martedì 12 febbraio 2008

Un campione di "batti e ribatti"

Apro la discussione con questo emblematico post del neocatecumenale Gianluca, inserendo alcune piccole notazioni prima di proseguire su questa nuova pagina:

"Caro Mic, non sono entrato in questo blog per un "batti e ribatti" e per questo che ho accettato l'opinione di Uris. Ho voluto semplicemente portarvi la mia testimonianza e il mio pensiero. Rispondendo a Uris non faccio altro che entrare nella dinamica che tu stesso denunci. Se questo però può aiutarti, lo farò ben volentieri, nonostante nei miei interventi credo che si possano chiaramente leggere le risposte al suo commento (credo tu ti riferisca a quello delle 17,43). Lui parla di una mia inconsapevolezza di cosa accade "realmente" nel cammino, di una visione e percezione condizionata dagli insegnamenti ricevuti e che io aderisco ad un movimento facendomi sfuggire l'essenza reale. Ho già detto che nella mia vita non ho seguito o ascoltato solo i neocatecumenali; ho già detto che ho come amici molti laici appartenenti ad altri movimenti della chiesa cattolica e sacerdoti non del cammino, che contrariamente a quanto asserisci tu Mic, non frequento "saltuariamente" e solo "in grandi occasioni"."

Avevo già obiettato a Gianluca che Uris, come del resto tutti noi, non ha espresso sue personali opinioni, ma una esperienza di difformità tra insegnamenti del Cammino versus quelli della Chiesa. Abbiamo documentato in molti modi queste affermazioni, ma letteralmente scivolano su Gianluca, la cui testimonianza è un 'prototipo'

"Preciso che i catechisti non parlano da soli, ma sempre sono più persone accompagnate da un sacerdote, il quale non sempre è uscito dal redemptoris mater (soprattutto agli inizi quando i seminari del cammino non esistevano)."

Sono più di trent'anni che i Redemptoris Mater sfornano sacerdoti neocatecumenali e non ho mai sentito né sentito dire di un sacerdote che parli al posto dei catechisti o li contraddica se dicono boiate (quando se ne accorge) senza essere poi messo a tacere in ogni modo possibile: ricattandolo, calunniandolo rendengogli la vita difficile o impossibile (a seconda degli atteggiamenti del vescovo) o allontanandolo. E poi, ormai, fer fortuna tutti sanno che non è vero che i catechisti parlano "per ispirazione dello Spirito Santo" e non fanno altro che veicolare acriticamente le catechesi kikarmenke

"Sono testimone che il nostro primo presbitero, un libanese maronita, una volta che ha conosciuto il cammino senza mai sottoporsi alla guida dei catechisti, bensì accompagnandoci nelle celebrazioni, una volta finiti gli studi è tornato in Patria, ha chiamato catechisti per aprire il cammino nella sua parrocchia avendono constatato i benefici."

povera Chiesa! anche in Libano... ( e non solo, purtroppo!) :((

"Sono testimone che il nostro attuale presbitero, un cappuccino slovacco, che aveva grossi dubbi sulle comunità (infatti inizialmente era venuto per la celebrazione del Sabato), si è completamente ricreduto, celebrando con noi anche la Parola, venendo alle convivenze e facendoci gli scrutini senza che a lui gli fossero mai stati fatti, ma basandosi sulla luce del suo essere sacerdote."

un sacerdote che VI FA gli scrutini??? Suvvia!!!

"Tutto questo per rispondere all'accusa (scusa uris se uso una parola un po' forte) di "non consapevolezza" di quello che sto facendo e sul Cristo diverso dal vostro che sto seguendo."

chiede scusa di usare una parola un po' forte come "accusa"? ma da dove viene fuori questa inconsueta urbanità??? Dopo tutti gli "impazzamenti" dei giorni scorsi devono averli ammoniti a fare i bravi... Perdonate l'ironia, che forse mi potevo risparmiare, ma chi ci legge sa di cosa parlo!!!

"Su questo perenne tema della disobbiedienza dovete essere un po' elastici e ammettere che certe scelte su grande scala comportano anche una non rigidità sulle date dei giorni precise! D'altronde scusate i termini degli statuti approvati ad experimentum che scadevano lo scorso Giugno, dovevano essere oggetto d'interesse da parte della Chiesa stessa, non del cammino! Il tot giorno la Chiesa doveva pronunciarsi dicendo se li ammetteva, se no o altrimenti! Il fatto che si è voluto aspettare ancora qualche mese probabilmente l'ha voluto la Chiesa stessa per pronunciarsi su tutta la questione, celebrazione compresa! Ragazzi siamo stati passati al vaglio di tutte le congregazioni, non solo del Papa, non sono cose da poco. Io non mi sento disubbidiente perchè la Chiesa mai ha fatto uscire un documento ufficiale in questi mesi e secondo me lo avrebbe dovuto fare per definirci disubbidienti! Se la Chiesa pensasse veramente che le stiamo andando contro, lo avrebbe detto ufficialmente. Evidentemente siamo nella fase di chiusura di tutto il discorso, quindi niente ammonizione vaticana, niente disobbiedienza."

Ecco, qui chiamerei davvero in causa la chiesa nelle persone di chi deve decidere, perché davvero sarebbe anche ora... e notate che tutta la"colpa" della situazione è della Chiesa... in un certo senso però ha una sua logica...

"Ora si può passare oltre e non rischiare di fare il solito "batti e ribatti" di cose "fritte e rifritte".!

Mi chiedo quelle appena scritte che cosa erano se non un vecchio copione, un "deja vu"... Chi ci legge non da ora lo sa bene!

78 commenti:

Francesco ha detto...

Sia chiaro una volta per tutte che è disobbediente chi trasgredisce le indicazioni precise del Papa e della Chiesa (mi riferisco all'assoluta inosservanza da parte dei neocatecumenali delle prescrizioni contenute nella Lettera del Cardinale Arinze a 2 anni e tre mesi dalla loro notificazione).

Non è disobbediente chi,come noi, fa rimarcare queste cose perchè non contravviene a nessuna specifica disposizione della Chiesa.

Gert ha detto...

"Sono testimone che il nostro attuale presbitero, un cappuccino slovacco, che aveva grossi dubbi sulle comunità (infatti inizialmente era venuto per la celebrazione del Sabato), si è completamente ricreduto, celebrando con noi anche la Parola, venendo alle convivenze e facendoci gli scrutini senza che a lui gli fossero mai stati fatti, ma basandosi sulla luce del suo essere sacerdote."

gradirei precisazioni su questo sacerdote che FA gli scrutini! Dove succede?

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

Caro Mic e compagni,innanzitutto smettetela di affermare che avete fatto il cammino,soltanto leggendo ciò che dite posso affermare che non avete fatto neanche il II passaggio tantomeno gli scrutini.
Vi posso assicurare che ci sono NC che amano la tradizione della chiesa antica più di Voi,ricredeteVi per la società di oggi il cammino è veramente un carisma donato dallo Spirito Santo e la Madonna ci accompagna e protegge.La liturgia è una cosa troppo seria per essere discussa su un forum la tradizione deve rimanere Viva ma è sempre il Santo Padre che decide cosa deve rimanere o cosa va cambiato,a voi può piacere o no ma i veri disubbidienti siete voi con la vs.infarinatura della teologia fai da te

Anonimo ha detto...

Solo un'annotazione "documentata": il primo redemptoris mater è nato nel 1988, quindi credo che grosso modo il primo presbitero del cammino è uscito attorno 1993, 15 anni fa. Considerando che il cammino compie 40 anni, credo che per la maggior parte degli anni (25) i sacerdoti non fossero del cammino.....

Gianluca

giovanni ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
mic ha detto...

"Solo un'annotazione "documentata": il primo redemptoris mater è nato nel 1988, quindi credo che grosso modo il primo presbitero del cammino è uscito attorno 1993, 15 anni fa. Considerando che il cammino compie 40 anni, credo che per la maggior parte degli anni (25) i sacerdoti non fossero del cammino....."

mi sembra che siano troppi anche 15 anni di sacerdoti che non hanno ricevuto la formazione della Chiesa ma quella neocatecumenale, che allora forse non si sapeva (!?) quanto difforme e con quali serie "anomalie" metodologiche, anche a non parlare dei contenuti, purtroppo divenuti noti e controversi...
ma sto parlando al vento perché ho dall'altra parte della tastiera persone che come al solito non hanno intenzione di dialogare, mi sembra

marco ha detto...

il post delle 15,48 è stato eliminato da MIC e questo farà la stessa fine solo perchè voleva evidenziare la scorrettezza di MIC defiita in gergo tecnico si chiama character assassination (Si chiama - come questi killer sanno fin troppo bene - "character assassination": 10/15 diversi nick si fiondano sul poveretto mal capitato che prova a dire "la mia opinione è diversa" e lo massacrano con gran divertimento generale)

mic ha detto...

"Vi posso assicurare che ci sono NC che amano la tradizione della chiesa antica più di Voi,"

su questo ci credo, ma non significca che stiano nutrendosi di Verità di fede cattoliche

"ricredeteVi per la società di oggi il cammino è veramente un carisma donato dallo Spirito Santo e la Madonna ci accompagna e protegge."

sicuramente accompagna e protegge chiunque è in buona fede, come sono certo accompagni noi del resto

"La liturgia è una cosa troppo seria per essere discussa su un forum la tradizione deve rimanere Viva ma è sempre il Santo Padre che decide cosa deve rimanere o cosa va cambiato"

La liturgia è una cosa troppo seria per essere rdotta allo scempio che ne ha fatto kiko con la scusa del ritorno (fsloso) alle tradizioni, perché - tanto per dirne una - nemmeno la cosiddetta Preghiera Eucaristica II è l'autentica traduzione della preghiera di Ippolito e il "canone Romano" è più antico di quanto kiko, che kiko ha abolito, non sappia... ma contiene verità che non coincidono con i suoi insegnamenti!

"a voi può piacere o no ma i veri disubbidienti siete voi con la vs.infarinatura della teologia fai da te"

se la nostra è "teologia fai da te" e non facciamo altro che ripetere gli insegnamento della Chiesa cattolica, citandone il Magistero, quella kikarmenka cos'è?
Un fritto misto di Farnes, Lutero Bonhoeffer, Talmud, Midrash, Elia e il carro di fuoco (la merkavà)... ne vuoi ancora?

mic ha detto...

Il post di Marco non farà la stessa fine del precedente, per far vedere a tutti con CHI abbiamo a che fare; ma quelli successivi sì....

Conche faccia tosta vieni a parlare di character assassination a noi che stiamo parlando da un luogo pubbligo, su uno strumento pubblico che chiunque può consultare o evitare se non gli garba?

La vera, autentica character assassination, propria delle sette, non la pratichiamo noi; semmai possono essere considerati tali questi tuoi reiterati tentativi, servendoti di questo gergo tecnico altisonante, di tapparci la bocca!

Anonimo ha detto...

Caro Mic, se scrivo in questi blog è per amore al dibattito costruttivo e all'incontro tra noi cristiani. Non mi sembra di aver mai cercato di "buttarla in caciara". Tu mi contesti la parola "opinione" che ho attribuito a Uris, perchè, cos'altro era? O vuoi affermare che nonostante le mie esperienze concrete, sono un forviato da una dottrina alternativa? Non ti ho riportato riflessioni, pensieri, opinioni, bensì fatti che speravo perlomeno che potessero invitare te e gli altri partecipanti del blog a riconsiderare le vostre posizioni estremiste. Non dico che dobbiate entrare nel cammino (ci mancherebbe altro! :-) )perlomeno prendere in considerazione che forse cìè anche del buono nel cammino.

Gianluca

Anonimo ha detto...

Qoto da Oremus ha detto...
"
Siete voi neocatecumeni che vi riunite in segreto, tra di voi e nelle ore notturne, in un clima da loggia massonica o da setta iniziatica.
I vostri capi rifuggono la luce come i vampiri, non amano i riflettori sul loro operato, impongono la congiura del silenzio a pena di essere isolati, emarginati nel cammino o eventualmente cacciati (ma solo come estremo rimedio, per non mandare in giro gente delusa che possa sbugiardare il cammino stesso).
E osate parlare di vivere al buio, proprio voi che il buio ve lo cercate insistentemente, che vivete nel buio morale della disobbedienza, nel buio spirituale del rifiuto del vero insegnamento di Cristo, nel buio fisico dei locali dove vi riunite a porte chiuse la sera tardi e la notte, alla luce delle candele, della luna e dei lampioni.

E' davvero singolare questo atteggiarsi a vittime quando nella realtà siete carnefici di voi stessi e di quelli che vi sono accanto.

12 febbraio, 2008 13:06"

I pipistrelli nc vogliono darci lezioni ma dovrebbero sapere che parliamo di ciò che abbiamo vissuto.

Non sto a ripetere gli strafalcioni (compreso quello della non validità del battesimo per alcuni anzi per tutti "i fedeli della domenica" che vivono una fede tradizionale, secondo i nc) che inondano il loro addottrinamento.
gf

mic ha detto...

"Tu mi contesti la parola "opinione" che ho attribuito a Uris, perchè, cos'altro era?"

"opinione" secondo il valore semantico che normalmente si dà a questo termine è qualcosa di soggettivo non valido universalmente... In questo senso ciò che ha affermato Uris, al pari di quello che affermiamo noi non è un'opinione, ma interpretazione documentata e basata su documenti ecclesiali di fatti e detti dei tuoi iniziatori!

"O vuoi affermare che nonostante le mie esperienze concrete, sono un forviato da una dottrina alternativa?"

Io non ho affermato questo e non ti ho mai accusato di "buttarla in caciara".
Guarda solo quanti post sono stati cancellati e vedi se però la "caciara" non esiste anche se non attribuibile a te, ma a tuoi compagni di esperienza.
E siccome sotto questo aspetto la permanenza in questo posto in questo momento rischia di divenire un fatto "demenziale", ioqui chiudo, per ora.

Vi avviso che se insisterete nell'imbrattare la pagina e renderla impraticabile, come avete già iniziato a fare anche oggi, non avrò nessuna difficoltà a cancellarla e ad inserine un'altra

Seby ha detto...

Vi posso assicurare che ci sono NC che amano la tradizione della chiesa antica più di Voi,ricredeteVi per la società di oggi il cammino è veramente un carisma donato dallo Spirito Santo e la Madonna ci accompagna e protegge.La liturgia è una cosa troppo seria per essere discussa su un forum la tradizione deve rimanere Viva ma è sempre il Santo Padre che decide cosa deve rimanere o cosa va cambiato,a voi può piacere o no ma i veri disubbidienti siete voi con la vs.infarinatura della teologia fai da te



Il cammino lo abbiamo fatto e come e le nostre testimonianze sono gia' state depositate e prese in considerazione da chi di dovere!
La liturgia e' una cosa cosi' seria che ve ne fate una per conto vostro e diversa! Riguardo alla tradizione ve ne stattete visto che per voi il Concilio Vaticano II e' un momento di rottura con la chiesa del passato (cosa falsissima)!
E non mi dire che per voi non sono piu' importanti i catechisti invece che dei vescovi. Se un catechista dice una cosa la fate e del Vescovo ve ne fregate...

Gert ha detto...

"Se un catechista dice una cosa la fate e del Vescovo ve ne fregate..."

perchè,di quello che dice il papa non se ne fregano?

Anonimo ha detto...

"la merkav"? e che ne sai Tu ? Parli soltanto di cose che non conosci e tantomeno capisci,se vuoi parlare de CNC delle origini,
insegnamenti,catechesi,ecc.tutto strettamente cattolico(meglio specificare con voi non si sa mai)
allora fai il CNC fino in fondo,se no ,lascia perdere le str... che dici

stephanos78 ha detto...

Bentrovati a tutti.

Sono rimasto addolorato dalla situazione ormai "ciclica" che si viene a verificare ad ogni "ondata" propagandistica relativa alle presunte "approvazioni" statutarie ormai divenute una specie di "ritornello".

Come ripeto, questo denota uno spiccato doppio-pesismo di comodo. E' sicuramente triste. Quando constatiamo la assoluta alterità del CNC dagli Statuti ormai scaduti da tempo, essi sono semplici "linee guida", pecchiamo di "rubricismo", "giuridismo", siamo farisei. Invece gli Statuti sono strumenti di TUTELA, che soccorrono i Fedeli. I quali hanno il DIRITTO di essere soccorsi e di poter ricorrere a questo strumento, questo regolamento, che non è solo "carta", ma la cui lettera è formata da uno Spirito che sottende. Come ebbe a dire lo stesso Stafford, di cui ricordo la "lectio magistralis" (è consultabile sul sito del Vaticano) di Porto San Giorgio, proprio in merito al valore e alla importanza degli Statuti per le Associazioni Laicali Cattoliche, quali il CNC. E' chiaro che tutto può essere "svuotato" di sè. Ma non si possono certo fare i processi alle intenzioni o definire "inutile" qualcosa, per il solo fatto che è POSSIBILE che lo sia...

L'altra grande assurdità è vedere le reazioni scomposte e anche fanatiche di persone che associano all'approvazione di Statuti di una associazione lo stesso valore del dogma di fede cattolica! Se si approva un Statuto, da parte della Chiesa, come avvenne anche con quello scaduto, significa semplicemente che quello Statuto è Cattolico! Il che non rende "automatica" l'esecuzione stessa dello Statuto! Altrimenti non ce ne sarebbe bisogno!... La fiera dell'assurdo!... Non sarebbe definito "strumento di tutela", se tale "tutela" non viene considerata "fattibile"!! Inoltre, uno Statuto considerato, dai fatti emersi in questi anni, unicamente come "lasciapassare"... è assolutamente e concretamente inutile! Lo Statuto è utile e "vero" se frutto della condivisione profonda della associazione ai valori espressi nello statuto stesso! Ma quando si è in presenza di questa condivisione, non si è in presenza dell' "anarchia" del CNC! Anarchia riguardo la Chiesa, non certo riguardo se stesso. Poichè esso ha una gerarchia ed una "norma" granitica ed immutabile! Refrattaria ad ogni cambiamento!

Infatti la concretezza dell'esperienza porvata, insieme agli interventi magisteriali degli ultimi 20 anni, hanno fatto emergere che il CNC è "impermeabile" ad ogni cambiamento che vada in direzione inversa da quella che esso segue! La lettera del Culto Divino del 2005, ha mostrato di più che non solo lo Statuto non è stato attuato nelle "linee guida" fondamentali, ma che il valore dello Statuto è di "Lasciapassare". Punto. Questi sono fatti.
Ad oggi si è cercato e si cerca il compromesso con la Curia e il Papa, per le modifiche e il cambiamento radicale richiesto al CNC, che NON NE VUOLE SAPERE di eseguirlo! La relativizzazione della Chiesa e del Papa in favore di tre "iniziatori" di una associazione è palese in questo fatto! Il Compromesso! L' "obbedienza" alla Chiesa, la "gioiosa obbedienza" si è concretizzata in questo! E i fatti parlano! C'è poco da fare! IL CNC NON CAMBIA! Prosegue nel suo percorso, negli scrutini battesimali (inammisibili per la Chiesa di Roma su chi è Battezzato!), eseguiti da laici, che non sono scrutini ma massacri psicologici! Con Catechesi difformi, secretate per lunghi anni e modificate a richiesta della Dottrina della Fede, che ancora non ha sciolto la riserva sui testi che pure sono stati "edulcorati"(pensate che cosa possono contenere!!!)! Su una Liturgia totalmente difforme e MAI indultata, che stravolge davvero i dogmi che ci hanno insegnato! Una Liturgia filo-ebraica, intrisa di simbolismi talmudici... che però non è nemmeno ebraica! Diventa funzionale ad un progetto umano...che è quello di Kiko!

La gravità è maggiore, perchè le "informazioni", la "chiarezza" nel CNC è inesistente! Gli adepti, allevati alla sola dottrina del CNC, spacciata per cattolica e condita di "appoggi" episcopali e propaganda di partito(!), non sono messi in grado di scegliere e discernere liberamente per il semplice fatto che mancano loro tutte le "caratteristiche" della situazione! Questo solo è già di una gravità assoluta e mina alla base il libero arbitrio voluto da Dio e la Libertà umana individuale e collettiva.

Nessuna delle pratiche del CNC è stata indultata ad eccezione della Comunione sotto le due Specie e lo scambio della Pace! Questo è un fatto incontrovertibile! Eppure dopo più di 40 anni, siamo ancora a questo punto!

I fatti hanno certificato che un eventuale Statuto, sebbene cattolico e sicuramente più esigente e chiaro del precedente, non sarebbe altro che un "lasciapassare". Prima dello statuto, occorrerebbe la VERIFICA, la disciplina, che stabilisse la veracità cattolica o meno del CNC!

Ma la rincorsa al compromesso politico a cosa porterà?...

Anonimo ha detto...

Seby,lascia stare ,Tu il CNC non l'hai fatto tantomeno praticato.
Il CNC non è arrivare al I passaggio o all "SHEMA" ma va oltre

Anonimo ha detto...

Seby,non mi venire con le solite frasi fatte....mi ha fatto soffrire.. ho perso tutto..
ho parli di fatti concreti che hai vissuto o taciiiiii

Gert ha detto...

A giudicare dalle reazioni neocatecumenali che si registrano su questo blog di continuo,una cosa la insegnano e anche bene nel cammino neocatecumenale: l'impertinenza gratuita unita all'abilità di portare acqua (oltre che soldi) al mulino di Kiko.

Gert ha detto...

""la merkav"? e che ne sai Tu ? Parli soltanto di cose che non conosci e tantomeno capisci,se vuoi parlare de CNC delle origini"

conoscendo Mic,credo che sul "Carro di Ezechiele",ma nell'insegnamento autentico,ne sappia più di quanto vi propina kiko

Anonimo ha detto...

Ho frequentato i nc e le loro scelte mi sono sembrate strane, fin da''inizio, rispetto agli insegnamenti della Chiesa. I dubbi iniziali hanno ceduto il posto alla certezza con l'andare avanti.
Ho faticato un bel po' ed ora sono trascorsi tre anni e non me ne frega più nulla nè delle loro minacce per accendere in me qualche senso di colpa nè degli inviti di qualcuno.
Ora so che la fede e la Chiesa sono un'altra cosa.

Prima di liberarmi ho cercato tanti consigli e fatto tante letture. Leggendo che cosa è una setta mi ha convinto maggiomente che ci ero caduto.
I sacerdoti che devono esprimero un giusto giudizio con retta coscienza, dovrebbero vedere tutto il meccanismo interno, con i contenuti, per convircersene. Solo la facciata nc non ti fa capire tutta la distorsione che ci sta dentro


Che cos'è una setta
1) Le guide usano tecniche di pressione psicologica per ottenere il controllo e la fedeltà dei propri membri. Le tecniche di manipolazione più usate sono: uso del senso di colpa, pressione del gruppo, minacce di castigo di Dio a chi disubbidisce, ecc. Un'altra tecnica peculiare di ogni setta è l'isolamento dell'individuo: i membri devono interrompere i rapporti con parenti ed amici "del mondo" o ridurli al minimo necessario in quanto questi sono mezzi che usa Satana per deviarli dalla "Verità" conquistata. L'isolamento e l'emarginazione totale sono inoltre la punizione per i dissidenti che non si pentono.

2) Stile di vita improntato all'osservanza rigida di norme e divieti in merito ad abbigliamento, rapporti con l'altro sesso, possibilità di partecipare alla vita sociale, ecc. La lealtà alla chiesa ha la priorità sulla lealtà alla propria famiglia. Il tempo libero, da dedicare a se stessi e/o alla famiglia, viene ridotto al minimo dovendo dare la priorità alle attività richieste dalla chiesa.

3) Trasformazione del significato delle parole: tecnica descritta da Orwell nel suo famoso romanzo "1984", permette di controllare meglio il pensiero dando nuovi significati a termini "pericolosi" come "verità", "libertà", ecc. in modo che il pensiero dell'individuo sia sempre conforme a quello dei capi.

4) Complesso di persecuzione: è la conseguenza del precedente. Ogni critica verso la setta da parte di singoli o di gruppi viene vista come una forma di persecuzione e di conseguenza una "prova" che si tratta della "vera chiesa" perseguitata da Satana.

5) Attenzione focalizzata sui giovani, i deboli, gli insicuri, gli immaturi che vengono attratti dalla "sicurezza" offerta dalla setta che offrendo loro un ruolo all'interno del gruppo soddisfa anche il loro bisogno di affermazione e di ricerca di una identità precisa.

6) Abbandono doloroso: i membri delle sette, anche quando nutrono dei dubbi, hanno paura di abbandonarle a causa dell'intimidazione, dei sensi di colpa, della pressione psicologica e della minaccia dei castighi: isolamento subito e giudizio di Dio dopo.

Queste sono alcune delle caratteristiche che permettono di considerare un gruppo religioso come una "setta".

Che siano caratteristiche negative sembra evidente e comunque questo si lascio al giudizio di chi legge; che la maggior parte di queste caratteristiche si ritrovino anche fra i nc sembra altrettanto evidente.

sedi

Anonimo ha detto...

"mi sembra che siano troppi anche 15 anni di sacerdoti che non hanno ricevuto la formazione della Chiesa ma quella neocatecumenale, che allora forse non si sapeva (!?)"

Senti Mic, mi spieghi perchè dici questo? Hai esperienza anche di seminario? Continui a dire agli altri che raccontano solo bugie, e tu?
Dici questo perchè ne hai esperienza diretta o solo per sentito dire?
e sentito dire da chi?
Mi pare che anche voi parlate tanto di fatti inconfutabili, ma gli argomenti poi, sono solo vorste opinioni ( o opinioni di qualcun'altro) solo opininioni.

Fedele ha detto...

"Seby,non mi venire con le solite frasi fatte....mi ha fatto soffrire.. ho perso tutto..
ho parli di fatti concreti che hai vissuto o taciiiiii"

stai dando i numeri, Anonimo? Dov'è che Seby ha detto quello che gli attribuisci????

livio ha detto...

Dove pensate che stiano le radici del male?
Esattamente nel fatto che un sacerdote cattolico come quel cappuccino slovacco (maronita libanese, domenicano spagnolo o gesuita nostrano e chi più ne ha più ne metta) anzichè circoscrivere il proprio umile e gravoso magistero all'interno del sacramento confessionale e penitenziale, nel rapporto uno-ad-uno con il fedele ed entrambi al cospetto dell'Altissimo, abiurando la propria intrinseca missione ecclesiale si trasforma in gran maestro di un rito paganeggiante per la selezione-scrutinio degli adepti, cioè di un rito di passaggio da un livello inferiore a quello superiore nella gerarchia interna di un itinerario parareligioso settario ed elitario.

Diverso tempo addietro, qualcuno scrisse su questo blog che, se i rappresentanti della fede cattolica - preti, vescovi e cardinali- cominciano a perdere il sensum, fino a smarrire la loro stessa identità, ciò è dovuto ad un generale indebolimento della fede, della dottrina, dei suoi segni, dei suoi riti storicamente determinati e consolidati, diversamente dalle altre fedi monoteiste, e forse da tutte le altre religioni.
Di certo, una fede indebolita come una banderuola si lascia agitare dai venti di cambiamento, dalle spinte al mutamento, dalle tendenze disgregatrici, fino a trasformare la stessa identità e consapevolezza di sè.

Certo, non tutto è imputabile ai cambiamenti secolari, non tutto è ascrivibile ai mutamenti nell'animo umano.
Vi è anche una grande responsabilità di quanti, per ignavia, indolenza, lassismo non si sono rimboccati le maniche lavorando con un surplus formativo e confermativo, in un programma straordinario di preparazione dei novizi in primis, a fronte di un tale coacervo di attacchi al cuore della fede cattolica.
Anzi, alle spinte al mutamento e alle temperie sociali si è risposto con un indebolimento delle difese, aprendo a nuove esperienze, a sperimentazioni e contaminazioni.
Anzichè rinforzare le difese del Tempio, sono stati aperti dei varchi nelle murature dogmatiche e nelle impalcature dottrinali che, lungi dall'allentare le pressioni esterne, si sono invece sgretolati ed allargati via via, facilitando l'ingresso del disordine e del caos (v. determinazioni conciliari e loro interpretazioni equivoche.

Il risultato di tutto questo ce l'abbiamo sotto gli occhi, sempre più evidente : i rappresentanti di ordini secolari che danno letteralmente i numeri, che si inventano teologie, prassi e liturgie paradossali, che si calano in ruoli, compiti e comportamenti del tutto antagonisti con la propria condizione di ministri della Chiesa...

Documentalia ha detto...

anonimo 16:52
leggi qui
e qui

Non sono cose dette da Mic,ma sacerdoti cattolici

leil ha detto...

C'è da rifletterci

"Il giocatore è discepolo della Renascer da quando era solo un piccolo movimento sorto nei quartieri bene di San Paolo. Grazie alla carica aggressiva e alle suggestioni apocalittiche, tipica dei pentecostali, e soprattutto alle doti di marketing dell’apostolo Estevam, oggi è un gigante da svariati milioni di adepti, 1.200 templi in Brasile e all’estero, tv e stazioni radio. Dai giovani di classe media è arrivata nelle favelas, dove rastrellare denaro tra i più poveri. L’ultima mobilitazione a San Paolo, la Marcia per Gesù, ha visto la presenza di 3 milioni di persone (il Papa, lo scorso maggio, ne ha riuniti appena 800 mila). Per la prima volta mancavano i fondatori, apparsi solo su uno schermo gigante. Sonia e Estevam erano stati arrestati lo scorso gennaio all’aeroporto di Miami, mentre tentavano di entrare negli Stati Uniti con 56 mila dollari non dichiarati, nascosti nelle valigie tra le Bibbie. Ad agosto il processo: 5 mesi in galera e altrettanti ai domiciliari. Oggi i due sono nella loro villa di Boca Raton, sulle spiagge della Florida. Kaká telefona quasi tutti i giorni.

I dollari nella valigia sono poca cosa in confronto alla valanga di processi aperti in Brasile, al sequestro di quasi tutti i beni e alla richiesta di arresto che attende la coppia se dovesse rimettere piede in patria. I giudici sospettano che la Renascer abbia dirottato per anni i soldi delle decime nel patrimonio personale di apostolo e compagna. I pm di San Paolo lo hanno stimato in 130 milioni di reais, circa 52 milioni di euro. In compenso la setta deve milioni in affitti, bollette e al fisco. La giustizia è andata anche a vedere tre entità assistenziali della Renascer nella regione di San Paolo, trovate in stato di abbandono, con cibo andato a male e bambini che dormivano per terra. Di bilanci neanche a parlarne. Buona parte dei beni della coppia sono intestati a società fittizie, parenti e prestanomi. Per la Renascer è tutto falso, un complotto della grande stampa (i giudici si sono mossi dopo inchieste giornalistiche). Durante i culti, i pastori denunciano la mano del demonio dietro a quelle della giustizia.

Come nel caso di Kaká, ce ne vuole per far vacillare la fede di un evangelico pentecostale. Per il quale la ricchezza materiale non solo non è peccato, ma è un dono di Dio, e la felicità va ricercata sulla Terra. Niente di male, quindi, se la vescova veste Gucci, si è rifatta da capo e piedi e usa la sacrestia come camerino di un teatro prima di entrare sul palco. La Renascer resta una potenza, capace di mobilitare spostare centinaia di migliaia di voti da un candidato all’altro e, come tutte le Chiese, è trattata con i guanti dalla politica. La stessa legislazione brasiliana le permette di utilizzare il denaro dei fedeli senza troppe esigenze di bilancio.

Rocco Cotroneo
28 dicembre 2007"

a proposito di documentalia ha detto...

"...Non loquatur in angulis, nec coram pueris, qui nesciunt de causis arduis iudicare; sed CONTRA HOC SCRIPTUM SCRIBAT, SI AUDET... " (Tommaso, De unitate intellectus)

non hanno mai confutato una virgola dei documenti prodotti con "ragioni" ma solo con insulti e calunnie

Gert ha detto...

"Come nel caso di Kaká, ce ne vuole per far vacillare la fede di un evangelico pentecostale."

grazie per le informazioni sulla setta pentecostale brasiliana,ma la cosa nè ci consola nè ci dice niente di più nè di meno sui neocat

Steven Hassan ha detto...

La caratteristica di base del reclutamento della maggioranza delle sette è l'inganno. Come ho già detto, i gruppi distruttivi non si fanno scrupoli ad usare l'inganno per reclutare nuovi membri. Operano sulla presunzione che la gente è troppo "ignorante", o troppo "poco spirituale" per riconoscere quel che è meglio per lei. Quindi si arrogano il diritto di prendere decisioni per chi reclutano. Quando le facoltà critiche individuali sono intatte e perfettamente funzionanti, le informazioni fornite dai culti distruttivi sono scarse. Quando le funzioni critiche sono abbassate e meno funzionanti la setta fornirà più informazioni. L'inganno comprende bugie evidenti, il tralasciare informazioni importanti o il distorcere informazioni.

Del dott. Steven Hassan. Tratto da Combatting Cult Mind Control, 1991.

hassan ha detto...

un altrom fatto che coincide con il CN.
Durante il reclutamento, il reclutatore vuole ottenere dal convertito quante più informazioni possibili per poter conoscere il modo più efficace per portarlo nel gruppo. Un reclutatore efficace sa come lisciare i potenziali punti deboli della persona - problemi con il fidanzato/a, genitori, familiari, lavoro o scuola; la morte di un caro amico o parente; il trasferimento in una città nuova e così via. Un buon reclutatore sa come mettere a proprio agio il suo "target", e a questo punto vengono rivelate informazioni molto personali e confidenziali.

Nel frattempo il reclutatore rivela il meno possibile di sé e in special modo del gruppo, a meno che non sia assolutamente necessario. La maggior parte delle notizie arriva dal reclutando. Questo tipo di squilibrio nel flusso dell'informazione è un altro segnale di qualcosa di sbagliato. Generalmente l'impressione più comune che la potenziale recluta riceve è che sta facendo una nuova amicizia. Comunque, nel mondo reale, l'amicizia richiede tempo per evolversi. Non succede in una notte. Si spartiscono sempre più informazioni personali in modo reciproco, con poco o addirittura senza squilibrio, ogni persona dà e riceve in modo equilibrato. E non ci sono secondi fini.

Nel momento in cui il potenziale convertito viene invitato a partecipare a qualche funzione o seminario della setta, incontrerà una fortissima pressione, sia evidente che nascosta, affinché si impegni il più presto possibile. Le sette distruttive, come i bravi artisti della truffa, una volta agganciata la persona si muovono per 'uccidere'. Non è nel loro interesse incoraggiare la riflessione. Al contrario, i gruppi legittimi non mentono al potenziale convertito e non gli fanno pressioni per un impegno immediato.

altro fatto concreto ha detto...

Ecco da cosa scaturiscono i frutti nc


Sempre il dottor Hassan che scrive dopo aver condotto studi su persone devastate dalle sette .
"Il controllo dell'esperienza individuale è essenziale per spezzarli, indottrinarli, e ricostruirli a immagine della setta. Durante il reclutamento la struttura dell'identità della persona subisce un forte cambiamento. Durante l'indottrinamento a volte la persona non ha più contatti con famiglia e amici per giorni o settimane. Quando li rivede, il cambiamento radicale della personalità è evidentissimo. Spesso l'individuo cambia stile di abbigliamento e modo di parlare, e si comporta in modo stranamente distante. Spesso il senso dell'umorismo è scomparso. Gli interessi precedenti, i suoi hobby e obiettivi vengono spesso abbandonati 'perché non sono più importanti'.

Se l'individuo non mantiene i contatti col gruppo e non partecipa alle sue attività questo cambiamento di personalità sembra attenuarsi un po' col tempo. Ma quando la persona mantiene i contatti (al telefono o frequentando sedute del gruppo) la nuova identità cresce in modo molto forte.

Famiglia e amici vedono la persona non solo distante, ma ingannevole ed evasiva. A volte la persona può essere indotta a rivelare le sue nuove credenze. Di frequente il nuovo membro chiede a famiglia e amici di parlare con il suo leader o membri anziani "perché loro si spiegano meglio."

Il segnale più evidente del lavoro di una setta distruttiva è questo cambiamento radicale della personalità del nuovo membro. Forse prima era liberale (politicamente) e ora è un fermo conservatore. Forse prima amava la musica rock e ora pensa che sia diabolica. Prima era molto legato alla famiglia e ora non si fida più. Forse era ateo e ora Dio rappresenta tutto per lui."

Anonimo ha detto...

stai dando i numeri, Anonimo? Dov'è che Seby ha detto quello che gli attribuisci????

ho letto tutti i blog tuttiiii

gherardo ha detto...

Siamo tornati al tormentone
"chi non fa esperienza del CN
non puo' esprimere giudizi" (argomento
con cui Carmen ha tappato la bocca
a piu' di un vescovo).

Ma siccome qui il 99% ha fatto esperienza
del CN e fortunatamente ne e' uscito,
hanno leggermente adattato il tormentone
in:
"Chi non ha fatto esperienza del CN FINO N FONDO" non puo' esprimere giudizi.

A parte che cosi' ti stai escludendo anche tu (non credo che tu lo abbia finito il CN, o sbaglio?)
Comunque io ti dico che MENO MALE
che non abbiamo fatto esperienza fino in fondo!!

gherardo ha detto...

Quel tratto percorso ci e' bastato e avanzato per capire che era tempo di tornare alla sicura guida del Catechismo della Chiesa Cattolica.

LT ha detto...

Quello della Renascer è un caso classico di condizionamento di massa attraverso istanze religiose.
Vi è da aggiungere che queste sette che si riproducono e ingigantiscono a macchia d'olio grazie alla presa sulla gente, trovano un formidabile alleato nella incapacità delle società di accorgersi in tempo del bubbone e porvi rimedio.
In genere, quando una setta arriva alla dignità delle cronache giornalistiche e delle conseguenti inchieste giudiziarie per le correlate magagne economiche e fiscali o per fatti delittuosi, è cresciuta a tal punto e si è radicata talmente nelle coscienze e nella psiche delle migliaia di adepti che, se anche i loro capi carismatici immolassero cruentemente i loro servitori sotto gli occhi della folla osannante, il loro crimine verrebbe scambiato dalla folla delirante in rito di purificazione del tutto legittimo, come è accaduto e accade quando le convinzioni religiose si trasformano in fanatismo collettivo.

Anonimo ha detto...

ma chi è ssto str... di hassan?
Felice?
cosa c'entra il CNC con la setta?
Delusione totale non c'è confronto ma solo distruzione,andate a Lourdes forse la Madonna vi aiuta e prega per in vs.discernimento ,per il momento sembrate solo dei nazisti

Anonimo ha detto...

Non sono cose dette da Mic,ma sacerdoti cattolici

Nei siti "vostri" è ovvio che c'è scritto solo cose vostre, ma questo non vuol dire che siano delle Verità assolute.
Sono solo Vostre considerazioni.
Il fatto che l'hanno detto dei Sacerdoti Cattolici che vuol dire (che sono dogmi)?
Te ne cito una:
"La messa NC non è valida".
oppure
I Sacerdoti ordinati nei RM non sono Cattolici.

Non vi risulta un pò troppo apriporistiche tutte queste affermazioni.

Dire se sono vere o sbgliate queste affermazioni spetta alla Chiesa intera dirlo, no?

Spero che non crederete di essere solo voi l'unica Chiesa Cattolica Apostolica Romana

Anonimo ha detto...

Amico, guarda che i metodi nazisti li applicate voi nel cammino: la persecuzione psicologica, il ricatto, l'oppressione, la sopraffazione delle coscienze...
Dunque, non imputare agli altri quel che è costume della tua setta.

gherardo ha detto...

Caro anonimo
non sono verita' assolute
pero' ben documentate
e supportate.
Percio' a molti danno fastidio
perche' costringono a misurarsi
su usando una terminologia NC "fatti concreti".

gherardo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
gherardo ha detto...

Comunque inviterei gli anonimi tutti a darsi un nick, quelli che intendono dialogare almeno. Gli altri possono pure rimanere anonimi.

Oremus ha detto...

"Spero che non crederete di essere solo voi l'unica Chiesa Cattolica Apostolica Romana"

Si, adesso esistono anche molte Chiese Cattoliche Apostoliche Romane!!!
Stai per caso delirando, anonimo neocatecumenale?

Anonimo ha detto...

"Amico, guarda che i metodi nazisti li applicate voi nel cammino: la persecuzione psicologica, il ricatto, l'oppressione, la sopraffazione delle coscienze..."

Certo che ne hai letti di libri he!

peccato che fossero solo quelli di certi autori...
dovresti leggere anche quello che c'è scritto sul blog gemello.

Anonimo ha detto...

""Spero che non crederete di essere solo voi l'unica Chiesa Cattolica Apostolica Romana"

Si, adesso esistono anche molte Chiese Cattoliche Apostoliche Romane!!!
Stai per caso delirando, anonimo neocatecumenale?"

Oremus impara a leggere.
(forse ho capito quale è il problema da cui partono tutte le vostre affermazioni sballate)

La chiesa Cattolica Apostolica Romana è unica,
ma non siete solo voi.

Anonimo ha detto...

mic..........vaffanculo!

ed anche oggi hai ricevuto giusta paga per il tuo lavoro indegno.
ps.....la prossima volta che visiti quei sitarelli......elimina le trracce almeno....maialone....

gherardo ha detto...

Ecco il livello e' sceso subito
sotto zero.

Anonimo ha detto...

livello degno del blog....

Anonimo ha detto...

"Comunque inviterei gli anonimi tutti a darsi un nick, quelli che intendono dialogare almeno. Gli altri possono pure rimanere anonimi."

... Certo, per poi farselo storpiare o vederlo utilizzato per essere deriso, come con Neutral_Milk.

è la sostanza che conta
o solo il nome di chi la dice?

amoreperlaverità ha detto...

lo sapevate che mic era un prete una volta????

questo per dovere di cronaca lo dovreste mettere in chiaro prima di pubblicare qualsiasi commento....

Anonimo ha detto...

si si io lo sapevo...e so anche come si chiama....

Anonimo ha detto...

evitiamo si metterlo nei guai please....

Anonimo ha detto...

ok

Anonimo ha detto...

ma sarebbe un buon sistema per farlo smettere....

Anonimo ha detto...

RAGAZZI...QUESTO NO!!!

USIAMO SOLO LE ARMI DEI ROMPIPALLE...NON SCENDIAMO AL LORO LIVELLO.....

Anonimo ha detto...

ok

Anonimo ha detto...

povero mic..............aò..............ma stefano è sparito finalmemnte?=

Anonimo ha detto...

no....la moglie gli ha staccato il computer......

gherardo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
gherardo ha detto...

Diffamazione e menzogna (e volgare
violenza verbale), come
si fa poi a dialogare in questi termini?

E padre Zoffoli le menzogne della componente fanatica dei NC (istigate da alcune false o volutamente ambigue parole di Kiko) ha dovuto subirle anche dopo la morte.

Capisco veramente newsgold
cosa deve passare nella sua parrocchia.

Se non la pensi come loro
faranno di tutto per annientarti.

Altro che amore per il nemico.
Quella e' una balla che si raccontano fra di loro.
Anzi non e' proprio una balla, perche' il loro nemico senza che se ne rendano conto e' il Cammino stesso (il loro idolo), ma anche il catechista e Kiko
quando li fuorviano e li manipolano facendoli soffrire e colpevolizzandoli allo stesso tempo per quella sofferenza.
In questo senso si', amano davvero il nemico, l'amore per il nemico serve
a far loro sopportare tutte le manipolazioni che subiscono nel Cammino.

Ma il nemico vero e' Satana ricordiamolo, attenzione che un distorto e malinteso amore per il nemico puo' portare davvero su brutte strade...

oremus ha detto...

Voi neocatecumenali di certo non fate parte della Chiesa Cattolica Apostolica Romana.
Vi siete intrufolati, grazie a qualche distrazione e a qualche esecrabile complicità, ma non ne fate parte.
Siete di tutto e di più: maxisetta eretica, itinerario di affiliazione parareligiosa, mina vagante introdotta nella Chiesa, calembour di tendenze gnostiche, ebraiche, luterane, ecc. ecc.
Ma non siete Chiesa, poichè della Chiesa avete rigettato praticamente tutto: dottrina, liturgia, sacramenti, sacre icone, sacri luoghi, sacri simboli, musica sacra, ecc.
Inoltre, vi siete impossessati delle parrocchie, avete spodestato i fedeli tradizionali, confinato i parroci in un angolo, sminuito la funzione del sacerdote, trasformandolo in una specie di notaio delle vostre celebrazioni mezzo pagane e mezzo esoteriche.
Non siete nella Chiesa, non ne fate parte, per incontestabili dati di fatto.
Speriamo ne sia pienamente edotta la componente non filoneocatecumenale delle congregazioni deputate a vagliare le vostre dottrine bislacche.

Gert ha detto...

"Il fatto che l'hanno detto dei Sacerdoti Cattolici che vuol dire (che sono dogmi)?"

argomenti chiari e motivati,non "affermazioni aprioristiche"

Anonimo ha detto...

non mi toccate stephanos78 è uno dei più seri qua dentro

Petrus ha detto...

Quà sopra, semmai.
"Dentro" è un avverbio che si addice al vostro cammino, non ad un forum...

michela ha detto...

Siccome le celebrazioni del sabato sera sono tante e i sacerdoti sono pochi, anch'io ho visto sacerdoti non nc chiamati a celebrare al modo neocatecumenale.
Questi sacerdoti ascoltano le testimonianze di fede, partecipano a un' Eucarestia allegra e festosa, si godono un po' di affetto e di calore umano, e alla fine ricevono una busta che gli conferma che non si trattava di una fede solo a parole, ma che ci sono anche le opere ( i soldi).
Molti sono i sacerdoti che restano impressionati da tutto questo.

Questo è quello che accade, i motivi per cui avviene li ha spiegati Livio più sopra.

petrus (l'amarissimo ...) ha detto...

non mi toccate stephanos78 è uno dei più seri quà sopra

Anonimo ha detto...

non so che cosa c'entri che mic era un prete con quello che con fermezza va dicendo da tempo

PB ha detto...

Infatti, non c'entra assolutamente niente.
E poi Mic, pur attivamente inserito nella propria parrocchia, non è mai stato un ordinato, per motivi, diciamo, oggettivi.
Altri sono i preti che qui scrivono, e qualche volta lo hanno pure dichiarato.
Il Signore li protegga e conservi, per il bene della Chiesa :)

Gert ha detto...

Che bel duetto dei due neocatecumenalucci alticci e imparaticci( quando non femmineamente pettegolucci).

felice ha detto...

Magari fossi il grande, unico e solo STEVEN HASSAN.......................................................

poi mi firmo sempre col mio nome, perkè dovrei cambiare???