mercoledì 13 febbraio 2008

Gli abusi sono tanti. Che fare?


Tempo fa avevo trovato qualcosa del genere sul Web: è il nostro discorso, riprendiamolo

Dove nascono gli abusi di cui ci lamentiamo? leggiamo Atti degli apostoli cap. 15 dai versi 22 in poi...gli apostoli At 15, 24 “Abbiamo saputo che alcuni da parte nostra, ai quali non avevamo dato nessun incarico, sono venuti a turbarvi con i loro discorsi sconvolgendo i vostri animi.”

sta a noi comprenderlo e non siamo chiamati a muovere guerra a queste persone, ma a denunciarne le prassi e gli insegnamenti distorti e a difendere a partire da noi la fedeltà agli apostoli oggi uniti nel Successore di Pietro....
Se nostro compito è restare uniti agli apostoli, giustissimo, nel caso del concilio i cosiddetti nemici non hanno dichiarato di essere contro gli apostoli, anzi tutt'altro. A quanto pare anche dalle parole del motu proprio, i nemici stavano dentro alla cerchia degli apostoli. Allora, citando il Paolo VI che sente puzza di satana dentro i palazzi romani, se ne deduce che allora una parte (Maggioranza? Minoranza? questo è secondario) dei vari Cardinali e Vescovi che dovevano sorvegliare e proteggere il popolo di Dio, non lo hanno fatto o addirittura facevano parte di quella schiera che diceva cose diverse, educando a tali cose i loro sottoposti, i presbiteri, e ingannando il popolo?
Ma se così fosse, il Papa e la parte per così dire buona, perchè non hanno preso contromisure? Anche loro erano perlomeno inconsapevolemente complici dei primi?
Ma allora la chiesa ha subito una congiura bella e buona attraverso gerarchie vendute al nemico!
Che ne pensate?

192 commenti:

  1. Io credo sempre e fermamente che "le porte degli inferi non prevarranno contro di essa".
    E' il nostro Signore a garantircelo, non c'è congiura o cospirazione che tenga. Preoccuparsi delle cospirazioni (che indubbiamente ci sono e ci saranno sempre) mi sembra insensato di fronte alla forza di queste parole.

    RispondiElimina
  2. @ Neutral_milk - post n.1

    ......si è proprio insensato...ma dovresti anche dirlo ai neocatecumenali che impiegano il 95 per cento del loro tempo proprio a cospirare ( i piccoli senza saperlo..i catechisti con piena avvertenza e deliberato consenso).

    RispondiElimina
  3. trovo sensato e ragionevole quello che dici, Neutral e condivido che il Signore ci garantisce che "le porte degli inferi non prevarrano" contro di essa.
    Devo aggiungere un però: pur sapendo di essere servi inutili, non credo che il Signore ci esima dal fare quello che possiamo, nel nostro piccolo, per difendere la Sua Chiesa... perché è sempre di noi uomini che Egli si serve per condurre e costruire con noi la Storia... mentre c'è chi vuole costruirla secondo un progetto diverso da quello del Padre

    RispondiElimina
  4. Posso farti una domanda, Neutral? E sorta ieri nell'ambito di un gruppo che frequento: tu credi nel peccato originale?

    RispondiElimina
  5. Fondandosi sul fatto che nelle prime comunità cristiane i peccatori venivano espulsi dalla comunità e scomunicati (ma in realtà era il Vescovo che aveva l’autorità di svolgere questa operazione), perché si impegnassero in un periodo di penitenza, i catechisti neocatecumenali fanno lo stesso. Impongono, in modo assai discutibile, una penitenza, un periodo di allontanamento e riflessione, condizione necessaria per poi essere riammessi alla comunità.

    C'è bisogno di esprimere un giudizio o la cosa si commenta da sè?

    RispondiElimina
  6. E' vero Anonimo, i catechisti, e lo stesso Kiko, hanno più potere dei vescovi :(

    RispondiElimina
  7. Mi avete fatto venire in mente quel che diceva ieri Livio. Quoto un suo brano, molto amaro ma purtroppo realistico, che condivido:

    "Certo, non tutto è imputabile ai cambiamenti secolari, non tutto è ascrivibile ai mutamenti nell'animo umano.
    Vi è anche una grande responsabilità di quanti, per ignavia, indolenza, lassismo non si sono rimboccati le maniche lavorando con un surplus formativo e confermativo, in un programma straordinario di preparazione dei novizi in primis, a fronte di un tale coacervo di attacchi al cuore della fede cattolica.
    Anzi, alle spinte al mutamento e alle temperie sociali si è risposto con un indebolimento delle difese, aprendo a nuove esperienze, a sperimentazioni e contaminazioni.
    Anzichè rinforzare le difese del Tempio, sono stati aperti dei varchi nelle murature dogmatiche e nelle impalcature dottrinali che, lungi dall'allentare le pressioni esterne, si sono invece sgretolati ed allargati via via, facilitando l'ingresso del disordine e del caos (v. determinazioni conciliari e loro interpretazioni equivoche.)"

    RispondiElimina
  8. aggiungo che l'azione del Papa sembra volta a risanare con delicata fermezza; ma sta incontrando forti resistenze e incomprensioni, purtroppo...

    RispondiElimina
  9. Caro neutral
    il modo con cui interpreti il "non prevalebunt"
    denota purtroppo una tipica "deformazione" NC.

    Nel CN purtroppo l'adepto
    viene indotto all'affidamento completo
    al Cammino, viene scoraggiato dal porre
    domande, " capirai a suo tempo" con argomenti capziosi vari.

    In questo modo l'adepto viene in qualche modo "espropriato" del suo cammino spirituale stesso, tutto e' gia' preparato con i tempi e modi del Cammino
    che tengono in poco conto i tempi e modi della persona .

    La responsabilizzazione dei membri
    e' mirata esclusivamente ai ruoli che devono assumere nel CN, quindi "ad usum Cammini". Al di fuori di tale ambito
    c'e' una opera di convinzione al totale
    e cieco affidamento al Cammino.


    Questo per dire che il non prevalebunt vale quindi non come
    una garanzia deresponsabilizzante,
    ma come una garanzia per coloro che
    rimangono ancorati a Gesu' Cristo.

    "In LUI" non prevalebunt.

    Questo per dire che il "non prevalebunt
    vale anche per ogni singola persona,
    se rimane ancorata a Gesu' anche dopo periodi di sbandamento e peccato
    "non prevalebunt".

    RispondiElimina
  10. Che fare di fronte agli abusi?
    Null'altro che resistere, resistere e ancora resistere.

    Non c'è altro modo per essere coerenti con la nostra fede.

    Cristo stesso ce l'ha insegnato, quando ha perso la sua pur grande pazienza ed ha scacciato i mercanti dal Tempio, i quali avevano trasformato il sacro luogo in bivacco e mercato.

    Nè dobbiamo dimenticare, neppure per un istante, quale sia la posta in gioco: la preservazione dell'integrità della fede cristiana cattolica, sottoposta ad aggressioni di ogni sorta, dentro la Chiesa e fuori di essa.

    Il fatto è che un fronte piuttosto ampio di persone che va dai nipoti di Bugnini, passando per il card. CM Martini, per gli stessi ordini ed i movimenti per arrivare ai 'fratelli maggiori' ebrei, si è consolidato nei decenni nella concezione di una Chiesa avviata sul cammino post-conciliare, modernista, superecumenica, cedevole ed aperta ad ogni cambiamento in sintonia con le istanze della società attuale.
    Capace di rinunciare anche alle proprie certezze dogmatiche pur di proseguire nell'opera di contaminazione con gli altri carismi del mondo, ritenuti ugualmente validi e rappresentativi, paritari con la fede cattolica.

    Poi è arrivato Benedetto XVI, il Papa-teologo, con le sue graduali puntualizzazioni, con i progressivi distinguo, con i richiami sempre più espliciti e costanti alla necessità della riscoperta dei valori dimenticati o sopraffatti dell'autentica tradizione cattolica.

    Ed è successo il finimondo: il variegato e multiforme panorama anti-tradizione si è compattato in un unicum che accomuna tutti i suoi rappresentanti, e anche qualche inedita paradossale componente come gli atei marxisti, nella critica a volte sommersa, a volte esplicita della Chiesa odierna, fino a sfociare nella aperta contestazione e ribellione alle direttive papali.

    Tutto questo per quali motivi?
    Per avere il nostro Papa richiamato in vita valori, concetti, significati che pur essendo intrinsecamente costitutivi della fede cattolica, erano stati rimossi ed archiviati dall'onda impetuosa della mentalità post-conciliare, fautrice di una fede debole, rinunciataria, arrendevole e dialogica fino alla minimizzazione della propria identità purchè capace di costruire una nuova Chiesa ed una nuova teologia orizzontali, assembleari, democratiche, terrene, sfrondate di elementi eccessivamente sovrannaturali, dogmatici e gerarchici.

    I teorici di questa dottrina tanto eterogenea quanto condivisa del fronte anti-Benedetto sono i vari nonni e nipoti della scuola di Bologna, gli oltranzisti del Novus Ordo, i teologi delle varie liberazioni, i cardinali e vescovi riformatori, i capi dei movimenti come il cammino neocatecumenale, per arrivare agli ultimi epigoni della nuova teologia come Stefani, Mancuso e compagni, del tutto privi di ogni pudore e rispetto riverente per la figura del Vicario di Cristo.

    A questo fronte si contrappone il vasto popolo dei credenti ed i ministri della Chiesa fedeli al Papa, che si sentono dalla sua parte perchè hanno colto l'importanza della sua azione in difesa della autentica fede cattolica, perchè condividono con lui la necessità di uno stop agli stravolgimenti, ai cambiamenti che rischiano di trasformare la Chiesa e la fede stessa trasmessaci da Cristo in qualcosa di radicalmente diverso, se non nel suo esatto contrario.

    RispondiElimina
  11. Grazie caro Livio,
    resistere, resistere e ancora resistere e, come dice Gherardo: "è in Lui che non prevalebunt" sia in noi che fuori di noi, nella Chiesa e nel mondo intero... anche se in questo momento sembra difficile crederlo; ma la nostra Speranza l'unica che non delude e in Lui è la nostra Speranza...

    RispondiElimina
  12. messaggio di newgold69

    "... voi cercate un segno, ma non avrete altro segno che il segno di Giona..."

    dal vangelo di oggi

    il segno di giona è la conversione che si deve attuare per avere quello sguardo di fede che permette di vedere in giona il segno di Cristo, morto e risorto.

    invece i neocat continuano a dire che tutto si basa sui loro segni.
    quante volte ci siamo sentiti dire che una cosa non ha valore o che loro non la vivono (cioè, non partecipano alle liturgia "normali" della parrocchia) perché non sono fatte con i loro segni?

    ecco, loro sono come questi che sono stati ripresi da Gesù, che ricercano i loro segni, ma non sanno vedere l'immenso, lampante, chiaro, luminoso unico segno che è Cristo e l'atteggiamento di conversione che si deve attuare per incontrarlo.

    ... "quella veglia pasquale pasquale faceva schivo perché in essa non c'erano i nostri segni... non vale nulla perché non è fatto come la facciamo noi che è il modo originale di celebrare..."

    sacerdoti, religiosi, parroci che venite presi in giro, circuiti, imbrogliati e zittiti, calpestati nella vostra dignità sacerdotale da così false e basse insinuazioni e pretese di verità, SVEGLIATEVI, aprite gli occhi.

    l'unico segno è CRisto, che solo noi, in virtù del dono dello Spirito Santo che ci è stato dato da Dio Padre, per mezzo del vescovo, della Chiesa, possiamo spiegare, celebrare e donare!!!

    RispondiElimina
  13. Posso farti una domanda, Neutral? E sorta ieri nell'ambito di un gruppo che frequento: tu credi nel peccato originale?

    Vorrei risponderti io con un'altra domanda:il peccato originale ha fatto marcire l'uomo?O è stato ferito?L'uomo con le proprie forze è libero di scegliere tra il bene è il male?Le opere dell'uomo possono condure alla salvezza?O basta dire io credo?

    RispondiElimina
  14. sacerdoti, religiosi, parroci che venite presi in giro, circuiti, imbrogliati e zittiti, calpestati nella vostra dignità sacerdotale da così false e basse insinuazioni e pretese di verità, SVEGLIATEVI, aprite gli occhi.
    Perchè non possiamo parlarci guardandoci in faccia?
    Ma che razza di prete Sei?

    RispondiElimina
  15. Nel cuore di ogni uomo vi è un desiderio di salvezza. Il Signore suscita la sete e dona l’acqua viva dello Spirito, che sazia per sempre la sete d’infinito d’ogni persona. «Occorre liberarsi dai pregiudizi e dal conformismo; occorre essere sinceri e onesti con se stessi. È necessario prendere sul serio le grandi domande, che ognuno di noi si porta dentro: chi sono? da dove vengo? dove sto andando? E ancora: la realtà è assurda o intelligibile? la vita è un dono, un destino cieco o un caso? perché questa sete che nessuna conquista riesce ad estinguere? che cosa posso sperare e che cosa devo fare? Se vengo dal nulla e vado verso il nulla, sembra che non ci sia nulla da sperare e nulla da fare, se non lasciarsi andare alla deriva. Se invece vengo dall’Amore infinito e vado verso l’Amore infinito, ecco che mi si apre davanti un cammino, difficile forse, ma pieno di significato… Chi evita le domande fondamentali, fugge da se stesso… Indifferenza, edonismo e attivismo non sono una soluzione, ma un’evasione irresponsabile. “Chi ha sete venga; chi vuole attinga gratuitamente l’acqua della vita” (Ap 22,17)» .

    Nota pastorale
    del Consiglio Episcopale Permanente
    Qui dentro ci siete anche Voi con il vs.attivsmo irresponsabile e bugiardo.
    Io penso che volete veramente inferire contro la chiesa.
    La chiesa e UNA Sola

    RispondiElimina
  16. "Ma allora la chiesa ha subito una congiura bella e buona attraverso gerarchie vendute al nemico!"

    Certo, ora sono tutti corrotti chi non la pensa come voi, a partire da Cardinali e Vescovi.

    Vedo che vi state già preparando il terreno per quando verrà l'ufficialità dell'approvazione.

    RispondiElimina
  17. Ringrazio Livio, come al solito. Grazie per questo sostegno e per questa tanto lucida quanto incontestabile analisi.

    Volevo soffermarmi su alcuni fatti.

    E' vero. Interpretare il "non prevalebunt" annunciato dal NS Gesù come una indefinita INATTIVITA' o peggio un DISINTERESSE di fatto per le "Cose della Chiesa", anche e soprattutto relativamente alla NOSTRA PARTE in Essa, è assolutamente tipico della mentalità NC. E' una parte di quello "svuotamento" di te e di de-responsabilizzazione che viene operata nella setta.

    Mic domandava se neutral crede nel peccato originale. Domanda molto pertinente! Perchè la de-responsabilizzazione, nelle sue varie sfumature più o meno palesi, è figlia della messa in dubbio del Peccato Originale, della Responsabilità PERSONALE nel Peccato, dello stravolgimento del MOTIVO per cui Cristo è Venuto nel Mondo! Ma anche del FRUTTO della sua Venuta!

    Se l'uomo non può FARE ALTRO che peccare, irrimediabilmente, come emerge dalle catechesi del CNC e dalla ESPERIENZA di chi le ha ascoltate e ha toccato con mano la prassi del Cammino stesso, se il "rimedio" non COINVOLGE L'UOMO IN PRIMA PERSONA, se il "rimedio" è una "organizzazione" e la sequela a questa, a prescindere dal Merito dell'individuo in sè, allora tutto è capovolto!
    Il dogma sul Peccato Originale è frantumato! La responsabilità personale annullata di FATTO! L'opera di redenzione attuata dai Sacramenti, FONDAMENTALE, passa da base della Fede Immutabile a STRUMENTO dell' "organizzazione". Per cui anche i sovvertimenti ad uso della "organizzazione", per i fini della "organizzazione", risultano assolutamente necessari e funzionali al disegno dei "capi".

    Se la Salvezza è data dalla "organizzazione", l'Uomo passa in piano inferiore, non deve fare altro se non stare nell'"organizzazione", non deve discernere perchè non è necessario e deve per forza "fidarsi" per essere davvero salvo!
    La Chiesa Istituzionale diventa una "sovra-struttura". La "vera Chiesa" è quella dell' Organizzazione, che "accetta" l' Istituzione perchè è una "fase" obbligatoria per arrivare alla "vera Chiesa totale"! L'Organizzazione poi deve necessariamente MOSTRARSI potente e seguita. Strumento necessario anche questo.

    Tutto questo è fondato su una forte carica psicologica, pressione emotiva e fidelizzazione acritica. Ciò garantisce l'adesione indiscutibile.

    Da questo nascono i problemi che abbiamo con gli "assorbiti". E che essi hanno con la Chiesa. Di cui peraltro rimangono convinti di essere "VERI" discepoli, a differenza nostra, che saremmo gli "stolti"!

    Il Cammino poi, si avvale di uno strumento molto delicato e "azzeccato" (per i suoi fini), per potersi espandere ed abbattere:l'ebraismo. Di cui scimmiotta l'essenza.
    Oggi quando si parla di ebraismo si è davanti una specie di Moloch! Chi ne parla ha una sciabola sulla testa! C'è l'accusa di antisemitismo IMMEDEIATA ad ogni normale critica o addirittura alla convinzione che gli Ebrei abbiano bisogno di convertirsi, come tutti.

    L'articolo precedente sui rabbini che "votano" per dare il loro veto(!!!) alla CHiesa è delirante!!! Incredibile. Come anche è inaccettabile che ancora si cada dalla giusta richiesta di perdono per errori concreti della Cristianità (TUTTA!Non solo della Chiesa! Tra l'altro fatta SPONTANEAMENTE), al "meculpismo" buonista. Dove ogni cosa "è colpa della Chiesa"! Oppure "la radice è negli errori della Chiesa"! Io rifiuto categoricamente e con sdegno l'addebito mosso alla CHiesa (si parla non degli uomini di chiesa ma della CHIESA!) che abbia mai avuto una dottrina anti-semita! La Chiesa non ha MAI avuto una DOTTRINA antisemita! E' caduta nel pregiudizio UMANO, questo sì! Ma non ha MAI, dico MAI, proposto la dottrina anti-semita!

    La preghiera per la conversione, una preghiara D'AMORE, è non solo indegno ma anche vergognoso che venga definita antisemitismo! E' vergognoso! E' vergognoso che si sia solo sollevata questa questione... e anche più volte!

    Posso solo pregare perchè questa crisi nella Chiesa possa essere superata nella coesione dei suoi Figli... Coesione sull'unica Fede. Che è Caritatevole nei confronti di chiunque!

    RispondiElimina
  18. Un sito con un sacco di documentazione, per capire meglio.
    http://www.geocities.com/Athens/Delphi/6919/ita_index.htm

    Un saluto

    RispondiElimina
  19. messaggio di newgold69

    per l'anonimo delle 12.56 che dice: "Perchè non possiamo parlarci guardandoci in faccia?
    Ma che razza di prete Sei?"

    io chiedo: tu che razza di cristiano sei!!!

    vuoi che ci guardiamo in faccia? sei lo stesso che ieri pretendeva che i tuoi interlocutori esponessero la carta di identità sul web? comincia te a dire che faccia hai, comincia te a mostrare il tuo volto.

    comincia te a dire chi sei, cosa fai, quanto hai sofferto a causa del cammino, che faccia bella avevi prima e che sguardo cupo hai ora a causa del senso del male che i neocat ti hanno addossato, ...

    i miei parrocchiani sanno chi sono, come pure il mio vescovo, come pure gli amministratori del blog che lo hanno comunicato a chi di dovere presso gli uffici della curia romana.

    smettila di rispondere con queste sciocchezze alle gravi accuse che vi si muove contro.
    e poi io mi rivolgevo ai preti... e tu che razza di persona sei per parlarmi in questo modo e intrometterti nel mio discorso e giudicarlo?

    ti ricordo che vige ancora il peccato "latae sententiae" prer chi oltraggia un consacrato e ordinato, come molti di voi fate su questo blog e come molti neocat hanno fatto verso la mia persona!!!

    RispondiElimina
  20. "Vorrei risponderti io con un'altra domanda:il peccato originale ha fatto marcire l'uomo?O è stato ferito?L'uomo con le proprie forze è libero di scegliere tra il bene è il male?Le opere dell'uomo possono condure alla salvezza?O basta dire io credo?£

    c'è UN MONDO INTERO in questa tua risposta che risponde con delle domande... se si trattasse dello stile rabbinico che formula domande tali da suscitare dentro di te le risposte, mi piacerebbe di più, e comunque:

    1. il peccato orginale è più che far marcire l'uomo: lo ha "allontanato" dalla presenza di Dio e ha introdotto in lui e nella creazione intera la morte e lo ha reso incapace di risollevarsi con le sue sole forze, anche se il Signore, come dice a Caino: "il peccato è accovacciato alla tua porta; verso te te è il suo istinto, ma tu dominalo" (Gn 4,1-16). Questo significa che l'uomo, se ha in sé la tendenza al male, ha anche la facoltà datagli da Dio di scegliere il bene
    E mi stupisce che nessun catechista quando ti propina quelle angosciose e tremende catechesi sulpeccato non citi mai, che - subito dopo la disobbedienza fatale - sia stato il Signore a cercare Adamo, a chiamarlo per nome e a dirgli: "Adamo, dove sei?"

    2. da questa, che è Parola di Dio, dobbiamo dedurre che l'uomo è libero di scegliere tra il bene e il male, ma diviene facilmente preda della schiavitù degli istinti e delle forze negative che possono inchiodarlo in situazionoi "di morte" (spirituale)

    3. le opere dell'uomo possono condurlo alla salvezza, alla sola condizione che siano "opere della fede", che significa che coincidano con quel "mettere in pratica" la Parola di Dio di cui parla Gesù in Matteo 7 e non nascano dal suo volontarismo, ma siano strettamente connesse alla "chiamata" alla "vocazione" ricevute da Dio

    4. Non basta "dire" io credo, bisogna "aderire" con tutta la persona e mettersi alla sequela del Signore e allora "io credo" diventa incarnazione e vita vera generata dal Padre nel Figlio col Figlio e per il Figlio...

    comprendi? Cioè non basta essere nella Chiesa o scritti nel libro del Cammino, perché il Libro della Vita e il nostro Nome Vero lo conosce solo il Signore e ce lo rivela man mano che gli rispondiamo con la vita e con le opere (della fede)... non con una fede professata solo a parole né con una appartenenza giuridica alla Chiesa o al Cammino

    Per poter rispondere con le opere della fede abbiamo bisogno della Grazia Santificante ricevuta nella Sua Chiesa attraverso i Sacramenti che generano in noi "il Suo Fglio, il Diletto", Colui in cui "si com-piace", perché quando lo guarda riconosce la sua immagine...

    Questo è quello che insegna la Chiesa e so che non è quello che insegna kiko, perché secondo lui l'uomo è inesorabilemente peccatore e lo ha salvato Cristo: il che è vero; ma il Signore Gesù, per salvarci, vuole la nostra risposta, non la nostra irresponsabilità o l'unica condizione di appartenere al cammino... dove sta scritto? Non basta nemmeno appartenere giuridicamente alla Chiesa in quanto Battezzati per essere salvati, occorre la risposta personale, fedele, continua, la conversione iniziale e permanente al Signore, l'orientamento a Lui alla Sua Parola ai suoi insegnamenti, il divenire in Lui con Lui e per Lui Eucaristia vivente...

    capisci bene che questo non può coincidere con l'obbedienza ad un catechista o ad un Kiko qualunque, qualunque siano i miraggi che ti offrono, perché LORO NON SONO IL SIGNORE, la cui PRESENZA PIENA e VERA è nella Sua Chiesa e nella Sua Eucaristia... la SUA non quella che celebrate voi...

    RispondiElimina
  21. Già! "Latae sententiae".

    Scusi Padre. Ha visto? Non riesco proprio ad avere il dono della sintesi! :-D

    Ma.... Vede in che disastro siamo???????

    RispondiElimina
  22. Ho letto adesso il mesaggio di di Steph, e ho visto che ha rispoosto ancor meglio di me, leggitelo bene...

    RispondiElimina
  23. Se la Salvezza è data dalla "organizzazione", l'Uomo passa in piano inferiore, non deve fare altro se non stare nell'"organizzazione", non deve discernere perchè non è necessario e deve per forza "fidarsi" per essere davvero salvo!

    Vedi Stephanoas,ciò che scrivi sono idiozie,il tuo problema è che hai preso una parte del CNC senza conoscere il resto.
    Innanzitutto nell'"organizzazione"
    ci sei Tu,noi siamo nella chiesa cattolica,poi avresti dovuto continuare le tue ricerche o continuare il CNC.IlCNC è un cammino di fede completa,difficile, per molti facile, per chi s'appoggia a GEsù Cristo.

    RispondiElimina
  24. Mic, io e te ci completiamo. Ringrazio Dio di averti incontrato!

    RispondiElimina
  25. Dice anonimo:

    "Vedi Stephanoas,ciò che scrivi sono idiozie,il tuo problema è che hai preso una parte del CNC senza conoscere il resto."

    Cosa? Ho preso "una parte"? Se c'è una ORGANIZZAZIONE che "ha preso una parte", quella è il CNC. Come da nostra esperienza e come ampiamente documentato! Le due cose, evidentemente, si vaporizzano ai vostri occhi quando mettono in discussione il CNC e il suo impianto! Cosa, questa, che purtroppo conferma la nostra analisi!

    Anche fosse "una parte" (e non lo è!) quella da me descritta, sarebbe più che sufficiente per chiudere baracca e burattini!!!! Ti pare poco???????

    Il problema è che il CNC E' UNA ORGANIZZAZIONE! E' UNA ASSOCIAZIONE! E' AL PARI, giuridicamente, di ACR. Ad esempio!

    E questo continuare a dare al CNC valore di DOGMA non fa che riconfermare quello che affermiamo... Purtroppo! Non credere che ne siamo felici!

    Dio ti assista.

    RispondiElimina
  26. mic ha detto...

    "Posso farti una domanda, Neutral? E sorta ieri nell'ambito di un gruppo che frequento: tu credi nel peccato originale?"

    Chiaro che credo nel peccato originale. Buona parte del senso del battesimo riguarda proprio il peccato originale. E guarda caso il CN si pone proprio come itinerario di riscoperta di questo Sacramento. Come potrei non crederci?

    RispondiElimina
  27. messaggio di newgold69

    per stephanos78

    non preoccuparti, anch'io faccio talvolta le prediche lunghe.

    ciao

    RispondiElimina
  28. mic ha detto...

    "trovo sensato e ragionevole quello che dici, Neutral e condivido che il Signore ci garantisce che "le porte degli inferi non prevarrano" contro di essa.
    Devo aggiungere un però: pur sapendo di essere servi inutili, non credo che il Signore ci esima dal fare quello che possiamo, nel nostro piccolo, per difendere la Sua Chiesa... perché è sempre di noi uomini che Egli si serve per condurre e costruire con noi la Storia... mentre c'è chi vuole costruirla secondo un progetto diverso da quello del Padre"

    Certo, la nostra parte la dobbiamo sempre fare. Ma più che fare da sentinelle contro chissà quante e quali cospirazioni (nessuno ci ha incaricato di questo), credo che il nostro compito sia quello di fidarci della nostra madre Chiesa. Di obbedirle, di rispettarla, di stare in comunione con lei.
    Questo è il nostro principale compito, per il resto possiamo fidarci e affidarci al Signore consapevoli che non permetterà al Nemico di vincere contro la Sua Chiesa.

    RispondiElimina
  29. neutral_milk disse:

    " di stare in comunione con lei. (La Chiesa Cattolica"

    come concili questo bel discorso, a parole, con la disobbedienza al papa-Arinze?

    RispondiElimina
  30. belleparole ha detto...

    "come concili questo bel discorso, a parole, con la disobbedienza al papa-Arinze?"

    Ho già spiegato più volte nei giorni scorsi il mio punto di vista su questa questione. Visto che trovo stupido ripetermi fino alla nausea non scriverò ancora al riguardo. D'altronde mic, stephanos e gli altri sanno già come la penso.

    RispondiElimina
  31. "credo che il nostro compito sia quello di fidarci della nostra madre Chiesa. Di obbedirle, di rispettarla, di stare in comunione con lei."

    perché secondo te, noi, cosa facciamo? Stiamo parlando mentre essa tace, o meglio, riempiamo il silenzio tra una direttiva e l'altra che voi non osservate...

    RispondiElimina
  32. comincia te a dire chi sei, cosa fai, quanto hai sofferto a causa del cammino, che faccia bella avevi prima e che sguardo cupo hai ora a causa del senso del male che i neocat ti hanno addossato, ...

    Ti rispondo domani

    RispondiElimina
  33. "Buona parte del senso del battesimo riguarda proprio il peccato originale."

    !!!???

    RispondiElimina
  34. mic ha detto...

    "Buona parte del senso del battesimo riguarda proprio il peccato originale."

    !!!???


    Sì mic, cosa c'è da essere sconvolti?

    http://www.va/archive/catechism_it/p2s2c1a1_it.htm


    Per la remissione dei peccati

    1263 Per mezzo del Battesimo sono rimessi tutti i peccati, il peccato originale e tutti i peccati personali, come pure tutte le pene del peccato.61 In coloro che sono stati rigenerati, infatti, non rimane nulla che impedisca loro di entrare nel regno di Dio, né il peccato di Adamo, né il peccato personale, né le conseguenze del peccato, di cui la più grave è la separazione da Dio.

    RispondiElimina
  35. Neutral.

    Lo stupore sta in quello che hai detto e in quello che hai postato credendo che lo confermasse!

    Il Battesimo è il Sacramento che rimette il peccato originale e tutti i peccati personali, come pure tutte le pene del peccato. E' il Sacramento dell'Adozione a Figli. Il Sacramento che dà lo Spirito di Figli Adottivi.

    Il Senso del Battesimo, non di "buona parte" di esso (!!!), è questo. Mediante il Battesimo si attua la nuova creazione che è la Redenzione. Perchè Dio in modo mirabile ha fatto l'uomo e in modo maggiormente mirabile l'HA REDENTO!

    Senza il Battesimo siamo perduti!

    E il CNC, purtroppo, non ha come scopo la "valorizzazione" del BAttesimo RICEVUTO! Questa era la speranza degli statuti scaduti!

    Il Cammino mette in atto un NUOVO battesimo, che si riceve al suo termine e dopo gli scrutini battesimali del CNC, non autorizzati MAI dalla CHiesa e mai consentiti da NESSUNO statuto, che incorpora alla Comunità e che la "elegge" a strumento necessario di salvezza!

    RispondiElimina
  36. "Sì mic, cosa c'è da essere sconvolti?

    http://www.va/archive/catechism_it/p2s2c1a1_it.htm"

    perché ci citi il sito del Vaticano (CCC) e non le catechesi dei tuoi iniziatori??? Perché sono 'segrete' e non si "dice nulla al di fuori"? Guarda che non me lo invento. Ormai lo sanno tutti (o quasi).
    E' quello che si chiama Camaleontismo nc, non credi?

    Ma dai!

    RispondiElimina
  37. Ciao Steph, e bentornato!

    Non ho avuto il tempo ancora di leggere i post di ieri e oggi, ma nel vederti volevo salutarti!

    Lara

    RispondiElimina
  38. ...ma che gli ho fatto a quello io???????????

    RispondiElimina
  39. Se è vero che la Chiesa è una e i nc fanno parte, perchè se ne sono appropriata a danno di altri battezzati cattolici?
    perchè vogliono l'esclusiva dell'uso delle sale parrocchiali, della preparazione ai battesimi, dei cresimandi, dell'animazione delle messe....
    Insomma perchè ci tengono da estranei in casa nostra?

    Si vergognino compreso chi gli lascia compiere questi sopprusi

    RispondiElimina
  40. ben tornato steph, sei un grande... MILLE AUGURI

    RispondiElimina
  41. Neutral_milk ha detto...

    Io credo sempre e fermamente che "le porte degli inferi non prevarranno contro di essa".
    E' il nostro Signore a garantircelo, non c'è congiura o cospirazione che tenga. Preoccuparsi delle cospirazioni (che indubbiamente ci sono e ci saranno sempre) mi sembra insensato di fronte alla forza di queste parole.

    Non prevaranno però non vuol dire
    che non esisteranno, anzi che la
    lotta sarà durissima fino alla fine dei tempi fa parte delle scritture.
    Allora si tratta con l'aiuto della Grazia e dello Spirito a badare "che nessuno v'inganni"

    RispondiElimina
  42. Non capisco tutte queste discussioni.

    RispondiElimina
  43. MENTRE CONTINUA IL CONTO ALLA ROVESCIA ALLA DOMUS AUREA PER L'APPROVAZIONE DELLO STATUTO NEOCAT, NELL'URBE SI PREPARA L'OCCORRENTE.

    Continua alla Domus Aurea Galilaeae il conto alla rovesciaa per l'approvazione dello statuto neocat, scandito dal grande pallottoliere meccanico ubicato nwella sala ovale.
    Le palle adesso scendono regolarmente con un intervallo di due minuti tra l'una e l'altra e solo saltuariamente qualcuna di esse esplode senza motivo.


    Intanto nel sacro palazzo romano, come riferito dal senor Kirikus, è stato pubblicato il calendario degli adempimenti che porteranno in data 27 .2 p.v. al grande evento:

    -14.2: predisposizione del tavolo nella sala prescelta;
    -15.2: reperimento della penna d'oca nel pollaio del sacro palazzo;
    -16.2: predisposizione della boccetta d'inchiostro speciale;
    -17.2: deposizione della tovaglia disegnata dal senor Kirikus sul tavolo;
    -18.2: collocazione su detta della penna e dell'inchiostro;
    -19.2: pausa di riposo per gli addetti;
    -20.2:reperimento del tampone assorbente per l'inchiostro in eccesso;
    -21.2: dislocazione del tampone assorbente vicino alla penna e alla boccetta d'inchiostro;
    -22.2: reperimento della copertina del documento su cui apporre la firma;
    -23.2:sistemazione di detta sul sacro tavolo;
    -24.2:misurazione dello spazio su detta per l'apposizione della firma;
    -25.2 sistemazione delle poltrone intorno al tavolo;
    -26.2: prove generali per la firma;
    -27.2 : corteo processionale e firma.

    RispondiElimina
  44. "Non capisco tutte queste discussioni"

    Paolo avverte (Ts 2,1): "Badate che nessuno v'inganni prima dovrà avvenire l'apostasia"

    S.Gregorio: "se i Pastori fuggono di fronte ai lupi, le pecore non possono far altro che difendersi da sole".

    Benedetto XVI: "Pregate per me perché non indietreggi davanti ai lupi"

    RispondiElimina
  45. Finalmente Mic hai iniziato a mettere il dito sul vero problema: le gerarchie corrotte.

    Non bisogna vergognarsi di parlare di questo e sopratutto di dire che l'espansione del Cn e' grazie anche ai sacerdoti, vescovi e cardinali.

    Ci sono palesemente due Chiese con liturgia e catechismo differente.


    E' su questo che si dovra pronunciare il Papa.

    Uriel

    RispondiElimina
  46. Caro freatello Neutral_Milk......

    la scorsa settimana ci avevi assicurato che lo statuto era già stato firmato e sarebbe stato reso pubblico nel giro di pochi giorni, massimo ad inizio della settimana prossima (questa).

    Come mai non si sente dire niente ancora?

    Ci dobbiamo preoccupare?

    RispondiElimina
  47. No,caro anonimo, se ci preoccupassimo significherebbe esser venuto meno il dvertimento che ci procurano le bugie enormi di questi Pinocchi del XXI secolo.

    RispondiElimina
  48. "Finalmente Mic hai iniziato a mettere il dito sul vero problema: le gerarchie corrotte."

    il vero problema non sono le "gerarchie corrotte" che voglio pensare possano essere ancora casi isolati... il vero problema è il Cammino in se stesso perchè è quello che è fa quello che fa...

    del resto ormai è noto che buona parte del suo successo, a parte l'apparente risposta che dà nell'impatto iniziale ad alcuni "bisogni" personali e collettivi, è stato determinato oltre che dalla capactà di penetrazione, anche dal 'segreto' che ancora in buona parte copre tanti insegnamenti e diversi risvolti pragmatici...

    oltre alle "gerarchie corrotte" una buona parte del problema può risiedere anche nelle gerarchie (e nel clero) ammaliate o convinte da abili presentazioni senza i dovuti approfondimenti... o sedotte dai "numeri", senza badare al sodo... ma qui si potrebbe anche parlare di "culpa in vigilando"

    RispondiElimina
  49. il vero problema è il Cammino in se stesso perchè è quello che è fa quello che fa...


    Ma non potrebbe farlo senza sacerdoti!!

    RispondiElimina
  50. "Ma non potrebbe farlo senza sacerdoti!!"

    sacerdoti sfornati dai Redemportis Mater o chissà come coinvolti (ignoranza, debolezza, connivenza, ricattabilità, altro...)
    Esempio: ad un sacerdote, mio amico della diocesi di Firenze, che chiedeva al vescovo (solo pochi mesi fa) di essere trasferito per non essere coinvolto nella parrochia neocatecumenale dove si trova, è stato detto testualmente dal vescovo, presente il cardinale: "sa lei che quando confessa seduce le ragazze?" Lui lo sa che non è vero, ma con questa "voce", sparsa puoi immaginare da chi, lo tengono inchiodato dov'è e non può dir nulla perché, se a dirglielo è il suo vescovo a chi dovrebbe ricorrere, al Papa? ti pare fattibile? Se al Papa fossero davvero arrivate tutte le denunce di tante persone e sacerdoti, credi che tacerebbe ancora?
    Non tutti riescono ad esser martiri, nel vero senso della parola come succedeva ai testimoni di un tempo, e farsi cacciar via e andare non si sa dove senza nessun sostegno né umano né finanziario... molti santi sacerdoti, negli anni '70, lo hanno fatto... sono tutti finiti presto e sono i veri martiri che forse nessuno conoscerà mai... e voi siete qui che continuate a impazzare anche su questo blog

    RispondiElimina
  51. 4. Non basta "dire" io credo, bisogna "aderire" con tutta la persona e mettersi alla sequela del Signore e allora "io credo" diventa incarnazione e vita vera generata dal Padre nel Figlio col Figlio e per il Figlio...
    Bene Mic,è proprio li che in CNC
    vuole portare l'uomo,Tu dimentichi
    che la stramaggioranza delle persone non hanno la minima dottrina sul peccato originale,sulla salvezza,sul matrimonio,ecc..
    vai in strada ferma il primo che ti capita e chiedi:cosè il peccato oiginale? cosè il Battesimo?Poi ritorna e dici la tua esperienza.

    RispondiElimina
  52. "Bene Mic,è proprio li che in CNC
    vuole portare l'uomo"

    questo è quello che dice, ma non quello che fa

    "Tu dimentichi
    che la stramaggioranza delle persone non hanno la minima dottrina sul peccato originale,sulla salvezza,sul matrimonio,ecc.."

    e secondo te si "formerebbero" o si "deformerebbero" con le idee che gliene darebbe il cammino?

    vorresti in ogni caso sostenere che il cammino è la vera "iniziazione cristiana"?
    Noi sosteniamo, invece, a ragion veduta, che è "iniziazione kikiana"!

    Questo tuo parlare a slogan e brevi concetti buttati lì non tiene in alcun conto e non rende ragione di tutte le nostre denunce e documentazioni...

    RispondiElimina
  53. Grazie per gli auguri ragazzi.

    E grazie per le vostre preghiere.

    RispondiElimina
  54. e, sempre batti e ribatti ignorando i contenuti espressi e usando ogni virgola utile per gli spot del cammino. Ma Bastaaa!!!!

    RispondiElimina
  55. per newgolds,non voglio offendere nessuno,tantomeno i sacerdoti,
    per me è assurdo che un sacerdote possà esprimersi come fai Tu.
    Io credo nel sacerdotizio, pertanto mi è difficile capire la forma di lotta che conduci.

    RispondiElimina
  56. Scendiamo nel particolare:

    2007 Kiko fa l'annuncio di Quaresima a San Paolo. Il parroco lo sa?

    2008 Kiko fa l'annuncio di Quaresima a Santa Francesca Cabrini.
    Il parroco lo sa?

    Le comunità celebrano nei locali parrocchiali; il parroco che celebra di solito nella prima comunità lo sa che il rito nc e' assolutamente difforme dalle disposizioni del Cardinal Arinze?

    Non so fino a che punto riesci a vedere il pericolo di queste situazioni.

    RispondiElimina
  57. Mic:
    "4. Non basta "dire" io credo, bisogna "aderire" con tutta la persona e mettersi alla sequela del Signore e allora "io credo" diventa incarnazione e vita vera generata dal Padre nel Figlio col Figlio e per il Figlio..."

    Filus:
    "Bene Mic,è proprio lì che in CNC
    vuole portare l'uomo"

    ne sei proprio sicuro? ...al Figlio di Dio, cioè Gesù? o a diventare "figli" di kiko con la stessa "natura" di Dio (!?)

    RispondiElimina
  58. "2007 Kiko fa l'annuncio di Quaresima a San Paolo. Il parroco lo sa?
    2008 Kiko fa l'annuncio di Quaresima a Santa Francesca Cabrini.
    Il parroco lo sa?"

    Allora insisti senza aver letto il mio post delle 13:49

    RispondiElimina
  59. Allora insisti senza aver letto il mio post delle 13:49


    L'ho letto, ed io non impazzo.
    Ma la realtà rimane: parte della Chiesa Cattolica in abito talare e' d'accordo.

    Personalmente non lo sono, ma i nc che girano in internet lo sanno ed usano l'arma in modo appropriato.

    RispondiElimina
  60. Dice uriel:

    "L'ho letto, ed io non impazzo.
    Ma la realtà rimane: parte della Chiesa Cattolica in abito talare e' d'accordo."

    Siamo sicuri che qurlla "parte" sia davvero "Chiesa Cattolica"? Non dico chi è in "accordo", che magari sa poco, ha paura, ecc. Ma chi appoggia consapevolmente e volutamente il cammino, in abito talare, siamo sicuri che sappia cosa significhi quell'abito e cosa sia la Chiesa Cattolica?

    RispondiElimina
  61. uriel sei tutti noi14 febbraio 2008 15:25

    Uriel (אוּרִיאֵל "Fiamma di Dio" nella lingua ebraica) è uno degli arcangeli della tradizione ebraica . Il suo nome potrebbe avere analogie con Uriah.

    Gli angeli menzionati nei vecchi libri della Bibbia Ebraica, sono senza nomi. Effettivamente, il rabbino Simeon ben Lakish di Tiberias (AD 230-270), asserisce che tutti i nomi specifici degli angeli vengono riportati dagli Ebrei di Babilonia, e alcuni critici moderni tendono ad acconsentire. Dei sette arcangeli del giudaismo post-esilio, solo tre, Gabriele, Michele e Raffaele, vengono menzionati per nome nelle scritture che gradualmente diventano accettate come la Bibbia canonica. Gli altri quattro, tuttavia, vengono nominati nel capitolo XXI del Libro di Enoch (II secolo a.C.): oltre Uriel questi sono Raguel, Sariel e Remiel. Nel libro di Enoch testimoniano a nome dell'umanità durante il regno degli Osservatori Caduti, (i Nephilim); loro rappresentano il caso dell'umanità per intervento divino, da quando gli Osservatori, guidati da Samyaza.

    Dove i quattro arcangeli erano aggiunti ai nomi dei tre, per rappresentare i quattro punti cardinali, Uriel generalmente rappresentava il quarto. Adempie a questo ruolo nel Libro Terzo del Paradiso perduto di John Milton, dove Uriel, in carica nell'orbita del Sole, asserve il ruolo di occhio di Dio, ma inconsapevolmente guida Satana verso la Terra appena creata.

    Uriel compare anche nel Secondo Libro di Esdra, un'apocrifa aggiunta nella tradizione della Letteratura Apocalittica creata da Esdra, nella quale il profeta Ezra pone a Dio una serie di domande, e Uriel viene inviato da Dio per istruirlo. Uriel è spesso identificato come il cherubino che "sta a guardia dei cancelli dell'Eden con una spada fiammeggiante", o come l'angelo che "veglia sul tuono ed il terrore" (1 Enoch). Nell'Apocalisse di Pietro appare come l'Angelo del Pentimento, rappresentato come se fosse senza pietà come un qualsiasi demone. Nella Vita di Adamo ed Eva, Uriel è visto come uno dei cherubini del terzo capitolo della Genesi. Egli è anche comunemente identificato come uno degli angeli che aiutarono a seppellire Adamo e Abele in Paradiso.


    Secondo le tradizioni della mistica medievale ebraica, Uriel è diventato l'Angelo della Domenica (Jewish Encyclopedia), Angelo della Poetica, e uno dei Sacri Sephiroth. Fu lui a lottare con Giacobbe a Peniel ed è raffigurato come l'angelo che decimò l'esercito del re assiro Sennacherib. Egli dice Noè dell'avvento del Diluvio che viene descritto nel Libro di Enoch.




    "Poi disse l'Altissimo, parlò il Sacro e il Grande, e mandò Uriel dal figlio di Lamech, e gli disse: 2. '〈Vai da Noé〉 e digli nel mio nome "Nasconditi!" e rivelagli che la fine si sta avvicinando: che l'intera terra sarà distrutta, e un diluvio sta per scendere su tutta la terra, e distruggerà tutto ciò che vi è sopra." - Enoch 1917 R. H. Charles (1 Enoch 10:1 Libro degli Osservatori)
    Egli controllò sulle porte d'Egitto che vi fosse il sangue d'agnello, durante le piaghe. Egli detiene inoltre la chiave dell'Inferno durante i Tempi della Fine, e condusse Abramo verso l'Ovest.

    Nella modernità, in un'ottica solo marginalmente Cristiana (Angeologia), Uriel è identificato variamente come serafino, cherubino, reggente del sole, fiamma di Dio, angelo della Divina Presenza, colui che presiede e vigila sul Tartaro (inferno), arcangelo della salvezza, e, in scritture successive, è identificato con Phanuel, "volto di Dio". È spesso raffigurato con un libro o un rotolo di papiro (per la sua saggezza). Uriel è un patrono delle Arti, ed è descritto da Milton come lo "lo spirito dalla vista più acuta in tutto il Cielo."

    In opere apocrife e relative alla qabbalah Uriel è stato assimilato o confuso con Nuriel, Uryan, Jeremiel, Vretil, Sariel, Puruel, Phanuel, Jehoel e Israfel.

    RispondiElimina
  62. stephanos uber alles14 febbraio 2008 15:27

    .... siamo sicuri che sappia cosa significhi quell'abito e cosa sia la Chiesa Cattolica

    RispondiElimina
  63. Siamo sicuri che qurlla "parte" sia davvero "Chiesa Cattolica"? Non dico chi è in "accordo", che magari sa poco, ha paura, ecc. Ma chi appoggia consapevolmente e volutamente il cammino, in abito talare, siamo sicuri che sappia cosa significhi quell'abito e cosa sia la Chiesa Cattolica?

    Al momento, almeno formalmente, lo e'.

    RispondiElimina
  64. chi appoggia consapevolmente e volutamente il cammino, in abito talare, siamo sicuri che sappia cosa significhi quell'abito e cosa sia la Chiesa Cattolica14 febbraio 2008 15:44

    grazie uriel, troppo buono

    RispondiElimina
  65. Uriel ha detto...

    "Scendiamo nel particolare:

    2007 Kiko fa l'annuncio di Quaresima a San Paolo. Il parroco lo sa?

    2008 Kiko fa l'annuncio di Quaresima a Santa Francesca Cabrini.
    Il parroco lo sa?"

    Lo sa. E no, di sicuro non è un prete uscito dal Redemptoris Mater o un prete "imambolato dal Cammino".


    Anonimo ha detto...

    "Caro freatello Neutral_Milk......

    la scorsa settimana ci avevi assicurato che lo statuto era già stato firmato e sarebbe stato reso pubblico nel giro di pochi giorni, massimo ad inizio della settimana prossima (questa).

    Come mai non si sente dire niente ancora?

    Ci dobbiamo preoccupare?"

    Caro anonimo,
    avevo detto che gli statuti erano approvati come è stato confermato da kiko all'annuncio della quaresima (se ho usato il termine "firmati" me ne scuso con tutti voi, anche se la differenza mi sembra minima)
    Sui tempi avevo dichiarato che non ero sicuro e che CREDEVO ci sarebbe stata l'ufficialità nei giorni immediatamente successivi, come dici. Purtroppo come ben sapete per l'ufficialità toccherà aspettare fine mese, sono il primo a rimanerne deluso. Ma si sa, la burocrazia richiede tempo, quindi armiamoci di santa pazienza e vediamo che succede...


    stephanos78 ha detto...

    "Neutral.

    Lo stupore sta in quello che hai detto e in quello che hai postato credendo che lo confermasse!

    Il Battesimo è il Sacramento che rimette il peccato originale e tutti i peccati personali, come pure tutte le pene del peccato. E' il Sacramento dell'Adozione a Figli. Il Sacramento che dà lo Spirito di Figli Adottivi.

    Il Senso del Battesimo, non di "buona parte" di esso (!!!), è questo. "

    Quanto scandalo per nulla. Ho scritto quelle cose di fretta, badando poco alla forma. All'inizio avevo scritto proprio che il senso del Battesimo è tutto lì, nella remissione del peccato originale. Ma poi mi è venuto in mente anche il senso di incorporamento alla Chiesa che pure fa parte di questo Sacramento e mi sono corretto.
    Come vedi, monti un casino per nulla.

    mic ha detto...

    "perché ci citi il sito del Vaticano (CCC) e non le catechesi dei tuoi iniziatori??? Perché sono 'segrete' e non si "dice nulla al di fuori"? Guarda che non me lo invento. Ormai lo sanno tutti (o quasi).
    E' quello che si chiama Camaleontismo nc, non credi?

    Ma dai!"

    Ma che c'entra? Stai saltando di palo in frasca istericamente. Datti una calmata e parti dal presupposto che io CREDO nella Chiesa Cattolica e nel suo Catechismo, quindi mi sento assolutamente in dovere di citarla quando si trattano questi temi. Ma qual è il tuo problema?? Vuoi che il CCC sia tutto tuo, vuoi essere l'unico che lo può citare?? Davvero, non offenderti ma in certi momenti sembra di parlare con un ragazzino...

    RispondiElimina
  66. perlaprecisione14 febbraio 2008 15:48

    al momento, almeno formalmente
    gli statuti sono scaduti e il CN
    e' disobbediente al Papa
    (lettera arinze)

    RispondiElimina
  67. Lo sa. E no, di sicuro non è un prete uscito dal Redemptoris Mater o un prete "imambolato dal Cammino".


    E' da qui che si dovrebbe partire.

    RispondiElimina
  68. stephanos78 ha detto...

    "Siamo sicuri che qurlla "parte" sia davvero "Chiesa Cattolica"? Non dico chi è in "accordo", che magari sa poco, ha paura, ecc. Ma chi appoggia consapevolmente e volutamente il cammino, in abito talare, siamo sicuri che sappia cosa significhi quell'abito e cosa sia la Chiesa Cattolica?"

    Stai facendo accuse parecchio gravi, stephanos. E dire che proprio tra i commenti a questo post newgold parlava del peccato latae sententiae "per chi oltraggiava un consacrato o un ordinato"
    E di sacerdoti "non RM" che appoggiano il cammino oltretutto ce ne sono parecchi...

    RispondiElimina
  69. E di sacerdoti "non RM"

    non sapevo che i sacerdoti avessero la targa come le auto!

    RispondiElimina
  70. Gli abusi sono tanti ma a quanto pare ...."non ci resta che piangere" e pregare perchè da quanto si comprende da questi ultimi post molti sacerdoti non possono parlare ed esporsi altri ci guazzano...E noi? A noi ci pensa qualcuno?Intendo oltre a Gesù Cristo che affida le scelte a all'uomo che si dovrebbe, per questo affidare alla sua Grazia attraverso il discernimento e non come un nuero da estrarre dalla bussola.

    Ma chi si fa chiamare pastore, fratello ,padre lo sa, lo capisce ciò che stiamo passando spiritualmente, psicologicamente e fisicamente per opera di questi delinquenti nc?

    Il parroco lo sa e non può fare nulla.Il vescovo lo sa e ha le mani legate. Il cardinale lo sa ma non è di sua competenza. Il Papa lo sa ma è boigottato...

    Amen

    RispondiElimina
  71. Il parroco lo sa e non può fare nulla.Il vescovo lo sa e ha le mani legate.

    Perche'?
    Possono' mandarli via dalla Parrocchia/e e' un loro sacrosanto diritto.

    RispondiElimina
  72. sadi ha detto...

    "Il parroco lo sa e non può fare nulla.Il vescovo lo sa e ha le mani legate. Il cardinale lo sa ma non è di sua competenza. Il Papa lo sa ma è boigottato..."


    Paranoia pura. Allucinante.

    Ma dai ragazzi, ma dite sul serio? Rileggete seriamente, a mente lucida. Se manco del papa vi fidate più, ma come stiamo messi?? Non vi fidate del papa, non vi fidate dei cardinali, non vi fidate della Chiesa insomma...vi fidate solo di voi stessi e di questo blog??

    RispondiElimina
  73. Paranoia pura. Allucinante.

    DIPENDE DA QUALE PUNTO DI VISTA GUARDI IL MONDO.

    RispondiElimina
  74. uriel uber alles14 febbraio 2008 16:09

    (urlando) "DIPENDE DA QUALE PUNTO DI VISTA GUARDI IL MONDO" .... (saetta) .... (terremoto) ...

    RispondiElimina
  75. (urlando) "DIPENDE DA QUALE PUNTO DI VISTA GUARDI IL MONDO" .... (saetta) .... (terremoto) ...

    Scritto in maiuscolo per te significa urlare.Dal mio punto di vista e' semplicemente scritto in maiuscolo.

    RispondiElimina
  76. Accuse Neutral? Quali? Nessuna accusa!

    Cerco solo di capire e cerco di non andare al manicomio! Anche se forse ci sto già!

    Siamo talmente relativisti, che adesso cercare di capire diventa in automatico una accusa oppure un insulto a non si sa chi!

    E' sempre stato insegnato dalla Chiesa Cattolica, che istruisce i SUOI affinchè non cadano in inganno (e quindi affinchè usino discernimento in modo ATTIVO e personale, senza delegarlo!), che colui il quale non dà adesione piena e operante alla Fede di Roma (Fede e Liturgia) non è in Comunione con Roma! Sia esso Prelato Ordinato da Roma (la qual cosa aggrava la sua posizione), Laico o religioso!

    Ciò che è accaduto da parte, ahinoi, di tanti Prelati relativamente alle disposizioni diramate dal Santo Pontefice nell'ormai famoso Motu Proprio sul Rito Santo e Venerabile di san Pio V, è assolutamente INCREDIBILE! A dirlo non ci si crede! Ma soprattutto la SUPERFICIALITA', la NON-CURANZA, la INERZIA con cui si "affronta" la situazione è ancora più grave! Vi sono "Vescovi" (permettimi le virgolette!) che in barba alla Tradizione Millenaria della Chiesa, in barba al CONCILIO VATICANO II, in barba al Papa (esiste ancora il Papato? Tu che dici?), mostrano che la Cattedra di Pietro è un'OPINIONE come tante!!!! Questo è assurdo! Non scandalizza nessuno! E' visto come normalità!!!!!!!!! MA TU RENDI CONTO O NO??????

    Vi sono Sacerdoti Ordinati da Roma (che forse si stava facendo un pennica mentre li ordinava sapendo CHI stava Ordinando!), che professano una Fede diversa da quella di Roma (I Sacerdoti DEL Cammino), i quali però sono legittimamente e giuridicamente Sacerdoti Cattolici! Tali Sacerdoti, in barba al Collegio Apostolico, in Barba alle Congregazioni, in barba soprattutto al Santo Padre, invece che mettere in atto IMMEDIATAMENTE la Lex Orandi della Chiesa, che è anche Lex Credendi, come non hanno fatto in 40 anni, dopo ripetute Istruzioni Magisteriali, ultima quella del Card. Arinze a nome del Papa, HANNO CONTINUATO COME NULLA FOSSE AD OBBEDIRE A TALE FRANCESCO ORGOGLIO, spagnolo!

    Invece di mettere in atto le disposizioni del Culto Divino IL GIORNO DOPO la promulgazione della Lettera (che è già grave, perchè dovevano agire DA SEMPRE come la Lettera chiede!), CHE LI RIGUARDA DIRETTAMENTE IN QUANTO SACERDOTI (e non "fratelli presbiteri" come li chiama il Cammino!)...cosa hanno fatto??????? NIENTE! Aspettano la "ulteriore disposizione" del Kiko! Anzi! Hanno eseguito a macchia di leopardo le disposizioni NON DEL PAPA, ma quelle di Kiko contenute nella lettera di "risposta" al Pontefice (MA PERCHE' DIAMINE HA RISPOSTO???)!!!

    Se questo per te, equivale ad una mia "generica e grave accusa", allora non so veramente se uscire ed andare al manicomio di mia spontanea volontà...oppure mandarci qualcun altro! Magari anche qualcuno che scrive qui!

    La cosa più folle è il modo così "candido" con cui si fanno passare queste assurdità!

    Sacerdoti Romani, almeno formalmente tali, ignorano (!!!) il Pontefice e i Vescovi e NIENTE SUCCEDE! QUESTO E' GRAVE, caro Neutral!

    RispondiElimina
  77. perlaprecisione14 febbraio 2008 16:14

    uriel smacchia a fondo
    senza strap

    uriel il nuovo detersivo neocatecumenale

    per cancellare tutti gli abusi recenti o del passato a mano o in lavatrice

    dove passa uriel non resta alcuna macchia
    piu' bianco non si puo'

    uriel il detersivo neocatecumenale
    per una veste sempre piu' bianca

    uriel, basta la parola

    RispondiElimina
  78. La cosa più folle è il modo così "candido" con cui si fanno passare queste assurdità!


    Direi normale. Il Cn sta diventando qualcosa di normale.
    Sta diventando anormale nutrire dubbi.

    RispondiElimina
  79. stephanos78 ha detto...

    "Accuse Neutral? Quali? Nessuna accusa!

    [...]"

    Scusami, sintetizzo il tuo discorso visto che è molto lungo: "nessuna accusa, è un dato di fatto che preti NC non sono cattolici ma sono contro la Chiesa". Giusto?

    Bene, questa dalle mie parti è esattamente quella che si chiama un' "accusa". Ed anche molto, molto grave.

    Ora, possibile che TU pensi di avere PIU' discernimento in materia di gente come Vescovi, Cardinali o Papi?? Ma ti rendi conto o no dell'assurdità della cosa?

    RispondiElimina
  80. Mi sembra di rivivere Gen.11.1 ... "Emigrando dall`oriente gli uomini capitarono in una pianura nel paese di Sennaar e vi si stabilirono" ... e fu una "babele" ...
    Abbiamo perso ... l'oriente

    RispondiElimina
  81. Dice Neutral:

    "Scusami, sintetizzo il tuo discorso visto che è molto lungo: "nessuna accusa, è un dato di fatto che preti NC non sono cattolici ma sono contro la Chiesa". Giusto?

    Bene, questa dalle mie parti è esattamente quella che si chiama un' "accusa". Ed anche molto, molto grave.

    Ora, possibile che TU pensi di avere PIU' discernimento in materia di gente come Vescovi, Cardinali o Papi?? Ma ti rendi conto o no dell'assurdità della cosa?"

    Quale discorso hai "sintetizzato"? Quello di un altro! Sicuramente! Quello che conviene per lamentare la solita quanto inesistente "sostituzione di ruolo"!
    Anche se i discorsi sono "lunghi" (forse perchè si tratta di argomenti molto complessi????????), andrebbero letti! Ma soprattuto compresi!

    Allora: io sarei "assurdo" e starei discendo assurdità... O al limite mi starei sostituendo a qualcuno (MADDECHE'!)!

    Invece la situazione relativa ai Sacerdoti RM, "fratelli presbiteri" del CNC (!!), CHE NON ESEGUONO ISTRUZIONI CHE LI RIGUARDANO DIRETTAMENTE IN QUANTO SACRI PASTORI E CAPI DEL CORPO, che eseguono istruzioni di un Laico capo di una Associazione Laicale (!!!!), invece di quelle del SANTO PADRE (!!!!)....è una situazione NORMALE! GIUSTO????????

    MADONNINA MIA!

    RispondiElimina
  82. Invece la situazione relativa ai Sacerdoti RM, "fratelli presbiteri" del CNC (!!), CHE NON ESEGUONO ISTRUZIONI CHE LI RIGUARDANO DIRETTAMENTE IN QUANTO SACRI PASTORI E CAPI DEL CORPO, che eseguono istruzioni di un Laico capo di una Associazione Laicale (!!!!), invece di quelle del SANTO PADRE (!!!!)....è una situazione NORMALE! GIUSTO????????


    Milk ha un punto di vista diverso dal tuo. Sono due modi di usare l'intelligenza sicuramente notevole in entrambi.Peccato che, sempre dal mio punto di vista, Milk lanci stoccate su pensieri altrui. Forse e' ora che esca allo scoperto.

    RispondiElimina
  83. quoto stephanos14 febbraio 2008 16:36

    neutral leggi con maggiore attenzione quel che Stephanos dice alle "sette chiese".

    RispondiElimina
  84. "Ma che c'entra? Stai saltando di palo in frasca istericamente. Datti una calmata e parti dal presupposto che io CREDO nella Chiesa Cattolica e nel suo Catechismo, quindi mi sento assolutamente in dovere di citarla quando si trattano questi temi. Ma qual è il tuo problema?? Vuoi che il CCC sia tutto tuo, vuoi essere l'unico che lo può citare?? Davvero, non offenderti ma in certi momenti sembra di parlare con un ragazzino..."

    Mic non ha bisogno di essere difeso da me,ma questa sciocca e illogica reprimenda di Neutral_milk non ha bisogno di commenti.Ricordo che mic gli aveva risposto perchè gli obiettava la citazione del catechismo e ricordo,soprattutto,lo svarione di Neutral_milk sul battesimo che mic gli aveva sottolineato e su cui ora fa finta di niente

    subdole tattiche neocatecumenali,non altro

    RispondiElimina
  85. "Milk ha un punto di vista diverso dal tuo. Sono due modi di usare l'intelligenza sicuramente notevole in entrambi.Peccato che, sempre dal mio punto di vista, Milk lanci stoccate su pensieri altrui. Forse e' ora che esca allo scoperto."

    che significa?

    RispondiElimina
  86. Oremus (con sadi)14 febbraio 2008 16:39

    Ma chi si fa chiamare pastore, fratello ,padre lo sa, lo capisce ciò che stiamo passando spiritualmente, psicologicamente e fisicamente per opera di questi delinquenti nc?

    Il parroco lo sa e non può fare nulla.Il vescovo lo sa e ha le mani legate. Il cardinale lo sa ma non è di sua competenza. Il Papa lo sa ma è boigottato...

    Amen

    RispondiElimina
  87. gert è adirato con te perchè hai detto a milk che è intelligente!

    RispondiElimina
  88. rettore universitario14 febbraio 2008 16:41

    MILK la commissione ti ha bocciato. Ripassa meglio il peccato originale.

    RispondiElimina
  89. "Milk ha un punto di vista diverso dal tuo. Sono due modi di usare l'intelligenza sicuramente notevole in entrambi.Peccato che, sempre dal mio punto di vista, Milk lanci stoccate su pensieri altrui. Forse e' ora che esca allo scoperto."



    Era riferito al post Steph e non a Gert.

    L'azione di Milk mi sembra quella di un demolitore delle idee altrui, senza pero' di fatto proporre nulla di nuovo. Chi demolisce una casa non puo' proporre di ricostruire la casa che ha demolito. Se Milk attacca un pensiero cattolico non puo' poi riproporre post cattolici.

    RispondiElimina
  90. "Milk ha un punto di vista diverso dal tuo. Sono due modi di usare l'intelligenza sicuramente notevole in entrambi."

    il problema dei sacerdoti neocatecumenali è un grosso problema e non è una questione di "punti di vista". Forse ci siamo avvero arrivati alla Grande Apostasia e un nick come quello del quarto arcangelo (!?) che chi sa perchè la Chiesa cattolica non ha ritenuto di abbinare alla festa dei Santi Aracangeli Michele, Grabriele, Raffaele, non è per niente rassicurante

    RispondiElimina
  91. "gert è adirato con te perchè hai detto a milk che è intelligente!"

    perchè dovrebbe disturbarmi l'intelligenza di Milk.Penso che potrebbe essere usata meglio

    RispondiElimina
  92. gert è adirato con te perchè hai detto a milk che è intelligente!

    Anche Gert lo e'. Milk lo e' come lo e' m, quotter etc.
    Dipende l'uso che se ne fa.

    RispondiElimina
  93. "Forse e' ora che esca allo scoperto."

    era questo a cui dicevo che significa

    RispondiElimina
  94. Mi sembra che il nostro fratello uriel sia tutt'altro che NC o mi sbaglio?

    RispondiElimina
  95. il problema dei sacerdoti neocatecumenali è un grosso problema e non è una questione di "punti di vista".

    Per te, per un nc no.
    Se tu fossi cresciuto in una famiglia nc oggi ragioneresti in maniera diversa. Buon per te che sei schierato con la Chiesa Cattolica.

    RispondiElimina
  96. "E di sacerdoti "non RM"
    non sapevo che i sacerdoti avessero la targa come le auto!"

    forse non è una targa è un Marchio

    RispondiElimina
  97. "Per te, per un nc no.
    Se tu fossi cresciuto in una famiglia nc oggi ragioneresti in maniera diversa. Buon per te che sei schierato con la Chiesa Cattolica."

    grazie al C****.è chiaro che per un nc non è un problema,ma sono c***i amari che non lo e' per le
    gerarchie

    RispondiElimina
  98. "Forse e' ora che esca allo scoperto."

    I post di nc che ho letto sul blog mi sono sempre sembrati molto ironici, piu' sul prendere velatamente in giro che altro.
    Usano piuttosto argomenti cattolici per "difendersi" da chi cattolico lo e'.
    Non ho mai letto un post che spieghi i Passaggi, che accenni alle domande degli scrutini. Quando interpellati direttamente su temi precisi non hanno mai fornito spiegazioni chiare.
    Ultimo m che ha incantato con le sue citazioni ma poi e' andato via, intelligentemente dico, perche' non avrebbe avuto piu' nulla da scrivere.

    Tanto per gradire, da parte di milk o quotter un commentino alla terza domanda dello scrutinio della Traditio: Chi e' per te Gesu Cristo. Si risponde un Profeta.

    RispondiElimina
  99. "Direi normale. Il Cn sta diventando qualcosa di normale.
    Sta diventando anormale nutrire dubbi."

    è davvero così assiomatico? o è linguaggio tipico da catechista

    RispondiElimina
  100. è davvero così assiomatico? o è linguaggio tipico da catechista.

    Dal punto di vista mediatico il Cn e' cattolico. Per vedere oltre ci vuole abbastanza, e non tutti ci riescono.

    RispondiElimina
  101. non sono ancora riuscito a leggere tutti i post. C'è stata un'alluvione!

    "L'azione di Milk mi sembra quella di un demolitore delle idee altrui, senza pero' di fatto proporre nulla di nuovo. Chi demolisce una casa non puo' proporre di ricostruire la casa che ha demolito. Se Milk attacca un pensiero cattolico non puo' poi riproporre post cattolici."

    Non si sa se Milk è consapevole o meno di attaccare un pensero cattolico, lui attacca pensieri critici nei confronti del cammino che ritiene cattolico e propone post cattolici per camaleontismo e perchè è impossibile per lui fare citazioni kikarmenke

    RispondiElimina
  102. "Dal punto di vista mediatico il Cn e' cattolico. Per vedere oltre ci vuole abbastanza, e non tutti ci riescono."

    purtroppo questo è vero e per questo ci sembra di gridare nel deserto :(

    RispondiElimina
  103. Non si sa se Milk è consapevole o meno di attaccare un pensero cattolico.

    Non sottovalutare. I nc che scrivono qua sanno cosa fanno e la loro linea di azione e' fluida e coordinata.
    Sei sempre troppo buono.

    RispondiElimina
  104. "Direi normale. Il Cn sta diventando qualcosa di normale.
    Sta diventando anormale nutrire dubbi."

    questa "sembrerebbe" la tragica realtà, ma bisogna continuare ad essere "anormali"

    RispondiElimina
  105. "Non sottovalutare. I nc che scrivono qua sanno cosa fanno e la loro linea di azione e' fluida e coordinata.
    Sei sempre troppo buono."

    Questo sembra (non solo a me) chiaro da un pezzo. Ma non abbiamo altro che controbattere con pazienza, costanza e fermezza... anche perché strada facendo la verità si delinea sa sola...

    RispondiElimina
  106. purtroppo questo è vero e per questo ci sembra di gridare nel deserto :(

    Cio' che fai in questo blog non e' gridare nel deserto. Stai preparando un futuro nella Chiesa.

    RispondiElimina
  107. "Cio' che fai in questo blog non e' gridare nel deserto. Stai preparando un futuro nella Chiesa."

    sto dando voce alla Chiesa il futuro lo prepara il Signore

    RispondiElimina
  108. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  109. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  110. sto dando voce alla Chiesa il futuro lo prepara il Signore

    Certo che il futuro lo prepara il Signore, ma la nostra adesione personale lo rende possibile.

    RispondiElimina
  111. "Certo che il futuro lo prepara il Signore, ma la nostra adesione personale lo rende possibile."

    OK e continuerò a farlo anche se dovessi rimanere solo io; ma sono convinto che il Signore non abbandona i Suoi e credo e spero che ne siano tanti che operano nel nascondimento

    RispondiElimina
  112. ma oggi non è il momento di tacere e io mi sono trovato senza volerlo nella schiera di chi, oltre a pregare e sperare, parla...

    RispondiElimina
  113. Voi siete pazzi, non ho più altro da dire. Se pensate che la mia azione sia coordinata da chissà chi, vi siete bevuti il cervello, siete da ricovero immediato. Fatevi vedere da uno bravo, perchè ne avete bisogno.

    Basta davvero buttare il mio tempo. Vi auguro di trovare il Signore, come lo auguro a me stesso. Buona vita.

    RispondiElimina
  114. Voi siete pazzi, non ho più altro da dire. Se pensate che la mia azione sia coordinata da chissà chi, vi siete bevuti il cervello, siete da ricovero immediato. Fatevi vedere da uno bravo, perchè ne avete bisogno.

    Basta davvero buttare il mio tempo. Vi auguro di trovare il Signore, come lo auguro a me stesso. Buona vita.

    Appunto come volevasi dimostrare.
    La fuga e' indispensabile.Il nick e' bruciato ma altri verranno, perche' qui si combatte una vera battaglia.

    RispondiElimina
  115. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  116. "Ci sono palesemente due Chiese con liturgia e catechismo differente.

    E' su questo che si dovra pronunciare il Papa."

    Ho dato una scora ai post e ho trovato questo.Sai bene che è vero non solo riguardo ai neocatecumenali.

    Direi che il Papa ha già cominciato a pronunciarsi e, tutto sommato, stanno venendo alla luce anche i dissidi sommersi... non credo sia un male, anzi... anche se può indurre sgomento la portata del dissenso

    RispondiElimina
  117. "La fuga e' indispensabile.Il nick e' bruciato ma altri verranno, perche' qui si combatte una vera battaglia."

    sul fatto che altri verranno non ci sono dubbi, ma credo che la vera battaglia si stia combattendo altrove, non qui!

    RispondiElimina
  118. Vorrei rispondere all'anonimo che ha postato il brano del cieco nato, naturalmente cancellato, perché qui abbiamo l'abitudine di parlare con le nostre parole nutrite dalla Parola e di non strumentalizzare la Sacra Scrittura

    RispondiElimina
  119. sul fatto che altri verranno non ci sono dubbi, ma credo che la vera battaglia si stia combattendo altrove, non qui!

    Non sottovalutare: la battaglia si combatte ovunque ed anche qui.

    L'anonimo voleva rispondere alla seguente domanda:
    Tanto per gradire, da parte di milk o quotter un commentino alla terza domanda dello scrutinio della Traditio: Chi e' per te Gesu Cristo. Si risponde un Profeta.

    RispondiElimina
  120. Milk dice una cosa a cui tenderei a credere,
    invitando anche a non lasciarsi
    andare troppo alla facile tentazione di vedere cospirazioni ovunque.

    Il fatto e' che quando un sistema totalitario e' ben radicato
    non c'e' nemmeno bisogno di coordinare
    alcune offensive in modo esplicito
    ci sono sempre i superzelanti che
    agiscono senza nemmeno che sia necessario
    ricevere un'ordine.

    Questo e' un fatto comune anche se non
    notissimo (specie in questa sua accezione psicologica)
    a cui purtroppo assistiamo spesso anche in altri ambiti....

    RispondiElimina
  121. "L'anonimo voleva rispondere alla seguente domanda:"

    non avevo potuto fare l'aggancio, perché non ero riuscito a leggere tutti i post

    RispondiElimina
  122. "non c'e' nemmeno bisogno di coordinare alcune offensive in modo esplicito"

    in parte è vero, ma ho pensato più di una volta che, mentre noi andiamo a ruota libera e ci inseriamo di volta in volta nel contesto che troviamo, loro spesso concertino gli interventi e non di rado tornano dopo del tempo su cose già concluse per ripuntualizzare qualcosa (prova di esame accurato anche a posteriori)...

    Direi meglio, loro fanno anche un'azione di squadra noi siamo in sintonia ma agiamo singolarmente, tutt'al più traiamo spunti, l'uno dall'altro, ci confrontiamo, ma credo si noti che non abbiamo alcuna orchestrazione...

    Credo e spero che la "cabina di regia" ce l'abbia il Signore, che ognuno di noi ascolta e segue nella Sua Chiesa...

    RispondiElimina
  123. Mi arriva un SMS trafelato da parte di un'amica: corre voce che i neocatecumenali avrebbero appena avuto l'approvazione definitiva dello statuto, che verrebbe pubblicata giovedì 28 febbraio.

    Magari questa è la volta buona (buona solo per la setta neocatecumenale): vuol dire che dal 28 febbraio 2008 chiunque voglia l'approvazione della Chiesa, anziché sottoporsi umilmente al giudizio della gerarchia cattolica, potrà più comodamente ripetere per un miliardo di volte che l'approvazione è vicina, è prossima, è cosa fatta, è in dirittura d'arrivo, è praticamente pronta, è stata già quasi firmata, è stata garantita verbalmente, è ormai già data...

    Anche i testimoni di geova, non riuscendo a provocare la fine del mondo, continuano ad annunciarla come imminente. Hanno senza dubbio copiato la tecnica di Kiko e Carmen.

    Ho dato un'occhiatina rapida a numerosi siti pro-neocatecumenali: nessuna traccia del fatidico "28 febbraio". Questo significa che tra i neocatecumenali c'è una colossale epidemia di scaramanzia.

    Nel frattempo corro tosto a rileggermi l'articolo "28 maggio 2007: approvazione statuti, è partita la volata" dell'ineffabile Korazym. Una volata di nove mesi, davvero un fulmine. A ciel sereno.

    RispondiElimina
  124. anche a me oggi è arrivata la telefonata accorata di un'amica toscana che dava per certa la data del 27...
    speriamo che sia solo un dare i numeri ;)

    RispondiElimina
  125. I sacerdoti che appoggiano il cammino,anche senza esservi dentro, non sono oppurtunisti, come pensano tanti.
    Secondo me c'è una cosa che le persone 'normali', mai state in una setta non riescono a capire, e cioè che se si è partecipato a una celebrazione si resta in qualche modo catturati dalla rete.
    La parte razionale della persona resta sopraffatta dalla parte emotiva, che il cammino nc mette in azione. Avere accanto una comunità nc, parteciparvi talvolta fa sperimentare un sentirsi 'bene' , una sensazione di 'essere a casa', che fa chiudere gli occhi sugli errori e sui maltrattamenti psicologici.
    Di conseguenza si tende a dare poca importanza alle critiche.

    E qui chiedo aiuto agli esperti, ma per me è come se gli effetti di una celebrazione nc, si sovrapponessero e venissero a coincidere con gli effetti di un'esperienza spirituale molto forte, con la differenza che quest'ultima, essendo di natura soprannaturale, cambia l'anima umana, mentre quella nc è effimera e non incide sul progresso spirituale della persona.
    Però a degli occhi estranei risulta difficile discriminare i due tipi di esperienze, e questo spiega il silenzio di vescovi e sacerdoti, ma anche quello di tanti nc fuoriusciti.

    RispondiElimina
  126. E qui chiedo aiuto agli esperti,

    Felice, pinkus, gherardo,lt, esperti del settore, intervenite!!!!!

    RispondiElimina
  127. ma se disgraziatamente verrà firmato il decreto la chiameremo ancora setta?

    RispondiElimina
  128. io intanto me li gioco 28 5 20 7; non si sa mai

    RispondiElimina
  129. ad imperitura memoria14 febbraio 2008 18:44

    MIC dixit: "Vorrei rispondere all'anonimo che ha postato il brano del cieco nato, naturalmente cancellato, perché qui abbiamo l'abitudine di parlare con le nostre parole nutrite dalla Parola e di non strumentalizzare la Sacra Scrittura"

    RispondiElimina
  130. La chiameremo sempre setta, perchè ne ha tutte le caratteristiche.

    E cominciamo a dire ai nc che quel leggero senso di insoddisfazione che provano, non dipende dal fatto di non essere riusciti a superare il loro peccato, ma viene dal loro cuore che li sta avvertendo che c'è qualcosa che non va.

    RispondiElimina
  131. E noi che ci siamo stati dentro abbiamo più diritto di altri di chiamarla col suo vero nome di SETTA.

    RispondiElimina
  132. ma se la battaglia continuerà non sarà la dimostrazione che tutta la tiritera sugli statuti scaduti era una baggianata?

    RispondiElimina
  133. Se per disgrazia dovesse esser firmato il decreto mi prometti di scrivere una lettera con nome cognome data di nascita con la quali confermi che è una setta?

    RispondiElimina
  134. caro mic, ti ricordi i bei tempi in cui parlavamo del "sacrificio vicario"? li rimpiango, qui, ora è solo un casino

    RispondiElimina
  135. Vuoi che scriva le mie memorie?
    Per esempio un libro che si intitola:

    "Tutto quello che avreste sempre voluto sapere sul cammino e che non avete mai osato chiedere"

    Sì, si può fare.

    RispondiElimina
  136. messaggio di newgold69

    carissimi tutti, quella che vi posto è l'ultima boiata che ho letto su abba padre neocatcumenali online.

    mi limito a postarla, poi stasera leggerò i vostri commenti e poi farò i miei perché ho un incontro!

    roba da scomunica immediata!!!

    eccola:

    Titolo del forum: in quaresima niente fiori sull'altare

    Messaggio 1 di 2 nella discussione

    Da: 3°servi (Messaggio originale)
    Inviato: 14/02/2008 8.06
    L'Ordinamento Generale del Messale Romano dice: "Nel tempo di Quaresima é proibito ornare l'altare con fiori. Fanno eccezione tuttavia la domenica Laetare...". La stessa cosa è detta nel Cerimoniale Episcoporum.
    Nelle comununità della mia parrocchia questa indicazione non è rispettata. Credo sia un abuso che riguardi moltissime celebrazioni "neocatecumenali" e che deve essere corretto.
    Chiedo a P. Egidio di spendere due parole a riguardo. Altra questione è il ballo finale: é bene non farlo in questo tempo quaresimale?
    Ringrazio fin d'ora P. Egidio.
    Buon Quaresima.

    Messaggio 2 di 2 nella discussione

    Da: Staff-AbbaPadre
    Inviato: 14/02/2008 10.41
    Carissima 3°servi,
    intanto non so il tuo nome, nè la tappa, nè la parrocchia
    tranne il fatto che si troverebbe in quel di Padova e che sei didascala.
    Mi accorgo solo che "sei.. sfuggita" al mio controllo sull'elenco iscritti.
    Premesso questo, tu mi poni una domanda piccola che richiede una risposta grande, capace di riempire un volume.
    Ti dò un'idea dei possibili capitoli da trattare:
    - Principi / Norme
    - Messale
    - Messale Romano
    - Quaresima
    - Tempo quaresimale
    - Altare
    - Altare con fiori
    - Abuso
    - Celebrazioni "neocatecumenali"
    - Ballo finale
    - Soprattutto: Catecumenato.
    Ti lascio immaginare che vespaio solleverei! Ti dico solo questo, ora come ora:
    da una decina d'anni, è sorta una nuova materia teologica, Il Catecumenato.
    Questo Catecumenato si ispira e si sviluppa attorno ad uno ed un solo principio costitutivo: Separazione e Distinzione.
    La prima riguarda le Persone, Fedeli / Catecumeni; la seconda, "l'agire" (=riti, celebrazioni, etc.) degli stessi.
    T'invito a riflettere sul significato di queste parole-principio: separazione, distinzione.
    Un aiutino: se i fedeli fanno come i catecumeni, chi sono gli uni e chi gli altri? O tutti Fedeli, o tutti Catecumeni.
    Tutti sarebbero fedeli, nessuno catecumeno e viceversa.
    Pace.
    fra_egidio

    RispondiElimina
  137. Così come è, in sostanza il CN è una setta. I fatti parlano da soli e, anche se per salvare capra e cavoli, approvandoli la cosa resta tale.

    RispondiElimina
  138. le considerazioni di michela sono giuste... l'emotivo sotterra il razionale... è come se si entra a far parte di un mondo irreale fatto di atmosfere rarefatte accompagnate da canti, balli e LOVE BOMBING

    RispondiElimina
  139. E per questo anche le sale a forma di 'planetari' per crearti la sensazione di toccare le stelle con le mani!

    RispondiElimina
  140. alle catechesi ho sentito una delle + grosse "stronzate" (come dice qualcuno di me sul blog clonato) che mettono in evidenza quanto chi vive queste realtà sia completamente immerso in un "sogno ad occhi aperti":

    "Se sei su una scala e perdi l'equilibrio, e riesci ad aggrapparti ad una pertica... è perkè Dio ha voluto ke nn ti facessi male"

    ... e il concetto di arco riflesso??? ma forse io penso troppo... hihihi

    RispondiElimina
  141. parto dalla vostra buona fede,ma davvero pensate che il cammino neocatecumenale sia un male?non ho capito bene cosa criticate..gli uomini che ne fanno parte,o il sistema(approvato dalla chiesa cattolica apostolica romana)...
    se la vostra critica è verso gli uomini..mi metto anche io nel mezzo..faccio parte del cammino,e sò di essere un peccatore,che sbaglia...una volta un sacerdote mi ha detto che il "bene dire" e il "bene fare" sono connessi solo in Gesù che è Dio...quindi di che vi meravigliate?degli errori dei catechisti?degli errori dei sacerdoti che trovano la vocazione anche grazie al cammino?
    se questa realtà non viene dallo spirito santo..non temete,presto si disperderà...ma se viene da Dio..sarete pronti a lottare contro di Lui?
    Vi saluto, incitandovi a pregare gli uni per gli altri..affinchè Il Signore ci aiuti ad essere Uno in Cristo Gesù..

    RispondiElimina
  142. Cara Michela

    quello che descrivi e' vero.
    Per molti sacerdoti che non sanno
    cosa e' una setta e hanno accesso
    solo parziale a quello che si predica e si pratica nel CN non e' facile accorgersi subito che qualcosa non va, e quando
    i primi sentori cominciano a balenare
    spesso e' gia tardi per tornare indietro.

    Io poi riguardo l'approvazione
    e la settarieta' del CN
    voglio ribadire che non ho mai dichiarato esplicitamente che il CN e' una setta, ma ho sempre sostenuto per esperienza diretta e per studi seguenti fatti che le tecniche e pratiche adottate nel CN sono molto simili a quelle adottate nelle sette, supportando queste affermazioni con la letteratura esistente sulle sette.
    Similitudine che sulla base di questo supporto e' oggettiva.

    Tutti quelli che hanno fatto esperienza
    del CN sulla base di quegli elementi
    poi possono meglio esprimere il proprio giudizio sul CN.

    Purtoppo se l'approvazione avverra' anche del Direttorio in modo solo formale tale da lasciar le cose come sono, allora quelle tecniche e pratiche
    da psicosetta rimarranno in campo
    e i danni arrecati dal CN in questi anni
    continueranno a essere perpetuati.

    Le gerarchie non sono svelte a
    capire i danni che queste "associazioni" con carattere settario possono provocare anche alla reputazione della Chiesa stessa
    ed e' triste constatare che la rapidita' di reazione aumenta solo quando viene toccato il portafoglio (vedi scandalo pedofili...)


    Gli abusi psicologici perpetrati negli scrutini non ce li siamo certo inventati
    se quelli rimarranno il CN continuera' a lasciare la sua scia di persone "abusate" senza che queste abbiano nessun appiglio per evitare che l'abuso si ripeta.

    Persone che volendo rimanere fedeli alla Chiesa sono pure costrette a lottare
    con se stessi per paura di "diffamare la Chiesa".

    Ed infatti e' questa la volgarissima accusa che e' propria degli stupratori psicologici che molti NC ci rinfacciano.

    E' la stessa minaccia psicologica
    ( che avolte non hanno nemmeno bisongo di fare esplicitamnte), anche se di un livello di gravita' superiore,
    che i preti stupratori
    impongono alle loro vittime quando
    le fanno sentire addirittura colpevoli per l'abuso.

    RispondiElimina
  143. "...quindi di che vi meravigliate?degli errori dei catechisti?degli errori dei sacerdoti che trovano la vocazione anche grazie al cammino?"

    Non sono gli 'errori' a 'meravigliare' ma gli ORRORI e volontari!

    RispondiElimina
  144. Per quanto riguarda la differenza fra l'esperienza di una setta e un'esperienza spirituale forte io direi che all'inizio sono molto simili.

    Le sette portano a una esperienza semispirituale, la inducono sistematicamente
    perche' si appellano alle buone aspirazioni e alla parte buona di ogni essere umano.
    Lo fanno pero' in modo manipolatorio,
    in modo da rendere quell'esperienza
    in realta' una esperienza spirituale deformante, contaminandola fin dall'inizio con qualche tentazione e qualche richiamo subliminale a quelle parti "meno spirituali" e molto piu' terrene di ogni individuo.

    Per indurre tali esperienze usano oltre
    che il Love Bombing gia' citato anche un tipo di predicazione "ipnotica"
    fatta in modo ripetitivo e uguale (associata con canti). E infatti se vedete il modo di "riportare" le catechesi da parte dei catechisti e'
    riprodotto quasi in serie.

    E' comune a molte
    sette il fatto di produrre negli adepti
    inizialmente una fortissima sensazione
    di benessere, una sensazione che diventa
    quasi additiva (nel senso inglese) e tende a far rimanere
    ancorati alla setta stessa.

    Ma sono cose che abbiamo gia' approfondito...

    RispondiElimina
  145. E su abba padre neocatecumeni ci sono delle persone che si 'affidano' a questo fra Egidio? ... Questo è da segnalare!!!!
    Da una parte in poche parole si conferma da solo quanto veniamo dicendo , dal "sfuggito di controllo..." al più pazzezco discorso, che poi nemmeno risponde sennò indirettamente alla domanda, che con la "separazione e distinzione" di cui fanno parte (in pratica eletti...) è lecito fare tutto quanto (cantare, ballare, fiori, ecc.ecc.ecc) minimizzando gli insegnamenti della Madre Chiesa.

    Questo se non è il francesco orgoglio è uno molto ben allenato ad imitarlo sulla rete con lo stesso meccanismo!
    Attenzione fratelli nc!

    RispondiElimina
  146. Carissimi Fratelli, Didascale e Didascali, Tappe e Tappi,

    è sorta da alcuni anni una nuova disciplina che si chiama Cacatecumenato, che - come spiega il nome - provvede a dispensare cacate a tutte le tappe.

    La domanda che mi poni richiederebbe un libro, anzi, cento libri, poiché di fronte ad un abuso le scuse non bastano mai, le foglie di fico non coprono mai abbastanza, le giustificazioni non riescono mai credibili.

    Occorre perciò inondare di vuote parole gli interlocutori, alluvionare di inutili chiacchiere i "Faraoni", sommergere di fastidiosissime disquisizioni i critici del Cammino, in modo da evitare di affrontare il problema, in modo da non confrontarsi con la verità, così come ci hanno sempre insegnato Carmen e Kiko.

    Ed infatti io stesso ti rispondo, o Didascala di sconosciuta Tappa: se per una questione secondaria come i fiori, noialtri rispondiamo che occorrono cento libri per coprire la crassa ignoranza neocatecumenabile, figurati un po' cosa dobbiamo inventarci quando ci viene fatto notare che le messinscene-chiassate neocatecumenali a tutto somigliano fuorché ad una liturgia cattolica.

    Ti lascio immaginare che vespaio solleverei qualora accettassi di ragionare e di riconoscere la verità più evidente (cosa che mi sono ben guardato dal fare fin da quando sono finito nelle grinfie del Cammino: non vorrei venir bocciato proprio adesso, alla quarantacinquesima tappa con triplo scrutinio a domande rinforzate, proprio adesso che mi stanno per consegnare il Salmo Glorioso del Servo di Isaia! Magari, quando nel 2037 avrò finito il Cammino, potrò pure permettermi qualche battuta più salace).

    Concludo invitandoti a riflettere accuratamente sul principio di Separazione-Distinzione che tanto anima voialtri vittime del Cammino Neocatecumenale: bisogna Separarsi dalla verità rivelata e Distinguersi dalla Chiesa cattolica.

    Un aiutino: se i neocatecumenali si comportassero come dei normali fedeli della Chiesa cattolica, cosa succederebbe? Il Cammino si sbriciolerebbe prima del mattino dopo!

    Coraggio, forza! A furia di ripetere ossessivamente che il Cammino è "approvato" dalla Chiesa, finirà per credere a una simile bufala perfino il sommo Pontefice!

    RispondiElimina
  147. Ma ci vogliono altre riflessioni e studi per dire che il CN cospira contro la Chiesa?
    Oltrertutto continuano le celebrazioni eucaristiche parallele.
    Così come si preferisce, anche nelle preghiere presso i defunti e con la presenza di persone che lo conoscono poco, il Credo apostolico. Questo si sa fa riferimento solo alla Chiesa universale (cattolica) e non a "una, santa e apostolica".

    Il Cn, credendosi l'eletto con eletti, è intenzionato sostituire l'attuale Chiesa inglobandola e trasformandola. E'mciò che sta avvenendo nelle parrocchie in cui molti fedeli neanche si rendono conto prendendo la cosa come volontariato missionario del servizio di questo movimento.

    Dobbiamo stare in guardia a difendere il Gesù Cristo in cui crediamo. La separazione in questo caso e quanto più che auspicabile.

    Il lievito rinnovato darà molti più frutti di un lievito che ha perso la forza, quella della verità.

    I nc ci fanno tornare ad essere oleastri

    RispondiElimina
  148. "se questa realtà non viene dallo spirito santo..non temete,presto si disperderà...ma se viene da Dio..sarete pronti a lottare contro di Lui?
    Vi saluto, incitandovi a pregare gli uni per gli altri..affinchè Il Signore ci aiuti ad essere Uno in Cristo Gesù.."

    Di nuovo, come da "copione" l'ennesimo "copione"...

    come pensare che venga dallo Spirito Santo chi si autoinveste da inviato per proclamare una salvezza che in definitiva viene da lui e dalla costruzione che ha messo insieme usando tanti elementi spuri? E "usa" la parola di Dio dandole interpretazioni strumentali, predicando disprezzo contro la Chiesa, distruggendo il suo Rito e i suoi Sacramenti, imponendo prassi che creano dipendenza nelle persone, anziché favorire il loro sviluppo psicologico e spirituale?

    Perché dovrebbe lottare contro Dio (solita 'accusa' degna del peggiore terrorismo psicologico) chi critica tutto questo?

    RispondiElimina
  149. secondo Fra Egidio, quello autentico dei post, la fede adulta "passa" dall'essere catecumeni e i cosiddetti Fedeli che non sono e non saranno mai catecumeni non saranno mai cristiani adulti...

    Occorre sfatare questa leggenda metropolitana fatta divenire DOGMA neocatecumenale: il catecumenato esisteva nella chiesa primitiva e riguardava l'istruzione di coloro che non avevano ancora ricevuto il battesimo... in una società cristianizzata e cristiana ad un certo punto questo non è stato più necessario...

    Approfittando della indubbia scristianizzazione di oggi, hanno ritirato fuori il catecumenato e le tappe... peccato che lo hanno fatto al di fuori e diversamente da quanto anche per il catecumenato attuale (per il battesimo degli adulti) stabilisce la chiesa con l'OICA e con la scusa di riprendere le usanze della Chiesa primitiva (balle megagalattiche!) hanno distrutto 2000 anni di Tradizione Apostolica inventandosi una nuova religione...

    Questa è la cruda realtà... e non gli entra in testa che per diventare cristiani adulti basta vivere nella Chiesa la propria formazione (frequentazione della Parola spezzata da veri pastori con una esegesi seria e una lettura spirituale illuminata, ecclesiale) e soprattutto vivendo i sacramenti tra i quali, in primis, la VERA Eucaristia...
    Ed è lo Spirito Santo, Quello che procede dal Padre e dal Figlio e non quello 'distribuito' da Kiko,
    che opera nell'intimo la trasformazione di ogni cristiano nel Figlio, il Diletto...

    Chi non ha capito o non vuol capire questo, può continuare a tenersi i suoi miraggi e le sue mirabilia kikarmenke

    RispondiElimina
  150. A proposito di oleastri.

    E' proprio vero. All'annuncio di Quaresima hanno detto di non dimenticare che il vero ulivo è Israele e che noi siamo olivastri innestati nel vero ulivo.

    Infatti parlando fanno sempre riferimento a midrash e detti rabbini ma mai o molto, molto di rado ai padri cristiani della Chiesa.

    RispondiElimina
  151. cosè il sacerdotizio?
    Il sacerdote è un Educatore sensibile
    pieno di amore ,è umile,è compensivo,pronto a colmare il vuoto provocato da liti,
    pertanto in questo blog di sacerdoti non c'è nè

    RispondiElimina
  152. "Il sacerdote è un Educatore sensibile pieno di amore ,è umile,è compensivo"

    il sacerdote è innanzitutto un ALTER CHRISTUS pieno di Sapienza e Discernimento comprensivo per accoglierti ma severo quando serve umile come tutti di fronte al Signore, ma soprattutto non di fronte a catechisti che si sostituiscono a lui... e non è un "fratello presbitero" come dite voi trattato d pari a pari... il Sacerdozio ministeriale" gli conferiscel'"unzione di guida" non di prsidente dell'assemblea, quella gliel'ha data Kiko... il Signore lo vuole sacerdote e guida non succube di un'autorità che non è stata 'fondata' da Lui

    RispondiElimina
  153. in questo blog non ci sono sacerdoti neocatecumenali, che obbediscono a kiko, ma ci sono sacerdoti cattolici, che obbediscono al Papa: qui sta la differenza! :((

    RispondiElimina
  154. "colmare il vuoto provocato da liti,"

    su questo blog non ci sono liti. Imparate a chiamare le cose col loro nome, come ci chiede il Signore: qui c'è un confronto che diventa scontro tra Verità cattoliche e menzogne kikiane

    RispondiElimina
  155. "Infatti parlando fanno sempre riferimento a midrash e detti rabbini ma mai o molto, molto di rado ai padri cristiani della Chiesa."

    solo che non sanno, o fingono di non sapere che i midrash e i detti rabbinici hanno espunto, a partire al I secolo, tutto quanto dell'ebraismo era stato 'assunto' dal cristianesimo e dai primi cristiani che erano giudeo-cristiani...

    Ne consegue che, se si nutrono di insegnamenti ebrei e trascurano i Padri della Chiesa (ma il Vangelo e il resto del Magistero che fine hanno fatto?) si nutrono di ebraismo che ha perso la sua anima più vera e trascurano il cristianesimo.... che cristiani adulti diventano? Del resto anche il rito, che esclude il Sacrificio, che cristiani modella?

    RispondiElimina
  156. lo dico subito, sono del Cammino.Avrei molte cose da dirvi..ora lo farò..ma vorrei premettere..che se volete potete farmi domande..e vi risponderò..così da fugare i vostri dubbi...e le vostre risibili accuse...
    1) certo che se noi siamo settari..abbiamo un "neutral" e un "mic" che si sentono investiti dal Signore a difendere la Chiesa dal Cammino..che vuole attaccarla (poi mi dite come lo sta facendo..in concreto)..parlate di cospirazioni..di che tipo?vorrei proprio capirlo...
    dite che lo fanno i catechisti...ma lo sapete chi sono?i miei, sono una coppia con 7 figli..che lavorano 9 ore al giorno e poi passano il resto della settimana..nelle faccende di casa..si alzano alle 6 e vanno a letto all'1 di notte...non sono eroi...ma cospiratori..?la sera stanno in parrocchia col parroco ad aiutarlo...che pericolosi cospiratori...per il 95% del tempo lo passerrebbero a cospirare..ma dove vivete?vorrei capire..tutte queste certezze da dove le prendete...se lo dite ne possiamo parlare...ripassate il Vangelo...le accuse, le diffamazioni..non sono virtù cristiane..e anche le correzioni..che i buoni fratelli si fanno...vengono con carità...amore..io non lo vedo..vedo solo accusatori...o forse avete dubbi..su questo precetto..come sul peccato originale...?
    in quanto ai catechisti che "buttano fuori" la gente dalla comunità...lo fanno per un solo motivo...spesso queste persone hanno problemi gravi...(uso di droghe, vita fortemente sregolata)..che si dovrebbe fare .?lasciare che influenzi gli altri?
    questo solo per rispondere ad alcune accuse...

    in generale da persone di così ampia cultura e formazione dottrinale, teologica ed ecclesiologica come i frequentatori abituali radical-chic di questo blog..mi aspetto domande...vedremo se ora in un contraddittorio..vero...vi farete vivi..o se stizziti..perchè un neocatecumenale settario ed eretico ha osato entrare nel vostro regno intellettualoide e spocchioso, saprete avviare un dialogo serio o lanciarete solo altre farneticanti accuse o invettive degne del miglior Khomeini...ah ultima domanda..potrei sapere chi siete..che fate nella vita..come partecipate alla vita della Chiesa..che ne so..siete di un movimento..un gruppo parrocchiale...o frequentate la messa..sarebbe interessante...
    a presto, qualora lo vogliate

    RispondiElimina
  157. messaggio di newgold69

    eccovi la continuazione del forum di cui ho posto i primi due commenti ieri sera. queste di seguito sono un'altro interventi si un certo andrea e poi la seconda risposta di questo fra egidio (quello vero), perché il commento di cui poco sopra scritto da fra egidio è ovviamente una parafrasi commentata da qualcun altro e con ironica sagacia.

    vi invito a leggere e a notare l'eresia che si manifesta nella risposta di fra egidio, frate riformato, che tra le tante cose stupide che dice, ne afferma una sbagliatissima: fa la distinzione tra loro, i catecumeni e tutti gli altri, i fedeli, cioè i semplici cristiani che non sono del cammino.

    continua a parlare non di neo-catecumeni, ma di catecumeni. ora, nella chiesa cattolica, il termine catecumeno è riferito a colui che non è ancora cristiano, a colui che non ha ancora ricevuto il sacramento del battesimo, ma si sta preparando a riceverlo; ecco quindi il termine corretto di cammino catecumenale, che si riferisce soprattutto agli adulti o giovani-adulti che desiderano diventare cristiani (vedi anche a tal proposito le numerose preghiere di invocazione e intercessione presenti nella liturgia delle ore). il testo normativo che regola tutto questo è il famoso OICA, che scandisce un tempo opportuno di preparazione (in genere 2 o 3 anni), che è uguale per tutti e che ogni diocesi poi adatta alle proprie esigenze negli adempimenti pratici.

    quello che purtroppo emerge da questo fra egidio, invece, è la profonda ignoranza su di un argomento così semplice come quello dei fiori, ma che non è affatto marginale; l'ignoranza sul modo di celebrare; sull'uso dei paramenti e dei colori liturgici, ma soprattutto la profonda convinzione, ovviamente errata e che quindi si può porre in rottura con la tradizione e le norme della chiesa, di un movimento che viene descritto per una cosa che non può essere, e di una concezione distorta di iniziazione cristiana, di sacramento e di sacerdozio.

    a me personalmente, un prete come questo, che ho hanche visto in faccia e che richiama i tratti psicologici di una personalità instabile, schizzofrenica e che usa la violenza mentale e il suo stato sacerdotale per sopraffare gli altri, dicevo, una persona così a me fa moltissima paura, non nel senso fisico del termine, ma nel senso che mi preoccupa tutto il male che ha fatto e che continua a fare nei confronti delle persone, delle dottrine eretiche che pronuncia, del fatto che, apparentemente uomo di chiesa, in realtà contribuisce tantissimo all'eresia di kiko e alla sua separazione con la vera chiesa.
    mi chiedo come anche i suoi superiori gli permettano di fare tutto quello che fa!

    che Dio ci aiuti, e adesso leggete i due post e poi meditate e soffrite se comprendete fino a che punto il fumno di satana ha impregnato la sua chiesa:



    Devo essere sincero, non ho capito niente.
    Magari sarebbe bello se riesci a dare una risposta un pò più semplice, visto che l'argomento interessa molto anche a Poggibonsi.
    Infatti, non mi sembra decoroso nemmeno preparare una mensa completamente bianca (senza nemmeno una foglia) per l'eucaristia...non è forse sempre domenica?? ovvero pasqua e risurrezione?? altrimenti, credo io, non avrebbe senso nemmeno il candelabro, che non credo sia un segno liturgico indispensabile...no??
    i nostri catechisti ci hanno detto di mettere qualche fiore non sgargiante, magari viola "ma non è una regola".

    rimango in attesa di chiarimento,
    la pace,
    Andrea

    Carissimo Andrea,
    purtroppo sono un "pensatore" ma non uno scrittore;
    non sono neppure un oratore..: mi è naturale spingere alla riflessione,
    non essendo nè sintetico nè analitico.
    Pertanto se risponderei come tu mi chiedi solleverei un casino,
    come già avvenuto in una discussione sull'eucaristia, tempo addietro.
    Un fiore è sempre un fiore, pallido o sgargiante che possa essere.
    Intanto, noi (catecumeni) mettiamo i fiori; i fedeli in chiesa no.
    Separazione / Distinzione.
    A me, per le nostre celebrazioni, hanno insegnato di usare sempre il bianco perchè,
    come dici bene tu, ogni eucaristia è Pasqua.
    Riservato per le penitenziali, esclusivamente, l'uso del viola.
    Ma i nostri presbiteri spesso si fanno scrupolo ed usano i colori relativi al tempo.
    (nella regione Campania/Molise, alcuni ostiari (preparando le convivenze)
    portavano anche la casula bianca, nel caso fossi stato io a presiedere).
    Dalle nostre parti, i catechisti (indipendentemente dal tempo liturgico)
    raccomandano di mettere sempre qualche fiore rosso sulla mensa.
    Pensiero personale: nel Pentateuco, i colori che si ritrovano sono questi tre: bianco, rosso e viola.

    Il Messale proibisce i fiori, nelle chiese dappertutto, altare incluso, tranne che accanto al Tabernacolo.
    Non mi chiedere il perchè! Non lo so; non lo capisco!
    Pace.
    fra_egidio

    RispondiElimina
  158. "in generale da persone di così ampia cultura e formazione dottrinale, teologica ed ecclesiologica come i frequentatori abituali radical-chic di questo blog..mi aspetto domande...vedremo se ora in un contraddittorio..vero...vi farete vivi..o se stizziti..perchè un neocatecumenale settario ed eretico ha osato entrare nel vostro regno intellettualoide e spocchioso, saprete avviare un dialogo serio o lanciarete solo altre farneticanti accuse o invettive degne del miglior Khomeini"

    vedo che ci proponi il dialogo e poi ci etichetti in un modo quanto più pieno di pregiudizi non si potrebbe che scoraggerebbe chiunque dal proseguire qualunque tentativo di contatto... ma non noi che siamo ormai vaccinati...
    se ci segui sulla nuova pagina, puoi considerare il nuovo articolo come la prima domanda che ti viene posta...

    Quanto all'accostamento a Khomeini lo vedrei più appropriato allo stile del Cammino.

    Le asserzioni del cosiddetto "regno inellettualoide" sono per lo più citazioni del Magistero della Chiesa.

    La tua supponenza ti fa già certo di poter garantire un confronto finalmente serio, ma non ti fa prendere in considerazione l'ipotesi che se finora non c'è stato (e non è vero in assoluto) la cosa non sia da attribuire al nostro atteggiamento ma a quelli (multiformi) della tua consorteria

    RispondiElimina
  159. mi trovo in accordo con knut79..e voglio girarvi una riflessione:
    i vostri giudizi..le vostre osservazioni,mi ricordano molto quelle fatte contro gli apostoli agli inizi della chiesa...qnd dicevo nel precedente intervento che se viene da Dio,state lottando contro di Lui..non potete negare che nell'eventualità sarebbe proprio così..ma le vostre certezze..il vostro essere "sapienti"..Dio ha nascosto le cose hai sapienti, per rivelarle ai puri di cuore..ora,se il vostro cuore è puro..sono più che sicuro che il Signore vi parla..vi illumina...ma se così non fosse, interrogatevi...chiedete al vostro cuore cosa è più importante...chiedetevi perchè c'è qst accanimento verso il cammino..una prima risposta appare molto semplice..cosa fà il diavolo qnd ha paura?attacca...attacca nel modo più distruttivo..e qual'è se nn farlo dall'interno?
    Alcuni di voi credono che lo stia facendo attraverso il CN..altri pensano che si serva di "sapienti" come voi...fratelli miei(e non è una reminiscienza catecumenale)ma fratelli in Cristo Gesù, non permettiamo a satana di dividerci, la chiesa è una..santa cattolica apostolica...guardate all'incontro organizzato cn tutte le realtà in spagna per difendere la famiglia cristiana!!!se vi soffermerete a guardare solo gli errori(arbitrari o no) della gente che fa il cammino..vi perderete molto..e soprattutto non fate un'indagine oggettiva...gli errori fanno parte dell'uomo..non esiste una persona perfetta..qnt scandali ha dato la chiesa nel corso della storia?eppure..è ancora qui..perchè è sorretta da Dio..bene..il cammino neocatecumenale nasce per rinvigorire la chiesa..non per distruggerla..per prenderne il potere..suvvia..sono discorsi che stridono cn la realtà..mi spiace che abbiate avuto(alcuni di voi almeno) delle esperienze negative all'interno del cammino..ma credetemi,non si può generalizzare..perchè io ho conosciuto e conosco molte persone che non la pensano così...
    Ora ditemi una cosa..soltanto questa vi prego..Ma il Papa Giovanni Paolo II, è stato forse ingannato dai catecumeni..e come lui anche Benedetto XVI??rispondetemi vi scongiuro...voglio capire se credete che sia possibile che il demonio li abbia ingannati sul cammino neocatecumenale..
    ah..per ultimo volevo dirvi una cosa..non usate un linguaggio scurrile(ho letto alcune cose poco adatte alla bocca di un cristiano)..date l'esempio..il male si combatte con la preghiera e con le buone opere..coraggio,sò che Dio segue qst vicende,e se preghiamo insieme sono sicuro che ci darà il discernimento..vi abbraccio in Cristo,pregate per me,io lo farò per voi..buona quaresima :)

    RispondiElimina
  160. ...dici di essere vaccinato...bene..allora sopporterai il solito neocatecumenale...che ti fa notare..ed è la seconda volta..che parli..discorri..ma non rispondi..alle domande, nè avvii un confronto,nè controbatti le mie asserzioni..io attendo...quanto all'intellettualoide..non è ovviamente riferito al Magistero della Chiesa...che peraltro è molto facile da citare, magari decontestualizzandolo, piegarlo a proprio uso e consumo...come quando si dice che i Vescovi, i Cardinali, che non attaccano il Cammino sono ciechi, offuscati dal "fumo di Satana" ed è allora che spuntate voi solerti "defensor fidei"..ah senza di voi..che vi immolate contro le nefande armate del Cammino...cosa ne sarebbe della Chiesa?...
    ah..attendo con ardore e trepidazioni..che rispondiate, neghiate, contestiate.. o quello che volete le mie asserzioni..non le solite vaghe e confuse accuse di stampo giacobino (resistere, resistere..)..voglio delle belle accuse circostanziate..critiche nel merito...
    ora se ce la fate non tenete conto delle mie ironie...rispondetemi sul mio primo intervento..le schermaglie iniziali le abbiamo fatte..ora passiamo al merito vi va?
    vedremo...

    RispondiElimina
  161. "lo dico subito, sono del Cammino.Avrei molte cose da dirvi..ora lo farò..ma vorrei premettere..che se volete potete farmi domande..e vi risponderò..così da fugare i vostri dubbi...e le vostre risibili accuse..."

    Partiamo da qui, poi una cosa alla volta affronteremo anche il resto che hai detto... noto che hai glissato sulla prima domanda posta dall'articolo sull'altra pagina, ma transeamus...

    1. i nostri dubbi: erano tali finché eravamo nel cammino, sono diventati certezze quando siamo riusciti a darci delle risposte, non soggettive, ma ecclesiali, nella Chiesa cattolica

    2. su quelle che già definisci "risibili accuse" come si fa a imbastire una discussione se già sono etichettate in questo modo?

    Ma quelle che tu chiami "risibili" accuse" sono state documentate, oggetto di riflessione, discernimento preghera nella Chiesa.

    Ti rendi conto della supponenza cpon cui ti sei posto e continui a porti? Ma su questa andiamo oltre e badiamo al sodo...

    Vuoi delle domande, ma alla prima non hai risposto e, per esperienza sappiamo che alle domande che ti faremo, risponderesti - come tutti gli altri - in maniera convenzionale perché "le cose del cammino" non posso essere dette al "di fuori", o no?

    Ebbene, una domanda te la faccio: perché non avete altari e solo mense posticce o una grande, ipertrofica "mensa"?

    RispondiElimina
  162. "le schermaglie iniziali le abbiamo fatte..ora passiamo al merito vi va?"

    le mie non erano schermaglie, ero già entrato nel merito perché due o tre puntualizzazioni sulle tue affermazioni le avevo fatte; ma è il vostro stile quello di ignorare e andare avanti come un treno...

    RispondiElimina
  163. a pensarci bene, anziché venire qui a fare il Deus ex machina, saresti tu a doverci contestare una per una quelle che definisci "risibili accuse" perché è molto comodo mettere delle etichette e poi non motivarle

    RispondiElimina
  164. perdonami..ma quale domanda della pagina precedente?mi è sfuggita...
    1)visto che la Chiesa non ha ancora fornito risposte ufficiali e definitive, suggerisco di non metterla in mezzo per devoto rispetto, parliamo sostenendo le nostre opinioni senza scudi. Siete stati nel Cammino?ne siete usciti per dubbi sulla ortodossia e null'altro...?vi invito a rispondere con sincerità.

    2)perdonate il mio eloquio , ma sono un tipo fumantino, vi prego di guardare alla sostanza.

    3)La Chiesa non fa accuse, ma riflessioni caritatevoli, le accuse risbili e aggiungo anche livorose, sono le vostre.

    4)Risponderò alle domande..ma voi alle mie no? è la terza volta che ve lo faccio notare...ho chiesto "circostanziate accuse" e non le vaghe che avete fatto precedentemente...continuo ad attendere chiarimenti.

    4) ti rispondo con una domanda, premettendo che non sono esperto, di questioni liturgiche risponderò con semplicità, e se sbagliassi, sono pronto a essere corretto dalla Chiesa di cui sono figlio.
    Hai mai fatto con la parrochia una messa all'aperto?io si..con un parroco non del cammino...
    non abbiamo un altare propriamento detto ed inteso, perchè spesso non si celebra in Chiesa, ma nelle sale parrochiali e li come ben sai si appresta una mensa.

    Spero di aver risposto, ma se sei stato del Cammino, già lo sai, allora perchè le fai tali domande? Lo fai per sperare di cogliermi in fallo? e dimostrare attraverso me che il Cammino non è ortodosso? se continui ce la farai, stanne certo, non sono un sapiente come te. Io quello che so e quello che vedo sono decine di persone, che avevano per mille motivi la vita rovinata erano depressi, senza speranza, nel peccato (come me), che adesso pur restando dei tremendi peccatori hanno avuto la vita trasformata, sono persone rinate in Cristo. Questo è il Cammino. Questa è la motivazione del suo incremento numerico. Poi se volete credere che invece ciò è dovuto alla demoniache catechesi di Kiko e dei catechisti.. che dirvi...?non ve lo posso dimostrare. Nelle mie preghiere chiedo il discernimento nelle scelte che faccio nella mia vita. Altro non so. Io sto bene e mi sento in Pace con Cristo e lo vedo ben presente nel Cammino. Non mi sento nemmeno di accusare voi. La persecuzione nella stessa Chiesa vi è da sempre. e mi è di consolazione immensa sapere, come dicono le Sacre Scritture, che se vengo perseguitato a causa del nome di Cristo.. sarò salvo...così non mi resta che pregare per voi...

    RispondiElimina
  165. "4)Risponderò alle domande..ma voi alle mie no? è la terza volta che ve lo faccio notare...ho chiesto "circostanziate accuse" e non le vaghe che avete fatto precedentemente...continuo ad attendere chiarimenti."

    vattele a leggere sul sito http://www.internetica.it/neocatecumenali non mi dire che non lo conoscevi e non pretenderai che te le riproponiamo qui.

    Ti avevo chiesto di leggere e confutare, ma tu riparti all'attacco senza tener conto di ciò che ti era stato detto e usi la tua dialettica per annichilire l'avversario, cosa che difficilmente potrà riuscirti, perché mi sento talmente 'piccolo' che è difficile tu possa colpirmi da qualche parte

    RispondiElimina
  166. "Hai mai fatto con la parrochia una messa all'aperto?io si..con un parroco non del cammino..."

    parti dal particolare per arrivare all'universale?
    Ma sei in errore, perché ti riferisci ad una circostanza estemporanea della quale voi avete fatto la regola...

    RispondiElimina
  167. Sei venuto a fare o ricevere domande e poi vedo che ci propini il solito spot propagandistico del cammino che fa taaanto beeene ma non è cattolico! Farà anche bene all'inizio, ma poi ti modella un'anima "deforme" perché non coincide con l'immagine che il Creatore t ha chiamato a svilupapre nella tua storia personale e comunitaria enlla Chiesa cattolica fondata da Gesù Cristo, e questo non lo dite da nessuna parte... esiste solo IL CAMMINO! Almeno, te ne rendi conto?
    Se ti sta bene tienitelo, ma smettila di disprezzare la Chiesa (quella che non conosci e alla quale non sai, forse, di non appartenere) e noi

    RispondiElimina
  168. "parliamo sostenendo le nostre opinioni senza scudi."

    non prendiamoci peri fondelli, se sei qui per darmi la tua "opinione" non so che farmene e ti faccio notare due cose:

    1. se sei qui per esprimere le tue "opinioni" non rappresenti il cammino, quindi non potresti per nulla metterlo in causa ed è quello che nessuno di voi vorrà mai fare

    2. io e gli altri come me non espimiamo opinioni ma valutazioni, critiche documentate e siamo e ci sentiamo Chiesa cattolica apostolica romana che annuncia il Signore Risorto e la Sua Promessa, non esprime opinioni

    RispondiElimina
  169. Il problema è che in questo momento nella chiesa ci sono due (forse anche più) anime e quella visibile (non quella Santa) non è UNA...

    RispondiElimina
  170. ... e dire che quando studiavo (non che abbia smesso di studiare perché non si finisce mai) ho sempre preso sottogamba l'apologetica cattolica, come cosa superata e non più attuale, invece mi accorgo che ci siamo arrivati...

    RispondiElimina
  171. mi pare un dialogo inutile...alla tua domanda sull'altare ho risposto (non hai nessun carisma per giudicare cosa è buona regola e cosa no, per ora esprimi la tua opinione, quindi non ti nascondere dietro il Magistero e altre fragili espressioni ), io attendo ancora..quarta volta che lo faccio notare...di quale cospirzione si parla..con quali fini e perchè...ed esattamente di cosa accusate il Cammino, visto che la Chiesa ufficialmente non si è ancora pronunciata (invece ritenete di farlo voi, con quali mezzi e conoscenze ignoro, ma forse siete così sapienti, che pensate di saperne di più dei teologi e liturgisti che stanno vagliando il tutto). Cercate di non attaccare me per una sterile voglia di rivalsa.

    CHE BELLE LE CITAZIONI..LE FACIO ANCHE IO, TU DICI:
    "Farà anche bene all'inizio, ma poi ti modella un'anima "deforme" perché non coincide con l'immagine che il Creatore t ha chiamato a svilupapre nella tua storia personale e comunitaria enlla Chiesa cattolica fondata da Gesù Cristo, e questo non lo dite da nessuna parte... "

    IO RISPETTO LA TUA ESPERIENZA NEGATIVA DEL cAMMINO (MA TU RISPETTA LA MIA), MA TANTA SICUREZZA SU QUESTA ANIMA CHE IL CAMMINO DEFORMA ( MI SPIEGHI IN CHE MODO ?FATE ACCUSE VAGHE..CITATE EPISODI...FATTI VISTO CHE SIETE STAI NEL CAMMINO)...DOVE LA PRENDI?TU SEI PER LA CHIESA CATTOLICA FONDATA SU CRISTO..BENE!ANCHE IO...ALLORA ATTENDI CON FEDE CHE LA CHIESA SI PRONUNCI SU CHI SBAGLIA E CHI NO...NON FARLO TU...NON NE HAI I MEZZI, Nè IL DISCERNIMENTO, SE SENTENZI PRIMA CHE LA CHIESA SI SIA PRONUNCIATA CHE RISPETTO NE HAI? IO ATTENDO E SE LA CHIESA MI DIRà DI CAMBIARE IO OBBEDIRò...


    esiste solo IL CAMMINO! Almeno, te ne rendi conto?
    Se ti sta bene tienitelo, ma smettila di disprezzare la Chiesa (quella che non conosci e alla quale non sai, forse, di non appartenere) e noi

    MA TI LEGGI..?TU DECIDI CHI è NELLA CHIESA E CHI NO?MA SEI IMPAZZITO?CIOè TU MI DICI CHE NON APPARTENGO ALLA CHIESA..QUINDI NON POSSO ANDARE A MESSA, COMUNICARMI.. CONFESSARMI?MI VUOI SCOMUNICARE?DICHIARARE ERETICO?SEI IN PREDA A DELIRI DI ONNIPOTENZA...PARLATE DI CHIESA DI CRISTO?VOI? CHE SENTENZIATE SENZA APPELLO? GIUDICI POSTI DA CHI? DALLA VOSTRA ARROGANZA E SUPERBIA..DALLA VOSTRA RABBIA VERSO UNA REALTà ECCLESIALE DALLA QUALE SIETE USCITI..ANCORA PERCHè NON SI SA...VE LO AVEVO CHIESTO..PERCHè SIETE USCITI?SE NON RISPONDETE è INUTILE CONTINUARE A PARLARE...

    DAL TUO INTERVENTO EMERGE IL TUO AMORA CRISTIANO PER IL PROSSIMO..TI CITO:

    "se sei qui per darmi la tua "opinione" non so che farmene "

    CHE SEMPIO DI AMORE...

    TI RICITO:
    1. se sei qui per esprimere le tue "opinioni" non rappresenti il cammino, quindi non potresti per nulla metterlo in causa ed è quello che nessuno di voi vorrà mai fare

    2. io e gli altri come me non espimiamo opinioni ma valutazioni, critiche documentate e siamo e ci sentiamo Chiesa cattolica apostolica romana che annuncia il Signore Risorto e la Sua Promessa, non esprime opinioni
    EMERGONO DUE COSE INTERESSANTI..IO NON RAPPRESENTO IL CAMMINO (VERO) E TU INVECE RAPPRESENTI LA CHIESA CATTOLICA APOSTOLICA, E IN QUANTO TALE TU NON ESPRIMI OPINIONI MA VERITà DI FEDE..PERCIò SEI INATTACABILE (POI MI SPIEGHI COL DIZIONIARIO IN MANO LA DIFFERENZA TRA OPINIONE E VALUTAZIONE)..
    HAI UN LATO CONCETTO DI TE...LA UMILTà PRIMA DI TUTTO...

    ATTENDO ANCORA ACCUSE PRECISE E CIRCOSTANZIATE...

    RispondiElimina
  172. EMERGONO DUE COSE INTERESSANTI..IO NON RAPPRESENTO IL CAMMINO (VERO) E TU INVECE RAPPRESENTI LA CHIESA CATTOLICA APOSTOLICA, E IN QUANTO TALE TU NON ESPRIMI OPINIONI MA VERITà DI FEDE..

    sei stato tu a dire che dovevamo confrontarci con le nostre opinioni e hai aggiunto senza scudi (Cammino-Chiesa) e ti ho fatto vedere che sarebbe stato intile perché le opinioni non servono a nulla: a te avrebbero fatto in modo da poter dire che esprimendo opinioni non rappresenti il cammino (era questo che intendevo ma speravo si capisse) io, per contro, ti contestavo di sostenere che quelle che esprimevo potessero essere opinioni perché sono consapevole di parlare a nome della Chiesa, perché non esprimo opinioni ma professo la mia fede, ricevuta e nutrita nella Chiesa cattolica (quella VERA) almeno di quella che conosco, se adesso ce n'è un'altra staremo a vedere...

    PERCIò SEI INATTACABILE (POI MI SPIEGHI COL DIZIONIARIO IN MANO LA DIFFERENZA TRA OPINIONE E VALUTAZIONE)..

    "opinione" è qualcosa di soggettivo poi ho detto "valutazione documentata" che mi sembra già qualcosa di più di un'opinione ed ha un valore più oggettivo perché una interpretazione basata su dati oggettivi

    "HAI UN LATO CONCETTO DI TE...LA UMILTà PRIMA DI TUTTO..."

    non si tratta del concetto che ho di ME ma della consapevolezza di quello che sto facendo...

    RispondiElimina
  173. "MA TI LEGGI..?TU DECIDI CHI è NELLA CHIESA E CHI NO?MA SEI IMPAZZITO?CIOè TU MI DICI CHE NON APPARTENGO ALLA CHIESA..QUINDI NON POSSO ANDARE A MESSA, COMUNICARMI.. CONFESSARMI?MI VUOI SCOMUNICARE?DICHIARARE ERETICO?"

    io non decido nulla non ho nessuna autorità né nessuna velleità di farlo...

    non ho dichiarato eretico nessuno, ho detto che ho conosciuto gli insegnamenti del cammino e, confrontandoli con quelli della Chiesa, che conoscevo bene, li ho trovati eretici e non sono il solo a dirlo, prima di me l'hanno detto anche sacerdoti di provata fede cattolica

    RispondiElimina
  174. tralasciando il, non so se , più patetico o assurdo, tentativo di definire un dualismo tra Chiesa e Cammino, che non esiste, che vedi tu..e la stessa Chiesa no, visto che è 40 anni che vi è il CAMMINO..HO CAPITO CHE è INUTILE PARLARE IN QUESTO BLOG..NON RIDPONDETE A DOMANDE...IGNORATE QUELLE SCOMODE...E PERSISTI NELLA TUA IDEA DI SAPERE COSA è CHIESA E COSA NO...SEI DI UNA RROGANZA IRRIDUCUBILE...
    SPERO CHE TI POSSA RAVVEDERE, NON SUL CAMMINO, NON IMPORTA A NESSUNO, MA PER TE STESSO... MANCHI SIA DI FEDE CHE DI RAGIONE..DI FEDE..NELLA CHIESA NON ASPETI CHE SI PRONUNCI...TI FAI GIUSTIZIA DA SOLO...NON CONFIDANDO IN QUELLA DI DIO..RAGIONE PERCHè RIFUITI IL CONTRADDITTORIO DEFORMI LE COSE ATUO PIACIMENTO...ORA CAPISCO PERCHè IL BLOG è A SENSO UNICO..è SOLO IL VOSTRO MODO DI RFARVI SU UNA REALTà DALLA QUALE VI SIETE SENTIT RIFIUTATI...ORA UN PIACERE PRIMA DEI SALUTI...MI DICI PERCHè SEI USCITO DAL CAMMINO?ALMENO A QUESTO RIPONDIMI è UNA CURUOSITà CHE MI DEVI TOGLIERE...DAI...SEMBRI CATTIVO MA SECONDO ME SOTTO SOTTO SEI UNTENERONE.. FERITO..CHE ABBAIA MA NON MORDE...

    RispondiElimina
  175. io non decido nulla non ho nessuna autorità né nessuna velleità di farlo...

    non ho dichiarato eretico nessuno, ho detto che ho conosciuto gli insegnamenti del cammino e, confrontandoli con quelli della Chiesa, che conoscevo bene, li ho trovati eretici e non sono il solo a dirlo, prima di me l'hanno detto anche sacerdoti di provata fede cattolica

    AAAA..OK! I SACERDOTI CONTRO IL CAMMINO DICONO LA VERITà.. QUELLI CHE PUR NON ESSENDO DEL CAMMINO..LO DIFENDONO SONO DEI PAZZI...MA FAMMI IL PIACERE..TI COMMNENTI DA SOLO...

    RispondiElimina
  176. "AAAA..OK! I SACERDOTI CONTRO IL CAMMINO DICONO LA VERITà.. QUELLI CHE PUR NON ESSENDO DEL CAMMINO..LO DIFENDONO SONO DEI PAZZI...MA FAMMI IL PIACERE..TI COMMNENTI DA SOLO..."

    non capisco perché da un certo punto in poi hai cominciato a urlare e non ti riesce di smetterla!

    Non ho detto che solo i sacerdoti cattolici dicono la verità, ma che molti sacerdoti cattolici sostengono argomentazioni come le nostre.

    Tu sapresti dirmi perché i sacerdoti del cammino obbediscono a kiko anziché al Papa?

    RispondiElimina
  177. gli argomenti che usi, anche contro la mia persona, sono da manuale :))

    RispondiElimina
  178. "ORA UN PIACERE PRIMA DEI SALUTI."

    questo nick si è 'bruciato' in tempi da record.

    Non mi sento di dire sotto il prossimo, perché sarei un masochista... piuttosto per ora la chiudo qui

    Alla prossima

    RispondiElimina
  179. CONTINUATE A NON RISPONDERE..BEL BLOG...

    RispondiElimina
  180. Fortiter in Fide15 febbraio 2008 15:27

    danza delle parole: le nostre risposte diventano accuse le loro accuse diventano risposte e noi siamo accusati di non rispondere

    RispondiElimina
  181. C'è una cosa che mi dispiace.
    Non è sempre possibile capire, ma anche questo strumento con i suoi limiti non aiuta, quando persone che qui difendono il cammino sono in buona fede o no...
    mi spiace se si "usa" qualche fratello che davvero sente e spera di aver trovato il Signore nel cammino, per un confronto che alla fine va incontro a risposte che sembrano dure (a volte la verità può far male) ma non potremmo darne di diverse... la mia paura è che chi forse li sta pilotando, in questo modo può dimostrare loro che non è possibile dialogare con "quelli di fuori" che non conoscono il cammino e non possono capire... quando invece a noi appare chiaro che sono loro che non conoscono la Chiesa e non possono (alcuni) o non vogliono (altri?) capire... anche perché la percezione VERA del cammino, almeno a certi livelli, non si ha dal di dentro...

    E' sempre più drammaticamente evidente che se la Chiesa non parlerà chiaro, e presto, saranno dolori per la verità e per noi... e spero tanto che non si sia arrivati a un punto di "non ritorno"... non per il trionfo della Verità, perché a quello penserà il Signore, quando e come solo Lui lo sa, ma dell'oscurità e dei "dolori" per la Chiesa...

    E nel frattempo gli abusi sono tanti, e gli inganni e gli ingannati pure...

    RispondiElimina
  182. quando dico che la percezione vera del cammino non si ha dal di dentro mi riferisco anche alla mia esperienza, perché quando io l'ho rifiutato, è stato solo perché non riconoscevo "la voce del Signore" e mi stridevano dentro tanti insegnamenti contrari a quelli della Chiesa e mi faceva soffrire il disprezzo che traspariva contro di essa e non mi sembravano dignitosi comportamenti e atteggiamenti di catechisti e sacerdoti che ho incontrato... non venitemi più a dire che si tratta di casi isolati, perché i casi isolati sono troppi e l'impianto del cammino è quello che è e il suo iniziatore non è un leader o una guida ma un dittatore.

    Lo dico così semplicemente perché per me questo è quello che ho visto e rifiutato, non avevo idea di che cosa fosse in realtà anche se era una cosa che non mi piaceva e dal di fuori e anche attraverso questo percorso ho compreso ancor meglio...

    Anche adesso non so e neppure voglio sapere cosa sia in realtà il Cammino neocatecumenale, ma quello che ne so basta e avanza per farmi capire che non si tratta di nulla di cattolico e di che problema serio sia per la Chiesa e per tante anime...

    e posso solo offrire questa sofferenza...

    RispondiElimina
  183. IL VOSTRO MODO DI RFARVI SU UNA REALTà DALLA QUALE VI SIETE SENTIT RIFIUTATI...

    Ma in realtà non c'è stato nessun rifiuto. C'era solo qualcosa che suonava molto
    diverso da quanto la Chiesa ha professato per duemila anni e che
    non sembrava ci volesse molto a
    capirlo. Per intenderci qualcosa alla
    portata di un comune battezzato e cresimato. C'è la constatazione
    di un'insegnamento ebraico protestante che considera la chiesa
    una realtà da rifondare, tutto qui.
    Certo sembra impossibile che vada avanti da 40 anni ma molto è stato
    dovuto alla segretezza e poi all'appoggio delle gerarchie.
    Vi sono state tante altre teorie
    ma quella nc è particolare per il
    modo con cui sostituisce interpretazioni proprie a concetti
    che sono al cuore della fede cattolica. Per esempio sarebbe
    interessante capire se adorare
    il Dio venuto o venturo sia la stessa cosa,se il cristianesimo
    debba considerarsi "una trascendente fioritura messianica dell'ebraismo del I secolo".

    Riporto alcuni punti di un articolo:

    Qui si tratta di chiarire, innanzitutto fra noi cristiani, se Cristo è il Salvatore Unico ed Universale
    di tutta l’umanità o se qualcuno, i «fratelli maggiori», resta fuori dal raggio di azione di Cristo.

    e ancora

    La neo-teologia oggi gioca di rimessa confondendo le acque con l’additare continuamente l’«Alleanza non revocata»

    La teologia dell'occidente

    RispondiElimina
  184. Per il neocatecumenale KNUT69 (ma vale anche per il suo clone VALERIO):


    Hai detto: certo che se noi siamo settari..abbiamo un "neutral" e un "mic" che si sentono investiti dal Signore a difendere la Chiesa dal Cammino..

    Il tuo è un tipico esempio della tattica neocatecumenale della banalizzazione: ad ogni nemico del Cammino gli si ripete sempre ossessivamente: "sei l'unico che ci critica".

    Per tua sfortuna, i critici del Cammino sono molto più numerosi di quanto tu voglia insinuare.

    E stanno anche ai livelli alti della gerarchia ecclesiastica.

    E vi hanno messo per iscritto, nero su bianco, le loro obiezioni, pubblicamente.

    E lo hanno fatto non stamattina, né ieri sera, ma almeno da un quarto di secolo.

    E voi siete riusciti a disobbedire a tutti loro, a cominciare dai Papi che hanno sempre faticosamente cercato di ricondurvi nell'alveo cattolico.


    Hai detto: i miei, sono una coppia con 7 figli..che lavorano 9 ore al giorno e poi passano il resto della settimana..nelle faccende di casa..si alzano alle 6 e vanno a letto all'1 di notte...

    Altro tipico esempio della tattica neocatecumenale del buttarla sul personale.

    Qui nessuno ha mai affermato che i tuoi non si diano da fare per la tua famiglia.

    Qui tutti affermano che il Cammino insegna eresie, che il Cammino disobbedisce sistematicamente al Papa, che il Cammino ha la forma e la struttura di una setta.

    Anche un'ottima e onesta famiglia può essere ingannata - e anche per molti, molti anni - da una setta eretica.

    Possono in buona fede lavorare in parrocchia... ma diffondendovi -purtroppo- le eresie di Carmen e Kiko!

    Possono anche aver "trasformata" la vita, sì... ma avere una fede gravissimamente inquinata dall'eresia!


    Hai detto: come i frequentatori abituali radical-chic di questo blog..

    Ennesimo esempio della crassa ignoranza tipica dei neocatecumenali.

    Per tua somma sfortuna, il termine "radical-chic" indica ideologie lontanissime da ciò che dicono e fanno i frequentatori di questo blog.

    Tu evidentemente sapevi che è insultante definire "radical-chic" qualche cattolico, e pertanto hai usato il termine senza sapere cosa significasse veramente.

    E perciò ci hai rimediato una figura barbina.

    Ora, chi critica il Cammino, nel leggere le tue poche righe farcite di molti insulti, potrà dire ancora una volta: vedete? vedete? ve l'avevamo detto cento volte che i neocatecumenali brillano per la loro crassa ignoranza, oltre che per la loro proverbiale arroganza.


    Hai detto: ah ultima domanda..potrei sapere chi siete..che fate nella vita..come partecipate alla vita della Chiesa..che ne so..siete di un movimento..un gruppo parrocchiale...o frequentate la messa..sarebbe interessante...

    Pure questo è un esempio dell'attitudine neocatecumenale a ridicolizzare le voci critiche, etichettando ed insinuando da veri Signor-So-Tutto.

    Per tua sfortuna, non siamo "raggruppabili" sotto un'unica etichetta.

    Al contrario, la varietà che troveresti tra di noi, dovrebbe già essere per te una dimostrazione sufficiente che il Cammino è marcio fin dalle radici.

    Sarebbe un sogno per te affermare "ah, siete tutti del partito XYZ! ah, siete tutti del movimento XYZ!" (insinuando, così, che il resto della Chiesa vi approverebbe: è una delle vostre tattiche preferite).

    Purtroppo per te, è destinato a rimanere solo un tuo sogno.

    Siamo di diversa estrazione, di diverse esperienze, di diverse provenienze geografiche: è inutile tentare di appiopparci un'etichetta di comodo.

    E comunque, fra i tantissimi cardinali, vescovi, e intere conferenze episcopali che hanno criticato il Cammino per iscritto, puoi trovare dei "progressisti", dei "tradizionalisti", dei "moderati", dei giovani, degli anziani...

    Possibile che tu non ti sia mai interrogato su tale interessantissimo indizio?


    Hai detto: la Chiesa non ha ancora fornito risposte ufficiali e definitive...

    Ordinario esempio di propaganda menzognera, tattica tipica dei neocatecumenali, che fingono di ignorare la quantità immane di pronunciamenti espliciti contro il Cammino da parte della gerarchia cattolica.

    Uno per tutti, la fatidica "lettera di Arinze", contenente le "decisioni del Santo Padre", che ingiunge ai neocatecumenali di cambiare drasticamente le loro chiassate da osteria e di fare solo ciò che permettono i libri liturgici e i documenti approvati per tutta la Chiesa.

    Naturalmente, con un gran numero di acrobazie verbali, i neocatecumenali se ne sono infischiati.

    Quella lettera, famosa per il suo ultimatum di due anni sul modo di ricevere la Comunione, non ha scadenza.

    Pertanto, ogni giorno che passa, è un altro giorno di disobbedienza del Cammino.

    Disobbedienza voluta da Kiko e Carmen, che sanno bene che le loro bislacche liturgie sono il fondamento del loro Cammino Ereticatecumenale.

    Disobbedienza espressa per iscritto, in quella lettera di Kiko-Carmen-Pezzi inviata al Papa il 17 gennaio 2006: anziché dichiarare "obbediamo" (così come avrebbe fatto qualsiasi cattolico sano di mente), hanno difeso le loro strambe liturgie-cabaret dicendo che portano i "fratelli più piccoli e più lontani", nientemeno che "dalla tristezza all'allegria".

    Come dicevano i latini: piscis a capite foetet (il pesce puzza dalla testa: il Cammino è marcio da Kiko e Carmen in giù).


    Hai detto: mi aspetto domande...vedremo se ora in un contraddittorio..vero...vi farete vivi..

    Solito esempio della tattica neocatecumenale dell'estenuare il "nemico", insinuando (tanto per cambiare) che il "nemico" non ti conosca.

    Per tua sfortuna, conosciamo bene l'ambientaccio neocatecumenale.

    Lo conosciamo perché ci abbiamo avuto a che fare.

    Lo conosciamo bene perché a suo tempo, chi più, chi meno, ci siamo ostinati ad amarlo, a parlarne bene, a promuoverlo, ci siamo ostinati a ignorarne i difetti, le liturgie bislacche, le ridicolaggini eretiche.

    Che però diventavano sempre più evidenti e numerose.

    Non potevamo far finta di non vederle, non potevamo negare ciò che vedevamo (come invece fai tu).

    E perciò, a poco a poco, attraverso le nostre diverse sensibilità, diversi metodi, diverse esperienze, diversi modi di affrontare la questione, siamo tutti pervenuti alla convinzione che il Cammino è una setta eretica.

    Questa convinzione è sostenuta da una spaventosa quantità di prove.

    Prove schiaccianti, naturalmente.

    Prove riconosciute dalla Chiesa cattolica stessa, visto che tra le "decisioni del Santo Padre" c'è stato bisogno -per esempio- di specificare che nella Messa l'omelia può tenerla solo il sacerdote o il diacono - e se il Papa ha bisogno di ricordarvi una cosa così banale, allora vuol dire che...!

    Prove che tu conosci bene, e che ti ostini a non vedere, poiché sai già cosa ti aspetta qualora tu andassi dal tuo catechista a chiedere, per esempio: "ma se il Papa ci ha chiesto di seguire i soli libri liturgici approvati, perché mai dobbiamo fare ancora questa messa-messinscena-chiassata da osteria?"

    Sarebbe una domanda più che legittima.

    Una domanda semplice, su un punto fondamentale, che richiede ovviamente una risposta onesta, breve, sincera.

    Ma il tuo catechista non ti risponderà onestamente.

    Il tuo catechista, se di buon umore e col pieno di pazienza, sarà costretto a "spiegarti", in modo molto complicato, tutta una serie di "questioni" ancora più complicate... per "dimostrarti" che al Papa si obbedisce disobbedendo.

    Non è un'insinuazione: è una cosa che abbiamo visto tantissime volte, e la vediamo per l'ennesima volta nella risposta di quel tale fra' Egidio, che di fronte alla disobbedienza dei "fiori sull'altare" preannuncia un interminabile fiume di parole e paroloni. Come se per un neocatecumenale fosse impossibile perfino obbedire ad una piccola cosa.

    Così, se chiederai al tuo catechista come mai la vostra proverbiale disobbedienza continua ancora, verrai sommerso da un fiume di parole e paroloni.

    Ma in mezzo a tutti quei Michea, Shekinà, Abacuc e Pontificio Consiglio, non vi troverai la risposta.

    Se invece il tuo catechista-satrapo non è di buon umore, pagherai con somma ignominia tutte le conseguenze della sua ira, e assaporerai cosa significa "setta eretica".

    Ma naturalmente, per tua cautela, ti guardi bene dal contraddire anche minimamente il tuo catechista-padrone...


    Per questo, nel nostro piccolo, mettiamo in guardia dal Cammino tutti quelli che possiamo.

    Per questo preghiamo e speriamo che vi liberiate dalle maglie della setta eretica kikiana-carmeniana.

    Che torniate alla Verità, quella rivelata da Nostro Signore in persona, abbandonando le stratosferiche farneticazioni da ubriacone di Kiko, dimenticando le scempiaggini cosmiche da ubriacona di Carmen.

    Che torniate alla liturgia vera, "l'unico sacrificio a Te gradito" abbandonando la chiassata danzante da osteria di periferia, intrisa di chiacchiericcio simil-biblico, che tutto è fuorché una liturgia.

    RispondiElimina
  185. PERCIò SEI INATTACABILE (POI MI SPIEGHI COL DIZIONIARIO IN MANO LA DIFFERENZA TRA OPINIONE E VALUTAZIONE)..

    Prendiamo gli orientamenti.
    Per lungo tempo se ne è negata l'esistenza. Poi è stato detto
    che erano di ispirazione divina.
    Ora come è possibile che dopo 40
    anni questi siano ancora al vaglio?
    Quanti movimenti nella Chiesa hanno
    impiegato 40 anni ad essere riconosciuti? Se uno li legge e
    li confronta col CCC si rende conto
    che c'è qualche differenza e non è
    una questione di opinioni.
    Aspettiamo con fiducia le decisioni
    ma non per questo siamo obbligati
    a mettere la testa nella sabbia

    RispondiElimina
  186. Caro Montmirail,
    come al solito ci hai lanciato un input interessante, anzi direi che hai colto un aspetto importante del problema, che riguarda sia la cristianità tutta che il nostro discorso con il cammino.

    Se qualcuno vorrà, potrà essere interessante e anche utile per la nostra vita di fede approfondire questo aspetto... nel frattempo, così a pelle, ho l'impressione che oggi sia il Cammino ad applicare la "teologia della sostituzione" ma, mentre la Chiesa l'applicava (o dovremmo dire la applica?) agli ebrei, il Cammino la applica alla Chiesa cattolica!! :((

    RispondiElimina
  187. "Io quello che so e quello che vedo sono decine di persone, che avevano per mille motivi la vita rovinata erano depressi, senza speranza, nel peccato (come me), che adesso pur restando dei tremendi peccatori hanno avuto la vita trasformata, sono persone rinate in Cristo. Questo è il Cammino."


    Anche l'amico di un mio parente dice la stessa cosa dei Testimoni di Geova. Dice che ha trovato la serenità e la felicità e che lì, tra i TdG ha scoperto il vero Dio.

    La fede va oltre la felicità e tutto il resto...,compreso i 7 o 15 figli, anche mia nonna ne aveva, viventi, 11 e non ha mai detto che i figli ti "succhiano il sangue e la vita" come dite voi.

    La vera fede è sostenuta dalla speranza che è sottesa dalla Verità...Ma se si desidera informarsi c'è il CCC.

    Anche la New age promette felicità così come tante altre filosofie.

    Non diciamo fesserie alla TdG

    RispondiElimina
  188. Siete veramente inarrivabili: sapete quello che pensa il Papa, sapete quello che Lui farà, sapete chi è nel giusto e chi è nell'errore, avete l'autorità di giudicare tutto e tutti, non vi preoccupate di aspettare le decisioni della Santa Sede perchè voi le sapete già, voi siete i più intelligenti e gli altri (neocat. e non solo) poveri stupidi plagiati, ecc. ecc., ecc..
    Questo cervello non lo hanno avuto neppure i più grandi pensatori e scienziati della storia.
    Mi inchino alle vostre somme menti che sprecano tanta materia grigia.
    Ciao, a mai più risentirci.
    Raffy

    RispondiElimina
  189. "non vi preoccupate di aspettare le decisioni della Santa Sede perchè voi le sapete già, voi siete i più intelligenti e gli altri (neocat. e non solo) poveri stupidi plagiati, ecc. ecc., ecc.."

    non siamo onniscenti, ma quel che sappiamo è che il Cammino è una iattura per la Chiesa e lo abbiamo dimostrato con prove e documenti, che sembrano non toccare nessuno e nessuno di voi li vede e li raccoglie...

    Quanto alle decisioni della Santa Sede, le stiamo aspettando con apprensione e preoccupazione per il bene della Chiesa e non per ragioni personali di qualsivoglia genere

    RispondiElimina
  190. vabbè, vabbè. Prove e documenti ce li ha anche la Santa Sede, ragazzo.
    Raffy

    RispondiElimina

I commenti vengono pubblicati solo dopo l'approvazione di uno dei moderatori.

È necessario firmarsi (nome o pseudonimo; non indicare mai il cognome).

I commenti totalmente anonimi verranno cestinati.