giovedì 28 febbraio 2008

Una mail che ci dà il polso della situazione

Pubblichiamo questa mail ricevuta ieri e la nostra risposta Potremmo riprendere le nostre riflessioni da qui.

Sono un aderente del Cammino da circa 15 anni e vengo da Malta.
Ho sempre avuto delle riserve sul Cammino e la cosa che mi turba di piu è che la Santa Sede non ha mai fatto una dichiarazione pubblica sul Cammino.
In mancanza di tale dichiarazione non mi sento di tagliare i legami con i miei fratelli. Ho letto tutto quello che si puo trovare sui diversi siti e sono nella totale consapevolezza delle divergenze che possono esistere fra la nostra Chiesa comune e il Cammino. Il rischio che siamo parlando di due organi paralleli esiste.
Quello che chiedo è semplicemente una chiarifica ufficiale dalla Santa Sede. Perché è cosi difficile averla. Mi sentirei l'anima più a posto con me stesso e con Dio.
Ricentemente durante l'annuncio dell'avvento ci è stato detto che gli Statuti sono stati approvati con delle modifiche circa il modo con il quale si celebra la Santa Messa, cioè che l'Eucaristia non la riceveremo piu seduti ma in piedi. Ci è stato detto anche che ci sono altri piccoli modifiche però non sono stati forniti altri particolari.
Cosa ne pensate ?
Di E.C. 27/02/2008 10.3
______________
Pensiamo che il problema non è tanto nella modalità di ricevere la comunione quanto nella teologia che c'è dietro e c'è anche tutto il resto della celebrazione che è anomalo; comunque non è la Messa: è un altro rito che, per parlare francamente, da un lato scimmiotta la Messa e dall'altro la stravolge.
Anche noi siamo molto addolorati del silenzio della Santa Sede che in realtà non è silenzio pieno, perché con la lettera di Arinze si è pronunciata e ha dato un tempo... il silenzio non è sulle direttive ma sul renderle esecutive o esplicitare il fatto di per sé già chiaro che il Cammino si pone da sé fuori dalla Chiesa, pur asserendo di essere Chiesa, ma solo per servirsene come "lasciapassare" e, alla fine, sostituirla con le proprie strutture, prassi, sacerdoti, insegnamenti, che sta continuando a propagare senza sosta, proprio perché non gli è arrivato alcuno stop.
Ci spiace per le tante persone in buona fede che sono a disagio in questa situazione e non sanno come uscirne, anche perché siamo consapevoli che il Cammino crea molta 'dipendenza'
Il Signore ti benedica e ti custodisca!


Forse la Chiesa ha dimenticato la forza della sua Autorevolezza e non viene più esercitato il "Dono dell'Autorità" e anche i doni non esercitati, come le mancanze commesse generano responsabilità e ricadono su molti...
Anche questo è uno degli effetti deleteri del Concilio: la collegialità che dà voce a tanti autorevoli (sarebbe più esatto "pieni di autoritarismo") e per questo (e non solo per questo) potenti nemici della verità

159 commenti:

stephanos78 ha detto...

Che ti dicevo Mic? Hai visto?

mic ha detto...

Sì, conferma la tua convinzione.
Ma la dice anche lunga sulla incredibile e terribile forza di coesione che sa creare il cammino... vera e propria 'dipendenza' psicologica e non solo...
Infatti, mi stupisce che una persona che è a disagio, 'vede' determinate cose, si è documentato e ha trovato conferme ai suoi dubbi non trovi nella sua coscienza la forza e il coraggio di decidere, ma aspetti la aprola della Chiesa...
Forse la Chiesa ha dimenticato la forza della sua Autorevolezza e non viene più esercitato il "Dono dell'Autorità" e anche i doni non esercitati, come le mancanze commesse generano responsabilità e ricadono su molti...

Sono consapevole che sto facendo un discorso un po' scorato perché la Chiesa credo abbia in cantiere la o le soluzioni possibili, se ce ne sono, oltre quella drastica e coraggiosa (ma non so in coscienza quanto praticabile) di prendere atto e dichiararlo che non ce ne sono... Non si può aver la pretesa di preservare le Verità delle Fede senza creare divisioni, che più che create vengono riconosciute tali

Anche questo è uno degli effetti deleteri del Concilio:la collegialità che dà voce a tanti autorevoli e per questo (e non solo per questo) potenti nemici della verità

Uriel ha detto...

Si potrebbe rispondere al fratello di Malta con la seguente affermazione tratta da un articolo di Stefano Maria Chiari su Effedieffe
(http://www.effedieffe.com/content/view/2068/174/)

"Tutte le religioni, in un modo o nell’altro accettano Gesù: perfino correnti interne al giudaismo fanno di Lui un maestro male interpretato; l’islam lo riconosce profeta; l’induismo ed il buddismo un avatar o un maestro illuminato; tutte, in un modo o nell’altro non ne possono prescindere.
Ma tutte sono costrette a vederlo come non è!
Riducendolo a «misura d’uomo» (nella fattispecie, a misura della propria credenza): Gesù (nella loro ottica) non è più Dio né l’unico Messia né il Salvatore.
Gesù non è quindi la Verità assoluta.
Al massimo ne costituisce una parziale manifestazione.
Il cristiano non può accettare tale riduzionismo, perché ciò equivarrebbe ad accettare la menzogna e a sbugiardare Cristo stesso."


Forse e' questo che fa il Cn: riduce Gesu' ad un Profeta, Santo, illuminato ma pur sempre un Profeta. Stravolge se vogliamo la missione di Gesu Cristo, la reinterpreta. La Messa intesa come banchetto non e' Sacrificio, non e' sacramentale in senso cattolico, e' sicuramente un'altra cosa.

E' per questo che nel Cammino alla Traditio si risponde alla domanda chi e' stato Gesu per te, "Un Profeta". E' sempre , in finale, "l'idolo" del fatto concreto che viene messo in gioco.

E' vero che nel Cn si insiste molto nel pregare l'Ufficio delle Ore e sulla Preghiera silenziosa all'interno dell'Ufficio mattutino (Lodi), come momento di Comunione con la Chiesa.

E' poi pur vero che tale Comunione viene persa (concretamente) al momento dell'Eucarestia e questa e' una dicotomia grave.

Spesso su questo blog ho letto appelli al dialogo vero con nc. Mi ricordo un appello fatto a m per discutere sulla struttura degli scrutini, vero asse portante del cn.

Eppure e' sempre tutto rimasto senza risposta, mostrando la vera debolezza del Cn: "l'incapacità" di mettersi in discussione e comunque affidarsi veramente alla Chiesa (lettera di Arinze), cioe' la volonta' di rimanere un cammino iniziatico al'interno della Chiesa Cattolica.

Non sto giudicando negativamente il Cn, perche' e' pur vero che ci sono aspetti positivi che poi di fatto si riscontrano in altre movimenti o gruppi laicali spontanei e non strutturati (es, risonanze durante la Lectio Divinae), ma vorrei ribadire come oggi sia impossibile chiudere gli occhi davanti alle storture di questa realtà.

Intanto anche il 27 febbraio e' passato, ma forse dobbiamo attendere l'annuncio di Pasqua per vedere le copie del nuovo statuto stampato!!

umber ha detto...

Il cammino avrà le sue colpe, ma la Chiesa non è da meno, qualunque sia il suo giudizio sugli NC, positivo o negativo non è possibile ne giustificabile per me che abbia lasciato trascorrere tanti anni lasciando gli uni e gli altri in questo stato ambiguità dove non sono ne approvati ne non approvati

mic ha detto...

Per Uriel:

In fondo torna la domanda di Gesù ai Suoi: dopo aver chiesto "che dice la gente che io sia?" dice loro: "MA VOI CHI dite io sia?".

E la vera risposta è quella di Pietro:

"16 Simon Pietro rispose: «Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente». 17 Gesù, replicando, disse: «Tu sei beato, Simone, figlio di Giona, perché non la carne e il sangue ti hanno rivelato questo, ma il Padre mio che è nei cieli. 18 E anch'io ti dico: tu sei Pietro, e su questa pietra edificherò la mia chiesa, e le porte dell'Ade non la potranno vincere. 19 Io ti darò le chiavi del regno dei cieli; tutto ciò che legherai in terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai in terra sarà sciolto nei cieli»."

DI CERTO di tutto questo nel Cammino NON SI FA PAROLA!!!

Non viene riconosciuta anzi negata né la costituzione né la struttura della Chiesa né l'autorità di Pietro... tant'è che è del tutto evidente che mentre a parole si esprime fedeltà (che è solo strumentale), nei fatti si disobbedisce e "nel segreto" si disprezza e si irride...

michela ha detto...

Pensa, Mic, che c'è una predicazione anche su questo testo, non sugli altri paralleli, ma proprio su questo in cui Pietro è chiamato 'figlio di Giona'.
purtroppo non la ricordo più, ricordo vagamente che Giona veniva collegato con l'A.T., ma non credo solo con il profeta disobbediente, anche con un altro personaggio.
Questo per dire che il cammino usa tutti gli strumenti della Chiesa: Sacra Scrittura, preghiere, adorazione, Padri della Chiesa, Magistero su specifici argomenti, ovviamente in modo ambiguo

mic ha detto...

"Non sto giudicando negativamente il Cn, perche' e' pur vero che ci sono aspetti positivi che poi di fatto si riscontrano in altre movimenti o gruppi laicali spontanei e non strutturati (es, risonanze durante la Lectio Divinae)"

quello che mostrano e operano gli altri movimenti non ha nulla che vedere col cammino NC
Inoltre il dato positivo in sé della frequentazione della Scittura diventa veramente utile e fruttuoso se il pane della parola è "spezzato" per andare oltre il guscio (interpretazione letterale) e 'gustarne' la polpa (interpretazione più profonda) lascio stare i vari livelli di cui parlano i Padri della Chiesa, anch'essi grandi sconosciuti del cammino che forse conosce meglio i detti rabbinici e i midrash...
E' solo la conoscenza piena profonda della scrittura che ne schiude le insondabili ricchezze e nutre una Fede retta.
Tutto questo avviene nella Chiesa e non nel Cammino dove la Scirttura è strumentalizzata e 'piegata' alla 'visione delle cose' alla costruzione mentale spirituale e vitale degli iniziatori e non porta alla "libertà dei Figli di Dio" ma costruisce inesorabilmente cloni di kiko.

Anche coloro che apparentemente sembrano più liberi perché magari hanno una cultura notevole, e sembrano uscire dagli schemi del cammino, gratta gratta, quando vai a toccare il nucleo dell'appartenenza o anche del 'verbo' kikiano, nel senso di significato degli insegnamenti diversi da quelli della Chiesa, da lì NON SCHIODANO

mic ha detto...

"cui Pietro è chiamato 'figlio di Giona'.
purtroppo non la ricordo più, ricordo vagamente che Giona veniva collegato con l'A.T."

Cara Michela, è del tutto arbitrario collegare il Giona, semplice nome del padre di Pietro, con il Profeta Giona, renitente ad ubbidire al Signore per convertire Ninive, di cui parla l'A.T....

Ecco una della tante prove della strumentalizzazione, ma anche della FALSIFICAZIONE dela Parola!

Davvero c'è da chiedersi di fronte a tutto questo cosa aspetta la Chiesa!

michela ha detto...

Comunque per tornare all'argomento della pagina, penso che non si possa comprendere l'atteggiamento dei nc senza tener conto che il cammino riempie il vuoto di relazione, sublima aspetti della personalità ritenuti carenti.
Questo spiega perchè è difficile uscirne, come pure per gli ordinati è difficile prendere posizione, pur vedendone le storture. Secondo me non c'è solo opportunismo nei vescovi, c'è un'impossibilità di comprendere il fenomeno, perchè gli strumenti solo razionali non sono sufficienti. Per cui o ci si appoggia solo su questi, come hanno fatto i sacerdoti che hanno scritto contro il cn, oppure, se si vuole tener conto anche delle sensibilità delle persone coinvolte, diventa difficilissimo discernere tra fede, opere, ragione, sofferenze delle persone, croci vere o gonfiate, inganni, testimonianze di fede, disobbedienza unita a moralità elevata e così via. Accostare il fenomeno nc significa entrare in un tunnel di irrazionalità, da cui o ci si difende con forza o si resta in qualche modo irretiti.

cartacanta ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
stephanos78 ha detto...

Caro Uriel, colgo i tuoi ottimi spunti ma dissento da alcuni fondamentali elementi.

E' verissimo che a prima vista il CNC MOSTRI una compagine ganitica (pure troppo), esecutrice indefessa di "ordini" apparentemente buoni (preghiera, condivisione, liturgia delle ore).

E' anche vero che si può definire il Cammino Chiaro-scuro" dopo una analisi generale.

Ma andando ad approfondire, gli "Scuri" sono tali da scurire tutto!

Ad esempio: come si "ottiene" la "risposta acritica" dell'adepto? Come si "ottiene" la "preghiera comune e la condivisione"? Che posto ha quest'ultima nel CNC? Che struttura ha il CNC?

Il Catechismo della CHiesa dice testualmente: "non è MAI lecito ottenere un BENE (e per bene si intende anche un VERO Bene!) con un MALE"!

Dando per indiscutbile (e perchè dovremmo dubitarne?) questo insegnamento, allora il CNC non ha in sè NESSUN BENE!

Abbiamo Testimoniato e documentato come si ottiene la "graniticità" nel CNC. Abbiamo testimoniato e documentato CHE POSTO ASSUME LA LITURGIA DELLA ORE nel CNC rispetto A TUTTA LA VITA SACRAMENTALE CATTOLICA: PRIMARIO! E questo, psicologicamente, è logico. Il Momento "assembleare", che assume solennità con la "forma liturgica", è il metodo principe per cementare e "dirigere".

Il CNC ha una SUA religiosità, un suo metodo, un suo fondamento. Ma non è cattolico.

E la lettera di questo fratello che è solo uno dei tantissimi (e ne ho avuto riscontro) che si trovano in quella situazione di timore e di pressione, lo dimostra.

Ecco perchè la Chiesa libererebbe (letteralmente) tanti, pronunciandosi.

mic ha detto...

"disobbedienza unita a moralità elevata"

moralità autentica o moralismo e comportamenti e atteggiamenti non assimilati ma imposti dall'esterno?

comunque riguardo all'approccio solo razionale o anche emotivo, posso dirti che personalmente certe "atmosfere" che si creavano, certi tipi di esaltazione, anziché riempire i miei vuoti, sia emotivamente che spiritualmente mi facevamo "venire i brividi" e stridevano con tutto il mio modo di essere e sentirmi cristiano
... e ti assicuro da certi canti all'inizio mi sono lasciato trascinare anch'io, la predicazione esistenziale e basata sulla concretezza mi aveva attirato... ma è bastato poco per distinguere la latta dall'oro

michela ha detto...

Sì, sei uscito, ma quante persone hai convinto ad andarsene,
sei riuscito ad esprimere le tue perplessità, e ti hanno risposto a tono, o ti hanno emarginato?
Questo è il problema, secondo me, l'impossibilità di trovare un linguaggio comune con i nc. Chi ce la fa, si salva, ma da solo. Ma un cristiano normale che strumenti ha per capire che lo stanno imbrogliando?

Anonimo ha detto...

vogliamo vagliare le vocazioni nc? facciamo scegliere ai seminaristi dei rm un seminario diverso dove andare, vediamo quanti ne restano. Comunichiamo ai Vescovi di origine di questi ragazzi che sono in seminario e chiediamo se ne erano a conoscenza.

mic ha detto...

"il cammino riempie il vuoto di relazione, sublima aspetti della personalità ritenuti carenti."

è vero ma bisogna vedere come lo fa e a che prezzo

Uriel ha detto...

Per Mic

«Tu sei beato, Simone, figlio di Giona, perché non la carne e il sangue ti hanno rivelato questo, ma il Padre mio che è nei cieli.

Non un fatto concreto, non la Storia ma Dio stesso. La Storia viene dopo la Rivelazione.Anche nella Trasfigurazione e nella Samaritana, la Storia comincia dopo.

Nel Cn questo e' molto ambiguo, nel senso che non si capisce bene se il "Fatto concreto" e' la Rivelazione o e' soltanto strumentale.

michela ha detto...

Ecco una della tante prove della strumentalizzazione, ma anche della FALSIFICAZIONE dela Parola!

Davvero c'è da chiedersi di fronte a tutto questo cosa aspetta la Chiesa!
----------------------
La Parola viene interpretata con leggerezza, come è costume di Kiko e quindi di tutti i catechisti.Si saltella di parallelo in parallelo, si inseriscono i midrash, che non ho capito cosa sono, perchè quando ne ho accennato ad un professore di teologia, mi ha dato una spiegazione completamente diversa da quella che si dà nel cammino.
E' come ascoltare un predicatore protestante, che usa anche le barzellette per mantenere l'attenzione del pubblico.
Nessun vescovo, nessun teologo ha gli strumenti per rispondere a un discorso fatto a braccio, infarcito di battute. O se ne va, e non partecipa, o può solo che stare in silenzio.
Come si può rispondere con gli strumenti della logica, del pensiero rigoroso, a un discorso fatto con gli strumenti della pubblicità, o delle televendite?
esempio: Io ti dico che hai fatto un'affermazione sbagliata, e tu mi rispondi che era uno scherzo, che non ho capito il tono del discorso, e poi mi affondi, in pubblico!, dicendo che se mi sono soffermato su quell'aspetto è perchè devo avere un qualche problema in quell'ambito.
Come sempre parlo di cose che ho visto.
Una persona da sola, anche se vescovo, non può mettersi in queste situazioni, in cui il pensare logico e razionale si mescola al discorso irrazionale, e ti fanno passare per stupido con facilità, senza rispetto per nessuno.

mic ha detto...

"sei riuscito ad esprimere le tue perplessità, e ti hanno risposto a tono, o ti hanno emarginato?"

non mi hanno risposto, mi hanno accusato di essere intellettuale e superbo anche quando non dicevo mie opinioni ma insegnamenti della Chiesa, certo che mi hanno emarginato; ma non me ne sono andato perché mi hanno emarginato ma perché ho capito che non solo non era il mio posto ma era un posto repellente per chiunque!

E' chiaro che non ho convinto nessuno! Puo' convincere qualcuno chi non ha l'autorità del Catechista e se dice qualcosa di diverso, per quanto sacrosantamente vero sia, in quel contesto perde qualunque aggancio con la realtà e quindi con la Verità, mentre il catechista è ispirato dallo spirito santo e lui parla perché ha un demonio?

Questa, e non un'altra, è la realtà del cammino...

Uriel ha detto...

Chi ce la fa, si salva, ma da solo. Ma un cristiano normale che strumenti ha per capire che lo stanno imbrogliando?

Ce la fai unicamente per Grazia, e perche' veramente lo Spirito soffia dove vuole.

Il vero problema non e' convincere ma venire via ed aprire una strada, anche se in solitudine.
Poi ci penserà il Signore ad aggiustare le cose.

mic ha detto...

OK, ma un sacerdote, un vescovo che dovrebbero avere una formazione cristiana, non dovrebberro, pur di fronte agli elementi irrazionali e ai meccanismi che hai descritto così bene, avere una reazione simile alla mkia e a quella di tanti altri di noi?

Certo nessuno potrebbe introdursi con un disorso logico; del resto la stessa Carmen sappiamo che ha zittito Vescovi che ci provavano, apostrofandoli che non potevano capire perché non facevano il cammino!
Ma non penso che siano stati tanto babbani da crederle!

michela ha detto...

tu hai usato il linguaggio della logica, e nessuno ti poteva capire perchè in quel momento si era attivato un linguaggio emotivo e irrazionale, che è servito per agganciare tutti gli altri, e far apparire l'unico sano di mente come colui che si sta facendo scappare la grande opportunità della sua vita, proprio come nelle televendite.

Berti ha detto...

in fondo ti promettono vai avanti e capirai e ogni volta sei costretto a turarti il naso e proseguire, alla fine a furia di turarti il naso, non ti resta che respirare aria mefitica e non riconosci più quella piena di Ossigeno

mic ha detto...

Cara Michela,
mi è capitato la stessa cosa anche quando mi si è attivato un "linguaggio irrazionale", ma non era dello stesso "segno"...

Esempio: durante la predicazione sul peccato e l'essere peccatori, mi si era svegliata un'angoscia abissale ma mi è arrivata dentro una risposta che era un versetto della Bibbia e per me non solo era una risposta ma era LA risposta, anche perché combaciava con le mie convinzioni profonde e ho tentato di esprimere la mia con lo stesso linguaggio irrazionale (reazione emotiva e Parola a sostegno)... mi hanno zittito in malo modo perché gli facevo perdere il filo del discorso... tu non conti nulla, non ti ascoltano ... devi ascoltare e recepire passivamente... è innaturale inumano contrario alla nostra natura e contrario alla volontà di Dio.. anche se telo spacciano per una finalità che sembra altissima (ma lo sembra soltanto)

Il nostro è un Dio che vuole essere ascoltato, ma che ci ascolta, porge l'orecchio e ci risponde!

Stanis ha detto...

Le vostre riflessioni mi fanno pensare all'esperienza di mons. Lefebvre. Oggi in molti dovremmo fare un mea culpa, lo dico da non lefebvriano, anzi da persona che allora vedeva quel monsignore ed il suo movimento come una piccola setta scismatica e reazionaria.
Oggi, assistendo agli scempi anche qui denunciati, dobbiamo riconoscere che non fu scisma nè eversione, ma il grido di dolore e la disperazione di un vero uomo di Chiesa, rimasto solo a gridare nel deserto, il quale vedeva improvvisamente messi in discussione i pilastri della fede millenaria.
L'aveva previsto che sarebbe arrivata una pletora di nuovi e falsi profeti, con lo stravolgimento dei dogmi, del ministero sacerdotale ed il capovolgimento della stessa fede.
Ma non fu creduto, da noi per primi, e si può capire il dramma di un uomo di Chiesa che avendo a cuore l'identità autentica del cattolicesimo, fu sottoposto a scomunica, proprio lui che si era battuto contro gli eretici ed i sovvertitori dei dogmi.
Caratterialmente si dice fosse un duro, ma dentro di sè dovette subire le pene dell'inferno nel dover ordinare sacerdoti contro il volere dell'amata Chiesa, per far sopravvivere alla tempesta modernista un nucleo di tradizione, lui che aveva servito con assoluta fedeltà la Chiesa apostolica e che la vedeva inesorabilmente rinnegare la propria identità per adattarsi al pensiero dominante.
Credo che queste severe riflessioni le abbia fatte ben più saggiamente il Santo Padre quando ammetteva di non essersi opposto sufficientemente a certi rivolgimenti deleteri nell'epoca conciliare. Oggi si è mosso per ricucire il rapporto con gli eredi di Lefebvre, ma la percezione della enormità degli errori commessi resta tutta.
Ed è pur vero che i veleni di quell'epoca hanno contaminato una vasta schiera di religiosi e di laici - anch'io ero tra questi - ed oggi il Papa è costretto a fronteggiare resistenze interne ed esterne derivanti dalla mentalità consolidatasi nella Chiesa a seguito di quel cambiamento.
Anche le non risposte , gli attendismi eccessivi, la banalizzazione dei problemi, la tolleranza delle difformità verso cui tante volte si è levato un grido di sofferenza da questo blog, sono il prodotto del predominio della mentalità instauratosi nella Chiesa nell'epoca conciliare.
Se dovessi ripercorrere quelle tappe, oggi non sarei tanto tenero ed indulgente con le scelte fatte allora, cui aderii insieme a tanti altri con superficiale entusiasiasmo e stupida incoscienza. Di questo ho piena consapevolezza, ma ne hanno i cardinali, vescovi e sacerdoti riconducibili allo schieramento conciliare e tuttora presenti ed operanti?

Anonimo ha detto...

meglio la castità che la sofferenza degli altri. imbecille.
guarda che fare l'amore senza pensare alle conseguenze è opera del demonio. non te l'ha mai detto nessuno? guarda che non prendersi le proprie responsabilità nel mettere al mondo i figli è anch'esso opera del demonio. non ci hai mai pensato?

Volevo rispondere a Nicola,
puo darsi che sono un'imbeccile,mi sta bene,se ho o no ho fede io non lo so ,lo sa Dio,ma dire che la creazione è opera del demonio è una bestimmia grossa.
Nessuna creazione viene dal demonio ma solo distruzione.
Un po di cattechiesi ti farebbe bene

Anonimo ha detto...

"Non viene riconosciuta anzi negata né la costituzione né la struttura della Chiesa né l'autorità di Pietro... tant'è che è del tutto evidente che mentre a parole si esprime fedeltà (che è solo strumentale), nei fatti si disobbedisce e "nel segreto" si disprezza e si irride..."

Tu sei fuori di testa,il tuo,è un "odio "gratuito

Uriel ha detto...

Sul post di Anonimo delle 12:49

Il discorso sulla castità all'interno del matrimonio e' serio. Si potrebbe fare e credo che potrebbe essere produttivo in questo contesto specifico.

Comunque l'uso indiscriminato della funzione procreatrice non e' cristiano.

Se vuoi possiamo discuterne ma con civiltà e senza trascendere da ambo le parti.

Anonimo ha detto...

Comunque l'uso indiscriminato della funzione procreatrice non e' cristiano.

Chi stabilisce l'uso indiscriminato?La maggior parte delle coppie non fanno figli per egoismo puro(parlo della ns.società)Parla con qualcuno chè non è nato,se preferisce la sofferenza ed a questo punto la vita eterna o non essere nato.
In Italia il 90 % della popolazione si riconosce cattolica perchè battezzati,della castità non sano nulla anzi non hanno proprio interesse a capire cosè,non fanno figli non perchè coscienti ma perchè è ormai normale cosi'.
La sofferenza che poterebbero avere o non avere i bambini non nati,e questo per qualsiasi motivo nessuno escluso,non è niente,rispetto alla vita eterna.Poi bisogna capire che nella sofferenza c'è la vera ricerca di Dio,comunque sia la sofferenza, sia la vita agiata,passa in un attimo oggi c'è è domani no.
Ancora,chi dice che nella sofferenza non si vive meglio che in una vita agiata? Chi dice che ilpovero non vive meglio che il ricco?
Chi dice che con L'aids non si vive meglio che senza?Tutto è riportata a chiedere aiuto a Gesù Cristo.
Facciamo conoscere Cristo,l'unica salvezza e poi vediamo chi vuole nascere e chi no.

Anonimo ha detto...

Ma la dice anche lunga sulla incredibile e terribile forza di coesione che sa creare il cammino... vera e propria 'dipendenza' psicologica e non solo...

Perchè non ci conosciamo,mic,cosi ti rendi conto personalmente della mia dipendenza psicologica

mic ha detto...

Cara Michela,
prima me la sono cavata con l'esperienza personale, che pure penso sia significativa, ma il discorso che hai aperto merita ben altro approfondimento, per il quale mi mancava e anche in questo momento mi manca il tempo; ma invito chi si sente a darci il suo contributo...

Penso che quest'attivazione di contesti irrazionali e di coinvolgimento emotivo siano tipici delle sette e molti lo sapranno dire e motivare molto meglio di me...

Quello che mi sento di dire rapidamente ora è che riscontro in questo contesto l'immagine del suo iniziatore: Kiko non parla mai con un discorso logico, ma a flash, in modo estremamente assertivo, partendo da dati di fatto veri e incontestabili sui quali però poi costruisce un discorso tutto suo e distorto e distorcente la realtà, affermando cose con vigore e qualche minuto dopo affermando l'esatto contrario... è un modo di coinvogere, appunto, l'emotività e non la razionalità delle persone sulle quali riesce ad avere molta presa, ma non trascuriamo che è anche un modo 'castrante', perché non consente l'uso della facoltà della ragione (che, non dimentichiamolo, ha a che fare col Logos) non dico più importante delle altre perché tutte le nostre facltà sono e, per un sano equlibrio, vanno esercitate alla pari(ragione, sentimento, volontà)... un uomo al quale viene disattivata una di queste facoltà, mettetela come vi pare, ma è comunque un uomo 'castrato' qualunque sia il contesto in cui ciò avviene.

Comunque mi sono tìrtrovato piùdi una volta a rinoscere e ad affermare, ma non lo abbiamo mai approfondito, che parte da affermazioni vere, ma assolutizzano la realtà per poi fondare su queste assolutizzazioni le sue conclusioni pro cammino.
Appena avrò tempo cercherò di spiegare e motivare quello che dico portando degli esempi che ho ben presenti ma che non ho tempo di sviluppare.

Nel cammino mi sembra che ragione e volontà (strettamente apparentate con la coscienza e la libertà) siano portate all'ammasso...

il seguito alla prossima...

Anonimo ha detto...

Forse e' questo che fa il Cn: riduce Gesu' ad un Profeta, Santo, illuminato ma pur sempre un Profeta. Stravolge se vogliamo la missione di Gesu Cristo, la reinterpreta. La Messa intesa come banchetto non e' Sacrificio, non e' sacramentale in senso cattolico, e' sicuramente un'altra cosa.

Se volete discutere seriamente smettetela di dire tale idiozie sul CNC.Gesù Cristo.

mic ha detto...

"Perchè non ci conosciamo,mic,cosi ti rendi conto personalmente della mia dipendenza psicologica"

possiamo anche conoscerci esprimendo qui quello che siamo e pensiamo, perché non mi dimostri con argomenti convincenti che quel che ho constatato e affermato è falso?

Gert ha detto...

"Chi stabilisce l'uso indiscriminato?La maggior parte delle coppie non fanno figli per egoismo puro(parlo della ns.società)Parla con qualcuno chè non è nato,se preferisce la sofferenza ed a questo punto la vita eterna o non essere nato."

parlaci tu con qualcuno che non è nato, forse riuscirete meglio ad intendervi

Anonimo ha detto...

Nel cammino mi sembra che ragione e volontà (strettamente apparentate con la coscienza e la libertà) siano portate all'ammasso...
è vero,ma solo in un punto,nell'abbandonarsi a Cristo.
Per tutto il resto resta la volontà e la ragione con la liberta della coscienza.
Mi sembra che quello che rimproveri a kiko lo fa tu,cioè prendi una frase giusta e te la giri come vuoi.

mic ha detto...

Vorrei dire la mia sall'anonimo sull'onda delll'ultimo post: la vita eterna non la dai tu mettendo al mondo un figlio, la dà il Signore, instaurando un rapporto vitale con quel figlio se lui vorrà (il figlio, perché il Signore vuole di sicuro)

Anonimo ha detto...

parlaci tu con qualcuno che non è nato, forse riuscirete meglio ad intendervi

Già fatto,adesso provaci tu

mic ha detto...

"Mi sembra che quello che rimproveri a kiko lo fa tu,cioè prendi una frase giusta e te la giri come vuoi."

ho fatto un discorso complesso, ne estrapoli una virgola e poi affermi una cosa pretestuosa senza dimostrarla... quale regola è?
Io lo so ma non te la dico ;)

Anonimo ha detto...

Vorrei dire la mia sall'anonimo sull'onda delll'ultimo post: la vita eterna non la dai tu mettendo al mondo un figlio, la dà il Signore, instaurando un rapporto vitale con quel figlio se lui vorrà (il figlio, perché il Signore vuole di sicuro)

Vedi mic,è questo che non va,prendi una frase giusta e te la giri a modo tuo

Anonimo ha detto...

Scusami mic,insegnami per favore

mic ha detto...

"Tu sei fuori di testa,il tuo,è un "odio "gratuito"

Regola n... Non puoi negare, ma se accusi l'avversario il gioco è fatto e si procede come niente fosse...

Quello che ho detto resta per chi ha intenzione di usare la ragione e il discernimento, la tua accusa non lo neautralizza anche perché non è vero che è frutto di odio ma di amore per la Verità

mic ha detto...

"Scusami mic,insegnami per favore"

io non insegno niente a nessuno, esprimo quello che ho assimilato nella e dalla Chiesa: chi vuole lo accoglie chi non vuole no... e se dico qualcosa che non va non se la cava con l'ironia o con l'accusa ma mi porta degli argomenti che mi dimostrano dove e come ho sbagliato

mic ha detto...

e per me il solito tira e molla demenziale che l'Anonimo di turno ha già iniziato per me ora è già chiuso...

risponderò più tardi ma solo ad argomenti sensati

Anonimo ha detto...

), nei fatti si disobbedisce e "nel segreto" si disprezza e si irride..."

Anche questo non va,tu potresti avere ragione sulla disubbidienza,ma non vuoi sentire la ragione dell'altro.
Nel segreto si disprezza e qualcosa che sa di disprezzo da parte tua

Gert ha detto...

"Nel segreto si disprezza e qualcosa che sa di disprezzo da parte tua"

non mi sembra che Mic parli con disprezzo,che nel cammino la Chiesa sia disprezzata e distrutta con le parole e nei fatti lo abbiamo ascoltato e constatato tutti

Anonimo ha detto...

non mi sembra che Mic parli con disprezzo,che nel cammino la Chiesa sia disprezzata e distrutta con le parole e nei fatti lo abbiamo ascoltato e constatato tutti

Questo lo dici tu,io faccio parte del cammino e ti dico di no.
Per favore non mi venire con le solite lagne,la lettera di Arinze e cosi via.Dimmi dovè il disprezzo per la chiesa.

mic ha detto...

"Dimmi dovè il disprezzo per la chiesa."

hai mai ascoltato catechesi di kiko o carmen?

Regola n.1 negare

mic ha detto...

Ragazzi, io davvero per ora ho chiuso, vi prego di intervenire voi se ci siete

stephanos78 ha detto...

Solite lagne?

Ecco la riconferma di quello che dicevo. Il Culto Divino E' MARGINALE rispetto alla MORALE che il CNC riesce ad ottenere FORMALMENTE dai suoi!

La Lettera del Culto Divino "una lagna"?

stephanos78 ha detto...

L'Associazione NC (è una ASSOCIAZIONE) è autonoma e indipendente dalla Chiesa, secondo la sua struttura e la sua gerarchia! Ha un Credo diverso e una Liturgia PROPRIA!

E la parte più assurda è che nonostante questo sia evidente lo NEGA e pretende di essere la VERA Chiesa!....Ed è una SEMPLICE Associazione!

Anonimo ha detto...

La Lettera del Culto Divino "una lagna"?
Non la lettera,ma voi.
Abbi pazienza è una virtù

Uriel ha detto...

Per anonimo delle 13:30

Ho quattro figli ed uno gia' cielo e so che averne altri sarebbe andare oltre le mie attuali possibilità sia caratteriali che economiche.

Il conoscere il mio limite e' il confine per l'uso indiscriminato.
La castità apre, se vuoi, anche alla piena dimensione sacramentale del matrimonio.

Se qualcuno non e' nato, cioe'non e' stato concepito personalmente non ci posso parlare, perche' appartiene ad una dimensione non terrestre.

Se per non nato intendi abortito per cause naturali o volontariamente, ti posso testimoniare che con il primo figlio /a che abbiamo perso al secondo mese (era la prima gravidanza) ci ho parlato piu' volte ed anche se non ho mai potuto conoscerlo in carne ed ossa so che e' sempre presente in mezzo alla mia famiglia.

Il discorso che fai intorno al 90% della popolazione e' un po' populista e demagogico.

Le considerazioni circa la sofferenza non la accetto cosi come formulata. La vita, in generale, non e' un Calvario ma e' dono di Dio che ci vuole felici e non pieni di dolore. Ci sono poi momenti segnati dal dolore fisico e morale che se vissuti in Cristo e con l'aiuto della Santa Vergine assumono una connotazione diversa.


Anche l'ultima parte del tuo discorso
"Chi dice che il povero non vive meglio che il ricco?
Chi dice che con L'aids non si vive meglio che senza?",
non possono essere buttati la' cosi se non inquadrati in un percorso di vita. In linea di principio l'importante e' non avere idoli; poi tutto ptrà essere vissuto alla luce del Signore.

Anonimo ha detto...

la parte più assurda è che nonostante questo sia evidente lo NEGA e pretende di essere la VERA Chiesa!....Ed è una SEMPLICE Associazione

il CNC non è la vera chiesa,bensi,fa parte della vera chiesa.UNA CATTOLICA APOSTOLICA ROMANA

stephanos78 ha detto...

Noi facciamo la lagna?

ALTRO CHE LAGNA! Cerchiamo tutela e cerchiamo la Verità...

Il Sacro Culto è il fondamento della nostra Vita! Senza quello NON POSSIAMO VIVERE! E tanti Martiri proprio per quello SONO MORTI!

Inoltre, come è possibile essere convinti di far parte della Chiesa davanti alla realtà del CNC??????

E' una tecnica di auto-convincimento? Si ripete sempre la stessa cosa fino a crederci??

Anonimo ha detto...

Le considerazioni circa la sofferenza non la accetto cosi come formulata. La vita, in generale, non e' un Calvario ma e' dono di Dio che ci vuole felici e non pieni di dolore. Ci sono poi momenti segnati dal dolore fisico e morale che se vissuti in Cristo e con l'aiuto della Santa Vergine assumono una connotazione diversa.

Hai ragione,però,guarda il terzo mondo non credo che ci sia tanta felicità eppure c'è.
Chi ti dice che il terzo mondo non esista per noi?Siamo noi che possiamo aiutare il terzo mondo o è il terzo mondo che può aiutare noi?
In linea di principio,io ripeto,
meglio nascere con una vita piena di differenza che non nascere.
Comunque il mio pensiero era rivolto sopratutto alle persone che si limitano a fare figli per una vita più agiata

Anonimo ha detto...

Inoltre, come è possibile essere convinti di far parte della Chiesa davanti alla realtà del CNC??????


IO SI.Sono convinto e in buona fede,
stefanuccio

lara ha detto...

"Per favore non mi venire con le solite lagne,la lettera di Arinze e cosi via.Dimmi dovè il disprezzo per la chiesa."

Tu stesso ti rispondi. Parlare della messa in pratica in relazione alla lettera del Card. Arinze è una lagna , e in questo si manifesta il disprezzo per la Chiesa!

Lara ha detto...

Come stanno oggi le cose non si può affermare che il cn sia 'dentro' la Chiesa, se è la Chiesa stessa ad aver fatto determinate richieste, appunto per riconoscere e lasciare nel suo stesso seno, chiede, sollecita e guida alla correzione le deviazione del cn, ma affinchè queste non vengano accolte e messe in pratica, dire di 'stare dentro' è un'inganno. Sono la logica, la coerenza e la chiarezza della richiesta che vengono a galla, poi se uno è felice nell'inganno ...

marigold ha detto...

Penso che la risposta migliore per chi ha iniziato il post sia questa risposta di Benedetto XVI all'incontro con il clero di Roma.

Dal sito del Vaticano:
http://212.77.1.245/news_services/bulletin/news/19786.php?index=19786&po_date=23.02.2007&lang=ge

Come vedrai, questo spiega con la consueta lucidita' di Benedetto XVI qual e' l'atteggiamento della Chiesa nei confronti dei movimenti. Per fare una sintesi, il percorso di innesto pieno del Cammino nella Chiesa e' visto come una cosa piena di complicazioni (inutile negarlo) ma fruttuoso (inutile negare anche questo). E' interessante il paragone con francescani e benedettini.

Lara ha detto...

Per gli anonimi nc i quali dicono di 'amare la Chiesa Cattolica Apostolica Romana'

Ma cosa si 'guadagna' dicendo di appartenere, di amare, di ascoltare, di far parte ecc ecc. della Chiesa Cattolica Apostolica Romana, se poi non la si guarda nemmeno? Ma a cosa serve? A chi?


Sarebbe invece onesto dire: 'appartengo al cn , però affinchè non vengano rispettate ed applicate all'interno del cn stesso le richieste e correzioni che sono state fatte dalla 'Nostra Chiesa' , io mi sento fuori da Essa. Sono chiamato in prima persona a vivere sotto la Sua guida, al Suo ascolto e rispetto di quanto Essa mi chiede. Per questo pur di far parte di questo cn ho preso / prendo la decisione di fermarmi e non proseguirlo, affinchè non veda da parte dei fondatori del cn questa stessa volontà e risposta di obbidienza, altrimenti sarei cosciente di stare a seguire un cammino di fede dal tono confusionario, che voglio assolutamente evitare.

Questo oltre ad essere un atto coerente per i fratelli che al giorno d'oggi appartengono al cn, farebbe testimonianza di quell'amore che questi fratelli dicono di avere per la Chiesa Cattolica, sarebbe testimonianza del così 'fatto concreto' del termine usato frequentemente ed insegnato all'interno del cn stesso.

Anonimo ha detto...

Mic, vieni a celebrarci una Eucarestia dopo l'approvazione degli Statuti?

stephanos78 ha detto...

La pianti di fare il provocatore solo per il gusto di farlo?

Perchè non vieni davvero a dialogare?

Ti senti Chiesa in buona fede? Allora riesci a vedere la concretezza di quello che affermiamo. Giusto?

Anonimo ha detto...

giusto

Anonimo ha detto...

si magari porta pure stefano....così la famo in latino....

stephanos78 ha detto...

Posso solo addolorarmi del vostro (e parlo solo a quelli con cui mi incrocio, sperando che non sia termometro di tutta la vostra associazione) menfreghismo rispetto al fondamento della nostra Fede: la Divina Liturgia.

Il fatto è che se anche il CNC dovesse adottare il Rito della buonanima di San Pio V, a nulla varrebbe!

Bisogna crederci, amici miei! Crederci!

Gert ha detto...

Per anonimo delle 16,10

Caro ciuco,se aspettiamo l'approvazione dei vostri statuti colabrodo, celebreremo l'Eucarestia fra molti,ma molti anni.

C'è un tempo per vivere e uno per ragliare:tu preferisci sempre il secondo.

nicola ha detto...

per anonimo nc

"Ancora,chi dice che nella sofferenza non si vive meglio che in una vita agiata? Chi dice che ilpovero non vive meglio che il ricco?
Chi dice che con L'aids non si vive meglio che senza?Tutto è riportata a chiedere aiuto a Gesù Cristo.
Facciamo conoscere Cristo,l'unica salvezza e poi vediamo chi vuole nascere e chi no."

quoto completamente quello che dici.

anche perchè un discorso sulla sofferenza impostato come l'hai capito tu, potrebbe benissimo, se portato all'eccesso, portare a orribili pratiche di eugenetica (per es: modifico geneticamente a un embrione il colore degli occhi, così sarà più felice, basandomi sulla registrazione empirica che la maggioranza delle persone gradisce gli occhi azzurri - ho volutamente portato un esempio eccessivo ma efficace)

però ti faccio due osservazioni, la prima piuttosto scontata, la seconda molto più sottile:

1- ma che dire della responsabilità? è cristiano mettere al mondo venti figli sapendo di avere dei limiti che non mi permetteranno di crescerli come la Chiesa comanda? credo ci sia bisogno di un equilibrio, che si ottiene, ripeto, con la pregjiera, la castità, il dialogo e la condivisione all'interno del matrimonio, una vita cristiana il più possibilie comunitaria (che non significa chiusa..), che mi sostenga nel confronto con i fratelli, ecc ecc

2- se è vero quello che tu dici, se cioè non possiamo valutare con misure umane la felicità e la santità (cioè la corrispondenza delle azioni e in generale della vita di un uomo con quello che Dio vuole e ha voluto per lui, ossia con la Sua volontà) di una persona,
per quale motivo il cammino neocatecumenale nella persona dei suoi fondatori continua a vantare "frutti" che hanno valore solo in quanto valutati con misura umana?

in altre parole, perchè il cammino, si autodefinisce "soluzione dei problemi?"

perchè lo stesso kiko ha scritto nel volantino per il family day che "In Inghilterra alcuni anni or sono erano così tanti i ragazzini che si uccidevano ai 10 o 11 anni a motivo della separazione dei genitori, che si è arrivato a prospettare la possibilità che i giudici non concedessero il divorzio a genitori che avevano figli dai 9 agli 11 anni." ed ha proposto la famiglia cristiana come SOLUZIONE e come ricetta di amore e di felicità anche per i figli? QUALE felicità ancora chiedo?

A questo punto la domanda la giro a te direttamente: chi dice che un bambino che si vuole suicidare perchè ha i genitori separati non viva meglio di uno cresciuto tra l'amore coniuugale?

Concludendo: ti chiedo solo di non usare due pesi e due misure.

Ripeto:

ci sono bambini che hanno subito gravi e dovìcumentati traumi per l'irresponsabilità dei genitori nel mettere al mondo altri fratellini. questo è un fatto.

l'interpretazione cristiana poi la lascio a te, però ti chiedo di non usare due pesi e due misure. Kiko parla dei figli distrutti delle famiglie egoiste secolarizzate. io parlo dei figli distrutti delle famiglie egoiste irresponsabilmente prolifiche.

Anonimo ha detto...

X anonimo NC:

Quando verrà reso pubblico l'approvazione dello statuto?
Sul serio, non sono ironico......., qual'è la nuova scadenza annunciata dagli infallibili catechisti?

Sai......, mi avevi quasi convinto stavolta......, ormai mi aspettavo l'approvazione per il 27......, anzi ero felice che finalmente avrei potuto leggerli e capire se e quali correzzioni vi avrebbe imposto la Chiesa....... e invece, ancora l'ennesima bufala NC!

Stavolta ci ero cascato anch'io nel tranello di Kiko!

Anonimo ha detto...

io questa del 27 non l'avevo mai sentita, dai miei amici neocat ho solo sentito che gli statuti sono approvati e per la pubblicazione si dovra' aspettare ancora un po'.

kiko e' notoriamente un po' avventato, e certo non ha uno stile curiale. questi annunci prematuri sono decisamente stancanti. la sostanza pero' penso sia quella, non avrebbe senso -- neanche solo la logica neocat -- dire che gli statuti sono approvati per poi essere smentiti clamorosamente dai fatti. nessuno commetterebbe un autogol cosi' banale. e' piu' probabile che kiko abbia ricevuto rassicurazioni in proposito da molto, molto in alto.

nicola ha detto...

"io questa del 27 non l'avevo mai sentita"

quindi sei probabilmente stato assente da tempo dal blog. vai a leggere gli interventi nelle discussioni precedenti.. c'era un pazzo che continuava a sbraitare su quella data, veramente un matto! :-)

P.S.
per mic: puoi togliere la testimonianza dal sito? grazie.

nicola ha detto...

l'avventatezza se e quando consapevole è sfrontatezza, oltre che irresponsabile nei condfronti di chi ci segue.

nicola ha detto...

correggo: ".. oltre che irresponsabilità nei confronti di chi ci segue"

gherardo ha detto...

anonimo said:
"e' piu' probabile che kiko abbia ricevuto rassicurazioni in proposito da molto, molto in alto."

Non mi dite che per tranquillizzare
i NC, stanno facendo girare la notizia
di un'altra apparizione?

Ma speriamo davvero che abbia ragione lui,
senno' qui siamo al raggiro
piu' clamaroso.

Ci sono due possibilita'
o Kiko ha davvero autentiche apparizioni
oppure siamo alla follia e al raggiro
totale.

Per il modo in cui quelle apparizioni
vengono trattate nel CNC (testimonianza diretta) propenderei per la seconda ipotesi...

Anonimo ha detto...

PROVA

annunciazioneannunciazione ha detto...

Anonimo ha detto...

ieri sera a S. francesca cabrini e'stato fatto lánnuncio dalla quaresima. Kiko ha annunciato che gli statuti sono stati firmati il giorno 4/2 e usciranno
9causa viaggio del Cardinal Rilko in
india) a fine mese, e saranno consegnati a tutti all'annuncio della Pasqua.

06 febbraio, 2008 12:06





anonimo said
all'annuncio è stato detto che gli statuti sono stati approvati e firmati dal Papa, il 27 ci sarà il decreto non prima perchè Rylko deve tornare da un viaggio. Questo è quello che hanno detto con molta sicurezza. Addirittura, secondo loro, il Papa stesso avrebbe garantito a kiko la liturgia così com'è e quando qualcuno (?) era contrario a questo il Papa avrebbe detto che lo aveva promesso a kiko e quindi la liturgia non si toccava.

12 febbraio, 2008 00:20

da si ha detto...

I nc dopo tanti anni di compressione stanno scoppiando. Come evidenziano gli ultimi anonimi, l'istinto animale si è appropriato della loro persona e nei carismi che si sono evidenziati molti sono agnelli da macello per i catechisti che a loro volta sono iene o avvoltoi che si nutrono delle tribolazioni delle prede che stanno al lumicino...
Il piccolo codardo che fa la voce grossa qui nel blog , lo vorrei vedere a fronteggiare i catechisti Dalla tua psicologia si intravvede il pesciolino che ripulisce lo squalo e vive in simbiosi con tale animale,...non sopravviverebbe senza.

Amico, mi fa male vederti ridotto ad invertebrata . Alzati, sei figlio di Dio, sei possibile di salvezza attraverso Cristo , se lo vuoi.
Alzati dai spazio ai doni dello Spirito Santo Che ti può rimettere la spina dorsale che i decalcificatori nc ti hanno dissolto. Non sei un verme come ti fanno sentire quando ti manca la droga che ti propinano.

Ritorna in te e scopri l'immagine di Dio e non affidare la tua salvezza ad un manipolo di sfasati che hanno pensato di risolvere i loro problemi di inferiorità mettendo su un inferno come il cn


28\2\08
scusate ma che la nostra religione crede alla preesistenza dell'anima ? e che nel qual caso l'anima sia predestinata ad un corpo?

Se l'essere non è concepito non può esserci neanche l'anima che viene dall'intervento di Dio all'atto del concepimento.

E poi perchè è nella sofferenza che si conosce Dio? Ho conosciute persone che hanno finito di perdere la fede o quello che sembrava fede nel momento in cui si è incontrata con una disgrazia. Altri pensando che gliel'avesse inviata Dio, ha rifiutato quel Dio che era più un patrigno che un amante della sua creatura tanto che si è messo al servizio della sua stessa creatura.

Perchè la gioia, la bellezza del creato, gli occhi e la tenerezza di un bambino non possono farci esclamare che Dio esiste?

Nelle vie di san Tommaso non c'è quella che dice che attraverso la sofferenza si può scoprire Dio. Ciò che sappiamo è che Dio ha voluto entrare nel limite umano e quindi soffrire per farsi compagno di viaggio della sua creatura anche scoprendone il lato umano e questo lo farà fino alla fine del mondo. E' lì nei campi di sterminio, presso che subisce ingiustizia e violenza. Condivide la nostra sofferenza che è dovuta al peccato e al libero arbitrio umano

I nc, quando facevo il c mi hanno imbottito la testa con il fatto che dovessi soffrire per trovarlo. E chi lo dice! il profeta kiko. Che impiastro ,..in realtà non sa neanche dove cercarlo Dio con i presupposti che ha. E per questa ragione ha aggiustato la cosa diventando un idolo. Ha percorso in senso opposto la strada di Cristo. I nc ti allontanano da Dio fino a non fartelo percepire più. E' un Dio sconsiderato che per educare la sua creatura gli impasta la sofferenza addosso in mille modi. Gesù dice chi vede me vede il Padre ed io posso dire solo che Gesù ha sanato, consolato, guarito, ha liberato...Solo gli ipocriti hanno avuto vita dura con lui.

Si vergognino i nc che dicono falsa testimonianza di Dio

de ha detto...

kiko vuol forzare la mano a Benedetto.

Anonimo ha detto...

"Addirittura, secondo loro, il Papa stesso avrebbe garantito a kiko la liturgia così com'è e quando qualcuno (?) era contrario a questo il Papa avrebbe detto che lo aveva promesso a kiko e quindi la liturgia non si toccava"

Mah, su questi dietro-le-quinte che descrivono battibecchi curiali non saprei che dire, mi lasciano sempre un po' sospettoso (sia che vengano da una parte che dall'altra).

La notizia dell'approvazione firmata il 4/2 mi sembra invece credibile, sarebbe davvero assurdo mettere in giro una voce cosi' circostanziata per poi essere smentiti.

Per i cambiamenti liturgici non mi sono ancora fatto un'idea precisa. Mi meraviglierei se andassero oltre quelli implementati dall'inizio dell'anno, cioe' comunione del sacerdote prima dell'assemblea e messa una volta al mese in parrocchia, ma magari c'e' in vista qualche sorpresa.

Anonimo ha detto...

"I nc dopo tanti anni di compressione stanno scoppiando. Come evidenziano gli ultimi anonimi, l'istinto animale si è appropriato della loro persona e nei carismi che si sono evidenziati molti sono agnelli da macello per i catechisti che a loro volta sono iene o avvoltoi che si nutrono delle tribolazioni delle prede che stanno al lumicino..."

a me sembra che gli ultimi anonimi non fossero particolarmente esagitati o animaleschi, comunque pazienza...

Anonimo ha detto...

La Catechesi sarà sempre immancabilmente solo quella della Chiesa Cattolica Apostolica e non Kikiana

La Catechesi sarà sempre immancabilmente solo quella della Chiesa Cattolica Apostolica e non Kikiana

La Catechesi sarà sempre immancabilmente solo quella della Chiesa Cattolica Apostolica e non Kikiana

veritatisamor ha detto...

Caro anonimo non puoi prendere pero' solo quello che ti fa comodo se nell'annuncio di quarsima hanno detto che il decreto era stato firmato il 4 Feb
e sarebbe stato reso pubblico a fine mese,
cioe' il 27 Feb
allora devi prendere tutta la notizia.

Fermo restando che altri tre annunci del genere erano stati fatti in precedenza
e che la data del 27 Feb e' gia' passata
senza pubblicazione del decreto,
la credibilita' della fonte e' gia' compromessa.

Ma sembra che il fatto di spararle
grosse da parte di Kiko non sembra
creare nessun problema a molti dei suoi
seguaci

veritatisamor ha detto...

Lo stile e' lo stesso di qualcuno
che spara sondaggi e statistiche
corretti in proprio favore sapendo
che spesso queste proiezioni si autoavverano.

veritatisamor ha detto...

Salvo poi doversi smentire accusando
gli altri di averlo male interpretato

Francesco ha detto...

Ancora una volta la data di ufficializzazione degli statuti approvati, comunicata da Kiko in occasione dell'annuncio della Quaresima e ripresa da Camineo.Info è saltata.
Siamo ,come afferma Korazym.org, alle telenovele,anzi alle barzellette.

QUALE CREDIBILITA' DEI NEOCATECUMENALI?

QUALE OBBEDIENZA DA PARTE LORO ALLA CHIESA?

E' soltanto disgustoso giocare in questo modo da parte dei Neocatecumenali con le cose serie.

Lara ha detto...

"Ma sembra che il fatto di spararle
grosse da parte di Kiko non sembra
creare nessun problema a molti dei suoi
seguaci"

A me sembra di peggio, cioè che ha tanto martellato i suoi da farsi amare così com'è!!

I seguace 'amano' kiko con tutte le sue menzogne e con tutti i suoi inganni, qui la tristezza! :(

lara ha detto...

Anche per questo il martellamento sull'amore al nemico! Una sorta di tutela di futuro!!!

E odio ai cari!!!

E va be! che il Signore illumini tutti gli esseri sulla terra per intendere quel che Lui (e non altri) vuol trasmettere!

gherardo ha detto...

Cara lara

anch'io ho sottolineato in precedenza
come anche il messaggio evangelico dell' "amore per il nemico"
viene pervertito del Cammino
come molti altri passaggi del vangelo
(ricordiamo per es. il famoso "chi non odia il padre la madre ecc.)

L'amore al nemico nella perversione NC si confonde con una specie di sindrome
di Stoccolma necessaria per sopportare gli abusi piscologici di catechisti
e fratelli piu' invasati.
E si unisce alla discesa nel peccato
per rendere ancor piu' perversamente
schiava la persona del Cammino NC.
Raggiunto questo stadio nella mente di molti NC ormai e' impiantato il seguente messaggio: "Non c'e' vita cristiana, quindi non c'e' salvezza fuori dalla comunita'"

Anonimo ha detto...

ciao gert...
raglierà pure, ma il giorno si avvicina... il 27 è una vostra invenzione, di date certe non si è mai parlato...

Mic dove sei? mi piacerebbe ascoltare una tua omelia da figliol prodigo convertito :-)

felice ha detto...

anonimo mi faresti conoscere il tuo pusher??? robba buona eh?

mic ha detto...

"La notizia dell'approvazione firmata il 4/2 mi sembra invece credibile, sarebbe davvero assurdo mettere in giro una voce cosi' circostanziata per poi essere smentiti."

quello che a noi risulta è che il 4 o il 5/2 il Papa ha avocato a sé la questione, non che sia stato firmato qualcosa. E perché, di grazia, se qualcosa davvero fosse stato firmato, non dovrebbe essere reso noto?

mic ha detto...

Ho trovato tra i post di oggi, questa chicca :(

"Come vedrai, questo spiega con la consueta lucidita' di Benedetto XVI qual e' l'atteggiamento della Chiesa nei confronti dei movimenti. Per fare una sintesi, il percorso di innesto pieno del Cammino nella Chiesa e' visto come una cosa piena di complicazioni (inutile negarlo) ma fruttuoso (inutile negare anche questo)."

perché, il cammino è davvero un movimento? Te lo sei fatto spiegare bene da Carmen cos'è?
O diventa un movimento solo quando il Papa parla dei movimenti?

"E' interessante il paragone con francescani e benedettini."

questa è la più grande boiata del secolo, che ogni tanto tirate fuori Papa o non Papa che sicuramente non paragonava i movimenti ad Ordini religiosi che sono un'altra cosa...

Per quanto oramai, i francescani e i benedettini inquinati anche loro da voi, se non ritrovano il carisma del LORO fondatore (come ha esortato il Papa giorni fa gli ORDINI RELIGIOSI, non ai movimenti)
sta fresca la Chiesa!
Comunque l'eventuale vostra approvazione potrebbe essere solo la prova che davvero la cristianità sta crollando e queste sono le sue rovine...

Naturalmente quando dico "cristianità" non intendo dire la Chiesa di Cristo, quella VERA, perché quella è VIVA e non può crollare: per fortuna esiste un "piccolo resto" nel quale il Signore ha costruito la Sua Fortezza...

Lara ha detto...

"L'amore al nemico nella perversione NC si confonde con una specie di sindrome
di Stoccolma necessaria per sopportare gli abusi piscologici di catechisti
e fratelli piu' invasati."

A questo serve il martellamento "dell'amore al nemico" per "IMPARARE A SOPPORTARE" le varie assurdità della quale dovranno far uso i catechisti per rinchiudere sempre di più l'adepto e nel timore. Far capire che chi sa sopportare la furia animalesca che si scatena da loro è una persona piena di virtù, paziente, umile, sottomessa al giuidizio e obbediente alla direzione del superiore ...
QUESTA UNA PAZZIA !!!! Ma lo vendono così e tanti sono a COMPRARLO e pure a carissimo prezzo!!

Fratelli nc, queste furie animalesche non rappresentano altro che le più svariate frustrazioni di questi personaggi chiamati catechisti. Chi si infuria di più è più frustrato e affamato di potere. Chi si infuria di meno è meno frustrato ... ma con la stessa fama di potere.

Posso capire che ciò non sia percepibile all'inizio dove la loro 'rappresentazione' richiede 'grande' controllo fino alla conquista della futura preda, ma poi fratelli, se non ti hanno mangiato per completo ... con tutte le evidenze ... è possibile che non ve ne rendiate conto?

Oh, Signore, quanto masochismo in giro!!!

Svegliate fratelli, svegliate e fate rispettare voi stessi. E' Dio che vi ama, ma del loro dubitatene (almeno)!

mic ha detto...

"Mah, su questi dietro-le-quinte che descrivono battibecchi curiali non saprei che dire, mi lasciano sempre un po' sospettoso (sia che vengano da una parte che dall'altra)."

quelli che tu chiami "battibecchi curiali" e che vengono da una parte sola, cioè quella NC, noi li abbiamo chiamati più appropriatamente "trame" a quel livello e "balle" sul fronte informativo

Anonimo ha detto...

Boh, Mic, a me sembrava di capire bene l'italiano, e quello che il papa dice rispondendo alla domanda sui movimenti è riportato qua sotto, poi ognuno potrà giudicare se sono balle o no:

"La prima regola ce l'ha dato San Paolo in 1 Tes: non spegnere i carismi. Se il Signore ci dà nuovi doni dobbiamo essere grati, anche se a volte sono scomodi. Ed è una bella cosa che, senza iniziativa della gerarchia, con una iniziativa dal basso, come si dice, ma con una iniziativa anche realmente dall'Alto, cioè come dono dello Spirito Santo, nascono nuove forme di vita nella Chiesa, come del resto sono nate in tutti i secoli.

Inizialmente erano sempre scomode: anche San Francesco era molto scomodo e per il Papa era molto difficile dare, finalmente, una forma canonica ad una realtà che era molto più grande dei regolamenti giuridici. Per San Francesco era un grandissimo sacrificio lasciarsi incastrare in questo scheletro giuridico, ma alla fine è nata così una realtà che vive ancor oggi e che vivrà in futuro: essa dà forza e nuovi elementi alla vita della Chiesa.

Voglio solo dire questo: in tutti i secoli sono nati Movimenti. Anche San Benedetto, inizialmente, era un Movimento. Si inseriscono nella vita della Chiesa non senza sofferenze, non senza difficoltà. San Benedetto stesso ha dovuto correggere l’iniziale direzione del monachesimo. E così anche nel nostro secolo il Signore, lo Spirito Santo, ci ha dato nuove iniziative con nuovi aspetti della vita cristiana: vissuti da persone umane con i loro limiti, esse creano anche difficoltà."

Questo è il paragone che fa il papa con i movimenti.

Poi continua:

"Prima regola dunque: non spegnere i carismi, essere grati anche se sono scomodi."

Questo è importante, perché risponde alla domanda di molti in questo sito su come mai la Chiesa "sopporta" il cammino.

Poi, importante, la parte sulle difficoltà di inserimento nella Chiesa, che il cammino sta vivendo, e che il papa non nasconde:

"La seconda regola è questa: la Chiesa è una; se i Movimenti sono realmente doni dello Spirito Santo, si inseriscono e servono la Chiesa e nel dialogo paziente tra Pastori e Movimenti nasce una forma feconda dove questi elementi diventano elementi edificanti per la Chiesa di oggi e di domani.

[...]

In altri si sta ancora studiando. ad esempio, ci si domanda se dopo cinque anni di esperimento, si debbano confermare in modo definitivo gli Statuti per il Cammino Neocatecumenale o se ancora ci voglia un tempo di esperimento o se si debbano forse un po' ritoccare alcuni elementi di questa struttura.

In ogni caso, io ho conosciuto i Neocatecumenali dall'inizio. E’ stato un Cammino lungo, con molte complicazioni che esistono anche oggi, ma abbiamo trovato una forma ecclesiale che ha già molto migliorato il rapporto tra il Pastore e il Cammino. E andiamo avanti così! Lo stesso vale per gli altri Movimenti."

Non so a voi, ma a me questo sembra un quadro equilibrato.

Sono sicuro che anche a voi piacerà questa conclusione:


"Adesso come sintesi delle due regole fondamentali direi: gratitudine, pazienza e accettazione anche delle sofferenze che sono inevitabili. Anche in un matrimonio ci sono sempre sofferenze e tensioni. E tuttavia vanno avanti e così matura il vero amore. Lo stesso avviene nella comunità della Chiesa: abbiamo pazienza insieme. Anche i diversi livelli della gerarchia - dal parroco, al Vescovo, al Sommo Pontefice - devono avere insieme un continuo scambio di idee, devono promuovere il colloquio per trovare insieme la strada migliore. Le esperienze dei parroci sono fondamentali, ma poi anche le esperienze del Vescovo e, diciamo, la prospettiva universale del Papa hanno un proprio luogo teologico e pastorale nella Chiesa."

Posso solo fare proprie queste mie parole del papa: "abbiamo pazienza insieme", e accettiamo le decisioni che ci verranno dal papa con serenità, qualsiasi esse siano.

Anonimo ha detto...

Veritatisamor:

"Caro anonimo non puoi prendere pero' solo quello che ti fa comodo se nell'annuncio di quarsima hanno detto che il decreto era stato firmato il 4 Feb
e sarebbe stato reso pubblico a fine mese,
cioe' il 27 Feb
allora devi prendere tutta la notizia."

No, le notizie che si riferiscono al futuro: "il 27 verranno pubblicati gli statuti" sono intrinsecamente più incerte di quelle che si riferiscono al passato: "il 4 febbraio sono stati firmati gli statuti": questo indipendentemente dall'affidabilità della fonte.

Nel caso specifico, non credo che convenga a Kiko dire che gli statuti siano stati approvati quando non lo sono stati, ma le cose del futuro sono sempre "a Dio piacendo".

Gert ha detto...

ciao gert...
raglierà pure, ma il giorno si avvicina... il 27 è una vostra invenzione, di date certe non si è mai parlato...

Mic dove sei? mi piacerebbe ascoltare una tua omelia da figliol prodigo convertito :-)

28 febbraio, 2008 21:04
----------------------

Sei un folle e da questo momento ti lascerò perdere.

mic ha detto...

"Questo è importante, perché risponde alla domanda di molti in questo sito su come mai la Chiesa "sopporta" il cammino."

la chiesa sopporta il cammino perché è divisa e non è più TUTTA cattolica. Essa è UNA nel Signore, ma solo la sua parte SANA....

"Poi, importante, la parte sulle difficoltà di inserimento nella Chiesa, che il cammino sta vivendo, e che il papa non nasconde:

"La seconda regola è questa: la Chiesa è una; se i Movimenti sono realmente doni dello Spirito Santo, si inseriscono e servono la Chiesa e nel dialogo paziente tra Pastori e Movimenti nasce una forma feconda dove questi elementi diventano elementi edificanti per la Chiesa di oggi e di domani."

Intanto voi non siete un movimento come gli altri: vi autodefinite "iniziazione" cristiana(!?) e comunque, secondo il discorso del papa, i movimenti diventano "elementi edificanti" nella misura in cui sono in comunione.
La divisione che create e la vostra disobbedienza le vostre strane ritualità credete generino "comunione"? sapete cos'è la Comunione? voi scambiate per comunione la consorteria e la solidarietà che vivete tra di voi... che dite di essere nella Chiesa, ma non solo siete un'"Altra" cosa, ma dalla Chiesa siete separati per effetto del vostro elitarismo e dalla vostra diversità e dalla vostra disobbedienza! E che dire della vostra blindatura, che è l'esatto contrario della cattolicità?

"In ogni caso, io ho conosciuto i Neocatecumenali dall'inizio. E’ stato un Cammino lungo, con molte complicazioni che esistono anche oggi, ma abbiamo trovato una forma ecclesiale che ha già molto migliorato il rapporto tra il Pastore e il Cammino. E andiamo avanti così!"

la forma ecclesiale "trovata" (in realtà estorta) a kiko che ha dimostrato di non accettare paletti di alcun genere (altro che cattolicizzazione) sono gli statuti, che è dimostrato ampiamente erano e sono rimasti carta straccia. Il papa parla di problemi e tu sinceramente puoi affermare che questi problemi siano superati? Se fossero superati non pensi che l'approvazione giò ci sarebbe?

Se affermi questo significa che il tuo fanatismo non ti fa guardare più in là del tuo naso e, come al solito, da un documento, peraltro ormai vecchio come il cucco vai a mettere in risalto solo le cose che portano acqua al vostro mulino.
Ma i problemi ci sono e non ci stancheremo di sottolinearli. Se poi qualcuno non li vorrà vedere significa che si sono bevuti il cervello e con esso anche l'anima... ma la nostra Fedeltà è al Signore

O meglio, la MIA fedeltà: io parlo per me e nella mia coscienza e non sono il portavoce di nessuno, se non di quella Chiesa SANA che tu non conosci

veritatisamor ha detto...

Caro Anonimo
il tuo ragionamento
e' logicamente contraddittorio.

Allora la notizia dell'approvazione
finora ha una sola fonte: Kiko.
Kiko ha detto che il 4 Feb (o 5) e' stato firmato il decreto.
Ok?
Ha detto anche che sarebbe stato reso pubblico a fine mese il 27 Feb.

In mancanza di altri riscontri
uno deve verificare l'affidabilita' della fonte, ok?

Il 27 e' passato e nessuna pubblicazione del decreto di approvazione e' avvenuta.

Quindi la credibilita' della fonte
e' fortemente compromessa?

Sei liberissimo di credere alla prima parte della notizia, ma se permetti
visti anche i suoi precedenti annunci
poi puntualmente smentiti
preferiamo aspettare conferme ufficiali
e fino ad allora considerare le voci sparse da Kiko come suoi personali "auspici" e "belle speranze".

Anonimo ha detto...

Ma come si fa a rimangiarsi le parole!!!
Io ero presente all'annuncio della Quaresima ed è stata data una data certa: il 4 ha firmato ed il 27 usciranno, questo perchè Rylko era in India per un viaggo. Mi sa tanto di testim.di g. che annunicano la fine del mondo per poi rimangiarsi la data. QUESTA COSA MI FA IMBESTIALIRE... non potete prenderci per i fondelli LA DATA E' STATA FATTA
Adesso dicono che sarà reso pubblico a Pasqua perchè è più significativo. INTANTO LA LETTERA DEL PAPA TRAMITE IL CARD. ARINZE NON SI APPLICA. SI CONTINUA A NON ASCOLTARE LA VOCE DI PIETRO.

veritatisamor ha detto...

Appunto caro anonimo ultimo
la stessa Korazym che inizialmente
aveva seguito Kiko in questo suo valzer
di dichiarazioni annunci rinvii
ha dovuto fare un passo indietro
e dissociarsi.
Non si rendono conto che la credibilita'
del personaggio Arguello e' prossima allo zero, la cosa triste che affidano la loro
vita e il loro cammino spirituale
a un personaggio che e' oggettivamente poco affidabile.

Anonimo ha detto...

“Il piccolo codardo che fa la voce grossa qui nel blog , lo vorrei vedere a fronteggiare i catechisti Dalla tua psicologia si intravvede il pesciolino che ripulisce lo squalo e vive in simbiosi con tale animale,...non sopravviverebbe senza.”
“scusate ma che la nostra religione crede alla preesistenza dell'anima ? e che nel qual caso l'anima sia predestinata ad un corpo?
Se l'essere non è concepito non può esserci neanche l'anima che viene dall'intervento di Dio all'atto del concepimento.”
“E poi perchè è nella sofferenza che si conosce Dio? Ho conosciute persone che hanno finito di perdere la fede o quello che sembrava fede nel momento in cui si è incontrata con una disgrazia. Altri pensando che gliel'avesse inviata Dio, ha rifiutato quel Dio che era più un patrigno che un amante della sua creatura tanto che si è messo al servizio della sua stessa creatura.”

Per da ha detto: Non so a chi ti riferisci chiamando codardo,non importa,la tua arroganza è comunque molto evidente,più che fronteggiare i catechisti vorrei fronteggiare te,ma non con insulti ma comè Gesu Cristo ci insegna,pertanto prima di rispondere prega.
Non ho detto la preesistenza dell’anima ,in sintesi ho detto, che la maggior parte delle coppie non fanno figli per egoismo,poi ho detto meglio far nascere un uomo handicapppato che non farlo nascere,inoltre,meglio far nascere un uomo nella sofferenza che non farlo nascere,meglio far nascere un uomo che non farlo nascere.
Probabilmente il tuo modo di volere vivere prevale su tutto.
La sofferenza per l’uomo è fondamentale per ricercare Gesù Cristo,a meno che,Gesù Cristo non vuole diversamente,a tal proposito ti dovresti leggere il Vangelo di ciò che Gesù diceva a Pietro a proposito di Giovanni.
Se l’uomo rifiuta la sofferenza incolpando Dio allora bestemmia,l’uomo è libero, tu stesso stai bestemmiando(sempre secondo me,pertanto posso sbagliare)cercando di giustificare l’uomo che nella sofferenza rifiuta Dio,la giustificazione comunque viene da Gesù Cristo,ma è assolutamente sbagliato far credere che senza sofferenza si cerca Dio,o chi cerca Dio non soffre

Mic,stephanos,seby,avete finito di soffrire,ancora no eh

Anonimo ha detto...

a un personaggio che e' oggettivamente poco affidabile.

Veritasamore che di verita non sa ,se non la propria.
Ti voglio dar ragione,oggettivamente e poco affidabile;sai perchè?
Perchè Cristo la lavato, si diventa, ingenui ma genuini,cretini ma umili,
dice le cose comè gli vengono nel cuore,senza secondo fini.
Se sbaglia c'è qualcuno che lo corregge,potrebbeessere veritasamor
che di amor non sa

mic ha detto...

"dice le cose comè gli vengono nel cuore,senza secondo fini."

se è così come dici tu, ti rendi conto che ti sei affidato a uno che vive fuori della realtà e ti rendi anche conto che, se è così, ed è in buona fede come dici tu, non è "semplice" nel senso spirituale del termine, ma è un irresponsabile?

Anonimo ha detto...

forse ti riferisci a me che sono un codardo, visto che ho scritto in maiuscolo.
Non ti preoccupare la voce grossa l'ho fatta anche con i catechisti. Logicamente le risposte le potete immaginare sempre le stesse ad iniziare che ero indemoniato etc...

mic ha detto...

"Posso solo fare proprie queste mie parole del papa: "abbiamo pazienza insieme", e accettiamo le decisioni che ci verranno dal papa con serenità, qualsiasi esse siano."

mi spieghi perché e secondo quale logica e conche credibilità vi dichiarate disposti ad accettare le decisioni FUTURE che verranno dal Papa e intanto ingorate e disobbedite quelle già date?

mic ha detto...

"forse ti riferisci a me che sono un codardo, visto che ho scritto in maiuscolo"

nessuno poteva riferirsi a te, Anonimo, non vedo in nessuna delle tue parole codardia, ma qui pullulano gli anonimi che ne dicono di tutti i colori, mentre tu almeno hai epresso preplessità sensate

forrestgump ha detto...

Si anonimo continua a raccontarti favole,
ricordati che esiste la responsabilita'
individuale verso la propria anima,
non credo che giunto li' potrai dire ma io seguivo Kiko. Perche' l'unica sequela che
salva e' quella di Cristo.

Un Dio che ti vuole cretino ma umile
consentimi ma mi sembra una costruzione
distorta,
ricordati semplici come colombe e PRUDENTI
come serpenti.

Dio ama molto i "cretini" intendendo
i semplici
non credo che ami chi "si fa cretino".

Stupido e' chi lo stupido fa

Anonimo ha detto...

anche conto che, se è così, ed è in buona fede come dici tu, non è "semplice" nel senso spirituale del termine, ma è un irresponsabile?

Assolutamente No,poichè la chiesa è vigile è attenta,sopratuuto sul CNC.
Comunque,Mic,non voglio con te dispute sul cnc,tanto non io convinco te tantomeno tu me

Anonimo ha detto...

Stupido e' chi lo stupido fa

Bravo rileggi e cerca di capire

Fedele ha detto...

"Assolutamente No,poichè la chiesa è vigile è attenta,sopratuuto sul CNC.
Comunque,Mic,non voglio con te dispute sul cnc,tanto non io convinco te tantomeno tu me"

ma se Kiko è riuscito a perdere credibilità persino in alcuni catechisti che si sono rifiutati di dare altri annunci di fantomatica approvazioni (non so se a rischio di espulsione o meno), figurati se non lha persa a questo punto anche con il Papa!

Il dramma è che potrebbe non bastare, conoscendo il 'marciume' di tanti filtri!

mic ha detto...

"Assolutamente No,poichè la chiesa è vigile è attenta,sopratuuto sul CNC."

se così fosse, già lo avrebbe dovuto dichiarare "fuori" almeno dai primi di febbraio scorso

forrestgump ha detto...

Forse sei tu che devi rileggere,
non credi?
Che Kiko sia un ingenuo o un semplice
me lo vieni a raccontare
a Carnevale......

forrestgump ha detto...

A Kiko gli viene dal cuore che
l'approvazione degli statuti doveva essere
pubblica il 27 Febbraio.

Questa spontaneita' e' cosi' precisa
nelle date.

Salvo poi sbagliarle.

Anonimo ha detto...

Che Kiko sia un ingenuo o un semplice
me lo vieni a raccontare
a Carnevale......

No te lo racconto in Quaresima,libero di crederlo o no

Anonimo ha detto...

se così fosse, già lo avrebbe dovuto dichiarare "fuori" almeno dai primi di febbraio scorso

e allora non è cosi.
Mic,possiamo continuare in questo modo,se vuoi

mic ha detto...

"Comunque,Mic,non voglio con te dispute sul cnc,tanto non io convinco te tantomeno tu me"

io non sono qui per convincere te né altri, sono qui per dare un'informazione corretta e quindi confutari quando neghi perfino l'evidenza e affermi cose che non stanno né in cielo né in terra: "Kiko ingenuo" per esempio... ci hai dato l'immagine di un puro che invece sprizza disprezzo per la chiesa da tutti i pori e fa di tutto per distruggerla. continua a crederlo tu, se sei in buona fede, ma smettila di propinarci queste cavolate

Anonimo ha detto...

figurati se non lha persa a questo punto anche con il Papa!

e allora niente approvazione,cosi mettiamo fine a questa storia,bella.

Anonimo ha detto...

Mic,cosi non va ,la liturgia si vedra,ma kiko non ha mai toccato i Dogmi della chiesa

mic ha detto...

non continueremo né in questo modo né in un altro perché io non mi presto al solito batti ribatti demenziale e cancellerò tutti i tuoi post sulla falsariga dei precedenti perché sviano il discorso con colpi di fioretto inconcludenti anziché con argomenti condivisibili

mic ha detto...

"Mic,cosi non va ,la liturgia si vedra,ma kiko non ha mai toccato i Dogmi della chiesa"

il Sacrificio di Cristo espulso anche dal rito cos'è? Un rispetto del dogma?

e con questa ennesima prova che dici cavolate. STOP!

anoneocat ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
mic ha detto...

l'ultimo post è stato cancellato (non saranno accettate querule querelle) perché già proposto e confutato migliaia di volte, l'ultima anche in questa stessa pagina

Gino ha detto...

Approvazione si, approvazione no...

Io vorrei un attimo risalire a monte della questione.
Ma veramente si pensava che una persona qualsiasi, benchè dotata di arte del convincimento delle persone, riuscisse a compiere ciò che non è riuscito a nessun riformatore, contestatore o rivoluzionario che fosse nella storia millenaria della Chiesa?

Veramente qualcuno si era illuso che si potesse azzerare ogni suo aspetto e ricostruirlo a immagine e somiglianza del riformatore di turno, in questo caso la creatura quadricefala composta dalla coppia Kiko-Carmen più l'ideologo Farnes e la spalla don Pezzi?

Lo chiedo soprattutto ai neocatecumenali: davvero pensavate di ricostruire a vostro piacimento la Chiesa cattolica?
A me sembra una delle tante follìe a cui ci ha abituato la storia umana.
Per voi l'Arguello sarà pure una guida, un capo carismatico, un profeta.
Per me è solo uno dei tanti che nel corso dei secoli hanno cercato di stravolgere la Chiesa secondo il proprio immaginario.

Ripeto, uno dei tanti e neppure tra i più significativi, culturalmente parlando.

Poteva mai la Chiesa darsi in pasto ad un bohemien eccentrico e stravagante che va predicando di aver ricevuto l'ispirazione dalla Madonna e su cui ha imbastito una dottrina-zibaldone?

Il ritardo della pronuncia ufficiale della Chiesa sulla questione ha una sola motivazione plausibile: capire se il cammino può essere recuperato e fino a che punto alla vita e alle regole della Chiesa, con precisi vincoli e condizioni, oppure è talmente strutturale la sua difformità da non lasciare speranza di recupero alcuno, per cui se non propriamente respinto, va lasciato nel limbo dell'indeterminazione, a causa del numero di adepti pseudo o paracattolici che è riuscito a cooptare.

Se fosse questa la soluzione, richiederebbe comunque una direttiva ufficiale per limitare e contenere le ingerenze dei suoi affiliati in ogni àmbito della vita ecclesiale e comunitaria, come adesso avviene, con sofferenza e sconcerto degli altri fedeli religiosi e laici (v. occupazione delle parrocchie, estromissione dei parroci, ricorso a metodi aggressivi e brutali, vessazioni e quant'altro nell'armamentario del cammino).

Anonimo ha detto...

messaggio di newgold69

bravo mic... fai bene a cancellare.
ormai gli interventi dei neocat sono un' offesa, oltre che a tante altre cose, anche al buon senso, alla logica e all'umana intelligenza che permette a ciascuno di comprendere e capire le cose.

non è ammissibile che chi difende e informa sulle gravissime distorsioni dottrinali e cultuali dei nc venga apostrofato di essere nell'errore.

non è ammissibile che chi propaganda una dottrina che non è cattolica ed è eretica dia dell'eretico a chi si professa e vive da cristiano cattolico.

è inamissibile che chi afferma una cosa pubblica, poi, come se nulla fosse, dichiari che non è vera e che siamo stati noi a distorcere la realtà.

certe forme di interventi dei neocat su questo blog, come pure nella loro vita, oltrepassano ogni buon senso, oltrepassano il patologico e lo schizzofrenico e manifestano profondi e gravi disturbi mentali!

Anonimo ha detto...

messaggio di newgold69

e il bambino che sente dai genitori che parlano che io, suo parroco, sono un bastarto perché non sono dei loro e quando mi vede mi sputa in faccia davanti alla porta della chiesa... come lo chiami questo atteggiamento?

anonimo dei miei stivali... voi siete schizzofrenici, voi siete matti, voi siete eretici nel fare quello che fate dietro a quel pazzo di kiko.

è quaresima, convertitevi!!!

eminenz ha detto...

Kiko cammina per la strada dimesso,
forse un po' distratto,

Kiko e' un profeta
o forse un matto

Sono passati quei tempi
quando una tua predica provocava
turbamenti

quando tutto era piu' semplice
e qualche vescovo diventava complice

perche' il Cammino e' un brivido
che vola via

e' tutto un equilibrio sopra l'eresia
sopra l'eresia


Ma forse Kiko e' questo il senso
del tuo vagare
fuori dalla Chiesa
per farsi e fare un po' male

forse alla fine di questa triste storia
qualcuno troverà il coraggio

per affrontare tutti i tuoi errori
e cancellarli da questo viaggio

per vivere davvero ogni sacramento
senza pervertimento,
senza pervertimento.

Anonimo ha detto...

e il bambino che sente dai genitori che parlano che io, suo parroco, sono un bastarto perché non sono dei loro e quando mi vede mi sputa in faccia davanti alla porta della chiesa... come lo chiami questo atteggiamento?

questo atteggiamento non si può neanche definire maleducato ma molto di più
Ma,sinceramente, io non ti credo,
vorrei vedere per credere

TheMonk ha detto...

sono l'anonimo di (28 febbraio, 2008 23:54)... ci sono cosi' tanti anonimi che dicono cose diverse che e' meglio mi dia un nick anch'io, per quanto scemo.

mic:

"Se affermi questo significa che il tuo fanatismo non ti fa guardare più in là del tuo naso e, come al solito, da un documento, peraltro ormai vecchio come il cucco vai a mettere in risalto solo le cose che portano acqua al vostro mulino."

non so bene cosa ho scritto per meritarmi l'accusa di fanatismo, ho solo fatto un'analisi (che pensavo pacata) di un documento che vecchio o non vecchio mi sembrava fosse significativo (se non altro veniva da www.vatican.va, ed erano parole del papa) e che gettasse luce profetica su quello che sta accadendo in questi giorni -- anzi mi sembrava piu' attuale adesso che nel momento che era stato pronunciato.

comunque mi rendo conto che il momento e' pieno di tensione e quindi lasciamo stare le considerazioni personali.

con affetto

Anonimo ha detto...

inquietante questa storia della cancellazione dei messaggi... getta una luce davvero sinistra su questo blog.

mi sembra che anche gli insulti reciproci si ripetano dalla notte dei tempi pero' non vengono mai eliminati. cosa aveva questo messaggio di tanto speciale?

mic ha detto...

"comunque mi rendo conto che il momento e' pieno di tensione e quindi lasciamo stare le considerazioni personali."

Perfino "inquietante la cancellazione dei messaggi"? Ma dove siamo? succede dovunque sulla rete ogni volta che certi comportamenti diventano asfissianti e inutili

E adesso l'argomento principe dovrebbe diventare questo tormentone sul "post cancellato", per il quale come doveroso e corretto ho dato la motivazione che ripeto: ARGOMENTO GIA' PROPOSTO E CONFUTATO MOLTISSIME VOLTE E PERFINO SU QUESTA STESSA PAGINA

Ogni tanto urlo anch'io per chi fa il duro d'orecchie per le solite pretestuosità tendenti solo a squalificare il nostro comportamento e quindi a rendere meno credibile quello che diciamo... ma chi ama "non fermarsi alla prima taverna" forse se ne rende conto senza che io aggiunga altro...

primula rossa ha detto...

Effettivamente, mic, queste cancellazioni bisognerebbe evitarle, se no poi finisce che i neocat ci accusano di manipolare la verità. Meglio rispondere mille volte alla stessa osservazione ma mantenere la trasparenza.

Io limiterei le cancellazioni ai casi di bestemmie, o di insulti al papa o alla curia. Cosa ne dici?

mic ha detto...

"mi sembra che anche gli insulti reciproci si ripetano dalla notte dei tempi pero' non vengono mai eliminati. cosa aveva questo messaggio di tanto speciale?"

Gli insulti e ti contesto il "reciproci" perché per voi diventa un insulto solo dire la verità sul cammino, vengono eliminati tutte le volte che li vediamo

Anonimo ha detto...

"getta una luce davvero sinistra su questo blog"

che cosa, cancellare un commento identico alle centinaia che si possono ritrovare nelle discussioni precedenti?

ma per piacere..

incomincia a togliere il velo dal direttorio che programma la tua vita.. tu non puoi sapere se alla fine del cammino il direttorio prevede il sacrificio del primogenito come fu chiesto ad Abramo. lo sai? pensaci, quando hai iniziato pensavi fosse da pazzi versare la decima, eppure oggi.. chissà domani cosa ti verrà chiesto..

a parte gli scherzi, chi non dà trasparenza potrebbe veramente evitare di chiederla. se non fosse per questo blog sai quante cose sarebbero rimaste nascoste nei discorsi privati delle persone segnate direttamente o indirettamente dal cammino..

altro che luce sinistra!!

mic ha detto...

"Effettivamente, mic, queste cancellazioni bisognerebbe evitarle, se no poi finisce che i neocat ci accusano di manipolare la verità. Meglio rispondere mille volte alla stessa osservazione ma mantenere la trasparenza."

grazie del consiglio primula rossa, lascia a me fare il moderatore del blog. Quello che giustamente osservi è stato praticato da sempre ma ogni cosa ha un limite e non ti sembra che la stiamo facendo troppo lunga su questo argomento?

mic ha detto...

"inquietante questa storia della cancellazione dei messaggi... getta una luce davvero sinistra su questo blog."

se sei in grado di definire qualcosa come inquietante e portatore di luce sinistra perché non vai a guardarti certe icone di kiko?

stephanos78 ha detto...

BASTA!

stephanos78 ha detto...

Questi inutili tentativi di sviare mi hanno davvero stancato...

nicola ha detto...

sono sempre stato contrario anch'io ad ogni forma di cancellazione e/o censura, come dimostra una vecchia discussione sul tema.

ci si potrebbe dare delle regole comuni come quella di mettere un link alle pagine giuste ogni volta che salta fuori l'intervento già discusso o "trito e ritrito".

nicola ha detto...

ok ok, i moderatori siete voi.

mic, la testimoninza, per piacere.. grazie

mic ha detto...

"sono sempre stato contrario anch'io ad ogni forma di cancellazione e/o censura, come dimostra una vecchia discussione sul tema."

in linea di principio sono stato sempre e sono contrario anch'io alle censure e mi piace guardare lo cose in faccia e in genere non mi risparmio nulla; ma se dico che ogni cosa ha un limite vi pregherei di cercare di capirlo, se volete

TheMonk ha detto...

scusa mic, mi sembra che nel tuo messaggio "29 febbraio, 2008 13:59" avessi cominciato a rispondere a me:

"comunque mi rendo conto che il momento e' pieno di tensione e quindi lasciamo stare le considerazioni personali."

ma poi ti sei fatto distrarre dalla questione del post cancellato. c'era qualcosa che volevi dirmi?

mic ha detto...

tu che sei contrario ad ogni forma di censura, Nicola, mi devi spiegare perché insisti tanto per la cancellazione di uno stralcio di testimonianza, attribuita ad un altro perché molto consequenziale e legata alla sua e che dispiega tutta la sua efficacia, nella sua schietta freschezza...

primula rossa ha detto...

sono d'accordo con nicola. il modo migliore per arginare l'effetto di post cancellato e' rispondere con un messaggio che rimanda a un link. si puo' addirittura fare un "faq".

scusate se insisto sull'argomento, non e' per sviare, mi sembra veramente di fondamentale importanza: non sappiamo bene chi manda i messaggi, che tipo di esperienze abbia avuto, se sia dentro il cammino, fuori o in bilico, se e' la prima volta che entrano qui: tu gli cancelli un messaggio e questi si sentono rifiutati e tornano dai catechisti piu' convinti di prima: e' questo che vogliamo?

mic ha detto...

"comunque mi rendo conto che il momento e' pieno di tensione e quindi lasciamo stare le considerazioni personali."

effettivamente mi ero agganciato qui per dire che la cancellazione non era determinata da nessuna tensione e comunque mi sembra che le considerazioni personali non c'entrano.

primula rossa ha detto...

scusate, volevo dire

" il modo migliore per arginare l'effetto di un post ripetitivo"

non

"l'effetto di un post cancellato"

mic ha detto...

Caro primula rossa,
vuoi che non riesca a capire dopo tanto tempo chi è che scrive i messaggi? non con infallibilità certo, ma forse con una buona dose di attendibilità, compresi i tuoi :))

E vi prego di chiudere qui l'argomento chiunque voi siate perché mi avete rotto i cosiddetti (siamo umani, non abbiamo raggiunto l'atarassia e quando ce vo' ce vo')

mic ha detto...

Comunque anche questo "effetto del post cancellato" è sintomatico delle tecniche di disturbo della comunicazione di cui siete maestri. Vi pregherei di darmi il tempo di cambiare pagina e, se vi riesce, cambiate discorso... magari postate qualcosa sulla "semplicità" (non in senso spirituale) e sulla "ingenuità" del vostro iniziatore, ma forse è chiedervi troppo

michela ha detto...

un giovanissimo nc mi ha raccontato che una domenica in convivenza hanno festeggiato l'approvazione degli statuti, e che il papa ha accettato l'Eucarestia nei modi soliti del cammino.

Non pensavo che sarebbero arrivati ad ingannarvi fino a questo punto.
Vi hanno preso per i fondelli, e voi non ve ne siete accorti.
Vi possono raccontare qualsiasi cosa, e voi ci credereste.

Però voi catechisti che leggete siete anche dei vigliacchi, che permettete che vengano raccontate menzogne a ragazzini, che ingannate i piccoli d'età, che non possono andare su internet e rendersi conto della verità.

nicola ha detto...

"tu che sei contrario ad ogni forma di censura, Nicola, mi devi spiegare perché insisti tanto per la cancellazione di uno stralcio di testimonianza, attribuita ad un altro perché molto consequenziale e legata alla sua e che dispiega tutta la sua efficacia, nella sua schietta freschezza..."

perchè, ad esempio, la tirata sulla ncgmg non è una testimonianza, ma una presa in giro.

e poi soprattutto perchè non mi piace che le mie parole solo perchè a te sembrano conseguenziali a quelle di un altro vengano messe in un posto dove io desidero che non vengano messe con la firma di un altro. è anche questa una questione di trasparenza, credo, che sia tu che io abbiamo sempre difeso.

nicola ha detto...

e poi mi sembra che abbiamo più volte in questa sede dato contro a chi, per amore di efficacia, non rispetta la verità.

la verità nel caso della testimonianza è che una parte di questa non è attribuibile ad Andrea ma a un altra perona che non vuole che vengano pubblicate lì le sue parole.

poi il sito lo fai tu, liberissimo di mettere insieme quello che secondo te è conseguenziale, ma allora io non mi fido più di quello che leggo.

mic ha detto...

Nicola, non ti capisco ma mi adeguo. Ci mancherebbe altro. Se ti basterebbe il fatto di lasciarla dov'è per non crederci, avendo avuto spiegazioni sul perché in buona fede è stata pubblicata la tua testimonianza e sapendo che essa è comunque autentica come lo sono tutte quelle da noi pubblicate, beh, è davvero la giornata dell'incomprensione questa.
Da domani comunque non la leggerai più; ma solo per una questione di correttezza, perché come estensore del testo hai tutto il diritto di non vederlo reso pubblico

Anonimo ha detto...

Però voi catechisti che leggete siete anche dei vigliacchi, che permettete che vengano raccontate menzogne a ragazzini, che ingannate i piccoli d'età, che non possono andare su internet e rendersi conto della verità.

Non capisco questa affermazione,tu pensi che in questo blog scrivono solo dei cattechisti?I piccoli d'età non hanno genitori?Il problema è che,cara Michaela,ciò che tu scrivi sui NC sono un sacco di calunie,le testimonianze che portate hanno delle falle incredibili.Ho provato una volta a discutere su un caso e voi stessi vi siete accorti delle stronz.... che diceva.(Liturgia a parte)Voi non difendete la chiesa ma il vs.significato che volete dare alla chiesa.Siete Voi che volete decidere su cosa è giusta o no

Anonimo ha detto...

Per Mic,strano,per te una testimonianza è autentica solo sìè contro il CNC.In un confronto leale e veritiero ci sono testimonianze da una parte e d'altra con diritto di replica e sopratutto bisogna accettarsi che sia vero.Prendi ad esempio la testimonianza di newgolds che afferma di essere prete il quale viene sputato in faccia da un bambino.
Bene io non ci credo,ma sarebbe facile per lui farmi ricredere.
In tutta umilità andrei a trovarlo nella sua parrocchia e vedere.

Anonimo ha detto...

Mic,Stephanos,Seby(che fine ha fatto?)Michaela,Lara,ecc..
volete aiutare,aiutarmi veramente?
Incontriamoci faccia a faccia.
Io sono piccolo,ma un grande nel volere apprendere le cose di DIO.

mic ha detto...

"Per Mic,strano,per te una testimonianza è autentica solo sìè contro il CNC."

non dire stupidaggini, per favore. Per me una testimonianza è autentica quando è verificata e ho sentito altri giovani con cui ho parlato personalmente dire quello che ha detto Nicola.

mic ha detto...

"Voi non difendete la chiesa ma il vs.significato che volete dare alla chiesa.Siete Voi che volete decidere su cosa è giusta o no"

Non difendiamo la Chiesa col significato che le diamo noi, caro Maestro di Menzogna ma, se ci hai fatto caso, la difendiamo con gli insegnamenti ricevuti da Lei e citando le parole del Magistero e documentando tutto quel che diciamo

Anonimo ha detto...

HO INSERITO QUESTO COMMENTO STAMATTINA MA NON LO TROVO PIU'. CI RIPROVO!

DALL'INTERVENTO DI BENEDETTO XVI:

"La prima regola ce l'ha dato San Paolo nella Prima Lettera ai Tessalonicesi: non spegnere i carismi. Se il Signore ci dà nuovi doni dobbiamo essere grati, anche se a volte sono scomodi.
Inizialmente erano sempre scomode: anche San Francesco era molto scomodo e per il Papa era molto difficile dare, finalmente, una forma canonica ad una realtà che era molto più grande dei regolamenti giuridici. Per San Francesco era un grandissimo sacrificio lasciarsi incastrare in questo scheletro giuridico, ma alla fine è nata così una realtà che vive ancor oggi e che vivrà in futuro: essa dà forza e nuovi elementi alla vita della Chiesa."

MI PIACE QUESTO PARAGONE, PENSO CHE SPIEGHI BENE COSA STA SUCCEDENDO IN QUESTO MOMENTO.

Anonimo ha detto...

Ripropono i miei commenti anche qui:

Sono un aderente del Cammino da molti anni.

No sono del tutto convinto su molte cose, pero' affinche non ci sia una diciarazione pubblica dal Vaticano continuo con il cammino.

Recentemente ci e' stato detto che abbiamo avuto l'approvazione, pero' a dire il vero ci sone stati piu volte che questo ci e' stato comunicato. Beh che dire, dove sta la verita ?

Con i seminari in tutto il mondo la verita' e' che il Cammino sta infiltrando dovunque. Con il passar del tempo con sempre piu preti con sola ideologia del Cammino, sara piu facile avere il sopravento.

I cinque anni di espirimento sono venuti e sono andati, poche cose sono cambiati. Continuiamo ad aspettare. Pero' questa attesa adesso sta diventando pericolosa. Come ho detto con l'arriva della lettera del Cardinale Arinze si puo dire che nulla era cambiato. Che dire, c'era disubidienza totale !

La mia opinione e' che il Papa si deve ora pronunciarsi chiaramente, non vorrei che mi capitasse
di continuare con la mia affiliazione a una setta ! Fino ad ora ho sempre detto a me stesso che se c'era qualcosa di cattiva la nostra Chiesa non mi avrebbe lasciato per tutti questi anni nel buoi piu assoluto e nel pericolo.

Continuo ad aspettare mentre i miei catecisti continuano a dirmi che abiamo avuto l'approvazione. Dove sta la verita ?

Anonimo ha detto...

Il cammino avrà le sue colpe, ma la Chiesa non è da meno, qualunque sia il suo giudizio sugli NC, positivo o negativo non è possibile ne giustificabile per me che abbia lasciato trascorrere tanti anni lasciando gli uni e gli altri in questo stato ambiguità dove non sono ne approvati ne non approvati

Hai perfettamente ragione !

Questo e' stato il vero problema...hanno lasciato troppo tempo passare. I neocatecumeni sono ora troppo forti e si sono infiltrati dovunque - anche nella alta gerarcia della Chiese - che ora non so come controllarli. I cinque anni di Arize sono venuti e passati e nulla e' cambiato.

Adesso ci dicono di aspettare l'ultima parola del Papa. In tanti ce stata trappa gente che e' stata lascita nel buio.

Trovera il Papa il coraggio di pronunziarsi definittivamente ?

Aspettiamo...si dice che ormai siamo alle corde !

Anonimo ha detto...

Non avevano detto che a fine febbraio ci sarebbe stato l'approvazione ?

Che qualcuno che possa dare ulteriori informazioni ?