domenica 4 dicembre 2016

Per la serie: la rivelazione degli arcani toglie il sonno ai neocat

Da oltre sei mesi i cattolici di Guam
manifestano ogni domenica davanti alla cattedrale
contro il vescovo neocatecumenale Apuron
Pubblichiamo un elenco di commenti piovuti come un fiume da un sedicente "Paolo" (guarda caso iscritto a blogger da dicembre 2016), uno dei soliti kicloni, sulla pagina «Guarda che stasera c'è la decima».

Spesso diciamo, ironicamente, che gli articoli postati nel blog "tolgono il sonno" ai neocatecumenali, che vedono qui spiattellati tutti i loro odiosissimi arcani (gli scrutini, la decima, i rituali paraliturgici, il latte e miele, la decima, le convivenze, gli "annunci", la decima, la comunione seduti e ovviamente la decima). Naturalmente non pensavamo sul serio che i neocat insonni venissero qui a leggere e commentare anche in piena notte, eppure ci dobbiamo ricredere. Il sedicente "Paolo" dalle 2:01 alle 5:03 del 2 dicembre non ha letteralmente chiuso occhio:
Sono Paolo...ho fatto parte del cammino neocatecumenale..
.ora vivo un'altra esperienza sempre nella chiesa...non è vero che è obbligatoria la decima...assolutamente no...è il demonio che parla in te anonimo...credimi
2 dicembre 2016 02:01
il cammino neocatecumenale è nella chiesa...leggiti un po' di Giovanni Paolo Ii
2 dicembre 2016 02:05
Mi sembri un po' come giuda che contestava a Gesù che i soldi del profumo 300 denari...chr erano molti all'epoca...dovevano essere spesi per i poveri...vai a leggerti la risposta di Gesù...ribadisco che non è vero ...che la decima è obbligatoria...
2 dicembre 2016 02:10
Ho fatto parte del cammino neocatecumenale nessuno mi ha mai fatto il lavaggio del cervello...e premetto che ad oggi non ne faccio più parte...vivo un altra realtà nella chiesa😊 per cui il mio parere e le mie affermazioni sono autentiche...e nessuno mai mi ha detto una parola di condanna quando ho deciso di non farne più parte
2 dicembre 2016 02:16
È una falsità quello che scrivi...non è assolutamente obbligatoria...è tutto fatto nella libertà e nella bontà...non c'è nessuna costrizione...dici il falso affermando certe cose...fai calunnie gratuite
2 dicembre 2016 02:20
ma lo conoscete bene il cammino neocatecumenale??? Chi sono i celebranti se non i sacerdoti stessi??? Ma avete letto lo statuto di Giovanni Paolo Ii per quanto riguarda il cammino neocatecumenale nella chiesa??? scrivete eresie
2 dicembre 2016 02:24
Ma che dici...io ho fatto il secondo scrutinio...ripeto non faccio più parte del cammino neocatecumenale...ma quali peccati sessuali devi confessare pubblicamente??? Mah...!!! scrivete cavolate...
2 dicembre 2016 02:28
Ne risponderete davanti a Dio delle calunnie gratuite che fate...
2 dicembre 2016 02:30
il cammino neocatecumenale non è un movimento ma una esperienza di fede...se non hai capito questo o non vuoi capirlo è un tuo problema
2 dicembre 2016 02:33
Non è vero assolutamente quello che scrivete...perché dovete calunniare su cose che non sono ne in cielo ne in terra???
2 dicembre 2016 02:43
I preziosissimi (e costosissimi)
biglietti-santino per fare la claque
all'ennesimo Kiko-show
Se siete onesti pubblicate ciò che ho scritto io...ma dubito che lo facciate...
2 dicembre 2016 02:45
Ti dimentichi di un precetto fondamentale scritto nel vangelo...non giudicare...
2 dicembre 2016 02:48
Ho fatto parte del cammino neocatecumenale...sono arrivato a quel passaggio...e nessuno vi garantisco mi ha obbligato alla decima...quello che dite è una menzogna
2 dicembre 2016 02:50
Mah...spero solo che pubblichiate le mie risposte in merito...a ciò che scrivete e non corrisponde a verità...è facile fare calunnie gratuite come fate voi senza contraddittorio...visto che sicuramente pubblicate solo le risposte che vi faranno comodo
2 dicembre 2016 02:56
Non potete servire a Dio e mammona...non fate altro che parlare di soldi...Gesù cosa disse al ricco che lo voleva seguire??? va vendi tutti i tuoi beni e poi mi segui
2 dicembre 2016 03:00
le accuse le fate voi tutti...ne risponderete davanti a Dio...ogni peccato sarà perdonato...tranne il peccato contro lo Spirito Santo...
2 dicembre 2016 03:07
Ti dimentichi di un precetto importante e fondamentale...non giudicare
2 dicembre 2016 03:09
La decima non è obbligatoria...informatevi bene...non fate accuse gratuite 😏
2 dicembre 2016 03:13
sono tutti pazzi ??? il Papa (Giovanni Paolo II) che lo ha approvato e incoraggiato, i vescovi...i preti ecc. ecc. che ne fanno parte ??? Non sono la chiesa Cattolica???
2 dicembre 2016 03:20
Forse non sanno che con i soldi aiutano famiglie disagiate...forse non sanno che le chiese si stavano svuotando di presbiteri...e di fedeli....perché esiste gente moralista e moralizzante...di come dovrebbe essere la chiesa(cioè...conservatrice) forse non sanno di quante famiglie hanno lasciato tutto per andare a catechizzare in tutti gli angoli del mondo la buona novella ...donando la propria vita al prossimo nella evangelizzazione...con la benedizione del papà e del clero
2 dicembre 2016 03:31
Non è vero ...assolutamente non vero...io non faccio più parte del cammino neocatecumenale...per cui non ho alcun interesse a scrivere che non è vero...è solo una questione di onestà nel dire la verità...che nessuno ti obbliga a versare la decima...così come alle tante convivenze che ho vissuto...era tutto nel segreto di quanto uno poteva mettere secondo la propria disponibilità
2 dicembre 2016 03:38
Roberta dice il vero...siete voi che dite menzogne fate accuse gratuite e calunnie...e non sapete che ne risponderete davanti a Dio
2 dicembre 2016 03:46
Ma che dite...mai nessuno mi ha chiesto ciò quando ero nel cammino neocatecumenale...mai nessuno mi ha obbligato a niente...e mai e poi mai il responsabile si appropriava del sacco...veniva consegnato al presbitero...
2 dicembre 2016 03:51
è verissimo ciò che scrivi Roberta io non faccio più parte del cammino...ho intrapreso un nuovo percorso nella chiesa...ogni tanto vado a qualche celebrazione eucaristica...con i neocatecumenali...e mai nessuno mi ha suggerito fatto pressioni e controllato quanto potesse essere la mia disponibilità e non solo vengono aiutate famiglie e fratelli delle comunità in difficoltà...ma anche famiglie che non fanno parte del cammino...posso dimostrarvelo quando volete...conosco persone che vengono aiutate
2 dicembre 2016 04:00
il tuo parlare non viene da Dio ma dal demonio...che genera sospetti...giudica calunnia fa accuse...dice menzogne e cita la sacra scrittura quando tenta Gesù...
2 dicembre 2016 04:04
Ti cito un sito Bet Midrash...SCUOLA DI PREGHIERA...se apri il sito ci sono le omelie pubblicate da Padre Enzo..è un Frate minore e fondatore della scuola di preghiera le omelie sono in audio e trascritte...aprile e leggetene o ascoltane qualcuna...
2 dicembre 2016 04:12
Roberta...concordo con te..la stessa cosa avveniva e avviene nelle comunità dove io ne facevo parte...ho partecipato e sono entrato nel cammino neocatecumenale nel 1982...e non c'è mai stato niente d'inverosimile su ciò che affermano questi signori...e già il fatto stesso di chiamare il cammino neocatecumenale setta...che è e fa parte nella chiesa cattolica con la benedizione e partecipazione del papà ai loro incontri e il clero (Vescovi presbiteri ecc ecc )significa essere ottusi e chiusi mentalmente...
2 dicembre 2016 04:25
Perché non dici di quanti scandali e truffe ci sono state attraverso le associazioni ??? E perché non dovrebbe aiutare gli altri Roberta la dove si sente di farlo??? Mi sembra che voi fate il lavaggio del cervello...e consigliate dove una persona deve destinare i propri soldi ...
2 dicembre 2016 04:36
State tranquilli che non obbligano nessuno a dare la decima...e nessuno controlla quanto sei disposto a dare e quanto dai...perché tutto viene fatto nel segreto...e sapete che quanto ho dato nel segreto il Signore mi ha restituito il centlupo...fatti non parole
2 dicembre 2016 04:41
Sei te che vuoi abbindolare le persone con falsità giudizi e pregiudizi...se poi non vuoi credere a quanto afferma Roberta...e posso affermare la stessa cosa anche io...è un tuo problema...libero di credere oppure no...vedo soltanto come si esprime Roberta...con serenità...mentre vedo il vostro modo...arrogante paladini del nulla...sepolcri imbiancati...che vogliono apparire belli...ma pieni di putrefazione dentro
2 dicembre 2016 04:48
Mi dispiace dirtelo...non dici te il vero...e posso dimostrartelo...perché per me era la stessa cosa di Roberta...io sono un ex neocatecumenale...mai obbligato a versare niente e se viene fatto nel segreto nessuno sa quanto versi
2 dicembre 2016 04:58
Delle prime comunità neocatecumenali...ne avete mai sentito parlare??? di come vivevano fra loro e come venivano distribuiti i beni di chi ne possedeva di più...verso i fratelli bisognosi???
2 dicembre 2016 05:03
Naturalmente, come al solito, il neocatecumenale sente il bisogno di insultare (arrogante paladini del nulla...sepolcri imbiancati...che vogliono apparire belli...ma pieni di putrefazione dentro), definire "demoni" quelli che non sono d'accordo col cammino (il tuo parlare non viene da Dio ma dal demonio), o meglio ancora "Giuda", cita le scritture a caso come un testimone di Geova (Non potete servire a Dio e mammona....), accusa gli altri movimenti di "scandali" - come se un ladro facesse gli altri meno ladri - sostiene di poter dimostrare cose che sa benissimo di non poter dimostrare (non solo vengono aiutate famiglie e fratelli delle comunità in difficoltà..posso dimostrarvelo quando volete...conosco persone che vengono aiutate), riporta la favoletta delle chiese piene grazie al Cammino, minaccia con accuse di bestemmiare addirittura lo Spirito e giudica ovviamente il resto della chiesa "moralista e moralizzatrice".

Niente di nuovo insomma. Per dirla con Tim Rohr, di Jungle Watch, questi sono i frutti di un "KAKA-filled brain" (cervello affogato nel Kool-Aid di Kiko Argüello).

99 commenti:

Valentina Giusti ha detto...

Voglio credere alla buona fede di Paolo.
Siccome più volte asserisce di aver fatto il secondo passaggio, e non fornisce altre notizie sul proprio 'stato di servizio' in cammino, forse, essendone andato proprio allora e prima che la porta si chiudesse alle sue spalle (scelta fortunata, per la quale ancor oggi i suoi fratelli diranno di lui che ' ha scelto mammona') non ha ben capito il carattere di obbligatorietà della decima, confermata dall'insistenza delle domande dei catechisti nei successivi scrutini (1: hai fatto le Lodi? 2: hai fatto la decima? 3: sei aperto alla vita/sei casto?).
Comunque qui da noi Paolo se non altro trova ascolto.
Se addirittura chi ha finito il Cammino e ne è uscito secondo chi è dentro non ha capito nulla e non ha diritto di parlarne, figurarsi un 'rebotado' (in gergo kikos così viene chiamato un fuoriuscito, 'spretato') al secondo passaggio...una vergine senza olio che non entrerà nella Festa dello Sposo.

Anonimo ha detto...

Ho fatto parte anch'io del cammino neocatecumenale anche come catechista. Per richiedere la decima non ti puntavano il fucile, ma la pressione psicologica per farti sentire un inadempiente al tuo dovere se non la versavi veniva fatto tranquillamente. Mi è sempre stato inviato un messaggino per ricordarmi di versare la decima nell'incontro successivo, ma in un momento in cui ero molto in difficoltà non mi ha chiamato ne il responsabile ne il catechista per chiedermi come stessi.

PAOLO ha detto...

Buona domenica a tutti ...la pace sia con voi...ho già specificato più volte che non sono più nel cammino neocatecumenale da circa 10anni...ho detto più volte che ho vissuto e vivo da circa 8 anni una nuova esperienza nella chiesa cattolica...LA SCUOLA DI PREGHIERA... fondata da Padre Enzo Bruno Tacca...e citando il sito dove viene spiegato il percorso...cos'è e cosa si fa il sito è (BET MIDRASH)

Anonimo ha detto...

“Il regno di Dio è venuto, è arrivato, è in mezzo a voi”. Questo è il messaggio centrale di ogni missione cristiana. Quando un missionario va, un cristiano va ad annunciare Gesù, non va a fare proselitismo, come se fosse un tifoso che cerca per la sua squadra più aderenti. No, va semplicemente ad annunciare: “Il regno di Dio è in mezzo a voi!”. E così il missionario prepara la strada a Gesù, che incontra il suo popolo.

Papa Francesco oggi.

Valentina Giusti ha detto...

Buona domenica Paolo.
Come puoi leggere, non ho messo in dubbio nulla di ciò che hai scritto, ho solo cercato di motivare la tua visione benevola del cammino e i tuoi ricordi selettivi.
Auguri per la tua esperienza di fede.

by Tripudio ha detto...

Buona domenica a Paolo... e con il tuo spirito.

Qui non si sta discutendo se l'Inter sia meglio del Milan - che è un'opinione.

Qui si tratta delle storture del Cammino Neocatecumenale. Che non è un'opinione ma un fatto. Un fatto concreto e verificabile da chiunque, dentro e fuori dal Cammino.

Per riconoscere oggettivamente tali storture, senza nessun bisogno di questo blog, è sufficiente ricorrere ai testi ufficiali della Chiesa: le Scritture, il Catechismo, il Messale, i discorsi dei Pontefici, le lettere dei Dicasteri vaticani, ecc.

I frutti del Cammino, cioè i frutti delle sue immense storture, hanno devastato la vita e la fede di tantissime anime.

Chi viene qui come Paolo a negare tutto, con ciò stesso dimostra:

1) di non conoscere quei testi: ignoranza!

2) di disprezzare chi non è d'accordo come lui: superbia!

3) di rifiutare di riconoscere la possibilità che tantissimi altri abbiano ragione e lui torto: arroganza!

Al vertice di tutto questo c'è la tipica mostruosa asineria che caratterizza tutti i pasqualoni: «leggetevi Giovanni Paolo II! leggetevi Best Trash! leggetevi lo Statuto!» In quale pagina dobbiamo leggere? Cosa c'è scritto di talmente grosso da azzerare magicamente le eresie e il male già commesso dai kikos?

Nostro Signore ha detto esplicitamente che non ci si salva limitandosi a dire continuamente "Signore, Signore". Chi ama veramente il Signore prende sul serio i Suoi insegnamenti e la Chiesa da Lui personalmente fondata.

Il neocatecumenalismo invece:

1) si è fabbricato una liturgia diversa, una vera e propria carnevalata;

2) ha insegnato una dottrina inquinata, zeppa di errori, eretica;

3) ha promosso un'infinità di ingiustizie e storture in tema familiare, sociale, ecclesiastico, economico, ecc.;

4) e nonostante i ripetuti richiami della Chiesa, il Cammino ha perseverato negli errori e proseguito sulla cattiva strada.

Per esempio l'eretico Kiko Argüello va dicendo che la confessione dei peccati mortali è facoltativa e rinviabile a piacere (se non ci credi, ascoltalo su Youtube e poi leggiti il commento di un padre domenicano che non frequenta questo blog).

Ora, una singola riga del Vangelo vale infinitamente più delle milleottocento pagine di questo blog e dei suoi centoventiseimila commenti. E in quella riga del Vangelo il Signore dice agli Apostoli: «a chi rimetterete i peccati saranno rimessi e a chi non li rimetterete, resteranno non rimessi».

Dunque, chi sbaglia? Sbaglia il Signore oppure sbaglia Kiko?

L'eresia detta da Kiko è coperta forse dalle lodi dei Pontefici? Dagli elogi dei cardinali e dei vescovi? Dallo Statuto concesso da un Pontificio Consiglio?

Quanti fratelli del Cammino hanno compiuto le due opere di misericordia spirituale di insegnare all'ignorante Kiko la verità del Vangelo, e di ammonire il peccatore Kiko per il peccato di eresia?

Lino ha detto...

OT (ma non troppo)
Di seguito un commento recentemente pubblicato su Amazon a critica (si fa per dire) del mio libro. Trattasi, naturalmente, di uno dei neocatecumenali che qui intervengono.
A lui, considerato che ci legge, rispondo: "Sei un vigliacco, oltre che un tracotante da saletta. Hai pubblicato giudizi sulla mia supposta ignoranza sulle tematiche dell'estetica in un luogo dove io non posso risponderti. Hai avuto, qui, mille occasioni per dimostrarmi la tua sapienza, per mostrare che io sono a digiuno in materia di Vangeli, di estetica, di simbolismo. Il silenzio assoluto ti ha contraddistinto, il tuo "demone muto".

Oltre che un vile, anche sei un pasqualone, perché:
1) Chi ti leggerà, si renderà immediatamente conto della tua scarsissima propensione alla critica, ti riconoscerà come un neocatecumenale inviperito e anche un po' analfabeta, per come si esprime (e pure ti permetti di giudicare la scrittura del prossimo!).
2) Incentiverai l'acquisto da parte di chi leggerà la censura delle Paoline, la censura sempre aumenta le vendite.
3) Hai fatto pubblicità all'Osservatorio

Questo il commento in Amazon, leggere per credere:
https://www.amazon.it/segreto-peccato-estetica-cammino-neocatecumenale/dp/8861389910/ref=cm_cr_pr_product_top?ie=UTF8

"1.0 su 5 stellePiango per gli alberi sacrificati invano.
Di Tiziano il 2 dicembre 2016
Letto e l'ho trovato particolarmente forviante, falso sul 90% di cioò che è scritto, chiaramente è stato scritto per demolire il cammino neocatecumenale e quando un testo viene creato già con questo scopo chiaramente si capisce anche il metodo di analisi che hanno utilizzato.
Questo volume è una pura interpretazione di fatti, simboli e altro che per la mente dell'autore (abbastanza ingnorante su queste tematiche) risultano negativi. per chi volesse sapere cosa è REALMENTE il cammino basta pegger ei testi ufficiali, lo statuto, le esperienze e soprattutto le indicazioni della Chiesa a riguardo, l'autore oltretutto è stato anche "censurato" dall'editore Paoline e oltretutto lui stesso è uno dei "redattori" (termine usato da me in maniera indegna, visto che neanche sanno scrireve in italiano corretto) del Blog "Osservatorio del Cammino Neocatecumenale".
Chiudendo, questo libro oltre che essere imparziale è anche completamente inutile, piango per gli alberi sacrificati invano".

Valentina Giusti ha detto...

Del tutto invano no...farebbe tanto bene l'applicazione di un nodoso ramoscello sul deretano di quest'ignorante!
Da notare che è un 'acquisto non verificato', il che vuol dire che il povero ignorantello neppure l'ha acquistato e quindi letto.

Lino ha detto...

@ Valentina Giusti
Già, non compro da Amazon, non invio recensioni là non avrei saputo notare la tua osservazione.
Quando io dico che non si sa se ridere o piangere, lo dico a ragione.

Emerita bestia kikiana di un "Tiziano", sommo pasqualone abituale frequentatore dell'Osservatorio, tu in Amazon - nello spazio che dovrebbe essere di critica letteraria - hai affermato che nell'Osservatorio "neanche sanno scrireve in italiano corretto".
Un minuto da dedicare alla correzione dei tuoi innumerevoli errori di grammatica potevi pur trovarlo, o no, anche considerando che di recensioni hai inviato solo questa?

sandavi ha detto...

I farmaci, i farmaci ci vogliono per i pasqualoni insonni. Tizian/Paol/Robert/Eutim/Gabriel... schizofrenia, megalomania, delirio di onnipotenza.... c'è tutto

l'apostata ha detto...

@ Paolo, che scrive tanto ma non dice niente

Egregio, nel mare magnum dei tuoi post mi sembra di aver capito che sei uscito dal cosiddetto Cammino da dieci anni.

Bene. Per questo non dovresti aver difficoltà a dare la tua opinione (come hai constatato nessuno ti censura) su delle affermazioni del signor trettre dottor (h.c.) esorciccio Arguello. che risalgono a cinque anni fa, dopo cioè la tua uscita.

La Chiesa Cattolica proibisce esplicitamente ai laici di fare esorcismi. L'esorcistato è riservato solo a sacerdoti che ne siano incaricati espressamente dal loro vescovo.

Il signor trettre dottor (h.c.) esorciccio Arguello invece si vanta pubblicamente di fare esorcismi ogni volta che arriva in una città e di cacciarne i demoni confinandoli in altri luoghi.

Al link seguente potrai sentirlo tu stesso. Non parla di preghiere di liberazione. Dice proprio esorcismi e ordini ai demoni.

Secondo te sta commettendo un abuso gravissimo? Si o no?

E se no, perché?


Arguello a Cracovia
- racconta di fare sempre esorcismi e di aver ricevuto un “segno” dallo Spirito Santo al minuto 07,52;
- afferma di parlare sempre per ispirazione divina al minuto 15,40;
- bolla come "di sinistra"dei sacerdoti colpevoli di aver osato contestarlo fischiando al minuto 13,55.

Dato che non sembra crearti problemi scrivere su questo blog, penso risponderai argomentatamente.

Spero che non farai come tutti gli altri neocat che sono scappati a gambe levate quando hanno capito che si metteva in discussione il signor trettre dottor (h.c.) esorciccio Arguello.

Il più recente è Grato a Dio. Ogni tanto riappare, fa un po' di propaganda e poi, di fronte a domandine come questa fugge con la coda fra le gambe.

Avanti, Paolo. Quando il signor trettre dottor (h.c.) esorciccio Arguello ha fatto quelle affermazioni tu eri uscito già da cinque anni.

Sei super partes, dunque. Che ne pensi?

Lino ha detto...

@ sandavi
Questo passo è spettacolare, davvero "pasqualonesco":
"Questo volume è una pura interpretazione di fatti, simboli e altro che per la mente dell'autore (abbastanza ingnorante su queste tematiche) risultano negativi"

Capito? La mente "ingnorante" dell'autore ha recepito per negativo il fatto del cieco nato secondo Kiko, il fango neocatecumenale, mentre esso è positivo, assolutamente gradevole :-)
Soltanto Diana di Guam potrebbe ambire a simili livelli, ma non ne sono sicuro. Dovrei chiedere a Chuck un parere :-)

Anonimo ha detto...

ad anonimo del 4.12.2016 ore 12.11 che dice :
Mi è sempre stato inviato un messaggino per ricordarmi di versare la decima nell'incontro successivo, ma in un momento in cui ero molto in difficoltà non mi ha chiamato ne il responsabile ne il catechista per chiedermi come stessi.

caro anonimo in un periodo di grande difficoltà fisica (grave malattia) in cui non potevo muovermi da casa, nessuno si faceva piu' sentire ...figurati i catechisti!
Pero' la busta chiusa in mano al responsabile che bussava puntualmente ogni mese alla mia porta, dovevo prepararla lo stesso e consegnarla nelle sue mani.
tempo per entrare e prendere un caffe'?
Non ne aveva mai...andava sempre di fretta . Troppi imegni NC. E questa storia è dutata parecchio tempo....

Anonimo ha detto...

ebbene c'è anche Fabio su amazon che pur non avendo letto né tantomeno comprato il libro, ha scritto una recensione negativa
Mentre, ha letto il diario di viaggio di Kiko che fa parte dei tanti viaggi di kiko (cosi' ha detto piu' o meno) e lo ha trovato interessante da leggere senza ordine ..
Mi pare ovvio visto che un ordine di testa Kiko non ce l'ha.
Questo pero' lo ha comprato (acquisto verificato) :D

Ridicolo

PAOLO ha detto...

L'ho fatto per ben due volte...perché sono stato fermato...a differenza dei fratelli che facevano il cammino con me...in 2/3 ci hanno fermato su 28...certamente me ne sono risentito li per li...sono stato invitato a passare tre giorni in un convento...Frati trappisti...e di andare in chiesa tutti i giorni...questo per 6 mesi...dopo di che avrei dovuto rifare lo scrutinio...sai forse se c'era in quel periodo un blog simile a questo avrei sparato a zero...nel passare quei mesi mi sono reso conto quanto orgoglio c'era in me...e quanto ero pieno di me...arrivato all'appuntamento di ripetere nuovamente per la seconda volta lo scrutinio del secondo passaggio...ripetuto e ammesso e reinserito con i fratelli che fino a qualche mese prima avevo fatto tutto il percorso...fatto il rito del sale...con un altra comunità...dopo di che sono uscito dal cammino...andavo solo alle celebrazioni eucaristiche...(ogni tanto anche ad oggi ci vado)...e a qualche penitenziale...

PAOLO ha detto...

😊 Ti assicuro...e devi credermi...mai nessuno mi ha fatto pressioni sulla mia scelta...mai giudicato...anzi tutt'altro...ogni volta ci incontravamo a messa...perché tanti oltre alla celebrazione eucaristica che facevano il sabato sera...venivano a messa la domenica sera...quella delle 18,30...in chiesa!!! Posso anche testimoniare che qualche anno dopo essere uscito dal cammino...era la domenica delle palme...andai alla chiesa dei Martiri dei Canadesi...a fine celebrazione vidi il miei catechisti e uno di loro Claudio Trenti morto 3 anni fa in terra Santa...mi salutò in un abbraccio amorevole affettuoso...chiedendomi come stavo...senza nessun accenno al fatto che ero uscito dal cammino neocatecumenale (di condanna o altro)

Lino ha detto...

Paolo ha detto: "Ti assicuro...e devi credermi...mai nessuno mi ha fatto pressioni sulla mia scelta"

Papa Francesco disse: "La libertà di ciascuno non deve essere forzata, e si deve rispettare anche la eventuale scelta di chi decidesse di cercare, fuori dal Cammino, altre forme di vita cristiana che lo aiutino a crescere nella risposta alla chiamata del Signore".

Scrivi al Papa, Paolo, e riferiscigli che la deve smettere di collegarsi con questo blog, perché poi fa raccomandazioni prive di senso.

Pietro (NON del Cammino) ha detto...

Paolo:

sono certo della tua buona fede. Tu nei 2 anni di Cammino fatti, forse non hai visto forzare persone a fare la Comunione anche dovessero aver commesso peccato mortale.
Ma ti invito a credere nella buona fede di molti che hanno fatto il Cammino per tanti anni più di te e che certe cose le testimoniano.

Non pensare che in questo blog si critichi il Cammino per dei pregiudizi. I toni possono piacere o no, ma gli errori che si contestano al Cammino sono OGGETTIVI. Come sono oggettive le disubbidienze del Cammino alla Chiesa.

Tu nel Cammino puoi anche aver trovato dei lati positivi. Ma, ripeto per l'ennesi volta: in questo blog che, tengo a precisare, non gestisco, non si voglionoe contestare gli aspetti positivi del Cammino, ma quelli negativi.

Perché? Semplice: perché i camminanti si dicono approvati dalla Chiesa anche là dove la Chiesa li condanna.
Ad esempio: i MAMOMETRI di Kiko NON sono stati approvati dalla Chiesa ma, anzi, sono stati pesantemente corretti. Eppure nel Cammino le catechesi continuano OSTINATAMENTE a basarsi sui manometri eretici.

Questo danneggia spiritualmente molte persone. Per questo occorre mettere in risalto gli aspetti negativi.
Se il Cammino si dichiarasse protestante, il blog non avrebbe motivo di insistere e di esistere.

Valentina Giusti ha detto...

Grazie Paolo del tuo racconto.
Io sono convinta che quel periodo che qualche catechista lungimirante ti ha consigliato di Messa quotidiana, ti abbia davvero aiutato a prendere la decisione di uscire dal cammino.
Capisco come tu veda tutto il tuo percorso di fede illuminato dall'amore di Dio per te, e anche secondo me è stato così, come pure non faccio fatica a credere che tu abbia trovato, nel cammino, persone sinceramente affezionate a te.
Credo che tu dal cammino abbia preso la parte migliore e ne sia uscito in tempo, prima dell'ingresso nel catecumenato più 'hard' quello che comincia dopo il secondo passaggio, alla chiusura delle porte dietro le tue spalle.
Però penso che tu debba anche accettare il fatto che effettivamente di decima, di preghiera 'a comando' di obbligo di apertura alla vita e di tutto ciò che il cammino esige proprio a partire dal secondo passaggio, non sai molto.
Non puoi quindi smentire chi questi aspetti li conosce bene e li ha vissuti.
Ti ringrazio comunque ancora della tua onestà e per il racconto che hai fatto e ti auguro di cuore un cammino saldo nella fede e pieno di serenità.

Lino ha detto...

@ anonimo 4 dicembre 2016 18:27 ha detto: "ridicolo"

Già, perfettamente d'accordo. Mai letto una recensione più ridicola di quella di quel Fabio che hai segnalato: "nè lo si trova usato (strano, dati i grandi volumi di vendita)", ha scritto.
A Napoli agli invidiosi e ai rabbiosi si dice: "Schiatta". Non si trova usato perché se lo passano di mano in mano, per ogni acquisto ci sono molti lettori, tanti che il libro si consuma e diventa non più rivendibile come usato :-)

by Tripudio ha detto...

Il bello è che le recensioni negative su Amazon valgono comunque come pubblicità gratuita.

Sono più di dieci anni che in questo blog intervengono dei sedicenti "ex neocatecumenali" che sotto mentite spoglie vogliono difendere il Cammino.

Il loro tratto caratteristico comune ai Pasqualoni è la tremenda ignoranza in tutte le materie. Credono di poter entrare "a gamba tesa" scaraventando con arroganza sugli altri qualche citazione del Vangelo o qualche frase del Papa, e azzittire così chiunque abbia testimoniato qualche stortura del Cammino.

La loro principale ignoranza - compiaciuta e deliberatamente mantenuta - è nel fatto che c'è un vero popolo di ex neocatecumenali (veri "ex"), usciti dal Cammino perché non ne potevano più.

Siccome le comunità del Cammino cominciano in cinquanta e finiscono in dieci salvo ulteriori accorpamenti intermedi che riducono quel "dieci" a cinque, tre, due, uno, i professionisti dell'ignoranza dovrebbero anzitutto capire che è impossibile che il 90%, 95%, 98% degli "ex" abbia torto e solo il 10%, 5%, 2% dei rimanenti abbia ragione.

Nella mentalità neocatecumenale, chi esce dal Cammino sta rifiutando Cristo, oppure "il Cammino non fa per te". Ora, se una fabbrica di frullatori si vede rispedire indietro in garanzia come "guasti" il 90%, 95%, 98% dei suoi pezzi, può mai giustificarsi dicendo che la propria produzione non era adatta al popolo di clienti che ha comprato il prodotto?

Lo stile dei vari "Paolo" che si sono susseguiti su questo blog - al pari delle parrocchie e degli altri ambienti ecclesiali - è quello di tentare di estenuare l'interlocutore scaraventandogli addosso qualche versetto di Bibbia pensando "vediamo se riuscite a contraddire questo". Sarebbe come se uno studente universitario, totalmente impreparato in analisi matematica, in sede d'esame gridasse al docente esaminante: "tu non conosci la tabellina del tre, infòrmati prima di aprir bocca!"

Quanto ai cosiddetti "catechisti" dal cuore buono che riescono persino a salutarti dopo che sei uscito dal Cammino, vien da pensare che tale personalissima eccezione (una rara eccezione, visto l'enorme numero di testimonianze contrarie) riguarda il fatto che le tue "decime" non erano dell'ordine di duecento-trecento euro al mese. Breve ricordino personale: proprio stamattina osservavo durante la Messa due diversi soggetti, ufficialmente dotati di status di "poveri della parrocchia", entrare e uscire dalla chiesa in attesa che terminasse la celebrazione (della quale chiaramente non gliene importava un fico secco) per poter bussare a denari. L'intera parrocchia - non solo il sacerdote che se li ritroverà in sacrestia ancor prima di concludere la Messa - sarebbe felicissima di perdere simili "fedeli" (più simili a insaziabili parassiti che a poveri dotati di un po' di fede), e di poter dare loro solo sorrisi e saluti.

by Tripudio ha detto...

Vorrei aggiungere poi che il cristiano si rende conto di essere "pieno di sé" solo attraverso la preghiera personale e meditazione silenziosa, ed attraverso la confessione e la direzione spirituale.

Un normale direttore spirituale e confessore, infatti, pur essendo sacerdote - e quindi, per forza di cose, conoscitore delle anime, dei vizi, delle spiritualità "accomodate" - non si permetterebbe mai di dare un giudizio del genere (a meno che non gli rispondi con arroganza, ma questa è un'altra storia), e neppure di indurti a capire (cioè suggestionarti in modo da indurti a dirlo). Al contrario, a poco a poco ti dà gli strumenti per capirlo da solo.

Questo avviene perché la fede si vive anzitutto personalmente di fronte a Dio. Ognuno di noi ha un rapporto personalissimo col Signore, ed è quello che va curato, non tutto l'ambaradam di attività "comunitarie" e di compitini biblici da svolgere. L'aspetto comunitario è del tutto aggiuntivo - altrimenti non avremmo avuto santi monaci, santi eremiti, santi missionari uccisi prima di poter convertire una sola anima e perciò morti con la loro fede ma senza alcuna comunità.

Ora, quando il Paolo ci fa capire che i cosiddetti "catechisti" del Cammino gli hanno detto che è "pieno di sé", o sta parlando di un vero e proprio sopruso (sono dei laici: non dovevano permettersi di giudicare, e nemmeno di indurre il prossimo a giudizi autolesionisti), oppure sta facendo il solito discorsone pomposo ed enfatico per abbindolare il prossimo.

Il Cammino è fondamentalmente sbagliato perché ha preteso di fabbricare una nuova spiritualità (parodia del cattolicesimo) e di spacciarla come "carisma", "kerigma", "itinerario", "iniziazione". Ha preteso di far credere che l'aspetto comunitario sia fondamentale (Kiko andava scrivendo che "non c'è eucarestia senza comunità", un'eresia mostruosa), ha preteso di trasformare la comunità - fabbricata cooptando fedeli a casaccio mediante le cosiddette "catechesi" iniziali - in una sorta di monastero laicale (solo nei monasteri di clausura la comunità è davvero fissa). Ha preteso, di fatto, di reinventare un cristianesimo spacciandolo per "le origini cristiane dei cristiani primitivi".

Tutto questo contrasta col fatto che tante anime sono giunte agli onori degli altari senza dover fare alcun "cammino", senza dover impegnarsi con alcuna "comunità", senza dover mai sentirsi dire da un laico arrogante: "tu sei pieno di te".

by Tripudio ha detto...

Segnalo l'articolo: Kiko e Carmen si vantano di aver esorcizzato la Cina [clic qui].

Lino ha detto...

Valentina ha detto: "Però penso che tu debba anche accettare il fatto che effettivamente di decima, di preghiera 'a comando' di obbligo di apertura alla vita e di tutto ciò che il cammino esige proprio a partire dal secondo passaggio, non sai molto"

Infatti. Il vocabolo "decima" prima del mamotreto del secondo scrutinio non compare mai, a parte una citazione dal Vangelo ("Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che pagate la decima della menta, dell'anèto e del cumìno") nello Shema, quindi non relativo alla richiesta di denari.

E' nel mamotreto del secondo scrutinio che Kiko ci va giù pesante. Divertentissima questa, me la segnai: "Nella Didaché, che è la prima catechesi sta scritto che le primizie e la decima parte dei tuoi beni le darai ai profeti. Se non hai profeti nella tua comunità la darai,
dice la Didaché, ai poveri che sono Cristo".
Naturalmente, nel Cammino i profeti ci sono :-)

Anonimo ha detto...

Cari fratelli del Cammino,

Kiko ha fatto predisporre un opuscolo dal titolo:

Riflessioni sul libro "Annotazioni 1988-2014" - Lectio magistralis sul Cammino Neocatecumenale - del Prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, Cardinal Gerhard Muller

e desidera, se possibile, che si legga alle comunità nella Celebrazione del prossimo 7 dicembre. Portatevi cuscini e radioline.

E' molto importante perché i parroci e i fratelli sappiano di questo regalo che Muller ci ha fatto.

https://www.youtube.com/watch?v=zxl0HRWTn5w

Gli opuscoli saranno disponibili a partire da lunedì 5 dicembre presso il Centro Neocatecumenale di via del Mascherino. Costeranno, come sempre, un bel po' di soldi. I responsabili, o un fratello incaricato, devono passare per ritirare una copia per ciascun fratello, obbligatoria.

CNC - Segreteria

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
La vita è bella ha detto...

Ho appena finito di leggere un libro di Padre Amorth che ne sa più di te. Un esorcismo "e'" una preghiera di liberazione. Dipende di quale livello parliamo: ci sono esorcismi (preghiere di liberazione) che possono fare anche i laici e esorcismi riservati ai sacerdoti autorizzati. Come dicevo informati tu che fai sempre l'acculturato

by Tripudio ha detto...

Il solito commento del solito Pasqualone nottambulo.

Kiko non ha mai parlato di "preghiere di liberazione": ha sempre parlato di esorcismi. E per rincarare la dose ha raccontato di come interloquiva col demonio, che è un atto da sacerdote esorcista.

Ma questo può saperlo solo chi ha davvero letto il libro di Amorth.

l'apostata ha detto...

@ La vita è bella

Egregio, sei solo l'ultimo dei tanti pavidi neocat che, non sapendo che dire, chiamano preghiera di liberazione un esorcismo.

Il signor trettre dottor (h.c.) esorciccio Arguello afferma testualmente trattarsi di esorcismo, e di dare ordini diretti ai demoni.

Tu, come tutti quelli che ti hanno preceduto, dalla paura di riconoscere che il signor trettre dottor (h.c.) esorciccio Arguello ha fatto e fa un abuso gravissimo, smentisci addirittura le sue parole.

Patetici, tutti.


@ Valentina e Lino

Credo di aver capito come ha potuto il neocat di Amazon giudicare libro e autore senza leggerlo: ha il discernimento e parla per ispirazione, ergo sa tutto senza capire niente.

Tipico kikatekista, insomma.

by Tripudio ha detto...

Il fatto è che nella mentalità idolatrica neocatecumenale, i kikos che intervengono (qui e altrove, in qualsiasi discussione relativa al Cammino), lo fanno non per capire e verificare, ma solo per contraddire chi non loda il Tripode Kiko-Carmen-Cammino.

Ruben ha detto...

@Anonimo ieri 18:14
Praticamente,
la stessa identica modalità di chi paga il pizzo; ovvero, nessuna "familiarità", tra taglieggiato ed esattore.
---

Anonimo ha detto...

Mah, il card. Muller se lo poteva risparmiare, di mettere confusione su confusione. È passato dalla feria IV alla lode a kiko

Giuseppe ha detto...

CITAZIONE ABUSIVA DI KIKO SULLA DECIMA

Mamotreto del secondo scrutinio "NELLA DIDACHE', che è la prima catechesi STA SCRITTO CHE LE PRIMIZIE E LA DECIMA parte dei tuoi beni le darai ai profeti. Se non hai profeti nella tua comunità la darai, dice la Didaché, ai poveri che sono Cristo".

NELLA DIDACHE' SI PARLA DI PRIMIZIE E NON DI DECIMA!!!

"Prenderai perciò le PRIMIZIE di tutti i prodotti del torchio e della messe, dei buoi e delle pecore e le darai ai profeti, perché essi sono i vostri Sommi Sacerdoti.
Se però non avete un profeta, date ai poveri"...Del denaro, del vestiario e di tutto quello che possiedi, prendi poi le primizie COME TI SEMBRA PIU' OPPORTUNO... »

Leggo su Wikipedia
E' IMPORTANTE NON CONFONDERE "LE PRIMIZIE" CON "LE DECIME": le prime erano un'offerta di una piccola parte del raccolto non legata al concetto di una percentuale dell'intero raccolto...e la quantità è stabilito con l'espressione "come ti sembra più opportuno" (13:7).

CONCLUSIONE. Avendo avuto modo di verificare, che in tantissime altre circostanze kiko ha citato abusivamente la scrittura, ritengo di potere affermare che KIKO E'UN FALSARIO IMPENITENTE!

Perciò mi rivolgo a quanti in buonafede lo seguite, uscite dal Cammino!

Giuseppe ha detto...

Ho detto ad un caro amico, che a questo punto, purtroppo devo dire, plagiato dal cammino, se voleva, gli avrei fatto leggere la "Carta di Arinze" in cui si dimostra chiaramente, come riguardo all'eucarestia, Kiko da moltissimi anni continua a resistere e disobbedire al Papa, e questo anche a dispetto dell'assoluta obbedienza che pretende dai neocat.

Mi ha risposto, che anche se lo avesse letto, non ci avrebbe creduto!!!

Poi, forse perché ha capito che era troppo, mi ha portato l'esempio del "portatore d'acqua cinese" col secchio bucato, che anche a me mi era stato propinato. (Per chi non lo conoscesse, il senso è che Dio trae il bene dal male), per non scoraggiarci certo, mica per chiudere gli occhi e giustificare i nostri e altrui (quelli del Cammino) errori!!

Ecco qual'è la "fede adulta" di coloro che lasciano la loro vita, per andare a evangelizzare nel mondo. Ha ragione Kiko: davvero impressionante!!!

sandavi ha detto...

E allora perché, caro "la vita è bella", la Chiesa distingue, dai tempi degli Apostoli, l'esorcismo da altri tipi di preghiere fatte per allontanare il demonio?

Se fossero la stessa cosa, perché per uno ci vuole l'autorizzazione e per un altro no?

sandavi ha detto...

La Didaché dice anche che il profeta (o catechista) che annunzia il Vangelo deve lavorare, se vuole permanere presso una comunità, altrimenti, se resta per più di tre giorni a spese della comunità è un falso profeta e un impostore.
Kiko non lavora, mai lavorato, come moltissimi itineranti, con la scusa dell'evangelizzazione. Le bollette, gli affitti, le scuole, gli sport tutti pagati da fratelli di comunità di tutto il mondo, ovunque vadano Kiko e itineranti.

Quindi, se per Kiko la Didaché vale, allora loro sono tutti falsi profeti, in blocco.

Pax ha detto...

Anonimo delle 00:41 grazie della news.
@ Anonimo del 28 novembre 2016 ore 10:49
Cosa dite sulle parole del capo della Dottrina della Fede? Grazie Luca

Caro Luca, così rispondo anche a te: Me lo immaginavo, classico del suo stile.
Come tanti anni fa, con la Lettera firmata da Giovanni Paolo II, allora grazie ad un altro Cardinale, Consiglio Pro Laicis, mons Cordes legatissimo a loro.
Allora le disposizioni furono: copia pergamenata made in Centro Neocatecumenale di via del Mascherino, incorniciata e appesa in bella vista in ogni casa di neocatecumeni.
Lettera estorta, pensata e scritta palesemente da loro e solo firmata da G.P.II, di cui si fece un uso improprio, simil approvazione sine condicio del Cammino, a scatola chiusa insomma.
La cosa ebbe conseguenze: la Chiesa con la discrezione di sempre (e di questo loro approfittano, continuando a pescare nel torbido, facendo finta di niente, visto che mai li sbugiarda pubblicamente, imbrogliando le carte e restando sempre a galla..) il Cardinal Paul Cordes fu prontamente rimosso e finì al Cor Unum, ma tutti sapevano essere stata una punizione per aver raggirato il Papa.
Quanti anni sono passati! Quali strategie avranno messo in campo per arrivare a quest'ultima del Cardinal Muller, non lo so, sono fuori dal Cammino da troppo tempo, ma sicuro hanno organizzato tutto loro, come sempre!
Quello che non comprendo è come fa Kiko a non capire che questa autoesaltazione portata all'eccesso prima o poi gli si ritorcerà contro..... fino al cielo salirai? Negli inferi sprofonderai! Corazim...la superba.
Muller lo ha già canonizzato e lui cosa fa? Suona le trombe davanti a sé e pretende che questa canonizzazione pre-morte risuoni, fino agli estremi confini della terra.
L'evangelizzazione può aspettare, tacete mari e fiumi, cieli e terra restate immobili e ascoltate ammirate l'astro che brilla di luce propria, l'opera perfetta uscita dalle mani stesse di Dio, a lui nulla manca.. Udite e stupite!
Ho già raccontato molti aneddoti su questo blog, fatti concreti di vita vissuta. Rimando a quelli.
In estrema sintesi, sono testimone e non da sola, siamo una bella e nutrita compagnia, delle ambiguità del personaggio, gli elogi sperticati del Cardinal Muller non possono cancellare i fatti, anzi mi fanno davvero pensare.
Egli attribuisce a Kiko, per dirlo con una sola parola, una santità compiuta, perfetta, inspiegabile. Leggete tutta la presentazione del libro, ma dove il Cardinale, mi perdoni, si è superato è stato nel riconoscere, negli scritti profondissimi di Kiko, le tracce del Cammino di perfezione dei più grandi mistici!
Il nostro Kiko attraverso la via purificativa, la via illuminativa e, finalmente, la via unitiva, è giunto ad essere uno col suo Signore!
Lui che ha rinunciato a tutto, che si macera nei digiuni, che ha sempre perfettamente obbedito a Santa Madre Chiesa, ha praticato la santa umiltà, non si è mai considerato un pittore che valesse qualcosa, si è rifiutato quando un'orchestra , degna di un teatro dell'opera, si è proposta di eseguire i suoi banali giri di do, sorridendo e dicendo: “NO no, proprio non è il caso!”, e che allo stesso modo ha risposto, quando qualcuno dei suoi fedeli a-cefali, per caso, ha letto gli appunti nel suo zaino senza capo né coda, con qualche punta lirica o poetica e gli ha detto “Kiko, poiché l'hai scritto tu, anche se è una c....., fidati faremo un libro di successo, sarà ristampato molte volte, tradotto in tutte le lingue, produrrà molti soldi, vedrai! (Il direttore della BAC Biblioteca Autori Cristiani, neanche lo guarda e te lo pubblica subito, qui ce n'è per tutti). E poi con l'intervista alla RAI, che pubblicità! Tanto i fratelli fanno tutto quello che tu dici, comprate il libro uno ciascuno, LO COMPRANO, leggete il libro, LO LEGGONO, andate a Roma a via del Mascherino e acquistate le
Riflessioni sul libro “Annotazioni 1988-2014” - Lectio magistralis sul Cammino Neocatecumenale – del Prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, Cardinal Gerhard Muller, VANNO E ACQUISTANO.

Pax ha detto...

CONTINUA:
Si, un Opuscolo ad hoc.! Che va letto nelle comunità il prossimo 7 dicembre, vigilia della festa dell'Immacolata! Ma non avevano già consegnato le suddette riflessioni del cardinale con l'Annuncio dell'Avvento? Per riportarlo in tutti gli annunci? No, bisogna leggere attentamente in comunità l'elogio, il panegirico di Kiko Arguello, fatto nientemeno che dal Cardinale che è custode della Fede!
Espressamente Muller lo paragona a S.Giovanni della Croce, io ho conosciuto Kiko come una persona molto capricciosa e viziata e incapace di qualunque tipo di privazione, davanti ai richiami e alle correzioni della Chiesa mai l'ho visto in atteggiamento di umiltà né di obbedienza, eppure a lui sono state fatte richieste sacrosante, non ha certo subito persecuzioni dai suoi stessi confratelli, alla maniera dello stesso S.Giovanni della Croce da loro tenuto in prigione a Toledo, o di S.Benedetto da Norcia che tentarono di avvelenare per toglierselo di torno, o di Santa Bernardette, ad esempio; a lui non sono state imposte obbedienze lacrime e sangue come a S.Giovanni Bosco o a Padre Pio da Pietrelcina!
Anzi, la sua ascesa è sempre più abbagliante, nessuno gli pone ostacoli, Muller già ha espresso il suo placet per la canonizzazione che, purtroppo, si può ratificare solo post mortem, deve avere solo un altro poco di pazienza e sarà sugli altari, tranquillo!....
La sua cofondatrice è quasi santa, il pantheon (N.B. tempio di tutti gli dei!) pronto per custodire le sue spoglie, il panegirico funebre già scritto, il santino già stampato e distribuito a tutte le comunità del mondo... e del quale mi piace sottolineare questa “perla di umiltà”: “Forse che il MESSIA, PRESENTE IN NOI, voglia avvicinarsi al suo popolo?
Davvero ma cosa gli manca? Forse l'OBBEDIENZA e gli mancherà sempre, e l'ASCOLTO!
Ecco, Luca ti ho fatto il mio commento.
Riporto, infine, la poesia che il vate stesso ha declamato, nel recente annuncio di Avvento , perché possiate farvi un personale giudizio anche sul novello Kiko poeta (perdonate dimenticavo “Non giudicare”), mentre rimaniamo in fiduciosa attesa della prossima trovata.
(n.307 da “Annotazioni”)
In questo derivar la vita
e in questo essere di Te
e della morte....
La mia vita va
come le acque mansuete di quel fiume.
Silenziose corrono
tra rami e montagne
e paesi e genti
e quel ponte....
E di nuovo il silenzio,
dal bosco un ululato.
E sento nel mio petto
il dolore di Te.
Il senso della mia vita
che cammina e cammina.
Però il mio essere è contratto,
arido di Te.
Deriva la vita
scorre il fiume,
ma con Te sto portando
il mondo
che penetra e si rimpicciolisce in me....
Pax

Anonimo ha detto...

@ Pax delle 12:37

Dopo una lunga ed attenta riflessione, volete che vi dica sinceramente cosa penso della nuova poesia di Kiko?
Cliccate qui:

https://www.youtube.com/watch?v=fSUwskIx9Wg

Non so se Lino, che è veramente un poeta (non come Kiko), abbia qualche commento più profondo del mio... :-)

Annalisa


Pietro (NON del Cammino) ha detto...

Segreteria CNC

Io aspetto l'uscita di un nuovo libretto, forse scritto da Lino, sulle parole che il PAPA, che sa già tutto, dirà sulla condanna del Vescovo catecumeno APURON per pedofilia e sulla condanna dei Vertici del Cammino per aver tentato di derubare la Chiesa a favore del Cammino stesso.

La vita è bella:

Tripudio ti ha spiegato bene e io te lo ripeto: la preghiera di liberazione è pregare Dio (cioè rivolgersi a Lui) perché una certa persona si liberi dall'influenza del maligno.
L'esorcismo invece è dare ordini direttamente al demonio. Questo è riservato ai sacerdoti che hanno ottenuto il permesso dal Vescovo.

Se Kiko ha dato ordini al demonio 1) ha disubbidito alla Chiesa 2) non protetto dall'ombrello della Chiesa, lui stesso potrebbe essere caduto vittima del demonio e potrebbe essere da liberare.

Quello che scrive Tripudio e io ripeto, non è farina del nostro sacco, ma sono disposizioni ecclesiastiche. Informati e vedrai che abbiamo ragione

Ruben ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Lino ha detto...

@ Annalisa
Leggila così:
"In questo derivar la vita e in questo essere di Te e della morte... la mia vita va come le acque mansuete di quel fiume. Silenziose corrono tra rami e montagne e paesi e genti e quel ponte.... E di nuovo il silenzio, dal bosco un ululato. E sento nel mio petto il dolore di Te. Il senso della mia vita che cammina e cammina. Però il mio essere è contratto, arido di Te. Deriva la vita scorre il fiume, ma con Te sto portando il mondo che penetra e si rimpicciolisce in me..."
Non cambia niente. Bisognerebbe spiegargli che la poesia non si compone mediante la pressione frenetica del tasto "invio" :-)
Non ha musicalità. Il testo, poi, è ripetitivo per parole e concetti, linguisticamente banale, perlomeno incoerente (si può essere di Lui e della morte? Si può sentire nel petto il dolore di Lui, essendo nello stesso tempo aridi di Lui?). Inconcepibile, per un credente, per un convertito. "E di nuovo il silenzio" presupporrebbe una precedente rottura del silenzio medesimo, ma nei versi antecedenti la via scorre come le acque mansuete e silenziose. Della chiusa nemmeno ne parlo.
Bah!

Ruben ha detto...

Lo ripeto:

Il Sant'Uffizio(ovvero l'Inquisizione della Chiesa Cattolica e Custode della Fede),
dal Concilio Ecumenico Vaticano II, si è trasformata con "benevolenza rassicurante", in Congregazione della Dottrina e della Fede.

Attualmente il proprio Prefetto, pubblicamente, è a braccetto con l'eretico Kiko Arguello.

Madonna mia che schifo!!!!....

Papa Francesco,
come diciamo a Roma; che fai?!... "Dormi da piedi"?!...
---

Ruben ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Lodi sperticate da Muller a sankikointerra?-
Semplice: tale è il potere di mammona che fa girare le cose al rovescio.
Muller non è il Papa
Mi chiedo: cosa potrebbe pensare il Papa Emerito, sarei proprio curioso.....

Giuseppe ha detto...

"Egli attribuisce a Kiko, per dirlo con una sola parola, una santità compiuta, perfetta"

Se il prefetto della Dottrina della Fede Cardinal Muller, pensa questo di Kiko, che sappiamo quello che sappiamo, due sono le cose: o è stato inventato un nuovo modello di Santità fin'ora sconosciuto, per cui a breve anche la santificazione di Apuron, oppure è l'ennesima, gravissima farsa di un comprimario di Kiko, poveraccio!

D.D. ha detto...

Su esorcismi vs. preghiere di liberazione,

sul sito ufficiale del Vaticano, alla pagina

http://www.vatican.va/roman_curia/congregations/cfaith/documents/rc_con_cfaith_doc_19850924_exorcism_it.html

si trova la Lettera agli Ordinari riguardante le norme sugli esorcismi di Joseph Ratzinger ed Alberto Bovone, anno 1985

"Già da alcuni anni, presso certi gruppi ecclesiastici si moltiplicano le riunioni per fare suppliche allo scopo preciso di ottenere la liberazione dall'influsso dei demoni, anche se non si tratta di esorcismi veri e propri; tali riunioni si svolgono sotto la guida di laici, anche quando è presente un sacerdote.

Poiché è stato chiesto alla Congregazione per la Dottrina della Fede che cosa si debba pensare di questi fatti, questo Dicastero ritiene necessario informare i Vescovi della seguente risposta:

1. Il canone 1172 del Codice di Diritto Canonico dichiara che nessuno può proferire legittimamente esorcismi sugli ossessi se non ha ottenuto dall'Ordinario del luogo una speciale ed espressa licenza (§ 1), e stabilisce che questa licenza debba essere concessa dall'Ordinario del luogo solo al sacerdote distinto per pietà, scienza, prudenza e integrità di vita (§ 2). Pertanto i Vescovi sono vivamente pregati di esigere l'osservanza di queste norme.

2. Da queste prescrizioni consegue che ai fedeli non è neppure lecito usare la formula dell'esorcismo contro satana e gli angeli ribelli, estratta da quella pubblicata per ordine del Sommo Pontefice Leone XIII, e molto meno è lecito usare il testo integrale di questo esorcismo.* I Vescovi procurino di avvertire i fedeli, in caso di necessità, su questa cosa.

3. Infine, per gli stessi motivi, i Vescovi sono invitati a vigilare affinché – anche nei casi in cui è da escludere una vera possessione diabolica – coloro che sono privi della debita facoltà non abbiano a guidare riunioni durante le quali vengono usate, per ottenere la liberazione, preghiere nel cui decorso i demoni sono direttamente interrogati e si cerca di conoscerne l'identità.**

Il richiamo di queste norme, tuttavia, non deve affatto allontanare i fedeli dal pregare affinché, come ci ha insegnato Gesù, siano liberati dal male (cf. Mt 6,13). Infine i Pastori potranno avvalersi di questa occasione per richiamare quanto la tradizione della Chiesa insegna circa la funzione che hanno propriamente i sacramenti e l'intercessione della B.V. Maria, degli angeli e dei santi circa la lotta spirituale dei cristiani contro gli spiriti maligni.

Giuseppe ha detto...

Qoelet. "Niente di nuovo sotto il sole".
Anche Nerone quando declamava suoi inutili versi, scritti a ruota libera come Kiko, tutti dovevano fargli i complimenti. Perché ci meravigliamo?
Kiko abbastanza potente e il card. prefetto è passato da santo inquisitore a santo incensatore.

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
l'apostata ha detto...

Dedicato a Paolo e Grato a Dio

Come osate declassare a preghiere di liberazione gli esorciccismi di Sankiko?

Se lui dice che esorciccizza, chi siete voi per giudicare?

Ecco la sbobinatura di Sankiko ciarlatano quando racconta degli esorcismi (Cracovia, settembre 2011).

…andato quattordici anni fa a Pechino, noi siempre io che faccio quando arrivo una città, la prima cosa che faccio è una, un esorcismo.
Ho detto dove possiamo salire più in alto della città, ah, eh, ci ha dato un segno, un segno sorprendente porqué dico, han detto, eh…
Abbiate pazienzia con me, non vi scandalisate troppo, heh, dico… ah, eh a Pechino c’è, c’è laaa Viggin, c’è laaa l’antenna de la televissione, centoquaracentometri, altisima, ah.
Andiamo là, e con l’equipo rresponsabile della Cina, rresponsabile de Taiwan eh, e i tre seminari che abbiamo aperto per la Cina: quello de Macerata, quello de Taiwan, eccettera.
Siamo andati i rettori lì, e siamo andati sobra y certo c’era tutta nebbia, una nebbia tremenda, no sse vedeva nulla e si fi anche freddo.
Andiamo lì sopra e tutto con un ascensore eehh e dico: dove sta el desserto de Gobi?
In quella direzione, usa mandare lì tutti i dèmoni che hanno assolato questa nazione con el comunismo, che hanno messo la hente in priggione che hanno provocato la rivoluzione culturale con enorme sofferenze, terribbile eccettera.
Allora abbiamo, heh heh, abbiamo aperto l’Evangelo a casso, como faccio sempre, è venutto la tentasione di Gessù.
Dopo è detto: bene! Puntate tuti el dito cossì, verso l, el desserto de Gobi, y cominciato a inveire al demonio: nel nome de Jessù de Nassaret, lassa questa Nazione cettera.
Cossì, eh, de pronto dicce Carmen: basta! Chiama lo Spirito Santo. Deto a tutti: mettete le mani cossì, vieni Spirito Santo! In quel momento una colomba blanca s’è possato su di noi. E nelle stesso istante che digo vieni Spirito Santo, tatatata, eh, ha fatto tre jiri, y sparitta. E tre volte è venuta, por altre tre volte ma, sarà un casso, ch’è alto, però al momento justo che dico viene Spirito Santo quella colomba bianca…

Anonimo ha detto...

kiko se l' aspettava sì...., chisà quanto valeva la bustarella x muller.... o chisà che pressioni....avranno scoperto quakche scheletro nell' armadio di muller ?????

l'apostata ha detto...

Sembra che il cardinal Müller, ora arruolato tra i cardinali suoi amici, voglia proporre al papa una ulteriore novità.

Dopo Amoris laetitia, grazie alla quale i risposati civilmente potranno accedere alla Comunione se loro stessi lo vorranno, verrà emanata Exorciccismis laetitia. In base a quest'ultima, verrà introdotto l'esorciccismo, terza via fra esorcismo e preghiera di liberazione.
L'esorciccista, per divenire tale, non dovrà chiedere il permesso a nessuno, tantomeno al vescovo. Potranno divenire ipso facto esorciccisti tutti quelli che si sono autoproclamati nuovo Giovanni in mezzo a voi.
L'esorciccista esorciccizzerà come e dove gli parrà: sulle antenne televisive cinesi, nelle piccionaie, al tavolo di un ristorante mentre mangia aragoste, eccetera.
Exorciccismis laetitia nulla dice se gli esorciccismi siano a pagamento o no, ma nel dubbio meglio fornirsi di sacco nero.

zagor58 ha detto...

a Pietro (non del cammino)
commento delle 13:08

in riferimento a : "Se Kiko ha dato ordini al demonio 1) ha disubbidito alla Chiesa 2) non protetto dall'ombrello della Chiesa, lui stesso potrebbe essere caduto vittima del demonio e potrebbe essere da liberare."

in effetti mi pare di aver letto in un libro di pade Amorth una cosa del genere ; cioè che non bisogna scherzare troppo con il diavolo .
Il credente laico si può limitare ad alcune semplici preghiere, ma non può addentrarsi in un vero e propio esorcismo perchè appunto non è persona consacrata e autorizzata .
questa persona cadrebbe sicuramente preda del demonio cioè sarebbe posseduta a sua volta .
Non ho il libro perchè letto in libreria , ma questo passaggio mi ha molto colpito.

by Tripudio ha detto...

Esatto: è perché il potere di scacciare i demoni è stato dato ai soli Apostoli (dunque al Papa e ai vescovi), i quali in circostanze straordinarie lo concedono ai sacerdoti conferendo l'incarico di esorcista (è come per la confessione: il sacerdote ne è ministro solo dal momento in cui viene autorizzato dal vescovo, cosa che di solito avviene entro le primissime settimane dell'ordinazione sacerdotale, ma che non è da considerare automatica e scontata).

Gabriele ha detto...

Cari amici i Kikos che intervengono sul blog ne sono fanatici ne tantomeno plagiati, sono soltanto persone che hanno fatto esperienza concreta di Gesu' Cristo attraverso il cammino e di conseguenza lo difendono. Gabriele

by Tripudio ha detto...

Caro amico Gabriele, se i kikos avessero veramente fatto "esperienza concreta di Gesù Cristo", avrebbero preso a pedate Kiko e i cosiddetti "catechisti", fautori di una spiritualità che disubbidisce alla Chiesa istituita da Gesù Cristo, una liturgia carnevalesca che disonora Gesù Cristo, una dottrina strampalata e inquinata che deturpa l'insegnamento di Gesù Cristo, e che dopo tutto questo vanno esigendo anche i soldi delle "decime".

p.s.: anche i protestanti vanno dicendo di aver fatto "esperienza concreta di Gesù Cristo": dunque perché non vi fate protestanti anche voi?

zagor58 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Lino ha detto...

@ Gabriele
Vorrei capire cosa significa fare "esperienza concreta di Gesù", uno dei luoghi comuni a molte confessioni le quali, però, non hanno conosciuto il medesimo Gesù e, di conseguenza, la "concretezza" degli uni non corrisponde a quella di altri; dunque, qualcuno non ha conosciuto concretamente Gesù.

Mi spieghi, Gabriele, cosa intendi con questa tua locuzione, diffusissima tra i neocatecumenali?
Dovessi rispondermi, ti riferirò cosa intendo io e perché la nostra esperienza non coincide.

Anonimo ha detto...

:Una obserrvazzione dovuta. Non metto in dubbio che ci sono molti paesi in cui la decima e resa obbligatoria, puo essere anche vero che quando uno lascio il camino, per dirla sottile, non e guardato bene.
Pero la mia impressione e che non in tutti i paesi ce questa pressione. Lo posse constatare perche nel mio paese(Malta) ciascuno e liberal di lasciare il cammino senza ulcun problema, la decima si da in segreto nel saccetto nero.

Pero come ho gia detto sono al corrente che co sono paesi in cui la procession e molto forte.


Anonimo ha detto...

Aggiornamento dalla mia amena parrocchia del centro Italia, come credo ben saprete il ncn non lo trovate nelle parrocchiette di campagna, dei paesini inerpicati sugli appennini, terreno riservato ai religiosi naturali dove il ncn non si va a proporre, a loro i paesini di vecchietti oramai sterili non interessano. È più a valle dove esplode la presenza neocatecumenale, direi da comuni oltre i 15-20.000 abitanti,con un bacino potenziale (con i centri vicini) di almeno 25.000 persone. Da una realtà così di regola riescono ad avvicinare anche il 2-3% della popolazione. Sia chiaro in alcune diocesi non sono quasi presenti, o contano come il 2 di coppe, in altre magari attigue sono l'aggregazione laicale più importante.


Questo è il contesto del mio giovane parroco di cui vi ho parlato in passato: giovane, erudito e ortodossissimo, ex parroco di montagna come tutti i giovani preti qui da noi che nei primi anni fanno la dura vita di amministratori di parrocchie sperdute. Ci è arrivato dalla diocesi vicina, per una serie di ragioni che non sto qui a dire (e che renderebbero riconoscibile il contesto), bene, subito si è scontrato con i ncn, non immaginando in quale scontro titanico si andava a mettere, il vescovo non gli ha permesso di cacciarli, anzi lo ha pubblicamente redarguito, con soddisfazione di alcuni alleati in curia del ncn. Da questa estate il clima era da separati in casa, ieri ci è arrivata la novità dell'arrivo di un vicario parrocchiale "di rientro dalla missione" un "itinerante" anziano di quelli "grossi". Questa sera alla riunione del gruppo ministranti e catechisti mi aspetto che facciano la ola.

Lino ha detto...

Anonimo l'apostata ha detto... "Credo di aver capito come ha potuto il neocat di Amazon giudicare libro e autore senza leggerlo: ha il discernimento e parla per ispirazione, ergo sa tutto senza capire niente".

Deve essere così, grazie, non ci avevo pensato. Ora che mi hai acceso l'interruttore della luce NC, però, posso aggiungere: a rileggerlo quel commento è perfetto, privo di errori e refusi, linguisticamente eccelso, è una critica di altissimo livello. Come sono riuscito a vederlo in una luce diversa? Dal mamotreto del secondo scrutinio:
"Il maestro tra noi è lo Spirito Santo, cioè è lo Spirito che agisce in voi, che apre le vostre orecchie. Anche se i catechisti dicono delle cose che possono essere incomplete, mal dette, questo si chiama stoltezza della predicazione.
Anche se i catechisti fossero così, lo Spirito Santo corregge, ti apre l'orecchio, ti situa le parole nella condizione più completa, più totale di cui tu hai bisogno. Infatti molte volte una persona si converte per una frase che tu neanche hai detto così, ma che lui ha sentito così".
Vale anche per le critiche letterarie, naturalmente.

P.S.
Tu, apostata, invece, hai capito che cosa è la "stoltezza della predicazione"? Scommetto che non sapevi che la locuzione significa le balordaggini dei catechisti :-)

l'apostata ha detto...

@ Lino

La stoltezza della predicazione è solo per i cristiani della domenica.

Ai kikatekisti in esclusiva la stoltezza tout-court.

Gabriele ha detto...

Sai Lino, non sono erudito come te, quando parlo di esperienza concreta intendo dire che sperimenti che la parola del Vangelo si fa carne nella tua vita, e' possibile amare chi ti fa del male, riconciliarsi con gli altri etc.etc. La parola non rimane sulla Bibbia ma si compie. Niente di speciale, cose che succedono a tutti i cristiani. O no? Un saluto.Gabriele

Giuseppe ha detto...

Caro Gabriele io sono stato neocatecumenale e so cosa vuoi dire quando dici "esperienza concreta di Gesù".
Anch'io fin quando non ebbi aperto gli occhi, pensavo che grazie al cammino
avevo fatto esperienza concreta di Gesù.
Allora avevo visto,solo la punta dell'iceberg.
Soltanto anni dopo quando ho recuperato totalmente la mia vita, ho cominciato a capire che di "quel Gesù" che dice: "venite a me voi che siete affaticati e oppressi e vi ristorerò", non c'era niente.
Certo, fin quando sei una marionetta nelle mani dei tuoi catekikos, sembra sia così, ma ripeto, come apri la tua intelligenza al "VERO", cambia tutto.

Lino ha detto...

Gabriele ha detto: "Sai Lino, non sono erudito come te, quando parlo di esperienza concreta intendo dire che sperimenti che la parola del Vangelo si fa carne nella tua vita"

Nooo! Non è un problema di erudizione, è una questione semplice. Hai detto bene, infatti, e semplicemente me l'aspettavo. Mica pensavo che tu come Tommaso avessi messo il dito nelle piaghe di Cristo?
Ora dimmi: ti pare che questa roba qui, insegnata nel mamotreto dello Shema, significhi sperimentare la Parola del Vangelo?
"Qui c'è necessità di prendere olio se no che accade? Che passati 20 giorni, è tutto finito. Forse nel primo scrutinio non ha preso con sé l'olio. Come sapete nella Bibbia l'olio significa lo Spirito Santo.
Ora fratelli vi diciamo: che forse da quella convivenza dipendeva tutto il vostro cammino catecumenale. Da questa convivenza dipende ora, forse, tutto il vostro futuro. E’ l'oggi, non è il domani. Non è “domani mi convertirò". È ora.
Questa convivenza ti dice "Svegliati perché viene lo sposo”. E se non prendesti olio nel primo scrutinio approfitta per prenderlo ora, non accada che tardi ancora un poco e torni a spegnersi e allora è la fine.
Succede che viene lo sposo quando meno te lo aspetti viene il secondo scrutinio e sai dove sei? Te lo voglio dire: capita che hai una cognata malata e sei dovuto andare a trovarla. Si fecero i secondi scrutini e si chiuse la porta. Ed è già un mese che non vieni in comunità. Da tempo le cose non andavano bene. Si chiuse la porta, i più entrarono e la loro vita cambiò realmente, riempiendosi di allegria e tu ti trovi nei guai, come tanta gente".

Ti sia ben chiaro, Gabriele: io non odio i neocatecumenali, io detesto i loro insegnamenti, io confuto "l'esperienza concreta" della parola di Kiko.

giuseppe ha detto...

X quello della parrocchietta: quello che vivi non è niente, a Roma entro 15 anni il 50% dei parroci sarà neocat.

Pietro (NON del Cammino) ha detto...

Se quello che conta non sono le lodi degli uomini, anche se sono del Card. Muller, ma è l'ubbidienza alla Chiesa, è evidente che dando ordini direttamente al demonio, Kiko ha fatto un esorcismo e ha DISUBBIDITO alla Chiesa.
Questo è un dato OGGETTIVO e non un pregiudizio e parere soggettivo. Come dire: al referendum ha vinto il no.

Camminanti: mettetela come volete, fate i salti mortali, date le testate sul muro, ma tanto Kiko ha disubbidito alle regole della Chiesa.

E le lodi di Muller? Anche Mons. Charamsca, prima di dichiararsi omosessuale e mettersi lui stesso contro la Chiesa, veniva lodato in Vaticano.

E poi: i MAMOMETRI di Kiko. E' vero o no che sono stati completamente corretti dalla Chiesa? C'è qualche camminante che può smentirmi?
E forse non è vero che nel Cammino si fanno le catechesi coi manometri non corretti, cioè con quelli eretici? Attendo smentite... che non verranno perché i camminanti sanno. E tacciono.

E il carisma del Cammino? Tranquilli, camminanti, nessuno ve lo nega. ESISTE.
Ma come è vero il carisma, è anche vero che Kiko ha DISUBBIDITO (e continua a disubbidire) alla Chiesa. E su questo neanche Muller può farci nulla. Però può lodarvi...

Non siate troppo orgogliosi delle lodi, perché Gesù ha detto: "Guardatevi dal praticare le vostre buone opere davanti agli uomini per essere da loro AMMIRATI... come fanno gli ipocriti... In verità vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa" (Mt 6,1-2)

Anonimo ha detto...

io non ce la faccio piu' a sentire sempre le stesse frasi da 40 anni.

".... quando parlo di esperienza concreta intendo dire che sperimenti che la parola del Vangelo si fa carne nella tua vita, e' possibile amare chi ti fa del male, riconciliarsi con gli altri "

ecco fratelli io... il signore...ecco concretamente il signore ..mi sta dicendo che attraverso i fatti...ecco. ...io ...il vangelo s'è fatto carne nella mia vita...amo mia moglie anche se lei ... amo il mio datore di lavoro anche se lui...

(pero' odio i miei genitori- 2° passaggio)

Giuseppe ha detto...

@Gabriele, tanto per darti un'idea di cosa è una balordaggine.In questo caso detta dal capo in persona.(una delle tante)

Secondo Kiko lo Spirito Santo agisce nell'oreccchio di chi ascolta.Riportiamo il testo: "anche se i catechisti fossero così,lo Spirito Santo corregge, TI APRE L'ORECCHIO, ti situa le parole nella condizione più completa, più totale di cui tu hai bisogno. Infatti molte volte una persona si converte per una frase che tu neanche hai detto così, ma che lui ha sentito così".

Capito lo scopo? In questo modo Kiko prende due piccioni con una fava, rassicura sia i catechisti ignoranti, sia i catechizzandi perplessi.

Ma in quale passo della Bibbia c'è scritta una cosa del genere, certamente non qui "Ma quando sarete arrestati, non preoccupatevi di quel che dovrete dire e di come dirlo. In quel momento Dio ve lo suggerirà.Non sarete voi a parlare, ma sarà lo Spirito del Padre vostro che parlerà in voi".(Mt 10, 19-20)
Hai letto bene? lo Spirito Santo agisce NON SULL'ORECCHIO di chi ascolta(I persecutori?), MA PARLERA' IN VOI cioè i cristiani che dovranno difendersi.

E di sicuro non qui: "Quando però verrà lo Spirito di verità, egli vi guiderà alla VERITA' TUTTA INTERA (Gv 16,13) Non sono ammessi strafalcioni, altro che "incomplete" o "mal dette".Allora dove?

E ciliegina sulla torta, nonostante Kiko e company dicano cose "incomplete, mal dette"e“Alcune volte può capitare anche di dire delle cose esagerate e bisogna accettarlo” (OR,p.383)a conti fatti e tu lo sai, si ritengono più infallibili del Papa!!!



giuseppe ha detto...

Pietro il prelato gay e Muller sono cose molto diverse non banalizzare....

Cmq ci sono 2 giuseppe, io metto l'iniziale del cognome d'ora in avanti "F"

Daniel Alexander Lifschitz ha detto...

Caro Gabriele,
non posso aggiungere niente alla risposta che ti ha dato Lino. Sono totalmente d'accordo con lui (per una volta...).
Vorrei solo regalarti i due libri di prossima uscita che ho scritto: CONTRO KIKO : "Kiko Arguello, santo o impostore?",450pag Gabriele, Kiko è un impostore, stanne alla larga e non ascoltare neanche l'Eminenza reverendissima, Cardinal Mueller, alla quale rispondo a rima nel libro (Appendice 1).
Che tristezza, che VERGOGNA! colui,appositamente nominato dal Papa, per difendere la Chiesa da intrusioni eretiche dal di dentro, si presta ad introdurle lui stesso! Cose mai viste...

Ti mando, se riesco, un piccolo estratto dell altro libro: CONTRO KIKO:"Kiko, ti voglio parlare...", nel quale prendo in castagna il mio ex catechista, che è un solenne bugiardo.
Purtroppo il mio libro, ancora in PDF (per le bozze e la mia poca esperienza con Internet)), non mi permette di mandarti l'estratto.

Se li vuoi,ti manderò i 2 libri; in tal caso scrivi a

danielalexanderlifschitz@gmail.com

Un cordiale saluto,

Daniel Lifschitz






Giuseppe ha detto...

@Gabriele.
Difendi il cammino perché è solo attraverso il cammino che hai sperimentato l'amore al nemico ecc., Mi auguro che sia vero amore e non il risultato di una forte pressione pscologica e che sia qualcosa di stabile.

Quello che voglio dire è che anche, se tu hai fatto questa esperienza unica e altri sicuramente insieme a te hanno fatto o stanno facendo, non ritengo giusto soprassedere a una infinità di abusi dottrinali e liturgici, per non parlare delle persone che sono state distrutte dal cammino, per colpa dei suoi metodi.

Iddio a volte agisce per vie misteriose e come sempre diciamo può trarre il bene dal male, ma: "Guai a coloro che chiamano bene il male e male il bene" (Isaia 5,20). Ma ora il punto è questo: il cammino che è nella tua testa, ti consentirà di scoprire quali sono questi metodi?

by Tripudio ha detto...

Questi neocat fanfaroni (come Gabriele) vanno blaterando del "si compie la Parola", come se fosse una formuletta magica, vanno cianciando della parola del Vangelo che "si fa carne" come se stessero parlando del macellaio e del salumiere.

Ripetono ossessivamente quegli slogan, come se stessero in un campo rieducativo di Pol Pot: compagni, dobbiamo sperimentare la parola della rivoluzione che si fa carne nella nostra vita; e tutti gli altri compagni/fratelli soggiungono: sì, è giusto, è vero, hai proprio ragione, sono cose che devono succedere a tutti i proletari marcianti verso le magnifiche sorti e progressive.

Nostro Signore - che non risparmiò insulti ai farisei - condannò esplicitamente questa "spiritualità parolaia" fatta di chiacchiere vuote.

Insegnò una dottrina e istituì i sacramenti, e fondò la Chiesa affinché insegnasse quella dottrina e celebrasse quei sacramenti (il Cammino è solo uno dei tanti metodi per deturpare quella e questi).

Se la Bibbia fosse stata davvero una specie di magico ricettario, Nostro Signore non avrebbe speso tempo a insegnare (e dunque a correggere) e a santificare (e dunque i sacramenti): si sarebbe limitato a dire "leggete e applicate". Ma allora sarebbe stato protestantesimo, non cristianesimo.

Tutte quelle chiacchiere su amare, riconciliarsi, sperimentare e quant'altro, sottintendono la faciloneria riguardo alle immutabili verità di fede e ai sacramenti.

Anonimo ha detto...

È vera la storia dello stadio olimpico? ......

Anonimo ha detto...

Ho segnalato ad Amazon l'abuso in quanto la recensione ė stata fatta senza aver comprato e letto il libro. Come il Pasqualone stesso dice. A pasqualó se vuoi critirare almeno compra il libro non sia mai che ti si apra uno spiraglio di luce che ti faccia vedere quanto sei schiavo del cammino.
Giampaolo

PAOLO ha detto...

http://www.scuoladipreghiera.it/omelie/ OMELIA DI IERI...PADRE ENZO TACCA...proprio oggi mi trovavo in ospedale...in vista di mio fratello più grande ...che oggi martedì vista l'ora....deve subire un intervento...c'era anche mia madre....anche lei faceva parte del cammino...e parlando di ciò...effettivamente mi ha confermato quanto dite anche voi effettivamente...riguardo la decima...lei è uscita dal cammino...circa due anni fa...mi madre e i miei fratelli di sangue ...sono entrati nel cammino dopo di me...ad oggi più nessuno di loro ne fa più parte....anche se l'unica che aveva proseguito era stata mia madre arrivata fino al secondo scrutinio...in effetti è uscita dal cammino proprio per la questione della decima...anche lei asserendo ce in un certo senso era quasi obbligata a dare...mi ha detto che questa cosa le ha dato molto fastidio...per cui la conseguenza è stata quella di uscirne fuori....😄 anche se tardi ...vorrei specificare che non ero in nessun sito porno...come ho letto ieri non ricordo chi lo ha scritto...che entrando in tarda notte è perché si è stati nei siti erotici 😄 non tenendo conto che potrei dedicarmi alla lettura di biografie dei santi...e dedicarmi alle preghiere...b notte Valentina...e a tutti

Giuseppe ha detto...

@Paolo.Allarga il cuore sentirti dire queste cose. Vedi, che non diciamo fesserie?
Ciao.

Gabriele ha detto...

Purtroppo non c'e' peggior sordo di chi non vuol sentire. A parte che il sottoscritto non ha detto che ha fatto questo o quello, ho detto soltanto a riguardo dei fratelli che intervengono sul blog, che attraverso il cammino hanno fatto esperienza che la parola e' vera che e' possibile andare all'altro. Non alzate i toni, non e' il caso. LA pace. GAbriele

by Tripudio ha detto...

Come potete notare, anche La Pace Gabriele adopera il trucchetto del predicare in modo pomposo per poi immediatamente accusare il prossimo di aver "alzato i toni". Tipica tattica neocatecumenale di demonizzazione preventiva dell'interlocutore.

Qui si fa solo notare che cianciare di amore e Bibbia e salumerie varie, mentre si disprezzano la liturgia e il Magistero, è da protestanti.

Rispondo a Giampaolo: Amazon purtroppo permette ai suoi iscritti di recensire anche i prodotti che non hanno comprato, presumendo che li possano aver comprati altrove.

Per cui se un kikos si sente "triggered" dall'esistenza del libro di Lino (che dopo tutto questo tempo ancora toglie il sonno ai fratelli del Cammino: evidentemente tratta argomenti perfettamente attuali), Amazon non gli impedisce di recensire ciò che non ha letto.

zagor58 ha detto...

A Gabriele 09:37

Più che andare all'altro, forse volevi dire. " al portafoglio dell'altro"😉

Gabriele ha detto...

Illustrissimo sig. Tripudio, nessuno mette in secondo piano liturgia e Magistero pero' credo che il discorso della montagna sia piu' importante per i "cristiani". Purtroppo mi sono perso il libro di Lino ma conto di acquistarlo al piu' presto per aumentare le mie conoscenze cristiane. Pensate, io credevo che il cristianesimo fosse per i dotti e gli ignoranti..... mi devo ricredere. Grazie. Gabriele

Valentina Giusti ha detto...

Paolo, anch'io mi trovo a scrivere a sera tarda e di notte, quindi ti capisco!
Grazie per le 'indagini' in famiglia...vuol dire che dovevate parlarne, nulla succede per caso.
Auguri per tuo fratello, un caro saluto.

Gabriele ha detto...

Bella battuta zagor. Purtroppo mi rendo conto che se uno non capisce non si puo' far niente. Auguri. Gabriele

Giuseppe ha detto...

Ritornerei sul card Muller. Mi chiedo ancora: come si può lodare un ladro che è stato scoperto con le mani nel sacco e non intende lasciare il bottino? Ragazzi, qui c'è qualcosa di veramente serio.

Non possiamo liquidare tutto con due battute.
La prima impressione è che sia corrotto e non sarebbe il primo.Okai! Ma se non lo fosse?

Permettetemi questo ragionamento "assurdo".
Significa, che la Chiesa è diventata improvvisamente irenista(per i profani: tendenza a conciliare dottrine contrastanti o posizioni diverse), per "contenere il danno".

Significa, Unità nella diversità, dove i diversi carismi non riguardano più aspetti secondari, ma aspetti centrali della fede.
(Immaginate cosa può succedere, se ogni movimento nella Chiesa si fa la sua Liturgia Eucaristica?)

Significa, Kiko non sarebbe più in errore e si spiegherebbe così "l'incomprensibile" canonizzazione in vita da parte del card. prefetto, propedeutica alla mutazione genetica della Chiesa.

Giuseppe ha detto...

Pensate, io credevo che il cristianesimo fosse per i dotti e gli ignoranti.....
Il cristianesimo è fatto per tutti, anche per gli ignoranti, ma fino a quando sono nella Chiesa.
E' il cristianesimo gnostico, che professa questa conoscenza da illuminati. E'kiko che insegna questo cristianesimo per dotti e travia gli ignoranti.
Purtroppo un pò ti capisco, perchè il cammino si trova nella Chiesa e allora, come puoi diffidare?
Ma non sai forse delle tensioni e divisioni che crea.
Ci sono quelli che plaudono, ma ci sono quelli che disapprovano.
Come ci si deve regolare, a chi credere e sopratutto a cosa credere?
E'qui che diventa importante informarsi.
Ma se tutto diventa complicato,quello che ti posso dire essere una certezza, è che non è normale così tanta reazione sdegnata da parte di tanti fuoriusciti. Ci deve essere nel cammino, per forza qualcosa che non va.
Quello che succede col cammino, sappi che capita soltanto con le sette.

Anonimo ha detto...

Gabriele, da come parli sembri un presbitero di antica data del cammino neocatecumenale.A proposito di "decima" e vendita dei beni in favore del prossimo bisognoso ti dico che Gesu' parlava agli Apostoli e, caso mai, ai ricchi pieni di superfluo e agli increduli.Tu e i tuoi colleghi, per essere coerente con ciò che dici, avete rinunciato alla somma mensile dell'istituto preposto al sostentamento ( 700-800 euro circa al mese), agli immobili come case, terreni, altro ereditati e spesso affittati ad ottimo prezzo, agli stipendi e alle pensioni di docenti visto che nella maggior parte dei casi fate questo mestiere?tanti cari saluti da r.m.

Lino ha detto...

Gabriele ha detto: "Pensate, io credevo che il cristianesimo fosse per i dotti e gli ignoranti..."

Io mi sarei aspettato una risposta alla domanda di cui al mio commento 5 dicembre 2016 20:01, Gabriele. Invece, ancora una volta, quando si citano le catechesi di Kiko & Carmen, svicolate meglio del guidatore di un motorino senza casco alla vista di una pattuglia di vigili.

Gabriele, "Pensate, io credevo che il cristianesimo fosse per i dotti e gli ignoranti..." è OT, è una divagazione general-generica. Vai al sodo: mi informi (tu che sperimenti nel Cammino che la parola del Vangelo si fa carne nella tua vita) dove posso leggere, nei Vangeli, che l'olio dello Spirito Santo si prende nel primo scrutino di un movimento, che se non dovessi prenderlo nel secondo scrutinio "è la fine", che da una convivenza dipende il futuro di una persona, che "non è domani mi convertirò. È ora", che assentandosi da uno scrutinio per andare a trovare un'ammalata "è la fine"?
Dimmi dove, in quale dei quattro Vangeli e in quali pericopi, Gabriele, ci conto. Dimostra che non è vero che, ogni qualvolta si citano le catechesi di Kiko, davvero siete preda di un "demonio muto".

zagor58 ha detto...

a gabriele delle 11:00

.... bella battuta ..

carissimo
facciamo per ipotesi che vorrei seguire il neocatecumenato , però dico anticipatamente che da me non avrete un solo euro (pur avendo disponibilità economica) , secondo te verrei accettato?
Forse non ti rendi conto, ma avete già il vostro dio , il denaro.
non solo avete anche molti " pesci grossi " a cui interessa ,così sembra solo il denaro.
Avete anche il card muller dalla vostra , siete a cavallo.
Mi raccomando vai a comprare il nuovo opuscolo da poco uscito su "ANNOTAZIONI".

Io da parte mia mi affido alla vergine Maria --
messaggio di Dicembre .
medjugorje
^^^^^

“Cari figli
il mio Cuore materno piange mentre guardo quello che fanno i miei figli.
I peccati si moltiplicano, la purezza dell’anima è sempre meno importante.
Mio Figlio viene dimenticato e adorato sempre meno ed i miei figli vengono perseguitati. Perciò voi, figli miei, apostoli del mio amore, invocate il nome di mio Figlio con l’anima e con il cuore: Egli avrà per voi parole di luce.
Egli si manifesta a voi, spezza con voi il Pane e vi dà parole d’amore, affinché le trasformiate in opere di misericordia e siate così testimoni di verità.
Perciò, figli miei, non abbiate paura! Permettete che mio Figlio sia in voi. Egli si servirà di voi per prendersi cura delle anime ferite e convertire quelle perdute. Perciò, figli miei, tornate alla preghiera del Rosario.
Pregatelo con sentimenti di bontà, di offerta e di misericordia. Pregate non soltanto a parole, ma con opere di misericordia.
Pregate con amore verso tutti gli uomini.
Mio Figlio ha sublimato l’amore col sacrificio. Perciò vivete con lui per avere forza e speranza, per avere l’amore che è vita e che conduce alla vita eterna.
Per mezzo dell’amore di Dio anch’io sono con voi, e vi guiderò con materno amore.
Vi ringrazio!”.

^^^^^
bisogna adorare Gesù , non i soldi.

Gabriele ha detto...

Parliamo di due argomenti diversi. Io parlo di cristianesimo voi di altro. Se ogni volta che posto qualcosa tirate in ballo, oliature, plagi e cose del genere non capite che io parlo della sostanza e non della forma. Daniel non sono interessato a comprare i tuoi libri ne ai tuoi ritiri, sono gia' abbastanza impegnato. Giuseppe io parlo per esperienza e sicuramente rispetto tutti che siano fratelli oppure no. Lino quando ci sono convivenze di passaggio sempre si dice di prendere olio perche' sono occasioni in cui i fratelli stanno lontani dalle preoccupazioni e dal tram tram quotidiano possono approfittare nell'ascolto della parola. Zagor se parti con il fatto che i "pesci grossi" siano oliati già il discorso e' chiuso se invece provassi a pensare che il CN fa parte della Chiesa perche' frutto dello Spirito Santo se ne puo' parlare. Scusate la confusione ma e' difficile stare dietro a piu' di un intervento pero' io avevo solo difeso alcuni fratelli che erano intervenuti sul blog dicendo che non sono ne fanatici ne plagiati ma hanno fatto esperienza di Gesu' Cristo. Non volevo creare tutto questo clamore. Comunque dovete convenire, parlo per esperienza personale, che se una persona si riconcilia con un "nemico" dopo tantissimi anni e questo e' avvenuto perche' i catechisti del CN gli hanno detto di pregare e chiedere l'aiuto dello Spirito Santo sono lontani dal pensare ad oliature e plagi vari. Gabri

l'apostata ha detto...

@ Gabriele

Ti sarebbe di troppo disturbo commentare gli esorcismi di Sankiko?

Commette un abuso gravissimo si o no? E se no, perché?

Lino ha detto...

Gabriele ha detto: "Lino quando ci sono convivenze di passaggio sempre si dice di prendere olio perche' sono occasioni in cui i fratelli stanno lontani dalle preoccupazioni e dal tram tram quotidiano possono approfittare nell'ascolto della parola"

Gabriele, non continuare a svicolare: nella famigerata catechesi delle vergini stolte secondo Kiko che ho prima citato, c'è l'ascolto della Parola di Cristo oppure c'è la parola di Kiko in contrasto con Mt 25? Si prende olio visitando l'ammalato oppure andando a una convivenza?
Matteo 13,12 dice: "Così a chi ha sarà dato e sarà nell'abbondanza; e a chi non ha sarà tolto anche quello che ha". Non dice: "A chi è andato nelle convivenze sarà dato e sarà nell'abbondanza; e a chi non è andato sarà tolto anche quello che ha".

Dalle catechesi iniziali in poi è sempre così: non ne "azzeccate" una!

Gabriele ha detto...

Lino non fare il professore, conosco bene la parola, se vuoi ti porto esperienze vissute. Ultima convivenza di 2 scrutinio 2 settimane fa viene una coppia che aveva saltato la convivenza fatta un mese prima della loro comunita' perche' il papa' di lei era in ospedale e aveva bisogno di assistenza. Sono volontario presso un ospedale psichiatrico della mia citta' e spesso sto in mezzo ai malati, ricevo molto. Il discorso della convivenza e' diverso perche' per me se non ascolto la parola col cavolo farei volontariato. Credo di essere stato abbastanza chiaro questa volta, mi scuso per gli interventi precedenti.Gabriele

Daniel Alexander Lifschitz ha detto...

Gabriele ha detto alle 17.06:

"Daniel, non sono interessato a comprare i tuoi libri, ne ai tuoi ritiri, sono gia'abbastanza impegnato."
Caro Gabri, non ti avevo mai proposto di comprarli, te li volevo regalare. Così non te li manderò, risparmiando fatica e spese postali; tu, invece perderai un "kairòs", l'occasione di rinsavire. Spero che non sia per sempre.

Daniele

Giuseppe ha detto...

Anch'io parlo per esperienza personale, Lino ti sta chiedendo, di fronte ad un fatto concreto, visitare "l'ammalato oppure" andare a una convivenza", cosa è più importante. Kiko ti dice che è più importante la convivenza. E questo succede, anche quando si tratta di lasciare i figli con la febbre, quando si tratta di partire in missione per la Cina, con due bambini e un neonato, quando si tratta di fare otto cesarei. Lo saì quello che ha detto il Papa a questa donna, che diceva si era fidata di Dio: «hai tentato il Signore» ha risposto il Papa.Per non parlare del buon Samaritano. Vuoi essere come il sacerdote e il levita che preferirono proseguire per il tempio?
Le riconciliazioni avvengono anche a "C'è posta per te", ma tu hai il dovere di capire quello che c'è sotto. Sotto, oltre agli strafalcioni dottrinali e liturgici, ci sono centinaia, migliaia di persone devastate e spersonalizzazione, soprattutto dei più deboli. Se a te sta andando bene, buon per te, ma non fingere di ignorare, anche se è vero fino a quando sei nel cammino, nessuno ti dirà mai i suoi dubbi e le sue sofferenze, perché ha timore di esporsi.

Giuseppe ha detto...

@Gabriele "Il discorso della convivenza e' diverso perche' per me se non ascolto la parola col cavolo farei volontariato".
Santa Madre teresa di calcutta a chi gli chiedeva perché pregasse, con tutto il da fare che aveva, rispose, che se non pregava non avebbe avuto la forza di fare quello che faceva.

Parlando parlando forse ci riusciamo a capire.Non c'è contraddizione fra le due cose. Ma è saggio dare la precedenza a chi è nel bisogno e il fatto da te riportato ne è la prova. Ma la domanda rimane ed è per l'ennesima volta: perché Kiko esorta a fare il contrario?

Ti riporto le sue parole: «Te lo voglio dire: capita che hai una cognata malata e sei dovuto andare a trovarla». Quella coppia non ha fatto quello che diceva Kiko e ha fatto bene. Forse anche Kiko approverebbe.

Ma allora, perché incasinare la mente delle persone con tutte le sue astruserie? Per esempio "odiare la moglie, i figli i genitori" insistendoti che è "letterale" (poi cambia opinione);sui beni,mettendo sullo stesso piano l'avidità col possesso del necessario.

Per non parlare della sua "creatività" nel campo dottrinale, iconografico e liturgico dove presenta i segni della fede tutti all'incontrario.Per esempio, il fango segno indiscusso della creazione, che diventa segno del peccato; il sicomoro segno di elevazione, che diventa segno di dissoluzione.

Poi La benedizione del bambin Gesù con la mano sinistra; la croce dipinta all'incontrario; il tabernacolo a due piazze; la comunione seduti tutti insieme.
Sempre tutto al contrario, sempre si deve distinguere. Rifletti.

Pax ha detto...

Gabriele ha detto...

Parliamo di due argomenti diversi. Io parlo di cristianesimo voi di altro. Se ogni volta che posto qualcosa tirate in ballo, oliature, plagi e cose del genere non capite che io parlo della sostanza e non della forma.
........se invece provassi a pensare che il CN fa parte della Chiesa perche' frutto dello Spirito Santo se ne puo' parlare.

Caro Gabriele,
Prima cosa, grazie per i tuoi interventi: siamo qui per confrontarci e le tesi contrarie non ci fanno paura, nè qualcuno mette in dubbio le tue personali esperienze, affermiamo solo che il CN è un grande imbroglio con fatti concreti che aspettano smentite concrete, e sappiamo che il demonio, nella sua astuzia, sa travestirsi da angelo di luce!
Secondo: parliamo di cristianesimo tutti, se no di che?
Terzo: le oliature e plagi, come tu li chiami, non mi sembrano di secondaria importanza, è sostanza e non forma, perchè "chi è disonesto nel poco è disonesto anche nel molto", appunto "parliamo tutti di cristianesimo", dice il Signore "Siate Perfetti com'è perfetto il Padre Mio che è nei cieli", pensa un pò!
Quarto: il solito assioma "Il CN fa parte della Chiesa perchè frutto dello Spirito Santo" e, perchè non aggiungi, ha avuto tutte le approvazioni richieste?(ora il suo iniziatore è stato anche canonizzato, in vista della sua dipartita, dal Cardinal Prefetto della Dottrina della Fede).
Qui entriamo in campo noi, che ci autonominiamo "sentinelle", che avendo vissuto, per anni, anche con ruoli di rilievo nel cammino, ne abbiamo conosciuto tutte le contraddizioni, sofferto le incongruenze, scoperto le ambiguità -documentate e documentabili con fatti concreti, come cerchiamo di fare sempre- a cui le approvazioni-correzioni-indicazioni stanno molto a cuore.
Il nostro lavoro è far uscire allo scoperto Kiko e compagni e poichè nel Cristianesimo l'OBBEDIENZA alla Santa Madre Chiesa è tutto, come i Veri Santi insegnano, di fronte alla NON OBBEDIENZA o alla OBBEDIENZA PILOTATA sistematicamente praticata dai Responsabili, mettiamo allo scoperto un dato incontestabile: di che frutto dello Spirito Santo parliamo?
In conclusione: Padre della menzogna e della disobbedienza è un Altro, come Kiko stesso insegna nella catechesi del Padre Nostro alla fine del Cammino..... ma, come i farisei, predica bene e razzola male, mette pesi sugli altri che lui non muove con un solo dito.... pessimo esempio per tutti!

Pax

Lino ha detto...

A Gabriele, caro Giuseppe, non è chiaro il criterio di giudizio.
Se Gabriele afferma con una testimonianza personale il contrario di quanto affermano molti ex sulla scarsa sensibilità dei Neocat verso le opere matteane, non è che Gabriele sia veritiero e gli altri menzogneri per definizione. Quale il criterio? Si vanno a studiare gli insegnamenti di Kiko, nei quali la convivenza vale più di ogni altra opera, perché è là che si prende l'olio (sant'Agostino si sarebbe sbellicato dalle risate).

Se Gabriele afferma che la decima non è obbligatoria e tanti ex sostengono il contrario, non è che Gabriele sia veritiero e gli altri menzogneri per definizione. Quale il criterio? Si vanno a studiare gli insegnamenti di Kiko e si ha conferma che i neocatecumenali dopo il secondo scrutinio DEVONO versarla.

Se Gabriele afferma che negli scrutini non si invade il foro interno delle persone e e tanti ex sostengono il contrario, non è che Gabriele sia veritiero e gli altri menzogneri per definizione. Quale il criterio? Si vanno a studiare gli insegnamenti di Kiko e si ha conferma che il Cammino è un tempo nel quale ti si metterà fango sugli perché non sai che sei sporco e non ti vuoi lavare.

Capito, Gabriele? Qui non si tratta di essere professori oppure allievi: da che mondo è mondo, così si ragiona, sui documenti: sono i mamotreti, gli annunci, le interviste di Kiko che danno ragione agli uni o agli altri.

sandavi ha detto...

E nei documenti Kiko è piuttosto chiaro, a parte i suoi discorsi convoluti: "vi siete salvati perché avete obbedito a noi" . La Chiesa è un macello, ma c'è l'arca dell'alleanza in Kiko che naviga sulle acque torbide.
Gabriele possiamo chiacchierare fra noi all'infinito, ma carta canta: "possiamo fare una chiesa clandestina" non l'ho detto io ma Kiko, minacciando addirittura lo scisma. In tempi migliori, un emissario del Papa sarebbe piombato nei rifugi NC per comminare una bel interdetto, per una frase così orribile.

La tua esperienza personale sarà anche positiva, ma non vale niente a confronto del mare magnum delle assurdità di Kiko.
"La donna si salva partorendo figli" disse la Carmen buon anima. Lo disse lei, che non ha mai partorito. Capisci in mano a chi vi mettete? Fate il Cammino, per l'amore di Dio, ma rifiutate le eresie con tutte le forze, a cominciare dall'abominevole comunione seduti.

Lino ha detto...

@ sandavi
Già: carta canta. Potremmo proseguire all'infinito.
Se Gabriele afferma che i neocatecumenali non si accostano mai all'Eucarestia senza confessarsi, e tanti ex sostengono il contrario, non è che Gabriele sia veritiero e gli altri menzogneri per definizione. Qual è il criterio di giudizio? Si vanno a studiare gli insegnamenti di Kiko & Carmen e si ha conferma che quelle "casette" dei confessionali sono costruzioni ignote al cristianesimo primitivo al quale il Cammino si rifà. E se la necessità di questa roba qui portata dai monaci nasce "quando si comincia a generalizzare la forma della confessione privata, medicinale e di devozione portata dai monaci", perché il cristiano primitivo NC non dovrebbe pensarla come Kiko, "domani SE VUOI lo sigillerai nella confessione"?

Hai capito, Gabriele? Non è roba da professori, è logica. Tu, per confutare gli ex, devi portare testimonianze documentali, non chiacchiere per le quali tutti sono buoni. Hai scritto bene: acquista il mio libro al più presto, anzi fattelo prestare dal pasqualone che in Amazon dice di averlo comprato, capirai perché c'è stata una telefonatina alle Paoline: la testimonianza di Michela (per esempio) io la conforto con il catechismo di Kiko.

Fai lo stesso, tu, provaci: ogni volta che sostieni una tesi, cita la relativa lezione di Kiko & Carmen.