabilmente) alla Marta Obregón. Il pessimo segnale cellulare e la fatica che faceva a parlare, ci impedì di approfondire l'argomento (argomento che già da solo dovrebbe svegliare la coscienza dei kikos: "fabbricarsi qualche santo" è tipico di chi vuole ingannare la Chiesa (credendo così di ingannare anche Dio), specialmente dopo aver per tanti decenni ignorato sia le figure di santità della Chiesa, sia le pessime attitudini della cofondatrice).

    RispondiElimina
  13. Che il sangue versato da Gesù per noi, non scorra invano!
    Auguri affettuosi a tutti di Buona Pasqua.😘

    RispondiElimina
  14. Auguri a tutti voi.
    Aspettiamo la Sua risurrezione dalla morte.
    Una preghiera per Lino.
    LUCA

    RispondiElimina
  15. Lino amante della sua citta', forse la piu' bella d'Italia, quando affermava che dal suo posto al tavolo da pranzo,
    poteva osservare l'isola di Capri e Punta Campanella(penisola sorrentina);
    grazie ancora per queste emozioni Lino.
    Ruben.
    ---

    RispondiElimina
  16. Auguri di cuore a tutti e grazie a ciascuno di voi, avanti uniti sempre nel ricordo costante di Lino.

    Pax

    RispondiElimina
  17. Auguri di una serena e Santa Pasqua a tutti gli amici Osservatori con un particolare affettuoso pensiero al buon Lino.

    RispondiElimina
  18. Auguri di una vera pasqua per la vita eterna a chi scrive, a chi amministra e a chi legge questo blog.
    Grazie
    Alice de

    RispondiElimina

I commenti vengono pubblicati solo dopo l'approvazione di uno dei moderatori.

È necessario firmarsi (nome o pseudonimo; non indicare mai il cognome).

I commenti totalmente anonimi verranno cestinati.